Page 1

L T MO E NO UTTE NT VITÀ E-C D AR I LO

www.qe-magazine.com Anno I - N° 30, 7/20 ottobre

P. 2

P. 5

JEAN-LUC BIAMONTI: “ONE MONTE-CARLO: TUTTO SECONDO PREVISIONI”

Periodico in lingua italiana & en langue française, a cura di AMP Monaco

P. 3 4 •

GILBERT SCHWEITZER:

“VOLER EN HÉLICOPTÈRE ? DANS LES CIEUX DE LA PRINCIPAUTÉ OUI, BIEN SÛR, MAIS LA SÉCURITÉ EST LA BASE DE TOUT”

LA STORIA DI SUCCESSO DI THIERRY BOUTSEN

P. 6

OVALDO MOI: UN ELICOTTERO, UNO SCALPELLO E TANTA PASSIONE PER LA VITA BENVENUTI NELL A NOSTRA A DIMENSIONE ETERICA DELL’EREMIT STARE SENZA GU DA O IC IS AF ET M IL TA CK CO , TO i MO COSSO MODERAZIONE: LA FONDAZIONE LO MONACO YACHT SHOW: NON SO BARCHE EXTRA LUSSO

fest O AC ON r M A , 17 e 20 T ES b RF OKTOBE kto O S! RI PA SI FESTEGGIA AL CAFÉ DE 23 14 >obre oct

201

6

FED

PLAC #M

YM

E DU

ON

T EC

CA

AR

LO

dd st.in

SINO I@

CA

I T. FED

+377

E PA

RIS

98

MO

NT

06 EC

AR

36 LO

E PA

RIS

S # CA PP 36 I A R LO -A

IM

ON

MC

.CO

16

8/20

25/0

6

11:4

M

T EC

1

er-fe

ktob

20_O

CB 9 9928 - 30 - F : 2.50 €

© DTC Monaco

80x1


PERSONAGGI ED IMPRESE

Primo Maresciallo pilota di elicotteri, dal 1983 al 1995 Moi è stato testimonial della campagna di comunicazione della Scuola Allievi Sottufficiali dell’Esercito Italiano

Ovaldo Moi: uno elicottero, uno scalpello e tanta passione per la vita

Le sue anime sono proprio due: elicotterista e artista. Siete curiosi? La vita di Osvaldo Moi è molto curiosa! Scultore da sempre e pilota di elicotteri, nato nel 1961 a Silius i Cagliari. Diplomato Geometra, insignito Cavaliere dell’Ordine San Lazzaro e Mauriziano, è sottufficiale e pilota di elicotteri dell’esercito italiano dal 1980. Residente con l nel torinese, Osvaldo Moi sin dalla sua infanzia ha sempre manifestato una propensione alla scultura. Ma quando compare sulla scena della vita comunica qualcosa di e uno dei suoi mestieri, sarà per quel piglio militare che ricorda i piloti che escono dal mitico UH1, il famoso bipala con cui ha volato per 34 anni ed il cui flappeggio, evoca Cavalleggeri dell’Aria, a chi ha visto il film Apocalypse Now - Comunque, forse perché siamo colmi di iconografia cinematografica, ma a Osvaldo Moi non si può rimanere i

C

ome mai pilota di elicotteri? Per caso, volevo fare il nautico per andare in giro per il mondo…avrei fatto anche il mozzo pur di navigare! C'era la passione per il volo, però il pilota mi sembrava un attività più irraggiungibile! Non esisteva internet, ma cercavo ogni possibile contatto che mi potesse avvicinare al mare e andare via di casa. I miei genitori volevano che facessi il perito elettrotecnico, avevano un azienda e speravano che me ne occupassi. Alla fine del 1978 ero prossimo per presentare la domanda di anticipo alla leva ed arruolarmi nei Lagunari. Volevo cogliere l’occasione del servizio militare per essere autonomo e conquistare finalmente la mia indipendenza. Potevo fare la domanda, era alla mia portata: ci voleva la terza media! Pensare di volare con l’elicottero era un sogno per me, soprattutto quando dovevo salire rapidamente in montagna, dove erano piazzati i ripetitori televisivi della nostra azienda, ed occuparmi della loro manutenzione. Era qualcosa che mi appassionava, ma nell’ignoranza più completa, pensavo che fosse un lavoro per superman. Nel 1988 Moi ha ricevuto il Premio Nobel della Pace come soldato dei Caschi Blu dell'ONU

Ed era un lavoro da superman? Ovviamente no! Passai tutte le visite, venni selezionato insieme a 36 colleghi su più di 2000 candidati, e dopo tre anni di corsi massacranti e selettivi (ricordano Ufficiale e Gentiluomo), fui uno tra gli 11 a terminare con successo tutto l’iter addestrativo. La cosa buffa è che a distanza di 3 anni venni usato come modello per la pubblicità (Zio Sam italiano) della scuola sottufficiali. Entrai nell’esercito il 12 novembre dell’80 e il 12 novembre del 1984 alle 9 del mattino atterravo con l’elicottero in cima al Monte Bianco. Ho trasportato materiale dovunque e purtroppo anche cadaveri. Nel 1988 ebbi l’onore di festeggiare e ricevere come soldato il Premio Nobel della Pace. Emanuele Filiberto di Savoia mi ha nominato Cavaliere dell’Ordine San Lazzaro e Mauriziano. Ho servito nell'esercito italiano come Sottufficiale e pilota di elicotteri dal 12 novembre 1980 al 30 aprile di quest'anno. Ma dal 1° maggio sono definitivamente in congedo.

S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco con Osvaldo Moi con il trofeo del 6° World Star Golf Charity trovato" e nel guardare un mio ritratto a Lapo Elkann rimase incantato e disse che era bellissimo. Ho bisogno di identificarmi con qualche attività, Valter Veltroni mi definì un eclettico (...un altro aspetto di questo suo eclettismo, questa sua voglia di plasmare la materia che, come egli stesso confessa, gli deriva probabilmente da qualcosa di profondo, di ancestrale e infantile.) Massimo Ghini per questa versatilità mi definisce un "Folle" dove la pazzia s'intende nella sua accezione più alta, più poetica, più "shakesperiana". E poi tante sculture, monumenti di cui voglio citare un tapiro di legno per Striscia la Notizia di Antonio Ricci nel 2003. In previsione c’è una mostra importante con lo storico dell’arte docente all’Accademia di Brera Martina Corniati.

Ha un sogno nel cassetto? Un atelier in Costa Azzurra e uno a Torino in Piazza San Carlo; m’immagino spesso a scolpire o disegnare in uno studio nel Sud della Francia, in un atelier nel borgo di Sant Paul de Vence (dove espongo dal 2008), in quell’atmosfera donata a quel borgo dai grandi impressionisti dello scorso secolo. Tra i miei sogni voglio la presenza dei miei lavori nelle più importanti gallerie e musei del mondo, nel Centre Pompidou, al British Museum, nei 5 Guggenheim, al Moma, al Metropolitan Museum of Art (New York), all’Hermitage (San Pietroburgo), ecc. In questo momento sulla mia gamba è atterrata una coccinella...un buon auspicio! Ma non mi dispiacerebbe nemmeno trovare un impiego come pilota di elicotteri nel 118 in Italia, a Monaco o nelle immediate vicinanze. Accetterei però anche altro, anzi non mi dispiacerebbe trovare un impiego in qualche azienda che operi nel continente africano. Insomma si, voglio concedermi ancora altre possibilità anche se più di tutto desidero girare per il mondo ad ammirare i gioielli della terra in compagnia di mia moglie Roberta che, da 25 anni ormai, mi supporta e sopporta in ogni mia impresa: per questo mi reputo davvero un uomo molto fortunato!

La prima esposizione di Osvaldo Moi risale al 2008, a Parigi, in una galleria distante solo 100 metri dal Beaubourg. L'ha organizzata lui stesso mentre era in missione in Libano con l’ONU Cosa hanno in comune l'essere pilota e l'essere artista? La scultura richiede molta tecnica e preparazione, precisione, sicurezza e certezza del risultato...arte e volo in questi aspetti li sento molto simili. Quando volo mi sento di navigare in un sogno e quando scolpisco lo creo!

www.elvebijoux.com

Ci parli della sua passione come artista Scultore, pittore, artista da sempre, sin dall'infanzia ho manifestato una propensione al disegno e scultura. Disegnavo benissimo con facilità e per istinto, ma ero incuriosito dal modellare con le mani e dare vita ai materiali. Con un semplice coltellino e in seguito con l’innovativo temperalapis, mi cimentavo sin dalle scuole elementari nella creazione di matite dalle forme più stravaganti lontano dagli sguardi delle maestre. Uno stile sobrio ed originale, che privilegia curve essenziali e amore per il dettaglio, questo è quello che cerco di evidenziare in ogni mia opera. L’idea di esporre i miei lavori nasce dalla volontà di far conoscere ad un pubblico più vasto la mia arte, il mio modo di concepire le forme ed il desiderio di ascoltare le critiche...il giusto carburante per poter crescere e migliorare. Sappiamo che molti vips hanno apprezzato le sue opere: sveli qualche nome ai lettori di QE. Il professore Vittorio Sgarbi disse in occasione di una sua mostra "fortunatamente l'ho

.3.

Trofeo "Passion Sea"


Colophone

QE-MAGAZINE Direttore della pubblicazione/Directeur de la publication et de la rédaction Maria Bologna Hanno collaborato a questo numero: Silvia Giordanino (Redattore Capo per l’Italia) Maurizio Abbati Viviane Le Ray Partner Madeinitalyradio.it

Grafica e impaginazione / PAO De Be Communication - Monaco Direttore artistico Lara De Bernardi

Fotografia / Photos Direction de la Communication de Monaco Marco Piovanotto Francesca D’Aloisio Pesce AMP Monaco Vladimiro Bizzocchi (copertina)

Contatti / Contacts Redazione / Rédaction: Tél 0033 (0) 75 40 89 245 ampmonaco@qe-magazine.com Marketing & Info: info@qe-magazine.com

Inserzioni/ADV Com & Pro International: adv@qe-magazine.com Tél 0033 (0) 63 107 12 22 EDITORE/ EDITEUR AMP Monaco, 47 Bd. du Jardin Exotique, 98000 Principauté de Monaco

Diffusion en kiosques à Monaco et Côte d’Azur : SEC Monaco ABBONAMENTI On line, sul sito www.qe-magazine.com troverete QE-MAGAZINE in versione digitale. Per ricevere la copia del periodico direttamente presso il proprio domicilio scrivere a: info@ qe-magazine.com, tel. +33 (0) 63 107 12 22 oppure su www.cometpro.com: cliccare qe-magazine dove troverete le modalità e le indicazioni per abbonarsi senza dover passare in edicola. ABONNEMENTS En ligne, sur www.qe-magazine.com, vous trouverez la version numérique de QE-MAGAZINE. Pour activer le service abonnements: COM & PRO INTERNATIONAL 0033 (0) 63 107 12 22, e-mail: info@qe-magazine.com soit directement sur www.cometpro.com : cliquez sur qe-magazine Stampa / Impression: San Patrignano Grafiche, Via San Patrignano, 53 - 47853 Coriano (RN) Italie. © QE-Magazine: tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo inserto può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali senza espressa autorizzazione di AMP Monaco. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. La testata QEMagazine è registrata presso il Principato di Monaco secondo quanto previsto dalle leggi vigenti. / © QE-Magazine: La rédaction n’est pas responsable de la perte ou de la détérioration des textes ou photos qui lui sont adressés pour appréciation. La reproduction, même partielle, de tout matériel publié dans le cahier est interdite. AMP Monaco: dépôt légal à chaque parution.

Benvenuti nella nostra Dimensione Eterica dell'

Recentemente, per il torneo di golf organizzato al MonteCarlo Golf Club dall'associazione monegasca PASSION SEA, Osvaldo Moi ha realizzato una serie di sculture assegnate come trofeo ai vincitori della competizione.

V

i avvisiamo che leggere i Tarotas di Nostradamus è come lavorare in quella terra di Nessuno dove il futuro e il presente si incontrano per un Brevissimo istante. Quel luogo è fatto di un grande potenziale poiché quel tempo ancora non esiste e il Tutto è in divenire.

I TRE NUMERI PROPIZI SONO: 20,14 E 17 I Tarotas estratti dal nostro uomo del Mistero sono: 20, il 14 e il 17, ossia il Giudizio, la Temperanza e la Stella.

Il Giudizio ha il numero 20, ha lavorato nel Buio e nella Luce, nessuno però, come il Giudizio è in grado di risalire gli abissi. Anche quando era nel buio più profondo ha portato con sé una preghiera.

L'interpretazione dei tre Tarotas per QE-MAGAZINE

L'ORACOLO QE Il Giudizio è un angelo! Trasformiamoci secondo le sue coordinate con gioia e certezza costante!

É un momento di grande protezione, data la presenza di questi tre Tarotas. Il Giudizio ci condurrà fuori anche dal buio più viscido e nero. Su di noi veglia la Temperanza che permette la realizzazione creativa in unione con l’Angelo nella più assoluta Bellezza.

Osvaldo Moi insieme a Paris Hilton

esce La Temperanza è il n.14, te car le spesso nella lettura del e. di coloro che hanno dipendenz nde gra La Temperanza ha una a potenza proprio perché si trov e forz più a che fare con due o contrapposte. L'ORACOLO QE La Temperità. ranza è l’equilibrio e la prospe piere E’ la voce che vi evita di com anza per Tem La le. l’er rore fata ere ess di a: cos una o chiede soltant ascoltata.

Il Tarotas n. 17, la Stella. quella più amato dai bambini e dai sognatori, viene tradizionalmente vista come segno di fortuna, guida anche verso il misticismo e lo sciamanesimo.

L'ORACOLO QE É colei che ha la visione più alta, è femminile, è l’amante della Bellezza e della Interiorità. La Stella ha un posto costante e pieno di energia.

QE-MAGAZINE- ABBONAMENTI POSTALI // ABONNEMENTS Per sottoscrivere un abbonamento al periodico QE-MAGAZINE basta recarsi sul sito http://www.cometpro.com e cliccare sull'indicazione in alto QE-MAGAZINE ABBONAMENTI. È possibile pagare via PayPal o per Carta di Credito. Diversamente compilare il modulo che segue ed allegare uno cheque ma solo se emesso da una banca di Monaco o francese, ed indirizzare il tutto a COM & PRO, 47 bd du Jardin Exotique, MC 98000 Principauté de Monaco. MODULO ABBONAMENTO Monaco - Francia Sottoscrizione abbonamento a QE-MAGAZINE 2016/2017 Nome/Cognome email Indirizzo Città data Firma □ 12 numeri - Monaco e Francia 25 € □ 22 numeri - Monaco e Francia 40 € Assegno n. emesso il banca emittente importo €

.4.

N° 30


QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco  

QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZ...

QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco  

QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE n°30: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZ...

Advertisement