Page 1

Primo semestre 2015

NUMERO OTTO

House Organ del Gruppo Autotorino S.p.A. Informazione automobilistica, eventi, life style e tempo libero


Tutto ebbe inizio nel 1965 a Morbegno in Valtellina, quando mio padre Arrigo aprì una piccola rivendita di automobili e articoli vari. Era giovane, sposato e per la sua famiglia nutriva sogni e speranze. Seppure il nostro rapporto talvolta non fosse facile, l'ho sempre ammirato quando, nei panni del venditore, riusciva a trasmettere l'emozione speciale che una vettura avrebbe fatto vivere al suo proprietario. Purtroppo si ammalò giovanissimo e se ne andò in meno di una settimana. Avevo 22 anni quando, spaventato e un po' incosciente, occupai per la prima volta la sua sedia in ufficio, mentre lui in ospedale lottava tra la vita e la morte. Mi bastarono pochi giorni per capire che quella sarebbe stata la mia strada. Il giorno in cui si spense, ebbi modo di incrociare per l'ultima volta il suo sguardo: con un'occhiata cercai di fargli capire che avevo accettato la sfida. Lui fece lo stesso e con un cenno del capo mi confermò la sua fiducia. In cuor suo forse sapeva già che ce l'avrei fatta. L'aver creduto in me ha rappresentato l'eredità più preziosa che mi ha lasciato. Gran parte dei traguardi e dei successi raggiunti in questi anni dal nostro Gruppo li devo proprio a questo: dimostrare ogni giorno di meritare la fiducia dei clienti, dei collaboratori, dei fornitori, delle case e dei partner con cui abbiamo incrociato la nostra storia. Quell'impegno che presi con mio padre l'ho trasmesso alle tante persone che hanno lavorato e che lavorano ancora per il Gruppo Autotorino. A loro e alla mia famiglia va il mio ringraziamento più sincero per questi 50 anni di passione e successi.

Plinio Vanini

Presidente Gruppo Autotorino


Agenzia Capo

LA TUA AGENZIA ASSICURATIVA DIRETTAMENTE NEGLI SHOWROOM AUTOTORINO Offerte vantaggiose e personalizzate

In caso di sinistro pensiamo a tutto noi

Partnership e convenzione con Autotorino

Valori e sapori. A chi mi chiede di sintetizzare la Mission aziendale in due parole rispondo in questo modo. Sono i valori della serietà ed affidabilità con cui ogni giorno offriamo i nostri servizi in Autotorino. È una nuova accezione di mobilitá che non si limita più solo alla vendita ed assistenza dell'automobile, ma allarga la propria azione a tutta la filiera dell'auto: servizi finanziari, assicurativi, assistenza in telemetria, gestione quotidiana della relazione con il cliente, noleggio e gestione flotte. Poi ci sono i sapori inconfondibili della Fiorida, gli odori della genuinità della filiera agricola corta, i profumi della cucina stellata, la sensazione di sentirsi sempre ospiti coccolati. Autotorino e La Fiorida, due aziende dello stesso Gruppo che approcciano la responsabilità verso clienti e ospiti con la stessa qualità e la medesima intensità. Un Gruppo presente in due regioni, Lombardia ed Emilia e sette provincie. Tanti brand di prestigio nell'automobile ed un brand che si sta consolidando nel panorama dell'accoglienza e della ristorazione di qualità italiana. Due aziende forti di oltre 350 dipendenti e collaboratori che condividono percorsi formativi nel campo dell'accoglienza e dell'attenzione al cliente. Siamo una realtà che ha attraversato la crisi degli ultimi anni, allargando il proprio perimetro operativo, assumendo nuove persone ed innovando nei processi dedicati a clienti ed ospiti. Il nostro orizzonte per il futuro immediato non cambia: credere nei due mondi in cui operiamo, l'automotive e l'agriturismo, innovando ogni giorno per un rapporto sempre più smart con il cliente. Il successo dipenderà come sempre dalla dedizione di tutti coloro che lavorano nel Gruppo e dalle conferme che ci sapranno dare i nostri clienti.

Stefano Martinalli

Direttore generale Gruppo Autotorino

sara assicurazioni

CONTRASSEGNO DI ASSICURAZ IONE TARGA VEICOLO TIPO DEL VEICOLO SCADENZA PERIODO ASSICURATIVO

Chiedi informazioni al tuo consulente o visita il nostro sito internet

GIORNO MESE ANNO

Partner

www.3assicurazioni.it 3


6 12 18 24 32 34 38 44 48 54 58 62 64

Sommario

Tutti i Marchi, i nomi di prodotti e di aziende citati in questa pubblicazione sono utilizzati al solo scopo di identificazione ed appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni riportate sono fornite senza alcuna garanzia ( esplicita o implicita) e potrebbero contenere inesattezze tecniche o errori. Si riserva inoltre i diritto di apportare cambiamenti e/o miglioramenti ai contenuti, anche senza preavviso. Decliniamo pertanto ogni responsabilità per qualsiasi controversia collegata ai contenuti del magazine.

House Organ del Gruppo Autotorino Spa Informazione Automobilistica, eventi, life style e tempo libero Numero Otto - Primo semestre 2015

A cura di: Ufficio Marketing Autotorino Testi di: Maurizio Torri, Alessandro Bardelli, Michela Gatti, Carlotta Zava, Angela Patuelli Progetto grafico: Matteo Lisignoli Stampa: Tipolitografia Ignizio

www.autotorino.it

Mezzo secolo di Passione

Sondrio storia

Cremona Cultura

L’anima di un capolavoro

Parma Nuova Apertura

Modena Test DRIve

Como TURISMO

Novità

Jeep Renegade regina delle Orobie

Nuova Smart. Tutto resta diverso.

Mercedes-Benz Classe C Station Wagon

Autotorino Day

Novità

Michela Coppa. La mia auto ideale

Viaggio sul Lago di Como

Bergamo sport

Lecco Smart

BMW e MINI tornano a Parma

Passione Off Road

Kia. C’è aria nuova

economia

Cresce il business del noleggio all-inclusive

Formazione dealer

Autotorino

Professione consulente

Brevi


Storia

Sondrio

1965 - 2015

Mezzo secolo di passione Il 2015 segna un importante traguardo per il Gruppo Autotorino. Esattamente 50 anni fa, nasceva in Valtellina la prima rivendita di auto. Era il 1965 e a Morbegno, Arrigo Vanini, papà dell’attuale presidente Plinio, dava vita a quello che negli anni a seguire sarebbe diventato uno dei principali gruppi dealer auto italiani. Dall’apertura di quella prima officina gestita a livello familiare è passato moltissimo tempo. Con gli anni, Autotorino si è connotata come una realtà multi-brand, orientata per lo più alla vendita delle vetture di importazione che giungevano in Italia.

Intuizione vincente Erano gli anni in cui l’Italia stava scoprendo la propria passione per la tecnologia del Sol Levante. Le auto made in Japan si erano guadagnate un’ottima reputazione. Acquistare una vettura giapponese, però, in Italia, era tutt’altro che facile. All’epoca le importazioni di vetture nipponiche risentivano delle strette regole protezionistiche che ne contingentavano l’ingresso nel nostro Paese. L’intuizione vincente di Plinio Vanini, che appena 22enne nel 1985 ereditò la guida di Autotorino dopo la scomparsa prematura del padre, fu proprio quella di proseguire, coltivare e sviluppare il commercio delle vetture di importazione, con una visione del mercato che riletta oggi appare ancor più rivoluzionaria.

In alto, la prima concessionaria Autotorino fondata da Arrigo Vanini nel 1965 a Morbegno. A sinistra, Plinio Vanini con la moglie Simonetta all'inaugurazione nel 2014 dell’undicesima concessionaria del Gruppo a Parma.

6

7


Storia

1965 in via Stelvio 216 a Morbegno, Arrigo Vanini apre la prima officina Autotorino 1985 Plinio Vanini, all’epoca 22enne, rileva la guida della società 1991 viene inaugurata la sede di Cosio Valtellino. Diventerà il quartier generale del Gruppo 1999 taglio del nastro per lo showroom di Valmadrera (Lc) concessionario ufficiale 2001 Autotorino approda in provincia di Como: apre la concessionaria Jeep, 2007 a Curno apre la prima concessionaria multibrand Autotorino in 2007 Autotorino consolida il proprio ruolo in Valtellina. Apre 2009 altro passo avanti per Autotorino: in via Emilia 2011 a Carpi il Gruppo apre una nuova realtà 2011 a Olginate, a pochi minuti da Lecco, 2012 Autotorino arriva a Modena 2013 a Cremona apre la 2014 a settembre 8

Sondrio

(nella foto) Jeep, Mitsubishi, SSangyong, Subaru, Kia, Hyundai Hyundai e Mitsubishi di Tavernerio provincia di Bergamo la filiale di Castione Andevenno per i brand Mercedes-Benz, Jeep e Hyundai Est 1311 a Modena è attiva la concessionaria Hyundai e Mitsubishi in rappresentanza di Mercedes-Benz e Hyundai si inaugura la nuova concessionaria Mercedes-Benz e Smart

con i brand Mercedes-Benz e Smart prima concessionaria BMW MINI Motorrad del Gruppo si aggiunge al Gruppo la concessionaria BMW MINI di Parma 9


Dalle Alpi alla pianura

Sondrio Cosio Valtellino Cosio Valtellino è la sede storica di Autotorino, dove si trovano gli uffici direzionali dell’intero Gruppo. Lo showroom occupa una superficie di 1600 mq, con 3000 mq di area espositiva esterna e circa 400 dedicati al servizio assistenza. Lo showroom, guidato da Paolo Bassi, è concessionario ufficiale per i marchi Hyundai, Subaru, Mitsubishi, Kia e SSangyong. Sempre a Cosio Valtellino ha sede l’agenzia di pratiche auto che cura con attenzione e puntualità tutte le fasi relative all’immatricolazione e ai trasferimenti di proprietà di auto nuove e usate riducendo considerevolmente tempi d’attesa e ritardi.

Plinio Vanini intuisce che la scommessa del mondo automotive in Italia la si vince puntando sui brand emergenti. Così, nel 1991, inaugura la grande sede di Cosio Valtellino, avviando il graduale processo di crescita che ha portato il Gruppo a ramificarsi prima nelle province lombarde e successivamente in Emilia Romagna. Oggi Autotorino è una realtà riconosciuta e apprezzata, con 11 brand distribuiti in altrettante sedi moderne sparse nel nord Italia, un fatturato di 200 milioni di euro, 230 addetti e un trend in costante crescita. Nonostante la forte matrice espansionistica abbia spostato il baricentro dell’attività a livello nazionale, le radici del Gruppo sono rimaste ben salde in Valtellina, nel cuore delle Alpi, dove ha sede il quartier generale di Autotorino, a Cosio Valtellino. Qui sono concentrati i centri direzionali, la logistica, il marketing, il commerciale, l'ufficio sviluppo, il post vendita e l'amministrazione. Una scelta fedele ai valori fondanti del Gruppo, votati al lavoro d’equipe e al sacrificio in un contesto naturale impagabile.

Storia

Sondrio

Cosio Valtellino (So) - Via Stazione, 4 Tel. +39 0342 634211 - Fax +39 0342 634260

Castione Andevenno Lo showroom di Castione Andevenno (So) è stato inaugurato nel 2007 e rappresenta il perfetto connubio di fascino ed eleganza nel cuore della Valtellina. È concessionario ufficiale per i marchi Mercedes-Benz, Hyundai e Jeep. Al suo interno opera uno staff preparato di consulenti commerciali altamente specializzati, coordinati da Fabio De Rosa. Con 1600 mq di area dedicata all’officina, Autotorino propone a Castione Andevenno un servizio completo con un elevato standard qualitativo. Qui, come in tutti i nostri showroom, lo staff Autotorino è pronto ad offrirvi le risposte che ancora vi mancano e vi aspetta per potervi rendere felici alla guida dell’auto che desiderate. Castione Andevenno (So) - Via Al Piano, SS 38 Tel. +39 0342 359211 - Fax +39 0342 359260

10

La cerimonia di inaugurazione di Cosio Valtellino nel 1991. Plinio Vanini in un’immagine di qualche anno fa.

Cinquant’anni di innovazione Nel corso di tutta la sua storia, Autotorino non ha mai cessato di crescere e di strutturarsi, mantenendo inalterata la propria filosofia orientata a interpretare al meglio i desideri dei clienti. Il tutto, supportato da un elevato standard qualitativo di servizi e da una forte propensione verso l’innovazione. Elementi che hanno permesso ad Autotorino di vendere nel 2014 circa 12000 auto tra nuovo ed usato. Numeri che hanno portato il Gruppo tra i “top ten” dealer auto italiani. Proiettando lo sguardo verso il futuro, la sfida di Autotorino rimane quella di consolidare la propria posizione, affinando la preparazione e la competenza dei consulenti, con l’obiettivo di proporre un servizio molto qualificato nella vendita e nell’assistenza. Senza nel contempo, dimenticare i valori, la storia e le origini di questo straordinario gruppo.

11


Cultura

Cremona

L’anima di un capolavoro Testo a cura di Alessandro Bardelli

Alla scoperta di un luogo che a Cremona custodisce l’anima e l’identità di un’intera collettività. Il Museo del Violino. 12

13


Cultura

Cremona

Esistono patrimoni fatti di conoscenze e di saperi che, a secoli di distanza, sono rimasti intatti nella loro essenza. Uno di questi è l’arte liutaria cremonese, iscritta dall’UNESCO nella lista rappresentativa del Patrimonio Immateriale dell’Umanità. La capacità unica di realizzare strumenti ad arco di raffinata fattura si pone alla base di un’identità ben definita che, nel solco di una tradizione di eccellenze di altissimo livello artigianale, affonda le proprie radici nel tardo Rinascimento, per giungere sino ai giorni nostri.

Un museo e la sua comunità Al Museo del Violino di Cremona è possibile scoprire questa tradizione cittadina lunga cinque secoli attraverso un incontro diretto con i grandi Maestri – Amati, Stradivari, Guarneri – ed i loro capolavori. L’Ottocento e il Novecento sono ripercorsi con le opere dei maggiori liutai italiani e gli esemplari vincitori del Concorso Triennale Internazionale, considerato un’autentica Olimpiade, mentre nel Museo, in spazi dedicati, viene reso un significativo omaggio ai maestri contemporanei perché grazie al loro lavoro la liuteria, oggi, è più attuale, viva e palpitante che mai.

Cuore e anima Tutto quanto è esposto in questo luogo ha una propria voce e una sua anima. E quando si parla di violini, anima e voce sono concetti sia simbolici e metaforici sia ben reali, perché il suono degli strumenti ad arco è tra i più simili alla voce umana, quando grandi interpreti ne fanno vibrare le corde, e perché “l’anima” è anche quel listello che serve a trasmettere le vibrazioni al fondo dello strumento. Per questo nulla come uno strumento ad arco, creato con cura e realizzato con amore, sa far vibrare nell’aria quella nota di artisticità, passione e dedizione che permette, ancora e sempre, di ritrovare nelle nostre vite quegli attimi fondamentali di poesia.

L’auditorium Giovanni Arvedi all’interno del Museo del Violino.

14

15


Cultura

Cremona

Autotorino friend Tra settembre ed ottobre 2014, STRADIVARIfestival ha acceso, attraverso mostre, concerti ed incontri, quella trama culturale iscritta nel patrimonio identitario della città attraverso una straordinaria varietà di occasioni musicali focalizzate sugli strumenti ad arco e a pizzico con le grandi pagine del repertorio classico unite a un crossover colto e a generi musicali come il jazz, il tango e la musica brasiliana, con interpreti di fama internazionale e spettacoli creati per i bambini. Il 18 dicembre l’Auditorium Giovanni Arvedi ha ospitato lo STRADIVARImemorial, omaggio al liutaio nella ricorrenza della morte, una delle poche date certe nella sua biografia. Il cartellone del 2015 alternerà audizioni degli strumenti storici con momenti musicali realizzati dai migliori ensemble dei conservatori italiani. Autotorino ha sostenuto con passione il progetto del festival, condividendone valori ed emozioni.

Cremona

La città di Stradivari Vi è un’espressione semplice e diretta che abbiamo colto più volte a Cremona: “Questa è la città di Stradivari”. Mai come ora la frase traduce una verità inconfutabile: il grande liutaio abita ancora qui, unendo in un filo diretto e robusto il Museo e le botteghe, disegnando il dna di un’arte, di un “saper fare” che non ha eguali al mondo. Questo concetto ci è piaciuto sin da subito. Come detto poco sopra, tra i tanti componenti che determinano l’eccellenza di un violino c’è l’anima. Si tratta di un minuscolo tassello di legno posto fra tavola e fondo in una precisa posizione e serve a trasmettere correttamente le vibrazioni dello strumento. L’eccellenza di una struttura così complessa qual è il violino, è determinata da una piccola parte nascosta. Un po’ come accade nel nostro Gruppo, dove il contributo di tutti consente di raggiungere risultati brillanti.

A Cremona, Autotorino è presente dal 2013 con i brand BMW, MINI e Motorrad. In una sede prestigiosa ed elegante a ridosso del centro cittadino, lo showroom si avvale della competenza di uno staff altamente qualificato. Autotorino offre un elevato standard qualitativo di servizi a supporto della rete vendita e post vendita. Il tutto gestito con grande competenza, in stretta sinergia con la comunità locale. Sotto la guida di Emanueli Giboli, la filiale e il suo staff costituisco un punto di riferimento importante per l’intera provincia.

Cremona Via Eridano 11 Tel. +39 0372 470611 Fax +39 0372 470660

16

17


Novità

Parma

BMW e MINI tornano a Parma A settembre 2014 la grande famiglia Autotorino ha aggiunto l’undicesima filiale. In via Barbacini è stato inaugurato lo showroom BMW MINI.

18

19


Novità Il 18 settembre 2014 è stata inaugurata a Parma, al numero 1 di via Francesco Barbacini, la moderna concessionaria BMW-MINI, la seconda del Gruppo insieme a quella di Cremona. Davanti ad una platea di 500 persone composta da amici, clienti e giornalisti Autotorino ha varato il magnifico show­room, realizzato secondo le linee guida che la casa bavarese ha definito per interpretare al meglio la propria filosofia del “future-retail”, come migliore esperienza di acquisto.

Ritorno in grande stile

Novità BMW e MINI

Con Autotorino, BMW MINI fanno ritorno a Parma dopo quasi un anno di assenza, offrendo ai clienti e ai cultori del marchio, un punto di riferimento solido e qualificato. Il programma della serata si è sviluppato seguendo la traccia collaudata in tutti gli eventi del Gruppo Autotorino: location elegante, aperitivo e cena a base dei prodotti dell’azienda agricola “La Fiorida”, rielaborati dalle mani sapienti dello chef stellato Gianni Tarabini. Un successo annunciato. Lo spettacolo del celebre cabarettista Leonardo Manera ha suggellato il gran finale di una serie di emozionanti momenti.

Al taglio del nastro della concessionaria ha coinciso anche il debutto ufficiale della nuovissima BMW Serie 2 Active Tourer e della nuova MINI 5 Porte. Due vetture rivoluzionarie, moderne e tecnologicamente avanzate, che hanno calamitato l’attenzione e la curiosità del pubblico, complici anche le accurate presentazioni tecniche dei rispettivi brand manager.

Parma

L’elegante ingresso del nuovo salone.

20

21


Novità

Parma

Un ritorno in grande stile «Siamo orgogliosi di tornare in una piazza importante come Parma, in un anno per noi strategico e con il giusto partner – ha dichiarato il direttore vendite BMW Italia, Massimo Senatore –. Abbiamo fatto la scelta vincente, puntando su un imprenditore serio e lungimirante come Plinio Vanini, tra i migliori a livello nazionale nel settore automotive. Nel 2015 lanceremo nuovi modelli. Il Gruppo Autotorino ha nel suo dna la caparbietà giusta per raggiungere traguardi di successo».

PARMA

Sfida ambiziosa «Lungimiranza o sana follia? Solo il tempo potrà dirlo – ha ironicamente commentato il presidente del Gruppo Autotorino Spa, Plinio Vanini –. Quello che più conta è che quella offertaci da BMW è un’occasione straordinaria, che suggella degnamente i nostri 50 anni di storia. È con orgoglio che rappresentiamo un brand di prestigio e dal grande potenziale come BMW, in una piazza che ha molte affinità con la nostra azienda, da sempre legata saldamente al territorio, all’innovazione e allo stile. Valori che accomunano Parma, Autotorino e BMW».

Sede di prestigio La sede BMW MINI di Autotorino a Parma è in piena sintonia con la filosofia di future retail della casa bavarese. «Sono stati otto mesi di lavoro intenso – ha puntualizzato il direttore generale di Autotorino, Stefano Martinalli –. Con un investimento complessivo di 4,5 milioni, abbiamo dato vita ad una sede espositiva di 2200 mq su un’area totale di 6000. Autotorino arriva a Parma in un momento favorevole, in un anno ricco di novità, di entusiasmo e nuovi modelli. Chi ci verrà a trovare troverà tante interessanti proposte e verrà accolto in una vera e propria bomboniera in stile BMW. Immagine, ma anche tanta sostanza, grazie alla passione, all’entusiasmo e alla professionalità dell’equipe guidata da Simone Pellegrini, il nostro timoniere».

Plinio Vanini inaugura la nuova BMW Serie 2 Active Tourer in compagnia di Massimo Senatore, direttore vendite BMW Italia.

È l’ultima concessionaria di casa Autotorino. Lo showroom BMWMINI di Parma interpreta al meglio la filosofia del “future-retail” come esperienza di acquisto da parte del cliente. Con un investimento complessivo di 4,5 milioni, Autotorino ha dato vita ad una sede espositiva di 2200 mq su un’area totale di 6000. Il debutto a Parma per il Gruppo coincide con il ritorno di BMW e MINI, che dopo una parentesi di assenza si riposiziona sul mercato locale con uno showroom di altissimo livello. A Simone Pellegrini il compito di coordinare il lavoro dello staff.

Parma Via F. Barbacini 2/1A Tel. +0521 795511 Fax +0521 795560

22

23


Personaggio

MICHELA COPPA

24

Modena

La mia auto ideale

25


Test drive

Modena

MODENA

Hyundai Mitsubishi Lo showroom è stato inaugurato nel novembre 2009. È concessionario ufficiale dei marchi Hyundai e Mitsubishi. Strutturato su due piani è ampio, luminoso, posto in un punto strategico della viabilità cittadina. La sua apertura ha segnato un passo importante per il Gruppo Autotorino che dalla Lombardia è sbarcato in Emilia. Punto di riferimento per la comunità locale, la sede è gestita da Paolo Concari e rappresenta l’applicazione, dal punto di vista logistico, di un metodo gestionale originale elaborato e affinato negli anni. Un metodo al cui centro sta il cliente e le sue esigenze.

Modena Via Emilia Est 1311 Tel. +39 059 411411 Fax +39 059 284640

26

Personaggio

Modena

Bella, elegante, sportiva e famosa. Michela Coppa – affascinante showgirl e conduttrice tv – si è prestata volentieri a provare la nostra Hyundai ix35, durante gli spostamenti della troupe di “Ricette all’italiana”, programma in onda su Rete 4, che da qualche anno ormai conduce insieme a Davide Mengacci e che la porta alla scoperta delle più famose piazze del Bel Paese, per raccontare sapori e ricette popolari.

L’abbiamo incontrata a Modena, dove al termine del test drive si è concessa volentieri a qualche domanda. La sua carriera è stata un susseguirsi di successi. Dopo la partecipazione a Miss Italia nel 2001, Michela – parmense di nascita – approda al piccolo schermo a fianco di Gerry Scotti. Da lì la sua ascesa non si è più fermata. Negli ultimi anni ha scoperto di avere una grande passione – e un grande talento – anche per la cucina. «Tutto merito di “Ricette all’italiana” – ci ha confidato –. Le innumerevoli tappe del programma hanno avuto su di me un effetto straordinario. Sin dalle prime puntate ho avuto l’opportunità di conoscere i produttori delle grandi eccellenze gastronomiche del nostro Paese. Alla base del loro successo c’è sempre il medesimo fattore: la qualità dei prodotti della tavola italiana nasce da ingredienti selezionati e dalla passione che l’uomo mette nelle proprie attività, in ciascun passaggio della filiera. Tutto questo ha un fascino straordinario». I suoi gusti personali e le esigenze di lavoro la portano a preferire piatti leggeri, ma vivaci, carichi di brio. «Pratico moltissimi sport e adoro sopratutto quelli che mi consentono di restare in forma e mantenere un tono elastico. In tutto questo la cucina riveste un ruolo importante. I miei continui spostamenti di lavoro rendono impegnativo mantenere le buone abitudini, ma cerco comunque di seguire le regole che mi sono imposta”. Il test drive alla guida della ix35 ci è servito da spunto per fare a Michela qualche domanda su quale sia il suo rapporto con l’auto. “Amo guidare e viaggiare, anche se tutto sommato mi limito a considerare l’automobile per la funzione che deve svolgere. Non ho esigenze particolari, né pretese specifiche. Non tendo ad affezionarmi all’auto”. Durante le riprese a Modena e Bologna, Michela ha avuto modo di guidare la nuova ix35 Hyundai, messa a disposizione dalla Concessionaria Autotorino. «È un’auto davvero molto comoda, spaziosa, con la quale il viaggio diventa una piacevole esperienza. Mi sono trovata molto bene, specie per la sua maneggevolezza. Qual è la cosa che ho apprezzato di più? Senza dubbio la parte legata alla connettività, facile e immediata per i miei dispositivi mobile. Sono stati sufficienti pochissimi passaggi, tutti intuitivi, per collegare telefono e lettore ipod all’impianto di amplificazione della vettura ed avere a disposizione la mia musica preferita, da condividere con i ragazzi dello staff. Semplicemente fantastico». 27


Turismo

Como

Viaggio sul Lago di Como Testo a cura di Michela Gatti

Alla scoperta di Villa Carlotta, una delle pi첫 belle residenze nobiliari sulla sponda comasca del Lario. 28

29


Turismo

Como

Arte e natura invitano al relax! Sia che si provenga da sud che da nord il Lago di Como vi accoglierà col suo fascino paesaggistico e architettonico conosciuto e apprezzato ormai da secoli. Le numerose ville che si affacciano sull’acqua si mischiano ai colori della vegetazione bruciata dal freddo invernale che qua e là, lascia già trasparire le prime note accese della primavera. Un anticipo della bella stagione che si annuncia florida grazie alle camelie, ai rododendri e alle azalee che fortunatamente colonizzano i terreni acidi intorno al lago. Il Lario, dal nome latino, offre molti spunti per trascorrere una domenica in completo relax. Arrivati infatti in centro lago sulla sponda occidentale si incontra la Tremezzina con i suoi caratteristici borghi che si susseguono in un’alternanza di cromie e di sapori antichi, tra ville di delizie, darsene e portici. Così la mente naviga e immagina il tempo in cui i pescatori di Ca’ de Nabbia (oggi comune di Griante) alle prime luci dell’alba toccavano di nuovo la riva dopo una nottata di produttivo lavoro, mentre intellettuali, principesse e composti signori sognavano tra le mura delle loro ville. Ancora oggi si può assaporare il piacere di quel tempo con una sosta a Villa Carlotta. Quella che fu una residenza estiva, una villa di rappresentanza, un luogo di riscatto sociale per i suoi proprietari, è oggi un museo e un giardino botanico aperto al pubblico da marzo a novembre. Oltre alla celeberrima fioritura primaverile di azalee in oltre 150 varietà, il giardino di 70.000 mq offre un vasto patrimonio botanico con l’alternarsi di ambienti diversi (giardino dei bambù, bosco dei rododendri arborei, collezione di camelie antiche, giardino roccioso), rendendo unica la visita. Non dimentichiamo il museo con i capolavori di Canova e della sua scuola: Amore e Psiche, la Musa Tersicore, La Maddalena Penitente, Palamede; e ancora l’imponente fregio di Thorvaldsen, la tela romantica di Francesco Hayez L’ultimo Addio di Romeo e Giulietta. Sono solo alcuni esempi di un patrimonio artistico di gran pregio. Durante il periodo di apertura, da metà marzo a metà novembre, i nostri ospiti possono partecipare alle attività e agli eventi che animano il giardino di Villa Carlotta! Mostre temporanee, laboratori didattici, concerti, dimostrazioni di pittura botanica, arts&crafts. Ma non solo! Vengono ospitate anche cerimonie nuziali, civili e simboliche. Una meta irrinunciabile sul Lago di Como. Da apprezzare al termine di una rilassante gita in auto, proponendo allo sguardo le rilassanti vedute che regala questo incantevole angolo d’Italia.

30

31


Turismo

Como TAVERNERIO

Camelie sul Lario 25 marzo – 3 maggio La meravigliosa storia del tè: tra leggenda e scienza Nell’ambito della rassegna Camelie sul Lario, giunta alla sua sesta edizione, Villa Carlotta celebra la camelia sinensis, ovvero la pianta dalle cui foglie si ricava il tè. Un viaggio alla scoperta del tè. La storia, gli usi e i significati di una pianta che ha conquistato il mondo. Degustazioni guidate, Ikebana, Cerimonie del tè, Conferenza, Concerto.

Semioticamente “Lettere al mittente” e libri d’artista. Opere di Marcello Diotallevi. 17 aprile – 3 maggio Attraverso l’esposizione di libri, documenti, opere d’arte e reperti naturali, si mettono a colloquio i semi quali elementi primari, principio di vita, fondamento di tutto ciò che esiste in natura e, mutatis mutandis, alla base del linguaggio, di ogni forma di comunicazione e, non da ultimo, dell’espressione artistica. Argomentazioni di curiosa attinenza saranno inoltre proposti al pubblico: dai carmi figurati ai semi nei giochi di carte, dalle lingue inventate alla simbologia alchemica, dai temi mitologici in botanica agli enigmi e giochi labirintici nella scrittura, dal mito di Babele a quello di Internet. 32

Stagione 2015 ORARIO PERIODO DAL 13 MARZO AL 27 MARZO DAL 17 OTTOBRE ALL’8 NOVEMBRE 10.00 - 17.00 BIGLIETTERIA 10.00 - 17.30 MUSEO 10.00 - 18.00 GIARDINO DAL 28 MARZO AL 16 OTTOBRE 09.00 - 18.00 BIGLIETTERIA 09.00 - 18.30 MUSEO 09.00 - 19.30 GIARDINO

A due passi da Como, una vetrina dei migliori modelli automobilistici. La filiale di Tavernerio è strutturata in uno spazio espositivo multimarca (Hyundai, Jeep, Mitsubishi e Subaru) con ben 1600 metri quadri di showroom, 1000 metri quadri di area espositiva esterna e ben 700 metri quadri dedicati all’officina. La sede è guidata da Tito Monti ed è caratterizzata da uno spazio luminoso ed accogliente dove poter ammirare e provare il meglio della produzione automobilistica mondiale, dalla piccola utilitaria compatta ai maestosi Sport utility sicuri e performanti.

Tavernerio Via S.S. Briantea 2 Tel. +39 031 4291911 Fax +39 031 4291960

VILLA CARLOTTA – TREMEZZINA LAGO DI COMO www.villacarlotta.it - tel. 0344 40405 33


Sport

Bergamo

Jeep Renegade: la regina delle Orobie Testo a cura di Maurizio Torri

Tra i debutti più attesi del 2014, Jeep Renegade ha occupato un posto speciale. C’era molta curiosità per il lancio di questa vettura, annunciato da una consistente campagna di comunicazione e presentata ufficialmente al pubblico nell’ultimo fine settimana di settembre con un evento opening di rilievo. A luglio Autotorino ha svelato in anteprima questo gioiello. Per farlo ha scelto una location davvero speciale.

34

35


Sport

Bergamo

CURNO

La filiale di Curno, alle porte della città di Bergamo, è tra le più grandi del Gruppo con ben 9000 metri quadri di spazio espositivo, 6000 di area espositiva esterna e ben 1200 dedicati all’ officina e all’assistenza post vendita. Un salone multimarca, quello gestito da Daniele Cornali, dall’architettura e dal design high tech progettato dall’arch. Davide Gelati, dove tra acciaio, luci e trasparenze i clienti possono visionare nella massima tranquillità le diverse offerte, potendo contare su quello che oggi è l’ unico e vero marchio di fabbrica Autotorino: un servizio di assoluta qualità.

A luglio, Autotorino ha avuto l’opportunità di svelare in anteprima l’ultima nata di casa Jeep. Per questa preview abbiamo scelto gli scenari suggestivi di Colere, sulla sponda bergamasca delle Alpi Orbiche, dove il 26 luglio si è disputato il Campionato Italiano Vertical 2014 di corsa in montagna. Un habitat ideale, che ha saputo valorizzare al meglio le qualità off-road di questa vettura. Nella blasonata località turistica, Jeep Renegade ha fatto da apripista all’evento sportivo più atteso dell’anno di questa specialità. Ai nastri di partenza della prova, griffata Fly-up.it e proposta da una leggenda dello skyrunning come Mario Poletti, si sono presentati 150 atleti determinati a darsi battaglia su pendenze quasi proibitive per decretare chi tra loro

fosse il migliore in Italia. Il nuovissimo “Small SUV” di casa Jeep ha dato loro il passo giusto. Come questi atleti, Jeep Renegade incarna i valori di libertà e avventura che contraddistinguono gli appassionati della montagna e di tutto il mondo outdoor. Colere, a nord della Presolana occidentale, è incastonata nel cuore della Val di Scalve a poco più di 1000 metri di quota. A renderla unica sono i panormai suggestivi e le piste da sci tecniche e varie (circa 25 km, oltre a un baby park dedicato alle famiglie) sormontate da un “pezzo di Dolomiti” che svetta sulle Orobie. Colere è un centro turistico molto frequentato anche in estate grazie alla sua posizione baricentrica e alla presenza di numerose escursioni che variano da semplici gite fuoriporta a uscite tecniche per veri gourmet dell’al-

pinismo classico. Seppure accompagnata dalla pioggia, l’anteprima di Jeep Renegade ha riscosso un enorme successo. Merito del contesto agonistico, ma anche della qualità di una vettura con una forte indole avventurosa.

Jeep Renegade Tre versioni per tutti i gusti. Jeep Renegade è disponibile a due e quattro ruote motrici. Tre le versioni: Longitude, Limited e Trailhawk. Le motorizzazioni vanno dal 1.4 benzina MultiAir2 da 140 CV, al 1,6 diesel MultiJet da 120 Cv, fino al 2.0 diesel MultiJet disponibile da 140 1 70 CV. Jeep Renegade è disponibile con cambio manuale a 6 marce e automatico a 9 marce.

Curno Via Bergamo 66 Tel. +39 035 6228711 Fax +39 035 6228760

36

37


Smart

Lecco

Nuova Smart. Tutto resta diverso. Per il lancio della nuova fortwo e forfour, Autotorino ha organizzato un evento in grande stile. Una festa cool per un’auto rivoluzionaria.

38

39


Smart

Tutto resta diverso

Più agili nel traffico

Era il 1998 quando Smart, il marchio più giovane del mercato automobilistico, inventò un nuovo concetto di mobilità urbana. Da allora di tempo ne è passato, tanto che a novembre 2014 il brand tedesco ha palesato il frutto della nuova rivoluzione firmata fortwo e forfour. Rinnovata nel design, Smart si è presentata con una gamma di motori nuovi, tre cilindri da 45 kW/ 60 CV, 52 kW/ 71 CV e 66 kW/ 90 CV, mentre la trasmissione è stata affidata al cambio manuale a cinque marce che si aggiunge ad un inedito cambio automatico a doppia frizione twinamic. Con fortwo e forfour Smart parla in egual misura al cuore e alla ragione.

La lunghezza ridotta e l’angolo di sterzata elevato consentono ai nuovi modelli Smart di infilarsi in ogni parcheggio ed eseguire inversioni a U con estrema facilità. A questo proposito, infatti, nuova Smart fortwo fa registrare un record: con 6,95 metri (tra marciapiedi) e 7,30 metri (tra i muri) le inversioni di marcia non sono mai un problema. Anche la nuova Smart forfour, con un diametro di volta pari a 8,65 metri (tra marciapiedi) e 8,95 metri (tra i muri), vanta capacità di sterzata quasi analoghe a quelle della precedente Smart fortwo, che richiedeva 8,75 metri da muro a muro. Mica male!

Lecco

Più spazio sulla forfour In queste pagine alcune immagini del lancio della nuova Smart a Lecco e Modena, organizzato da Autotorino

40

41


Smart

Lecco

Lecco Olginate Presente sul territorio lecchese da oltre 20 anni, il Gruppo Autotorino il 30 marzo 2011 ha raddoppiato la propria forza con l’apertura del nuovissimo showroom Mercedes-Benz e Smart ad Olginate. Dalle linee moderne ed essenziali, in piena sintonia con lo stile della casa tedesca, la sede gestita da Marco Cattaneo si presenta con 1100 metri quadri di spazio espositivo e altrettanti dedicati al post vendita. Come se non bastasse, a questi se ne aggiungono altri 1800 di piazzale esterno. Olginate Via IV Novembre, sn Tel. +39 0341 609611 - Fax +39 0341 609660

Ribaltando gli schienali dei sedili posteriori, sulla forfour si ottiene una superficie di carico piatta di 1.285 x 996 mm, con un volume di carico che può raggiungere i 975 litri: valori di riferimento per il segmento. Sorprende anche la lunghezza di carico, pari a 2,22 metri con lo schienale del sedile lato passeggero anteriore ribaltato in avanti. Numeri che rendono più intelligente e capiente la sorella a quattro porte.

Tanta sicurezza Valmadrera La filiale di Valmadrera, situata alla porte di Lecco, presenta un’ampia gamma di prestigiosi brand (Jeep, Kia, Hyundai, Mitsubishi, Subaru, SSangYong) con ben 2600 metri quadri di spazio espositivo coperto, 3000 metri quadri di area espositiva esterna e ben 800 dedicati all’officina e all’assistenza post-vendita. Grazie all’efficiente servizio proposto da Oreste Lanza e dal suo staff, il cliente può contare sulla garanzia dell’acquisto di un’autovettura in una concessionaria ufficiale in grado di fornire assistenza negli anni, valorizzando l’acquisto e mantenendo la sua efficienza nel tempo. Valmadrera Via Como, 84 Tel. +39 0341 213511 - Fax +39 0341 213525

42

Il principio di base su cui è stata fondata con successo la sicurezza del modello precedente è stato mantenuto anche nelle nuove Smart. La cellula tridion protegge gli occupanti come un guscio il suo interno. Inoltre, nella nuova Smart è stata impiegata una percentuale maggiore di acciai ultraresistenti sottoposti a trattamento termico e acciai multifase ad altissima resistenza. Ma c’è di più: i sistemi avanzati di assistenza alla guida, fino ad oggi riservati alle Mercedes, incrementano la sicurezza ed il comfort di fortwo e forfour. Le nuove Smart, infatti, sono insensibili al vento laterale, si accorgono se non si mantiene la distanza di sicurezza e quando si abbandona inavvertitamente la corsia di marcia.

Due party in grande stile Per celebrare adeguatamente il debutto di fortwo e forfour, Autotorino ha organizzato a Modena e Olginate, due super eventi. Sabato 8 e domenica 9 novembre per fortwo e successivamente sabato 22 e domenica 23 novembre per forfour, davanti ad un pubblico di curiosi e appassionati, sono stati rivelati i nuovi “gioielli” di casa Smart. Ad anticipare i due week-end, Autotorino ha organizzato altrettanti party nei locali più cool di Lecco e Modena. Una doppia festa della quale proponiamo qui alcune immagini. 43


Novità

Mercedes-Benz

Nuova Classe C Station Wagon

44

Versatile come la vita moderna

Eleganza sportiva

Il 2014 ha visto debuttare la versione Station Wagon della nuova Classe C Mercedes-Benz. Il successo ottenuto da questo modello è stato immediato: design lineare e al tempo stesso sportivo, la versione lunga di Classe C vanta una tecnica innovativa con una capacità di carico maggiore rispetto al modello precedente. Gli interni interpretano il lusso in chiave moderna e con stile, qualità che hanno permesso alla Station Wagon di consolidare la fama di vettura versatile e straordinariamente pratica. La nuova C Station Wagon assicura il massimo livello di sicurezza e definisce un record di efficienza nel segmento grazie all’utilizzo di materiali leggeri, all’eccellente aerodinamica e ai nuovi motori che si distinguono per efficienza e contenimento delle emissioni.

Con la sua poliedricità la nuova Classe C Station Wagon è in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Spaziosa, elegante e sportiva, è la compagna ideale per lo shopping, lo sport o le vacanze, perfetta sotto ogni aspetto per le famiglie. Quella inaugurata nel 2014 è la quarta generazione di Station Wagon Classe C e rispetto alle versioni precedenti, le dimensioni sono notevolmente mutate. Il passo ad esempio – 2.840 mm – si è allungato di 80 millimetri, facendo aumentare la vettura di 96 millimetri in lunghezza (4.702 mm) e di 40 millimetri in larghezza (1.810 mm). Il vantaggio si traduce in 45 millimetri di spazio in più per le gambe dei passeggeri posteriori. Anche la larghezza dell’abitacolo e lo spazio all’altezza della testa sono maggiori rispetto al modello precedente. Anche il vano bagagli è aumentato.

La coda sportiva della nuova Classe C Station Wagon cela una capacità di carico massima di 1.510 litri, superando di dieci litri il modello precedente. Il volume di carico dietro i sedili posteriori è aumentato di cinque litri, arrivando così a 490 litri.

Anima hi-tec Il touchpad presente a bordo della nuova Classe C Station Wagon è l’espressione di una nuova fase evolutiva. Attraverso questo pannello si possono comandare un’infinità di funzioni mediante il tocco delle dita. Come a bordo di un jet, questo dispositivo visualizza le principali informazioni direttamente nel campo visivo del guidatore, diminuendo così le fonti di distrazione. Il sistema fornisce informazioni sulla velocità della vettura e sui limiti di velocità, nonché istruzioni di navigazione e indicazioni varie.

45


Novità

Mercedes-Benz

MODENA Mercedes-Benz Smart

La sede modenese di Autotorino è concessionaria ufficiale Mercedes-Benz & Smart per tutta la provincia. Nel 2012 è stato inaugurato il nuovo showroom, completamente ristrutturato e ampliato, in piena sintonia con gli standard di prestigio ed eleganza della casa tedesca. Lo staff, coordinato da Franco Rabino, garantisce un servizio completo grazie ad un’officina moderna ed efficiente dove opera personale certificato e altamente qualificato. Autotorino Modena offre inoltre la garanzia di un ottimo servizio anche per quanto riguarda l’assistenza programmata, pneumatici, accessori e naturalmente ricambi originali per la vostra Mercedes-Benz e Smart.

Modena Via Emilia Est 1299 Tel. +39 059 2863811 - Fax +39 059 2863860

Carpi

Inserita alla perfezione nel contesto cittadino, la sede multibrand di Autotorino si sviluppa su uno spazio espositivo di 1500 metri quadri. Ospita gli ultimi modelli dei marchi MercedesBenz e Hyundai. Aperta nel 2011, ha design elegante e essenziale, reso dinamico dal suo essere concepita su piani sfalsati tra loro. La contraddistingue una particolare pavimentazione in porfido appositamente voluta per darle quell’idea di piazza, o punto di ritrovo tanto caro ai carpigiani. Questa sede è coordinata da una squadra altamente qualificata che fa capo a Dario Cavazza, un carpigiano doc.

Carpi Via Cattani Sud 79 Tel. +39 059 660844 - Fax +39 059 654468

46

Motorizzazioni

Evento cool

La versioni diesel BlueTEC della nuova Classe C sono equipaggiati con un quattro cilindri perfezionato o con un nuovo quattro cilindri di piccola. Le potenze sono comprese tra 85 kW (116 CV) e 150 kW (204 CV). La gamma benzina è composta da tre quattro cilindri BlueDIRECT e un sei cilindri BlueDIRECT, con un range di potenza compreso tra 115 e 245 kW (156333 CV). A questi si aggiunge il quattro cilindri C 350 HYBRID con tecnologia HYBRID PLUS.

Per il lancio di Classe C, le concessionarie Mercedes-Benz di Autotorino (Olginate, Castione Andevenno, Modena e Carpi) hanno ospitato una serie di eventi di primissimo livello, con amici e ospiti illustri. A Modena, lo chef Massimo Bottura e il comico Paolo Cevoli hanno coinvolto il pubblico in una vivace serata. Olginate ha rivelato la nuova Classe C, con la coinvolgente comicità di Gabriele Cirilli. Infine, a Castione Andevenno, Paolo Migone ha divertito il pubblico ospite. Per tutti, la possibilità di apprezzare le originali creazioni gastronomiche di Gianni Tarabini, chef del ristorante stellato Prèsef, a La Fiorida.

47


Jeep

Day

Passione Off Road Testo a cura di Maurizio Torri

48

49


Jeep

Day

Formula vincente non si cambia, al massimo la si migliora. Il 14 settembre Autotorino ha replicato con successo l’evento annuale “off-road” coinvolgendo clienti e amici, tutti accomunati dalla passione per lo sterrato e per il brand Jeep. Partenza all’alba da Curno, Bergamo, dove i primi jeeper si sono dati appuntamento per il brief di giornata. Alla comitiva si sono aggiunti poi altri partecipanti, completando lo schieramento di 70 equipaggi che da Foppolo ha attaccato il ripido sterrato che raggiunge il Passo Dordona sulle Alpi Orobie a quota 2000, valico che separa la Val Brembama dalla Valtellina.

Puro sterrato Come l’anno scorso, sole, montagna, colori autunnali e una location da favola hanno fatto da cornice a questo spettacolare evento. Il percorso, lungo 26 chilometri di puro off-road, si è concluso a Fusine (So) dopo aver superato una serie interminabile di dossi e curve che si snodano lungo la Val Madre. Ad allietare piloti e accompagnatori, un gradevole buffet a metà mattina, servito al Rifugio Dordona.

50

51


Jeep

Jeep

Day

Storia di una leggenda Più di sette decenni fa nasceva la leggenda. Da allora i veicoli Jeep hanno rivoluzionato significativamente il modo di muoversi nella vita quotidiana, aprendo nuovi orizzonti a milioni di proprietari soddisfatti in tutto il mondo. I veicoli Jeep sono nati durante la Seconda Guerra Mondiale. Concepito nel 1940, il veicolo che più tardi avrebbe definito la categoria dei SUV, possedeva capacità senza precedenti e uno spirito instancabile. Qualità che sono ancora vive all’interno dei moderni veicoli Jeep.

Ospitalità La Fiorida La giornata è proseguita all’azienda agrituristica La Fiorida a Mantello, rinomata struttura ricettiva legata al Gruppo Autotorino Spa. Qui, ad accogliere gli equipaggi c’erano lo chef stellato Gianni Tarabini e il suo staff, che hanno regalato ai presenti l’occasione di apprezzare i piatti ricercati prodotti con gli ingredienti selezionati della fattoria. Sapori tradizionali, antiche ricette rivisitate in chiave moderna che hanno ottenuto il pieno di consensi.

Club Jeep Autotorino Nel corso della giornata è stata ufficializzata la nascita del Club Jeep Autotorino. Ci sono molti Jeep Club in tutto il mondo e anche se variano per dimensioni e tipo di attività che organizzano per i loro membri, tutti hanno un obiettivo comune da perseguire: fornire ai membri del Club gli strumenti e la filosofia per “vivere il marchio”. Club Jeep Autotorino intende stimolare la promozione degli eventi e occasioni di incontro, per conoscere meglio il proprio veicolo e sperimentare le prestazioni che può offrire, condividendo in tal modo, le proprie esperienze. Attraverso questo legame comune, Club Jeep Autotorino vuole promuovere la conoscenza del territorio sotto il profilo turistico, culturale, gastronomico, valorizzando nel contempo i valori di avventura e passione che stanno alla base del brand Jeep.

Nel corso della loro storia i modelli Jeep si sono radicati su valori dell’avventura, del fuoristrada (off-road) e della vita all’aria aperta (outdoors). Il suo patrimonio è saldamente legato al ruolo che ha svolto nella gestione dei trasporti durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi Jeep non solo ha mantenuto il suo carattere americano ricco di storia, ma si è evoluta con successo diventando una realtà riconosciuta a livello mondiale nella tecnologia a trazione integrale nonché nella produzione di veicoli sportivi. Guardando al futuro, il marchio Jeep continuerà a fare la differenza attraverso l’introduzione nei prossimi anni di prodotti sempre più innovativi ed emozionanti. Veicoli che conquisteranno i gusti dei fan, rafforzando la posizione del marchio Jeep quale originale e autentico marchio di SUV.

Primi passi 1940

Willys Quad – il padre della serie CJ – fece la sua prima apparizione nel novembre del 1940

1941 Willys-Overland vinse una gara per produrre veicoli multiuso per l’esercito americano. Fu il primo “sport utility vehicle” (SUV) al mondo a quattro ruote motrici.

1945

La prima Jeep civile (CJ) venne introdotta dopo la Seconda Guerra Mondiale. Si trattava del modello CJ-2° nota come “Jeep Universale”.

1950 Willys registrò il marchio Jeep. In queste pagine, alcune immagini della salita verso il Passo Dordona. In alto, l’arrivo a La Fiorida, con il benvenuto di Plinio Vanini.

52

1954

Venne introdotta la trazione integrale CJ-5. Il sistema era basato sulla Jeep militare M38A1 e durò per quasi 30 anni. 53


Novità

2015

Kia. C’è aria nuova A ottobre, il Salone dell’Auto di Parigi ha fatto da vetrina per le nuove vetture del brand Kia che nel 2015 vedranno la luce in Italia. Scopriamo insieme le principali novità.

Streetwolf La nuova generazione di Sorento rappresenta l’evoluzione di un classico della gamma Kia che si ripropone con un mix entusiasmante di stile, contenuti e tecnologia. La linea filante della nuova SUV di Kia è caratterizzata dal profilo slanciato con superfici scolpite che vestono un abitacolo sofisticato, dotato di un ambiente premium nelle finiture e negli equipaggiamenti. I designer che hanno sviluppato lo stile della nuova Kia Sorento hanno scelto l’espressione streetwolf per identificare il concetto ispiratore: è un mix di aggressività e di eleganza, che unisce elementi classici con un carattere unico. La nuova Sorento cresce in lunghezza di 95 mm fino a 4.780 mm, con una riduzione dell’altezza di 15 mm (ora 1.685 mm) e un aumento della larghezza di 5 mm (fino a 1890 mm).

Interni moderni e spaziosi I miglioramenti più profondi e significativi di questa terza generazione di Sorento riguardano soprattutto l’abitacolo che ha beneficiato dell’utilizzo di materiali e tecnologie di alta qualità in modo da creare un ambiente lussuoso e raffinato, degno di un prodotto “alto di gamma”. L’idea guida è stata quella di un abitacolo moderno e spazioso, nelle dimensioni e nella percezione suggerita dalle soluzioni estetiche. La larghezza viene esaltata dalla ampiezza del cruscotto e dalle linee orizzontali che percorrono la plancia fino ai pannelli porta; inoltre il largo utilizzo di pelle e materiali soft touch portano ai livelli più alti la sensazione di qualità e di prestigio che si respira a bordo di Sorento.

Comfort, dotazioni e tecnologie Rispetto alla generazione precedente, la nuova Sorento beneficia dell’aumento delle dimensioni e dell’allungamento del passo, cresciuto di ulteriori 80 mm (ora è di 2780 mm), per ottenere maggiore abitabilità. Nonostante il tetto sia più basso di 15 mm, la nuova collocazione della seduta ha aumentato lo spazio utile per la testa di tutti i tre ordini di posti, che hanno anche guadagnato spazio per le gambe. Anche la capacità di carico è cresciuta: il piano è più lungo di 87 mm e con i sedili delle terza fila ripiegati il volume disponibile è cresciuto del 17,5%, da 515 a 605 litri. Nelle versioni sia a 5 sia a 7 posti i sedili della seconda fila sono suddivisi con lo schema 40/20/40, completamente ripiegabili e con la disponibilità di un ampio bracciolo centrale.

Migliorati motori e sospensioni La gamma di motori per l’Italia, si basa sul diesel 2.2. Lo schema delle sospensioni a quattro ruote indipendenti è 54

fondamentalmente invariato rispetto alla generazione precedente. Al retrotreno il telaietto supplementare sul quale sono articolate le sospensioni è collegato alla scocca con supporti elastici maggiorati e più isolanti; gli ammortizzatori sono ora dietro l’assale e verticali in modo da essere più efficaci nel controllo degli scuotimenti.

Più sicurezza attiva e passiva L’irrobustimento della scocca dipende in gran parte dall’aumento della percentuale di acciai speciali ad alta ed altissima resistenza utilizzati nell’assemblaggio. Nella generazione precedente la quota di acciai UHTS (UltraHigh Tensile Steel) era del 24,4% mentre nella nuova raggiunge il 52,7%, con i relativi vantaggi nella rigidità torsionale e nella resistenza agli urti. L’uso di questi acciai è stato esteso soprattutto nelle aree dei passaruota, del portellone e dei parafanghi posteriori. È più che raddoppiato (dal 4,1% al 10,1%) anche l’utilizzo di acciaio speciale stampato a caldo, usato per irrobustire i montanti del parabrezza e quelli centrali. 55


Novità Kia

2015

Kia Venga Cinque anni dopo il lancio, Kia Venga si è ripresentata al Salone di Parigi in una versione aggiornata. La nuova serie si differenzia per l’aggiornamento estetico, il nuovo look del frontale, i nuovi cerchi, gli interni ancora più curati e l’arricchimento degli equipaggiamenti a richiesta. Il team di design europeo di Francoforte, responsabile per lo sviluppo dello stile, ha conferito a Venga 2015 un’aria più moderna. All’interno i profili in metallo lucido sono più scuri e danno un aspetto ancora più prestigioso, assieme alla plancia centrale ridisegnata che può accogliere il nuovo sistema AVN (Audio-Video-Navigation) dotato di un processore più rapido e di schermo da 7 pollici collegato con la telecamera posteriore. Il passo è ancora particolarmente ampio (2.615 mm) che, assieme all’altezza dell’abitacolo (1.600 mm), garantiscono una sorprendente abitabilità.

Motorizzazioni In funzione dei mercati Kia Venga può disporre di 6 motorizzazioni a benzina e diesel da 1,4 a 1,6 litri con potenze da 77 a 128 CV, con cambi manuali a 5 e 6 marce. Tutti i motori possono essere equipaggiati con sistema Start/Stop ISG per consumi ancora più contenuti; la versione con il 1.4 diesel della famiglia U2 vanta emissioni di CO2 di soli 114 g/km. Ad arricchire ulteriormente la gamma ci pensa, inoltre, la versione bi-fuel con alimentazione benzina/gpl.

Nuova Rio Rio è il modello Kia più venduto in tutto il mondo e nel 2013 ha raggiunto il traguardo dei 471.000 esemplari venduti globalmente, dei quali 56.821 in Europa, che le valgono una posizione di vertice sul mercato anche nel Vecchio Continente. Ma veniamo alle novità: i nuovi cerchi in lega da 15 e 17 pollici contribuiscono a dare ancora più tono al profilo della vettura e un nuovo scudo posteriore completa l’operazione di aggiornamento dell’esterno. La completa gamma europea di Rio comprende quattro motori con potenze da 75 a 90 CV abbinati a cambi manuali a 5 o 6 marce. Tutti i propulsori dispongono a richiesta del sistema Start/Stop ISG di seconda generazione. In più l’apprezzatissima e collaudata motorizzazione bi-fuel benzina/gpl. Kia Rio, nelle versioni con carrozzeria a 3 e 5 porte, viene prodotta nello stabilimento Kia di Sohari in Corea e i modelli della versione aggiornata saranno disponibili in Europa all’inizio del 2015.

In questa pagine, La nuova Rio e alcuni dettagli dei suoi interni. A Fianco le principali novità di Kia Venga.

56

57


economia

Automotive

Cresce il business del noleggio all-inclusive A cura di Carlotta Zava - Quintegia

Le tendenze che caratterizzano il mercato del­ l’auto­motive sono evidenti. Negli ultimi anni si è assistito ad una sempre maggiore attenzione verso forme di mobilità alternative rispetto all’acquisto tradizionale dell’auto. Tra queste il noleggio riveste senza dubbio la modalità più interessante con un peso crescente.

58

Complice la difficile congiuntura economica, da un lato le aziende e i professionisti guardano con interesse ad una soluzione che permetta loro di demandare la gestione della vettura e di godere di condizioni più favorevoli a livello fiscale, dall’altro lato i privati iniziano ad apprezzare la certezza dei costi senza imprevisti per la durata del contratto in un periodo in cui scarseggia la liquidità.

La principale novità sta proprio qui. I privati hanno guadagnato la quota del 2,9% tra tutti i soggetti che nel 2013 hanno scelto il noleggio a lungo termine come soluzione per l’uso dell’auto, con un incremento di 2 punti percentuali dal 2009, come si può notare dal grafico riportato più avanti, mettendo in luce la possibilità di ulteriori sviluppi in futuro, soprattutto per le vetture di marchi premium (Audi, BMW e Mercedes-Benz).

59


Economia

Automotive

Tali dati sottolineano la necessità per il settore automobilistico di saper rispondere tempestivamente a questi cambiamenti, fornendo prodotti, servizi e supporto in particolare ad aziende e professionisti che vogliano valutare e avvicinarsi al noleggio. Se rivolgiamo lo sguardo verso altri mercati ci accorgiamo che questo cambiamento è in atto già da tempo, spinto dal sempre maggior interesse dimostrato per soluzioni integrate, che comprendano cioè oltre alla vettura anche una serie di servizi aggiuntivi, semplificando quindi il più possibile la parte amministrativa, burocratica e di manutenzione. Anche in Italia si sta assistendo ad un progressivo aumento di proposte orientate in questa direzione, con le case automobilistiche che hanno potenziato la propria offerta e con le concessionarie che devono essere in grado di rispondere alle crescenti richieste del mercato in termini sia di prodotto sia di informazioni. Da un’indagine qualitativa sui clienti attraverso alcuni focus group è emerso che talvolta non si usufruisce di questa possibilità principalmente per due ragioni: la mancanza all’interno delle concessionarie della professionalità necessaria per presentare al cliente queste soluzioni con tutte le informazioni e la difficoltà di offrire servizi sufficientemente personalizzabili (quindi più di qualche volta le attuali proposte non sono adatte a rispondere in maniera completa e differenziata alle esigenze di ciascuno). Alcune case automobilistiche stanno cercando di supplire a queste carenze attraverso proposte di noleggio costruite su misura in base alle esigenze del cliente, in particolare puntando su una forte personalizzazione dei contenuti in particolare per la gestione amministrativa, l’assicurazione, la manutenzione, la scelta degli pneumatici, il soccorso stradale, l’auto sostitutiva, la presa e riconsegna della vettura e via dicendo. È quindi il cliente che può costruirsi la soluzione più adatta alle proprie esigenze e al proprio budget di spesa. E i concessionari? Anello fondamentale nella filiera distributiva e punto di contatto con il cliente, il concessionario è l’interlocutore ideale per rispondere a tutte le richieste di informazioni avanzate dai soggetti interessati, in particolare le piccole e medie imprese e i professionisti. Anche perché rappresenta senza dubbio il referente ideale per rispondere ai bisogni di personalizzazione sia dell’auto che dei servizi, potendo quindi offrire una soluzione ad hoc per ciascun tipo di cliente. Ad oggi sono ancora pochi gli operatori che si stanno muovendo in tal senso, ma il mercato spinge in questa direzione: formare il proprio personale sul noleggio, anche per quanto concerne gli aspetti fiscali, e ideare prodotti/ servizi da offrire a questi clienti diventano sempre priorità crescenti per riuscire ad ampliare il peso di questo business. 60

La formazione in particolare risulta fondamentale per saper guidare il cliente, che si stia avvicinando al noleggio, nella valutazione degli effettivi vantaggi di questa soluzione, soprattutto fornendo informazioni corrette, precise e costantemente aggiornate sulla deducibilità e detraibilità dell’IVA a seconda del tipo di soggetto, di normativa, di vettura e dell’utilizzo della stessa. Le previsioni lasciano intuire che nei prossimi anni assisteremo ad un’ulteriore crescita del mercato del noleggio a lungo termine, soprattutto con la proliferazione di offerte per professionisti e piccole e medie imprese. Questo trend è destinato a proseguire nel tempo: i dati dimostrano che una volta scelta come soluzione quella del noleggio, normalmente non si torna più al concetto tradizionale di proprietà e la vettura viene cambiata ogni 36, 48 o 60 mesi a seconda di quanto il clienti sia disposto a pagare per il canone mensile e della percorrenza media annuale.

Sono sempre più numerosi i clienti che valutano la possibilità di avvalersi del servizo di Noleggio a Lungo Termine di veicoli proposto da Autotorino. Il nostro Gruppo garantisce un supporto “su misura”, modulabile e riformulabile a seconda delle esigenze di ciascun profilo. Il Noleggio a Lungo Termine è particolarmente indicato per le medie e grandi aziende, per piccole flotte con almeno 3 vetture e per singoli professionisti. I vantaggi di questa soluzione sono molteplici e per massimizzare i benefici, è sufficiente definire con precisione il tempo per il quale si intende tenere la vettura e la percorrenza chilometrica annuale. Con il Noleggio a Lungo Termine l’utilizzatore è libero dagli oneri economici e burocratici della proprietà: non vengono impegnati ingenti capitali, non è più necessario gestire le spese legate all’utilizzo e alla gestione del veicolo, come l’assicurazione, gli interventi di manutenzione o di eventuale soccorso stradale. Inoltre, con le soluzioni del servizio a Noleggio a Lungo Termine proposte da Autotorino, è possibile scegliere tra una vasta gamma di veicoli adatti sia alle esigenze professionali sia personali, con un adeguato supporto di garanzie accessorie, definendo una rata mensile equilibrata. 61


Formazione

Dealer

Professione consulente A cura di Angela Patuelli - Iada

Sarà capitato anche a voi di entrare in un autosalone e respirare subito un’aria diversa, frizzante, piena di energia. Di solito accade quando ci si imbatte in un consulente qualificato, capace, dinamico. I clienti lo avvertono immediatamente: sono entrati in contatto con un’azienda che sta reclutando consulenti per quello che noi definiamo il “Gruppo A”. La creazione di una squadra affiatata è un obiettivo primario per Autotorino: circa l’80% delle ricerche di personale convergono sulla figura del venditore di “Serie A”. Come e dove reclutare gli elementi migliori per formare un gruppo di primo piano non è cosa semplice. E la motivazione maggiore non riguarda soltanto i dati legati alle performance di vendita: costruire il “Gruppo A” consente di attirare altri “Gruppi A”, sia di venditori, di colleghi in altri ruoli, che di clienti di alto profilo.

Chi sono i nativi digitali

Il profilo ideale delle nostre ricerche si rivolge dunque a player di Serie A. Per individuarli non conta soltanto la provenienza specifica dal settore Automotive o un’esperienza commerciale di lungo corso. Per questo la nostra attività di recruitment punta soprattutto su giovani fra i 20 e i 32 anni, con una forte personalità e valori personali positivi. Cerchiamo elementi che siano nativi digitali. Con questo termine si definiscono quelle persone cresciute a contatto con le tecnologie digitali come computer, Internet, smartphone e MP3. Per loro l’ufficio o il territorio operativo sono rappresentati dall’intero mondo dei contatti, potenziati dall’effetto moltiplicatore generato dai social network e dalla tecnologia. Insomma, dei “cacciatori di relazioni” orientati verso un business trasparente che crei utilità, conoscenza e vantaggi ai potenziali clienti.

Serve la “resilienza”

Autotorino è partner IADA IADA Performance & Skills Academy e IADA Business School hanno come obiettivo lo sviluppo, il miglioramento e la diffusione interna di un metodo operativo per il presidio del Business nell’Automotive. Il metodo costituisce il vero e proprio vantaggio competitivo distintivo delle risorse IADA nel mercato di riferimento. Conoscenze, Competenze e Comportamenti si integrano all’interno della Metodologia Operativa dei Soci del Consorzio. 62

IADA si occupa della crescita e dello sviluppo armonico dei partner e delle loro strategie attraverso il reclutamento, la formazione e l’addestramento delle nuove risorse. IADA supporta l’individuo nella crescita personale e professionale sin dall’ingresso in azienda, valorizzandone le capacità già espresse, colmando le aree di miglioramento e facendo emergere il potenziale inespresso nel ruolo. La formazione e lo sviluppo valorizzano il capitale umano fungendo da leva di differenziazione competitiva nel settore Automotive e incrementando la Qualità di Servizio al Cliente Finale. Per info e candidature www.iadahr.it.

Non è un requisito marginale. La resilienza è un termine derivato dalla scienza dei materiali. Indica la proprietà che alcuni hanno di conservare la propria struttura o di riacquistare la forma originaria dopo essere stati sottoposti a forti stress. In psicologia, connota quindi la capacità delle persone di far fronte agli eventi e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita dinanzi alle difficoltà, ad obiettivi sfidanti e alle pressioni del mercato, avendo la capacità di tornare in equilibrio. Una qualità che ogni miglior consulente auto deve possedere per affrontare in modo produttivo le sfide quotidiane. Questi sono gli elementi fondamentali utili a definire le qualità di un consulente di “Serie A”, capace e in sintonia con il cliente. La ricerca di nuove risorse, per il Gruppo Autotorino, è sempre aperta. Oggi Autotorino conta su uno staff di 230 persone, impegnate nei vari ambiti produttivi. È un’azienda strutturata e organizzata modernamente, che supporta la rete commerciale e gli 11 showroom con specialisti di direzione e manager che si occupano di strategie commerciali, amministrazione, risorse umane, marketing, sistemi e web. 63


Autotorino

Brevi

Eventi

Nuova Jeep Cherokee promossa a pieni voti da Maddalena Corvaglia

Sociale

Pubblicazioni

Sport, Sapori & Solidarietà a sostegno di Cancro Primo Aiuto Onlus

Quattroruote promuove il modello Autotorino

Solidarietà

Progetto Housing sociale a Modena, missione compiuta!

I giusti testimonial, il giusto format e la medesima voglia di mettersi in gioco per aiutare chi sta lottando per la vita. Questi gli ingredienti che hanno contribuito al successo della prima edizione di 3S Bassa Valtellina. Progetto che a fine settembre 2014 ha calato il sipario su una ricca serie di iniziative, con la Festa dello Sport che ha visto come ambassador gli azzurri di corsa in montagna Marco De Gasperi, Alice Gaggi, Elisa Desco, il campione juniores di corsa campestre Mattia Padovani, il ciclista Francesco Gavazzi e l’alpinista Marco Confortola. A ritirare l’assegno da 20.200 euro Plinio Vanini, presidente della Onlus che da anni è impegnata nel sostenere i malati di cancro e i loro familiari.

Eventi

Quattroruote, il periodico di riferimento per il settore automotive di proprietà di Editoriale Domus, ha ospitato il nostro gruppo sul numero di agosto. Nel dettaglio, Autotorino è stata presa come riferimento per il costante sforzo innovativo, rivolto a testare nuove formule e nuovi canali per la commercializzazione delle vetture. Non ultima, l’esperienza dell’e-commerce shop.autotorino.it applicato al mondo delle quattro ruote. Qualità del servizio, fiducia nel brand e presidio costante dei nuovi media: questi sono i punti cardine messi in evidenza nell’intervista curata dal giornalista Emilio Deleidi al presidente di Autotorino, Plinio Vanini.

Solidarietà

In campo per Pier

Presentazione Bergamo Historic Gran Prix 2014 Madrina d’eccezione del Brianza Motor Show 2014, la showgirl Maddalena Corvaglia non ha voluto perdersi la presentazione della nuova Jeep Cherokee nello stand espositivo dedicato al Gruppo Autotorino Spa. Davanti a tantissima gente, la bionda velina di Striscia la notizia è salita a bordo del nuovo Medium Sport Utility Vehicle del marchio Jeep lanciato all’84° Salone internazionale dell’Automobile a Ginevra. «Ho una Jeep e devo dire che questa tipologia di vettura mi piace moltissimo – ha subito dichiarato –. Mi piace perché coniuga la sportività del SUV alle comodità della berlina. Mi piace perché mi dà un senso di sicurezza e perché quando mi muovo in città con la mia bimba non ho problemi di spazio». Giusto il tempo di sistemarsi al volante della nuova Jeep Cherokee ed ha proseguito: «Sono molto legata alla mia macchina. Le rifiniture e la linea di questo modello sono davvero eleganti e raffinate».

64

Primavera 2014: è stata inaugurata la nuova casa di riposo San Felice sul Panaro (Mo). Un progetto importante, che ha visto il Gruppo Autotorino Spa dare il proprio contributo a fianco di Confindustria Modena. L’iniziativa ha consentito la realizzazione e la consegna di piccole unità abitative assistite per anziani e disabili parzialmente autosufficienti. Delle vere e proprie microresidenze, completamente antisismiche ed ecosostenibili, che prevedono tutti quei dispositivi, attivi e passivi, volti anche alla produzione o al risparmio di energia e al comfort degli utenti. Da rimarcare che la filosofia del progetto è stata quella di mantenere il più possibile l’autonomia di queste persone, ma al tempo stesso di garantirne la sicurezza e il supporto. Sono stati realizzati “gruppi di appartamenti con servizi in comune” (alloggi per sei nuclei familiari composti al massimo da due persone, con una superficie di circa 50 metri quadri ciascuno), contigui alle normali aree residenziali: monolocali o bilocali affiancati a un ulteriore alloggio per l’operatore che deve dare assistenza, in costante contatto con la rete dei servizi di sostegno dell’ente locale.

Per il secondo anno consecutivo, nella sede Autotorino di Curno (Bg) è stato presentato l’evento in programma domenica 15 giugno 2014. Tutti i media locali e di settore si sono dati appuntamento per il “Bergamo Historic Gran Prix”, uno show unico che rievoca il Gran Premio automobilistico vinto da Tazio Nuvolari nel 1935 su Alfa Romeo P3. Il “Circuito delle Mura”, lungo 2.920 metri, unico tracciato medioevale al mondo, è stato percorso in senso orario come nel 1935, con partenza da Colle Aperto. Allo schieramento di partenza erano presenti molte vetture dal passato sportivo glorioso come la F1 Lancia Marino del 1959, la F1 Cooper BRM T75 ex J.Rindt, mentre tra le GTS la MC Laren 1B del 1966, la Porsche 935 Vaillant ex Rabl e la Porsche 934 Jagermeister.

Autotorino è una “piccola, grande famiglia”. Vivendo a stretto contatto giorno dopo giorno, condividendo esperienze, obiettivi, gioie, dolori, successi e delusioni, si creano legami forti e sinceri. Capita così che una prematura e dolorosa scomparsa possa anche servire a rinsaldare il gruppo, a renderlo più unito e coeso nel ricordo di una persona speciale. Come Pierangelo Manzoni. E allora poco importa se il fiato non sia più quello di un tempo. Poco importa se la forma atletica sembri solo un lontano miraggio. Quando arriva la fatidica data e si indossa la maglia in ricordo di “Pier”, a Curno tornano tutti un po’ ragazzini. Le scarpette devo essere lucide come in una finale di Champions, e l’obiettivo è sempre lo stesso: vincere! In campo si prova lo spunto, la giocata impossibile, la punizione a giro. Tutto si ripropone come se se il tempo non fosse passato. E forse questo è proprio il modo migliore per onorare e ricordare Pierangelo: un collega, un ottimo capo, un leader, ma soprattutto un amico.

65


Sport Cultura

Test driver

Stradivari Festival a Cremona

Pallavoliste al volante

8-9 Novembre Campionato Italiano Trial

Autotorino

Brevi

Responsabilità Sociale

Sessanta artisti di fama internazionale, 40 eventi, 16 concerti. Dal 14 settembre al 12 ottobre Cremona ha indossato il vestito di gala per lo Stradivari Festival, la prestigiosa rassegna musicale che ha fatto da “colonna sonora” all’inaugurazione del Museo del Violino. Un evento unico, di caratura internazionale che Virginia Villa, Direttore Generale della Fondazione Museo del Violino Antonio Stradivari, ha definito: «Un momento privilegiato dove, nel segno della liuteria, trovano sintesi creatività e rigore scientifico, prodotto e gesto, contenuti simbolici e oggetti meravigliosamente fisici”. Il nostro Gruppo ha sostenuto con grande piacere questo prestigioso evento, nel segno della vicinanza e della considerazione verso la stupenda città di Cremona e delle sue risorse storiche e culturali.

Cancro Primo Aiuto Onlus: “Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”.

A settembre 2014 Stefania Sansonna e Mi-Na Kim, stelle di primissimo piano della Igor Volley Novara di Serie A, hanno provato per noi Hyundai ix20. Le due sportive hanno lasciato per un giorno il ritiro in Valtellina e si sono cimentate su un impegnativo misto di montagna con risultati molto positivi. Stefania Sansonna, alla sua nona stagione da professionista, è una dei punti fermi della squadra nel ruolo di libero. Mi-Na Kim e Hyundai è un binomio che ricorre. Attualmente in forze al team piemontese, è regista di grande esperienza. Suo padre è stato allenatore della prestigiosa squadra di volley coreana, Hyundai Seul, con cui ha vinto due campionati nazionali.

Toni Bou & Jeep Renegade da applausi al polo fieristico di Morbegno. Pubblico delle grandi occasioni, lo scorso fine settimana, per il consueto appuntamento con la tappa di campionato italiano Trial. Due giorni da sold out per assistere alle incredibili evoluzioni dei migliori interpreti della disciplina e della star incontrastata Toni Bou. Il pluri campione del mondo, presentatosi in grande spolvero, non ha disatteso le aspettative dei fan, con la sua Honda Montesa Repsol ha tenuto tutti con il fiato sospeso e si è più volte guadagnato applausi a scena aperta. Ma Bou non era l’unica stella presente sul campo gara della Città del Bitto. Ad intercettare gli sguardi del pubblico ci ha pensato anche la nuova Jeep Renegade posizionata ai piedi di uno dei passaggi più suggestivi.

Sport

Sport

Scuola

Skyrunning che passione

Valtellina Wine Trail

Convenzione Liceo Leopardi

Un anno di presidenza di Plinio Vanini dopo diverse stagioni vissute attivamente nel direttivo, spiegano il forte legame che unisce il Gruppo Autotorino alla onlus nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. La Mission: Cancro Primo Aiuto non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari. Estende la sua azione nell’ambito territoriale della Lombardia, in particolare nelle oltre 40 strutture ospedaliero-sanitarie in cui si è consolidata una collaborazione, distribuite nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Nel corso del 2013 hanno avuto rapporti con l’associazione 20mila pazienti per un totale di oltre 40mila prestazioni. Sono 35 i collaboratori sostenuti economicamente dalla onlus e un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto. Ecco alcuni dei progetti: Progetto Parrucche Partito alcuni anni fa in alcune strutture ospedaliere della Lombardia, ora è approdato anche sul web. Per le donne che sono costrette a sottoporsi a dei cicli di chemioterapia, Cancro Primo Aiuto mette a disposizione, gratuitamente, una parrucca di ottima fattura. Le pazienti vengono aiutate e sostenute nella scelta della parrucca da acconciatori che offrono la propria consulenza gratuita per la scelta del modello e del colore, in maniera da evitare alle donne questo impegno che può essere fonte di ulteriore dolore e disagio. Nel corso del 2013 sono state distribuite quasi 1.300 parrucche. Inoltre, si è voluto portare il progetto al di fuori degli ospedali estendendolo al resto della regione e anche al di là dei confini lombardi. Progetto Dietista on line Da fine 2013, sul sito dell’associazione (www.cpaonlus.org), i pazienti hanno la possibilità di chiedere indicazioni su quale dieta sia meglio seguire. La dottoressa Martina Semeraro Bertozzi, consulente dietista presso il reparto di Oncologia dell’Ospedale Sacco di Milano, risponde alle domande dei pazienti rivoltele via web e invia loro i suoi consigli sulla dieta da seguire.

Lo sport, il running e la montagna sono da sempre nel DNA di Autotorino. Per questo anche quest’anno il Gruppo ha stretto numerose partnership con eventi top di corsa in montagna d’alta quota. In più di un’occasione scarpette ai piedi alcuni di noi si sono messi in gioco su spettacolari tracciati a fil di cielo. Ecco gli eventi 2014 che ci hanno visti protagonisti: Trofeo Dario & Willy, ResegUp, Giir di Mont, Colmen Trail, ZacUp, Trofeo Kima, International Rosetta SkyRace, Orobie SkyRace, Maga SkyMarathon, Bellagio Skyrace Trail del Viandante. Gare emmozionanti nelle quali Autotorino ha corso a fianco degli organizzatori e dei runner.

66

Luca Cagnati e Emmie Collinge sulla mezza, Xavier Chevrier & Iulia Baikova dominatori della lunga. Oltre duecento giovani nella kermesse del sabato pomeriggio, la carica dei millecento nelle prove agonistiche della domenica. Un successo annunciato per la kermesse proposta a inizio novembre dal sei volte iridato della corsa in montagna Marco De Gasperi. Grande festa tra i vigneti della Valtellina. Da Tirano a Sondrio e un unico serpentone di fatica, entusiasmo e colori tra vigne, borghi e cantine. Il vino, la bresaola, i pizzoccheri e le altre ricchezze del paniere valtellinese protagonisti assoluti di giornata in cui millecento concorrenti si sono misurati con un tracciato davvero spettacolare, in un’atmosfera di grande entusiasmo. Con Jeep Renegade anche Autotorino ha preso parte all’evento in veste di sponsor e sostenitore.

Gruppo Autotorino SpA sostiene da sempre il mondo della scuola. A fine 2014, il Gruppo ha stretto una collaborazione con il Liceo Giacomo Leopardi di Lecco per favorire la conoscenza del mondo automotive, anche come valida opportunità professionale. Oltre a vari incontri formativi, Autotorino ha attivato un voucher annuale a favore di tutti i ragazzi iscritti al Giacomo Leopardi per agevolare l’acquisto di una vettura.

Acquisto acceleratore lineare Tra i progetti più importanti del 2014 vi è la raccolta fondi per l’acquisto di un acceleratore lineare per l’Azienda ospedaliera della Valtellina e della Valchiavenna. Un progetto ambizioso visto che per il macchinario, necessario nella cura radiologica dei malati di cancro, occorrono 2,4 milioni di euro. Su questo fronte si sono mossi in tanti: la Provincia di Sondrio insieme al Comune capoluogo e alla Camera di Commercio locale hanno messo a disposizione un milione di euro, Cancro Primo Aiuto 100mila euro, tante iniziative sportive e culturali svoltesi nel corso dell’anno in Valtellina hanno devoluto quanto raccolto a questa finalità a cui si sono unite le donazioni delle singole persone.

67


Primo semestre 2015

NUMERO OTTO

House Organ dell’Agriturismo La Fiorida Informazione, eventi, life style e tempo libero


Sommario

1 Agriturismo 2 Il Bitto e le Stelle 4 Stella confermata 6 Professione sommelier 8 MTB Pian di Spagna

Agriturismo

La Fiorida

Gastronomia

Guida Michelin

L’agriturismo La Fiorida sorge in Bassa Valtellina, a Mantello, in una delle aree più suggestive dell’arco Alpino. Una zona in grado di regalare tranquillità e relax a due passi da Milano. Nella splendida cornice del fondovalle, dove le Alpi Orobie si incontrano con le Alpi Retiche, ad un passo dal Lago di Como, vanta una delle posizioni più belle della provincia di Sondrio.

Intervista

Gita

La filosofia produttiva dell’Azienda Agricola è improntata al principio del benessere animale ed al rispetto dell’ambiente. Dall’allevamento delle vacche da latte vengono ricavati i prodotti caseari della tradizione valtellinese a denominazione di origine protetta e dai maiali i salumi di alta qualità. La trasformazione casearia, la macellazione e la lavorazione delle carni avviene direttamente in Azienda, ed in particolare la prima è osservabile direttamente dai visitatori grazie ad un ampio percorso a vista sul caseificio. La possibilità di riscoprire i sapori di un tempo con formaggi, salumi e specialità locali, ha permesso all’Azienda di affiancare all’attività produttiva la vendita diretta e degustazione dei propri prodotti nel tipico “Calech” di legno e nello spaccio vendita. Quest’ultimo, oltre all’esposizione dei prodotti, è caratterizzato da una “casera” di stagionatura dei formaggi a vista: un particolare che rievoca la tradizione valtellinese negli alpeggi.

Beauty farm & tempo libero

House Organ dell'agriturismo La Fiorida Informazione, eventi, life style e tempo libero Numero Otto Primo semestre 2015

www.lafiorida.com

La Fiorida garantisce un’occasione di svago per tutta la famiglia che può godere, in assoluta tranquillità, dei benefici di un centro benessere all’avanguardia con piscina, sala fitness, idromassaggio, bagno turco, vitarium, solarium, doccia aromatica, doccia emozionale, bagni di fieno, bagni di siero, bagni di latte e trattamenti estetici. Per le signore il nuovissimo trattamento al viso Intraceuticals Oxigen, trattamenti corpo per la cellulite e per il benessere, Bagni di Fieno, Bagni di Siero e di Latte. Non solo, La Fiorida è a 5’ di macchina da Morbegno e a 10’ da Colico, due graziose cittadine dove godersi shopping di qualità passeggiando in centri storici di rara bellezza.

L’alloggio A dare il benvenuto ai nostri ospiti ci sono 29 confortevoli camere per una calda accoglienza. Camere standard, living, junior suite, country chalet e family suite tutte rigorosamente in sasso e legno di larice.

I ristoranti All’interno dell’agriturismo La Fiorida potrete scegliere tra due ristoranti. Il Ristorante La Présef - Stella Michelin è il punto più alto della ricerca gastronomica a filiera corta, che eleva ai vertici del gusto le produzioni dell’agriturismo. È chiuso la domenica ed il lunedì. Il Ristorante Quattro Stagioni propone invece un’interpretazione fantasiosa ed innovativa della cucina tradizionale valtellinese ed esalta le produzioni dell’agriturismo quali carni, formaggi, ortaggi e piccoli frutti. È sempre aperto. La mezza pensione o la pensione completa, nel caso in cui è prevista nel pacchetto acquistato, viene proposta nel ristorante Quattro stagioni con un menù dedicato alla piccola carta, bevande escluse.

La fattoria Offre per i bimbi, ma anche per gli adulti, la possibilità di un contatto diretto con gli animali (mucche, maiali, asinelli e caprette), percorsi didattici e laboratori per i bambini, miniclub o babysitting. 1


Gastronomia

Il Bitto e le Stelle Una grande serata di alta cucina per festeggiare insieme la grande qualità del formaggio Bitto. Nel mese di ottobre undici Chef stellati hanno risposto all’invito di Gianni Tarabini, chef de La Fiorida e del patron Plinio Vanini, per celebrare il Bitto e la sua pluralità di impieghi a livello enogastronomico.

GLI CHEF

Vista la caratura dei primi attori, ne è nata una serata di grande suggestione, che ha coinvolto un pubblico selezionato di amici e clienti nella meravigliosa coreografia proposta da La Fiorida. Un sentiero luminoso ha condotto gli ospiti in un percorso di conoscenza di tutta l’azienda agricola, da dove tutto prende vita, con numerose degustazioni a tema (la zuppa di fieno nel fienile, l’assaggio di latte appena munto in stalla, la deliziosa Crema di Latte nel caseificio, i salumi allo spaccio vendita) fino ad arrivare al cuore pulsante dell’agriturismo, dove gli chef hanno stupito e deliziato i palati con preparazioni straordinarie. Dodici forme di Bitto 2014 per altrettanti alpeggi e caricatori, tutti in degustazione e undici Bitto di annata, dal 2003 al 2013, portati da un mulo e scaricati sulle tipiche scalere di legno. I vini abbinati alle degustazioni erano tutti orgogliosamente valtellinesi e di grande qualità; per questo ringraziamo tutti i vignaioli che ci hanno onorato della loro presenza. Gioia, stupore ed entusiasmo è ciò che abbiamo letto negli occhi dei nostri ospiti, ai quali abbiamo voluto regalare una serata da tenere nel cassetto dei ricordi indimenticabili. 2

3


GNOCCO DI PATATE DI MONTAGNA CON CUORE DI BITTO 2011, BURRO MONTATO, MISULTIN DEL LARIO E SCORZETTE DI LIMONE Ingredienti per 4 persone 400 gr. di patate bollite, 100 gr di farina 00, 1 uovo, sale q.b., 80 gr. Bitto.

Ingredienti per salsa 1 misultin, scorza di metà limone, una noce di burro, brodo vegetale.

Preparazione: Far bollire 400 gr di patate e schiacciarle. Impastare le patate bollite con la farina e l’uovo. Salare l’impasto quanto basta. Tirare il composto e formare dei quadrati. Tagliare il formaggio Bitto a dadini e passarlo in un tritacarne; con le mani fare delle piccole palline di formaggio Bitto. Prendere un quadrato fatto con le patate ed inserire la pallina precedentemente formata con il Bitto, preparare gli gnocchi.

Guida Michelin. Stella confermata Ventisette nuovi Chef stellati, alcune sorprese e importanti conferme sulla nuova Guida Michelin 2015 presentata a inizio novembre a Milano nella suggestiva location dell’Hotel Principe di Savoia di Milano. Premiando la passione, la voglia di innovare e innovarsi di un team affiatato, tra le stelle confermate spicca anche la nostra, assegnata al Ristorante La Présef de la Fiorida di Mantello. Un riconoscimento importante per lo chef Gianni Tarabini e il suo staff che ogni giorno riescono a rivisitare in chiave moderna la tradizione gastronomica valtellinese e lombarda. Piatti concreti, che seguono il fluire delle stagioni, originali e mai banali, sempre giocati su un perfetto equilibrio di sapori e di tecniche culinarie. A due passi dal Lago di Como, sulle sponde del fiume Adda, in un suggestivo scorcio incastonato tra le Alpi Retiche e Orobie, il Ristorante La Présef punta sulla qualità di prodotti genuini, sul vero “km0”. Il benessere con cui vengono allevati 4

gli animali della fattoria lo si ritrova nella bontà di carni e formaggi. Lo stesso vale per la frutta e le verdure coltivate con passione negli orti e nei frutteti dell’azienda: da questi ingredienti dipende il valore aggiunto di una cucina genuina e nel contempo innovativa. Un piacere per il palato. “La conferma della Stella sulla prestigiosa guida rossa Michelin ha per noi un valore speciale – ha commentato Plinio Vanini, patron de La Fiorida –. Premia il lavoro svolto giorno dopo giorno da ognuno nella rispettiva porzione di attività di questa filiera corta: dai fattori al casaro, dall’ortolano ai macellai, alla brigata dello chef e ai ragazzi che lavorano in sala. Sono solito dire che i successi più importanti nascono soltanto se si creano le giuste premesse utili a raggiungere un’elevata qualità. Nella nostra azienda questa condizione comincia dal benessere degli animali e termina con il prodotto presentato sul piatto. La Stella Michelin rappresenta un grande privilegio, ma anche il monito a proseguire sulla strada intrapresa”.

La

ricetta

Per la salsa tritare la scorza di limone, tagliare finemente il risultato; unire successivamente burro e brodo. Far bollire dell’acqua salata, buttare gli gnocchi e scolarli quando vengono a galla. Aggiungere alla salsa in una padella antiaderente gli gnocchi scottati, farli saltare leggermente. Servire ben caldi. 5


L’

Intervista

A La Fiorida, l’identità di sala e di cantina sono ben rappresentate da una giovane donna che ha deciso di lavorare con impegno e amore, tanto amore. Elisa Iemoli crede fortemente in ciò che fa e punta dritto al cuore di chi oggi più che mai ha voglia di rifugiarsi in un buon prodotto e in un buon servizio. Ha coraggio, forza e talento. Nei suoi occhi le si legge il desiderio di fare sempre meglio.

Come, quando è cominciata la tua avventura in Fiorida e qual è la tua giornata tipo? È cominciata nel giugno 2006, diversi anni fa. Ogni mattina mi sveglio con la certezza di fare un lavoro che mi piace. La mia giornata inizia alle 9.30. Il tempo di un caffè con tutto il team per l’assegnazione dei compiti per la mattinata e poi confronto con lo chef e le ragazze dell’ufficio per pianificare le attività della giornata. Da mezzogiorno alle 19 iniziano i servizi al ristorante, ma bisogna dire che a La Fiorida un giorno non è mai uguale all’altro. Abbiamo due ristoranti, ospitiamo meeting, matrimoni e offriamo servizi catering. Anche la tipologia di clientela è molto varia. Gestire tutte queste attività non è sicuramente facile; bisogna essere flessibili e multitasking. E non ci annoiamo mai.

Un buon maître deve sapere leggere il cliente. Come fai? Oggi i cuochi sono le nuove star della tv, non bisogna però dimenticare l’importanza di maître, camerieri e sommelier. Il nostro obiettivo non è soltanto quello di far star bene gli ospiti, ma anche di valorizzare il lavoro della cucina. Un piatto e un vino possono anche essere ottimi, ma se presentati male perdono tutta la loro qualità. Tocca a noi di sala sviluppare l’aspetto artistico e creativo. Per fare questo lavoro bisogna avere una grande passione e voglia di imparare cose nuove ogni giorno. Più sai e più puoi raccontare al cliente. Il nostro è un lavoro duro, spesso senza orari ben definiti, ma ogni giorno ci permette di incontrare persone nuove e soprattutto di avere molte soddisfazioni».

Come ci riesci?

Professione sommelier Elisa Iemoli sommelier de La Fiorida. A lei il compito di scegliere e abbinare i prestigiosi vini della nostra cantina con i piatti del nostro ristorante.

Intervista a cura di Maurizio Torri

6

Il primo passo è saper accogliere l’ospite mettendolo a suo agio e facendolo sentire come a casa propria. Viviamo una realtà in cui il cliente è sempre più preparato ed esigente e per questo diventa fondamentale “leggere” i tavoli, indovinare necessità e personalità, decifrando segnali, sguardi e parole per poterlo seguire al meglio. Se ad esempio gli ospiti chiacchierano tranquilli a tavola, allora il servizio potrà essere più lento e magari con qualche pausa. Se invece sono accompagnati da bambini, gradiranno probabilmente un servizio più celere. Non si deve essere assillanti con chi non chiede approfondimenti sul prodotto e ci si può anche dilungare con qualche aneddoto con gli ospiti che invece mostrano maggiore interesse. Gli elementi fondamentali restano sempre e comunque attenzione e cortesia.

In Fiorida avete un’ampia gamma di piatti e vini. Se tu fossi ospite per un giorno cosa sceglieresti? Il nostro menù nasce dalla passione per la terra e dal rispetto delle tradizioni. È anche per questo che ogni piatto viene creato utilizzando i prodotti in base alla stagionalità e a quello che ci offre il territorio. Al ristorante Quattro Stagioni non si può non assaggiare il maialino da latte nelle due cotture, ovviamente abbinato ad un buon rosso valtellinese. 7


La Fiorida

Gite

L’Oasi Pian di Spagna Lago di Mezzola Cosa c’è di più bello di far conoscere a chi ama la natura, la storia, le tradizioni, le leggende di questo bellissimo territorio? Ecco la nostra idea! Meta della nostra proposta è l’Oasi del Pian di Spagna e il Lago di Mezzola da scoprire in sella alla bicicletta. Il nostro itinerario vuole far assaporare il gusto di pedalare immersi in un ambiente unico nel suo genere, abbracciati dalle montagne e cullati dalle calme acque del lago. Partenza dall’agriturismo La Fiorida, seguiamo il Sentiero Valtellina attraversando l’Oasi del Pian di Spagna, arriviamo a Dascio, 15 km. Qui, chi vuole, può salire al belvedere per scattare qualche foto al bellissimo panorama, 50 m dsl. Scendiamo al porticciolo, dove Gianni, in barca, ci porterà a scoprire gli angoli più intimi del Lago di Mezzola, tra questi il tempietto di epoca romana di San Fedelino. Terminata la visita sbarchiamo a Novate Mezzola dove ci attenderà un gustoso pranzo con i sapori della Valtellina. Dopo un meritato riposo, si ritorna all’ agriturismo La Fiorida,18 km, disegnando un anello attorno al Lago di Mezzola. Programmate una visita a questo suggestivo itinerario, approfittando delle offerte di soggiorno che La Fiorida propone a primavera. Per info: www.lafiorida.com

MTB al Pian di Spagna Pedalando nella natura incontaminata alla scoperta delle specie che popolano l'oasi naturale.

8

9

Profile for Autotorino

Io Autotorino numero 8  

io Autotorino Magazine di motori e lifestyle House Organ ufficiale del Gruppo Autotorino SpA - numero Otto

Io Autotorino numero 8  

io Autotorino Magazine di motori e lifestyle House Organ ufficiale del Gruppo Autotorino SpA - numero Otto

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded