Page 1

EDIZIONI ARIMINUM Srl - Via Negroli 51 - 20133 - Milano

째 60 1953

2013

Luglio

2

2013


SD 275

LA LEGGEREZZA PRENDE FORMA

10 GRAMMI

Un’inimitabile leggerezza per la massima comodità.

FACILMENTE ADATTABILE

La montatura è plasmabile per adattarsi ad ogni volto.

IPOALLERGENICO INALTERABILE

Privo di plastificanti, resiste alla sudorazione e ai cosmetici.

MEMORIA DI FORMA

Mantiene nel tempo la propria stabilità dimensionale.


Patrick Dempsey wears

TiTan MiniMal arT. The icon. www.silhouette.com | visit us on


In questo numero parliamo di ...

60°

1953 2013

2

Luglio

2013

EDIZIONI ARIMINUM Srl - Via Negroli 51 - 20133 - Milano

° 60 1953

Tendenze moda, industria, nuovi prodotti, marketing ed economia.

2013

COP VEDERE Luglio.indd 1

28/07/13 11.19

Sommario Vedere Italia n. 2/2013 - Luglio Direttore responsabile: Isabella Morpurgo

4 6

16 19 36 52 54 56 61 62

Editoriale FIERE 6 MIDO 7 SILMO 8 OPTI 9 DIOPS 10 DESIGN YOUR 11 HONG KONG OPTICAL FAIR 12 IOFT 14 100% OPTICAL 15 VISION EXPO WEST

I protagonisti - Optox Ottica e Occhialeria Italiana Dossier BAMBINI Novità in Vetrina Il mercato internazionale Aziende & Personaggi Campagne di comunicazione Eventi & Incontri

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati ad uso redazionale è il Direttore Responsabile Isabella Morpurgo a cui ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D. Lgs. 196/03 Edizioni Ariminum S.r.l., Via Negroli 51/A, 20133 Milano Tel. +39-02730091 • Fax +39-02717346 welcome@vedere.it

Adlens 56 - 59 - 62 Al e Ro 36 Alain Mikli 24 Alberto Benzoni 30 Albo degli Optometristi 26 Alessandra Barzaghi 58 Alessandra Salimbene 40 Andrea Afragoli 30 Andrea Mineo 30 Andrea Rattaro 26 - 28 - 30 Andrea Valmassoi 23 ANFAO 19 - 22 - 23 - 24 Antonio De Silvestro 23 Antonio Genovesi 31 Area 98 60 Art Frame Total Art 24 Arteco 38 Assottica 31 Barbara Venturi 30 Bausch + Lomb 60 Benetton 36 Blumarine 45 Brands O.I. 57 - 58 BREIL Eyewear 52 Bruno Maestrelli 30 Callisto Fedon 23 - 60 Carl Zeiss Vision 60 Carlo Costan Dorigon 23 Carlo Ghiotto 30 Carrera 50 CBM Italia Onlus 62 CDV Commissione Difesa Vista 34 Cesare Paciotti Eyewear 57 - 58 Cesare Picco 62 Charmant 24 Chimmm…… by Simon Chim 24 Christophe Di Trapani 58 Ciba Vision 56 Cirillo Marcolin 23 - 24 Claudio Francavilla 23 Colors in Optics 58 Cristiano Milone 23 Daniel Harding 62 Daniele Bossari 62 David Beddok 46 Davide Benini 58 Desmond Fonn 31 Diesel Shades 61 Domenico Brigida 30 Domenico De Stefano 30 Edoardo Garlati 58 Ego Eyewear 36 Elena Berton 23 Elena Orsi Mazzucchelli 23 Epos 24 Ermanno Scervino Junior 44 ESA European Sunglass Association 54 Esprit 37 Essilor 56 - 57 - 58 - 62 - 63 Etnia Barcelona 57 Eva Mendes 61 Fabrizio Zeri 31 Face à Face 54 Federottica 26 Fedon 24 - 60 - 63 Fendi 45 - 59 Filippa Lagerback 62 Fleye 36 Francesco Del Governatore 30 Francesco Loperfido 34 - 35 Francesco Pellegrini 54 Gagà Milano 57 Gazzetta dello Sport 63 Genesis 60 GfK Retail & Technology Italia 21 Giancarla Agnoli 59 Giancarlo Montani 31 Gianluca Gallinotti 56 Gianni Allodi 30 Gianni Vetrini 23 Gibam 38 Giorgio Armani 62 Giovanni Accongiagioco 23 Giovanni Dosso 30 Giovanni Vitaloni 23 Giulio Velati 30 Giuseppe Ciarfera 30 Giuseppe Sicoli 30 Graziano Zangrande 30 Green Vision 60 G-Star RAW 56 Gucci 44 - 58 Hans Warntjes 57 Helmer Schweizer 31 Hitchcock 61 HOYA Faculty 57 Hoya 63 HPO High Performance Optics 57 Hugo Boss 58 Ic berlin 38 Il Gufo 44 Inottica 37 Italia Independent 59 James Wolffsohn 31 JFRey 36 Jimmy Choo 61 Jplus 24 Junior Gaultier 44

K Actor 60 Kaos 60 KENZO 36 Kidoko 46 La Matta 60 Lacoste eyewear 47 Lara D’ 24 Lichtena 62 Lilliput 51 Lindberg 48 Look Occhiali 24 Lozza 42 Luca Danesini 30 Luca Talamona 23 Luigi De Luca 30 Luigi Polzotto 30 Luisa Delgado 60 Luneti 36 Luxottica 56 - 62 Marc by Marc Jacobs 56 Marc Jacobs 56 - 58 Marc Newson 57 Marchon Eyewear 47 - 56 Marchon Italia 59 Marco Barajon 30 Marco Benedetti 30 Marco Lollini 30 Marco Vai 30 Maria Assunta Gorgoni 30 Mario Casciano 30 Mario Testino 61 Massimiliano Zegna Baruffa 23 Massimo Barberis 58 Massimo Cerrone 56 Maurizio Dessolis 23 Maurizio Roman 23 Mauro Di Terlizzi 30 Mauro Grifoni 45 Mazzucchelli 24 Michela Salerno 30 Miraflex 49 Moschino 45 NAU! 58 Nico Design 23 Nicole Carnt 31 Nicole Kidman 61 Nikkei Design 56 Novartis 56 Ogi 37 Okkifactory/Deseye 24 OKO EYEWEAR 46 Olga Prenat 57 Oliver Goldsmith 37 Oliver Peoples 24 Oliviero Contini 60 Opti’mom Tropique 41 Optipets 42 Ottica 2000 63 Ottica Il Punto di Vista 37 Out Of Mido 24 OWP 37 Oz International 57 Paolo Carelli 30 Paolo Patuzzi 36 - 37 Paolo Pettazzoni 23 Pascal Jaulent 54 Pasquale Troiano 32 Pepe Jeans London 44 Philippe Zeitoun 46 Pier Ernesto Savorelli 30 Pietro Beccari 59 Pol Espargarò 59 Polaroid 56 - 58 Renato Sopracolle 23 Renzo Velati 28 Roberto Cerioli 30 Roberto Vedovotto 56 - 60 Roberto Viavattene 30 Rodenstock 59 Rossella Fonte 27 - 31 Safilo Group 50 - 56 - 58 - 59 - 60 - 61 - 63 Salice 37 Salvatore Galvano 23 Sandrine Maggiani 54 Santina Amicone 27 Sarah Morgan 31 Shamir 54 Silhouette 24 Simonetta 45 SOI – Società Oftalmologica Italiana 32 Sr Comunicazione Srl 41 Stefano Bertani 30 Stefano Livi 31 Sting 37 Stylesight 54 The Quiet Before 24 The Vision Council 54 Tommy Hilfiger 58 Traction Productions 24 Trenti 51 Twin Set Simona Barbieri 45 Valeriano Coerezza 30 Vanni 24 Vision Care Alcon 56 Vision for a Nation (VFAN) 62 Vogue Eyewear 61 Zoobug 37

Vedere Italia 2013

3


EDITORIALE

Isabella Morpurgo • isabellamorpurgo@vedere.it

Fiere, professionalità degli ottici optometristi e bambini Tre temi “caldi” come la stagione

N 4

In alto, Claudio e Isabella Morpurgo a MIDO nel 1977 Qui sopra, la copertina del n° 1 di VEDERE nel 1953

Vedere Italia 2013

ell’universo dei circa 11.000 centri ottici italiani esistono ormai tre diverse e nette categorie: chi rientra sotto l’ombrello di un gruppo, catena o insegna, chi tratta solo la cosiddetta “nicchia”con prodotti di design e chi invece sta facendo delle scelte dettate dalla crisi, dalla politica commerciale delle grandi aziende o anche solo per scelta personale, per voglia di qualificare la propria professione. Tra questi ultimi ho notato ultimamente un particolare fermento e uno dei primi risultati è la nascita di un gruppo spontaneo e indipendente chiamato MOI – Movimento Ottici Indignati che si definisce “il movimento degli ottici stanchi di vedere la loro professione sminuita giorno dopo giorno e di leggere lamentele, senza fare nulla”. Per ora questo gruppo opera principalmente tramite Internet e, al momento in cui scrivo, ha riunito oltre 800 ottici e optometristi. Come prima azione hanno annunciato per il 26 Ottobre una serrata generale perché venga tutelata la salute pubblica e la figura dell’ottico optometrista. Per ora non mi risultano reazioni particolari da parte di associazioni, catene o grandi aziende ma se, come sembra, il peso di questo movimento è destinato a crescere, non potrà continuare ad essere ignorato. In questo numero della nostra rivista parliamo, come sempre, delle varie fiere e manifestazioni del settore. Anche in questo campo qualcosa si sta muovendo sia per la nascita di nuovi eventi come Design Your in Italia e le concorrenti inglesi 100%Optical e l’edizione londinese di Optrafair (di cui parleremo nei prossimi numeri) che per l’annunciata evoluzione delle altre fiere sia nel layout della manifestazione (vedi Silmo e Opti) che nella gestione della stessa (programma all’insegna del rinnovamento per Cirillo Marcolin rieletto presi-


° 60 1953

2

2013

Luglio

51 - 20133 - Milano

2013

M Srl - Via Negroli EDIZIONI ARIMINU

dente di Anfao e Mido ed elezione di Giovanni Vitaloni a VicePresidente). Del resto le aziende italiane puntano a fiere “multiservizio”, come conclude un sondaggio realizzato recentemente dall’istituto milanese Ispo presso 400 aziende espositrici per conto delle società che organizzano le fiere di Milano, Verona, Bologna e Rimini. La fiera resta malgrado la crisi uno strumento di promozione imprescindibile per le aziende italiane e sicuramente lo strumento più efficace per svilupparsi nei mercati esteri. Per il 94% delle aziende intervistate, “le fiere sono il canale più efficace per promuovere le proprie attività economiche all’estero”. Le associazioni di categoria arrivano al secondo posto - sono considerate “utili” solo per il 50% degli imprenditori -, seguite dalle Camere di commercio (41%), mentre ambasciate e consolati convincono solo il 31% degli intervistati sulla loro reale capacità a promuovere il Made in Italy. Per la maggioranza delle aziende intervistate (92%) le fiere servono innanzitutto ad aumentare la visibilità tra i compratori esteri e a creare opportunità di business. Per l’84% le fiere servono anche a creare sinergie tra le imprese di una stessa filiera merceologica per approdare sui mercati esteri. “Il risultato più interessante è il cambio di prospettive. Le aziende vedono le fiere sempre più come dei veri e propri partner. Si aspettano che vengano forniti loro servizi pre e post-fiera che vanno oltre il periodo di esposizione. C’è molta attesa anche rispetto ad ulteriori servizi, in particolare dati che permettano alle aziende di selezionare i mercati esteri più adatti ai loro prodotti, nuovi clienti e nuovi fornitori”, spiega Emanuela Carimati, che ha coordinato l’indagine per Ispo. L’importanza delle fiere non si esaurisce nel sostegno all’export, ma si misura in molteplici campi: nella presentazione delle innovazioni (94%), nella promozione delle filiere (89%), nell’incremento dei contatti e della rete di fornitori e buyer (89%), nell’aumento degli ordini e del giro di affari (87%), nella possibilità di intercettare le nuove tendenze del mercato (90%). “C’è una grande richiesta di supporto verso gli organizzatori di saloni, che le società considerano quasi

28/07/13 11.19

E Luglio.indd

COP VEDER

1

come dei consulenti, anche perché il sostegno delle istituzioni come l’ICE, l’agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione, è stato ridimensionato. Bisogna vedere come le fiere riusciranno a rispondere a queste nuove esigenze e a cogliere queste opportunità che mettono in campo investimenti ed energie”, sottolinea la ricercatrice. Infine, ma non certo per importanza, in questo numero parliamo di “bambini”. Tanti spunti utili agli ottici per vendere a questa fascia di clienti con attenzione all’igiene visiva, al marketing, alla moda e alle nuove collezioni. Senza dimenticare che il 66,8% dei bambini dai 4 ai 10 anni non porta gli occhiali da sole. In Italia la cultura della prevenzione durante l’infanzia è ancora poco diffusa ed è quindi importantissimo segnalare ai genitori che bambini e adolescenti vanno protetti più degli altri perché sino ai 15 anni il tessuto oculare è strutturato in modo tale da permettere una maggiore penetrazione della luce e il potere filtrante è molto inferiore rispetto a quello degli adulti. Isabella Morpurgo Editore

Vedere Italia 2013

5


Saloni & Fiere

MIDO 2013 uNA cONfErMA INcOrAGGIANtE

L 6

a 43° edizione di Mido, Mostra Internazionale di Ottica, Optometria ed Oftalmologia, lo scorso Marzo a Milano ha visto tre giorni intensi di contatti, business, aggiornamento professionale e visibilità per le aziende del settore. I risultati in termini di affluenza premiano lo sforzo della fiera di fare sistema con tutti gli attori coinvolti, facendo segnare un +3% di visitatori, di cui circa il 60% stranieri, provenienti da una quarantina di paesi. A dispetto della particolare congiuntura, c’è stato quindi un incremento incoraggiante dei visitatori. Il feedback avuto dagli espositori è stato molto positivo sull’interesse riscontrato dagli operatori, che sono sembrati particolarmente focalizzati sul business. Mido si conferma dunque appuntamento principe per il settore grazie anche agli investimenti fatti in termini organizzativi. L’iniziativa “Un Treno per Mido”, in particolare, ha rappresentato un grande successo. Inizialmente pensato per 300 persone, il Frecciarossa partito domenica da Roma ha portato in fiera oltre 600 ottici, molti dei quali sono arrivati a Mido attratti proprio da questa novità. Eccellenti le opinioni raccolte tra gli espositori che hanno apprezzato la macchina organizzativa della fiera e i servizi messi loro a disposizione per agevolare le presenze e il business. Questo risultato rappresenta un primo importante passo per l’intero settore a livello internazionale e permette di guardare con fiducia al futuro dell’intero comparto. Ne è la dimostrazione l’incremento del numero di espositori del 3%, con molte aziende - di piccole e medie dimensioni - che hanno scelto Mido come piazza ideale dove presentare in anteprima assoluta le loro nuove collezioni e i loro prodotti. Non solo, altre realtà produttive sono tornate ad esporre a Mido dopo alcuni anni di assenza, riconoscendo alla fiera il ruolo di leader. Il prossimo Mido si terrà dall’1 al 3 marzo 2014.

Vedere Italia 2013

cIrcA 43 MILA I VISItAtOrI DELLA 43° EDIZIONE DELLA fIErA: +3% DI AffLuENZA E uNA BuONA QuALItà DEI VISItAtOrI, pArtIcOLArMENtE OrIENtAtI AL BuSINESS


SILMO 2013 ALL’INSEGNA DELL’INNOVAZIONE

I

numeri di Silmo: una superficie di esposizione di 80.000 m2, suddivisi tra due saloni del parco esposizioni di ParisNord Villepinte, a metà strada tra la città di Parigi e l’aeroporto Charles-De-Gaulle. 950 espositori provenienti da tutto il mondo, che rappresentano 1.350 marchi. 34.696 visitatori nel 2012: per il 46% francesi e per il 54% internazionali. Per l’edizione 2013, dal 26 al 29 settembre, nascono due poli di interesse complementari— FASHION STYLE e LA MANUFACTURE (LA MANIFATTURA) — che sottolineano l’importanza attribuita dagli organizzatori del salone nel mettere in primo piano le informazioni inerenti a marchi e prodotti, rinforzando la propria immagine qualitativa e creativa in un contesto del tutto originale. FASHION STYLE, collocato nel Padiglione 6, mette in risalto l’ambito della moda, che si esprime e si espone al Silmo : un centinaio di marchi francesi e internazionali di prêt-à-porter di lusso, casual o moderno troveranno spazio in un ambiente inedito di circa 1000 m² diviso in tre zone: • Catwalk che svela simbolicamente tutti i marchi di moda femminile e maschile con circa cento modelli/e che indossano diverse montature sfilando su una passerella di 35 metri: una vera e propria sfilata, un evento di forte impatto… • Showroom che offre la possibilità ai marchi che lo desiderano di disporre di una vetrina per ricreare l’universo del brand con bozzetti moda, accessori, un’immagine rappresentativa, ecc. • Style on View che mette in evidenza l’informazione su stili e trend grazie ad un video proiettato non stop in uno spazio apposito per tutta la durata del salone. Questo video serve a

L’EDIZIONE 2013 DI SILMO SI prESENtA cON uN NuOVO LAyOut chE VALOrIZZA GLI ESpOSItOrI, LA LOrO SpEcIfIcItà E LE NOVItà DA LOrO prOpOStE

7 collocare nell’ambito della moda i marchi che espongono presso il salone. LA MANUFACTURE, collocata nel passaggio tra i padiglioni 5 e 6, valorizza il savoir-faire, i mestieri e le competenze dell’occhialeria internazionale. In un contesto contemporaneo e vivace che ripropone un laboratorio o loft-officina, La Manufacture mette in luce le principali informazioni sui temi Materia, Forme e Colori ; informazioni indispensabili che fanno eco ad una ricca selezione di novità ideate da creatori, fabbricanti di occhiali e amanti di prodotti estetici ad alto valore aggiunto. Grazie ad un forte impatto scenografico, questo spazio tiene anche conto delle sfide sociologiche attuali, basandosi su fenomeni espressi dalla società quali: il desiderio di autenticità, la ricerca di un prodotto che abbia un’anima, senza tralasciare la dimensione della responsabilità ecologica.

Vedere Italia 2013


Saloni & Fiere

uNA GrANDE OccASIONE pEr LE StArt-up L

a prossima edizione di opti, dal 10 al 12 Gennaio 2014 alla Fiera di Monaco in Germania, metterà a disposizione dodici opti box, in aumento rispetto agli 8 disponibili la scorsa edizione. I nuovi arrivati internazionali del settore occhialeria saranno così al centro della scena alla prossima edizione del salone.

8

“Gli opti box sono davvero una buona idea” ha detto Jördis Neubauer della Jisco Eyewear. “Siamo riusciti a dare allo stand un look individuale e trasformare in realtà le nostre idee”. Questa azienda ha presentato i suoi occhiali per la prima volta a opti 2013, portando un tocco mediterraneo a Monaco di Baviera con la sabbia e le sdraio”. “Gli opti box sono un vero affare” conferma Adrian Marwitz “ Questi stand danno l’opportunità a ottici e giornalisti di raccogliere le informazioni sulle start-up e molti visitatori internazionali hanno fatto ordini direttamente in stand” ha continuato, confermando che la sua azienda parteciperà alla prossima manifestazione a tutti i costi. melaNie BiNDer È la Nuova proJeCt maNager Di opti Dal 1° Luglio il nuovo volto a capo del team di opti sarà Melanie Binder, di Monaco. Ha un B.A. in Business Management con specializzazione in fiere, congressi e gestione di eventi. Negli ultimi anni ha maturato esperienza nel settore delle fiere specializzate operando come Project e Team Leader in varie società. Melanie Binder prende il posto di Claudia Weidner, che, dopo cinque anni a GHM, si è dedicata a nuove sfide. Il prossimo opti si svolgerà dal 10 al 12 gennaio 2014 alla Fiera di Monaco di Baviera.

Vedere Italia 2013

“A opti i visitatori professionali vengono per trovare nuovi prodotti e capire le tendenze all’inizio dell’anno” spiega Dieter Dohr, CEO e Presidente della GHM Gesellschaft für Handwerksmessen mbH, che organizza la fiera. “ Questo vale sia per i marchi conosciuti che presentano le nuove collezioni o le ultime innovazioni tecnologiche che per i nuovi arrivati. Per le start-up che non si sono mai presentate al mercato internazionale, opti è il primo gradino della strada verso il successo e gli opti box sono la piattaforma ideale per questo scopo”. Sono già aperte le iscrizioni per le start-up che desiderano prenotare un opti box nella zona YES! del padiglione C4. Questi stand appositi offrono un pacchetto completo per la progettazione e la costruzione dello spazio espositivo e possono essere prenotati dalle aziende fondate a partire dal 1 Gennaio 2011. Le aziende già affermate che presenteranno per la prima volta a livello mondiale a opti dei marchi innovativi possono fare richiesta di un opti box oltre al loro stand principale.

AuMENtANO GLI OptI BOX MESSI A DISpOSIZIONE DELLE NuOVE AZIENDE DAL SALONE tEDEScO pEr AIutArLE A fArSI cONOScErE SuL MErcAtO


DIOpS IN crEScItA D

IOPS - Daegu International Optical Show – in Corea del Sud, si é sviluppato quest’anno su una superficie di 20.077 mq e ha ricevuto la visita di compratori provenienti da 33 paesi tra i quali Cina, Giappone, Taiwan, Francia, Singapore, Hong Kong, Russia e USA. Nonostante la recessione economica globale e l’instabilità della penisola Coreana causata da un test nucleare della Corea del Nord, il temuto calo di visite non c’é stato. I visitatori sono stati 17.000 di cui 1.400 stranieri. Questa è stata l’edizione con il maggior numero di espositori dalla nascita di DIOPS e 210 aziende hanno esposto le loro novità. Tra queste, la nostra rivista VEDERE International, sempre presente agli appuntamenti internazionali di maggior interesse. Sempre interessante il concorso di design rivolto agli studenti che si sono cimentati nell’ideare nuovi modelli di occhiali, a volte irrealizzabili, altre davvero ingegnosi. La produzione sudcoreana sta focalizzandosi sull’alto livello tecnologico e presta grande attenzione ai nuovi materiali, tra i quali il noto Ultem, che qui è stato sviluppato e che, grazie alla sua super flessibilità e leggerezza, permette la produzione di occhiali che pesano meno di 9 grammi, senza deformazione ad alte temperature. Per quanto riguarda gli occhiali in metallo, la ricerca si sta rivolgendo al magnesio. Gli occhiali in carbonio, grazie alla loro durata nel tempo e la superficie particolare hanno un ottimo successo in tutto il mondo. Per le lenti a contatto la ricerca sta ulteriormente avanzando nell’utilizzo del silicone hydrogel che già permette lenti molto confortevoli, sottili e dall’ottimo livello di idratazione. Anche la produzione di lenti sta crescendo, unitamente a tutte le lavorazioni e gli accessori che le riguardano. In contemporanea al salone si è svolto anche il convegno con interessanti interventi di esperti della visione. L’appuntamento per DIOPS 2014 é dal 16 al 18 Aprile, come sempre a Daegu.

LA DODIcESIMA EDIZIONE DEL SALONE cOrEANO rISpEttA LE ASpEttAtIVE E cONfErMA IL SuO ruOLO NEL pANOrAMA DELLE MANIfEStAZIONI IN EStrEMO OrIENtE

9

Vedere Italia 2013


Saloni & Fiere

DESIGN yOur chIuDE IN pOSItIVO E SI AprE AL cONSuMAtOrE fINALE

«I 10

riscontri da parte degli oltre 70 marchi in mostra e dei circa 400 visitatori giunti domenica e lunedì ad Altamura sono stati soddisfacenti, insieme alla partecipazione ai tre momenti formativi e culturali che si sono svolti nelle due giornate. Stiamo, comunque, già pensando a come migliorare ulteriormente l’evento, sin dalla prossima edizione», hanno dichiarato gli organizzatori della manifestazione pugliese giunta alla sua seconda edizione e che ha avuto luogo il 12 e 13 Maggio all’Anteprima Concept Store di Altamura in provincia di Bari. Filo conduttore dell’incontro i temi: “ Idee, etica e cuore”. Date, località e contatto con gli ottici: sono i punti critici che Sabino Bux, Michele Cassano e Costantino Gesualdo, titolari di tre centri ottici in Puglia, intendono rivedere per dare a Design Your uno spessore ancora maggiore sin dal prossimo appuntamento. «Gli ingressi sono stati positivi,– affermano i tre organizzatori – e contiamo di studiare diversamente la data e il luogo, pur volendo trovare comunque uno spazio aperto e integrato, dove sia il prodotto a parlare, senza stand, con spazi uguali per tutti, apprezzato da tutti gli operatori presenti, che non avvicini la nostra iniziativa a un’idea di fiera. Questo, infatti, rimane il punto fondamentale: l’esposizione di un prodotto nuovo e di ricerca risulta alla base di Design Your, ma non può prescindere dal percorso formativo che ne è parte integrante. La formazione, gli argomenti, la parte culturale, seguita da Luisa Redaelli, sarà sempre parte fondamentale ed integrante di Design Your. Tanto che non si esclude la possibilità di aprire una parte della prossima edizione anche al consumatore, «così da spingere sino all’utente finale il ciclo di conoscenza ed educazione su una tipologia di occhiale per cui c’è sempre più “fame” d’informazione».

Vedere Italia 2013

da sinistra Costantino Gesualdo, Sabino Bux, Michele Cassano

IL puNtO fONDAMENtALE É L’ESpOSIZIONE DI uN prODOttO NuOVO E DI rIcErcA SENZA prEScINDErE DAL pErcOrSO fOrMAtIVO


hONG KONG OptIcAL fAIr 2013

H

ong Kong è il terzo esportatore di occhiali e montature nel mondo dopo l’Italia e la Cina continentale. Nella sua veste di piattaforma primaria in Asia per gli scambi commerciali di prodotti ottici l’Hong Kong Optical Fair HKTDC è un barometro della salute del settore a livello mondiale. Il 2012 è stato un anno da record perché la fiera é cresciuta del 3,6% in termini di partecipazione degli espositori. Infatti il numero di espositori è salito a 630 e i compratori in visita hanno raggiunto la cifra di 12.800. La 21° edizione nel 2013 si terrà dal 6 all’8 Novembre all’ Hong Kong Convention and Exhibition Centre. La fiera sarà ulteriormente ottimizzata nel 2013 con la creazione di tre nuove zone. Gli “Occhiali da lettura” sono occhiali essenziali ma oggi sono anche accessori di moda e la loro varietà merita una zona speciale. Le altre due nuove sezioni sono “Occhiali e Accessori per Bambini” e “ Occhiali 3D”. Nella “Brand Name Gallery” i buyer troveranno le informazioni necessarie a proposito dei marchi di tendenza. In pochi anni, questa zona è diventata una delle più importanti del salone. Il salone presenta anche zone dedicate a “ Lenti a contatto e Accessori”, “Strumenti Diagnostici”, “Occhiali, Montature e Lenti”, “Accessori per Occhiali”, “Strumenti optometrici, Attrezzature e Macchine”, “ Occhiali Sportivi e Professionali” e “Servizi Commerciali”. Una serie di seminari promuove una maggiore conoscenza delle tendenze del settore, problemi e sviluppo del mercato mentre l’11° Conferenza Optometrica tratterà i temi caldi del settore. Gli occhiali degli espositori saranno presentati anche nelle sfilate di moda e i visitatori potranno avere un’idea del futuro del design degli occhiali grazie ai progetti che saranno presentati nell’ambito della 15a Hong Kong Eyewear Design Competition.

IL SALONE DI hONG KONG rISpONDE ALLE ESIGENZE DEL MErcAtO E prESENtA trE NuOVE SEZIONI

11

Nuovo Direttore europa per HoNg KoNg traDe DevelopmeNt CouNCil (HKtDC) Stephen Wong è il nuovo Regional Director Europe di Hong Kong trade Development Council (HKtDC), l’ente ufficiale per la promozione del commercio di Hong Kong, con sede a Francoforte. Si occuperà di supervisionare tutte le attività di HKTDC in Europa, inclusa Russia e Turchia, per promuovere il commercio e le opportunità d’affari con Hong Kong. Prima di occupare questa posizione, Stephen Wong è stato Regional Director Middle East & Africa e, precedentemente, responsabile per i mercati americani, con il coordinamento di sette uffici di HKTDC nel Nord e nel Sud America.

Vedere Italia 2013


Saloni & Fiere

IN AGENDA A OttOBrE… IOft 2013 D

12

al 9 all’11 Ottobre 2013, la Reed Exhibitions Japan Ltd. aprirà le porte della 26a edizione di IOFT – International Optical Fair Tokyo – che avrà luogo come negli ultimi anni al Tokyo Big Sight in Giappone. Gli organizzatori (Reed Exhibitions Japan congiuntamente alla Fukui Optical Association) si prefiggono la meta di 550 espositori e 16.000 visitatori. E’ previsto anche un aumento della partecipazione di aziende e marchi internazionali. Anche quest’anno vi sarà “tide”, l’area completamente dedicata ai designer internazionali dove i buyer potranno trovare le ultime collezioni di tendenza nate in Europa, Stati Uniti e altri paesi leader nella creatività. I designer utilizzano “tide”, come la porta d’ingresso nel mercato ottico giapponese e asiatico, contribuendo notevolmente alla crescita dell’atmosfera internazionale del salone nella sua globalità. IOFT riveste da sempre la funzione di piattaforma principale annuale per i più importanti importatori giapponesi, rivenditori, grossisti, distributori e buyer per l’acquisto di nuovi prodotti per la prossima stagione. Per contribuire ulteriormente alla crescita del business e il lancio dei marchi internazionali sul mercato giapponese, la Direzione del Salone fornirà un sostegno supplementare per gli espositori nella sezione “tide”, organizzando un servizio di match-making business. Gli espositori riceveranno elenchi di contatti e dati sui centri ottici di fascia alta in Giappone e la possibilità, su richiesta, di organizzare riunioni di lavoro. Se non hanno ancora un distributore/agente in Giappone, gli espositori potranno anche richiedere degli incontri mirati a trovarne uno prima della fiera. IOFT è anche un punto focale per gli affari di importatori, rivenditori, grossisti, distributori e buyer da tutta l’Asia, così come per gli acquirenti giapponesi. Per incrementare sempre più l’incontro tra i marchi internazionali e questi acquirenti, il salone organizza un programma speciale ad invito per riunire gli espositori di IOFT e i “buyer

Vedere Italia 2013

premium” – delle migliori catene di negozi di ottica di Cina, Hong Kong, Taiwan e Corea. Tra i principali eventi che avranno luogo durante IOFT segnaliamo la Cerimonia di Inaugurazione che vedrà la partecipazione di personalità delle associazioni locali, rappresentanti delle ambasciate, top buyer dal Giappone e da altri paesi asiatici. EYEWEAR OF THE YEAR (EOY) è uno dei principali premi del settore, che seleziona e onora i nuovi prodotti che eccellono nel design e nella funzionalità. Tutti i candidati saranno invitati alla cerimonia di premiazione in cui saranno annunciati i vincitori e le loro montature saranno in mostra al Eyewear of the Year 2013 GALLERY per tutta la durata dello show. Il 26th Japan Best Dressed Eyes Awards é un evento coperto da tutte le principali reti televisive giapponesi, giornali e riviste, in cui vengono premiati più famosi portatori di occhiali dell’anno. I vincitori sono celebrità, attori, politici e altre figure di alto profilo provenienti dai Sport, politica, economia, cultura, mondo dello spettacolo.

IL SALONE GIAppONESE SI AttENDE uN INcrEMENtO SIA NEL NuMErO DEGLI ESpOSItOrI chE IN QuELLO DEI VISItAtOrI


Nu ov o

ultra - thin

ultra - innovative

ultra - new

ultralight Distribuzione Italia: Eyes Emotions SRL - servizioclienti@eyesem.com Designed by IMAGO GmbH - Sch채fflerweg 2 - 83626 Valley/Germany - info@imago-eyewear.de


Saloni & Fiere

INtErNAtIONAL VISION EXpO WESt C

hi partecipa all’International Vision Expo di Las Vegas può avere sconti sul viaggio e gli alberghi, il trasporto gratuito in fiera, cene, feste e sconti sugli acquisti nelle boutique sulla Strip, una ragione in più per mettere questo salone in calendario dal 2 al 5 Ottobre 2013! Il salone di proprietà congiunta del The Vision Council e della Reed Exhibitions avrà luogo nei padiglioni del Sands Expo & Convention Center ora completamente rinnovati. L’offerta sarà completata da più di 350 ore di formazione continua per ogni ruolo e livello di esperienza. Gli ottici americani potranno anche partecipare all’ Optician Referral Program, un programma unico progettato per incoraggiare gli ottici a venire a Vision Expo West per la prima volta accompagnati da un collega già intervenuto alle precedenti edizioni. Il neo-visitatore e il suo collega ottico di riferimento riceveranno un regalo del valore di $ 100 a scelta tra i seguenti. • Un assegno American Express omaggio • Un’ora di Educazione Continua a Vision Expo West 2013 •il pranzo giornaliero nell’ OPTImum Lounge • Donazione in beneficenza a un’organizzazione senza scopo di lucro a scelta

14

La stessa proposta viene presentata anche agli optometristi nel programma The Optometrist Referral Program. Da giugno sono già aperte le registrazioni on-line sul sito www.visionexpowest.com. Quest’anno cade il 25° anniversario dell’evento statunitense e hanno già confermato la loro partecipazione 400 espositori, cento dei quali alla loro prima volta.

OttOBrE A LAS VEGAS pEr IL 25° ANNIVErSArIO DEL SALONE Vedere Italia 2013


100% OptIcAL

D

a alcune ricerche è risultato che il mercato inglese dell’ottica e occhialeria richiedeva un salone specializzato annuale a Londra. In base a questi dati, Media 10 Ltd, una società organizzatrice di eventi nata una decina di anni fa, ha deciso di dare vita all’evento 100% Optical dal 16 al 18 Febbraio 2014 nei padiglioni di Excel, il quartiere fieristico della capitale inglese. La caratteristica particolare in comune agli eventi organizzati da questa società è una planimetria che crea un’esperienza nostro mercato più grande!).Alcuni sono uguali nei colori, altri sono pensapositiva nel visitatore. Le aree dedicate, la chiara demarcazione, ti proprio per gli Stati Uniti, anche se poi vengono venduti anche in altri paei contenuti il design del salone e la segnaletica si! Pour cemirati, qui concerne les goûts, les américains ont tendancegarantià être plus scono ai visitatori di ottenere ciòetdidecui hanno biclassiques que les européens en esattamente termes de coloris formes. Ils achètent différemment et di dansvedere différents magasins. Sachant que de nombreux sogno, permettendo loro l’intero evento. opticiens n’acceptent pas les assurances, les clients sont prêts à acheter des proMedia 10 applicherà la sua planimetria pluripremiata e speriduits plus coûteux : les américains dépensent plus et beaucoup plus facilement mentata, chequedivide l’evento in quattro aree di interesse per i leur argent les européens. Nous n’avons pas créé de collections mais nous adaptons modèvisitatori ben definite: attrezzature e macchinari, lenti,certains occhiali pubVEDERE TOP 1-11-2005 19:47 Pagina 1 spéciales les pour qu’ils aient plus de succès en Amérique du Nord (c’est quand même e servizi alle imprese. Il salone proporrà anche conferenze conno-

nuova formula senza alcool

i principali relatori del settore, gli incontri denominati Ask an spécialeExpert (Chiedi ad un esperto) che permetteranno ai visitatori di ! porre domande, su prenotazione, a professionisti di vari settori, workshop sulle attrezzature e seminari di design, eventi di mo- es. Since da e una sala per i clienti VIP. Inoltre, un bar centrale, Champa- e ready ogne Bar & Restaurant e una serie di punti d’incontro svilupperanno un senso di comunità tra espositori e visitatori, ideale per il networking e gli incontri di lavoro. market!). Same with colours, some are geared more specifically towards US, even Legest date di 100% Optical sono ben posizionate tra quelle dei if they sell in other countries also! saloni di en Monaco Bavieraesemucho Milano l’evento aperto duEl gusto: general, eldimercado máseclásico en lossarà colores y en las formas del eurante stessa settimana delladeLondon Fashion cioè nelDesde el moropeo.laLos consumidores adquieren forma diferente y enWeek, tiendas diferentes. mento eninque ópticos noarrivano aceptan ningún tipo de seguro, los clientes están preparaperiodo cuimuchos i compratori a Londra.

dos para adquirir productos de alto coste: los americanos gastan más y con mayor facilidad de los europeos. No creamos colecciones especiales, pero en una serie de modelos nuevos realizamos algunas soluciones que sabemos irán bien en Norte América (¡es nuestro mayor mercado!).Algunas son iguales en los colores, otras han sido pensadas precisamente para los Estados Unidos, después en otros países! C M ¡aunque Y CM MY se CY vendan CMY también K

NAScE A LONDrA uN NuOVO SALONE pEr L’OttIcA E OcchIALErIA


ON0713

DUEMILA&CREDICI

I N T E G R A T O R I

P E R

I L

M E T A B O L I S M O

O C U L A R E


I Protagonisti I Protagonisti Luteina

L

per un occhio in salute

e strutture del nostro occhio sono in continuo rinnovamto ed il nostro organismo investe molta energia per mantenere efficienti i suoi sistemi. Tuttavia l’invecchiamento dei tessuti causa danni irreparabili e per rallentare o prevenire tali fenomeni, diviene per noi necessario studiare l’occhio sotto una differente prospettiva rispetto a quella a cui siamo abituati.

Dobbiamo immaginare l’occhio come un insieme di strutture che necessitano di componenti specifici. Comprenderemo che la normale attività metabolica e l’ambiente in cui essa si svolge, tendono a procurare modifiche e danni che il nostro organismo si sforzerà di correggere e riparare. Tuttavia noi, dall’esterno possiamo aiutare il nostro organismo, e, nello specifico il nostro occhio a sostenere questa battaglia fornendo le armi più adeguate: energia, componenti, nutrienti e vitamine. LUTEINA Integratore nutrizionale a protezione dell’Occhio In un contesto dove si consuma, in sostanza, molta carne, ma poca frutta e verdura, può essere molto utile l’apporto nutrizionale di un integrazione alimentare con vitamine, oligoelementi e antiossidanti . L’integrazione nutrizionale specifica per l’occhio può essere utile per chiunque , può essere selezionata in relazione al periodo stagionale, o alle specifiche esigenze di quel particolare momento. Ad esempio, la vitamina A è fondamentale per la fabbricazione di rodopsina, mentre la luteina conferisce protezione alle strutture oculari. I sistemi antiossidanti macronutrienti, come la luteina, diventano indispensabili per il ritardo nel tempo di questi eventi, poiché la luteina pare essere l’unico carotenoide presente nel cristallino. LUTEINA per il miglioramento della funzione visiva

La vitamina A è indispensabile per il processo visivo, per la crescita e per il sistema immunitario. La retinaldeide, che può formarsi dal retinolo, fa parte del meccanismo visivo, poiché responsabile dell’attivazione dell’impulso elettrico. La luteina e zeaxantina sono contenuti nel corpo cellulare dei fotorecettori e sono anche detti pigmenti maculari, qui svolgono doppia funzione, prevenzione del danno ossidativo e miglioramento della funzione visiva. La quantità dei pigmenti maculari ha una correlazione positiva con la nutrizione, anche se esiste una regolazione di origine genetica. LUTEINA un filtro naturale contro le radiazioni nocive La luteina, presente in OPTOdrase®, OPTOmyo®, e OPTmega 3®, è un carotenoide contenuto nella frutta e nella verdura a foglia verde, come gli spinaci ed i cavoli, si trova nel corpo cellulare dei fotorecettori e, oltre a svolgere un’azione antiossidante, permette la formazione dei pigmenti maculari che schermano le radiazioni nocive,riducendo i possibili danni alla retina. OPTOmyo®, nello specifico, studiato per migliorare il senso del contrasto, soprattutto in condizioni di scarsa luminanza, consente un supporto nutrizionale di vitamina A, molto importante poiché parte integrante del pigmento visivo , contribuisce al mantenimento dell’integrità strutturale della retina ed in particolare dell’epitelio pigmentato. La sinergia delle antocianidine (estratto di sambuco nero) con la vitamina A ha effetto migliorativo sull’acutezza visiva.

17

Le bustine di OPTOdrase®, grazie al potassio e magnesio , forniscono energia anche dopo un’intenso stress da vicino al muscolo ciliare, migliorando il metabolismo delle fibre muscolari a livello del muscolo orbitale. Tale meccanismo agevola la lettura, la scrittura al computer, soprattutto nei giovani presbiti, facilitando l’abitudine all’utilizzo dell’occhiale per vicino o al multifocale.

I Protagonisti I Protagonisti I Protag Vedere Italia 2013


I Protagonisti I Protagonisti La L carnitina, anche nota più semplicemente come carnitina, è un integratore definito come “trita-grassi”, poiché aiuta il consumo e l’eliminazione dei grassi nel corpo, producendo bioenergia , migliorando la sensazione di stanchezza e debolezza generale. La luteina rende OPTOdrase® un integratore specifico per gli occhi , poiché con la sua attività antiossidante e antiradicalica, agevola il mantenimento dell’attività funzionale della retina e del cristallino, ritardando anche l’aumento della densità del cristallino stesso.

18

La secchezza oculare è caratterizzata da iperosmolarità del film lacrimale, irritazione o infiammazione che causa bruciore e riduzione della qualità visiva. Nel controllo dell’infiammazione della congiuntiva legata alla secchezza oculare svolge un ruolo cruciale l’assunzione di OPTOmega 3®, in cui è presente , insieme alla luteina , un complesso vitaminico. L’integrazione alimentare, in questi casi, deve essere mirata ad una stabilizzazione della lacrima, in modo da ridurre la sintomatologia lamentata dai clienti. Un apporto di zinco e vitamina A, B6, C e potassio possono migliorare la situazione. La vitamina A è essenziale per una buona salute della mucosa della congiuntiva tarsale delle palpebre e migliora il numero delle cellule caliciformi della congiuntiva bulbare, aumentando la secrezione dello strato mucinico del film lacrimale. La vitamina C ha riconosciuta azione antiossidante. I grassi Omega3, in maniera specifica, sono contenuti nel film lacrimale e vi arrivano mediante l’alimentazione e tendono a migliorare la qualità del film lacrimale. Gli Omega3 sono contenuti nel pesce, soprattutto nel salmone e nel pesce azzurro , ma può essere facilmente fruibile giornalmente mediante una compressa di OPTOmega 3®, in modo da equilibrare il fabbisogno di acidi grassi quotidiano da parte dell’organismo. L’integrazione alimentare oggi diviene anche un valido supporto per l’idratazione della superficie oculare, per il miglioramento del senso del contrasto, per offrire energia in caso di stress accomodativo. Chi si occupa di benessere oculare ha sicuramente la possibilità di associare al mezzo correttivo anche l’INTEGRATORE ALIMENTARE come valido sostegno a supporto.

Edoardo Ligabue Cristina Giordano

I Protagonisti I Protagonisti I Protagonisti Vedere Italia 2013

Leggiamo insieme Lucio Buratto: Occhio e nutrizione; Editore LNC , Novembre 2008 Maurizio Cusani: Patologie oculari nelle carenze alimentari; Professional Optometry – DOGMA n 3 marzo 2006


Ottica & Occhialeria Italiana ANFAO

dai mercati internazionali la chiave del successo dell’occhialeria italiana I

n occasione di MIDO, lo scorso Marzo, ANFAO ha presentato i dati del settore occhialeria in Italia. Nel 2012 l’occhialeria ha rispecchiato fedelmente l’andamento generale debole dell’economia mondiale. La sua fortissima vocazione internazionale ha consentito di cogliere al massimo tutte le opportunità dall’export bilanciando un mercato interno in estrema difficoltà. La produzione dell’occhialeria italiana nel 2012 è stata di 2.799 milioni di Euro con un aumento del 5,3% rispetto all’anno precedente. La crescita della produzione è stata determinata ancora dall’andamento delle esportazioni che, seppur a tassi di crescita inferiori rispetto agli ultimi anni, si sono mantenute costantemente in trend positivo incrementando nell’ultima parte dell’anno. Il numero delle aziende si è leggermente contratto fino alle 880 unità (-2,5% rispetto al 2011), riduzione ancora concentrata nelle PMI e nelle aziende artigiane che più delle altre faticano a reagire. Il numero degli occupati è, invece, lievemente incrementato grazie alla dinamica positiva in atto in alcune grandi aziende industriali leader: sono così oltre 16.200 gli addetti, senza contare i lavoratori a tempo determinato (oltre il migliaio), +0,6% rispetto al 2011. LE ESPORTAZIONI E LA BILANCIA COMMERCIALE La bilancia commerciale italiana del settore occhialeria si conferma nel 2012 largamente in attivo (di quasi 1.777 mi-

lioni di euro il saldo export-import), in aumento del 7,6% rispetto al 2011. Supera così l’11% il contributo dell’occhialeria all’attivo commerciale del sistema moda Made in Italy, a fronte di un 2,5% in termini di produzione che testimonia una superiore propensione all’export rispetto agli altri comparti. Le esportazioni, di montature, occhiali da sole e lenti, che rappresentano ormai il 90% della produzione del settore, sono cresciute del 7% rispetto al 2011 raggiungendo il loro massimo storico: 2.631 milioni di euro. L’andamento è stato caratterizzato da un incremento di entrambi i comparti principali del settore, montature e occhiali da sole, ma sono state le montature a essere trainanti rispetto a quanto successo negli ultimi anni. L’export degli occhiali da sole ha fatto segnare una variazione tendenziale del 5% attestandosi a 1.723 milioni di euro. L’export delle montature ha registrato invece una crescita decisamente più significativa, +11,2%, raggiungendo quasi 847 milioni di euro. La dinamica mensile dell’export nel 2012 ha visto un netto miglioramento delle performance nella seconda metà dell’anno, in particolare nell’ultimo trimestre, laddove i tassi di crescita delle esportazioni sono tornati a essere a due cifre.

Vedere Italia 2013

19


Ottica & Occhialeria Italiana A testimoniare la vivacità del settore sui mercati internazionali anche l’andamento delle importazioni che sono cresciute a livello tendenziale del 5,7% a quota 855 milioni di euro. Sebbene Europa e Stati Uniti assorbano insieme quasi l’80% delle esportazioni italiane dell’occhialeria, le imprese italiane del settore hanno incrementato la loro presenza anche nei mercati più lontani, come l’America Latina e l’Oceania. Relativamente alle aree geografiche in dettaglio, considerando le esportazioni nel loro complesso, occhiali da sole e montature, si osserva che:

20

> area di riferimento per le esportazioni dell’occhialeria nel 2012 resta l’Europa, con una quota di poco inferiore al 50% del totale delle esportazioni italiane del settore e una crescita tendenziale del 4,9% (+2,9% per gli occhiali da sole, +8,4% per le montature). Questa crescita è stata trainata, sia dall’andamento dell’export delle montature, sia dagli ottimi risultati fatti segnare in Germania e UK. > La quota dell’export destinata all’America ha superato nel 2012 il 29%, con un aumento dell’export del comparto sole-vista del 11,3% rispetto al 2011. All’interno le due aree principali hanno segnato incrementi significativi: in America del Nord si è registrato un +10,7%, in Centro e Sud America l’export di occhiali da sole e montature ha segnato un +13,4% sull’anno precedente, consentendo a tale area di arrivare ad assorbire il 6,3% dell’export italiano del settore, quota in costante crescita. > In Asia, area che accoglie ormai quasi il 18% delle esportazioni italiane di occhiali da sole e montature, la variazione tendenziale dell’export nel 2012 è stata del +7,1%. > Le esportazioni del comparto sole-vista, nel 2012 sono cresciute anche in Oceania (+7,7%), area che detiene una quota ancora molto bassa, ma continuamente in crescita grazie all’Australia; mentre hanno segnato il passo in Africa (-3,3% la variazione tendenziale). Dal punto di vista dell’analisi per singoli paesi di esporta-

Vedere Italia 2013

zione segnaliamo invece: > negli Stati Uniti (da sempre primo mercato di riferimento per il settore, nel 2012 con una quota superiore al 22%) l’export complessivo del sole-vista ha fatto segnare un +11,3% rispetto al 2011. Sia le montature (+7,8%) che gli occhiali da sole (+12,7%) hanno contribuito alla crescita complessiva delle esportazioni. > In un quadro europeo piatto, in alcuni casi negativo sono state le performance in Germania e UK a determinare il complessivo risultato positivo delle esportazioni nell’area. In Germania con un mercato del vista già in trend positivo si è confermata, seppur in modo meno marcato, l’ascesa delle vendite degli occhiali da sole. In Germania così le esportazioni italiane complessive del sole-vista sono cresciute del 10,7% a livello tendenziale, declinato in un +6,6% per il sole e un +16,2% per le montature. In UK (+15,7%) le esportazioni italiane di occhiali da sole e montature nel 2012 hanno avuto una crescita del 18,4% per il sole e dell’11,5% per il vista. > Sottotono la performance delle esportazioni italiane in Francia (+2,8% complessivo rispetto al 2011, nel dettaglio un +1,8% per il sole e un +4,2% per le montature). > A determinare il risultato negativo in Spagna l’andamento deludente delle esportazioni italiane di occhiali da sole (-1,7% complessivo rispetto al 2011, declinato in un +8,9% per le montature e un -5,9% per il sole). > La crisi dei debiti sovrani e la costante contrazione dei consumi hanno, invece, penalizzato per il secondo anno consecutivo le esportazioni di occhiali da sole e montature italiane in Grecia dove sono calate dell’11,8% (-10,2% il sole e -16,9% le montature) e in Portogallo dove hanno fatto registrare un -3,6% (-12,8% le montature a fronte di un modesto incremento del 3,2% degli occhiali da sole). > In un contesto globale di rallentamento dei paesi avanzati diventa fondamentale saper cogliere tutte le altre opportunità sui mercati internazionali, in particolar modo nei paesi


ANFAO

emergenti o “nuovi” per il settore, oppure in quei paesi che da puri fornitori si stanno rivelando consumatori (la Cina su tutti). Sebbene le quote di tali mercati siano ancora poco rilevanti è interessante notare come siano continuamente in crescita e considerarne il grande potenziale che essi costituiranno nel prossimo futuro (2 miliardi di nuovi consumatori). Nel 2012 l’export di occhiali da sole e montature ha così fatto segnare nuovamente ottimi risultati in molti di questi paesi. Riportiamo, in ordine di rilevanza rispetto alla quota attuale che assorbono delle esportazioni del settore (dal 2,5% allo 0,5%), le variazioni tendenziali registrate nel 2012: - Emirati Arabi +6,1% (+4,3% il sole e +14,4% le montature) - Cina +61,6% (+29,8% il sole e +122,4% le montature) - Brasile +28,5% (+30% il sole e +24,3% le montature) - Australia +6,6% (-0,4% il sole e +31,1% le montature) - Corea del Sud +7,4% (+5,5% il sole e +32,4% le montature) - Turchia +6,8% (+13,4% il sole e -31,8% le montature) - Russia +4,2% (-3,3% il sole e +22,3% le montature) - Arabia Saudita +20,6% (+22,9% il sole e +14,9% le montature) - Cile +89,2% (+76,3% il sole e +125,4% le montature) - Tailandia +4,8% (+7% il sole e +3,3% le montature) - India +23,2% (+25% il sole e +18,4% le montature). A livello di mercati di approvvigionamento continua a essere predominante l’import proveniente dall’Asia con una quota di poco inferiore al 70%. LE QUOTE DI MERCATO DELLE ESPORTAZIONI ITALIANE A livello di esportazioni mondiali di occhiali da sole e montature (circa 12.000 milioni di euro nel 2012) l’Italia detiene il primato con una quota di mercato di circa il 25%. Considerando gli occhiali da sole la quota di mercato dell’export italiano in valore sale a oltre il 30%, per le montature si attesta invece al 22%. Dietro l’Italia, si confermano Cina e Hong Kong.

LE ESPORTAZIONI IN VOLUME Complessivamente si sono esportate nel 2011 oltre 92 milioni di paia di occhiali, di cui 61 milioni di paia di occhiali da sole (circa il 67%) e 31 milioni di montature da vista (il 33%). Anche in termini di quantità nel 2012 vi è stato un incremento, complessivamente del 2% rispetto al 2011 totalmente trainato dalle montature (+0,1% per gli occhiali da sole, +7% per il vista). IL MERCATO INTERNO Il 2012 è stato particolarmente difficile sul fronte interno. Siamo ormai al quinto anno consecutivo di andamento negativo. In termini di sell-in, nel 2012 il mercato interno si è attestato a poco meno di 963 milioni di euro segnando un pesante -4,5% rispetto al 2011. Guardando direttamente il sell-out e quindi i consumi nel canale ottico (dati forniti grazie alla partnership con GfK Retail & Technology Italia, una delle più grandi società fornitrici di ricerche di mercato al mondo che opera da anni nel settore con il panel ottici), si riscontra la stessa dinamica. In valore le vendite nel 2012 sono scese a livello tendenziale del 4% penalizzate dall’andamento negativo degli occhiali da sole (-6%) e delle lenti oftalmiche (-6%) a fronte di una sostanziale tenuta delle montature (-1% in recupero negli ultimi mesi dell’anno). In volume il trend è stato sostanzialmente lo stesso con un ancora più marcato -7% per l’occhiale da sole.

Nel 2012 export a +7%, coNsumi iNterNi al miNimo Vedere Italia 2013

21


Ottica & Occhialeria Italiana

esportare la dolce vita L

22

e importazioni dai paesi emergenti di prodotti belli e ben fatti (BBF) cresceranno fino a 169 miliardi di euro nel 2018, 54 miliardi in più rispetto al 2012, con un aumento del 47%. Oltre un terzo della domanda aggiuntiva verrà da Russia, Cina ed Emirati Arabi Uniti. I prodotti BBF sono costituiti da beni di fascia medio-alta (escluso il segmento del lusso) nell’alimentare, nell’arredamento, nell’abbigliamento e tessile casa, nelle calzature. A questi settori si aggiungono, per la prima volta in questa edizione, l’occhialeria e l’oreficeria-gioielleria. La quota di mercato italiana sull’import di beni BBF nei mercati analizzati era nel 2011 dell’8,7%. Se questa quota restasse inalterata, nel 2018 le importazioni di BBF made in Italy in quei paesi aumenterebbero di 4,4 miliardi di euro, arrivando a 14,4 miliardi. Questi i principali risultati della IV edizione della ricerca “Esportare la dolce vita” 2013 presentata oggi da Centro Studi Confindustria e Prometeia, con il contributo di ANFAO, Assocalzaturifici, Federalimentare, FederlegnoArredo, Federorafi e Sistema Moda Italia, sul posizionamento dei beni di fascia medio-alta nei settori chiave del made in Italy e sulle opportunità che i nuovi mercati offrono alle imprese che propongono prodotti non solo di qualità, ma dal forte contenuto evocativo. Il rapporto elabora le stime delle importazioni di beni del bello e ben fatto nei 30 principali mercati emergenti per il periodo 2013-18. Le vendite italiane all’estero di BBF sono state di 61 miliardi di euro nel 2012, il 15,5% del totale delle esportazioni manifatturiere italiane. Il 32% viene dall’alimentare, il 27% dall’abbigliamento e tessile casa, il 16% dai beni d’arredo, il 12% dalle calzature, l’8% dall’oreficeria-gioielleria e il 4% dall’occhialeria. Nel 2018, si legge nel rapporto, ci saranno 194 milioni di nuovi ricchi in più rispetto al 2012, cioè persone con un reddito annuo superiore a 30mila dollari (a prezzi 2005 e a parità di potere d’acquisto), in grado di comprare beni belli e ben fatti. La metà dei nuovi ricchi risiederà nei principali centri urbani di Cina, India e Brasile, ma la classe benestante si sta ampliando anche in paesi più vicini all’Italia, dove la nostra quota di mercato nelle vendite di beni BBF è maggiore, come Russia e Turchia. Nonostante le enormi prospettive offerte dai nuovi mercati, le

Vedere Italia 2013

imprese italiane si trovano a operare in contesti difficili. La concorrenza è più ardua: sempre più aziende, data la debolezza della domanda interna europea, orientano gli sforzi commerciali verso i mercati emergenti. E maggiori diventano le barriere e i dazi che questi stessi paesi spesso innalzano per contrastare l’ingresso dei prodotti esteri. Per sostenere le imprese nel percorso di internazionalizzazione, nell’edizione 2013 del rapporto viene presentato un aggiornamento dell’analisi delle barriere commerciali, che ostacolano l’espansione del BBF nei principali paesi emergenti, con un’attenzione particolare ai settori new entry dell’occhialeria e oreficeria-gioiellieria. Vengono, inoltre, esaminati alcuni punti di forza del BBF italiano: la produzione culturale italiana, che rafforza l’immagine del BBF nel mondo trasmettendo valori e contenuti dell’Italian style of life; l’importanza della filiera del BBF, che garantisce la qualità del prodotto italiano e rafforza ulteriormente l’immagine che all’estero viene percepita del made in Italy; il tessuto imprenditoriale del BBF, composto da 15mila imprese che esportano prevalentemente prodotti del BBF, e rappresentano un quinto delle imprese manifatturiere esportatrici italiane, e hanno un’elevata vocazione internazionale nonostante la dimensione contenuta. Infine, un focus dedicato alla Cina esplora le cinque regole da seguire per entrare nel mercato cinese con più elevate probabilità di successo: conoscere l’andamento dei consumi e delle forze che lo alimentano; analizzare il profilo dei consumatori; selezionare le aree urbane con migliori prospettive; conoscere gli ostacoli commerciali all’ingresso dei propri prodotti; analizzare i canali di accesso al mercato, cioè il sistema distributivo.

made iN italY: export prodotti italiaNi belli e beN Fatti (bbF) Nei mercati emergeNti a Quota 14,4 miliardi di euro Nel 2018, +4,4 miliardi iN 6 aNNi.


ANFAO

cirillo marcolin confermato

alla presidenza di anfao e mido fino al 2017

N

el corso dell’Assemblea dei soci, tenutasi a Belluno il 3 Luglio, Cirillo Marcolin è stato confermato Presidente di Anfao e Mido per i prossimi quattro anni, dopo aver rivestito la carica nell’ultimo biennio. È stata ben accolta dunque la scelta di Marcolin di presentare un programma redatto a 4 mani insieme al neo-eletto Vice-Presidente, Giovanni Vitaloni che si aggiunge alla squadra degli altri 4 Vice-Presidenti, riconfermati: Dessolis, Petazzoni, Fedon e Sopracolle. Un documento programmatico incentrato sulle tre parole chiave: rinnovamento, coinvolgimento e trasparenza. Figura imprenditoriale di grande esperienza, Cirillo Marcolin accetta la sfida di traghettare l’Associazione e la fiera Mido, in questa congiuntura non facile, raccogliendo il contributo e lo stimolo di forze nuove presenti all’interno di ANFAO, rappresentate da Giovanni Vitaloni, imprenditore torinese a capo di Nico Design, una realtà dinamica che fa del design il fulcro della propria creatività. Un connubio che mira a porre alla base dell’attività di ANFAO e di MIDO i due valori chiavi dell’occhialeria italiana: tradizione ed innovazione. “Rinnovare significa innanzitutto valorizzare al massimo quanto di buono è già stato realizzato fino ad oggi con la partecipazione delle aziende che costituiscono lo “zoccolo duro” della base associativa di ANFAO – precisa Marcolin - ma implica necessariamente inserire anche forze nuove e vitali, espressione di ambiti imprenditoriali che fino ad oggi hanno partecipato alla vita associativa come semplici osservatori.” Per perseguire gli obiettivi associativi, il Presidente si avvarrà della collaborazione del Consiglio Direttivo che, in virtù di una norma transitoria, presente nel nuovo Statuto recentemente approvato, resterà in carica fino al 2014. Contestualmente all’elezione del Presidente e dei 5 Vice-Presidenti, si è reso comunque necessario eleggere 2 nuovi membri del Consiglio Direttivo in sostituzione di due componenti dimissionari.

preseNtato uN programma improNtato al riNNovameNto

La Giunta ANFAO risulta, quindi, cosi composta: • Cirillo Marcolin (Marcolin S.p.A.), Presidente • Giovanni Vitaloni (Nico s.r.l.), • Paolo Pettazzoni (Optovista S.p.A.), • Maurizio Dessolis (De Rigo Vision S.p.A.), • Callisto Fedon (Fedon Giorgio e figli S.p.A.), • Renato Sopracolle (Sopracolle s.r.l.), . Il Consiglio Direttivo ANFAO risulta quindi così composto: • Elena Berton (Arlecchino s.r.l.) • Carlo Costan Dorigon (Gatto Astucci S.p.A.) • Antonio De Silvestro (Di Esse s.r.l.) • Claudio Francavilla (Luxottica Group S.p.A.) • Salvatore Galvano (Lastes Group s.r.l.) • Maurizio Roman (Safilo S.p.A.) • Luca Talamona (Nomec 92 s.r.l.) • Andrea Valmassoi (Trevi Coliseum S.p.A.) • Gianni Vetrini (Barberini S.p.A.) • Massimiliano Zegna Baruffa (Allison S.p.A.). (Maurizio Roman e Massimiliano Zegna Baruffa i due nuovi consiglieri eletti). Successivamente, è stato eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione di MIDO, sempre presieduto da Cirillo Marcolin, che annovera i seguenti membri: • Cirillo Marcolin (Marcolin S.p.A.), Presidente • Giovanni Vitaloni (Nico s.r.l.), Vice-Presidente • Maurizio Dessolis (De Rigo Vision S.p.A.), Consigliere • Callisto Fedon (Fedon Giorgio e figli S.p.A.), Consigliere • Giovanni Accongiagioco (Italia Independent Group S.p.A.), Consigliere • Elena Orsi Mazzucchelli (Mazzucchelli 1849 S.p.A.), Consigliere • Cristiano Milone (Mirage S.p.A.), Consigliere.

Vedere Italia 2013

23


Ottica & Occhialeria Italiana

un debutto di successo per «out of mido» U

na Milano finalmente primaverile ha accolto la settimana del Mobile con grande entusiasmo e partecipazione. Un successo da record come testimoniano i numeri: se la Fiera di Rho ha visto il passaggio di più di 324mila visitatori da 160 Paesi, attratti dai 2.500 espositori e dai 700 giovani designer ospitati al Salone Satellite, ancora di più si sono riversati nelle strade del Fuorisalone. E per comprendere quanto questo appuntamento coinvolga la città, basta un dato: nella settimana fra il 7 e il 14 aprile i musei civici hanno registrato 84mila presenze, contro le 26mila della settimana precedente.

24

Un flusso eterogeneo, un’invasione pacifica di amanti del design e non solo, che ha interessato principalmente alcune zone di Milano, tra cui spicca Via Tortona, cuore della Tortona Design Week e area ospitante l’Out Of Mido, «fuori da Mido e fuori dal periodo di Mido», ma dentro la città e dentro il clima di effervescenza e di febbre creativa che le avvolge. In questo contesto così fertile il debutto dell’Out of Mido è stato senza ombra di dubbio un grande successo. «Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa», ha affermato Cirillo Marcolin, presidente di Mido e Anfao. «Abbiamo voluto creare per le aziende dell’eyewear un’ importante occasione per consentir loro di dimostrare capacità di innovazione e per farsi conoscere in un contesto completamente differente da quello fieristico. Qui era il grande pubblico l’interlocutore principale, magari meno avvezzo ad un approccio tecnico, ma molto più attento all’aspetto estetico/qualitativo legato al design» Nei 4 giorni di manifestazione il passaggio di pubblico è stato notevole: molti gli stranieri, circa il 70% con un’importante presenza di visitatori asiatici, dagli Stati Uniti e dal Sud America, molti i brasiliani. La galleria dell’ hotel NHOW – all’interno della Design Revolution – si è trasformata in una palestra di creatività per designer affermati e giovani debuttanti

Vedere Italia 2013

dell’eyewear. Sedici aziende – italiane e straniere – si sono messe in gioco in questo «laboratorio creativo e luogo ad altissima concentrazione di avvenimenti». «L’obiettivo fondamentale dell’iniziativa, dunque, era quello di ottenere visibilità presso il grande pubblico e presso un target differente da quello strettamente legato al settore», spiega Marcolin. «In tal senso la prima edizione di Out of Mido è solo un primo passo ed è importante che sia stato fatto. Come tutti gli inizi è sicuramente migliorabile, ma l’entusiasmo con cui siamo stati accolti e la positiva redemption da parte delle aziende è uno stimolo per continuare in questa direzione, perfezionando questo strumento di promozione che ci permette di confermarci come partner di riferimento per le aziende del settore», conclude Marcolin. Un bilancio più che positivo per questo debutto nel più grande Design District del Mondo che è il Fuorisalone. Queste le aziende che hanno partecipato: ALAIN MIKLI - OLIVER PEOPLES - MAZZUCCHELLI - ART FRAME TOTAL ART - CHARMANT - CHIMMM…… BY SIMON CHIM - EPOS FEDON - JPLUS - LARA D’ - LOOK OCCHIALI – OKKIFACTORY/DESEYE - SILHOUETTE - THE QUIET BEFORE - TRACTION PRODUCTIONS – VANNI.


OUT OF MIDO

25

Per la prima volta in assoluto Mido ha portato una rappresentanza dei migliori designer di occhiali al Fuorisalone in occasione della settimana del Mobile di Milano. Vedere Italia 2013


Ottica & Occhialeria Italiana

grande successo per il congresso nazionale degli ottici optometristi a bologna S 26

i é concluso lunedì 29 aprile a Bologna il 39° Congresso nazionale degli Ottici Optometristi, con un bilancio estremamente positivo e con la massima soddisfazione dei quasi 500 partecipanti, che hanno seguito con interesse e attivo coinvolgimento l’intenso programma delle tre giornate congressuali. Al centro delle numerosissime relazioni che si sono susseguite e hanno catalizzato l’attenzione degli ottici optometristi, delle aziende e degli studenti universitari, c’erano temi di carattere scientifico, tecnico e professionale, affrontati con approfondimenti e grande competenza in un’ottica di multidisciplinarità. La partecipazione, ogni anno sempre più cospicua, delle delegazioni universitarie di studenti dei Corsi di Laurea di Ottica e Optometria, provenienti da più parti d’Italia, rappresenta un dato di massima soddisfazione per l’Albo, perché conferma la correttezza della strada intrapresa del dialogo con il mondo universitario. “E’ un dato - ha concluso Andrea Rattaro, presidente dell’Albo, al termine del congresso - che attesta con quanto entusiasmo i nostri ragazzi affrontino la professione”. E’ stato molto apprezzato dagli stessi studenti, in questo contesto, anche l’ampio coinvolgimento degli oftalmologi perché dimostra un’apertura e una naturale osmosi tra le due figure professionali, sancita anche dalla comunicazione ufficiale della volontà di porre in essere un protocollo comune cui stanno attualmente collaborando oculisti e ottici optometristi, per poter operare in modo sinergico e più funzionale sull’utilizzatore finale cui è necessario comunicare che oculista e ottico optometrista sono due figure complemen-

Vedere Italia 2013

tari, ciascuno per la propria area di competenza. Notevole anche il coinvolgimento da parte delle aziende che per la prima volta sono state chiamate a partecipare attivamente offrendo un loro contributo scientifico durante i workshop, che hanno riscosso ampio successo da parte dei presenti, con centinaia di partecipanti in sala. Ha superato le migliori aspettative anche l’iniziativa degli Screening visivi in Piazza Santo Stefano a Bologna, effettuati da un gruppo di studenti universitari, nella mattinata di domenica, a un centinaio di cittadini che si sono spontaneamente sottoposti


FeDerOTTIcA

che fattori di diversa natura - ha proseguito la Dottoressa Amicone - sconvolgessero il mondo sanitario e ci auguriamo, anche se non possiamo prevederne i tempi - che si possa fare chiarezza in materia e che in un futuro molto prossimo possa venire garantita e riconosciuta l’eccellenza della competenza e della formazione, con un nuovo assetto di tutte le professioni sanitarie. Il vostro obiettivo che è anche il nostro - ha concluso - spero che permetta presto il raggiungimento dei vostri desiderata”.

Rossella Fonte è l’optometRista dell’anno 2013

ai test per valutare le loro capacità e funzionalità visive alla guida. Approfondimenti scientifici, formazione, ma anche attenzione al futuro della categoria: dopo la Tavola Rotonda sul tema della Legge 4/2013 che disciplina le professioni non regolamentate, che ha aperto alcune zone d’ombra per la categoria, l’argomento è stato nuovamente affrontato in chiusura, con l’intervento della Dottoressa Santina Amicone, direttore vicario della Direzione Generale delle Professioni Sanitarie al Ministero della Salute, che ha comunicato la volontà dello stesso di circoscrivere all’ambito sanitario le attività collegate alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione: “A seguito della legge 4/2013 ne abbiamo voluto blindare gli ambiti di applicazione che rischiavano di sconfinare in aree improprie. Si è quindi in attesa di un accordo Stato-Regioni che dovrebbe portare a una definizione delle attività professionali che rientrano nell’area Sanità dove dovrebbe trovare collocazione quella dell’ottico optometrista. Non volevamo

E’ stato consegnato domenica 28 aprile 2013, a Bologna, durante il 39° Congresso Nazionale degli Ottici Optometristi, il 21° premio nazionale di optometria “Francesco Ferrante”, intitolato alla memoria del giovane optometrista abruzzese precocemente scomparso, che ogni anno attribuisce il titolo di “optometrista dell’anno”. Vincitrice del premio 2013 la professoressa Rossella Fonte, dottore in Optometria – O.D. – DOO, già presidente dell’albo degli ottici optometristi. La Giuria ha stabilito l’assegnazione del Premio con la seguente motivazione: «Per l’impegno profuso a favore della istituzione del primo corso di laurea in ottica e optometria in Italia e della formazione accademica come docente di Contattologia e Tecniche Fisiche per l’Optometria presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, dove porta avanti anche diverse attività di ricerche nel campo della contattologia. Per aver guidato, in veste di Presidente dell’Albo degli Ottici Optometristi, la categoria con grande senso di responsabilità, coesione e dedizione alla professione, contribuendo alla sua crescita in ambito europeo. Per il contributo offerto a numerose associazioni e iniziative professionali italiane ed internazionali, in cui si è sempre particolarmente distinta per l’apporto di nuove conoscenze cliniche, atte a migliorare la pratica optometrica in vari campi di applicazione».

Vedere Italia 2013

27


Ottica & Occhialeria Italiana FeDerOTTIcA

“visione nello sport” I

28

l Palabadminton di Milano ha ospitato, lo scorso 25 marzo, un gruppo di ottici optometristi che avevano aderito al progetto e partecipato al corso di formazione “Visione nello Sport”, organizzato dall’Albo degli Ottici Optometristi. Questa volta sono scesi in campo anche loro, tra i giocatori di badminton, per confrontarsi e mettere alla prova le competenze professionali acquisite: hanno passato in rassegna, nel corso della giornata, una cinquantina di sportivi, di differenti fasce di età e di diversi livelli di preparazione atletica, sottoponendoli a una serie di test, tra cui quelli di allineamento binoculare, di abilità di fissazione, di facilità di accomodazione e di percezione della profondità. L’evento è stato organizzato in collaborazione con la FIBa (Federazione Italiana Badminton). Perché iniziare dal badminton per testare l’efficacia degli screening? «Il badminton - spiega Renzo Velati, responsabile scientifico del progetto Visione nello Sport e docente a contratto del corso di Optometria all’Università di Milano Bicocca - è soprattutto uno sport visivo dai tempi di reazione viso-motoria molto veloci nell’inseguimento del volano. Le azioni sono rapidissime e richiedono un’elevatissima concentrazione. Un buon coordinamento visivo, muscolare e motorio è quindi fondamentale per risultare efficaci e performanti”. Lo sport ideale, dunque, per mettere alla prova i test. Ma questo è solo l’inizio: l’Albo si propone di diffondere il progetto “Visione nello Sport”, con il supporto di tutti gli Ottici Optometristi che vorranno aderire all’iniziativa, anche ad altre discipline sportive. «E soprattutto - aggiunge Andrea Rattaro, presidente dell’Albo, mi preme sottolineare che vorremmo destinarlo a tutti gli sportivi, non solo a chi pratica sport a livello agonistico. Chiunque può valutare e, nel caso, migliorare, le proprie performance visive e sportive». L’Ottico Optometrista, in questo senso, ha un ruolo fondamentale nel veicolare allo sportivo, anche solo dilettante, il messaggio che perfezionando le proprie abilità visive si pos-

Vedere Italia 2013

sono contemporaneamente migliorare le performance sportive, anche con l’aiuto di ausili, occhiali o lenti a contatto opportunamente studiati in funzione delle sue necessità e del tipo di sport, dopo un’accurata fase di anamnesi. Una mission importante per l’Ottico Optometrista, ma anche un’opportunità per ampliare la propria attività. Con queste premesse la giornata di Screening visivi al PalaBadminton è stata accolta con grande entusiasmo un po’ da tutti: dai responsabili della Federazione, dagli Ottici Optometristi e dagli stessi sportivi che, confrontandosi con gli strumenti utilizzati, anche multimediali, hanno potuto verificare in modo scientifico le loro capacità visive e confrontare tra loro i risultati anche in modo positivamente competitivo. Il Progetto “Visione nello Sport” è stato presentato anche a Bologna, durante il 39° Congresso Nazionale degli Ottici Optometristi, con un intervento di Renzo Velati sull’esperienza e sui criteri di analisi adottati in un altro screening pilota effettuato sulle squadre giovanili della società Futura Volley Yamamay, attuale detentrice del titolo di campione Italiano ed Europeo di volley femminile.

al via il primo progetto pilota dell’albo degli ottici optometristi


ISPIRAZIONE

DINAMISMO INNOVAZIONE

Disponibile su

Mondiale dell’Ottica

PARIGI


Ottica & Occhialeria Italiana FeDerOTTIcA

andrea afragoli è il nuovo presidente di Federottica D

30

opo 10 anni al vertice, Giulio Velati lascia la Presidenza della più importante associazione di categoria degli ottici optometristi ad Andrea Afragoli, professionista bolognese di 48 anni, che già faceva parte del direttivo di Federottica. Ad Afragoli, dunque, il compito di guidare la categoria per il prossimo quinquennio 2013-2018. È stato il nuovo Consiglio direttivo che si è riunito l’1 Luglio a Roma ad eleggere il Presidente, insieme ai tre Vicepresidenti: Luigi Polzotto per il Nord Italia, Luigi De Luca per il Centro, e Domenico Brigida per il Sud e le Isole. L’Amministratore di Federottica è il confermato Andrea Mineo. Nominati anche gli altri membri della nuova Giunta esecu-

tiva di cui entrano a far parte anche due donne: Domenico Brigida, Marco Barajon, Carlo Ghiotto, Barbara Venturi, Michela Salerno e Andrea Rattaro. Federottica saluta anche un’altra figura storica: è Mauro Di Terlizzi che, dopo quarant’anni in cui da segretario nazionale ha seguito tutte le principali vicende della categoria, passa il testimone a Stefano Bertani, 43enne milanese. Appena eletti il neopresidente, i vicepresidenti e la Giunta esecutiva tutta hanno espresso un sentito e caloroso ringraziamento a Giulio Velati e a Mauro Di Terlizzi e agli altri colleghi della Giunta uscente. Domenica, l’Assemblea ordinaria elettiva di Federottica (Federazione Associativa Nazionale Ottici Optometristi) ha scelto i nuovi membri del Consiglio direttivo, del Collegio dei sindaci e del Collegio dei probiviri, che resteranno in carica nel quinquennio 2013-2018. I nuovi consiglieri sono: Andrea Afragoli, Luigi Polzotto, Gianni Allodi, Bruno Maestrelli, Andrea Mineo, Luigi De Luca, Barbara Venturi, Giuseppe Sicoli, Carlo Ghiotto, Marco Barajon, Domenico Brigida, Michela Salerno, Francesco Del Governatore, Alberto Benzoni, Marco Benedetti, Paolo Carelli, Maria Assunta Gorgoni, Marco Lollini, Giovanni Dosso, Domenico De Stefano e Mario Casciano.

la FederazioNe associativa NazioNale ottici optometristi cambia e si riNNova Vedere Italia 2013

Il nuovo collegio sindacale di Federottica è composto da Pier Ernesto Savorelli (presidente), Roberto Viavattene, Luca Danesini, Valeriano Coerezza (supplente) e Graziano Zangrande (supplente). Il nuovo collegio dei probiviri è composto da Giuseppe Ciarfera, Marco Vai e Roberto Cerioli.


AssOTTIcA

10° convegno assottica all’insegna di Qualità, innovazione e sicurezza I

l 10° Convegno Assottica avrà luogo all’Ergife Palace di Roma dal 10 all’11 Novembre. Rinnovato nella struttura e nei contenuti e intitolato Lenti a contatto: Qui Sì, il convegno si pone come momento di riflessione per un settore che vede oltre 16 milioni di ametropi in Europa utilizzare le lenti a contatto per correggere i difetti visivi. Sarà Helmer Schweizer, Presidente di Euromcontact, ad aprire i lavori congressuali, illustrando le good practices europee cui mirare per favorire la diffusione e l’utilizzo in sicurezza delle lenti a contatto. Quindi Stefano Livi, ricercatore presso il Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione dell’Università La Sapienza, presenterà i risultati dall’indagine “Lenti a contatto: qui si… informa”, che ha raccolto un numero considerevole di questionari, oltre 2800, grazie al coinvolgimento di più di 800 centri ottici. Le informazioni emerse dall’indagine saranno trasversalmente approfondite in tutti gli interventi in plenaria e nei corsi e offriranno utili spunti di dibattito. Sono previsti interventi di relatori e ricercatori da tutto il mondo, per discutere i temi di maggior interesse e attualità in contattologia: tra gli ospiti internazionali si segnalano Desmond Fonn con un intervento sul “comfort”, James Wolffsohn, sui “materiali delle lenti a contatto”, Nicole Carnt, in plenaria si occuperà di “come cambia il panorama della manutenzione delle lenti a contatto ” e presenterà una interessante ricerca sulla correlazione tra “una maggiore propensione al rischio e una minore compliance”, Sarah Morgan interverrà sulla “compliance”;

Tra i relatori italiani coinvolti nella plenaria, Antonio Genovesi e Fabrizio Zeri si occuperanno del “rapporto che si instaura tra ametrope e contattologo”, Giancarlo Montani, parlerà di “lenti a contatto e presbiopia”; Rossella Fonte approfondirà il tema delle “lenti a contatto e giovani”. La giornata di lunedì 11 novembre sarà dedicata ai corsi di approfondimento, altamente interattivi e coinvolgenti: • “Lenti a contatto: qui si.. applica”: a cura di A. Genovesi e F. Zeri; • “Drop-outs: come prevenirli e ridurli”: a cura di S. Morgan; • “Astigmatismo e lenti a contatto: valutazioni cliniche e strategie applicative”: a cura di D. Brambilla e F. Casalboni; • “Lenti a contatto multifocali oggi: come applicarle con semplicità e immediatezza”: a cura di S. Maffioletti e G. Montani; • “Come gestire i dati clinici nella pratica contattologica”: a cura di J.Wolffsohn; • “Cornea e lenti a contatto: attuali controversie”: a cura di D. Fonn.

saraNNo aNche preseNtati i risultati dall’iNdagiNe “leNti a coNtatto: Qui si… iNForma” Vedere Italia 2013

31


Ottica & Occhialeria Italiana sOI – società Oftalmologica Italiana

11° congresso internazionale soi D

32

al 15 al 18 maggio scorso si é svolto a Milano l’11° Congresso Internazionale della SOI – Società Oftalmologica Italiana con la partecipazione di 1720 oftalmologi e numerose aziende espositrici. Il primo giorno, Il Subspecialty Day ha fornito un completo aggiornamento sulle tecniche chirurgiche ed i trattamenti farmacologici per la vitreo-retina. Sempre nella prima giornata si sono svolte sessioni monotematiche su: cornea, cataratta, oftalmoplastica e oftalmologia pediatrica. Nella seconda giornata il Subspecialty day era dedicato alle nuove tecnologie in ambito diagnostico e terapeutico e sui vantaggi che da esse possono derivare nella cura dei pazienti per le più gravi malattie degli occhi. Seminari anche di chirurgia in diretta con la Live Surgery. E ancora un aggiornamento sui nuovi trattamenti per il Dry Eye (occhio secco) e le nuove applicazioni in chirurgia refrattiva. Il congresso si è concluso con la Live Surgery di Chirurgia refrattiva e della cataratta con una grande attenzione per la retina chirurgica, il glaucoma e la cornea. Nel corso dell’ultima giornata di Congresso, l’associazione Per Vedere Fatti Vedere ONLUS ha organizzato un incontro aperto con gli oculisti per parlare di glaucoma, cataratta e maculopatia senile.

IN AUMENTO GLI OVER65 AFFETTI DA GRAVI MALATTIE OCULARI A RISCHIO DI PERDERE LA VISTA Per Vedere Fatti Vedere ONLUS lancia l’allarme Il progressivo invecchiamento della nostra popolazione determina l’aumento di malattie legate all’età tra cui le più gravi sono quelle oculari e in particolar modo la cataratta, la degenerazione maculare senile (DMS o DMLE) e il glaucoma. Queste tre patologie sono responsabili di oltre l’80% di casi di cecità e ipovisione negli over65. I dati riferiti alla Lombardia sono molto preoccupanti: si stima che più di 1 milione di persone siano affette da una forma di maculopatia a vari stadi di gravità e 120.000 persone abbiano il glaucoma: il dato più allarmante è che il 50% di questi pazienti non è neanche consapevole di avere queste malattie e non si sta curando, rischiando gravissimi danni alla vista. pasquale troiano, Presidente di per Vedere Fatti Vedere, lancia un allarme: “Oggi purtroppo queste patologie sono ancora poco conosciute dagli italiani: pensate che solamente il 14% sa che cosa è la degenerazione maculare senile, che da sola è responsabile del 50% dei casi di ipovisione e cecità in Italia. E’ quindi fondamentale informare la popolazione, evidenziare i sintomi precoci a cui prestare attenzione, istruire su appropriati stili di vita ed alimentazione ed aumentare la consapevolezza sulla necessità di conoscere e prevenire l’insorgenza di queste patologie e di diagnosticarle tempestivamente attraverso controlli regolari dall’oculista.”

il puNto di riFerimeNto per l’aggiorNameNto scieNtiFico e proFessioNale dell’oculistica italiaNa Vedere Italia 2013


Ottica & Occhialeria Italiana

“occhio all’estate” S

34

olo il 60% degli italiani utilizza gli occhiali da sole, e di questi il 30% non li indossa quasi mai o mai, il 18% raramente e solo il 52 % li ritiene “indispensabili”. L’utilizzo degli occhiali da sole è concentrato nelle fasce dai 25 ai 54 anni. Bambini e anziani sono, invece, le categorie più a rischio: solo l’11% dei giovanissimi e il 10% degli over 55 portano lenti da sole. Sono questi i dati allarmanti diffusi da Commissione Difesa Vista, «Con l’arrivo della bella stagione diventa ancora più importante proteggere i propri occhi con occhiali da sole di qualità», ammonisce il professor Francesco Loperfido consulente della Commissione e Responsabile del Servizio di Oftalmologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano. «Che non devono essere assolutamente un vezzo, ma un vero e proprio strumento protettivo contro i danni agli occhi». «Gli occhi sono strutture delicate, che necessitano di adeguata protezione durante tutto il corso dell’anno, soprattutto quando l’irradiazione è più intensa e maggiore è il tempo che si trascorre all’aria aperta, con maggiore esposizione a luce, raggi UV, vento, sabbia, acqua salata o ricca di cloro. I danni da UV sono più intensi a seconda dell’altezza del sole. Aumentano con l’altitudine, passano anche attraverso le nuvole e sono intensificati dall’effetto riflettente di neve, acqua e sabbia». «Una esposizione non protetta degli occhi può provocare reazioni nel breve periodo come fotosensibilità, irritazioni e arrossamenti transitori (congiuntiviti, ustioni della cornea, forte lacrimazione, fotocheratite che è una scottatura della

superficie oculare). Nel lungo periodo i danni possono essere anche più gravi, provocando cataratta e maculopatie, vere e proprie lesioni alla retina che possono essere favorite dall’esposizione ai raggi solari». Bambini e adolescenti, poi, vanno protetti più degli altri. Fino a 15 anni i loro occhi e la loro pelle sono particolarmente delicati. I bimbi al di sotto di un anno di vita non dovrebbero mai essere esposti direttamente al sole. Il loro tessuto oculare, infatti, è strutturato in modo tale da permettere una maggiore penetrazione della luce e il potere filtrante è molto inferiore rispetto a quello degli adulti. In Italia la cultura della prevenzione durante l’infanzia è però ancora poco diffusa: il 66,8% dei bambini dai 4 ai 10 anni non porta gli occhiali da sole. Proteggere gli occhi con occhiali da sole deve diventare una salutare abitudine esattamente come mettersi la crema protettiva sulla pelle. Gli occhiali da sole contraffatti che non sono in grado di garantire la protezione dai raggi solari. Commissione Difesa Vista - con il Patrocinio del Ministero della Salute e con la collaborazione di Unipro - ha creato un’applicazione per i telefonini, “Sole Amico”, con l’obiettivo di dare consigli utili per proteggere gli occhi. Basta qualche semplice click e in base al proprio fototipo (colore capelli, occhi e carnagione) e al luogo dove ci si trova consiglia quale filtro usare sia per gli occhiali sia per le creme protettive. Per maggiori informazioni: www.c-d-v.it e pagina Facebook.

dati preoccupaNti che emergoNo da uNa receNte ricerca di commissioNe diFesa vista Vedere Italia 2013


cvD commissione Difesa vista

attenzione alle allergie P

er chi soffre di allergia, pollini, polveri e i granelli di sabbia sono alcune delle principali cause di occhi rossi e irritati quasi sempre sintomi di congiuntivite, un’infiammazione della sottilissima membrana trasparente che avvolge il globo oculare. «A provocare le allergie sono principalmente i pollini, appartenenti alla famiglia degli allergeni, che entrano in contatto con l’organismo” avverte il Professor Loperfido, consulente della Commissione Difesa Vista e professore a contratto presso L’Università Vita e Salute dell’Ospedale San Raffaele di Milano, “Gli allergeni sono costituiti da sostanze presenti un po’ ovunque: nei peli degli animali domestici, nella polvere e nei pollini di alcune piante che, dispersi dal vento o trasportati dagli insetti possono sviluppare reazioni allergiche». Le malattie allergiche sono aumentate negli ultimi anni, soprattutto quelle agli occhi. Un italiano su cinque soffre di un’allergia, più o meno grave. I sintomi variano dalla rinite all’asma, dalle congiuntiviti alle forme alimentari. Si tratta di allergie stagionali perché insorgono prevalentemente in determinati periodi dell’anno, in particolar modo in primavera, con i primi pollini e continuano a creare problemi per tutta l’estate. Nei periodi di fioritura l’occhiale da sole diventa un prezioso alleato per fare da filtro contro i pollini. Inoltre un buon occhiale da sole serve da schermo per la fotofobia, ovvero il fastidio verso la luce, che è uno dei problemi che sviluppa il soggetto allergico. Preferibilmente avvolgenti come barriera di protezione per l’occhio per tenere lontani i corpi estranei. Ai soggetti che indossano lenti a contatto, a maggior ragione, è consigliabile l’utilizzo di occhiali da sole. Nei casi più acuti di allergia sarebbe meglio sospendere per un certo periodo l’utilizzo delle lenti e sostituirle con gli occhiali da vista o con lenti giornaliere in modo tale che gli allergeni depositati sulla lente vengano gettati con la lente stessa. Ogni anno, nel periodo che va da marzo ad ottobre circa, circa 10 milioni di italiani soffrono di un’allergia fastidiosa ai pollini. Si tratta appunto di problemi stagionali perché insorgono prevalentemente in determinati periodi dell’anno. E non solo. Variano anche da zona a zona: nell’Italia settentrionale

nei primi mesi dell’anno bisogna stare attenti alla fioritura di Betulla-Nocciolo-Carpino. Da Marzo a Luglio invece sono i mesi di Ortica e Parietaria, salice e pioppo in marzo e aprile, la graminacee da maggio fino a settembre luglio. Tenendo conto che quest’anno la primavera è sbocciata con leggero ritardo, molte fioriture si sono sovrapposte. Le allergie non colpiscono più soltanto soggetti in fase di evoluzione, ma anche adulti e persone in età avanzata. Questo significa che chi non è allergico può diventarlo nel tempo. Certo la componente ereditaria gioca comunque un ruolo importante. Secondo recenti statistiche risulta che un bambino con genitori non allergici ha il 12,5% di possibilità di essere colpito da allergie, con solo un genitore allergico ha il 19,8% di possibilità, la percentuale sale al 42,9% nel caso di un bambino con entrambi i genitori allergici. La famigliarità non determina l’allergia a qualcosa. Ovvero se il genitore è allergico alle graminacee non è detto che anche il figlio lo sia. Ma sappiamo che il bambino avrà una certa predisposizione alle allergie, che, con grande probabilità, il suo sistema immunitario svilupperà anticorpi per gli allergeni.

soNo 10 milioNi gli italiaNi allergici, il 30% soNo bambiNi e oltre il 60% doNNe Vedere Italia 2013

35


DOSSIER

Bambini

Igiene visiva

di Paolo Patuzzi Ottico Optometrista Naturopata www.ilpuntodivista.it Per la lettura o qualsiasi impegno visivo prossimale, è necessario rispettare determinate accortezze posturali al fine di rendere l’attività visiva confortevole ed efficiente.

N

KENZO KIDS

LUNETI COLL. BUZ SMART

36 EGO EYEWEAR COLL LEGO

JFREY KIDS

BENETTON KIDS

ALERO KIDS

Vedere Italia 2013

ella pratica optometrica può capitare di non considerare l’importanza dell’ igiene visiva. Il dare per scontate certe accortezze e attenzioni all’ergonomia durante l’impegno visivo prossimale è un rischio comune. Nel nostro lavoro purtroppo le molteplici incombenze e mansioni necessarie per la fornitura di un occhiale o di lenti a contatto ci porta a trascurare alcune considerazioni ed indicazioni da condividere e trasmettere ai nostri clienti. Vediamone qualcuna, da tenere ben presente soprattutto quando pensiamo alla cura della vista dei nostri figli. FLEYE KIDS L’immagine dell’uomo vitruviano di Leonardo ha esemplificato graficamente l’armoniosa proporzione del corpo umano. Tutte le attività corporee vengono eseguite tanto più naturalmente quanto più vengono rispettate dette armonie. Gli sport in genere o le attività lavorative di ogni tipo necessitano, per la loro efficacia, di una educazione e apprendimento del movimento e della postura. Per la lettura o qualsiasi impegno visivo prossimale, è necessario rispettare determinate accortezze posturali al fine di rendere l’attività visiva confortevole ed efficiente. La distanza di lettura ideale si ottiene posizionando il gomito sul piano di lavoro e appoggiando il mento sul palmo della mano rivolto verso l’alto. Poi lasciando il gomito nella stessa posizione, si abbassa l’ avambraccio parallelamente al piano di lavoro, in modo da utilizzare l’omero come distanziatore. Quando teniamo in mano


Igiene visiva

ZOOBUG

ESPRIT KIDS

OGI KIDS

IL PUNTO DI VISTA

STING

SALICE

Oliver Goldsmith Coll Mini Icons

OWP COLL MEXX

INOTTICA COLL BARBIE

Tra i punti di forza dei centri Ottica Il Punto di Vista vi é l’approccio olistico, curato da Paolo Patuzzi - ottico optometrista naturopata - da 25 anni nel campo, per offrire una nuova prospettiva alla valutazione del sistema visivo. L’elemento pregnante di quest’approccio è quello di considerare le caratteristiche d’insieme della persona esaminata, in quanto ognuna di esse influenza gli aspetti percettivi del soggetto, determinando così anche quelle visive. Sintomo e causa, spesso si confondono, in realtà rappresentano 2 aspetti diversi di una problematica. Pertanto, dal semplice “misurare la vista” finalizzato a quantificare un sintomo, si può estendere la valutazione della dinamica visiva per far conoscere al cliente il suo status funzionale e trasformare la valenza negativa di “difetto” visivo, in valenza neutra di “caratteristica” visiva. Diventa perciò importante valutare ogni paziente nei suoi molteplici aspetti, per fornire soluzioni ottiche compensative, suggerimenti alimentari e nutrizionali, rimedi naturali e qualsiasi altro strumento possa contribuire al suo benessere, in modo personalizzato. Tra le soluzioni per cui questa disciplina si rivela efficace ci sono: controllo dello sviluppo della miopia, miglioramento della funzione accomodativa, riequilibrio della struttura del film lacrimale, riduzione delle astenopie da videoterminale. Il tutto con semplici soluzioni tra cui integratori alimentari, floriterapia, oligoelementi e indicazioni comportamentali. Dal 1995 presso ogni punto vendita sono attivi i Centri di Optometria Progetto Visione, nei quali operano professionisti qualificati, con l’obiettivo di diffondere le conoscenze dei diversi aspetti legati alla condizione visiva, alla prevenzione ed al trattamento dei disturbi della vista. La storia de Il Punto di Vista é cominciata nel 1991 a Turate. Oggi i centri Ottica Il Punto di Vista sono quattro: via Faruffini 4, Milano - viale San Gimignano 10, Milano - via Marcantonio dal Re angolo via Espinasse, Milano via Cavour 55, Turate (Como).

INOTTICA COLL BEN10

Vedere Italia 2013

37


DOSSIER

38

Bambini

qualcosa da leggere, spontaneamente posizioniamo il testo inclinato in modo da renderlo perpendicolare al piano di sguardo. Tale automatismo posturale rende la visione più confortevole in quanto il CORNER BAMBINI GIBAM testo risulta perpendicolare al piano di sguardo. Per questo quando il testo di lettura è appoggiato su un tavolo, viene naturale inclinare la testa per ritrovare quel parallelismo tra testo e viso rendendo la postura “visivamente” più confortevole . Le conseguenze negative di tale compensazione posturale, sono un aumento della tensione ai muscoli del collo ed una drastica riduzione della distanza di lettura che comporta ripercussioni sull’affaticamento del sistema visivo. Per ovviare all’ inconveniente, è sufficiente dotarsi di un leggio inclinato, sul quale il testo di lettura si troverà già quasi parallelo al viso e non sarà quindi necessario alterare la postura. La scrittura è un linguaggio grafico che rappresenta l’essere umano fin dalle sue origini. Ad oggi gli strumenti tecnologici hanno preso il sopravvento sulla scrittura manuale. Questa evoluzione ha diminuito la possibilità di eseguire un esercizio visivo estremamente importante. Infatti durante la scrittura con la penna, il movimento necessario è regolato, coordinato ed organizzato da un meccanismo neuromuscolare in cui sono coinvolte sinergicamente l’area visiva e le aree senso motorie della mano. Questa organizzazione viene continuamente riprogrammata durante la scrittura, in quanto gli occhi, seguendo il tratto della penna, istruiscono istantaneamente i movimenti delle dita e della mano e viceversa…. cioè il movimento della punta della penna educa il sistema oculomotorio ad una modularità e precisione nei micromovimenti di inseguimento della scrittura. Il risultato è una maggior elasticità e performance del sistema oculomotorio e di tutto il sistema visivo. Stimoliamo quindi i giovani

Vedere Italia 2013

Igiene visiva

CORNER BAMBINI

ARTECO

a scrivere a mano limitandosi nell’uso della scrittura digitale. La nostra visione ci permette di cogliere le caratteristiche della realtà attraverso l’osservazione del contesto ambientale, degli elementi e dei particolari nei vari settori del campo visivo. La visione d’insieme da una parte e la valutazione dei particolari dall’altra, generano l’interpretazione di ciò che si vede. Potremmo definire queste due differenti percezioni; visione periferica e visione centrale. Ognuno, per sue caratteristiche, privilegia l’una o l’altra. Ci sono soggetti più portati a considerare il particolare (visione centrale) e altri che portano più attenzione all’insieme (visione periferica). Per una ottimale percezione visiva dovremmo cercare di distribuire l’attenzione visiva ad entrambe i settori: quello centrale del dettaglio e quello periferico dell’insieme. Questa combinazione equilibrata di percezioni genera una maggior elasticità sia a livello visivo, sia a livello cognitivo ed emotivo. Per l’uomo infatti esasperare una sola modalità percettiva, comporta la riduzione della sua potenziale capacità di interpretare adeguatamente ed obbiettivamente la realtà. Un’altra considerazione che nasce da una semplice osservazione della nostra realtà ambientale, è l’evidente differenza tra le caratteristiche dell’illuminazione domestica rispetto a quella solare. Perché non cercare di riprodurre in casa le caratteristiche della luce solare, attraverso l’utilizzo di lampade con temperatura di colore a 5700K° o daylight. Le prestazioni visive ne trarranno sicuramente un vantagIC BERLIN gio…


mlindberg Oval 路 Design: Dissing&Veitling/lindberg 路 Patented . mlindberg 1504 路 Design: lindberg 路 Patented


DOSSIER

Bambini

Una visione al futuro Di Alessandra Salimbene (Sr Comunicazione Srl)

Il segmento dell’occhiale per bambino può rappresentare, contemporaneamente, un elemento di forte differenziazione professionale e uno strumento di grande fidelizzazione della clientela. “Non permettere mai che le scarpe del tuo giovane cliente costino di più degli occhiali che gli stai proponendo”

40

Q

ualche anno fa, prendendo spunto da un’interessante ricerca sul comportamento d’acquisto dei genitori in relazione all’abbigliamento per l’infanzia, avevamo iniziato così un articolo scritto per il nostro blog aziendale relativo alla strategia di vendita dell’occhiale per bambino. È interessante notare, a distanza di cinque anni da quell’articolo (per chi fosse interessato: http://www.srcomunicazione.it/marketing_strategico/occhiali-per-bambini/) come i principi di base, le motivazioni e le strategie che possiamo suggerire siano ancora valide e, anzi, assumano ancora maggiori significati in un momento congiunturale difficile come questo. Il segmento del “bambino” è gestito in modi differenti all’interno dei diversi Centri Ottici: c’è chi lo considera “un male necessario”, chi ne sa cogliere l’opportunità, chi è molto specializzato, chi lo tratta come un prodotto qualunque all’interno del proprio assortimento. Come sempre, nel marketing, non vi è una soluzione giusta e adatta per tutti: la valutazione deve essere effettuata secondo lo specifico posizionamento di marketing dell’insegna in questione, con consapevolezza e cognizione di causa. Abbiamo provato quindi a sintetizzare quali possono essere gli elementi fondamentali da considerare nella gestione di questo segmento così specifico e importante, anche in

Vedere Italia 2013

considerazione del fatto che si tratta di un ambito che può dare un grande valore aggiunto in diversi modi. Dal punto di vista professionale, una forte specializzazione, unito alla giusta dose di competenza e di capacità di gestione dei piccoli clienti all’interno del centro ottico, contribuisce in modo importante a valorizzare l’immagine di professionalità del centro ottico nella mente di genitori e affini. Inoltre, questa specifica nicchia può essere origine di una interessante e lungimirante collaborazione con i medici oculisti della propria zona che, come è noto, possono avere una grande influenza nella scelta del negozio dove i genitori decideranno di acquistare. Dal punto di vista commerciale, il piccolo cliente cresce in fretta e richiede ricambi e controlli frequenti, sarà quindi remunerativo e ci porterà spesso nel centro ottico i vari familiari accompagnatori che potrebbero approfittarne anche per se stessi. Dal punto di vista della fidelizzazione della clientela non va sottovalutato che, come i negozi vengono passati di generazione in generazione, anche la clientela ha il proprio ciclo di vita: un centro ottico a cui mi affeziono da piccolo e che sa seguire le mie esigenze (in evoluzione)durante la mia crescita, diventerà il mio punto di riferimento anche per il futuro. In un periodo complesso come questo, quindi, in cui ogni azienda dovrebbe cercare di ristudiare e confermare i propri caratteri di differenziazione che la rendono unica nel proprio mercato, sviluppare una strategia specifica e competente nel segmento del bimbo può essere una scelta strategicamente vincente. Vediamo, sinteticamente, quali dovrebbero essere gli step da compiere per affrontarlo con successo.


Marketing

L’AMBIENTE I bambini vanno accolti in un ambiente che sia adatto a loro, nel quale gli stessi genitori possano essere sicuri e godere della gioia dei propri figli. È fondamentale, quindi, pensare a uno spazio specificatamente predisposto e a misura di bambino. Non è richiesto di trasformare il negozio in una sala giochi, certo, ma fornire ai piccoli ospiti tavolini e sedie alla loro altezza, un videogioco o un lettore dvd per intrattenersi con un film di animazione, o anche solo uno spazio fatto di cuscini e tappeti in cui stare comodi e lontani dai pericoli può essere un buon inizio. In realtà, è molto facile catturare la simpatia e l’attenzione della maggior parte dei bambini: una caramella (con il permesso dei genitori), un piccolo regalino (semplici palloncini colorati da gonfiare sul momento vi renderanno simpatici ai più piccoli, con costi molto contenuti) e grandi sorrisi saranno sufficienti. L’ASSORTIMENTO La scelta dell’assortimento deve essere fatta con molta cura e attenzione. In primo luogo bisognerebbe scegliere articoli ineccepibili dal punto di vista della qualità e dei materiali: i nostri piccoli clienti non devono in alcun modo rischiare di ferirsi o di sviluppare allergie a causa delle montature che gli vendiamo. Nell’ambito dell’oftalmica, bisogna sapere consigliare le lenti giuste sia per ragioni di sicurezza che di prestazione: filtri anti-UV, trattamento antiriflesso, lenti fotocromatiche, lenti da sole graduate. Ogni genitore accetterà di spendere qualcosa in più per

OPTI’MOM TROPIQUE

SR Comunicazione Srl Sotto la direzione di Ercole Renzi (Marketing strategico, Coach e Consulente analogico) e di Alessandra Salimbene (Marketing Digitale, CRM & marketing operativo, Image Consultant) Sr Comunicazione supporta centri ottici, gruppi e aziende nel settore nello sviluppo delle proprie capacità di comunicazione e di marketing. I servizi dell’agenzia si suddividono in 3 macroaree di competenza: Marketing Analisi dell’attività commerciale, pianificazione marketing, campagne pubblicitarie, progettazione sistemi di CRM multicanale (direct marketing, sms, email, web). Internet Progetti di digital marketing: sviluppo siti web, gestione social network, direct marketing elettronico. Coaching Le persone sono l’asset più importante di una azienda: SR Comunicazione affianca nella gestione, nella motivazione e nella formazione dei dirigenti e del team.

proteggere gli occhi del proprio cucciolo. Oltre a tutto ciò, non va dimenticato che nella scelta degli articoli per i più piccoli, entra in gioco una fortissima componente edonistica: lo dimostrano le migliori griffe con le loro linee di abbigliamento e accessori per i più piccoli. Cercate di avere sempre qualcosa che accontenti le mamme più fashion e qualcosa che richiami i miti dei più piccoli: se non avete bimbi in famiglia basta sintonizzarsi su qualche canale televisivo specifico per capire quali sono i personaggi del momento. Se volete, poi, fare qualcosa di veramente speciale… cercate dei prodotti in abbinamento adulto/bimbo: il gioco di portare gli stessi occhiali di papà (o di mamma) sarà entusiasmante per i piccoli ed estremamente gratificante e coinvolgente per i grandi (e vi permetterà di vendere un occhiale in più). LA COMUNICAZIONE E LE “MAMME DIGITALI” Indispensabile per chiudere il cerchio è prevedere anche un piano di comunicazione a supporto di questo specifico segmento di mercato e parlando di questa comunicazione, oggi, non si può non trattarla in ottica digitale. Mentre può

Vedere Italia 2013

41


DOSSIER

Bambini

LOZZA YOUNG

42

sembrare scontato integrare nella propria comunicazione istituzionale (brochure, comunicazione in store, eventuali eventi o mailing specifici) un messaggio specifico rivolto alle famiglie, può essere più efficace e innovativo pensare di utilizzare gli strumenti digitali per sviluppare i propri contatti. Studi molto recenti hanno dimostrato come le “mamme digitali” siano ormai una figura centrale, considerata addirittura trainante dell’e-commerce nel nostro paese: il profilo tipico della mamma italiana, infatti, è quello di una donna tra i 25 e i 44 anni, di livello culturale medio alto e che si barcamena tra un lavoro full time, la gestione della casa e dei figli. Le mamme di oggi sono quindi tecnologicamente avanzate (oltre il 61% hanno uno smartphone) e utilizzano quotidianamente internet e i servizi che offre proprio per risparmiare tempo e denaro nella gestione della famiglia, ne deriva che le mamme sono abituate ad utilizzare l’ecommerce, a confrontarsi e a informarsi su blog, social net-

Vedere Italia 2013

work e community per le proprie scelte di acquisto in merito a ciò che serve ai propri figli. In una recente ricerca condotta da Nielsen per il portale nostrofiglio.it il 48% delle mamme intervistate ha dichiarato che la principale fonte di informazione sui nuovi prodotti dedicati all’infanzia sono proprio i siti web e che le pubblicità che generano il maggiore interesse sono le e-mail ricevute da siti a cui sono iscritte. Quando si definisce la propria strategia di comunicazione digitale, quindi, bisogna pensare a queste mamme digitali e cercare di raggiungere loro: con una newsletter dedicata, un’area dedicata all’interno del proprio sito web, post specifici sulla propria pagina Facebook: fate in modo che trovino informazioni utili, rapide, possibilità di accedere a servizi qualificati e a una qualche forma di risparmio. Costruite un servizio clienti che le agevoli nella loro gestione quotidiana: orari di apertura prolungati, consegna a domicilio dell’occhiale pronto, servizi di richiami via sms o email per i controlli periodici o con nuove offerte promozionali. In conclusione di questo piccolo excursus vi lascio con le parole del Poeta, che forse ci possono dare una motivazione in più, meno razionale ma più sincera, per pensare in modo speciale ai nostri clienti più piccoli: “Tre cose ci sono rimaste del Paradiso: le stelle, i fiori ed i bambini.” Anonimo (attribuito a Dante Alighieri)

PORTAOCCHIALI OPTIPETS


DOSSIER

Bambini

Giocare, correre e saltare... con stile Carolina Casnaghi IL GUFO

Quali sono le tendenze per la moda bambino? Quali i capi d’abbigliamento junior per essere al passo con i tempi? Ecco qualche spunto per proporre modelli di occhiali in accordo con i dettami più trendy del momento. Parola d’ordine? Divertirsi!

44

F

orti di un fatturato sorprendentemente in crescita, le griffe più blasonate del fashion system realizzano con estrema passione delle collezioni uniche destinate al pubblico più difficile da soddisfare: quello dei bambini. Le piccole pesti moderne amano assomigliare a mamma e papà e sono sempre più attenti ai cambiamenti della moda, ma non smettono mai, per fortuna, di essere bambini. Per la prossima stagione sembra proprio che gli stilisti si siano ispirati al delicato mondo delle fiabe, all’intramontabile eleganza britannica e al folle mondo rock. Tanti i co-

lori, i tessuti, le combinazioni: mamme e figli potranno sbizzarrirsi e scegliere il proprio look prendendo spunto da una divertente gamma di originali possibilità. Per le bambine scopriamo romantici abitini bianchi, ecopellicce e piumini (sempre coloratissimi) per affrontare con allegria il rigido freddo invernale. Il cappottino bon-ton per lei e il blazer da gentiluomo per lui si rivelano i must della stagione. Chi non apprezza queste atmosfere “delicate” può sempre seguire uno stile ispirato alla Swinging London e contaminare così il guardaroba dal British style: pantaloni in velluto a coste, giacchine e fantasie scozzesi. Uno stile che ben si adatta ai maschietti più “scatenati”. Invece, i ragazzini sensibili al look da “vero duro” hanno a disposizione mo-

GUCCI

ERMANNO SCERVINO JUNIOR

Vedere Italia 2013

JUNIOR GAULTIER

PEPE JEANS LONDON


Moda

MOSCHINO BABY KID TEEN

FENDI KIDS

delli resi vivaci da teschi, fantasie maculate, ma anche chiodi in pelle e pizzi a volontà. Del resto, come si dice? Punk never dies! Non ci si annoia, insomma, ad essere pargoli alla moda. I più combattivi possono indossare abiti in stile militare, attualmente di gran moda per gli adulti e ora declinato anche in versione baby Un tenue camouflage può trasformare il più classico dei pantaloni in un capo originale e super trendy, ma meglio evitare un total look effetto “Rambo”. Chi invece, a torto o

SIMONETTA

ragione, storce il naso davanti alle proposte troppo eccentriche della moda può sempre ripiegare sul classico Street Style: comodi jeans, felpe, camicie e piumini realizzati in brillanti nuances soddisfano anche le personalità più pratiche. L’imperativo rimane quello di sperimentare e mescolare stili e tessuti per creare look sempre eleganti, ma mai troppo adulti o demodé. Il childrenswear deve essere sì elegante, ma scanzonato: la semplicità è sempre un’arma vincente. E’ bello seguire la moda e giocare a fare i grandi, ma senza mai esagerare.

MAURO GRIFONI

TWIN SET SIMONA BARBIERI

BLUMARINE

Vedere Italia 2013

45


DOSSIER

Bambini

KIDOKO - imbarco per un universo ludico e magico

46

Collezione dopo collezione, ci si rende conto di quanto il segmento occhiali bambini è significativo e imprescindibile. Rispecchia anche perfettamente la filosofia, la cultura e la genesi di un’azienda. E’ il caso di Kidoko, brand del gruppo OKO EYEWEAR che mantiene i valori di design, innovazione e tecnologia che si ritrovano in OKO by OKO Paris, MOKO Besicles e MyMuse, gli altri brand del gruppo. Philippe Zeitoun e David Beddok, co-fondatori della società OKO EYEWEAR decisero di tentare la fortuna in questo segmento e nel 2008 nacque questa linea per i più giovani. “Dopo il lancio della linea Kidoko, le montature per bambini hanno ora un peso considerevole nel nostro giro d’affari” ha dichiarato David Beddok, il designer di Kidoko. Più che semplici montature, questa linea apre la porta al pen-

MOD.

Piccoli gioielli in acetato realizzato in colori dolci, «Made in Italy» per un design chic e divertente

KIDRACER

MOD.

Vedere Italia 2013

siero magico dei bambini attraverso un universo colorato e giocoso, dove ogni personaggi è un animale che indossa gli occhiali. Una buona alternativa per tutti i bambini che non si ritrovano nei personaggi di principesse o avventurieri loro offerti e vogliono differenziarsi dai loro coetanei. Con oltre venti modelli in metallo o acetato, questa collezione si rivolge sia ai bambini di 4 anni che ai pre-adolescenti di 10 anni.

KIDTURTLE


NUOVE COLLEZIONI

La Collezione T(W)EENS 2013 di Lacoste Lacoste eyewear, by Marchon Eyewear Inc, presenta la collezione di occhiali T(w)eens, disponibile da giugno 2013. La collezione ha colorazioni vivaci, è giocosa e pensata per la giovane generazione di clienti Lacoste. Uno stile fresco e giovane completato dal coccodrillo in gomma sulle aste. Ogni modello integra il tipico look preppy-chich di Lacoste in modo funzionale e perfetto per l’adolescente alla moda. La collezione da sole comprende tre modelli: a occhio di gatto, di ispirazione wayfarer e tondo. La collezione da vista è sia funzionale che resistente e solida, pensata per i giovani sempre in movimento, e comprende otto modelli. Il modello da vista L3608 (indossato dalla ragazza nell’immagine della campagna pubblicitaria) ha la montatura in plastica ed è disponibile in una gamma di colorazioni multi-tono con il coccodrillo in gomma sulle aste. Il modello L3102 ha la classica montatura in metallo con aste a contrasto e logo La-

coste. Il modello da vista L3604 (indossato dal ragazzo nell’immagine della campagna pubblicitaria) è dedicato al’adolescente attivo. Realizzato in plastica è disponibile in diverse colorazioni giovani con il dettaglio del coccodrillo in gomma sulle aste. Il modello unisex L3101 è un mix di metallo e plastica per la ragazza ed il ragazzo sportivi. Il modello da sole L3601S ha la montatura ispirata al modello wayfarer, unisex e in colori a contrasto. L’effetto color-blocking sul frontale e sulle aste regala audacia ed è dedicato a teenager sempre al passo con l’ultima moda.

Modelli vista e sole per i giovani fan del “coccodrillo” MOD.

L3601S

MOD.

MOD.

L3609

L3608 A SINISTRA, L3604 A DESTRA

Vedere Italia 2013

47


DOSSIER

Bambini

Le proposte di Lindberg per i bambini

48

MOD.

OPHUSL

Il design e la tecnologia questa volta sono al servizio dei bambini e degli adolescenti. Lindberg ha studiato una bella collezione di occhiali con modelli che i ragazzi si accorgeranno a malapena di avere indossato. Grazie all’estrema flessibilità e robustezza del filo di titanio gli occhiali per bambini di Lindberg sono così resistenti che difficilmente causeranno alcun problema anche se utilizzati in situazioni rudi e movimentate o mentre si gioca a pallone. Possono resistere praticamente a qualsiasi cosa. Sono modelli belli che, al tempo stesso, non dominano il volto. I bambini li sentiranno appena, grazie alla loro leggerezza, flessibilità e adattabilità. Stanno sempre al loro posto come è giusto che sia visto che sono disponibili in varie misure e che il materiale utilizzato, il titanio, permette agli ottici di adattarli per la migliore vestibilità. La collezione Lindberg per bambini e adolescenti è anche ipoallergenica dato che le montature sono nickel-free, a differenza di molte altre collezioni in metallo flex per bambini. Gli occhiali sono disponibili in una grande varietà di forme, colori e dimensioni e la collezione è in continua evoluzione.

L’azienda vincitrice di ben 59 premi per il design ha applicato lo stesso livello di innovazione e alta qualità alla collezione per i più giovani MOD.

OPHUSJ

MOD.3014C

Vedere Italia 2013


NUOVE COLLEZIONI

Miraflex segue il bambino dalla nascita all’adolescenza La Miraflex di Vedano Olona (VA) sviluppa le più appropriate montature da bambino, da appena nati all’adolescenza, garantendo il miglior mix tra funzionalità, sicurezza, qualità ed estetica. L’azienda offre una gamma di montature disegnate secondo le raccomandazioni dei professionisti più esigenti, oculisti od ottici-optometristi, ponendo attenzione affinché la montatura risulti adeguata alla correzione dell’alterazione visiva e permetta al bambino di svolgere tutte le sue attività giornaliere. Per la sicurezza, montature fatte in più pezzi, anche se di plastica, o con parti metalliche possono risultare pericolose per i bambini. Miraflex ha montature fatte in un sol pezzo senza cerniere o parti metalliche, prodotte in Italia in 400 combinazioni di colori, dimensioni e forme. Realizzate con materiale leggero, malleabile e flessibile sono sicure in caso di cadute. Miraflex ha anche in catalogo montature convenzionali in acetato, Grilamid e TR 90 sviluppate per rispondere alle esigenze di bambini ed adolescenti.

MOD.BABY

PLUS 1

49 MOD.ING-22

Montature progettate in base alle indicazioni dei professionisti della visione più esigenti

Vedere Italia 2013


DOSSIER

Bambini

“Carrerino” i must-have da sole per i bambini La collezione eyewear CARRERA di Safilo presenta nuovi occhiali da sole dedicati ai bambini: atmosfera anni Ottanta e montature colorate per un vero e proprio stile vintage. Progettato soprattutto per i bambini di età compresa tra i 9 e i 13 anni, i nuovi occhiali da sole prendono ispirazione dagli occhiali Carrera must-have.

50

Il mod. CARRERINO 10 è il vero spirito della collezione – facile da indossare, in acetato, con le aste ondulate inconfondibili. La gamma colore comprende contrasti di tonalità accattivanti come il cristallo / fucsia, blu trasparente / acqua,

arancio / blu, grigio scuro / giallo, trasparente blu / corallo, corallo / bianco accoppiato con le lenti a specchio più trendy. Accattivante la personalità del mod. CARRERINO 11 dalla forma pilot, il peso leggero e una struttura confortevole in metallo. Disponibile in numerose combinazioni, come il bianco, semi opaco rutenio, rosso, blu e nero opaco con lenti sfumate o Flash.

Proposte in vero stile Carrera per non invidiare i più grandi

MOD.CARRERINO

10

MOD.CARRERINO

Vedere Italia 2013

11


NUOVE COLLEZIONI

Lilliput, da 30 anni sinonimo di occhiali da bambino I nuovi modelli della linea LILLIPUT della Trenti di Perarolo di Cadore (BL) si distinguono per il loro stile, tipicamente italiano, ove calzabilità ed originalità si fondono perfettamente, vestendo i visi dei giovanissimi con allegria e dinamismo incontrando la loro voglia di scoprire cose sempre nuove. L’azienda sin dal 1979 è nota in tutto il mondo come produttore di occhiali per bambini e anche questa collezione è ricca di nuovi modelli dalle forme attuali, ravvivate nei colori quali l’arancio, il turchese ed il viola, accanto ai toni più usuali. Montature fashion in acetato, semplice o multistrato, leggere forme in metallo oppure occhiali combinati, dal calibro 38 al 46, per coprire una più vasta fascia di mercato. Ogni modello si distingue bene da un altro e questa e’ una delle prerogative dell’occhiale “ Lilliput “. Le aste sono sempre diverse e particolari: su alcune compaiono scritte tono su tono o contrastanti che ricordano i graffiti, altre sono ingentilite da piccoli strass, altre ancora sono personalizzate da motivi floreali con varie combinazioni di colori apprezzati dalle bambine più sfiziose. Come sempre la collezione “ Lilliput “ è completata da un set di presentazione con astuccio e vario materiale espositivo.

MOD.LILLIPUT

499 E 497

51

MOD.LILLIPUT

496

Nuovi modelli divertenti e colorati in puro stile italiano

Vedere Italia 2013


Novità

in vetrina

BREIL Urban Sport D

urante l’ultimo MIDO di Milano, BREIL Eyewear ha presentato la sua new entry BREIL urban sport, ovvero una linea nella linea dedicata all’uomo contemporaneo, con modelli casual metropolitani caratterizzati da elementi sportivi, ma mai estremi. Le peculiarità stilistico-tecniche della collezione, composta da modelli sia da vista che da sole, risiedono nei dettagli in vero legno abbinati all’alluminio, nelle finiture soft touch e

nelle lenti polarizzate. Un punto di forza di questa collezione sono le alette in puro silicone a cuscinetto in grado di scaricare l’aria e garantire un effetto comfort per tutta la giornata. Con questa collezione, la linea BREIL eyewear si specializza sempre di più nel settore uomo comunicando al consumatore un’ identità ben precisa con un prodotto di ottima qualità, di grande carattere e fortemente riconoscibile.

Il noto brand introduce un tocco sportivo nei suoi modelli metropolitani

52

Breil Urban Sport BUS.661.07-P

Breil Urban Vista BUV.132.13

Vedere Italia 2013


EXPAND YOUR FIELD OF

THE COMPLETE EYECARE EVENT

EDUCATION: OCTOBER 2–5, 2013 | EXHIBITION: OCTOBER 3–5, 2013 Las Vegas, NV | Sands Expo & Convention Center | www.visionexpowest.com

LENSES & PROCESSING TECHNOLOGY

MEDICAL & SCIENTIFIC

EYEWEAR & ACCESSORIES

CONTINUING EDUCATION

BUSINESS SOLUTIONS


Il mercato internazionale

THE VISION COUNCIL e ESA I

l Vision Council e la European Sunglass Association (ESA) hanno tenuto il loro primo incontro organizzato congiuntamente per i loro associati, dopo l’annuncio di fusione nell’Ottobre 2012. La due giorni della Conferenza di Primavera si è tenuta il 23 e 24 maggio presso il Praia D’El Rey Marriott Golf & Beach Resort in Portogallo e ha visto la partecipazione di quasi 60 professionisti del settore della visione.

54

“E’ stato un grande piacere ospitare molte persone provenienti da aziende leader nel settore ottico alla nostra Conferenza di Primavera”, ha detto Francesco Pellegrini, presidente di ESA. “La splendida posizione e il bel tempo trascorso insieme hanno dimostrato che questo è il mix perfetto per il nostro incontro, che offre solide opportunità di networking, sessioni aperte di brainstorming, contenuti di valore e oratori di qualità. Questa è una grande opportunità per i nostri associati. E ‘un momento unico in cui i confini d’affari non sono più visti come una barriera o ostacolo. La concorrenza è sostituita dalla cooperazione tra fornitori e clienti, produttori e distributori, e tra le marche. Vorrei anche dare riconoscimento a Shamir Portogallo, nostro splendido ospite, per la gentile e calorosa accoglienza”. Il programma 2013 ha presentato diverse sessioni su temi caldi studiati per aiutare i dirigenti del settore a espandere le loro attività in un mercato globale. Le presentazioni interattive erano focalizzate su dati di mercato e statistiche, questioni normative europee e americane e le più recenti innovazioni per il design del prodotto.

Vedere Italia 2013

Il primo convegno congiunto

Il giovedì i partecipanti hanno ricevuto un’anteprima esclusiva sui megatrend 2014 per gli occhiali da Sandrine Maggiani, trend director Europa di Stylesight, un’azienda di servizio leader nel campo delle previsioni e le analisi delle tendenze moda. In serata, i membri sono stati invitati a un ricevimento seguito da una cena di gala. L’evento ha visto anche due tavole rotonde sulle nuove ed emergenti tendenze del retail nel canale ottico e sul mercato odierno degli occhiali da sole Rx e sulle sue opportunità nascoste. “Abbiamo apprezzato molto la brillante organizzazione della conferenza tenutasi presso il Marriott sia di ESA che del Vision Council”, ha dichiarato Pascal Jaulent, co-fondatore, presidente e direttore artistico di Face à Face. “Le statistiche internazionali presentate dal Vision Council sono state di grande importanza per la nostra valutazione dei volumi e dei valori dei principali mercati occidentali per le montature da vista e gli occhiali da sole. La presentazione dei principali protagonisti del settore delle lenti ha aggiunto grande beneficio all’incontro. Abbiamo particolarmente apprezzato le opportunità di networking. E’ sempre un grande piacere vedere i nostri amici e conoscere nuove persone. “


Personaggi&AZIENDE Adlens vince il NIKKEI Smart Design 2013

Safilo fa il bis con Marc Jacobs Il Gruppo Safilo e Marc Jacobs hanno rinnovato anticipata-

Adlens ha vinto il NIKKEI Smart Design Award 2013, pro-

mente l’accordo di licenza per il design, la produzione e la di-

mosso dalla rivista Nikkei Design che premia le innovazioni

stribuzione internazionale delle collezioni di occhiali da sole e

nel settore che combinano tecnologia e avanguardia, conqui-

da vista Marc Jacobs e Marc by Marc Jacobs. Il nuovo accordo

stando il secondo posto per il design della collezione Emer-

avrà durata fino al 31 dicembre 2024.

gensee che grazie alle rotelline poste ai lati della montatura

“Questo rinnovo, anticipato di due anni rispetto alla naturale

permette di graduare le lenti in pochi secondi.

scadenza della licenza, premia gli ottimi risultati ottenuti da Safilo e la volontà di continuare a crescere insieme nel settore degli occhiali specialmente in Asia e in America Latina” ha commentato Roberto Vedovotto, A.D. del Gruppo Safilo.

56

CAMBI DI POLTRONA IN ALCON CIBA VISION ITALIA Massimo Cerrone è il nuovo Business Unit Manager di Vision Care Alcon, ricoprendo il posto lasciato vacante da Gianluca Gallinotti. CIBA VISION è ora parte di Alcon, la Divisione del Gruppo Novartis.

LUXOTTICA: rinnovato l’Accordo Sindacale per il Sistema Welfare Luxottica ha raggiunto e siglato l’intesa avente valore di Accordo Sindacale che regola il Sistema Welfare Luxottica applicato ai circa 8.000 dipendenti dei sette stabilimenti produttivi italiani e dell’ufficio di Milano. Con oltre 70.000 dipendenti nel mondo, in Italia l’interesse per le persone di Luxottica si è declinato in un vasto programma di welfare aziendale innovativo, con un l’accordo sindacale del dicembre 2009, dopo un lungo processo di concertazione con i sindacati, caratterizzato da un solido attaccamento al territorio e dalla volontà di coinvolgimento dei lavorato-

ACCORDO TRA MARCHON E G-STAR RAW G-Star RAW ha annunciato un accordo di licenza con Marchon Eyewear, Inc. Le prime consegne inizieranno a partire da ottobre 2013, anche per il mercato italiano. L’unione dell’esperienza e delle competenze di questi due brand ha dato vita ad una partnership orientata a delineare una nuova prospettiva per il settore degli occhiali e volta alla realizzazione di prodotti innovativi che rappresentino il design distintivo di G-Star.

Vedere Italia 2013

ri e delle rappresentanze sindacali.

Nascono le lenti oftalmiche polarizzate Polaroid Essilor e Safilo hanno an-

li per qualsiasi tipo di monta-

nunciato un accordo di licen-

tura.

za decennale per il design, la produzione e la distribuzione mondiale da parte di Essilor di lenti oftalmiche polarizzate a marchio Polaroid, disponibi-


AZIENDE&Personaggi Cesare Paciotti Eyewear arriva in Corea del Sud

ACCORDO ESSILOR HIGH PERFORMANCE OPTICS Essilor ha firmato un contratto di licenza esclusiva e

È stato siglato il contratto di

globale con High Performance Optics (HPO), società

distribuzione tra Brands O.I.

americana focalizzata sulla protezione della retina uma-

e Oz International che pre-

na dalla luce blu.

vede una partnership di 5 an-

L’accordo consentirà ad Essilor di continuare a concen-

ni per la distribuzione della

trarsi su prodotti con benefit correttivi e preventivi e di

collezione Cesare Paciotti

espandere il suo già nutrito portfolio di brevetti in tutto

Eyewear in Corea del Sud. Il

il mondo.

mercato coreano, come ogni

montature oltre a dei nuovi

mercato asiatico, avrà una ri-

design, in collaborazione con

visitazione asian fitting delle

Oz International.

GAGÀ MILANO DEBUTTA A BEVERLY HILLS

ETNIA BARCELONA da 10 Corso Como e Banner

57

Etnia Barcelona debutta con la prima collezione da sole e si apre anche al mercato italiano. Oltre che presso Selfridges, Colette ed altri key point internazionali, una selezione delle sue montature sarà disponibile presso il concept store 10 Corso Como e presso il multimarca Banner a Milano.

SAFILO BY MARC NEWSON

Tanto colore, ironia e un ambiente estroso ed accogliente per

In occasione dell’80° anniversario che si celebrerà nel

la prima boutique a Los Angeles, nell’esclusivo centro di Be-

2014, Safilo annuncia l’accordo per la capsule collection

verly Hills, di Gagà Milano. 7 boutique aperte in breve tempo

vista e sole firmata da Marc Newson, designer tra i più

in tutto il mondo: oltre all’ultima nata, infatti, ce ne sono tre

eclettici e influenti del mondo.

a Tokyo, una ad Osaka, una alle Hawaii, ed una al centro di

La collezione sarà disponibile dalla primavera 2014.

Milano.

Nuovo Rettore per HOYA Faculty Dal 1 settembre 2013, Olga Prenat, attual-

rience Centre a Budapest, centro di forma-

mente Direttore dell’Istituto e del Centro di

zione e di esperienza per ottici, optometristi e

Optometria a Bures sur Yvette in Francia, suc-

oculisti che vogliono approfondire la cono-

cederà a Hans Warntjes nella carica di nuovo

scenza dei prodotti HOYA e della loro miglior

Rettore di HOYA Faculty Education & Expe-

prescrizione.

Vedere Italia 2013


Personaggi&AZIENDE NUOVI INGRESSI IN ESSILOR Alessandra Barzaghi, classe ’73, è entrata a far parte dell’organizzazione di Essilor Italia con il ruolo di Marketing Manager. Laureata in economia e commercio ha maturato la sua esperienza nella gestione di importanti brand del settore cosmesi. Il nuovo ingresso riporterà alla

Alessandra Barzaghi

Davide Benini

Christophe Di Trapani

Direzione Marketing e Vendite, nella persona di Massimo Barberis, e coordinerà la squadra della divisione marketing. Davide Benini - diplomato in ottica, veneziano, cinquantaduenne, è ora agente in esclusiva nelle regioni del Triveneto per rafforzare la divisione Strumenti, soprattutto nell’ambito della strumentazione per ambulatorio e dei prodotti con un elevato livello di software. Christophe Di Trapani - classe ’77, già responsabile della Divisione E-Business, ha assunto invece la responsabilità dell’intera Divisione Strumenti e Business Technology, raccogliendo il testimone da Edoardo Garlati.

58

Colors in Optics Ltd. per Cesare Paciotti Eyewear Brands O.I. e Colors in Optics, distribu-

SAFILO GROUP APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO

tore nel mercato americano di occhiali di

TRIMESTRE 2013

fascia alta, hanno raggiunto un accordo

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo

per la vendita sul mercato statunitense del-

Group S.p.A. ha approvato i risultati del

la linea Cesare Paciotti Eyewear.

primo trimestre 2013. L’anno è iniziato con il miglioramento di tutti i principali indicatori di redditività a fronte di una crescita delle vendite nette, nonostante il difficile contesto economico nel mercato europeo. A questo risultato hanno contribuito in particolare le vendite a marchio Polaroid e l’andamento positivo del business organico che ha trovato le maggiori conferme nei marchi di punta del portafoglio in licenza, Gucci, Dior, Marc Jacobs, Hugo Boss e Tommy Hilfiger.

Vedere Italia 2013

NAU! fa tris a Roma NAU! ha aperto un nuovo punto vendita a Roma, nella centralissima via del Corso 100, una delle vie dello shopping più importanti d’Europa e conosciuta in tutto il mondo.


AZIENDE&Personaggi UN NUOVO ACCORDO SAFILO GROUP E FENDI Il Gruppo Safilo e Fendi hanno annunciato l’accordo di licenza per il design, la produzione e la distribuzione worldwide di occhiali da sole e montature da vista Fendi, valido fino al 31 dicembre 2022. “La decisione di siglare un accordo di partnership con il Gruppo Safilo nasce da una profonda condivisione di valori e intenti comuni” ha commentato Pietro Beccari, Presidente e Amministratore Delegato di Fendi. Le collezioni eyewear di Fendi saranno disponibili a partire da gennaio 2014 presso le boutique Fendi, nei migliori department stores e negozi di ottica nel mondo.

Rodenstock conquista il mondo dei new media Informazione, sensibilizzazione e promozione del Sistema Better Vision: questi gli obiettivi della New Media Strategy di Rodenstock, mix strategico di attività svolte all’interno dei principali Social Media, a consolidamento della brand reputation online. Solo nella pagina ufficiale su Facebook sono circa duemila gli utenti che ogni giorno interagiscono. Una strategia che comprende anche forum tematici e community dedicate al mondo della salute e del benessere. L’evento Rodexpo’ dello scorso marzo alla

MARCHON ITALIA CERTIFICA

Fabbrica Borroni di Bollate e un’originale campagna blogger

I SUOI STABILIMENTI

dedicata all’estate hanno dato prova della naturale affinità creatasi con questo mondo.

Marchon Italia è la prima azienda veneta ad ottenere due importanti riconoscimenti internazionali per entrambi gli stabilimenti di Puos d’Alpago e Fortogna: la certificazione UNI EN ISO 14001:2004, che attesta lo sviluppo di un efficace sistema di gestione ambientale e l’attestazione OHSAS 18001, che certifica invece l’affidabilità dell’azienda nella gestione della salute e sicurezza degli ambienti di lavoro. “Qualità, miglioramento e responsabilità sono elementi fondanti la mission del Gruppo VSP-Marchon” - commenta Giancarla Agnoli, A.D. di Marchon Italia.

POL ESPARGARO’ TESTIMONIAL PER ITALIA INDEPENDENT Pol Espargarò, giovane campione spagnolo, sarà il testimonial di Italia Independent nel Campionato del Mondo 2013 di Moto2. E’ stata creata una linea speciale di prodotti sviluppati sulla base del modello più popolare del brand, lo 090. Dieci le varianti di “Unique Edition for Pol Espargarò”. Lo stile di ciascun occhiale è stato definito da Pol in sinergia con il team di designer di Italia Independent, ispirandosi alle grafiche del suo casco e ai colori del team.

Adlens lancia il suo e-commerce Adlens ha annunciato il lancio del suo canale di vendita online. Con la crescita della sua rete di rivenditori e l’aumento della domanda, uno shop online è diventato una necessità; ora, per la prima volta, oltre a comprare tramite i negozi dislocati in tutto il mondo, i clienti, negli Stati Uniti, possono acquistare le collezioni collegandosi direttamente al canale online di Adlens.

Vedere Italia 2013

59


Personaggi&AZIENDE Da settembre 2013 nuovo

NUOVA IDENTITÀ PER IL GRUPPO FEDON

amministratore delegato per Safilo

Un nuovo logo d’impatto e immediatamente riconoscibile

Il prossimo 15 Settembre l’attuale Amministratore De-

per il Gruppo Fedon. ”In linea con la tendenza della sem-

legato di Safilo Group, Roberto Vedovotto, passerà

plificazione del marchio, abbiamo pensato di usare una so-

le consegne a Luisa Delgado, cittadina svizzera, laure-

la parola, per renderlo più facile da ricordare e memorizza-

ata all’Université de Genève, con un Master of Laws al

re - afferma il Presidente del Gruppo Callisto Fedon, - linee

King’s College/University of London. Vedovotto resterà

dolci a rispecchiare la stessa cura che mettiamo nel proget-

nel Consiglio di Amministrazione come consigliere non

tare i nostri prodotti, la “O” evoca un prodotto che rappre-

esecutivo.

senta una delle nostre icone, contenendo l’anno di fonda-

Il Consiglio di Amministrazione esprime la massima gra-

zione, mentre i numeri “1” racchiudono il “triangolo”,

titudine a Roberto Vedovotto per la sua leadership, per

simbolo per noi quasi scaramantico, che ci accompagna dal

la sua dedizione e per il grandissimo lavoro che ha svol-

primo giorno di attività.”

to per migliorare il futuro della Società.

ANCHE L’AERONAUTICA DICE SI A I.SCRIPTION DI ZEISS

60

i.Scription è il metodo studiato per l’ottimizzazione delle lenti oftalmiche ZEISS, che permette di ottenere una visione più nitida, contrasti delle imma-

Le collezioni di Area 98

gini più netti e colori più brillanti.

Nuove campagne di comunicazione per i

La validità del prodotto è stata confermata anche da uno studio condotto

marchi di Area 98. Scorci urbani fanno da

dal Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale del Centro Sperimentale

ambientazione ai protagonisti in una città

Volo di Roma, in collaborazione con il Direttivo Green Vision e Carl Zeiss

notturna per Genesis. Per K Actor la co-

Vision, effettuando un confronto in equipaggi di volo portatori di occhiali

municazione è invece minimalista: sago-

per la correzione di deficit refrattivi.

me di occhiali che si specchiano nello skyline di diverse città del mondo. Il target

BAUSCH + LOMB PRESENTA IL PROGETTO ‘EAGLE’ Per rispondere a una crescente necessità di informazione e prevenzione Bausch + Lomb ha ideato il progetto EAGLE (Exploring hAbits and Goals: a New Learning Experience), un’esperienza didattica interattiva unica nel suo genere. Da aprile a settembre 2013, una stazione tecnologica itinerante toccherà 23 città italiane, per formare gli ottici in tema di lenti a contatto e salute oculare. Nelle città in cui il Progetto EAGLE farà tappa, Bausch + Lomb ha dato il via ad ‘Occhio Pinocchio’, un progetto in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, rivolto agli studenti delle scuole primarie, con l’obiettivo di sensibilizzare grandi e piccoli in tema di salute e benessere degli occhi.

Vedere Italia 2013

tipo della collezione La Matta è rappresentato da donne dalla forte personalità, in grado di distinguersi. Virtuosa e amabile, materna e affettuosa, sa riscoprirsi anche amante passionale e intrigante. Per Kaos la nuova campagna ha scelto scatti full color, in un gioco originale di elementi che, inseriti quasi a caso, ricreano il profilo di un volto nei suoi tratti essenziali. Atmosfera retrò ed elegante infine per Oliviero Contini.


CAMPAGNE Comunicazione DI Nicole Kidman nuovo volto di Jimmy Choo

DIESEL SHADES: OTTICI E CONSUMATORI FINALI COINVOLTI A 360° Il modello-icona unisex, con la montatura a effetto “Full denim”, sarà protagonista di una campagna di comunicazione in Europa a 360°. E’ stato creato un sito internet dedicato ai prodotti ed a tutte le iniziative speciali a cui il consumatore sarà invitato a partecipare. La campagna prevede speciali allestimenti vetrina presso gli ottici aderenti all’iniziativa, eventi in store a

Jimmy Choo, marchio prodotto e distribuito dal Gruppo Safilo, svela la nuova campagna pubblicitaria Autunno/Inverno 2013, che vede Nicole Kidman nel ruolo di testimonial. Ispirandosi ad un’atmosfera noir ed alle affascinanti eroine dei film cult di Hitchcock.

tema Denimize in tutta Italia, attività di placement verso celebrities e, a completare la visibilità del brand nel mondo digitale, media e social network, principale mezzo

61

utilizzato dai consumatori del brand.

EVA MENDES PER VOGUE La nuova campagna Primavera/Estate 2013 di Vogue Eyewear con protagonista l’attrice internazionale Eva Mendes e firmata Mario Testino è stata presentata con una festa esclusiva a Beverly Hills.

Vedere Italia 2013


Incontri&EVENTI ADLENS: UN’AZIENDA IMPEGNATA NEL SOCIALE

Varilux S arriva in Italia

Nata da una straordinaria iniziativa filantropica e tradottasi in una realtà di rilievo internazionale Vision for a Nation (VFAN) ha lo scopo di rendere universalmente accessibile la correzione visiva, concentrandosi di volta in volta su una specifica nazione. Adlens ha istituito il Buy One Give One, per ogni paio di occhiali acquistati, appartenenti alla collezione John Len-

Sono stati circa 1.300 gli ospiti italiani e internazionali che

non o alla collezione Hemi-

hanno partecipato lo scorso 4 marzo al memorabile evento

sphere sia da sole che da vista,

organizzato da Essilor Italia nella prestigiosa cornice del Te-

Adlens ne dona un paio a VFAN

atro alla Scala.

per sostenerla nel suo sforzo

Un appuntamento per condividere in gran stile l’avvio della

umanitario.

produzione in Italia di Varilux S, la nuova lente progressiva. Nella conferenza stampa che ha preceduto il concerto, Essilor

62

BLIND DATE – CONCERT IN THE DARK ˇ

ha annunciato un nuovo progetto in collaborazione con

Torna a Milano “Blind Date

Concorso

consumatore finale alla prevenzione dai danni provocati dai

- Concerto al buio” di Ce-

“Apriamo gli occhi”, che

raggi UVA e UVB.

sare Picco, organizzato da

si svolgerà dal 15 luglio al 20

La giornata si è conclusa con il vero cuore del programma: lo

CBM Italia Onlus (giovedì

settembre 2013, in cui i par-

straordinario concerto dell’Orchestra Filarmonica del Teatro

10 ottobre 2013 al Teatro

tecipanti hanno la possibili-

alla Scala, diretta dal giovane Maestro Daniel Harding che,

Dal Verme).

tà di esprimere attraverso

sulle note di Giuseppe Verdi, Richard Wagner e Antonín

In questo originale viaggio

l’espressione fotografica le

Dvoˇrák, ha portato Essilor Italia sul palcoscenico del Teatro più

musicale gli spettatori ven-

emozioni legate al senso

prestigioso al mondo.

gono accolti in sala dalla pe-

della vista e che vedrà la par-

nombra, che lascia il posto

tecipazione dei fedelissimi

a inizio concerto al buio to-

testimonial Filippa La-

tale, e dopo mezz’ora la lu-

gerbäck e Daniele Bossari. E

tra Giorgio Armani e Luxottica

ce torna pian piano in sala.

sarà soprattutto l’occasione

Giorgio Armani e Luxottica hanno celebrato la loro partner-

Si riscopre così l’ascolto pu-

per celebrare la XIV Giorna-

ship e il lancio delle nuove collezioni Eyewear Primavera/Esta-

ro e originale della musica,

ta Mondiale della Vista.

te 2013 con un evento esclusivo all’Armani/Teatro a Milano

fotografico

Lichtena e legato a Crizal UV per la sensibilizzazione del

Celebrata la partnership

ritrovandosi ad ascoltarla

durante la settimana della moda.

con altri occhi.

I numerosi ospiti internazionali hanno potuto vedere in ante-

Il Concerto sarà anticipato

prima le nuove collezioni eyewear Giorgio Armani ed Empo-

dalla premiazione dei vinci-

rio Armani e hanno potuto vivere alcuni dei passaggi chiave

tori della terza edizione del

nel processo manifatturiero, grazie alla presenza di artigiani Luxottica.

Vedere Italia 2013


EVENTI&Incontri Fedon vince il premio GAZZALOOK al 84° Pitti Uomo Firenze Un pool di giornalisti del

laptop File1 della nuova col-

quotidiano sportivo più ama-

lezione Award.

to dagli italiani consacra Fe-

Il concorso che ha eletto i

don tra i vincitori del premio

campioni di stile, ha giudicato

Gazzalook 2013, assegnato

Award di Fedon “l’accessorio

dalla Gazzetta dello Sport

più originale” anche attraver-

per le proposte più originali

so un sondaggio on-line.

ESSILOR SPONSOR

DEGLI SPECIAL OLYMPICS 2013

presentate alla 84° edizione del Salone dedicato

Al centro, Marco Caccini, Direttore Generale di Essilor Italia

all’uomo. La scelta è stata Anche quest’anno Essilor ha sostenuto l’iniziativa degli Spe-

fatta in base all’originalità

cial Olympics, programma internazionale nato nel 2001, at-

e creatività e Fedon si è di-

traverso gli Opening Eyes: momenti di screening della vista

stinto, tra l’altro, per l’u-

gratuiti per tutti gli atleti diversamente abili partecipanti alle

nicità della borsa porta

giornate sportive. Essilor interviene prendendo in carico le prescrizioni raccolte attraverso gli screening visivi ed equipaggian-

Essilor Italia aiuta il Brasile Anche quest’anno Essilor Italia presta il suo sostegno all’ini-

do gli atleti con le lenti correttive più indicate. L’appuntamento italiano si è svolto quest’anno dal 18 al 23 di maggio in Sardegna, a Villasimius, nella piacevole sede del Tanka Village. Nei cinque giorni di gare sono stati visitati 250 atleti e donate 143 paia di lenti correttive Essilor, su montature Safilo.

ziativa pro bono promossa dai Medici Oculisti dell’Ospedale di Vicenza insieme ad Ottica 2000 a favore di persone indigenti nei paesi in via

A New York con Hoya Il viaggio nella grande mela, da giovedì 23 a lunedì 27 maggio, ha avuto il suo apice nella serata di gala organizzata domenica 26. Location esclusiva un edificio degli anni ’20, al 583 Park Avenue di New York. Un’emozionante serata organizzata in esclusiva da Hoya per i propri Partner.

di sviluppo, che necessitano interventi per poter curare difetti e patologie visive. Quest’anno l’impegno solidale si è concentrato sulle scuole statali e comunali di Tamandaré, un paese vicino a Recife - a Nord-Est del Brasile - e di Ribeirao, una delle maggiori città dello stato di S.Paolo. Essilor Italia ha contribuito all’iniziativa fornendo lenti oftalmiche destinate ai pazienti a cui è stato prescritto l’uso dell’occhiale da vista.

Vedere Italia 2013

63


Inserzionisti HONG KONG TRADE - Milano MI

pag. 55

IMAGO GMBH - Valley Oberlaindern - Germania

pag. 13

IOFT - Tokyo - Giappone

pag. 33

JET SET GROUP S.r.l. - Civitanova Marche MC

IV COPERTINA

LINDBERG A/S - Aabyhoj - Danimarca

pag. 39

LUXOTTICA S.r.l. - Agordo BL

pag. 2

MONDOTTICA ITALIA S.R.L. - Fiesso D’artico VE

I COPERTINA

OPTOX - Montegiorgio FM

pag. 16

SAFILO S.P.A. - Padova PD

Rivista trimestrale di ottica e occhialeria

Editore Edizioni Ariminum Srl Via Negroli 51/A - 20133 Milano Italy Tel.++39/02.73.00.91 Fax. ++39/02.71.73.46 www.vedere.it welcome@vedere.it

II COPERTINA

SICA SNC - Andora SV

pag. 15

SILHOUETTE ITALIA S.r.l. - Como CO

pag. 1

SILMO - Parigi - Francia

pag. 29

SUNOPTIC COM SPAIN S.L. - San Pedro De Alcantara - Spagna

III COPERTINA

TRENTI INDUSTRIA OCCHIALI S.r.l. - Perarolo Di Cadore BL

pag. 43

VISION EXPO WEST – Las Vegas - USA

pag. 53

Abbonamento 60°

1953 2013

2

Direttore Responsabile Isabella Morpurgo isabellamorpurgo@vedere.it ••••••••••••••• Pubblicità Isabella Morpurgo ••••••••••••••• Redazione redazione@vedere.it editorialstaff@vedere.it ••••••••••••••• Ufficio grafico/artistico Gabriella Cioni gabriellacioni@libero.it ••••••••••••••• Ufficio Pubblicità Letizia Santamaria pubblicita@vedere.it advertising@vedere.it ••••••••••••••• Ufficio Abbonamenti Rita Ferraro abbonamenti@vedere.it subscriptions@vedere.it •••••••••••••••

Luglio

2013

Abbonamento annuo Italia € 20 (copia singola € 8) EDIZIONI ARIMINUM Srl - Via Negroli 51 - 20133 - Milano

I versamenti vanno effettuati a mezzo c.c. postale n. 22088207 intestato a Edizioni Ariminum Srl 20133 Milano via Negroli 51/A o direttamente con assegno bancario o tramite carta di credito.

COP VEDERE Luglio.indd 1

28/07/13 11.19

VEDERE Tendenze moda, industria, nuovi prodotti, marketing ed economia. Oltre 50 anni di esperienza La più autorevole rivista professionale per l’ottica e l’occhialeria. Vedere

(4 numeri) € 20

Gli abbonamenti possono decorrere da qualsiasi numero. • La rivista riporta gli articoli e le segnalazioni che le pervengono sia da singoli autori sia dalle aziende. La pubblicazione di questo materiale non coinvolge né l’opinione né la responsabilità della rivista. Autorizzazione Tribunale di Milano del 23-03-1991 N. 221 Associata a A.N.E.S. Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata

Stampa: Pinelli Printing Srl Seggiano di Pioltello (MI, Italy) • La riproduzione di testi e illustrazioni pubblicati sulla rivista è vietata senza espressa autorizzazione della casa editrice. INFORMATIVA EX D. LGS. 196/03 Si rende nota l’esistenza di una banca dati personali di uso redazionale per l’inoltro di proposte commerciali e la gestione dei contratti in essere presso la sede delle Edizioni ARIMINUM S.r.l. - Milano - Via Negroli 51/A. Gli interessati potranno rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati, sig.ra Isabella Morpurgo presso la sede di Milano, Via Negroli 51, per esercitare i diritti previsti dalla legge. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli abbonamenti, al marketing, all’amministrazione e potranno essere comunicati ad altre società per le medesime finalità della raccolta, per la spedizione delle riviste e per l’invio di materiale promozionale.


Fino

al

50%

To con S i d

ProMoZione riTorno a Scuola!! celluloide caliBre Mediano

MeTallo caliBre re Mediano

-35%

-35%

8

8

Colori

Colori

M385d | Viola + viola | Flex | Size: 48 - 17 - 135

aM85G | Nero + verde | Flex | Size: 48 - 16 - 130

-50%

-35%

9

8

Colori

Colori

M386e | Blu + blu chiaro | Flex | Size: 48 - 17 - 135

aM87a | Blu | Flex | Size: 48 - 16 - 130

-35%

-35%

11

8

Colori

aM94H | Nero + turchese chiaro | Flex | Size: 48 - 16 - 130

occHiali PreMonTaTi

Colori

M387 | Nero | Flex | Size: 48 - 17 - 135

-50% -40%

3

Colori

Hc01 - Nero Hc01a - Maronne Hc01B - Blu Astucci. Assortiti per dozzine Size: 160 - 70 - 37

8

Colori

M390c | Blu | Flex | Size: 50 - 17 - 135

Benvenuto su

it.sunoptic.com

due anni in GaranZia!

Sconti applicati per gli ordini effettuati attraverso la nostra web. Offerta valida fino a venerdĂ­ 23/08/13.


VEDERE ITALIA luglio 2013  

La testata VEDERE è nata nel 1953. Dal 1972 è la prima rivista internazionale dell'ottica e occhialeria. Dal 2010 è nata anche questa versio...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you