Surrentum - Settembre 2022

Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

Settembre 2022

Anno XLII

Anno XLII

8

IL MAESTRO SALVATORE ACCARDO

SETTEMBRE 2022

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982

Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi

www.surrentum.it • www.surrentum.net • www.surrentum.com

1


2 Settembre 2022

Anno XLII

Estasiarsi - Be amazed Deliziarsi - Be delighted Immergersi - Dive in Rilassarsi - Relax

D6

Per Info e prenotazioni Tel. 081 878 1476 info@continentalsorrento.com Piazza della Vittoria, 4 - Sorrento


Settembre 2022

Anno XLII

3

IL SALUTO DEL SINDACO DI SORRENTO

BENVENUTI A SORRENTO S

orrento porge il benvenuto a quanti l’hanno scelta per trascorrere le proprie vacanze, premiando il lavoro di una comunità costantemente impegnata per mantenere alte le tradizioni dell’ospitalità e dell’accoglienza, e per creare le condizioni affinchè ogni soggiorno si trasformi in un’esperienza da ricordare. Dopo il difficile periodo della pandemia, oggi i risultati sono particolarmente positivi in termini di arrivi e di presenze, con numeri tornati a crescere. Insieme alle manifestazioni internazionali ospitate nella Terra delle Sirene. In pochi mesi Sorrento ha accolto il vertice del G20 sul commercio internazionale; il Forum Internazionale sul Mediterraneo organizzato da The European House - Ambrosetti; la “Tre Golfi Sailng Week”, nota come “Rolex Cup” e la prima edizione del Global Youth Tourism Summit

organizzato d a l l ’ U nw to e dedicata al turismo giovanile. Grazie a questi eventi, accompagnati dalla presenza di personalità di livello mondiale, il nostro territorio si è ritrovato a svolgere un ruolo delicato ed importante trasformandosi, di diritto, in una delle capitali del Mediterraneo. I lusinghieri risultati fino ad ora conseguiti ci stimolano a fare ancora di più, ed ancora meglio. Desideriamo assicurare elevati standard qualitativi tanto sui servizi offerti a coloro che, come voi, ci accordano la propria fiducia, quanto all’opportunità di allestire un calendario ricco di eventi e di manifestazioni che siano in grado di soddisfare

le aspettative di ogni genere di utenza. Siamo fiduciosi nel fatto che i turisti, oltre ad apprezzare le bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche che offre il nostro territorio, possano gradire un carnet di appuntamenti che speriamo risulti essere interessante, vario ed ammiccante. Il Sindaco Avv. Massimo Coppola

CITTÀ DI SORRENTO

D7

A Sorrento lA XXVI edIzIone dellA kermeSSe

IL SINDACO MASSIMO COppOLA: “UNA INIzIATIVA IMpORTANTE pER LA RINASCITA CULTURALE”.

“S

urrentum” dedicherà prossimamaente uno speciale del premio “penisola Sorrentina”, la manifestazione giunta alla 26esiesima edizione e guidata da Mario Esposito, riconosciuta sempre più a livello nazionale ed internazionale. Anche quest’anno il numero di ottobre della rivista si presenterà con una veste artisticoeditoriale che proporrà come copertina d’autore (direzione artistica Giuseppe Leone) l’opera vincitrice del concorso speciale “Dante700” promosso in collaborazione con lo IACE di New York per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo poeta. Il premio si svolgerà a Sorrento il 22 e 23 ottobre e coinvolgerà il Museo Correale, il palazzo di Città e il Teatro Tasso. Il riconoscimento dedicato al mondo dell’audiovisivo e della cultura è promosso con il patrocinio della Regione Campania, dei Ministeri della Cultura e del Turismo, in collaborazione con il Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Massimo Coppola. presidente della Giuria è l’attore e produttore Luca Barbareschi. Alla guida della®sezione “musica e cinema” il jazzista internazionale Danilo Rea. La sezione dedicata a Dino Verde vede impegnati l’autore, conduttore e doppiatore Giancarlo Magalli e l’autore televisivo Gustavo Verde, figlio di Dino. Tra gli altri consulenti della kermesse, l’attrice Francesca Cavallin, lo scrittore Magdi Allam, l’attrice e conduttrice Valeria Altobelli, presidente dell’Associazione Internazionale Mission NGO, con cui il penisola Sorrentina sta costruendo uno speciale momento dedicato al cinema e ai diritti umani. Durante la due giorni verranno anche assegnati i premi della critica cinematografica “Lunedì film” a cura di pier paolo Mocci. Il programma del premio, che articolerà un racconto dell’Italia della cultura e del mondo attuale nel dopo Covid, prevede anche un ted talk, presieduto da Roberto Napoletano, su Mezzogiorno ed Europa. “In linea con la strategia di promozione e di destagionalizzazione, disegnata con il Modello Sorrento e il brand “Sorrento aspetta te” - commenta il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola - il premio penisola Sorrentina costituisce un appuntamento importante per evidenziare come la cultura rappresenti l’elemento BIMONTE fondamentale - House of Cameos andperCoral Jewelry - Viaeconomica p. R. Giuliani, 62del- Sorrento su cui investire una rinascita sociale, e turistica nostro territorio”.

La Sirena di Sorrento


4 Settembre 2022

Anno XLII

IN MOSTRA A VILLA FIORENTINO

La Mostra è prorogata fino al 2 ottobre

Il biglietto d’ingresso di € 10,00 comprende, la visita delle mostre VIAGGIO NELL’IMPRESSIONISMO DA MONET A GAUGUIN DAL VEDUTISMO A POST IMPRESSIONISMO I CARILLONS DI ENRICO SALIERNO per i residenti in penisola Sorrentina l’ingresso è gratuito.

Entrance fee € 10,00 includes the visit to: VIAGGIO NELL’IMPRESSIONISMO DA MONET A GAUGUIN DAL VEDUTISMO A POST IMPRESSIONISMO CARILLONS OF ENRICO SALIERNO


Settembre 2022

Anno XLII

5

Fondazione Sorrento

La quarta edizione del Lemonjazz Festival è in programma dal 10 al 18 settembre in Villa Fiorentino a Sorrento. Sul palco lo stile francese di Richard Galliano, la classe americana e partenopea di Joe Bastianich & Terza Classe, il prodigioso Matteo Mancuso e i vocalist più apprezzati del momento, i Naturally 7. Come per le precedenti edizioni, la location sorrentina farà da sfondo a quello che non è solo un appuntamento artistico musicale ma anche un momento di omaggio all’oro giallo del territorio in un’atmosfera unica. Il 10 settembre la manifestazione prende il via con Richard Galliano. Quest’artista dallo stile inconfondibile già a 4 anni studia pianoforte e fisarmonica e oggi vanta 50 anni di carriera, durante i quali ha pubblicato altrettanti album. Le collaborazioni con artisti di fama sono molto numerose. Nel 1980 incontra Astor piazzolla, che gli consiglia di creare lo stile francese “New Musette”, così come lo stesso piazzolla ha creato lo stile “New Tango” argentino. Joe Bastianich & Terza Classe seguiranno l’11 settembre. Sì, è lui, il Bastianich di Masterchef. Dall’incontro tra l’imprenditore-cantantemusicista e il gruppo napoletano nasce un mix di suggestioni, generi e melodie che fanno da ponte tra il folk e il bluegrass statunitense con le sonorità mediterranee. Matteo Mancuso, in programma il 17 settembre, è considerato un fenomeno. Al Di Meola dice di lui: “Un talento assoluto, ci vorrebbero due o tre vite per imparare anche per uno come me a improvvisare così bene alla chitarra come lui”. L’ultimo appuntamento è il 18 settembre con i Naturally 7, un gruppo statunitense con un distinto stile a cappella chiamato Vocal play. Nativi di New York, oggi sono conosciuti nel mondo grazie al loro stile unico in fatto di armonia nel canto a cappella e per aver cantato/ suonato con Michel Bublè, registrando insieme a lui il cd Crazy Love. Lemonjazz Festival è organizzato dal Comune di Sorrento e dalla Fondazione Sorrento. I concerti si terranno alle 21 e il costo del biglietto è di 15 euro. Info anche sul sito lemonjazz.org.

Claudia Cascone

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

D6

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO tel. 081 8781024 - 081 8781604 • www.bellevue.it


6 Settembre 2022

Anno XLII

TRA STORIA, LEGGENDA E PROFONDA RELIGIOSITÀ

LO SCOGLIO DEL VERVECE U

n uomo di mare, venuto dalla lontana Sicilia per inseguire un sogno e realizzarlo nelle azzurre acque di quel mare caro alle Sirene che vi elessero il proprio domicilio. Enzo Maiorca, sub siracusano ed il Vervece, scoglio situato a meno di un miglio dal porto di Massa Lubrense, sulla rotta Sorrento-Capri, sono i protagonisti di una leggenda dei giorni nostri che parla di pionieri della subacquea, di eroi del mare, di semplici pescatori la cui anima immortale viene commemorata ogni anni durante la celebrazione di una Santa Messa con deposizione di una corona d’alloro ai piedi della statua della Madonna su uno sperone dello scoglio a dodici metri di profondità. Nel lontano 1975, l’anno successivo al record del mondo in apnea realizzato da Enzo Maiorca (-87 mt.), nello specchio d’acqua antistante lo scoglio, fu collocata su uno sperone sommerso della roccia, una statua della Madonna, la Madonna del Vervece a protezione della gente di mare. Ad organizzare il tentativo di record, e a dar vita al culto per la madonna sommersa del Vervece, protettrice dei sub e della gente di mare, il presidente del Circolo Nautico Marina della Lobra, ing. Costantino Cutolo, l’ammiraglio Alberto Fusco, il prof Raffaele pallotta, l’ing. Gino lo Basso, il prof. Gaetano postiglione, il prof. Geppino

Marandola, il notaio Carlo Iaccarino. Da allora, ogni anno, a settembre, a legittimarne il ruolo di simbolo internazionale di solidarietà umana, sullo scoglio, tempio senza confini, viene celebrata una Santa Messa con successiva benedizione di una corona d’alloro e sua deposizione ai piedi della statua sommersa da parte di sub militari e civili. Sulla parete emersa del Vervece, durante le varie celebrazioni annuali, dal 1983, vengono apposte targhe di nazioni estere, presenti i propri rappresentanti diplomatici. (l’impulso venne dato dalla fine della guerra delle Falkland tra Regno Unito e Argentina) della Società civile: eroi del Mare, quale il mitico Luigi Ferraro, medaglia d’oro al valor militare, i pionieri della subacquea, Ennio Falco e lo stesso Enzo Maiorca, “Tridenti d’oro di Ustica”, umili pescatori appassionati di subacquea . Lo scoglio è costellato delle targhe commemorative di Ambasciatori, Consoli, Associazioni, Amministrazioni comunali gemellate e ogni anno raggruppa vaste parti delle Istituzioni intorno alla celebrazione. In questi circa cinquanta anni di storia il premio Vervece è stato conferito, tra gli altri, al procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho, al Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, alla dottoressa Annama-

ria Minicucci dirigente degli ospedali Santobono- pausilipon, alle navi “Diciotti” e “Dattilo” della VI Squadriglia navale delle Capitanerie di porto, al prof. paolo Ascierto oncologo di fama mondiale, all’Ammiraglio comandante la Capitaneria di porto di Napoli, pietro Vella, al Comandante Gennaro Arma, per citarne alcuni. Nella penultima edizione, sono intervenuti in rappresentanza del corpo diplomatico, S.E. Todor Hristov Stoyanov, Ambasciatore della Bulgaria in Italia, S.E. paul Dürh Ambasciatore del Lussemburgo in Italia, S.E. Julio Eduardo Martinetti Macedo, Ambasciatore del perù in Italia, il Segretario Generale del Corpo Consolare di Napoli e Console del principato di Monaco, il dott. Mariano Bruno nonchè i Consoli delle Nazioni che hanno aderito all’iniziativa: il Console Onorario del Benin, Giuseppe Gambardella; il Con-

sole Onorario della Bulgaria, Gennaro Famiglietti; il Console Onorario di Capo Verde, Giuseppe Ricciulli; il Console Onorario della Croazia, Gianluigi Cimmino; il Console Generale Onorario della Danimarca, Erik Klingenberg; il Console Onorario di El Salvador Renato Di Gianni; il Console Generale Onorario della Finlandia, Lars Klingenberg; il Console Generale Onorario dell’Islanda, Gianluca Eminente; il Console Onorario di Nicaragua, Gennaro Danesi; il Console Onorario del Niger, Angelo pinelli; il Console Onorario Generale della Norvegia, Lars H. Klingenberg; il Console Onorario della polonia, Dario Del Verme, il Console Generale Onorario della Romania, Gilda pacifico; il Console Onorario della Svezia, Erik Klingenberg; il Console Onorario della Ungheria, Vittorio Genna; il Console Onorario di zambia, Francesco Cossu.

D8

piazza s. antonino, 16 - sorrento - tel. +39 081 3597555 - info@momosorrento.it


Settembre 2022

Anno XLII

7

Gaetano Milone donna sommersa è stata prelevata dal suo sito abituale a 12 metri di profondità su uno sperone del Vervece e dopo un accurato maquillage, collocata momentaneamente nella chiesa Antica Cattedrale di Massa Lubrense per ritornare, giovedì 8 , giorno della premiazione della Nave Vespucci nel suo sito naturale.

FOTO ANTONINO FATTORUSSO

cinquanta), 30 nazioni estere, l’Istituto Nautico “Bixio” di piano di Sorrento, Raffaele pallotta d’Acquapendente precursore della medicina subacquea in Italia, Matteo Mollo, storico farista del Vervece, Elvino Lubrano giovane sub morto a mare durante un’immersione nelle acque di Massa lubrense. per l’occasione, la statua della Ma-

PROGAMMA

In occasione della 48esima edizione delle celebrazioni della manifestazione della “Madonnina del Vervece, che si svolgeranno a Massa Lubrense dall’8 all’11 settembre 2022, sarà presente al largo dello Scoglio del Vervece, la prestigiosa nave scuola della Marina Militare italiana “Amerigo Vespucci” a cui, tra l’altro, sarà attribuito il “premio Vervece ”. Una presenza eccezionale per suggellare un antico patto d’amore tra la Madonna sommersa del Verve-

C7

ce e quanti vivono e lavorano sul mare o a mare hanno perso la vita. Un ulteriore messaggio di solidarietà umana che solca i mari del mondo con la prestigiosa nave scuola della Marina Militare Italiana, la cui targa dal settembre di quest’anno sarà presente sulla parete emersa dello scoglio tra le tante che ricordano eroi del mare (Luigi Ferraro, medaglia d’oro al Valor Militare) della subacquea (Ennio Falco, campione del mondo di immersione negli anni

GIOVEDì 8 SETTEMbRE, ORE 9.00 - Circolo Nautico “Marina della Lobra”, saluto di benvenuto Ufficiali Nave Vespucci, alla fonda al largo del Vervece; ore 10.30, piazza Vescovado - benedizione targhe nave scuola Amerigo Vespucci, e consegna “premio Vervece” al Comandante del Veliero “più bello del mondo”. ore 11.30 – processione della Statua della Madonna del Vervece, dalla Chiesa Antica Cattedrale Santa Maria delle Grazie al Circolo Nautico “Marina della Lobra” e successivo trasferimento allo scoglio del Vervece per la ricollocazione della Madonna nel proprio sito, a 12 metri di profondità, da parte dei subacquei civili e militari. Lancio di fiori a mare e partenza dell’Amerigo Vespucci. DOMENICA 11 SETTEMbRE ORE 9.30 - Imbarco per lo scoglio per celebrazione Santa Messa; benedizione targhe Giuseppe Della Vecchia, Luca Fiorentino, Roberto ed Elena Garolla di Bard, Emanuele Lomonaco, Elvino Lubrano, Matteo Mollo, Istituto Nautico “Nino Bixio”; benedizione di una corona di alloro e sua deposizione ai piedidella Statua della Madonna, da parte di subacquei civili e militari. Ore 12,00 Circolo Nautico “Marina della Lobra”, consegna “premio Vervece” ad Alessandro Fiorentino, Giuseppe Lombardi, Teresa Farina, Luigi Gargiulo, Massimo Milone, Franco picarone. Premio Giornalistico Vervece a Domenico Falco, Vice Presidente Ordine Giornalisti della Campania, a Francesco De Notaris e Marcello Milone.


8 Settembre 2022

Anno XLII

PROTAGONISTI

SOPHIA LOREN

Auguri Sophia! Te li meriti tutti

per quanto hai fatto e continui a fare e rappresentare per la nostra Italia che, lo so bene, lo sappiamo tutti - vista dalla Svizzera dove vivi, non declama soltanto ricordi gloriosi ma un bel po’ di problemi! Tu invece sei sempre la gloriosa bandiera della nostra nazione, quella che ha affrontato tante e tali difficoltà, che nessuno spettatore, vedendoti splendida- splendente, sempre impeccabile in ”trucco e parrucco” e con abiti che, da Valentino ad Armani, hanno esaltato il tuo fisico, ha mai sospettato! Hai cominciato il tuo luminoso percorso da super candidata alla più bella Miss Italia. Era il 1947 e tu eri una giovinetta quando sfilasti con altre belle/bellissime che hanno popolato i sogni degli italiani: Lucia Bosè (eletta), Gina Lollobrigida, Gianna Maria Canale, Eleonora Rossi Drago

e così via. Tu ne uscisti come Miss Eleganza ma è stato solo il punto di partenza per centinaia di film! In quei primi anni di carriera (dovresti ricordarlo o confermarlo?) il quotidiano Roma ebbe un certo ruolo perché il responsabile della rubrica Spettacoli, che era Sergio Lori, a tutta pagina raccontò che, nel corso di una tua visita in redazione, ti aveva suggerito di abolire Scicolone o Lazzaro e, partendo dal suo cognome, trasformarlo in Loren!!! Vero o no, la pagina la conservo anche se non so se risponda in pieno alla tua verità ma resta il fatto che tu sia diventata la più brava e rinomata interprete attrice cinematografica, famosa nel mondo! Ne hai fatta di strada e miracolosamente sei rimasta uguale a sempre. Fortissimo il tuo legame con Napoli per non parlare della natia pozzuoli dove

Da sinistra: Luciano De Crescenzo, Giuliana Gargiulo, Sophia Loren e Giancarlo Giannini in una foto di Angelo Frontoni

D7

GIOIELLERIA ONIX HOUSE Via San Cesareo 36/38 80067 - Sorrento (NA) info@onixhouse.com | tel. 0818781289 gioielleriaonixhouse.it


Settembre 2022

Anno XLII

9

Giuliana Gargiulo

tante volte sei ritornata a trovare la zia, tuo luogo di nascita del quale hai nel cuore la tradizione, la musica e perché no? la cucina! perché nonostante tu abbia case in Svizzera, negli Stati uniti e in altri luoghi, la forza del tuo meraviglioso modo di essere è: carattere e radici. per te e per tutti sei una vera napoletana! Di questo non ti ringrazieremo mai abbastanza per l’esempio dato, mantenendo sempre i piedi per terra, cosa non facile pensando che, tra l’altro, sei stata, cinematograficamente parlando, tra le

braccia dei più grandi miti del cinema dei nostri anni. Vado a memoria e cito: Marlon Brando, Cary Grant, Burt Lancaster, Frank Sinatra, e lascio per ultimo Marcello Mastroianni che, sappiamo tutti, è il primo, non solo per noi ma nel tuo cuore! E poi la tenacia che ti ha fatto volere a tutti i costi Carlo ponti, tuo uomo per sempre, e i tuoi figli Carlo jr e Edoardo per i quali sei rimasta a letto nove mesi nove, nell’uno e nell’altro caso. Vincente? Certo, sei una vincente protagonista mon-

diale, ma hai conquistato tutto con la tenacia, la perseveranza e la forza, in aggiunta a quella puntigliosità caratteriale che non ti ha mai fatto arrendere di fronte alle difficoltà. E di difficoltà ne hai avute, basterebbe pensare anche ai quindici giorni di carcere per motivi che non ti riguardavano e che tu hai superato con il sorriso, dimenticando la villa da capogiro e collezione di quadri idem! E non è finita qui perché alla bella età di 88 anni, che porti con luminoso sorriso, appena due anni fa sei ritornata sul set. per amor di cinema? Forse, ma certamente per amor di figlio, perché la regia de ”La vita davanti a se” l’ha fatta tuo figlio Edoardo alle prese con un film bello e impegnativo, tratto dal romanzo di Romain Gary, che ti ha rimesso in gioco come grande interprete, senza trucchi di “bella tra le belle” ma con la dolente faccia di una donna che sa cos’è il dolore. Grazie, cara, carissima Sophia, grazie per la pizzaiola de “L’oro di Napoli” regia De Sica, per la “La Ciociara” sempre regia di De Sica che ti valse un meritatissimo Oscar, per una immensa Filumena Marturano in “Matrimonio all’italiana”, an-

cora diretta da Vittorio De Sica, e per l’ irraggiungibile casalinga di “Una giornata particolare” di Ettore Scola e infine per l’appartenenza a Sorrento aggiungo se non altro per lo scatenatissimo mambo in “pane, amore e...” ancora una volta diretta da De Sica. Basterebbero questi film di struggente verità e ironia a definire la tua grandezza. per questo e per quanto sei, tanti auguri Sophia: di felicità e di serenità. E soprattutto grazie per dire e ribadire che “la vita è bella” e aggiungi ogni volta: comunque”!


10 Settembre 2022

Anno XLII


Anno XLII

AL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO

Settembre 2022

11

Paolo Scibilia

XV SORRENTO XV CLASSICA 2022 S

i concludono a settembre gli appuntamenti della XV edizione di “Sorrento Classica”, il festival musicale internazionale di Sorrento, organizzato dalla Società Concerti Sorrento e Città di Sorrento. La kermesse non poteva non terminare con altri due grandi appuntamenti: fuori cartellone, promosso in collaborazione con “progetto piano”, Domenica 18 settembre, ore 19.30 (ingresso libero), presso il chiostro di S. Francesco: “Omaggio ad Aldo Ciccolini” (1925 – 2015), uno dei più grandi pianisti della storia, con un recital di uno dei suoi più emblematici allievi, il pianista GIANLUCA LUISI e musiche di Bach, Chopin, Liszt. Ruisi è considerato oggi dalla critica internazionale uno dei migliori pianisti italiani del nostro tempo. Sabato 24 settembre (ingresso a pagamento) presso il Teatro Tasso, ore 21.00, gran finale con il ritorno a Sorrento, dopo più di 20 anni di assenza, di uno dei più acclamati violinisti della scena mondiale ed orgoglio italiano: SALVATORE ACCARDO, che si esibirà in duo con l’altrettanto celeberrimo pianista BRUNO CANINO. per l’occasione Salvatore Accardo sarà insignito con il premio alla Carriera “Sorrento Classica” 2022, per i benemeriti dell’arte ed il suo storico legame con Sorrento. Salvatore Accardo ha esordito in pubblico a 13 anni eseguendo i Capricci di paganini, a 15 vince il primo premio al Concorso di Ginevra e due anni dopo è il primo vincitore assoluto del Concorso paganini di Genova.

T

he 15th edition of “Sorrento Classica”, the international music festival of Sorrento, organized by the Sorrento and City of Sorrento Concerts Society, end in September. The kermesse could not fail to end with two other great events: in collaboration with “Progetto Piano”, Sunday 18 September, 7.30 pm (free entrance), at the cloister of S. Francesco: “Homage to Aldo Ciccolini” (1925 – 2015), one of the greatest pianists in history, with a recital by one of his most emblematic pupils, the pianist GIANLUCA LUISI and music by Bach, Chopin, Liszt. Ruisi is considered today by international critics as one of the best Italian pianists of our time. Saturday 24 September (admission fee) at the Tasso Theater, 9.00 pm, grand finale with the return to Sorrento, after more than 20 years of absence, of one of the most acclaimed violinists on the scene world and Italian pride: SALVATORE ACCARDO, who will perform in duo with the equally famous pianist BRUNO CANINO. For the occasion, Salvatore Accardo will be awarded the “Sorrento Classica” 2022 Lifetime Achievement Award, for the meritorious of art and its historical link with Sorrento. Salvatore Accardo made his public debut at the age of 13 performing Paganini’s Capricci, at 15 he won the First Prize at the Geneva Competition and two years later he was the first overall winner of the Paganini Competition in Genoa.

GIANLUCA LUISI, BRUNO CANINO E SALVATORE ACCARDO

INFO Inizio concerti ore 21.00 - Concerts start at 9.00 pm. Biglietteria e prevendita all’ingresso Chiostro S. Francesco (Tel. 348.5946808). Orario 10:00 - 12:00 / 18:00 - 21:00. prevendita online: www.ticketgate.it/festival/xv-sorrento-classica-2022/ Ticket office and Presale at the entrance to the San Francesco Cloister (Tel. 3485946808). 10:00 - 12:00 / 18:00 - 21:00. Online presale: www.ticketgate.it/festival/xv-sorrento-classica-2022/ Infoline: 3661996963 - www.societaconcertisorrento.it Facebook: societa concerti sorrento - www.comune.sorrento.na.it Infopoint: Ufficio Turistico (Via De Maio 35, Sorrento, Tel. 0818074033), Chiostro S. Francesco (Tel. 348.5946808), Sedi Infopoint Sorrento, Fondazione Sorrento. In caso di maltempo i concerti si terranno presso Comune di Sorrento o Teatro Tasso. Il programma potrebbe subire variazioni per cause di forza maggiore. I concerti si svolgono nel rispetto delle normative anti - Covid19 Il RICAVATO bIGlIETTERIA SARà DEVOlUTO PER l’ACqUISTO DI ATTREZZATURA TECNICA PRO OSPEDAlE CIVIlE DI SORRENTO. In case of bad weather the concerts will be held at the Municipality of Sorrento or at the Tasso Theater. The program may be subject to changes due to force majeure. The concerts are held in compliance with anti-Covid19 regulations The PrOCeeDS FrOM The TiCkeT OFFiCe will be DONaTeD TO PurChaSe OF TeChNiCal equiPMeNT FOr The CiVil hOSPiTal OF SOrreNTO.

C4


12 Settembre 2022

Anno XLII

Paolo Scibilia

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DEI

CONCERTI DI VILLA FONDI G

iovedi 1 settembre si inaugura la seconda edizione de “I concerti di Villa Fondi”, promossi dal comune di piano di Sorrento e la Società dei Concerti di Sorrento con il patrocinio della Regione Campania. Villa Fondi de Sangro, col suo vasto e secolare parco arboreo, la terrazza panoramica mozzafiato e l’elegante villa neoclassica (sede del prestigioso Museo Archeologico “George Vallet”), spalanca le porte alla grande musica, per fondersi sempre più con la città e col resto del mondo; si trasforma, da luogo ameno e di delizie, a centro pulsante ed aggregante di cultura in ogni sua forma, per promuovere le bellezze del patrimonio artistico-storico-paesaggistico-ambientale della città di piano di Sorrento, attraverso la promozione dei valori universali della cultura e dell’arte. E la musica, che rappresenta l’Arte nella sua forma più elevata, si inserisce a pieno titolo nella cornice del Golfo di Sorrento, vera opera d’arte della Natura. per il diverso genere musicale, i programmi d’esecuzione sono caratterizzati da accattivanti titoli didascalici: “Note d’avorio tra Classicismo e Romanticismo”, “I Miti”: Tra metamorfosi e letteratura: da Ovidio a L. de Medici, da G.B. Marino a C. pavese ; “Elegia per violino e chitarra”: Tra Romanticismo ed Impressionismo ; Omaggio alla musica francese: Faurè, Debussy, Ravel; “Dall’Opera alla Romanza”; “Venezia e Napoli”: Rossini, Hahn, Schuman; “Onore, Amore e Vendetta! La Trilogia popolare di Giuseppe Verdi”:Rigoletto, Trovatore e Traviata. INfO: Ingresso ai concerti gratuito. Accesso area spettacoli ed eventi, sottoposto a vincoli e limitazioni Anti.Covid19. In caso di maltempo, i concerti si terranno al chiuso. Il programma potrebbe variare, per cause di forza maggiore. www.comunepianodisorrento.na.it - www.societaconcertisorrento.it Facebook: societa concerti sorrento

rICCArdo CArUSo

C. AVentAGGIAto- m. mAtArreSe

GIAComo FrAnCI

A. CAlCe - m. CIAmPI

U. roSSo - A. CAlAbreSe

I. IAQUIntA - G. SerrA

G. IACono - A. PIlAto

dUo PollICe

1 Settembre, ore 20.30 RICCARDO CARUSO - pianoforte “The Four Americans” Music from the New World: da Gottschalk a Gershwin 3 Settembre, ore 20.30 GIACOMO FRANCI - pianoforte “Note d’avorio tra Classicismo e Romanticismo” 5 Settembre, ore 20.30 UBALDO ROSSO – flauti & ALESSANDRA CALABRESE - voce recitante “I Miti”: Tra metamorfosi e letteratura: da Ovidio a L. de Medici, da G.B. Marino a C. Pavese 7 Settembre, ore 20.30 GIUSEppE IACONO - violino & ANTONIO pILATO - chitarra “Elegia per violino e chitarra”: Tra Romanticismo ed Impressionismo 9 Settembre, ore 20.30 CARLA AVENTAGGIATO & MAURIzIO MATARRESE duo pianistico a quattro mani “Omaggio alla musica francese”: Faurè, Debussy, Ravel 11 Settembre, ore 20.30 ANDREA CALCE - tenore & MARCO CIAMpI - pianoforte “Dall’Opera alla Romanza” 13 Settembre, ore 20.30 ILARIA IAQUINTA – soprano & GIACOMO SERRA - pianoforte “Venezia e Napoli”: Rossini, Hahn, Schuman 15 Settembre, ore 20.30 AURELIO & pAOLO pOLLICE – duo pianistico a quattro mani “Onore, Amore e Vendetta! La Trilogia Popolare di Giuseppe Verdi”: Rigoletto, Trovatore e Traviata

Thursday 1 September the second edition of “The concerts of Villa

Fondi” will be inaugurated, promoted by the municipality of Piano di Sorrento and the Sorrento Concerts Society under the patronage of Regione Campania. Villa Fondi de Sangro, with its vast and centuries-old tree park, the breathtaking panoramic terrace and the elegant neoclassical villa (home of the prestigious Archaeological Museum “George Vallet”), opens the doors to great music, for merging more and more with the city and with the rest of the world; it transforms, from a pleasant place of delights, into a pulsating and aggregating center of culture in all its forms, to promote the b he treasures of the artistic-historical-landscape-environmental heritage of the city of Piano di Sorrento, through the promotion of the universal values of culture and art. And the music, which represents art in its highest form, fits fully into the frame of the Gulf of Sorrento, a true work of art of Nature. For the different musical genre, the performance programs are characterized by captivating captions: “Ivory notes between Classicism and Romanticism”, “The Myths”: Between metamorphosis and literature: from Ovid to L. de Medici, from G.B. Marino to C. Pavese; “Elegy for violin and guitar”: Between Romanticism and Impressionism; Homage to French music: Faurè, Debussy, Ravel; “From the Opera to the Romance”; “Venice and Naples”: Rossini, Hahn, Schuman; “Honor, Love and Revenge! The Popular Trilogy of Giuseppe Verdi ”: Rigoletto, Trovatore and Traviata. INFO: Free admission to concerts. Access to the shows and events area, subject to Anti.Covid19 restrictions and limitations. In case of bad weather, the concerts will be held indoors. The program may vary due to force majeure. www.comunepianodisorrento.na.it - www.societaconcertisorrento.it Facebook: societa concerti sorrento


Settembre 2022

Anno XLII

Annunziata Berrino

SORRENTO DICE ADDIO A

FILIPPO LEONELLI I

l 7 agosto 2022 è scomparso Filippo Leonelli, sorrentino, 84enne, grafico pubblicitario di fama. La sua narrazione di Sorrento aveva due registri: il primo era disincantato, a tratti ironico ma ricco di pietas per il paese dove era nato e al quale lo legavano i ricordi dell’infanzia e della giovinezza; il secondo era invece appassionato e tenace a causa di un’incomprensione che non accettava. Sorrento dei ricordi di Filippo Leonelli era quella degli anni cinquanta e sessanta, dell’accudimento difficile della sua amatissima madre, degli amici della piazza, dei primi lavori di grafica, che spaziavano dai disegni preparatori per le ricamatrici ai manifesti dei primi locali notturni. Troppo poco per un giovane talentuoso ma in posizione troppo marginale in una società e un’economia già corporate intorno al turismo. Quella Sorrento era lontana nei suoi racconti, restava dolce, senza essere nostalgica. Raccontava con distanza accorata di quel ragazzo curioso e osservatore. Lasciò Sorrento in cerca di fortuna. Il sistema produttivo delle grandi città del nord, tedesche e italiane, si accorse subito delle sue capacità. Filippo Leonelli aveva infatti il dono del tratto grafico: osservarlo mentre poggiava una matita su un foglio era emozionante. Aveva una grazia di sintesi, di misura,

di eleganza, di comunicazione. Il mondo della produzione non

13

poteva che tenerlo stretto a sé, perché Filippo Leonelli era in grado di immergersi totalmente in ogni progetto produttivo, capirne ogni dettaglio, individuarne vantaggi e criticità, e quella conoscenza totale dei processi gli consentiva di sublimarli nel

tratto grafico. Era così arrivato il successo. La migliore Milano lo aveva accolto e gratificato. Il ritorno a Sorrento negli anni ‘90 non poteva che essere difficile. La sua visione di una comunicazione in ambito turistico che avesse alla base l’analisi iniziò ben presto a cozzare contro uno spontaneismo troppo diffuso e troppo radicato. E così a un’iniziale benevola curiosità che la città gli mostrò, segui un disinteresse motivato da quello spirito di improvvisazione e opportunismo su cui si fonda il turismo italiano e meridionale in particolare. Ciononostante alcune sue creazioni restano di altissimo profilo e punti fermi nella storia della promozione turistica di Sorrento: ricordiamo solo il logo col quale ha rappresentato Sorrento in un “S” con le grazie in forma di foglia di acanto, rimando assoluto alle sue radici classiche, e una brochure prodotta per l’Azienda autonoma locale negli anni ’90 con la quale ridefinì magistralmente la riqualificazione dell’aria del golfo di Napoli dopo la parentesi industrialista, sintetizzandola nell’headline “Tutte le sfumature di blu”. Interventi promozionali che restano nella storia del turismo di Sorrento. Filippo Leonelli ci lascia dunque un’eredità grande. Se la sua vasta opera professionale attende ancora di essere catalogata e studiata, il suo ricordo a Sorrento, per quanti – tanti - hanno goduto della sua simpatia e della sua amicizia, resta vivo e carico di affetto, condividendo con lui quell’immenso struggente amore per la terra dove era nato.


14 Settembre 2022

Anno XLII

dalla Redazione

IL PREMIO “SALVATORE DI GIACOMO” 2022 A

MASSIMILIANO GALLO E FEDERICO VACALEBRE I

l premio Salvatore Di Giacomo, organizzato dalla pro Loco Due Golfi, attribuito quest’anno all’attore Massimiliano Gallo e al giornalista musicale, sceneggiatore e saggista Federico Vacalebre. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti della XXI edizione ospitata in piazza a Sant’Agata sui due Golfi, il 29 agosto scorso. Una scelta significativa per la prestigiosa valenza dei due premiati da parte della commissione del premio, composta dal presidente della pro Loco Due Golfi Donato Iaccarino, da Francesco pinto e dai giornalisti Antonino Siniscalchi e peppe Iannicelli, con la collaborazione di Nino Cuomo, Livia ed Alfonso Iaccarino. la Rai. Dal 2017 è il commissario Luigi palma ne I Bastardi di pizzofalcone e dal 2019 è pietro De Ruggeri in Imma Tataranni Sostituto procuratore, entrambi serie della Rai. Massimiliano Gallo in questi giorni sta registrando, per la RAI, “Filumena Marturano” di Eduardo.

MASSIMILIANO GALLO, nato a Napoli nel 1968, figlio del noto cantante napoletano Nunzio Gallo, sin da piccolo ha calcato le scene teatrali e set televisivi. Comincia a recitare con la compagnia di Carlo Croccolo e poi con Carlo Giuffrè. Continua la sua carriera in televisione partecipando a numerose fiction. Figlio d’arte (il padre era Nunzio Gallo), è fratello minore dell’attore Gianfranco Gallo, zio dell’attore Gianluca Di Gennaro e marito dell’attrice Shalana Santana. Massimiliano Gallo debutta a teatro all’età di cinque anni e a dieci è già protagonista di diversi telefilm per bambini girati per

FEDERICO VACALEBRE, giornalista musicale, sceneggiatore, saggista: fedele alla linea estremista dei suoi gusti - Edith piaf ed i Velvet Underground, Bob Dylan e Sergio Bruni, Oum Kalsum e Atahualpa Yupanqui, i Clash e Giulietta Sacco - studia con particolare attenzione la

scena napoletana del vecchio e nuovo millennio. Un curriculum fitto e diversificato, classe 1962, capo della redazione Cultura e Spettacoli e critico musicale de «Il Mattino», è figlio del punk e delle fanzine, delle radio di movimento, di una critica militante e on the road che non conosce snobismi e non ha paura di sporcarsi le mani. Studioso delle culture musicali giovanili italiane ed internazionali, ma anche come delle tradizioni canore napoletane di cui è appassionato storico e archivista, da anni si occupa di comunicazione e promozione culturale. Biografo ufficiale di Renato Carosone, è ideatore e direttore artistico del premio Carosone, ha scritto «Carosone, l’americano di Napoli», musical portato in scena nel 2013 con Sal Da Vinci e nel 2021 con Andrea Sannino. Ha firmato il documentario «Un americano a Napoli» su Renato Carosone (2005). Dai suoi libri su Carosone è stato tratto il tvmovie «Carosello Carosone» con Eduardo Scarpetta trasmesso da Raiuno. Ha fondato l’Archivio storico della canzone napoletana. Ha curato il volume “Di Giacomo e la canzone. Un mestiere d’arte” per la Bideri nel 150 anniversario della sua nascita. In “passione”, pluripremiato film di John Turturro su mio soggetto e sceneggiatura, ho affidato “Era de maggio” a Misia e gli Avion Travel e “Catarì” a Fausto Cigliano. Ho da poco pubblicato il libro accluso ad “Avvenne a Napoli”, disco di Eduardo De Crescenzo raccontando brani digiacomiani come “Era de maggio”, “Luna nova”, “Marechiare”, “Serenata napulitana”...

Nell’ambito del Premio Di Giacomo è stato eseguito un brano inedito, recentemente scoperto dalla musicista sorrentina Olga laudonia. Il brano eseguito nel corso del concerto lirico-sinfonico dell’orchestra bulgaria Classic diretta da leonardo quadrini. Nel programma la prima esecuzione pubblica di un inedito di Franco Michele Napolitano (1887-1960) su testo di Salvatore Di Giacomo: Avummaria, una preghiera i cui versi sono tratti dal poemetto O munasterio. la partitura originale, rimasta finora inedita, è stata di recente pubblicata in edizione critica per la Pizzicato Verlag Helvetia, da Olga laudonia docente presso il Conservatorio di Cagliari, che ha rinvenuto il manoscritto autografo di nel corso delle sue ricerche presso la Fondazione Napolitano. Per l’occasione sarà eseguita dal tenore Rosario Cantone una versione di Avummaria orchestrata appositamente dal giovane compositore siciliano Christian Paterniti.

Via Marina Grande, 166 - Sorrento 80067 NA Ph/Fax +39 0818772510 - Mob. +39 3349291150 www.tavernaazzurrasorrento.com D4 info@tavernaazzurrasorrento.com


15

Anno XLII

Settembre 2022

I RINGRAZIAMENTI DELLO SCRITTORE RAFFAELE LAURO

dalla Redazione

1ª EDIZIONE “TRIBUTO

PRIZE CARUSO” N

MASSA LUBRENSE ARTE, CULTURA DEL CIBO E PAESAGGIO

Un progetto di valorizzazione del territorio attraverso la produzione artistica contemporanea

ell’incanto dei giardini di Villa Fiorentino di Sorrento, il 26 agosto, si è svolta la prima Edizione del “Tributo prize Sorrento”, dedicata all’eredità, umana e artistica, di due grandi artisti, Lucio Dalla ed Enrico Caruso, legati alla città del Tasso e ai sorrentini. Il nuovo premio, nato da un’idea dello show manager Dante Mariti, prodotto e organizzato dalla Melos International, con il patrocinio del Comune di Sorrento, della Fondazione Sorrento, che ha ospitato la manifestazione, e della Regione Campania, è stato registrato dalle telecamere della Rai e sarà trasmesso, nei prossimi giorni, su Rai1 e su Rai San Marino. Una serata meravigliosa con uno spettacolo di arte e di musica, accolto con grandi applausi dal numeroso e selezionato pubblico, che affollava la platea. Tra i destinatari del premio, lo scrittore sorrentino Raffaele Lauro, al quale il riconoscimento è stato consegnato dal maestro

Alfonso Iaccarino, amministratore delegato della Fondazione Sorrento. Il grande chef pruristellato ha sottolineato l’amore filiale di Lauro per Sorrento e i suoi meriti, nell’aver scovato e documentato, nell’arco di un quinquennio 2014-2019, con la sua opera non solo narrativa, il legame profondo di Dalla con Sorrento, durato quasi cinquant’anni, dal 1964 fino alla sua scomparsa nel 2012. Un patrimonio di amicizia, di valori, di fede e di umana riconoscenza, senza il quale Dalla non avrebbe creato il suo capolavoro. L’opera “Caruso”, senza il capitolo Sorrento, non sarebbe mai venuta alla luce, perché frutto non di un’intuizione improvvisa, come finora falsamente creduto, ma di una lenta macerazione interiore nell’animo dell’artista, sul binomio Eros-Thanatos, amore e morte, durata decenni e alimentata dai racconti degli amici sorrentini sulle leggende popolari del famoso tenore,

venuto a Sorrento nell’estate 1921, pochi giorni prima della sua morte. Lauro ha diffuso una nota di ringraziamento per la calorosa, festosa e affettuosa accoglienza ricevuta: “Esprimo la mia incondizionata gratitudine, innanzitutto, agli amici più cari, non solo sorrentini, che hanno partecipato alla splendida manifestazione, insieme con i sindaci, le autorità civili, i miei ex alunni di liceo, i giornalisti, i presidenti di associazioni, gli albergatori e i professionisti, nonché i tantissimi che mi hanno gratificato con amorevoli messaggi. Un ringraziamento speciale a Dante Mariti per l’iniziativa e all’amico

di una vita, Alfonso Iaccarino, anche per le commuoventi parole spese in memoria del mio amatissimo fratello Nello. Lui, veramente, un eletto figlio di Sorrento; lui, veramente, più di me, un autentico ambasciatore dell’arte dell’accoglienza sorrentina nel mondo. E non da ultimo, ringrazio, con il cuore, colmo di gioia, Francesca Maresca, che ha interpretato, di nuovo, magistralmente, con la sua incantevole e appassionata voce, la mia canzone, dedicata a Lucio, “Uno straccione, un clown!”, sospesa tra il terreno e l’eterno. Un’emozione di pochi minuti, ma che mi resterà dentro, forever!”.

Dal 16 al 30 ottobre, il territorio di Massa Lubrense sarà protagonista di una sperimentazione artistica

finanziata da un accordo tra il Dipartimento di Architettura (DiARC) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’Associazione Ristoratori Lubrensi (ARL), e dal Comune di Massa Lubrense. Il progetto è intitolato “Massa Lubrense arte cultura del cibo e paesaggio”. In un contesto dove creatività e bellezza rappresentano tratti fondativi della tradizione insediativa, la produzione artistica può reinterpretare i luoghi del Grand Tour per custodirne i valori. Il DiARC ha bandito una call internazionale per affidare alla creatività degli artisti la riqualificazione di un percorso ambientale che sovrasta il Golfo di Napoli e il golfo di Salerno: Monte San Costanzo. Un luogo straordinario, ispiratore di un dialogo silenzioso e di un doppio sguardo sulla bellezza, dove l’incontro e la cooperazione tra comunità, architetti e artisti possano attivare la reinterpretazione dei valori del paesaggio. La giuria, composta da Cristiano Leone, direttore artistico e linguistico dello Château de VillersCotterêts - futura Cité Internationale de la langue française, da Rossella Savarese, coordinatrice artistica di SyART Sorrento Festival, dal dottor Francesco Gargiulo, presidente dell’ARL e da Afonso Caputo, direttivo dell’ARL e presieduta dalla prof.ssa Maria Rita pinto, Responsabile Scientifico del progetto, ha selezionato l’artista vincitrice Marjan Fahimi. La partecipazione di progetti di elevata qualità ha, inoltre, condotto ad una menzione speciale per l’artista Virgile Legavre-Jérôme. Marjan Fahimi, iraniana, classe 1982, si propone di realizzare un’opera d’arte costituita da inerti inglobati in una lastra verniciata con pittura e pigmenti fluorescenti, capace di sprigionare la luce assorbita durante il giorno per generare un effetto luminescente al buio, che ricorda quello delle stelle. L’intensità di questo effetto dipende dalla quantità di luce assorbita durante il giorno, ma il bagliore si intravede anche in leggera penombra. Virgile legavre-Jérôme, francese, classe 2000, utilizza macchine fotografiche, pellicole e supporti per produrre stampe trattate con inchiostro di china, pastello, carboncino, polvere di pigmento. Questo intervento manuale è un modo per unire la tecnologia dell’argento e della polaroid con il gesto della mano. A questi diversi materiali si aggiungono pigmenti e polveri trovati sul posto - terra, corteccia, carbone - con l’obiettivo di produrre opere in cui la materia stessa del paesaggio possa essere pienamente inscritta. Gli artisti saranno assistiti da ricercatori e studenti del DiARC e dagli allievi del Liceo Artistico F. Grandi di Sorrento nelle fasi di esplorazione del contesto, elaborazione e realizzazione dell’opera. Durante il periodo della residenza, saranno organizzati incontri ed eventi affinché l’artista possa immergersi nel paesaggio massese, con le sue tradizioni e vocazioni. Il dialogo tra sapere esperto, imprenditori, amministratori, comunità, e artisti della scena internazionale, disegnerà scenari innovativi per la valorizzazione dei paesaggi della costiera, da sperimentare con la redazione di un progetto preliminare per il recupero del percorso di Monte San Costanzo.


16 Settembre 2022

Anno XLII

Riccardo Iaccarino

Centro Storico di Sorrento

1

Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della porta parsano Nuova, visibile in prossimità della porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni. 2 Chiesa dei Servi di Maria In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero. 3 Cattedrale In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Casa Correale

9

Santuario della Madonna del Carmine

in piazza Tasso. Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via pietà, si affaccia un altro palazzo della famiglia Correale. L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

Itinerario di visita al

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

8

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

4

Campanile del Duomo Episcopio

5 Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec. 6 Casa quattrocentesca Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso. 7 Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. 7 Palazzo Veniero (secolo XIII) Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

10 Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. 11 Basilica di S. Antonino L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne provenienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo. 12 Chiesa della Grazie La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, p. Caracciolo e B. Corenzio 13 14

Chiesa e Chiostro S. francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo. 15

Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

15

Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata. 16 Chiesa del Rosario già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo. 17 Casa di Cornelia Tasso Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il poeta. 18 Chiesa SS. Annunziata L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica. 19 Sedile Dominova Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.


D8

D8

E8

abbigliamento

beachwear

corsetteria

intimo uomo/donna

CARMELA CELENTANO

D8

Follow us

carmela_celentano

Via P. R. Giuliani, 4/6 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781370 - carmelacelentano.com - info@carmelacelentano.it

PATRIZIA La Motonave Patrizia è il top delle navi da charter nel golfo di Napoli. La sua spaziosa poppa, il lounge bar ed i tre ponti all’aperto possono ospitare fino a 200 persone per servizi di cocktail-finger food e 120 per una cena al tavolo. Elegante e comparabile ad uno yacht privato, la Patrizia è la scelta esclusiva per realizzare un memorabile evento. Dalla pianificazione della crociera, al servizio di catering, alla musica ed alle richieste speciali, lasciateVi consigliare dal nostro esperto staff. La Nave è a vostra completa disposizione per tutta la durata dell'evento. Contatta oggi il nostro team per una proposta personalizzata.

PARTECIPA ALLE NOSTRE ESCURSIONI cruisingevents.it


Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL Open for lunch and dinner Bookings / Prenotazioni

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL

Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68 - Open from 12.30pm to 3pm Tel.081 877 78 68 L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento

D9

L’Orangerie, via- Correale 8, Sorrento orangerie@exvitt.it www.orangerie.exvitt.it orangerie@exvitt.it - www.exvitt.it/orangerie

D8

RISTORANTE - PIZZERIA In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza.

Home cooking. Moderate prices. Family management

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com

Corso Italia 257/D

in the Center of

D10 +39 081.3500722 Trattoria da Maria Grazia trattoriadamariagrazia

C7

trattoriamariagrazia.it RENT Sunbed Beach Umbrella Kayak

Sorre

TRADICTI


81

D9

D9

D9

Bar Kontatto

+39 081 8785269

Open daily for Breakfast, Lunch and Dinner

ento

IONAL

D9

kontattosorrento

Food

Via Marina di Puolo 47

on the Beach

D8


D8

C

M

Y

CM

MY

D9 CY

CMY

K

D12

D8

A15

E7


Settembre 2022

Anno XLII

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia. 1

The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

4

Church of the Servants of Mary

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods. 3 Cathedral In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

15 House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tramontano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

5 Bishop’s Palace Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century. 6

Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out. 7 Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. 7 Veniero Palace (XIIIth century) This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif. 8

2

Cathedral Belltower

The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

25

15

Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica. 9

Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century. 10 Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club. 11 Basilica of St. Antonino Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century. 12

The Church of St. Mary of the Miracles

(S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio. 13

Church and Cloister

14 of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

16

Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century. 17 House of Cornelia Tasso At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet. 18 Church of Annunciation The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854. 19

Dominova Seat

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.


26 Settembre 2022

Anno XLII

Open from May to October, the bar is located on the rooftop terrace of the Grand Hotel La Favorita which boasts a spectacular view of the Bay of Naples and Mount Vesuvius. A fine selection of signature cocktails will accompany your amazing sunset views and during your after dinner live music evenings.

Info & Bookings:

Tel. 081 8782031 Via Tasso, 61 - Sorrento

D7

– since 1868 –

Have you ever dreamed about eating under a sky full of lemons? O’ Parrucchiano restaurant is a culinary adventure unlike any other, providing guests with the most fragrant and picturesque experience in Sorrento. E7

Address:

Corso Italia, 71 | Info: +390818781321


Settembre 2022

Anno XLII

27

Giovanni Gugg

UN AROMA PER RICORDARE E SOGNARE

IL ROSMARINO N

ella tragedia di William Shakespeare, “Amleto”, Ofelia dice: “Ecco del rosmarino, che è per il ricordo – ti prego, amore, ricorda – ed ecco le viole, che sono per il pensiero”. Aveva ragione il grande drammaturgo inglese, l’aroma di questa erba aiuta la mente e la memoria, come ha dimostrato anche una ricerca della Northumbria University, nel Regno Unito, secondo cui il profumo di rosmarino è utile agli anziani per ricordare le cose da fare, come ad esempio i medicinali da prendere a un preciso orario. In altre parole, gli studiosi hanno rilevato che il rosmarino migliora significativamente la memoria prospettica e la lucidità. Il rosmarino, che scientificamente si chiama “Salvia rosmarinus Schleid”, è una pianta aromatica perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Nasce e cresce in maniera spontanea nell’area mediterranea, soprattutto nelle zone litoranee del mar Tirreno e dello Jonio, ma anche sulle coste adriatiche fino al Molise e addirittura sulle rive occidentali del lago di Garda. Secondo una leggenda popolare, in origine il rosmarino era una pianta dai fiori bianchi, ma quando Maria, prima di dare alla luce il bambino Gesù, posò il suo mantello azzurro su una pianta di rosmarino davanti alla stalla, questo cominciò a fiorire di blu. Alcuni ritengono che questa leggenda sia all’ori-

gine del nome “rosmarino”, cioè “Rosa di Maria”; d’altra parte nella versione inglese è piuttosto esplicito: “Rosemary”. Fin dall’antichità, la pianta o il suo olio sono stati utilizzati nella medicina tradizionale nella convinzione che potessero avere effetti curativi: il rosmarino era considerato sacro dagli antichi Egizi, dai Romani e dai Greci, ma anche successivamente, ad esempio nel “Don Chisciotte” di Miguel de Cervantes, dove l’eroico cavaliere errante usa il rosmarino nella sua ricetta per il “balsamo di fierabras”, una specie di unguento magico con cui l’impossibile diventa possibile, perché “salva dalla maledizione del fatalismo e

dalla peste della disperazione”. In diverse parti del mondo la pianta di rosmarino è stata utilizzata come simbolo di ricordo durante le commemorazioni di guerra e i funerali, spesso veniva depositata nelle tombe in memoria dei defunti. Ma l’uso più diffuso è certamente nella profumeria e nella cosmesi, ad esempio per produrre uno shampoo che ravvivi il colore dei capelli, per realizzare delle pomate e linimenti con proprietà toniche, oppure per preparare delle colonie, come

l’Acqua d’Ungheria, un alcolato molto usato nel XVII secolo e che potrebbe risalire al XIV secolo. Il rosmarino, però, è in tutte le nostre case anche in un’altra forma: come miele, la cui fragranza è così intensa da essere uno dei migliori aiuti per risollevarsi dalla malinconia e dalla tristezza. D’altra parte, molti ricorderanno come certe nonne riponessero sotto il cuscino dei nipoti un ramoscello di rosmarino proprio per attirare sogni di mondi fantastici e allontanare gli incubi.

F8

SCAN HERE

Via degli Aranci 44 - 46 - Sorrento 80067 • For Bookings:+39 3477561544 • radicalsorrento.com


28 Settembre 2022

Anno XLII

AL MUSEO MINERALOGICO CAMPANO DI VICO EQUENSE

NATURA E DALI’ UNITI NELLA FANTASIA L

a mostra “Natura e Arte: i tesori di Dalì” si potrà ammirare fino al 30 settembre nel Museo Mineralogico Campano, ubicato a Vico Equense in via San Ciro 38 al primo piano del seicentesco Complesso Monumentale SS.Trinità. In tutto esposte oltre settanta opere che rappresentano l’estro di Dalì in vari campi (gioielleria, moda, design, scultura, ecc.) tra cui la grande scultura “Omaggio alla Moda” un riferimento a 15 fantastici abiti ideati dall’artista catalano e realizzati da celebri maison (Trussardi, Coveri, Ferragamo, Ferretti, ecc.) abbinati a minerali e gemme provenienti da tutto il mondo. In occasione del vernissage dedicato alla poliedrica arte del genio catalano, il Museo ha allestito due nuove stanze con in mostra 7 abiti ideati da Dalì e vetrine di minerali donati da diversi collezionisti. Nella sala centrale del Museo sono collocati 8 degli abiti scaturiti dalla fantasia del più noto esponente del Surrealismo. Ubicati in specifici espositori al centro dell’area dedicata ai minerali, presenti nelle vetrine laterali della sala, i vestiti sono stati selezionati in modo da abbinarli, sia nei colori che per i monili che li caratterizzano, ai minerali collocati negli espositori museali. La mostra “Natura e Arte: i tesori di Dalì” si inquadra nel più articolato progetto dall’omoni-

mo titolo, elaborato dal Museo e co-finanziato dalla Regione Campania – Settore Musei e Biblioteche, che prevede anche il potenziamento del laboratorio didattico del Museo con l’acquisto nuovi strumenti scientifici. La visita guidata al Museo ed alla Mostra su Dalì è possibile dal lunedì alla domenica con orario 11.00-20.00 fino al giovedì, mentre nei weekends l’esposizione è aperta fino alle 22.00

con acquisto del ticket cumulativo online di €.10,00, o a tariffe speciali ridotte per studenti ed over sessantacinquenni, sul circuito www.ciaotickets.com oppure direttamente nella sede espositiva entro un’ora dalla chiusura serale. Nel maestoso Salone delle Colonne si può ammirare la grande scultura “La Nobiltà del Tempo” con uno orologio molle, uno dei simboli più iconici dell’arte di Dalì. Nello stesso ambiente sono collo-

cate 8 vetrine di preziosi gioielli ideati del maestro catalano in cui sono inseriti minerali di varie classi con campioni (cristallo di quarzo, oro, argento, malachite, lapislazzulo, ecc.) componenti dei monili e delle sculture in argento o oro di Dalì. In mostra in due vetrinette anche decine di esemplari di minerali dalle forme geometriche (cubi, ottaedri, prismi, ecc.) che con il loro aspetto, frutto della “Fantasia della Natura”, hanno sorpreso in questi mesi le migliaia di visitatori della mostra che ha saputo unire la genialità di Salvador Dalì a quella della Natura.

NUOVA APERTURA IN VIA S. CESAREO, 96

CLASSICS

Ketty

D7

D10


Settembre 2022

Anno XLII

29

Umberto Celentano - traduzione: James Stunell At the Campanian Minerological Museum in Vico Equense until 30th September

Nature and Dalì; United in Imagination

The exhibition “Nature and Art:

Dalì’s Treasures” is on until 30th September at the Campanian Mineralogical Museum, located in Via San Ciro 38, on the first floor of the 17th Century Santissima Trinità complex. In all, there are over 70 works on display, representing Dalì’s mastery of various fields (jewellery, fashion, design, sculpture etc.), including his great sculpture “Homage to Fashion” an allusion to 25 marvellous costumes designed by the Catalonian artist and created by famous fashion houses (Trussardi, Coveri, Ferragamo, Ferretti, etc.) paired with minerals and gems from all over the world. For the opening of the vernissage dedicated to the multifarious artistic output of the Catalonian genius, the museum has also set up two new rooms with 7 Dalì-designed outfits on display, alongside showcases with minerals donated by various collectors. In the museum’s central hall there are 8 costumes straight from the imagination of Surrealism’s foremost exponent. Displayed in special showcases at the centre of the section dedicated to the minerals on show on either side of the hall, the outfits have been selected to be paired, according to both colour as well as the jewels they contain, with the minerals on display in the showcases. The exhibition “Nature and Art: Dalì’s Treasures” is part of a wider project of the same name, developed by the museum and

co-funded by the Museum and Libraries Department of the Campanian Regional Government, which also aims to upgrade the museum’s teaching lab through the purchase of new scientific instruments. A guided tour of the museum and of the Dalì exhibition is possible from Monday to Sunday from 11.00 a.m. to 8.00 p.m. until Thursday, while at the weekend it will remain open until 10.00 p.m. with the purchase of a combo ticket online for €10.00, or at a special reduced rate for students and for those over 65 at www. ciaotickets.com or directly at the venue itself up to one hour before closing. In the majestic Hall of Columns, you can admire the great sculpture “The Nobility of Time” with a melting clock, one of the most iconic symbols of Dalì’s art. Here there are also 8 display cases with precious jewels created by the Catalonian master, containing various classes of mineral and samples (of quartz crystal, gold, silver, malachite, lapis lazuli etc.), elements of Dalì’s gold and silver jewellery and sculptures. Two of the showcases also boast dozens of minerals in geometric shapes (cubes, octahedra, prisms etc.), the fruits of nature’s ingenuity; these have, over the past few months, delighted the thousands of visitors to this exhibition which has successfully unified the brilliance of Dalì with that of Mother Nature.


30 Settembre 2022

Anno XLII

Alessandro Fiorentino

A PROCIDA UNA RECENTE SCOPERTA

UN’OPERA DI INTARSIO SORRENTINO È

noto che l’intarsio si è sviluppato a Sorrento agli inizi dell’Ottocento come tecnica legata al flusso turistico promosso dal Gran Tour. I mobili e gli oggetti intarsiati con scene di costume napoletano o con citazioni tratte dagli affreschi pompeiani sono stati infatti realizzati per soddisfare la richiesta di viaggiatori desiderosi di confermare nella propria memoria, attraverso i vari decori, la cultura locale. più rare e meno note sono le opere intarsiate finalizzate all’arredamento di edifici pubblici e religiosi. Solo recentemente, dopo la segnalazione ricevuta da Stefano De Mieri, autore del volume “Splendori di un’isola, opere d’arte nelle Chiese di procida dal XIV al XIX secolo”, ho avuto modo di scoprire il mobile da sacrestia nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie a procida. Entrando nella Chiesa, attraverso il vano che porta alla sacrestia si intravede a distanza il mobile sulla parete di fondo di un locale coperto a volta. E’ un mobile imponente , datato e firmato da Gaetano Lauro nel 1890, recentemente restaurato dalla Ditta MpRestauro di Maria paola Campeglia. Nei miei studi sulla tarsia sorrentina non ho mai trovato riferimenti a questo intarsiatore né alle sue opere, il che ha accentuato il mio interesse nell’approfondire lil progetto del mobile ed i vari dettagli tecnici. La ricacciatura a inchiostro di china e l’uso dei

C4

legni tinti presenti nel mobile sono aspetti tipici della tarsia sorrentina, che riconducono alla generazione di intarsiatori succedutasi a quella dei grandi maestri intarsiatori locali: Luigi Gargiulo e Michele Grandville. Tra la produzione intarsiata realizzata nel laboratorio di quest’ultimo è segnalata un’altra opera dal carattere religioso, il coro per la Cattedrale di Capua, andato purtroppo distrutto nel corso di un bombardamento avvenuto nell’ultimo conflitto mondiale. Dell’intero coro è rimasta un’attenta descrizione e due formelle intarsiate sfuggite alla distruzione, oggi esposte nel Museo Diocesano della città. Il confronto tra questi reperti, in cui sono presenti solo essenze di legni naturali tratteggiate a bulino , con il mobile di Gaeta-

no Lauro evidenzia l’evoluzione della tarsia sorrentina che nella seconda metà dell’Ottocento si allontana dai canoni tradizionali per adottare tecniche e materiali di maggiore effetto cromatico, quali lo smalto su legno e i legni tinti. Il mobile della sacrestia di S. Maria delle Grazie è diviso in altezza in tre ordini di cui quello che poggia a pavimento, più anonimo e senza decorazioni intarsiate, è un cassone chiuso da quattro coppie di ante intervallate da sottili paraste in noce. E’ un contenitore di oggetti liturgici dalle vesti, alla biancheria ai paramenti dell’altare. In arretrato rispetto al fronte del cassone e al di sopra dello stesso si sviluppa un cassonetto basso, diviso in 11 scomparti intervallati da semicolonne tornite. I vari scomparti sono chiusi da altrettanti piccoli sportelli intarsiati, che si ripropongono nella forma e nella decorazione, a guisa di boiserie, anche sui due squarci laterali. Lo sportello che chiude lo scomparto centrale è intar-

siato con l’immagine del Cristo tra una coppia di angeli mentre gli altri sportelli, posti a chiusura dei restanti scomparti ed a rivestimento degli squarci laterali, sono intarsiati con le figure dei 12 apostoli. Ulteriormente arretrato rispetto al suddetto cassonetto il mobile prosegue in altezza a guisa di dossale. Al centro la tela ”l’Immacolata e santi” dipinta da Antonio Scotto è posta su una base in legno decorata con tre cornici ovali che racchiudono le figure intarsiate dei collettori Bernardino e Salvatore Albano e dell’economo Don Luigi perillo. In basso è intarsiato il nome dell’autore e l’anno di esecuzione dell’opera. Ai lati della tela il dossale si sviluppa simmetricamente con pannelli, intervallati da paraste intarsiate con candelabre rifinite con tratteggi di inchiostro di china e sormontate da capitelli intagliati. Sono elementi decorativi e tecnici che, nonostante la mancanza di documenti ufficiali, attestano la manifattura sorrentina dell’opera. Anche in questo caso i pannelli del dossale, che hanno al centro medaglioni ovali intarsiati , continuano sugli squarci laterali. Nella sequenza dei sei ovali si alternano una serie di immagini sacre: La Madonna delle Grazie, la Vergine della Salette, la Trinitas terrestris, il Cuore Immacolato di Maria e di Gesù, il San Michele. Nonostante che la decorazione intarsiata sia ridotta a singole immagini collegate tra loro solo dal tema religioso il mobile, nel suo complesso, rappresenta un documento di notevole interesse nella storia della tarsia sorrentina della fine dell’Ottocento.

LOADING COMPLETED! 100%


Settembre 2022

Anno XLII

a cura del FAI

GLI APPUNTAMENTI DI AGOSTO

ALLA BAIA DI IERANTO

prenotazione obbligatoria entro le 48 h precedenti al

3358410253

lA bAIA In Fondo Al SentIero

Tutti i giorni (tranne il lunedì) fino al 18 settembre e il week-end del 25/26 settembre ore 9:30 - 18 Progetto di conservazione della natura in collaborazione con AMP Punta Campanella. Visite guidate tra terra e marre: trekking, kayak e snorkeling per scoprire le bellezze della Baia di Ieranto in maniera ecosostenibile. In collaborazione con A.S.D. Marea Outdoors.

trekkInG PAnorAmICo

3 - 10 - 17 - 24 settembre ore 15:00 4 - 18 -25 settembre ore 9:30 Un trekking mozzafiato nelle ore suggestive del tramonto sui sentieri di Monte San Costanzo, uno dei punti panoramici più spettacolari della penisola sorrentina. Un punto di vista inconsueto sulla Baia di Ieranto, alla scoperta della mitica bellezza di questa ultima propaggine della Terra delle Sirene.

mItIChe Stelle

16, 17 e 18 settembre ore 18:00 Piccoli trekking con osservazione astronomica sul tema dei miti relativi alle costellazioni, in compagnia di Piter Cardone, astrofilo.

ChASInG the SUn©

Ogni terza domenica del mese (possibili altre date su prenotazione per gruppi), ore 9:30 e 16:00 Un laboratorio itinerante abbinato al trekking, Outdoor experience immersiva che, grazie alla tecnica della cianotipia, si fissa in un ricordo tangibile sulle note del blu! Chasing the Sun© è Ideata e condotta da Gaia Gargiulo, guida AIGAE

31

GIornAtA del PAnorAmA Domenica 11 Settembre Una giornata tutta dedicata alla conoscenza della Baia di Ieranto e del paesaggio che la circonda. Un’occasione unica per godere dei suoi bellissimi panorami nelle diverse ore del giorno, attraverso trekking guidati sui sentieri della Baia, di Monte San Costanzo e del territorio di Massa Lubrense e esplorazioni marine dello specchio di mare della baia, zona a protezione speciale dell’area marina protetta ‘Punta Campanella’. Il primo appuntamento sarà alle ore 08.30, per un trekking guidato della durata di circa quattro ore, con partenza dal centro di Massa Lubrense, in compagnia della guida ambientale escursionistica Michele Palomba di Hike&Seek, che permetterà di scoprire i panorami del territorio lubrense e percorrere gli itinerari che utilizzavano i minatori della cava Italsider, per recarsi al lavoro alla baia. Circa 6 km di percorso con 250 metri di dislivello, da percorrere tra le colline lubrensi con la vista dei versanti nord e sud della penisola sorrentina, fino a Nerano, porta di accesso alla baia di Ieranto, un tempo villaggio di pescatori, pastori, agricoltori dove ancora vivono i discendenti dei minatori sardi arrivati ad inizio ‘900 con l’apertura della cava Italsider. Secondo appuntamento della giornata è alle ore 9.00, in piazzetta a Nerano, presso l’Atelier con Bar di Franco Cioffi, che ci introdurrà all’osservazione del paesaggio della baia dal suo particolarissimo studio d’arte. Da qui, ci immergeremo nella natura e nei panorami tra cielo e mare lungo via Ieranto, il sentiero che conduce alla baia. Alla stessa ora, per gli appassionati del disegno dal vero unito alla tecnica dell’ acquerello, la giornata del panorama sarà l’occasione per una passeggiata artistica, con soste lungo via Ieranto, presso la casa colonica e nella zona della ex cava Italsider, dedicate ad immortalare i diversi punti di vista della Baia di Ieranto, ricca di storia, miti e natura. La camminata terminerà con un tuffo nei meravigliosi colori nel mare della baia, per cambiare completamente punto di osservazione ed immergersi nell’ultimo panorama: quello segreto, sottomarino. Gli interventi artistici verranno seguiti da Alba Fagnano, (laureata presso l’accademia di belle Arti di Napoli in pittura e docente di disegno itinerante “Drawing on location”. Alle ore 10:30 sarà possibile partecipare alle nostre Esplorazioni Marine che con i Kayak e con maschera e pinne permetteranno di conoscere la baia anche dal mare e approfondire il lavoro di conservazione ambientale in compagnia dei biologi marini e delle guide kayak di MAREA Outdoors, impegnate nel progetto La Baia in fondo al Sentiero. Sempre alle 10:30 e alle 12:00 sarà possibile partecipare ad una visita guidata alla scoperta del paesaggio rurale di Ieranto: dai muri a secco ai terrazzamenti coltivati ad olivo, dall’agrumeto agli orti. Un’occasione unica per conoscere cosa accade “dietro le quinte” con chi si prende cura quotidianamente della Baia, il custode Paolo Cacace. Alle ore 15:30 un giro guidato in kayak lungo i tre chilometri di costa della baia ci accompagnerà nelle luci calde del pomeriggio e alle 16.30 un trekking al tramonto sui versanti del Monte San Costanzo consentirà di godere di un panorama a 360° aperto sui golfi di Napoli e Salerno. Tutte le attività saranno condotte per piccoli gruppi (max 10 persone) da guide kayak in mare e guide ambientali escursionistiche, sui sentieri CAI tra Monte San Costanzo e Monte Croce. prenotazione obbligatoria entro le 48 h precedenti al 3358410253 per Informazioni sulle altre proposte di visita: cell. 3358410253 - email: faiieranto@fondoambiente.it F10 – web: www.baiadiieranto.it FB: FAI – Baia di Ieranto

Noleggio biancheria a Sorrento

TI ASpETTIAMO IN VIA fUORIMURA, 82 - SORRENTO per info contratti Tel 333 9977738 - e-mail info@cambiopronto.it


32 Settembre 2022

Anno XLII

LA BIOGRAFIA DI ANTONINO ERCOLANO

HO VOLATO COME UN GABBIANO

G

iovedì 22 settembre, alle ore 19, presso la Chiesa dei Servi di Maria in Sorrento, si terrà la presentazione del libro “Ho volato come un gabbiano”, scritto dal prof. Antonino Ercolano, per anni vice preside del Liceo Scientifico “Gaetano Salvemini” di Sorrento, e curato, dopo la sua scomparsa, avvenuta il 5 luglio 2020, dalla figlia Maria Teresa. Un testo autobiografico, scritto (tranne che per le parti in cui i figli, Salvatore e Maria Teresa, ed i tanti amici hanno voluto lasciare un ricordo dell’insigne docente sorrentino) dallo stesso Antonino Ercolano, figura di spicco del panorama culturale, associazionistico e politico della città di Sorrento. La narrazione ripercorre dapprima la nascita di Antonino nel centro storico di Sorrento (in via Santa Maria della pietà) durante gli anni del Secondo Conflitto Mondiale, le difficoltà dell’infanzia dovute al sopraggiungere della poliomelite, i successi negli studi, fino ad arrivare al diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, contemporaneamente al lavoro presso lo studio tecnico Fiorentino di Sorrento. Le vicende professionali si intrecciano con quelle legate alla vita matrimoniale ed all’impegno sociale e politico che ha sempre contraddistinto Antonino Ercolano nel corso della sua esistenza.

Un impegno contrassegnato sempre da profonda lealtà nei rapporti umani e grande disponibilità verso tutti coloro che si avvicinavano al “professore” anche solo per un semplice consiglio. In tanti, come si leggerà nelle pagine del testo, hanno potuto apprezzare le doti umane e professionali di Antonino Ercolano, in seno al Consiglio Comunale, nell’attività didattica dapprima in alcuni istituti del Frusinate e poi presso il Liceo “Salvemini”, nella vita confraternale, quale membro sempre partecipe dell’Arciconfraternita dei Servi di Maria, di San Catello e della Morte. Senza dimenticare, quasi a coronamento di una vita spesa nella totale dedizione al progresso culturale e sociale non solo della città di Sorrento, la sua nomina a Cavaliere del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La scomparsa di Antonino Ercolano, avvenuta in piena pandemia, ha lasciato un vuoto incolmabile tra quanti, sia negli anni trascorsi a Sorrento che in quelli vissuti presso la sua abitazione di Via pontone a Sant’Agata, hanno potuto sperimentare la sua infinita disponibilità e profonda signorilità. Questo testo, fortemente voluto dalla famiglia Ercolano, nasce dal desiderio di mantenere viva la memoria di una personalità straordinaria ed indimenticabile per la città di Sorrento. Alla presentazione del volume interverranno: Livio Esposito, priore dell’Arciconfraternita dei Servi di Maria, di San Catello e della Morte; Marco Mantegna, storico e priore della Confraternita del SS. Rosario di Sant’Agata; Don Mario Schisano, vice parroco della Cattedrale di Sorrento; Antonino Siniscalchi, giornalista e collega di Antonino Ercolano; Maria Teresa Ercolano, curatrice del testo. Le offerte libere, raccolte per il volume al termine della presentazione, saranno interamente devolute alla Caritas diocesana.

Marco Mantegna


Settembre 2022

Anno XLII

Antonino De Angelis

GRANDI PITTORI IN PENISOLA SORRENTINA

RANDALL MORGAN NEI SUOI QUADRI LA LUCE DEL SUD

A

veva ventotto anni quando Randall Morgan giunse in Italia nel 1948 proveniente dagli Stati Uniti, da un piccolo centro dello stato dell’Indiana. Dopo una breve permanenza a Roma si trasferì ad Amalfi e dunque in penisola sorrentina dove resterà fino alla morte nel 1994. Come tanti prima di lui aveva sognato fin dall’adolescenza il sole del Mediterraneo. Comprò un vecchio e quasi diruto casolare in uno dei siti più remoti della Costiera; quasi irraggiungibile in territorio di Massalubrense sull’antico sentiero di Casalvecchio percorso fin dal Medio Evo dei monaci benedettini della Badia di Crapolla. Ricostruì la casa e il grande studio fra gli ulivi con vista verso il mare. È li che, introdotto dal suo allievo peppino Ferraro, lo incontrai in una bella giornata di sole. L’ordine, la pulizia, il candore dell’ambiente facevano pensare a una casa da poco messa su. Ma non era così, egli lavorava li già da molti anni. Mancava l’affascinante disordine degli studi d’artista con le tele ancora fresche e l’odore acre dei mazzi di pennelli ancora intrisi di colore. C’era un’atmosfera sospesa nel biancore delle pareti, una luminosità che all’esterno si distendeva sulla terrazza assolata. Sulla sommità del parapetto bianco corre la linea di confine che separa l’azzurro del mare lontano che a sua volta si stempera, oltre l’invisibile orizzonte, nell’opale iridescente del cielo. Le rocce di Capri si rivelano, o si dissolvono, nella caligine blu e il mare spinto dalla leggera refola di vento si stende e si muta nelle mille sfumature di azzurro. Tutto è leggero, delicato in co-

lori sfumati e insieme luminosi. Tutto trasferito nei grandi quadri ancora freschi sui cavalletti. Nell’insieme la figura non imponente dell’artista mi apparve in perfetta sintonia, direi in armonia, con il contesto. Delicata nei lineamenti e gentile nel tratto umano. Con gli occhi chiari e lo sguardo vivo e penetrante che, tuttavia, assicurava la cordialità del rapporto. Ascoltando la sua storia chiedevo a me stesso cosa lo avesse spinto in questo angolo di mondo così defilato e lontano da quelli che avrebbero potuto essere i suoi interessi d’artista: le gallerie d’arte, i centri di scambi culturali, i contatti formativi e stimolanti di città come New York, Berlino o parigi. Le ragioni, ovvero la ragione la rivelerà lui stesso quando scrivendo di questo ambiente dice: “C’è qualcosa in questa parte del mondo che mi parla in un linguaggio suo proprio ed io ritengo che sia tut-

33

to quanto io cerco di trasportare nei miei dipinti. Il tema del mio lavoro è costantemente il mare e le montagne, ma ciò che polarizza ogni mio interesse è la qualità e l’infinita varietà della luce che pervade questi luoghi.”. Ed è proprio così. Guardando i suoi quadri si capisce bene che la luce è l’elemento che più lo coinvolge sul piano emotivo attraverso cui cerca di penetrare nelle cose che ci rappresenta. Non solo, ma è con la luce che analizza l’essenza della vita delle cose. Lo fa da maestro sulle grandi tele dilatando a dismisura le dimensioni un fiore o un frutto, quasi a volerci entrare dentro per coglierne ogni palpito. Le sue nature morte iperdimensionate sono nature vive proprio perché il nostro sguardo può coglierne gli aspetti più segreti attraverso le fibre e le venature vitali. Michele prisco, lo scrittore, suo amico, che ha scritto alcuni romanzi ambientati da queste parti, concorda sui segreti della bellezza della Costiera quando afferma “Questi posti per quando deturpati hanno sempre una loro magia. Io non sono ancora

riuscito a spiegare, a capire, in che cosa consiste questa magia della penisola sorrentina.. Io vedo, sento che qui la luce ha una sua luminosità che altrove non si trova. Io credo che questo sia stato il segreto, al di la delle ragioni climatiche, che ha attratto i grandi viaggiatori del nord”. - E aggiunge – “E’ questo tipo di luce che un pittore americano, che è vissuto qui molti anni, Randall Morgan, ha cercato di cogliere nei suoi quadri, e ha colto nei suoi quadri. Questo tipo di luce rende persino le persone più gentili, più civili.” (1998). Nei quadri di Morgan dove lo spazio è immenso, oltre alla luce, anzi nella luce, è possibile percepire il tempo e il silenzio, gli elementi impalpabili che ci circondano. Nel tempo e nel silenzio le cose e i luoghi ci appaiono sospese; nello spazio invece è la loro vitalità. Godere le opere di Randall Morgan nella stessa luce che le ha ispirato e generato è stato per me un privilegio, un’esperienza irripetibile. Ne ho avuto coscienza venti anni dopo, nel 2004, allorché le ho riviste nella galleria Marieschi di Milano, nell’atmosfera plumbea e opaca del nord. Qui mancava qualcosa, mancava il sole e dunque il raffronto fra l’originale e il modello che le aveva prodotte. Sebbene isolato nel suo studioeremo di Torca, Randall Morgan ha tenuto mostre personali e partecipato a mostre collettive in varie parti del mondo da Roma a New York, dall’Arizona al Colorado, California, philadelphia, Washington, St. Louis, Los Angeles, parigi, Londra, Losanna, Stoccolma e naturalmente a Sorrento e in tante altre città italiane. Altrettanto numerosi i privati e le istituzioni internazionali che accolgono le sue opere. Alla penisola sorrentina l’onore di averlo avuto fra i suoi concittadini.


34 Settembre 2022

Anno XLII

Nozze Ottavio Masturzo e Anna Celentano

A Vico Equense nell’ex Cattedrale della SS.Annunziata il 4 ago-

sto hanno coronato il loro sogno d’amore l’ingegnere Ottavio Masturzo di Sant’Agnello e la dottoressa Anna Celentano di Vico Equense, operatrice culturale. A suggellare il loro legame è stato don Antonino Lazzazzara, parroco di Bonea a Vico Equense, che ha evidenziato nella sua omelia la formazione cristiana dei due sposi novelli. Un caldo sole ha illuminato Ottavio ed Anna al termine della cerimonia sullo spettacolare belvedere della trecentesca ex Cattedrale. Gli sposi hanno poi salutato familiari ed amici al “Grand Hotel Angiolieri” di Seiano a conclusione di una giornata indimenticabile. Ad Ottavio ed Anna gli auguri di “Surrentum”.

PREMIATA UNA TURISTA INGLESE

IN VACANZA A SORRENTO DA 50 ANNI

(Nella foto, Massimo Coppola, Marjorie prescott e Mariella Russo)

Da mezzo secolo, ininterrottamente, torna a Sorrento per le sue

vacanze estive. Lei è Marjorie prescott, 81 anni, inglese della contea del Lancashire, una vita dedicata all’insegnamento e un amore sconfinato per la penisola sorrentina. Arrivata per la prima volta nel 1970, ha saltato il suo appuntamento con amici e conoscenti della cittadina costiera solo per i due anni della pandemia. Marjorie trascorre qui, ogni anno, quasi due mesi, tra luglio ed agosto, presso l’hotel Conca park, coccolata dalle cure di Mariella Russo. La sua “fedeltà” alla terra delle sirene, è stata premiata con una cerimonia nel corso della quale il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, l’ha omaggiata con una targa ricordo. Un incontro al quale hanno preso parte anche tanti altri ospiti provenienti dal Regno Unito, che da venti, trenta o più anni, scelgono Sorrento e tanti membri e ex componenti dello staff dell’hotel. “Di Sorrento adoro ogni cosa, soprattutto passeggiare nel centro storico e visitare i mercatini delle varie località della penisola sorrentina - spiega Marjorie prescott - E naturalmente la cucina, soprattutto la frittura di pesce e l’anguria. Ogni anno, inoltre, non manco di tornare a Napoli e in costiera amalfitana”. per il sindaco Coppola, la storia della signora prescott è “un simbolo di quella cultura dell’accoglienza che ha reso Sorrento famosa nel mondo e che, ancora oggi, prosegue una tradizione che riesce a far sentire ogni visitatore uno di famiglia”. C11

Circolo dei Forestieri

IL MUSEO CORREALE DI TERRANOVA È RIAPERTO AL PUBBLICO Via Correale - SORRENTO - Tel. 0818781846 Lun - Sab 9,00/14.00

via Luigi De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 0818773263 - info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port

C8


Settembre 2022

Anno XLII

 ALISCAfO HYDROFOIL

GESCAB ALILAURO GRUSON - Tel. 0818781430 - 0818071812 www.alilaurogruson.it NLG - Tel. 0818071812 www.navlib.it -- SEREMAR - Tel. 0818772621- LASER - Tel. 0818375208

PERIODICO DI INfORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82 Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com redazione@surrentum.net Direttore Responsabile Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com In Redazione Luisa Fiorentino e Mariano Russo Progetto grafico Gaetano Ercolano Web producer Mauro Siniscalchi Hanno collaborato Claudia Cascone, Umberto Celentano, Antonino De Angelis, Alessandro Fiorentino, Fondazione Sorrento, Giuliana Gargiulo, Giovanni Gugg, Gaetano Milone In copertina SALVATORE ACCARDO protagonista della Stagione Concertistica Sorrentina Pubblicità e Informazioni Tel. 334 838 5151 mariano@surrentum.net

SORRENTO - CAPRI

07.15 feriale - 08,00 - 08.30 - 08.45 - 09.00 - 09.20 - 09.40 - 09.50 - 10.45 - 11.10 11,20 - 12.35 - 13.10 - 13.30 - 14.25 - 15.50 - 16.05 - 16.10 - 16.45 - 17.05 - 17.45 CAPRI - SORRENTO 08.00 feriale - 08.55 - 09.20 - 10,05 - 10.30 - 11.20 - 11,55 -12,10 - 13.00 - 13,55 15.15 - 15.20 - 15.28 - 16,05 - 16.10 - 16.20 - 17.15 - 17.45 - 18.30 - 18.35 SORRENTO/NAPOLI 7.20 - 8,10 - 10,00 - 12,00 - 14,00 - 16,25 - 18.45* *solo venerdi sabato e festivi NAPOLI/SORRENTO 09,00 - 11,00 - 13,00 - 15,05 - 17,15 - 18,25 - 19.30* *solo venerdi sabato e festivi SORRENTO - ISCHIA 09.10 - 15.50* *Via Capri ISCHIA - SORRENTO 10,40 -17,25 SORRENTO - PROCIDA 09.10 - 15.50**Via Capri PROCIDA - SORRENTO 10,00* -17,50 SORRENTO - POSITANO 09,00 - 09,15 - 09,30 - 10,10 - 10,30 - 12,20 - 14,30 - 15,15 - 16,10 - 17.35 POSITANO- SORRENTO 09,15 - 10,55 -12,00 -11,20 - 14.10 -15,40 - 16,30 -17.00 - 17.10 - 17.50 - 18.15 SORRENTO/AMALfI 09,00 - 09,15 - 09,30 - 10,10 - 10,30 - 12,20* - 15,15 - 16.10 AMALfI/SORRENTO 08,55 - 11,35 * - 10,55 - 13,40 - 15,00 - 16,40 - 17,05 * via Capri - In nero operato da AlilauroGruson - In rosso da NlG - In azzurro da laser - In verde da Seremar

%

NAVE VELOCE FAST FERRY

Tel. 08118966690

STAMpATE 6.500 COpIE Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

SORRENTO - CAPRI 07,45 - 09,25 - 14,40 - 19,25 CAPRI - SORRENTO 07,00 - 08,40 - 13,35 - 18,40

ASCenSore Per Il Porto e le SPIAGGe - Lift to the Beach/Port C8

ORARIO DI APERTURA

7,30 - 01,00

Sorrento lIFt Piazza F. S. Gargiulo (nella Villa Comunale - Public Gardens) - 80067 Sorrento tel. 081 8072543 - www.sorrentolift.it - info@sorrentolift.it

SORRENTO SORRENTO - CAPRI

Special Price € 35,00 ITINERARIO 1 SORRENTO - AMALFI Partenza Departure

Sosta di circa 3 ore Disembark for ± 3 hours

ITINERARIO 2

09:30

SORRENTO - POSITANO Partenza Sosta di circa 3 ore Disembark for ± 3 hours

Departure

09:30

da Sorrento

08:30 13:10

09:00 14:25

09:40 16:10

11:10 17:05

da Capri

08:55 15:28

10:05 16:05

11:55 17:45

13:55

€ 20,70

€ 12,30

SORRENTO - POSITANO da Sorrento

AMALFI - POSITANO

Partenza

Sosta di circa 3 ore Disembark for ± 3 hours

Departure

13:40

POSITANO - AMALFI

Partenza

Sosta di circa 3 ore Disembark for ± 3 hours

Departure

13:15

da Positano € 15,00

09:00* 09:30 12:20 09:15* 10:55* 11:20 € 12,20

* Via Capri

15:15 16:10* 14:10 16:30* 17:50 € 17,00

€ 12,20

SORRENTO - AMALFI Partenza

POSITANO SORRENTO Adulti - Adults € 35,00

Departure Arrivo Arrival

17:50 18:35

Bambini (2-12) - Children (2-12) € 30,00

AMALFI SORRENTO

Partenza

Departure

09:00* 09:30 08:55* 10:55

17:05

Arrivo Arrival

18:35 da Sorrento € 13,10

Adulti - Adults € 53,00

Departure

09:00

CAPRI - POSITANO Sosta di circa 1h e 50 min. Disembark for ± 1,50 hours

Bambini (2-12) - Children (2-12) € 37,00

Partenza Departure

15:45

POSITANO SORRENTO

€ 18,00

07:20

da Napoli

€ 13,20

18:25

SORRENTO - CASTELLAMMARE € 5,00

Partenza

16:10*

€ 9,60

da Sorrento

Sosta di circa 6 ore Disembark for ± 6 hours

15:15 17:05

SORRENTO - NAPOLI

Best Cruise SORRENTO - CAPRI

12:20 13:40 * Via Capri

Gruppi (min 15) - Groups (min 15) € 30,00

Partenza

Departure

Arrivo Arrival

17:50 18:25

Gruppi (min 15) - Groups (min 15) € 45,00

Special Price € 53,00 Prenota subito la tua escursione con noi! Anche last minute su Whatsapp: +39 340 297 00 64 Book your excursion with us now! Even last minute on Whatsapp: +39 340 297 00 64

35

18:30

da C.mare

08:20

€ 3,00

Book your tickets last minute

64 on whatsa pp: +39 340 297 00

Orari e tariffe soggette a possibili variazioni

Centro prenotazione gruppi commerciale@navlib.it

Sorrento +39 081 807 18 12

Ticket online: www.navlib.it


36 Settembre 2022

Anno XLII

TRASPORTI

n SITA

Tel: 089 405145 sitasudtrasporti.it

ORARI IN VIGORE DAL 13/06/2022

Capolinea Sorrento - Stazione Circumvesuviana

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 31 agosto 2022 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

SORRENTO AMALFI SORRENTO TORCA AMALFI SORRENTO PRIORA S. AGATA 06.30 F 06.20 G S. AGATA PRIORA 07.40 F 07.15 F TORCA SORRENTO

• • • 08.30 F • 08.30 H • 09.00 G • 09.30 F • 09.30 H • 09.45 F • 10.00 F • 10.15 G • 10.30 G • 11.00 G • 11.30 F • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 F • 12.30 H • 13.00 F • 13.00 H • 13.30 G • 14.00 G • 14.30 F • 15.10 G • 15.30 G • 16.10 G • 16.30 F • 17.00 G • 18.00 G • 18.30 F • 19.00 G • 19.45 F • 20,30 G • 21,30 F

• Via S. Agnello/Meta • Via priora/S.Agata

• • • 08.05 G • 09.00 F • 09.30 G • 10.15 F • 10.30 H • 11.00 G • 11.30 G • 11.45 F • 12.15 G • 13.00 H • 13.00 F • 13.30 F • 13.45 F • 14.05 G • 14.30 F • 14.45 H • 15.00 F • 15.30 G • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 F • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 F • 18.00 H • 18.15 G • 18.30 F • 19.00 G • 20.00 G • 21.00 H • 21,30 F • 22,30 F

06.40 F 07.50 H 08.05 F 08.30+ F 09,00+ G 09,00 F 09.15+ F 09.30 H 10.15+ G 10.30 F 11.00+ G 11.30+ G 12,15 F 13.00+ H 13.15 G 14.00+ G 14.00 F 15.30 F 15.30+ G 16.20 G 17.00+ G 18.00 F 18.45 F 19.00+ G 19.15 F 19,45 G 20.05 H 20.15 F 21.15 G 22.00 H 22.15 F

•+ a/da a/da Torca Bivio

Nastro Verde

••

06.00 F 06.45 F 07.10 F 08.00 H 08,15 F 08,35+ F 08.45 G 09,15 F 10,00 G 10,20+ F 10.50+ G 10.55 F 11.30 H 11.35+ F 11.50+ H 12.00 G 12.30 F 12.50+ G 13.00 G 13.35+ G 14.05 F 14.20+ H 14.50 F 15.00 G 15.25+ G 15.35 G 16.05+ H 16.20+ F 16.50+ G 17.05 F 17,50+ F 18.20+ F 18.50+ G 19.20+ G 20,00 F 20,20+ G 21,20+ G

• • • • • • •

F F F H F F G F G F H F H G G H F G G G H F H F G F H F F

TORCA S. AGATA MASSA L. SORRENTO 05.15 06.05 07.00 07.00 07.35 08.30 09.10 10.25 11.10 12,15 13.15 14.25 15.25 16.00 16.35 18.00 19.20 20.20 21.40

• • •

F F G F G G G F G F G G G G F G G G F

TORCA S. AGATA 08,05 10,00 12.05 12,55 13.55 17.55 19.55

F F G G F G F

• a/da Torca

SORRENTO MARINA MARINA CANTONE CANTONE SORRENTO 07.50 09.00 09,30 10.30 11.30 12,30 13.30 14.00 15,30 16.20 18.00 20.15 21,15

G F H F G F F F F G G F F

S.AGATA MARINA CANTONE 06.20 08.15 09.25 09,55 10.05 10.55 12.10 14.25 16.45 17,40 20.40 21.40

F G F H F F G G G F F F

06,45 09.00 11,30 15.00

F G F G

MARINA CANTONE S. AGATA 09,15 10.20 11.10 12.30 13.00 13.30 14.30 15,00 16,30 18,15 19,00 22,15

F F G G G F F G F F G F

MARINA CANTONE MASSA L. 06,45 09.00 11,30 15.00

F G F F

F = FERIAlE G = GIORNAlIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST.

TURNO FESTIVO DELLE FARMACIE DI SORRENTO DOMENICA 4 SETTEMBRE - fARMACIA CANALE (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781174 DOMENICA 11 SETTEMBRE - fARMACIA RUSSO (D-11) Via degli Aranci Tel. 0818772310 DOMENICA 18 SETTEMBRE - fARMACIA ALfANI (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781226 DOMENICA 25 SETTEMBRE - fARMACIA fARfALLA (D-8) piazza Tasso -Tel. 0818781349

info point VILLA fIORENTINO aperto tutti i giorni orario 10 - 13 e 17 - 20 PIAZZA TASSO da martedì a domenica orario 10 - 13 e 17 - 20 C/O STAZIONE CIRCUMVESUVIANA aperto tutti i giorni tranne il mercoledì orario 10 - 13 e 15 -19

AUTOLINEE

Tel. 08119460894 curreriviaggi.it

SORRENTO MASSA L. S. AGATA TORCA 05.50 07.25 08.05 08,30 09,00 09.30 10.10 11.00 12.15 12.40 13.15 13.15 14.00 14.00 15.00 16.15 16.15 17.10 18.00 18.40 18,45 19.15 19.45 20.15 21.15 22.20 22.30 23,20 00,00

n CURRERI

MERMAID

E7

Sorrento - Capodichino partenza 06,30 07,30 08,30 09,00 10,30 12,00 13,00 14,00 15,00 16,30

Capodichino - Sorrento partenza 09,00 10,00 11,00 12,00 13,00 14,30 15,30 16,30 18,00 19,30

by English Inn

“1974” first season of serving Fish & Chips always been a favorite of our English Customers ...and the tradition continues For my good friends at the MERMAID Watercolor painting by professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.

arrivo 10,15 11,15 12,15 13,15 14,15 15,45 16,45 17,45 19,15 20,45

fERMATE SORRENTO Stazione S. AGNELLO piazza Municipio pIANO Hotel La Siesta META Chiesa del Lauro VICO EQ.SE Uff. Curreri (andata) Stazione (ritorno) CASTELLAMMARE Villa Stabia pOMpEI (solo su prenotazione) porta Marina

n

AUTOLINEE

MAROZZI

Tel. 0805790111 marozzivt.it

LUNEDI SABATO MERCOLEDI DOMENICA GIOVEDI SORRENTO VENERDI ROMA

06.00 06.15 06.30 06.45 09.45

Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

MERMAID

arrivo 08,00 09,00 10,00 10,30 12,00 13,30 14,30 15,30 16,30 18,00

15.00 18.00 18.10 18.25 19.00

SORRENTO VICO EQ.SE C.DI STABIA pOMpEI ROMA

ROMA SORRENTO ROMA pOMpEI C.DI STABIA VICO EQ.SE SORRENTO

fERMATE SORRENTO C. Italia-259/b VICO E. Via Filangieri C.DI STABIA V.le Europa pOMpEI porta Marina ROMA Stazione Tiburtina

16.00 16.20 16.40 16.50 20.00

07.00 10.00 10.10 10.25 10.50


Settembre 2022

Anno XLII

37

TRASPORTI AUTONOMO VOLTURNO NUMERO VERDE 800211388 EAV ENTE

Sorrento S. AGNELLO D 06.00 06.02 D 06.24 06.26 DD• 06.48 06.50 DD• 06.48 06.50 D 07.12 07.14 DD 08.00 08.02 D 08.24 08.26 DD 08.48 08.50 D• 09.12 09.14 DD 09.36 09.38 D 10.00 10.02 EXP 10.24 10.26 D 10.48 10.50 DD 11.12 11.14 D 11.36 11.38 DD• 12.00 12.02 D• 12.24 12.26 DD 12.48 12.50 EXP 13.12 13.14 D 13.36 13.38 DD 14.00 14.02 D 14.24 14.26 14.50 D 14.48 D 15.12 15.14 DD 15.36 15.38 D 16.00 16.02 D 16.24 16.26 D 16.48 16.50 EXP 17.12 17.14 D 17.36 17.38 DD 18.00 18.02 D 18.24 18.26 DD 19.12 19.14 EXP 19.36 19.38 D 20.00 20.02 D 20.24 20.26 D 20.48 20.50 D 21.12 21.14 D 21.36 21.38

VICO 06.12 06.36 07.00 07.00 07.24 08.12 08.36 09.00 09.24 09.48 10.12 10.36 11.00 11.24 11.48 12.12 12.36 13.00 13.24 13.48 14.12 14.36 15.00 15.24 15.48 16.12 16.36 17.00 17.24 17.48 18.12 18.36 19.24 19.48 20.12 20.36 21.00 21.24 21.48

C/MARE 06.23 06.47 07.11 07.11 07.35 08.23 08.47 09.11 09.35 09.59 10.23 10.47 11.11 11.35 11.59 12.23 12.47 13.11 13.35 13.59 14.23 14.47 15.11 15.35 15.59 16.23 16.47 17.11 17.35 17.59 18.23 18.47 19.35 19.59 20.23 20.47 21.11 21.35 21.59

POMPEI 06.36 07.00 07.24 07.24 07.48 08.36 09.00 09.24 09.48 10.12 10.36 11.00 11.24 11.48 12.12 12.36 13.00 13.24 13.48 14.12 14.36 15.00 15.24 15.48 16.12 16.36 17.00 17.24 17.48 18.12 18.36 19.00 19.48 20.12 20.36 21.00 21.24 21.48 22.12

VILLA R. ERCOLANO nAPolI 06.38 06.57 07.14 07.02 07.21 07.38 07.26 07.43 07.58 07.26 07.43 08.10 07.50 08.09 08.26 08.38 08.55 09.08 09.02 09.21 09.38 09.26 09.43 09.56 09.50 10.09 10.26 10.14 10.31 10.44 10.38 10.57 11.14 11.19 11.33 11.26 11.45 12.02 11.50 12.07 12.20 12.14 12.33 12.50 12.38 12.55 13.08 13.02 13.21 13.38 13.26 13.43 13.56 14.07 14.21 14.14 14.33 14.50 14.38 14.55 15.08 15.02 15.21 15.38 15.26 15.45 16.02 15.50 16.09 16.26 16.14 16.31 16.44 16.38 16.57 17.14 17.02 17.21 17.38 17.26 17.45 18.02 18.07 18.21 18.14 18.33 18.50 18.38 18.55 19.08 19.02 19.21 19.38 19.50 20.07 20.20 20.31 20.45 20.38 20.57 21.14 21.02 21.21 21.38 21.26 21.45 22.02 21.50 22.09 22.26 22.14 22.33 22.50

CAMPANIA EXPRESS NAPOLI ERCOLANO 8,49 11,37 15,37 18,01

9,03 11,51 15,51 18,15

10,24 13.12 17.12 19.36

11.00 13.48 17.48 20.12

SORRENTO POMPEI

9,58 12,46 16,46 19,10

11.19 14.07 18.07 20.31

11,33 14.21 18.21 20.45

ERCOLANO NAPOLI

n BUS SORRENTO - NAPOLI  fUNIVIA DEL fAITO

nAPolI ERCOLANO VILLA R. POMPEI D 05.57 06.13 06.32 06.35 D 06.21 06.37 06.56 06.59 DD 06.50 07.04 07.20 07.23 D• 07.09 07.25 07.44 07.47 D 07.33 07.49 08.08 08.11 D 08.02 08.16 08.32 08.35 D 08.21 08.37 08.56 08.59 EXP 08.49 09.03 09.23 D 09.09 09.25 09.44 09.47 D 09.33 09.49 10.08 10.11 D• 09.57 10.13 10.32 10.35 D• 10.21 10.37 10.56 10.59 D 10.45 11.01 11.20 11.23 D 11.09 11.25 11.44 11.47 EXP 11.37 11.51 12.11 D 11.57 12.13 12.32 12.35 D 12.21 12.37 12.56 12.59 D 12.45 13.01 13.20 13.23 D 13.09 13.25 13.44 13.47 DD 13.38 13.52 14.08 14.11 D 13.57 14.13 14.32 14.35 D 14.21 14.37 14.56 14.59 15.20 15.23 D 14.45 15.01 DD 15.14 15.28 15.44 15.47 EXP 15.37 15.51 16.11 D 15.57 16.13 16.32 16.35 D 16.21 16.37 16.56 16.59 D 17.09 17.25 17.44 17.47 DD 17.38 17.52 18.08 18.11 EXP 18.01 18.15 18.35 D 18.21 18.37 18.56 18.59 DD• 18.36 19.03 19.20 19.23 DD• 18.50 19.04 19.20 19.23 D 19.09 19.25 19.44 19.47 D 19.33 19.49 20.08 20.11 D 19.57 20.13 20.32 20.35 D 20.21 20.37 20.56 20.59 D 20.45 21.01 21.20 21.23 D 21.33 21.49 22.08 22.11

C/MARE 06.48 07.12 07.36 08.00 08.24 08.48 09.12 09.36 10.00 10.24 10.48 11.12 11.36 12.00 12.24 12.48 13.12 13.36 14.00 14.24 14.48 15.12 15.36 16.00 16.24 16.48 17.12 18.00 18.24 18.48 19.12 19.36 19.36 20.00 20.24 20.48 21.12 21.36 22.24

AUTOLINEE SORRENTO

POMPEI SORRENTO 9,23 12,11 16,11 18,35

FESTIVO FERIAlE Su fondo giallo i treni garantiti anche in caso di sciopero

FERMATE A C/MARE, VICO EqUENSE, PIANO, META, S. AGNEllO

LINEA A LINEA B LINEA C LINEA D LINEA E

VICO 06.59 07.23 07.47 08.11 08.35 08.59 09.23 09.47 10.11 10.35 10.59 11.23 11.47 12.11 12.35 12.59 13.23 13.47 14.11 14.35 14.59 15.23 15.47 16.11 16.35 16.59 17.23 18.11 18.35 18.59 19.23 19.47 19.47 20.11 20.35 20.59 21.23 21.47 22.35

S. AGN. Sorrento 07.07 07.10 07.31 07.34 07.55 07.58 08.19 08.22 08.43 08.46 09.07 09.10 09.31 09.34 09.55 09.58 10.19 10.22 10.43 10.46 11.07 11.10 11.31 11.34 11.55 11.58 12.19 12.22 12.43 12.46 12.55 13.08 13.31 13.34 13.55 13.58 14.19 14.22 14.44 14.46 15.07 15.10 15.31 15.34 15.55 15.58 16.19 16.22 16.43 16.46 17.07 17.10 17.31 17.34 18.19 18.22 18.43 18.46 19.07 19.10 19.31 19.34 19.56 19.58 19.56 19.58 20.19 20.22 20.43 20.46 21.07 21.10 21.31 21.34 21.55 21.58 22.43 22.46

Ogni 20 minuti Every 20 minutes

n

M. LUBRENSE - CApO SORRENTO - META e vv. Circolare: SORRENTO pORTO - STAzIONE SORRENTO (porto) S. AGNELLO - pIANO e vv. Circolare: SORRENTO STAzIONE - MARINA GRANDE Circolare: SORRENTO STAzIONE - VIA DEGLI ARANCI - HILTON

dA Sorrento (stazione Circum) 23,15 - 00,10 - 00,20 - 01,30 - 04,30 - 04,50 dA nAPolI (Stazione Garibaldi) 22,40 - 23,05 - 02.45 - 03.45 - 04-30 10,00 - 10,20 - 10,40 - 11,00 - 11,40 - 12,00 - 12,40 - 13,00 - 13,40 - 14,00 - 14,40 15,00 - 15,20 - 15,40 - 16,00 - 16,20 - 16,40 - 17,00

F7


38 Settembre 2022

Anno XLII

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

STRUTTURE RICETTIVE FEDERAlbERGHI PENISOlA SORRENTINA

CARABINIERI Pronto Intervento

C8

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO - Tel. 0818773333 www.upsa.org

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA

ALBERGHI HHHHHL

01 Excelsior Vittoria 0818777111 C/9

ALBERGHI HHHHH

81 06 05 ➔ 22 34 02 25 57 81

Cocumella 0818782933 Bellevue Syrene 0818781024 Bel Air 0818071622 La pace 0818074775 parco principi 0818784644 La Favorita 0818782031 Ambasciatori 0818782025 Royal 0818073434 Lorelei Londres 08119022620 Mediterraneo 0818781352

ALBERGHI HHHH 27 ➔ 03 04 51 28 66 07 08 30 72 09 10 11 12 13 ➔ ➔ 73 14 ➔ 15 16 74 17 18

Admiral Alpha Aminta Antiche Mura Astoria Ascot Atlantic palace Bristol Capodimonte Capri Caravel Carlton Int. Central Cesare Augusto Conca park Continental Corallo Crawford Cristina De La Ville Eliseo park’s Europa palace Flora Gran paradiso Hilton Tramontano

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818781646 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818783562 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588

A/15 D/6 C/3 A/14 D/7 B/12 C/10 B/11 A/15 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7

77 19 78 Q 56 55 71 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H 49 50 ➔

Isabella 0810108238 Johanna park 0818072472 La Residenza 0818774698 B. W. La Solara 0815338000 La Tonnarella 0818781153 La Minervetta 0818774455 Majestic palace 0818072050 Michelangelo 0818784844 Minerva 0818781011 Miramare 0818072524 palazzo Guardati 0818785567 parco del Sole 0818073633 plaza 0818782831 president 0818782262 prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387 B.que Hotel Elios 0818074834 Vue d’Or 0818073153 Villa Maria 0818781966 zi’ Teresa 0818784619 Club 0818781127

ALBERGHI HHH 29 Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40

Britannia Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La pergola Leone Metropole

0818782706 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107

A/15 G/3 A/15 C/3 D/4 A/16 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2 F/5 C/12

D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8 D/3 C/11 A/15 F/8 D/2

64 44 45 60 Q 46 47 48 H Q H 80 59 81

Mignon Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist Villa di Sorrento Villa Fiorita Villa Igea Le Terrazze Res. Au Relais Rivoli Savoia Tasso Suites

ALBERGHI HH ➔ 31 53 82

Angelina Cavour Desirée (Garnì) Sorrento Central

ALBERGHI H 62 Linda 65 Nice 83 La Magnolia

E6

0818073824 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818780906 0813654089 0818782511 0818772014

E/7 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9

D/8 F/10 D/8

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario VIGILI Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello piano S. Agata

3397788388 0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818786363 0818780509 848888777

Ufficio Marittimo Soccorso in mare

0818073071 1530

113

INfERMIERI PROfESSIONALI

AEROPORTO PORTO - HARBOUR

fERROVIE - RAILWAYS

147888088

0818782901 0818073166 D/2 0818781563 C/3 3337842924 G/8

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

0818782916 E/11 0818781650 D/10 0818773560 E/9

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE

POST OffICE

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

Seven Hostel 0818786758 Le Sirene 0818072925 Ulisse deluxe hostel 0818774753 porto Salvo 0818774887 Unconventional 0818785802 Il Conservatorio 08118098254

➔ D/11 E/5 ➔ ➔ D/8

OSTELLI

E7

0818075311

Trenitalia

CAMPINGS & VILLAGGI Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

Sorrento

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 081 8074452

c/o Chiostro di San Francesco - SORRENTO www.campaniafelix.org

0818073111

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento

C8

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO

112

Sorrento

S. francesco 8.30 -11.30 S. Antonino 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -19,00 Carmine 9.30 - 10.45 - 19,00 SS. Rosario 9.00 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9,30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.15 -19.00 S. Lucia 9.00 - 11.00 - 19.00 S. Anna 19.00 S. M. delle Grazie 7.45 S. Antonio (Casa di riposo) 8,30

CHIESA EVANGELICA

Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN 10.30 GIOVEDI/THU 19.00


Anno XLII

Settembre 2022

39

E/


40 Settembre 2022

Anno XLII