Page 1

ACES Europe con il Ministro Francese allo Sport Laura Flessel per

Numero 8 - Giugno 2017

MARSEILLE - PROVENCE CAPITALE EUROPÈENNE DU SPORT 2017 Intervista con le Europarlamentari

Silvia Costa e Tiziana Beghin (pag.10-13)

Pesaro, 2 luglio

1 ° Campionato di Nuoto delle Città Europee dello Sport (pag.20-21)

Presentazione MSP Day 2017


Sport Europa - Rivista ufficiale on line MSP Italia - Numero 8 - giugno 2017 Direttore editoriale: Gian Francesco Lupattelli Responsabile di Redazione: Luca Parmigiani Coordinatori tecnico-redazionale: Vincenzo Lupattelli – Alessandra Caligaris Hanno collaborato a questo numero: il Vice Presidente Vicario MSP Italia Enrico Albergo, i Vice Presidenti MSP Italia avv. Danilo Montanari e Benedetta Fin, il Segretario Nazionale MSP Italia dott.ssa Alessandra Caligaris, il Segretario Generale ACES Europe dott. Hugo Alonso; MSP Italia, i Comitati Regionali MSP Campania, MSP Friuli Venezia Giulia, MSP Lazio, MSP Lombardia, MSP Marche, MSP Piemonte, MSP Puglia, MSP Sardegna, MSP Sicilia, MSP Toscana, MSP Umbria, MSP Veneto; i Comitati Provinciali MSP Cosenza, MSP Firenze, MSP Ferrara, MSP Lecco, MSP Napoli, MSP Pesaro, MSP Prato, MSP Roma, MSP Venezia, MSP Verona, MSP Vicenza; i Settori MSP Arti Marziali, Arti Marziali Cinesi, Ciclismo, Ginnastica Artistica-Ritmica, Boxe senza contatto per Parkinsoniani, MammaFit, Scacchi, Sci, Subacquea; il Centro di Qualificazione Nazionale; per le rubriche dott. Francesco Perugini, dott. Marco Ciaralli, dott.ssa Daniela Drago, dott.ssa Pierfrancesca Carabelli. Ha collaborato per la grafica: Simone Baldini Si ringrazia: e Europarlamentari Dott.ssa Silvia Costa e Dott.ssa Tiziana Beghin, il Dott. Giovanni Caramazza per le interviste concesse. ORGANIGRAMMA MSP ITALIA Presidente: Gian Francesco Lupattelli Vice Presidente vicario: Enrico Albergo Vice Presidente: Danilo Montanari, Benedetta Fin Segretario Nazionale: Alessandra Caligaris Consiglio Nazionale: Nazionale: Enrico Albergo, Enrico Cimaschi, Benedetta Fin, Gianfranco Conti, Giovanni Liotta, Lorenzo Giorgi, Danilo Montanari, Alberto Cirio, Brando Benifei, Nuno Santos Giunta Esecutiva Nazionale: Gian Francesco Lupattelli, Alessandra Caligaris, Enrico Albergo, Danilo Montanari, Benedetta Fin

https://www.facebook.com/mspsporteuropa

Salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright, la collaborazione a questa rivista on line è da considerarsi gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione del materiale giunto in redazione.


4

MSP italia, da oltre 30 anni per la crescita dello sport

LE OPINIONI 5 6 7 8 9

ACES Europe, più candidature e nuovi Paesi La nuova delibera CONI e l’importanza del tesseramento per le ASD/SSD Il mondo dello sport insegna ancora Il marketing mix e le sue leve Un nuovo quadriennio ambizioso

INTERVISTE ESCLUSIVE

10 Costa: “Dialogo costante tra ACES Europe e l’Unione Europea” 12 Beghin: “ACES Europe è un’ottima iniziativa e una bellissima idea”

IN PRIMO PIANO

14 Conto alla rovescia per MSP Day 2017! 18 Rimini Wellness-MSP Italia, we love fitness! 20 Al via la “European Swim City”

ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI 22 26 28 30 31 32 34 35 36 38 39 40 42 43 44 45 46

Lo Sport in Sardegna ha i colori del MSP Sport a misura per MSP Sicilia MSP Veneto, un bilancio in crescendo MSP Toscana, punto di riferimento per lo sport MSP Prato, 10.000 modi per dire Grazie! MSP Campania in partnership con il programma “Scuola Viva” Msp Piemonte, progetto “castle” nelle scuole MSP Lombardia, un nuovo inizio MSP Lecco, cresce il radicamento sul territorio Msp Marche, grande successo al teatro Vendio Basso La danza sportiva trionfa in Puglia Carso Trail 2017, edizione da record! Msp Lazio, la spinta per continuare a crescere! MSP settore ritmica abbatte le barriere sportive MSP Roma, numeri in costante crescita! 24.a Gold Cup Competition, un tradizionale trionfo! MSP Cosenza, danza e calcio a 5 per la chiusura della stagione sportiva Si danza con MSP Ferrara!

ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

47 La magia del MSP Ciclismo 48 Gli scacchi aumentano il rendimento scolastico 49 MammaFit Village, pronti alla partenza! In spiaggia noi pensiamo… allo SCI! 50 Subacquei Uniti per l’Ambiente 51 Da Nord a Sud il settore Arti Marziali Cinesi sempre in crescita 52 Arti marziali, la consapevolezza della forza 53 Combattiamo il Parkinson sul ring

CORSI DI FORMAZIONE

54 CQN, attività formative in tutta Italia! 55 MSP Italia-Sds Coni, continua la collaborazione!

LE RUBRICHE 56 57 58 60 62 63 64

SOMMARIO

EDITORIALE DEL PRESIDENTE

Caramazza: “MSP Italia ha realizzato i miei sogni” Il bacino: sostegno, contenitore e dissipatore di energia I nuovi adempimenti per il 2017: spesometro e liquidazioni trimestrali. Aria di semplificazioni… per il fisco Erasmus+ compie 30 anni! Il potere della motivazione Convenzioni, rinnovo con FIDAL e FSI Elenco discipline ammissibili al registro CONI


EDITORIALE DEL PRESIDENTE

MSP Italia, da oltre 30 anni per la crescita dello sport Sono onorato di essere stato eletto di nuovo Presidente del MSP Italia. Continueremo ad offrire uno sport sano e piacevole, che possa poi tradursi in un pieno accesso al diritto alla pratica sportiva di Gian Francesco Lupattelli Presidente MSP Italia - Aces Europe

E

ccoci qui. Avevamo salutato l’ultimo numero di Sport Europa dandoci appuntamento alla IX Assemblea Nazionale di Cagliari, dalla quale sono stato eletto all’unanimità Presidente del MSP Italia. E’ un grande onore per me essere stato eletto per la nona volta consecutiva al timone del nostro Ente: sono passati tanti anni dal riconoscimento Coni del 1984 e di strada ne abbiamo fatta tanta e tanta ne abbiamo ancora davanti da percorrere. L’ultimo quadriennio ha portato molte soddisfazioni, abbiamo superato brillantemente tutti i controlli del Coni e abbiamo confermato la nostra presenza territoriale in tutta Italia. Ci tengo quindi a ringraziare tutti i dirigenti che lavorano sul territorio, le nuove cariche istituzionali e Consiglieri eletti e soprattutto le associazioni sportive che legano il loro nome a quello del MSP Italia; sarà sempre nostra cura dare loro tutti i servizi necessari soprattutto in questo preciso momento storico, dove le società hanno bisogno della consulenza e della professionalità di un Ente di Promozione Sportiva. Voglio ringraziare anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò per la lettera di complimenti arrivata dopo la mia elezione e contraccambio volentieri i complimenti per la sua ri-elezione a capo dello sport italiano. Malagò ha dimostrato di essere un grande Presidente e oltre a pensare giornalmente a quegli atleti che sono al vertice nelle varie discipline sportive, crede fermamente nello 4

sport a misura d’uomo, lo sport da portare nelle scuole e la promozione di una buona pratica sportiva per i cittadini attraverso una maggiore diffusione di impianti sportivi a dimensione dei cittadini sul territorio. Ideali che persegue attraverso passione, entusiasmo e dedizione. Per il prossimo quadriennio continueremo ad offrire uno sport sano e piacevole, che possa poi tradursi in un diritto alla pratica sportiva, per ognuno e per tutti. Il nostro contributo, attraverso MSP Italia e ACES Europe, sarà per la crescita della pratica sportiva a tutti i livelli, non solo tra i giovani ma anche tra i disabili, gli anziani e gli adulti, per una grande integrazione sociale nei valori della solidarietà e dell’inclusione. Con l’ACES Europe abbiamo iniziato quest’anno le visite in tutta Europa per i Comuni che otterranno il titolo di European City/ Town/Community of Sport per il 2018, dando loro appuntamento per il 6 dicembre quando al Parlamento Europeo di Bruxelles premieremo tutti i Municipi d’Europa. Mentre l’appuntamento a Roma per i Comuni italiani è fissato al Salone d’Onore del Coni per il 6 novembre, per una Cerimonia che ormai consolida annualmente il lavoro che portiamo avanti da oltre trent’anni. Al fianco e al servizio dello sport. Voglio infine concludere con un pensiero per il grande amico, scomparso di recente, Luigi Amadio, l’ex Direttore dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico "Fondazione Santa Lucia", da oltre venti anni un grande amico del Movimento Sportivo Popolare e grande esperto dello sport per disabili. A lui va il mio ricordo per una persona a cui sarò sempre legato da un profondo sentimento di affetto ed amicizia.


LE OPINIONI

ACES Europe, più candidature e nuovi Paesi Aumenta la “rete” promossa da ACES Europe, sempre più al centro delle tematiche della promozione sportiva in tutto il Continente di Hugo Alonso – Segretario Generale ACES Europe

ACES Europe ha lavorato tutto l'anno sulle nuove candidature per il 2018 come Città/Comune/ Comunità Europea dello Sport. Più di 30 città si incontreranno a Bruxelles il 6 dicembre 2017 nella cerimonia di premiazione presso il Parlamento europeo e tre nuovi paesi entreranno a incrementare la rete di lavoro: Lituania con Klaipeda e Finlandia con Suomussalmi (se alla fine sarà premiata, dopo la visita programmata ad agosto) e la Bosnia-Erzegovina a Banja Luka (se alla fine sarà premiata, dopo la visita programmata ad ottobre). Menzione speciale merita la candidatura di Olimpia in Grecia, la città in cui i Giochi Olimpici sono nati e che ha un significato speciale per tutti coloro che lavorano nel mondo dello sport e accanto ad Drama aumenterà le candidature arrivate dalla Grecia. Ma ancora una volta l'Italia, Spagna, Francia, Slovenia, Irlanda, Austria, Portogallo, Ungheria, Croazia, Polonia e Slovacchia daranno un’ampia varietà delle candidature ricevute. E come le capitali europee della Sport, la lotta per il titolo per il 2021 portata avanti da Lisbona, L'Aia e Riga. Il 1 agosto saranno annunciate i nomi delle due città finaliste con le visite che si terranno nel mese di novembre per conoscere il vincitore finale nel mese di dicembre. Ma in primo luogo, dal 23 al 30 settembre si celebrerà la terza edizione della Settimana Europea dello Sport (EWOS) di cui ACES Europe è partner fondatore nella quale per una settimana si promuoverà l’attività fisica in tutto il Continente. Inoltre, il 12 ottobre, a Marsiglia, Capitale Europea dello Sport 2017, si terrà la Cerimonia di premiazione EWOS. E il 2 dicembre, Sofia ha programmato un grande evento di apertura della Capitale Europea dello Sport 2018, un anno in cui sono previsti molte attività e con il primo semestre che coinciderà con la Presidenza del Consiglio europeo da parte della Bulgaria si svolgerà un nuovo riconoscimento di ACES Europe per i ministri dello sport dei 28 paesi membri.


LE OPINIONI

La nuova delibera CONI e l’importanza del tesseramento per le ASD/SSD Mantenimento delle agevolazioni fiscali nelle associazioni e societa’ sportive dilettantistiche e responsabilita’ del presidente oltre le coperture assicurative in caso di infortuni di Enrico Albergo Vice Presidente vicario MSP Italia

La delibera del Consiglio Nazionale del C.O.N.I. n.1568 del 14/02/2017 ha fatto nascere alcune incertezze. Fino al 31 dicembre 2017 le A.S.D. ed S.S.D. iscritte nel registro C.O.N.I. restano validamente iscritte pur organizzando attività previste negli statuti, ma in discipline sportive non incluse nell’elenco allegato alla delibera. Anche l’aggiornamento del 10 maggio 2017 che avrebbe fatto slittare la “bonifica“ addirittura al 2018 crea dubbi. Comunque consiglio di soprassedere a qualsivoglia modifica statutaria per altri quattro/cinque mesi prestando però attenzione a nuove disposizioni, che sicuramente non mancheranno. Le incertezze comunque non toccano coloro che “ istituzionalmente” curano e fanno curare la preparazione fisico sportiva dei propri tesserati in preparazione di possibili competizioni sportive, a carattere dilettantistico, contempo6

raneamente alla pratica di discipline sportive “non ammesse“ Chi esercita attività in discipline ammesse contemporaneamente a discipline non ammesse dovrà tenere una contabilità separata, che utilizzando il regime agevolato della Legge 398/1991, permetterà ugualmente risparmi fiscali Coloro che organizzano, istituzionalmente, corsi anche di discipline sportive non incluse nel famoso elenco, che poi hanno chiaramente sempre l’obiettivo della preparazione del fisico e il compito sociale di migliorare la vita e ridurre malattie e spese, non possono né debbono essere penalizzate. Coloro che istituzionalmente svolgono la loro attività in discipline sportive non ammesse non hanno al momento i requisiti per entrare nell’elenco, e godere dei benefici fiscali e previdenziali. Se ci sono già, entro i termini sopra citati, devono variare i loro statuti inserendo, come attività principale la pratica delle discipline sportive ammissibili secondo la deliberazione del C.N. C.O.N.I. n. 1.568 del 14/02/2017 e successive modificazioni e/o integrazioni. Attenzione al disposto del comma 4 dell’articolo 149

TUIR. In caso le entrate delle attività ammesse dovessero essere inferiori alle entrate delle attività non ammesse. Le A.S.D. non perderebbero le agevolazioni, al contrario delle S.S.D. che diventerebbero al 100% società commerciali. Esclusa, per loro, pure la legge 398/91. Il problema esiste anche per le nuove affiliazioni che debbono rispettare da subito le nuove disposizioni.

ne a molte A.S.D. O S.S.D., è quello di “ tesserare “ ( e quindi assicurare ) solamente, per risparmiare una piccola parte di soci. Oltre ad una eventuale perdita di tutte le agevolazioni in caso di sinistro ad un non tesserato si verifica il coinvolgimento della persona del Presidente con il suo patrimonio personale, in caso di richiesta di risarcimento. Consiglio anche oltre alla

Passiamo poi all’obbligo delle A.S.D. e delle S.S.D. oltre a quello di affiliarsi ad un E.P.S. ed essere poi incluse nel famoso elenco gestito dal C.O.N.I. è anche quello del tesseramento dei propri soci e/o atleti. Il tesserato (la tessera “ VIOLET CARD “ base nella M.S.P. ITALIA ha i massimali di Legge) a volte non conosce nemmeno i massimali; sarebbe opportuno firmasse che li conosce. In alternativa così potrebbe optare per coperture maggiori, o utilizzare altre tipologie di tessere da noi previste. Un pericoloso male, comu-

tessera M.S.P. Italia che il presidente, con polizza a carico/favore della A.S.D./ S.S.D. si doti di una assicurazione integrativa che porti i massimali dagli 80.000 euro di legge ai più tranquilli 3.000.000 di euro. Questo comporta un costo di non oltre 500 euro/anno ma ritengo che la serenità e la tranquillità non abbia prezzo. Stiamo preparando a riguardo una guida fiscale e previdenziale per la gestione globale delle A.S.D. / S.S.D. Appena pronta Vi notizieremo.


LE OPINIONI

Il mondo dello sport insegna ancora Il mondo sportivo ha tanto da insegnare alla politica: per questo resta fondamentale salvaguardare l’autonomia dello sport di Avv. Danilo Montanari Vice Presidente Nazionale e Responsabile Codice Etico MSP Italia, membro collegio dei probiviri ACES Europe

I

n questi giorni di interminabili discussioni sulla legge elettorale, di variegati richiami ad esotici sistemi elettorali, di disperata ricerca dell' impossibile connubio tra rappresentatività globale e governabilità, in assoluta modestia possiamo indicare in un sistema, come quello sportivo italiano che ha dato prova di saper trovare dirigenti capaci per ogni esigenza, il modello additabile per contribuire all'inquadramento ed alla soluzione del problema. In primo luogo, a mio parere, il mondo dello sport ha la capacità regolamentare di specificare ex ante (prima) gli ambiti di funzione della qualifica: da noi non esiste il potere per il potere, esiste una funzione da svolgere. E' il famoso “spirito di servizio” che molti proclamano e pochi esercitano, e tra quelli che lo esercitano, come i dirigenti sportivi, nessuno lo declama. Questo prevalere della competenza in relazione alle cose da fare crea oggettivamente un'autorevolezza ed un'impermeabilità alle mode temporanee che la politica ha purtroppo perso da anni. Ne abbiamo avuto la riprova quando il Presidente della Federcalcio ha usato termini un po' coloriti nei confronti di calciatori stranieri per auspicare, in realtà, un migliore utilizzo dei giovani giocatori italiani, per questo gli sono piovuti addosso uragani di violente critiche dai sacerdoti del politicamente corretto, perlopiù giornalisti, che ne pretendevano a gran voce gogna mediatica e dimissioni, ma in quella occasione la dirigenza sportiva, che aveva ben compreso il senso delle dichiarazioni, nonostante la gogna mediatica tenne la schiena diritta e non cedette: oggi, pochi mesi dopo, guarda caso abbiamo numerosi giovani da nazionale su cui il calcio italiano può contare. Vi immaginate cosa sarebbe successo se analoga disavventura fosse capitata ad un ministro? Dimissioni e vergogna, colleghi che corrono per primi a sbertucciarlo, scuse e prostrazioni ad ogni giornalista di passaggio.... Autorevolezza versus mode giornalistiche? Certo, ma l'autorevolezza nasce dalle prese di posizione concretamente espresse: non c'è autorevolezza se invece chi dirige esprime concetti confusi ed aperti a mille interpretazioni. Se la politica vuole autorevolezza non contano i sistemi elettorali, contano idee chiare sulle cose da fare e la

competenza di quelli candidati a farle, altro che sproloquiare del nulla nei talk show.... Idee chiare e competenza non possono che partire dall'esistenza di regole precise sulle funzioni, cioè sulle cose da fare: nel nostro mondo dello sport nessuno dubita del fatto che un signore esperto di boxe non si occuperà mai dei veterinari per i cavalli dell'equitazione, in politica viceversa oggi simili certezze sono un lusso, visto che non è dato mai sapere a chi compete cosa: vediamo non laureati che gestiscono l'istruzione dei nostri figli, vediamo sindaci di piccoli paesini che siedono a Bruxelles, vediamo occuparsi di Giustizia persone che ritengono vi sia differenza tra la legittima difesa di giorno e quella di notte, ma soprattutto vediamo occuparsi della stessa questione una pluralità di soggetti spesso di studi approssimativi e/o in collisione tra loro. Vediamo, prendiamo atto, a volte restiamo basiti, difendiamo sempre e dovunque l'autonomia dello Sport, soprattutto tenendoci a debita distanza dall'incompetenza parolaia, ricacciandola indietro quando capita che essa si voglia infiltrare nel mondo sportivo, e, se capita di trovare un candidato davvero capace ed innamorato come noi della nostra bella Italia, cerchiamo di dargli il nostro aiuto. In questo mare tempestoso, non è navigazione di poco conto. Viva lo Sport Italiano!

7


LE OPINIONI

Il marketing mix e le sue leve Andiamo ad analizzare nel dettaglio le quattro variabili che influiscono sul processo di vendita: prodotto, prezzo, distribuzione e comunicazione di Benedetta Fin - Vice Presidente MSP Italia Vorrei iniziare il mio intervento ringraziando di cuore tutti coloro che hanno sostenuto la mia candidatura per entrare nel Consiglio Nazionale MSP Italia, per me è un onore rivestire la carica di Vice Presidente Nazionale e mi auguro di poter essere in grado di soddisfare le aspettative dei più. In questa rubrica affronteremo il marketing mix, per poi approfondire, nei successi articoli, altre argomentazioni come la comunicazione efficace e la fidelizzazione. Partiamo dunque dal marketing mix e le sue leve. Marketing è il nome assegnato alle attività che si svolgono all’interfaccia tra un’organizzazione e i suoi clienti. Il termine deriva dal concetto originale di marketplace, il luogo in cui si realizza l’incontro fra chi compra e chi vende per condurre transazioni o scambi, reciprocamente vantaggiosi. Obiettivo del marketing come disciplina è far sì che i potenziali clienti scelgano di realizzare le loro transazioni con la propria organizzazione, piuttosto che con quella degli altri operatori sul mercato. Per avere successo, chi svolge questa attività deve offrire ai clienti ciò che essi desiderano acquistare, a un prezzo congruente al suo valore. Si può dunque definire il marketing come il processo di management che individua, anticipa e soddisfa le esigenze dei clienti in modo efficace e redditizio. In un’economia di mercato come quella in cui viviamo, grazie anche all’incremento dell’offerta sulla domanda, la vendita dei prodotti può avvenire solo in presenza di certe condizioni essenziali, che nel loro insieme prendono il nome di Marketing mix. Jeron McCarthy fa riferimento in questo senso al “Marketing delle 4 P” (product, price, placement, promotion); quest’ultimo per definizione rappresenta la combinazione dei quattro elementi che influiscono sulla vendita, essi infatti interagiscono tra loro e vengono opportunamente dosati secondo le strategie definite dal piano di marketing. Nel caso in cui un anello di questa catena (Prodotto, Prezzo, Distribuzione/Punti vendita, Comunicazione/Pubblicità) fosse debole o mancante, la vendita sarà difficile o impossibile. Andiamo a riassumere dunque nel breve ognuna di queste variabili. La categoria Prodotto si può dividere in prodotti di consumo, che sono quelli acquistati per soddisfare i bisogni individuali e familiari e prodotti industriali, ossia quelli comprati per essere rivenduti o impiegati per fabbricarne altri. In entrambi i casi chi acquista ottiene dal prodotto tre livelli di benefici: Benefici essenziali del prodotto (core benefit), Benefici attuali del prodotto e Benefici allargati del prodotto. La storia di ogni prodotto prende il nome di Ciclo di vita del prodotto, concetto utile per descrivere lo sviluppo di un bene dal momento della sua introduzione sul mercato fino alla sua obsolescenza. Questo ciclo si divide in quattro fasi specifiche:

lancio, sviluppo, maturità e declino (o rivitalizzazione). Nella variabile “Prezzo”, si ritiene che il prezzo più adeguato sia quello che maggiormente corrisponde al valore del prodotto relativo; in altre parole, come viene percepito dall’acquirente. Quest’ultimo nell’operare le sue scelte tiene conto anche di altri fattori: psicologici (timori e ricerca di sicurezza), estetici e funzionali. La variabile “distribuzione/Punti vendita” riguarda le modalità mediante le quali le organizzazioni fanno pervenire i prodotti nei punti vendita in cui i consumatori trovano più comodo acquistarli. Il fine di tutti i sistemi di distribuzione è quello di trasferire il prodotto dal luogo di produzione fino al consumatore con efficienza ed efficacia. Pertanto, dal punto di vista del marketing, la distribuzione interessa aree quali i sistemi di trasporto, il commercio all’ingrosso, la vendita al dettaglio e la vendita per corrispondenza. Quando si parla di distribuzione bisogna necessariamente considerare 3 elementi: canale (ossia il percorso che i prodotti e i servizi fanno per giungere dal produttore al consumatore finale), rete (insieme dei soggetti che operano lungo il canale) e logistica (comprende il processo di movimentazione dei materiali dalla produzione, attraverso le fasi di distribuzione, fino al luogo in cui dovrà trovarsi il prodotto finito). Ultima leva del marketing mix è la comunicazione, la quale prevede una partecipazione attiva sia di chi invia messaggi sia di chi li riceve. Gli obiettivi possibili da perseguire sono 3: cognitivo (informare), affettivo (sviluppare un sentimento nei confronti del sistema d’offerta) e comportamentale (quando si riesce con successo a rendere effettivo il comportamento d’acquisto). Gli strumenti di marketing in assoluto più visibili sono: pubblicità, vendita personale, pubbliche relazioni e promozioni delle vendite. La comunicazione infatti, non è altro che un sistema che mette al centro la relazione tra impresa/marca e cliente. Si tratta di un sistema proprio in quanto l’impresa/marca non comunica in un solo modo, ma deve tenere insieme, in modo coerente, diverse forme di comunicazione (above the line e below the line), al fine di attivare nel consumatore un comportamento d’acquisto. In questo senso si tratta di strategia di comunicazione integrata (o mix promozionale), la quale a sua volta presenta due forme distinte: - Comunicazione off line (non in linea): quella che non viaggia in internet che si divide a sua volta in Pubblicità a pagamento (o above the line: campagne pubblicitarie su tv, radio e stampa) e comunicazione below the line: relazioni pubbliche, sponsorizzazioni, promozioni, ovvero la pubblicità diretta. - Comunicazione on line (in linea): quella che naviga attraverso la rete (internet): siti web, web advertising e comunicazione below the web, ossia la comunicazione attuata attraverso il posizionamento e l’eventuale sponsorizzazione dei siti nei motori di ricerca, le e-mail, le newsletter elettroniche, le comunità virtuali ecc. Vi aspetto per il prossimo articolo……buona estate!


LE OPINIONI

Un nuovo quadriennio ambizioso Tante le novità che abbiamo messo a punto, a partire dal nuovo sito web, affinchè i prossimi quattro anni siano innovativi a livello gestionale e soprattutto produttivi a livello di promozione sportiva di dott.ssa Alessandra Caligaris - Segretario Nazionale MSP Italia Questo quadriennio appena trascorso è stato alquanto difficile e faticoso, soprattutto per le grandi novità arrivate dal “mondo Coni”, basti pensare al nuovo regolamento etico sportivo, alla nuova regolamentazione degli EPS, e non ultimo la modifica del Registro CONI, l'inserimento del registro delle BAS e delle attività sportive. Con i vari registri si è riusciti   a fare una mappatura dello sport italiano, ora sono reperibili i vari impianti di gioco, le attività sportive più praticate, ma tutto ciò ha messo a dura prova sia la Segreteria Nazionale che i vari Comitati Periferici. In questi anni abbiamo superato brillantemente i vari controlli istituzionali del Coni, basti pensare allo scorso anno, in meno di due mesi siamo riusciti a ripristinare i parametri della consistenza dell'Ente , che normalmente demora un anno sportivo . In questo quadriennio siamo riusciti a mantenere nei nostri calendari, seppur con mille difficoltà economiche, basti pensare ai tagli dei contributi CONI di oltre il 49%, una indimenticata manifestazione polisportiva, che anno dopo anno si sta affermando su tutto il territorio nazionale, il MSP Day, che ormai giunto alla sua settima edizione sta riscuotendo grandi successi sia fra i tesserati che fra i dirigenti. Inoltre, in questi anni abbiamo iniziato a dare una “istituzionalità” a tutta l’attività formativa dell’Ente , con il CQN –Centro di Qualificazione Nazionale – attraverso il quale  abbiamo creato un albo istruttori MSP Italia, sono e saranno gli unici che l’Ente riconoscerà , e con l’ausilio di docenti specializzati nelle diverse discipline abbiamo cercato di fornire un piano formativo accessibile a tutti, ma di grande spessore tecnico. E’ già attivo un sito dedicato: www.mspcorsi.it Con le continue modifiche sia in ambito sportivo che legislativo, i nostri attuali, e futuri, dirigenti sono e saranno chiamati a svolgere un ruolo ed una attività sempre più professionale e manageriale, a confrontarsi con un mondo in continua trasformazione, ad essere attenti al sorgere di nuove esigenze, in poche parole trasformare una semplice attività di dopolavoro ad una vera e propria attività a tempo pieno. Ormai le nostre società ormai non  chiedono più esclusivamente l’organizzazione di un torneo , la gara di quartiere ,

la disputa di una partita, ma continue informazioni, servizi, consulenze, polizze assicurative settoriali, ecc. Con il costante ausilio della Segreteria Nazionale i nostri Comitati dovranno divenire dei veri e propri Centri Servizi per le Società Sportive, dovranno essere preparati per raccogliere le più disparate esigenze. Tutto ciò sarà possibile, quindi, solo se ci sarà una maggior preparazione ed una maggiore professionalità da parte di tutti Noi. Su questo nuovo contesto si è dato il via ad una ristrutturazione gestionale che si svilupperà in tutto il prossimo quadriennio olimpico. Innanzitutto la preparazione di un nuovo sito internet dell’Ente, che avrà le seguenti peculiari caratteristiche: 1) Una sezione dedicata  ai contatti con la utenza, vi sarà una chat dove la segreteria darà tutte le risposte necessarie ad ogni tesserato  2) Una sezione dedicata alle comunicazioni, alla assistenza e alla consulenza dei nostri comitati e ai nostri associati;   3) Una parte dedicata alle iniziative sportive, culturali e formative; 4) Una parte riservata ai soli utenti nella quale sarà possibile operare con il tesseramento on-line L’ultimo punto,  consistente nel tesseramento on – line,  sarà la più pregnante sfida nel quadriennio che abbiamo appena iniziato. Infatti, con questa nuova proposta avremo oltre alla copertura assicurativa del socio, la possibilità che i nostri affiliati possano direttamente procedere al tesseramento, la possibilità di offrire diversi prodotti assicurativi, inoltre eseguendo tutta una serie di procedure quali l'inserimento di documenti ( atto costitutivo, statuto , documenti assembleari, documento del presidente) potranno procedere alla registrazione presso il registro delle società sportive del coni. Il nuovo programma di tesseramento stamperà le etichette per le tessere, terrà la giacenza delle tessere, effettuerà a fine mese il conteggio delle quote sia per la sede nazionale che per le singole associazioni. Tutto ciò comporterà la creazione di un sistema nel quale i comitati avranno meno utenti da servire, meno possibilità di commettere errori, maggiore competitività con gli altri Enti e, quindi, più tempo per le proprie iniziative sportive. Perché questo quadriennio dovrà essere innovativo a livello gestionale e soprattutto produttivo a livello di promozione sportiva.


INTERVISTE ESCLUSIVE

Costa: “Dialogo costante tra ACES Europe e l’Unione Europea” “Per i Comuni è una bellissima sfida ripensare l’organizzazione, anche urbanistica e sociale, attraverso le candidature ai riconoscimenti di ACES Europe”, le parole dell’Europarlamentare On.Silvia Costa

N

di Luca Parmigiani egli anni, a partire dal riconoscimento nel Libro Bianco dello Sport, ACES Europe ha saputo stringere un rapporto sempre più stretto con l’Unione Europea, che ha riconosciuto l’importanza che ricopre la Federazione delle Capitali e Città Europee dello Sport nella promozione sportiva attraverso il coinvolgimento dei Comuni di tutto il Vecchio Continente. A riguardo, la redazione di Sport Europa ha intervistato in esclusiva l’Europarlamentare Silvia Costa, che ringraziamo pubblicamente per l’intervista concessa. Quando nasce il suo rapporto con il Presidente ACES Europe Lupattelli? “Con il Presidente Lupattelli c’è una conoscenza pluridecennale fondata sulla comune passione sportiva di chi lo sport l’ha vissuto in famiglia (mio padre e mio zio erano rugbbysti) e lo ha anche praticato: oltre al tennis con la mitica Wally Sandonnino al CONI, sono stata con mia sorella Laura in nazionale di Hockey su prato con la Buscaglione Roma. Questo porta a riconoscere il valore dell’ampliamento della pratica sportiva a tutti e in tutte le età e condizioni personali, valorizzando il mondo dell’associazionismo sportivo con i suoi valori educativi e di inclusione. Negli anni con “Lupo” ci siamo ritrovati su questi temi e sono stata felice di avere sostenuto in Parlamento Europeo l’iniziativa delle Capitali Europee dello Sport, insieme ad altri colleghi di diversi Paesi con cui nella precedente legislatura abbiamo costituito il gruppo di amici di ACES Europe. In questa legislatura faccio parte anche dell’Integruppo Sport del Parlamento Europeo e ci siamo impegnati perché fosse riconosciuta l’esperienza positiva e direi best practice della Federazione delle Capitali e Città Europee dello Sport. E’ quindi simbolico che la premiazione si faccia al Parlamento Europeo, alla presenza del Commissario allo sport, in una Cerimonia che coinvolge molti Comuni e Città d’Europa. Inoltre abbiamo condiviso insieme la prima Setti-

10


INTERVISTE ESCLUSIVE

mana Europea dello Sport, per cui c’è un’interlocuzione costante con ACES Europe e il suo Presidente”. Quanto è importante il lavoro di ACES Europe per la promozione da parte dei Comuni della pratica sportiva? “Ritengo che sia il giusto approccio, nel momento in cui il Parlamento Europeo nel 2013 ha fortemente voluto l’inserimento dello Sport nel regolamento di Erasmus+ 2014/20, dando la priorità al sostegno dei progetti dell’associazionismo sportivo, che siano educativi, inclusivi, promuovano il dialogo e che tutelino la salute, il fair play e un corretto stile di vita. Ciò è andato di pari passo con l’approccio che ha ACES Europe di chiedere ai Comuni di puntare sui progetti inclusivi e sulla promozione dell’attività fisica per tutte le età e dell’impiantistica sportiva territoriale. Le Capitali Europee dello Sport hanno acquisito un riconoscimento importante dalla UE e dunque sono un programma che deve consolidarsi, diventare più strutturato e accurato nella gestione. Sono convinta che ACES Europe sia su questa strada per continuare ad avere il sostegno convinto del Parlamento Europeo”. Cosa consiglierebbe ai Comuni che si vogliono candidare ai titoli di Città/Comuni/Comunità Europee dello Sport? “Per i Comuni è una bellissima sfida ripensare l’organizzazione del Comune, anche urbanistica e sociale, attraverso la ridefinizione e attribuzione di spazi alla pratica sportiva, in collaborazione con l’associazionismo sportivo, le scuole, il CONI, l’Università. È importante che nel nostro Paese il Coni abbia fatto una scelta, risultata vincente, di maggiore collaborazione con gli Enti territoriali. I Comuni devono identificare alcune specificità ed eccellenze particolari che possono essere esaltate durante l’anno del titolo. Quando Torino divenne Capitale Europea dello Sport (nel 2015, ndr), anche grazie a un mio suggerimento, dimostrarono le grandi potenzialità del mondo sportivo, che non sono solo le Federazioni ma comprendono tutto il mondo dell’associazionismo di base. Fu un successo enorme. Per il futuro, chi si candida a partire da quest’anno dovrebbe dire anche cosa farà durante la Settimana Europea dello Sport; ciò che abbiamo chiesto al Commissario Navraciscs è quello di non limitarsi a celebrare una giornata europea in ciascun Paese ma promuovere progetti crossborder ovvero di persone, sportivi o scuole che scambino e organizzino iniziative cross, facendo sì che le città si aprano all’Europa”. Abbiamo parlato dell’esperienza positiva di Torino nel 2015, Lei che è stata Consigliere Comunale di Roma, auspica una candidatura di Roma a Capitale Europea dello Sport? “Mi accontenterei che la Capitale italiana torni a viversi come una capitale europea e internazionale e che in questa direzione lavori l’attuale Giunta. Ma non vedo segnali rassicuranti al proposito. Ritengo che una occasione sia l’anno europeo del patrimonio culturale che abbiamo fortemente voluto in Parlamento europeo per il 2018. Perché credo che tutte le volte che una città si mette in gara, in questo caso non per un evento ma in un anno in cui si possono realizzare tantissimi obiettivi, fa sempre bene e significa in fondo interrogarsi sulla propria vocazione, ascoltare l’associazionismo e valorizzare i cittadini promuovendo l’immagine di una città più aperta, accogliente e vitale”. “ACES Europe è sulla strada giusta per continuare ad avere il sostegno convinto del Parlamento Europeo” 11


INTERVISTE ESCLUSIVE

Beghin: “ACES Europe è un’ottima iniziativa e una bellissima idea” L’Europarlamentare del M5S in esclusiva ci parla dei valori fondamentali dello sport e commenta così la candidatura di Livorno: “Auguro al Comune di diventare Città Europea dello Sport 2019”

T

di Luca Parmigiani

iziana Beghin è stata eletta nell’ultima elezione come Europarlamentare in forza al Movimento Cinque Stelle. Per parlare di sport di base, dei valori della pratica sportiva e della prima candidatura M5S arrivata ad ACES Europe (Livorno per il 2019), la redazione di Sport Europa ha contattato il capogruppo M5S al Parlamento Europeo, che ringraziamo pubblicamente per l’intervista concessa. Europarlamentare, quanto è importante lo sport di base come strumento di integrazione e veicolo di promozione dei valori sociali ed educativi? “Occupandomi in prima persona di sport da tanti anni ed essendo stata una ex atleta, per me lo sport ha un’ importanza fondamentale, ha una valenza che va al di là dei vantaggi fisici e della parte ludica che gli viene attribuita normalmente. Infatti ha anche una valenza educativa e culturale relativamente per esempio ai giovani visto che insegna le regole del vivere insieme, del socializzare, valori importanti per crescere degli individui che siano ben integrati in una società. Ha inoltre un valore alto nell’integrazione soprattutto in questo pe-

12

riodo, poiché lo sport non ha colori di pelle e religione. Infine lo sport ha un ruolo di prevenzione nella salute, chi fa sport a livelli non agonistici ma con regolarità è più sano”. Nella promozione di questi valori nella pratica sportiva, quanto incide il lavoro degli Enti di Promozione Sportiva? “Partirei parlando delle associazioni sportive che sono espressione di un volontariato attivo che fa un grandissimo lavoro, molto spesso su una spinta filantropica e senza alcun interesse economico. Enti e Federazioni rivestono un ruolo importante ma temo che manchi un supporto delle istituzioni, nel senso che includere nella scuola primaria due ore di educazione fisica senza assegnarle ad insegnanti che siano effettivamente diplomati in discipline afferenti è un po’ inutile. Perché in questo caso, l’ora di educazione fisica si risolve troppo spesso in un’ora di gioco libero per mancanza di preparazione degli insegnanti. Ciò è una grandissima carenza che ha come causa quella di demandare alle famiglie e alle associazioni il ruolo fondamentale che dovrebbe avere lo sport soprattutto nei primi anni di vita, dove un giova-


INTERVISTE ESCLUSIVE ne atleta può essere indirizzato a una specifica disciplina in base alle proprie caratteristiche e carattere”. Spostandoci a parlare di ACES Europe, quale valore aggiunto può portare per un Comune candidarsi ai titoli di Città/Comune/Comunità Europea dello Sport? “Sicuramente questi titoli rappresentano delle dichiarazioni di intento importanti da parte di amministrazioni a diversi livelli, sia piccoli che grandi, e ciò dimostra come venga tenuto in considerazione un valore importante come quello sportivo, anche sotto l’aspetto economico. Per un’amministrazione infatti avere una buona pratica sportiva può far raggiungere obiettivi sia valoriali ma anche di incremento economico, portando quindi un turismo molto sano. Vi è tutta una serie di

augura al Comune durante questo periodo di candidatura? “Auguro al Comune di riuscire a raggiungere questo importante traguardo, è una città che si è pregiata in passato di grandi glorie in ambito sportivo. Ora ha avuto delle difficoltà che sta superando e attraverso lo sport può avere una marcia in più. Sono molto lieta di aver saputo di questa candidatura e spero che vada tutto come deve andare”. Infine, può rilasciarci un suo commento sul lavoro portato avanti da ACES Europe che da 20 anni a questa parte è attiva nel riconoscimento di questi titoli in tutta Europa? “Al di là della figura molto carismatica del Presidente Lupattelli che nella vita si è impegnato molto in que-

sport, anche minori, che hanno un seguito e un’affettività molto alta e per una municipalità impegnarsi in questo senso rappresenta un’attrattiva turistica sia per i Comuni che già lo sono che per quelli che vogliono ritagliarsi nuovi spazi di crescita. Ritengo dunque che sia un’iniziativa da incoraggiare il più possibile, con la dimensione europea che lega di più i territori tra di loro”. Livorno è il primo Comune a maggioranza Movimento Cinque Stelle a candidarsi a un titolo di ACES Europe come Città Europea dello Sport 2019. Cosa

sto ambito ed è promotore di un grande movimento, trovo molto positivo che si cerchi di unire tutti questi valori sportivi. ACES Europe è un’ottima iniziativa, una bellissima idea che in questi 20 anni ha prodotto un grande successo e ciò lo si vede dai risultati che sta ottenendo. Io vivo in una zona che è European Community of Sport e da Europarlamentare ho apprezzato lo sforzo grande di queste zone più marginali e periferiche. Mi auguro quindi che il lavoro portato avanti da ACES Europe sia sempre più profittevole nei prossimi anni”. 13


IN PRIMO PIANO

Conto alla rovescia per MSP Day 2017! Si avvicina il tradizionale appuntamento delle Finali Nazionali del nostro Ente, che quest’anno coinvolgerà tutto il Settore Calcio, Padel, Nuoto, Arti Marziali e Pattinaggio a Rotelle

C

ome ogni anno, si avvicina il tradizionale appuntamento del MSP Day, la cornice che chiude la stagione con le Finali Nazionali delle maggiori discipline sportive del nostro Ente. Quest’anno siamo riusciti a coinvolgere nuovi sport in questa kermesse che si svolgerà a Rimini e dintorni dal 22 giugno all’8 luglio. Il Settore Calcio si troverà sulla costa romagnola nel weekend del 24/25 giugno con il calcio a 11, calcio a 7, calcio a 5 maschile e femminile. Per quest’ultimo settore, il calcio in rosa quest’anno ha aumentato il numero di Regioni di provenienza delle 12 squadre partecipanti, con l’organizzazione il sabato sera di uno special party presso il locale Mon Amour a Rimini con sala riservata per tutte le atlete e tanta musica dal vivo. Divertimento assicurato. Sempre al Centro Sportivo Garden, di scena anche il calcio a 5 maschile con 16 squadre che si contenderanno il titolo di Campione Nazionale. Infine il calcio a 7 e calcio a 11 che chiudono il settore Calcio coprendo tutto il fronte dello sport più amato dagli italiani. Come prima volta, si affaccia sulla scena del MSP Day il Campionato di pattinaggio artistico “R. D. Bettinelli” targato MSP Italia con cinque Regioni partecipanti e 350 atleti in gara nella splendida location del Play Hall

14

per dar vita ad una competizione artistica e spettacolare aperta a tutti e per tutti, con Pattinaggio individuale, coppie artistico, gruppi spettacolo, Solo Dance e pattinaggio in linea. Altra disciplina emergente, che avrà il suo battesimo nel MSP Day ma nel weekend successivo, ossia il 1-2 luglio, è il Padel con le Finali Nazionali organizzate al Sun Padel di Riccione. Sei squadre partecipanti da Lazio, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna e Campania si contenderanno lo storico 1° titolo Nazionale della Coppa dei Club, la competizione amatoriale a squadre che sta galvanizzando i Circoli di tutta Italia, unendo l’amatorialità sportiva allo spirito di appartenenza a un determinato Club. Sabato 1 luglio, inoltre, lo special party targato TAP Portugal, main sponsor delle Finali Nazionali di Padel, presso l’affascinante e suggestiva location Villa delle Rose con una sala riservata per tutte le squadre partecipanti ad un evento unico nella storia del Padel amatoriale. La rassegna del MSP Day infine comprenderà anche sport da sempre praticati nel nostro Ente come Nuoto e Arti Marziali, con l’organizzazione delle gare Nazionali e per questa occasione anche con l’Euro Camp di Ju Jitsu a Cesenatico dal 5 al 9 luglio.


IN PRIMO PIANO

15


IN PRIMO PIANO

16


IN PRIMO PIANO

Remembering MSP Day 2016

17


IN PRIMO PIANO

Rimini Wellness-MSP Italia, we love fitness! Anche quest’anno è stato proposto fitness no stop dal 1 al 4 giugno, con quasi 6000 atleti che hanno partecipato alle lezioni proposte dal nostro Ente Rimini Wellness 2017: si è appena conclusa la 12° edizione dal 1 al 4 giugno 2017 con numeri da record per il palco MSP Italia! Oltre 5600 atleti hanno partecipato infatti alle 72 lezioni di fitness proposte dal nostro Ente. Anche quest’anno è stato proposto Fitness NO STOP dalle 9.30 alle 18.30 con  18 lezioni giornaliere  da 30’ cadauna con oltre 40 presenters che hanno fatto una meravigliosa staffetta di 9 ore giornaliere. La direzione organizzativa del palco MSP Italia è stata affidata al nostro responsabile CQN e settore Fitness dott. Gianfranco Mastrangelo che si è avvalso ancora una volta di uno staff di professionisti che si è consolidato nel tempo. Fondamentale infatti la doppia direzione tecnica e artistica affidata a Salvatore Pagano e Loredana Caporicci che hanno saputo realizzare un evento unico coordinando con espe18

rienza ventennale i tanti presenter ne di Rimini Wellness nazionali e internazionali offrendo Staff diretto e coordinato da Loredaun fitness esclusivo e carico di emo- na Caporicci con lezioni di tonifica-

zioni. Per tale ragione, ringraziamo tutti i presenters che hanno calcato il palco di MSP Italia per questa 12.a edizio-

zione, funzionale e coreografia quali I –Tone - Dynamic Conditioning Mpt Metabolic Pwr Training  -  Flex N Tone  - Functional Sitem -Step


IN PRIMO PIANO Coreografico - Aerodance - Aerostile ecc: Loredana Caporicci, Andrea Mori, Manuel Gnicchi, Chiara Albano, Valentina Pierini, Deborah Cappelletti, Enrico Manfroni, Martina Niccolai, Alessio Pertica, Claudia Spurio, Alessandro Ricci, Martina Niccolai e numerosi ospiti di livello internazionale come Daniele Pietrini, Stefano Del Serra, Giacomo Piccoli, Alessandro Uccellini, Denis Bassetto e Steve Sun Chuang Staff diretto e coordinato da Sasà Pagano che ha proposto le seguenti lezioni di step, Step Coreografico, il Dance, nuovissime lezione di  tonificazione che sono state  indispensabili padroni di casa e nuove proposte di olistic workout®  - dynamic postural®   - Metabolic Workout: Salvatore Pagano, Anastasia Alexandridi, Eugeny Chousov, Cristiano Lollo, Katia Marocchi, Luana Granata, Lorenzo Franco, Alessio Misuraca, Max Maestri, Tunde Kovacs, Sergii Falshtynskyi, Aggelos Sofronis, Ursula Silvestrini , Luigi Mattiello Infine, un ringraziamento speciale alle due Novità assolute di questo Rimini Wellness 2017 con le due new entry, la  Fit Boxe diretta da Loriano Federici e Power Boun diretta da Angelo Zoboli.


IN PRIMO PIANO

Al via la “European Swim City” Il 2 luglio si terrà in Italia a Pesaro la prima edizione del Trofeo di nuoto tra le Città Europee dello Sport

S

i avvicina il primo Campionato di Nuoto delle Città Europee dello Sport, prima manifestazione che ACES Europe, insieme a MSP Italia e a Sport Village Pesaro, organizzerà il prossimo 2 luglio presso la piscina olimpionica “Osvaldo Berti Parco della Pace” di Pesaro. “Swim City”, questo il nome della competizione patrocinata dalla FIN (Federazione Italiana Nuoto) e dal CONI, nasce con l’intento non solo di promuovere la visibilità internazionale dei municipi premiati, ma di condividere attraverso lo sport, in questo caso una disciplina storica come il nuoto, i valori e gli ideali di chi lo pratica, universali in tutti i paesi e in ogni tempo. Saranno dodici i Municipi che si contenderanno la vittoria del 1° “Trofeo Swim City” per l’anno 2017: Aosta, Crema, Forlì, Jesi, La Spezia, Monastier di Treviso, Pesaro, Rapallo, Roma, Sesto Calende, Tirano e Vicenza. Gli atleti si confronteranno nelle seguenti gare: 100 fa F/M – 100 do F/M – 100 ra F/M – 100 sl F/M - 50 fa F/M – 50 do F/erannoM – 50 ra F/M – 50 sl F/M – 4x100 mx mista. Saranno premiati i primi tre atleti classificati di ogni gara e le staffette classificate ai primi tre posti. La manifestazione si concluderà la sera del 2 Luglio presso una location di Pesaro in riva al mare con la cerimonia

20


IN PRIMO PIANO di premiazione di tutti i partecipanti all’evento e delle prime tre rappresentative, alla presenza di autorità sportive e istituzionali, dei rappresentanti di ACES Europe e di testimonial di caratura internazionale. Inoltre, il giorno 6 novembre a Roma presso il Salone d’Onore del Coni, le prime tre squadre classificate saranno invitate a ritirare la Bandiera che ACES Europe ha preparato, alla presenza del Presidente Malagò, nella tradizionale Cerimonia che MSP Italia e ACES Europe tengono per la consegna delle ciotole di benemerenza e la consegna delle targhe ai Comuni che hanno ottenuto il titolo di Città/Comune/Comunità Europea dello Sport. “Siamo soddisfatti della partecipazione ottenuta a questa

prima edizione del Trofeo ed anche particolarmente emozionati – sono le parole del Commissario Straordinario del Comitato Provinciale Pesaro e Urbino MSP Italia Andrea Sebastianelli – Pesaro vanta una storica tradizione natatoria e il fatto di poter offrire alla città un evento così straordinario che riunisce le migliori formazioni provenienti dai Municipi insigniti del titolo di “Città europea dello sport” non può che renderci orgogliosi. Confidiamo che questa sia la prima di una lunga serie di edizioni e che il Trofeo Swim City diventi un appuntamento importante per il nuoto ma non solo. Non è escluso che già dal prossimo anno possano rientrare nella competizione altre discipline sportive in rappresentanza dei Municipi titolati da ACES Europe”.

Per maggiori informazioni sull’evento e sulle modalità di partecipazione: info@swimcity.it 21


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Lo Sport in Sardegna ha i colori del MSP

Il Comitato Regionale conferma il proprio ruolo di leader nell’Isola, come dimostrano le manifestazioni sportive e formative svolte durante la stagione

I

l Comitato Regionale MSP Sardegna, insieme ai Comitati territoriali, continua senza sosta il lavoro sul territorio che comprende il fornire tutti i servizi necessari al mondo dell’associazionismo sportivo di cui nell’Isola rappresentiamo con orgoglio, da molti anni, il primo Ente per numeri ed attività. Più di 1000 le società affiliate e più di 100.000 tes-

serati raccontano una realtà che da venti anni a questa parte raccoglie consensi e adesioni nel mondo sportivo. Dicevamo delle tante attività svolte. Partiamo dall’ultimo Campionato Regionale di Danza Sportiva svolto nel weekend del 27/28 maggio al Palasport di Via Rockfeller a Cagliari. Nei due giorni (sabato dalle 15 alle 23 e domenica no stop dalla 10 alle 23) si sono alternate 39


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI società per 503 balli e un totale di 1046 ballerini. Un successo per una grande manifestazione che ha coniugato sport e divertimento. Sempre nello stesso weekend abbiamo organizzato la 6.a futsal beer party, ossia dei tornei di calcio a 5 maschile e femminile con sottofondo di musica, birra e tanto divertimento. Alla manifestazione hanno partecipato 12 squadre maschili e 6 femminili. Il weekend è stato produttivo in ogni parte dell’Isola e a proposito citiamo anche la 2.a edizione dell’Asinara Ultra Trail organizzato dal Comitato di Sassari con la direzione tecnica della DeltaRunning ed il supporto organizzativo e logistico della Lirù Eventi, in uno scenario

Passiamo poi al Tanka Village dove dal 9 all’11 giugno si sono alternati nel beach tennis, tennis, golf e calcio a 5 ben 186 persone in un clima di relax, vacanza e sport. Torniamo indietro di qualche mese; a fine aprile uno dei principali appuntamenti è stato “Sport Insieme”, la nostra classica manifestazione che svolgiamo almeno una volta all’anno in tutte le nostre Province. Questa volta è stata il turno di Oristano, dove in tutti gli sport sono scesi ad esibirsi 630 atleti facenti parte di 21 società affiliate. Non possiamo poi dimenticare il Trofeo Azzurro di inizio marzo. Una grandiosa manifestazione di danza

dalla bellezza disarmante ed incantevole come il Parco dell'Asinara. Sempre a maggio, nel Settore Atletica, dopo la meravigliosa esperienza dello scorso anno, anche quest’anno abbiamo riproposto “TUTTINCORSA per la PACE”. Con il desiderio di ritrovarsi, di attraversare il quartiere, di colorare con la gioia gli spazi e le strade e farci vicini a quanti, nel Centro Italia, sono stati colpiti dal terremoto. Si, perchè TUTTINCORSA è l’occasione per donare gioia e speranza, condividere una passione, conoscersi, costruire legami di fraternità e di pace e ricominciare a sognare qualcosa di più bello per tutti, con lo sguardo rivolto al mondo. Con i contributi raccolti abbiamo sostenuto il gemellaggio attivato da qualche anno con la chiesa di San Francesco ad Aleppo in Siria e dato un nostro piccolo contributo per le opere di ricostruzione del Centro Italia, colpito nei mesi scorsi dal terremoto. E la risposta dei partecipanti non si è fatta attendere, con numeri raddoppiati rispetto all’edizione del 2016. Ben 470 atleti hanno infatti partecipato all’evento che era suddiviso su due percorsi: uno da 5 km e un altro da 10 km.

sportiva che ha visto staccare nei giorni delle gare più di 2000 biglietti con oltre 40 società partecipanti. Nel calcio, partiamo dal torneo 3vs3, iniziato il 19 giugno e che mette in palio dei fantastici voli per l’estero (al 1° classificato) e per l’Italia (al 2° classificato). Il 1 luglio si terranno invece le Finali Regionali di tutto il Settore

Sito web: www.mspsardegna.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

calcio, dal calcio a 11 (amatori e over 50) al calcio a 7 fino al calcio a 5 ad Oristano al Centro Sportivo Sa Rodia. Per il fitness, ecco il Poetto Beach Games che ha coinvolto i nostri Istruttori nella Zumba, Danza e Fitness nei giorni 10-11 giugno. Infine chiudiamo il capitolo delle attività svolte con le Gare Cross Country Provinciale del MSP Cortoghiana del 23 aprile scorso più i tornei di burraco, una gara di canto e le Finali Regionali di Ginnastica Ritmica che si sono tenute a marzo accompagnate dall’aggiornamento tecnico tenuto dalla nostra Responsabile di Settore e dalla Responsabile Nazionale di Settore Maria Francesca Fiorellini Bernardis. Non solo attività sportiva ma anche formativa, nel segno che contraddistingue il nostro Ente nell’importanza data al capitolo della formazione dei tecnici. Dal 3 all'11 giugno si è tenuto a Cagliari, presso Area21, il corso Trainer (L.1) di Military Functional Workout. Il Military Functional Workout è una forma di attività fisica ispirata all’addestramento dei Reparti Operativi Militari. Il Military Functional 24

Workout è un allenamento motivazionale che dal mondo militare d’Elite prende alcuni principi fondamentali. Tecniche e metodologie di allenamento sono fuse con elementi di psicologia motivazionale affinché tutti gli atleti possano trarne dei benefici in termini di raggiungimento di obiettivi mai pensati prima non solo nello sport ma anche nella vita di tutti i giorni. In questi due weekend sono state analizzate tutte le peculiarità principali che fanno del Military Functional Workout un allenamento unico nel suo genere: attività che si può svolgere sia in palestra che all’aria aperta; so-


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

stituzione dei normali pesi o macchine specifiche con attrezzatura funzionale, equipaggiamento militare e/o materiali di circostanza (taniche, cassette, casse, copertoni, etc.etc.); attività condotta sia per singola persona (personal training) che per gruppo (lavoro di squadra,

team working/building). A Sassari invece si è svolto il Corso di Personal Trainer con un corpo docenti iper qualificato rappresentato da Luigi Colbax, David Stauffer e i Dott. Bresci, Cozzula, Marras, Azara e Carta.

25


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Sport a misura per MSP Sicilia Il Comitato Regionale molto attivo negli ultimi mesi, confermandosi leader sul territorio della promozione sportiva

S

ono stati mesi molto intensi per il Comitato Regionale MSP Sicilia, che negli ultimi tempi ha spaziato in tutto il territorio promuovendo i sani principi della promozione sportiva. Non possiamo non iniziare dagli splendidi risultati ottenuti dai nostri tesserati MSP Palermo convocati nella Nazionale Italia del CIJJ (Comitato Italiano Ju Jitsu supportato dal nostro Ente). Per la ASD Wellness Academy, medaglia di argento nella specialità Duo System Maschile per Raffaele Liuzza e Stefano De Caro; per la ASD Akiyama Budo Club nella specialità Fighting System medaglia di bronzo per Andrea Ventimiglia ed infine per la ASD Bushido Evolution nella specialità Duo Show Maschile Medaglia di Bronzo per Salvatore Gandolfo e Giovanni Palmeri. Passiamo poi al Campionato Regionale di Nuoto, una manifestazione che da anni raccoglie sempre grandi numeri di partecipazione. Abbiamo svolto negli ultimi mesi tre tappe con la Finale Regionale tenutasi il 2 giugno presso gli Impianti Sportivi della Piscina Comunale di Enna alla quale hanno partecipato più di 120 atleti. Le altre tappe si sono svolte rispettivamente nella Piscina Provinciale di Trapani (26 febbraio), nella Piscina Comunale di Enna (19 marzo) e nella Piscina Comunale di Menfi (9 aprile). Dal nuoto alla Summer Cup organizzata dal Settore Kickboxing, che si è svolta lo scorso 14 maggio. Più di 200 atleti, appartenenti a 18 diverse società, si sono cimentati, sui 5 tatami allestiti per l’occasione, nelle discipline del point fight, light contact, kick light e dello Yoseikan Budo. Deliziose le esibizioni dei piccolissimi e, nono-

26

stante il carattere amichevole della manifestazione, degni di nota alcuni incontri degli atleti adulti. Nell’ottica di “Ad ognuno il suo sport”, vogliamo sottolineare anche l’evento di atletica svolto con i piccolissimi dell'ASD Atletica Mondello. Il Trofeo Primavera è una manifestazione non competitiva nella quale tutti i bambini vengono premiati. Il Prof. Ruggiero, Responsabile di Settore, si batte molto per la finalità educativa dello sport che va oltre l'agonismo e per questo motivo annovera tantissimi bimbi che frequentano con piacere le sue

Sito web: www.mspsicilia.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI lezioni. Per la difesa personale, lo scorso 12 marzo l’ASD Krav Maga Palermo con gli Istruttori Mariondi e Trapani ha organizzato uno stage Nazionale di Krav Maga con Cristian Burde, uno dei massimi esponenti di questa disciplina e Maestro Internazionale di Krav Maga. Lo stage si è svolto presso il centro sportivo Sprint a Palermo e oltre ai soci dell’Associazione hanno partecipato molti atleti e appassionati di Krav Maga provenienti da diverse città come Catania, Messina, Taranto e Reggio Calabria per un totale di oltre 80 atleti. Il Maestro internazionale oltre a spiegare diversi aspetti della difesa personale ha addestrato i partecipanti con tecniche di alto livello senza escludere nessuno, proprio perchè questo sistema molto efficace è adatto a tutti. Importante è stata la collaborazione del MSP Sicilia che come sempre si spende molto per la riuscita di questi eventi. Eccoci poi al XII seminario di Aikido-Aikibudo-Aikido Yoseikan, organizzata dall’ADPC KKien Budo Club durante il quale sono state esposte diverse tecniche che i presenti allo stage hanno ripetuto secondo i principi della Scuola Aikibudo e Yoseikan. Il seminario si è concluso domenica 14 maggio dove gli intervenuti hanno esposto gruppi di esercizi tra quelli eseguiti nei tre giorni di stage. Per il Settore Danza, in occasione della Giornata Mondiale della Danza del 29 Aprile 2017 MSP Palermo ha organizzato in collaborazione con le società affiliate nel settore Danza uno spettacolo al Teatro Savio di Palermo, per diffondere la Cultura della danza. L’incarico è stato affidato alla Prof.ssa Clara Congera, Membership of the CID, Counsil International Dance (UNESCO) per il coordinamento di tutta la manifestazione, e garantire visibilità ed acquisire il patrocinio del CID, collegandoci a livello mondiale alle altre manifestazioni della stessa giornata. La manifestazione ha avuto un riscontro positivo, molteplici sono state le A.S.D. che hanno partecipato portando numerosi ballerini dai più piccoli che come sempre portano tanta emozione, seguendo fino ai ballerini di provate esperienze Teatrali. Vogliamo poi citare un’esperienza da ripetere, in termini di successo, di presenze e di partecipazione, ossia la XIV edizione della giornata dello sport, evento celebratosi in contemporanea in cento piazze d’Italia e che ha visto protagonista sul nostro territorio il nostro Comitato Provinciale di Messina che ha partecipato con la delegazione più numerosa, costituita da 52 Associazioni e ben 32 discipline sportive. Tra le attività svolte quelle che hanno suscitato tanto interesse è stato vedere dei ragazzi down eseguire dei balli che tanto hanno commosso i numerosi presenti. Altro evento interante è stato quello dei balli folcloristici

ed in costumi tipici filippini che con i loro colori sono stati il gruppo che ha coinvolto e richiesto tantissime foto con i passanti. Ultimo accenno alla formazione con i corsi svolti a Palermo di Personal Trainer, di Fitness Musicale a Ragusa e di Fitness e Body Building a Messina. Concludiamo infine con la presentazione del Progetto “Bimbi & Bici…in piazza 2017”e la manifestazione degli scacchi svolta a Messina.

27


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Veneto

un bilancio in crescendo

Si conclude la stagione sportiva di calcio a 5 con le Finali Provinciali del MSP Verona MSP Venezia, non ci si ferma neanche durante l’estate Nuove associazioni entrano a far parte della famiglia del MSP Vicenza

MSP Verona

E’ tempo di Finali per il Comitato Provinciale MSP Veneto. Si è iniziato con la Finale Provinciale del Campionato di Calcio a 5 “Trofeo Ostilio Mobili” dove si sono contese il titolo le squadre della Trinacria Ca5 e il Rizza Calcio a 5. Le due squadre si sono presentate quasi al gran completo per fare il colpaccio e in una partita ricca dai contenuti di qualità di gioco l’ha spuntata il Trinacria che dopo esser diventata la prima squadra veronese a vincere i campionati nazionali, conquista per la seconda volta il Trofeo. Nella Finale Play Out “Trofeo Amia” il titolo è stato conteso tra i Red Devils e il Kubitek giunta dopo quindici stagioni, alla prima storica promozione. le due squadre sono partite a viso più aperto, tenendo ritmi elevati sin dalle prime battute. La finale ha visto trionfare per 3-1 il Kubitek che quindi festeggia con orgoglio la conquista del titolo. Infine, nella Coppa di B “Trofeo AGSM” non senza stupore, le due migliori squadre di serie B sono risultate il Borussia Schlumpfe e l’SM Futsal. Dopo un primo tempo in parità La ripresa ha però dato molte emozioni con la vittoria dell’SM Futsal per 5-4 dopo una partita ricca di gol e di giocate. Dalla finale Provinciale passiamo alla Finale Regionale che come di consueto si sono svolti all’interno del villaggio Tizè di Rosolina Mare. È il settimo anno di fila che questa manifestazione si è disputata in questo centro immerso nella natura e che ha sempre strizzato l’occhio al mondo dello sport. Ai nastri di partenza oltre al ritorno della trevigiana Gelateria De Martin le compagini veronesi della Trinacria C5, il Corvinul Hunedoara, gli Arditi ASD e le finaliste del trofeo Amia, la Kubitek e i Red Devils. Dopo le prime giornate, nell’ultima gara sono stati decretati i verdetti per le squadre che hanno avuto accesso alla Finale Nazionale di Rimini. compagine trevigiana, che nell’ultima gara è andata incontro alla sconfitta contro i Red Devils. Questo 2 a 1, più che ai Red Devils, è stata una mezza condanna per la De Martin, che si è giocata il terzo posto e quindi l’approdo diretto ai prossimi campionati nazionali di Rimini di fine giugno. Subito dopo è andata in scena la gara tra gli Arditi e la Kubitek, che è stata anche la gara con più reti di tutto il campionato, ovvero terminata 11 a 3. Questa partita è stata la gara di Giardino con un invidiabile bottino di nove reti 28

che lo porta a fregiarsi del titolo di capocannoniere con un totale di dodici reti. Gli occhi però erano tutti puntati sulla sfida più attesa, quella tra la il Corvinul Hunedoara e Trinacria che, per uno strano scherzo del destino si sono trovate a sfidarsi in questa ultima giornata per decidere a quale delle due dovesse andare l’agognata coppa. I primi ad andare a segno sono stati quelli del Corvinul, che però sono stati prima raggiunti con Peretto e poi superati con Danes da un’agguerrita Trinacria, che ha dato una dimostrazione sul perché ha vinto a distanza di tre il campionato provinciale. Quando tutti ormai pensavano al doblete della Trinacria, è arrivato, come un fulmine al ciel sereno la rete decisiva di Nisipasu, che ha permesso ai propri di agguantare il pareggio di 2 a 2 e di vincere così nuovamente il campionato regionale, superando comunque una Trinacria che si è giocata il titolo fino alla fine. A seguire la cerimonia delle premiazioni alla presenza del Vice Presidente Nazionale MSP avv. Danilo Montanari, dell’assessore allo Sport del Comune di Rosolina Alessia Zaninello, dell’Amministratore Delegato Enrico Bortolami e dai vertici del MSP Veneto e MSP Verona. Accedono quindi alla Finale Nazionale il Cornivul Hundeoara, Trinacria C5, ASD Arditi e Gelateria De Martin. Cornivul Hunedoara Campioni Regionali Veneto 2016/17

Sito web: www.mspverona.it - www.mspveneto.it


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Venezia

Dopo 5 entusiasmanti fasi del campionato di pattinaggio artistico “R. D. Bettinelli” targato MSP Italia approda agli MSP Day di Riccione la prima fase Nazionale. Cinque regioni partecipanti, 350 atleti in gara, nella splendida location del Play Hall per dar vita ad una competizione artistica e spettacolare aperta a tutti e per tutti, Pattinaggio individuale, coppie artistico, gruppi spettacolo, Solo Dance e pattinaggio in linea. Tre giorni per vivere tutte le discipline del pattinaggio artistico nazionale. Lo scorso 27 maggio 2017 in occasione della Fase 5 del Campionato di Pattinaggio MSP Venezia ha organizzato per il terzo anno la manifestazione Dog X Contest di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali durante il periodo estivo che ha visto la partecipazione di oltre 50 amici a 4 zampe. L’evento ha potuto contare su un nostro consolidato partner - Maxi Zoo - e sulla preziosa partecipazione di una associazione che si occupa di cani disabili – Casa Bau che hanno potuto valorizzare la manifestazione e sottolineare l’importanza di uno sport inclusivo e aperto a ogni specificità. Tutti i numerosi partecipanti, atleti, genitori e società hanno avuto l’occasione di conoscere questa realtà. MSP Venezia non si ferma per la pausa estiva. Saranno organizzate in collaborazione con MSP Belluno passeggiate culturali a 6 zampe nelle spettacolari valli del

Comelico che ci traghetteranno alle ultime due fasi del campionato di pattinaggio 2017 e al primo International Venice Skate Trophy “N. Laurora”… il pattinaggio artistico di MSP Italia diventa internazionale. Per tutte le Associazioni Sportive Dilettantistiche di pattinaggio che volessero entrare nel mondo MSP e per tutti i comitati che volessero proporre questo sport è disponibile il gruppo su Facebook MSP Italia Sport rotellistici. Restate sintonizzati con la nostra pagina facebook www. facebook.com/mspvenezia o contattateci alla mail mspvenezia@gmail.com per tutte informazioni su novità e anteprime sulle iniziative del nostro comitato di Venezia.

Pagine Facebook: www.facebook.com/mspvenezia - www.facebook.com/mspbelluno

MSP Vicenza

Dopo la bellissima manifestazione MSP Day Vicenza 2017, il Comitato Provinciale MSP nel ringraziare tutte le A.S.D. che hanno partecipato per la riuscita di questo evento, e l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Vicenza e di Mantova, continua il suo impegno nella Promozione Sportiva e Culturale. L’A.S.D. Ju Jitsu Club Dueville Dojo A.D.I.A con Nicola Cortellino Kyoshi ed alcuni dei suoi allievi è sta-

ta presente allo stage interstile a Castellucchio (MN) in rappresentanza dell’Asahi Dojo International Association (A.D.I.A) del Shodai Soke Daniel BLANCHET Hanshi -Tani Gawa ed anche in rappresentanza dell’ Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Vicenza . Prosegue il progetto avviato nel 2011 nel continuare a formare professionalmente i tesserati MSP con un parco docenti di assoluto professionalità e competenza: Supervisori e Tecnici dei Settori Daniel Blanchet Hanshi “Tani Gawa“ Docente MSP Nazionale ed Internazionale di Arti Marziali Giapponese ; Nicola Cortellino Docente e Maestro Nazionale Arti Marziali Giapponese , Docente Nazionale di Difesa Personale MSP e Formatore MSP 2° Livello, Tiziano Busnardo Maestro Nazionale Karate do, Fabrizio Moresan Istruttore 3° Livello MSP ed ideatore del Close Combat Defense System, Istruttore 3° Livello Difesa Personale C.C.D.S. Nel frattempo, entrano nella famiglia del MSP Vicenza due nuove società affiliate: A.S.D. Sowa Dojo Team Osanna di Enzo Osanna Sensei Responsabile Regionale A.D.I.A – Priverno (LT) e la Sig.ra Michela Bratu della A.S.D. Fior Di Loto 7 - Rossano Veneto (VI). Pagina Facebook: www.facebook.com/msp.vicenza 29


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Toscana

punto di riferimento per lo sport Obiettivo del Comitato Regionale è quello di affermarsi in nuove discipline emergenti e di arricchire la propria offerta sportiva e culturale, oltre che consolidare quanto di buono fatto nel settore Calcio

N

umeri sempre in crescita, corsi di formazione e organizzazione di grandi eventi di respiro regionale e nazionale, è questo il leitmotiv che muove il Comitato MSP Toscana. Tantissime sono infatti le nuove realtà che ogni giorno si affiliano e permettono di ampliare l'offerta sportiva dal punto di vista qualitativo e quantitativo. Molto attivo a livello regionale anche il Centro di Qualificazione Regionale che con competenza e con docenti preparati mette in piedi un gran numero di Corsi con lo scopo di formare operatori del settore sempre più capaci nei diversi settori: personal trainer, fitness musicale, allenamento funzionale, body building e fitness, sacca bulgare... sono solo alcuni dei corsi di maggiori partecipazione. Obiettivo del Comitato è anche quello di affermarsi in

30

Sito web: www.msptoscana.it www.facebook.com/msptoscana


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI tanti sport emergenti o che devono essere riscoperti sul territorio: oltre all'attività di promozione del Ciclismo e in particolare del Cicloturismo, svolta in collaborazione col Comitato di Prato e col settore MSP Ciclismo, si devono sicuramente ricordare gli sforzi fatti per la promozione di uno sport in grande ascesa come il Padel, promosso in collaborazione con il settore nazionale MSP Padel e col comitato MSP Roma; oltre a queste suddette attività merita una menzione speciale il TennisTavolo, progetto in fase embrionale, ma che si spera porti presto grandi numeri grazie alla recente sottoscrizione del convenzione con la Fitet e all'impegno dell'istrionico re-

MSP Prato,

sponsabile nazionale Luca Balleri. Per quanto riguarda le manifestazioni, sono state disputate proprio in questi giorni le Finali Regionali di MSP Padel, con grande soddisfazione degli 9 Circoli partecipanti. Altre manifestazioni sono poi le ormai superclassiche finali regionali di calcio a 5 e calcio a 7 svolte nella provincia marittima di Massa e le finali nazionali di calcio a 7 svolte a Riccione nel corso della grande kermesse dell'MSP Day, dove le migliori formazioni nazionali affiliate a MSP Italia si contenderanno il titolo di Campione Nazionale.

10.000 modi per dire Grazie!

V

eramente difficile pensare per il Comitato di Prato raggiungere risultati più alti di quelli conseguiti nella presente S.S. 2016/2017: per quanto riguarda il settore Calcio sono oltre 1000 le gare organizzate alla data odierna (la stagione si chiuderà oltre le 1300), con diverse centinaia di formazioni iscritte tra la fase invernale e la fase estiva; grande crescita anche sotto il profilo della neonata ala del Ciclismo, che già al primo anno ha portato a oltre 1000 tesserati, grazie all'impegno e alla presenza del Responsabile Nazionale di Settore, Rocco Filidoro; tra le altre attività in cui si distinguono le società affiliate al Comitato abbiamo anche discipline in grande crescita come la Danza Sportiva, lo Sci e la Cinofilia.  Altra importante collaborazione instaurata da MSP Prato, è quella con l'Azienda Sanitaria Locale, che ha consentito uno sviluppo capillare dell'Attività Fisica Adattata (AFA), un programma di esercizio fisico rivolto ai cittadini di età superiore ai 60 anni, colpiti da patologie croniche e in condizioni di salute stabili, che serve a migliorare lo stile di vita e a prevenire la disabilità. Forte la presenza sul territorio da parte del Comitato, anche grazie alla presenza di diversi Circoli MSP affiliati.  L'insieme dello sport e del sociale hanno portato il Comitato a raggiungere lo storico numero di 10.000 tesserati nella provincia laniera, sintomo dell'apprezzamento da parte di un pubblico sempre più ampio, dell'attività sportive e di promozione sociale da esso organizzate. Sito web: www.mspprato.it - https://www.facebook.com/mspprato

31


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Campania in partnership con il programma “Scuola Viva” Le attività motorie, sportive ed espressive hanno rappresentato il cardine per realizzare tante realtà progettuali di cui il Comitato Regionale è stato artefice

M

SP Campania ha partecipato in partnership con diverse scuole al programma regionale “Scuola Viva” con cui la Regione Campania intende ampliare l’offerta formativa e al contempo sostenere una intensa azione di apertura delle Istituzioni Scolastiche al territorio. Ancora una volta le attività motorie, sportive ed espressive hanno rappresentato il cardine per realizzare tante realtà progettuali di cui MSP Campania è stato artefice che trasferissero momenti di crescita e di socializzazione. Molti interventi progettuali sono stati orientati verso la danza e le attività espressive e coreografiche in genere ed hanno

avuto uno splendido riscontro in tanti teatri con le rappresentazioni di centinaia di bambini. Gli obiettivi pienamente raggiunti sono: favorire l’acquisizione di atteggiamenti positivi attraverso l’impegno di gruppo e l’appropriazione di competenze espressivo-comunicative; favorire occasioni aggregative che consentano a tutti di sperimentarsi e avere spazi di protagonismo; creare momenti di forte aggregazione sociale. Lavorare e relazionarsi con i propri coetanei in maniera costruttiva e coerente al di fuori del mondo strettamente scolastico, in cui spesso i ragazzi vedono la propria libertà di espressione limitata, è stata un’ottima occasione di crescita e sperimentazione. Un percorso didattico

innovativo in cui MSP Campania ha inteso valorizzare la componente espressiva del movimento stimolando il lavoro di gruppo in funzione di obiettivi condivisi e realizzabili in quanto alla portata di tutti. Passiamo poi alla grande attesa per le finali dei tornei scolastici di calcio a 5 MSP Campania 2017. Centinaia di bambini e ragazzi di tutte le scuole e categorie sono stati impegnati nelle palestre e sui campi fino al 10 giugno per festeggiare tutti insieme con gioia la vittoria dello sport come elemento di crescita personale e di socializzazione. Entusiastica adesione dei genitori sempre presenti a bordo campo per tutta la stagione sportiva, sempre pronti ad applaudire e disponibili a qualsiasi sacrificio pur di

Sito web: www.mspcampania.it 32


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

vivere la gioia ed il sorriso felice dei gazione, di condivisione sociale e di favorendo la promozione del succespartecipanti. Tanti atteggiamenti po- collaborazione che hanno avuto un so scolastico, le pari opportunità e sitivi, molteplici esperienze di aggre- importante valenza socio-educativa, l’inclusione sociale.

33


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Piemonte,

progetto “castle” nelle scuole Nato dall’idea di creare una forte partecipazione nel campo dell’applicazione degli scacchi nelle scuole, il progetto è stato sviluppato dalla società affiliata ASD Alfiere Bianco

L

a Asd Alfiere Bianco, affiliata a Msp Italia, in sintonia con ERASMUS ha sviluppato il progetto CASTLE nelle scuole. Il Progetto CASTLE è l'acronimo di Chess to Advance Students' Thinking and Learning, ed è nato dall'idea di creare una forte partecipazione nel campo dell'applicazione degli scacchi nelle scuole, con la spinta dell'affiliata Alfiere Bianco, in possesso di una grande esperienza in campo scacchistico scolastico. Nel progetto, finanziato dal programma ERASMUS della Comunità Europea, si sono inseriti gli Uffici Scolastici Regionali del Piemonte e l'Università degli Studi di Torino. Si sono così potuti formare 50 insegnanti di scuola primaria in grado di effettuare lezioni di scacchi e programmarne l'inserimento nell'orario scolastico in forma autonoma. Gli strumenti forniti, oltre alle 20 ore di formazione e all'impiego degli istruttori nel ruolo di tutor, sono stati: la giocomotricità su scacchiera gigante, l'uso degli scacchi in classe “sul banco” e altra attività scacchistica sul sito Web. Il programma è stato avviato in 25 classi prime e 25 classi seconde con la giocomotricità e in 25 classi

terze con scacchi sul banco. La peculiarità del progetto risiede nella possibilità che ha avuto di fornire nuovi elementi al mondo della scuola, utili a migliorare l'offerta didattica grazie a un uso più attivo dell'intelligenza dei bambini, con adeguata misurazione degli esiti tramite strumenti forniti dalla Università degli Studi di Torino. In ultima analisi il progetto vuole essere un aiuto nel cambiamento delle politiche educative, in completa sintonia con la dichiarazione del Parlamento Europeo sulla introduzione di “ Scacchi a scuola” nei sistemi educativi europei del 15 marzo 2012. A margine del progetto, in data 26 maggio 2017, si è tenuta presso la sala conferenze dell'hotel Royal di Torino una conferenza conclusiva che ha visto la partecipazione di oltre 200 giovani. Ad organizzare la conferenza è stato Alessandro Dominici, presidente della Asd Alfiere Bianco, affiliata a MSP Italia. I dati presentati alla conferenza hanno riguardato le ricadute delle attività sull'apprendimento degli alunni e la valutazione del Ministero dell'Istruzione sotto il profilo della utilità delle attività scacchistiche e alla professionalità degli insegnanti. E' prevista la pubblicazione di un rapporto scientifico finale contenente i dati integrali.

Sito web: http://www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-piemonte 34


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lombardia, un nuovo inizio

Il Comitato Regionale si è attivato nel campo della formazione con i corsi organizzati insieme al CQN e promuovendo nuove attività sportive sul territorio

I

l Comitato Regionale MSP Lombardia ricomincia la sua attività di promozione sportiva, cercando di ampliare la propria offerta e un maggior radicamento sul territorio. Abbiamo iniziato da formazione e nuoto per trovare un maggiore dialogo con il mondo dell’associazionismo sportivo. Sulla formazione, abbiamo svolto lo scorso 11 giugno il Master di Biomeccanica avanzata dell’esercizio fisico a Limbiate con dimostrazione pratica e teorica grazie alla docenza del Prof. Andrea Biscarini mentre a maggio abbiamo tenuto, sempre in collaborazione con il Centro di Qualificazione Nazionale, il corso di Wellness Coach che ha visto la partecipazione di oltre 40 corsisti. Sempre nella formazione il seminario “La riforma del terzo settore e l’associazionismo sportivo: lo stato dei lavori”, svolto a Milano a Palazzo del Coni insieme alla Sede Nazionale e al Comitato Provinciale per trattare argomenti sensibili per le associazioni sportive, alle quali dobbiamo offrire loro più servizi possibili. Al seminario, sono intervenuti esponenti politici, commercialisti e il Colonnello Berruto della Guardia di Finanza. Dall’attività formativa a quella sportiva, con l’inizio del Circuito “Nuota con Noi” di cui abbiamo organizzato una manifestazione domenica 11 giugno alla Piscina di Limbiate con le gare a distanza 25 m stile libero e dorso, 50 m stile-dorso-rana e le immancabili staffette. Una gara aperta a tutti, dai bambini fino agli adulti. Infine, sempre a Limbiate presso l’impianto sportivo Aqva Sport nello stesso weekend il Torneo di Beach Volley 2X2 misto e open, con grigliata e party organizzata per sabato 10 giugno. Sito web: http://mspitalia.it/lombardia/

35


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lecco, cresce il radicamento sul territorio Il Comitato Provinciale in forte ascesa nel campo della promozione sportiva, offrendo un ampio ventaglio di servizi per le società affiliate in tutte le discipline sportive

M

olteplici le attività del Comitato Provinciale MSP Lecco che negli ultimi mesi ha arricchito la propria presenza sul territorio, confermandosi in forte ascesa nel campo della promozione

panorama agonistico di Kung Fu del territorio. Sabato mattina, sul campo della palestra di via Volta, a Rogoredo, hanno sfilato gli atleti di sette società sportive del territorio: la Scuola di Kung Fu Club Ferno con il maestro Gianni Nese, la Scuola di Kung Fu Accademia Arti Marziali Biassono con il maestro Gianfranco Capone, la sportiva. Siamo vicini all’estate e tornano come di consueto i camp Scuola di Kung Fu ASD Centro Marziali Pavia con il madell’ASD Accademia Calcio, in collaborazione con MSP estro Converso Idalmino, la scuola di Kung Fu DimenLecco, svolto al Centro Sportivo Sala al Barro, con in sione Shaolin Polisportiva Suisio Onlus con il maestro campo istruttori laureati in Scienze Motorie ed inse- Ermanno Carminati, la scuola di Kung Fu ASD Arca di gnanti madrelingua per le lezioni di inglese. Sempre nel Cornate D'Adda con il maestro Marina Gazzale, la scuosettore dei camp estivi, citiamo anche il lavoro dell’ASD la di Kung Fu Accademia Ta Yu con il maestro Arianna Keeper Project presso il Centro Sportivo Comunale a Marega e la scuola di Kunf Fu T'ien Shu Casatesport. Ad Carugo (CO), riservato a tutti i portieri nati dal 2000 in poi che saranno seguiti nelle due settimane di camp da Istruttori qualificati UEFA B. Nel campo della Vela, sabato 18 giugno l’ASD Amici del Vento ha organizzato sul lungolago di Malgrate, dalle 10 alle 17, la manifestazione “Malgrate in Vela” dove per tutto il giorno si sono tenute dimostrazioni su cabinati con prova gratuita di condotta di una imbarcazione a vela e dimostrazione di modellini velici radio-comandati. Nel weekend 1-2 aprile, patrocinata dal Comitato Provinciale, si è svolta la Festa del Giovane Drago, la gara di Kung Fu tradizionale organizzata dalla Casatesport. Giunta alla ventiduesima edizione, la Festa (organizzata in memoria di Guido Feole, storico volontario e custode della palestra scomparso qualche anno fa) è ormai diSito web: www.msplecco.it ventata un appuntamento ormai fisso e imperdibile nel

36


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI attendere i più di cento atleti, dai quattro ai cinquant'anni, c'erano prove e combattimenti di varie specialità e categorie. Oltre agli allenatori, a guidare gli sportivi casatesi e a permettere il buono svolgimento delle gare per tutti gli atleti, l’aiuto dei genitori e volontari. Sempre nel weekend del 1-2 aprile, insieme alla SSD B.D.C Racing, abbiamo tenuto il 2° Michy Motor Day in Abbadia Lariana (LC). La manifestazione, in memoria di Michele Barra scomparso due anni fa, ha come scopo principale quello della beneficienza. Con i fondi infatti sono stati acquistati nel tempo due immobilizzatori pediatrici, due colonnine con i defibrillatori automatici e un infusore pediatrico. Questa 2.a edizione è stata dedicata per un giorno alle esibizioni e spettacoli delle moto mentre la domenica alle auto con esposizione, simulatore professionale, esibizione di auto modelli radiocomandati, piste con mini macchine per bambini e Taxi Rally. Nel campo dei motori, non possiamo citare l’ABS Sport che rappresenta ormai una certezza assoluta nel settore Rally. L’ABS Sport è stata infatti protagonista nel Tricolore Velocità Autostoriche, nello slalom e in un rally show. Sugli scudi Loris Papa, che bissa il successo di categoria della prova d’apertura di Imola nella classe H1TC con la Fiat 128 1100. Sempre nel rally, menzione particolare per Rachele Somaschini, la pilota che, affetta da fibrosi cistica e sostenuta da MSP Lecco e dalla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, corre in macchina combattendo la malattia con la velocità. E i risultati sono degni di nota, con una prestazione maiuscola alla 48° Verzegnis – Sella Chianzutan e un ottimo terzo posto di Gruppo RS Plus con la Mini Cooper S JCW di RS Team, ottenendo la terza posizione anche in Classe RS Turbo 1.6 Plus. In più, alla Morano – Campotenese, con due manches perfette la pilota milanese si è assicurata la seconda piazza di Gruppo e di Classe, centrando la vittoria in Coppa Dame e Under 25. Come dicevamo, al fianco di Rachele Somaschini la   Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus che, attraverso l’iniziati-

va charity #CorrerePerUnRespiro, diffonde conoscenza sulla fibrosi cistica con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare all’innovativo progetto di ricerca  Task Force for Cystic Fibrosis. Parliamo poi della nostra società affiliata ASD Fighting Concept  che nel corso dello Junior Italian Open  di Ju Jitsu svolto a Parma ha ottenuto splendidi risultati, anche se era solo la prima partecipazione in gara, con due primi posti, quattro secondi posti e due secondi posti. Si passa alla danza dove la nostra società affiliata SSD Movida ha organizzato lo scorso gennaio il 6° Campionato Provinciale che ha visto in pedana 106 atlete dai 5 anni fino alla categoria Senior oltre i 18 anni. Dalla danza all’importante e sensibile tema della difesa delle donne dove l’ASD Team Ditella, in collaborazione con MSP Lecco, ha tenuto un corso nel marzo scorso presso la Muay Thai Gym, insieme ad istruttori qualificati, per un progetto contro la violenza sulle donne. L’ASD The Jolly Stompers si è invece distinta nell’organizzazione di un open day domenica 30 aprile, ossia una giornata gratuita per tutte le fasce d’età che potevano provare le seguenti discipline sportive: functional, prepugilistica, boxe, kick boxing, muay thai, ju jitsu, judo, krav maga e MMA. Attenzione particolare, come da nostra tradizione, anche al Kite Surf, dove da un anno collabora con il nostro Comitato l’ASD Globe Kiter, ossia una scuola di kite che svolge la propria attività organizzando viaggi kite con molteplici destinazioni in tutto il mondo. Infine, concludiamo il campo delle attività con “Una notte da Campioni”, un evento che ha raccolto ben 7000 visualizzazioni su Facebook, in un villaggio dello sport, organizzato a Vercurago, dove si sono alternati istruttori di boxe, ciclismo, calcio, parapendio, thai chi, taekwondo, fighting concept, kick boxing, kite surf, vela, enduro, yoga, MTB, bob discesa, golf, modellismo e rally. Per quanto riguarda il futuro, anticipiamo la manifestazione che si terrà a fine settembre con l’ASD Polisport che organizzerà una prova gratuita di atletica leggera presso il Centro Sportivo Comunale Alzate Brianza. 37


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Marche, grande successo al teatro Vendio Basso Alla Rassegna di composizione coreografica 2017 hanno partecipato tutte le Associazioni affiliate: coreografie incantevoli e alta qualità degli atleti

S

i è svolta mercoledì 12 aprile la Rassegna di composizione Coreografica organizzata dal Movimento Sportivo Popolare Marche con il Patrocinio del Comune di Ascoli Piceno. Alla Rassegna hanno partecipato le Associazioni Sportive Dilettantistiche aderenti al MSP Italia provenienti da tutta la provincia. Atleti e ballerini delle scuole di danza e ballo si sono esibiti seguendo generi coreografici diversi come la danza modern Jazz, la danza caraibica hip hop, zumba, Flamenco, Ginnastica Artistica e coreografica, videodance, danza classica e contemporanea. Le società partecipanti sono state: ASD Arte y Pasion Flamenca (Ascoli Piceno), ASD Musati Pagliare del Tr. (Ascoli Piceno), ASD S.Giacomo Della Marca (Ascoli Piceno), Palestra Fitness Club (Ascoli Piceno),

ASD Divino Amore (San Benedetto sione Suono Francesco Pasquali. del Tronto), ASD Bailando (San Be- Essendo una Rassegna non ci sono nedetto del Tronto) e ASD Mamoti stati ne vinti ne vincitori: tutti han-

(San Benedetto del Tronto) no vinto e con la consegna, a tutte le La presentazione dell’evento è stata società partecipanti, di una coppa affidata al cronista di Radio Dimen- ed un attestato di partecipazione si è voluto esprimere riconoscenza e gratitudine per la partecipazione e l'impegno sportivo nel mondo dei giovani. Attraverso la Rassegna di Composizione Coreografica il Movimento Sportivo Popolare Marche intende ringraziare insegnanti e Presidenti delle Associazioni per la disponibilità, passione sportiva e perseverante partecipazione alle attività dell’Ente nel corso degli anni. Le incantevoli coreografie e l'alta qualità di preparazione degli atleti hanno reso l'evento ricco di emozione e passione . Il caloroso pubblico presente ha sostenuto con sentiti applausi gli atleti che attraverso lo sport manifestano i valori della solidarietà umana e l'eSito web: http://www.mspitalia.it/index.php/comitati/msp-marche ducazione al rispetto degli altri.

38


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

La danza sportiva trionfa in Puglia Ottima riuscita della manifestazione promossa dal Comitato Regionale, che ha coinvolto atleti e associazioni affiliate

D

omenica 5 marzo si è svolta la gara di danza sportiva "CAMPIONATO PUGLIA MSP 2017" presso il Palamazzola, Via Cesare Battisti 269, in Taranto. L’ obiettivo di divulgazione della danza sportiva, promossa  dal Comitato Regionale MSP Puglia, è stato pienamente raggiunto grazie alla numerosa partecipazione delle Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate. Ogni singolo atleta, seguito da istruttori e giudici di gara, si è esibito con entusiasmo nella propria disciplina, ottenendo alla fine della manifestazione una coppa ed un diploma di partecipazione come premio. Una bella giornata di sport dove si sono coniugati i valori dell’amatorialità, del divertimento e dell’aggregazione che solo lo sport di base può dare, come compito fondamentale di un Ente di Promozione Sportiva. Sito web: http://mspitalia.it/puglia/

Carso Trail 2017, edizione da record! Il Comitato Friuli Venezia Giulia insieme a MSP Ciclismo protagonista della 1.a edizione di bikepacking, con quasi 200 iscritti ai nastri di partenza! Venerdì 12 maggio, il Comitato Regionale MSP Friuli Venezia Giulia insieme al Settore Nazionale MSP Ciclismo ha organizzato il “Carso Trail 2017”, manifestazione di “bikepacking”, ovvero un' avventura in autonomia non competitiva per  mountain bike  dove i partecipanti hanno seguito un percorso itinerante tra i punti più spettacolari del Carso triestino, sloveno e isontino. Su un percorso di circa 350 km e con un dislivello di oltre 6000 metri, i quasi 200 partecipanti, con presenze anche da Germania, Svizzera e Austria, hanno toccato alcuni dei punti più caratteristici e significativi del territorio.

La partenza è stata al piazzale della pista ciclabile “Giordano Cottur” a San Giacomo, con conclusione, entro tre giorni, a Monfalcone. La prima edizione del “Carso Trail” è stata coordinata dal Comune di Trieste in collaborazione con MSP, garantendo a tutti gli iscritti l'opportuna copertura assicurativa. Una prima edizione che è stata da record, con quasi 200 rider iscritti,

ai quali si sono aggiunti anche diversi familiari al seguito, che per alcuni

giorni hanno approfittato di questa opportunità per scoprire e gustarsi le bellezze del territorio.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/mspfvg/ 39


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Lazio, la spinta per continuare a crescere! Il Comitato Regionale copre tutto l’arco della promozione sportiva, con risultati di notevole spessore e qualità

I

l Comitato Regionale MSP Lazio arricchisce questo periodo di tante attività svolte, dalla ginnastica artistica e ritmica agli sport elettronici fino alla danza e all’hip pop. Il 6 e 7 maggio si è disputata presso la sala lan Level Up la tappa italiana del CAPCOM Pro Tour, un evento mondiale che ha visto protagonista il più popolare titolo videoludico del mondo professionistico di “lotta”: “Street Fighter V”. Grazie alla collaborazione tra il Comitato Regionale MSP Lazio, Sport Elettronici e Italian Gaming Championship si è dato vita ad un torneo internazionale di altissimo livello con giocatori provenienti da ogni parte del mondo: Giappone, Emirati Arabi, Taiwan, Francia, Regno Unito, Svezia, Danimarca, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Brasile e Guyana. In totale più di 60 atleti con anche un'ottima rappresentanza italiana che ha cercato di fare del suo meglio per ben piazzarsi. L’evento è stato un appuntamento unico in Italia anche per la partecipazione di un atleta non vedente proveniente dai Paesi Bassi, Sven Van de Wege, che è stato eliminato nella fase a gironi ma che, a detta dei giocatori italiani che hanno avuto modo di incontrarlo durante il torneo, ha dato vita ad un’ottima prestazione. A prevalere su tutti è stato il giocatore nipponico Bonchan che ha messo in fila tutti i suoi avversari inanellando una serie di vittorie davvero impressionante. Migliore degli italiani è stato senza ombra di dubbio “SchiacciSempre”, nome d’arte di Antonello Gaeta che ha con-

Contatti: https://www.facebook.com/comitatolazio 40


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI quistato grazie al suo gioco preciso un pass diretto per il Red Bull Kumite che si terrà a Parigi il prossimo 27 maggio. Sabato 22 Aprile 2017 al Teatro Olimpico di Roma è andata in scena invece la tappa Italiana del World Hip Hop International. Le migliori Hip Hop dance Crew si sono affrontate per guadagnarsi il titolo Italiano e la possibilità di partecipare in rappresentanza dell’Italia alle finali Mondiali previste in Arizona, a Phoenix il prossimo Agosto. Stratos A.S.D.C. storica affiliata al MSP Lazio, era presente nella categoria Junior (fino a 12 anni) con la crew già Campione d’Italia 2015 e 2016, gli ALPHAKIDS. Anche quest’anno gli ALPHAKIDS hanno conquistato, per il terzo anno consecutivo (record assoluto) il primo posto, confermandosi Campioni Nazionali 2017.

Nella cornice del PalaTorrino a Roma, si è svolta la Gara Open “Fighting in Rome 4” valevole per le qualificazioni del 19° Campionato Nazionale MSP Italia 2017. Grandissimo lavoro svolto dall’Associazione Golden Dragon Gym e al Suo Presidente Marco Galiè, nonostante il poco tempo a disposizione per l’organizzazione si è contata un’affluenza di circa 350 persone ed un coinvolgimento di 20 Associazioni Sportive e già si sta lavorando per organizzare l’evento per il prossimo anno. Infine, con orgoglio che oggi possiamo festeggiare la vittoria di una nostra scuola di Grottaferrata, lo Studio dance theatre che è riuscita a portare a casa il 1° premio del Concorso Coreografie d’autore, nonostante sfidanti di grande livello provenienti dalle migliori scuole di danza italiane e straniere ed una giuria composta dai direttori degli enti sopra nominati. Questo a dimostrazione di come il duro lavoro, la serietà, la costanza e la determinazione portano sempre a degli ottimi risultati. A danzare nella coreografia Warten della ormai pluripremiata Roberta Romei (insegnante dei corsi intemedio ed avanzato dello Studio dance theatre), sono state 10 splendide allieve del corso avanzato della scuola: Sara Alessio, Aurora Basili, Greta Minotti, Beatrice Preziosi, Benedetta Preziosi, Veronica Ricci, Lavinia Rosaci, Maristella Sabatini, Beatrice Scarso, Elena Sofia Sorrentino, mentre le più piccole del corso intermedio hanno partecipato con successo alla rassegna Talent on stage. La prestigiosa vittoria giunge a coronamento di una stagione che ha già visto lo Studio dance theatre salire più volte sul podio ed ottenere riconoscimenti in altri concorsi nazionali di danza. Ovviamente in tutti i risultati di successo c’è sempre dietro uno staff organizzato, dinamico e di qualità in questo caso composto, oltre che dalla stessa Roberta Romei, da Martina Grilli (hip hop, videodance e contemporaneo principianti) ed Alessandra Mazza (gyrokinesis e danzatrice ospite), staff guidato da M. Gabriella Marinelli e Franca Visciglia, direttrici ed insegnati di tecnica classica della scuola e dalla direttrice artistica Alessandra Delle Monache. 41


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP settore ritmica abbatte le barriere sportive Lo staff di ginnastica ritmica presenta lo STAR CUP, campionato per diversamente abili, evento principe degli appuntamenti del 2017

M

esi molto intensi quelli appena intercorsi tra le fasi regionali e nazionali dei campionati di ginnastica ritmica MSP Italia. Tra marzo e giugno gli appuntamenti sono stati molteplici, a partire dalle prove regionali dei due campionati di punta (promozionale ed eccellenza) dove ginnaste piccole e grandi si sono contese il titolo di campionesse regionali. Bene anche la prova unica del Campionato di Specialità e Rappresentativa dove le atlete si sono potute misurare con i loro attrezzi più forti ed esercizi di squadra. Boom di iscrizioni per la fase nazionale del 2/3/4 giugno che ha visto protagoniste quasi 500 ginnaste di 23 società provenienti da Abruzzo, Lazio, Puglia, Sardegna e Sicilia. Tanto entusiasmo, dunque, e tanta soddisfazione per la continua crescita a livello nazionale del settore ritmica, un settore sempre più attivo, proiettato al futuro e con in testa mille idee da realizzare. Tra le idee pensate e realizzate c’è sicuramente il Campionato STAR CUP, dedicato a ginnaste e ginnasti diversamente abili. Il progetto, lanciato il 7 maggio dal Comitato MSP Lazio, ha come obbiettivo primario quello di avvicinare il mondo della ritmica allo sport per tutti. Chiara Dolfini, Responsabile tecnica, afferma: “Siamo orgogliose dello STAR CUP e di come le società hanno accolto la sfida. È lo spirito giusto per andare avanti e promuovere il campionato in tutta Italia”. La Dott.ssa Dolfini sottolinea, inoltre, come an-

che le società stesse siano, parimenti alle ginnaste, protagoniste indiscusse nel lancio dello STAR CUP, perché hanno abbracciato con coraggio il lavoro dell’ente, accogliendo entusiaste qualunque proposta. Anche la Responsabile nazionale, Maria Francesca Fiorellini Bernardis, con commozione dichiara: “Crediamo che lo STAR CUP sia un modo per smuovere le coscienze di molte persone, fuori e dentro lo sport; un modo per stimolare ad elevare lo sguardo verso quello che da molti ancora viene definito “diverso”, ma che invece rappresenta un esempio di forza e tenacia senza eguali”. Infine, Chiara Trivellini, Responsabile dei giudici, aggiunge: “Ci rivolgiamo a chi nel mondo continua a muoversi e ad agire con disattenzione verso l’altro, e speriamo di trasmettere quell’etica sportiva valevole per ogni competizione come nella vita.” Nulla è scontato nel lavoro che svolgono le tre responsabili di settore, tutto viene organizzato e studiato con minuzia e attenzione al dettaglio, ma soprattutto in linea con le esigenze delle società e delle ginnaste che l’ente rappresenta. A questo proposito il discorso sulla formazione non può essere tralasciato. Il progetto formativo, iniziato lo scorso inverno con corsi ed aggiornamenti, si concluderà il prossimo 8 e 9 luglio con una meravigliosa opportunità di stage. L’ente MSP Italia e il Palazzetto Saverio Coscia di Grottaferrata ospiterà in quei giorni la Campionessa Neta Rivkin, prima ed unica ginnasta israeliana a vincere una medaglia ad un campio-

nato mondiale (bronzo Montpellier, 2011). Dopo questa vittoria, Neta ha ottenuto molti altri riconoscimenti e i podi conquistati l’hanno resa ad

oggi una delle ginnaste più brave al mondo. “Un’importante opportunità per le società tesserate MSP Italia, un momento di crescita professionale per i tecnici e un’esperienza da non dimenticare per le ginnaste che avranno modo di essere seguite personalmente da una campionessa internazionale” conclude la Responsabile nazionale. Insomma, uno staff invidiabile quello del settore ritmica, che è già proiettato al 2018.

Responsabile Nazionale di Settore: Maria Francesca Fiorellini Bernardis 42


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Roma, numeri in costante crescita! Sempre più leader nel Padel, il Comitato Provinciale radica la propria presenza sul territorio offrendo maggiori servizi. Unico Ente presente alla manifestazione mondiale “Earth Day Italia”

S

i sta per concludere la stagione sportiva del Comitato Provinciale MSP Roma. Si è tenuto al Circolo Flaminia Paddle Center nel weekend 10/11 giugno il “Master Finale”, che ha chiuso il 3° Circuito Amatoriale Padel a cui partecipano i migliori giocatori del ranking MSP. Oltre 2.000 partecipanti, 12 tappe disputate e 15 circoli della Capitale a fare da cornice: 3C, Pro Roma, Flower Padel, Flaminio Sporting Club, Aurelia Padel, Cinecittà Bettini, Eur Paddle Club, Forum, Villa Aurelia, Green Padel, Padel Hub, 3T Padel Club, Savio Padel, Flaminia Paddle Center, Juvenia. I vincitori delle categorie maschile (Marco Ludovici e Gabriele Ognibene) e femminile (Donatella Brunetti e Alessandra Ferrari), hanno vinto dei biglietti aerei per Lisbona grazie alla partnership con la compagnia aerea “TAP Portugal”; nel corso della cerimonia tantissimi altri “premi fedeltà” sono stati dedicati agli atleti amatoriali che dai 20 ai 50 anni sono scesi in

campo in questi mesi. Le emozioni dello sport più popolare del momento non terminano qui, dall’1 al 2 luglio al Circolo Sun Padel di Riccione si giocherà la Finale Nazionale TAP Portugal della Coppa dei Club, ovvero la Coppa Amatoriale a Squadre organizzata da MSP Roma e dal Settore Padel MSP Italia. Per la prima volta nella storia del MSP, una Finale Nazionale di Padel coinvolgerà tutte le squadre/Circoli d’Italia, celebrata da un party esclusivo al  suggestivo  locale Villa delle Rose sabato 1 luglio. Nella Finale Regionale della Coppa dei Club, in un’edizione da record che ha visto ai nastri di partenza ben 35 formazioni, storico derby in finale tra le due formazioni dello Juvenia con la vittoria dello Juvenia White dopo un cammino fatto di sole vittorie. Mentre nel Tabellone Play Out, a trionfare è stato il Fioranello B sull’Atletico Paddle. Oltre al Padel, il Comitato Provinciale MSP Roma ha proseguito la strada della promozione sportiva offrendo

Sito web: www.msproma.it - www.facebook.com/MspRoma/

maggiori servizi alle società affiliate: ecco quindi spiegato il grande successo del Seminario gratuito di aspetti fiscali e amministrazioni, svolto alla Scuola dello Sport del Coni sabato 8 aprile con la docenza di consulenti commercialisti, Ispettorato del Lavoro, Guardia di Finanza e SIAE. Ad aprile abbiamo avuto l’onore di essere l’unico Ente presente alla manifestazione mondiale per la difesa della Terra “Earth Day Italia”, portando le nostre associazioni affiliate come Jorkyball, soccer Freestyle e ASD Speedy Twirling. In questa stagione, siamo cresciuti anche nel nuoto, dove oltre alle due tappe svolte nella Country Club Lavinio e alla Supreme, una nostra delegazione farà parte della selezione di Roma che parteciperà al 1° Campionato di Nuoto delle Città Europee dello Sport, in programma il 2 luglio a Pesaro. Infine il fitness, con il tradizionale appuntamento della Gold Cup di Monterotondo e il vasto campo dell’offerta formativa dei corsi di fitness e ginnastica portati avanti in collaborazione con l’Associazione Nazionale ASD Fitness Italia di Andrea Marchetti. 43


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

24.a Gold Cup Competition, un tradizionale trionfo!

Un grande successo la manifestazione sportiva del 18 giugno valida per la selezione dei campionati mondiale e internazionali FISAF international e WADF

I

l 18 giugno presso il Palazzetto dello Sport di via Monviso a Monterotondo, dalle ore 09 alle 17 con la partecipazione di oltre 400 atleti tra gareggianti ed esibizioni e alla presenza di un pubblico caldissimo e numeroso, che ha visto alternarsi più di 1300 persone, si è svolta la selezione e per le gare internazionali delle Federazioni “FISAF International e “WADF” per la sezione danza, ballo, hip hop. La giuria d’eccellenza vedeva schierati per il fitness i giudici nazionali e internazionali: E.Abbate, D.Mancini, M.Cattarini, P.S. Abbate coordinati dal capo giuria skill A.M.Ribet e supervisore responsabile e consigliere MSP Roma FISAF Italia-WADF sig. Andrea Marchetti. Per la danza e ballo i giudici: M.Stopper, I.Cherubini, M. Zagaria, A. Coluzzi, Jessica Lepera -computer: Davide Moro, segreteria sig.ra Fabiola Traini e Sandra Cortellessa. Splendida presentatrice della manifestazione Anna Bertucci. Patrocinatori della giornata dello sport l’ASD Boxe Universo che ha affiancato l’organizzazione realizzata da MSP Roma e ASD AFI, tutti coadiuvati e supportati dalla disponibilità dell’assessore alle politiche giovanili di Monterotondo Di Nicola. Gratuitamente il pubblico ha potuto presenziare ad una giornata calda ma sopportabile per la scorrevolezza delle performance che hanno visto interpretazioni con momenti di eccellenza rappresentati dai romani vice campioni mondiali di aerobica 2016 Simone Mancini nel twirling e dall’ottima prestazione di Valeria Vitale nell’ aerobica, dalla sei volte campionessa mondiale 2016 e 2017

44

WADF di tiptap dance e non solo Francesca Tirafili dell’ASD Francy only dance e della ginnasta aerobica terza ai campionati europei e finalista ai campionati del mondo 2016

coreografie e assoli modern lyric/D. Mancini, M.Stopper, I.Petroni e S. Mancini per iltwirling/A.Bertucci sincro dance e step competition/I. Rossi modern e contemporaneo.

Eleonora Colangeli. Premiate con medaglie assolutamente originali e uniche col marchio conio MSP Roma sono state le bellissime le coreografie e le performance regalateci dai maestri coreografi che hanno partecipato alla selezione per l’hip hop: Francesca Di Carlo-Giulia Giardini-Francesca Tirafili/A. Coluzzi contemporanea/L.Transulti per il modern/F.Tirafili mix dance e molti altri/ M.Zagaria lyric- modern dance/ V.Paraninfi con numerose

Ricordiamo che sono in programma i corsi formativi per le certificazioni per insegnanti di tutte le attività di palestra dal fitness alla funzionale al body building al pilates dalla danza alla ginnastica in acqua organizzati dall’Associazione Nazionale ASD Fitness Italia insieme al MSP Roma. Annunciamo che il prossimo appuntamento sarà a novembre per la Coppa MSP Roma-AFI di cui le iscrizioni sono già aperte alla mail cupcompetition@gmail.com


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

MSP Cosenza, danza e calcio a 5 per la chiusura della stagione sportiva Grande risalto per il 10° Concorso Nazionale Coreografico di Danza, per la Spring Cup e le Finali di calcio a 5 femminile, che testimoniano la vitalità del Comitato Provinciale sul territorio

I

l Comitato Provinciale del MSP Cosenza si avvia alle attività conclusive di stagione portando avanti progetti sportivi dal forte valore educativo e sociale. Partiamo al 10° Concorso Nazionale Coreografico di Danza, svolto insieme alla Lega Danza Calabria, ad Amantea presso il Teatro Campus Temesa. Hanno partecipato alla manifestazione 24 scuole di danza che si sono esibite in 76 coreografie per un totale di 376 ballerini, con la giuria composta da Andrè De la Roche, Pamela Democrito, Luisa Signorelli e Gabriele Quaranta. Passiamo poi all’ampia attività svolta nel calcio. Eccoci quindi con il Torneo Spring Cup (Categoria Primic Calcio) con 112 giovani calciatori suddivisi in 10 squa-

dre partecipanti. La manifestazione si è tenuta tra aprile e maggio a Montalto Uffugo e ha visto la vittoria della squadra “Taverna”. Maggio è stato anche il mese delle finali provinciali del Campionato di Calcio a 5 Femminile. Alle finali del 7 maggio, disputate presso l’Impianto Sportivo Calcetto Club di Amantea, si sono giocate il titolo il MM Club Sport, Piergiorgio Gelsomino, Fitness Live e il Real Cosenza, quest’ultima Vincitrice della Coppa Disciplina. Il titolo è andato al MM Club Sport che insieme alla squadra del Piergiorgio Gelsomino parteciperanno alle finali nazionali a Rimini il 24 e 25 giugno prossimo nella cornice del MSP Day.

MM CLUB SPORT campione provinciale calcio a 5 femminile TAVERNA vincitrice torneo spring cup categoria primi calci

Sito web: www.mspcosenza.com 45


ATTIVITA’ COMITATI REGIONALI-PROVINCIALI

Si danza con MSP Ferrara! Tempo di saggi per il Comitato Provinciale, che sarà attivo anche durante l’estate con i tanti centri estivi!

C

ome di consueto giugno è tempo di saggi per le ASD affiliate al Comitato Provinciale MSP Ferrara. Lo scorso 4 giugno si è tenuto al Teatro di Fusignano il saggio di danza della ASD Passi di Danza dove la scuola ha avuto il tutto esaurito. Anche quest'anno ASD Passi di Danza si è distinta nei vari concorsi come “Concorso Expression Danza” in fiera a Firenze, al Teatro Brancaccio a Roma nel mese di marzo e al Concorso Musical di Milano

Center; anche quest'anno le più di 70 allieve si esibiranno nella splendida cornice dell'arena con coreografie di danza Classica, Moderna, Flamenco ed Hip Hop. Quest'anno la scuola ha scelto di partecipare a diversi concorsi nazionali e si è sempre posizionata fra i primi posti con la coreografia di danza Moderna e Flamenco nel Crazy Dance Contest di Mirabilandia in Aprile a Teatro Brancaccio  Roma e al concorso regionale sezione junior per Flamenco.   Sabato 10 giugno l'insegnante di Hip

gue per il suo genere di proporre l'hip hop. Novità di tutto rispetto per la stagione estiva. Le altre varie ASD di questo comitato stanno organizzando i vari centri natatori per dare inizio alle attività acquatiche e ai campi estivi. ASD Muovidea presso il centro sportivo Scantaburlo di Porto Garibaldi (Comacchio Fe) apre con i campi estivi Berba il prossimo 12 giugno  con mille attività sportive dal nuoto alla vela al tiro con l'arco alle lezioni di inglese con insegnante di madrelin-

lo scorso dicembre posizionandosi più volte tra i primi posti in diversi ambiti Sezione Danze Coreografiche Musical. Altro saggio di danza il prossimo 28 giugno a Comacchio. Nell’Arena di Palazzo Bellini si terrà il nono saggio di danza della ASD Akemi Dance

Hop Rasi Valentina della ASD Akemi Dance Center porterà sul palco tutti i suoi allievi delle diverse scuole del Basso Ferrarese. Più di 100 bambini/ ragazzi presso il teatro comunale di Codigoro eseguiranno il saggio di fine anno. L’insegnante è molto amata e stimata nel territorio e si distin-

gua, escursioni presso centri ippici presso le valli di comacchio nonchè con corsi di nuoto come idrobike, acquagym ecc. per tutti gli sportivi di ogni età. La ASD Delta Nuoto svolgerà la propria attività corsistiche con corsi di nuoto e fitness in acqua presso la piscina del Bagno Miami Beach di Lido degli Estensi. Infine la Polisportiva Laghese concluderà la proprie attività corsistiche di danza con le splendide coreografie di danze orientali e hip hop presso l'anfiteatro di Lagosanto il prossimo 16 giugno e darà inizio ai campi estivi con giochi di attività sportive e tanto divertimento il prossimo 12 giugno.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MSP-Ferrara 46


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

La magia del MSP Ciclismo Carso Trail e Tuscany Trail i primi due successi del Settore. Ma tanti altri progetti partiranno a breve, con l’apice del NorthCape 4000

I

n pieno svolgimento l'attività organizzata per il 2017 da MSP Ciclismo, dove le prime due manifestazioni possono tranquillamente annoverarsi tra i successi: il Carso Trail infatti, svolto tra il Friuli Venezia-Giulia e la Slovenia, proprio sul bell'altopiano che ha dato il nome alla manifestazione, ha visto ai nastri di partenza ben 180 appassionati, numeri veramente importanti considerando che sono stati ottenuti alla primissima edizione; il Tuscany Trail, ormai un grande classico, il più partecipato in Europa tra gli eventi di questo genere, ha visto ai nastri di partenza 600 iscritti da ben 35 paesi del mondo per coniugare insieme allo sport anche le bellezza naturalistiche, cultura e gastronomiche che il territorio toscano è capace di offrire. Oltre a questi due grandi successi, tanti sono ancora le attività organizzate dal settore che ancora debbono svolgersi: a fine luglio da Firenze parte il NorthCape 4000, impresa adatta solo ai super-allenati in questa estrema gara di durata che porterà i suoi partecipanti fino a Capo Nord, attraversando l'Europa nei quasi 4000 km. previsti dal percorso; negli stessi giorni, sulle belle montagne del Trentino parte il Tracks6000, gara certamente più soft della precedente, ma che al breve percorso unisce un grande dislivello da affrontare da mettere certamente alla prova i partecipanti; a inizio settembre invece diventano protagonisti gli appennini tosco-emiliani che con l'Appennino Ultra Trail sapranno deliziare gli appassionati del genere; mentre a fine settembre un'altra grande prima edizione, quella del Tuscany Road, con l'idea di riproporre l'apprezzato modello del Tuscany Trail in una versione dedicata a chi ama i percorsi d'asfalto. Insomma veramente tante le attività messe in campo da MSP Ciclismo, al primo anno di attività ufficiale del Responsabile Nazionale di Settore Rocco Filidoro, che si è dimostrato veramente una fucina di idee. Responsabile Nazionale di Settore: Rocco Filidoro – www.mspciclismo.it 47


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Gli scacchi aumentano il rendimento scolastico

L

La rivelazione durante la conferenza conclusiva del progetto CASTLE svoltasi il 26 maggio 'insegnamento degli scacchi, attraverso gli opportuni metodi, aumenta il rendimento scolastico. È questo il risultato dello studio scientifico condotto all'interno del progetto CASTLE dall'Università degli Studi di Torino. Il risultato è venuto fuori durante la conferenza che si è tenuta lo scorso 26 maggio presso la sala conferenze dell'Hotel Royal in Corso Regina Margherita. Ad organizzare la conferenza è stato Alessandro Dominici, Presidente della società sportiva Alfiere Bianco affiliata MSP Italia e coordinatore del progetto CASTLE finanziato dal programma dell’Unione Europea ERASMUS+ con 246.300 euro, che si è svolto dal 2014 al 2017 in Italia, Spagna e Germania. Lo scopo principale del progetto è stato quello di formare gli insegnanti della scuola primaria sulla didattica scacchistica scolastica, per metterli in condizione di portare le attività in classe in modo autonomo. I soggetti principali di insegnamento sono stati la Giocomotricità su scacchiera gigante, gli scacchi in classe e sul web con La casa degli scacchi di Vittorio. I dati presentati alla conferenza hanno riguardato le ricadute delle attività sull’apprendimento degli alunni (Prof. Trinchero dell’Università di Torino) e la valutazione dei Ministeri dell’Istruzione in Italia e Spagna sotto il profilo dell’utilità delle attività scacchistiche alla professionalità

degli insegnanti(Dott.ssa Damiani dell’USR Piemonte). Alla conferenza vi erano i rappresentanti dei partner principali, quali il Club Deportivo Elemental 64 Villalba Madrid (da Luis Blasco de La Cruz), la Deutsche Schulschachstiftung Monaco di Baviera (da Simone Raedler), e alcuni degli stakeholders, tra cui la FIDE (dal Presidente della CIS Commission Mr. Kevin O’Connell), il Comitato Piemonte FSI (da MarcoVenturino e Roberto Rivello), sponsor: Le due Torri Chess Store. Come ospiti d’eccezione, per la presentazione di altri programmi e studi su “Scacchi a scuola”, vi sono stati: la Commissione Educativa della ECU, rappresentata dal Presidente Jesper Hall, Roberto Messa e Mariateresa Mearini (Il gioco degli scacchi), Carlo Alberto Cavazzoni (Il piccolo cavaliere del Re degli Scacchi), Alessandro Pompa (Scacchi speciali e bambini piccoli), Sebastiano Paulesu (Il metodo ideografico) e Leo Battesti(Scacchi a scuola in Corsica). Per il futuro il Settore Scacchi MSP, come sempre impegnato nella diffusione degli scacchi nelle scuole e nella formazione degli insegnanti, non potrà che proseguire il lavoro iniziato nel 2014 (con il progetto: “  alla scuola al circolo scacchistico”) arricchendolo di nuovi modelli didattici e nuove conferme ricevute sulla validità di “Scacchi a scuola”, grazie al progetto CASTLE.

Responsabile Nazionale di Settore: Alessandro Dominici 48


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

MammaFit Village, pronti alla partenza! Quasi 100 le mamme che si godranno, insieme ai propri piccoli, una settimana fatta di complicità, chiacchere, sport e relax

M

ammaFit organizza, per le proprie socie, due settimane di vacanze a Riccione. Saranno quasi 100 le mamme partecipanti al MammaFit Village per una settimana fatta di complicità, chiacchere, sport e relax. La struttura è adatta alle esigenze dei più piccini. Il programma è libero e rilassante ma ci sarà sempre almeno un'occasione al giorno per allenarsi tutte insieme e magari anche qualche svago serale, per chi vorrà! Ogni giorno, ci sara' una lezione di ginnastica con il passeggino e una lezione di MammaFit Water Walking con bimbi in marsupio o fascia per mamme con bebe'. 

Per le mamme con bimbi piu' grandi, ci sara' un'apposita animazione sportiva, pensata per loro mentre i piccini possono stare al mini-club (dai 3 anni in poi). A tutte le partecipanti sarà consegnato l’elastico tubolare per la tonificazione e la maglietta MammaFit.

Responsabili Nazionali di Settore: Elaine Barbosa – Monica Taranto

In spiaggia noi pensiamo … allo SCI! Al lavoro per i Convegni sugli Sci 2018… Sestriere e Cervinia le mete! Conto alla rovescia iniziato… siamo già pronti per i Convegni Scientifici sulla neve per i soci Sci Promotion, Associazione Italiana Professori educazione fisica sciatori, guidata dal Presidente Guido Bovolo. Settimane ‘bianche’ sugli sci autorizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con possibilità di esonero dall’insegnamento, nella settimana di convegno, per docenti di Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado e Dirigenti scolastici. Per l’inverno 2017-2018 una nuova proposta e il grande ritorno che non stanca mai! Le mete in programma: - Dal 4 febbraio al 11 febbraio 2018 _ Hotel Sertorelli ****s Cervinia (Aosta) - Dal 4 marzo al 11 marzo 2018 _ Hotel Principi di Piemonte ***** Sestriere (Torino) Tra un tuffo ed una nuotata… iniziate a pensarci!!! Responsabile Nazionale di Settore: Guido Bovolo – Beatrice Bovolo 49


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Subacquei Uniti per l’Ambiente Le immersioni proteggono il Mediterraneo. Progetto Sea Sentinels integrato nel progetto Scuola D’Amare

I

di Fabio Figurella – Regional Manager PADI EMEA, Responsabile Progetto MSP Italia “Scuola d’Amare”

l Laboratorio di Biologia Marina e Pesca di Fano e Marine Science Group dell’Università di Bologna hanno ideato un nuovo progetto per monitorare e tutelare le specie animali e vegetali del Mar Mediter-

minuti: al termine dell’immersione, i subacquei compilano un’apposita scheda di rilevamento, indicando la presenza e abbondanza delle specie marine incontrate. Le schede compilate, inviate poi all’Università di Bologna, vengono raneo. elaborate dai “Divers United for ricercatori. I rithe Environment” sultati ottenu(DUE project), queti, confrontati sto è il nome del con quelli di un progetto, prevede il precedente mocoinvolgimento di nitoraggio (Sub volontari non proper l’Ambienfessionisti in un prote) svolto tra il gramma scientifico. 2002 e il 2005, Il metodo di ricerca permetteranutilizzato, diffuso a no di verificare partire dagli anni l’attuale stato di ’90, si chiama Citizen salute del Mar Science e ha come Mediterraneo. vantaggi la raccolta Come progetto di un’elevata quantità Scuola D’Amare di dati in tempi brevi, a cura di MSP con costi ridotti per Italia in collagli istituti di ricerca, borazione con favorendo, inoltre, DAN Europe, l’educazione ambienGreen Bubbles tale dei partecipanti e Project Aware, al progetto. abbiamo deciso DUE project coindi integrare tra volge in particolare i partner anche gli appassionati di Sea Sentinels, immersioni, le “Senproprio perché tinelle del Mare”, nel riteniamo che monitoraggio della la divulgazione biodiversità e deldella protezione la salute del nostro del mar medimare. terraneo sia l’oA supporto della ribiettivo princicerca, due aziende leader a livello mondiale nel setto- pale di questo progetto. Tutti i ragazzi coinvolti nella re delle attrezzature e dell’addestramento subacqueo: lezione del progetto avranno la scheda di raccolta dati SCUBAPRO e PADI. e la possibilità di avere le informazioni necessarie a diPer contribuire a questa ricerca occorrono solo pochi ventare in futuro le “Sentinelle del Mare”. Per informazioni: www.dueproject.org; info@DUEproject.org

50


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Da Nord a Sud il settore Arti Marziali Cinesi sempre in crescita

Più di 250 partecipanti ad ogni gara organizzata in questa stagione. Mai come quest’anno si è vista la crescita del settore con la grande partecipazione di atleti giovanissimi

C

on l’ultima gara di qualificazione svoltasi a Roma per accedere alle finali nazionali di Rimini del 24-25 Giugno che chiuderà la stagione si possono già dare i numeri totali del settore. Ogni gara ha avuto in media 250 atleti iscritti nelle diverse specialità per 20/30 Società iscritte di media e mai come quest’anno si è vista la crescita del settore con la grande partecipazione di atleti giovanissimi. Questo si evidenza nelle perfette organizzazioni locali che non hanno avuto, nonostante la quantità di combattimenti in programma, incidenti di rilevo o contestazioni. Alla ormai collaudata gara di Catanzaro Drago di Primavera gestita dall’instancabile M° Massimo Scalzo si sono aggiunte le rinate Gare di Saluzzo di Gianluca Miolano e Agrippino Baglieri che per la prima volta ha superato le 250 presenze e la storica gara di Roma del M° Marco Galiè con il 4° Fighting in Rome che ha superato le 300 presenze. Le nostre gare pur essendo amatoriali hanno raggiunto un elevato standard e alle finali accederanno solo i migliori atleti che sicuramente a Ottobre in Spagna a Vitoria alla 16.a Coppa del Mondo IMAF porteranno prestigio e medaglie al settore dell’MSP. In autunno oltre al corso dei formatori dei formatori avanzato alla scuola dello sport i nostri tecnici saranno chiamati al corso di aggiornamento obbligatorio per i crediti formativi richiesti dal Coni. Sono anche in programma centri tecnici in tutta Italia per poter essere sempre più vicini alle nostre Associazioni coinvolgendole in attività comuni e far sì che il Wushu Kung Fu possa diffondersi capillarmente in tutta Italia.

Responsabile Nazionale di Settore: Walter Lorini 51


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Arti marziali,

la consapevolezza della forza Tradizionali e non, molte le discipline da combattimento all’interno dell’MSP. Iniziata l’opera di aggregazione

C

on un’azione avviata alcuni anni fa, il progetto per sviluppare le Arti Marziali sta incominciando a dare i primi risultati, sebbene il percorso finalizzato alla creazione di una sinergia sia ancora lungo e non indenne da ostacoli. Due le discipline “storiche” facenti parte della grande famiglia delle Arti Marziali, Yoseikan Budo e Kung Fu (PWKA), che operano all’interno dell’Ente con una struttura precostituita ed autonoma. Successivamente, a queste si sono aggiunti il Krav Maga (difesa personale) e il Wado Kai (Karate). Purtroppo, ciascuna di queste, incluse le numerose realtà affiliate, operano con confini limitati alla disciplina stessa, senza interazioni con le altre…per cui strutture a carattere verticale, poco trasversale. Un ulteriore sforzo è stato fatto per l’MSP DAY 2017, durante il quale tre discipline diverse tra loro (Karate, Ju Jitsu e Contact) sono state riunite per dar luogo ad un unico evento-spettacolo, avente per comune denominatore il combattimento sportivo. Il tutto legato da uno stage interdisciplinare. Purtroppo la fine di giugno non è un periodo molto agevole per questo tipo di attività, in

considerazione del fatto che le palestre, con l’inizio del mese vanno a chiudere. Va comunque evidenziato che il tentativo è stato fatto. Recentemente questo modus operandi, proposto e ideato dal M° Gai,

è stato esportato anche in Ungheria, dove diverse Associazioni hanno richiesto una consulenza in tal senso. Il succitato metodo, definito “open mind” (mentalità aperta), è finalizzato allo scambio di informazioni ed esperienze tecniche per consentire di acquisire dati non facenti parte

Responsabile Nazionale Settore Arti Marziali: Maurizio Gai 52

della propria disciplina che vanno ad incrementare il bagaglio conoscitivo delle altre. Questa operazione, iniziata con l’Ungheria, dovrebbe in breve diventare patrimonio di diverse associazioni in ambito Europeo. Nello specifico, si tratta di adottare un metodo di studio mediante il quale si evidenziano e approfondiscono le affinità, tralasciando le diversità. L’Ungheria ha chiesto di poter accedere e sperimentare questo procedimento mettendo intorno ad un tavolo (teoria) e sulle medesime materassine (pratica) Karate, Kempo e Ju Jitsu. Il risultato è stato oltremodo positivo, tanto da richiedere al M° Gai un ulteriore incontro il prossimo autunno. L’elemento innovativo è il metodo di studio completamente trasversale, lasciando le autonomie tecniche e gestionali di ciascuna disciplina, completamente integre. Ancora una volta, l’MSP si è dimostrato all’avanguardia nell’applicazione di metodiche di studio mediante nuovi sistemi, riuscendo ad essere proponente in ambito internazionale. Nel corso del Campionato Europeo di Karate che si terrà in Sardegna ad ottobre, il succitato sistema verrà proposto alle venti nazioni partecipanti.


ATTIVITA’ SETTORI MSP ITALIA

Combattiamo il Parkinson sul ring

Il settore boxe senza contatto per parkinsoniani tramite la RSB Como Lake, affiliata al MSP Lecco, conta già più di venti iscritti e sarà il primo club europeo titolato a formare i coach

N

el mese di sensibilizzazione del morbo di Parkinson (aprile ndr), mercoledì 12 aprile il Panathlon Lecco  ha ospitato, nella sala conferenze di Confcommercio, la Rock Steady Boxing Como Lake, Associazione affiliata al Comitato Provinciale MSP Lecco, che propone la boxe senza contatto per combattere la malattia. Attività che risulta efficace contro il Parkinson poiché richiede una perfetta coordinazione e sincronia tra il cervello e il corpo, sia nello sferrare un gancio sia nello schivare un colpo avversario. All’incontro si sono alternati gli interventi di molti relatori, con l’obiettivo di sottolineare i benefici della boxe senza contatto per combattere il Parkinson. Il principio alla base del metodo RSB è semplice: muovere il proprio corpo comandando con la mente ogni arto per “tirare” un diretto, un gancio o un montante, impegna il pugile in modo totalizzante: lo sfogo contro il sacco, scarica le tensioni, il ritmo del sottofondo musicale coinvolge fisico e psiche.  Oltre a questo la condivisione all’interno di un gruppo ristretto di un problema lo rende meno gravoso e permette un confronto e un aiuto reciproco in clima di massima solidarietà. Alla fine della sessione di allenamento ci si sente appagati e “leggeri”. Praticare  la boxe senza contatto fisico con l’avversario rende sicuro uno sport fino a ieri carico di pregiudizi. Di recente si sono associate alla Rsb Como Lake anche altre due palestre, a Chiavenna e a Venezia, ricordando che da quest’anno Como Lake sarà il primo club europeo titolato a formare i coach. Partiti con due allievi, ora la Rock Steady Boxing Como Lake, grazie anche al contributo del MSP Lecco, conta più di venti iscritti. Lavorano con Como Lake anche Alfio Caronti (chiropratico), Francesco Basso (neurologo), Luca Morelli (medico), Simona Bramani (fisioterapista), Cristina Mozzi (riflessologia facciale e naturopatia) e collaborano con Evergreenlife (Clarissa Pozzoli) e Keope (Amedeo Maffei). Il sogno è quello di organizzare, in futuro, un campionato nazionale per parkinsoniani. Intanto, siamo attivi sul territorio nazionale come dimostrano gli stage a Erba insieme al Campione Vincenzo Cantatore e la partecipazione del nostro gruppo, con un allenamento personalizzato, alla “Notte dei Campioni” a Vercurago. Responsabile Nazionale di Settore: Tiberio Roda 53


CORSI DI FORMAZIONE

CQN, attività formative in tutta Italia! Il Corso di Professionista del Centro Fitness un progetto unico nel campo della formazione MSP Italia

L

a stagione di formazione del Centro Nazionale di Qualificazione MSP Italia continua senza sosta per incrementare ancora di più le competenze professionali del nostro corpo docenti, nell’ottica che la formazione rappresenta ormai il tratto distintivo di un Ente di Promozione Sportiva. Il CQN, insieme ai Comitati territoriali, ha organizzato recentemente diversi corsi di formazione nel campo del fitness. Ricordiamo i nuovi Istruttori formati nel settore della Ginnastica con metodo Pilates a Castrovillari (provincia di Cosenza) e il corso di Wellness Coach che ha richiamato più di 40 partecipanti a Limbiate (Monza e della Brianza) nel mese scorso. Da Nord a Sud, il Centro Nazionale di Qualificazione MSP Italia si muove quindi per la promozione delle attività formative, offrendo allo stesso tempo servizi ormai imprescindibili per il mondo dell’associazionismo sportivo. Un’attività che prosegue come testimoniano i nuovi Istruttori diplomati a Perugia in Idrochinesi/Recupero funzionale in acqua, Ginnastica antalgica e Funzionale. Fiore all’occhiello della programmazione è il Corso di Professionista del Centro Fitness, con rilascio di diploma di Personal Trainer 1° livello MSP Italia/Coni, patrocinato dal Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive dell’Università di Perugia. Il corso, con sede a Perugia, si articola in otto giornate durante le quali saranno trattati i seguenti argomenti: Allenamento per il principiante ed evoluzione per ipertrofia e dimagrimento; Biomeccanica dell’esercizio fisico degli attrezzi nel centro fitness; Biomeccanica dell’esercizio fisico :dimostrazioni e pratica degli esercizi; Progettazione dell’allenamento per diversi

54

tipi di costituzione; Allenamenti Funzionali - Metodo e Tecniche di allenamento a corpo libero e con piccoli attrezzi; Armonizzare il Corpo con il quotidiano attraverso le abilità funzionali; Condizionamento Muscolare e attività Aerobica di gruppo;  Il rapporto professionale con il Cliente. Questo corso presto sarà proposto anche all’Università di Bologna. Nel frattempo, il CQN è attivo anche nella promozione delle Convention dove oltre a Rimini Wellness che rappresenta ormai un appuntamento fisso per MSP Italia, a maggio si è svolta l’Etruscan Convention, svolta a Chianciano Terme con i nostri Istruttori in mix di divertimento, relax e benessere.

Sito web: www.mspcorsi – www.mspumbria.it


CORSI DI FORMAZIONE

MSP Italia-Sds Coni, continua la collaborazione!

Svolto a maggio il 1° livello del corso di formazione per formatori nazionali MSP Italia. Il 21/22 ottobre il livello avanzato aperto solo a coloro che hanno già frequentato in questi anni il 1° livello

S

i è svolto nel weekend del 20/21 maggio scorso, il Corso di Formazione per Formatori Nazionali MSP Italia, svolto dalla Scuola dello Sport del Coni in collaborazione con il nostro Ente. Il corso (il quarto svolto come 1° livello), propedeutico a tecnici che a loro volta formeranno i nuovi istruttori, ha richiamato a Roma istruttori da tutta Italia per passare un weekend di aggiornamento del proprio bagaglio personale ascoltando i docenti qualificati del Coni. A riguardo, per questo primo livello è stata inserita per la prima volta una lezione didattica sulla fiscalità che ha trovato l’attenzione di tutti gli allievi per una tematica molto sensibile nel mondo dell’associazionismo sportivo dilettantistico. In linea con la Convenzione firmata con la Scuola dello Sport del Coni, nel weekend del 21/22 ottobre si terrà il Corso di livello avanzato, aperto solo a coloro che hanno già frequentato il primo livello, dove saranno approfondite le tematica sul fisco con il Dott. Fabio Romei e quelle sulla metodologia di allenamento e comunicazione da parte del Dott. Valter Borellini. Un servizio in più volto a promuovere la formazione del nostro parco docenti, consapevoli che in questa epoca è fondamentale aggiornare continuamente le conoscenze culturali che si traduce in un valore aggiunto da offrire al mondo dell’associazionismo. Per tutte le informazioni sul prossimo corso di formazione, contattare la segreteria del Comitato Provinciale MSP Roma alla mail info@msproma.it


LE ’ATRUBRICHE IVON EL La Storia Siamo Noi

Caramazza: “MSP Italia ha realizzato i miei sogni” Una lunga carriera trascorsa nel Comitato MSP Sicilia, alla Presidenza Provinciale del Coni fino agli albori dell’ACES Europe, con l’indimenticabile organizzazione della “Notte dei Campioni” “MSP Italia ha permesso di realizzare i miei sogni”, con questa frase apriamo la rubrica attraverso la quale ripercorriamo il lungo cammino nella promozione sportiva del nostro Ente tramite le parole di chi ha scritto la Storia, quella con la S maiuscola. Questo numero è il turno di Giovanni Caramazza, una lunga esperienza con MSP Italia Regione Sicilia e ACES Europe e con lui inizia il nostro viaggio, partendo dall’inizio di questa bellissima storia: “Un pomeriggio del mese di novembre del 1984, ero già docente di ruolo a Palermo dopo quattro anni trascorsi a Milano, mentre mi recavo nella palestra dove insegnavo Arti Marziali , incontrai due miei ex docenti dell’ISEF i proff. Vincenzo Paradiso (docente di musica) ed Angelo Carmona (docente di Giochi per l’Infanzia) i quali cominciarono a parlarmi di un Ente di Promozione Sportiva che da pochi mesi aveva ottenuto il riconoscimento del CONI. Mi chiesero inoltre se ero interessato a farne parte e ad occuparmi dell’organizzazione del settore arti marziali per la Sicilia. La proposta mi sembrò interessante ed accettai subito. A dire il vero anche loro sapevano poco dell'MSP il prof. Paradiso solo pochi giorni prima aveva conosciuto Franco Monachino il Commissario Regionale MSP per la Sicilia. A quell’incontro ne seguirono tanti altri, per mettere in piedi l’Ente. Cominciai con l’affiliare la mia società sportiva ed altre, il primo anno circa una decina, per arrivare a centinaia nel giro di pochi anni. Pochi mesi dopo presentai domanda di contributi alla Regione Siciliana, ai sensi della legge 8/88 e ci venne erogato il primo contributo di 100 milioni di lire e trovai un bellissimo appartamento nel centro di Palermo, accanto a quello dei miei genitori, per utilizzarlo come sede dell’ente. Da quel momento in poi per quattro lunghi anni si ripeté lo stesso cliché. Io ero l’unico che affiliava società sportive ed organizzava manifestazioni, anche di livello internazionale senza alcun aiuto economico da parte del Commissario Monachino nonostante egli in quei quattro anni avesse gestito oltre mezzo miliardo delle vecchie lire. Arriviamo così al 1988 e il presidente Lupattelli decise di indire le elezioni per mettere fine al commissariamento. Monachino venne eletto presidente insieme al Consiglio di cui io facevo parte e nel 1989 Lupattelli nomina commissario il segretario generale Paolo Borroni (oggi FIN).

56

Purtroppo nel frattempo dalla nostra sede erano spariti computer, mobili e documenti per cui ho dovuto ricostruire un anno di attività ed affiliazioni per poter presentare il consuntivo alla regione e salvare il contributo. Nel 1990 si votò ancora e l’On.le Sergio Mattarella (l’attuale Presidente della Repubblica) su richiesta di Lupattelli segnalò un insegnante di educazione fisica il Prof. Giovanni Martucci ex istruttore di nuoto che fu nominato Commissario ed io vice commissario e l’On.le Sergio Mattarella Presidente Onorario. Nel 1997, anno in cui si andò al voto. Martucci venne eletto Presidente ma dopo circa 4 mesi Martucci, in contrasto con i consiglieri si dimise e quattro mesi dopo nel 1998 io venni eletto presidente regionale. l’Assessore Regionale al Turismo di allora, Francesco Cascio, credette nei nostri progetti e finanzio' l’ACES per l’organizzazione di un grande evento per la consegna del Titolo di Capitale Europea dello Sport. Per tre anni a Palermo 2002, 2003 e 2004, con la “regia” del “LUPO”, abbiamo organizzato un grandissimo evento “La Notte dei Campioni” che andava in onda sulla RAI. Nel 2005 fui eletto Presidente Provinciale del CONI di Palermo. A quel punto con tanta sofferenza mi sono dimesso dall’Ente che ho costruito in Sicilia, che ho tanto

amato e che mi ha dato tanto. La mia carriera è proseguita, dal 2005 insegno presso la Facoltà di Scienze Motorie di Palermo, nel 2010 sono diventato Coordinatore Regionale di Educazione Fisica e Sportiva all’USR Sicilia, ho conseguito il dottorato di ricerca in Nutrizione infine Nel 2012 vengo nominato reggente del CONI Sicilia e nel 2013 eletto all’unanimità Presidente Regionale del CONI, carica dalla quale mi sono dimesso nel 2014 ma sono sempre stato vicino all'MSP. Quest’anno sono stato eletto nel Consiglio Regionale MSP Sicilia e nominato Vice Presidente. Sono anche referente ACES per la Sicilia e membro della Consulta Nazionale del MSP Italia” Tutti questi anni hanno impreziosito la vita di Giovanni, per le esperienze vissute, che non sono fatte solo di ricordi piacevoli ma anche di ostacoli da superare: “L’MSP nella mia carriera sportiva

ma anche nella mia vita ha avuto un’enorme importanza, mi ha permesso di realizzare i miei sogni di Tecnico e di Dirigente Sportivo. Lo affermo nonostante il fatto che dal punto di vista economico ho perso tanto visto che ho dovuto cedere la gestione di 2 palestre avviatissime nelle quali rivestivo anche il ruolo di istruttore di arti marziali. Se tornassi indietro comunque rifarei le stesse scelte perché l’MSP mi ha dato tanto in termini di formazione e di crescita sportiva, manageriale e personale”. Passiamo poi ai ricordi più piacevoli di questa lunghissima storia ultraventennale ormai: “Il periodo più bello è stato quello che va dal 1988 al 2005, ossia della mia presidenza regionale del MSP Sicilia. Tantissime manifestazioni anche di livello internazionale, il primo Ente in Sicilia e l’organizzazione di tre edizioni della manifestazione/evento televisivo “La notte dei campioni” con tanti vip del mondo sportivo e dello spettacolo, ne voglio citare alcuni. I presentatori Antonella Clerici, Gianfranco Iannuzzo, Massimo Giletti e Rossella Brescia, tanti gli ospiti tra gli altri Albano, Novella Calligaris, Antonio Cabrini, Yuri Chechi, Filippa Lagerback, Fausto Leali, Michele Maffei, Luciano Moggi, Carolina Morace, Eleonora Pedron, Nicola Pietrangeli, Eva Riccobono, Ron, Antonio Rossi, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali, Walter Zenga, ecc. L’Ente era ammirato, stimato e….invidiato da tanti che, dal mondo sportivo a quello della politica, ci chiedevano “Ma come fate?” La risposta? "Di Lupattelli ce n’é uno!!!!". Ricordo con piacere le visite, come membro della commissione ACES, nelle varie città candidate a Capitale Europea dello Sport e la naturalezza con la quale il Lupo riusciva a cavarsela anche in situazioni imbarazzanti”. Il Presidente Lupattelli che viene definito da Giovanni semplicemente “Un grande” perché “sa interagire con le altre persone, analizzare velocemente e reagire nelle diverse situazioni, é perspicace ed ha tanta inventiva, in poche parole una persona brillante con un’intelligenza superiore. Se si fosse dedicato solo all' MSP quest’ultimo oggi sarebbe sicuramente il primo Ente in Italia. Di contro non avremmo avuto l’ACES Europe, il titolo di Capitale Europea dello Sport e l’onore di essere citati nel Libro Bianco sullo Sport, presentato dalla Commissione europea al Consiglio, al Parlamento Europeo, al Comitato delle regioni e al Comitato Economico e Sociale Europeo l’11 luglio 2007"


Il bacino: sostegno, contenitore e dissipatore di energia

LELE RUBRICHE NOVITA’

Anatomia, fisiologia e patologie di una struttura “portante” del nostro organismo di Marco Ciaralli Specializzato in Scienze e Tecniche dello Sport, Osteopata DISPOSIZIONE. Collocato alla fine del tratto lombare della colonna vertebrale è una struttura di raccordo tra la parte superiore del corpo e gli arti inferiori. ANATOMIA. Unità funzionale formata dalle due ossa iliache, dal sacro, dal coccige, dalle articolazioni coxo-femorali, dalla quarta e dalla quinta vertebra lombare; tutte queste strutture lavorano sempre in sinergia tra di loro. Le due ossa iliache sono costituite dall’unione di ileo, ischio e pube e formano la cavità acetabolare. Il sacro presenta una forma triangolare, con una base in alto più anteriore e apice in basso più posteriore. Questa conformazione garantisce una mobilità tra sacro e le ossa iliache; mentre la stabilità viene garantita, da muscoli e legamenti. La porzione più bassa del bacino presenta uno spazio estremamente ridotto, dove trovano alloggio i visceri urogenitali e dove, ovviamente nelle donne, passerà la testa del bambino al momento del parto. MUSCOLI. Sono molte le inserzioni ed i passaggi muscolari in questa sede, solo per citarne alcuni: otturatori, piriforme, ileopsoas, quadrato dei lombi, tensore della fascia lata, sartorio, quadricipite, ischio crurali. LEGAMENTI. Rivestono grande importanza garantendo al contempo mobilità e stabilità. Tra i più importanti possiamo citare il legamento ileo-lombare (con 2 fasci, uno superiore ed uno inferiore), i legamenti sacro-ischiatici (sacro-spinoso e sacro-tuberoso) che delimitano la grande e la piccola incisura sacro ischiatica. I legamenti sacro iliaci (anteriori e posteriori) ed infine i legamenti ileo pubo ed ischio- femorali. FISIOLOGIA. Presenta una doppia funzione: contenitrice e dinamica, deve ammortizzare le forze provenienti dall’alto (colonna vertebrale) e quelle provenienti dal basso (arti inferiori). Gran parte delle forze vengono scaricate al livello della sinfisi pubica, che ha un ruolo fondamentale per contenere anteriormente l’osso sacro: un sistema di leve, infatti, tende i legamenti sacro-iliaci assicurandone la stabilità. MOBILITÀ. Durante il passo, in appoggio monopodalico, la

contrazione della muscolatura adduttoria, in particolare di alcuni muscoli pelvi-trocanterici (medio gluteo e tensore della fascia lata) determina una cinetica differente delle due ossa iliache: l’arto in appoggio sarà infatti in conversione posteriore, mentre l’arto in sospensione sarà in conversione anteriore. CONVERSIONE ANTERIORE: tutte le componenti dell’osso iliaco che si trovano al di sopra dell’asse di mobilità si sposteranno in avanti, in basso ed in fuori, determinando un’ ”apertura” della zona più alta del bacino e una chiusura della zona più bassa. CONVERSIONE POSTERIORE: avverrà l’opposto, le componenti che si trovano al di sopra dell’asse si sposteranno indietro, in alto ed in dentro con conseguente “chiusura” della porzione più alta del bacino e l’apertura di quella più bassa. PATOLOGIE. In età adulta possono presentarsi diversi tipologie di sindromi. La sindrome femoro-acetabolare: è un’ “artrosi” precoce con la testa del femore che presenta una caratteristica forma ovolare, questo produce uno scalino tra testa e cavità acetabolare e provoca dolore soprattutto in abduzione. Altri fastidiosi problemi, soprattutto tra i 40 ed i 50 anni, potrebbero essere: la necrosi asettica della testa del femore con crollo del guscio corticale, borsiti (al livello del grande trocantere e del legamento inguinale), oppure le fratture del collo del femore o del bacino; nell’ultimo caso la complicanza non riguarda tanto l’osso quanto gli organi contenuti all’interno della cavità pelvica. Per quanto riguarda invece il cingolo pelvico, la sindrome più ricorrente è la pubalgia (o sindrome retto-adduttoria), che provoca dolore all’inserzione degli adduttori, al livello della branca inferiore del pube o del retto dell’addome. È Causata spesso da disfunzioni della sinfisi pubica. Capitolo a parte necessita, invece, la gravidanza: a causa dell’incremento di peso si può incorrere nella distrofia dell’anca, con una demineralizzazione della testa dell’acetabolo; la guarigione fortunatamente è spontanea 4 o 5 mesi dopo il parto. 57


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

I nuovi adempimenti per il 2017: spesometro e liquidazioni trimestrali. Aria di semplificazioni … per il fisco Tante le novità che interessano gli Enti non commerciali a partire dal 2017. Andiamo ad analizzarle insieme di Francesco Perugini - asd@associatipmi.com

Sono numerose le novità che sotto il fronte fiscale interessano gli enti non commerciali nel 2017. Gli adempimenti aggiunti o modificati sono legati per lo più alle novità apportate dal D.L. 22 ottobre 2016, n. 193 (c.d. Decreto fiscale), e dalla Legge di bilancio 2017 (Legge 11 dicembre 2016, n. 232). Una novità di grande impatto è sicuramente costituita dalla sostituzione dello spesometro annuale con quello a cadenza trimestrale, con l'introduzione di nuovi obblighi. A partire dal 2017 è infatti previsto l’obbligo di trasmettere, a cadenza trimestrale, due

elenchi distinti. Il primo (spesometro) contiene i dati di tutte le fatture emesse nel trimestre di riferimento, e di quelle ricevute e registrate; il secondo (liquidazioni IVA) riguarda invece i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta. Relativamente all'invio telematico dello spesometro, le disposizioni in materia stabiliscono che la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute deve essere posta in essere - relativamente al solo anno 2017 - su base semestrale e non trimestrale. A far tempo dal 2018, invece, la trasmissione dei dati dovrà aver luogo trimestralmente. Sono tenuti all’adempimento i soggetti passivi IVA. Per quanto riguarda gli enti non commerciali, quindi, è bene precisare che sono tenuti alla trasmissione telematica delle comunicazioni solo quelli che, svolgendo attività commerciali accanto a quelle istituzionali, hanno aperto la partita IVA. Pertanto, i dati del primo semestre 2017 dovranno essere comunicati entro il 16 settembre 2017 e, quindi, essendo il 16 settembre sabato, il 18 settembre 2017. I dati relativi al secondo semestre 2017 dovranno essere comunicati entro il 28 febbraio 2018. Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 1/E del 7 febbraio 2017, le Società e Associazioni sportive che hanno optato per la legge n. 398/1991, dovranno trasmettere i dati delle sole fatture emesse e non di quelle ricevute in quanto, per queste ultime, i soggetti medesimi sono esonerati dall’obbligo della registrazione. Questa affermazione desta non poche perplessità. Il tenore letterale della norma fa riferimento all'obbligo di registrazione; pertanto, si dovrebbe ritenere che gli enti, in regime di L.398/91, dovrebbero essere escluse, non sussistendo obblighi di registrazione. Per dette associazioni, l’art. 9 del D.P.R. 30 dicembre 1999, n. 544, prevede l’obbligo di conservare e numerare progressivamente le fatture di acquisto, mentre per le operazioni attive è prevista un’annotazione cumulativa per totali in uno specifico registro (c.d. Iva minimi). L'Agenzia sembrerebbe rimanere sostanzialmente in linea con il precedente adempimento per il quale l'amministrazione aveva posto l’accento sul fatto che l’obbligo di comunicazione annuale competeva per tutte le operazioni “rilevanti” agli effetti dell’IVA a prescindere dalla loro registrazione. 58


LELE RUBRICHE NOVITA’ Per quanto riguarda, invece, l’obbligo della trasmissione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA, viene stabilita la scadenza trimestrale per la trasmissione dei dati stessi entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo al trimestre di riferimento. Pertanto, per quest’ultimo adempimento, i soggetti che vi sono tenuti dovranno così provvedere: -entro il 31 maggio 2017 per il primo trimestre 2017 (prorogato al 12 giugno 2017) ; -entro il 16 settembre, anziché il 31 agosto, 2017, per il secondo trimestre 2017; -entro il 30 novembre 2017 per il terzo trimestre 2017; -entro il 28 febbraio 2018 per il quarto trimestre 2017. Per gli enti che hanno optato per la Legge 398/1991 si elimina subito qualsiasi dubbio per quanto riguarda l’obbligo di trasmissione degli elenchi riepilogativi delle liquidazioni periodiche, in quanto è la norma che ne esclude l'adempimento in esame. In questo caso, infatti, la disposizione istitutiva del nuovo adempimento prevede l’esonero dalla presentazione della comunicazione per i “soggetti passivi non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale IVA o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche, sempre che, nel corso dell’anno, non vengano meno le predette condizioni di esonero”. Poiché, com’è noto, i soggetti che applicano il regime della Legge n. 398/1991 sono esclusi dall’obbligo di trasmettere la dichiarazione annuale IVA sicuramente non sono soggetti al nuovo adempimento per quanto attiene la comunicazione delle liquidazioni periodiche. In tema di adempimenti contabili connessi alle fatture d'acquisto, è stato ripristinato, per l'anno 2017, l'obbligo di comunicazione dei dati relativi agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevute da paesi intracomunitari. Ulteriore novità riguarda anche la scadenza del termine per l’effettuazione dei versamenti delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi e IRAP. I versamenti a saldo e a titolo di prima rata di acconto IRES e IRAP per i soggetti con esercizio chiuso il 31 dicembre devono essere effettuati entro il 30 giugno. Per i soggetti con esercizio non coincidente con l’anno solare i versamenti devono essere effettuati entro l’ultimo giorno del sesto mese successivo alla chiusura del periodo d’imposta. Si ricorda, per concludere, che, a decorrere dal 1° gennaio 2017 e con effetto per i periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2016, l’aliquota IRES è ridotta al 24%. In tema di dichiarazioni, novità sono sopraggiunte anche in merito ai termini di trasmissione delle dichiarazioni IVA, sebbene, alla redazione del presente articolo, siano già decorsi. Si ricorda semplicemente che per gli anni successivi, la dichiarazione annuale IVA va trasmessa tra il 1° febbraio ed il 30 aprile. In proposito, si rammenta che all’anticipazione del termine per la trasmissione telematica della dichiarazione IVA consegue l’eliminazione dell’obbligo di trasmettere la comunicazione annuale dati IVA. Questo adempimento non riguarda le associazioni che applicano il regime della Legge n. 398/1991 che, come noto, non sono tenute alla presentazione della dichiarazione IVA. Si ricorda, in ultimo, che a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data del 1° gennaio 2017, è stato innalzato il limite dei ricavi per optare (o dal quale uscire) per il regime di cui alla L.398/1991 nella misura di euro 400.000,00. A partire dal 2017 è diventa obbligatorio trasmettere, a cadenza trimestrale, due elenchi distinti: lo spesometro con i dati di tutte le fatture emesse nel trimestre di riferimento, e di quelle ricevute e registrate e le liquidazioni IVA con i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

Erasmus+ compie 30 anni!

I

di Daniela Drago - daniela.drago@coni.it l 2017 segna due importanti anniversari: il 60° dalla firma del Trattato di Roma ed il 30° del programma Erasmus, rinominato nel 2014 Erasmus+ per includere in uno stesso comparto le iniziative nel campo dell’istruzione, formazione, gioventù e sport. L’enorme partecipazione al Programma, che oggi annovera 33 Paesi e coinvolge 640.000 cittadini provenienti dai contesti sociali più diversi, colloca l’Eramus+ tra i programmi di maggiore successo dell’Unione Europea. Il Programma Erasmus ha avuto il merito indiscutibile di avvicinare i cittadini ad un concetto forse astratto ma fortemente auspicato di comunità, allargando nel contempo l’orizzonte spaziale e linguistico nel quale i giovani oggi si muovono con disinvoltura, e che offre loro quelle opportunità – di amicizia, di studio, di lavoro – che consentono loro di affacciarsi oltre i confini del proprio Paese. Nel corso di questi 30 anni, il Programma ha sostenuto la formazione e l’apprendimento – formale, non formale e informale – di oltre 9 milioni di persone, anche se ha raggiunto solo il 5% del totale della popolazione giovanile europea. Erasmus ha contribuito enormemente a sviluppare l’identità transnazionale ed a promuovere il concetto di Unione come spazio comune sostenuto da valori comuni tra i giovani di diverse generazioni. Secondo le indagini condotte, l’83% degli studenti universitari partecipanti ha riportato un maggior senso di appartenenza al contesto europeo dopo aver vissuto l’esperienza all’estero nell’ambito del Programma. Nell’attuale settennato, Erasmus+ è sostenuto da un budget di ben 14,7 miliardi di Euro: rispetto a questo dato, ed in occasione di questa importante ricorrenza, molti politici di spicco a livello internazionale non solo hanno speso parole di grande apprezzamento per il Program60

ma, ma hanno anche annunciato il proprio impegno nel decuplicare le opportunità attuali al fine di offrire a numeri sempre crescenti di giovani le oggi preziose opportunità di viaggio, di studio, di lavoro. Tra il 2014 ed il 2016 oltre 2 milioni di studenti hanno avuto la possibilità di studiare e specializzarsi all’estero, ed oltre 135 mila studenti e personale di staff hanno goduto di opportunità di scambi extra europei. Nel campo della formazione professionale sono state finanziate 650.000 borse di studio e circa altrettanti giovani hanno preso parte a scambi nel quadro del Servizio di Volontariato Europeo. Opportunità di acquisire nuove competenze all’estero hanno inoltre coinvolto 800 mila insegnanti, relatori, istruttori, educatori ed operatori sociali. Infine, riguardo alla transizione dal contesto educativo a quello lavorativo sono stati finanziati più di 25 mila partenariati tra 125 mila organizzazioni ed imprese attive nel campo della formazione, istruzione e gioventù. In sintesi, e come si evince dalla tabella sopra riportata, 2/3 del budget complessivo sono destinati ad opportunità di apprendimento all’estero, mentre il rimanente 1/3 finanzia progetti in partenariato ed iniziative di riforma nei settori della gioventù e dell’educazione. E’ importante ricordare che l’evoluzione di Erasmus è stata lo specchio dell’evoluzione politica dell’Unione e ciò anche riguardo al tema dello sport, che ha trovato negli ultimi 15 anni di dibattito politico europeo un crescente riconoscimento, sino ad essere non solo incluso tra le materie di competenza concorrente dell’Unione ma anche destinatario di un segmento, sia pur minimo, ma “dedicato” di finanziamento. Infatti, il primo stanziamento dedicato allo sport – per la prima volta introdotto nel 2014 nell’Erasmus+, è stato di complessivi 264 milioni nel settennato 2014-2017, a supporto di più di 1200 progetti. Il capitolo sport è dedicato in particolare a sostenere Consorzi tra organizzazioni sportive di base che promuovono, tra i vari temi, il buon governo, la doppia carriera degli atleti, l’attività fisica per tutti, l’inclusione


LELE RUBRICHE NOVITA’ sociale, la lotta al razzismo ed alle discriminazioni. E’ importante ricordare che nel corrente anno prende avvio il terzo Piano di Lavoro per lo Sport (2017-2020), approvato con Risoluzione del Consiglio e dei Rappresentati dei Governi degli Stati Membro il 23 maggio u.s., che rappresenta il documento d’indirizzo per sviluppare ulteriormente la cooperazione Europea nel campo dello sport lungo gli assi già individuati dell’Integrità, del Valore Sociale e degli Aspetti Economici. In tali ambiti, gli argomenti che saranno privilegiati nell’attribuzione dei finanziamenti nel triennio riguardano rispettivamente: buon governo e salvaguardia dei minori, la specificità dello sport e la lotta a corruzione, partite truccate e doping; inclusione sociale, il ruolo degli allenatori, l’educazione attraverso lo sport, lo sport per la salute e l’ambiente, i media e la diplomazia sportiva; innovazione ed il mercato unico digitale.

Il Piano detta i temi prioritari, gli argomenti chiave, i metodi di lavoro necessari per sviluppare la dimensione europea dello sport ed aggiorna i propri obiettivi sulla base dei risultati conseguiti in modo flessibile, tale da poter rispondere nel modo più puntale ed efficace alle esigenze contingenti. E’ prevista una valutazione intermedia a metà 2019 al fine di armonizzare il Piano rispetto alle indicazioni dei Gruppi consultivi (Expert Groups, High Level Groups) ed agli sviluppi nelle politiche a livello di Unione Europa, di Consiglio d’Europa, nonché dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) e dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA . L’Area Progetti Speciali del Coni (tel.06.3685 4248– e-mail: daniela.drago@coni.it) è a disposizione del mondo sportivo per ulteriori approfondimenti sul tema e sulle modalità di accesso ai finanziamenti, sull’individuazione di tematiche progettuali e la possibile creazione di Consorzi.

61


LE ’ATRUBRICHE IVON EL - Sport & Psicologia

Il potere della motivazione La motivazione è la ragione per la quale una persona sceglie di praticare uno sport specifico. Spieghiamo nel dettaglio quindi i concetti di motivazione intrinseca ed estrinseca di dott.ssa Pierfrancesca Carabelli Psicologa sportiva, Psicoterapeuta, Preparatore Mentale 1° grado riconosciuto FIT

L

a motivazione è il processo in cui un’attività, stimolata e sostenuta, è diretta verso uno scopo, i cui indicatori sono 1. la scelta d fare alcune cose piuttosto che altre (ad esempio giocare a basket piuttosto che studiare musica), 2. il grado di impegno in una certa attività, 3. la costanza e nel pensare “voglio davvero fare questo” (Pintrich, 1996). In altre parole, la motivazione è la ragione per la quale una persona sceglie di praticare uno sport specifico. È sensato pensare che gli atleti, giovani o adulti, professionisti e non, siano motivati, spinti a fare qualcosa che li faccia sentire capaci e competenti. Tendenzialmente perseveriamo nel fare qualcosa in cui sentiamo di riuscire, malgrado la fatica e l’impegno necessario. Questo tipo di motivazione la chiamiamo intrinseca: qui le scelte sportive scaturiscono dal sé e sono completamente vissute come proprie (“Mi piace giocare a tennis e voglio migliorare”) Esiste poi quella estrinseca, che caratterizza chi pratica sport per il bisogno di aderire a richieste ambientali, anche implicite (“Gioco a tennis per far felice mia madre”, “Siccome mio fratello gioca a calcio, gioco pure io”). Nella regolazione esterna, l’atleta fa sport per ottenere valutati come positivi (rinforzi concreti) o per evitare conseguenze negative. La differenza tra i due tipi di motivazione risiede nel tipo di bisogno sottostante: nell’estrinseca si tenta di raggiungere l’accettazione e l’approvazione 62

altrui, nell’intrinseca di soddisfare un desiderio prettamente personale. Quindi possiamo dire che gli sportivi differiscono non tanto per quanto sono motivati, ma piuttosto per il tipo di motivazione che li porta a fare sport (Deci & Rayan, 1991). E proprio questa differenza ha effetti determinanti sulla prosecuzione dell’attività sportiva: la motivazione intrinseca è uno dei pilastri mentali dell’atleta autenticamente determinato nel suo progetto sportivo. Le situazioni di allenamento che generano sensazione di adeguatezza e competenza alimentano la motivazione intrinseca. Altro fattore motivante sono le situazioni reali di competizione, poichè consentono all’atleta di misurare il proprio livello in relazione a quello di altri avversari. Importante però che la vittoria non sia vissuta come lo scopo ultimo, ma invece come mezzo a conferma del livello tecnico-tattico raggiunto. Un terzo fondamentale fattore che influenza la motivazione è quello che fa il coach nella relazione con l’atleta. Secondo Lucidi (2015) è di notevole aiuto il tempo impiegato ad ascoltare il punto di vista dell’atleta “Dimmi cosa ne pensi, sei d’accordo? Cosa proponi?”, il rispondere alle domande “Le tue curiosità sono importanti per me”, il tempo proposto per il lavoro autonomo “Mi fido di te”, gli elogi dettagliati per buone performance “Hai fatto bene quest’esercizio per questo motivo”. Non può esistere un atleta ben motivato che non sia guidato da un allenatore con valide abilità comunicative e che offra opportuni stimoli di crescita personale e sportiva!


Convenzioni, rinnovo con FIDAL e FSI

LELE RUBRICHE NOVITA’

Il nostro Ente in prima linea per offrire maggiori servizi attraverso il rinnovo delle Convenzioni con le Federazioni Sportive Nazionali

N

ell’ottica di offrire maggiori servizi alle proprie associazioni affiliate e tesserati, il nostro Ente sta portando avanti il rinnovo delle Convenzioni con le Federazioni Sportive Nazionali. A riguardo, è stato firmato l’accordo con la FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera) e inoltre è stata siglata la firma congiunta con la Disciplina Sportiva Associata FSI (Federazione Scacchistica Italiana). Proseguono i contatti e sono in dirittura d’arrivo invece gli accordi con altre Federazioni come FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva), FITET (Federazione Italiana Tennis Tavolo), FGI (Federazione Ginnastica d’Italia) e FIT (Federazione Italiana Tennis). Per quanto riguarda la FIDAL, la cooperazione nasce dall’esigenza di portare l’atletica nella pratica quotidiana di persone di ogni fascia d’età, sesso e posizione sociale e punta all’organizzazione sinergica delle manifestazioni, alle mutue possibilità di partecipazione alle manifestazioni degli atleti, giudici, tecnici e dirigenti, nonché alla gestione di impianti sportivi e alla formazione tecnica e culturale di tutti gli attori del mondo sportivo. Anche l’accordo con la FSI va a disciplinare un vero patto associativo per lo sviluppo della disciplina nell’interesse dei praticanti, dell’associazionismo di base e delle comunità locali interessando i campi dell’attività sportiva, dell’attività di formazione ed aggiornamento dei quadri tecnici ed ufficiali di gara e delle iniziative culturali. Per ulteriori informazioni, si può contattare la Segreteria Nazionale alla mail info@mspitalia.it

63


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

64


LELE RUBRICHE NOVITA’

65


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

66


LELE RUBRICHE NOVITA’

67


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

68


LELE RUBRICHE NOVITA’

69


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

70


LELE RUBRICHE NOVITA’

71


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

72


LELE RUBRICHE NOVITA’

73


LE ’ATRUBRICHE IVON EL

74


Dedichiamo l’ultima di copertina all’ex Direttore dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico "Fondazione Santa Lucia” Luigi Amadio, da oltre venti anni un amico storico del MSP Italia.

Ciao Luigi!

Sport Europa - giugno 2017  

Rivista online ufficiale MSP Italia - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you