Page 1

E

Anno XXV - n.27 - 1,50 euro

ditoriale

Ci voleva maggior condivisione

As s es t am ent o di b il anc io, s is t em a b anc ario, L egge p er l o s v il u p p o. T ant a c arne al f u oc o, in q u es t o p eriodo del l ’ anno. E nonos t ant e s i t rat t i di p rov v edim ent i dav v ero nev ral gic i – è in gioc o il f u t u ro del P aes e -, c h e ric h iedev ano c ondiv is ione, dial ogo e c onf ront o t ra il gov erno e l e p art i s oc ial i e dat orial i p er m igl iorare i s ingol i “ doc u m ent i” e m odu l arl i a s ec onda del l e v ere es igenz e del s is t em a p rodu t t iv o s am m arines e, nel l a real t à dei f at t i l e c os e s ono andat e div ers am ent e: l a c ondiv is ione non è s t at a t rov at a, il dial ogo è p art it o t ardi e, p er q u el c h e c onc erne l e b anc h e, l e dec is ioni s ono s t at e p res e d’ im p erio. Il ris u l t at o è s ot t o gl i oc c h i di t u t t i: u n c l im a di inc ert ez z a t ra i c it t adini, p reoc c u p at i p er i p rop ri ris p arm i, e u no s t at o di c onf u s ione t ra gl i im p rendit ori. Im p rendit ori c h e, ol t re al c os t ant e im p egno c h e m et t ono in c am p o p er c res c ere l a p rop ria az ienda e dare l av oro al l e p ers one, dev ono f are i c ont i anc h e c on u n s is t em a b anc ario in grande difficoltà, che m et t e a ris c h io gl i inv es t im ent i. A t u t t o q u es t o, non dim ent ic h iam o l a “ L egge p er l o S v il u p p o” c h e c os ì c om ’ è s t ru t t u rat a, v a p al es em ent e c ont ro l e az iende in q u ant o v a ad au m ent are il c os t o del l av oro e anz ic h é f ac il it are l ’ inc ont ro f ra dom anda e of f ert a di l av oro int rodu c e u l t eriori e f arraginos e p roc edu re. D is p iac e p er l ’ at t eggiam ent o c h e l a Maggioranz a h a t enu t o e dif es o a ol t ranz a: gov ernare u n Paese dovrebbe significare v ol ere il s u o b ene, c erc are di dargl i u na p ros p et t iv a a m edio e l u ngo t em ine, as c ol t ando i s u ggerim ent i c h e arriv ano da c h i “ op era” s u l c am p o e s i c onf ront a t u t t i i giorni c on ( ...) S egu e a p ag. 7

Direttore Alessandro Carli

Venerdì 14 Luglio 2017

E steri Lo sviluppo passa ancora ANIS ospita

per i lavoratori frontalieri

i “Soggiorni culturali”

P er c h i l i as s u m e i c os t i au m ent ano del 4% , e dop o 18 m es i s c at t erà il t em p o indet erm inat o. Nov it à : im p os t e diret t e al l e im p res e al 16 , 5 % al l e p ag.2-3

B

anche

Asset-Cassa col dubbio sul debito

a p ag.4

L

Lo sviluppo economico di San Marino - almeno secondo la legge che lo dovrebbe rilanciare - passa ancora una volta per i lavoratori frontalieri. Da una parte, se le aziende li vogliono assumei tta t l ta fare pagando un costo magi i tt a li i itti lle liste di avviamento, dall’alta a a i ati ai sammarinesi per quanto riguarda l’annosa questione del tempo indeterminato. E’ questa una delle novità più importanti della nuova stesura della Legge Sviluppo del Governo targato Adesso. sm, che nell’ultima bozza tata i tti a a all parti sociali ha aggiunto diversi temi, tra cui quello di ridurre la tassazione alle imprese di mezzo punto percentuale, portandola dall’attuale 17 al 16,5%. B art ol u c c i al l e p agg. 6 -7

avoro

Dal 17 luglio riclassificate le mansioni

a p ag.9

s p az io r is e r v at o all’ in dir iz z o


IAmprese ttualità

F

2

FIXING FIXING- Anno - AnnoXXII XXV- -n.21 n.27 - -Venerdì Venerdì3014Maggio L u gl io 2017 2014

a l ta t

ocus

t ai

lat i la i

at ai

A lezione di impre

Questione di num3ri D a diec i anni è ent rat o nel l e v it e del l e p ers one. P arl iam o del l ’ iP h one, l anc iat o s u l m erc at o il 29 giu gno 2007 . L a c u rios it à p erò è u n’ al t ra: l o s ap ev at e c h e i p os s es s ori del l o s m art p h one di Ap p l e h anno s p es o 14 m il iardi di dol l ari p er ris is t em are ( o c am b iare) i l oro t el ef onini danneggiat i? Nel l ’ u l t im o nu m ero di Fix ing ( 7 l u gl io) ab b iam o s c rit t o anc h e del l a rac c ol t a “ s u p er” del grano di T erra di S an Marino. C i v iene inc ont ro l a C onf ederaz ione it al iana agric ol t ori c h e nei giorni s c ors i h a dif f u s o u n b rev e c om u nic at o: nel 2016 , anno del l a ‘ p rot es t a del grano’ , l a q u ot az ione del f ru m ent o t enero era s t at a di p oc o s u p eriore ai 14 eu ro al q u int al e m ent re oggi s i è arriv at i a c irc a 16 , 5 0 eu ro p er 100 k g. E s t at e, t em p o di v iaggi. E ’ s t at o s ot t os c rit t o rec ent em ent e il p rot oc ol l o d’ int es a t ra l a R egione Ab ru z z o e i s indac i ap p art enent i al l e as s oc iaz ioni B orgh i Au t ent ic i d’ It al ia e B orgh i p iù b el l i d’ It al ia: s u l p iat t o f ondi p ari a ol t re 14 m il ioni di eu ro. E m ent re l a C oop h a c om u nic at o di av er c h iu s o il 2016 c on ol t re 14 m il iardi di f at t u rat o, al t ri 14 t rov iam o di u n c ert o int eres s e. Il p rim o rigu arda il p roget t o P h aros : 14 arc h iv i s p ars i f ra l ’ E u rop a e il Nord Am eric a s i s ono u nit i p er c reare u na p iat t af orm a c om u ne e ap ert a al l o s c op o di c ondiv idere ognu no l a p rop ria collezione fotografica. Il s ec ondo arriv a da R im ini e p ort a l a v oc e di Gioenz o R enz i, c ons igl iere di op p os iz ione di Frat el l i d’ It al ia: “ Int roit i del l e m u l t e t rip l ic at i in t re anni, il C om u ne h a s f ondat o i 14 m il ioni di eu ro” . L ’ E m il ia R om agna m et t e a dis p os iz ione dei p rodu t t ori v it iv inic ol i 14, 4 m il ioni di eu ro di aiu t i nel l a c am p agna 2017 -2018 p er p ros egu ire nel l ’ op era di ris t ru t t u raz ione e/ o ric onv ers ione dei v ignet i c on l ’ ob iet t iv o di raf f orz are l ’ ident it à del l e p rodu z ioni D op e Igp e il l egam e c on il t errit orio. Nel l ’ anniv ers ario del l a p res a del l a B as t igl ia, anc h e m ol t i c om p l eanni VIP : Ingm ar B ergm an ( 19 18 ) , R enat o P oz z et t o ( 19 40) , il p ort iere del l ’ Int er S am ir H andanov ic ( 19 8 4) , il p it t ore Gu s t av K l im t ( 18 6 2) e il c al c iat ore s am m arines e E nric o C ib el l i.

a

I 25 ragaz z i dei “ S oggiorni c u l t u ral i” h anno v is it at o l a Mart a B os s i e Marc o Gu erra inv ec e s i s ono s of f erm at i t i a att mico, quello avvenuto l’11 luglio tra i 25 ragazzi dei “Sogi i ultu ali il tt al i i la conoscenza della cultura sammarinese fra i giovani residenti nei paesi d’emigrazione e favorire gli scambi culturali fra le nuove generazioni di sammarinesi nel mondo) e l’ANIS. Al Segretario Generale William Vagnini il compito di illustrare ai giovani - che quest’anno provengono dagli USA, Argentina, Francia e Italia - il ruolo dell’associazione, fondata nel 1945 e a oggi la più importante rappresentativa dei datori di lavoro del territorio. L’Associazione Nazionale Industria San Marino, ha i at attual t ta più o meno 300 imprese associate che occupano circa 6 mila occupati, prevalentemente l tt a i attu i i servizi”. Per quel che concerne gli impegni “internazionali”, il Segretario Generale ha

P

ricordato “le partecipazioni alle riunioni di BusinessEurope e dell’Organizzazione Internazionale Lavoro”. att a i alit il tt Marco Guerra dello studio legale dell’Associazione, che ha “fornito” ai partecipanti una serie di numeri e dati, utili per capire il mondo-San Marino. A partire dal mondo delle imprese che, come in molte altre Nazioni, ha sentito particolarmente la crisi. “Cinque anni fa il numero della aziende che operavano sul territorio erano più di 5.600 mentre oggi sono poco più di 5 mila”. Prendendo come timone di ati ll i i tati ti a ha spiegato che al 30 aprile “la forza lavoro totale era composta da 21.950 persone di cui 18.815 dipendenti (solo a dicembre 2015 i dipendenti erano 18.082), 1.800 indipendenti e 1.335 disoccupati totali, di ui i t tt l tasso di disoccupazione total ll u ll i

t tt l i i u a i i t ata u i portante ripresa occupazionale”. Guerra poi ha zoomato l’attenzione sul mondo del privato: aziende - 5.187 sempre a a il la at i lt ila tt i i ilu pati sono quelli della meccanica, della ceramica, del packaging, della chimica e i ili a a i attu a grazie alle sue 505 imprese che operano sul territorio e alle sue oltre 5.500 persone impiegate, a livello occupazionale assorbe il 35% dell’intera forza lavoro. Forza lavoro l i a ta in buona percentuale anche dai lavoratori frontalieri, circa 5.300 unità”. Sul ruolo trainante del maniattu i all i t dell’economia del Paese, Guerra ha snocciolato una voce importante, quella del monte salari. l i a t il tt -

innevoluzione

Discendiamo tutti dai pesci: abitudini appetiti, difetti e capacità comuni

di Daniele Bartolucci Il p es c e l eone è u no degl i anim al i p iù af f as c inant i del m ondo s u b ac q u eo. C on l a s u a c riniera c ol orat a e ondeggiant e, da c u i p rende il nom e del f el ino p iù f am os o, f a m os t ra di s é negl i ac q u ari di t u t t o il m ondo ed è u na del l e “ p rede f ot ograf ic h e” p iù c om u ni dei s u b . Anc h e dei s u b it al iani e dei f req u en-

t at ori del Medit erraneo, a dire il v ero. E non è u n b u on s egno, p er m ol t i. O riginario dell’Indo-Pacifico, probabilm ent e a c au s a di q u al c h e “ s v u ot am ent o” di ac q u ari in al t ri m ari, s t a c ol oniz z ando u n p o’ t u t t i gl i oc eani, dando u n c ont rib u t o ec c ez ional e al dep au p eram ent o del l e c os t e di m ez z o m ondo. E ’ inv as iv o, s i rip rodu c e in m aniera m ol t o rap ida e non h a p redat ori

nat u ral i. Nem m eno l ’ u om o l o c ac c ia, ep p u re s areb b e perfino buono d amangiare. E s areb b e u na p es c a s os t enib il e, al m eno s ec ondo il p rogram m a int ernaz ional e S eaf ood W at c h : p er gl i s t u dios i, q u es t a è l a “ p rim a s c el t a” p iù s os t enib il e da m et t ere in t av ol a. E ora, v is t o c h e è già s t at o av v is at o anc h e in S ic il ia e S ardegna, c h i è c h e non v u ol e p es c arl o?

re privato nel 2016 ha erogato un monte salari di 388 milioni, in costante crescita da cinque anni. Le 495 imprese mai attu i a att istrare un monte salari totale di 153.272.817 euro che ha riguardato 5.464 lavoratori dipendenti”. Per completezza di informai u ll l tt u li l tat i più di 122 milioni. Assommando i dati, risulta che il total al u i a milioni. “L’industria maniattu i a a ai il ‘principale erogatore’ di economia del Paese, confermandosi come asset assolutamente strategico del sistema”. Dopo una breve panoramica u li alt i tt i i ati t a quelli più importanti, le costruzioni (391 imprese e 856 lavoratori, in grande contrai i tt al a at il commercio all’ingrosso e al tta li l i a a i i autoveicoli e motocicli (1.144 realtà e 2.642 dipendenti), le atti ità i i i i all i e di ristorazione (826 lavorat ii t uttu i i i di informazione e comunicazione (215 imprese e 743 diti l atti ità a ziarie e assicurative (65 aziende e 783 lavoratori), le atti ità i ali i tit i i i ti azio ai dipendenti statali. I laat i l tt u li allargato sono complessivamente 3.778, così suddivisi: 2.280 nella PA, 1.007 nell’ISS 219 nell’azienda di Stato per i lavori pubblici, 152 in quella dei servizi, 38 all’Università e 10 al CONS. a u a i aa tato alcuni temi macroeconomici. “Per capire lo stato di salute di un Paese, interesa ti i ati ul tt Interno Lordo. Dal 1999 e sial il tat i tinua crescita, segnando mediamente un +5,77% all’anal i i Dati del Fondo Monetario Internazionale alla mano, il a at a lt iliardo e 700 milioni del 2007a li attuali ilia 254 milioni. Per il 2017 il FMI ha previsto una crescita ll ia la

ita l i a i stata del 30% circa”. Per quel che concerne il PIL pro capite i a ai a at da oltre 90 mila dollari del 2008 a poco meno di 50 mila dollari. “Inferiore a quello di Liechtenstein e del Principat i a a lu ma più alto di quello di Andorra e quasi il doppio di quello dell’Italia”. a ta ii aa tato gli accordi internazionali a a i ll utta ia la u blica ha intrapreso la strada dell’associazione, ossia intende concludere un accordo ia ia i tt di instaurare una relazione privilegiata a livello politico ed economico-commerciale tra l’Unione e il Paese terzo”. l iat i i iat l maggio 2015 insieme ad altri due piccoli Stati: Andorra e Monaco. “I tempi per giunalla i i ll a alla ua ati a al erano stimati in poco più di 2 anni, quindi ai primi del t attati tia a dando a rilento. Tali accordi di Associazione sono di tipo misto, per cui richiedono l’unanimità dal Consiglio, l’approvazione dal Parlamento u la ati a i tutti i 28 Paesi membri”. L’accordo di Associazione tt à alla u li a di “integrarsi maggiormente all’interno dell’Unione, si potrà liberalizzare il commercio e gli scambi di merci, si potranno disciplinare le importazioni e le esportazioni. L’accordo inoltre stabilirà la piena integrazione di San Marino nel mercato unico delle merci, dei servizi, delle persone e dei capitali. Di fatt i a i attua ili l uatt li tà amentali - libera circolazione delle persone; libera circolazione dei servizi; libera circolazione delle merci; libera circolazione dei capitali senza dover rinunciare alla millenaria indipendenza che contraddistingue il nostro Stato”. a tt li at i ha particolare interesse soattutt u l cerne la circolazione delle merci e dei servizi. “Un Pae-


AI mprese ttualità

FIXING - Anno XXV XXII -- n.27 n.21 -- Venerdì Venerdì 14 30 L Maggio u gl io 2017 2014

ta

a

it

a

la

tual

i i

ti u li i i

tt al t tal

3

li ti

i

iti

esa, economia e mercato del lavoro

a s ede l ’ ANIS : il S egret ario General e W il l iam Vagnini h a rac c ont at o il ru ol o e l a s t oria del l ’ As s oc iaz ione i s u l l ’ im p ort anz a del s et t ore m anif at t u riero, s u l rap p ort o t ra il T it ano e l ’ U E e s u l l a v ariaz ione del P IL

iu i att a at a a i ltà ut alla mancanza di un mercato titi t tt a stenere maggiori oneri in ogni forma di relazione, da quelle economiche a quelle culturali. Aprirsi all’esterno i li a a tta u i t a di regole trasparenti” ma anai tu ti i controllo del territorio e delle u atti ità i i i i à a tarsi con un grande mercato t u a t concorrenza. Concludere l’accordo di Associazione vorrebbe dire per le aziende sammarinesi integrarsi al mercato interno dell’UE ed essere equiparate a quelle dei 28 Paesi membri”.

Quello della libera circolazione delle merci e dei servii ia t il trale. “Occorre considerare che altri Paesi, Italia per prima, hanno predisposto una serie di norme di controllo che impediscono alle nostre imprese di agire liberamente sul mercato. Oggi vendere i ti tti l attuali a i a ali a complicato: pensiamo solo all’emissione e all’appuramento del T2, alle operazioni a ali al a iamento dell’IVA”. l t i ia Andorra e Monaco da San ai t i li tati i i i u ià i te un sistema IVA, che per il buon esito dell’accordo di

Associazione, ha spiegato, “rappresenta un passaggio ineludibile. Il sistema di libera circolazione delle merci nell’UE funziona proprio perché esiste l’IVA, anche se u it a l ia i t i aluta no in fondo l’ipotesi di istitui u u i a al a a Marino, come consente l’accordo di unione doganale con l’UE”. La platea ha poi rivolto numerose domande ai relatori: alla i at ai ta monofase al sistema IVA, passando per la percentuale di lavoratori pubblici rispett al t tal ai tt i l a i attu i i i tanti. Alessandro Carli

San Marino FIXING settimanale di informazione economica, finanziaria e politica Direttore responsabile Al es s andro C arl i a.carli@fixing.sm Redattore D aniel e B art ol u c c i d.bartolucci@fixing.sm Responsabile commerciale R ob ert o P arm a 339 .8 016 45 5 roberto.parma@fixing.sm Per la pubblicità su Fixing 05 49 .8 7 39 25 commerciale@fixing.sm

Editore S oc iet à E dit orial e Fix ing s rl Via Ant onio O nof ri, 109 47 8 9 0 S an Marino C it t à T el . 05 49 .9 9 17 19 Fax 05 49 .8 7 9 049 e-mail: info@fixing.sm web: www.sanmarinofixing.com P rez z o in edic ol a: 1, 5 0 eu ro Fotolito L inot ip ia R im ines e Via S an L eo, 10 47 9 22 R im ini It al ia

Stampa S t u dios t am p a New Age S t rada C ardio, 5 8 47 8 9 9 Gal az z ano R ep u b b l ic a di S an Marino Au t oriz z az ione del l a S egret eria di S t at o agl i Af f ari Int erni del l a R ep u b b l ic a di S an Marino del 16 / 4/ 19 9 3 - P rot oc ol l o n.16 9 5 . S p ediz ione di s t am p a p eriodic a in ab b onam ent o p os t al e p er l ’ int erno - T as s a p agat a - T arif f a p er edit ori - Au t oriz z az ione n.7 11 del 16 / 02/ 2005 del l a D irez ione General e del l e P P .T T . del l a R ep u b b l ic a di S an Marino

R

adio 24 News - “GR24”

Estate, alternanza scuola-lavoro Il 16% degli studenti impegnato Radio 24 Il Sole 24 Ore w w w .radio24.il s ol e24ore.c om

In It al ia il 16 p er c ent o dei ragaz z i del t erz o e del q u art o anno del l e s u p eriori è im p egnat o in q u es t i m es i es t iv i in u n p roget t o di al t ernanz a s c u ol a-l av oro. E ’ q u ant o ris u l t a da u n rec ent e s ondaggio di S k u ol a. net , il p ort al e p er gl i s t u dent i dov e t rov are m at erial i p er m edie e s u p eriori, ap p u nt i u niv ers it ari e l e u l t im e not iz ie a t em a s c u ol a. “ Nonos t ant e l e p ol em ic h e c h e s i s ono generat e q u ando il m inis t ro del l av oro Giu l iano P ol et t i h a p rop os t o c h e l ’ al t ernanz a s c u ol al av oro s i s v ol ges s e d’ es t at e” - dic e D aniel e Gras s u c c i di S k u ol a.net int erv is t at o p er il GR 24 da Maria P ia C ec i - “ non s ono p oc h i gl i studenti che finito il tempo s u i b anc h i s i dedic ano ad u n al t ro t ip o di s c u ol a s ot t o

f orm a di l av oro. E d è p er q u es t o - h a aggiu nt o Gras s u c c i - c h e q u es t ’ es t at e c ap it a di t rov are giov ani v ol t i in al c u ni c ont es t i ric et t iv i e non s ol o” . P er q u ant o rigu arda inv ec e l ’ anno s c ol as t ic o da p oc o c onc l u s o, ris u l t a a S k u ol a.net c h e il 9 5 p er c ent o degl i s t u dent i di t erz a e q u art a s u p eriore ab b iano p art ec ip at o a p erc ors i di al t ernanz a. In u n c as o s u 4 p erò gl i s t u dent i non s i s ono s v ol t i in u n’ az ienda os p it ant e, m a a s c u ol a, at t rav ers o p roget t i di gru p p o da real iz z are in c l as s e ( 35 p er c ent o di c h i non v a in al t ernanz a) , s im u l az ioni di gru p p i di l av oro ( 14 p er c ent o) , c onf erenz e ( 16 p er c ent o) , inc ont ri c on es p ert i ( 13 p er c ent o) .

S i t rat t a t u t t av ia di u n dat o in dec is a dim inu z ione ris p et t o al l o s c ors o anno, q u ando s f ondav a di p oc o q u ot a 5 0 p er c ent o . P er gl i s t u dent i c h e inv ec e h anno s v ol t o l ’ al t ernanz a f u ori da s c u ol a, s ono s ol am ent e il 14 p er c ent o q u el l i a c u i è s t at o c h ies t o di s v ol gere c om p it i di c ont orno ( f are l e f ot oc op ie, p ort are i c af f è , f are l e p u l iz ie) e il 12 p er c ent o c ol oro c h e rac c ont ano di non av er f at t o nu l l a.


4

di Daniele Bartolucci

tat t i a il tt bancario sammarinese, con i primi provvedimenti goverati i a ia il tt ipotizzato già da qualche mese, ovvero la costituzione di un “polo” pubblico con capola a a i i a i mai messa in moto con il trasferimento di Asset Banca. Parti sociali e ABS a confronto col Governo a tti a a a il no ha incontrato le parti sociali (mercoledì) e l’ABS (sabato), ma non sembra siano state trovate grandi convergenze sull’operazione avviata ormai da tempo dall’esecutivo. Per il Governo cou u tat u i t positivo”, hanno commentato i Segretari di Stato Simone Celli e Marco Podeschi all’uscita da Palazzo Begni sabato atti a a a t il Presidente Biagio Bossone, tituit a i a lli i a l tt la ta u t u ial fermo restando che la proposta dell’Associazione era e resta quella di collaborazione e ricerca condivisa delle soluzioni ai problemi. Anche le parti sociali non hanno volut ta u ialmente l’incontro di mercolea la a i trapelata resta quella di scara i ii l tt attutt a rimasto abbastanza fumoso. u t al all a lerazione di domenica sera. Cassa-Asset: i Decreti per il trasferimento L’inusuale Congresso di Stato di domenica sera ha sancit iti a t it i i con cui il Governo vuole gestire l’operazione Asset Banca, determinando i trasferimenti necessari. La tempistica, per la cronaca, era obbligata dall’Assemblea degli i i ti i a a i i a i lla u li a i a ai i t uta lunedì e ha autorizzato (la SUMS, oggi socio di minoa a a t a ia ndr) il Consiglio di Amministrazione a portare a compimento la cessione in blocco dei rapporti giuridici facenti capo ad Asset Banca Spa a a a i i a i ui occorreva deliberare i 3 Decreti in tempo: “Misure urgenti a sostegno del sistema bancario”, “Misure urgenti a sostegno di operazioni a tutela del risparmio”, “Disposizioni per la cessione in l i atti i a i i i Asset Banca S.p.A. (in liquia i atta a i i t ati a a a a i i a i lla u li a i a a-

B

anche

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

Correntisti “bloccati”: oltre i 50mila euro avranno obbligazioni Carisp

Operazione Asset-Cassa con il dubbio sul debito Il Gov erno h a em es s o 3 D ec ret i e 2 rigu ardano l ’ int ero s is t em a

rino S.p.A.”. “I provvedimenti”, ha spiegato il Congresso di Stato in una nota, “si sono resi necessari per fornire un quadro normativo i t a uat completare l’operazione di i i l i atti i passivi di Asset Banca S.p.A. i li ui a i atta a i i t ati a a a a i ia i lla u li a i San Marino S.p.A. Tale operazione, considerata dal Congresso di Stato di fondamentale importanza per gaa ti ta ilità al i t a tata tt i a it valutazioni nel corso di una riunione del Comitato per il it i a i lta i lo scorso venerdì 7 luglio”. In u t li i tti i principali che il Governo intende perseguire sono: “Assicurare la massima garanzia per i risparmiatori e i depositanti e delineare un cont t iu i i i un’operazione rilevante per li t it a a ia i sammarinese”. L’operazione, elaborata da tempo, si va dunque concretizzando, in att a l ia li a i a a Centrale: resta da sciogliere il nodo dei dipendenti di Asset Banca, anche in relazione al piano industriale che Casa i i a i ia ata a presentare quanto prima.

i att a i ua a i rentisti di Asset Banca: il Decreto Legge n. 80 del 9 luglio 2017 “Disposizioni per la cesi i l i atti i a sivi di Asset Banca S.p.A. (in li ui a i atta a i it ati a a a a i i a i lla u li a i a Marino S.p.A.” stabilisce inatti i i a i li uidatori di Asset Banca S.p.A. a a a a i i ai lla u li a i a ai i i itti rapporti giuridici individuailii l atti ità passività, ivi comprese le società partecipate e le obbligazioni subordinate. “Il Decreto”, spiega la nota del Congresso di Stato, “stabilisce anche le modalità di converi i iti a il complessivo ammontare dei rapporti passivi ceduti, rifei ili a ti ti ti cati di deposito, depositi a termine e obbligazioni non subordinate, che superi, per ciascun depositante, l’import i u tito, esclusivamente per l’integrale somma eccedente i 50.000 Euro, in obbligazioni non subordinate emesse da a a i i a i lla pubblica di San Marino S.p.A. aventi scadenza triennale, remunerate ad un tasso non inferiore all’1,5%.

Correntisti: per loro le obbligazioni a tre anni La novità più importante e

Sgravi fiscali e agevolazioni Il Decreto Legge n. 78 del 9

luglio 2017 “Misure urgenti a sostegno del sistema bancai tt a li i tituti i credito che - su autorizzazione della Banca Centrale della u li a i a ai acquisiscono l’intero coml a i al attività e passività, ovvero beni e/o rapporti giuridici individuabili in blocco, di istituti bancari sammarinesi posti i li ui a i atta a inistrativa - ad accedere a uno a i al it i posta, ndr) con le seguenti modalità: per i primi sei anni ali i alla a per ogni singolo esercizio, del 15% dell’ammontare l i i ia tta ti i u iia i ali i alla correnza, per ogni singolo esercizio, del 5% dell’ammontare complessivo dei beia tta ti a completo utilizzo degli stessi.

L’intervento dello Stato potrebbe essere enorme E’ ovvio che la domanda che i ti u tutti i u ti i i tata a i a a tutt u t ut la i ta a att ia a a tutt a a che sarà lo Stato ad accollarsi il costo dell’operazione e anche di quelle future per risaa il i t a a a i nanziario. Il Decreto Legge n. 79 del 9 luglio 2017 “Misure urgenti a sostegno di operazioni a tut la l i a i i atti stabilisce che gli istituti di credito, nell’ambito di operazioni di cessione in blocco di atti i a i i a dere “ai depositi che l’Eccellentissima Camera potrà costituire presso il medesimo istituto acquirente, anche in deroga alla Legge 3 marzo 1993 n. 35 e all’articolo 40, a l tt a lla ge 29 giugno 2005 n.96, pre-

vio parere della Banca Cent al lla u li a i a Marino”, ma anche “a forme i a ia t atti at itta t alla a a t al lla u li a i a Marino”. Inoltre, spiega sempre la nota del Congresso, “lo Stato gaa ti à il i i a ziamenti a termine concessi dalla Banca Centrale in favoi a ai i i t ranea immissione di liquidità e presterà le idonee garanzie allo scopo di facilitare l’accesso di BCSM al mercato internazionale dei capitali, ali at a titui i ta a i i a al di assicurare l’imprescindiil ta ilità al tt a ario”. In tal senso, “lo Stato a a ti à il i i a ia ti t atti li itatamente alla eventuale u ta i a ia t garantibile dalle singole istituzioni bancarie”. Non solo, il Decreto istituisce anche “la possibilità di conversione del credito di imposta (quindi anche per le operazioni del passato, ndr), concesso ad istituti bancari in seguito alla i i l i atti ità passività e rapporti giuridici in relazione ad operazioni di i attuat la al aguardia del risparmio e della ta ilità l i t a a ziario, in titoli del debito pubblico, su richiesta della banca titolare del credito”.


G

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

reen Economy

Sabato 15 luglio al Podere Lesignano un evento dedicato alla tecnologia

Il meglio del “green” all’Onda Solare Day E c onom ia e s t il i di v it a: im p res e, es p ert i e as s oc iaz ioni a c onf ront o di Daniele Bartolucci

Nuovi stili di vita, tecnologia e green economy: sono questi i tre pilastri su cui poggia il primo “Onda Solare Day” che si svolgerà sabato 15 luglio al Podere Lesignano. L’evento, promosso da promosso da Mg12 - Magnesium European Network e organizzato in collaborazione con Associazione EcoMg12 San Marino, Podere Lesignano e ia i i i novabili, trae spunto dal prott a la ai lebre a livello mondiale grazie alle auto movimentate a ia la i ui ilia l’esempio “made in Italy” più a i tutti ali a l att i ulla economy e l’evoluzione tecl i a i u tt ta “correndo” a velocità pazzeaa u tutti u i grandi e piccoli cambiamenti di stile di vita che danno sostanza ad un cambiamento che non riguarderà solo le i a tutti i itta i i le loro abitudini quotidiane. Come andare in auto, ad esempio. San Marino sta approntando proprio in queste tti a u tt i l ge per la “mobilità sostenibile”, ma sono già diverse le esperiene positive in tal sena i u li a a partire dall’aumento delle aut i i l tt i i circolazione, alcune delle quali già in “prova” anche nei servizi pubblici (vedi i test delle Poste San Marino Spa e all’Università). Dietro all aut i tutt u i tt l tutt u quello delle stazioni di ricarica, su cui aziende come Enerlight stanno investendo molti i attutt i u zione delle imprese e della possibilità di dotare i propri parcheggi di colonnine di ricarica per il proprio parco i l tt i l aut dei propri clienti. Ma con le auto non si esaurisce il tema della mobilità: dal trasporto u li u a tt t i l tt i i a u ll i at ii t l tt i i tutti i u ti ii primi mezzi agricoli total-

t l tt i i al u i i quali verranno presentati durante “Onda Solare Day”. Insieme agli scooter a metall titu a atta i i i i a i a la ll all i i a iventato un appuntamento imperdibile per gli automoili ti i att ti all’evoluzione green del settore. Dalle auto all’automazione il a il i t i l tt i i i atti a all’interno delle fabbriche, i ll i u t i i u dire, con evoluzioni tali che hanno completamente stravolto, in alcuni casi, interi cicli di produzione. Ma dietro a tutt u t l attenzione per l’ambiente e quindi al risparmio energetiattutt al i a i di quelle risorse naturali che, come noto, non sono ineasuribili. Mentre il sole (o il vent l a ai lt “solare”, anche se mancano l i a att a it a ai t ai Paesi più virtuosi al mondo per quanto riguarda la produzione di energia da fonti rinnovabili. E questo grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici, che nell’ultimo decennio hanno avuto un aumento esponenziale. E’ pur vero che l’incidenza sul a i t tal i

superiore al 3%, per cui le politi a attua i prossimi mesi e anni avranno un valore enorme in questo senso. Anche di questo se ne discuterà nel convegno a ua i ia i i i a ili i Asea Brown Boveri (che pre-

senterà un piano di sviluppo delle stazioni di ricarica ideato proprio per San Marino) che si svolgerà nel pomeriggio di sabato. In tale occasione verranno anche presentat l atti ità utu ll ciazione EcoMg12 San Marino.

5

L Innovazione ’evento e progetti si mettono in mostra “ O nda S ol are D ay ” è u n ev ent o p rom os s o da Mg12 - Magnes iu m E u rop ean Net w ork e organiz z at o in c ol l ab oraz ione c on As s oc iaz ione E c oMg12 S an Marino, P odere L es ignano e As s oc iaz ione E nergie R innov ab il i. S aranno es p os t e p er addet t i ai l av ori ec ov eic ol i e ec o-t ec nol ogie del l e s egu ent i az iende: Merc edes B enz , P ow er O n, P iel , l a m onop os t o s ol are E m il ia2 del T eam O ndasolare, Grafite Compositi, IP S IA di Maranel l o, C arroz z eria Au gu s t a, It al j et , R enov a B ik e, Fu oris t rada T GS E l ec t ric R ac e, R C M Mot os c op e, S h eel E c o Marat h on, R enau l t , Fu rgonc ini Al k e, T az z ari Z ero Im ol a, C ol onnine AB B As ea B row n B ov eri, Net t are21, E negreen, E nerl igh t , P arc o Val dera del Mot oris m o, E R al l y ed E c o-R al l y , U nu s Anim u s , W ay el , S c oot er a Met ano e GP L del l ’ Is t it u t o L eon B at t is t a Al b ert i di R im ini, Morel l i S p a, S ol b ian E nergie S p a e c on Innov at iv e Au t om at ion, H y dra s rl , B y f arm , Arc h idrone, Vet rov ent il at o, MT D es ign, P l anet B eac h , P l anet L u x S p ort , Angel ini D es ign, S egno D is egno di Mac c h ine, R ex t ec h , Arredol ine C os t ru z ioni, S t u dio di Arc h it et t u ra Fab io Vannini in c ol l ab oraz ione c on Arc h .

Mas s im o B il anc ioni e Viv ai C ris t ina R igh i, E x p l ora C am p u s , R im ini D rones , AIE P E dit ore, It al s erv ic e (Foligno), ed infine della ras s egna del l u s s o it al iano a Mos c a It al y W eek . Inol t re s arà p res ent e anc h e u na p os t az ione c on u na T oy ot a FJ C ru is er B io-D riv e ME , u n v eic ol o l ab orat orio al im ent ab il e a b ioet anol o, E 8 5 , m et ano, idrom et ano e biogas, testimonial uffic ial e del p roget t o E c oR al l y R aid, p res ent at a da Mario Mont anu c c i P ignat el l i. L ’ ev ent o v ant a l a c ol l ab oraz ione del l a P R & Friends , del l a C oop erat iv a 3 Arrow s , S an Marino Fix ing e il supporto scientifico della AE R As s oc iaz ione E nergie R innov ab il i s am m arines e. L ’ ev ent o, c om e det t o, s i t errà p res s o il P odere L es ignano a Fiorina s ab at o 15 l u gl io dal l e 9 al l e 18 . I v is it at ori p ot ranno ac c edere grat u it am ent e al l a m anif es t az ione e s i c ons igl ia di p arc h eggiare p res s o il p arc h eggio del C ent ro D irez ional e Fiorina ( C am era di C om m erc io S an Marino) . P er p ot er p ranz are nel l a s t ru t t u ra c on b u f f et è nec es s aria l a p renot az ione s c riv endo a: u f f ic io@ p oderel es ignano.c om o inf o@ ec c el l enz es am m arines i.c om

S L’Ecorally ettembre “green” guarda già al futuro: l’edizione 2017 lancia

il primo E-Rally, dedicato ai mezzi totalmente elettrici Mob il it à s os t enib il e, t u t t o p ront o p er il 12° E c oral l y S an Marino del 16 e 17 s et t em b re. U n w eek end dedic at o ai v eic ol i ec onol gic i, che si sfideranno sul percors o S an Marino, S ans ep ol c ro, Arez z o in u na c om p et iz ione di regol arit à di l iv el l o int ernaz ione. L a gara, nat a nel 2006 , h a c om e ob iet t iv o l a p rom oz ione e l o s v il u p p o dei v eic ol i a b as s o im p at t o am b ient al e, p er dim os t rarne l e p os s ib il it à di u t il iz z o nel l a v it a q u ot idiana. C on l ’ ediz ione 2017 raddop p ia: da u n l at o u n es ordio c on il 1° E -R al l y , c om p et iz ione regol am ent at a F.I.A. al l a q u al e p os s ono is c riv ers i es c l u s iv am ent e i m ez z i t ot al m ent e el et t ric i - v al ida p er l a C op p a F.I.A. E nergie Al t ernat iv e e p er il C am p ionat o It al iano di R egol arit à E nergie Al t ernat iv e

e R innov ab il i - dal l ’ al t ra il 12° E c oral l y , v al ido p er il C am p ionat o It al iano di R egol arit à p er E nergie Al t ernat iv e e R innov ab il i, al q u al e p os s ono p art ec ip are t u t t i gl i al t ri t ip i di v eic ol i al im ent at i c on c arb u rant i al t ernat iv i ov v ero: ib ridi el et t ric i, m ono e b if u el gas s os i ( GP L , GNL e m et ano) , b iom et ano, b ioc arb u rant i, idrogeno. Ac c ant o al l ’ E c oral l y ric onf erm at o l ’ E c oral l y P res s – nona ediz ione - in c ol l ab oraz ione c on C ons orz io E c ogas e As s ogas l iq u idi Federc h im ic a, p art ner t ec nic i E nergas , My E n e Z et agas : ris erv at o agl i op erat ori del l ’ inf orm az ione, dis t rib u is c e p rem i t em at ic i ai giornal is t i p iù at t ent i al l ’ am b ient e e p rev ede l ’ as s egnaz ione del “ T rof eo Nel l o R os i” , in c ol l ab oraz ione c on U nione Gas Au t o

ed E c om ob il e. Il p erc ors o 2017 s arà p iù b rev e del s ol it o, dov u t o al l a nec es s it à di agev ol are i v eic ol i el et t ric i: au t onom ia e t em p i di ric aric a non s areb b ero s t at i c om p at ib il i c on il c ons u et o t ragit t o f ino al l a C it t à del Vat ic ano e nem m eno c on il P rinc ip at o di Monac o, t ragu ardo del l ’ ediz ione 2016 . Il programma L e v erif ic h e t ec nic h e s ono p rev is t e nel c ors o del l a m at t inat a di s ab at o 16 s et t em b re a S an Marino, p oc o dop o l a p art enz a p er l a p rim a t ap p a al l a v ol t a di S ans ep ol c ro, dov e du rant e l a ric aric a dei v eic ol i el et t ric i c i s arà il t em p o p er il p ranz o. S i rip art e nel p rim o p om eriggio c on arriv o ad Arez z o in s erat a, nel l a s p l endida P iaz z a Grande c h e h a os p it at o nu m eros e v ol t e l a m anif es t az ione in

p as s at o, p er c ena e p ernot t am ent o. L a s ec onda t ap p a rip art e l a m at t ina s egu ent e, in direz ione S ans ep ol c ro, p er c onc l u ders i c on l ’ arriv o a S an Marino al l e 13 c irc a. Q u indi p ranz o e p rem iaz ioni. “ L ’ ap ert u ra del l e is c riz ioni – annu nc ia E nnio Morri del l a S an Marino R ac ing O rganis at ion, l a s oc iet à s p ort iv a c h e organiz z a l ’ ev ent o - è p rev is t a p er il 1° agos t o e s i c h iu derà l ’ 11 s et t em b re” . L a q u ot a di p art ec ip az ione p er ogni eq u ip aggio ( 2 p ers one, p il ot a e c op il ot a, c h e p os s ono al t ernare i ru ol i du rant e l a gara) è di 400 eu ro, c om p rens iv a di p ranz o, c ena e al l oggio in h ot el ( s ab at o) e p ranz o di c h iu s u ra ( dom enic a) . P er inf orm az ioni: S an Marino R ac ing O rganiz at ion, 05 49 9 425 8 2, s m ro@ al ic e. s m , w w w .ec oral l y .eu .


6

SAviluppo ttualità Economico

A ssestamento

ANIS: “Prima di aumentare le tasse, si riduca davvero l’enorme spesa corrente” “ P rim a di au m ent are l e t as s e, s i ridu c a l a s p es a c orrent e” . Q u es t o è l ’ inv it o c h e ANIS h a riv ol t o al Gov erno al l ’ indom ani del l ’ inc ont ro del l a s et t im ana s c ors a s u l l ’ as s es t am ent o di B il anc io. P er c orret t ez z a, al m om ent o in c u i il giornal e v a in s t am p a, è in c ors o u n al t ro inc ont ro t ra l e p art i, dov e il Gov erno dov reb b e ac c ogl iere al c u ni s u ggerim ent i degl i Indu s t rial i e non s ol o, m a non è c h iaro s e l o f arà né in c h e t erm ini. Al m om ent o, q u indi, l a b oz z a p res ent at a l a s c ors a s et t im ana, f a t es t o. E di q u es t a, il c om m ent o di ANIS è ab b as t anz a c h iaro. “ P u r t rat t andos i di u n t es t o ancora non definitivo nel q u al e s ono s t at e rec ep it e al c u ne nos t re os s erv az ioni t ec nic h e m a c h e non c ont iene nes s u n int erv ent o di ridu z ione del l a s p es a c orrent e. D i f ront e al l a nec es s it à di rieq u il ib rare i c ont i p u b b l ic i, s areb b e inf at t i q u es t a l a s t rada m igl iore e p riorit aria, p rim a di c erc are di rep erire m aggiori ris ors e dal s is t em a ec onom ic o e dai c it t adini. Inf at t i s i ip ot iz z a u na p at rim onial e s u gl i s t ru menti finanziari detenuti al l ’ es t ero ed addirit t u ra il rip ris t ino del l a m inim u m t ax p er l e im p res e. R es t ano inv ec e, t ra l a p rim a e l a s ec onda b oz z a, al c u ni el em ent i orm ai c ert i, t ra c u i l ’ ac q u is t o di im m ob il i da p art e di s t ranieri, il c ont rib u t o del l o 0, 5 % a c aric o dei dip endent i p u b b l ic i e il rieq u il ib rio del l ’ im p os iz ione s u i reddit i da p ens ione, s ep p u r l im it at o a q u el l e p iù al t e. Il p rinc ip io in q u es t o c as o è c ondiv is ib il e, s op rat t u t t o p er c orreggere l ’ anom al ia di q u ant i p erc ep is c ono u na p ens ione p iù al t a del l oro u l t im o s t ip endio. Q u es t o p erò non es im e il Gov erno dal f orm u l are, c on u rgenz a, l a rif orm a s t ru t t u ral e del s is t em a p rev idenz ial e, c h e oggi non è p iù s os t enib il e. E ’ in q u es t o am b it o c h e il m ondo im p rendit orial e au s p ic a v enga rif orm at o anc h e il t et t o al l e p ens ioni, c h e at t u al m ent e p enal iz z a il nos t ro s is t em a, in q u ant o p oc o at t raent e v ers o m anager e im p rendit ori. Al l o s t es s o m odo, il t et t o agl i s t ip endi p u b b l ic i h a

l ’ ef f et t o – negat iv o – di al l ont anare i m igl iori p rof es s ionis t i, s op rat t u t t o in s et t ori v it al i c om e l a s anit à . S et t ori dov e il l im it e dei 100 m il a eu ro c i p one f u ori dal m erc at o del l e c om p et enz e, c ondannandoc i al l a m edioc rit à ” . P er q u ant o rigu arda l a P u b b l ic a Am m inis t raz ione, “ f erm o res t ando c h e int erv ent i s t ru t t u ral i andranno c om u nq u e ap p ort at i c on al t re L eggi s ingol e, l a nos t ra p rop os t a è q u el l a di int rodu rre el em ent i di s t im ol o al l o s v il u p p o ec onom ic o dal l a ridu z ione del l e f es t iv it à , al l ’ am p l iam ent o del l ’ orario di ap ert u ra degl i uffici pubblici”. E proprio rigu ardo al p ers onal e, inv ec e, “ p al es iam o l a nos t ra p erp l es s it à ris p et t o al l ’ int erv ent o c h e il Gov erno h a ip ot iz z at o s u l l e s oc iet à a p art ec ip az ione s t at al e: s i v orreb b e ric ondu rre t al e am b it o a q u el l o del s et t ore p u b b l ic o, ob b l igando t al i s oc iet à a u t il iz z are gl i s t es s i c rit eri e l e s t es s e m odal it à . S e è c ondiv is ib il e l ’ am p l iam ent o di q u es t e p rerogat iv e agl i E nt i del s et t ore p u b b l ic o al l argat o e q u indi anc h e al l e Az iende Au t onom e, non è c om p rens ib il e il m ot iv o p er c u i c iò av v enga anc h e p er l e s oc iet à p riv at e, c h e op erano c om e t al i s u l m erc at o” . “ In ogni c as o” , ril ev ano dal l ’ ANIS , “ anc h e t al e int erv ent o non ap p are p ort at ore di c h is s à q u al i ris p arm i ( anz i, c on t al i v inc ol i è p iù p rob ab il e c h e t al i s oc iet à s u b is c ano dei danni) , p er c u i t u t t o res t a l egat o u nic am ent e a nu ov e t as s e, c h e andranno a p enal iz z are diret t am ent e il t es s u t o ec onom ic o. E c onom ia c h e inv ec e andreb b e s os t enu t a c on m aggiori inv es t im ent i e, al m eno, c on u n p iù c onv int o s os t egno da p art e del Gov erno” .

di Daniele Bartolucci

Lo sviluppo economico di San Marino passa ancora una volta per i lavoratori frontalieri. Da una parte, se le aziende li vogliono assui tta t l ta no fare pagando un costo a i i tt a li i itti nelle liste di avviamento, all alt a a a i ati ai sammarinesi per quanto riguarda l’annosa questione del tempo indeterminato. E’ questa una delle novità più importanti della nuova stesura della Legge Sviluppo del Governo targato Adesso. sm, che nell’ultima bozza tata i tti a a all parti sociali ha aggiunto diversi temi, tra cui quello di ridurre la tassazione alle imprese di mezzo punto percentuale, portandola dall’attuale 17 al 16,5%. Assunzione frontalieri: nuovo “doppio binario” La partita sul mercato del lata a ta a i att sa di una riforma complessia lla ilu dalla sua prima stesura, la Segreteria al Lavoro ha deciso di imprimere un’accelerai i tt a u it mi più discussi degli ultimi anni: la possibilità alle imi a u i ttamente il lavoratore che cercano. La motivazione principale, come ha più volte palesato a lla t i tia t allineata all’esigenza dell’ai a attutt lla limitatezza delle competenze disponibili sul mercato interno, per cui occorre per forza avviare le procedure per cercare e assumere un frontaliere. Ma non con maggiori costi, come invece prevede la ilu alla ua iniziale proposizione, un fatto che ha scatenato le critiche delle categorie economiche, come noto. Anche se, dalla prima ipotesi del 7,5% di contributo, la Segreteria di Stato ha rimodulato la questione al la a del 4% al fondo formazione ideato nell’ultima bozza più ia t l attual alla Cassa Ammortizzatori Sociali. In pratica, dall’1,9% che tat l i a i i iale era quella di far pagare il 7,5% a chi assumesse frontalieri (in base ad un calcolo percentuale sulla forza lavoro sammarinese impiegata), con un aumento del costo del la tt l aa della Cassa Ammortizzatori Sociali, che ha un passivo annuale di diversi milioni di euro. Ora l’aumento del costo l la i tt al i i i tt a la at i i itti ll li t i a ia-

FIXING FIXING- Anno - AnnoXXII XXV- -n.21 n.27 - -Venerdì Venerdì3014Maggio L u gl io 2017 2014

l

a

i

t i ut a

ài u

la

a i

Frontalieri: il 4% in

L a nu ov a v ers ione del l a L egge S v il u p p o p u nt a l ’ at t en comunque resta, a meno che non ci siano candidati t l almente consapevole che si sat attat i u a ia penalizzazione per quelle aziende che stanno crescendo (perché se cercano persoal i i uali at i i a u t aa prontato una nuova formulazione prevedendo un “doppio binario”: da una a t la u a i tta ovvero quella iniziale, per cui l’azienda assume il non i itt all li t i a iamento pagando una maggiorazione del 4% come contributo al nuovo fondo per la a i ul tit l a a ia a la i i di certo non andrà più a rimpinguare quello per gli ammortizzatori sociali); dall’altra, seguendo la procedura standard, se non dovesse trovare nelle liste un lavorat l a att i ti ichieste, potrà cercare anche fuori dalle liste senza pagare il 4%. E’ chiaro che la proceua i i ai t a vrà essere formalizzata al meglio, perché altrimenti si rischia di creare un “tappo di discrezionalità”, come potrebbe avvenire su compet i uali la noscenza delle lingue, ad i ttia u a tipico che si potrebbe presentare ogni giorno: viene richiesto un ingegnere meccanico che conosca l’inglese, ll li t u i meccanico ma non conosce li l l a i a u a umere a quel punto un frontali a a a il Al di là di questi dubbi e delle i al u i passi avanti sicuramente), la l a lla l a sia cambiato e resta sempre quell’aumento del costo del

LAVORATORI FRONTALIERI 2011

2012

D irigent i

117

102

R es p ons ab il i ed es p ert i di s et t ore

438

422

Im p iegat i s p ec ial iz z at i e t ec nic i

1.208

1.146

Im p iegat i op erat iv

49 3

48 0

O p erai c ap orep art o

32

32

O p erai s p ec ial iz z at i e t ec nic i

1.45 5

1.36 5

Operai qualificati

1.240

1.15 9

O p erai generic i e c om m es s

9 6 8

8 8 6

Al t ri

4

6

T O T AL E

5 .9 5 5

5 .5 9 8

Elabo lavoro che alle aziende non piace. Un aumento che, come ha più volte ribadito ANIS, rischia di incidere negativamente sulla loro competitività e su quella dell’intero sistema economico. Tempo indeterminato, italiani avvantaggiati L’altro grande tema di discussione sul Titano da semla ta ili a i i lavoratori frontalieri, richiesta a gran voce anche dai sindacati proprio nella discussione sulla Legge Sviluppo e a a ia att ia l a t che nella nuova bozza della l a tata i maniera molto più semplice di quanto ci si potesse aspetta tutti i t atti a t determinato, dopo 18 mesi devono essere trasformati in tempo indeterminato, senza

discriminazioni tra sammarinesi e frontalieri. Non solo per quelli di domani, ma, in a i a t atti a a per quelli di oggi, che pota ia l a bio” solo dopo 4 mesi dall’entrata in vigore della legge. Qualche malizioso potrebbe dire che i 4 mesi servano per licenziarlo o per non rinnoa li il t att i t dovrebbe essere assunto a t i t i at l i là di questo dubbio, la conseguenza sarebbe non solo un impegno maggiore per le imprese che hanno personale tali a attutt i creerebbe, paradossalmente, una discriminazione a sfavore dei sammarinesi. Un front li italia i atti trebbe garantirsi il “posto ia a arino, mentre un sammarinese che lavora in Italia lo


S

FIXING - Anno XXV XXII -- n.27 n.21 -- Venerdì Venerdì 14 30 L Maggio u gl io 2017 2014

i

lla a a

ti at i

iali i

l

viluppo Economico t

all i

i

t

i tt

7 al

al

n più per assumerli e la stabilizzazione

nz ione s u i l av orat ori non is c rit t i nel l e l is t e di av v iam ent o: ridot t o l ’ au m ent o di c os t o del l av oro, c h e nelle liste per quell’occupazione. Parificazione ai sammarinesi: tempo indeterminato dopo 18 mesi

I OCCUPATI A SAN MARINO 2013

2014

2015

2016

2017 *

9 7

9 8

100

9 9

9 9

406

38 8

38 3

37 7

38 4

1.09 6

1.06 4

1.09 2

1.111

1.139

5 13

5 12

5 20

5 48

5 8 9

33

30

29

28

29

1.29 8

1.246

1.206

1.17 2

1.17 7

1.126

1.09 9

1.09 2

1.08 5

1.08 6

8 5 8

8 34

8 05

7 9 9

8 09

8

15

33

33

32

5 .435

5 .28 6

5 .25 9

5 .25 2

5 .344

orazione grafica a cura di San Marino Fixing. Fonte UPECEDS *Aprile avrebbe solo dopo 36 mesi. Come minimo, si dovrebbe a i a la a a arinese a quella italiana. Formazione, nuovo fondo e nuove prerogative Che la formazione e le politiatti i al ia un investimento da potenia l i ai tutti attutt li i it i che da tempo impiegano risorse in questo ambito (ANIS aa i u a t uttu a interna d’eccellenza, ndr). a il t u t che il “costo” maggiorato a carico delle aziende che assumeranno frontalieri verrà trasferito in un nuovo fondo, che il Governo istituirà a tale scopo. In teoria, la formazione potrebbe a sopperire, nel tempo, le mancanze di competenze nel mercato interno

e quindi vanno trovate le rial a a vero che la Cassa per gli Ammortizzatori Sociali, così faà a att i pinguata come era negli i tti i i i iali Inoltre, pare di capire, che la formazione verrà poi aggiunta come compito alla Commissione Lavoro, alla ual a iti gli strumenti tecnici per attivarsi in maniera puntuale a u u a at ia a ai a tat Imposte dirette, piccolo sconto alle imprese u u a u lat u aumento del costo del lavoro per le aziende che assumea tali i i ttamente, dall’altro lo Stato chiederà alle stesse imprese u i tt a i

E Treditoriale provvedimenti gestiti davvero molto male S egu e dal l a p rim a

( ...) t u t t i i giorni c on i m erc at i. P ec c at i di giov ent ù o s u p p onenz a? L ’ u nic o c om m ent o c h e c i v iene da f are è c h e,

v is t i i ris u l t at i ot t enu t i, u na m aggior ric erc a di c ondiv is ione c on l e As s oc iaz ioni di c at egoria e i s indac at i era s enz a du b b io nec es s aria. Alessandro Carli

nella nuova stesura della ilu i atti una riduzione dell’aliquota u i a ll i t i tt dal 17% al 16,5%. Un piccolo t al i a i ulta ai i ati i

dell’azienda, poco incisivo sul proprio bilancio e sulla propria competitività. Molto più incisive saranno i l i i stanno ipotizzando nell’assestamento di bilancio, dove

pare verranno inseriti altri aumenti, che potrebbero peali a l i i ttat ta i i tta t i t ai itta i i ne ridurranno la capacità di spesa e quindi i consumi).

l t tutt il a it lo degli incentivi, che come da iniziale impostazione, a i al i tti i t i uiti u a i l alità.


8

i tt a i lia t att di prestazioni occasionali al posto dei “vecchi” e contestati voucher. E’ questa la risposta dell’Italia al mercato l la a ai i ltà a lu lu li a tit u ial t il u tu t i t tt alla Legge di conversione numero 96 del 21 giugno 2017 (publi at i a tta ial “Serie generale n. 144 del 23 iu u l t Ordinario numero 31”) e li at alla i lare numero 107 del 5 luglio 2017 dell’INPS. Circolare che ll i i l gure del datore di lavoro e del lavoratore con i termini, i tti a t i utili atore” e “prestatore” e le loro a att i ti l li i utilizzo ed economiche a cui entrambe le parti devono att i i i itti a a titi al prestatore (quali i riposi, l’assicurazione per l’invalidità, vecchiaia e superstiti, con iscrizione alla Gestione Separata, e l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e alatti i ali Definiti i limiti economici u ti l i i t att i la i i iscono a diverse categorie di datori di lavoro e presentano li i i ità i lai all tt lla tazione, alla misura minima dei compensi e dei connessi i itti i t i u i iale obbligatoria, nonché alle modalità di assolvimento degli adempimenti informativi. Per entrambe le “modalità” di prestazioni di lavoro occasionali sono stati inserite due “soglie” massime: 5 mila euro (per ciascun prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori e per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori) e 2.500 euro. Quest’ultimo importo fa riferimento alle prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del medesimo utilizzatore. Gli importi, va ricordato, sono riferiti ai compensi percepiti dal prestatoia al tt i t i uti premi assicurativi e costi di gestione.

L

avoro iti i t tti

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

a i i

a

a

ila u

i

t à utili a li

Italia, i nuovi voucher Libretti Famiglia e CPO Partite ufficialmente il 10 luglio le modalità contrattuali di lavoro Libretto Famiglia: regime e comunicazioni Possono fare ricorso a prestazioni di lavoro occasionali t a it i tt a i lia lta t l i ll i i ll atti ità professionale o d’impresa. tt a il l utili at u u a lu i amente le prestazioni di lavoro occasionali rese in suo favore per lavori domestici, inclusi i lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione, assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità, insegnamento privato supplementare. l i tt a i lia sto da titoli di pagamento, il ui al i al at in 10 euro, utilizzabili per compensare prestazioni di durata non superiore a un’ora. Il valore nominale di 10 u u i i u per il compenso a favore del prestatore; 1,65 euro per la contribuzione alla Gestione separata INPS; 25 centesimi per il premio assicurativo t i i il nanziamento degli oneri di gestione della prestazione di lavoro occasionale e dell’erogazione del compenso al prestatore. Al termine della prestazione lavorativa (e comunque, ricorda l’INPS, “non oltre il terzo giorno del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione stesa att a la iatta ma telematica INPS o avvalendosi dei servizi di contact center messi a disposizione all l utili at t nuto a comunicare “i dati i ti ati i l tat il luogo di svolgimento della

prestazione; il numero di titoli utilizzati per il pagamento della prestazione; la durata della prestazione; l’ambito di svolgimento della prestazione; altre informazioni per la gestione del rapporto”. Contratto di prestazione occasionale l il t att diante il quale un utilizzatore acquisisce, con modalità li at ta i i i lavoro occasionali o saltuarie i i tta tità Possono farne ricorso, nei liiti ià itti i nisti, lavoratori autonomi, imprenditori, associazioni, fondazioni e altri enti di natura privata, nonché amministrazioni pubbliche” con i la ta i i valide “per la pubblica amministrazione e per le imprel tt a i l La misura del compenso non u i i al li ll minimo, stabilito in 9 euro per ogni ora di prestazione lavorativa. Inoltre, l’importo del compenso giornaliero u i i alla i u a i i a ata la u a i i uatt ore lavorative, pari a 36 euro, a ual a la u ata ttiva della prestazione lavorativa giornaliera sia inferiore a uatt l tta t al prestatore vengono applicati una serie di oneri a carico dell’utilizzatore, ovvero la contribuzione alla Gestione separata INPS, nella misura del 33% e il premio assicurativo INAIL, nella misura del 3,5%. In relazione al compenso minimo orario di 9 euro, rimarca la Circolare numero

la i u a i tti i a ia u e 0,32 euro (INAIL)”. Anche il CPO, come per i litti a al u i li iti all utilizzo, oltre a quelli economici. a ti la a il i al t att i prestazione lavoro occasionale ai datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato. Al riguardo, allo scopo i li a li a imenti da parte degli utilizzatori e di favorire lo svolgiment ll atti ità i t ll preventivo automatizzato da parte dell’Istituto, il periodo da assumere a riferimento per il calcolo della forza aziendale con rapporto di laat i t i at il t a all tta al terzo mese antecedente la data dello svolgimento della prestazione lavorativa occasionale. Ad esempio, se la

prestazione verrà resa il giorno 23 luglio 2017, dovrà essere ttuat il ut lla media occupazionale dei lavoratori a tempo indeterminato per i mesi da novembre tta te) ad aprile 2017 (terzo mese precedente). Nella prima fase di avvio dell’operatività delle prestazioni di lavoro occasionale, il requisito dimensionale stabilito dalla legge (non oltre cinque dipendenti a tempo indet i at a à aut ti at all utili at att a la iatta a t l ati a L’INPS, inoltre, conferma che ti u à a tt i ua itti i al dicembre 2017. Da gennaio 2018 il contributo Bonus baby itti aà at le modalità previste per il litt a i lia ulla a delle istruzioni che saranno appositamente emanate.

Piattaforma INPS: come registrarsi La gestione delle prestazioni occasionali, inclusa l’erogazione del compenso ai pretat i u tata a u a ita iatta at l ati a ui il att averso l’accesso al sito internet dell’Istituto - www.inps.it - al seguente servizio: Prestazioni Occasionali. Gli adempimenti di registrazione, da parte degli utilizzatori e dei prestatori nonché di comunicazione dei dati relativi alla prestazione lavorativa possono essere svolti sia i tta t all utili at tat att a la alla itata iatta a telematica con l’utilizzo delle proprie credenziali personali (PIN INPS, credenziali i t a u li i Identità Digitale, CNS - Carta Nazionale dei Servizi), oppure avvalendosi dei servizi di contact center INPS, che gestiranno, per conto dell’utente (utilizzatore/prestatol l i t ll attività di registrazione e/o degli adempimenti di comunicazione della prestazione lavorativa. i tal a li inarmente necessario che l’utente risulti in possesso delle credenziali personali (PIN iali istema Pubblico di Identità Digitale, CNS - Carta Nazionale dei Servizi). Alessandro Carli


L

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

di Daniele Bartolucci

Mercato del lavoro, in arrivo due importanti novità per imprese e lavoratori. La prima i ua a la u a la i azione delle mansioni lavorative, che passeranno dalle oltre attuali a i a la a i a tata dal nuovo strumento dell’apli ati a tt rà all’impresa di selezionare il al i itt ll li t i avviamento al lavoro. Nuova classificazione Cambiamento epocale l u l l t i ll i i al t t disposto dalla Commissione del Lavoro, entrerà in funzione dal 17 luglio la nuova codia i t a i al 2011). “L’introduzione della u a la i a i a i nalizza il numero e l’utilizzo di mansioni lavorative coeti la u a i a la i a i tta u per macro aree professionali, i t a t i ti li lli i a il itt ll i l a i a i i i t atta i u a i a a i linea con gli standard internai ali tt à a tutti i a la al t l t so linguaggio, lavoratori e a i l i tti a la l i t ta ta e domanda, in un momento u ll attual i la at i i u ati a a t i laa la i a i munque un cambiamento importante, epocale: “Come ogni cambiamento va agevolato, evitando rigidità da una parte e dall’altra”, spiega Francini, “per questo il prou at l ia t t a i tat stantemente portato avanti in condivisione con le parti sociali, lasciando comunque un t a i i ilità al istema, con possibilità di un periodico aggiornamento mediante l’inserimento di nuove mansioni non previste. A tal proposito, si invitano i tti i t ati a ultare la versione più recente dell’elenco delle mansioni riportato su Labor”. Come e quando cambiano le mansioni Il procedimento di “trasformazione” delle mansioni da quelle vecchie a quelle nuove comporterà diversi cambiamenti in capo ai lavoratori e alle aziende. Ma se per le mansioni che hanno corria à i cato nulla, per le altre ci saranno diversi gradi di cambiamento. “Dal 17 luglio e nei prossimi mesi inizierà un

avoro 9

Dal 24 luglio le imprese potranno selezionare autonomamente i candidati

Mansioni lavorative: al via la riclassificazione D a 1.5 00 a c irc a 8 00: l a m oderniz z az ione in v igore dal 17 l u gl io

l la i i la i cazione delle mansioni precedentemente registrate, per ricomprenderle nel nuovo sit a i i a a li at Ipoteticamente la maggior parte delle non corrispondenze riguarda le mansione generiche (Impiegato d’ordii at i tt piegato tecnico etc.), che dovranno essere gradualmente sostituite”. In questo caso “gli at i ll i l avoro comunicheranno agli operatori economici utilizzatori di mansioni non più preti lla u a la i azione, l’obbligo di conversione e/o di suggerire nei casi possibili il cambio della mani la ati a ta i t che l’operatore economico potrà inoltrare le proprie osservazioni/obiezioni alla variazione di mansione apportata all i l a tramite l’indirizzo di posta l tt i a i ati a u l pa.sm, “ma entro 60 giorni dalla data della variazione efttuata u at il termine stabilito, la variazioi a i aà itivamente registrata”. Oltre a u ti a i i a quelli più complessi, in cui l i a ài a i i la i a la a i perché troppo generica o peri u tt l ii i il aluta i questi casi l’operatore economico interessato verrà contattat all i i ita l ad allinearsi alla nuova clasi a i tual t prevedere una nuova mansione non ricompresa nell’el l t i ll

i i viamente”, conclude Francii tutti li at i mici sono obbligati ad informare i propri dipendenti interessati ai cambiamenti interuti lla la i a i della mansione lavorativa per tt l u i t ai t tt Storicità garantita E non si toccano i livelli a t i ità i tutti i ati senti nell’archivio informatico verrà comunque garantita i a il i tt a ini, “grazie all’applicazione di u a ta lla i i la i a i ne elaborata dalla Sezione Inati a ll i l avoro”. a u ta la i la i cazione delle mansioni indicheranno anche un cambio di livello: “Una delle preoccupazioni più forti che abbiamo raccolto riguarda la possibilità al a i i i a della mansione, cambi anche il livello di inquadramento. ia t u t possibile, visto che tale modia ati a lla t atta i ll tti a ll i l a l u t i ll i ni, comunque, potrà in futuro essere preso come base di discussione per eventuali moi ll i tt laratorie dei vari livelli, che sono, al pari delle vecchie mansioni, ormai obsolete. Ma u t aà tt tt i i u i t a i aati at i i la i l a i la i care solo le mansioni e questo a att

Anche le aziende possono selezionare il personale L’altra novità, come annunciato, riguarda quindi la possibilità di selezionare il persoal i tta t all li t di avviamento al lavoro, “ma ta i a a cini, “la possibilità che tale richiesta venga elaborata all i ati a i una scelta all’impresa, se continuare a fare la richiesta coa att atti a i in maniera più autonoma e i tta lla l i viamente resta obbligatoria la richiesta numerica, che va ilata i tutti i u i a i i lt ata i i ata all i att a so l’applicativo Labor. Una volta sbloccata la richiesta, l’operatore economico che intenda procedere in via autonoma, dal 24 luglio, potrà imta i u i lt i a i i ata i i al necessario, al massimo due

mansioni secondarie o accesi i at ti la mansione principale ed il u it a i i a il sistema fornirà i nominativi dei candidati presenti, con la possibilità di visionare sia la storia lavorativa (i dati conteuti ti ati all cio del lavoro) e il Curriculum Vitae (le informazioni sono aut ti at all t candidato)”. A questo punto la i a u l i a i candidati che preferisce “e u ti i a la l tt a di invito al colloquio di lavoro, mentre l’operatore economico riceverà via email le informazioni necessarie per tatta i tta t i a didati e concordare la data del colloquio di selezione”. E se i a i ati i i “L’operatore economico o il tt l at à pilare la valutazione del candidato per le persone selezionate e successivamente potrà

procedere con la comunicazione nominativa per l’avvio al lavoro”. Oppure, “la richiesta numerica potrà essere traa all i l a che, tramite l’assistenza degli at i ttu à u a icerca allargata a mansioni a i i ili l al i itt ll li t i a iamento al lavoro”. Se invece trovasse il lavoratore che cerca, “per dare corso all’avvio lavorativo, rimane al momento inalterata la procedura in uso per la comunicazione nominativa di avviamento a/lavoro”. “Il procedimento”, i a a i i a a ta za chiaro e intuitivo, ma comlt i itt al a at ui tal cambiamento avrà una fase iniziale di sperimentazione, lla ual au i a il la massima collaborazione con gli utenti, che invitiamo a segnalarci eventuali disfunzioi l i a tt aluta il att u sto strumento sia disponibile online: “Già il Decreto 156/2011 prevedeva le comunicazioni telematiche, ma quando arrivai qui, nel 2012, non avevamo ancora un sito i il it i t atti l’implementazione dell’appliati a ta t dimostrano le funzioni di ricerca per lavoro occasionale e accessorio, il CV dei lavoratori e la valutazione del candiat i tutt li


10

a ai tata i lu a per la prima volta come destinazione turistica all’interno del programma di viagi i a i u a a tat l a i i giorni scorsi dei primi turisti vietnamiti, che hanno pretat il l i att averso l’agenzia. Dopo l’arrivo a Bologna e un t u lla ittà il gramma ha previsto un itinerario alla scoperta delle bellezze del patrimonio storico-culturale di San Marino, la cena con degustazione dei iatti ti i i l t it i a ai il ttat i t it i i del Turismo per accogliere al meglio gli ospiti ha organizzato un breve incontro, durante il quale, alla presenza dell’Ambasciatore di San ai i i t a tat consegnato ad ogni partecia t u att tat i ut lla ta u lica. Nel pomeriggio, poi, il gruppo vietnamita ha proseguito il tour alla volta di Venezia per poi visitare la Slovenia e l’Austria, prima di rientrare ad Hanoi. “Questo primo risultato molto incoraggiante”, spiega una ta ll i ui la prima tangibile riprova lla a ia ll i ativa strategia di internazionali a i la u li a di San Marino ha avviato attraverso la sua rete diplomatica e consolare. Questa strategia si sviluppa all’interno

Diversi Tour Operator e Agenzie Viaggio provenienti da Germania, Paesi Bassi, ia u li a a aa a a ai a estate per incontrare operatori economici e possibili partner. La Camera di Commercio in collaborazione con il Consorzio San Marino 2000, il Convention & Visitor Bureau l i l ui a li à i atti a a ai nei giorni 27, 28, 29 e 30 settembre, una delegazione di tour operator provenienti da Germania, Paesi Bassi, Unia u li a a iali ati ll ta i a tti ia i tu ismo over 65. Un target molto interessante per San Marino (e anche per la vicina riviera romagnola, che proprio recentemente ha siglato nuovi accordi con a i at i l tt re), per diverti motivi: spesso sono turisti stanziali, non avvezzi al “mordi e fuggi” in giornata, sono interessati a ultu a t ia a it ttu a

T

urismo

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

a a utt l atti ità

ll

a iat

a i

li

à

li alt i

Il Titano tra le mete dei viaggiatori vietnamiti P er l a p rim a v ol t a ins erit o nel l e des t inaz ioni del l a H anoi R ed T ou rs

di una comune metodologia i la u a attività di supporto da parte ll i ui a mozione di San Marino come destinazione turistica diventa per la prima volta un i ai i tti i ilu -

t

t

i

po economico assegnato alle nostre rappresentanze diplomatiche e consolari nel mondo. Le prime missioni i lt i u t tt sono state il nostro Consolato Generale in Vietnam e la nostra Ambasciata in Indo-

a i at

ia atti ità i i a att a i i u i u i turistici sono state avviate da pochi giorni anche presso il nostro Consolato Generale in India e in autunno lo saranno anche presso l’Ambasciata in Giappone. Entro il

alla a

a i

2018”, inoltre, “si prevede che a tutt l alt i i i diplomatiche e consolari di San Marino nel mondo siano att at l atti ità promozionali nel campo del turismo”. Daniele Bartolucci

i a

tt

Over 65, i Tour operator europei cercano contatti paesaggi e hanno una buona capacità di spesa. Scopo dell’iniziativa sarà quello di ta la ta ta turistica ai tour operator invitati in modo tale che possano vivere l’esperienza turistica nel nostro territorio e possano poi venderla nel loro paese. Durante il periodo che i tour operator rimarranno a San Marino saranno organizzati incontri B2B con le imprese sammarinesi, tour in azienda nonché tour emozionali nel nostro paese. Gli incoming sono pensati il i t a i ta tu istica di medio ed alto livello:

al i t uttu t a alberghiere, ristoranti, servizi turistici quali tour operator, guide turistiche, bus operator, produzioni tipiche e artigianali, ecc. Le aziende partecipanti realizzeranno incontri bilaterali (B2B) con gli operatori esteri, sulla base di a it nalizzate, che verranno inviate da Camera di Commercio, insieme ai company prol li at i t i u a tti a a i a ll t li i tutt l aziende sammarinesi aderenti saranno pubblicati in un catalogo che verrà distribuito agli operatori esteri

prima dell’evento. La Camera di Commercio propone a questo proposito, delle modalità di adesione i iat l a i a renti potranno diventare protagoniste nella costruzione dell’evento contribuendo alla sponsorizzazione di seri i a i ai t u ator nel corso del loro soggiorno a San Marino. Fasi e tempi di realizzazione: dopo la ricezione delle schede di adesione da parte delle aziende sammarinesi entro il 26 luglio 2017, verrà avviata la a a ta a l atalogo delle imprese partecipanti, da consegnare ai tour

operator esteri prima dei b2b. Le imprese che aderiranno all’iniziativa parteciperanno a li i ti lla attiata l tt il Palazzo Kursaal a San Marino (gli incontri si svolgeranno in lingua inglese). Si consiglia di portare durante gli incontri materiale di presentazione delle proprie aziende. l tt ali at i lla a i ze, Azienda speciale della Camera di Commercio di Fil i i i la i al tt agheranno una quota variabile da euro 240 a euro 500; per

O

MT

Potenziali investitori spagnoli O p p ort u nit à e p ot enz ial i inv es t im ent i, è q u es t o c iò c h e S an Marino p ot reb b e rac c ogl iere graz ie al l ’ O rganiz z az ione Mondial e del T u ris m o ( O MT ) . E ’ q u ant o em erge dal l a v is it a dei giorni s c ors i a Madrid, du rant e l ’ inc ont ro t ra l a delegazione ufficiale della R ep u b b l ic a di S an Marino e al c u ni m em b ri del l o s t af f del l ’ O MT gu idat i dal S egret ario General e, T al eb R if ai. D u rant e l ’ inc ont ro s ono s t at i p res ent at i al c u ni dei p rinc ip al i p rogram m i di l av oro del l ’ O MT da p art e di v ari f u nz ionari e diret t ori, “ in p art ic ol are l a Via del l a S et a O c c ident al e” c h e u nireb b e Venez ia a S an Marino. Inol t re , il S egret ario Mic h el ot t i h a inc ont rat o il S egret ario di S t at o p er il T u ris m o s p agnol o, Mat il de P as t ora As ian Gonz al ez , c on c u i s i s ono af f ront at i u na s erie di as p et t i di p os s ib il e c ol l ab oraz ione, c om p res a l ’ op p ort u nit à dal p rop orre ai grandi gru p p i al b ergh ieri s p agnol i inv es t im ent i a S an Marino p er l a c reaz ione di s t ru t t u re ric et t iv e di al t o l iv el l o.

le imprese di San Marino l’adesione sarà invece gratuita grazie al contributo economico messo a disposizione dalla Camera di Commercio di San Marino. a i all i i iati a cessario inviare tramite fax al numero 0549 944 554 la scheda di partecipazione allegata entro e non oltre il 26 lu li il a l dell’azienda aderente, compilato in inglese con una foto e logo della propria azienda in alta risoluzione per la redazione del catalogo da presentare ai tour operator esteri, dovrà essere inviato via ail a i t la data di cui sopra. i a i i i il a u it tatta amera di Commercio (tel. 0549 ail i i i a l t atrocinato dalla Segreteria di Stato per l’Industria, la Segreteria di Stato per il Turismo e dalle Associazioni di categoria: ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT. DB


U

FIXING - Anno XXV - n.27 - Venerdì 14 L u gl io 2017

u

t att

la

t

tat

iu i at

ll ti

niversità

11

u

Lo stato di salute delle strade del Titano S u q u es t a t em a s i è l au reat a nei giorni s c ors i L au ra B el m ont e ulla tat ll i a t uttulla u li a a ai i i i t ut i lt ia tt il l lla sicurezza di quella che viene a t ita uperstrada (termine che non esiste in nessun ordinamento, né in Italia né nella Convenzione di Vienna sulla segnaletica stradale del 1968), quindi le condizioni dell’aalt i ua ail li att aversamenti a raso, gli stop, t a tt il u t i vista dell’incolumità dei citta i i i a tti a l i i lt icolosa: le aperture di molti a tti i atti izionate verso la carreggiata. E la distanza tra una persona che sta svuotando i propri riuti u aut il ta percorrendo la “superstraa a a ii u a a i i a utti i i poi si accentuano la sera, ua l illu i a i i

a a a t uttu quest’anno sono state oggetto di tesi di laurea di due neo tt i i a a a che a marzo ha Triennale in Ingegneria Gestionale all’Università degli Studi della u li a i a ai individuando le aree più pe-

ricolose per gli incidenti e proponendo una serie di soluzioni che coinvolgono, fra le altre cose, strumenti tecnologici avanzati in grado di comunicare fra loro e, a luglio, Laura Belmonte. Belt a uit la Magistrale in Ingegneria Ci-

V La nuova illa Manzoni pieve di San Marino, dalle parole

“dette” a quelle “scritte”: il libro di Broccoli “ L a nu ov a P iev e di S an Marino” era il t it ol o del l a s erat a di c h iu s u ra del S al ot t o l et t erario di Vil l a Manz oni ediz ione 2016 . S u l t em a, l ’ arc h it et t o s am m arines e R enz o B roc c ol i av ev a t rat t at o u n’ ap p rof ondit a ric erc a s u l l e div ers e f as i c h e av ev ano c arat t eriz z at o l a dem ol iz ione e l a ric os t ru z ione del l a c h ies a s im b ol o dei s am m arines i e del l a l oro s t oria. L a s t oria rip erc ors a da R enz o B roc c ol i p art e dal l a p rim a m et à del l ’ O t t oc ent o q u ando l a p ic c ol a R ep u b b l ic a era at t rav ers at a da f erm ent i c u l t u ral i e da nu ov e ap ert u re v ers o l ’ es t erno, anc h e graz ie al l a p res enz a di B art ol om eo B orgh es i e ad u na s erie di p ers onaggi di u n c ert o s p es s ore c u l t u ral e c h e f req u ent av ano l a s u a c as a. T u t t o q u es t o ebbe influenze estetiche e arc h it et t onic h e anc h e s u l l a

P iev e, dim os t rat e t ra l ’ al t ro dai dis egni di Giov anni Ant onio Ant ol ini, u no dei p iù grandi arc h it et t i del l ’ ep oc a, e rit rov at i dal l ’ E nt e C as s a di Faet ano du rant e i l av ori di res t au ro di Vil l a Manz oni. L a s t oria, gl i aneddot i, l e v ic ende, l e t av ol e p it t oric h e l egat e al l a c os t ru z ione del l a B as il ic a h anno s u s c it at o c os ì t ant o int eres s e c h e l ’ E nt e c as s a di Faet ano h a p ens at o di t radu rre il t u t t o in u n v ero e p rop rio l ib ro p er m et t erl o a dis p os iz ione di q u ant i non h anno av u t o l ’ op p ort u nit à di p art ec ip are al l a s erat a in Vil l a. “ P ens iam o c h e q u es t a iniz iat iv a – af f erm a il P res ident e Mau riz io Z anot t i - p os s a c os t it u ire u n int eres s ant e c ont rib u t o al l a c onos c enz a del nos t ro P aes e e m agari il p rim o v ol u m et t o di u na f u t u ra c ol l ana c h e rac c ol ga, in t es t i

agil i e f ac il m ent e f ru ib il i, gl i argom ent i s am m arines i c h e c onc l u deranno l e p ros s im e ediz ioni del S al ot t o di Vil l a Manz oni.” E p er u n’ op era dedic at a ad u n p agina di s t oria l oc al e, non s i p ot ev a p ens are ad u na p res ent az ione c h e non f os s e at t inent e. Graz ie al l a c ol l ab oraz ione c on Al l egro Viv o e c on l a Giu nt a di C as t el l o di C it t à , c h e p rom u ov ono l a b el l is s im a ras s egna “ S t orie e m u s ic h e al l e T orri” il l ib ro v errà p res ent at o dal l o s t es s o au t ore nel c ors o del l ’ u l t im o ap p u nt am ent o, in p rogram m a p er l u nedì 17 , al l e ore 19 , p res s o gl i O rt i B orgh es i. Nel l ’ oc c as ione, s i p ot rà as s is t ere al c onc ert o del gru p p o s am m arines e, t u t t o al f em m inil e, Gios t rem ia. Al t erm ine, il l ib ro “ L a nu ov a P iev e di s an Marino” v errà of f ert o a t u t t i i p art ec ip ant i.

vile all’Università degli Stui lla u li a i a Marino - nella sua tesi ha a ali at i ua ta t att della rete viaria sammarinei a l izioni e stabilire, a seconda della priorità rilevata, l’ordiui a attuati

alcuni interventi di manutenzione necessari per riportarle a standard elevati. Studi, i suoi, che hanno coinvolto 60 chilometri di strade da tt a a ll t att a ali at i i hanno mostrato una pavimentazione giudicata fra l’eccellente e il buono, 26 reita u tat u i te, 14 sono in condizioni critiche e verranno quindi coinvolte nelle operazioni di manutenzione in via prioritaria. Nello studio sono stati considerati parametri come la presenza di fessure, ondulazioni, cedimenti, buche e avvallamenti. Occupandosi dell’analisi dei dissesti sulla viabilità, la studentessa 25enne ha assistito nei rilievi i tecnici dell’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici partecipana u atti ità a tato all’individuazione degli interventi necessari in ogni

zona per riportare l’asfalto alle migliori condizioni. atti ità a a ia quindi, che trova immediata applicazione nelle operazioni di manutenzione stradale ta attual t i volgendo l’Azienda all’interno del territorio della repubblica. La tesi di laurea, intitolata ili i ti aluta i ne della condizione delle pavimentazioni stradali della rete viaria di San Marino”, ha visto come relatore il docente Andrea Grilli e ha registrato il t i ut ll ta ll zienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici e del Sistema Informativo di Territorio della PA sammarinese. Insieme a Belmonte si sono laureati in Ingegneria Civile altri tre studenti: Alice Corbelli ha terminato il percorso di studi triennale, Michele Garavini e Nicolas Lazzarini quello magistrale. AC


Profile for San Marino Fixing

Fixing 27 2017  

San Marino Fixing è il settimanale di economia, finanza, politica e attualità di San Marino.

Fixing 27 2017  

San Marino Fixing è il settimanale di economia, finanza, politica e attualità di San Marino.

Advertisement