Page 1

Sport europa Sport Europa dal 1988

Numero 13 - Luglio 2019

SPECIALE MSP DAY

SPORT SENZA CONFINI Interviste esclusive

Assessore allo Sport di Mantova Nobis Sindaco di Andora Demichelis

Rimini Wellness Fitness no stop con MSP Italia


Sport europa Sport Europa - Rivista ufficiale on line MSP Italia - Numero 13 - luglio 2019 Direttore editoriale: Gian Francesco Lupattelli Responsabile di Redazione: Luca Parmigiani Coordinatori tecnico-redazionale: Vincenzo Lupattelli – Alessandra Caligaris Hanno collaborato a questo numero: il Vice Presidente Vicario MSP Italia Enrico Albergo, i Vice Presidenti MSP Italia avv. Danilo Montanari e Benedetta Fin, il Segretario Nazionale MSP Italia dott.ssa Alessandra Caligaris; MSP Italia, i Comitati Regionali MSP Abruzzo, Calabria, MSP Campania, MSP Emilia Romagna, MSP Lazio, MSP Marche, MSP Piemonte, MSP Puglia, MSP Sardegna, MSP Sicilia, MSP Toscana, MSP Umbria, MSP Veneto, MSP Valle d’Aosta; i Comitati Provinciali MSP Cosenza, MSP Firenze, MSP Ferrara, MSP L’Aquila, MSP Milano, MSP Messina, MSP Napoli, MSP Palermo, MSP Perugia, MSP Prato, MSP Ragusa, MSP Rimini, MSP Roma, MSP Sassari, MSP Trapani, MSP Venezia, MSP Verona, MSP Vicenza; Delegazione Racconigi; il Coordinamento Interregionale Sud Italia; i Settori MSP Ciclismo, Danza, Ginnastica ArtisticaRitmica, Ginnastica Aerobica, Boxe senza contatto per Parkinsoniani, MammaFit, Sci, Sport Rotellistici, Yoseikan Budo; il Centro di Qualificazione Nazionale; per le rubriche dott. Francesco Perugini, dott. Marco Ciaralli, dott. Nicola Deliso, dott.ssa Pierfrancesca Carabelli. Ha collaborato per la grafica: Simone Baldini Si ringrazia: il Sindaco di Andora Mauro Demichelis, l’Assessore allo Sport di Mantova Paola Nobis, il Presidente Regione Lazio FIPAV Andrea Burlandi per le interviste concesse. ORGANIGRAMMA MSP ITALIA Presidente: Gian Francesco Lupattelli Vice Presidente vicario: Enrico Albergo Vice Presidente: Danilo Montanari, Benedetta Fin Segretario Nazionale: Alessandra Caligaris Consiglio Nazionale: Enrico Albergo, Enrico Cimaschi, Benedetta Fin, Gianfranco Conti, Giovanni Liotta, Lorenzo Giorgi, Danilo Montanari, Alberto Cirio, Brando Benifei, Nuno Santos Giunta Esecutiva Nazionale: Gian Francesco Lupattelli, Enrico Albergo, Danilo Montanari, Benedetta Fin

https://www.facebook.com/mspsporteuropa Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questa rivista on line è da considerarsi gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione del materiale giunto in redazione.


4

MSP Italia, promozione senza confini

LE OPINIONI

5 6 7 8

Un labirinto di leggi Sport al Femminile: benvenuti nel XXI Secolo! Management Scientifico: i numeri che contano e perché … Formazione MSP Italia, le nuove linee normative

INTERVISTE ESCLUSIVE

10 12

Nobis: “Il 2019 un anno di partenza” Demichelis: “Andora vive per lo sport”

SPECIALE MSP DAY

14 MSP Day

IN PRIMO PIANO

26 Rimini Wellness, continuità MSP Italia

ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

28 32 34 35 36 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50

MSP Sardegna, attività garantita MSP Sicilia, risultati ambiziosi MSP Lazio, gli ingredienti giusti per promuovere lo sport MSP Roma, impegno ripagato MSP Veneto, ripartire dallo sport di base MSP Toscana, Street Workout da record MSP Prato, chiusura in bellezza MSP Firenze, novità in cantiere MSP Piemonte, il successo della danza! MSP Campania, forte legame con il territorio MSP Marche, rassegna di composizione coreografica 2019 MSP Abruzzo, a protezione del mare MSP Valle d’Aosta, riprendere il cammino / MSP Puglia, 2° Campionato Open del Sud Padel targato MSP Emilia Romagna MSP Ferrara, visione del futuro MSP L’Aquila, voglia di stupire / MSP Perugia, Body Building d’eccellenza Sport e attività formativa MSP in Calabria Tennis in carrozzina: un torneo all’insegna dell’inclusione

ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

51 52 53 54 55 56

Serbatoio di attività MSP Ciclismo: il giro d’Italia con i Trail Ginnastica Aerobica da Medaglia d’Oro! In spiaggia noi pensiamo… allo SCI! / Delegazione MSP Racconigi: 2° trofeo gara a bocce Apre il nuovo Settore MSP Equitazione Rock Steady Boxing Como Lake: sguardo al futuro

CORSI DI FORMAZIONE

57 CQN MSP Italia, garanzia di qualità

LE RUBRICHE

58 59 60 62 63

Burlandi: “Le Finali Nazionali di Fiuggi un ricordo indelebile” Genitori in campo La fattura elettronica e la l.398/1991 Ferie... cosa mangiare al mare? Social network e Sport: la nuova frontiera della comunicazione competitiva

SOMMARIO

EDITORIALE DEL PRESIDENTE


EDITORIALE DEL PRESIDENTE

MSP Italia, promozione senza confini Orgoglioso dei risultati del MSP Day 2019 e delle attività sportive organizzate quest’anno. La nostra passione è dal 1984 al servizio dello sport di base di Gian Francesco Lupattelli Presidente MSP Italia - Aces Europe

S

i è appena chiuso MSP Day 2019 e nei nostri occhi ci sono tutte quelle immagini di un’attività vera portata avanti dal nostro Ente. Le Finali Nazionali, dalla danza alla ginnastica artistica e ritmica, dalle arti marziali al calcio fino al Padel, hanno dimostrato il peso dell’attività svolta dal MSP Italia durante quest’anno, un risultato di cui andiamo orgogliosi. Svolgere attività sportiva è infatti ormai una priorità non più rinviabile e grazie al lavoro quotidiano dei nostri dirigenti sul territorio siamo presenti da Nord a Sud con un vasto ventaglio di proposte che hanno il sapore vero dello sport amatoriale. Stiamo infatti cercando di affrontare questi mutamenti con sicurezza e voglia di offrire alle nostre associazioni affiliate un servizio sempre più affidabile e di qualità. La nostra passione e i nostri sacrifici sono fin dal 1984 a servizio dello sport, restando sempre al passo con i tempi, come dimostrato dall’aggiornamento nella sfera tecnologica del nostro portale per rispondere a tutte le ultime direttive CONI. MSP Day 2019, nella storica cornice di Rimini, è stata l’occasione di ringraziare tutti i nostri dirigenti presenti che quest’anno hanno issato la bandiera del MSP Italia a favore della promozione sportiva, con l’organizzazione di attività sportive, seminari e stage volti a far sentire le nostre associazioni partecipi di una grande famiglia. Una grande famiglia che guarda oltre i confini nazionali, con il lavoro di ACES Europe che da oltre venti anni riconosce ai Comuni di tutta Europa i titoli di European Capital/City/Town/Community of Sport. Un lavoro apprezzato dalla Commissione Europea e che cresce di anno in anno, come dimostra il nostro nuovo ufficio di Bruxelles o la storica Cerimonia del dicembre scorso all’Unesco per celebrare la World Capital of Sport. Certi di essere sulla giusta strada, continueremo a lavorare per raggiungere obiettivi più ambiziosi e per rendere MSP Italia un Ente sempre più a misura di cittadino, condividendo i valori della società civile, come educazione, solidarietà e il fair play. 4


Un labirinto di leggi

LE OPINIONI

Tra Circolari e normative, alcune considerazioni in merito ad aspetti fondamentali nella gestione di una ASD/SSD di Enrico Albergo Vice Presidente vicario MSP Italia

D

esidero portare alla vostra attenzione le mie considerazioni sui seguenti due argomenti: - Certificati medici e salute pubblica; - Perdita dei requisiti per beneficiare delle agevolazioni fiscali nelle S.S.D. a R.L Nel gestire una attività sportiva dilettantistica non si può derogare dal leggere tutte le stranezze che i nostri legislatori emanano. Quindi consiglio vivamente di appoggiarVi ad un commercialista esperto ed ascoltarlo. Salute pubblica Pensate all’obbligo imposto dal Ministero della Sanità con la Legge n.98 del 09 agosto 2013, che distingue la attività ludico motoria ed amatoriale per la quale viene soppresso l’obbligo del certificato medico dalla attività sportiva dilettantistica, gestita da ASD/SSD affiliate ad un E.P.S. e tesserati a tale struttura, per il quale viene invece ricordata la obbligatorietà. Ma questo lo possiamo condividere. Infatti chi fa una corsetta “amatoriale” una volta tanto, prende la decisione di farlo conoscendo i propri limiti e quindi recita la legge “ ….Per non gravare sui cittadini e servizio sanitario nazionale di ulteriori accertamenti e certificazioni è soppresso (l’obbligo del certificato)”. Ma come se lo imponi finalizzato alla salute di chi pratica attività sportiva, e poi per risparmiare lo togli per coloro che partecipano per esempio alla “Stramilano” dove senza controllo un partecipante qualsiasi potrebbe avere un infarto, non credete che sia almeno difficile da capire? Ma non si fermano qui; infatti il 28 febbraio 2018 decretano addirittura che i bambini da 0 a sei anni non necessitano di certificato medico alla loro iscrizione per l’esercizio di attività sportiva in età prescolare. Non capisco. Dove va a finire tutto il controllo sulla salute pubblica! Perdita dei requisiti L’art.90, Legge 289/2002, ai commi 18 e 19, impone significativi obblighi che devono rispettare le ASD al fine della fruizione delle agevolazioni fiscali. Queste norme vanno ad integrarsi con quanto si legge nell’art. 148 TUIR, comma 3, che considera non commerciali le attività ed i relativi corrispettivi versati dai soci delle ASD a titolo di compartecipazione alle spese gestionali anche se finalizzate al godimento di specifiche attività se la ASD ed i soci stessi sono affiliate e tesserati allo stesso E.P.S. Nell’art. 149 TUIR comma 1 viene sancita, a livello generale, una perdita delle agevolazioni con esclusione per le ASD per le quali vengono invece confermate al comma 4 anche in presenza di attività commerciale che superi l’attività istituzionale (esentasse). Quindi le ASD non perdono mai i requisiti per fruire delle agevolazioni. Allora come stanno le cose per le SSD? Concentriamoci sulla affermazione che le attività sportive dilettantistiche possono essere gestite anche sotto forma di S.S.D. a R.L. o cooperative. La stessa Agenzia delle Entrate nella circolare n.21/e del 22/04/2003 all’art.3 afferma che la attività sportiva dilettantistica gestita sotto forma di società di capitale ( SSD a RL) gode delle stesse agevolazioni riservate alle ASD. Quindi? Un concetto gratificante che ritengo, valga sempre, indipendentemente da quanto disposto dall’art. 149 comma 4 che parla solo di ASD e non di SSD a RL . Forse un refuso da modificare? La Agenzia delle Entrate invece interpreta che le SSD perdono le agevolazioni, per il fatto che non vengono espressamente citate nel comma. E’ mia opinione che questo articolo sia da interpretare secondo le intenzioni del Legislatore e della stessa Agenzia delle Entrate che afferma come detto sopra che le agevolazioni spettano, le stesse, sia alle ASD che alle SSD. Il contrario creerebbe una penalizzazione e discriminazione che non è nello spirito del legislatore, la cui intenzione era quella di aiutare lo sviluppo dell’attività sportiva dilettantistica vuoi sia gestita con ASD oppure con SSD. Ricordate che la Agenzia delle Entrate non può legiferare ma solo fare rispettare Le leggi; a volte lo fa a mio avviso andando oltre il vero significato delle norme ma con l’intento di recuperare entrate alla tassazione ordinaria. In questo caso occorre preparare una difesa in sede di contenzioso. Le circolari emanate dalla Agenzia delle Entrate sono delle interpretazioni, quindi contestabili se in contrasto con lo spirito della legge. Resto sempre a Vostra disposizione alla mia e-mail : albergo.enrico@liscali.it


LE OPINIONI

Sport al Femminile: benvenuti nel XXI Secolo!

Non esiste alcuna correlazione tra il genere di appartenenza e le preferenze di specialità sportiva. La pratica sportiva non deve avere alcuna limitazione

di Avv. Danilo Montanari Vice Presidente Nazionale e Responsabile Codice Etico MSP Italia, membro collegio dei probiviri ACES Europe

I

l settore calcio femminile del nostro Movimento Sportivo Popolare – Italia esiste, opera, organizza tornei e affilia calciatrici amatoriali da molti anni, seguiamo le vicissitudini del calcio femminile in Italia da altrettanto tempo : apparteniamo dunque a quella minoranza di italiani che non si è per nulla stupita dell'ottima figura, sportiva – umana- professionale, delle nostre ragazze nazionali ai recenti mondiali femminili di calcio, in quanto sin dall'inizio eravamo ben a conoscenza di che ottima pasta fosse ciascuna di loro. Piuttosto, ha lasciato perplessi una serie di commenti decisamente fuori luogo apparsi ancora, nel 2019, sui social ed anche nella stampa, secondo cui il calcio non sarebbe uno sport declinabile al femminile. Sciocchezze. La passione per la pratica del gioco del calcio, come per ogni altro sport, sia esso di contatto o meno, non è sicuramente sentimento sottoposto a discriminazioni di genere: tanto che il Comitato Olimpico Internazionale ha stabilito da tempo la perfetta praticabilità di ogni specialità sportiva sia per i maschi che per le femmine, con il conseguente svolgimento di tornei olimpici sia maschili che femminili per ogni specialità. Invero, non si è trattato di un percorso facile e breve (la prima maratona maschile risale alle olimpiadi del 1896 la prima femminile a quelle del 1984; il primo torneo olimpico di

6

basket maschile risale alle olimpiadi del 1936, il primo femminile a quelle del 1976; il primo torneo olimpico di pallanuoto maschile risale alle olimpiadi del 1900, il primo femminile a quelle del 2000), ma almeno possiamo dire che il millennio scorso si è chiuso col superamento da parte del mondo dello sport di ogni discriminazione di genere e pertanto con la sussistenza del diritto morale di quel mondo di pretendere che in ogni campo si superi quella discriminazione. In effetti il contatto quotidiano con persone che vogliono praticare attività sportiva per mero

nistici può offendere la cultura di qualcuno: non è accettabile la differenziazione tra corpi maschili e corpi femminili, se qualche cultura si fonda su questa differenziazione allora è essa che si contrappone all' inviolabile principio umano di assoluta parità ed egualianza tra genere maschile e femminile. L' approccio pregiudizievole sessista ha pure portato al gigantesco errore di negare la pienezza del diritto per ciascuno di poter percorrere tutta la strada del merito sportivo. Mi riferisco all'incredibile inesistenza nel nostro Paese di un

divertimento, insegna, a noi di M.S.P. Italia ed ACES Europe, senza eccezioni che non esiste alcuna correlazione tra il genere di appartenenza e le preferenze di specialità sportiva, e tantomeno ha il minimo senso logico paventare l'esistenza di una qualche correlazione tra le preferenze sessuali e la passione per questa o quella specialità sportiva. Neppure merita accoglimento l'argomentazione secondo cui l'esposizione di corpi femminili nell'atto di compiere sforzi ago-

campionato di calcio femminile professionistico, col bel risultato di vedere le nostre ragazze costrette a cimentarsi eroicamente contro nazionali composte da fior di professioniste, che di sicuro non hanno nemmeno idea dei sacrifici a cui sono costrette le nostre. Pare ora che perfino la Federcalcio italiana abbia compreso che un campionato femminile professionistico sia cosa doverosa da fare, ci permettiamo allora di consigliarle il percorso intelligentemente ideato dal-

la Federazione Pallavolo: un team “Club Italia” che disputi il nostro massimo campionato e nel quale far crescere le nostre giovani, ancora appiedate per cecità/esterofilia di troppi responsabili dei club privati . Sottolineo che possenti campionesse della nostra nazionale di pallavolo femminile arrivano da quella esperienza ed oggi vengono contese dagli stessi club privati che neppure le prendevano in considerazione due anni prima. Le nostre ragazze, tutte le nostre donne di sport e non soltanto loro, hanno più volte dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che la pratica sportiva, di livello agonistico o amatoriale, non deve avere alcuna limitazione dettata dal genere di appartenenza : se, come è oggettivamente vero, la pratica sportiva è fattore di salute/ introito per i professionisti, per chi la pratica e momento di piacere per chi la osserva, allora non ha davvero nessun senso limitarla a segmenti circoscritti di soggetti. Ed i fautori della discriminazione, ovunque annidati, se ne facciano una ragione: noi proseguiremo ad offrire tutti gli sport a chiunque desideri praticarli. Sport e salute per tutti, come in ogni comunità civile del pianeta.


LE OPINIONI

Management Scientifico: i numeri che contano e perché … La vera abilità sta nell’attribuire significato ai numeri, non nel calcolarli. Felice e serena estate e… buona lettura! di Benedetta Fin - Vice Presidente MSP Italia Dal management delle risorse umane passiamo ad affrontare la realtà dei numeri, essendo questi ultimi cruciali per l’esecuzione di piani e strategie che si tradurranno in risultati. Come qualsiasi professione il management ha sviluppato il suo lessico specializzato, in gran parte quantitativo, e ha dettato legge riguardo alle conoscenze e competenze di calcolo che tutti dovrebbero avere all’interno dell’azienda. Questo mondo di cifre potrebbe apparire scoraggiante ai profani, ma in realtà non ha alcun motivo di esserlo, in quanto i numeri che contano sono quelli che ci aiutano a fronteggiare la realtà e ad agire di conseguenza. Analizziamo, ad esempio, il disastro aereo accaduto nel 2000 a un Concorde dell’Air France. Il jet esplose subito dopo il decollo a causa di un pneumatico che si disintegrò e colpi il serbatoio del carburante, causando la morte di 113 passeggeri. La vicenda fece scalpore, era il primo incidente mortale nei 31 anni di storia del jet supersonico dell’Airbus e in pochissimi giorni il Concorde fu costretto a terra a tempo indeterminato. Perché il jet più veloce al mondo era stato posto improvvisamente fuori servizio? In 31 anni di onorata carriera c’erano stati solo 3 incidenti causati dallo scoppio di pneumatici e nessuno aveva mai provocato disastri aerei. Si poteva considerare un risultato negativo in fatto di sicurezza? La faccenda era inaccettabile, ma era possibile rendersene conto solo confrontando il numero di incidenti con il numero totale dei voli del Concorde. Considerando che i jet francesi in servizio erano veramente in numero limitato e dunque vi erano pochi voli al giorno, la percentuale di guasti era eccezionalmente elevata. Se tale percentuale fosse stata applicata all’intera flotta di aeromobili statunitensi in servizio, avrebbe significato un grave scoppio di pneumatici al giorno. Uno

al giorno! Da qui la motivazione principale grazie alla quale al jet francese venne impedito di volare e fu presto mandato in pensione. Ed ecco perché il management ha bisogno della disciplina della quantificazione. Semplici cifre ci aiutano ad affrontare la realtà e a comprendere gli eventi come non potremmo fare con la sola intuizione. Se i numeri sono fondamentali per la performance aziendale, la competenza di calcolo basilare che il management deve avere non è certo al livello della fisica quantistica e nessuno deve sentirsi intimidito. In forza di ciò qualche tempo fa, è stato chiesto di scrivere agli studenti del primo anno dell’Harvard Business School, un breve tema dal titolo “come evitare di perdersi nei numeri”. Considerando lo stereotipo di Harvard, i più sarebbero sorpresi di scoprire che i numeri hanno molto più a che fare con il buon senso che con conoscenze matematiche più approfondite di quelle apprese alla scuola superiore. La vera abilità sta nell’attribuire significato ai numeri, non nel calcolarli. A volte tuttavia si deve conoscere come il numero è stato ottenuto per comprenderne il significato.

“Non tutto ciò che può essere contato conta, e non tutto ciò che conta può essere contato” Albert Einstein 7


LE OPINIONI

Formazione MSP Italia, le nuove linee normative Con queste nuove delibere il MSP Italia ritiene la formazione strumento indispensabile per la crescita qualitativa, per lo sviluppo e la diffusione delle politiche associative di dott.ssa Alessandra Caligaris - Segretario Nazionale MSP Italia Nel corso dell’ultimo Consiglio Nazionale MSP Italia, che si è tenuto a Rimini dal 21 al 23 giugno u.s., sono state deliberate delle nuove linee normative sia per i comitati che per le associazioni. L’attività sportiva del MSP Italia è di natura dilettantistica ed è retta dalle norme statali che la disciplinano, il MSP Italia promuove lo sviluppo associativo e organizza attività multidisciplinari quali: a. attività motorie –sportive, come educazione permanente per tutte le età, di carattere: - promozionale, amatoriale e dilettantistico, seppure con modalità competitive, così come nella sua dimensione dello sport per tutti e quindi “nessuno escluso”, in una dimensione associativa di inclusione - sociale; - attività non agonistica, attività sportive e di avviamento alla pratica sportiva; - attività agonistiche di prestazione, connesse al proprio fine istituzionale, nel rispetto di quanto sancito - dai Regolamenti tecnici delle Federazioni Sportive Nazionali o delle Discipline Sportive Associate, con le quali stipulare appositi protocolli e convenzioni nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento Coni-EPS; b. attività formative dirette ai tecnici, agli educatori ed agli operatori sportivi e/o ad altre figure similari. Gli attestati e le qualifiche conseguite avranno valore nell’ambito MSP Italia, salvo che la MSP Italia abbia stipulato apposita Convenzione con la specifica Federazione sportiva nazionale, Disciplina Sportiva associata o altro Ente di promozione sportiva e/o salvo che la MSP Italia abbia ottenuto l’accreditamento o altro riconoscimento dalle Istituzioni europee, dai Ministeri o dalle Regioni territorialmente competenti, in merito al percorso di formazione che potrà eventualmente qualificarsi come formazione professionale; c. attività di solidarietà sociale quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, interventi a sostegno delle persone fragili, di tutte le forme di disagio, di sostegno alla genitorialità; d. attività strumentali a favorire la socializzazione e la crescita dei soci e della collettività quali, a titolo - esemplificativo e non esaustivo, attività di tempo libero e turistiche, culturali, artistiche, ludiche, - sociali, di protezione civile, di tutela ambientale, di servizio alla persona, di gestione e costruzione impianti, informazione ed editoria, organizzazione di eventi; Per tutte le discipline sportive sono stati istituiti i Coordinamenti Sportivi dipendenti direttamente dalla Segreteria Nazionale, che sono preposti allo sviluppo e alla gestione tecnica delle attività, ad essi sono affidati la ricerca e l’innovazione delle attività. Ogni Coordinamento di disciplina sportiva deve dotarsi di un proprio Regolamento Tecnico Nazionale coerente con i principi del MSP Italia composto: - Regolamento Attività, dal Regolamento Disciplinare, Formazione e dai Regolamenti di gioco/disciplina per ciascuna attività, questi dovranno essere approvati dal Consiglio Nazionale. Con queste nuove delibere il MSP Italia ritiene la formazione strumento indispensabile per la crescita qualitativa, per lo sviluppo e la diffusione delle politiche associative. Il livello della formazione è unico per tutto il MSP Italia in ottemperanza alle direttive indicate dallo Snaq. e riconosce le seguenti figure: - Operatori e Operatrici Sportivi/e (di seguito indicati come Operatori) - Tecnici, Insegnanti, Educatori e Educatrici, Allenatori e Allenatrici, Animatori e Animatrici (di seguito indicati come Tecnici) - Giudici, Arbitri, Cronometristi e Figure similari (di seguito indicati come Giudici) - Dirigenti - Docenti Nei Piani di apprendimento di alcune discipline possono essere previsti il Tirocinio e la Verifica. I corsi di ogni disciplina riconosciuta da MSP Italia, devono essere indicati, tramite il portale dell’Ente, le ore di formazione, il luogo di svolgimento, il docente responsabile, il giorno di inizio e il giorno di fine.

8


LE OPINIONI Inoltre, sarà possibile rilasciare le differenti specializzazioni delle attività sportive, sono tutte quelle attività non previste dall’elenco delle attività sportive organizzate dal MSP Italia e indicate nei Regolamenti Tecnici Nazionali di disciplina sportiva. Tali specializzazioni possono essere ottenute solo da Tecnici Sportivi (allenatori, allenatrici, tecnici, maestri, animatori, animatrici e figure similari) che hanno ottenuto già ottenuto il tecnico. L’età minima per accedere al corso è 18 anni. IL MSP Italia organizza la formazione tecnica e dirigenziale a tutti i livelli, tale funzione è esercitata dal livello Nazionale e dai Comitati. La Sede Nazionale, nella figura del Segretario Nazionale sovrintende all’analisi e/o alla rilevazione dei bisogni formativi del Territorio. I Comitati Regionali e i comitati territoriali sono responsabili dell’analisi dei bisogni formativi del competente livello territoriale, organizzano la formazione degli/delle Operatori Sportivi di base/Operatrici Sportive di base, Operatori/ Operatrici, Tecnici/ Insegnanti/ Educatori/ Educatrici/ Allenatori/ Allenatrici/ Animatori/ Animatrici, Giudici/ Arbitri/Cronometristi/figure similari, in base al Catalogo del Piano degli Apprendimenti e con l’ausilio dei Docenti qualificati dal MSP Italia. I Comitati organizzano corsi di formazione in autonomia, vige l’obbligo dell’inserimento dell’attività formativa all’interno del portale dell’Ente. I Comitati Regionali, ove presenti, coordinano l’organizzazione della formazione sul territorio dei comitati territoriali. I Comitati che intendono organizzare un Corso di Formazione o Aggiornamento e/o Specializzazione devono procedere all’inserimento dell’evento formativo all’interno del portale dell’Ente: a. Tipologia di Corso e relativa denominazione; b. Luogo di svolgimento dell’evento formativo; c. Docente responsabile dell’evento formativo. Oltre ai/ai Docenti MSP Italia è possibile coinvolgere nei percorsi di Formazione e Aggiornamento e Specializzazione, esperti/e esterni/e alla associazione in virtù di loro specifiche caratteristiche professionali; per i temi inerenti alle attività sportive del corso. I Comitati territoriali non possono demandare la formazione MSP Italia a società affiliate e ad Agenzie Formative; la titolarità organizzativa deve essere direttamente e oggettivamente del MSP Italia. Gli strumenti di comunicazione adottati per promuovere le proposte formative e di aggiornamento dovranno portare le seguenti informazioni: a. tipologia di Corso e relativa denominazione; b. requisiti di accesso al Corso; c. programma del Corso con indicazione dei moduli didattici, Tirocinio ed eventuale Verifica; e. costo di iscrizione al corso; f. il logo personalizzato del Comitato MSP Italia delegato all’organizzazione del Corso; g. la qualifica MSP Italia in uscita; h. la dicitura, che le qualifiche hanno valenza all'interno del MSP Italia e delle associazioni/società affiliate. Nel modulo di richiesta iscrizione al corso è necessario inserire i dati anagrafici, residenza e recapiti. Ai/alle partecipanti ai corsi di Formazione MSP Italia, per le diverse figure, che superano l’esame viene rilasciata dal MSP Italia Nazionale l’apposito Attestato e la card di riconoscimento. Al termine del corso il soggetto delegato all’organizzazione è tenuto ad inserire all’interno dell’area documentale del portale dell’Ente documentazione composta da: a. foglio firma presenze; b. programma del corso. In mancanza della documentazione indicata, caricata nel portale, non si procederà alla stampa e dei titoli. E’ istituito, gestito dal MSP Italia Nazionale e pubblicato sul sito internet, l’Albo Nazionale Formazione MSP Italia, elemento di riconoscimento della qualifica formativa e dell’aggiornamento delle figure precedentemente indicate. L’inserimento e la conseguente permanenza nell’Albo Nazionale Formazione MSP Italia riguarda le figure indicate nel regolamento che hanno superato i Corsi di Formazione precedenti purché in regola: a. con quanto previsto dal presente regolamento; b. con il pagamento di eventuali quote economiche. La Segreteria Nazionale a partire dal mese corrente programmerà incontri periodici con i vari coordinatori di settore e con i comitati periferici al fine di rendere attuative queste e molte altre novità in atto. 9


INTERVISTE ESCLUSIVE

Nobis: “Il 2019 un anno di partenza” L’Assessore allo Sport di Mantova commenta il titolo di European City of Sport 2019: “Lo sport è un’esperienza culturale, valorizzeremo quanto fatto quest’anno anche in futuro”

O

di Luca Parmigiani ltre 240 eventi in calendario, la tappa della prima storica edizione del Grand Motor Trail ACES Italia e l’entusiasmo delle cittadinanza alle iniziative proposte dal Comune. Il titolo di Città Europea dello Sport 2019 ha sicuramente dato ulteriore slancio a un luogo che produce cultura e che sta vivendo questo anno sportivo all’insegna della promozione dei valori sani dello sport. Ne parliamo in esclusiva con l’Assessore Paola Nobis che ringraziamo per l’intervista concessa. Assessore Nobis, quante attività ha programmato il Comune nell'anno del titolo di Città Europea dello Sport 2019? “L’Amministrazione, in particolare i miei collaboratori del Settore Sport che hanno fatto un lavoro eccezionale, ha costruito un programma di oltre 240 manifestazioni – ad oggi ancora in aumento - con eventi grandi e piccoli, gare, tornei, esibizioni, corsi, programmi educativi e formativi, mostre e iniziative culturali a testimonianza della grande vitalità e laboriosità del movimento sportivo, dell’associazionismo e delle innumerevoli realtà locali che operano quotidianamente sul fronte dello sport mantovano”. Come sta rispondendo la cittadinanza agli eventi organizzati sotto l'egida di European City of Sport 2019? “Mantova è una città che coltiva e produce cultura e lo

sport è prima di tutto un’esperienza culturale che stiamo incoraggiando e favorendo in ogni modo. Attività ed eventi sportivi che aiutano anche a far conoscere contesti culturali e paesaggistici ricchi di fascino. La città offre mille occasioni per fare attività sportiva – agonistica e non- immersi nel verde. I mantovani stanno rispondendo con grande partecipazione alle iniziative e agli eventi sportivi proposti in questo anno speciale, e questo entusiasmo ci ha motivati ancora di più a proseguire l’opera che da quattro anni portiamo avanti con grandi investimenti da un lato per riqualificare strutture sportive esistenti e dall’altro per dotare la città di nuove. A ciò si aggiunge il lavoro svolto e che stiamo svolgendo per riqualificare le sponde dei nostri laghi, per creare nuove ciclabili e per implementare il verde pubblico”. Mantova è stata una delle tappe del Grand Motor Trail 2019: un commento su questa esperienza che ha unito le European City/Town/Community of Sport italiane del 2019 “La presentazione del Progetto “Allenarsi per il Futuro”, sviluppato dalla partnership tra le aziende Bosch e Randstad, è stato molto apprezzato dagli studenti dei licei cittadini, che hanno ascoltato con interesse gli autorevoli interventi. L’iniziativa è stata l’occasione per trasmettere attraverso i valori espressi dai testimonial sportivi, la passione, l’impegno, la responsabilità e soprattutto l’alle-


INTERVISTE ESCLUSIVE namento mentale per superare le sfide della vita”. Quali sono gli obiettivi che il Comune di Mantova vuole raggiungere alla fine di quest'anno sportivo? “Come è stato per Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016, anche questo importante anno dedicato allo sport sarà al tempo stesso un punto di arrivo e un punto di partenza. Il nostro impegno per il futuro è quello di rilanciare e valorizzare le esperienze fatte quest’anno, proseguendo nell’impegno profuso sin ad ora”. ACES Italia ha rinnovato l'accordo con Bosch per il progetto Allenarsi per il Futuro. Quanto è importante

per le future generazioni l'alternanza scuola-lavoro? “La proposta di “Allenarsi per il Futuro” è una grande opportunità a disposizione degli studenti che potranno mettersi in gioco, con un tirocinio formativo direttamente sul campo, al fine di compiere scelte professionali corrispondenti alle loro attitudini e alle richieste di mercato. Esperienze ben organizzate danno ai giovani studenti preziose opportunità di crescita e di maturazione umana e culturale, offrendo la possibilità di osservare il mondo del lavoro con occhi nuovi e con un atteggiamento d’impegno e di responsabilità”.

“I cittadini hanno risposto con grande partecipazione alle iniziative proposte. Ottima l’iniziativa del Grand Motor Trail unita al progetto Allenarsi per il Futuro”

11


INTERVISTE ESCLUSIVE

Demichelis: “Andora vive per lo sport” Il Comune è stato European Town of Sport 2018 e fa parte della Community Italian Riviera 2020: “La Comunità un prodotto completo che coniuga sport, turismo, cultura e famiglia”

U

di Luca Parmigiani na realtà affamata di sport. Stiamo parlando di Andora, Comune ligure che ha onorato il titolo di European Town of Sport 2018 e ha accettato la possibilità di far parte della Comunità Italian Riviera, riconosciuta European Community of Sport 2020. Ne parliamo con il Sindaco di Andora Mauro Demichelis, che ringraziamo pubblicamente per l’intervista concessa. Sindaco Demichelis, come sta proseguendo nel settore Sport l'attività del Comune di Andora quale Comune Europeo dello Sport 2018? “Il 2018 è stato un anno intenso. Il riconoscimento di Aces “Andora Comune Europeo dello Sport 2018” ci ha aiutato a promuovere il nostro Comune come un luogo dove è possibile praticare attività sportive in ogni periodo dell’anno e a valorizzare il grande lavoro fatto dalle nostre Associazioni sportive che operano sul territorio. Si è investito oltre un milione di euro per il rinnovo e la messa a norma delle strutture sportive. E’ stato inoltre inaugurato un campo da calcio in erba sintetica che ha sostituito il vecchio campo in ghiaia. L’azione sta proseguendo anche nel 2019 con l’inaugurazione della Palestra degli Andoresi, edificio sportivo realizzato secondo i criteri del CONI che è già al servizio delle scuole e delle associazioni. In corso di realizzazione anche un campo da basket all’aperto con annesse aree verdi che

12

potrà essere utilizzato dagli andoresi al di fuori degli orari scolastici. Abbiamo consolidato il rapporto di collaborazione con le Associazioni del territorio agevolando nella realizzazione di manifestazioni sportive, anche di carattere nazionale" Come ha risposto la cittadinanza agli eventi organizzati sotto l'egida di European Town of Sport 2018? “C’è stato grande entusiasmo da parte delle realtà sportive di Andora e della cittadinanza fin dai primi giorni della nostra candidatura e il coinvolgimento è aumentato nel corso del 2018. Il settore sportivo andorese è da sempre stato molto vitale se

Sferrazza, campione Paralimpico e Werther Secchi campione di aquilonismo acrobatico. Tutti sono stati testimonial di Andora Comune Europeo dello sport, e hanno partecipato insieme a tutte le Associazioni sportive di Andora alla Cerimonia di Apertura dell’Anno. Ad ognuna il Comune ha consegnato un rollup personalizzato, con le insegne di Aces Europe e di "Andora Comune Europeo dello Sport 2018", da esporre durante gli impegni sportivi" Dopo lo strepitoso successo della prima edizione, nel 2020 partirà la seconda edizione del Grand Motor Trail che raggiungerà anche

si pensa che su circa 7800 residenti ci sono più di 2600 persone iscritte a Associazioni sportive e coinvolte a vario titolo nelle attività. Andora è patria di grandi campioni, fra i più conosciuti ci sono certamente Mirko Celestino, CT della Nazionale MTB, Riccardo Gagliolo calciatore di serie A, Milena Gianelli, campionessa del sollevamento pesi, Marco

l'Italian Riviera. Un commento su quest'iniziativa di ACES Italia che unisce le European City/Town/ Community of Sport italiane. “Un successo meritato quello ottenuto dalla prima edizione di questa manifestazione che promuove i valori dello sport attraverso campioni di tutte le discipline che offrono la loro collaborazione per trasmettere


INTERVISTE ESCLUSIVE

il messaggio che la passione, l’impegno, la responsabilità e soprattutto l’allenamento sono necessari per superare le sfide, dello sport come della vita”

Il Comune di Andora fa parte come detto della Comunità Italian Riviera, riconosciuta European Community of Sport 2020. Come si sta preparando la Comunità per l'anno sportivo? "Andora crede nella cooperazione fra territori e nella necessità di una promozione di comprensorio per ampliare l’offerta e l’attrattività del nostro ponente e le potenzialità non ancora sviluppate. Andora ha già sperimentato con successo una formula di collaborazione in occasione dell’EXPO Milano 2015, quando fu il Capofila di 18 comuni ponenti-

ni da Albenga a Ceriale, entroterra compreso, che animarono un’intera giornata dell’importante Fiera internazionale. Andora è pronta a lavorare insieme a tutte le realtà della Comunità per l’ideazione di iniziative e servizi mirati agli sportivi e turisti a cui proporci 365 giorni l’anno. La Community Italian Riviera 2020 è importante perché il turista mo-

i pacchetti tradizionali, proponendo esperienze che il turista può associare come preferisce, avendo a disposizione un’offerta complessiva di un territorio, le cui distanze anche fra costa e entroterra sono limitate. Con la Community si può proporre l’attività balneare tradizionale, ma anche la possibilità di scoprire il surf, il sup o la vela. Si possono

derno vuole un prodotto completo, costruito e personalizzato in base alle proprie esigenze: l’attività balneare, ma anche quella sportiva, culturale o dedicata alla famiglia. In questo contesto la Community permette di pensare ad un’ azione di promozione coordinata che va oltre

proporre itinerari enogastronomici da realizzare percorrendo i sentieri in MTB o facendo trekking. Il turista è così essere al centro di una fitta rete di proposte che gli permettono di personalizzare la sua vacanza e di scoprire una Riviera accogliente in ogni periodo dell’anno".

“Grazie al titolo ACES Europe è stato possibile praticare attività sportive in ogni periodo dell’anno e valorizzare il grande lavoro fatto dalle nostre Associazioni sportive sul territorio” 13


SPECIALE MSP DAY

CALCIO A 5 FEMMINILE CALCIO A 5 MASCHILE CALCIO A 7 CALCIO A 11 DANZA GINNASTICA ARTISTICA GINNASTICA RITMICA PADEL SPORT ROTELLISTICI YOSEIKAN BUDO MAMMAFIT

14


SPECIALE MSP DAY

Futsal in rosa, Pisa Campione!

C

Dodici squadre in campo per la Finale Nazionale del calcio a 5 femminile i provavano da diversi anni. Alla fine, sui campi del Garden di Rimini, la compagine del Pisa ce l'ha fatta a vincere la finale nazionale di calcio a 5 femminile MSP Italia. Ecco la rosa nerazzurra campione d'Italia: Chiara Campi, Elisabetta Falchi, Alice Parola, Lisa Bonelli, Nadia Biancalana, Irene Panepinto, Martina Menicucci, Alessandra Giorgetti, Elena Bimbi, Camilla Bini. Un traguardo raggiunto con il contributo di tutti, città compresa. Entusiasmo alle stelle, articoli sui giornali. Festeggiamenti dopo la vittoria. Un successo molto sudato perchè comunque non dobbiamo dimenticare che la vittoria è arrivata solo dopo i calci di rigore contro il Taran-

tasca, squadrone piemontese. Entrambi avrebbero meritato il gradino più alto del podio perchè in campo hanno lottato fino all'ultimo secondo dimostrando bel gioco e capacità tecniche. Un plauso anche ai due allenatori che non hanno mai smesso di incoraggiare le squadre. Al terzo posto sono giunte le Intesy Domino di Milano che fanno parte del bellissimo campionato Lady Soccer, targato Msp Italia, quarte il Rimini, dav-

vero una bella squadra. Vince il trofeo per il capocannoniere Nerito Elena. La miglior giocatrice Grotteria Alessandra. Il miglior portiere Riberi Lorena. Un ringraziamento speciale alla Associazione Arbitri Capitale intervenuti con Iudicone Luigi, presidente, Randazzo Sergio e Finello Christian. Dodici in totale le squadre iscritte, tante le partite disputate molte delle quali finite ai rigori a dimostrazione che c'è stato un grande equilibrio. In campo ha prevalso la correttezza e il fairplay. Presenti alle premiazioni i vertici nazionali dell'Ente. Il presidente Lupattelli con il Segretario Nazionale Alessandra Caligaris, che da sempre ha creduto e supportato il settore femminile, hanno premiato le squadre e i dirigenti. La quinta finale nazionale va così in archivio. Il responsabile nazionale Claudio Terzo, ringrazia tutte le squadre e soprattutto i comitati che quest'anno hanno aderito in maniera massiccia. Il femminile sta crescendo a vista d'occhio. Il prossimo anno prenderanno vita nuovi campionati in Sicilia, Veneto, Emilia Romagna, forse Campania, che andranno ad affiancarsi a quelli ormai consolidati di Toscana, Lombardia, Lazio, Sardegna, Calabria. Non si sono ancora spenti i riflettori sull'evento di Rimini e già si parla dell'edizione 2020. Cosenza si è proposta per ospitare la sesta edizione, in quanto Città europea dello sport riconosciuta da Aces Europe. La stessa proposta è arrivata dal comitato di Treviso. 15


SPECIALE MSP DAY

Calcio a 5, il titolo Nazionale torna a Verona Il Cornivul Hunedoara al terzo tentativo si laurea Campione Nazionale al termine di una rassegna avvincente e spettacolare

P

er il nono anno consecutivo la riviera romagnola e Rimini hanno avuto l’onore di ospitare i campionati nazionali MSP di Calcio a 5. Il teatro di questi scontri è stato il Garden Sporting, dove quindici squadre provenienti dal Veneto alla Sardegna e dalla Toscana al Piemonte si sono date battaglia per la vittoria finale. La formula del torneo ha previsto le quindici squadre divise in quattro gironi (tutti da quattro, tranne l’ultimo da tre). Da queste si è composta la griglia dei quarti di finale. Quarti di finale Il primo quarto di finale è stato quello tra i romani de Al Capriccio e i perugini del Kazzimm. In quest’occasione il confronto è terminato sul punteggio di 6 a 0 a tavolino a favore di quelli del Capriccio, che volano quindi in semifinale. Nel secondo incontro hanno davvero giocato l’AC Picchia e il Corvinul Hunedoara. Nonostante i favori del pronostico pendessero maggiormente da parte dell’AC Picchia, se non altro perché ha vinto il proprio girone, il Corvinul ha fatto la voce grossa e si è imposto per 9 a 3. Il risultato più largo però è stata la vittoria per 7 a 1 dell’OCB ai danni della Polisportiva Villamassargia. Nell’ultimo quarto di finale invece, numeri alla mano, è uscita la squadra che più aveva impressionato nella prima parte di campionato, ovvero gli Arditi, unici a passare il turno senza subire reti. Non aveva però mai trovato una squadra con una

difesa altrettanto valida come quella degli Incredibili, che sono riusciti a imporsi per 3 a 1. Semifinali Le incredibili quattro squadre, sopravvissute a gironi, quarti di finale e maltempo, si sono date appuntamento domenica mattina sempre al Garden Sporting Center per giocarsi tutte le proprie carte. I primi a scendere in campo sono stati i veronesi del Corvinul Hunedoara e i romani del Capriccio. Essendo arrivati alle ultime due partite del campionato, i 16

giocatori hanno avuto per un po’ la paura di sbagliare, ma poi si sono sciolti e hanno dato vita a una gara molto bella e vinta dal Corvinul per 3 a 1. Nell’altra gara gli Incredibili hanno vinto per 4 a 3 il confronto con l’OCB, che da tutti era ormai catalogata come favorita d’obbligo per la vittoria

finale. La vittoria è però arrivata dopo i calci di rigore, poiché i tempi regolamentari si erano conclusi sul punteggio di 1 a 1.

Finali Come al solito, prima della finalissima è stata disputata la finalina per il terzo e quarto posto tre le compagini dell’OCB e de Al Capriccio. La partita, piacevole e ovviamente con poca carica agonistica, è stata vinta dall’OCB, che ha terminato sul punteggio vincente di 5 a 3. La Finalissima ha visto invece di fronte Incredibili e Corvinul Hunedoara. Dopo due tentativi andati male, finalmente il Corvinul Hunedoara si è laureato campione nazionale e sei anni dopo il successo della Trinacria, Verona può fregiarsi di un altro titolo. La gara è stata quasi una passerella per il Corvinul, che si è imposto per 3 a 0.


SPECIALE MSP DAY

Calcio a 7, Vinsent Bar sul trono dei vincitori! La squadra di Aprilia si aggiudica la Finale dove hanno partecipato ben sei Regioni d’Italia

U

n grande successo la Finale Nazionale MSP Italia Calcio a 7. Presso il Garden Sporting Center, si sono affrontate nove formazioni provenienti da sei Regioni d’Italia (Lazio, Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Toscana e Lombardia) in un clima di amatorialità sportiva e divertimento. Le nove squadre sono state dapprima suddivise in tre gironi da tre per poi accedere alle Semifinali e Finale che si sono disputate la domenica mattina. Partite spettacolari che hanno fatto da cornice a questa bellissima Finale Nazionale. Nelle semifinali, si sono affrontate da una parte Impresa Pecora (Varese) contro le Foxes di Prato, con i lombardi che hanno vinto per 6-4. Nell’altra semifinale, il derby della Regione Lazio tra Vinsent Bar (Aprilia) contro la formazione di Latina Lisi Lavorazione Ferro, vinto dalla squadra di Aprila per 9-3. Infine la Finalissima, che ha visto il trionfo di Vinsent Bar Aprilia per 5-3 e si laurea così Campione Nazionale Calcio a 7 Maschile MSP Italia.


SPECIALE MSP DAY

Rimini 2019: la Felicità che solo un pallone può darti… Bella Farnia Campione Nazionale Calcio a 11!

U

n giornalista un giorno chiese alla teologa tedesca Dorothee Solle: “Come spiegherebbe a un bambino che cosa è la felicità?”. “Non glielo spiegherei” rispose. “Gli darei un pallone per farlo giocare”. (Eduardo Galeano) Dopo Rimini di una cosa sono certo! Dietro a una palla che rotola c’è sempre un ragazzo, più o meno giovane, con i suoi sogni e le sue aspirazioni. E questo è stato per me, per noi, forse per tutti, “Rimini 2019”. Vedere gli occhi di quei “non più giovanissimi ragazzi”, brillare di felicità è stata probabilmente una delle sensazioni più belle per chi fa dello sport uno degli elementi importanti della propria vita. Grande è stata e continua ancora ad essere l’iniziativa di impulso e supporto di MSP Italia. Quest’anno Rimini ha avuto un sapore ancora più speciale. Nove squadre in rappresentanza di cinque regioni si sono date appuntamento per sfidarsi e detronizzare la Samagor Latina che da oramai quattro anni si portava a casa il trofeo nazionale. Squadre giunte da Sardegna, Sicilia, Toscana, Puglia e Lazio si sono affrontate con diversi obiettivi. Non solo “vincere”, ma soprattutto “vivere” il calcio come oramai solo nei campionati cd “amatori” si riesce a fare. Ricordiamo che il Lazio si è presentato con 3 squadre: la Samagor in quanto campione d’Italia uscente, gli Amatori Latina vincitori del campionato provinciale e l’RM Bella Farnia vincitore allo stadio Francioni della Coppa Latina. Nei 4 giorni di Rimini 2019 si è respirata quell’aria che solo la “passione” riesce a trasmettere. Si tratta di vera passione e amore nei confronti di quel pallone che da bambini li faceva sognare di diventare campioni e giocare su campi che ognuno di noi almeno una volta ha sognato di calcare. I ragazzi di Rimini 2019 non hanno nomi blasonati come Ronaldo, Messi, Ibrahimovic, Neymar o altri, ma hanno qualcosa che nessuno riuscirà mai a togliere loro: il sogno! E questo loro “sogno” grazie ad MSP Italia continua ancora ad essere vivo. Anche quest’anno il delegato del calcio ad 11 di MSP Italia, prof. Alessandro Domizi, con il suo nutrito staff, è riuscito nell’impresa. Probabilmente quella di quest’anno è stata una delle più belle edizioni anche grazie alla fattiva collaborazione dei due Dirigenti

18

Nazionali, Tony Basile e Filippo Lacalamita. La manifestazione si è articolata in 3 gironi da tre squadre ciascuna. Solo la prima classificata di ogni girone e la migliore seconda sono giunte alle semifinali. Allo Stadio Romeo Neri di Rimini, nelle prima semifinale si sono affrontate la squadra della Sardegna del De Amicis contro l’RM Bella Farnia e quest’ultima, è riuscita ad avere la meglio solo negli ultimi minuti della gara, ribaltando il risultato grazie ad un uno/due micidiale. Nella seconda semifinale, va in scena un derby latinense, si sono affrontati a viso aperto i campioni d’Italia della Samagor contro gli Amatori Latina, vincitrice dell’ultima edizione provincia-

le di Latina. Meraviglioso è stata la rete che ha portato in vantaggio gli Amatori Latina. Un goal pazzesco quello messo a segno da Diego Stasino, premiato come miglior giocatore della manifestazione. La seconda rete è giunta solo durante gli ultimi spiccioli della gara, quando oramai tutta la squadra della Samagor, portiere compreso, si era riversata nell’area di rigore avversaria. Siamo così giunti alla finalissima! Tutti ci aspettavamo una finale al cardiopalma e probabilmente solamente molto tattica nel “derby” tra le società “Bella Farnia” e “Amatori Latina”, ma nessuno immaginava una gara dall’elevato spessore tecnico. Chi ha avuto il piacere di assistere allo spettacolo, mandato in onda dalla due squadre finaliste, ha potuto veramente leccarsi i baffi, godendo, a dir poco, ad una gara spettacolare, che solo dopo gli “interminabili” calci di rigore (ben 26 battuti) hanno permesso al Bella Farnia di alzare il trofeo nazionale.


Danza, una storica Finale Nazionale a Termoli

SPECIALE MSP DAY

Dopo 30 anni, il nostro Ente è tornato in Molise per la rassegna nazionale che ha coinvolto 850 atleti provenienti da sette Regioni

G

rande successo per la Finale Nazionale di Danza MSP Italia. Svolta l’11-12 maggio scorso, dopo 30 anni il nostro Ente, con la collaborazione del Coordinatore Interregionale del Sud Italia Salvatore Pucci, è tornato in Molise per una rassegna nazionale nel settore sportivo della danza. MSP Italia, con la presenza dei propri dirigenti nel territorio molisano, è di nuovo attivo in questa Regione e l’organizzazione di questa Finale ne è una testimonianza di come l’attività del nostro Ente sia ramificata da Nord al Sud. L’evento ha riscosso una grande partecipazione di pubblico con ben 850 atleti provenienti da sette Regioni d’Italia: Campania , Basilicata, Calabria, Puglia, Abruzzo, Molise e Lazio. Un’organizzazione meticolosa ed attenta ad ogni dettaglio, visto che per la Finale Nazionale sono state stipulate delle convenzioni con gli hotel di Termoli per agevolare gli atleti e le loro famiglie, aiutando così la Regione e nello specifico il Comune di Termoli ad incrementare il settore turistico. Come giudici dell’evento, presenti ballerini professionisti e giudici professionisti federali (FIDS). Si ringrazia infine il Sindaco e tutta la Giunta Comunale di Termoli per aver partecipato alla Finale Nazionale di danza.

19


SPECIALE MSP DAY

Ginnastica artistica, attività no stop Alla Finale Nazionale hanno partecipato oltre 300 atleti. Prosegue il calendario della formazione di tecnici e giudici

L

o staff MSP Italia, sezione Ginnastica Artistica, è sempre stata all'opera e non si è mai fermata dal termine delle precedenti finali nazionali per organizzare al meglio l’anno sportivo in corso; da luglio 2018 ha avuto numerosi incontri e riunioni per modificare i programmi tecnici affinché questa ginnastica possa sempre migliorare dal punto di vista tecnico, cosa fondamentale per la crescita formativa di un’atleta. Terminata la stesura dei nuovi programmi le responsabili nazionali si sono concentrate nella formazione di nuovi tecnici e giudici ed in seguito alla calendarizzazione delle gare del comitato laziale e della finale nazionale. La finale nazionale MSP Italia si è svolta a Civitavecchia in due giorni, il 25 e 26 maggio con 22 società partecipanti e un totale di 300 atleti che si sono messi alla prova sui vari attrezzi: corpo libero, volteggio,

trampolino, parallele femminili e maschili e trave. Per questo evento si vogliono ringraziare tutte le società partecipanti, i tecnici per la loro fiducia, gli atleti ed i genitori. Le responsabili sperano che tutti i partecipanti, nonostante la competizione di una finale nazionale siano rimasti soddisfatti. Un ringraziamento speciale va allo staff instancabile come sempre, alle organizzatrici e responsabili Maria Francesca Fiorellini Bernardis e Sabrina Mecozzi, ai giudici Aldina, Fiamma, Giulia, Luana, Martina e Naida hanno giudicato ininterrottamente, nonché allo staff responsabile

del palazzetto ospitante, al computista Simone e al nostro super medico Graziano che ci segue in tutte le competizioni. Un ringraziamento particolare va alle responsabili MSP Italia sezione

Ginnastica Ritmica che nella giornata di domenica 26 maggio sono venute a trovarci premiando le nostre atlete.

Responsabile Nazionale Msp Italia Settore Ginnastica: Maria Francesca Fiorellini Bernardis Responsabile Nazionale di Giuria Msp Italia Settore Ginnastica Artistica: Mecozzi Sabrina Responsabile Nazionale dei Tecnici Msp Italia Settore Ginnastica Artistica: Consoli Martina 20


Ginnastica Ritmica, una Finale da ricordare

SPECIALE MSP DAY

Oltre 400 partecipanti alla rassegna Nazionale svolta per la prima volta a Comacchio. Un’altra sfida vinta dal Settore

L

o scorso 26/27/28 aprile si sono svolte a Comacchio, presso il Palazzetto dello Sport “Fattibello”, le finali nazionali di ginnastica ritmica MSP Italia. Gli oltre 400 partecipanti provenienti da Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Sardegna e Veneto si sono contesi il titolo di campioni e campionesse nazionali MSP Italia di ginnastica ritmica. Tale campionato, ormai giunto alla sua 5^ edizione, rappresenta la fase conclusiva di un lungo percorso di qualificazioni regionali che, in alcune Regioni, vedono protagonisti fin oltre i 600 atleti.

Una gara importante che ha sempre destato l’interesse delle società sportive, dei genitori, delle atlete e delle comunità locali. Da sempre il settore GR MSP Italia si avvicina senza remore ai piccoli centri e

alle periferie, con il duplice obiettivo di far conoscere la disciplina e contribuire in rara parte al benessere delle realtà locali suscitando interesse e curiosità verso uno sport spettacolare e di fair play quale la ginnastica ritmica. La scelta di Comacchio riflette proprio questo obbiettivo. Comacchio è un Comune di 24 mila abitanti, ricco di turismo e di persone accoglienti. “Il popolo comacchiese ci ha aperto le braccia con entusiasmo” afferma la Coordinatrice Nazionale del Settore Ginnastica, Maria Francesca Fiorellini Bernardis. Il bellissimo centro storico, il Trepponti, le valli, hanno fatto da cornice ad un evento sportivo svoltosi in concomitanza con la famosa Festa dei Marinati, importante sagra che da sempre attira moltissimi turisti e abitanti dell’Emilia Romagna, e che ha riempito in quei giorni la città lagunare di festeggiamenti e divertimento. Tanta l’affluenza e tanti i curiosi che si sono avvicinati al Palazzetto dello Sport per ammirare lo spettacolo della ginnastica ritmica; molte anche le esibizioni a tema che hanno dato respiro alle tre lunghe giornate di gara e che hanno emozionato tutti gli addetti ai lavori e il pubblico. “Coordinare a distanza una fase nazionale è sempre un lavoro complesso che richiede l’appoggio e il sostegno di molti”, racconta Chiara Dolfini, Resp. Nazionale dei Tecnici Settore GR, e aggiunge: “la collaborazione e la presenza di Lara Liboni, Resp. MSP Ferrara, nonché il sostegno delle autorità locali e di MSP Italia, ci ha reso sicure del percorso che stavamo intraprendendo e di dove saremmo volute arrivare”. “Il Progetto Comacchio si è concretizzato piano piano e non con poche difficoltà ma, consapevoli del percorso, delle sfide passate e dei traguardi già raggiunti, eravamo certe che tutto avrebbe funzionato e che alla fine ogni tassello sarebbe andato al suo posto”, racconta Chiara Trivellini, Resp. Nazionale dei

Giudici. Dopo Comacchio, lo staff GR si è visto subito coinvolto nell’organizzazione di uno stage formativo con la ginnasta greca Barbara Filiou, olimpionica di fama mondiale. Gli stage formativi sono molto importanti e sempre inseriti in calendario, in quanto la collaborazione e la vicinanza con ginnaste di questo calibro dona prestigio e credibilità al lavoro

delle responsabili, nonché a quello delle società stesse. E’ il terzo stage di stampo internazionale che la coordinatrice nazionale e le due responsabili di settore organizzano nel giro di soli tre anni e questo fa capire come il margine di crescita sia molto elevato. Ultimo appuntamento dell’anno sportivo è stata la partecipazione all’MSP Day, evento organizzato da MSP Italia a Rimini. Un evento di grande interesse sportivo e di scambio tra i vari comitati. “Un invito inaspettato ma che abbiamo accolto con entusiasmo e con un pizzico di orgoglio”, commenta Maria Francesca Fiorellini Bernardis, e aggiunge: “Un evento che dato spazio a molte idee per il futuro e a nuovi progetti che sappiamo di poter realizzare, con lo spirito di squadra che ci contraddistingue e con l’obbiettivo comune di riuscire a rendere felici chi ci segue.” 21


SPECIALE MSP DAY

Pink Padel Campione Nazionale MSP Italia Il club romano si aggiudica i voli della compagnia TAP Air Portugal, main sponsor della Finale svolta a Ravenna. Ora la Supercoppa Europea ACES Europe E’ il Pink Padel di Roma ad aggiudicarsi la Finale e diventare Campione Nazionale di padel amatoriale MSP Italia-TAP Air Portugal. Nei giorni 15 e 16 giugno, sui campi dell’ I-Padel di Ravenna, si sono svolte le finali e il club romano si è imposto dopo una gara combattutissima sul Tennis Club Riccione per 4-0. Premiati come migliori giocatori Nazionali amatoriali MSP - British School, Alessandro Caso (maschile) e Daniela Piangiarelli (femminile). Da questa edizione la squadra vincitrice il Campionato Nazionale amatoriale MSP Italia, avrà l’opportunità di partecipare alla Supercoppa Europea, in programma a settembre e organizzata in collaborazione con il premio delle Capitali Europee dello Sport ACES Europe. Il Pink Padel Roma è la vincente della Coppa dei Club

quarti di finale lo Smash Padel Pesaro per 4 a 0, stesso risultato in semifinale, dove ha sconfitto nel derby di Roma il Sol Padel ripetendo il successo ottenuto sempre contro il Sol Padel nella Fi-

che ha rispecchiato totalmente lo spirito amatoriale delle manifestazioni targate MSP. In rappresentanza della TAP Air Portugal, sin dalla prima edizione “title spon-

se o come full credit in certi periodi dell’anno per andare a Lisbona. All’I-Padel Ravenna sono venuti a salutare le squadre partecipanti anche il Sindaco di Ravenna (Città Euro-

nale della Regione Lazio. Ottimo anche il cammino del Sol Padel Yellow, che si ferma alle semifinali dopo aver battuto ai quarti l’Italian Padel Village di Grosseto.

sor” della Coppa, era presente Marco Giovannetti che ha premiato la squadra Campione 2019 con n.10 voucher dal valore di € 250 euro cad. che potranno essere utilizzati come sconto

del Lazio con ben 66 squadre partecipanti. Nelle Finali Nazionali il club romano ha battuto nei

Entrambi i club romani sono arrivati a Ravenna con tifosi al seguito, in una cornice di pubblico bellissima

per acquistare un biglietto per qualunque destinazione nel mondo servita dalla compagnia aerea portoghe-

pea dello Sport ACES nel 2016) Michele De Pascale e l’Assessore allo Sport di Ravenna Roberto Fagnani, che si sono dichiarati entusiasti ed onorati di aver ospitato le finali Nazionali amatoriali di Padel nel loro Comune. La Finale Nazionale Padel MSP Italia chiude un anno ricco di attività per il Settore MSP: due Circuiti Amatoriali targati Vueling Airlines e British School Group, la Coppa dei Club che ha coinvolto in tutta Italia migliaia di giocatori amatoriali e due Corsi di formazione per Istruttori 1° livello con la docenza straordinaria, direttamente dalla Spagna, di Florentino Garcia Lameiro.

22


SPECIALE MSP DAY

Sport Rotellistici, è qui la Festa!

Oltre 500 atleti in gara per la Finale Nazionale in un vero clima di sport ed amicizia

D

al 20 al 23 giugno, presso il pattinodromo (Sara Brancia di Rimini), si è svolta la 3’ fase Nazionale del campionato R.D.Bettinelli: 500 atleti in gara provenienti da varie regioni d’Italia, 4 giorni di sport, amicizia, collaborazione tutti appartenenti grande famiglia rotellistica Msp Italia. Sono scese in pista tutte le specialità del pattinaggio artistico a rotelle: • Singolo • Coppie • Solo dance • Quartetti • Gruppo spettacolo Emozionante come sempre la cerimonia di apertura, ma soprattutto di chiusura dove hanno sfilato tutte le squadre in gara assieme agli ufficiali di gara con l’ascolto dell’inno Nazionale, l’inno di Aces Europe e poi a conclusione non poteva mancare il flash mob 2019. Un ringraziamento speciale, va al nostro presidente, Gian Francesco Lupatelli ed al segretario nazionale Alessandra Calligaris per le presenza, la sempre pronta disponibilità e per esserci sempre!

23


SPECIALE MSP DAY

280 partecipanti al Meeting nazionale Yoseikan Budo Lo Stage si è tenuto a Rimini con il Fondatore Maestro Hiroo Mochizuki. Ad aprile si sono svolte la Finale Nazionale e la Coppa Italia

D

a ben 38 anni, lo Yoseikan Budo Italia propone, nel mese di maggio, lo stage nazionale di Rimini con il Maestro Hiroo Mochizuki, unico fondatore della nostra arte marziale. Questo appuntamento è divenuto ormai un incontro “storico”, all’insegna dell’amicizia e dell’approfondimento tecnico per atleti, agonisti, simpatizzanti, adulti, giovani e bambini. L’offerta che lo staff tecnico propone è sempre di gran lunga soddisfacente per tutti, accompagnatori compresi, i quali possono “provare o scoprire” che cosa lo Yoseikan Budo è in grado di proporre, anche solo per il proprio benessere psicofisico, per stare bene con se stessi e con gli altri. La corsa sulla spiaggia al mattino, il Tai Ki, gli esercizi di respirazione, sono cose che non richiedono doti fisiche particolari, ma solo il desiderio di riequilibrare, almeno un po’, il proprio essere, consci che la vita non chiede nulla di straordinario, anzi, vuole solo far capire che la semplicità è la base di ogni evoluzione. Hiroo Mochizuki è la conferma di ciò, e lo dimostra in ogni suo atteggiamento oltre che nei suoi insegnamenti, che propone sempre con grande cordialità, sorridendo facilmente, con quella gentilezza tipicamente orientale, che non esclude mai niente e nessuno, nella piena consapevolezza che tutti possiedono delle capacità: si tratta solo di trovare il modo per esprimerle. Quest’anno abbiamo avuto il piacere di avere con noi anche il Maestro Kyoshi Mochizuki, secondogenito di Hiroo, il quale ha proposto bellissimi allenamenti sia per KYU che per DAN, dimostrando l’infinita variabilità dello Yoseikan Budo in tutte le condizioni di combattimento, amatoriale, sportivo, agonistico, marziale, e non per ultima, nella difesa personale. Molto apprezzati e partecipati anche gli allenamenti con gli eccellenti tecnici della Teacher School, Valentina Borgognoni, Florian Spechtenhauser, Christian Malpaga e Omar Sterni, che hanno saputo mostrare e approfondire in modo dettagliato le infinite applicazioni contenute nei Kata dello Yoseikan, sia a mani nude che con le armi. La varietà dello Yoseikan Budo è stata espressa al meglio negli allenamenti per i Kyu, con Gervasi nell’uso del Tanto, Alfi nei Kansetsu, Cimonetti nel combattimento agonistico, Bernard nel Tai Sabaki, Baumgartner negli Atemi, Bertola nella preparazione atletica, Pfeifhofer nell’Aikido, Stedile nel Randori, Götsch nella forma Kaiten dell’Aikido, Brumat nella lotta, Morandell e Reif nel Ba Jutsu e nel tiro con l’arco, Romano nel Taiso e Tai Ki, Mair nel Ken Khion Tanbo, Amatobene nello studio del Kata Yoseikan Happo, sul quale Schwienbacher ha mostrato le applicazioni di Kansetsu, e non per ultima la bravissima Barbara Kessler che con le sue forme di Cardio Training riesce sempre a coinvolgere (e far sudare) anche gli atleti più allenati. Hiroo Mochizuki, alla luce dei suoi 83 anni, ha dimostrato come l’energia interiore non sia solo un retaggio giovanile, ma una forza che non conosce età se la vita umana è in sintonia con il mondo esterno. Seguire una lezione del Maestro Mochizuki è sempre un’esperienza di notevole intensità, poiché la sua maestria è in grado di far notare particolari che, di norma, non si erano mai osservati. E improvvisamente, dietro a un semplice ATEMI, si scopre che c’è un mondo di verità nascoste ai nostri occhi, ai nostri pensieri, alle nostre deduzioni; un mondo che non avevamo immaginato, e men che meno compreso. Allora scoprire l’ignoto non è solo vedere il nuovo, ma soprattutto lasciar andare il vecchio, ciò che tratteneva nel proprio passato. Ma è anche scoprire una parte di sé che non sapevamo di avere, e non c’è soddisfazione migliore, poiché ciò aumenta la conoscenza di se stessi. La Commissione Tecnica Nazionale, costituita dai Maestri Fabrizio Tabella, Roman Patuzzi, Valentino Straser e William Nicolò, occasionalmente coadiuvata, in questa edizione, dal Maestro Kyoshi Mochizuki ha attivato un percorso di coaching ed esami per i DAN. Come di consueto, lo stage di Rimini 2019, che ha visto ben 280 partecipanti, si è concluso con la consegna dei diplomi DAN da parte del Maestro Mochizuki, e degli attestati di merito a coloro che hanno dato un notevole apporto, non solo tecnico ma anche umano, alla diffusione ed espansione di questa bellissima arte marziale, in grado di appassionare davvero chiunque, a qualsiasi età. I risultati del Campionato Nazionale svolto lo scorso 13 aprile a San Vito Tagliamento sono consultabili al seguente link: https://www. yoseikan.it/files/2019-RS-CampionatoNazionale-SanVitoTagliamento_13042019-News.pdf mentre quelli della Coppa Italia, sempre sul sito ufficiale Yoseikan Budo, al link: https://www.yoseikan.it/files/2019-RS-CoppaItaliaU10U12-SanVitoTagliamento_14042019.pdf

24


SPECIALE MSP DAY

Mamme e bambini al mare con MammaFit

L

Dal 24 al 31 agosto a Riccione la proposta di fitness e vacanza ontano dal periodo estivo più gettonato, quando il sole e le temperature sono ancora miti, MammaFit ti propone una vacanza tra mamme e bambini. Se hai un bebè, MammaFit ha pensato a un programma sportivo proprio per te: Passeggino Workout alle 17:30 sul Lungomare Repubblica e MammaFit Water Walking col Marsupio (passeggiata tonica in mare con i cuccioli nel marsupio) tutti i giorni alle ore 11:00. Se i tuoi bambini sono già grandi, potrai comunque muoverti e rilassarti con le lezioni di yoga in terrazza. Dal 24/31 Agosto a Riccione sarà possibile sperimentare questa nuova proposta di fitness e vacanza. “Il MammaFit Village - spiega Monica Taranto, co-fondatrice MammaFit - è nato da una nostra esigenza personale. E’ la proposta che cercavamo quando eravamo neo-mamme: poter portare il proprio cucciolo

al mare, con un programma sportivo ideato apposta per il post-parto, accompagnata da altre mamme che come noi vivono la stessa esperienza, in una struttura a portata di bambino.“ Elaine Barbosa aggiunge: “Poi, per le mamme che si sentono “un po’ giù è una ricetta infallibile: infatti sport, mare e lo stare in compagnia sono secondo noi la medicina migliore contro il baby-blues” Per i bambini che non stanno più nel passeggino, perché ormai troppo grandi, sarà organizzata un'attività parallela mentre la mamma si allena. Il tutto in una struttura predisposta per le esigenze dei più piccoli, dove sarà possibile preparare la pappa, scaldare il latte e provvedere a tutte le loro esigenze. Il programma è libero e rilassante, ma ci sarà sempre almeno un'occasione al giorno per allenarsi insieme e magari anche qualche svago serale, per chi vorrà. A tutte le partecipanti sarà conse-

gnata la fascia elastica tubolare per la tonificazione, la maglietta MammaFit. L’offerta: L’hotel Milano Helvetia offre un pacchetto speciale per le donne che parteciperanno al MammaFit Village. Corso, pensione completa con incluso servizio spiaggia (ombrellone e sdraio) da 719 euro. Sono previsti servizi ad hoc per i bebè, inclusi nel prezzo, come il lavaggio biancheria, allestimento della camera con i comfort a richiesta (fino ad esaurimento, vaschetta per il bagno, riduttore, vasino, lucina notte, scalda-biberon, passeggino), baby-sitting in alcuni orari della giornata. Per i bimbi dai 3 anni in sù, il babyclub, ormai super collaudato, intrattiene i piccoli ospiti sia in spiaggia che in hotel con giochi divertenti e attività stimolanti. Per tutte le informazioni e per iscriversi, consultare la seguente pagina: http://www.mammaf.it/eventi/village/ 25


IN PRIMO PIANO

Rimini Wellness, continuità MSP Italia

Il nostro Ente presente per il sesto anno consecutivo all’evento per eccellenza sul fitness con un palco totalmente brandizzato. 5500 le presenze per 65 lezioni no stop dalle 9.30 alle 19.00

M

SP Italia è stato presente per il 6° anno consecutivo all’evento annuale per eccellenza del mondo del fitness “Rimini Wellness” ed è stato l’unico Ente nel 2019 ad avere un palco interamente suo, senza co-partecipazioni e intervento di altre aziende. Con un palco totalmente brandizzato, a dimostrazione che oltre la passione c'è soprattutto un team solido di presenter a marchio unico MSP Italia, in grado di viaggiare e organizzarsi da solo. Il palco ha offerto ancora una volta fitness no stop dalle 9.30 alle 19.00 con lezioni da 30’ cadauna e 52 presenter che si sono intervallati nell’arco delle quattro giornate per svolgere 65 lezioni di fitness e accogliere più di 5500 atleti che hanno partecipato alle nostre lezioni. Alla direzione del palco il team vincente che dalla prima edizione ad oggi ha visto triplicare le presenze. Direzione Tecnica affidata al Dott. Gianfranco Mastrangelo mentre alla Direzione artistica i nostri presenter di punta: Loredana Caporicci e Salvatore Pagano. Le lezioni sono state varie con utilizzo di attrezzi e non, dalla ginnastica aerobica alla tonificazione fino alla posturale con un occhio speciale alle attività emergenti. Ecco alcune delle lezioni offerte e calendarizzate: I -tone, Dynamic Conditioning, Flex & Tone, MPT, Functional System e Functional Global Circuit, Aerodance, Coreografica, Step, Step coreografico, Dance, Functional Training, Dynamic postural, Metabolic Workout, Fi Boxe e Fi Boxe Functional, Sambafit, Olistic Workout, Power Bound, Reggaezone e tante altre Importante sottolineare che per ogni lezione proposta sul palco MSP Italia, fa rispettiva formazione il 98% dei presenter saliti sul palco che sono tecnici diplomati e certificati MSP Italia. Un grande arrivederci al 2020 per un Fitness sempre in continuo movimento!

26


IN PRIMO PIANO


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Sardegna, attività garantita Il Comitato Regionale, insieme ai Provinciali, attivo in attivo in tutti gli sport. Tema ormai fondamentale per seguire le direttive CONI sul riconoscimento delle finalità sportive

S

tagione di alto profilo per il Comitato Regionale MSP Sardegna e i suoi Comitati periferici. Il marchio MSP nell’isola sarda è ormai una garanzia e lo sta diventando ancora di più dopo gli ultimi cambiamenti normativi e a livello CONI. Le ASD/SSD presenti in Sardegna sanno che trovano nel MSP un contenitore molto ampio di contenuti e di attività sportive, nodo ormai cruciale per il riconoscimento delle finalità sportive. E nell’Isola, MSP Sardegna detta legge in tutte le discipline sportive. Cominciamo quindi con la rassegna di quanto fatto. Il Settore Basket, in pochi anni, ha aumentato a dismisura i propri numeri, organizzando da novembre a giugno diversi tornei per un totale di 62 squadre partecipanti e 46 società iscritte. Nell’Open Maschile (18 squadre),ha vinto l’Hiracon Carloforte, nell’Open Femminile (9

28

squadre) la Ferrini Basket, nel Senior Maschile (9 squadre) la Jolly Dolianova, nei Cadetti maschile (10 squadre) e della Categoria Ragazzi Maschile (16 squadre) successo per Mistral. Dal basket passiamo al vasto capitolo della danza. Quest’anno è stato avviato il Progetto "Raccontiamo il mondo danzando", presso l’Istituto Comprensivo Giusy Devinu di Cagliari (via Brianza), per un totale complessivo di 180 ore. Il Progetto “Raccontiamo il mondo danzando”, grazie al percorso educativo sul tema dell’inclusione attraverso lo sport, si colloca all’ interno di una più ampia Campagna di Promozione sportiva ed educativa rivolta alle scuole, che prevede anche una serie di Incontri formativi rivolti agli insegnanti, ai genitori e agli operatori del settore. Eccoci poi al Campionato Regionale Danza Sportiva


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI 2019 svolto una settimana fa e che ha coinvolto quasi 2000 ballerini nelle Categorie dalla 4/7 anni alla over 35 con atleti anche di 65 anni.

Inoltre, le nostre rappresentanti hanno partecipato al MSP Day del Settore Calcio, sia nella Finale calcio a 7, calcio a 5 che calcio a 11. Da sempre i nostri campionati amatoriali (quest’anno ben 72 squadre iscritte) riGli atleti, rappresentanti 55 società affiliate, si sono con- scuotono un grande successo nell’Isola con una grande tesi il titolo di Campione Regionale nelle varie discipline partecipazione di atleti e squadre partecipanti. Nel caldi Synchro Dance, Synchro Latin, Show Freestyle, Lati- cio, il Comitato Carbonia rappresenta un valore aggiunno Show e Coreographic Dance. to con l’organizzazione dei Campionati Provinciali, un Un successo straordinario di questa manifestazione con vero serbatoio dove promuovere i valori sani dello sport.

tre giorni intensi di gare, dal 21 al 23 giugno in un orario no stop, dalle ore 8.30 alle 21 di sera. Dalla danza al fitness: il Comitato Regionale ha già pronta la Convention All Inclusive 2019, che si terrà dal 27 al 29 settembre al Tanka Village di Villasimius e riunirà in un weekend presenter e spettatori in un mix di fitness, turismo, relax e mare. I nostri atleti si sono contraddistinti nelle Finali Nazionali MSP Italia nelle varie discipline sportive: nelle arti marziali hanno collezionato sette medaglie (due d’oro con Silvia Usalla, 2 d’argento con Andrea Loi e tre sempre di argento con Julietta Demontis). La manifestazione nazionale è stata preceduta dalle Finali Regionali di Arti Marziali svolte il 1 giugno: al Campionato hanno preso parte atleti di Wushu, Kung fu, Taijiquan, Sanda (combattimento libero), Shuaijiao (lotta cinese), dai bambini agli adulti provenienti da tutta l’isola. La correttezza e lo spirito sportivo che hanno contraddistinto la competizione hanno indotto i vertici del MSP Sardegna a preannunciare nuovi eventi a breve. Sito web: www.mspsardegna.it 29


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Sempre MSP Carbonia ha organizzato lo scorso aprile un Convegno “Fiscalità delle Società Sportive”, per offrire anche assistenza alle centinaia di associazioni affiliate sul territorio e rispondere così a tutte le esigenze del mondo dell’associazionismo sportivo. Sempre in merito alle Finali Nazionali, ottimi risultati anche del Settore Ginnastica Ritmica, con le nostre atlete che hanno rappresentato la nostra Regione alla rassegna di Comacchio dello scorso aprile. Il Settore è molto attivo in Sardegna e tra stage e un ricco calendario gare, è all’avanguardia per offrire un prodotto altamente professionale. Da sempre attento alle novità che offre il panorama sportivo, quest’anno MSP Sardegna ha organizzato tre tappe del Campionato OCR (Obstacle Course Races, ossia


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

corse a ostacoli) che hanno riscosso un alto gradimento tra i partecipanti. La prima tappa si è svolta il 19 maggio a Villasimius con 670 partecipanti che hanno percorso 9 km per 25 + ostacoli naturali e artificiali i quali hanno reso l'esperienza in Sardegna unica. La 2.a tappa "HORSE COUNTRY NATURE RACE" si terrà invece il 20 ottobre ad Arborea mentre la terza tappa è in programma il prossimo 8 dicembre a Cagliari . Infine, in tutta la Regione si sono svolti e sono in calendario Corsi di Formazione per preparare i futuri Istruttori a poter lavorare con alte competenze nel mondo sportivo, sia nel ramo fitness che ginnastica ed arti marziali.

31


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Sicilia, risultati ambiziosi Arti marziali, ginnastica artistica, nuoto, ciclismo, calcio: crescono in tutta l’Isola le attività sportive e formative targate MSP E’ stato un anno florido di attività per MSP Sicilia e i suoi Comitati periferici. Da anni ormai il Comitato Regionale è un punto di riferimento nell’Isola e le recenti direttive CONI impongono un ruolo ancora più fondamentale per l’Ente in tema di organizzazione di attività sportiva. E il ricco calendario proposto quest’anno rappresenta una certezza per tutte le associazioni affiliate che sanno di trovare nel MSP Sicilia un sicuro interlocutore in tema di attività da svolgere insieme. Partiamo

quindi con la nostra rassegna. Il Settore Arti Marziali è il nostro fiore all’occhiello e tante sono state le attività sportive-formative svolte in questo 2019. Ad aprile abbiamo tenuto la manifestazione Enbu Katori Jingu Matsuri presso l’Accademia di arti marziali Kkienn Budo Club e il seminario teorico pratico su aspetti culturali delle scuole di Arti Marziali in Giappone e il Lotio sul rapporto con le religioni, esercitazioni pratiche, visione di foto, filmati e discussione di gruppo finale.

Vasta anche l’attività proposta nel Ju Jitsu, tra Corsi di formazione e manifestazioni svolte. Nel settore formativo, ricordiamo il Corso aspirante Allenatore e il Corso di formazione ed aggiornamento ufficiali di gara dello scorso febbraio. Amplia l’offerta sportiva che ha invece coinvolto centinaia di atleti: il Trofeo Regionale del novembre scorso per le Classi da Under 6 ad Under 15, il Ju Jitsu Tournament GI e NO GI Contest Kids and Adult, il Trofeo Winter Cup and Baby Games, i due Trofei Regionali ai quali hanno partecipato in aprile le classi da Under 6 a Under 12 e a maggio le Classi da Under 14 alle Master. Infine, ultimo in ordine cronologico, il Trofeo Estivo Regionale del 22 giugno scorso. Il Settore Arti Marziali è stato anche protagonista attivo nel weekend di prevenzione Salute e Benessere svolto a Poseidone dal 10 al 12 maggio. Nello specifico, sono state svolte esibizioni riguardanti il Taekwondo, Aikido, Judo, Yoseikan Budo, Kung fu, Ju Jitsu e Karate, oltre a danza e Sito web: www.mspsicilia.it

32


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI capoeira. Anche il Karate si è contraddistinto in questi mesi per una proposta ricca di contenuti a favore dell’associazionismo di base siciliano. Stage, passaggi di cintura, la 19.a Coppa Natale, il 15° Trofeo dell’Amicizia

e la recente Coppa MSP di Karate hanno fatto da cornice a una disciplina sportiva da sempre sostenuta dal nostro Ente. Dal karate alla Kick Boxing. A cavallo tra il 2018 e il 2019 si è tenuto il Corso di Formazione per allenatore mentre tra le attività sportive ci piace sottolineare il grande successo del Trofeo Bushido Memorial Soldano di Sciacca, la 2.a Coppa Sicilia Karate Point e il Campus Estivo che si è tenuto ad inizio giugno presso Città del Mare. Un ringraziamento va anche ai no-

stri Comitati periferici per il lavoro svolto quest’anno. Il Comitato Provinciale Ragusa si è molto concentrato sulla promozione dell’attività formativa, con l’organizzazione in questo anno di Corsi di formazione per Istruttori “Ginnastica per tutti”, “Body Building” e Personal Trainer e di Corsi di aggiornamento e conversione diplomi nel settore kick boxing e karate. Per quanto riguarda le attività sportive, da citare la manifestazione All Fitness nel novembre scorso e il Campionato Regionale di Karate di inizio anno. Il Comitato Palermo ha coadiuvato l’organizzazione dei Campionati di Ginnastica Artistica che nel 2019 ha riscosso un’enorme partecipazione di partecipanti, con oltre 400 atleti a gareggiare nelle diverse competizioni. Il Settore ha infatti organizzato, da febbraio a marzo, tre tappe del Campionato int e r p r ov i n c i a l e con chiusura per il Trofeo Gym e quattro tappe, da aprile a giugno, del Campionato Regionale. Tutte svolte nel capoluogo siciliano. Sempre a Palermo, da sottolineare gli eventi svolti nella disciplina della bicicletta, come ad esempio la scuola di ciclismo dell’ASD Tour e Bike

svolta all’interno del contesto “Ciclismo, scuola e ambiente”. I Comitati di Trapani ed Agrigento hanno portato avanti, con molte soddisfazioni, il Campionato Regionale di Nuoto, iniziato lo scorso novembre e terminato il 30 giugno. Sei tappe, svolte a Cammarata, Menfi, Enna, Alcamo, Trapani ed Aragona, che hanno rappresentato un valore aggiunto da promuovere presso le società affiliate MSP riguardo la disciplina del nuoto. Infine, il Comitato Provinciale di Messina, molto attivo sul territorio come dimostrano le attività svolte da inizio stagione, dal campionato di calcio a quello interprovinciale di

karate, dalla gara interprovinciale di Ginnastica ritmica e il Carnevale di Messina al Grand opening Winter League Basket e Volley fino a campagne di sensibilizzazione su temi sociali come la manifestazione “Lo sport in maglia rosa” contro la violenza sulle donne.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lazio, gli ingredienti giusti per promuovere lo sport Comitato Regionale attivo in tutto il territorio. Apre il nuovo Settore di rievocazioni storiche

I

l Comitato MSP Lazio ha sostenuto con grande impegno la promozione sportiva su tutto il territorio della Regione, cercando di portare le attività sportive nelle cinque Province, così come prevedono i nuovi Regolamenti CONI. Per la stagione sportiva che sta per chiudersi, ottimi risultati dal settore arti marziali e danze caraibiche. In quest’ultimo campo, sono state confermate le manifestazioni già svolte nell’anno precedente, in ultimo la Coppa Lazio svolta lo scorso maggio al Pianeta D di Pomezia con in programma gare di coppia (salsa cubana, bachata, salsa portoricana, merengue e bachata competition), gare di gruppo (rueda, show caraibico, danza moderna, choreografic team, social dance, danza del ventre) e gare di solo (salsa shine, show caraibico, danza moderna e danza del ventre). Una manifestazione che ha raccolto un vasto numero di adesioni e partecipanti da parte delle asso-

ciazioni affiliate. un evento multidisciplinare di Sport Il Settore sta già programmando la in Piazza che si terrà nella prima setprossima stagione così come il Set- timana di Settembre a Piedimonte

tore Karate Arti Marziali, che sarà composto di attività sportiva e formativa in tutta la Regione per andare incontro alle esigenze del mondo sportivo, per il relativo riconoscimento delle finalità sportive. MSP Lazio ha in programma inoltre

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/comitatolazio/ 34

San Germano in provincia di Frosinone. Infine, apre il Settore di Rievocazioni storiche, attraverso il quale saranno messe in scena esibizioni con costumi propri del periodo medioevale.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Roma, impegno ripagato Nuoto, Calcio, Golf, Equitazione, Danza, Padel e Seminari fiscali: il Comitato Provinciale nel 2018-19 ha organizzato tantissime attività sportive rivolte alle proprie ASD/SSD affiliate

U

n anno strepitoso per MSP Roma. Il Comitato Provinciale, nella stagione sportiva 2018-19, ha ampliato notevolmente il portafoglio delle proprie attività sportive e formative, alla costante ricerca di un servizio sempre più altamente professionale da offrire alle proprie società affiliate. Il bilancio è di tutto rispetto: 66 squadre partecipanti alla Coppa dei Club e due Circuiti amatoriali di Padel per un totale di 12 tappe, due edizioni della Gold Cup-Notte delle Stelle completamente gratuite per le associazioni di danza, ballo ed aerobica; due Trofei di Nuoto e Nuoto Sincronizzato; una manifestazione rivolta al popolo della Terza Età, tre squadre di calcio qualificate alle Finali Nazionali MSP Italia svolte a Rimini; la prima manifestazione del Settore Equitazione dello scorso giugno, l’apertura del Settore Golf durante l’Earth Day Italia a Villa Borghese e il Seminario fiscale svolto a febbraio alla Scuola dello Sport del CONI con il sold out delle presenze in aula. Un cammino che ci rende orgogliosi di quanto fatto ma che rappresenta il trampolino di lancio per futuri e ambiziosi obiettivi. Le nuove normative fiscali e le direttive CONI impongono un servizio sempre più attento alle esigenze delle

nostre associazioni ed è per questo motivo che un sabato al mese la nostra sede apre le porte alle associazioni affiliate, che ricevono ogni 15 giorni una newsletter con tutti gli approfondimenti giuridico-fiscali, per una consulenza gratuita tramite la collaborazione del Centro Fisco del CQN MSP Italia. Proprio le ultime norme CONI prevedono l’obbligo della partecipazione ad attività sportive organizzate dall’Ente e MSP Roma rappresenta un valido interlocutore

per tutte quelle associazioni che hanno bisogno di un Ente che organizzi attività vera sul territorio. Stiamo già programmando la prossima stagione sportiva che vedrà allo start l’inizio di un nuovo cammino con la Scuola Barrio Tango attraverso la quale saranno organizzate durante l’anno tanti eventi di promozione sportiva.

Sito web: www.msproma.it – Pagina Fb: www.facebook.com/MspRoma 35


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Veneto, ripartire dallo sport di base MSP Verona, concluse le Fasi Provinciali e Regionali di calcio a 5 MSP Venezia, una realtà affermata MSP Vicenza, vera essenza della promozione sportiva

MSP VERONA

Maggio è il mese della verità per il campionato provinciale MSP di calcio a 5, il mese in cui tutti i verdetti sono emessi direttamente dal campo. Come quindi ogni anno, si sono disputate le finali, ovviamente all’interno dell’AGSM Arena, tempio dello sport indoor veronese. A sfidarsi c’erano due squadre che si conoscono mol-

to bene, ovvero la Rizza Calcio a 5 e il Corvinul Hunedoara. Una Finale che ha visto la vittoria del Rizza per 3-0, laureandosi così per la prima volta Campione Provinciale MSP, vincendo contro una formazione che sembrava imbattibile. Accanto alla Finale principale, si è svolto anche il Trofeo AGSM, per il play out, dove all’appuntamento finale si sono incontrate il Gengiva ASD e la Dinamo Santa Canara, centrando così la promozione in Serie A1. In campionato queste due squadre si sono già incontrate, poiché erano inserite nello stesso girone. In entrambi i casi a vincere è stato il Gengiva, che però è riuscito a finire la stagione al terzo posto. Anche in questo caso, a vincere è stato il Gengiva, che si è imposto per 2 a 1 e ha conquistato il Trofeo AGSM. L’ultimo appuntamento della giornata è stata la fina36

lissima della coppa di B, che ha visto fronteggiarsi la Five Cuori e Avanzi e il Basarabia. Entrambe le squadre hanno avuto un cammino lineare in stagione, perché hanno vinto senza troppe difficoltà il loro girone di campionato. La maggiore esperienza della Five ha poi permesso di portare a termine la partita da vincitori, con il punteggio finale di 5 a 2.

Sito web: www.mspverona.it - www.mspveneto.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI MSP VENEZIA

Attraverso il Campionato di pattinaggio artistico a rotelle (R.D. Bettinelli), la stagione 2019, ha visto un ulteriore incremento di atleti e Asd tutte marchiate Msp Italia. Il format gare, ormai sta decollando in molte regioni d’ Italia, da qui la necessità di creare un corso specifico di formazione per diventare ufficiali di gara, a febbraio a Marcon presso l’hotel Antony palace si è tenuto il primo corso e ben 20 giudici hanno superato brillantemente l’esame, giudici provenienti dal Veneto, Friuli Venezia

ter gestire atleti che noi amiamo chiamare (farfalle speciali). Siamo davvero felice ed orgogliosi per tutto questo movimento. Sempre attraverso il comitato Venezia, abbiamo sviluppato dei corsi di danze caraibiche e portoricane e molto probabilmente, sempre da settembre, il settore danza verrà sviluppato ulteriormente su tutto il territorio provinciale. Attraverso una stretta collaborazione con una catena di abbigliamento sportivo per il 2020, ci saranno grandi novità/ eventi di running, Nordik walking, e non da ultime le nostre passeggiate culturali abbinando lo sport alla cultura.

Giulia, Sicilia, che con grande entusiasmo e professionalità si alternano alle varie fasi di campionato. A settembre partirà anche il primo corso allenatori Msp Italia pattinaggio artistico a rotelle ed all’interno del Corso si terranno anche delle lezioni specifiche per poPagine Facebook: www.facebook.com/mspvenezia - www.facebook.com/mspbelluno

MSP VICENZA Si è concluso il primo semestre della promozione sportiva del Comitato Provinciale di Vicenza MSP Italia, che ha in visto in primo piano tutte le attività proposte e svolte dalla ASD Ju Jitsu Club Dueville e ASD Fior di Loto 7 per il Settore Ju Jitsu portando in Europa il nostro

Ente, oltre al territorio locale e nazionale con la partecipazione al MSP Day 2019 a Rimini. Un ringraziamento va a tutte le ASD del Comitato di Vicenza per la collaborazione e promozione sportiva. Il secondo semestre sportivo 2019 vedrà subito il Comitato in prima linea con la partecipazione alla Festa dello

Sport di Dueville, con le ASD di settore, oltre che alla partecipazione in Ungheria ad un Seminario dell’Asahi Dojo International Association (A.D.I.A) Daniel Blanchet Hanshi Japon, anche Tecnico MSP Italia, fino ad organizzare un evento sportivo MSP Italia –A.D.I.A ad ottobre nel Veneto. Il Comitato MSP Italia di Vicenza si avvale della dedizione e della passione dei suoi dirigenti, tecnici ed atleti, che costituiscono il motore e l’essenza stessa di tutte le attività sportive, sia amatoriali che ricreative, sulla base di un puro volontariato.

Pagina Facebook: www.facebook.com/msp.vicenza 37


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Toscana, Street Workout da record

Unire benessere e cultura il tema di questa manifestazione alla quale hanno aderito oltre 250 partecipanti “Street Workout" è un tipo di Fitness musicale all'aperto che offre la possibilità di trasferire la musica e la voce del coach, su gruppi enormi di persone, permettendo di unire il gruppo, di veicolare ritmo, informazioni e istruzioni, coinvolgendo ed emozionando. Si tratta di un evento che offre la possibilità di sfruttare i luoghi più suggestivi e storici delle aree urbane, in modo che si possano abbinare o affiancare all'attività fisica musicale, il trasferimento di contenuti culturali che vanno ad arricchire l’esperienza sportiva così da renderla unica. Un modo del tutto nuovo per unire benessere e cultura! Il percorso si svolgerà dunque nelle vie più caratteristiche della città di Pistoia, andando a toccare i maggiori monumenti e punti di interesse.

Sito web: www.msptoscana.it - www.facebook.com/msptoscana 38


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Prato, chiusura in bellezza Record di 112 squadre iscritte ai torni estivi di calcio a 5 e a 7. Cresce l’attività nelle altre discipline sportive

N

ella splendida cornice del Prato City, davanti alle massime autorità del CONI, il 29 Maggio si sono svolte le premiazioni dell'attività sportiva invernale targata MSP Comitato Provinciale di Prato per le discipline legate al Calcio. Davanti ad un folto pubblico sono state premiate le migliori squadre partecipanti ai campionati di serie A e serie B di calcio a 5 e calcio a 7, manifestazioni queste che hanno visto al via più di Sito web: www.mspprato.it

50 società. Una volta terminata la consegna delle coppe, l'attenzione si è spostata sui sorteggi dei tornei estivi, che hanno visto il numero record di 112 società iscritte e pronte a darsi battaglia fino a fine luglio. Prosegue anche lo sviluppo del Comitato in tante attività quali il Body Building, la Danza Sportiva, il Bridge, il Ciclismo, il Fitness, la Pole Dance, la Ginnastica per la Terza Età. Grande soddisfazione all'interno del Comitato Provinciale per l'ennesima stagione che ha visto segnare numeri da record per l'attività sportiva proposta.

39


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Firenze, novità in cantiere

G

Il Comitato Provinciale si rilancia con una proposta a 360° per tutte le età randi novità per il Comitato Msp Firenze, che rinnova una parte del consiglio direttivo e si rilancia a 360° con proposte innovative per tutte le età. La sfida è aperta ma in pratica è già vinta. Da settembre una nuova, prestigiosa, sede e l'unico sito internet riconosciuto www.mspfirenze.org che sta dando grandi risultati. Tanti corsi

rentina con cui porteremo avanti svariati progetti legati al calcio e ai centri estivi con giocatori di serie A e il corso animatore ludico sportivo che inizierà nel mese di marzo con Simone Bertini responsabile dei corsi del settore calcio giovanile FIGC. Non meno interessanti gli altri corsi di formazione come quello per operatore ludico motorio, in programma ad aprile, organizzato dalla dottoressa Paola

mo inoltre iniziato una collaborazione con il Comune di Firenze con il progetto "ginnastica per la memoria", organizzato dalle dott. sse Irene Mosele e Elena Armaroli, rivolto essenzialmente alla terza età. Entreremo in una cinquantina di strutture legate appunto al Comune di Firenze. Stiamo inoltre portando avanti, con successo, in molti centri Msp, i corsi AFA riconosciuti dalla Regione Toscana.

di formazione, tenuti da formatori altamente professionali, tutti laureati. Tra i tanti citiamo il prof. Francesco D'Alessandro, personal trainer nei quadri dell'A.C. Fio-

Coppi, nuovo vice presidente di Msp Firenze e quelli dedicati alle arti marziali e soprattutto difesa donna, che ha avuto il consenso anche del Consiglio Regionale della Toscana, con il responsabile di settore Fabio Bonciani. Abbia-

Da settembre, prenderanno vita nuovi progetti in alcune scuole primarie e secondarie con istruttori Msp. Molte altre novità sono in cantiere, che coinvolgeranno bambini in età scolare e con disabilità.

Sito web: www.mspfirenze.org 40


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Piemonte, il successo della danza!

Abbiamo festeggiato il decimo anno insieme con il XX evento creato al PalaGiaveno: un vero trionfo!

L

a manifestazione si è svolta il 14 aprile 2019 dalle ore 9.00 del mattino alle ore 21 Una vera e propria domenica all’insegna del ballo! Circa 900 danzatori di varie discipline coinvolte, 50 scuole di danza del Piemonte e non, uno staff tecnico di almeno 40 persone: un traguardo non da poco, visto che la danza sportiva è un’attività che richiede un grande impegno fisico e mentale. Oltre alle classiche gare si è svolto anche un trofeo dedicato allo Show Dance, un momento in cui l’audacia dei coreografi e l’interpretazione dei danzatori hanno regnato sovrani. La manifestazione si è svolta con un’impeccabile organizzazione che è il frutto del duro lavoro di questi anni dello staff di MSP Piemonte. I progetti creati dalla Maestra Lisabeth Gentile (responsabile del settore, professionista in varie discipline, premiata “Benemerito dello sport piemontese ed europeo” da Aces Europe) raggiungono nuovi traguardi. La novita di quest’anno vede nuove idee per i corsi di riqualifica per i tecnici del settore: sono state create infatti formule studiate per soddisfare gli specialisti delle varie discipline di danza cercando di aggiornare le competenze senza tralasciare l’importanza della tradizione di repertorio. Accanto a questi corsi troviamo una vera e propria Formazione regionale per i danzatori, che ha riscosso un ottimo risultato anche tra i giovani. I seminari sono stai ideati con percorsi da seguire sulla Danza Classica, danza moderna, hip hop, danza orientale e danze caraibiche. Per quanto riguarda i progetti proposti in ambito scolastico, il settore danza del MSP Piemonte è fortemente in crescita. La competenza e l’originalità dei laboratori hanno suscitato l’interesse di molti istituti e docenti, tanto da triplicare gli utenti coinvolti rispetto il 2018. I laboratori di MSP Piemonte rispondono all'esigenza di un percorso specifico altamente professionale ma al contempo accessibile ed immediata funziona operativa da utilizzare in ambito scolastico. Msp Danza Piemonte si inventa e si reinventa cercando sempre strade nuove per realizzare momenti in cui si può creare la magia della danza.

Sito web: mspitalia.it/piemonte 41


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Campania, forte legame con il territorio Socialità ed aggregazione i valori condivisi dal Comitato Regionale nella promozione dello sport

I

l Comitato Regionale MSP Campania insieme al MSP Napoli si è contraddistinto in questi mesi per diverse attività sportive che hanno coniugato socialità, aggregazione e divertimento. Partiamo dalle le finali dei tornei di calcio a 5 MSP Napoli 2019, svolte nelle prime due settimane di giugno. Hanno partecipato oltre 500 bambini e ragazzi di tutte le categorie giovanili impegnati nei palazzetti indoor e sui campi all’aperto fino al 15 giugno per festeggiare, con grande partecipazione dei genitori, la vittoria dello sport come elemento di crescita personale e di aggregazione sociale. Le manifestazioni si sono svolte in un contesto di estrema sportività con la premiazione di tutti i partecipanti ad avvalorare l’importanza della promozione sportiva ad offrire occasioni di crescita, di inclusione sociale e pari opportunità a tutti. Dal calcio alla danza e ginnastica: dal 1 al 22 giugno MSP Campania ha realizzato in tre prestigiosi Teatri di Napoli una serie di eventi di danza sportiva e ginnastica ritmica aperti alle diverse categorie giovanili partecipanti. Gli eventi hanno coinvolto diverse centi-

42

naia di ballerine e ballerini partecipanti nei diversi gruppi associativi di appartenenza con oltre diecimila spettatori intervenuti tra le diverse manifestazio-

pia ha collaborato alle manifestazioni tenutesi nei giorni 24 e 25 giugno 2019 in occasione del quinto anniversario della scomparsa di Ciro Esposito, tifo-

ni. I programmi tecnici realizzati con entusiasmo sono stati liberamente scelti ed interpretati dalle associazioni partecipanti. Tutte le associazioni ed i partecipanti sono stati premiati con la certezza di aver realizzato attraverso la promozione sportiva un importante momento di crescita culturale, sociale e civile ed ancora una volta nuove occasioni di formazione permanente e pari opportunità. Infine, MSP Napoli in qualità di partner dell’Istituto ALPI LEVI di Scam-

so napoletano scomparso ormai 5 anni fa, con il tema portante lo slogan: “D’Amore non si muore”. In questi giorni di memoria e ricordo si è ritenuto di sensibilizzare i giovani e la città tutta, ad una costante riflessione sul tema della legalità, della giustizia sociale ed al rispetto non solo del prossimo ma anche delle regole, continuando a diffondere un messaggio di speranza e pace. Sito web: www.mspcampania.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Marche, rassegna di composizione coreografica 2019

S

Atleti e ballerini si sono esibiti al teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno lo scorso 24 aprile i è svolta Mercoledi 24 aprile alle ore 21,00 la Rassegna di composizione Coreografica organizzata dal Movimento Sportivo Popolare Marche con il Patrocinio del Comune di Ascoli Piceno. Alla Rassegna hanno partecipato le Associazioni Sportive Dilettantistiche aderenti al MSP Italia provenienti da tutta la provincia. Atleti e ballerini delle scuole di danza e ballo si sono esibiti seguendo generi coreografici diversi come la Ginnastica Artistica e coreografica, danza modern Jazz, danza classica e contemporanea, videodance, zumba, break dance e power-yoga. La presentazione dell’evento è stata affidata al bravissimo cronista di “Radio Dimensione Suono” Francesco Pasquali, mentre le belle coreografie e la preparazione degli atleti hanno reso l'evento ricco di emozioni. Per il resto, il pubblico presente ha sostenuto con numerosi applausi i protagonisti. Essendo una rassegna non ci sono stati né vinti né vincitori, tutti hanno vinto ed a tutte le società partecipanti sono stati consegnati una targa ed un attestato di partecipazione. Attraverso la Rassegna di Composizione Coreografica Movimento Sportivo Popolare Marche intende ringraziare insegnanti, e presidenti delle Associazioni per la disponibilità , passione sportiva e perseverante partecipazione alle attività dell’Ente nel corso degli anni.

Sito web: mspitalia.it/marche 43


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Abruzzo, a protezione del mare Iniziata il 23 giugno la Campagna di Pulizia dei Fondali dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano

D

omenica 23 giugno 2019 ha avuto inizio la campagna di Pulizia dei Fondali del medio Adriatico con la collaborazione dell’ A.S.D. OBI-WAN DIVERS di Teramo e di tutti i subacquei che amano il

mare. L’obiettivo della campagna è di trasformare un’operazione di Pulizia dei Fondali in momenti di aggregazione, collaborazione, educazione e promozione turistica. Generalmente la pulizia dei fondali si associa ad una non buona qualità dell’ambiente. In realtà alla Torre di Cerrano, prima località della campagna di pulizia, la qualità dell’ambiente e delle acque è eccellente ma per le caratteristiche del Mare Adriatico e per il gioco delle correnti gli scogli ed i ruderi sommersi diventano una barriera per i rifiuti che galleggiano sul mare, viaggiano e poi affondano. Lo specchio d’acqua dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, località del comune di Pineto (Prov. TERAMO), presenta due tipologie ambientali ben distinte ed in stretta relazione tra esse. I tipici fondali sabbiosi adriatici, che caratterizzano la porzione più estesa dell’area, e alcune parti di scogliere di fondo, determinate sia da massi semisommersi dell’antico porto di ATRI (Hatria) che dalle strutture sommerse dell’oasi marina, oltre che da alcuni affioramenti di formazioni geologiche conglomeratiche. Nell’area è presente un buon numero di specie animaSito web: https://mspitalia.it/abruzzo/

44

li marine sia pelagiche che bentoniche e un piccolo ma nutrito contingente di specie vegetali. Oltre ai bellissimi esemplari di un piccolo e raro gasteropode dell’adriatico, come la trivia adriatica, e alle imponenti biocostruzioni della sabellaria halcoki, nell’ambiente subacqueo è facile imbattersi svariate specie di pesci e di molluschi tra i quali spiccano gronchi, spigole, sogliole e saraghi che vivono a contatto con i fondali sabbiosi caratterizzati da estesi e importanti banchi di chamalea gallina ( vongola comune). Il mare più denso di rifiuti è il Mar Adriatico con 27 rifiuti galleggianti per ogni kmq di mare, un bacino che si distingue anche per la quantità di rifiuti plastici derivanti dalla pesca: il 20%, è costituito da reti e polistirolo galleggiante, frammenti o intere cassette che si usano per contenere il pescato, percentuale che viene superata solo dalle buste di plastica (41%) e dai frammenti di plastica (22%), il resto è rappresentato da vetro e metalli ferrosi (barattoli, lattine, ecc.) Procedere con queste operazioni ambientali significa salvaguardare e preservare un ambiente unico e una riserva marina speciale offre ai visitatori, subacquei e appassionati tanti angoli di vera natura. L’ambiente marino costituisce un patrimonio prezioso che deve essere salvaguardato e, ove possibile, ripristinato al fine ultimo di mantenere la biodiversità e preservare la diversità e la vitalità dei mari che siano puliti, sani e produttivi.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Valle d’Aosta, riprendere il cammino A settembre riparte la programmazione dei Corsi di formazione. Il Comitato darà supporto alla candidatura ACES Europe della Comunità Valle del Monte Bianco

I

l Comitato Regionale MSP Valle d’Aosta riprende il suo cammino per dare supporto all’attività delle associazioni, sia già affiliate sia quelle che hanno da poco sposato la causa del MSP. Una breve sintesi di quanto fatto finora: l’ASD Prosport 11 ha organizzato una pedalata in occasione della tappa del giro d’Italia, simulando lo stesso percorso nella specialità dell’indoor ciclyng. La nuova associazione ASD Arrampicata si è distinta invece nei corsi di arrampicata per bambini, iniziati la scorsa primavera e terminati a giugno. Da citare anche le attività del Velo Club nel settore mountain bike e dell’Associazione tre Mountain che il 2-3 agosto ha in calendario una gara di trail mountain in montagna. MSP Valle d’Aosta inoltre darà supporto alla candidatura della Valle del Monte Bianco, con capofila il Comune di Courmayeur e candidato al titolo di European Community of Sport 2021, rilasciato da ACES Europe. Infine, il Comitato Regionale è intenzionato a riprendere da settembre il discorso relativo alla formazione, con la programmazione di corsi nel campo del fitness e del wellness.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MSP-Valle-dAosta

MSP Puglia, 2° Campionato Open del Sud Più di 1000 atleti hanno partecipato lo scorso marzo alla manifestazione di danza sportiva svolta al Palamazzola

I

l Comitato Regionale MSP Puglia ha organizzato il giorno 10 Marzo 2019 “2° Campionato Open del Sud 2019”. La manifestazione di danza sportiva ha ottenuto un ottimo risultato in numero di partecipanti ed eccellenza artistica. Le associazioni partecipanti sono state più di trenta con gli atleti partecipanti che hanno superato le 1000 presenze suddivise nelle varie discipline: Coreographic Team, Sincro Dance, Sincro Latino, Show Dance, Ballo Moderno, Assolo, Duo, Duo Latino, Hip Hop, Fitness Dance. Lo staff tecnico era composto da maestri diplomati in danza sportiva con ospite d’onore Antonio Mazzulli, Presidente Regionale ANMB Puglia. Il pubblico, numerosissimo, è stato molto partecipe durante le esibizioni ed ha riempito gli spalti del Palamazzola, restando molto soddisfatto dell’andamento della giornata.

Sito web: https://mspitalia.it/puglia/ 45


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Padel targato MSP Emilia Romagna Cresce il movimento amatoriale nella Regione con oltre 20 squadre partecipanti alla Coppa dei Club. In estate in programma attività di beach E’ stato un anno sportivo intenso e pieno di attività quello 2018/19. E non è ancora finito perchè nella nostra Regione lo sport in estate non finisce. La sabbia diventa regina e la spiaggia location di eventi. Ma non solo il mare sarà protagoni-

zione a dir poco colossale che ha visto i nostri collaboratori impegnati sui vari fronti su un territorio vasto e lungo. Si sono svolti anche tornei di calcio a 5 maschile e femminile che hanno permesso questo anno di presentare al MSP Day 2019

la partecipazione di atleti che seguiti dal maestro Angel Ruiz per coloro i quali vogliono perfezionare le loro abilità. In luglio a Tor-

Camp di Pallacanestro per giovani promesse in collaborazione con la V Edizioni SSD e la super visione di Maurizio Ferro, coach ed ex

sta. Ripercorriamo alcune tappe che hanno contraddistinto l’anno e poi parliamo delle iniziative in corso. Il Padel ha avuto un successo notevole: ben 20 club hanno partecipato al campionato regionale amatoriale a squadre, oltre 450 atleti coinvolti. Un torneo che ha visto coinvolte squadre di tutte le province emiliano romagnole, più Pesaro e la Repubblica di San Marino. Suddivise in 5 gironi da quattro squadre hanno dato vita ad un campionato di grande qualità tecnica iniziato a gennaio e terminato a maggio con le finali regionali. E’ stata una organizza-

squadre in rappresentanza della Regione. Abbiamo poi ospitato il Corso di Formazione Istruttori di Padel svoltesi a Ravenna presso I-Padel e nella stessa location le Finali nazionali di Padel.

re Pedrera in collaborazione con CT up Tennis Rimini e la rivista Superpadel un fine settimana con la Padel Holiday Cup, competizione a squadre con premi in materiale sportivo, eventi e divertimento. In programma in questa

Sempre nel Padel sono stati organizzati ed ancora in corso il Riccione Padel Stage in collaborazione con TC Riccione che ha visto e vede

estate il Circuito Padel Race Cup con 5 tappe e Master finale, un grande torneo di Beach tennis. In corso abbiamo il Rimini Summer

giocatore professionista. Sul fronte organizzativo abbiamo costituito due nuovi comitati provinciali: Piacenza con Daniele Margarita e Ravenna con Claudio Lolli che ci aiuteranno a fare crescere il nostro movimento nella Regione. Un grande grazie per la dedizione e la collaborazione al Comitato Provinciale MSP Rimini. Un ringraziamento doveroso va poi alle aziende che hanno collaborato alle nostre iniziative; Decathlon Savignano, Angolo della Piada Riccione, Merli Sport Ravenna, Top Sport Factory Riccione, Piacere Spiaggia Rimini, Miramare Joy, Baraka’s, TipoLito Silvagni, Devira Viaggi Rimini.

Pagina Facebook: https://it-it.facebook.com/pg/MOVIMENTO-SPORTIVO-POPOLARE -ITALIA-COMITATO-REGIONALE-EMILIA-ROMAGNA 46


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Ferrara, visione del futuro Il Comitato fa dell’informazione costante ed aggiornata il suo tratto distintivo, come dimostrato dall’organizzazione di seminari e tavole rotonde rivolte ad ASD/SSD e professionisti del settore

M

SP Ferrara apre il nuovo anno all'insegna della formazione. L'elemento che contraddistingue il Comitato di Ferrara è l'informazione. Oltre ad organizzare come di consueto seminari fiscali, volti ad implementare le conoscenze in campo fiscale e giuslavoristico, costanti sono i continui aggiornamenti che il Comitato invia periodicamente ai propri affiliati, nella consapevolezza di rendere un servizio quanto mai necessario e fondamentale per la corretta gestione fiscale delle associazioni sportive. Marketing e management sportivo sono stati gli altri temi discussi in corsi dedicati ai dirigenti sportivi che hanno accolto e fatto propri gli argomenti sviluppati dalla Dottoressa Lisa Lucchini quali ad esempio "come costruire una offerta che interessa / cosa posso offrire ai miei associati / quali sono i punti di forza e debolezza / quali sono i risultati che si vogliono raggiungere / quali caratteristiche rendono le nostre offerte uniche e diversificate” Altro importante appuntamento si è te-

nuto a Comacchio lo scorso 18 maggio un Convegno, patrocinato dal Comune di Comacchio, dal titolo "Comacchio una città che si muove: l'attività fisica come benessere e crescita di una comunità solidale”. Molte esperienze a confronto, lo sport inteso come elemento di integrazione per superare le barriere, come valore educativo, come sport e territorio espresso tra i molteplici progetti che le varie Associazioni ed Enti del Terzo Settore a fianco dell'amministrazione comunale hanno realizzato per evidenziare l'importanza dell'attività fisica lungo tutto l'arco della vita, affinché le persone diventino meno sedentarie e sfruttino le proprie capacità motorie per migliorare la propria salute a tutte le età stimolando le sani abitudini dalla socialità al divertimento tramite lo sport, inteso come attività fisica per tutti bambini/ragazzi/adulti/anzianie famiglie. Uno dei tanti progetti in tal senso è il Nordic Walking che anche quest'anno ha calendarizzato cinque uscite a partire dal mese di maggio per concludersi

il 15 settembre prossimo con una gara che avrà la sua base di partenza su viale Delle Querce a Lido degli Estensi davanti all'Hotel Logonovo. Altro importante evento che il Comitato di Ferrara ha realizzato in collaborazione con il settore Ginnastica Ritmica dell'Ente sono state le fasi finali di ginnastica ritmica che hanno visto la partecipazioni di 400 atlete comprese tra i 6 e i 17 anni provenienti da tutto il territorio nazionale. Manifestazione che ha ottenuto un enorme successo sia dal punto di vista sportivo che per tutto il pubblico presente.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MSP-Ferrara 47


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP L’Aquila, voglia di stupire Il Comitato Provinciale ha marcato da subito la sua presenza sul territorio, partecipando alla Festa Nazionale dello Sport CONI ed organizzando Corsi di Formazione

L

a famiglia MSP si arricchisce di un nuovo Comitato, per continuare il lavoro di promozione sportiva da svolgere in tutto il territorio nazionale. Il Comitato Provinciale MSP L’Aquila ha iniziato il suo percorso mettendosi subito a disposizione dell’associazionismo di base ed organizzando attività con e per loro. Il 2 giugno, MSP L’Aquila è stato presente alla Festa Nazionale dello Sport promossa dal CONI; all’interno della rassegna, il Comitato è stato presente con uno stand informativo ed esibizioni come per esempio dell’ASD Federlibertas per la ginnastica ritmica e l’ASD Le Siepi Country Farm. Una giornata davvero intensa ed importante per farci conoscere e per incrementare la nostra presenza in tutta la provincia. Abbiamo iniziato inoltre anche l’attività formativa

partendo dal Corso di formazione per Istruttori ludico-sportivi. Stiamo infine già programmando la prossima stagione, con lo scopo di stare sempre di più al fianco

delle associazioni sportive ed organizzando insieme attività sportiva da promuovere sul nostro territorio.

Pagina fb: https://www.facebook.com/paginamsplaquila/

MSP Perugia, Body Building d’eccellenza Corsi di formazione e la gara Barocca Estetic del prossimo 27 ottobre: Comitato Provinciale all’avanguardia in questo Settore

M

SP Perugia continua il suo percorso di promozione sportiva. Accanto ai tradizionali campionati di calcio a 5 con diverse formazioni portate alle Finali Nazionali del MSP Day 2019 a Rimini, il Comitato Provinciale è attivo anche nel ramo della formazione. Lo scorso 15-16 giugno si è tenuto infatti a Limbiate il Corso di formazione per il Settore Natural Body Building presso la palestra affiliata Aqvasport. Il corso ha puntato ad una altissima qualità mettendo a disposizione quattro docenti in sole due giornate tutti altamente specializzati in questo ambito della preparazione fisico atletica. Intanto si scaldano già i motori per la seconda edizione della Barocca Estetic, la gara estetica di body building che si terrà il prossimo 27 ottobre sempre a Foligno (Città Europea dello Sport 2018). Dopo l’enorme successo della 1.a edizione, si aspetta una ricezione nazionale per la gara più importante del Centro Italia. Sito web: https://mspitalia.it/umbria/

48


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Sport e attività formativa MSP in Calabria

Ottima riuscita del Concorso di Danza con quasi 500 ballerini sul palco. Corsi di formazione di alta qualità in tutta la Regione

A

ttività sportiva e formativa legano la Calabria ai Comitati MSP del territorio. Il Comitato Provinciale MSP Cosenza negli ultimi mesi si è impegnato a fondo per offrire alle proprie associazioni affiliate un prodotto di qualità sia per quanto riguarda il livello formativo che sportivo, così come disposto dalle normative CONI. Il 14 aprile scorso presso il Teatro Auditorium di Rende, si è svolto il Concorso di Danza che ha visto esibirsi ben 489 ballerini appartenenti a 26 associazioni e scuole di danza di tutto il Centro Sud. Giuria d’eccezione (Clelia Santulli - Gianmarco Passanti - Davide Nardi - Jonnhy Stellato), all’interno della rassegna, organizzata dal Settore Danze Accademiche, Lega Danza Calabria e MSP Cosenza, sono state consegnate borse di studio singole e gruppo. Accanto all’attività sportiva, in questo 2019 sono stati svolti anche dei Corsi di Formazione per incrementare la qualità degli Istruttori MSP. Il 6 aprile a Terranova da Sibari, hanno partecipato 12 partecipanti al Corso

di formazione per Istruttori di nuoto e sport acquatici, svolto in collaborazione tra i Comitati MSP di Cosenza, Catanzaro e Vibo Valentia. Infine, anche nel settore Fitness ben 24 persone hanno partecipato ai quattro moduli (Body building, Alimentazione nutrizionale, elementi di ginnastica posturale, aspetti commerciali e fiscali svolti a Lamezia Terme, Grimaldi, Cosenza e CONI) per diventare Istruttore in questo Settore sempre più importante nella promozione dello sport.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/mspitalia.cosenza/ 49


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Tennis in carrozzina: un torneo all’insegna dell’inclusione MSP Milano ha sostenuto l’iniziativa svolta lo scorso 18 maggio a Cernusco presso il centro sportivo di via Buonarroti, insieme ad ASD Promo sport e ASD Tennis Cernusco

A

Cernusco è tornato per il quarto anno consecutivo il tennis in carrozzina grazie a ASD Promo sport e a SBS Wheelchair Tennis e ASD Tennis Cernusco. Questa disciplina paraolimpica è uno degli sport più apprezzati dai diversamente abili ed è proprio per questo che si è deciso di riproporre, per la terza edizione consecutiva, questo torneo. Il torneo, ideato proprio insieme a SBS

Wheelchair Tennis e al Prof Maurizio Fioravanti, ha la partecipazione dei giovani maestri di Promo Sport Andrea Mapelli e Federico Giordano.
 “La loro tenacia, voglia di fare sport ci ha spinto a organizzare questo evento – dichiarano gli organizzatori – un doppio di tennis misto in cui un normodotato gioca in Coppia con un ragazzo/a in carrozzina, in modo tale da favorire l’inclusione”. A sostenere l’iniziativa anche il Vice Presidente Vicario MSP Italia Enrico Albergo, che ha partecipato all’evento e alla premiazione finale: “Sono queste iniziative che ci rendono orgogliosi delle numerose attività or-

ganizzate sul territorio dalle nostre Asd affiliate. - ha dichiarato - In particolare, Cernusco sul Naviglio, nominata Città Europea dello Sport 2020, ha saputo distinguersi per la professionalità dei volontari delle

Promosport). Il torneo ha coinvolto giocatori di tutte le età e di entrambi i sessi. Una competizione avvincente che è stata seguita con molto entusiasmo da tutto il pubblico presente, a conferma che lo sport è per tutti e

nostre associazioni e il sostegno costante nel tempo da parte dell’Amministrazione comunale: una realtà fatta di persone, impianti, sfide e amicizie sportive che fanno umanamente ricco questo territorio”.

di tutti. In Italia il tennis in carrozzina è nato nel 1987 ed è oggi uno degli sport in più sensibile espansione praticato da atleti disabili. Nell'ambito della pratica sportiva agonistico-professio-

Dopo una mattinata di sfide sul campo si sono classificati per la finalissima Matteo Chieregato (Asd Promosport) ed Erik Trovasi (SBS Wheelchair Tennis), che hanno gareggiato contro Claudio Filipazzi (SBS Wheelchair Tennis) e il giovanissimo Gabriele Marangi (Asd

nale, oltre che per la qualità dei suoi atleti, l'Italia si distingue nell'organizzazione di eventi mondiali. Ogni anno ospita infatti otto tornei internazionali (alcuni dei quali tra i più importanti al mondo) oltre al Masters di doppio e ad una lunga lista di esibizioni e tornei promozionali.

Pagina fb: https://www.facebook.com/MSPComitatoMilano/ 50


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Serbatoio di attività

Ottimi risultati del Coordinamento interregionale Sud Italia, che nella stagione 2018-19 ha organizzato molteplici attività sportive e formative di Danza, Ginnastica, Fitness e Arti Marziali

U

n anno ricco di risultati per il Coordinamento Interregionale Sud Italia. Nell’anno sportivo 2018-19 sono stati infatti organizzati vari eventi in diverse discipline sportive. Partendo dalla danza, con lo scopo che venisse considerata un’arte e non solo un’attività fisica, fino al karate (con la collaborazione responsabile nazionale arti marziali Msp Maestro Manuel Bruno) e alla varia attività formativa, il Coordinamento si è posto all’avanguardia in un anno cruciale viste le nuove leggi e le direttive CONI. Svolgere attività sportive è diventato quindi un fatto inderogabile e il Coordinamento si è prodigato affinchè le associazioni affiliate potessero partecipanti agli eventi MSP. Sul fronte delle attività sportive, quindi, ci piace ricordare tutti gli eventi svolti in questi mesi: Kill the Beat Volume 6, 10° Trofeo Vesuvio, Show Your Dance, Campionato Interprovinciale, Interregionale e Regionale della Campania, Danza in Fiera Firenze 2018/19 e Campionato Interregionale di Matera con la partecipazione di 6 Regioni (Puglia, Abruzzo, Molise; Calabria, Campania e Basilicata). Anche il Settore della Formazione ha riscosso notevole gradimento tra i futuri tecnici: sono stati svolti infatti corsi di formazione nel settore Danza, Ginnastica, Body Building e Personal Trainer. Il Coordinamento Interregionale Sud Italia da sempre è attento anche alle tematiche legate alla salute e alla prevenzione. In questi mesi, come disposto dalle disposizioni legislative, sono stati svolto corsi BLSD per il 1° soccorso e agevolazioni per le visite medico sportivo, visto l’obbligo di certificazione che risiede ormai per la partecipazione ad attività sportive.

Coordinatore Interregionale Sud Italia: Salvatore Pucci 51


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

MSP Ciclismo: il giro d’Italia con i Trail

Il Settore è ormai arrivato ad essere un punto di riferimento per i cicloviaggiatori, grazie alla vasta offerta di Trail da percorrere, unita alla professionalità dello staff organizzatore

A

l terzo anno di attività del settore Ciclismo, MSP è arrivato ad essere considerato il punto di riferimento dei cicloviaggiatori. Quest’anno abbiamo in calendario oltre 20 eventi cicloturistici in ambito Bikepacking, che vanno dal Piemonte al Friuli, dal Trentino Alto Adige fino alla Puglia, dal Marzo fino a Ottobre. Gli eventi piu popolari e maggiormente riconosciuti dal sempre piu numeroso popolo dei cicloviaggiatori e cicloturisti sono nel calendario 2019 MSP, Ne citiamo alcuni: Tuscany Trail NorthCape4000, Veneto Gravel, Carso Trail Marche Trail, South Tyrol Trail, Tracks6000. Siamo ormai a metà stagione, quindi a metà calendario e le iscrizioni sono fin qui andate molto bene, ma soprattutto i commenti dei partecipanti sono molto entusiasti. Molto apprezzati da MSP sono la competenza del settore, la correttezza dei servizi e la perseveranza nel fare rispettare le “regole del gioco”: Certificato medico sportivo obbligatorio, Casco in testa obbligatorio e sistema di tracciamento in tempo reale per tutti, permettendo così ai partecipanti di essere sempre seguiti dagli organizzatori, da parenti e amici. Regole semplici che mettono sempre avanti a tutto la Sicurezza dei Ciclisti anche quando si pedala per divertimento e non per gareggiare.

Responsabile Nazionale di Settore: Rocco Filidoro 52


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Ginnastica Aerobica da Medaglia d’Oro! Agli Europei FISAF International di Cracovia ottimi risultati dei nostri atleti. Simone Mancini riporta il titolo iridato in Italia dopo 30 anni

G

li Europei FISAF International svolti lo scorso giugno a Cracovia hanno regalato all’Italia il titolo iridato dopo trenta anni di attesa. La spedizione azzurra di Ginnastica Aerobica, guidata da Andrea Marchetti, ha infatti riportato ottimi risultati che danno gloria e vanto agli atleti MSP Italia. Non si può non partire da Simone Mancini; l’atleta già plurimedagliato ha superato se stesso, conquistando a pieno titolo la medaglia d’oro nella Categoria individuale Maschile. Un risultato sicuramente strameritato per Simone che già nel suo personale palmares può già vantare tre medaglie di bronzo in competizioni internazionali FGI e la medaglia d’argento come vicecampione del mondo ANAC e Vicecampione del mondo FISAF International. E’ grazie a Simone Mancini che quindi il nostro Paese può riportare in Italia un titolo conquistato tanti anni fa da Viligiardi. Accanto a Simone Mancini, un’altra medaglia da applausi per Davide Serafini, che nella Categoria Senior ha conquistato la medaglia d’argento, divenendo quindi Vice Campione d’Europa. Risultati che sono giunti al termine di un percorso incredibile e faticoso ma che ha portato la ginnastica aerobica MSP in cima al tetto del mondo. Da citare anche i risultati delle altre atlete che hanno partecipato alla rassegna europea: Giulia Virdis sesta per la Categoria Individuale Femminile Junior, Federica Giulia Toscano e Giulia D’Annunzio settime nella Categoria Coppie Senior e il quinto posto per la coppa Valeria Vitale e Davide Serafini.

Un ringraziamento va infine a tutti i tecnici che hanno seguito la preparazione degli atleti in questi mesi e durante la competizione a Cracovia: Andrea Marchetti, Flavia Perelli, Eleonora Colangeli e il Giudice Antonio Maria Ribet.

53


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

In spiaggia noi pensiamo …allo SCI!

Al lavoro per i Convegni sugli Sci 2020: Sestriere e Cervinia le mete!

C

onto alla rovescia iniziato… siamo già pronti per i Convegni Scientifici sulla neve per i soci Sci Promotion, Associazione Italiana Professori educazione fisica sciatori, guidata dal Presidente Guido Bovolo. Settimane ‘bianche’ sugli sci autorizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con possibilità di esonero dall’insegnamento, nella settimana di convegno, per docenti di Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado e Dirigenti scolastici e riconoscimenti crediti per i docenti. Per l’inverno 2019-2020 due grandi ritorni che non stancano mai! Le mete in programma: • Hotel Sertorelli ***** Cervinia (Aosta) • Hotel Principi di Piemonte ***** Sestriere (Torino) Tra un tuffo ed una nuotata… iniziate a pensarci! Responsabile Nazionale di Settore: Guido Bovolo – Beatrice Bovolo

Delegazione MSP Racconigi: 2° trofeo gara a bocce Evento organizzato da Bocciofila Racconigese A.S.D. e Delegazione M.S.P. Italia Racconigi, con un successo di numeri, premi e partecipazione!

B

occiofila Racconigese A.s.d. e Delegazione M.S.P. Italia Racconigi hanno dato forma al 2° Trofeo di Bocce della Delegazione M.S.P. Italia Racconigi, una gara a bocce ACC/BBC. Il trofeo si è svolto presso la Bocciofila Racconigese A.S.D. affiliata M.S.P. Italia Racconigi, in via Principessa Mafalda a Racconigi. La Bocciofila con i suoi sedici campi (quattro al coperto) ha permesso di accogliere tutte le formazioni partecipanti e il pubblico. Trentadue formazioni presenti, cinque serate, quattro gironi, quarti, semifinale e finale. Un successo di numeri, premi e partecipazione! Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pg/delegazioneMSPITALIAracconigi

54


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Apre il nuovo Settore MSP Equitazione

Ufficializzato il Coordinamento che avrà l’obiettivo di organizzare su tutto il territorio Nazionale attività sia sportiva che formativa del settore equestre

I

l 22 Giugno a Rimini nella tradizionale convention MSP Italia, che vede in programma le Finali di tutti gli eventi sportivi dell’Ente, durante la serata di Gala sono stati consegnati nella splendida cornice dell’I-Suite a tutti i Dirigenti delle varie discipline dei riconoscimenti. Nell’occasione il Presidente Gian Francesco Lupatelli ha messo una nuova stella sulla Bandiera MSP Italia, dando vita ad un nuovo “ Settore Equestre”, stella che mancava all’Ente, dando prova di fiducia al nuovo Coordinatore Nazionale Renzo Tomi, che ha il compito di organizzare sul territorio Nazionale: attività con A.S.D. Centri Ippici, Agriturismi con cavalli, Aziende Agricole con cavalli, e tutti gli enti o entità che si pongono nel mondo degli Enti di Promozione e dell’Equitazione ludico Addestrativa Sportiva. Dalla Formazione, Turismo Equestre, Equitazione da Campagna, Salto Ostacoli, Dressage, Gross Country, Istruttori di Specialità, Giornate Pony, Attacchi, E.D.A. Equitazione Diversamente Abili, Monta Western, Monta da Lavoro e tanto altro; tutto ciò che il Coni permette agli Enti di Promozione nel campo Ludico, con Istruttori e Docenti qualificati, il tutto tramite un Coordinamento di assoluta esperienza. Tutte le entità associative saranno seguite con efficienza, esperienza, credibilità.

55


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Rock Steady Boxing Como Lake: sguardo al futuro Primo semestre ricco di esperienze internazionali per il Settore Boxe senza contatto per Parkinsoniani

I

l primo semestre è stato caratterizzato da due importanti momenti internazionali: il viaggio ad Oslo di Tiberio Roda e Paola Roncareggi, in occasione di un corso di formazione per nuovi coach, e la partecipazione al convegno mondiale sul Parkinson di Tiberio Roda. Oslo ha rappresentato un momento di incontro con i delegati della casa madre di Indianapolis, che hanno annunciato la designazione a ‘Master Affiliate’ per l’Italia. Sempre più persone in tutto il mondo scoprono il metodo Rock Steady Boxing e i suoi benefici: ecco perché la casa madre ha pensato di nominare un ‘master’ in ogni Nazione, così da conferire maggiori poteri e autorevolezza a chi, da anni, promuove il metodo nel proprio Paese. “Siamo molto felici di questo riconoscimento” commenta Tiberio Roda, fondatore di Rock Steady Boxing Como Lake. ”In questi 4 anni e mezzo di lavoro abbiamo cercato di trasferire il messaggio attraverso tante iniziative: la partecipazione a eventi sportivi e di sensibilizzazione, la formazione di nuovi volontari, e la diffusione attraverso i media del metodo Rock Steady Boxing, la boxe senza contatto contro il Parkinson. Con questa designazio-

ne possiamo fare ancora di più: contribuire concretamente a diffondere il metodo in tutta Italia. Attraverso Rock Steady Boxing Como Lake, con il benestare della casa madre di Indianapolis, sarà possibile accedere ad un percorso di formazione online che si completerà con un corso pratico presso di noi. Al termine di questo percorso si diventerà coach a tutti gli effetti, potendo offrire anche sul proprio territorio d’origine, questo grandioso programma”. Al World Parkinson Congress (Kyoto, 4-7 giugno) sono state discusse nuove teorie ed evidenze legate al Parkinson. Nell’attesa di una cura l’attenzione è stata posta sul valore dell’esercizio fisico nella lotta alla patologia, con tanti spunti ed esperienze diverse, tutte caratterizzate dalla necessità di muoversi per rallentare l’avanzare della malattia. Il metodo Rock Steady Boxing si è quindi confermato un’ottima opportunità per vivere meglio e in modo attivo la propria vita; ad oggi sono 818 palestre al mondo che seguono il protocollo, e più di 40.000 le persone coinvolte. Il mese di giugno si conclude con una nuova sfida per Tiberio Roda: 180 km di trekking in Sicilia, da Palermo ad Agrigento, percor-

rendo la Magna via Francigena. Il progetto si chiama ‘Ten Mountains in Ten Years’, è una manifestazione creata con l’obiettivo di richiamare l’attenzione pubblica su Alzheimer e Parkinson, due malattie che non hanno ancora una cura. L’ideatore, Enzo Simone, ha pensato di farne un film che si intitolerà “Pilgrimage to enlightenment“, testimoniando la forza di chi si è messo in gioco nonostante

le difficoltà della malattia. Quindici le persone coinvolte, soprattutto americani, insieme a Luke Chadwick, regista del film ‘Ten Mountains in Ten Years’ con voce narrane di Anne Hathaway che spera di bissare il successo della prima edizione. Tanti gli obiettivi che si prefigge Rock Steady Boxing Como Lake nel secondo se-

Sito Web: https://rocksteadyboxing.org/ Per info su RSB Como Lake: https://swite.com/rocksteadyboxingcomolakeitaly]

56

mestre 2019. “La nostra priorità è permettere ai nostri pugili di vivere la miglior vita possibile, grazie ai benefici dell’esercizio fisico intenso e alla boxe senza contatto. Abbiamo un gruppo ormai consolidato e molto affiatato di pugili e coach che lottano insieme per una migliore qualità della vita. E’ molto bello condividere questa sfida con altre persone e sentirsi uniti e motivati” – sostiene Tiberio Roda, fondatore e presidente di Rock Steady Boxing Como Lake. Accanto all’attività ordinaria in palestra sono in cantiere diverse iniziative per far conoscere il metodo in Italia. “Il secondo obiettivo dell’anno è arrivare al maggior numero di persone possibile, grazie al coinvolgimento della stampa e dei mezzi di comunicazione. Abbiamo in programma diverse iniziative speciali per raggiungere i parkinsoniani che si nascondono, e invitarli a unirsi al nostro programma, che vede tra i benefici primari il miglioramento dell’umore e dell’equilibrio” così Paola Roncareggi, cofondatrice di RSB Como Lake. A settembre saranno comunicate importanti novità sullo sviluppo del progetto in Italia.


CORSI DI FORMAZIONE

CQN MSP Italia, garanzia di qualità Corsi di formazione con docenti specializzati ed attività sportive: un mix di assoluto vanto per il nostro Ente

I

l Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia sempre di più al centro della formazione. Le ultime direttive hanno imposto un ruolo chiave per il CQN per quanto riguarda l’attività formativa e didattica; a riguardo, come ormai riconosciuto da più parti in tutto il Paese, i corsi di formazione rappresentano l’eccellenza di vuole formarsi e intraprendere un percorso in ambito sportivo. Grazie alla collaborazione di docenti specializzati, il settore formativo ha raggiunto ormai una consolidata importanza in tema di qualità proposta. Gli ultimi mesi sono stati densi di formazione, come testimoniato dal Corso Functional Trainer Advanced svolto a Terracina, il Corso di ginnastica funzionale 1° livello, il Corso di allenamento funzionale a Sora, il Corso di riatletizzazione nel calcio svolto a Foligno e il Corso Pilates Mat Work 1° livello. Accanto alla formazione, non sono mancante le attività sportive. Capitolo a parte lo dedichiamo a Rimini Wellness, ci piace ricordare la manifestazione di Street Workout svolta a Perugia con Partenza Dal Parco di Santa Giuliana e che ha coinvolto centinaia di partecipanti per un’edizione da record. Infine, la 7° edizione del Trasimeno Fitness Festival, svolta il 22 e 23 giugno, si è chiusa con grande soddisfazione per gli organizzatori e per gli oltre 500 partecipanti. Attività all'aria aperta, divertimento e una location spettacolare (Passignano sul Trasimeno) sono stati gli ingredienti del successo di questa importante iniziativa che ha come obiettivo quello di incentivare il benessere tramite l’attività fisica e di promuovere contemporaneamente l’affascinante territorio del Lago Trasimeno attraverso lo sport. Due giorni di fitness non stop con i migliori trainer nazionali e internazionali, aree dedicate al benessere e la fantastica piscina del Sualzo Beach dove, oltre ai corsi in acqua, è stato possibile rilassarsi e rinfrescarsi tra una sessione di allenamento ed un’altra. Oltre alle 500 persone che hanno preso parte alle sessioni di allenamento, si sono registrati in due giorni oltre 2.500 visitatori a conferma dell’importanza e dell’attrattività dell’evento che verrà riproposto anche nel 2020 nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 giugno. Per informazioni: info@mspcorsi.it - Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MspCorsi/ 57


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - La nostra storia... dagli anni ‘60

Burlandi: “Le Finali Nazionali di Fiuggi un ricordo indelebile” L’attuale Presidente Regione Lazio FIPAV ripercorre la sua carriera all’interno del MSP, partita nel 1994 nel Settore Pallavolo fino all’organizzazione del format nazionale degli Anni Duemila

I

l viaggio della nostra Storia si ferma oggi agli Anni Novanta, intervistando una persona che ha collaborato con MSP Italia per otto anni, diventando successivamente Presidente Regione Lazio della Federazione Italiana Pallavolo. Una carriera brillante, vissuta con lo sport che scorre nelle vene da tantissimi anni. Stiamo parlando di Andrea Burlandi, che ci racconta in esclusiva come iniziò la sua storia nel MSP: “Correva l’anno 1994, tramite una comune amicizia, Luigi Ciaralli cercava un esperto di pallavolo per un torneo e fui chiamato dall’allora Segretario Generale per sondare la mia disponibilità. Avevo già le attività con le mie società sportive tuttavia

58

abbiamo iniziato insieme un torneo scolastico e successivamente le attività di pallavolo all’interno del comitato MSP Lazio. Per i primi anni mi sono occupato esclusivamente di pallavolo facendo anche il Segretario Nazionale del Settore, poi quando venne creato un dipartimento eventi, insieme a Luigi Ciaralli e al resto del gruppo siamo stati gli autori delle Finali Nazionali a Fiuggi dal 1999 al 2002”. Proprio alle Finale Nazionali di Fiuggi sono legati i ricordi più belli di Andrea Burlandi: “E’ senza dubbio una manifestazione che mi è rimasta nel cuore, un evento nato con pane, amore e fantasia e che ha portato in un unico contesto tante discipline sportive, tanti volontari coinvolti

e anche il concetto di turismo sportivo legato a una città come Fiuggi”. La carriere di Andrea è poi proseguita verso il percorso federale, dove attualmente ricopre, da ormai dieci anni, il ruolo di Presidente Regionale ma gli insegnamenti di quell’esperienza e delle amicizie restano nel tempo: “Senza dubbio l’esperienza nel MSP mi ha portato a conoscere la multidisciplinarietà e di relazionarmi di conseguenza con tutti gli sport, vivendoli quindi in maniera diversa. Le strade infatti si sono divise in maniera assolutamente tranquilla (nel 2002 ndr) perchè i miei impegni erano aumentati ma la mia stima verso il gruppo dirigente è sempre rimasta intatta”. Stima che viene riservata

al Presidente e fondatore Gian Francesco Lupattelli: “Ho una grande reputazione per il Presidente, soprattutto per la capacità di essere stato in grado di re-inventare l’Ente attraverso la brillante intuizione del premio Capitale Europea dello Sport che rappresenta a livello europeo un unicum”.


Genitori in campo

LE RUBRICHE - Sport &LE Psicologia NOVITA’

Un ruolo difficile, che è possibile trasformare da elemento di interferenza a risorsa consapevole e competente di grande valore affettivo per i propri figli di Dott.ssa Pierfrancesca Carabelli Psicologa sportiva, Psicoterapeuta, Preparatore Mentale 2° grado riconosciuto FIT

P

ossiamo dirlo: è un ruolo difficile! In fondo si chiede a un genitore di esserci, di contribuire ma di essere solo spettatore delle esperienze di qualcuno di cui, solitamente, si occupa e preoccupa in modo diretto e ragionevolmente coinvolto sul piano emotivo. È cosa nota che i genitori spesso, consapevolmente e non, orientino la scelta dello sport o che abbiano aspettative ambiziose o irrealistiche nei confronti dei traguardi sportivi dei propri figli con ingombranti risvolti emotivi: affronteremo successivamente le ipotesi a spiegazione di queste dinamiche. Osservare il proprio figlio in campo, in partita, in gara, in allenamento delegandone la gestione a terzi, sia pure di fiducia, è - soprattutto oggi - un compito difficile per il genitore ma è proprio lì che si regala al giovane la possibilità di stare nella difficoltà, di viverla per darsi da fare imparando qualcosa di nuovo, che vada oltre la vittoria o la sconfitta. Sul piano teorico, dal genitore di uno sportivo ci si aspetta che rispetti e sostenga le decisioni del coach, incoraggi il proprio figlio, lo validi promuovendone l'autonomia emotiva, decisionale e organizzativa.

Dalla mia esperienza, soprattutto con giovani tennisti, emerge questa esigenza: gli atleti hanno bisogno che i propri genitori siano presenti, che li supportino nel loro impegno sportivo con una comunicazione verbale coerente con quella non verbale e che rispettino lo spazio che è soprattutto loro e degli allenatori. E’ frequente che i genitori dichiarino di non saper come agire in alcune circostanze specifiche, infat-

ti si pongono domande, dubbi e desiderano acquisire maggiori conoscenze pedagogiche per collaborare positivamente alla vita sportiva dei loro figli. Gli interventi degli psicopedagogisti sportivi vanno incontro a questa esigenza, perché possono trasformare la presenza del genitore e delle sue emozioni a bordo campo da elemento di interferenza a risorsa consapevole e competente di grande valore affettivo per il ragazzo.

59


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - Info Fisco

La fattura elettronica e la l.398/1991 Per la Legge n. 398/1991 sono esonerati dell’adempimento le associazioni se hanno avuto, nel periodo di imposta precedente, entrate commerciali inferiori a 65.000 euro

C

di Francesco Perugini - asd@associatipmi.com

on l’entrata in vigore a regime della fatturazione elettronica a far data dal 1° gennaio 2019 le associazioni sportive e gli enti associativi che hanno optato per l’applicazione del regime forfetario agevolato contenuto nella Legge n. 398/1991 sono esonerati dell’adempimento se hanno avuto, nel periodo di imposta precedente, entrate commerciali inferiori a 65.000

euro. Iniziamo con l’evidenziare che la fattura elettronica si distingue dalla fattura elettronica per il fatto che, la seconda, deve essere generata elettronicamente, mediante PC o altro dispositivo, ed inviata allo SdI (Sistema di Interscambio) gestito dall’Agenzia delle Entrate. Nella sostanza e semplificando lo SdI funziona quale “postino” che riceve i vari documenti generati elettronicamente e verifica se la fattura contiene almeno i dati obbligatori ai fini fiscali (art. 21 ovvero 21-bis del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633) nonché l’indirizzo telematico (c.d. codice destinatario ovvero indirizzo PEC) al quale il cliente desidera che venga recapitata la fattura. Codesto controllo è un mero controllo circa la validità della fattura e la presenza dei suoi elementi obbligatori; l’amministrazione finanziaria ovviamente non controlla il contenuto (corpo) della fattura ovvero il regime iva o l’aliquota applicata. Inoltre lo SdI controlla che la partita IVA del fornitore (c.d. cedente/prestatore) e la partita IVA ovvero il codice fiscale del cliente (c.d. cessionario/committente) siano esistenti. In caso di esito positivo dei controlli precedenti, lo SdI consegna la fattura al destinatario comunicando, con una “ricevuta di recapito”, a chi ha trasmesso la fattura la data e l’ora di consegna del documento. In definitiva, quindi, i dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica sono gli stessi che si riportavano nelle fatture cartacee e l’unica novità è l’inserimento dell’indirizzo telematico dove il cliente vuole che venga consegnata la fattura (PEC o codice destinatario). Il c.d. decreto fiscale 2019 ha previsto che le associazioni sportive dilettantistiche, che hanno optato regime speciale IVA ex lege n. 398/1991, sono esonerate dall’obbligo di emissione della fattura elettronica se nel periodo d’imposta precedente hanno conseguito dall’esercizio di attività commerciali proventi inferiori o eguali a 65.000 euro sono. Bene precisare che l’obbligo pertanto sussiste se ed ove l’ente sportivo eserciti anche attività commerciali. L’intervento normativo riduce parte dei soggetti obbligati all’emissione della fatturazione; difatti, originariamente vigeva un generale obbligo dell’emissione della fattura elettronica per le prestazioni di pubblicità e sponsorizzazione, senza alcun limite di importo.

60


LE RUBRICHE LE - Info NOVITA’ Fisco Attenzione, però, in quanto la norma prevede che per i soggetti in esame che se nel periodo d’imposta precedente hanno conseguito dall’esercizio di attività commerciali proventi per un importo superiore a euro 65.000, assicurano che la fattura sia emessa per loro conto dal cessionario o committente soggetto passivo d’imposta; pertanto, sarà il soggetto che deve ricevere la fattura ad attivarsi nell’emissione del documento digitale e non l’associazione sportiva, la quale potrà verificare la correttezza del documento emesso mediante accesso al portale dell'Agenzia delle Entrate (fatture e corrispettivi), previa abilitazione. È bene precisare che, qualora l’importo dei ricavi commerciali risulti inferiore ad euro 65.000, ove ricorra l’obbligo (ad es. sponsorizzazioni e pubblicità), la fattura dovrà essere emessa in forma cartacea. È stato altresì sostenuto che l’esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica non significhi divieto e che pertanto le Asd o Ssd che intendono procedere all’adozione della fatturazione elettronica, a prescindere dall’entità dei ricavi, abbiano la facoltà di farlo.

Ai fini della concreta applicazione, molti sono i dubbi che ancora permangono e per i quali si spera che l’amministrazione finanziaria intervenga rapidamente: - come debba essere certificato il superamento o meno della soglia dei 65.000 ovvero cosa debba essere rilasciato o richiesto rispettivamente al o dall’emittente del documento elettronico; - su chi grava l’obbligo di emissione del documento elettronico ove si sia instaurato un rapporto di natura commerciale tra due Asd o Ssd, nell’ipotesi di superamento della soglia di euro 65.000; - quali siano gli obblighi di conservazione registrazione per le fatture generate elettronicamente; quanto per i secondi si consiglia di provvedere alla consueta registrazione nel registro Iva minimi, come se cartacee; - se, anche dopo il sopraggiunto intervenuto normativo, siano ancora valide le istruzioni rilasciate dall’amministrazione finanziaria, in materia di fatturazione nei confronti della pubblica amministrazione. Si ricorda che l’Agenzia delle entrate nel corso di Telefisco 2018 ha precisato che l’emissione della fattura elettronica è sempre obbligatoria per le prestazioni rese nei confronti della Pubblica amministrazione. La Legge di Bilancio per il 2019 ha introdotto una nuova agevolazione; è stata prevista l’esenzione dall’imposta di bollo, già prevista per gli atti, documenti, istanze, contratti, estratti, certificazioni etc, poste in essere o richieste dalla Federazioni o Enti di Promozione, anche per le Asd e Ssd riconosciute dal CONI. Vedremo inoltre quali saranno le novità in sede di conversione del c.d. decreto crescita. 61


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - Educazione Alimentare

Ferie....cosa mangiare al mare? Una breve guida di educazione alimentare quando stacchiamo la spina dal lavoro e siamo in vacanza di Dott. Nicola Deliso - Specializzato in Scienze degli alimenti e Nutrizione Umana, Biologo Nutrizionista

Quando si è fuori casa non è facile trovare ciò che vorremmo o dovremmo mangiare. In effetti non tutti i lidi offrono prodotti di qualità, per cui spesso sia perché non vi sono altre scelte, sia perché siamo in vacanza e vogliamo infrangere le regole, sbagliamo o meglio sgarriamo!!!! “Tanto che sarà mai, siamo in vacanza!”. Alibi e giustificazione che non danno risultato. È vero, lo sgarro può anche capitare ma non tutti i giorni, è sufficiente un giorno a settimana e per gli atleti massimo un pasto! Il problema siamo noi e la nostra testa: se ci trascuriamo per 10 o più giorni a risentirne non è solo la nostra forma fisica ma anche la nostra salute. In primis problemi intestinali con gonfiore , flautolenza, reflusso ed inoltre aumenterà la fame o meglio il desiderio di carboidrati che causeranno ritenzione idrica e tutto il resto... Bisognerà innanzitutto partire dalla colazione che dovrà essere abbondante: il pasto principale della giornata non dovrà farvi accumulare fame durante il giorno. A pranzo ricordiamoci sempre di associare con moderazione carboidrati integrali a basso indice glicemico e proteine di qualità ad alto valore biologico e fibre, iniziando il pasto con verdura cruda di stagione per ritardare l’assorbimento glucidico e lipidico. Se possibile prendiamo un piatto unico, in modo da semplificare anche la scelta, soprattutto perché spesso non trovando cereali integrali si corre il rischio di mangiarli raffinati. Se prepariamo in casa, invece, sarà più semplice mangiare bene anche al mare. Basterà cucinare dei cibi semplici e freschi come ad esempio insalate di riso basmati o carnaroli integrale con verdure, proteine come tonno, uova, magari con aggiunta di legumi, semi e olio Evo. Non dimentichiamo l’idratazione! Se decidete di fare sport usate bevande ipotoniche o al massimo isotoniche, mai ipertoniche. Dopo lo sport, ideali estratti di frutta e verdura con miele di castagno ricco di anti ossidanti utile per contrastare i radicali liberi generati dallo sport e dalla esposizione solare! Buon mare a tutti!


LE RUBRICHE - Sport LE NOVITA’ & Social

Social network e Sport: la nuova frontiera della comunicazione competitiva Un’analisi di come i social abbiano totalmente rivoluzionato le nostre abitudini, anche nell’ambito sportivo di Dott. Marco Ciaralli Specializzato in Scienze e Tecniche dello Sport, Osteopata

S

in dall’età della pietra, l’essere umano ha sentito, e soprattutto espresso, la necessità di comunicare. Comunicare per sopravvivere, per condividere, o più semplicemente per affermare la propria identità. Si é così passati dai gesti alle raffigurazioni rupestri, dalle parole alle pergamene, un lungo percorso che ha portato alla stampa e, successivamente, alla radio ed alla televisione, fino ad arrivare all’avvento di internet, con social network annessi, che ha totalmente rivoluzionato le nostre abitudini. Si decide di aprire una finestra sulla propria vita, mostrare, o cercare di farlo, il lato migliore del nostro “profilo” (per fare il pieno di like), si commenta il più possibile qualsiasi notizia “postata” senza aver approfondito l’argomento, solo per il gusto di rimarcare la propria presenza, il diritto di esprimere un’opinione ad ogni costo. Questo succede quotidianamente, a tutte le latitudini, in tutti, o quasi, i contesti lavorativi, non fa eccezione il mondo dello sport. È ormai assodato come le partite non finiscano più al 90’ o una gara non finisca all’arrivo, tutto viene commentato, analizzato e rivissuto in rete: commenti immediati degli addetti ai lavori, quelli più o meno pertinenti di chi valuta da fuori, le ironie e gli sfottò dei tifosi fanno da corollario all’evento. Atleti e società si stanno attrezzando per sfruttare al meglio questa nuova dimensione. Il Real Madrid ha ingaggiato la Microsoft per avere un quadro più completo della situazione; Cristian Zaccardo, campione del mondo nel 2006, ha sfruttato la

piattaforma Linkedin per cercare una nuova squadra. Diversi procuratori fanno gli interessi dei propri assistiti tramite social e poco importa se si confondano con un po’ di gossip. Non troppo diversa è la situazione nei settori giovanili dove, oltre agli atleti, genitori e tecnici riversano pensieri (non sempre concilianti) sulle proprie pagine social. I ragazzi rimarcano la loro prestazione e molto spesso pongono l’attenzione sugli “indissolubili” legami con i compagni di squadra. I genitori, nelle vesti dei più agguerriti procuratori, esaltano le prestazioni dei figli (che nella maggior parte dei casi meriterebbero più attenzioni, ma non in quanto figli loro, ci mancherebbe…) e contestano l’operato del tecnico, quello ci sta sempre bene. I tecnici, invece, molto spesso, decidono di utilizzare la rete come veicolo di notorietà: esaltano a dismisura vittorie, spiegano i motivi delle sconfitte o, addirittura, si entra negli spogliatoi (pre o post gara) come fosse l’edizione speciale di una trasmissione Sky. Una trasposizione anomala della realtà professionistica, con lo strumento social come rifugio autoreferenziale, un mezzo sfruttato, talvolta, più dagli adulti che dai giovani. Troppo spesso si fa riferimento alle differenze tra vecchie e nuove generazioni, si parla di valori ormai perduti e vecchie abitudini da recuperare e valorizzare, salvo poi accorgersi che nella maggior parte dei casi le parole non sono seguite dai fatti. Spesso é proprio chi pontifica ad essere di cattivo esempio per le nuove generazioni. Basterebbe trovare la giusta misura, un modo discreto di interagire con i propri “followers”, di condividere (CUM: con MUNIRE: legare) possibilmente senza rendere i ragazzi strumenti del proprio esibizionismo. 63


Profile for Sport Europa

Sport Europa - luglio 2019  

Rivista online ufficiale MSP Italia - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Sport Europa - luglio 2019  

Rivista online ufficiale MSP Italia - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Advertisement