Issuu on Google+

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY Technology for the Food Industry - International magazine in Italian/English Spedizione in abb.to postale -45% Art. 2 comma 20/B Legge 662/96 DCI-TV- Anno 19 N째3 Marzo 2014

N째3 Marzo 2014

Hall 04 - Stand C26


Line handling, dosing and filling cake, plum cake, muffin, Line forfor handling, dosing and filling cake, plum cake, muffin, maddalenas tunnel oven: composed chains conveyor, plastic maddalenas onon tunnel oven: composed by by chains conveyor, plastic material conveyor, spraying units paper cups denester, material conveyor, spraying units forfor oil,oil, paper cups denester, volumetric depositors, toppingdispensers dispensers sugar, chocolate chips, volumetric depositors, topping forfor sugar, chocolate chips, nuts..., volumetric injector. nuts..., volumetric injector. Depanners: needles, suction or overturned, cooling system - spiral Depanners: needles, suction or overturned, cooling system - spiral or or tower - and handling products to the packaging section. tower - and handling products to the packaging section.

- Stand HallHall 03 03 - Stand F18F18

Line Pizza topping: composed conveyor in polyurethane Line forfor Pizza topping: composed by by conveyor beltbelt in polyurethane or plastic material units such dosing depositor able to dose or plastic material andand units such as as dosing depositor able to dose tomato sauce spots of cheese, garlic, vegetable, tuna cream...; tomato sauce andand spots of cheese, garlic, vegetable, tuna cream...; topping dispenser with waterfall or target applicator cheese, ham, topping dispenser with waterfall or target applicator forfor cheese, ham, vegetables, mushrooms, olives...; slicers for cutting and distributing vegetables, mushrooms, olives...; slicers for cutting and distributing pepperoni, salami, mozzarella...; spraying dispenser pepperoni, salami, mozzarella...; spraying unitunit forfor oil oil andand dispenser oregano. forfor oregano.

Alimec, almost years Alimec, almost 3030 years ofof experience and high technology experience and high technology the service good quality atat the service ofof good quality


PLANETARY MIXER, ITALIAN TECHNOLOGY.

Hall 01 - Stand C30

Starmix srl Marano Vic.no (VI) Italy t. +39 0445 576659 info@starmix.it

www.starmix.it


ImpIantI per l’IndustrIa alImentare proIettata nel futuro

www.vimekindustries.com

Vimek industries srl Via Pacinotti 3 Piombino Dese (Padova) Tel: +39 049 0963625 info@vimekindustries.com


Ci adattiamo a qualsiasi ambiente Concept GOISIS SERVICE/Bs

Canalfil produce una gamma completa di canaline portacavi in filo di acciaio inox. Si adattano ad ogni situazione e in ogni ambiente, anche i pi첫 corrosivi, rendendo il luogo di lavoro sicuro nel tempo. Canalfil fornisce inoltre applicazioni speciali su richiesta.

OX 316

rie IN e s a v o u N

Soluzioni modulari portacavi

www.canalfil.com


FOOD INDUSTRY

MARZO / MARCH

2014

SOMMARIO/CONTENTS Marketing & Strategy

sostenibile dell’ortofrutta 28 Sviluppo Sustainable growth of fruit and vegetables nuova era per il contenitore 52 Una monodose

Machinery & Development 14

FBF Italia garantisce massime prestazioni FBF Italia guarantees maximum performance

18

Ricotta, un valore aggiunto al tuo latte Ricotta, added value to your milk

20

Qualità ricerca e tecnologia dal 1929 Quality, research and technology since 1929

26

Cinquant’anni di eccellenze Fifty years of excellence

A new era for single dose pack Recycling Awards Competition 58 FINAT FINAT Recycling Awards Competition un’agenda 2014 ricca 76 FINAT, di impegni FINAT, a fully packed agenda 2014

Science & Technology 16

Controllo perfetto Perfect control

22

Collaborazione lungo la filiera Food chain cooperations

42

Misure al massimo livello di versatilità Measurements with the highest level of versatility

108

Forno a spirale a olio diatermico Thermal fluid spiral oven

110

Strategia integrata Integrated strategy

112

Trend di sviluppo tecnologico Trend of technologic development

per l’industria alimentare 180 Soluzioni Solutions for the food industry

116

Moderne tecnologie di processo The most advanced technologies

e sviluppo 188 Innovazione Innovation and development

118

Molitecnica Sud: automatizzazione ai massimi livelli Molitecnica Sud, the highest automation

120

Nell’ottica dell’internazionalizzazione Perspective of internationalization

122

Rispetto della tradizione Respect of tradition

132

Eccellenza italiana Italian excellence

142

Il vantaggio di soluzioni efficienti e mirate The advantage of efficient and tailored solutions

144

Tradizione proiettata verso il futuro Tradition projected into the future

148

GSR, precursore di mercato GSR, market forerunner

154

Impastatrici Planetarie TEKNO TEKNO planetary mixers

182

Soluzioni su misura Tailor-made solutions

lancia in Europa il progetto 106 Nestlé YOUth Employment Nestlé launches YOUth Employment initiative in Europe

172 STOMMPY Bumper

®

66

Sappi in partnership con BASF e Eurofins Sappi Partners with BASF and Eurofins

126

La scienza di DuPont supporta l’eccellenza delle produzioni italiane The Science of DuPont supports the excellence of Italian agrofood products

158

col cartone 94 Dillo Say it with a carton

Premio Meccatronica 2013: Pavan Group tra i finalisti Mechatronics Award 2013: Pavan Group among the finalists

176

Mini Motor “raddoppia” in precisione Mini Motor “doubles” in precision

178

Nuovi moduli di espansione per PNOZ multi 2 New expansion modules for PNOZ multi 2

196

Soluzioni di azionamento Drive solutions

208

ReeR presenta il suo nuovo sensore di misura ReeR presents the new measurement sensor

The Original

catalogo giunti R+W Italia 204 Nuovo R+W Italia new catalogue of couplings Expertise e know-how innovativi 206 Innovative expertise and know-how con Brio 216 Crescita Sprightly growth


Sfoglia TecnAlimentaria Online! www.tecnalimentaria.it

Packaging & Design 32 34

36 38

IMA Industries a Interpack 2014: alta tecnologia in azione IMA Industries at Interpack 2014: high technology in action

Un unico marchio e un solo referente: CEV One distinctive brand, one point of reference: CEV

46

Alta tecnologia in condizioni difficili High tech under difficult conditions

50

Cristina significa differenziazione, affidabilità e competenza Cristina means differentiation, reliability and expertise

ATLANTA, un’azienda dinamica che lavora con te Atlanta, a dynamic company that works with you

56

Esperienza ed affidabilità Experience and reliability

60

Non solo macchine, ma anche “core” Not only machines, but also “core”

74

Dalla costante ricerca sono nate idee rivoluzionarie Constant research creates revolutionary ideas

88

Sottovuoto innovativo Innovative vacuum

102

Autorizzazione Tribunale di Forlì n. 5 del 19.01.1996 In questo numero la pubblicità non supera il 45% Sped. in abbonamento postale - 45% Art. 2 Comma 20/B Legge 662/1996 DCI-TV

Break-Through generation

Ready for interpack

Direttore responsabile F. Da Cortà Fumei Direttore editoriale E. Da Cortà Fumei Segreteria di redazione Sabrina Fattoretto Grafica Carlo Borin Hanno collaborato: Cristiana Zipponi Anita Pozzi Pubblicità Megas srl Stampa Unigraf Direzione e Redazione Editrice EDF Trend srl Via Bianchetti 11, 31100 Treviso – Italy Tel. + 39 0422 410076 Fax + 39 0422 574519 redazione@tecnalimentaria.it info@tecnalimentaria.it www.tecnalimentaria.it

Irplast: etichette sostenibili e performanti e nastri adesivi a elevata efficienza Irplast: green high performing labels and high efficiency printed adhesive tapes

40 44

TECNALIMENTARIA Year IXX - n°3 Marzo 2014

About Fairs 24

Fruit Logistica 2014, catalizzatore per l’industria globale dei prodotti freschi Fruit Logistica 2014, catalyst for the global fresh produce sector

114 146

AgroProdMash 2014

162

Host 2013: i numeri che sfidano la crisi Host 2013: downturn-beating figures

168

Modern Bakery Moscow, specchio della panificazione del 21° secolo Modern Bakery Moscow and the bakery of 21st century

192

In Italia il Congresso Mondiale del Pomodoro 2014 The World Processing Tomato Congress to be held in Italy

L’architettura del gusto The achitecture of taste

Publisher Editrice EDF Trend srl Via Bianchetti 11 31100 Treviso - Italy All right reserved. Reproduction in whole or in part without written permission is prohibited. The Publisher is not responsible for any materials, nor for writers’ nor contributors’ expressed or implied opinions. Informativa ex D.lgs 196/03 Ai sensi dell’art.2 comma 2° del Codice Deontologico dei giornalisti si rende nota l’esistenza di una banca dati di uso redazionale presso la sede di Via Bianchetti 11 Treviso. Responsabile del trattamento dati è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere presso la sede di Treviso Via Bianchetti 11 per i diritti previsti dalla legge 675/1996. Associato a:

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY Technology for the Food Industry - International magazine in Italian/English

Soluzioni di robotica intelligente Solutions of smart robotics

Spedizione in abb.to postale -45% Art. 2 comma 20/B Legge 662/96 DCI-TV- Anno 19 N°3 Marzo 2014

N°3 Marzo 2014

Hall 04 - Stand C26

222 The companies presented inside 224 Fairs in Italy and in the world

IN COPERTINA Tecnopool Spa San Giorgio in Bosco (PD) Italy www.tecnopool.it


About Fairs

Bologna, la capitale delle tecnologie per l’alimentare La nona edizione di mcT Tecnologie per l’Alimentare si terrà il 12 giugno a Bologna e offrirà una panoramica sulle tecnologie food&bev

I

l 12 giugno a Bologna torna l’atteso mcT Tecnologie per l’Alimentare, appuntamento dedicato a tutti gli operatori professionali del settore Food & Beverage, un mercato da sempre trainante tra i comparti industriali. Secondo i dati diffusi dall’Istat sono le esportazioni il vero sostegno dell’economia italiana, tra queste particolare importanza rivestono proprio quelle del settore agroalimentare (+12,6), arrivate a toccare quota 33 miliardi di euro. Per Coldiretti anche il mercato interno dovrebbe inoltre conoscere nel 2014 (finalmente) un’inversione di tendenza, tornando a crescere: sono numeri che testimoniano ancora una volta come il settore agroalimentare si dimostri economicamente strategico per il Bel Paese e ricco di opportunità. mcT Alimentare è la giornata verticale organizzata da EIOM, con il patrocinio di ANIPLA (Associazione Nazionale per l’Automazione), che grazie anche alla partecipazione e al contributo delle più importanti aziende del settore, risulta occasione fondamentale per avvicinare le più avanzate soluzioni applicative, comprendere il mercato, le normative e le novità dell’industria alimentare, offrire aggiornamenti e sviluppare nuove opportunità di business.

10

Marzo / March 2014

Efficienza impianti/MES, Energy management, robotica, manutenzione impianti, direttiva macchine, packaging, tendenze e analisi del comparto, sicurezza alimentare e molto altro ancora sono alcune delle tematiche attorno a cui si svilupperà il rinomato appuntamento. La giornata di giugno prevede una sessione plenaria mattutina sul tema “Tecnologie per l’Alimentare”, coordinata dall’Ing. Marchisio (Consulente Industriale – Food&Bev Industry), un’importante area espositiva in cui saranno presenti alcune tra più importanti aziende fornitrici (per tecnologie e servizi), e una sessione pomeridiana con una serie di workshop tecnico-applicativi in cui le aziende partecipanti proporranno approfondimenti e case history di grande interesse.

FOOD INDUSTRY

L’ultima edizione bolognese ha visto un’alta affluenza (ben 250 operatori specializzati) e la presenza di operatori qualificati da aziende quali (tra le altre) Heinz, Ferrero, Martini&Rossi, Barilla, Nestlè, IMA, Grissin Bon, Tecno Pack, Qualità Leone, Tech-Pro Food Machinery, Acqua Minerale San Benedetto, Carpigiani, Team Mare, Corzago, Sama, Velati, AcmaVolpak, Newlat, Sacmi Imola, Sancassiano, Pizza Bibo, Ipam, Fratelli Carli e altre ancora. mcT Alimentare godrà inoltre della contemporaneità di mcT Visione e Tracciabilità, evento dedicato alle soluzioni industriali di identificazione automatica, per massimizzare la positiva concomitanza degli eventi e sviluppare nuove interessanti sinergie tra comparti.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

N

ext 12th June, mcT Tecnologie per l’Alimentare will be held again in Bologna to offer to all professional operators an overview of the latest technologies of the latest food & beverage sector, which has always been one of the most leading among all industrial sector. According to Istat, export is just the real support to Italian economy, and the agrifood sector ranks first (+12,6%), equal to 33 billion euro. Coldiretti suggests that Italy’s domestic market would experience a swing and figures evidence how the agri-food sector turns out to be economically strategic and wealthy of opportunities. mcT Alimentare is the vertical day organized by EIOM, under the aegis of ANIPLA (Italian association for automation), which thanks to the participation and support of the most important enterprises of the sector, is the best occasion to make the most advanced application solutions get closer, to understand the market, the standards and the news of the food industry, to offer updates and to develop new business opportunities. Efficiency/MES, energy management, robotics, plant maintenance, directive on machines, packaging, trends and analysis, food safety will be just some but few topics discusses at this renowned event. In the morning, the topic “Tecnologie per l’Alimentare” will be also discusses and directed by Eng. Marchisio (industry advisor – Food & Bev Industry); this important moment will also include an exhibition area where the most important suppliers (technology and services) will be present. The same day, in the afternoon, workshops will be open to the participants for insights and case histories. The last edition of the event recorded great success (250 specialized operators) and internationally renowned company took part, such as: Heinz, Ferrero, Martini&Rossi, Barilla, Nestlè, IMA, Grissin Bon, Tecno Pack, Qualità Leone, TechPro Food Machinery, Acqua Minerale San Benedetto, Carpigiani, Team Mare, Corzago, Sama, Velati, AcmaVolpak, Newlat, Sacmi Imola, Sancassiano, Pizza Bibo, Ipam, Fratelli Carli and many others. In addition to this, mcT Alimentare will also be held simultaneously with mcT Visione e Tracciabilità, dedicated to automatic identification solutions, with the goal of maximizing the events and develop significant synergies among the sector involved.

www.tecnalimentaria.it

Bologna, the capital of food technologies The 9th edition of mcT Tecnologie per l’Alimentare will take place in June, 22 in Bologna to offer an overview on the latest food&beverage technologies

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

11


www.fbfitalia.it

What we do best are High Pressure Homogenisers.

H

We have already done it more than 3000 times and still keep on doing so.

. .P

ge o m Ho

nizers

A complete range to suit a wide variety of applications and products

FBF Italia S.r.l. Via Are, 2 43038 Sala Baganza (Parma) Italy Phone: + 39 0521 548200 Fax: +39 0521 835179 www.fbfitalia.it info@fbfitalia.it


Machinery & Development

FBF Italia garantisce massime prestazioni FBF Italia si propone di offrire non solo servizi di vendita eccellenti ma anche un continuo e diretto rapporto con l’assistenza post-vendita, grazie anche ai numerosi centri FBF nel mondo

S

in dal 1987 FBF Italia progetta e costruisce omogeneizzatori ad alta pressione, pompe volumetriche, omogeneizzatori da laboratorio, gruppi di dosaggio e, grazie alla vasta esperienza acquisita in questo campo, l’azienda è oggi punto di riferimento chiave per i produttori di impianti, fornitori di attrezzature chiavi in mano e utilizzatori finali nei settori alimentare, chimico e farmaceutico. Continua innovazione, accurata sperimentazione di materiali speciali, severi controlli sulla qualità e test sulla durata permettono a FBF Italia di garantire massime prestazioni, lunga durata, affidabilità e sicurezza. La sua missione è offrire a tutti i suoi clienti non solo servizi di vendita eccellenti ma anche un continuo e diretto rapporto con l’assistenza post-vendita. L’obiettivo è mantenere un rapporto amichevole con il cliente, costruito su reciproche evoluzione e innovazione. Le macchine di FBF Italia sono adatte per la trasformazione di molti prodotti e possono essere installate in impianti completi di processo e produzione, sia con design sanitario che asettico. I principali settori in cui le macchine aziendali vengono usate sono: • industria casearia (latte, panna, formaggio, yogurt, prodotti caseinati, proteine, latte di soia, ecc.); • industria del gelato; • industria alimentare, di trasformazione, di conservazione e delle bevande (succhi di frutta, salsa di pomodoro, olio, ketchup, uova, grassi vegetali, emulsioni, concentrati, alimenti per bambini, ecc.); • industria cosmetica, farmaceutica, chimica e petrolchimica (amido, cellulosa, cera, coloranti, creme di bellezza, dentifrici, detergenti, disinfettanti, emulsioni, inchiostri, lattice, lozioni, oli emulsionanti, pigmenti, proteine, resine, vitamine, ecc.).

14

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

Cosa dire a proposito del principio di omogeneizzazione? Al fine di mescolare in modo permanente una o due sostanze in un liquido, l’omogeneizzatore deve fare in modo di micronizzare e disperdere le particelle sospese nel fluido rendendole altamente stabili, anche durante i successivi trattamenti e lo stoccaggio. Il prodotto raggiunge la valvola omogeneizzante a bassa velocità ma ad alta pressione. Mentre passa attraverso la valvola, esso è sottoposto a varie forze che ne determinano la miconizzazione delle particelle: una violenta accelerazione subito seguita da decelerazione causa cavitazione con esplosione dei globuli, forte turbolenza con vibrazioni ad alta frequenza, impatto derivante dal passaggio laminare tra le superfici delle valvole omogeneizzatici e la conseguente collisione con l’anello. L’omogeneizzazione può avvenire con l’uso di una valvola omogeneizzatrice ad un unico stadio (ideale per trattamenti di dispersione), oppure una valvola omogeneizzatrice a doppio stadio (raccomandata nell’uso di emulsioni e nei controlli di viscosità quando richiesti). La gamma di macchine di FBF Italia può essere classificata come segue: • Omogeneizzatori ad alte pressioni. L’omogeneizzatore è spesso necessario per mescolare una o più sostanze in un liquido. La macchina permette di micronizzare e disperdere le particelle sospese nel fluido, cosicché il prodotto diviene altamente stabile indipendentemente dai successivi trattamenti e stoccaggio ai quali è sottoposto. Gli omogeneizzatori della Serie “Buffalo” sono costruiti conformi alle direttive europee e sono disponibili con capacità da 50 a 50.000 litri all’ora. Inoltre, la pressione può variare fino a oltre 2000 bars (29.000 psi) a seconda del prodotto da trasformare. • Pompe volumetriche. Queste pompe vengono usate per trasferire il prodotto da un sistema di stoccaggio o di trasformazione a un’altra parte dell’impianto ad alta pressione. Queste macchine sono comunemente usate per alimentare essiccatori a spruzzo, impianti di pasta di pomodoro, impianti ad osmosi, ecc. • Omogeneizzatori da laboratorio. Sono costruiti per replicare le stesse condizioni di omogeneizzazione che possono determinarsi in una produzione effettiva; queste macchine offrono la possibilità di eseguire test fino ad una pressione molto alta (1500 bars) e non necessitano di ulteriori unità per lavorare. Sono facili da usare e da muovere, offrono la più alta affidabilità e sono la miglior scelta per tenere la produzione sempre sotto controllo. • Pompe volumetriche per prodotti con particelle. Queste pompe sono principalmente usate nel caso di prodotti con particelle della misura di massimo mm 15x15x15, come ad esempio cubetti di pomodoro e frutta e verdura in pezzi. La costruzione di tale macchina è simile a quella degli omogeneizzatori, eccetto per la testata di compressione dotata di uno speciale gruppo di valvole a controllo pneumatico.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

FBF Italia guarantees maximum performance FBF Italia proposes to offer not only excellent sale services but also continuous relationship with constant, direct post-sale technical assistance, thanks also to the many FBF centres in the world

F

BF Italia has designed and manufactured since 1987, high pressure homogenizers, positive displacement pumps, laboratory homogenizers, dosing systems and, thanks to the wide experience gained in this field, is now a key point-ofreference for plants manufacturers, suppliers of turn-key equipment and end-users in the food, chemical and pharmaceutical sectors. On-going innovation, exacting experimentation of special materials, strict quality controls and endurance tests allow FBF Italia to guarantee maximum performance, durability, reliability and safety; its mission is to offer to all its customers not only excellent sale services but also continuous relationship with constant, direct post-sale technical assistance; the target is to keep friendly relationship built on mutual evolution and innovation. FBF Italia’s machines are suitable to process a lot of products and can be inserted into complete process/production, both in sanitary and aseptic design. The main utilization fields of the company machineries are: • dairy industries (milk, cream, cheese, yoghurt, caseinates, proteins, soya milk, etc.); • ice-cream industries; • food, processing, preserving and beverage industries (fruit juices, tomato sauces, oil, ketchup, eggs, vegetable greases, emulsions, concentrates, baby food, etc.); • cosmetic, pharmaceutical, chemical and petrol-chemical industries (starch, cellulose, wax, colorants, beauty creams, tooth paste, detergents, disinfectants, emulsions, inks, latex, lotions, emulsifiers oils, pigments, proteins, resins, vitamins, etc.). But what about the homogenizing principle? In order to permanently mix one or more substances in a liquid, a homogenizer must be used in such a way as to make it possible to micronize and disperse the suspended particles in the fluid, rendering it highly stable even during successive treatments and storage. The product reaches the homogenizing valve at a low speed and at high pressure. As it passes through the valve, it is subject to various forces that cause the micronization of the particles: violent acceleration followed by immediate deceleration causes cavitation with explosion of the globules, intense turbulence together with high-frequency vibrations, impact deriving from the laminar passage between the homogenizing valve surfaces and consequent collision with impact ring.

www.tecnalimentaria.it

Homogenization can occur with the use of a single stage homogenizing valve (suitable for dispersion treatment), or double stage homogenizing valve (recommended for use with emulsions and for viscosity control when requested). FBF Italia’s range of machines can be commonly classified as follows: • high pressure homogenizers: The homogenizer is often necessary to mix one or more substances within a liquid. This machine allows micronizing and scattering the particles suspended in the fluid, so that the product becomes highly stable, no matter the followings treatments and storage the product may undergo. The “Buffalo Series” homogenizers are manufactured according to the UE directives and are available with capacity ranging from 50 up to 50.000 litres/hour; according to the products to be processed, the requested pressure may vary up to 2.000 bars (29.000 psi) • positive displacement pumps: these pumps are used to transfer the products from a storage system or process one to a further part of the plant at a high pressure. These machines are commonly used for feeding of spray driers, tomato paste plants, osmosis plants, etc.

FOOD INDUSTRY

• laboratory homogenizers: manufactured to replicate the same homogenization conditions that can be expected in a real production process these machines offer the possibility to execute tests up to very high pressure (1500 bar) and do not need of any other device to work. Easy to use and to move, with the highest reliability, is the best choice for keeping the production always under control. • positive displacement pumps for product containing particles: these pumps are mainly used for product containing particles with a max. sizes of 15x15x15 mm such as tomato cubes, vegetable or fruit pieces. The construction of such a machine is much the same as the homogenizers, except for the compression head which is equipped with special pneumatically controlled valve groups.

Marzo / March 2014

15


Science & Technology

Controllo perfetto La telecamera a colori con 3CCD AT-030MCL di JAI, distribuita in Italia da Image S, è ideale per applicazioni ad alta velocità nelle quali è necessario scartare gli oggetti che presentano anche piccolissime difformità cromatiche, come nel controllo di alimenti

L

’ispezione di alimenti e imballaggi o confezioni, che comprende la verifica, la misurazione e/o il conteggio di bottiglie, lattine, contenitori, etichette, alimenti, pillole e altri articoli, presenta problematiche specifiche. Ad esempio, è fondamentale che le etichette siano precise e leggibili e che i contenitori per alimenti siano privi di sostanze contaminanti prima di essere riempiti e sigillati. La visione industriale svolge un ruolo fondamentale per il controllo di qualità di molti alimenti. L’acquisizione di immagini a colori, non necessaria per molte applicazioni industriali, può essere indispensabile nel settore alimentare, dove spesso bisogna valutare aspetti come il grado di maturazione o di cottura.

Alimenti e confezioni presentano anche altre sfide: alcune sostanze, ad esempio, non tollerano la luce intensa o le temperature elevate generate da lampade di potenza elevata. Diventa così importante l’acquisizione di immagini di buona qualità in condizioni di bassa luminosità. Alle richieste specifiche di questo settore Image S è in grado di rispondere con diversi prodotti della propria gamma di soluzioni per la visione industriale, come la telecamera a colori con 3CCD AT-030MCL di JAI, particolarmente indicata per il settore del packaging alimentare e farmaceutico. AT-030MCL è una telecamera da 0,3 megapixel con frame rate elevati, provvista di interfaccia Mini Camera

Link, ideale per applicazioni che richiedono una risoluzione (VGA) media, velocità elevate e riproduzione precisa dei dati cromatici. AT-030MCL si inserisce in una fascia di mercato unica per applicazioni di classificazione/ispezione ad alta velocità, rispondendo alla richiesta di individuare anche minime variazioni cromatiche sugli oggetti sottoposti al controllo. E’ basata sulla tecnologia JAI del prisma, che supporta tre CCD da 1/3 di pollice per immagini a colori ad alta fedeltà e risoluzione colorimetrica superiore alle telecamere basate sulle tradizionali tecniche di interpolazione Bayer. Grazie ai 3 CCD integrati, la AT-030MCL cattura un valore specifico rosso, verde e blu per ogni pixel, generando l’uscita cromatica più precisa attualmente disponibile in commercio. I tre sensori CCD ICX424AL forniscono una risoluzione di 659 (orizzontale) x 494 (verticale) pixel per ogni canale, con dimensioni dei singoli pixel pari a 7,4 per 7,4 micron. La telecamera opera a 120 fotogrammi al secondo a piena risoluzione e, utilizzando modalità a scansione parziale e binarizzazione (binning), può essere impostata per lavorare a frequenze molto più elevate.

Perfect control The AT-030MCL 3-CCD colour progressive scan camera, distributed in Italy by Image S, is ideal for high-speed applications where there is a need to inspect even the most subtle colour variations on the inspected items, such as in food inspection

F

ood and packaging inspection, including the verification, measurements and/or count of bottles, cans, containers, labels, food, pills and other items, offers specific challenges. For instance, labels must b e accu r ate an d c l e a rl y re a d a b l e , while food containers must be free of contaminants before they are filled and sealed. Machine vision plays a key role in quality control for all kinds of food. Color imaging, not necessary in many industrial applications, can be critical in the food industry, where it is often necessary to evaluate aspects like the level of ripening and cooking. Food and packaging deliver further ch al l en g es : s o me sub st a nc e s d o

16

Marzo / March 2014

not tolerate intense light or high temperature generated by high-power lamps. Therefore, it is important to capture good-quality pictures in low lighting conditions. The specific challenges of this industry are faced by Image S with a full range of machine vision products, including the 3CCD color camera AT030MCL from JAI, particularly suitable for food and pharmaceutical packaging. AT-030MCL is a 0.3 megapixel 3-CCD color progressive scan camera with high frame rates, Mini Camera Link interface, targeted at applications requiring a combination of moderate (VGA) resolution, fast frame rates, and precise color data reproduction. AT-030MCL fills a gap in the market for high-speed machine vision sorting or inspection where there is a requirement to

FOOD INDUSTRY

detect even the most subtle color variations on the inspected items. The camera is equipped with JAI’s advanced prism-block technology supporting three 1/3-inch CCDs providing higher color image fidelity and better spatial resolutions than cameras based on traditional Bayer color interpolation techniques. With its built-in 3-CCD technology the AT-030MCL captures a specific red, green and blue color value for each pixel providing some of the most precise color output available in the market. The three ICX424AL CCD sensors deliver 659 (h) x 494 (v) pixels of resolution per channel with an individual pixel size of 7.4 by 7.4 microns The camera operates at 120 frames per second at full resolution and with the use of partial scan and binning modes the camera can be set to operate at significantly higher frame rates.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Ricotta, un valore aggiunto al tuo latte Priamo Food Technologies da anni propone impianti per la produzione della ricotta, oggi divenuta un prodotto importante nell’economia di un caseificio

G

li impianti sono costituiti da uno o più flocculatori di diverse capacità, costruiti interamente in acciaio inox AISI 304, con fondo conico che permette una perfetta fuoriuscita della ricotta. Il particolare sistema di iniezione del vapore e il fondo con scarico centrale consentono una corretta agitazione del siero al fine di ottenere la massima resa. Il flocculatore è isolato termicamente sul fondo conico e sulla parete verticale; è munito di un boccaporto di ispezione sul tetto e di un efficiente sistema di lavaggio. La Priamo Food Technologies predispone tutti i flocculatori per essere completamente automatizzati, realizzando tutti gli attacchi per l’immissione degli aditivi tecnologici, per il controllo di temperatura, per il controllo dei livelli, ecc. I flocculatori sono affiancati da una passerella con relativa scaletta di accesso, vengono realizzati con il quadro di comando e controllo secondo la strumentazione richiesta dal cliente. L’azienda per la fase di drenaggio e asciugatura della ricotta propone due soluzioni, con grado di automazione diversa. La prima soluzione prevede una vasca drenante, singola o doppia, posizionata sotto il floculatore. Al suo interno viene inserita una apposita tramoggia con pompa per il trasferimento del prodotto; inoltre può essere fornita anche di coperchio per il lavaggio in C.I.P. La seconda soluzione proposta è il tunnel, completamente costruito in acciaio inossidabile AISI 304 con un nastro interno che assicura il drenaggio e l’asciugatura del prodotto voluta. La struttura del tunnel, completa di boccaporti d’ispezione, permette il lavaggio in C.I.P. del nastro (realizzato in materiale microforato plastico atossico) e una facile pulizia giornaliera. Il sistema di avanzamento del nastro prevede un sistema di compensazione automatica delle dilatazioni termiche dello stesso, oltre ad una regolazione della velocità di avanzamento mediante convertitore statico di frequenza. Nel tunnel è installata un’elettropompa per il trasferimento del prodotto, oltre alla pompa di trasferimento del siero scotta. Alla fine la ricotta viene trasferita ad uno o più mixer dove può essere addizionata ad altri componenti per poi essere omogeneizzata e trasferita al confezionamento.

Ricotta, added value to your milk For some years Priamo Food Technologies has proposed ricotta production plants, food that has become important product to the economics of a dairy factory

T

he plants consist of one or more flocculators of different size, entirely built in stainless steel Aisi 304, featuring a cone-shaped bottom for a perfect discharge of ricotta. The particular steam injection system and the bottom with central discharge enable correct agitation of the whey as to get maximum yield.

18

Marzo / March 2014

The bottom and sides of the flocculator are insulated; it features inspection hatch on the ceiling and efficient washing system. By building all connections for the inflows of technologic additives, for temperature control, level control and more, Priamo Food Technologies designs all its flocculators to be fully automated. As well as being provided with gangway and stairs, the flocculators are also equipped with control board according to customer’s specific requirements. The company proposes the following two solutions, with different automation level, for the draining and drying phases. The first solution sees a draining tank, single or double, under the flocculator; inside the tank there is a hopper with a pump to transfer the product. Moreover, it can also be provided with a lid for C.I.P. washing. The second solution sees a stainless steel

FOOD INDUSTRY

AISI 304 tunnel with inside belt for the draining and drying of the product. The structure of the tunnel, with inspection hatches, enables C.I.P. washing of the belt (made in non-toxic, micropore plastic material) and easy ordinary washing. The belt feeding system features an automatic compensation system of thermal expansion of the same belt, as well as regulation of the feeding speed by means of a static frequency converter. An electro-pump for the transfer of the product and a pump for the transfer of the curd whey are installed in the tunnel. In the end, the ricotta is transferred to one or more mixers where it can be added with other components before the homogenization and packaging phases that follow.

www.tecnalimentaria.it


We give more value to the milk turning it into the product right for your customers

Hall 13 - Stand B13

Priamo Food Technologies Srl | Viale delle Industrie, 1 | Nervesa della Battaglia (TV) | T. +39 0422 9617 | info@priamosrl.com | priamosrl.com


Machinery & Development

Qualità ricerca e tecnologia dal 1929 Sin dal 1929, Mingazzini Srl ha prodotto generatori sempre più potenti, fino alle odierne centrali termiche per produzioni industriali su larga scala

L

a MINGAZZINI Srl fin dalle sue origini, nel 1929, ha prodotto generatori sempre più potenti, fino alle odierne centrali termiche, per produzioni industriali su larga scala. Attualmente produce generatori di vapore saturo e surriscaldato, acqua surriscaldata, acqua calda e calore studiati nei

minimi dettagli e progettati su misura per le specifiche esigenze industriali: dalle singole unità alle più complete centrali termiche fornite chiavi in mano. Completano la gamma anche generatori di vapore e acqua surriscaldata a recupero dei fumi a valle degli impianti di cogenerazione o di processo.

Quality, research and technology since 1929 Since 1929 Mingazzini Srl has manufactured increasingly powerful boilers, up to today’s thermal plants, for large-scale industrial productions

S

ince its origin in 1929, MINGAZZINI Srl has always been dedicated to the manufacturing of more and more powerful boilers, up to the realization of today’s thermal plants, for industrial productions on a wide scale. Nowadays

it manufactures steam (saturated and superheated) boilers, hot and superheated water boilers and heat generators studied in the minimum details and designed on the measure for the specific needs of industrials: from single units to key-in-your-hands boiler rooms. Product range includes waste heat recovery boilers (WHRB) downward cogeneration and process plants.

20

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

La ricerca di soluzioni tecnologiche che garantiscano il risparmio energetico e la tutela ambientale ha portato ad ottenere generatori con rendimenti effettivi fino al 95,5% e bassi livelli di emissioni. L’attività di ricerca & sviluppo della MINGAZZINI Srl è costantemente focalizzata all’introduzione di soluzioni innovative, per permettere la realizzazione e la gestione moderna ed efficiente delle centrali termiche di qualunque dimensione. Risultato di tale attività sono i generatori MINGAZZINI di ultima generazione, dotati di una componentistica di controllo e sicurezza all’avanguardia, con l’impiego di dispositivi elettronici per la massima sicurezza di funzionamento e la gestione di centrali termiche anche con più generatori in cascata. I generatori sono disponibili anche nella configurazione necessaria ai fini del funzionamento senza supervisione continua per 24-72 ore e/o con un sistema di controllo globale dell’impianto e/o della centrale termica, con dispositivo di controllo elettronico multicanale o PLC. La MINGAZZINI Srl da sempre presta la massima attenzione al servizio al cliente, sia di consulenza tecnica pre-vendita, che di assistenza post-vendita. Per la MINGAZZINI Srl il valore per il cliente non si limita alla massima qualità del prodotto fornito, ma deve anche necessariamente includere un elevato livello di servizio pre e post vendita, con la creazione di un rapporto di collaborazione fattivo e umano con il cliente.

Seeking for advanced technological solutions granting at the same time energy saving and environmental protection led to the production of boilers with real efficiencies up to 95,5% and low emissions values. MINGAZZINI’s R&D is constantly focused on the introduction of innovative solutions for the design and the efficient management of boiler rooms of any size. MINGAZZINI’s state-of-the-art boilers are the result of such an activity, with their upto-date control and safety components, including electronic devices that guarantee maximum safety in functioning and heating plant management with two or more boilers in series. The boilers are also available especially configured for operating without continuous supervision up to 24-72 hours and/or with a global control system of the plant or the whole boiler room, using a multi-channel electronic control equipment or a PLC. MINGAZZINI Srl has always paid the greatest attention to customer service, both as regards pre-sales technical consultancy, and post-sales. According to MINGAZZINI Srl attitude, “value for the customer” means not only maximum quality of the supplied equipment, but also a high level of “before and after sale service”, thus creating a proactive and one-to-one cooperation relationship with the customer.

www.tecnalimentaria.it


Š www. corradofrignani.com

MINGAZZINI s.r.l.

Via Egidio Pini, 29/A - 43126 Parma - ITALY - Tel. +39 0521 1880611 - +39 0521 983641 - Fax +39 0521 293547 www.mingazzini.it - email: info@mingazzini.it


Science & Technology

COLLABORAZIONE LUNGO LA FILIERA E’ FONDAMENTALE COSTRUIRE FIDUCIA E CONDIVIDERE I PROGRESSI, AFFRONTARE IL PROBLEMA DELLA BIO-SICUREZZA E USARE LA TECNOLOGIA E LE COMPETENZE PER MIGLIORARE LA SOSTENIBILITÀ DELLE PRODUZIONI

A

ll’ultima edizione della fiera Fruit Logistica, (Berlino, 5-7 febbraio), Luigi Coffano, DuPont Food Chain Manager EMEA, ha sottolineato le sfide affrontate da una popolazione globale che sta crescendo al ritmo di 150.000 persone al giorno e ha affermato che una maggiore collaborazione lungo tutta la filiera è essenziale per assicurare la sicurezza alimentare. “Entro il 2050 ci saranno circa 2 miliardi di bocche in più da sfamare”, ha spiegato Coffano, “Per poter nutrire tutte queste persone, le forniture di cibo devono aumentare di circa il 70 percento rispetto ai livelli attuali. Solo collaborando insieme saremo in grado di alimentare questa popolazione in costante crescita.” Secondo le stime, nei prossimi 30 anni i paesi sviluppati vedranno un aumento della domanda alimentare del 12 percento. L’umanità sta affrontando un’enorme sfida, pertanto la priorità di ogni nazione, azienda e individuo dovrebbe essere quella di assicurare che ogni popolo in ogni luogo abbia a disposizione abbastanza cibo sano, nutriente e sicuro. Andy Selley, Food Chain Key Account Manager DuPont, ha evidenziato la portata del problema, “Le perdite pro-capite in

22

Marzo / March 2014

Europa, America Latina, Nord America e Oceania si stanno avvicinando a circa 200 kg l’anno, prima che il cibo raggiunga di fatto il consumatore, (vedi grafico 1). Il team di DuPont Food Chain ha lavorato con i protagonisti della filiera, tra cui i maggiori produttori alimentari, per sviluppare soluzioni che contribuiscano a ridurre le perdite pre-consumo. Ad esempio, fino al 40 percento dei raccolti di patate viene perso in campo prima della raccolta, e per ottenere 1 kg di patatine fritte ci vogliono 2-3 kg di patate fresche.” “Gli agricoltori che hanno utilizzato il nematocida DuPont™ Vydate® per controllare i nematodi, in genere ottengono migliori raccolti”, continua Selley. “Abbiamo ascoltato i produttori e abbiamo compreso le loro necessità. Ridurre il danno causato dai nematodi permette di ottenere un tubero più uniforme e di migliore qualità, con prestazioni migliori in fase di lavorazione.” Inoltre, DuPont ha condiviso il suo knowhow tecnico per aiutare gli agricoltori a ottimizzare l’uso di insetticidi su colture di alta qualità, dove i danni provocati dagli insetti possono essere devastanti. DuPont™ Evalio® Agrosystem è un servizio su piattaforma web che può essere utilizzato gratui-

FOOD INDUSTRY

tamente da agricoltori, agronomi e consulenti per programmare l’applicazione di insetticidi in modo da ottenere la massima efficacia. Coffano conclude, “Le sfide per risolvere il problema della fame nel mondo sono talmente impegnative da poter essere risolte solo lavorando insieme. E’ fondamentale costruire fiducia e condividere i progressi, affrontare il problema della bio-sicurezza e usare la tecnologia e le competenze per migliorare la sostenibilità delle produzioni. La prossima generazione di leader del settore agricolo dovrà affrontare l’impegnativo compito di comprendere tutte le problematiche che riguardano ogni componente della filiera, dall’agricoltore al consumatore finale.” Fin dal 1802, DuPont porta sul mercato globale le conoscenze scientifiche e ingegneristiche più avanzate sotto forma di prodotti, materiali e servizi innovativi. La società ritiene che, con la collaborazione con clienti, governi, ONG e leader innovativi, si possa contribuire a trovare una soluzione alle sfide globali più pressanti: garanzia di cibo sano e sufficiente ad ogni essere umano, riduzione della dipendenza dai combustibili fossili e protezione dell’ambiente.

www.tecnalimentaria.it


Science & Technology

FOOD CHAIN COLLABORATIONS

A

t the 2014 Fruit Logistica event, being held in Berlin from 5-7 February, DuPont Food Chain Manager for the EMEA region, Mr Luigi Coffano, highlighted the challenges faced by a world population that is growing by 150,000 people every day and said that better collaboration throughout the food chain is essential to ensure food security. “We are going to be faced with around two billion more mouths to feed by the year 2050,” explained Mr Coffano. “And in order to feed these people, food output must grow by 70 percent beyond today’s levels.” According to projected figures, over the next 30 years developed countries will experience a 12 percent increase in demand for food. However, in developing countries this figure is anticipated to be in the region of 115 percent. “Humanity is facing a massive challenge,” explains Mr Coffano. “Ensuring that enough healthy, nutritious and safe food is available for people everywhere should be the top priority of all nations, companies and individuals. “Working with one another is the only way we will be able to feed this ever growing population. Partnering on a global scale will enable us to deliver sustainable solutions for an area that increasingly needs them. “That is why DuPont is committed to working with others - through collaborations with NGOs, governments, academia and food companies – and by working locally with farmers from Kenya to Mexico to the Ukraine to address their unique challenges and deliver food security,” Mr Coffano adds. DuPont considers food security to exist when all people at all times have physical, social, and economic access to sufficient and nutritious food that meets their dietary need and food preferences for a healthy and active life. One of the many areas where

www.tecnalimentaria.it

IT IS CRITICAL THAT WE BUILD TRUST AND SHARE PROGRESS, ADDRESS ISSUES OF BIO-SECURITY AND USE TECHNOLOGY AND KNOW-HOW TO IMPROVE SUSTAINABLE PRODUCTIVITY DuPont is working collaboratively is to reduce food losses at the pre-consumption stages. Food Chain Key Account Manager for DuPont, Andy Selley, highlighted the scale of the problem. “Per-capita losses in Europe, Latin, America, North America and Oceania are approaching 200kg per year before food even reaches the consumer,” explains Mr Selley (see graph 1). “The DuPont Food Chain team has been working with all stakeholders in the chain, including some of the world’s biggest food processors, to deliver solutions to help reduce the pre-consumption losses. Mr Selley explained that up to 40 percent of the potato crop for instance is lost in the field before harvest, and that it takes 2-3kg of fresh potatoes to produce 1kg of a processed product such as fries. “Growers that have used DuPontTM Vydate® nematicide to control free living nematodes typically see better crop establishment, claims Mr Selley. “We’ve listened to processors and now understand their requirements. Reducing the damage caused by nematodes results in a more uniform and better quality tuber that has improved processing characteristics. “We have also shared our technical knowhow to help growers optimise their use of insecticides in some high value crops where insect damage can be devastating. DuPontTM Evalio® AgroSystems is a web-based service that can be used by growers, agronomists and advisers to time the application of insecticides for maximum efficacy,” Mr Selley explains.

FOOD INDUSTRY

DuPontTM Evalio® AgroSystems is offered free of charge to growers. A European network of insect traps is used to monitor the population development of problematic pests such as the Potato Tuber Moth (Phthorimaea operculella) or the tomato leaf miner (Tuta absoluta). A team of experts interprets the findings and sends out warnings to registered users of likely pest infestations. “Growers, their advisers and food processors can register to receive real-time warnings of developing pest populations via SMS, email or on the Evalio® AgroSystems website,” says Mr Selley. “Decisions on when and what to spray can then be made according to the level of threat, and not just on a calendar basis as is often the norm. Crop protection sprays are only used when they are needed and crops are better protected against insect damage.” Mr Selley concluded by reiterating the need for collaboration at all levels in the food value chain. “The challenges to world hunger are so formidable that we will succeed only by working together. It is critical that we build trust and share progress, address issues of bio-security and use technology and knowhow to improve sustainable productivity. The next generation of agricultural leaders faces a significant task of understanding all the challenges from the grower right through to the consumer. If we collaborate we can make a difference and rise to the challenges of feeding a rapidly growing world population,” concluded Mr Selley.

Marzo / March 2014

23


About Fairs

Fruit Logistica 2014, catalizzatore per l’industria globale dei prodotti freschi Partecipazione record con oltre 60.000 visitatori professionali provenienti da 140 Paesi

U

n ulteriore impressionante traguardo per il salone mondiale dell’ortofrutta a Berlino: Una straordinaria offerta di prodotti e servizi da parte degli espositori e visitatori professionali con un altissimo livello decisionale: un nuovo record di visitatori, è questo il primo bilancio di Fruit Logistica 2014. Dal 5 a 7 Febbraio si sono accreditati all’evento più importante del mondo per il commercio ortofrutticolo internazionale oltre 60.000 visitatori professionali provenienti da 140 Paesi. Più di 2.600 Espositori provenienti da 84 Paesi hanno presentato non solo l’intera gamma di prodotti e servizi a tutti i livelli, ma anche numerose innovazioni del settore capaci di influenzare in modo significativo il commercio della frutta e verdura fresca fornendo preziose idee e interessanti nuove offerte per il consumatore. Dr. Christian Göke, Amministratore Delegato di Messe Berlin GmbH” Fruit Logistica 2014, Salone leader a livello mondiale può anche per questa edizione dichiarare un aumento sia di visitatori che di espositori. Questo salone è il catalizzatore per eccellenza del settore ortofrutticolo e della sua Industria”. Espositori e visitatori professionali hanno costantemente elogiato la presenza dei top decision-makers del settore, nonché gli eccel-

lenti contatti con i produttori di frutta e verdura, con il commercio all’ingrosso e il commercio al dettaglio nonchè con gli esportatori ed importatori di tutto il mondo. Il 98% dei visitatori professionali ha dichiarato come estremamente positivo il risultato commerciale della propria visita . Come negli anni precedenti è stato segnalato un altissimo grado di competenza decisionale. Circa il 75% dei visitatori erano dirigenti e proprietari della propria azienda di provenienza e il resto era decisamente il profilo visitatori con elevato potere decisionale e di acquisto. Fruit Logistica ha visto la partecipazione di decision makers da tutto il mondo. 83% dei visitatori professionisti era internazionale, la maggior parte di loro europea (71%), il restante proveniente da: Americhe (11,5%), Africa (8,4%), Medio Oriente (4,6%), Asia (2,6%) e Oceania (1,9%). Quale piattaforma di innovazioni, Fruit Logistica ha lanciato una serie di incontri per dare agli operatori uno sguardo sul futuro. “Future Lab” ha presentato progetti innovativi che potrebbero migliorare l’industria agroalimentare nei prossimi anni o contribuire all’ottimizzazione della catena del valore. La prossima edizione di Fruit Logisitca si terrà dal 4 al 6 febbraio 2015, sempre a Berlino.

Fruit Logistica 2014, catalyst for the global fresh produce sector Fruit Logistica recorded over 60,000 trade visitors from 140 Countries

F

ruit Logistica 2014 recorded excellent results, with a high percentage of decision-makers among the trade visitors and a remarkable record number of exhibitors and visitors. From 5-7 February, more than 60,000 trade visitors from 141 countries gathered information and did business at the most comprehensive trade exhibition for the international fresh produce sector. More than 2,600 exhibitors from 84 countries presented their entire range of products and services at all levels of trade, as well as a number of innovations for the sector. These give the sector new impulses and provide even more diverse offers for consumers. Dr. Christian Göke, CEO of Messe Berlin GmbH, said: “The leading international trade fair Fruit Logistica 2014 can report an

24

Marzo / March 2014

increase in the numbers of both exhibitors and trade visitors. It is a catalyst for the fresh produce sector, and the key industry event.” Fruit Logistica 2014 recorded excellent results, with a high percentage of decisionmakers among the trade visitors and a remarkable record number of exhibitors and visitors. Exhibitors and visitors alike highly appreciated the presence of top decision makers, fruit & vegetables growers, wholesalers and retailers, importers and exporters from every corner of the world. 98% reported an overall positive feedback; some 75% of visitors were managers or owners, while the others were mainly decision makers. Fruit Logistica 2014 was attended by toplevel decision-makers from all over the world. 83% of trade visitors came from outside Germany, with the majority coming from Europe (71%), the Americas (11.5%), Africa (8.4%), the Middle East (4.6%), Asia (2.6%) and Oceania (1.9%). As the industry’s platform for innovation,

FOOD INDUSTRY

Fruit Logistica launched a new series of lectures that gives trade visitors a glimpse of the future. The “Future Lab” showcased innovative projects that may enhance the fruit and vegetable industry in the coming years or contribute significantly to optimisation along the value chain. The next Fruit Logistica will take place on 4-6 February 2015.

www.tecnalimentaria.it


FOOD PROCESSING MACHINERY DIVISION

AUTOMATIC GROUPS VACUUM FILLER-SEAMER

AUTOMATIC GROUPS PISTON FILLER-SEAMER

LEADER IN INNOVATION AND CUSTOMER CARE

We can supply you with our well-known wide range of spare parts

Headquarters and production plant Via F.lli Buscetto, 76 Industrial Area 84014, Nocera Inferiore (Sa) Italia Ph.: +39-081-5177133 (pbx) Fax: +39-081-5172655 info@cuomoind.it www.cuomoind.it


Machinery & Development

Cinquant’anni di eccellenze CUOMO, fondata nel 1964, è specializzata nella progettazione e produzione di confezionamenti in metallo e macchinari per la produzione alimentare

C

UOMO è un’azienda a carattere familiare specializzata nella progettazione e produzione di confezionamenti in metallo e macchinari per la produzione alimentare. Fondata nel 1964 da tre fratelli, oggi CUOMO ha sede a Nocera Inferiore, Salerno, ed è guidata dai figli dei fondatori. La produzione aziendale include: linee di produzione scatole e linee per l’industria conserviera, linee per capsule e coperchi, specialmente progettati per soddisfare le piccole, medie e grandi aziende. Sono tutti progettati e prodotti secondo gli standard ISO. Inoltre, è anche disponibile una vasta gamma di pezzi di ricambio. Aggraffatrice Automatica Mod. A480 Macchina a 10 teste aggraffanti, a scatola rotante, a testa regolabile, per aggraffare coperchi metallici su scatole metalliche, piene, di forma cilindrica regolare. Caratteristiche Principali • Macchina ad elevata compattezza e stabilità, pur avendo dimensioni contenute rispetto alle prestazioni da essa ottenibili. • E’ particolarmente progettata per la chiusura di scatole piene, fruendo delle più moderne tecnologie disponibili. • Tutte le parti a contatto con il prodotto sono realizzate in acciaio inox.

Fifty years of excellence CUOMO, founded in 1964, specializes in design and production of metal packaging and food processing machinery

26

Marzo / March 2014

C

UOMO is a family company specializing in design and production of metal packaging and food processing machinery. Founded in 1964 by three brothers, CUOMO is headquartered in Nocera Inferiore, Salerno, and run by its founders’ sons. The company’s production range includes the following: can making and food processing lines for food, twist-caps and lids/ ends, especially designed to satisfy small, medium and big companies. They are all designed and produced according to ISO quality standard. Moreover, Cuomo can Automatic Seamer Mod. A480 Automatic Seamer provided with 10 seaming heads, rotary can type, adjustable height tower, for seaming metal lids to cylindrical, filled, cans. Main Features: • Sturdy and steady machine, particularly well-proportioned if compared with its performances. • Specially designed for closing filled cans (any type of product) by utilizing the most up-to-dated technologies. • All machine parts coming into contact with product, are made out of stainless steel.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Headquarters and production plant Via F.lli Buscetto, 76 Industrial Area 84014, Nocera Inferiore (Sa) Italia Ph.: +39-081-5177133 (pbx) Fax: +39-081-5172655 info@cuomoind.it www.cuomoind.it


Packagin

Machinery & Development

Sviluppo sostenibile dell’ortofrutta

28

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

ign g & Des

Il 91% delle famiglie italiane acquista frutta e verdura fresca, con una spesa media di circa 287 euro, e i prodotti freschi costituiscono il 51% degli acquisti complessivi di alimentari

U

na carrellata delle best practices di scaffale e di presentazione di prodotto in ogni parte del mondo. I dati economici che consentono di formulare analisi e sviluppare strategie. Questo, e molto altro, ha suscitato l’attenzione di oltre un centinaio di intervenuti al Convegno “Nature is a perfect machine. Sustainable”, che si è svolto il 21 gennaio 2014 presso Palazzo Greppi dell’Università di Milano. L’appuntamento è stato organizzato da Ipack-Ima in vista di Fruitech Innovation (fiera specializzata che si terrà dal 19 al 23 maggio 2015 in Fieramilano, in concomitanza con IPACK-IMA e con l’EXPO).

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

Il 91% delle famiglie italiane acquista frutta e verdura fresca, con una spesa media di circa 287 euro. I prodotti freschi costituiscono il 51% degli acquisti complessivi di alimentari, e gli italiani sono in assoluto il Paese che ne consuma di più (Paesi nordici a parte, che sono avanti in percentuale, ma non in valori assoluti). Questi dati, di grande significato, sono stati presentati da Imma Campana, Client Business Partner di Nielsen. Il mondo Fruitech, come sta evidenziando questo incontro, è al centro di cambiamenti assolutamente interessanti: il fresco - sempre di fonte Nielsen - è il settore con la maggiore tendenza di crescita nella grande distribuzione (trend a valore +0,8% a novembre 2013, con frutta e verdura che salgono del 5,4%), nella sola grande distribuzione fattura 28 miliardi, con 6 miliardi per frutta e verdura, seconda per acquisti a salumi e formaggi. E proprio sulla grande distribuzione è stato focalizzato l’intervento di Luigi Rubinelli, che ha presentato una ricerca inedita, specificamente sviluppata su incarico di Ipack-Ima per Fruitech Innovation, che confronta le best practices dei reparti ortofrutta e relative soluzioni di packaging nella GDO di Europa, Usa e Russia. Dalla costruzione del reparto al mix sullo scaffale, Rubinelli ha fornito esempi da ogni parte d’Europa e da Oltreoceano. Una campionatura preziosa, con confronto e analisi delle diverse soluzioni adottate, sia in termini di display che di scala prezzi. Per competere sui nuovi scenari - è stato evidenziato - occorre un nuovo approccio organizzativo, merceologico e di comunicazione, proprio perché l’attuale varietà di offerta è estrema, al limite della confusione, mentre l’attenzione del consumatore è elevatissima. 

www.tecnalimentaria.it

Machinery & Development

Significativo il saluto introduttivo del presidente di Ipack-Ima 2015 e numero uno di Coop Italia, Marco Pedroni. Ha evidenziato l’importanza del packaging, nel conservare e diffondere benessere, dare informazione sia emozionale che di contenuto per il consumatore, dagli scaffali della grande distribuzione fino alle prospettive che proprio con Ipack-Ima si vanno a sviluppare in Africa, dove l’imballaggio può contribuire in modo davvero determinante l’evoluzione del sistema alimentare. “Tanti parlano di sostenibilità, noi la pratichiamo - ha evidenziato Pedroni, riferendosi al tema del Convegno -: è un tema con il quale è indispensabile misurarsi; efficienza e sostenibilità economica, insieme, sono le componenti fondamentali per creare e trasferire valore dalle imprese al consumatore”. I lavori della giornata, proseguiti nel pomeriggio, hanno fornito la ribalta a diverse best practice di aziende, che investendo nell’innovazione hanno raggiunto importanti risultati economici e sostenibilità.  Di particolare interesse è risultato il confronto su temi quali la valorizzazione della cosiddetta “quarta gamma” (i vegetali confezionati freschi e pronti per il consumo) nelle mense scolastiche e di come sia possibile conseguire la riduzione dei costi di gestione, facendo ricorso all’automatizzazione delle linee di produzione e attraverso l’impiego di energie rinnovabili. Di grande impatto il ricorso alle risorse naturali anche per la conservazione del prodotto, come nel caso illustrato di Melinda, che ha scelto una grotta naturale per realizzarvi un magazzino destinato alla conservazione delle mele. Un momento specifico della giornata è stato dedicato alle opportunità per l’internazionalizzazione delle aziende. Ne è un

FOOD INDUSTRY

caso notevole la Unitec Spa, che realizza macchine per la filiera ortofrutticola proponendo soluzioni tecnologiche per le diverse fasi di lavorazione di frutta e verdura fresca, dallo svuotamento, alla calibratura fino al confezionamento e sviluppa il 90% del proprio fatturato all’estero, principalmente verso USA e America del Sud. Come ha spiegato il presidente Angelo Benedetti, “essere affidabili nel garantire al consumatore di un prodotto che resta buono nel tempo, è l’unica via che porta all’aumento del consumo di ortofrutta”. Importantissimo, al riguardo, il contributo che giunge da linee di selezione della frutta moderne in grado di misurare con precisione anche il grado di maturazione, sviluppando anche le condizioni migliori per programmare modi e tempi della logistica del prodotto.  Giuseppe Calcagni, presidente di Besana Group, ha spiegato i vantaggi ottenuti con l’innovazione tecnologica, fondamentale anche in un campo tradizionale come quello della lavorazione della frutta secca, nel quale la sua azienda vanta la leadership internazionale.

Marzo / March 2014

29


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Sustainable growth of fruit and vegetables 91% of Italian families buy fresh fruit and vegetables, spending some 287 euro on the average, and fresh produce account for 51% of Italy’s overall food consumption

30

Marzo / March 2014

A

n array of shelf best practices and product introduction in every corner of the world. Economic figures enable to analyse and develop strategies. All that and much more drew the attention of the partecipants of the Conference “Nature is a perfect machine. Sustainable.”, taking place last 21 January at Palazzo Greppi at the University of Milan. The event was organized by Ipack-Ima in view of Fruitech Innovation (specialized event taking place from 19 to 23 May, 2015 along with Ipack-Ima and Expo). 91% of Italian families buy fresh fruit and vegetables, spending some 287 euro on the average. Fresh produce account for 51% of Italy’s overall food consumption, meaning that Italians consumes the most (with the exception of Northern Countries, higher percentage but not higher absolute values). This data has been introduced by Imma Campagna, Client Business Partner of Nielsen. The world of Fruitech, as pointed out during this event, is at the centre of absolutely remarkable changes: fresh produce (Nielsen source) show the greatest tendency to grow than any other sector of the large-scale retail trade (value trend +0.8% in November 2013, where fruit and vegetables grew by 5.4%), where its turnover is 28 billion euro, of which 8 billion of fruit and vegetables, following only fresh cuts and cheese. Luigi Rubinelli focused just on the largescale retail trade and presented brand new research, developed on occasion of Fruitech Innovation on behalf of IpackIma; this compares the best practices in the fruit&vegetable departments and their packaging solutions in the largescale retail trade in Europe, the USA and Russia. From the lay-out of the area right to the display on the shelves, Rubinelli provided examples from Europe all over and the USA. A relevant sample, with comparisons and analysis of the various solutions, in terms of display and price. To compete in new market scenarios, a new organization, product and marketing approach is necessary just because the present extensive offer is outstanding, which may verge into confusion, while consumer’s attention is very high.

FOOD INDUSTRY

Marco Pedroni, president of Ipack Ima 2015 and managing director of Coop Italia, highlighted the importance covered by packaging in preserving and spreading wellbeing, giving information, right to the future perspectives that are expected to be developing in Africa, thanks to IpackIma , where packaging can strongly help the food system develop. “Many talk about sustainability while we do it; this is a topic we must deal with; efficiency and economic sustainability are the cardinal factors to create and transfer values from firms to consumers.” The conference provided full insight into different best practices of companies that hit important economic and sustainability results by investing in innovation. Issues related to the valorization of the so-called 4th range products (fresh and packaged vegetables) in school canteen and how it is possible to reduce management costs due to automated production lines and use of renewable energy had remarkable success. The growing importance of natural resources applied for product preservation had remarkable success; Melinda case stirred great interest for it has chosen a natural cave to store its apples. Specific moment of the day was dedicated to opportunities of internationalization for the companies. Unitec Spa, producer of machines for the fruit and vegetable market, can be set as an example since it proposes technologic solutions to the various stages of fresh fruit and vegetables processing, emptying, gauging, right to packaging; the company earns 90% of its turnover abroad, mainly in the U.S.A. and South America. As explained by president Angelo Benedetti “to remain reliable while offering consumers a product that remains good in time, is the only way to increasing consumption of fruit & vegetables. To this regard, we cannot but mention modern fruit sorting lines and their accurate reading of the ripening level, developing also the best condition to programme methods and times of product. Giuseppe Calcagni, president of Besana Group, explained the advantages of technologic innovation, which is crucial to such traditional market field as dried fruit processing is.

www.tecnalimentaria.it


THE EXQUISITE FACTORY. “Traditional tastes available every day with our stock cube packaging lines.”

Cooking the old-fashioned way often takes a lot of time, but sometimes the traditional tastes can be savoured in just a few minutes. In the instance of stock cubes, we can relish high-quality stock whenever we want, particularly if they are prepared by our machines. Corazza, the IMA Industries’ company specialising in the manufacturing of complete packaging lines for paste and pressed soup cubes. Take a seat in our factory, and taste the IMA Industries solutions. We are sure you’ll find them EXQUISITE.

INTERPACK 2014 Düsseldorf, Germany - May 8-14, 2014 Hall 17 - Stand A30

www.ima-industries.com CORAZZA S.p.A. • corazza@corazza.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

IMA Industries a Interpack

2014: alta tecnologia in azione

Nello stand IMA Industries andrà in scena un nuovo modo di vedere l’innovazione, grazie al quale sarà possibile scoprire l’alta tecnologia di precisione delle macchine automatiche IMA

I

MA Industries, settore non farmaceutico del Gruppo IMA, leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il confezionamento, sarà tra i protagonisti dell’edizione 2014 di Interpack, dove presenterà soluzioni tecnologiche all’avanguardia e importanti novità per i mercati alimentare e cosmetico. Le società e divisioni di IMA Industries (Tea&Coffee Division, Corazza, Gima, Gima TT, BFB Division e R.I.) esporranno le loro ultime creazioni, macchine innovative e altamente orientate al mercato per il confezionamento di tè, caffè, prodotti alimentari (dairy e convenience food), chewing-gum e caramelle, cosmetici e toiletries. A Interpack 2014, tra le tante novità presenti nello stand, sarà esposta anche la nuova FF4 di Corazza, la macchina ad alta velocità per il confezionamento di formaggi fusi, burrosi o freschi, sviluppata secondo i criteri tecnologici e costruttivi più avanzati.

32

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

Ma le novità non finiscono qui. Nello stand IMA Industries andrà in scena un nuovo modo di vedere l’innovazione, grazie al quale sarà possibile scoprire e apprezzare al meglio i dettagli e l’alta tecnologia di precisione delle macchine automatiche IMA. Innovativi strumenti multimediali e interattivi, presentati in anteprima alle fiere del 2013, trasporteranno i visitatori dello stand IMA Industries in un’esperienza sensoriale unica, dando loro la possibilità di ammirare in modo esclusivo un’ampia scelta di soluzioni della gamma di produzione IMA Industries, tra cui macchine e linee per il confezionamento di burro, formaggio fuso (di forma triangolare, rotonda o quadrata) e dadi da brodo in pasta e pressati. Non perdetevi l’evento dell’anno e venite a visitare lo stand A20+A30+B03 del Gruppo IMA, Pad. 17, a Interpack 2014, 8-14 maggio 2014, Düsseldorf. www.ima-industries.com

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

Machinery & Development

IMA Industries at Interpack 2014: high technology in action At the IMA Industries stand you will enter a new dimension to experience the technology, an opportunity to discover the high precision technology of IMA’s automatic machines

I

MA Industries, the non-pharmaceutical sector of the IMA Group, leading company in the design and manufacture of automatic packaging machines, will be present at Interpack 2014 and showcase cutting-edge solutions and the Group’s new technological developments. The companies and divisions part of IMA Industries (Tea&Coffee Division, Corazza, Gima, Gima TT, BFB Division and R.I.) will introduce their latest developments and highly market-oriented solutions for the packaging of tea, coffee, dairy and convenience food, chewing-gum and candies, cosmetics and toiletries. The new FF4 will be on show at the IMA Industries stand: high speed dosing & wrapping machine for the packing of processed, cream or fresh cheese, designed and manufactured by Corazza according to the highest technology criteria.

www.tecnalimentaria.it

And the new developments don’t stop here. At the IMA Industries stand you will enter a new dimension to experience the technology, an opportunity to discover and better appreciate the details and high precision technology of IMA’s automatic machines. Innovative multimedia and interactive systems, premiered at the exhibitions in 2013, will involve visitors on a unique sensory journey, allowing to enjoy a wide selection of solutions of IMA Industries’ production range, such as machines and lines for the packaging of butter, processed cheese (triangular, round and square portions) and soup cubes, both paste and pressed. Don’t miss the event of the year and come to visit the stand A20+A30+B03 of IMA Group, Hall 17, at Interpack 2014, 8-14 May 2014, Düsseldorf. www.ima-industries.com

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

33


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Irplast: etichette sostenibili e performanti e nastri adesivi a elevata efficienza Irplast sarà a Interpack per presentare tutta la sua gamma innovativa di etichette e nastri adesivi

Micron19TM su bottiglia in PET - Saskia Jessen TÖPFER KULMBACH Micron19™ on a PET bottle for Saskia Jessen - TÖPFER KULMBACH

I

rplast, gruppo fiorentino, specializzato nella produzione e stampa di nastri adesivi, etichette e film in BOPP, partecipa a Interpack per presentare tutta l’innovativa gamma di etichette e di nastri adesivi. Etichette: • MICRON19TM etichetta in polipropilene di soli 19 µm (standard di mercato 30 µm – 35 µm) è l’ultima delle novità Irplast per il labelling: altamente performante e “sostenibile” in termini di impatto ambientale, è già in produzione anche sul mercato tedesco, presso alcuni tra i principali gruppi di imbottigliatori. E’ l’ideale per imballaggi dei settori beverage, alimentare e detergenza. • Pre-Glued Shrink Labels, etichette preadesivizzate in bobina che si pongono anche come valida alternativa all’impiego di shrink sleeve sui contenitori la cui forma richiede un grado medio-basso di termo retrazione. Economicità di gestione, alta produttività di applica-

zione, rispetto ambientale e sostenibilità sono i vantaggi principali, unitamente all’eliminazione della stazione colla a caldo nel processo produttivo che consente risparmio di colla ed energia, riduzione dei fumi e dei fermi per pulizia. Nastri adesivi: • il nastro adesivo antieffrazione TAMPER disponibile, su richiesta, in vari colori, garantisce la sicurezza e l’integrità degli imballi proteggendoli contro ogni tentativo di manomissione o effrazione. • il nastro adesivo AIRTAPETM di ultima generazione, caratterizzato da uno spessore di soli 19 µm (standard di mercato 25-28 µm). Ideale per imballaggi multisettoriali. • il nastro adesivo acrilico POLY+TM dall’aspetto opaco (MATT), di spessore e grammatura maggiorati (35 µm, 24g/mq), garantisce ottimo tack e adesività. Irplast sarà a Interpack: Hall 07 stand 70C14.

Irplast: green high performing labels and high efficiency printed adhesive tapes Irplast will exhibit at Interpack its complete innovative range of labels and adhesive tapes

I

rplast, an Italian group based in Florence, is specialized in producing and printing adhesive tapes, labels and BOPP film, will exhibit at Interpack its complete innovative range of labels and adhesive tapes. Labels: • MICRON19TM a 19µm thick polypropylene label (current market standard 30µm-35µm):

it is Irplast’s leading labelling solution. It is not only higly performing but represents also an eco-green solution; it is the ideal label for beverage, food and toiletries sectors. Some of the major German bottler companies have already introduced MICRON19TM in their production. • Pre-Glued Shrink Labels, latest generation of heat-shrinkable pre-glued

Label Tape Shrink su lattina in banda stagnata - Friesland Campina Label Tape Shrink on a can, Friesland Campina

34

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

roll-fed label, ”linerless”, without silicon backing liner. Rollfed pre-glued labelling technology is also an efficient alternative to the use of shrinkable sleeves on containers whose shape requires a medium-low degree of thermal retraction. Cost efficient due to high yield, environmentally friendly and eco-sustainable. Its use also allows the dismissal of the hot melt glue station from the labelling process. This enables glue and energy savings, elimination of toxic fumes from the bottling plant and fewer stops for cleaning. Adhesive tapes: • TAMPER security tape available – on demand – in various colors, which gives your packaging more safety and security and protects against any attempt of tampering and violation • AIRTAPETM is the latest adhesive tape generation characterized by a thickness of only 19µm (current market standard 2528 µm). Ideal for multi-sector packaging. • POLY+TM Matt finish acrylic adhesive tape, with increased thickness and adhesive weight (35µm, 24g/m2), which guarantees optimum tack and adhesion. Irplast will be at Interpack, Hall 07, stand 70C14.

www.tecnalimentaria.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Break-Through generation A Interpack 2014, Cama Group rivelerà il suo nuovo concetto di macchine: la Break-Through Generation

C

Dettaglio del robot Delta Triaflex di Cama che preleva e deposita barrette di cioccolato Detail of the Cama Delta Triaflex robot picking up and deposing chocolate bars

ama Group, azienda produttrice di linee d’imballaggio secondario, apprezzata da molti anni per la qualità e le prestazioni dei suoi prodotti, sarà a Interpack, dove esporrà il suo nuovo concetto di macchine: la Break-Through Generation. L’azienda italiana è rinomata per il lean design delle sue macchine e dei suoi robot per il packaging secondario; nel corso degli ultimi dieci anni gli ingegneri Cama hanno progettato macchine conformi al TPM ottenendo risultati eccellenti in termini non solo di soluzioni tecniche ma anche di accessibilità e hygienic design. Le macchine Break-Through di Cama vanno oltre il concetto di TPM, avvicinandosi sempre più alla filosofia Six Sigma, obiettivo comune delle aziende più avanzate che ricercano nell’efficienza la chiave del proprio successo. La sicurezza dell’operatore rimane al primo posto nella progettazione delle nuove macchine. L’accessibilità è un punto chiave, come consuetudine in Cama, assieme a un aumentato livello di sanificazione. A Düsseldorf, Cama mostrerà un nuovo concetto di astucciatrice, chiamata CL 175, che secondo gli ingegneri Cama offre il massimo della flessibilità. Il sistema dà risposta a coloro che cercano una macchina capace di lavorare a diverse velocità, con

Break-Through generation At Interpack 2014 Cama Group will disclose its new concept of machines: the Break-Through Generation

F

or many years one of the world most appreciated packaging companies for the quality and performance of its secondary packaging solutions, Cama Group will be attending Düsseldorf leading packaging exhibition in order to show its new concept of machines: the BreakThrough Generation. The Italian company is renowned for the Lean Design of its secondary packaging machines and robots. Cama engineers have been designing machines complying with TPM over the last ten years, reaching excellent results not only in terms of technical solutions but in accessibility and hygienic design. Cama Break-Through Machines are moving a step forward, getting closer to Six Sigma philosophy. Operators’ safety is at first place in the new machine design. Accessibility is - as usual when considering Cama - a key point, together with an increased sanification level. In Düsseldorf Cama will show a new side loading concept, identified as CL 175, offering,

36

Marzo / March 2014

Esempio di una classica macchina Cama: prima della Break-Through Generation Example of a classic Cama machine: before the Break-Through Generation

according to Cama engineers, the maximum of flexibility. The system is giving an answer to those who are looking for a machine which is able to work with different speeds, different product sizes and different, sometimes with important variations, carton dimensions. On the Robotics side, Cama will show a state of the art loading unit, where 12 Delta

• Linea completa chiavi in mano 1. Robot Delta con sistema di visione 2. Unità di carico indipendente 3. Macchina Astucciatrice 4. Incassatrice Wrap-around

FOOD INDUSTRY

prodotti di varie dimensioni, con prodotti talvolta diversi con varianti importanti, come la dimensione del cartone. Per ciò che riguarda la Robotica, Cama esporrà un’unità all’avanguardia dove 12 robot Delta lavoreranno assieme provando così l’efficienza del carico in co-flusso, ora portato al massimo rendimento dagli ingegneri elettronici e meccanici di Cama. L’azienda ha anche annunciato la realizzazione, unitamente a SPS (PFM Group), di una ruota per la gestione e distribuzione dei prodotti ad altissima velocità, offrendo un nuovo importante dispositivo per linee di imballaggio chiavi in mano, confermando l’ottima sinergia tra le due aziende. Assieme alle macchine della generazione Break-Through, sullo stand Cama si potrà anche vedere il classico wrap-around: un best seller in tutto il mondo, altamente apprezzato per flessibilità, efficienza ed ergonomia. Dopo aver visto la Break-Through generation di Cama, tutte le altre macchine sembreranno obsolete. Interpack è un salone al quale guardano tutti, dove i visitatori vogliono scoprire nuove idee e tendenze. Cama è pronta a stupirvi con le sue proposte innovative. Visitate Cama Group a Interpack, Hall 13 – Stand 13C31, dall’8 al 14 Maggio 2014.

type robots are working together proving the highly sophisticated co-flow loading system, now taken to its best by Cama electronic and mechanical engineers. Cama announced also the release of a high speed star-wheel system developed together with SPS (PFM Group). The feeding system is proof of the close relationship between the two companies and for sure a new important device to provide high speed turnkey solutions. Together with the Break-Through Generation machines, on Cama stand you will be able to appreciate the traditional wrap-around case packer: a world best seller, highly appreciated for its flexibility and lean design. It’s sure that after looking at the Cama BreakThrough Generation, all the other machines will look old and out of time. Interpack is the exhibition everybody is looking at in order to discover trends and new ideas. Cama is ready to shock you. Visit Cama Group at Interpack, in Hall 13, Stand 13C31, from 8th to 14th of May 2014.

• Complete Turnkey Line 1. Vision driven Delta Robot 2. Standing alone loading unit 3. Cartoning machine 4. Wrap-around case packer

www.tecnalimentaria.it


www.camagroup.com commerciale@camagroup.com

D端sseldorf - Germany 08-14 May Hall 13 - Stand 13C31


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Un unico marchio e un solo referente: CEV CEV: unione di forze, idee e intenti comuni a tre realtà storiche del packaging italiano: Cartomac, Europack e VAI

VAI

L

a più specializzata, innovativa e completa risposta alle esigenze di alimentazione, dosaggio, confezionamento, inscatolamento, incartonamento, pallettizzazione e accessori a completamento del fine linea: questo è ciò che offre CEV, la nuova realtà del packaging italiano. Linee complete o porzioni di esse con la medesima cura e attenzione a ogni dettaglio. Ogni unità produttiva cura la specializzazione tecnologica del proprio settore di competenza per un risultato finale comune di qualità e innovazione. L’attenzione quotidiana allo sviluppo e aggiornamento tecnologico e alla definizione del dettaglio, consente a CEV di essere rispondente alle più diverse richieste, complete o parziali di singole macchine o impianti. Esperienza, specializzazione e know-how in sinergia per soluzioni innovative, reali e complete, e con un unico marchio e referente: CEV. CEV incontra le più diverse esigenze e potenzialità. In ogni parte del mondo. CEV è la nuova idea per un packaging nuovo. Dall’8 al 14 maggio, a Interpack di Düsseldorf, CEV esporrà nel padiglione 08b, stands D07 (VAI) - D09 (Europack) - D11 (Cartomac).

One distinctive brand, one point of reference: CEV

T

he most specialized, innovative and complete solution for all packaging requirements. The new Italian reality CEV offers a range of dosing, bagging, boxing up, picking, packaging, palletizing and accessories to complete end-of-line production. Whole or part lines supplied with care and attention to every detail. CEV’s specialist know-how guarantees machinery is al the forefront of innovation and unrivalled in quality. Whether you need a complete or partial plant or want to update an individual machine, CEV’s constant study of technological developments and advances, and thorough attention to details allow to offer effective solutions for all plant requirements. Experience, expertise and know-how for strategic and innovative solutions. One distinctive brand, one point of reference: CEV. For the largest range of solutions under one roof and worldwide. A new idea for a brand new packaging. F r o m 8 t o 1 4 M a y, a t I n t e r p a c k i n Düsseldorf, CEV will be exhibiting at Hall 08b, stands D07 (VAI) - D09 (Europack) D11 (Cartomac).

38

Marzo / March 2014

CEV: alliance of resources, expertise and common goals of three major Italian packaging companies: Cartomac, Europack and VAI CARTOMAC

EUROPACK

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


www.cev-packaging.eu info@cev-packaging.eu

PALLETTIZZATORI, ROBOT, DISPOSITIVI DI PRELIEVO

VAI srl Via Staizza, 54 31033 Castelfranco Veneto, TV - Italy Tel. +39 0423 722836 Fax. +39 0423 720294 www.vai-pakaging.it info@vai-packaging.it

FORMATRICI DI SCATOLE, ASTUCCIATRICI, CHIUDITRICI

CONFEZIONATRICI VERTICALI, BILANCE, DOSATORI

Hall 08B - Stand D07-09-11

CARTOMAC srl Via Lago di Costanza, 32 36015 Schio - VI - Italy Tel. +39 0445 575673 Fax. +39 0445 576003 www.cartomac.com info@cartomac.com

EUROPACK srl Via Lago di Iseo, 11 36015 Schio - VI - Italy Tel. +39 0445 576860 Fax. +39 0445 579511 www.europack.biz info@europack.biz


Packagin

Machinery & Development

Ready for Interpack Ad Interpack Eurosicma presenterà gli stessi fattori di successo che l’hanno da sempre contraddistinta: costante innovazione e tecnologie avanzate

S

LINEA SMART Sistema di distribuzione ranghi per confezionare prodotti in stile flow pack SMART LINE Distribution system for products coming in rows to be packed in flow pack style

Farcitrice Modello SAMA 2 con l’applicazione del doppio colore per la crema abbinata alla confezionatrice flow pack EURO 88 Sandwiching Machine Model SAMA 2 double cream colour version combined with the flow wrapper EURO 88

ono trascorsi più di quarant’anni dalla prima partecipazione di Eurosicma alla fiera Interpack di Düsseldorf, un lungo sodalizio che ha visto nel corso del tempo crescere l’azienda fino a diventare oggi, secondo uno studio condotto dal Politecnico di Milano e pubblicato su “il Sole 24 Ore” il 16 febbraio 2014, una delle cinque più competitive aziende d’Italia nel settore del packaging. Giunta alla soglia dei cinquant’anni di attività, Eurosicma presenta gli stessi fattori di successo che l’hanno sempre contraddistinta: costante innovazione per lo sviluppo di nuovi prodotti e impiego di tecnologie molto avanzate per il miglioramento in termini di efficienza e produttività degli impianti. Eurosicma è a capo di un gruppo di aziende altamente specializzate che conta complessivamente 160 dipendenti ed è presente in oltre 80 Paesi del mondo con oltre 4000 unità vendute. Stand Overview Le applicazioni esposte per il settore bakery sono: • le confezionatrici automatiche orizzontali sia in stile flow che fold pack, Modelli EURO 88 EDG e EUROFOLD, complete di sistema automatico integrato di alimentazione e porzionatura per biscotti secchi, ripieni e farciti, cracker, fette biscottate, gallette di riso confezionati di costa; • la farcitrice automatica “wire-cut”, Modello

Ready for Interpack At Interpack, Eurosicma will present the same key factors that characterized the company from its foundation: constant innovation and advanced technologies

I

t has been more than 40 years since the first Eurosicma’s participation at Interpack exhibition in Düsseldorf, a long collaboration that has led to a significant growth of the company over the years. Today, according to a study conducted by the Politecnico Institute of Milan and published on the Italian business newspaper “Il Sole 24 Ore” on the 16th of February 2014, Eurosicma is among the top 5 most competitive Italian companies in the packaging sector. Close to its 50 years of

Confezionatrice modello EUROFOLD per biscotti di costa da confezionare in stile fold Wrapping machine EUROFOLD model for biscuits on edge in fold pack

40

Marzo / March 2014

activity, Eurosicma has the same successful key factors that characterized the company from its foundation: constant innovation to develop new products employing highadvanced technologies for the improvement in terms of efficiency and productivity of the plants. Eurosicma is the leading company of an Italian group that counts 160 employees and it operates in more than 80 countries worldwide with over 4000 units sold. Stand Overview The applications Eurosicma will exhibit for the bakery sector are: • the flow and fold automatic horizontal wrapping machines, EURO 88 EDG and EUROFOLD Models, completed with integrated automatic feeding and portioning system for dry, filled and sandwich biscuits, crackers, rusks, rice cakes to be wrapped on edge; • the automatic wire-cut sandwiching machine SAMA Model to produce sandwich biscuits, that can be combined with both Eurosicma’s fold and flow wrappers; • the high-performance feeding system

FOOD INDUSTRY

ign g & Des

SAMA, abbinabile alle confezionatrici Eurosicma sia flow pack che fold, per la produzione di biscotti farciti; • il sistema altamente performante, Modello SSTF–Soft Side Transfer Feeder, dotatodi doppio servo-motore per il delicato trasferimento laterale ad alta velocità di wafer dall’alimentatore multi-nastro alla catena della confezionatrice. Le applicazioni esposte dedicate al settore confectionery sono: • l’unità SMART, sistema di distribuzione ranghi altamente performante per un’ampia gamma di prodotti che arrivano in posizione piana dalla linea di processo con una disposizione per ranghi (barrettame, tortine, prodotti enrobati, noodles, marshmallows); • l’HSF8, High Speed Feeder and Timing System, sistema di alimentazione e fasatura a 8 nastri indipendentemente servo-motorizzati, in grado di gestire ad elevata velocità, il flusso di prodotti in ingresso alla confezionatrice evitando qualsiasi contatto tra di essi. Flessibile ed efficiente risulta ideale anche per prodotti particolarmente difficili da gestire quali barrette dalla forma non del tutto regolare, gelatine, torroncini, cup cakes, prodotti enrobati, sottili e/o appiccicosi. • La confezionatrice flow pack Modello EURO 77 che, grazie alla sua costruzione modulare e all’alta flessibilità, può essere abbinata a sistemi di alimentazione dedicati e confezionare una vasta gamma di prodotti quali caramelle dure e morbide, gelatine, lecca-lecca, praline, pellets, caramelle toffee, chewy-candy, lastrine di chewinggum e palline in colori assortiti.

SSTF–Soft Side Transfer Feeder for wafers, equipped with double servo-motor, that allows the gentle transfer at high speed of products from the multi-belts feeder into the chain of the flow wrapper. The applications Eurosicma will exhibit for the confectionery sector are: • the SMART unit – high-performance rows distribution system for a wide range of products coming in flat position from the processing line and placed in rows (bars, cakes, enrobed products, noodles, marshmallows); • the HSF8, High Speed Feeding and Timing System - pressureless highperformance feeding and timing system with 8 belts independently servo-driven, able to handle products at high speed avoiding any contact between them. Flexible and efficient system suitable also for “difficult products” such as bars with irregular shapes, jellies, nougats, cup cakes, enrobed, thin and sticky products; • The EURO 77 flow wrapper, that thanks to its modular construction and the high flexibility, can be combined to dedicated feeding systems and wrap a wide range of products such as hard and soft candies, jellies, lollipops, pralines, pellets, toffees, chewy-candies, chewing-gum slabs and balls in assorted colours.

www.tecnalimentaria.it


Hall 16 - Stand A13


Packagin

Science & Technology

ign g & Des

Misure al massimo livello di versatilità TotalPerm è il primo e unico strumento sul mercato in grado di eseguire misure di barriera all’ossigeno, al vapor d’acqua e all’anidride carbonica

C

on TotalPerm gli strumenti per le misure di permeabilità raggiungono il massimo livello di versatilità per il cliente: TotalPerm è infatti il primo e unico strumento sul mercato in grado di eseguire misure di barriera sia all’ossigeno (O2TR) che al vapor d’acqua (WVTR) e all’anidride carbonica (CO2TR). Prodotto da ExtraSolution, azienda Italiana leader nella produzione di permeabilimetri, TotalPerm ospita infatti al suo interno tre differenti sensori per ossigeno, vapor d’acqua e anidride carbonica. Lo strumento offre un’alta precisione e un range di misura estremamente ampio: 0,01300000 cm3/(m2·24h·bar) per l’ossigeno, 0,002-2000 g/(m2·24h) per il vapor d’acqua e 0,25-360000 cm3/(m2·24h·bar) per l’anidride carbonica. Le misure vengono effettuate in maniera completamente automatizzata e senza alcuna necessità di preparazione preliminare del campione.

Oltre a misurare la permeabilità di film sottili, TotalPerm può essere anche equipaggiato con accessori modulari per effettuare misure su contenitori tridimensionali. Ovviamente le misure vengono effettuate in accordo con le principali normative di riferimento: DIN 53380-3 e ASTM F2622 per la misura di O2TR, ASTM F1249 per le misure di WVTR ed ASTM F2476 per le misure di CO2TR.

TotalPerm rappresenta la soluzione ideale per le aziende che producono o utilizzano gli imballaggi barriera e vogliono le più alte prestazioni in un unico strumento e a un prezzo competitivo. Inoltre lo speciale software TotalPerm-ExtraSolution® garantisce la massima semplicità operativa, rivoluzionando la vita nei laboratori di analisi, ricerca e sviluppo e controllo qualità. Infatti, ora basta programmare la sequenza di misure che si desidera eseguire sullo stesso campione e lo strumento le svolgerà automaticamente. Per caratterizzare completamente un film o una confezione è sufficiente posizionarli nella cella di misura e quindi, tramite la semplice procedura guidata, impostare tutte le analisi che si desidera eseguire. Per ogni analisi si può scegliere il tipo di gas, la temperatura e l’umidità relativa. Le analisi saranno poi eseguite automaticamente in sequenza dalla macchina, secondo quanto impostato dall’operatore in fase di startup. In questo modo si può sfruttare al meglio il tempo macchina dello strumento che continuerà a lavorare autonomamente anche durante la notte o il fine settimana, quindi senza tempi morti e con un notevole risparmio dei costi nell’ottenimento dei risultati.

Measurements with the highest level of versatility TotalPerm is the first and only instruments in the market to test both oxygen barrier, water vapour and carbon dioxide

42

Marzo / March 2014

W

ith TotalPerm the instruments for permeability testing reach the maximum level of versatility for the customer. In fact, TotalPerm is the first and only instrument in the market that allows to test both oxygen barrier (O2TR) and water vapour (WVTR) and carbon dioxide (CO2TR). Developed by ExtraSolution, leading company for permeability testers production, TotalPerm houses three different sensors for oxygen, water vapour and carbon dioxide. The instrument offers high accuracy and extremely wide test range: 0.01-300000 cm3/(m2·24h·bar) for oxygen, 0.002-2000 g/ (m2·24h) for water vapour and 0.25-360000 cm3/(m2·24h·bar) for carbon dioxide. As well as reading the permeability of thin films, TotalPerm can also be equipped with modular accessories to carry out measurements on different kinds of threedimensional packages. The readings are performed according the main standards of reference, such as: DIN 53380-3 and ASTM F2622 to read O2TR, ASTM F1249 to read WVTR and ASTM F2476 to read CO2TR.

FOOD INDUSTRY

TotalPerm is the best solution for companies producing or utilizing barrier packaging that look for a single tool for the highest performance at a competitive price. In addition, special software TotalPermExtraSolution ® guarantees the highest operation simplicity, thus revolutionizing the life at analysis, R&D, and quality control laboratories. Now we just need to program the list of tests on the same sample and TotalPerm will run all analysis automatically. To fully typify film or package, we just have to place them in the reading cell and, through simple guided procedure, all analysis can be set. For each of them, we can choose gas, temperature and humidity level. The analysis will be sequenced by the machine as previously set by the operator during the start-up phase. This way, it is possible to exploit the machine time at the best and the unit will go on working also at night or weekend, with no downtime and for remarkable money saving.

www.tecnalimentaria.it


PROCESSES AND PACKAGING LEADING TRADE FAIR DüsselDorf, Germany

08 –14 may 2014 food.interpack.com

Il nutrImento per

l‘industria alImentare

Honegger Gaspare Srl Via F. Carlini, 1 _ 20146 Milano Tel +39 02 4779141 _ Fax +39 02 48953748 honegger@tradefair.it _ www.honegger.it


Packagin

Machinery & Development

ATLANTA ,

un’azienda dinamica che lavora con te

ARAGON, la nuova fardellatrice di Atlanta, è una soluzione fatta su misura per produrre ad alta velocità in doppia e/o tripla pista

A

TLANTA è un’azienda specializzata nella produzione di macchine confezionatrici per le industrie alimentari, bevande, alimenti per animali, detergenti, lubrificanti e prodotti per cura personale. ATLANTA, sempre attenta alle tue specifiche esigenze di produttività, innovazione e competitività, alla fiera DRINKTEC 2013, ha presentato, la nuova fardellatrice ARAGON, una soluzione fatta “su misura” per chi deve produrre ad alta velocità in

doppia e/o tripla pista. L’ARAGON è stata progettata con l’utilizzo di materiali all’avanguardia come catene nichelate, barre in fibra di carbonio, motore pneumatico per svuotamento forno, ecc. Il cambio film è automatico, anche per lo stampato. L’ARAGON propone una serie di innovazioni per migliorare l’aspetto dei fardelli, e limitare l’uso energetico, come un forno sdoppiato che, nella prima parte, scalda il film lavorando sulla parte inferiore del fardello e, nella seconda parte, tramite flussi d’aria dedicati e regolabili, sistema e retrae l’avvolgimento del film sul prodotto. Tutte queste novità propongono macchine, per quanto possibile, ancora più semplificate e con soluzioni costruttive dedicate alle esigenze di chi deve produrre, gestire gli impianti con semplicità e avere grande versatilità sui prodotti da imballare. Il cliente

Atlanta, a dynamic company that works with you ARAGON, Atlanta new shrink wrap machine, is a customized solution for high speed production in double and/or triple lane

44

Marzo / March 2014

A

TLANTA is a specialized company engaged in the production of packaging machines for food, beverage, pet food, detergents, lubricants and personal care products. ATLANTA, always sensitive to your specific needs of productivity, innovation and competitiveness, at DRINKTEC 2013 in Munich, presented the new shrink wrap machine ARAGON, one solution customized for customers with high speed production in double and/or triple lane. ARAGON has been designed with the use of advanced materials such as nickel-plated chains, carbon fibre bars, pneumatic motor for emptying the tunnel (power lost), etc. The film exchange is completely automatic, even for printed film. ARAGON offers customers a series of innovations to produce better quality packs whilst reducing energy consumption, like a double oven that, in the first part, warms the film working on the lower part of the packs and in the second part, through dedicated and adjustable air flow, set up and control the shrinkage of the film onto the product. All these new machines offer the user simplified operation and build solutions dedicated to the needs of both production and management with ease of use and increased versatility on a wide range of products to

FOOD INDUSTRY

ign g & Des

è il ns. costante “focus”. Le macchine ATLANTA si sono affermate, nel mondo, grazie alle prestazioni, alle diverse gamme di prodotti confezionati, all’efficienza, all’affidabilità e bassa manutenzione. Per questo motivo sempre più OEM inseriscono macchine ATLANTA all’interno di linee che vengono installate in tutto il mondo. L’azienda presenta le seguenti serie di macchine: • Wrap-around GIOTTO, fino a 50 cartoni al minuto • Wrap-around RAFFAELLO, fino a 15 cartoni al minuto • Fardellatrice ARAGON, fino a 300 fardelli al minuto. (in tripla pista) • Fardellatrice ECOFARD, fino a 300 fardelli al minuto, piccoli contenitori. (in tripla pista) • Fardellatrice OPALE, fino a 50 fardelli al minuto • Fardellatrice AMBRA, fino a 30 fardelli al minuto • Macchina COMBI che è l’unione tra la fardellatrice e l’avvolgitrice cartoni ATLANTA si caratterizza x la grande “flessibilità” verso le tue esigenze offrendo diversi tipi di fardellatrici che possono avvolgere con solo film, stampato o no, falda e film, vassoio e film o solo vassoio. I benefici chiave di tutti questi modelli di macchine sono i cambi formato facili e veloci, volendo anche in automatico, uniti all’estrema facilità d’uso degli operatori.

be packaged a priority. The customer is our constant “focus”. The ATLANTA machines have established themselves in the marketplace thanks to performance, versatility, efficiency, reliability and low maintenance. For this reason many OEMs utilized ATLANTA machines inside their lines which are installed all around the world. The company produces the following machine range: • Wrap-around GIOTTO, up to 50 cases per minute • Wrap-around RAFFAELLO, up to 15 cases per minute • Shrink Wrapper ARAGON, up to 300 packs per minute (triple lane) • Shrink Wrapper ECOFARD, up to 300 packs per minute, of small containers (triple lane) • Shrink Wrapper OPALE, up to 50 packs per minute • Shrink Wrapper AMBRA, up to 30 packs per minute • COMBI machine range which is a union of a shrink wrapper and a wrap around case packer. ATLANTA is characterized by the great “flexibility” to your needs by offering different types of shrink wrapping machine that can be specified to run film only packs, printed or not, with pad and film, with tray and film or just tray. Key benefits of all these models are fast and easy format changes, possible with automatic size changeover, combined with operational convenience.

www.tecnalimentaria.it


ATLANTA S.r.l. - -Via 13,--40010 Bolognese (BO) Italy - -Italy ATLANTA S.r.l. -Via ViaEuropa Verde 7/b 7/b 40012 Sala Calderara di Bologna ATLANTA S.r.l. Verde 40012 Calderara di Reno, Reno, Bologna Italy Tel. +39 051722792 Fax +39 051721630 www.atlantapackaging.com info@atlantapackaging.eu Tel.+39 +39051 051722792 722792- -Fax Fax+39 +39051 051721630 721630 -- info@atlantapackaging.eu info@atlantapackaging.eu -- www.atlantapackaging.com Tel. www.atlantapackaging.com


Packagin

Science & Technology

ign g & Des

Alta tecnologia in condizioni difficili

L

’energia elettrica e le materie prime rincarano sempre di più, le limitate capacità di carico merci provocano l’aumento dei costi di trasporto. Com’è possibile, a queste difficili condizioni, offrire imballaggi di valore senza calcare sui prezzi? I produttori di imballaggi industriali dimostrano che si può: utilizzando materiali di recupero più convenienti, partecipando allo sviluppo di concetti logistici e puntando sulla produzione autonoma di corrente con fonti di energia rinnovabili. L’industria ha un problema: con paesi emergenti in rapidissima crescita come la Cina e paesi industrializzati dove la congiuntura sta marciando a pieno ritmo come la Germania, le materie prime sono sempre più scarseggianti e sempre più care. Nella sua attuale relazione sulla situazione degli approvvigionamenti di materie prime in Germania, l’Istituto Federale Tedesco per le Geoscienze e le Risorse Naturali mette in guardia già ora contro serie carenze. Al tempo stesso, in molti paesi europei le costose importazioni di petrolio, gas e carbone fanno levitare i prezzi per l’energia. In Germania le aziende industriali pagano ormai in media dodici centesimi

46

Marzo / March 2014

I produttori di imballaggi industriali dimostrano che si possono offrire imballaggi di valore senza calcare sui prezzi per chilowattora di corrente elettrica – circa un quarto di più che solo cinque anni fa. I produttori di imballaggi industriali sono particolarmente colpiti dagli aumenti dei prezzi. Contenitori, pallet, parti tecniche e portapezzi sono fatti in gran parte di plastica. Un materiale leggero e resistente, ma la produzione di imballaggi di plastica tramite stampaggio a iniezione richiede molta energia. Inoltre i produttori utilizzano granulato, un materiale molto richiesto ma non più disponibile in quantità illimitate. “A lungo termine ciò significa non solo un aumento dei prezzi per tutti i supporti di carico: prima o poi sarà la disponibilità a rappresentare un criterio decisivo”, afferma Udo Schwabe,

FOOD INDUSTRY

responsabile del marketing presso la filiale tedesca della società svizzera Utz Group, specializzata in contenitori. L’aumento dei costi di trasporto rende la situazione ancora più precaria. Il problema è che i grossi imballaggi industriali in viaggio verso il cliente richiedono parecchio spazio durante il trasporto su camion e treni. “In questa situazione è quasi impossibile riuscire a ridurre i costi”, continua Schwabe. I clienti sono più esigenti Mentre il margine finanziario per le aziende si riduce sempre di più, i clienti diventano sempre più esigenti. Sia che si tratti di grossisti, dell’industria alimentare o di quella farmaceutica, tutti i settori di rilievo vogliono ridurre la propria impronta di carbonio dando molta importanza agli imballaggi sostenibili, prodotti nella tutela delle risorse senza però essere meno stabili. Inoltre le aziende puntano su sistemi di trasporto altamente automatizzati per garantire un flusso di materiali efficiente. Una situazione molto impegnativa per il packaging. “Anche per gli imballaggi industriali vale il principio: protezione del prodotto con contenimento del materiale utilizzato per la confezione.

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

Meno materiale significa anche meno spazio necessario per il prodotto confezionato”, spiega Vera Fritsche, portavoce dell’Associazione macchine per alimenti e confezionatrici della Federazione tedesca dei costruttori di macchine e impianti (VDMA). Inoltre i contenitori devono essere identificabili per poterli gestire con diversi sistemi logistici. “La codificazione ha un ruolo di primaria importanza, soprattutto per quanto concerne la rintracciabilità del prodotto lungo tutta la catena di distribuzione, ma anche per tutta l’intralogistica”, illustra Fritsche. Qui sta guadagnando sempre più importanza soprattutto l’innovativa tecnologia delle etichette inmould. Essa consente di creare etichette di lunga durata e facilmente pulibili, è però più complessa e costosa rispetto ai comuni codici a barre. Questi ultimi vengono semplicemente incollati sulle confezioni in un secondo momento, mentre il sistema inmould è integrato nella produzione del contenitore. Le etichette prestampate vengono immesse nello stampo per iniezione e si amalgamano alla massa plastica fusa quando questa viene iniettata nello stampo stesso. Una delle richieste avanzate ai fornitori di imballaggi è di offrire contenitori che occupino poco spazio. “Le capacità di carico e di stoccaggio non solo scarseggiano sempre di più ma sono anche costose”, prosegue Fritsche. Le aziende scaricano la pressione sull’industria degli imballaggi, richiedendo contenitori il cui volume sia riducibile: pieghevoli, conici o impilabili e girevoli. Per i produttori di imballaggi la grande sfida consta nel presentare le necessarie innovazioni che non vadano a scapito della qualità e possibilmente non incidano sui prezzi. All’interpack 2014, che si svolgerà a Düsseldorf dall’8 al 14 maggio, i visitatori potranno farsi un’idea delle strategie e prodotti escogitati dai produttori di imballaggi industriali per sopperire alle esigenze del mercato. L’interpack promette molti spunti interessanti, visti gli sforzi incessanti degli specialisti del packaging per presentare prodotti novità e possibilità di contenimento dei costi. Secondo le dichiarazioni di Dirk Heidmeyer, direttore della ditta Greif di Colonia (Germania), specializzata in fusti, la sua azienda intende sfruttare entro breve termine ulteriori potenzialità di risparmio ed efficienza a tutto campo. “In questo modo puntiamo a due obiettivi essenziali: in primo luogo vogliamo fare il possibile per contenere al massimo i costi degli imballaggi per la nostra clientela a lungo termine; in secondo luogo con il miglioramento della redditività si deve contribuire a garantire il futuro in conformità con ‘The Safe Choice’.” ‘The Safe Choice’ descrive l’impegno della Greif di offrire sempre imballaggi di grande pregio con il massimo della sicurezza in termini di prodotto e di fornitura. Nessuna confezione è uguale all’altra Creare un legame con il cliente attraverso confezioni particolarmente sicure è anche l’approccio adottato dal gruppo di packaging tedesco Schütz. Fra le sue novità si annoverano anche le cosiddette confezioni Foodcert per l’industria alimentare, basate sulla recentissima norma industriale FSSC 22000 (Food Safety System Certification). Tale norma

www.tecnalimentaria.it

Science & Technology prescrive fra l’altro elevati standard di pulizia in fase di produzione per ridurre al minimo il rischio di contaminazioni. Inoltre la Schütz produce le sue confezioni Foodcert ‘just in time’, e dunque a flusso teso sulla base di commesse specifiche del cliente. In questo modo si evitano lunghi tempi di stoccaggio e possibili contaminazioni. “Come primo produttore di Intermediate Bulk Container e fusti a livello mondiale, la Schütz sottopone tutti i suoi stabilimenti a stretti controlli”, afferma l’azienda. Gli Intermediate Bulk Container (IBC) sono fra i contenitori di grandi dimensioni più diffusi. I container cubici in plastica vengono utilizzati nel settore industriale soprattutto come recipienti di raccolta e trasporto. Un’altra strategia di fidelizzazione della Schütz è rappresentata dalle soluzioni di packaging sostenibili. Fra gli sviluppi più recenti dell’azienda da questo punto di vista si propone un pallet IBC in plastica prodotto partendo dal recupero di IBC usati. Con questo sistema la Schütz piglia due piccioni con una fava: da un lato soddisfa il crescente interesse verso il bilancio di carbonio nonché prodotti ecologici e riciclabili; dall’altro la Schütz si rende più indipendente dalle costose riforniture di materie prime riciclando gli IBC a fine ciclo. E il tutto senza intaccare la qualità, assicura l’azienda. Il prodotto riciclato è infatti particolarmente resistente alle sostanze chimiche, deformazioni e danneggiamenti, come afferma la società. L’esperta del VDMA Fritsche indica un altro esempio di confezione prodotta nel rispetto delle risorse e riutilizzabile: la bobina Xfach Folding Coil della ditta DS Smith Packaging, una bobina per spedire guarnizioni in gomma, tubi flessibili, cavi e simili. “Bastano due semplici operazioni per drizzarla o appiattirla. Una volta appiattita, tutti i componenti della bobina rimangono uniti ed è escluso che si perdano durante il trasporto di ritorno. Grazie alla robusta struttura in cartone ondulato, la bobina pieghevole può essere utilizzata più volte”, afferma Fritsche. Anche la Utz dà molta importanza all’aspetto sostenibile ed efficiente dal punto di vista dei costi per la produzione dei suoi supporti di carico in plastica. In un centro di riciclaggio interno all’azienda, i box e i pallet vengono ritrasformati in granulato. Contemporaneamente, l’azienda sta sviluppando nuovi materiali di imballaggio come il Wood Plastic Composite, un composito di legno e plastica. Per la produzione autonoma di eco-corrente, la Utz ha inoltre investito in un proprio impianto a pannelli solari e in una centrale termoelettrica a blocco. “Sono investimenti che in un primo momento possono sembrare elevati, ma a lungo termine ci rendono indipendenti dalle borse dell’energia e da interventi sui prezzi da parte dello Stato”, spiega il responsabile del marketing Schwabe. Accanto alla sostenibilità e al contenimento dei costi, alla Utz hanno un ruolo di primo piano anche la flessibilità in produzione e la pronta consegna. “Va detto che al posto della soluzione universale per gli imballaggi riutilizzabili, come era all’ordine del giorno qualche anno fa, ora si cercano soluzioni individuali, su misura del cliente e del settore”, dichiara

FOOD INDUSTRY

Schwabe. Assieme a imprese di lavorazione della carne e all’organizzazione per standard globali GS1, la Utz ha così sviluppato un nuovo contenitore per carni chiamato E-Performance, che grazie al miglioramento della geometria del fondo e della struttura angolare è particolarmente stabile ed è codificabile su tutti i quattro lati con un’etichetta inmould, per consentire una migliore identificazione all’interno della catena di fornitura. Per una catena di drogherie la Utz ha poi creato un’unità di trasporto che può essere spinta a destinazione su rotelle all’interno dell’azienda. Alla base di questa torre impilabile c’è un carrello che sul lato superiore presenta quattro cavità per le ruote di un successivo carrello. In questo modo è possibile impilare in magazzino le diverse unità, con risparmio di spazio. La Utz rifornisce anche la grande industria. La sede centrale in Svizzera ha sviluppato per un gruppo tecnologico internazionale un packaging di grandi dimensioni composto da un pallet box pieghevole, diverse suddivisioni interne e ripiani intermedi imbutiti. Quest’unità di imballaggio viene utilizzata in tutto il mondo per il trasporto di pale di turbine per centrali a gas e idroelettriche, che debbano essere sottoposte a revisione. Per poter offrire molteplici soluzioni d’imballaggio ai diversi settori, la Utz investe costantemente nell’ampliamento del proprio parco macchine. Nel frattempo, solo nello stabilimento di produzione svizzero a Bremgarten sono in funzione 29 macchine per stampaggio a iniezione. “Non abbiamo articoli che potrebbero giustificare impianti monoprodotto”, comunica l’azienda. Nel settore del packaging c’è molto movimento.

Marzo / March 2014

47


Packagin

Science & Technology

ign g & Des

High tech under difficult conditions E

lectricity and resources are becoming more expensive, and the shortage of freight capacity is pushing up the cost of transport. So how can high-grade packages be marketed under these difficult conditions without appreciable price rises? The manufacturers of industrial packages are showing that this is possible – by using low-cost recycled materials, participating in the development of logistics strategies and generating their own renewable energy. Industry is in a predicament. Because newly industrialised countries like China are growing rapidly and business is booming in industrialised nations like Germany, resources are becoming scarcer and more expensive. In its current report on the state of resource supplies in Germany, the Federal Institute for Geosciences and Natural Resources is already issuing a warning about serious supply bottlenecks. In many European countries, energy prices are on the up because of increasingly expensive imports of oil, gas and coal. In Germany, industrial enterprises are now paying an average of 12 cents per kilowatt hour of electricity, roughly 25 per cent more than only five years ago. The manufacturers of industrial packages are being hit particularly hard by the price

48

Marzo / March 2014

The manufacturers of industrial packages are showing that marketing high-grade packages without appreciable price rises is possible rises. Their containers, pallets, technical components and workpiece carriers are usually made of plastics. Although they are light and robust, a lot of energy is required for the injection-moulding of plastics packages. Furthermore, the manufacturers need granulate for this, which is in big demand and no longer available in limitless quantities. “In the long term, this not only means increases in the price of all load carriers, but availability will also become a crucial factor sooner or later,” says Udo Schwabe, Marketing Manager of the German branch of the Swiss Utz Group, a container specialist. Rising transport costs are exacerbating the situation. The problem is that large industrial packages on their way to the customer by trucks and train take up a good deal of space. “In this situation, cost savings are pretty much out of the question,” Schwabe claims.

FOOD INDUSTRY

Customers are becoming more demanding While the financial leeway for customers is declining, customers are becoming more demanding. Whatever the sector – the wholesale trade, food industry or pharmaceuticals industry – they all want to shrink their carbon footprint and are insisting on sustainable packages produced with minimum resource input but without compromising on strength. Companies are also resorting to highly automated conveying technologies to ensure trouble-free materials flow. And this raises the bar significantly for packaging. “Like other packages, industrial packages also have to protect the product while using less material. Less material also means less space taken up by the packaged product,” explains Vera Fritsche, specialist of the Food Processing and Packaging Machinery Association in the German Engineering Federation. In addition, the containers have to become identifiable so that they can be controlled by different logistics systems. “Coding plays a very important part here, particularly as regards the traceability of the product over the entire distribution chain as well as the entire in-plant logistics,” Fritsche explains. Novel inmould labelling technology is making rapid inroads, as it produces durable and easy-to-

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

clean labels, although it is more elaborate and more expensive than the currently widespread barcodes. These are simply stuck onto the packages in a downstream cycle, while inmould labelling is integrated in container production. Pre-printed labels are inserted in the injection mould and fuse with the plastic melt on its injection into the mould. Packaging suppliers are also expected to offer space-saving containers. “Freight and storage space is becoming not only scarcer, but also costlier,” Fritsche continues. Companies pass on the pressure to the packaging industry in the form of demands for volume-reduced containers, be they folding, conical or stackable/nesting. The biggest challenge facing packaging manufacturers is to deliver the required innovations without loss of quality and at as little extra cost as possible. At interpack 2014 in Düsseldorf from 8 to 14 May 2013, visitors can find out for themselves the strategies and products that suppliers of industrial packages are adopting in order to meet the needs of the market. interpack promises a multitude of inspirational ideas, as packaging specialists are working flat out to innovate and cut costs. Cologne-based drum specialist Greif, for example, aims to tap further cost and efficiency potential right across the company in the short term, says its Managing Director Dirk Heidmeyer. “This way we are pursuing two major goals on behalf of our customers. Firstly, we want to do all we can to keep package costs as low as possible for our customers in the long term. And, secondly, we want the improvement in the earnings situation to contribute to long-term security in terms of what we call ‘The Safe Choice’.” The Safe Choice is Greif’s pledge to always offer high-grade packages with maximum product safety and delivery reliability. No package IIS like any other Using extra-safe packages to keep the customer coming back is the approach also pursued by the Schütz packaging company in Germany. Its innovations include Foodcert packages for the food industry, which are based on the latest industrial standard FSSC 22000 (Food Safety System Certification).

www.tecnalimentaria.it

Science & Technology This standard calls among other things for high cleanness precautions during production to minimise the risk of contamination. Schütz also manufactures its Foodcert packages exclusively just in time, i.e. to meet actual demand in response to individual customer orders. Long storage and contamination are thus avoided. “Schütz is the first manufacturer of intermediate bulk containers and drums worldwide to subject all of its production plants to this audit,” the company claims. Intermediate bulk containers (IBCs) are among the most widely used large packages. These cubic plastic containers are used in industry mainly as collection and transport containers. Another Schütz strategy to attract customers in the long term is sustainable package solutions. The company’s latest developments in this area include a plastics IBC pallet that is made by reprocessing used IBCs. Schütz is thus killing two birds with one stone. It is firstly satisfying growing demand for carbon-footprint-reduced and ecologically produced, recyclable products. And, secondly, by reprocessing scrapped IBCs, Schütz is making itself less dependent on expensive supplies of raw materials. And without loss of quality, the company insists. For the recycled material is highly resistant to chemicals, deformation and damage, Schütz claims. VDMA expert Fritsche cites another example of a resource-conserving, reusable package: the so-called Xfach Folding Coil from DS Smith Packaging for the transport of rubber seals, hoses, cord and the like. “It takes just two manipulations to set it up and collapse it. When the coil is collapsed, all the parts remain connected, and losing parts during the return trip is prevented. Thanks to its construction with robust corrugated board, the folding coil is designed for multiple use,” says Fritsche. One of the focuses of Utz is also on the sustainable, cost-effective production of its plastics load carriers. At the company’s own recycling centre, boxes and pallets are processed into granulate. Alongside this, the company is developing new packaging materials like wood-plastic composite as well.

FOOD INDUSTRY

To supply itself with eco-friendly electricity, Utz has also invested in its own photovoltaic installation and a combined heat and power plant. “These are initially large investments, but they will make us more independent of electricity exchanges and government price interventions in the long term,” Marketing Manager Schwabe explains. In addition to sustainability and cost reduction, Utz accords a key role to flexibility in production and to delivery readiness. “One thing is certain: the search is on not for the universal solution for multi-way packages, as was perhaps on the agenda a few years ago, but for solutions geared to specific industries and customers,” says Schwabe. In cooperation with meat processers and the global standards organisation GS1, it has thus developed a new, e-performance meat container whose enhanced base geometry and corner design makes it extra-strong. It also bears an in-mould label on all four sides for easier identification within the supply chain. For a chain of chemist’s stores, Utz has also developed a transport dolly that can be moved on casters without great effort to its in-plant destination. The basis of this dispatch tower is a dolly that has four recesses on its upper surface to accommodate the casters of the next dolly. The dollies can thus be stacked one on top of the other to save space in the warehouse. Utz also serves large industrial enterprises. For an international technology corporation, the Swiss Group’s headquarters has designed a large package composed of a folding box pallet, various interior divisions and deep-drawn intermediate panels. The package unit is used worldwide for transporting turbine blades for gas and hydroelectric power plants when these undergo inspection. So that it can supply industry with its many packaging solutions, Utz is constantly investing in the extension of its machine park. The Swiss production plant in Bremgarten alone now has 29 injection moulding machines. “We don’t have any products that would warrant a mono-product system,” the company claims. There is plenty afoot in the packaging sector.

Marzo / March 2014

49


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Cristina significa differenziazione, affidabilità e competenza Il pack trasparente firmato Cristina viene considerato un investimento in termini di visibilità e vendite

capacità produttiva e qualità ed arrivando ad esportare più del 70% della produzione. Sempre molto attenti all’innovazione e con un occhio di riguardo nei confronti della salvaguardia dell’ambiente in cui è immersa, l’azienda si è munita di importanti certificazioni che, da più di 20 anni, le hanno permesso di lavorare con primari clienti internazionali. Grazie alla certificazione BRC-Iop l’azienda è infatti in grado di produrre astucci destinati al diretto contatto alimentare garantendo al cliente un prodotto altamente monitorato che rispetta gli standard di igiene, divenendo centrale punto di riferimento per le aziende operanti nel settore dolciario/alimentare. Non solo packaging per il settore dolciario Scatolificio Cristina è specializzata nella produzione di astucci e fasce trasparenti per il settore alimentare, il settore cosmetico, in cui è essenziale l’attenzione al dettaglio e le lavorazioni grafiche ad alti standard qualitativi, il settore beverage con la creazione di pack innovativi atti a contenere la singola bottiglia o combinazioni beverage-food destinate anche al Duty Free ed il settore parafarmaceutico.

Cristina means differentiation, reliability and expertise

company once starting with just two people can boast today a team of more than 70 people, thus becoming European leader in terms of production capacity and quality, and exporting over 70% of its production. Greatly attentive to innovation and with a weather eye on the environment, the company has attained important certifications, which have allowed it to work with top international customers for more than 20 years. Thanks to BRC-Iop Certification, the company can produce packs that can come in contact with food, thus not only granting customers a fully improved product complying with hygiene standards, but also becoming a benchmark for the companies of the confectionery/food sector. Not only packaging for the confectionery sector Scatolificio Cristina specializes in the production of transparent cases and belts for the food sector, cosmetics sector where details, graphics and top-quality standards are essential, beverage sector with innovative packs for a single bottle or beverage-food sets, also for Duty Free areas, and pharmaceuticals sector.

Cristina-branded transparent pack is acknowledged as a short-term investment in terms of visibility and sales

T

he scenario of use of transparent pack has changed throughout the years and marketing managers have been increasingly convinced that this particular kind of package can play the role of a sound ally to highlight products and stand out from the major competitors. In the present economic framework, companies utterly believe that making their products different from others on the same shelf is of cardinal importance; packaging has had growing importance in marketing strategies carried out purposely

50

L

o scenario di utilizzo del pack trasparente è mutato negli anni e, nella mente dei responsabili marketing si è consolidata sempre più l’idea che questo particolare tipo di imballo possa essere un valido alleato per differenziarsi dai maggiori competitors mettendo estremamente in risalto il prodotto. All’interno dello scenario economico attuale diventa infatti di primaria importanza per le aziende la possibilità di evidenziare i propri prodotti rispetto agli altri presenti sul medesimo scaffale ed il packaging negli anni ha acquisito sempre più importanza nelle strategie di marketing attuate per aumentare le quote di mercato, implementare le vendite o lanciare nuovi prodotti. Ecco quindi che piccole e grandi aziende hanno trovato in Cristina The Transparent Packaging un valido alleato nel raggiungimento di questo obiettivo. Scatolificio Cristina The Transparent Packaging da 45 anni produce packaging trasparente in PET, PET-R e PP. Grazie a continui investimenti strutturali e organici, l’azienda partita con due dipendenti oggi vanta un team composto da più di 70 persone, divenendo leader europeo per

Marzo / March 2014

to increase market share, implement sales and launch new products, Small- and big-sized companies have found in Cristina The Transparent Packaging a sound ally to hit their targets. Scatolificio Cristina The Transparent Packaging has been producing PET, PET-R and PP transparent packaging for 45 years. Owing to regular investments in structure and staff, the

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Packagin

Marketing & Strategy

Una nuova era per il contenitore monodose Un packaging intelligente con brevetto universale che si apre con una sola mano

E

asysnap è una innovativa e rivoluzionaria confezione monodose per prodotti liquidi che può sostituire tutte le attuali confezioni monodose convenzionali da 1 a 30 ml nell’industria alimentare. Fino ad oggi per aprire una bustina monodose utilizzavamo due mani, e a volte i denti, per “strappare” l’apertura. Oggi cambia tutto perché Easysnap Technology ha inventato Easysnap: una monodose con un sistema di apertura brevettato in tutto il mondo: è sufficiente flettere una confezione con due dita per consentire una fuoriuscita dosata e controllata del prodotto da una micro-rottura nel materiale plastico. Easysnap si apre solo se piegata fino al punto di rottura, oltre i 90°, e la conformazione semi-rigida impedisce che vengano schiacciate o compresse, per questo possono essere infilate anche in tasca. Le confezioni Easysnap sono progettate e certificate per l’industria alimentare con i più

ign g & Des

alti standard di qualità, inoltre hanno netti vantaggi su qualunque altra confezione monodose: l’apertura e il dosaggio del prodotto avvengono con l’impiego di una sola mano ed è quindi perfettamente fruibile anche da persone diversamente abili; il meccanismo di apertura è semplice, pulito ed igienico (ideale per tutti i servizi di ristorazione, in linea con le normative europee); le confezioni sono ergonomiche, resistenti e occupano poco volume; la tecnologia è impossibile da contraffare; il product design è di per sé innovativo, inoltre può essere personalizzato per forma e dimensioni e stampato su ogni lato; le barriere sono mantenute intatte al 100% e non c’è aria all’interno delle confezioni, per cui è assicurata una ottima resa della shelf life del prodotto; i costi di produzione sono molto bassi. Dal 2007 Easysnap è entrata nei mercati di tutto il mondo industrializzato (USA, Canada, Europa, Arabia Saudita, India, Giappone, Australia e Sud Africa) con trentacinque macchine automatiche che producono ogni giorno milioni di unità, mentre il servizio conto terzi dell’azienda ha una capacità annua di 100 milioni di pezzi. Easysnap ha già ricevuto molti riconoscimenti ed è considerata a livello internazionale come l’unica novità nel mercato dei contenitori monodose da oltre vent’anni: è destinata a diventare lo standard di riferimento più venduto per il confezionamento in piccole unità.

A new era for single dose pack Easysnap is an innovative patented and revolutionary single use packaging concept for liquid products

52

Marzo / March 2014

E

asysnap is an absolute novelty which can replace any conventional monodose container from 1 to 30 ml or more and it is suitable to open and dispense in a clean way any liquid product for food (ketchup, mayonnaise, salad dressing, jam, extra virgin olive oils, balsamic vinegars and more) or beauty and pharma (liquid medications, baby care products, ointments, toothpaste, body lotions, creams, hand sanitizer and more). Until now we are used to open a single dose container with two hands. From now on everything will change. Easysnap technology has created Easysnap, a monodose sachet with a worldwide patented opening system: it opens and dispenses product with only one hand. We just have to take an Easysnap with one hand and fold it with two fingers and snap: it allows the product to flow out in a completely controlled manner. Unless the sachet is folded over 90°, it will not open, therefore resistant to any squeezing or crushing. Against any other traditional monodose container, Easysnap has many advantages: it is neat, clean and hygienic; it’s unique, impossible to counterfeit; it can be filled with any liquid food, cosmetic, chemical or pharma device, it has no air inside and its 100% barrier properties gives a long shelflife; it has very low production costs.

FOOD INDUSTRY

Moreover, Easysnap® is a new and certified marketing tool for food, medical device, cosmetic and chemical industry with an undoubtedly unique appeal and a versatility never seen before. Since year 2007 Easysnap has entered in most of the worldwide industrialized countries (USA, Canada, Europe, Saudi Arabia, India, Japan, Australia and South Africa). Over 35 machines are already producing Easysnap sachets in quantities of millions daily and Easysnap co-packing services has an annual capacity around 100 million of units. Easysnap has already received many awards (Packaging for Vending 2012, Flexible Packaging Award 2012, Worldstar for Packaging – 2009, Oscar Istituto Italiano Imballaggio 2008) and is considered, by major international brands, the only real change in portion pack containers of the last 20 years and will surely be a top selling monodose packaging for the years to come.

www.tecnalimentaria.it


Follow us on — facebook.com/easysnap

Hall 11 - Stand E46

It opens and dispenses the product with one hand only . Il monodose che apri e dosi con una sola mano.

Easysnap is an innovative patented and revolutionary single use packaging concept for liquid products. It opens and dispenses the product with one hand. It is smart and universal, a new way of life for millions of users and a powerful marketing tool for food, medical device, cosmetic and chemical industry — www.easysnap.com


Packagin

Machinery & Development

Eticap System ama solo l’eccellenza straordinaria Straordinario è il benessere che coinvolge la mente, il corpo e lo spirito, per la soddisfazione di aver ideato e realizzato progetti, e di averli resi realtà tangibile per i clienti

S

traordinario trovare una perla in un baccello? Alla Eticap System amano solo ciò che è l’eccellenza straordinaria. Straordinario è il benessere che coinvolge la mente, il corpo e lo spirito, per la soddisfazione di aver ideato e realizzato progetti, di averci lavorato con impegno e averli resi una realtà tangibile per tutti i clienti. Straordinario è incontrare clienti straordinari che quotidianamente ricercano ed elaborano nuove soluzioni per adattarle ad un mercato in costante cambiamento, e condividere reciprocamente fiducia ed aspettative. Straordinaria è l’evoluzione continua verso nuove tecnologie, con la consapevolezza che solo la sobria gestione delle risorse, la serietà e

Eticap System loves only extraordinary excellence Extraordinary is mind, body and spirit well-being deriving from the satisfaction of designing and carrying out projects, and making them tangible reality for all customers

I

s it extraordinary to find a pearl in a pod? At Eticap System, people love only what is outstanding. Extraordinary is mind, body and spirit well-being deriving from the satisfaction of designing and carrying out some projects, working hard as to make them a tangible reality for all customers. Extraordinary means meeting remarkable customers who look for and process new solutions every day as to adjust them to an

Etichettatrice Hot Melt a 16 piattelli per produzione 24.000 b/h

54

Marzo / March 2014

ever changing market, and who are willing to share their trust and expectations. Constant evolution toward new technology is extraordinary, with the awareness that only sober resource management, soundness and knowledge enable us to get very high quality at a competitive price. Eticap System’s range of machinery consists of in-line and rotary labellers with cold glue and hot melt systems, self-adhesive and mixed systems, with production capacity from 1,000 to 30,000 bhp, to apply labels on any container of various types (cylindrical and shaped, jars, tanks, bottles, etc.), in glass, PET, PEHD and tinplate. Application of body labels, lunettes, bottle neck labels, big neckbands for sparkling wine bottles, safety seals, tax stamps, book-shape labels, discount coupons, bar codes, can be performed by Eticap System labelling stations. Eticap Systems machines can also be equipped with capsule dispenser with thermal head or rolling closures, printers, mechanic and optical centering devices, orienters for bottles with handles, and whatever necessary specific requirement. Eticap System’s comprehensive range of

FOOD INDUSTRY

ign g & Des

la competenza consentono di raggiungere una altissima qualità a un prezzo competitivo. La gamma dei macchinari Eticap System si compone di etichettatrici lineari e rotative nei sistemi colla fredda, colla calda (Hot Melt), adesivo, biadesivo e misti, con produzioni da 1.000 bph a 30.000 bph., atte al confezionamento di qualsiasi formato di contenitore (bottiglie cilindriche e sagomate, vasetti, vasi orcio, bidoni, flaconi, …) in vetro, PET, PEHD e banda stagnata. Applicazione di etichette di corpo, lunette, collarini, collaroni spumante, sigilli di garanzia, sigilli di Stato, etichette a libro, buoni sconto, codici a barre mediante stazioni di etichettatura di produzione Eticap System. Le macchine Eticap System possono essere integrate di distributore di capsule con chiusura termica o rullatura, stampanti, centraggi meccanici e ottici, orientatori per flaconi con manici e di quanto necessario alla personalizzazione del prodotto su specifica richiesta del cliente. La vasta gamma di etichettatrici di produzione Eticap System e la loro versatilità consente all’azienda di servire e soddisfare tutti i settori, dall’enologico all’alimentare, dalle bevande al farmaceutico, dal chimico al cosmetico. Inoltre tra i suoi clienti Eticap System può annoverare diverse aziende produttrici che acquistano i suoi gruppi adesivi per il montaggio sui loro macchinari.

labelling machines and their versatility enables the company to serve and satisfy any sector, from oenology to food, from beverage to pharmaceutical, from chemical to cosmetic. In addition, among its customers Eticap System can number many producers purchasing its adhesive group to be then mounted in their machinery.

Stazione adesiva verticale per applicazione sigillo di garanzia su vasetti

www.tecnalimentaria.it


Quando il confezionamento va oltre l’ordinario

Etichettatrice mista PFM/AR 21T 5S

ETICHETTATRICI E CONFEZIONATRICI

14050 San Marzano Oliveto (Asti) Italia Reg.Leiso 52/a Tel. +39 (0)141 824791 - Fax. 822929 www.eticap.com - E-mail: info@eticap.com


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

: esperienza ed affidabilità FMT non è solo un fornitore di macchine, ma un partner presente durante tutte le fasi che portano alla realizzazione di una linea completa

Hall 13 - Stand E73

www.fmt.it

Strada Cisa, 111 - 43045 Riccò (PARMA) Italy - Ph. +39 0521 304305

F

MT s.r.l. è specializzata nella progettazione e nella costruzione di macchine stand alone ed impianti chiavi in mano per l’industria alimentare. Tutte le realizzazioni hanno come caratteristiche comuni la qualità, l’affidabilità e la flessibilità che permettono il loro impiego nelle diverse applicazioni dei mercati del food e del beverage. La sua gamma produttiva comprende linee complete di confezionamento per diversi prodotti come salse, maionese, ketchup, marmellate, miele, concentrato di pomodoro, oli alimentari e minerali, succhi di frutta, conserve vegetali, soft-drinks, ecc. per diversi tipi di contenitori in vetro, PET e metallo. FMT è tra le poche aziende Leader sul

: experience and reliability FMT is not a mere supplier of machines, but a partner assisting customers in the all elaborate realization of complete lines Hall 13 - Stand E73

F

MT is not a mere supplier of machines,

but a partner assisting customers in the www.fmt.it Strada Cisa, 111 - 43045 Riccò (PARMA) Italy - Ph. +39 0521 304305

elaborate realization of complete lines FMT S.r.l. is specialized in the design and manufacture of free-standing machines and turn-key installations for the food industry. Quality, reliability and flexibility are common features to all FMT installations making them suitable for different applications on both the

56

Marzo / March 2014

mercato in grado di fornire e produrre direttamente tutte le parti considerate il “cuore” di una linea completa di confezionamento. Per questo motivo FMT ha divisioni ognuna delle quali specializzata nella progettazione - costruzione per ogni tipologia di macchina e più precisamente: Engineering Division Un Team di ingegneri altamente specializzati propongono soluzioni personalizzate in fase progettuale in base alle necessità dei clienti Filling division and closing division Questa divisione si occupa di produrre sistemi di riempimento e chiusura. Grazie alla possibilità di sviluppare sistemi di riempimento personalizzati, sfruttando anche la stazione interna per i test di riempimento, FMT è in grado di lavorare anche prodotti speciali e sviluppare soluzioni personalizzate. Tra le tecnologie di riempimento FMT produce sistemi volumetrici (Piston Filler, Pocket filler e Flow meter), a gravità (Gravity Filler, riempitrice a

food and the beverage markets. The wide range of production includes complete packaging lines for many products such as sauces, mayonnaise, ketchup, jams, honey, tomato paste, edible and mineral oils, fruit juices, vegetable preserves, soft-drinks, etc. in glass, Pet and metal containers. FMT is one of the fewest leading companies on the market able to supply and produce directly all parts considered as the “heart” of a complete packaging line. Dedicated divisions and skilled engineers are available at FMT for the design and manufacture of each type of machine. Engineering Division According to customer’s needs and requirements, customized solutions are designed and submitted by a team of high-qualified engineers. Filling and Closing Division Filling and closing systems are produced by this division. A filling test station is available in the company offering the possibility to test special products and develop customized solutions. FMT produces the following filling systems: volumetric (Piston Filler, Pocket Fillers and Flow meter Filler), gravity (Gravity Filler, vibration filler), Level (Vacuum Filler, Hot Filling system, etc.).

FOOD INDUSTRY

vibrazione, ecc.) o a livello (Vacuum Filler, Hot Filling System, ecc.). FMT vanta inoltre una vasta esperienza nella realizzazione di Monoblocchi (Rinser–FillerCapper) o nella sincronizzazione di Riempitrice con le macchine per la chiusura (Filler+Seamer o Filler+Capper). La gamma viene completata da una linea di Capsulatrici Twist Off da 100 a 600 cpm. Pasteurisation Technology Divisione specializzata nel dimensionamento e realizzazione dei tunnel per il trattamento termico del prodotto dopo il riempimento. Con oltre 200 macchine posizionate nel mondo ed offrendo anche tecnologie a recupero energetico e sistemi di controllo all’avanguardia, FMT ha raggiunto livelli di tecnologia e affidabilità tali da essere considerata tra la migliori sul mercato. Questa divisione prevede la realizzazione di Tunnel di Pastorizzazione a singolo o doppio piano, Tunnel di Raffreddamento e Warmer da 2.000 a 100.000 bph, con la possibilità di aggiungere optionals per personalizzare le macchine secondo le differenti esigenze dei suoi clienti. Conveying and packaging division Infine, per poter fornire tutta la linea con i propri standard qualitativi, FMT offre ai suoi clienti anche tutta la parte di movimentazione: Depalettizzatori, Palettizzatori ed isole robotizzate, oltre alle macchine “secondarie” (nastri, buffer dinamici, elevatori-discesori, asciugatori, lavatrici, ecc.). Per maggiori informazioni vi invitiamo a visionale il sito www.fmt.it.

A long experience is also granted by FMT in the realization of monoblocks (rinser – filler – capper) as well as in the synchronization of the fillers with the closing machines (filler + seamer or filler + capper). Twist-off capping machines for an output ranging from 100 to 600 JPH complete the FMT production. Pasteurisation Technology This division is specialized in sizing and manufacturing tunnels for the thermic treatment of the product after the filling. Over 200 machines supplied worldwide, energy recovery technologies along with up-to-date control systems put FMT among the best suppliers on the market. Single and double-stage pasteurising tunnels, cooling tunnels and warmers for a capacity ranging from 2000 to 100.000bph are also available. Optionals can be provided in order to meet customer’s specific requirements. Conveying and Packaging Division: As completion of the packaging line FMT can offer high-quality handling systems such as: depalletizers, palletizers and robot isles as well as “secondary equipment” (conveyors, dynamic buffers, elevators-lowerators, dryers, washers, etc.). More information can be obtained by visiting the web site: www.fmt.it.

www.tecnalimentaria.it


Hall 13 - Stand E73

www.fmt.it

Strada Cisa, 111 - 43045 Riccò (PARMA) Italy - Ph. +39 0521 304305


Packagin

Marketing & Strategy

ign g & Des

FINAT Recycling Awards Competition UN NUMERO SEMPRE CRESCENTE DI INIZIATIVE DI RICICLAGGIO OFFRE SOLUZIONI CHIAVI IN MANO PER RECUPERARE MATERIALE SECONDARIO ANCORA VALIDO

F

INAT, Associazione internazionale dell’industria delle etichette autoadesive, annuncia il primo FINAT Recycling Awards Competition. Converter e utilizzatori finali di etichette che faranno riciclare i loro liners da programmi dedicati sono invitati a partecipare a questo concorso. Un numero crescente di programmi di riciclaggio sostenibili ed economicamente fattibili offrono oggi alle aziende delle soluzioni specifiche in loco per il ritiro e il riciclo di liners usati, permettendo quindi la riduzione sia dell’impronta inquinante sia dei costi di riempimento della terra. FINAT sta organizzando il FINAT Recycling Award Competition inaugurale per aumentare la consapevolezza su questo tipo di programmi di riciclo, per riconoscere gli forzi fatti dall’industria e promuovere le best practices nel riciclo dei liners. Il concorso terminerà con l’annuncio del vincitore al FINAT World Congress di Monaco, dal 5 al 7 giugno 2014. “Il riciclaggio di resease liners sta guadagnando velocità in quanto un numero sempre crescente di iniziative di riciclaggio offre soluzioni chiavi in mano per recuperare materiale secondario valido che non deve ancora essere gettato. Il release liner per carta esausta è una materia prima di alta qualità già riutilizzata per prodotti che spaziano dai nuovi liners a carta per fotocopie e per isolamento termico. Allo stesso modo, i liners per PET e PP sono rettificati e granulati

58

Marzo / March 2014

per essere poi usati in una vasta gamma di applicazioni, come per esempio film in silicone e cappotti per isolamento termico. Il FINAT Recycling Awards Competition è stato creato per riconoscere gli sviluppi che questi programmi stanno facendo nella nostra industria”, spiega Jacques van Leeuwen, Presidente di FINAT Recylging Awards Competition. Come registrarsi Tutte le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 2 Maggio, ore 17 CET, alla segreteria FINAT. Per registrarsi, completare il modulo su http://alturl.com/i3tyt Nelle stesse date si terrà anche il congresso FINAT 2014 dal titolo ‘The battle for shelf appeal - Winning Strategies for the Label Industry”. “L’edizione 2014 rappresenterà il primo passo verso la graduale trasformazione del congresso,” afferma Kurt Walker, Presidente di FINAT. “Noi vogliamo creare più spazio per l’interazione e il dialogo su argomenti di grande importanza rilevanti per il futuro delle etichette autoadesive,la decorazione dei prodotti e l’identificazione. Quale unico forum dell’industria delle etichette, il FINAT Congress è sempre stato il veicolo per lo scambio di conoscenza, per il networking e per l’ispirazione tra i leader presenti e futuri, i fornitori, gli analisti e osservatori della catena delle etichette. Pertanto, è un must per tutto i professionisti attivi in questa industria e fondamentale per il successo futuro del nostro business”, conclude Kurt Walker. Il tema del FINAT Congress sara ‘The battle for

FOOD INDUSTRY

shelf appeal - Winning Strategies for the Label Industry”. Sopralluoghi ai moderni supermercati di tutta Europa rivelano che la battaglia per colpire l’acquirente si traduce sempre più in una battaglia per la decorazione più attraente e meno costosa. Per rimanere in gioco gli stampatori di etichette non solo devono essere a conoscenza degli ultimi sviluppi della loro area di competenza, ma anche poter proporre possibili alternative. Durante il congresso, FINAT darà ai partecipanti l’opportunità di dialogare con i rappresentanti dei fornitori leader di soluzioni con diverso background, durante le due sessioni. “The future of applicator technology” si rivolgerà alle caratteristiche di tecnologie alternative, come ad esempio, costi applicati, velocità di applicazione, investimento di capitale, sostenibilità. La seconda sessione di discussione “The future of product decoration” metterà assieme un panel di utilizzatori finali di decorazione di prodotto e soluzioni di identificazione attraverso vari mercati, compresi food e beverage, cosmetica, prodotti per la casa e giocattoli. Un’altra sessione del programma sarà dedicata all’evoluzione di soluzioni innovative che si estenderanno dal ruolo del packaging alle etichette, oltre lo scaffale. Un esempio che verrà illustrato è l’elettronica stampata. Per concludere il programma, FINAT sarà lieta di presentare il famoso vignettista Bertrand Piccard, uno dei discendenti della dinastia svizzera di esploratori.

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

Marketing & Strategy

FINAT Recycling Awards Competition MORE AND MORE, RECYCLING INITIATIVES ARE OFFERING TURN-KEY SOLUTIONS TO RECOVER A VALUABLE SECONDARY MATERIAL

F

INAT, the international association for the self-adhesive labelling industry, announces the first FINAT Recycling Awards Competition. Label converters and end-users who have their paper and/or filmic release liners recycled by dedicated programmes are invited to apply for this new award. A growing number of sustainable and economically-viable recycling programmes offer companies site-specific solutions for the collection and recycling of used release liners, allowing them to reduce both their carbon footprint and land filling costs. FINAT is organizing its inaugural FINAT Recycling Awards Competition to raise awareness for these recycling programmes, to recognize efforts made by the industry, and to promote best practices in liner recycling. The competition will culminate in the announcement of the winners at the FINAT World Congress in Monaco, held from 5 to 7 June 2014. “Release liner recycling is picking up pace. More and more, recycling initiatives are offering turn-key solutions to recover a valuable secondary material that no longer needs to go to waste. Spent paper release liner is a high-quality feedstock, already re-used in products ranging from new liners and copy papers to wall insulation. Likewise, PET and PP liners are reground and granulated and used in a wide range of applications, such as new silicone film and outdoor jacket insulation. The

www.tecnalimentaria.it

FINAT Recycling Awards Competition was created to recognize the advances these programmes are making in our industry,” explains Jacques van Leeuwen, Chairman of the FINAT Recycling Awards Competition. How to apply All entries must be submitted by Friday 2nd of May, 17:00 hrs CET to the FINAT Secretariat. To apply, please complete the application form at http://alturl.com/i3tyt On the same occasion, FINAT congress 2014 ‘The battle for shelf appeal - Winning Strategies for the Label Industry” will also take place. “The 2014 edition marks the first step in the gradual transformation of the congress,” says Kurt Walker, FINAT President. “We want to create more room for interaction and dialogue on high-level issues relevant to the future of the self-adhesive and adjacent product decoration and identification business. As THE Forum for the label industry, the FINAT Congress has always served as the vehicle for knowledge exchange, networking and inspiration among current and future label business leaders, suppliers, analysts and observers of the selfadhesive supply chain. Hence, it is a must for all professionals active in this industry and critical to the future success of our business,” he concludes. The 2014 FINAT Congress theme is “The Battle for Shelf Appeal – Winning Strategies for the Label Industry”. As visits of modern supermarkets across Europe will reveal, the battle to catch the eye of

FOOD INDUSTRY

the consumer increasingly also translates into a battle for the most attractive yet cost effective product decoration solution. In order for label printers to stay on top of their game, they not only will need to be aware of the trends and developments in their own area of competence, but also what is driving the possible alternatives. During the congress, FINAT offers attendees also the opportunity to enter into dialogue with representatives of leading solutions providers from different backgrounds during two panel discussions. The ‘The future of applicator technology’ will address the underlying features of alternative applicator technologies such as total applied cost, applicator speed, capital investment, sustainability. The second discussion on ‘The future of product decoration’ will bring together a panel of leading end-users of product decoration and identification solutions across various markets including food and beverage, cosmetics, household products and toys. Another section of the programme will be dedicated to the evolution of innovative solutions that will extend the role of packaging and labels beyond the shelf as the shopper journey continues its journey as a consumer. One example that will be highlighted is printed electronics. To conclude the programme, FINAT is proud to present internationally renowned balloonist Bertrand Piccard, one of the descendants of the Swiss dynasty of explorers.

Marzo / March 2014

59


Packagin

Machinery & Development

Non solo macchine, ma anche “core” Italproject presenterà a Interpack non solo i suoi macchinari ma anche il loro core, realizzato con cura solo da personale qualificato

L

’edizione di Interpack 2014 sarà per Italproject il momento ideale per fare il punto sulla crescita tecnica e di innovazione che ha caratterizzato il 2013, anno in cui il consolidamento con key accounts di livello internazionale, ha permesso alla Italproject di modificare sensibilmente la sua operatività, sia nei contesti domestici, quanto in quelli esteri. L’esigenza di performance elevate e impianti sempre più completi e complessi, richiesti dai gruppi multinazionali con i quali si stanno consolidando partnership sempre più consistenti, ha permesso alla Italproject di orientare il proprio core business alla implementazione dinamica dei prodotti correlati alla vendita dei macchinari per il packaging. In passato Italproject realizzava impianti di piccole–medie dimensioni, limitando la propria tecnologia alla realizzazione e collaudo della propria linea; ora, a seguito della richiesta e la vendita di impianti chiavi in mano con tecnologie integrate, sempre più grandi e complessi, è stata maturata una notevole esperienza nei prodotti software e di gestione come mai acca-

ign g & Des

duto prima nella storia di Italproject. Programmi di auto – programmazione; supervisione e interazione con sistemi di MES (Manufacturing Execution System) e WMS (Warehouse Mangement System); sistemi di sicurezza perimetrali con disarmo a zone tramite chiavi secondo i più elevati standard; controlli remoti sempre più efficienti; teleassistenza; sistemi di visione; monitoraggio; controllo peso; robotica integrata; metal detecting e gestione scarti; il tutto realizzato da personale interno, perché il CORE dell’impianto, il cuore e il motore di tutto il funzionamento, Italproject lo crea con cura, con personale qualificato, per fornire al cliente un prodotto che sia controllato e conosciuto, assicurando una pronta assistenza sia sulla parte meccanica che quella elettrica e software. A differenza dei maggiori competititors, Italproject ci tiene che la parte più importante di un progetto nasca dal cuore della propria struttura e non con l’outsourcing e il ricorso a fornitori terzi. Per questo motivo Italproject si presenterà a Interpack con una veste diversa, con uno stand più grande, ma dove non si punterà alla presentazione fisica dei macchinari ma bensì a far conoscere il core aziendale, a dare valore agli sforzi fatti, che spesso sembrano senza consistenza ma che sempre più hanno un peso e un valore in un mondo dove tecnologia e innovazione sono sempre più costruite su combinazioni di uno e di zero, invece che su materie tattili.

Not only machines, but also “core” At Interpack Italproject is going to present not only its machinery, but also their core, created only by qualified personnel

60

Marzo / March 2014

T

he forthcoming edition of Interpack 2014 is going to be the best moment to Italproject to take stock of its growth in 2013 in terms of technique and innovation; a year when Italproject slightly changed its operativeness in domestic and foreign markets following to its cementing of international key accounts. The request of high performances and increasingly complete and complex plants by multinational groups, with which Italproject has been cementing relevant partnership, has enabled the company to address its core business to dynamic implementation of the products somehow connected to the sale of packaging machinery. In the past, Italproject used to produce small-medium-sized plants, thus restricting its technology to the production and startup of its lines; nowadays, on account of the request and sales of bigger and more complex turnkey plants featuring integrated technologies, Italproject has gained considerable experience in software and management software as never before. Self-programming programmes, supervision and integration with MES-Manufacturing Execution Systems, and WMS-Warehouse

FOOD INDUSTRY

Management Systems, perimetrical safety systems with zone switch-off by means of keys according to the strictest standards, highly efficient remote controls, remote assistance, vision systems, monitoring, weight control, integrated robotics, metal detection and waste management, are produced by in-house personnel, which stands as the real core of the plant, the heart and power of all operations. Italproject creates with great care, thanks to qualified staff, as to provide customers with a controlled and known product, thus guaranteeing them also prompt assistance of mechanics, electric and software equipment. Unlike other main competitors, Italproject is utterly convinced that the most important part of a project needs being created at the heart of its facilities, rather than outsourcing it. For this reason, Italproject is going to present itself at Interpack in a different way, in a bigger stand where not only will its machinery be exhibited, but also its corporate core will be presented, as to reward all efforts, which may seem vain but they are increasingly important in this world, where technology and innovation are more and more frequently built on the digital system rather than tactile materials.

www.tecnalimentaria.it


Complete End of Line Packaging Solutions

DEPALLETIZERS

LASER GUIDED VEHICLES

CASE FORMERS

WRAPPERS

CASE PACKERS

PALLETIZERS

ITALPROJECT ITALY Via Leonardo da Vinci, 43 35015 Galliera Veneta (PD) Tel. +39 049 94 75 211 Fax +39 049 94 75 200 e-mail: sales@italproject.net www.italproject.net www.sanovogroup.com PART OF

SANOVO - STAALKAT - ITALPROJECT - PROCESS SOLUTIONS - RAME-HART - FOODCRAFT


Vuoto per l’Industria Alimentare

Le Pompe per vuoto Pneumofore, 100% Made in Italy, sono la soluzione ideale per gli impianti di vuoto centralizzati nelle industrie alimentari. Le installazioni di successo in tutto il mondo testimoniano la qualità delle nostre macchine. Vuoto centralizzato: le pompe rotative a palette monostadio fino oltre 3.000 m³/h permettono la centralizzazione dell'impianto per vuoto. Affidabilità: fino a 5 anni di garanzia ed un efficiente servizio di assistenza. Soluzioni studiate ad hoc per ogni cliente. Risparmio: Pneumofore garantisce il più basso Costo Ciclo Vita sul mercato. Ottieni migliori livelli di Vuoto a costi inferiori. Impianti: il calcolo ed il dimensionamento dell'intero impianto per vuoto centralizzato sono offerti gratuitamente. Vuoto per Pasta: impianti di degasaggio pre-formatura in numerosi pastifici italiani. Altre applicazioni: essiccamento, impacchettamento, formatura di contenitori, evisceramento, trattamento carni, imbottigliamento e molte altre. Pneumofore S.p.A. Via N. Bruno 34, 10098 Rivoli (TO) - Italy Tel +39 011.950.40.30 fax +39 011.950.40.40 info@pneumofore.com www.pneumofore.com


FOCUS

ON YOUR NEEDS

Here are our proposal Low maintenance costs, machinery efficiency, easy management, system flexibility, investment return. LITA will celebrate 50 years in business, this year and is the right partner to have by your side that guarantees and offers expertise and experience in order to attain your objective.

LITA srl 10046 Poirino (To) - Italy tel.+39 011 94.31.004 fax +39 011 94.31.900 www.lita.to.it email info@lita.to.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Pulsar Industry: innovazione e sostenibilità Piena integrazione fra meccanica, automazione e informatica per soluzioni ad alto contenuto di innovazione tecnologica e sostenibilità

M

odena, Italy: una cinquantina fra progettisti e tecnici meccanici, elettronici e informatici lavorano a stretto contatto per individuare e sviluppare le migliori soluzioni in grado di soddisfare anche le richieste dei clienti più esigenti. Pulsar Industry ha nell’integrazione fra le diverse discipline il suo principale punto di forza. Fin dalle prime fasi di prevendita vengono schierati in campo a fianco dei commerciali, tecnici di provata competenza nell’ambito della produzione industriale, del confezionamento e della

logistica, con particolare riferimento al settore alimentare, territorio di elezione delle applicazioni di Pulsar Industry. Le soluzioni individuate in fase di studio vengono severamente analizzate dal punto di vista del ritorno di investimento e solo se in grado di far risparmiare all’impresa committente, vengono effettivamente proposte per essere realizzate. Non serve a nulla, infatti, una sofisticata soluzione automatica, per quanto elegante, che non si ripaghi in un tempo decisamente ridotto. La salvaguardia delle risorse è divenuto un fattore determinante e, ovviamente, non si fa riferimento alle sole risorse economiche: quelle energetiche, così come il rispetto dell’ambiente e la sua conservazione sono altrettanto importanti. Una visione globale del mondo non è più prescindibile e obbliga le imprese a tenerne grande conto. La sostenibilità è una necessità primaria per tutti noi e, dopotutto, può rivelarsi un buon affare. Dynamic, il software dipartimentale per il

controllo della produzione e la gestione operativa della logistica di magazzino interamente progettato e realizzato da Pulsar Industry, consente di effettuare un monitoraggio continuo e altamente automatizzato di tutte le variabili di campo che concorrono al raggiungimento di una elevata produttività nel rispetto di criteri di efficienza nell’uso delle risorse energetiche (energia elettrica, calore, impianti di refrigerazione). Pulsar Industry, attiva da oltre 20 anni nei settori dell’informatica e dell’automazione industriale, ha realizzato per i propri clienti (Amadori, Beretta, Conserve Italia, Rovagnati, solo per citarne una minima parte) una significativa gamma di soluzioni innovative basate su sofisticati sistemi robotizzati destinati alle più raffinate lavorazioni e al monitoraggio e controllo degli impianti di produzione di energia elettrica, di calore e di refrigerazione nell’industria alimentare con particolare riferimento ai settori della lavorazione della carne, del beverage e delle conserve.

Pulsar Industry: innovation and sustainability Full integration of mechanics, automation and IT technology for highly technological and sustainable solutions

M

odena, Italy. Some fifty experts, among whom designers, mechanic, electronic and IT engineers, work closely to select and develop the best solutions that can meet also the requirements of the most demanding customers. The integration of different disciplines is Pulsar Industry’s main point of strength. Right from the initial pre-sales steps, the commercial team is supported by highly skilled technicians with great knowledge of industrial production, packaging and logistics, especially of the food sector, the best market field for Pulsar Industry applications. During the study stage, the solutions selected are thoroughly analysed to evaluate their return of investments; only if they can actually help the purchaser to save, they will be proposed for production. In fact, a sophisticated automatic solution, however elegant it may be, would be absolutely useless if it couldn’t be repaid in a very short time.

64

Marzo / March 2014

Protection of resources has become cardinal and economic resources are not to be taken into consideration alone, for energy sources, protection and safeguard of the environment are equally important. A global overview of the world can’t be ignored and companies must take it into great account. Sustainability is prime need for everyone of us and, after all, it can also turn into a good deal. Dynamic, departmental software for the production management and operative warehouse management, entirely designed and produced by Pulsar Industry engineers, enables to carry out continuous and highly automated control over the field variables that contribute to reaching high productivity while respecting the efficiency standards for the use of energy resources (power, heat, cooling plants). Pulsar Industry, on the automation and information technology marketplace for over 20 years, has built for customers

FOOD INDUSTRY

such as Amadori, Beretta, Conserve Italia and Rovagnati to name some but few, a significant range of innovative solutions based on sophisticated robotized systems for the most advanced processes, and control over energy production plants, heat and cooling plants, in the food industry, with special regard to meat processing, beverage and canning sectors.

www.tecnalimentaria.it


Packagin

Science & Technology

ign g & Des

Sappi in partnership con BASF e Eurofins Il supporto MOB rende più sicuro l’impiego di carta riciclata nei materiali per imballaggio

Mr. Jos Lycops, Senior Product Specialist, Sappi Central R&D

I

proprietari di marchi vanno sempre di più alla ricerca di nuovi materiali per imballaggio sostenibili che permettano di affrontare la questione della migrazione degli oli minerali e di altri contaminanti nel cibo da imballaggi in cartone contenenti carta riciclata. Sappi ha avviato una partnership con BASF ed Eurofins per immettere sul mercato le innovative carte rivestite MOB (Mineral Oil Barrier: barriera per oli minerali), che, pensate per gli imballaggi flessibili, risolvono il problema della migrazione dei contaminanti consentendo al contempo l’uso sostenibile di contenuti riciclati nei materiali da imballaggio. In passato sono emersi problemi di migrazione relativamente ai prodotti alimentari, per via dell’impiego di imballaggi in cartone che contenevano fibre riciclate aventi tra le principali materie prime la carta di quotidiani. Per gli inchiostri per la stampa dei quotidiani, come per molti altri inchiostri commerciali, vengono utilizzati come solventi degli oli minerali. Poiché i componenti dell’inchiostro da stampa non vengono rimossi completamente durante il processo di riciclaggio della carta e del cartone, gli oli minerali possono rimanere nelle fibre. Se questi supporti vengono utilizzati per applicazioni di imballaggio di prodotti alimentari, i componenti degli oli minerali possono passare dal cartone nel cibo, anche quando quest’ultimo è protetto da un sacchetto interno. Anche gli

Il supporto barriera Barrier support

66

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

inchiostri da stampa per i materiali di imballaggio possono essere una fonte di contaminazione da oli minerali. MOB Kraft e MOB Gravure, sviluppati in collaborazione con BASF, specialista in rivestimenti, ed Eurofins, laboratorio di prova, sono tipi di carta dotati di una barriera contro gli oli minerali che protegge i contenuti da composti di oli minerali consistenti in una complessa miscela di MOSH (oli minerali a base di idrocarburi saturi) e MOAH (oli minerali a base di idrocarburi aromatici), che si sospettano essere cancerogeni. Il processo di sviluppo è durato più di un anno e ci sono voluti diversi tentativi pilota in cartiera e per i rivestimenti per garantire i migliori risultati possibili. MOB Kraft per sacchetti interni coniuga la carta MGBK (Machine Glazed Bleached Kraft) con la barriera MOB sul retro. È disponibile in grammature da 80 g/m² e 120 g/m². MOB Gravure è stata progettata per gli imballaggi primari stampati in rotocalco quali astucci, sacchetti e incarti ed è disponibile in grammature da 95g/m² e 140g/m², con un rivestimento sul lato superiore che consente la stampa rotocalco e una barriera MOB sul retro per la protezione del prodotto imballato. Entrambi i tipi di carta offrono una superficie eccellente per l’applicazione di strati barriera aggiuntivi, siano essi rivestimenti a dispersione o a estrusione. “Una delle sfide tecniche di questa innovazione è la realizzazione di uno strato di rivestimento omogeneo che ricopra al 100% il supporto di carta prepatinata. Piccoli difetti sullo strato di rivestimento hanno un effetto immediato sulla qualità della funzione barriera. Ciò richiede innanzitutto una carta di base estremamente liscia e a bassa porosità ricoperta da una buona prepatinatura a bassa porosità” ha spiegato Jos Lycops, Senior Product Specialist, Sappi Central R&D. “Un’altra sfida è stata la ricerca di una finestra operativa sulla patinatrice per applicare lo strato barriera senza aderenze sul la bobina” ha aggiunto. Per trovare una soluzione adatta, BASF ha fatto ricorso alla sua profonda conoscenza della chimica sviluppando nuovi tipi di rivestimento. “La sfida è stata sviluppare un sistema di dispersione polimerica acquosa in grado di fornire la barriera richiesta, oltre a formare una buona pellicola priva di difetti sulla base di determinati parametri senza aderenze sulle bobine” ha affermato Thomas Steinmacher, Application Technology di BASF. “Questo richiedeva un equilibrio tra la formazione di pellicola e aderenza, per ottenere una formulazione ottimale. Le nostre

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

relazioni di lunga data con Sappi e la stretta collaborazione a questo progetto ci hanno permesso di portare sul mercato questa soluzione unica in tempi ragionevoli”. Per determinare l’efficacia della barriera contro il passaggio di MOSH/MOAH, abbiamo lavorato insieme a Eurofins Consumer Product Testing GmbH, fornitore internazionale di servizi di bioanalisi specializzato in test e analisi di campioni alimentari, farmaceutici e ambientali e di prodotti di consumo. Eurofins ha condotto un ciclo di test di 3 mesi su commissione di BASF. Queste e altre verifiche hanno provato che le carte con rivestimento MOB sviluppate da BASF e Sappi impediscono agli oli minerali di migrare dal cartone riciclato e dai cartoncini pieghevoli nei prodotti alimentari nell’arco del periodo di conservazione tipico di questi ultimi. “Abbiamo effettuato centinaia di rilevamenti su oli minerali negli ultimi tre anni, applicando rigidi standard stabiliti dall’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi” ha commentato Andreas Grabitz, Technical Sales Manager Packaging Materials, Eurofins. “Ciò ha consentito al nostro staff altamente qualificato di progettare un test fatto su misura per i requisiti specifici di questo progetto. Prima di questi test, gli enti normativi dell’industria alimentare ritenevano che la migrazione di oli minerali potesse essere inibita con sicurezza solo usando barriere funzionali come ad esempio sacchetti interni. Il materiale testato da BASF è stato il primo rivestimento applicato direttamente a mostrare corrette proprietà di barriera.” “Con questa partnership siamo riusciti a risolvere un problema che sta diventando sempre più critico nel mercato degli imballaggi” ha spiegato Rosemarie Asquino, Sappi Specialities Sales & Marketing Director. “I proprietari di marchi e i trasformatori potranno

Science & Technology

MOB Kraft per sacchetti interni coniuga la carta MGBK (Machine Glazed Bleached Kraft) con la barriera MOB sul retro MOB Kraft for inner bags combines Machine Glazed Bleached Kraft (MGBK) paper with the MOB barrier on the reverse side

Una sezione trasversale di Sappi MOB gravure, che evidenzia una molecola MOAH e lo strato MOB A cross section of the Sappy MOB gravure highlighting a MOAH molecule and MOB coat

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY

avvantaggiarsi delle prestazioni e della solidità delle soluzioni Sappi, che impediscono la migrazione di oli minerali, e al contempo potranno mantenere alti i propri standard ambientali grazie all’uso di materiali di imballaggio esterni comprendenti carta e cartone riciclati. Con il nostro nuovo rivestimento MOB, ciò è possibile senza alcun rischio di contaminazione dei prodotti alimentari da parte delle fibre riciclate.” “Abbiamo già ricevuto la prima richiesta di acquisto della nuova carta MOB per astucci per prodotti alimentari secchi a sostituzione della variante con rivestimento in PVDC, che è costosa e contiene cloro” ha aggiunto Rosemarie Asquino. “Anche altri proprietari di marchi dell’industria alimentare si sono mostrati molto interessati al nostro progetto di sviluppo per la carta MOB. Prevediamo un buon successo di questi tipi di carta con l’aumentare della loro disponibilità sul mercato.” Sappi MOB Kraft e MOB Gravure sono rivolte al mercato dello zucchero, della cioccolata e delle confetture, del caffè e del tè, delle patatine in busta, degli snack e delle noccioline, dei prodotti alimentari secchi e disidradati, dei surgelati e dei gelati.

Marzo / March 2014

67


Packagin

Science & Technology

ign g & Des

Sappi Partners with BASF and Eurofins B

rand owners are increasingly seeking new sustainable packaging materials that address concerns about migration of mineral oil and other contaminants into food from cardboard packaging containing recycled paper. Sappi has partnered with BASF and Eurofins to bring to market innovative Mineral Oil Barrier (MOB) coated papers. These innovative flexpack grades solve the contaminant migration problem whilst allowing the environmentally sustainable use of recycled content in packaging materials. In the past, food migration issues have arisen as a result of cardboard packaging materials containing recycled fibres for which one of the primary raw materials is newspapers. Newspaper printing inks, as well as many commercial printing inks, contain mineral oil as solvents. Because the printing ink components are not completely removed during paper and cardboard recycling, mineral oil components can remain in the fibres. If these substrates are used for food packaging applications, the mineral oil components can migrate from the cardboard into the foodstuffs, even when foodstuffs are protected by an inner bag. Printing inks used for printing packaging materials can also be a source of mineral oil contamination. MOB Kraft and MOB Gravure, developed in partnership with coating specialist BASF and testing Lab Eurofins, are paper grades with a Mineral Oil Barrier protecting the contents from mineral oil compounds that are a complex mixture of saturated hydrocarbons (MOSH) and unsaturated hydrocarbons (MOAH), which are suspect to be carcinogenic. The development process took more than a year and included several pilot coater and mill trials to ensure the best possible results. MOB Kraft for inner bags combines Machine Glazed Bleached Kraft (MGBK) paper with the MOB barrier on the reverse side. It is available in 80gsm to 120gsm. MOB Gravure has been designed for gravure printed primary packaging such as pouches, sachets, bags and wrappers and is available in 95gsm to 140gsm, incorporating a blade coating on the top side for gravure printability with the MOB

68

Marzo / March 2014

Mineral Oil Barrier – MOB - substrate makes use of recycled paper in packaging materials safer barrier on the reverse side to protect the packaged product. Both papers provide an excellent surface for application of additional barrier layers – be it dispersion coating or extrusion lamination. “One of the technical challenges of this innovation is the realisation of a homogeneous coating layer which covers the pre-coated paper substrate for hundred percent. Small defects in the coating layer have an immediate impact on the quality of the barrier function. This requires first of all an extreme smooth and low porous base paper covered with a low porous and good covering pre-coat” said Jos Lycops, Senior Product Specialist, Sappi Central R&D. “Another challenge was to find an operating window on the coating machine to apply the barrier layer without blocking on the reel” adds Jos Lycops. BASF applied its deep understanding and knowledge of chemistry to develop new coating solutions that could address this issue. “The challenge was to develop an aqueous dispersion polymer system that could provide the required barrier; form a good, defect-free film at given parameters; and not block on the reels,” said Thomas Steinmacher, Application Technology of BASF. “This required balancing film forming versus blocking behavior to get the optimum formulation. Our long-standing relationship with Sappi and close cooperation on this project allowed us to bring this unique solution to market in a reasonable timeframe.” To determine the effectiveness of the barrier coating against migration of MOSH/MOAH, we worked with Eurofins Consumer Product Testing GmbH, an international bioanalytical service provider that focuses on testing and analysis of food, pharma and environmental samples as well as consumer products. Eurofins executed a 3-month testing cycle on behalf of BASF. These and other tests have

FOOD INDUSTRY

proven, that the BASF/Sappi developed MOB coated papers prevent mineral oils from migrating from recycled cardboard and folding cartons into foodstuff during typical shelf lives of affected food stuffs. “We have performed hundreds of mineral oil measurements over the last three years based on strict standards established by the German Federal Institute in Risk Assessment,” said Dr. Andreas Grabitz, Technical Sales Manager Packaging Materials, Eurofins. “This enabled our highly qualified staff to design a test tailored to the specific requirements of this project. Prior to this test, regulatory officials in the food industry believed that migration of mineral oils could only be safely inhibited by using functional barriers such as inner bags. The tested material from BASF was the first directly-applied coating that showed appropriate barrier properties.” “Through this partnership, we have been able to solve a problem that is becoming increasingly critical in the packaging market,” said Rosemarie Asquino, Sappi Specialities Sales and Marketing Director. “Brand owners and converters will be able to take advantage of the performance and strength of Sappi grades, preventing migration of mineral oil, whilst also keeping their environmental footprint optimal by using outer packaging materials that include recycled paper or board. With our new MOB coating, this is possible without any risk of food contamination from those recycled fibres.” “We have already had our first customer request for the new MOB paper for dry food product pouches to replace the currently used PVDC-coated variant which is expensive and contains chlorine chemistry,” adds Rosemarie Asquino. “Other brand owners in the food product arena have also shown a very high level of interest in our MOB paper development project. We anticipate that there will be good uptake on these grades as they are increasingly made available to the marketplace.” The Sappi MOB Kraft and MOB Gravure grades are aimed at the sugar, chocolate and confectionery, coffee and tea, crisps, snacks and nuts, dried and dehydrated foods and frozen food and ice cream markets.

www.tecnalimentaria.it


www.sappi.com speciality.paper@sappi.com

We create the paper, you model the packaging

VISIT US AT HALL 9 STAND D 19, 8-14 MAY, DĂœSSELDORF


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Soluzioni innovative di packaging M.C. Automazioni, partner affidabile su scala mondiale per la produzione di impianti di confezionamento

M

.C. Automazioni Srl è un’azienda flessibile e dinamica che vanta nei suoi uomini un’esperienza di oltre vent’anni sia nella progettazione che nella produzione di macchine automatiche per il confezionamento di prodotti in busta ottenuta da bobina di film, nelle varie tipologie: normale, atmosfera modificata con gas inerte, sottovuoto. Situata a Foiano della Chiana, vicino ad Arezzo, M.C. Automazioni capisce le richieste dei clienti di macchinari progettati per applicazioni altamente personalizzate e lavora quindi con loro per rispondere alle loro necessità nel migliore dei modi. Il crescente successo di M.C. Automazioni ha origine dallo stesso impegno e dedizione che tutto lo staff aziendale pone nel lavoro di tutti i giorni, e dove qualità del prodotto e soddisfazione del cliente sono il principale obiettivo. M.C. Automazioni ha recentemente progettato due soluzioni innovative di packaging chiamate Scream e Stark. La confezionatrice verticale “Scream” è stata progettata per eseguire una velocità di produzione molto alta. Il continuo movimento saliscendi viene prodotto da ganasce saldanti trasversali e permette alla macchina di raggiungere la velocità meccanica di confezionamento fino a 300 cicli/min. Il sistema Scream forma confezioni di piccolo e medio volume in formati multipli: confezione a cuscino, confezioni con tassello, confezioni con fondo quadrato. Le confezioni sono lavorate in tubi di formatura e sigillatura. Il processo di confezionamento comincia dalle bobine orizzontali di diverso materiale di confezionamento: laminati, estrusi, rive-

70

Marzo / March 2014

stiti in polietilene e carta. Estrema versatilità, facile movimentazione e management senza problemi delle varie funzioni di Scream permettono ai clienti di M.C. Automazioni di minimizzare i costi di confezionamento e incrementare la produttività della macchina. Allo stesso tempo, grazie alle sue dimensioni compatte, Scream opera in aree di confezionamento ristrette. Il sistema Scream può essere combinato con i diversi tipi di sistemi di dosaggio volumetrico, di peso e dispositivi di peso. Il nastro motorizzato del film e il suo sistema di avvolgimento sono perfettamente sincronizzati con le altre funzioni macchina e incrementano le performance generali del sistema. La confezionatrice verticale “Stark”, nella sua versione motorizzata brushless e costruzione in acciaio inossidabile AISI 304, è progettata da M.C. Automazioni per ottenere misure e formati multipli di confezionamento da una bobina orizzontale di diversi materiali, come ad esempio laminati, estrusi, rivestiti in polietilene, alluminio e carta. Il sistema Stark è la risposta ideale di M.C. Automazioni per soddisfare anche i clienti più esigenti, che richiedono la più alta qualità nel prodotto finale, operazioni affidabili e le più alte performance per formare confezioni piccole, medie, grandi ed extra large, compresi anche Doy Bags e sacchetti con chiusura di tre lati con o senza chiusura zip. Il design innovativo di Stark permette una gestione dei cambi più facile e la sostituzione diretta degli accessori, al fine di permettere la maggiore velocità di produzione e ottenere delle confezioni che attirano l’attenzione e con perfetta qualità di sigillo.

FOOD INDUSTRY

La migliore operatività, facilità d’uso e d i m a n u t e n z i o n e , r i c e rc a c o s t a n t e delle soluzioni tecnologiche migliori e più innovative differenziano M.C. Automazioni dai suoi competitors. Per la costruzione delle sue macchine M.C. Automazioni seleziona i migliori materiali, come acciaio inossidabile, alluminio anodizzato, e plastiche conformi alla FDA. Inoltre, l’azienda lavora con fornitori di componenti elettronici di prima classe per poter progettare la migliore logica e motion control della macchina. M.C. Automazioni coopera con le migliori aziende a livello internazionale ed è importante sottolineare la lunga partnership con il partner russo TaurasFenix, CJSC (www.taurasfenix.com), leader nell’industria russa della costruzione di macchine per il confezionamento, attrezzature per filling&packaging, linee di riempimento e attrezzature per la produzione di alimenti. Dal 1987 Tauras-Fenix produce macchine che soddisfano le richieste di qualità sia russe che europee. I benefici derivanti dalle macchine TaurasFenix sono: • vasta gamma di prodotti, da macchine budget fino a modelli per alte performance; • supporto tecnico sulla selezione delle macchine per una produzione specifica; • lavoro giornaliero per la modernizzazione delle macchine secondo le tendenze globali del mercato; • garanzia di 24 ore e servizio in Russia e CSI.

www.tecnalimentaria.it


Confezionatrici Verticali Dispositivi Sottovuoto Dispositivi di Carico Linea di Confezionamento Confezionatrici Inclinate Applicatore Cartoncino Dispositivi di Uscita Linea di Confezionamento Confezionamenti Speciali Dispositivi di Dosaggio

Hall 08B - Stand G39

M.C. Automazioni s.r.l. Via I Maggio, 22 - 52045 Foiano della Chiana - Arezzo - Italy Tel. +39.0575.648.858 - Fax +39.0575.648.858


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Innovative packaging solutions M.C. Automazioni, acting worldwide as a sound partner in packaging plants manufacturing

M

.C. Automazioni is a dynamic Italian company whose staff boasts more than twenty-year experience in designing and manufacturing automatic machines for the packaging of products in envelopes which are obtained from a film reel, in the following types: normal, modified atmosphere with inert gas, and vacuum. Headquartered in Foiano Della Chiana, near Arezzo, M.C. Automazioni understands customers’ request of machinery designed for highly customized applications and works with them to meet at best their requirements. The growing success of M.C. Automazioni originates from the same commitment and dedication that the entire corporate team places every day in its job, whose primary goals are product quality and customer satisfaction. M.C. Automazioni recently engineered two innovative packaging solutions called Scream and Stark. The vertical  packaging machine ‘Scream’ is designed to perform very high production working speed. The up & down continuous movement is featured by the transversal welding jaws and allows the machine to reach a packaging mechanical speed up to 300 cycles per minute. The Scream system has the ability to form small and medium volume sized packages in multiple formats: pillow bags, gusseted bags, square bottom bags. Packages are processed in forming and sealing tubes. The packaging process starts from horizontal reels of different packaging materials: laminates, extruded, polythene-coated and paper. Scream’s extreme versatility, easier handling and trouble-free management of its several functions allow M.C. Automazioni’s customers to minimize packaging costs and yet to boost machine productivity. At the same time, due to its compact dimensions, the Scream machine is designed to operate in a very small area of the packaging room. The Scream system is matching to the various types of volumetric dosing systems, weighing and counting devices. The motorized pulling film belt and its unwinding system are perfectly synchronized with the other machine functions and boost the overall system performance. The vertical packaging machine ‘Stark’ in its motorized brushless version and its Inox AISI 304 construction is designed by M.C.

72

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

Automazioni to obtain multiple package sizes and formats from an horizontal reel of different materials, such as laminates, extruded, polythene-coated, aluminum and paper. The Stark system is M.C. Automazioni’s best answer to the most demanding customers who require maximum final products quality, reliable operations and highest performance to form small, medium, large and extra large packages, including Doy Bags and three-edge sealing bags with or without zip closing. The innovative Stark’s design layout allows an easier changeovers management and direct accessories replacement, in order to perform the highest speed production and to obtain eye-catching, attractive packages with perfect sealing quality. Highest running performances, ease of use and of maintenance, and continuous research of the best and most innovative technical solutions differentiate M.C. Automazioni from its competitors. For its machinery M.C. Automazioni selects the best construction materials, such as stainless steel, anodized aluminum and FDA-compliant plastics. Furthermore, the company works with top-class electronic components suppliers in order to engineer the most performing machine logic and motion controlling. M.C. Automazioni cooperates with the best companies of the world over and it is worth mentioning its long-standing relationship with Russian partner Tauras-Fenix, CJSC - www.taurasfenix.com Tauras-Fenix is a leader of Russian machine-building industry of packaging and filling&packaging equipment, filling lines, food equipment. Since 1987, Tauras -Fenix  has been producing machines that meet the requirements of both Russian and European quality. Benefits of working with machinery works Tauras-Fenix​: • A wide range of products: from budget versions to high-performance models; • Technical advice on the selection of machines for a specific production; • Daily work for the modernization of machines according to global trends of the market; • 24-hour warranty and service in Russia and CIS.

www.tecnalimentaria.it


pasta

Maccheroncini fini di Campofilone

nimax: la qualità vuole qualità Sistemi di codifica e marcatura ad alto rendimento per ogni tipologia di prodotto e di linea produttiva. Tecnologie ink jet in alta e bassa risoluzione in linea e su fine linea, laser, sistemi stampa & applica, stampanti a trasferimento termico, drop-on-demand, ink jet termico, stampanti per etichette a colori in alta qualità, software specifici di gestione della codifica e interfacciamento. Oggi la codifica è essenziale per valorizzare l’unicità del prodotto. Per questo Nimax propone una gamma completa di prodotti che garantiscono una perfetta leggibilità su tutti i supporti, l’integrazione ottimale con ciascuna linea produttiva, la riduzione dei fermi macchina, il contenimento dei costi di esercizio reali. Chiedi un incontro con i Consulenti Nimax per individuare la soluzione ideale per le tue specifiche esigenze di codifica: nelle offerte Nimax la qualità non è un optional.

nimax s.p.a. - via dell’Arcoveggio, 59/2 - 40129 Bologna - Italy T. +39 051 419 9111 - commerciale@nimax.it - www.nimax.it

ESCLUSIVISTA


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Dalla costante ricerca sono nate idee rivoluzionarie L’attività di R&D alla G. Mondini ha reso possibile la realizzazione di diverse tipologie di confezioni, tutte con Trave Platform Technology

G

. Mondini SpA è azienda di riferimento mondiale per la produzione di linee complete per il dosaggio e confezionamento di prodotti alimentari. Grazie all’esperienza maturata in 40 anni, la G. Mondini è diventata un’azienda leader nel settore del packaging alimentare, vantando oggi più di 15.000 impianti distribuiti in tutto il mondo. Dalla costante ricerca sono nate dalla G. Mondini idee che hanno rivoluzionato il mercato, il quale, verso la fine degli anni 80, ha iniziato a fornire le più grosse aziende prima italiane poi europee e infine ad avere come referenza le più note multinazionali alimentari mondiali. Oggi le esigenze del mercato puntano su confezioni sempre più originali che diano oltre all’aspetto, una maggior durata di conservazione e una garanzia igienico-sanitaria. Ricerca e sviluppo con le più grandi aziende di materiali per il confezionamento alimentare ha reso possibile le realizzazioni di molteplici e diverse tipologie di confezioni in svariate applicazione, tutte però con un’unica piattaforma denominando così il nuovo concetto di: Trave Platform Technology.

Constant research creates revolutionary ideas

C

ompany G. Mondini SpA is a worldwide leader reference for the production of complete filling and packaging lines for the food industry. Thanks to 40-year experience, G. Mondini has become a leader in the food packaging sector and boasts more than 15,000 installations all over the world. G. Mondini’s constant research has resulted in ideas that have revolutionized the market, and at the end of the 80s, the company has started to supply the main food companies first

74

Marzo / March 2014

Italian then European and finally internationally renowned multinationals. Today, market’s requirements are focused on increasingly original packages, taking into consideration the pack appearance as well as the extension of shelf-life and increased hygiene guarantee. Research and development together with the main material and packaging suppliers made it possible to create many and different kinds of packages in various applications, but all of them share a common platform known as the new concept

FOOD INDUSTRY

Le Traysealer, denominate Trave, sono capaci di realizzare diverse tipologie di packaging unici nel suo genere. La tecnologia G.Mondini permette di avere una maggiore flessibilità di utilizzo per diversi tipologie di packaging, tutte realizzate con la stessa chiuditrice, la quale, grazie a un semplice cambio stampo, permette le seguenti applicazioni: M.A.P., Mirabella, Stretch Seal, MAP Form Shrink, MAP Rigid Lid, Blow Molded Jars, Vacuum SKin, Vacuum Skin Double Decker, Protruding Vacuum Skin, Super Protruding Vacuum Skin, ed ora i nuovissimi Darfresh on Tray, Hybric Flat 3D, Flex Flex e Flex Flex Super Protruding. Il successo della G. Mondini è frutto di impegno e lavoro, serietà e continua ricerca tecnologica, piena collaborazione e totale sinergia anche con tutti i suoi clienti. Nel futuro della G. Mondini ci sono nuove e appassionanti sfide, per le quali i clienti sanno di poter contare sull’entusiasmo e sulla competenza di una grande azienda che pone al centro della sua filosofia la piena soddisfazione del committente. G.Mondini SpA sara presente a Interpack, Hall 8B - Stand D74.

G.Mondini’s R&D activity made it possible to create different kinds of packages, all with Trave Pratform Technology of: Trave Platform Technology. Trave traysealers can produce different and unique packaging formats. G.Mondini technology allows the highest flexibility for the different types of packaging formats, all performed with the same machine which, with a simple tool change over, allows the following applications: M.A.P., Mirabella, Stretch Seal, MAP Form Shrink, MAP Rigid Lid, Blow Molded Jars, Vacuum Skin, Vacuum Skin Double Decker, Protruding Vacuum Skin, Super Protruding Vacuum Skin, and the brand new Darfresh on Tray, Hybric Flat 3D, Flex Flex and Flex Flex Super Protruding. G. Mondini’s success is the result of commitment and hard word, seriousness and constant technological research, in full cooperation and synergy with its customers. In the future of G. Mondini there are new and exciting challenges, and customers know that they can always rely on the professionalism and expertise of a big company that places customer’s full satisfaction at the heart of its philosophy. G.Mondini SpA will be present at Interpack, Hall 8B - Stand D74.

www.tecnalimentaria.it


Hall 8B - Stand D74


Packagin

Marketing & Strategy

FINAT, un’agenda 2014 ricca di impegni La risorsa internazionale per conoscenza, informazioni, best practice e ispirazione attraverso la comunità dell’etichettatura

F

INAT, associazione internazionale per l’industria delle etichette autoadesive, ha annunciato il suo programma per il 2014. Conoscere e networking sono gli aspetti chiave dell’industria ampiamente valutati dai suoi membri. Un considerevole numero di eventi verrà organizzato anche per quest’anno. • Seminario Tecnico, 5-7 marzo 2014,

Barcellona, Spagna, dal titolo “Ridisegnare l’etichetta”. Questo includerà anche una rassegna sulle tecnologie attuali e il mercato delle etichette autoadesive, oltre alle ultime tendente riguardanti materie prime, costruzione dell’etichetta, stampa, conversione e applicazione delle stesse. Il seminario di un giorno e mezzo si rivolge a tutti i livelli della comunità tecnica, dalla

ign g & Des

ricerca allo sviluppo fino alla produzione, direttori tecnici ed executives. • Congress Logo Competition. Come ogni anno FINAT bandisce un concorso di design per il suo congresso annuale dei logo, indirizzato agli studenti di arte della Francia. • Industry Trends Report. FINAT pubblicherà in aprile la sua prima edizione del Rapporto annuale sulle Tendenze dell’Industria. • FINAT Congress, 5-7 giugno 2014, Monte Carlo, Monaco. Quest’anno il congresso avrà come tema “La battaglia per il richiamo dello scaffale – strategie vincenti per l’industria dell’etichettatura”. Il programma si aprirà con una presentazione di Cartils, consulenti di brand internazionali e presenterà due dibattiti, uno per i fornitori leader di tecnologie d’applicazione, mente il secondo sarà per gli utilizzatori finali appartenenti a segmenti alimentare, dettaglio, cosmetica, bevande, ecc. Il secondo giorno vedrà l’introduzione di tecnologie emergenti di particolare rilevanza per il futuro dell’etichettatura, come ad esempio l’elettronica stampata. • Come nota di chiusura, FINAT è lieta di annunciare Bertrand Piccard, aerostiere di fama internazionale, che (con Brian Jones) è stato il primo a completare il giro intorno al mondo in mongolfiera. • FINAT Label Competition 2014. Iscrizioni entro il 7 marzo. • FINAT Reclycling Award. Un nuovo Recycling Award verrà lanciato a breve. • FINAT Technical Handbook, 9° edizione. Una edizione rivisitata e migliorata di uno dei manuali di metodi di controllo è programmata per il primo trimestre 2014. Per maggiori informazioni su tutte queste attività e linee guida per FINAT Label Competition 2014, visitare il sito www.finat.com

FINAT, a fully packed agenda 2014

F

INAT, the international association for the self-adhesive label industry, an n o u n ces its 2014 l a b e l l i ng events. Learning and networking are key aspects of the industry and greatly valued by its members. A number of important gatherings is being organized this year again. • Technical Seminar, 5-7 March 2014, Barcelona, Spain: ‘Redesigning the label’. This will include reviewing the current technology and market for selfadhesive labels, as well as the latest trends regarding raw materials, label construction, printing, converting and applications for self-adhesive labels. The one-and-a-half day seminar is aimed at all levels of the technical c o mmu n ity, f rom re se a rc h a nd development to production to technical directors and executives. • Congress Logo Competition: As every year FINAT has issued a design competition for its annual congress

76

Marzo / March 2014

The international resource for knowledge, information, best practice and inspiration across the labelling community logo at graphic arts students in France. • Industry Trends Report: FINAT will release the first edition of its half-yearly Industry Trends Report in April. • FINAT Congress, 5-7 June 2014, Monte Carlo, Monaco. This year’s congress will carry as its theme “The Battle for Shelf Appeal – Winning Strategies for the Label Industry”. The congress programme will open with a keynote presentation by international brand consultants Cartils and will feature two expert panel discussions, one bringing together representatives from leading application technology providers, and the second one featuring leading end-users in different market

FOOD INDUSTRY

segments like food, retail, cosmetics, beverages, toys etc. On the second day, delegates will be introduced to newly emerging technologies relevant to the future of labeling, such as printed electronics. • As closing keynote speaker, FINAT is proud to announce Bertrand Piccard, the world famous balloonist, who (along with Brian Jones) was the first to complete a non-stop balloon flight around the globe. • FINAT Label Competition 2014: entries by 7 March. • FINAT Recycling Award: a new Recycling Award will be launched soon. • F I N AT Te c h n i c a l H a n d b o o k 9 t h edition: A revised and embellished edition of the test methods manual is scheduled to appear in the first quarter of 2014. For more information on all these activities and guidelines for the FINAT Label Competition 2014 go to www.finat.com.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Elevata produttività e minimi ingombri

C

A.VE.CO. storica azienda italiana di automazione, produce impianti per il confezionamento ed il dosaggio alimentare. La storia di CA.VE.CO. comincia nel 1978, costellata da geniali intuizioni e migliaia d’impianti venduti per il confezionamento ed il dosaggio dei più diversi prodotti. Seguendo le specifiche esigenze del cliente, secondo il “LeSSpace”, CA.VE.CO. presenterà alla prossima Interpack 2014 tre linee di confezionamento costruite per soddisfare molteplici necessità e contraddistinte da

una base comune: “elevata produttività ed ingombri minimi”. In prima posizione un impianto completo per il dosaggio e il confezionamento di sottoli o prodotti marinati equipaggiato con una confezionatrice TEMA 45, l’intervento umano è ridotto al minimo e l’elevata produzione è garantita dal perfetto funzionamento di una linea che in poco spazio permette di gestire a pieno e nella più totale affidabilità il processo produttivo.

A Interpack CA.VE.CO. presenterà le sue tre linee di confezionamento di prima classe: Tema 45, Gamma e Ypsilon Skin In seconda posizione troviamo il modello di punta GAMMA, perfettamente inseribile in un impianto completo, suo habitat naturale, qui in configurazione idraulica ed equipaggiata con un sistema E.M.I.(eletro-meccanico-idraulico). Completamente rinnovata, viene presentata al pubblico di Interpack 2014 nella nuova configurazione “Extrema“ per i clienti più esigenti. GAMMA è una termosigillatrice in linea concepita per elevata produttività e può arrivare a produrre in funzione del contenitore, oltre 120 vaschette/minuto. Accessibilità e sanificabilità totali per il top di “GAMMA“ della scuderia CA.VE.CO. Dulcis in fundo troviamo la “piccola“ Ypsilon Skin di casa CA.VE.CO. compatta, affidabile e veloce, adatta per le piccole e medie produzioni, è nata con lo stesso spirito delle sue sorelle maggiori: piccola fuori ma grande dentro; estremamente compatta e robusta, può eseguire sino a 15 cicli/minuto ed essere equipaggiata per saldatura, ATP o Skin. Completamente costruita in acciaio inox e alluminio anticorodal, è impiegabile in qualsiasi tipo di produzione, anche negli ambienti più aggressivi. Con un grado di protezione IP65, soddisfa le esigenze di pulizia e igienicità tipica dell’industria alimentare. Perché migliaia di aziende scelgono CA.VE.CO. ogni giorno? Qualità, assistenza, flessibilità e lungimiranza: pensa CA.VE.CO. a tutto, alle vostre esigenze di oggi e di domani. CA.VE.CO. cares your food!

High productivity and minimal space At Interpack, CA.VE.CO. will show its three top-class packaging lines: Tema 45, Gamma and Ypsilon Skin

C

A.VE.CO., historical Italian company of automation, manufactures foods packaging and filling systems. CA.VE.CO.’s story begins in 1978, studded with brilliant insights and thousands of sold systems sold for packaging and dosing of different products. According to the customer’s specific needs and the “LeSSpace solution”, CA.VE.CO. will show at the next Interpack 2014 exhibition, three packaging lines built to meet various needs and identified by common “high productivity and minimal space” requirements. In pole position a whole plant, for dosing and packing of empha or marinated products, equipped with sealing machine

78

Marzo / March 2014

TEMA 45; human intervention is minimized and the high production is guaranteed by perfect working of the line that in a small space, allows you to manage full and total reliability in the production process. Secondly, there is CA.VE.CO. top model GAMMA, its natural habitat is the complete plant, here in hydraulic configuration is equipped with an E.M.I.(electro-mechanicalhydraulic) system. Completely renovated, it will be shown at Interpack 2014 with its new configuration “Extrema” suitable for the most demanding customers. GAMMA is an in-line trays sealer designed for high productivity that

FOOD INDUSTRY

can reach according to the trays size, over 120 trays/minute. Total accessibility and easy clean for the top of CA.VE.CO.’s “GAMMA”. Last but not least is Ypsilon Skin, the “small” of CA.VE.CO. house. Compact, reliable and fast, suitable for small and medium productions, born with the same spirit of its bigger sisters: small outside but big inside, extremely compact and robust, it can produce up to 15 cycles/ minute and can be equipped with sealing, MAP or SKIN systems. Completely made of stainless steel and anticorodal aluminum, it can be used in all types of productions, even in the harshest environments. With an IP65 protection, it meets the typical cleaning and hygiene requirements of the food industry. Why thousands of companies choose CA.VE.CO. every day? Quality, service, flexibility and foresight: CA.VE.CO. takes care of everything, for your present and future needs. CA.VE.CO. cares your food!

www.tecnalimentaria.it


Hall 08B - Stand G30


Developing the latest sachet

Packaging Technology

The Packaging of sachets shown reflects the range and variety feasible on Universal Pack machines

Synthesis Gamma AR

www.universalpack.it

Hall 08B - Stand C39

Synthesis Alfa FS

Universal Pack S.r.l. Via Vivare, 425 47842 San Giovanni in Marignano (Rn) Italy

Tel. +39 0541/955276 Fax +39 0541/955400 info@universalpack.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Qualità ed efficienza in costante perfezionamento Imanpack Packaging & Eco Solutions offre ai propri clienti soluzioni di packaging sempre più dedicate ed efficienti

I

manpack Packaging & Eco Solutions Spa offre una linea completa di soluzioni di confezionamento per soddisfare le esigenze delle industrie nei settori: hardware, kit, prodotti tecnici, food, cosmetica/farmaceutica. La gamma di prodotti offerti dall’azienda vicentina comprende confezionatrici orizzontali flow-wrap, confezionatrici verticali

form-fill-seal, astucciatrici verticali e orizzontali, formatrici scatole, pesatrici e contapezzi elettroniche, anche ad alta velocità, sistemi apri/chiudi cartone, robot palletizzatori e una varietà di soluzioni di alimentazione prodotto e fine linea. Fin dai sui inizi l’azienda si è dedicata al costante aggiornamento e miglioramento dei propri prodotti al fine di soddisfare le richieste di un mercato internazionale sempre più diversificato e complesso. La ben nota peculiarità di Imanpack Packaging & Eco Solutions è la sua capacità di creare rapporti di continua consulenza e assistenza con i propri clienti, nello studio e sviluppo di soluzioni di confezionamento su misura per rispondere alle esigenze di ogni specifico prodotto. Questo tipo di approccio alla progettazione ha permesso all’azienda, attraverso gli anni, di perfezionare costantemente la qualità e l’efficienza della propria produzione. L’esperienza pluriennale e l’intuizione umana applicate allo stato dell’arte della tecnologia nel settore, permettono infatti a Imanpack Packaging & Eco Solutions di offrire ai propri clienti soluzioni sempre più dedicate ed efficienti - nonché redditizie - che si tratti di una

Quality and efficiency under regular development Imanpack Packaging & Eco Solutions gives its customers increasingly dedicated and efficient packaging solutions

I

manpack Packaging & Eco Solutions Spa offers a complete line of automatic packaging equipment to meet the needs of such industries such as food, non-food, cosmetic/pharmaceutical, hardware and technical products. The company quality machines include flow-wrappers, vertical form-fill-seal wrappers, carton forming/ filling equipment, high speed electronic counters/scales, robotic palletizers and a

82

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

semplice confezionatrice entry-level o di impianti completi interamente automatizzati. Il forte rapporto creato con i propri clienti durante lo sviluppo di ogni progetto e lo standard elevato dei servizi post-vendita sono fra le qualità più apprezzate dell’azienda. Tali caratteristiche, unite alla qualità ed efficienza d’alto livello dei sistemi offerti, fanno di Imanpack Packaging & Eco Solutions la risposta ideale a qualsiasi esigenza di confezionamento.

variety of product handling conveyors and downstream packaging solutions. Ever since its beginnings, the company has been devoted to a constant update and improvement of its machines in order to satisfy the demands of an increasingly complex and diversified international market. Imanpack Packaging & Eco Solutions’ well established peculiarity is the ability to work closely with its clients in order to study and develop customized solutions to meet every product requirement. This particular approach has allowed the Italian company through the years to be constantly perfecting the quality and efficiency of its packaging equipment. Many years of experience in this business, combined with state-of-theart technology and human intuition, allow Imanpack Packaging & Eco Solutions to give its customers the most suitable and profitable packaging solutions every time: from the smallest, entry-level wrapper to complete, fully automated packaging lines. The strong relationships that are created with the clients through the development of each project and the high standards of the company’s after-sale customer support system are some of the most appreciated qualities of the company. These characteristics, combined with the high quality and guaranteed efficiency of its packaging machines, make Imanpack Packaging & Eco Solutions the ideal answer to any packaging need.

www.tecnalimentaria.it


Hall 08B - Stand D93


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Nuova Serie Robot BX Presentati i nuovi Robot BX per gli impianti di saldatura automatizzata

L

’azienda di Visano (Bs), leader nell’ambito dell’automazione robotizzata industriale, presenta i Robot di saldatura a resistenza BX100 e BX20, caratterizzati da elevata velocità. Nuova Serie Robot BX La nuova serie dei Robot Kawasaki BX è stata studiata in particolare per il settore della Saldatura a resistenza ed è ottimizzata per le operazioni di spot welding. Le ragioni che hanno condotto alla progettazione e realizzazione di questo prodotto risiedono fondamentalmente nell’esigenza di una elevata flessibilità nelle linee di produzione, nello spazio d’installazione minimo richiesto, nel risparmio dei costi d’energia e nell’alta capacità produttiva.

Kawasaki ha trasferito nella progettazione del nuovo Robot tutta la sua esperienza derivante dalla fornitura, ormai da decine di anni, dei robot all’industria automobilistica. Il Robot è proposto in due modelli: BX100N e BX200L, concettualmente simili, ma differenziati per la portata e per l’area di lavoro (come si può notare dai diagrammi allegati. L’altra caratteristica deriva dalla presenza di un polso cavo con un foro passante di 63 mm che permette il passaggio dei cavi di azionamento del motore della servo pinza e di potenza per il trasformatore della stessa e, ai robot, di poter lavorare affiancati senza creare interferenze nei cavi e nelle connessioni sospese all’esterno delle macchine. L’utilizzo di particolari motorizzazioni e la connessione con l’ultima generazione di Controllori di tipo E, con una particolare routine per il calcolo delle accelerazioni e decelerazioni, ha consentito di ridurre i cicli di lavoro di circa il 15/20%, mentre il disegno della base richiede uno spazio a terra di circa il 50% in meno rispetto al modello ZX, che rimane comunque in produzione per le applicazioni di manipolazione veloce. Il grado di protezione del polso è sempre IP67; il peso totale del robot è invece di circa il 70% in meno dell’equivalente modello ZX. Le due aree di lavoro previste permettono l’inserimento di questi robot qualsiasi tipologia di impianto produttivo.

New BX Robot Series Presentation of new BX Robots for automated welding systems

T

he company of Visano, Brescia, leader in industrial robotized automation, introduces its automated welding robots BX100 and BX20, featuring high speed. New BX Robot Series The new series of Kawasaki BX Robots has been specially designed for resistance welding and is optimized for spot welding operations. The reasons behind the design and manufacture of this product basically lie in the need for greater production line flexibility, smaller installation space requirements, energy cost savings and higher production outputs. Into the design of this new Robot, Kawasaki has conveyed all its many decades of experience in supplying robots to the automotive industry. The Robot is available in two models: BX100N and BX200L, both similar in terms of concept,

84

Marzo / March 2014

but different as regards operating capacity and work area (as can be seen from the attached diagrams. The other feature is a hollow wrist with a 63 mm through hole for the operating cables of the servo gripper motor and the power cables for the transformer of the latter and which enables the robots to operate side by side without the cables and suspended connections outside the machine interfering with one another at all. The use of special motor drives and connection with the latest generation of Type E Controllers, with a special routine for calculating accelerations and decelerations, has made it possible to reduce work cycles by around 15/20%, while the base design requires about 50% less floor space than the ZX model, which in any case remains in production for quick handling applications. The degree of protection of the wrist remains IP67; the total weight of the robot is instead about 70% less than the equivalent ZX model. The two work areas provided make it possible to insert these robots into any type of production system.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


THL

TH

BA

400

650A

2 / 20 KG

PA L L E T T I Z Z A Z I O N E , PA C K A G I N G & MANIPOLAZIONE. U N G I O C O D A R O B OT.

ZD

MD

130 250

400 500

YF

RD

003N

80

BRESCIA ITALY WWW.TIESSEROBOT.IT


Packagin

Machinery & Development

Packaging, come un vestito su misura

T

ecno Pack è sinonimo di tecnologia, esperienza e servizio nel settore del confezionamento flow pack e pillow pack, primario e secondario. Azienda leader di mercato, Tecno Pack si presenta con soluzioni sempre specifiche e dedicate ad ogni settore applicativo, ma sempre con una particolare dedizione verso il food. Tecno Pack fornisce tutta la tecnologia di confezionamento che serve alla tua azienda. Dalla piccola macchina confezionatrice flow pack elettronica a caricamento manuale, fino all’impianto completo che

ign g & Des

Tecno Pack è certa di poter concepire un “abito su misura” anche per il tuo prodotto e si impegna a vestirlo usando la stessa cura con la quale viene realizzato preleva dalla produzione il prodotto e lo preserva in confezioni singole o multiple poi trasportate fino alla paletizzazione. Una squadra commerciale di tecnici specializzati, un ufficio tecnico potente ed elastico, la produzione interna di tutti i particolari meccanici, la rigorosa selezione dei materiali da commercio, un team produttivo di assoluta eccellenza e un servizio post vendita puntuale e presente in tutto il mondo, consentono a Tecno Pack di proporre alla sua utenza macchine e impianti sempre progettati come “vestiti su misura” e riconosciuti come massima espressione dell’attuale innovazione tecnologica da aziende come Gruppo Barilla, Nestlé, Pavesi, Kraft, Baxter, Chipita, PepsiCo e molti altri. Alta velocità, flessibilità, atmosfera modificata, shelf life del prodotto, integrazione globale del packaging nel sistema azienda, sono alcune delle tematiche che tutti i giorni Tecno Pack affronta con entusiasmo e determinazione e che, insieme ai suoi clienti, le forniscono nuova linfa evolutiva. In Tecno Pack sono assolutamente certi di poter concepire un loro “abito su misura” anche per il tuo prodotto e si impegnano fin d’ora a vestirlo usando la stessa cura con la quale viene realizzato. L’obiettivo di Tecno Pack è quello di realizzare solo l’eccellenza tecnologica conformandola alle esigenze ed evoluzioni della tua azienda e avere quindi, negli anni, il tuo pieno consenso. La proposta Tecno Pack è quella di collaborare con te per poter essere determinante al successo della tua società.

Packaging, like a tailor-made cloth Tecno Pack strongly believes that it can tailor-made a “cloth” also for your product, and works hard to imbue it with the very same care with which it was made

T

ecno Pack is synonymous with technology, experience and service in the flow-pack and pillow-pack packaging sector, both primary and secondary, As a market leader, the company Tecno Pack always offers specific and dedicated solutions to every application sector, but with special attention to the food industry. Tecno Pack supplies all packaging technology that your company needs. From small-sized electronic packaging flow-pack machine, with manual loading, right to turnkey plants that pick products from production areas and keep it in single or multiple packages to be then conveyed to palletization. A trade team of specialized technicians,

86

Marzo / March 2014

powerful and flexible technical office, inhouse production of all mechanics, strict selection of trade materials, first-class production team, and prompt after-sales service working worldwide, enable Tecno Pack to propose its customers machines and plants featuring “tailored” design and recognized as the highest expression of today’s technological innovation by companies such as Barilla Group, Nestlé, Pavesi, Kraft, Baxter, Chipita, PepsiCo, and many others. High speed, flexibility, modified atmosphere, product shelf-life, global integration of packaging into the corporate system, are just some but few issues that Tecno Pack deals

FOOD INDUSTRY

with on an ordinary basis with enthusiasm and commitment, and all that, in unison with its customers, gives the company new evolution nourishment. In Tecno Pack, people are utterly convinced that they can tailor-made their “cloth” also for your product, and they commit themselves to imbue it with the very same care with which it was made. Tecno Pack’s main goal is making technologic excellence only and shaping it according to the need and evolution of your company, so that it will gain your trust in the years to come. Tecno Pack proposes to cooperate with you in order to be a decisive factor to your company’s success.

www.tecnalimentaria.it


Per una sicurezza nelle giunzioni bullonate senza compromessi

Con una straordinaria soluzione di fi ssaggio a cunei multifunzionale, Nord-Lock aggiunge una nuova dimensione di sicurezza al fi ssaggio dei bulloni. Le rondelle X-series Nord-Lock uniscono l’impareggiabile soluzione di fi ssaggio a cunei con un eccezionale effetto molla, in modo da non dover più scendere a compromessi per il fi ssaggio delle tue giunzioni bullonate più critiche. Le rondelle X-series Nord-Lock assicurano una sicurezza totale nelle situazioni in cui non ci possono essere compromessi.

www.x-series.com

Nord-Lock Srl. • www.nord-lock.it • info@nord-lock.it


Packagin

Machinery & Development

Sottovuoto innovativo

ign g & Des

Zacmi esporrà la nuova, innovativa aggraffatrice sottovuoto a 6 teste alla prossima edizione di Interpack

Z

ACMI, già annoverata fra i più importanti costruttori mondiali di macchine per l’aggraffatura di contenitori cilindrici in banda stagnata, alluminio, cartone e plastica, ha ulteriormente ampliato la sua gamma produttiva con la costruzione dell’aggraffatrice sottovuoto a 6 teste che può raggiungere alte velocità di produzione - 600 contenitori al minuto con il diametro di 84 mm. In occasione della fiera Interpack 2014 Zacmi avrà il piacere di esporre questa innovativa macchina al proprio stand. Le principali applicazioni dell’aggraffatrice sottovuoto sono il confezionamento sottovuoto di mais piselli, fagioli e vegetali in genere e naturalmente i prodotti a base di carne. L’aggraffatrice è inserita in una camera di acciaio inox mantenuta sottovuoto mediante una pompa meccanica ad alto vuoto, ma è anche possibile lavorare senza il “vuoto” con prodotti riempiti a caldo, senza pericolo di perdita di liquido. La macchina è montata su ruote per facilitarne l’estrazione per la manutenzione.

Principali caratteristiche: • Altissimo standard sanitario: costruzione completamente in acciaio inox sia dell’aggraffatrice che della camera del vuoto • Speciale progettazione per evitare perdite di prodotto • Speciale nastro di alimentazione che garantisce un lungo funzionamento con una manutenzione minima. Il peso complessivo del nastro e l’usura sono stati drasticamente ridotti rispetto ai parametri della concorrenza • Sistema esterno di alimentazione coperchi - brevettato • Sistema di alimentazione sincronizzato di scatole e coperchi verso l’aggraffatrice con servomotori per garantire un funzionamento molto preciso • I parametri sono regolati attraverso un touch screen • Alto vuoto nella camera: -0,9 bar relativi • Scarico automatico acqua dalla camera del vuoto • Lubrificazione automatica completa ad olio, comprese le rolline, progettate particolarmente per lavorare sottovuoto.

Innovative vacuum Zacmi will introduce its new, innovative 6-head vacuum seamer on occasion of the forthcoming Interpack

Z

ACMI, already numbered among the most important global manufacturers of machines suitable to seam cylindrical tin-plate, aluminum, cardboard and plastic containers, has further expanded its product range with the construction of a 6 head vacuum seamer which can achieve high production speeds - 600 containers per minute on the of 84 mm diameter. The main applications are packaging under vacuum corn peas, beans and vegetables

88

Marzo / March 2014

in general and the meat products Zacmi has the pleasure to exhibit this new machine on its booth, at Interpack 2014 exhibition. The seamer is inserted into a stainless steel vacuum chamber, equipped with a mechanical high vacuum pump, but there is also the possibility of operating without vacuum with hot filled product, without liquid spillage. The machine is mounted on wheels to facilitate extraction for maintenance

FOOD INDUSTRY

Main features • High sanitary standard full solid stainless steel construction of the seamer and vacuum chamber • Special design to avoid product spillage • Special infeed conveyor which guarantees long operation running with minimum maintenance • Conveyor weight and wear drastically reduced in comparison to the competitor • Patent pending external lid feed system • Synchronized can and lid feeding systems to the seamer with servomotors to guarantee very precise operation • Parameters are controlled from the touch panel • High vacuum in the chamber: relative pressure -0.9 bar • Automatic water draining from the vacuum chamber • Full automatic oil lubrication including seaming rolls, specially designed to operate under vacuum.

www.tecnalimentaria.it


Hall 13 - Stand A55


Handling and conveying systems

for bottling and packaging plants

FILLPACK snc - Via G. Olindo 18/20 - 14053 CANELLI (AT) ITALY TEL +39 0141 835 388 FAX +39 0141 833 667 info@fillpack.it - www.fillpack.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Costruzione su misura New Project Italia: macchine automatiche per imballaggio, confezionatrici e linee complete “Made In Italy” per molini e zuccherifici

L

a società, con sede nel cuore della “packaging valley” italiana, regione Emilia Romagna, area di Bologna, ha sviluppato macchine per imballaggio affidabili e testate in tutto il mondo, grazie ai 40 anni di esperienza tecnica del fondatore nel distretto storico di Santarcangelo di Romagna uniti ai 30 anni di attività del responsabile commerciale. Modelli di linee base, a media ed alta velocità (output da 0,75 Tons/ora fino a 6,75 tons/ora, mono o doppio dosatore, mono o pluripista), permettono alla propria clientela di mantenere ritmi produttivi costanti anche su più turni (24/7/365) grazie alla qualità della costruzione Made in Italy e alla diretta realizzazione della componentistica. Non un semplice studio di progettazione ne’ una società di assemblaggio ma una costruzione su misura, di facile utilizzo e di ridotta manutenzione per un investimento di lunga durata. La società, su base familiare, in undici anni d’attività con proprio marchio, ha installato oltre 130 linee di confezionamento e imballaggio in tutto il mondo (export vicino al 90% del giro d’affari) con soddisfazione della propria clientela.

Il programma produttivo Linee automatiche industriali complete per il confezionamento primario (riempimento e chiusura sacchetti) a partire da sacchetti prefabbricati di carta Kraft a fondo quadro per prodotti granulari e polverosi food e non food. Gamma standard di formato peso da 0,5 Kg a 5 Kg., con volume variabile secondo il prodotto, per imballare farina (grano tenero, mais, semolino, mix), zucchero (bianco, di canna), altri prodotti alimentari e non, di largo consumo (thè, infusi, Yerba mate, cous cous, boulgour, spezie tostate ...carbone, prodotti chimici, prodotti per edilizia e fai da te). Tecnologia meccanica lineare orizzontale intermittente, modelli P25, P42, P82, P92 con velocità meccanica da 25 a 80 confezioni per minuto. Sistemi di chiusura sacchetto, forma e trattamento testa, standard. Forma dei sacchetti e dimensioni conformi alle esigenze di marketing dei clienti. Progetti speciali ed accessori: tunnel di termoretrazione, avvolgitrici in plastica e carta Kraft per fardelli multipack, pallettizzatori, fine linea, automazioni). Linee complete e progetti personalizzati da un unico fornitore. New Project parteciperà alla manifestazione di spessore Interpack, Düsseldorf, in Germania, in programma dall’8 al 14 Maggio 2014, Pad. 12 Stand B49

Tailor made construction New Project Italia - packaging machines and complete lines “made in italy” for flour/sugar mills and co-packers

T

he company New Project, based in the heart of “Italian “packaging valley”, Emilia Romagna region, Bologna area in particular, has developed reliable automatic packaging machines tested worldwide, starting from the forty years of technical experience of the founder in the district of Santarcangelo di Romagna Rimini join with the thirty years of expertise of the head of sales. Entry level models, medium and hi-speed lines (from 0,75 tons/hour to 6,75 tons/ hour, single or double doser), allow the customers to perform a constant productivity (24/7/365) thanks to a Made in Italy building and a direct manufacturing of components. Not a simply engineering or assembling company, but a tailor made construction, friendly-user for a longlasting investment.

92

Marzo / March 2014

New Project, a family-run business, established eleven years ago, is based on the experience of the founder in engineering lines in the district, inside Italian packaging valley, integrated with technical and sales skills of the head of sales, resulting over 130 packaging lines of this brand installed worldwide with customer satisfaction (approximately 90% of turnover is exported throughout the world). Production programme Complete automatic lines for industrial primary packaging (bag filling & sealing) from paper pre-made bags for bulk and powder products. Fill & Seal (FS) automatic primary packaging lines from pre-made bags of Kraft paper, range of weight from 0,5 Kg up to 5 Kg. to pack flour (wheat flour, maize flour,

FOOD INDUSTRY

semolina, mix), sugar (cane, crystal), other food and non food bulk, granular or powder commodities (tea, herbals as Yerba mate, cous cous, boulgour, roasted spices ...coal, chemicals, dry building products). Linear intermittent mechanic technology, M o de l s P2 5 , P4 2 , P8 2 , P9 2 w i t h mechanical speed from 25 up to 80 cpm. Standard bag closing systems and shapes. Bag shapes and size according to marketing requirements. Special projects and optional items (complete lines: collators, multipack, palletizers, wrappers, EOL End of Line, automation). Complete lines and special customized projects from a single source. New Project is going to participated in the forthcoming Interpack 2014 show, Düsseldorf, Germany, May 08th to 14th, 2014, Hall 12 - booth B49.

www.tecnalimentaria.it


COMPLETE AUTOMATIC LINES FOR INDUSTRIAL PRIMARY PACKAGING (BAG FILLING & SEALING) FROM PAPER PRE-MADE BAGS FOR BULK AND POWDER PRODUCTS

SHARING PACKAGING EXPERIENCE

Hall 12 - Stand B49

Headquarter 47824 CAMERANO DI POGGIO BERNI (RIMINI) ITALY Via Dell’Artigianato N.44 - Zona Art.le Tel: +39 0541 758644 Fax +39 0541 757007 info@newproject-italia.it www.newproject-italia.it

Join us on:

NewProjectMachines

New Project ITALY


Packagin

Marketing & Strategy

ign g & Des

DILLO COL CARTONE COME SI PRESENTERÀ IN FUTURO IL CIOCCOLATO?

A

nche se il mercato europeo del cioccolato industriale sembra essere decisamente saturo, il settore prevede vendite in crescita grazie alle esportazioni, ma anche alle nuove sfide nel segmento dell’alta qualità. Solo il mercato dei prodotti di altissima qualità sembra offrire opportunità di crescita realistiche in Europa, e per lo più con il giusto packaging in cartoncino. Negli ultimi tre anni si è osservata una divisione nel mercato del cioccolato. I principali produttori sono praticamente a crescita zero; il mercato è estremamente sensibile al prezzo e quindi è molto difficile riuscire ad aumentare i prezzi senza perdere quote di mercato.

94

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


g Packagin

n & Desig

Marketing & Strategy

Per di più i prezzi degli ingredienti più importanti stanno aumentando. Nell’UE, nel periodo 2008-2013, il prezzo dello zucchero è passato da 600 a 720 euro a tonnellata. Il prezzo del cacao in tutto il mondo è variato dai 2.000 ai 3.800 USD a tonnellata. E la situazione non è diversa per quanto riguarda le nocciole, il secondo ingrediente più costoso dopo il cacao. In pratica, negli ultimi 3 anni i prezzi sono raddoppiati. Martin Dowideit di “Handelsblatt” la pensa così: “Il cioccolato è un prodotto soggetto all’acquisto d’impulso. Non fa parte della normale spesa quotidiana e ciò che tenta l’acquirente è la confezione.” Il consumo mondiale di cioccolato vede al primo posto la Svizzera seguita da Regno Unito e Germania; gli svizzeri ne sono i più grandi consumatori mondiali, con una quantità annua di 11,9 chilogrammi pro capite. Sappiamo bene, infatti, che furono proprio gli svizzeri a scoprire per primi il vero valore di questa bruna leccornia. Con i prodotti Finest Pralinés, Lindor e Excellence, la Lindt & Sprüngli è leader mondiale per il cioccolato di qualità ed è rappresentata in oltre 100 Paesi. Nel 2004 la Lindt aveva già lanciato la tendenza delle barrette di cioccolato passando dal prodotto di massa a buon mercato ad un concetto che aggiungeva “un po’ di lusso”. Da allora sono proliferate le imitazioni. “La nostra serie Excellence, con cacao al 70% e più, ha generato introiti da favola”, afferma il patron della Lindt, Adalbert Lechner. “Il cioccolato Lindt rappresenta quel senso di lusso in più che viene introdotto nella vita di tutti i giorni ed è apprezzato da tutti come una piccola ricompensa, anche in tempi di difficoltà economica.” Questo segmento, che comprende marchi come Lindt, Suchard, Hussel e Hachez, è quasi esclusivamente confezionato con il cartoncino. “Ci sono quattro ragioni principali per cui viene usato il cartone nel confezionamento del cioccolato di qualità”, dice Marie-Eugénie Barrelet della Villars Maître Chocolatier: “i costi del packaging, la sostenibilità, la qualità della stampa e la velocità di sviluppo.” Un’impennata nella qualità Secondo il consulente alimentare svizzero James Amoroso, il cioccolato di fascia di prezzo alta sta avendo un tasso di crescita notevolmente maggiore di quello dei prodotti di massa: “Questa tendenza probabilmente continuerà perché la gente si sta rendendo conto che il cioccolato è un prodotto da consumare nelle occasioni speciali e non in grandi quantità.” I produttori, e soprattutto quelli di specialità, hanno tratto il massimo vantaggio da queste nuove opportunità che si sono presentate sul mercato del cioccolato. Ad esempio, la nuova arrivata “myswisschocolate”, fondata nel 2010, vanta già 100.000 clienti in 32 Paesi per la produzione personalizzata e la vendita online. Nel sito myswisschocolate.ch è possibile ordinare tutta una serie di ricette e disegnare la propria confezione, naturalmente in cartoncino. Il fondatore Sven Beichler ha detto: “I consumatori oggi vogliono prodotti unici, che soddisfino le loro esigenze personali, e non più il prodotto di massa. E sono disposti a spendere di più per un prodotto personalizzato di prima classe.” Dolfin e Pierre Marcolini in Belgio, Coppeneur o Wagner in Germania, Damian Allsop o Willies Cacao in Inghilterra, Michel Cluizel, Jean-Paul Hévin, La Maison du Chocolate, Patrick Roger o Valrhona in Francia, Domori o Stainer in Italia, Xocolat o Zotter in Austria, e Lindt & Sprüngli o Villars in Svizzera: il segmento dei prodotti di qualità sta crescendo e sempre più produttori si stanno concentrando sulla massima qualità. Il portafoglio varia dalle ricette e composizioni più intriganti, come il cioccolato al formaggio di montagna o al peperoncino, alla canapa con mocca, al liquore di lamponi, alla frutta tropicale con bacon caramellato o combinazioni con varie spezie orientali. Ma hanno tutti una cosa in comune: hanno scelto il cartoncino per il confezionamento. Pro Carton è l’associazione europea di produttori di cartone e cartoncino. Obiettivo principale dell’associazione è la promozione presso i proprietari di marchi, i rivenditori, i commercianti, i designer, i media e i politici, del cartoncino e del cartone come materiale da imballaggio equilibrato dal punto di vista economico ed ecologico.

www.tecnalimentaria.it

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

95


Packagin

Marketing & Strategy

ign g & Des

SAY IT WITH A CARTON HOW WILL CHOCOLATE PRESENT ITSELF IN FUTURE?

W

hereas the European market for industrially manufactured chocolate largely appears saturated, the industry forecasts growing sales numbers from exports as well through new challenges in the high quality segment. In Europe it is only the premium end of the market that offers realistic growth opportunities – by and large with appropriate carton packaging. Over the last three years the chocolate industry has seen a division in the market. Major manufacturers are experiencing virtually no growth. The market is extremely price-sensitive, price increases are difficult to achieve without losing market shares. The prices of important ingredients are also increasing. In the EU, the price of sugar increased from EUR 600 to EUR 720 per tonne over the period 2008 to 2013. The world market price of cocoa varied between USD 2000 and 3800 per tonne. And the situation is no different for hazelnuts, the second most expensive ingredient after cocoa. Prices have doubled over the past three years. Martin Dowideit of the “Handelsblatt” believes: “Chocolate is a product subject to impulse purchasing. It is not part of the shopping list, the packaging is the temptation.” Worldwide consumption is led by Switzerland, the UK and Germany - the Swiss are the world champions with an annual consumption of 11.9 kilogrammes per year and head. Not surprisingly, the Swiss discovered the true value of this brown delicacy early on. With Finest Pralinés, Lindor and Excellence products, Lindt & Sprüngli is the worldwide leader for premium chocolate and represented in over 100 countries. In 2004, Lindt already initiated the trend for chocolate bars, from cheap mass products to a “little bit of luxury”. This has attracted many imitators since. “Our Excellence series with a cocoa content of 70 per cent and more has generated fantastic sales”, states Lindt manager, Adalbert Lechner. “Lindt chocolate is that little bit of luxury in everyday routine which is appreciated as a reward by people, even in economically difficult times.” This medium segment with brands such as Lindt, Suchard, Hussel or Hachez is virtually packaged exclusively in cartons. “There are four main reasons for the use of cartonboard for premium chocolate packaging”, says Marie-Eugénie Barrelet of Villars Maître Chocolatier: “costs of packaging, sustainability, printing quality and speed of development.”

96

Marzo / March 2014

Quality surges ahead According to the Swiss food consultant James Amoroso, high-priced chocolate is achieving considerably greater growth than mass products: “This trend will probably continue as people are becoming aware that chocolate should be consumed at special occasions and not in large quantities.” The manufacturers and makers of specialties have made the most of these new opportunities on the market for chocolate. For example, newcomer “myswisschocolate”, founded in 2010, already boasts 100,000 customers in 32 countries for customised production or online orders. At myswisschocolate.ch one can order a variety of recipes and design one’s own packaging - with carton of course. Founder Sven Beichler states: “Consumers want unique products which meet their individual requirements, rather than mass products. And people are willing to spend money on a firstclass individual product. Dolfin and Pierre Marcolini in Belgium, Coppeneur or Wagner in Germany, Damian Allsop or Willies Cacao in England, Michel Cluizel, Jean-Paul Hévin, La Maison du Chocolate, Patrick Roger or Valrhona in France, Domori or Stainer in Italy, Xocolat or Zotter in Austria, and Lindt & Sprüngli or Villars in Switzerland: the premium segment is growing, more and more manufacturers are focusing on top quality. The portfolio ranges from intriguing recipes and compositions, such as mountain cheese or chili, hemp with mocca, raspberry spirits, coffee-plum with caramelised bacon, or combinations with eastern spices. But they all have one thing in common: carton is the packaging of choice. Pro Carton is the European Association of Carton and Cartonboard manufacturers. Its main purpose is to promote the use of cartons and cartonboard to brand owners, the trade as well as designers, the media and politicians as an economically and ecologically balanced packaging medium.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Hall 08B - Stand C19


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

PACKVISION, per il controllo della qualità PACKVISION è un sistema di ispezione modulare per il controllo della qualità con software potente e intuitivo

I

TALVISION è un’azienda leader nella costruzione e vendita di sistemi d’ispezione automatici per il confezionamento alimentare, mentre PACKVISION è il suo sistema d’ispezione modulare per il controllo qualità sia per contenitori termosaldati per alimenti che per il confezionamento in generale. Packvision permette i controlli su: • Presenza di impurità nella saldatura di vaschette alimentari. • Centratura o correttezza serigrafica di stampa sul film. • Presenza o difettologia del bar-code. • Presenza di marchi-bollini-etichette sia nella parte superiore che inferiore della confezione. • Ammaccature confezioni. • Difetti estetici in generale. PACKVISION è progettato e costruito (sia a livello software che meccanico) interamente da Italvision, quindi permette all’azienda di adeguare la macchina ad ogni singola esigenza del cliente. L’utilizzo di telecamere a colori ad alta velocità, computer industriale ad alte prestazioni su piattaforma 64 bit QuadCore, permettono l’ispezione in continuo direttamente sulla linea. Il Software è estremamente potente, ma semplice ed intuitivo grazie all’utilizzo di un

monitor Touch Screen; il sistema viene messo in produzione in brevissimo tempo. L’archivio storico dei lotti di produzione rende l’operazione di cambio prodotto immediata. L’utilizzatore può decidere a suo piacimento, con semplici operazioni, la dimensione minima e massima del difetto, la zona d’ispezione ed i parametri per il controlli estetico. Il controllo in remoto, permette la gestione di più linee da un’unica postazione. Facilita eventuali interventi di assistenza, sia in termini di diagnostica che di configurazione. Caratteristiche del sistema • Sistema di calcolo con computer industriale ad alte prestazioni. • Sistema di acquisizione con n°2 telecamere tri-lineari a colori ad alta risoluzione (2048 pixel per linea/colore) • Illuminazione a Led. • Rete ethernet per assistenza remota. • Possibilità di gestire fino a 6 tipi di scelta. L’utilizzo del sistema porta i seguenti benefici: Aumento degli standard qualitativi; Riduzione dei costi operativi; Controllo costante ed uniforme nel tempo; Aumento della capacità produttiva; Gestione di più linee con lo stesso operatore. ITALVISION sarà presente alla prossima fiera Interpack di Düsseldorf, Pad. 08A – Stand F06.

PACKVISION, for quality control PACKVISION is a modular vision system for quality control provided with powerful but intuitive software

L

e a d e r c o m p a n y I TA LV I S I O N manufactures and sales automatic vision systems for food packaging operations, and PACKVISION is its modular vision system for quality control of heat-sealed food trays and packaging in general. Packvision is recommended in the following control operations: • impurity in food tray sealing • centring and correct serigraphic film printing • presence or possible defects of barcodes • presence of brands-seals-labels on the upper and lower parts of the package • damaged packages • general defects PACKVISION is fully designed and manufactured (software and mechanics)

98

Marzo / March 2014

by Italvision, which enables the company to tailor the machine to customers’ requirements. The use of high-speed c ol our c a m e ra s, hi g h- pe rfo rm a nc e industrial computer on 64 bit QuadCore platform allow the steady inspection directly on the line. The Software. Very powerful but simple and intuitive thanks to a Touch Screen monitor, the system is put in production in very short time. The historical file of production batches makes the product change immediate. The user can decide through simple operations, the minimum and maximum defect sizes, the inspection area and the parameters for aesthetical control. The remote control allows managing many lines from one station only. It makes any diagnostic or configuration operation easier.

FOOD INDUSTRY

The use of this system allows: • High-performance system of calculation by industrial computer • Acquisition system with 2 highresolution (2048 px by line/colour), colour, tri-linear cams • Led lighting • Ethernet for remote assistance • Possibility to manage up to 6 types of choices This system offers the following benefits: Increased qualitative standards; Reduced operational costs; Steady and uniform control during time; Increased productive capacity; Management of many lines by the same operator. ITALVISION will be present at the next Interpack in Düsseldorf, Hall 08A – Stand F06.

www.tecnalimentaria.it


La tecnologia di controllo piĂš recente per la massima qualitĂ  The latest artificial vision technology for the highest quality

Hall 08A - Stand F06

ITALVISION s.r.l.

Via R. Guttuso, 2 42019 Scandiano (RE) Tel. +39 0522 859 704 Fax +39 0522 986 793 info@italvision.it

www.italvision.it


Partner of the Exhibition

Take part in the leading exhibition for

Food Processing in Russia!

AGRO PROD MASH 6-10

October

2014

Moscow/Russia

Machinery - Equipment Ingredients - Packaging - Cooling

www.ifw-expo.com


W R A P P I N G

M A C H I N E S

у п а к о в о ч н ы е

MOD. LANCIO

м а ш и н ы

Mod. CD 1 070 M

Mod. PSA 070 + BM 2007

MOD. LANCIO LA 25 S

Mod. VF 50 WR

Automatic packing lines автоматические линии for cylindrical, square and упаковки для цилиндрических, rectangular products in квадратных и прямоугольных cardboard tray or carton продуктов в термосжимаемую плёнку с и без подложкой или складываемого подноса а так же в короба.

Automatic lines for the packing with shrink film and / or carton cases of bags, boxes and cans containing coffee, rice, pasta or cereals Linee automatiche per il confezionamento con film termoretraibile e / o scatola di cartone di sacchetti, astucci e barattoli contenenti caffè, riso, pasta o cereali

Impianti Novopac s.r.l. Nuova Zona D3 • Via dell’Automobile, 41 • 15121 Alessandria • Italy Tel. +39.0131.242111 • Fax +39.0131.240296 www.novopac.it - email: info@novopac.it


Packagin

Machinery & Development

ign g & Des

Soluzioni di robotica intelligente La gamma di robot FANUC è considerata oggi la più ampia e completa in assoluto

A

nche nella prossima edizione di Interpack, FANUC sarà presente con un proprio stand e con tutte le novità relative al mondo del packaging. Verrà data l’opportunità ai visitatori di visionare la gamma di robot FANUC destinati al settore, considerata oggi la più ampia e completa in assoluto, che include robot destinati alle tre fasi del packaging: il picking veloce, l’inscatolamento e la pallettizzazione. La gamma del picking veloce è costituita principalmente da due serie di robot a cinematica antropomorfa o parallela (tipo DELTA). Con portate da 0,5Kg a 12Kg, offrono prestazioni elevatissime e numerose varianti legate al di numero di assi, all’area e alla portata al polso. I robot di inscatolamento sono caratterizzati dall’avere un’elevata velocità con una buona capacità di carico con taglie che variano tra i 40kg e i 100kg. Robot pallettizzatori offrono aree operative molto ampie e numerose varianti in portata (da 100Kg a 700Kg) con cinematiche a 4 o 5 assi. Le prestazioni sono garantite dall’innovativo controllore intelligente di ultima generazione FANUC R-30iB. Questo controllore offre la possibilità di utilizzare funzioni altamente evolute, come il sistema di visione integrato FANUC iRVision e la funzione di sicurezza DCS.

Il sistema FANUC iRVision permette di realizzare linee di picking multirobot con inclusa tutta la gestione relativa all’inseguimento dei convogliatori, ai modelli e ai flussi dei prodotto da manipolare, alla distribuzione e al bilanciamento del carico di lavoro di ciascun robot sulla linea. Inoltre, la funzione di sicurezza integrata FANUC DCS, consente di ridurre l’area operativa dei robot e di certificare tutto secondo le normative vigenti, oltre a consentire l’interazione delle persone con i robot nel rispetto delle normative. Importanti anche i valori legati al risparmio di energia di ciascun prodotto FANUC, con possibilità di rigenerazione in rete. Il marchio FANUC è oggi partner di numerosi costruttori e collabora attivamente alla realizzazione di prodotti sempre più dedicati e completi. Proprio a Interpack saranno presenti numerosi partners, aziende leader sul panorama mondiale, con soluzioni integrate con robot FANUC. FANUC è oggi la sola azienda sul mercato della robotica in grado di fornire una gamma completa di prodotti per realizzare l’intero processo, dal picking alla pallettizzazione. FANUC esporrà a Interpack a Düsseldorf, Germania - Hall 6, Stand D79.

Solutions of smart robotics

Performances are guaranteed by cuttingedge, innovative smart controller FANUC R-30Ib, which offers the possibility of operating highly advanced functions, such as the integrated vision system FANUC iRVision and the safety function DCS. FANUC iRVision enables to create multirobot lines inclusive of all the management of conveyor tracking, models and flows of products to be treated, distribution of balancing of workload of all robots in the line. In addition to this, the integrated safety function FANUC DCS also enables to reduce robot operation area and certify everything according to the norms in force, as well as granting interaction between people and robots as set by the standards. Every FANUC product offers remarkable energy saving and possibility of network regeneration. Today the name FANUC is partner of many manufacturers and cooperates at the making of increasingly dedicated and complete products. Many partners, leader companies at world scale, will be attending Interpack with their solutions featuring FANUC robots. FANUC is today the only company in the robotics market to provide a complete range of products to create an entire process, from picking to palletization. FANUC will exhibit at Interpack in Düsseldorf, Germany, Hall 6 – Stand D79.

FANUC range of robots is broadly acknowledged as the most comprehensive ever

F

ANUC is going to exhibit all its packaging news at its stand at the forthcoming edition of Interpack. Visitors will be given the opportunity of taking a look firsthand at FANUC robots, broadly acknowledged as the more comprehensive packaging line, consisting of robots for the following three packaging phases: quick picking, packing and palletization. The range of quick picking mainly consists of two series of anthropomorphous or parallel kinematics robots (Delta-type); with capacity ranging from 0,5 to 12 Kg, they offer very high performances and numerous variants regarding the number of axes, areas and hand capacity. Packing robots feature high speed and remarkable load capacity ranging from 40 to 100 kg. Palletizing robots offer very wide operativity and many capacity variants (from 100 to 700 Kg), with 4 or 5 axes.

Marco Pecchenini – Sales Executive Robotics

Marco Pecchenini – Sales Executive Robotics

102

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Con tre linee principali di prodotto, FANUC è la sola azienda del settore a progettare e realizzare internamente la maggior parte dei componenti. Ogni dettaglio, sia hardware che software, è tenuto sotto controllo attraverso una catena di sviluppo ottimizzata. Il risultato è l‘elevatissima affidabilità e la fiducia dei clienti soddisfatti in tutto il mondo. The colour of automation.

Un unico fornitore, infinite opportunità Hall 6 - Stand D79

WWW.FANUC.EU


Machinery & Development

Unificatori dinamici ad alta velocità, Serie DU

Q

uando la velocità di produzione aumenta e i prodotti sono leggeri, piccoli o in un packaging morbido o flessibile, ridurre le linee potrebbe diventare difficile. Al fine di raggiungere questo obiettivo M.H. ha sviluppato una specifica linea prodotto: la serie di unificatori dinamici DU, che propone macchine modulari e flessibili capaci di raggiungere altissimi velocità e ritmi di produzione. Il numero dei trasportatori fasatori può essere aumentato proporzionalmente alla velocità richiesta e un’aspirazione a vuoto può essere applicata a questi convogliatori per evitare che i prodotti scivolino sulla superficie del nastro, compromettendo così la corretta funzionalità del sistema.

La macchina qui presentata è stata installata in America Centrale, in un impianto di una grande azienda del settore alimentare presente in tutto il mondo, come parte di un progetto chiavi in mano. Lo scopo di questa linea era unire tre avvolgitrici, capacità produttiva di 210 ppm ognuna, con due inscatolatrici. La produzione totale di 630 ppm doveva essere uniformemente distribuita sulle due inscatolatrici. Il compito era particolarmente stimolante in quanto con l’alta produttività, la lunghezza di ciascuna macchina flow-wrap (fino a 230 mm) ha richiesto un’applicazione ad alta velocità con trasportatori che lavorano fino a 120 m/min. La macchina è divisa in due sezioni: la prima riceve il prodotto dal convogliatore che collega le macchine flow-wrap con l’unificatore su tre linee. Un trasportatore a nastro velocizza i prodotti creando uno spazio tra loro che permette a un separatore brushless di dividere la linea centrale in due file uniformi. Pertanto, nella seconda sezione della macchina ci sono quattro file di prodotto, due alla velocità di produzione di 210 ppm e due a 105 ppm. La seconda sezione è rappresentata dall’unità di fasatura e consiste in quattro nastri trasportatori, ognuno dei quali con quattro linee. Tutti questo trasportatori hanno motorizzazione brushless. Una fotocellula installata

High speed dynamic mergers DU series M.H. proposes a modular and flexible machine capable to reach extremely high speeds and production rate

W

hen production rate increases and products are light, small or in a soft and flexible packaging, line reduction may become a very difficult task. In order to achieve this objective M.H. developed a specific product line: the DU Series dynamic mergers, a modular and flexible machine capable to reach extremely high speeds and production rate. The number of phasing conveyors may be increased proportionally with the required speed and vacuum suction may be applied to these conveyors to avoid sliding of products on the belt surface which would jeopardize the correct function of the system.

104

Marzo / March 2014

The machine presented here has been installed in Central America, in the plant of a major food company operating worldwide, as part of a complete turnkey project. The purpose of the line was to connect three flow-wrappers, each capable of a production rate of 210 ppm, with two boxing machines. The overall production of 630 ppm was to be evenly distributed on the two boxing machines. The task was p a rt i c ul a rl y c ha l l e ng i ng be c a use together with the high production rate the length of each flowpack (up t o 230 mm ) fo rc e d a n hi g h spe e d

FOOD INDUSTRY

M.H. propone questa linea di macchine modulari e flessibili capaci di raggiungere altissimi velocità e ritmi di produzione

su ciascun convogliatore controlla l’arrivo dei flowpack e controlla la posizione tra i prodotti. Il sistema di controllo con PLC velocizza i prodotti che arrivano per primi e rallenterà gli altri al fine di creare uno spazio sicuro ed evitare così possibili sovrapposizioni o ingorghi sul trasportatore unificatore. Infine, sul trasportatore unificatore, i prodotti sono messi in due file, ciascuna alla velocità di 315 ppm. Grazie al packaging, alla velocità e alla leggerezza dei prodotti, due trasportatori a nastro verticali vengono usati al posto di due guide laterali fisse per abbinare la velocità con uno dei trasportatori unificatori al fine di evitare che i prodotti si sovrappongano.

application with conveyors running up to 120 m/min. The machine is divided in two sections: the first one receives the product from the conveyor line which connects the flow-wrappers with the merger on 3 lines. A belt conveyor speeds up the products creating a gap between them which allows a brushless driven divider to split the central line into two lines evenly distributed. Therefore, entering the second section of the machine we have four lines of product, two with a 210 ppm production rate and another two with a 105 ppm production rate. The second section is the phasing unit. It is composed by four belt conveyors one for each of the four lines. All of these conveyors have brushless motorization. A photocell installed on every conveyor checks the arrival of the flowpacks and controls the relative position between the products. The PLC control system will speed up the products coming first while slowing down others in order to create a sure gap in order to prevent any overlapping or jamming on the merger conveyor. Finally, on the merger conveyor, the products are unified in two line each one running at 315 ppm. Due to the packaging, the speed and the lightness of the product, two vertical belt conveyors are used instead of fixed sideguides in order to match the speed with the one of the merger conveyor to prevent overlapping of the products.

www.tecnalimentaria.it


Something’S on the move

ConVeYoR SYStemS BUFFeRing SYStemS PALLet AnD ASSemBLY LineS mAChine ConneCtionS tURnKeY PRoJeCtS M.H. MATERIAL HANDLING S.p.A. Via G. Di Vittorio, 3 - 20826 Misinto MB - ITALIA Tel. (+39) 0296720176 Fax (+39) 0296720215

info@mhmaterialhandling.com www.mhmaterialhandling.com Canale YouTube: MaterialHandlingITA Contatto diretto: sales@mhmaterialhandling.com


Marketing & Strategy Evento di lancio del progetto Nestlé needs YOUth a Roma Nestlé needs YOUth launch event in Rome

Nestlé lancia in Europa il progetto YOUth Employment

L

’iniziativa “Nestlé Needs YOUth” offrirà 10.000 opportunità di apprendistato e stage e 10.000 posizioni professionali ai giovani al di sotto dei 30 anni, provenienti da tutti i Paesi europei, entro il 2016. “Oggi, in Europa, un giovane su quattro è senza un impiego”, con queste parole ha esordito Laurent Freixe, Executive VicePresident di Nestlé e Zone Director per l’Europa, illustrando il progetto Nestlé needs YOUth nell’ambito dell’evento di lancio tenutosi ad Atene, capitale del Paese in cui oltre la metà dei giovani sotto i 25 anni è attualmente disoccupato. Crescere in Europa “Pensate a quale sarebbe l’impatto sulla nostra società se abbandonassimo questi giovani ai margini, lasciandoli senza una fonte di reddito, senza futuro, senza speranza”. “Mentre continuiamo a crescere e a investire in Europa” ha aggiunto Freixe, “intendiamo fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per rafforzare e sviluppare le competenze di questi ragazzi, rendendoli più interessanti per le aziende, a prescindere dal loro livello di formazione. Il progetto, il primo nel suo genere sviluppato su così vasta scala, nasce dall’impegno assunto dalla società di continuare a investire in Europa anche durante la crisi economica”.

106

Marzo / March 2014

Con il progetto “Nestlé needs YOUth”, Nestlé si impegna a creare 20.000 nuove posizioni professionali per giovani di tutta Europa nei prossimi tre anni

Il Commissario Europeo per l’Istruzione, Androulla Vassiliou, considera il progetto Nestlé needs YOUth un esempio di come il settore privato può contribuire alla ripresa dell’Europa. “Sono entusiasta che Nestlé abbia lanciato questa iniziativa per rinforzare e sviluppare le opportunità di lavoro per i giovani in tutta Europa, dando così un contributo ai nostri sforzi affinché i giovani non siano lasciati senza speranza o occasioni” ha dichiarato Vassiliou. “20.000 giovani avranno la possibilità di entrare nel mercato del lavoro; ciò dimostra che il settore privato può chiaramente fare la differenza nell’affrontare il problema della disoccupazione. Ci aspettiamo che azioni di questo tipo inneschino iniziative simili da parte di altri stakeholder” ha aggiunto Androulla Vassiliou.

FOOD INDUSTRY

Tutti i Paesi contribuiranno al raggiungimento dell’obiettivo. A titolo di esempio, nei prossimi tre anni, Nestlé creerà nuove posizioni professionali per circa 3.000 giovani in Francia, 2.420 in Germania, 1.250 in Spagna e oltre 1.000 in Italia nel triennio 2014-2016 sia attraverso assunzioni dirette sia con posizioni di stage e tirocinio. “Nonostante il periodo di difficoltà che sta attraversando l’Italia, dove la ripresa dell’occupazione giovanile rappresenta una priorità urgentissima, anche noi vogliamo dare il nostro contributo al progetto Europeo. L’impegno di Nestlé in Italia, a partire dal 2014, è di offrire ai giovani sotto i 30 anni oltre 1.000 opportunità in 3 anni, equamente divise fra apprenticeship (tirocini/stage) e contratti a tempo determinato e indeterminato.” E’ quanto ha affermato Leo Wencel, Capo Mercato Gruppo Nestlé in Italia. “Crediamo sia dovere di una grande azienda assumersi impegni, anche sfidanti, per contribuire alla soluzione di un problema che riguarda la società che la ospita e che non può essere demandato solo alle Istituzioni” ha concluso Wencel. Giacomo Piantoni, Direttore Risorse Umane del Gruppo Nestlé in Italia, aggiunge “Il piano presentato ha quale scopo prioritario quello di rafforzare le competenze dei giovani per facilitare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Il piano infatti è molto articolato e ci vedrà impegnati in moltissime attività in tutte le fasi di quel percorso che parte dall’orientamento, alla employability, all’offerta di tirocini, stage e apprendistato, fino ad un inserimento in azienda, compatibilmente con le opportunità che si creeranno nei nostri diversi business.” Le opportunità di lavoro Le opportunità di inserimento riguarderanno tutti i settori di business, offrendo un’ampia varietà di possibilità per chi sia interessato alle posizioni professionali disponibili in Nestlé: sono coinvolti il settore produttivo, amministrativo, le risorse umane, le vendite, il marketing, il settore finanziario, tecnico e i dipartimenti ricerca&sviluppo. Come parte integrante del progetto, è inoltre previsto un selezionato gruppo di posizioni specificamente pensate per offrire ai giovani dell’Europa meridionale, l’area più colpita dalla disoccupazione giovanile, la possibilità di realizzare importanti esperienze lavorative all’estero – in Svizzera, Francia, Germania, Austria, Paesi Nordici e Regno Unito. In più, per avvicinare la scuola al mondo del lavoro, sarà previsto all’interno del progetto un programma di preparazione al lavoro (Readiness for Work), che includerà orientamento professionale, workshop dedicati alla stesura del CV e preparazione al colloquio di lavoro presso scuole, istituti di formazione e strutture Nestlé. Nestlé incoraggerà i suoi 63.000 fornitori europei a prendere parte al progetto Nestlé needs YOUth offrendo opportunità di lavoro, tirocinio e stage ai giovani - un programma chiamato Alliance for Youth. “Nestlé ha successo a livello globale anche grazie al successo che ottiene in Europa” ha spiegato Freixe. “Questo progetto punta a valorizzare il dinamismo di questi giovani, così che possano guardare con fiducia a un futuro migliore.”

www.tecnalimentaria.it


Marketing & Strategy

Nestlé launches YOUth Employment initiative in Europe With YOUth initiative, Nestlé has pledged to create 20,000 positions for young people across Europe over the next three years

T

he “Nestlé needs YOUth” initiative will offer jobs to 10,000 people, coming from all European countries, under the age of 30 and create 10,000 apprentice positions and traineeships by 2016. “Today, one in four young people in Europe does not have a job,” said Laurent Freixe, Nestlé Executive Vice-President and Zone Director for Europe. He was speaking at the Nestlé needs YOUth launch event in Athens, the capital of Greece, a country where more than half of those under the age of 25 are without work. Growing in Europe “Think of the impact on our society if these young people are left on the margins, without income, without a future, without hope.” “As we continue to grow and invest in Europe, we want to do all we can to strengthen and develop their skills, and improve their employability, regardless of their level of education,” he said. The initiative, the first of its kind on such a scale, is built upon the company’s continued commitment to investing in Europe throughout the economic crisis, Mr Freixe added. The European Union’s Commissioner for Education, Androulla Vassiliou also welcomed Nestlé needs YOUth as an example of how the private sector can contribute to Europe’s recovery. “I am delighted that Nestlé has launched this initiative to strengthen and develop the employability of young people across Europe. It contributes to our efforts so that young people are not left without hope or opportunity. 20,000 young people will get the chance to enter the job market which shows that the private sector can clearly make a difference to tackle the problem of youth unemployment. We expect that such actions will trigger more similar initiatives from other stakeholders.” Mrs Vassiliou said. All the Nestlé teams in Europe will contribute

www.tecnalimentaria.it

Laurent Freixe, Executive Vice-President di Nestlé e Zone Director per l’Europa Laurent Freixe, Nestlé Executive Vice-President and Zone Director for Europe

Leo Wencel, Capo Mercato Gruppo Nestlé in Italia Leo Wencel, Nestlé Market Executive in Italy

to the initiative. For example, Nestlé will hire 3,000 young people in France, 2,420 in Germany, 1,250 in Spain and 1,080 in Italy over the three-year period, including both direct recruitment and apprenticeship/ traineeships positions. “Although Italy has been through a difficult time, when youth employment is of cardinal importance, we intend to contribute to this European initiative. Nestlé’s commitment in Italy, starting from 2014, is to offer jobs to over 1,000 people under the age 30 over three years’ time, equally divided in apprentice positions and trainerships”, said Leo Wencel, Nestlé Market Executive in Italy. He went on saying “We utterly believe that a big company needs committing itself to helping tackling the problem and we cannot just delegated to institutions”, concluded Wencel. Giacomo Piantoni, Director of Nestlé Italia’s Human Resourced Dept., added “the project introduced means to strengthening young people’s skills. This project is very structured and we will be involved in all the course that begins with orientation, employability, trainership, apprentice positions, right to the work placement, depending on the job opportunities in our business centres.”

Different roles All sectors will have roles, providing a range of opportunities for those interested in Nestlé’s wide variety of careers, including manufacturing, administration, human resources, sales, marketing, finance, engineering and R&D. As part of the initiative, there will also be a small number of roles specifically designed to give those from southern Europe invaluable experience working for Nestlé abroad – in Switzerland, France, Germany, Austria, Nordics and the UK. Brighter future In addition, in order to facilitate the transition between school and employment, the initiative will also include a Readiness for Work programme, with career counselling, CV workshops and interview training at schools, colleges and at Nestlé sites. Nestlé will also encourage its over 63,000 European suppliers to take part in the Nestlé needs YOUth Initiative by offering a job, apprenticeship or traineeship to young people, a programme that will be called Alliance for Youth. “Nestlé is globally successful also because we are successful in Europe,” explained Mr Freixe. “This initiative aims to harness the dynamism of its youth so that they can look, with confidence, to a brighter future.”

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

107


Machinery & Development

Forno a spirale a olio diatermico Il nuovo nato in Tecnopool è il forno a spirale a olio diatermico, il cui sistema di cottura a spirale permette di sfruttare al massimo il sistema di riscaldamento

108

Marzo / March 2014

D

agli esordi del 1980 ad oggi molte sono le soluzioni realizzate nel settore della surgelazione, del raffreddamento, della lievitazione e della pastorizzazione, tutte accomunate da versatilità, automazione completa e tecnologia evoluta. Oggi Tecnopool ha completato la propria gamma di impianti con il sistema di cottura a spirale che, per la sua configurazione, ottiene tutti i vantaggi di risparmio di spazio e mantenimento della linearità del processo. Nata nel 1980 da un gruppo fondato più di 50 anni fa, Tecnopool di San Giorgio in Bosco (PD) fin dai suoi esordi è riuscita ad imporsi nel settore dei beni strumentali per l’industria alimentare. Sono stati anni di attività intensa, che le hanno permesso di mettere a punto impianti affidabili, versatili, efficaci, tecnologicamente avanzati e totalmente automatizzati. Oggi, con oltre 3350 impianti installati nel mondo, è in grado di offrire soluzioni per elevate capacità produttive in un vasto campo di applicazioni, per trasportare, raffreddare, surgelare, lievitare, cuocere, pastorizzare, stagionare o riscaldare pane, pizza, prodotti per pasticceria, vegetali, frutta, carne, prodotti ittici ed altro ancora. La versatilità degli impianti consente l’adattamento a linee di produzione già esistenti. Grazie alla loro notevole flessibilità, inoltre, sono possibili modifiche anche in tempi successivi per adattarli, con un minimo investimento, a nuove o diverse esigenze produttive. Il nuovo nato in Tecnopool, è il forno a spirale ad olio diatermico, un sistema di cottura a spirale che, per la sua configurazione, ottiene tutti i vantaggi di risparmio di spazio e mantenimento della linearità del processo. In questo modo, si evita l’utilizzo di sistemi moltiplicatori/demoltiplicatori di file, molto comuni nelle linee con teglie che usano forni a tunnel. La configurazione a spirale permette di sfruttare al massimo il sistema di riscaldamento progettato dalla Tecnopool per questo tipo di forno. L’assenza di ventilazione forzata ed il favorevole bilancio di volume aria/prodotto presente in cella, rispetto ad un forno a tunnel, permette

FOOD INDUSTRY

di lavorare, a parità di tempo di cottura, con temperature ambiente tra 10 e 15° C inferiori. In casi speciali, secondo la nostra esperienza, queste differenze possono arrivare fino ai 30° C. Il nostro forno a spirale permette di risparmiare spazio, semplificare il flusso della linea di produzione e risparmiare energia. Il risparmio energetico si ottiene per tre motivi: • Minore temperatura di lavoro grazie alla trasmissione di calore mista irraggiamento/ convezione. Questa caratteristica, oltre all’assenza di circolazione forzata dell’aria, rende migliore, rispetto ad altri sistemi, anche la qualità di cottura, potendosi avvalere di una riduzione media di temperatura ambiente di circa 10° C. • Maggiore resa grazie al sistema di riscaldamento ad olio diatermico, che può quantificarsi in valori vicini al 20/30% rispetto ad un buon sistema di riscaldamento ad aria. • Maggiore produttività totale, grazie alla minore disidratazione del prodotto finale. Nel caso di prodotti di panificazione si riesce ad ottenere un peso finale di circa 1-2% superiore a quello ottenuto in un forno ciclotermico convenzionale. Indipendentemente da quanto sopra indicato, il dimensionamento della centrale termica si realizza sempre in base alle necessità massime di qualsiasi sistema ciclotermico, per poter lavorare con le minori temperature di olio diatermico, permettendo di ottenere i minori consumi di combustibile, i minori tempi di riscaldamento, e la maggior durata dell’olio diatermico, prolungandone la vita utile al di sopra della propria scadenza teorica. Infatti, nella maggioranza dei casi, lavoriamo con temperature di olio diatermico inferiori ai 280° C. Questo forno si indirizza sia verso le medie aziende, soprattutto quale eccellente alternativa ai forni rotativi in batteria che , normalmente, garantiscono un ottimo rapporto costo/capacità produttiva, e sia verso le grandi aziende quando vi è la volontà di semplificare le linee produttive, con investimenti più contenuti e ridotti costi di gestione. Per terminare la Tecnopool desidera informare tutti i potenziali clienti di un’importante novità, vale a dire l’apertura di una sala prove completa di makeup line, cella lievitazione, forno a spirale e cella di surgelazione che , previo appuntamento, è a completa disposizione per l’effettuazione di prove da parte dei clienti. Ciò permette di testare concretamente la funzionalità e qualità degli impianti realizzati da Tecnopool, nonché di verificare fattivamente i risultati di ogni fase di lavorazione sul proprio prodotto. La Tecnopool vi attende numerosi.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Thermal fluid spiral oven The newcomer to Tecnopool is the thermal fluid spiral oven, whose spiral cooking system best exploits the heating system

E

ver since the beginning in 1980, plenty of solutions have been produced in the field of deep-freezing, cooling, proofing and pasteurizing. All of them share versatility, complete automation and advanced technology. Today Tecnopool has completed its range of equipment with the spiral cooking system, which, thanks to its configuration, saves space and maintains a linear process. Tecnopool was founded in 1980 in San Giorgio in Bosco (Padua) from a group established more than 50 years ago. Since the very beginning, the company managed to stand out in the field of equipment for food industry. Over the years, the company has worked intensely to develop systems that were reliable, versatile, effective, technologically advanced and completely automated. Today, with more than 3350 systems installed all over the world, the company can offer solutions for significant production capacity in a wide range of applications, to convey, cool, deep-freeze, proof, cook, pasteurize, age or heat bread, pizza, bakery products, vegetables, fruit, meat, fish and much more. The versatility of the systems means they can be adapted to preexisting production lines. Their remarkable flexibility also allows later modifications to adapt them, with a minimal investment, to new or different production demands. The newcomer to Tecnopool is the thermal fluid spiral oven, a spiral cooking system, which, thanks to its configuration, saves space and maintains a linear process. In this way, there is no need to use multiplying/demultiplying devices, which are very common in the lines with pans that use tunnel ovens. The spiral configuration best exploits the heating system that Tecnopool designed for this kind of oven.

www.tecnalimentaria.it

Compared to tunnel ovens, the absence of forced ventilation and the favorable air volume/product balance in the cabinet allow maintaining the same cooking time with a room temperature between 10 and 15° C lower. In special cases, according to our experience, the difference can reach up to 30° C. Our spiral oven simplifies the production line and saves space and energy. The energy saving is obtained for three reasons: • Lower working temperature, thanks to combined radiation and convection heat transfer. This characteristic, in addition to the absence of forced ventilation, improves, compared to other systems, the quality of the cooking because the system can work at a room temperature that is 10° C lower on average. • 20/30% higher performance compared to good air heating systems thanks to the thermal fluid heating system. • Higher overall productivity, thanks to the lower dehydration of the final product. In the case of bakery products, their final weight is around 1-2% heavier than in a conventional cyclothermic oven. Independently from the above, the

FOOD INDUSTRY

dimensions of the thermal power plant are still based on the maximum requirements of any cyclothermic system, in order to work with the lowest temperature of thermal fluid. This means a lower fuel consumption, a lower heating time and a longer life for the thermal fluid, beyond its theoretic expiration. As a matter of fact, in most cases the working temperature of thermal fluid is lower than 280° C. This oven is designed for both medium and large companies: for the former, it is an excellent alternative to electric rotating ovens, which normally guarantee an excellent price/ productivity ratio; for the latter, it simplifies production lines, with moderate investments and lower overheads. To conclude, Tecnopool wishes to communicate important news to all its potential customers, namely the opening of a test facility complete with makeup line, proofing chamber, spiral oven and deepfreezing room; by appointment, the facility is at the customers’ complete disposal to test the functionality and the quality of Tecnopool systems, as well as to evaluate the results of each step of the production on their own product. Everyone is invited.

Marzo / March 2014

109


Machinery & Development

Strategia integrata Abrigo si concentra sugli impianti per l’industria alimentare nei quali si integrano operazioni di processo, handling e packaging

BAKERY

N

el 2014 la Abrigo prosegue il proprio percorso di internazionalizzazione e di focalizzazione su impianti per l’industria alimentare in cui si integrano operazioni di processo, handling e packaging. Questa è l’orizzonte globale che sta di fronte alle aziende che intendono mantenere una posizione di leadership sul mercato; e questo è quanto la Abrigo proporrà alla prossima fiera interpack di Düsseldorf.

I pilastri di questa strategia risiedono in tre punti fondamentali. Primo, la costituzione, con altre aziende italiane leader nel proprio settore, di ADnet, una rete di imprese che costituisce un polo per l’automazione avanzata nell’industria alimentare, e che agisce come moltiplicatore della forza dei singoli membri. Secondo, la presenza diretta in nuovi mercati internazionali, che va ad affiancarsi alla filiale nordamericana Abrigo Industrial Machines Inc., attiva già da diversi anni. Terzo, l’integrazione delle proprie soluzioni robotizzate di packaging e taglio a ultrasuoni con i sistemi di altre aziende partner. I sistemi di packaging integrato della Abrigo includono l’automazione dell’alimentazione di prodotto nudo a macchine di incarto primario, siano esse flowpack, termoformatrici, incartatrici di prodotti di cioccolato. Successivamente, i sistemi includono la realizzazione del confezionamento secondario, dalla formatura del package, al suo riempimento, alla chiusura; il tutto completato da sistemi di controllo, come pesatrici, metal detector e sistemi di visione; e da macchine ausiliarie come etichettatrici e marcatori.

Integrated strategy Abrigo focuses on systems for the food industry in which process, handling and packaging operations are integrated

I

n 2014 Abrigo pursues its own path to the internationalization and focus on systems for the food industry in which process, handling and packaging operations are integrated. This is the main aim for the companies that are eager to stay on a leading position in the market; so, this will be what Abrigo will propose during the next interpack exhibition in Düsseldorf.

The pillars of this strategy are divided in three fundamental points. First: the ADnet enterprises network, basically this is a synergy with other Italian companies, leaders in their fields, that creates an industrial pole for the advanced automation in the food industry, and this works as force multiplier of the single members of the aforementioned network. Second: the direct presence in new international markets, already active also due to Abrigo’s subsidiary in North America, Abrigo industrial machine inc. This North American subsidiary has been supplying customers for years now, growing business yearly. Third, the integration of Abrigo robotic solution for packaging and ultrasonic cutting (along with integrated systems of partner companies).

ROBOVISION

110

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

Nel comparto specifico dei prodotti da forno, la partnership con aziende specializzate nel processo ha permesso la realizzazione di impianti completi per cupcakes e prodotti simili, che vanno dall’impasto all’imballaggio finale, comprensivi dell’automazione di tutte le fasi intermedie: deposito, cottura, iniezione, smodellaggio, confezionamento in clamshells, decorazione con icing e topping, inscatolamento. Gli impianti di confezionamento chiavi in mano della Abrigo si basano su due principi fondamentali: Robovision, in cui robot guidati da sistemi di visione artificiale trattano prodotti in arrivo alla rinfusa; e Modular Robotic System, in cui celle robotizzate modulari, ciascuna equipaggiata con un braccio a 2 o 3 assi, compongono impianti di packaging secondario completi di formatura, riempimento e chiusura delle confezioni. Tutto questo, insieme alle soluzioni robotizzate di taglio a ultrasuoni, sarà visibile allo stand Abrigo a interpack.

MODULAR ROBOTIC SYSTEM

Abrigo integrated packaging solutions include the automation for the feeding of the naked product to the primary packaging machines, which can be flowpack, thermoforming, chocolate packaging machines. Subsequently the systems include the realization of the secondary packaging units, from the forming of the package to its filling and sealing; all this is completed with control systems like weighers, metal detectors and vision systems; plus auxiliary machines such as labellers and markers. In the specific field of bakery products, the partnership with companies specializing in process has allowed the creation of complete lines for cupcakes and similar pro duc ts. T hi s o pe ra ti o na l pro ces s goes from the initial dough to the final packaging, including all the intermediate steps, such as: dough deposit, baking, injection, depanning, placing in the clamshells, make up, icing and topping, placing in the final cardboard boxes. Abrigo turnkey packaging systems are based on two basics as follows: Robovision, in which the robot are guided by artificial camera vision systems, thus allowing to pick the randomly coming product; Modular Robotic system, in which modular robotic cells, each equipped with a 2 or 3 axis arm, compound secondary packaging systems, complete with cardboard boxes forming, filling and sealing. All this, together with the robotic solution and ultrasonic cutting will be shown at interpack 2014 at the Abrigo booth.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Trend di sviluppo tecnologico Il trend positivo di crescita ha portato Tecalit a raddoppiare la sua area produttiva e allestire un centro ricerche per lo sviluppo di nuove tecnologie

A

ffidabilità e innovazione sono il binomio che hanno permesso a Tecalit di consolidarsi come azienda leader nel settore dei costruttori di impianti per pastifici facendo del 100% Made Italy un motivo di orgoglio da esportare nel mondo. Dal 1984, 30 anni di storia, l’azienda è cresciuta esportando nei 5 continenti tecnologia, know-how e macchinari e servendo con successo i clienti che a Tecalit si sono affidati. Specializzata nella fornitura di impianti per pastifici “chiavi in mano” seguendo il cliente dallo studio di fattibilità fino alla costruzione ed installazione con una gamma di linee di pasta corta, pasta lunga, pasta nidi e paste speciali con capacità da 300 kg/h fino a 8000 kg/h. Il trend positivo di crescita degli ultimi anni ha portato l’azienda italiana a raddoppiare la sua area produttiva con l’allestimento di un centro ricerche con macchine e strumenti di laboratorio che permottono di sviluppare nuove

tecnologie e supportare i clienti provenienti da tutto il mondo nello sviluppo della propria tecnologia e di nuovi prodotti. Questo nuovo centro ricerche ha permesso di progredire nel segno dell’innovazione sviluppando nuove tecnologie per la produzione di pasta gluten-free (con farine di mais, riso, legumi, quinoa,…), una nuova linea industriale per il couscous e la linea per la produzione di pasta precotta e instant food. Particolare attenzione nello sviluppo delle tecnologie viene prestato all’abbattimento dei costi di produzione. Lo sviluppo della nuova tecnologia per la produzione di pasta lunga ad alta temperatura PDT-HT, grazie a un sistema di controllo delle condizioni di essiccazione e al riutilizzo dell’energia prodotta nel riscaldamento della pasta, ha permesso l’abbattimento dell’energia di essiccazione del 15-20% rispetto ai sistemi tradizionali. In tutto il mondo serve i propri clienti con team di tecnici specializzati che seguono gli operatori locali in tutte le fasi di installazione dell’impianto e con corsi di formazione tecnologica specifica durante le prime fasi di produzione della linea. Grazie a Tecalit decine di pastifici del mondo hanno potuto nascere, crescere e consolidarsi come realtà di riferimento nei propri mercati. Dalla Siberia al Sud America, dal Nord America all’Europa e dall’Africa all’Asia il moto Tecalit é “clienti soddisfatti nel mondo”.

Trend of technologic development Positive trend of growth has led Tecalit to double its production area and set up a research centre to develop new technologies

R

eliability combining with innovation has allowed Tecalit to cement its leadership in the sector of plants for pasta factories, thus turning 100% Made in Italy into a pride to be exported worldwide. Since 1984, 30 years of history, the company has grown and exported knowhow and machinery on 5 continents while serving promptly the customers who have trusted it. The company specializes in turnkey plants for pasta factories and supports

112

Marzo / March 2014

its customers from feasibility study right to manufacture and installation, offering a range of lines for short pasta, long pasta, noodles and special pasta, with capacity ranging from 300 to 8000 Kg/h. Recent years’ positive trend has led this successful Italian company to double its production area as to house its research centre equipped with laboratory machines and instruments, which has enabled the development of new technologies and support customers from the world over with the development of their own technology and new products. This new research centre has also enabled to advance in innovation by developing new technologies for gluten-free pasta production (wheat flour, rice, legumes, quinoa, and more), a new industrial couscous line, and pre-cooked pasta and instant food production line. While developing new technologies

FOOD INDUSTRY

special attention is paid to the reduction of production costs. The development of new technology for long pasta production at high temperature PDT-HT (Progressive Drying Technology - High Temperature), thanks to a drying control system and recycle of the energy produced in pasta heating, enables to drop energy in drying by 15-20% in comparison with traditional systems. Tecalit assists its customers across the globe thanks to its team of specialized technicians who not only follow local operators throughout the installation of the plant but also support specific technologic training during the first production steps of the new line. Owing to Tecalit, tens of pasta factories in the world have been established, grown and developed into benchmarks in their respective market fields. From Siberia to South America, from North America to Europe, Africa and Asia, Tecalit’s catchword is “satisfied customers all over the world”.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

AgroProdMash 2014 Oltre 800 partecipanti dall’industria alimentare attesi ad AgroProdMash 2014 a Mosca

S

econdo l’azienda di rating RussCom IT, il salone AgroProdMash di Mosca è diventato il più importante in Russia. In fatti, AgroProdMash si posiziona al primo posto tra tutte le fiere russe dedicate al processo alimentare per numero di espositori, visitatori e paesi rappresentati. Nel 2013, oltre 800 aziende provenienti da 36 paesi hanno presentato le ultime tecnologie e soluzioni per il processo alimentare, ingredienti, packaging, attrezzature per il raffreddamento e lo stoccaggio a 25.120 visitatori internazionali. Quest’anno AgroProdMash si terrà dal 6 al 10 ottobre e si attendono oltre 800 partecipanti dall’industria alimentare. La Russia è ancora dipendente per quanto riguarda le importazioni di macchinari e attrezzature di ultima generazione per l’industria alimentare. L’obiettivo del governo russo di raggiungere l’autosufficienza di prodotti alimentare e diventare un importatore importante in questo specifico settore non sono ancora stati raggiunti. Le ragioni di questo devono essere ricercate nei macchinari sorpassati e infrastrutture non sviluppate. Ne deriva quindi che il mercato alimentare russo offre grandi opportunità ai produttori di macchinari per il processo alimentare. Partecipare a AgroProdMash offre le migliori opportunità di entrare nel proficuo mercato russo e mantenere i contatti già esistenti nella regione. Durante AgroProdMash si svolgerà anche il salone Meat Industry. Quale partner degli organizzatori ZAO Expocentre Moscow, IFWexpo Heidelberg Gmbh organizza la partecipazione internazionale e la partecipazione del padiglione tedesco a Meat Industry/AgroProdMash. Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito degli organizzatori www.ifw-expo.com

AgroProdMash 2014

A

ccording to the rating company RussCom IT, the food processing exhibition AgroProdMash, taking place annually in Moscow, has become the most important trade fair in Russia. AgroProdMash ranks first of all Russian food processing exhibitions regarding number of exhibitors and visitors as well as represented countries. In 2013, over 800 companies from 36 countries presented the latest technologies and solutions for food processing, ingredients, packaging, cooling and storage equipment to 25,120 international visitors. This year AgroProdMash will be held from October 6 to 10 in Moscow with more than 800 participants from the food industry sector expected. Russia is still dependent on the import of state-of-the-art machinery and equipment for the food industry. The aims of the Russian

114

Marzo / March 2014

More than 800 participants are going to participate in this year’s edition of AgroProdMash in Moscow

government to achieve self-sufficiency with food products and to become an important exporter in this field have not yet been accomplished. Reasons are to be found in outdated machinery and an undeveloped infrastructure. Therefore, the Russian food market provides great sales opportunities for manufacturers of machinery for food processing. Participating in AgroProdMash offers the best opportunities to enter the lucrative Russian market and maintain existent business contacts in the region. During AgroProdMash, the exhibition Meat Industry. As a long-standing partner of the organizer ZAO Expocentre Moscow, IFWexpo Heidelberg GmbH organizes the international participation as well as the Official German participation at Meat Industry/AgroProdMash. Companies can find further information about this event on www.ifw-expo.com.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


TECNOGRAIN CARLINI srl

ADVANCED PROCESS TECHNOLOGY

Since 1987 TECNOGRAIN CARLINI SRL has studied, designed and developed every kind of structure and system for storage, handling, drying and cooling cereals and oleaginous products in order to preserve products as long as necessary at the best conditions, at the same time granting the conformity with European standards.

CEREAL COOLING, DRYING, STORAGE

TECNOGRAIN CARLINI srl AVANZATE TECNOLOGIE DI PROCESSO

Via Aldo Moro, 23 46010 Curtatone (MN) Tel.: +39 0376 47 85 84/85 Fax: +39 0376 47 85 30 info@tecnograin.com www.tecnograin.com


Machinery & Development

Moderne tecnologie di processo

Brovind affianca i suoi clienti per permettere loro di produrre e lavorare al meglio: offrendo loro le più moderne tecnologie di processo

L

a Brovind - GBV Impianti di Cortemilia (CN), è specializzata nella progettazione e costruzione di macchine e impianti per l’industria agroalimentare e dolciaria. Da oltre 60 anni l’azienda offre soluzioni personalizzate per lavorare la frutta secca quali la sguscia-

tura, la tostatura a secco (con aria calda o a raggi infrarossi) e a olio (frittura), la granellatura, la produzione di pasta (base per gelati e creme spalmabili), lo stoccaggio, la movimentazione, il dosaggio, la cernita, la sbiancatura, l’aromatizzazione ecc. Le principali materie prime lavorate con i macchinari della Brovind sono nocciole, arachidi, mandorle, anacardi, pistacchi e noci macadamia, destinati a snack per il consumatore finale, o a prodotti semilavorati per l’industria dolciaria. Brovind esporta in quasi tutto il mondo. I suoi impianti consentono di ridurre i costi in termini di manodopera, funzionamento, operazioni di pulizia e manutenzione. Brovind affianca i suoi clienti per permettere loro di produrre e lavorare al meglio: offrendo loro le più moderne tecnologie di processo, li aiuta a preservare al massimo

l’integrità del prodotto, riducendo il rischio di danneggiamenti e rotture, e ad aumentare la shelf-life, contenendo i fenomeni ossidativi. Ritenendo che ciò sia indispensabile in un mercato sempre più affollato e competitivo. Brovind è inoltre da sempre impegnata nella ricerca e sviluppo di nuove linee e metodologie di produzione. Recentemente abbiamo lanciato una gamma di impianti di piccola taglia per la lavorazione del cacao, che eseguono la prepulitura delle fave, la loro tostatura, granellatura e raffinazione fino ad ottenere il liquore di cacao, utilizzato dall’industria dolciaria e del gelato. Tutto questo viene proposto con capacità produttive a partire da 25 kg/h e con la massima attenzione al “value for money“. Si tratta di impianti con la flessibilità richiesta dalla più esigente clientela artigianale, abbinata alle caratteristiche di robustezza tipiche delle linee industriali per grandi produzioni, che sono da sempre il fiore all’occhiello ed il tratto distintivo di Brovind. Le sue linee, infatti, hanno una vita utile operativa che supera considerevolmente la media, arrivando tranquillamente a 35-40 anni. Altra linea di processo oggi sempre più richiesta ed apprezzata dai clienti di Brovind è quella dell’aromatizzazione, che consente di produrre gustosi snack a base di frutta secca, in una pressoché infinita varietà di sapori e aromi, secondo le usanze e i gusti dei mercati locali. Le sue linee di aromatizzazione sono offerte in numerose configurazioni e varianti, con differenti capacità produttive e livelli di automazione, e vengono studiate caso per caso, sulla base delle specifiche esigenze del cliente.

The most advanced technologies Brovind supports its customers step by step, thus enabling them to work in the best and most efficient way: thanks to the most advanced technologies

B

rovind - GBV Impianti, located in Cortemilia (Cuneo), Italy, is specialised in technology, systems and plants to the confectionery and nut industry. For over 60 years, this company has been offering customised solution to process nuts ranging from shelling, dry roasting (with hot air or infrared rays), oil roasting (frying), chopping and paste production (to be used as ingredient for ice-creams and spreadable cream), to storage, handling, dosing, sorting, blanching, coating, flavouring etc. The raw materials processed by Brovind’s equipment are mainly hazelnuts, peanuts, pistachios, almonds, cashew nuts and macadamias that will become snacks for

116

Marzo / March 2014

the final consumer or semi-finished product for the confectionery industry. Brovind main customers are from all over the world. Its plants allow cost reduction in terms of manpower, running, cleaning operation and maintenance. Brovind supports its customers step by step, thus enabling them to work in the best and most efficient way: thanks to the most advanced technologies, product integrity is preserved as much as possible, thus reducing the risk of damages and breakages, and shelf life is increased by oxidisation containment. All the above is essential in an ever more crowded and competitive market. Besides, Brovind is always involved in the research and development of new processing lines and technologies. Recently, Brovind has launched a new range of small-scale plants for cocoa beans processing that perform the pre-cleaning, roasting, chopping and milling, up to the refined cocoa paste/liquor, ready to be used in the confectionery and ice cream industry. All the above is available on plants, starting from 25kg/h on capacity, paying the upmost attention on the „value for money“ issue. Basically these plants are as flexible

FOOD INDUSTRY

as required by the most exigent gourmet artisans, combined with the robustness typical of the big-capacity industrial-scale lines for big capacity, which have always been a recognized Brovind hallmark. In fact Brovind lines have an outstanding lifespan, which greatly exceeds the average, with machines still successfully working even after over 35-40 years of operation. Another processing equipment, increasing in volumes and appreciated by customers, is the seasoning lines that allow to get tasty nuts based snacks in a huge variety of flavours and aromas, matching the habits and tastes of local markets. Brovind seasoning lines are available in many different configurations and variants, with different capacities and automation levels and they are tailored engineered to satisfy any customers’ specific needs and exigencies.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Molitecnica Sud: automatizzazione ai massimi livelli Molitecnica Sud vanta una progettazione totalmente informatizzata, per la realizzazione di macchinari di prima qualità

M

olitecnica Sud è un azienda specializzata nella progettazione, costruzione e manutenzione di impianti molitori, mangimifici, panifici e pastifici, impianti di stoccaggio, macchine ausiliarie e metalmeccanica in genere. La progettazione è totalmente informatizzata e assistita da sistemi CAD e i materiali utilizzati per realizzare i macchinari sono di prima qualità. I controlli e collaudi successivi, eseguiti da uno staff di tecnici ed operai qualificati, sono garanzia di qualità ed affidabilità dei propri prodotti. La pluriennale esperienza acquisita con la realizzazione di significativi impianti e la costante ricerca nel perfezionare le soluzioni tecnologiche proposte, consente di fornire con formula «chiavi in mano» impianti adatti alle più diverse esigenze, senza sottovalutare il know-how specialistico nelle soluzioni su misura. La gamma dei prodotti offerti varia dal ricevimento e stoccaggio del cereale all’impianto completo, in un contesto ad elevata automatizzazione.

Molitecnica Sud, the highest automation Molitecnica Sud boasts fully automated engineering, to manufacture only first-quality machinery

M

olitecnica Sud is a company specializing in the design, manufacturing and maintenance of mills, feed mills, bakeries and pasta factories, storage facilities, and metalworking in general. Engineering is fully automated and CAD assisted; machinery are produced only with first-quality materials. Controls and testing are carried out by a staff of qualified technicians and workers, who guarantee the quality and dependability of the products they produce. Extensive experience gained with the implementation of systems and constant research in perfecting the proposed technological solutions, can provide you with turnkey systems suitable for different needs, without underestimating the know-how in the customized solutions. The range of products ranges from the receipt and storage of the cereal to the complete plant, in a context of high automation.

118

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


WE BUILD YOUR PROJECTS

TECHNOLOGICAL INNOVATIONS

HIGH QUALITY ITALIAN MILLING SYSTEMS

MOLITECNICA SUD N째2510/13

2

0

1

5

PROCESSING & PACKAGING

di Giuseppe Pellicola & Figli Sede legale e stabilimento:S.P. per Ruvo di Puglia , km 1,300 C.da Torre La Macchia-70022 Altamura (BA) Tel:.+39.080.3101016 - Fax+39.080.3146832 www.molitecnicasud.com - info@molitecnicasud.com


Machinery & Development

Nell’ottica dell’internazionalizzazione RE PIETRO Srl approda per la prima volta a Interpack 2014, Düsseldorf (Germania), 8-14 maggio 2014

U

na nuova esperienza nell’ottica dell’internazionalizzazione: ecco ciò che rappresenta per la RE PIETRO partecipare a questa manifestazione di rilievo mondiale nell’ambito delle macchine di processo e imballaggio. Ma anche una nuova opportunità per suggellare la partnership con S.A. Packaging che permette di offrire ai propri clienti linee complete per la produzione di gallette di cereali e chips non fritte. Le due aziende si presenteranno a Düsseldorf (Germania) con uno spazio espositivo comune: non perdete l’occasione di visitare il loro Stand A20-22 - Padiglione 1, per prendere visione delle ultime novità. In attesa di darvi personalmente il benvenuto al loro stand in Interpack 2014, RE PIETRO vi invita a visitare la sua vetrina online Interpack al seguente link: http://www.interpack.com/ exh_r/interpack2014/e/2371647!

Perspective of internationalization RE PIETRO Srl lands for the first time at Interpack 2014, Düsseldorf (Germany), 8-14 May, 2014

A

Hall 1 - Stand A22

120

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

new experience of internationalization perspective: here is what it represents for RE PIETRO to participate in this exhibition of worldwide importance in the context of process and packaging machines. But also a new opportunity to seal the partnership with S.A. Packaging that allows both companies to offer their customers complete lines for the production of cereal cakes and not fried chips. The two companies will present themselves in Düsseldorf (Germany) with a common exhibition space: do not miss the chance to visit their booth A20-22 - Hall 1, to appreciate their latest news. RE PIETRO, awaiting to welcome you personally at their booth in Interpack 2014, kindly invites you to visit its INTERPACK online showroom at the following link: http://www.interpack. com/exh_r/interpack2014/e/2371647!

www.tecnalimentaria.it


PRESSE PER GALLETTE SERIE RP RICE CAKE MACHINES RP SERIES Le presse per gallette serie RP, di solida costruzione, altamente funzionali e semplici da utilizzare grazie al NUOVO pannello di controllo Siemens touch screen, sono l’ideale per la produzione di gallette di cereali soffiati! Disponibile in tre versioni. The rice cake machines RP Series are solidly built, highly functional and easy to use thanks to the NEW Siemens control panel touch screen. They are ideally suited for the production of puffed cakes from rice, other grains or mix of grains! Available in three different versions.

SNACK PELLET MACHINE SERIE SPM SNACK PELLET MACHINE SPM Series La Snack Pellet Machine serie SPM è una pressa in grado di espandere micro-pellet di cereali o patate trasformandoli in snack-chips grazie esclusivamente alla combinazione di pressione e calore generata dagli stampi sui micro-pellet. Struttura in acciaio al carbonio rivestita con nichel chimico certificato per uso alimentare. The Snack Pellet Machine SPM Series expands micropellets from cereals or potatoes transforming them in snackchips just only by using a combination of pressure and heat generated from the moulds upon the micro-pellets themselves. Carbon steel structure coated with chemical nickel certified for use with food.

Re Pietro s.r.l.

Via G. Galilei, 55 20083 Gaggiano (MI) Italy T: +39.02.9085025 F: +39.02.90842014 info@repietro.com www. repietro.com

Re Pietro parteciperà Re Pietro will participate


Machinery & Development

Rispetto della tradizione La Parmigiana non è solo produttrice di presse, ma di tutto quello che fa parte dei macchinari per la produzione della pasta, sia essa secca che fresca Testate Head

Linea pasta corta e nidi Line for short pasta and noodles

S

pesso, il nome de La Parmigiana viene accostato a quello delle Presse. A volte ingiustamente, in quanto La Parmigiana non è solo produttrice di presse, ma di tutto quello che fa parte dei macchinari per la produzione della pasta, sia essa secca che fresca; a volte, e con grande orgoglio della società, giustamente, poiché è la storia de La Parmigiana che lo attesta. Infatti, fin dal 1949, la Parmigiana ha sviluppato il processo di estrusione nel mondo della pasta, partendo da macchine di piccola capacità sino ad arrivare a linee di produzione da 500 kg/h. Senza alcun dubbio, la pressa che più rappresenta e contraddistingue La Parmigiana è il Modello C300. Essa rispecchia in pieno la filosofia della società: Tecnologia ed innovazione nel rispetto della tradizione. La C300, oggi presente anche nella versione C320, ha una storia che risale a oltre 30 anni fa. Oggi, si presenta totalmente gestita da PLC, dotata di pre-mixer e offre la possibilità di utilizzare la testata circolare o lineare, per la produzione di paste lunghe. La Pressa C300, unitamente a tutti gli estrusori dell’ampia gamma produttiva de La Parmigiana, è il cuore delle linee Multiproduttive , studiate per soddisfare diversi mercati e quindi le esigenze sia dei produttori artigianali della tradizione italiana di altissima qualità che dei produttori di formati speciali a livello mondiale. La Parmigiana è lieta di presentare l’ultima innovazione nel campo della movimentazione

dei telai per pasta. Dopo aver progettato e costruito il Disimpilatore Telai, oggi presenta lo Svuota Telai. Si tratta di una macchina gestita da PLC, che permette di svuotare i telai in uscita dalle celle di essiccazione e, dopo aver depositato la pasta su un nastro trasportatore, impila i telai vuoti su un carrello posizionato nella seconda stazione. La macchina è dotata di uno speciale sistema di svuotamento a ribaltamento rotativo studiato per accompagnare dolcemente la pasta sul nastro trasportatore, in modo da evitarne qualsiasi rottura. Questo particolare sistema permette di ottenere elevate prestazioni, tanto da poter svuotare 8 telai al minuto che corrispondono a 1.200 kg/h. L’obbiettivo di tali macchinari è quello di poter permettere ai nostri clienti di utilizzare linee complete impiegando il minor numero possibile di operatori. ottimizzando i costi di produzione e consentendo un rientro il più velocemente possibile dagli investimenti effettuati. È dimostrabile, infatti, che la riduzione del costo finale del prodotto ottenuto con una linea pienamente automatizzata è di circa 10 centesimi di Euro al kg. Tutti i macchinari per la movimentazione dei telai possono essere installati, oltre che su linee La Parmigiana esistenti, ma anche su linee di altri costruttori.

Respect of tradition La Parmigiana not only builds presses but also any equipment for dry and fresh pasta production

T

he name La Parmigiana is often associated with Presses, sometimes wrongly since La Parmigiana not only builds presses but also any equipment for dry and fresh pasta production, while some other times this association is quite fair since the history of La Parmigiana is evidence of it. In fact, since 1949, La Parmigiana has been developing pasta extrusion process, starting first from machines of small capacity right to production lines for 500 kg/h. There is absolutely no doubt that La Parmigiana’s flagship press is Model C300 for it portrays the company’s philosophy at the very best: Technology and Innovation serving tradition. The C300 press is present today in the C320 version and has a history of over 30 years. Today it’s fully PLC managed, equipped with the pre-mixer and offers the possibility to apply a round head or linear,

122

Marzo / March 2014

for long pasta production. The C300 Press, and all the extruders of La Parmigiana comprehensive range, is the heart of Multi-production lines, studied to meet the requirements of different markets, of both top-quality Italian craftsmen and producers of special shapes of pasta well-known worldwide. La Parmigiana is proud to present the latest innovation in the field of pasta trays handling. After the project of Trays De-Palletizing Machine, we present the Automatic Trays Emptier. The machine is managed by PLC and it empties automatically trays with already dried pasta, positions it on a transport belt and palletizes empty trays to the separate station. The machine is equipped with a special system of emptying. It has been designed to allow delicate fall of the product on transport belt, in order to avoid the possibility of pasta breaking. Capacity of Pasta Trays Emptier is up to 8

FOOD INDUSTRY

Svuota telai Tray emptier

trays/minute, which in terms of dry pasta becomes approximately up to 1.200 kg/h. Today La Parmigiana can claim the widest range of technologies dedicated to pasta trays handling on the market. These are machines designed especially for this branch and not adapted for the purpose. The goal of these machines is to permit to the company’s clients to use complete lines, reducing as much as possible the number of operators, optimizing the production costs and allowing its clients to amortize the investment in the shortest time period. In fact, it is achievable that the final cost of one kg of pasta produced with a completely automated line is approximately 10€ cent lower. All pasta trays handling machines can be installed not only to La Parmigiana’s existing lines, but also to the lines of other equipment manufacturers.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

La curva perfetta Da oltre 40 anni Miozzo si distingue per la sua fornitura di curve per il trasporto pneumatico e tubazioni su richiesta del cliente

L

’azienda Miozzo costruisce componenti per l’industria molitoria da oltre 40 anni ed è fornitrice di accessori per i migliori marchi italiani del settore. Miozzo si pone come leader italiano nella fornitura di curve per il trasporto pneumatico, tubazioni e accessori su richiesta del cliente. L’azienda fornisce particolari in acciaio e acciaio inossidabile su progetto del cliente per il quale realizza pezzi standard e speciali necessari per il completamento dell’impianto di stoccaggio e trasporto pneumatico di polveri e granulati . Da oltre 20 anni, Miozzo srl si distingue come produttore di curve ad ampio raggio ottenute mediante macchine per la deformazione del tubo con mandrino, di conseguenza le curve presentano una ridotta ovalizzazione. Le curve ad ampio raggio trovano applicazione principalmente negli impianti industriali nelle fasi di stoccaggio, dosaggio e trasporto degli sfarinati. La gamma dei prodotti per il trasporto pneumatico della Miozzo si completa con sistemi di giunzione, guarnizioni, specole visive e valvole oltre a componenti usati nel trasporto gravitazionale di cereali e granulati.

The perfect bend For over 40 years, Miozzo has stood out for its production of pipe bends and piping for pneumatic conveying, upon customer’s requirements

124

Marzo / March 2014

T

he company Miozzo s.r.l. has been producing components for the milling industry for over 40 years and it is supplier of accessories for the best Italian brands of the milling industry. Miozzo is an Italian leader in providing pipe bends for pneumatic conveyors and piping accessories on customer’s request. The company manufactures steel or stainless steel components upon customer’s drawing. Miozzo manufactures standard and special pieces for the accomplishment of the layout of storage plants and pneumatic conveyors of powders and granules.

FOOD INDUSTRY

For over 20 years, the Miozzo family has stood out as Italian producer of long radius pipe bends for pneumatic conveying systems, which are obtained by cold bending on mandrel bending machines. Consequently the pipe bends present very low ovality. The long radius pipe bends find mainly application in flour plants during storage, dosing and conveying of powders and flours. Miozzo offers moreover all the accessories as joining and coupling systems, seals, sight glasses and valves besides to components necessary in free-fall pipelines.

www.tecnalimentaria.it


We look for the perfect elbow.

We provide pipe bends, piping and accessories for pneumatic conveying. We manufacture single pieces on our customer’s specification.

MIOZZO s.r.l. Italy Tel +39 049 767451 Fax +39 049 8845941 miozzo@miozzosrl.com


Science & Technology

La scienza di DuPont supporta l’eccellenza delle produzioni italiane

Innovative soluzioni scientifiche aprono nuove frontiere per l’export italiano

N

ell’ambito di una strategia di valorizzazione delle produzioni di qualità con l’obiettivo di favorirne la diffusione all’estero, le soluzioni di DuPont permettono di coltivare prodotti di eccellenza che valicano i confini nazionali. L’uso di DuPont TM Coragen ®, un innovativo agrofarmaco di DuPont che controlla efficacemente i più diffusi lepidotteri infestanti, si conferma vincente grazie alla sua modalità d’azione estremamente specifica: risulta infatti sicuro sulla coltura ed è selettivo nei confronti di insetti ed altri artropodi utili. A base del principio attivo DuPont™ Rynaxypyr®, Coragen® è il primo rappresentante di una nuova famiglia chimica, quella delle antranilammidi, che agisce come modulatore dei recettori rianodinici; possiede un profilo tossicologico molto favorevole e, impiegato correttamente secondo etichetta, non danneggia i pronubi. Rynaxypyr® rappresenta un’innovazione senza precedenti per lo sviluppo dell’agricoltura sostenibile. Il prodotto permette agli agricoltori di proteg-

126

Marzo / March 2014

gere le rese in modo più efficace aumentando in tal modo il valore dei raccolti. Luigi Coffano, Country Manager DuPont Italiana e Food Chain Manager EMEA, spiega, “Per noi è motivo di orgoglio contribuire alla valorizzazione e diffusione della qualità italiana all’estero; infatti proprio di recente la famose pere Abate Fetel IGP, trattate con nostri prodotti, hanno superato le rigide normative statunitensi sulle importazioni e per la prima volta saranno esportate negli USA. In un momento in cui l’Italia subisce un calo dell’export verso l’Europa, l’apertura di nuovi mercati oltreoceano fornisce nuovi impulsi agli scambi commerciali e alla nostra economia. I residui massimi ammessi (MRL) di Rynaxypyr® sono armonizzati in tutti i Paesi dell’Unione Europea ed il principio attivo è gia’ ammesso in molti altri Paesi extraeuropei importatori di prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati. Ciò semplifica lo scambio internazionale e garantisce ai frutticoltori Italiani la commercializzazione delle proprie produzioni (mele e pere) trattate con Coragen® in tutti i

FOOD INDUSTRY

Paesi rilevanti per il nostro export frutticolo. Philip Rollinson, Global Portfolio Manager DuPont Insect Control, accoglie con entusiasmo la recente apertura del mercato USA ai prodotti frutticoli italiani, “La rivoluzionaria composizione chimica di Rynaxypyr® sta aiutando gli agricoltori di tutto il mondo a produrre maggiori quantità di frutta e verdura di qualità superiore, per rispondere alle necessità di una popolazione globale in crescita. Siamo lieti che i consumatori dello stato del Delaware, dove ha sede DuPont, per primi tra gli americani potranno gustare queste specialità, coltivate con l’ausilio dei prodotti di DuPont Crop Protection.” L’eccellente profilo eco-tossicologico e ambientale, la bassa tossicità verso organismi “non-bersaglio”, l’azione di selettività verso gli artropodi per cui non danneggia gli organismi utili a mantenere l’equilibrio biologico nel frutteto, e l’elevata efficacia a bassi dosaggi, rendono questa soluzione uno strumento prezioso per i programmi di difesa integrata delle colture.

www.tecnalimentaria.it


Science & Technology

The Science of DuPont supports the excellence of Italian agrofood products

I

n the frame of a strategy intended to support high quality food products and their export abroad, DuPont solutions allow cultivating products of excellence that go over Italian borders. The adoption of DuPont™ Coragen ®, an innovative insecticide of DuPont able to effectively control the most harmful lepidoptera insects, is confirmed being a win win strategy thanks to its very effective action mode: it is in fact proven being safe on the crop and it is highly selective on useful insects and arthropods. With the active ingredient DuPont™ Rynaxypyr®, Coragen® is the first product of the new chemical family of the anthranilic diamides, acting as a modulator of ryanodine receptors; it has a very low toxicological profile and, when properly applied according to label provisions, it conserves natural parasitoids, predators and pollinators. Rynaxypyr® is a precedentsetting innovation for the advancement of sustainable agriculture.  The product

www.tecnalimentaria.it

enables farmers to more effectively protect yields and as a result recover more value from their crops. Luigi Coffano, Country Manager DuPont Italiana and Food Chain Manager EMEA, said, “We are really proud in bringing a real contribution to increase value and accessibility to Italian food quality products abroad; in fact just recently the well-known Abate Fetel pears, protected with our products, have got over the strict US rules on imported foods and for the first time they will be marketed in the USA.” The maximum allowed residues of Rynaxypyr® are harmonized all over the European Member States and the active ingredient is already allowed in most of the countries outside the EU importing freshcut and processed fruits and vegetables from Europe. This makes international trade simpler and ensure Italian fruit producers get access to their productions (apples and pears) protected with Coragen® in all key importing countries of our fruit and

FOOD INDUSTRY

New scientific solutions open new opportunities for Italian export

vegetable productions. Philip Rollinson, Global Portfolio Manager for DuPont Insect Control, welcomes the recent opening of the U.S. market to Italian fruit products. “The breakthrough chemistry of Rynaxypyr ® is helping farmers around the world produce higher quality, more abundant fresh fruits and vegetable crops to meet the needs of the growing global population. We are happy that consumers of the State of Delaware, where DuPont is headquartered, will be the first in the U.S. to taste the Abate pears, produced with use of DuPont crop protection products.” The excellent eco-toxicological and environmental profile, the low toxicity to non target organisms”, the selectivity to arthropods able to defend useful insects and to keep the biodiversity in the orchards, and the very high effectiveness at low rate use, make this solution a great tool for integrated crop protection plans.

Marzo / March 2014

127


Machinery & Development

OCRIM potenzia il proprio Customer Service Department Il Dipartimento del Customer Service di OCRIM è stato recentemente potenziato per fornire un servizio sempre più efficiente e celere

O

CRIM, grazie alla esperienza maturata in 70 anni, è certa del fatto che un attento studio di progettazione, una grande competenza nella fase di costruzione, messa a punto e in marcia dell’impianto siano prerogative indispensabili affinché un funzionamento efficiente sia garantito. Un altro aspetto molto importante da considerare è la manutenzione. Un impianto, a partire da ogni sua singola macchina o componente, lavora e lavorerà sempre in modo corretto se gli interventi di prevenzione e di manutenzione periodica previsti vengono puntualmente eseguiti. Il team del Customer Service di OCRIM spesso ha dovuto affrontare e risolvere problematiche legate a una scarsa o scorretta manutenzione dell’impianto o anche solo di alcuni componenti, che, in ogni caso, se non risolti per tempo, hanno un effetto negativo sull’intera produzione. Il laminatoio è considerato il macchinario “cuore” dell’impianto e i rulli, a loro volta, sono considerati i suoi componenti “portanti”. In seguito a studi e test eseguiti dal team OCRIM, sia in sede che presso gli impianti realizzati, è risultato che gli interventi di manutenzione periodica anche sui rulli e sulle rigature sono fondamentali in quanto dalla loro efficienza dipende tutto il processo a valle degli stessi. Una corretta e costante manutenzione dei rulli incide positivamente sulla produttività, in quanto è possibile evitare perdite in termini di

OCRIM strengthens its Customer Service Department OCRIM Customer Service team has recently been strengthened as to offer increasingly efficient and prompt service

128

Marzo / March 2014

O

CRIM is sure that an accurate project study, a great competence in the construction, set up and start up phases of a milling plant are necessary prerogatives in order to guarantee an efficient operation. Maintenance is another important aspect. A plant can correctly work when the preventative measures and the maintenance interventions foreseen are punctually executed. OCRIM Customer Service team has often faced and solved problems concerning a wrong maintenance of the plant or even of the single machines or components that anyway can negatively affect the whole production. The core machine of a milling plant is surely the roller mill and its rolls are fundamental components. Researches and tests executed by OCRIM team, both in Cremona site and in the milling plants realized, have proved that periodical maintenance interventions also on the rolls and on the flutings are very important because all the up-stream process depends

FOOD INDUSTRY

resa e l’abbassamento qualitativo dei prodotti. Di conseguenza si evitano oneri e costi aggiuntivi pianificando interventi manutentivi alle rigature dei laminatoi. Il dipartimento del Customer Service di OCRIM è stato recentemente potenziato al fine di fornire un servizio sempre più efficiente e celere. Il team è formato da tecnici forti dell’esperienza maturata e acquisita all’interno della stessa azienda ed è abituato a pianificare interventi mirati a evitare le fermate di emergenza e a intervenire prontamente qualora si dovesse verificare un problema che comporti rallentamenti nella produttività. Sono molteplici e ormai molto avanzate le tecniche adoperate da OCRIM e in particolare dal team del suo Customer Service per tenere alta e costante l’efficienza dell’impianto. OCRIM, quindi, propone da sempre programmi di manutenzione diversificati in base alle esigenze dei singoli clienti (tempi di fermata, impegni finanziari, esigenze di produzione etc.) in modo da avere un impianto sempre altamente efficiente. Il connubio tra progettazione qualificata, costruzione certificata delle macchine, l’accessoristica proveniente anch’essa dagli stabilimenti produttivi di OCRIM, montaggi rigorosamente controllati grazie al sistema Build The Mill e un adeguato programma di manutenzione preventivo, porta sicuramente a una giusta soluzione per avviare un impianto eseguito a regola d’arte.

on their efficiency. A correct and constant maintenance of the rolls positively bears on the plant production since it is possible to avoid profit losses and products quality decrease. Consequently it is possible to avoid extra charges and costs just planning maintenance interventions on the rolls flutings. OCRIM Customer Service team has recently been strengthened and it is set up by technicians who have built and gained their experience within OCRIM workshops and offices and they are also equipped with high-tech devices useful to intervene in case of problems which cause production braking or other. OCRIM has always been recommending maintenance programs which are organized and diversified according to the single customers needs (stopping time, financial commitments, production necessities, etc.) in order to have a highly efficient plant. The bond among qualified project planning, certified manufacture, equipment which comes from OCRIM workshops, installations rigorously controlled thanks to the Build The Mill system and a suitable preventive maintenance program surely guarantees the right solution to start an efficient milling plant.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Costante miglioramento Olocco da sempre progetta e realizza i propri  prodotti sulla base dei principi fondamentali della qualità e della funzionalità

L

a Olocco Srl produce valvole e componenti per il trasporto pneumatico e il dosaggio sin dal 1950. L’impegno dell’azienda è finalizzato a una costante innovazione tecnologica e alla ricerca continua della qualità. Le sue valvole trovano impiego nell’abbattimento, dosaggio e trasporto pneumatico di prodotti in polvere e granuli di qualunque tipo, nell’industria alimentare, chimica e plastica, su linee a bassa, media e alta pressione. La Olocco da sempre progetta e realizza i

Constant improvement Olocco has always designed and developed its products according to the fundamental principles of quality and good working practice

130

Marzo / March 2014

O

locco SRL has been manufacturing valves and components for pneumatic conveying and metering since 1950. The company is committed to constant technological innovation and in the continual search for quality. Olocco valves are used in the feeding, unloading and pneumatic conveying of any kind of products in grain or powder, in the food, chemical or plastic industry, with low, average, high pressure lines.

FOOD INDUSTRY

propri  prodotti sulla base dei principi fondamentali della qualità e della funzionalità. Nel 1997 l’azienda ha ottenuto la certificazione di qualità UNI EN ISO9001. Si è trattato di un traguardo importante ma allo stesso tempo di un punto di partenza fondamentale, un impegno costante che la società si è assunta nel migliorare i propri prodotti per rimanere al vertice della categoria e soddisfare al meglio il cliente. Seguendo questi obiettivi, nel 2001 la Olocco ha certificato la propria gamma di prodotti secondo le Direttive ATEX 94/9/CE. La Olocco si avvale nella progettazione e produzione dei propri componenti, delle più evolute e moderne tecnologie. Una valida equipe svolge costanti ricerche nella miglioria e nel rinnovamento della gamma, supportata da un moderno sistema Cad 3D. L’azienda usa tecnologia avanzata per far si che i suoi prodotti per il trasporto pneumatico e il dosaggio siano sempre all’avanguardia sia dal punto di vista delle soluzioni tecniche adottate, sia da quello dell’affidabilità e sicurezza. Grazie alle minime tolleranze e a accorgimenti tecnici specifici, Olocco è in grado di venire incontro alle caratteristiche di ogni prodotto e ad ogni esigenza del cliente.

Olocco has always designed and developed its products according to the fundamental principles of quality and good working practice. In 1997 Olocco obtained the quality certification UNI ENISO9001. This certificate is both a very important target and a fundamental launching pad, a constant effort made by the company to improve the quality of its products, so as to make sure that it remains top of category. In line with these objectives Olocco also certified its product range according to Atex Directive 94/9/CE. Olocco avails itself of the very latest highly advanced technology in the design and production of its components. A valid team is involved in ongoing research to renew and improve the quality of its product range, thanks to a modern CAD 3D system. Olocco uses high-technology to produce valves and accessories for pneumatic conveying and metering always in the vanguard in terms of technical specifications, quality and safety. Thanks to minimum tolerances and technical devices the company is able to meet the specific needs of every type of product and customer.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Eccellenza italiana PETRONCINI Impianti S.p.A progetta, realizza, installa con soluzioni chiavi in mano impianti completi in funzione delle specifiche esigenze produttive del cliente

L

a PETRONCINI Impianti S.p.A. è una primaria azienda d’ingegneria e manifatturiera che opera dal 1919, specializzata nel settore delle macchine e impianti completi per la tostatura, lavorazione caffè e prodotti affini quali orzo e frutta secca. L’azienda progetta, realizza, installa con soluzioni chiavi in mano impianti completi in tutto il mondo in funzione delle specifiche esigenze produttive del singolo cliente. Produce una vasta gamma di tostatrici che varia da una capacità di carica da 0,5 Kg/ciclo fino a 660 Kg/ciclo, soddisfacendo così sia le piccole attività artigianali fino alle più grandi realtà industriali già affermate sul mercato. Queste principali macchine di processo sono affiancate da una serie di attrezzature che integrano e completano gli impianti forniti dall’azienda, quali: • Ricezione, trattamento, pulitura e stoccaggio caffè verde • Gruppi di tostatura caffè completi di sistemi di recupero calore, risparmio energetico e trattamento emissioni in atmosfera • Stoccaggio e miscelazione caffè tostato in grani • Macinatori idonei per ogni tipo di granulometria • Stoccaggio e degassaggio caffè maci-

Italian excellence PETRONCINI Impianti S.p.A designs, manufactures and sets up turnkey plants upon customers’ special production requirements

P

ETRONCINI Impianti S.p.A., leading engineering and manufacturing company on the market since 1919, specializes in machines and complete roasting and processing plants for coffee as well as similar products like barley and dried fruit. PETRONCINI Impianti S.p.A designs, m a nu f actu res an d se t s up t ur nke y plants all over the world according to the special production requirements that every customer may have. Company’s production includes a wide spectrum of roasting machines from 0,5 kg/batch up to 660 kg/batch, so to meet the requirements of both small craft activities and industrial businesses already well-established in the market. These machines are supported by an extensive range of equipment that are an integral part

132

Marzo / March 2014

of the company plant system, as follows: • Green coffee reception, treatment and storage • C o ff e e ro a s t e r s f i t t e d w i t h h e a t recovery system, energy saving and emission treatment • Roasted coffee storage and mixing • Coffee grinders for any particle size • Ground coffee storage and degassing with feeding system to the packaging machines • Coffee handling and conveying systems either mechanically and pneumaticallydriven for green coffee or low-speed suction system for roasted coffee beans • Electronic weighing systems complete w i t h i n t e g r a t e d c o n t ro l f o r d a t a processing • Computerization of the roasting process through electronic units, programmed

FOOD INDUSTRY

nato con alimentazione alle unità di confezionamento • Sistemi di movimentazione e convogliamento caffè, sia meccanici che pneumatici in pressione per caffè verde sia in aspirazione a bassa velocità specifici per caffè tostato in grani • Sistemi di pesatura elettronici completi di gestione computerizzata integrati per la gestione dati • Computerizzazione del processo di tostatura attraverso unità elettroniche, programmate in base ad una nostra esclusiva e approfondita ricerca scientifica che tramite dei profili di tostatura preimpostati possa garantire la costante qualità del prodotto ed assicurarne la ripetibilità nel tempo • Unità elettroniche centralizzate per la gestione dell’intero processo produttivo, dalla ricezione del caffè verde alla fase di confezionamento con pacchetto specifico di sistema tracciabilità del prodotto dei lotti produttivi (D-coffee). Il Centro di Competenza Tecnologico del Caffè dotato di attrezzature e prototipi per attività di ricerca e sviluppo, dimostrazioni pratiche e analisi prodotto, è a disposizione dei clienti consolidati e dei nuovi investitori nel settore che qui possono trovare competenze e consulenze sui processi di trasformazione del caffè, migliorare la qualità del proprio prodotto, aumentarne le performance in termini di resa ed effettuare test specifici su eventuali nuove linee di prodotto da inserire nel mercato. Per chi non avesse esperienze specifiche e volesse avviare attività legate al caffè, PETRONCINI Impianti S.p.A effettua corsi di tostatura con dimostrazioni teoriche e pratiche, assaggi e valutazioni caffè, dove poter fare esperienze concrete e acquisire conoscenze per approcciarsi al mondo del caffè.

according to our specific and indepth scientific research, to guarantee unaltered constant quality and repeatability of the product • Central electronic units to control the entire production process, from green coffee reception to its packaging, with special product traceability of the production lots (D-coffee). The Technological Coffee Competence Centre, fitted with equipment and prototypes for research and development activity, practical demonstrations and product analysis, is at the disposal of both wellestablished customers and new investors that here can find the knowledge and consultancy on coffee processing systems; they can improve the quality of their own products and increase the yield performances as well as carry out specific tests on new products line to be put on the market. PETRONCINI Impianti S.p.A carries out roasting courses with theoretical and practical demonstrations, cup tasting and coffee evaluations for those ones that are inexpert and want to gain a concrete experience and knowledge to approach the coffee world.

www.tecnalimentaria.it


es in h c a M r e t s a o R Coffee ” e c n e ll e c x e n a li a “It Products and Services We design, produce and install all over the world complete turn-key plants for the coffee processing starting from green coffee cleaning, roasting, grinding, storaging and product handling. We have at disposal for our customers a Technological Coffee Competence Centre with lab, cup tasting and pilot plants where we can carry out product tests and trials. Furthermore we offer specific consultancy on the coffee production processes in order to obtain the desired final product.

Prodotti e Servizi La Petroncini Impianti Spa progetta, realizza e installa in tutto il mondo impianti completi chiavi in mano per la lavorazione del caffè a partire dalla pulitura del caffè verde, tostatura, macinatura, stoccaggi e sistemi di movimentazione prodotto. La Petroncini Impianti Spa dispone di un Centro di Competenza Tecnologico del Caffè con laboratorio analisi, sezione assaggi e impianti pilota installati a disposizione dei clienti per l’effettuazione di prove e test sul prodotto. Inoltre si offrono consulenze specifiche sui processi di trasformazione del caffè per ottenere il risultato finale desiderato.

Hall 02 - Stand A04

www.petroncini.com


About Fairs

La realtà che supera le aspettative SIGEP 2014. Un segnale straordinariamente positivo per l’economia italiana in un settore strategico e fortemente orientato all’export ZMatik

Starmix - Flamic

S

ono stati 173.904 visitatori professionali (sottoposti a certificazione: norma internazionale ISO 25639, n.d.r.) in visita al 35° SIGEP e a RHEX Ristorazione, con aumento che sfiora le 30mila unità rispetto al 2013, quando si svolse in contemporanea a SIGEP la biennale A.B.TECH Expo dedicata all´arte bianca. Organizzate sull´intero quartiere, SIGEP e RHEX hanno rappresentato la proposta di mille aziende disposte su 110.000 mq. e dalle giornate di Rimini Fiera sono emersi i più avanzati trend, utili ad orientare le strategie del 2014 per il food made in Italy. L´evento espositivo è stato inaugurato da Flavio Zanonato, Ministro per lo Sviluppo Economico, che ha riconosciuto alle giornate di Rimini Fiera di essere ´una vetrina internazionale nella quale la cultura imprenditoriale riesce a tenere insieme la tradizione artigiana e l´innovazione´. Al suo fianco, al taglio del nastro, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni, oltre ai vertici di tutte le associazioni di categoria. “I numeri parlano da soli – commenta il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni – Lo strumento fieristico in queste condizioni svolge pienamente il suo ruolo, funge da moltiplicatore del business, genera relazioni, alimenta le strategie delle imprese con il contributo delle tendenze che emergono dai padiglioni. Siamo pronti a sostenere e sviluppare questo ritmo di

134

Marzo / March 2014

crescita con un´operatività estesa a tutto l´anno, sia coi progetti in corso, sia con nuove iniziative da prendere di concerto con tutti gli attori della filiera´. All´eccezionale risultato riguardante i visitatori – ribadisce Patrizia Cecchi, direttore business unit Rimini Fiera – aggiungiamo il successo dell´intuizione di associare RHEX Ristorazione a SIGEP, costruendo una proposta fieristica pienamente coerente coi mutamenti dei format commerciali, dove troviamo esercizi in grado di integrare differenti offerte di ristorazione, modificabili anche nel corso della stessa giornata. La soddisfazione delle aziende presenti per il business prodotto nelle giornate di fiera ci sprona a continuare su questa prospettiva, sviluppando l´evento con contenuti che guardano ad innovazione e internazionalizzazione´. I grandi eventi 6° Coppa del Mondo della Gelateria Era attesa la sfida fra Francia e Italia e così è stato. Alla fine hanno prevalso i transalpini con la squadra guidata da Elie Cazaussus e composta da Christophe Bouret, Benoit Lagache, Jean Christophe Vitte e Yazid Ichemrahen. La partecipazione ha visto l´elaborazione del tema l´Universo di Leonardo Da Vinci in prove di gelateria, cucina, scultura di ghiaccio e cioccolato. Seconda l´Italia (Manager Beppo Tonon, componenti Stefano Biasini, Massimo Carnio, Marco Martinelli e Luca Mazzotta)

FOOD INDUSTRY

General System Pack

con il tema Mondo floreale. Concorso Pastry Queen 2014 E´ una americana della Pennsylvania la Pastry Queen 2014. Cher Harris ha superato le dieci avversarie con la forza della regolarità e dell´osservanza rigorosa del regolamento. Alle sue spalle la giapponese Tomomi Futakami e la francese Laetitia Moreau. Presidente d´Onore del concorso era il Maestro Iginio Massari, mentre a presiedere la Giuria Internazionale è stato Frédéric Cassel (presidente Relais Dessert), che Rimini Fiera ha voluto apponesse la propria firma nel Libro d´Onore, per rimarcare l´eccezionale presenza del grande professionista. Coppa Italia Cake Design Un´area straordinariamente frequentata quella del cake design. A partire dalla giornata inaugurale col successo straripante di Buddy Valastro, il “boss delle torte” che ha attirato l´attenzione di tutto il pubblico di SIGEP. Al Cake Design anche il collegamento in diretta con Quelli che il Calcio di Rai 2, con la showgirl Valeria Marini impegnata con la madre nella realizzazione di una torta. Per la parte competitiva Paolo Santilli e Valentina Urbini, entrambi di Roma, si sono aggiudicati la Coppa Italia di Cake Design, organizzata da Conpait (Confederazione pasticceri italiani). La Coppa Italia di Cake design è stata originale anche nel metodo di selezione dei quindici finalisti, scelti attraverso un concorso sul web indetto da

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

Novapan

Alba Teknoservice

Brevetti Gasparin

Co.me.t

GlamourItalianCakes. Nella finale di Rimini, i concorrenti erano chiamati a realizzare le loro creazioni dedicandole a un tema ben preciso: il Rinascimento italiano. E a molti è venuta in mente la figura di Leonardo. Star of Chocolate Roberto Cantolacqua Ripani, di Tolentino (Macerata), ha vinto la prima edizione del concorso ´Star of Chocolate´, che si è disputata durante il Sigep, l´evento di Rimini Fiera leader al mondo per il dolciario artigianale. I Gelati Funzionali Sono i gelati che possono contribuire a risolvere disturbi dell´organismo e sono stati proposti dall´Associazione I Maestri della Gelateria Italiana con il progetto ´La Salute vien mangiando...gelati! Gelati funzionali nell´alimentazione moderna´. I Maestri Gelatieri hanno mostrato come i professionisti siano in possesso di una tale conoscenza delle materie utilizzate nella produzione quotidiana del gelato artigianale, che tale produzione può ampliarsi nella preparazione di ´gelati funzionali´. Si tratta sempre di gelati gustosi ma che diventano pure alleati della salute grazie ad una studiata ed equilibrata aggiunta di elementi quali fibre, prodotti probiotici e prebiotici, erbe officinali, miele o pappa reale. Campionato Italiano Pasticceria Seniores E´ Emmanuele Forcone il nuovo campione italiano di pasticceria seniores svoltosi a SIGEP con i patrocini dell´Accademia Maestri Pasticceri, Conpait e Relais Dessert.

www.tecnalimentaria.it

Brovind

Il campionato aveva anche l´obiettivo di selezionare la squadra che rappresenterà l´Italia alla Coupe du monde della Patisserie in programma a Lione nel 2015. Oltre a Emmanuele Forcone (zucchero), a Lione ci saranno anche il 24enne salernitano Francesco Boccia per la prova cioccolato e, da Ciampino (Roma), Fabrizio Donatone per la prova ghiaccio. Un premio della Stampa è stato assegnato a Riccardo De Petris. Campionato Italiano Juniores di Pasticceria Marco Serlini, 20 anni, bresciano di Rodengo Saiano, è il Campione Italiano Juniores di pasticceria. Al secondo posto il 18enne Mattia Cortinoves di Bergamo e al 3° Vincenzo Daloiso di Barletta. II tema del concorso è stato quello deii Giochi Olimpici Invernali ed il tema è stato illustrato attraverso l´elaborato artistico in zucchero e pastigliaggio in cioccolato (Mattia Cortinovis ha vinto il premio sulla prova) e il dessert al bicchiere al gusto di nocciola (Lorenzo Marin, 20enne di Conegliano Veneto il vincitore). Premio a organizzazione e pulizia del box a Marco Serlini. Concorso “Mille Idee per un Nuovo Gusto” e “Miglior Gelato al Gusto Pistacchio” Grande partecipazione ai tradizionali concorsi promossi da SIGA Associazione Italiana Gelatieri. Questi i risultati finali. Concorso Miglior gelato al gusto di Pistacchio: 1° Lasagna Giovanni di Amburgo; 2° Tripodi Salvatore della ditta

FOOD INDUSTRY

Caffarel;; 3° Cremeria Rossi di Milano. Concorso Mille idee per un nuovo gusto. Il Gelato dell´anno: 1° Casa del gelato di Galligani Roberto di Albenga (SV) con il gusto ´Etrusco´; 2° Gelateria Ultimo Kilometro di Paolo Fornaciari di Buggiano (PT) con il gusto ´Mamma Mia´; 3°Gelateria Bibò di D´Agostino Pietro di Pescara gusto ´Tartufo Bibò´. L´Associazione ha anche riconosciuto all´azienda Carpigiani il Premio Speciale Cultura di settore, promosso dal Comitato esecutivo dell´Associazione, in ricordo di Paolo Bellavista, per un ventennio editore e direttore responsabile della rivista Il Gelatiere Italiano, Il Pasticciere Italiano e di altre riviste dell´enogastronomia artigianale, recentemente scomparso. Infine, il Premio Vita di Gelatiere, andato al Dirigente Nazionale e Consigliere, titolare della storica Gelateria Ornelli di Roma, Adalberto Ornelli. La prossima edizione di SIGEP si terrà dal 17 al 21 gennaio 2015.

Marzo / March 2014

135


About Fairs

Reality exceeding expectations SIGEP 2014. An extraordinarily positive sign for Italy’s economy in a strategic sector with a very high export profile Sigma

Lo Giudice

1

73,904 trade visitors (subject to certification: ISO 25639 international standard) attended the 35th SIGEP and RHEX Ristorazione, with an increase that almost reached 30,000 units compared with 2013, when the biennial A.B.TECH Expo dedicated to bakery was held simultaneously with SIGEP . Taking up the entire expo centre, SIGEP and RHEX hosted the proposals of a thousand companies occupying 110,000 m2 and the great expo days at Rimini Fiera featured the very latest trends, useful for orienting strategies for 2014 for the Italian-made food sector. The expo event was inaugurated by Flavio Zanonato, Italy’s Minister for Economic Development, who acknowledged that the Rimini Fiera days were “an international showcase in which entrepreneurial culture manages to combine artisan tradition and innovation.” Alongside, at the ribboncutting ceremony, Rimini’s Mayor Andrea Gnassi and Rimini Fiera chairman Lorenzo Cagnoni, as well as the leaders of all the trade associations. Rimini Fiera chairman Lorenzo Cagnoni comments, “The figures speak for themselves – in these conditions, the expo plays its role perfectly, multiplying business, generating relations, nourishing companies’ strategies with the contribution of the trends that emerge in the halls. We are

136

Marzo / March 2014

ready to support and develop this growth rate with activities running all year round, with projects under way and new initiatives to be taken together with all players in the chain.” Rimini Fiera business unit manager Patrizia Cecchi confirms, “To the exceptional results regarding visitors, we must add the success of the intuition of holding RHEX Ristorazione simultaneously with SIGEP, forming an expo proposal in perfect sync with the changes in business formats, where there are activities able to integrate different catering formats, when can even be changed in the course of the day. The satisfaction of participating companies for the business generated on the expo days urges us to continue in this direction, developing the event with content that targets innovation and internationalization.” The Great Events 6th Gelato World Cup A duel was expected between France and Italy and that’s what there was. In the end, the French artisans got the upper hand, with the team guided by Elie Cazaussus and made up of Christophe Bouret, Benoit Lagache, Jean Christophe Vitte and Yazid Ichemrahen. Participation involved the development of the theme the Universe of Leonardo Da Vinci in tests for gelato, cuisine, ice sculpture and chocolate.

FOOD INDUSTRY

WP Bakery Group

Second place went to Italy (Manager Beppo Tonon, members Stefano Biasini, Massimo Carnio, Marco Martinelli and Luca Mazzotta) with the theme Floral World. 2014 Pastry Queen Contest An American from Pennsylvania is 2014’s Pastry Queen. Cher Harris beat ten opponents with her great regularity and strict observance of the rules. Behind her came Japan’s Tomomi Futakami and Laetitia Moreau from France. The contest’s Honorary President was Master pastry chef Iginio Massari, whereas the president of the international panel of judges was Frédéric Cassel (chairman of Relais Dessert), who was asked by Rimini Fiera to sign the Book of Honour, to emphasize the exceptional presence of this great professional. Coppa Italia Cake Design The cake design zone was an extraordinarily busy area. From inauguration day, with the overwhelming success of Buddy Valastro, the “Cake Boss” who attracted the attention of all the visitors to SIGEP. The Cake Design area also had live coverage by national broadcaster Rai 2’s programme “Quelli che il Calcio”, during which showgirl Valeria Marini and her mother made a cake. For the competitive part, Paolo Santilli and Valentina Urbini, both from Rome, won the Coppa Italia for Cake Design, organized by Conpait (Italian Confectioners Confederation). The

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

PFM

Real Forni

Nilfisk

Lalli Elettronica

Coppa Italia for Cake design was also original as far as the method used to select the fifteen finalists was concerned: they were chosen by means of a contest on the Web organized by GlamourItalianCakes. In the Rimini finals, contestants had to make their creations, dedicating them to a very precise theme: The Italian Renaissance. The figure of Leonardo da Vinci occurred to many of them. Star of Chocolate Roberto Cantolacqua Ripani, from Tolentino (Macerata), won the first edition of the “Star of Chocolate” contest, which was held during SIGEP, Rimini Fiera’s world-leading event for artisan confectionery. Functional Gelato This is gelato that can contribute to solving troubles with our organism and was proposed by the Maestros of Italian Gelato-making Association with the project “Eating (Gelato) is good for your health! Functional Gelato in modern nutrition”. The Maestros of Gelato Making showed how professional gelato makers have such in-depth knowledge of the materials used for the day-to-day production of gelato that its production can grow, with the preparation of “functional gelato”. It is still tasty gelato, but becomes an ally of man’s health, thanks to the carefully studied balanced addition of elements such as fibre, probiotic and prebiotic products, officinal herbs, honey or royal jelly.

www.tecnalimentaria.it

Italian Senior Pastry Championship Emmanuele Forcone was elected as the new Italian Senior Pastry Champion at the contest held at SIGEP with the patronage of Accademia Maestri Pasticceri (Academy of Italian Master Pastry Chefs), Conpait and Relais Dessert. The championship also had the aim of selecting the team that will represent Italy at the Coupe du monde della Patisserie in Lyon in 2015. As well as Emmanuele Forcone (sugar), in Lyon there will also be 24 year-old Francesco Boccia from Salerno for the chocolate test and (from Ciampino, Rome) Fabrizio Donatone for the ice test. A Press award went to Riccardo De Petris. Italian Junior Pastry Championship M a rc o S e r l i n i ( 2 0 ) , f ro m R o d e n g o Saiano (Brescia) is the Italian Junior pastry Champion. Second place went to 18 year-old Mattia Cortinoves from Bergamo and Vincenzo Daloiso from Barletta came 3 rd. The contest’s theme was the Winter Olympic Games and was illustrated via an artistic work in sugar and chocolate pastilliage (Mattia Cortinovis won the prize for this test) and hazelnut-flavoured cream dessert (won by Lorenzo Marin, aged 20, from Conegliano Veneto). The prize for work zone organization and cleanliness went to Marco Serlini.

FOOD INDUSTRY

Sibread - Italpan

Contest – “A Thousand Ideas for a New Flavour” and “Best Pistachio-Flavoured Gelato” Great participation in the traditional contests organized by SIGA Association of Italian Gelato Makers. The final results were as follows. Best pistachio-flavoured ice cream: 1 st Giovanni Lasagna from Hamburg; 2 nd Salvatore Tripodi from the company Caffarel; 3rd Cremeria Rossi of Milan. A thousand ideas for a new flavour The Gelato of the year: 1 st Casa del gelato di Galligani Roberto from Albenga (Savona) with the flavour “Etrusco”; 2 nd Gelateria Ultimo Kilometro di Paolo Fornaciari from Buggiano (Pistoia) with the flavour “Mamma Mia”; 3 rd Gelateria Bibò di D’Agostino Pietro from Pescara with the flavour “Tartufo Bibò”. The Association also assigned Carpigiani the Paolo Bellavista Award, established by the Association’s Executive Committee and Paolo Bellavista, for twenty years editor-inchief of the magazine Gelatiere Italiano, Il Pasticciere Italiano and other artisan food and beverage magazines, who recently passed away. Lastly, the Gelato Maker of the Year Award went to National Executive and Committee member and owner of Rome’s historical Ornelli gelato parlour, Adalberto Ornelli. The appointment with SIGEP is from January 17th to 21st 2015.

Marzo / March 2014

137


Machinery & Development

Carica tecnologica Il design futuristico e l’elevata qualità dei componenti impiegati hanno portato Flamic nei mercati italiano e internazionale con un prodotto che sa colpire l’attenzione dei buyers

F

LAMIC si propone come azienda giovane e dinamica, specializzata nella produzione di sfogliatrici per panifici e per pasticcerie. La sua specializzazione, alta flessibilità aziendale, dinamicità progettuale e selezione dei fornitori rappresentano i punti di forza della FLAMIC. Il design futuristico e l’elevata qualità dei componenti impiegati hanno consentito all’azienda di Marano Vicentino di affacciarsi sul mercato italiano e internazionale con un prodotto in grado di conquistare e colpire in breve tempo l’attenzione di molti buyers. La sfogliatrice automatica con larghezza tappeti 700 mm (FAST700P e FAST 700) è disponibile con lunghezza tappeti 1.500 e 2.000 mm in acciaio inox o verniciata. Tutte le operazioni sono comandate da un PLC con 50 programmi. La programmazione avviene tramite touch screen a colori. La salita e discesa dei cilindri, la velocità dei tappeti, l’inversione del senso di lamina-

zione, lo sfarinatore e l’avvolgitore lavorano in automatico limitando l’impiego dell’operatore alle fasi di carico dell’impasto e di scarico del prodotto finito. Vera novità della sfogliatrice automatica FAST700 è la velocità dei tappeti indipendente che favorisce una perfetta distensione della pasta garantendo uniformità della sfoglia anche su spessori sottili. In partico-

lare FAST700P e FAST700 grazie alla particolarità dei tappeti indipendenti assicurano uno spessore minimo di laminazione minimo di 0,2 mm. La sfogliatrice con larghezza dei tappeti 450 mm (SF450B) è disponibile nella versione da banco e con lunghezza tappeti 500 mm. Le sfogliatrici con larghezza dei tappeti 500 mm sono disponibili nelle 2 versioni SF500 (versione con basamento) e SF500B (versione da banco) con diverse lunghezze dei tappeti: 850 mm, 1.000 mm o 1.200 mm. L’inversione del senso dei tappeti avviene tramite joystick nella SF500B e tramite joystick e pedale nella SF500. La sfogliatrice con larghezza dei tappeti 600 mm è disponibile solo nella versione con basamento (SF600) e sempre con lunghezze tappeti variabili: 850, 1.000, 1.200, 1.400 mm. La versione SF600 è dotata di piani estraibili. L’inversione del senso dei tappeti avviene tramite leva e pedale.

FAST 700P

Technological charge Futuristic design combined with high-quality components has driven Flamic to Italian and international markets with a product that catches buyers’ attention

F

LAMIC proposes itself as a young, dynamic company specializing in the production of sheeters for bakery and confectionery factories. Specialisation combined with company flexibility, dynamic design and selected suppliers are Flamic’s points of strength. Futuristic design combined with high-quality components have enabled this company of Marano Vicentino to enter the Italian and international markets with a product able to conquer and strike the attention of many

buyers in short time. The automatic sheeters FAST700P and FAST700 with belt width of 700 mm are available also with belt length of 1500 and 2000 mm, stainless steel or varnished. All operations are PLC-controlled and programming is by a 50 touch-screen programme setting. The cylinder running up and down, belt speed and lamination reverse, flour duster and dough spooling unit work automatically so limiting any operator’s intervention during the load of the dough and

FAST 700

138

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

the discharge of finished products. The real news introduced by the automatic sheeter Fast700 is the independent sheeting speed for a perfect spread and evenness of also less thick sheets. Owing to this special feature, Fast700 and Fast700P guarantee the minimum thickness of 0.2 mm. The sheeter with 450 mm’s belt (SF450B) is available in the bench version with belt length of 500 mm. The sheeters with 500-mm belt length are available in two versions: SF500 (with basement) and SF500B (bench version) offering two different belt lengths: 850 mm, 1000 mm and 1200 mm. The reversal rolling belts in the SF500B are by joystick while in the SF500 are by joystick or pedal. The sheeter with belt width of 600 mm is available only in the version with basement (SF600) but with belt length variable: 850, 1000, 1200 and 1400 mm. The SF600 version is also equipped with extractible layers. Reversal rolling is possible by means of a joystick or pedal.

www.tecnalimentaria.it


Hall 01 - Stand C30


FOR ALL

WHO WORK FOR

A DELICIOUS

WORLD Hall 03 - Stand F24

ENGINEERING AND MANUFACTURING OF MACHINES AND COMPLETE LINES for different production technologies, ranging from fresh to frozen products, sweet and salty.

Pizza make up line

Baguette, ciabatta

Tin Bread

Breadsticks

Croissant

Puff pastry

Plum Cake, muffin

FROM THE IDEA TO FACTS 28066 Galliate (NO) - ITALY - Via A. Grandi, 25 - Zona Industriale Peco - tel (+39) 0321 806564 - fax (+39) 0321 861187 e-mail: commerciale@trivisrl.com - www.trivisrl.com


Machinery & Development

Il vantaggio di soluzioni efficienti e mirate

Non solo macchine, ma anche linee automatiche studiate su misura per ogni diversa richiesta dei clienti e personalizzate secondo i più alti standard produttivi

L

a Brevetti Gasparin oggi, grazie alla fiducia posta dai propri clienti, è un’azienda cresciuta costantemente sul mercato affermandosi come azienda leader nella progettazione e produzione di sistemi per il taglio e confezionamento dei prodotti da forno. Non solo dunque macchine, ma linee automatiche studiate su misura per ogni diversa richiesta dei suoi clienti e personalizzate secondo i più alti standard produttivi. La vasta gamma di prodotti sviluppati consente a Brevetti Gasparin di operare in applicazioni quali il taglio di pane, panini e prodotti dolciari con svariate applicazioni a seconda della diversa tipologia e composizione del prodotto, il confezionamento di prodotti da forno in confezione tipo flowpack o busta preformata e dall’abbinamento di questi nel taglio e confezionamento con la messa in linea di taglierina e confezionatrice tramite appositi sistemi automatici di carico. Proprio nell’abbinamento taglio e confezionamento è racchiuso il punto di forza dell’azienda con il vantaggio di offrire soluzioni efficienti, mirate per ogni specifica esigenza.

Fra queste si distingue una delle ultime linee sviluppate per il taglio e confezionamento flow-pack di panini, hamburger e hot dog. La linea si compone di un nuovo modello di taglierina a dischetti per il taglio parziale dei panini abbinata in uscita con un caricatore che va ad alimentare in automatico la macchina confezionatrice. Con questo sistema si vanno a ridurre i tempi produttivi

The advantage of efficient and tailored solutions

B

revetti Gasparin today, thanks to the trust of its own customers, is a company grown constantly on the market establishing as a leader company in the design and production of slicing and packaging systems for the baking industry. So, not only machines, but also automatic lines studied and tailored for each different request of its customers and customized according to the highest production standard. The wide range of developed products allows Brevetti Gasparin to operate in applications such as: the slicing of bread, buns and confectionary products with various applications according to the different typology and composition of the product, the packaging of baked products in flow-pack or preformed bags package type and from the combination of these on the slicing and packaging with the set in line of slicer and packaging machine through

142

Marzo / March 2014

appropriate automatic feeding systems. Exactly in the combination of slicing and packaging the company’s strong point is included with the advantage of offering efficient solutions, tailored to each specific need. Among these one of the last lines developed for the slicing and flow-pack packaging of buns, hamburgers and hotdog stands out. The line is composed of a new model of slicer machine with disks

FOOD INDUSTRY

velocizzando l’esecuzione del processo diversamente da come potrebbe essere se compiuto con un lavoro totalmente manuale. Alla stesso proposito è stata progettata la linea di taglio e confezionamento per filoni di pane con abbinamento tra taglierina e macchina confezionatrice per mezzo di caricatori automatici. In questa tipologia di sistema, dopo una prima fase di taglio, il confezionamento può essere fatto in confezione ermetica su flow-pack o in buste preformate su imbustatrice automatica. L’obbiettivo di Brevetti Gasparin è quello di ottimizzare i processi produttivi di fine linea con soluzioni affidabili, funzionali e semplici di facile utilizzo, perché le soluzioni migliori sono sempre le più semplici.

Not only machines, but also automatic lines studied and tailored for customers’ different requests and customized according to the highest production standards for the buns partial cut combined in exit with an automatic feeder which loads automatically the packaging machine. With this system the production times are reduced, thus speeding up the execution of the process differently from how it may be if done with totally manual working. For the same purpose it was developed the line of slicing and packaging for bread loaves with combination between slicer and packaging machines through automatic feeders. In this typology of system, after an initial phase of slicing, the packaging can be done in hermetic pack on flow-pack or in preformed bags on automatic bagger machine. Brevetti Gasparin’s goal is to optimize the production process of line ends with reliable, functional and simple solutions of easy use, because the best solutions are always the simplest.

www.tecnalimentaria.it


Hall 03 - Stand E27


Machinery & Development

Tradizione proiettata verso il futuro

Più di 65 anni e non sentirli! Tonelli Group lavora per l’industria dolciaria dal 1948 e la sua gamma prodotti continua ad ampliarsi

continuo e a batch, per creme, mousse e panne, mayonnaise e salse; • Sistemi di trasferimento prodotto, come elevatori, ribaltatori, sistemi di movimentazione vasche tramite LGV; • Linee automatiche di processo, impianti chiavi in mano per produrre snack (layercakes, rolls, milk snack, family-size cakes) e anche basi di pandispagna per produzione torte, biscotti ripieni, plum cakes, fig bars e molti altri prodotti finiti; • Trattamenti termici, con i nuovi scambiatori di calore a superficie raschiata, il CombiTherMix © e il CombiAerator © Exchanger (brevetti Tonelli), per realizzare prodotti sofisticati che richiedono un trattamento termico ad hoc, come creme al formaggio pre-forno per croissant; • Impianti per plastificazione dei grassi, che consentono al cliente di produrre internamente la quantità di grasso semilavorato necessaria per le sue esigenze produttive,

aumentando la qualità del prodotto. Quindi Tonelli non produce solo impianti di alta ingegneria, ma è anche un interlocutore preferenziale per suggerire nuove soluzioni per: • Ambienti di produzione difficili da gestire, caratterizzati da un’alta umidità e a rischio di muffe; Tonelli è in grado di preparare soluzioni pre-testate per ambienti igienicamente controllati, o semplicemente dà indicazioni al cliente su come realizzarli a costi contenuti; • Miglioramento della shelf-life, attraverso ricette personalizzate, per ottenere un prodotto bilanciato tra crema e pan di spagna a un’umidità accettabile in modo tale da prevenire muffe e salvaguardare allo stesso tempo le qualità organolettiche. Tonelli ha anche studiato soluzioni per ottenere impasti senza uova, specialmente per Paesi a rischio, e anche sistemi di pastorizzazione che consentano l’uso di ingredienti totalmente naturali (latte, uova fresche, ecc.) Tali conoscenze provengono da anni di costante ricerca che si sono coronati nel 2007 con la realizzazione di un laboratorio di 700m², a disposizione dei clienti per testare le loro abituali ricette con i macchinari Tonelli, ma anche per studiarne di nuove con il supporto di un team interno di tecnologi. Venite a toccare con mano la tecnologia Tonelli alla fiera Interpack di Düsseldorf, 8-14 maggio 2014, hall 3 - stand E43.

E

’ infatti dal 1948 che Tonelli Group studia, progetta, produce e vende impianti completi per l’industria dolciaria, ma l’energia e le idee continuano ad essere tante e tali che essere leader nel campo della tecnica non basta più. E’ sulla tecnologia di prodotto che Tonelli ha orientato la sua sfida per il futuro e già da anni costituisce una guida importante per tutti i clienti che, oltre alla grande qualità di esecuzione dei macchinari, cercano un partner che li aiuti a migliorare la produzione e incrementare il business. Nel tempo la gamma Tonelli si è ampliata, fino ad abbracciare sempre più applicazioni: • Sistemi di miscelazione, per qualsiasi tipo di impasto, creme e farciture; • Sistemi di pastorizzazione e cottura, in

Tradition projected into the future More than 65 years, feeling younger than ever! Tonelli Group has been in the bakery industry since 1948 and its product range is under constant development

S

ince 1948, in fact, Tonelli Group has been studying, designing, producing and selling complete plants for the bakery industry, but energies and ideas keep on being such, that being a technical leader is no longer enough. Now Tonelli has set its future goals on product technologies and for several years it has been an important guide for all those customers who, besides the great quality in machineries’ execution, are looking for a partner to help them to get better their production and increase their business. Through years, Tonelli’s range has become wider, to embrace more and more applications: • Mixing systems, for any kind of dough, from the softest to the hardest, for creams and stuffing; • Pasteurizing and cooking systems, continuous and per batch, for creams, mousses and custards, mayonnaise and sauces; • Product transfer systems, such as lifters,

144

Marzo / March 2014

tilters, automated LGV systems; • Automatic processing lines, complete turnkey plants to produce finished sweet snacks (layer-cakes, rolls, milk snack, family size cakes) and also sponge bases for cakes production, soft biscuits, plum cakes, fig bars and many other finished products; • Thermal treatments, with new patented scraped surface exchangers, Combithermix © and CombiAerator © exchanger (Tonelli patent), to realize sophisticated products that require a specific heat treatment, such as preoven cheese creams for croissants; • Plants for fat plasticization, which allow the customer to produce by himself the amount of semi-finished fat needed for its own production needs, so increasing the quality of the product. Thus Tonelli is able not only to provide highengineered technical executions, but also a preferred consultant to suggest new solutions for:

FOOD INDUSTRY

• Production environments hard to manage, characterized by high humidity and at risk of moulds; the company prepares pretested solutions for sanitary-controlled environments or simply gives indications to the customer on how to realize them at the lower costs; • Shelf life improving, through customized recipes, to obtain a balanced product with sponge and cream at an acceptable humidity so to prevent moulds and saving at the same time the organoleptic qualities. Tonelli Group also studies solutions to obtain batters with no-eggs, mostly for Country with avian risk and cream pasteurizing systems that allow using completely natural ingredients (milk, fresh eggs, etc.) This knowledge comes from years of constant research, crowned in 2007 with the construction of a 700m² workshop area, available for customers to test their usual recipes with Tonelli equipment, but also to study new ones with the support of an internal team of food technologists. Come and touch Tonelli technology at Interpack in Düsseldorf, 8-14 May 2014, Hall 3 - Booth E43.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

L’architettura Salon du Chocolat Professionnel ha mostrato la sua nuova dimensione, nuovi spazi per offrire una panoramica sulle ultime innovazioni dell’industria

L

a quarta edizione di Salon du Chocolat Professionnel ha mostrato nuove dimensioni, con spazio espositivo raddoppiato, 12.000 m.q., e quasi 100 espositori sia francesi che internazionali. Artigiani, PMI e industriali hanno affollato il salone per scoprire le ultime innovazioni proposte dall’industria: rivestimenti al cioccolato, cioccolatini e confetteria, ingredienti, attrezzature, packaging, servizi e molto altro. Nei 3 giorni di apertura, 10.000 visitatori hanno visitato il salone e i professionisti presenti provenivano, oltre che dalla Francia, anche da Belgio, Svizzera, Italia, Regno Unito e Giappone. Le aree dimostrative, in collaborazione con Forum Gastronomic, sono stati uno degli appuntamenti più importanti di questa edizione. Rinomati chef e pasticcieri della scena francese, spagnola e internazionale si sono susseguiti sul palco, compresi gli chef a tre stelle Quique Dacosta and Régis Marcon, oltre i famosi Philippe Labbé, Eric Guérin, Oriol Balaguer, Sergi Arola, Pierre Rigothier,

The achitecture

of taste S

alon du Chocolat Professionnel took on a new dimension for its fourth edition in 2013: it more than doubled its surface area, to 12,000sqm and hosted almost 100 exhibitors from France and abroad. Artisans, SMEs and industrialists walked the floor to discover the latest innovations in the industry: couverture chocolate, chocolates and confectionary, ingredients, equipment, packaging, services, training. Over 3 days, 10,000 visitors gathered for this international event entirely dedicated to the chocolate & cocoa sector. Trade professionals came from all over the world professionals mainly came from Belgium, Switzerland, Italy, United Kingdom and Japan. One of the new features and highlights of this

146

Marzo / March 2014

del gusto Jean-Philippe Darcis, Leonardo Di Carlo, Stéphanie Lequellec, Akrame Benallal, Sang Hoon Degeimbre, Jean-François Rouquette, Philippe Bertrand & Martin Diez, Amandine Chaignot, Ramón Morato, Alain Pegouret, Jordi Cruz, Hervé Rodriguez, Josep Maria Ribé, Jerôme Landrieu, José Ramón Castillo and Frédéric Bau. Il World Chocolat Master, organizzato da Callebaut ®, Cacao Barry ® et Carma ®, ha fatto ritorno a Salon du Chocolat Professionnel 2013 per celebrare la sua quinta edizione. Il titolo di World Chocolate Master 2013 è andato al vincitore delle preselezioni, l’italiano Davide Comaschi, premiato da una giuria internazionale formata da 23 professionisti del settore cioccolato. Il secondo premio è andato all’olandese Marike Van Beurden, mentre il terzo posto all’australiano Deniz Karaca. Il tema della gara è stato “L’architettura del gusto”. La prossima edizione di Salon du Chocolat Professionnel si terrà nel 2015.

Salon du Chocolat Professionnel has shown its new size, new areas to offer broader panorama on industry’s latest innovations

4th edition was the new demonstration areas in partnership with Fòrum Gastronòmic. The most prestigious chefs and pastry chefs on the French, Spanish and international scene followed one another on stage, including 3-starred chefs Quique Dacosta and Régis Marcon as well as renowned chefs and pastry chefs such as Philippe Labbé, Eric Guérin, Oriol Balaguer, Sergi Arola, Pierre Rigothier, Jean-Philippe Darcis, Leonardo Di Carlo, Stéphanie Lequellec, Akrame Benallal, Sang Hoon Degeimbre, Jean-François Rouquette, Philippe Bertrand & Martin Diez, Amandine Chaignot, Ramón Morato, Alain Pegouret, Jordi Cruz, Hervé Rodriguez, Josep Maria Ribé, Jerôme Landrieu, José Ramón Castillo and Frédéric Bau.

FOOD INDUSTRY

The “World Chocolate Masters” final, organized by the gourmet brands Callebaut®, Cacao Barry® et Carma®, came back at the Salon du Chocolat Professionnel to celebrate its 5th edition. At this year’s world finals, Davide Comaschi, winner of the Italian World Chocolate Masters pre-selection, was selected as the “World Chocolate Master 2013” by an international jury composed of twenty-three leading chocolate professionals. In second place was Marike Van Beurden from Netherlands and in third place Deniz Karaca from Australia. With the theme of this year’s competition being “The Architecture of Taste”. The next edition of Salon du Chocolat Professionnel will take place in 2015.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

GSR, precursore di mercato GSR è precursore del mercato, dettando regole nel settore specifico e alzando continuamente il livello di innovazione dei processi di settore

G

SR conferma la propria presenza all’importante fiera Interpack di Düsseldolf. Tra i 2.700 espositori provenienti da oltre 60 paesi, anche GSR non perderà l’occasione di mostrare al mondo le sue ultime idee e innovazioni tecnologiche. L’importante evento triennale rappresenta un’ottima vetrina per il settore dei macchinari per l’industria dolciaria e, come per la precedente edizione del 2011, GSR presenterà i prodotti in anteprima che saranno al centro del mercato verticale per i prossimi anni. Grazie alla ricerca e sviluppo che si concretizza quotidianamente in azienda, GSR è precursore del mercato, dettando regole nel settore specifico e alzando continuamente il livello di innovazione dei processi di settore. L’intuizione

vincente del management dell’azienda è la specializzazione nel processo di spremitura: l’eccellenza e la cura dei dettagli si abbinano ad una conoscenza concreta degli aspetti tecnici, meccanici e ingegneristici grazie alla maturazione di una esperienza pluriennale sul campo. “L’azienda nasce nel 1992 – afferma il Presidente Luigi Turla - dopo una lunga carriera ai vertici di importanti strutture ho deciso di dare avvio a GSR che in breve tempo è divenuta una riconosciuta realtà d’eccellenza specializzata nella progettazione, costruzione e istallazione di linee di spremitura per il cacao.” La storia imprenditoriale di successo di GSR è inevitabilmente legata al particolare territorio in cui l’azienda si inserisce. Il bacino della provincia di Lecco, in Lombardia, è conosciuto

GSR, market forerunner GSR is market forerunner, setting the rules to its specific field of action and constantly setting the process innovation bar higher

G

SR confirms its participation to leading trade fair Interpack in Düsseldorf. Among the 2,700 exhibitors coming from more than 60 countries, there will also be GSR taking the chance of presenting its latest ideas and technologic innovations. This event taking place every three years is an excellent window for the sector of confectionery machinery and, like for the previous edition in 2011, GSR is going to preview its products, which will be the core of vertical market in the years to come. Thanks to the company’s daily research and development activity, GSR stands out as market forerunner, setting the rules to its specific field of action and constantly setting the process innovation bar higher. The winning intuition of the company’s management is its specialization in pressing process: excellent and care to details are combined with real knowledge of technical, mechanic and engineering aspects thanks to long expertise in the field.

148

Marzo / March 2014

“The company was established in 1992”, says President Luigi Turla. “After long carrier at the top of important businesses, I decided to start GSR, which shortly became an acknowledged reality specializing in design, manufacture and installation of cocoa pressing lines.” GSR’s successful entrepreneurial history is strongly tied with the territory it is part of. The area in the province of Lecco, Lombardy, is broadly known as the district of excellent engineering mechanics.

FOOD INDUSTRY

come il distretto d’eccellenza della meccanica pesante di precisione. Con l’affermazione della meccanica, agli inizi del Novecento, si sono poste le premesse per lo sviluppo industriale intensivo di cui il lecchese è protagonista dal secondo Dopoguerra, con un crescendo di iniziative spontanee che si sono moltiplicate grazie a una consolidata tradizione, a un diffuso spirito di intraprendenza, alla presenza di tecnici con elevata professionalità e di una classe imprenditoriale particolarmente innovativa e dinamica, che ha saputo imporre il “made in Lecco” nel mondo oltre che il “made in Italy” come sinonimo della qualità del fare. Forte di questo know-how territoriale GSR, dalla sede produttiva di Calolziocorte, gestisce gli intensi rapporti commerciali con il mercato internazionale del settore. I nuovi gioielli tecnologici che l’azienda presenterà in anteprima al salone di Düsseldolf nascono dalla naturale propensione innovativa dell’impresa che, per meglio rispondere alle esigenze del mercato, sviluppa linee di grande dimensioni adatte a produzioni su larga scala così come una gamma di presse di piccola produzione e da laboratorio destinate a coprire la necessità di piccoli produttori. La visita allo stand C08 del padiglione 1 dal prossimo 8 maggio 2014 sarà l’occasione per conoscere da vicino e apprezzare la realtà GSR che da sempre ha come mission l’affiancamento ai propri clienti per aiutarli a raggiungere posizioni competitive nei loro mercati di riferimento con spirito innovativo e competenza.

With the success of mechanics at the beginning of the 20th century, the premises for intensive industrial process were laid down and Lecco area turned out to be the great player in the years after the Second World War; more and more initiatives took place also thanks to long tradition and widespread spirit of resourcefulness, presence of highly skilled technicians and particularly innovative and dynamic entrepreneurial class, which was able to make so-called “made in Lecco” known worldwide as much as “made in Italy”, as synonymous with quality. Owing to this strong know-how, GSR, from its premises in Calolziocorte, manages the busy trade business with the international market of the sector. The new technologic gems to be previewed in Düsseldorf come of the company’s inherent innovatory spirit; to meet market’s demand better, GSR develops big-sized lines suitable for large-scale productions, and a range of small-capacity and laboratory presses mainly for small producers’ requirements. Visiting stand C08 – Hall 1, from 8 to 14 May 2014, will give the chance of seeing first hand and appreciating GSR’s reality, whose mission has always been supporting its customers to help them reach competitive positions in their respective markets, with innovative and competent spirit.

www.tecnalimentaria.it


The future is now!

Compact Line 900

ONLY MADE IN ITALY

GSR s.r.l. Via Gerola, 1 | 23801 Calolziocorte (LC) | ITALY Tel. +39 0341 631048 - 633015 | Fax +39 0341 644578 e-mail: gsr@gsr.it | www.gsr.it

Visit us at Interpack • Hall 1 C08


Science & Technology

Eliminato il Carminio! L’Unione Europea proibisce nei gelati i coloranti contenenti alluminio

D

a agosto 2014, all’interno dell’UE, l’utilizzo di coloranti (come il carminio - E120) che contengono alluminio sarà proibito in determinati generi alimentari. Principalmente interessati sono i gelati e le applicazioni correlate, come specificato nel Regolamento (UE) n. 380/2012 della Commissione. Questa decisione è legata alle costanti preoccupazioni di sicurezza riguardanti l’assunzione alimentare di alluminio. A tal riguardo, l’Autorità Europea per la sicurezza alimentare (EFSA – European Food Safety Authority) nel 2008 ha ridotto la minima dose settimanale tollerabile raccomandata di alluminio. L’anno scorso la Commissione Europea ha approvato il nuovo regolamento sull’uso degli additivi contenenti alluminio. Per soddisfare le imminenti prescrizioni, i produttori di gelati devono rivedere le loro formulazioni e cercare soluzioni alternative. “Il carminio o altri coloranti che contengono alluminio non sono più necessari. Gli ingredienti alimentari coloranti sono l’alternativa sana e naturale, utilizzandoli i produttori vanno sul sicuro”, afferma il Dr. Hendrik Hoeck, Managing Director del gruppo GNT, leader mondiale nel Colouring Food. Inoltre, tali ingredienti alimentari coloranti rispondono alla crescente richiesta, da parte dei consumatori, di colori attraenti ma sani, adatti all’alimentazione vegetariana, kosher e halal”, aggiunge il Dr. Hoeck. Sani e naturali

Gli ingredienti alimentari coloranti di GNT, distribuiti in tutto il mondo con il marchio EXBERRY®, sono ricavati da frutta, verdura e vegetali commestibili. Questi vengono trasformati mediante delicati procedimenti fisici quali pressatura, tritatura e filtraggio, durante i quali l’acqua di lavorazione è utilizzata per produrre i concentrati stessi, dove i pigmenti non vengono estratti selettivamente. Non vengono utilizzati additivi artificiali, prodotti chimici o solventi organici. Di conseguenza, gli ingredienti alimentari coloranti non sono additivi, ma piuttosto alimenti con proprietà coloranti. Sono commestibili in tutte le fasi della produzione. Non è necessario dichiarare numeri E o indicare avvertenze sull’etichetta del prodotto finito. Gli EXBERRY® possono dunque essere dichiarati come segue: Ingrediente alimentare colorante (concentrato di zucca, carota). Quest’etichettatura trasparente e attenta alle esigenze del consumatore informa immediatamente sull’origine dell’ingrediente alimentare colorante e chiarisce la sua origine dagli alimenti. Il gruppo GNT è leader mondiale nella produzione di ingredienti alimentari coloranti. L’azienda produce concentrati coloranti ricavandoli da frutta, verdura e vegetali commestibili mediante delicati procedimenti fisici quali pressatura, tritatura e filtraggio. Non vengono utilizzati additivi artificiali, prodotti chimici o solventi organici. I concentrati sono distribuiti con il marchio EXBERRY® in più di 65 mercati nel mondo e sono impiegati in una vasta gamma di alimenti, tra cui prodotti dolciari e da forno, lattiero-caseari e bevande, per fare solo qualche esempio.

Carmine gets frozen out! EU prohibits aluminium containing colours in ice cream

A

s of August 2014 the use of aluminium containing colours such as Carmine (E120) will be prohibited in certain foodstuffs within in the EU. Mainly affected are ice cream and related applications as stated in the Commission Regulation (EU) No 380/2012. This is due to ongoing safety concerns regarding the intake of dietary aluminium and in this respect the European Food Safety Authority (EFSA) reduced the

150

Marzo / March 2014

recommended lower tolerable weekly intake for aluminium in 2008. Last year, the EU Commission adopted the new regulation on the use of aluminium containing additives. In order to fulfill the upcoming requirements, ice cream manufacturers have to review their formulations and to look for alternative solutions. “There is no need for carmine or any other aluminium containing colours anymore. Colouring Foods are the natural and healthy alternative. By using them, manufacturers are on the safe side”, says Dr Hendrik Hoeck, Managing Director of GNT Group, the leading global provider of Colouring Foods. “In addition, Colouring Foods meet the growing consumers demand for attractive but healthy colours and are suitable for the production of vegetarian, kosher and halal foods”, adds Dr Hoeck. Healthy and natural GNT’s Colouring Foods which are marketed worldwide under the brand name EXBERRY ® are made from edible fruits, vegetables and plants. They are processed using gentle physical methods such as pressing, chopping and filtering, in their processing water is used to give the resulting concentrates where the pigments

FOOD INDUSTRY

have not been selectively extracted. Artificial additives, chemicals or organic solvents are not used. Consequently, Colouring Foods are not additives but rather foods with colouring properties. They are edible at all stages of production. It is not necessary to declare E-numbers or make warning statements on the final product label. Instead, Colouring Foods can be declared as follows: Colouring Food (concentrate of pumpkin, carrot). This consumerfriendly and transparent labelling provides information on the origin of the Colouring Food at a glance and makes clear that the colour comes from food. GNT Group is the leading global provider of Colouring Foods. The company manufactures colouring concentrates from edible fruits, vegetables and plants using gentle physical methods such as pressing, crushing and filtering. Artificial additives, chemicals or organic solvents are not used. The concentrates are sold under the EXBERRY® brand name in more than 65 markets worldwide and are used in a variety of foods, including confectionery and bakery products, dairy products and beverages to name just a few.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

TK C.35000: impianti industriali per croissant artigianali TK C.35000 permette un avvolgimento morbido e a bassa velocità, che rispetta le condizioni della pasta nonostante l’alta resa produttiva

P

rodurre croissant di alta qualità è sempre stato il cavallo di battaglia di ALBA & Teknoservice. L’azienda ha prodotto dalla più piccola unità al mondo alla più performante, con capacità produttive che variano da 1.500 pz/h a 70.000 pz/h a partire da 10 g fino a 150 g, con la possibilità di avere impianti flessibili adatti a cambiare la loro veste in pochi minuti. Le macchine ALBA & Teknoservice sono ben conosciute in tutto il mondo: negli USA ad esempio, dove l’azienda è presente, tra gli altri, da Vie de France Yamazaki con il suo gruppo TK C.35000.

La macchina è composta da calibratore, stazione di taglio e due avvolgitrici: in uno spazio ridotto, permette di produrre fino a 60-70.000 mini croissant (15-25 gr) e 35.000 croissant standard (55-80 gr) mantenendo un’elevata qualità grazie a un avvolgimento morbido e a bassa velocità, che rispetta le condizioni della pasta nonostante l’alta resa produttiva del gruppo. TK C.35000, come tutte le macchine ALBA & Teknoservice, è personalizzabile in base alle necessità del cliente e può produrre croissant vuoti o farciti. E’ possibile contattare il reparto tecnico e commerciale di ALBA & Teknoservice per maggiori informazioni. sales@albaequipment.it www.albaequipment.it

TK C.35000: industrial plants for artisanal croissant TK C.35000 unit enables soft and low-speed rolling as to respect the dough despite of high throughput

152

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

H

igh-quality croissant has always been the workhorse of ALBA & Teknoservice. The company produces from the smallest unit in the world to the bigger one, with capacities ranging from 1,500 pcs/h to 70,000 pcs/h, from 10 g to 150 g, with the possibility to have flexible systems which can change in a few minutes. ALBA & Teknoservice machines are wellknown all over the world: in the USA for example, where the company is present, among others, at Vie de France Yamazaki with its TK C.35000 unit. The machine is composed of gauging unit, cutting station and two curling units: in a small space it allows to produce up to 60-70,000 mini croissants (15-25 g) and 35,000 standard croissants (55-80 g) while maintaining a high quality thanks to a soft, low-speed rolling, which complies with the conditions of the dough despite the high production of the machine. TK C.35000 - as all ALBA & Teknoservice machines - can be customized according to customer’s needs and can produce plain or filled croissants. Do not hesitate to contact the ALBA & Teknoservice sales/technical department for more information. sales@albaequipment.it www.albaequipment.it

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Impastatrici Planetarie TEKNO L’utilizzo dei numerosi utensili facilmente intercambiabili garantisce un mescolamento delicato, graduale ed omogeneo di miscele con diverse caratteristiche e consistenza

L

TEKNO 120

Raffinatore a due cilindri Two-cylinder refiner

e Impastatrici Planetarie TEKNO di Teknostamap sono utilizzate nelle medie e grandi produzioni. Offrono notevoli doti di robustezza e praticità unite a un basso costo di esercizio e a una manutenzione inesistente. L’estrema versatilità ne permette un impiego sia in laboratori di pasticceria sia nell’industria che necessiti di uno strumento flessibile e affidabile. Infatti la produzione che si può ottenere con l’utilizzo di queste macchine varia dagli impasti montati agli impasti consistenti. Le planetarie permettono di effettuare cicli di lavoro assolutamente precisi e costanti grazie alle impostazioni elettroniche del tempo e alla velocità, inseribili anche con macchina in movimento. L’utilizzo dei numerosi utensili facilmente intercambiabili garantisce un mescolamento delicato, graduale ed omogeneo di miscele con diverse caratteristiche e consistenza (pasta per biscotti, prodotti per farcitura, mousse, creme ed altri prodotti da montare a neve). Le caratteristiche del motore a elevata potenza e coppia sono: • Trasmissione in acciaio speciale al nichelcromo molibdeno in bagno d’olio • Protezione termica motore • Pannello controllo a 24 V. • 3 velocità oppure 4 velocità e velocità variabile elettronica • Timer I modelli Tekno 80/100/120, con potenza rispettivamente 5,5 kW e 7,5 kW, presentano le seguenti caratteristiche: • Vasca montata su ruote con sollevamento motorizzato • Utensili in acciaio inox • Disimpegno totale vasca La loro potenza varia a seconda del modello: tk 80 per 5,5kW; tk 100 per 7,5 kW; tk 120 per 7,5 kW. Le macchine sono dotate di pannello di comando Tekno SP41, dotato di timer con segnalazione emergenza, pulsanti per sollevamento vasca (optional Tk40-60) e pulsanti di variazione di velocità a mezzo inverter.

TEKNO SP4I Pannello di comando dotato di: timer con segnalazione emergenza, pulsanti per sollevamento vasca (optional Tk40-60), pulsanti di variazione di velocità a mezzo inverter Control panel with: timer, emergency status leds, inverter speed control and electric bowl lifting (optionalTk40-60)

154

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

Caratteristiche tecniche La struttura è costituita da un corpo in carpenteria d’acciaio, da una griglia protettiva in acciaio inox e un coperchio della testata in materiale plastico speciale termoformato anti-urto. I vari cinematismi sono realizzati in acciaio speciale, mentre gli ingranaggi di trasmissione sono costruiti in acciaio al nichel-cromomolibdeno alloggiati in bagno d’olio in una fusione in ghisa meccanica e sono rettificati per sopportare le più elevate sollecitazioni provocate da turni di lavoro prolungati. Tutte queste attenzioni rendono la meccanica robusta, affidabile e silenziosa. Particolare attenzione e stata posta nelle norme di sicurezza. La solida griglia di protezione e dotata di un particolare sistema di sollevamento e bloccaggio in posizione aperta. La macchina e dotata di un sistema di arresto accelerato dell’utensile. Allo spegnimento della macchina la rotazione dell’utensile viene autofrenata entro i parametri previsti dalle norme di sicurezza CE. Guidata dalla volontà di proporre i vecchi raffinatori in veste più moderna, grazie a migliorie, e innovazioni sia tecniche che in termini di materiali, Tekno Stamap ha realizzato il raffinatore a due cilindri. Il raffinatore Tekno Stamap è progettato per quei pasticceri che vogliono sapori e aromi intatti e fragranti, preferendo grani appena tostati a quelli industriali poveri di queste caratteristiche. Inoltre, le tecnologie e i metodi di produzione applicati da Tekno Stamap permettono di ottenere una macchina solida, efficiente e soprattutto affidabile. Dati tecnici: • Dimensioni: 690 x 570 (359 mm con teglie incluse) x 1183 mm • Peso: 212 Kg • Potenza del motore: 1,5 Kw • Diametro dei cilindri: Ø 140 mm • Apertura del cilindro: da 0 a 10 mm • Finitura epossidica (senza piombo o solvente, come da norme sulla sicurezza alimentare) • Resine sintetiche • Finitura non tossica La macchina è costruita interamente in acciaio inox 304 e i suoi cilindri sono realizzati con un mix di porfido, estremamente duro e resistente. Tutti i controlli sono nella parte frontale della macchina, la quale è alta 11 cm da terra per facilitare le operazioni di pulizia.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

TEKNO planetary mixers By using the various mixing tools, which are easily and quickly changed, gentle, gradual and homogenous mixing characteristics are guaranteed

T

ekno Stamap TEKNO Planetary Mixers are specifically designed for medium and high production capacities. Particularly notable with these units is the heavy duty design. Not only attractively priced, but the machines require minimal to no maintenance. The versatility of the TEKNO series mixers allows to utilize the machine in both bread and pastry applications which require flexibility and durability. As a testament to its versatility, the TEKNO Series Planetary Mixers are optimally suited to process doughs ranging from dense pastry and breads, to light whipped creams and custards. The design and features of the TEKNO Series Planetary Mixers allow to carry out very precise work cycles. One of the main features contributing to precise operation is the electronic control panel. The panel allows the operator to control mixing time. Use of the various mixing tools, which are easily and quickly changed, guarantees gentle, gradual and homogenous mixing characteristics with doughs, creams and mousses of diverse consistencies. The features of the high power and torque motors are: • Transmission gears constructed of nickel-chrome-molybdenum stainless steel working in oil bath • Thermal overload of motor • Electric control 24 V. • 3 speeds or 4 speeds and electronic variable speed • Timer The models Tekno 80/100/120, for 5,5 kW and 7,5 kW respectively, feature the following characteristics: • Bowl on wheels with motorized power lift • Stainless steel tools • Bowl removal without removing tool These machines are provided with a Control Board Tekno SP41 with timer, emergency status LEDs, inverter speed control and electric bowl lifting (optional TK40-60). Technical Characteristics The structure is composed of a durable stainless steel carpentry. The safety grid is constructed of stainless steel and the head section is covered by specially thermoformed shatter proof plastic safety cover. The various inner drive components are constructed of a durable and unique stainless steel, while the transmission gears are constructed of stainless steel nickel chrome molybdenum, working in oil bath, and rectified to support heavy and prolonged work cycles. The special attention paid to mechanical fortitude makes this machine exceptionally quite and robust. Particular attention has also been paid to the incorporated safety features. The

www.tecnalimentaria.it

safety grid itself, when raised, does not allow for function of the machine, at the same time, it is maintained in the up position till the operator releases it. The machine is endowed with a special tool arresting system. Once the machine is turned off, the rotation of the mixing tools immediately cease. Driven by its determination to propose old refiners in a more modern way, thanks to improvements and innovations in techniques and materials, Tekno Stamap produces its two-cylinder refiner. Tekno Stamap refiner is designed for those confectioners who want to have flavours and aromas unaltered and fragrant, preferring fresh ground grains to industrial, poor of similar characteristics. Furthermore, production technologies and methods followed by Tecno Stamap also

allow to obtain a solid, efficient and, above all, reliable machine. Technical data: • Size: 690 x 570 (359 mm with trays included) x 1183 mm • Weight: 212 Kg • Motor Power: 1,5 Kw • Cylinders: Ø 140 mm • Cylinder opening: from 0 to 10 mm • Epoxy paint (lead and solvent free, according to the food safety standards) • Synthetic resins • Non toxic paint The machine is made in stainless steel 304, while its cylinders are made in mix of porphyry, extremely hard and strong. All controls are in the front side of the machine, which is on the other hand 11 cm from the floor as to make cleaning operations easier.

TEKNO 80

TK 80/100/120 Rimozione rapida vasca senza estrazione utensile. Sollevamento vasca elettrico Fast bowl removal without removing tool. Electric bowl lifting

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

155


Machinery & Development

Macchine all’avanguardia per soluzioni concrete Rollermac costruisce macchine e impianti all’avanguardia, con possibili personalizzazioni, per soddisfare ogni specifica esigenza

L

a società Rollermac Srl ha origine negli anni ‘70 e sviluppa la sua attività dall’esperienza della produzione dolciaria industriale, maturata all’interno di aziende leader mondiali del settore. Una profonda conoscenza della meccanica e delle problematiche della produzione avevano permesso alla Rollermac di proporre soluzioni mirate alle reali esigenze del settore: costruire macchine e impianti che si caratterizzassero per tecnologia meccanica e grande affidabilità produttiva. L’obiettivo della società era offrire, a un vasto bacino di piccoli e medi imprenditori, soluzioni per investire nel settore dell’industria dolciaria. Oggi Rollermac, conservando la sua filosofia, ha evoluto la propria gamma, costruendo macchine e impianti automatici all’avanguardia al fine di soddisfare le nuove esigenze della sua tradizionale clientela e del mercato più evoluto, con soluzioni concrete per le esigenze dei settori dell’industria dolciaria, farmaceutica e cosmetica.

Advanced machines for concrete solutions

R

ollermac Srl was established in the ‘70s and expanded its activity from its experience in industrial confectionery production, gained in leading international firms in the field. In-depth knowledge of mechanics and production problems allowed Rollermac to propose specific solutions to the real requirements of the sector: building machines and small plants characterised by mechanical simplification and great production reliability. Today Rollermac, maintaining its philosophy, has developed its own range of products, building advanced automatic machines and plants in order to meet the new requirements of its traditional clientele and of the more advanced market, with concrete solutions for meeting the needs of the confectionery industry, pharmaceutical and cosmetics sectors.

156

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

I clienti dell’azienda possono avere il privilegio dell’esclusiva, ossia la possibilità, laddove sia necessario, di personalizzare un macchinario Rollermac secondo le proprie esigenze lavorative e di prodotto. A questo proposito sono state studiate soluzioni e adattamenti mirati a vari livelli per soddisfare ogni specifica esigenza, con interventi programmati, per l’ordinaria e la straordinaria manutenzione delle macchine e degli impianti. L’esperienza del settore, la profonda conoscenza dei prodotti realizzabili tramite i macchinari e l’altrettanto profonda conoscenza tecnologica di processo sono i valori aggiunti che la società trasferisce alla sua clientela.

Rollermac builds advanced machines and plants, for possible customization, to meet any specific requirement Rollermac also offers fully reconditioned packaging machines and production plants from its production line and of the best brands names. The Rollermac business philosophy is based on after-sales and customer service: clients can have the privilege of exclusivity, i.e. the possibility, where necessary, of personalising a Rollermac machine according to their work and product needs. Solutions and adaptations aimed at various levels have been studied for this purpose, to satisfy every specific requirement, with scheduled routine and extraordinary maintenance operations on the machines and plants. Experience in the sector, in-depth knowledge of the products that can be made using Rollermac machinery and the equally in-depth technological process knowledge are the added value that the firm gives its customers.

www.tecnalimentaria.it


Production and reconditioning of machines for the confectionery industry

Costruzione e revisione di macchine per l’industria dolciaria

Hall 01 - Stand D04

ROLLERMAC s.r.l Via Donatello 56, 20020 Solaro MI - ITALIA Tel: +39 02 96799382 - Fax: +39 02 96793357 www.rollermac.it - info@rollermac.it


Machinery & Development

Premio Meccatronica 2013: Pavan Group tra i finalisti Tra le più recenti realizzazioni in Pavan Group, interessante è senza dubbio la prima applicazione di meccatronica dove si uniscono logica (PLC), Motion e visualizzazione (HMI) in un unico dispositivo

S

i è svolta a fine Novembre presso la Sala Convegni del nuovo Tecnopolo di Reggio Emilia nell’ambito del Seminario “Fabbrica del futuro e internet delle cose – le frontiere innovative della tecnologia meccatronica” la cerimonia di consegna del Premio Italiano Meccatronica 2013 che ha visto Pavan Group, rappresentata dall’ing. Luciano Morellato, tra la rosa dei cinque finalisti. Il Premio, giunto alla VII edizione si propone di promuovere la cultura tecnologica meccatronica nei diversi settori dell’industria nazionale con l’obiettivo di dare risalto alle imprese italiane che, grazie a soluzioni meccatroniche, hanno saputo sviluppare prodotti innovativi tali da determinare vantaggi competitivi sui mercati internazionali. Tra le più recenti realizzazioni in Pavan Group, interessante è senza dubbio la prima applicazione di meccatronica dove si uniscono

logica (PLC), Motion e visualizzazione (HMI) in un unico dispositivo per un controllo del moto centralizzato tramite rete EtherCAT. Quest’architettura di automazione definita controller based è stata adottata per lo sviluppo del nuovo manipolatore sfoglia (MS800) commissionata da un prestigioso produttore di Francese che richiedeva di sincronizzare taglio, impilaggio e movimentazione pile in modo dinamico con la velocità della linea di produzione pasta piana recentemente installata. Grazie all’impiego di camme elettroniche, è stato possibile aumentare la produttività e la dinamica in tutti i movimenti non lineari trasformando i dati di percorso lineari in profili di moto curvilineo. Si è raggiunta così la giusta velocità di ciclo su un processo di produzione continua quale quello della sfoglia, assicurando una corretta esecuzione della pila di prodotto pronto per la vendita.

Mechatronics Award 2013: Pavan Group among the finalists Among the most recent achievements in Pavan Group, interesting is undoubtedly the first application of mechatronics where logic controller (PLC), motion and visualization (HMI) are joined in a single device

P

avan, represented by Luciano Morellato, was among the 5 finalists of the Italian Mechatronic Award 2013. This award was conferred within the seminary “The factory of the future and the internet of things - the innovative frontiers of mechatronic technology”, which took place at the end of November in the Conference Hall of the new Technopole in Reggio Emilia. This award is at its seventh edition and focuses on promoting the technological mechatronic culture in the various sectors of the domestic industry, with the aim of highlighting the Italian companies who used mechatronic solutions to develop innovative products thus obtaining a higher competitiveness in the international markets. Among the most recent achievements in Pavan Group, interesting is undoubtedly the first application of mechatronics where logic controller (PLC), motion and visualization

158

Marzo / March 2014

(HMI) are joined in a single device to control the centralized motion via the EtherCAT network. This automation’s architecture, defined controller based, was adopted for the development of new flaky pastry manipulator (MS800) commissioned by a prestigious French manufacturer that required to synchronize cutting, stacking and handling stacks in a dynamic way with the speed of the flat pasta’s production line recently installed. With the use of electronic cams, it was possible to increase the productivity and dynamics in all non-linear movements transforming the data of linear path into curvilinear motion profiles. The correct cycle speed is therefore reached on a continuous production process such as that of the flaky pastry, ensuring a correct execution of the stack of product ready for sale.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


SINCE 1970 WE HAVE BEEN GIVING NEW LIFE TO YOUR IDEAS

Automated ball refining plants for the production of creams, chocolate and compound with productivity 25, 100, 250 or 500 kg/h

CO.ME.T. S.r.l. - Loc. Ponte Talloria, 3 - 12060 Roddi d’Alba (CN) Italy Tel +39 0173 28 02 54 Fax +39 0173 28 0361 - comet@cometalba.it

www.COMETALbA.IT

Hall 04 - Stand D50


Machinery & Development

Soluzioni di evoluzione dinamica L’utilizzo più comune della nuova mescolatrice planetaria di Starmix PL200 è per la produzione di pan di spagna, plum cake e muffins

L

a realizzazione della nuova mescolatrice planetaria da 200 litri PL200 è stata per STARMIX come completare un puzzle. Per anni STARMIX ha raccolto informazioni da varie fonti, le ha studiate, le ha rielaborate, le ha assemblate, fino ad arrivare a progettare, e poi a produrre questa nuova macchina. L’affidabilità nel tempo, l’impossibilità del fermo macchina perché i cicli di lavoro sono continui nelle 24 ore, la facilità nelle operazioni di pulizia, la semplicità nell’utilizzo della programmazione, la velocità di esecuzione e la sicurezza, sono i principali elementi di valutazione da parte delle industrie dolciarie per l’acquisto di macchinari ed attrezzature. Nella progettazione della PL200 STARMIX ha debitamente tenuto conto di tutti questi aspetti. La struttura completamente in acciaio inox AISI304 con trattamento superficiale di micropallinatura a sfere, le superfici perfettamente lisce e gli spigoli arrotondati rendono questa

macchina facilmente pulibile. Il motore di 9kw assicura potenza adeguata a mescolare ogni tipo di impasto per pasticceria. Il touch screen a colori 5,7”, rende estremamente intuitiva la programmazione. STARMIX può fornire 16 diversi modelli di utensile mescolatore per amalgamare qualsiasi tipo di impasto, nel modo più appropriato. La vasca è dotata di ruote e di una valvola di scarico sul fondo, per svuotarla dopo il lavaggio. Su richiesta è possibile applicare una valvola più grande sempre sul fondo, per attaccare una eventuale pompa adatta a trasferire il prodotto direttamente dalla vasca ad una tramoggia di una macchina o a un contenitore. L’utilizzo più comune di questa macchina è per il pan di spagna (sponge cake), plum cake e muffins. In particolare per questi tipi di prodotti normalmente la vasca lavora in pressione. Con 0,5 bar di pressione e il doppio utensile si ha un doppio vantaggio: 1- velocità nell’esecuzione del ciclo di lavoro che può variare a seconda del tipo di prodotto (sponge cake o plum cake o muffin) dai 3 ai 4 minuti; 2- aumento del volume del prodotto di circa il 30% grazie all’immissione di aria con conseguente risparmio di prodotto. Il doppio utensile unito al raschiatore assicurano una perfetta omogeneità del prodotto miscelato. La mescolatrice planetaria PL200 è solo l’inizio per STARMIX di una nuova sfida. Sono infatti già in fase avanzata di progettazione le mescolatrici planetarie da 300 e 400 litri.

Solutions of dynamic evolution The most frequent use of the new Starmix PL200 planetary mixer is for sponge cake, plum cake and muffin productions

T

he making of the new 200 litres’ capacity planetary mixer PL200 has been for Starmix like making a jigsaw puzzle. For years Starmix has gathered, studied, processed and combined information to design and then produce this new machine. Dependability in time, no downtime for continuous work cycles running round the clock, easy cleaning operations, userfriendly programming, fast performance and safety, are the key elements for the confectionery industry to judge and perhaps buy machinery and equipment. Hence, Starmix took in great consideration all these elements while designing the new PL200. The structure entirely built in stainless steel Aisi 304 with sphere micro-shot peening treatment of the surface, perfectly smooth surface and round edges guarantee easier cleaning operations. 9kw motor grants power to mix any kind of dough used in pastry and confectionery. Colour touch screen panel 5,7’’ makes programming greatly intuitive. STARMIX can offer 16 models of mixing tools

160

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

to mix any kind of dough in the most suitable way. The bowl is wheeled and provided with a discharge valve on the bottom in order to be emptied after any washing operation. Upon request, it is also possible to install a bigger valve and connect a pump to transfer the product from the bowl directly to a hopper or other container. The frequent use of this machine is for sponge cake, plum cake and muffin productions. For these specific products the bowl is pressurized: the bowl is specially sealed as to bear pressure of 0,5 bar. Featuring such pressure and double tool we can have the following advantages: 1.work cycle speed varying according to the kind of product to be mixed (sponge cake, plum cake or muffins); 2.volume of the product increased by 30% thanks to air inlet and following product saving. The double tool combined with scraper assure perfect homogeneity of mixing. PL200 planetary mixer is just the first challenge to Starmix, which has already engineered planetary mixers of 300 and 400 litres’ capacity.

www.tecnalimentaria.it


19-22

ORGANISED BY

JANUARY

2015 MADRID-SPAIN

IFEMA CALL CENTRE

www.intersicop-madrid.ifema.es

INTERNATIONAL CALLS

(34) 91 722 30 00

intersicop-madrid@ifema.es


About Fairs

Host 2013: i numeri che sfidano la crisi A Host 2013 innovazione tecnologica, nuovi format, attenzione al design e al lifestyle, focus sull’export hanno riaffermato il Made in Italy come il modello di riferimento globale

U

na leadership italiana che parla con risultati da record:durante le cinque giornate di manifestazione i visitatori professionali sono stati 133 mila da 162 Paesi, con un progresso del 7% rispetto al 2011. Vero e proprio boom per i visitatori stranieri, pari a 51.600 (+21%), a conferma della centralità mondiale dell’appuntamento. La crescita dei visitatori professionali è costante e generalizzata da tutti i 162 Paesi, con picchi sia da Paesi ad alto tasso di crescita come UAE (+141%) e Russia (+64%), sia da Paesi storici, come Giappone (+24%) e Germania (+14%). Vincente l’idea di Fiera Milano dell’agenda digitale EMP Expo Matching Program, che ha permesso di richiedere 38.400 appuntamenti tra produttori, fornitori e catene della distribuzione. Oltre 1.500 i buyer invitati da tutto il mondo, con delegazioni particolarmente numerose da Cina, Russia e India. Tra le 1.700 aziende presenti in totale (+6,5% con 350 new entry) impressionante l’incremento degli espositori da Paesi storici come Gran Bretagna (+33%), Paesi Bassi (+28%), Spagna (+19%), USA (+17%). Per la prima volta hanno inoltre esposto aziende provenienti da: Bahrain, Israele, Kenya, Romania, Singapore, Slovacchia, Ungheria, Taiwan, Venezuela e Vietnam. Complessivamente, erano 559 gli espositori esteri (+16,5%). Un’internazionalità di cui si avvantaggia tutto il sistema produttivo. Ne è un esempio l’iniziativa congiunta di Host e Fiera Milano Spa con Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia, che ha permesso a 100 PMI nel settore Ho. Re.Ca. del territorio lombardo di affacciarsi per la prima volta sui mercati mondiali, grazie a una “dote” del valore di 5.000 euro in spazio espositivo e servizi di supporto. Oltre 400 gli eventi organizzati nel corso della manifestazione tra workshop, seminari e show-cooking. Grandissimo riscontro hanno avuto i due prestigiosi award promossi da Host e Fiera Milano Spa in collaborazione con POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, e con il Patrocinio di ADI - Associazione Italiana per il Disegno Industriale. HOSThinking. A Design Award ha selezionato 18 progetti di nuovi concept per l’ospitalità particolarmente originali, tra i

162

Marzo / March 2014

quali sono stati poi individuati i primi tre classificati, premiati durante la cerimonia inaugurale con assegni per un montepremi complessivo di 7.000 euro. Al primo posto Hi-Tech Host Handle, di Marco Pellicci, Suzana Freitas De Lima, Alberto Piccini e Giorgio Russo, una maniglia domotica per hotel che accoglie l’ospite con molteplici funzioni. Secondo classificato La Stanza Nella Dimora, un’idea per l’ospitalità contemporanea in residenze d’epoca, di Matteo Fioravanti, Donatella Caruso, Margherita Bagiacchi e Magdalena Vidal Biedma. Terzo premio per COM - Cascina Ospitale Milano di Roberta Co, che riutilizza le strutture agricole della tradizione lombarda per le esigenze di accoglienza legate alla mobilità sanitaria. Host Smart Label ha invece premiato con la sua “etichetta virtuale” di qualità 35 prodotti o servizi presentati da espositori di Host 2013, ad alto tasso di innovazione rispetto a efficienza, efficacia e sostenibilità. Tra questi, la giuria ha assegnato una menzione particolare a 4 prodotti “premium” che si pongono come autentici trendsetter per la capacità di superare stilemi e approcci tecnici consolidati nei loro settori di riferimento. Si tratta di Pasta Pot di Alessi, pentola per pasta che integra cucchiaio e coperchio; The e’4 / e’4m di Eversys, macchina per caffè con sistema di gestione telemetrico avanzato; Twixit! Seal & Pour di Lindèn International, molletta per sacchetti di alimenti con sistema per versare il contenuto; Unox Cook.Code di Unox, ricetta in un codice a barre che standardizza i processi di cottura. Di grande successo anche il progetto EXHIS dell’Architetto Dante Benini, Leader Partner & Chairman dello studio Dante O. Benini &

FOOD INDUSTRY

Partners Architects – affermato a livello internazionale per il design degli spazi aperti al pubblico. Una grande struttura in plexiglas nel cuore della macro-area espositiva Arredo e Tavola. Un concept ambizioso, che si è tradotto in realtà concreta grazie al contributo di Nolostand, special partner set up del progetto, che ha portato la sua expertise nella progettualità, l’ingegnerizzazione, la capacità di creare spazi ad alto contenuto estetico e con attenzione al particolare. A “vestire” il contenitore sono state chiamate aziende top level quali Alessi, Baxter, Blackberry, Cavicchi, Elmec, Enomatic, Gambero Rosso, Gewiss, I Guzzini, ISG, Indel B, Leading Technologies, Liuni,  Nya Nordiska, Oikos Fragrances, Plantronics, Poltrona Frau, Ivano Redaelli, Riva 1920, Sagsa, Slide, Technogym, Thermologica, Unifor, Vetrerie Calvi, Yamaha. Tra le numerose iniziative ospitate nell’area si segnala la presentazione della prima edizione del Premio di Architettura Bar e Ristoranti d’Autore, indetto da Host e Fiera Milano Spa insieme con Gambero Rosso e la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma Tre, e con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Architettura e alla rivista di settore Art Tribune. Il premio sarà assegnato a opere e a tesi di laurea realizzate in Italia sul tema dell’interpretazione “scenografica” dei luoghi della ristorazione, offrendo una vetrina a ingegneri e architetti che realizzano spazi in grado di trasformarsi, a seconda delle abitudini e gli orari di affluenza della clientela. La prossima edizione di Host si svolgerà dal 23 al 27 ottobre 2015, durante il semestre dell’Esposizione Universale di Milano. Insieme con Tuttofood, inoltre, Host è presente direttamente sui mercati più interessanti con Food Hospitality World, la più importante rassegna al mondo che riunisce agroalimentare e ospitalità professionale. I prossimi appuntamenti sono in India a Mumbai, 23-25 gennaio 2014; in Brasile a San Paolo, 9-11 aprile 2014; in Sud Africa a Cape Town, 26-28 maggio 2014; ancora in India a Bangalore, 12-14 giugno 2014 e in Cina a Canton, settembre 2014.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

Host 2013:

downturn-beating figures

I

taly’sleadership is plain to see from the record results: the five-day event attracted 133,000 professional visitors from 162 nations, up 7% on 2011. There was a real boom in international visitors, up 21% to 51,600 to underline the event’s worldwide appeal. Growth in the number of professional visitors was constant and across-the-board from all 162 nations, with peaks from highgrowth countries like the UAE (up 141%) and Russia (up 64%), as well as traditional visitor nations like Japan (up 24%) and Germany (up 14%). Fiera Milano’s EMP Expo Matching Program digital diary was a great success, logging 38,400 meetings between manufacturers, suppliers and distribution chain players. More than 1,500 buyers were invited from all around the globe: China, Russia and India sent particularly large delegations. The increase in the total number of companies in attendance (up 6.5% to 1,700, including 350 new entries) was spearheaded by impressive growth in the number of exhibitors from consolidated countries like Great Britain (up 33%), the Netherlands (up 28%), Spain (up 19%), and the USA (up 17%). For the first time, companies exhibited from Bahrain, Israel, Kenya, Romania, Singapore, Slovakia, Hungary, Taiwan, Venezuela and Vietnam. All in all, 559 exhibitors came from outside Italy (up 16.5%). The entire local production system plugged in to this global leverage, including through a joint-venture by Host/Fiera Milano Spa,Unioncamere Lombardia and the Regional Government of Lombardy that enabled a hundred Lombardy Region Ho.Re.Ca. industry SMEs to showcase themselves on the world market for the first time, taking advantage of a € 5000 exhibition space and support service “endowment”. Over four hundred events were staged during the event, from workshops to seminars and show cooking. Two prestigious awards instituted and promoted by Host and Fiera Milano Spa in partnership with the Politecnico di Milano Consortium POLI.design and with the patronage of the ADI (Associazione Italiana per il Disegno Industriale) were also a great success.

www.tecnalimentaria.it

HOSThinking.A Design Award selected eighteen highly original new-concept designs for the hospitality industry, with the top three sharing overall prize money of € 7000 at the inaugural ceremony. The winning proposal was Hi-Tech Host Handle by Marco Pellicci, Suzana Freitas De Lima, Alberto Piccini and Giorgio Russo: a home automation hotel room handle offering multiple functions. The runner up, La Stanza Nella Dimora (Rooms in Period Buildings), is an idea for contemporary hospitality in period buildings conceived by Matteo Fioravanti, Donatella Caruso, Margherita Bagiacchi and Magdalena Vidal Biedma. Third prize went to COM - Cascina Ospitale Milano by Roberta Co, a project that repurposes traditional local Lombard farmhouses to help cater to people’s healthrelated mobility and hospitality needs. Host Smart Label awarded its “virtual quality label” for groundbreaking innovation in efficiency, effectiveness and sustainability to thirty-five products and services presented by Host 2013 exhibitors. The awards panel gave a special mention to four premium products that are trailblazers in forging a new approach and breaking through consolidated stylistic and technical ways of doing things in their sector: the Alessi Pasta Pot with built-in spoon and cover; the Eversys e’4 / e’4m coffee machine with an advanced remote management system; Lindèn International’s Twixit! Seal & Pour bag clip system for foods with a special built-in pouring system; and Unox Cook.Code di Unox barcode recipes for standardizing cookery processes. Architect Dante Benini’s EXHIS design was also big success – Benini is Lead Partner & Chairman of Dante O. Benini & Partners Architects, an internationallyrenowned designer of spaces open to the public. An outsized structure in plexiglas at the heart of the Arredo e Tavola macro area, this ambitious concept became a reality thanks to the contribution of special project set-up partner Nolostand, a company that brought its expertise to the design and engineering phases, leveraging its ability to create high aesthetic content spaces with a focus on detail. This container was “dressed” by

FOOD INDUSTRY

Host 2013 reasserted Italian manufacturing’s place as the global hub of technological innovation, new formats, a design- and lifestyle-led focus plus an onus on the export market

top companies Alessi, Baxter, Blackberry, Cavicchi, Elmec, Enomatic, Gambero Rosso, Gewiss, I Guzzini, ISG, Indel B, Leading Technologies, Liuni, Nya Nordiska, Oikos Fragrances, Plantronics, Poltrona Frau, Ivano Redaelli, Riva 1920, Sagsa, Slide, Technogym, Thermologica, Unifor, Vetrerie Calvi and Yamaha. The area hosted a great many initiatives, notably presentation of the first-ever Master Bar and Restaurant Architecture Prize, an event organized by Host and Fiera Milano Spa together with Gambero Rosso and the Università di Roma Tre Faculty of Architecture, in partnership with the Istituto Nazionale di Architettura and industry magazine Art Tribune. The prize is awarded to Italian works and undergraduate dissertations that offer a “theatrical” interpretation of the catering venue, showcasing engineers and architects who create transformable spaces that can adapt to customer habits and footfall. The next Host is scheduled for 23 to 27 October 2015, during the six-month long Universal Exposition in Milan. Together with Tuttofood, Host has a direct presence on the most attractive markets through Food Hospitality World, the world’s number one food and professional hospitality event. Dates for your diaries: India (Mumbai) 23-25 January 2014; Brazil (São Paulo) 9-11 April 2014; South Africa (Cape Town) 26-28 May 2014; and then India (Bangalore) 12-14 June 2014 and China (Canton) in September 2014.

Marzo / March 2014

163


Machinery & Development

Peculiarità di rilievo Funzionalità, robustezza e semplicità d’uso sono gli elementi essenziali che caratterizzano le macchine sfogliatrici Z.matik

L

Sfogliatrice Mod. SF600 L Sheeter Mod. SF600 L

’azienda Z.matik vanta un’esperienza trentennale nella produzione di macchine per panifici e pasticcerie, in particolare di sfogliatrici manuali, gruppi per croissant, tavoli da lavoro, planetarie, impastatrici e rulli di taglio in acciaio Aisi 304. La funzionalità, la robustezza, la semplicità d’uso sono elementi essenziali delle macchine sfogliatrici Z.matik. I materiali impiegati e la minima manutenzione necessaria per un buon risultato fanno della sfogliatrice Z.matik un valido ed economico collaboratore. Le sfogliatrici SZ500/600 sono state progettate per piccoli e medi laboratori di panifici, pasticcerie e alberghi. Le stesse posso essere fornite in vari modelli, con piani di lunghezza differenti: si parte dalla 500x500 BN da banco (SZ505BN) fino alla 600x1200 con basamento (SZ612). La semplicità d’uso permette un facile utilizzo da parte di qualsiasi operatore e nello stesso tempo una facile pulizia della stessa. La meccanica e la robustezza della

macchina permettono di ottenere un lavoro eccellente sullo spessore della pasta. Montata su basamento la SZ diventa una sfogliatrice capace di soddisfare qualsiasi esigenza. E’ importante evidenziare che tutti i modelli SZ rispettano le normative vigenti CE. Il modello SF600LT permette di laminare la pasta come una sfogliatrice normale e, quando si è portato la pasta allo spessore desiderato, è sufficente abbassare i rulli di taglio per creare qualsiasi forma ad esigenza del cliente. Il modello SF600L, prodotto simbolo dell’azienda, gode ora di un design innovativo che è stato esposto anche al SIGEP 2014 di Rimini FIERA Tutta la linea SF è disposta di piani estraibili, doppio comando (pedale e bilanciere) cilindri diametro 80 mm e apertura 47 mm. A richiesta le sfogliatici Z.matik possono essere fornite in acciaio inox 304 e può essere applicato il motore a 2 velocità o l’inverter a richiesta del cliente.

Outstanding features Functionality, sturdiness and user-friendliness are the essential elements that characterize Z.matik sheeters

Sfogliatrice Mod. SF600 L Sheeter Mod. SF600 L

T

he company Z.matik can certainly boast thirty-year experience in the production of machinery for the bakery and pastry sectors, in particular of manual pastry machines, croissant pastry machines, working tables, planetary machines, mixing machines and cutting rolls, in stainless steel Aisi 304. Functionality, sturdiness and user-

164

Marzo / March 2014

friendliness are essential elements in Z.matik sheeters. Materials used and minimum maintenance necessary for good results make Z.matik sheeter a sound and inexpensive collaborator. Sheeters mod. SZ500/600 have been designed for small- and medium-sized bakery and pastry shops, and hotels. Various models can be supplied, with

FOOD INDUSTRY

benches of different length: from 500x500 BN bench sheeter (SZ505BN) to 600x1200 with basement (SZ612). T h e i r u s e r- f r i e n d l i n e s s a n d e a s y cleaning enable any operator to run this machine. The mechanics and sturdiness of this sheeter result into excellent pasta thickness. Model SZ on a basement turns into a sheeter for any requirement. It is also important to highlight that all SZ models comply with the EC norms in force. Model SF600LT enables to laminate pasta as a common sheeters would do and when the pasta is reduced to the thickness requested, you can just lower the cutting rolls and shape the pasta as customers want. Company’s flagship product Model SF600LT featuring innovative design was also exhibited at SIGEP 2014 in Rimini. All Z.matik sheeters are provided with extractible layers, double command (pedal and compensator), cylinders of 80mm diameter and 47mm opening. Upon request, Z.matik sheeters can also be built in stainless steel 304 and either two speed or inverter can be installed upon customer’s requirement.

www.tecnalimentaria.it


SZ SZ 507 507 Sfogliatrice SZ 507 SZSfogliatrice 507 Dough Dough Sheeters Sheeters Sfogliatrice Sfogliatrice Dough Dough Sheeters Sheeters

Da anni Da oltre oltre 30 30anni anni 30 Da oltre 30 anni Da oltre macchine macchine per per la la lavorazione lavorazione macchine per la lavorazione macchine per la lavorazione della pasta sfoglia della pasta sfoglia della della pasta pasta sfoglia sfoglia For over 30 years Forover over30 30years years For For over 30 years Puff processing Puff pastry pastryprocessing processing Puff Puff pastry pastry processing machines machines machines machines

SZ SZ 507 507 BL BL SZ 507 BL SZ 507 BL Sfogliatrice da Sfogliatrice da banco banco Sfogliatrice da Bench Sfogliatrice da banco banco Bench Sheeters Sheeters Bench Bench Sheeters Sheeters

GC 2000 GC 2000 GC 2000 GC 2000 automatico Gruppo croissant Gruppo automatico croissant Gruppo automatico croissant Gruppo automatico croissant Croissant automatic group Croissant automatic group Croissant Croissant automatic automatic group group

HallD5 D5- Stand - Stand 029 Hall 029

New New

600 SF 600 LL LL SF 600 SFSF 600 Sfogliatrice Sfogliatrice Sfogliatrice Sfogliatrice Dough sheeter Dough sheeter Dough sheeter Dough sheeter

TL300-I TL300-I TL300-I TL300-I Tavolo da lavoro modello pi첫 avvolgitrice Tavolo dada lavoro modello TL300-I TL300-I pi첫pi첫 avvolgitrice Tavolo lavoro TL300-I Tavolo dacroissant lavoro modello modello TL300-I pi첫 avvolgitrice avvolgitrice singola per modello AVV200 singola per croissant modello AVV200 singola croissant modello AVV200 singola per per croissant modello AVV200 single Workbench model TL300-I with croissant Workbench model TL300-I with croissant single Workbench model TL300-I with Workbench model TL300-I with croissant croissant single single curling machine Model AVV200 curling machine Model AVV200 curling machine Model AVV200 curling machine Model AVV200

Z-MATIK Z-MATIK

Z-MATIK Via Fiesso, Z-MATIK Via Fiesso,44 Via 35020 --Arre ViaFiesso, Fiesso, 4(PD) 35020 Arre4(PD) 35020 Tel: +39 049 95 35020 -Arre Arre (PD) Tel: +39 049(PD) 95 999 999 35 35

Fax: Tel: 999 35 Fax: 95 014 014 82 Tel: +39 +39 049 049 95 99982 35 Fax: Fax: +39 +39 049 049 95 95 014 014 82 82

www.zmatik.com www.zmatik.com www.zmatik.com info@zmatik.com www.zmatik.com info@zmatik.com info@zmatik.com info@zmatik.com

export export manager: manager: export basso@intercom.it export manager: manager: basso@intercom.it basso@intercom.it Tel: +39 0322 Tel: basso@intercom.it +39 0322 836126 836126 Tel: Tel: +39 +39 0322 0322 836126 836126


Machinery & Development

Caratteristiche uniche e brevettate

VIMEK INDUSTRIES vanta la costruzione di un nastro che funziona con un bassissimo attrito che gli consente di essere “free-oil system”

L

’azienda VIMEK INDUSTRIES srl nasce in Veneto circa una ventina di anni fa e si è specializzata nel tempo nella produzione di macchine e impianti nel settore dell’industria alimentare. VIMEK INDUSTRIES detiene importanti brevetti internazionali per la costruzione di un nastro dalle caratteristiche uniche che lo distinguono per il fatto che funziona con un bassissimo attrito che gli consente di essere “free-oil system”. Non è previsto ne l’impiego di lubrificanti ne l’impiego di oliatori automatici. La semplicità delle parti brevettate permette una facilità estrema di montaggio e di manutenzione, senza dover ricorrere a flessibili per il taglio e saldature per il suo ripristino. Il nastro può essere utilizzato sia per spirali a tamburo che per spirali a traino esterno, con una flessibilità di utilizzo veramente straordinaria. VIMEK INDUSTRIES costruisce diverse tipologie di forni a seconda del prodotto che si va a cuocere. Le ultime realizzazioni che si andranno a produrre sono: Forno per 25.000 croissant/ora ciclotermico con nastro di cottura in rete  ; un forno a fiamma diretta per prodotti a base pizza con cottura su pietra refrattaria; un forno multipiano con fiamme di gas a rampe per la cottura di 30.000 piadine/ora con suolo misto piastre di acciaio/rete.

www.vimekindustries.com

Unique features and patented VIMEK INDUSTRIES boasts the construction of a belt that works at a very low friction, which allows it to be free-oil system

166

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

T

he company VIMEK INDUSTRIES Srl was founded in Veneto about twenty years ago and has specialized over time in the production of machines and equipment in the food industry. VIMEK INDUSTRIES holds important international patents for the construction of a belt featuring unique characteristics that distinguish it for the fact that it works with a very low friction which allows it to be “free-oil system”. Neither lubricants nor automatic oilers. The simplicity of the patented parts allows an extreme ease of assembly and maintenance, without having to resort to angle grinder and welding for its restoration. The belt can be used for both drum spirals and external take-off spirals, featuring truly extraordinarily flexible use. VIMEK INDUSTRIES builds different types of oven according to the product to be baked. The latest achievements that are going to be produced are: oven for 25,000 croissant/hour, with thermal cycle with belt in wiremesh, a directfired oven for baking pizza products on a firestone; multi-deck oven with gas flame ramps for baking 30,000 tortilla/hour with steel/grate soil.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

panificazione del 21° secolo

Mosca è al centro del business in Russia, punto di incontro tra Asia ed Europa, e uno dei poli fieristici più importanti al mondo. Le fiere in Russia sono il mezzo più importante per stabilire nuove relazioni d’affari. In modo particolare, la presentazione attiva in loco del prodotto e il dialogo con i rappresentanti delle aziende sono i fattori che giocano un ruolo importante per la buona riuscita dei dialoghi commerciali. L’industria è tanto vecchia quanto il desiderio dell’uomo di dolci e preziosi. La tentazione è insita nell’uomo e questo significa che la pasticceria si è sempre adattata ai nuovi sviluppi e circostanze al fine di mantenere il suo appeal. Per esempio, la semplice torta al miele e la cheesecake sono state trasformate nel tempo in opere d’arte sofisticate. Quale altra industria può realmente guardarsi indietro e leggere una storia tanto notevole e innovativa? Quale altra industria deve costantemente rinnovarsi per poter stare al passo con la crescente richiesta dei consumatori? Modern Bakery è il riflesso di questo sviluppo. Il salone, che si svolgerà dal 23 al 26 aprile 2014 a Mosca, coprirà argomenti importanti per l’industria, tra i quali macchine e accessori per la panificazione e la pasticceria, forni e accessori, tecnologia di refrigerazione e condizionamento, packaging, attrezzature per laboratorio e misura, igiene, ingredienti e materie prime, etc. Da molti anni, Modern Bakery Moscow gode di una crescita stabile di espositori e visitatori, grazie non solo al suo ricco programma collaterale, ma anche del suo forte richiamo quale fiera leader dell’industria della panificazione e pasticceria.

Panifi cazione

Pasticceria

Modern Bakery Moscow and the bakery

of 21st century

Moscow is the center of business in Russia, meeting point between Asia and Europe and one of the most important exhibition centers in the world. Trade fairs in Russia serve as the most important tool to establish new business contacts. Particularly the active product presentations on-site and intensive dialogues with company representatives play an important role for decision makers and successful contracts conclusion. The industry is as old as the human desire for sweets and precious. The temptation is then as now omnipresent. This also means that pastry has always been adapted to new developments and to current circumstances, in order to remain attractive. The simple honey cake and cheesecake were transformed over the time into artful and sophisticated objects. Which other industry can look back on such an impressive and innovative story? Which other industry must constantly reinvent itself in order to meet the increased demands of consumers by means of creativity? Modern Bakery Moscow is a reflection of this development. The exhibition taking place from 23 al 26 April, 2014 in Moscow, covers all relevant topics around the industry. It includes bakery and confectionery machines, ovens and accessories, refrigeration and air conditioning technology, packaging technology, laboratory and measuring equipment, hygiene, baking and pastry accessories, ingredients and raw materials, to name some but few. For many years Modern Bakery Moscow has enjoyed a steady exhibitor and visitor growth rate. The sustained success of the trade fair is owed not only to the extended supporting programme and strong appeal of the event as the leading trade fair for the bakery and confectionery industry.

Cioccolata

Caffè, tè ed allestimento di negozi

ANNI di successi 1 9 9 5 -2 0 1 4

Ice Cream

MOLTO PIU’ CHE SOLO PANE Dal 1995, la Modern Bakery Moscow non è soltanto la manifestazione fi eristica leader in Russia per il settore della panifi cazione e della pasticceria, ma nel contempo si è affermata come piattaforma di scambio per nuove tematiche e tendenze. La fi era è un appuntamento annuale imprescindibile per tutte le aziende e i visitatori specializzati, operanti nel settore del caffè, del tè, dell’allestimento di caffetterie e negozi, del gelato e della cioccolata, sia in Russia che nei paesi della CSI.

VINCENTI CON LA MODERN BAKERY MOSCOW 2014 20 ANNI DI SUCCESSI › La manifestazione principale per Russia e paesi della CSI dal 1995

STAND TEDESCO

INTERNAZIONALE › Oltre 240 espositori, provenienti da 22 Paesi diversi, stand tedesco IMPORTANTE › Più di 14.000 visitatori specializzati, da oltre 30 Paesi, 87,5% con potere decisionale CONVINCENTE › Il 96% dei visitatori specializzati e degli espositori si dichiara soddisfatto AFFERMATA › Sostenuta dal governo russo e da tutte le principali associazioni PIACEVOLE › 4 giorni di di intrattenimento, master classes e presentazioni AFFIDABILE › Qualità e affi dabilità tedesca in organizzazione, realizzazione e marketing PER VOI › Un palcoscenico internazionale e preziosi contatti

STAND STATUNITENSE

MODERN BAKERY MOSCOW

FATE IL VOSTRO INGRESSO IN RUSSIA E NELLA CSI! Prenotate subito uno stand per 20° edizione della fi era ad aprile 2014.

20° FIERA INTERNAZIONALE PER LA PANIFICAZIONE E LA PASTICCERIA QUARTIERE FIERISTICO EXPOCENTRE | MOSCA, RUSSIA WWW.MODERNBAKERY-MOSCOW.COM

23 - 26 APRILE 2014

V EN D IT E I TALI A

CONTAT TAT E C I AL PIU’ PRE STO PE R PART E C IPARE !

SIG. GIORGI O LA F ERLA TEL +39 02 5 8 1 1 0 0 0 7 | LA. F ER L A @ PA R A LLE LI . E U

O W P | ULMEN STR ASSE 5 2 F | 9 0 4 4 3 N O R IMB ERGA | G ERMANIA TE L +4 9 ( 0 ) 9 1 1 5 0 7 1 1 - 1 4 0 | IN FO @ MO D ER N BA KERY-MOS COW.COM

w w w. k l a u s - o b e r m a i e r . d e

Modern Bakery Moscow, lo specchio della


Engineering, installation and manufacture of accessories for food and zootechnical technological plants

Machines

Pipes and components

Components

Aspiration

TecnoMulipast Srl S.P. 230 (ex SS 97) per Spinazzola Km. 64,235 - 70024 Gravina in Puglia (BA) Italy Tel: +39 080 849 46 34 - Fax: +39 080 849 46 42 - info@tecnomulipast.com -www.tecnomulipast.com


Machinery & Development

Soluzioni specifiche Vitali & Caucia garantisce nuove macchine e impianti completi con il più alto livello di tecnologia e sicurezza

I

l nome originario dell’attuale azienda Vitali & Caucia era Vitali Spa, azienda che dal 1958 ha costruito più di 1000 presse in ogni parte del mondo. Nel 2002 la Vitali Spa si è sciolta ma ha continuato a costruire presse per il cacao, con il nuovo nome Vitali & Caucia srl (V&C). La Vitali & Caucia srl (V&C) è presente nel

mercato dell’industria alimentare e altro con prodotti e soluzioni specifiche per la produzione di liquore e burro di cacao. È anche in grado di fornire nuovi impianti e parti di ricambio per qualsiasi tipo di impianto di spremitura. Il suo staff tecnico è in grado di garantire in maniera costante la costruzione di nuove macchine e impianti completi con il più alto

Specific solutions

livello di tecnologia e sicurezza, senza trascurare la produttività delle macchine stesse e soprattutto il prezzo finale, che è un punto di grande interesse per la sua organizzazione. Con l’esperienza di cui dispone, maturata in particolare modo negli anni di collaborazione presso la Vitali spa, Vitali & Caucia srl offre una valida soluzione ad ogni vostro problema.

Vitali & Caucia Srl guarantees new machines and complete systems featuring the highest level of safety and technology

T

he formerly company’s name was Vitali Spa and since 1958 it had built over 1000 presses in the world. After 2002, the company was taken over by present Vitali & Caucia Srl (V&C) and has been building cocoa presses ever since. Vitali&Caucia srl is present in the food industry market and many others, with specific products and solutions for the production of liquor and cocoa butter. It is also able to provide new machines and spare parts for any type of pressing system. Its technical staff constantly guarantees the construction of new machines and complete systems with the highest level of safety and technology, without neglecting the productivity of the machines and especially the final price, which is a point of great interest to its organization. With its experience, gained in over 20 years of collaboration with Vitali spa, V&C can offer the best solution to solve every problem.

170

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Un’ esperienza diventata tradizione

VITALI & CAUCIA srl Via Azzeccagarbugli, 18 – 23900 Lecco Italy Phone +39 0341 254 691 – Fax +39 0341 254 161 cesarecaucia@virgilio.it www.VITALIeCAUCIA.Com


Machinery & Development

STOMMPY® The Original Bumper Sistemi di Protezione Paracolpi ad alta efficienza, al servizio della sicurezza

La sede commerciale e produttiva

Magazzino e produzione

Crash Test di prova, realizzati metodicamente

Intervista a Marco Chiarini, Presidente della DEMO Protezioni Antiurto Srl

Cominciamo dall’inizio...quando è sorta l’azienda? Col nome di “DEMO - Protezioni Antiurto” nasciamo nel 2000 con l’obiettivo di specializzarci in sistemi di protezione paracolpi per l’industria, un settore sino a quel momento poco sviluppato come d’altronde lo era la domanda del mercato, ancora immaturo per considerare i “sistemi di protezione paracolpi” come soluzione per ottenere importanti risparmi sulla gestione e manutenzione della struttura aziendale. Intravvedendo così, la possibilità di sviluppare le nostre idee riguardo alla tecnologia del prodotto e del servizio da offrire, abbiamo scelto di sviluppare i nostri prodotti abbandonando i canoni tradizionali e introducendo concetti innovativi. Dati i sorprendenti risultati prestazionali ottenuti in termini di sicurezza, igiene e risparmio sulla manutenzione, il gradimento dei clienti è stato immediato e le vendite sono decollate fino a promuoverci leader del mercato. Da qualche anno, abbiamo scelto di raccogliere e promuovere tutta la nostra gamma di prodotti sotto il marchio commerciale STOMMPY®, che ha una migliore sonorità ed è più facile da ricordare.

172

Marzo / March 2014

Che nuove prospettive si aprono per i prossimi anni? Grazie alla metodica partecipazione alle fiere sul territorio nazionale nei più diversi settori quali l’alimentare (CibusTec a Parma e Eurocarne a Verona), il farmaceutico (Pharmintech a Bologna) e il più trasversale packaging (Packology a Rimini), l’azienda ha cominciato a registrare lusinghieri segnali di interesse verso la propria gamma di prodotti dai clienti esteri in visita. L’avvento poi della crisi economica che sta attanagliando il mercato ci ha convinti ancor più di guardare ai mercati esteri con maggiore impegno e metodo. Ad oggi DEMO Protezioni Antiurto vanta distributori ufficiali in Benelux, Repubblica Ceca e Slovacchia, Regno Unito, Austria e Germania del Sud, Romania e altri ancora sono in fase di start up in Medio Oriente, Est Europa e U.S.A. Puntiamo quindi a capitalizzare l’apprezzamento che il mercato ci sta riconoscendo per dare alla nostra azienda una connotazione sempre più internazionale, confrontandoci con diverse normative e problematiche, con l’obiettivo sì di fare crescere l’azienda ma soprattutto di continuare ad alimentare la ricerca verso l’innovazione del prodotto, il vero caposaldo dell’azienda.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Quali sono il core business e soprattutto i punti di forza di DEMO Protezioni Antiurto? Grazie alle tante esperienze fatte insieme ai nostri clienti, possiamo affermare di essere in grado di offrire la migliore soluzione alle più diverse problematiche nei diversi settori merceologici. Tre sono le principali famiglie all’interno delle quali abbiamo raccolto i nostri prodotti: “Shockproof” - un’ampia gamma di sistemi paracolpi antiurto; “Hygiene” - lastre per il rivestimento e la sanificazione di pareti e soffitti; profili battiscopa angolari antiurto e lastre paracolpi a parete, tutte accomunate da un’alta garanzia igienico-sanitaria; “Urban” – soluzioni innovative per la segnalazione e il controllo della viabilità in azienda con caratteristiche antiurto. Non meno importante è la qualità del servizio che offriamo; non solo i nostri clienti possono contare su una struttura organizzativa completa, efficace e certificata con Sistema di Gestione della Qualità ISO 9001:2008, DEMO fornisce al cliente un servizio completo e professionale, che parte dal sopralluogo tecnico in stabilimento dedicato all’analisi delle criticità e dei rischi da urto accidentale, passando dallo sviluppo della migliore offerta e di un progetto chiaro ed esaustivo delle soluzioni proposte attraverso disegni grafici, seguito poi da un servizio di installazione eseguito direttamente da nostri tecnici esperti e qualificati e dotati di attrezzature professionali che garantiscono tempi rapidi e pulizia di esecuzione e infine, disponibili per eseguire programmi di manutenzione ordinaria e straordinaria, rivolti a mantenere sempre al massimo dell’efficienza i nostri sistemi. Grazie all’alta efficienza espressa da tutti i nostri prodotti, tutti i settori industriali mostrano interesse ad utilizzarli, dai più attenti all’igiene come il settore farmaceutico e ospedaliero e anche quello alimentare, sino ai più attenti alla sicurezza e resistenza meccanica come il settore logistico, dell’automotive e manifatturiero in genere. Quali sono le peculiarità dei vostri prodotti e quali tecnologie avete sviluppato per la vostra produzione? Con il nostro reparto di Ricerca & Sviluppo, di cui andiamo particolarmente fieri, e le collaborazioni avviate in questi anni con gli spin-off delle prestigiose Università di Modena e Parma, abbiamo ottenuto grandi risultati in termini di tecnologia applicata e performance, continuando costantemente a sviluppare il prodotto anche quando apportare ulteriori miglioramenti sembrerebbe impossibile. Cito con orgoglio il materiale che abbiamo perfezionato per la costruzione dei nostri sistemi paracolpi, un particolare polimero tecnico registrato col nome di Tecklene® e specificatamente studiato per resistere a impatti di forte energia, con cui vantiamo il fatto di essere stati i primi ad introdurre il parametro di elasticità controllata in una protezioni paracolpi. Inoltre questo polimero è accompagnato da un certificato di idoneità al contatto alimentare; non produce gas tossici nel caso sia coinvolto in un incendio, e può lavorare in un range di temperatura compreso tra +/- 40°C. Un altro fiore all’occhiello è certamente il nostro innovativo sistema di ancoraggio a pavimento che correda la gamma STOMMPY® Shockproof, un sistema molto efficace che eleva del 40% la resistenza di ancoraggio rispetto a un sistema tradizionale e garantisce l’integrità del pavimento stesso anche sotto l’azione di importanti valori di energia di impatto. Questa novità, coperta da brevetto Europeo, è stata registrata col nome di FIXA Block System®. Quali criteri seguite per la costruzione dei vostri sistemi? Le potrà sembrare azzardato, ma stiamo mirando alla perfezione, intesa come il non smettere mai di cercare di migliorare il prodotto, senza allontanarci mai dal migliore rapporto costo/efficienza col quale ci confrontiamo quotidianamente col mercato e le sue alternative. Per fare ciò abbiamo sviluppato in azienda un reparto di Ricerca e Sviluppo dove i nostri ingeneri sviluppano il prodotto in sintonia con le norme ISO 9001:2008 per il Controllo di Gestione Qualità e con la cosciente responsabilità che i nostri prodotti sono chiamati tutti i giorni a salvaguardare le infrastrutture e la sicurezza dei lavoratori, consapevoli che i nostri clienti confidano su di noi per ricevere reali vantaggi nell’uso dei nostri prodotti. Per questo motivo il protocollo di progettazione e sviluppo di tutti i nostri prodotti prevede che siano testati scrupolosamente con severe prove di crash capaci di replicare

www.tecnalimentaria.it

anche le più elevate energie di impatto di un carrello in manovra. Questa attività, passo dopo passo, ci sta insegnando che realizzare un sistema di protezione paracolpi nel rispetto di tutti i parametri necessari come la sicurezza, l’igiene ed il migliore rapporto costo/ efficienza è una “scienza”, prova ne è l’interesse che abbiamo destato nei ricercatori degli spin-off universitari e negli enti certificatori con cui da qualche anno stiamo collaborando. Qual è la missione di DEMO Protezioni Antiurto? La velocità con cui sta crescendo il settore delle “protezioni paracolpi”, è l’evidente risultato che il mercato sta prendendo coscienza dell’utilità di proteggere per prevenire danni alle strutture ed incidenti alle persone, ed ha preso letteralmente in contropiede anche le istituzioni preposte alla definizione degli standard produttivi e delle norme che dovrebbero disciplinare il mercato dei produttori e soprattutto tutelare gli utilizzatori. Il nostro intento non è solo produrre sistemi efficienti che garantiscano un ritorno economico, ma anche di informare il mercato degli utilizzatori dei rischi che corrono trascurando di considerare attentamente tutte le caratteristiche che una protezione deve garantire, ovvero rispondere con la massima efficienza alle esigenze di sicurezza, di igiene e di riduzione dei costi di manutenzione.

Diverse applicazioni di STOMMPY®

FOOD INDUSTRY

Marzo / March 2014

173


Machinery & Development

STOMMPY® The Original Bumper Highly efficient shockproof systems serving safety Interview to Marco Chiarini, President of DEMO Protezioni Antiurto Srl Let’s start from the beginning…when was the company established? We started in 2000 under the name “DEMO – Protezioni Antiurto”, with the goal of specializing in industrial shockproof systems. The sector itself and the market demand had very light development at that point; the market was not mature yet to consider “shockproof systems” as a solution to get remarkable management and maintenance savings. When searching for possible ideas in terms of product technology and services, we decided to develop our products by leaving traditional rules and introducing innovative concepts - those that makes us different even today. After the extraordinary results achieved - in terms of safety, hygiene and maintenance savings, customers’ appreciation and sales grew steadily as much as to promote us as market leader. For some years now, we have chosen to group and promote our full range of products under the commercial name of STOMMPY® - it sounds better and is easier to remember. What new perspectives will open up in the near future? During our participation at Italy’s most famous trade fairs in various sectors, such as the food sector (CibusTec in Parma and Eurocarne in Verona), pharmaceutical sector (Pharmintech in Bologna) and cross packaging sector (Packology in Rimini), the foreign visitors attending the events showed remarkable interest in our products. The ongoing economic crisis has convinced us even more to turn to foreign markets with greater commitment and better methods. To date, DEMO Protezioni Antiurto boasts official dealers in Benelux, Czech Republic and Slovakia, United Kingdom, Austria and Southern Germany and Romania, while others are being started up in the Middle East, Eastern Europe and the U.S.A. Our plan is to capitalize the market’s appreciation in order to give our company a greater international character. We face different standards and problems in different countries but we share the common goal for growth. Research and product innovation is the company’s real cornerstone and that gives us the strength and the necessary optimism. Which are DEMO Protezioni Antiurto’s core business and points of strength? Thanks to various experiences with our customers, we can utterly say that we offer the best solution to the most different problems in various sectors. We group our products in three main families, such as: “Shockproof”, a broad range of shockproof systems; “Hygiene”, cladding plates to coat and sanitize walls and ceilings; angular shockproof skirting profiles and wall bumper plates, with highest hygienic-sanitary guarantee; and “Urban”, innovative signaling and traffic control solutions with immense resisting features. Last but not least important is the service we offer; not only can our customers count on a complete, efficient ISO 9001:2008-certified company management system, but they will also find a complete and professional service, having technical inspection on-the spot, analysis of risks deriving from accidental impacts, development of the best quotation offer over a lay-out design providing clear and comprehensive project, installation procedure performed by our qualified technicians. The technical team is provided with professional equipment as to guarantee fast and clean installation and is also available for ordinary and extraordinary maintenance, in order to

174

Marzo / March 2014

provide constant & maximum efficiency of our systems. Due to the versatility of our highly efficient products, all industrial sectors are keen on using them - from the hygiene-strict environments such as pharmaceutical-hospital sector as well as the food one, to the ones more attentive to safety and mechanical resistance such as logistics, automotive and manufacturing in general. Which are the peculiarities of your products and the technologies you have developed for your production? Ahead with our R&D department, which we are very proud of, and the cooperation started with spin-offs of the important University of Modena and Parma, we have recently had significant results in terms of applied technology and performance. We have developed our products constantly, managing in cases when further improvement seemed impossible. I am proud to say that, for the development of our shockproof systems, we have developed a special, tailor-made technical polymer patented as Tecklene ®, studied to resist particularly violent impacts. We boast to be the first to introduce the concept of ‘controlled elasticity’ parameter in shockproof protections. Moreover, this polymer is certified to be suitable for food contact areas, being non-toxic by nature. In the event of fire, it does not give away toxic gas and it can operate within a temperature range from +/-40°C. Our floor anchorage system - European patent- registered, is named FIXA Block System® And represents another flagship product of ours; it is a highly efficient system that rises by 40% the anchorage resistance in comparison with a traditional system, at the same time guaranteeing the floor safety. What criteria do you follow in the making your systems? It may seem overrated but we aim to perfection. We understand our work as constant commitment to products improvement, without ever leaving the best cost/efficiency ratio apart; we deal with the market and the alternatives it offers on a daily basis. To do so, we have developed our in-house R&D department, where our engineers not only develop products in compliance with ISO 9001:2008 standards for quality management control but also paying great attention to safety of infrastructures and workers. Our people know that the reliability of our products is the main argument, having real benefits from their use. That is why the design and development protocol of all our products states that they must undergo strict crash tests, during which also the most powerful impact of a maneuvering tray is performed. This activity, step by step, has been teaching us that making a shockproof system that is fully compliant to parameters such as safety, hygiene and the best cost/efficiency ratio is real “science”! The proof of it we find in the interest of the researchers of university spin-offs and certification bodies with whom we collaborate. Which is DEMO Protezioni Antiurto’s mission? The speed at which the sector of bumper systems has been developing nowadays speaks volumes about the widespread conscience of the utility of protection systems as a way to avoid damages to structures and incidents to people; this trend has surprised the bodies in charge of setting standards in manufacturing and work safety as well. Therefore, our commitment is not only producing efficient systems that provide economic return, but also to inform users about the risks deriving when ignoring the entirety of relevant characteristics that bumper protective system must guarantee! The answer lies in maximum efficiency in terms of safety, hygiene and reduction of maintenance costs.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


unit I adv

When you struggle for security, you should guarantee the maximum level of protection.

STOMMPY速 could bend but can never break, in full security!


Science & Technology

Mini Motor “raddoppia” in precisione L’azienda adotta per la seconda volta una macchina automatica Studer per la rettifica dei propri ingranaggi

I

l quotidiano impegno di Mini Motor è dare corpo ai valori che, da sempre, ne presiedono l’attività: alta qualità costruttiva del prodotto e precisione assoluta di funzionamento, allo scopo di assicurare i migliori livelli di efficienza dei propri motoriduttori nel tempo. Il valore della precisione è al centro dell’ultima scelta che Mini Motor ha compiuto

con la finalità di garantire i più alti parametri qualitativi nella rettifica degli ingranaggi: in questa direzione, l’azienda ha realizzato un vero e proprio “raddoppio” adottando per la seconda volta una macchina automatica Studer al proprio interno. Mini Motor e Studer, per una precisione senza compromessi

Mini Motor “doubles” its precision

M

ini Motor’s daily commitment is giving substance to the values that have always been the background of its activity; high-quality production and absolutely precise operativity, in order to offer the highest efficiency of its geared motors. Precision is the very core of Mini Motor’s latest choice to grant the highest quality parameters in gears grinding; to this regard, the company has recorded real “doubling” by adopting an automatic Studer machine. Mini Motor and Studer, uncompromised precision This second rectification unit is branded as S22, and it is for high production. Together with Studer S242, already running on Mini

176

Marzo / March 2014

Motor’s premises for long time, it extends the concept of “production platform”. In fact, the new machine can perform both traditional cylindrical rectification, and HSP rectification and threading of other shape. It proves to be ideal for a high-quality and highly flexible production, as Mini Motor’s is. On occasion of the renewed cooperation with Studer, Mini Motor has also highly contributed to providing S22 with further automatic function which enables the rectification directly in line (this operation used to be performed manually) of all the gears coming from thermal treatments before their undergoing cylindrical rectification. This advancement stands as

FOOD INDUSTRY

Questa seconda unità rettificatrice è contrassegnata dalla sigla S22. Si tratta di una macchina per l’alta produzione che, insieme alla Studer S242 già in uso da tempo presso, Mini Motor, estende ulteriormente il concetto di “piattaforma di produzione”. La nuova macchina infatti può effettuare la tradizionale rettifica cilindrica in ambito produttivo, ma anche la rettifica di forme e filettature ad alta velocità (HSP) ideale per le necessità di una produzione non solo altamente qualitativa ma anche estesa e “flessibile” quale è quella di Mini Motor. Nella rinnovata collaborazione con Studer, Mini Motor ha dato un importante contributo progettuale dotando la S22 di un’ulteriore funzione automatica che consente il raddrizzamento, direttamente in linea (operazione che era svolta manualmente), di tutti gli ingranaggi provenienti dai trattamenti termici prima che questi vengano sottoposti alla rettifica cilindrica. Questo contributo rappresenta sicuramente, per Mini Motor, un ulteriore passo avanti in direzione di un rapporto sempre più stretto fra automazione dei processi e precisione nella lavorazione. Mini Motor, la garanzia di una produzione completamente interna Riconfermando la propria fiducia al marchio svizzero Studer, Mini Motor prosegue nella direzione di mantenere completamente al proprio interno l’intero ciclo di produzione: progettazione, realizzazione, verifica e collaudo. Non solo, ma in una fase di crescita che vede Mini Motor impegnata a far fronte ad un costante aumento dei volumi produttivi, unito a una sempre maggiore diversificazione delle richieste, l’aggiunta della nuova unità di rettifica permetterà di garantire sempre la massima puntualità e velocità nelle consegne a prescindere dalla tipologia e dall’entità degli ordini.

For the second time the company has adopted a Studer automatic machine for the rectification of its gears Mini Motor’s further step on towards closer interaction between process automation and precision work. Mini Motor, the guarantee of a fully inhouse production In confirming its trust to Swiss brand Studer, Mini Motor intends to keep its entire production cycle in home: engineering, manufacturing, test and start-up. Moreover, in a period of growth when Mini Motor is dealing with remarkable increase of production volumes, combining with increasing diversification of requirements, the addition of a new rectification unit will enable to grant higher promptness and speed in delivery regardless of the kind of order.

www.tecnalimentaria.it


Science & Technology

Nuovi moduli di espansione per PNOZ multi 2 Pilz estende la famiglia di sistemi configurabili di sicurezza PNOZ multi 2 per la gestione di sensori e dispositivi di sicurezza

P

ilz continua a estendere la nuova famiglia di sistemi configurabili di sicurezza chiamata PNOZ multi 2 che consente la gestione di sensori e dispositivi di sicurezza quali barriere fotoelettriche, pulsanti di arresto di emergenza, comandi a due mani, finecorsa e interruttori elettromeccanici e magnetici. La nuova famiglia include già il modulo base PNOZ m B0 costituito da 20 ingressi di

sicurezza e 4 uscite di sicurezza a semiconduttore con il massimo livello di sicurezza secondo le normative vigenti. La programmazione del modulo avviene tramite interfaccia integrata mini USB grazie al tool software PNOZmulti Configurator con conseguente riduzione dei costi di progettazione e costruzione. Il dispositivo base PNOZ m B0, grazie alle dimensioni compatte (solo 45 mm), consente di risparmiare spazio nel quadro elettrico e permette un risparmio energetico fino all’80% rispetto a prodotti simili. Il modulo è dotato di display illuminato, che permette una diagnostica tramite testi personalizzati. Grazie ai moduli di espansione PNOZ m ES ETH e PNOZ m ES RS232 è possibile programmare il dispositivo base ed avere la diagnostica ampliata PVIS la quale consente di individuare mediante messaggi ad evento i possibili cambi di stato di funzionamento e gli stati dei blocchi di sicurezza configurati.

Ulteriore diagnostica è fornita tramite i moduli di espansione bus di campo come per esempio PNOZ m ES Profibus, PNOZ m ES CANopen, PNOZ m ES EtherCAT, i quali permettono di far conoscere lo stato di ingressi e uscite al PLC che gestisce l’automazione della macchina. Alla destra del PNOZ m B0 è possibile collegare fino a 4 moduli di espansione di ingressi e uscite digitali di sicurezza. Sono disponibili le espansioni PNOZ m EF 16DI (16 ingressi di sicurezza), PNOZ m EF 8DI4DO (8 ingressi e 4 uscite a semiconduttore di sicurezza) e PNOZ m EF 4DI4DOR (4 ingressi e 4 uscite di sicurezza). Oltre al bus di campo è possibile espandere a sinistra il modulo base con 4 moduli di espansione sia per la decentralizzazione sia per la comunicazione sicura tra più dispositivi base dei sistemi di sicurezza configurabili PNOZmulti. Tramite il modulo PNOZ m EF PDP Link è ora possibile collegare le interfacce decentralizzate PDP67 F 8DI ION per il collegamento dei vari sensori in maniera decentralizzata mentre tramite il modulo PNOZ m EF Multi Link è possibile lo scambio di dati sicuro e semplice tra più dispositivi base della serie PNOZ multi.

New expansion modules for PNOZ multi 2 Pilz extends further its family of configurable safety systems PNOZ multi 2 which controls safety sensors and units

178

Marzo / March 2014

P

ilz extends further its new family of configurable safety systems PNOZ multi 2 which controls safety sensors and units such as photoelectric barriers, emergency stop buttons, two-hand controls, end of line, electromechanic and magnetic switches. The new family already includes the base PNOZ m B0 module consisting of 20 semiconductor safety inputs and 4 safety outputs featuring the highest safety level according to the standards in force. The module is programmed by mini USB integrated interface thanks to software tool PNOZmulti Configurator and grants lower engineering and production costs. Owing to its compact size (just 45 mm), the base unit PNOZ m B0 takes up less space in the electric board and grants up to 80% less energy than comparable products. The module is equipped with lit display and enables diagnostic through personalized texts. Thanks to expansion modules PNOZ m ES ETH and PNOZ m ES RS232, it is possible to programme the base unit and get extended diagnostic PVIS, which detects possible changes of functioning

FOOD INDUSTRY

and the status of the configured safety lock through event messages. Further diagnostic is performed by filedbus expansion modules, such as PNOZ m ES Profibus, PNOZ m ES CANopen, PNOZ m ES EtherCAT, which show I/O status to the PLC managing the automation of the machine. On the right-hand side of PNOZ m B0, it is possible to connect up to 4 expansion modules to digital safe I/O. Moreover, expansion units PNOZ m EF 16DI (16 safe inputs), PNOZ m EF 8DI4DO (safe semiconductor 8 inputs and 4 outputs) and PNOZ m EF 4DI4DOR (4 inputs and 4 safe outputs) are also available. In addition to the fieldbus, it is also possible to expand the base module on the left with 4 expansion modules to get safe decentralization and communication among more base units of configurable safety systems PNOZmulti. By means of the module PNOZ m EF PDP Link, it is now possible to connect decentralized interfaces PDP67 F 8DI ION to connect various sensors in a decentralized mode, while by means of the module PNOZ m EF Multi Link, safe and simple data exchange among various base units of the series PNOZ multi is possible.

www.tecnalimentaria.it


Scegli di non scegliere.

Con la consulenza Pilz, sicurezza e produttività crescono insieme. La mission di Pilz è garantire contemporaneamente la sicurezza e la produttività. Come? Con una corretta automazione dei macchinari nel pieno rispetto delle normative in vigore. Una sicurezza funzionale che è da considerarsi come un vero e proprio investimento perché i costi che un’azienda deve sostenere in caso di infortunio sono elevatissimi: sequestro del macchinario, pratiche burocratiche, incremento dei costi previdenziali, costi per le spese legali, ore di straordinario e non ultimo il danno d’immagine. Pilz aiuta a definire il corretto modello decisionale per la gestione della sicurezza, combinando gli aspetti economici e di produttività con quelli della riduzione del rischio. Un binomio che fa dormire sonni tranquilli.

Pilz Italia srl - Società con unico socio - Via Gran Sasso, 1 - 20823 Lentate sul Seveso (MB) - Italy Tel. +39.0362.1826711 - Fax +39.0362.1826755 - info@pilz.it - www.pilz.it

the spirit of safety


KELLER Italy S.r.l. Tel. 800 78 17 17 • Fax 800 78 17 18 officeitaly@keller-druck.com www.keller-druck.com

Trasduttori di pressione Serie 3 L a 10 L 3L

4L

5L

6L

· 20…200 bar · Ø 9,5 x 4,2

· 10…200 bar · Ø 11 x 4,2

· 10…200 bar · Ø 12 x 4,5

· 50…200 bar

3L

4L

5L

· Ø 13 x 4,5

6L

7L

8L

9L

· 10…200 bar · Ø 15 x 5

· 0,2…200 bar · Ø 17 x 7

· 0,2…200 bar · Ø 19 x 5

8L

7L

9L

PD-9 L

10 L

· 0,1…50 bar · Ø 19 x 15

· 0,1…100 bar · Ø 19 x 15 PD-9 L

10 L

10 L HP

PD-10 L

· 200…1000 bar · Ø 19 x 15

· 0,1…50 bar · Ø 19 x 26 10 L HP

PD-10 L


Machinery & Development

Soluzioni su misura ICF & Welko garantisce soluzioni chiavi in mano per la produzione di qualsiasi tipo di latte in polvere

I

l latte è notoriamente un alimento completo: la natura ha creato un modo unico per alimentare i piccoli in modo sicuro e completo, fornendo nelle giuste proporzioni nutrienti energetici, proteine e i grassi essenziali. Anche nell’alimentazione degli adulti il latte ricopre un ruolo di fondamentale importanza, conferendo vitamine essenziali e sali minerali. Gli unici limiti all’utilizzo sono dovuti proprio a queste eccezionali qualità: essendo un alimento ricco di nutrienti, è facilmente attaccabile e contaminabile da microrganismi,

patogeni o meno, ed anche se sottoposto a trattamento termico, la durata commerciale non supera i 6 giorni nel caso della pastorizzazione standard, e i 25 nel caso della ESL. Inoltre, visto che il latte è costituito per quasi il 90% da acqua, i volumi da trasportare sono importanti e trasportare latte liquido diventa oneroso in termini economici ed ambientali: ne consegue che la maggior parte dei consumatori sia assolutamente dipendente da fornitori locali ed il mercato del latte fresco è soggetto a variazioni di considerevole importanza. I trattamenti ad alta temperatura UHT consentono un prolungamento della vita del prodotto, riducendone però l’apporto vitaminico e modificandone il profilo sensoriale: il latte UHT è caratterizzato dal gusto di cotto, dovuto alla caramellizzazione degli zuccheri e il volume da trasportare rimane lo stesso, per cui permangono i problemi dovuti al consumo del latte fresco. Grazie all’essiccazione a spruzzo (spray drying) il latte viene reso maggiormente disponibile, sia in termini di distribuzione geografica

Tailor-made solutions

M

ilk is broadly acknowledged as a complete staple: nature created a unique way of feeding babies safely and completely, providing nutrients, proteins and essential fats in equal proportions. Yet, milk has a cardinal role also in adults’ lives since it contains essential vitamins and mineral salts. The only limitations to its use are to be connected to its own exceptional features; since this is a food rich in nutrients, it may well be attacked and contaminated by microorganism, pathogenic and not, and even when it undergoes thermal treatment, its life cannot be longer than 6 days for standard pasteurization, and 25 days for ESL. Moreover, since milk is also made of 90% water, volumes to be transported are relevant and transport itself may be expensive in economical and environmental terms. It follows that most consumers depend on local suppliers and fresh milk market is subject to substantially important variations. UHT high-temperature treatment enables

182

Marzo / March 2014

from the one hand to extend the shelf-life of a product, while from the other hand it reduces its vitamin content and changes its sensorial profile. UHT milk is characterized by so-called “cooked” taste, due to sugar caramelization, volumes to be transported remain the same and therefore the problems connected to the consumption of fresh milk remain. Thanks to spray drying, milk is more available in terms of geography and shelf-life: milk powder can be transported everywhere inexpensively, on account of its lower weight and volume, and then preserved up to two years while maintaining its nutritional and sensorial characteristics unaltered. Increasing demand of special products (infant food, nutraceuticals, functional food) with special characteristics generates new challenges for plants manufacturers such as ICF & WELKO; thanks to its extensive experience in processing plants for the food industry, especially for the dairy and beverage sectors, this company provides turnkey solutions for the production of any kind of

FOOD INDUSTRY

che per shelf life: il latte in polvere può essere trasportato ovunque a basso costo, data la riduzione di peso e volume, e conservato fino a due anni mantenendo intatte le caratteristiche nutrizionali e sensoriali. La domanda in aumento di prodotti speciali (infant food, nutraceutici, funzionali) con particolari caratteristiche genera nuove sfide per i costruttori di impianti quali ICF & Welko: questa azienda, grazie alla sua esperienza pluriennale in impianti di processo nel settore alimentare, e in particolar modo nel dairy e nel beverage, è in grado di fornire soluzioni complete chiavi in mano per la produzione di qualsiasi tipo di latte in polvere, garantendo qualità, performance produttiva e risparmio energetico, in piena conformità con i più severi standard internazionali in materia di igiene, sicurezza e ambiente. Grazie al suo background di azienda metalmeccanica, ICF & Welko progetta e realizza impianti su misura, offrendo la massima flessibilità di processo e disponendo di tutti i livelli di automazione; fornisce inoltre il supporto tecnico, tecnologico e ingegneristico rivolgendosi a tutti gli attori del dairy business, dalla multinazionale già presente sul mercato al piccolo cliente che desidera competere in virtù di un’idea vincente e di un prodotto d’eccellenza. Sfruttando la sua capillare assistenza e le sue partnership, in qualunque parte del mondo si trovi il cliente, ICF & WELKO garantisce l’intervento in meno di 24 ore dalla chiamata. Il suo orgoglio è la soddisfazione del cliente, reale e tangibile, dato che la maggior parte del suo fatturato è costituito da clienti che vogliono incrementare la propria capacità produttiva, migliorarne la qualità o diversificare l’investimento allargando la gamma di prodotti.

ICF & WELKO guarantees turnkey solutions for the production of any kind of milk powder milk powder while granting quality, production efficiency and energy saving, in full compliance with the strictest international hygiene, safety and environmental standards. Owing to its background as an engineering company, ICF & WELKO designs and builds tailor-made plants, offers utmost process flexibility, making use of all automation levels. It also provides technical, technological and engineering support by interacting with all the players of the dairy business, from well-known multinationals to small firms committed to competing in the market thanks to a winning idea or first-class product. Making use of its widespread assistance network and partnerships, in any part of the world, ICF & WELKO guarantees assistance within 24 hours from the request. Its pride is customer’s satisfaction, real and concrete, since most of its turnover consists of customers wanting to increase their production capacity, improve quality, diversify their investments by extending their product range.

www.tecnalimentaria.it


Machinery & Development

Innovatore di mercato da oltre 50 anni Dal 1984 è importatore esclusivo per l’Italia delle lastre TORELIEF®, lastre fotosensibili a rilievo con sviluppo ad acqua semplice

L

’azienda Inglese ha origine dalla ditta individuale che il dr. Roberto Inglese registrò a Bologna nel  1956, ed è quindi presente sul mercato come fornitore per le arti grafiche da oltre 50 anni. Dal 1984 Inglese è importatore esclusivo per l’Italia delle lastre TORELIEF®, lastre fotosensibili a rilievo con sviluppo ad acqua semplice, senza additivi, sia analogiche che digitali, per flessografia, dry-offset e letterpress, prodotte da TORAY INDUSTRIES Inc. in Giappone. Agenti in Italia di Esko (Bronze Reseller 2013) sia per i software che per i CTP nel mercato della stampa di etichette, settore nel quale Inglese vanta oltre 250 clienti effettivi regolarmente forniti con i suoi articoli. Tra i prodotti commercializzati, l’azienda offre i migliori processori semiautomatici e automatici in linea per la produzione di lastre fotopolimeriche con sviluppo ad acqua di alta qualità, sia analogiche che digitali, espositori, e attrezzature di post-stampa quali macchine automatiche per la pulizia dei cilindri anilox, macchine automatiche per la pulizia/lavaggio delle sleeves (novità 2014) e le ben affermate macchine automatiche per il

lavaggio dei clichés dopo la stampa.  In particolare per quest’ultime, adatte per lastre stampate sia con inchiostri UV, che base acqua o base solvente, vanta oltre 150 referenze in Italia e nel mondo, non solo tra gli stampatori di etichette, ma anche nel settore dell’imballaggio flessibile con macchine da stampa a tamburo centrale. Nel 1995 Inglese entrò come innovatore nel mercato della Litolatta in Italia, ove è ad oggi ancora ben presente come agente esclusivo di una nuova realtà: Hebenstreit Metal Decorating GmbH, per la quale promove con successo macchine e linee complete di stampa, verniciatura, essiccazione e sistemi di purificazione dell’aria con risparmio energetico. Attenta alle nuove tecnologie, l’azienda Inglese annovera tra i suoi prodotti anche la INGLESE DP210, stampante digitale di etichette in bobina, per stampare etichette a colori, con tecnologia LED, in basse tirature ad alta qualità e chimicamente resistenti senza necessità di laminare o impermeabilizzare il supporto. Rivolta a tirature da 10.000 a 80.000 etichette al mese, è in grado di produrre etichette finite e di stampare dati variabili come opzione.

Market innovator for over 50 years Since 1984 it has been sole importer for Italy of TORELIEF® plates, water washable photosensitive relief printing plates

T

he present company INGLESE Srl originates from the sole-proprietor firm that dr. Roberto Inglese registered in Bologna back in 1956, more than 50 years ago. Since 1984, Inglese has been sole importer for Italy of TORELIEF® plates, water washable photosensitive relief printing plates, without additives, both analogue and digital, suitable for flexo printing, dryoffset and letterpress, produced by TORAY INDUSTRIES Inc., Japan.

Inglese is agent of ESKO (Bronze Reseller 2013) in Italy for software and CTP in the label printers field, where it has more than 250 customers that it regularly supplies with its items. Among its products the company offers first-class semi-automatic and automatic processors in line for the plate making of high quality plates, both analogue and digital with black mask, the exposure

184

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

devices, and post-press equipments like automatic machines to clean the anilox cylinders, automatic machines to clean sleeves (news 2014)and its very wellknown automatic machines for cleaning plates after the print. Particularly for these machines, which are suitable for plates printed with UV inks, water base inks and solvent base inks, Inglese boasts more than 150 customers in Italy and worldwide, not only among label printers but also in the flexible packaging field. In 1995 Inglese entered into the Italian Metal Decorating Field as innovator, and it is still well present as exclusive agent of a young company: Hebenstreit Metal Decorating GmbH, for which it is successfully promoting the sales of printing machines, coating machines, ovens, air treatment systems with energy saving, and full production lines. Paying attention to new technologies, among our products we number INGLESE DP210, a roll to roll – digital label printer, to print colour labels with LED technology, in high quality short runs, providing chemically resistant laser sharp images, without the need to laminate or seal the image. Intended for 10,000 to 80,000 labels per month, it is capable of producing finished labels and of printing variable data as an option.

www.tecnalimentaria.it


Marketing & Strategy

Noè Alquati è direttore vendite del Gruppo Caffo Noè Alquati è il nuovo direttore vendite del Gruppo Caffo. Nel suo nuovo ruolo Alquati avrà il compito di seguire principalmente la rete vendite Italia, oggi costituita da oltre 80 agenti dedicati ai canali tradizionali, Ho.Re.Ca e ingrosso. 41 anni, originario di Cremona, Alquati vanta una esperienza ormai ventennale nel settore degli alcolici in una nota multinazionale. Con il suo arrivo al Gruppo Caffo, Alquati ritorna ad affiancare il direttore commerciale Paolo Raisa ed il consigliere di amministrazione Gianmichele Rosa, con i quali aveva collaborato all’inizio della sua carriera. Con l’inserimento di Alquati, Caffo è riuscito quindi a ricostituire una squadra vincente già collaudata sul campo che, oltre a rafforzare la distribuzione del Vecchio Amaro del Capo e degli altri dei prodotti Caffo, avrà il compito di rilanciare il famoso Elisir San Marzano Borsci da poco entrato nell’orbita Caffo.

A

9

Noè Alquati is sales director of Gruppo Caffo

Noè Alquati is the newly appointed sales director of Gruppo Caffo and he is in charge of following the sales network in Italy, accounting for over 80 agents in traditional channels such as Ho.Re.Ca. and wholesale. Alquati (41) comes from Cremona and boasts twenty-year experience in the spirits sector gained when working for a well-known multinational. At Gruppo Caffo, Alquati will work again with sales manager Paolo Raisa and member of the board of directors Gianmichele Rosa, which whom he would work at the eve of his career. With the arrival of Alquati, Caffo has succeeded in recombining an already winning team, whose goals will be the strenghening of the distribution of Vecchio Amaro del Capo and other Caffo products, and the relauch of the famous Elisir San Marzano Borsci that has recently been acquired by Caffo.

NE

O IZI

ED

In concomitanza con: Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilità

Alimentare Petrolchimico Alimentare

Tecnologie per l’Alimentare

mcT Alimentare è l’evento verticale di una giornata sulle tecnologie per l’industria alimentare: strumentazione e processo, efficienza impianti/ MES, sicurezza alimentare, tracciabilità, energy management, direttiva macchine, packaging, trattamento acqua/aria/scarichi industriali, laboratorio di analisi, manutenzione degli impianti. L’ingresso è gratuito per gli operatori preregistrati. Il programma prevede: ✔ due sessioni plenarie mattutine ✔ una parte espositiva ✔ una sessione pomeridiana con workshop e corsi di formazione ✔ buffet e coffee break offerti dagli sponsor ✔ in esclusiva gratuitamente tutti i contenuti in PDF

12 giugno 2014

Sponsored by

Appuntamento a Bologna

Registrazione gratuita per gli operatori professionali

www.eiomfiere.it/mctalimentare_bologna

Organizzato da Ente Italiano Organizzazione Mostre


Marketing & Strategy

Innovazione e sviluppo Varvel SpA avvia il sistema gestionale SAP, primo step di una rivoluzione strategica e tecnologica che promette di aumentare efficienza e prestazioni

V

arvel SpA, azienda bolognese specializzata in variatori e riduttori di velocità, ha salutato il nuovo anno con una grande novità. Lo scorso 7 Gennaio, infatti, dopo una prima fase di sperimentazione, ha avviato il sistema ERP (Enterprise Resource Planning) SAP per la gestione e l’organizzazione dei processi aziendali.

Il Go Live è stato ultimato con successo e nell’arco del primo trimestre 2014 è prevista l’andata a regime del nuovo sistema. Una data che segna una svolta storica per la PMI di Crespellano che si avvia a compiere, nel 2015, il sessantesimo. Il nuovo applicativo, infatti, permetterà una gestione coordinata e centralizzata di tutte le attività aziendali e andrà ad aumentare l’integrazione fra le diverse società del Gruppo, interessando, oltre alla capofila Varvel, anche l’hub logistico di Settimo Milanese (MI) e le due controllate Benincasa e OCI. “L’ammodernamento è parte integrante del processo di crescita aziendale cui stiamo lavorando ormai da diversi anni - spiega Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA - con l’obiettivo di rafforzare la nostra posizione nel mercato nazionale, congiuntamente ad uno sviluppo mirato e strategico a livello internazionale”. Nei prossimi mesi, infatti, Varvel SpA adotterà un sistema CRM (Customer Relationship Manager) di ultima generazione che rivolu-

zionerà le modalità di gestione della clientela, potenziando i meccanismi relazionali, mediante l’associazione di ogni cliente ad un contesto ambientale di riferimento, favorendone la fidelizzazione e innalzando il grado di soddisfazione finale. Nel 2014 sarà inoltre attuato il progetto PLM (Product Life-cycle Management) che introdurrà un approccio strategico alla gestione delle informazioni, dei processi e delle risorse a supporto del ciclo di vita dei prodotti in tutte le loro fasi: dallo sviluppo, alla realizzazione, al lancio sul mercato, al ritiro, consentendo una più funzionale razionalizzazione degli sprechi e un’ottimizzazione dei sistemi produttivi, in un processo di perfezionamento industriale continuo. Un percorso, quello intrapreso da Varvel SpA, cominciato già dal 2013, con la definizione di un piano strategico triennale che, sia con l’innovazione tecnologica che con l’apertura a nuovi mercati internazionali, ha come obiettivo l’innalzamento a 50 mln di euro del fatturato.

Innovation and development Varvel SpA starts the SAP management system, the first step of a strategic and technological evolution that is looking to increase efficiency and performance

188

Marzo / March 2014

V

arvel SpA, a Bologna-based company producing variable and fixed speed reducers, greeted the new year with big news. On January 7, after an intense trial phase, Varvel started t h e S A P - E R P ( E n t e r p r i s e R e s o u rc e Planning) system for business process management and organization. The Go Live was satisfactorily completed and it is expected to be fully functional within the first quarter of 2014. The date marks a significant turn for Varvel that in 2015 will enter the 60 th year of activity. The new software will allow a centralized and coordinated management of every business activities and will improve integration among the Varvel Group’s companies. Over the next few months Varvel will implement a state-of-the-art CRM (Customer Relationship Manager) system, greatly improving company’s interaction

FOOD INDUSTRY

between current and future customers, clientele’s fidelity and overall satisfaction. “This upgrade is an important part of the company’s growth we have been working for several years now - says Francesco Berselli, president of Varvel SpA - to strengthen our position in the domestic and international markets.” Always in 2014, a PLM (Product Lifecycle Management) project will also be implemented, introducing a strategic approach to information, process and resource management in product life-cycle support in each phase: development, production, market launch and collection. The PLM system will optimize waste reduction and production systems efficiency. A path, Varvel set as early as 2013 with a three-year strategic plan involving technological innovation and international markets, with the objective of 50 million Euros turnover.

www.tecnalimentaria.it


FOR YOUR DRAINAGE SYSTEMS: TESTED, FLEXIBLE, TECHNOLOGICALLY ADVANCED SOLUTIONS. CAGGIATI MAURIZIO Srl - Strada Langhirano, 351 - 43124 Corcagnano - Parma / ITALY tel +39 0521 632 050 - fax +39 0521 632 051 - e-mail: info@caggiatimaurizio.it www.caggiatimaurizio.it


About Fairs

In Italia il Congresso Mondiale del Pomodoro 2014 Tra i temi portati al tavolo del confronto non solo tecnologia, sostenibilità e packaging, ma anche il ruolo della scienza ed il suo contributo per un uso efficiente di risorse produttive

A

rriva in Italia, dopo le precedenti tappe in Tunisia, Canada, Portogallo e Cina, l’undicesima edizione del Congresso Mondiale del Pomodoro, l’appuntamento mondiale rivolto alla filiera del pomodoro da industria che si terrà a Sirmione (Lago di Garda) dall’8 all’11 giugno 2014. Attesa al congresso la partecipazione di cinquecento operatori provenienti da cinque continenti, congresso che avrà come tema centrale “Dalla terra alla tavola: un impegno comune per il futuro dei prodotti trasformati a base pomodoro”. Gli esperti interverranno sulle previsioni di produzione e consumo nelle diverse aree del mondo, sulla sostenibilità e sulla produttività della coltura del pomodoro da industria, disegnando le strategie future per la valorizzazione e la commercializzazione del prodotto. L’evento è organizzato da AMITOM Assocition Méditerranéenne internationale de la Tomate, dal World Processing Tomato Council e da ISHS, la principale organizzazione mondiale di scienze ortofrutticole

192

Marzo / March 2014

operante in cinquanta paesi. Giunto alla sua undicesima edizione, il Congresso è ospitato dall’ Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) e Fedagri Confcooperative, col patrocinio dell’Organizzazione Interprofessionale Distretto del Pomodoro da Industria – Nord Italia e la cortese collaborazione di ANICAV - Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali. La Segreteria Organizzativa dell’evento è stata affidata a Fiere di Parma, unico operatore fieristico italiano con un “know-how” specifico e riconosciuto a livello internazionale sia nel comparto agro-alimentare, attraverso Cibus, che nelle tecnologie per il food processing&packaging attraverso Cibus Tec-Food Pack (28-31 ottobre 2014), sponsor tecnico del congresso. Tra i temi portati al tavolo del confronto non solo tecnologia, sostenibilità e packaging, ma anche il ruolo della scienza ed il suo contributo per un uso efficiente di risorse produttive sempre più limitate. In programma, una serie di case histories che approfondi-

FOOD INDUSTRY

ranno temi strategici per il settore in tutte le componenti della filiera (per visualizzare il programma completo: www.worldtomatocongress.com). Gli operatori presenti al Congresso potranno anche partecipare al “Post Congress Tour” che si terrà a Parma dall’11 al 13 giugno 2014 organizzato in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, con un articolato programma di visite tecniche a insediamenti produttivi ed istituti di ricerca che valorizzino le attività del territorio nella filiera. Il tour di promozione dell’evento ha avuto inizio al “Food Processing Expo 2014” tenutosi a Sacramento in California il 19 e 20 febbraio con la presenza di una delegazione di Fiere di Parma al meeting dei trasformatori californiani che ha illustrato in anteprima il programma del Congresso Mondiale del Pomodoro. Il pomodoro rappresenta per l’Italia un comparto strategico che, con i suoi 4,5 milioni di tonnellate di pomodoro trasformato, è la seconda realtà al mondo dopo la California.

www.tecnalimentaria.it


About Fairs

The World Processing Tomato Congress to be held in Italy As well as discussing technology, sustainability and packaging, the Congress will also analyze the role of science for a more efficient use of resources

A

fter the former editions held in Tunisia, Canada, Portugal and China, the 11 th edition of the World Processing Tomato Congress will run in Italy, in Sirmione, on Garda Lake, June 8 to 11 - 2014. Sirmione is one of the most charming sites in Europe: its peninsula is a natural extension of evocative beauty stretching into the lake that inspired many poets, from Catullo to Joyce. Over 500 professionals from the 5 continents will be attending the congress under the theme: “From the field to the consumer plate: working together to shape the future for processed tomato products”. Experts will discuss production and consumption forecasts in the different parts of the world, sustainability, tomato growing productivity and also outline strategies for the future promotion and consumption of the tomato products. The Congress is organized by AMITOM – Mediterranean International Association of the Processing Tomato and ISHS, the International Society for Horticultural Science, the main international organization in the field, active in 50 countries.

www.tecnalimentaria.it

The 11th edition of the Congress is organized in collaboration with the Italian Association of Food Industries (AIIPA) and Fedagri Confcooperative, with the patronage of the Interprofessional organization Distretto del Pomodoro da Industria – Nord Italia and the kind cooperation of ANICAV – The Italian Association of Vegetal Preserve Industries. The Congress Organizing Secretariat has been assigned to Fiere di Parma, the only Italian trade show with internationally acknowledged knowhow in the food sector with Cibus, and technologies for food processing & packaging with CibusTec–Food Pack (October 28-31- 2014), technical sponsor of the Congress. Besides discussing technology, sustainability and packaging the Congress will also analyze the role of science for a more efficient use of ever scarcer resources. A series of round table case histories will examine in depth the strategic issues of the sector in all the phases of the line. The promotion tour started from Sacramento, California, when Fiere di Parma took part in the Meeting of the

FOOD INDUSTRY

Californian Food Processors to disclose the Congress program (see more on www.worldtomatocongress.com). The Congress participants can also register for the “Post Congress Tour” that will take them to the Parma region from June 11 to 13 2014. Organized in cooperation with Regione Emilia Romgna it will offer a complete program of technical visits to a tomato growing farm, a tomato processing factory and a research center that will outline the value of the processing tomato sector in this territory. The processing Tomato industry is a strategic business for Italy: with 4.5 million tons per year of processed tomato products, the country occupies the second place in the world ranking, after California.

Marzo / March 2014

193


Machinery & Development

Risultato di esperienza, ricerca e sviluppo

Il ruolo e la visione di PIGO richiedono impegno verso la ricerca innovativa, per un miglioramento costante

L

Result of experience, research and development PIGO’s role and vision require commitment to innovative research, for constant improvement

P

IGO set a goal to become an initiating force in technological and economical progress in fruit and vegetable processing industry, a leader in country and in the world in manufacturing of food processing machines from its programme. The innovated EASY Freeze SPYRO represents the latest generation of spiral freezer, giving utmost advantages to the users, both in energy efficiency and in hygienic and technological advantages, such as (some of them): Belts gear motors are positioned outside the insulated cabin (no lubrication inside the freezer) avoiding any risks of contaminations due to some oil leakages; • The unit doesn’t have any mezzanine floor and or intermediary platform, to avoid any dirtiness accumulation (presence of any mezzanine floor or intermediary platform are making more difficult the cleaning operations) – the absolutely highest hygienic standards; • Freezer design is made according to max. thermal load and max. surface occupied on the belt by the different products foreseen; • Low maintenance cost and low spare parts cost due to utilisation of high quality commercial components;

194

Marzo / March 2014

Together with its partners, PIGO has installed its machines, both spiral and fluidised bed freezers, throughout the world. Its systems have been supplied to companies in the US, Europe, Africa, Australia and Asia by the company and its partners in the industry. For 2014 PIGO is committed to penetrating further into North American markets with the aim of both cementing its already well-established presence in Canada and conquering the rest of the U.S.A. PIGO has also developed the following new machines: • EASY Dry SPYRO, the best solution to dry different products featuring construction very similar to Easy Freeze SPYRO and for the same benefits in terms of hygiene, user friendliness and energy efficiency. • Washing machine PG 018, new washing machine for fruit and vegetables featuring an innovative system of nozzle, valves and fiters. • Machine for cauliflowers PG 415, with new circular movement, sorts pieces of cauliflowers and automatically eliminated all waste through special blades designed by PIGO. To get a better idea of what PIGO does, please visit the websites www.pigo.biz or www.pigo.it or just send e-mail to office@ pigo.it, they will be very glad to send their detailed offer, and also a DVD with plenty of videos with its machines in the work. Short video clips of PIGO machines in operation are available on www.youtube.com, look for PIGOsrl.

FOOD INDUSTRY

’azienda PIGO si è prefissata l’obiettivo di diventare la forza motrice del progresso tecnologico ed economico dell’industria della lavorazione di frutta e verdura, un leader nel proprio Paese e nel mondo nella produzione di macchine per la lavorazione alimentare. L’innovativo EASY Freeze SPYRO rappresenta l’ultima generazione di freezer a spirale dagli assoluti vantaggi in termini di efficienza energetica, igiene e tecnologia. Tra questi ne citiamo alcuni: • I motoriduttori a nastro sono posizionati all’esterno della cabina isolata (nessuna lubrificazione all’interno del freezer), evitando così ogni rischio di contaminazione da perdita di olio; • L’unità non ha piani mezzanini o piattaforme intermedie, questo per evitare accumuli di sporco (infatti piani mezzanini e piattaforme intermedie rendono le operazioni di pulizia più difficili), per un elevato livello di igiene assoluta; • Il design del Freezer è in stato progettato in base al carico termico massimo e alla superficie massima occupata sul nastro dai diversi prodotti previsti; • Bassi costi di manutenzione e di parti di ricambio grazie all’uso di componenti commerciali di alta qualità; Assieme ai propri partners, PIGO ha installato le sue macchine, congelatori a spirale e a letto fluido, in tutto il mondo. I suoi sistemi sono forniti ad aziende in USA, Europa, Africa, Australia e Asia dall’azienda stessa e dai suoi partner industriali. Per il 2014 PIGO intende espandersi ulteriormente nel mercato nordamericano con l’obiettivo di confermare la sua già solida presenza in Canada e di conquistare il resto degli Stati Uniti. PIGO ha sviluppato le seguenti nuove macchine: • EASY Dry SPYRO rappresenta la migliore soluzione per essiccare prodotti diversi. Avendo una costruzione al quanto simile a Easy Freeze SPYRO, la nuova macchina offre i medesimi vantaggi in termini di igiene, facilità d’uso ed efficienza energetica. • Washing machine PG 018, nuova lavatrice per frutta e verdura con un sistema innovativo di ugelli, valvole e filtri. • Macchina per Cavolfiori PG 415, con il nuovo sistema a movimento circolare, separa i pezzetti di cavolfiore ed elimina automaticamente gli scarti grazie agli specifici coltelli progettati da PIGO. I siti www.pigo.biz e www.pigo.it aiutano ad avere un’idea migliore della produzione PIGO; è possibile inoltre inviare una mail a office@pigo.it per avere un’offerta dettagliata e un DVD con molti video delle macchine in funzione. Brevi video sulle macchine PIGO in funzione sono visibili su www.youtube.com, sotto il nome PIGOsrl.

www.tecnalimentaria.it


Science & Technology

Soluzioni di azionamento Soluzioni di azionamento igieniche, dall’industria alimentare ai sistemi di convogliamento: riduttori ad assi ortogonali più leggeri e più facilmente lavabili

P

er le applicazioni che devono rispettare requisiti igienici severi, NORD DRIVESYSTEMS fornisce riduttori ad assi ortogonali a 2 stadi in alluminio in cinque taglie con una coppia massima di 660 Nm che sono particolarmente facili da lavare. Il design lavabile si basa su superfici incli-

nate lisce e transizioni con ampi raggi senza spazi ciechi e non richiede coperture di assemblaggio. I liquidi di pulizia scorrono facilmente e completamente sulle superfici, che rimangono anche notevolmente più fredde di quelle degli azionamenti convenzionali grazie alla speciale costruzione. Il design è ottimizzato, fra l’altro, per l’uso

I riduttori igienici ad albero elicoidale NORD sono disponibili nelle versioni a involucro aperto o chiuso – a destra: in combinazione con un motore a superficie liscia NORD’s hygienic helical bevel gear units are available as open or closed frame versions – right: combined with a smooth-surface motor

nell’industria alimentare ed è conforme a linee guida e standard internazionali come EHEDG, ANSI/BISSC e ANSI/NSF. Se necessario, i riduttori possono essere dotati di doppie tenute sull’albero. Possono essere ordinati nelle versioni a involucro aperto o chiuso, con albero cavo o pieno. Progettati secondo il collaudato principio UNICASE, gli involucri sono molto resistenti alla torsione e sopportano un elevato stress meccanico. Con il trattamento superficiale opzionale NSD tupH, diventano estremamente resistenti alla corrosione, agli acidi e alla soluzioni alcaline. Il sistema di conversione superficiale a tenuta NSD tupH di NORD non è un rivestimento, pertanto non vi sono strati che possano sfaldarsi. Al contrario, il processo trasforma le superfici conferendo loro una durezza fino a sette volte quella del materiale di alluminio di base. Pertanto, gli involucri acquistano qualità di robustezza e durevolezza che sono simili a quelle delle versioni in acciaio inossidabile, rimanendo nello stesso tempo molto più leggeri e più economici. Oltre che per i processi dell’industria alimentare, i riduttori sono idealmente adatti anche per sistemi di convogliamento e sollevamento, soprattutto in applicazioni dove i motoriduttori devono essere movimentati e il loro peso diventa essenziale. Tutti i motoriduttori possono essere combinati con motori a superficie liscia compatibili di NORD o altri produttori.

Drive solutions Clean drive solutions for food technology, conveyors, and beyond: Lightweight, hygienic helical bevel gear units

F

or hygienically demanding applications, NORD DRIVESYSTEMS supplies aluminum two-stage helical bevel gear units in five sizes with a maximum torque of 660 Nm that are especially easy to clean. The washdown design is based on smooth inclined surfaces, transitions with large radii without dead spaces, and requires no assembly covers. Cleaning liquids wash off easily and completely from the surfaces, which also remain considerably cooler than those of conventional drives thanks to the special construction. The design is optimized, amongst others, for use in the food industry and complies with international

196

Marzo / March 2014

guidelines and standards such as EHEDG, ANSI/BISSC, and ANSI/NSF. If required, the gear units can be fitted with double shaft seals. They can be ordered as open or closed frame versions with hollow or solid shafts. Designed according to the proven UNICASE principle, the housings are very torsion-resistant and withstand high mechanical stress. With the optional NSD tupH surface treatment, they become extremely resistant to corrosion as well as acids and alkaline solutions. NORD’s NSD tupH sealed surface conversion system is not a coating, which means that no layers

FOOD INDUSTRY

can peel. Instead, the process transforms surfaces with up to seven times the hardness of the base aluminum material. Thereby, the housings acquire robustness and durability qualities that are similar to stainless steel versions, while remaining much lighter and more economic. In addition to food industry processes, the gear units are also ideally suited for conveyor systems and hoists, especially in applications where geared motors have to be moved and their light weight becomes essential. All gear units can be combined with suitable smooth-surface motors from NORD or other manufacturers.

www.tecnalimentaria.it


NORD DRIVESYSTEMS | Intelligent Drivesystems, Worldwide Services

A clean case Motors – IE2 / IE3 n IP 66, also with brake n Material: aluminium n High efficiency n Smooth surface, even with brake n Long service life n Also with decentralised drive electronics n Washdown effect

Gear units n 2-stage bevel gear units n High efficiency n Smooth surface n Material: aluminium n Washdown effect

Especially for the food sector n Complies with international standards, e.g. EHEDG, ANSI / BISSC, ANSI / NSF n Super corrosion protection n No coating

www.nord.com/110 NORD Motoriduttori srl Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO ) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749, italy@nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group


Marketing & Strategy

Obiettivo: internazionalizzazione Goal: internationalization

Mario Mancini nominato delegato all’internazionalizzazione della Piccola Industria di Confindustria Nazionale

M

Mario Mancini in charge of internationalization activity of Piccola Industria - Confindustria Nazionale

ario Mancini, socio Assofoodtec COMACA, è stato nominato delegato all’internazionalizzazione della Piccola Industria di Confindustria Nazionale. Mario Mancini, già vice presidente della Piccola Industria di Confindustria Nazionale, ha iniziato la sua carriera nel 1987 fondando, insieme alla moglie Giuseppina Concetti, il Gruppo Mancini, leader negli impianti di macellazione delle carni e stagionatura salumi. Una realtà ancora radicata nel territorio marchigiano, ma che negli anni ha saputo aprirsi al mercato internazionale: Francia e Ungheria i primi mercati approcciati e a seguire l’apertura di stabilimenti in Colombia (2001) e Romania (2004), oltre a tanti uffici di rappresentanza. Grazie ai numerosi viaggi di lavoro realizzati nel corso degli anni, Mario Mancini ha maturato una grande esperienza nel settore dell’internazionalizzazione d’impresa e dell’apertura di nuovi mercati. Una competenza che ora potrà mettere a disposizione della Piccola Impresa di Confindustria e delle tante aziende associate che stanno cercando nuovi sbocchi per i propri prodotti. “Nonostante la crisi degli ultimi anni, il Made in Italy continua ad essere un brand di alto livello, riconosciuto a livello mondiale - dichiara Mancini - Il problema è semmai lo scarso supporto da parte dello Stato, che in questo momento non aiuta sufficientemente le piccole e media imprese che stanno cercando di aprirsi ai mercati esteri. Il mio primo obiettivo sarà quindi quello di cercare nuove soluzioni a favore di chi sta cercando di internazionalizzare il proprio business”.

198

Marzo / March 2014

M

ario Mancini, Assofoodtec/COMACA member, has recently been appointed director in charge of the internationalization activity at Piccola Industria withing Confindustria. Mario Mancini, already vice-president of Piccola Industria within Confindustria Nazionale, started its career in 1987 when he and his wife Giuseppina Concetti founded Gruppo Mancini, leader in the production of meat slaughtering and salami seasoning plants. This business is still well-established in Le Marche and has been able to open up to international market in recent years: France and Hungary were in fact the first markets to be approached, then followed suit by Colombia in 2001 and Romania in 2004, accompanied by many branch offices. Thanks to many business travels, Mario Mancini has gained extensive experience in business internationalization and openingup to new marketplaces. His expertise will be put at the disposal of Confindustria Piccola Impresa and many member companies looking for new outlets for their products. “Despite of the crises of recent years, Made in Italy has remained a top-level brand, recognized and appreciated worldwide”, says Mancini. “The problem may be found in the poor support from our Government, which has been doing very little for small- and medium-sized businesses trying to open up to foreign markets. My first goal will be finding new solutions to help those who want to internationalize their business.”

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


The company with over 15 years of activity on the national and international market stands out for its power of innovation in the context of the Engineering and Industrial Technology consulting of machines and complete lines for the processing industry of tomatoes, fruits and vegetables. For us, quality is not a point of arrival but a starting point, a concept that must align still active and consistent daily

Pilot installations for agribusiness processes Technical consultancy in agribusiness process Complete lines for processing of fruits and vegetables Tomato processing lines Pickled vegetables Production plant of jams and marmalades Purees, fruit juices and nectars Dosing & mixing systems Pilot lines for dairy products designed for white milk R&d for by-products such as cream, butter, cheese and ice cream Mixed milk drinks Facilities for yogurt production

Efficiency it’s powerful idea ‌

We ar

e look ing fo sever r loca al are l agen as of ts in the w orld.

Parma - Italy info@cm-technologies.biz - www.cm-technologies.biz phone: +39 0521.711627 - mobile: +39 338.1222621


Machinery & Development

Soluzioni personalizzate

I

CLXP240, clippatrice automatica CLXP240, automatic clipping-machine

Massaggiatrici automatiche sottovuoto Automatic vacuum tumblers

nox Meccanica produce macchine altamente efficienti per l’industria alimentare, in particolare per la salagione, l’insacco, la legatura e la clippatura di salumi e carni e per il lavaggio di piccole, medie e grandi attrezzature. • CLXP240, clippatrice automatica per salami, cotti e arrosti Massima versatilità e flessibilità con calibri d’insacco da 65 a 240 mm. Massima efficienza nella produzione di arrosti con films edibili per produrre prodotti in barre per affettato o di forma anatomica. Si possono insaccare salumi da cuocere o stagionare con la maggior parte dei budelli disponibili sul mercato, prodotti da cuocere con sistema Cooking o Strip-off, oppure, con un apposito dispositivo, applicare in contemporanea all’insacco nel budello, una rete elastica, per mantenere più formato il prodotto durante il ciclo successivo o rendere possibile l’appendimento con un laccetto anche prodotti molto pesanti. Un altro importante dispositivo che può essere installato su CLXP è il DV3 Cutting System, un rivoluzionario sistema brevettato, per insaccare parti anatomiche intere, con il taglio della porzione a fine tubo d’insacco, garantendo una perfetta separazione della porzione. La clippatrice funziona collegata ad un’insaccatrice sottovuoto. La macchina è conforme alla direttiva macchine Europea in materia di sicurezza,

Custom-made solutions

I

nox Meccanica produces highly efficient machinery for the food industry, for salting, stuffing, binding and clipping sausages and meat in particular, as well washing machines for small-, medium- and big-sized equipment. • CLXP240, automatic clipping-machine for salami, cooked and roasted products Maximum versatility and flexibility with stuffing diam. from 65 up to 240 mm. Maximum efficiency for roast production with edible films, for product with bars shape for slicing or with anatomical shape. It’s possible to stuff sausages to be cooked or seasoned with most of the casing available on the market, product to be cooked with system Cooking or Strip-off, or, with a special device, to put at the same time with casing an elastic net to keep the product more shaped during next cycle or make possible the hanging with a loop for very heavy products. Another important device that can be installed on machine CLXP is the DV3

200

Marzo / March 2014

Cutting System, a revolutionary patented system, to stuff whole muscles pieces, with cut of the portion at the end of the stuffing pipe, with a perfect separation of the portion. This clipping machine has to be connected to a vacuum filler. This machine conforms to the European machine directive in the domain of safety, noise and hygiene. • Automatic vacuum tumblers For the salting of raw products such as hams, neckbacon, bellybacon, bresaole, speck and for products to be cooked such as ham, shoulder, bacon and so on. Inox Meccanica’s range of automatic tumblers consists in models with a loading capacity of approximately from 500 up to 5000 kg. High technological content machine. Equipped with programmer with large display; every working cycle, even complex ones, can be selected in a very easy and quick manner. Speed range from 1 to 10 rpm. Patented automatic salting system with osmotic extraction, for cured product

FOOD INDUSTRY

rumore e igiene. • Massaggiatrici automatiche sottovuoto Per la salagione di prodotti crudi come prosciutti, coppe, pancette, bresaole, speck e per prodotti da cuocere come prosciutti, spalle, bacon ecc. I modelli costruiti hanno capacità di carico da 500 a 5000 kg. di prodotto circa. Sono macchine ad alto contenuto tecnologico. Dotate di programmatore con ampio display su cui è possibile impostare facilmente cicli di lavoro anche complessi in modo semplice e rapido. Range di velocità di rotazione da 1 a 10 giri al minuto. Il sistema automatico di salagione a estrazione osmotica, brevettato, per prodotti da stagionare, permette di creare all’interno della massaggiatrice condizioni ottimali per un’omogenea distribuzione del sale e al tempo stesso una riduzione significativa della quantità d’acqua presente nella carne. Le macchine Inox Meccanica possono essere dotate di un’intercapedine esterna e relativo impianto, con cui è possibile refrigerare per mantenere la temperatura costante del prodotto all’interno della botte anche in ambiente non condizionato; oppure riscaldare nel caso si voglia scongelare sottovuoto la carne. E’ possibile inoltre applicare alla macchina un sistema di pesatura con visualizzatore e celle di carico in acciaio inox. Sistemix è l’innovativo sistema di supervisione completo ed esclusivo per dialogare con la macchina direttamente dall’ufficio. Si possono registrare tutti i parametri del ciclo in corso, comporre nuove ricette ed inviarle al PLC di bordo macchina e controllare lo stato della macchina stessa. La macchina è conforme alla direttiva macchine europea in materia di sicurezza, rumore e igiene. info@inoxmeccanica.it www.inoxmeccanica.it

allows to create inside the tumbler the optimal conditions for a homogeneous distribution of the salt and at the same time a significant reduction of water in the meat. Inox Meccanica machines can be provided with an outer interspace and its related system that enable to refrigerate the machine and keep the product’s temperature constant, even in a non-conditioned ambient; it is also possible to heat the ambient in order to vacuum-defrost the meat. A weighing system with display and stainless steel loading stores can be provided too. Sistemix a complete and exclusive supervision system, with which it is possible to register all the cycle parameters of the working cycle or write new recipes and send them to the PLC onboard control panel. Furthermore, it is possible to check the machine’s working status. The machine described above is in accordance with and conform to the European machine directive in the domain of safety, noise and hygiene. info@inoxmeccanica.it www.inoxmeccanica.it

www.tecnalimentaria.it


FROM SALTING TO PACKING

Automatic Vacuum Tumbler

Automatic line for forming, stuffing and clipping PIC99B

Automatic clipping-machine for salami, cooked and roasted products CLXP240

INOX MECCANICA s.r.l. Strada Solarolo, 20/B-C-D - 46044 Solarolo di Goito - Mantova - Italy Tel. +39-0376.60.82.82 - Fax +39-0376.60.81.80 email: info@inoxmeccanica.it - www.inoxmeccanica.it

campbelladv.com - 07914

WORLD LEADER IN TECHNOLOGY FOR SAUSAGES PRODUCTION


Machinery & Development

Dettagli di qualità D.I.M. si rivolge a vari settori e comparti che devono utilizzare piccole quantità di molle di compressione e di trazione, spirali a compressione e a trazione, molle a tazza e molle di torsione

D

a quasi un trentennio D.I.M. Distribuzione Immediata Molle di Milano offre una ampia gamma di componenti standardizzati con disponibilità di prodotti pronti a magazzino ed evasione degli ordini entro le 24 ore. Nata nel 1985 con l’obbiettivo di soddisfare l’esigenza di frequenti forniture in tempi brevi di piccoli quantitativi di molle, l’azienda ha così fondato la propria crescita perfezionandosi sempre di più in un servizio molto efficiente dal punto di vista sia tecnico sia logistico. Dalla propria sede milanese, D.I.M. rivolge la propria offerta di prodotto e di servizio a vari settori e comparti che devono utilizzare piccole quantità di molle di compressione e di trazione, spirali a compressione e a trazione, molle a tazza e molle di torsione. Una gamma di prodotto che comprende circa 2.000 codici di molle sempre disponibili per un impiego immediato.

Più nel dettaglio, le molle di compressione sono disponibili sia in acciaio al carbonio che in acciaio inossidabile, con diametro filo da 0,20 a 5mm. Le molle di trazione, anch’esse disponibili in acciaio al carbonio e in acciaio inossidabile, hanno occhielli tedeschi chiusi con relazione variabile alle estremità e diametri di filo da 0,5 a 5 mm. Negli stessi materiali citati si trovano poi a catalogo anche una vasta gamma di spirali con diametri filo da 0,4 a 3,2mm. Fabbricate sotto stretto controllo di qualità in conformità alle caratteristiche di carico secondo norme DIN 2093, le molle a tazza sono impiegabili per applicazioni particolari dove siano richieste elevate resistenze a fatica. Recentemente la già ampia gamma dei prodotti è stata integrata con le molle di torsione con terminali a 180 gradi, anch’esse disponibili in 2 tipi di materiali. Le molle di torsione proposte da D.I.M. si caratterizzano anche per l’avvolgimento elica destra o sinistra a spire accostate senza passo e tolleranze di dimensioni e carichi in accordo alla tabella DIN 2194, grado 2. Ma anche la qualità delle molle rappresenta un grande punto di forza dell’azienda, confermato dall’altrettanta fidelizzazione dei clienti stessi. Per agevolare il lavoro di progettisti e tecnici, dal sito web www.dim.molle.com è possibile agganciarsi al sito CADENAS per scaricare tutti i codici di molle DIM in formato 2D e 3D per la gestione CAD.

Details of quality D.I.M. addresses to the various sectors where small quantities of compression and extension springs, compression and extension spirals, disk springs and torsion springs are used

F

or some thirty years, D.I.M. Distribuzione Immediata Molle of Milan has been offering a comprehensive range of standardized components, available on stock and delivery in 24 hours. Established in 1985 with the goal of promptly supplying small orders of

202

Marzo / March 2014

springs, the company has developed specializing in a very efficient service from the technical and logistical points of view. From its Milanese premises, D.I.M. addresses its product and service offers to the various sectors where small quantities of compression and extension springs, compression and extension spirals, disk springs and torsion springs are used. A range of products consisting of some 2,000 items is always available and for immediate use. In detail, the compression springs are available both in carbon steel and stainless steel, with diameter on the edge from 0,20 to 5mm. Traction springs, in carbon steel and stainless steel, have German-type, closed hook, with variable relation to the edges and on-the-edge diameters from 0,5 to 5mm. The catalogue also lists a wide range of spirals, made in the same materials, with on-the-edge diameters from 0,4 to 3,2mm.

FOOD INDUSTRY

Produced accordingly DIN 2093 quality standards for load features, disk springs are suitable for special applications requiring high stress resistance. The already wide product range has been recently extended with torsion springs with terminals at 180°, available in two materials. The torsion springs proposed by D.I.M. stand out for their right or left hand with linking turns without pitch, and dimension and load tolerance according to DIN 2194, grade 2. In addition to this, the quantity of springs is also a relevant asset of this company, which is also evidenced by customer fidelity. To make engineers and technicians’ work easier, on www.dim.molle.com it is possible to be linked to CADENAS site to download all codes of DIM springs, in 2D and 3D, for CAD management.

www.tecnalimentaria.it


Oltre 2000 componenti tecnici di precisione standardizzati disponibili in pronta consegna

AV8976_B6H_13_01.indd 1

20/02/13 10.35

Tenuta all’acqua ed alla polvere Tenuta all’acqua ed alla polvere

e nibil Dispo si 316 Ai

in

Roxtec ComSeal™ è un telaio legFlessibilità per progettisti VANTAGGI ComSeal™ è un telaio leggero per ingresso caviRoxtec in cabinets ed VANTAGGI Il sistema di sigillatura Flessibilità Roxtec è per progettisti ■ Fornitura in kit gero per ingresso caviveloce in cabinets ed da usare Il sistema apparecchiature che assicurano proe facile ed instal-di sigillatura Roxtec è ■ Fornitura in kit apparecchiature proveloce euna facile da usare■ed Facile instal- da utilizzare tezione certificata contro polvere ed che assicurano lare. Roxtec Multidiameter™, ■ Facile da utilizzare ■ Due modalità di fissaggio tezione certificata contro polvere ed lare. Roxtec Multidiameter™, una acqua. L’applicazione tipica nasce nel soluzione basata su moduli in gomma ■ spazi Due modalità di fissaggio ■ Ottimizzazione degli L’applicazione tipica nasce nel soluzione in gomma settore industriale, peracqua. ingressi cavi con strati rimovibili, assicura unabasata su moduli ■ ■ Esecuzione leggera Ottimizzazione degli spazi perperfetta ingressiaderenza cavi con assicura una sulla piastra di fondo disettore quadri industriale, elettrici a cavi e strati tubi dirimovibili, varie sulla quadri elettrici perfetta aderenza a cavi■e tubi di varie in AISI■316Esecuzione leggera Disponibile ed apparecchiature; per poipiastra esten- di fondo didimensioni. Tale tecnologia innovativa ■ Disponibile in AISI 316 apparecchiature; per poi estendimensioni. Tale tecnologia innovativa dersi anche al settore ed telecomunicasemplifica la progettazione, accelera dersi anche alinsettore l’installazione telecomunica-e fornisce semplifica zioni ed al settore navale (utilizzato capacitàla progettazione, accelera zioni ed allocker settore navale (utilizzato in e fornisce capacità locali tecnici, quali ad esempio di scorta integrata per l’installazione eventuali locali tecnici, quali ad esempio lockerfuturi indiloco. scorta integrata per eventuali e thruster rooms). aggiornamenti e thruster rooms). aggiornamenti futuri in loco. Roxtec Italia S.r.l Via Leonardo da Vinci, 25 - 20060 Cassina dè Pecchi (MI), ITALY Roxtec Italia S.r.l TEL. + 39 02 959012.1 - FAX. +39 02 95901240, info@it.roxtec.com, www.roxtec.com/it Via Leonardo da Vinci, 25 - 20060 Cassina dè Pecchi (MI), ITALY TEL. + 39 02 959012.1 - FAX. +39 02 95901240, info@it.roxtec.com, www.roxtec.com/it

Di


Marketing & Strategy

Nuovo catalogo giunti R+W Italia Il nuovo catalogo R+W Italia diventa ora un vero e proprio manuale tecnico dove trovare tutte le informazioni necessarie per fare la scelta giusta

F

orte della sua esperienza ventennale nella produzione di giunti a soffietto e elastomero di precisione, R+W Italia rinnova ed arricchisce il proprio catalogo; inserendo, tra le varie novità, l’ultima famiglia di giunti nati: I lamellari serie LP. Il nuovo catalogo R+W Italia diventa ora un vero e proprio manuale tecnico dove trovare tutte le informazioni necessarie per fare la giusta scelta del giunto e del limitatore più adatto alle proprie esigenze. Per la prima volta tutti i prodotti R+W vengono raccolti in un unico catalogo. Particolare rilievo è stato dato alla nuova sezione dedicata al dimensionamento; nelle prime pagine del manuale, infatti, vi è un intero capitolo dedicato alle formule matematiche per effettuare la scelta corretta in funzione dell’applicazione e delle condizioni di lavoro del giunto.

La nuova grafica rende il catalogo più fruibile e di più semplice consultazione; trovano spazio ora anche ampliamenti di gamma come i nuovi giunti a soffietto metallico adatti alla compensazione dei disallineamenti laterali e angolari molto più elevati, il tutto senza sacrificare il valore di rigidità torsionale. Anche la sezione dedicata ai giunti con allunga si arricchisce. Sul nuovo catalogo compare infatti la nuova serie ZAL, caratterizzata dal tubo intermedio in fibra di carbonio per applicazioni ad alta velocità. Concludendo possiamo affermare che il nuovo catalogo R+W si dimostra una risorsa indispensabile per i progettisti meccanici e uno strumento nel quale trovare soluzioni e prodotti per qualsiasi tipo di collegamento tra gli organi di trasmissione di una catena cinematica. Per ricevere il nuovo catalogo scrivere a: info@rw-italia.it

R+W Italia new catalogue of couplings The new R+W Italia catalogue is now a real technical manual where all useful information is provided to help make the best choice

R

elying on its extensive experience gained in over twenty years in the production of precision elastomeric bellow couplings, R+W Italia renovates and extends its catalogue with, among others, the latest family of couplings: Disc Pack Couplings, Series LP. The new R+W Italia catalogue is now a real technical manual where all useful information are provided to help choose the best coupling or limiter to our requirements. For the first time, all R+W products are listed on one catalogue only, where special importance is given to the new section dedicated to dimensioning; in fact, on the first pages of the catalogue we can find a full chapter with mathematical formulae that can help us make the right choice depending on the application and work condition of the coupling.

204

Marzo / March 2014

FOOD INDUSTRY

New graphics makes the catalogue more usable and easily readable; we can also find new metal bellow couplings for the compensation of much higher side and angular misalignment, without ever jeopardizing the value of torsional stiffness. The section on couplings with extensions has been further enriched with the new Series ZAL featuring intermediate carbon fibre tube for high-speed applications. In conclusion, we can say that the new R+W catalogue proves to be essential resource to mechanic engineers and useful tool through which we can find solutions and products for any kind of connection between the transmission devices of a kinematic chain. To receive the new catalogue, e-mail to info@rw-italia.it

www.tecnalimentaria.it


WoRLD processing To m aTo

congress

ISHS S y m p o S I U m on the p r o c e s s i n g

To m aTo

GLI IMBATTIBILI

8-11 JUNE 2014

ROBUSTI E PRECISI: I NOSTRI GIUNTI AD ELASTOMERO

L A K E G A R D A - itA Ly Diamond Sponsors

Platinum Sponsors

Gold Sponsors

I PERFEZIONISTI

PRECISI E SENZA GIOCO: I NOSTRI GIUNTI A SOFFIETTO Silver Sponsors

Organized by:

With the Patronage of:

Hosted by:

Congress Secretariat:

With the kind cooperation of:

I GUARDIANI SENZA GIOCO E COMPATTI: I NOSTRI LIMITATORI DI COPPIA

RW-ITALIA.IT

IL GIUNTO

Media Partner:

Technical Partner:

www.worldtomatocongress.com


Marketing & Strategy

Expertise e know-how innovativi L’innovazione in Ricerca e Sviluppo consente una leadership tecnologica indiscussa

S

MC Corporation è la multinazionale giapponese leader mondiale nella produzione di componenti pneumatici per l’automazione industriale. Quotata alla borsa di Tokyo, annovera 78 tra filiali e uffici commerciali in 50 Paesi al mondo. SMC Corporation è stata nominata per il terzo anno consecutivo da Forbes tra le 100 aziende più innovative al mondo. SMC Italia è la consociata di SMC Corporation presente in Italia dal 1977 con una sede centrale a Carugate (MI) e uno stabilimento produttivo a Carsoli (AQ). La rete vendita diretta e indiretta è il vero patrimonio dell’azienda in termini di expertise e know-how garantendo copertura e assistenza capillare. La rete vendita diretta, integrata dal network dei distributori SMC presenti su tutto il territorio nazionale, fornisce copertura e assistenza tali da assicurare un elevato livello qualitativo di servizio ai clienti. SMC Italia è certificata UNI

EN ISO 9001, l’unità produttiva di Carsoli è certificata UNI EN ISO 14001. L’innovazione in Ricerca e Sviluppo, grazie a di più di 1.400 ingegneri nel mondo, consente una leadership tecnologica indiscussa e offre la disponibilità di 11.000 prodotti base, 620.000 varianti e circa 50 nuovi prodotti l’anno, la gamma più completa di componenti per automazione presente sul mercato. I prodotti SMC offrono elevate prestazioni, alta qualità e risparmio energetico: SMC investe 100 milioni di dollari l’anno in programmi globali di ricerca e sviluppo. In linea con questo principio la Corporation ha aperto stabilimenti industriali chiave in tutto il mondo. SMC sta inoltre programmando di aumentare la dimensione del Magazzino Centrale Europeo (European Central Warehouse ECW) sito ad Anversa, incrementando lo stock sempre disponibile e assicurando un servizio di consegna migliore ai clienti europei.

Programma Energy Saving L’effetto dell’introduzione delle legislazione “20-20-20 Climate and Energy Package” è una richiesta di minori emissioni, di incremento dell’uso di energie rinnovabili, di migliore efficienza energetica ed eliminazione degli sprechi almeno del 20% entro il 2020. Una non accurata progettazione e un’inadeguata manutenzione hanno un impatto significativo sul costo della produzione, può toccare in un anno il 20% di aria compressa per un totale di 2,3 miliardi di euro solo in Europa. Il programma Energy Saving adottato da SMC realizza prodotti con Green, senza elementi inquinanti quali cadmio, piombo e mercurio. SMC sa che la corretta selezione dei componenti e gestione delle energie riducono gli sprechi ottenendo una diminuzione dell’utilizzo di aria compressa fino al 50%.

Innovative expertise and know-how Innovation in Research & Development enables undisputed technological leadership

S

MC Corporation is the Japanese multinational world leader in the production of pneumatic components for industrial automation. Listed on the Tokyo Stock Exchange, it includes 78 branches and sales offices in 50 countries around the world. SMC Corporation has been listed by Forbes for the third consecutive year among the 100 most innovative companies in the world. SMC Italia is a subsidiary of SMC Corporation. SMC has been operating in Italy since 1977 with the head office in Carugate (Milan) and a manufacturing plant in Carsoli (L’Aquila). The direct sales network and the indirect one, distributed throughout the country are the real asset of the company in terms of expertise and know-how and they ensure spread coverage and support. The direct sales network, complemented by a network of SMC’s dealers present throughout the national territory, provides the coverage and assistance needed, such as to ensure a high quality service to customers. SMC

206

Marzo / March 2014

Italy is certified UNI EN ISO 9001 as Carsoli manufacturing unit enjoys the certification UNI EN ISO 14001. SMC Corporation’s team of more than 1,400 engineers worldwide allows it to maintain its undisputed technological leadership and to offer an availability of 11,000 basic products, 620,000 variants and about 50 new products a year, the most complete range of automation components on the market. SMC products offer high performance, high quality and energy saving: SMC invests every year more than 100 million dollars in global programs of research and development. In line with this principle, the Corporation has opened key industrial plants all over the world. SMC is also planning to increase the size of the European Central Warehouse (European Central Warehouse ECW ) site in Antwerp, which will boost the always available stock, helping to ensure an even better service delivery to European customers. Energy Saving Programme

FOOD INDUSTRY

From the introduction of the European Union “20-20-20 Climate and Energy Package” is a request to lower emissions increase the use of renewable energy, improve energy efficiency and eliminate waste by at least 20% before the end of 2020. SMC’s Energy Saving department revealed that the inaccurate design and inadequate maintenance have a significant impact on the cost of production. In a year you can get to waste more than 20% of compressed air which means more than 2.3 billion only considering the European area. The Energy Saving programme created by SMC, aims at the development of products with the brand Green, which are manufactured without the use of polluting elements such as cadmium, lead and mercury. SMC is aware that a correct choice and selection of components lead to waste reduction and rationalization of energy used in production processes, while also achieving a reduction in the use of compressed air up to 50%.

www.tecnalimentaria.it


www.smcitalia.it

Il nostro è un percorso di crescita: affrontiamolo insieme. SMC è leader mondiale nella componentistica pneumatica per l'automazione industriale. Sappiamo che il successo richiede impegno e dedizione: è per questo motivo che affianchiamo i nostri clienti dando sempre il massimo. Perché il centro del mondo SMC, è la tua azienda.

SMC Italia S.p.A . Sede: Via Garibaldi, 63 - 20061 Carugate (MI) • Tel. 02 9271.1 - Fax 02 9271365 Unità Produttiva: Località Recocce - 67061 Carsoli (AQ) • Tel 0863 904.1 - Fax 0863 904316 www.smcitalia.it mailbox@smcitalia.it


Science & Technology

ReeR presenta il suo nuovo sensore di misura

Micron è ideale per tutte le applicazioni industriali dove è necessario rilevare, misurare e riconoscere oggetti

I

n funzione del numero e della posizione dei raggi occupati da un oggetto, Micron è in grado di fornire in tempo reale ad un PLC o PC informazioni utili a: rilevare la presenza o l’assenza di oggetti, effettuare un conteggio, rilevare una posizione, rilevare una forma o un profilo e misurare dimensioni. Le dimensioni di ingombro ridotte: una sezione di appena 28x30 mm, la versatilità di impiego e l’affidabilità che contraddistingue tutta la gamma di prodotti ReeR, rendono questo nuovo sensore ideale nelle applicazioni di misu-

razione dell’altezza e rilevamento bi-dimensionale di oggetti in transito su sistemi di trasporto. La gamma Micron offre differenti soluzioni: • Modelli MI AV dotati di 2 uscite analogiche in tensione (0-10 Vcc) con funzioni programmabili e 2 uscite digitali programmabili. • Modelli MI AC: dotati di 2 uscite analogiche in corrente (4-20 mA) con funzioni programmabili e 2 uscite digitali programmabili. Questi due modelli, con una semplicissima interfaccia di programmazione, sono in grado di fornire qualsiasi

ReeR presents the new measurement sensor

D

epending on the number and position of the beams engaged by an object, Micron can provide real time information to a PLC or PC in order to: detect the presence or absence of objects, perform a count, detect a position, detect a shape or a profile and measure dimensions. The reduced overall dimensions: section of only 28x30 mm, the versatility and reliability that characterizes the entire range of ReeR’s products, make this new measurement sensor ideal in the measurement of the height or two-

208

Marzo / March 2014

dimensional detection of objects in transit on conveyor systems application. The Micron range offers different solutions: • Models MI AV equipped with 2 analog output (0-10 VDC) with programmable functions and 2 programmable digital outputs. • Models MI AC equipped with 2 analog output (4-20 mA) with programmable functions and 2 programmable digital outputs. These two models, with a simple programming interface, are able to provide any measurement. Ideal solution for object measurement and detection of dimensional limits. • Models MI B equipped with an RS485 serial interface with programmable functions and two programmable digital outputs. Solution providing complete and detailed information on the status of each beam via the RS 485 serial line. Ideal for dimensional measurement, detection of object profile and position. • Models MI C equipped with two antivalent

FOOD INDUSTRY

misurazione. Sono quindi la soluzione ideale per la misurazione degli oggetti e il rilevamento dei limiti dimensionali. • Modelli MI B dotati di un’interfaccia seriale RS-485 con funzioni programmabili e 2 uscite digitali programmabili. Questo modello è in grado di fornire informazioni complete e dettagliate sullo stato di ogni raggio attraverso la linea seriale RS 485 (fino a 8 nodi). È la soluzione Ideale per il rilevamento del profilo e della posizione di oggetti. • Modelli MI C dotati di due uscite digitali antivalenti “stato area controllata”. È il modello più semplice capace di fornire informazioni on/off relative allo stato dell’area controllata. Soluzione ideale per conteggio e rilevamento presenza o assenza di oggetti. Oltre a Micron, la gamma ReeR offre un assortimento completo di barriere optoelettroniche, fotocellule, laser scanner, interfacce e controllori di sicurezza come la soluzione Mosaic in grado di concentrare tutta la gestione delle funzioni di sicurezza di una macchina o di un impianto. Per quanto riguarda in particolare i sensori, vogliamo evidenziare le barriere optoelettroniche di sicurezza EOS4 e EOS2 che, con una sezione di soli 28x30 mm, sono tra le più piccole barriere (con tutte le funzioni di sicurezza integrate) presenti sul mercato. Le versioni WTF e WTHF con contenitore stagno IP 69K (56 mm di diametro) con o senza riscaldatore possono essere utilizzate in ambienti caratterizzati dalla presenza di acqua e vapore come nell’industria alimentare e delle bevande. Inoltre la serie EOS ha ottenuto la certificazione ECOLAB - Prove di resistenza del materiale secondo le procedure di pulizia e sanificazione dell’industria alimentare.

Micron is ideal for all industrial applications detecting, measuring, and recognizing objects solid state outputs “status of the controlled area”. Solution providing simple on/off information related to the status of the controlled area. Ideal for piece counting and detection of object presence/absence in the controlled field. Besides Micron, ReeR offers a full range of light curtains, light barriers, laser scanners, interfaces and safety controllers like Mosaic, the modular, configurable safety controller for protecting machines or plants. Concerning in particular the sensors, we highlight the safety light curtains EOS4 and EOS2 that, with a section of only 28x30 mm, are one of the smallest light curtains on the market (with all integrated safety functions). Watertight enclosures allow EOS4 and EOS2 light curtains grids to be used in harsh working environments with exposure to water and steam. The EOS WTF e WTHF light curtains, have also been certified by: ECOLAB, passing the material resistance tests, according to the cleaning procedures for food and beverage industry.

www.tecnalimentaria.it


Barriere di Sicurezza EOS WTF Food

Un punto di riferimento per la sicurezza sul lavoro nell’Industria Alimentare. Saremo Presenti a:

www.reer.it

Pad. 3 Stand B001

07 - 11, Aprile 2014 Hall 9 Stand D13


About Fairs

Soluzioni per l’industria alimentare L’industria alimentare è uno dei settori in forte crescita per l’automazione

L

’industria degli alimenti è uno dei settori di forte crescita per l’automazione, molto richiesta nella produzione di alimenti così come nell’imballaggio primario e secondario. Ad Automatica, dal 3 al 6 giugno a Monaco di Baviera, le aziende espositrici presenteranno le ultime novità e le soluzioni del futuro per la produzione efficiente e sicura di alimenti. Basta dare un’occhiata alla quantità di progetti realizzati per capire quanti progressi ha fatto l’automazione nel settore alimentare. I robot mungono le mucche, tagliano il formaggio, selezionano i prodotti da forno, impacchettano i ceppi di insalata, accatastano le bevande... presto non esisteranno più processi che possano fare a meno dei robot. Per pane, pasta e dolci, carne e pesce, latticini, surgelati, frutta e verdura, per riempimento, dosaggio, taglio, marcatura, selezione, impacchettamento, pallettizzazione, le soluzioni automatizzate garantiscono produttività e redditività. In questo contesto colpiscono la grande capacità di innovazione e la dinamicità del settore. Se si confrontano gli impianti allo stato dell’arte già in esercizio da alcuni anni con le prestazioni delle attuali linee ad alta capacità in mostra alla prossima edizione di

Automatica, una cosa appare subito chiara: il lavoro di sviluppo ha portato miglioramenti significativi sotto ogni aspetto, dai tempi di ciclo alla disponibilità, fino all’efficienza energetica. I robot a cinematica parallela, o delta, e i picker ultraveloci si distinguono per la loro capacità di effettuare oltre 200 prelievi (pick) al minuto. Le moderne linee di produzione raggiungono capacità che fino a pochi anni fa erano impensabili. Difficoltà per l’impiego con alimenti sfusi Proprio nel confezionamento primario, dove le macchine vengono direttamente a contatto con gli alimenti, sono previste norme igieniche particolarmente severe. I robot in esecuzione standard non hanno accesso a queste applicazioni, che richiedono versioni speciali. Le caratteristiche fondamentali sono idoneità al lavoro in camere bianche o sterili, lubrificazione con oli alimentari e lunga durata in presenza di procedure di pulizia molto aggressive. Per queste esigenze molto elevate, l’offerta di robot è molto più limitata rispetto alle soluzioni disponibili per impieghi standard. Tuttavia, secondo gli esperti del settore, la situazione è destinata a cambiare velocemente per l’importanza che l’industria alimentare riveste per il settore dell’automazione. I costruttori stanno sviluppando nuove soluzioni software che rendono più semplice ed efficiente la gestione di applicazioni di selezione/classificazione, imballaggio e pallettizzazione. Non servono più competenze specifiche di programmazione: in futuro chiunque potrà gestire e realizzare sistemi automatizzati.

Solutions for the food industry The food industry is one of the biggest growth markets of the automation sector

T

he food industry is one of the biggest growth markets of the automation sector. Regardless of whether manufacturing of food, primary or secondary packaging, automation is the trend. At Automatica from June 3 to 6, exhibitors are going to present the latest developments and pioneering solutions for efficient and controlled, safe production methods for food.

210

Marzo / March 2014

A look at the numerously implemented projects shows how far automation has progressed in the food sector. Robots milk cows, slice cheese, sort bakery goods, pack lettuce, palletize beverages – to put it short, there is hardly any process that can be imagined without them. Regardless of whether bakery goods, pasta, confectionery, meat, fish, dairy products, frozen food, fruit and vegetables, whether filling, dosing, cutting, labeling or during picking, packing and palletizing, automated solutions ensure output and savings. The innovative force and dynamics of the industry are surprising in this respect. The comparison of state-of-the-art systems, which have already been in operation for several years, with that of current high-performance lines, as they can be seen at Automatica, make it clear: significant improvements have been achieved in all relevant criteria such as cycle times, availability and energy efficiency thanks to development work. Delta robot kinematics and ultrafast pickers score with more than 200 picks per minute. Modern production lines achieve output that was considered inconceivable only a few years ago.

FOOD INDUSTRY

High hurdles for use with unpacked food Special hygiene regulations especially apply in primary packaging, during which machines come in contact with unpacked food. Robots in standard design are inadmissible here, and special designs are required. In this context, factors such as clean room suitability, filling with oils suitable for food as well as continual availability despite aggressive cleaning are primary. The offer of suitable robots for these demanding applications is still considerably smaller than for standard applications. However, industry insiders are certain that this will quickly change given the increasing significance of the food industry for the automation sector. Manufacturers are announcing new software solutions, which structure management of sorting, packing or palletizing applications more efficiently and more simply. Programming skills are no longer required for this. Everyone will be able to master automation in the future.

www.tecnalimentaria.it


Ice cream · Gelato · Margarine · Margarina · Fresh Pasteurised Milk · Latte Fresco Pastorizzato Cream · Crema · U.H.T. Sterilized Milk · Latte Sterilizzato U.H.T. · Cheese · Formaggio

©2012_www.imagination.it

Pasteurizing units | Unità di pastorizzazione

Mini dairy plant | Mini-impianto lattiero-caseario

MILK ITALY ESCHER MIXERS srl

36015 Schio (VI) Italy Via Lago di Vico, 37

T +39.0445.576.692 F +39.0445.577.280

info@milkitaly.com www.milkitaly.com


Disegnate il vostro futuro.

Corsi SKF: un’occasione unica per far crescere la vostra professionalità. Un’offerta didattica costantemente aggiornata, per rispondere a un mercato in continuo movimento e un Training Center dotato di aule e laboratori didattici, dove si coniugano teoria e pratica. Inoltre il nostro è un centro accreditato per la formazione e il conseguimento della certificazione ISO18436, relativa all’analisi vibrazionale livello 1 e 2, rilasciata dal prestigioso BINDT (British Institute of Non-Destructive Testing). Per iscrizioni chiamare il numero verde 800 019711 oppure visitare il sito www.skf.it (sezione corsi) e compilare il modulo di adesione.

Calendario corsi di formazione SKF gennaio–giugno 2014 Formazione Certificazione ISO 18436

Manutenzione

Affidabilità e diagnostica

Progettazione Ingegneria di manutenzione

Nome del corso

Durata

Data

Analisi Vibrazionale livello 1.

32 ore

10-14 Mar, 23-27 Giu

Analisi Vibrazionale livello 2.

40 ore

7-12 Apr

Bearing Basics. Corso base sui cuscinetti volventi.

1,5 giorni 13-14 Gen, 14-15 Apr

Bearing Maintenance. Corso sul montaggio/smontaggio dei cuscinetti volventi e loro manutenzione. 1 giorno

4 Feb, 16 Apr

La trasmissione di potenza.

1 giorno

5 Feb, 11 Giu

Corso sulla conoscenza e l’utilizzo dei riduttori industriali.

2,5 giorni 24-26 Feb, 19-21 Mag

Tecniche di allineamento e bilanciamento.

1,5 giorni 20-21 Gen, 24-25 Mar, 9-10 Giu

Corso sulla gestione della lubrifi cazione.

1,5 giorni 17-18 Feb

Corso sulla conoscenza e sulla diagnostica dei motori elettrici.

2 giorni

Analisi e classificazione dei danneggiamenti dei cuscinetti volventi.

1,5 giorni 22-23 Gen, 31 Mar-1 Apr

3-5 Mar, 26-28 Mag

Corso sulle tecniche di diagnostica e analisi non distruttive su macchine rotanti.

2,5 giorni 5-7 Mag

Corso base sull’analisi vibrazionale.

2 giorni

10-12 Feb, 12-14 Mag

Corso avanzato sull’analisi vibrazionale.

2 giorni

12-14 Feb, 14-16 Mag

Corso di specializzazione sull’analisi vibrazionale.

1,5 giorni 19-20 Feb

Bearing Applications. Scelta e dimensionamento dei cuscinetti volventi.

3 giorni

17-20 Mar, 16-19 Giu

Failure Mode, Effects and Criticality Analysis.

1 giorno

6 Mar

Corso sulle strategie di manutenzione.

1,5 giorni 27-28 Gen

Corso sulle metodologie per misurare l’efficacia di manutenzione.

1 giorno

SKF Solution Factory – via Guido Rossa 2, Moncalieri, Torino www.skf.it The Power of Knowledge Engineering ® SKF è un marchio registrato del Gruppo SKF. | © Gruppo SKF 2013

29-Gen


Machinery & Development

Professionalità rivolta al futuro Pietribiasi Michelangelo Srl ha acquisito una vasta esperienza e può quindi soddisfare le esigenze di produzione dal piccolo al grande impianto

L

a Pietribiasi Michelangelo Srl nasce verso la fine degli anni sessanta, in un momento di rapida crescita economica e in una specifica nicchia di mercato dove la domanda è piuttosto forte. Oggi il nome Pietribiasi, nel mercato lattierocaseario, è tra i più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, in particolare in impianti completi chiavi in mano, e nei vari comparti specialistici quali pastorizzazione, produzione formaggi, confezionamento. Per quanto riguarda più direttamente l’offerta produttiva, la Michelangelo Pietribiasi si occupa dello studio, progettazione, fornitura e messa in funzione di macchine, impianti completi per la produzione di latte alimentare (HTST – ESL – UHT) panna – prodotti derivati dalla acidificazione del latte (yogurt nelle varie varianti – panne acide – smetana – kefir, ecc..), formaggi freschi e a vari livelli di stagionatura, formaggi da pasta filata (mozzarella, caciocavallo, ecc.), prodotti da latte vaccino, ovino. Impianti per succhi di frutta, miscele di gelato, succhi vari, soft drinks e bibite sono tra i prodotti che maggiormente hanno ampliato la gamma produttiva della Pietribiasi. Pietribiasi Michelangelo è nota anche per i suoi impianti di preparazione e pastorizzazione di mix gelato. Ogni impianto di pastorizzazione può essere semplice o corredato di deareatore, omogeneizzatore, separatore, gestione automatica, ecc.

Per questi prodotti, la società ha acquisito una vasta esperienza e può soddisfare esigenze di produzione dal piccolo al grande impianto. Dispone sia di attrezzature per piccole realtà produttive che la capacità di progettare e realizzare impianti industriali di grandi dimensioni. Oltre a ciò, progetta e costruisce scambiatori di calore a piastre e tubolari per la pastorizzazione e trattamenti termici (riscaldamento e/o raffreddamento) di diversi prodotti liquidi alimentari (latte; panna; miscela di ice-cream; succhi di frutta; misto d’ uovo; birra; vino; e molti altri). Questi tipi di impianti sono progettati su misura per rispondere a specifiche esigenze dell’utilizzatore. Altri prodotti per i quali l’azienda è conosciuta e apprezzata sono: maturatori; pastorizzatori discontinui per panna; zangole burrificatrici (disponibili in una vasta gamma di modelli da lt 20 a 3.000 litri di capacità totale); formatrici semiautomatiche per panetti di burro, impianti di lavaggio CIP. La lunga esperienza consolidata nell’ambiente alimentare, le pluriennali collaborazioni con moltissime aziende europee, l’approfondita conoscenza a livello di materiali funzionali e tecnici dei vari componenti, e la qualifica del personale tecnico operante in Pietribiasi, unitamente a una sensibile e flessibile gestione tecnico-commerciale della proprietà, sono alcuni dei cardini principali della Pietribiasi Michelangelo Srl.

Professionalism that looks ahead Pietribiasi Michelangelo Srl boasts extensive knowledge and can therefore meet the specific requirements of small- and bigsized plants

P

ietribiasi Michelangelo Srl was established between the end 1960 and the beginning of the next decade. From the beginning the family-run company specialized in the construction of equipment for the dairy industry and developed later into the field of soft drinks, juices and beverages in general. Today the Pietribiasi name is among the more well-known in the dairy and beverages sector and the company is internationally acknowledged, particularly in the realization of “turn-key” projects regarding process of liquid foods. Looking more closely at the company’s product ranges, the Pietribiasi division covers the research, project design and supply of complete systems for the process

214

Marzo / March 2014

of milk (HTST – ESL – UHT), cream – fermented products from milk process (yoghurts in the various known versions, sour cream, Smetana, kefir, labneh, etc.), fresh soft cheeses, as well semi and hard cheeses, “pasta filata-pizza cheese” (such as mozzarella, caciocavallo, etc.) and other products processed from cow, sheep and goat milks. Pietribiasi Michelangelo is also very wellknown for its ice cream mix preparation and pasteurization. In this field the company has a wide experience and can cover all equipment needs from small to bigger plants for the production of: pasteurized drinking milk, yoghurt, different kinds of cheese, butter, etc. Complete equipment means starting from milk receiving or recombination to final product including packaging. The same for juice processing, from juice preparation to filling. Pietribiasi designs and produces plate and tubular heat exchanger for pasteurization and thermal treatment (cooling and/or heating) of different liquid foods (milk, cream, ice-cream mix, fruit juice, eggs mixture, beer, wine and

FOOD INDUSTRY

many others). Skid mounted pasteurizers can be completed with degassing unit, separator, homogenizer. In the beverage field, the range includes premix units, sugar dissolving systems, filters, mixing and storage tanks as well as of course the complete thermal treatment up to the filling. These kinds of plants are “tailor-made” and designed according to customer’s specific demands. The company is also renowned and appreciated for following products: Batch pasteurizers; discontinuous cream pasteurizers; butter churns (available in a wide range of models from 20 L to 3000 L total capacity); semiautomatic butter forming machines. Its fifty-year experience in the food-stuff field, its long lasting cooperation with many European organizations and companies, the specialized knowledge in these processing fields, equipment and technologies, skilled level of staff operating in Pietribiasi, a flexible and friendly management and lead of company by ownership, are the powerful basis of the success of Michelangelo Pietribiasi company.

www.tecnalimentaria.it


MARANO VICENTINO [VI] Via del Progresso, 12 - 36035 TEL: +39 0445 62 10 88 / FAX: +39 0445 62 16 31 E-mail: pietribiasi@pietribiasi.it

www.pietribiasi.it

104

COMPLETE PLANTS FOR LIQUID FOOD PROCESSING


Marketing & Strategy

Crescita con Un continuo trend di crescita che sostiene una realtà storica e specializzata come quella di Brio

B

rio Spa ha chiuso il 2013 in crescita rispetto all’anno precedente, con un fatturato di 37,2 milioni di euro che corrisponde a un +9,4% rispetto al 2012. Il trend di crescita dei consumi nel settore del biologico sostiene e premia una realtà storica e specializzata come quella di Brio che da oltre 20 anni lavora con molti canali commerciali in Italia e all’estero. Come dichiara l’Amministratore Delegato Andrea Bertoldi “il momento congiunturale è difficile e coinvolge tutta la filiera, dai produttori, ai partner commerciali ai consumatori finali. Brio, come realtà commerciale inserita in un sistema di produzione e di servizi, è consapevole del ruolo che può giocare in questo momento di crisi e sta lavorando con tutti gli attori per garantire i migliori prodotti biologici e ampliare le occasioni di consumo”. Mercato italiano Grande distribuzione organizzata e grossisti sono i canali con i quali Brio ha lavorato maggiormente nel 2013. Per quel che riguarda la grande distribuzione, la principale novità è stata rappresentata dall’inserimento a pieno regime della linea di ortofrutta fresca a marchio Alce Nero, storica azienda italiana del biologico fondata nel 1978, di cui Brio è socia dal 2011. A conclusione di questo primo anno si può sicuramente affermare che la sinergia realizzata

216

Marzo / March 2014

grazie all’expertise di Brio nella parte produttiva e commerciale, unita alla forza e notorietà del marchio Alce Nero si è rilevata positiva. Il fatturato sviluppato, infatti, è stato di circa 1,5 milioni di euro, pari a 6.300 q.li di prodotti biologici freschi (il fatturato al consumo si può stimare intorno ai 2,5 milioni di euro), realizzato vendendo in alcune delle principali catene della GDO nazionale. Tra i fattori chiave di questo risultato, confermato anche dall’acquisizione di nuovi importanti clienti, fondamentale è il fatto di aver affiancato alla gamma classica anche una linea di referenze definite TOP, contraddistinte da speciali qualità sensoriali di gusto e sapore. Per il futuro l’obiettivo sarà quello di ampliare al massimo la presenza in Italia, condividendo la filosofia del “Buono, Biologico, Fresco” con un numero sempre maggiore di partner distributivi. Grazie al lavoro con i grossisti, Brio ha anche ampliato il servizio a favore della ristorazione collettiva, canale che sta investendo sul concetto di filiera di prodotto e qualità della materia prima. Brio si presenta come partner ideale perché con le due divisioni, ortofrutta e freschi e generi vari, riesce a soddisfare le ampie esigenze di prodotti di questo canale. La divisione freschi e generi vari che nel suo portafoglio presenta formaggi, salumi, olio,

FOOD INDUSTRY

prodotti da forno dolci e salati e trasformati di pomodoro nel 2013 ha fatturato circa 5,5 milioni di euro. Mercato estero La Germania si conferma il paese europeo che traina i consumi di ortofrutta biologica e anche per Brio rappresenta il primo paese di sbocco. Attraverso le principali fiere di settore, Brio conferma la sua volontà di ampliare la propria presenza sui mercati esteri europei. I risultati del 2013 dimostrano che ci sono possibilità di espansione in paesi come Russia, Spagna, Inghilterra, Slovenia ed altri paesi dell’est Europa dove l’azienda sta già operando e punta a crescere nel 2014. I risultati positivi ottenuti nel 2013 e le premesse per un 2014 di crescita e di nuovi traguardi sono estesi e riconosciuti alla base produttiva e sociale della capogruppo di Brio, la Cooperativa Agricola La Primavera Scarl. Il presidente della Cooperativa Agricola La Primavera, Gaetano Zenti, dichiara che: “i soci produttori e il loro impegno nel biologico permettono al gruppo intero di essere una realtà specializzata e solida sul mercato. Per questo motivo ci auguriamo che l’anno appena cominciato rinforzi il rapporto con i produttori già soci e porti nuove collaborazioni e l’ampliamento della base sociale

www.tecnalimentaria.it


Marketing & Strategy

Sprightly growth Constant growth supports a historic and specialized reality as Brio is

B

rio Spa closed 2013 with an asset of 37,2 million euro, growing by +9,4% on 2012. Constant growth in consumes recorded in the organic sector supports this historic company working with many sales channels in Italy and abroad for more than 20 years. Mr. Andrea Bertoldi, Brio’s CEO, says “economic situation is difficult and all the chain is involved, from producers, to trade partners and end consumers. Being a trade reality of a framework consisting of production and services, Brio is aware of the role it may play in this moment of crisis and it has been working with all the players of the sector as to guarantee the best organic products and broaden further consumption occasions.” Italian market The large-scale retail trade and dealers are the main channels with which Brio worked most in 2013. As regards the large-scale retail trade, the biggest news is certainly the introduction of Alce Nero branded fresh produce at operating speed; historic name Alce Nero was founded in 1978 and has been partner to Brio since 2011. At the end of this first year, we can certainly

www.tecnalimentaria.it

say that combining Brio’s expertise in production and sales with Alce Nero’s notoriety has turned out quite positive. In fact, turnover levelled off 1,5 million euro, equal to 6,300 quintals of organic fresh produce (consumption can be estimated at about 2,5 million euro’s turnover) sold in some of the major chains. Among the key factors to this excellent result we cannot but mention the acquisition of important customers deriving from the company’s decision to support its classic range of products with so-called “top” referenced offering special taste and flavours. Developing its presence in domestic market while sharing the “good, organic, fresh” philosophy with more and more distribution partners, is the next goal to be hit. In team with the dealers, Brio has also expanded its service to the dining out sector, which has increasingly focusing on the concept of product chain and topquality raw materials. Brio introduces itself as ideal partner because owing to its two divisions – fresh produce & fruit and vegetables and various products – it can fully meet product requirements of this sector. The “fresh products and various products” division,

FOOD INDUSTRY

consisting of an offer of cheese, sausages, o i l , ba k e ry pro duc ts, to m at o - b as ed products, recorded some 5,5 million euro’s turnover in 2013. Foreign market Germany is again the European country that buys organic products most, and it is the first outlet market to Brio products. By participating in the most important trade fairs of the fruit and vegetables sector, Brio goes on strengthening its presence in European markets. The results of 2013 show that there are very good chances that Brio will expand in Russia, Spain, Great Britain, Slovenia and other Eastern European countries, where it already works to grow further in 2014. The positive results achieved in 2013 and the very good expectations of growth for this year, the new goals involve also Cooperativa Agricola La Primavera Scarl, whose president Gaetano Zenti says that “member producers and their commitment to organic products enable the group to be a specialized and sound reality in today’s market. That is why we wish that the new year not only will cement our relationship with the producers who are already members but also lay the basis for new cooperation.

Marzo / March 2014

217


Machinery & Development

Elevata dinamica, precisione e potenza

SEW-EURODRIVE incrementa la serie dei servomotori CMP

S

EW-EURODRIVE introduce sul mercato CMP112 e arricchisce la serie dei servomotori sincroni ad elevata dinamica CMP. CMP112 è disponibile in cinque taglie: S, M, L, H ed E. Il nuovo modello è in grado di raggiungere elevate coppie di picco (pari a 320 Nm) e presenta una capacità di sovraccarico pari a 3.3 volte la coppia nominale. Caratteristica principale della serie CMP è il comportamento dinamico che consente posizionamenti precisi anche in presenza di

carichi elevati e forti accelerazioni. Il sistema di feedback con resolver a 2 poli è disponibile come standard su tutte le taglie; in opzione sono disponibili encoder assoluti HIPERFACE® con targhetta elettronica o functional safety (FS). Altro punto di forza della serie CMP è la compattezza, che ne agevola l’utilizzo in spazi ristretti o all’interno di macchinari complessi. L’installazione è ulteriormente semplificata da connettori per potenza e feedback standard regolabili all’interno di un range compreso tra 0° e 270°. I motori CMP possono essere forniti in modalità autofrenante, adottando il freno elettromagnetico a molle ad alte prestazioni della serie BY; su richiesta, il freno può essere dotato di sblocco manuale. La protezione termica standard del motore è di tipo KTY: la temperatura viene rilevata continuamente ed elaborata in funzione

della curva termica del motore presente nell’azionamento (MOVIDRIVE B ® o MOVIAXIS®). Su richiesta la serie CMP è disponibile con ventilazione forzata. Grazie alla concezione modulare della gamma, i servomotori CMP possono essere installati su tutti i riduttori SEW-EURODRIVE, con montaggio diretto o tramite adattatore; i CMP sono anche disponibili con flangia B5 in versione stand-alone. L’elevata flessibilità e la disponibilità di un range di motori ampio e finemente graduato rende i CMP adatti ad uno svariato numero di applicazioni differenti: aree tipiche di utilizzo sono le macchine per il packaging, sia nel settore alimentare che farmaceutico, i sistemi di movimentazione, i sistemi di trasporto, le macchine per la lavorazione del vetro, della plastica, della carta e del legno. I servomotori CMP sono certificati CSA e UL.

Big torques in drive technology SEW-EURODRIVE adds the CMP112 to its servomotor series

218

Marzo / March 2014

S

EW-EURODRIVE is introducing the CMP112 servomotor. As the largest motor in the tried and tested CMP series, this model rounds out the range of highly dynamic synchronous servomotors. The top-of-the-line CMP112 is available in four sizes: S, M, L and H. All the models have the same flange dimensions. The CMP servomotors can be mounted directly on all of the gear units from the SEW-EURODRIVE modular unit series. Various tachometers with different resolutions and resolver technology, or designed as scalable Hiperface® encoders, are available for all sizes to meet individual customer requirements. The CMP motors can also be supplied as brake servomotors upon request. In this case, the powerful, high-capacity BY spring-loaded brake is used.

FOOD INDUSTRY

Thanks to the latest production technology and an innovative design, the CMP servomotors feature compact dimensions. The low-inertia rotor enables these models to achieve high angular acceleration rates. The high flexibility and finely scaled range of motors mean that the CMP series can be used for a very wide variety of applications. Installation space in systems in the food industry or in packaging machines is often very limited. The low-inertia CMP motors are used for labeling in these sectors, or for driving low-mass axes in packaging systems. In combination with the MOVI-PLC® controller, these drives are excellent for use in palletizing or stacking applications, as well for loading and unloading processing machines. The motor series is CSA and UL-certified, meaning these products can be used all over the world.

www.tecnalimentaria.it


SEW-EURODRIVE–Driving the world

No Matter What You Move: We Drive It.

Settori industriali diversi, sfide diverse e un unico partner competente: SEW-EURODRIVE. La nostra tecnica innovativa degli azionamenti vi offre la massima qualità e vi aiuta a ridurre i costi di impianto. Le nostre soluzioni soddisfano già oggi i requisiti di efficienza energetica del futuro. Sviluppiamo sistemi di azionamento all'avanguardia per tutte le industrie e abbiamo la soluzione giusta anche per la vostra.

www.sew-eurodrive.it


Machinery & Development

Sempre più in alto con il nuovo EK-X Potente, estremamente preciso e totalmente personalizzabile, il nuovo commissionatore di OM STILL è la soluzione perfetta per i magazzini con corsie strette

L

’offerta di OM STILL, azienda leader nella produzione di carrelli elevatori e sistemi per l’intralogistica, si arricchisce grazie all’arrivo del nuovo EK-X, il commissionatore verticale che ridefinisce gli standard di eccellenza di questo segmento di prodotti in termini di prestazioni, altezza di lavoro, capacità di carico residua, funzionalità ed ergonomia. Per rispondere al meglio alle esigenze di tutti i clienti, l’EK-X è stato sviluppato utilizzando il concetto di modularità, già applicato con successo a molti altri prodotti della gamma OM STILL. Pertanto il prodotto finale può essere totalmente personalizzato: dalle classi di potenza per i motori di sollevamento alla potenza della batteria (da 24 V o 48 V), dalla larghezza del telaio all’altezza del tettuccio conducente, fino alle colonne di sollevamento (disponibili in versione telescopica e triplex) e alle componenti della cabina del conducente. Con una portata che arriva sino a 1200 kg e una capacità di picking fino a 12 m di altezza, l’EK-X è la soluzione ideale per muoversi in

agilità in tutti i magazzini, anche all’interno delle corsie più strette. L’eccellenza delle prestazioni è garantita dal motore trifase dotato di performanti batterie fino a 1240 Ah (24 V) o 930 Ah (48 V), studiate per garantire l’operatività su più turni. La produttività è garantita da visibilità, livelli di ergonomia e posizione di guida da “first in class” tipico di OM STILL, ma anche da una velocità di guida sino a 13 Km/h e una velocità di sollevamento fino a 0,4 m/s. L’EK-X è dotato anche dell’avanzato sistema di comando OPTISPEED, un programma in grado di regolare automaticamente la velocità in funzione dell’altezza di sollevamento e dell’angolo di sterzata. In questo modo è possibile garantire la sicurezza dell’operatore e, al contempo, ottimizzare i movimenti del veicolo nella corsia. In opzione, OPTISPEED può anche dialogare con il software di gestione del magazzino, avviando una modalità di guida semiautomatica del mezzo. Grazie a questo sistema di guida, il commissionatore può raggiungere e fermarsi automaticamente nel punto esatto in cui l’operatore deve fare il picking. L’EK-X è inoltre dotato, di serie, del programma di risparmio energetico Blue-Q che ottimizza le prestazioni del mezzo in base all’impiego e recupera l’energia in frenata, garantendo un risparmio d’energia superiore al 10% senza incidere sulle prestazioni.

Higher and higher with the new EK-X Powerful, extremely precise and fully customizable, the new OM STILL order picker is the perfect solution to warehouses with narrow alleys

L

eader in the production of forklifts and warehouse logistics OM STILL has further enriched its line with the new EK-X, a vertical order picker that redefines the standards of excellence in terms of performances, work height, residual load capacity, functionality and ergonomics, in this product field. To better meet the requirements of all customers, EK-X has been developed by applying the concept of modularity, already successfully applied to many other products of the OM STILL range. Final product can therefore be fully customized: from power range for lift engines to battery voltage (from 24V to 48V), from the length of the chassis to the height of the roof of the cabin, to pillar lifts (available telescopic and triplex), and component of the driver’s cabin. With load capacity up to 1200 Kg and picking capacity up to 12 metres’ height, EK-X turns out as the best solution to work comfortably in any warehouse, also where alleys are very narrow. Excellent performance is always granted by a three-phase motor provided

220

Marzo / March 2014

with batteries up to 1240Ah (24V) or 930Ah (48V), developed to guarantee operativity over more shifts. Productivity is guaranteed by visibility, ergonomics levels and first-class driving position, typical of OM STILL, as well as speed up to 13 Km/h and lift speed up to 0,4 m/s. EK-X is also equipped with an advanced OPTISPEED system that automatically regulates the speed depending on the height and steering angle. This way, it is possible to guarantee safety of the driver and to optimize the movement of the vehicle along the alleys. As an option, OPTISPEED can also interact with the w a re house m a na g e m e nt so ftw a re , activating a semi-automatic drive mode. Thanks to this system, the order picker can reach and automatically stop at the right place where the operator needs picking. Furthermore, EK-X is also provided with the energy saving programme Blue-Q, which optimizes the performances of the vehicle depending on its use, by recovering braking energy and by granting energy higher than 10% without altering performances.

FOOD INDUSTRY

www.tecnalimentaria.it


Scopri i vantaggi dei nuovi contratti di assistenza dedicati ai proprietari di un carrello OM STILL

Assistenza e manutenzione

Lavorare insieme a OM STILL

First Free

di service, comprendono una serie di specifiche volte a ridurre i rischi operativi ed a mantenere l’efficienza delle macchine a livello ottimale. L’offerta di OM STILL si articola in 6 contratti service, BASE, ECONOMY, MAINTENANCE, INTENSIVE, FREE, FIRST: ogni contratto corrisponde ad una chiara proposta di servizio ed è ideato per garantire la manutenzione più idonea al tipo di utilizzo a cui viene sottoposta la macchina.

Maintenance Economy Base

Servizio

I nuovi contratti di assistenza di OM STILL, strutturati per rispondere a reali esigenze

Verifica e manutenzione

Intensive


INDEX Companies

ABRIGO SPA AGROPRODMASH 2014 ALBA & TEKNOSERVICE SRL ALBERTAZZI G. SPA ALIMEC SRL ATLANTA SRL BREVETTI GASPARIN SRL CA.VE.CO. SRL CAGGIATI MAURIZIO SRL CAMA GROUP CAP IT SRL CARTOMAC SRL CHIARAVALLI GROUP SPA CIBUSTEC 2014 CIDIESSE ENGINEERING SRL CM TECHNOLOGIES CO.ME.T SRL CUOMO F.LLI SNC DEMO PROTEZIONI ANTIURTO SRL DIM SRL EASY SNAP SRL ESCHER MIXERS SRL ETICAP SYSTEM SNC EUROSICMA SPA EXTRASOLUTION SRL EURASIA PACKAGING 2014 FANUC FA ITALIA SRL FBF ITALIA SRL FILLPACK SRL FINAT FLAMIC SRL FMT SRL FRUIT LOGISTICA G.MONDINI SPA G.S.R. SRL GBV IMPIANTI SRL - BROVIND GEA PROCESSING ENGINEERING SPA GENERAL SYSTEM PACK SRL IBATECH 2014 ICF & WELKO SPA IFP PACKAGING SRL IMA INDUSTRIES IMAGE S SRL IMAN PACK SPA IMPIANTI NOVOPAC SRL INGLESE SRL INOX MECCANICA SRL INTERPACK 2014 INTERSICOP 2015 IPACK IMA IRAN FOOD + BEC TEC 2014 IRPLAST SPA ITALPROJECT SRL ITALVISION SRL ITES SRL KELLER ITALY SRL LA PARMIGIANA SRL LALLI ELETTRONICA SRL

Page

110-111 100, 114 152-153 77 1 44-45 142-143 78-79 189 36-37 187 38-39 167 12 97 199 159 25-27 172-175 202-203 52-53 III^ COPERTINA 54-55 40-41 42-43 90 102-103 13-15 91 58-59, 76 138-139 56-57 24 74-75 148-149 116-117 191 5 190 182-183 7 31-33 16-17 82-83 101 184-185 200-201 43 161 28-30 140 34-35 60-61 98-99 6 181 122-123 151

FOOD INDUSTRY

Area

DIANO D’ALBA (CN) MOSCA (RUSSIA) VILLAFRANCA PADOVANA (PD) CORREGGIO (RE) TORREBELVICINO (VI) SALA BAGANZA (BO) MARANO VICENTINO (VI) PALAZZOLO SULL’OGLIO (BS) CORCAGNANO (PR) GARBAGNATE MONASTERO (LC) PASSIRANA DI RHO (MI) SCHIO (VI) CAVARIA CON PREMEZZO (VA) PARMA PIOVENE ROCCHETTE (VI) PARMA RODDI D’ALBA (CN) NOCERA INFERIORE (SA) REGGIO EMILIA MILANO S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO) SCHIO (VI) S. MARZANO OLIVETO (AT) SEGRATE (MI) CAPANNORI (LU) ISTANBUL (TURCHIA) ARESE (MI) SALA BAGANZA (PR) CANELLI (AT) L’AIA ( PAESI BASSI) SCHIO (VI) RICCO’ (PR) BERLINO (GERMANIA) COLOGNE (BS) CALOLZIOCORTE (LC) CORTEMILIA (CN) SEGRATE (MI) SCHIO (VI) ISTANBUL (TURCHIA) MARANELLO (MO) SCHIO (VI) OZZANO DELL’EMILIA (BO) MARIANO COMENSE (CO) SCHIO (VI) ALESSANDRIA QUARTO INFERIORE (BO) SOLAROLO DI GOITO (MN) DÜSSELDORF (GERMANIA) MADRID (SPAGNA) MILANO TEHRAN (IRAN) EMPOLI (FI) GALLIERA VENETA (PD) SCANDIANO (RE) DOGANA (REP.S.MARINO) MILANO FIDENZA (PR) GUIDONIA (RN)


INDEX Companies

LITA SRL LOVATO SAS MAFEX 2014 MC AUTOMAZIONI SRL MCT ALIMENTARE 2014 MH - MATERIAL HANDLING SPA MILK ITALY SRL MINGAZZINI SRL MINI MOTOR SRL MIOZZO SRL MODERN BAKERY 2014 MOLITECNICA SUD NEW PROJECT SRL NIMAX SPA NORD LOCK SRL NORD MOTORIDUTTORI SRL NOVAPAN SRL OCRIM SPA OLOCCO SRL OM STILL SPA PAVAN SPA PETRONCINI IMPIANTI SPA PIETRIBIASI SRL PIGO SRL PILZ ITALIA SRL PNEUMOFORE SPA PRIAMO FOOD TECHNOLOGIES SRL PULSAR INDUSTRY SRL R+W ITALIA SRL RE PIETRO SRL REER SPA ROLLERMAC SRL ROXTEC ITALIA SRL SAPPI SCATOLIFICIO CRISTINA SRL SEW EURODRIVE SAS SIGEP 2014 SKF ITALIA SMC ITALIA SPA SPS IPC DRIVES 2014 STARMIX SRL TECALIT SRL TECNOFIDTA 2014 TECNOGRAIN CARLINI SRL TECNOMULIPAST SRL TECNOPACK SPA TECNOPOOL SPA TEKNOSTAMAP SRL TIESSE ROBOT SPA TONELLI GROUP SPA TRIVI SRL UNIVERSAL PACK SRL VIMEK INDUSTRIES SRL VITALI & CAUCIA SRL WORLD TOMATO CONGRESS 2014 Z.MATIK ZACMI SPA

Page

63 180 212 70-72 186 104-105 211 20-21 II^ COPERTINA, 176 124-125 168 118-119 92-93 73 87 196-197 147 128-129 130-131 220-221 158 132-133 214-215 194-195 178-179 62 18-19 64-65 204-205 120-121 208-209 156-157 203 66-69 50-51 218-219 134-137 213 206-207 177 2, 160 112-113 80 115 169 3, 86 I^ COPERTINA, 108-109 IV^ COPERTINA, 154-155 84-85 144-145 141 81 4, 166 170-171 192-193, 205 164-165 88-89

FOOD INDUSTRY

Area

POIRINO (TO) CREAZZO (VI) CASABLANCA (MAROCCO) FOIANO DELLA CHIANA (AR) BOLOGNA MISINTO (MB) SCHIO (VI) S. PANCRAZIO (PR) BAGNOLO IN PIANO (RE) SALETTO DI VIGODARZERE (PD) MOSCA (RUSSIA) ALTAMURA (BA) CAMERANO DI POGGIO BERNI (RN) BOLOGNA BEINASCO (TO) SAN GIOVANNI PERSICETO (BO) CIVIDINO DI CASTELLI CALEPIO (BG) CREMONA FOSSANO (CN) LAINATE (MI) GALLIERA VENETA (PD) S. AGOSTINO (FE) MARANO VICENTINO (VI) CALDOGNO (VI) LEINATE SUL SEVESO (MB) RIVOLI (TO) NERVESA DELLA BATTAGLIA (TV) SPILAMBERTO (MO) SESTO S. GIOVANNI (MI) GAGGIANO (MI) TORINO SOLARO (MI) CASSINA DE PECCHI (MI) CHAUSSEE DE LA HULPE (BRUXELLES) BODIO LOMBAGO (VA) SOLARO (MI) RIMINI MONCALIERI TORINO (TO) CARUGATE (MI) PARMA SCHIO (VI) S. MARTINO DI LUPARI (PD) BUENOS AIRES (ARGENTINA) CURTATONE (MN) GRAVINA IN PUGLIA (BA) SCHIO (VI) S. GIORGIO IN BOSCO (PD) GRISIGNANO DI ZOCCO (VI) VISANO (BS) COLLECCHIO (PR) GALLIATE (NO) S. GIOVANNI IN MARIGNANO (RN) PIOMBINO DESE (PD) LECCO SIRMIONE (BS) ARRE (PD) PARMA


FAIRS / FIERE 2014 18-22 GENNAIO

26-29 GENNAIO

5-7 FEBBRAIO

11-13 FEBBRAIO

3-6 MARZO

SIGEP & HORECA Rimini

ISM/PROSWEET CONFERENCE Colonia

FRUIT LOGISTICA FRESH CONEX Berlino

CFIA RENNES Rennes

SINO PACK Guangzhou

Salone internazionale della pasticceria, panificazione, pastificazione

Salone Internazionale industria dolciaria

Salone Internazionale dell’industria agroalimentare

Salone internazionale delle tecnologie alimentari

Salone internazionale industria delle bevande e del packaging

8-12 MARZO

18-19 MARZO

23-26 MARZO

24-26 MARZO

27-29 MARZO

EUROPAIN Parigi

FOOD & DRINK TECHNOLOGY AFRICA Johannesburg

PABOGEL Roma

FOODEX Birmingham

MECSPE Parma

Salone internazionale panificazione, pasticceria, pastificazione

Salone internazionale dell’ industria alimentare e delle bevande

Salone delle tecnologie per l’innovazione movimentazione, logistica

Salone internazionale per la panificazione,pasticceria, pastificazione

Salone internazionale dell’ industria alimentare e delle bevande

31 MARZO - 3 APRILE

7-11 APRILE

8-14 MAGGIO

6-9 MAGGIO

6-10 MAGGIO

ALIMENTARIA Barcellona

HANNOVER MESSE Hannover

INTERPACK Düsseldorf

TPA ITALIA Milano

METPACK Essen

Salone internazionale dell’industria alimentare e delle bevande

Salone internazionale dell’automazione e componentistica

Salone internazionale del packaging e processo

Salone internazionale dei sistemi di azionamento, fluido tecnica

Salone internazionale del packagin metallico

13-16 MAGGIO

20-22 MAGGIO

20-23 MAGGIO

3-6 GIUGNO

8-11 GIUGNO

BAKERY CHINA Shanghai

SPS IPC DRIVES ITALIA Parma

AUTOMATICA Monaco

FISPAL S. Paolo Brasile

Salone internazionale della panificazione, pastificazione e pasticceria

Salone internazionale dell’automazione e componentistica

Salone internazionale dell’automazione e meccatronica

WORLD PROCESSING TOMATO CONGRESS Sirmione

Salone internazionale tecnologie per l’industria alimentare e delle bevande

Congresso internazionale della lavorazione del pomodoro

17-20 GIUGNO

22-24 GIUGNO

15-18 LUGLIO

16-18 LUGLIO

3-5 SETTEMBRE

EXPO PACK Città del Messico

FOODTEC SOUTH AFRICA Johannesburg

FIPAN S. Paolo Brasile

PROPAK CHINA Shanghai

ASIA FRUIT LOGISTICA Hong Kong

Salone internazionale della panificazione e pasticceria

Salone internazionale tecnologie del packaging

Salone internazionale industria ortofrutticola e conserviera

Salone internazionale industria del packaging

Salone internazionale dell’ industria alimentare

16-19 SETTEMBRE

21-23 SETTEMBRE

24-26 SETTEMBRE

25-27 SETTEMBRE

30 SETTEMBRE - 2 OTTOBRE

TECNOFIDTA Buenos Aires

INTERMOPRO INTERCOOL - INTERMEAT Düsseldorf

PACKAGING SUMMIT FACHPACK Norimberga

MACFRUT Cesena

POWTECH Norimberga

Saloni internazionali per l’industria lattiero casearia, della refrigerazione e della carne

Salone internazionale del packaging

Salone internazionale industria ortofrutticola e conserviera

Salone internazionale delle tecnologie per prodotti granulari

28-31 OTTOBRE

19-23 OTTOBRE

2-5 NOVEMBRE

17-20 NOVEMBRE

25-27 NOVEMBRE

CIBUSTEC Parma

IPA/SIAL Parigi

PACK EXPO Chicago

EMBALLAGE Parigi

SPS IPC DRIVERS Norimberga

Salone internazionale tecnologie processo per l’industria alimentare e delle bevande

Salone internazionale di tecnologie processo

Salone internazionale del packaging e confezionamento

Salone internazionale del packaging e confezionamento

Salone internazionale dell’automazione e della componentistica

Salone internazionale tecnologie per l’industria alimentare e delle bevande


the Industrial Mixer

©2014_www.imagination.it

Dough Mixers · Planetary Mixers

MR Professional line · Spiral mixers with removable bowl 80_120_160_200_240_300_350_400_500 Kg MW line · Mixers with removable bowl and double tool 160_240_400 Kg

ESCHER MIXERS srl 36015 Schio · VI · Italy Via Lago di Vico, 37 T +39 0445 576.692

F +39 0445 577.280 mail@eschermixers.com www.eschermixers.com



Tecnalimentaria food industry marzo march 2014