__MAIN_TEXT__

Page 1

QE-MAGAZINE WEB #22 Anno 4 - 27 giugno 2019

Foto: ©Eric Mathon/Palais Princier.


Edito

QE-MAGAZINE #19 6 giugno 2019

Tradizione e futuro, giardini e cemento, nuove tecnologie e ecologia: il Principato di Monaco riesce ad essere tutto questo in meno di 2 chilometri quadrati, per quanto i suoi confini non si limitino a quelli geografici. Basti pensare che in occasione del falò acceso per la festa di San Giovanni, sulla piazza del Palazzo, lo scorso 23 giugno c'era anche una nutrita rappresentanza della Monaco Baltic States, associazione fondata dal Professor Borruto con lo scopo di favorire la promozione dei paesi baltici (Estonia, Lettonia e Lituania), sia a Monte Carlo ma anche all'internazionale. In una Città-Stato come questa, l' incredibile fermento in termini associativi, le attività che originano, a tutti i livelli, solo recentemente cominciano ad emergere dalle consuetudini. Ad esempio, la recente nomina di Françoise Gamerdinger (attuale consigliera al Comune del Principato di Monaco incaricata alla Cultura) come direttore degli A fari Culturali - subentra a Jean-Charles Curau, n.d.r. - sorprende alquanto. Ma non perché la signora Gamerdinger non ne abbia titolo, visto che già rappresentava la cultura anche al Consiglio d'Europa, quanto per il fatto che lei è la prima donna ad essere nominata a ricoprire questo ruolo governativo. Di ficile accettare che ancora ci siano questi primati in paesi civilizzati come Monaco che, già proiettata al futuro, vuole essere sempre più interconnessa e digitalizzata. A breve, le App e le tante astuzie da smartphone fioriranno per permettere al comune cittadino, ma anche al classico residente che vive a Monte Carlo, di parcheggiare, visitare la città, guadagnare punti con la raccolta vetro oppure individuare servizi ed attività grazie al portale di Monaco Welcome. A quest'ultimo il ruolo di coordinatore si addice bene perché a lui si devono indirizzare gli esercizi commerciali che intendono aderire all'iniziativa « Monaco Sunday Experience 2019 » , per far sapere a che ora e come intendono aprire le domeniche a partire dal 7 luglio all'8 settembre. Tuttavia, a mio giudizio, probabilmente perché si tende a favorire la comunicazione digitale, ora mancano le indicazioni classiche che permettono di informare cosa, dove e come accadono gli eventi. Spiego meglio. Abbiamo provato ad indossare i panni di un turista che, giunto nel Principato di Monaco, decida di noleggiare una bicicletta elettrica. Beh, con gli attuali totem e servizi o ferti per la città non è stato possibile farlo e lo abbiamo documentato in un video di qualche minuto di fuso su Youtube. Forse bisognerà aspettare il 13 luglio e le nuove strutture create per l'occasione per provare ad essere green in una città tutta saliscendi. Ma comunque, credetemi, senza un buon telefonino (obbligatorio che sia di ultima generazione) sapere cosa accade a Monte-Carlo, è quasi impossibile. Sono pure sorti da pochissimo dei pannelli con QR-Code o con indicato il relativo sito web per informare i più curiosi sull'avanzamento dei lavori di estensione sul mare. Quindi, o ci si adegua oppure, come disse il famoso brachetto di Charlie Brown, Snoopy "Se non ci piace dove stiamo possiamo spostarci, non siamo alberi!" Come ogni volta, ricordiamo ai nostri lettori che la versione stampabile del magazine digitale è disponibile ESCLUSIVAMENTE per gli abbonati che ne facciano richiesta scrivendo a ampmonaco@ampmonaco.com, mentre i numeri arretrati restano visibili sul sito QE-MAGAZINE.COM e naturalmente anche sulla piattaforma issuu.com/ampmonaco

.................................................................................................................................................................................................... 1


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

2

.....................................................................................................................................................................................................


QE-MAG@ZINE #22 27 giugno 2019 Sommario PAG 4 No-smoking area, cantieri e mobilità: cosa ci a ende questa estate a

Monaco // Dissuadere al consumo eccessivo di alcol: al via la nuova campagna d'informazione monegasca

PAG 8 Siti Storici dei Grimaldi: tradizioni e a ualità sulla Rocca // Le parole che curano: lamentele ed etiche e

PAG 12 Aiuta anche tu un fumatore PAG 14 Arte e design: accoppiata vincente alla prossima mostra dell'AIAP di Monaco // Tecnologia e futuro: se ne parla a MADE IN ITALY

PAG 16 L’ingrediente base della pozione di questa edizione: l'Opera lirica // INCONTRI: Michele di Mauro //Laurent Papillon: un'esposizione per rifle ere

PAG 24 Intramontabile Prada: a Monaco due nuovi store...

SALUTE & BENESSERE

PAG 26 Canicola: guida pratica per rimanere in forma.

PAG 27 Tra esibizioni equestri e quelle marine c'è solo l'imbarazzo della scelta..

PAG 28 Fondazione Principe Alberto II: a Madrid la consegna degli Awards PAG 30 AGENDA DE MONACO AGENDA DE MONACO

www.fishow.org FISHOW supporta PASSION SEA

Acquista il volume Water is life e contribuisci a finanziare i progetti di Passion Sea

www.passionsea.com

..................................................................................................................................................................................................... 3


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

No-smoking area, cantieri e mobilità: cosa ci a ende questa estate a Monaco In questi ultimi mesi, sono almeno tre i grandi nemici dichiarati di Monaco: i mozziconi di sigarette, la plastica e i cantieri. Gli alleati, invece, la mobilità pulita e la green attitude. Ma andiamo in ordine. Dunque, è stata lanciata dal Comune monegasco, la scorsa settimana, l'operazione "Monaco Plage Propre", giunta alla sua decima edizione: ma di che si tratta esattamente? Semplice, per limitare la dispersione di mozziconi di sigarette nei luoghi pubblici più frequentati d'estate - vedi i parchi e la spiaggia del Larvotto - l'amministrazione del Principato ha intrapreso nuove misure di sensibilizzazione per i classici fumatori, mettendo a disposizione da sabato scorso dei posacenere. Distribuiti in prossimità delle 3 entrate delle aree pubbliche della spiaggia monegasca e presso il solarium della nuova diga, ma anche presso i punti informazioni dell'Ufficio del Turismo, questi contenitori conici sono offerti in self-service e possono essere riutilizzati più volte secondo il principio "Monaco zero mozziconi". Del resto, è cosa nota che ad inquinare non sono le sigarette in sé ma i filtri, composti da materiali chimico-sintetico che per degradarsi impiegano dai 5 ai 12 anni di tempo. Per questa ragione, oltre che per motivi salutistici, fumare all'aperto è ora considerato un atto non più libero come una volta. Tanto che, nel caso del parco Principessa Antoinette, l'intera spazio verde è stata convertito dal Comune in no-smoking area, e presto anche l'intero Giardino Esotico ne seguirà l'esempio.Passiamo alla plastica. Nel Principato di Monaco, questo derivato del petrolio non gode di una buona reputazione. E' di recente attualità che le cannucce e le bacchette miscelatrici per le bibite siano stati banditi dal 1° gennaio di quest'anno. Ma l'iniziativa s'inscrive in un più ampio progetto lanciato lo scorso anno in Francia, a Marsiglia, nell'ambito della campagna ZERO PLASTIQUE EN MEDITERRANEE - e ancora prima dalla misura presa dal Governo monegasco che ha interdetto l'uso dei sacchetti di plastica monouso offerti nei negozi di Monaco. 4

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Prima di questa misura c'è chi ne ha fatto una missione - come l'associazione monegasca PASSION SEA, - e chi, come esercizio commerciale, si spinge oltre esponendo l'etichetta « Commerce Engagé » per evidenziare le proprie pratiche eco-responsabili ad un approccio di consumo sostenibile. La gestione dei rifiuti poi, in questo periodo, è il tallone di Achille nelle varie marine ed è proprio qui che, nonostante l'allestimento di aree specifiche destinata alla raccolta differenziata (Port Propre) non sempre si riesce a far fronte allo smistamento immediato. Lo testimoniano sacchetti di rifiuti appoggiati nei posti più impensati, anche in città, a dire la verità. Tuttavia la qualità della vita deve avere la massima priorità per gli amministratori locali e non è una novità il ricorso ad una serie di sensori installati in varie parti della città per controllare quotidianamente la qualità dell'aria ( accessibile cliccando qui). A Monaco, nonostante i valori siano nei limiti ma non ottimali, a contribuire a questi risultati ci sono le polveri sottili del traffico e dei in corso che continuano a trasformare l'area urbana (il rifacimento dei giardini des Boulingrins non è censito ma dovrebbe terminare entro questo mese, dicono). Per sapere quali e quanti sono, limiti e caratteristiche basta seguire le indicazioni esposte sul sito INFOCHANTIERS (clicca qui per accedervi). Per esempio, quando vedete la scritta "Etat des perturbations en cours" vuol dire che come minimo è in funzione un martello pneumatico o stanno piantando dei pali, ergo rumore assicurato, a volte purtroppo anche quando dovrebbe esserci la pausa pranzo. Allora, come residenti, lavoratori e cittadini, come possiamo mettere in pratica azioni pratiche eco-responsabili per un approccio di consumo sostenibile? Ebbene, magari spostandoci con mezzi di trasporto pubblici, oppure noleggiando mezzi elettrici (Mobee) o biciclette elettriche. In quest'ultimo caso, cari lettori, vi sfidiamo proprio a farlo seguendo le indicazioni fornite sullo screen-touch dei totem che ne delimitano l'area d'uso. Ci abbiamo provato anche noi, documentando l'esperimento in questo filmato, ma il risultato è stato deludente e girato ve ne diamo una prova concreta (on line su https://www.youtube.com/watch? v=FmbEiC6rbAk). Offrire in locazione biciclette della CAM che richiedono abbonamenti particolari, dovrebbe essere oggetto di una comunicazione chiara e precisa a misura di utente che, magari, non immagina nemmeno dove e a chi chiedere spiegazioni in merito. Probabilmente, anche per rispondere al meglio a queste precise necessità, a partire dal 13 luglio, il nuovo servizio di biciclette elettriche (35 stazioni e 300 nuovi modelli di due ruote) sarà totalmente rinnovato con il nome di Monabike. Un chiaro esempio di come lo Stato sia all'ascolto dei cittadini e dei suoi bisogni, a beneficio di tutti, ovviamente: seguiranno aggiornamenti! ....................................................................................................................................................................................................

5


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Dissuadere al consumo eccessivo di alcol: al via la nuova campagna d'informazione monegasca

Per ridurre l'assunzione di bevande alcoliche ed informare degli effetti negativi sulla salute dei consumatori, il Dipartimento per gli affari sociali e la salute ha scelto di promuovere una campagna di sensibilizzazione pubblica lanciata qualche giorno fa. Infatti, contrariamente alle credenze popolari, anche un ridotto consumo di alcol comporta rischi ed effetti collaterali come tumori, emorragie cerebrali, ipertensione. Inoltre l'uso eccessivo di bevande ad alto grado alcolico è anche una delle principali cause di morte per incidenti stradali. Attualmente i nuovi parametri di riferimento prevedono di non consumare più di 2 bevande standard * al giorno; e non più di 10 bicchieri di bevande come il vino o birra a settimana. A tal proposito si segnala che l'associazione BESAFE Monaco è impegnata da mesi in attività dissuasive svolte anche attraverso l'omaggio di alcoltest offerti soprattutto ai giovani a fine serata: l'obiettivo è di dissuaderli dal condurre l'auto o il motorino in stato di ebbrezza. Il loro motto è #StayInTheLimit. Alle fondatrici di BESAFE Monaco, ancora recentemente, è stato offerto anche un contributo di 1.000 euro, consegnato nella sede del CREM nell'ambito dell'iniziativa promossa dalla marchesa Maria Ghilla di Canossa nelle sue vesti di Ambasciatrice di San Patrignano, come illustrato nella foto qui sopra. *: Un bicchiere standard = una fiaschetta di vino o una tazza di champagne a 12 ° (10 cl) = un bicchiere di pastis o whisky a 40/45 ° (2,5 cl) = un bicchiere di aperitivo a 18 ° (7 cl) = un "mezzo" di birra a 5 ° (25 cl) 6

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

La versione della navetta come è stata presentata a Parigi dalla stessa Keolis alcuni mesi fa.

....................................................................................................................................................................................................

7


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Siti Storici dei Grimaldi: tradizioni e a ualità sulla Rocca

Mancavano solo la Principessa Charléne ed i due gemelli al 2° incontro dei siti storici Grimaldi di Monaco, svoltosi il 22 e il 23 giugno sulla Piazza del Palazzo con la partecipazione di ben quattro antichi feudi della nobile famiglia di origine genovese: il Pays de Matignon, il Ducato di Valentinois, il comune di Dolceacqua (Italia) e la città di Roquebrune Cap Martin. Ad inaugurare ufficialmente l'evento il primo giorno, S.A.S. il Principe Alberto II che, in tarda mattinata, ha fatto la sua comparsa accompagnato da numerose personalità istituzionali locali ed estere. Come da programma, il Principe Sovrano non ha mancato di incontrare tutti i partecipanti e animatori dei vari stand. La cerimonia si è svolta in un'atmosfera amichevole ed informale, anche perché le due giornate erano aperte gratuitamente al pubblico. Non sono poi © Direction de la Communication - Manuel Vitali mancati momenti di intrattenimento, danza e musica popolare, giochi per bambini e 8

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

momenti folcloristici durante i quali le amministrazioni dei territori invitati hanno potuto presentare le loro specialità locali, artigianali e culinarie. Immancabile poi lo spettacolo "suoni e luce", anticipato dal concerto dell'Orchestra dei Carabinieri di Monaco: proiettata sulla facciata del Palazzo del Principe, la rievocazione della storia degli oltre 700 anni di regno dei Grimaldi, ha reso omaggio ai quattro paesi ospiti quest'anno. Come affermato dallo stesso Principe Alberto II nella sua allocuzione di apertura "questa

seconda edizione, preparata con la guida sempre efficiente del team della Monaco Inter Expo diretto da Albert Croesi, conferma le belle promesse della prima edizione. Credo che il rendez-vous ora sia ben consolidato in questa forma e per alcuni anni, almeno per completare un primo ciclo di inviti destinati dalle principali comunità storicamente legate, in Francia e in Italia, alla mia famiglia e al Principato. (...) Ma alla fine, ciò che ci riunisce tutti oggi è l'amicizia, la stessa che percepisco durante le mie visite regolari nelle regioni e che, attraverso la mia persona, si manifesta nel Principato dalle forze locali e dalla popolazione...."

L'immancabile barbajuan nazionale e qualche animale delle fattorie, accolto in stalle effimere, hanno contribuito infine, a rendere questo evento ancora più autentico, molto apprezzato dai monegaschi e dai turisti di passaggio. Appuntamento allora al prossimo anno! (Foto: ©Axel Bastello-Eric Mathon / Palais Princier ) ....................................................................................................................................................................................................

9


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Le parole che curano: lamentele ed etiche e

di Salvatore Dimaggio

Da un incontro col Papa ad un libro tradotto in 19 lingue ed ora un secondo libro, perché le etichette possono essere paralizzanti. Questa settimana parliamo con il dottor Salvo Noè.

Nel 2012 ho creato un cartello con su scritto “Vietato lamentarsi” ed ho anche scritto un libricino del titolo “Smettila di lamentarti”. Questo nasceva dal desiderio di lanciare un messaggio i miei conterranei: più che concentrarsi sul lamento, concentriamoci sulle possibilità che abbiamo di essere costruttivi. Sfruttiamo le potenzialità che abbiamo, le nostre risorse e così via. Nel 2013 appena insediato Papa Francesco, io ascolto casualmente per radio uno dei suoi primissimi discorsi e mi rendo conto che il Papa affrontava proprio il tema del lamento e posso dire di essermi riconosciuto completamente nelle sue parole. Da lì parte un desiderio: quello di far sapere a Francesco che io avevo già scritto un libro sull’argomento e che avevo anche ideato un cartello. Da lì parte, soprattutto, la mia voglia di incontrarlo. Per quattro anni alle varie lettere inviate in Vaticano, veniva risposto sempre che ciò era impossibile. Poi ho conosciuto una persona che lavorava e lavora tuttora, presso la Santa Sede. Dopo alcuni mesi questa persona riesce nel difficile compito di farmi ottenere un posto 10

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

in prima fila al famoso baciamano del mercoledì del Santo Padre: ho la possibilità di parlargli per qualche momento. Era una giornata caldissima e quando lui si avvicina a me e gli porgo il cartello, noto che si incuriosisce ed inizia chiedermi di più su quello che faccio, sul significato del cartello, eccetera. L’incontro termina lasciandomi una grande emozione. Ascolto anche Papa Francesco dire ad un suo collaboratore “Questo cartello lo mettiamo sulla mia porta”. Passa un mese esatto ed io ricevo una telefonata che mi informa che sono finito sulla prima pagina de La Stampa perché sulla porta del Santo Padre in Vaticano c’era il mio cartello. Da quel momento attorno a me si crea un interesse spasmodico. Per quattro giorni di fuoco giornalisti da varie parti del mondo mi seguono e vogliono sapere tutto di questo cartello, di me, eccetera. Mi viene così richiesto di scrivere un libro sull’argomento. Il libro si rivela un grande successo ed in pochi mesi c’è già bisogno della ristampa. Proprio in quel periodo mi arriva un invito: il Santo Padre mi invita al Palazzo Apostolico per un incontro ed in quell’occasione ho modo di parlargli più approfonditamente e mi permetto di chiedergli anche una prefazione. Papa Francesco mi risponde: “Per me il problema principale è il tempo, ma ci proverò”. Dopo soli dieci giorni ricevo la prefazione, dunque la seconda ristampa ha la prefazione del Santo Padre e da lì parte un interesse internazionale per il libro che ormai è giunto alle diciannove traduzioni. Con “Vietato lamentarsi” ho inteso parlare di tutto ciò che contribuisce ad un mood negativo e che porta a lamentarsi invece che ad impegnarsi, a fare. Io sostengo che l’Italia è un paese ricchissimo dal punto di vista architettonico culturale, ma anche manifatturiero. Però curiosamente viviamo un po’ da poveri, con tanti problemi economici, comuni in dissesto e croniche carenze strutturali. Una situazione paradossale rispetto al contesto, che è un contesto ricco. Dunque, se nel primo libro parlavo di come cambiare atteggiamento ed ottimizzare le risorse, nel secondo, uscito da pochissimo, “Prima di giudicare pensa”, parlo di un’altra cosa che ci blocca, che è un vero problema: il giudizio. Ma attenzione, non mi riferisco al giudizio costruttivo, fatto per far crescere l’altro, ma a quello che io definisco tossico, vale a dire quello che etichetta l’altro e lo paralizza. Il giudizio tossico è un’altra cosa che frena la nostra evoluzione perché crea conflitto, malintesi, difficoltà. Il giudizio tossico avviene quando io sparo un proiettile verbale, come lo definisco io, nei confronti dell’identità dell’altro e lo blocco all’interno di un giudizio che finisce per diventare totalizzante. Questo giudizio crea conflitto e frena l’evoluzione perché conflitto chiama conflitto. ....................................................................................................................................................................................................

11


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

IL PIZZI(no)

Opinioni e pensieri in libertà

Aiuta anche tu un fumatore

a cura di Riccardo Pizzi

Fumare fa male e chi fuma si assume le proprie responsabilità. Il fumo passivo é una cosa tremenda e i ragazzi devono stare lontani dalle sigarette. Per completare aggiungo anche l’ immortale frase: la mia libertà finisce dove inizia quella degli altri.

Assolte le pratiche legate al politically correct vorrei dire una cosa da fumatore: Siamo trattati peggio dei consumatori di crack. Puoi far parte di qualsiasi minoranza etnica, di qualsiasi nicchia di umanità ed avrai milioni di sostenitori pronti a immolarsi per la tua causa. Ma se sei un fumatore, allora preparati a una vita di sofferenza e di sguardi di rimprovero costanti. Certo, è facile e fa sentire bene prendersela con un fumatore. Sai di essere nel giusto quando sciorini una serie di motivi per cui dovrebbe smettere, hai millemila argomenti per mortificarlo e svuotare la tua anima lorda di peccato sul primo fumatore che incontri. Massacrarlo è liberatorio e socialmente accettato, quindi perché privarsi di questo piacere? 12

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

IL PIZZI(no) I fumatori sono personcine sensibili che vengono discriminate e rinchiuse in aree terribili negli aeroporti, sotto vetro come un monito vivente di come si può ridurre un umano. Essi si ritrovano fuori dai ristoranti, anche quando fa freddo e piove, e tra loro socializzano con

un sorriso tra il complice e il colpevole. Parlano del loro vizio, di quanto sia difficile smettere, di come quando smettono il grasso inizi ad accumularsi sul loro corpo. Raccontano storie fantastiche di amici che sono riusciti a smettere pur “avendo le sigarette sempre lì a portata di mano”. Non sono cattivi, prova anche tu a empatizzare con loro, sono bersaglio di continue prevaricazioni, vittime di un moderno apartheid, ma nessuno fa lo sciopero della fame per loro. Nessuno vuole “aiutarli a casa loro” e soprattutto nessuno li difende dal loro più acerrimo nemico: l’ex fumatore che si e’ radicalizzato velocemente! ....................................................................................................................................................................................................

13


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Arte e design: accoppiata vincente alla prossima mostra dell'AIAP di Monaco

Dopo il successo della prima edizione, anche quest'anno ZANABONI, tra i piÚ rinomati marchi leader di creatori di mobili ed arredamenti, espone alcune delle sue 'opere' d'arte' selezionate dagli interior-designers Tullia e Paolo CANCIANI, organizzatori ed ideatori dell'evento collaterale al " Monaco Yacht Show 2019 ". Presentata infatti dal Comite' National Monegasque AIAP UNESCO al 10, Quai Antoine 1er, con il Patrocinio dell'Ambasciata d'Italia a Monaco, alla mostra dal tema "ARTE e DESIGN per Interni da Yacht : il nuovo lusso contemporaneo", spiccheranno poltrone, divani e tavoli dalle tonalità della sabbia, con una particolare attenzione agli elementi marini come conchiglie, coralli, e riflessi della madreperla. Un omaggio, insomma, al lussuoso mondo dello yachting a cui è destinata questa linea, frutto di anni di esperienza dei maestri artigiani la cui la memoria gioca un ruolo determinante nel recuperare una tradizione secolare, mirabile espressione del nostro made in Italy.

14

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Tecnologia e futuro: se ne parla a MADE IN ITALY

“Made in Italy” non è una stazione radiofonica ma non è nemmeno una web radio. Potremmo definirlo un programma radiofonico settimanale in cui vengono presentati, con la formula del talk-show o infotainment, argomenti e tematiche raccontati da selezionati protagonisti delle eccellenze italiane del made in Italy. Nell' ultima puntata on line, la 241 del 24 giugno ci spostiamo sulle Dolomiti per apprezzare non solo il paesaggio ma anche la sua aria pura, soffermandoci in quella zona del lago di Misurina dove viene compressa in

loco e imbottigliata in appositi inalatori. Così rimane pura e intatta, e si può godere la sua freschezza naturale in qualsiasi parte del mondo vi troviate. È nata in questo modo “Bonair Misurina” che vuole farci respirare un’aria sana e pulita. Di questa idea rivoluzionaria, in tempi in cui il pianeta soffoca per l’inquinamento, “Made in Italy” ha parlato con la fondatrice di Bonair, Chiara Bonel, ospite di Marco Leone. Per ascoltare questa e le altre interviste realizzate e diffuse in podcast da MADE IN ITALY, basta cliccare su www.madeinitalyradio.it

.....................................................................................................................................................................................................

15


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

MO i TO: cocktail metafisico da gustare senza moderazione L’ingrediente base della pozione di questa edizione: l'Opera lirica

di Silvia Giordanino

Cari fruitori del nostro/vostro MO i TO, a questo "giro", nuovamente un unico ingrediente, perché vi proponiamo la musica nella sua più alta declinazione: l'Opera Lirica! Vanta numerosi tentativi di imitazione e rimane unica: l'Opera italiana da sempre ha conquistato i cuori e le menti di tutti: grandi e piccini, nobili e borghesi, ricchi e poveri... Se fosse una pozione sarebbe sicuramente una di quelle magiche con una manciata di Stelle, una spolverata di Infinito ed, infine, scaldata con la Passione.

La location a Torino dove viene ospitata questa nobile arte è solo una: il Teatro Regio in Piazza Castello. Per chi ancora non lo sapesse il Regio, classificato Patrimonio dell'Umanità dal 1997, rientra anche tra le Residenze Sabaude ed è tra i più grandi ed importanti d'Italia. La sua 16

....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

costruzione risale al 1740, su richiesta del Re Vittorio Amedeo II che lo affidò all'architetto Filippo Juvarra ma completato, alla sua morte dal collega Benedetto Alfieri. Dei fasti di quei tempi ne è rimasto solo un ricordo, la facciata esterna: l'interno, invece, distrutto da un incendio nel 1936, è il risultato della mirabile opera dell'architetto Carlo Mollino il quale, affiancato dagli ingegneri Marcello Zavelani Rossi e Adolfo Zavelani Rossi, Carlo Graffi Sergio Musmeci e F. Bertone per le strutture conclusero il i lavori nel 1973. Il (nuovo)Teatro Regio fu inaugurato con l'opera di Giuseppe Verdi I vespri siciliani, per la regia di Maria Callas e Giuseppe Di Stefano. Infine, l'ultimo lavori di restauro, più che altro funzionale per l'acustica e la messa a norma della sala, risale al 1995-96 e con l'occasione furono impiegati dei rivestimenti che ne hanno permesso di aumentare la fossa dell'orchestra.

Allora, cari melomani, ora ci rivolgiamo proprio a voi: ma siete proprio sicuri di voler perdervi la prossima rappresentazione, ossia PORGY AND BESS? Sappiate bene, "ed è subito ...Summertime!" E sì, perchè sul palcoscenico del sopracitato Teatro il New York Harlem Theatre presenta The Gershwins’ Porgy and Bess di George Gershwin, DuBose e Dorothy Heyward, Ira Gershwin. A portare in scena – per un totale di 7 recite fino al 7 luglio - il capolavoro del 1935, la compagnia del New York Harlem Theatre con l’Orchestra del Teatro Regio, dirette da William Barkhymer, direttore artistico e musicale della Compagnia. La regia è firmata da Baayork Lee e il coro è diretto da Richard Cordova; Michael Scott ha disegnato le scene, i costumi sono di Christina Giannini e le luci di Reinhard Traub. .....................................................................................................................................................................................................

17


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

INCONTRI: Michele di Mauro

di Silvia Giordanino

Actor: alias colui il quale agisce, termine latino dal quale deriva il termine "attore", sua più comune fruizione nella nostra bella lingua.

Michele di Mauro: Palamede l'eroe cancellato: foto di Giacomo Maestri

Effettivamente, l'attore è colui il quale agisce sul palcoscenico, impersonando e non soltanto vestendo gli abiti di qualcun altro da sé. Incontriamo, dunque, Michele Di Mauro, noto attore di origine torinese e così, durante l'intervista, eccoci in un tour nel quale scopriamo il suo volto espressivo, le mani sempre in movimento ed una voce capace di infiniti colori, in diverse gamme, le quali ci permettiamo di dire, quasi mai tendono alle cinquanta sfumature di grigio. Michele Di Mauro non è un uomo da "mezze tinte". Per sua natura, se anche non ha il ruolo da Emma Bonino (Wikipedia) 18

protagonista, cattura gli sguardi degli spettatori...il grigio emana odore di sfondo, di palude, di fango e di cemento... non gli si addice, non potrà mai confondersi, egli si distingue per natura. Infatti, Michele è un gigante di rara potenza, come l'arcangelo del quale porta il nome. Egli è la sua voce, il suo volto, le sue mani, i suoi personaggi...Ecco, quindi, Re Claudio, ultima sua rappresentazione teatrale nell'interessante Amleto rappresentato per lo Stabile di Torino con la regia di Valerio Binasco. Porta ancora gli anelli da lui stesso scelti e portati in

....................................................................................................................................................................................................


AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA A

QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

palcoscenico proprio in tale occasione. Scopriamo che tutto ha un senso nelle scelte professionali di Di Mauro. Tutto ha un significato per questo attore del quale si può dire non che ha qualcosa di straordinario: è straordinario. Il pubblico è innamorato di lui, come dargli torto? Ha un seguito di persone affezionate a quella sua "incredibile capacità di essere sempre credibile". Lo vedremo a gennaio su Sky nel ruolo del Commissario Tassone per una nuova ed attesa edizione di BarLume, tratto dal best seller di Marco Mavaldi e diretto da Rohan Johnson.Ci ha fatto sorridere doppiando Moud nel cartone animato di Aida degli Alberi.

Tantissimi gli amici nello spazio virtuale di Facebook, qui le sue critiche cinematografiche sono fonte di ispirazione per tanti intellettuali. Difficile spiegarsi come mai, talvolta, lo si vede relegato sul grande schermo o in TV in ruoli quasi "da caricatura". Forse la nostra intervista potrebbe cominciare proprio da qui, poiché, il Nostro si svela come un "artigiano" del suo mestiere. Nessun lavoro per Michele è di serie A o di serie B ed è di uguale dignità con consapevole ragion d'essere.... ....................................................................................................................................................................................................

19


AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AA

QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Mai manipolatore di un personaggio, piuttosto un cesellatore... Sappiamo che i nostri lettori vorrebbero farti questa domanda: perché un grande come te appare talvolta sul grande schermo in ruoli minore o addirittura sconfinanti nel "caricaturale"? La vita di un attore, come quella di tutti, è condizionata dal denaro. Questa mia considerazione iniziale non significa che io scelga ogni mio lavoro in funzione di quanto possa guadagnare, ma non mi posso esimere dal mettere sul piatto della bilancia anche questo. C'è stato un periodo nel quale il teatro non mi garantiva sufficienti entrate allora mi sono diversificato partecipando a casting per il grande ed il piccolo schermo. Alla fine, in qualche modo, piaccio. E, comunque, intendiamoci bene, ci sono ruoli molto interessanti, come quello da me interpretato per la settima edizione di Barlume prodotto da Sky. Se il lavoro risulta essere ben retribuito ed è anche bello, cosa chiedere di più? Come attore, cosa ti piace di più: Teatro, Cinema o TV? Direi tutti e tre in modo differente. Il lavoro per il grande schermo è diverso rispetto a quello per la TV. Per quanto riguarda il Teatro... è un mondo a sé, un fantasmagorico universo da me molto amato. Quando si gira si va su un set e quasi non ci si prepara: "Ciak, si gira!". Certo, abbiamo prima il copione, ma, alla fine, tutte le storie che vengono raccontate sugli attori i quali si trasformerebbero nei vari chi che si stanno interpretando, per quanto mi riguarda, non rispondono a verità. Ritengo invece che il Teatro, avendo bisogno di un impegno sicuramente significativo, porta ad una grande connessione con il personaggio. Le mie mani sono ancora quelle di Re Claudio, appena portato sulla scena. Gli anelli che in questo momento porto, sono stati da me appositamente scelti durante le prove di Amleto. Ora sono ancora con me. Hanno un significato per me importante. AMLETO: ©Laila Pozzo 20

.....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Come mai hai smesso di fare il doppiatore? PerchÊ bisogna fare delle scelte e non si può fare tutto. Anche cerco di fare solo l'attore e non il regista. Alla fine, come in tutte le vite, si tratta sempre una scelta che, da lavorativa, sconfina nel personale...Finisce la nostra intervista e Michele Di Mauro se ne va, camminando svelto in una Torino segnata da un sole a picco, dove le ombre si disegnano nitide, compagne di viaggio onnipresenti e non richieste. Egli non si volge indietro per un saluto...Diceva il poeta: "uomo agli altri e a se stesso amico"...

Sogno d'autunno: ŠPhoto Bepi Caroli

.....................................................................................................................................................................................................

21


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Laurent Papillon: un'esposizione per rifle ere

a cura di Eduardo Raneri

E' stata inaugurata martedì 25 giugno presso l'accogliente "Maison de France" ( 42, rue Grimaldi a Monaco), alla presenza di un buon pubblico di visitatori, l'originale esposizione di Laurent Papillon, docente di art plastiche al liceo "S.Francesco" di Monaco, intitolata "RIVAGE" acronimo di Rive ( sponda), Vie (vita), Age (età) e Reve (sogno); ha fatto gli onori di casa la Presidente FGFM (Federazione dei Gruppi francesi di Monaco) M.me Michelle Mauduit - Pallanca (foto E.Raneri). L'esposizione "multimediale" evidenzia 6 tematiche di riflessione e confronto : "passage" e "murmures" all'entrata ; les "couraux" ( i coralli) e "Godwin" al 1° piano, "regard" ed "echecs" (scacchi) al 2° piano. La Mostra resterà aperta gratuitamente ai visitatori sino all'11 luglio ( dal lunedì al venerdì) secondo l'orario 9-12 // 15-18.30. Nella stessa Maison de France è in programma per venerdì 28 giugno alle ore 18.30 la Conferenza di Yvan Gastaud sul centenario del Trattato di Versailles (28-6-1919). Un evento diplomatico "maggiore" , per una pace "fragile". Per informazioni: tel. +37793252164, email: maisonfranceamonaco@gmail.com 22

....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

UPAW: al Quai Albert 1er il quartier generale dello street art internazionale

La terza edizione di UPAW, Urban Painting Around The World, dedicato quest'anno agli 'Animali in via di estinzione' è in svolgimento da martedì 25 e si conclude con la vendita all'asta organizzata giovedì 27 giugno a partire dalle 18h30 sul quai Antoine Ier di fianco a Stars’N’Bars, sul porto Hercule. In tutto 10 gli artisti impegnati, 7 le nazionalità rappresentante e tanto entusiasmo, nonostante il caldo non lasci tregua. L’evento, organizzato da Alberto Colman in collaborazione con Willem Speerstra per la parte artistica, consente a chiunque di osservare 'live' gli street artist mentre utilizzano vernici ecologica per realizzare i loro capolavori, e coinvolge anche alcuni studenti del Liceo di Monaco. Partner di UPAW sono il Governo, il Comune monegasco e l’Ufficio del Turismo, ma anche alcuni sponsor come la Comunità Ellenica di Monaco, la boutique Brooks & Brothers, la nuova galleria di fotografie Yellow Korner, e le Generali assicurazioni.

.....................................................................................................................................................................................................

23


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

24

....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Intramontabile Prada: a Monaco due nuovi store... Tra le vetrine del luxury shopping area, One Monte Carlo, da qualche giorno

spicca il nome della griffe che ha ispirato il film-cult del 2006 "Il diavolo Veste Prada', noto anche per essere stato un'originale spaccato del mondo della moda. Tra i pochi marchi non ancora ceduti ai colossi esteri, il gruppo 100 % made in Italy guidato da Miuccia Prada, dopo le boutique Miu Miu e quella di Prada uomo (quest'ultimo inserito nell'iconico Hotel Hermitage) ha scelto nuovamente il Principato per inaugurare due ulteriori nuovi store Prada, dedicati rispettivamente alle collezioni donna e uomo, aperti nei complessi dell' HĂ´tel de Paris e di One. Per le irriducibili fashioniste, sono a disposizione ben 470 mq che si estendono su due livelli, nei quali sono esposti capi di abbigliamento, accessori e calzature e una selezione esclusiva di abiti da sera. Dal punto di vista architettonico il primo piano, con le sue ampie sale dal modernismo classico e le pareti verde pastello decorate a bassorilievo e motivi ispirati alle stampe iconiche del marchio. unitamente al pavimento in marmo a scacchi bianchi e neri, richiama l'eleganza della storica boutique che campeggia in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Lo store man, invece, con le sue vetrine sagomate, si estende per una superficie totale di circa 175 mq due livelli e soffitto realizzato a travetti. Come indicato in una nota, "entrambi i negozi sono caratterizzati da alcuni pezzi di arredo originali di importanti firme del passato, accostati a riproduzioni di design create appositamente per Prada. Insomma tradizione e esclusivitĂ hanno trovato nuovi spazi anche nel pieno centro di Monte-Carlo.

A sinistra Paola Magni (PR Prada ) e Claudia Morandini

.....................................................................................................................................................................................................

25


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

SALUTE & BENESSERE

Canicola: guida pratica per rimanere in forma

Come ogni anno, fin dai primi giorni di caldo, la Direzione per l'Azione Sanitaria monegasca mette in atto un dispositivo d'informazione per prevenire i rischi associati al caldo, in quanto l'esposizione alle alte temperature è vera e propria aggressione al corpo umano. I più esposti, ovviamente, sono gli anziani, i bambini e le donne in gravidanza. Oltre a rivolgersi al proprio medico di base e al farmacista in caso di malessere, esistono

semplici accorgimenti in grado di prevenire disidratazione e sofferenza fisica in genere. Tra queste si suggerisce di evitare di stare alla luce diretta del sole; evitare di esporsi alle ore più calde (dalle 11:00 alle 17:00); riposare, magari nel pomeriggio, in un luogo fresco e arieggiato; evitare attività all'aperto che richiedono anche un dispendio energetico importante (giardinaggio, fai da te ...) e sforzi fisici; indossare un cappello, abiti leggeri (cotone), larghi e di colore chiaro. Inoltre, traffico e rumori dei cantieri permettendo, è consigliato di lasciare in penombra la casa, con finestre e persiane socchiuse durante il giorno e aperte di notte. Inoltre da non dimenticare l'astuzia del panno umido steso davanti a una finestra aperta, che contribuisce a mantenere l'aria più fresca così come bagnare il balcone e la terrazza la sera dopo il tramonto o di buon mattino. Dal punto di vista personale è indicato di: - Fare regolarmente docce o bagni (ma non a freddo); - Inumidire il corpo più volte al giorno con l'aiuto di un umidificatore portatile o un guanto di spugna; - Passare da 2 a 3 ore al giorno in un luogo fresco; - Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, ad intervalli regolari senza attendere la sete; - Aiutare gli anziani, i bambini e i bambini a idratarsi; - Evitare di bere alcolici, caffè, tè, bibite e bevande analcoliche perché queste bevande promuovono la disidratazione; Anche i turisti a Monaco, in caso di disagio (per se stessi o qualcuno che ha bisogno) s'invita a telefonare i Vigili del fuoco componendo il numero 112. 26

....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Tra esibizioni equestri e quelle marine c'è solo l'imbarazzo della scelta... Se la 14a edizione del LGCT Jumping di Monaco promette molte emozioni, dal 27 al 29 giugno, trasformando una parte del Port Hercule di Monte-Carlo in un vero festival equestre, con i migliori cavalieri del mondo pronti a sfidarsi, non di meno, poco distante, di fronte alla marina dello Yacht Club sul Quai Louis II, tutti sono invitati a festeggiare il mare con gare, spettacoli e...di nuovo sport e innovazione. Grande attesa, infatti per il Solar & Energy Boat Challenge dedicato alle imbarcazioni alimentate con energie pulite!

.....................................................................................................................................................................................................

27


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Fondazione Principe Alberto II: a Madrid la consegna degli Awards

La dodicesima cerimonia organizzata per assegnare annualmente i premi della Fondazione Principe Alberto II di Monaco (FPA2) si è tenuta giovedì 20 giugno, a Madrid, nel Museo Reina Sofia. L'evento, coordinato dalla sezione spagnola della Fondazione, ha premiato individui e organizzazioni che si sono distinti per il loro impegno nella salvaguardia del pianeta, in ciascuna delle tre aree di azione prioritarie della Fondazione: lotta contro il cambiamento climatico; conservazione della biodiversità; e gestione delle risorse idriche. In apertura della cerimonia, SAS il Principe Alberto II di Monaco, dopo i ringraziamenti al Presidente della filiale spagnola della FPA2, Carol Portabella Settimo, e alla sua equipe, ha sottolineato nel suo suo discorso il fatto che "Agire nella giusta direzione significa prima di mettere in atto il nostro comune destino, e rendere chiaro a tutti coloro con cui condividiamo questo pianeta che ad esso il loro futuro è collegato. Fermamente. Come siamo collegati alle generazioni che verranno dopo di noi, e con cui dobbiamo sentirci profondamente solidari ". Un messaggio importante, profondo che ha lasciato poi spazio per la premiazione. In primis, sul palco è stata inviata la società danese Ørsted, una delle aziende leader nel settore energetico la quale, abbandonati i combustibili fossili per la produzione di energie rinnovabili, attualmente rifornisce 12 milioni di persone: ai loro rappresentanti è stato consegnato l'awards per il cambiamento climatico. Il premio Acqua, è stato invece assegnato al Tribunal de Las Aguas, Valencia 28

....................................................................................................................................................................................................


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

Water Court. Registrato dal 2009 all'UNESCO come Patrimonio Immateriale dell'Umanità, il Water Court è la più antica istituzione giudiziaria in Europa. Il Biodiversity Award è andato invece ai ricercatori Brad Lister e Andres Garcia Aguayo per il loro studi di erpetologia, che hanno permesso di descrivere come stagionalità e predazione hanno influenzato l'adattamento comportamentale di lucertole della foresta di Luquillo in Messico. La loro ricerca è stata strumentale capire come il riscaldamento globale sta influenzando le popolazioni di insetti e insettivori, suggerendo un declino catastrofico degli insetti nella foresta Tropical. Un premio speciale è stato assegnato alla signora Christiana Figueres per il suo impegno notevole sul cambiamento climatico. Un leader di fama mondiale, lei ha Segretario esecutivo della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) dal 2010 al 2016. In occasione della cerimonia iberica si sono riuniti gli organi di governo della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, con lo svolgimento del suo 26 ° Consiglio Amministrazione, in cui sono stati presentati 16 nuovi progetti per l'approvazione a seguito del parere del comitato scientifico e tecnico. In quella sede è stata anche ufficializzata l'apertura del decimo Ufficio di rappresentanza della FPA2 a Pechino, in Cina, e ha accolto con favore il suo direttore, il sig. Robert SHI. Questa nuova rappresentanza, si legge nella nota, "rafforzerà le azioni realizzato in Cina sviluppando nuovi progetti in collaborazione con il autorità ambientali e ONG cinesi".(Foto:©Gaetan Luci/ Palais Princier)

.....................................................................................................................................................................................................

29


QE#22 27 GIUGNO 2019 27 GIUGNO 2019

AAA Ricerchiamo agenti commerciali con pluriennale esperienza nel settore dell'editoria, per la vendita d'inserzioni pubblicitarie. La rivista digitale di riferimento è una trasmissione radiofonica ed settimanale dedicato al lifestyle, cultura e società, con articoli multimediali realizzati con particolare attenzione all'attualità del Principato di Monaco ed eventi della Costa Azzurra, personaggi eccellenti, prodotti del 'Made in Italy'. Idealmente, il candidato è un professionista plurimandatario, già in possesso di un portafoglio clienti selezionati per serietà ed affidabilità. Offriamo l'esclusiva della testata ed alte provvigioni. E' richiesta la conoscenza della lingua francese. Per informazioni: info@qe-magazine.com.

30

....................................................................................................................................................................................................


.....................................................................................................................................................................................................

31


HEBDO-AGENDA DE MONACO Exposition Ombre d'Azur, transparence jusqu’au 3 novembre prochain. Le projet d’Ettore Spalletti (né à Cappelle sul Tavo dans la province de Pescara, en Italie, en 1940) a été réalisé spécialement pour les espaces de la Villa Paloma – à travers un parcours constitué de trente œuvres réparties en sept environnements sur les trois étages du bâtiment. NMNM - Villa Paloma. Renseignements : +377 98 98 19 62 Jeudi 27 juin à 18h30, Théâtre Princesse Grace : Conférence sur le thème "Repenser la francophonie" par Alain Mabanckou, organisée par la Fondation Prince Pierre. Renseignements : +377 98 98 85 15 Jeudi 27 juin à 20h, Hôtel de Paris : Soirée de Gala avec Ildar Abdrazakov, chanteur d'opéra russe et Aida Garifullina, soprano, organisé par Gala Russe. Renseignements : +377 99 99 46 85 Du jeudi 27 au samedi 29 juin, Port de Monaco : Jumping International de Monte-Carlo. Renseignements : +377 97 70 24 10 Du jeudi 27 au dimanche 30 juin, Place du Casino : "Elégance et Automobile à Monte-Carlo", exposition et défilé des voitures de collection les plus exceptionnelles du monde. Renseignements : +377 93 15 26 00 Vendredi 28 juin à 18h30, Maison de France : Cycle Culture et Francophonie : Conférence sur le thème "Un événement diplomatique majeur pour une paix fragile" par Yvan Gastaut. Renseignements : +377 93 25 21 64 Samedi 29 juin, Yacht Club de Monaco : Fête de la Mer (Voile et aviron), organisée par le Yacht Club de Monaco. Renseignements : +377 93 10 63 00 Samedi 29 juin à 20h30, Eglise Sainte-Dévote : Concert par le Collegium Musicum Alpazur et l'Ensemble Baroque de l'Académie Rainier III de Monaco, dans le cadre du Festival In Tempore Organi. Renseignements : 06 83 58 06 38 Du samedi 29 juin au dimanche 15 septembre, Jardin Exotique : Exposition par les Diplômés du Pavillon Bosio, Ecole Supérieure d'Arts Plastiques. Renseignements : +377 93 30 18 39 Jusqu’au lundi 2 septembre, Bibliothèque Louis Notari : Exposition des élèves du cours de photographie: "Regards sur la transition énergétique" avec le concours de la Mission pour la Transition Energétique. Renseignements : +377 93 15 29 40 Mardi 2 juillet à 21h30, Fort Antoine : Saison du Théâtre du Fort Antoine, "La conférence des oiseaux" de Jean-Claude Carrière par la Compagnie des Lumières et des Ombres, organisée par la Direction des A faires Culturelles de Monaco. Renseignements : +377 98 98 83 03 Du mardi 2 juillet au vendredi 30 août, Le Jardin Exotique : Exposition de moulages géants de graines en céramique, par Artgraines. Renseignements : +377 93 15 29 80 Du mardi 2 au samedi 6 juillet, Baie de Monaco : Monaco Solar & Energy Boat Challenge Motonautisme, organisé par le Yacht Club de Monaco. Renseignements : +377 93 10 63 00 Mercredi 3 et jeudi 4 juillet, de 13h à 18h, Espace Léo Ferré: "Monaco s’engage contre le gaspillage de manuels scolaires", collecte organisée par la Mairie de Monaco et l’association MC2D. Renseignements : +377 93 15 28 40

32

.....................................................................................................................................................................................................


Profile for AMP Monaco

QE-MAG@ZINE N° 22 by AMP Monaco  

Advertisement