Page 1

Numero 9 - Novembre 2017

CAGLIARI

MIGLIOR CITTA’ EUROPEA DELLO SPORT 2017 Interviste esclusive

Salone d’Onore del Coni

(pag.10-13)

(pag.20-21)

Yuri Marcialis e Sara Samorì

I Comuni premiati per il 2018 e 2019


Sport Europa - Rivista ufficiale on line MSP Italia - Numero 9 - novembre 2017 Direttore editoriale: Gian Francesco Lupattelli Responsabile di Redazione: Luca Parmigiani Coordinatori tecnico-redazionale: Vincenzo Lupattelli – Alessandra Caligaris Hanno collaborato a questo numero: il Vice Presidente Vicario MSP Italia Enrico Albergo, i Vice Presidenti MSP Italia avv. Danilo Montanari e Benedetta Fin, il Segretario Nazionale MSP Italia dott.ssa Alessandra Caligaris, il Segretario Generale ACES Europe dott. Hugo Alonso; MSP Italia, i Comitati Regionali MSP Campania, MSP Emilia-Romagna, MSP Friuli Venezia Giulia, MSP Lazio, MSP Lombardia, MSP Marche, MSP Piemonte, MSP Puglia, MSP Sardegna, MSP Sicilia, MSP Toscana, MSP Umbria, MSP Veneto; MSP Valle d’Aosta; i Comitati Provinciali MSP Cosenza, MSP Firenze, MSP Ferrara, MSP Napoli, MSP Pesaro, MSP Prato, MSP Roma, MSP Venezia, MSP Verona, MSP Vicenza; i Settori MSP Arti Marziali Cinesi, Ciclismo, Ginnastica Artistica-Ritmica, Boxe senza contatto per Parkinsoniani, MammaFit, Scacchi, Sci, Subacquea; il Centro di Qualificazione Nazionale; per le rubriche dott. Francesco Perugini, dott. Marco Ciaralli, dott.ssa Daniela Drago, dott.ssa Pierfrancesca Carabelli. Ha collaborato per la grafica: Simone Baldini Si ringrazia: l’Assessore allo Sport del Comune di Cagliari Yuri Marcialis, l’Assessore allo Sport del Comune di Forlì Sara Samorì e Antonino Portale per le interviste concesse. ORGANIGRAMMA MSP ITALIA Presidente: Gian Francesco Lupattelli Vice Presidente vicario: Enrico Albergo Vice Presidente: Danilo Montanari, Benedetta Fin Segretario Nazionale: Alessandra Caligaris Consiglio Nazionale: Nazionale: Enrico Albergo, Enrico Cimaschi, Benedetta Fin, Gianfranco Conti, Giovanni Liotta, Lorenzo Giorgi, Danilo Montanari, Alberto Cirio, Brando Benifei, Nuno Santos Giunta Esecutiva Nazionale: Gian Francesco Lupattelli, Enrico Albergo, Danilo Montanari, Benedetta Fin

https://www.facebook.com/mspsporteuropa

Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questa rivista on line è da considerarsi gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione del materiale giunto in redazione.


4

MSP Italia-ACES Europe, l’orgoglio dello sport

LE OPINIONI 5 6 7 8

La Settimana Europea dello Sport sta diventando sempre più grande I compensi ex art.69 T.U.I.R. Il cerchio si chiude La comunicazione efficace

IN PRIMO PIANO 9 10 12 14 16 18

Roma, Salone d’Onore del Coni - 30 ottobre 2017 MSP Italia-ACES Europe, al Coni un sogno ad occhi aperti Marcialis: “Essere i migliori in Europa è soltanto l’inizio” Dal 6 all’8 luglio la 2.a edizione della European Swim City “European Swim City, un’esperienza bellissima” MSP Day, emozioni di sport!

ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Sardegna, un Ente per tutti gli Sport! MSP Sicilia, per rimanere al comando MSP Veneto ad alta quota MSP Toscana, ambizioni da vertice Comincia nel migliore dei modi per il Comitato di Prato la stagione 2017/18 MSP Lazio, a Ostia un pomeriggio di sport e legalità MSP Roma, seminario fiscale sull’attività lavorativa nel mondo sportivo MSP Piemonte, la realtà del Settore Danza Il fascino delle Arti Marziali MSP Campania, continua il progetto delle scuole MSP Lombardia, nuovi diplomati nel fitness MSP Valle d’Aosta, ecco l’Aperide 3.0 36 MSP Puglia, il 3 dicembre la Coppa Italia di Danza Sportiva MSP Marche, iniziano i preparativi 37 Padel anche in Emilia Romagna MSP Ferrara, avanti con il Nordic Walking 38 MSP Cosenza, passi avanti nella formazione 20 24 26 28 29 30 31 32 33 34 35

ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Scuola D’Amare il progetto presentato al MIUR per la stagione 2017/18 16.a Coppa del Mondo IMAF, complimenti da tutto il mondo per la delegazione italiana Settore Ginnastica Artistica, un anno di alta qualità MSP Ciclismo: passione, impegno e coraggio MSP Scacchi, si riparte con la formazione SCI? Presenti! MammaFit, lavoro intenso 45 I Ciappter Ileven a Valmadrera per il lancio del fondo ‘Tiberio & Paola: un pugno al parkinson’ 39 40 41 42 43 44

CORSI DI FORMAZIONE

46 MSP Italia-SdS Coni, nuovo corso di livello avanzato per i formatori 47 La qualità dell’offerta formativa del CQN

LE NOVITA’

48 Vueling Cup, la novità amatoriale del Padel targato MSP!

LE RUBRICHE 49 50 52 53 54

“MSP Italia un fulmine a ciel sereno” La riforma del terzo settore … ai blocchi di partenza, in attesa del registro unico nazionale Io, me e me stesso L’arto superiore Convenzioni, rinnovato l’accordo con la FIN

SOMMARIO

EDITORIALE DEL PRESIDENTE


EDITORIALE DEL PRESIDENTE

MSP Italia-ACES Europe, l’orgoglio dello sport Al Salone d’Onore del Coni una festa di Sport insieme ai Sindaci italiani che hanno rappresentato tutto il Paese da Nord a Sud. Complimenti a Cagliari come Miglior Città Europea dello Sport 2017 di Gian Francesco Lupattelli Presidente MSP Italia - Aces Europe L’anno solare che si sta per chiudere ha portato molte novità nel campo della promozione sportiva e noi come MSP Italia stiamo cercando di restare sempre aggiornati per offrire tutti i servizi necessari alle società. Dopo il nostro appuntamento annuale del MSP Day a Rimini, che ha coronato un anno di attività sportive fino all’organizzazione delle Finali Nazionali, abbiamo ricominciato a settembre con la tradizionale riunione insieme ai dirigenti dei Comitati Regionali-Provinciali, che rappresentano il vero motore sul territorio e che voglio ringraziare per il lavoro che svolgono in nome del nostro Ente verso le associazioni affiliate e i propri tesserati. L’aggiornamento e la crescita sia dei quadri dirigenziali che dei tecnici rappresenta da sempre una caratteristica peculiare del nostro amato Ente. Le sfide per il prossimo anno saranno tante, dalla pratica sportiva alla cultura della formazione; per questo vogliamo garantire come MSP Italia la pratica sportiva come un diritto, come uno Sport per Ognuno, che coinvolga allo stesso tempo qualità della vita, educazione, salute e benessere. Lo scorso 30 ottobre si è celebrata al Salone d’Onore del Coni, insieme all’amico e Presidente Giovanni Malagò, la tradizionale Cerimonia di consegna delle Ciotole della benemerenza per lo sport europeo, oltre che la consegna delle targhe ai Municipi riconosciuti da ACES Eu-

4

rope nel 2018 e 2019. E’ stato fantastico vedere il Salone d’Onore pieno in ogni ordine di posto, con tante fasce tricolori che hanno colorato l’ambiente e rappresentato i Comuni da Nord a Sud. Oltre trenta Comuni e oltre set-

tanta Sindaci hanno preso parte alla Cerimonia che testimonia quanto ormai il lavoro di ACES Europe sia ormai diventato una realtà, per la rivitalizzazione dei territori attraverso lo sport e la partecipazione attiva dei cittadini, punti cardine del nostro programma. E mi complimento con il Comune di Cagliari, che ha conquistato la Bandiera Gialla come Miglior Città Europea dello Sport 2017. Complimenti all’amministrazione e complimenti anche al nostro Comitato MSP Sardegna del Presidente Borsetti, che grazie alla forte presenza sul territorio è stato un partner fondamentale nelle iniziative sportive promosse dal Comune a sostegno della candidatura. Tutti i Comuni europei del 2017 saranno adesso premiati il 6 dicembre a Bruxelles, in occasione del Gran Gala ACES Europe che come ogni anno teniamo al Parlamento Europeo. Un segno ulteriore di quanto il rapporto con le istituzioni europee sia sempre più solido e collaborativo. Sarà proprio in quella sede che sarà ufficializzata la Capitale Europea dello Sport 2021 tra Lisbona e L’Aja: vinca il migliore!


LE OPINIONI

La Settimana Europea dello Sport sta diventando sempre più grande Il lancio di quest’ anno è stato tenuto in Estonia a Tartu, con ACES Europe sempre con un ruolo da protagonista nello scenario europeo

L

di Hugo Alonso – Segretario Generale ACES Europe a terza edizione della Settimana europea dello sport (EWoS) si è svolta dal 23 al 30 settembre, dimostrando che a poco a poco si sta consolidando con ogni anno più partecipanti e attività. Tartu è stato lo scenario di quest'anno dello stage e del lancio ufficiale con molte attività sostenute dalla città estone. I risultati parlano da soli con 32 Paesi che hanno partecipato a questa ultima edizione di EWoS, in 35.510 eventi e più di 10 milioni e mezzo di partecipanti totali. ACES Europe ancora una volta ha giocato un ruolo importante in quanto socio fondatore, con la partecipazione di tutte le città premiate nel 2017 e soprattutto con la celebrazione della consegna dei premi EWOS da Marsiglia, Capitale Europea dello Sport di quest'anno. Per l'occasione, nella serata di gala il commissario europeo Tibor Navracsics ha viaggiato per la città dove ha avuto un incontro privato con il sindaco Gaudin e il presidente di ACES Europe, Gian Francesco Lupattelli. Sia il Sindaco francese come Lupattelli gli hanno mostrato i grandi numeri di Marsiglia durante il 2017, con più di 20 milioni di euro di budget, numerose attività ed eventi di ogni genere e un ritorno sugli investimenti ben al di sopra delle previsioni. La Settimana Europea dello Sport è stata ancora una volta una chiamata agli europei per essere più attivi (#BeActive) cercando di migliorare le percentuali di attività fisica in Europa, dove il 59% dei cittadini pratica mai o quasi lo sport. Già si lavora alla prossima Settimana Europea dello Sport che si terrà dal 23 al 30 settembre con ACES Europe che guida, ancora una volta, il movimento in Europa, attraverso una rete in Europa che attraversa più di 400 città premiate dall'associazione in questi 20 anni di storia.


LE OPINIONI

I compensi ex art.69 T.U.I.R. In attesa dell’innalzamento della no tax area da 7500€ a 10.000 €, una breve riflessione sui compensi sportivi dilettantistici di Enrico Albergo Vice Presidente vicario MSP Italia

C

on la emanazione del D.lgs. 117/2017 che ha iniziato la riforma degli Enti Terzo Settore, restiamo in attesa dei vari decreti delegati e quanto meno della modulistica relativa. Quindi possiamo affermare che a tutto oggi le norme vigenti in merito

6

alle agevolazioni fiscali spettanti alle Associazioni Sportive Dilettantistiche restano sempre pienamente applicabili. In particolare i compensi di cui all’art. 67, lettera “m” del TUIR ( compensi e rimborsi spese forfettari) erogati a “ sportivi dilettanti “ (quindi gli istruttori, gli addetti alla gestione dei soci e delle loro quote sociali ed integrative a concorso spese gestione ed al controllo della cassa, ecc. ecc. ) che non eccedono la misura massima annuale di euro 7.500,00, restano esclusi dalla applicazione di tasse e con-

tributi come disposto dal comma 2 dell’art. 69 del TUIR. Si era parlato anche di un innalzamento del limite da euro 7.500 ad euro 10.000,00 ma questo ancora non può essere applicato in quanto non ancora legiferato. Comunque la mia riflessione in merito a questo argomento deve essere sicuramente di riconoscimento che per quei soggetti che vivono di questi compensi e non superano mai la soglia dei 7.500 non può continuare questo tipo di gestione; occorre che questi comincino nella

misura, per la quale dobbiamo attendere la specifica disposizione del legislatore ancora oggi, a versare una seppur minima copertura previdenziale che dia un domani, ad età avanzata, un beneficio finanziario per la loro vecchiaia ( pensione). Ricordiamo sempre di rispettare gli obblighi di cui agli art. 90 della Legge 289/2000, art. 4 e 74 del D.P.R. 633 /1972 e soprattutto di esercitare le attività sportive “ dilettantistiche “ classificate tali dal C.O.N.I. Attendiamo quindi questi famosi decreti delegati.


Il cerchio si chiude

LE OPINIONI

di Avv. Danilo Montanari Vice Presidente Nazionale e Responsabile Codice Etico MSP Italia, membro collegio dei probiviri ACES Europe

L

a forza dello Sport in quanto evento partecipato e/o goduto in visione, dai tempi dell’ antica Olimpia, risiede nella sua capacità di entusiasmare, di spettacolarizzare, di uscire dalla routine, di offrire eventi giocosi che comportano immancabilmente la voglia di emulazione tra tutti i cittadini, a qualunque status sociale appartengano. . Se, come insegnano gli storici, la routine nell’antica Grecia era costituita dal perenne stato di Guerra (o pace armata) tra le varie città-stato, nulla di meno sorprendente che i giuochi olimpici interrompessero la routine guerresca per consentire di fare qualcosa di più entusiasmante: gareggiare pacificamente . Dunque, superiorità di interesse collettivo nell’evento sportivo rispetto all’evento bellico, già da migliaia di anni, e non è poco in termini assoluti di principio. L’altro eclatante elemento storico-sportivo fu la destinazione sole categorie sociali di alto rango della partecipazione ad eventi sportivi, ad indicarne la grande importanza nella società : si pensi alle giostre medievali e alla pallacorda del XIX sec., elemento di esclusività sociale contrastato fieramente, ma sempre nell’ambito di esaltazione dell’evento sportivo, nelle società meno esclusiviste (penso al calcio rinascimentale fiorentino ma anche alle meravigliose nazionali statunitensi di inizio XX secolo). Ancora, la massificazione delle ideologie politiche ha comportato nel secolo scorso la pretesa dei governanti di ricondurre i risultati delle prove sportive ad asserite superiorità di un certo sistema politico rispetto ad altri, e tale pretesa anzitutto, a modo suo, riconfermava la grande importanza dello sport in tutte le società umane e comunque risultava il male minore rispetto alla voglia di provare sul piano guerresco la volontà di supremazia di un sistema politico. Tale situazione ci ha accompagnati almeno dalle Olimpiadi di Berlino del 1936 fino alla caduta del muro (ancora a Berlino !) del 1989, risultando però fortunatamente oscurata più volte dalla capacità dello sport di unire genti e persone anzichè dividerle, ma sempre

senza abiurare alla sua alta capacità di spettacolarizzazione : ricordiamo ancora, dopo decenni, i rapporti di amicizia instauratisi, alla faccia di dittatori vari, tra gli atleti americani di colore e gli atleti della Germania nazista alle olimpiadi del 1936 ed addirittura le storie d’amore – matrimoniali tra atleti di Paesi occidentali e di Paesi comunisti nel secondo dopoguerra. In questa prospettiva occorre sottolineare la grande visione dei legislatori italiani degli anni ’50 e ’60 che, primi al mondo, sancirono la totale autonomia del mondo dello sport nostrano da ogni possibile attività di indirizzo politico : un principio tuttora valido e da salvaguardare sempre e comunque. Nei tempi attuali, la fine delle ideologie e l’elevato accesso per chiunque ad ogni tipo di informazione ha certamente costituito un netto miglioramento per le società umane, ma ancora e pure in questo rinnovato contest, lo Sport esercita la sua funzione primaria, anzitutto con la pubblicizzazione e lo svolgimento dell’attività sportiva per tutti come elemento salutistico per OGNI CITTADINO (veritiero e meritorio cavallo di battaglia del Presidente Lupattelli e del suo Movimento Sportivo Popolare sin dagli anni ’80) e poi tramite il coinvolgimento di ogni classe dirigente nel principio di salvaguardia dell’autonomia dello sport, quale elemento di crescita sociale indifferente ad ogni tendenza politica. Ed ancora, in piena ottemperanza a questa visione di pace, autonomia e crescita sociale attraverso la pratica sportiva, è d’obbligo ringraziare ACES Europe ed i dirigenti suoi tutti , in primis il presidente Lupattelli ed il Segretario Generale Hugo Alonso, per aver fatto intervenire alla riuscitissima kermesse del 30 ottobre scorso presso il C.O.N.I. al Foro Italico in Roma, tre Parlamentari Europei assai preparati in materia sportiva ed appartenenti a tre gruppi politici distinti. 7


LE OPINIONI

La comunicazione efficace Estate finita, trattiamo l’affascinante argomento della comunicazione efficace, buona lettura!

C

di Benedetta Fin - Vice Presidente MSP Italia

omunicare (dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) significa mettere qualcosa in comune. È un processo che coinvolge l’inviare, il ricevere e l’interpretare messaggi attraverso i canali sensoriali o molto semplicemente è lo scambio fra individui d’informazioni aventi un oggetto. L’ efficacia è la capacità di produrre l’effetto voluto e l’ottenimento stesso dell’effetto. Per essere efficaci bisogna essere in grado di modificare il proprio modo di esprimersi in funzione delle diverse situazioni. Non si dovrebbe pensare che il nostro ordine mentale sia di per sé perfettamente comprensibile al di là della forma in cui esso viene presentato, ma bisognerebbe articolare le parti del discorso, distinguerne i componenti essenziali secondo un codice semplice ed efficace. Il saper fare comunicativo è una qualità grazie alla quale, per comunicare, è necessario entrare in relazione con le persone di diverse fasce d’età e con differenti competenze e per essere efficace bisogna fornire istruzioni e indicazioni più opportune e precise possibili. Come si entra in relazione in modo efficace? Partiamo da 3 punti fissi: 1. Non si può non comunicare. 2. La conoscenza delle regole non significa saper comunicare. 3. Bisogna considerare contenuto (codice verbale) e relazione (codice non verbale). Il processo di comunicazione è composto da 3 elementi fondamentali: 1. L’emittente è colui il quale trasmette il messaggio e deve: individuare il destinatario, scegliere i mezzi con i quali comunicare, accertarsi che il destinatario sia in grado di raccogliere fedelmente il messaggio, proporre il messaggio e considerare eventuali interferenze. 2. Il messaggio è il contenuto della comunicazione. È ciò che, più o meno consapevolmente, l’emittente trasmette al ricevente. È espresso tramite un codice e trasmesso attraverso un canale e passa competenze, abilità e valori. 3. Il ricevente è il soggetto che attiva il processo conseguente. Il modo in cui riceve il messaggio dipende tanto da come è stato inviato, quanto dalle condizioni al momento in cui avviene il contatto. Dunque non si può non comunicare, l’efficacia della comunicazione è in gran parte legata alla capacità recettiva e alla mancanza di interferenze. Bisogna utilizzare al meglio la comunicazione, infatti la ricezione del messaggio, l’efficacia comunicativa, è data solo per il 7% dalle parole (contenuto del messaggio: cosa dico), per il 38% dai toni di voce e per il 55% dal linguaggio non verbale (come lo dico) che si esprime attraverso il comportamento: abbigliamento, mimica facciale, gestualità…). Il codice verbale indica ciò che si dice, la scelta delle parole, la costruzione logica delle frasi e l’uso di alcuni termini piuttosto che altri. Le parole possono avere significato diverso ed essere interpretate differentemente. Il codice non verbale si esprime attraverso il comportamento (oggetti, abbigliamento, mimica facciale, tono della voce, gesti…) e ha contenuti emozionali e relazionali. La comunicazione strettamente verbale composta da parole e frasi che utilizziamo è quella che riusciamo a controllare meglio, mentre la comunicazione non verbale è più difficile da controllare, in quanto connessa all’inconscio e alle emozioni. In una comunicazione efficace tutti i livelli dei messaggi devono rinforzarsi l’un l’altro: dalle parole usate al tono della voce, dalla postura del corpo alla mimica facciale. Colui che parla …dovrebbe saper ascoltare, infatti l’abilità di ascoltare consiste nel comprendere come e cosa gli altri stanno comunicando, dimostrando interesse per quello che dicono. “Pensate da uomini saggi, ma parlate come la gente comune” (Aristotele). 8


IN PRIMO PIANO

Roma, Salone d’Onore del Coni 30 ottobre 2017


IN PRIMO PIANO

MSP Italia-ACES Europe, al Coni un sogno ad occhi aperti Consegnate le targhe ai Comuni riconosciuti per il 2018 e 2019. Festa per la European Swim City 2017 e per Cagliari premiata come Miglior Città Europea dello Sport 2017!

I

l 30 ottobre si è svolta al Salone d’Onore del Coni la Cerimonia di consegna delle Benemerenze per lo sport europeo, alla presenza del Presidente del Coni Giovanni Malagò e del Presidente del MSP Italia-ACES Europe Gian Francesco Lupattelli. Durante la cerimonia, in un Salone d’Onore pieno in ogni posto, sono stati premiati i Municipi italiani che hanno ottenuto il titolo di Città/Comune/Comunità Europea dello Sport 2017 (riconoscimenti assegnati annualmente da ACES Europe) e consegnate le Ciotole della benemerenza ad atleti e dirigenti che si sono contraddistinti nello sport italiano. La Cerimonia è stata preceduta dalla consegna delle bandiere del 1°-2°-3° posto per il 1° Campionato di Nuoto

10

delle Città Europee dello Sport, che si è svolto lo scorso 1 luglio a Pesaro. Prima della consegna delle targhe per i Municipi del 2018 e 2019, il Presidente del Coni Malagò ha aperto la busta con scritto il nome della Miglior Città Europea dello Sport in Italia per il 2017, stabilito dalla Fondazione Valencia in base ai dossier presentati: un titolo che è andato a Cagliari, la quale ha avuto la meglio su Vicenza, Pesaro ed Aosta. Inoltre, come detto, sono state consegnate le targhe ai Comuni che ottenuto il titolo, dopo le visite delle Commissioni ACES Europe svolte quest’anno per i titoli di European City/Town of Sport per il 2018 e 2019. Inoltre, alla Cerimonia hanno partecipato i Comuni che si sono candidati al 2020 e che saranno visitati il prossimo anno,


IN PRIMO PIANO

come Savona, Piombino, Siena, Cosenza, Livorno e la Comunità Italian Riviera. Durante la Cerimonia, come detto, sono stati premiati atleti e dirigenti dello sport italiano e una menzione a parte la merita la famiglia Amadio, premiata dal Presidente Lupattelli in ricordo di Luigi Amadio, ex direttore della Fondazione Santa Lucia e grande amico del MSP

Italia. A suggellare questa splendida giornata, sono stati premiati con la Ciotola della Benemerenza dello Sport Europeo anche personalità legati ai Comitati Provinciali, Regionali e Settori MSP Italia: un ringraziamento che mantiene ancora più saldo il legame all’interno della grande famiglia MSP-ACES Europe.

Elenco Comuni 2018 e 2019 European City of Sport 2018: Bassano del Grappa, Forlì, Foligno, Sanremo European Town of Sport 2018: Airola, Andora, Corbetta, Montalbano Elicona European Communities of Sport 2018: Terre del Prosecco, Unione Montana Alta Val Tanaro European City of Sport 2019: Livorno, Oristano, Mantova, Vercelli European Town of Sport 2019: Chianciano Terme, Livigno, Omegna, Sesto Calende European Communities of Sport 2019: Sportland, Vallebona/Arco del Benessere

11


IN PRIMO PIANO

Marcialis: “Essere i migliori in Europa è soltanto l’inizio”

L’Assessore allo Sport di Cagliari commenta il titolo di Best European City of Sport 2017: “Siamo orgogliosi perché abbiamo messo lo sport al centro dell’amministrazione pubblica”

C

di Luca Parmigiani agliari è la Miglior Città Europea dello Sport 2017. Il titolo assegnato dalla Fondazione Valencia in base ai dossier presentati sulle attività svolte durante l’anno del titolo assegnato da ACES Europe ha premiato quest’anno la bontà del lavoro svolto dal capoluogo sardo. A riguardo, la redazione di Sport Europa ha voluto intervistare Yuri Marcialis, Assessore allo Sport del Comune di Cagliari. Assessore, il 30 ottobre, al Salone d’Onore del Coni, la nomina ufficiale dal Presidente del Coni Malagò come Miglior Città Europea dello Sport 2017. Come è stato il day after? “Abbiamo ricevuto molti complimenti anche da ambienti politici

12

non sportivi, comprendono quanto il risultato sia stato frutto di un impegno costante degli ultimi anni dell’amministrazione, dove si è lavorato per lo sport anche attraverso settori dell'amministrazione tradizionalmente non sportivi”. Quanto orgoglio vi lascia questo titolo di Miglior Città Europea dello Sport? “Abbiamo lavorato molto e puntato a raggiungere il massimo dei punti. Certo, la vittoria non è mai scontata ma sapevamo di aver fatto bene. Volevamo raggiungere un punteggio alto. E’ una vittoria insperata quando abbiamo iniziato, perché c’era tanto da fare in città e c’era da rilanciare la cultura dello sport. Dopo due anni questo riconoscimento di essere la Miglior Città Europea dello Sport è un traguardo importante ma non è

neanche la fine perché dobbiamo lavorare per migliorarci ancora. Siamo orgogliosi perché abbiamo messo lo sport al centro dell’amministrazione pubblica”. Come è nata la candidatura di Cagliari a Città Europea dello Sport? “La candidatura è nata dalla voglia di fare dello sport un tema centrale dell’amministrazione, rilanciando l’attività che già si svolgeva sensibilizzando allo stesso tempo la cittadinanza sulla cultura dello sport. Abbiamo pensato allo sport nelle diverse sfaccettature, sia a livello agonistico portando manifestazioni internazionali a Cagliari ma soprattutto rilanciando lo sport di base, ripartendo quindi dalle scuole, coinvolgendole in attività e stringendo rapporti con le associazioni e gli Enti di Promozione Sportiva”.


IN PRIMO PIANO “E’ stata molto stretta la collaborazione con MSP Sardegna del Presidente Borsetti, una realtà importante a Cagliari nel campo della promozione sportiva”

Uno dei punti fondamentali dei titoli rilasciati da ACES Europe è quello di incrementare la percentuale della popolazione attiva a praticare sport. A pochi mesi dalla chiusura dell’anno sportivo, avete riscontrato un incremento? “ACES Europe e l’Europa con questo premio vogliono incentivare i Comuni nell’attività motoria, a rendere più attivi i cittadini con lo scopo di avere città più vive e più sane. Noi abbiamo lavorato molto su questo cercando di far passare il messaggio che lo sport e attività motoria sono tutto, non solo un Campionato agonistico nello specifico. Possiamo già dire che un aumento dei cittadini a praticare sport c’è stato e faccio un esempio su tutti, la SoloWomenRun, una gara di corsa di sole donne che si tiene ai primi di marzo e che si svolge contemporaneamente a Cagliari, Trieste e Milano. Negli ultimi tre anni siamo passati da avere 1000 persone a 5000 e quest’anno vogliamo arrivare a 7000 partecipanti. Di queste, solo una piccola parte sono atlete, tutte le altre sono cittadine che decidono di fare una corsa della salute per sensibilizzare le persone sui temi sociali”. Parlava di una collaborazione con gli Enti di Promozione Sportiva in questo anno di sport. Quanto è sta-

ta utile la collaborazione con MSP Sardegna, Ente di primo piano a Cagliari? “La collaborazione è stata stretta, abbiamo organizzato diverse iniziative insieme, la più recente la giornata di apertura dell’anno scolastico dove gli istruttori MSP sono venuti sul campo d’atletica a far fare attività motoria a più di 400 bambini. MSP a Cagliari è una realtà importante che coinvolge tante associazioni e tanti amatori e la collaborazione continuerà ad essere stretta”. Il titolo di Miglior Città Europea dello Sport è un punto di partenza. Continuerete a investire in questo capitolo anche dopo il 2017? “Abbiamo già in campo molte iniziative. Sull’impiantistica, cito la palestra della boxe con l’obiettivo di farne un centro federale giovanile per pugilato e arti marziali così come stiamo trasformando un campo di softball anche lì con l’idea di fare centro federale giovanile. Sulla parte delle manifestazioni, stiamo incrementando sia quelle importanti che quelle di coinvolgimento dei cittadini. Per il 2019 organizzeremo i campionati di pallavolo per sordi e inoltre faremo dei campionati europei per dializzati e trapiantati, tutte iniziative che vogliono mischiare cura, prevenzione, agonismo e sociale”. 13


IN PRIMO PIANO

Dal 6 all’8 luglio la 2.a edizione della European Swim City La novità per il 2018 sarà la durata della manifestazione, per permettere la partecipazione anche ai Comuni europei

D

opo il successo della prima edizione, torna la ‘European Swim City’, l’unico campionato di nuoto che si disputa tra le “Capitals, Cities and Towns of Sport’ candidate o insignite del titolo da ACES

Europe. Alla ‘European Swim City 2018’ potranno partecipare delegazioni di nuotatori nati nell’anno 2001 e successivi, composte al massimo da 4 maschi e 4 femmine oltre ad un tecnico accompagnatore, residenti o regolarmente tesserati per Società affiliate alle Federazioni nuoto nazionali o a Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI con sede nel territorio della città insignita o candidata al titolo di “Città Europea dello Sport”. La novità per l’edizione 2018 è la durata dal 6 all’8 luglio, per consentire anche alle City europee più lontane di partecipare alla gara con la propria delegazione e usufruire delle numerose opportunità di svago e benessere offerte.

“European Swim City 2018” avrà luogo presso la piscina olimpica dell’impianto natatorio “Osvaldo Berti” di Pesaro, città del centro Italia che vanta una storica tradizione natatoria, già insignita del titolo di “Città Europea dello sport” nel 2017 da ACES Europe. Le gare si disputeranno per batterie e i migliori 8 tempi di ogni gara accederanno alla finale della sera. Saranno premiati i primi tre atleti classificati di ogni gara individuale e le staffette classificate ai primi tre posti. La Swim City si concluderà domenica sera 8 luglio con la cerimonia di premiazione di tutti i partecipanti e delle prime tre delegazioni, alla presenza dei rappresentanti di ACES Europe e delle istituzioni sportive, con l’assegnazione dell’esclusivo “Trofeo European Swim City 2018” realizzato per l’occasione da un noto artigiano pesarese. Inoltre, le prime tre classificate, saranno invitate presso il Salone d’Onore del CONI a ritirare la bandiera ACES Europe alla presenza del Presidente Malagò e delle istituzioni europee, come avvenuto lo scorso 30 ottobre nel


IN PRIMO PIANO

corso della tradizionale Cerimonia di consegna delle ciotole di benemerenza per le tre finaliste dell’edizione 2017: Vicenza, Pesaro e la vincitrice Forlì. Dopo la cerimonia di Roma, le tre delegazioni verranno premiate anche a Bruxelles per la ACES Europe Awards Ceremony presso la sede del Parlamento Europeo. Grande soddisfazione nelle parole del presidente Gian Francesco Lupattelli: “Quando lo scorso anno abbiamo sviluppato l’idea di “Swim City” si pensava ad una manifestazione unica, un’occasione per riunire atleti distanti geograficamente ma uniti dalla stessa passione per lo sport ed in particolare il nuoto, per una volta legati non

ai colori di una squadra ma alla bandiera della propria città. E’ stata una scommessa e l’abbiamo vinta: la prima edizione si è rivelata un successo, soprattutto per l’entusiasmo che ha coinvolto i partecipanti alla gara, spinti non solamente dal desiderio di vittoria ma dalla voglia di far festa insieme. Per il prossimo anno – prosegue Lupattelli – ci auguriamo l’adesione di ancor più delegazioni internazionali per dar vita ad una competizione coinvolgente e partecipata che porti con sè tutti i colori della bandiera europea”. Per maggiori informazioni sull’evento e sulle modalità di partecipazione: info@swimcity.it. 15


IN PRIMO PIANO

Samorì: “European Swim City, un’esperienza bellissima” L’Assessore allo Sport di Forlì, prossima European City of Sport 2018, racconta il 1° posto conquistato dalla sua città: “Una fantastica iniziativa. Ci saremo sicuramente anche il prossimo anno”

L

di Luca Parmigiani a European Swim City 2017, ossia il 1° Campionato di Nuoto tra le Città Europee dello Sport, è stata la novità promossa da ACES Europe, MSP Pesaro e Sport Village per mettere insieme i Comuni riconosciuti in questi anni sotto la bandiera dello sport e del nuoto. La prima edizione, svolta lo scorso 1 luglio e che ha avuto l’apice lo scorso 30 ottobre con la consegna delle Bandiere ai primi tre Municipi classificati, ha visto il successo della compagine di Forlì. A riguardo, la redazione di Sport Europa ha intervistato l’Assessore allo Sport di Forlì Sara Samorì per parlare di questa vittoria e dell’anno che si appresta a vivere la sua città che sarà European City of Sport 2018. Assessore, come è stata l’esperienza nel 1° Campionato di Nuoto delle Città Europee dello Sport? “Un’esperienza bellissima, poter partecipare alla prima edizione di nuoto delle Città Europee dello Sport è stata un’occasione importante, essere arrivati primi è motivo di

16

grande soddisfazione e sicuramente lascerà una traccia in questo trofeo. Ringrazio ACES Europe per aver avuto questa iniziativa, perché ritengo sia importante creare queste

Rari Nantes, selezionando i ragazzi migliori che sono stati la testimonianza che quando si uniscono le forze si crea una motivazione maggiore e si portano a casa i risultati. I ragazzi

situazioni dove le città riconosciute da ACES Europe possano confrontarsi, conoscersi e fare delle cose insieme. Per me è stata inoltre una soddisfazione doppia questa vittoria perché l’abbiamo ottenuta mettendo insieme le nostre due rappresentative di nuoto, ossia il GS Nuoto e

sono rimasti molto soddisfatti, sono iniziative che aiutano le squadre locali a stare insieme, a conoscersi di più e misurarsi con altri atleti di altre città. Ho avuto un feedback molto positivo dai ragazzi, che si sono molto divertiti e si sono davvero tanto impegnati perché lo stimolo del

rappresentare la città è stato un traino per tutti”. Una prima edizione che ha coinvolto solo i Municipi italiani, mentre nel 2018 il format prevederà la presenza anche dei Comuni europei. Ci sarete anche il prossimo anno? “Noi ovviamente ci saremo, anzi a maggiore ragione ci vogliamo misurare con gli altri Comuni europei. Lo tengo sullo sfondo ma vedere questo risultato nella disciplina che amo e dalla quale provengo è stato motivo di soddisfazione personale. Nella giornata della gara sono rimasta in costante contatto con i nostri dirigenti e appena mi hanno comunicato i risultati sono andata via dalla spiaggia e sono corsa giù a Pesaro per abbracciare i ragazzi per questa fantastica vittoria”. Si avvicina il 6 dicembre dove al Parlamento Europeo di Bruxelles ritirerai la Bandiera ufficiale di Forlì Città Europea dello Sport 2018. Come si sta preparando la città a vivere questo anno? “La città e il mondo d e l l’a s s o c i a z i o n i s m o sportivo ha accolto questo titolo e in generale tutto il percorso della candidatu-


IN PRIMO PIANO ra con molto entusiasmo. A Forlì si respira sport a tutti i livelli, è una città che dà molto e si identifica tanto nello sport. Il titolo di Città Europea dello Sport è il coronamento di un percorso che ha dimostrato la sensibilità dell’amministrazione verso il mondo sportivo ed è un riconoscimento di cui andare orgogliosi. Abbia-

mo già utilizzato questa spinta e il logo ufficiale in tutte le manifestazioni svolte nel 2017 e mi piace ricordare i tanti momenti e le tante attività che ci hanno stimolato a fare di più, come ad esempio la Fed Cup che per la prima volta in assoluto è sbarcata a Forlì, la Supercoppa di Basket, il Giro d’Italia, i Campionati Nazionali di

Calcio Primavera e la Forlì Fitness & Fun che aveva come obiettivo quello di diffondere la pratica sportiva a tutti i livelli. Anche per il 2018 abbiamo tante iniziative: è ufficiale la partenza da Forlì del Giro d’Italia Under 23, vogliamo riconfermare la nostra sede per la Supercoppa di Basket e spazieremo in tanti eventi sportivi

dal softball alla pallavolo all’atletica. Infine stiamo ragionando sui Cantieri dello Sport, un progetto da dedicare a un fine settimana dove ragionare e confrontarci insieme alle massime istituzioni sportive sulle politiche sportive da attuare, nella logica che lo sport deve entrare nell’attività didattica dei ragazzi”.

“Siamo pronti a vivere il prossimo anno di sport. A Forlì si respira sport a tutti i livelli” 17


IN PRIMO PIANO

MSP Day, emozioni di sport! A Rimini il tradizionale appuntamento delle Finali Nazionali MSP Italia, che suggellano un anno di promozione sportiva su tutto il territorio L’evento conclusivo del nostro Ente si è svolto come ogni anno a Rimini, con le Finali Nazionali che chiudono un anno di sport e vedono fronteggiarsi, nel clima di amatorialità sportiva, le formazioni provenienti dai diversi Comitati Provinciali e Regionali. Il Garden Sporting, nei giorni 24-25 giugno, ha ospitato le Finali Nazionali del calcio a 7 e calcio a 5 sia maschile che femminile. Una menzione in particolare per il futsal rosa targato MSP Italia, che sta crescendo come lo dimostrano le dodici squadre in campo, in rappresentanza di sette Regioni e l’incremento dei campionati provinciali e regionali. Le squadre partecipanti sono state suddivise in quattro gironi eliminatori all'italiana, di tre formazioni ciascuno, con gare di sola andata valide per la qualificazione ai quarti di finale. Ne è derivato un calendario dei quarti molto interessante, con partite combattute e in bilico fino all'ultimo secondo. La finalissima ha visto fronteggiarsi CS Firenze e No Name, con queste ultime che si sono guadagnate il primo posto battendo le avversarie 7 a 5. Oltre al campo di gioco, le ragazze si sono potute rilassare sabato sera con la festa organizzata al locale Mon Amour dal MSP. 18

Oltre alle formazioni vincitrici sono state premiate il capocannoniere Selvaggia Vitale (16 reti, Fenice Roma), il miglior portiere Chiara Alessi (Sagittae Firenze) e il miglior giocatore Caruso Martina (MM Sport Cosenza). Il No Name, oltre al trofeo, potrà godere anche di una settimana di soggiorno premio in una località a scelta. Nel calcio a 5, otto formazioni si sono date battaglia, agonisticamente parlando, per lo scettro nazionale che finisce ancora una volta, la quarta (un record) al Caffè Concorde di Prato che ha battuto in finalissima la squadra veronese degli Arditi. Verona che sale anche sul gradino più basso del podio con la finalina vinta dal Cornivul Hunedoara. Anche nel calcio a 7 alza la coppa al cielo come Campione Nazionale una squadra Toscana, con la formazione Luca Hair Stylist che ha avuto la meglio sulla Tipolitografia Giannoli di Nettuno per 6-5, in una rassegna finale che ha coinvolto sei formazioni. Infine il calcio a 11, con la finale, svolta allo Stadio Bellaria di Rimini, tra i colori di Latina, visto che a fronteggiarsi sul campo sono stati “Gli Amatori Latina” e la “Samagor”, con quest’ultima che si è laureata per la terza volta consecutiva Campione Nazionale, grazie anche


IN PRIMO PIANO alla vena realizzativa di Mattia Luceri (capocannoniere e miglior giocatore del Torneo). Le finali Nazionali quest’anno hanno interessato per la prima volta in assoluto anche due nuovi sport, il pattinaggio a rotelle e il Padel, che hanno registrato grande partecipazione di atleti e spettatori con la volontà di replicare nel 2018 il format delle fase Nazionale. Il pattinaggio a rotelle ha registrato 510 partecipanti, coinvolgendo gli atleti dai 4 anni in su e anche una speciale Categoria denominata “Farfalla” per i diversamente abili. Sei squadre provenienti da cinque Regioni hanno infine partecipato alla prima Finale di Padel organizzata a Riccione nel weekend successivo del 1-2 luglio. Proprio questo sarà l’obiettivo del nostro Ente, ossia quello di ampliare il più possibile il format coinvolgendo più discipline sportive. Per uno sport a misura di ogni cittadino. Campione Nazionale calcio a 11: Samagor

Campione Nazionale calcio a 5 femminile: No Name

Campione Nazionale calcio a 7: Luca Hair Stylist Campione Nazionale calcio a 5 maschile: Caffè Concorde


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Sardegna, un Ente per tutti gli Sport! Riparte senza sosta la stagione tra attività sportiva e formativa: calcio, tennis, ginnastica ritmica, karate, kung fu, basket per confermarsi i primi sul territorio

N

el solco che fa del MSP Sardegna il primo Ente da anni presente sull’Isola, il Comitato Regionale coadiuvato dai Comitati Provinciali ha iniziato la stagione sportiva offrendo attività sportiva e formativa per tutti i gusti, nel proseguo del leit motiv “Uno sport per ognuno” che caratterizza la storia del MSP Italia dal 1984 ad oggi. Cominciamo quindi dalle attività finora svolte. Attività che riguardano non solo le manifestazioni sportive ma anche la cura, la prevenzione e l’assistenza verso le società affiliate. Proprio a riguardo, siamo onorati di aver organizzato ad oggi ben nove corsi di PSSD, in ossequio alle ultime disposizioni legislative che obbligano ormai le società a dotarsi di defibrillatori e personale formato nei centri sportivi. Per quanto riguarda le attività di campo, settembre è stato il mese della programmazione, con le riunioni di Settore volte a pianificare la stagione sportiva. Nel Settore della Ginnastica Ritmica, con la neo Responsabile Francesca Ravot, abbiamo tenuto uno stage formativo a Cagliari (con gli onori di casa fatti dall’Assessore allo Sport Yuri Marcialis) avendo come ospite la pluricampionessa

20


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI Federica Febbo. La novità del Settore Ginnastica Ritmica sarà l’organizzazione, per la prima volta, delle Finali Nazionali che si terranno proprio in Sardegna nel maggio 2018. La pianificazione degli eventi è cruciale per come vogliamo portare avanti il discorso legato alla promozione sportiva sul territorio, che si lega quindi a un’offerta di sempre maggiore qualità verso società affiliate e tesserati. Anche il Settore Danza si è riunito infatti ad ottobre e a novembre ecco in scena, nel weekend 18/19 novembre

il Trofeo Liberty, che coinvolgerà circa 1000 atleti nella Danza Sportiva. Domenica 15 ottobre, nella splendida cornice del Parco della Musica a Cagliari, MSP Sardegna ha partecipato all’evento “Orti Arti e Giardini”, manifestazione che promuove i legami tra cibo, ambiente, natura e sport per una migliore qualità della vita. Durante l’evento, giunto alla terza edizione, il nostro Comitato ha partecipato promuovendo e riscuotendo molto successo tra i presenti, alcune discipline sportive con i propri tecnici nel campo della danza, ginnastica ritmica, fitness e arti marziali. Quest’ultimo settore è tra l’altro molto attivo con diverse manifestazioni programmate o svolte. Il 6 novembre si è svolto infatti, in collaborazione con il Settore Nazionale Arti Marziali Cinesi, il 1° Campionato Regionale di Kung Fu: un bellissimo evento al quale hanno partecipato tanti atleti con la soddisfazione da parte di tutte le società e addetti ai lavori. Sempre rimanendo in tema,

Sito web: www.mspsardegna.it 21


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

nel weekend 16-17 dicembre organizzeremo la Finale Nazionale di Karate che si terrà al Geovillage di Olbia. Da non dimenticare poi la 2° edizione di “Fitwalking per la vita”, che ha visto la partecipazione del Comitato MSP Sassari per il secondo anno consecutivo, con la presenza di 1000 iscritti che hanno preso alla 6 km di sport, salute e beneficenza. In una splendida cornice di sport, vogliamo sottolineare sempre a Sassari l' apertura della stagione sportiva 2017/18 con l'annuale manifestazione "Sport Day MSP Italia", che si è svolta domenica 17 settembre e che ha visto la partecipazione di oltre 300 atleti nelle discipline del Calcio, Basket, Fitness, Ballo sportivo e Pesistica. Il Comitato Regionale è protagonista di tanti eventi, uno tra questi il Turisport, ossia una manifestazione dedicata al tempo libero, allo sport a 360°, alla vita all’aria aperta, al benessere, durante la quale il nostro Ente ha marcato la sua presenza a Cagliari dal 10 al 12 novembre. Immancabile il Settore Calcio, con il Torneo Maracanà

di calcio a 7 e a 11 e le tantissime formazioni iscritte che si divertiranno sui campi Don Bosco e Newton fino al prossimo maggio. Nella convinzione di coprire tutte le discipline sportive, citiamo anche i tornei “in rosa” organizzati al femminile: ecco quindi che a metà novembre partirà per la prima volta una manifestazione per il basket femminile che vedrà coinvolte ai nastri di partenza ben nove squadre mentre sempre a novembre è iniziato il Torneo di tennis femminile a squadre che si giocherà ogni sabato pomeriggio presso il Tennis Club Su Planu a Selargius. Sul tennis, menzioniamo il Torneo Fantasma di Beach Tennis svolto il 1 novembre, nel richiamo della Festa di Halloween, presso il Lungomare Poetto con sulla spiaggia tutti ragazzi da Under 10 fino agli Under 16. Passiamo ai corsi di formazione, volti a incentivare la cultura formativa e la qualità dei tecnici sempre più richiesta nel mondo dell’associazionismo sportivo. In questi mesi abbiamo tenuto il Corso di Fitness 1° livello


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI mentre a cavallo tra novembre e dicembre si terrà il corso Trainer (l.1) di Military Obstacle Course Conditioning System, indirizzato a Laureati/laureandi in Scienze motorie che lavorano già nel mondo del Fitness o sportivo, Personal Trainer e Istruttori. MSP Sardegna, infine, con il Comitato Cagliari, è stato un valido interlocutore della città nella promozione della candidatura di Cagliari Città Europea dello Sport 2017 e grazie alla collaborazione con il Comune, la città si è

potuta fregiare del titolo di Miglior Città Europea dello Sport 2017. Una collaborazione che ci ha visti impegnati in tanti momenti vissuti insieme di promozione sportiva, come ad esempio la Giornata Europea dello Sport Scolastico 2017, svolta a fine settembre presso il Campo Comunale Coni di Atletica, dove i circa 500 bambini accompagnati da insegnanti e genitori hanno trascorso una mattinata all’insegna dello sport e del divertimento seguiti dai nostri tecnici MSP.

23


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Sicilia, per rimanere al comando Attività programmate per i Settori Ju Jitsu e ginnastica artistica. Ricca di contenuti la proposta dei corsi di formazione svolti dai Comitati Provinciali

I

l Comitato Regionale MSP Sicilia si prepara a vivere i prossimi mesi cercando di promuovere lo sport a 360°, continuando ad essere un valido interlocutore per tutte le società affiliate che da anni hanno sposato la bontà e la qualità della proposta sportiva e formativa dell’Ente nell’Iso-

la. I primi mesi della stagione sono stati un warm up per ciò che concerne riunioni di settori e programmazione attività, in attesa che tutte le tessere del mosaico della promozione sportiva possano migliorare l’attività sul territorio, nell’ottica di salvaguardare le società sportive e tesserati che decidono di affiliarsi al MSP. Passando all’attività sportiva/ formativa svolta durante l’estate, citiamo il Seminario di Kali e Pencak Silat”, svolto nel weekend 1-2 luglio presso l’Accademia di Arti Marziali-Dojo di Palermo e tenuto dall’ADPC Kkienn Budo Club. Presente come annunciato il prof. Maurizio Maltese, massima autorità italiana nel settore delle Arti Marziali nel Sud Est Asiatico. La giornata di sabato è stata incentrata sull’aggiornamento Istruttori Kali e Pencak Silat mentre domenica sono stati presentati, dal Prof. Maltese, lo stile Serrado Escrima e lo stile Ular Pencak Silat. Infine, per concludere il Seminario, sono stati sostenuti gli esami di passaggio grado tecnico

24

e didattico. Conclusa la pausa estiva, a settembre i nostri Settori hanno iniziato a programmare la stagione, come ad esempio la Ginnastica Artistica che il 23 settembre ha tenuto una riunione per illustrare i prossimi programmi tra corsi di aggiornamento, gare e allenamento Team Sicilia. Ai nastri di partenza anche tutto il Settore Ju Jitsu, da sempre motore del MSP Sicilia, che ha iniziato l’organizzazione delle prossime gare attraverso l’invio delle Circolari a tutte le società affiliate. Il primo evento, in collaborazione con MSP Palermo, sarà il 19 novembre con il Trofeo Regionale di Ju Jitsu che si terrà al Palazzetto “Ciro Genova” di Villagrazia di Parini a Palermo, dalla mattina fino alla sera. La gara, specialità fighting system e duo system, coinvolgerà tutte le Categorie, divise per orari, dagli Under 8 fino ai Senior. Il Trofeo Regionale sarà l’antipasto e il preludio della Coppa Italia Ju Jitsu, in programma il 16/17 dicembre al Palasport Pietro Rizzuto Cattolica Eraclea di Agrigento. La competizione sarà selettiva, per le Categorie Under 18 e Under 21, ai fini della convocazione nella Nazionale per i prossimi Mondiali ad Abu Dhabi. Cinque aree di

Sito web: www.mspsicilia.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI gara regolamentari: fighting system, ne waza, duo basic, duo system e duo show. Queste gare sono state anticipate, organizzate sempre dal Comitato Provinciale di Palermo, dalla riunione del settore arbitrale del 30 ottobre scorso e dallo stage con Ivan Tomasetti, svolto all’Akiyama Budo Club di Capaci il 12 novembre con due sessioni svolte alle 10 e alle 15. Sempre a Palermo, dal 30 settembre al 1 ottobre, si è tenuto invece lo Stage Nazionale con Hiroo Mochizuki Sensei, fondatore delle Yoseikan Budo. Nel rispetto delle recenti disposizioni legislative, che obbligano ormai le società sportive dilettantistiche a dotarsi di defibrillatori e personale qualificato, MSP Palermo continua il suo lavoro con l’organizzazione di un nuovo corso Full BLSD adulto-bambino-infante, programmato presso il Centro Sportivo Lions di Palermo, dalle 9 alle 14, con illustrazione di materiale teorico e prova pratica, attraverso le tecniche di intervento con ausilio di manichini speciali e l’uso del defibrillatore da addestramento ed infine esame pratico finale da parte dei discenti. Formazione e attività sportiva anche per il Comitato Provinciale di Messina. Per quanto riguarda la corsistica, citiamo il Corso di formazione per istruttori di fitness body building di 1° livello, organizzato a cavallo di agosto e settembre, mentre sempre nel mese più estivo dell’anno, si sono tenute due manifestazioni di danza a Montalbano Elicona (Comune Europeo dello Sport 2018) e San Filippo di Mela. Da sempre attenti alla formazione dei quadri tecnici, an-

che il Comitato MSP Ragusa ha organizzato un Corso di formazione per Istruttori di Ginnastica Posturale alla Palestra Basaki, strutturato in 48 ore divise tra ottobre e novembre. Concludiamo riportando le attività dell’ASD Pirates Bike Team, che si sono svolte recentemente a Torre Marausa e Pizzo Manolfo, coinvolgendo gli amanti della cicloturistica sia esperti che neofiti. Rimanendo in tema si è svolta con successo la finale regionale del progetto “Bimbi & bici ...in piazza 2017” svolto sotto l’egida del MSP Sicilia al Parco delle Madonie dal 20 al 22 ottobre scorso. “Bimbi in bici” è un evento finalizzato al bambino, organizzato dall’ASD Tour & Bike che si pone come obiettivo quello di creare momenti di divertimento puro e momenti di crescita della sfera cognitiva. La finale Regionale si è conclusa con la consegna delle maglie di Campione regionale per le undici categorie maschili e femminili dai 4 ai 13 anni con le maglie giallo/rossa che rappresentano i colori della regione Sicilia: sono stati premiati, inoltre, tutti i partecipanti con le medaglie ricordo. Il progetto “Gimkana Ciclistica della Solidarietà Bimbi & Bici 2017", nato dalla necessità di realizzare un programma permanente di iniziative concrete di educazione alla mobilità sostenibile, si concluderà con la finale nazionale prevista a Palermo domenica 12 novembre al Parco della Salute - Foro Italico, con l’obiettivo di bissare il successo di questa edizione anche per il 2018.

25


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Veneto ad alta quota Ancora MSP Verona a primeggiare tra tutti nel Calcio a 5 Veneto MSP Venezia, l’International Venice Skate Trophy l’evento più ambito dell’anno! Promozione sportiva e culturale del MSP Vicenza con il seminario di Arti Marziali

MSP Verona

Sono 86 le squadre che quest’anno disputeranno il Campionato Provinciale MSP di Calcio a 5 giunto alla 27.a edizione. Il campionato è iniziato lo scorso 10 ottobre e ci si appresta a rivivere la nuova stagione con tante novità e i vecchi partner: MSP si avvale della collaborazione di Ostilio Mobili a cui è dedicato il Trofeo, di AGSM Verona, Cantina SCRIANI, Phito Garda, Valpolicella Veneto Banca, Kubitek, Carrozzeria Mainenti. Confermato anche il Format televisivo sul campionato “MSP: il pianeta del calcio a 5” che andrà in onda su Telearna e Telearena Sport. Gli incontri si disputeranno su campi coperti: C. S. Junior Club, C.S. San Floriano, C.S. Tennis Alpo, C.S. De Stefani, C.S. Fumane, Sporting Club Arbizzano, Sporting di Pescantina, del Palazzetto dello Sport di Villafranca, del Palazzetto dello Sport di Verona e della Tensostruttura adiacente. Tutte le squadre verranno omaggiate delle nuove maglie Adidas, di 2 palloni SELECT, dell’almanacco 2017/2018 con uscita a fine gennaio p.v.. Il XXVII Campionato Provinciale M.S.P. di Calcio a 5 si articolerà in tre fasce di merito: A1, A2 e B1. Al Campionato di A1 parteciperanno 18 squadre. La formula prevede la formazione di due gironi da nove ciascuno che si disputeranno all’italiana con partite di andata e ritorno; le prime sei squadre di ciascun girone, in ordine di classica, accederanno ai Play Off. Nel girone da dieci la squadra 7 classificata manterrà la categoria non partecipando ai Play Off o Play Out. Le squadre classificate dall’8° al 9° posto disputeranno i Play Out, la squadra ultima classificata retrocederà direttamente in A2. Nel girone da nove Le squadre classificate dal 7° all’ 8° posto disputeranno i Play Out, la squadra ultima classificata retrocederà direttamente in A2 Al Campionato di A2 parteciperanno 36 squadre. La formula prevede la formazione di quattro gironi da nove squadre ciascuno, che si disputeranno all’italiana con partite di andata e ritorno. La prima squadra di ciascun girone accederà ai Play Off. Le squadre classificate dal 2° al 4° posto di ciascun girone disputeranno i Play Out Promozione A1. Le ultime due classificate di ciascun girone retrocederanno in B. Al Campionato di B parteciperanno 32 squadre. La formula prevede la formazione di quattro gironi da otto squadre ciascuno e, che si disputeranno all’italiana con partite di andata e ritorno. Le prime due squadre di ciascun girone acquisiranno il diritto di partecipare al Campionato 2018/ 2019 in fascia A2. I Play Off prevedono la formazione di quattro gironi da quattro squadre ciascuno, composti dalle prime sei squadre di ciascun girone di A1 (12 squadre) e dalla prima squadra classificata di ciascun girone di A2 (4 squadre), che si disputeranno con partite di sola andata; le prime 2 squadre classificate di ciascuno dei

26

quattro gironi accederanno al tabellone finale con quarti, semifinali e finali, con partite uniche ad eliminazione diretta. Le squadre qualificate per i Play Off acquisiranno il diritto di partecipare al Campionato 2018/ 2019 in fascia A1. I Play Out prevedono invece la formazione di quattro gironi da quattro squadre ciascuno, composti dalle squadre classificate dall’ottavo al nono posto del girone da dieci, dal settimo all’ottavo posto del girone da nove di A1 (totale 4 squadre) e dalle tre squadre classificate al secondo, terzo e quarto posto di ciascun girone di A2 (12 squadre), che si disputeranno con partite di sola anda-

ta; le prime 2 squadre classificate di ciascuno dei quattro gironi accederanno al tabellone finale con quarti, semifinali e finali, con partite uniche ad eliminazione diretta. Le prime due squadre classificate acquisiranno il diritto di partecipare al Campionato 2018/ 2019 in fascia A1. La Coppa MSP Verona si disputerà invece fra tutte le squadre che non parteciperanno ai Play Off e Play Out. Nella Serie B1 al termine della fase Eliminatoria è prevista la formazione di 8 gironi da quattro squadre ciascuno. Le prime due accedono agli ottavi di finali, le vincenti ai quarti di finali. Nella serie A1 e A2 al termine della fase eliminatoria è prevista la formazione di 7 gironi da tre squadre ciascuno (la peggior classificata di A1 e le 20 di B) le vincenti di tutti i gironi più la miglior classificata di A1 accederanno ai quarti di finali. Le vincenti dei quarti di finali di A1 e A2 e B1 si incroceranno per la disputa dei quarti di finali della coppa. Le vincenti le semifinali, le vincenti disputeranno la finalissima della Coppa Verona. Le finali previste per il sabato 12 maggio 2017 presso l’AGSM FORUM di Verona. Come sempre le prime quattro formazioni classificate al XXVII Campionato Provinciale più le vincenti del Trofeo AGSM e della Coppa MSP Verona parteciperanno di diritto alle finali regionali 2018 che si disputeranno nei giorni dal 1 al 3 giugno 2018.

Sito web: www.mspverona.it - www.mspveneto.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI MSP Venezia

L’evento più ambito dell'anno: l’International Venice Skate Trophy. il Comitato Provinciale Venezia e il responsabile nazionale MSP Italia Sport Rotellistici attraverso il campionato di pattinaggio artistico a rotelle, frutto di varie esperienze sportive e non, hanno creato un regolamento per dare ad ogni atleta, la propria dimensione, ma soprattutto maggiore crescita e propedeuticità attraverso esercizi tecnici, coreografici e passi tipici del pattinaggio artistico a rotelle! Il campionato MSP Italia nell’edizione 2017 si sviluppa in 7 tappe più una fase nazionale svoltasi a Riccione a giugno nel bellissima cornice del palazzetto Play Hall oltre, per il primo anno a Marcon, la prima edizione dell’International Venice Skate Trophy Memorial Nicoletta Laurora. Un trofeo internazionale perché noi, di MSP Italia, crediamo nello sport per ognuno, ma soprattutto nelle nostre competizioni dove, oltre a riportare quell'atmosfera magica tipica delle gare, ci sono sane tifoserie che con applausi sostengono le varie squa-

dre, e creano momenti e attimi di aggregazione e formazione personale. Nuove amicizie, nuovi obiettivi, nuove esperienze di vita che solo lo sport sa dare, ma soprattutto la promozione sportiva! Perché la promozione è la vera base per lo sportivo. E come cita lo slogan uno sport per ognuno! Questo primissimo evento internazionale ha coinvolto moltissime società di pattinaggio. Ma all'interno delle giornate di gara è stato possibile per tutti, atleti e accompagnatori, provare le nostre passeggiate culturali attraverso la Venezia magica, partecipare a corsi di danza, di stile e Hip Hop, stage di pattinaggio con tecnici federali, ginnastica ritmica, calcio per i pulcini, Krav Maga, oltre che assistere a convegni su Bullismo e psicologi esperti nel settore. E per finire un grande gala di chiusura. Il 31/10, notte di Halloween, per festeggiare e celebrare i vincitori. Una fantastica serata fatta di buon cibo, balli tutti mascherati per l’occasione in una fantastica location a tema. Il comitato Provinciale di Venezia vi aspetta!

Pagine Facebook: www.facebook.com/mspvenezia - www.facebook.com/mspbelluno

MSP Vicenza

Ancora un’attività di promozione sportiva e culturale organizzata dal Comitato Provinciale MSP Italia di Vicenza a Dueville (VI) con l’ASD Ju Jitsu Club Dueville Dojo A.D.I.A unitamente alla ASD Fujiyama Karate Tezze sul Brenta Dojo A.D.I.A  per un  Seminario di Arti Marziali Giapponese Tradizionale, Moderno, Sportivo,  Kobudo e Difesa Personale. Il seminario ha visto l’unione di più Scuole Italiane ed Europee con amicizia e rispetto per il piacere di stare insieme.  A questo riguardo, desideriamo ringraziare tutti i Maestri presenti e i rappresentanti che hanno partecipato al Seminario. Infine, diamo il benvenuto al Maestro Claudio Zilio e la Presidente Guderzo Ketty con tutta la Scuola ASD Vovinam Viet Vo Dao Veneto che entra a far parte del Comitato Provinciale MSP Vicenza.

Pagina Facebook: www.facebook.com/msp.vicenza 27


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Toscana, ambizioni da vertice

Mai come quest’anno, il Comitato Regionale sta estendendo i suoi confini del Fitness, Wellness, BodyBuilding e Arti Marziali, anche grazie a un potenziato centro servizi

C

ontinua la crescita MSP nella regione Toscana dove oltre alle conferme relative dei numeri delle discipline del Calcio a 5 e Calcio a 7, si sta puntando fortemente su nuovi sport emergenti. Infatti prosegue nel migliore dei modi lo sviluppo in collaborazione con MSP Roma del Settore Padel dove oltre a promuovere tornei si sta investendo anche sulla formazione di istruttori preparati, sempre necessari per la crescita di ogni tipo di disciplina. Di pari passo con lo sviluppo del settore Padel il Comitato sta entrando con profitto anche nel mondo del Tennis. Altra disciplina in forte crescita è quella della Pole Dance dove sono già state affiliate importanti realtà nelle provincie di Firenze, Prato  e

28

Siena. Per quanto riguardo invece l'affiliazione dei centri sportivi sempre più nomi di grande blasone decidono di affidarsi ad MSP Italia realizzando una crescita numerica e qualitativa come non è mai avvenuta in questi anni dal punto di vista del Fitness, Wellness, BodyBuilding e Arti Marziali. La crescita numerica però non può prescindere dalla crescita di un potenziato centro servizi che possa guidare gli affiliati in tutte le difficoltà che si incontrano entrando nella complessa sfera legislativa del Terzo Settore. Un servizio a 360° che parte dalla costituzione dell'associazione, alle fasi di gestione e allo sviluppo di piani progettuali con l'ausilio anche di professionisti esterni accuratamente selezioni tra i maggiori esperti del settore.

Sito web: www.msptoscana.it www.facebook.com/msptoscana


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Comincia nel migliore dei modi per il Comitato di Prato  la stagione 2017/18 66 formazioni ai nastri di partenza del calcio a 5 e 7. Entra nello staff un valore aggiunto per il Settore Pole Dance: Rita Conte

P

er quanto riguarda il settore Calcio tra calcio a 5 e calcio a 7 sono ben 66 le formazioni ai nastri di partenza. L'attenzione del Comitato verso nuovi sport in crescita ha portato ad avere nella famiglia MSP Italia la grande Rita Conte, personaggio di altissimo valore a livello nazionale e internazionale per quanto riguarda la Pole Dance, celebre anche per il recente ruolo di protagonista nel video musicale dei Clean Bandit insieme a Sean Paul intitolato Rockabye. Entrato nella famiglia MSP anche il centro Brutal Club, struttura d'eccellenza per quanto riguarda il BodyBuilding a livello italiano, che mette a disposizioni dei suoi tesserati un ineguagliabile parco di 40 macchine Hammer Strength, leader mondiale nel settore. Confermata anche per la prossima stagione la collaborazione con l'Azienda Sanitaria Locale, che ha consentito uno sviluppo capillare dell'Attività Fisica Adattata (AFA), un programma di esercizio fisico rivolto ai cittadini di età superiore ai 60 anni, colpiti da patologie croniche e in condizioni di salute stabili, che serve a migliorare lo stile di vita e a prevenire la disabilità.  Confermata anche l'importante ruolo nel settore circolistico della provincia laniera con l'affiliato Club 999 che punta a riconfermare il numero di oltre 8.000 tesserati raggiunto nella scorsa stagione. Un'altra caratteristica peculiare del Comitato è la multidisciplinarietà, dimostrata affiliando associazioni che svariano in diverse discipline come la Danza Sportiva, lo Sci e il Fitness. 

Sito web: www.mspprato.it - https://www.facebook.com/mspprato

29


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lazio, a Ostia un pomeriggio di sport e legalità Il Comitato Provinciale di Latina dà il benvenuto a Luca Sperandio Murato, neo Responsabile Settore Tai Chi

I

l Comitato Regionale MSP Lazio ha partecipato con entusiasmo, il 7 ottobre scorso, alla tappa di Ostia dell’itinerante progetto “Sport in piazza”, legato al protocollo d’intesa “Coni e Regione, compagni di sport”, con un significato particolare. Infatti il momento di festa e condivisione attraverso lo sport è stata la chiave scelta dall’Autorità Giudiziaria per segnare il ritorno di un luogo sottratto alla malavita nella casa di tutti, l’”agorà dei cittadini”. Complice la giornata decisamente più estiva che autunnale, i cittadini sono arrivati per una passeggiata sul lungomare dove hanno conosciuto e provato una serie

che ha dichiarato che occasioni come questa dimostrano quanto sia importante esserci. Dello stesso avviso anche l’Assessore della Regione Lazio Visini la quale ha ribadito l’importanza del diritto allo sport, inteso come benessere, economia, ma soprattutto compagnia. Da Ostia ci spostiamo a Latina, con il Comitato Provinciale che dà il benvenuto al neo Responsabile del Settore Tai Chi Luca Sperandio Murato, il cui curriculum parla da solo. La sua formazione infatti si sviluppa da oltre quindici anni, con il supporto tecnico e professionale di alcuni fra i nomi più illustri del panorama internazionale di diverse discipline orientali come Lee, To Yo, Maistrello, Fornasir, Fabbri e Tonti che hanno fornito mezzi tecnici e filosofici importantissimi alla finalità dell’arte. I luoghi visitati in Oriente ed Occidente e i continui seminari ed aggiornamenti completano il suo già grande di discipline più o meno conosciute. MSP Lazio ha par- bagaglio culturale e professionale. tecipato all’evento con un proprio stand e la promozione Il Comitato Provinciale di Latina supporterà a pieno il della disciplina delle arti marziali. lavoro di promozione sportiva che ha già iniziato a svolPresente anche il Presidente Coni Lazio Riccardo Viola gere sul territorio Luca Sperandio Murato. Sito web/pagina Fb: www.facebook.com/comitatolazio/ - www.msplatina.it

30


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Roma, seminario fiscale

sull’attività lavorativa nel mondo sportivo Il 25 novembre alla Scuola dello Sport del Coni un altro seminario organizzato dal Comitato Provinciale, con lo scopo di aiutare le ASD/SSD nella gestione di una società sportiva

N

el solco dell’assistenza e consulenza alle ASD/ SSD, il Comitato Provinciale MSP Roma continua il suo lavoro nella promozione di seminari gratuiti per quanti coloro che quotidianamente collaborano nell’associazionismo sportivo. Dopo il grande successo del seminario di studio sugli aspetti fiscali delle ASD/SSD, organizzato lo scorso aprile insieme a Fineco Bank con la docenza di Ispettorato del Lavoro, Guardia di Finanza e SIAE, il Comitato Provinciale bissa l’iniziativa con il seminario sull’attività sportiva nel mondo sportivo, che si terrà il 25 novembre presso l’Aula Magna della Scuola dello Sport del Coni. Grazie al supporto del software Athletis, il seminario di mezza giornata sarà un focus di approfondimento sulle collaborazioni sportive, tema centrale per tutto il mondo dell’associazionismo sportivo, soprattutto Istruttori, tecnici e Maestri. Interverranno Ispettorato del Lavoro e lo studio fiscale del Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia con un box

didattico sull’ultima finanziaria, che porterà l’innalzamento della no tax area per i compensi sportivi da 7500 euro a 10.000 euro. MSP Roma con questo seminario vuole continuare quindi il lavoro di offerta di servizio rivolto alle ASD/SSD, consapevole del fatto che nell’epoca moderna le associazioni devono essere seguite a

interlocutore come assistenza e collaborazione, grazie anche all’aiuto di un Centro Servizi dedicato al fisco. Sul fronte dell’attività sportiva, continua come ormai da tre anni il Circuito Amatoriale di Padel che per la stagione invernale è sponsorizzato dalla compagnia aerea Vueling con record di iscrizioni ad ogni tappa. Si sta programman-

360° in tutta la sua gestione, che va al di là del semplice tesseramento ed affiliazione. Ecco perché si arriva all’organizzazione di questi seminari, per aiutare il mondo dell’associazionismo sportivo a comprendere più facilmente le problematiche che possono sorgere, con MSP Roma che si propone come un valido

do la prossima stagione di scuola nuoto e si delineano le linee guida sul settore della danza e fitness, che sarà costituito come sempre dai corsi di formazione in collaborazione con l’ASD Fitness Italia e le attività sportive come la Gold Cup e l’ultima idea della ginnastica per tutti nei parchi di Roma, a partire dal marzo 2018.

Sito web: www.msproma.it - www.facebook.com/MspRoma/

31


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Piemonte, la realtà del Settore Danza

Il Comitato Regionale ha istituito dal 2010 due Trofei a tema per premiare la creatività dei coreografi e degli artisti che prendono parte al concorso L’obiettivo dello sport è un impegno etico consapevole della sua funzione sociale che ha come fattore di aggregazione il benessere fisico degli individui, il miglioramento generale della loro qualità di vita e l'integrazione armoniosa nella società. MSP Danza Piemonte è una viva realtà che promuove la

danza moderna, danza contemporanea, hip hop, danza orientale e show dance; - Categorie: solisti e gruppi - Età: baby (under 11) juniors (under 16), seniores (over 16) I premi assegnati sono sempre numerosi: circa quaranta coppe ad evento, medaglie per tutti i danzatori, attestati

ogni ordine e grado. I laboratori si differenziano principalmente per gli obiettivi che perseguono nelle varie discipline e per le modalità di organizzazione. Questi aspetti, analizzati anche in relazione all’utenza a cui verranno rivolti si possono distinguere nelle seguenti tipologie di laboratori:

I laboratori in varie discipline di danza vengono svolti direttamente nelle scuole. Sono creati in vari moduli e tipologie, divisi per fascia d’età, in cui si concorda lo svolgimento e la durata delle lezioni in base all’esigenza della scuola. Sono rivolti a tutti gli allievi della scuola di ogni ordine e grado.

danza in ogni sua forma, attraverso eventi, manifestazione e seminari. Dal 2009 organizza Rassegne e Festival a cui partecipano le migliori scuole di Torino e Piemonte. Gli eventi si svolgono in primavera ed autunno in concomitanza con gli impegni delle associazioni partecipanti. I concorsi riguardano molteplici attività e sono sempre suddivisi per: - Discipline: danza classica,

di partecipazione e riconoscimenti vari, ed un grande trofeo. MSP Danza Piemonte dal 2010 ha istituito due Trofei a tema: MSP Dance e Free Dance per premiare la creatività dei coreografi e degli artisti che prendono parte al concorso. MSP Danza Piemonte si occupa anche di laboratori didattici diffusi prima nei contesti extrascolastici e poi direttamente nella scuola di

I laboratori di formazione e seminari di apprendimento vengono realizzati nelle varie discipline della danza, essi sono rivolti ad istruttori, assistenti o danzatori interessati ad approfondire gli aspetti tecnici, artistici e sportivi di innumerevoli argomenti. MSP Danza Piemonte si avvale della competenza di insegnanti di alto livello e grandi esperienze artistiche, offrendo sempre laboratori nuovi con temi specifici.

Le finalità dei laboratori sono: l’acquisizione delle prime nozioni di danza o disciplina scelta, la realizzazione di brevi coreografie e la presa coscienza del proprio corpo e delle emozioni comunicate da esso, attraverso la musica. MSP Danza Piemonte si inventa e si reinventa.. cerca sempre strade nuove per realizzare momenti in cui si puo’ creare la magia della danza!

Sito web: http://www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-piemonte 32


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Il fascino delle Arti Marziali Il Comitato Regionale MSP Abruzzo ha organizzato dal 27 settembre al 1 ottobre una Convention insieme alla ASD Palestra Gymanasium 2000

I

l Comitato Regionale Abruzzo ha indetto la manifestazione sportiva Convention ILMAS XIII in collaborazione con l’A.S.D. Palestra Gymnasium 2000 di Giulianova. L’evento è stato senz’altro il più importante per questa scuola di arti marziali che si è svolto dal 27 settembre al 1 ottobre 2017 nella impareggiabile cornice del Gran Sasso, presso l’Hotel Miramonti di Pietracamela-Prati di Tivo ( mt. 1.450 s.l.v.). Ogni anno vengono coinvolti Maestri, Istruttori, Atleti, Genitori, ma anche appassionati di Arti Marziali esterni alla Convention. Si tratta di un vero e proprio ritiro “ marziale “, sempre organizzato in montagna, dove è possibile addestrare mente e corpo, attraverso l’allenamento fisico e tecnico, ma anche approfondire lo studio dello stile del Kung Fu, del QI Xing Tang Lang Quan, della Boxe Mantide Religiosa Sette Stelle. Un ulteriore momento è stato dedicato alla terza età, con l’organizzazione di un programma adatto alle esigenze di questa fascia particolare di atleti che ha avuto

Sito web: http://mspitalia.it/abruzzo/

la possibilità di svolgere attività fisica all’ aria aperta ed in piscina, attraverso la ginnastica dolce, il taiji quan e la difesa personale, nonché la possibilità di fare escursioni nei fantastici dintorni della location. Il progetto “ Salute e difesa dell’anziano “, previsto nella Convention, ha trovato la sua massima espressione in quanto tutti i fattori di salute presenti sono coadiuvanti ad un lavoro altamente professionale. L’Associazione e tutto il suo staff, da anni si impegna a promuovere questo importante evento che, nel tempo, ha riscosso sempre più successo.

Nell’arco di quattro giornate si è reso possibile praticare ed approfondire le diverse discipline dal Kung Fu – Qi Xing Lang Quan al Mastering Power Fighting, dal Sanda al Taiji Quan e, novità del momento, il Zhan Quan (boxe guerriera), attività svolte dall’ASD Palestra Gymnasium 2000. L’evento è stato considerato anche una vacanza per i settanta allievi selezionati, attraverso corsi propedeutici, in vari Comuni della provincia di Teramo nel periodo Aprile/Maggio 2017, in un posto dalla natura meravigliosa, rendendo più facile e coinvolgente l’occasione di allenarsi in modo professionale e salutare, tenendo conto della qualità dell’aria a certe altitudini. Nel corso della Convention altro spazio è stato riservato alla gara di forme, con esibizione dei Maestri di Difesa Personale, di Taiji Quan e di Sanda. Particolare risalto è stato riservato alla gara di Kung Fu con combattimenti giudicati con punteggi espressi dalle giurie appositamente costituite. Con ampia soddisfazione tutti i partecipanti hanno ricevuto attestati e premi. La manifestazione è stata una appropriata conclusione di una stagione di addestramento, creando tutti le premesse per realizzarne una successiva. 33


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Campania, continua il progetto delle scuole A Napoli e nella Regione la SSD International Wu Xing Kung Fu Academy un punto di riferimento nelle arti marziali tradizionali cinesi

C

ontinua l’azione di promozione motoria e sportiva nelle scuole primarie da parte del Comitato Regionale MSP Campania. Lo staff di operatori sportivi professionisti del Comitato Regionale si sta proponendo presso le diverse scuole della città di Napoli, offrendo un’azione di affiancamento e formazione ai docenti nelle palestre ed organizzando stage e manifestazioni con riscontro ovunque molto positivo. La presenza dei docenti esperti è molto richiesta in particolare nelle scuole primarie, dove il programma prevede test di valutazione attitudinale, corsi di formazione motoria di base, di educazione al ritmo attraverso molteplici attività espressive (danza, artistica, ritmica) e di avviamento alla pratica sportiva di squadra. Tutte le iniziative realizzate in forma curricolare ed extracurricolare con le scuole, oltre che esaltarne la funzione di centri di promozione culturale, sociale e civile sul territorio, consentono nel nostro progetto un monitoraggio completo dello status educativo dei ragazzi, delle condizioni socio-ambientali e familiari di appartenenza, del background di esperienze educative e sportive specifiche. I dati acquisiti rappresentano il presupposto essenziale per la realizzazione di un corretto progetto di integrazione dei ragazzi in un contesto sportivo modello e la conseguente ottimizzazione dei risultati legati all’applicazione di proposte- stimolo adeguate. Passiamo poi a citare la SSD arl International Wu Xing Kung Fu Academy, che da circa 20 anni si propone di divulgare le arti marziali cinesi tradizionali come il Qi Xing Tang, Lang Quan della ITKF scuola del G. Master Zhong LIan Bao, il Sanda sportivo, e quelle di tipo olistico come

34

il Taiji Stile Chen e Stile Yang ed il Qi Gong Taoista della scuola della Gran Maestra e Professoressa di scienze Motorie Zhang Chun Li. Questa prestigiosa accademia ormai da anni rappresenta uno dei maggiori punti di riferimento sia nazionale che europeo per lo studio e la formazione di tali discipline. I maestri caposcuola e tutti gli istruttori delle varie specialità vantano un curriculum marziale di tutto rispetto, avendo conseguito nel tempo, una conoscenza, abilità e competenza di alto livello tecnico, diventando un organismo che funziona come una vera e propria antica scuola marziale ancora legata ai valori etici come il rispetto, la lealtà, la rettitudine, l'umiltà, l'onesta e all'osservazione delle norme morali e di buona condotta. I nostri allievi di ogni fascia di età sono educati e formati utilizzando un alto standard didattico che gradualmente fa crescere l'allievo senza bruciare le tappe fondamentali per un sano e corretto progresso atletico e marziale. La IWKA ha partecipato ed organizzato numerose manifestazioni sportive tra cui 8 edizioni del trofeo Città di Napoli di Wushu kung fu in collaborazione con MSP, PWKA/Arti Marziali Cinesi e con il patrocinio morale dell'Ufficio Cultura e Sport dell'Ambasciata Cinese del Comune di Napoli e Regione Campania. Ha promosso diversi progetti per i ragazzi a rischio devianze minorile, altri in favore della terza età e in favore della difesa personale femminile. Quest'anno ci auspichiamo di poter ospitare il campionato nazionale delle Arti Marziali Cinesi a Napoli con la collaborazione del MSP Italia e con il patrocinio della PWKF - Professional Wushu Kung Fu Federation. Sito web: www.mspcampania.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lombardia, nuovi diplomati nel fitness Concluso a Limbiate il Corso New Instructor in Body building e Fitness, in collaborazione con il CQN MSP Italia Si è concluso, il 10 settembre scorso, il Corso New Instructor in Body building e Fitness, svolto a Limbiate dal Comitato Regionale MSP Lombardia insieme al Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia. Il corso, iniziato già prima dell’estate con i moduli didattici, è terminato con gli esami finali e la consegna dei diplomi per i neo istruttori che potranno adesso mettere in pratica ciò che hanno imparato in questo corso di formazione. Importante la collaborazione con il CQN che rappresenta il centro di formazione del nostro Ente e il cui supporto è stato fondamentale per la riuscita del corso. In cantiere l’attività del Settore Scuola Nuoto che avrà come obiettivo quello di promuovere gare amatoriali per i più piccoli in questa disciplina, oltre che organizzare un Circuito che possa poi portare alle Finali Nazionali.

Sito web: http://mspitalia.it/lombardia/

MSP Valle d’Aosta, ecco l’Aperide 3.0 A cavallo tra novembre e dicembre la prima iniziativa del Comitato Regionale che coniuga fitness ed aperitivo. Nel 2018 partiranno i corsi di formazione

I

Sito web: www.mspitalia.it/valle-daosta

l Comitato Regionale MSP Valle d’Aosta è pronto a partire con le attività sportive e formative. Nei prossimi mesi infatti sarà pianificato il lavoro per quanto riguarda l’aspetto formativo dei corsi, che sarà concordato con il Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia. Per quanto riguarda invece le attività, il Comitato partirà con una serie di iniziative denominate “Aperide 3.0”: tre date, ad iniziare dal 28 novembre per poi proseguire il 1 dicembre e il 9 dicembre, che si terranno presso la struttura affiliata Prosport11 di Saint Cristophe e che coniugheranno la possibilità di fare ginnastica e fitness unito alla spensieratezza dell’aperitivo post attività fisica. Una prima iniziativa che vuole essere da trampolino di lancio verso futuri eventi che possano legare ancora di più il nome del MSP al territorio della Valle d’Aosta e della promozione sportiva. Per info: prosport11@live.it 35


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Puglia, il 3 dicembre la Coppa Italia di Danza Sportiva Tra le novità per la manifestazione di quest’anno due borse di studio messe a disposizione dall’organizzazione E’ iniziata l’organizzazione, da parte del Comitato Regionale MSP Puglia, per la Coppa Italia MSP di Danza Sportiva Regionale che si terrà il prossimo 3 dicembre presso il Palamazzola di Via Cesare Battisti 269 a Taranto. La manifestazione partirà dalle ore 9 con inizio delle competizioni alle 10 con balli di squadra, tutte le discipline e balli di coppia. Saranno interessate diverse discipline sportive, tra le quali citiamo sincronizzato, coreographic team, show moderno, hip pop, assolo, duo,

fitness dance, duo latino sincronizzato, liscio unificato, ballo da sala, latino americano, tango argentino. Prevista una coppa per i classificati dal 1° al 6° posto e novità per l’edizione della rassegna di quest’anno due borse di studio dal valore di € 100 ciascuna, per il gruppo più numeroso e per il gruppo che viene da una distanza più lontana. Per tutte le info: msp.taranto@libero.it Sito web: http://mspitalia.it/puglia/

MSP Marche, iniziano i preparativi A maggio 2018 la Manifestazione di Composizione Coreografica che rappresenta un punto fermo delle attività sportive promosse dal Comitato

I

l Comitato Regionale MSP Marche anche per l'anno 2017-2018 è in procinto di organizzare, per il fine anno sportivo, la Manifestazione di Composizione Coreogra-

Alla Rassegna parteciperanno Associazioni Sportive Dilettantistiche aderenti al MSP Italia provenienti da tutta la Regione. Atleti e ballerini delle scuole di danza e ballo si esibiranno seguendo genefica. ri coreografici diversi come la danza Farà da cornice il prestigioso Teatro modern Jazz, la danza caraibica hip Ventidio Basso e l'esibizione si svol- hop, zumba, Flamenco, Ginnastica gerà nei mesi di aprile oppure mag- Artistica e coreografica, videodangio 2018. ce, danza classica e contemporanea.

Sito web: http://www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-marche 36

La presentazione dell’evento è stata affidata al cronista di Radio Dimensione Suono Francesco Pasquali. E' attraverso la Rassegna di Composizione Coreografica che il Movimento Sportivo Popolare Marche intende ringraziare insegnanti, e presidenti delle Associazioni per la disponibilità, passione sportiva e perseverante partecipazione alle attività dell’Ente nel corso degli anni.


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Padel anche in Emilia Romagna Durante l’estate, il Comitato Regionale ha promosso anche altre attività, come Beach Tennis, Beach Volley e Foot Beach

I

l Comitato regionale Emilia Romagna durante l’estate ha continuato la propria attività con numerose manifestazioni che hanno coinvolto atleti provenienti da tutta Italia e anche dall’estero. Clou delle manifestazioni è stato certamente la selezione regionale MSP Padel Emilia Romagna. La competizione, svoltasi in due tappe e che ha visto la partecipazione dei club del I-Padel Ravenna, Padel Town Forli, Misano Sporting Club, Sun Padel Riccione che si sono affrontate in accesissime gare, era valida ai fini della qualificazione alle finali nazionali del 1 e 2 luglio a Riccione. Gli incontri di carattere amatoriale prevedevano la categoria Maschile, Femminile e Misto. Ma non solo il padel. Rimini con la sua spiaggia ha ospitato diversi tornei di beach Sport: dal Beach Tennis, al Beach Volley , al Foot Beach. In queste competizioni amatoriali è stato il divertimento che ha prevalso . Archiviata la stagione estiva, si riparte alla grande. Il Comitato Provinciale di Rimini, con il suo Presidente Filippo Lualdi e il delegato Cittadino Mauro Dotti, sempre in stretta collaborazione con il Comitato Regionale ha organizzato il Primo campionato Provinciale di calcio a 5, maschile e femminile, quello di calcio a 7 e quello di pallacanestro. Presso gli impianti del

Garden Sporting Center si contenderanno il titolo, le varie ASD/SSD iscritte, di campione provinciale nelle diverse discipline, che darà il diritto di partecipare alle Finali Nazionali durante il MSP Day. Si sta studiando in collaborazione con gli altri Comitati Provinciali della regione di organizzare anche, negli stessi sport, un campionato regionale. Partirà presto, con il fattivo e indispensabile aiuto di Zanzi Mauro, collaboratore del Padel Msp Emilia Romagna, il Circuito Amatoriale Padel Emilia Romagna che molto probabilmente si svilupperà dentro tre tappe e prossimamente partirà un vero e proprio Campionato regionale di Padel. Molte sono comunque le iniziative e molto il lavoro da svolgere. L’impegno è quello di coinvolgere sempre più ASD/ SSD nei programmi MSP Emilia Romagna e per questo sono in fase di preparazione manifestazioni che coinvolgano la danza Sportiva, il Tennis e sport minori, ma non meno spettacolari ed interessanti, come il DodgeBall , il Cross training Fitness, CrossFit, Parkour ed altri. Insomma un cantiere aperto per un Comitato regionale in grande espansione. Sito web: mspitalia.it/emilia-romagna

MSP Ferrara, avanti con il Nordic Walking Il Comitato provinciale attivo nella promozione dello sport: in programmazione diversi stage sulla danza con personaggi illustri

L

o scorso 17 settembre si è tenuta la prima manifestazione di Nordic Walking al Lago Salato di Lido di Spina Ferrara organizzata dal Comitato Provinciale MSP Ferrara in collaborazione con l’APS “Noi che ci crediamo ancora”, che ha ottenuto un enorme successo visto il numero dei partecipanti, così pure l'urban nordic che si è tenuto durante il primo week-end della sagra dell'anguilla a Comacchio. Questo settore in collaborazione con l'associazione Dimensione Nordic e l'istruttore Marco Corsi programmerà diverse uscite alla scoperta del delta  e del suo meraviglioso tesoro naturalistico. Innumerevoli saranno le iniziative della associazioni affiliate a questo Ente, nel mondo della Danza diversi stage si stanno programmando con persone illustri quali Steve La Chance, Alessandra Celentano, Stefano Garavini e molti altri. Tutte le attività corsistiche proposte hanno avuto molto successo contribuendo  a potenziare la crescita di questo Comitato con una forte presenza sul territorio. Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MSP-Ferrara 37


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Cosenza, passi avanti nella formazione Accanto alla tradizionale attività sportiva, il Comitato Provinciale ha promosso nuovi Corsi di Istruttori nel campo del fitness

I

l Comitato Provinciale MSP Cosenza inizia la sua stagione dividendosi tra attività sportiva e quella formativa. In particolar modo, in quest’ultimo settore il Comitato Provinciale, nei mesi di settembre ed ottobre, ha organizzato due corsi di formazione per Istruttori Pilates e Allenamento Funzionale, che si sono tenuti a Castrovillari con docenze di eccellenza, proprio per ribadire il concetto di quanto il nostro Ente debba curare il tema fondamentale della formazione. E la risposta dei corsisti ne è stata la conferma di quanto appena detto, visto che al corso di Pilates hanno partecipato 18 persone e a quello di Allenamento Funzionale 16. Sempre nel tema formativo, il 12 e 19 novembre prossimo avrà luogo un corso per Operatori Sportivi e Sociali per gli Istituti Penitenziari. Passiamo poi all’attività sportiva che ci vede protagonisti con le nostre tradizionali attività che da sempre legano la nostra presenza sul territorio in favore dei valori della promozione sportiva. Ecco quindi che il 22 ottobre si è svolta a 27^ edizione della Coppa dell'Amicizia di Calcio (Giovanile e Calcio a 5 femminile) mentre il prossimo 10 dicembre si terrà la 24^ edizione di “Danza per la vita”. Il fatto che queste manifestazioni siano di così lunga durata testimonia la bontà della proposta del MSP Cosenza che in tutti questi anni si fa promotore di iniziative sportive per promuovere lo sport di base. A riguardo, infine, partiranno a breve i campionati di calcio a 5 maschile e femminile, che accompagnano da sempre la stagione del nostro Comitato Provinciale.

Sito web: www.mspcosenza.com 38


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Scuola D’Amare, il progetto presentato al MIUR per la stagione 2017/18 Con l’obiettivo di raggiungere 80.000 studenti italiani che frequentano le scuole secondarie di 1° e 2° grado, il progetto quest’anno si concentrerà sulla diffusione del tema dei rifiuti marini ed in particolare delle plastiche

I

di Fabio Figurella – Regional Manager PADI EMEA, Responsabile Progetto MSP Italia “Scuola d’Amare” l MIUR anche quest’anno ha diramato una nota attraverso il Coni a tutti gli organismi sportivi affiliati al CONI e al CIP per la presentazione di attività progettuali legate allo Sport da inserire nei programmi delle istituzioni scolastiche secondarie di 1° e 2° grado. MSP Italia da due anni è impegnata su questo fronte con il progetto Scuola d’Amare realizzato in collaborazione con l’omonima ASD Nazionale e con una partnership tecnica di tutto rispetto: partner del progetto sono infatti la fondazione internazionale Project Aware, una organizzazione no-profit sulla conservazione marina che lavora per proteggere il nostro pianeta oceano con un totale di 11 membri di staff situati in 3 uffici (Regno Unito, USA e Australia). Fondata nel 1992, Project AWARE lavora per fermare la pesca eccessiva degli squali, aumentare la protezione per le specie a rischio estinzione e invertire il drastico declino delle popolazioni degli squali in tutto il mondo. É inoltre centrata sul problema della spazzatura subacquea, quantificata in dati annuali ed incoraggia i subacquei a raccoglierla. Nel 2011, Project Aware ha lanciato Dive Against Debris, un recupero di dati e spazzatura che dura tutto l’anno con lo scopo di ridurre gli impatti de-

vastanti dei rifiuti trovati sul fondale marino. Quest’anno il progetto presentato al MIUR avrà come oggetto principale la diffusione del tema dei rifiuti marini ed in particolare delle plastiche, in modo da poter sensibilizzare le scolaresche ad una campagna di azione concreta di rimozione dei rifiuti dalle spiagge e dai fondali attraverso la pratica dell’attività sportiva legata alla Subacquea all’apnea ed allo snorkeling. Altro partner di rispetto nel progetto presentato al MIUR è la Fondazione DAN Europe: una fondazione medica senza scopo di lucro nata nel 1983 con l’obiettivo di rendere le attività subacquee sempre più sicure e prive di incidenti. Dal 2011 DAN è riconosciuto dal MIUR come Ente di Ricerca. All’interno di Scuola D’Amare DAN ha sviluppato un modulo sulla sicurezza del subacqueo, delineando alcune fondamentali regole da rispettare per immergersi in modo sicuro. DAN Europe ha anche realizzato un e-book dal titolo “Come è profondo il mare” che farà parte integrante del progetto e sarà diffuso gratuitamente in formato digitale alle scolaresche. Dall’esperienza di due anni MSP in col-

laborazione con ASD Scuola D’Amare ha realizzato un sito del progetto www. scuoladamare.it dove è tenuto l’albo de-

gli istruttori autorizzati a svolgere le lezioni oggetto del progetto in tutta Italia, oltre che l’Albo dei centri impegnati nelle attività effettuate in orario extracurricolare dagli studenti coinvolti durante le lezioni. Il sito ci vede impegnati con oltre 100 istruttori diffusi in 15 Regioni Italiane diverse e in ben 39 Province dove si svolgeranno le attività. Presumiamo di poter raggiungere circa 80.000 studenti italiani che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado. Il progetto è ambizioso e siamo in attesa della valutazione finale da parte del MIUR per iniziare le attività.

39


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

16.a Coppa del Mondo IMAF, complimenti da tutto il mondo per la delegazione italiana Il Settore Arti Marziali Cinesi ha conquistato 9 ori e 2 argenti nella manifestazione mondiale svolta a Los Angeles lo scorso ottobre

D

al 20 al 23 Ottobre si è svolta a Los Angeles la 16 edizione della Coppa del Mondo , manifestazione di arti marziali cinesi che si svolge ogni 2 anni, l’ultima delle quali era stata organizzata nel 2015 a Rimini dall’MSPPWKA. La delegazione era composta dagli atleti Masumi Yamaguchi, Giovanni Nese e Luca Ferro sotto la direzione del  Responsabile Nazionale M° Walter Lorini che è anche uno dei Vice Presidente Europei in carica. La cena di gala ha visto la partecipazione di 1000 invitati provenienti da tutto il mondo tra cui Russia, Cina, Messico, Giappone, Cina, Taiwan,  Italia e naturalmente USA. Splendido risultato dei nostri rappresentanti che nelle loro categorie vincevano complessivamente 9 ori e 2 argenti, ottenendo i complimenti da parte di tutte le Nazioni e maestri presenti . Questa manifestazione è da anni un’occasione unica e che anche quest’anno nonostante la recente scomparsa del suo fondatore il M° Che Cheng Chiang ha saputo coinvolgere il mondo del Kung Fu regalandoci grandi emozioni. Il resto l’hanno fatto le città dove si svolgeva la gara cioè Los Angeles e la mitica Las Vegas dove non ci si è di certo annoiati; dato  il grande entusiasmo questa nostra avventura americana non si fermerà qui perché a fine Giugno, dopo le finali nazionali di Roma ci aspetta ad Orlando un'altra grande manifestazione per i 20 anni della ICMAC e sicuramente la delegazione sarà molto più numerosa. Responsabile Nazionale di Settore: Walter Lorini

40


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Settore Ginnastica Artistica, un anno di alta qualità L’attività del Settore entra nel vivo della specializzazione sia dal punto di vista formativo che dal punto di vista atletico L’attività del settore di ginnastica artistica entra nel vivo della specializzazione sia dal punto di vista formativo che dal punto di vista atletico. La grandissima richiesta di formazione e voglia di crescere nelle Regioni ci ha portato a molteplici corsi formativi per tecnici di primo e secondo livello e giudici regionali e nazionali con maggiore affluenza nel Lazio e nella Sicilia. Tutta la formazione che le responsabili nazionali del settore stanno portando avanti da anni ha fatto si che la fase nazionale svoltasi il 9/10/11 Giugno 2017 presso la struttura dell’As Gin Civitavecchia abbia riscosso un grande successo con più di 250 atleti nei campionati di specializzazione. Siamo liete di vedere che grazie a questi molteplici incontri tecnici il nostro settore si evolve sempre di più nel verso giusto, nella direzione di quei programmi tecnici

che prima erano solo un obiettivo lontano ma soprattutto nel verso della crescita qualitativa e tecnica di uno sport molto complicato. Appena terminato l’anno sportivo lo staff non si è fermato studiando un nuovo programma tecnico e due nuovi percorsi formativi per giudici e tecnici che presenterà nelle varie regioni d’Italia tra cui Lazio, Sicilia, Sardegna, Campania ed Emilia Romagna. Che dire, il nostro settore sta crescendo nel migliore dei modi e la cosa che più ci fa capire quanto il nostro lavoro vada nella direzione giusta è vedere i nostri campi gara, regionali ma soprattutto nazionali che terminano in allegria con tecnici soddisfatti in ogni minimo particolare e come dice la nostra responsabile nazionale Francesca Fiorellini ai presenti nel nostro settore: “Complimenti a tutti, siamo orgogliosi di avervi nella nostra famiglia”.

Responsabile Nazionale di Settore: Maria Francesca Fiorellini Bernardis 41


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

MSP Ciclismo: passione, impegno e coraggio Oltre 1000 tesserati per il primo anno di attività. Ma non ci fermiamo qui: pronti i corsi di formazione e la calendarizzazione degli eventi per il 2018!

I

l 2017 si sta chiudendo e MSP Ciclismo fa il resoconto delle attività portate a termine: 6 eventi a carattere nazionale, 1 evento internazionale per un totale di oltre 1000 tesserati, 7000 km percorsi su asfalto e sterro, 85000 mt di montagne scalate. Sono numeri importanti per il primo anno di attività e dimostrano che la visione del settore ciclismo di MSP è vincente. Lo sostengono anche i numeri positivi dell’economia generata dal settore delle biciclette in Italia: si parla di oltre 3 miliardi di euro di fatturato tra biciclette vendute e Cicloturismo (dati 2015, fonte Confindustria-ANCMA). Ed è proprio Cicloturismo e MSP il connubio perfetto, perchè proprio su questa tipologia di attività sportiva stiamo investendo maggiormente. Lo scopo dei raduni che nel 2017 abbiamo organizzato favoriscono questo tipo di mercato, portano valore al territorio e attraggono sempre più ciclisti. MSP si è mossa anche su eventi a scala più ridotta, ma non per questo meno importanti, iniziando collaborazioni con la PA per stimolare l’uso della bicicletta in città a portata delle famiglie e facendo educazione stradale insieme alle Polizie Municipali. Il primo è stato organizzato insieme all’Amministrazione Comunale di Prato. La stagione invernale ci riserva il momento di dedicarci ai corsi di formazione. Le tematiche sono Giuridico, Fiscale, prettamente dedicati alle figure dirigenziali delle Società e ASD ma anche Corsi di Meccanica e di Orienteering dedicati a tutti colo-

ro che necessitano di istruzioni base per riparare la bicicletta e sapersi orientare con i GPS. Sono corsi con

Trail, Tuscany Trail, Tracks6000, NorthCape4000, Tuscany Road, GeaBIk,e Appennino UltraTrail sono

frequenza ogni 15 giorni da dicembre fino a febbraio, della durata di 2 ore serali. Per il momento si svolgeranno nelle città di Prato, Pistoia e Firenze, con l’obiettivo di estenderli in tutto il territorio nazionale. I corsi saranno anche trasmessi in modalità Streaming sul canale Youtube per permettere di allargare la platea dei partecipanti. Le iscrizioni partiranno a breve. Oltre a questi stiamo mettendo in piedi anche una piccola scuola di MTB dedicata ai bambini dai 6 ai

confermati con MSP Ciclismo anche per la prossima stagione. Ma stiamo facendo incontri con altre società che hanno chiesto il nostro supporto per nuovi eventi in puro stile MSP Ciclismo. Questo conferma che rumore nel settore ne è stato fatto, ormai siamo considerati leadership nel panorama del bikepacking e Ultracycling, ma non ci vogliamo fermare qui. Vogliamo infatti iniziare un nuovo percorso all’interno del mondo delle competizioni. Il motivo è che molte piccole associazioni lamentano lo scarso supporto da parte delle grandi istituzioni e hanno visto in noi la possibilità di poter continuare a praticare questo meraviglioso sport, mettendo in piedi nuovi circuiti agonistici. E’ una grande scommessa quella che ci attende ma con la forte passione che ci contraddistingue siamo certi di raggiungere anche questi obiettivi. Saremo onorati nel ricevere il contributo anche da parte dei Comitati Regionali di MSP, qualcuno si è già mosso con noi perchè crede come noi che il Ciclismo è pura Passione!

10 anni che iniziano ad avvicinarsi a questa disciplina e che necessitano di tecnica e educazione. Il primo corso è partito a Firenze e coprirà tutto il mese di dicembre. Per il 2018, essendo alle porte, abbiamo già iniziato una calendarizzazione degli eventi. Alcuni nomi: Carso

Responsabile Nazionale di Settore: Rocco Filidoro – www.mspciclismo.it 42


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

MSP Scacchi, si riparte con la formazione

Il Settore pronto a lanciare nuovi corsi formativi, dopo aver formato ben 700 insegnanti con il Progetto “Scacchi a Scuola”

I

l Settore Scacchi MSP mantiene alta l’attenzione sull’importanza di questo sport e sulla promozione delle attività sportive e formative da proporre sul territorio nazionale. Partendo dalla Dichiarazione del Parlamento Europeo del 15 marzo 2012 che ha invitato i Paesi dell’Unione Europea a inserire gli scacchi tra le materie curriculari nella scuola dell’obbligo, il Settore con il Progetto “Scacchi a Scuola” ha formato recentemente ben 700 insegnanti, portando l’attività degli scacchi negli istituti scolastici attraverso la giocomotricità con scacchiere giganti fino all’utilizzo degli scacchi sui banchi. Un progetto di cui andiamo orgogliosi e che ha dato risultati sensibili e concreti in tante zone d’Italia, dal Piemonte fino alla Capitale d’Italia. Proprio sull’attività formativa il Settore continuerà a lavorare, proponendo corsi di formazione in Piemonte, nel Lazio, nelle Marche e in Sicilia, con l’intento di mettere a punto un progetto nazionale che sappia valorizzare ancora di più quanto affermato dalla Dichiarazione del Parlamento Europeo. L’attività degli scacchi infatti promuove gli aspetti valoriali come il rispetto delle regole, dell’ambiente, dei compagni e degli avversari, nonché la cultura del confronto finalizzato alla crescita del senso sociale e l’aspirazione al benessere psico-fisico, all’approccio scientifico e metodologico per la soluzione dei problemi attraverso l’uso sistematico delle tecniche logiche e matematiche. Nel rapporto di Convenzione rinnovata di recente con la FSI, con orgoglio il nostro Responsabile Nazionale Lexy Ortega è stato protagonista del progetto “Scacchi in città”, svolto in collaborazione con l’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale e patrocinato dal Coni Lazio, da maggio ad ottobre scorso. Durante queste giornate, gli appassionati hanno potuto sfidare il Grande Maestro Ortega in partita “simultanea”, affrontando cioè contemporaneamente tutti insieme il nostro campione. Proprio l’attenzione dell’Amministrazione Comunale di Roma potrà essere un nuovo trampolino di lancio per continuare il lavoro di promozione su Roma, iniziato due anni fa e che aveva portato ottimi risultati per il Settore Scacchi MSP.

Responsabile di Settore: Alessandro Dominici 43


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Sci? Presenti!

C

Convegni sugli Sci 2018… Sestriere e Cervinia le mete!

onto alla rovescia iniziato… tutti presenti per i Convegni Scientifici sulla neve per i soci MSP Italia Sci Promotion, Associazione Italiana Professori educazione fisica sciatori, guidata dal Presidente Guido Bovolo. Settimane ‘bianche’ sugli sci con possibilità di esonero dall’insegnamento, nella settimana di convegno, per docenti di Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado e Dirigenti scolastici. Per l’inverno 2017-2018 una nuova proposta e il grande ritorno che non stanca mai! Le mete in programma: - Dal 24 febbraio al 3 marzo 2018 _ Hotel Sertorelli ***** Cervinia (Aosta) - Dal 4 marzo al 11 marzo 2018 _ Hotel Principi di Piemonte ***** Sestriere (Torino) Presenti? Responsabile Nazionale di Settore: Guido Bovolo – Beatrice Bovolo

MammaFit, lavoro intenso Il prossimo corso il 17 dicembre a Milano. A febbraio la vacanza sportiva in montagna a Gressoney

P

er la prima volta, quest’anno il Settore MammaFit organizzerà, il prossimo 17 dicembre a Milano, un corso sul pavimento pelvico. Tanti gli argomenti che saranno trattati in questo corso, dalla conoscenza della struttura ossea del bacino e della muscolatura del pavimento pelvico fino alla conoscenza del respiro fisiologico e paradosso e l'importanza della coordinazione dei diaframmi nel respiro. Sempre sul tema dei corsi di formazione, per il 2018, MammaFit ha previsto un nuovo corso chiamato Bonding Workout, un allenamento tutto basato sul contatto mamma-bebè. Passando alle attività, MammaFit organizzerà dal 18 al 25 febbraio una vacanza sportiva in montagna a Gressoney. Per tutte le info: www.mammaf.it Responsabili Nazionali di Settore: Elaine Barbosa – Monica Taranto

44


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

I Ciappter Ileven a Valmadrera per il lancio del fondo ‘Tiberio & Paola: un pugno al parkinson’ L’obiettivo del Settore Boxe senza contatto per parkinsoniani è quello di formare almeno sei coach entro la fine del 2018

U

na serata all’insegna del divertimento e della buona musica, senza dimenticare l’attenzione ai malati di Parkinson e alle loro famiglie, per un migliore qualità della vita. Questi gli obiettivi del concerto spettacolo che ha visto protagonista la band Ciappter Ileven sabato 23 settembre alle 21:00 presso il Centro Culturale Fatebenefratelli di Valmadrera a sostegno di Rock Steady Boxing Como Lake e del fondo “Tiberio & Paola: un pugno al Parkinson”. La serata ha alternato la musica pop economica dei Ciappter a una dimostrazione del metodo Rock Steady Boxing, un innovativo protocollo americano che da oltre 10 anni propone la boxe senza contatto per contrastare la malattia di Parkinson www.rocksteadyboxing.org. In Europa la prima palestra affiliata è stata Rock Steady Boxing Como Lake grazie all’intuizione dell’erbese e Responsabi-

le nazionale MSP Italia Tiberio Roda parkinsoniano che nel gennaio 2014 si è formato come coach a Indianapolis, portando questa positiva realtà anche in Europa e beneficiando in prima persona di questo metodo, creato nel 2006 da Scott Newman, procuratore generale americano. Da allora Rock Steady Boxing Como Lake è cresciuta con nuovi coach: Paola Roncareggi, Luca Menghini e MasResponsabile Nazionale di Settore: Tiberio Roda

simo Buonanno, stabilendosi a Ponte Lambro (Como) all’interno della palestra New Millennium, e aggregando una ventina di parkinsoniani che tre volte a settimana praticano la boxe senza contatto per combattere le difficoltà motorie causate dalla malattia. Nel 2016 è stata fondata una seconda palestra italiana a Venezia, mentre nel 2017 si è aggiunta al circuito anche la Fitness Factory di Prata Camportaccio (Sondrio). Molti i contatti in corso per diffondere il metodo in tutta Italia, come con Vincenzo Cantatore e Wilson Basetta a Roma, e Imane Kabbour a Genova. Per sostenere le iniziative di Rock Steady e promuovere eventi e serate informative sul Parkinson è stato creato il fondo Tiberio & Paola: un pugno al Parkinson www.facebook.com/tiberioepaola, costituito all’interno della Fondazione Italia per il dono www.perildono.it L’evento è stato anche l’occasione per lanciare i progetti del Fondo da oggi a fine 2018. Le donazioni raccolte serviranno soprattutto a finanziare la formazione di nuovi coach. Di recente la Casa madre di Indianapolis ha lanciato un innovativo metodo online per fornire - esclusivamente a persone segnalate dalle palestre del circuito - la formazione a distanza. Quindi ora non è più obbligatorio recarsi ad Indianapolis per diventare coach, come hanno fatto Paola, Tiberio e Luca, ma il costo resta impegnativo. Tra gli obiettivi dichiarati da Tiberio Roda e Paola Roncareggi c’è quello di “formare almeno 6 nuovi coach entro fine 2018. Solo così sarà possibile diffondere il metodo in fretta e poter arrivare in tempi rapidi ad essere di supporto a centinaia di persone che devono convivere con il Parkinson. Questa scelta permetterebbe anche a coloro che intraprenderanno questo percorso di crearsi un’occupazione innovativa e con un impatto sociale positivo”. Il Fondo è stato costituito all’interno della Fondazione italiana per il dono (FI.Do: ww.perildono.it). In questo modo può offrire a persone ed imprese che sceglieranno di “aiutarli ad aiutare”: Trasparenza assoluta e puntuale, costi di gestione davvero contenuti, oltre al massimo vantaggio fiscale legato alle donazioni. 45


CORSI DI FORMAZIONE

MSP Italia-SdS Coni, nuovo corso di livello avanzato per i formatori Il Centro di Qualificazione Nazionale un valido interlocutore sui corsi di formazione: ricchezza di contenuti e professionalità dei docenti i marchi di fabbrica

S

i è svolto, nel weekend del 21/22 ottobre scorso, il 2° corso di livello avanzato per formatori nazionali MSP. In accordo con la Scuola dello Sport del CONI, MSP Italia prosegue così il cammino della formazione, offrendo un servizio ulteriore a tutti i professionisti che lavorano per far crescere l’Ente in tutto il Paese. Il corso è stato aperto dal Presidente MSP Italia-ACES Europe Gian Francesco Lupattelli che ha fatto visita ai corsisti introducendo l’importanza della formazione in ambito sportivo. Il corso era rivolto a chi aveva già seguito il 1° livello con gli oltre venti corsisti sono giunti da tutto il Paese per il corso di livello avanzato, che ha presentato delle sostanziali novità, come ad esempio la suddivisione dell’aula in gruppi per seguire meglio i neo-formatori e un corposo box didattico sul fisco, tematica imprescindibile per chi vuole collaborare nel mondo dell’associazionismo sportivo. Al termine del corso, sono stati rilasciati degli attestati firmati congiuntamente Scuola dello Sport del CONI e MSP Italia. Il nostro Ente vuole continuare anche per il prossimo anno questo accordo con il massimo istituto di formazione, nello spirito del potenziamento dell’aspetto formativo, che da sempre rappresenta una caratteristica fondamentale del nostro Ente.

46


CORSI DI FORMAZIONE

La qualità dell’offerta formativa del CQN

Il Centro di Qualificazione Nazionale un valido interlocutore per proporre corsi di formazione, incentrati su ricchezza di contenuti e professionalità dei docenti

F

in da settembre, il Centro di Qualificazione Nazionale MSP Italia ha iniziato la sua attività di corsi di formazione in giro per l’Italia, con il concetto dell’attenzione verso il reparto formativo ormai imprescindibile nella società moderna. Infatti, nell’associazionismo di oggi la qualità è un aspetto fondamentale e proprio per questo il CQN vuole distinguersi per i programmi avanzati dei corsi e la professionalità e curriculum dei docenti. Dalla Lombardia fino alla Calabria, i docenti del CQN sono stati infatti impegnati in molteplici attività formative per preparare i futuri Istruttori che dovranno lavorare in particolar modo nel settore fitness. Per quanto riguarda le attività svolte, citiamo il corso di Personal Coach tenutosi a Terni il 5 novembre, i neo Istruttori di Body Building diplomati a Terracina e quelli di Idrochinesi diplomati a Perugia nei mesi di ottobre e il Corso di Fit Boxe, sempre nel capoluogo umbro svolto lo scorso mese. Passiamo ora alle attività in programmazione. Imminente il Corso di Fitness funzionale di 1° livello a Perugia (18/19 novembre), per poi proseguire sempre nella città umbra con il Corso Idroneurofit-l’acqua e i suoi benefici, il Corso Power Bound e il Corso di ginnastica metodo Pilates Mat Work (tutti e tre nel weekend del 25/26 novembre). Nell’ultimo mese dell’anno, infine, si inizia con il Corso BLSD IRC per seguire quanto ormai è diventato ufficiale per legge dallo scorso luglio per l’obbligo di defibrillatori e personale formato; infine nelle giornate 9-10-15-16-17 dicembre il CQN organizzerà il Corso Body Building e Fitness 1° livello. Una programmazione quindi ricca di contenuti e di qualità, con il Centro di Qualificazione Nazionale già pronto a proporre le nuove offerte formative per il 2018.

Sito web: www.mspcorsi – www.mspumbria.it


LE NOVITA’

Vueling Cup, la novità amatoriale del Padel targato MSP! Il Circuito invernale costituito da cinque tappe più il Master sta riscuotendo un grande successo a Roma. Con la novità della creazione di un Tabellone riservato solo ai neofiti di questo gioco, la Categoria Principianti

G

rande successo per l’inizio della Vueling Padel Cup MSP, il Circuito Amatoriale invernale promosso dal Comitato Provinciale MSP Roma e dal Settore Padel MSP Italia che coinvolgerà i giocatori della Capitale in cinque tappe itineranti più il Master Finale, con in palio, per i vincitori delle rispettive Categorie (Maschile, Femminile e Misto), i voli della compagnia aerea da utilizzare per volare verso in una delle 29 destinazioni che Vueling opera in partenza dall’aeroporto di Roma-Fiumicino. Le prime due tappe del Circuito itinerante che si concluderà a dicembre con il Master Finale, la festa a base di tapas e sangria sono state una grande festa di sport e di amatorialità sportiva. I prestigiosi Circoli del Bola Padel Club e Flaminia Paddle Center hanno ospitato oltre 100 coppie in entrambi gli appuntamenti con i giocatori che si sono divertiti sia sui campi che fuori. Un divertimento che va al di là dei risultati sul campo, con le video interviste che colorano il weekend di Padel e regalano sorrisi e comicità tra i giocatori, che spesso si immedesimano loro stessi giornalisti per intervistare compagni ed avversari. Tutti indossando gli occhiali da sole Vueling che sono diventati il vero oggetto cult di questa rassegna amatoriale. Imperdibili quindi anche gli altri appuntamenti della Vueling Padel Cup MSP, con il Circuito Amatoriale invernale promosso dal Comitato Provinciale MSP Roma e dal Settore Padel MSP Italia che farà tappa all’Aurelia Padel (4/5 novembre), Salaria Padel Club (18/19 novem-

48

bre), Cinecittà Bettini (2/3 dicembre) e appunto il Master Finale del 16/17 dicembre al Just Padel Aeronautica. La grande novità che fin da subito ha riscosso molto gradimento è stata la creazione di un tabellone dedicato alla Categoria Principianti, giocatori che hanno da poco iniziato a giocare a questo fantastico sport che a Roma è divenuto una vera e propria passione. Ciò ha dato l’opportunità a tutti di cimentarsi in una competizione amatoriale, mantenendo equilibrato il livello di gioco. Proprio su questo punto MSP Padel insisterà seguendo il fine istituzionale della promozione sportiva amatoriale.

Per info ed iscrizioni: vueling@msproma.it


LE RUBRICHE - La nostra Storia ...dagli anni LE Sessanta NOVITA’

Portale: “MSP Italia un fulmine a ciel sereno” Il Presidente Regionale MSP Veneto racconta il suo trascorso nel nostro Ente, dal lontano 1994 ad oggi: “Un orgoglio tutto quello che siamo riusciti a fare da oltre venti anni nella promozione sportiva”

C

ontinua il nostro cammino fatto di immagini e storie che raccontano la storia del MSP Italia dagli anni della sua nascita ad oggi. Tanti sono stati i volti che sono passati in questi anni, alcuni hanno però lasciato il segno, un segno caratterizzato da spirito di militanza che dura ormai da oltre venti anni. E’ il caso di Antonino Portale, Presidente Regionale MSP Veneto, che inizia così il suo racconto di emozioni ed attività sportive: “La mia storia con MSP è iniziata nel lontano 1994 con MSP Verona e Veneto, sono stato incaricato di ripristinare una associazione sportiva arbitri e di collaborare con l’Ente. Abbiamo iniziato a collaborare con il campionato provinciale MSP Verona e regionale MSP Veneto e da lì è stata una avventura molto positiva, dopo di che mi hanno proposto per i Campionati Nazionali che nel 1994 si sono disputati a Trevi, provincia a Perugia. Fu un esperienza positiva tanto che ricordo che il Presidente Lupattelli si complimentò con me e mi disse “abbiamo bisogno di queste nuove leve”.

In quegli anni, parliamo degli Anni Novanta, volevo smettere con la Federazione e l’allora Presidente Regionale MSP mi inserì in questo contesto che non conoscevo. È stato un

cia di Verona”. Il Presidente Regionale MSP Veneto resta molto orgoglioso della qualità proposta dai campionati da lui organizzati: “La soddisfazione è quella di

fulmine a ciel sereno, rimasi molto soddisfatto di questo impatto, conoscendo l’Ente e tutti i vertici restandone affascinato”. E’ il momento di passare ai ricordi, con Antonino che ha a cuore soprattutto l’inizio dei campionati provinciali di calcio a 5 a Verona e soprattutto le Finali Nazionali del futsal: “Ricordi ce ne sono tanti, legati in particolar modo al MSP Verona e al mio incarico che tranne qualche anno è stato continuo come Respon-

Dal quel “nuove leve” di tempo ne è passato e ora Antonino è un punto fermo del MSP Italia in Veneto. Una storia che lo ha visto passare dagli ambiti federali a quelli della promozione sportiva amatoriale: “Provengo dal calcio e arbitravo in Federazione, dipendente della sezione di Milano.

sabile Nazionale del Calcio a 5. Nel 2002, anno della mia presidenza al Comitato Provinciale di Verona, siamo riusciti a organizzare un campionato a 32 squadre, un campionato che abbiamo portato fino al record di 100 squadre iscritte riuscendo ad emergere nel panorama della provin-

essere sempre riuscito ad organizzare campionati di un certo livello. La soddisfazione e il plauso di tutti di aver fatto sempre qualcosa di positivo, di essere al servizio dello sport, non solo del calcio mi rende molto contento ed orgoglioso di quello che abbiamo fatto”. Si arriva infine ai giorni d’oggi, con Antonino Portale Presidente Regionale MSP Veneto, di cui ribadisce con forza la proposta di sport a tutti i livelli come Comitato Regionale: “Organizziamo manifestazioni che non riguardano solo il calcio. Abbiamo delle scuole di danza, palestre, facciamo arti marziali. A Vicenza il fiore all’occhiello è il ju jitsu come a Venezia il pattinaggio artistico. Ci occupiamo di diverse discipline, non trascurando tutto il resto. Il nostro intento è quello di allargare i nostri ambiti. Ed è proprio questo l’augurio che posso fare a tutto MSP Italia, ossia quello di crescere, di proporre sempre cose nuove, progetti di sport per tutti, dai bambini agli anziani. Queste dovranno essere sempre le caratteristiche peculiari del nostro Ente”. 49


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - Info Fisco

La riforma del terzo settore … ai blocchi di partenza, in attesa del registro unico nazionale Tante le novità che interessano gli Enti non commerciali a partire dal 2017. Andiamo ad analizzarle insieme di Francesco Perugini - asd@associatipmi.com

Con l’approvazione definitiva dei decreti legislativi di attuazione della delega conferita nella legge n. 106/2016 si completa il quadro di riferimento all’interno del quale, nel limite prefissato di giugno 2019, si dovranno inserire i singoli tasselli operativi, tra cui il tanto atteso Registro unico nazionale del terzo settore. La legge in commento si è posta tra i vari obiettivi quelli di semplificare il procedimento di riconoscimento della personalità giuridica, nonché di definire le informazioni obbligatorie da inserire negli statuti e negli atti costitutivi, prevedendo, altresì, obblighi di trasparenza e forme di pubblicità dei bilanci e disciplinando la conservazione del patrimonio degli enti. La riforma prevede la riorganizzazione delle attività di volontariato, promozione sociale e mutuo soccorso, anche attraverso la revisione dei centri servizi per il volontariato e la costituzione di un Consiglio nazionale del Terzo settore quale organismo di consultazione degli enti, nonché il riordino dell’impresa sociale quale organizzazione privata che svolge attività d'impresa per le finalità proprie del Terzo settore e che destina i propri utili prioritariamente al conseguimento dell'oggetto sociale, anche mediante la possibilità di raccogliere capitale di rischio. La riforma include la revisione della disciplina delle Onlus con particolare riguardo alla r i d e f i n i z i one dell’attività considerate istituzionali e dell’attività connesse. Con l’introduzione del CTS (codice terzo settore) si vanno a sostituire le diverse discipline previste per le varie categorie di enti no profit: con la sua entrata in vigore infatti saranno abrogate la legge quadro sul volontariato (legge 266/1991), quella sulle Associazioni di Promozione Sociale (legge 383/2000), le disposizioni sulle Onlus (Dlgs 460/1997). Gli enti del Terzo settore saranno classificati in: 50

› le Organizzazioni di volontariato; › le Associazioni di promozione sociale; › gli enti filantropici; › le imprese sociali incluse le cooperative sociali; › le reti associative; › le società di mutuo soccorso; › ogni altro ente riconosciuto in forma di associazione, riconosciuta o non; › o di fondazione per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo sfoltimento di una o più attività di interesse generale in forma

di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi o di mutualità o di scambio di beni o servizi, iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore. La norma prevede l’istituzione del - tanto atteso - Registro unico nazionale che avrà il privilegio di razionalizzare tutti i registri finora vigenti; si ritiene che gli attuali elenchi e registri, detenuti dalle prefetture, dalle regioni, in virtù di specifiche norme, possano superare il numero di 300 elenchi. Solo attraverso l’iscrizione ad esso gli enti del terzo settore potranno dirsi tali e potranno beneficiare delle maggiori agevolazioni e minori adempimenti previsti dalla norma in commento. Molte agevolazioni (quelle rubricate quali indirette e/o in relazione ai tributi locali), seppur in fase transitoria, entreranno in vigore, ove e se siano rispettate le disposizioni previste dal CTS, sin dal 1.1.2018.


LE RUBRICHE LE - Info NOVITA’ Fisco Il Registro sarà gestito dalle Regioni, ma con una piattaforma nazionale, sarà telematico e accessibile a tutti gli interessati; è evidente che il legislatore ha adottato una scelta orientata alla trasparenza con riferimento all'entità e alle modalità di utilizzo delle risorse, sia che siano di "produzione" interna sia "esterna", quali fruitori, liberalità, raccolte fondi etc. Il decreto prevede che il Ministero del Lavoro abbia un anno per definire le procedure di iscrizione dopodiché le Regioni avranno 180 giorni per metterne a punto l’attuazione. Il registro si comporrà di 7 sezioni e ogni ente – ad esclusione delle reti associative – non potrà essere iscritto in più di una sezione. L’iter di iscrizione prevede che, decorsi 60 giorni dalla domanda, si attivi lo strumento del silenzio-assenso in assenza di invito alla presentazione di documentazione integrativa o, naturalmente, di diniego da parte degli uffici. I termini si riducono a 30 giorni nel caso in cui l’atto costitutivo e lo statuto siano redatti secondo modelli predisposti da reti associative ed approvati con decreto

del ministero. I dati riportati nei registri forniranno una descrizione ed informazioni sugli enti iscritti; nel registro saranno presenti informazioni relativamente ai bilanci, alle consistenze patrimoniali, ai nominativi di coloro che ricoprono cariche sociali, inclusi i rappresentanti. È onere dell’ente comunicare agli uffici le modifiche di atti e fatti dell’organizzazione rilevanti ai fini del Registro entro 30

giorni da ciascuna modifica. I bilanci o rendiconti devono essere depositati entro il 30 giugno di ogni anno. Il Registro unico, come anticipato, non partirà subito in quanto il ministero ha tempo un anno per stabilire con proprio decreto la procedura d’iscrizione al registro stesso ed entro i 6 mesi successivi al decreto le regioni e le province autonome dovranno a loro volta disciplinare i procedimenti per l’emanazione dei provvedimenti di iscrizione e di cancellazione degli enti. Inoltre, entro sei mesi dalla predisposizione della struttura informatica, le Regioni e le province autonome renderanno operativo il Registro. Solo per le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, l’ufficio del Registro nazionale acquisirà dagli enti stessi i dati necessari per l’iscrizione e entro i sei mesi successivi potrà chiedere ulteriori informazioni e dati necessari all’iscrizione. I controlli in merito alla permanenza dell’iscrizione nel Registro saranno demandati direttamente agli uffici territoriali del Registro unico nazionale del terzo settore – organo alle dipendenze del Ministero del Lavoro; le verifiche di natura tributaria, saranno invece in carico all’amministrazione finanziaria. Il Ministero del Lavoro, che ormai da tempo ha ricevuto l’incarico di subentrare nelle funzioni dell’Agenzia per il terzo settore (soppressa nel 2012), mantiene, quindi, anche nel nuovo assetto normativo, il ruolo di garante della sussistenza dei requisiti di legge richiesti ai “nuovi” enti del terzo settore. Nello specifico, come sottolineato dall’articolo 93 del Codice, i controlli sugli Ets sono finalizzati ad accertare: la sussistenza e la permanenza dei requisiti necessari all’iscrizione al Registro unico nazionale del Terzo settore; il perseguimento delle finalità civiche, solidaristiche o di utilità sociale; l’adempimento degli obblighi derivanti dall’iscrizione nel Registro unico nazionale del terzo settore.


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - Sport & Psicologia

Io, me e me stesso

Un buon self talk, ossia la tendenza a parlare a se stessi ad alta voce, è privo di negazioni e può essere un eccellente strumento mentale per gestire le emozioni di dott.ssa Pierfrancesca Carabelli Psicologa sportiva, Psicoterapeuta, Preparatore Mentale 2° grado riconosciuto FIT

S

i chiama Self talk la tendenza a parlare a se stessi ad alta voce, soprattutto durante lo svolgimento di compiti difficili o nel corso di una prestazione sportiva. Lo definiamo anche dialogo interno e forse così viene resa meglio l’idea che in quel dirsi qualcosa l’atleta sta davvero dialogando con se stesso, probabilmente con la parte di sé che in quel momento va trainata, guidata, motivata. In ambito sportivo è frequente assistere a sproloqui in cui il giocatore sbaglia una palla facile o un goal fatto o fa un traversone e nel migliore dei casi lo sentiamo dirsi “sei un cretino” oppure “anche mia nonna ci riusciva“. Gli esempi di questo genere sono infiniti e ben più forti! Quel che l’atleta si dice è il frutto di ciò che pensa circa il proprio livello tecnico, atletico, di prestazione: infatti, quando si percepisce insicuro delle proprie competenze sportive è molto probabile che nel suo dialogo interno manterrà – e alimenterà – sentimenti di ansia, nervosismo, tensione, autorimprovero. E tentare di ottenere il massimo in una gara “quando la propria voce interiore sta dicendo tutto il contrario, è particolarmente difficile” (Penati, 2015). Come se il primo avversario fosse dentro di sé, prima ancora che fuori. Quando il dialogo interno è negativo è di aiuto riconoscere le convinzioni sul proprio gioco, la preparazione, le potenzialità: cioè bisogna cambiare i pensieri per cambiare le parole da dirsi! Se il self talk nasce da convinzioni di sfiducia è disfunzionale: ciò avviene nei casi in cui l’atleta focalizza la propria attenzione sul passato o sul futuro “L’ultima volta che ho corso qui ho fatto un tempo infinito”, “Se vinco questo set ho vinto la partita”; sui propri limiti tecnici “Il mio servizio non dà fastidio”; sul risultato da ottenere oppure su eventi immodificabili (terreno, situazioni atmosferiche), o ancora sull’esigere un’esecuzione perfetta, soprattutto se si tratta di sport di situazione come calcio, basket, tennis dove l’efficacia è prevalente rispetto alla perfezione della realizzazione del gesto tecnico. Un buon self talk in generale è privo di negazioni e consiste in frasi molto brevi “Stai qui”, “Ce la fai”, “Respira” oppure in frasi più articolate che commentano costruttivamente “Pensa al prossimo punto, stai tranquillo”. A volte si usa la prima persona “Ce la faccio” come forma di accompagnamento, altre volte la seconda persona “Continua cosi” come se l’atleta si dicesse quello che gli direbbe il suo coach se fosse presente. Usare la seconda persona aiuta a guardarsi con un occhio più obiettivo, riduce l’ansia proprio per la prospettiva più distaccata, allentando anche la tensione. I contenuti possono riguardare la tecnica, la tattica, la respirazione ed anche l’assetto emotivo. Il self talk, in forma positiva e concreta, è un eccellente strumento mentale per gestire le emozioni e dirigere il focus attentivo su aspetti centrali, aiutando a tralasciare quelli inutili distraenti. Di solito si accompagna ad un linguaggio corporeo specifico e spesso il messaggio che l’atleta invia a se stesso arriva anche agli avversari, nel bene o nel male! Nel prossimo numero ci occuperemo quindi del “body language”. 52


L’arto superiore

LELE RUBRICHE NOVITA’

L’ anatomia, le funzioni e le patologie più frequenti dell’arto superiore di Marco Ciaralli Specializzato in Scienze e Tecniche dello Sport, Osteopata La verticalizzazione della specie umana ha reso libero l’arto superiore che è diventato un arto in sospensione, piuttosto che in compressione. L’arto superiore, a differenza dell’arto inferiore, ha una stabilità di tipo muscolare più che articolare, questo soprattutto a causa della sua funzione: permettere la prensione e la manipolazione. Sono diverse le articolazioni che lo caratterizzano; partendo dall’alto troviamo: il cingolo scapolare: formato da clavicola e scapola ha la funzione di orientare il braccio (l’omero) nello spazio e di sostenere meccanicamente la funzionalità dell’arto, Il gomito: struttura che regola la distanza tra l’oggetto da manipolare ed il resto del corpo; è il complesso articolare la cui funzione principale risiede nella flesso estensione, Il polso: supporta la mano ed il pollice, è l’articolazione più stretta dell’arto superiore, le sue articolazioni risultano fondamentali per la prono-supinazione (la rotazione del braccio rispetto all’oggetto) e per orientare la mano nello spazio in senso trasversale, la mano: costituita dalle articolazioni del carpo, metacarpo e falangi, che provvede alla manipolazione dell’oggetto. Il cingolo scapolare (complesso articolare della spalla) non possiede una sola articolazione, ma cinque; se ne distinguono tre vere dal punto di vista anatomico (contatto di due superfici cartilaginee di scorrimento): scapolo-omerale, acromion-clavicolare e sterno-clavicolare e due così dette false: sotto-deltoidea e scapolo-toracica. Di fondamentale importanza, al fine di garantire un’adeguata stabilità a tutto il complesso articolare, risulta il sistema capsulo-legamentoso, formato dai tendini dei muscoli della cuffia dei rotatori che assicurano stabilità alla testa dell’omero grazie alla loro tonicità. La cuffia dei rotatori è costituita da diversi muscoli: il sottoscapolare (in avanti), il sottospinoso e il piccolo rotondo (indietro) preservano i buoni rapporti articolari nel piano sagittale. Il sovraspinoso (nella parte superiore) contiene la testa dell’omero sul piano frontale. Il gomito è formato da quattro articolazioni: omero-ulnare, omero-radiale, radio-ulnare superiore e radio-conoide. Il polso è caratterizzato da numerose articolazioni: la radio-ulnare, la radio-carpale e la medio-carpale, impegnate essenzialmente nel garantire alla mano sia movimenti antero posteriori che trasversali. La mano presenta otto ossa disposte su due filiere: la prima filiera è composta da scafoide, semilunare, piramidale e pisiforme e lavora rispetto alla seconda filiera composta invece da trapezio, trapezoide, grande osso e uncinato. Per quanto riguarda le patologie che interessano l’arto superiore queste possono essere di origine traumatica o infiammatoria; molto frequente la rottura o l’infiammazione della cuffia dei rotatori. Generalmente non si rompe di netto un singolo tendine, ma se ne lacerano parzialmente due dando origine a sindromi dolorose della spalla, dolore che si acuisce durante la notte a causa del peggioramento della stasi venosa e per via del posizionamento del braccio che può mettere in tensione in modo particolare il muscolo sovra-spinoso: quello maggiormente soggetto a lesioni. Il muscolo sovraspinoso, soprattutto negli sportivi o in chi lavora utilizzando gli arti inferiori sopra gli ottanta gradi, si lesiona con maggiore facilità perché ha un passaggio sotto la volta coraco-acromiale e perché ha un’irrorazione terminale (ci arriva un solo vaso). Altro problema frequente risulta essere la borsite: processo infiammatorio causato dal sovraccarico, o da piccole calcificazioni(deposito di sali di calcio). La spalla “congelata” (impossibilità di articolare l’arto), invece, compare soprattutto in chi ha problemi di ipercifosi e interiorizzazione delle scapole, può dare dolori riferiti in zone diverse e può derivare da problematiche legate al collo o al cranio. Oltre alle varie fratture da trauma (omero, capitello radiale etc…), problemi spesso riscontrati negli sportivi sono l’epicondilite: dolore sulla faccia esterna del gomito con difficoltà nel prendere gli oggetti, stringere la mano, e l’epitrocleite: dolore sulla faccia interna del gomito e difficoltà nella pronazione della mano e nella flessione del polso. Per quanto riguarda il polso e la mano, invece, si possono riscontrare situazioni problematiche a carico del nervo mediano, come ad esempio “il crampo dello scrivano”, causato da problemi vascolari, muscolari e cervicali ma che può avere anche un’origine meningea. Altri disturbi possono essere: Il morbo di Dequervain, del quale soffrono spesso le mamme o i papà troppo impegnati a prendere in braccio i loro bambini, che riguarda una sofferenza a carico dell’estensore e dell’abduttore lungo del pollice al livello della stoloide radiale, Il tunnel carpale che si manifesta con il formicolio delle mani durante la notte, nello specifico dal primo dito al bordo esterno del quarto. Chiudiamo con le fratture di polso: molto comune in chi pratica attività fisica è la fattura di colles, per caduta sul palmo della mano.

53


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

Convenzioni, rinnovato l’accordo con la FIN

La Convenzione avrà durata quattro anni e regola i rapporti tra le parti in tutti gli aspetti, dall’affiliazione e tesseramento fino alla partecipazione gare, calendario attività sportiva e formativa

N

ell’ottica dei rapporti con le Federazioni Sportive Nazionali, MSP Italia ha rinnovato l’accordo con la Federazione Italiana Nuoto. L’accordo sarà valido fino al 30 settembre 2020 e regola tra le parti i seguenti aspetti: affiliazione e tesseramento, organizzazione manifestazioni e calendari delle attività, partecipazione alle gare, formazione dei quadro tecnico-dirigenziali, uso degli impianti sportivi, iniziative culturali e accordi regionali. Per tutte le altre informazioni, si può contattare la Segreteria Nazionale MSP Italia – info@mspitalia.it

54


Sport Europa - novembre 2017  

Rivista online ufficiale MSP Italia - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Sport Europa - novembre 2017  

Rivista online ufficiale MSP Italia - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Advertisement