__MAIN_TEXT__

Page 1

CONTRO GUIDA Informazioni, suggerimenti e idee per sopravvivere al primo anno di universitĂ

UDU VERONA Sempre dalla stessa parte, quella degli studenti.


Stampata con il contributo di Università degli Studi di Verona

ATTENZIONE: questa guida è stata stampata il 15 settembre 2020, pertanto alcune informazioni potrebbero non essere corrette o aggiornate, se dovessi notare errori o pensi sia utile aggiornare qualcosa non esitare a contattarci! GRAFICA E IMPAGINAZIONE: Jacopo Buffolo e Matteo Tacconi CONTRIBUTI EDITORIALI DI: Anna Antonuzzi, Giuseppe Ardagna, Elena Barattin, Francesca Bettega, Rachele Capovilla, Karim Castagnini, Matteo Centonze, Marco Dario, Deborah Fruner, Ilaria Marzolla, Giulia Miculan, Sofia Modenese, Giacomo Molè, Elena Nicolini, Alessandro Rigo, Daniele Zanca REALIZZATO DA: Unione degli Universitari - UDU Verona Studenti Per - Accademia di Belle Arti DISCLAIMER: L’Università di Verona declina qualsiasi responsabilità per le informazioni contenute nella presente controguida.


Indice Benvenuti a Verona ABC della matricola Siti utili La rappresentanza studentesca UniVR ai tempi del Covid

Vita Quotidiana Il problema casa Mense universitarie Biblioteche e Aule Studio Diritto alla salute Diritto allo studio FiscalitĂ dello studente

5 6 9 12

15 18 20 23 24 28

Tempo Libero Cinema e Teatro Sport Vita universitaria

31 33 34

UDU Verona e Studenti Per Le nostre battaglie I nostri valori Associazioni amiche Le nostre iniziative

44 46 47 49


Benvenuti a Verona Forse sei appena arrivato a Verona, forse invece ci vivi già da un po’, forse hai appena finito le scuole superiori, oppure ti sei preso una pausa o hai lavorato prima di decidere di iscriverti all’università. In ogni caso, benvenuto a Verona! Questa Controguida è stata preparata dai ragazzi dell’Unione degli Universitari di Verona appositamente per te, per accompagnarti nei primi passi a Verona e per aiutarti ad orientarti nell’università e nella città. In questa guida troverai semplicemente dei consigli, delle indicazioni e delle valutazioni di studenti che le vivono quotidianamente e che si sono trovati, chi prima e chi dopo, in una città nuova e sconosciuta, proprio come te in questo momento. Le guide ufficiali dell’Università cercano sempre di convincere ad iscriverti ed omettono tutte quelle informazioni che invece sono utili a chi non ha mai studiato o vissuto a Verona: quali sono le mense in cui si mangia meglio, in quali aule studio puoi trovare posto e quali invece sono sempre piene, dove puoi andare per ascoltare un concerto alla sera o per ballare. Tutte quelle informazioni, insomma, che le altre guide non ti forniranno mai e che invece studenti come te possono darti. Con questa Controguida noi mettiamo a disposizione quello che sappiamo (senza la pretesa di essere esaustivi) su Verona e sulla sua università, sperando che possa essere uno strumento utile perché tu da subito possa ambientarti!

UDU VERONA


Storia dell’Università Sebbene la moderna Università statale degli Studi di Verona sia stata ufficialmente riconosciuta dalle autorità governative nel 1982, ottenendo lo status di università indipendente da Padova, la sua storia ha inizio molti secoli prima nel Tardo Medioevo. Con la bolla papale del 22 settembre 1339, infatti, Benedetto XII concede a Verona lo Studium generale (di Diritto, Medicina e Lettere/Arte) e riconosce una dimensione accademica già sviluppatasi precedentemente tra il IX e X secolo. Dal 1410 in poi queste facoltà furono però subordinate a Padova e l’università a Verona non prese forma fino al secondo dopoguerra quando, nel 1959, il sindaco Giorgio Zanotto mise all’ordine del giorno in consiglio comunale la proposta di fondare un’università a Verona. Fissata la sede all’interno di Palazzo Giuliari (donato dai conti Giuliari Tusini, oggi sede del Rettorato e uffici amministrativi) iniziarono le iscrizioni e si tenne la cerimonia di inaugurazione (01/11/1959). Il mancato riconoscimento governativo portò le autorità cittadine a cercare una soluzione che si concretizzò nel ‘63 quando l’Università di Padova inglobò le facoltà veronesi riconoscendole come parte del proprio Ateneo in qualità di sedi distaccate, e ne trasferì altre da Padova a Verona. Dall’82 (riconoscimento ufficiale come ateneo autonomo) ad oggi l’Università di Verona ha visto un notevole sviluppo: nel 2005 nasce la radio ufficiale di Ateneo “Fuori Aula Network”, nel 2006 parte il corso di studi sperimentale in Bioinformatica, dal 2009 a scadenza annuale si tiene il Festival culturale di Scienze e Arti “Infinitamente”, dal 2015 si tiene l’iniziativa Kidsuniversity e nel dicembre dello stesso anno è stato inaugurato il nuovo polo nell’ex caserma Santa Marta. Tale sviluppo è dovuto anche e soprattutto allo stretto rapporto e collaborazione con le maggiori istituzioni pubbliche locali e regionali, all’apporto di alcune aziende private e naturalmente al supporto di docenti esperti e competenti. Attualmente presenta 12 dipartimenti e 3 Scuole.

CONTROGUIDA 2020/2021

5


ABC della matricola Test d’ingresso La fatidica prova di ammissione è il primo vero ostacolo da superare, qualora il Corso di Laurea sia a “numero chiuso”. Dal 2012 i test per i corsi di Medicina, Veterinaria, Ingegneria Edile e Architettura sono a graduatoria nazionale. La legge prevede la possibilità di stabilire numeri programmati per quei corsi in cui sia previsto l’utilizzo di laboratori o un obbligo di tirocinio (Legge 264/99). L’Università di Verona abusa di questa norma e, rinunciando a investire per potenziare le sue strutture così da assecondare le richieste delle aspiranti matricole, ha stabilito un enorme numero di corsi ad accesso programmato, ovvero a numero chiuso. L’Unione degli Universitari è da sempre contraria al numero chiuso in tutte le sue forme.

L’Unione degli Universitari è da sempre contraria al numero chiuso in tutte le sue forme. Il test non può rappresentare in alcun modo uno strumento oggettivo di valutazione dell’attitudine verso un percorso di studi, valutando la bravura di uno studente in base a una lotteria di domande. Il numero di accessi viene così limitato sulla base dell’entità degli investimenti, senza un miglioramento reale della qualità e limitando di fatto il libero accesso all’Università. Per ciò che concerne il test di ammissione per i corsi a “numero aperto”, invece, la situazione è diversa. Chi non raggiunge un punteggio sufficiente nei differenti settori scientifico disciplinari si vedrà attribuito un Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA), cioè un debito formativo da recuperare entro la fine dell’anno (le modalità variano da corso a corso). Tutte le informazioni relative alle modalità di ammissione e iscrizione ad un corso sono contenute nell’avviso di ammissione di quello specifico corso. Nella sezione “corsi di studio” del sito di ateneo (www.univr.it) si possono trovare le pagine relative a tutti i corsi di laurea triennale, magistrale e a ciclo unico offerti dall’università di Verona.

Appelli d’esame Le modalità di svolgimento dell’esame sono descritte nel regolamento didattico d’Ateneo e dei singoli Corsi di Laurea. Sono previsti diversi appelli all’anno (il numero dipende dal corso di studi), distribuiti nelle tre sessioni: invernale (tra gennaio e marzo), estiva (tra giugno e luglio) e di recupero

6

UDU VERONA


(tra agosto e settembre). Le date delle prove di verifica sono rese note con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio della sessione di esami. L’esame viene svolto da una commissione di almeno due docenti, è pubblico ed il voto è espresso in trentesimi. Una volta verbalizzato non è possibile sostenere nuovamente l’esame; l’esame è prenotabile tramite una procedura sulla piattaforma online Esse3, il portale dell’Università dedicato agli studenti. Tutto a posto, dunque? Ovviamente no. In anni di attività di sindacato studentesco abbiamo visto di tutto, come di tutto hanno visto gli studenti dell’Università di Verona. Dipartimenti che non rendono note le date degli esami se non qualche giorno prima (sorpresa!), esami che vengono convocati la mattina ed invece si tengono il pomeriggio se non il giorno dopo, studenti respinti al minimo errore della prima domanda, docenti che non si premurano di avvisare di eventuali impedimenti facendo di fatto saltare l’appello, docenti che pensano che gli esami pubblici si possano fare anche nei loro uffici privati. Fino ad arrivare a casi ben più gravi di bocciature e promozioni “ad personam”. Abbiamo visto di tutto, ma abbiamo anche sperimentato che non si possono commettere irregolarità se tanti studenti si oppongono e richiamano l’attenzione delle istituzioni accademiche e del mondo universitario. Al minimo sospetto di irregolarità, L’UDU Verona c’è. Anche solo per avere informazioni e chiarimenti non esitare a rivolgerti al sindacato studentesco: siamo sempre presenti e sempre pronti ad aiutare.

Crediti Formativi Universitari (CFU) Il credito formativo universitario è una modalità utilizzata nelle università italiane e nel resto d’Europa per misurare il carico di lavoro richiesto allo studente. Ad ogni esame universitario è infatti associato un certo numero di CFU, che ne stima l’impegno richiesto; convenzionalmente 1 CFU è pari a 25 ore di lavoro (indipendentemente se questo sia svolto come studio personale o come frequenza a laboratori o lezioni). Occorrono 180 CFU per conseguire la laurea triennale, 120 invece per la laurea magistrale. Il numero di crediti assegnato ad ogni esame dipendono dal numero di ore del corso, ma non sempre dalla difficoltà effettiva dello stesso. Dal numero di crediti acquisiti annualmente dipende anche il sistema del Diritto allo Studio con le agevolazioni previste per gli studenti, soprattutto su borse di studio annuali residenze in convenzione con l’ESU. Ogni insegnamento del Corso di Studi (ovvero le “materie”) afferisce ad uno o più Settore Scientifico Disciplinare (SSD). Ad esempio l’insegnamento di Letteratura italiana ha come SSD il codice L-FIL-LET/10. Possedere questa

7


nozione permette di orientare meglio il proprio percorso di studi verso la laurea magistrale, dove generalmente è consentito l’accesso solo agli studenti con CFU in determinati SSD.

Studente ripetente e studente fuori corso Sfatiamo subito un mito: uno studente ripetente non deve ripetere tutti gli esami nell’anno in cui risulta tale (i crediti acquisiti con gli esami sostenuti sono al sicuro). Si diventa studente ripetente se in un Anno Accademico “normale” non si raggiunge la soglia minima di crediti prevista da ogni corso, che si aggira quasi sempre su 23-30 CFU. Qualora tu venga reiscritto come ripetente ad un Anno Accademico potrai dare tutti gli altri esami normalmente rispettando le propedeuticità, ma stai attento: ogni corso ha il suo regolamento! La condizione di studente ripetente non è collegata automaticamente ad un aumento delle tasse o delle tariffe mensa. Potresti subire una maggiorazione o una riduzione delle tasse in base al tuo status. Si diventa uno studente fuori corso se, al termine degli anni “ordinari”, non hai ancora acquisito i crediti necessari alla laurea, ovvero se non hai finito gli esami. Si è fuori corso al quarto anno di triennale, al sesto di laurea a ciclo unico ed al terzo di magistrale. La conseguenza è un aumento considerevole delle tasse universitarie, che però scatta solamente a partire dal secondo anno di fuori corso. Gli studenti idonei alla borsa di studio, se in possesso dei CFU previsti (135 in triennale e 80 in magistrale, entro agosto), hanno comunque diritto a un semestre aggiuntivo di borsa di studio; una volta trascorso perdono però il diritto ai servizi e alle agevolazioni previste per gli studenti in corso.

Prova finale e laurea Tutti i corsi di laurea terminano con una prova finale, che può essere sotto forma di tesi (con o senza discussione), tirocinio o entrambi, scelta secondo le modalità previste dal proprio corso. La prova influisce sul voto di laurea che però è in gran parte determinato dalla media ponderata degli esami (si sommano i voti degli esami moltiplicati per il loro valore in crediti, il tutto diviso per il totale dei crediti). Quasi tutti i corsi, poi, prevedono dei punti bonus per chi si laurea nei tempi stabiliti: la puntualità viene premiata!

Stage Durante il percorso di studi è prevista la possibilità (in alcuni corsi di studio è obbligatorio) di svolgere uno stage, o tirocinio formativo, che consiste in un periodo di formazione presso aziende, enti pubblici o enti no profit. Questa è un’opportunità rivolta a studenti e neolaureati (questi ultimi entro 12 mesi dal conseguimento della laurea) grazie alla quale si può vivere un’e-

8

UDU VERONA


sperienza di primo contatto col mondo del lavoro; Le principali figure dello stage sono il tutor dell’ente promotore, ovvero un docente dell’ateneo, e il tutor dell’ente ospitante, ossia un tutore aziendale, che guidano e seguono lo stagista nello svolgimento del compito previsto.

Mobilità internazionale Erasmus + Dall’A.A. 2013-14 il vecchio progetto “Erasmus/LLP” è stato sostituito “Erasmus +”, per uniformarsi alle direttive della Commissione Europea che per esso ha stanziato 14,7 miliardi di Euro fino al 2020. Il programma si divide in “Erasmus + Studio”, per studiare presso un ateneo straniero, e “Erasmus + Traineeship”, per svolgere uno stage o tirocinio all’estero. Alcune novità introdotte recentemente: le borse di mobilità sono state ricalcolate tenendo conto delle recenti variazioni del costo della vita nei Paesi di destinazione; è finalmente possibile partecipare più volte al progetto “Erasmus +” all’interno della carriera universitaria, con l’unico limite di poter partire una sola volta per ciclo di studio. È possibile partire più di una volta per ogni ciclo di studio con l’unico limite di non poter fare più di 12 mesi di mobilità (es. due erasmus da 6 mesi, tre da 4 mesi ecc.).

Altri percorsi internazionali L’Università di Verona offre, in alternativa al progetto “Erasmus +”, altre opportunità di percorsi di studio all’estero (accordi bilaterali, Summer/Winter School, Erasmus+studio, Erasmus+ tirocinio, Short Term Mobility, Worldwide Study, Summer schools all’estero e in Italia) che senza dubbio accrescono il prestigio dell’Ateneo e costituiscono un’ulteriore occasione per gli studenti di trascorrere un periodo di studio internazionale, anche in Paesi al di fuori dell’UE.

Siti utili Univr.it Il portale principale dell’università di Verona con il quale l’università stessa si presenta all’esterno! Offre informazioni su tutta l’attività dell’ateneo veronese e la sua struttura, servizi di ricerca, servizi per gli studenti, informazioni su dipartimenti, biblioteche, corsi di studio, professori, personale tecnico amministrativo e uffici amministrativi oltre a servizi di counselling e orientamento universitario (in ingresso, in itinere, in uscita). Dalla Home di Ateneo è possibile accedere a tutti gli altri portali online dell’Univr in particolare alla Home di ogni dipartimento dove, oltre alle informazioni generali, sono visualizzabili gli avvisi del dipartimento e dei corsi di studio rivolti agli studenti.

9


ESSE3 - univr.esse3.cineca.it Una piattaforma online dalla quale è possibile tenere sotto controllo il proprio percorso di studi in generale e il proprio profilo di studente (libretto on-line). Offre servizi come la gestione e la prenotazione di esami con le rispettive informazioni, il pagamento delle tasse universitarie, l’elaborazione del piano di studi, accesso al progetto Erasmus+, accesso a tirocini e stage, la compilazione della Domanda Unica Benefici e dei questionari di valutazione attività didattiche e tanti altri servizi di segreteria.

Esami Sul libretto online (consultabile alla voce “Carriera” di Esse3) si trovano tutte le informazioni sugli esami inseriti nel proprio piano di studi. La registrazione del voto varia a seconda della tipologia dell’esame: - Se l’esame è scritto vale il silenzio assenso dello studente per l’accettazione del voto (con conseguente registrazione nel libretto online), mentre per rifiutare il voto è necessario comunicare con il docente; - Se l’esame è orale il voto positivo può essere accettato o rifiutato al momento, subito dopo la comunicazione dell’esito della prova stessa da parte del docente (con conseguente registrazione nel libretto online). In entrambi i casi, se il voto è insufficiente l’esame va ripetuto! Una volta registrato l’esame vi comparirà il voto sul libretto online, e non sarà più possibile ripeterlo. Per determinati corsi sono previste delle attività di tirocinio e/o l’ottenimento dell’idoneità linguistica. Per quest’ultima, se non si è già in possesso di una certificazione adatta, è necessario rivolgersi al Centro Linguistico di Ateneo (CLA).

Ricordati di portare sempre un documento d’identità o il badge universitario ad ogni esame per il riconoscimento Piano di studi Durante l’anno accademico sarà possibile gestire e modificare in qualsiasi momento il proprio piano di studi. Si tratta dell’elenco di esami obbligatori e opzionali (a scelta) che uno studente deve sostenere all’interno del proprio percorso di studi.

10

UDU VERONA


E-learning - elearning.univr.it Portale di formazione e forum di discussione online dedicato principalmente alla condivisione diretta di materiale didattico ed altre risorse, comunicazione (tramite forum e avvisi) e feedback (tramite sondaggi) tra docenti e studenti, tra rappresentanti degli studenti e studenti stessi e tra studenti. Ogni insegnamento ha il suo spazio online al quale è possibile accedere autenticandosi e scaricare i materiali dei corsi e partecipare alle attività collaborative (test di autovalutazione e forum). Per l’autenticazione occorre inserire le stesse credenziali di accesso agli altri servizi on-line di Ateneo (ottenute ad immatricolazione completata). Al primo accesso è consigliabile ricercare il proprio corso di studi e la propria area didattica per iscriversi ai forum che si ritengono inerenti alla propria vita universitaria.

Webmail Outlook Ogni studente possiede un proprio indirizzo di posta elettronica istituzionale di Ateneo (*ID-personale*@studenti.univr.it) utilizzato per le comunicazioni istituzionali rivolte a tutti gli studenti o a quelli di un determinato dipartimento e utilizzabile per le comunicazioni private “professore-studente” o “studente-studente” o “segreteria-studente”. Inoltre offre altri servizi utili collegati alla gestione delle e-mail come rubrica contatti, agenda, calendario, “valigetta” (servizio di cloud per allegati) e vasta personalizzazione delle impostazioni con la possibilità di attivare notifiche e-mail e rispondere ai messaggi da indirizzo e-mail alternativo.

Help desk il sistema integrato di Help Desk dell’ateneo vuole rispondere efficacemente a tutte le esigenze dell’utenza, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza informatica. Basterà accedere con le proprie credenziali GIA e selezionare l’opzione “Service desk” per aprire una richiesta di assistenza. In pochi giorni è garantita una risposta da parte degli operatori.

CLA - cla.univr.it Portale on-line del Centro Linguistico di Ateneo (centro servizi che ha lo scopo di erogare attività di supporto all’insegnamento, apprendimento e certificazione delle lingue moderne) che offre informazioni generali sul servizio d’Ateneo, contatti, informazioni sulle attività del centro (corsi, esercitazioni, ricevimenti, esami, certificazioni) oltre a numerosi materiali didattici e servizi di e-learning.

Univrnews su Telegram Esiste anche il canale Telegram ufficiale dell’Università di Verona! Basta iscriversi al canale e selezionare il dipartimento di appartenenza, dopodiché tutti gli avvisi riguardanti i corsi di studio del tuo dipartimento ti arriveranno direttamente sul cellulare sotto forma di messaggio.

11


La rappresentanza studentesca Ogni due anni ci sono le elezioni universitarie dove tutti gli studenti sono chiamati a votare per eleggere i propri rappresentanti all’interno degli organi di governo dell’università. Il rappresentante è una figura molto importante per garantire a tutti gli studenti un supporto davanti ai problemi che si presentano durante la vita universitaria di tutti i giorni e permette di garantire presenza e azione nei vari organi dell’Ateneo. UDU Verona è una delle liste di rappresentanza che si presenta alle elezioni universitarie.

Senato Accademico È uno dei due principali organi di governo dell’ateneo. Formula proposte e pareri obbligatori in materia di didattica, ricerca, servizi agli studenti e sulla gestione economica. Il Senato Accademico a Verona è composto dal Rettore, da sei direttori di dipartimento e dodici docenti, quattro rappresentanti del personale tecnico amministrativo, tre rappresentanti degli studenti e uno dei dottorandi.

Consiglio di Amministrazione (CDA) È l’organo più importante dell’Università. Ha funzioni di indirizzo strategico, di gestione e di controllo dell’attività amministrativa, finanziaria ed economico-patrimoniale dell’Ateneo. Il Consiglio di Amministrazione è composto dal Rettore, da cinque componenti interni alla comunità universitaria, da tre componenti non appartenenti all’Ateneo e da due rappresentanti degli studenti.

Consiglio di Amministrazione ESU L’ESU è l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio. Per diritto allo studio universitario si intende il complesso di norme che regolano gli interventi per assicurare agli studenti in particolari condizioni economiche la possibilità di acquisire titoli di studio universitari. Gli interventi sono di vario tipo: aiuti finanziari, servizi abitativi, di ristorazione e iniziative a carattere culturale o altro.

Comitato per lo Sport Universitario – C.U.S. Il Comitato per lo Sport Universitario coordina le attività sportive dedicate alla comunità universitaria, segue gli indirizzi di gestione degli impianti sportivi e i programmi di sviluppo e promozione delle attività sportive.

Nucleo di Valutazione d’Ateneo Il Nucleo di Valutazione di Ateneo, operando in posizione di autonomia, concorre con gli altri organi alla valutazione della ricerca, della didattica, della assistenza, delle attività gestionali e tecnico-amministrative nonchè

12

UDU VERONA


degli interventi di sostegno al diritto allo studio, svolti dalle strutture dell’Ateneo. Il Nucleo verifica altresì, il corretto utilizzo delle risorse, l’efficacia, l’efficienza e la qualità delle attività dell’Ateneo.

Consiglio degli Studenti Il Consiglio degli Studenti è organo di rappresentanza degli studenti a livello di Ateneo e di coordinamento delle rappresentanze studentesche nelle strutture centrali e periferiche. Designa i rappresentanti degli studenti nelle commissioni di Ateneo ed esprime parere obbligatorio sulle decisioni più importanti che riguardano gli studenti.

Consiglio di Dipartimento e/o Scuola I Dipartimenti/Scuole sono le articolazioni interne dell’Università deputate allo svolgimento della ricerca scientifica, delle attività didattiche e formative. Hanno assunto vari compiti che prima venivano svolti dalle facoltà e per questo hanno assunto un’importanza fondamentale per la governance dell’ateneo.

Collegio Didattico Il Collegio didattico organizza le attività didattiche del corso di studi. Si riunisce almeno due volte l’anno con sedute “in presenza” o “telematiche” ed è costituito dal Presidente del Corso di Laurea, da tutto il Corpo docenti e dai rappresentanti degli studenti del Corso.

I gruppi di AQ per la didattica I gruppi di Assicurazione di Qualità definiscono le procedure del sistema di qualità che sottostà a dettati normativi e a disposizioni dell’ANVUR. Ogni Corso di Laurea ha un gruppo AQ e i suoi compiti sono quelli di progettare e gestire le attività di formazione, di autovalutare l’andamento delle attività.

La Commissione Paritetica La Commissione Paritetica Docenti Studenti (CPDS) aiuta docenti e studenti a migliorare la qualità del corsi di studi in cui si è immatricolati. Ha funzioni di proposta, monitoraggio e vigilanza sulle attività didattiche ed e’ composta da un numero pari di docenti e studenti.

CNSU Il consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) è l’organo consultivo di rappresentanza degli studenti italiani, nonchè il più alto organo di rappresentanza studentesca del nostro paese. Esso formula pareri e proposte al Ministro dell’Istruzione, università e ricerca (MIUR), ed è composto da 30 studenti provenienti dagli atenei di tutta Italia. L’UDU esprime, a livello nazionale, 9 rappresentanti, ossia la maggioranza relativa dell’organo.

CONTROGUIDA 2020/2021

13


UniVR ai tempi del Covid Rientrare in Sicurezza Per accedere alle aule didattiche è necessario prenotare il posto in aula utilizzando l’app UNIVR LEZIONI disponibile sul Google Play Store o Apple Store. Una volta creato il proprio profilo, dalla sezione“Prenotailtuopostoalezione”puoiprenotareiltuoposto in aula a partire da 5 giorni prima dello svolgimento della lezione. Sono previste anche prenotazioni last minute a partire da 12 ore prima dell’inizio della lezione nel caso ci siano ancora posti disponibili in aula. Le sedi, così come le singole aule, sono dotate di segnaletica per garantire la corretta circolazione delle persone e il corretto posizionamento in aula. Le studentesse e gli studenti, muniti di prenotazione, potranno muoversi liberamente all’interno della sede, seguendo i percorsi suggeriti dalla segnaletica presente, indossando la mascherina e rispettando le misure di sicurezza previste (per maggiori info: https://www.univr.it/coronavirus-info-studenti).

Biblioteche e Aule studio Esattamente come per le aule dove fai lezione, anche le aule studio e le biblioteche devono seguire molte regole. Con l’emergenza sanitaria è diventato necessario contingentare e controllare gli ingressi nelle biblioteche. Per farlo, l’ateneo si appoggia ad Affluences; è l’app che aiuta ad orientarsi all’interno del Sistema Bibliotecario di Ateneo: grazie a questo servizio già in uso, gli studenti possono visionare in tempo reale la percentuale di occupazione dei posti studio disponibili in ogni biblioteca dell’Università di Verona. Chi cerca un posto studio può dunque orientarsi rapidamente tra le diverse strutture a seconda delle percentuali di occupazione aggiornate ogni 60 secondi, minimizzando così le perdite di tempo e aumentando la sicurezza di tutte e tutti. Chi cerca una biblioteca per la prima volta, in particolare le matricole, può facilmente trovare informazioni sulla sua localizzazione, seguire l’itinerario e controllare la mappa dal proprio cellulare. Inoltre, in questa controguida, avrai modo di conoscere quali aule studio e biblioteche sono disponibili a Padova e con quali servizi (wi-fi, prese di corrente, ecc.) Attraverso un’interfaccia semplice e chiara vengono inoltre fornite informazioni aggiornate sugli orari di apertura e vengono date le principali comunicazioni per gli utenti. Affluences prevede anche un sistema di prenotazione di alcuni posti singoli o di sale per lo studio di gruppo, laddove disponibili. L’app mobile Affluences è gratuita, priva di pubblicità ed è liberamente scaricabile da App Store e Google Play.

14

UDU VERONA


Vita Quotidiana Oltre a trovare le aule di lezione, potresti trovarti in difficoltĂ nel trovare le aule studio aperte, le mense piĂš comode e le informazioni per ottenere le borse di studio. Non temere, ci pensiamo noi ad aiutarti con questa sezione, indicandoti tutte le convenzioni per gli studenti e i principali aspetti del Diritto allo Studio, senza tralasciare alcuni consigli per i fuori sede che cercano casa.

CONTROGUIDA 2020/2021

15


Il problema casa Sappiamo quanto sia importante per uno studente universitario l’accesso all’alloggio, soprattutto nella giungla degli affitti privati. Informarsi è il primo importante strumento che abbiamo per difenderci, per sfatare i tipici luoghi comuni che speculano sul nostro diritto ad avere un’abitazione dignitosa, sicura, a norma e economicamente accessibile. Siamo un sindacato, perciò non ci fermiamo alla denuncia ma ci impegniamo per proposte costruttive: già a Verona abbiamo ottenuto un contratto agevolato per studenti grazie ad un tavolo di trattative partecipato da studenti, inquilini, proprietari, Ente per il Diritto allo Studio e Comune. La nostra associazione inoltre collabora con SUNIA (Sindacato Unitario Inquilini e Assegnatari) con cui portiamo avanti le nostre rivendicazioni, aiutando chi è in difficoltà e fornendo il supporto necessario.

Alloggio pubblico L’ESU Verona bandisce un totale di 250 posti alloggio in stanza singola, doppia e tripla nelle seguenti residenze: • • • • • • • •

Via Nicola Mazza; Via San Vitale; Via Campofiore (solo femminile); Via Giuliari 9; Piazzale Scuro; Corte Maddalene; Via Seminario; Vicolo Campofiore

Il periodo di assegnazione del posto alloggio è di 10 mesi, dal mese di ottobre a luglio dell’anno successivo. Si può richiedere l’assegnazione di un posto letto anche per settembre e agosto a tariffa “Senza requisiti”. Per tutti gli studenti del primo anno che devono affrontare il test d’ammissione, l’iscrizione è sostituita dalla pre-iscrizione: bisogna comunque effettuare i versamenti anticipati richiesti. Il richiedente entro 24 ore dall’esito del test deve dare informativa tramite mail del superamento o meno del test sostenuto. La mancata comunicazione fa decadere dal diritto di assegnazione! In caso di esaurimento dei posti, agli aventi diritto è erogato un contributo sostitutivo del servizio abitativo. L’ammontare del contributo, rapportato al periodo di alloggio non potrà superare i 1.500,00 euro. Il contributo è assegnato solo a seguito della presentazione di un regolare contratto registrato di affitto oneroso.

16

UDU VERONA


Presentazione della domanda Il procedimento avviene con la procedura predisposta per la compilazione della domanda sullo sportello online. Le domanda deve essere presentata tra metà luglio e metà agosto. Consigliamo di tenere sott’occhio le scadenze e di giocare d’anticipo, poiché a metà agosto gli sportelli ESU sono chiusi per ferie. Per gli iscritti al primo anno esce un’unica graduatoria idonei, in ordine crescente sulla base dell’ISEE, mentre per gli iscritti agli anni successivi in ordine decrescente di merito. A parità di merito la posizione è determinata dall’ISEE. La graduatoria provvisoria, senza i posti assegnati, è approvata e pubblicata verso fine agosto sul sito dell’ESU Verona, a distanza di pochi giorni è seguita da quella definitiva con i posti assegnati. Dopo la pubblicazione della graduatoria provvisoria si deve procedere con il bonifico della caparra confirmatoria all’ESU di Verona. Entro due giorni feriali bisogna inviare la ricevuta del versamento al relativo indirizzo del bando alloggi. Attenzione, perché il mancato adempimento delle procedure, tra cui il versamento della caparra confirmatoria e la mancata trasmissione della ricevuta, nei termini indicati, comportano la decadenza dell’assegnazione del posto alloggio Infine, anche con la mancata sottoscrizione (entro i termini) del Modulo di conferma di accettazione del posto, il richiedente decade dall’assegnazione del posto alloggio. E in tal caso la caparra confirmatoria non viene rimborsata.

Alloggio privato Fare l’università per molti di noi vuol dire essere anche degli “studenti fuori sede” e doversi quindi confrontare con l’annoso problema dell’affitto. Attraverso i giornali immobiliari, gli annunci in facoltà, gli amici, i gruppi universitari su Facebook o i siti specializzati nella ricerca della casa, si riescono a trovare molteplici soluzioni. È bene quindi stare attenti: constatiamo infatti come anche a Verona il problema degli “affitti in nero” coinvolga una fetta importante degli alloggi affittati ad universitari. Abitare una casa senza contratto per noi studenti può rappresentare un grandissimo rischio, in quanto tale situazione ci pone alla mercé dei padroni di casa. È per questo che Udu Verona, da sempre, si batte per il superamento del proliferare di queste situazioni.

CONTROGUIDA 2020/2021

17


Il principale motivo per cui il proprietario evita di stipulare un contratto consiste solitamente nel voler nascondere al fisco i guadagni derivanti dall’affitto, per poter così evitare di pagare le tasse previste. Per qualsiasi informazione sui contratti standard per studenti, o se avete bisogno di un consiglio tecnico o di assistenza per stipulare e rinnovare un contratto d’affitto, non esitate a contattarci!

Le forme di contratto previste dalla legge 1. Il contratto libero Questo contratto ha una durata di 4+4 anni. Alla fine del quarto anno il proprietario può non rinnovare il contratto se presenta delle valide motivazioni (necessità abitativa, edificio gravemente danneggiato…) mentre l’inquilino può recedere il contratto in qualsiasi momento comunicandolo al proprietario con un preavviso di almeno 6 mesi o minore (2 o 3 mesi) se previsto dal contratto.

2. Il contratto concordato Questo contratto ha una durata di 3+2 anni (o 4+2, o 5+2 etc.). Allo scadere dei primi 3 anni (o 4, o 5…) il proprietario può disdire il contratto se presenta delle valide motivazioni; l’inquilino, anche in questo caso, può recedere in qualsiasi momento con un preavviso di almeno 6 mesi o minore (2 o 3 mesi) se previsto dal contratto.

3. Il contratto transitorio Questo contratto ha una durata massima di 18 mesi ed è previsto per soddisfare esigenze particolari degli inquilini (contratto di lavoro a termine, necessità di assistenza ai familiari…). Queste esigenze devono essere indicate nel contratto in maniera specifica e documentate, nel caso contrario il contratto si trasformerà in un contratto libero della durata di 4+4 anni. Tra le esigenze transitorie non è possibile indicare la frequenza di un corso universitario, per quello esiste l’apposito contratto transitorio per studenti universitari.

4. Il contratto transitorio per studenti universitari Questo contratto ha una durata che va da 6 fino a un massimo di 36 mesi. Una volta scaduto il contratto, questo si rinnova automaticamente per la medesima durata a meno che l’inquilino decida di recedere. Il preavviso di recesso deve essere comunicato al proprietario tramite lettera raccomandata da inviarsi almeno 3 mesi prima del rilascio dell’appartamento. Il proprietario, invece, non può recedere prima della scadenza del contratto.

18

UDU VERONA


Alcune forme di contratto sconsigliate 1. Il contratto è intestato a un solo studente anche se nell’abitazione sono presenti altri studenti Questa tipologia di contratto mette dalla parte del torto lo studente intestatario, specialmente se nel contratto non è specificato che nella casa ci saranno altri inquilini, né chi questi siano e come paghino l’affitto. Infatti in questa situazione lo studente intestatario diviene per la Legge un trasgressore, che subaffitta altre stanze agli studenti. Dunque, la legge se la prende con l’intestatario anziché col proprietario di casa, anche perché dai pagamenti potrebbe risultare l’unico soggetto pagante.

2. Il contratto è intestato a un genitore di uno degli studenti che abitano la casa Questo tipo di patto può essere facilmente usato dal proprietario di casa come arma contro l’inquilino: infatti si potrebbe accusare il genitore di subaffittare stanze al figlio e agli altri studenti che sono nella casa, e con la minaccia di una sanzione potrebbe spingere gli inquilini ad andarsene dall’abitazione.

Mense universitarie Nelle vicinanze degli istituti universitari gli studenti possono utilizzare il servizio mensa nelle apposite strutture ESU. Il costo del pasto varia a seconda dell’ISEE dichiarato. La copertura nei giorni festivi non è mai totale, è possibile consultare il calendario nel sito dell’ESU Verona (www.esu.vr.it).

I ristoranti ESU San Francesco(Viale dell’Università, 4) Immersa in un’area verde nella zona del polo didattico G. Zanotto, è un famoso punto di ritrovo per gli studenti dell’area umanistica ed economica. La mensa è dotata di servizio ristorazione e bar, in più dispone di forno a legna per pizze. L’ambiente è spazioso e il numero dei posti a sedere elevato (400). E poi nel bar è possibile mangiare tramezzini o focacce, magari al sole sul grande prato durante la bella stagione! Orario: da lunedì alla domenica, pranzo 11:45 - 15:00; cena: 19:30 - 21:30

Santa Marta (Via Cantarane, 24) Situata nel piano interrato del nuovo polo economico Santa Marta, questa mensa fornisce 100 posti a sedere con servizio paninoteca e bar incluso. Piccola ma accogliente. Orario: da lunedì al venerdì dalle 11:45 alle 15:00

CONTROGUIDA 2020/2021

19


Mensa CRAL Comune di Verona (Via Pallone, 9) Un nuovo servizio offerto dall’ESU rivolto principalmente alle esigenze degli studenti iscritti a Scienze Giuridiche e all’Accademia di Belle Arti di Verona, infatti è a due passi dalle facoltà. Ha a disposizione 100 posti a sedere ed è situata in pieno centro, da Piazza Brà basta seguire la cinta muraria che va verso il cimitero monumentale! Orario: dal lunedì al venerdì dalle 11.45 alle 14.30.

Le Grazie (Strada Le Grazie, 8) Un punto di interesse soprattutto per gli studenti della Cittadella della Scienza e della Tecnologia. La struttura è molto grande e dispone di oltre 500 posti a sedere. Offre una grande vastità di servizi: ristorazione, grill, bar, paninoteca e pizzeria. Nelle giornate di sole, si può godere di un ampio plateatico dove consumare i prodotti acquistati. Orario: da lunedì a sabato, pranzo: 11:45 - 15:00; cena: 19:30 - 21:30 Chiuso il sabato sera e domenica

Mensa Ospedale di Legnago (Via Gianella, 1) La cooperazione con l’ospedale “Mater Salutis” ha avviato un servizio di ristorazione anche nella sede staccata di Univr. Perciò l’ingresso è riservato agli studenti iscritti all’Università degli Studi di Verona frequentanti la sede di Legnago; la mensa fornisce un servizio di self-service. Orario: da lunedì a sabato, pranzo: 12:00 - 14:30

Mensa Ospedale di Vicenza (Viale Ferdinando Rodolfi, 37) Questo servizio viene erogato presso l’Ospedale San Bortolo e anche questo è riservato agli studenti iscritti all’Univr, che frequentano la sede staccata di Vicenza. Ha 330 posti a sedere e oltre alla ristorazione è dotata anche di servizio pizzeria. Orario: da lunedì a sabato, pranzo: 11:45 - 15:00

Biblioteche e Aule Studio Le biblioteche e le aule studio sono i posti migliori dove trovare la concentrazione (e la voglia?) di studiare: sono sparse per tutta la città... ma dove e quali sono? Qui sono elencate le principali con il numero di posti, gli orari e una breve descrizione.

Legenda dei simboli: Wifi Prese di corrente Aperta fino a tardi 20

UDU VERONA


Centro Biblioteca Civica (Via Cappello 43, 150 posti) Situata in centro Verona, è aperta a tutti e offre servizi di: prestito, lettura in sede, riproduzione, consulenze e ricerche bibliografiche. Vengono anche proposte periodicamente attività culturali e mostre dedicate ad illustrare le raccolte presenti. Si sviluppa su tre piani con connessione Wi-FI, al piano terra potete trovare macchinette del caffè, bibite e snack. Orario: Lun 14:00-19:00; Mar-Ven 9:00-19:00; Sab 9:00-14:00

Biblioteca Centrale A. Frinzi (Via S. Francesco 20, 500 posti) Una delle più famose biblioteche veronesi: frequentata da studenti di vari corsi per via della sua posizione. Situata accanto al polo didattico G. Zanotto, è aperta a tutti. Tutti e tre i piani sono accessibili anche tramite ascensore e sono dotati di connessione Wi-Fi. Orario: Lun-Dom 8:15–23:45

Biblioteca economica Santa Marta (Via Cantarane 24, 320 posti, 32 postazioni con PC) Questa recente biblioteca è situata al terzo piano della Provianda Santa Marta (detta anche ex caserma). Comodamente raggiungibile in ascensore offre postazioni spaziose dotate di prese e connessione Wi-Fi. Orario: Lun-Ven 9:00–19:00 Nella zona del Polo Umanistico/Economico/Giuridico esistono diverse altre piccole biblioteche, indispensabili per le ricerche bibliografiche dei diversi corsi di studio. Inoltre è possibile trovare un posticino nel quale studiare, utile nei periodi di sessione in cui di solito le principali biblioteche si riempiono in fretta!

Biblioteca di Filosofia (Lungadige Porta Vittoria 41) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Biblioteca di Scienze dell’Educazione (Lungadige Porta Vittoria 17, 20 posti) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Biblioteca “E. Bianchi” (Chiostro di S. Maria della Vittoria, Lungadige Porta Vittoria 41) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

CONTROGUIDA 2020/2021

21


Biblioteca “F. Riva” (Viale Università 4, 30 posti) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Biblioteca “G. Zanotto” (Via C. Montanari 9, 43 posti, 2 postazioni con PC) La sala di consultazione è situata al 3° piano della “Torretta”. Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Biblioteca “L. Ambrosoli” (Viale Università 4, 25 posti) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Biblioteca “W. Busch” (Sede Lungadige Porta Vittoria 41, 28 posti) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Bibliomediateca del CLA (Sede Viale dell’Università 4) Orario: Lun, Mer e Ven 8:30-13:00; Mar-Gio 08:30-12:30 e 13:30-17:30

Biblioteca di Scienze Motorie (Via Casorati 43) Orario: Lun-Gio 9:00–18:00; Ven 9:00–13:00

Borgo Roma Biblioteca Meneghetti (Str. le Grazie 8, 300 posti) La Biblioteca Centrale Egidio Meneghetti è la struttura di riferimento per i corsi di laurea di Medicina e chirurgia, Scienze matematiche, fisiche e naturali e Scienze motorie dell’Università degli Studi di Verona. Aperta a tutti, mette a disposizione tre sale e un’aula multimediale dotata di computer con collegamento a Internet, situata al piano inferiore della biblioteca. Attraverso una comoda App, si può accedere a diversi servizi bibliotecari. Gli studenti dei corsi di Medicina e Chirurgia, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e di Scienze Motorie hanno inoltre la possibilità di utilizzare gratuitamente un servizio di deposito con diversi armadietti (dotati di chiusura a chiave e assegnati tramite regolamento). La biblioteca non è fornita di macchinette, ma l’area ristoro è vicina e comoda da raggiungere. All’ingresso, è stato installato un dispensatore di acqua filtrata per ricaricare le bottigliette vuote. Orari: Lun-Ven 8:15-23:30; Sab 8:15-20:00; Dom e festivi 9:00-20:00

22

UDU VERONA


Biblioteca di Biotecnologie e Informatica (Cà Vignal 1 e 2) Piccole ma accoglienti, ricche di un’ampia selezione di libri da prendere in prestito o da consultare, le biblioteche dei dipartimenti di CV1 e CV2 sono accessibili durante gli orari di apertura dell’università. Orario: Lun-Ven 7:30-19:30; Sab 7:30-14:30

Biblioteca del Centro di lettura e iniziative culturali (Via Porto Tolle 1) Orario: Lun-Mer 14:30-18:30; Mar 9:00-13:00; Gio h24; Ven 10:00-17:00

Biblioteca “G. Caliari” (via Porto Tolle 236, 26 posti) Orario: Lun 14:30-18:30; Mar, Gio e Ven 9:00-13:00; Mer 14:30-18:30

Vicenza Biblioteca del Polo di Economia (Viale Margherita 87) Orario: Lun-Gio 9:00-13.00, 14:00-17:30; Ven 9:00-13:00

Biblioteca di Professioni Sanitarie (Contrà San Bortolo 85) Orario: Mer 12:00-14:00

Aule Studio Corte Maddalene Il servizio, a disposizione di tutti gli studenti, offre lo spazio per prepararsi agli esami universitari, permettendo di sfruttare le ore disponibili tra una lezione e l’altra. Accesso libero per tutti gli studenti con la Carta ESU per l’Università.Per gli ospiti della residenza l’accesso avviene anche con il badge in dotazione. Orario: Lun-Dom 8:00-23:00

Polo Zanotto All’interno del Polo Zanotto per ripetere ad alta voce o fare dei lavori di gruppo sono messi a disposizione i tavoli del secondo piano davanti alle aula 2.1, 2.2, 2.3, spazi in cui non si pretende assoluto silenzio come all’interno delle biblioteche.

Ex Economia In seguto alla ristrutturazion degli interni, nell’atrio dell’ex palazzo di economia sono presenti una serie di comodi tavoli adatti allo studio. In questo spazio non e richiesto assoluto silenzio, ottimo per i lavori di gruppo.

CONTROGUIDA 2020/2021

23


Borgo Roma Per studiare e ripetere ad alta voce ci sono a disposizione i tavoli nel corridoio della Lente Didattica (Lun-Ven 8:00-19:30), quelli al piano terra e al primo piano degli Istituti Biologici (Lun-Ven 8:15-19:30; Sab 8:15-12:45) e le aule libere e i tavoli nei corridoi di Ca’ Vignal 1 e 2 (Lun-Ven 8:00-19:30; Sab 8:00-14:00).

Diritto alla salute

Il Diritto alla Salute è imprescindibile per tutti, ma a volte non si conoscono né i servizi disponibili né le procedure per accedervi. Purtroppo l’Ateneo veronese copre pochi servizi sanitari rispetto ad altre Università, e il servizio maggiore che offre a noi universitari è l’assistenza medica agli studenti fuorisede.

Assistenza sanitaria L’Università di Verona e l’ULSS di Verona hanno stretto un accordo, secondo cui lo studente fuori sede ha il diritto ad avere un medico di base di riferimento anche nella città in cui studia, senza dover rinunciare al proprio medico nella città di residenza ed evitando di presentarsi al pronto soccorso per qualsiasi piccolo problema. Le procedure amministrative e la modulistica per usufruire di questo servizio sono disponibili sul sito dell’Università di Verona, nel portale myunivr, “Servizi-Agevolazioni e tutele-Scelta del medico di base”. Di fatto uno studente fuori sede che si trovi a Verona presso la nostra Università può attivare la copertura di un medico di base, che sostituisce temporaneamente quello del luogo di residenza. La copertura del medico di medicina generale (medico di base) può essere attivata per un minimo di tre mesi fino ad un anno, con possibilità di rinnovo.

Assistenza psicologica gratuita L’ESU offre un’attività gratuita di supporto alla persona nella soluzione di problematiche di varia natura mediante colloqui con psicologi esperti. Il servizio è gratuito, e si possono affrontare tutte le tematiche inerenti a: • gestione delle relazioni personali: in famiglia, con gli amici, con il partner, nello studio e nel lavoro; • definizione della propria identità personale; • autovalutazione ed orientamento; • gestione dell’ansia e dello stress; • metodologie per un migliore apprendimento; • altre tematiche di interesse.

Usufruire del servizio La Dott.ssa dello sportello è Laura Facchinetti e per usufruire del servizio si deve fissare un appuntamento chiamando direttamente oppure inviando

24

UDU VERONA


una mail. Il servizio di Assistenza e Aiuto Psicologico è a disposizione presso la residenza ESU “Corte Maddalene” (Corte Maddalene, 5). Orario: Lun-Mer 9:30-12:30; Ven 9:30-11:30

Fisioterapista per residenti ESU Come sempre le più comuni sintomatologie da universitari sono i dolori alla schiena, al collo o alle spalle. Presso la struttura di Corte Maddalene l’ESU mette a disposizione un professionista sanitario (fisioterapista) con formazione in osteopatia. Il servizio è, attualmente, a unica disposizione degli studenti e studentesse che alloggiano nelle residenze ESU.

Modalità di accesso L’accesso alla prestazione avviene su prenotazione tramite la mail dedicata ( fisioterapista@esu.vr.it ). Il professionista gestisce in autonomia l’agenda degli appuntamenti, e l’unico criterio di accesso preferenziale è la disabilità. Il servizio è a disposizione presso la residenza ESU “Corte Maddalene” (Corte Maddalene, 5). Orario: Mar 14:00-18:00; Mer 14:00-17:30

Diritto allo studio Presentate l’ISEE! L’ISEE è un documento che attesta la situazione economica del vostro nucleo familiare, elaborato gratuitamente da qualsiasi CAF, indispensabile per l’accesso agli sgravi sulle tasse universitarie, alle borse di studio e all’assegnazione degli alloggi per i fuori sede. Anche se credete di essere oltre i limiti per ottenere qualche beneficio, ricordate che il reddito non è l’unica base di calcolo dell’ISEE, quindi conviene presentarlo sempre. E’ importante tenere a mente che il rilascio dell’indicatore ISEE Universitario avviene entro 8 giorni dalla presentazione della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) che contiene le informazioni riguardanti il nucleo familiare dello studente, i redditi ed i patrimonio dei vari componenti il nucleo stesso. Per questo prendetevi per tempo: siccome la scadenza per la presentazione dell’ISEE per richiedere riduzioni sulle tasse è fissata al 15 novembre 2019 (ATTENZIONE: la scadenza per presentare l’ISEE per richiedere la borsa di studio regionale era il 30 agosto 2019, vedi il prossimo paragrafo per maggiori informazioni), spesso verso le scadenze gli uffici tendono a congestionarsi e si rischia di dover pagare una mora per il ritardo legato alla presentazione.

CONTROGUIDA 2020/2021

25


Attenzione! Fate presente al CAF che il calcolo ISEE vi serve per prestazioni di diritto allo studio universitario: il CAF trasmetterà direttamente i dati dell’attestazione ISEE dalla banca dati dell’INPS a seguito dell’autorizzazione concessa dallo studente con la RIchiesta di Agevolazioni Economiche Unica, illustrata nel prossimo paragrafo. In altre parole, l’attestazione cartacea fornita dal CAF non deve essere consegnata all’Università.

Borse di studio regionali Il sistema del Diritto allo Studio Universitario (DSU) in Italia è regolato a livello nazionale e regionale. In base all’attuale legislazione, la Regione Veneto ha istituito l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio (ESU) che gestisce direttamente borse di studio, mense e residenze universitarie. La graduatoria per le borse di studio regionali viene stilata in base a criteri reddituali e di merito (quest’ultimo non è richiesto agli studenti iscritti al primo anno), differenziati in base alle categorie di appartenenza, come ad esempio per gli studenti disabili. L’erogazione della borsa di studio avviene in parte in denaro ed in parte sotto forma di servizi come l’alloggio e la ristorazione. È necessario indicare, all’atto della richiesta, un IBAN intestato allo studente, proprio per permettere il versamento della borsa di studio. Lo studente beneficiario o idoneo alla borsa è esonerato dal pagamento delle tasse universitarie. Compilando la richiesta è fondamentale indicare la propria condizione di studente (fuori sede, in sede, pendolare), perché in base ad essa cambia l’ammontare e la tipologia di borsa. Tutte le informazioni relative alla borsa di studio e agli alloggi, i bandi e la tabella per verificare la propria condizione di studente sono reperibili nel sito dell’Università nella sezione dedicata al Diritto allo Studio. È importante ricordare che per risultare studente fuori sede è necessario avere un regolare contratto d’affitto: stare in nero non conviene!

Idoneo non beneficiario L’idoneo non beneficiario è lo studente che, pur essendo in possesso di tutti i requisiti per il conseguimento della borsa di studio, non riceve la borsa per carenza di fondi da destinare al diritto allo studio. Questa figura è una piaga tutta Italiana che riguarda quasi il 20% degli aventi diritto, e la sua eliminazione rientra da anni tra gli obiettivi principali delle nostre battaglie. In questo caso comunque, lo studente idoneo sarà, come i beneficiari, esonerato dal pagamento delle tasse universitarie e potrà sperare di vedere corrisposta la somma a lui spettante a titolo di borsa di studio nelle assegnazioni successive alla prima, generalmente verso gennaio.

Collaborazioni a tempo parziale Si tratta di collaborazioni con l’Ateneo, per un massimo di 150 ore, con un

26

UDU VERONA


compenso orario di 8,00€, generalmente in biblioteche, sportelli informativi, residenze, dipartimenti e mense. La scadenza per fare domanda è fissata al 30 settembre e i posti vengono assegnati attraverso una graduatoria a cui possono partecipare tutti gli studenti che soddisfano determinati requisiti di merito, a parità di punteggio prevalgono i requisiti economici. Non possono concorrere gli studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea triennale o laurea magistrale a ciclo unico, oltre a quelli che frequentano a tempo parziale; possono invece partecipare gli studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea magistrale. Ovviamente questo tipo di lavoro è di supporto e mai sostitutivo dei dipendenti dell’Università, che anzi devono sempre essere presenti. La collaborazione a tempo parziale è compatibile con l’attribuzione della borsa di studio e non costituisce attività lavorativa. Tutte le informazioni sono reperibili a questo link: bit.ly/univr150ore

Cosa non funziona L’articolo 34 della nostra Costituzione recita: “I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.” Le borse di studio sono uno degli strumenti grazie ai quali si permette a tali studenti di portare avanti il loro percorso di studio: possono essere assegnate per motivi di merito o per sopperire alle difficoltà economiche degli studenti che ne hanno diritto. Nella pratica, però, ci sono dei grossi problemi. Le borse di studio sono di competenza regionale, da questo consegue un’enorme disparità di trattamento regione per regione: in alcuni casi viene coperto il 100% degli idonei, mentre in altri, ci si ferma a percentuali più basse. Inoltre, molto spesso le borse vengono erogate in ritardo e sembrano essere più che altro un rimborso di quanto gli studenti hanno dovuto pagare anticipatamente nel corso dell’anno. Chiaramente chi non ha un reddito sufficiente per iniziare a studiare è tagliato fuori. Richiedere la borsa di studio è un vostro diritto e potete farlo entro il 30 settembre, tramite la vostra pagina personale di ESSE3. Se avete bisogno di aiuto non esitate a contattarci!

CONTROGUIDA 2020/2021

27


Fiscalità dello studente Detrazione spese di locazione È possibile portare in detrazione l’importo dei canoni di locazione degli studenti universitari che, per motivi di studio, alloggiano lontano da casa, beneficiando di un’agevolazione sull’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) pari al 19% del canone, da calcolare su un importo massimo non superiore ad euro 2.633,00. Sono necessarie le seguenti condizioni: • il contratto di locazione deve essere di tipo abitativo (canone libero, canone concordato o transitorio) stipulato ai sensi della Legge 431/98; • l’unità immobiliare locata deve trovarsi nello stesso comune in cui ha sede l’università o in un comune limitrofo; • l’università frequentata deve essere ubicata in un comune distante almeno 100km da quello di residenza dello studente e comunque in una provincia diversa. A partire dall’anno d’imposta 2008 i canoni possono essere relativi anche a contratti di ospitalità, ad atti di assegnazione in godimento o locazione stipulati con Enti per il diritto allo studio, con Università e con Collegi universitari legalmente riconosciuti, con Enti senza fine di lucro e Cooperative.

Pagamento tasse Le tasse universitarie vanno pagate in tre rate. La prima rata, il cui pagamento è necessario per l’immatricolazione o l’iscrizione, comprende anche la Tassa Regionale per il Diritto allo Studio. La Regione Veneto ha stabilito che l’importo della Tassa Regionale per il Diritto allo Studio varia con andamento proporzionale in funzione dell’ISEE, entro il limite minimo di 122 euro e un massimo di 162 euro. L’importo delle rate varia in funzione del corso seguito, delle condizioni personali, economiche e di merito. Per usufruire di esoneri e riduzioni per reddito, lo studente deve compilare la Domanda Unica Benefici entro il 30 settembre 2020, attraverso l’apposita procedura online disponibile in ESSE3 alla voce Segreteria. Tutti i benefici vanno richiesti attraverso la compilazione di una sola domanda. Scadenze: La prima rata si paga entro il 15 ottobre, la seconda rata si paga entro il 31 marzo; la terza rata si paga entro il primo giugno.

Come pagare Dal 31 gennaio 2020 il pagamento della contribuzione studentesca avverrà esclusivamente attraverso “pagoPA”, il nuovo sistema realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgiD) per facilitare e agevolare i pagamenti verso la pubblica amministrazione.

CONTROGUIDA 2020/2021

29


Questo sistema consente di avere un riscontro più rapido del pagamento sulla pagina personale di Esse3, in quanto lo stesso viene registrato automaticamente. Sono due le opzioni di pagamento: • Online: tramite il pulsante “Paga con PagoPA”; • Di persona: tramite il pulsante “Stampa avviso per PagoPA” NON è possibile effettuare il pagamento presso gli uffici postali. Per maggiori informazioni consulta il sito https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/diritto-allo-studio-futuri-studenti/pagopa

Detraibilità delle tasse universitarie Le tasse universitarie pagate sono detraibili fiscalmente. Possono essere portate in detrazione dal genitore dello studente che sia fiscalmente a carico - che abbia cioè un reddito annuo inferiore a 2.840 - o dallo studente stesso nel caso questi abbia un reddito superiore al limite. Sono comunque escluse tutte le spese concernenti l’orientamento, i testi universitari, il vitto (vedasi detrazione per spese di locazione) e quant’altro.

Iscrizione a studente Part Time Gli studenti lavoratori o coloro che per impegni familiari o per motivi di salute, ritengano di poter dedicare allo studio solo una parte del loro tempo, possono scegliere, se il proprio corso di studio lo prevede, l’iscrizione part-time (o “a tempo parziale”). Il regime a part-time per lo studente regola esclusivamente la durata della carriera universitaria e i relativi oneri economici, e permette allo studente di conseguire il titolo, senza incorrere nella condizione di fuori corso, per il doppio della durata normale del corso stesso. Per quanto riguarda gli oneri economici, lo studente è tenuto a versare la quota intera della tassa regionale e l’imposta di bollo, mentre i contributi universitari saranno decurtati della metà.

CONFERENZA DI INFORMAZIONE ORGANIZZATA DALL’UDU AL POLO ZANOTTO (2016)

30

UDU VERONA


Tempo Libero Molte guide “universitarie” si limitano ad offrire informazioni utili sull’aspetto pratico e tecnico della carriera accademica. Noi di Studenti Per riteniamo sia fondamentale darvi delle informazioni anche su ciò che offre la nostra città in tutti i suoi ambiti, per facilitare l’inizio di questa vostra avventura. In questa sezione troverete dei consigli per godervi al meglio il vostro tempo libero a Verona, dai migliori posti dove mangiare fino ai cinema più convenienti!


Cinema A Verona sono presenti diversi cinema nella zona più centrale della città, e a dirla tutta pure la zona periferica offre dei buoni luoghi per i nostri palati da cinefili. Spesso possiamo accedere a convenzioni esibendo o il tesserino accademico (attestando quindi la nostra condizione di studente dell’Accademia) oppure la tessera ESU, quindi per qualche sconticino non facciamoci scrupolo a informarci e chiedere!

Multisala Rivoli (Piazza Bra, 10) Comodissima da raggiungere, vista la posizione centrale, proietta pellicole recenti e documentari, oltre ad ospitare spesso proiezioni-evento. Dispone di 3 sale di media grandezza gradinate. Oltre alle proprie convenzioni “a spot” (per le quali vi consigliamo di navigare nel loro sito), il mercoledì i biglietti hanno prezzo ridotto a 5,50€, tranne per i mercoledì di uscita del film. Il lunedì, martedì e giovedì possiamo invece usufruire della scontistica per studenti, sempre per entrare a 5,50€.

Maxisale: Cinema Fiume + Cinema Kappadue Cinema Fiume: Vicolo Cere, 14 (zona S. Zeno) Cinema Kappadue: Via Antonio Rosmini, 1 (zona S. Zeno) Le due maxisale della zona S. Zeno. I posti in sala disponibili al Fiume sono 500, mentre al Kappadue 480 (divisi tra platea e galleria). Entrambe le sale dispongono di angoli per il book-crossing e di schermi molto grandi per valorizzare bene la qualità d’immagine! Il mercoledì l’ingresso ha il prezzo ridotto di 5,50€, tranne per i mercoledì di uscita del film. Spessissimo organizzano rassegne di film d’autore, un valore aggiunto per l’intera comunità studentesca e non. Il Cinema Fiume, inoltre, durante l’estate avvia l’iniziativa de “l’Arena estiva”, cinema all’aperto in un chiostro in prossimità della sede primaria. Qui i posti disponibili sono 400 (amici a quattro zampe esclusi, che sono i benvenuti per l’iniziativa).

Maxisale: Cinema Pindemonte + Cinema Diamante Cinema Pindemonte: Via Sabotino, 2 (zona nord, borgo Trento) Cinema Diamante: Via Pietro Zecchinato, 5 (zona sud, borgo Roma) Sotto la gestione condivisa del Fiume e del Kappadue ci sono le maxisale del Cinema Diamante e del Cinema Pindemonte. Entrambe le sale dispongono di 500 posti a sedere (oltre che del servizio book-crossing), e hanno sempre l’entrata al mercoledì convenzionata a 5,50€ (tranne i mercoledì di uscita del film). Sono situate in zone più remote rispetto agli spazi di vita “accademici”, ma spesso tornano comode poiché con gli affitti, ahinoi, siamo sparsi come biglie per la città.

32

UDU VERONA


Cinema Teatro Alcione Una sala in quel di borgo Venezia. Al di fuori dei nuovi titoli, sempre nella rassegna settimanale, l’offerta dell’Alcione è arricchita da delle uniche rassegne cinematografiche. I gestori del cinema lasciano la disponibilità per prenotare gli spazi ad esterni, quindi spesso si svolgono anche iniziative o proiezioni in progetti indipendenti!

UCI Cinemas Verona (Via Monte Amiata, San Giovanni Lupatoto) La grande multisala della città. In una posizione periferica, è rinomata per la convenzione “Ricomincio da 3”: un giorno a settimana offrono un grande film della stagione a soli 3,50€ a persona. Per gli studenti c’è la possibilità di acquistare la tessera “Skin Studenti” con cui è possibile ricevere sconti per le proiezioni dal lunedì al venerdì. Ne vale assolutamente la pena!

Teatro e Stagioni teatrali Verona è una città che potrebbe benissimo vivere solo di teatro, ma purtroppo le politiche comunali negli ultimi anni ci hanno disabituato a questa possibilità. Sta anche direttamente a noi risollevare il tenore di un’incredibile offerta teatrale cittadina, che ha tutte le potenzialità per coinvolgerci e farci veramente appassionare! Ecco qua un po’ di luoghi interessanti spesso frequentati da noi studenti:

Fucina Culturale Machiavelli (Via Madonna del Terraglio, 10) “Concerti e spettacoli che portano altrove, nel cuore off di Verona. Uno spazio aperto che puoi sentire tuo.” Questa loro descrizione è perfetta: stiamo parlando di uno spazio aperto che pullula di iniziative di ogni genere. Dai workshop al teatro indipendente, Fucina Culturale Machiavelli dal 2015, ospita artisti e compagnie emergenti della scena teatrale off italiana e produzioni musicali proprie con la residente Orchestra Machiavelli, sempre con un originale linguaggio di contaminazione!

Modus (Via Re Pipino, 3) Modus è uno spazio unico e innovativo, ricco di charme, per organizzare meeting, corsi, presentazioni, conferenze, laboratori, sfilate, shooting e feste ed eventi privati. Un ambiente modulare, con platea sgomberabile e palco retraibile, tavolini, bookshop e buvette bar. Un nuovo spazio, inaugurato a gennaio 2018, a San Zeno, nel cuore di Verona, a partire da un edificio del Comune in disuso, recuperato e restituito alla collettività.

Teatro Ristori (Via Teatro Ristori, 7) Luogo di cultura, incontro e aggregazione. Offre una variopinta e ricca stagione: sinfonica, jazz, prosa, danza, barocca, educational e molto altro.

CONTROGUIDA 2020/2021

33


Consigliamo personalmente la loro offerta jazz!

Teatro Filarmonico (Via dei Mutilati) Vicinissimo alla sede dell’Accademia in cui lavora la comunità di scenografia, è il principale teatro d’opera di Verona. Importante punto a favore: ci sono sempre buone scontistiche per la comunità studentesca.

Teatro Nuovo (Piazza Francesco Viviani, 10) Il Teatro Nuovo, oltre ad essere uno dei principali teatri italiani, è anche il secondo teatro d’opera di Verona e del Veneto intero! Attualmente viene utilizzato principalmente per rappresentazioni di prosa, ma teniamo sempre sott’occhio la loro rassegna. Convenzionato con l’ESU, mostrando la tessera l’ingresso è a soli 3€. Ospita molti dei nostri workshop di scenografia: abbiamo tantissimi ricordi legati alle ampie sale del Nuovo!

Teatro Fonderia Aperta (Via del Pontiere, 40/a) Un teatro di 156 posti, ricavato da un’antica fonderia, nel cuore di Verona. È anche teatro di posa, auditorium, spazio espositivo per le arti ed il design, sala congressi e luogo ideale per attività didattico-culturali.

Teatro Satiro OFF (Vicolo Satiro, 8) Teatro Satiro Off è lo spazio operativo di Casa Shakespeare. Casa Shakespeare mette il “fare teatro” al servizio del territorio, per la promozione turistica e la crescita sociale.

Teatro Camploy

(Via Cantarane, 32) Il Camploy è un teatro dal grandissimo palco ricavato all’interno di una chiesa sconsacrata. La programmazione è interessante e varia: non solo prosa, ma anche musica e danza!

Sport CUS Lo studente veronese ha la fortuna di avere a disposizione un’ampia gamma di attrezzi pubblici e privati per poter tenere in forma il corpo, stressato da ripetute lezioni, esami o bevute di spritz. Gli studenti possono utilizzare l’impianto del CUS che si trova nella Residenza Esu di Borgo Roma in Piazzale Scuro. Possono utilizzare la palestra esclusivamente gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Verona, all’Accademia di Belle Arti di Verona o al Conservatorio di Musica di Verona. Il CUS rilascia una tessera con cui si può accedere ad alcune attività gratuite e iscriversi ai corsi a prezzo agevolato. In genere sono previste agevolazioni e sconti per gli studenti nelle più importanti palestre, piscine e centri sportivi della città.

34

UDU VERONA


Piscina le Grazie (Str. le Grazie, 8) Piscina e palestra a Borgo Roma, offre percorsi fitness con agevolazioni sulle quote di iscrizione per tutti gli studenti dell’Università di Verona. Con la bella stagione, viene aperto l’accesso anche alle piscine esterne.

SLACKLINE Verona ( via Lussino o Parco San giacomo) Per gli amanti del brivido dell’altezza esiste a Verona un’associazione di slackline che si ritrova ogni giovedì pomeriggio. Potete trovare tutte le informazioni sulla pagina Facebook. Che aspettate? Fatevi avanti!

Parco San Giacomo Il parco San Giacomo di Borgo Roma è un’ampia macchia verde dove correre, passeggiare o andare a fare un picnic in compagnia. Per gli amanti dello sport, ci sono a disposizione anche dei percorsi fitness con attrezzi forniti dal comune con i quali è possibile allenarsi liberamente. Il parco durante l’estate fa da palcoscenico ad alcuni concerti ed eventi interessanti.

Centro polifunzionale M.Fiorito (via Golino 41) Convenzionato con il CUS, il Centro Polifunzionale “M. Fiorito” di Borgo Roma propone una serie di attività fisiche e motorie con finalità e obiettivi diversificati. L’offerta è aggiornata ogni anno e si arricchisce di nuovi corsi e proposte disponibili sulla pagina dedicata del sito UnivrSport

Vita Universitaria Colazioni, Aperitivi, Cocktail Bar e Pub A Verona e in provincia ci sono molti locali di vario genere. In centro, specialmente nelle zone di Piazza Cittadella, Piazza Erbe e Piazza Isolo potete trovare molte enoteche carine o semplici bar dove consumare il tipico rito dello “spritz”! In particolare il mercoledì sera le strade in zona universitaria a Veronetta diventano punto di ritrovo per studenti universitari, veronesi e non.

Veronetta Bar Casablanca (Piazza Isolo, 15) È un interessante angolo in piazza Isolo, in cui spesso suonano gruppi e si propongono eventi di ogni tipo. Il tutto in un’atmosfera rilassata.

Caffè Pedrotti (Via XX Settembre, 4) Bar storico rinato nel cuore di Veronetta. Il locale è piccolo, ma riesce a proporre spesso eventi e concerti.

Circolo ARCI Cañara (Interrato dell’Acqua Morta, 13/B) Un “piccolo ma grande” circolo ARCI. I servizi, oltre al bar, sono tantissimi:

CONTROGUIDA 2020/2021

35


musica live, esposizioni, mostre, attività ludico-ricreativa, cabaret, cineforum e informazione. Ogni mercoledì sera straborda di vita. Qui sentirsi come a casa è un attimo!

La Voglia Caffè (Via Lungadige Porta Vittoria, 27) A due passi dal polo Zanotto, il locale è particolarmente adatto a rinfreschi per festeggiare feste di laurea. Sempre pieno di stuzzichini di ogni genere.

L’Accademia (Lungadige Porta Vittoria,35) Punto di riferimento per gli universitari e per la movida locale. L’accademia offre un ricco buffet in orario aperitivo e buoni cocktail per le migliori serate. Un luogo informale e adatto ai gruppi, dispone anche di tavoli esterni.

L’Attimo Caffè (Via Lungadige Porta Vittoria, 19/A) Sempre in zona polo Zanotto, si può bere un buon caffè ed è un ottimo luogo per aperitivi. Il personale è molto disponibile e simpatico.

La Ruota Café (Via Dell’Artigliere 3/B) Colazione, merenda, pranzo e aperitivo. In ogni momento della giornata puoi trovare ciò che più ti aggrada.

Lo Speziale (Via XX Settembre, 7/abc) Particolare per i suoi piatti misti tra la tradizione italiana e quella etnica. Aggiungeteci degli eventi come la presentazione di un libro o delle conferenze sull’arte per un buon momento in compagnia.

Malacarne (Via San Vitale, 14/A) Locale molto intimo nascosto nei vicoli di Veronetta. Pieno di movimento e ospite di numerosissimi eventi musicali. Hanno una stupenda saletta per il calcio balilla, per delle vere partite combattute.

Osteria ai Preti (Interrato Acqua Morta, 27) Non lasciatevi ingannare dal nome: la sua vocazione è quella di un bar per aperitivi e serate. Concerti presenti con regolarità e ogni mercoledì è tappa fissa per gli universitari.

Ratafia (Piazza XVI Ottobre, 17) Bar con ampia scelta di vini, ottimo sia per chi desidera bere un “gotto” in compagnia, sia per chi cerca un posto tranquillo.

Robitz bar (Via San Vitale 16/A) Personale molto accogliente, ottimo riferimento per delle gustose colazioni ma anche per uno spritz.

36

UDU VERONA


Time Out (Via Campofiore, 1) Principale attrazione sono le serate a tema e le live band! In più hanno prezzi onesti.

Vecia Veroneta (piazza XVI Ottobre 13) Bar gelateria con ampio spazio all’aperto rivolto verso la piazza, ottimo per fare due chiacchere in tranquillità sorseggiando un aperitivo.

Centro Altrove (Via Guglielmo Marconi, 4) Tutte le strade portano.. Altrove! Osteria situata nel pieno centro della città che offre una vasta selezione di birra e vino di qualità, musica live e un personale molto simpatico e cortese.

Art&Chocolate Gallery Café (Vicolo Cavalletto, 16) In un vicolo nascosto del centro, è specializzato in cioccolate, caffè e dolci, propone anche un’ampia scelta di birre e cocktail ben fatti. Il locale è molto intimo e accogliente.

Bar Caffetteria Al Duomo (Piazza Duomo, 4/A) La caffetteria appare nascosta su una piccola via davanti al Duomo, ma al suo interno nasconde un giardino riparato da piante e pergole dove sostare per un caffè o mangiare uno spuntino veloce.

Bar Bra (Via Degli Alpini, 7) Un bar che, pur essendo in zona centrale e prestigiosa (è praticamente davanti all’Arena), ha buoni prezzi.

Bar Columbus (Piazza Cittadella, 14) Ottimo posto per una colazione universitaria, essendo vicino alle facoltà di Giurisprudenza e all’Accademia delle Belle Arti.

Cappa Café (Piazzetta Bra’ Molinari, 1) Drink, polenta e baccalà in un bar del 1966 dalle luci soffuse e gli arredi vintage. Stupendo banchettare sulla terrazza con vista Adige!

Elk Bakery (Via Quattro Novembre, 1/A) Uscendo un po’ dagli schemi quotidiani di tipico bar italiano troviamo questo caffè in stile americano. Se al risveglio post serata si vuole fare “brunch”, questo è il posto ideale.

La Tradision (Via Oberdan, 6) In pieno centro, offre servizi di bar, gastronomia con cucina e Wine Bar. Buoni bicchieri a prezzi onestissimi! Una “vecchia” osteria con un tocco

CONTROGUIDA 2020/2021

37


moderno.

Luclà Café (Via Marcantonio Bentegodi, 4/A) Locale gay friendly molto tranquillo. Durante l’aperitivo hai tua disposizione 2 metri di banco pieno di stuzzichini, salatini, pizzette e tanto altro.

Orsi Bar (Vicolo Valle, 5) È la storica sala biliardi del centro Verona. Infatti è adatta sia ai professionisti che hai principianti! Il bar è buono e ha prezzi nella media.

Osteria Le Piere (Via Sant’ Egidio, 16) In zona ponte Garibaldi, il locale è molto frequentato e molto accogliente. Serve spritz Campari fatto come si deve. Notevole l’ottima scelta musicale!

Borgo Roma Alpini (via Alberto della Scala, 7, 37134) Gli Alpini di via della Scala sono un ruspante centro di aggregazione dove ogni mercoledì e venerdì gli studenti del Polo di Borgo Roma si ritrovano per passare il pomeriggio in allegria.

Barbanera (via dei Lamberti 15/17) Se passate per Borgo Roma, non potete assolutamente perdervi il piacere di provare i succulenti hamburger e l’ampia selezione di birre offerte dal Barbanera!

Clipper (Str. Le Grazie 1, Borgo Roma) Bar e cucina cinese aperto fino a tarda ora. Spartano ma con prezzi accessibili.

Colorificio Kroen (via Antonio Pacinotti, 19, 37135) Per i più alternativi si consiglia di sperimentare una delle serate offerte dal circolo Kroen. Tutti gli eventi sono disponibili su Facebook.

La bottega di Basso Marco (via Bartolomeo Giuliari 78) Se dovete pranzare o fare un aperitivo dopo essere usciti da lezione o da un esame impegnativo, allora vi consigliamo di provare l’ottima la gastronomia e le apericene (accompagnate sempre da un ricco buffet) della Bottega!

La suite (via Legnago 29/B) La Suite ospita alcune serate studentesche durante le quali il locale si trasforma in un piacevole luogo di ritrovo per gli studenti di Borgo Roma.

Pasticceria Roma (via Cesena 14, Borgo Roma, 37134) Locale caldo e accogliente, offre deliziose colazioni e dolci artigianali (an-

38

UDU VERONA


che per celiaci!).

Scuderlando 121 (via Scuderlando 121) Enoteca e ristorante molto “chic” a Borgo Roma. Ideale per un aperitivo o una buona pausa pranzo.

Dove Mangiare Osteria a La Carega (Via Cadrega, 8) Cucina molto buona e birre artigianali fantastiche. Fanno anche musica, soprattutto jazz e folk. Mhh buona questa cadrega!

Amburgheria (Via Giuseppe Garibaldi, 13) Alternativa italiana ai fast food ma di qualità nettamente superiore! I prezzi sono contenuti e personale disponibilissimo.

Atlantis Pub (Piazza Cittadella, 7) Prezzi nella norma nonostante la posizione centralissima. Molto buone le bruschette! L’atmosfera all’esterno è molto piacevole, specchiandosi con il verde di piazza Cittadella.

Bottega Del Krapfen (Lungadige Porta Vittoria, 15) Offre solo servizio da asporto, ma ha dei krapfen golosi ed enormi a prezzi onestissimi. Tiene aperto fino alle quattro di notte, qui si finisce sempre con lo stomaco ben riempito!

Campus Pub (Via Venti Settembre, 18) Della buona pizza e panini tra le pareti verdi di un locale frequentatissimo da noi studenti, con panche e ampio soppalco di legno. Molto belle le serate a tema che organizzano!

Gelateria Ballini (Via Santa Maria Rocca Maggiore, 4) Locale in zona Veronetta, ha gelato artigianale fatto con prodotti freschi colti sul territorio. Il loro gusto lime-zenzero è da provare assolutamente.

Gelateria la Romana (Piazza Santo Spirito, 9) Tra le gelaterie migliori di Verona, sono assolutamente da assaggiare le creme. Gli unici che in fondo al cono, su richiesta, ti mettono pure cioccolato al latte o bianco fuso.

Hartigan’s Irish Pub (Vicoletto Cieco Disciplina, 2) Primo pub irlandese nato a Verona nel ‘93, offre ai propri clienti l’atmosfera tipica con birre irlandesi e scozzesi come Guinness, Harp, Kilkenny Cream, Newcastle, Mc Ewan’s. Nonché delle ottime birre in botti- glia artigianali!

CONTROGUIDA 2020/2021

39


Mensa Bar da Berto (Piazzale L.A. Scuro, 12) Bar e mensa nei pressi dell’Ospedale di Borgo Roma con riduzioni per gli studenti. Vasta scelta di panini, tramezzini e brioches e di dolci preconfezionati per celiaci. Frequentato da chi fa lezione in Lente o in Gavazzi.

Osteria ai Portegheti (Piazza San Tomaso, 8/9) Geniale l’idea della condivisione dei tavoli e sgabelli, in un clima molto amichevole e una bella atmosfera. Menù molto vario che com- prende tipici piatti veronesi con carne di cavallo e di asino

Piadineria Bacchabundus In centro città ha due punti vendita, uno in Corso Cavour, 7 e uno in Via dell’Artigliere, 7. Piadine ottime e leggere, nonostante i prezzi lievemente elevati.

Pizzeria Vesuvio (Rigaste San Zeno, 41) Offre ottime pizze e dessert caserecci. Stupenda la vista sul fiume Adige dai tavoli esterni. Ha pure dei buoni prezzi!

Pizzeria Da Salvatore (Piazza S. Tomaso, 6) È un locale contemporaneo che serve pizze su tavoli in resina tra foto di personaggi famosi napoletani. Ambiente fantastico e cibo pure!

Ristorante Pizzeria San Matteo Church (Vicolo San Matteo, 1) Una chiesa sconsacrata divenuta pizzeria. Oltre all’ambiente molto accogliente, il servizio ai tavoli è velocissimo e la pizza gustosa (e a buon prezzo).

Queen’s Chips Verona (Largo Guido Gonella, 3 - Portoni Borsari) Servono su servizio take-away patate olandesi ad un prezzo veramente vantaggioso considerando le quantità delle porzioni. Inoltre hanno molte salse con cui condire il cibo.

Shake & Salad (Vicolo San Domenico, 8) Vediamo due tavolini tranquilli nella frenesia del centro e siamo accolti dalla calorosità di Oscar che ci offrirà cibi freschi e genuini. Menu con prezzi vantaggiosi, e porzioni davvero, davvero abbondanti.

Trattoria Dal Ropeton (Via Fontana del Ferro, 1) Classica trattoria come non ne esistono quasi più in città, prezzi ragionevoli e buon cibo. Se volete capire il perché del detto “veronesi tuti mati” correte qui!

Discoteche 40

UDU VERONA


Dulcis in fundo, un buon mercoledì universitario non può non concludersi con una tappa in uno dei classici locali e discoteche, specialmente quando danno le feste di facoltà.

Berfi’s Club (via Lussemburgo, 1) Uno dei più famosi locali di Verona. Con le sue 3 sale, diversi generi musicali e diverse serate riesce sempre ad accontentare quasi tutti. Aperto in stagione invernale, è ideale sia per i suoi eventi giovanili che per quelli un po’ più grandi.

Colorificio Kroen (via Antonio Pacinotti, 19) Per i più alternativi si consiglia di sperimentare una delle serate offerte dal circolo Kroen, un circolo culturale AICS situato all’interno all’interno di un ex colorificio nella zona della ZAI storica di Verona. Tutti gli eventi sono disponibili su Facebook.

Dorian Gray (Via Belobono, 13) In questo ambiente vengono organizzate ottime feste di facoltà. Il locale si suddivide in due sale, con due diversi generi di musica, per accontentare quasi tutte le orecchie. Ogni mese viene chiamato un ospite o un DJ importante. Oltre a fare da club è anche una buona pizzeria e ristorante.

Pika Future Club (Via Salisburgo, 10/C) Garantisce notti di fuoco che vanno dalla serata di musica elettronica a quella di ballo liscio, da quelle di tango argentino a quelle di hip-hop. Gli eventi più rinomati e interessanti sono il SOHO, lo SHAME e il TWIST & SHOUT. Alcune serate poi sono gestite dal’Emporio Malkovich, che ospita concerti di artisti indie e non. Infine, è qui che vengono organizzate alcune delle feste di medicina.

Festival Balera Veronetta Festival di tre giorni che si svolge verso fine giugno ai giardini S. Toscana (Porta Vescovo). Musica dal vivo, giochi antichi, bancarelle e possibilità di cenare e bere una birretta, il tutto in un piccolo giardino che per un intero fine settimana si trasforma in un luogo accogliente.

Bridge Film Festival È una celebrazione e concorso internazionale a giugno-luglio che abbraccia la più seguita delle arti: il cinema, in particolare nella crescente forma di cinema-documentario. Festival che ha il ponte come simbolo e come teatro fisico: si svolge presso l’antica dogana “Ai Filippini” a Verona. Lo scopo di questo festival estivo è portare gli spettatori al chiedersi il perché delle cose, innescare dubbi, perplessità o instillare semplici curiosità. Uno spettacolo unico nel suo genere.

CONTROGUIDA 2020/2021

41


Festa di Scienze (Strada le Grazie Cà vignal 1) Ogni anno nel mese di giugno si ripete a Borgo Roma la ormai tradizionale Festa Scienze. Di pomeriggio i laboratori di Cà Vignal rimangono aperti al pubblico per mostrare vari esperimenti preparati dagli studenti; nel mentre, all’esterno, si può mangiare dell’ottimo street food a prezzi molto accessibili e ballare sulle note della musica live e del dj set che animano la festa dal palco. L’accesso alla festa è gratuito. È un evento da non perdere!

Festival del Cinema Africano Verona è stata la prima città in Italia a proporre un focus sul cinema Africano nel 1970. La rassegna del cinema Africano va avanti tutto l’anno presso vari teatri e cinema della città. I promotori sono il Centro Missionario Diocesano con Fondazione Nigrizia Onlus e ProgettoMondo Mlal. Un progetto culturale ampio e capace di creare sinergie sul territorio, oltre che ad offrire un’interfaccia culturale con mondi nuovi e interessanti!

Kroen Beach Ad agosto l’accolita del Colorificio si sposta al Bastione San Francesco, ospite di Legambiente: diverse serate che permettono di godere delle feste in stile Kroen anche durante la stagione estiva. Si troveranno varie scelte per la cena, baretto con bibite e birrette, calcetto, ping pong, concertini e dj set.

MAG Festival È il festival organizzato verso fine agosto dall’Emporio Malkovich e Röcken con il Patrocinio del Comune di Sona. Ha luogo appunto a Sona, uno stupendo paesino raggiungibilissimo via bus. Nasce come una piattaforma che promuove i linguaggi espressivi dell’arte contemporanea legati a musica e arte, attraverso un evento spesso della durata di quattro giorni. Una vera e propria culla artistica che non ha mai deluso sia per la proposta musicale sia per l’atmosfera respirabile!

Mediorizzonti Una bellissima rassegna di cinema mediorientale organizzata dall’associazione culturale Veronetta 129. La selezione dei film, documentari e cortometraggi hanno l’obiettivo di andare oltre l’immaginario collettivo su Paesi troppo spesso stereotipati dai media. Per un cambio di prospettiva, per confrontarsi e dare visioni nuove e non scontate su alcuni Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

PATH Un festival di “musica elettronica artistica” negli stabili di periferia a Verona, a cavallo tra agosto e settembre. Il concept è focalizzato sull’estetica degli edifici industriali e sul ruolo che essi hanno giocato nel forgiare il suono di una consistente parte della musica e dell’arte elettronica, dagli inizi fino ai giorni nostri.

42

UDU VERONA


Sound Vito Il progetto Sound Vito nasce nel 2002 dalla volontà di creare, nella piccola frazione di San Vito nel comune di Legnago, un punto di riferimento per tutti i giovani appassionati di musica nella bassa veronese e una vetrina per le band musicali della zona. Il festival si sviluppa a inizi giugno. In più la location offre la possibilità di usufruire di un comodo servizio pizzeria, grill e panineria. Ricordatevi che fino alle 20.00 si entra gratis!

Tocatì - Festival Internazionale dei Giochi in Strada È una manifestazione italiana di giochi tradizionali che si svolge ogni anno a Verona a fine settembre. Il suo nome deriva dall’espressione veneta “toca a ti”, ovvero tocca a te, è il tuo turno. Qua si riscoprono, si valorizzano e si salvaguardano i giochi tradizionali che vengono praticati da piccole comunità di giocatori, parte fondamentale della cultura di un territorio. A partire dal 2003 si svolge in un’area di 200.000 metri quadrati del centro storico e ha la durata di tre giorni, durante i quali le comunità ludiche tradizionali propongono oltre 50 giochi, tra quelli italiani e quelli di un paese ospite: ogni anno infatti viene ospitata una delegazione di giochi provenienti da un paese del mondo!

Verona Risuona Spesso organizzata a cavallo tra maggio-giugno, è un’iniziativa promossa dal Conservatorio dall’Abaco di Verona, l’Accademia di Belle Arti di Verona e l’Accademia di Musica e Teatro di Göteborg, e patrocinata dal Comune di Verona. La manifestazione prevede una serie di concerti, installazioni e performance in alcuni spazi aperti di Verona e provincia, ideati ed eseguiti da decine tra musicisti, artisti e cittadini. Una riqualificazione sonora in toto della città, che sa sempre come lasciare tutti a bocca aperta, soprattutto con affascinanti e ipnotiche installazioni artistiche d’ogni tipo!

Volcana Festival Si tiene a fine luglio nel Forte San Briccio. Il festival abbraccia tutte le realtà artistiche, ed è uno spazio aperto dove è possibile liberare la propria espressione artistica, un luogo che vuole valorizzare la sperimentazione e dare voce alle realtà emergenti, esposizioni, performance, concerti, proiezioni, installazioni, teatro, danza, laboratori, arte-terapia, giocoleria. Cinque giorni di socialità e di festa, di incontri, di esplorazioni e scoperte.

CONTROGUIDA 2020/2021

43


UDU Verona L’Unione degli Universitari Verona è un’associazione di studenti dell’Università e dell’Accademia delle Belle Arti nata per essere un soggetto aperto, capace di aggregare studenti in un progetto comune e diventare protagonista di un cambiamento dell’ateneo a partire dal nostro impegno. È un’associazione da anni impegnata a evidenziare gli aspetti più importanti e d’interesse della condizione studentesca a livello cittadino ed universitario non solo locale ma anche nazionale. Infatti l’UDU Verona è la base veronese dell’Unione degli Universitari, il più grande sindacato studentesco universitario presente in Italia dal 1994. Noi pensiamo che «studiare» sia impegnarsi assiduamente e quotidianamente, come inoltre acquisire e costruire esperienze inclusive capaci di contaminare il sapere con l’attualità. La vocazione sindacale e politica della nostra associazione si attua nelle elezioni dei rappresentanti degli studenti negli organi universitari e dell’accademia, ma non solo! Le nostre sono tutte attività che si inquadrano nella logica di un sindacato studentesco che non solo vuole prestare servizi agli studenti, ma anche contribuire a formarne una consapevole coscienza critica.


Le nostre battaglie Per un Diritto allo Studio garantito Come sindacato studentesco ci siamo sempre impegnati per riuscire concretamente ad essere di aiuto agli studenti, in particolare a quelli delle fasce più deboli, portando avanti le nostre rivendicazioni in tutti gli organi dell’università. La pandemia di Covid-19 ha reso queste difficoltà ancora più evidenti e noi non siamo rimasti a guardare. Durante il lock-down abbiamo chiesto fortemente un innalzamento della soglia ISEE per permettere a più studenti e studentesse di rientrare nella prima fascia dei rimborsi e il risultato è stato un aumento del tetto massimo da 13.000 a 22.000. Un buon risultato, ma non ancora abbastanza: il nostro obiettivo è quello di poter contri-

VITTORIA! OTTENUTA LA COPERTURA DELLE BORSE DI STUDIO DEGLI STUDENTI DELL’ACCADEMIA (2019) buire alle spese degli studenti fino a una soglia ISEE di 50.000 ed eliminare la dicitura “idoneo non beneficiario” dalle graduatorie delle borse di studio. Diritto allo Studio significa anche poter accedere a dei servizi indispensabili per alcuni, come disporre di un alloggio in residenza. Per questo lo scorso anno accademico ci siamo mobilitati per far sì che l’ESU Verona rettificasse un bando con delle clausole che avrebbero potuto mettere in seria difficoltà gli studenti, tra cui il pagamento anticipato di ben due mensilità, oltre alla caparra. Grazie al nostro operato, siamo riusciti ad intervenire, modificando il bando ove opportuno, in accordo con l’ESU Verona. Ora è necessario continuare su questa linea, aumentando il numero di alloggi e chiedendo maggiori investimenti alla Regione!

Didattica e spazi di qualità Riteniamo che essere studenti significhi appartenere ad una categoria con determinati diritti. Troppo spesso siamo costretti ad assistere ad un numero troppo basso di appelli, ad aule troppo piene, a laboratori scarsamente attrezzati, a salti d’appello. Per tutelarci è necessario attuare la Carta dei Diritti degli Studenti, un documento approvato a livello nazionale nel 2011 e purtroppo non ancora applicato in molti atenei. Per questo chiederemo anche più spazi aperti allo studente: nelle condizioni di un fuori sede, disporre di uno spazio accessibile in cui studiare diventa indispensabile e a Verona la mancanza è percepita: servono più aule studio aperte a tutti gli studenti!

CONTROGUIDA 2020/2021

45


Sessioni CLA Sostenere tutte le lezioni e tutti gli esami online non è stata impresa facile per nessuno. Molti studenti e studentesse hanno avuto particolari difficoltà legate alle prove di lingua che interessano il CLA (Centro Linguistico di Ateneo), perciò abbiamo avanzato la richiesta di una sessione straordinaria utile a sostenere gli esami in maniera adeguata con le nuove modalità di didattica a distanza. Il risultato? È stata aggiunta una nuova sessione che ha permesso a moltissimi studenti di continuare con più serenità il loro piano di studi.

Non me lo posso permettere Durante il lockdown molti studenti e studentesse fuorisede hanno dovuto pagare l’intero affitto senza aver usufruito dell’alloggio e non hanno ricevuto alcuna sovvenzione per sostenere queste spese. Volevamo far sentire tutte le loro voci e così è nata l’idea di un mail-bombing alla regione. Dopo l’iniziativa, siamo riusciti ad ottenere un tavolo di discussione con l’assessora all’istruzione e i rappresentati degli studenti di tutta la regione, con la possibilità di portare le nostre istanze all’attenzione delle istituzioni. Siamo convinti che la regione Veneto possa investire molto di più sull’Università e continueremo a pretendere che studiare resti un diritto per tutti e tutte.

Per dei trasporti a misura di studente I trasporti spesso sono, per i tantissimi studenti pendolari, uno degli incubi maggiori: treni in condizioni disastrate, corriere con orari improponibili, tratte scomode, coincidenze non compatibili con gli orari delle lezioni, prezzi elevati rispetto al disservizio. Si tratta di un tema fondamentale di cui i rappresentanti solitamente si disinteressano, non essendo trattato negli organi universitari: noi invece riteniamo sia centrale nella vita degli studenti quanto la didattica e le tasse. È necessario investire in forme di trasporto alternative all’auto, incentivando l’utilizzo dei trasporti pubblici e ripensando la mobilità cittadina.

CONFERENZA “IL DECRETO SULLA MIA PELLE (18 FEBBRAIO 2020)

Per un’università sostenibile Come studenti abbiamo bisogno di salvaguardare prima di tutto il nostro futuro e il cambiamento climatico lo sta mettendo a rischio. Durante quest’anno ci avete trovato nelle piazze insieme a Fridays For Future per richiedere un

46

UDU VERONA


cambio di rotta. Ora riteniamo che anche le università, in quanto luoghi del sapere, debbano farsi portatrici degli stessi valori che hanno animato le manifestazioni. Come unione degli universitari continueremo a batterci perché vengano implementate misure volte ad aumentare la sostenibilità nelle mense, negli edifici, in città e in tutti gli spazi che viviamo ogni giorno come studenti.

Per un’università inclusiva Il 29 marzo 2019 Verona è stata attraversata da un fiume di persone, scese nelle strade contro il WCF (congresso mondiale delle famiglie), una lobby mondiale reazionaria, che incentiva politiche maschiliste e omofobe. La risposta a questo congresso non si è fatta attendere, ma ora è necessario continuare sulla scia di quella manifestazione con proposte volte a sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza. È proprio grazie al nostro lavoro in Senato Accademico che già nel 2014 l’Università di Verona ha istituito il doppio libretto per gli studenti in cambio di genere. Si tratta di un servizio già presente in alcuni

IL NOSTRO SPEZZONE AL CORTEO CONTRO IL CONGRESSO DELLE FAMIGLIE (30 MARZO 2019) atenei italiani e che garantisce agli studenti e alle studentesse che stanno facendo il percorso di riattribuzione del genere di potersi iscrivere agli esami ed usufruire dei servizi dell’università senza avere l’imbarazzo di usare il proprio nome anagrafico, bensì quello che sentono più rispondente alla propria identità. Ma non basta: molti servizi, quali un’assistenza andrologica e ginecologica e forme di Consultorio, dovrebbero essere implementati dall’Ateneo per accompagnare lo studente anche in un percorso di educazione alla sessualità.

Non solo università Crediamo che ogni cittadino abbia una responsabilità verso la comunità. Dopo l’ennesima alluvione che ha colpito la città di Verona ad agosto, ci siamo riuniti insieme a Friday for Future ed Extinction Rebellion per formare squadre di volontari pronti a portare aiuto dove ce ne fosse stato bisogno. Occupandoci dei lavori più marginali, mentre la protezione civile era impegnata a rimuovere alberi e svuotare cantine allagate, abbiamo dato il nostro contributo per ripulire la città, che in poco tempo è tornata a splendere. I problemi legati all’emergenza climatica restano tutt’oggi una delle nostre battaglie e continueremo a chiedere un cambio di rotta sulle politiche ambientali.

CONTROGUIDA 2020/2021

47


Dal 16 al 18 novembre 2020 si terranno le elezioni per il rinnovo di tutti i rappresentanti degli studenti! In queste date gli studenti di UniVr avranno la possibilità di scegliere i propri rappresentanti all’interno dei Collegi, nei Dipartimenti e Scuole e negli organi maggiori di Ateneo. L’attività del rappresentante di collegio permette allo studente di diventare un megafono di idee, proposte, lamentele e suggerimenti provenienti dai propri compagni di corso: è un ruolo che permette di vivere l’università in modo più attivo, partecipato e responsabile. È un compito che non richiede un particolare investimento di tempo e risorse (siamo tutti studenti universitari con mille impegni!), obblighi formali o particolari conoscenze tecniche: la possibilità di candidarsi con noi permette inoltre di poter fare rappresentanza con la realtà più rappresentativa all’interno degli atenei italiani, l’unione degli universitari resta il più grande sindacato studentesco universitario nazionale.

Quest’anno potrai scegliere di candidarti con chi è stato e sempre sarà dalla stessa parte, quella degli studenti. Se hai voglia di saperne di più, se ti interessa diventare rappresentante del tuo corso o se solo vorresti capire meglio in che modo è possibile impegnarsi per migliorare il tuo corso di studi, ti invitiamo a scriverci (senza impegno e senza alcun vincolo). Scegli di vivere attivamente la tua esperienza universitaria: scegli di candidarti con UDU Verona!

Unione degli Universitari UDU Verona


I nostri valori Democrazia Libertà di pensiero, espressione ed associazione nell’università; libertà da ogni forma di discriminazione sessuale, razziale, religiosa o economica; uguaglianza delle possibilità come criterio fondante sia della propria organizzazione sia del proprio agire; trasparenza e condivisione nelle procedure di funzionamento dell’associazione.

Non violenza Negazione di ogni violenza verbale, fisica, psicologica; rifiuto di ogni forma di terrorismo; sviluppo di forme pacifiche e civili di protesta; rispetto della legalità e delle istituzioni democratiche.

Autonomia Libertà d’azione all’interno dei valori dell’associazione; finanziamento trasparente e pubblico; rapporto chiaro ed indipendente con chi sceglie di sostenerci da un punto di vista politico, morale e materiale.

Laicità Promuovere la memoria storica tra gli studenti; elevare a valori cardine dell’agire sociale e politico quelli espressi nella Costituzione della Repubblica; attivarsi contro ogni forma di totalitarismo e di fascismo; agire per la creazione di uno spazio neutro di dialogo e tolleranza tra fedi ed opinioni diverse nell’università.

Partecipazione Sostenere adeguate forme di aggregazione e condivisione sociali, sindacali, politiche e culturali per i giovani; promuovere incontri ed iniziative che affrontino il problema della solitudine esistenziale e dell’individualismo presenti nelle società odierne senza timori.

Attività sindacale Promozione della cultura della rappresentanza sociale e dell’associazionismo democratico; sviluppo e difesa di servizi primari agli studenti e di consulenza fiscale, finanziaria e legale; lancio di campagne di informazione all’interno dell’università relative ai processi legislativi e politici di interesse, del mondo del lavoro, della ricerca, dell’università, delle professioni, della sostenibilità ambientale; elaborazione di vertenze locali e nazionali volte a tutelare e a riscattare gli interessi comuni e con cui provocare una mobilitazione e risveglio della protagonismo degli studenti.

CONTROGUIDA 2019/2020

49


Sapere Sostegno allo sviluppo libero, democratico, trasparente del sapere nell’università, per un sapere efficace, professionalizzante e di qualità; per un’università intesa come luogo di studio e di promozione della persona e della cittadinanza; per la rimozione di ogni barriera economica all’accesso ai saperi.

Associazioni amiche Rete degli Studenti Medi L’UDU Verona collabora con la Rete degli Studenti Medi, il sindacato studentesco delle scuole superiori. La Rete agisce con i nostri stessi obiettivi: aggregazione, cultura, difesa dei diritti degli studenti e rappresentanza nei consigli di istituto e nelle consulte studentesche. Il rapporto con gli studenti delle scuole superiori è fondamentale per dare continuità al nostro lavoro, per contaminare le nostre idee e darci forza l’un l’altro nel portare avanti le nostre battaglie e i nostri valori. La Rete degli Studenti Medi è infatti presente, oltre che a Verona, in tutte le altre province della regione, e porta avanti un lavoro proficuo di partecipazione studentesca e di attività culturali.

ANPI L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia è un’associazione fondata dai uomini e donne resistenza italiana contro l’occupazione nazifascista nel 1944 mentre nel Nord Italia la guerra era ancora in corso. Dal 2006 l’associazione si è aperta, oltre che agli ex partigiani, a chiunque condivida i valori della Resistenza e dell’Antifascismo. Con l’ANPI Verona nel corso degli anni abbiamo condiviso più e più volte la strada, a partire dalle Feste del 25 aprile in Santa Marta, a numerose conferenze. La sede di via Cantarane 26 è un luogo che abbiamo contribuito a mantenere vivo e ricco di attività, rendendolo un luogo di incontro per molti attraverso iniziative culturali e dibattiti.

CGIL La Confederazione Generale Italiana del Lavoro è un’associazione di rappresentanza dei lavoratori e del lavoro. È la più antica organizzazione sindacale italiana ed è anche la maggiormente rappresentativa, con i suoi circa 6 milioni di iscritti, tra lavoratori, pensionati e giovani che entrano nel mondo del lavoro. La CGIL svolge un importante ruolo di protezione del lavoro dal libero e incondizionato funzionamento del mercato, attraverso l’opera incessante di costruzione e ricostruzione della solidarietà, che è il frutto della pratica quotidiana fatta dall’impegno concreto di rappresentanza e contrattazione.

50

UDU VERONA


Pianeta Milk - Arcigay Verona Arcigay è un’associazione senza scopo di lucro, nata nel 1985, che opera su tutto il territorio nazionale attraverso i suoi comitati locali, i circoli e le associazioni affiliate per la realizzazione dell’uguaglianza tra individui a prescindere dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere. È articolata in gruppi di volontariato, i comitati provinciali, composti da persone appartenenti o meno alla comunità LGBT+, volontari e professionisti.

Libera “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole e realtà di base territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità attraverso, per esempio, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura e i campi di formazione antimafia.

AfroVeronesi Afroveronesi è un’associazione che si è recentemente costituita. E’ composta da afrodiscendenti, ragazzi e ragazze nati/e e/o cresciuti/e a Verona con origini africane. Nasce dall’esigenza di creare uno spazio sicuro per i membri. Ha come scopo quello di far conoscere la realtà delle seconde generazioni alla società italiana, favorire l’integrazione, e decostruire pregiudizi e stereotipi. Organizza incontri culturali per sensibilizzare e informare sulle questioni sociali, oltre a promuovere iniziative che coinvolgono le generazioni future per mostrare il potenziale di vivere in un paese multiculturale.

One Bridge to Idomeni One Bridge to Idomeni è una onlus veronese che lavora sui confini europei della rotta balcanica, in supporto alle persone migranti alla ricerca di altre possibilità di vita. L’associazione - nata nella primavera del 2016 con un primo viaggio nel campo profughi informale di Idomeni in Grecia - ha creato una sorta di ponte che porta aiuto, umanità e volontari in un senso, per poi tornare a casa testimoniando e denunciando ciò che le politiche di esclusione UE procurano alle persone migranti. OBTI lavora stabilmente a Verona attraverso testimonianze nelle scuole, mostre ed eventi, mentre nei Balcani sono stati avviati progetti in Grecia, Serbia e Bosnia-Erzegovina.

CONTROGUIDA 2020/2021

51


Emergency Emergency è un’associazione nazionale indipendente e neutrale che offre cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime di guerra, promuovendo una cultura di pace e solidarietà nel rispetto dei diritti umani. Emergency è riconosciuta come ONG partner delle Nazioni Unite.

Interzona Interzona è un laboratorio per l’arte e la cultura indipendente nato a verona nel 1992. L’associazione è impegnata come centro di produzione culturale, stimolando e coadiuvando la ricerca artistica, storica e sociale. Con loro abbiamo collaborato in occasione di numerosi cineforum, sia in occasione di Academovie che della rassegna Barlumi.

Amnesty International Amnesty International è un’organizzazione non governativa internazionale impegnata nella difesa dei diritti umani. Presente e attiva in Italia e a Verona, lo scopo di Amnesty International è quello di promuovere, in maniera indipendente e imparziale, il rispetto dei diritti umani sanciti nella Dichiarazione universale dei diritti umani e quello di prevenirne specifiche violazioni.

Fridays For Future Il gruppo locale di Fridays For Future, movimento globale che riconosce l’Emergenza Climatica e si batte per provare ad aumentare la consapevolezza su di un problema che troppo spesso viene ignorato o posto in secondo piano. Fridays For Future scende in piazza per pressare i governi affinchè inizino ad attuare una transizione climatica socialmente equa, che non lasci indietro nessuno, agendo così nell’interesse della maggioranza delle persone.

Porto Burci Porto Burci a Vicenza è spazio d’incontro e luogo di ideazione di azioni culturali e sociali. Al Porto puoi cogliere occasioni di formazione e arricchimento culturale. Organizzano e ospitiano corsi e laboratori che danno spazio vari tipi di sapere, dai più tradizionali a quelli contemporanei delle nuove professioni. Associazioni e gruppi trovano qui spazio per ideare e realizzare i propri progetti. Proponiamo attività ed eventi inerenti ai temi dell’ambiente, cittadinanza, cooperazione internazionale, arte e cultura.

52

UDU VERONA


Le nostre iniziative #ACADEMOVIE L’aula magna dell’Accademia di Belle Arti si trasforma all’occorrenza in sala di proiezioni cinematografiche. Academovie nasce nel 2017 con Studenti Per - Accademia di Belle Arti di Verona. I film scelti racchiudono, in modo diretto, o più sottile e astuto, forti messaggi su tematiche attuali e complesse. Si propongono titoli più mainstream, ma contemporaneamente perle nascoste anche per i più agguerriti cinefili! Le proiezioni sono sempre organizzate nei martedì, e iniziano dalle 19:45. Ma c’è un ma: prima delle proiezioni s’organizza sempre un suc-

CENA CON TUTTI I VOLONTARI DI 4 VOLTE (20 OTTOBRE 2019) culento aperitivo in musica, con jam session e artisti che si esibiscono dal vivo. Che altro si può chiedere?

4 VOLTE Perché non fare qualcosa di diverso? Beh intanto proviamoci per quattro volte. Più o meno così è nata l’idea di organizzare insieme ai ragazzi della Rete degli Studenti Medi e all’ANPI delle serate tra settembre e ottobre per approfondire insieme alcune tematiche complesse senza rinunciare a buona musica e una birra in compagnia. Dalla rigenerazione urbana all’ambiente, dalle sfide del lavoro all’antifascismo per ragionare delle sfide che ci attendono, qui in città come nel mondo. Il tutto condito da cibo e bevande a prezzi irrisori e concerti dei generi più svariati che regalano l’occasione di ballare, cantare e divertirsi.

Festa del 25 aprile Il 25 aprile è la festa di tutti, la festa della Liberazione dal nazifascismo. Da diversi anni siamo impegnati a fianco dell’ANPI per trasformare la festa in Santa Marta in una giornata per tutti, a partire dal dopo corteo mattutino. Dai dibattiti del pomeriggio ai concerti della sera sul palco nel cortile della Santa Marta, passando per momenti anche più culturali e un’ottima cucina per tutti i palati!

CONTROGUIDA 2020/2021

53


Unione degli Universitari di Verona 9 Via Campofiore 17 - Spazi Associativi k udu.verona@gmail.com E facebook.com/udu.verona Q @udu.verona m Deborah 334 7473306

Studenti Per - Accademia di Belle Arti Verona E facebook.com/StudentiPerAccademiadiBelleArtiVerona Q @studentiperabavr m Anna 340 4291557


Profile for udu.verona

ControGuida UNIVR 2020/2021  

Advertisement
Advertisement
Advertisement