Issuu on Google+

SE L’AUTO DEVI ACQUISTARE DA DEVI ANDARE!!!

giornalecinisello@yahoo.it www.lacittadicinisello.it Giornale di Cinisello Balsamo dal 1978

Anno XXXIII - Numero 11 - 8 giugno 2011

Periodico d’informazione - Diffusione gratuita

IL 12 E 13 GIUGNO 2011 I CITTADINI SONO CHIAMATI A ESPRIMERSI SUI REFERENDUM

di Katia Giannotta

VOTARE È UN DOVERE


2

Mercoledì 8 giugno 2011

PRIMO PIANO

SCHEDA ROSSA E SCHEDA GIALLA: QUESITO 1 ACQUA PUBBLICA E QUESITO 2 TARIFFA SERVIZIO

Tre pareri sui prossimi quattro referendum di Sabrina Zocco

L

a Repubblica Italiana fu decisa con il referendum del 2 giugno 1946, mediante il quale il popolo italiano abolì la monarchia. A distanza di 65 anni gli italiani si stanno preparando, tessera elettorale e documento di riconoscimento alla mano, ad andare a votare i quattro quesiti referendari il 12 e 13 giugno prossimi, essenziali per la vita pubblica. Dalle 8 alle 22 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì il 50% +1 degli elettori (circa 27 milioni di italiani) partecipando al voto daranno indicazione al legislatore su questioni vitali, come per l’acqua e le fonti energetiche, e sulla democrazia, come l’uguaglianza di fronte alla legge. Con il Si al primo quesito i cittadini sceglieranno di abrogare, cioè cancellare, la norma che obbliga gli enti gestori dell’ acqua potabile (per lo più pubblici) a cedere almeno il 40% delle proprie quote azionarie a aziende private (privatizzazione del servizio di gestione: acquedotti, depuratori, etc). Con il Sì al secondo quesito i cittadini sceglieranno di cancellare la norma “che consente la remunerazione del capitale investito” con un profitto per il gestore del 7% in più sulla bolletta a carico del contribuente. Con il Sì al terzo quesito i cittadini sceglieranno di cancellare la costruzione di nuove centrali nucleari sul suolo nazionale mentre con il Sì al quarto quesito i cittadini sceglieranno di cancellare il legittimo impedimento, che consente al primo ministro di non comparire in tribunale da-

­Scheda­verde­-­quesito­4:­ legittimo­impedimento Con 800 mila firme raccolte da Italia dei Valori per l’abrogazione del legittimo impedimento abbiamo chiesto alla professoressa di Diritto Costituzionale Marilisa D’ Amico perché andare a votare il 12 e 13 giugno prossimi. «È fondamentale andare a votare perché la norma sul legittimo impedimanto, che è già stata in parte revisionata dalla Corte Costituzionale laddove avrebbe garantito a Berlusconi l’impunità totale, però rimane una norma che risponde a una situazione concreta a mò di salvacondotto e quindi eliminarla significa far venire meno un ingiusto privilegio nel processo, consentendo ai processi - che Berlusconi ha a suo carico – di svolgersi in tempi più veloci. La Cassazione ha mantenuto ferma la necessità di votare, perché il voto cittadino ha un risultato pratico di cancellare le norme ingiuste, lesive dell’uguaglianza tra tutti i cittadini. Il secondo significato è politico, a seguito della raccolta firme di oltre 500 mila cittadini che chiedono che la giustizia sia uguale per tutti. È importante ricordare anche che tra il Sì e il No c’è l’astensione. Non andare a votare significa votare No al fatto che la giustizia sia uguale per tutti. Pertanto astenersi comporta il mancato raggiungimento del quorum, che compromette la possibilità per i cittadini Marilisa D’Amico di farsi sentire».

vanti ai giudici. Con i No i cittadini invece potranno scegliere di non cancellare le leggi vigenti perché d’accordo a privatizzare l’acqua entro il 2011 consentendo al gestore di guadagnarci sopra, perché d’accordo a costruire nuove centrali nucleari nella regioni, provincie e comuni italiani, perché d’accordo alla libertà per il primo ministro di “farla franca” per legittimo impedimento. Con oltre 1 milione e 400 mila le firme raccolte dal comitato promotore per chiedere il referendum sull’acqua abbiamo chiesto a padre Alex Zanotelli, da sempre impegnato per la salvaguardia dell’acqua come bene pubblico, di spiegarci quali sono i motivi per cui è importante andare a votare il 12 13 giugno. «Se c’è qualcosa di sacro in tutte le religioni e culture è l’acqua e sentire che con la Legge 23 bis il Parlamento Italiano, primo e unico al mondo, ha dichiarato l’acqua merce è stato scioccante. L’acqua è la base della vita, davanti al mistero della vita la mercificazione dell’acqua appare come una bestemmia. L’acqua, in quanto diritto fondamentale umano, deve essere gestita dalle comunità locali con totale capitale pubblico al minor costo possibile per l’utente e non diventare Spa. Vogliamo che i soldi di noi contribuenti siano investiti nella ristrutturazione della rete idrica, che disperde il 50% dell’acqua, non in armi. Con una proposta di legge d’iniziativa popolare depositata in parlamento abbiamo chiesto che ad ogni cittadino siano garantiti 55 litri di acqua al giorno. Certamente va usata e senza sprechi, ma resta comunque un diritto di tutti l’accesso all’acqua. Se pensiamo che oggi 50 milioni di persone muoiono di fame e non perché non ci sia cibo ma perché non hanno i soldi per comprarlo, allo stesso modo domani avremo 100 milioni di persone che moriranno di sete». L’acqua è un diritto fondamentale. Già oggi oltre 1 mi-

liardo di persone non hanno diritto all’accesso all’acqua e l’ONU dice che tra 30 anni tre miliardi di persone non Padre Alex Zanotelli avranno accesso all’acqua. Inoltre, l’acqua è mal spartita geograficamente: in Canada ce n’è moltissima, in Araba Saudita pochissima. Per questo deve essere gestita in chiave universale perché l’abbiano tutti. L’acqua potabile peraltro è solo il 3% di tutta l’acqua del pianeta di cui il 2,7% è utilizzata in agricoltura, industria, uso domestico. Ne resta pochissima ovvero lo 0,30%, già scarsa oggi, che le Nazioni Unite in un recente rapporto affermano sarà ancora più scarsa per via del surriscaldamento del pianeta e dell’aumento demografico e, se privatizzata, potrà essere acquistata solo da chi potrà permetterselo mentre tutti gli altri sarebbero destinati a morire. «Per questo- conclude Padre Zanotelli - invitiamo tutti ad andare a votare SI perché per vincere abbiamo bisogno di 25 milioni di persone che votino per il raggiungimento del quorum, ovvero della metà più uno di tutti gli elettori. Anche per questo, oltre che per risparmiare denaro pubblico, avevamo chiesto di unire il voto referendario a quello delle recenti elezioni amministrative. Richiesta respinta dalla precisa volontà politica contraria dell’attuale governo di far fallire il referendum. Pertanto chiediamo di votare Si al primo quesito perché l’acqua è un bene di non rilevanza economica contro la legge 23 bis del governo Berlusconi e di votare Si al secondo quesito perché sia tolto il profitto dall’acqua contro il codice dell’ambiente votato dal centro sinistra. C’è un assoluto bisogno di due SI ai quesiti preparati dai migliori giuristi italiani».

S ­ cheda­grigia­-­quesito­3:­nucleare

C

on 740 mila firme raccolte da Italia dei Valori per chiedere il referendum anti-nucleare abbiamo chiesto al presidente del Comitato Italiano del Contratto Mondiale sull’ Acqua Emilio Molinari perché è importante andare a votare il 12 e13 giugno.

«Credo che siamo di fronte a una evidenza che non si possa più nascondere. In 30 anni di attivazione nucleare abbiamo già avuto tre incidenti con la fusione del nocciolo in USA, Russia e oggi in Giappone riguardante non uno ma tre reattori. La gestione del nucleare ha un tale potere da neutralizzare l’intervento del governo, in quanto le centrali sono proprietà private, ed è coperta da segreto industriale con uno strapotere, di fatto, di chi decide se informare, se dare dati e entità del danno. In Giappone, alla fine, abbiamo saputo della fuoriuscita di plutonio, che renderà l’area inabitabile per 25 mila anni con ripercussioni costanti sulla salute delle popolazioni per centinaia di anni. Anche l’Italia ha le sue scorie e non sappiamo dove metterle. E queste cose le dico perché so di cosa sto parlando avendo partecipato allo spegnimento della centrale di Caorso. Spenta in meno di 10 anni per 115 volte per paura di incidenti, Caorso è stata resa sempre più obsoleta. A 10 anni dal suo spegnimento non aveva ancora i piani di evacuazione in caso di incidente. Dall’83 a oggi è un deposito di barre radioattive, solo di recente portate in Francia (ndr per il processo di disinnesco a costi altissimi), e pur avendo smesso

di produrre, necessita tutt’oggi di 150 dipendenti per tenere sotto stretto controllo le barre nel crogiolo e nella piscina di raffreddamento. Rischi e costi altissimi che non tengono conto dell’insufficiente scorta di uranio, Emilio Molinari stimata di 100 anni sull’ attuale utilizzo contro i 50 anni del petrolio, e non tengono conto dei costi di realizzazione di centrali che dopo 20-40 anni di vita vanno spente. Insomma, il nucleare ad oggi rappresenta un salto nel buio per l’umanità e i responsabili, vincolati dagli interessi economici dominanti delle multinazionali, non hanno fatto i conti con modelli di sviluppo che non sono sostenibili con la vita del pianeta. Eloquente il caso di A2A, dove confluiscono Aem - Edison- Edf- Suez che controllano gli invasi della Valtellina ma non solo (Piemonte, Cuneese, Val Padana). E con la proliferazione di dighe e derivazioni tolgono acqua dai fiumi causando lo stato di crisi idrica che colpisce agricoltura e allevamenti. Per non parlare del profitto del 7% dei gestori privati sulle bollette. Pensate che nel 1888 Milano, che ha avuto il primo acquedotto pubblico,dichiarò l’acqua «un elemento talmente determinante che non può essere assegnata a chi possa trarre profitti».


Mercoledì 8 giugno 2011

ATTUALITÀ GIULIANO PISAPIA VINCE LE ELEZIONI COMUNALI

3

LA “CASSAZIONE” HA ESPRESSO PARERE FAVOREVOLE

Il nuovo sindaco di Milano Nucleare: il referendum si fa

G

iuliano Pisapia è il nuovo sindaco di Milano.Con il 55% dei consensi contro il 45% del sindaco uscente, Letizia Moratti, il candidato del centrosinistra ha vinto il ballottaggio degli scorsi 29 e 30 maggio, incrementando anche la distanza già accumulata precedentemente. «Milano aveva bisogno del cambiamento e lo abbiamo dimostrato». Sono state queste le parole del neo sindaco che ha commentato così lo straordinario risultato ottenuto, dichiarando di volere essere sindaco di tutta la città, di tutti i milanesi. «Milano può guardare con fiducia al suo futuro. Si apre ora una stagione che sia capace di mettere da parte contrapposizioni frontali e pensi al bene comune». Riguardo alla composizione della sua giunta il neo sindaco ha dichiarato di non farsi condizionare dai partiti, «pescando anche nella società civile in base alle competenze». L’unica cosa certa è che sei posti, la metà della giunta, saranno occupati da donne. A cominciare dal ruolo di vicesindaco. «È stata una straordinaria vittoria che segna la fine del populismo berlusconiano- ha commentato Franco Mirabelli, consiglie-

re regionale del Partito Democratico . La gente è tornata a votare sul merito penalizzando un governo che ha fatto male a Milano e dando fiducia a chi ha saputo parlare dei problemi concreti e non della paura. Si tratta di una dato elettorale importante che non riguarda solo la sconfitta di Letizia Moratti, ma dimostra come al Nord si sia verificata una crisi di rappresentanza della Lega Nord. Non regge più il meccanismo per cui la Lega fa una cosa a Roma e un’altra a Milano e in Lombardia. Ora si aprono prospettive nuove che come centrosinistra dobbiamo saper sfruttare».

L

a Corte di Cassazione ha deciso che il referendum sul nucleare il 12 e 13 giugno si terrà: il tentativo di affossare la consultazione popolare da parte del governo non ha funzionato. Il governo Berlusconi sta cercando di sfruttare la crisi climatica e l’aumento del costo dei combustibili fossili per promuovere la tecnologia nucleare come un mezzo “a bassa emissione di CO2” per generare energia. Sostengono che l’energia nucleare sia sicura, economica e in grado di soddisfare il fabbisogno energetico. Ma nessuna affermazione è più lontana dalla realtà. Il nucleare non è una fonte energetica sicura: al contrario di quello che dice il nostro esecutivo nazionale non esistono centrali sicure. Un guasto a una centrale provoca disastri ambientali enormi; Fukushima, l’ultima in ordine di tempo, ha lo stesso copione di Chernobyl, anche se stavolta il disastro è avvenuto nel paese più tecnologico del mondo. Questo ultima catastrofe ha portato paesi come Germania e Svizzera ha decidere di concludere l’esperienza nucleare chiudendo tutte le centrali. Il nucleare non è una fonte energetica economica: per il Dipartimento USA dell’Energia, l’elettricità da nuovi impianti nucleari è più costosa non solo del gas e del carbone ma anche dell’eolico. Per non parlare poi dei costi aggiuntivi per lo smaltimento delle scorie (che ricadranno anche sulle future generazioni) e quelli legati alla sorveglianza delle centrali (obiettivo sensibile per attacchi terroristici). Il nucleare non soddisfa il fabbisogno energetico italiano: Entro il 2020 le fonti rinnovabili, insieme a misure di efficienza energetica, sono in grado di produrre circa tre volte l’obiettivo di Enel sul nucleare, tagliando drasticamente le emissioni di CO2. Le centrali,inoltre, non sarebbero pronte prima del 2020 e noi necessitiamo adesso di maggior produzione e di abbassare le emissioni di gas serra. Investire sul nucleare toglierebbe finanziamenti alle energie pulite e rinnovabili. Mentre nel mondo ci si interroga su come uscire dal nucleare il nostro governo ci vuole obbligare a ricascarci dentro, nonostante ci siamo già espressi contro 25 anni fa. Bisogna tornare a votare, per noi, per le future generazioni e per la democrazia. S. C.


4

CRONACA

Mercoledì 8 giugno 2011

DONNA UCCISA A CINISELLO BALSAMO: INDAGANO SCIENTIFICA E RIS

DOPO QUARANT’ ANNI DI ATTIVITÀ

Un presunto assassino seriale in città Chiusa l’A.N.M.I.G.

N

essun precedente penale per il 44enne A.G. in stato d’arresto con l’accusa di omicidio volontario della donna rinvenuta senza vita nel box di vicolo Rachele angolo via Partigiani. A fare la macabra scoperta gli uomini della stazione locale dei Carabinieri accompagnati dallo stesso A.G. al box, affittato nel 2003. Separato dalla moglie, con due figli, residente a casa della madre e della sorella a Sesto San Giovanni, l’uomo ha negato di essere il responsabile dell’omicidio, avvenuto probabilmente la sera prima del ritrovamento. A mettere le forze dell’ordine sulle tracce del presunto assassino, l’aggressione di una donna, una prostituta ghanese, avvenuta nei pressi del box qualche giorno prima. La ghanese, prima di essere condotta al pronto soccorso della clinica Mangiagalli di Milano, ha raccontato ai Carabinieri di essere fuggita dal box, dove era stata condotta da un cliente anziché in casa come concordato per l’erogazione della prestazione sessuale. Il particolare del letto nel box, raccontato dalla donna, ha insospettito gli uomini del comandante

Aiello, spingendoli a effettuare controlli. Attraverso ricerche, con l’amministratore dello stabile, i Carabinieri sono risaliti all’affittuario del box, che fino a prima della separazione abitava in appartamento poco distante. Non è riuscita invece a fuggire dalla furia omicida del giovane italiano la donna, il cui corpo è stato rinvenuto incaprettato con del filo elettrico e fissato alle estremità ai piedi del letto e a una mensola sovrastante la testa della donna. Una furia a cui la scientifica di Monza e i Ris di Parma stanno cercando di dare un volto, presumibilmente quello di A.G, attraverso l’ accurata ricerca di tracce di sangue, dna, biologiche in grado di definire un profilo, da cui partire per avviare indagini in grado di portare al responsabile o ai responsabili dell’ efferato delitto, per molti versi simile ad altri delitti avvenuti nel lecchese. Di concerto i comuni di Cinisello Balsamo e Sesto S.G. rafforzeranno le attività di controllo con un coordinamento permanente di forze di polizia locali sulle zone di confine. Sa. Zo.

ESPLODE IL SECONDO BANCOMAT Esploso nella notte del 18 maggio verso le quattro del mattino il bancomat postale di via Binella. L’immediato intervento della pattuglia dei carabinieri, che stazionava in piazza Italia, ha sventato il tentativo di furto da parte di due malviventi inducendoli alla fuga. Lo scoppio, che ha inclinato la porta mobile e fatto crollare il controsoffitto, non ha causato danni a persone. «Inseguiti dagli uomini di pattuglia, i due motociclisti a volto travisato hanno fatto perdere le proprie tracce – ha spiegato il comandante Bernardo Aiello della stazione locale dei Carabinieri - . Ma le indagini in stato avanzato ci fanno essere ottimisti». Oltre allo scoppio del 4 maggio scorso, alcuni eventi simili sono occorsi in comuni non limitrofi. «Prontamente la pattuglia – ha concluso il comandante Aiello – ha allertato i vigili del fuoco per verificare la stabilità della struttura e per sedare eventuali incendi».

TANTI AUGURI AL NUOVO CENTENARIO CINISELLESE

Salvatore festeggia i 100 anni

A

uguri ad un altro centenari della nostra città. Il signor Salvatore Lo Scrudato, tra i cittadini più longevi del 2011, ha spento, il 5 giugno, le sue cento candeline in compagnia dei figli e di tutti i parenti entrando anch’egli nel novero dei cittadini cinisellesi centenari. Il sindaco Daniela Gasparini, a nome dell’intera città, ha fatto gli auguri a “nonno” Salvatore consegnando la speciale pergamena per i cittadini che festeggiano i 100 anni. Salvatore Lo Scrudato nasce in Sicilia, precisamente a Cammarata, in provincia di Agrigento nel 1911. La sua è stata una vita avventurosa. Partito per la guerra, dopo l’armistizio viene catturato in Albania dai tedeschi che lo deportano nei campi di concentramento in Germania dove è costretto ai lavori forzati. Condannato a morte, viene salvato da un

deportato russo che si era fatto amico. Alla fine della guerra, riesce a rientrare in Sicilia dopo un lungo viaggio affrontato a piedi e con mezzi di fortuna. Nella sua terra natia ha trascorso la maggior parte della sua vita lavorando come agricoltore. Negli anni Novanta, pensionato, si è trasferito al nord dai figli e andando ad abitare a Cinisello Balsamo in via Partigiani. Nonno Salvatore ha festeggiato i suoi 100 anni con tutta la famiglia, in particolare in compagnia dei quattro figli e dei sei nipoti che lo hanno raggiunto dalla Sardegna e dalle Marche per l’occasione «Sono orgoglioso di mio nonno – ha detto il nipote Giuseppe - Nonostante tutto non ha mai rimpianto le sofferenze della guerra, e ci ha trasmesso forti valori. Gli faccio di cuore tanti auguri».

L’

Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra (A.N.M.I.G.) di Cinisello Balsamo, da anni impegnata in attività di carattere socio-assistenziale, pensionistiche e mediche a sostegno dei mutilati e invalidi di guerra, ha chiuso la sede di via Dante. cessando tutte le attività. Il presidente, per 40 anni dell’Associazione, Carlo Bacchetta, 94 anni, cavaliere della Repubblica e, medaglia d’oro per le ferite riportate in Russia, durante la seconda guerra mondiale ha consegnato le chiavi della sede all’Amministrazione Comunale. Daniela Gasparini e Carlo Bacchetta «Ho informato tutte le vedove, socie dell’Associazione - tiene a dire Carlo Bacchetta - ho mandato loro delle lettere personali in cui ho spiegato che adesso, per la pensione dei mariti, dovranno rivolgersi alla sede di Monza». Il sindaco di Cinisello Balsamo Daniela Gasparini e l’assessore al Patrimonio Rosa Riboldi hanno consegnato a Carlo Bacchetta una pergamena di ringraziamento per il grande servizio reso alla città.

fuori­dal­coro

Paranoia

Leggetevi questa: «Ero triste e desolato/non sapevo cosa fare/i comunisti stavano arrivando/ erano per aria, erano per terra/non mi davano pace… /Allora sono andato di gran corsa a farmi socio della John Birch Society*/Mi hanno dato una tessera segreta e me ne sono uscito di buon passo/Adesso sono un vero bircheriano/Comunisti, occhio!/Noi per esempio siamo d’accordo con Hitler/ anche se ha ammazzato sei milioni di ebrei/Cosa vuol dire se era fascista/almeno è certo non era comunista!/Come dire se hai un raffreddore devi prendere una dose di malaria/Mi sono messo a cercarli dappertutto, quei rossi maledetti/mi alzavo al mattino e guardavo sotto il letto/guardavo nel lavandino, dietro la porta/ guardavo nel cruscotto della macchina/Mica li trovavo…/Quei rossi ricercavo a destra e a manca/nel lavandino e sotto la poltrona/Li ho cercati fin su per il camino/ li ho cercati fin giù nella latrina/ Erano Scappati…/Ero in casa da solo e ho cominciato a sudare/ho pensato che forse stavano nel televisore/Ho dato un’occhiata dietro il pannello/ho preso una scossa che mi è andata dai piedi al cervello/Ne sono sicuro…lo zoccolo duro/mi sono licenziato per lavorare a modo mio e ho cambiato il mio nome in Sherlock Holmes/Ho seguito gli indizi come da manuale e ho scoperto strisce rosse nella bandiera americana/ma quella Betsy Ross…/Ho

passato al setaccio tutti i libri in biblioteca/il novanta per cento sarebbe da bruciare/Ho passato al setaccio tutti quelli che conosco/il novantotto per cento sarebbe da ammazzare/L’altro due per cento sono bircheriani… come me/Eisenhower per esempio è una spia dei russi/come Lincoln, Jefferson e quel Roosvelt, pure lui/Ne conosco solo uno/che è un vero americano: George Lincoln Rockwell/So per certo che odia i comunisti perché ha picchettato il film Exodus/Avevo appena cominciato a vederci chiaro/che non mi era rimasto più niente da indagare/Non sapevo più fare nient’altro, così adesso sto a casa a indagare su me stesso!/Spero di non trovare niente… Santo Dio» Testo della canzone: “Talkin’ John Birch Paranoid Blues”(Talking Blues Paranoico su John Birch-Blues parlato paranoico…) – di Bob Dylan (Bob Dylan, CBS, 1962) raccolto dal libro, “Bob Dylan, Lyrics 1962-2001” – Traduzione di Alessandro Carrera – Feltrinelli, 2004. *La “John Birch Society” è un gruppo di pressione politica americano della destra radicale che sostiene la limitazione dell’azione governativa. Fondata nel 1958 dal produttore di caramelle in pensione, Robert W. Welch Jr. (1899-1985); John Birch Morrison era una spia americana, in Asia, catturato e ucciso dai cinesi, a Suchow, nel 1945. Ivano Bison


ATTUALITÀ

Mercoledì 8 giugno 2011

5

LE NUOVE NORME DI ACCESSO ALL’EDILIZIA PUBBLICA

ANTENNA NOKIA SIEMENS AL CAMPO SCIREA

Creare quartieri e non ghetti

Elettrosmog: pericolo?

I

Q

nnalzamento da 14 a 16 mila euro del limite di reddito per l’accesso alle graduatorie per le case popolari, destinazione del 30% dei nuovi alloggi a categorie individuate, fuori dalle graduatorie, con un apposito bando e possibilità di regolarizzare la posizione per quanti conviventi con parenti o genitori assegnatari, nel frattempo deceduti, per necessità legate all’assistenza dei cari. Queste le novità introdotte nel regolamento per l’edilizia residenziale pubblica, recentemente approvato dal consiglio regionale. Parla di norme condivise con la maggioranza il consigliere regionale Franco Mirabelli del PD su proposte del sindacato inquilini e del Partito Democratico. «Mancanza di finanziamenti per le manutenzioni, inefficienze dell’Aler, la legge regionale che ha aumentato i canoni, le spese che ormai raggiungono livelli insostenibili per tante famiglie sono problemi che restano irrisolti. Ma con queste nuove norme si è cercato insieme, maggioranza e opposizione di creare la possibilità per questi quartieri di non essere dei ghetti per persone povere e sole – ha spiegato Mirabelli – ma luoghi dove giovani coppie, studenti universitari, agenti delle

forze dell’ordine e altri potranno convivere, realizzando un mix sociale solidale». Importante anche la tutela di quanti subentrati e non morosi. «Si tratta di una norma che interessa direttamente migliaia di famiglie che sono entrate nelle case popolari per assistere genitori e parenti e che ora, non avendo regolarizzato la propria posizione in tempo per ragioni diverse, pur pagando regolarmente l’affitto, sono in una situazione di precarietà – ha spiegato Mirabelli -. Queste famiglie, col nuovo regolamento, potranno veder finalmente regolarizzata la loro posizione nel momento in cui sapranno dimostrare di essere entrati nell’appartamento convivendo con genitori o parenti, che erano assegnatari e ora non ci sono più, e di non essere morosi». Introduzione nel regolamento di un principio di buon senso che consente la lotta all’abusivismo, ha concluso Mirabelli: «Norma che garantisce stabilità e tranquillità alle famiglie che vivono con l’incubo di perdere la casa, e contemporaneamente porterà alla luce quanti abusivi, consentendo di intervenire per garantire legalità e sicurezza in tanti quartieri».

uanto e se l’elettrosmog sia dannoso per la salute purtroppo non ci è ancora concesso saperlo. Ad oggi non esistono studi che dimostrino la correlazione tra l’insorgere di malattie e l’esposizione a campi elettromagnetici. Le tecnologie informatiche e di telecomunicazione (emittenti radiotelevisive, reti per telefonia cellulare e apparati wireless), ma anche le apparecchiature elettroniche (trasformatori) e tutti i circuiti elettrici percorsi da correnti alternate (elettrodotti delle reti di distribuzione) sono fonti di diffusione di campi elettromagnetici nell’ambiente. Gli enti locali, quando si trovano a dover affrontare la scelta di concedere l’autorizzazione all’istallazione di apparecchiature per la trasmissione dati, devono tenere in considerazione la tutela della salute dei cittadini, l’interesse collettivo e il rispetto della legge che impedisce di imporre divieti troppo restrittivi alle società che richiedono i permessi. Con coscienza, senso di responsabilità e garantendo le dovute precauzioni, l’amministrazione comunale di Cinisello Balsamo ha assunto la decisione di confermare l’area in via Cilea come luogo dove collocare la nuova antenna per le telecomunicazioni. In città esistono già diverse antenne per le telecomunicazioni cellulari dislocate in diversi punti del territorio e in prevalenza su aree di proprietà privata. L’amministrazione nel concedere l’istallazione di quest’antenna su area pubblica ha posto l’attenzione in primis alla salute dei cittadini facendo controllare e verificare che l’operatore rispettasse tutte le norme per le emissioni. Nulla avrebbe impedito a Nokia-Siemens di accordarsi con terzi per installare l’antenna su area privata, limitando così qualsiasi possibilità di intervento dell’amministrazione. Il luogo prescelto è a distanza di sicurezza dalle abitazioni più vicine e rispetta tutte le norme e i limiti di legge per quanto riguarda le esposizioni in luoghi con permanenza continuativa e prolungata. Spesso su questi temi delicati è facile indurre preoccupazione nei cittadini con falsi allarmismi senza considerare il fatto che ognuno di noi dovrebbe prestare molta più attenzione alle emissioni dei propri telefoni cellulari durante una conversazione o a quelle di apparecchiature wi-fi e bluetooth dei computer che utilizziamo quotidianamente. Ivano Ruffa Vice-Capogruppo PD

RIPARAZIONE, MANUTENZIONE, SOSTITUZIONE DI CANCELLI ELETTRICI, RIPARAZIONE E MESSA A NORMA VECCHI IMPIANTI ESISTENTI E FORNITURA DI NUOVI. PER PRIVATI E AZIENDE

Sconto 30%

PAGAMENTO IN 24 MESI A TASSO ZERO

VIA VOLONTARI DEL SANGUE 5 CINISELLO BALSAMO (MI) TEL: 02 66048839 - 02 66047561 - 335 228470 FAX: 02 66047562 EMAIL: abackelectric@iol.it


6

Mercoledì 8 giugno 2011

CULTURA

CASTING PER FOTOROMANZO

Serata in piazza Gramsci, giovedì 2 giugno, con lo spettacolo “Fontane di musica”. L’iniziativa è stata molto gradita dalla cittadinanza accorsa numerosa per ascoltare celebri brabi di musica classica e non che accompagnavano spetttacolari giochi d’acqua e di fuoco.

Incontri con l’autore

Il Museo di Fotografia Contemporanea cerca protagonisti e comparse per il fotoromanzo “Ricordami per sempre, non tornare mai più”. La storia è quella di Lorenzo, nato al Sud 55 anni fa. Vedovo, molti mestieri tra cui un breve periodo alla Falck di Sesto San Giovanni. Torna oggi, dopo oltre 30 anni, per inseguire un sogno: ritrovare una donna che ha conosciuto da ragazzo e che compariva di tanto in tanto nei fotoromanzi di Grand Hotel. Comincia così una lunga ricerca Il casting è aperto a tutti: donne e uomini, giovani e anziani. La storia prevede anche persone che compaiano nella parte di se stesse: negozianti, professionisti, abitanti nelle loro case, persone che vogliano raccontare la Sesto delle fabbriche, lettori di fotoromanzi L’appuntamento per tutti coloro vogliano partecipare è venerdì 10 giugno dalle ore 17 alle 22 e sabato 11 giugno dalle ore 9 alle 13 al Museo di Fotografia Contemporanea. Info: 02.6605661, www.mufoco.org

Venerdì 10 giugno alle ore 21 presso la Festa dell’Estate Cinisellese (in via De Ponti) si terrà un incontro con l’autore Luca Ducceschi. Sarà presentata la raccolta “In questo libro c’è il diavolo”, lavoro pubblicato con un piccolo editore indipendente che sta ottenendo buoni riscontri di vendite e di critica . Relatore d’eccezione lo scrittore e traduttore Stefano Massaron, presto al cinema con l’adattamento del romanzo Ruggine, edito da Einaudi, interpretato tra gli altri da Stefano Accorsi e Valerio Mastrandrea.

Bilancio di responsabilità sociale 2010 Uniabita ha concluso le proprie assemblee di bilancio. Con l’occasione ha presentato ai propri soci, a corredo del bilancio di esercizio, il documento di Bilancio di responsabilità sociale 2010. Questo importante documento, rappresenta infatti la certificazione di un profilo etico, l’elemento che legittima il ruolo di UniAbita, non solo in termini strutturali ma soprattutto sociali, agli occhi della comunità di riferimento, un momento per enfatizzare il proprio legame con il territorio, un’occasione per affermare il concetto di impresa come buon cittadino, cioè un soggetto economico che perseguendo il proprio interesse prevalente contribuisce a migliorare la qualità della vita dei membri della società in cui è inserito. La missione aziendale e la sua condivisione sono elementi importanti per ottenere il consenso dei soci, del proprio personale, dei cittadini dei propri territori di riferimento. Cioè cerca di spiegare ai soci della Cooperativa l’attività svolta nel 2010 non solo con i numeri economici e patrimoniali ma descrivendo le azioni ed i risultati di carattere sociale finalizzati al raggiungimento degli importanti obbiettivi statutari. Un articolo di giornale non può sintetizzare le oltre 70 pagine che compongono il documento, chi fosse interessato alla consultazione può procurarselo presso le sedi della Cooperativa e dei Servizi di Comunità o scaricarlo dal sito www.uniabita.it. Qualche cosa la possiamo comunque brevemente richiamare. Intanto la “ricchezza prodotta” nel 2010 pari a 11 milioni di Euro dei quali il 20% utile di bilancio ed accantonato a riserve, il 40% destinato alla retribuzione del personale ( l’organico ha raggiunto le 67 unita’) ed un altro 40% per la remunerazione del prestito sociale. Da sottolineare i vantaggi per i soci abi-

tanti che non si esauriscono con canoni dell’alloggio convenienti ( dal 30% al 50% in meno rispetto agli affitti di mercato rilevati dal listino della Borsa immobiliare di Milano) ma si esprimono anche per la formula del “godimento” che garantisce sicurezza del rapporto contrattuale. Significativa per i soci anche la remunerazione dei propri risparmi e l’andamento in continua crescita (al 31/12/2010 il Prestito Sociale ha raggiunto la cifra di 136 milioni di Euro) afferma la loro grande fiducia negli amministratori della Cooperativa. Grandi sforzi sono stati fatti nell’anno della costituzione di UniAbita nella comunicazione verso i soci: la rivista UniAbita (bi/trimestrale) distribuito in 15.000 copie, l’opuscolo informativo delle iniziative e degli appuntamenti dei Servizi di Comunità consegnato in oltre 6.000 caselle dei soci abitanti di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni, le Bacheche Elettroniche installate in tutti i caseggiati di proprietà della Cooperativa per informare in tempo reale. Altrettanti grandi sforzi, ma qui c’e’ ancora molto da lavorare, sono stati fatti per migliorare la partecipazione dei soci alla vita della Cooperativa e ancora se ne devono fare per recuperare quel senso di appartenenza che le dimensioni della Cooperativa ed un diverso approccio delle generazioni più giovani ha affievolito. Infine, una cooperativa che ha l’ambizione di definirsi di “abitanti” coniuga questa parola con una grande proposta di servizi di qualità per i propri soci e per i cittadini dei territori di riferimento e che UniAbita declina con una serie di strutture collegate in vari settori: sanitari, culturali, sportivi e della solidarietà; ma qui abbiamo bisogno di un’altra puntata. Luigi Zavaroni


CULTURA

Mercoledì 8 giugno 2011

7

IL GRUPPO AMATORIALE DI CINISELLO ESORDISCE A MILANO

“Primavera” al teatro Nuovo L a compagnia teatrale “Primavera” di Cinisello Balsamo approda al teatro Nuovo di Piazza San Babila, in seguito ad un selezione per il Concorso “Festival Teatro Amatoriale” organizzato dal teatro stesso. Il 21 giugno 2011 alle ore 20.45 la compagnia teatrale presenta “Gianni Schicchi”, una commedia in atto unico, tratto dall’opera omonima di G. Puccini. Gianni Schicchi, famoso in tutta Firenze per il suo spirito acuto e perspicace, viene chiamato in gran fretta dai parenti di Buoso Donati, un ricco mercante appena spirato, per-

ché escogiti un mezzo ingegnoso per salvarli da un’incresciosa situazione: il loro congiunto ha infatti lasciato in eredità propri beni al vicino convento di frati, senza disporre nulla in favore dei suoi parenti. Qui si dipana una trama ricca di colpi di scena, la briosità del testo, la buona musica e la bravura degli attori, rendono l’opera attuale e divertente. Per la prevendita con prenotazione del posto numerato rivolgersi a Compagnia Teatrale Primavera, Via Bernini, 2 Cinisello Balsamo. Tel. 339 1627948 e.mail: aurora.forti@alice.it Biglietti in prevendita da 10 e 12 euro.

SCAMBI INTERNAZIONALI PER I RAGAZZI DEL PEANO Incontro, in Villa Ghirlanda, con i ragazzi che hanno partecipato agli scambi internazionali del programma della Commissione Europea “Youth In Action - Gioventù in Azione 2007-2013“. Il Comune di Cinisello Balsamo ha promosso, dal 2008, dieci scambi internazionali che hanno coinvolto sessantacinque studenti residenti nella nostra città. Agli scambi del 2010-2011 hanno partecipato ventisei studenti dell’Istituto Peano che sono stati protagonisti di workshop in lingua inglese in Danimarca, Svezia e Estonia. I giovani hanno presentato, con video, musiche e foto, l’esperienza vissuta all’estero. Al termine dell’incontro sono stati consegnati ai ragazzi e alle loro famiglie i DVD con tutta la documentazione, video e foto, di ogni scambio. L’iniziativa proseguirà quest’estate quando alcune famiglie ospiteranno dei ragazzi estoni e danesi che verranno a trovare i loro amici cinisellesi. Poi, nei prossimi mesi otto ragazzi cinisellesi partiranno per il Portogallo e entro la fine dell’anno verranno messi a punto altri progetti nell’ambito dei programmi europei Lifelong Learning e Gioventù in Azione. Il materiale sulla mobilità internazionale è visibile sul sito “Pagine Giovani” nella sezione “Scambi internazionali” del Comune.


8

Mercoledì 8 giugno 2011

PUBBLICITÀ


SOCIETÀ

UNA TAVOLO PER RICERCARE UNA SOLUZIONE

Mercoledì 8 giugno 2011

9

FONDI REGIONALI PER MIGLIORARE IL SERVIZIO OFFERTO

Sui diritti dei più deboli Qualità per i nidi pubblici I I l Comune, obbligato dalla sentenza del Tar della Lombardia a pagare la quota della retta dei servizi socio sanitari non coperta dal reddito dell’assistito, rilancia. «Fermo restando che la sentenza c’è e va applicata, riavvieremo un tavolo di trattava con il privato sociale per capire se è possibile trovare un accordo che non penalizzi la tenuta del sistema di welfare complessivo – ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali Siria Trezzi – perché non ci sono solo gli anziani a Cinisello e molti sono i servizi già erogati gratuitamente». Ottimista l’assessore ha continuato: «Ci sono buone possibilità di trovare un accordo con i ricorrenti, perché la realtà del territorio è seriamente impegnata per i diritti dei più deboli come sulla questione inerente i malati cronici, la cui assistenza non deve gravare solo sul Comune». A breve dunque l’avvio di una tavolo locale e contemporaneamente di un tavolo con i comuni facenti parte del Piano di Zona (Bresso, Cormano e Cusano Milanino). «A partire dalla sentenza del Consiglio di Stato e dai vari regolamenti comunali bisogna fare concertazione prima di andare in Regione, dove è in discussione il Fattore Famiglia che, se

ben declinato, può essere di aiuto alle famiglie ma che prevede una diminuzione di entrate nelle casse comunali del 20-30% - ha continuato Trezzi - . A ciò va aggiunto che il Fondo nazionale per le non autosufficienze non esiste più e in previsione ci saranno dimezzamenti dei fondi dedicati. Per questo non possiamo restare soli, ma dobbiamo cercare una condivisione con il mondo dell’associazionismo, con l’ Associazione Nazionale Comuni Italiani e le Regioni». E ancora: «I disabili sono presi in carico dal nido all’età adulta. Più difficile la presa in carico delle persone anziane, perché non tutte le situazioni sono note. Inoltre, le rette delle residenze per anziani (Rsa) sono differenti tra loro e se applichiamo la130 (ndr. Decreto legislativo del 2001 recepito dall’articolo 54 della legge 289 del 2002) dobbiamo darci un tetto/criterio perché sono soldi pubblici che vanno spesi con equità rispetto a tutti gli altri servizi e tutti gli altri assistiti, che non devono farne le spese». Una situazione, dunque, tutta da definire tenuto conto che nel contempo è al riesame in Regione la legge 3 inerente l’accesso ai servizi complessivi (compresi disabili, anziani e cronici).

l nido, come luogo di crescita felice e sana. Di questo hanno parlato le pedagogiste Grazia Honegger Fresco e Maria Paola Casali nell’ incontro del 18 maggio organizzato dal Comitato Asili nido pubblici di qualità alla Cooperativa Agricola. Nido come possibilità di sviluppo delle potenzialità dei bimbi, prevenendo problemi che in età adulta sono oggetto di cure a base di psicofarmaci. «Difficoltà manuali e di apprendimento scolastico, così come ha rilevato l’ Unesco in una recente inchiesta – ha spiegato la pedagogista Casali – , sono imputabili alla mancanza di esperienza fisica e di relazioni empatiche nella prima infanzia». Dalla manipolazione di oggetti alla costruzione dell’autostima, i nidi pubblici e di qualità forgiano, grazie al lavoro di educatori altamente qualificati, “donne e uomini di pace”, capaci cioè di contrastare derive violente. Soddisfazione per la riuscita dell’incontro espressa dagli organizzatori, che hanno lamentato una scarsa attenzione da parte del comune. «I cittadini hanno voglia di partecipare e di esprimersi sulla qualità dei nidi pubblici – ha comunicato in una nota il comitato - , cosa che non abbiamo potuto fare al tavolo consultivo promosso dall’amministrazione comunale. Qui ci sono state comunicate decisioni già assunte in merito ai nuovi parametri (ndr. maggiore ore di formazione per il personale educativo assunto a tempo indeterminato e presenza di spazi esterni/giardino) per l’erogazione di voucher ai bambini che frequentano asili nido, micronidi e centri prima infanzia accreditati, tra cui il raggio di Sole gestito da Azienda Multiservizi Farmacie, che da settembre gestirà anche la metà inutilizzata dell’ex nido La Trottola. È evidente il disinvestimento sul servizio pubblico da parte dell’ammistrazione comunale». Scarsa attenzione che l’amministrazione ha rigettato in toto, auspicando il prosieguo dei lavori del tavolo consultivo con il Comitato Asili nido pubblici di qualità, i rappresentati di nidi pubblici e privati, educatori, genitori, pedagogiste e la ricercatrice Francesca Zaninelli dell’Università Bicocca. «Gli asili nidi pubblici, che contano su un’alta qualità delle educatrici e sull’importante collaborazione con l’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, resteranno pubblici – ha fatto sapere l’assessore Magnani – come dimostrano i 2 milioni e 600 mila euro messi a bilancio fino al 2013 a fronte di 500 mila euro di incasso derivanti dalle rette. Mentre con la “voucherizzazione” totale dei posti del Raggio di Sole garantiamo famiglie e servizio. Inoltre acquistiamo posti nei nidi privati, 27 nel 2010, con fondi regionali per offrire servizi alle famiglie non avendo il Comune sufficienti risorse per poter amministrare i servizi a gestione diretta». Niente voucher all’Arcobaleno e alla Nave, gli altri due nidi pubblici e pochi quelli riservati ai nidi privati accreditati, che offrono il 60% dei posti nido ai bimbi cinisellesi.

2a Edizione

Sportivamente UniAbita DOMENICA 12 GIUGNO, ORE 17,00 Cineteatro Pax - via Fiume - Cinisello Balsamo

La Festa sportiva della Cooperativa DOMENICA 19 GIUGNO 2011

SAGGIO ACCADEMIA DANZAUPREMA

Centro Sportivo Falck

Saggio di fine corso del settore danza. Le allieve si esibiranno nei balletti di danza classica moderna con coreografie sul tema La notte degli Oscar. Info: Circolo Auprema - tel. 02 6127830 - Ingresso a invito

BOCCE

Via General Cantore - Sesto San Giovanni dalle ore 14 Incontri di Bocce tra gli iscritti della bocciofila Matteotti di Cinisello Balsamo e la bocciofila Anpi-Bocce di Sesto San Giovanni

CALCETTO dalle ore 15 Mini Torneo di calcetto a cui parteciparanno 4 squadre di ragazzi di 8 anni e due squadre di 13 anni

DOMENICA 11 SETTEMBRE

LAGO D’ISEO GITA CON IL TRENO BLU E PRANZO IN BATTELLO

TENNIS

Gita di gruppo in bus e con treno littorina diesel risalente alla fine degli anni ‘50, da Bergamo e Palazzolo a Paratico Sarnico, abbinato a un’escursione in battello sul Lago d’Iseo con pranzo a base di prodotti tipici. Quota 70,00 - prenotazione entro 15 luglio

CONCERTO

dalle ore 16 Mini Torneo di Tennis con i ragazzi della scuola di tennis dagli 8 agli 12 anni

ore 18,30 Concerto di fine giornata con la Filarmonica Paganelli

PREMIAZIONI

DAL 24 AL 25 SETTEMBRE

ore 19,30 Premiazioni e Pizzata Finale con tutti i partecipanti

RAVENNA BIZANTINA E COMACCHIO

tel. 02 61293712

Ravenna non è semplicemente una città, ma un patrimonio di tutti: non per niente da tempo è stata riconosciuta patrimonio mondiale da parte dell'Unesco. Viaggio in bus, con sistemazione in hotel 4*, pensione completa, visita guidata dei maggiori monumenti e siti archeologici, pranzo a Comacchio inclusi. Quota (minimo 30 partecipandi) 220,00 Suppl. singola 30,00 - iscrizione entro 20 giugno

Info: tel. 02 2484123

Gare sportive tra i Soci della Cooperativa Uniabita


10

Mercoledì 8 giugno 2011

PUBBLICITÀ


R UBRICA

11

Mercoledì 8 giugno 2011

TELE-coMaNdo

+

di Emanuele Lavizzari

-

Politicamente scorretto

P

iù di trent’anni fa un deputato comunista, Antonello Trombadori, invitato al primo talk show della storia del nostro Paese, Bontà loro, ideato e condotto da Maurizio Costanzo, apostrofava la radicale Emma Bonino con l’appellativo di «cocca mia». Un’espressione irriverente e offensiva per quei tempi che suscitò immediatamente le ire delle femministe. Quest’episodio ai nostri giorni fa decisamente sorridere perché ormai in tv nei confronti politici se ne vedono veramente di tutti i colori. Ma passata quell’istantanea ilarità, quest’aneddoto dovrebbe farci seriamente riflettere… Sono cambiati i toni della politica, questo è sicuro, e ben diverso è il linguaggio della tv del ventunesimo secolo. Ma sono i politici che hanno trasformato i dibattiti sul piccolo schermo in un’arena senza esclusione di colpi oppure è la deriva della volgarità televisiva che ha autorizzato i primi ad adeguarsi al mezzo che utilizzano per comunicare? Probabilmente non esiste una risposta univoca a un quesito così complesso, ma la cosa certa è che nel corso dei decenni la televisione è diventata sempre più lo strumento privilegiato dai partiti per costruire il consenso. Perché arroventarsi al sole o inzupparsi sotto la pioggia per radunare poche migliaia di teste in una piazza, quando si può entrare con il video nelle case di milioni di potenziali elettori restandosene belli comodi su una poltrona? D’accordo, i candidati sanno bene quanto sia-

no importanti i comizi e gli incontri sul territorio con i cittadini, ma è altrettanto vero che se il tutto è ripreso dalle telecamere ogni azione di convincimento sulla gente diventa esponenzialmente più efficace. Abbiamo ancora sotto gli occhi quanto successo nelle ultime settimane in occasione della campagna per le elezioni amministrative che hanno coinvolto importanti municipi italiani: accuse reciproche, battute al vetriolo, toni sopra le righe, per farla breve, la demonizzazione sistematica dell’avversario politico. Per non parlare delle ripetute campagne diffamatorie a reti quasi unificate, violando le regole della par condicio. Fondare la propria comunicazione non sui progetti concreti bensì sulla delegittimazione dei propri avversari è una strategia che può pagare al momento, ma alla lunga conduce a un processo di autodistruzione. L’estremismo di oggi non è quello delle manifestazioni popolari, dei sitin di protesta, dei referendum abrogativi. L’estremismo di oggi è quello del linguaggio violento e menzognero che viene utilizzato quotidianamente da politici che recitano un copione studiato a memoria. La recente tornata elettorale, prima di mostrare il successo di uno o dell’altro schieramento, dovrebbe far riflettere la nostra classe dirigente. Ed essere un monito per ritornare a percorrere la strada del confronto politically correct.


12

R UBRICA

Mercoledì 8 giugno 2011

VOCI DALL’AMBULANZA

a scena dell’incidente è impressionante: la 306 è di traverso al centro della carreggiata, il davanti troncato, il motore a 20 metri appoggiato al muro di un edificio, la ragazza che la guidava è a terra, supina, di fianco alla vettura. La Subaru è per metà sul marciapiede, muso rientrato, air bag esplosi, parabrezza sfondati, due ragazzi seduti di fianco sul cordolo del marciapiede. Uno col volto insanguinato, l’altro si tiene il braccio. Alice sbarella: sul lettino la tavola spinale, un collare, il bombolino dell’ossigeno. Diego l’aiuta a posizionarla di fianco alla ragazza. Mentre Mario si fionda sui ragazzi io controllo che nelle auto non ci sia nessun altro e che il quadro sia stato spento. La 306 perde benzina, la Subaru fuma un po’, ma è solo il liquido del radiatore. Alice blocca la testa della ragazza, per evitare di farle fare movimenti che in caso di lesione alla colonna potrebbero peggiorare il danno. «Mi senti?! Come ti chiami?» chiede Alice. «Mi chiamo Maura, aiuta-

L

temi ad alzarmi…». «No Maura, tu stai ferma, facciamo tutto noi. Come hai fatto a uscire? Hai dolori da qualche parte?» «Ho visto il fumo e mi sono spaventata. Mi son trascinata fuori, mi fa male il fianco, mi gira la testa…». Mario ha già messo i collari ai ragazzi; sembrano stare abbastanza bene: «Un trauma cranico con ferita lacero contusa e una sospetta frattura arto superiore, parametri nella norma». Abbiamo bisogno di un’altra ambulanza. Chiamo la Centrale Operativa del 118: «Ciao, CRI Cinisello sull’incidente: abbiamo 3 coinvolti. Tutti coscienti e collaboranti, impatto ad alta velocità. Un politrauma, che stiamo spinalizzando, un trauma cranico e una frattura arto superiore. Serve un’altra macchina, i parametri te li do dopo». «Bene 1119, ti mando la CRI di Cusano: si è appena liberata dal Bassini. In 3’ arriva anche alfa». Alice, Mario e Diego ruotano Maura sulla tavola spinale. Per Mario è la prima volta su un caso vero. Le simulazioni gli sono servite: la manovra è ottima, considerato anche la fretta per la chiazza di benzina che si stava espandendo verso la ragazza. «Carichiamo!». In macchina Alice taglia i vestiti per l’esame testa-piedi. Misura pressione e saturazione: non sono proprio il massimo. Ossigeno, ragno (sistema di cinghie per immobilizzare il paziente alla tavola spinale – ndr) e coperta termica

di Sergio Orfeo - VDS CRI

in attesa di alfa, che arriva qualche attimo dopo. Medico e infermiere si prendono cura di lei. Il ragazzo con trauma cranico si sente mancare, lo faccio sdraiare sul marciapiede. «Sta arrivando un’altra ambulanza, resisti. Va un po’ meglio così?». «Sì, molto meglio..». Cusano arriva contemporaneamente alla mamma di Maura. «Dov’è mia figliaaaa?!?! Che l’è successooo!?!? Fatemela vedereee!!» «Calma, signora! E’ in ambulanza e i medici la stanno visitando, stia tranquilla, appena possibile la faccio salire». Poi si gira, vede l’auto distrutta e sviene. La prendo al volo, aiutato da un carabiniere. Cusano ha già caricato i due ragazzi, la 1119 è piena come un uovo; la facciamo sedere sull’auto dell’Arma. Si riprende e inizia a piangere disperata, si aggrappa al mio braccio. La capisco, capisco la sua disperazione e so che nulla potrà calmarla se non la vista della figlia. «Senta signora, Maura sta bene, aspettiamo che il medico finisca di visitarla. Aspetti qui, vado a vedere». «Doc, come siamo messi? La mamma vuol vedere Maura». «Falla salire. Intanto preparati per un giallo Niguarda. Cusano invece va al Bassini: giallo anche lei». Il pianto isterico di mamma e figlia è liberatorio quando s’incontrano. «Doc, parto!». «Vai pure. Mi raccomando, cerca di farci arrivare sani. E evita le buche». «Ahah! Certo doc…»


SOCIETÀ

Mercoledì 8 giugno 2011

13

ALLA SCUOLA PARINI SI PARLA DI UN BENE PUBBLICO

PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO TERESA SARTI STRADA

C’è l’acqua di san Rubinetto

Vince una bimba cinisellese

N

U

ei giorni scorsi nella Scuola Primaria “G. Parini” di Cinisello Balsamo si è trattato un tema di rilevanza sociale forse tra i più sentiti in questi ultimi tempi: l’acqua. Per far comprendere l’importanza che questo elemento della natura ha per gli esseri viventi le insegnanti hanno spiegato ai bambini il suo valore, il suo risparmio e l’uso consapevole che se ne deve fare. Tutto è stato integrato dalla lettura di materiale informativo che parlava di vari altri aspetti, tra i quali, l’inquinamento, la mercificazione e l’approvvigionamento. Particolare attenzione è stata rivolta al tema acqua, relativamente ai paesi sub-sahariani e agli effetti che la poca acqua acquisita, spesso non idonea per l’alimentazione, provoca presso tali popolazioni. I bambini delle classi 5a A e 5a B hanno scritto racconti, riflessioni e poesie. Il lavoro si è concluso e concretizzato nella realizzazione di bottiglie piene di acqua di rubinetto e provviste di “regolare” etichetta dal “simbolico” nome di “Acqua di san Rubinetto”. Il prodotto è stato poi hanno portato a casa per mostrare ai genitori il risultato del loro progetto. In questo modo anche i “grandi” hanno avuto la possibilità di raccogliere informazioni sul tema dell’acqua e in questo modo affrontare in maniera ancora più consapevole il voto del prossimo referendum sulla privatizzazione dell’acqua. G.F.

Grande Festa d’Estate Il Circolo Ricreativo Sportivo Unione di Cinisello Balsamo, in occasione del 30° anniversario della sua fondazione organizza una “Grande Festa d’Estate”. La manifestazione si svolgerà, nell’area verde sita presso il Parco della Costituzione (Via Paisiello angolo Via Mozart) a Cinisello Balsamo, sabato 25 e domenica 26 giugno nonchè sabato 2 e domenica 3 luglio. Ci saranno quattro serate di divertimento con ballo e musica dal vivo. Per i buongustai segnaliamo la presenza di cucina casalinga in puro stile “marchigiano” e, per la prima volta a Cinisello Balsamo, anche i “Pescatori di Goro”. Questi arriveranno con il loro “padellone” da Guinnes dei primati per cucinare cozze e vongole in quantità. I “Marchigiani” e i “Ferraresi” vi aspettano per trascorrere quattro serate in allegra compagnia.

Gruppo Astrofili Cinisello Balsamo Calendario giugno – luglio 2011 Conferenze: Venerdì 10 giugno ore 21 Workshop: L’utilizzo di Registax 6 per l’elaborazione delle immagini. Rel.: Walter Franchini ed altri (G.A.C.B.) Venerdì 24 giungo ore 21.30 Il “mistero” delle prime stelle dell’Universo. Rel.: Dr. Cristiano Fumagalli Venerdì 1 luglio ore 21,30 Una costellazione per l’estate: Cassiopea. Rel.: Gianluca Sordiglioni (G.A.C.B.) Venerdì 3 e 17 giugno, 8, 15, 22 e 29, ore 21,00, serate dedicate alla discussione su temi di astronomia generale e/o sui lavori del gruppo. Le conferenze e le riunioni si terranno presso la scuola Beato Carino (ex Manzoni), Via Beato Carino, 4 a Cinisello Balsamo. INGRESSO LIBERO Serate osservative presso l’Osservatorio Astronomico “Presolana” a Castione della Presolana (BG) Sabato 25 giugno e 23 luglio, lunedì 8 agosto, sabato 20 e 27 agosto. Si segnala l’eclissi totale di Luna che avverrà mercoledì 15 Giugno. Si vedrà sorgere il nostro satellite già parzialmente eclissato, mentre la fase di massima totalità sarà verso le 22,30. L’osservazione si terrà, a partire dalle 20,30 (tempo permettendo) al parco del Grugnotorto, in collaborazione con Legambiente di Cinisello.

n grande successo per la 1a edizione del premio Teresa Sarti Strada. I bambini hanno interpretato Pace Solidarietà Diritti Umani e Giustizia Sociale. La 24a edizione del Compleanno di Pinocchio è stata festeggiata sabato 28 maggio nel Parco di Pinocchio a Collodi (Pistoia) e nel’occasione sono stati premiati i vincitori del Premio Teresa Sarti Strada (1a edizione), istituito da Prosolidar Onlus in memoria della prima presidente e cofondatrice di Emergency. Un concorso che ha visto tantissime adesioni. Ben 2.280 gli elaborati pervenuti da ben 4307 concorrenti, dai 5 ai 15 anni, da tutta Italia, di età, e la partecipazione

straordinaria della scuola Italiana “Cristoforo Colombo” di Buenos Aires. Il tema proposto, per elaborati grafici anche in formato elettronico, era la promozione e l’attuazione concreta dei valori universali di: Pace, Solidarietà, Diritti umani, Giustizia sociale. La festa del Compleanno, organizzata dalla Fondazione Collodi, presente la Presidente di Emergency nazionale Cecilia Strada e il Presidente di Prosolidar Onlus, Edgardo Maria Iozia ha visto premiare anche una nostra piccola concittadina. Si tratta di Clara Liverani (nella foto), 6 anni, vincitrice per la categoria 6-9 anni e che frequenta la scuola materna Marconi.

Premiati gli studenti vincitori del concorso indetto dall’atelier economico BCC anno 2010/2011 All’Auditorium BCC di Sesto SG venerdì 27 maggio premiazione degli studenti vincitori del tradizionale concorso indetto dall’Atelier Economico BCC per i ragazzi delle scuole elementari , medie inferiori e superiori del Nord Milano Questa ventunesima edizione intitolata “Salviamo la memoria” mirava a coinvolgere le giovani generazioni per recuperare la storia di Sesto San Giovanni in chiave futura. In questo concorso anche gli studenti di Cinisello Balsamo si sono distinti. LA 5a A della scuola primaria Bauer si è aggiudicata il terzo premio del concorso. Gli alunni della 5a B della Scuola Primaria Lincoln hanno avuto una menzione particolare per la realizzazione di un plastico che ricostruiva la storia della Chiesetta di S. Martino. I lavori dei vincitori sono visibili sul sito del comune di Sesto S. Giovanni.

l’aNgolo­dell’iNdigNato

la­pausa

Sì amici, mi prendo una pausa in occasione della vittoria della sinistra a Milano, e non solo! Nel nostro capoluogo, pur reggendo ancora come capitale economica del Paese, i segnali di malcontento, di malgoverno e voglia di cambiare, sono arrivati chiari e inequivocabili il 29 e 30 maggio 2011. Adesso però, l’imperativo categorico è: non sbagliare! Lunedì si è festeggiato e brindato, ma bisogna subito mettersi a lavoro per iniziare a cambiare la rotta di codesta città, innanzi tutto mantenere tutte le promesse e i buoni propositi annunciati durante la campagna elettorale. Si può e si deve cambiare! Quali gli ingredienti necessari perché il “vento” cambi e vada nella giusta direzione? Pochi e semplici per cominciare: moralità, onestà, legalità, trasparenza, priorità per le necessità, solidarietà, accoglienza, sicurezza, lavoro e soprattutto difesa del lavoro. Poi tutto il resto verrà! Cambiare alcune brutte abitudini, maturare certi comportamenti, tanto per usare eufemismi, è un fatto culturale. Per questo occorrono tempi lunghi, invece abbiamo bisogno, da subito, di fare pagare meno tasse, ma farle pagare a tutti proporzionalmente ai loro guadagni; impedire speculazioni di ogni genere, soprattutto finanziarie; evitare di essere soltanto schiavi dei dividendi; vigilare attentamente sugli appalti, subappalti, in particolare su quelli riguardanti “Expo 2015” e tutto ciò che gli gira intorno; evitare la cementificazione con speculazioni edilizie; fare politiche sociali per sostenere i diversamente abili e le loro famiglie; fare progetti a sostegno dei più deboli e bisognosi, creare e assegnare borse di studio e/o alloggi per studenti fuori sede, e l’elenco potrebbe seguitare all’infinito, ma concludo facendo l’invito a difendere e sostenere la scuola pubblica e chi la vuole privata, che se la paghi! Facciamo i migliori AUGURI di ottimo lavoro al nuovo Sindaco di Milano! Silvano D’Agostino


14

SPORT

Mercoledì 8 giugno 2011

A JESOLO IL CAMPIONATO ITALIANO RUGBY SCUOLE

PER I ROLLER DELL’ASA CHIUSURA D’ANNO IN BELLEZZA

La “Buscaglia” al terzo posto Riccardo e Simone campioni

I

S

i è disputato, il 20 e 21 maggio, a Jesolo e a San Donà di Piave il Campionato Italiano di Rugby delle scuole. Alla manifestazione hanno partecipato circa 3000 studenti e studentesse dai 9 ai 16 anni, divisi nelle categorie Under 10, Under 12, Under 14 Maschile e Femminile. e Under 16 Maschile e Femminile. Le categorie Under 10 e 12 erano composte da squadre miste. Presenti, per la prima volta, le rappresentative i Cinisello Balsamo con l’Under 16 maschile del Liceo Casiraghi, l’Under 10 della Scuola Primaria Buscaglia e l’Under 10 mista delle scuole Villa, Buscaglia e Monte Ortigara. Le primarie si sono trovate nello stesso girone a cinque e si sono date battaglia con grinta, buona tecnica e grande correttezza. La rappresentativa della Buscaglia ha guadagnato il terzo posto e la rappresentativa mista si è piazzata al sesto posto. La squadra del liceo, dopo aver perso la prima partita, ha pareggiato la seconda e vinto le altre due, chiudendo al settimo posto. La manifestazione, organizzata dalla FIR, era riservata alle scuole e ai neo tesserati che hanno aderito al Progetto del minirugby e del Rugby nelle scuole. Il progetto, a Cinisello Balsamo, è stato proposto e seguito dall’ ASD Multysport - Cinisello Rugby in collaborazione con il Rugby Monza. Il comportamento dei ragazzi, in campo e fuori è stato esemplare e sarà un ulteriore stimolo per ripetere il prossimo anno questa entusiasmante esperienza. Donato Basile

piccoli pattinatori La città di Bellusco, dell’ASA Cinisello domenica 22 maggio, COOP LOMBARha ospitato i CampioDIA chiudono la stanati su pista e anche in gione dei Campionati questa competizione riRegionali con nove metroviamo Simone che daglie di cui tre d’oro e vince una 800 metri con tante soddisfazioni. grazie alla sua tecnica Domenica 8 maggio e caparbietà. Dieci giri Paderno d’Adda è stata condotti con una tattica la sede dei Campionati intelligente, con cambi su strada e sul tetto del di ritmo e un ultimo gipodio salgono Riccardo ro strepitoso. Riccardo Lorello e Simone Barosi porta a casa due meni. I due portacolori di A sinistra Riccardo Lorello 2° class. daglie di prestigio. Nel Cinisello vincono la a destra Riccardo Bossi 3° class. circuito di destrezza 200 sprint di competengiunge terzo mentre za, con due straordinarie partenze, con nella 400 metri in linea soltanto il foto fiuna gara condotta dall’inizio alla fine a nish lo relega sul secondo gradino del poritmi elevati e con gli ultimi metri a dio. Da evidenziare, infine, il terzo posto spron battuto. Anche nelle prove lunghe di Riccardo Bossi nella gara lunga. i due si destreggiano bene. Riccardo Prossimamente gli atleti dell’ASA Ciniconquista la medaglia d’argento nella sello, categorie superiori, saranno impe400 metri in linea, mentre Simone si fer- gnati, il 10 e 11 giugno, nei Campionati ma al terzo gradino del podio dopo un Italiani a Senigallia e, a fine giugno, in rush finale mozzafiato in una 1.000 me- quelli su strada a San Benedetto del tri combattuta. Tronto. Giancarlo Carzaniga

Torneo di Calcio all’Oratorio PIO XI Il 14 maggio 2011, presso l’oratorio San Martino di Cinisello Balsamo si è concluso il primo torneo di calcio oratoriano, organizzato dalla società U.S. Speranza e dai volontari dell’oratorio. La manifestazione ha riscosso un grande successo, sia per il numero di atleti partecipanti, che per l’organizzazione e la formula del torneo apprezzata da tutte le squadre intervenute. Il torneo, durato di tredici giorni, ha visto la partecipazione di Stella Azzurra, Precotto, S.D.S., Città di Sesto, S. Martino Niguarda, Lancieri, Paderno Dugnano, S.Martino Cusano, Santa Maria, Mascagni, Arcobaleno e. U.S. Speranza, con 27 squadre suddivise in varie categorie. All’interno del torneo anche un triangolare di calcio femminile a cui hanno partecipato le ragazze dell’U.S. Speranza, Lune Rosse e S.Giorgio Limbiate. Tutte le partite delle varie categorie si sono svolte in un clima sereno e festoso, all’insegna della massima sportività e amicizia. La classifica finale ha visto prevalere la Stella Azzurra nella cat. 2003/04, la S.D.S nella cat. 2001/02, la Città di Sesto per la cat. 1999/2000, il S. Martino Niguarda nella cat. 1997/98, la Speranza nella cat. 1995/96 e nella cat. 1995 il Mascagni.

Al via l’undicesima edizione del Memorial Percy Medina È iniziato, lunedì 6 giugno, all’Oratorio S. Pietro Martire di Cinisello Balsamo il torneo di calcio “Memorial Percy Medina”. La manifestazione sportiva, istituita dalla Società Lancieri Sprint, è in ricordo di Percy, atleta dei “Lancieri” e amico dell’Oratorio San Pietro Martire. Il torneo, iniziato nel 2001, è arrivato alla sua undicesima edizione e vedrà la partecipazione di 24 squadre i cui componenti vanno dalle categorie comprese tra gli anni 1997 e 2004. L’intero ricavato del “Memorial Percy Medina”, una bella competizione sportiva in memoria di un caro amico, sarà, come ogni anno, consegnato alla Parrocchia e all’Oratorio San Pietro Martire.


SPORT RECORD SUI 2000 DELLA CADETTA SVETLANA REINA

Mercoledì 8 giugno 2011

15

IL TITOLO ITALIANO VA AD UN’ATLETA DELL’ASA

Alice Scuratti 2a ai Provinciali Iosra Abdelaziz campionessa ella splendida cornice del campo sportivo “G Scirea” le Cadette e i Cadetti dell’Atletica Cinisello hanno giocato in casa portando a casa una serie di buoni risultati. Domenica 22 maggio tanti i giovani atleti che si sono affrontati in pista e sulle pedane. per il titolo di campione provinciale. Il miglior risultato della giornata per i “campioncini “ dell’Atletica Cinisello lo ha portato a casa Alice Scuratti. La cadetta, alla sua prima gara nel lancio

N

del disco con metri 18,84, è salita sul secondo gradino del podio diventando così vice-campionessa provinciale. Alice, nel getto del peso con metri 7,60 ha migliorato il proprio personale di ben 30 cm. Negli 80m femminili, con 11’’88, Martina Draghi ha portato a casa il proprio primato personale mentre nel lungo, con m 3, 86, ha migliorato il suo risultato stagionale. Anche Chiara Rho, nei 300 metri piani, con 45’’e 58 stabilisce il suo

nuovo primato personale, mentre nei 300 metri ad ostacoli polverizza ha fatto 52’’ e 26 demolendo il proprio personale di ben 2 secondi. Giulia Catteneo, nei 300 m e nella stessa batteria di Chiara, abbassa il proprio primato personale di 4 decimi. Riccardo Cavozza nei 300 m piani con un 38’’e 98 ha avvicinato il primato personale e ha sfiorato il podio fermandosi al quarto posto. Ha poi provato il salto in alto dove si è piazzato al quinto posto. Andrea Migliorati si è cimentato in due gare, salto in lungo e 300 m piani. Tenuto conto che ambedue le gare rappresentavano una novità per il giovane atleta, i risultati conseguiti vanno considerati come basi da cui partire e sicuramente migliorare. Nei 1000 metri giornata storta per Chiara Pagliarin che ha chiuso in 3’ 49’’ e 26, un tempo molto al di sotto delle sue possibilità. Prima gara in assoluto per Luca Cherubini nel lancio del peso. Con metri 8,03 ha chiuso la competizione facendo suo il primato sociale. Tra gli ottimi risultati della giornata, va segnalata la miglior prestazione italiana Categoria Cadette ottenuta da Nicole Svetlana Reina della Polisportiva Novate Milanese che sui 2000 metri ha fermato il cronometro sul tempo di 6’ 12” e 46. L.F.

NUOVI SUCCESSI E TITOLI PER L’ISAO OKANO CLUB 97

Mosca è terzo agli “italiani”

F

rancesco Mosca, dell’ Isao Okano sentante dell’ Okano Club Giulia AraClub 97 di Cinisello Balsamo, sa- gozzini nella categoria -63 kg. A Giulia, bato 28 maggio al Palaflorio di Ba- ancora juniores, non è riuscito di migliori, ha conquistato la medaglia di bronzo rare il quinto posto conquistato nell’ edinei campionati italiani under 23 di judo, zione 2010. categoria al limite dei 73 kg. L’ atleta al- Domenica 15 maggio a Ciserano, i giolenato da Diego Brambilla, è stato scon- vani dell’ Isao Okano Club 97 hanno fitto in apertura conquistato tre medi gara da Giordaglie d’oro. Nel gio Leccese Grand Prix regiodell’Akiyama nale cadetti, under Settimo Torine17, oro per Alida se, poi vincitore Frasca nella catedella categoria. goria -52 kg, a cui L’atleta delvanno aggiunti i l’Isao Okano quinti posti di Joperò non si è nathan Agosto cat. dato per vinto. -55kg, Luca BoCaparbiamente scolo cat. -66kg e ha affrontato Gianluca Ghidini tutti gli avvercat. -73kg. Nel sari nei ripeGrand Prix esorscaggi e li ha dienti/b, under 15, superati tutti fi- Francesco Mosca (a destra) medaglia di bronzo primo posto per no a raggiungeSara La Gamba re la finale per il bronzo. Qui, con gran- che ha vinto la categoria -48 kg , mentre de padronanza tecnica, ha battuto An- Francesco Rosciano si è classificato al drea Amarossi del Geesink Modena e ha quinto posto nella cat. -45 kg. Nella 2a fatto suo il terzo posto. Per Athos Lussi- prova del campionato regionale esorgnoli, non ancora diciottenne, nono po- dienti/a under 13, medaglia d’ oro per sto nella categoria -66 kg. Nella gara Rebecca Andolfatto che si è aggiudicafemminile, settimo posto per la rappre- ta la categoria al limite dei 48 kg.

I

osra, atleta dell’ASA Ginnastica di Cinisello Balsamo, è la nuova Campionessa Italiana di ginnastica artistica, categoria L4. Il titolo è stato conquistato nella finale nazionale disputata a Conversano, Bari, dove l’atleta dell’ASA Cinisello era arrivata grazie ai brillanti risultati ottenuti nelle gare di selezione. Al Pala San Giovanni di Conversano si sono sfidate le migliori atlete italiane per la categoria L4 e Iosra ha ulteriormente confermato il suo valore. Il primo posto lo ha conquistato con la sua eleganza alla trave, con la leggerezza alle parallele, con le acrobazie al volteggio e per l’espressione mostrata al corpo libero. Di Iosra sentiremo ancora parlare. Commenta Marta Cerri, la sua allenatrice, «vederla è un’emozione, uno spettacolo, sembra sia nata per la ginnastica, è un vero talento che trasmette gioia a chi la vede muoversi sugli attrezzi». L’ASA Cinisello ha portato ai campionati, per la categoria L1, Miriam Bozzi, classe 2002, classificatasi decima e Sara Cipollini,ventiduesima. Francesca Cunich, categoria L2, è arrivata ventinovesima.. giubot

GARAPODISTICA SERALE PER AMATORI E RAGAZZI

Milanino sotto le stelle 2011

O

ltre mille i concorrenti che, sabato 28 maggio hanno partecipato alla 16a edizione di Milanino sotto le stelle. La manifestazione, era organizzata dall’Atletica Cinisello e CAI Cusano , in collaborazione con l’Assessorato allo Sport di Cusano Milanino. Sulle strade di Cusano Milanino si sono dati battaglia prima i ragazzi diversamente abili, seguiti poi da quelli delle categorie Esordienti, Ragazzi e Cadetti. Dopo le loro esibizioni al via il plotone dei master FIDAL che si sono cimentati sui 10000 metri del percorso. All’interno della manifestazione si è svolta anche la gara di “Run for fun” gara non competitiva sui 5000 metri. Il vincitore della gara dei 10 km è stato Daniele Pagani dell’Azzurra Garbagnate Milanese che ha preceduto Davide Milesi, GS Orobie, e Simone Pessina, Atletica Gavardo. Elianna Patelli, Atletica Valle Brembana, la prima donna classificata seguita da Gelsomino Claudia Atletica Palzola e da Paola Felletti Road Runners Club Milano. La società Euroatletica 2002 di Paderno Dugnano ha conquistato il primo posto per il numero di atleti partecipanti, portando alla gara ben 100 iscritti.

Mari’s Team Asd ancora vincente Al Palazzetto Dante/Einaudi, di Sesto S. Giovanni, domenica 29 maggio si è svolta l’ultima tappa del Campionato Italiano di Sport da Combattimento. Due primi posti per Giovanni Mosiello e Simone Cavalieri, del Mari’s Team ASD di Bosna Marika, nella specialità Kick Boxing-Light Contact. I due atleti hanno ricevuto la cintura ufficiale di “Campione Italiano 2011”. Per Alessandro Pittari e Ross Carlos Pereira, al loro primo match, un pregevole secondo posto. Gli atleti erano stati preparati da Angelo Larcher e Martino Giordano e da Marika Bosna, Enea Citterio e Luciano Facchino. Il Mari’s Team ASD, oltre alla danza acrobatica, avvierà il settore Ginnastica Artistica avvalendosi della collaborazione di Serena Torri un’ex atleta nazionale aprirà il settore Muay Thai, per bambini e ragazzi, con Martino Giordano. B.M.


16

R UBRICHE

Mercoledì 8 giugno 2011

CERCA AUTO MOTO lCerco vecchi modelli di Vespa Piaggio anni 50/70 di qualsiasi cilindrata. Ritiro anche eventuali ricambi, con pagamento immediato. Tel 3336319615 - 0292107155 CERCO LAVORO lContabile diplomata, esperienza pluriennale, autonoma, contabilità generale, liquidazione IVA, scritture assestamento per predisposizione bilancio, fatturazione attiva passiva,gestione clienti/ fornitori, rapporti banche. Tel 3493242819 lItaliano lunga esperienza nelle consegne patenteB ex padroncino cerca serio lavoro presso aziende astenersi perditempo Tel 3471507741 lOSS esperienza triennale offresi per assistenza privata e professinale ad anziani disabili e malati a ore. Tel 3407586327 lItaliano lunga esperienza nel settore CHIMICO FARMACEUTICO disponibile ai turni anche ciclo continuo e straordinari patente: B cerca lavoro presso seria azienda Milano e Provincia. astenersi perditempo. Tel 3495776314 lItaliano cerca portineria con alloggio Milano e provincia Tel 3495776314 lSignora italiana massima serietà ottime referenze esperta magazzino, bolli, fatturazione, pc, offresi full time o part time. Zone Cinisello B. - Monza /Brianza. Tel 3497071367 lSignora ucraina cerca lavoro, assitenza anziani giorno, pulizie. Tel 3294429133

LAVORO OFFRO lAssociazione Onlus Cinisello cerca animatori/animatrici per animazione presso ospedali (reparto pediatria), contributo economico garantito. Tel 0278621258 -3314460163 ore 15 alle 18dal lunedì al venerdì. LEZIONI - RIPETIZIONI lLaureata in D.a.m.s. con esperienza di insegnamento impartisce lezioni di inglese elementari, medie, superiori, aiuto compiti in tutte le materie. Anche come baby sitter referenze. Disponibile anche periodo estivo. Tel 3406872402 LOCALI VENDESI lVendesi monolocale con giardino privato, possibilità box (non perditempo) Tel 3349537647 VARIE l65enne, cerca gradevole compagnia femminile per amicizie e frequentazione. Tel 3409366159 lDecoder satellitare per canali free con telecomando, ingresso USB, euro 30,00. Tel 3288282735 lInizia il corso base di Country Line Dance al Fly Club a Ciniselo. Prima Lezione prova gratuita. Tel 3313561795 lRagazzo 42enne cerca ragazza decisa per amicizia ev convivenza. No sms no indecise Tel 3883462689 lSignora italiana sessantacinquenne, solare, bella presenza cerca signore stessa età, assolutamente serio, distinto, possibilmente

(Ri)pensi…amo l’ITALIA Festa di fine anno dell’Istituto Scolastico Comprensivo “G. Garibaldi” di via Marconi 46, sabato 11 giugno 2011, dalle 8.30 alle 12.30 Programma: Ore 8,30 Accoglienza. Ore 8,55 Saluto del Dirigente Scolastico, prof. Stefano Bonanomi. Ore 9,00 Concerto (classi prime). Ore 10,00 Concerto (classi seconde). Ore 9/11,30 Torneo di pallavolo (classi terze). Ore 11,50 Saluto del Sindaco Daniela Gasparini. Ore 12,00 Concerto del Gruppo Musicale Pomeridiano.

TROVA italiano, per scopo amicizia e frequentazione. Tel 3318340746 lVendo accessori bimbi a metà prezzo, trattabile in blocco o separati: Baby Control Fisherprice, il Sediolone Foppapedretti, lettino Chicco Lullaby con bassinet e materasso. Tel 3385954452 lVendo casalinghi Foppapedretti in blocco o separati, metà prezzo trattabile: il Piegacamicie, vassoio Morfeo legno massiccio, tagliere Quadrifoglio base marmo di Carrara. Vendo due sgabelli cucina/bar struttura in metallo, seduta ciliegio, Calligaris mod X-press, euro 80 trattabili. Tel 3385954452 lVendo serie completa dell’arte dei tarocchi, compreso di due libri; vendo serie completa del “Commissario Rex” in vhs a euro 50,00; vendo enciclopedia di 20 volumi a euro 50,00 Tel 026122829 lVendo arredamento bagno in legno, completo di porta asciugamani e nel prezzo anche due armadietti. Euro 70,00. Tel 026122829 - lasciare messaggio in segreteria e sarete richamati. lWord, Excel, posta elettronica, internet. Impara a usare il computer da casa tua. Lezioni a domicilio. Sempre disponibile, qualsiasi orario. Tel 026600729 – 3479145526

Cedesi edicola/cartoleria centro Cinisello B. Forte passaggio. Trattative in loco. Tel 026172423

GRAZIE PROF! L’anno scolastico sta volgendo al termine ed i ragazzi della 3a B, Scuola Secondaria Garcia Villas, vogliono esprimere un ringraziamento particolare alla professoressa Linda Saracino che quest’anno, conclude la sua avventura scolastica. Lascerà senz’altro un ricordo indelebile in tutti noi in quanto ha contribuito alla nostra crescita culturale e umana. A Lei che è stata un importante riferimento anche al di fuori della famiglia va sicuramente il nostro GRAZIE. Certamente non sono stati anni facili, e come in tutte le buone famiglie ci sono stati momenti di incomprensioni e scontri che ci hanno responsabilmente formato ed educato. Siamo comunque sicuri che metteremo a frutto quanto vissuto e certamente sapremo farne buon tesoro. Il tempo dedicato, gli sforzi e i sacrifici fatti li vogliamo riconoscere con un simbolico abbraccio. I mitici ragazzi della 3a B (Ciclo scolastico 2008-2011)

guardia­medica

02­34567 MARIANNA C A RT O M A NT E

A SOLO DONNE Tel 3495540412 3663052342

Cinisello Balsamo via Pacinotti (ang. via De Vizzi) tel.

02.6171244

via Sant’Antonio, 37 - Cinisello Balsamo tel. 0266040313 - fax 026120052 - giornalecinisello@yahoo.it Autorizz. Trib di Monza n. 316 del 11-3-1978 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: PRESIDENTE: Annunzio Sonno VICEPRESIDENTE: Fabio Brioschi CONSIGLIERI: Giovanni Cisco, Americo Pagliara, Bruno Sivaglieri, Angelo Tosoni, Enzo Turchi

DIRETTORE RESPONSABILE: Katia Giannotta REDATTORE: Luigi Filipcic COLLABORATORI: Marcello Albiero, Ferdinando Baron, Gianpietro Favalli, Emanuele Lavizzari, Licia Lanza, Floriana Liuni, Fiorenza Melani, Beatrice Verga, Arianna Recalcati, Noemi Tediosi, Marta Valota, Sabrina Zocco.

AMMINISTRAZIONE: via Sant’Antonio, 37 Cinisello Balsamo Tel. 0266040313 Fax 026120052 segreterialacitta@libero.it

PUBBLICITÀ: Luigi Ghezzi Tel. 3400752991 Maurizio Baruffaldi Tel. 3338061147 Giorgio Ravagnani Tel. 3335382867 STAMPA: “San Biagio Stampa spa” via al Santuario della Guardia 43/P Genova - tel. 0107231700

GRAFICA: Redazione LaCittà

COMPILATE IN STAMPATELLO O A MACCHINA MASSIMO VENTI PAROLE. SI RICORDA CHE OGNI TAGLIANDO VALE PER UNA SOLA INSERZIONE. (Vendita e affitto immobili e pagamento 8 euro) NOME INDIRIZZO

COGNOME INSERZIONE

TELEFONO

FIRMA LEGGIBILE


giornale cinisello11