Page 1

Sport Europa dal 1988

Rivista ufficiale on-line del MSP Italia • Numero 14 • Ottobre 2019

CLUB DELLA CIOTOLA

Premiamo lo sport dal 1989

INTERVISTE ESCLUSIVE • SILVIA COSTA • DANIELA MASSERONI

4 novembre CERIMONIA MSP Italia ACES Europe al CONI


ACES EUROPE è partner della Settimana Europea dello Sport


EDITORIALE

DEL PRESIDENTE

MSP Italia, uno Sport per ognuno Tecnologia e professionalità per stare al fianco delle associazioni. Il 4 novembre la grande Festa dello Sport a Roma al Salone d’Onore del CONI di GIANFRANCESCO LUPATTELLI Presidente MSP Italia - ACES Europe

S

ettembre è il mese della ripresa delle attività e come tutti gli anni, la grande famiglia MSP ItaliaACES Europe è pronta a continuare a sostenere la buona causa della promozione sportiva, a favore di uno sport per ognuno costruito a misura di cittadino. I recenti cambiamenti normativi hanno imposto un rapido cambiamento in tema di tecnologia ed innovazione, tema sempre più centrale per stare al passo con i tempi. Restare al fianco delle associazioni e società sportive affiliate, in questo delicato momento di transizione, è un nostro dogma per aiutarle a crescere insieme e ad adempiere ai nuovi obblighi come la comunicazione dell’attività didattica e sportiva. Proprio su quest’ultimo punto, ringrazio i nostri dirigenti che quotidianamente lavorano sul territorio per promuovere il nostro Ente, attraverso l’organizzazione di più manifestazioni che possano coinvolgere le proprie associazioni affiliate sul territorio. D’altronde, l’importanza dello sport è ormai ineludibile, con i suoi valori connessi al benessere sociale, alla salute, all’inclusione e al fair play. Lo sport ci educa ad essere persone migliori e come MSP Italia fin dal 1984 offriamo uno sport sano e piacevole,

alla portata di tutti. Un messaggio che diffondiamo anche a livello europeo e mondiale. Come ACES Europe siamo infatti impegnati in tutto il mondo e stiamo sempre di più a stretto contatto con la Commissione Europea, lavorando in sinergia come dimostra il #BeActive 2019, che si è tenuto lo scorso 18 ottobre a Budapest, Capitale Europea dello Sport 2019 e il passaggio di consegne con Malaga, Capitale Europea dello Sport 2020. Faccio i miei complimenti inoltre a Glasgow e Genova, due bellissime città visitate dalla Commissione nei mesi scorsi e riconosciute da ACES Europe rispettivamente European Capital of Sport 2023 e 2024. Infine, colgo l’occasione per invitarvi il prossimo 4 novembre al nostro maggiore evento nazionale che teniamo, ormai da tradizione, a Roma presso il Salone d’Onore del CONI. Insieme al Presidente Malagò, deputati ed europarlamentari, premieremo le European City/Town/Community of Sport 20192020-2021 ed atleti e dirigenti che si sono contraddistinti nello sport italiano. Il 2019 si concluderà con il Gran Gala ACES Europe Awards, dove al Parlamento Europeo di Bruxelles consegneremo il 10 dicembre le Bandiere ufficiali alle European City/Town/Community of Sport 2020, in una grande festa dello sport a livello europeo.

3


EDITORIALE

Direttore editoriale Gian Francesco Lupattelli

MSP Italia, uno Sport per ognuno

Responsabile di Redazione Luca Parmigiani

Presidente MSP Italia - ACES Europe

RIvISTA UFFICIALE ON LINE MSP ITALIA Numero 14 - ottobre 2019

di GIANFRANCESCO LUPATTELLI

Coordinatori tecnico-redazionale vincenzo Lupattelli , Alessandra Caligaris Hanno collaborato a questo numero Il vice Presidente vicario MSP Italia Enrico Albergo, i vice Presidenti MSP Italia avv. Danilo Montanari e Benedetta Fin, il Segretario Nazionale MSP Italia dott.ssa Alessandra Caligaris; la Responsabile Relazioni Esterne ACES Europe Bilyana Mircheva, MSP Italia, i Comitati Regionali MSP Abruzzo, Calabria, MSP Campania, MSP Emilia Romagna, MSP Lazio, MSP Marche, MSP Piemonte, MSP Sardegna, MSP Sicilia, MSP Toscana, MSP Umbria, MSP veneto; i Comitati Provinciali MSP Bari, MSP Cosenza, MSP Firenze, MSP Ferrara, MSP L’Aquila, MSP Latina, MSP Milano, MSP Messina, MSP Napoli, MSP Palermo, MSP Perugia, MSP Prato, MSP Roma, MSP Sassari, MSP venezia, MSP verona, MSP vicenza; il Coordinamento Interregionale Sud Italia; i Settori MSP Ciclismo, Danza, Ginnastica Artistica-Ritmica, Ginnastica Aerobica, Boxe senza contatto per Parkinsoniani, MammaFit, Sci, Karate; il Centro di Qualificazione Nazionale; per le rubriche dott. Francesco Perugini, dott. Marco Ciaralli, dott. Nicola Deliso, dott.ssa Pierfrancesca Carabelli.

P. 3 INTERVISTA A SILVIA COSTA

Una piacevole sorpresa diventare presidente onorario MSP Italia di LUCA PARMIGIANI

P. 12

INTERVISTA A DANIELA MASSERONI

Grand Trail e Allenarsi per il Futuro due squadre con lo stesso obiettivo

Progetto grafico e impaginazione Roberto Pucci Si ringrazia Il Presidente Onorario MSP Italia Dott.ssa Silvia Costa, Daniela Masseroni BOSCH Italia-Allenarsi per il Futuro e Silvano Traisci per le interviste concesse. ORGANIGRAMMA MSP ITALIA Presidente: Gian Francesco Lupattelli Vice Presidente vicario: Enrico Albergo Vice Presidente: Danilo Montanari, Benedetta Fin Segretario Nazionale: Alessandra Caligaris Consiglieri Nazionale: Enrico Albergo, Enrico Cimaschi, Benedetta Fin, Gianfranco Conti, Giovanni Liotta, Lorenzo Giorgi, Danilo Montanari, Alberto Cirio, Brando Benifei, Nuno Santos Giunta Esecutiva Nazionale: Gian Francesco Lupattelli, Enrico Albergo, Danilo Montanari, Benedetta Fin https://facebook.com/mspsporteuropa Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questa rivista on line è da considerarsi gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione del materiale giunto in redazione.

4

di LUCA PARMIGIANI

P. 14

RUBRICHE_INFO FISCO

La Cassazione stringe i tempi sui compensi: forse no, probabilmente sì di FRANCESCO PERUGINI

P. 58


S

O

M

M

A

R

I

O

NU ME R O 14 OT TOBR E 2019

EDITORIALE DEL PRESIDENTE 3 MSP Italia, uno Sport per ognuno –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– OPINIONI 6 Il Certificato CONI 7 ...E stringiamoci la mano! Diritto sportivo e mediazione giuridica 8 La strategia: la logica alla base dei risultati 10 Registro CONI 2.0, come caricare le Attività Didattiche –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– IN PRIMO PIANO 12 Intervista a Silvia Costa 14 Intervista a Daniela Masseroni 16 Lo Sport di tutti! 18 Festa dello Sport a Bruxelles –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– ATTIVITÀ COMITATI REGIONALI E PROVINCIALI 20 MSP Sardegna, un gioco di squadra 24 MSP Sicilia, in rampa di lancio la nuova stagione 26 Sport in Piazza MSP Lazio: Sport all’aria aperta 27 MSP Roma, partenza con entusiasmo 28 MSP Latina, binomio Scuola e Sport 29 MSP Piemonte, formazione di ginnastica posturale 30 MSP veneto, pronti ai nastri di partenza! 32 MSP Toscana, salto di qualità 34 MSP Firenze, obiettivi ambiziosi 35 MSP Umbria, puntiamo in alto 36 MSP Calabria, fiducia e passione per lo sport 37 MSP Abruzzo, sport sotto le stelle 38 MSP Marche: sport, sociale e divertimento 39 MSP Napoli, sport e benessere 40 MSP Bari, sport e formazione MSP Emilia Romagna, ecco la Summer Padel Cup

41 MSP Ferrara, lavoro intenso 42 MSP Milano, la passione sportiva trasmessa ai più piccoli –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– ATTIVITÀ SETTORI MSP ITALIA 43 MSP Ciclismo: festa di fine anno dei Trail con il “Saturday Night Trail” 44 Coordinamento Sud Italia, promozione sportiva garantita 45 Ginnastica Aerobica: in Cima al Mondo! 46 Ginnastica Artistica: formazione di livello 47 Ginnastica Ritmica: Daniela Cotogni, una vera storia di inclusione sociale 48 Il Settore Arti Marziali Cinesi sulle vette delle montagne sacre del Wudang 49 Un pugno al Parkinson: contro la malattia la boxe senza contatto all’Energy Center villaggio Amico 50 Settore Karate, la strda giusta Sci? Presenti! 51 MammaFit, corso di formazione dal 22 al 24 novembre –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– CORSI DI FORMAZIONE 52 CQN MSP Italia, asse centrale della formazione –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– RUBRICHE 53 Genitori in campo -2 54 Silvano Traisci: “MSP Italia, un rapporto di fedeltà” 55 Saper comunicare. Per interagire o per condizionare? 56 L’alimentazione del nuotatore nel pre-gara 58 La Cassazione stringe sui compensi agli istruttori: forse no, probabilmente sì –––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––– 5


OPINIONI

IL CERTIFICATO CONI Un’analisi sulla certificazione della attività sportiva dilettantistica senza fine di lucro gestita dalle ASD e SSD

A

i sensi del decreto legislativo 242 del 23 luglio 1999 e successive modificazioni e integrazioni, il Coni viene riconosciuto, come era giusto, unico Ente preposto al riconoscimento ai fini sportivi anche dell’attività sportiva dilettantistica. Le disposizioni emanate dal Coni, forse per una piccola associazione sportiva dilettantistiche o genericamente per chi vuole con molto sacrificio di tempo e denaro promuovere lo sport a livello dilettantistico a volte, risultano tortuose e difficili da attuare. Guai ad effettuare qualche errore nella osservanza delle norme in quanto in questo Paese vale più la burocrazia che lo sviluppo dell’attività sportiva dilettantistica e il miglioramento della qualità della salute. I controlli da parte del Comitato Olimpico Nazionale Italiano mirano a confermare che l’attività gestita dalle associazioni sportive e società sportive dilettantistiche sia rispettosa degli obblighi elencati nell’articolo 90 commi 18 e 19 della legge 289 del 2002, come anche della corretta gestione da parte di tecnici preparati. Io credo che non ci debbano essere limitazioni o esclusioni quando si parla di attività sportiva che poi alla fine è movimento e salute. Ricordo a puro titolo di esempio che una ASD o SSD devono essersi affiliate a un Ente di Promozione Sportiva per potere avvalersi delle agevolazioni fiscali. Questi Enti di Promozione Sportiva richiedono loro di porre in essere documenti con particolari caratteristiche e l’osservanza della normativa sia in fase

6

di ENRICO ALBERGO

Vice Presidente Vicario MSP Italia

di costituzione che in fase di gestione. È molto difficile convincere questi sportivi dilettanti a compiere tutte le operazioni burocratiche richieste. Io ritengo invece che si dovrebbe curare maggiormente l’effettivo svolgimento dell’attività sportiva dilettantistica senza fini di lucro e quindi dovrebbe essere utile solamente dimostrare: nell’atto costitutivo e nello statuto ci siano tutti gli obblighi previsti dal sopra citato articolo 90; l’associazione o la società sportiva dilettantistica è regolarmente affiliata ad un Ente di Promozione Sportiva (articolo 148 del testo unico); l’assenza di fine lucrativo e quindi la dimostrazione che tutte le quote versate dai soci della associazione o società sportiva dilettantistica siano stati spesi

per fronteggiare i costi digestione Invece l’Agenzia delle Entrate, mancando magari solo uno dei documenti richiesti (il certificato rilasciato dal Coni ai sensi del decreto legislativo 242 del 1999), si arroga il diritto di annullare tutti i benefici fiscali senza guardare oltre la punta del loro naso. Non ha alcuna importanza che l’attività sia svolta senza fine di lucro, per loro lo è, mancando questo certificato. Penso che senza alcuna limitazione la burocrazia deve essere contenuta e non stravolgere la reale attività gestita da queste ASD e SSD. Spero che l’attività del Coni un domani possa assumere la forza non di sola repressione ma di aiuto alle attività sportive dilettantistiche e quindi far venire meno questi limiti troppo rigidi ma aumentare la considerazione verso questi paladini dello sport che, aiutati dagli Enti di Promozione Sportiva, alla fine producono anche atleti che partecipano alle attività delle Federazioni Sportive Nazionali agonistiche come anche (forse cosa di poco conto per l’Agenzia delle Entrate) migliorino la salute degli italiani.


...E STRINGIAMOCI LA MANO! DIRITTO SPORTIVO E MEDIAZIONE GIURIDICA

I

l diritto sportivo italiano ha da tempo acquisito la propria soggettività autonoma nello studio, ed applicazione delle norme che lo regolano. Anche alle soglie dell’anno 2020 rimane doveroso, nell’ affrontare argomenti che possono interessare il diritto sportivo italiano, in premessa conferire il dovuto riconoscimento ai meriti dei nostri legislatori dello scorso secolo, i quali ebbero la corretta intuizione di accentuare il carattere pubblicistico del C.O.N.I. conferendogli poteri di sovraordinazione e coordinamento sulla pratica sportiva nazionale che si dimostreranno preziosi per gestire al meglio i tumultuosi anni che sarebbero poi venuti, caratterizzati dalle inevitabili spinte verso maggiori partecipazioni da parte del settore privato, rappresentato nello sport dalle società sportive e dalle associazioni sportive dilettantistiche. Così ora fanno parte a pieno titolo del nostro campo del diritto sportivo, materie di frequentissima applicazione pratica quali la regolazione dei contratti di lavoro degli atleti professionisti, la disciplina contrattuale assicurativa degli atleti dilettanti, la disciplina in materia di sponsorizzazione e sfruttamento dell’immagine, la responsabilità per fatti lesivi occorsi nello svolgimento di attività sportiva, la gestione disciplinare all’interno delle Associazioni o Federazioni o Enti sportivi, la disciplina sanzionatoria interna ed esterna relativamente all’uso di sostanze dopanti/stupefacenti nello sport, la gestione giurisdizionale e politica della responsabilità sanitaria per mancate terapie in favore del cittadino compren-

sive di attività motoria, antico e sacrosanto impegno del nostro Movimento Sportivo Popolare e del suo inarrivabile presidente Gian Francesco Lupattelli. Ognuna di queste materie è possibile oggetto di contenziosi nei Tribunali. Il contenzioso giudiziario per sua stessa natura costituisce un momento di sofferenza per chi lo vive, anche per chi alla fine dovesse poi risultare vincitore: anni di incertezze, spese, interrogatori, polemiche, contrapposizioni, vacanze rovinate.....una tensione negativa che sta agli esatti antipodi della gioiosa volontà partecipativa sociale dello sport, di chi lo pratica e di chi lo dirige. La possibile soluzione a queste situazioni mai facili, sosteniamo possa ricercarsi, anche nel campo dei contenziosi giudiziari/disciplinari di natura sportiva, con l’applicazione del D. L.vo 28/2010 introduttivo della Mediazione Giudiziaria, la quale prevede anche nel nostro Paese e prima di avviare una causa, così come accade in tutti gli Stati più moderni, la possibilità-dovere per i soggetti direttamente interessati, sempre accompagnati dal legale di fiducia, di svolgere direttamente tra loro, faccia a faccia, ma al cospetto di un soggetto neutrale mediatore, possibilmente dotato di buone conoscenze giuridiche e diplomatiche, un confronto riservato e secretato, franco, liberatorio e spassionato, avente il fine giuridico di ricercare entro un termine massimo di tre mesi, un accordo sulla questione e con l’intesa di adire la Giurisdizione soltanto se e quando dovesse essere palese che un accordo non si trova (o che i tre mesi sono passati).

di Avv. DANILO MONTANARI

Vice Presidente e Responsabile Codice Etico MSP Italia, membro del collegio dei probiviri ACES Europe

Le cose essenziali, a mio parere, che ci vengono regalate da questa normativa sono: a) l’accordo conciliativo può avere qualsiasi natura non contraria all’ordine pubblico (può essere di ordine morale, risarcitorio in denaro o in attività, traslativo di proprietà, patteggiatorio, ecc...o anche un misto di ciascuna di tali soluzioni); b) l’accordo conciliativo chiude la vicenda perché si esegue e basta: il verbale conciliativo sottoscritto dalle parti in sede di Mediazione giudiziale ha il medesimo valore legale di una sentenza di Cassazione, nel senso che non è più appellabile da nessuna parte, al contrario di quanto previsto per le sentenze di primo e secondo grado, nonché per i lodi arbitrali. Insomma un deciso passo in avanti in favore della qualità della vita delle persone coinvolte, almeno per quelle che hanno scelto la buona fede nel loro operare. Un risarcimento immediato e concordato vale molto di più di un risarcimento arrivato dopo anni e decine di litigate, una stretta di mano è molto meglio di una vita passata a guardarsi in cagnesco.

7


OPINIONI

LA STRATEGIA: LA LOGICA ALLA BASE DEI RISULTATI

Dal management delle risorse umane al management scientifico, passiamo alla strategia…

D

i tutti i concetti del management la strategia è quello che più attira l’attenzione e che genera le controversie maggiori. Quasi tutti concordano sulla sua importanza, quasi nessuno sulla sua definizione. Da quando il termine venne applicato per la prima volta alle aziende alla fine degli anni settanta, un fiume incessante di libri e articoli ha cercato di definire che cos’è la strategia e di specificare come dovrebbe essere sviluppata. Tali definizioni comprendevano di tutto e di più, da elaborati esercizi analitici e piani quinquennali a sedute di brainstorming allargate all’impresa intera, a semplici affermazioni della visione aziendale. Il pensiero strategico inizia con un buon modello di business che descrive in modo sistemico le principali relazioni economiche necessarie a conseguire il particolare scopo aziendale. Ma la strategia si spinge oltre perché il modello di business non tiene conto di un elemento onnipresente nel mondo

delle relazioni commerciali: la concorrenza. In quanto consumatori, scegliamo continuamente fra alternative concorrenti, a volte sono esplicite come la decisione di comprare una Audi invece di una Toyota, altre volte possono essere sottili come la scelta fra un palmare da 500,00€ e un quaderno di appunti e una penna da 5,00€. Si hanno sempre alternative fra cui scegliere, e questo vale anche per chi ha denaro e talento da investire. Se non si possono promettere remunerazioni importanti o migliori opportunità, il denaro e le persone necessarie per alimentare l’azienda si sposteranno altrove. In un mondo concorrenziale fare bene il lavoro di creare valore è solo il primo passo per ottenere ottimi risultati. La concorrenza richiede di eseguire un lavoro migliore rispetto alle alternative. E fare meglio, per definizione, significa essere diversi. Le aziende conseguono risultati di qualità superiore quando sono uniche; quando compiono qual-

di BENEDETTA FIN

Vice Presidente MSP Italia

cosa che nessun altro fa, in modi che nessun altro può riprodurre. In parole povere, la strategia consiste proprio in questo: nel modo di fare meglio differenziandosi. Le scelte strategiche che ogni impresa attua, esplicitamente o implicitamente, determinano come si posiziona e si configura in relazione alle altre alternative. In linea di massima, si tratta di scegliere quali clienti e mercati servire, quali prodotti e servizi offrire e che tipo di valore creare. Se ben calibrate e fatte, queste scelte strategiche consentiranno all’impresa di conseguire risultati migliori dei suoi concorrenti.

“L’essenza della strategia sta nel scegliere che cosa non fare”. Michael Eugene Porter 9


OPINIONI

REGISTRO CONI 2.0 COME CARICARE LE ATTIVITÀ DIDATTICHE

Approfondimento e una guida su cosa si intende e come avviene il caricamento delle attività didattiche all’interno del portale MSP Italia

C

ontinua il nostro percorso nelle varie novità normative dell’Ente: in questo numero verrà analizzata un’altra obbligatorietà delle Associazioni affiliate al MSP Italia .

A partire dal 1° gennaio 2019, conseguentemente alla delibera CONI nr. 1574 e alla circolare dell’Agenzia delle Entrate 18/E (01/08/2018), sono state modificate le modalità di riconoscimento per la continuità di iscrizione nel Registro CONI 2.0 delle ASD e SSD. Pertanto non sarà più sufficiente la sola affiliazione/tesseramento delle ASD/SSD all’Ente, ma la validità dell’iscrizione nel REGISTRO CONI – pena cancellazione dallo stesso – sarà altresì subordinata alla partecipazione alle attività sportive organizzate da MSP Italia ai vari livelli territoriali, nonché alla rendicontazione delle proprie attività didattiche. Tali attività dovranno inoltre essere autorizzate preventivamente dai comitati territoriali di riferimento o dalla sede nazionale. COSA INTENDIAMO PER ATTIVITÀ DIDATTICHE Per attività didattiche vanno intese i corsi di avviamento agli sport riconosciuti dal CONI e organizzati direttamente dalle ASD/SSD e comunque autorizzati dall’Organismo Sportivo di Affiliazione (Provinciale, Regionale, Nazionale). COME AVVIENE IL CARICAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Il caricamento delle attività didattiche dovrà essere effettuato attraverso il

10

portale dell’Ente www.new.mspitalia.it entrando nell’area riservata di ogni singola associazione/società che, rispetta i requisiti dell’art.90 della legge 289/2002 e successive modifiche. Dopo il riconoscimento, che avverrà attraverso le credenziali, dovrà cliccare su Affiliazione e si aprirà un menù a tendina e dovranno scegliere “attività Didattiche” INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE Denominazione: inserire la denominazione dell’evento. Esempio: Corso di Ginnastica Artistica, o Avviamento alla Pallavolo, o Corso di Minibasket, o Corso primi Calci, ecc… Discipline: indicare la denominazione della/e discipline o il Codice identificativo della/e delle discipline che potrete

di Dott.ssa ALESSANDRA CALIGARIS Segretario Nazionale MSP Italia

trovare nell’elenco delle discipline sportive riconosciute dal CONI. Cf_tecnico_responsabile: inserire il codice fiscale del tecnico responsabile del corso. Il Tecnico deve essere tesserato e presente nell’albo dei tecnici del portale tesseramento MSP Italia . Luogo: indicare con precisione il luogo dove si svolge il corso. Esempio: Palestra, oppure Campo sportivo Comunale, oppure Palazzetto Oratorio Don Bosco, ecc. Indirizzo: Indicare con precisione l’indirizzo ove è ubicata la struttura di cui al punto precedente. Civico: Località: Per località si intende il Comune o la Frazione. CAP: Data inizio: la data di inizio del corso. Data_fine: la data di fine del corso. Frequenza: indicare Giornaliera, 4 volte a settimana, 3 volte a settimana, 2 volte a settimana, 1 volta a settimana. Una volta completato cliccare su “crea evento” si abiliterà l’inserimento dei nominativi che saranno specifici per la disciplina indicata


INSERIMENTO PARTECIPANTI Tutti i tesserati della disciplina dovranno essere indicati nei corsi didattici organizzati dall’associazione su autorizzazione del Comitato Territoriale Cliccare su nuovo e si abiliterà l’inserimento del primo tesserato, lente di in-

grandimento, cliccandola apparirà la lista dei tesserati in corso di validità, selezionare il tesserato partecipante e confermare cliccando sul tasto di convalida ( v) Ripetere l’operazione per ogni singolo partecipante a quel determinato corso.

ATTENZIONE In mancanza del caricamento delle attività didattiche l’Ente non procederà ad alcuna comunicazione dell’avvenuta affiliazione al Registro Nazionale del CONI, pertanto l’ Associazione/Società non otterrà l’iscrizione al Registro.

L’importanza fiscale della comunicazione delle Attività Didattiche

V

isto l’articolo 10, comma 1, n. 20, D.P.R. 633/1972, ha previsto l’esenzione dall’Iva per “le prestazioni educative dell’infanzia e della gioventù e quelle didattiche di ogni genere, anche per la formazione, l’aggiornamento, la riqualificazione e riconversione professionale, rese da istituti o scuole riconosciuti da pubbliche amministrazioni e da Onlus (…)”. La citata disposizione subordina il beneficio dell’esenzione al verificarsi dei seguenti presupposti, uno di carattere oggettivo e l’altro soggettivo: le prestazioni devono essere di natura educativa dell’infanzia e della gioventù o didattica; le prestazioni in argomento devono essere rese da istituti o scuole riconosciute da pubbliche amministrazioni. Il legislatore ha voluto riconoscere l’esenzione Iva non a tutti i soggetti che svolgono attività didattica, ma esclusivamente a quei soggetti che, sulla base dei requisiti posseduti (quali l’idoneità professionale dei docenti, l’efficienza delle strutture e del materiale didattico, ecc.), sono in grado di offrire prestazioni didattiche aventi finalità simili a quelle erogate dagli organismi di diritto pubblico, tra cui gli Enti di Promozione Sportiva. In passato la prassi amministrativa era stata costante nel ritenere che gli Enti di Promozione Sportiva, in quanto organismi di diritto pubblico (vedi, tra le ultime, TAR Lazio, Sez. I ter, sentenza n. 4100 del 13.04.2018) fossero deputate a riconoscere delle proprie associazioni e società affiliate così riconoscendo loro la possibilità di applicare la citata disciplina di esenzione Iva (risoluzione 525996/1973; risoluzione 361488/1977; risoluzione 362614/1977; risoluzione 360751/1978; risoluzione 361426/1978; risoluzione 551/1993; risoluzione

205/E/2002. risoluzione 382/E/2008). Tutto quanto premesso, soffermiamoci quindi sul primo dei due richiamati chiarimenti giurisprudenziali. La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 12698 del 19.05.2017, per quanto di interesse ai fini della nostra analisi, ha affermato, richiamando un precedente principio (sentenza n. 8623 del 30/05/2012) che: “i compensi percepiti da una associazione sportiva a fronte dell’attività didattica svolta sono esenti da Iva soltanto se tale attività è stata formalmente riconosciuta dagli organi della P.A. competenti nel settore, oppure da organismi da essa vigilati come gli Enti di Promozione Sportiva”. A questo punto, la possibilità per le associazioni e società sportive dilettantistiche, di beneficiare dell’esenzione Iva dovrebbe apparire pacifica, anche per il conforme orientamento assunto a livello comunitario (basti fare riferimento, in materia, alla posizione assunta dall’Avvocato generale nella causa The English Bridge Union – causa C90/16 – che ha qualificato l’applicazione della esenzione da Iva per i servizi sportivi, laddove sussistano i presupposti di cui all’articolo 132 direttiva 2006/112/CE § 1 lett. m), come un obbligo per gli Stati membri e non una facoltà) . visto quanto, previsto dalle norme fiscali in materia, la comunicazione delle attività didattiche, tutela l’associazione/società, in caso di un controllo fiscale e tributario da parti degli ufficiali preposti, che imputino le quote di partecipazione versate dai soci, per la partecipazione all’attività didattiche, come attività lucrativa, in quanto i dati dei corsi saranno, censiti dall’organo preposto al riconoscimento dei fini sportivi, cioè il CONI.

11


IN PRIMO PIANO

I N T E R v I S TA A S I L v I A C O S TA

UNA PIACEVOLE SORPRESA

DIVENTARE PRESIDENTE ONORARIO MSP ITALIA

“Con Lupo mi lega un rapporto di amicizia fin dagli Anni Ottanta. ACES Europe un’intuizione straordinaria. Ho già in mente diversi progetti da realizzare”, le parole della neo Presidente Onoraria del nostro Ente di LUCA PARMIGIANI

“A

Franco Lupattelli mi lega un rapporto di solida amicizia, di stima e di rispetto, che mi ha accompagnato in diverse fasi della mia vita, sulla base di valori comuni che restano al di là delle vicende politiche”. Silvia Costa, neo Presidente Onorario MSP Italia, racconta in esclusiva la sua storia legata al nostro Ente, all’esperienza di ACES Europe e ai suoi progetti. Una carriera politica di altissimo profilo, con un’attenzione particolare verso il mondo dello sport. Presidente, come è nato rapporto con MSP Italia e il Presidente Lupattelli? “Conosco Lupo dagli Anni Ottanta, io ero già impegnata in politica, allora ero consigliere comunale di Roma, e lui mi coinvolse nella nascita del MSP Italia (riconosciuto dal CONI nel 1984, ndr), che ritenevo una bella idea e mi interessò molto, perché fu un progetto nato con lo spirito giusto, per valorizzare il significato dello sport e ampliare la pratica sportiva dal basso attraverso l’associazionismo di ispirazione cristiana, una voce nuova tra le realtà già consolidate di allora. Nel mio passato ho praticato sport sia individuale, come il tennis e il nuoto in ambito CONI, che di squadra, facendo parte della prima squadra femminile di hockey su prato

12

negli anni Settanta. Nel 1972 vincemmo il primo Campionato italiano, allora partecipavano 12 squadre. Con Lupo ci siamo incrociati in varie occasioni, ho seguito da vicino sia lo sviluppo dell’Ente che il progetto ACES Europe da quando sono diventata Europarlamentare. Le nostre storie si sono incrociate spesso ed ammiro quello che è riuscito a realizzare, come appunto l’esperienza di ACES Europe”. Da Europarlamentare, ha visto nascere infatti l’esperienza di ACES Europe con il premio della Capitale Europea dello Sport e successivamente delle Città/Comuni/Comunità Europee dello Sport. Quale è la sua opinione in relazione a questo progetto cresciuto esponenzialmente negli ultimi 20 anni? “ACES Europe è stata un’intuizione straordinaria per diversi motivi, a cominciare dal coinvolgimento intelligente e trasversale di noi eurodeputati, oltre che creando una interlocuzione con la Commissione europea. Come Parlamentari della Commissione Cultura e Sport, infatti, siamo entrati in forte relazione con questa associazione, creando un Comitato di “amici di ACES” di cui Santiago Fisas (PPE) era il Presidente ed io (S&D) una dei vice Presidenti. Nel 2011 approvammo la prima relazione di indirizzo sulla politica europea dello sport


inserendo forme di sostegno a progetti, reti ed esperienze che promuovano lo sport in Europa. L’intuizione originale e coinvolgente di Lupo è stata quella di non creare soltanto il Premio della Capitale ma anche di Città, Comuni e Comunità Europee dello Sport. Ritengo questa una scelta vincente, che ha reso possibile il coinvolgimento su base capillare delle realtà più vicine ai cittadini ed alle associazioni sportive di base . Di conseguenza si è creato un virtuosissimo strumento di attenzione, di stimolo positivo verso i piccoli Comuni nel progettare la propria candidatura, a partire dal monitoraggio della realtà sportiva, verificando lo stato dell’offerta di attività sportive verso tutti i cittadini di tutte le fasce d’età, facendo dialogare scuole e realtà associative, dotandosi di più impianti sportivi e scambiando esperienze con altri Comuni europei. E’ stata un’operazione di grandissima pratica di cittadinanza europea attraverso lo sport, che per sua natura veicola valori di lealtà, rispetto e solidarietà. Di questo noi tutti dobbiamo

essere grati all’ACES Europe. In questi anni, ho fatto parte della Commissione di valutazione e ricordo con molto piacere le visite a Firenze (Città Europea Sport 2012), Torino (Capitale Europea dello Sport 2015) e recentemente sono stata a Piombino di cui sono rimasta favorevolmente impressionata per la passione e la qualità delle attività organizzate. Il brand ACES Europe è molto richiesto e ciò porta attenzione e maggiore coinvolgimento nella pratica sportiva ma anche nella attrazione di eventi nazionali e internazionali” Da Presidente Onorario MSP Italia, ha già qualche progetto in mente? “Sono stata contattata dal Lupo a fine agosto e questa notizia è stata una piacevolissima sorpresa e un attestato di grande amicizia. Calcisticamente, mi ha preso in contropiede. Intendo continuare il mio rapporto con MSP dando un contributo attraverso la condivisione di idee e nuove iniziative che possano far bene alla cultura sportiva (e ce ne è un grande bisogno!) ma anche alla dimensione europea della vostra attività. Ho qualche proposta in cantiere: rilanciare e rafforzare lo spirito della Settimana Europea Sport, che possa favorire incontri transnazionali di cittadinanza sportiva europea; coinvolgere MSP/Aces non solo nel programma europeo sullo sport ma anche in Erasmus plus e nel nuovo Corpo europeo di solidarietà, rivolto ai giovani tra 18 e 30 anni. Lo sport al servizio della solidarietà mi sembra una bella prospettiva da rafforzare! Ed infine un piccolo sogno, quello di far nascere una squadra europea, che possa partecipare come “Europa” a campionati internazionali. Sarebbe un bel modo di sentirci davvero cittadini europei!

13


IN PRIMO PIANO

I N T E R v I S TA A D A N I E L A M A S S E R O N I

GRAND TRAIL E ALLENARSI PER IL FUTURO

DUE SQUADRE CON LO STESSO OBIETTIVO Daniela Masseroni di Bosch Italia: “Lo sport è uno strumento fondamentale di aggregazione e socialità” di LUCA PARMIGIANI

M

edaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004 e pluricampionessa mondiale nella ginnastica ritmica, Collare d’Oro al merito sportivo, Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e ora riferimento Bosch Italia-Allenarsi per il Futuro, progetto supportato da Randstad. Chi meglio di lei può parlare sull’importanza dello sport nella società odierna, i sacrifici per arrivare in cima al mondo e il ruolo della donna nello sport italiano. Tutto questo è Daniela Masseroni, che ringraziamo pubblicamente per l’intervista concessa. Ciao Daniela, nella società odierna, quanto è importante il valore dello sport come strumento di aggregazione e socialità? “Credo che lo sport sia uno strumento fondamentale di aggregazione e socialità perchè mette a confronto valori e caretteristiche fisiche e personali che vanno al di là di qualsiasi appartenenza socio-culturale. La capacità di andare oltre quest’ultimo metro di giudizio permette la collaborazione e l’aggregazione di tutti, a prescindere dalle origini e appartenenze sociali”. Cosa consiglierebbe ai giovani e ai ragazzi di oggi che vogliono aspirare a diventare Campioni e un giorno prendere parte alle Olimpiadi? “Consiglierei di non pensare solo al risultato, alla smania di voler arrivare ed essere campioni,

14

ma di scoprire il percorso che sta dietro la realizzazione di quel sogno, che è fatto di lavoro, allenamenti, rinunce, vittorie e sconfitte necessarie per poter arrivare alla massima espressione dello sport (le Olimpiadi). Inoltre, in parallelo, di vivere questo percorso di preparazione e crescita sportivo anche come percorso di crescita personale”. La partnership con il Grand Motor Trail e l’incontro con le scuole dei Comuni premiati. Un giudizio su questa esperienza. “Un’esperienza sicuramente grazie alla quale abbiamo unito le forze di due squadre che lavoravano sullo stesso fronte rendendo l’azione ancora più efficace”. Come si può migliorare il ruolo della donna nel mondo dello sport italiano? “Personalmente provengo da uno sport prettamente femminile, all’interno del quale la donna fa da padrona in pedana, negli allenamenti e nelle competizioni raggiungendo i più alti livelli sportivi (non a caso l’allenatrice della squadra nazionale italiana è la più titolata tra gli allenatori in Italia) Dimostrazione che la determinazione e le capacità del nostro genere sono all’altezza anche di altre cariche più dirigenziali e organizzative, basta solo dare fiducia e pensare che, come in una squadra vincente, quello che conta più di tutti è il raggiungimento del risultato finale”.


“La determinazione e le capacità delle donne sono all’altezza anche di altre cariche più dirigenziali e organizzative. Quello che conta è il raggiungimento del risultato finale” 15


IN PRIMO PIANO

CERIMONIA AL SALONE D’ONORE DEL CONI

LO SPORT DI TUTTI! Il 4 novembre, la Cerimonia MSP Italia-ACES Europe con la consegna delle Ciotole di benemerenza europea dello sport, alla presenza delle European City/Town/Community of Sport 2019-2020-2021

S

i volgerà il 4 novembre, a Roma presso il Salone d’Onore del CONI, la tradizionale Cerimonia MSP Italia-ACES Europe con la consegna delle Ciotole di benemerenza europea dello sport, alla presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò. L’evento, che vede sempre un Salone d’Onore pieno in ogni ordine di posto, vedrà la partecipazione delle European City/Town/Community of Sport italiane 2019-2020-2021, in un’ideale passaggio di testimone tra i Comuni che chiuderanno l’anno sportivo, i Municipi che apriranno il prossimo anno e i Municipi che hanno ottenuto l’ambito premio un mese fa, con le lettere ufficiali in-

viate dalla Segreteria Generale ACES Europe con i riconoscimenti per l’anno 2021. Durante la Cerimonia, si terrà anche il sorteggio dei Campioni olimpionici del progetto Bosch-Allenarsi per il Futuro, che saranno abbinati agli undici Comuni che faranno parte del Grand Motor Trail del prossimo anno, dopo la splendida prima edizione del 2019 che ha unito i Municipi italiani in un giro d’Italia a bordo dell’auto storica Caterham. Oltre alla consegna delle targhe, durante la Cerimonia saranno premiati atleti e dirigenti che si sono contraddistinti in questo anno sportivo.

I Premiati EuroPEAn CIty of SPort 2019

Livorno, Mantova, Oristano, Vercelli EuroPEAn town of SPort 2019

Chianciano Terme, Livigno, Omegna, Sesto Calende EuroPEAn CommunIty of SPort 2019

Arco del Benessere, Sportland EuroPEAn CIty of SPort 2020

Cernusco sul Naviglio, Cosenza, Grottaglie, Piombino EuroPEAn town of SPort 2020

Chiusi, Egna-Neumarkt, Gozzano, Montegrotto Terme EuroPEAn CommunIty of SPort 2020

Archeo Vesevus, Castelli Romani, Italian Riviera EuroPEAn CIty of SPort 2021

Potenza, Rieti, Siena, Terni EuroPEAn town of SPort 2021

Auronzo di Cadore, Pontinvrea, Sansepolcro, Segni EuroPEAn CommunIty of SPort 2021

Valdichiana Senese, Valle del Monte Bianco 16


17


IN PRIMO PIANO

CONSEGNA DELLA BANDIERA ACES EUROPE

FESTA DELLO SPORT A BRUXELLES Al Parlamento Europeo, il prossimo 10 dicembre, si uniranno le European City/Town/Community/Island of Sport di tutta Europa per ricevere la Bandiera ufficiale ACES Europe

L

a Federazione delle Capitali e Città Europee dello Sport-ACES Europe ospiterà la sua annuale Cerimonia di premiazione il prossimo 10 dicembre presso il Parlamento Europeo di Bruxelles. Questo evento si svolge ogni anno dal 2010. La Cerimonia vedrà il passaggio ufficiale del titolo di Capitale Europea dello Sport del 2019, Budapest (Ungheria), a Malaga (Spagna), Capitale Europea dello Sport 2020. L’evento presenterà anche la consegna dei

di BILYANA MIRCHEvA

International Relations Manager ACES Europe

I Premiati per Categoria

Smallingerland (NL) Miramas (FR) Kryvyi Rih (UKR)

EuroPEAn CAPItAL of SPort

CAnDIDAtE CItIES not yEt ConfIrmED

Malaga (ES) EuroPEAn CItIES of SPort

Odivelas (PT) Milton Keynes (UK) Cosenza (IT) Grottaglie (IT) Piombino (IT) Cernusco Sul Naviglio (IT) Cakovec (HR) Bijeljina (BOS) Trnava (SK) Pazardzhik (BG) 18

premi in tutte le altre categorie: Città, Comuni, Comunità e Isole Europee dello sport 2020, le quali riceveranno la Bandiera ufficiale che ne riconoscerà il titolo. Quest’anno, la lista dei vincitori include alcuni Paesi partecipanti per la prima volta al progetto: Andorra ed Estonia hanno premiato i primi Comuni Europei dello Sport nei loro territori. ACES Europe si congratula con loro, così come con tutti gli altri vincitori per i loro grandi profili sportivi e per l’iniziativa di aderire e condividere

Guadalajara (MEX) – World Capital of Sport Rovaniemi (FIN) Limassol (CY) Dakhla (MA) – Euromediterranean City of Sport

Kavarna (BG) Kuressaare (ES) Encamp (ANDORRA) Les-Pennes-Mirabeau (FR) Port-de-Bouc (FR) EuroPEAn CommunIty of SPort

Italian Riviera (IT) Castelli Romani (IT) Archeo Vesuvio (IT) EuroPEAn ISLAnD of SPort

Mali Lošinj (HR) EuroPEAn townS of SPort

Egna Neumarc (IT) Chiusi (IT) Montegrotto T. (IT) Gozzano (IT)

AmErICAn ComPAnIES of SPort

Financier!Oh (PE) Volkswagen Mexico (MX)


Malaga sarà la Capitale Europea dello Sport 2020

Il Gran Gala ACES Europe sarà un’ottima occasione per i Municipi coinvolti di conoscersi l’uno con l’altro, scambiarsi contatti e scoprire potenziali strade per la collaborazione con visioni simili in tutta Europa.


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP SARDEGNA, GIOCO DI SQUADRA

R

iparte di slancio l’attività del MSP Sardegna e dei Comitati Provinciali. L’anno si è aperto con una grande proposta sull’attività formativa, a seguito delle nuove normative CONI e della volontà dell’Ente di formare professionalmente i docenti che poi lavoreranno nei centri sportivi targati MSP. A settembre è stato pubblicato il calendario ufficiale delle attività che vedrà coinvolte tutte le Province: da Sassari ad Olbia fino a Cagliari, verrà coperto l’intero Settore del Fitness, della Ginnastica e del Body Building. Un nuovo approccio teso a coprire tutta l’attività che quotidianamente svolge un Ente di Promozione Sportiva, a favore delle associazioni affiliate, oltre 800 nell’intera Isola. Sempre in tema di formazione, il 19 ottobre scorso si è tenuto il Corso BLSD, obbligatorio ai fini di legge: presso la Sede del MSP Cagliari, oltre 50 corsisti hanno seguito il Corso, testimonianza di come l’Ente sia molto attento alla prevenzione di una materia delicata e sensibile. Passiamo all’attività sportiva, aspetto ormai fondamentale ai fini del riconoscimento delle finalità sportive da parte del CONI. Come sempre, il Comitato Regionale MSP Sardegna si sta attivando su tutti i fronti per stare al passo con i tempi e sempre al fianco delle associazioni. Dal 27 al 29 settembre scorso, si è tenuto al Tanka village la Convention All Inclusive; ben 460 persone si sono ritrovate insieme nelle discipline sportive del calcio a 5, calcio a 7, beach tennis, danza, arti marziali e fitness. Domenica 13 ottobre si è tenuta invece un’esibizione del Settore Ginnastica Ritmica al Parco di Monte Claro di Cagliari. Il Settore quest’anno ha già calendarizzato gli eventi, per un totale di cinque manifestazioni, una in più della scorsa stagione.

20

Insieme ai Comitati Provinciali, è ripartita la programmazione in tutte le discipline sportive. nella formazione salto di qualità con una proposta di alto livello

Infine, la programmazione. MSP Sardegna sta infatti calendarizzando gli eventi di tutte le discipline sportive. Il 2/3 novembre la Riunione di formazione delle Arti Marziali per la definizione delle prossime linee guida, a metà novembre la partenza del Campionato di Basket che coinvolgerà tutte le Categorie (Settore giovanile, amatori maschile e femminile), a dicembre il Torneo Regionale di Calcio a 5 maschile e femminile e nel 2020 il contenitore “Sport Insieme” che farà tappa a Carbonia, Oristano e Sassari. Appendice per il Settore Calcio, con la

partenza dei Tornei Calcio a 7 ad Oristano, di Calcio a 5 a Carbonia e le Finali Regionali che si sono tenute proprio al Tanka village.

SIto wEB https://mspsardegna.altervista.com


21


AT T I v I TÃ

22

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I


GIOCAUS IMPARI - MSP SARDEGNA: LO SPORT AL SERVIZIO DELL’INCLUSIONE E DELL’INTEGRAZIONE SOCIALE

L

o sport per noi è un linguaggio universale non per competere ma per imparare a stare insieme ognuno con le sue abilità superando le diversità e riscoprendo il piacere di sentirsi parte di una comunità dove ognuno è unico, utile e indispensabile Questo è il messaggio di un importante iniziativa del MSP Sardegna che ha promosso e divulgato i modelli sperimentati dalla sua affiliata ASD Giocaus in tema di inclusione sociale in un progetto attuato in rete con Enti locali, Istituzioni socio-sanitarie e sostenuto con

dovrebbero far parte del bagaglio di vita di tutti, utilizzando come strumento privilegiato il linguaggio dello sport e del gioco. Il progetto che coinvolge specialisti del

il contributo della Fondazione Sardegna a favore di persone in situazione di disabilità fisica e mentale. L’obiettivo generale è contribuire a far sì che persone in difficoltà possano superare l’isolamento e vivere nel quotidiano quelle esperienze che

settore pubblico e privato nella definizione di obiettivi e piani personalizzati per ciascun partecipante ha realizzato in Sardegna progetti scuola, camp estivi, e progetti di solidarietà intergenerazionale rivolti

ad anziani e persone fragili. Quest’anno una particolare diffusione è stata data alle attività di formazione destinate a promuovere la figura di operatore ludico-ricreativo nell’inclusione sia in ambito scolastico che in quello sportivo. L’obiettivo, col supporto dei partner istituzionali è quello di contribuire a realizzare una piccola, grande rivoluzione culturale: diffondere in maniera capillare l’acquisizione e l’implementazione di competenze teoriche-pratiche in materia di inclusione verso tutte le organizzazioni sportive e le istituzioni scolastiche per creare professionisti

dello sport ma anche personale scolastico e studenti più consapevoli, preparati e sensibili a queste tematiche.

23


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP SICILIA, IN RAMPA DI LANCIO LA NUOVA STAGIONE

R

icomincia l’anno sportivo per il Comitato Regionale MSP Sicilia, che come tutti gli anni avrà come obiettivo quello di promuovere la pratica sportiva presso tutte le fasce d’età, in sinergia con i Comitati Provinciali. Il Comitato si è già attrezzato per seguire direttamente le associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate nell’adempimento delle nuove norma-

tive CONI relative all’iscrizione al Registro. La professionalità dello staff assicurerà infatti un servizio impeccabile nella gestione dei nuovi adempimenti legati all’attività didattica e sportiva. Su quest’ultimo capitolo, il Comitato Regionale si sta attivando con delle Riunioni dei Settori per offrire un’ampia varietà di proposte e manifestazioni sportive.

24

In programmazione gli eventi sportivi e formativi che coinvolgeranno le associazioni affiliate, in ottemperanza ai nuovi obblighi ConI

Ad ottobre, si sono susseguite infatti le Riunioni dei Settori Regionali di Nuoto, Kick Boxing ed Arti Marziali, quest’ultimo vero fiore all’occhiello dell’Ente nell’Isola siciliana. Nel Settore Kick Boxing, il primo appuntamento è calendarizzato per il prossimo 17 novembre a Palermo. Da citare l’attività del Comitato Provinciale MSP Messina, che il prossimo 24

novembre terrà una manifestazione di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. L’evento, “Lo Sport in maglia rosa”, vedrà la partecipazione di diverse associazioni affiliate del settore danza. Accanto all’attività sportiva, prosegue anche la programmazione dei Corsi di Formazione, volti a creare figure altamente preparate ed esperte, da inserire nel mondo del lavoro e nel tempo li-

bero. I corsi proposti avranno come tema l’illustrazione di argomenti di alta specializzazione, attraverso metodologie innovative e rilascio dei diplomi MSP ed inserimento nell’Albo. A riguardo, i prossimi Corsi di formazione toccheranno tutta l’Isola, da Palermo con il Corso di Fitness Funzionale (16-24 novembre) e Corso di Personal Trainer (tre weekend, da novembre 2019 a gen-


naio 2020), fino a Ragusa con il Corso di Formazione Pilates Matwork, in programma in questo mese di ottobre. Infine, da citare il Corso di Formazione di Fitness Musicale con Alessandro Oliveri, i cui weekend di formazione saranno: 26-27 ottobre, 16-17 novembre, 23-24 novembre, 7-8 dicembre e 21-22 dicembre 2019 la chiusura con gli esami previsti per i partecipanti.

SIto wEB www.mspsicilia.it 25


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

SPORT IN PIAZZA MSP LAZIO, SPORT ALL’ARIA APERTA

S

i è svolta sabato 8 settembre 2019, presso Piazza del Municipio in Piedimonte San Germano (FR) “Sport in Piazza”, contenitore multidisciplinare con l’esibizione, dalle ore 10 alle 18, di diverse discipline sportive quali: arti marziali, karate, ginnastica ritmica, soccer freestyle, body building, danza e difesa personale. Hanno partecipato alla manifestazione le associazioni affiliate al MSP Lazio le quali hanno avuto possibilità di esibirsi davanti alla piazza cittadina portando con sé i propri atleti e tecnici. “Sport in Piazza” aveva come obiettivo quello di contribuire alla promozione dello sport nel territorio laziale, dando priorità alla diffusione e alla valorizzazione della funzione educativa e sociale dello sport quale fondamentale fattore di crescita e di arricchimento del cittadino, di prevenzione della salute, di miglioramento della qualità della vita e di responsabilizzazione e rafforzamento della società.

Arti marziali, karate, ginnastica ritmica, soccer freestyle, body building, danza e difesa personale le discipline sportive portate sul palco di Piedimonte San germano

Il Comune di Piedimonte San Germano è stato parte attiva di questa iniziativa, mettendo a disposizione dell’organizzazione gli spazi comunali e favorendo una perfetta riuscita dell’evento. La manifestazione, coordinata dal Responsabile Nazionale Karate M°Manuel Bruno, ha visto esibirsi n.200 atleti. Presenti in Piazza, oltre agli atleti e staff delle associazioni presenti, genitori, parenti ed amici e semplici cittadini che hanno riempito la Piazza Comunale,

rendendo l’evento una bellissima manifestazione di promozione dei valori sani dello sport, coniugando salute, benessere, crescita cognitiva, inclusione sociale, relazionalità e rispetto. Gli istruttori qualificati MSP Italia sono stati a disposizione di tutte le persone presenti, coinvolgendoli nella promozione delle discipline elencate. Hanno partecipato alla manifestazione oltre 10 associazioni affiliate su tutto il territorio del Lazio, dando così maggiore risalto al ruolo e alla valorizzazione della Regione Lazio, patrocinatore e finanziatore dell’evento in oggetto attraverso l’iniziativa “L’Estate delle Meraviglie”. Tutte le società partecipanti hanno ricevuto una targa omaggio della manifestazione “Sport in Piazza 2019” mentre a tutti gli atleti sono stati consegnati gadget e medaglie di partecipazione. “Sport in Piazza” ha quindi raggiunto tutti gli obiettivi prefissati all’atto dell’organizzazione: i benefici nella dimensione psicologica hanno infatti regalato un clima di serenità che ogni praticante ha trovato nell’attività all’aperto, creando in questa giornata maggiori occasioni di socializzazione e di integrazione, condividendo con una sana attività sportiva all’aperto buon umore e benessere.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/comitato lazio 26


MSP ROMA, PARTENZA CON ENTUSIASMO!

I

nizio con i fuochi di artificio per MSP Roma. Il Comitato Provinciale ha programmato la stagione fin dalla scorsa estate per stare al fianco delle associazioni affiliate, sia in tema di nuovi adempimenti CONI che di attività sportiva da organizzare sul territorio. Ad ottobre è partita la 3.a edizione della vueling Padel Cup, Circuito Amatoriale ormai storico che raccoglie centinaia di giocatori ad ogni tappa. Cinque tappe e il Master Finale, da ottobre fino a dicembre, faranno da sfondo a un evento ormai di moda nel mondo padellistico romano. Accanto alla vueling, a fine ottobre si è svolto il Corso di Tecnico di Base, coadiuvato dal Settore Padel MSP Italia. Promuovere attività sportiva e formativa diventa lo strumento migliore per fare crescere ancora di più la fidelizzazione sul territorio. Dal Padel alla Danza, con la storica Gold Cup-Notte delle Stelle in programma il 17 novembre al Teatro viganò: un appuntamento ormai irrinunciabile per le associazioni affiliate, che avranno la possibilità di esibirsi gratuitamente sul palco del Teatro viganò nelle discipline della danza, ballo, aerobica, ginnastica e twirling. Attività sportiva e formazione: il Comitato Provinciale ci tiene tantissimo all’assistenza fiscale con le proprie associazioni e proprio a riguarda il 19 ottobre ha svolto un Seminario gratuito su Registro CONI 2.0 e compensi sportivi presso il CPO Acqua Acetosa del CONI. Aula Magna piena a testimonianza di un campo molto sensibile da trattare, al quale MSP Roma dà tutta l’assistenza del caso, grazie all’invio di

Il Comitato Provinciale attivo fin da settembre nella programmazione di attività sportive e formative, dalla Vueling Padel Cup al Seminario fiscale fino alla gold Cup-notte delle Stelle

newsletter gratuite bisettimanali e il contributo di Consulenti specializzati del Settore. Salutiamo i nuovi Settori Tango Argentino ed Equitazione che saranno protagonisti attivi in questa stagione sportiva 2019-2020. Infine, sono in via di definizione le gare e le manifestazioni dei Settori Golf, Nuoto e Ciclismo, per dare ancora maggiore forza al nuovo Regolamento CONI in tema di attività sportiva da organizzare insieme all’Ente affiliante.

SIto wEB www.msproma.it • PAgInA fACEBook www.facebook.com/msproma 27


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP LATINA, BINOMIO SCUOLA E SPORT

I

l 31 Maggio scorso è stata effettuata presso il campo sportivo zona nord Sabaudia la valutazione Finale per offerta educativa e motoria per una cultura sportiva, devoluta a favore di 125 ragazzi delle classi 4 della scuola elementare Cencelli di Sabaudia. Il tutto è stato realizzato dal Gruppo Sportivo Italiano, MSP Italia Latina e dallo staff della sezione scuola calcio Alessandro Danese/ sezione Gsi Atletica Leggera. Tutto l’anno per un giorno a settimana l’ASD Gruppo Sportivo Ita-

liano affiliata MSP Italia da svariati anni, con tutto il suo staff si è dedicato a titolo gratuito a trasmettere tutta la sua esperienza a questi ragazzi. L’ASD Gruppo Sportivo Italiano, opera, con il supporto di MSP Italia in tutta la provincia di Latina, con la finalità di favorire lo sviluppo e la diffusione di attività sportive connesse alle discipline dell’atletica leggera, delle attività culturali e ricreative, del turismo e dell’ambiente, alla formazione ed alla promozione del calcio mediante la Scuola Calcio riguardante il settore giovanile e scolastico, il calcio a 5 ed il calcio ad 11 amatoriale e dell’Atletica Leggera, del territorio del sud pontino, con il nostro responsabile Felice Lacalamita.

28

Coinvolti 125 ragazzi della Scuola Elementare Cencelli di Sabaudia: un progetto che ha coniugato l’attività motoria alla salute psicofisica, all’integrazione e al miglioramento della qualità della vita

Il progetto, del GSI totalmente gratuito, si propone, nel rispetto delle indicazioni curricolari e dei contenuti scolastici di affiancare la scuola nel suo lavoro formativo. La scuola è la vera palestra di formazione ed allenamento dei valori sociali, attraverso gli interventi di integrazione delle diverse abilità, i progetti di cultura, nonché le molteplici attività di riduzione del disagio sociale che mette in atto. In tale ambito, l’attività ludico-motoria costituisce un momento importante del processo di crescita dei giovanissimi, poiché aiuta a prevenire e supe-

rare forme di disagio e isolamento individuale; vuole fondamentalmente essere una scuola/palestra di lealtà, dove l’autocontrollo si traduce in corretto spirito di competizione con se stessi e con gli altri, da considerare avversari leali ma mai nemici. Il GSI in collaborazione con MSP Italia sostiene la scuola nella promozione del diritto di tutti i bambini a giocare e a praticare l’attività motoria, come mezzo finalizzato alla salute psicofisica, all’integrazione e al miglioramento della qualità della vita. Utilizzando la presenza di un esperto (a titolo gratuito), ha lavorato al fianco dell’insegnante di classe durante le lezioni di motoria per un totale di sei ore, che sono state svolte per un giorno completo a settimana, per tutto l’anno scolastico. Abbiamo effettuato lo scorso 31 maggio la valutazione Finale per tutte le quarte classi, effettuando un percorso motorio variegato e incontri di avviamento all’attività calcistica, abbinando giochi razionali e popolari ormai sostituiti da odiosi telefonini e apparecchi elettronici. Un grazie di cuore al Preside della sopraindicata scuola elementare e alla maestra Roberta Amato referente della scuola per tutti gli esperti di motoria che si sono avvicendati. Tutti i ragazzi sono stati premiati con medaglie personalizzate dall’ASD GSI e MSP Italia con dei diplomi tributati ai migliori sei alunni per ogni classe, gagdet vari, ed infine grazie ai due sponsor Gianni e Leo acconciature e Ristorante Happy Dayssono stati premiati dall’associazione il miglior ragazzo (Lorenzo Di Giovanni) e la migliore ragazza (Desiree vicidomini) della valutazione finale.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/gSI-SPort


MSP PIEMONTE, FORMAZIONE DI GINNASTICA POSTURALE una disciplina che ci aiuta a ristabilire il nostro equilibrio psicofisico: il Comitato regionale inizia la stagione con corsi di specializzazione per una preparazione a 360°

O

ggi se ne parla moltissimo, ma spesso non sappiamo esattamente di che cosa si tratti: sappiamo genericamente che la ginnastica posturale serve a combattere i dolori articolari ma per scoprire tutti i suoi benefici e in che cosa ci può davvero essere utile, occorre innanzi tutto saperne di più. Il suo scopo, come dice il suo nome stesso, è quello di migliorare la postura, ovvero la posizione che il corpo umano assume nello spazio e la relazione che i vari segmenti corporei hanno tra di loro. Il suo obiettivo, quindi, è stimolare la nostra consapevolezza corporea e la tonicità muscolare che ci aiutano a conservare il corretto allineamento e combattere le asimmetrie che alla lunga possono provocare tensioni, dolore e, al limite, un cattivo funzionamento di alcuni organi interni.

tono in atto, ad esempio, tecniche di allungamento muscolare capaci di prevenire e di alleviare tensioni e contratture. Insegnano anche a respirare in modo corretto, perché molti vizi di postura possono essere attenuati proprio grazie a una rieducazione respiratoria; migliorano la consapevolezza corporea (propriocezione); favoriscono le capacità di concentrazione, rilassamento e di gestione dello stress; migliorano il portamento, l’equilibrio e il movimento; stimolano il metabolismo e, come ogni forma di attività fisica, liberano endorfine, favorendo il buon umore. Gli esercizi posturali devono sempre essere eseguiti lentamente, in un atteggiamento di ascolto del corpo e richiedono quindi una buona concentrazione. Dato che la postura è regolata da muscoli diversi da quelli che presiedono al movimento, e sono anche controllati da processi neurologici differenti, i gruppi muscolari impegnati nell’esercizio devono essere sollecitati in un modo specifico. Non si cerca la performance, ma il controllo della posizione, ciascuno secondo le proprie caratteristiche e i propri limiti. Per questo la ginnastica posturale aiuta innanzi tutto a migliorare la percezione che abbiamo del nostro corpo e ci insegna a usarlo nel modo più corretto e rispettoso nelle diverse situazioni, ad esempio quando si cammina, o quando si sta seduti o nelle varie situazioni della vita di tutti i giorni. Per essere efficace il programma di allenamento deve essere mirato sulla persona e improntato alla massima gradualità, alla precisione di movimenti e al loro controllo. MSP propone corsi di formazione e specializzazione per tecnici di Ginnastica posturale con i migliori docenti per una preparazione a 360°.

La ginnastica posturale è dunque l’insieme degli esercizi che ci aiutano a prevenire o a curare le posizioni del corpo non naturali e sbagliate. Le cause per cui assumiamo posizioni “viziate” sono moltissime: alcune sono legate a caratteristiche del nostro corpo con le quali nasciamo, come la conformazione dei piedi, delle anche o di altre parti del nostro apparato muscolare e scheletrico; altre derivano da necessità imposte dal nostro stile vita, come trascorrere molte ore in posizioni forzate, ad esempio in auto, o alla scrivania davanti al computer. La tensione muscolare conseguente allo stress è un altro fattore che contribuisce a posture scorrette: il risultato è un disallineamento dei diversi segmenti che compongono il nostro scheletro. Da queste asimmetrie e dalle compensazioni che il nostro corpo è spinto ad assumere quando avverte fastidio o addirittura dolore possono derivare problemi anche seri, quando ad esempio sono compressi gli organi interni tra cui i polmoni, l’intestino o addirittura il cuore. Gli esercizi posturali migliorano l’elasticità e la tonicità dei muSIto wEB scoli e delle articolazioni; met-

www.mspitalia.it/piemonte 29


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP VENETO, PRONTI AI NASTRI DI PARTENZA! Campionato di A2 si sono iscritte invece 39 squadre suddivise in tre gironi da dieci squadre ciascuno e un girone Parte la prima edizione del Calciotto da 9 squadre con successivi play off e play out. In Serie B parteciperanno 20 mSP Venezia, dal 31 ottobre al 3 novembre il trofeo squadre. La formula prevede la formainternazionale memorial nicoletta Laurora! zione di due gironi da dieci squadre ciascuno che si disputeranno all’italiana con partite di andata e ritorno. Le finali mSP Vicenza, binomio sport e cultura sono previste per il sabato 9 maggio 2020 presso AGSM Forum di verona. Come sempre le prime quattro formazioni classificate al XXIX Campionato Confermato anche il Format sul camProvinciale, la vincente del Trofeo AGSM pionato “MSP: Il pianeta del Calcio a 5”. e la vincente della Coppa di B parteciGli incontri si disputeranno su campi coperanno di diritto alle finali regionali perti: C. S. Junior Club, C.S. San Floriano, 2020 che si disputeranno nei giorni 30 e ono 77 le squadre che quest’anno C.S. Tennis Alpo, C.S. De Stefani, Spor31 maggio 2020. E infine i Campionati disputeranno il Campionato Proting Club Arbizzano, Palazzetto dello Nazionali previsti per la fine giugno che vinciale MSP di Calcio a 5 giunto alla Sport di villafranca, Palazzetto dello concluderanno la stagione. ventinovesima edizione. La soddisfaSport di Arbizzano, dell’AGSM Forum di Ma MSP verona non si ferma qui perché zione di essere all’apice del calcio a 5 verona e della Tensostruttura adiacente. il 21 ottobre è scattata la prima edizione veronese rimane intatta. Tutte le squadre verranno omaggiate del Campionato Provinciale di Calciotto, Il calcio di inizio è scattato martedì 15 delle nuove maglie Adidas, di 2 palloni al quale parteciperanno 10 squadre. . La ottobre e ci si appresta a rivivere la Select, dell’almanacco 2019/2020 con formula prevede la formazione di un ginuova stagione con tante novità e i uscita a fine gennaio p.v.. rone da dieci squadre che si disputevecchi partner: MSP si avvale infatti Il XXIX Campionato Provinciale M.S.P. ranno all’italiana con partite di andata e della collaborazione di Ostilio Mobili a di Calcio a 5 si articolerà in tre fasce di ritorno. le prime sei squadre accedecui è dedicato il Trofeo, di AGSM vemerito, A1, A2 e B1. Al Campionato di ranno direttamente ai play off, le rimarona, Ormev verde, Phito Garda, valpoA1 parteciperanno 19 squadre con due nenti quattro accederanno agli spareggi licella veneto Banca e Kubitek. gironi e successivi play off e play out. Al per determinare le altre due squadre che accederanno alla fase finale. Sono previsti sia premi individuali che di squadra; inoltre, la squadra vincitrice, oltre che ottenere il pass per le Finali Nazionali 2020, avrà la possibilità di vivere cinque giorni di ritiro con la Prima Squadra dell’A.C. Chievo verona, seguita dallo staff tecnico ufficiale Settore Giovanile con allenamenti personalizzati e programmati. Gli incontri si disputeranno su campi, messi a disposizione dal Comitato Organizzatore, presso Tennis Alpo e il Bottagisio Sport SIto wEB www.mspverona.it - www.mspveneto.it Center.

mSP Verona sugli scudi nel Calcio a 5 nella regione.

MSP VERONA S

30


MSP VENEZIA M

SP comitato provinciale venezia in grandi preparazione per l’organizzazione del Trofeo internazionale Memorial Nicoletta Laurora MSP Italia, in programma dal 31 ottobre al 3 novembre a Marcon (ve). Quest’anno, oltre a tantissimi club italiani, parteciperanno squadre provenienti dalla Spagna, Estonia, Croazia, Slovenia. Durante la manifestazione si terrà: stage con Tecnici federali, il secondo corso giudici MSP Italia ed il Contest (nuovo grande progetto) che unisce

MSP VICENZA P

romozione sportiva e culturale organizzata dal Comitato Provinciale MSP Italia di  vicenza a Dueville (vI) con l’ASD Ju Jitsu Club Dueville Dojo Adia unitamente all’ ASD Fior di Loto 7 di Rossano veneto (vI) per un Seminario di Arti Marziali Giapponese Tradizionale, Mo-

tutte le discipline artistiche in una competizione di grande spettacolo! A gennaio ci sarà invece il primo corso allenatori di base Pattinaggio artistico MSP Italia e tante tante altre iniziative. Non per ultimo stiamo mettendo le basi per creare un contesto entusiasmante per tutte le discipline artistiche con una collaborazione giovane e in piena sintonia attraverso il settore ginnastica artistica e ritmica. Mentre a Belluno, visto il contesto e la fantasia, nasce un polo di riferimento per le discipline cinotecniche. Restate sintonizzati!

PAgInA fACEBook https://facebook.com/mSPVEnEZIA

derno, Didattico e Sportivo a Rossano veneto (vI), Seminario con più Scuole Italiane ed Europee organizzato nell’amicizia e nel rispetto per il piacere di stare insieme e condividere i valori del Budo. Un grazie a tutti i Maestri presenti e Rappresentati: Soke Daniel Blanchet Hanshi (ADIA France), Nicola Cortellino Kyoshi (ADIA Italia), Damjan Apollonio Renshi (ADIA

Slovenija), Ami Erikson Sensei (ADIA Svezia), Tiziano Busnardo Sensei (ADIA veneto), Enzo Osanna Sensei (ADIA Lazio), Loris Testi Sensei (ADIA Liguria). Saremo presenti inoltre a Jaszpati (Ungheria) in occasione di un Seminario BUDO organizzato da  Nagy Hinst Istvan Hanshi (Direttore Nazionale Ungheria dell’ Asahi Dojo). Infine, diamo un caloroso benvenuto alle nuove società affiliate: Move N’ Groove ASD di Pove del Grappa (vI), ASD Olympia di vicenza, ASD Glassonion Tap Dance, Arts & Music di Bonifacio (vR), ASD Personal Medical Fitness di vicenza. Il Comitato Provinciale di vicenza prossimamente sarà impegnato per un Corso di Formazione Allenatori ed Istruttore nel Settore Ju Jitsu con la collaborazione del Comitato Provinciale di Ferrara.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/mspvicenza 31


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP TOSCANA, SALTO DI QUALITÀ

C

ontinua la fase di crescita del movimento sportivo popolare del comitato MSP Toscana: all’interno del proprio settore organizzativo sono confluite molte associazioni di varie discipline, favorendo la crescita di altri settori all’interno del contesto regionale. Da pochi mesi è attivo il settore podistico MSP coordinato dal pluridecorato Claudio Mazzola attraverso l’ASD Atletica Rivellino. La manifestazione di punta del settore “Trofeo del marinaio, San vincenzo, Livorno” si è appena conclusa con un record di iscrizioni, ben 350 tra classificati e non classificati. Per quanto riguarda le manifestazioni organizzate all’interno dell’area fitness, grazie al sostegno di numerose società affiliate, MSP Toscana ha organizzato

32

In sinergia con i Comitati Provinciali di Prato e Pistoia, numerose le attività in programmazione, come calcio a 5 e calcio a 7, padel, street workout e podismo

due eventi di street workout presso i centri storici di Pistoia (Luglio 2019) e Montecatini Terme (Settembre 2019), un successo a livello organizzativo e promozionale che ha coinvolto oltre 500 persone. Il settore padel ormai in pianta stabile,

fulcro rappresentativo di MSP Toscana in ambito amatoriale, si sta sviluppando in maniera sempre più propositiva in ambito regionale. Il 23 Novembre 2019, presso i locali del centro sportivo padel villanova Empoli, si terrà la riunione organizzativa per delineare il nuovo modello MSP Toscana padel inerente all’attività amatoriale nei circoli affiliati e in merito alla coppa dei club MSP Italia. Il settore calcio, come sempre vetrina rappresentativa in primo piano del nostro movimento coordinato dal responsabile regionale Fabio Costanzo, ha avuto la sua fase regionale conclusiva attraverso le finali di calcio a 5 femminile presso la nuova struttura del centro sportivo Lacacia a San vincenzo. Per quanto riguarda il calcio a 5 ma-


schile le finali si sono svolte presso il centro sportivo colline massesi di Massa ( in pianta stabile in orbita MSP Toscana), la manifestazione ha convogliato circa 24 squadre tra calcio a 5 e calcio a 7. Per i comitati provinciali di Prato e Pistoia si confermano i grandi numeri dell’estate precedente: 60 squadre di calcio a 7 si sono affrontate nei due più grandi tornei della provincia giocati negli impianti della Zenith Audax e di Mezzana. Grandi numeri anche nel settore di calcio a 5 che ha visto partecipare più di 40 squadre. Non sono mancate le squadre storiche per quanto riguarda il comitato pratese, ma ci sono state anche squadre che si sono affacciate per la prima volta nel mondo MSP. Anche il comitato di Pistoia è riuscito a confermare gli importanti numeri dello scorso anno. Tutto è pronto quindi per i campionati invernali che inizieranno nel mese di Ottobre e contano già, tra Prato e Pistoia, più di 100 squadre.

SIto wEB www.msptoscana.it

33


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP FIRENZE, OBIETTIVI AMBIZIOSI

U

na crescita esponenziale in tutti i settori, un numero sempre crescente di iscritti e di associazioni. Moltissimi gli istruttori usciti dai corsi di formazione. MSP Firenze mette in campo formatori altamente qualificati nel rispetto delle regole Coni. Il Comitato nell’ottica di allestire eventi capaci di animare il territorio si sta im-

ponendo con attività nel settore sociale, culturale e turistico. Promuove e organizza nei Centri dell’Età Libera, oltre 40 strutture del Comune di Firenze, i corsi denominati “Ginnastica della memoria”. Inoltre nei Centri anziani si tengono varie attività come la ginnastica AFA, i balli di gruppo, incontri culturali e visite guidate. “Le rughe della vecchiaia – come diceva lo scrittore francese Marc Levy – formano le più belle scritture della vita, quelle sulle quali i bambini imparano a leggere i loro sogni”. Da quest’anno Msp Firenze presenta corsi anche nella scuola primaria: classi 4° e 5° - scuola secondaria di 1° grado - scuola secondaria di 2° grado classi 1° e 2°. Gli alunni sperimenteranno, tramite attività teatrali e psicomotorie, le disabilità sensoriali, fisiche e mentali in rapporto ai loro ambienti quotidiani (aula, giardino, palestra, bagni). A seguito del

34

formazione ed attività sportiva, il Comitato si muove ad ampio raggio per aumentare tesserati ed associazioni

percorso esperienziale, gli alunni verranno invitati a creare piccoli gruppi di lavoro e ad ideare, con la guida di un architetto specializzato in inclusione, dei progetti di riallestimento degli spazi scolastici per migliorare l’inclusione, rendendo l’ambiente scuola più accessibile e in grado di proporre la medesima accoglienza ed autonomia a tutti gli studenti. Sempre in collaborazione con il Comune, Msp Firenze propone la prevenzione alla violenza e alla violenza di genere. A partire da novembre si svolgeranno diversi percorsi: uno ludico motorio per i bambini ed uno di autoconsapevolezza per le madri e donne. Il nostro Corso di antiaggressione femminile è stato approvato dal Consiglio Regionale della Toscana. Un percorso rivolto ad ogni donna, studiato per chiunque, indipendentemente dall’età, grado di allenamento e struttura fisica.

Il percorso prende in esame i vari aspetti della sicurezza e della prevenzione: attenzione all’ambiente, rispetto dei “confini personali”, difesa verbale, tecniche di autodifesa fisica. Continuano in tutta la Toscana i corsi di formazione per maestri di ballo e danza con i nostri formatori tra i quali Antonello Lanzi, campione italiano e Giancarlo Sernissi, campione del mondo. Da novembre, in collaborazione con il Comitato di Arezzo e Manuele Bracci, sono in programma gare ed eventi di ballo nei palazzetti di Livorno, Firenze, Arezzo e Siena. L’8 dicembre è in programma, sempre a Firenze, in collaborazione con le istituzioni, una grande iniziativa denominata Sport & Disabilità. Da pochi mesi il Comitato ha cambiato sede, si è ampliato con nuovi importanti collaborazioni sul territorio e sta organizzando per il 2020 la seconda festa della donna, il giorno 8 marzo, sempre in collaborazione con il Comune di Firenze, alla quale parteciperanno noti personaggi dello spettacolo, della politica e dello sport. Dal 1° all’8 marzo sono previsti convegni, incontri, una corsa in rosa e un percorso trekking nel Mugello, inoltre tutte le associazioni e palestre di Msp Italia, ma non solo, proporranno corsi di prova gratuiti per le donne di ogni età. E per finire, per la primavera 2020, a grande richiesta tornano i corsi per educatore ludico motorio e animatore ludico sportivo. E’ anche in programma il corso per preparatore atletico di calcio, tra i formatori ex giocatori di serie A, istruttori della A.C. Fiorentina e Paola Peccenini, life & sport coaching di grandi atleti. Un evento che si annuncia imperdibile.

SIto wEB www.mspfirenze.org


MSP UMBRIA, PUNTIAMO IN ALTO

N

on solo formazione. Il Comitato Regionale MSP Umbria, insieme al MSP Perugia, sta sempre di più radicando il proprio nome sul territorio attraverso una programmazione sportiva di qualità a favore dei propri tesserati. Partiamo dagli eventi svolti, come Bove Road che si è tenuta a Montefalco. Questa prima edizione di Spartan Race

Il Comitato regionale attivo su diversi fronti: eventi programmati nel Body Building, Spartan race, calcio a 5 e Padel

ha visto 300 partecipanti che si sono affrontati in un territorio collinare e pianeggiante, una gara ad ostacoli naturali ed artificiali. Passiamo poi alla Barocca Estetic, competizione amatoriale di body building giunta quest’anno alla seconda edizione. L’evento più esclusivo di Italia si è tenuto a Foligno all’interno dell’Auditorium di epoca barocca, dove appunto culturismo e cultura si sono fuse insieme per un evento straordinario ed unico. In questa seconda edizione hanno partecipato 90 atleti, quasi il doppio della prima edizione. E’ iniziato poi il tradizionale Campionato invernale di calcetto, con in palio la qualificazione alle Fasi Nazionali. Ben 200 giocatori suddivisi per 12 squadre si contenderanno il titolo Regionale in questa lunga stagione sportiva. Infine, la novità: la 1.a edizione della Coppa Umbria MSP Padel, dove 12 squadre rappresentanti tutti i Padel Club della Regione giocheranno tra di loro nella formula campionato più play off fino a marzo 2020. Questa competizione sarà l’antipasto della Coppa dei Club, Competizione Amatoriale a Squadre, che porterà alla conquista del titolo Regionale per l’accesso alla Finale Nazionale Padel MSP Italia di giugno 2020.

SIto wEB www.mspumbria.it 35


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP CALABRIA, FIDUCIA E PASSIONE PER LO SPORT

S

ale in cattedra il Comitato MSP Calabria, insieme ai Comitati Provinciali di Cosenza e Catanzaro. Tante le attività sportive e formative promosse, per continuare a dare sostegno all’associazionismo sportivo, soprattutto in relazione ai nuovi dettami CONI relativi al riconoscimento delle finalità sportive. Il capitolo della formazione, come sempre, è sempre abbastanza ampio. Ab-

Insieme a mSP Cosenza e mSP Catanzaro, tante attività sportive nei settori danza, equitazione e fitness. nordic walking, a novembre il Corso Istruttori con la novità della guida per non vedenti

biamo tenuto infatti il corso di formazione di Ginnastica posturale e conservativa con la docenza della Dott.ssa Marcella Calabrese e la partecipazione di 19 corsisti giunti da tutta la Regione. Inoltre, sono stati programmati per novembre il Corso di Istruttore Nordic Walking (con l’assoluta novità per guida per non vedenti) e il Corso Istruttore 1° livello Danza propedeutica e 2° livello Danza classica e moderna. Ad ottobre, vedrà la sua conclusione il Corso Istruttore Nuoto e Sport Acquatici, partito lo scorso giugno. Il Comitato MSP Catanzaro si è dimostrato molto attivo sia attraverso il coordinamento dei camp estivi, come quello presso Lido Copanello di Staletti (CZ) con 39 bambini iscritti.

Inoltre stiamo completando il progetto per il settore nazionale danze accademiche “DANZAMOvIMENTOTERAPIA” con marchio in via di registrazione. Infine, conclusione per un’altra iniziativa del Comitato di Cosenza, con il Raduno ippico che ha visto la partecipazione di quattro centri ippici e 62 partecipanti.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/mspitalia.cosenza/ 36


MSP ABRUZZO, SPORT SOTTO LE STELLE

S

abato 5 ottobre 2019 si è svolta l’11esima edizione della manifestazione Sport sotto le Stelle. Sport ed intrattenimento tornano ad illuminare la notte del fine settimana nel centro storico di Teramo. Su una superficie di 20mila metri quadri hanno trovato spazio cento discipline sportive per tutte le età a per tutti i gusti. Sono i numeri di “Sport sotto le Stelle”, evento organizzato dal Comune di Teramo, dal CONI ed da numerosi Enti di Promozione Sportiva e Federazioni Sportive Nazionali che nella sua 11esima edizione ha riproposto dimostrazioni pratiche da parte di atleti nelle più diverse discipline sportive, svolte dalle proprie Associazioni Sportive Dilettantistiche di appartenenza. La presenza, come testimonial della manifestazione, di Gabriele Tarquini, pilota che lo scorso anno ha vinto la Coppa del Mondo di Turismo Automobilistico, ha dato risonanza all’evento. Al campione è stato conferito un premio come illustre sportivo teramano. Lungo l’asse dei Corsi e delle piazze principali del centro storico tantissimi visitatori si sono presentati in tuta e scarpette da ginnastica per sperimentare tutte le discipline tradizionali. Strutture gonfiabili e gazebo sono stati allestiti per i giochi di squadra, per il tennis, per il pattinaggio. Sui palchi si sono svolte le rassegne di Danza Sportiva (Contemporanea, Classica, Hip Hop, Moderna) e di Ginnastica Ritmica. Molti altri spazi sono stati riservati alla Scherma, alle diverse Arti Marziali, Baseball, Rugby, Paintball, Tiro con l’Arco, all’Arrampicata Sportiva e tante altre discipline. Gli appassionati di motori hanno potuto ammirare auto di diversi tipi e mo-

Il Comitato regionale ha partecipato alla manifestazione con ben 12 A.S.D. nelle discipline della Danza Sportiva, della ginnastica ritmica, delle Arti marziali, del Volley, dell’Indoor Cycling, del Paintball e del walking

delli: elettriche, storiche e sportive. Presente anche il Comitato Paralimpico Regionale con diversi atleti che si sono cimentati nella disciplina del Torball (calcio per ipo vedenti). Per gli amanti degli sport equestri è stato allestito un maneggio di medie dimensioni dove tanti bambini hanno potuto sperimentare la cavalcata con i pony, mentre gli adulti hanno provato con cavalli molto docili e pazienti. I gazebo hanno ospitato associazioni che, per la particolare tipologia di sport, hanno fornito informazioni e dimostrazioni audiovisive su molte discipline tra le quali nuoto, atletica leggera, subacquea, scacchi. MSP Abruzzo ha partecipato alla manifestazione con ben 12 A.S.D. nelle discipline della Danza Sportiva, della Ginnastica Ritmica, delle Arti Marziali, del volley, dell’Indoor Cycling, del Paintball e del Walking. Ampio e nutrito l’interesse del pubblico in tutte le postazioni, con tanta soddisfazione da parte degli atleti e delle proprie famiglie.

SIto wEB www.mspitalia.it/abruzzo 37


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP MARCHE: SPORT, SOCIALE E DIVERTIMENTO

I

l Comitato MSP Marche si è contraddistinto in questi ultimi mesi estivi per le diverse attività estive che hanno coniugato sportività, socialità e divertimento. A partire dall’organizzazione dei Centri Estivi attivati nella provincia di Ascoli

Il Comitato regionale molto attivo nei mesi scorsi con i Centri Estivi e Corsi di Vela

hamburgherata subito dopo la consegna di attestati di partecipazione da parte del Presidente dell’associazione Dr. Guido Crucini. La presenza di numerosi parenti ed amici dei piccoli atleti ha reso l’evento unico e ricco di emozioni nel vedere i propri bambini posizionati sulla barca, a montare vele, timone, drizze e scotte, ad uscitee dalla banchina e finalmente a navigare, issando le vele e dirigendole secondo il vento. Il Comitato MSP Marche ringrazia il Presidente dell’associazione Club vela e tecnici per aver concluso l’evento in un contesto di estrema sportività, mettendo in risalto l’importanza della promozione ed offrendo occasioni di crescita a tutti i bimbi e giovani atleti.

SIto wEB www.mspitalia.it/marche Piceno, alle “Corse e Camminate dei Calanchi” organizzate presso le zone terremotate marchigiane, oltre agli eventi di fine anno di Yoga e Shiatsu, il Comitato Regionale MSP Marche, in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Club vela Porto Recanati ha portato a conclusione il Corso di vela attivato dai tecnici e dirigenti dell’associazione. Il corso di vela, iniziato a giugno, ha visto la partecipazione di oltre 40 allievi dai 6 ai 12 anni di età. Il giorno 30 agosto scorso, grande Evento di fine corso con una squisita

38


MSP NAPOLI, SPORT E BENESSERE

N

ella prima decade del mese di settembre MSP Comitato Provinciale Napoli ha realizzato in collaborazione con il Moving Fitness Center affiliato la “Settimana del Benessere”. Moltissimi utenti di diverse fasce di età hanno usufruito di stages di formazione pratica e teorica, nozioni di fisiologia, di tecnica dell’allenamento, di scienza della nutrizione, con programmi alimentari personalizzati. L’obiettivo perfettamente raggiunto era mettere il benessere della persona al centro dell’attenzione, proponendo attività sportive, pratiche di rige-

In collaborazione con moving fitness Center, sono stati realizzati stage di formazione pratica e teorica ponendo in primo piano il benessere della persona nerazione oltre che di mental training combinate con un’alimentazione corretta che favoriscono uno stato di benes-

sere ed equilibrio psicofisico. Le attività sono state realizzate sia in fase indoor che all’aperto, con una grande diversificazione delle proposte sportive, il che ha favorito la possibilità per tutti di cimentarsi in tante attività e vivere sani momenti di incontro e di socializzazione. Nell’ambito del rapporto di collaborazione consolidato da oltre 10 anni con numerose Istituzioni Scolastiche della città di Napoli e con l’obiettivo di promuovere in maniera capillare le attività motorie e sportive specie nella scuola primaria, MSP Comitato Provinciale Napoli ha realizzato, con il supporto di numerose associazioni ed operatori, una serie di manifestazioni e lezioni dimostrative di inaugurazione del nuovo anno scolastico. Hanno aderito con entusiasmo tutti i docenti delle scuole coinvolte e centinaia di alunni che hanno partecipato alle tantissime iniziative sportive proposte. La richiesta sistematica della presenza dell’MSP nelle Scuole è l’espressione della grande valenza educativa che le attività motorie e sportive hanno nel contesto educativo. Promuovere lo sport è sinonimo di socializzazione, condivisione, rispetto delle regole e del corretto stile di vita.

SIto wEB www.mspcampania.it 39


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP BARI, SPORT E FORMAZIONE grande successo per il 1° Campionato Assoluto del Sud Italia di Powerlifting. formazione, i corsi in programma

I

l Comitato Provinciale MSP Bari ha organizzato lo scorso 29 settembre il 1° Campionato Assoluto del Sud Italia di Powerlifting. Tantissime le adesioni per le gare in programma, sia nella Categoria Maschile che Femminile. Il Comitato Provinciale di Bari, inoltre, ha già in programma

nuovi Corsi di Formazione, che si terranno in collaborazione con il CQN MSP Italia. A fine ottobre, si è tenuto il Corso Istruttore 1° livello di ginnastica posturale mentre il 9 novembre partirà il

Corso Istruttore di Ginnastica Metodo Pilates. Attività sportiva e formativa corrono quindi di pari passo, in una fase molto importante per le associazioni sportive, che hanno bisogno di un Comitato pronto a rispondere a tutte le esigenze del territorio, in relazione soprattutto ai nuovi adempimenti CONI.

SIto wEB www.mspbari.it

MSP EMILIA ROMAGNA, ECCO LA SUMMER PADEL CUP

T

anto Padel per il Comitato Regionale MSP Emilia Romagna. Dopo l’ottima riuscita della Coppa dei Club Regionale, con il record di squadre iscritte e TC Riccione vice Campione Nazionale, la stagione sportiva si è aperta a fine agosto con un Circuito amatoriale a tappe “Padel Summer Cup”, con chiusura del Master Finale. Dieci appuntamenti stanno coinvolgendo centinaia di giocatori della Regione, in un Tour itinerante nei Circoli affiliati MSP Italia. Dalla prima tappa del

Da agosto a novembre, Circuito amatoriale a tappe del Comitato regionale che sta riscuotendo una grande adesione tra i partecipanti 24/25 agosto scorso, si giocherà fino a novembre in una prima edizione del Circuito appassionante ed emozionante. Tanti i partner tecnici che ci

stanno seguendo in questa avventura che vuole essere un ulteriore stimolo per la promozione sportiva di questo bellissimo sport.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/moVImEnto-SPortIVo-PoPoLArE-ItALIA-ComItAto-rEgIonALE-EmILIA-romAgnA

40


MSP FERRARA, LAVORO INTENSO

L

a prima edizione di Fashion and Sport Night, andata in scena lo scorso 13 agosto, si è aperta in ricordo di Nadia Toffa; toccante infatti il ricordo per Nadia che è stato seguito da un grande applauso da parte del pubblico presente che, ha omaggiato così la nota ed apprezzata conduttrice de Le Iene. Il format di successo, promosso dal MSP Ferrara e da Maison Blanche, ha inteso coniugare bellezza, eleganza e danza, valorizzando le associazioni sportive più meritevoli del territorio. Proprio per questo motivo, tra una sfilata di moda e l’altra di Maison Blanche che anticipava le ultime novità per l’inverno e la primavera 2020, sul palco si sono alternate esibizioni di danza classica, moderna, hip hop, flamenco, ginnastica ritmica ed altre discipline, tutte in perfetta coordinazione tra loro. Durante la serata il Comitato di Ferrara ha consegnato la targa di “Benemerito allo sport per l’anno 2019” a diverse associazioni sportive che si sono contraddistinte per i risultati ottenuti partecipando a numerose competizioni di carattere nazionale come ASD Akemi Dance Center, ASD la Bottega degli Artisti, ASD Muovidea, ASD Scuola di Danza Classica Arabesque, ASD Just for Fun, ASD Dimensione Nordic Walking, ASD Metaphisical Body MT e ASD My Life. Riconoscimenti speciali sono stati consegnati: alla Formatrice Daniela Contavalli per l’alta qualità formativa dei suoi corsi e a Michela Franceschini insegnante di Flamenco, per la professionalità e per la passione che, quotidianamente trasmette nell’insegnare questa danza popolare. Per il secondo anno consecutivo, da maggio ad ottobre, il Comitato di Fer-

nuovi progetti nascono nel Comitato, testimonianza della bontà del lavoro quotidiano svolto sul territorio rara ha proposto diverse uscite di Nordic Walking alla scoperta del Delta del Po. Le camminate hanno dato la possibilità ai tanti walkers presenti di conoscere percorsi e bellezze naturalistiche immerse nel verde della pineta, piuttosto che nel bianco del lago salato ai confini con la provincia di Ravenna o del profumo dei vigneti in fiore, riscoprendo sapori e territori attraverso percorsi, talvolta inesplorati. Proprio per tali ragioni, il Comitato di Ferrara insieme al nuovo referente di settore Alex Geronazzo sta dando vita a nuove progettualità all’interno dell’Ente, organizzando corsi di aggiornamento per tecnici già qualificati e dando la possibilità a nuove persone di potersi qualificare. Il primo appuntamento formativo infatti non può che tenersi nei luoghi in cui il nordic walking ha avuto le sue origini, tra le mon-

tagne Bellunesi ad Alano di Piave i prossimi 18 e 19 gennaio 2020. Per tutte le informazioni necessarie contattare la segreteria di MSP Ferrara (cell. 3392896636). Un’altra importante progettualità sta prendendo forma dal titolo “Dal gioco al gioco Sport: laboratorio ludico motorio e di progressioni didattiche”. Progetto formativo promosso da questo Comitato e sostenuto dal Comune di Comacchio, rivolto a docenti delle scuole Primarie, ad educatrici delle scuole dell’Infanzia, a tecnici degli Enti sportivi del territorio Comacchiese. Il Professor Paolo Secli, docente della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Modena e Reggio Emilia nonché responsabile dei progetti sportivi come “Sport di Classe” della Scuola Coni di Roma, in quattro appuntamenti svilupperà i temi della didattica inclusiva, l’approccio didattico dell’educazione fisica, prevenzione e formazione attraverso il recupero della manipolazione dalla costruzione di piccoli attrezzi nelle proposte di gioco e gioco sport, con parte laboratoriale di costruzione Peteka con materiali di recupero e tanto altro.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/mSP-ferrara 41


AT T I v I Tà

C O M I TAT I R E G I O N A L I E P R O v I N C I A L I

MSP MILANO, LA PASSIONE SPORTIVA TRASMESSA AI PIÙ PICCOLI

C

he si tratti di danza, ginnastica artistica o pugilato, non ha importanza perché tutti gli sport possono essere insegnati ai più piccoli. Lo sa bene veronica Catapano, Presidente di MSP delegazione città di Rovellasca che nel suo impianto sportivo promuove attivamente la cultura della pratica sportiva a tutte le età, con un’attenzione particolare per i bambini fin dall’età prescolare. Si incomincia dal ‘giocodanza’ e continuando, anno dopo anno, si ‘infonde’ la passione principalmente per il movimento. Così entrando nella palestra New Olympia di Rovellasca si incontra l’entusiasmo contaggioso delle bambine in tutù rosa, l’agilità delle atlete adolescenti impegnate nella ginnastica artistica e atleti di tutte le età a dimostrazione che lo sport dilettantistico si rivolge a un’utenza che va dai 5 ai 90 anni. Un concetto che il co-

Quella di Veronica Catapano è una vera e propria vocazione: insegnare ai giovani l’importanza dello sport

mune di Rovellasca promuove attivamente con numerose iniziative. Come l’open day del 28 settembre organizzato in apertura dell’anno sportivo, a fine settembre, che ha visto la partecipazione di tutte le associazioni sportive presenti sul territorio con dimostrazioni pratiche di arti marziali, atletica leggera, tchoukball, calcio, pattinaggio a rotelle, golf, tennis, scherma, volley, boxe, basket e danza. La manifestazione ha avuto un ampio riscontro di pubblico, come ci ha confermato veronica Catapano: “È la prima volta che partecipo con la mia

scuola di danza e ginnastica a questa manifestazione. È stata una bella esperienza: abbiamo coinvolto molti adolescenti con degli esercizi sul cerchio aereo dimostrando loro che imparando le giuste tecniche e con un po’ di allenamento si possono ottenere buoni risultati. L’interesse suscitato è

stato molto alto e ha dato il via ai corsi che abbiamo avviato in palestra ai primi di ottobre. In poche settimane i ragazzi si sono resi conto che l’allenamento consente loro di fare sempre meglio. Naturalmente noi cerchiamo di coinvolgerli affinché la pratica di una qualsiasi attività sia per loro fonte di divertimento e crescita personale perché meglio si sta fisicamente più cresce l’autostima. Lavorare sul territorio con dimostrazioni pratiche si è rivelato entusiasmante per noi e per i tanti presenti. Il riscontro è stato tale che abbiamo deciso di replicare il prossimo 26 ottobre al parco di Rovellasca con dimostrazioni di ginnastica artistica e danza classica”.

PAgInA fACEBook www.facebook.com/mSPComitatomilano/ 42


MSP L’AQUILA, VOGLIAMO PUNTARE IN ALTO!

C

on l’aggiudicazione del bando della scuola primaria e dell’infanzia di Ocre, per la gestione del progetto danza durante la scuola estiva, prosegue con slancio l’attività sul territorio promossa dal neo comitato MSP L’Aquila. Al centro del progetto i bambini, che sono stati impegnati nell’apprendere le tecniche relative ai balli di gruppo al cheerleading e ai balli popolari, sapientemente indirizzati dallo staff di MSP L’Aquila, composto da Selenia Mascetti, Eleonora Chiapparelli ed Ilaria vaccarelli. Il progetto è culminato con un saggio nella piazza nel paese. Non solo questo, perché il 30 agosto scorso MSP L’Aquila, ha organizzato in collaborazione con l’Asd villa, la “Cicloturistica del GranSasso, manifestazione patrocinata dal Coni del capoluogo di regione. Decine di bikers che partendo da villa Santa Lucia Degli Abruzzi hanno pedalato fino a Campo Imperatore, passando per i borghi tra i più belli d’Abruzzo come Castel del Monte, Rocca Calascio e Santo Stefano di Sessanio. Eventi questi che hanno aperto le porte alla programmazione di un altro progetto tra i più interessanti, “Sport a bordo”, finanziato grazie ai fondi Restart e grazie al-

Prosegue con slancio l’attività del Comitato, dopo aver gestito il progetto danza durante la scuola estiva con i bambini che sono stati impegnati nell’apprendere le tecniche relative ai balli di gruppo, al cheerleading e ai balli popolari

l’assessorato allo sport della Regione Abruzzo. Il servizio prevede il sostegno fondamentale alle famiglie e agli anziani per il trasporto alle attività sportive pomeridiane. Ultimo ma certo non meno importante, il nostro supporto per la candidatura del Comune dell’Aquila come Città Europea dello sport 2022. Un progetto fortemente voluto dalla Presidenza MSP L’Aquila e dall’Assessore Regionale Guido Liris, appoggiati dall’Assessore Comunale allo Sport vittorio Fabrizi e dal Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi.

PAgInA fACEBook https://www.facebook.com/paginamsplaquila/ 43


• uno SPort

PEr ognuno •


AT T I v I Tà

S E T T O R I M S P I TA L I A

MSP CICLISMO: FESTA DI FINE ANNO DEI TRAIL CON IL “SATURDAY NIGHT TRAIL”

L

a stagione ormai volge al termine, ancora un paio di appuntamenti in programma: Fogliegialle Bikepacking, il 26 ottobre, organizzata dalla nostra affiliata ASD Colletivo Pepe Cooter di Rovereto, una 2 giorni di bici su sentieri e sterrati con notte in rifugio immersi nei colori dell’autunno, partenza e arrivo a Rovereto (TN); e la vI Gravel di Domenica 3 novembre in veneto zona vicenza, pedalata Gravel organizzata dalla nostra affiliata la ASD Pedaliamo e poi si fa festa!! Si, FESTA in tutti i sensi. Come ogni organizzazione che si rispetti a fine ciclo si raduna e festeggia gli obiettivi raggiunti insieme a tutti i partecipanti e sostenitori del Movimento. A Milano, sabato 9 novembre ore 18 al

ultimi eventi del Settore, poi il 9 novembre a milano la festa per celebrare questo splendido anno sportivo vissuto insieme

Upcycle Bike Cafe, locale in zona Città Studi e punto di riferimento per i ciclisti milanesi e non, ci ritroveremo tutti quanti, organizzatori e partecipanti per festeggiare e darci un ultimo saluto prima dell’inverno. Sarà la lunga notte

dei trail intitolata “Saturday Night Trail”. vi saranno Ospiti vIP che racconteranno le loro ultime sfide in giro per il mondo ma anche premi, sorprese, musica e birra. MSP con UpCycle farà gli onori di casa insieme a BAM! (quelli del mega raduno dei cicloviaggiatori di tutto il mondo che ogni anno si tiene a Mantova in maggio); MissGrape azienda tutta Italiana leader nella produzione di borse per Bikepacking); Bike Soul SSDrl società sportiva. Per info: https://www.facebook.com/events/151 8273178313520/

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: rocco filidoro

45


AT T I v I Tà

S E T T O R I M S P I TA L I A

COORDINAMENTO SUD ITALIA, PROMOZIONE SPORTIVA GARANTITA

S

ettembre è appena passato e il Coordinamento interregionale Sud-Italia è determinato a continuare la promozione sportiva e formativa. Tanti gli eventi già calendarizzati, per un Settore che sta diventando, giorno dopo giorno, un punto di riferimento per il territorio per il mondo dell’associazionismo sportivo. Dal 15 al 17 novembre, ecco l’evento Mii Tierra Competition, competizione di danze latine organizzata dal Responsabile regionale Calabria con la collaborazione Coordinatore interregionale del Sud italia e Responsabile Nazionale Settore Danza, Salvatore Pucci. Sempre nello stesso mese, il 24 novembre, al Teatro Italia ad Acerra si terrà lo “Show Your Dance”, un concorso di danze accademiche con ospite d’eccezione Giulia Pauselli direttamente dal programma di Maria De Filippi ”Amici”. A dicembre, per la Festa dell’Immacolata, al Palazzetto dello Sport di Cercola

numerosi gli eventi sportivi in programma tra novembre e dicembre nella Danza, per un Settore sempre di più punto di riferimento sul territorio

l’11° Trofeo vesuvio, competizione di danze latine e urbane. Accanto all’attività sportiva, rimane sempre molto alta l’attenzione verso la formazione dei docenti in tema di defibrillatori, obbligatori per legge: a riguardo, infatti, il Coordinamento organizzerà un Corso BLSD, comprensivo di manovre disostruzione adulto, bambino, lattante.

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: Salvatore Pucci 46


GINNASTICA AEROBICA: IN CIMA AL MONDO!

D

al 10 al 12 ottobre scorso in Olanda si sono svolti i Campionati Mondiali di Ginnastica Aerobica FISAF International. L’Italia ha partecipato con molti atleti MSP Italia, tra cui Simone Mancini e David Serafini. Quest’ultimo, vice Campione Europeo in carica, si è classificato in terza posizione in semifinale e per un piccolo errore ha ottenuto un 5° posto in finale, una posizione ragguardevole e importante, non conseguita da tanti anni da un atleta italiano. Prestazione gigantesca per Simone Mancini nella categoria Master: già Campione Europeo 2109, l’atleta azzurro ha conquistato per la prima volta il titolo di Campione del Mondo. Nativo di Monterotondo (sono arrivati anche i complimenti da parte del Sindaco), Simone Mancini rappresenta un grande valore internazionale, essendo l’unico atleta ad aver gareggiato in tutte le Federazioni mondiali, a partire dalla FGI dove ha rappresentato l’Italia in numerose competizioni individuali, coppia, trio e gruppo. E’ l’unico atleta ad aver gareggiato in tutte le cate-

Simone mancini, già Campione Europeo 2019, conquista il titolo mondiale di ginnastica Aerobica ai Campionati fISAf International. L’ennesima firma di una carriera sportiva stellare gorie della ginnastica aerobica, conseguendo sempre risultati a podio. Di conseguenza, i suoi risultati sempre eccellenti, con esecuzioni artistiche molto alte e una parte tecnica di immensa qualità, lo pongono come l’atleta più conosciuto al mondo nel panorama della ginnastica aerobica. In passato, era stato già vice Campione del Mondo con valeria vitale e Francesca Labranca, ottenendo anche un terzo posto con Giulia Ceroli e Monica Pianella. Il titolo di Campione del Mondo corona un 2019 stellare, anticipato dal titolo di Campione Europeo conquistato negli scorsi mesi. Ma non finisce qui, perché lo staff sta pensando di portare il Campione alle prossime rassegne internazionali in un’altra Categoria. Simone Mancini, da sempre seguito e allenato dal preparatore a sua volta campione italiano FIHP Andrea Marchetti (Responsabile settore ginnastica Aerobica MSP Roma), è da anni un volto legato al MSP Italia, per la quale cura la gestione degli atleti di ginnastica aerobica nella manifestazione Gold Cup-Notte delle Stelle, oltre a ricoprire l’incarico di Responsabile MSP Roma Settore Fitness ed Aerobica. Questo prestigioso titolo lo porta dunque ad essere una delle più grandi stelle del fitness internazionale.

47


AT T I v I Tà

S E T T O R I M S P I TA L I A

GINNASTICA ARTISTICA, FORMAZIONE DI LIVELLO

I

l secondo semestre del 2019 procede alla grande per la sezione ginnastica artistica. Dopo le ultime finali nazionali svoltasi nel mese di maggio a Civitavecchia, lo staff si è incontrato per la programmazione del calendario formativo dell’ultimo trimestre 2019 e per la calendarizzazione del nuovo anno sportivo. Domenica 23 settembre 2019 si è svolta la riunione tecnica nazionale di settore durante la quale, oltre alla spiegazione dei programmi, si è presentato uno dei due master che si svolgeranno a fine novembre in coordinazione con la sezione di ginnastica ritmica. Ad inaugurare la formazione del secondo semestre 2019 è il corso per tecnici di primo livello che si svolgerà il 26 e 27 Ottobre tenuto dalla formatrice Francesca Fiorellini, coordinatrice del settore ginnastica e tecnico federale di terzo livello; seguirà poi il corso di giuria di primo livello e l’aggiornamento di giudici regionali e nazionali tenuto dalla responsabile nazionale di giuria Sabrina Mecozzi, coordinatrice del settore ginnastica, tecnico federale di primo livello e giudice federale di secondo livello che avrà luogo il 9 e 10 novembre. Un altro grande appuntamento formativo è il master tecnico dal titolo: “L’allenamento della Forza in età evolutiva: dal controllo motorio di base al modello prestativo nella Ginnastica Artistica e Ritmica” tenuto dal Dott. Andrea Chiri, Istruttore Personal Trainer Senior 2° livello FIPE, Istruttore di Pesistica Olimpica, Kettlebell Specialist, Preparatore Atletico per la Ginnastica Artistica e Ritmica. La base di tutte le capacità condizionali

48

Corso per tecnici di 1° livello e master: il Settore all’avanguardia per incrementare la qualità tecnica del settore ginnico

è la forza. La forza ha diverse espressioni e tutte passano per il controllo motorio; il suo allenamento permette delle progressioni più controllate, in

modo da preparare i tessuti e le strutture a sostenere, con rischi ridotti, l’impatto imprevedibile dei sovraccarichi specifici provocati dallo sport. Durante il master verranno illustrati i principi che regolano l’allenamento della forza, sia a corpo libero che con l’utilizzo di pesi, elastici o altra attrezzatura non convenzionale. Sarà svolta una sessione pratica su alcuni esercizi fondamentali e proposti alcuni metodi da applicare nelle programmazioni per il modello prestativo della ginnastica artistica e ritmica, illustrandone la funzione preventiva e gli aspetti coordinativi utili alla performance. La nostra più grande speranza, attraverso la formazione, è quella di arricchire il più possibile la qualità tecnica del settore ginnico cercando di sviluppare aggiornamenti sempre più all’avanguardia.

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: maria francesca fiorellini Bernardis


GINNASTICA RITMICA: DANIELA COTOGNI, UNA VERA STORIA DI INCLUSIONE SOCIALE

Q

uella di Daniela Cotogni, classe ’92, è una bellissima ed esemplare storia di inclusione. Daniela è un’atleta di ginnastica ritmica, campionessa nazionale FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), vicecampionessa ai Mondiali DSIGO (Down Syndrome International Gymnastics Organisation), nonché ginnasta MSP Italia e ispiratrice del programma Star Cup rivolto ad atleti e atlete diversamente abili. “Daniela è con noi dall’inizio di questo percorso con MSP Italia, e non posso nascondere l’emozione di vederla ogni volta entrare in pedana, tra gli applausi animati del pubblico e il tifo di tutte le atlete in campo gara”, racconta emozionata Chiara Dolfini, Responsabile dei tecnici del settore GR e Membro del Coordinamento Nazionale del settore Ginnastica. Ed è proprio così, Daniela ha saputo conquistare i cuori non solo per la sua bravura nel maneggiare tutti gli attrezzi tipici della ginnastica ritmica, ma anche per la sua capacità di adattarsi alla musica e al dinamismo con la passione e il rigore tipico di una professionista della nazionale italiana. Allenata dalla Prof.ssa Luisa vagliviello (Laurea in Pedagogia, Docente di Educazione Fisica diplomata ISEF, Tecnico FGI e FISDIR), oggi Daniela ha addirittura intrapreso il percorso di tecnico, affermandosi sempre di più nella comunità sportiva facendosi portavoce ed esempio di una vera storia di inclusione (non semplice integrazione) attraverso il mondo della ginnastica. “Quest’anno il settore Ritmica MSP Italia festeggia il suo 5° anniversario e ab-

Con la nascita del programma Star Cup nel 2017, il settore ritmica ha sottoscritto la volontà progettuale di avviare un percorso di inclusione e non solo di integrazione

biamo voluto celebrare queste nozze di seta con l’ente, realizzando un’idea nata proprio dal forte legame con Daniela, diventata ormai la nostra più grande fonte d’ispirazione”, prosegue Maria Francesca Fiorellini Bernardis, altro Membro del Coordinamento Nazionale settore Ginnastica. In data 21 settembre, infatti, lo staff GR, in occasione della consueta riunione nazionale di

inizio anno ha presentato il calendario formativo tecnico e di giuria, inserendo un bellissimo Master di Formazione Superiore dal titolo “IN-SUPER-ABILE: la ginnastica nel percorso di accoglienza, inserimento e integrazione”. “Occuparsi di sport, oltre il punto di vista prettamente pratico, vuol dire trattare il ruolo che lo stesso assume nella vita quotidiana dei cittadini, quindi il ruolo sociale. Ricordiamoci che tra i punti del piano di lavoro illustrato nel “Libro Bianco sullo sport” è presente la misura di miglioramento dell’inserimento sociale e dell’integrazione attraverso la pratica sportiva, in ottemperanza a delle politiche europee molto chiare e ben definite riguardo gli effetti positivi che una crescita intelligente del settore ha sull’inclusione sociale”, conclude Chiara Trivellini, Responsabile di giuria e terzo membro del coordinamento. Con la nascita del programma Star Cup nel 2017, il settore ritmica ha sottoscritto la volontà progettuale di avviare un percorso di inclusione e non solo di integrazione. La formazione ha lo scopo di sostenere il programma e di invogliare e motivare sempre più i professionisti del settore ad aprire le porte delle proprie palestre a tutte le parti sociali, senza timore di doversi relazionare ma, al contrario, facendosi promotori dei principi generali delle pari opportunità e di non discriminazione proclamati dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: maria francesca fiorellini Bernardis

49


AT T I v I Tà

S E T T O R I M S P I TA L I A

IL SETTORE ARTI MARZIALI CINESI SULLE VETTE DELLE MONTAGNE SACRE DEL WUDANG

A

rchiviate le finali di Rimini dove in due giorni di gara, alla presenza di ben 250 atleti per 19 società provenienti da tutta Italia, hanno riconfermato come Società Campione Nazionale dell’MSP la Shuai Chiao Wushu Calabria del Maestro Gallo Domenico con 2190 punti, con al secondo posto, distanziata da 510 punti, la Cultural Chinese Academy del Maestro Alessandro Lenzini con 1680 e al terzo posto la Accademia Arti Marziali Biassono con 1280 punti , l’attività è ripresa in Agosto con la delegazione che capitanata dal coordinatore del nostro settore il M° Lorini e dal nostro responsabile per lo stile Wudang Pai il M° You Li Dao si è recata in Cina sulle montagne Wudang per una serie di allenamenti e per rinforzare i nostri legami di amicizia con il Gran M° You Xuan De Capo monaco e guida spirituale Taoista del Nan Wudang, Il posto ancora lontano dalle rotte turistiche è immerso in una foresta vergine , gli unici rumori erano il canto degli uccelli e le foglie mosse dal vento per allenamenti di meditazione e riscoperta della nostra energia interna. Il viaggio continuava per raggiungere i bellissimi templi costruiti nel 618 d.c. al 900 d.c. da ben 700.000 persone che su ordine dell’imperatore si arrampicarono su queste montagne sacre per i taoisti e costruirono un complesso di Templi unici che dal 1994 sono patrimonio dell’Unesco. Si narra che su queste montagne siano nate le arti marziali interne: Tai Chi, Ba Gua Zhang e Qi gong e proprio quest’ultimo stile è stato oggetto dei nostri allenamenti.

50

online il nuovo sito web del Settore dove sono pubblicati gli eventi sportivi, i corsi di formazione, circolari e seminari

Da Wudang con ben 8 ore di viaggio ci trasferivamo a Shaolin altro posto sacro per chi pratica i nostri sport e culla appunto dello stile Shaolin o della Giovane Foresta dove ad attenderci c’era una nostra vecchia conoscenza il Gran Master Shi De Cheng che oltre a farci da guida ci insegnava un antichissimo esercizio per l’allungamento dei tendini e muscoli datato verso il 500 d.c ad opera del monaco Bodhidarma. Una rapida visita alla stele commemorativa che nel 1990 il M° Lorini lasciava al templio ci ricordava che il prossimo anno cade il 30° anniversario e che i monaci stanno preparando una grande cerimonia commemorativa alla quale non mancheremo. All’Università di Shanghai finiva il viaggio con allenamenti tenuti dai docenti della stessa e culminati con l’invito ufficiale fatto a nome dell’Ente di venire in Italia a Gennaio 2020 per scambi culturali e sportivi. La nuova stagione si prospetta di grande attività per

tutto il nostro settore: già a Luglio a Roma il coordinamento dei maestri di Arti Marziali si riuniva per discutere sul futuro del settore e a breve verranno finalizzati i formatori che potranno organizzare corsi e tenere seminari autorizzati dall’Ente. Per il settore sportivo la prima gara sarà in Sicilia dove dopo 4 anni ritorniamo ad organizzare un evento. Il programma dettagliato è sul nuovo sito www.settoreartimarzialicinesimsp.it, dove potrete trovare circolari di gare, seminari di maestri cinesi, programmi per corsi istruttori autorizzati dal nostro Ente e validi come titoli Coni di secondo livello per poter insegnare nelle palestre affiliate MSP . Se sei una palestra che propone corsi di Arti Marziali Cinesi mettiti in contatto con il coordinatore nazionale Walter Lorini che ti presenterà i numerosi vantaggi ad entrare nel nostro Ente.

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: walter Lorini


UN PUGNO AL PARKINSON: CONTRO LA MALATTIA LA BOXE SENZA CONTATTO ALL’ENERGY CENTER VILLAGGIO AMICO

S

i è svolta presso la palestra Energy Center villaggio Amico la conferenza stampa Un pugno al Parkinson, un incontro per parlare e far conoscere il metodo Rock Steady Boxing nato negli USA nel 2006 grazie all’intuizione dell’ex procuratore dell’Indiana Scott C. Newman. La disciplina consiste in un allenamento di boxe senza contatto efficace nel ridurre i sintomi della malattia di Parkinson. Maggior equilibrio, ampiezza di movimento, forza e ritmo sono solo alcuni dei benefici legati al Rock Steady Boxing; alcuni esercizi possono addirittura svolgere una funzione neuroprotettiva, rallentando la progressione della malattia e migliorando di fatto la qualità della vita dei pugili parkinsoniani che oggi sono oltre 43 mila. La conferenza è stata organizzata dal centro polifunzionale che si trova a Gerenzano (vA) e da Rock Steady Boxing Como Lake, progetto nato nel 2014 per volontà di Tiberio Roda, imprenditore comasco a cui nel 2013 è stata diagnosticata una forma di Parkinson e ha sancito l’inizio di una stretta collaborazione tra le due realtà che si concretizzerà con l’avvio, presso la palestra Energy Center, di un corso di Rock Steady Boxing per i Parkinso-

niani del territorio. L’incontro è poi entrato nel vivo con l’intervento dei coach dell’Energy Center, Bruno Frangi e Federica Scuccato, e le testimonianze di coloro che hanno potuto toccare con mano i benefici del metodo sulla malattia: il pugile Antonello Molteni, a cui è stato diagnosticato il Parkinson nel 2014 e che da cinque anni frequenta la palestra di Ponte Lambro, e Cristina Lezzeni,

una caregiver che ha spronato il marito Claudio a iniziare a frequentare Rock Steady Boxing Como Lake quando un anno fa ha scoperto di avere il Parkinson. Alle testimonianze è poi seguito l’intervento dell’ospite d’onore della giornata, Leonard Bundu, campione europeo dei pesi welter 2011 e coach del metodo che ha illustrato i valori del pugilato e ha parlato del legame tra boxe e qualità della vita. Gianluca Gattucci, direttore di Decathlon Saronno, ha infine sottolineato il concetto di sport per tutti e la comunanza di valori, in un clima di fattiva collaborazione. Momento centrale della conferenza è stata la dimostrazione dal vivo dell’allenamento di boxe a cura dello staff Rock Steady Boxing Como Lake con la partecipazione straordinaria di Leonard Bundu, commentata da Paola Roncareggi che ha spiegato le quattro fasi del training: warm up; circuito ad alta intensità; boxe e cool down. Il corso partirà a novembre e si terrà il martedì, il giovedì e il sabato presso la palestra dell’Energy Center villaggio Amico, in via Stazione 3 a Gerenzano (vA). Per iscriversi è necessario telefonare allo 02 96481319 o scrivere all’indirizzo energycenter@villaggioamico.it.

Sito web: https://www.rocksteadyboxing.org/ 51


AT T I v I Tà

S E T T O R I M S P I TA L I A

SETTORE KARATE, LA STRADA GIUSTA

I

l Settore Karate MSP Italia programma la stagione con 2019/2020 con l’obiettivo di offrire una variegata proposta su tutto il territorio nazionale, sia in ambito formativo che di organizzazione di attività sportiva. Nei primi mesi della stagione, il Settore è stato attivo nello Sport in Piazza a Piedimonte San Germano, nel Seminario tenuto in veneto il 12 ottobre scorso, nel Corso di formazione ed aggiornamento per arbitri compreso lo stage di tutti gli atleti con la 1.a fase di selezione per la Nazionale MSP Karate Italia ed infine nel Tatami Day del 20 ottobre. Una partenza sprint a cui seguiranno mesi altrettanto impegnativi e pieni di iniziative: la MSP International Karate Cup il 2 novembre a Marina di Carrara, un altro corso di aggiornamento per giudici (a Cagliari dal 9 al 10 novembre) fino ad arrivare agli ap-

SCI? PRESENTI! Convegni sugli Sci 2019…

ricca programmazione del Settore in tutta Italia, tra attività sportiva e corsi di formazione ed aggiornamento

puntamenti di dicembre con la le Gare di Karate e il Trofeo di Natale. Una ricca programmazione che testimonia la validità della proposta del Settore, impegnato ad offrire massima professionalità nell’organizzazione di ogni singolo appuntamento in tutte le Regioni d’Italia.

rESPonSABILE nAZIonALE DI SEttorE: manuel Bruno

Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado e Dirigenti scolastici. Iniziativa formativa accreditata e presente su piattaforma S.O.F.I.A. - Ministero dell’Istruzione per la formazione del personale docente. Per l’inverno 2019-2020 due grandi ritorni che non stancano mai!

Sestriere e Cervinia le mete!

C

onto alla rovescia iniziato… tutti presenti per i Convegni Scientifici sulla neve per i soci Sci Promotion, Associazione Italiana Professori educazione fisica sciatori, guidata dal Presidente Guido Bovolo. Settimane ‘bianche’ sugli sci autorizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con possibilità di esonero dall’insegnamento, nella settimana di convegno, per docenti di

52

LE METE IN PROGRAMMA: SESTRIERE a GENNAIO 3 NOTTI:  dal 20 gennaio al 23 gennaio 2020 _ villaggio Olimpico Sestriere **** (Torino) SESTRIERE a MARZO 7 NOTTI:  dal 7 marzo al 14 marzo 2020 _ Hotel Principi di Piemonte **** Sestriere (Torino) CERvINIA a GENNAIO 5 NOTTI:  dal 25 gennaio al 30 gennaio 2020 _ Hotel Sertorelli ****

rESPonSABILI nAZIonALI DI SEttorE: guido Bovolo - Beatrice Bovolo


MAMMAFIT, CORSO DI FORMAZIONE DAL 22 AL 24 NOVEMBRE

S

e vuoi conoscere il corpo della donna nel post-parto e saperla allenare in sicurezza, MammaFit ti offre un weekend di formazione venerdì sabato e domenica 22 23 24 novembre a Peschiera Borromeo a Milano. Tre giornate con tre temi diversi: marsupio workout, passeggino workout e gravidanza workout. Per ognuna di queste giornate dovrai studiare settimane prima di arrivare all’appuntamento con il materiale che ti darà MammaFit. I corsi MammaFit danno la possibilità alle neo mamme di potersi allenare senza separarsi dal proprio bambino e senza Aggiungere i costi di una babysitter. Professionalmente, i corsi MammaFit ti danno la possibilità di lavorare princi-

A Peschiera Borromeo il corso per dare la possibilità alle neo mamme di potersi allenare senza separarsi dal proprio bimbo

palmente al mattino con le mamme che sono in maternità. Se sei un istruttore riuscirai a distribuire meglio le ore del tuo lavoro impegnandoti al mattino e non solo alla sera. Se sei un proprietario di palestra riuscirai a riempire la sala in orari poco gettonati. Ma Se sei un istruttore riuscirai a distribuire meglio le ore del tuo lavoro impegnandoti al mattino e non solo alla sera. Se sei un proprietario di palestra riuscirai a riempire la sala in orari poco gettonati.

rESPonSABILI nAZIonALI DI SEttorE: monica taranto - Elaine Barbosa 53


CORSI DI FORMAzIONE

CQN MSP ITALIA, ASSE CENTRALE DELLA FORMAZIONE

I

n un momento molto delicato in ambito di nuovi adempimenti sul Registro CONI 2.0, il Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia continua ad essere un punto di riferimento. L’importanza al settore formativo, così come stabilito dalle ultime norme in tema di certificazioni, pone un’importanza strategica per il CQN, che come ormai da anni forma centinaia di Istruttori grazie alla collaborazione di docenti di assoluta eccellenza, che danno lustro e prestigio al nostro Ente. Diversi i Corsi di formazione svolti in questo avvio di stagione in tutta Italia, nei settori body building, cultura fisica e ginnastica finalizzata alla salute e al fitness: in elenco, il Corso Natural Body Building preparazione alla competizione agonistica e dilettante svolto a Urbino e il Corso Advanced in Natural Body Building tenuto a Limbiate; si continua con i nuovi Tecnici diplomati

Corsi di formazione di eccellenza con docenti di prestigio. Ecco la proposta del Centro di formazione, sempre di più punto di riferimento per le associazioni

in Idrichinesi e specializzati in tecniche di ginnastiche rieducative in acqua per continuare con i Nuovi istruttori di Powerlifting 1° livello, di Functional Coach ed Istruttori FI Boxe 1° livello. Il CQN MSP Italia, inoltre, è molto attento alla sensibilizzazione della tematica fiscale ed amministrativa legata alla corretta gestione delle ASD/SSD. A riguardo, ha partecipato al Seminario fiscale tenuto dal MSP Roma il 19 otto-

bre scorso e ne terrà uno, per le società affiliate dell’Umbria, il prossimo 9 novembre. L’attività formativa è in continua programmazione, per offrire un servizio d’eccellenza al mondo dell’associazionismo sportivo e formare i nuovi Istruttori che saranno la voce parlante dell’Ente e la testimonianza della qualità dei Corsi proposti dal CQN.

PAgInA fACEBook https://facebook.com/mspCorsi/ 54


RUBRICHE

SPORT & PSICOLOGIA

Genitori in campo/2

Continua il nostro viaggio sui comportamenti dei genitori in relazione all’attività sportiva praticata dai propri figli. Ecco cosa non fare

C

per stare con altri simili, potenziando le hiunque lavori in ambito sportivo, a diretto contatto con atleti molto gioabilità sociali di base, condividendo le favani, conosce bene l’influenza del genitiche e i successi, sperimentando l’appartenenza a un gruppo e il sentirsi tore, un’influenza certamente organizzariconosciuto e accettato. Per questo è tiva, ma soprattutto psicologica e nello prezioso il lavoro in gruppo anche quando specifico emotiva. si tratta di sport individuali. Esperti del settore si domandano come mai oggi succeda questo: alcuni genitori non posSminuire o contrastare, direttamente siedono esperienze sportive agonistiche di dott.ssa PIERFRANCESCA CARABELLI o velatamente, le scelte e le indicae non hanno quindi sviluppato le abilità Psicologa Sportiva, Psicoterapeuta, mentali richieste ad un agonista, né ne zioni dell’allenatore. La conseguenza Preparatore mentale 2° grado riconosciuto FIT conoscono i tempi, l’importanza e la faminima nel giovane è la mancata fiducia, tica per costruirle. quella massima lo stato di confusione, oneroso da cogliere e da gestire e che sottrae serenità al processo di crescita Altra ipotesi fa riferimento a un’esigenza narcisistica dei genitori, a causa della quale vivono una propria dimensione sportiva. agonistica attraverso l’attività del figlio oppure interpretano questa come una seconda chance per sé, soprattutto se alle spalle hanno esperienze e sportive fallite o frustrate. vediamo cosa importante non fare: Ignorare i bisogni fondamentali che spingono un giovane a fare sport. Il primo è il bisogno di divertirsi. Lo sport è una realtà fatta di giocatori, regole, obiettivi che stimola la motivazione, il fare meglio e il riuscire. E’ un gioco serio, che allena il giovane ad affrontare la vita, poi solo successivamente - quando avrà sviluppato competenze tecniche, atletiche e mentali - a vincere. Il secondo è il bisogno di affiliazione: i giovani fanno sport Focalizzarsi e aspettarsi risultati nel breve tempo, comunicando verbalmente, e non, disapprovazione, irritabilità, giudizio negativo o chiusura emotiva in forma di ricatto, nel caso in cui non arrivino. Ciò porta all’alterazione della relazione affettiva con il figlio, con ripercussioni anche negli altri ambiti della relazione genitore-figlio. Dal mio punto di vista è davvero utile che il genitore conosca le fasi e i tempi di sviluppo, l’importanza delle pause e del riposo fisico e mentale e le regole principali della buona alimentazione. La conoscenza rende il genitore consapevole e la consapevolezza genitoriale è il precursore di tante buone cose per il proprio figlio!

55


RUBRICHE

LA STORIA SIAMO NOI

Silvano Traisci: “MSP Italia, un rapporto di fedeltà” Il prossimo anno il Presidente Regionale MSP Piemonte festeggerà 20 anni di militanza nell’Ente: “Tanti i ricordi bellissimi di questi anni. In Piemonte siamo molto uniti e legati”

I

l prossimo anno raggiungerà il traguardo dei 20 anni di militanza nel MSP Italia. Un traguardo che è sinonimo di appartenenza, fedeltà e passione per lo sport. Silvano Traisci, Presidente MSP Piemonte, è il protagonista della rubrica di questo mese. Un rapporto, quello con il nostro Ente, che continua ininterrotto dagli albori del nuovo Millennio: “Il rapporto con MSP nasce il 6 ottobre 2000. Ho incontrato casualmente la moglie del vice Presidente Nazionale di allora (Cimino ndr), io ero in pensione come professore universitario di filosofia e lei mi chiese di dare una mano al mattino, visto che ero stato 20 anni Presidente della protezione animali (ENPA)e avevo una certa dimestichezza nella gestione di Enti. Iniziò come un gioco poi l’impegno è aumentato fino a trasformarsi a tempo pieno, diventando Presidente Regionale da dodici anni”. Una militanza di cui il Presidente Traisci mette in risalto un valore in particolare: “Sono stato in ottimi rapporti con tutti i Presidente provinciali e questa cosa non è scontata. Noi come squadra Piemonte siamo molto uniti e legati, anche con il settore bionaturali Massimo Boeri, uno dei massimi esperti di questa materia. Non c’è tensione”. Una storia lunga e piena di ricordi, legati soprattutto alla sua passione, la ginnastica ritmica: “Di ricordi ne ho tanti, tutto quello che sono riuscito a fare nel MSP, come ad esempio nella ginnastica ritmica dove avevamo una bellissima squa-

56

dra che ha vinto anche un titolo nazionale. Ricordo poi con molto piacere l’evento del 2009, una magnifica manifestazione sempre di ginnastica ritmica svolta davanti a tutto il Consiglio Nazionale di allora e alla presenza delle Nazionali italiane e ucraine”. Ricordi ed aneddoti si mescolano oltre il valore dello sport. Infatti, come racconta il Presidente Traisci, “nel 2003-2004 il Presidente era riuscito a farci avere dal Ministero dell’Ambiente il riconoscimento come associazione ambientale e abbiamo creato il corpo delle guardie zoofile MSP con tanto di brevetto da parte del Prefetto e controllavamo tutte le nostre attività. Anni fa la Regione Piemonte aveva decretato l’abbattimento di 2300 caprioli e tramite MSP abbiamo impugnato al TAR questo decreto, vincendo il ricorso sia al TAR che al Consiglio di Stato e tutti si complimentarono con il nostro Presidente, fermando così questo sterminio”. Proprio il rapporto con il Presidente Lupattelli è un rapporto speciale: “Il mio rapporto con Lupo è fraterno, abbiamo creato un Club chiamato ‘Club 43’ visto che io, lui e Gallina siamo nati nello stesso anno, il 1943. Ci scambiamo sempre gli auguri di compleanno. C’è sempre stato un buon rapporto tra noi, fino a qualche anno fa ad agosto ci riunivamo con i suoi collaboratori di Arenzano, stando tutti insieme. Un bel momento di ritrovo e di confronto che testimonia la solidità della nostra amicizia”.


RUBRICHE

COMUNICAzIONE

Saper comunicare. Per interagire o per condizionare?

Viviamo, senza dubbio, un’epoca in cui l’estetica e l’apparenza rivestono una notevole importanza: vogliamo tutto e subito, ma non per questo ci dobbiamo limitare a “vendere” degli splendidi contenitori praticamente vuoti

N

ell’ultimo numero della rivista abbiamo per provare a proporre qualcosa di realvalutato quanto i social network inmente personale ed interagire in modo più cidano ed influenzino la comunicazione, in autentico. “Per farsi dei nemici non é neambito sportivo e non solo. In questo articessario dichiarare guerra, basta dire colo, invece, rivolgiamo la nostra attenzione quello che si pensa” (Martin Luther King). alla comunicazione “diretta”: a quanto la caNello sport sono tanti i personaggi che utipacità di presentazione e di esposizione possa lizzano in modo creativo la comunicazione; dare forza ed avvalorare un’opinione. ai massimi livelli si cerca, sempre con più insiCon la diffusione sempre maggiore di strastenza, di condizionare il parere degli apdi MARCO CIARALLI tegie pubblicitarie, ricche di messaggi supassionati usando dichiarazioni ad effetto. Specializzato in Scienze e Tecniche dello Sport, Osteopata bliminali finalizzati al coinvolgimento del Tutto viene studiato nei minimi dettagli: cliente e, ancor di più, al suo contempi, tono della voce e frasi da vincimento, anche nella comunicausare in base alle situazioni, per alizione di tutti i giorni sono state otmentare una polemica o per spotimizzate tecniche, verbali e non, per stare l’attenzione durante un peinteragire in modo positivo e susciriodo negativo. Chi lavora con i tare emozioni nel proprio interlocugiovani, talvolta, travisa la realtà, tore. Talvolta, tuttavia, proprio come replicando le stesse dinamiche di nel caso di alcune pubblicità, anche chi lavora con gli adulti e utilizil linguaggio è diventato uno struzando la comunicazione come mento atto a raggirare: si presta mezzo per difendere il proprio lamolta attenzione a come esporre, voro più che come strumento per come interagire, provando, se si può, a “vendere” la propria alimentare e sostenere il processo di apprendimento. Un raidea come eccezionale. Nulla di illecito, ci mancherebbe, però gazzo che apprende non lo fa in modo lineare: è soggetto sarebbe bello, di tanto in tanto, provare ad avere un’idea “ecad un’alternanza di momenti positivi e negativi, che dovrebcezionale” ed a valutarne le effettive potenzialità. bero essere affrontati ed analizzati con lo stesso equilibrio. La vendita delle proprie idee (o di se stessi) si basa, il più delle Comunicare in modo conveniente, invece, spinge a ricercare volte, sulla menzogna; per influenzare e per persuadere si è alibi, a non assumersi responsabilità. La sconfitta, specie in spesso disposti a diventare trasformisti. Si prova ad ingannare fase di crescita, resta sempre un valore: un’occasione di analisi, il destinatario del messaggio, si cerca deliberatamente di mache potrebbe essere vissuta senza trovare giustificazioni o scherare l’informazione per renderla credibile e lo si fa, ovattribuire colpe ad elementi esterni o mascherando, di fronte ai propri interlocutori, gli errori commessi. viamente, in modo strategico. Per un tornaconto strettamente viviamo, senza dubbio, un’epoca in cui l’estetica e l’appapersonale, si perde sempre più spesso spontaneità, si calcorenza rivestono una notevole importanza: vogliamo tutto e lano le risposte, i gesti e se serve anche i sospiri, il tutto con subito, ma non per questo ci dobbiamo limitare a “vendere” l’intento di essere ammaliatori e di convincere l’altro. A volte, degli splendidi contenitori praticamente vuoti. basterebbe un sorriso o, perché no, anche un semplice diniego “Quando la necessità ci porta ad usare parole sincere, cade per risultare più credibili. Si potrebbe, qualche volta, correre la maschera e si vede l’uomo” (Lucrezio) il rischio di non convincere o semplicemente di non piacere

57


RUBRICHE

A L I M E N TA z I O N E & S P O R T

L’alimentazione del nuotatore nel pre-gara Mangiare correttamente per nuotare da vincenti: ecco una guida dettagliata

C

om’è possibile che il nuoto, sport inciente. Inoltre questo metodo contribuidividuale per eccellenza, richieda sce all’idratazione dell’organismo, miun meticoloso lavoro di squadra per migliora il transito intestinale e aiuta a rigliorare le prestazioni? E da chi è compristinare le riserve di glicogeno. La posto questo team impegnato a guidare giornata di sola frutta prevede una coml’atleta nella progressione verso il podio? binazione di frutta fresca, possibilmente Indubbiamente il protagonista assoluto è il di stagione, e frutta oleosa - noci, nocciole, nuotatore, che con grande sacrificio, determimandorle- per fornire all’organismo tutti i nunazione e tenacia, macina vasche su vatrienti: carboidrati, proteine e grassi. Dudi FRANCESCO PERUGINI Specializzato in Scienze degli alimenti e sche, bracciata dopo bracciata nella conrante questa giornata si può arrivare ad Nutrizione umana, biologo nutrizionista tinua ricerca della perfezione del gesto. un consumo di 2 kg di frutta per le donne Fondamentale per il miglioramento delle e 2,5 kg per gli uomini, accompagnati da prestazioni è la scelta del carburante giusto. Qui entra in almeno 2 L di acqua, preferibilmente alcalina (ph 8) per gioco il ruolo del nutrizionista, che, in primis si interfaccia favorire l’azione detox e migliorare la disponibilità articocon l’allenatore per conoscere le caratteristiche del nuotalare. Un programma altamente personalizzato può prevetore, le sue esigenze e i programmi di allenamento. Ecco dere l’assunzione di frutta selezionata in base al proprio quindi una guida dettagliata. gruppo sanguigno. Innanzitutto, è necessario suddividere il periodo che precede Nella seconda metà della settimana che precede la gara la competizione in due fasi: la settimana prima e la giornata solitamente è consigliabile diminuire la quota proteica e della gara stessa. privilegiare l’assunzione di carboidrati, preferibilmente La settimana prima della gara è importante mantenere a basso indice glicemico, che vengono assorbiti più lenlivelli ottimali di idratazione e ricaricare i serbatoi di glitamente e mantengono stabili i livelli di glicemia e insulina cogeno di muscoli e fegato, in modo tale da massimizzare nel sangue. Meglio optare per cereali integrali, quinoa, i livelli energetici e di efficienza muscolare. Il raggiungimais, e grani antichi, come il grano saraceno e la timilia, mento di questo stato ottimale di forma sarà possibile altamente digeribili e ricchi in fibre, che limitano l’impatto solo se il nuotatore osserverà le indicazioni fornite dal nusulla glicemia. trizionista con la stessa precisione con cui quest’ultimo Un corretto programma alimentare può essere sempre abha elaborato il protocollo, sulla base delle sue conoscenze binato ad un protocollo di integrazione specifico, in base di tutti i meccanismi biochimici coinvolti. Un atleta in conalle esigenze del nuotatore. Molti atleti trovano beneficio dizioni di salute ottimali, potrebbe cominciare la settimana dall’assunzione di melatonina nei 3-4 giorni che precedono preparatoria con una giornata di sola frutta. Questa la gara, perché ristabilisce il ritmo circadiano e migliora la scelta permette di depurare l’organismo dalle tossine e qualità del sonno, spesso compromesso dall’ansia per la dai radicali liberi in eccesso, prodotti in abbondanza ducompetizione, favorendo così il recupero fisico e mentale. rante l’esercizio fisico. Garantisce inoltre un elevato apAnche un supplemento di magnesio bicarbonato o citrato può risultare utile per favorire la disponibilità articolare e porto di sali minerali, come magnesio e zinco, vitamine migliorare la contrazione muscolare. e antiossidanti, che riducono i livelli di stress ossidativo Siamo finalmente arrivati al giorno della gara e il timing e contrastano i processi infiammatori riducendo i fattori dei pasti è fondamentale. dell’infiammazione, attraverso questa metodica, l’apparato L’obiettivo è tuffarsi in vasca, con il serbatoio energetico muscolo scheletrico si mostrerà più disponibile e più effi-

58


pieno, ma leggeri e con lo stomaco non appesantito. Il pasto che precede la gara, la colazione nel caso delle gare mattutine o il pranzo nel caso delle competizioni pomeridiane, deve essere consumato almeno 2 o 3 ore prima dell’appuntamento e deve garantire un adeguato apporto di carboidrati (meglio se integrali), fonte di energia “erogata” in modo costante e graduale. Nel pasto che precede la prestazione agonistica, generalmente si sconsiglia il consumo di proteine poiché richiedono una digestione

dotti in gran quantità durante la gara) ed è privo di teina e caffeina, sostanze eccitanti che potrebbero favorire uno stato di ansia. Se negli attimi che precedono la gara, l’atleta avverte il bisogno di idratarsi è meglio optare per della semplice acqua naturale alcalina o al massimo delle bevande ipotoniche, che, avendo un grado di osmolarità inferiore, vengono assorbite meglio senza sovraccaricare stomaco e intestino. Se il nuotatore deve disputare più gare nella stessa giornata

faticosa e lenta, che in media dura dalle 4 alle 6 ore. Sono anche da evitare le verdure che, a causa dell’elevato tenore di fibre, potrebbero causare gonfiore addominale e sovraccaricare il diaframma, muscolo fondamentale per i nuotatori, rendendo difficoltosa la respirazione. Nello specifico, ad esempio, una colazione ben bilanciata la mattina della gara potrebbe prevedere: fette biscottate integrali con un velo di marmellata senza zuccheri aggiunti accompagnate da una tazza di tè rosso, al posto del latte che potrebbe causare un fastidioso meteorismo addominale. Questo particolare tipo di tè contiene circa il 50% di antiossidanti in più rispetto al tè verde, utili per contrastare la formazione dei radicali liberi, (che verranno pro-

può essere necessaria l’integrazione di ciclodestrine: fonte di carboidrati preziosi e altamente digeribili, utili per ottimizzare le riserve energetiche di glicogeno e predisporre il muscolo alle successive fasi di contrazione. Nella fase post gara, la parola d’ordine è: recupero. Pertanto è imprescindibile una corretta idratazione, per ripristinare i livelli di liquidi ed elettroliti nonché di zuccheri persi durante la gara. Il cronometro gira inesorabile e non lascia spazio all’improvvisazione o ai rimedi dell’ultimo minuto. Ogni gara va preparata con attenzione ai particolari e cura dei dettagli, nella consapevolezza che “la miglior preparazione per domani è fare del tuo meglio oggi”.

59


RUBRICHE

INFO FISCO

La Cassazione stringe sui compensi agli istruttori: forse no, probabilmente sì Un’attenta analisi sulla recente sentenza della Corte, con particolare riguardo alla disciplina del rapporto di lavoro sportivo

R

ecentemente la Suprema Corte di batorio incombe sulla contribuente e non Cassazione, con la sentenza del 20 può ritenersi soddisfatto dal dato del agosto 2019 n. 21535, è intervenuta sui tutto estrinseco e neutrale dell’affiliacompensi erogati agli istruttori. zione alle federazioni sportive ed al Coni» La notizia è balzata subito alle cronache (Cass. n. 10393 del 2018; Cass. n. 16449 del suscitando forti dubbi e preoccupazioni 2016, oltreché Cass. n.11492 del 2019); agli addetti; alcuni quotidiani hanno addi«affinché un’associazione sportiva dilettantirittura paventato l’illegittimità delle agestica possa beneficiare delle agevolazioni volazioni dei compensi. vediamo come fiscali previste in materia di IvA e di IRPEG, di FRANCESCO PERUGINI asd@associatipmi.com stanno realmente le cose e gli scenari rispettivamente, dal D.P.R. 26 ottobre 1972, che ci attendono nel prossimo futuro. n. 633, art. 4 e dal D.P.R. 22 dicembre 1986, Il caso sottoposto all’attenzione del Supremo Organo rin. 917, art. 111, non è sufficiente la sua astratta sussumibilità guarda una ASD, regolarmente iscritta al CONI, che si è vista in una delle categorie previste da tali norme, ma è necessanotificare una cartella esattoriale da parte dell’INPS per il pario che essa dia prova di svolgere la propria attività nel pieno gamento di oltre euro 80.000,00 per omessa contribuzione rispetto di tutte le prescrizioni imposte da esse» (v., fra le e sanzioni; detta cartella traeva origine dal verbale di acceraltre, Cass. n. 8623 del 2012). tamento, con il quale gli ispettori della Direzione Provinciale La Cassazione, nel presupposto che l’esonero, sotto il profilo del Lavoro di Genova e dell’ENPALS, all’esito dell’ispezione contributivo, dall’obbligazione contributiva ricade sul sogeffettuata presso la predetta Associazione nel corso della getto che lo invoca, ha ritenuto “che correttamente la Corte quale venivano esaminate le posizioni lavorative degli istrutterritoriale ha verificato se, in concreto, l’attività svolta daltori (una ventina) ivi impegnati, accertavano l’assoggettal’Associazione fosse o meno interamente dì natura sportiva mento all’obbligo contributivo per i compensi corrisposti ai dilettantistica e ha peraltro valorizzato, come già detto, la predetti istruttori avendo ritenuto che svolgessero attività mancata contestazione in primo grado dei contenuti e delle non funzionali alla partecipazione a manifestazioni sportive prestazioni del personale impiegato nelle attività di mera dilettantistiche, bensì ad un’attività meramente commercura dell’esercizio fisico, con proposizione non fatta segno ciale della palestra gestita dall’Associazione stessa. di alcuna censura con il ricorso per cassazione”. La Cassazione rigettava il ricorso promosso dalla ASD e conA giudizio di chi scrive la sentenza non appare così preocfermava l’operato dell’Ente accertatore. L’Organo giudicante cupante (tra l’altro, come sopra ricordato, non risulta nepricorda preliminarmente alcuni orientamenti fatti propri in pure isolata) e forse “destabilizzante” per il settore sportivo, precedenti interventi: in quanto appare chiaro, senza poter entrare nel merito della «in tema di agevolazioni tributarie, l’esenzione d’imposta concreta gestione e difesa della ASD accertata, che le agevolazioni spettano se, e solo se, la ASD svolga effettivamente prevista dal D.P.R. n. 917 del 1986, art. 111 (ora art. 148), in attività senza fine di lucro e non, diversamente, dalla mera favore delle associazioni non lucrative dipende non dall’eleveste assunta. In tal senso appare pacifico che il riconoscimento formale della veste giuridica assunta (nella specie, asmento che scaturisce dall’iscrizione al CONI non sia condisociazione sportiva dilettantistica), ma dall’effettivo zione unica, benché necessaria, per usufruire delle svolgimento di attività senza fine di lucro, il cui onere pro-

60


agevolazioni fiscali; non di scarso rilievo l’articolo 148 del TUIR prevede e richiede il concreto rispetto di ulteriori condizioni improntate all’effettività del rapporto associativo, al principio di democraticità interna e partecipazione e al divieto di distribuzione di utili, anche in modo indiretto, etc. In definitiva, se l’attività svolta non è di tipo sportivo dilettantistico ma ha natura commerciale, i compensi pagati agli istruttori per attività di natura commerciale sono soggetti a contribuzione. In detta accezione l’intervento della Suprema Corte non appare così sconvolgente. La questione è pertanto risolta? Direi probabilmente di no. Ciò che desta sicuramente maggiori riflessioni in tema di contribuzione sui compensi agli istruttori deriva diretta-

nel settore dilettantistico sia nel settore professionistico … il Governo è delegato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi di riordino e di riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici nonché di disciplina del rapporto di lavoro sportivo” finalizzati all’individuazione della figura del lavoratore sportivo, ivi compresa la figura del direttore di gara, senza alcuna distinzione di genere, indipendentemente dalla natura dilettantistica o professionistica dell’attività sportiva svolta, ed alla definizione della relativa disciplina in materia assicurativa, previdenziale e fiscale e delle regole di gestione del relativo fondo di previdenza. A parere di chi scrive appare giusto che il Governo inter-

mente dall’intervento del legislatore, che, a valle della riforma del terzo settore, ha emanato la riforma dello sport. È stata recentemente pubblica in G.U. la legge n.86/2019 che è entrata in vigore lo scorso 31 agosto e che conferisce delega al Governo per l’adozione di misure in materia di ordinamento sportivo. Senza entrare nel merito della riforma (a cui verrà dedicato specifico articolo), l’articolo 5, benché ricompreso nel titolo “disposizioni in materia di professioni sportive”, prevede che “allo scopo di garantire l’osservanza dei principi di parità di trattamento e di non discriminazione nel lavoro sportivo, sia

venga per definire le tutele in materia assicurativa, previdenziale in favore del lavoratore sportivo; di contro, appare corretto, che anche il lavoratore sportivo contribuisca alla spesa sanitaria e previdenziale. L’emanazione della riforma, però, non può che far rinascere una domanda: conviene aprire la Partita IvA? Oggi, agli istruttori che mi ponessero detta domanda, risponderei che, in considerazione delle attuali soglie del regime dei minimi e soprattutto per coloro che prestano la propria opera per più centri sportivi, sarebbe una valida alternativa da tenere in debita considerazione.

61


Profile for Sport Europa

Sport Europa - ottobre 2019  

Rivista ufficiale del MSP Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Sport Europa - ottobre 2019  

Rivista ufficiale del MSP Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Advertisement