Page 1

p rimo s eme stre 2016

NUMERO DIECI

House Organ del Gruppo Autotorino S.p.A. Informazione automobilistica, eventi, life style e tempo libero


Editoriale In cinquant’anni di storia Autotorino ha attraversato, crescendo ed affermandosi, contesti economici e sociali in continuo e veloce mutamento, con un'accelerazione dettata soprattutto dall'evoluzione tecnologica. In questo scenario, la tecnologia ci è stata alleata, supportandoci nel nostro sviluppo dei processi di organizzazione dei servizi ed agevolandoci nella fondamentale capacità di stabilire una giusta sintonia con il cliente. I costruttori di auto hanno smesso di ragionare in termini indistinti di "mercato", arrivando a dare direttamente all’automobilista gli strumenti per disegnare la vettura desiderata, sino al minimo dettaglio del proprio allestimento personalizzato. In ogni salone Autotorino, da sempre operiamo con questo spirito, privilegiando la relazione con il cliente non per la pura transazione commerciale, ma per trovare con lui la miglior risposta al fondamentale bisogno di viaggiare. Con il cliente costruiamo la vettura adeguata ai suoi desideri, primi fra tutti quello della libertà di esprimere sé stesso e raggiungere le mete sognate o necessarie. Proprio il fattore umano nella percezione dei bisogni del cliente, per una capacità di risposta sartoriale, non sarà mai soppiantabile da alcun software, pur raffinato che sia. Tutto ciò ha consentito ad Autotorino di crescere in qualità e reputazione, solide fondamenta sulle quali si è basato lo sviluppo degli ultimi anni. Con l’azienda sono cresciute tante persone, sia sul piano umano che nelle doti professionali. Se Autotorino rappresenta per moltissimi automobilisti molto più di un riferimento per la propria mobilità, per centinaia di collaboratori e collaboratrici ha rappresentato e rappresenta molto più di un semplice posto di lavoro. Qui hanno avuto l’opportunità di sviluppare percorsi di formazione, la tensione verso la crescita personale, la consapevolezza di far parte di una grande squadra vincente, mantenendo sempre ben saldi i valori etici che ci contraddistinguono nella relazione con il cliente. Perciò il miglior modo con cui celebrare il compimento di questo "cinquantesimo" è ringraziare tutti coloro che nel tempo hanno contribuito a raggiungere questo traguardo che ci è stato possibile solo grazie alla crescita constante in numero di clienti e nella soddisfazione che gli stessi ci hanno espresso. Un ringraziamento speciale va ad ogni cliente che si è rivolto noi in questi lunghi 50 anni, con la promessa che Autotorino sarà al loro fianco anche nelle prossime e sfidanti innovazioni che il mercato dell’auto ci offrirà.

Plinio Vanini

Presidente Gruppo Autotorino


Editoriale

Agenzia Capo

LA TUA AGENZIA ASSICURATIVA DIRETTAMENTE NEGLI SHOWROOM AUTOTORINO Offerte vantaggiose e personalizzate

In caso di sinistro pensiamo a tutto noi

Partnership e convenzione con Autotorino

Si chiude l’anno del cinquantenario di Autotorino con tanta euforia per quello che abbiamo potuto fare negli ultimi dodici mesi. L’Azienda ha raddoppiato il suo perimetro portando a bordo tanti nuovi colleghi, molti nuovi clienti, un nuovo brand nel proprio portafoglio, Toyota, e il consolidamento degli altri marchi con una crescita dei volumi significativa. A fine 2015 Autotorino avrà venduto oltre 25.000 auto, di cui 14.000 nuove e 11.000 usate. Per l’anno prossimo abbiamo l’obiettivo di arrivare vicino alle 30.000 unità vendute ed un fatturato oltre i 500 milioni di Euro. Questi numeri non hanno altro scopo se non quello di dare una dimensione al lavoro fatto, ma non sono nulla e non garantiscono continuità di successi se non accompagnati da un buon vissuto di operatori e clienti. Nella relazione di ogni giorno fra le nostre persone di front office ed i clienti, si compie il piccolo “miracolo commerciale” di produrre una vendita che non è il banale trasferimento di un’auto da un piazzale al box del cliente. E’ l’incontro fra il bisogno di mobilità e il processo di vendita di un servizio che va oltre l’auto. Nasce una nuova relazione o si conferma una già sperimentata, perché Autotorino è facilitatrice delle esigenze dei clienti. In fondo non è nulla di nuovo se non che le modalità di relazione hanno conosciuto nuove declinazioni: smartphone, mail, sms, social, chat. Sono tutti modi innovativi ed in parte consolidati per dialogare, confrontarsi, vendere, informare, ma hanno successo solo se accompagnati da un momento di contatto fisico di qualità. Per questo ogni giorno investiamo in formazione su donne e uomini che lavorano in Autotorino e miglioriamo i nostri saloni per meglio accogliere i nostri clienti. Continueremo a lavorare su tutte queste aree di relazione, vecchie, nuove e futuribili, ben sapendo che alla fine comunque vinceranno le emozioni e la nostra capacità di regalarle.

sara assicurazioni

CONTRASSEGNO DI ASSICURAZ IONE TARGA VEICOLO TIPO DEL VEICOLO SCADENZA PERIODO ASSICURATIVO

Chiedi informazioni al tuo consulente o visita il nostro sito internet

Stefano Martinalli

Direttore Generale Gruppo Autotorino

GIORNO MESE ANNO

Partner

www.3assicurazioni.it 3


Sommario

6 12 17 18 24 30 36 40 42 48 52 58 62 64 68 72 74 78 80 82 84 90

autotorino 2016

Scommettiamo sul "Fattore Umano"

Mercedes-Benz

L'innovazione è cominciata

Limited #1 e #2

Smart Fortwo

N uova BMW serie 7

Mini clubman turismo

Gentleman's Collection

La perla del Monte Rosa Anno di novità

toyota 2016

nuova lexus Rx

Finalmente è arrivata

Il collezionista di BMW

tendenze

hyundai santa fe

Restyling di prestigio

Passione off road

Jeep wrangler cultura

Lusso automobilistico

Specialisti di libertà

La tradizione continua

Teatro San Domenico il salotto di Crema

autotorino Academy

Professionisti Automotive

veicoli commerciali

A fianco di chi lavora

assistenza

Dalla parte di chi guida

Motorrad G 310 R Subaru xv

La roadster che mancava

Il crossover amico della città

ssangyong xav- adventure

Tutti i Marchi, i nomi di prodotti e di aziende citati in questa pubblicazione sono utilizzati al solo scopo di identificazione ed appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni riportate sono fornite senza alcuna garanzia (esplicita o implicita) e potrebbero contenere inesattezze tecniche o errori. Si riserva inoltre i diritto di apportare cambiamenti e/o miglioramenti ai contenuti, anche senza preavviso. Decliniamo pertanto ogni responsabilità per qualsiasi controversia collegata ai contenuti del magazine.

House Organ del Gruppo Autotorino Spa Informazione Automobilistica, eventi, life style e tempo libero Numero Dieci - Primo semestre 2016

A cura di: Ufficio Marketing Autotorino Testi di: Carlo Fognini, Sara Codazzi, Licia Fagetti, Eveline Catelotti, Claudia Cornaggia, Lorenzo Regini. Progetto grafico: Matteo Lisignoli Stampa: Tipolitografia Ignizio

Mitsubishi outlander Kia Sportage

www.autotorino.it

autotorino

Per chi ama la vita avventurosa

Dinamiche silenziose

Lo stile del nuovo

Brevi


Autotorino

2016

Scommettiamo sul “Fattore Umano” Torna a splendere il sole sul mercato dell’auto. È quanto emerge esaminando i dati diffusi da Unrae - Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri – che dalle previsioni fatte a fine 2015, ha anticipato il superamento del milione e mezzo di vetture immatricolate entro l’anno. Un dato che tradotto in percentuale, significa un incremento di circa 200mila veicoli rispetto ai dodici mesi precedenti. La ripresa più consistente riguarda il settore dei privati: sono le famiglie italiane a fare registrare un significativo +14% a fronte di un -4,4% da parte dei noleggi e +0,9% delle società. Il diesel consolida il suo predominio tra le auto nuove (56%), mentre la benzina si attesta intorno al 32% e metano/gpl sono intorno al 10%.

Il presidente di Autotorino Plinio Vanini

6

7


Autotorino

2016

Innovazioni automotive Gli anni bui della crisi sono serviti alle case automobilistiche per innovare il mercato automotive, trasformando il modo di viaggiare. Il fenomeno del car-sharing ad esempio è una realtà diffusa nelle principali città metropolitane europee. Il progetto di autoguida di Google Car, che ha sviluppato un modello di auto che si guida da sola basato su speciali sensori in grado di interagire con il traffico e la strada, ha raggiunto ormai la fase di test sulle strade pubbliche. Lato vendita, la linea intrapresa da alcune case è di rafforzare i servizi online, arrivando – come ha annunciato Smart – a realizzare veri e propri showroom predisposti per l’e-commerce consultabili da casa, dove un consulente in carne ed ossa presenta il modello di vettura e interagisce con i clienti attraverso un avanzatissimo sistema di webcam. E non è finita qui.

Rivoluzione 4.0 Ogni giorno apprendiamo di innovazioni tecnologiche che interessano i diversi modelli di business. L'industria automobilistica è destinata a giocare un ruolo importante in questa partita. Già le auto che guidiamo oggi sono connesse con l’ambiente circostante, scambiano informazioni con le vetture che ci circondano, analizzano la strada che percorriamo e prevedono le situazioni di pericolo intervenendo direttamente sull’auto prima ancora di una nostra reazione. I moderni sistemi di telemetria consentono alle auto di dialogare con l’officina per segnalare guasti o incidenti. Sono in grado inoltre di selezionare in tempo reale le vie più fluide per condurci sicuri e rapidi a destinazione. Queste sono soltanto alcune delle premesse che annunciano l’evoluzione 4.0 del mondo dell’auto, i cui fattori distintivi sono la massiccia e capillare diffusione della “rete” applicata alle vetture che permette di dare vita ad un patrimonio di informazioni sempre più ricco destinato ad assottigliare il confine tra la sfera fisica e quella virtuale.

8

9


Autotorino

10

Visione customizzata

Elemento “U”, elemento vincente

Molte case automobistiche stanno già cavalcando questa rivoluzione, integrando la produzione industriale nel processo 4.0. Collegare in rete: uomo, macchina e processi produttivi consente di realizzare auto di alta qualità, in tempi più brevi, con costi di produzione competitivi. La domanda di vetture a livello globale è in crescita e allo stesso tempo, le esigenze dei clienti di tutto il mondo risultano sempre più diversificate. Se negli anni Settanta, ad esempio, un brand come Mercedes-Benz riusciva a soddisfare le esigenze della clientela con appena tre modelli di vetture base, oggi il numero è decuplicato. Tutto ciò si traduce in una visione ambiziosa e chiara: la produzione automobilistica cambierà, passando da un modello su larga scala ad un modello ‘one-off’, dove ogni vettura sarà realizzata secondo le esigenze individuali dei clienti”.

In questo scenario innovativo quanto mai attuale, dominato dalla sempre più diffusa condivisione di informazioni attraverso la rete, Gruppo Autotorino raccoglie la sfida che impegna i dealer e la reinterpreta da protagonista ponendo al centro della propria visione aziendale per il 2016, il fattore “Umano”. Una coniugazione che Plinio Vanini, presidente di Gruppo Autotorino, ha spiegato molto bene a ottobre nel corso dell’Automotive forum che si è svolto a Milano, organizzato da Quintegia. «La forza di Autotorino è rappresentata dalle persone che vi lavorano. Con le nostre concessionarie rappresentiamo tante piccole realtà che operano insieme, applicando il medesimo modello commerciale ed organizzativo. Se siamo diventati la prima realtà dealer automotive in Italia per numero di auto vendute e fatturato, è soprattutto perché

lavoriamo per creare un rapporto sinergico tra azienda e collaboratori, riflettendo questa sinergia sui nostri clienti, ai quali offriamo servizi e consulenza di qualità». Per il 2016 Gruppo Autotorino intende consolidare il proprio primato di realtà imprenditoriale più innovativa nel proprio campo: «È il mercato a imporcelo, l’opportunità che questa epoca ci offre è straordinaria. È per noi imprescindibile reinterpretare gli stimoli che questa rivoluzione ci propone, rilanciando il ruolo che il dealer assume nel processo di vendita. A tal proposito abbiamo definito vari progetti che intendiamo sviluppare nel corso dei prossimi mesi, sfruttando le potenzialità delle rete digitale e rafforzando nel contempo il salone e la forza del “fatture umano”. Solo così continueremo a rendere vincente l’offerta Autotorino».

2016

Per Autotorino la credibilità del dealer rimane un prerequisito imprescindibile per il suo successo, al pari di quella dei brand che rappresenta. «Spetta a noi – ha concluso Vanini – il compito di interpretare al meglio i bisogni della gente in relazione al territorio in cui vive, costrunendo insieme un rapporto di autentica fiducia».

Il case-study Autotorino presentato all'Automotive Forum 2015 il 5-6 ottobre a Milano

11


Nuova

Classe E

Mercedes-Benz, l'innovazione è cominciata Quello atteso per la primavera 2016 è un debutto importante per Nuova Classe E di Mercedes-Benz. Non solo perché con questo modello la Casa di Stoccarda intende rivoluzionare il proprio modello di punta, ma soprattutto per le innovazioni tecniche e tecnologiche introdotte. Quello di Nuova Classe E è un progetto completamente rinnovato, che supera di gran lunga l’offerta della generazione precedente e colloca questa vettura in una dimensione futuristica che anticipa quelle che – si spera - saranno le dotazioni automotive del futuro, a cominciare dalla gamma di strumenti che collegano l’auto allo smartphone. 12

Estetica e sostanza Le linee esterne che dominano Nuova Classe E si ispirano a quelle delle “sorelle” Classe S e Classe C, rispetto alle quali sarà molto simile sia per proporzioni che dettagli. Gli interni offrono un livello di qualità elevatissimo, molto vicini agli standard “S” con abitabilità e dettagli dei materiali di grandissimo valore. Tutti elementi riconoscibili, che anticipano le grandi novità di “sostanza” sulle quali punta Mercedes-Benz. La vera rivoluzione di Nuova Classe E., infatti, è rappresentata dalle dotazioni hi-tech integrate che permetteranno al conducente, ad esempio,

di viaggiare in modo parzialmente autonomo su autostrade e strade extraurbane, entrare ed uscire da parcheggi stretti rimanendo al di fuori della vettura grazie all’app ed evitare situazioni di pericolo con frenate automatiche. Thomas Weber, responsabile Group Research e Mercedes-Benz Cars Development, in una recente intervista ha spiegato che: “La direzione intrapresa ci spinge sempre di più verso soluzioni che ci permettono di favorire la guida autonoma e connessa in rete. Le innovazioni introdotte a bordo della nuova Classe E stabiliscono nuovi standard di riferimento in fatto di sicurezza, riduzione dello stress e aumento del comfort”. 13


Nuova

Classe E

Guida autonoma Con il sistema Intelligent Drive next Level Mercedes-Benz si avvicina ancora di più al raggiungimento di un obiettivo ambizioso: la guida autonoma. Questo dispositivo è in grado di mantenere automaticamente la distanza corretta dai veicoli che precedono su autostrade e strade extraurbane principali, ma anche di seguirli a velocità fino a 200 km/h. Ciò riduce lo stress a carico del guidatore che non deve intervenire con frenate o accelerate durante la normale marcia e riceve un notevole aiuto in fase di sterzata, anche nelle curve più larghe. Fino ad una velocità di 130 km/h, il sistema è in grado di intervenire attivamente anche in caso di linee sulla carreggiata poco chiare o addirittura assenti. Inoltre, attivando la funzione Speed Limit Pilot il dispositivo è in grado di regolare automaticamente la velocità della vettura in risposta alle limitazioni riconosciute dalla telecamera o dal sistema di navigazione, per esempio 50 km/h nei centri abitati o 100 km/h sulle strade extraurbane.

L’auto che controlla la strada Con il Brake Assist attivo, il guidatore viene avvisato nel caso in cui sussiste il rischio di un impatto, aiutandolo in modo ottimale nell’eventualità di una frenata di emergenza e, se necessario, effettuando automaticamente la frenata. Il sistema riconosce non solo i veicoli che procedono lentamente, sono in frenata o fermi, ma anche, per esempio, il traffico trasversale ad un incrocio, la fine di una coda ed i pedoni che si trovano nella zona di pericolo davanti alla vettura. Un’integrazione intelligente permette di attivare il sistema di assistenza allo sterzo nelle manovre di scarto. Ad esempio, se il guidatore inizia una manovra di scarto in modo consapevole o istintivo in una situazione di pericolo, la funzione fornisce assistenza imprimendo allo sterzo coppie sterzanti supplementari calcolate con precisione. Il dispositivo aiuta così il guidatore ad evitare il pedone in modo controllato, facilitando poi il raddrizzamento della vettura.

Un’auto a portata di smartphone Sono tante le funzioni che Nuova Classe E rende disponibili attraverso la sua app. Il Remote Parking Pilot ad esempio, consente di spostare la vettura direttamente dal telefonino, rimanendo all’esterno dell’auto, in modo da poter compiere manovre di parcheggio in spazi ristretti. Non solo: con l’app si possono regolare sedili e specchietti retrovisori ancor prima di salire a bordo. Basterà avvicinare lo smartphone (Digital Car Key) alla maniglia e permettere ad auto e dispositivo di comunicare e adattare le impostazioni prestabilite.

14

MODENA Modena

La sede modenese di Autotorino è concessionaria ufficiale Mercedes-Benz & Smart per tutta la provincia. Nel 2012 è stato inaugurato il nuovo showroom, completamente ristrutturato e ampliato, in piena sintonia con gli standard di prestigio ed eleganza della casa tedesca. Lo staff, coordinato da Fabrizio Marchi, garantisce un servizio completo grazie ad un’officina moderna ed efficiente dove opera personale certificato e altamente qualificato. Autotorino Modena offre inoltre la garanzia di un ottimo servizio anche per quanto riguarda l’assistenza programmata, pneumatici, accessori e naturalmente ricambi originali per la vostra Mercedes-Benz e Smart.

Modena Via Emilia Est 1299 Tel. 059 2863811 - Fax 059 2863860

Carpi

Inserita alla perfezione nel contesto cittadino, la sede multibrand di Autotorino si sviluppa su uno spazio espositivo di 1500 metri quadri. Ospita gli ultimi modelli dei marchi MercedesBenz e Hyundai. Aperta nel 2011, ha design elegante e essenziale, reso dinamico dal suo essere concepita su piani sfalsati tra loro. La contraddistingue una particolare pavimentazione in porfido appositamente voluta per darle quell’idea di piazza, o punto di ritrovo tanto caro ai carpigiani. Questa sede è coordinata da una squadra altamente qualificata che fa capo a Dario Cavazza, un carpigiano doc.

Carpi Via Cattani Sud 79 Tel. 059 660844 - Fax 059 654468

15


Smart

Lecco

limited #1 e #2

Olginate Presente sul territorio lecchese da oltre 20 anni, il Gruppo Autotorino il 30 marzo 2011 ha raddoppiato la propria forza con l’apertura del nuovissimo showroom Mercedes-Benz e Smart ad Olginate. Dalle linee moderne ed essenziali, in piena sintonia con lo stile della casa tedesca, la sede gestita da Marco Cattaneo si presenta con 1100 metri quadri di spazio espositivo e altrettanti dedicati al post vendita. Come se non bastasse, a questi se ne aggiungono altri 1800 di piazzale esterno.

Olginate Via IV Novembre, snc Tel. 0341 609611 - Fax 0341 609660

Le prime edizioni speciali per la regina della città

Nuova

Classe E

Il sistema PRE-SAFE

Varese Induno Olona I clienti Mercedes-Benz e Jeep di Varese e provincia possono contare sulla professionalità e sulla competenza offerte dallo staff di collaboratori che a Induno Olona sono coordinati da Gaspare Mele. Con un'ampia esperienza maturata in campo vendita, lo staff garantisce un servizio vendita di altissimo livello, con finanziamenti su misura e assicurazioni, oltre a proporre un'ampia scelta di vetture usate, aziendali ed a chilometri zero.

Induno Olona - V. Jamoretti, 9/11 Tel. 0332 204511 - Fax 0332 204560

16

Fortwo

Nel caso venga riconosciuto un impatto laterale non evitabile, questo dispositivo gonfia rapidamente le camere d’aria dei sostegni laterali degli schienali, spostando i passeggeri di lato ed allontanandoli preventivamente dalla zona di pericolo. In questo modo aumenta la distanza tra occupanti e porta. Ma c’è di più: l’integrazione PRESAFE® Sound proteggere l’udito dei passeggeri dai possibili rumori in caso di pericolo di collisione. Non meno importante è il Car-to-X Communication, un servizio che fornisce informazioni sul tratto di strada percorso e anticipa al guidatore quali saranno le criticità che si troverà davanti.

Le Stelle di Stoccarda ‘Giganti del valore residuo 2019’ Mercedes-Benz Classe S, Classe E, Classe C, CLA, GLA e smart fortwo electric drive cabrio sono state elette le vetture dal valore più stabile nel tempo da ‘Focus Online’ e dall’Istituto di ricerche di mercato ‘Bähr & Fess Forecast’. Secondo le stime dell’Istituto, quattro anni dopo l’acquisto, le Stelle della casa di Stoccarda garantiscono un prezzo di rivendita fino al 57% del prezzo di acquisto, qualificandosi così come dei veri e propri ‘Giganti del valore residuo’. Cinque modelli sono stati premiati per il mantenimento di valore più alto in percentuale: S 300 BlueTEC HYBRID, E 350 BlueTEC, C 180 BlueTEC, CLA 180 CDI e GLA 180. In caso di rivendita entro quattro anni, ci si aspetta in percentuale il valore residuo più alto nel rispettivo segmento. S 300 BlueTEC HYBRID è stata, invece, premiata per il minor deprezzamento in Euro nella sua categoria, lo stesso risultato ottenuto da smart fortwo electric drive cabrio nella categoria dei veicoli elettrici.

L’Italia ama la smart ed il marchio più giovane del mercato automobilistico ricambia l’affetto con due special edition della nuova generazione fortwo. Con cambio automatico a doppia frizione – inedito per il segmento – cerchi in lega black da 16’’, assetto ribassato, navigatore touchscreen, sensori di parcheggio e telecamera posteriore, limited #1 e limited #2, rispettivamente nei colori moon white e grey matt, sono destinate a lasciare il segno. Le edizioni speciali della regina incontrastata della città garantiscono una guida sportiva e divertente grazie alla motorizzazione turbo da 90 CV. Il motore, infatti, sviluppa una coppia massima di 135 Nm a 2.500 giri/min e il suo turbocompressore di nuova concezione dispone di una valvola wastegate controllata elettronicamente, che consente di aumentare la dinamica del motore e ridurre i consumi grazie anche al dispositivo automatico start/stop. L’espressione più sportiva di smart fortwo abbinata agli equipaggiamenti più grintosi di sempre, è oggi pronta a conquistare, ancora una volta, l’Italia.

Serie speciali smart Dal 1998 ad oggi sono state oltre 40 le limited edition, quasi la metà realizzate in esclusiva per il mercato italiano. Quaranta instant classic unite dalla filosofia tailor made che ha contribuito al successo di smart, ma diverse per stile e carattere. Innovative come la ‘smart TIM’, ideata in partnership con Telecom Italia: una delle prime serie speciali made in Italy che già nel 2001 vedeva nel futuro dell’automobile la piena integrazione con i dispositivi di infotainment. Edizioni speciali fatte su misura, come la ‘smart teen’ realizzata sulle esigenze dei neopatentati; potenti ed esclusive come la ‘Brabus 10th anniversary’, nata per celebrare il decennale della joint venture tra smart e Brabus. La collaborazione con il famoso stilista americano Jeremy Scott, ha regalato a fortwo la stravaganza delle ali, il suo ‘marchio di fabbrica’, e gruppi ottici posteriori futuristici a forma di razzo.

17


Nuova BMW

Lusso automobilistico

18

Serie 7

Presentandosi con un numero straordinariamente elevato d’innovazioni, la nuova BMW Serie 7 ridefinisce ex novo la versione moderna di un’esperienza di guida esclusiva e lussuosa. Le peculiarità di questo modello sono innumerevoli: l’utilizzo di materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio (CFRP) nella struttura della scocca, i motori dell’ultima generazione di propulsori del BMW Group e il sistema ibrido plug-in nella nuova BMW 740e. Da non dimenticare il sistema di controllo dell’assetto Executive Drive Pro, il tasto di selezione della modalità di guida con modalità ADAPTIVE e la Luce Laser BMW che aumentano il dinamismo, l’efficienza, il comfort e la sicurezza di guida.

19


PAVIA Vigevano Andrea Invernizzi coordina il lavoro del polo auto di Vigevano, dove sono disponibili le concessionarie BMW, Mini, Toyota e Hyundai. Ampia la disponibilità di modelli auto – nuovo ed usato – oltre ad un’officina autorizzata per i quattro brand.

Vigevano - C.so G. di Vittorio, 47 Tel. 0381 908611 - Fax 0381 23368

Comfort oltre ogni limite Nell’abitacolo, il massimo livello di benessere è garantito dall’equipaggiamento Executive Lounge con funzione di massaggio. Il tetto panoramico in vetro illuminato con luci d’ambiente Sky Lounge consente di viaggiare immersi in un habitat suggestivo. Gli ulteriori tocchi stilistici luminosi sottolineano la massima attenzione dei progettisti, che hanno persino ideato il supporto per lo smartphone con stazione di carica induttiva (per intenderci, non sarà più necessario collegare lo smartphpone ad un cavo per ricaricarlo).

L’auto che pensa Nuova BMW Serie 7 offre degli innovativi highlight anche a livello di comandi e di assistenza alla guida. Tra le innovazioni più esclusive introdotte nel segmento delle ammiraglie di lusso figurano l’ampliamento del sistema iDrive con un Touch Display e BMW Touch Command per controllare le funzioni di comfort e d’infotainment nella zona posteriore e il Remote Control Parking. Con la funzione Gesture Control è possibile controllare con semplici gesti tutte le funzioni del display. 20

Nuova BMW

Serie 7


Nuova BMW

Serie 7 Cremona Cremona Autotorino è presente dal 2013 con i brand BMW, MINI e Motorrad. In una sede prestigiosa ed elegante a ridosso del centro cittadino, lo showroom si avvale della competenza di uno staff altamente qualificato. Autotorino offre un elevato standard qualitativo di servizi a supporto della rete vendita e post vendita. Il tutto gestito con grande competenza, in stretta sinergia con la comunità locale. Sotto la guida di Emanuele Giboli, la filiale e il suo staff costituisco un punto di riferimento importante per l’intera provincia.

Cremona - Via Eridano 11 Tel. 0372 470611 - Fax 0372 470660

Crema Sicurezza al top Nel nuovo modello top di gamma BMW presenta inoltre per la prima volta l’ultima generazione del BMW Head-Up-Display, l’avvertimento di traffico trasversale, l’assistente di sterzata e di controllo in corsia, la protezione attiva anticollisione laterale e il sistema Surround View con prospettiva 3D nonché Panorama View. Tutto questo si sposa con un temperamento che può variare sensibilmente a seconda della configurazione della vettura, ma che mette in evidenza in ogni caso una facilità di guida, una rapidità e una precisione di risposta ai comandi davvero sorprendenti. Serie 7 è disponibile nelle versioni con il 6 cilindri 3.0 Diesel da 265 cv, o con il 4.4 V8 a benzina da 450 cv. Nel 2016 è attesa la 740e, ibrida plugin da 326 cv, 40 km di autonomia in modalità elettrica, un consumo medio di 2,1 litri ogni 100 km ed emissioni di CO2 ridotte a 49 g/km.

22

Marco Olcelli coordina il grande showroom di BMW, Mini, Mitsubishi e SsangYong. Una struttura moderna e innovativa, dalle geometrie imponenti nelle quali il cliente può entrare a pieno contatto con il feeling dei brand, per una customer experience perfetta e appagante. I consulenti Autotorino vi attendono per presentarvi tutta la gamma, oltre a proporvi test drive emozionanti e tutte le offerte delle prestigiose case automobilistiche. A corollario, l'ottimo servizio assistenza garantito dai meccanici.

Crema - Via Milano, 77 Tel. 0373 298211 - Fax 0373 298260

23


Nuova Mini

MINI Gentleman’s Collection

24

Clubman

Tradizione e avanguardia I designer hanno preso ispirazione dalla realtĂ pulsante della moda italiana, dalla tradizionale maestria sartoriale maschile e dalla grande capacitĂ  artigianale (da tutti egualmente espressa) e dalla Nuova MINI Clubman che ha celebrato la sua anteprima mondiale nel 2015. I sei accessori da uomo comprendono un cappello, un paio di occhiali da sole, un paio di scarpe, una borsa, un profumo e un kit per la rasatura. Scopriamoli insieme.

25


Profumo Gentleman di Paola Bottai “Di classe, cosmopolita e un po’ misterioso”: così la creatrice italiana di profumi Paola Bottai descrive il profumo della MINI Gentleman’s Collection. Contiene note di legno, ma anche spezie che richiamano alla mente terre lontane, perché il gentleman MINI, dice Bottai, “lascia che i dettagli parlino da soli”. Paola Bottai si è specializzata in profumi maschili ed è stata sempre affascinata dal mondo delle fragranze.

Occhiali da sole TYG Gli occhiali da sole sono un accessorio indispensabile. Quelli proposti da TYG abbinano acetato di alta qualità con metallo spazzolato per conferire un tocco sportivo personalizzato ed elegante, mentre la loro forma ellittica ed il design minimalista riprendono elementi di design della nuova MINI Clubman. L’acronimo “TYG” significa “Three Young Gentlemen” con riferimento ai tre fondatori di questa marca di occhiali italiani.

SuperDuper: il cappello da Gentleman Il cappello da uomo rappresenta un gioiello creativo. E’ stato realizzato a mano utilizzando un feltro di prima scelta e metodi tradizionali. La fascia interna trova ispirazione nella pelle degli interni premium della Nuova MINI Clubman, mentre la doppia cucitura colorata trova spunto da un altro elemento caratteristico di MINI. L’etichetta SuperDuper, fondata a Firenze nel 2011 da Ilaria Cornacchini, Veronica Cornacchini e Matteo Gioli, è nota per saper coniugare la tradizionale modisteria con il design moderno e con dettagli che colpiscono.

26

Nuova Mini

Clubman


Pijama: la borsa da Gentleman “Flessibilità con stile” è probabilmente il miglior appellativo per la borsa della MINI Gentleman’s Collection. Può essere usata come zaino, portadocumenti o tracolla. Il suo ingegnoso sistema interno offre il massimo spazio, proprio come la Nuova MINI Clubman: notebook, smartphone o occhiali da sole, tutto ha una sua collocazione e ogni cosa è ben protetta grazie all’utilizzo del neoprene come materiale base per l’elegante tessuto con cui è rivestita.

Scarpe di Alberto Premi

Nuova Mini

Clubman

Le scarpe della MINI Gentleman’s Collection hanno uno stile urban ed allo stesso tempo elegante. Sono realizzate con una tomaia in pelle di prima qualità unita ad una moderna suola ultraleggera. Creare scarpe è nel DNA di Alberto Premi, suo padre è stato infatti un produttore di calzature per oltre 30 anni. Premi propone materiali innovativi, abbinamenti di colore unconventional e dettagli speciali.

Kit per rasatura Proraso L’utilizzo di un rasoio affilatissimo rappresenta il metodo più antico e più impegnativo per la rasatura, quello più naturale per qualsiasi gentiluomo. La cura dell’aspetto del proprio viso assume una nota particolarmente importante con il kit vintage da rasatura della MINI Gentleman’s Collection, che consiste in un classico pennello da barba, una crema pre-rasatura, una crema da barba ed una lozione dopobarba. La confezione del kit è stata disegnata dall’illustratore italiano Pietro Nicolaucich.

28

Nuova Mini

Clubman

29


Turismo La perla del Monte Rosa

Le meraviglie del Verbano non si limitano al solo, incantevole Lago Maggiore. Anche le montagne racchiudono dei tesori fatti di paesaggi, storia e cultura, in splendide mete per un viaggio ricco di emozioni. È il caso della “Perla del Rosa”, Macugnaga, la felice località alpina situata ai piedi dell'imponente parete est del Monte Rosa a 1300 metri di quota. La sua storia, che ancora oggi permea l’intera zona nelle architetture, nelle tradizioni e nei riti di vita quotidiana, risale al XII secolo, quando i Walser, popolo di origine alemanna proveniente dalla regione del Vallese, occuparono questa amena conca dell'alta Valle Anzasca. Inizia così la colonizzazione Walser attorno al Monte Rosa. Quelle antiche genti seppero sfruttare al meglio quanto offerto loro dagli alpeggi d'alta quota e con la loro capacità di adattamento diedero origine ad una tra le più caratteristiche comunità alpine, tramandando, di generazione in generazione, lingua, usanze e cultura.

31


Turismo Novara Novara Autotorino è a Novara con la concessionaria BMW e Mini di corso Vercelli 85. Lo showroom, guidato da Pietro Milani, propone un'offerta di modelli prodotti dalla casa tedesca, con un'ampia rassegna di Mini. Inoltre, l'area service garantisce il rispetto degli standard per l'assistenza BMW. Dal 2015 la concessionaria è salone autorizzato Toyota e propone tutta la gamma di veicoli compresa linea Hybrid.

Novara - Corso Vercelli 85/F Tel. 0321 521711 - Fax 0321 457996

Oggi la tradizione Walser è testimoniata dall’architettura delle abitazioni di Macugnaga, dai costumi che le donne del paese indossano in particolari occasioni, dalla lingua Titsch ancor oggi parlata dagli anziani, e dal Dorf, piccolo nucleo abitativo del 1200 con la chiesa coeva, il cimitero e l’antico tiglio secolare, all'ombra del quale si svolgevano riunioni giudiziarie e amministrative di interesse comunitario. Proprio il piccolo nucleo del Dorf custodisce l’emblema dell’architettura Walser: le di tipiche abitazioni a Blockbaum (tronchi di larice incastrati).

Il Vecchio Tiglio secolare La leggenda racconta che questo albero sia stato portato da una donna all’epoca della fondazione della comunità di Macugnaga, si erge vicino alla Chiesa Vecchia, nelle vicinanze del Dorf. Oggi l'imponente albero, dalla circonferenza di circa 7 metri, è preziosa testimonianza, insieme alla vicina Chiesa Vecchia, del popolo Walser di cui Macugnaga mantiene vive tradizioni e cultura.

Il Museo Casa Walser Il Museo Casa Walser, situato presso la frazione Borca, è una vera e propria abitazione d'epoca del 1600 ancor oggi completa di tutti gli arredi e degli oggetti che la caratterizzavano nel passato. Ogni singola stanza della casa è visitabile, in un percorso che consente di ripercorrere, immedesimandosi, la vita della popolazione Walser.

Gattico Fabio Pellegrino è il responsabile della concessionaria BMW, Mini e Toyota Autotorino di Gattico. Il suo staff di consulenti è a disposizione per vendita di modelli nuovi ed usati, oltre a vetture aziendali e a chilometri zero. La sede è a disposizione anche per attività di assistenza con meccanici qualificati e pezzi di ricambio oridinali.

Museo Miniera d'Oro della Guja Legato a un'epoca passata, a un lavoro antico e faticoso è il Museo della Miniera d’oro della Guja, situato presso la frazione Borca, la prima miniera delle Alpi aperta ai visitatori nonché la prima miniera-museo in Italia. Un percorso completamente illuminato di un chilometro e mezzo rievoca in modo coinvolgente la storia di un antico mestiere scritta con le fatiche di migliaia di uomini, facendo conoscere le tecniche e i metodi di estrazione dell’oro.

Gattico S.S. 142 Borgomanero - Arona tra Via Boggia e Via Geola Tel. 0322 1950826 - Fax 0322 869971

Foto IAT Macugnaga

32

33


Turismo

Test drive

Modena

Vercelli Vercelli Lo show room propone modelli nuovi ed usati di varie marche. Concessionaria Mercedes-Benz, la filiale è anche officina autorizzata BMW e Mini. Sotto la guida di Francesco Grossi, la filiale è a disposizione della clientela.

Vercelli - Via E. Ara, 2 Tel. 0161 300711 - Fax 0161 294186

Museo della Montagna e del Contrabbando La struttura era originariamente una cascina-fienile, poi riadattata, ristrutturata e adibita a Museo della Montagna nel 1971. Nell'ingresso sono conservate le riproduzioni e gli originali d'alcuni documenti e opere importanti per la storia del Comune, come la riproduzione del documento del 999 dove appare per la prima volta il nome di Makana, toponimo originario di Macugnaga. È qui inoltre possibile consultare le riproduzioni delle Mappe del Catasto di Maria Teresa (1722) e del successivo Catasto Rabbini (1867). Nelle sale del primo piano sono visibili materiali e attrezzature con le quali, nei secoli passati, le Guide alpine di Macugnaga conquistarono la parete Est del Monte Rosa. Interessante è anche la bibliografìa inerente la storia dell'alpinismo, con fotografie, diplomi e illustrazioni. Vi è inoltre una mostra fotografica dedicata alla leggendaria figura di Mattia Zurbriggen. In un’altra sezione, il Museo del Contrabbando – in via Prati fraz. Staffa - racconta la storia secolare del contrabbando alpino, che accomuna tutte le montagne di confine e che ormai appartiene solo al passato. Un museo unico in Italia e in Europa che, attraverso immagini in bianco e nero, fa riemergere dalla memoria volti ed aspetti che hanno scritto uno dei fenomeni più caratteristici delle valli che si sviluppano sul limitare di Italia e Svizzera. Info UFFICIO INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA Piazza Municipio, 6 www.comune.macugnaga.vb.it mail iat@comune.macugnaga.vb.it tel. 0324 65 119 facebook Macugnaga Monte Rosa - #enjoymacugnaga 34

Verbania Verbania Nella magnifica cornice di Verbania, la concessionaria BMW e Mini propone un’ampia scelta di veicoli, con il supporto di servizi finanziari e assicurativi. Marco Pasetti coordina l’officina autorizzata BMW e Mini che realizza interventi su tutta la gamma.

Verbania - Via Renco, 73 Tel. 0323 574611 - Fax 0323 552777


Toyota

Toyota 2016: anno di novità

36

Sono quasi 15mila le auto ibride vendute in Italia. Un dato sorprendente, specie se si considera che questo è il doppio rispetto a quello rilevato nel 2012. Errore quindi relegare le vetture ibride ad una semplice nicchia di mercato. In questo segmento la parte del leone la fa la Toyota, che nel mondo ha venduto sei milioni di ibride  dal 1997 a oggi. In Italia, la top ten della categoria è dominata da modelli del gruppo giapponese: prima la  Yaris  (6.194 unità nel 2014), seguita dalle parenti  Auris  (5.430 esemplari),  Prius  (904) e  Lexus CT200h  (532). E proprio sull’onda del successo della gamma Hybrid, Toyota si appresta nel 2016 a rilanciare le motorizzazioni estendendole anche ad altri modelli.

Novità 2016

Nuova Toyota Rav4 2016: adesso è Hybrid Nuova nella tecnica, nuova nelle linee. Si può riassumere così l’essenza dell’ultimo modello Rav4 presentato a fine 2015 da Toyota nei salone automobilistici più importanti della piazza europea. Il debutto della nuova Rav4 era atteso dai molti estimatori, specialmente per la versione Hybrid che ancora mancava nella sua già ricca dotazione. La nuova edizione di Toyota Rav4  – in consegna a partire da gennaio 2016 – si propone con un aggiornamento estetico che interessa la griglia anteriore, la fascia laterale e gli archi passaruota. Non mancano le peculia-

37


Toyota

Novità 2016 Milano Milano Nel centro di Milano, lungo viale Ortles, Gianluca Gaggero è il riferimento dello staff di consulenti che offre servizi di vendita e assistenza Toyota. La concessionaria è a disposizione anche per chi cerca veicoli usati, chilometri "zero" e occasioni aziendali. Il tutto supportato da offerte finanziarie e assicurative.

Milano - Viale Ortles, 56 Tel. 02 94434911 - 02 94434999

PAVIA rità riservate agli interni, arricchiti nelle rifiniture e nell'equipaggiamento. Tra le dotazioni tecnologiche più interessanti, spicca il nuovo sistema di infotainment "Toyota Touch2" con schermo da 7". Utilissimo ai fini della sicurezza dei viaggiatori, anche il sistema "Toyota Safety Sense" che comprende quattro tecnologie attive – Sistema Pre-Collisione (PCS), Avviso Superamento Corsia (LDA), Abbaglianti Automatici (AHB), Riconoscimento Segnaletica Stradale (TSR) – sviluppate per ridurre il più possibile il numero degli incidenti stradali e creare un ambiente di guida più sicuro per tutti. Disponibile anche il "Panoramic View Monitor" in grado di combinare le immagini catturate da quattro telecamere per creare una fantastica visuale 3D a 360° di tutto ciò che circonda l'auto. Nuova Toyota Rav4  è offerta con propulsione "Full Hybrid", che abbina un motore termico a ciclo Atkinson da 2,5 litri di cilindrata con un'unità elettrica, per una potenza totale  pari a 197 CV. I consumi? Si parte da 19,6 km con un litro di carburante, a ciclo medio, e 116 g/km di Co2. Per chi lo volesse, è possibile optare anche per la motorizzazione diesel che sviluppa 143 CV per 124 g/km di emissioni di Co2. Nuova Toyota Rav4 è proposta nelle versioni Business, Active, Style e Lounge. I prezzi di listino partono da 28.950 euro.

38

Cava Manara La concessionaria Hyundai e Toyota di Cava Manara è il punto di riferimento ideale di quanti cercano competenza e serietà nella vendita di veicoli e servizi finanziari, assicurativi e di assistenza post vendita. Roberto Laverone è il capo filiale.

Cava Manara - Via Turati, 65 Tel. 0382 557811 - Fax 0382 556839

Toyota Yaris 2016 Il ruolo assunto da Yaris nelle vendite di auto in Europa è di assoluto primo piano. Basti pensare che dalle 144.000 unità vendute nel Vecchio Continente del 2011 si è passati a superare le 200.000 unità nel 2015. E l’ibrido fa la parte del leone: in Italia questa fetta di mercato oggi rappresenta il 38% delle vendite Yaris. Nel 2015, Toyota ha inserito sui modelli Yaris il dispositivo Safety Sense  che ha permesso al modello di raggiungere i vertici della sua categoria in termini di sicurezza sia attiva che passiva. Per premiare i tanti clienti che hanno scelto e continuano a preferire Yaris, Toyota ha annunciato che dal 2016

Voghera saranno resi disponibili anche nuovi schemi cromatici, rivestimenti inediti e interni estremamente originali. La Toyota Yaris 2016 è lunga 395 centimetri, larga 170 cm ed alta 151 cm. Il bagagliaio  ha una capienza che spazia da 286 a 950 litri. Toyota Yaris 2016 è disponibile con due motori a benzina: un 1.0 tre cilindri da 69 cavalli e 95 Nm di coppia ed un 1.3 litri quattro cilindri da 99 cavalli e 125 Nm di coppia. Il diesel è unico: 1.4 litri D-4D da 90 cavalli e 205 Nm. La versione ibrida Hybrid abbina ad un 1.5 benzina un piccolo motore elettrico per 100 cavalli di potenza complessiva. I prezzi partono da 11.050 euro.

Sotto la direzione di Renata Canevari, la concessionaria Toyota di Voghera propone un’ampia offerta di modelli Toyota, oltre ad una valida scelta di usato. Lo show room dispone di un’officina per l'assistenza.

Voghera - Via Piacenza, 83 Tel. 0383 644011 - Fax 0383 213551

39


Nuova

Lexus RX

VArese Busto Arsizio Sotto la direzione di Luigi Marotta, la concessionaria Toyota Lexus di Busto Arsizio è situata lungo il centralissimo Corso Sempione. In una sede moderna e dalle linee architettoniche innovative, dove dominano l'acciaio e il vetro, il salone propone tutta la gamma dei modelli Toyota e Lexus, con un parco di vetture usate ricco di occasioni. Presso la concessionaria è operativa anche l'officina autorizzata Toyota e Lexus.

Busto Arsizio - C.so Sempione, 188 Tel. 0331 372611 - Fax 0331 608026

Saronno Gianluca Cantile coordina l'attività della elegante concessionaria Toyota di Saronno. Nel salone antistante la grande officina sono disponibili tutti i modelli Toyota, compresa la gamma Hybrid. Oltre all'offerta nuovo e usato, è disponibile anche un'ampia scelta di veicoli aziendali.

Saronno - V.le Lombardia ang. Via Grieg 32 Tel. 02 96766611 - Fax 02 96283724

40

Finalmente è arrivata Novità salienti E’ in assoluto il modello più venduto del marchio Lexus. Con 2,2 milioni di unità, RX rappresenta il 30% del mercato del brand. La storia di RX nasce nel 1998, quando Lexus presentò questo modello come il primo SUV ad offrire la raffinatezza di una berlina di lusso. Nel 2004 con RX 400h è stato introdotto il primo ibrido di lusso del mondo. Infine il 15 settembre 2015, la nuova RX è stata presentata in anteprima europea al Salone di Francoforte 2015.

Il nuovo RX è una miscellanea elegante di pieghe taglienti e curve sinuose. Sotto il cofano, il 3,5 litri del motore ibrido completamente riprogettato a iniezione diretta V-6 produce una potenza complessiva di 230 kW/313 CV. La RX 450h ha un consumo medio di carburante di 5.2l/100 km, e le emissioni di CO2 al vertice della categoria a partire da 120 g/km. Questo sofisticato crossover premium accoglie i nuovi servizi e funzioni tecnologiche come ad esempio Head-Up Display (HUD) da 12,3 pollici che adotta il più recente sistema di controllo in modalità Remote Touch. A questo si aggiunge la visione panoramica del View Monitor a 360° e il caricabatterie wireless per i dispositivi portatili per rendere questo veicolo “sport-utility” il migliore mai proposto fino ad oggi.

La storia di Lexus Lexus - acronimo di Luxury EXportation United States è il marchio  di lusso di  Toyota. Ha debuttato nel 1989 e fin dalla nascita punta a competere con i brand più prestigiosi sul mercato statunitense. Il successo dei modelli Lexus ha spinto l’azienda a imporsi su gran parte dei mercati mondiali. La prima vettura marchiata Lexus è stata la berlina LS (Luxury Sedan), frutto di un progetto iniziato nel 1983. Oggi la gamma di modelli copre ogni categoria dalle berline di lusso, alle grandi limousine fino ai modelli SUV e sportivi, tutte dotate di motori ibridi. 41


Auto d'epoca

CLAUDIO BARONI

42

Tendenze

Il collezionista di BMW Foto e testi di Carlo Fognini

Una collezione nata nel 2010

Una collezione di 54 auto d’epoca, capolavori la cui rarità non si traduce solo nella produzione limitata degli esemplari, ma soprattutto nell’emozionante stato di conservazione. È la “Old Cars Collection” di Claudio Baroni, che ci ha accompagnato in prima persona nella sua scoperta. L’interesse per le auto d’epoca nasce in Claudio Baroni, imprenditore parmense, con la complicità di un amico. Nel 1998 acquista così dapprima una Porsche 911 Targa, cui seguono una Mercedes Pagoda e una Lancia Flaminia Convertibile. La prematura scomparsa dell’amico e crescenti impegni nella sua Azienda, lasciano ferme in garage le tre vetture e, con loro, le possibilità di goderne i piaceri del loro possesso.

La svolta avviene in tempi assolutamente recenti, considerando la consistenza ed il valore (inestimabile) assunti dalla collezione ad oggi. Era l'ottobre 2010 quando una visita alla Fiera Auto e Moto d'Epoca di Padova riaccende la scintilla della passione sopita verso il mondo delle auto storiche esposte. Claudio Baroni decide così di ripartire ‘da zero’ e con il piede giusto: sostituire le tre auto in possesso, da tempo troppo trascurate, con una sola di maggior prestigio, confidando di poterla guidare e vivere con la giusta soddisfazione. Oggi corre l’anno 2016 e la “Old Cars Collection” di Claudio Baroni conta 54 veicoli, riuniti in poco più di quattro anni. “La mia collezione nasce e cresce per passione, non

per lucro” ci dice Claudio Baroni che, con il fratello Stefano, ci accoglie in uno studio in tipico stile anni Cinquanta. “Le vetture si accendono al primo colpo e sono tutte perfettamente marcianti ed assicurate, perché mi piace poterle guidare e partecipare a manifestazioni e raduni. La passione è da condividere, non può essere vissuta con egoismo: per questo, con piacere, colgo tutte quelle occasioni in cui possa far partecipare le mie vetture ad eventi di pubblico”. Il frutto di questa filosofia è, come già detto, la riunione di 54 vetture d’epoca sotto lo stesso tetto (“che comincia a stare stretto”, ci confida Claudio Baroni): Fiat, Sunbeam, Mercedes, Ford, Jeep, Volkswagen, Willis ma, tra tutte, oltre la metà è marchiata BMW. 43


Sotto il segno della passione “La parte più significativa della mia Old Cars Collection è rappresentata da modelli BMW e non poteva essere altrimenti. Dal 1972 non ho mai cambiato altra macchina che non fosse BMW, sempre fedele alla concessionaria di Parma, ora rappresentata da Autotorino. Con Paolo, il capo officina, ho un lungo rapporto di amicizia; il Responsabile della Filiale Stefano Saccà è sempre attento e disponibile; l’educata cortesia di Cristina all’accettazione dell’officina rende sempre piacevole ogni visita. Aspetti umani che offrono un senso di accoglienza non comune, con il quale mi fanno trovare a mio grande agio”. Per Claudio Baroni il piacere di guidare una BMW contemporanea risiede nella percezione di essere al volante di una vettura all’avanguardia. “La medesima sensazione mi viene trasmessa anche dalle progenitrici storiche ed il confronto con le loro coeve ne offre piena conferma, se analizzate nei dettagli di progetto e di realizzazione”.

Auto d'epoca

Tendenze

Seconda solo al Museo di Monaco Le 27 BMW storiche della collezione Baroni possono costituire una testimonianza seconda solo a quella offerta dal Museo Ufficiale della Casa a Monaco di Baviera: “Lo ritengo senza superbia, e credo che la rarità della collezione sia davvero mondiale. Non molti ritengono BMW un marchio da collezionare così su larga scala, e si indirizzano così solo su alcuni modelli specifici. Come già detto, ho riunito queste vetture per passione: per questo ho affiancato a pezzi rari vetture di più larga produzione, ma che più mi suscitano emozione nel vederle e nel guidarle. Ad esempio, alla mia collezione mancherebbero veri e propri ‘must’ come la 328 degli anni Trenta, la 507 degli anni Cinquanta, la rivoluzionaria M1 del 1978 e, tra le recenti, la Z8. Però questi si addicono a chi vuole investire, visti i valori in gioco, non a chi le vuole possedere per soddisfare l’amore per le classiche, proprio e del pubblico degli appassionati”. Così dicendo ci incamminiamo fuori dall’ufficio vintage di Claudio Baroni ed entriamo in un piccolo bar, anch’esso in stile retrò: tra un bancone originale degli anni Sessanta, un Juke Box, una Lambretta e un telefono a gettoni, questo è il luogo dove si ritrovano amici, appassionati e giornalisti; tra questi, veri e propri habitué gli inviati ed i fotografi di Ruoteclassiche, che qui hanno confezionato un servizio in edicola sul numero di settembre 2015. Claudio e Stefano Baroni ci fanno strada ed aprono una porta che, attraversata, avvia a velocità vertiginosa all’indietro le lancette dell’orologio. Carrozzerie lucenti, profusione di cromature e forme sinuose si estendono per l’intero garage. “Ma le carrozzerie e gli interni sono aspetti secondari. Il sottoscocca ed il motore sono i lati migliori di queste macchine” ci dice Claudio Baroni, aprendo il cofano della BMW 319 del 1936 “credo che nemmeno uscite di fabbrica avessero un motore così pulito ed in ordine; e lo stesso può dirsi di ciascuna auto della collezione che, come lei, è sempre pronta ed in ordine per essere messa in moto e prendere la strada di un raduno”. 44

Il piacevole tono della conversazione, dopo questa considerazione, lascia spazio ad una vena di amarezza nelle parole di Baroni: “Ho trovato tutte queste vetture tramite ricerche on-line, perlopiù tra Austria e Germania, dove le ho acquistate già restaurate o, sempre in questi paesi, ne ho commissionato il restauro. Qui c’è una profonda cultura dell’automobile e del restauro. Presso le Case tedesche si possono trovare ancora pezzi di ricambio originali per le vetture più datate (soprattutto in Mercedes, in BMW è un po’ più difficile ma non al punto da scoraggiarci) e le officine dei restauratori sono vere e proprie botteghe in cui viene tramandata l’arte del mestiere: i titolari sono cinquantenni che assumono ogni anno nuove leve di apprendisti da formare. Purtroppo in Italia nulla di questo trova riscontro. Siamo la patria dei motori ma i restauratori portatori di competenze meccaniche, e non solo, sono in estinzione, così come sono introvabili ricambi di modelli anche dei decenni più recenti”.

Dixi, la madre di tutte le BMW La macchina del tempo ci proietta al cospetto della madre di tutte le BMW: la “Dixi” (registrata all’anagrafe di Monaco nel 1929 con il nome di 3/15 DA2), che campeggia sulle sue discendenti dall’alto di un ponte elevatore. Ciascuna di esse ha un nome ed una storia evocativi di un’epoca del costume o della vita della Casa Bavarese. Come, ad esempio, una coppia di apparenti intruse: la BMW Isetta 300 (a tre ruote e porta frontale) del 1959 e la BMW Isetta 600 (a quattro ruote, con le due posteriori gemellari, e due porte, una frontale e una sul lato destro) del 1958. L’innovativa ‘bubble car’ venne prodotta da BMW dopo averne acquistato il progetto dall’Italiana Iso che la lanciò nel 1953, mentre la Casa Bavarese versava in una situazione economica al limite del disastro, dovuta in parte al riassetto politico-economico del dopoguerra ed in parte all'insuccesso dei modelli di fascia alta proposti dall'immediato dopoguerra fino a quel momen45


PARMA Parma Lo showroom BMW-MINI di Parma interpreta al meglio la filosofia del “future-retail” come esperienza di acquisto da parte del cliente. Autotorino ha dato vita ad una sede espositiva di 2200 mq su un’area totale di 6000. Il debutto a Parma per il Gruppo coincide con il ritorno di BMW e MINI, che dopo una parentesi di assenza si riposiziona sul mercato locale con uno showroom di altissimo livello. A Stefano Saccà il compito di coordinare il lavoro dello staff.

Parma - Via F. Barbacini 2/1A Tel. 0521 795511 - Fax 0521 795560

VARESE Olgiate Olona Autotorino è presente a Olgiate Olona con i brand BMW, MINI e BMW Motorrad. Nella grande sede lungo Corso Sempione il responsabile Fabio Genoni coordina uno staff altamente qualificato. Autotorino propone servizi di vendita e post vendita, gestiti con grande competenza e professionalità.

Olgiate Olona - C.so Sempione, 80 Tel. 0331 372711 - Fax 0331 372761

Auto d'epoca to. Alla fine del 1956, mentre in Italia la Iso Isetta venne tolta di produzione, la BMW Isetta usufruì di un significativo aggiornamento alla meccanica e continuò ad essere prodotta fino al 1962, in oltre 161.000 unità, contribuendo al salvataggio della Casa.

La preferita Porgiamo una domanda provocatoria: quale la preferita? La risposta è senza esitazione: “la rara 327 Sport Coupè del 1940. Nel 1937 venne lanciato il modello, costruito in versione Cabriolet e Coupé sul medesimo telaio. Sino al 1941 furono costruite in totale 179 vetture Coupé e questo è uno dei pochi esemplari rimasti. La qualità costruttiva di BMW le permette ancora oggi di essere perfettamente marciante senza problemi e con grande sicurezza di guida, esaltata dalla precisa guidabilità di sterzo e trasmissione. Inoltre, la linea del Coupé in questa versione a colore unico difficilmente può essere battuta in eleganza. Non senza motivo a Bristol venne considerata, fin dai lontani anni Cinquanta, un design senza tempo.”

Le rarità Le rarità? “Qui all’appello manca la 1600 GT, attualmente in restauro: forse è unica in Italia. Uniche, per lo stato di conservazione assolutamente originale, due sportive che non hanno bisogno di presentazione: una 2002 Turbo ed una M3 E30 del 1988. Entrambe nate per la pista, condividono la loro eccezionale originalità. Entrambi gli esemplari della collezione, infatti, sono esattamente come uscirono dalla fabbrica e non sono mai stati elaborati per la competizione”.

Guidare una BMW di oggi e di ieri Ci ha detto che c’è un feeling che unisce la guida delle più vecchie BMW alle nuove generazioni. A cosa non può più rinunciare nella sua BMW? “Ho guidato tutte le generazioni delle Serie 5, mi sono fatto coccolare dai lunghi viaggi con Serie 7, ora mi diverto con una X6 M50d Tri-Turbo. Oggi non rinuncerei alle tante attenzioni offerte per la guida ed il comfort. Penso alla proiezione sul pa-

46

rabrezza dei parametri di velocità, navigazione, distanze: il colpo d’occhio è immediato e previene distrazioni”. La risposta ci spiazza e facciamo notare a Claudio Baroni quanto ciò possa apparentemente stridere con la guida delle sue Old Cars “No, questa è un’altra storia. Qui entra in gioco una dimensione fatta di odori di benzina e motore, fatica, cambiate non assistite e qualche grattata, rumori da tenere sotto controllo con orecchio clinico. E poi, la soddisfazione di arrivare alla meta e riscoprire ad ogni viaggio il piacere delle forme ed il gusto dell’ingegno con cui ciascuna macchina è stata concepita e costruita: basta aprire il cofano motore e scoprire come fino agli anni Sessanta non ve ne siano due uguali, mentre oggi tutto viene celato da calotte di plastica”.

Gli aneddoti Quali sono gli aneddoti che più Le piace ricordare? “Due in particolare su tutti. Il primo, durante un raduno sul lago di Garda che sarebbe dovuto terminare ai cancelli del Vittoriale, ma alla mia 326 Cabrio, per la sua eleganza, è stato concesso l’ingresso per alcuni scatti nel cortile della dimora di D’Annunzio. L’altro, più divertente, risale al prestigioso raduno Mariperman a La Spezia, dove nel 2013 partecipavo con le V8 502 Barokengel e 503 Coupé. Era appena terminato un temporale e stavo affrontando i primi cambi di direzione della prova di handling tra i birilli: inizio di gran carriera e in men che non si dica mi esibisco in un ampio ‘traversone’. Tutto il pubblico, attorno, applaudiva divertito. Anche questo è trasmettere emozione, non solo con l’esposizione statica”. Pensiamo che sia giunto ormai il momento di congedarci, ma ci sfugge la notizia della recente presentazione della nuova BMW Serie 7. La cosa suscita una curiosità irresistibile nel nostro Ospite: ecco che allora ci sediamo nuovamente dove tutto è iniziato, sulle sedie vintage dello studiolo in stile anni Cinquanta, mentre mostriamo alla vorace curiosità di Claudio Baroni le prime fotografie e immagini filmate della nuova ammiraglia diffuse dall’Ufficio Stampa BMW. Presto, sarà facile immaginare, ricambieremo l’ospitalità di questo pomeriggio, ma per mostrare il futuro top del marchio a questo inimitabile ed inguaribile malato di BMW.

Tendenze

EMW 340: LA BMW CHE VENIVA DAL FREDDO Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la Turingia passò sotto il controllo diretto dell'Unione Sovietica e con essa anche la città di Eisenach, sede storica della produzione automobilistica BMW fin dalla sua nascita nel 1928. La fabbrica di Eisenach, sotto il controllo del governo sovietico nelle sue scelte commerciali, nei primissimi anni dopo la fine del conflitto continuò a commercializzare modelli BMW aggiornati, ma al di fuori della volontà della BMW stessa. La fabbrica era ormai virtualmente disgiunta dal controllo della Casa Bavarese, che era pure politicamente impossibilitata ad intentare cause legali contro la produzione "abusiva" dei suoi modelli. Fu all'inizio del 1948 che la fabbrica presentò un modello leggermente diverso, ossia la 340. La vettura definitiva fu commercializzata a partire dal 1949, inizialmente come BMW. Poi, a partire dal 1952, l'amministrazione della fabbrica venne assegnata dal governo sovietico al governo della Germania orientale. In questo modo, la BMW poté costringere i dirigenti della fabbrica di Eisenach a cambiare marchio alle loro vetture: le vetture prodotte ad Eisenach su base BMW vennero così marchiate come EMW (Eisenacher Motoren Werke). EMW utilizzava un marchio simile a quello della BMWnel disegno, ma invece di essere bianco-azzurro era bianco-rosso. Il 1955 fu l'ultimo anno di produzione della 340, ed anche l'ultimo anno di esistenza del marchio EMW.

47


Hyundai

Santa FE

Restyling di prestigio Al Salone di Francoforte di settembre 2015 Hyundai ha presenziato proponendo il restyling della sua ammiraglia, Santa Fe. La vettura, disponibile sul mercato italiano con la relativa gamma declinata negli allestimenti Classic, Comfort, Xpossible e Style si differenzia dalla precedente versione per alcuni importanti dettagli. 48

Frontale moderno, motori brillanti Hyundai Santa Fe è riconoscibile dalla moderna calandra esagonale, cromata e ridisegnata. Il paraurti e i fari fendi nebbia a LED. Le motorizzazioni spaziano da un diesel 2.0 CRDi da 150 CV di potenza, con un consumo medio di 5,7 litri per 100 km e 149 g/km di emissioni di CO2, abbinato al cambio manuale a sei marce sia per la versione 2WD a due ruote motrici. La declinazione 4WD a trazione integrale dispone di un motore diesel da 2.2 CRDi con 200 CV di potenza e 440 Nm di coppia massima nell’esclusiva configurazione con la trazione integrale 4WD e il cambio automatico. Entrambe le motorizzazioni sono Euro 6. 49


Hyundai

Santa FE

Test drive

Modena varese

Varese Nel centro di Varese, la concessionaria Hyundai di via Belforte 2 offre un servizio puntale e competente per vendita di veicoli nuovi ed usati. L'officina garantisce l'utilizzo di pezzi di ricambio originali e di tutte le procedure approvate da Hyundai. Sotto la guida di Fabio Ciannamea, lo staff Autotorino propone anche servizi finanziari e assicurativi.

Varese - Viale Belforte, 2 Tel. 0332 453611 - Fax 0332 335151

Castellanza Dotazione di prestigio L’alta gamma di Hyundai Santa Fe è testimoniata anche dai ricchi allestimenti interni e di sicurezza che includono tra l’altro, il sistema di frenata autonoma d’emergenza AEB (Autonomous Emergency Braking) e il dispositivo Blind Spot Detection per il controllo dell’angolo cieco. Completano la dotazione lo Smart Cruise Control, il monitor Around View per una più ampia capacità di controllo dell’auto, High Beam Assist, Smart Parking Assist, l0’allerta per il Rear Cross Traffic e il sistema multimediale Audio Visual Navigation con l’autoradio digitale DAB e l’impianto Infinity Premium Sound da dodici altoparlanti.

Castellanza ospita la concessionaria Autotorino Hyundai. Il salone espone tutti i modelli della gamma coreana, oltre a veicoli usati e a chilometri zero. Lo staff di consulenti è preparato e competente e vi attende per presentarvi nel dettaglio le vetture in salone, oltre a proporvi test drive. Il coordinamento della concessionaria è affidato a Nicolò Ciannamea.

Castellanza - Via Don Minzoni, 24 Tel. 0331 482411 - Fax 0331 426728

MILANO Corbetta La concessionaria è a disposizione della clientela per la vendita di tutta la gamma Hyundai.

Corbetta (MI) - Via I. Nievo, 5 Tel. 02 97484711 - Fax 02 97270964

50

51


Passione

Off Road

Specialisti

in fuoristrada, specialisti di libertà. Alcune fotografie di quasi trent’anni fa ci proiettano nel bel mezzo del cammino di Autotorino. Era l’inverno 1986/1987, un gruppo di amici si avventura nella neve per raggiungere una baita per una serata conviviale. Una gita dallo spirito avventuroso, rigorosamente in fuoristrada, sulla cui ruota di scorta, portata all’esterno del portellone posteriore come tradizione impone, campeggia il nome di Autotorino.

52

53


Passione

Test delle ridotte

Off Road

Arrigo Vanini sulla Neve

Il primo c opriruota

ata Arrivo a Livigno con nevic

Raduno Off Road a Morbegno 54

primi

radun

i multim ar

ca 55


Passione

Off Road

Erano anni in cui il fuoristrada cominciava ad essere inteso come “status symbol”, e in quegli scatti sono ritratte vere e proprie icone di quel passaggio epocale: le piccole Suzuki Santana e le massicce Toyota Land Cruiser. Entrambe inarrestabili grazie a meccaniche solide e pensate per avere la meglio anche sui terreni più impervi ed insidiosi, sposati ad abitacoli che iniziavano ad offrire accoglienza, guidabilità ed accessori capaci di assecondare quel nascente segmento di utilizzo prettamente urbano. Una serie di scatti che non solo ci fa respirare tutta la libertà di quella serata tra amici, ma che ci porta alla soglia di una svolta epocale del mondo dell’automobilismo. E Autotorino c’era, quando quel mondo tutto fango, sentieri pietrosi o innevati, guadi da percorrere con immancabili, faticosi carichi da trasportare, stava sterzando di colpo verso qualcosa di inaspettato ed inesplorato: l’asfalto delle accoglienti città o delle asettiche autostrade. Le rudi quattro ruote motrici Jeep o le indistruttibili giapponesi (Toyota e Mitsubishi su tutte) erano diventate negli anni il fiore all’occhiello del salone Autotorino della famiglia Vanini, ma anche le inseparabili ed instancabili compagne di lavoro per migliaia sulle alpi della Valtellina, lecchesi, comasche o bergamasche, tra alpeggi e luoghi altrimenti inaccessibili. Un fuoristrada acquistato da Autotorino ha proiettato in un mondo di avventura e libertà intere generazioni, permettendo di compiere gite ed escursioni a pieno contatto con la natura, senza paura di trovare ostacoli insormontabili verso la meta. Negli anni successivi a quella fotografia si farà largo un nuovo segmento: quello dei SUV. Più comfort, più attenzione alle doti stradali, più stile sembrano sacrificare la praticità e le doti off-road. Solo apparentemente. Infatti Autotorino continua a prestare attenzione a quegli aspetti prettamente ‘fuoristradistici’ a cui è legata sin dalla nascita: nei suoi saloni non sono mai mancati, né mancano, modelli in cui spesso quell’apparente compromesso tra comfort e grinta fuori dalla strada tradisce solo all’apparenza. Oggi vediamo sempre più carrozzerie ben rifinite o completamente carenate che non sfoggiano più quella ruota di scorta esposta posteriormente che fu un’icona dello stile dei fuoristrada e di uno stile di vita. Non vediamo più quindi le centinaia di copri-ruota recanti il motto “Autotorino, specialisti in fuoristrada”. Ma non è detto che quanto non si veda debba per forza essere estinto. Quell’anima vive ancora in tutti i saloni di Autotorino, aggiornata con lo spirito dei tempi e con le proposte che ne attualizzano i migliori contenuti. Lo testimoniano i 6 saloni Jeep nelle province di Sondrio, Bergamo, Varese, Como e Lecco; o ancora i sette showroom Mercedes-Benz in cui tutti i più moderni SUV dell’ultima generazione condividono orgogliosamente una radice comune nell’intramontabile Classe “G”. Senza dimenticare Mitsubishi con la famiglia

56

Sondrio Castione Andevenno Lo showroom di Castione Andevenno (So) è stato inaugurato nel 2007 e rappresenta il perfetto connubio di fascino ed eleganza nel cuore della Valtellina. È concessionario ufficiale per i marchi Mercedes-Benz, Hyundai e Jeep. Al suo interno opera uno staff preparato di consulenti commerciali altamente specializzati, coordinati da Roberto Spini. Con 1600 mq di area dedicata all’officina, Autotorino propone a Castione Andevenno un servizio completo con un elevato standard qualitativo. Qui, come in tutti i nostri showroom, lo staff Autotorino è pronto ad offrirvi le risposte che ancora vi mancano e vi aspetta per potervi rendere felici alla guida dell’auto che desiderate.

Castione Andevenno (So) Via Al Piano, 28 Tel. 0342 359211 - Fax 0342 359260

Arrigo Vanini in compagnia di un amico sul Passo San Marco alla guida di una Alfa Romeo Matta.

di pick-up L200 e Pajero, icone motoristiche, ma anche i moderni ASX e Outlander, per una capacità di rispondere a tutte le più disparate sfumature delle esigenze di chi non vuole porre limiti alla propria mobilità. Ed ancora, le immancabili proposte SUV di BMW, KIA , Hyundai o SsangYong. Questa digressione è partita dall’inverno 1986/1987. Già allora Autotorino era specialista in fuoristrada. Specialisti non ci si improvvisa, ma lo si diventa con il tempo e la passione così come sempre il tempo con l’aiuto dell’esperienza ci migliora, restituendo ancor più valore a chi si rivolge ai nostri saloni. Ed oggi il più grande valore che offriamo è la piena libertà di movimento su ogni fuoristrada, SUV o vettura, perché i nostri sogni ed affetti ci aspettano al termine di ogni viaggio. 57


Jeep

Wrangler

La tradizione continua

Per gli appassionati del brand Jeep, Wrangler è un “must” senza età. Riferimento imprescindibile per chi ama viaggiare in libertà, questa vettura permette di affrontare con la massima sicurezza ogni tipo di terreno e fondo stradale. 58

Quando la si trova esposta negli showroom Jeep, richiama sempre l’attenzione per quel suo frontale un po’ retrò e per le linee estreme. Inevitabile sognare di essere alla guida sulle dune di deserti assolati o salendo ripidi sterrati alpini. Jeep Wrangler Black Edition è proposta esclusivamente nella versione a quattro porte e con motore turbodiesel da 2,8 litri, 200 CV di potenza e 460 Nm di coppia, abbinato al cambio automatico a cinque marce. Il listino prezzi parte da 47.900 euro. Da sempre sinonimo di off-road, l'icona del marchio Jeep vanta una naturale predisposizione alla "customizzazione" come dimostrano le versioni speciali, alcune delle quali anche prodotte in edizione limitata, che si sono succedute negli ultimi quattro anni: Arctic (2012), Mountain (2012), Moab (2013), "Rubicon 10th Anniversary Edition" (2013),

Polar (2014),  Rubicon X (2014) e Wrangler "X Edition" (2015). Ciascuna di esse, fin dal nome, celebra un anniversario importante nella storia Jeep o un luogo impervio dove il modello Wrangler offre il meglio di sé, assicurando sempre un'esperienza di guida senza eguali.    Ora tocca alla Jeep Wrangler Black Edition raccogliere il testimone a conferma di quanto le serie speciali siano parte integrante dell'iconica vettura grazie a caratterizzazioni stilistiche e dotazioni specifiche che consentono di soddisfare qualunque esigenza di personalizzazione. Interpretazioni forti e distintive, quindi, capaci di elevare al massimo grado i valori di avventura, autenticità, libertà e passione che da sempre sono espressi dai prodotti Jeep e, in particolare, dal modello Wrangler. 59


Jeep

Wrangler VArese Busto Arsizio (VA) Simone Pellegrini è il capofiliale della concessionaria Autotorino Jeep di Busto Arsizio. Nella elegante sede di via Pirandello, accoglie i clienti interessati a scoprire tutta la gamma di vetture Jeep, offrendo inoltre tutta l'assistenza originale per il post vendita.

Busto Arsizio - Viale Pirandello, 7 Tel. 0331 395611 - Fax 0331 395660

Realizzata sulla base della versione Sahara di Jeep Wrangler, la nuova serie speciale Black Edition presenta una caratterizzazione esterna unica con elementi di colore nero quali la griglia a sette feritoie, i cerchi in lega da 18", il logo Jeep sul frontale, le cornici dei proiettori e le calotte degli specchi retrovisori. Inoltre, il cofano rialzato conferisce alla vettura un aspetto più aggressivo, mentre le pedane paracolpi laterali assicurano ulteriore protezione su percorsi estremi. Completano l'allestimento della nuova serie speciale il tappo del serbatoio Mopar e la copertura sempre di colore nero per la ruota di scorta. Inoltre, è offerto di serie l'esclusivo Dual Top® che comprende l'hard top rimovibile a tre pannelli in tinta con la carrozzeria e il soft top per un'unica esperienza di guida open-air.    L'esclusiva personalizzazione della Jeep Wrangler Black Edition è ben visibile anche all'interno dove spiccano i sedili in pelle di colore nero, gli inserti lucidi neri per modanature, cornici delle bocchette di ventilazione e sedili anteriori riscaldabili. Inoltre, sono di serie gli airbag laterali anteriori e il sistema multimediale di intrattenimento e navigazione satellitare UconnectTM GPS con schermo touchscreen  da 6,5", hard disk da 40 gigabyte, porta USB, 60

ingresso AUX e lettore DVD video. Le leggendarie capacità fuoristradistiche della gamma Wrangler sono garantite dal sistema di trazione integrale part-time Command-Trac NV241 inseribile "shift-on-the fly" a due velocità. Il sistema permette in ogni momento di scegliere il tipo di trazione desiderata, a seconda del percorso e a tutto vantaggio dei consumi. Il rapporto di riduzione di 2.72:1 moltiplica la coppia per la marcia a basse velocità, allo scopo di aumentare sensibilmente la trazione su terreni off-road. L'inserimento della modalità a trazione integrale avviene sempre manualmente, tramite una leva nella consolle centrale. Tutto ciò senza rinunciare a un look ricercato che lascia trasparire come la voglia di avventura possa trasferirsi anche in contesti metropolitani, un concetto sottolineato dalle tre livree disponibili: Bright White, Black e Billet Silver.   Infine, per i clienti della nuova serie speciale Black Edition, il marchio Jeep ha realizzato un pack di utili accessori custoditi in un originale cofanetto e firmati Jeep Owners Group (JOG), l'unico gruppo ufficiale gestito centralmente dal marchio e già attivo in 17 Paesi europei.

Club Jeep Autotorino Compie un anno il Club Jeep Autotorino. Presieduto da Plinio Vanini, il club riunisce tutti i possessori dei veicoli Jeep, accomunati dalla passione di condividere una vettura che incarna nella sua storia i valori di libertà e avventura. Aderire al Club Jeep Autotorino è facile: bisogna essere intestatari di una Jeep, presentarsi con il libretto in una concessionaria Jeep Autotorino, compilare il modulo di iscrizione disponibile in filiale e consegnarlo ai consulenti. Nel giro di pochi giorni riceverete a casa la tessera ufficiale del sodalizio. L’iscrizione è gratuita e dà diritto a una serie di vantaggi come sconti sui principali interventi di manutenzione nelle officine Jeep Autotorino, la possibilità di partecipare agli eventi organizzati dal Club, tra cui anche i raduni estivi e invernali. Per essere sempre informati sull’attività del Club basta seguire la pagina Facebook “Club-Jeep-Autotorino”.

Como Tavernerio A due passi da Como, una vetrina dei migliori modelli automobilistici. La filiale di Tavernerio è strutturata in uno spazio espositivo multimarca (Hyundai, Jeep, Mitsubishi e SsangYong) con ben 1600 metri quadri di showroom, 1000 metri quadri di area espositiva esterna e ben 700 metri quadri dedicati all’officina. La sede è guidata da Tito Monti ed è caratterizzata da uno spazio luminoso ed accogliente dove poter ammirare e provare il meglio della produzione automobilistica mondiale, dalla piccola utilitaria compatta ai maestosi Sport utility sicuri e performanti.

Tavernerio - Via Provinciale 73/a Tel. 031 4291911 - Fax 031 4291960

61


Cultura

Teatro

CALENDARIO TEATRO IL TESTAMENTO DI MARIA quando:  9 gennaio, ore 21.00

DUE DONNE CHE BALLANO quando:  16 gennaio, ore 21.00

PETER PAN

quando: 17 gennaio, ore 16.00 quando:  18 gennaio, ore 10.00

L'AMICO RITROVATO

quando: 19 gennaio, ore 10.00

UN ADOLESCENTE IN LAGER

"Giornata della Memoria" quando:  20 gennaio, ore 9.30, 11.00 e 21.00

IL VISITATORE

quando: 25 gennaio, ore 21.00

MOZTRI!

Inno all’infanzia quando:  3 febbraio, ore 10.00

TRADIMENTI

quando: 5 febbraio, ore 21.00

AMLETO

quando: 20 febbraio, ore 21.00

PINOCCHIO

quando: 24 e 25 febbraio, ore 10.00

ALICE VUOL VOLARE

Teatro San Domenico, il salotto di Crema

quando: 28 febbraio, ore 16.00 quando:  29 febbraio, ore 10.00

SVERGOGNATA

quando: 8 marzo, ore 21.00 Un programma culturale di grandissimo respiro, che spazia da espressioni teatrali di notevole spessore a concerti musicali, senza dimenticare comicità, magia e la commemorazione dei più importanti eventi della storia. Si presenta così il calendario 2015-2016 della stagione proposta dal teatro San Domenico di Crema, sotto la guida della Fondazione San Domenico  presieduta da Giuseppe Strada. Il teatro ha sede in un antico convento dei Domenicani, risalente alla prima metà del 1300. Con la venuta delle truppe napoleoniche e la nascita della Repubblica Cisalpina, anche al convento di S. Pietro Martire toccò la sorte, come accennavamo, di essere confiscato. Ciò accadde il 22 giugno del 1798. Seguirono varie aste con le quali furono venduti i beni ed i terreni del convento. Il convento venne adibito a caserma e l'attigua chiesa a magazzino militare. Nel 1800 lo stabile passò di proprietà al Comune. Per 62

molti anni venne utilizzato per finalità scolastiche e associative finché, dopo un lungo intervento di restauro, il 27 novembre 1999, la citta di Crema inaugurò il suo nuovo Teatro, battezzato appunto “San Domenico”. Il cartellone che il teatro propone ogni anno al suo pubblico annovera espressioni artistiche di vario genere. Una eterogeneità di stili che premia la bellezza e la ricchezza dell’offerta culturale cremasca. Anima pulsante della città, il Teatro San Domenico di Crema costituisce un punto di riferimento imprescindibile per la comunità locale che qui trova un ventaglio di proposte estremamente ampio e variegato. Anche per questo, è con grande entusiasmo che Gruppo Autotorino ha deciso di sostenere la rassegna teatrale del San Domenico. Il 2016 si apre in data 9 gennaio con lo spettacolo “Il testamento di Maria” di Colm Toibin, con  Michela Cescon e regia di Marco Tullio Giordana. Colm Tóibín

è uno dei maggiori scrittori irlandesi contemporanei, con un passato nell’IRA e un presente di impegno per i diritti gay, che riscrive in questo breve e intenso romanzo il rapporto fra Maria e suo figlio, nei giorni della predicazione alle folle e poi in quelli drammatici della condanna e della crocifissione. Sabato 16 gennaio saliranno sul palco Maria Paiato e Arianna Scommegna che sotto la regia di Veronica Cruciani porteranno in scena alle 21 l’opera di Josep M. Benet Jornet dal titolo “Due donne che ballano”. Uno spettacolo ironico ed empatico che descrive con estrema efficacia la storia di due donne nelle quali è difficile non immedesimarsi.

CALENDARIO MOSTRE MOSTRA ANTONIO BANDIRALI

La natura nella commedia dantesca quando:  dal 18 dicembre al 31 gennaio 2016

MOSTRA VITTORIA PARRINELLO Allevare le nuvole quando:  dal 27 febbraio al 13 marzo

MOSTRA ANDREA ROVATTI

quando: dal 19 marzo al 3 aprile 2016

MOSTRA CONCORSO

Borsa di studio "C.Fayer" quando:  dal 9 al 24 aprile

MOSTRA MAHMOUD MENAYSY L'amore impossibile quando:  dal 30 aprile al 15 maggio

63


Autotorino

Academy

Professionisti Automotive

64

Una delle leve principali che sta alla base del successo commerciale e di gradimento ottenuto da Autotorino è senza dubbio quella legata alla qualità dei propri consulenti. Gruppo Autotorino da sempre dedica grande attenzione e notevoli risorse alla selezione e alla formazione dei collaboratori. Per questo nel 2015 è stata fondata ufficialmente la “Autotorino Academy”, una realtà altamente qualificata in grado di proporre un percorso didattico mirato che integra sessioni di studio in aula a fasi di coaching in salone.

65


Autotorino

Academy

Consulente 2.0 Per diventare un consulente automotive del Gruppo Autotorino non è sufficiente possedere soltanto una spiccata propensione ai rapporti interpersonali e un talento naturale per la vendita. Oggi questa figura deve essere in grado di fornire risposte corrette anche su materie specifiche quali servizi, fiscalità, finanziamenti e tecnologia. In una parola deve possedere una competenza molto ampia e specifica, oltre ad essere in grado di confrontarsi con un ventaglio di clienti sempre più eterogeneo e preparato. È indispensabile inoltre, disporre di una naturale curiosità verso tutto ciò che è “digitale”, per padroneggiare i dati generati dal mondo della rete, reinterpretandoli a proprio vantaggio. L'ufficio è soltanto uno degli ambienti in cui i consulenti Autotorino devono sapersi muovere con disinvoltura, al pari dei social network e di tutte le piattaforme digitali in cui oggi la gente si confronta, esprime giudizi o chiede pareri prima di compiere i propri acquisti. Per questo i programmi formativi coinvolgono una platea di candidati con un range di età compreso tra i 20 e 35 anni.

Formazione continua I moduli di “Autotorino Academy” si sviluppano seguendo un format prestabilito. I primi tre giorni di aula sono dedicati ad approfondire i temi legati al mondo delle vetture nuove, all’usato e a tutta la parte di servizi e finanziamenti. A questi si aggiunge il modulo relativo alle metodologie e ai processi. L’obiettivo centrale è quello sviluppare le competenze e le conoscenze necessarie all’organizzazione, per il raggiungimento dei target commerciali e strategici del Gruppo. I moduli si svolgono nella sede direzionale di Cosio Valtellino, dove le risorse che hanno superato la selezione, seguono i corsi riguardanti le varie fasi operative del processo di vendita, nel rispetto degli standard commerciali definiti dal Gruppo. Le sessioni teoriche in aula si svolgono sotto la guida di formatori qualificati e si arricchiscono di speech mirati tenuti direttamente dai responsabili delle unità di direzione, che passo dopo passo trasferiscono informazioni preziose ai corsisti, utili ad affrontare le innumerevoli casistiche che affronteranno poi sul lavoro. Viene insegnato l'utilizzo meticoloso di tutti i sistemi di Business Intelligence del gruppo, necessari per applicare alla perfezione il modello di vendita Autotorino. I corsi si svolgono in un clima informale, con momenti di aggregazione e di socialità, perfetti per trasferire i valori e lo spirito che caratterizza il brand Autotorino.

Metodo vincente I risultati prodotti sino ad ora dal programma di formazione di Gruppo Autotorino confermano la validità e l'efficacia dei moduli. Le risorse che completano la fase didattica hanno a loro disposizione un bagaglio di nozioni che possono subito mettere a profitto non appena arrivano in concessionaria. In quel contesto, l'inserimento operativo viene seguito passo dopo passo da un tutor che in ciascuna filiale, affianca ogni risorsa per garantire la disponibilità di risposte e supporto ad ogni incertezza. Alla parte di coaching si aggiunge una successiva serie di incontri one-to-one di sostegno e verifica. La validità della formazione di Gruppo Autotorino è comprovata non solo dal grande entusiasmo e dalla carica le quali i corsisti giungono in salone, ma soprattutto dai risultati estremamente perfomanti sulle vendite ottenuti dai nuovi consulenti. La cartina tornasole più apprezzata è l’alto tasso di gradimento che la clientela dichiara di avere nei processi di consulenza e vendita, a contatto con il personale Autotorino. Un risultato che sottolinea ulteriormente la qualità delle relazioni e dello staff del Gruppo. 66

67


Veicoli

Commerciali

A fianco di chi lavora

68

Sono i compagni di lavoro insostituibili di moltissimi professionisti. Garantiscono affidabilità ed elevate prestazioni, permettendo di massimizzare ogni impegno. E proprio per fornire il miglior supporto e la miglior offerta agli utenti dei veicoli commerciali, Autotorino ha creato una “unit” aziendale espressamente dedicata a questi clienti, mettendo a loro disposizione la gamma di veicoli prodotti dai brand rappresentati dal Gruppo. La disponibilità di veicoli commerciali proposta da Autotorino include mezzi modulari e versatili che garantiscono massimo comfort, alte prestazioni e consumi contenuti nel rispetto delle più attuali normative antinquinamento.

Mercedes-Benz VAN Citan, Viano, Vito, Sprinter e Vario: sono i grandi protagonisti della gamma Mercedes-Benz VAN che Gruppo Autotorino propone ai propri clienti. Sono veicoli sicuri, affidabili, con l’elevata qualità di Mercedes. Ogni modello è disponibile in vari allestimenti e versioni. I consulenti sapranno indicare tutte le potenzialità di questi veicoli e le modulazioni disponibili. Molteplici i requisiti delle dotazioni per la sicurezza, cui Mercedes-Benz Van risponde proponendo una gamma di equipaggiamenti estremamente ampia e completa. E ciascuna delle sue serie costruttive garantisce da sempre un elevatissimo livello di affidabilità. 69


Veicoli

Commerciali

Hyundai H350, nato per lavorare È l’ultimo veicolo commerciale prodotto dalla Casa Coreana, pensando alle esigenze specifiche del mercato europeo. Hyundai H350 è disponibile nelle configurazioni furgone, cabinato e minibus, declinate su una vasta serie di allestimenti e soluzioni. Si propone con un volume di carico che varia va da 10,5 a 12,9 metri cubi a seconda delle versioni. Più in dettaglio il nuovo furgone Hyundai H350 a “passo lungo” può caricare nel suo vano di carico fino a 5 Europallet (120 cm x 80 cm x 90 cm). È dotato di due motorizzazioni, entrambe 4 cilindri turbodiesel 2.5: una da 150 Cv, l’altra da 170 Cv.

Nuovo Mitsubishi L200 Nel 2015 lo storico pick-up giapponese ha debuttato con la nuova versione (la quinta) del modello L200. Oltre ad un nuovo design che ha reso più forte e deciso l’aspetto di questo veicolo, Mitsubishi ha lavorato parecchio anche sui “muscoli” che permettono all’L200 di sopportare carichi fino a tre tonnellate, trasportate da un motore 2.4 disponibile nelle differenti potenze da 154 e 181 cavalli. Il 90% della clientela già acquisita è formata da operatori professionali: per questo il progetto di rilancio ha puntato alla massima efficienza dei motori migliorando inoltre la cabina per renderla più confortevole.

Bergamo Curno La filiale di Curno, alle porte della città di Bergamo, è tra le più grandi del Gruppo con 9000 metri quadri di spazio espositivo, 6000 di area espositiva esterna e ben 1200 dedicati all’ officina e all’assistenza post vendita. Un salone multimarca, quello gestito da Daniele Cornali, dall’architettura e dal design high tech progettato dall’arch. Davide Gelati, dove tra acciaio, luci e trasparenze i clienti possono visionare nella massima tranquillità le diverse offerte, potendo contare su quello che oggi è l’unico e vero marchio di fabbrica Autotorino: un servizio di assoluta qualità.

Curno - Via Bergamo 66 Tel. 035 6228711 - Fax 035 6228760

PAVIA San Martino Siccomario Lo showroom è concessionario Mercedes-Benz, Mercedes-Benz VAN, Smart e Jeep. La direzione è affidata a Fabio De Rosa, che coordina il lavoro dell’officina ufficiale.

Toyota BusinessPlus BusinessPlus è la linea di veicoli commerciali proposta da Toyota, che ha declinato in chiave professionale, la proverbiale qualità e affidabilità che la Casa Nipponica offre su tutte le proprie vetture. Yaris Van, Proace, insieme all’indistruttibile e storico Hilux, sono progettati per rispondere al meglio alle tue esigenze di mobilità. 70

San Martino Siccomario - Via Turati, 35 Tel. 0382 385711 - Fax 0382 385720

71


Autotorino

Assistenza

Test drive

Modena

Assistenza Milano Milano Responsabile: Luca Criniti Milano - Via L. Da Breme 2 Tel. 02 300811 - Fax 02 33434590

Prenotazione tagliando Le officine Autotorino ti consentono di svolgere il tagliando della tua auto in modo facile e veloce. Puoi prenotare il tuo intervento nelle modalità che preferisci, concordando con il nostro personale tempi e servizi. Da noi ciascun cliente ha sempre un’attenzione speciale: ogni esigenza trova sempre una risposta adeguata, grazie al supporto di strumenti diagnostici all’avanguardia e di personale altamente qualificato.

Ricambi Originali Tutte le officine Autotorino offrono ricambi originali, approvati dalle case, perfettamente compatibili con i vari modelli. I ricambi originali offrono maggiore sicurezza e affidabilità tecnica. Inoltre, sono coperti da garanzia.

Carrozzeria

Dalla parte di chi guida

Affidarsi ad una officina Autotorino significa poter contare su una rete qualificata di professionisti, che comprende tutti gli ambiti interessati dal reparto auto. Il reparto carrozzeria, ad esempio, include specialisti in questo settore, in grado di risolvere qualsiasi problematica.

Riparazione e sostituzione cristalli Il servizio assistenza Autotorino rappresenta un punto di riferimento indispensabile nel rapporto di fiducia costruito negli anni con i nostri clienti. Grazie alle sue officine sparse nelle 13 province italiane, questa rete annovera al proprio interno un gruppo di operatori altamente qualificato, in grado di rispondere adeguatamente a tutte le esigenze degli utenti. Da oltre 50 anni sono migliaia gli automobilisti che hanno scelto e scelgono di affidare la manutenzione e la cura della propria vettura agli specialisti Autotorino, consapevoli di trovare sempre risposte puntuali e un servizio di assistenza rapido e competente. Le officine del Gruppo sono a disposizione per check-up rapidi, ma anche per tutti gli interventi di manutenzione e riparazione che riguardano l’auto: dal motore alla carrozzeria, dall’impianto elettrico/elettronico alla sostituzione degli pneumatici e dei cristalli. Il tutto, garantendo sempre la qualità dei ricambi originali e delle procedure ufficiali approvate dalla case costruttrici, per un risultato affidabile e sicuro. 72

Il servizio di sostituzione cristalli garantisce un’elevata qualità di intervento, grazie alla grande competenza dello staff specializzato Autotorino. La riparazione del parabrezza, quando possibile, viene svolta con metodiche e materiali avanzati, che garantiscono la massima sicurezza del veicolo e del suo utilizzo.

Sostituzione pneumatici Dalla condizione degli pneumatici dipende la sicurezza dell’auto e dei suoi occupanti. Ecco perché è importante controllare periodicamente lo stato di usura delle gomme e provvedere alla loro sostituzione con modelli adeguati. Inoltre la Legge impone il cambio degli pneumatici durante la stagione invernale. Per tutti questi servizi Autotorino mette a disposizione strumenti qualificati e prodotti di alto livello, garantendo prezzi adeguati.

Corsico Responsabile: Marco Avico Corsico - Via A. Meucci, 5 Tel. 02 44075811 - Fax 02 44075860

A Milano, Autotorino coordina due centri assistenza ufficiali BMW e Mini, rispettivamente in via Breme 2 e a Corsico, che offrono un'ampia gamma di servizi. La qualità dell'assistenza BMW è molto nota. Basti pensare che nel 1982 BMW è stato il primo costruttore di automobili ad abolire gli intervalli rigidi di manutenzione e ad introdurre l'assistenza secondo necessità. I servizi proposti dall'officina autorizzata sono: - Diagnosi On Board: integrata nell’auto rileva e memorizza per tempo eventuali guasti nei sistemi elettrici ed elettronici del veicolo. Basandosi su tale diagnosi il sistema computerizzato fornisce analisi rapide e precise sui guasti. - KeyReader: nei modelli BMW costruiti a partire dall’anno 2000 i principali dati dell’auto, come il numero di telaio, il chilometraggio o la necessità di assistenza, vengono memorizzati nella chiave dell’auto. - Innovazione: la rete di collegamenti tra la vostra auto, il Centro BMW Service e il nostro centro di innovazione e ricerca offre un vantaggio decisivo nel campo della competenza e dell’innovazione del servizio. - Individualità: con gli Accessori Originali BMW è sempre possibile dare una nota personale alla vostra auto. La manutenzione programmata BMW vi offre poi un interessante piano di assistenza a prezzo predefinito, con la possibilità di scegliere tra diversi pacchetti. Dell'assistenza BMW potete sempre fidarvi. Il Team BMW Service di Autotorino è formato esclusivamente da specialisti con know-how pluriennale, dotati di tecnologie innovative. Ogni loro gesto è preciso e corretto, e i Ricambi Originali BMW sono in perfetta sintonia con la vostra auto.

73


La Roadster che mancava

Nuova BMW Motorrad

G 310 R

La prima BMW Roadster dalla cilindrata inferiore a 500 cm3 Non è mai troppo presto per una gita in moto. Non appena il clima lo permette, vale la pena salire in sella alla propria BMW e godere di tutta la magia che la gamma Motorrad offre a quanti la sanno apprezzare. Tra le novità attese dagli appassionati spicca la nuova BMW G 310 R, Roadster allo stato puro, presentata a novembre 2015 all’EICMA. Basta saltare in sella per percepire di essere alla guida di una moto innovativa per BMW, che propone tutto quello che è indispensabile: dinamismo e comfort, in città e fuori. La BMW G 310 R entra in un segmento di cilindrata nuovo per BMW Motorrad. Con un consumo di carburante estremamente basso e una posizione di guida confortevole, si possono pianificare dei percorsi piacevolmente lunghi.   74

75


Nuova BMW Motorrad

G 310 R

Nuova BMW

G 310 R

Design da Roadster, cuore brillante Il design fortemente espressivo della BMW G 310 R lascia riconoscere a prima vista il suo carattere agile e dinamico. La mascherina corta con il proiettore marcato, le carenature del serbatoio modellate che emettono una sensazione di dinamismo e le tipiche proporzioni da modello Roadster conferiscono alla BMW G 310 R una presenza adulta. Il cuore della nuova BMW G 310 R è un motore monocilindrico da 313 cmc sviluppato completamente ex novo e raffreddato a liquido, con quattro valvole per cilindro, due alberi a camme in testa e iniezione elettronica del carburante, in grado di erogare una potenza di 25 kW (34 CV) a 9.500 g/min.

Agilità e comfort La nuova G 310 R offre una posizione di guida estremamente confortevole che assicura dei giri in moto spensierati e senza stress. Tasti e comandi sono a portata di mano, assicurando una presa sicura. La G 310 R si lascia guidare anche in posizione piegata con la massima agilità, restando sempre neutra e calcolabile. Supera le curve più lunghe e i tratti più veloci seguendo fedelmente la traiettoria, senza che l’indole sportiva richieda dei compromessi a livello di comfort. Con la sua forma compatta, la nuova G 310 R inaugura nel segmento di appartenenza un mondo di esperienze di guida completamente nuovo.

ABS di serie e strumentazione multifunzione Analogamente a tutte le motociclette BMW, anche la nuova G 310 R è equipaggiata di serie con ABS. L’ impianto frenante è stato combinato con un ABS a due canali. La decelerazione decisa e potente della ruota anteriore è assicurata da un freno monodisco con pinza fissa e quattro pistoncini montata radialmente e diametro del disco freno di 300 millimetri. Nel posteriore il compito viene assunto da una pinza flottante con due pistoncini abbinata a un disco freno dal diametro di 240 millimetri. La strumentazione combinata della G 310 R è dotata di un grande display a cristalli liquidi dall’ottima leggibilità che fornisce numerose informazioni utili. 

76

77


Subaru

XV

Chi la conosce l’apprezza per quel suo modo originale con il quale ha reinterpretato il concetto di crossover, declinandolo anche per l’habitat urbano. Con il suo design appagante e di tendenza ha saputo rilanciare le sue peculiarità con dinamismo, facendo leva soprattutto sulle sue dimensioni compatte. Elegante e sportiva allo stesso tempo, SUBARU XV reinterpreta le note distintive del brand come l’elevata altezza da terra, le ruote di grandi dimensioni e quelle caratteristiche che normalmente ci si aspetterebbe di trovare nei tradizionali SUV di medie dimensioni.

La formula del successo

Il crossover compatto amico

della città

Il successo di questa vettura è insito negli stessi elementi che Subaru applica da sempre sulle proprie vetture: trazione integrale e motore boxer, il tutto unito ad una massa ridotta che ha permesso a SUBARU XV di proporsi ad un pubblico più ampio e diversificato, che cerca un crossover medio-piccolo dal prezzo competitivo. La posizione di guida è rialzata e comoda. La qualità dei materiali è elevata, assemblata in modo preciso e funzionale. Tutta la gamma XV è dotata di serie della trazione integrale Symmetrical AWD e dell'avanzato telaio Subaru Dynamic Chassis Control Concept, due delle principali tecnologie utilizzate. La combinazione del motore boxer e del sistema a trazione integrale garantisce eccezionale stabilità, tenuta di strada e affidabilità. Inoltre, questa generazione di motori boxer offre un livello di prestazioni e di consumi senza precedenti, rendendo SUBARU XV a trazione integrale permanente, più competitiva e rispettosa dell'ambiente rispetto alle concorrenti a 2 ruote motrici. Se le auto Subaru vengono tradizionalmente associate ai vantaggi che danno nelle condizioni meteo difficili, in fuoristrada, in montagna e sulle strade sconnesse nelle zone rurali, SUBARU XV trasferisce in ambito urbano la promessa Subaru di "sicurezza e piacere”.

Punti di forza SUBARU XV vanta 5 punti di forza: è elegante ma muscolare, possiede un'altezza da terra “ingannevolmente” elevata visto che in realtà ha un baricentro insolitamente basso, è caratterizzata dai più elevati standard in termini di sicurezza, offre un abitacolo spazioso e – infine - è amica della città. Non ultimo, è molto facile salire a bordo (e scendere), anche quando si parcheggia in uno spazio ristretto. Le motorizzazioni a disposizione sono tre: 1.6i che costituisce la versione di base dall'eccellente erogazione a tutti i regimi, 2.0i agile, potente e reattivo che offre anche un'efficienza nei consumi, 2.0D l'esclusivo motore Boxer diesel di Subaru, rinomato per le eccezionali prestazioni, leggerezza e fluidità. 78

79


SsangYong

XAV-Adventure

Motori: c’è anche l’hybrid La vettura è disponibile in due motorizzazioni: un diesel da 1.6 e un benzina da 1.6, oltre a una variante con sistema ibrido-elettrico E-4WD. Il sistema E-4WD comprende una batteria agli ioni di litio e due motori elettrici montati nella parte posteriore che consentono due modalità di guida: "hybrid fuel economy", per un consumo ridotto di carburante e "hybrid performance", per una guida più sportiva. Il sistema inoltre garantisce una guida sicura su strade sterrate e in città.

Osserva la strada Si chiama 3S-CUBE ed è lo speciale sistema di SsangYong che grazie ad un sensore, al sistema intelligente di controllo del movimento, sospensioni pneumatiche a controllo elettronico e visione stereo, rileva in automatico le condizioni della carreggiata e regola le sospensioni per un comfort di guida ottimizzato. Su terreni sterrati, le sospensioni rendono la guida più comoda e sicura, mentre durante la marcia ad alta velocità, l’auto riduce la distanza da terra permettendo di evitare il rollio e il beccheggio.

Per chi ama la vita avventurosa

Anima off-road SsangYong XAV-Adventure è progettato per l’avventura in fuoristrada. Dispone di un'elevata distanza da terra e un buon angolo di attacco. Può attraversare corsi d'acqua e affrontare ripide salite.

XAV-Adventure è l'ultimo SUV compatto di SsangYong, destinato a rilevare e rilanciare la preziosa eredità di SsangYong Korando. Presentato in anteprima mondiale al Motor Show di Seoul all'inizio del 2015 e riproposto a fine anno a Francoforte, questo modello contribuirà a ridefinire la futura direzione dei SUV compatti prodotti dalla Casa Coreana. Assieme a SsangYong Tivoli, infatti, XAV-Adventure si rivolge ad una generazione più giovane e dinamica di utenti, che è alla ricerca di una vettura che soddisfi le necessità di trasporto quotidiano, assecondando anche il tempo libero.

80

Concept di stile

Eredità di prestigio

XAV-Adventure è un SUV a tutti gli effetti. La struttura possente si ispira alle linee dei furgoni 4x4 del passato: solidi, robusti e con un abitacolo spazioso, squadrato e sfruttabile, capace di accogliere le attrezzature sportive voluminose e ingombranti. Il design degli interni è funzionale, dove l’accostamento delle note cromatiche contribuiscono a creare un ambiente contemporaneo e ricercato al tempo stesso. L'elemento interno del tetto in carbonio è un tetto in tela convertibile che offre un'ampia apertura e permette di godere di una piacevole esperienza di guida "a cielo aperto", per immergersi nella natura circostante.

SsangYong XAV raccoglie e rilancia l’eredità di SsangYong Korando, uno dei modelli più affermati nel mercato dei SUV. Non a caso è stato ammesso al Guinness dei Primati coreano, come modello di automobile più longevo del Paese. Era il 1974 quando Korando, con la sua commercializzazione, aprì un nuovo capitolo nella produzione automobilistica coreana, sancito nel 1983 con la conquista del titolo di primo modello a quattro ruote motrici proveniente dalla Corea, interamente sviluppato dall’azienda produttrice. Il 1996 segnò un ennesimo successo, grazie all’adozione della tecnologia diesel Mercedes-Benz sui modelli di terza generazione introdotti sul mercato. 81


Test drive

Modena

Nuovo Mitsubishi

MODENA

Outlander

Successo lungo tre anni Con circa 320.000 unità prodotte dal lancio nel 2012 (di cui 94.796 vendute in Europa dall'autunno del 2012), l’intervento di rinnovamento ha compreso oltre 100 modifiche, tra cui una nuova identità estetica denominata “Dynamic Shield”, nuovi lamierati e nuovi componenti della scocca, ridotti i livelli di rumorosità ed un’elevata qualità percepita. Incrementata anche la componentistica tecnica, con nuove funzioni e sistemi avanzati per un’espreienza di guida appagante e sicura.

L’evoluzione del crossover A undici anni dall'invenzione del termine “crossover”, il nuovo Outlander è stato concepito per rimanere al passo con i tempi migliorando la versione precedente sotto tre aspetti, tutti ancora molto attuali: l’impatto ambientale, la sicurezza avanzata e qualità complessiva. Outlander è il portabandiera di Mitsubishi Motors nel segmento D, un posizionamento sul mercato che è stato ulteriormente consolidato con il lancio dell'avvenieristica variante ibrida-elettrica Outlander PHEV alla fine del 2013.

Dynamic Shield

Modena Lo showroom è stato inaugurato nel novembre 2009. È concessionario ufficiale dei marchi Hyundai e Mitsubishi. Strutturato su due piani è ampio, luminoso, posto in un punto strategico della viabilità cittadina. La sua apertura ha segnato un passo importante per il Gruppo Autotorino che dalla Lombardia è sbarcato in Emilia. Punto di riferimento per la comunità locale, la sede è gestita da Paolo Concari e rappresenta l’applicazione, dal punto di vista logistico, di un metodo gestionale originale elaborato e affinato negli anni. Un metodo al cui centro sta il cliente e le sue esigenze.

Modena Via Emilia Est 1311 Tel. 059 411411 - Fax 059 284640

Dinamiche silenziose Più che un restyling, quello che Mitsubishi ha realizzato per Nuovo Outlander 2016 ha il sapore di un completo rinnovamento. Nuovo Outlander (MY16) è stato ridisegnato e riprogettato per distinguersi nel competitivo segmento D dei crossover offrendo un look espressivo e dinamico, sia all'interno che all'esterno.

Nuovo Outlander è l’’antesignano di molte novità a cominciare dal frontale “Dynamic Shield” che verrà implementato in tutta la gamma di veicoli e che punta a conferire una sensazione unica di protezione per gli occupanti e la vettura. Concepito per simboleggiare la funzionalità e la confortante sicurezza intrinseca dei SUV Mitsubishi Motors, il frontale “Dynamic Shield” esibisce lo stemma dei Tre Diamanti con un effetto tridimensionale che contribuisce a suggerire l'idea di movimento. I sottili fari avvolgenti a LED (con luci diurne a LED a 12 chip) si estendono con eleganza verso l'alto e sui lati rendendo l'aspetto della vettura ancora più dinamico.

Interni eleganti I designer di Mitsubishi hanno puntato a rendere più sofisticata l'esperienza a bordo di Outlander. Nuovi sedili anteriori con imbottitura migliorata, nuovi tessuti e nuovo volante, profili neri sulle porte e sul cruscotto oltre ad una imbottitura più morbida per la copertura della console centrale; questi sono soltanto alcuni dei tantissimi elementi che impreziosiscono l’abitacolo.

Motorizzazioni Il restyling di Outlander non sarebbe stato completo senza una revisione delle diverse motorizzazioni nell'ottica della riduzione delle emissioni di CO2. Il modello è disponibile con un propulsore benzina da 2.0 l o con un 2.2 liter Diesel da 150cv. 82

83


Kia

Lo stile del nuovo Kia Sportage

84

Dynamic energy

Il Salone dell’Automobile di Francoforte – che si è svolto a settembre 2015 - ha ospitato il debutto in anteprima del nuovo Kia Sportage che con questa edizione celebra la sua quarta generazione. Molti i consensi raccolti dal grande pubblico e dalla stampa di settore, che hanno dimostrato di apprezzare le innumerevoli migliorie approdate dalla casa coreana a questo modello.

85


Test drive

Modena

Milano Corsico Un salone dove competenza e affidabilità sono di casa. Gianluca Cavalazzi coordina il lavoro dei consulenti operativi nelle concessionarie Kia e Toyota, proponendo un’ampia scelta di modelli, supportati da servizi finanziari, assicurativi e da un’assistenza post vendita di primissimo livello.

Corsico - V.le Italia, 19/21/25 Tel. 02 44073411 - Fax 02 45102420

Kia

Dynamic energy

Equilibri di stile

Passo allungato

La chiave stilistica è l'abbinamento fra linee nette e superfici morbide, in un equilibrio che richiama fortemente l'estetica dei più moderni jet-fighter. Il nuovo volto di Sportage costituisce il cambiamento più evidente, con i gruppi ottici non più integrati con la griglia ma avvolgenti e sviluppati verso cofano e passaruote. Confermata anche l’inconfondibile mascherina a naso di tigre che qui appare più bassa e allargata.

Il nuovo profilo appare più slanciato e sportivo. Lo sbalzo anteriore più lungo e posteriore più corto evidenziano il passo allungato di Nuovo Kia Sportage. Nel design delle luci posteriori si riconosce l'ispirazione del concept Kia Provo, con i gruppi ottici collegati da una striscia trasversale, mentre gli indicatori di direzione e le luci di retromarcia separate e disposte in basso danno una sensazione di stabilità.

LECCO Valmadrera La filiale di Valmadrera, situata alle porte di Lecco, presenta un’ampia gamma di prestigiosi brand (Jeep, Kia, Hyundai, Mitsubishi, Subaru, SSangYong) con ben 2600 metri quadri di spazio espositivo coperto, 3000 metri quadri di area espositiva esterna e ben 800 dedicati all’officina e all’assistenza post-vendita. Grazie all’efficiente servizio proposto da Oreste Lanza e dal suo staff, il cliente può contare sulla garanzia dell’acquisto di un’autovettura in una concessionaria ufficiale in grado di fornire assistenza negli anni, valorizzando l’acquisto e mantenendo la sua efficienza nel tempo.

Valmadrera Via Como, 84 Tel. 0341 213511 - Fax 0341 213525

86

87


Lo stile della nuova generazione di Sportage è stato sviluppato sotto la responsabilità diretta del Centro Stile Europeo di Francoforte che ha elaborato il progetto finale accogliendo le indicazioni provenienti dagli altri Centri Stile Kia di Namyang in Corea e Irvine in California. Nuovo Kia Sportage sarà disponibile nei primi mesi del 2016.

Sondrio Cosio Valtellino Cosio Valtellino è la sede storica di Autotorino, dove si trovano gli uffici direzionali dell’intero Gruppo. Lo showroom occupa una superficie di 1600 mq, con 3000 mq di area espositiva esterna e circa 400 dedicati al servizio assistenza. Guidato da Paolo Bassi, è concessionario ufficiale per i marchi Subaru, Mitsubishi, Kia e SSangyong. Sempre a Cosio Valtellino ha sede l’agenzia di pratiche auto che cura con attenzione e puntualità tutte le fasi relative all’immatricolazione e ai trasferimenti di proprietà di auto nuove e usate riducendo considerevolmente tempi d’attesa e ritardi.

Cosio Valtellino (So) - Via Stazione, 4 Tel. 0342 634211 - Fax 0342 634260

Kia

Dynamic energy

Interni di stile Gli interni di Nuovo Kia Sportage sono stati completamente rinnovati. La plancia riprende molti temi della sorella maggiore “Sorento”. Anche i materiali sono più raffinati, elevando la qualità complessiva. Arricchita la dotazione tecnologica, che annovera schermo touch da 8 pollici per l’impianto multimediale. Disponibile anche il sistema di frenata automatica e il sensore di superamento involontario della corsia.

Motori e potenza Nuovo Kia Sportage sarà equipaggiato con un’unità propulsiva a benzina di 1.6 litri (da 132 o 177 cv) o con due a gasolio, con cilindrata di 1.7 litri (da 115 cv) e 2 litri (da 136 o 177 cv). La trazione può essere anteriore oppure integrale, mentre per il cambio potrà essere manuale o automatico a doppia frizione.

88

89


Autotorino

Brevi

I nOSTRI CLIENTI

QUATTRORUOTE

BMW PARMA

AL VOLANTE

I Vip scelgono Autotorino

Rassegna stampa

Autotorino automotive partner Parma Calcio 1913

Rassegna stampa

Gruppo Autotorino è Automotive Partner di Parma Calcio 1913 e partecipa al progetto di rinascita del Club che coinvolge in modo diffuso il tessuto imprenditoriale e sociale della città. Il 3 novembre Stefano Saccà, responsabile della filiale BMW Mini di Parma, ha consegnato due vetture BMW al CT Luigi Apolloni ed al capitano Alessandro Lucarelli, che sono diventati testimonial del brand Autotorino.

Preventivo Toyota Auris via email? Autotorino promossa da “Al Volante” che sul numero di novembre, ha contattato la filiale Autotorino Toyota di Milano di viale Ortles 56, chiedendo configurazione e quotazione per una nuova Toyota Auris, mettendo a confronto la performance con altri rivenditori. Il risultato? Promozione a pieni voti.

Sul numero di novembre, Quattroruote ha dedicato un approfondimento al mondo dell’usato coinvolgendo in qualità di esperto, il responsabile dell'usato di Gruppo Autotorino, Massimiliano Palestra. Nel 2014 l’azienda valtellinese ha venduto oltre 5.000 vetture usate, con una proiezione tra le 11.000 e le 12.000 per il 2015, accreditandosi tra le realtà imprenditoriali più competenti nel settore.

Tra i clienti che scelgono Autotorino per acquistare la propria vettura spiccano anche vari personaggi famosi. Quest'anno l'azienda ha annoverato molti vip dello sport e del mondo dello spettacolo. A novembre sono stati nei nostri salone Filippa Lagerback e Fabrizio Castori ct Carpi Calcio.

90

TECNOLOGIA

SPORT

NOVITà

EVENTI

Test drive immersivo

Wine Trail

Nuova MINI Clubman

Nuova BMW X1

Sabato 21 e domenica 22 novembre Autotorino e Jeep hanno proposto un test drive futurista. Nella concessionaria di Curno (Bg) è stato messo a disposizione il visore Oculus prodotto da Samsung per un’esperienza immersiva unica nel suo genere. Il test è stato il primo del suo genere effettuato in Italia e ha richiamato un ricco pubblico di ospiti.

Autotorino sponsor del Wine Trail 2015. La gara spettacolare di corsa che si snoda sui pendii dei terrazzamenti vitati della Valtellina ha coinvolto quest'anno il Gruppo nei panni dei Automotive Partnere dell'evento. Più di 1600 i runners al via sabato 7 novembre. Un successo di sport e di passione.

Dal 2 all’8 novembre le concessionarie MINI Autotorino hanno ospitato una ricca serie di eventi, organizzati per celebrare il debutto di Nuova MINI Clubman. L’iniziativa ha interessato le sedi nelle province di Milano, Varese, Cremona, Pavia, Novara, Vercelli, Verbania e Parma.

Ottobre è stato il mese di Nuova BMW X1. Le concessionarie BMW di Autotorino hanno celebrato con eventi esclusivi, il debutto della splendida vettura di casa BMW. Ospiti di prestigio, artisti di caratura nazionale e catering Stella Michelin sono stati gli ingredienti del nostro successo..


EVENTI

Teatro

Club jeep

Confindustria Modena

Solidarietà

Autotorino Off Road

Responsabilità Sociale

Cancro Primo Aiuto I gioielli di Agapanthus per il “Progetto Parrucche” Un gioiello per aiutare Cancro Primo Aiuto e in particolare sostenere il Progetto Parrucche. La proposta arriva da Grazia, Paola ed Elena, le titolari di Agapanthus Gioielli che a novembre a Villa Walter Fontana a Capriano di Briosco, hanno presentato il braccialetto realizzato a mano per Cancro Primo Aiuto che potrà essere acquistato con una donazione di 30 euro.

Domenica 13 settembre si è svolto il consueto evento annuale “Autotorino Off Road”, dedicato ai possessori Jeep. Insieme abbiamo attraversato le Alpi Orobie lungo un itinerario incontaminato ed aperto solo per questo evento, che sta diventando ormai un emozionante “classico”. Dal versante bergamasco di Foppolo siamo giunti sulla sponda valtellinese, valicando il passo di Dordona (2061m), scollina dalla Val Madre e terminando la giornata all’Azienda Agrituristica “La Fiorida”. La giornata ha coinvolto circa 150 persone.

Giornata spettacolare il 2 ottobre a Modena con Autotorino, Mercedes-Benz e i giovani industriali di Confindustria Modena. Dal mattino prove in circuito per il corso di guida con i bolidi AMG. In serata, premiazioni nel magnifico salone Mercedes-Benz diretto da Fabrizio Marchi, buffet ricco e a chiusura spettacolo di Raul Cremona.

Il 1° ottobre la concessionaria di Curno (BG) ha ospitato la commedia teatrale “Il sarto” portata in scena dalla compagnia “Autoteatro” della quale fa parte anche Marco Gastoldi, storico consulente della filiale. Alla rassegna hanno partecipato oltre 400 persone. Il ricavato è servito a sostenere l'organizzazione “Amici del MoyaMoya ONLUS”.

SPONSORSHIP

Eventi

Novità

Volley Bergamo

SUV Attack Mercedes-Benz

Lancio Nuova Hyundai Tucson E'Luce dona 5.000 euro per l’acceleratore lineare Un assegno di ben 5.000 euro per sostenere la raccolta fondi a favore dell’acceleratore lineare dell’Ospedale di Lecco lanciata da Cancro Primo Aiuto Onlus. “E’Luce”, azienda di Valmadrera leader nel settore dell’illuminazione, è riuscita a raccogliere questa somma grazie a una vendita straordinaria realizzata nella settimana dal 13 al 18 ottobre.

Gruppo Autotorino scende in campo a fianco del Volley Bergamo Foppapedretti. La formazione femminile più titolata in Europa e il gruppo dealer Automotive più importante d'Italia hanno stretto un'alleanza vincente, condividendo la base di valori e il patrimonio storico, in un contesto unico come quello di Bergamo. Le atlete e lo staff si muovono sulle auto di Autotorino, testimoniando l'affidabilità del Gruppo.

92

I cinque modelli della gamma Mercedes-Benz sono stati i grandi protagonisti a settembre di un'intensa serie di eventi che ha interessato i saloni Autotorino sparsi tra Lombardia ed Emilia Romagna. I modelli Mercedes-Benz GLC, GLE, GLE Coupè, Classe G e GLA hanno affascinato con le loro linee e con i loro interni raffinati ed accoglienti. Da Autotorino potrai provare la loro massima espressione su strada, partendo dai nostri 6 saloni Mercedes-Benz in Lombardia ed Emilia Romagna.

I dieci saloni Autotorino Hyundai hanno ospitato una serie di eventi per il lancio di nuova Hyundai Tucson. La rassegna ha interessato il mese di settembre. Ai bambini di tutte le età sono stati offerti gadget e giochi, oltre alla apossibilità di farsi fotografare con i protagonisti di cartoni animati senza età: i Looney Tunes, i Puffi, Heidi, Tom & Jerry, Gatto Silvestro e Titty.

Primi bilanci per Cancro Primo Aiuto Cinquemila parrucche distribuite gratuitamente ad altrettante donne malate di cancro, dieci anni dall’inaugurazione dell’Hospice di Morbegno e la quinta edizione di Santiago in rosa. Sono i numeri che Cancro Primo Aiuto Onlus ha voluto ricordare insieme ai suoi soci ed amici. «Sono solo alcune iniziative portate avanti in questi anni – ha esordito il presidente di Cancro Primo Aiuto, Plinio Vanini – e che confermano che siamo sulla strada giusta. Sono anche uno stimolo per continuare e fare sempre meglio». Il Progetto Parrucche è partito a Lecco nel 2010 e si è esteso ad una ventina di ospedali della Lombardia. A febbraio è stato aperto il centro di Seregno per tutte le donne in cura presso strutture dove non è attivo questo servizio. Sono, invece, oltre duemila i pazienti che sono stati ospitati presso l’Hospice di Morbegno dalla sua inaugurazione, avvenuta dieci anni fa grazie anche al prezioso contributo di Cancro Primo Aiuto. Circa 250 malati all’anno passano per l’Hospice, per una degenza media di una quindicina di giorni. Ma sono oltre un centinaio anche i malati, soprattutto oncologici, che vengono seguiti a casa per un totale di circa 4.000 giornate di assistenza.

93


Primo semestre 2016

NUMERO DIECI

House Organ dell’Azienda La Fiorida Informazione, eventi, life style e tempo libero


Agriturismo

Sommario

1 Agriturismo 2 10 TOP Chef La Fiorida

IL BITTO E LE STELLE

per il re dei formaggi

6 Gusto e salute, filosofia che premia 8 Trenta sensazioni PREMIO GAMBERO ROSSO

Gastronomia

per il minestrone

1 0 Allevare con cura L'intervista

L’Azienda La Fiorida sorge in Bassa Valtellina, a Mantello, in una delle aree più suggestive dell’arco Alpino. Una zona in grado di regalare tranquillità e relax a due passi da Milano. Nella splendida cornice del fondovalle, dove le Alpi Orobie si incontrano con le Alpi Retiche, ad un passo dal Lago di Como, vanta una delle posizioni più belle della provincia di Sondrio.

La filosofia produttiva dell’Azienda Agricola è improntata al principio del benessere animale ed al rispetto dell’ambiente. Dall’allevamento delle vacche da latte vengono ricavati i prodotti caseari della tradizione valtellinese a denominazione di origine protetta e dai maiali i salumi di alta qualità. La trasformazione casearia, la macellazione e la lavorazione delle carni avviene direttamente in Azienda, ed in particolare la prima è osservabile direttamente dai visitatori grazie ad un ampio percorso a vista sul caseificio. La possibilità di riscoprire i sapori di un tempo con formaggi, salumi e specialità locali, ha permesso all’Azienda di affiancare all’attività produttiva la vendita diretta e degustazione dei propri prodotti nel tipico “Calech” di legno e nello spaccio vendita. Quest’ultimo, oltre all’esposizione dei prodotti, è caratterizzato da una “casera” di stagionatura dei formaggi a vista: un particolare che rievoca la tradizione valtellinese negli alpeggi.

Beauty farm & tempo libero

House Organ dell'agriturismo La Fiorida Informazione, eventi, life style e tempo libero Numero Dieci Primo semestre 2016

www.lafiorida.com Tel. 0342 680846

La Fiorida garantisce un’occasione di svago per tutta la famiglia che può godere, in assoluta tranquillità, dei benefici di un centro benessere all’avanguardia con piscina, sala fitness, idromassaggio, bagno turco, vitarium, solarium, doccia aromatica, doccia emozionale, bagni di fieno, bagni di siero, bagni di latte e trattamenti estetici. Per le signore il nuovissimo trattamento al viso Intraceuticals Oxigen, trattamenti corpo per la cellulite e per il benessere, Bagni di Fieno, Bagni di Siero e di Latte. Non solo, La Fiorida è a cinque minuti di macchina da Morbegno e a dieci minuti da Colico, due graziose cittadine dove godersi shopping di qualità passeggiando in centri storici di rara bellezza.

L’alloggio A dare il benvenuto ai nostri ospiti ci sono 29 confortevoli camere per una calda accoglienza. Camere standard, living, junior suite, country chalet e family suite tutte rigorosamente in sasso e legno di larice.

I ristoranti All’interno dell’Azienda La Fiorida potrete scegliere tra due ristoranti. Il Ristorante La Présef - Stella Michelin è il punto più alto della ricerca gastronomica a filiera corta, che eleva ai vertici del gusto le produzioni dell’azienda. È chiuso la domenica ed il lunedì. Il Ristorante Quattro Stagioni propone invece un’interpretazione fantasiosa ed innovativa della cucina tradizionale valtellinese ed esalta le produzioni dell’agriturismo quali carni, formaggi, ortaggi e piccoli frutti. È sempre aperto. La mezza pensione o la pensione completa, nel caso in cui è prevista nel pacchetto acquistato, viene proposta nel ristorante Quattro stagioni con un menù dedicato alla piccola carta, bevande escluse.

La fattoria Offre per i bimbi, ma anche per gli adulti, la possibilità di un contatto diretto con gli animali (mucche, maiali, asinelli e caprette), percorsi didattici e laboratori per i bambini, miniclub o babysitting. 1


Il Bitto e le stelle

10 TOP Chef per il re dei formaggi 2

Con Il Bitto e le Stelle, lo scorso 2 ottobre, La Fiorida ha reso omaggio per il secondo anno consecutivo e con una formula sempre piĂš raffinata ed esclusiva ad una storia rituale che si ripete immutata ogni estate da secoli, forse millenni. Protagonisti il formaggio d'Alpe Bitto DOP e dieci Top Chef Italiani 3


Gastronomia

Il Bitto e le stelle

Le stelle sono la volta sotto cui generazioni di pastori e casari hanno trascorso intere notti dormendo accanto alle loro mucche ed alle forme di Bitto appena prodotte al termine delle mungiture giornaliere, sul fuoco acceso nei tradizionali calecc degli alpeggi della Val Gerola. Una ritualità, dicono tramandata sin dai Celti, da cui nasce ogni forma di Bitto, il Re dei formaggi d'alpe valtellinesi, che sopravvive al di fuori dal tempo, donando un capolavoro caseario sempre uguale a sé stesso ma mai identico nelle sfumature: un formaggio vivo, espressivo ed emozionante, che muta, evolve e matura anche nelle lunghe stagionature di cui è capace. Quando il Re Bitto, dagli alpeggi, torna nel fondovalle con la transumanza autunnale per dimorare nelle cantine di stagionatura, l'accoglienza è da sempre motivo di grande festa. La Fiorida ha voluto, a sua volta, contribuire a perpetuare queste tradizioni, facendo incontrare nuovamente per una sera a Sua Maestà il Bitto e le Stelle. Stelle che, per l'occasione, hanno avuto il volto di 10 Chef di primo piano assoluto, encomiati con Stelle Michelin e da prestigiosi titoli del panorama enogastronomico. Ecco chi sono: Enrico Derflingher, chef per la Casa Reale britannica e per il presidente George Bush sr., Migliore Chef al Mondo 2008, oggi presidente di Euro-Toques International – l'unica associazione europea di cuochi riconosciuta dall'Unione Europea – che, per tutta la durata di Expo 2015, ha trasferito il suo quartier generale a Villa Lario Resort di Mandello del Lario (LC); Stefano Binda, Stella Michelin presso il suo Trattoria Dac a Trà di Castello di Brianza (LC); Alberto Buratti, tra i migliori Chef emergenti italiani, dal Koiné Restaurant di Legnano (MI); Carlos Moscoso, Sous-Chef presso lo stellato Gimmy's di Aprica (SO); Alessandro Negrini, Chef presso Il Luogo di Aimo e Nadia di Milano, uno dei 'templi' della cucina lombarda ed italiana; Maurizio Santin, pasticcere italiano dell’anno 1998 e 2008, volto noto al pubblico quale protagonista di trasmissioni televisive su Gambero Rosso Channel e RAIUNO; Mattia Secchiero, Chef della Antica Corte Pallavicina di Parma, che rappresenta il meglio della Bassa Parmense, insignita della Stella Michelin dal 2013; Filippo Sinisgalli Chef Executive de il Palato Italiano di Bolzano, realtà impegnata a riscoprire, tutelare e comunicare l'autenticità di alimenti, ricette e piatti tipici italiani; Marco Valli, Executive Chef del prestigioso Hotel Ristorante The Piz di Saint Moritz. A fare gli onori di casa, Simonetta e Plinio Vanini, dal cui sogno è nata La Fiorida, fortemente radicata nella tradizione e nella passione per l'allevamento. Accanto a loro, ma ben presto impegnato a sua volta nelle cucine con i prestigiosi Chef ospiti della giornata, lo Chef Gianni Tarabini, che quotidianamente tramuta il sogno de La Fiorida in emozioni per gli ospiti dell'Agriturismo e del suo ristorante La Preséf, Stella Michelin dal 2013.

4 2

5


Premio

Gambero Rosso

Gusto e salute, filosofia che premia La guida Ristoranti d’Italia 2016 de Il Gambero Rosso ha attribuito il suo premio speciale “Gusto e Salute” a La Présef deIl’Azienda Agrituristica La Fiorida di Mantello, con un encomio che racchiude i principi che ispirano ogni giorno l’opera di tutte le donne e tutti gli uomini a La Fiorida: “quando la sostenibilità è forma e sostanza. Valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una cucina naturale e sana, nel pieno rispetto della terra, dell'ambiente e dell'uomo". A due anni dalla conquista della Stella Michelin, l’unicità de "La Fiorida" è stata nuovamente sancita dai più attenti e prestigiosi esperti enogastronomici: è un nuovo, importante riconoscimento dei valori e delle idee di cui si nutre il progetto de "La Fiorida", nonché del lavoro che quotidia-

6

namente a partire dai campi alle stalle, dal caseificio alla salumeria, dalle cucine alla sala de La Présef si svolge ponendo attenzione alla qualità delle materie prime, quale primo passo verso proposte d’eccellenza, connotate da una genuinità garantita. La Présef è l’unico ristorante lombardo sui tre italiani a ricevere questo premio, promosso da Gambero Rosso e Animante Barone Pizzini. Un orgoglio per tutta la famiglia de La Fiorida, che porta così in altissima evidenza le potenzialità della tradizione, dei prodotti e del territorio valtellinesi, attraverso la capacità di essere attuali ed innovativi con una grande attenzione verso la qualità. E in questa prospettiva, il più grande e soddisfacente premio è il saper tradurre le parole “Gusto e Salute” in garanzia di sicurezza alimentare oltre che di sapori unici, percepita ed apprezzata da centinaia di Ospiti ogni mese.

7


Gastronomia

Trenta sensazioni di minestrone

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 200 g patate pelate 4 cubetti di zucca 4 cubetti di barbabietola Cialde di topinambur Polvere di topinambur Polvere di zucca Cialde di zucca Polvere di piselli Crema peperoni rossi Crema peperoni gialli Crema di piselli Yogurt Crema di barbabietola Cialde di barbabietola Cialde di zucchina Cialde di carote Cialde di sedano rapa Sedano Finocchi Pomodoro confit Polvere di pomodoro Aria di carote Croccantini di saraceno Grissini neri Broccoli Crema di lenticchie Semi di zucca Polvere di melanzane Olio extravergine d’oliva Sale, pepe q.b.

Quando arriva la stagione fredda, proponiamo spesso ai nostri ospiti alcune varianti gastronomiche del minestrone. Con questo termine, la tradizione indica di solito una zuppa realizzata con vari tipi di verdure, a cui talvolta vengono aggiunti altri ingredienti di “sostanza” come pasta o riso, il tutto impreziosito da una spolverata di parmigiano. Le varianti regionali non si contano. L'orto del La Fiorida produce ingredienti selezionati, perfetti per questo straordinario piatto dalle molteplici proprietà alimentari. Scopriamo insieme qual'è tutto il buono del minestrone. 8

Poche calorie, tanto equilibrio Il minestrone – è risaputo – è un piatto equilibrato, a basso contenuto calorico, con tanto sapore e vitamine. Se realizziamo una zuppa di sole verdure, trascurando il soffritto, arriviamo all'incirca ad una cinquantina di calorie per piatto. Si sale ad oltre 100-120 se si aggiungono pasta, patate o legumi.

Perché fa bene Al di là del piacere di gustare un piatto caldo, le vitamine di cui è ricco il minestrone sono un toccasana straordinario specialmente nelle stagioni fredde. Il benessere

PROCEDIMENTO: del minestrone è garantito da sostanze quali potassio, magnesio, ferro, acido folico e fibre, che si aggiungono alle vitamine più disparate il cui apporto si riduce in parte a seguito della cottura. Al di là di ogni considerazione, il minestrone è buono e fa bene. Il suo contenuto di sostanze nutritive contribuisce a elevare le difese immunitarie, favorisce la depurazione dell'organismo e strizza l'occhio anche alla forma fisica, che non guasta mai.

Pulire e mondare tutte le verdure, tagliarle a cubetti, scottarle e raffreddarle in acqua e ghiaccio. Cuocere le patate, poi fare una crema, aggiustare di sale e pepe. Con gli scarti delle verdure fare le cialde e le polveri, facendole seccare a 65° a secco per tutta la notte.

Gli chef de "La Fiorida" si divertono a reinterpretare in modo originale questo classico della tavola italiana. Abbiamo chiesto loro di proporci una ricetta facile e divertente, che vi offriamo per i vostri prossimi minestroni.

Disporre la crema di patate all’interno del piatto fondo, aggiungere il tutto sulla crema di patate iniziando dai cubetti di verdura poi le cialde, la polvere ed infine l’aria di carote. Condire il tutto con un filo d’olio.

ESECUZIONE DEL PIATTO:

9


L’

Intervista

Allevare con cura Luca Fancoli ha 45 anni, dieci dei quali trascorsi alla guida del luogo che costituisce il cuore dell'azienda agricola: la stalla. Padre di tre figli, a La Fiorida coordina lo staff che si prende cura degli animali e quello che ha in carico la manutenzione di tutta la struttura. Dal suo lavoro e da quello dei suoi collaboratori dipende il benessere di 200 mucche, 200 maiali e 60 caprette. In questa intervista ci ha spiegato qual è il segreto del suo successo.

A cura di Maurizio Torri

Ci sono lavori che vanno oltre le canoniche otto ore, dove gli straordinari non si contano e il giorno libero, se necessita, si può anche saltare. Ci sono lavori che sono qualcosa in più. Chiamatela passione o stile di vita, ma solo così si può giustificare un impegno a 360° come quello di Luca Fancoli, responsabile della stalla e della manutenzione de La Fiorida. «La mia avventura è cominciata quasi per caso dieci anni fa. L’impresa agricola nella quale lavoravo ha chiuso ed ero in cerca di un lavoro. Conoscendo Plinio Vanini e il progetto che aveva in mente, non ho avuto dubbi nel propormi». Una scelta rivelatasi giusta: «La Fiorida è come se fosse mia. Uno che fa il mio lavoro deve essere animato da grande passione e credere ciecamente in ciò che fa. Solo così sei motivato ad alzarti ogni mattina all’alba e a finire, quando finisci. Senza mai guardare l’orologio. Sono passati ormai dieci anni e di cose ne sono cambiate parecchie; tutte in meglio. Nonostante il periodo difficile che stiamo vivendo, qui si è continuato a investire e crescere. Siamo un’azienda moderna, all’avanguardia che non ha perso di vista quelli che erano i suoi ideali: il benessere degli animali, l’attaccamento alla terra e ai suoi prodotti. Quello che si consuma in Fiorida è prodotto in Fiorida. Altro che chilometro zero, da noi le distanze sono ancora più ridotte».

Quanti sono i tuoi collaboratori? «Innanzitutto bisogna dire che io ho due squadre da gestire: quella “stalla” e quella che si occupa della manutenzione nei vari reparti. In stalla siamo in cinque. Ognuno ha il suo ruolo e i suoi compiti, ma cerchiamo di esser intercambiabili così da potere supplire eventuali assenze. Per la manutenzione, invece, siamo in tre. Anche qui ognuno fa quello che c’è da fare».

Qual è la tua giornata tipo? «Comincia molto presto, con la sveglia che suona alle 4.30 di mattina e finisce non prima delle 19.30, sempre che non ci siano parti o animali che necessitano di cure speciali. Cerco di dare la mia massima disponibilità. La mattina sono in stalla, organizzo il lavoro dei ragazzi e do una mano nelle varie fasi di mungitura. Dalle 12 alle 14 abbiamo pausa pranzo e poi si ricomincia. La seconda parte della giornata la dedico ai lavori di manutenzione. Poi, ovviamente in periodi di raccolto e fienagione tutti i programmi vengono stravolti e le ore non si contano, ma è giusto così».

Come concili i tuoi impegni in fattoria con la famiglia? «Direi molto bene. Loro sanno che per me è più di un lavoro, è passione, condivisione di una filosofia e di un progetto. Appena posso ovviamente torno a casa per stare un po’ con la famiglia e quando non ci riesco vengono loro da me. Dopotutto per noi la Fiorida è quasi una seconda casa». 10

11

Profile for Autotorino

Io Autotorino numero 10  

House Organ del Gruppo Autotorino S.p.A. Informazione automobilistica, eventi, life style e tempo libero

Io Autotorino numero 10  

House Organ del Gruppo Autotorino S.p.A. Informazione automobilistica, eventi, life style e tempo libero

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded