Page 1

Anno LVI - n. 11/12 Ottobre /Novembre 2011 - Sped. in Abb. Postale, art. 2 comma 20/c Legge 662/96 Regione Campania -BN- In caso di mancato recapito restituire al mittente


La Parola del Papa "AVVENTO"

Cari fratelli e sorelle, Riflettiamo brevemente sul significato della parola “Avvento”, che può tradursi con “presenza”, “arrivo”, “venuta”. Nel linguaggio del mondo antico era un termine tecnico utilizzato per indicare l’arrivo di un funzionario, la visita del re o dell’imperatore in una provincia. Ma poteva indicare anche la venuta della divinità, che esce dal suo nascondimento per manifestarsi con potenza, o che viene celebrata presente nel culto. I cristiani adottarono la parola “avvento” per esprimere la loro relazione con Gesù Cristo: Gesù è il Re, entrato in questa povera “provincia” denominata terra per rendere visita a tutti; alla festa del suo avvento fa partecipare quanti credono in Lui, quanti credono nella sua presenza nell’assemblea liturgica. Con la parola adventus si intendeva sostanzialmente dire: Dio è qui, non si è ritirato dal mondo, non ci ha lasciati soli. Anche se non lo possiamo vedere e toccare come avviene con le realtà sensibili, Egli è qui e viene a visitarci in molteplici modi. Il significato dell’espressione “avvento” comprende quindi anche quello di visitatio, che vuol dire semplicemente e propriamente “visita”; in questo caso si tratta di una visita di Dio: Egli entra nella mia vita e vuole rivolgersi a me. Tutti facciamo esperienza, nell’esistenza quotidiana, di avere poco in questo numero: tempo per il 2 La Parola del Papa Signore e poco 4 Accogliamo Gesù tempo pure 6 Sotto la protezione dell'Assunta 6 Si sono uniti in matrimonio per noi. Si fini6 Esprimono gratitudine all'Assunta sce per essere 7 Celebriamo insieme il Natale assorbiti dal 8 La Chiesa di Ave Gratia Plena o dell'Annunziata 9 La festa dell'Assunta in Australia “fare”. Non è 9 Nel buio la luce e programma dirette web forse vero che 10 Appunti di cronaca spesso è pro11 Hanno collaborato con noi... 12 In memoria di... prio l’attività a 14 Sono tornati alla casa del Padre

2

possederci, la società con i suoi molteplici interessi a monopolizzare la nostra attenzione? Non è forse vero che si dedica molto tempo al divertimento e a svaghi di vario genere? A volte le cose ci “travolgono”. L’Avvento, questo tempo liturgico forte che stiamo iniziando, ci invita a sostare in silenzio per capire una presenza. E’ un invito a comprendere che i singoli eventi della giornata sono cenni che Dio ci rivolge, segni dell’attenzione che ha per ognuno di noi. Quanto spesso Dio ci fa percepire qualcosa del suo amore! Tenere, per così dire, un “diario interiore” di questo amore sarebbe un compito bello e salutare per la nostra vita! L’Avvento ci invita e ci stimola a contemplare il Signore presente. La certezza della sua presenza non dovrebbe aiutarci a vedere il mondo con occhi diversi? Non dovrebbe aiutarci a considerare tutta la nostra esistenza come “visita”, come un modo in cui Egli può venire a noi e diventarci vicino, in ogni situazione? Altro elemento fondamentale dell’Avvento è l’attesa, attesa che è nello stesso tempo speranza. L’Avvento ci spinge a capire il senso del tempo e della storia come “kairós”, come occasione favorevole per la nostra salvezza. Gesù ha illustrato questa realtà misteriosa in molte parabole: nel racconto dei servi invitati ad attendere il ritorno del padrone; nella parabola delle vergini che aspettano lo sposo; o in quelle della semina e della mietitura. L’uomo, nella sua vita, è in costante attesa: quando è bambino vuole crescere, da adulto tende alla realizzazione e al successo, avanzando nell’età, aspira al meritato riposo. Ma arriva il tempo in cui egli scopre di aver sperato troppo poco se, al di là della professione o della posizione sociale, non gli rimane nient’altro da sperare. La speranza segna il cammino dell’umanità, ma per i cristiani essa è animata da una certezza: il Signore è presente nello scor-


rere della nostra vita, ci accompagna e un g i o r n o asciugherà anche le nostre lacrime. Un giorno, non lontano, tutto troverà il suo compimento nel Regno di Dio, Regno di giustizia e di pace. Ma ci sono modi molto diversi di attendere. Se il tempo non è riempito da un presente dotato di senso, l’attesa rischia di diventare insopportabile; se si aspetta qualcosa, ma in questo momento non c’è nulla, se il presente cioè rimane vuoto, ogni attimo che passa appare esageratamente lungo, e l’attesa si trasforma in un peso troppo grave, perché il futuro rimane del tutto incerto. Quando invece il tempo è dotato di senso, e in ogni istante percepiamo qualcosa di specifico e di valido, allora la gioia dell’attesa rende il presente più prezioso. Cari fratelli e sorelle, viviamo intensaSantuario dell’Assunta 82034 Guardia Sanframondi mente il preDirettore e Redattore: P. Filippo Di Lonardo sente dove già Responsabile: P. Giuseppe Lando ci raggiungono Dir. Red. Amm.: Congregazione dell’Oratorio PP. Filippini i doni del 82034 Guardia Sanframondi (BN) Signore, viviaTel. e Fax 0824.864013 molo proiettawww: santuarioassunta.com e-mail: santuarioassunta@email.it ti verso il futuAut. Tribunale BN Dec. 3/4/1956 ro, un futuro n. 25/56 del Registro Stampe carico di speC.C.P. 11000825 IBAN: IT63Q0101075360041200000632 r a n z a . BIC: IBSPITNA L’Avvento criSped. in abb. post., art. 2, comma 20/C Legge 662/96 stiano diviene Regione Campania -BN in questo Con approvazione ecclesiastica modo occasioStampato nel mese di dicembre 2011 da: ne per ridestaTipoLitoGrafica nuova impronta Cusano Mutri (Bn) - Tel.-fax 0824.862723 re in noi il info@nuovaimpronta.net - www.nuovaimpronta.net senso vero Foto di copertina: Aleksander Pushay

dell’attesa, ritornando al c u o r e d e l l a nostra fede che è il mistero di Cristo, il Messia atteso per lunghi secoli e nato n e l l a povertà d i Betlemme. Venendo tra noi, ci ha recato e continua ad offrirci il dono del suo amore e della sua salvezza. Presente tra noi, ci parla in molteplici modi: nella Sacra Scrittura, nell’anno liturgico, nei santi, negli eventi della vita quotidiana, in tutta la creazione, che cambia aspetto a seconda che dietro di essa ci sia Lui o che sia offuscata dalla nebbia di un’incerta origine e di un incerto futuro. A nostra volta, noi possiamo rivolgergli la parola, presentargli le sofferenze che ci affliggono, l’impazienza, le domande che ci sgorgano dal cuore. Siamo certi che ci ascolta sempre! E se Gesù è presente, non esiste più alcun tempo privo di senso e vuoto. Se Lui è presente, possiamo continuare a sperare anche quando gli altri non possono più assicurarci alcun sostegno, anche quando il presente diventa faticoso. Cari amici, l’Avvento è il tempo della presenza e dell’attesa dell’eterno. Proprio per questa ragione è, in modo particolare, il tempo della gioia, di una gioia interiorizzata, che nessuna sofferenza può cancellare. La gioia per il fatto che Dio si è fatto bambino. Questa gioia, invisibilmente presente in noi, ci incoraggia a camminare fiduciosi. Modello e sostegno di tale intimo gaudio è la Vergine Maria, per mezzo della quale ci è stato donato il Bambino Gesù. Ci ottenga Lei, fedele discepola del suo Figlio, la grazia di vivere questo tempo liturgico vigilanti e operosi nell’attesa. Amen

3


Accogliamo Gesù, dono di D Il Natale è la festa più sentita e amata perché parla al cuore degli uomini. Oltre a scambiarci dei doni, dobbiamo essere pronti ad accogliere in noi il Figlio di Dio: dono per eccellenza del Padre all’umanità intera. E’ sempre però in agguato il rischio di banalizzare il Natale, di presentarlo come un evento folcloristico fatto di tante cose ma dimenticando il mistero dell’invisibile che diventa visibile, del Dio con noi, che diventa uno di noi, affinché noi possiamo diventare simili a lui. Abbiamo bisogno di tornare a stupirci, a riscoprire la nostra dignità e quella nascosta bellezza che è in ciascuno di noi. Non dobbiamo fermarci all’esteriorità dell’evento, appannandolo di poesia e di buoni sentimenti, che non sono ancora “la buona volontà” che deve animarci. I buoni sentimenti preparano pacchi di Natale per i poveri, mandano anche bigliettini di auguri ma pensano anche a vacanze, viaggi, incontri, ferie e pranzi. La buona volontà attribuisce, come i pastori, anime semplici, disponibili e aperte, la gioia natalizia al ricordo del più straordinario avvenimento: Dio è venuto a stare con noi nella persona di Gesù. Questa è la verità e la novità di Dio che dobbiamo accogliere. Natale è un giorno unico, perché il Figlio di Dio è venuto in mezzo a noi grazie al “si” di

4

Maria e di Giuseppe. Maria aprì il suo grembo alla venuta del Salvatore accettando l’invito di Dio e anche Giuseppe, suo sposo, aprì il suo cuore con grande responsabilità. L’ i n v i t o d e l Signore è oggi rivolto a noi. Non possiamo girarci dall’altra parte facendo finta di non aver sentito per non interrompere la nostra pigrizia e il nostro quieto vivere. Vogliamo collaborare con Dio o vogliamo che si realizzi la sua volontà senza il nostro coinvolgimento? Il coinvolgimento non è solo personale ma della famiglia. Questa rappresenta la prima e fondamentale esperienza storica dell’amore umano che nella dualità di maschio – femmina raggiunge in Cristo la sua pienezza, edifica la Chiesa e si sviluppa nella Chiesa. La famiglia cristiana riconosce in Gesù il Maestro e nella famiglia di Nazareth l’esemplare punto di riferimento: in essa Gesù è cresciuto “in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini” (Lc 2,52). Dalla Santa Famiglia di Nazareth si diffonde un messaggio di pace, di gioia, di bontà e di amore che riconcilia la terra al cielo. Nessuna comunità umana può essere equiparata a quella familiare, perché l’uscita della persona umana da sé è totale solo nell’atto coniugale. Ecco perché dobbiamo riscoprire la centralità e la soggettività della famiglia per la nuova evangelizza-


Dio e Dio con noi, in famiglia zione. La famiglia è di per sé una “Buona Notizia” e forma una persona umana orientata al bene comune: “La vita di famiglia è un’iniziazione alla vita della società” (CCC Compendio n.457.) Facciamo tutto il possibile per onorare il Natale in famiglia, non solo preparando la culla del cuore a Gesù Bambino, ma anche con i segni esteriori della festa. E’ opportuno organizzarsi per far fronte ai vari impegni sacri e profani. E’ bello che tutta la famiglia partecipi alla stessa celebrazione Eucaristica e i vari membri si accostino al sacramento della Confessione non all’ultimo momento. Naturalmente, da parte del penitente, occorrono un pentimento sincero e il vivo desiderio di cambiar vita: senza questi due elementi fondamentali non abbiamo i presupposti per una buona confessione natalizia. Per vivere bene il Santo Natale, che è festa di gioia, ma che potrebbe anche passare nella nostra vita senza lasciare alcuna traccia, rimanendo il nostro cuore chiuso alla conversione e perciò ancora nel buio e nella tristezza, è opportuno avvicinarsi al Sacramento della Confessione. Le nostre case siano ornate con segni cristiani! Soprattutto rievochiamo l’evento della Notte Santa costruendo il presepe, anche piccolo, perché è un atto pieno di fede che porta buoni frutti. Nella notte di Natale, adagiamo con un bacio nella mangiatoia il piccolo Gesù. Che meraviglia! L’albero di Natale inserito nella situazione religiosa delle festività è segno di pace e di speranza. Gesù è l’autentico “Albero della vita” (Ap

2,7) e “il Vivente” (Ap 1,8). Esprimiamo un vero e sincero “grazie” al Signore. Chi non sa ringraziare non sa pregare! Esaminiamo il nostro rapporto con Dio e ripensiamo alle nostre relazioni in famiglia e in parr o c c h i a . Raccogliamoci tutti insieme in preghiera davanti al presepe. Per aiutarvi vi consiglio due passi. Il primo è della liturgia ortodossa: “Che cosa ti possiamo offrire, o Cristo, in cambio di esserti fatto uomo per noi? Ogni creatura ti reca la testimonianza della sua gratitudine: gli angeli il loro canto, i cieli la stella, i Magi i doni, i pastori l’adorazione, la terra una grotta, il deserto la mangiatoia. Ma noi, noi ti offriamo una Madre Vergine! Noi ti offriamo Maria!”. Invece il secondo è ricavato dal sussidio liturgico-pastorale della CEI: “Buon compleanno, Gesù! Grazie di essere venuto per mostrarci chi è veramente Dio! Grazie per essere venuto a vivere in mezzo a noi! Come i profeti, vogliamo crescere nella speranza, come Maria, tua madre, vogliamo accoglierti tutti i giorni, come Giuseppe, tuo padre, vogliamo vivere nella giustizia e sognare un mondo nuovo, come Elisabetta vogliamo danzare di gioia, come Simeone, vedere nella tua presenza una speranza per il domani, come i Magi, cercarti in tutte le cose vere e belle, come i pastori, non rassegnarci a una vita povera e misera. Buon compleanno, Gesù!”. Facciamo festa con la sacra Famiglia e anche le nostre famiglie gusteranno i doni inestimabili della gioia e della pace. Pace e gioia.

Padre Filippo Di Lonardo d. O.

5


sotto la protezione dell ’Assunta

Mario D’Addona e nipoti Affidano la loro famiglia alla Vergine Assunta in Cielo.

Carmine Mastrocinque

Chiara Assini Giuseppina e Vincenzo Nifo Sarrapochiello

La nonna materna lo affida alla celeste protezione dell’Assunta.

Affidano la loro famiglia alla materna protezione della Vergine Assunta in cielo

Carmelina e Filippo Foschini Giulia e Fabio Caporaso In occasione del compleanno di Giulia, i genitori Giuseppe e Angelina affidano i loro figli sotto la protezione della Vergine Assunta.

affidano i loro figli Armando e Valeria sotto la materna protezione dell’Assunta perché li guidi e li protegga nella loro vita.

Michele Pelosi e Teresa Di Guglielmo In occasione del 50° anniversario di matrimonio si pongono sotto la materna protezione dell’Assunta.

Annalina Iuliani Laurea Magistrale il 18-11-2011 I genitori Luca e Maria la pongono sotto la materna protezione dell’Assunta.

In occasione del 50° anniversario di Matrimonio, celebrato il 23 -7-2011, i conuigi Pasquale Foschini e Lina Di Virgilio, grati al Signore, pongono la loro famiglia sotto la protezione dell’Assunta

6

I genitori Marianna e Daniele lo pongono sotto la materna protezione dell’Assunta.

Leonardo Morone Nato a Roma il 25-09-2011 I nonni Maria e Pasquale Morone lo affidano alla protezione dell'Assunta.

esprimono gratitudine all'Assunta ottobre 2011 2 - NN 15 - Ceniccola Marina. 30- Di Libero Rosa. Novembre 2011 6 - D’Addona Mario. 13 - Sebastianelli Tonino e Angelina (Australia).

Lorenzo Pascale

si sono uniti in matrimonio 9 Ottobre 2011

Ciotola Maurizio e Bove Ida.


Celebriamo insieme il Natale nella nostra Basilica parrocchiale “Sarà chiamato Dio con Noi” 16 dicembre - ore 8,00: Inizio della novena di Natale con i tradizionali canti popolari. Sarà organizzato il “PRESEPE IN FAMIGLIA” con premi-ricordo per tutti i partecipanti 24 dicembre -

ore 23,30: Veglia Natalizia e S. Messa di Mezzanotte.

25 dicembre -

ore 8,00: S. Messa. ore 11,00: Messa Solenne. ore 17,00: S. Messa vespertina

30 dicembre - Festa della Santa Famiglia ore 18,00: S. Messa per le famiglie della Comunità parrocchiale. 31 dicembre -

ore 17,00: S. Messa e “Te Deum”.

1 gennaio 2012 - 45a giornata mondiale della pace: “Educare i giovani alla giustizia e alla pace” ore 8,00: ore 11,00: ore 17,00: ore 18,00:

S. Messa. Messa solenne con la partecipazione delle varie componenti la Comunità parrocchiale. S. Messa Concerto della Corale Parrocchiale “Cantate Domino in Laetitia”

6 gennaio - Epifania del Signore ore 8,00: S. Messa ore 11,00: Messa solenne ore 17,00: Arrivano i Magi Santa Messa e bacio del Bambino. sorteggio del Bambino. 7 gennaio - ore 21,00: Inizio della Veglia mariana e S. Messa 8 gennaio - Battesimo del Signore ore 11,00: Messa solenne con la partecipazione dei battezzati il 2011 Le varie liturgie saranno animate dalla Corale della Basilica “cantate domino in laetitia” e dalla Schola Cantorum parrocchiale.

A tutti i nostri gentili lettori gli auguri più sentiti di un Santo Natale e felice anno 2012 nella pace e nella gioia di Cristo 7


La Chiesa di Ave Gratia Plena o dell’Annunziata Nel 1428 iniziarono i lavori per la costruzione della chiesa di Ave Gratia Plena o Annunziata. Questa è la più antica chiesa costruita nel centro storico di Guardia Sanframondi e fu inaugurata nel 1431. La chiesa nel 1593 fu ingrandita al posto dell’annesso ospedale, costruito nuovo attiguo alla chiesa di San Rocco, quando si edificò una grande cappella a volta con tre altari di marmo chiamato comunemente “il cappellone”. La chiesa fu consacrata dal vescovo di Telese, Mons. Filiberto Pascale il 23 luglio 1780. Nel 1866 fu sottratta alla vigilanza ecclesiastica (era la Chiesa più ricca della Diocesi) e con l’avvento del fascismo passò all’Ente Comunale di Assistenza. Durante la chiusura della Chiesa parrocchiale in AGP si sono celebrati i sacramenti e le funzioni proprie della parrocchia. Dopo il terremoto del 23 novembre 1980 è rimasta chiusa al culto per diversi motivi: la riapertura della chiesa parrocchiale, i lavori di consolidamento e restauro che non sono ancora terminati, la riduzione del clero e l’abbandono del centro storico da parte degli abitanti. Una parte delle suppellettili sacre e i beni mobili furono trasferiti, a tempo debito, nella Basilica parrocchiale di Santa Maria Assunta e San Filippo Neri. In questi anni il Comune, proprietario dell’immobile, ha permesso diverse manifestazioni non attinenti al luogo sacro. Il Vescovo Diocesano Mons. Michele De Rosa, vista la

richiesta presentata dal Comune di Guardia Sanframondi prima dal Sindaco pro tempore Ing. Carlo Falato e poi il 30 dicembre 2010 dal Sindaco pro tempore Dott. Floriano Panza, con la quale si chiedeva il rilascio di provvedimento ecclesiastico di revoca e/o cessazione di culto cattolico della chiesa Ave Gratia Plena, convocava il Consiglio Presbiterale e il Parroco di Guardia. Visto il parere favorevole del parroco pro tempore della Parrocchia Santa Maria Assunta e San Filippo Neri in Guardia Sanframondi (“a condizione che tutti i beni mobili, legati al culto, possano essere trasferiti in maniera definitiva nel beneficio parrocchiale”) e del Consiglio Presbiterale e ottenuto il consenso da parte del Comune che accetta la condizione avanzata dal parroco, il Vescovo, a norma del Can. 1212 del Codice di Diritto Canonico, l’1 novembre 2011 ha decretato che La Chiesa Ave Gratia Plena in Guardia Sanframondi perde la Dedicazione ed è destinata permanentemente a usi profani. I Padri Filippini ringraziano il Vescovo e il Consiglio Presbiterale per la decisione presa ma voglio ricordare che, come sempre, hanno agito per il bene della Comunità nell’auspicio che questi locali siano a disposizione di tutti per promuovere la crescita e lo sviluppo del centro storico e del nostro paese. Il Parroco P. Filippo Di Lonardo d.O.

Sostieni il Bollettino del Rinnova il tuo abbonamento per il 2012. La Vergine Assunta ti benedice e ti protegge. 8


La festa dell'Assunta in Australia I devoti dell’Assunta residenti in Australia hanno celebrato la festa dell’Assunta anche quest’anno la prima domenica di novembre. Pubblichiamo solo alcune foto scattate da Sam Del Vecchio durante la celebrazione per rendervi partecipi di alcuni momenti importanti da loro vissuti. Le altre foto potete vederle sul nostro sito. La festa dell’Assunta a Sydney è diventata un’occasione unica non solo per rivedersi (arrivano da diverse parti dell’Australia) ma anche per trasmettere alle nuove generazioni la devozione alla Vergine Assunta che si vive a Guardia Sanframondi (terra di origine degli organizzatori). Speriamo che le nuove generazioni possano venire a Guardia per i prossimi Riti settennali di Penitenza e così vivere di persona la vera devozione alla Vergine Assunta che, da secoli in forma unica, i nostri antenati ci hanno trasmesso. La Redazione.

9


cronaca Ottobre 2011 Bello e assolato quasi sempre con qualche giornata di pioggia che non ha disturbato affatto la vendemmia dove si sono raccolte meno uve. A metà mese le temperature si sono un po’ abbassate con qualche ondata di “voria” ma poi tutto è ritornato come prima. Verso fine mese è iniziata anche la raccolta delle olive. In parrocchia l’attività è iniziata con la devozione del Primo Sabato con l’Assunta (1) con lo schema solito: Veglia alle ore 21 seguita dalla S.

Messa alle ore 22. Nella prima domenica (2) a mezzogiorno nelle due chiese è stata recitata la Supplica alla Madonna di Pompei e discreta è stata la partecipazione dei fedeli. Si è tenuto poi un Consiglio Pastorale (martedì 11) per affrontare le questioni presenti in parrocchia e programmare il nuovo anno pastorale che, come tutti sanno, inizierà nella prima domenica di Avvento. Nella terza domenica (16), come da antica tradizione, la nostra comunità ha celebrato la Festa di San Pascasio e

10

per l'occasione è stata aperta la cappella dedicata a questo santo lungo Corso Umberto e P. Giustino Di Santo, come sempre avviene, alle 9:30 vi ha celebrato la S. Messa. In paese in concomitanza con la festa si è svolta la Fiera di San Pascasio, anche questa di tradizione antichissima, che si è tenuta in Piazza Municipio e lungo Via Parallela. La domenica successiva (23) è stata celebrata la Giornata Missionaria e per raccogliere le offerte a tale scopo nella domenica precedente dopo le SS. Messe del giorno sono state distribuite apposite bustine che sono state raccolte durante le SS. Messe di oggi. Ottima è stata la risposta dei fedeli. Il giorno dopo (lunedì 24) è iniziata la Novena delle Anime del Purgatorio che si è tenuta alle ore 7:30 nel Santuario e alle 17:30 a S. Sebastiano. Buono il numero di fedeli partecipanti. Il mese si è chiuso con l’appuntamento consueto dell’Ora di Adorazione a S. Sebastiano dopo la S. Messa delle ore 18 (giovedì 27) dove abbiamo meditato sul tema della Giornata Missionaria “Testimoni di Dio” ed è stata animata dai soci dell’Azione Cattolica Parrocchiale. Come avviene ormai da un po’ di tempo questo mese sono ripartiti quasi tutti gli appuntamenti, le programmazioni e le attività dei diversi gruppi parrocchiali sospesi durante il periodo estivo. A tutti da queste pagine, ancora una volta, gli auguri per risultati sem-

pre migliori. In paese anche quest’anno è stata celebrata (sabato 22) dall’associazione guardiese onlus gli Amici del Cuore presieduta dal cav. Carlo Labagnara la dodicesima giornata mondiale del cuore che ha riflettuto su “Un mondo, una casa, un cuore: il nostro cuore sempre”. L’incontro si è tenuto nell’auditorium dei Padri Filippini a partire dalle ore 17 ed è iniziato con i saluti del sindaco Floriano Panza seguiti dalle relazioni su “La corretta alimentazione e la prevenzione cardiovascolare” dei dott.ri Aureliano Ciervo, nutrizionista e Giuseppe Panza, geriatra. Ci sono poi stati l’intervento della dr. ssa Flavia Colesanti già direttrice didattica e cittadina onoraria di Guardia Sanframondi e le conclusioni affidate al dr. Michele Rossi, direttore generale dell’Asl di Benevento. Novembre 2011 Belle giornate per quasi tutto il mese con temperature che si sono mantenute più alte della norma. Solo qualche giornata di pioggia che non ha disturbato quasi per niente la raccolta delle olive che è continuata per l’intero mese. In parrocchia le celebrazioni religiose questo mese, come ogni anno, sono continuate al cimitero che è stato il punto dei preghiera e di incontro per tutti, anche per i tanti guardiesi che risiedono fuori e che tornano in questi giorni festivi della ricorrenza per visitare e pregare sulle tombe dei propri cari defunti. Il giorno di Tutti i Santi (martedì 1, alle 14:30) si è tenuta, come negli altri anni, una processione per lucrare le indulgenze per i fedeli


defunti, la quale dal Santuario ha raggiunto il Cimitero. Numerosi i fedeli partecipanti. Qui il Parroco ha proceduto alla benedizione delle tombe dei fedeli defunti, ha concluso la novena delle Anime del Purgatorio ed è stata celebrata una S. Messa (ore 16). Il giorno successivo, Commemorazione di tutti i fedeli defunti. Nella Cappella del Cimitero sono state celebrate le SS. Messe alle ore 8, alle 9, alle 10, alle 11 e alle 16 e tutte sono state abbastanza partecipate. Si è continuato con il Primo Sabato con l’Assunta (5) con la veglia dalle ore 21 nel Santuario seguita dalla S. Messa alle ore 22. La domenica successiva (6) dopo la S. Messa nel pomeriggio (ore 17) è stato riposto S. Antonio di Padova dopo una breve processione sul piazzale seguita da fuochi d’artificio. Ha preso il via (mercoledì 16 e giovedì 17) il corso di catechismo per i ragazzi che dovranno fare la Prima Comunione. Quest’anno si tiene in due giorni della settimana, mercoledì e giovedì alle ore 17, soltanto nei locali della parrocchia vicini al Santuario. Presso la Basilica dell’Olmo in Cava de’ Tirreni (SA) è stato presentato venerdì 18 un nuovo libro di P.

Giuseppe Lando, dal titolo “La grande catechesi di Medjugorie”, con foto e collaborazione di Antonio Oliviero. Vari

sono stati gli interventi coordinati dal Prof. Franco Bruno Vitolo. Formuliamo da queste pagine le nostre felicitazioni al caro P. Giuseppe Lando. La sera dell’ultimo giovedì del mese (24) si è ripetuto l’appuntamento dell’ora di Adorazione Eucaristica a S. Sebastiano. Il tema di oggi è stato “Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo” animata dai Catechisti. Con l’ultima domenica di questo mese (27) è iniziato il nuovo anno liturgico che coincide con la Prima Domenica di Avvento. Come negli anni

precedenti durante la S. Messa delle 11 al Santuario c'è stata la Corona dell'Avvento animata con letture, disegni ed accensione del cero da parte dei ragazzi della parrocchia. Martedì (29) è iniziata la Novena dell’Immacolata. P. Filippo Di Lonardo l’ha presieduta al Santuario alle 7:30 mentre P. Giustino Di Santo l’ha presieduta a S. Sebastiano alle 17:30. Tutti i gruppi parrocchiali si stanno intanto impegnando per riprendere la bella esperienza fatta lo scorso anno per l’albero con la manifestazione “Nel buio la luce” programmata per l’11 dicembre. In paese l’Amministrazione comunale in occasione della festa dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate (4) ha voluto organizzare una manifestazione per non dimenticare coinvolgendo anche le scuole presenti in paese, elementari, scuola media, liceo scientifico e istituto tecnico agrario. Dopo l’alzabandiera davanti al municipio e gli interventi delle autorità si è formato il corteo che ha raggiunto la chiesa di San Sebastiano, ha deposto una corona di alloro presso il monumento ai caduti realizzato sulla facciata e subito dopo è stata celebrata una S. Messa nella stessa chiesa da P. Giustino Di Santo. Al termine trasferimento presso il Sacrario, in Viale degli Eroi, per la deposizione di un’altra corona di alloro. Luca Iuliani

Hanno collaborato con noi per sostenere il Bollettino da Guardia: Pengue Lucia in Iuliani – Pinto Alfredo – Pigna Silvia in De Cesare - Colangelo Adele – Foschini Irma – Foschini Francesco – Di Santo Antonio – Romano Maria Pasqualina – Di Staso Delfina – Mancinelli Matilde – Cusano maria – Iannucci Norina – Florio Giuseppe – D’Aiello Antonio – Pigna Domizio – Abate Rosa – Silvestri Raffaella – Foschini Marino – Morelli Maria Vincenza – Verrilli Gino – Bosco Massimo – De Blasio Teresa - Iuliani Maria. dall’Italia: Longo Flaviano, Torrazza Piemonte (TO) – Cutillo Anna, S.Salvatore Telesino (BN) – Maffei Elvio, Serra Riccò (GE) – Izzo Umberto, Telese Terme (BN) - Silvestri Pasquale, Napoli – Caiola Di Lonardo Felicetta, Tortona (AL) – Del Vecchio Giuseppe, Milano – Foschini Elisio, Nettuno (Roma) – Superiora Suore Vittime Espiatrici, Roma – Di Cosmo Franco e Rosalia, Milano – Pigna Filippo, Benevento – Assini Verdina, Roma – Sanzari Lina, Firenze – Sebastianelli Mario, Erba (CO) – Gambuti Marilena, Agliana (PT) – Sac. Viscosi Edoardo, Cerreto Sannita (BN) – Capogna Raffaella, S.Marcellino (CE) – Capogna Angelo, S.Marcellino (CE) – Zeno Pasquale, Ercolano (NA) – Ceniccola Sebastiano, Genova – Di Cosmo Franco e Rosalia, Milano - Crocco Vittorio, Cusano Mutri (BN). dall’Estero: Iuliani Filomeno e Foschini Peppina, Canada – Salvatore Dora, USA – Barbato Luisa, Australia – Ceniccola Bruno, USA.

11


in memoria di...

Umbertina Salvatore

Nicola Di Cesare

n. 7-11-1921 – m. 28-12-2006

n. 28-4-1926 – m. 19-10-1998

n. 17-4-1934 – m. 20-11-2010

n. 26-4-1958 – m. 5-9-2006

La moglie Vittorina lo affida al Signore della Vita, perché gioisca nella luce dei giusti.

La moglie e i figli lo ricordano e lo affidano alla Vergine Assunta e alla misericordia divina.

Nel primo anniversario della morte, i familiari la affidano alla misericordia divina, con grande fede nel Signore Risorto.

La moglie e i figli implorano per lui il riposo eterno e lo affidano alla Vergine Assunta.

Albino Falato

Filomena Macolino

Giovanni Foschini

Gino Falato La moglie e i figli lo ricordano con immutato affetto e lo affidano alla misericordia divina.

P. Domenico Pascale

12

Nicola Pigna

n. 13-8-1936 – m. 13-10-2011

n.28-3-1939 – m. 7-9-2011

I familiari lo affidano alla misericordia infinita del Signore, perché lo accolga nel suo regno glorioso.

La famiglia la ricorda con immutato affetto e la affida al Signore della vita perché la accolga tra le braccia della sua misericordia.

Armando Di Lonardo

n. 11-3-1939 – m. 30-10-2008

n. 24-8-1925 – m. 9-12-2009

I Padri Filippini e la famiglia lo ricordano con immenso affetto e implorano per lui la pace dei giusti.

La moglie e i figli lo affidano alla infinita misericordia del Signore

Umberto Izzo n. 24-3-1920 – m. 23-8-2009

Pasqualina Morone n. 18-12-1916 – m. 25-9-2011 I figli, con grande fede nella risurrezione, la ricordano a quanti la conobbero in vita e la affidano alla preghiera della Chiesa e alla misericordia divina.

Pasqualina Sanzari n. 22-12-1921 – m. 7-9-2011

La figlia Matilde li ricorda con immenso affetto e implora per loro la pace dei giusti.


in memoria di...

Mario Foschini n. 23-10-1924 – m. 29-11-2000

Franco Foschini

Mario Foschini

n. 4-10-1969 – m. 28-4-1989

n. 4-9-1981 – m. 14-7-2004

Giuseppe Foschini

Simone Giuseppe Foschini

Roberto Plenzick n. 14-4-1939 – m. 8-10-2010

n. 23-4-1984 – m. 21-5-2010 La congiunta Lina li ricorda a quanti li conobbero per una preghiera di suffragio e li affida alla misericordia divina.

Flaviano Mancinelli n. 7-2-1950

Maria Teresa Lombardi n. 25-7-1898 – m. 19-9-1982

La figlia Lina li affida alla infinita misericordia del Signore.

n. 11-1-1956 – m. 21-9-2011 La moglie e i figli lo ricordano a quanti lo ebbero caro in vita e lo affidano alla misericordia divina.

Il congiunto Flaviano li ricorda a quanti li conobbero e li amarono in vita e implora per loro la pace eterna.

n. 22-7-1928 – m. 26-11-2006

Giovanni Plenzick

La moglie Silvestri Vera e i figli lo affidano alla misericordia infinita del Signore.

Italo Grillo n. 11-11-1932 – m. 3-11-2011 I fratelli, le sorelle e i nipoti lo ricordano con immutato affetto e lo affidano alla preghiera della Chiesa.

Pierino Garofano n. 2-12-1927 – m. 14-9-2011 La moglie e i figli lo ricordano con immenso affetto e lo affidano al Signore e alla Vergine Assunta.

Antonio Colangelo n. 27-9-1924 – m. 29-9-2011 La moglie e i figli, con grande fede nella risurrezione, lo affidano al Signore della vita, perché gioisca nella luce dei giusti.

13


in memoria di...

Luciano Sanzari

Giuseppe Petrillo

n.15-10-1919 – m. 7-12-2007 Non piangete la mia assenza, sono beato in cielo e prego per voi. Io vi amerò dal cielo come vi ho amato sulla terra”.

Nel quarto anniversario della scomparsa la moglie Edvige, i figli Angelina e Pasquale, il genero Aldo e il nipote Raffaele ne serbano nel cuore la memoria e lo affidano alle preghiere della Chiesa.

n. 9-9-1926 – m. 20-10-2011

Pietro Antonio Iacobelli n. 26-6-1925 – m. 12-11-2011

I familiari lo ricordano con immutato affetto e lo affidano alla preghiera della Chiesa.

La famiglia la ricorda con immutato affetto e la affida al Signore della vita perché la accolga tra le braccia della sua misericordia.

sono tornati alla casa del Ottobre 9 - Sanzari Vincenzo, nato a San Lorenzo Maggiore il 30 settembre 1936, coniugato Falato Angelina. - D’Aria Vincenzina, nata a Guardia Sanframondi il 25 giugno 1921, vedova Sanzari Domenico. 13 - Falato Albino, nato a Guardia Sanframondi il 13 agosto1936, coniugato De Blasio Teresa. 26 - Di Tocco Cristina, nata a Circello il 7 aprile 1928, vedova Garofano Vincenzo. 31 - Di Lonardo Filippo, nato a Guardia Sanframondi il 8 agosto 1917, vedovo Foschini Caterina.

Pasquale Di Lonardo n. 4-2-1951 – m. 1-10-2003 I familiari implorano per lui il riposo eterno e lo affidano alla infinita misericordia del Signore.

Padre

Novembre 6 - Foschini Salvatore, nato a Guardia Sanframondi il 1 novembre 1914, vedovo Di Cosmo Enrichetta. 17 - Garofano Concetta, nata a Solopaca il 9 febbraio1918, vedova Di Blasio Giacomino. 18 - Basile Giuseppe, nato a San Lorenzo Maggiore il 29 marzo 1914, vedovo Foschini Angiolina. 29 - Sanzari Pasqualina, nata a Guardia Sanframondi il 8 giugno 1944, vedova Callipo Giovanni. 30 - Rubicondo Teresa, nata a Guardia Sanframondi il 21 gennaio 1936, vedova Ceniccola Alfonso.

La Redazione Sono disponibili presso la nostra redazione i DVD a cura dei giovani della Parrocchia, riguardanti le celebrazioni del 14 e 15 Agosto 2011.

Presso la nostra Redazione è possibile richiedere anche il

calendario 2012, curato dalla nostra Parrocchia. Chi volesse copie dei DVD o del calendario può richiederli alla nostra redazione: santuarioassunta@email.it o info@santuarioassunta.com

14


in memoria di... Ottobre 2011 1 - Di Lonardo Pasquale, la famiglia. - Anime del purgatorio, alcuni fedeli. 2 - Garofano Angelo, la moglie. - Gambuti Angelo e Lombardi Maria, il figlio Filippo. - Ceniccola Vincenzo, la moglie e figli. - Lombardi Giuseppina, i nipoti Giovanni e Mariaelena. - Iuliani Maurizio, la moglie e figlie. 3 - Del Vecchio Elvira (trigesimo), le figlie. 5 - Zullo Maria Giovanna (trigesimo), il figlio Alfredo. - Mucci Pasquale (trigesimo), i figli. 6 - Macolino Filomena (trigesimo),il marito e figli. 7 - Florio Pasquale e Maria, la figlia Marisa. - Alterisio Ettore e Maria, i figli. 8 - Plenzich Roberto (anniversario), la moglie e figli. 9 - Grillo Salvatore, Carmela e Luisa, la familiare Filomena. - Falato Gino, la moglie e figli. - Suor Gemma, da Falato Renata. - Plenzick Giovanni, la famiglia Perfetto Michele e Febrili Silvana. - De Blasio Michele, la madre. 10 - Del Vecchio Maria, la sorella Elena.

Novembre 2011 1 - Guarnieri Gino, la moglie e figli. - Garofano Giovanni e Teresa, i familiari. - Silvestri Francesco, la famiglia. - De Blasio Giovanni, la moglie e figli. 4 - Mercuri Maria Carmina e Di Nardo Antonio, i figli. - Iacobucci Carlo, la moglie Filomena. 5 - Foschini Alberto e Orso Ludovica, i figli. - Colangelo Salvatore e Angelo, la congiunta Capocefalo Maria. 6 - Falato Raffaele e Varrone Ida, il figlio. - Labagnara Raffaele, la moglie. - Foschini Provino e Barbato Antonietta, la figlia Maria. 7 - Mancini Arcangelo e Plenzich Santina, i figli. 8 - De Lucia Giuseppe, i figli. 9 - D’Aria Vincenzina (trigesimo), i figli. - Sanzari Vincenzo (trigesimo), la moglie e figli. 10 - Franco Raffaella, il marito e figli. 11 - Grillo Italo (trigesimo), la famiglia. 12 - Anime del purgatorio, Gambuti Teresa.

- Foschini Marino (trigesimo), la moglie e figli. 16 - Ciarleglio Mario e Filomena, i figli. - Pengue Elena, il marito e figli. - Garofano Pasquale e Del Vecchio Angelina, il nipote Pasquale Zeno. - Falato Aldo, la moglie. - Sebastianelli Gabriele e Nonno Irma, i figli. - Florio Lorenzo e Di Blasio Maria, Francesco e Concetta, da Di Blasio Giustina. 17 - Pengue Iole (trigesimo), i familiari. 18 - Maiorani Pio (anniversario), la moglie e figli. 19 - Maturo Mario (anniversario), la moglie Anna e figli. 20 - Garofano Pierino (trigesimo), la moglie e figli. 21 - Nedia Salvatore (trigesimo), la moglie e figli. 22 - Pigna Nicola, la moglie e figli. 23 - Pingue Maria Luisa, il marito e figlie. - Puzio Giuseppe e Maria, il figlio Pasquale. - Silvestri Salvatore, la moglie e figli. - Morone Elvio e Concetta. I familiari. - Garofano Domenico, la moglie. - Falato Angelo e Grillo Angiolina, la figlia Renata.

13 - Rubbo Michele, la moglie. - Garofano Ilda e Gilda, la familiare Diomira. - Lombardi Maria Teresa e Mancinelli Flaviano, le figlie. - Di Santo Abele e Teresa, la famiglia. - Fappiano Domenico e Pruscino Domenico, dai coniugi Fappiano. 14 - Falato Albino (trigesimo), la moglie e figli. 15 - Foschini Armando e Letizia, la figlia Lina (Inghilterra) 16 - Garofano Abele e Agnesina, il figlio Nino (Inghilterra). 17 - Falluto Pasquale, la moglie e figli. 18 - Ciarleglio Concetta, il marito e figlio. 19 - Falato Fausto, la moglie e figli. 20 - Del Vecchio Giacomo e Malvina, le figlie. - Grillo Salvatore, Carmela e Luisa, la familiare Filomena. - Simeone Giovannina e Capobianco Armando, la figlia. - Foschini Giuseppe e Simone, la congiunta Lina.

24 - Perugini Vittorio e De Blasio Maria, il figlio Nicola. - Plenzick Giovanni (trigesimo), la moglie e figli. - Carlesimo Nina (trigesimo), i figli. 25 - Maffei Carmine e Rubicondo Rosina, la figlia Luisa. - Morone Pasqualina (trigesimo), i figli. - Mastantuono Egidio, la moglie e figli. 26 - Falato Fausto, la moglie e figli. - Foschini Filippo, Giovanni e Giuseppina, la congiunta Caterina. 27 - Ceniccola Pasquale e Iolanda, la figlia Luisa. 28 - Falato Giuseppe e Annamaria, la nuora Luisa. 29 - Sanzari Pasquale e Angelina, Sebastianelli Alessandro, la famiglia. - Ceniccola Giovanni, i genitori. 30 - Anime del purgatorio, da Garofano Maria. - Pascale sac. Domenico, la famiglia. - Fappiano Domenico e Carmela, la famiglia. - Verrilli Mario e Mancinelli Pierino, la congiunta Maria. - De Blasio Umberto e Del Vecchio Adelina, da De Blasio Teresa. 31 - Silvestri Francesco, la famiglia. - Suor Maria Antonina, Antonio e Antonietta, la famiglia. - Falato Angelo e Grillo Angiolina, la figlia Renata. 21 - Salvatore Umbertina (anniversario), il marito e figli. 24 - Lombardi Giuseppina, la figlia. - Garofano Carlo, la sorella Diomira. 25 - Grillo Angela e Conte Licio, i figli. - Pesce Ida Lucia, la nuora Diomira. 26 - Ciaburri Alfredo e Mirella, la congiunta Ida. 27 - Tessitore Annibale e Elena, il figlio Ernesto. - Conte Elio, la moglie e figli. - Garofano Bruno, la moglie. - Corbo Letovina, il marito. - Sebastianelli Angela, la figlia Teresa. 28 - Di Tocco Cristina (trigesimo), la figlia Assunta. 29 - Sebastianelli Gabriele, la figlia. 30 - Pascale P. Domenico, la famiglia. - Falato Silvio e Angiolina, il figlio Antonio.

15


San Filippo Neri Quando pregate non vi fissate troppo su un'immagine o a un crocifisso, perchÊ si può cadere vittima di qualche illusione.

Bollettino Ottobre-Novembre 2011  

Bollettino dell'Assunta Ottobre-Novembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you