Sport Europa - Marzo 2015

Page 1

Numero 0 - Marzo 2015

TORINO 2015

CAPITALE EUROPEA DELLO SPORT In tutta Europa, nel 2015, quando si parlerà di sport si parlerà di Torino


Sport Europa – Rivista ufficiale on line MSP Italia – Numero 0 marzo 2015 Direttore editoriale: Gian Francesco Lupattelli Responsabile di Redazione: Luca Parmigiani Coordinatori tecnico-redazionale: Vincenzo Lupattelli – Alessandra Caligaris Hanno collaborato a questo numero: il Presidente Onorario MSP Italia Michele Maffei; il Vice Presidente Vicario MSP Italia avv. Marco Lombardi, i Vice Presidenti MSP Italia avv. Danilo Montanari e dott. Roberto Pella, Segretario Nazionale MSP Italia dott.ssa Alessandra Caligaris; MSP Italia, i Comitati Regionali MSP Abruzzo, MSP Campania, MSP Emilia Romagna, MSP Friuli Venezia Giulia, MSP Lazio, MSP Liguria, MSP Lombardia, MSP Marche, MSP Piemonte, MSP Puglia, MSP Sardegna, MSP Sicilia, MSP Toscana, MSP Trentino Alto Adige, MSP Umbria, MSP Valle d’Aosta, MSP Veneto; i Comitati Provinciali MSP Bologna, MSP Cosenza, MSP Firenze, MSP Latina, MSP Napoli, MSP Roma, MSP Salerno, MSP Torino, MSP Trento, MSP Venezia, MSP Verona, MSP Vicenza; i Settori MSP Discipline bio naturali, Ginnastica Artistica, Karate, Motori, Mountain Bike, Progetti Europei, PWKA, Scacchi, Sci, Yoseikan Budo; il Centro di Qualificazione Nazionale; per le rubriche dott. Francesco Perugini, dott.ssa Daniela Drago, dott.Enrico Fabbro, dott.Marco Ciaralli Ha collaborato per la grafica: Simone Baldini Si ringrazia: l’Ufficio Stampa del Comune di Torino per l’intervista al Sindaco Piero Fassino e l’Ufficio Stampa del Comune di San Giovanni Lupatoto per il contributo per ACES Europe

ORGANIGRAMMA MSP ITALIA Presidente: Gian Francesco Lupattelli Vice Presidente vicario: Marco Lombardi Vice Presidente: Danilo Montanari, Roberto Pella Segretario Nazionale: Alessandra Caligaris Consiglio Nazionale: Enrico Albergo, Hugo Alonso, Patrizia Borgarello, Gianfranco Conti, Giovanni Liotta, Marco Lombardi, Danilo Montanari, Roberto Pella, Maria Pia Rossato, Nuno Santos Giunta Esecutiva Nazionale: Gian Francesco Lupattelli, Alessandra Caligaris, Marco Lombardi, Danilo Montanari, Roberto Pella

Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questa rivista on line è da considerarsi gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione del materiale giunto in redazione.


3

Bentornata Sport Europa!

INTERVISTE ESCLUSIVE 4 5

Maffei: “Lo sport come metafora della vita” Fassino: “Torino 2015: lo sport sarà aperto a tutti”

LE OPINIONI 7 8 9 10

Codice etico: facciamo il punto Sport ed Europa Il ruolo dei Comuni nella promozione dello sport MSP Day, 4 mesi di eventi no stop

IN PRIMO PIANO

11 MSP Day: ecco le finali! 13 Il Padel conquista Roma 15 PWKA, un match mondiale!

ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI 17 21 23 25 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36

Sardegna, tutto lo sport è MSP! Attività e sociale, MSP Sicilia in primo piano Ginnastica, calcio e arti marziali: così trionfa MSP Veneto MSP Campania, insieme per lo sport MSP Emilia Romagna, la chiave del successo è la sinergia Danza, calcio e vela: ecco MSP Puglia MSP Liguria, così nasce il Progetto Scuole Festa dello Sport 2014: un evento fantastico MSP Toscana: attività e formazione A Bergamo per la Beauty Planet MSP Abruzzo e FISDIR insieme per l’attività con i disabili Ad aprile la rassegna coreografica MSP Marche MSP Friuli: storia e tradizione, ecco la Coppa Venezia Giulia Valle d’Aosta: un Comitato per l’Italia MSP Trento, impegno e passione per tornare in alto MSP Cosenza: tra sport e solidarietà, così aiutiamo la nostra terra MSP Latina protagonista nel calcio e nel settore arbitrale

ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Valorizzare il territorio con l’attività Open Air: il Green Pentathlon Abbiam voluto la bicicletta, quindi pedaliamo! Msp scacchi obiettivi ambiziosi Ginnastica Artistica, a giugno la fase nazionale MSP Karate, prime gare per i pre-esordienti a Santa Marinella 41 La ricetta per arricchire la preparazione sciistica Discipline bio naturali: un nuovo orizzonte 42 Yoseikan Budo, a Pomezia le gare del Campionato Nazionale Marzo in difesa delle donne 37 38 39 40

CORSI DI FORMAZIONE

43 I corsi di formazione del Centro di Qualificazione Nazionale 44 MSP e Scuola dello Sport insieme per il 1° corso per formatori nazionali

LE RUBRICHE 45 46 47 48

ASD: perchè affiliarsi al MSP Supporto nutrizionale e prestazione sportiva: nuovi orizzonti La formazione motoria in età scolare Settembre 2015: Settimana Europea dello Sport

MONDO ACES EUROPE

49 ACES Europe, ecco gli ultimi riconoscimenti 51 Omaggio a Torino Capitale Europea dello Sport 2015

SOMMARIO

EDITORIALE DEL PRESIDENTE


EDITORIALE DEL PRESIDENTE

Bentornata Sport Europa! di Gian Francesco Lupattelli Presidente MSP Italia - Aces Europe Bentornata Sport Europa! In occasione del trentennale del nostro Ente, abbiamo voluto riproporre la nostra cara ed amata rivista ufficiale del Movimento Sportivo Popolare Italia, uno strumento che non solo vuole promuovere le attività dei Comitati Regionali, Provinciali e Settori MSP Italia ma che si pone come un mezzo per parlare al territorio, ai suoi atleti e ai suoi dirigenti. Il principio ispiratore del MSP Italia, impegnato da sempre nelle grandi tematiche della promozione sportiva e soprattutto nella formazione di tecnici, dirigenti e volontari, è quello di disegnare l’attività di ogni disciplina intorno a ciascuno: il cittadino, le donne e gli uomini di ogni età, le famiglie, i disabili, i giovani, gli anziani, ognuno con le proprie motivazioni e le proprie realtà. E’ il famoso concetto dello “Sport per ognuno”, vero leitmotiv del nostre Ente, che oltre ad essere un diritto deve essere un riferimento ad una nuova qualità della vita da affermare giorno per giorno. In questi 30 anni, l’MSP Italia ha migliorato la penetrazione sul territorio non solo con le attività di promozione, alcune delle quali in convenzione con le Federazioni Nazionali riconosciute dal Coni, ma anche guardando alle novità come ha sempre fatto in passato il nostro Ente. Al Movimento Sportivo Popolare si è affiancata poi una struttura prestigiosa come ACES Europe, un organismo che incoraggia la crescita del movimento sportivo locale attraverso il riconoscimento delle Capitali, Città e Comuni Europei dello Sport: una promozione che integra sport e territorio in un ambito che stimola an-

che le piccole realtà cittadine. Proprio a Torino Capitale Europea dello Sport 2015 è dedicata la copertina di questo numero 0 di Sport Europa, con uno spazio dedicato alle parole del Sindaco Piero Fassino che ci parla di come il capoluogo piemontese celebrerà questo riconoscimento. Ma il cuore pulsante della rivista siete Voi, tutti i Comitati e Settori che giornalmente lavorano attivamente sul territorio per promuovere lo sport e la solidarietà. Concludo collegandomi alla frase del Presidente Onorario Michele Maffei, il quale si augura, come me, che questa rivista possa far nascere un confronto costruttivo e un dialogo maggiore nella nostra grande famiglia del Movimento Sportivo Popolare Italia!


INTERVISTE ESCLUSIVE

Maffei: “Lo sport come metafora della vita”

Il saluto del Presidente Onorario del MSP: “Mi sento di dire ai giovani di fare sport in quanto disciplina e filosofia di vita, perché consente di vivere esperienze che fanno riflettere”

P

er questo numero 0 di Sport Europa, la storica rivista di MSP Italia che torna per promuovere lo spirito di condivisione e partecipazione delle attività di tutti i Comitati del nostro Ente di Promozione Sportiva, non poteva mancare il contributo del nostro Presidente Onorario, Michele Maffei, il celebre Re della Scherma con un palmares di vittorie di assoluto valore. Ripercorriamo con lui i valori e la storia del Movimento Sportivo Popolare Italia: “MSP Italia è un Ente di Promozione Sportiva che ho visto nascere insieme al Presidente Lupattelli. Si sono affrontati vari temi con iniziative e convegni nelle scuole con giovani che hanno avuto un ritorno positivo e di entusiasmo da parte dei ragazzi. Abbiamo coinvolto atleti di livello, tenendo sempre i contatti con il mondo ecclesiastico. Altre attività sono state il periodo di disabili in piazza, un’iniziativa itinerante per le città italiane, molto ben organizzata, per promuovere l’attività dei disabili in ambito sportivo. Fu un’esperienza davvero molto interessante. MSP Italia ha avuto sempre il vantaggio di avere idee originali messe in campo con concretezza ed ACE S Europe è un esempio di tutto questo”. Dall’attività svolta con i disabili, si passa al significato di “sport per ognuno”, il caposaldo dell’attività MSP Italia: “Lo sport rappresenta un banco di prova utile per la vita. Come esperienza vissuta, mi sento di dire ai giovani di fare sport in quanto disciplina e filosofia di vita, in quanto occasione di esperienze, viaggi, autonomia dalla vita familiare e accettazione delle sconfitte. Lo sport è una metafora utile della vita, perché ti consente di vivere esperienze che ti fanno riflettere. E’ facile dire che la vittoria gratifica ma deve essere più utile la sconfitta per togliere questa idea di orgoglio e presunzione che molto spesso deve essere ridimensionata. Bisogna trarre dal proprio allenamento

un metodo di vita da applicare a tutti i campi. Migliorare se stesso al di là della vittoria olimpica o mondiale è un risultato positivo perché hai migliorato la performance e questo ti abitua al traguardo, all’obiettivo, alla via da seguire”. “Sport per ognuno” è un concetto da sempre perseguito dal nostro Ente e dai vari Comitati Provinciali e Regionali, il cui legame con il territorio è fondamentale per il Presidente Onorario Maffei: “E’ il compito più importante che possono svolgere gli Enti. L’entusiasmo che ho trovato nel territorio del MSP è un entusiasmo fatto di persone giovani e che hanno voglia di dare il proprio contributo alle attività. Allargando gli orizzonti, trovo importante la collaborazione tra Enti di Promozione Sportiva per progetti che non siano sovrapponibili, in modo che tutti possano toccare la promozione dello sport così come trovo importante il contributo degli Enti di Promozione Sportiva che possono essere d’aiuto alle Federazioni”. Infine, questo il saluto e l’augurio del nostro Presidente Onorario al ritorno di Sport Europa: “Faccio il massimo dell’in bocca al lupo a questa rivista! Spero che Sport Europa possa diventare un’occasione per far nascere un confronto e un dialogo, facendo sì che ci si possa arricchire con le esperienze altrui per un dibattito costruttivo”.

4


INTERVISTE ESCLUSIVE

Fassino: “Torino 2015: lo sport sarà aperto a tutti” “Per cittadini e turisti tantissime proposte in programma. Lo sport ha una funzione educativa” di Luca Parmigiani

N

el 2015 quando si parlerà di sport, si parlerà di Torino. Il capoluogo piemontese ha infatti ottenuto l’ambito ed affascinante riconoscimento, da parte della Commissione di ACES Europe, di Capitale Europea dello Sport per il 2015. Un titolo che testimonia ancora di più l’importanza data alle politiche sportive da parte dell’amministrazione comunale. Per questo numero 0 di Sport Europa, la nostra redazione ha intervistato in esclusiva il Sindaco di Torino Piero Fassino, che ringraziamo pubblicamente per la cortesia ad aver risposto alle nostre domande. Sindaco Fassino, che significato ha per Torino il riconoscimento di Capitale Europea dello Sport 2015? I giorni che scandiranno il 2015, l’anno in cui Torino è Capitale Europea dello Sport, saranno costellati da molti appuntamenti agonistici di livello internazionale e nazionale, ma soprattutto saranno i giorni dello sport aperto a tutti: amatori o atleti, adulti in movimento e bambini alla ricerca della loro dimensione di sport. L’ordito su cui abbiamo tessuto la trama del palinsesto si appoggia su due elementi portanti, i quali costituirono a suo tempo il dossier di candidatura: i valori, intesi come etica, integrazione, salute, benessere,

5

funzione sociale e il territorio declina- collaborazione del Coni, del Comitato in tutte le sue diverse vocazioni, non to Paralimpico, di tutte le Federaziosolo sportive ma anche culturali, eco- ni,degli Enti di Promozione Sportiva, nomiche, sociali. Fu proprio grazie a delle società sportive, delle istituzioni questa intuizione che la Commissione universitarie e culturali, a cui si sono della Federation for the Associations aggiunti anche il mondo della Sanità of the European Capitals and Cities of e del Commercio. Insieme a loro abSport (Aces) assegnò a Torino il tito- biamo costruito un grande progetto di lo, preferendo il capoluogo subalpino cultura e promozione sportiva, di mara Cracovia, l’altra keting territoriale e città candidata. “Lo sport è fondamentale di sport per tutti. Nel autunno del per la socializzazione Quanti eventi e 2012 la Commisquali quelli più sisione Aces in vi- del bambino gnificativi si svole dell’adolescente, sita a Torino ebbe geranno durante modo di scoprire ma anche dell’adulto. questo anno sotto una città con im- La pratica sportiva l'egida di Torino pianti sportivi Capitale Europea contribuisce ad educare d’eccellenza e un dello Sport 2015? e a formare i giovani” patrimonio umaA partire dalla parno composto da tita di calcio amidonne, uomini e ragazzi appassionati chevole Italia-Inghilterra, a Torino si dell’arte di muoversi. Scoprì, in sintesi, daranno appuntamento gli atleti di una vera capitale dello sport la qua- molte discipline sportive. Per molti di le, vorrei ricordare, ha dato i natali a queste manifestazioni abbiamo già un grandi campioni e che sulle rive del riscontro positivo sia da parte dei toriPo ha visto nascere le più importanti nesi sia dei tanti supporter che coglieFederazioni sportive. Ai torinesi ed ai ranno l’occasione anche per visitare la turisti sapremo offrire un ventaglio di nostra bella città. La città nei prossimi proposte così ampio che ci sarà solo mesi, solo per citarne alcuni, (l’elenco l’imbarazzo della scelta. In ultimo, aggiornato è disponibile sul sito www. ma non per ultimo voglio ricordare torino2015.it) ospiterà i campionati che l’agenda di Torino Capitale dello mondiali di calciobalilla (8-12 aprile), Sport è stata redatta grazie alla fattiva i campionati del mondo di hockey su


INTERVISTE ESCLUSIVE ghiaccio (18-24 aprile), i campionati assoluti di Nuoto per salvamento (30 aprile). Nell’anno in cui celebriamo il bicentenario della nascita di Don Bosco a Torino si disputeranno anche i Giochi Internazionali della Gioventù Salesiana (29 aprile) e, ancora, da Torino partirà la tappa finale del Giro d’Italia (30-31 maggio), e si disputeranno i campionati Italiani Assoluti di Scherma, Tennis Tavolo, di Atletica Leggera, di Pattinaggio Ghiaccio di figura. A giugno sarà la volta dei campionati assoluti di ciclismo, oltre ad un ampio ventaglio di proposte sportive in concomitanza con la festa di San Giovanni, patrono di Torino. Contestualmente a questi appuntamenti di alto livello sportivo faranno da cornice alla Capitale Europea dello Sport anche molti appuntamenti culturali che spazieranno dalle rassegna cinematografiche a tema, ai molti convegni che prenderanno in esame lo sport dal punto di vista più squisitamente scientifico. Lo sport per tutti, infine troverà il suo culmine con la Festa dello sport che si svolgerà in tutta la città e nei comuni dell’area metropolitana dove ognuno potrà provare e trovare la sua vera dimensione di sport. Da sempre Torino presta molta attenzione alle politiche sportive e allo sport in generale. Quale messaggio vorrebbe dare ai giovani di oggi sulla pratica sana dello sport? Lo sport è capace di veicolare valo-

ri quali le pari dell’adolescente, ma “Se Roma si candidasse opportunità e la anche dell’adulto. solidarietà. Pro- a Capitale Europea Relegare lo sport ad dello Sport, siamo pronti va ne sono, ad un mezzo per poesempio, le Para- a collaborare” tenziare l’apparato olimpiadi. muscolare è sempliLo sport contribuisce ad educare e cemente riduttivo. formare i giovani, pur assicurando Nelle grandi città e soprattutto nelmomenti di sano divertimento e di le periferie urbane è una risorsa per

aggregazione. Attraverso lo sport ragazzi ed adulti scoprono quali sono i propri limiti, imparano a costruire il proprio successo sulla fatica fisica, sempre confrontandosi con gli altri i quali sono avversari e non nemici da offendere o umiliare. Lo sport, dunque, ha una preminente funzione educativa. E’ fondamentale per la socializzazione del bambino e

combattere il “bullismo” giovanile, per recuperare chi vive ai margini della società, per educare alla socialità intelligente. Il rispetto delle regole anche se di un gioco è un buon viatico per fare crescere una popolazione civile capace di riconoscere l’altro, di rispettarlo nella sua diversità: questa la grande forza educativa dello sport. In vista della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, si augura un'eventuale candidatura di Roma a "Capitale Europea dello Sport"? Potrebbe essere un'ulteriore occasione di slancio dell'immagine della Città Eterna? Visti i frutti che già stiamo raccogliendo con l'assegnazione a Torino di quest'importante titolo, siamo convinti che se anche Roma si candidasse ad essere Capitale Europea dello Sport ciò potrà senz'altro giovare alla promozione della Città eterna e siamo pronti a collaborare. 6


LE OPINIONI

Codice etico: facciamo il punto In MSP non trova asilo nessuna simpatia per condannati, furbetti, arroganti e violenti: siamo un gruppo felice che fa sport pulito e vogliamo difendere questa nostra caratteristica di Avv. Danilo Montanari

Vicepresidente nazionale e responsabile Codice Etico per MSP Statistiche alla mano il Movimento Sportivo Popolare – Italia è l’Ente di promozione Sportiva che applica con maggiore attenzione e rigore il Codice di Comportamento Sportivo (il cosiddetto codice etico), patrimonio del C.O.N.I. da oltre due anni. Questa è una normativa che richiede pochi, chiari e semplici comportamenti agli sportivi ed ai dirigenti sportivi, costituenti il visto per poter appartenere a pieno titolo alla grande famiglia dello sport italiano, rappresentata dal C.O.N.I. e dai soggetti che esso riconosce, tra cui, da una moltitudine di anni, il nostro M.S.P. Italia. A ben vedere, il Codice di Comportamento Sportivo (assolutamente scaricabile dal sito C.O.N.I.) contiene sia precetti che dovrebbero fare parte automaticamente della convivenza civile, sia statuizioni che investono analisi comportamentali più attente. Appartengono alla prima categoria l’obbligo di osservanza della

disciplina sportiva, i principi di lealtà e collaborazione, il divieto di alterazione dei risultati, il divieto di doping, il principio di non violenza, il principio di non discriminazione, il conflitto di interessi con accluso divieto di scommesse su eventi sportivi partecipati. Su questi occorre la massima attenzione e la tolleranza zero è d’obbligo. Appartengono al secondo gruppo: - il divieto di dichiarazione lesive, per il quale a nostro parere occorre rapportarsi alle regole date dalla legge ordinaria sul rapporto corrente tra i reati di ingiuria, calunnia e diffamazione col principio di libertà di espressione,

7

- il dovere di riservatezza, per il quale occorre rapportarsi alle regole date dalla privacy, - la tutela dell’onorabilità degli organismi sportivi, la quale in realtà non pone eccessivi problemi interpretativi in quanto impone la sospensione di atleti e dirigenti che siano incappati in condanna penale, anche non definitiva, per una serie di reati che sono specificatamente elencati in una tabella allegata al codice: droga, pedofilia, mafia, bancarotta, peculato e corruzione, doping, scommesse e altri (tutti piuttosto gravi). A due anni dall’approvazione del Codice dobbiamo lamentare ancora una scarsa applicazione puntuale di esso a livello di federazioni sportive, anche con situazioni imbarazzanti rimbalzate su organi di stampa (l’istruttore federale di arti marziali condannato per pedofilia che teneva corsi a bambini su tutte). Fortunatamente, anzi meritatamente in quanto siamo sempre intervenuti con la massima solerzia senza guardare in faccia a nessuno, in M.S.P. non trova asilo nessuna simpatia per condannati, furbetti, arroganti e violenti: siamo un gruppo felice che fa sport pulito e vogliamo difendere questa nostra caratteristica. E sono con noi anche i nostri operatori sul territorio, i quali hanno potuto verificare che la qualità premia, e quella delle persone premia due volte perché consente di vivere serenamente anche i momenti di pathos che la pratica sportiva, e l’organizzazione di essa, fatalmente comportano. Dopo un biennio di lavoro possiamo affermare con orgoglio che quasi tutti i tesserati incappati nei nostri provvedimenti ci hanno dato atto che l’esperienza li ha accresciuti come persone e come cittadini, con una velocità che solo la passione per la pratica sportiva può consentire. E di questo andiamo fieri. Viva lo sport,Viva M.S.P. Italia.


LE OPINIONI

Sport ed Europa

I 30 anni di attività di MSP Italia che oggi celebriamo non sono passati invano, ma sono serviti a formare un leader vulcanico e ad assegnare un ruolo di prestigio al nostro Ente di Avv. Marco Lombardi Vicepresidente MSP-Italia

Il Movimento Sportivo Popolare, fin dalla sua nascita si è connotato come un movimento di dimensione europeo, attivando immediatamente strutturati organismi internazionali. Si può quindi affermare che la visione europea del suo fondatore Gian Francesco Lupattelli, preceda di gran lunga ogni strategia UE in materia di sport. È infatti solo con il Trattato di Lisbona (approvato nel 2007 ed entrato in vigore nel 2009) che lo Sport entra a pieno diritto tra le politiche europee, stabilendo all’art. lo 165, che “ l’Unione contribuisce alla promozione dei profili europei dello sport, tenendo conto delle sue specificità, delle sue strutture fondate sul volontariato e della sua funzione sociale ed educativa.” In seguito (2011), con la proposta della Commissione Europea “Sviluppare la dimensione europea dello sport” si passa da mere petizioni di principio, ad una vera e propria politica europea dello sport, considerato per il suo ruolo sociale, per la sua non trascurabile dimensione economica.

Ma facendo un passo indietro, dobbiamo ricordare che il presupposto dell’inserimento dello Sport nel Trattato di Lisbona, risiede nelle disposizioni del Libro Bianco sullo Sport dell’11 luglio 2007 che delineando la storia e le prospettive del movimento sportivo in Europa, menziona esplicitamente l’attività di ACES – Associazione capitale Europea dello Sport.

che maggiormente si era distinta per lo sport a favore dei suoi cittadini. La Commissione Europea, in perfetta applicazione del principio di sussidiarietà tanto caro all’Europa, ha semplicemente riconosciuto ciò che dalla società civile si era già autonomamente affermato, facendone un suo strumento di azione. Oggi un’Europa spesso

Questa Associazione nata anch’essa dalla felice intuizione del Prof. Lupattelli, ed inizialmente supportata dall’organizzazione nazionale ed internazionale di MSP, si era già imposta da anni come autorevole organizzatrice del premio che ogni anno gratificava quella “Capitale” Europea

poco amata dai cittadini, ha necessità di recuperare le ragioni del suo stesso esistere e lo sport può contribuire a ricostruire o consolidare un rapporto difficile con le Istituzioni Europee. L’integrazione fra vecchi e nuovi Stati membri dell’Unione, la coesione

sociale tra i vari popoli, lo sviluppo economico legato all’ingente indotto che lo sport muove, la competizione sana senza “doping” di qualsiasi genere, la cultura del rispetto per ogni razza o religione, sono tutte componenti tipiche del mondo sportivo, perfettamente in linea con i principi fondanti dell’Unione Europea. Se il Prof. Gian Francesco Lupattelli ha contribuito e sta cont r ibuendo sostanzialmente ad affermare questi principi in Europa, e se il Movimento Sportivo Popolare ha sostenuto e coadiuvato Lupattelli in questa sua sfida ormai vinta, significa che i trent’anni di attività che oggi celebriamo non solo non sono passati invano, ma sono serviti a formare un leader vulcanico, sorretto da una lucida visione sul futuro ed ad a strutturare un Ente, che in Italia ed in Europa sta assumendo sempre più un ruolo di prestigio nel contesto dello sport al servizio dei cittadini. 8


LE OPINIONI

Il ruolo dei Comuni nella promozione dello sport Fassino, Malagò e Lupattelli rappresentano un tridente d’attacco che ogni Nazione ci invidia e che ha ottenuto per l’Italia grandi risultati ed eccellente visibilità di dott. Roberto Pella

Vice Presidente MSP Italia

Ritengo basilare il ruolo dei Comuni, soprattutto dei piccoli Comuni, nella promozione dello sport, ruolo che possono esercitare grazie alla capacità di creare sinergia con gli Enti di Promozione Sportiva, le Federazioni Sportive ed il volontariato sportivo. In questi ultimi anni si è fatto molto in tale ambito ed in particolare è fondamentale il protocollo d’intesa siglato dal sottoscritto in rappresentanza del Presidente Piero Fassino il 14 ottobre 2013 tra ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e ACES EUROPE (Federation for the Associations of the European Capitals and Cities of Sport), alla presenza del Presidente del CONI, Giovanni Malagò, l’Assessore allo Sport del Comune di Torino (Capitale Europea dello Sport 2015), Stefano Gallo e i Sindaci delle 20 Città precedentemente insignite del titolo che il 6 novembre 2013 hanno ricevuto una speciale onorificenza dal Parlamento Europeo. La principale finalità del protocollo d’intesa consiste in una attiva collaborazione per promuovere la diffusione della cultura e della pratica sportiva in Italia, nell’interesse delle comunità locali, degli atleti, dei 9

cittadini europei e dell’intero ambiente sportivo, anche attraverso l’assegnazione dei titoli rilasciati da ACES Europe non solo ai grande centri urbani, come avviene ad esempio per titoli in ambito culturale, ma anche ai piccoli Comuni: infatti ACES Europe assegna il titolo di Capitali Europee dello Sport e delle Città italiane dello Sport (più di 25.000 abitanti) e di Comuni italiani dello Sport (meno di 25.000 abitanti) valorizzando in questo modo anche i piccoli Comuni purché rispondano a criteri quali la qualità e la quantità dell’impiantistica presente sul territorio; la capacità di organizzazione di eventi sportivi locali, nazionali ed internazionali; la diffusione del valore dello sport per tutti, intendendo con questo non solo quello agonistico. Dal protocollo d’intesa sono scaturite splendide opportunità per i Comuni italiani, e per questo ringrazio il Presidente ANCI Piero Fassino, nonché Sindaco di Torino, e l’Assessore allo Sport del Comune di Torino Stefano Gallo, che vi hanno fortemente creduto ottenendo il titolo di “Torino Città dello Sport 2015”, regalandoci un meraviglioso calendario di eventi sportivi nazionali ed internazionali, con iniziative in grado di coinvolgere tutte le fasce di popolazione e soprattutto le fasce più deboli come giovani, anziani e disabili. Un altro passo fondamentale è stato il protocollo d’intesa siglato il 29 ottobre 2014 tra ANCI e CONI, predisposto

dal sottoscritto e da Fabio Sturani, e voluto fortemente da Piero Fassino e Giovanni Malagò, nella loro veste di Presidenti rispettivamente di ANCI e CONI. Il protocollo promuove tematiche fondamentali come la cura dell’impiantistica sportiva (anche attraverso l’apertura di linee di finanziamento con il Credito Sportivo) e il valore sociale, educativo e preventivo dello sport, anche sul fronte della prevenzione delle malattie come l’obesità, soprattutto a livello scolastico ed in quest’ottica è attualmente forte e determinato l’impegno delle ANCI regionali e delle federazioni regionali del Coni, al fine di rendere davvero operativo questo impegno, per migliorare la qualità della vita delle città e al contempo contribuire ad abbattere i costi sanitari per tutta la popolazione. Ritengo che i Comuni abbiano potuto esercitare in pieno l’importante ruolo che hanno nella promozione sportiva in tutti gli ambiti e a tutti i livelli grazie all’impegno ed alla capacità di queste tre straordinarie persone: Piero Fassino, Giovanni Malagò e Gian Francesco Lupattelli. Ringrazio il Presidente ANCI Piero Fassino per l’impegno che sta portando avanti in favore del ruolo dei Comuni nel promuovere lo sport, soprattutto in quest’anno in cui Torino è Capitale Europea dello Sport. Ringrazio il Presidente del CONI Giovanni Malagò per la sua grande disponibilità e grande professionalità, per avere sempre creduto forte-

mente nel ruolo dei Comuni, anche e soprattutto di quelli più piccoli, per la sua grande capacità di mediazione e coordinamento di tutti i soggetti coinvolti nelle scelte strategiche assunte e da assumere. Ringrazio Gian Francesco Lupattelli, che in questi ultimi quindici anni a partire dal 2000, anno in cui Madrid è stata riconosciuta prima Capitale Europea dello Sport, ha saputo far crescere ACES EUROPE fino a portarla al prestigioso riconoscimento da parte del Parlamento Europeo ed ha perseguito importantissimi obiettivi come Presidente di MSP Italia (Movimento Sportivo Popolare) in stretta sinergia con il Presidente di CSI (Centro Sportivo Italiano) Massimo Achini, altra figura di indubbia capacità e impegno, che ringrazio, e con gli Enti di Promozione Sportiva, nel tessere una efficace rete di relazioni e collaborazioni che hanno rafforzato il ruolo dei Comuni. Come Vice Presidente Nazionale ANCI in rappresentanza dei 6.000 piccoli Comuni italiani sono convinto che Fassino, Malagò e Lupattelli rappresentino un tridente d’attacco che ogni Nazione ci invidia, che ha ottenuto per l’Italia grandi risultati ed eccellente visibilità. Il 2015 vedrà lo sport ancor di più protagonista, perché in un momento di crisi economica le persone hanno sempre più bisogno della forza aggregante e sportiva che esso può dare.


LE OPINIONI

MSP Day, 4 mesi di eventi no stop Tutti i Responsabili Nazionali di settore anche quest’anno si stanno impegnando tantissimo per rendere indimenticabile il MSP DAY 2015 di Alessandra Caligaris Segretario Nazionale MSP Italia Nato come una giornata di incontro fra società e dirigenti nazionali, il MSP Day è diventato parte integrante della vita associativa dell’Ente: questo congiunto di eventi itineranti sul suolo italiano, isole comprese, ogni anno si sta arricchendo di nuove modalità sportive e città –spot. Con la supervisione della Segreteria Nazionale, i vari Responsabili Nazionali di settore anche quest’anno si stanno impegnando per rendere indimenticabile il MSP DAY 2015. Ad aprire i quattro mesi di eventi no stop sarà il Settore Yoseikan Budo con la manifestazione nazionale che si terrà a Pomezia (RM) al Roman sport City nei giorni 11 e 12 aprile. Il pluripremiato Cosimo Galeone si occuperà dell’organizzazione della danza sportiva in quel di Taranto presso il Palamazzola il 30 e 31 maggio: sarà un evento dove a far da protagonisti saranno ballerini di tutte le età, in quanto la danza oltre ad essere sport vuole essere un momento di grande aggregazione . Giugno sarà il mese clou, ogni giorno potranno esserci manifestazioni a sorpresa! Grazie al grandioso sforzo della professoressa Francesca Fiorellini, ex atleta MSP Italia, ora coordinatrice del Settore Ginnastica, quest’anno siamo riusciti a riconfermare la grandiosa finale di ginnastica artistica (12-1314 giugno): sarà dura superare il successo dello scorso anno con più di 500 atleti giornalieri, e nel contempo a ripristinare la ginnastica ritmica (27-28 giugno), disciplina storica dell’Ente , ma da alcuni anni senza un evento di rilievo nazionale. A grande richiesta Rimini e Riccione (14-28 giugno) faranno nuovamente da cornice a numerosi eventi quali le attesissime finali nazionali di Calcio a 5 supervisionate dal prof. Antonino Portale, che con la sua professionalità è riuscito a trasformarle in un mini Mundialito. La simpatia dei referenti toscani, quali Fabio Pientini e Matteo Giusti, sta rendendo possibile, con un successo in crescendo, la realizzazione delle finali di calcio a 7. Al

loro debutto in MSP DAY vi sono Alessandro Domizi, il quale cercherà di trasferire in ambito nazionale il suo intuito organizzativo nella finale di calcio a 11, e Claudio Terzo, dirigente storico dell’Ente, che si occuperà della finale al femminile di calcio a 5. La PWKA ci aiuterà ad immergersi nel mondo cinese con una grande kermesse nella quale prenderanno parte atleti da tutto il mondo. In ambito promozionale il maestro Maurizio Gai terrà degli stages sulle arti marziali e coordinerà delle finali nazionali di karate. Per i campioni di domani il Mammafit Village, coordinato dalle Fondatrici Monica ed Elaine: sarà una settimana all’insegna di complicità, sport e relax e da quest’anno vi sarà la possibilità per i più grandicelli (3-6 anni) di apprendere l’inglese con una docente madrelingua. Per coloro che amano un risultato imminente, abbiamo lo sport che fa per loro, la pesca sportiva, coordinata da Francesco Perretta. Sveglia all'alba, pesca in alto mare e come risultato pranzo a bordo nave con il pesce da te pescato (anche se non peschi nulla, qualcosina i tuoi compagni ti offriranno, non ti lasciamo digiuno)! Tutti gli eventi vedranno la presenza del presidente Nazionale , prof. Gian Francesco Lupattelli e della dirigenza nazionale, perché il MSP italia non è composto solo da numeri, ma da persone. 10


IN PRIMO PIANO

MSP Day: ecco le finali! Calendario e programma del più grande evento che ogni anno riunisce tutte le persone appartenenti alla grande famiglia del MSP Italia

D

ivenuto parte integrante della vita associativa del MSP Italia, il MSP Day è il grande evento che ogni anno riunisce le fasi nazionali di tutte le discipline sportive. Un momento dove dirigenti, tecnici ed atleti di tutta Italia possono condividere nello stesso luogo l’appartenenza alla grande famiglia del MSP Italia. Anche quest’anno, a grande richiesta, la location scelta sarà quella di Rimini, che vedrà dal 25 al 28 giugno 2015 le fasi nazionali di tutte le Categorie del calcio (calcio a 11, a 7, a 5 e femminile), delle arti marziali e del Karate. Sempre in riva all’Adriatico è in calendario il MammaFit e la pesca sportiva. Ma il MSP Day non si ferma qui: le fasi finali della danza si svolgeranno a Taranto al Palamazzola nei giorni 30-31 maggio mentre quelle della ginnastica artistica e ritmica a Civitavecchia rispettivamente nei giorni 12-14 giugno e 27/28 giugno. Sarà invece il settore Yoseikan Budo ad aprire questa kermesse no stop di quattro mesi, con le fasi nazionali in program-

11

ma a Pomezia nei giorni 11-12 aprile. Tutto è pronto e il countdown è ormai iniziato, con pochi giorni che ci dividono dalla partenza del MSP Day 2015, un’esperienza da vivere e da non perdere assolutamente!


IN PRIMO PIANO

MSP Day,

arriva anche il calcio a 5 femminile!

Nell'ambito di “MSP Day”, MSP Italia indice la 1.a edizione delle finali nazionali di calcio a 5 femminili, in programma nei giorni 27, 28 giugno presso l'impianto sportivo La Valletta Via Partinico 2 Rimini Bellaria-Igea Marina. La formula del torneo prevede la partecipazione di 16 squadre che verranno suddivise in 4 gironi iniziali all’italiana con incontri di sola andata. Le prime classificate di ciascun girone accederanno alla fase finale con eliminazione diretta: quarti di finali, semifinali e finali. Saranno ammesse le prime 16 squadre iscritte provenienti dai campionati regionali e provinciali dei Comitati MSP periferici. Alle premiazioni della kermesse, domenica 28 giugno, ore 12, sono stati invitati numerosi personaggi dello sport, politica e stampa. Sono inoltre in programma se-

rate evento con cene e spettacoli. Le numerose strutture ricettive della zona daranno ospitalità a tutte le atlete e ai loro accompagnatori. La Valletta dispone di tre campi da

calcetto a cinque su tappeto di erba sintetica omologati. Un impianto bello e funzionale. Per tutte le informazioni, è sufficiente inviare una mail all’indirizzo info@mspfirenze.it

12


IN PRIMO PIANO

Il Padel conquista Roma Il Torneo Amatoriale promosso da MSP Roma sta attraversando tutti i Circoli della Capitale, veicolando i valori dell’amatorialità sportiva e della promozione sociale Il Torneo Amatoriale Padel MSP-Cisalfa ha conquistato ormai la Capitale. Il Circuito promosso da MSP Roma, Delegazione Cittadina dell’Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni MSP Italia, in convenzione con la FIT settore Paddle, sta riscuotendo un consenso crescente tappa dopo tappa. Il Circuito sta attraendo la passione di tutti coloro che vogliono provare questa nuova disciplina sportiva, vero boom della moda romana degli ultimi anni, o semplicemente passare un weekend di divertimento partecipando al Torneo Amatoriale. Iniziato a Gennaio con la tappa d’esordio all’Happy Fitness, nei successivi appuntamenti (RCC Tevere Remo, Due Ponti, Paddleur, Flaminio Sporting Club, CT Eur e Green House) il divertimento si è mescolato con quel clima di solidarietà e promozione sociale da sempre ricercato dall’MSP Roma. Un trionfo strepitoso, tanto che diversi Circoli di Roma hanno già prenotato la tappa presso la loro struttura, con i mesi di aprile e maggio già calendarizzati dalla nostra Delegazione Cittadina. Tennis Club Parioli, Villa Aurelia e Juvenia sono state inserite ufficialmente nel calendario, per un Circuito che è diventato la vera attrazione sportiva del momento. La popolarità di questo Circuito Amatoriale deriva dalla semplicità dell’organizzazione dove partecipano atleti provetti che vogliono capire il loro livello di gioco, coppie di amici/fidanzati/marito/moglie che insieme vogliono trascorrere il weekend fino a giocatori che si preoccupano loro stessi dell’accoglienza integrando il coffee break con gustosi piatti preparati direttamente da casa. A questa amatorialità si aggiunge la professionalità dell’Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni MSP: ranking ufficiale presente sul sito web www.msproma. it, classifiche suddivise per Categorie (Maschile, Femmi13


IN PRIMO PIANO

nile e Misto), schede personalizzate di ogni giocatore e vasta fotogallery con le immagini pubblicate sulla pagina Facebook MSP Roma. Inoltre, viene costantemente aggiornata anche la classifica per Circoli di appartenenza, che vede momentaneamente al comando il Paddleur. Il Circuito Amatoriale sta divenendo in questo modo un vero e proprio tour, dove un gruppo di giocatori gira tutta Roma conoscendo nuove affascinanti strutture. Una comunità che cresce settimanalmente, portandosi con sé il nuovo atleta che si aggiunge alla singola tappa in programma. Un Circuito autorigenerante, dove le parole chiave sono giocare divertendosi stando allo stesso tempo in compagnia. Da ringraziare, infine, la cordialità

dei Circoli ospitanti, che stanno contribuendo al successo del Torneo Amatoriale grazie alla loro disponibilità nel mettere a disposizione la struttura e i servizi. Al termine del Circuito, si svolgeranno a giugno i Master Finali dove è prevista l’organizzazione di un grande evento a coronamento di una manifestazione che sta coinvolgendo centinaia di atleti di tutta Roma. Per tutte le informazioni su tappe in programma ed iscrizioni, la mail di riferimento è padel@msproma.it Sito web: www.msproma.it

14


IN PRIMO PIANO

PWKA,

un match mondiale! Nell’ambito dell’evento “Fight in Rome 10 Sanda Games”, la PWKA ha organizzato un incontro spettacolare tra il campione italiano Mocanu e il pluricampione egiziano El Sayad

15

Si è svolto, nella bellissima struttura del Palazzetto dello Sport di Monterotondo, a pochi chilometri da Roma, il 14-15 febbraio l’evento “Fight in Rome – 10 Sanda Games” organizzato dalla PWKA, associazione aderente al MSP Italia, insieme alla Delegazione Cittadina MSP Roma. La 1. Edizione ha visto un’ottima partecipazione da parte degli atleti, con le squadre che sono venute da cinque Regioni del centro Italia: Marche, Abruzzo, Toscana , Campania e Lazio. Il clou dell’evento è stato sicuramente l’incontro mondiale, andato in scena

domenica 15 febbraio alle 12, tra il campione italiano Alexandru Mocanu e il super campione egiziano Abdelhamid El Sayad, match valido per la cintura internazionale PWKA Europa vs Africa. L’incontro è stato spettacolare ed elettrico, con l’italiano vicinissimo alla vittoria per ko al secondo round. Il pluricampione egiziano però non ha mollato la presa vincendo ai punti e festeggiando il successo con la conquista della prestigiosa cintura, consegnata direttamente dai vertici della PWKA. Per quanto riguarda gli altri risultati della manifestazione di Monterotondo, il


IN PRIMO PIANO titolo di Best Team è stato vinto dalla squadra del M° Marco Galiè di Roma “ASD Golden Dragon Gym” con 1460 punti che fino all’ultimo è stato contrastato dal Team Shen Long Shaolin Kung Fu Guan del M° Rafael Lucena di Pesaro che seppur fuori sede ha ottenuto 1300 punti dimostrando l’alta preparazione della sua squadra. Le prossime gare di qualificazione al Campionato Italiano MSP-PWKA si svolgeranno il 12 Aprile a Saluzzo (Cuneo), il 25-26 Aprile a Botricello (Catanzaro) e il 10 Maggio a Messina (quest’ultima tappa organizzata direttamente con il Comitato Provinciale MSP Messina). Le finali del settore si disputeranno a Rimini al 105

Stadium il 26-27-28 Giugno 2015 in concomitanza con la 15.a edizione della Coppa del Mondo della International Martial Arts Federation e in contem-

poranea con l’MSP Day, il prestigioso evento di tutti i settori nazionali dell’MSP Italia. Per tutti coloro che fossero interessati alle arti marziali

cinesi, sul sito ufficiale della PWKA (www.pwka.eu) si possono consultare tutte le informazioni con il programma delle gare anche nelle altre Nazioni europee.

16


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Sardegna,

tutto lo sport è MSP! Nell’Isola tutte le attività sportive hanno il marchio e la firma indelebile del Comitato Regionale sardo

L

o sport è MSP Sardegna! Non c’è che dire sui numeri e sulle attività che quotidianamente svolge il Comitato Regionale sardo, che spazia in tutti gli sport riuscendo ad avere un fortissimo legame con il territorio e la comunità cittadina. Dal calcio al basket, dalla pallavolo al fitness, dal windsurf alle arti marziali, fino alla danza, all’equitazione e agli sport da beach o acquatici, in ogni attività c’è la firma del MSP Sardegna. Ecco i numeri che spiegano il successo del Comitato Regionale nella nostra fantastica isola: alcio. Nel settore calcio sono presenti più di 500 squadre, con il campionato Regionale di calcio a 11 amatori diviso in quattro Categorie: Under 28, Over 40, Over 45 e Over 50. In quest’ultima categoria, da registrare la squadra “Ex rossoblu”, composta dai giocatori che hanno fatto la storia con la maglia del Cagliari, alcuni conqui-

C 17


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

stando anche lo storico scudetto nel 1969-70. Tra questi citiamo Giuseppe Tomasini, Gigi Piras, Gianni Roccotelli, Riccardo Dessì, Roberto Quagliozzi, Giuseppe Bellini e il portiere Roberto Copparoni, il primo portiere italiano che riuscì a parare un rigore al Pibe de Oro Diego Armando Maradona. Nel settore giovanile, MSP Sardegna organizza, nel periodo estivo, tornei locali ed internazionali ad Assemini (Cagliari). Sempre nel calcio, da ricordare come noi siamo stati i primi ad organizzare una partita per la ricerca sulla SLA, con l’amichevole allo Stadio Comunale Decimo Mannu (Cagliari) alla presenza di importanti personaggi dello spettacolo e dello sport, come Schillaci e Paolo Bonolis. Professionalità al servizio del divertimento amatoriale, con la folta schiera di arbitri (ben 98!) che si preparano nella prima settimana di settembre attraverso il test di Cooper. 18


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

F

itness, danza, ginnastica. Si è appena concluso, nel weekend 7-8 marzo, il Trofeo Azzurro che ha visto la partecipazione di ben 700 gruppi, con 1180 atleti provenienti da tutta l’Isola. Nella ginnastica ritmica, contiamo oltre 300 atleti nel campionato Regionale. Tante poi le manifestazioni di fitness: dal Tanka Village che ha visto nell’ultima estate (19/21 settembre) arrivare direttamente da New York 6 istruttori Zumba ZIN alla spiaggia di Poeto che ha accolto i campioni italiani di hip pop, con tantissima gente divertita a ballare in riva al mare tra zumba e show dance. Nessuno viene dimenticato, tanto che organizziamo anche lezioni di ginnastica dolce per le persone della terza età. Infine, non mancano le lezioni di fitness gym direttamente in acqua soprattutto all’arrivo della bella stagione.

B

asket, volley e sport da beach. Nella pallacanestro contiamo quasi 50 squadre nel campionato Regionale (con presenze anche illustri e volti noti della tv) mentre nella pallavolo arriviamo a 42 squadre divise nelle Categorie Maschile, Femminile e Misto. All’arrivo dell’estate, non manca occasione per organizzare, direttamente in spiaggia, tornei di beach tennis e beach volley.

19


E

quitazione e arti marziali. Il 15 marzo, al maneggio di Quartu Sant’Elena, si è svolto una festa a tema “Tepee Party”, organizzato da Officine Equestri, affiliata a MSP Sardegna, dedicato ai più piccoli alla presenza di indiani e cowboy. Nelle arti marziali (dal karate al judo), contiamo più di 700 atleti che praticano queste discipline sportive, con l’organizzazione, nell’ottobre scorso, di una gara di kick boxing a Cagliari.

ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

W

indsurf e sport acquatici. MSP Sardegna infine è attiva anche negli sport acquatici, a dimostrazione della poliedricità del nostro Comitato Regionale. Dagli oltre 300 atleti praticanti il windsurf si passa agli sport d’acqua, svolti nel lago di Fogi, in provincia di Cagliari.

Sito web: www.mspsardegna.it

20


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Attività e sociale, MSP Sicilia in primo piano Tantissime le iniziative del Comitato Regionale siciliano, che ancora una volta dimostra la sua presenza attiva e il suo fortissimo legame con il territorio

M

SP Sicilia sta svolgendo a 360 gradi il suo ruolo di Ente di Promozione Sportiva, coniugando l’organizzazione di attività per il territorio con iniziative sociali che pongono il Comitato Regionale in primo piano nella mission da sempre perseguita dal nostro Ente. Ecco tutte le attività da noi svolte nell’ultimo periodo. NUOTO: E’ in corso il campionato regionale di nuoto MSP, con la prima tappa svolta domenica 9 novembre presso la Piscina di Ferrara, la seconda domenica 14 dicembre presso la piscina di Alia (PA) e la terza domenica 18 gennaio 2015 presso la piscina di San Cataldo. A rappresentare la Città di Favara e la Provincia di Agrigento è stata la Nuoto Agrigento, società che opera nella struttura di Favara e che detiene il titolo di campione regionale ormai da due stagioni. La squadra agrigentina ha sbaragliato la concorrenza portandosi subito al primo posto della classifica generale. Il campionato regionale di nuoto MSP sta riscuotendo un grandissimo successo, testimoniato ad esempio dai 205 atleti iscritti a rappresentare le più forti squadre provenienti da tutta la Sicilia nella 2.a tappa nel dicembre scorso. Di grande rilievo sono stati anche i risultati cronometrici, con i record che vengono costantemente battuti, fino ad arrivare alla terza tappa che ha visto 4 record regionali MSP conquistati nella stessa giornata. GOLF: Domenica 28 Dicembre si è riproposta la III Aretusa Golf Cup presso la struttura dei Monasteri Golf Club. Slogan dell’evento “Uno Swing per la vita”, motto che evidenzia la volontà dello sport di mettersi al servizio della solidarietà. Anche quest’anno il ricavato è stato interamente versato all’Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro (Airc delegazione di Siracusa); l’importo è stato di 670 euro con un testimonial d’eccezione, il primario di Oncologia dell’Ospedale di Palermo Dott. Livio Blasi. Sono stati premiati i primi 3 classificati delle 3 categorie, il miglior driving

21

contest ossia il tiro più lungo, la migliore classificata Lady premio per la migliore donna e il migliore classificato tra gli juniores. La gara avrà anche valenza come gara regionale Msp Sicilia come prima tappa regionale. Quest’anno la terza edizione è stata vinta dal giovane promettente palermitano Luca Civello ma un grazie sentito va, oltre che a tutti gli organizzatori e sponsor locali e nazionali, a tutti gli atleti che hanno avuto la giusta sensibilizzazione in favore della ricerca e contro il cancro e sono stati stoici in condizioni climatiche al limite. La IV edizione si terrà il 27 Dicembre 2015 . KICK BOXING: Il MSP Sicilia si è posto l’obiettivo di organizzare eventi che permettano a un numero sempre maggiore di persone di avvicinarsi alla pratica agonistica di questo sport. Ecco perché si è preferito puntare allo svolgimento di trofei o galà singoli e non alla realizzazione di un “campionato regionale”. Elasticità e capacità organizzativa, apertura al confronto, spirito di collaborazione con le federazioni nazionali e costi contenuti, sono gli ingredienti che hanno


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

contribuito allo sviluppo ed al successo del settore. Il successo della Kick Boxing sta proprio nel fatto che la vastità dell’offerta in termini di stili di combattimento, incontra le esigenze di un numerosissimo numero di atleti, grandi e piccini, uomini e donne. PROGETTI E SOLIDARIETA’: Dal 16 gennaio al 18 febbraio 2015, il Festival della Città Educativa, è entrato nella fase del Saper Fare. Nella fase “del saper fare” si è realizzata una lettura/fotografia della città di Palermo a partire dalla Convezione ONU sui diritti dell’infanzia e l’adolescenza. La fase culminante del Festival della Città Educativa di Palermo, si è svolta dal 2 al 7 marzo 2015, con la cerimonia di chiusura il 9 marzo ai Cantieri Culturali della Zisa a Palermo.

Il progetto “Gimkana Ciclistica della Solidarietà Bimbi & Bici..in piazza” nasce dalla necessità di realizzare un programma permanente di iniziative concrete di educazione alla mobilità sostenibile che, coinvolgendo le scuole di ogni ordine e grado, vuole sensibilizzare ragazzi e adulti su diversi temi, come ad esempio la sicurezza nelle strade e la qualità della vita e dell’ambiente. Da segnalare infine il patrocinio del MSP Sicilia per la 6.a edizione del “Premio Falcone e Borsellino”, svoltosi lo scorso 24 maggio presso il Palazzetto dello Sport “Concetto Lo Bello” di Siracusa.

Sito web: www.mspsicilia.it

Scacchi e arti marziali: l’attività del MSP Messina Sotto l’egida dell’MSP di Messina nei giorni 11 e 12 aprile 2015 si svolgerà a Messina nelle accoglienti sale dell’Hotel Capo Peloro Resort, il Campionato individuale Regionale Giovanile Siciliano di Scacchi . La manifestazione sarà organizzata dalla A. P. Dilettantistica Kodokan di Messina con la collaborazione dell’MSP Scacchi, e assegnerà i titoli regionali per le diverse categorie, sia maschili che femminili, dei giovanissimi Under 8, 10, 12, 14, 16 e degli scacchisti ormai di livello avanzato, gli under 20. Contribuiranno alla riuscita dell’evento alcune manifestazioni collaterali che verranno offerte da altre Associazioni dilettantistiche affiliate all’MSP Messi-

na con esibizioni di Danza e Arti Marziali. Riguardo le arti marziali, si è svolto il 22 febbraio al Pala Rescifina di Messina il The Combat Show giunto già alla sua seconda edizione. Il campionato interregionale ha visto vari atleti, piccoli e grandi, affrontarsi in match di kick boxing, k1, MMA a contatto leggero e pieno. Il campionato interregionale ha visto vari atleti, piccoli e grandi, affrontarsi in match di kick boxing, k1, MMA a con-

tatto leggero e pieno. Dalle ore 18 l’evento clou della giornata: il Galà serale, che ha catturato l’attenzione dei tantissimi spettatori giunti per vedere l’intera manifestazione dal vivo. Ospite d’onore della serata è stato Luca Pantò, pluricampione di Oktagon, nella thai boxe per la categoria dei pesi massimi.

22


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Ginnastica, calcio e arti marziali: così trionfa MSP Veneto Numeri da record per l’attività del Comitato Regionale Veneto, che persegue da sempre il concetto dello “Sport per ognuno”

MSP Veneto si è contraddistinto, in questi mesi, con tante le idee e tante iniziative per continuare nel suo cammino della promozione sportiva e del volontariato. Moltissimi gli ambiti entro i quali si sono mossi i Comitati Provinciali, tra pattinaggio, calcio a 5, danza, arti marziali e difesa personale. MSP Verona Siamo giunti alla XXIV edizione del Campionato Provinciale MSP di calcio a 5 alla quale partecipano, per il quarto anno consecutivo, 90 squadre con oltre 1.800 atleti partecipanti ed è ancora una volta record di iscrizioni per il campionato che riscuote la fiducia di una grande fetta di calcio a 5 di Verona e Provincia. Il campionato è iniziato martedì 15 ottobre e si è iniziato a rivivere la nuova stagione con tante novità e i vecchi partner: MSP si avvale infatti della collaborazione di Ostilio Mobili a cui è dedicato il Trofeo e di tante altre partnership. Confermato anche il Format televisivo sul campionato “MSP: il pianeta del calcio a 5” che va in onda su Eos Network, TeleArena, TeleArena Sport, Prime Free e Life

23

Veneto TV. Confermate anche le testate dei giornali dell’Arena il Giornale di Verona che ci ospita all’interno delle proprie pagine sportive tutti i giovedì, di Verona Sette due volte al mese e Sport d+ ogni due mesi. Gli incontri si disputano su campi coperti: C. S. Junior Club, C.S. San Floriano, C.S. Tennis Alpo, C.S. De Stefa-

ni, Fumane, Sporting Club Arbizzano, Palazzetto dello Sport di Verona e la Tensostruttura adiacente. Le categorie sono tre: A1, A2 e B. Alla prima prendono parte diciotto squadre divise in due gironi da nove formazioni ciascuno che si affrontano all’italiana con partite di andata e di ritorno. Nella seconda sono iscritte trentasei squadre con una formula di quattro gironi da nove squadre. Alla terza partecipano trentasei squadre divise in quattro gironi da nove formazioni ciascuno. Per le prime due categorie sono previsti mini campionati di play off e di play out che decideranno le eventuali promozioni o bocciature. Per l’ultima categoria è previsto un mini torneo per determinare la squadra vincente dei gironi di B. E infine le finali il 9 maggio 2015 pres-

so il Palaolimpia di Verona della Coppa di B “Trofeo Valpolicella Benaco Banca”, dei Play Out “Trofeo Air Dolomiti” e della vincente il Campionato “Trofeo Ostilio Mobili” con a seguire premiazioni e rinfresco. Inoltre, è stata presentata la 7.a edizione dell’almanacco del Campionato che racconta la stagione calcistica 2014/2015 vissuta dalle formazioni di calcio a 5 di Verona e Provincia. Le prime quattro formazioni classificate al XXIV Campionato Provinciale più le vincenti del Trofeo Air Dolomiti e del Torneo di B parteciperanno di diritto alle finali regionali 2015 che si disputeranno a Rosolina Mare nei giorni 30-31 maggio e 1 giugno 2015. E infine il momento più bello al culmine di una stagione entusiasmante con i Campionati Nazionali MSP di calcio a 5 che quest’anno si disputeranno per il quarto anno consecutivo a Rimini. La nostra Verona ha prodotto, negli ultimi due anni, due diverse finaliste: una gioiosamente scudettata nel 2013 e l’altra orgogliosamente seconda nel 2014. Sono risultati d’elite per un movimento di base gigantesco che vede entusiasticamente impegnati centinaia di calciatori amatoriali veronesi coi loro dirigenti e, splendido, con i loro amici e parenti a supporto: tutti uniti dall’amore per lo sport e per il calcio.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI MSP Venezia Anni di esperienza ci indicano quelle che sono le esigenze e le richieste che affiorano nella disciplina del pattinaggio. Così nasce il trofeo Romano Dante Bettinelli targato MSP. Alla prima gara, nel 2013, si sono iscritti più di 120 atleti. Un gran successo per tutta la realtà della provincia veneziana e MSP inizia a farsi conoscere. Attraverso tavoli di discussione tra società della provincia di Venezia e alcune società delle province limitrofe si perfeziona il regolamento di gara e si promuove il nuovo sistema a torneo suddiviso in più tappe da svolgere nel corso del 2014. Un’impostazione vincente, tanto che nel 2014 abbiamo registrato oltre 600 partecipazioni alle cinque tappe effettuate del divenuto Torneo Romano Dante

Bettinelli. Tutta la manifestazione è stata valorizzata da un’iniziativa di raccolta fondi per un’associazione di volontariato della provincia di Venezia. Il torneo si amplia e diventa, nel 2015, un vero e proprio campionato pronto a coinvolgere anche altre realtà provinciali. Abbiamo introdotto importanti modifiche al regolamento che prevede tra l’altro, perseguendo lo slogan “Uno Sport per Ognuno”, categorie per ragazzi speciali diversamente

abili che danno prova di lavorare e crescere con questo sport, categorie per atleti adulti e prossimamente anche gruppi spettacolo. Infine, MSP Venezia ha preparato moduli formativi di approfondimento tecnico e comportamentale per atleti e genitori, stage con tecnici federali e manifestazioni sempre legate al mondo delle discipline artistiche e delle tradizioni con l’intento di creare aggregazione e community sotto il segno del MSP.

Siti web: www.mspverona.it - www.facebook.com/MSPVENEZIA - www.mspveneto.it

MSP Vicenza Il Comitato Provinciale MSP di Vicenza svolge attività sportive promozionali a livello nazionale ed internazionale, dedicandosi specificamente al settore delle Arti Marziali (Ju Jitsu/ Ju Jutsu Aiki Jutsu, Karate Do, Judo, Atemi Jutsu e Difesa Personale). Un’attività svolta ad ampio raggio, con l’organizzazione di Seminari, Stage ed incontri

sportivi culturali a livello nazionali e internazionali. Infatti, vengono programmate uscite internazionali, come ad esempio in Germania, Francia, Ungheria e Slovenia. I corsi sono rivolti per bambini, adulti o riservati a sole donne . Ecco alcuni esempi: l’ASD Etradanza è il centro che si occupa a 360° gradi di danza e di altre forme d'arte e di movimento affi-

ni come il teatro e alcune arti marziali; l’ASD Ju Jitsu Club Dueville, Centro della promozione allo studio e sviluppo delle Arti Marziali e dal 2015 presente anche nel Comune di Sandrigo (VI), svolge attività motoria per bambini nel progetto Sport – Scuola, attività motoria per anziani e di difesa personale rivolta ai cittadini del comune di Dueville (VI) e Comuni

limitrofi. Con l’ASD Il Gladiatore Defense Martial Arts, affiliata al MSP Italia, nel sistema di combattimento non sportivo “Close Combat Defense System”, è in atto un corso di Difesa Personale per Istruttori e non. Infine, la Polisportiva Club San Giorgio è attiva nel settore delle Arti Marziali tipo Giapponese, Difesa Personale e motoria per anziani 24


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Campania, insieme per lo Sport Il Comitato Regionale campano, con l’organizzazione di tanti eventi, spazia dal mondo dello sport a quello della cultura, del volontariato e dell’ambiente

I

l Comitato Regionale MSP Campania porta avanti con scrupolo e passione quelli che sono i valori fondanti del nostro Ente, soprattutto per quel che riguarda il concetto di “Sport per ognuno”, intorno al quale si muove l’attività di tutto il nostro Comitato. MSP Campania promuove un innovativo modello di Ente di promozione sportiva. Grazie ad una molteplicità di riconoscimenti il Comitato campano spazia dal mondo dello sport a quello della cultura, del volontariato e dell'ambiente. Tante sono quindi le manifestazioni organizzate in questo periodo. Ricordiamo tra queste il Gran Gala di Natale sulla Danza Sportiva, che dal 2006 coinvolge

MSP Napoli,

come momento di aggregazione sociale ed espressivo centinaia di bambini della scuola primaria e di istruzione di 1° grado della città di Napoli e il Campus Estivo del MSP Napoli che si è svolto in collaborazione con il 39° Circolo Didattico di Napoli nel luglio scorso con il patrocinio del Comune di Napoli.

Sito Web: www.mspcampania.it

ecco come allontanare i ragazzi dalla strada Il Comitato Provinciale MSP Napoli si è distinto nell’or- la all'italiana con play off finali. ganizzazione di un torneo fair-play a 35 squadre diviso per categorie di età, dai 2002 ai 2007. Le squadre vengono da tutta la provincia e il nostro intento ludico sportivo è quello di avviare i ragazzi allo sport insegnandogli a socializzare tra loro. Il Torneo è stato condiviso con tanto entusiasmo da moltissime associazioni e anche dalle istituzioni locali che hanno apprezzato il nostro scopo e soprattutto abbracciato il progetto di allontanare i ragazzi, in un'età molto particolare, dalla strada mostrando invece gli ideali nobili dello sport e della sana competizione. La formula del Torneo, che terminerà a giugno è quel-

25


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Aggregazione sociale e partecipazione, lo spirito del MSP Salerno

Settore olistico, arti orientali, danza classica, tiro con l’arco, calcio e iniziative benefiche: il Comitato Provinciale di Salerno è in prima fila nell’attività sul territorio

I

l Comitato Regionale MSP Salerno fin da subito ha inteso coinvolgere le attività dei suoi collaboratori in un laboratorio di idee utile alla crescita del territorio provinciale e regionale, dando voce alle istanze di quelle Discipline ed Attività socio-culturali spesso tenute ai margini. Il ruolo dell’Ente di Promozione è proprio quello di sviluppare una rete di collegamento tra gli “esclusi” dall’elìte dello sport. L’aggregazione sociale, l’abbattimento di ogni tipo di barriere culturali, la partecipazione ai momenti formativi di crescita, dovranno rappresentare lo spirito guida cui ogni dirigente dovrà trasmettere ai propri associati.

Settore olistico e Naturopatia

Le prime attività proposte hanno riguardato il Settore Olistico e la Naturopatia. Rebirthing, Kiniesiologia Emozionale, Danza Orientale, Voicing, Art-Counseling, Meditazione, Feng Shui, Chi Kung, sono solo alcune delle attività che affiancano quelle più note come Yoga, Reiki, Shiatsu. Le Responsabili delle Discipline Olistichee Naturopatiche offrono spunti d’interesse riguardanti sempre il benessere psico-fisico coniugandolo con la Ginnastica Dolce e la Musicoterapia, approfondendo le conoscenze della sana alimentazione e rivalutando le essenze naturalied approfondendo l’Orto-Bionomy. Nell’ottica delle Arti Orientali, grandi successi sono derivati dal Taiji Quan e dallo Shaolin Tradizionale, con l’entusiasmo di tante persone che non immaginavano mai di poter avere un giovamento del proprio corpo derivante dai movimenti lenti che le discipline propongono.

al settore arbitrale, facendo convergere nel movimento tanti giovani ed ex giacchette nere. Il nutrito gruppo di arbitri è chiamato a dirigere partite tra i più famosi Tornei dell’Agro Nocerino-Sarnese, dei Paesi Vesuviani e della Penisola Sorrentin. Negli ultimi tre anni ha fatto però un salto di qualità partecipando ad incontri di valenza Europea, tra cui il Torneo Internazionale Unicredit, la 5^ edizione di EuroLawyers e le edizioni 2014 e 2015 del Torneo di Calcio Giovanile “Acropolis Cup”. In occasione delle fasi finali dall’1 al 4 aprile il Comitato Provinciale ha promosso uno stage formativo per gli arbitri di calcio che permetterà un’attenta valutazione per poterli inserire definitivamente nell’Albo Nazionale MSP.

Danza Classica

E’ in essere un programma di sviluppo legato alla Danza Classica, spesso solo citata nelle attività socio-sportive Iniziative benefiche degli EPS. Significative le partecipazioni alle iniziative benefiche e Tiro con l’Arco di assistenzialismo organizzate con gli appassionati del Altra disciplina che si sta proponendo all’attenzione geMototurismo: Befana Biker (consegna giocattoli e calnerale è il Tiro Tradizionale con l’Arco, nuova nel monze nei Reparti Pediatrici dell’Ospedale di Salerno), Cena do MSP Italia. Contestualmente si è proposta anche la settimanale ai senza fissa dimora presso l’Opera dei Misdisciplina legata al Tiro con l’Arco Storico e Medievale, sionari Saveriani, Assistenza alle Associazioni impegnamolto ricercata lungo tutto il territorio nazionale, grazie te con le case famiglia con raccolta di materiale didattico alle rievocazioni storiche e di tante manifestazioni cule fornitura di vestiario. turali.

Calcio

Tra le attività più note è sempre presente il Calcio, ma il Comitato MSP Salerno sta dedicando molto tempo

Pagina Facebook: facebook.com/mspitalia.salerno 26


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Emilia Romagna, la chiave del successo è la sinergia

Il Comitato Regionale, in collaborazione con i propri Comitati Provinciali, ha sviluppato un bacino sportivo di grande interesse e di enormi potenzialità La Regione Emilia Romagna, terra di cultura e di imprenditoria nei più svariati settori, è rinomata per il suo turismo. E turismo si coniuga in maniera integrale con le ricchezze naturali e con l’ospitalità. L’accoglienza interpretata come virtù è legata al grande sviluppo della ricettività alberghiera. Questo connubio tra le ricchezze naturali (il mare, la spiaggia, la montagna, l’enogastronomia e le ricchezze artistiche culturali) che hanno dato sviluppo al turismo, e la capacità organizzativa, caratteristica degli imprenditori locali, non poteva non mettere in relazione a tutto ciò lo Sport. Il Comitato Regionale MSP Emilia Romagna in stretta collaborazione con i propri Comitati Provinciali ha, nel corso degli anni, sviluppato un bacino sportivo di grande interesse e di enormi potenzialità. Non si è limitato ad interpretare il ruolo di Ente di Promozione Sportiva come un semplice “venditore di tessere” che rimane fine a se stesso ma ha cercato una sinergia con le associazioni affiliate per creare eventi e manifestazioni, convegni e seminari e tavole rotonde. Questa attività ha fatto crescere il Movimento Sportivo Popolare Italia in una regione tradizionalmente monopolizzata da altre realtà. Questa crescita e questa visibilità ha portato ad un alto riconoscimento nell’ambito sportivo: da ben due mandati il Presidente regionale del MSP Emilia Romagna è Consigliere regionale del Coni. Tra gli eventi di grande importanza che si svolgono nella nostra Regione va principalmente ricordato le Finali Nazionali del MSP Italia che si svolgono da diversi anni proprio a Rimini. Ma vanno menzionati ad esempio a Bologna una manifestazione di solidarietà il Fitness Day, organizzata dal Comitato Provinciale di Bologna, che ha come obiettivo quello di devolvere l’intera entrata alla Associazione Trapiantati Organi dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna; a Rimini a parte i numerosi 27

tornei estivi di Beach Tennis, Beach Volley e Beach Soccer, va sicuramente nominato il Torneo di Basket “Palio del Mare” che annovera tra gli atleti diversi professionisti della pallacanestro nazionale. Molte attività sono rivolte ai giovani (Camp di Basket e di Calcio) e ai diversamente abili. Nei Comitati di Reggio Emilia e Modena grande riscontro ha la manifestazione di Cheerleading Indoor Show. In progettazione a Rimini durante il periodo estivo un grande torneo di Burraco che dovrebbe, almeno negli intenti, diventare una tappa fissa nel panorama delle manifestazioni annuali in collaborazione con le Amministrazioni Comunali. Una realtà territoriale, quella dell’Emilia Romagna, non facile sotto l’aspetto sportivo che si scontra contro un sistema consolidato tra politica e sport, ma, nel quale il Comitato regionale MSP Emilia Romagna si è creato un proprio spazio vitale che ha enormi potenzialità di sviluppo.

Sito web: www.mspemiliaromagna.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Danza, calcio e vela: ecco MSP Puglia

Grande affluenza per il Campionato Interregionale di danza sportiva, che nello scorso gennaio ha visto la partecipazione di 650 atleti

I primi mesi del 2015 hanno visto il Comitato Regionale MSP Puglia impegnato in diverse e coinvolgenti iniziative, tra le quali la danza sportiva ha avuto un ruolo di primo piano. Notevole partecipazione ha avuto il Campionato Interregionale tenutosi il 18 gennaio con 650 atleti/ danzatori partecipanti, provenienti dalla Puglia, dalle Regioni limitrofe e dalle Isole maggiori. Da sottolineare la grande partecipazione al seguito degli atleti più coinvolgenti (più di mille spettatori). Non meno partecipativa, ma con enorme spirito agonistico, è stato il Campionato Regionale 2015 della stessa disciplina sportiva, svoltosi l’8 marzo nella più consona cornice del Palamazzola di Taranto. Cinquecento atleti si sono cimentati nelle varie discipline di danza sportiva per

potersi sfregiare del titolo di Campione Regionale e potersi aggiudicare il diritto alla partecipazione al prossimo Campionato Nazionale. Non è mancata la competizione dello sport nazionale, il calcio.

regionali 2015. Novità assoluta per il Comitato Regionale MSP Puglia è stata la prima veleggiata denominata di buon auspicio “MSP a gonfie vele!”, svoltasi nelle acque dello Jonio malgrado le basse temperature di inizio

Per questo sport, particolare attenzione è stata dedicata ai giovanissimi, rientranti nella fascia d’età 5-11 anni, divisi in due Categorie (Pulcini ed Esordienti): più di 1150 atleti, divisi in 22 squadre (appartenenti a neo-associazioni affiliate al MSP), si fronteggiano sul rettangolo di gioco per sancire le due campionesse

anno. La manifestazione ha visto la partecipazione di una decina d’imbarcazioni d’altura i cui equipaggi, in un’alternanza di giovialità e competizione, si sono misurati nella non sufficientemente valorizzata cornice della rada di Mar Grande di Taranto, circumnavigando le Isole Cheradi.

Sito web: www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-puglia 28


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Liguria, così nasce il Progetto Scuole Il Progetto, nato per salvaguardare il grande patrimonio del Mar Mediterraneo, ha coinvolto finora migliaia di ragazzi Come MSP Liguria, conduciamo le attività del Progetto Scuole dal 2009 con notevole successo presso le scolaresche liguri. Quest’anno con l’accordo del Presidente Nazionale MSP Italia abbiamo deciso come MSP Liguria di presentare il progetto al MIUR per l’ottenimento di una circolare scolastica che diffonda le attività del progetto in tutto il territorio nazionale. Il progetto ha già ottenuto le sponsorizzazioni previste ed il patrocinio del CONI Regione Liguria ed è all’attenzione dell’Acquario di Genova per una pos-

migliaia di studenti in attività e lezioni su tematiche ambientali ed in attività di prove gratuite dell’immersione con autorespiratore svolte a cura degli istruttori dell’ASD Diving Academy. Il Progetto Scuole nasce dalla volontà di salvaguardare il grande patrimonio del Mar Mediterraneo, attraverso la creazione di un nuovo senso civico, in cui sia compreso il valore del rispetto per il mare e un elevato senso di responsabilità individuale; in questo modo, partendo da un’efficace e divertente educazione ambientale

a studenti di ogni ordine (rispetto per la diversità e e grado purché di età pari capacità di ascolto). L’eduo superiore agli otto anni. cazione ambientale e l’inL’obiettivo del Progetto troduzione alla subacquea è quello di sensibilizza- diventano così strumento re le nuove generazioni di formazione attivo della ad una nuova tipologia di cittadinanza, in un procesrapporto con il mare, alla so didattico, sociale e comcreazione di valo- portamentale. ri di conservazione Il progetto “Il Mare ed il suo della biodiversità ed ambiente” offre ai ragazzi alle problematiche la possibilità di seguire, in marine, in particolar aula, un'ora di lezione per modo a quelle re- poi passare alla pratica con lative al Mar Medi- l’opportunità di seguire, terraneo, attraverso in piscina, il Programma l’introduzione ad uno PADI DISCOVER SCUBA sport vicino all’am- DIVING o PADI BUBbiente quale è appun- BLEMAKER e far vivere to la subacquea. agli studenti un’esperienza Il progetto educa- unica, con il primo respiro tivo mira a svilup- sott’acqua tramite l’utilizpare negli studenti zo di bombole assieme ad qualità dinamiche istruttori qualificati avvici(come il senso d’iniziati- nandosi così ad uno sport sibile collaborazione ed in delle future generazioni corso di approvazione da si può utilizzare uno degli va, la capacità di sceglie- che fa della protezione e parte del MIUR stesso. sport che più si preoccupa re, nuove abilità pratiche del rispetto dell’ambiente Il progetto ha riscontra- della tutela ambientale: la etc.) e qualità relazionali marino la propria mission. to un notevole successo subacquea. Sito web: nel territorio della nostra Il progetto “Il Mare e il www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-liguria Regione, coinvolgendo suo Ambiente” è dedicato 29


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Calcio e danza,

i successi del MSP Piemonte Il campionato provinciale di calcio a 5 e a 7 è il più antico di tutta la Regione. Danza, ad aprile il Festival di Primavera 2015 Il campionato provinciale di calcio a 5 e a 7 organizzato dal MSP Torino è il più antico del Piemonte. Vede la sua prima edizione nel 1990 e nel corso degli anni si è sviluppato raggiungendo un notevole numero di squadre partecipanti. Il settore arbitrale è sempre stato molto qualificato, grazie a corsi di formazioni svolti all’interno dell’Ente avvalendosi dell’esperienza degli arbitri federali. Caratteristica del campionato MSP, in tutti questi anni, è la correttezza e la sportività che si richiede alle squadre. Non è tollerato il comportamento scorretto nel confronto degli arbitri e degli avversari, e non sono infrequenti, pur se fortunatamente limitate, le radiazioni dal campionato, per i casi più gravi nei confronti degli arbitri o degli avversari, oltre alle giornate di squalifica erogate per i falli di gioco e che compaiono in un comunicato telematico pubblicato ogni mercoledì sul sito www.mspcalciotorino. com. Sul sito vengono pubblicati i calendari di tutti i campionati, le classifiche aggiornate di ogni girone e le graduatorie specifiche su marcatori e Coppa Disciplina, alla quale tiene maggiormente l’Ente piuttosto che i par-

tecipanti. Il campionato di calcio a 7 vede invece la partecipazione di circa 60 squadre con 700-800 atleti tesserati. Alcune squadre partecipano da circa 20 anni e i padri giocano insieme ai figli. Questo è lo spirito che vuole essere da guida del nostro Ente. Settore Danza Da ormai 6 anni il settore Danza di MSP Piemonte organizza in primavera e in autunno una manifestazione, presso l’affiliato Palazzo dello Sport di Giaveno. Partita in sordina, quasi come un esperimento, la manifestazione sta raccogliendo sempre maggiori adesioni e successo ad ogni edizione. L’ultima si è effettuata nel mese di novembre 2014 e ha visto la partecipazione di oltre 600 ballerine e danzatrici, tesserate in circa 40 scuole di ballo. MSP Piemonte settore Danza ha come finalità la promozione della danza come forma socio-aggregativa, oltre che sportiva. Le manifestazioni organizzate vedono sempre le gradinate ricolme di spettatori e un clima gioioso. La prossima manifestazione, denominata Festival di Primavera 2015, si svolgerà domenica 19 aprile 2015 e vede fin da ora una massiccia presenza di partecipanti.

Festa dello Sport 2014: un evento fantastico MSP Italia ha partecipato con uno stand all’evento, che ha visto anche la fantastica esibizione del Coordinamento Nazionale Gruppi Majorettes Lo scorso 31 maggio e 1 giugno, i Comitati Regionale Piemonte , Provinciale di Torino e Delegazione Città Di Torino di MSP Italia, hanno organizzato in collaborazione con gli altri Enti di Promozione Sportiva, la seconda edizione della Festa dello sport, prologo a “Torino 2015 Capitale Europea dello Sport”. La finalità della festa è stata quella di sensibilizzare la cittadinanza rispetto all’importanza della pratica sportiva e di far crescere le opportunità di praticare un’attività sportiva ai cittadini di tutte le età. Il pubblico nelle due giornate di festa è stato numerosissimo e ha potuto partecipare gratuitamente a tutti i momenti di animazione e alle lezioni aperte proposte. L’MSP Italia ha partecipato all’evento con un suo Stand, nel quale si sono pubblicizzate le attività sportive promosse dalle ASD affiliate. Alla Festa ha partecipato anche il Coordinamento Nazionale Gruppi Majorettes della F.I.G.M., aderente MSP che oltre a promuovere il Twirling come disciplina di sport–spettaco-

lo ha animato i momenti ufficiali con la partecipazione di Gruppi Majorettes accompagnati dalle Bande Musicali che hanno sfilato sia al mattino che al pomeriggio e hanno collegato le tre piazze nelle quali si sono svolti gli eventi sportivi.

30


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Toscana: attività e formazione Dalla Coppa Toscana ai corsi di formazione, il Comitato Regionale spazia a 360° per diventare un punto di riferimento per il territorio

La punta di diamante dell’attività del Comitato Regionale MSP Toscana è la Coppa Toscana, torneo di calcio a 5 e calcio a 7 che terminerà a maggio. L’iscrizione al torneo era gratuita per tutte le squadre, indifferentemente che erano di calcio a 5 o calcio a 7. La prima classificata accederà direttamente alle finali Nazionali MSP Italia, che si terranno a Rimini il 27-28-29 giugno mentre la seconda classificata alle finali Regionali del MSP Toscana. Le gare si svolgeranno nei centri sportivi affiliati al MSP Toscana di Prato, Pistoia, Livorno e Firenze. Le squadre partecipanti sono molte. Sempre in ambito calcio, si svolgerà a maggio a Firenze il 1° Torneo Coppa Italia aperto a tutte le squadre MSP, una manifestazione itinerante che vuol diventare un punto di riferimento a livello nazionale per molte squadre di calcio a 5 e

a 7. Negli ultimi due weekend di maggio la città del giglio si appresta ad ospitare una bella kermesse che si giocherà sui campi più belli di Firenze. Non solo attività visto che il nostro Comitato Regionale è impegnato anche nella formazione, con la consegna dei diplomi, avvenuta pochi giorni fa, ai tecnici partecipanti del Corso Istruttore Body Building e Fitness – 1° Livello. Il corso era rivolto; a tutti coloro che volevano avvicinarsi per la prima volta, o già ne facevano parte, al mondo dell´insegnamento, diventando preparatore di attività relative al benessere psico-fisico nell´ambito del mondo del fitness; a tutti coloro che desideravano apprendere la metodologia di una specifica attività per uno sbocco lavorativo futuro oppure incrementare il proprio bagaglio di competenze personali. La qualità dei corsi di formazione organizzati dal MSP Toscana nel settore Fitness è riconosciuta perchè preparano i professionisti che possono ambire a lavorare in modo indipendente o in forma associativa o dipendente presso palestre, centri fitness, strutture alberghiere, villaggi turistici, associazioni, società ed enti sportivi.

Sito web: www.msptoscana.it

A Bergamo per la Beauty Planet Alla prestigiosa Fiera, MSP Lombardia sarà presente con un proprio stand. Iniziati i corsi di vela per neofiti ed appassionati Il Comitato Regionale Lombardia di MSP Italia sarà presente con uno stand istituzionale alla 1.a edizione di "Beauty Planet" presso la fiera di Bergamo. L'evento avrà luogo nei giorni 1 2 - 3 Maggio e sarà una vetrina aperta a tutte le attività, discipline sportive e agli operatori di settore. Su una superficie di oltre 25.000 metri quadri si svilupperanno aree espositive indoor e outdoor, dove tantissime aziende di produzione e di servizi per il settore dello sport, fitness, wellness e cosmetica esporranno le miglio-

ri novità dell'anno. Un'iniziativa che porrà Bergamo al centro dell'Europa per tre giornate. Da registrare infine l’iniziativa dell’Associazione "Amici del Vento ": sotto l’egida del MSP Lombardia, dal mese di marzo, sono iniziati i corsi di avvicinamento alla vela, aperta a neofiti ed appassionati che vogliono avvicinarsi alla vela . Le uscite a tema si svolgeranno principalmente sul bacino del lago di Lecco e per coloro che intendano approfondire questo percorso di crescita verranno organizzate veleggiate al mare.

Sito web: www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-lombardia 31


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Abruzzo e FISDIR insieme per l’attività con i disabili MSP Abruzzo ha fatto della squadra di nuoto il suo fiore all’occhiello La ASD MSP Abruzzo affiliata con la MSP Marche , è una società di nuoto tesserata con la FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabili Intellettivi E Relazionali) dal 2013. Ad oggi la squadra agonistica consta di 10 atleti affetti da Sindrome di Down, autismo e ritardo mentale tra i 10 e i 45 anni di età che si allenano 3 volte alla settimana con possibilità di alternare con il lavoro in palestra. Fondamentale per il miglioramento tecnico della squadra è stata la collaborazione con i tecnici FIN della struttura che hanno spesso favorito lavori integrati con i bambini dell’agonistica FIN. In struttura sono moltissimi i bambini con deficit cognitivo che frequentano i corsi di nuoto integrati con i bambini normodotati o in lezioni singole in caso di particolari esigenze o gravità. L’obiettivo è quello di ampliare annualmente il numero degli agonisti. Nonostante in Provincia l’attività sportiva per disabili intellettivi sia poco diffusa ( ci sono soltanto 4 società di nuoto) la MSP Abruzzo ha fatto della squadra il suo fiore all’occhiello invitando gli atleti a partecipare e ad esibirsi a qualunque evento la Società partecipi od organizzi ospitando dal primo anno di affiliazione sempre una competizione del Campionato Regionale. Sito web: www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-abruzzo

Ad aprile la rassegna coreografica MSP Marche

Si svolgerà il prossimo 26 aprile l’evento della rassegna coreografica, da sempre uno dei fiori all’occhietto del Comitato Regionale MSP Marche. Il nostro Comitato da sempre è molto attivo nel settore della danza, come dimostra l’organizzazione del Gala della Ginnastica Artistica, in programma a maggio, che l’anno scorso che si era tenuto al Palasport Bernardo Speca di San Benedetto del Tronto, con grande partecipazione delle atlete e del pubblico. Con l’organizzazione della rassegna di composizione coreografica, che consiste in una serie di esibizioni da parte di scuole di danza , ginnastica e ballo provenienti dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche aderenti al MSP Italia, MSP Marche vuole ringraziare, attraverso la consegna di particolari riconoscimenti, tutte le società affiliate, la passione sportiva di atleti e dirigenti al seguito e al tempo stesso affermare la partecipazione e il legame con il territorio del nostro Comitato Regionale. Sito web: www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-marche 32


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Friuli: storia e tradizione, ecco la Coppa Venezia Giulia Giunta alla 45.a edizione, il Torneo di Calcio a 7 coinvolge 80 squadre amatoriali Il Comitato Regionale MSP del Friuli Venezia Giulia si distingue per le attività che organizza direttamente sul territorio; per quanto riguarda le Province di Trieste e Gorizia il fiore all'occhiello è senz'altro la Coppa Venezia Giulia, torneo ricreativo di calcio a 7, giunta ormai alla sua 45.a edizione e che coinvolge ottanta squadre amatoriali impegnate nelle due edizioni annuali del torneo da agosto a luglio dell'anno successivo. Il Torneo, il più popoloso in regione, in passato ha toccato anche la partecipazione record di 125 squadre per una edizione. Il funzionamento è simile al calcio "maggiore" con la Serie A e via via scendendo le serie inferiori; nella massima serie è ambitissimo lo Scudetto mentre promozioni e retrocessioni animano le categorie inferiori alla serie A. Da alcuni anni poi è stata dedicata una parte agli over 35 (consideriamo che Trieste è la città più anziana d'Europa....) con lo svolgimento di due 33

gironi appositi. Esiste uno specifico sito che si occupa soltanto di seguire il torneo www.coppaveneziagiulia.com. Da quest'anno inoltre è stata fondata la Sezione arbitrale MSP del Friuli Venezia Giulia che può contare su oltre 60 arbitri. Ancora su Trieste va ricordato il frequentato campionato provinciale di Basket e la fortunata edizione estiva della Crese Cup di Calcio, Basket, Pallavolo, Football e Danza Per quanto riguarda le Province di Udine e Pordenone invece a farla da padrone è la Scuola di Ballo del MSP Italia. La scuola itinerante nei Comuni delle due province friulane è ormai meta irrinunciabile per chi vuole imparare a ballare; dal classico ballo da sala ai sudamericani senza tralasciare le nuove tendenze, il nostro Responsabile e coordinatore provinciale, stimatissimo personaggio riconosciuto in Regione, è un indiscusso punto di riferimento per chi vuole avvicinarsi a tale disciplina. MSP Friuli in Regione poi ha due par-

ticolari progetti che porta avanti da anni; il primo riguarda la tradizionale festa estiva giuliana, giunta alla sua 18° edizione, denominata Trieste in Festa, dove vicino ai sapori enogastronomici regionali ed alla miglior musica tutte le società sportive hanno a disposizione una vetrina dover far conoscere e provare le varie discipline. Il secondo riguarda l'attività portata avanti con i ragazzi con diverse abilità con "Giovani in Movimento - attività sportiva per ragazzi diversamente abili" e con "In-serimento" cioè la possbilità, per questi ragazzi meno fortunati, di affiancare i dirigenti MSP nell'organizzazione delle varie manifestazioni ed eventi sportivi. Grazie al lavoro del Comitato Regionale in questi anni Trieste ha potuto essere proclamata città Europea dello Sport 2011, mentre nel 2014 il riconoscimento europeo è andato alla comunità formata da tre comuni transfrontalieri (Italia-Slovenia-Austria) con capofila il comune regionale di Tarvisio.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Valle d’Aosta:

un Comitato per l’Italia Tramite il settore di natural body building e fitness modelli sportivi, il Comitato valdostano ha raggiunto ottimi traguardi Il Comitato Regionale MSP Italia della Valle D'Aosta, tramite il settore di natural body building e fitness modelli sportivi, ha messo a segno un ottimo traguardo per gli appassionati di questo sport. Il medesimo Ente ha infatti patrocinato due eventi di rilevanza nazionale: il Campionato Nazionale Assoluto a Vicenza del 5 ottobre scorso ed il secondo il 13 marzo nel capoluogo valdostano. Scrivere di una serie di gare, parlando esclusivamente di classifiche e di titoli conquistati è sempre riduttivo. Bisognerebbe infatti parlare anche degli atleti, delle emozioni che ci hanno trasmesso, dell'impegno che hanno investito per prepararsi, della minuziosità con cui l'hanno fatto. Ma anche delle palestre affiliate MSP Italia, la My Gym di Dueville, il New Athletic di Asti, la Natural Performance di Quart e la ASD Balance Point di Aosta, le quali hanno portato in gara addirittura 45 atleti al Campionato Nazionale di Dueville. Vogliamo dimenticarci di una vecchia cultura fisica, contraddistinta da fisici impossibili e fuori dalla comprensione dell'uomo della strada. Di atleti disidratati e tremolanti sul palco, di routine statiche ed obsolete. Il nuovo volto parla di atleti più

proporzionati con il resto della razza umana, dallo sviluppo muscolare marcato, ma più armonico e dall'ottima definizione, ma non esasperata. Per queste prove, si ringrazia la giuria composta da professionisti, tecnici ed arbitri super qualificati (da citare il quattro volte Campione Italiano Natural Valter Schiavinato), la Regione Autonoma Valle d’Aosta e l’Assessorato allo Sport e Turismo per il loro contributo e per aver patrocinato le manifestazioni.

Sito web: www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-valle-d-aosta/

MSP Trento,

impegno e passione per tornare in alto Ballo, arti marziali, ciclismo ma soprattutto l’organizzazione del 14° Torneo Città di Trento di calcio a 6 maschile Il nuovo Comitato Provinciale MSP Trento si è da subito molto impegnato per una espansione nelle Province del Trentino e Alto Adige. Siamo fortemente impegnati nella promozione del settore ballo con varie associazioni mediante dei corsi e con circoli impegnati in serate danzanti la domenica rivolti a tutta

la popolazione giovane e meno. Danze Irlandesi con serate conoscitive in vari luoghi della Regione e non, con anche stage appropriati. Arti marziali con attività didattica ed agonistica nelle varie palestre svolte da nostri atleti professionisti. Ciclismo con attività di trekking,mountain bike, ciclo turismo, da corsa, con

tour, escursioni guidate nella nostra Regione o in altre Regioni e anche all’estero. La missione del Mountain Train tramite eventi, manifestazioni e gare con binomio uomo-cavallo tramite l’Associazione IMTCA Italia. Un fiore all’occhiello del

MSP Trento è l’organizzazione del 14° Torneo Città di Trento di calcio a sei maschile: questa manifestazione si è ritagliata in tutti questi anni, come unico evento estivo calcistico in Trentino, uno spazio rilevante sia di pubblico che di immagine.

Sito web: www.msptrentino.it 34


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Cosenza:

tra sport e solidarietà, così aiutiamo la nostra terra L’incasso dello spettacolo “Danza…per la vita“ ogni anno viene devoluto in beneficienza. Calcio e biliardino per veicolare i valori della promozione sociale

T

ra danza, azioni di solidarietà, calcio e attività ludiche e popolari come il biliardino, il Comitato Provinciale MSP Cosenza ha radicato il proprio legame con la terra calabrese, diventando un punto di riferimento per la comunità cittadina. Ecco riassunte le principali attività da noi svolte in questo periodo:

tacolo di cultura e danza con l’incasso dato in beneficienza a seconda delle situazioni di emergenza della nostra comunità. Negli ultimi due anni, per esempio, abbiamo aiutato una famiglia a sostenere un’operazione difficile per il proprio figlio. La manifestazione si è svolta lo scorso dicembre al Teatro Piccolo Unical, sito in Piazza Molicelle a Rende (provincia di Cosenza). Danza L’evento “Danza…per la A questo settore aggiunvita“ giunta quest’anno alla giamo inoltre il Concorso XXI edizione, è uno spet- Nazionale Coreografico di Danza, che si svolgerà il prossimo 24 aprile al Cineteatro Garden a Rende.

Calcio

Molto attiva la presenza sul territo35

rio del MSP Cosenza, con l’organizzazione di diversi tornei che veicolano i valori sani dello sport e della promozione sociale, che da sempre contraddistingue il nostro Comitato Provinciale. Il Torneo di Natale (giunto quest’anno alla 16.a edizione) e la Coppa Amicizia (alla 24.a edizione) rispondono proprio a questi scopi: il Torneo di Natale è riservato alla categoria Primi Calci, con le squadre inserite un unico girone da 8 o 10 squadre con gare di sola andata e partite di due tempi dalla durata di 15’ ciascuno. La Coppa Amicizia è la manifestazione di apertura di ogni anno sportivo e la partecipazione è aperta a

tutte le categorie, sia adulti che categorie giovanili.

Biliardino

Nato quasi per caso, quest’attività ludica, da sempre patrimonio popolare dei cittadini italiani, ha riscosso un vero e proprio successo, con quasi 100 persone iscritte a divertirsi in piazza per un hobby che ha legato tantissime generazioni nel nostro Paese.

Pesca Sportiva

La poliedricità del nostro Comitato Provinciale è testimoniata infine anche dall’organizzazione del Campionato Regionale di Pesca Sportiva, in un percorso a tappe con premi speciali previsti ad ogni gara.

Sito web: www.mspcosenza.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Latina

protagonista nel calcio e nel settore arbitrale

Dalla scorsa stagione, il calcio amatori in tutta la provincia è targato MSP “Gli unici limiti che ci poniamo sono quelli da superare”. Da queste parole si evince come l’ambizione sia il tratto distintivo del MSP Latina. Il prossimo anno il Gruppo Sportivo Italiano, che dal 2013 è entrato a far parte della grande famiglia di MSP Italia, compirà 10 anni ed intendiamo festeggiarlo con il conseguimento di un obiettivo molto ambizioso: 100 società affiliate. Nella nostra provincia, MSP Latina è ormai da anni protagonista nell’organizzazione e nella assistenza tecnico arbitrale di campionati e tornei di calcio a 11, a 5, ad 8, a 6. Dalla scorsa stagione, il calcio amatori in tutta la provincia è targato MSP Italia con 13 Squadre iscritte alla scorsa edizione e 15 in quella di quest’anno. L’obiettivo è quello di creare nei prossimi due anni un campionato di calcio, sempre con la formula “Zero tesserati Figc”“X”FFd, che possa abbracciare tutti i comuni che si snodano lungo i 90 km della nostra provincia. Due gironi da 12 squadre con una grande fase finale ad incrocio. Tante società hanno deciso di aderire a questo campionato di calcio amatori GSI-MSP Italia perché le società sono poste al centro della manifestazione, con MSP Latina che cerca di con-

dividere il più possibile con le stesse società tutti gli aspetti relativi allo svolgimento del campionato. Inoltre nella nostra organizzazione è possibile trovare risposte veloci con le classifiche accessibili da tutti sul nostro sito web. Ma non finisce qui, perché non siamo stanchi di fare sport e nel futuro sono previste tantissime novità, con lo scopo di proporre, alle sempre più numerose associazioni e società che ci scelgono, prezzi competitivi, assistenza, consulenza H24, visibilità all’interno del nostro circuito e una totale disponibilità a fare percorsi comuni. Informazioni e notizie sono sempre disponibili su www.grupposportivoitaliano.it www.msplatina.it

36


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Valorizzare il territorio con l’attività Open Air: il Green Pentathlon

Il MSP si è fatto promotore in Italia dello sviluppo del Green Pentathlon, disciplina promozionale incentrata sull’integrazione e lo sviluppo territoriale Lo sport, per le proprie caratteristiche intrinseche e per la sua trasversalità, si sta progressivamente affermando in Europa quale strumento per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo 2020 di crescita intelligente, sostenibile e solidale, orientata al rafforzamento della coesione territoriale e dell’integrazione europea. Questa prospettiva si rivela particolarmente utile ed efficace nelle aree rurali, dove l’insieme di queste componenti (sociale, economica, organizzativa) può dare vita ad iniziative sostenibili di valorizzazione e sviluppo dei territori più isolati ma comunque dotati dei punti di forza caratteristici del nostro Paese: bellezze naturali, clima mite, la storia millenaria. Il Movimento Sportivo Popolare, si sta impegnando nella progettazione e sperimentazione di modelli innovativi di pratica sportiva

all’aria aperta, veri e propri “format” sostenibili di attività per tutte le età, che non richiedano particolari infrastrutture, ma che ruotino intorno ad un cuore “sociale” privo di differenze di genere o di età, che facciano leva sulla socializzazione “integrata” tra giovani e giovanissimi, adulti e senior, persone con diverse abilità o di diversa etnia. La socializzazione diventa così il primo elemento di una valorizzazione e di scoperta del territorio in chiave turistica, vetrina “verde” per accessibilità e sostenibilità, che esalti i luoghi più reconditi ma anche i prodotti di nicchia del territorio, le tradizioni radicate, la cultura e l‘arte nelle diverse forme. E’ da questa prospettiva che il MSP si è fatto promotore in Italia dello sviluppo del Green Pentathlon, disciplina promozionale incentrata sull’integrazione e lo svi-

luppo territoriale, per la regolamentazione della quale hanno già offerto la propria disponibilità e collaborazione le Federazioni Atletica Leggera, Ciclismo, Orientamento, Turismo Equestre, Arrampicata sportiva, nella convinzione che la diffusione dello sport per tutti all’aria aperta possa contribuire a: - creare nuove professionalità ed incentivare l’imprenditoria giovanile ed il volontariato - contribuire allo sviluppo economico delle aree rurali, grazie all’organizzazione di eventi e manifestazioni che valorizzino le caratteristiche distintive dei territori stessi, delle tradizioni locali e giochi popolari, dei beni naturali, artistici e storici, nonché dei prodotti locali della terra e dell’artigianato - diventare elemento trainante dello sviluppo basato sui valori del territorio, della tradizione, delle specificità locali e vola-

no per lo scambio di buone pratiche e di mobilità tra le persone, al fine della coesione e la crescita dei territori ed aree rurali in Italia, ma anche in prospettiva Europea. Il team progettuale è già all’opera per definire il Regolamento specifico, che sarà portato in tempi brevi all’attenzione del Consiglio per passare alla fase “pilota” di verifica di fattibilità e preliminare al lancio ufficiale della disciplina. Contatti: Daniela Drago drada2650@gmail.com

MotoSportItalia: come coniugare divertimento e prevenzione A.S.D. Sport Italia – MotoSportItalia, affiliata al MSP Italia, nasce grazie all'impegno di un Gruppo di Appassionati come Associazione Nazionale per la diffusione del Motorismo in tutte le sue forme, in ambito sportivo amatoriale, nelle attività di allenamento, in ambito turistico e ludico con l'obiettivo di diffondere i valori ed i principi dello sport nelle attività motoristiche finalizzati al divertimento ed alla crescita personale, ed al al tempo stesso contribuire decisamente nella prevenzione 37

degli infortuni derivanti da inesperienza o uso improprio di veicoli sportivi specialistici o dei comuni mezzi a motore da trasporto. Per realizzare questo ambizioso obiettivo proponiamo per tutti gli appassionati e per gli Organizzatori di eventi regole semplici ed efficaci per affrontare in sicurezza i molteplici aspetti del mondo dei motori. Per proposte, idee, informazioni e contatti www.motosportitalia.com.


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Abbiam voluto la bicicletta, quindi pedaliamo!

MSP Italia è stato il primo Ente, nel 1993, ad avere l’intuizione di formare dei competenti Istruttori o Guide Cicloturistiche Il cicloturismo è una pratica in grande espansione e si nota dal sempre più grande numero di ciclisti, stranieri ma anche italiani, che percorrono la nostra unica penisola in lungo ed in largo, d’estate e d’inverno, attraverso sentieri, piste ciclabili, vie storiche e di pellegrinaggio. Non esiste Paese al mondo con le caratteristiche geografiche, morfologiche e quindi ciclabili simili a quelle della nostra Italia. Come per tutte le attività dinamiche in ambiente anche i gruppi che si formano per condividere gite ed escursioni sui pedali hanno la necessità di essere guidati, accompagnati da esperti conoscitori non solo del territorio ma anche delle norme di sicurezza che garantiscono e assicurano l’incolumità dei partecipanti. Chi per primo, nel lontano 1993, ha avuto l’intuizione di formare dei competenti Istruttori o Guide Cicloturistiche è stato l’Ente di promozione sportiva MSP Italia, riconosciuto dal CONI e da tre Ministeri, che attraverso la Scuola Italiana Mountain Bike (meglio conosciuta come SIMB) ha costituito un centro di formazione di riconosciuta competenza detenendo istruttori qualificati in un po’ tutto il territorio. “Il nostro Ente- spiega il Presidente Prof. Gian Francesco Lupattelli – ha sempre creduto che la diffusione dello sport poteva essere svolta attraverso figure qualificate che garantiscano l’insegnamento delle conoscenze necessarie per un corretto approccio con il proprio fisico , con il mezzo che si utilizza e con la natura che ci circonda. La SIMB ha saputo interpretare al meglio questo indirizzo nell’organizzazione di corsi che permette ai bikers di ottenere una completa formazione e la possibilità di avviare una promettente attività professionale. Come presidente della ACES Europe, struttura intereuropea che seleziona le Capitali Europee dello Sport, mi sto impegnando anche alla promozione del cicloturismo come elemento importante per l’integrazione turistico-sportiva Europea”. I corsi ed i momenti formativi organizzati dalla Simb, che

ha lavorato in passato con Aziende di Promozione Turistica, Comunità Montane e Tour operator, sono sempre molto apprezzati e richiesti. Nel 2015 verranno realizzati non solo i corsi per la qualifica di Istruttore ma anche un “Master” di Guida cicloturistica per un’ulteriore specializzazione e qualificazione. Le località e le date di questi momenti formativi sono pubblicate sul sito web www.simb.com. Da gennaio verrà inoltre attivata - come ogni anno – l’affiliazione dei nostri diplomati per attribuire loro le idonee credenziali, le divise ufficiali e le indispensabili coperture assicurative, per garantire la massima sicurezza e tutela nell’esercizio dell’attività cicloturistica. Molte sono oggi le realtà operative nel territorio grazie a SIMB, ma anche grazie all’impegno e alla dedizione degli Istruttori che o individualmente o meglio ancora riunendosi in associazioni di Istruttori diplomati danno vita ad un florilegio di iniziative e attività dinamiche. Come diceva il grande A.Einstein, la vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti! Contatti: Franco Dalla Mora - scuolaitalianamtb@gmail.com

38


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

MSP Scacchi, obiettivi ambiziosi

Nell’arco di due anni scolastici consecutivi, vogliamo coinvolgere circa 10.000 alunni MSP Scacchi ha un esperienza decennale, portata avanti in collaborazione con Associazioni scacchistiche affiliate alla FSI e Comitati regionali FSI. Il primo progetto MSP risale al 2001, con l’attivazione, in collaborazione con la Scacchistica Saviglianese, del progetto “Scacchi a scuola – Cuneo 2001/2002 “ che dette l’avvio alla diffusione degli scacchi nelle scuole cuneesi, per poi diffondersi con la medesima dinamica in tutto il Piemonte. Anche in ambito regionale, collaborando con il Comitato regionale Piemonte FSI e 10 associazioni affiliate (sia alla FSI che al MSP), ha potuto contribuire alla nascita e al mantenimento di “Scacchi a scuola in Piemonte”, che oggi può essere considerato il più grande progetto italiano di “Scacchi a scuola” e che si avvale di 20.000 ragazzi partecipanti. MSP scacchi, in Piemonte, ha sempre accompagnato i corsi di Formazione Istruttori, l’organizzazione di eventi scacchistici come Festival, tornei GSS provinciali e regionali, tornei Open e Semilampo. MSP scacchi ha anche contribuito alla nascita del progetto “Scacchi a scuola in Liguria”, che ha coinvolto circa 4.000 ragazzi e collaborato ai corsi di Formazione degli Istruttori liguri. In Lombardia ha contribuito direttamente all’avvio di “Scacchi a scuola in provincia di Brescia”, che oggi coinvol-

39

ge 17 Comuni per 2.000 ragazzi, appoggiando l’iniziativa della Scuola di scacchi “Torre e Cavallo”, associazione affiliata anche al MSP. Nel 2014 MSP Scacchi ha realizzato, in collaborazione con la Federazione Scacchistica Italiana, il progetto “Dalla Scuola al circolo scacchistico”, che ha identificato “Scacchi a scuola” come volano principale per la promozione della Disciplina Sportiva Scacchi, con

l’obiettivo di aggiungere almeno 100 nuove scuole in Italia che potessero avviare progetti di scacchi, grazie alla formazione dei loro insegnanti e il supporto dato loro dagli Istruttori FSI, grazie anche alla creazione di un circuito scolastico/pre-agonistico MSP. Corsi di formazione - Sono stati svolti, in tutta Italia, nel solo 2014 15 corsi, svolti su due giornate di formazione rivolte agli educatori (Insegnanti e Istruttori – partecipazione gratuita) vertenti su giocomotricità su scacchiera gigante (4 ore), l’attività sul banco

(protocollo SAM) e avviamento al gioco basato sulla piattaforma WEB “La casa degli scacchi di Vittorio” (4 ore), in alcuni anche un seminario su come gli scacchi possano essere impiegati in classe per prevenire il bullismo (4 ore). I partecipanti ai corsi MSP Italia sono stati complessivamente 686, di cui 103 istruttori FSI/CONI e 583 Insegnanti, principalmente di Scuola primaria, una buona parte anche di Scuola dell’Infanzia e, in misura minore, di Scuola Secondaria. Gli istituti Scolastici aderenti sono stati 130. Fornitura di materiale: Sono stati forniti complessivamente 750 set completi di scacchi e scacchiera, 3 scacchiere giganti e 40 scacchiere dimostrative alle scuole che hanno aderito al progetto. Ai partecipanti ai corsi sono stati dati complessivamente 700 manuali di riferimento per l’attività di giocomotricità su scacchiera gigante e altrettanti per l’attività su banco e via WEB, da utilizzarsi per l’avviamento in classe. A tutti i partecipanti è stato fornito l’accesso gratuito alla piattaforma di insegnamento tramite WEB. Prevediamo di poter coinvolgere, su due anni scolastici consecutivi, circa 10.000 alunni (nel solo 2014 sono finora 4.276). Sono stati prodotti tre video: uno sulla formazione (questo anche in lingua inglese) e uno su “Scacco matto alla Mafia”, visibili sul canale MSP Scacchi di You Tube. Per info: www.mspschacchi.it


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Ginnastica Artistica, a giugno la fase nazionale La fase nazionale di ginnastica artistica si svolgerà il 1213-14 Giugno 2015 a Civitavecchia presso la struttura A.S. Ginnastica Civitavecchia sita in Piazzale F. Cinciari 2. Le iscrizioni dovranno pervenire solo ed esclusivamente per email entro e non oltre il 30 aprile 2015 corredate di copia del bonifico bancario e modulo di iscrizione debitamente compilato in formato elettronico all'indirizzo mail mspitalia.ga@gmail.com. Sono previste, per l’edizione 2015, 300 partecipanti da oltre sei Regioni d’Italia. Un risultato brillante e che fa capire quanto questo settore si sia sviluppato negli ultimi anni, grazie alla competenza e professionalità di tutto lo staff e dell’organizzazione. All’orizzonte poi ci sono delle grandi novità, con la volontà di creare un gruppo di ginnastica ritmica. Gruppo Facebook: MSP Italia Settore Ginnastica - Francesca Fiorellini

MSP Karate, prime gare per i pre-esordienti a Santa Marinella 100 bambini presenti alla manifestazione svolta al Palazzetto dello Sport vicino Roma Si è svolto domenica 22 Marzo presso il Palazzetto dello Sport di Santa Marinella (Roma) il Trofeo Primavera 2015 di Karate Francisco Saalfeld. Il Trofeo è stato dedicato a questo membro storico del karate portoghese, che ospitò la delegazione MSP nell’ambito dei recenti campionati europei. Oltre 100 bambini (fascia d’età 4-11 anni) provenienti da tutto il Lazio, hanno partecipato alle gare programmate per l’intero arco della mattinata. Gli incontri sono stati riservati ad atleti pre-agonisti, che si sono misurati sui primi esercizi del karate. Dopo

il Trofeo Primavera, è probabile l’organizzazione, tra fine aprile e maggio, di una gara interregionale sempre nel Lazio. Contatti: Maurizio Gai mauriziogai@email.it

40


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

La ricetta per arricchire la preparazione sciistica A St.Moritz e al Sestiere oltre cento partecipanti per i convegni di Sci Promotion

Pagina Facebook: www.facebook.com/scipromotion

Sci Promotion, guidata dal Presidente Guido Bovolo, è l’Associazione Italiana Professori educazione fisica sciatori ed è affiliata al MSP Italia. Come ogni anno Sci Promotion organizza Convegni Scientifici in rinomate stazioni sciistiche autorizzati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con esonero dall’insegnamento per docenti di Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado e Dirigenti scolastici. “Tutti gli sport per tutta la gente”, è il tema chiave dei convegni, dove tutti possono imparare o arricchire la propria preparazione sciistica insieme all’organizzazione e alla guida di maestri di sci. Per quest’anno le mete sono state St. Moritz da domenica 15 febbraio a domenica 22 febbraio 2015 e Sestriere da sabato 28 febbraio a sabato 7 marzo 2015. Ottimi gli ingredienti, con 2 metri di neve, freddo quanto basta e soprattutto cento partecipanti che hanno dato forma, anche quest’anno, alla ricetta perfetta. Ed ora conto alla rovescia per il prossimo anno…

Discipline bio naturali: un nuovo orizzonte Come responsabile nazionale delle discipline bio naturali per MSP Italia ci stiamo occupando di regolamentare ed integrare le discipline come : yoga, shiatsu, reiki, tui na, taiji quan e personal trainer olistico. Le palestre e le associazioni di nuova generazione richiedono sempre di più la presenza di figure professionali che si occupino della persona con una visione più ampia, valutando l'assetto posturale, l'atteggiamento e lo stile di vita in generale. Le discipline bio- naturali, attingendo dal grande bagaglio di conoscenza della medicina tradizionale cinese o dell' ayurveda, permettono all'operatore di ampliare la visione d'insieme, senza sconfinare nel campo medico. Consideriamo anche che ad oggi in Italia, a differenza di altri paesi in Europa, nessuna legge ha ancora ricono-

41

sciuto e regolamentato i percorsi legati alle forme di medicina alternativa. Il lavoro svolto dal settore DbN di MSP di regolamentare tale realtà, risulta ulteriormente importante, al fine di poter indicare delle linee guida e riconoscere delle scuole preparatorie che si attengono ad esse. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un sempre crescente sviluppo di tutta una serie di discipline dell'area 'Benessere e Salute Naturale' che, fino a non molto tempo fa venivano etichettate col termine di 'alternative' rispetto ai tradizionali sistemi. La grande e fondamentale differenza che caratterizza le discipline olistiche, che spesso affondano le radici nelle tradizioni più antiche, risiede nella valenza, concettuale prima, ed operativa poi, orientata al 'benessere' piuttosto che alla 'malattia'; in altri termini le discipline

olistiche lavorano principalmente per preservare, educare e coltivare il benessere e poi, eventualmente, per trattare disturbi e disfunzioni che possono preludere a veri e propri stati patologici, rispettando il fatto che le patologie propriamente dette sono di competenza medica. In tale ottica si inquadra la figura professionale del Personal Trainer Olistico che, sempre più, accoglie le istanze di coloro i quali, consci del grande valore che sono salute e benessere, desiderano prendersi cura di sé e degli altri con sistemi che, al di là della cultura del naturale su cui si fondano, prendono in considerazione la persona nel suo complesso non limitandosi a valutare il particolare od il sintomo come unico campo di lavoro. Contatti: Paola Demichelis - accademiadbn@yahoo.it


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Yoseikan Budo,

a Pomezia le gare del Campionato Nazionale Weekend di sport con i match delle Categorie Under 12-15-18-21 e Seniores

Sito web: www.yoseikan.it

Il settore Yoseikan Budo MSP Italia organizzerà, nel weekend 11-12 aprile, presso il Roman Sport City di Pomezia (Via Pontina km 30) le gare del Campionato Nazionale. Nella giornata di sabato, dopo la riunione tra associazioni sportive, arbitro e coach alle 15, inizieranno gli incontri della Coppa Italia Under 12 ed a seguire il Campionato Nazionale Under 15. Domenica 12 aprile, per tutta la giornata, dalle 8:30 alle 19:30, andranno in scena i match delle categorie Under 18, Under 21 e Seniores, sia individuali che a squadre. Alle ore 17 in programma le finali per il titolo individuale di Campione Nazionale di Yoseikan Budo Seniores e U21.

Marzo in difesa delle donne In questo mese, l’Accademia ha proposto lezioni di Difesa Donna gratuite presso tutte le sedi nazionali L'Accademia Nazionale Self Defense si caratterizza per gli alti principi morali ed etici che i suoi fondatori hanno voluto imprimerle. E' frutto dell’intenso lavoro svolto dai Tecnici che la compongono e che hanno sempre avuto come principio fondamentale e irrinunciabile la serietà. Le sue finalità sono armonizzate con i principi fondamentali dell'amicizia, del rispetto e della collaborazione reciproca tra Istruttori, Atleti e Dirigenti, senza distinzione alcuna. Come sempre l'Accademia Nazionale Self Defense sponsorizza le attività in favore delle Donne. Nel mese di marzo, in particolare l’Accademia ha proposto lezioni di Difesa Donna gratuite presso

tutte le sedi nazionali. Difendersi è un diritto di tutte per questo l'Accademia ha messo a disposizione il suo migliore staff di Tec-

nici per chiunque voglia affrontare temi delicati, come la violenza sulle donne, provando ad imparare a difendersi.

Sito web: www.accademiaselfdefense.it 42


CORSI DI FORMAZIONE

I corsi di formazione del Centro di Qualificazione Nazionale Il weekend centrale sarà il 18-19 aprile, con ben tre corsi di formazione che partiranno contemporaneamente. A fine maggio la presenza alla Fiera Wellness di Rimini Da sempre attenta all’attività di formazione, il Centro di Qualificazione Nazionale si è specializzato nell’offrire a tutti i tecnici e tesserati del nostro Ente una vasta e completa programmazione di corsi, dalla ginnastica posturale e funzionale al professionista nei centri fitness fino all’operatore turistico e all’acqua fitness. Il weekend centrale della formazione sarà il 18/19 aprile, con ben tre corsi che partiranno contemporaneamente. Corso Ginnastica Posturale: Il corso si svolgerà a Perugia nei giorni 18-19 aprile. La nostra proposta di ginnastica posturale si basa su tre principi fondamentali: stretching di ogni singolo plesso muscolare ed articolare, studio e individuazione dei difetti posturali e corretto riallineamento della rima articolare, mediante esercizi di tipo esclusivamente attivo e coordinato. La tabella di allenamento comprende una serie di esercizi che in un'ora circa favoriscono l'armonia e lo sviluppo fisiologico del corpo umano, con attenzione particolare per i ragazzi che non hanno ancora terminato la fase di sviluppo Corso ginnastica funzio-

43

nale: Il percorso didattico del corso, in progamma a Perugia il 18-19 aprile, prevede una full-immersion di due giornate di lavoro con l’alternanza di fasi pratiche per il 70%, e fasi teoriche attraverso lo studio del famigerato "Ottagono della Funzionalità” e descrizione dei fattori indispensabili alla vera Funzionalità del corpo. Professionista centro fitness. Il corso, in programma a Perugia, si svolgerà nell’arco di otto giornate, con inizio il 15/16/17 maggio a e conclusione 5-6 giugno. Si tratta di un format completo, equivalente al 1° livello di Personal Trainer, con lezioni condotte da docenti universitari e MSP Italia: la qualità del corso è testimoniato dal patrocinato ottenuto da corso di Laurea di Scienze Motorie di Perugia. Corso per operatore Fitness Turistico: L’obiettivo del corso è quello di Formare a livello base operatori di fitness con qualifica riconosciuta MSP Italia/Coni in grado di poter fronteggiare e proporre le attività di fitness più comuni nei villaggi turistici, hotel, camping e lidi balneari. 17-18-19 aprile 9-10 maggio a Terni. Tra i partecipanti verranno scelti fino a 20 ragazzi con

disponibilità da giugno a settembre che saranno invitati a titolo gratuito per ulteriori 3 giorni di formazione durante l’Academy Valtur nel Villaggio Valtur Garden a San Vincenzo (LI). Ogni candidato potrà essere assunto in uno dei 15 villaggi Valtur dell’estate 2015 per vivere un’esperienza

entusiasmante, in un posto bellissimo e lavorando con un’equipe strepitosa. Da ricordare la presenza, nel weekend 28/31 maggio, alla Fiera Wellness di Rimini con un palco MSP Italia e tanti presenter di elevata professionalità. Infine, nel weekend 5-6-7 giugno partirà a Terni il corso Acqua Fitness.

Sito web: www.mspumbria.it – www.mspcorsi.it


CORSI DI FORMAZIONE

MSP e Scuola dello Sport insieme per il 1° corso per formatori nazionali Il corso di formazione si svolgerà a Roma, al Centro Sportivo Giulio Onesti, nel weekend 18-19 aprile Si svolgerà, presso il Centro Sportivo Giulio Onesti dell’Acqua Acetosa a Roma, il 1° corso di formazione per formatori nazionali, che la Scuola dello Sport del Coni terrà per MSP Italia il 18 e 19 aprile. Un corso di fondamentale importanza, tanto che per l’alto numero degli iscritti, si è dovuto chiudere prima del tempo la data di termine iscrizioni. Per questo motivo, MSP conta di chiedere alla Scuola dello Sport di organizzare un secondo corso prima della fine del 2015. Di seguito le tematiche che saranno trattate dai docenti della Scuola dello Sport del Coni: La formazione in Italia ed in Europa. Analisi dei contenuti della formazione. La metodologia dell’insegnamento sportivo Teoria e metodologia dell’allenamento sportivo La comunicazione: riferimenti teorici ed applicazioni pratiche La progettazione, pianificazione e conduzione di una lezione: tecniche della comunicazione didattica Dal campo all’aula: l’allenatore che diventa formatore Al termine del corso, saranno rilasciati i

diplomi dalla Scuola dello Sport del Coni con il nostro Ente che consegnerà degli speciali scudetti realizzati appositamente per quest’occasione. Come detto poc’anzi, tantissime le richieste pervenute dai docenti MSP, che arriveranno a Roma provenienti da tutta Italia: da Milano a Vicenza fino a giungere a Salerno, alla Sardegna e al nutrito gruppo del MSP Sicilia (con ben otto partecipanti!) il corso ha riscosso un successo incredibile proprio per la qualità e gli argomenti che saranno trattati nella due giorni di formazione.

44


LE RUBRICHE - INFO FISCO

ASD: perché affiliarsi al MSP Vi spieghiamo l’importanza dell’iscrizione al Registro Coni per poter usufruire delle agevolazioni fiscali

di Francesco Perugini asd@associatipmi.com

La richiesta di affiliazione al MSP da parte delle associazioni sportive dilettantistiche, di seguito brevemente le ASD, diviene requisito fondamentale per ottenere il riconoscimento sportivo da parte del CONI, essere iscritte nel relativo Registro ed usufruire delle agevolazioni fiscali. Per le ASD, la storia nasce dalla emanazione della L.289/2002 e precisamente dell’art. 90, co. 20,21 e 22, che aveva previsto la costituzione di un apposito Registro. In conseguenza dell’abrogazione di detti commi, è intervenuto l’articolo 7 del D.L. 136/2004, convertito con l.186/2004, il quale nel confermare che il CONI è l’unico organismo cer45

tificatore dell’effettiva attività sportiva svolta dalle ASD, stabilisce che le disposizioni di cui ai commi 1,3,5,7,8,9,10,11 e 12 dell’articolo 90 della l.289/2002 si applicano alle ASD che sono in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI, quale garante dell’unicità dell’ordinamento sportivo nazionale ai sensi dell’art. 5, comma 1, del D.Lgs 242/99. Il riconoscimento sportivo deriva dall’iscrizione al registro degli enti sportivi dilettantistici gestito e tenuto dallo stesso CONI, il quale provvede a trasmettere annualmente all’Agenzia delle Entrate l’elenco delle ASD riconosciute ai fini sportivi. Presupposto essenziale per l’iscrizione al Registro CONI è richiede ed ottenere l’affiliazione al MSP, quale Ente di Promozione Sporti-

va, il quale attribuisce provvisoriamente all’Affiliato il riconoscimento sportivo, nelle more del completamento dell’iscrizione presso il Registro. I vantaggi dell’affiliazione al MSP sono di indubbia rilevanza: applicabilità della franchigia fino ad euro 7.500,00 di non imponibilità per compensi ed indennità ai sportivi dilettantistici, estensione del medesimo regime anche ai rapporti di collaborazione di carattere amministrativo-gestionale, agevolazioni in materia di imposta di registro, agevolazioni in materia di tasse e concessioni governative, applicabilità della qualifica (presunzione) di spese di pubblicità, per i corrispettivi pagati, fino all’importo annuo di euro 200.00,00,

dalle ASD per la promozione dell’immagine della società (con importanti vantaggi in capo alle società stesse), detraibilità in capo ai donanti delle erogazioni liberali alle ASD, nel limite di euro 1.500,00, non applicabilità delle disposizioni in materia di perdita della qualifica di ente non commerciale possibilità di accedere ai Fondi di garanzia dell’Istituto per il credito sportivo. L’affiliazione al MSP consente inoltre alle ASD, che vogliano aprire e gestire un piccolo “Bar”, di applicare le disposizioni di cui al Dpr 235/2001, in materia di semplificazione del procedimento per il rilascio dell'autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande.


LE RUBRICHE - ALIMENTAZIONE E SPORT

Supporto nutrizionale e prestazione sportiva: nuovi orizzonti Determinante è stabilire il timing dei pasti per favorire il recupero muscolare, il ripristino precoce delle riserve energetiche intracellulari e la loro relativa composizione di Enrico Fabbro Allenatore Professionista UEFA PRO - Componente tecnico del CRIBENS dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Un adeguato supporto nutrizionale, che preveda la formulazione di una dieta personalizzata sui fabbisogni di energia, di macro e microcostituenti, costituisce una condizione indispensabile perché un programma di allenamento possa essere portato a termine con successo da un atleta in tutte le discipline sportive. Evidenze sperimentali dimostrano che l’insufficiente apporto energetico e/o di specifici nutrienti impediscono i fisiologici processi di adattamento all’allenamento che permettono all’atleta di aumentare i carichi di lavoro e quindi di migliorare le proprie prestazioni. Un adeguato supporto nutrizionale facilita il recupero, soprattutto durante i periodi di intenso carico che precedono le competizioni, e permette all’atleta di completare il programma di lavoro stabilito con il proprio allenatore. Un insufficiente apporto energetico/proteico, che spesso si osserva durante periodi di intenso carico, può inoltre comportare una perdita di massa magra e di forza, un aumento di lesioni muscolari, tendinee ed articolari, ed una maggiore incidenza di infezioni respiratorie, condizioni che possono compromettere le fasi agonistiche ed impedire all’atleta di partecipare alle competizioni per le quali si è lungamente preparato. L’intervento nutrizionale deve fondarsi sull’attenta valutazione dello stato nutrizionale dell’atleta all’inizio di un ogni ciclo di allenamento e deve essere continuamente modulato sui carichi di lavoro predisposti dall’allenatore e dal preparatore atletico, sull’ottimizzazione del recupero e sullo stato di forma percepito dall’atleta. Non è sufficiente definire accuratamente i fabbisogni, ma determinante è stabilire anche il timing dei pasti per favo-

rire il recupero muscolare ed il ripristino precoce delle riserve energetiche intracellulari, e la loro relativa composizione, che può variare in funzione di particolari esigenze di allenamento (doppie sessioni giornaliere, trasferte, impegni scolastici o lavorativi) o del tipo di allenamento a cui l’atleta è sottoposto (anaerobico, aerobico, intermittente, tecnico, pliometrico). E’ fondamentale, infine, definire e modulare il tipo di integratori nutrizionali da utilizzare insieme alla dieta, qualora solide evidenze scientifiche ne abbiamo certificato l’effetto ergogenico nelle diverse discipline sportive. Per ottimizzare il supporto nutrizionale sono necessarie specifiche figure professionali in settori quali la nutrizione clinica, la medicina di laboratorio e la biologia molecolare clinica, per definire protocolli di screening, intervento e follow-up, interagendo strettamente con specialisti di medicina dello sport e con laureati in scienze motorie, che effettuano rispettivamente le valutazioni funzionali dell’atleta e predispongono specifici cicli di allenamento nelle diverse discipline sportive. Inoltre, l’intervento nutrizionale deve prevedere una stretta collaborazione con tutto il team della squadra o della società sportiva, allenatori, preparatori atletici e dirigenza, per creare una sinergia di intenti indispensabile per il miglioramento della performance degli atleti. Su queste premesse il CriBeNS (acronimo per Centro di Ricerca In Biochimica e Nutrizione dello Sport) mette a disposizione del MSP, dei Comitati e dei tesserati la sua attività di ricerca e formazione, con l’interesse futuro di poter arrivare a una forma di collaborazione tra i due organismi.

Sito web Centro di Ricerca in Biochimica e Nutrizione dello Sport: centridiricerca.unicatt.it/cribens 46


LE RUBRICHE - ALLENARE I BAMBINI

La formazione motoria in età scolare

Non essendo più abituati a giocare in cortile, i ragazzi hanno bisogno di essere distolti dalle attrazioni della sedentarietà e catapultati in un “caos formativo” di Marco Ciaralli Specializzato in Scienze e Tecniche dello Sport, Osteopata Istruire - dal lat. “instruere”: preparare, costruire, insegnare. Oggi la formazione motoria in fasce d’età sensibili risente della difficoltà, per i ragazzi, di apprendere dalle proprie esperienze. La migliore formazione, infatti, dovrebbe essere fornita dal gioco non codificato, dalla strada e dal piacere della scoperta. Non essendo più abituati a giocare in cortile, i ragazzi hanno bisogno di essere distolti dalle attrazioni della sedentarietà e catapultati in un “caos formativo”: un ambiente fortemente instabile nel quale poter capire-provare-sbagliare-capire e riprovare. È necessario consolidare e potenziare gli schemi motori statici e dinamici, promuovere lo sviluppo delle funzioni senso-percettive, acquisire gestualità sport-specifiche, sviluppare comportamenti relazionali coerenti mediante il rispetto delle

regole di gioco e di gruppo, trovare il coraggio di prendere l’iniziativa e di elaborare strategie per la risoluzione dei problemi. Per farlo occorre un metodo chiaro e ben delineato, incentrato su competenze e su comportamenti adeguati, bisogna essere esigenti con se stessi prima che con i ragazzi (bambi-

ni) ed essere coerenti con il contesto nel quale si stanno mettendo a disposizione le proprie energie. Pazienza e fiducia sono strumenti indispensabili per garantire una maturazione in linea con le necessità di chi apprende. Il loro percorso di crescita non si sposa con la nostra improvvisazione; si deve essere organizzati e meticolosi nel programmare e svolgere le proprie attività, bisogna conoscere e saper argomentare ciò che si insegna, avere voglia di sperimentare e di aggiornarsi. Siamo i primi a dover correre il rischio di sbagliare per poi dimostrare il coraggio di riprovarci ancora, esattamente come farebbe un bambino… 47


LE RUBRICHE

Settembre 2015: ecco la Settimana Europea dello Sport L’11 settembre ACES Europe e il Comune di Torino organizzeranno la Conferenza Europea delle Capitali, Città e Comuni insigniti di questo prestigioso riconoscimento di Daniela Drago drada2650@gmail.com

L’attività sportiva sta conquistando sempre più l’attenzione dei decisori politici per le proprie caratteristiche sociali e valoriali che, poste al servizio della collettività, possono portare grandi benefici al tessuto sociale ed alle comunità. Dopo la pubblicazione del Libro Bianco sullo Sport– ampio documento che stabilisce definizioni e perimetro d’azione in materia di sport - gli Organi europei (Parlamento, Consiglio, Commissione) negli ultimi anni hanno rivolto sempre maggiore attenzione a questo tema, progressivamente inserendolo nei documenti ufficiali (art. 6 e 165 del Trattato), elaborando piani di lavoro dedicati allo Sport ed emanando linee guida in ambiti di particolare rilevanza, quali l’Educazione fisica e la Doppia Carriera degli Atleti. In particolare, il documento della Commissione “sviluppare una dimensione

Europea dello Sport” approfondisce le tre dimensioni – sociale, economica ed organizzativa – dello sport, tracciando gli obiettivi e traguardi da raggiungere quale contributo alla strategia comunitaria di crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva entro il 2020. Il MSP e ACES Europe da sempre pongono gli aspetti sociali dello sport al centro della loro azione, nella convinzione che attraverso l’attività fisica e lo sport molto possa essere fatto in termini di miglioramento della salute dei cittadini, integrazione sociale, valorizzazione e sviluppo territoriale, come anche richiamato nel Manifesto di ACES Europe. I risultati dell’indagine Eurobarometer 2013 mostrano dati costanti sulla pratica sportiva e l’attività fisica (ed in alcuni casi persino in calo!): la scelta della Commissione Europea – per il tramite della Direzione Istruzione Cultura Gioventù e Sport - di istituire una Settimana Europea dedicata lo Sport parte proprio da qui, e dalla necessità di diffondere, promuovere e sostenere la pratica sportiva di base e l’attività fisica quali elementi indispensabili al benessere individuale e delle comunità richiamando l’attenzione

di tutti i Paesi membro su questo importante settore di attività. La Settimana Europea dello Sport, che si celebrerà ogni anno nel mese di settembre a partire dal 2015, prevede iniziative di livello europeo nella seconda settimana di settembre – quest’anno dal 9 al 13 – mentre i progetti di livello nazionale potranno svolgersi durante l’intero mese di Settembre, tradizionalmente dedicato all’iscrizione ai circoli sportivi dei ragazzi e delle loro famiglie. ACES Europe e il Comune di Torino, Capitale Europea dello Sport 2015, organizzeranno il prossimo 11 settembre, durante la Settimana Europea dello Sport, la Conferenza Europea delle Capitali, Città e Comuni insigniti di questo prestigioso riconoscimento. Dedicare un’intera settimana alla promozione dello sport di base per innalzare il livello di consapevolezza dei benefici derivanti dall’attività fisica, come pure le opportunità offerte dalla pratica sportiva per il miglioramento delle relazioni umane e sociali, rappresenta una vetrina importante di promozione del movimento sportivo tutto e delle attività di MSP e ACES Europe in particolare. Pur avendo la Commissione

dedicato alla settimana europea dello sport parte dei finanziamenti del segmento Sport del Programma Erasmus+ (il bando per la presentazione delle domande è scaduto il 22 gennaio scorso), è previsto che tutte le iniziative ispirate ai principi dello sport sociale (partecipativo, inclusivo, benefico per la salute ed il benessere) possano essere contraddistinte dal “marchio EWOS” (acronimo di European Week of Sport). Rivolgiamo pertanto un invito a tutti gli associati MSP ed alle Città e Comuni italiani che aderiscono ai principi di ACES Europe di partecipare all’iniziativa, nella forma e nei modi che meglio ritengano rispondere ai bisogni dei rispettivi territori. Confidiamo pertanto nell’organizzazione di eventi dimostrativi delle diverse discipline – che attraggano il pubblico, invogliandolo a provare nuove discipline o attività quale primo passo verso la pratica continuativa organizzata – ovvero a seminari, workshop o tavole rotonde con amministratori pubblici e l’ampia platea degli stakeholders per diffondere dati, informazioni o semplici dibattiti che pongano in risalto il valore e l’importanza dei benefici di stili di vita sani ed attivi. 48


MONDO ACES EUROPE

ACES Europe,

ecco gli ultimi riconoscimenti Molfetta e San Giovanni Lupatoto saranno presenti alla cerimonia di consegna degli awards in programma il prossimo 18 novembre al Parlamento Europeo di Bruxelles

P

rosegue l’incessante e stimolante lavoro della Commissione di ACES Europe, in giro quotidianamente nel Vecchio Continente per incoraggiare la pratica e i valori dello sport attraverso il riconoscimento di Capitali, Città e Comuni Europei dello Sport. Dopo le ultime cerimonie esclusive presso la Sala d’Onore del Coni e al Parlamento Europeo di Bruxelles, che ha visto in primo piano Torino Capitale Europea dello Sport 2015, la Commissione ha continuato il suo lavoro in giro per l’Europa. Sul tema di Capitali Europee

49

dello Sport, già sono state designate le prossime città (2016 Praga, 2017 Marsiglia e 2018 Sofia) in un ambito che stimola la crescita delle attività sportive anche nelle piccole realtà cittadine. Rimanendo nel territorio nazionale, Albenga (provincia di Savona) ha ricevuto due settimane fa la visita della Commissione ACES Europe per la candidatura dell’amministrazione locale al titolo “European Towns of sport 2016” per l’assegnazione dell’ambita Bandiera per i Comuni sotto i 25.000 abitanti. Il titolo di “Città Europea dello Sport” può invece già essere esibito da Molfetta, che ha ricevuto la visita del Presiden-

te di ACES Europe Lupattelli insieme ai quattro commissari dell’organizzazione nel mese scorso. Tantissima l’emozione da parte di Molfetta, che vede così premiato il proprio impegno per lo sport e il movimento sportivo cittadino nel suo complesso. Anche San Giovanni Lupatoto è ufficialmente “European City of Sport 2016”. È arrivata infatti il 21 gennaio scorso la comunicazione di accettazione della candidatura del Comune veronese a “Città europea dello sport 2016” da parte di ACES Europe, a seguito della visita della commissione di valutazione, ospite dal 5 al 7 dicembre scorso a San Giovanni Lupatoto. Il Comune, con questo titolo,


MONDO ACES EUROPE raggiunge un record, ossia quello di essere il primo Comune della provincia di Verona a fregiarsi di questo ambizioso riconoscimento. L’ambito titolo di Città Europea dello Sport 2016 può essere festeggiato infine anche dal Comune di Scafati (provincia di Salerno), che ha ricevuto la delegazione ACES Europe proprio in quest’ultima settimana di marzo. Oltrepassando i confini nazionali, da registrare la candidatura di Malaga a Capitale Europea dello Sport per il 2019, con il Sindaco locale, Francisco de la Torre, che ha fatto notare l’efficacia degli interventi amministrativi per aumentare i livelli dello sport nella città spagnola. Sempre in Spagna, la Commissione di ACES Europe ha fatto visita alle città di Las Rozas e Melilla, candidate a “Città Europea dello Sport 2016”. La cerimonia di premiazione dei prossimi riconoscimenti di ACES Europe è in programma il 18 novembre 2015 presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles. Infine, da ricordare le cerimonie riguardanti la consegna dei diplomi del “Benemerito dello sport sardo ed europeo”, “Benemerito dello sport siciliano ed europeo” e “Benemerito dello sport piemontese ed europeo” del 2014, andate in scena rispettivamente a Cagliari, Palermo e Torino.

50



Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.