Page 1

Sport p.29

3 4 7 8 10 11 12 23

p.36

Salute p.29

GIUGNO 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 82

Cultura p.18

del Conselvano

VANDALI IN AZIONE

Danneggiati i giochi del Parco Inclusivo di Palù ANCORA IN TRIBUNALE

Crac Cosecon Attiva, in 16 convocati

on-line:  Amministrative: Ambulatorio il Veterinario Veneto premia la Lega redazione@givemotions.it Cartura D O M E N I C A M AT T I N A A P E R T O >

<

A

Treviso e Vicenza due “risultati strepitosi”. Lo Dr. Milan Roberto LideoLuca Luca afferma il presidente del Dr. Veneto, Zaia, ord. Vet. PD 538 ord. Vet. PD 602 all’indomani del voto amministrativo che ha vi349 1202137 349 4238734 sto, soprattutto nella sua regione, la netta affervia Stazione, 13 - PEGOLOTTE DI CONA (Venezia) mazione220 del -partito di Salvini su tutti gli altri, cavia Padova, CAGNOLA DI CARTURA (Padova) pace di aggiudicarsi al primo colpo, praticamente da solo, due capoluoghi amministrati dal Pd. “A Treviso è stato fatto un lavoro ciclopico - ha proseguito Zaia - per recuperare una partita che prima dell’inizio della campagna molti pensavano persa. Mario Conte è stato l’uomo giusto nel momento giusto: ha un bel progetto per la città e soprattutto è riuscito a spiegarlo ai cittadini. Era da una vita che Treviso non veniva presa al primo turno. Oltre al grande candidato e ai tanti giovani, voglio sottolineare anche l’ottimo risultato della Lega. Missione compiuta”. Colpiscono soprattutto i risultati che vedono servizio a pag 6 le liste targate lega al 46 per cento mentre Forza Italia esce da queste urne praticamente polverizzata, con un misero 3,66 per cento: il risultato più basso di sempre per il partito di Berlusconi. Il Pd si è fermato al 17 per cento, mentre la civica di Manildo ha incassato 10.59 per cento. Modestissimo il risultato del M5S che con Domenico Losappio si è fermato al 4.2 per cento. Storia simile per Vicenza che usciva da 10 anni a guida Variati. Per Zaia il risultato è il frutto del “dibattito che ha accompagnato le candidature e dimostra la bontà della nostra scelta di sostenere Rucco, un debuttante che strappa il comune al primo turno”. Il nuovo Sindaco è stato incoronato da un buon 50,64 per cento dei voti mentre il fisico Otello Dalla Rosa per il centrosinistra si è fermato al 45.87 per cento. Il dato dell’affluenza, invece, non è dei migliori: nei 46 Comuni veneti andati alle urne per il rinnovo di sindaci e consigli comunali si è registrato un netto calo, in linea con il dato nazionale.

Conselve, Terrassa, Cartura sarà “Terre Conselvane”? Entra nel vivo il progetto di fusione: sei mesi di confronto e a metà dicembre il referendum nei tre Comuni per la decisione definitiva

DUE CARRARE, SOCIALE

Borsa lavoro e tirocinio per i disoccupati CARTURA, L’EVENTO

Associazioni mobilitate per la Festa dello Sport TRIBANO, SALUTE

“Diabete a colori” in 22 piazze con 2.500 test AGNA - BAGNOLI

Migranti, basi da chiudere, appello al neo ministro ARRE, IL RICORDO

“Grazie Nadia, infaticabile e generosa” POLITICA

Governo: tre ministri veneti

La Piazza cresce, in Veneto e in Europa

SERRAMENTI

>redazione@givemotions.it<

I

giornali La Piazza si avvicinano ad un importante anniversario, i 25 anni dalla fondazione. E per noi de La Piazza questi anni sono sinonimo di espansione, di nuove aperture, di evoluzione tecnologica, di partnership importanti. Siamo orgogliosi dei nostri traguardi, della storia che ci portiamo dentro e che cerchiamo sempre di usare a favore del futuro, del miglioramento, della crescita professionale e quantitativa. segue aa pag pag 18 17 segue

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

VOLTAN GABRIELE

• Legno • PVC • Scuri • Legno/Alluminio • Finestre • Zanzariere • Portoni d’ingresso in legno o blindati • Porte interne • Rei 60/120 • Basculanti • Realizzazione dalla Materia Prima al Prodotto Finito a seconda delle richieste del Cliente

MASERÀ DI PADOVA (Pd) Via Casalserugo, 12 · Tel. e Fax 049 8860692 serramentivoltan@libero.it

facebook.com/lapiazzaweb

Clicca mi piace!


GABETTI SOLUZIONI DI VALORE AGENZIA DI CONSELVE

Via Vittorio Emanuele II, 19 - Tel. 049 9501541 - Fax. 049 9501537

CONSELVE Bivilla parzialmente arredata di generosa e funzionale distribuzione interna, perfetto stato manutentivo e curate finiture. Ampia cucina abitabile, soggiorno, tri-bagno, tri-camera più stanza guardaroba. Portico, poggiolo e giardino. Ingressi del tutto autonomi. CL.C – IPE 93,48 kwh/mq. € 242.500 RIF. 181019

BAGNOLI DI SOPRA centro, porzione di bifamiliare da riattare distribuita per ingresso, soggiorno-pranzo, cucina, disbrigo, c.t. e garage al piano terra; 3 camere e bagno al piano primo. Area scoperta ed ingressi privati. CL.G. € 50.000 - RIF. 101060

appartamento distribuito per ingresso, soggiorno-cottura, 2 Epgl,ren 159,90 kwh/mq. € 55.000 RIF.181005

ARRE Comoda anche alla direttrice per Conselve, villetta singola tutta al p.terra, distribuita per ingr.-soggiorno-salotto, cucina separata, 3 camere, 2 bagni, ampio ripostiglio, garage e porticato di 25 mq. Ulteriore p.mansardato di effettivo uso. Giardino piantumato di 850 mq. CL.D – Epgl,ren 146,70 kwh/mq. € 240.000 RIF. 171031

BOVOLENTA

e posto auto. CL.E. € 125.000 RIF. 171043

SAN PIETRO VIMINARIO Centrale, Soluzione abitativa di particolari e funzionale fruibilità, costituita da APPARTAMENTO bicamera, soggiorno - pranzo, cottura semidivisa, ripostiglio, ampio garage e splendido terrazzo di oltre 90 mq con pergolato. CL. D Epgl,ren 76,90 kwh/mq. € 95.000 RIF. 171041

ARRE centro, in bifamiliare in orizzontale, porzione abitativa autonoma, tutta al piano terra distribuita per: ingressosoggiorno-cucina, 2 camere, bagno, deposito attrezzi/ garage. Area cortiliva di uso esclusivo. CL.F. € 65.000 RIF. 181017

CONSELVE Comoda al centro, di testa del tutto indipendente e con giardinetto, VILLETTA completamente ristrutturata distribuita su circa 110 mq per: ingresso-soggiorno, cucina, 2 bagni, 2 camere, poggiolo e garage. CL.E. € 129.000 RIF. 171068

CONSELVE Interessante rustico da ristrutturare in zona fronte “Villa Ca’ Sagredo”, distribuito su ampio p. Terra di oltre 135 mq. e piano mansardato con tipica struttura in legno open-space di 110 mq. Interventi fiscalmente detraibili. Giardino di 350 mq. CL.G. € 115.000 RIF.161028

BOVOLENTA In contesto di sole 3 unità, comodo ai servizi, appartamento distribuito per ingresso, soggiorno-pranzo, cucina, disimpegno, 2 camere, bagno, poggiolo. Garage in fabbricato adiacente. Giardinetto privato. CL.F. € 55.000 RIF. 171053

CONSELVE Di recente costruzione, appartamento con funzionale e comoda zona giorno. Con ripostiglio bagno, 2 camere ed ampio garage di 28 mq. Ottimo stato; zona immediata al centro. CL.D. € 83.000 RIF. 181016

CANDIANA Vicina al centro paese, porzione di bifamiliare distribuita al piano terra da portico, ingresso, soggiorno, pranzo, cucina e w.c.; 3 camere matrimoniali al piano primo. In fabbricato staccato, locali ad uso garage e cantina. CL. F. € 79.000 RIF. 171050

CONSELVE Esclusivo, quanto funzionale APPARTAMENTO di circa mq 73 comm., distribuito per zona giorno con loggia (potenziale zona pranzo estiva), bagno, disimpegno/ rip. e spaziosa camera matrimoniale. Garage doppio. Perfetto stato; ordinata e curata palazzina comodissima al centro. CL. E. € 75.000 RIF. 181021

CONSELVE In palazzina con tutti i servizi a portata di passo, spaziosissimo appartamento distribuito per ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, terrazzo e garage doppio. CL.F. € 73.000 RIF. 181009

In gradevole contesto, appartamento Duplex con ingressosoggiorno, cucina-pranzo, 2 bagni, piano mansardato con ricavato 3 camere, 2 poggioli, garage con portico

TERRASSA PADOVANA OCCASIONE In zona centrale, comodissimo ai servizi camere, bagno, w.c., poggiolo, garage e cantina. CL.E -

TERRASSA PADOVANA Ad € 135.000, proponiamo vera occasione quale VILLETTA di testa in buonissimo stato manutentivo, distribuita per: ingresso-soggiorno-cucina, 2 bagni,

CONSELVE Centralissimo, splendido recente appartamento, in perfetto stato, su 2 livelli di generosi e funzionali spazi. Zona giorno con cucina separata abitabile, 2 camere, 2 bagni; piano sottotetto con travatura a vista. Terrazzi per mq 10 mq. Comodo garage. CL.C – Epgl,nren 101,60 kwh/mq. € 135.000 RIF. 161017

AGNA In quartiere centrale, recente villetta in bifamiliare in perfetto stato manutentivo con esterno di oltre 200 mq. Distribuzione per ampio ingresso-soggiorno-cucina, ripostiglio, 2 bagni, 3 camere, 2 poggioli e garage. CL. E - IPE 145,80 kwh/mq. € 165.000 RIF.151055

2 comode camere, 3 poggioli, garage-stanza lavoro di complessivi oltre 40 mq. Giardino privato. CL.E.

RIF.171030

AGENZIA DI CONSELVE Tel. 049 9501541 E-mail: conselve@gabetti.it Sito web: www.gabetti.it http://conselve.gabetti.it


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

Amministrative: il Veneto premia la Lega >redazione@givemotions.it<

A

Vandali al Parco inclusivo N

Ancora danni ai giochi speciali nell’area di Palù già presa di mira

Treviso e Vicenza due “risultati strepitosi”. Lo afferma il presidente del Veneto, Luca Zaia, all’indomani del voto amministrativo che ha visto, soprattutto nella sua regione, la netta affermazione del partito di Salvini su tutti gli altri, capace di aggiudicarsi al primo colpo, praticamente da solo, due capoluoghi amministrati dal Pd. “A Treviso è stato fatto un lavoro ciclopico - ha proseguito Zaia - per recuperare una partita che prima dell’inizio della campagna molti pensavano persa. Mario Conte è stato l’uomo giusto nel momento giusto: ha un bel progetto per la città e soprattutto è riuscito a spiegarlo ai cittadini. Era da una vita che Treviso non veniva presa al primo turno. Oltre al grande candidato e ai tanti giovani, voglio sottolineare anche l’ottimo risultato della Lega. Missione compiuta”. Colpiscono soprattutto i risultati che vedono le liste targate lega al 46 per cento mentre Forza Italia esce da queste urne praticamente polverizzata, con un misero 3,66 per cento: il risultato più basso di sempre per il partito di Berlusconi. Il Pd si è fermato al 17 per cento, mentre la civica di Manildo ha incassato 10.59 per cento. Modestissimo il risultato del M5S che con Domenico Losappio si è fermato al 4.2 per cento. Storia simile per Vicenza che usciva da 10 anni a guida Variati. Per Zaia il risultato è il frutto del “dibattito che ha accompagnato le candidature e dimostra la bontà della nostra scelta di sostenere Rucco, un debuttante che strappa il comune al primo turno”. Il nuovo Sindaco è stato incoronato da un buon 50,64 per cento dei voti mentre il fisico Otello Dalla Rosa per il centrosinistra si è fermato al 45.87 per cento. Il dato dell’affluenza, invece, non è dei migliori: nei 46 Comuni veneti andati alle urne per il rinnovo di sindaci e consigli comunali si è registrato un netto calo, in linea con il dato nazionale.

on c’è pace per il parco inclusivo del Palù a Conselve, ancora una volta nel mirino dei vandali. Danneggiati di nuovo i giochi speciali installati nell’area verde della frazione, come testimoniano le foto scattate da una mamma che di tanto in tanto frequenta il parco. Non ha potuto fare a meno di notare le parti rotte lasciate a terra e ormai inutilizzabili, un danno notevole che si aggiunge a precedenti episodi. I giochi di questo parco speciale sono progettati e costruiti per permettere l’attività “inclusiva”, per l’appunto, anche ai diversamente abili. Però se qualche parte viene rotta perdono la loro funzione. Ora ci sarà bisogno di un ulteriore intervento di manutenzione, a spese della collettività. Due anni fa il Comune POLITICA aveva già speso seimila euro proprio per la riparazione di alcuni giochiGoverno: danneggiati o semplicemente rovinati dall’esposizione tre al ministri continua sole e alle intemperie. veneti Il parco, aperto quattro anni fa e costato 400 mila euro, si trova accanto alla sede della comunità Alambicco proprio per poter essere tenuto sotto controllo e rispetta un orario di apertura, ma evidentemente c’è qualcuno che non si preoccupa di danneggiare un bene di tutti. Proprio la collocazione del parco è tutt’oggi fonte di polemiche accese. Fra i più critici il Movi>redazione@givemotions.it< mento 5 Stelle di Conselve che ha più volte denunciato proprio il progressivo degrado del percorso attrezzato, sostenendo che se fosse stato realizzato in centro la situazione sarebbe ben di-giornali La Piazza si avvicinano ad un importante versa, grazie alla possibilità di un maggiore controllo dell’areaanniversario, i 25 anni dalla fondazione. E per noi de La Piazza questi anni sono sinonimo di espansiogiochi. ne, di nuove aperture, di evoluzione tecnologica, di partnership importanti. Siamo orgogliosi dei nostri Nicola Stievano traguardi, della storia che ci portiamo dentro e che cerchiamo sempre di usare a favore del futuro, del miglioramento, della crescita professionale e quantiÈ un periodico formato da 15 edizioni localitativa. mensilmente recapitato Direzione, Amministrazione e Redazione: del Conselvano a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Concessionaria di Pubblicità Locale: segue a pag 18 Direttore responsabile (ad interim)

È arrivata Fibra Vodafone a Conselve.

La Piazza cresce, Ti aspettiamo in Veneto e in Europa con tutte le offerte

I

nel negozio all’interno del Centro Commerciale LANDO.

Questa edizione raggiunge le zone di Conselve, Tribano, Cartura, Bovolenta, Due Carrare e Bagnoli di Sopra per un numero complessivo di 13.200 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

facebook.com/lapiazzaweb

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione l’8 giugno 2018


4

Conselve

www.lapiazzaweb.it

Il caso Citati numerosi amministratori

Ex Cosecon altra grana giudiziaria Avviata l’azione di responsabilità da parte dei curatori fallimentari, intanto la Corte dei Conti chiude su cogeneratore

A

ncora grane per gli ex amministratori di Cosecon Attiva, la società di sviluppo del Conselvano fallita nel 2013 sotto il peso di un debito di oltre cento milioni di euro. Ora i curatori fallimentari hanno citato davanti alla Sezione specializzata in materia di imprese del Tribunale di Venezia gli ultimi due consigli d’amministrazione di Attiva, in carica dal 2010 al 2013, insieme ai revisori dei conti. Sedici in tutto gli ex amministratori, fra i quali sindaci ed ex sindaci del territorio contro i quali i curatori Michele Antonucci e Luca Pieretti

hanno proposto davanti alla magistratura contabile l’azione di responsabilità per alcuni milioni di euro, a vario titolo e in diversa misura. Il prossimo 28 settembre dovranno comparire in udienza al Tribunale di Venezia per rispondere delle due contestazioni: da una parte la “condotta di prosecuzione dell’attività sociale nonostante l’avvenuta integrale perdita del capitale sociale”, dall’altra la responsabilità di amministratori e sindaci per i costi sostenuti per il primo accordo e il nuovo accordo di ristrutturazione dei debiti. L’avvocato inca-

In alto, l’ex sede di Cosecon Attiva a Bagnoli, qui sopra il cogeneratore di Conselve

ricato dai curatori ha ricostruito la storia finanziaria di Cosecon dal 2010 al dicembre 2013, data della dichiarazione del fallimento, e ha calcolato il danno. Per la perdita di capitale sociale gli ex consiglieri sono chiamati a rispondere per 1.621.398 euro, mentre i revisori dei conti per 1.719.775 euro. Per gli accordi di strutturazione invece il danno calcolato è di 1.110.574 euro, oltre agli interessi. Intanto, quasi in contemporanea si è chiusa

un’altra vicenda giudiziario contabile sempre legata a CoseconAttiva. Sono stati tutti scagionati i soggetti coinvolti nell’azione di responsabilità sul fallimento del progetto del cogeneratore di Conselve, costato oltre 10 milioni di euro. La prima sezione centrale d’Appello della Corte dei Conti ha respinto l’appello presentato dal procuratore della Corte dei Conti del Veneto mettendo così fine ad un lungo procedimento iniziato qualche anno fa.

Defibrillatore donato all’Istituto Canossiano

strutture per esterno

tende da sole

SHOWROOM E UFFICI APERTI

chiusure verticali

strutture bioclimatiche

cancelletti anti intrusione

DAL MARTEDÌ AL VENERDÌ 9.00 - 12.30 / 16.00 - 19.00 SABATO 9.00 - 12.30

VIA URBANI, 14 - 35042 ESTE (PD) TEL. 0429/602733 - 342/7412850

INFO@SOLARTSNC.IT _ WWW.SOLARTSNC.IT

U n defibrillatore semi automatico e una borsa pediatrica di primo soccorso in dono all’Istituto Canossiano grazie all’impegno dell’associazione di volontariato Pronto Conselve insieme ad una piccola cordata di sostenitori che con generosità hanno portato il proprio contributo. Gli strumenti utili per la rianimazione cardiopolmonare e la cura di piccoli traumi e ferite sono stati consegnati in occasione dellla Festa di Primavera della scuola. “L’iniziativa rientra in un percorso annuale - spiega Lorenzo Zambon presidente di Pronto Conselve - che ha visto la scuola dell’infanzia e primaria coinvolte in attività di formazione sanitaria e di primo soccorso. Un’attività di prevenzione e di formazione fondamentale che ora si arricchisce anche con l’arrivo del defibrillatore, uno strumento salvavita, facile da usare, ormai presente in molti luoghi della nostra Conselve”.


PARCO E A N R E T S E A N I C S I P

! I T R E AP

A C I N E M O D E SABATO L O O P I R E P A INO ALLE 22:00 DALLE ORE 18:00 F

CON DJ SET

O R E B I L O T O U N GIOVEDI DALLE 9.00 ALLE 20.00

ALLE 22) LUNEDI E O IN F A N R TE N (I 0 .0 20 E LE 9.00 ALL L A D I ) D R 5€ E A N E O V S S E E I R D G TE IN R A E L M L TE S E DO SOTTO L N TA O U (N 0 .0 22 E L L A .15 MERCOLEDI DALLE 7 LLE 20.00 A 0 .0 9 E L L A D A IC N E M O SABATO E D

! i ic m a i o u t i a t r o non mancare p

Piscina Comunale di Conselve

Via Pampaloni, 1 35026 Conselve (PD) T. 049 9501421 – F. 049 9513865 info@conselvenuoto.it www.conselvenuoto.it

Seguici su Conselve Nuoto


6

Conselve

www.lapiazzaweb.it

Il progetto Entro la fine di giugno tutta la documentazione verrà trasmessa in Regione

Fusione a tre, adesso si fa sul serio a dicembre la parola al referendum F

usione Conselve - Terrassa- spettive emerse dallo studio di fatCartura: adesso si fa sul serio: tibilità realizzato da Paolo Fortin questa seconda parte del 2018 sarà dell’Anci. Il nuovo Comune: sarà decisiva per le sorti del progetto il nono per popolazione in provindi aggregazione dei tre Comuni. cia di Padova, con poche decine di Se andrà in porto è destinato a ri- abitanti in meno di Monselice e olvoluzionare gli equilibri politici e tre un migliaio in più di Este, si sviamministrativi non solo del Con- lupperà su una superficie di 55 km selvano ma di buona parte della quadrati e conterà oltre duemila bassa padovana, se invece non se imprese, una ogni 8,6 abitanti. Sul ne farà nulla segnerà comunque fronte amministrativo rimarranno le scelte e le strategie per alme- attivi i tre municipi con i servizi esno un decennio. Il primo passo è senziali e la fusione dovrebbe porgià stato compiuto a giugno dai tare contributi per circa 21 milioni consigli comunali, con l’approva- di euro nell’arco di un decennio. zione della richiesta da inviare in In attesa del voto sarà comunRegione. “Terre Conselvane” sarà que avviata la fase costituente: la questo il nome del nuovo Comu- commissione commissione conne da oltre 17.500 abitanti. E’ stato siliare sulla fusione, allargata ad scelto attraverso il sondaggio or- altri consiglieri, dovrà occuparsi ganizzato a maggio di scrivere lo statunei tre centri: tra le to del nuovo CoI Consigli domande c’era apmune, in modo da Comunali punto la possibilità essere già pronti nel di scegliere il nome caso passi il referenhanno per il nuovo Comudum. “Ogni comuapprovato ne. Il prossimo pasne è rappresentato saggio è previsto enda tre consiglieri di la richiesta tro la fine di giugno, maggioranza e due e avviato l’iter quando le amminidi minoranza, oltre strazioni invieranno al sindaco - spiega per il voto a Venezia tutti i doMassimo Zanardo, cumenti relativi alla richiesta di fu- presidente della commissione sione. A quel punto sarà la Regione - saranno chiamati a partecipare a valutare il progetto e, se non vi anche i rappresentanti della sociesaranno intoppi, ad indire il refe- tà civile, i quali potranno fare le rendum. Prima della fine dell’an- proprie proposte”. “Siamo pronti no perciò l’ultima parola spetterà a questo grande passo dopo l’eai cittadini. L’appuntamento con sperienza dell’Unione con Teril voto dovrebbe tenersi intorno rassa - aggiungono Maria Alberta alla metà di dicembre. Non serve Boccardo, sindaco di Conselve, il quorum e se in un solo Comune Pasqualina Franzolin di Cartura dovesse passare il no gli altri due e Modesto Lazzarin di Terrassa procederanno con la fusione. In per portare nuovi vantaggi per il questi mesi pertanto si intensifiterritorio e poter crescere, fatto cherà il dibattito tra le ragioni del salvo il rispetto delle singola idensi e quelle del no alla fusione, an- tità municipali. Abbiamo un’occache per invitare il maggior numero sione da cogliere e sulla quale condi cittadini a partecipare a questo frontarci con serenità nei prossimi momento di democrazia diretta. mesi, coinvolgendo tutti”. Nicola Stievano Intanto ci si confronta sulle pro-

Il fronte del “no” ribatte: “E’ una fusione a freddo, non sentita dai nostri concittadini”

“E

’ nient’altro che una fusione a freddo, costruita a tavolino dai sindaci, senza una reale motivazione legata al territorio e agli interessi dei cittadini, portata avanti attraverso frettolosi colpi di maggioranza”. Gli esponenti politici di opposizione ribadiscono le proprie posizioni e riserve sul progetto, confermando la sostanziale contrarietà alla prospettiva di creare un unico Comune tra Conselve, Cartura e Terrassa Padovana. Anche il questionario con il quale i cittadini hanno scelto il nome “Terre Conselvane” per l’eventuale nuovo Comune, non convince il fronte del no sia per il tono delle domande, “tutte mirate ai benefici della fusione, senza lasciare possibilità

di esprimere delle critiche”, che per le modalità con cui è stato diffuso. E’ giudicato insufficiente anche il numero di questionari restituiti, 352 per un totale di 995 voti, vale a dire il 7 per cento della popolazione, un campione considerato poco rappresentativo della effettiva volontà popolare. I promotori del coordinamento del no sono convinti che “la fusione sia un tema delicato, un processo che dovrebbe partire dal basso e non dalle segrete stanze. Abbiamo già visto quali sono gli effetti nefasti di aggregazioni in questo territorio. Conselve non ha necessità di fondersi con altre realtà mentre Terrassa e Cartura rischiano una pesante svalutazione nell’assumere un ruolo marginale”.

LE MARCHE MIGLIORI…

Via Zuccherificio , 2 - ESTE (PD)

............................................................ AI PREZZI MIGLIORI… SEMPRE !


7

Due Carrare

www.lapiazzaweb.it

Borsa lavoro nelle aziende occasione per i disoccupati

D

Progetto di Comune e Cisl con sostegno della Fondazione Cariparo per favorire la ricollocazione lavorativa con tirocinio

C

omune e Cisl, con il sostegno economico della Fondazione Cariparo, hanno dato vita ad un progetto rivolto ai disoccupati del territorio per favorirne la ricollocazione lavorativa. All’iniziativa sociale, che coinvolge una decina di imprese locali, partecipano dieci cittadini senza impiego di Due Carrare. “Il progetto nasce dall’attenzione alle difficoltà di quelle persone che, non trovando lavoro, si rivolgono al nostro comune e che spesso perdono la speranza e si lasciano sopraffare dalla loro situazione – spiega l’assessora al sociale Cinzia Menegazzo - è un’ottima occasione per coinvolgere le aziende del territorio che, in un’ottica di impegno sociale, le rende parte attiva del progetto”. Selezionati dai servizi sociali comunali, i partecipanti al proget-

to hanno l’obbligo di seguire una serie di incontri formativi, avviati in questi giorni e curati dalla Cisl di Padova Rovigo, con il supporto dell’Associazione Iside Academy. Quindi, in luglio, partiranno i tirocini retribuiti con la “borsa lavoro” nelle aziende del territorio, della durata di 500 ore da svolgersi entro sei mesi. L’investimento totale per il progetto è di circa 30 mila euro. Il Comune sostiene le spese della parte formativa; la Fondazione Cariparo, tramite il “fondo straordinario di solidarietà per il lavoro”, mette a disposizione le risorse per la copertura delle quote di “borsa lavoro”, con una parte a carico delle aziende. La speranza dei promotori del progetto è che al termine dei tirocini, i partecipanti possano essere assunti nelle aziende aderenti. “Questo proget-

La speranza dei promotori è che al termine del periodo di tirocinio i partecipanti possano essere assunti stabilmente

to – commenta l’assessora Menegazzo - ci avvicina alle persone e ai loro bisogni, raccogliendo e permettendoci di rispondere alle istanze personali, intercettando necessità di inclusione sociale, che ci permettono di contribuire a facilitarne la risoluzione con un forte collegamento al territorio, che è e deve essere sempre di più terreno fertile per nuove progettualità di rete”. (f.s.)

zanzariere

ERA P O N I POSA

tende tecniche

NE O I Z A Z Z I MOTOR

Croce Rossa per la pace, 500 pezzi in mostra

tende da sole Veneta Avvolgibili snc

35026 Conselve (Pd) · via Luigi Gaudenzio, 19 tel. 049 5384362 · fax 049 9500173 www.grigoletto.it · venavv@tin.it

ue Carrare ha ricordato il centenario della fine della Grande Guerra con una serie di eventi imperniati intorno alla mostra “La Croce Rossa per la pace”, promossa da Comune e locale comitato della Cri. Allestita nella Casa dai Carraresi, l’esposizione ha riscosso numerosi consensi e ionteresse del pubblico. La mostra è stata visitata dalle scolaresche del territorio e da molti cittadini; a far da guida i volontari di Croce rossa comitato di Due Carrare, e gli studenti di classe terza dell’Istituto Einaudi Gramsci di Padova ad indirizzo turistico. La mostra si componeva di oltre 500 pezzi: uniformi delle Crocerossine e del corpo militare Cri, materiale storico proveniente dal Museo internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere, pezzi unici del corpo della Marina militare e degli Alpini, foto e cartoline di prigionieri Italiani dai campi di reclusione austriaci. (f.s.).


8

Cartura

www.lapiazzaweb.it

Gli eventi Mobilitate associazioni di volontariato

Lo sport unisce e coinvolge l’intera comunità “grazie a tutti” La recente Festa dello sport e delle associazioni, promossa dal Comune, ha coinvolto con successo l’intera comunità. Dalle scuole alle parrocchie, dalle realtà associazionistiche ai singoli cittadini. Tanti gli eventi che, per venti giorni, hanno caratterizzato la kermesse tra tornei di calcio, pallavolo, tennistavolo, rugby, saggi, esibizioni di diverse discipline sportive, animazione e giochi. “La festa dello sport e delle associazioni è un doveroso ringraziamento per le tutte le nostre realtà associative sportive e non, che quotidianamente si impegnano sul nostro territorio, anche sovra comunale, e a favore della cittadinanza – afferma l’as-

fantastica storia è la vita”, promosso dall’Aido. Nel programma delle manifestazione erano inserite anche le giornate di giochi per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado e la “Cagnola Motori”, evento de-

dicato a tutti gli appassionati del settore. “Lo sport tutto è un grande momento di aggregazione – conclude Zanardo - di crescita sia fisica sia sociale delle persone, è una scuola di vita, proprio per questo possiamo dire che gli

allenatori, i dirigenti non sono solo dei tecnici sportivi, ma sono anche degli amici e dei punti di riferimento importanti per tutti i ragazzi”. Francesco Sturaro

PROMO SPECIALE

fino al 15 luglio

» 5 Solarium

35,00€

» Depilazione inte ra

20,00€

» Pedic ure

17,00€

» M anic ure

10,00€

» P ulizia v iso

28,00€

27, 00€ 18,00€ 15, 00€ 8, 00 € 25, 00€

75,00€

50, 00€

Centri estivi in due tempi, quest’anno anche alla fine di agosto Tempo di centri estivi (Ce) per i bimbi della scuola dell’infanzia e per i ragazzini della primaria e della secondaria di primo grado. Promossi dal Comune insieme alla cooperativa Comunica, i centri si terranno dal lunedì al venerdì, dal 25 giugno al 27 luglio, con un’appendice dal 20 al 31 agosto. “Novità principale di quest’anno sono i centri estivi anche in agosto – commenta il sindaco Pasqualina Franzolin – una scelta fatta per venire incontro alle richieste delle famiglie”. I Ce si terranno presso la scuola primaria “San

SUPER PROMO

» 3 Massaggi Corpo sessore allo Sport, Massimo Zanardo - Sono delle risorse insostituibili per tutti, perché a volte arrivano anche dove l’apparato amministrativo da solo non ce la farebbe”. Nell’ambito della Festa dello sport si sono svolti eventi, non solo sportivi, rivolti a tutta la comunità come la camminata sotto le stelle tra campi ed argini, la biciclettata con pranzo delle associazioni presso gli impianti sportivi e il concorso fotografico “Che

Tel. 329 2028449 C EN T R O EST ET I C O & SO LA R I U M Ele n a e C in z ia Estetica Vanity s.n.c. di Michieli Elena e Balduin Cinzia p .z z a Ma est ri del L a v o ro d’ I t a lia , 4 / 5 (Qu a rt iere d el l a For nace) 35026 Conselve (PD) • esteticavanityconselve@gmail.com

SU APPUNTAMENTO

*Locali Climatizzati

Aperto dal Martedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 19:30 - orario continuato Sabato dalle ore 9:00 alle ore 17:00 - orario continuato

Giovanni Bosco” e quella secondaria di primo grado “Giandomenico Tiepolo”. Il programma prevede giochi, laboratori, animazione e gite settimanali, tra le mete “Casa Marina” a Galzignano Terme, il parco “Le Fiorine” a Teolo, il parco “AquaEstate” a Noale. I partecipanti possono scegliere se frequentare i centri estivi solo la mattina o a tempo pieno, con possibilità di usufruire del servizio mensa. (f.s.)


10

Tribano

www.lapiazzaweb.it

Prevenzione diabete con 2500 test Riuscita campagna di prevenzione e informazione in 22 piazze padovane grazie al progetto del Lions “Diabete a Colori” con Croce Rossa Italiana, Avis e Fand. A fine giugno le prossime iniziative

C

irca 176 volontari di Croce Rossa Italiana, Avis, Lions, Fand (Associazione Italiana Diabetici), un comitato scientifico, 34 unità tra medici e infermieri , 22 gazebi , 16 iniziative di appoggio alla giornata, 2500 test eseguiti di prevenzione del diabete. Sono i numeri della “Giornata di Diabete a Colori 2018” organizzata su 22 piazze padovane con l’aiuto di Anci Veneto e Federsanità Veneta. I comuni aderenti sono stati Agna, Albigansego, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Borgo Veneto, Bovolenta, Candiana, Cartura, Casalserugo, Conselve, Este, Due Carrare, Maserà di Padova, Monselice, Montagnana, Ospedaletto Euganeo, Pernumia, Pozzonovo, Terrassa Padavana, Tribano. Il Coordinatore del progetto diabete a Colori, Massimo Cavazzana, ha ricordato come tutto sia possibile grazie al progetto che integra in rete il mondo del volontariato. Si tratta di un progetto

unico, che ha visto la sottoscrizione di un protocollo condiviso il 14 aprile scorso, che ha come obiettivo la prevenzione. Un successo dimostrato dalle dirette manifestazioni dei sindaci che si sono prestati come primi testimonial. Le prove hanno permesso di valutare la situazione di fatto e la possibilità di contrarre il diabete nel tempo. A controllo eseguito è stata consegnata una brochure informativa per meglio conoscere e prevenire il diabete e sono state fornite indicazioni di educazione sanitaria. La rilevazione della glicemia capillare ha consentito di indirizzare ai medici di medicina generale i casi che hanno presentato valori non congrui. I dati relativi ai test saranno elaborati dal dott Giuseppe Panebianco. Il progetto in questi mesi continuerà ad affinarsi grazie alla disponibilità data dal direttore Generale dell’ Ulss 6 Antonio Scibetta, il quale ha permesso

Sotto alcuni dei sindaci che hanno partecipato alla giornata informativa

alla prof. Annunziata Lapolla di coordinare il comitato scientifico. Il progetto non si ferma grazie al progetto alimentazione sport e benessere proposto dall’Istituto Canossiano di Conselve e alle iniziative dei ragazzi di diabete a colori che saranno presenti dal 27 al 29 giugno a Conselve durante la

Mercatone Uno di Tribano la riapertura è improbabile

S

i allontana la possibilità di una riapertura per il Mercatone Uno di Tribano. Il negozio è ormai chiuso da oltre due anni e inattivo, inoltre non è fra quelli acquistati dalla società italo-turca-polacca Shernon Holding srl (55 punti vendita) e dalla Cosmo/Globo (13). In provincia di Padova, c’erano i negozi di Tribano (26 lavoratori), Curtarolo (36) e Noventana di Noventa (58). Quello di Tribano non è stato acquistato né dal Gruppo Shernon e né da Cosmo/Globo. In pratica le possibilità che riapra sono praticamente nulle, a meno che non si faccia avanti, a sorpresa, un acquirente. Intanto i 26 dipendenti sono coperti dalla cassa integrazione, in scadenza il 13 gennaio 2019. Anche la sede di Curtarolo è a rischio ma in questo caso non è escluso che, in futuro, possa essere acquisita da un singolo imprenditore. Il Mercatone Uno di Noventana è stato invece acquisito da Shernon Holnding srl: la filiale gode buona salute, ma non si sa ancora se la nuova proprietà manterrà i livelli occupazionali attuali (58 dipendenti, tra cui tante donne). I rappresentanti dei nuovi titolari hanno comunicato ai sindacati del settore che faranno conoscere per iscritto di quanti dipendenti hanno bisogno, pare che si perderanno 900 posti di lavoro su 2.900. Per il resto i nuovi amministratori hanno fatto sapere che investiranno 20 milioni per riqualificare i punti vendita e che riapriranno 8 supermercati in tutta Italia, tra i quali, però, non ci sono quelli di Tribano e Curtarolo.

Il tavolo e le panchine costruite con l’albero tagliato nel parco comunale

La seconda vita degli alberi Panche e tavolo costruiti con legno a “metri zero”, senza sprechi né troppe spese, succede a Tribano.

E’ l’ultima frontiera dell’uso virtuoso e responsabile di risorse, come il legno, che anziché diventare semplice combustibile trovano una nuova vita nello stesso luogo. E’ interessante la storia delle panchine e del tavolo comparsi al parco comunale, costruite con il legno di un albero che si trovava nella stessa area, abbat-

notte gialla dove animeranno un torneo di calcio balilla umano. Da segnalare infine la bella iniziativa dei Lions Club di Padova che si terrà in occasione della giornata mondiale del diabete dell’ 11 novembre quando daranno vita alla “cammina attorno alle mura medioevali di Padova”. (c.l.)

tuto perché malato e pericoloso. Così la perdita di alcune piante viene compensata con il ri-uso del legno nello stesso luogo: gli alberi sono stati tagliati sul posto e lavorati da esperti del legno, per essere subito collocati e messi a disposizione dei cittadini. “Si trattava di un’operazione necessaria - spiega il sindaco Piergiovanni Argenton, - diventata così l’occasione per mettere in pratica un principio di riutilizzo: il taglio di un albero non è mai una bella notizia, ma non sempre è possibile evitarlo. Abbiamo perciò cercato di realizzare una ricaduta positiva per l’ambiente, usando il legno per costruire manufatti, risparmiando energia ed emissioni di inquinanti. Concettualmente è come se avessimo imprigionato l’energia pulita del sole, raccolta per decenni dalle piante nel parco, nelle panchine che abbiamo realizzato. Se avessimo usato altri materiali, ad esempio acciai o materie plastiche, non avremmo potuto sfruttare il ciclo virtuoso vegetale che invece avevano a portata di mano. Non si sono mai viste plastiche o acciai crescere da soli esposti al sole”. Il sindaco conclude ricordando che l’energia raccolta nel legno è preziosa, ed è per questo che va preservata e valorizzata anche con iniziative come questa. (c.l.)


11

Agna - Bagnoli

www.lapiazzaweb.it

Appello dei sindaci al neo ministro Salvini: “ora chiuda subito le basi” Da Agna Gianluca Piva teme che vi possano essere nuovi sbarchi e chiede anche lo smantellamento di Conetta, Milan: “restituisca l’ex caserma ai cittadini”

che oggi ospita circa 230 richiedenti asilo. “Invito il ministro Salvini a Bagnoli per mettere il lucchetto al cancello d’ingresso e soprattuto per consegnare la base alla collettività. La strada la conosce bene, c’è già stato due volte. Poco più di un anno fa contavamo oltre mille presenze a San Siro, è un’esperienza che non si deve ripetere, alla quale dobbiamo porre fine una volta per tutte. Già dopo le elezioni mi ero congratulato con Salvini e Di Maio, ora hanno l’occasione di agire”. (c.l.)

N

uovo appello dei sindaci di Agna e Bagnoli perché i centri di accoglienza migranti di Cona e San Siro vengano chiusi. Questa volta è rivolto al neo eletto ministro Salvini che ben conosce la realtà locale e più volte aveva espresso parere negativo nel concentrare tanti profughi in uno stesso territorio. Contrariato e preoccupato, così si dice Gianluca Piva, sindaco di Agna che da pochi giorni è anche responsabile provinciale per l’immigrazione di Fratelli d’Italia, su nomina del coordinatore Massimiliano Barison. Agna si trova in mezzo a due centri di accoglienza profughi, stritolato dal 2015 tra le basi di Conetta e San Siro. “Il mio timore è che possano riprendere quotidianamente gli sbarchi – continua Piva - e che Conetta e San Siro vengano riempiti nuovamente, e questo non deve succedere. Nel 2018 al momento i profughi sbarcati in Italia sono poco più di 12.000 come riporta il sito del Ministero dell’Interno, ma le prossime settimane ritengo saranno cruciali. Bisogna a tutti i costi agire a monte in Africa per far arrivare in Italia ed Europa solo chi ne ha realmente il diritto e non tenere le porte spalancate per tutti. Mi rivolgo al neo Ministro dell’Interno Matteo Salvini per una pronta chiusura di San Siro e Conetta che ad oggi ospitano ancora in totale circa 800 profughi. Lui le conosce bene queste realtà, qua c’è stato. E se fino ad oggi abbiamo ricevuto tante promesse dai Governi precedenti, ora è tempo di dire basta. Ora posso tifare e credere nel Viminale e faccio un grande in bocca al lupo a Salvini affinché riesca a trovare le giuste soluzioni sul fronte immigrazione. Per quanto mi riguarda - conclude battagliero il Sindaco – lotterò fino all’ultimo secondo del mio mandato per liberare il nostro territorio e, se ne avrò la possibilità, anche nel prossimo mandato”. Da Bagnoli il sindaco Roberto Milan manda un messaggio chiaro a Salvini: i tempi sono maturi per smantellare l’hub di Bagnoli,

Una delle ultime proteste dei migranti a San Siro lo scorso anno

PRO LOCO TERRASSA

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRASSA PADOVANA

LOCO

Comune di Terrassa Padovana

organizza

  dal 23 giugno al 3  luglio 2016 a

NE EDIZIO

11 Edizione dal 28 giugno all’ 8 luglio 2018 a

42 di BUFALA a a

per la Terrassa in Festa FESTA DELLA BONTÀ

a basso contenuto FESTA DELLA BONTÀdicarne DI BUFALA colesterolo e grasso

Presso Parco Gasparottoe grasso carne a basso contenuto diilcolesterolo

DurantePresso le serate saranno in funzione: il Parco Gasparotto

Stand Gastronomico con le nostre specialità di prodotti tipici a km ZERO

Durante lediserate in funzione: primi ai sapori di bufala, agnolotti ricotta disaranno bufala, pasticcio di bufala, caprese di bufala, STAND GASTRONOMICO CON LE NOSTRE SPECIALITÀ primo ai sapori di bufala, roast-beef bufala, roast-beef di bufala, tagliata di bufala, spezzatino di bufala fiori di zucca e... molte altre dispecialità tagliata diballo bufala, fiori di zucca e... molte altremqspecialità Spettacoli con pista in acciaio di 200 (entrata libera)

Gemellaggio a Camerino Sarà ufficializzato presto il nuovo gemellaggio tra Agna e la città di Camerino grazie ai numerosi interventi che la Protezione civile di Agna aveva organizzato a seguito delle scosse di terremoto del 2016 e 2017. Dopo il passaggio nei consigli comunali l’atto sarà siglato il 2 settembre prossimo quando Agna ospiterà una delegazione.

ballopesca con pista in acciaioorganizzata di 200 mqdal(entrata libera)Asilo LunaSPETTACOLI park per bambini, di beneficenza comitato

PARK PER BAMBINI, PESCA DI BENEFICENZA dal comitato Vieni aLUNA fotografarti con la bufala e caricaorganizzata la foto sulla nostraAsilo pagina!!! Seguici su facebook

Gi ov ed ì

Pro Loco Terrassa

Metti mi piace

2 8 gi ug no

Gi ov ed ì

5 lu gl io

ore 19,00

Apertura stand gastronomico

ore 19,00

Apertura stand gastronomico

ore 21,00

La migliore musica da cantare e ballare dagli anni ‘60 ai giorni nostri con la band

ore 21,00

Eccezionale serata danzante con la grande ORCHESTRA RIVELAZIONE 2018

DANIELA NESPOLO

“TRIBUTO ITALIANO”

una grande formazione ed uno spettacolo coinvolgente!!!

Ve ne rd ì

ore 19,00 ore 21,00

2 9 gi ug no

Apertura stand gastronomico

SERATA EVENTO

Ve ne rd ì

ore 19,00 ore 21,00

SFILANO ABBIGLIAMENTO ELEGANTE E BIKINI MODA MARE 2018 IN GARA LE VOCI EMERGENTI DEL NUOVO PANORAMA MUSICALE ITALIANO CON IL CONTEST PIÙ PRESTIGIOSO

Sa ba to

3 0 gi ug no

ore 19,00

Apertura stand gastronomico

ore 21,00

MERAVIGLIOSA SERATA di ballo latino e animazione con

ore 19,00 ore 21,00

Apertura stand gastronomico Direttamente dal Parioli: super serata di musica, ballo e divertimento assicurato

FEDERICO il Dj del sorriso

RADIO COMPANY in TOUR

Sa ba to

ore 19,00 ore 21,00

LADY VEGA DJ ED ESIBIZIONI SCUOLE DI BALLO

Do me ni ca 1 lu gl io

Apertura stand gastronomico

presenta “Viaggia insieme a me” il nuovo format 2018 con la migliore musica anni ‘90-2000 di HARRY MORRY DJ con animazione e gadget

MUSICA MODA E BELLEZZA LE MISS IN PASSERELLA • In caso di maltempo la serata verrà recuperata il 02/07/2018

6 lu gl io

7 lu gl io

Apertura stand gastronomico Fantastica serata di musica, ballo e animazione con gli

URBAN COUNTRY

Do me ni ca

8 lu gl io

ore 19,00

Apertura stand gastronomico

ore 21,00

Favolosa serata con la musica, il ballo e l’animazione di

ALEX DJ di Radio SoRrisO

Fossi e cigli da ripulire I proprietari di aree verdi sono obbligati a provvedere alla cura e pulizia, per evitare di incorrere in sanzioni che vanno dai 51,65 euro a 206,58 euro. L’ordinanza del sindaco obbliga di provvedere allo sfalcio dell’erba e alla rimozione; alla potatura di alberi e siepi che si protendono oltre il confine stradale o che possono essere d’intralcio.


12

Arre - Bagnoli .

www.lapiazzaweb.it

“Grazie Nadia, infaticabile volontaria” Arre piange la scomparsa di una protagonista della comunità, generosa e instancabile, impegnata in svariati settori, dall’Avis alla Pro Loco, fino alla Parrocchia: il commosso ritratto del sindaco Sturaro A fianco Nadia Bisson, ricordata con affetto in tutto il paese

L

a scomparsa di Nadia Bisson, storica postina nonché instancabile volontaria, ha commosso l’intera comunità. Nadia, era stata ex Presidente dell’AVIS e aveva dato il suo contributoin tutte le realtà dell’associazionismo locale: Pro Loco, Gemellaggio, Avis, Alpini, Noi, Parrocchia e altre. Si era occupata anche della lotteria durante la festa dei nonni e della preparazione della cioccolata calda la Notte di Natale e all’Epifania. Con l’Avis aveva dato la giornata per la misura della glicemia e della pressione, come prevenzione al diabete. “Era inserita con grande rispetto e riconoscenza anche nella Pro Loco e nel Gemellaggio - ricorda il sindaco Alberto Sturaro - e non lesinava ore ed impegno nel gestire le attività e nel parlare con gli altri volontari per risolvere problemi o situazioni di disagio. Durante la Marcia delle Barchesse, segui-

“Faceva da mamma a tutti i bambini del Grest estivo preparando montagne di pastasciutta, non lesinava mai le forze”

ta per ben sei volte, organizzava per i partecipanti il primo punto di ristoro che veniva assaltato dai passanti per la cura, la precisione e la qualità dei cibi esposti. In Parrocchia era la memoria storica degli averi e poteri della chiesa perché curava con professionalità tutta la dotazione: vestiario, bandiere, gonfaloni, paliotto, targhe

ed altro e si prodigava per l’abbellimento floreale e pulizia della chiesa. Faceva da mamma a tutti i bambini del Grest estivo preparando montagne di pastasciutta per il pranzo e tutti i giovani la conoscevano per la sua fondamentale e qualificata presenza in tutte le attività. La Comunità di Arre si stringe

attorno alle due sorelle per ricordare tutto il bene che Nadia ha profuso per il paese e piange la sua improvvisa dipartita che lascia un vuoto incolmabile in amici e Volontari. Ultimamente aveva avuto un grande dolore: la morte di un coetaneo e amico, a cui ha prestato casualmente i primi soccorsi e da quel giorno si è paradossalmente spenta perdendo tutta la vitalità che la contraddistingueva. La sofferenza si è protratta anche per il fatto che ha voluto smontare l’abitazione dell’amico piena di tesori di cultura (libri, dischi, opere d’arte) per restituire l’edificio ai legittimi proprietari. Probabilmente come se avesse dovuto materialmente smontare la propria vita perchè con questo coetaneo c’erano molte affinità e passioni. E’ stata un grande personaggio locale per la sua vivacità, vitalità, l’amore per le cose belle e per il prossimo”.

Centro migranti San Siro gestito ancora da Edeco Il Tar del Veneto ha accolto la richiesta di sospensiva presentata dalla Coop che contesta il risultato

L

a cooperativa Edeco continuerà ad occuparsi dei circa 230 ospiti dell’ex base dell’aeronautica di San Siro almeno fino al prossimo autunno. Il Tar del Veneto ha infatti accolto la richiesta di sospensiva presentata le settimane scorse da Edeco contro il provvedimento con cui la Prefettura confermava l’aggiudicazione della gestione alla cooperativa siciliana Badia Grande, vincitrice della gara dello scorso anno con la migliore offerta economica. Pertanto non ci sarà alcun passaggio di consegne, Edeco continuerà a gestire il centro accoglienza di San Siro ancora per mesi. Il Tar infatti ha fissato l’udienza per la trattazione di merito del ricorso il prossimo 11 ottobre 2018. A meno che nel frattempo il Consiglio di Stato, al quale ha fatto ricorso la stessa Edeco, non ribalti nuovamente la situazione. Fatto sta che il lungo e complesso braccio di ferro legale, che ormai si trascina a suon di ricorsi e carte bollate da oltre un anno e mezzo, finora ha permesso ad Edeco di continuare ad occuparsi della gestione del centro accoglienza. Motivo del contendere è l’offerta economica con cui Badia Grande si era aggiudicata, la primavera del 2017, la gara bandita dalla Prefettura di Padova. Da allora si è scatenata la battaglia legale. (c.l.)


15

Provincia .

www.lapiazzaweb.it

Salute Francesca Battaglin, 33 anni, dello Iov, premiata al convegno di Chicago

Ricercatrice padovana miglior giovane oncologa I

n anni di “fuga dei cervelli” fa senz’altro bene ricordare che i ricercatori di casa nostra, giovani e preparati, fanno scuola in tutto il mondo. Succede in settori chiave come la medicina e fa ancora più notizia quando c’è di mezzo la ricerca sui tumori. Ad inizio giugno una pattuglia di scienziati dell’Istituto Oncologico Veneto è voltata a Chicago per l’appuntamento mondiale più importante per fare il punto sulle nuove frontiere terapeutiche in campo oncologico. E non è un caso che il premio internazionale assegnato ai migliori giovani oncologi di tutto il mondo sia andato a Francesca Battaglin, 33 anni, padovana di Abano, specialista in tumori gastrointestinali nella U.O.C di Oncologia Medica 1 diretta da Vittorina Zagonel. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito alla Battaglin (che attualmente sta svolgendo un’attività di ricerca presso il laboratorio di HeinzJosef Lenz, Direttore dell’oncologia gastro-intestinale del Norris Comprehensive Cancer Center, University of Southern California di Los Angeles), per lo studio che ha permesso di identificare una specifica variante in un gene, associata ad una ridotta risposta al trattamento chemioterapico in pazienti affetti da tumore del colon metastatico. “I risultati della mia ricerca – precisa la stessa Battaglin – rappresentano una prima evidenza del possibile valore del polimorfismo genetico individuato come marcatore predittivo di risposta al trattamento. Risultati che necessitano di successiva validazione, ma che già rappresentano un ulteriore passo nello sforzo condiviso dalla comunità di ricerca per meglio comprendere i meccanismi che regolano la risposta e la resistenza tumorale alle terapie oncologiche attualmente disponibili”. La giovane ricercatrice padovana era in buona compagnia al convegno di Chicago, insieme ad altri medici dello Iov, a partire dalla professoressa Valentina Guarneri (Oncologia Medica 2) che ha nella sessione plenaria dedicata al carcinoma mammario i risultati finali di uno studio specificio. In ambito di glioblastoma è stato apprezzato il contributo di Giuseppe Lombardi, specialista tumori cerebrali (Oncologia

Medica 1) mentre Marta Schirripa, dello stesso reparto, ha presentato un’ulteriore ricerca sui tumori al colon-retto. Gian Luca De Salvo (responsabile dell’Unità di Ricerca Clinica dello IOV) ha illustrato un report nella sessione plenaria dedicata ai tumori solidi in età pediatrica. “La sottolineatura voluta quest’anno dal convegno di Chicago sulla medicina di precisione - spiega Giuseppe Opocher, direttore scientifico dello Iov - è un

Francesca Battaglin è specialista in tumori gastrointestinali

tema sul quale nostro Istituto è decisamente impegnato con tutte le sue forze e con precise scelte organizzative, dall’altro perché è chiaro che più siamo in grado di accorciare i tempi tra risultati della ricerca e attività a fianco del paziente, e più confermiamo la convinzione clinica e sociale che la battaglia al cancro è una sfida che si può vincere”.

26

Operazione anti bracconaggio lungo i fiumi

L

otta senza quartiere contro i predatori dei fiumi che impoveriscono e danneggiano l’ecosistema. La polizia provinciale è stata protagonista di una vasta operazione antibracconaggio ittico con 27 pescatori controllati in una sola notte lungo i principali corsi d’acqua di Padova città, del Conselvano, del Piovese, della zona Colli, della Bassa e dell’Alta padovana. Sono stati mobilitati 7 operatori, 46 guardie giurate volontarie e 16 pattuglie di vigilanza ittica appartenenti a diverse associazioni del territorio. “Nonostante tutte le ristrettezze economiche che in questi anni ci hanno messo a dura prova – ha spiegato il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo – la salvaguardia ambientale e della nostra fauna ittica o venatoria rappresenta per noi una priorità. È stato fatto molto dai nostri uffici per garantire la sostenibilità di attività come la pesca o la caccia e questo tipo di interventi rappresentano la dimostrazione che operando a testa bassa, con fatti concreti e grazie anche al prezioso aiuto dei volontari, si riesce ad ottenere buoni risultati”.

giugno

“MULTIFOCAL DAY” V I E N I A P R O VA R E L E L E N T I A C O N TAT TO P E R LA PRESBIOPIA P R E N O TA ! MONSELICE

AIRONE TOP BRAND A PREZZI STOCK

PROGETTOVISTAOUTLET•BOARA PISANI _PD A 500 METRI DAL CASELLO AUTOSTRADALE

“Vorrei ringraziare davvero tutti gli agenti della Polizia provinciale, le associazioni ittiche e le guardie giurate volontarie per il lavoro che hanno svolto durante l’operazione notturna – ha spiegato il Consigliere delegato alla Caccia e Pesca Vincenzo Gottardo – Aver fatto un solo verbale peraltro di natura amministrativa dopo aver perlustrato quasi cinquanta tra canali e i corsi d’acqua, significhi che a monte è stato fatto da parte di tutti un grande lavoro di prevenzione ed educazione. E’ possibile dire a buon ragione che la maggior parte dei pescatori rispettano le leggi e praticano questo sport con amore verso la natura”.


16

Provincia .

Mezzo secolo con Enaip Veneto a Piove di Sacco Grande festa per i cinquant’anni del Centro formativo di Piove di Sacco, da trenta sotto la guida dell’Enaip Veneto. Sono oltre 1.420 gli allievi formati dal 1988 nelle aule e nei laboratori del centro Enaip. L’anno scolastico in corso conta oltre 220 studenti iscritti ai percorsi triennali di formazione professionale: “operatore elettrico”, “operatore meccanico”, “operatore alle vendite” e “operatore del benessere”. Dati che confermano il trend positivo di questi ultimi anni e dicono come siano sempre più numerosi i ragazzi e le famiglie che scelgono la formazione professionale, riconoscendone oltre al valore formativo le concrete potenzialità occupazionali. L’82% degli studenti a un anno dalla qualifica trova occupazione; nel

78% dei casi si tratta peraltro di un lavoro coerente con il titolo conseguito. Tra i punti di forza dell’ente, il dialogo con il sistema economico-produttivo del territorio e l’ascolto dei suoi bisogni, accanto a una formazione strettamente finalizzata al lavoro grazie anche a strumenti come lo stage e l’“impresa formativa”, ossia un’esperienza lavorativa all’interno di una struttura reale. Circa 300 le collaborazioni attivate negli anni tra le aziende e il Centro di Piove di Sacco. Enaip Veneto è presente in tutte e sette le province del Veneto con oltre venti sedi operative, progetta ed eroga prodotti e servizi di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro.

www.lapiazzaweb.it

L’omaggio di Padova alla Beata Liduina I

l suo motto era: “Sì, volentieri, subito!”. Era così che suor Liduina, con sole tre parole, rispondeva a chi le chiedeva aiuto. Nata a Giarre di Abano Terme nel 1901, Elisa Angela Meneguzzi realizza fin da giovanissima la vocazione per la vita religiosa. È seconda di sette figli di una famiglia povera di contadini. “Angelina” fin da piccola impara a vivere una vita di sacrificio e già da adolescente va a lavorare come domestica in alcune famiglie benestanti della zona. Nel giugno del 1926, a 25 anni non ancora compiuti, entra nell’Istituto delle suore di San Francesco di Sales, prendendo il nome di suor Liduina. A distanza di oltre dieci anni, viene scelta dai Padri Cappuccini, insieme ad altre sorelle, per occuparsi della cura di bambini e ricoverati in un ospedale dell’Etiopia. È in questo periodo che la suora viene a contatto con il nosocomio patavino di via Giustiniani. Qui infatti inizia la sua preparazione infermieristica necessaria per prendersi cura dei malati africani. Un tirocinio fatto con amore perché, come ripeteva molte volte: “Voglio prepararmi bene per servire bene i malati!”. Suor Liduina è stata ricordata proprio

La cerimonia al chiostro dell’Ospedale Giustinianeo di Padova in onore della Beata Liduina

all’Ospedale di Padova alla presenza del vescovo Claudio Cipolla, del direttore generale Luciano Flor e di molte autorità cittadine e gente comune. Nel chiostro interno “Giustinianeo” è stato inaugurato un bassorilievo che la ricorda e che resterà in questo luogo di cura a “vegliare” sui malati e sui loro familiari. Suor Liduina rimarrà in Africa fino alla morte, sopraggiunta per malattia all’età di 40 anni. Dal 2002 è “Beata”, dopo che le è stato riconosciuto dalla Chiesa il miracolo di una guarigione. Le sue spoglie riposano a Padova nella bella cappella di Corso Vittorio Emanuele II, vicino al Santuario di Padre Leopoldo. Eliana Camporese


www.lapiazzaweb.it

Con le difficoltà che tutte le aziende venete, italiane ed europee affrontano quotidianamente ormai da anni, ma con la fierezza di essere il free-press più longevo d’Italia, il primo giornale gratuito distribuito nelle case ad essere nato nel nostro Paese. Traguardi e miglioramento costante: quasi delle parole d’ordine per noi. La Piazza negli ultimi dodici mesi ha aperto due nuove edizioni cartacee ed online nella provincia di Padova, con

17

Novità a La Piazza

La Piazza cresce, in Veneto e in Europa importanti risultati, e si accinge ad aprire la sedicesima edizione del suo circuito in provincia di Treviso! Ma le novità sono molte, per voi lettori e per i tantissimi clienti, oltre 300 ogni mese, che credono in noi e che consentono alle nostre quindici edizioni della

segue dalla pag 1

provincia di Padova, Venezia e Rovigo di sostenersi e di arrivare a circa il 70% delle famiglie residenti nelle aree da noi coperte ed al nostro giornale di svolgere quello che dai più viene ritenuto un “servizio pubblico”: portare ogni mese l’informazione locale di prossimità nelle case di

oltre 220.000 famiglie. Siamo fieri non solo dei traguardi del passato, ma anche di quelli del presente! Di recente infatti, si sono concretizzate due importanti novità, dopo mesi di progetti e di test, che di certo rappresentano prestigio ed opportunità per il nostro settore. Ne parliamo nel dettaglio con Giuseppe Bergantin, fondatore del giornale La Piazza, e con Valeria Marcato di Give Emotions.

Siglato l’accordo tra le testate leader in Europa

La Piazza è il primo giornale certificato in Italia

A

S

cavallo tra il 25 aprile ed il Primo Maggio, è stato siglato l’ingresso de La Piazza tra le più importanti testate giornalistiche europee appartenenti al network del “free to home”, ossia recapitate gratuitamente nelle case di milioni di cittadini europei. Questa modalità distributiva è molto diffusa in Europa, in particolare nei paesi di lingua tedesca, e nel nostro paese il circuito dei giornali La Piazza è il più importante per quantità e longevità. Giuseppe Bergantin, fondatore de La Piazza e promotore del network europeo, ci racconta come è andata. “Da molto tempo lavoriamo al progetto di creare un gruppo di editori europei che collaborino tra di loro e che possano scambiarsi esperienze, idee e condividere le nuove sfide del nostro settore. Ce l’abbiamo fatta! Ad aprile infatti abbiamo siglato i primi accordi, editoriali e commerciali. In particolare i nostri giornali La Piazza hanno stretto una forte alleanza con le più importanti testate free press austriache e tedesche, le nostre sorelle”. La Piazza infatti è stata identificata quale testata free press più importante a livello nazionale, per quantità di copie diffuse e per qualità dell’informazione locale. “I due gruppi editoriali più importanti in Europa nel free to home – spiega Bergantin – sono gli editori del settimanale austriaco Woche e del tedesco Hallo ed hanno accettato con grande entusiasmo la mia idea di creare questo network di editori europei, oltre ad aver riconosciuto ne La Piazza il loro più valido alleato italiano. Abbiamo dunque stilato degli accordi editoriali e commerciali, che prevedono la reciproca sinergia, la condivisione di contenuti e rubriche e la possibilità di pubblicare nelle rispettive testate”. Alcuni numeri: il gruppo austriaco RMA edita settimanalmente 127 edizioni locali del giornale Woche, per un totale di 3 milioni e mezzo di copie a settimana; il gruppo tedesco Hallo distribuisce oltre 5 milioni di copie settimanali nella sola Baviera,

empre prima, La Piazza dal mese di maggio 2018 ha scelto di farsi certificare da Recapito Certo, società di caratura nazionale che ha creato una piattaforma digitale per tracciare le consegne delle copie. Tutte le 15 edizioni entro l’estate aderiranno a questo servizio.

to di vista tecnologico ma anche perché per noi è una garanzia di qualità. Recapito Certo infatti, oltre alla tecnologia, negli anni ha sviluppato anche dei parametri qualitativi, essenziali inizialmente per chiunque voglia aderire al servizio, ma anche mensilmente aggiornati attraverso un punteggio di qua-

Sopra Markus Salli Ad Rma

A fianco Giuseppe Bergantin

attraverso le sue 60 edizioni locali. “E’ un gemellaggio importante quello che abbiamo stretto, non solo perché assieme – continua Bergantin – siamo la quintessenza dell’editoria locale gratuita, ma perché siamo anche accomunati dagli stessi intenti: portare l’informazione delle nostre provincie nei luoghi in cui tradizionalmente non arriva, arriva poco e sempre meno approfondita. I nostri tre giornali hanno creduto in questo da circa 100 anni sommati assieme e tutti abbiamo cercato le migliori soluzioni per dare alle nostre testate sempre maggiore diffusione, capillarità e qualità. Sappiamo inoltre come l’economia del nostro Veneto guardi con grande interesse ai territori di lingua tedesca ed ai loro abitanti e anche per questo ho fortemente voluto questi accordi, per dare la possibilità in primis ai tanti imprenditori del nostro territorio di farsi conoscere in Austria e Germania ed attirare potenziali clienti, fino ad ora difficilmente raggiungibili. Da qualche mese quindi La Piazza veicola messaggi editoriali e pubblicitari in Austria ed in Germania, con grande soddisfazione e con importanti risultati”.

Mappe Gis, Google Earth, e codice Datamatrix

Valeria, ci spieghi meglio in cosa consiste questa certificazione? “Innanzi tutto ci tengo a sottolineare che La Piazza ha affidato questo incarico a Recapito Certo, che non è una agenzia di distribuzione, ma un ente terzo, che verifica scientificamente e certifica l’avvenuto recapito delle copie del nostro giornale. Questo per noi è stato fondamentale. Nel dettaglio, i nostri addetti alla distribuzione, nel momento del recapito, scansionano con degli appositi lettori il codice univoco e progressivo stampato in ciascuna copia del nostro giornale. Tutti i codici scansionati vengono trasmessi in tempo reale alla piattaforma di Recapito Certo, titolare della stessa e della tecnologia di rilevazione del dato. Tutti questi codici vengono dunque riportati in mappe catastali e satellitari, come Gis e Google Earth, nelle quali è visualizzabile in tempo reale non solo l’avvenuto recapito, ma anche il numero progressivo della copia recapitata in quel preciso momento!”. E perché è così importante per La Piazza? “Perché la certificazione del recapito grazie alla geolocalizzazione della consegna è una grande innovazione, non solo dal pun-

lità. Questo per noi rappresenta un orgoglio, perché un ente certificatore garantisce non solo il recapito ma anche la bontà dello stesso”. Cosa cambierà quindi per il futuro? “La Piazza anche nel passato mappava le aree di consegna delle copie e verificava l’avvenuta consegna delle sue centinaia di migliaia di copie mensili, che ricordo vengono recapitate a mediamente il 70% delle famiglie residenti nei Comuni che serviamo. Ma da oggi il nostro giornale potrà non solo fregiarsi di questo certificazione, ma potrà anche garantire degli standard qualitativi ottimali e quindi il giusto riconoscimento per tutto il lavoro di centinaia di persone che quotidianamente rendono possibile ogni singola copia di ciascuna delle nostre quindici edizioni. E come è normale che sia, è molto importante per noi e per il futuro dei nostri giornali ricevere mensilmente una certificazione di qualità di recapito da parte di un ente preposto a questo e che dal 2011 si occupa esclusivamente di questo. E’ un importante traguardo per la nostra azienda, per i nostri giornali, per i nostri lettori e per i nostri clienti”.


18

Cultura .

www.lapiazzaweb.it

Estate tra risate e musica Estate in Arena tra risate

Un ricco cartellone tra concerti, cinema, teatro e ballo a Montemerlo Un ricco per tutto cartellone il periodo tra concerti, estivo, organizza cinema, teatro la Pro Loco che, come come ogni anno, sceglie qualcosa di nuovola per Pro incontrare Loco che,icome gusti come del pubblico ogni anno, sceglie q

Q

uattordici appuntamenti compongono il calendario della 35esima edizione la rassegna estiva dell’Arena di Montemerlo di Cervarese Santa Croce. A tenere le redini di questo cartellone per i tanti gusti è la Pro Loco di Montemerlo, che ogni anno sceglie qualcosa di nuovo, ama sorprendere il pubblico affezionato, per il quale non mancano le commedie e gli spettacoli teatrali, e cerca di coinvolgere qualche nuovo appassionato con la musica, senza dimenticare gli anniversari importanti. Nel programma di questa estate non mancheranno le risate, i musical, il cinema, concerti e acrobazie. Il cartellone apre ufficialmente sabato 23 giugno con il cabaret del Bepi e Maria Show, che ha preparato in esclusiva per la rassegna “Arenati – notte speciale all’Arena”, una serata di risate e sketch condotta ed ideata da Ciccio Boato, Davide Stefanato e Fred. Il cabaret torna con un

altro gruppo noto, Marco e Pippo –il duo che è un trio, il 10 e 11 agosto con Assai in pace. Il 29 giugno, per il secondo appuntamento del cartellone estivo, l’Arena di Montemerlo sarà la cornice della serata finale dell’Euganea Film Festival, con le proiezioni dei film vincitori della 17esima edizione. Voglia di musical sabato 30 giugno con “Mouge 15” lo spettacolo della compagnia Mouge, che ripropone brani e balletti dei musical più amati da Mamma mia a Sister Act. Ospite speciale Vittorio Matteucci. Secondo appuntamento di ballo e note sarà il 28 luglio con The Big Beat, opera musical teatrale che ricorda il fenomeno dei Beatles. Le commedie, da sempre particolarmente amate dal pubblico di Cervarese Santa Croce, tornano numerose. Il 7 luglio la compagnia Tarvisium Teatro propone “I primi veneti sulla luna”. Il 4 agosto tocca alla compagnia Teatro Instabile

Grande concerto sinfonico al teatro Pietro d’Abano

Q

con “Pochi ma boni” scritto da Loredana Cont. Sarà una commedia in dialetto veneto la proposta del 25 agosto con “El sindaco in mudande” della compagnia Mondonego. Si arriva al primo settembre con “Non è mai troppo tardi” la commedia brillante spassosa della compagnia La Combrikola. Tra le novità di questa 35esima

uattordici appuntamenti compongono il calendario della 35esima edizione la rassegna estiva dell’Arena di Montemerlo di Cervarese Santa Croce. A tenere le redini di questo cartellone per i tanti gusti è la Pro Loco di Montemerlo, che ogni anno sceglie qualcosa di nuovo, ama sorprendere il pubblico affezionato, per il quale non mancano le commedie e gli spettacoli teatrali, e cerca di coinvolgere qualche nuovo appassionato con la musica, senza dimenticare gli anniversari importanti. Nel programma di questa estate non edizione ci sarà uno spettacolo mancheranno le risate, i musical, particolare, il 21 luglio, si chiama il cinema, concerti e acrobazie. “Dimensioni” con le acrobazie Il cartellone apre ufficialmendi danza aerea e giochi te sabato 23 giugno cond’ombre il cabadi e Diego Allegri. retLara del D’Amelia Bepi e Maria Show, che Il torna 17 agosto con hacinema preparato in ilesclusiva per la “Uomini contro” con la regia di rassegna “Arenati – notte speciaFrancesco Rosi, la proiezione viele all’Arena”, una serata di risate ne fatta in occasione centee sketch condotta ed del ideata da nario Grande Guerra. Altro Cicciodella Boato, Davide Stefanato evento a questo importane Fred.legato Il cabaret torna con un

l Teatro Pietro d’Abano apre il suo sipario il 22 giugno (ore 21) per ospitare il Grande Concerto Sinfonico, una serata di musica di alta qualità e interpreti internazionali, patrocinata dal Comune di Abano Terme e resa possibile da alcuni sponsor che hanno ritenuto importante questo appuntamento culturale. Sul palcoscenico ci sarà l’Orchestra I Filarmonici di Trento, realtà nata nel 1999 per creare uno spazio dedicato ai cultori della musica che desiderino bilanciare lo studio del repertorio e le pubbliche esecuzioni. La formazione sinfonica sarà diretta per l’occasione da Andrea Albertin, maestro, coach, con diploma di organo e di pianoforte, direttore d’orchestra presso importanti teatri e festival internazionali. A completare l’organico a violinista solista Maristella Patuzzi. Per questa occasione saranno interpretati la Sinfonia n.1 in do maggiore op.21 di Ludwig van Beethoven e il Concerto in re VERDE magNUMERO giore per violino e orchestra op. 35 di Pyotr Ilyich Tchaikovsky. Info e prenotazioni abanoclassica@gmail.com.

po –il duo che è un trio, il 10 e 11 agosto con Assai in pace. teIlanniversario agosto 29 giugno, sarà per ilil 18 secondo con il concerto I Blues delle Alpi appuntamento del cartellone del gruppo Veneto estivo, l’Arena di ContemporaMontemerlo neo, un’occasione riscoprire sarà la cornice dellaper serata finale in chiave acustica folk i canti dell’Euganea Film e Festival, con degli alpini e didei montagna. Come le proiezioni film vincitori da tradizione 31 agosto Voglia si farà della 17esimail edizione. un tuffo nelsabato passato, i ricordi di musical 30 tra giugno con con i Bacchiglione Beat, che or“Mouge 15” lo spettacolo della ganizzano serata beneficompagniauna Mouge, chediripropocenza in ericordo “Titti” Franco ne brani ballettididei musical più Capovilla dei I Delfini, amati da Mamma mia agruppo Sister padovano beat Vittorio italiano Mattra i Act. Ospite del speciale più conosciuti negli anni ’60. teucci. Secondo appuntamento rassegna diLa ballo e notechiude sarà ill’828settemluglio bre concerto per i 150 anni con con TheilBig Beat, opera musical dalla fondazione della banda teatrale che ricorda il fenomeparrocchiale S. Le Michele di Monno dei Beatles. commedie, da temerlo. Gli spettacoli iniziano sempre particolarmente amate alle 21.30, biglietti e programmadal pubblico di Cervarese Santa zione con eventuali Croce, aggiornata tornano numerose. recuperi sulla Facebook/ Il 7 luglio la pagina compagnia TarviArena di Montemerlo. sium Teatro propone “I primi veInfo e prenotazioni - proloco@ neti sulla luna”. Il 4 agosto tocca montemerlo.it. alla compagnia Teatro Instabile

con “P Loreda media posta d co in m Mondo Si ar con “N la com della c Tra le

Grande concerto sinfonico Scene di paglia, Festival dei Sc al teatro Pietro d’Abano casoni e delle acque tra i comuni ca della Saccisica e del Conselvano de

T I

Il gruppo Veneto Contemporaneo porta gruppo noto, Marco aaltro Montemerlo il “Blues delle Alpi” e Pip-

orna Scene di paglia, festival dei casoni e delle acque X edizione -S/radicamenti: 15 spettacoli, tra cui varie prime regionali e una prima assoluta, in sei comuni della Saccisica e del Conselvano. Decima edizione per uno degli appuntamenti più importanti della stagione estiva in Veneto. Al via il 16 giugno con la prima assoluta de “L’arte di aspettare” e poi tutti i giorni da venerdì 22 a domenica l Teatro Pietro d’Abano apre il suo sipario il 22 giugno (ore 1° luglio. Le campagne della Saccisica e del Conselvano 21) per ospitare il Grande Concerto Sinfonico, una serata di diventano di nuovo il più suggestivo dei palcoscenici: dal 16 al 22 giugno sarà il momento musica di Scenedidialta qualità e interpreti internazionali, patrocinata Paglia, festival dei casoni e delle acque. dal Comune di Abano Terme e resa possibile da alcuni sponsor hannoèritenuto questoprosa appuntamento La manifestazione, giunta alla decimache edizione, sticheimportante che vanno dalla al teatro di culturanarrazione, le. Sul palcoscenico ci sarà l’Orchestra I Filarmonici di un consolidato riferimento a livello italiano per la dalla danza al dal teatro di figura a quelloTrento, musicale. realtà nata nelProseguendo 1999 per creare uno spazio ai cultori2018 qualità della proposta e per l’originalità della formula, la tradizione del dedicato festival, l’edizione della musica desiderino bilanciare lo studio del repertorio e nella quale il paesaggio dialoga con lo spettacolo: un che cercherà di coniugare qualità e capacità comunicativa le pubbliche connubio tra cultura e territorio che ha reso Scene di esecuzioni. delle proposte, intrecciando spettacoli, laboratori e La formazione sinfonica sarà adiretta perforte, l’occasione Andrea paglia, anno dopo anno, uno degli appuntamenti più incontri intorno un tema sempreda nell’orizzonte maestro, coach, con di organoincontrarsi e di pianoforte, interessanti dell’estate veneta. Essenziale èAlbertin, il confronto progettuale deldiploma “fare comunità”: a teatro direttore d’orchestra presso importanti teatrie eriflettere festival insieme, interna-coltra le proposte artistiche e i luoghi del festival: casoni una sera d’estate per divertirsi zionali. A completare l’organico a violinista solistaperdere Maristella di campagna e di laguna, barchesse, parchi, idrovore, tivare l’immaginario collettivo senza di vista Patuzzi. case coloniche, scuderie, parchi storici, piazze e angoli la realtà del nostro tempo. Per questa interpretati la Martinelli, Sinfonia n.1Francesco in do urbani. Spazi pubblici e talvolta anche privati, spesso occasione Tra glisaranno artisti invitati: Marco maggiore op.21 Cafiso, di Ludwig van Scarpa, Beethoven il Concerto in re magriscoperti o aperti per l’occasione. Tiziano KereThéâtre Mandiaye N’diaye, giore perdal violino e orchestra op.Paolo 35 di Pyotr IlyichIvan Tchaikovsky. Sono molti gli spettacoli di qualità selezionati Debora Petrina, Benvegnù, Castiglione, Info e prenotazioni direttore artistico Fernando Marchiori e proposti dal Lucaabanoclassica@gmail.com. Ronga, Claudia Marsicano, Teatro Medico Ipnofestival con una scelta articolata di espressioni artitico, Sergio Mercurio, Roberto Abbiati.

800 598 006

I

T

orn acq tra cui sei com Decim più imp Al via aspetta 1° luglio diventa ci: dal Paglia, La m un con qualità nella q connub paglia, interess tra le p di camp case col urbani. riscope Sono direttor festival


CAAF CGIL: i tuoi servizi fiscali SU MISURA!

PRENOTA L’APPUNTAMENTO PER IL TUO

730

SICURO DEI TUOI BONUS E AGEVOLAZIONI FISCALI! CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE TEL.

049 7808208

www.caafpadova.it


20

Sport

www.lapiazzaweb.it

Pallacanestro Il bilancio in serie D

Una foto d’archvio di una azione in campo del Basket Redentore di Este

Redentore: una stagione positiva S

i è chiusa al primo turno di playoff la seconda stagione in serie D della Pallacanestro Redentore. Gli atestini hanno ceduto a Spresiano, giunta seconda nell’altro girone veneto della categoria, in due partite, perdendo rispettivamente 71-58 e 59-67, e uscendo così di scena. Il bilancio complessivo, però, non può che essere positivo: un anno fa i biancorossi affrontavano i playout, li perdevano e retrocedevano. Il ripescaggio ha dato una seconda possibilità, che non è stata sprecata. “Le chiavi per cambiare passo rispetto allo scorso campionato? L’entusiasmo e la voglia di sacrificarsi di molti giocatori. I giovani hanno alzato di molto l’asticella dell’intensità degli allenamenti e sono stati determinanti in molte partite, ma tutti

hanno dato il loro contributo. La presenza di Silvio Limena al mio fianco ha poi dato tranquillità a me e al gruppo” spiega coach Fabio Baù. La prima parte di stagione si è rivelata quasi perfetta: il Redentore ha centrato una serie di vittorie, tra cui quella contro il Peschiera secondo. Tanta sofferenza invece nella seconda parte, con un lungo filotto di sconfitte che ha rischiato di pregiudicare l’accesso ai playoff. “Secondo me tre sono stati i motivi delle difficoltà: il primo un calendario favorevole all’andata, quando abbiamo giocato in casa contro squadre del nostro livello o poco superiore. Al ritorno invece abbiamo vinto solo con le più deboli in casa, dove quest’anno avevamo un’arma in più: il nostro numeroso pubblico. Il secondo è che

La squadra atestina archivia un anno di conferme che potranno sfociare in ulteriori progressi con qualche aggiustatina in alcuni settori chiave, ora si guarda al futuro

a fine gennaio ho avuto un piccolo intervento e sono rimasto convalescente per due mesi: a questo aggiungiamo le tante assenze dovute a infortuni, studio e lavoro. Il terzo è stato l’appagamento mentale: avendo raggiunto molto presto i punti necessari per salvarci, abbiamo perso un po’ di umiltà e quella paura di non farcela che ci spronava a dare di più”. Ai playoff si poteva fare meglio? “Forse sì, Spresiano non stava giocando

particolarmente bene e i nostri giocatori si adattavano alle loro caratteristiche. Purtroppo c’è stato l’infortunio di Rossini e alcuni ragazzi non hanno garantito il loro normale apporto. Siamo andati vicini alla vittoria in entrambe le sfide, ma alla fine non siamo riusciti a compiere il miracolo”. Coach Baù guarda al futuro con ottimismo: “Sicuramente dovremo valutare molte cose al nostro interno, ma credo che si sia segnata una strada e che la si debba seguire. Abbiamo seminato molto bene e si sono visti i frutti, ora bisogna ripartire con determinazione e umiltà, darci obiettivi superiori per motivare ancora di più il gruppo e l’ambiente, che sono cresciuti in modo esponenziale. Ci sono già uno zoccolo duro e alcuni giovani che possono garantire più esperienza e continuità di quest’anno. E’ anche vero che siamo carenti in certi ruoli e quindi bisognerà vedere se ci sono cestisti della zona che vogliano mettersi in gioco con noi rispettando le nostre regole etiche, di gruppo e societarie. Spero infine in qualche altro giovane di buona prospettiva”. Davide Permunian

Este Calcio manca per un soffio l’obiettivo playoff

L

’ Este Calcio (qui a fianco nella immagine Photoroom un’azione di gioco) manca per un soffio l’obiettivo playoff. Ormai si è conclusa la stagione regolare del girone C di serie D e sono stati emessi i verdetti finali. Tra questi era in ballo anche il quinto posto, l’ultimo utile per partecipare, appunto, ai playoff. Sarebbe stato un traguardo prestigioso per la società giallorossa, protagonista di un mercato estivo importante e di un campionato di buon livello. L’Adriese, che era avanti in classifica, ha perso sul campo dell’Arzignano, ma gli atestini non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0 interno contro il Tamai. Un risultato che non è bastato: la squadra rodigina, pur chiudendo con gli stessi punti dell’Este (56), vantava infatti una miglior differenza reti e ha dunque staccato il biglietto per la fase successiva. L’epilogo della stagione ha lasciato un po’ di amaro in bocca ai tifosi: gli uomini di Florindo sono stati sempre nei quartieri alti della graduatoria, e senza l’appannamento delle ultime partite (una sconfitta e tre pareggi) avrebbero sicuramente raggiunto l’obiettivo. Ma non tutto è da buttare, anzi. I giallorossi hanno avuto la miglior difesa del campionato (29 reti subite), anche se hanno pagato un po’ un attacco non particolarmente prolifico (49 gol). Il bilancio complessivo si compone di 15 vittorie, 11 pareggi e otto sconfitte. Numeri da cui ripartire per crescere ancora e riprovare l’anno prossimo a prendere il treno playoff. (d.p.)


NE FACCIAMO

DI TUTTI I COLORI

Ogni 10€ di spesa* 1 Bollino! e tanti bollini in più con i prodotti sponsor Dall’11 giugno al 2 settembre

*scontrino unico, multipli inclusi


www.lapiazzaweb.it

23

#Politica

Fontana, Fraccaro, Stefani: tre veneti nel nuovo governo

Da sinistra: Erika Stefani, Lorenzo Fontana, Riccardo Fraccaro e Luca Zaia

Luca Zaia “Ora per l’autonomia non ci sono più ostacoli. Al Governo due forze che hanno sostenuto il nostro referendum”

L

’Italia ha finalmente un Governo. Dopo quasi tre mesi di tira e molla Lega e Movimento 5 stelle si sono accordati e il Nostro Paese è uscito dall’impasse. Nutrita la schiera dei ministri anche se poco equilibrata sotto il profilo del genere: troppi uomini e poche donne. Una di loro, però, è Veneta ma soprattutto dirigerà, senza portafoglio, il ministero per gli affari regionali, strategico per la nostra regione. Si tratta di Erika Stefani, 46 anni, avvocato vicentino e fedelissima di Salvini, già nell’amministrazione di Trissino e senatrice al secondo giro parlamentare. Nella sua prima dichiarazione, la neo ministra pensa subito al Veneto e afferma proprio che “se si affossa l’autonomia salta il Governo, per noi è una partita fondamentale. Ci abbiamo messo la faccia - ricorda la neoministra - e abbiamo preteso fosse inserita nel ‘contratto’. Non vedo però per quale ragione dovrebbero mettersi di traverso: in Veneto e in Lombardia l’hanno sostenuta, perché non dovrebbero farlo in Parlamento. E lo stesso si può dire di Forza Italia e del Pd. Spero non vogliano tradire i loro elettori”. Sul rischio che la burocrazia possa frenare la realizzazione del progetto di maggior autonomia per le Regioni che hanno già visto una pre-intesa

con lo Stato, Stefani risponde: “l’autonomia è una rivoluzione e non mi aspetto piaccia a tutti. Il percorso però è tracciato e non saranno cavilli o le manovre di Palazzo a fermare la volontà del popolo”. Stefani poi conferma l’intenzione “ di portare in Parlamento la legge con l’intesa tra lo Stato e la Regione entro la legislatura”, quando sarà possibile. “L’autonomia del Veneto – afferma soddisfatto il Governatore Luca Zaia sul suo profilo facebook – come priorità per l’azione amministrativa del nuovo ministro Erika Stefani, per noi è una garanzia: pancia a terra, si faccia presto e si porti la legge in aula, dove con voto palese si vedrà subito chi è a favore e chi contro all’autonomia! Ora non ci sono più ostacoli: col nuovo Governo, composto dalle due forze che hanno sostenuto il referendum dello scorso 22 ottobre, si deve portare a casa l’autonomia senza sconti”! L’altro leghista veneto di cui parla il Presidente è Lorenzo Fontana, vicesindaco di Verona e vice segretario federale della Lega che, come nuovo ministro della Famiglia e della Disabilità, ha già imbastito una sua personale campagna contro le famiglie arcobaleno. Su famiglia, aborto e adozioni gay ha posizioni radicali che fin dalla sua nomina hanno sollevato un polve-

rone di commenti e reazioni dei movimenti progressisti e femministi.Ma lui si difende dicendo che la priorità per il suo dicastero sarà la natalità. “Voglio lavorare per invertire la curva della crescita – ha dichiarato -che nel nostro Paese sta diventando davvero un problema”.Anche di questa nomina Zaia si dice molto soddisfatto: “Per la prima volta – afferma – nel Governo esiste un ministro alla disabilità. Proprio nella sua Verona è attiva da anni l’iniziativa “Negozi senza barriere”, e si svolge il festival degli artisti con disabilità. Una sensibilità speciale, quella della città scaligera, che sono certo Lorenzo porti con sè, e lo dimostrerà presto”! L’ultimo ministro Veneto è, invece, in quota Movimento Cinque Stelle. Si tratta di Riccardo Fraccaro, 37 anni, trevigiano ma trentino di adozione e vicinissimo a Di Maio. Sarà ministro dei Rapporti con il Parlamento e alla Democrazia diretta, una novità di cui per ora non si conoscono i dettagli. I suoi capisaldi sono: lotta agli sprechi della politica, salvaguardia dell’ambiente, democrazia diretta. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Trento con una tesi in diritto internazionale dell’ambiente, prima di fare il suo ingresso in Parlamento Fraccaro ha lavorato per una

Confindustria Veneto

Confartigianato Imprese Veneto

Dall’assemblea nazionale annuale dei giovani industriali il messaggio al governo è stato chiaro: “Abbiamo bisogno di Tap, Terzo Valico e Tav: avere centinaia di camion che attraversano la Val Susa non è sostenibile”. E’ stato chiaro Alessio Rossi, presidente dei giovani industriali di Confindustria che ha sottolineato come “le infrastrutture del futuro saranno ferrovie ultra veloci, autostrade di dati, porti e retro porti collegati da snodi viari intelligenti e interconnessi”. Nessun paso indietro, dunque se vogliamo che l’Italia diventi a tutti gli effetti la piattaforma logistica d’Europa. E dal Veneto, il delegato alle infrastrutture Franco Miller (nella foto), che è anche presidente di Transpadana, comitato promotore della tav e il presidente Matteo Zoppas auspicano, che il nuovo governo non torni indietro su alcune scelte fatte dai suoi predecessori. “È molto preoccupante avere un ministro del M5S che sappiamo come la pensa sull’AV/AC – ha dichiarato Miller. – Siamo seriamente preoccupati perché mettersi di traverso sul completamento della Brescia Verona Padova per la Tav sarebbe gravissimo a questo punto. In un territorio ad alta produttività come il nostro non si capisce l’opposizione a un sistema di trasporto anche merci che consentirà di alleggerire del traffico pesante l’A4 o l’A22 che ormai stanno scoppiando. Sia chiaro che Confindustria e Transpadana monitoreranno con molta attenzione le prime decisioni di questo nuovo governo”.

Un buon lavoro al Governo e al neo incaricato presidente del consiglio, Giuseppe Conte arriva da Confartigianato Imprese Veneto e, “in particolare – sottolinea il presidente Agostino Bonomo (nella foto) – il nostro in “bocca al lupo” va ai ministri veneti, Erika Stefani agli “affari regionali” e Lorenzo Fontana, “famiglia e disabili”. Fatto ciò, però, Bonomo raccomanda prudenza in fatto di Europa. E lo fa con i numeri visto che “65 turisti su 100, - afferma - dei 19 milioni e mezzo che arrivano ogni anno in Veneto, sono stranieri. Non solo, la loro permanenza è superiore alla media con il 68% di incidenza sul totale delle presenze, e ancora più ‘prezioso’ è il turista tedesco che vale un quarto della fetta straniera e soggiorna ancora più a lungo. Si tratta quindi di un turismo ricco e non mordi e fuggi”. Agostino Bonomo alza così l’asticella dell’attenzione sul rischio che si correrebbe “con un inutile quanto dannoso scontro con l’Europa”. “Se guardiamo poi all’export – spiega il presidente – l’UE28 è non solo il primo partner commerciale per le merci manifatturiere venete con quasi 35 miliardi e mezzo

“Non fermate le grandi opere”

società di servizi energetici. E questo fa ben pensare sulla sua preparazione e come si legge nella sua scheda pubblicata sul Blog delle Stelle, il deputato trentino è “l’autore della norma che ha consentito di eliminare gli affitti d’oro di Montecitorio con un risparmio per la finanza pubblica di 32 milioni di euro l’anno, circa 130 milioni nella legislatura”. “Puntiamo a fare poche leggi e fatte bene – ha affermato il neoministro – non dobbiamo correre nell’approvazione delle leggi e credo che gli italiani capiranno se ci metteremo qualche mese in più. Speriamo di lavorare in maniera costruttiva, cerchiamo di far lavorare in maniera collaborativa il Parlamento, la scorsa legislatura non è stato possibile”. “Con il nuovo governo – ha commentato Zaia - sta per scatenare la tempesta perfetta per l’autonomia del Veneto. Il tavolo si può riaprire in un mese. Daremo la risposta a 2 milioni e mezzo di cittadini che hanno detto sì al referendum. E poi programmi seri su sicurezza, immigrazione, welfare. Finalmente potremo pensare prima alle difficoltà dei veneti e degli italiani stremati dalla crisi. Massima collaborazione istituzionale al Presidente Conte e ai Ministri. Costruiamo assieme un futuro migliore”.

“La nostra economia è Europea” di acquisti (nel corso del 2017) pari al 60% del totale, ma è punto di riferimento per interi settori come quello dell’automotive -la cui subfornitura di altissima qualità è garantita da migliaia di imprese artigiane, il made in Italy della moda e dei mobili e ovviamente bevande e alimentari”.“Il nostro Pil – spiega – dipende molto dai Paesi Europei (Germania in primis dato che è il primo partner con 8 miliardi) – Ci lega una solida relazione manifatturiera ma non solo, un reciproco rispetto. Ricordo che il Veneto è spesso paragonato per efficienza e valori al nord Europa”. “Bene i due ministri veneti – ha detto infine Bonomo – ma ci aspettiamo un sottosegretario veneto al Ministero dello sviluppo economico. La preoccupazione rimane il contratto di governo che parla di taglio alle infrastrutture mentre abbiamo un urgente bisogno di colmare l’assenza di banda larga in parte del territorio, per dirne una. Ma non si transige neppure su Pedemontana e Valdastico Nord. Per non parlare dell’Iva al 25% – conclude Bonomo – che potrebbe mandare alle ortiche tutta la lotta all’evasione”.


24

Politica

www.lapiazzaweb.it

Cala la disoccupazione in Veneto, livelli tra i più bassi d’Italia A crescere è anche l’occupazione stabile a tempo indeterminato con oltre 10.500 posti di lavoro in più

“T

ra gennaio e marzo 2018 in Veneto si sono guadagnati oltre 53 mila posti di lavoro dipendente: un valore che non solo è più alto di quello dello scorso anno ma che rappresenta, in relazione ai primi tre mesi dell’anno, il miglior risultato occupazionale registrato in regione dal 2009 a oggi”. Commenta così, con soddisfazione, il Presidente della Regione del Veneto, i dati occupazionali resi noti dall’Osservatorio di Veneto Lavoro attraverso il report periodico la “Bussola”. “A crescere è anche l’occupazione stabile a tempo indeterminato – prosegue il Presidente – con oltre 10.500 posti di lavoro in più; tuttavia il 60% dei nuovi posti di lavoro è a tempo determinato. Da notare, poi, che la crescita ha interessato diffusamente tutti i settori produttivi, a partire dall’industria metalmeccanica e dal turismo, tra i comparti più positivi dell’ultimo

anno, ma anche l’edilizia, che dopo aver pagato forse il prezzo più alto alla crisi, è tornata a crescere, registrando il saldo trimestrale più elevato degli ultimi dieci anni, con 3.200 posizioni di lavoro in più, e un aumento delle assunzioni del 18% rispetto allo stesso periodo del 2017”. Con un tasso di disoccupazione del 6,3% (dati Istat 2017), il Veneto si conferma inoltre la seconda regione italiana per livelli di disoccupazione più bassi, dietro solo al Trentino Alto Adige. I disoccupati veneti sono circa 144 mila, 7 mila in meno rispetto al 2016. Tra i disoccupati troviamo almeno 9 mila lavoratori scoraggiati, ovvero quelle persone che dichiarano di non lavorare ma sarebbero disponibili a rientrare nel mercato del lavoro a particolari condizioni. “Sono incoraggianti segnali di crescita – conclude il Presidente – che devono indurci a

favorire ulteriormente l’accesso al lavoro di quanti oggi sono ancora in attesa di occupazione, favorendo la partecipazione alle

politiche attive e riallineando le competenze dei lavoratori più deboli con le effettive esigenze del mondo delle imprese, anche

in risposta alle mutate caratteristiche del mercato del lavoro regionale”. Maria Pavan

La Regione acquisisce il controllo di Veneto strade Spa Con la firma davanti al notaio si è conclusa l’operazione di acquisizione da parte della Regione Veneto del 41,42 % del capitale sociale di Veneto Strade, portando così la propria partecipazione al 71,42.%. Lo rende noto il vicepresidente della giunta regionale, che ha fra le sue deleghe anche le partecipazioni societarie, ricordando che tutto parte dall’art. 1 del collegato alla legge regionale di stabilità 2018 (LR 45/2017) che autorizza a procedere in tal senso al fine di avere il controllo della società. A cedere la propria partecipazione societaria sono la Provincia di Belluno (che cede il 5%, ma rimane socia al 2,14%), la Provincia di Verona (7,14%), la Provincia di Rovigo (7,14%), la Provincia di Vicenza (7,14 %), A4 Holding (5%), Autostrade per l’Italia (5%) ed Autovie Venete (5%). E’ prevedibile la successiva cessione nelle prossime settimane anche da

parte di Società delle Autostrade Serenissima (5%). “Per effetto di questa operazione – aggiunge il vicepresidente - la Regione diventa il socio di controllo di Veneto Strade e può finalmente iniziare il percorso di riorganizzazione societaria, insieme al socio attuale Provincia di Belluno e, in futuro, ad ANAS, così come sancito nel protocollo di intesa firmato il 23 febbraio scorso che prevede il possibile ingresso di ANAS in aumento di capitale, una volta che sarà dato riscontro a tutte le condizioni poste a base dell’intesa”. “L’operazione – conclude - fa finalmente chiarezza a livello societario, spostando il baricentro della governance verso la Regione Veneto e i soggetti che erogano i trasferimenti necessari al finanziamento delle spese di gestione delle strade venete non a pedaggio”.


I NOSTRI CORSI

OPERATORE MECCANICO

OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA

anche in sistema duale!

ENAIP VENETO SCUOLA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SEDE DI CONSELVE Via Martiri della Libertà, 17 - Conselve (PD) Tel:049/5384325 - E-mail: conselve@enaip.veneto.it Percorsi di istruzione e formazione professionale dopo la scuola media gratuiti e riconosciuti dalla Regione del Veneto Realizzazione a cura della Direzone Comunicazione e Promozione ENAIP Veneto I.S.

www.enaip.veneto.it

PROMO AREA GIOVANI DGR 751-752-753-754 5/2018 DGR 509-518 4/2018 - DGR 1986 12/2016 –DGR 2029 12/2017


26

Politica

www.lapiazzaweb.it

Violenza di genere: progetto europeo di prevenzione anche per uomini maltrattanti Il progetto ASAP è stato finanziato con 308 mila euro dalla Commissione Europea (i soggetti aderenti integrano con altri 77 mila euro) e mette in rete sette realtà, sotto la regìa della Regione Veneto

L

a Regione Veneto è capofila del progetto sperimentale europeo biennale di prevenzione e contrasto alla violenza di genere ASAP, che si rivolga anche agli uomini autori di violenza. Istituzioni e associazioni di tre paesi (Italia, Bulgaria e Croazia) condividono studi ed esperienze per mettere a punto un modello di approccio sistematico e multidisciplinare di prevenzione, contrasto e aiuto, che non si rivolga solo alle donne vittime di violenza e ai minori, ma anche agli autori delle violenze di genere. Obiettivo del lavoro transnazionale è creare linee-guida di intervento, da estendere in seguito ai partner dell’Unione Europea. “La Regione Veneto ha il coordinamento di questa esperienza progettuale – spiega l’assessore regionale al Sociale – in forza del quadro normativo che ha adottato con la legge 5 del 2013 “Interventi per prevenire e contrastare la violenza contro le

donne” e delle competenze maturate in questi anni con l’approccio multidisciplinare, la stretta collaborazione tra pubblico e privato e la rete capillare dei 43 centri di accoglienza e case rifugio che accoglie e offre assistenza e affiancamento a migliaia di donne ogni anno. L’adesione al progetto europeo Asap ci aiuterà a studiare le esperienze maturate all’estero, a condividere modelli e strategie di intervento e ad affinare la rete dei servizi e delle competenze. Approfondire la conoscenza e le problematiche degli autori di violenza e interrogarsi su come trattare queste devianze significa potenziare il raggio degli interventi di prevenzione e lavorare per un approccio sistematico e globale al fenomeno dei maltrattamenti in famiglia e dei comportamenti violenti tra uomo e donna”. Il progetto ASAP è stato finanziato con 308 mila euro dalla Commissione Euro-

pea (i soggetti aderenti integrano con altri 77 mila euro) e mette in rete sette realtà, sotto la regìa della Regione Veneto: l’associazione bulgara Naia di Targovishte, che gestisce case rifugio e tre centri per il trattamento degli uomini autori di violenza, l’associazione croata Duga che a Zagabria gestisce servizi di accoglienza e trattamento medico, psicologico e legale per le vittime e gli autori di violenza, la città di Zagabria con i suoi servizi sociali, l’associazione di Montebelluna “Una casa per l’uomo’ che gestisce un centro per uomini maltrattanti, in collaborazione con altre realtà terapeutiche; la fondazione di

ricerca sul genere (Bgrf) di Sofia, che ha avviato un sistema di servizi multidisciplinari per il contrasto alla violenza sulle donne rivolto anche agli autori delle violenze, il ‘Gruppo R’ di Padova, che gestisce il Centro antiviolenza di Chioggia e dal 2015 opera nel trattamento degli uomini autori di violenze, e, infine, il network europeo ‘Work with perpetrators’ che ha sede a Berlino, riunisce 18 associazioni di 13 paesi europei e opera nella prevenzione della violenza di genere e per il miglioramento della sicurezza delle donne e dei figli offrendo anche una rete di servizi rivolti agli uomini maltrattanti.

APER DA M T I D A L L I L V E N E TÀ G I U G E OR E 11 ERDÌ, SA NO SIAM B O CON O R A RAT O E D O IO CO MENI C NTIN UAT OA

PIZZERIA PIADINE • PANINI CALDI

041 55 40 550

V.le Padova, 1 • Sottomarina di Chioggia (Ve) • ANCHE SU PRENOTAZIONE www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo


HAI UN APPUNTAMENTO CON IL FUTURO. NON FARLO ASPETTARE.

URBAN HYBRID. LA SCELTA INEVITABILE. 50% IN ELETTRICO, AUTORICARICABILE.

LIBERO DI MUOVERTI IN CITTÀ CON L’IBRIDO TOYOTA.

AURIS HYBRID Non decidere prima di aver provato una Toyota. Consumo combinato 25,0 km/L

YARIS HYBRID Consumo combinato 27,8 km/L Emissioni CO2 82 g/km

Emissioni CO2 96 g/km

NON DECIDERE PRIMA DI AVER PROVATO UNA TOYOTA. ABBANDONA IL VECCHIO MODO DI GUIDARE. HYBRID BONUS DI € 4.500 QUALUNQUE SIA IL TUO USATO.

Ferri Auto

Parti da qui. Sarà un buon viaggio. 



FERRI AUTO Nord Via del Santo LIMENA FERRI AUTO Sud Strada Battaglia DUE CARRARE www.ferriauto-toyota.it

4,3 226 recensioni

Offerta valida fino al 30/06/2018 in caso di permuta o rottamazione di un veicolo posseduto da almeno 6 mesi e solo per vetture disponibili in stock. La percentuale percorsa in modalità elettrica è ricavata dai risultati ottenuti con il “Test Drive della Verità” in base ai dati del sistema diagnostico del veicolo. I risultati dei test effettuati in collaborazione con Driveco sono consultabili sul sito toyota.it nella sezione “Test Drive della Verità”. Maggiori dettagli su toyota.it. Immagini vetture indicative. 


AFFIDEA è un provider sanitario specializzato nella erogazione di indagini diagnostiche e prestazioni specialistiche. NEL VENETO SIAMO A PADOVA, MONSELICE E PIOVE DI SACCO

PADOVA

ISTITUTO DIAGNOSTICO ANTONIANO

POLIAMBULATORIO MORGAGNI

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/4

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/2

Tel. 049 663055 info.ida@affidea.it

Tel. 049 8787479 info.morgagni@affidea.it

MONSELICE

INIZIATIVA MEDICA

DELTA MEDICA

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 14

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 12

Tel. 0429 786666 info.iniziativamedica@affidea.it

Tel. 0429 783000 info.deltamedica@affidea.it

PIOVE DI SACCO

UNI-X MEDICA

UNI-X POLIAMBULATORIO

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

Tel. 049 9708666 info.unixmedica@affidea.it

Tel. 049 9708688 info.unixpoliambulatorio@affidea.it

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

www.affidea.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

Ministro Grillo: “Non penalizziamo i bimbi non vaccinati”

Cure dentarie gratuite, per chi?

a pag 30

Luce Pulsata: un metodo innovativo per la cura dell’occhio secco a pag 32

29 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale “Cura di coppia” un decalogo per ricostruire un rapporto in crisi

N

on riguarda una coppia qualsiasi, ma si tratta di ricostruire un rapporto in crisi fra Medici e Cittadini (gli atti di violenza nei confronti degli operatori sanitari ne sono l’ ultimo tragico epifenomeno) ridando centralità alla relazione umana e alla fiducia reciproca. Su queste basi nasce una campagna informativa in collaborazione con associazioni di pazienti, associazioni mediche con il ruolo sostanziale della Federazione Italiana Medici Medicina Generale, strutture sanitarie, esperti, Ministero della Salute e con il patrocinio della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. Comprendere le cause sociologiche di un rapporto in difficoltà è certamente rilevante, ma porre l’attenzione sugli aspetti organizzativi e individuare le esigenze degli uni e degli altri è un buon viatico per iniziare a ricostruire un legame che si è logorato nel tempo. Secondo un’indagine promossa da Cittadinanzattiva otto cittadini su dieci avvertono poca sensibilità all’ ascolto o poca empatia, una persona su tre trova scarsa disponibilità ad essere orientata tra i vari servizi, una su quattro si confronta con un linguaggio troppo tecnico e poco comprensibile, una su cinque lamenta scarsa attenzione al dolore.

Uroflussometro, per una indagine facile e non invasiva

a pag 32

Vuoi collaborare con noi? Contattaci!

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

30

Salute

Consulenza scientifica OFTALMOLOGIA Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Emolab Due - Poliambulatorio - P.tta San Francesco 3-4 e 7-8-9 Conselve (Pd) - tel. 049-5384645 info@emolabdue.it www.emolabdue.it

Nuove cure dentarie gratuite per bambini, malati gravi, poveri e anziani

L

a Giunta regionale ha ampliato in maniera significativa la fascia di cittadini veneti che potranno ricevere assistenza odontoiatrica gratuita o un consistente contributo per la realizzazione di protesi dentarie, destinando allo scopo 8 milioni di euro, reperiti all’interno del budget destinato all’attività specialistica ambulatoriale. “Con questa decisione – ha commentato il Presidente della Regione presentando il provvedimento nel corso del punto stampa seguito alla seduta di Giunta – diamo una risposta di civiltà a tanti nostri concittadini che a causa della crisi hanno deciso di tagliare prima di tutto le spese del dentista, teniamo fede a un impegno preso in campagna elettorale in tempi non sospetti, né troppo vicino né troppo lontano dal voto, ma realizziamo anche una vera e propria azione di prevenzione per la salute, perché i problemi dentari non risolti comportano, a cascata, l’insorgere di tante altre patologie, a cominciare da quelle digestive, per arrivare all’insufficiente apporto di nutrimenti indispensabili perché difficili da masticare. Significativa è anche la scelta di non limitarci alle ‘solite’ fasce di reddito, ma di rivolgerci anche all’età evolutiva (zero-quattordici anni), agli anziani e ai portatori di molte gravi malattie”. Tre le categorie di persone che potranno usufruire del servizio: i ragazzi nell’età evolutiva da zero a quattordici anni, le persone in condizioni di vulnerabilità sociale e sanitaria, quelle affette da patologie odontoiatriche che necessitano di un trattamento immediato con accesso diretto. Nella vulnerabilità sanitaria – e quindi nella fascia esente – rientrano, a esempio, i trapiantati e i pazienti in attesa di trapianto, tutti i malati oncologici, le persone affette da dipendenze di vario tipo e da virus HIV, le persone nate con gravi deficit, i portatori di malattie rare e i malati di psicosi gravi. Sono considerati invece socialmente vulnerabili, e quindi esenti e assistibili con la nuova delibera, gli invalidi

www.lapiazzaweb.it

L’editoriale

“Cura di coppia” un decalogo per ricostruire un rapporto in crisi D’altro canto fra i medici, stressati nel loro compito delicato e difficile da molteplici interferenze atte a minarne l’ autonomia, la libertà e l’indipendenza professionale, spesso sollecitati da un potere politico-amministrativo ad esercitare una “medicina amministrata” secondo logiche di puro risparmio economico, uno su tre ritiene insufficiente o inadeguato il tempo a disposizione per la cura, nella stessa proporzione riscontra difficoltà per mancanza di personale e uno su cinque per cattiva organizzazione dei servizi. Inoltre non esiste nel percorso di laurea del medico una formazione specifica sui temi della comunicazione e della relazione. Partendo dall’ esigenza di agire su aspetti cruciali, originati in parte da atteggiamenti individuali, in parte da carenze organizzative o disposizioni miopi, che rischiano di innescare conflitti e contenziosi evitabili, è stato realizzato un decalogo per essere consapevoli dei rispettivi diritti e doveri, indicati nella Carta Europea dei diritti del malato e nel Codice di Deontologia Medica. Per riprendere quel “rapporto di coppia” che non può prescindere da empatia,conoscenza, rispetto e fiducia fra chi cura e chi è curato.

civili al 100%, gli invalidi di guerra, del lavoro e per servizio, le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata con invalidità superiore all80%, i danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e da trasfusioni, i disabili gravi in generale, i disoccupati con famigliari a carico con reddito lordo non superiore a 8. 263,31 euro, aumentati a 11.362,05 euro in caso di coniugi legalmente ed effettivamente separati più altri 516, 46 euro in caso ci sia un figlio a carico, i fruitori di pensione sociale ultrasessantacinquenni con famigliari a carico, gli ultrasessantenni con pensione minima. Duecento euro per la protesi dentaria superiore e altri 200 per quella inferiore, ripetibili ogni quattro anni,  saranno erogati infine per le persone con più di 64 anni che abbiano un reddito del nucleo famigliare non superiore a 36.151, 98 euro lordi annui.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

31

Il cibo e il corpo: un dialogo importante per curare i disturbi del comportamento alimentare E

’ stimato che in Italia ben 3 milioni e 200 mila persone soffrano di questa malattia, ogni anno si verificano 8 mila nuovi casi, il 10% dei pazienti è di età inferiore ai 16 anni e il 10% sono di sesso maschile. Sono questi alcuni dati emersi durante un seminario, che si è svolto a palazzo Ferro Fini, dal titolo ‘Il cibo e il corpo: dialogo fra una psicoterapeuta e un sociologo sui disturbi del comportamento alimentare’. I disturbi dell’alimentazione sono caratterizzati da una alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo. Insorgono prevalentemente durante l’adolescenza e colpiscono soprattutto il sesso femminile, in percentuale sempre più preoccupante su tutto il territorio nazionale e anche in Veneto. I comportamenti tipici di un disturbo dell’alimentazione sono: la diminuzione dell’introito di cibo, il digiuno, le crisi bulimiche (ingerire una notevole quantità di cibo in un breve lasso di tempo), il vomito per controllare il peso, l’uso di anoressizzanti, lassativi o diuretici allo scopo di controllare il peso, un’intensa attività fisica. I principali disturbi dell’alimentazione sono l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata.  Per la persona che soffre di una disturbo dell’alimentazione tutto ruota attorno al cibo e alla paura di ingrassare. “Nella fascia di età ricompresa tra i 14 e i 24 anni, ricorda Loredana Borgato, Presidente dell’Associazione

‘Ali di Vita’ - le patologie dell’alimentazione sono la prima causa di morte, dopo gli incidenti stradali, e questo dato ci deve far riflettere. Ci troviamo quindi di fronte a una vera emergenza sociale che sconvolge le famiglie e che spesso costringe uno dei genitori ad abbandonare il lavoro per assistere il figlio, ingenerando al contempo enormi sensi di colpa per non aver compreso prima il malessere del giovane. E’ fondamentale investire nella formazione dei medici di base, spesso impreparati di fronte a queste nuove patologie, in quanto è decisiva una tempestiva diagnosi e una cura precoce”. Michela Pepe, Psicologa clinica e Psicoterapeuta, ha spiegato “i meccanismi che ingenerano i disturbi alimentari e le cause dell’anoressia e della bulimia, i mezzi naturali di autodifesa del corpo nel ciclo vitale dell’alimentazione, in primis il rallentamento del metabolismo. Sono gravi anche gli effetti psicologici sulle persone colpite, come la distorsione della propria immagine corporea e l’abbassamento del tono umorale. Noi psicoterapeuti, psicologi e medici di base, abbiamo una grande responsabilità civile e deontologica nell’approcciarci e nel curare i pazienti affetti dalle patologie dell’alimentazione, di cui dobbiamo essere ben consci. Per fare prevenzione occorre innanzitutto conoscere bene il problema, quindi essere curiosi e sapere ascoltare chi ci troviamo di fronte e chiede il nostro aiuto. E’ fondamentale, oltre alla prevenzione, portare avanti anche

Epatite C, l’aiuto del web

urare sempre meglio è la stella polare della sanità veneta e, per farlo, bisogna usare tutte le possibili armi. Il web è in questo senso una nuova occasione che ci viene fornita dal progresso. Come sempre, questa prima esperienza nazionale attuata con la piattaforma informatica Navigatore 2 la mettiamo a disposizione di chiunque ritenga di volerla replicare. Non siamo gelosi dei nostri successi, ne siamo semplicemente orgogliosi”. Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto commenta la principale novità emersa dal Convegno dell’iniziativa itinerante nazionale denominata “Motore Sanità”, tenutosi a Vicenza: la Regione Veneto è la prima in Italia che ha strutturato un programma di eliminazione dell’ Epatite C che intende ridimensionare in maniera importante l’epidemiologia della malattia (del numero dei soggetti infetti) e delle conseguenze cliniche e, per farlo, ha

strutturato la piattaforma informatica online “Navigatore 2”, una rete web di integrazione ‘territorio’-ospedale per la presa in carico del soggetto Hcv positivo nei diversi setting epidemiologici. La piattaforma online ha collegato tra di loro i centri specialistici che trattavano soggetti con malattia di fegato, i Ser.D e le carceri. Sono stati così sviluppati dal Gruppo di Lavoro vari algoritmi di presa in carico dei soggetti Hcv positivi, nei diversi setting epidemiologici. Regione e Aziende Sanitarie monitorano costantemente le informazioni contenute nel registro Navigatore e si adoperano per evitare ritardi ingiustificati dei trattamenti. “Già novemila pazienti trattati – fa notare il Governatore – sono la dimostrazione del successo di un’iniziativa originale con la quale sono state messe a frutto le conoscenze sviluppate dalla sanità veneta in anni di impegno sul fronte dell’informatica e dell’informatizzazione”.

seguire valori negativi e di assorbire messaggi fuorvianti. Proprio le famiglie, la scuola e la comunità devono saper reagire e vigilare con più attenzione. Il pericolo è che la nostra società sia sempre più ossessionata non più, come in passato, dalla salvezza dell’anima, bensì da quella del corpo, di cui abbiamo sviluppato un vero e proprio culto, a tal punto che ci infliggiamo da soli pene e sacrifici ingenti pur di corrispondere a effimeri ideali di bellezza e di estetica. Dobbiamo arginare il pericolo del cyber bullismo e del proliferare incontrollato nel web di siti proana e pro-mia, che caldeggiano il raggiungimento della perfezione attraverso la magrezza ossessiva, spingendo gli adolescenti a ridurre le calorie giornaliere ingerite fino allo zero, a vomitare tutto quello che mangiano. Su questi blog, le ragazze si fomentano e si motivano a vicenda per raggiungere un solo obbiettivo: morire. Dobbiamo assolutamente intervenire”.

Veneto secondo in Europa per le cure al cancro al seno L

“C

attività di informazione e di sensibilizzazione”. Per Filiberto Tartaglia, Sociologo ed esperto di comunicazione, “i vecchi e i nuovi Media possono influenzare negativamente i nostri adolescenti, che sono persone molto fragili, che stanno costruendo a fatica la loro identità. Parto dal mito di Ulisse e delle Sirene per descrivere una seduzione della conoscenza che caratterizza la nostra società. Tutti noi, in particolare gli adolescenti, abbiamo sete di conoscenza, ne siamo sedotti, vogliamo saperne sempre di più, su tutto. Il problema nasce quando, alle tradizionali agenzie di socializzazione, per i nostri ragazzi, da sempre rappresentate dalla famiglia, dalla scuola e dalla comunità locale, si affianca ora l’interferenza dei nuovi Media, in particolare i Social, che porta i giovani a essere sempre più disconnessi dalla realtà e connessi al web, di cui troppo spesso fanno un uso distorto e hanno un approccio superficiale, con rischi evidenti di omologazione sociale, di

a prestigiosa rivista scientifica internazionale “Lancet” ha collocato la sanità del Veneto al secondo posto in Europa, dopo la sola Finlandia, per la percentuale di esiti positivi di un cancro al seno, arrivata a essere superiore al 90%. La notizia è piovuta come elemento di soddisfazione per il presente e di speranza per il futuro, all’incontro annuale organizzato dalla delegazione di Conegliano della Lilt – Lega Italiana per la Lotta ai Tumori – incentrato quest’anno sul tema della prevenzione. Il Governatore ha prima di tutto ringraziato la presidente della Lilt di Conegliano Anna Iva Bin, il Sindaco di Godega, il Dg dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, i medici e senologi relatori, perché, ha detto, “non è facile trovare tante persone disposte a impiegare il loro tempo per incontrarsi a discutere di temi come questi in una domenica d’estate”. Il Presidente della Regione ha anche portato una buona notizia: “tra pochissimo – ha annunciato – approveremo in Giunta regionale la delibera con cui l’età di ingresso delle donne nello screening mammografico scenderà da 50 a 45 anni, allargando così in modo significativo il numero delle donne che potranno ricevere la prevenzione gratuita. “In Veneto – ha tenuto a sottolineare – nell’ultimo anno sono stati erogati 70 mila screening, ma abbiamo raggiunto livelli unici in Italia e in Europa anche per le cure

• • • • • • •

xxx

e la loro organizzazione, basata sulle ‘breast unit’ ospedaliere che si prendono completamente in carico la donna, provvedendo anche alla definizione e alla prenotazione delle prestazioni necessarie, dalla prima diagnosi, attraverso l’assistenza psicologica, specialistica, senologica, radiologica, oncologica e chirurgica, fino ai follow up e all’auspicata guarigione. In Italia non esiste nulla di simile. Ma non basta – ha concluso

il Governatore – perché il livello di attenzione è arrivato anche a prevedere la fornitura di caschetti di capelli per le pazienti in chemioterapia e l’esecuzione di tatuaggi per celare al massimo gli eventuali segni lasciati dalla chirurgia. Si chiama umanizzazione. Un messaggio a tutte le donne: combattiamo assieme un male che possiamo battere, non siete sole un minuto, la sanità veneta vi accompagna passo dopo passo”.


laPiazza

32

Salute

www.lapiazzaweb.it

Un milione Luce Pulsata: di uneuro metodo innovativo per dell’occhio perla lacura terza giovanesecco età Se il disturbo non viene curato il fastidio diventa permanente causando una iperlacrimazione e alterazioni più importanti della superficie oculare Coinvolgereparadossa i cittadini con riduzione della capacità visiva

anziani come protagonisti a sindrome da disfunzione del film lava di occhio secco è la più frequente ed è Ldella crimale, o sindrome secco, principalmente dovuta all’assenza o insufvistadell’occhio sociale

è una patologia comune che colpisce fino al 25% della popolazione, e in particolare nziano’ non è più sinonimo di ‘vecle donne dopo i 45 anni di età, e sta divenchio’. L’85 per cento degli ultracintando sempre più frequente e fastidiosa per quantacinquenni del Veneto gode di buona tutta una serie di fattori che ormai fanno salute ed è in forze. Fa leva su questo dato parte della nostra vita quotidiana: lavoro al epidemiologico e sul trend demografico che videoterminale, inquinamento atmosferico, vede attualmente in Veneto 155 over 65 luce artificiale, guida automobilistica, uso di ogni 100 giovani - destinati a diventare 240 lenti a contatto. È dovuta ad una eccessiva tra quarant’anni - il primo piano regionale evaporazione o ridotta produzione del film per l’invecchiamento attivo, messo a punto lacrimale. Il film lacrimale è una secrezione dalla Giunta regionale del Veneto. liquida che riveste la superficie dell’occhio Il piano, ora all’attenzione del Consiglio ed è composto da 3 strati: lo strato mucoso per la definitiva approvazione, disegna le che ha il compito di rendere impermeabile strategie per valorizzare la ‘terza’ e la ‘quarla superficie anteriore della cornea, lo strata’ età come risorsa per la società veneta, to acquoso che ha la funzione di favorire declinando in obiettivi e interventi le finalità lo scorrimento delle palpebre e difendedella legge regionale n.23/2017 “Promore la superficie corneale dal contatto con zione e valorizzazione dell’invecchiamento microrganismi (grazie alle sostanze in esso attivo”. “L’aspettativa di vita continua ad contenute). Infine lo strato lipidico, prodotaumentare grazie a un migliore approccio to dalle ghiandole del Meibomio, che ha sanitario e ai progressi della scienza – evila funzione di impedire l’evaporazione dei denzia l’assessore regionale al Sociale – e due strati precedenti. La forma evaporatil’invecchiamento non coincide più solo con

‘A

ficienza dello strato lipidico. Per supplire a questa comune deficienza, siamo costretti una condizione di fragilità e di non autoad usare lacrime artificiali specifiche per sufficienza. Il piano intende valorizzare una questo tipo di disturbo, anche molte volte fascia sempre più numerosa di popolazione al giorno. Nonostante le lacrime artificiali che dispone di ‘tempo liberato dal lavoro’ e sintomi come fastidio, bruciore, arrossache, quindi, può essere attivamente partecimento, alterazione della vista, sensazione pe, offrire disponibilità, trasferire ai giovani di corpo estraneo, fotofobia e dolore perprofessionalità e competenze, essere protasistono. Se il disturbo non viene curato il gonista della vita sociale, civile e culturale”. fastidio diventa permanente causando una Destinatari del piano sono i comuni, le iperlacrimazione paradossa e alterazioni Ulss, i centri servizi e le strutture residenpiù importanti della superficie oculare con ziali, scuole e università, associazioni e il più riduzione della capacità visiva. La luce pulvasto mondo del non profit: tutti potranno sata è un trattamento innovativo che stimoconcorrere, elaborando progetti e sostela la funzione delle ghiandole di Meibomio. nendo iniziative già in atto, a promuovere E’ usata già da molti anni in dermatologia il coinvolgimento diretto dei cittadini ‘meno per diverse patologie quali l’epilazione e lo giovani’ e a stimolarne forme di impegno e sbiancamento delle macchie cutanee. Sedi valorizzazione. La dotazione finanziaria quenze di impulsi luminosi perfettamente del piano ammonta ad un milione di euro, calibrati ed omogenei, con un intervallo ed riservato per il 15 per cento a iniziative riun’energia idonea a stimolare le ghiandole volte alla salute e all’autonomia, e per il di Meibomio ripristinano il loro normale restante 85 per cento dedicato a favorire la funzionamento. Il trattamento consta di partecipazione sociale.

tre sedute di pochi minuti nell’arco di circa un mese e mezzo, senza alcun fastidio o effetto collaterale, poiché il trattamento coinvolge esclusivamente le palpebre, dove risiedono le ghiandole di Meibomio, senza minimamente coinvolgere il bulbo oculare. Il paziente può riprendere le sue normali attività subito dopo la terapia e gli effetti possono essere valutati anche dopo la prima o seconda seduta. Nei mesi successivi, se necessario, può essere fatta una seduta di richiamo per consolidare l’effetto terapeutico. Sono stati condotti studi in Francia, Nuova Zelanda e in Cina, che hanno mostrato un miglioramento dei sintomi nel 90% dei pazienti sin dalle prime due sedute. Il miglioramento delle condizioni cliniche della superficie oculare è stato valutato mediante specifiche strumentazioni oculistiche. Tre, infatti, le linee di intervento previste Per la prima volta dunque dopo molti dal piano: la salute e il benessere; l’occupaanni in cui l’unica soluzione era la continua zione e la formazione per chi è ancora nel istillazione di lacrime artificiali, la tecnomercato del lavoro; e, infine, la partecipaziologia ci viene incontro con una procedura ne attiva alla vita della comunità. veloce semplice ed a costi contenuti! La prima forma di investimento è nella

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo salute e nel benessere over 60. Buone Via Dunant, 10degli • Rovigo condizioni di salute e autonomia andranno tel. 0425 411357 difesemail: con lasegreteria@sekal.it prevenzione, stili di vita corretti e iniziative di educazione al mangiar sano, web: www.lasek.it all’attività fisica, all’evitare fumo e alcol. Il piano contribuirà a sostenere programmi di

prevenzione e di attività motoria, palestre della salute e forme innovative di coabitazione (dalla badante di condominio al portierato sociale) Il secondo ‘focus’ è dedicato al mercato del lavoro e ai lavoratori senior perché siano protagonisti del loro periodo di completamento dell’attività lavorativa attraverso percorsi di ricollocazione (per chi ha perso il lavoro) e di formazione, forme di interscambio generazionale, alternanza con impegni di cittadinanza attiva nel mondo del volontariato. La ‘leva’ finanziaria per questo tipo di progetti è stata individuata nel Fondo sociale europeo. Infine, la terza linea di intervento è all’insegna del ‘welfare generativo’, cioè punta a valorizzare esperienze, conoscenze, disponibilità e tempo delle persone anziane a vantaggio sia dei protagonisti che della comunità. Potranno essere finanziate iniziative di sorveglianza di scuole e parchi, guide turistiche e culturali per esperienze di turismo sociale, trasporti solidali in funzione delle esigenze di persone non autosufficienti, interventi di salvaguardia ambientale, promozione di musei e biblioteche, esperienze di volontariato e di animazione culturale.

Uroflussometro, per una indagine facile e non invasiva D

a circa 1 mese è disponibile presso il poliambulatorio EMOLAB 2 di Conselve l’uroflussometro; una apparecchiatura che permette con una indagine facile e non invasiva di eseguire la diagnostica di base delle malattie urologiche delle basse vie urinarie: in particolare la più diffusa, cioè l’ipertrofia prostatica. L’esame è di facile esecuzione e viene eseguito su appuntamento. Prima dell’appuntamento, il paziente deve avere solo l’accortezza di prepararsi a vescica piena, cioè con un adeguato stimolo alla minzione all’arrivo in ambulatorio. Si consiglia, quindi, di presentarsi dopo un’adeguata idratazione prima di partire da casa, eventualmente l’assunzione di liquidi potrà continuare anche durante l’attesa in ambulatorio dove il paziente, su sua richiesta, appena pronto e senza attesa potrà eseguire l’esame. Il paziente quando avrà l’adeguato stimolo si accomoderà in completa privacy in una stanza da bagno dedicata. Qui provvederà a svuotare la vescica esattamente come fosse a casa propria senza alcun disagio. L’esame è di breve durata ed al termine

il referto viene redatto e consegnato immeL’esame è inoltre molto utile in quanto é diatamente insieme al tracciato. facilmente ripetibile per seguire nel tempo L’apparecchiatura i disturbi minzionali misura i valori di flusso anche in rapporto alle L’esame è di facile nel tempo: dall’anda- esecuzione e viene eseguito terapie prescritte per mento del tracciato e l’ipertrofia prostatica su appuntamento. dai suoi parametri prinper valutarne l’efficacia. Il paziente deve avere solo Permette anche di stacipali (flusso massimo, flusso medio, volume l’accortezza di prepararsi bilire il momento oppora vescica piena emesso, tempo di flustuno per una eventuale so) si riesce a fare una terapia disostruttiva diagnosi attendibile dei disturbi minzionali della ipertrofia prostatica come la resezione più comuni, specialmente quelli più diffusi transuretrale di prostata (TURP) o adenonegli uomini adulti, cioè quelli legati alla mectomia prostatica chirurgica. ipertrofia prostatica.

Dott. x Specialista in Urologia Riceve presso Emolab Due - P.tta San Francesco 3-4 e 7-8-9 Conselve (Pd) - tel. 049-5384645 info@emolabdue.it - www.emolabdue.it


EMOLAB DUE EMOLAB EMOLAB DUE DUE EMOLAB DUE EMOLAB DUE EMOLAB DUE Poliambulatorio Poliambulatorio Poliambulatorio

ALLERGOLOGIA ALLERGOLOGICA ALLERGOLOGICA ALLERGOLOGICA CARDIOLOGIA CARDIOLOGICA CARDIOLOGICA CARDIOLOGICA GINECOLOGIA GINECOLOGICA GINECOLOGICA GINECOLOGICA OSTETRICIA OSTETRICA OSTETRICA OSTETRICA DERMATOLOGIA DERMATOLOGICA DERMATOLOGICA DERMATOLOGICA OCULISTICA OCULISTICA OCULISTICA OCULISTICA OTORINO OTORINO OTORINO OTORINO NEUROLOGIA NEUROLOGICA NEUROLOGICA NEUROLOGICA PNEUMOLOGIA PNEUMOLOGICA PNEUMOLOGICA PNEUMOLOGICA UROLOGIA UROLOGICA UROLOGICA UROLOGICA CHIRURGIA CHIRURGICA CHIRURGICA CHIRURGICA ORTOPEDIA ORTOPEDICA ORTOPEDICA ORTOPEDICA

EMOLAB DUE EMOLAB DUE EMOLAB DUE RADIOLOGIA RADIOLOGIA RADIOLOGIA

ECOGRAFIAGENERALE GENERALE ECOGRAFIA ECOGRAFIA ECOGRAFIAGENERALE GENERALE ECOGRAFIAMORFOLOGICA MORFOLOGICA ECOGRAFIA ECOGRAFIA ECOGRAFIAMORFOLOGICA MORFOLOGICA GENETICAPRENATALE PRENATALE(DNA (DNAFETALE) FETALE) GENETICA GENETICA GENETICAPRENATALE PRENATALE(DNA (DNAFETALE) FETALE) ECOCOLORDOPPLER ECOCOLORDOPPLER ECOCOLORDOPPLER ECOCOLORDOPPLER ECOCARDIO ECOCARDIO ECOCARDIO ECOCARDIO MAPPATURA DEI NEVI CON VIDEOCAP MAPPATURA DEI NEVI CON VIDEOCAP MAPPATURA DEI NEVI CON VIDEOCAP MAPPATURA DEI NEVI CON VIDEOCAP MAMMOGRAFIA MAMMOGRAFIA MAMMOGRAFIA MAMMOGRAFIA ORTOPANTONTOMOGRAFIA ORTOPANTOMOGRAFIA ORTOPANTONTOMOGRAFIA ORTOPANTONTOMOGRAFIA RADIOLOGIAOSSEA OSSEA RADIOLOGIA RADIOLOGIA RADIOLOGIA OSSEA OSSEA RADIOLOGIATORACICA TORACICA RAGIOLOGIA RADIOLOGIA RADIOLOGIA TORACICA TORACICA DENSITOMETRIAOSSEA OSSEAMOC MOC DENSITOMETRIA MOC DENSITOMETRIA DENSITOMETRIA OSSEA OSSEA MOC ELETTROMIOGRAFIA(EMG) (EMG) ELETTROMIOGRAFIA (EMG) ELETTROMIOGRAFIA ELETTROMIOGRAFIA (EMG) UROFLUSSIMETRIA UROFLUSSIMETRIA UROFLUSSIMETRIA UROFLUSSIMETRIA ISTEROSCOPIA ISTEROSCOPIA ISTEROSCOPIA ISTEROSCOPIA HOLTERCARDIACO CARDIACO HOLTER CARDIACO HOLTER HOLTER CARDIACO HOLTERPRESSORIO PRESSORIO HOLTER PRESSORIO HOLTER HOLTER PRESSORIO ELETTROCARDIOGRAMMA ELETTROCARDIOGRAMMA ELETTROCARDIOGRAMMA ELETTROCARDIOGRAMMA AMBULATORIOCHIRURGICO CHIRURGICO AMBULATORIO CHIRURGICO AMBULATORIO AMBULATORIO CHIRURGICO

EMOLAB DUE Poliambulatorio, P.tta San Francesco 3-4 e 7-8-9, EMOLAB DUEPoliambulatorio, Poliambulatorio, P.tta SanFrancesco Francesco 3-4e Conselve e7-8-9 7-8-9 (PD) EMOLAB DUE P.tta San 3-4 EMOLAB DUE Poliambulatorio, P.tta San Francesco 3-4 e 7-8-9 049-5304645 www.emolabdue.it www.emolabdue.it info@emolabdue.it Tel 049-5384645 www.emolabdue.it info@emolabdue.it info@emolabdue.it teltel 049-5304645 tel 049-5304645 www.emolabdue.it info@emolabdue.it


laPiazza

34

Salute

www.lapiazzaweb.it

Un milione di euro per la terza giovane età Coinvolgere i cittadini anziani come protagonisti della vista sociale

‘A

nziano’ non è più sinonimo di ‘vecchio’. L’85 per cento degli ultracinquantacinquenni del Veneto gode di buona salute ed è in forze. Fa leva su questo dato epidemiologico e sul trend demografico che vede attualmente in Veneto 155 over 65 ogni 100 giovani - destinati a diventare 240 tra quarant’anni - il primo piano regionale per l’invecchiamento attivo, messo a punto dalla Giunta regionale del Veneto. Il piano, ora all’attenzione del Consiglio per la definitiva approvazione, disegna le strategie per valorizzare la ‘terza’ e la ‘quarta’ età come risorsa per la società veneta, declinando in obiettivi e interventi le finalità della legge regionale n.23/2017 “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo”. “L’aspettativa di vita continua ad aumentare grazie a un migliore approccio sanitario e ai progressi della scienza – evidenzia l’assessore regionale al Sociale – e l’invecchiamento non coincide più solo con

una condizione di fragilità e di non autosufficienza. Il piano intende valorizzare una fascia sempre più numerosa di popolazione che dispone di ‘tempo liberato dal lavoro’ e che, quindi, può essere attivamente partecipe, offrire disponibilità, trasferire ai giovani professionalità e competenze, essere protagonista della vita sociale, civile e culturale”. Destinatari del piano sono i comuni, le Ulss, i centri servizi e le strutture residenziali, scuole e università, associazioni e il più vasto mondo del non profit: tutti potranno concorrere, elaborando progetti e sostenendo iniziative già in atto, a promuovere il coinvolgimento diretto dei cittadini ‘meno giovani’ e a stimolarne forme di impegno e di valorizzazione. La dotazione finanziaria del piano ammonta ad un milione di euro, riservato per il 15 per cento a iniziative rivolte alla salute e all’autonomia, e per il restante 85 per cento dedicato a favorire la partecipazione sociale.

Tre, infatti, le linee di intervento previste dal piano: la salute e il benessere; l’occupazione e la formazione per chi è ancora nel mercato del lavoro; e, infine, la partecipazione attiva alla vita della comunità. La prima forma di investimento è nella

salute e nel benessere degli over 60. Buone condizioni di salute e autonomia andranno difese con la prevenzione, stili di vita corretti e iniziative di educazione al mangiar sano, all’attività fisica, all’evitare fumo e alcol. Il piano contribuirà a sostenere programmi di

prevenzione e di attività motoria, palestre della salute e forme innovative di coabitazione (dalla badante di condominio al portierato sociale) Il secondo ‘focus’ è dedicato al mercato del lavoro e ai lavoratori senior perché siano protagonisti del loro periodo di completamento dell’attività lavorativa attraverso percorsi di ricollocazione (per chi ha perso il lavoro) e di formazione, forme di interscambio generazionale, alternanza con impegni di cittadinanza attiva nel mondo del volontariato. La ‘leva’ finanziaria per questo tipo di progetti è stata individuata nel Fondo sociale europeo. Infine, la terza linea di intervento è all’insegna del ‘welfare generativo’, cioè punta a valorizzare esperienze, conoscenze, disponibilità e tempo delle persone anziane a vantaggio sia dei protagonisti che della comunità. Potranno essere finanziate iniziative di sorveglianza di scuole e parchi, guide turistiche e culturali per esperienze di turismo sociale, trasporti solidali in funzione delle esigenze di persone non autosufficienti, interventi di salvaguardia ambientale, promozione di musei e biblioteche, esperienze di volontariato e di animazione culturale.

gio degli antidolorifici o assumerne più di 15 dosi mensili può infatti portare alla cronicizzazione del mal di testa. E’ sbagliato anche dare ai bambini una quantità ridotta di farmaco rispetto a quella adeguata al peso e prescritta dal medico.

In Italia è molto comune l’uso del paracetamolo, tuttavia il farmaco di prima scelta per tenere sotto controllo il mal di testa è l’ibuprofene, molecola con maggiori evidenze di efficacia documentate in letteratura scientifica.

Falsi miti sul mal di testa dei bambini Si è appena svolta la Giornata nazionale del mal di testa promossa dalla SISC. E per questa occasione alcuni specialisti hanno sfatato alcune credenze

D

ai rimedi fai da te alla cura con l’aerosol, tante le convinzioni errate sul mal di testa pediatrico, un problema che nelle sue varie forme colpisce circa 10 bambini o adolescenti su 100. Esistono vari tipi di mal di testa con manifestazioni e terapie diverse. La prima grande distinzione è tra cefalee primarie e cefalee secondarie. Nelle cefalee primarie (emicrania, cefalea tensiva e cefalea a grappolo) il dolore alla testa è esso stesso malattia; nelle cefalee secondarie, invece, il mal di testa è uno dei sintomi con cui si manifestano altre malattie (ad esempio l’influenza o patologie gravi come le encefaliti). La forma di cefalea primaria più diffusa tra i piccoli è l’emicrania. In Italia questa malattia neurologica genetica colpisce oltre l’8% dei bambini e dei ragazzi. Può essere invalidante e la sua insorgenza è predisposta dalla presenza di famigliari che ne soffrono. “Sull’origine e soprattutto su come affrontare e liberarsi del mal di testa c’è ancora confusione tra chi ne soffre – spiega

Massimiliano Valeriani, responsabile del Centro Cefalee del Bambino Gesù. “Una serie di false credenze porta spesso ad approcciare il problema in maniera non corretta, con il rischio di cronicizzare il dolore o, ancor peggio, di medicalizzare il bambino. Il nostro compito è quello di fare chiarezza su questo tema, suggerendo di rivolgersi in prima istanza al pediatra o al medico di famiglia. Un passaggio necessario per inquadrare correttamente il problema e valutare se siano necessarie ulteriori indagini presso un Centro cefalee specialistico”. Il mal di testa può presentarsi a qualsiasi età. Anche nei primi mesi di vita, ad esempio, si possono manifestare dei sintomi - come le coliche infantili - riferibili all’emicrania. In Italia 1 bambino/adolescente su 10 ha a che fare con una qualche forma di mal di testa. Quando è espressione di una cefalea primaria, è legato a una predisposizione costituzionale. I fattori psicologici vanno presi in considerazione, soprattutto nei casi partico-

larmente gravi, perché possono peggiorare l’emicrania tuttavia, ma la causa è di tipo organico. Una visita oculistica in caso di mal di testa si esegue per la valutazione del fondo oculare: un esame necessario per escludere o rilevare una ipertensione endocranica. Mentre la sinusite non è un problema che riguarda i bambini più piccoli di 8 anni perché i seni nasali non sono ancora anatomicamente sviluppati. Eventuali diagnosi di sinusite associata a mal di testa e conseguenti cure con aerosol prima di questa età sono quindi da considerare errate. I mal di testa non sono privi di rischi. Possono essere un campanello di allarme per altre patologie. In molti casi possono essere gestiti dal pediatra. I bambini con mal di testa frequenti che rispondono poco alle terapie antidolorifiche dovranno essere inviati ad un Centro specializzato. Le terapie devono essere sempre seguite sotto controllo medico. Sbagliare il dosag-


2018

29 VEN

09 LUN

19 GIO

Pooh Tribute Band

Modà Tribute Band

AC/DC tribute Band

ASCOLTA

TIMODÀ

RIFF RAFF

30 SAB

10 MAR

20 VEN

Ospiti speciali: Sonohra, Via Verdi e tanti altri...

11 MER

2a Edizione, organizzata da “Tu Modella per un Giorno”

LA MACCHINA DEL TEMPO IN TOUR

01 DOM

THE ELTON SHOW Elton John Tribute

02 LUN

BALLANDO SOTTO LE STELLE

80 CHE SPETTACOLO CON FIORDALISO TORNADO RUN COORSAL

Selezione music summer contest

RTL 102.5

Fernando Proce e le ragazze di non è la RAI

MISS MIRANO SUMMER FESTIVAL SERATA HASHTAG CON GREGOR SALTO

21 SAB

PINK SONIC

Pink Floyd Tribute Band

12 GIO

22 DOM

03 MAR

Reggaeton

Renato Zero Tribute

04 MER

SERGIO CORTES

A.d.S. Dance Studio diretto da Germana

MISS CITTÀ MURATA COORSAL

Selezione music summer contest

RADIO 105 Lo Zoo di 105

05 GIO

RUMATERA

Serata offerta in collaborazione con l’AVIS

06 VEN

STEVE HACKETT

Chitarrista Genesis (ingresso a pagamento)

07 SAB OI&B

Zucchero Celebration Band

BESAME

13 VEN

23 LUN

Michael Jackson Tribute Band

Pop Lirico

24 MAR

Vasco Tribute (Serata offerta in collaborazione con l’AVIS)

Sigle TV & cartoni Rock

DIAPASONBAND

15 DOM

ABBA SHOW

Abba Tribute Band

16 LUN

LIVEPLAY

Coldplay Tribute (Serata offerta in collaborazione con l’AVIS)

17 MAR

IL DIAVOLO & L’ACQUA SANTA

08 DOM

Il cantante della Solidarietà

COORSAL

BARRACUDA

Ligabue Tribute Band

LUCA FOFFANO

14 SAB

Rock'n' Roll Band

SALVATORE RANIERI

MAX PIANTA

18 MER

FREEWAY

25 MER

FINALE COORSAL

Selezione music summer contest

SERATA 9.0

Stereocittà con ospite Ice Mc

26 GIO

VELVET DRESS U2 tribute band

27 VEN NEGRITA

Ingresso a pagamento

Selezione music summer contest

RADIO COMPANY Ospite Samantha Fox

MESTRE Via Giustizia, 12 autoservicemoderna.it tel. 041 926084


laPiazza

36

Purmontes, S bioarchitettura nel futuro

i chiama Purmontes ed è un progetto – un bellissimo e innovativo progetto di bioarchitettura - che farà molto parlare di sé nei prossimi mesi. E’ l’esempio a 5 stelle di come si possa progettare in sintonia con la natura. La bellezza sposata alla tecnologia del futuro. Dà l’idea di dove può spingersi la bioarchitettura, ovvero l’insieme delle discipline legate alla progettazione che presuppongono un atteggiamento eticamente corretto nei confronti dell’ecosistema. Tutto ciò in una visione caratterizzata dalla più ampia interdisciplinarietà e da un utilizzo parsimonioso delle risorse. Purmontes è un villaggio com-

di Renato Malaman

www.lapiazzaweb.it

posto da cinque chalet, realizzato a Mantana, alle porte di Brunico, dalla famiglia Winkler. Famiglia di origini contadine che è riuscita a trasferire i valori di quel proprio mondo ancestrale nell’intrapresa arte dell’accoglienza. I l villaggio è un nuovo concept capace di coniugare armoniosamente la natura al lusso, rispettando l’ambiente ed evitando sprechi. E’ un gioiello architettonico di gusto contemporaneo che sembra però sospeso nel tempo in quel suo richiamo a forme architettoniche tradizionali – come i vecchi fienili della zona – e a materiali di uso comune da secoli in Valle Pusteria e nelle valli limitrofe.

continua alla pag. seguente


38

laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Purmontes, bioarchitettura nel futuro L’innovativo villaggio realizzato dalla famiglia Winkler a Mantana, alle porte di Brunico è l’esempio di come si possa progettare un luogo di vacanza in armonia con la natura

di Renato Malaman

se g u e dal l a pag. pr ec ed ente

L

’architetto Stefan Gamper, professionista con studio a Chiusa, ha avuto carta bianca dai Winkler nel pensare a qualcosa che in Alto Adige non c’era ancora. A un’opera destinata a cambiare il paesaggio, ispirata alla filosofia della grande architettura dei paesi nordici. Purmontes è stato costruito a tempo di record in pochi mesi di cantiere (circa 7,5 milioni il costo dell’opera) e dal primo luglio può già accogliere i primi ospiti. “Sono dei turisti cinesi residenti a Verona – rivela Kurt Winkler – clienti fidelizzati, il cui unico merito nella circostanza è di aver semplicemente prenotato per primi”. L’obiettivo dichiarato di Purmontes è il wellness allo stato puro, l’essenza, il benessere assoluto. La struttura è luminosa, realizzata con criteri “green”. Ogni chalet è una suite dotata di infinity pool privata, di una grande terrazza (o giardino) e di camino. Accanto sorge il maneggio con tanto di box privato per il proprio cavallo. Di fronte c’è il laghetto balneabile, con acqua di fonte non additivata al cloro: invita gli ospiti ad immergersi per un fresco bagno di salute. Gli spazi comuni comprendono un’incantevole spa e un salotto–biblioteca

L’ARCHITETTO ALTOATESINO STEFAN GAMPER (FOTO QUI SOPRA) È IL “PADRE” DI PURMONTES (IN ALTO LA VISIONE D’INSIEME DEL NUOVO VILLAGGIO REALIZZATO A MANTANA), UN COMPLESSO INNOVATIVO SOTTO TANTI PUNTI DI VISTA DI CUI MOSTRIAMO ANCHE ALCUNI DETTAGLI DEGLI INTERNI. IL VILLAGGIO APRIRÀ LE PORTE AI PRIMI OSPITI IN LUGLIO: I PRIMI PRENOTATI SONO ALCUNI TURISTI CINESI

di forma circolare con un originale cami- ultima generazione. La palestra e la sala no orizzontale a parete che ricorda certi fitness-cardio completano l’offerta benestempli di epoca romana. Tutt’intorno solo sere della Purmontes Loft – Spa. pace, tra pascoli e boschi. Il piccolo paese Ci sono altre chicche che rendono elidi Mantana è a portata di passeggiata. taria questa struttura: la colazione viene I 5 chalet–suite sono un’originale sintesi servita direttamente nello chalet-suite, opanche nei dettagli. Le forme contempora- pure in alternativa si può scegliere quella a nee si coniugano armoniosamente con il buffet al vicino hotel Lanerhof, sempre del carattere alpino dei materiali utilizzati: il gruppo Winkler, di cui fa parte Purmonlegno antico, la pietra e i tessuti pregiati tes. La scuderia dei cavalli è open, ovvero realizzati artigianalmente. Creano suggepermette di cavalcare stioni anche gli elemensia con i cavalli del mati di arredo dal design Il gruppo di cinque chalet- neggio a uso esclusivo audace, i corpi illumidegli ospiti, sia di ponanti studiati ambiente suite in legno antico e vetro ter portare il proprio rispetta l’ecosistema e si per ambiente, le grandi destriero. Il Purmones pareti di vetro che per- inserisce bene nel paesaggio. completa l’offerta del mettono all’ospite di Prevede servizi esclusivi per gruppo Winkler che “entrare” nella natura. un turismo di alta fascia, solo da poco aveva preLa spa del Purmonsentato l’altro gioiello con tanto di laghetto tes – come snocciolato di famiglia, il Winkler, balneabile e maneggio dai depliant - è dotata di altro hotel con molti sauna finlandese e baconcept innovativi e gno turco; l’area relax panoramica con letti con uno stile architettonico in sintonia con di fieno è un luogo che fa tornare indietro i tempi. Winkler famoso anche per la sua nel tempo. Il menu dei trattamenti prevede cucina. Completa la gamma il Sonnenhof, coccole a gogò, in linea con il livello esclu- albergo più tradizionale che sorge alle porsivo della struttura: massaggi rilassanti te di Brunico ed è particolarmente adatto o rigeneranti, trattamenti corpo o viso di anche alle famiglie.


ACQUISTA I TUOI CAPI D’ABBIGLIAMENTO DIRETTAMENTE IN FABBRICA

Viale della Navigazione Interna, 113 · Tel. 049 8705788 NOVENTA PADOVANA


40

laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Food & Drink CENA SPETTACOLO DI FRIULI VENEZIA GIULIA VIA DEI SAPORI AL CASTELLO DI SPESSA DI CAPRIVA DEL FRIULI In scena 22 chef, 22 fra vignaioli e distillatori e una quindicina di artigiani del gusto Al Castello di Spessa di Capriva del Friuli, il 3 luglio, appuntamento glam con il sofisticato Dinner Show del cartellone estivo dei Concerti del Gusto 2018 di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, che mettono in scena quanto di più raffinato propone in tavola il Friuli Venezia Giulia. La cena spettacolo sarà allestita in un contesto carico di suggestione, il parco storico che circonda il maniero, ora elegante Resort. Legato a nobili casate e illustri ospiti come Giacomo Casanova, il Castello di Spessa – le cui origini risalgono al 1200 – si trova nel cuore del Collio Goriziano ed è completamente circondato dalle vigne della tenuta, fra cui si snodano le 18 buche del Golf Country Club Castello di Spessa. Nel suo sottosuolo è scavata la più antica e scenografica cantina del Collio, dove invecchiano i pregiati vini della tenuta, che Casanova definì “di qualità eccellente”. Dopo il benvenuto con golosità di una quindicina di produttori, inizierà per i presenti uno straordina-

rio percorso del gusto in 22 tappe firmate dagli chef dei 21 ristoranti del gruppo, che cucineranno in diretta davanti al pubblico inediti piatti di alta creatività. Attenti alle

esigenze alimentari, gli chef proporranno anche piatti per celiaci e vegetariani. Accanto ad ogni chef, altrettanti vignaioli proporranno raffinati abbinamenti fra cibi e vini.

LA PENISOLA SI COLORA DI ROSA: #OGGIROSÉ Dal Veneto alla Puglia una giornata dedicata al vino rosato. Appuntamenti in tutta Italia per brindare all’estate con i rosé

Il primo venerdì dell’estate è rosa. I Consorzi di tutela del Chiaretto di Bardolino, Valtènesi, Cerasuolo d’Abruzzo, Castel del Monte e Salice Salentino, freschi della firma del Patto d’Intenti per la valorizzazione del vino rosato autoctono italiano, presentano #oggirosé. Venerdì 22 giugno l’Italia si colorerà di rosa con una serie di aperitivi, cene e degustazioni che vedranno coinvolte cantine, enoteche, wine bar e ristoranti di tutta la penisola. “Con #oggirosé – spiega Franco Cristoforetti, presidente del Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino e capofila del Patto – vogliamo dimostrare che la firma del Patto d’Intenti non rimarrà solo sulla carta. L’evento del 22 giugno è il primo

passo concreto per dimostrare che i cinque Consorzi si stanno già impegnando in una promozione unitaria dei rosati italiani”. L’evento cade in concomitanza con l’International Rosè Day, in programma lo stesso giorno, ma l’obiettivo dei cinque territori è quello di trasformare #oggirosé in un evento tutto italiano. Grazie alla versatilità di questo vino e al suo carattere informale, i Consorzi hanno scelto di legarlo a degli appuntamenti che coinvolgeranno un pubblico trasversale, dagli appassionati ai più esperti. Molto variegata la gamma di proposte della giornata, quando saranno previsti aperitivi aperti al pubblico in oltre un centinaio di

cantine che vinificano in rosato, in una trentina di bar ed enoteche e in vari esercizi commerciali. In programma anche alcune cene dove i protagonisti saranno sempre i rosé ottenuti da uve autoctone italiane del territorio di competenza. I cinque Consorzi organizzeranno inoltre delle degustazioni guidate per permettere a pubblico ed intenditori di approfondire la propria conoscenza sul mondo dei vini rosati. Il via ufficiale a #oggirosé verrà dato alla mezzanotte del 21 giugno alla Tenuta San Martino di Legnago (Verona) al termine della manifestazione Rosé in Tenuta, che vedrà protagonisti i rosati autoctoni italiani. Info: www.oggirose.it

In chiusura, ciascun chef presenterà la sua personalissima interpretazione del dolce estivo. Da 18 anni portabandiera delle eccellenze enogastronomiche di questa regione del Nord Est, straordinario melting pot di genti, culture, cibi, il Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori è un affiatatissimo gruppo composto da 62 aziende top-quality: 22 ristoratori che - dal mare Adriatico alle Alpi - sono portabandiera delle molteplici anime della cucina regionale, pensata e rielaborata da ciascuno secondo il proprio personalissimo percorso di ricerca; 22 tra vignaioli e distillatori, 19 fra artigiani

del gusto e realtà ad essi collegate. Insieme rappresentano quanto di meglio offre questa terra in fatto di enogastronomia. Il gruppo è pioniere del format, oggi in gran voga, che vede i grandi chef cucinare in contemporanea davanti al pubblico, per raccontare la propria terra attraverso cibi e vini. Il menù della serata è disponibile su www.friuliviadeisapori.it. La Cena Spettacolo inizia alle 20.00. L’entrata sarà consentita fino alle 21.00. È gradito l’abito elegante. Il costo è di 60 €. In caso di maltempo, la cena si terrà il 4 luglio.

VESPAIOLONA 2018: LA NOTTE BIANCA E ROSSA TRA LE CANTINE DELLA DOC BREGANZE Appuntamento venerdì 22 giugno 2018 per l’undicesima edizione della Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantine, l’evento glamour dell’estate della DOC Breganze organizzato dall’associazione Strada del Torcolato e dal Consorzio Tutela Vini DOC Breganze. La manifestazione prende il nome dal Vespaiolo, il vino tipico della zona di Breganze e della Pedemontana Vicentina. Nella notte più corta dell’anno 13 cantine della DOC Breganze apriranno le loro porte per ospitare le migliaia di appassionati e tutti coloro che vogliono conoscere meglio questo territorio ed i suoi prodotti tipici. In ogni cantina oltre ai vini in degustazione, saranno proposti abbinamenti gastronomici e spettacoli d’intrattenimento. Sarà a disposizione un servizio di bus navetta che dalla centrale Piazza Mazzini porterà alle diverse cantine e viceversa. Sarà bloccato il traffico privato. Il tutto all’insegna del bere consapevole. Le Cantine che partecipano a questa edizione sono: Bonollo Giuseppe, Cà Biasi di Dalla Valle Innocente, Cantina Beato Bartolomeo da Breganze, Col Dovigo, IoMazzucato, La Costa, Le Colline di Vitacchio Giampietro, Le Vigne di Roberto, Maculan, Miotti Firmino, Transit Farm, Vigneti dell’Astico e Vitacchio Emilio. Per motivi di sicurezza, la parte-

cipazione alla Vespaiolona è a numero chiuso (4500 partecipanti al massimo) riservata ai possessori del kit-pass, composto da calice di degustazione, vademecum delle cantine aderenti e portabicchiere, che serve anche da lasciapassare per accedere alle stesse. Prevendite on line a partire dal 5 giugno sul sito www.vespaiolona.it.


Upgrade your business

WEB & SOCIAL BRAND & MARKETING

GESTIONE D’IMPRESA

CREDITO & FINANZA

I servizi di Forum Impresa sono strutturati per dare visibilità alla vostra azienda e al tempo stesso garantirne un’organizzazione quotidiana ottimale! Il tutto con un investimento decisamente contenuto e svolte pari zero, grazie agli strumenti di credito offerti dai partner di Forum Impresa!

Padova - Tel. 049.87.04.884 info@forumimpresa.com - www.forumimpresa.com Powered by


Appuntamenti

42

www.lapiazzaweb.it

Scene di paglia, Festival dei casoni e delle acque tra i comuni della Saccisica e del Conselvano T

orna Scene di paglia, festival dei casoni e delle acque X edizione -S/radicamenti: 15 spettacoli, tra cui varie prime regionali e una prima assoluta, in sei comuni della Saccisica e del Conselvano. Decima edizione per uno degli appuntamenti più importanti della stagione estiva in Veneto. Al via il 16 giugno con la prima assoluta de “L’arte di aspettare” e poi tutti i giorni da venerdì 22 a domenica 1° luglio. Le campagne della Saccisica e del Conselvano diventano di nuovo il più suggestivo dei palcoscenici: dal 16 al 22 giugno sarà il momento di Scene di Paglia, festival dei casoni e delle acque. La manifestazione, giunta alla decima edizione, è un consolidato riferimento a livello italiano per la qualità della proposta e per l’originalità della

formula, nella quale il paesaggio dialoga con lo spettacolo: un connubio tra cultura e territorio che ha reso Scene di paglia, anno dopo anno, uno degli appuntamenti più interessanti dell’estate veneta. Essenziale è il confronto tra le proposte artistiche e i luoghi del festival: casoni di campagna e di laguna, barchesse, parchi, idrovore, case coloniche, scuderie, parchi storici, piazze e angoli urbani. Spazi pubblici e talvolta anche privati, spesso riscoperti o aperti per l’occasione. Sono molti gli spettacoli di qualità selezionati dal direttore artistico Fernando Marchiori e proposti dal festival con una scelta articolata di espressioni artistiche che vanno dalla prosa al teatro di narrazione, dalla danza al dal teatro di figura a quello musicale. Proseguendo la

Pontelongo, premio di poesia

S

tradizione del festival, l’edizione 2018 cercherà di coniugare qualità e capacità comunicativa delle proposte, intrecciando spettacoli, laboratori e incontri intorno a un tema forte, sempre nell’orizzonte progettuale del “fare comunità”: incontrarsi a teatro una sera d’estate per divertirsi e riflettere insieme, coltivare l’immaginario

collettivo senza perdere di vista la realtà del nostro tempo. Tra gli artisti invitati: Marco Martinelli, Francesco Cafiso, Tiziano Scarpa, Ker Théâtre Mandiaye N’diaye, Debora Petrina, Paolo Benvegnù, Ivan Castiglione, Luca Ronga, Claudia Marsicano, Teatro Medico Ipnotico, Sergio Mercurio, Roberto Abbiati. 

ono state oltre quattrocento le composizioni che hanno partecipato alla 32esima edizione del premio di poesia “Antico Ottorino ed Elisa Benvegnu’ Ortu’”, appuntamento tradizionale del Maggio Pontelongano ormai capace di attrarre l’interesse di poeti da tutta Italia. In occasione delle premiazioni grande è stata la soddisfazione per il presidente del “Kf Pontelongo” Beppino Soggia che ha sottolineato come la qualità dei contenuti sia stata eccellente. Il sindaco Fiorella Canova si è complimentata con i partecipanti per l’impegno profuso mentre l’assessore alla Cultura Edoardo Battisti ha fatto notare come il tempo abbia consolidato il prestigio di questa manifestazione, unica nel suo genere in tutta la Saccisica.(a.c.).

Adria scopre il cineturismo

AR EN A SE R I E P RE M I UM

PREMIUM PRESTIGE ELITE

LA RIVOLUZIONE

DELLE PAVIMENTAZIONI PER ESTERNI San Giorgio delle Pertiche (PD) - Ph. +39 049 5747139

Paysage maggio 160x165.indd 1

PREMIUM - PRESTIGE - ELITE sono le nuove linee prodotte con materiali di pregio, formati innovativi, colori nuovi e texture che riproducono l’effetto della pietra naturale. Le sabbie di Quarzo, Granito, Basalto e Porfido nello strato di finitura conferiscono ai nostri prodotti elevate resistenze meccaniche e unici risultati estetici. I trattamenti Stone Tech e Stone Tech Plus assicurano una protezione a lunga durata dei colori e delle superfici.

SCOPRI DI PIÙ SUI NOSTRI PRODOTTI

www.micpav.it

11/04/18 14:24

Un’inedita forma di turismo e di visitazione che sta prendendo piede sul Delta e in particolare ad Adria è il cineturismo. La curiosità di conoscere i set di film e fiction televisive sta portando nella città etrusca visitatori e fruitori di diversi pacchetti turistici, grazie anche alla mostra “Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi” di palazzo Roverella. Ad Adria sono stati girati alcuni film molto particolari, da “Tutti a casa” di Comencini a “L’estate di Davide” di Mazzacurati e la Polesine film Commission potrebbe proporre questo territorio come location di future pellicole. “In questo contesto e di fronte al territorio del Delta del Po – ha spiegato in un recente incontro Emanuela Finesso, ex direttrice dell’Ente Parco – Adria dovrebbe fornire ai visitatori un itinerario turistico integrato tra la natura e cultura”. Dello stesso avviso è Edoardo Zambon, che ha recentemente presentato alla cittadinanza un progetto turistico integrato: l’obiettivo è predisporre un pacchetto di offerte che preveda il ‘Grand Tour’ del comune. Serve iniziare a porre le basi di un piano per cogliere le opportunità che arrivano dal trend turistico globale e dei suoi flussi. Questi ultimi prendono continuamente nuove vie e possono essere catturati con una proposta di qualità e ben strutturata. Vi è la necessità che la futura amministrazione civica orchestri un programma turistico composto da varie linee strategiche in sinergia con le associazioni, gli enti culturali e le scuole per valorizzare il nostro territorio. Dapprima serve che la città decida definitivamente la propria targa di riferimento e come si vuole ‘vendere’ ai potenziali visitatori. Da qui si può sviluppare una discussione partendo dal ruolo della città dalla storia antica e dal fatto che Adria ha dato il nome al mar Adriatico ma che si può comunque spendere benissimo anche in altri campi specifici quali la tradizione dei prodotti tipici o gli eventi sportivi. “Serve – ha detto – inserire Adria nella rete web con un sito istituzionale turistico dedicato, che informi e presenti l’offerta turistica della città, con il calendario degli eventi, contenuti curati ed esatti, approfondimenti e fotografie. Curare i social network, pensare ad un ufficio turistico di supporto che produca materiale informativo, progettare e rendere operativi vari percorsi di visitazione Melania Ruggini della città e delle frazioni”.


WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT

NON ASPETTARE L’ESTATE LE TENDE DI MARCA SCONTATE LE TENDE DI MARCA SCONTATE TENDE DI MARCA PRENOTA ORA LE TUE DEL 35% MONTAGGIO COMPRESO DEL 35% COMPRESO 35% MONTAGGIO COMPRESO SCONTATE DELMONTAGGIO

e guide antivento Larg. e350 - H.antivento 250 / €550,00 guide Larg. 350 - H. 250 / €550,00

Tenda Pergola con motore Larg. 450 - con Sp. 400 Tenda Pergola motore Euro 2.800,00 Larg. 450 - Sp. 400 Euro 2.800,00

Tenda a Braccia Larg. 3480 - Sp. 210 Tenda a Braccia 590,00 Larg.Euro 3480 - Sp. 210 Euro 590,00

Tenda a Cassonetto Larg. 400 - Sp. 210 Tenda a Cassonetto Euro Larg. 400900,00 - Sp. 210 Euro 900,00

Tenda a Caduta guide in acciaio 400guide - H. 300 Tenda aLarg. Caduta in acciaio Euro 450,00 Larg. 400 - H. 300 Euro 450,00

Tenda Oscurante conTenda cassonetto e guide Zip Oscurante 300- eH.guide 250Zip conLarg. cassonetto Euro 650,00 Larg. 300H. 250 Euro 650,00

CAMBIO TELO SU OGNI TIPO DI TENDA CAMBIO TELO SU IMBATTIBILI OGNI TIPO DI TENDA A PREZZI

A PREZZI IMBATTIBILI

DETRAZIONE FISCALE DEL 65% 65% DETRAZIONE FISCALE DEL 50% RESPONSABILE PREVENTIVI 335.7717955 Via Obbia bassa 28/A - Trebaseleghe (PD) - Tel. 049.9385821 RESPONSABILE PREVENTIVI 335.7717955

WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT

e-mail: - www.roccotendedasole.it Via roccoprotezionisolari@virgilio.it Obbia bassa 28/A - Trebaseleghe (PD) - Tel. 049.9385821 e-mail: roccoprotezionisolari@virgilio.it - www.roccotendedasole.it


Appuntamenti

44

www.lapiazzaweb.it

Isola pedonale in centro, Piove si anima per un’estate ricca e vivace E

’ tornata in centro stori- Pro loco, Confesercenti, Ascom, PioveAmica e il consorzio Proco l’Isola Pedonale che per i prossimi tre mesi proporrà un moPiove per la disponibilità e la programma ricco di eventi e ma- positiva collaborazione che in nifestazioni. E’ iniziata ad inizio questi anni che hanno regalato”. Tanti gli appuntamenti, con mese e terminerà il 31 agosto. Il centro storico sarà pedonalizza- dei momenti che ormai sono dito, tutti i giorni, dalle 20.30 alle 2 ventati dei classici per l’estate piovese. Dopo la sfilata di moda di notte. “ L ’ o b i e t t i v o - a f f e r m a n o curata da Confesercenti, che ha dall’assessorato al Commercio - visto la partecipazione dei negozi di regalare un’altra estate ai pio- della città. A giugno in programvesi con spettacoli, concerti e in- ma, tra le altre cose, la festa della trattenimenti vari per tutti i fine donazione con Avis e Admo (16 settimana di giugno, luglio e una giugno), i saggi musicali della parte del mese di agosto, è stata scuola Salti di Tono (17 giugno), raggiunto anche quest’anno. Si l’apertura del festival “Scene di Paglia” (22 giutratta innanzitutgno), il “Frida to di un’occasioTanti gli Festival” (22 e 23 ne per rilanciare giugno) e “Ballanla socialità, per appuntamenti do sotto le stelle” fare vivere il cenche sono (30 giugno). tro storico e anA luglio ci sarà che per aiutare diventati “La notte dei sall’economia che dei classici di” (7 luglio), lo è storicamente “Jappelli Festival parte della città. per l’estate Summer” con la Lo faremo, come piovese. partecipazione di sempre, rendenUn’offerta Marina Rei e Irene do la città fruibile Fornaciari, la fia tutti, aperta alla di svago nale del concorso vivibilità, ma soe di aggregazione “Piove è musica” prattutto animata (14 luglio), “Boxe e sicura. Il proper tutta la sotto le stelle” (21 gramma dell’ISaccisica luglio), il cinema sola Pedonale è all’aperto davanti talmente vario al Municipio e la da rappresentare “Notte Bianca” (28 luglio). ogni sensibilità e ogni fascia di Infine ad agosto una serata deetà”. “L’Isola Pedonale - si spiega dicata alla disco music (4 agosto), dal Comune - è oramai da alcuni il “Canto Libero” diretto dal maanni un punto di svago e un luo- estro Gianni Pasqualotto (5 agogo di aggregazione, non solo per sto) e il gran finale con il concerla città, ma per tutta la Saccisica to dell’Orchestra Giovanile della e non solo. Offrendo spettacoli Saccisica (24 agosto). Tutti i veed eventi tutti i week end ci ca- nerdì, inoltre, si potrà visitare la ratterizziamo come una città che torre civica grazie alle guide del coniuga quantità e qualità, offer- Ctg della Saccisica. Alessandro Cesarato ta e servizi per alcune ore di sva>ale.cesarato@gmail.com< go. Ringrazio ancora una volta,

Jappelli Summer Festival: il trionfo della musica il 13 e il 14 luglio

M

usica di qualità per palati fini. Il 13 e il 14 luglio torna lo Jappelli Summer Festival, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. L’evento, ospitato nelle suggestive e intimistiche atmosfere del cortile interno del palazzo municipale in piazza Matteotti, si è affermato ormai come uno degli appuntamenti dedicati alla musica d’autore più attesi dell’estate. E’ organizzato dal Comune che si avvale del supporto della locale scuola di musica Salti di Tono e della direzione artistica di Lietta Traversi. Nella prima serata si esibirà Marina Rei (biglietto 10 euro), cantautrice e musicista romana di fama. Accompagnata dal violino di Andrea Ruggiero e dal violoncello di Flavia Massimo, la Rei presenterà il suo repertorio, mostrando anche le sue abilità alla batteria, al pianoforte e alla chitarra. A ingresso gratuito sarà invece la serata di sabato 14 luglio con una doppia proposta di artisti emergenti. Si inizia con Chiara Patronel-

la, trentenne pugliese trapiantata a Padova, è un’artista completa che canta, scrive e compone. Al pubblico, in versione semiacustica, presenterà il suo ultimo album “Come le rondini”. A seguire ci sarà Davide Viviani, la cui chitarra per l’occasione sarà accompagnata da una fisarmonica, musicista e compositore fortemente influenzato dallo stile De Gregori. Al festival porterà “Oreficeria”, il suo secondo disco. I concerti inizieranno alle 21.45. Farà da cornice ai momenti musicali un piccolo “village” con creazione handmade e birra artigianale. Già aperte le prevendite per il concerto di Marina Rei. Biglietti disponibili su www.diyticket.it. Il biglietto acquistato in prevendita da diritto al posto a sedere fino a esaurimento della disponibilità. In caso di maltempo il festival si sposterà all’interno del vicino Teatro Filarmonico. Per info: www.saltiditono.it. A.C.

Tagliati su misura per ogni cliente per la vostra >> Circuito Nord Est Pubblicità Padova Rovigo Venezia >> 15 Edizioni mensili 238.340 copie via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

45

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Insalata di Bulgur Ingredienti: 200 g di bulgur - acqua q. b. - prezzemolo, menta, erba cipollina tritati - 3 pomodori sbucciati e tagliati a dadini - il succo di un limone - 1 spicchio d’aglio - sale q. b. - 3-4 C d’olio. Preparazione: cuocere il bulgur come da ricetta base*, aggiungendo la cipolla tritata e l’alloro. Lavare i pomodori, buttarli per 1 minuto in acqua bollente (per togliere la buccia), tagliarli a cubetti e metterli in una ciotola con l’aglio intero (se lo volete si può eliminare successivamente) oppure tritato, le erbe aromatiche tritate, l’olio. Quando si sarà raffreddato condire il bulgur, unire i pomodori, amalgamare e tenere almeno mezz’ora al fresco.

Gelato ai frutti di bosco

Ingredienti: 5 zucchine piccole e tenere - 1 C di pinoli - 1 C di: menta fresca, basilico, prezzemolo, timo - 2 C d’olio - sale e limone q. b. - 1 puntina di senape - 1 spruzzatina di tamari.

Ingredienti: 250 g di yogurt di soia - 200 g di frutti di bosco maturi - 4 C di zucchero di canna - ½ limone.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Note

Preparazione: mondare, lavare e affettare le zucchine il più sottilmente possibile. Metterle a marinare in un piatto da portata con la salsa preparata mescolando l’olio, il sale, il succo di limone, la senape e il tamari. Prima di servire cospargere con le erbe fresche tritate e i pinoli spezzettati.

Preparazione: lavare rapidamente i frutti di bosco e asciugarli delicatamente. Frullarli assieme allo zucchero e al succo di mezzo limone. Porli nella gelatiera, aggiungere lo yogurt e metterla in funzione. Dopo 30 minuti il gelato sarà pronto.

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.

*Con una spesa minima di 80€ in articoli della Collezione MARE Triumph. Valida dal 16.05.2018 al 31.08.2018 fino esaurimento scorte. Non cumulabile con altre iniziative in corso, regolamento disponibile su www.triumph.com e c/o la sede legale Triumph International Rome SpA.

* Ricetta base: si prende il bulgur e si mette in una pentola con una quantità d’acqua pari a circa il doppio della quantità di cereale e si inizia la cottura con fiamma alta fino al momento dell’ebollizione. Quindi si abbassa la fiamma, si schiumano le eventuali impurità, si aggiunge il sale e si continua la cottura a fiamma bassa per il tempo necessario che è di circa 15-20 minuti. Questo tempo dovrebbe coincidere con il totale assorbimento dell’acqua. E’ consigliabile, comunque, prima di aggiungere il condimento, lasciar riposare un pò di tempo, in modo da permettere l’assorbimento dell’acqua eccedente e il rigonfiarsi uniforme del cereale.

Zucchine alle erbe aromatiche

# To g e t h e r W e Tr i u m p h

T R I U M P H C / O C C “ L A FAT T O R I A”

S S 1 6 A D R I AT I C A 1 9 3 - R O V I G O


Oroscopo

46

l’

Ariete Desiderate chiarire, in modo da comprendere meglio alcune situazioni. Amore al top e spazio al dilago

Toro E’ tempo di cambiamenti e la luna nuova ti darà una mano a gestire diversamente qualcosa o ad arricchire le tue qualità.

Giugno L’estate è ormai vicinissima, e presto vi sentirete leggeri, distratti, capaci cioè di vivere e di affrontare ogni cosa in modo brillante e goloso

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Imparate a leggere nell’animo della persona che amate, interpretate al meglio i suoi sogni. Ve ne sarà grato

Scorpione Scegliere non è mai facile. Meglio provare prima a mettersi nei panni dell’atro o degli altri. Pensate e ponderate meglio

Gemelli

Sagittario

Ora potete fidarvi di voi stessi e delle vostre intuizioni. Concedetevi un momento fatto apposta per pensare

Siete perseguitati da una schiera di dubbi interiori. Dovete avere più fiducia in voi stessi, infondo sapete qual’è la cosa giusta

Cancro

Capricorno

Leggerezza. Non dimenticate di tenere accesi i dialoghi di coppia e i progetti da vivere in due. Fantasia e viaggi

Siate più dolci ed emozionante con chi amate, sia al telefono che di persona. Un poco di miele in più non guasta

Leone

Acquario

Vi aspettano tensioni, energie negative e un poco di stress. Forza! Alla fine avrete ragione su tutto

Il futuro è dietro l’angolo e le premesse non sono niente male. Avrete emergeva da vendere per cogliere ciò che volete

Vergine

Pesci

Concentratevi sulle cose importanti da vivere insieme al vostro partner e chiedetevi se è quel che volete davvero

Rivedete alcune posizioni e allineatevi meglio con le idee del vostro partner. Andare allo scontoo non è sempre utile


Costruiamo

il

tuo

benessere

La nostra azienda nasce nel 2014 dall’esperienza pluriennale dei due soci Andrea e Michele nei settori delle energie rinnovabili e delle ristrutturazioni industriali.

Ci occupiamo di:

• BONIFICA AMIANTO • Rifacimento coperture industriali e civili • Progettazione di impianti fotovoltaici • Consulenza Finanziaria

TUTTO CHIAVI IN MANO. FORNIAMO SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI TOTALMENTE GRATUITI E TI LIBERIAMO DA OGNI ONERE BUROCRATICO.

049.099.83.11 Via Germania, 19 Vigonza (Pd)

info@ekonic.it www.ekonic.it seguici su

Ekonic

Conselvano giu2018 n82  

Conselvano giu2018 n82

Conselvano giu2018 n82  

Conselvano giu2018 n82

Advertisement