Page 1

2


Edito « La natura fa il merito e la fortuna lo mette in opera » (François de La Rochefoucauld) Allora, ecco la notizia: le copertine di QE-MAG@ZINE portano fortuna! Ce ne siamo accorti anche in altre circostanze ma quella

che abbiamo dedicato all'impresa Balloon Concept Challenge, una eco-competizione per mongolfiere super tecnologiche e a basso consumo energetico - organizzata con partenza da Neuchâtel e oggetto anche di un nostro articolo pubblicato nelle pagine di #5 - è stata di buon auspicio per il team de "Les Aéronautes de Monaco" che ha percorso in 6 ore ben 416 chilometri, giungendo per primo al traguardo lo scorso 19 febbraio. A questa aggiungiamo quella dedicata alla missione Solar Impulse 2, il velivolo ideato e pilotato da due pionieri del futuro, Bertrand Piccard e André Borschberg: ricordo ancora quando avevamo preso la decisione di pubblicarla a qualche giorno dall'atterraggio dell'aereo alimentato solo da energia fotovoltaica ad Abu Dhabi, avvenuto il 26 luglio, dando per certa la riuscita dell'avveniristico progetto E, ancora prima, la copertina ideata per il numero del Gran Premio di F1 di Monaco, con la sagoma della monoposto Mercedes di Hamilton fusa con quella della Ferrari, o l'altra, O, quella dedicata a Pierre Casiraghi timoniere del catamarano Malizia...Insomma abbiamo tecnicamente calato un poker d'assi! Così, immodestamente, se ci dovessero chiedere cosa vogliamo trovare nell'uovo di Pasqua sappiamo cosa rispondere: la prossima copertina del nostro magazine, dedicata alla pace e tolleranza, tanto forte è stato il messaggio di speranza dell'associazione RONDINE Cittadella della Pace, nuovamente lanciato a Monaco, il 9 marzo al Teatro delle Varietà, grazie alle toccanti testimonianze di chi ha vissuto sulla propria pelle gli effetti di una guerra. Tra le pagine del nostro QE-MAG@ZINE sfogliabile sul web, dedicato a loro, on line in questi giorni, approfondiremo l'argomento, statene certi. Del resto, quando ne vale la penna lo facciamo sempre, raccontandovi ogni settimana la quintessenza dell'attualità del Principato di Monaco e dal mondo. Tra l'altro, segnaliamo anche una interessante iniziativa organizzata a Parigi: dal titolo' "LES IMMIGRÉS ITALIENS A LA UNE": saranno esposte le copertine delle principali riviste francesi collezionate dal caro amico e collega Alberto Toscano (dal 14 marzo al 1 aprile 2017). Certo, con l'avvicinarsi delle celebrazioni dei 60 anni dalla creazione della Comunità Europea, ora Unione Europea, una riflessione è d'obbligo: ben 500 milioni di cittadini vivono e circolano liberamente nei territori dei 27 paesi membri. Contrariamente a quanto si legge sui vari giornali, l'Europa presenta una economia solida e dei vantaggi che la Brexit non ha scalfito, anzi. Ed il nuovo Libro Bianco, nel quale si delineano cinque possibili scenari dell'evoluzione dell'Europa, proiettata fino al 2025, è la riprova che le sfide che ci attendono, come cittadini di questo unico grande territorio, non sono poche. Tanto che, come ben sapete, anche il Principato di Monaco non può esimersi da non considerare l'opportunità di farne parte, ma a precise condizione, come Stato associato. Il che significherebbe, dal punto di vista della libera circolazione dei beni e delle persone, una maggiore apertura internazionale che tradotto significa: una opportunità o un rischio per i monegaschi? Chi se ne deve occupare, il Governo in primis, seguirà quello che è il volere del suo Capo di Stato, SAS il Principe Alberto II, il quale ha ben inserito nell'agenda una sempre maggiore apertura all'internazionale senza però mettere in discussione la priorità e le tipicità nazionali. Più chiaro di così non si può. Per tornare a noi, infine, in questo numero primaverile che ritorna in edicola il terzo venerdì del mese - come era già accaduto nel numero precedente - abbiamo scelto di dare spazio ad associazioni monegasche decisamente generose, eventi importanti e dedicato un paio di pagine al Ballo della Rosa che, come ben sapete, abitualmente inaugura la stagione degli eventi mondani del Principato. Aspettando il debutto della rassegna musicale Printemps des Arts, con i suoi concerti, ed i campioni in gara per il Monte-Carlo Rolex Masters, vi invitiamo, fin da ora, ad un evento esclusivo che coniuga motori e glamour con i sapori italiani, organizzato al Salone che accoglie la collezione delle auto di SAS il Principe di Monaco, il 4 maggio. Ma di questo ne parleremo ad aprile nel nostro prossimo QE-MAGAZINE, in edicola il 21 aprile e on line con gli aggiornamenti settimanali sempre di venerdì accessibile unicamente ai soli abbonati. E buona primavera a tutti! Maria BOLOGNA

.................................................................................................................................................................................................... 3


.................................................................................................................................................................................................... 4


QE-MAGAZINE #9

Sommario:

ATTUALITA DAL PRINCIPATO DI MONACO

10 marzo 2017

PAG 6-9 SCORTATA DAI CARABINIERI, LA “BALENIERA” DI TINAYRE, RITORNA AL MUSEO OCEANOGRAFICO DI MONACO// Estensione sul mare a Monte Carlo: ora si fa proprio sul serio! // FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DI MONTE-CARLO: HECTOR BERLIOTZ inaugura la XXXIII edizione della kermesse musicale più glamour del Mediterraneo// //Principauté de Monaco: les Grands Espaces se forment à la Belle Classe Academy

CULTURA E TRADIZIONI

PAG 10-11 Una serata Art Nouveau per la 63a edizione del Ballo della Rosa

PERSONAGGI ED IMPRESE

PAG 12-15 Action Innocence: la prevenzione prima di tu o

DAL MONDO E DAL WEB

PAG 16-17 DINNER IN THE SKY: ritorna a Monaco la cena

GLAMOUR & STYLE

LE PROGRAMME

// L'Oroscopo dell'Eremita: Ariete

riservata a chi...non soffre di vertigini! // Opinioni Personali di Massimo Nava

PAG 18-19 Africa on the Rocks e SAS la Principessa Charlène: "Insieme salveremo delle vite" PAG 20 HEBDO RENDEZ-VOUS A MONACO HEBDO RENDEZ-VOUS A MONACO

FISHOW supporta PASSION SEA

.................................................................................................................................................................................................... 5


ATTUALITA DAL PRIN SCORTATA DAI CARABINIERI, LA “BALENIERA” DI TINAYRE, RITORNA AL MUSEO OCEANOGRAFICO DI MONACO

Autorità monegasche ed italiane hanno accolto con gran sollievo la nutrita rappresentanza del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, ospite d'onore di una simbolica cerimonia organizzata il 16 marzo in occasione della restituzione al legittimo proprietario, il Museo Oceanografico, della tela di Louis Tinayre, sottratta nel corso di un furto avvenuto nel dicembre del 2000 presso la sede del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno. L'u ficializzazione della consegna dell'opera ritrovata dell'artista francese, noto per essere stato pittore ed illustratore-reporter di numerose spedizioni scientifiche promosse dal Principe Alberto I, si perfezionerà il 23 marzo dopo il controllo, l'autentica e la certificazione del quadro restituito.

Sono stati ricevuti nel Gran Salone del Museo Oceanogragico, in presenza del Consigliere-Ministro degli interni Patrice Cellario e di diverse altre rappresentanze istituzionali monegasche, alcuni degli U ficiali dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale coinvolti nel ritrovamento del quadro La baleinière bondissait lestement sur les lames qui venaient de soulever la cachalot, dell'artista Louis Tinayre, che nel novembre 2000 fu prestato dal museo monegasco in occasione di un'esposizione temporanea dal titolo 'L’uomo e la balena, dal mito alla realtà' organizzata dal museo di Livorno. La soluzione del caso e la relativa consegna dell'opera è frutto di un lavoro d' equipe straordinario a cui ha contribuito anche l'intervento dell'Interpol che proprio nel Museo Oceanografico, come ha ricordato il suo direttore, Robert Calcagno "nel 1914, ha ospitato il primo congresso internazionale di Polizia Giudiziaria, dando i natali a quella che poi sarebbe diventata l'Organizzazione internazionale della polizia criminale, l' Interpol appunto." Della vicenda, conclusasi dopo quasi 17 anni dal furto, ce ne ha parlato il Maggiore Antonio Quarta del comando dei carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Genova, presente anche lui alla cerimonia: "Il quadro di Louis Tinayre era stato sottratto illecitamente il 16 dicembre 2000, insieme ad altre opere, tutte regolarmente rintracciate successivamente in Italia. Le indagini sono state infruttuose fino a quando, verso la fine del 2013, colui che poi successivamente abbiamo identificato come proprietario dell'opera rubata - un noto antiquario di Genova che aveva acquistato l'opera da un uomo che aveva dato false generalità, ndr - aveva provato a vendere la tela attraverso una casa d'aste marsigliese ma senza risultato. Il 14 agosto Valérie Pisani, incaricata delle collezioni artistiche dell'Istituto Oceanografico monegasco, ritrova sul sito web della asta l'immagine del quadro rubato ma solo dopo alcuni tentativi di risolvere amichevolmente la restituzione,

infruttuosi, il CDA del museo monegasco ha deciso di denuciare il fatto alla polizia monegasca che, grazie a minuziose indagini, della professionalità e la perseveranza del corpo specializzato dei carabinieri italiani, hanno permesso di risalire all'inconsapevole proprietario del quadro rubato, l'antiquario genovese che a dicembre 2016 ci consegna l'opera da lui regolarmente acquistata ". "Aver portato noi stessi fuori dal territorio italiano il quadro recuperata è una eccezione e non la regola" aggiunge il Generale di Brigata Fabrizio Parrulli, Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale che sottolinea, ancora: "Del resto, visti i rapporti con il Principato di Monaco e quanto è accaduto ci sembrava una forma di dovere venire qui personalmente" A far parte di questo reparto speciale si contano ben 300 persone che a maggio del 2019 festeggeranno 50 anni di attività. "A noi si rivolgono istituzioni ed entità pubbliche di tutto il mondo anche grazie al nostro database", sottolinea il Generale Parulli: "Pur risalendo al 1980, è tuttora considerato la banca dati più completa al mondo.Pensi, si chiama Leonardo, e contiene oltre 5.800.000 oggetti descritti e quasi 600.000 immagini". Soddisfatto del risultato anche l'Ambasciatore d'Italia a Monaco Cristiano Gallo, presente alla cerimonia: "Grazie alla collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali che ha permesso questa 'trasferta' non posso che dirmi orgoglioso della tenacità e del lavoro svolto, soprattutto in tema di Sicurezza, tra l’Italia ed il Principato di Monaco, in coordinamento dell’Arma dei Carabinieri italiana, la Polizia di Monaco e l’Interpol che ha permesso di riportare finalmente a Monaco un'opera così importante per questo Tempio del Mare".

.................................................................................................................................................................................................... 6


ATTUALITA DAL PRIN FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DI MONTE-CARLO: HECTOR BERLIOTZ inaugura la XXXIII edizione della kermesse musicale più glamour del Mediterraneo Organizzato sotto la presidenza di Sua Altezza Reale la Principessa di Hannover, è il ritratto musicale del compositore francese, uno tra i protagonisti indiscussi del romanticismo francese, a dare il via al primo week-end del Festival diretto da Marc Monnet, in programma dal 17 marzo fino all'8 aprile prossimo. E domenica, l'attesissimo viaggio sorpresa... La trentatreesima edizione del Printemps des Arts di Monte Carlo si inaugura venerdì 17 marzo con un ritratto in musica di Hector Berlioz, con la Symphonie fantastique, con la Frankfurt Radio Symphony diretta da Andrés Orozeo-Estrada, venerdì 17 marzo alle 20.30 nella Salle des Princes del Forum Grimaldi. Per l'occasione , come introduzione non convenzionale alla serata che già si preannuncia imperdibile, spazio alla musica contemporanea con il brano per violino di Miroslav Srnka, solista Malika Yessetova, e la prima esecuzione assoluta firmata Michael Jarrell, compositore svizzero, presentata da François Leleux. Presso la hall dell'Auditorium Rainier III debutta anche una mostra di strumenti a fiato, aperta gratuitamente al pubblico per tutta la durata del festival, dalle 14h alle 20h e le sere dei concerti all’Auditorium ma chiusa invece il lunedì. Qui sono raccolti, oltre ad una serie di documenti iconografici, una selezione di strumenti a fiato oroginali dell'800, epoca in cui visse il compositore francese a cui si è ispirato il Festival, Berlioz appunto, il quale, insieme ad altri suoi contemporanei, si prodigò nella ricerca e sviluppo tecnico dei fiati. Poi, il giorno seguente, sabato 18 marzo, il programma prevede il concerto dell’Académie de musique Rainier III de Monaco e del Conservatoire national à Rayonnement Régional de la ville de Nice diretto da Thierry Muller, alle 16h

all’Auditorium Rainier III (ingresso libero sino a esaurimento posti) per una giornata intitolata ai conservatori. E poi, ancora, i fiati protagonisti, nel concerto serale delle 20h30 organizzato al Museo Oceanografico ed introdotto alle 19 dal musicologo David Christoffel e dal direttore d’orchestra Denis Raisin Dadre. Non manca poi lo spazio per le melodie rinascimentali, con Claude Lejeune che ha dato alla musica il ritmo della lingua, un po’ alla maniera dei Greci, con l'esecuzione della sua opera più famosa, ovvero Printemps: il direttore dell’ensemble Doulce Mémoire, con cui il concerto è in coproduzione, ha difeso e promosso la sua musica puntando sulla fluidità dell’esecuzione. Domenica invece è la volta del consueto appuntamento con il weekend a sorpresa, un viaggio attraverso il Principato e cinque concerti, da Bach al contemporaneo, che debutta alle 14h, con appuntamento sulla Piazza del Casinò. Come sempre il pubblico è guidato nel percorso misterioso dove sino all’ultimo il concerto resta segreto. Che privilegio! Per informazioni: 12 avenue d’Ostende MC 98000 Monaco, tel +377 97983290 ; info@printempsdesarts.mc; www.printempsdesarts.mc

.................................................................................................................................................................................................... 8


CULTURA E T

.................................................................................................................................................................................................... 10


PERSONAGGI

.................................................................................................................................................................................................... 12

Profile for AMP Monaco

QE-MAG@ZINE #10 by AMP Monaco  

QE-MAG@ZINE N° 10, 17 marzo 2017: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE // Notizie e approfondimenti dal Principato di...

QE-MAG@ZINE #10 by AMP Monaco  

QE-MAG@ZINE N° 10, 17 marzo 2017: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE // Notizie e approfondimenti dal Principato di...

Profile for ampmonaco
Advertisement