Surrentum - Maggio 2023

Page 1

LA GRANDE BELLEZZA SORRENTO PER VIAGGIATORI PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas - Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Dir. Resp. Antonino Siniscalchi 4 www.surrentum.it • www.surrentum.net • www.surrentum.com Anno XLIII COPIA OMAGGIO - FREE COPY MAGGIO 2023 FOTO: CARLO BORLENGHI
SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII aprile 2023 - Anno XLIII SORRENTO PER 2
Estasiarsi - Be amazed Deliziarsi - Be delighted Immergersi - Dive in Rilassarsi - Relax Per Info e prenotazioni Tel. 081 878 1476 info@continentalsorrento.com Piazza della Vittoria, 4 - Sorrento D6
Giuliana Gargiulo

BENVENUTI A SORRENTO Massimo

CITTÀ DI SORRENTO

Il

Sindaco

L’arrivodi ogni turista nella nostra città ci gratifica per la fiducia riposta nelle nostre strutture e l’ interesse manifestato verso il nostro territorio. L’Amministrazione Comunale è costantemente impegnata per mantenere alte le tradizioni che hanno reso famosa la Terra delle Sirene sul fronte dell’ ospitalità e dell’ accoglienza e per far sì che

ogni genere di vacanza a Sorrento si trasformi in una esperienza da ricordare con piacere. Il positivo trend che vede interessata la nostra realtà, da un lato, ci conforta circa la bontà delle scelte operate e, dall’ altro, ci sprona a conservare elevati standard qualitativi.

In questa ottica siamo al lavoro tutti i giorni per arricchire un calendario caratterizzato da eventi e manifestazioni che siano in grado di soddisfare le aspettative di tutti gli ospiti.

Ci auguriamo, infatti, che i nostri turisti oltre ad apprezzare le bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche che offre il territorio possano gradire un carnet di appuntamenti che risulti essere all’ altezza delle

Welcome to Sorrento

The arrival of every tourist in our city gratifies us for the trust placed in our structures and the interest shown in our territory.

high quality standards.

With this in mind, we are at work every day to enrich a calendar characterized by events and shows that are able to meet the expectations of all guests.

Nell’ augurare a tutti un felice soggiorno, speriamo di riveder-

aspettative. riveder vi presto.

The Municipal Administration is constantly committed to maintaining the traditions that have made the Land of the Sirens famous in terms of hospitality and welcome and to ensure that every kind of holiday in Sorrento becomes an experience to remember with pleasure.

The positive trend that affects our reality, on the one hand, comforts us about the goodness of the choices made and, on the other, encourages us to maintain

In fact, we hope that our tourists, in addition to appreciating the scenic, historical and architectural beauties that the area offers, may appreciate a book of appointments that lives up to expectations.

Wishing everyone a happy stay, we hope to see you again soon.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII
IL SALUTO DEL SINDACO DI SORRENTO
3
The Mayor of Sorrento Lawyer Massimo Coppola
is waiting for you IN VIGORE FINO AL 25/10 NUOVO DISPOSITIVO DEL TRAFFICO IN FORCE TILL OCTOBER 25Th NEW TRAFFIC DEVICE

IN PROGRAMMA A VILLA FIORENTINO GLI APPUNTAMENTI DI MAGGIO

Inaugura sabato 13 maggio

alle ore 18 a Villa Fiorentino a Sorrento l’esposizione MEDITERRANEO, una mostra che vuole

tracciare un segno, uno schizzo di quel che è e contiene il nostro mare tra le terre.

Trenta opere per quattro artisti, Danilo Ambrosino, Alessandra Cardone, Alicia Iglesias e Vittorio Sciosia, delineano elementi che richiamano la cultura, le radici, le entità riconoscibili e svelate di questo mare-lago.

Nascono nuove rotte espressive e di ricerca artistica, richiami alla bellezza anche paesaggistica oltreché culturale, alla memoria come sostegno e passaggio consapevole verso un domani ancora da realizzare avendo come riferimento da cui risucchiare ancora valore, il passato.

Il Mediterraneo, culla delle civiltà, mare controverso eppure mare degli incontri e degli scambi, è luogo sperimentale di incroci culturali, religiosi, filosofici, un mare che ha visto nascere il pensiero filosofico e politico, la musica, la matematica, la lingua e la letteratura, l’arte. È il mare della ricerca, il mare della fuga, il mare dei popoli che abitano sulle sue sponde e che provano un senso di appartenenza ad un destino comune.

Il mare di Ulisse, Omero, dei fenici, dei greci, dei romani, dei saraceni. Un mare liquido eppure solido di contenuti, di valori, di radici, a cui riferirsi e da valorizzare, da cui attingere.

È ciò che fanno gli artisti Danilo Ambrosino con Tesoro di luce e foglie, Alessandra Cardone con Solve et Coagula, Alicia Iglesias con Renaissance, Vittorio Sciosia con Mare nostro, attraverso opere dal forte richiamo mediterraneo.

L’esposizione, promossa dal Comune di Sorrento e dalla Fondazione Sorrento, coordinata da Lo Cunto associazione di promozione sociale, ha la direzione artistica di Patrizia Varone e la direzione organizzativa di Carmela Somma, resterà aperta fino a sabato 3 giugno.

Itopens on Saturday 13 May at 18 at Villa Fiorentino in Sorrento the MEDITERRANEO exhibition, an exhibition that wants to trace a sign, a sketch of what our sea between the lands is and contains. Thirty works by four artists, Danilo Ambrosino, Alessandra Cardone, Alicia Iglesias and Vittorio Sciosia outline elements that recall culture, the roots, the recognizable and unveiled entities of this sea-lake. New expressive routes and artistic research are born, references to beauty also landscape as well as cultural, to memory as support and passage aware towards a tomorrow still to be realized having as a reference from which to still suck value, the past.

The Mediterranean, the cradle of civilizations, a controversial sea and yet a sea of encounters and exchanges, it is an experimental place of cultural, religious, philosophical, a sea that has seen the birth of philosophical and political thought, music, mathematics, language

and literature, art. It is the sea of research, the sea of escape, the sea of peoples who live on its shores and who try a sense of belonging to a common destiny. The sea of Ulysses, Homer, the Phoenicians, the Greeks, the Romans, the Saracens. A liquid yet solid sea of content, values, roots, to refer to and to be valued, from which to draw.

This is what artists Danilo Ambrosino do with Treasure of light and leaves, Alessandra Cardone with Solve et Coagula, Alicia Iglesias with Renaissance, Vittorio Sciosia with Mare nostra, through works with a strong Mediterranean appeal.

The exhibition, promoted by the Municipality of Sorrento and by the Sorrento Foundation, coordinated by Lo Cunto association of social promotion, has the direction artistic by Patrizia Varone and the organizational direction by Carmela Somma.

It will remain open until Saturday 3 June.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 4

AL VIA IL 18 MAGGIO IL PROGETTO TEATRALE DI VESUVIO TEATRO GIUNTO ALLA QUARTA EDIZIONE

Giunge al quarto anno di programmazione “Racconti per Ricominciare”, il “green festival diffuso” ideato e organizzato da Vesuvioteatro con la direzione artistica di Claudio Di Palma e il coordinamento artistico di Giulio Baffi, ambientato negli spazi all’aperto di magnifici siti del patrimonio culturale e paesaggistico della Campania.

Tredici location, attive quest’anno dal 18 maggio al 4 giugno, accoglieranno più di 50 attori, protagonisti di molteplici ed originali percorsi di spettacolo dal vivo. Tra i luoghi che si confermano sede privilegiata del Festival, si evidenziano le straordinarie architetture settecentesche del Miglio d’Oro e alcuni degli spazi costieri più rappresentativi della penisola sorrentina, come la Villa Fiorentino di Sorrento e Palazzo Vespoli a Massa Lubrense.

A Villa Fiorentino (spettacoli dal giovedì alla domenica, dal 18 al 28 maggio, alle ore 19.00) andranno in scena quattro racconti tratti da “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile, nell’allestimento delle popolari fiabe curato da Antimo Casertano che ne è anche interprete insieme agli attori Daniela Ioia, Ernesto Lama

e Marco Palmieri.

A Palazzo Vespoli di Massa Lubrense da giovedì 1 a domenica

4 giugno (ore 19.00) andrà in scena “San Gennaro e le parenti” un testo originale, scritto e diretto da Fortunato Calvino, con Luigi Credendino, Marco Palmieri, Ivano Schiavi e Gennaro Silvestro, dedicato alle misteriche figure popolari che, in prossimità dei giorni della ricorrenza, si riuniscono nella cappella del Santo per esortarlo a compiere l’atteso miracolo.

Tutte le informazioni al sito ufficiale di www.vesuvioteatro.org

Tel. +39 081 2514145

“Racconti per Ricominciare” reaches its fourth year of programming, the “widespread green festival” conceived and organized by Vesuvioteatro with the artistic direction of Claudio Di Palma and the artistic coordination of Giulio Baffi, set in the open spaces of magnificent heritage sites culture and landscape of Campania. Thirteen locations, active this year from 18 May to 4 June, will welcome more than 50 actors, protagonists of multiple and original live entertainment. Among the places that are confirmed as the privileged venue of the Festival, we highlight the extraordina-

ry eighteenth-century architecture of the Golden Mile and some of the most representative coastal areas of the Sorrento peninsula , such as the Villa Fiorentino in Sorrento and Palazzo Vespoli in Massa Lubrense.

At the Villa Fiorentino in Sorrento (shows from Thursday to Sunday, between 18 and 28 May, at 7.00 pm) four stories taken from Giambattista Basile’s “Lo cunto de li cunti” will be staged, in the staging of popular fairy tales edited by Antimo Casertano who is also an interpreter together with the actors Daniela Ioia, Ernesto Lama and Marco Palmieri.

Another register at Palazzo Vespoli in Massa Lubrense where, from Thursday 1 to Sunday 4 June (7.00 pm) “San Gennaro and the relatives” will be staged an original text, written and directed by Fortunato Calvino, with Luigi Credendino, Marco Palmieri, Ivano Schiavi and Gennaro Silvestro, dedicated to the mysterious popular figures who, near the days of the anniversary, gather in the chapel of the Saint to exhort him to perform the expected miracle.

All information on the official website of www.vesuvioteatro.org

Tel. +39 081 2514145

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 5 Fondazione Sorrento Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO tel. 081 8781024 - 081 8781604 • www.bellevue.it D6 LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

NAPOLI - SORRENTO 12-21 MAGGIO 2023

TRE GOLFI SAILING WEEK

Squadra vincente non si cambia e Sorrento per il secondo anno sarà capitale del mediterraneo dei Maxi, le bellissime imbarcazioni di oltre trenta metri che dal 12 al 21 maggio incroceranno nel golfo tra Capri e la penisola sorrentina. Tre Golfi Sailing Week è l’appuntamento imperdibile che apre gli eventi velici del Mediterraneo, la terza regata per importanza del Mare Nostrum. Una perfetta combinazione tra vela d’altura e regate sulle boe, con panorami mozzafiato, una logistica facile e tanti eventi sociali per il dopo regata. L’edizione 2023 della Tre Golfi Sailing Week comprende dal 12 al 21 maggio:

• la 68^ Regata dei Tre Golfi, valida per il Campionato Italiano Offshore 2023 FIV ;

• il Maxi European Champion-

ship, composto da una regata d’altura (parte dell’IMA Mediterranean Offshore Challenge) che coincide con il percorso della Regata dei Tre Golfi più quattro giorni di regate inshore, queste ultime parte dell’IMA Mediterranean Inshore Challenge;

• l’ORC Mediterranean Championship, Campionato Nazionale del Medio e Basso Tirreno, con tre giorni di regate inshore. La Regata dei Tre Golfi partirà il 12 maggio alle 17 dal Circolo Italia a Napoli su percorsi di 205 miglia (multiscafi) e 150 miglia (maxi, ORC e IRC inclusi i doublehanders), aventi come boe le isole dei golfi di Napoli, Gaeta e Salerno. Arrivo a Sorrento. Seguiranno quattro giorni di regate inshore e costiere con percorsi nel Golfo di Napoli e base logistica a Sorrento. Settecento

partecipanti, una regata targata Rolex con trenta imbarvazioni da trenta metri e un centinaio di varia grandezza impegnate nella tradizionale Tre Golfi. Se Sorrento accoglierà i maxi con un pontile costruito ad hoc ed un grande sforzo logistico del comune del sindaco Massimo Coppola, quest’anno le imbarcazioni ORC saranno ormeggiate tutte alla Marina di Piano, a pochi chilometri da Sorrento, che sarà collegata con un servizio di navette. Qui gli equipaggi avranno un trattamento speciale, con accoglienza con brioches e caffè al mattino e pasta party al rientro in banchina. Giovedì 18 tutti gli equipaggi saranno ospiti a Vico Equense per una cena che metterà in risalto le migliori specialità preparate dagli Chef stellati della penisola sorrentina. Manifestazione il più possibile gestita nel segno della sostenibilità. A partire dalla riduzione dei gommoni sul campo di regata,

possibile grazie anche all’utilizzo di boe robotiche GPS che proteggeranno anche le foreste di Posidonia da ancore e catene, all’utilizzo di materiale riciclabile per tutte le attività e la sensibilizzazione di armatori ed equipaggi ad un limitato uso di prodotti in plastica. Il progetto più ambizioso del Circolo Remo e Vela Italia, con il patrocinio e il supporto dell’“Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo” del CNR, dell’Università Federico II, dell’Università Parthenope e della Cattedra UNESCO “Ambiente, Risorse e Sviluppo Sostenibile”, predisporrà delle linee guida per la pianificazione, gestione e controllo delle tematiche ecologiche e di sostenibilità, che porteranno, d’intesa con il FAI ad un calcolo teorico sulle quantità di emissione di CO2 prodotte con la piantumazione di alberi per compensare, almeno parzialmente, le emissioni di anidride carbonica.

68ª Regata dei Tre Golfi Campionato Europeo Maxi Campionato del Mediterraneo (ORC)

Data Napoli Sorrento Piano di Sorrento

Giovedì 11 maggio ISPEZIONI E CONTROLLI ISPEZIONI E CONTROLLI

Venerdì 12 maggio 17,15 - PARTENZA 17,00 - PARTENZA

Sabato 13 maggio CONTINUAZIONE REGATA CONTINUAZIONE REGATA

Domenica 14 maggio CONTINUAZIONE REGATA

Lunedì 15 maggio REGATE INSHORE

Martedì 16 maggio REGATE INSHORE

Mercoledì 17 maggio REGATE INSHORE

Giovedì 18 maggio PREMIAZIONE MAXI REGATE INSHORE - PREMIAZIONE ISPEZIONI E CONTROLLI

Venerdì 19 maggio

Sabato 20 maggio

Domenica 21 maggio PREMIAZIONE ORC

REGATE A BASTONE

REGATE A BASTONE

REGATE A BASTONE - PREMIAZIONE

Anno
SURRENTUM - maggio 2023 -
XLIII
6
D10 D7

Tre Golfi SailinG Week 2023

Winning team does not change and Sorrento for the second year will be the Mediterranean capital of the Maxis, the beautiful boats of over thirty meters that from 12 to 21 May will cross in the gulf between Capri and the Sorrento peninsula. Tre Golfi Sailing Week is the unmissable appointment that opens the sailing events of the Mediterranean, the third most important regatta of the Mare Nostrum. A perfect combination of offshore sailing and buoy racing, with breathtaking views, easy logistics and lots of social events for the after-race. The 2023 edition of the Tre Golfi Sailing Week includes from 12 to 21 May: • the 68th Tre Golfi Regatta, valid for the 2023 FIV Italian Offshore Championship; • the Maxi European Championship, consisting of an offshore regatta (part of the IMA Mediterranean

Offshore Challenge) which coincides with the course of the Tre Golfi Regatta plus four days of inshore regattas, the latter part of the IMA Mediterranean Inshore Challenge; • the ORC Mediterranean Championship, National Championship of the Middle and Lower Tyrrhenian Sea, with three days of inshore regattas. The Three Gulfs Regatta will start on 12 May at 5pm from the Circolo Italia in Naples on courses of 205 miles (multihulls) and 150 miles (maxis, ORC and IRC including double-handers), having the islands of the Gulf of Naples as buoys, Gaeta and Salerno. Arrival in Sorrento. Four days of inshore and coastal regattas will follow with courses in the Gulf of Naples and a logistic base in Sorrento. Seven hundred participants, a Rolex-registered regatta with thirty beautiful thirty-metre boats and a hundred boats of

various sizes engaged in the traditional Tre Golfi. If Sorrento welcomes the maxis with an ad hoc wharf and a great logistical effort by the municipality of Mayor Massimo Coppola, this year the ORC boats will all be moored at Marina di Piano, a few kilometers from Sorrento, which will be constantly connected with a shuttle service. Here the crews will have special treatment, with a welcome with brioches and caffè in the morning and a pasta party upon returning to the quay. Thursday 18 all the crews will be guests in Vico Equense for a dinner that will highlight the best specialties prepared by the starred chefs of the Sorrento peninsula. Event managed as much as possible in the name of sustainability. Starting from the reduction of dinghies on the regatta field, possible also thanks to the use of GPS robotic buoys which will also protect the

Posidonia forests from anchors and chains, to the use of recyclable material for all activities and the awareness of shipowners and crews to a limited use of plastic products. The most ambitious project of the Circolo Remo e Vela Italia, with the patronage and support of the “Research Institute on Innovation and Development Services” of the CNR, the Federico II University, the Parthenope University and the UNESCO Chair “Environment , Resources and Sustainable Development”, will prepare guidelines for the planning, management and control of ecological and sustainability issues, which will lead, in agreement with the FAI - Fondo Ambiente Italiano - to a theoretical calculation on the quantities of CO2 emissions produced with the planting of trees to offset, at least partially, carbon dioxide emissions.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII Gianluca Agata 7
CREDIT: CARLO BORLENGHI/ROLEX

I COLORI DI Lu CIO

I Colori di Lucio giunge alla sua seconda edizione: dal 14 aprile all’8 maggio 2023 la città di Sorrento dedica un cartellone di eventi a Lucio Dalla per celebrarne gli 80 anni dalla nascita. Obiettivo della manifestazione è esaltare anima e cuore di Lucio: “Anema e Core” come l’ultima canzone napoletana cantata da Dalla a Sanremo nel 2012 e musicata dall’illustre sorrentino Salve D’Esposito. Le passioni dell’artista bolognese prendono il centro della scena, ognuna rappresentata da un colore: il giallo per l’arte, il rosa per la letteratura, il blu per il cinema e il teatro, l’azzurro per l’ambiente e il mare, il verde per lo sport, l’arancione per la solidarietà e, ovviamente, il rosso per la musica.

Il risultato è un fitto calendario di appuntamenti, che prevede la partecipazione di numerose eccellenze locali e nazionali del mondo della cultura e dello spettacolo.

Lucio che diventa infinito, infinito come il titolo del documentario dedicato al grande fotografo Luigi Ghirri, infinito come il titolo dell’ultimo album e dell’appuntamento in musica con Roberto Vecchioni il 7 maggio alle 20,45 al Cinema Tratro Armida.

E poi i ragazzi, tanto cari a Lucio, al centro del progetto e parte integrante dello stesso: in ogni Comune della Penisola Sorrentina sono in programma eventi in sinergia con i Forum dei Giovani del territorio.

Inoltre agli studenti degli istituti superiori è dedicato l’ultimo appuntamento della rassegna, un dialogo con il Prof. Roberto Vecchioni.

Sullo sfondo della manifestazione la solidarietà, con la lotteria benefica “un’impresa eccezionale”.

“I Colori di Lucio”, grazie al patrocinio della Fondazione Dalla, rientra nella serie di iniziative nazionali “Lucio Ottanta”, ideate per festeggiare gli 80 anni dalla nascita del maestro. Un mese di tradizioni, colori e contemporaneità per far rivivere il ricordo di un intramontabile sognatore.

Cosa aspetti?

Seguici, scopri le iniziativa, partecipa con noi

Tutte le informazioni e il calendario completo degli appuntamenti sono disponibili all’indirizzo www.icoloridilucio.it

IColori di Lucio reaches its second edition: from 14 April to 8 May 2023 the city of Sorrento dedicates a program of events to Lucio Dalla to celebrate his 80th birthday.

The aim of the event is to exalt Lucio’s soul and heart: “Anema e Core” as the last Neapolitan song sung by Dalla in Sanremo in 2012 and set to music by the illustrious Sorrentine Salve D’Esposito.

The passions of the Bolognese artist take center stage, each one represented by a colour: yellow for art, pink for literature, blue for cinema and theatre, blue for the environment and the sea , green for sport, orange for solidarity and, of course, red for music.

The result is a busy calendar of appointments, which provides for the participation of numerous local and national excellences from the world of culture and entertainment.

Lucio that becomes infinite, infinite like the title of the documentary dedicated to the great photographer Luigi Ghirri, infinite like the title of the last album and of the musical appointment with Roberto Vecchioni on May 7th at 8.45pm. at Theatre Armida in Sorrento. And then the kids, so dear to Lucio, at the center of the project and an integral part of it: events are scheduled in every municipality of the Sorrento Peninsula in synergy with the local Youth Forums. Furthermore, the last appointment of the review is dedicated to students of secondary schools, a dialogue with Prof. Roberto Vecchioni. In the background of the event, solidarity, with the charity lottery, ìan exceptional undertakingî.

“The Colors of Lucio”, thanks to the patronage of the Dalla Foundation, is part of the series of national ìLucio Ottantaî initiatives, designed to celebrate the 80th anniversary of the master’s birth. A month of traditions, colors and contemporaneity to revive the memory of a timeless dreamer.

All information and the complete calendar of appointments are available at www.icoloridilucio.it

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 8
Via
36/38 80067
info@onixhouse.com | tel. 0818781289
GIOIELLERIA ONIX HOUSE
San Cesareo
- Sorrento (NA)
| gioielleriaonixhouse.it D7

FORUM INTERNAZIONALE DEL MEDITERRANEO

Nel 2022 abbiamo lanciato, con il supporto di partner strategici, il primo Forum Internazionale del Mediterraneo: “Verso Sud: la strategia europea per una nuova stagione geopolitica, economica e socio-culturale del Mediterraneo”.

L’iniziativa ha l’obiettivo di cambiare il paradigma di sviluppo strategico del Sud: non una macro-area in perenne conflitto con il Nord e “fanalino di coda” d’Europa, ma baricentro delle strategie di crescita, competitività e cooperazione del Mediterraneo. Per raggiungere questo obiettivo, Verso Sud ha realizzato una piattaforma pubblico-privata nazionale e internazionale che unisce, in un unico Think Tank, le migliori imprese e Istituzioni e rappresentanti dell’accademia e della ricerca, per costruire, valorizzare e comunicare un nuovo Sud Italia, come piattaforma mediterranea strategica per l’Italia e l’Europa. I risultati del primo anno di attività sono stati presentati durante il Forum del 13 e 14 maggio 2022 a Sorrento. La prima edizione del Forum è stata preceduta da un intenso lavoro di ricerca supportato da un Advisory Board a cui ha partecipato anche il Governo. Si è trattata di un’occasione unica per discutere le traiettorie di sviluppo del Sud Italia alla luce delle sfide e delle direttrici strategiche che interessano la macro-regione del Mediterraneo Allargato.

L’iniziativa prosegue nel 20222023 con percorso di attività maggiormente articolato, che mira al coinvolgimento dei territori del Sud e del Mediterraneo, così da consolidare un movimento di pensiero che metta al

Gli argomenti

centro la competitività e attrattività dell’Italia nel suo complesso, riconoscendo il ruolo del Sud Italia e dei Paesi delle due sponde del Mediterraneo per il rilancio del ruolo geopolitico, economico e socio-culturale della macroarea Euro-Mediterranea.

L’edizione 2023 è sostenuta dal Ministro per gli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il PNRR, Adler, Coldiretti, Edison, Gruppo FS Italiane, Intesa Sanpaolo, Mediocredito Centrale, Gruppo MSC.

L’iniziativa ospita Ministri, business leader e opinion leader dei Paesi del Mediterraneo Allargato, per identificare in chiave condivisa opportunità di investimento, strategie di sviluppo e priorità, offrendo al tempo stesso occasioni di dibattito e networking qualificato per i partecipanti.

Alla prima edizione hanno partecipato oltre 200 vertici di imprese e istituzioni e provenienti da 17 Paesi, più di 60 relatori, 10 Ministri del Governo italiano, 3 Commissari europei, 5 Governi dei Paesi del Mediterraneo Allargato e 6 Presidenti di Regione del Sud Italia, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi. Alla seconda edizione prenderanno parte gli Advisor Stefano Manservisi (Special Advisor del Commissario europeo Paolo Gentiloni e consigliere scientifico IAI), Patrizia Lombardi (Professore Ordinario in Valutazione economica dei progetti, Prorettore del Politecnico di Torino) e Maria Latella (giornalista de Il Sole 24 Ore).

• Il ruolo centrale dell’Economia del Mare per la competitività e la creazione di valore nel Sud Italia e nel Mediterraneo

• Il ruolo degli investimenti infrastrutturali per il Sud e per il Mediterraneo e i modelli per favorirne lo sviluppo

• La sfida del Capitale Umano alla prova della transizione energetica e digitale

• Il cambiamento climatico e la transizione energetica, tra buone pratiche e indirizzi e il ruolo della business community

• Gli investimenti nel settore produttivo per il Sud Italia e la sfida della riconfigurazione delle catene di fornitura

SORRENTO MAY 19-23, 2023 - 2nd edition

Internazional Mediterranean Forum

In2022, The European House - Ambrosetti, with the support of some key players, launched the International Mediterranean Forum: “Verso Sud (Looking Southward): Europe’s strategy for a new geopolitical, economic and socio-cultural season in the Mediterranean”.

The Forum aims to build a public-private platform - at national and international level - gathering, in a Think Tank, the best private players, institutions, representatives from the Academia and research. The goal is to build, highlight and communicate a new Southern Italy, as the strategic Mediterranean platform for Italy and Europe.

About the event

The first edition was held on May 13-14, 2022, at Villa Zagara in Sorrento (Italy, Campania Region).

The summit was preceded by intensive research work supported by an Advisory Board also participated by the Italian Government. It was a unique opportunity to discuss the development trajectories of Southern Italy in the light of the challenges and strategic guidelines that affect the macro-region of the Wider Mediterranean.

The initiative continues in 2023, with a greater engagement of Southern and Mediterranean territories, so as to empower a movement that is focused on the centrality of the South of Italy and the countries on the two sides of the Mediterranean Region, to strenghten the area in the geopolitical, economic, social, and cultural dimensions.

In 2023, the event is supported by the Minister for European Affairs, the South, cohesion policies and the PNRR, Adler, Coldiretti, Edison, Gruppo FS Italiane, Intesa Sanpaolo, MSC Group, Mediocredito Centrale.

The participants

The first edition hosted Ministers, business leaders and opinion leaders from the countries in the Wider Mediterranean, to identify in a shared view the key investment opportunities, development strategies and priorities for the South of Italy, while offering opportunities for debate and qualified networking for participants.

It was attended by over 200 heads of companies and institutions with guests from 17 countries, more than 60 speakers, 10 Ministers of the Italian Government, 3 European Commissioners, 5 Governments of the Enlarged Mediterranean Countries, and 6 Presidents of Southern Italy Regions, in the presence of Italy’s President of the Republic, Sergio Mattarella, the President of the Chamber of Deputies, Roberto Fico, and the President of the Council of Ministers, Mario Draghi.

The topics

• The key role of the Economy of the Sea for the competitiveness and the creation of value in the South of Italy and the Mediterranean

• The role of the infrastructural investments for the South and the Mediterranean and models for promoting their development

The challenge of Human Capital at the test of energy, and digital transition

• Climate change and energy transition, good practices, guidelines, and the role of the business community

• Investments in the productive sector and the challenge of supply chain reconfiguration

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 9 VERSO SUD. SORRENTO 19-23 MAGGIO 2023
www.ambrosetti.eu
Sede dei lavori: Grand Hotel Excelsior Vittoria

Unica per grandezza, gloria, bravura, talento, presenza e bellezza, per la sua definitiva scelta di isolamento e di vita preceduta soltanto dalla divina Greta Garbo, Mina, cantante/ interprete meravigliosa, resta unica e singolare.

Nata a Cremona e legatissima all’amato fratello Alfredo e ad i suoi amabili genitori, Anna Maria Mazzini in arte e per tutti Mina è una vera e propria leggenda.

Da esperti ed estimatori definita in coro unanime la più bella voce d’Europa, sarebbe diventata universalmente notissima se soltanto fosse andata negli Stati uniti ma il mito alimentato anche di varianti mai tradite ha detto a tutti noi che l’aereo non faceva al suo caso e per questo è rimasta europea anzi italianissima, da qualche anno in trasferta a Lugano /Svizzera. Protagonista anche di scelte difficili quanto coraggiose, Mina che ha messo al mondo il suo amatissimo primogenito Massimiliano detto Paciughi-

no, nato dall’amore appassionato quanto tumultuoso con l’attore teatrale Corrado Pani, ha poi avuto da Virgilio Crocco, suo autentico amore e marito, troppo presto perso, l’amatissima figlia Benedetta. La storia della sua ascesa canora e della fama che l’ha circondata per più decenni ha fatto di Mina una vera e propria leggenda.

Una voce che ha cominciato a squillare a Cremona, quasi per caso ma con passione, con amici del rock, diventata nel giro di pochi anni la più autorevole, magnifica, grandiosa, travolgente, protagonista di una serie lunghissima di “Studio uno” che prima di anticipare il suo ritiro modulando …”Vado via… davvero…” in occasione dello special settimanale “Un uomo per me” da grande autorevole, immensa protagonista/conduttrice ha condiviso la scena con artisti immensi come Totò, Vittorio De Sica, Mastroianni, Gassmann, Nino Manfredi e così via, in un duetto di volta

in volta tenero, appassionato, ironico, provocatorio e così via. Perché se di cantanti, interpreti, soubrette o protagoniste della scena televisiva anche cantanti dal Festival di Sanremo e Cantagiro in poi, ce ne sono state tante, nessuna, ma proprio nessuna ha raggiunto quelle vette interpretative, quella presenza scenica significativa, quella voce unica che di volta in volta è stata dolcissima e drammatica, ironica e carezzevole, sottile ed elevatissima. Coetanee se non per tre anni io maggiore, ho vissuto interamente la grande luminosa carriera di Mina seguendola, non sempre condividendo le sue decine di trasformazioni da brunetta tutto pepe a fatalona biondissima, di volta in volta vestita dai più grandi sarti, da Fausto Sarli, per molti abiti di scena, a Armani, Versace e altri. Ammirata e amata, stimata e rispettata, Mina non ha avuto una vita facile, perché segnata da grandi dolori che hanno smorzato tanti aspetti del suo carattere forte, giocherellone, comunicativo e quant’altro. La morte dell’amatissimo fratello Alfredo e in seguito quella del marito Virgilio Crocco, padre di Benedetta sua secondogenita e ancora quella del suo primo amatissimo compagno Corrado Pani, padre del primo -

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII PROTAGONISTI MINA 10

genito Massimiliano, detto Paciughino, alcune delusioni professionali e di amicizia, hanno velato quell’esuberanza fisica e caratteriale che è stata sempre la sua esplosiva caratteristica di Primadonna!

Quanti tra noi della sua generazione l’hanno sentita cantare fin dalle prime note urlate di quando si chiamava Baby Gate o presenza Festival di Sanremo con “Tintarella di luna” fino a tutti i suoi grandi e irraggiungibili exploit canori non hanno avuto dubbi… nel non poterla paragonare a nessun’ altra! Chi

l’ha amata e seguita poi si è appassionato alla sua vita segnata da una discrezione che le ha fatto sempre onore, anche se raccontata a piene voci da tabloid e testimonianze televisive.

Mina ha resistito sottraendosi, sempre amando e facendosi amare in un turbinio non sempre facile di incontri spesso vincenti ma anche deludenti. Senza smentire la sua infanzia a Cremona, i suoi solidi affetti familiari, il sentimento di appartenenza alla famiglia e all’educazione familiare ad un

certo punto ha cambiato vita tenendosi ben stretta Eugenio Quaini, il suo compagno di giovinezza, l’amico di sempre, il discreto medico che l’ha sempre amata e l’ha aspettata per decenni e che dalla sua ”uscita di scena” è suo marito compagno fedele e legatissimo al suo amore di sempre, ai figli della donna amata e ai nipoti arrivati negli anni. Nella discrezione di Lugano, in quella Svizzera italiana che l’ha accolta e protetta, Mina non ha più rilasciato interviste, non è comparsa in ospitate belle o approssimative, non ha rilasciato dichiarazioni di nessun genere, lasciando liberi stampa e mezzi di comunicazione di spaziare sulla sua vita e sulla sua immensa carriera. Che un bel giorno alla Bussola di Viareggio senza preavviso alcuno e soprattutto lasciando l’Italia canora, interdetta e tristissima, lasciò per sempre palchi, concerti, schermi televisivi, copertine di giornale e quant’altro. Grande, cara Mina, che per contro infaticabilmente e con la sapienza della tua cultura musicale hai continuato e ancora continui a lavorare (hai realizzato ben 116 albi), individuando talenti con una capacità di intuizione nel cogliere quanto pochi altri hanno, e

che appena qualche giorno fa hai inciso con il giovane Blanco perché, hai detto, ti ha conquistato per le parole che scrive e che, nonostante le intemperanze che certamente non condividi ma capisci, hai voluto nel tuo prossimo disco. Ti vogliamo tutti, ti voglio, un gran bene! Vivi felice e serena con il tuo amore di sempre e la tua bella grande famiglia e arriva ancora e sempre a noi con quella tua voce splendente che sembra un miracolo arrivato dal cielo!

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 11
Giuliana Gargiulo

Dove e quando passa il Giro d’Italia a Napoli? le tappe del Giro d’Italia 2023, e in questa edizione ritorna in Campania. Sono 4 le tappe fissate in Campania.

La corsa per la Maglia Rosa si svolgerà in 21 tappe e partirà dall’Abruzzo. Ad inaugurare la manifestazione sarà la cronometro del 6 maggio sulla pista ciclabile della Via Verde della Costa dei Trabocchi, da Fossacesia Marina a Ortona.

A chiuderla, invece, la tappa di Roma del 28 maggio.

La prima tappa sarà una cronometro individuale per assegnare la Maglia Rosa. Dopo una settimana più tranquilla, il primo arrivo sopra quota 2.000 sarà posto sul Gran Sasso, la Cima Pantani. Poi il gruppo dovrà affrontare i muri marchigiani per raggiungere il traguardo di Fossombrone.

La seconda cronometro sarà ancora dedicata agli specialisti: 33,6 km tra Savignano sul Rubicone e Cesena.

Da lì si deciderà il Giro.

Il tappone alpino di Crans Montana, con due ascese sopra i 2.000 metri, sarà il primo test per gli uomini di classifica.

L’ultima settimana sarà molto impegnativa: il Monte Bondone con punte al 15% scremerà il gruppo; la frazione con l’arrivo in Val di Zoldo sarà breve (160) ma intensa (3.700 metri di dislivello); da Longarone (a 60 anni dalla tragedia del Vajont) partirà il tappone dolomitico con arrivo alle Tre Cime di Lavaredo, frazione infernale con 5.400 metri di dislivello e cinque asperità; l’ultima fatica sarà la cronoscalata del Monte Lussari, con tratti al 22%. Infine, la passerella ai Fori Imperiali della Città Eterna.

La tappa di Napoli è prevista

per giovedì 11 maggio 2023. Il percorso passerà per i comuni vesuviani, con puntate agli scavi archeologici di Pompei ed Erco-

lano, il Miglio d’Oro delle ville vesuviane, quindi in Costiera Sorrentina e Amalfitana e rientro a Napoli.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 12 piazza s. antonino, 16 - sorrento - tel. +39 081 3597555 - info@momosorrento.it D8 PREVISTE 4 TAPPE IN CAMPANIA GIRO D’ITALIA AMORE INFINITO dalla Redazione

ARRIVA IL BIGLIETTO UNICO PER I MUSEI A SORRENTO LA CULTURA FA RETE

Unbiglietto unico digitale per l’accesso ai musei di Sorrento: Museo Correale, Museo Multimediale Sorrento Experience, Museo Bottega della Tarsia lignea e Fondazione Sorrento. È disponibile al costo di 31 euro, sui siti del Comune di Sorrento e dei musei aderenti, sulla piattaforma okTicket.it o presso l’infopoint di piazza Tasso a Sorrento. Valido sei mesi, consentirà di prenotare e di modificare orario e giorno di visita.

Il Museo Correale (www.museocorreale.it)

antica residenza di nobili sorrentini, con il suo parco e la terrazza sul mare si compone di 4 piani che custodiscono sale dedicate alla pittura fiamminga, alle arti decorative napoletane dal XV al XVIII secolo, a porcellane provenienti da tutta Europa, a molti reperti archeologici e una delle più importanti collezioni di dipinti della Scuola di Posillipo del XIX secolo.

Sorrento Experience (www.sorrentoexperiencemuseum.com)

è il primo museo multimediale di Sorrento che propone un’esperienza alla scoperta dei miti e delle leggende della penisola sorrentina, tra storia, cultura e tradizioni secolari, dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., immersi nelle opere degli artisti che hanno dipinto le nostre bellezze e nei brani dei musicisti e dei cantanti innamorati di Sorrento.

Il Museo Bottega della Tarsia Lignea (www.museomuta.it)

racconta invece la storia dell’intarsio ligneo, attività artigiana

A single ticket for the Museums of Sorrento

risalente al 1300 e estremamente complessa e raffinata che è stata elevata al rango di pura espressione artistica. Qui è possibile ammirare mobili, oggetti, attrezzi, quadri, stampe, foto e documenti d’epoca, in un viaggio visuale ed emozionale alla scoperta di questa importante produzione artigiana sorrentina. Villa Fiorentino (www.fondazionesorrento.com), ispirata all’estetica neo-coloniale dell’America del XIX, è la sede della Fondazione Sorrento, situata nel cuore di Sorrento. Circondata dalle antiche mura vicereali e immersa in un giardino di camelie, agrumi e noci, la villa ospita il Mam, il Museo delle Arti e dei Mestieri, concerti, e mostre d’arte temporanee.

La cultura fa rete!

Asingle digital ticket for access to the four museums of Sorrento: Correale Museum, Sorrento Experience Multimedia Museum, Muta Museo Bottega della Tarsia Lignea and Sorrento Foundation.

It will be available from 21 March next, at a cost of 31 euros, on the sites of the Municipality of Sorrento and the participating museums of the circuit, on the Okicket.it platform or at the Info-Point in Piazza Torquato Tasso in Sorrento.

It will be valid for six months and will allow you to book every cultural site and change the time and day of visit.

Together, the four structures of the Sorrento Musei network constitute an indispensable stop for visitors.

The Correale Museum (www.museocorreale.it), an ancient residence of Nobili Sorrentini, with its park and the terrace on the sea is made up of 4 floors that keep rooms dedicated to Flemish painting, Neapolitan decorative arts from the XV to the eighteenth century, porcelain coming from all over Europe, archaeological finds and one of the most important collections of paintings from the 19th century Posillipo school.

Sorrento Experience (www.sorrentoexperiencemuseum.com) is the first multimedia museum of Sorrento who proposes an experience to discover the myths and legends of the Sorrento peninsula, between history, culture and secular traditions, from the eruption of Vesuvius of 79 AD, immersed In the works of the artists who have painted our beauties and in the songs of the musicians and singers in love with Sorrento.

The BottegaMuseum of the TarsiaLignea (www.museomuta.it) tells the story of the wooden inlay, artisan activity dating back to 1300 and extremely complex and refined that has been elevated to the rank of pure artistic expression.

Here you can admire furniture, objects, tools, paintings, prints, photos and vintage documents, on a visual and emotional journey to discover this important Sorrento artisan production.

Villa Fiorentino (www.fondazionesorrento.com), inspired by the neo-colonial aesthetics of the 19th America, is the seat of the Sorrento Foundation, located in the heart of Sorrento.

Surrounded by the ancient Vicereal walls and immersed in a garden of camellias, citrus fruits and walnuts, the villa hosts the Mam, the museum of arts and crafts, concerts, and temporary art exhibitions.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 13 C7
BIGLIETTO UNICO SORRENTO MUSEI sorrento musei Città di Sorrento
dalla Redazione

DAL 7 AL 28 MAGGIO A PIANO DI SORRENTO ARCHEOAPERIMUSICA AL MUSEO DI VILLA FONDI

LaSocietà dei Concerti riapproda a Piano di Sorrento, nel magnifico scenario di Villa Fondi di Sangro, con la terza edizione della rassegna “Domeniche ArcheoAperiMusica al Museo di Villa Fondi”. La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Piano di Sorrento, nella persona del Sindaco Salvatore Cappiello e dell’Assessore alla Cultura e Turismo Giovanni Iaccarino, in sinergia con S.C.S. Società dei Concerti di Sorrento, in collaborazione con MusAPS Museo Archeologico Territoriale della Penisola Sorrentina “George Vallet”. L’evento è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Polo Museale della Campania e Regione Campania. Direttore artistico dell’iniziativa, il M.tro Paolo Scibilia. Il Museo spalanca le porte alla musica, custode di testimonianze di storia ed arte locale, per fondersi sempre più con la città e col resto del mondo. Si trasforma, da statico “contenitore”, a centro pulsante ed aggregante di cultura in ogni sua forma e manifestazione, per far conoscere ad un numero sempre più esteso di persone sia la sua collezione archeologica e la città di Piano di Sorrento, sia per promuovere i valori universali della cultura e dell’arte.

Naturale quindi l’accostamento tra i tesori d’arte del Museo “George Vallet” e la musica che rappresenta l’Arte nella sua forma più elevata; il tutto nella cornice del Golfo di Sorrento, vera opera d’arte della Natura.

A maggio, quattro concerti domenicali mattutini (7,14,21,28 maggio), tutti ad ingresso gratuito, preceduti da visita guidata del Museo, conclusi da aperitivo/degustazione di saluto sulla magnifica terrazza belvedere. Interpreti saranno ensemble e solisti significativi del panorama concertistico nazionale ed internazionale., docenti delle Accademie ed Istituti di Alta Formazione Musicale.

Per il diverso genere musicale, i programmi d’esecuzione sono contraddistinti dagli efficaci titoli didascalici:

“Viaggio da Johan Sebastian

Bach a Philip Glass”: Bach, Chopin, Glass; “Writer meets Pianist”: Schumann, Liszt, musica da

da film e folclorica turca; “Donna di Quadri”: Fusion di musica, pittura e parole, sui variegati stati d’animo della Donna ; “Il Belcanto nella tradizione Italiana”: Verdi, Bellini, Donizetti, Verdi, Tosti Spiega il M.stro Paolo Scibilia, presidente della Società dei Concerti di Sorrento, nonché ideatore e direttore artistico della rassegna, “…anche se con

temi diversi, tali appuntamenti costituiranno il veicolo ideale per far conoscere le opere d’arte contenute nel Museo ed i capolavori della musica classica, in sinerga tra loro, per una cultura quanto mai a “360 gradi”, a servizio dell’uomo e del cittadino. Asserisce l’ Ass.re Giovanni Iaccarino: “Cultura e ospitalità sono di casa a Piano di Sorrento. Per questo abbiamo ritenuto di sostenere l’iniziativa a favore e godimento dei cittadini e degli ospiti di Piano di Sorrento”. L ingresso ai concerti è gratuito.

ARCHEOAPERIMuSICA

MUSEO DI VILLA FONDI - PIANO DI SORRENTO

Visita guidata - Concerto - Aperitivo

III Edizione - Maggio 2023 - Direzione artistica: Paolo Scibilia

DOMENICA 7 MAGGIO, ORE 11.30

ALESSANDRO VENA - pianoforte (Italia)

“Viaggio da Johan Sebastian Bach a Philip Glass”: Bach, Chopin, Glass

DOMENICA 14 MAGGIO, ORE 11.30

RUYA TANER - pianoforte (Turchia)

KURSAT BASAR - saxophone - scrittore (Turchia)

“Writer meets Pianist”: Schumann, Liszt, musica da film e folclore turco

DOMENICA 21 MAGGIO, ORE 11.30

MARIA TERESA BOTTINI - soprano e voce recitante (Italia)

ANTONIO D’ANTO’ - pianista e compositore (Italia)

ANNARITA PONTECORVO - pittura (Italia)

“Donna di Quadri”: Fusion di musica, pittura e parole, sui variegati stati d’animo della Donna

DOMENICA 28 MAGGIO, ORE 11.30

TAMARA ANGELOVSKA - soprano (Macedonia)

PAOLO SCIBILIA - pianoforte (Italia)

“Il Belcanto nella tradizione Italiana”: Verdi, Bellini, Donizetti, Verdi, Tosti

Info: Museo di Villa Fondi - Tel 081.8087078 www.polomusealecampania.beniculturali.it Comune di Piano di Sorrento: www.comunepianodisorrento.na.it

S.C.S.: www.societaconcertisorrento.it - Facebook: societa concerti sorrento Il programma potrebbe variare per cause di forza maggiore Program may be subject to slight variation

Villa Fondi opens its doors to music, custodian of evidence of local history and art, to merge more and more with the city and with the rest of the world. It transforms itself from a static “container” into a pulsating and aggregating center of culture in all its forms and manifestations, to make known to an increasingly large number of people both its archaeological collection and the city of Piano di Sorrento, and to promote the universal values of culture and art.

The combination between the art treasures of the “George Vallet” Museum and the music that represents Art in its highest form is therefore natural; all in the frame of the Gulf of Sorrento, a true work of art of Nature.

In May, four Sunday morning concerts (May 7,14,21,28), all with free admission, preceded by a guided tour of the Museum, concluded by a greeting aperitif/tasting on the magnificent belvedere terrace. Interpreters will be significant ensembles and soloists from the national and international concert scene, teachers of the Academies and Institutes of Higher Musical Education.

For the different musical genres, the performance programs are distinguished by effective captions: “Journey from Johan Sebastian Bach to Philip Glass”: Bach, Chopin, Glass; “Writer meets Pianist”: Schumann, Liszt, film music and Turkish folk music; “Donna di Quadri”: Fusion of music, painting and words, on the variegated moods of the Woman; “Belcanto in the Italian tradition”: Verdi , Bellini, Donizetti, Verdi, Tosti

M.stro Paolo Scibilia, president of the Società dei Concerti of Sorrento, as well as creator and artistic director of the exhibition, explains, “...even if with different themes, these appointments will constitute the ideal vehicle for making known the works of art contained in the Museum and the masterpieces of classical music, in synergy with each other, for a culture that is extremely “360 degrees”, at the service of man and the citizen, Asserts the Ass.re Giovanni Iaccarino “Culture and hospitality are at home in Piano di Sorrento. That’s why we decided to support the initiative for the benefit and enjoyment of the citizens and guests of Piano di Sorrento”

Admission to the concerts is free.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 14
Redazione
dalla
ALESSANDRO VENA TAMARA ANGELOWSKA DuO TANER BASAR MARIA TERESA BOTTINI ANTONIO D’ANTO’ ANNARITA PONTECORVO

Open from May to October, the bar is located on the rooftop terrace of the Grand Hotel La Favorita which boasts a spectacular view of the Bay of Naples and Mount Vesuvius. A ne selection of signature cocktails will accompany your amazing sunset views and during your after dinner live music evenings.

Have you ever dreamed about eating under a sky full of lemons?

O’ Parrucchiano restaurant is a culinary adventure unlike any other, providing guests with the most fragrant and picturesque experience in Sorrento.

Address: Corso Italia, 71 | Info: +390818781321

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 15 Info & Bookings: Tel. 081 8782031 V ia Tasso, 61 - S orrento
– since 1868 –D7 E7

CENTRO STORICO DI SORRENTO

Via Parsano

Via degli Aranci

Via Sersale - Corso Italia

Via Pietà

Via Luigi de Maio

Piazza S. Antonino

Via S. Francesco

Piazza F. Saverio Gargiulo

Via Vittorio Veneto

Via Tasso - Via S. Nicola

Via 2° Traversa Fuoro

Via Fuoro - Via S. Cesareo

Piazza Tasso - Corso Italia

Campanile del Duomo Episcopio

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa.

Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici.

Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi.

Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Cattedrale

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale.

La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

Palazzo Correale (secolo XIV)

La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento.

Palazzo Veniero (secolo XIII)

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

Casa Correale in Piazza Tasso.

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo della famiglia Correale. L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

Sedile di Porta (secolo XVI)

Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello.

Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino.

Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne provenienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona.

Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai.

Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

Chiesa della Grazie

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500.

La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali.

Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente.

Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

Chiesa del Rosario già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI.

In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII ITINERARIO DI VISITA AL
16 Riccardo iaccarino
19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 7 15
CARMELA CELENTANO abbigliamento beachwear corsetteria intimo uomo/donna Via P. R. Giuliani, 4/6 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781370 - carmelacelentano.com - info@carmelacelentano.it Follow us carmela_celentano D8 Bimonte - House of Cameos and Coral Jewelry Via Padre Reginaldo Giuliani, 62 - Sorrento Via Fuoro, 62 - Sorrento
® D7 E6 F8
La Sirena di Sorrento

Our Michelin starred gourmet restaurant Terrazza Bosquet offers an elegant combination of regional and Mediterranean cuisine, using fresh, local produce including a variety of citrus fruits from the hotel's own orange grove.

To reserve a table dial +39 081 877 78 36 terrazzabosquet.exvitt.it

D9 D8 Center of Sorrento Corso Italia 257/D trattoriamariagrazia.it Trattoria
trattoriadamariagrazia TRADICTIONAL RENT Sunbed Beach Umbrella Kayak +39 081.3500722 D10 C7 RISTORANTE - PIZZERIA In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com Home cooking. Moderate prices. Family management
Vico S. Aniello
da Maria Grazia
81 D8
D9 D9
Bar Kontatto kontattosorrento +39 081 8785269 Open daily for Breakfast, Lunch and Dinner on the Beach Sorrento Via Marina di Puolo 47 TRADICTIONAL Food
D9 D9
E7 D8 D9 D12 D8 A15 C M Y CM MY CY CMY K

HISTORICAL CENTRE

Cathedral Belltower Bishop’s Palace

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

Fifteenth Century House

Sanctuary

of Carmine

(St. Mary of Carmelo)

House of Tasso

On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tramontano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork.

Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

Correale Palace (XIVth century)

The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coatof-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s.

Veniero Palace (XIIIth century)

Th is building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. The inlaid tufo decoration develops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

Church of the Servants of Mary

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

The Correale House in the Tasso Square

In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

Porta Seat (XVIth century)

In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

The Church of St. Mary of the Miracles

(S. Maria delle Grazie)

The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

Church and Cloister of St. Francis

The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo

Commonly referred to as the St. Rosary it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

House of Cornelia Tasso

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony).

Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro.

In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet.

Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated.

The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses.

They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

Dominova Seat

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century.

It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style.

The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII ITINERARY FOR A VISIT TO SORRENTO’S
25 Riccardo Iaccarino
19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 1 15 7
. Via Parsano Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto Via Tasso - Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo
2
Piazza Tasso - Corso Italia

ITINERARI

UNA PASSEGGIATA VERSO PUNTA CAMPANELLA

Èlapunta più estrema verso l’occidente della Penisola Sorrentina e prende il nome dalla leggenda di una Campana ,prelevata in un saccheggio della città di Sorrento, e lanciata tra le onde per richiesta divina onde evitare la perdita del prezioso strumento di richiamo alla vita e alla fede del luogo.

Millenni di storia sono passati per questo meraviglioso territorio lasciando tracce archeologiche, dettagli di antichi sistemi di coltivazione e simboli della devozione pagana e cristiana delle popolazioni locali.

Un luogo facile da raggiungere da Termini (Massa Lubrense) percorrendo la via Minervae che, già dall’inizio presso la località Cancello, mostra le prime antiche tracce con il passaggio della strada lungo un taglio netto nella montagna di oltre duemila anni ed i segni di allargamento della strada verso ponente. Il cammino scorre lungo uliveti, macchia mediterranea ed eroiche coltivazioni a ridosso di una costa brulla e rocciosa , esposta direttamente al sole e ai venti dominanti di Ponente.

La pavimentazione dell’antica strada, costellata di rudiste e altri fossili, risale al tempo dei greci e romani che qui costruirono un tempio dedicato prima ad Athena e successivamente alla dea Minerva per ingraziarsi divinità del cielo e del mare affinchè ogni viaggio finisse al meglio ed ogni marinaio potesse tornare a casa, resistendo alla furia di Poseidone o di Nettuno senza perdersi alla tentazione delle vicine

Sirene.

Altre antiche tracce sono nella scala intagliata nella roccia con una scritta Osca che ne ricorda la costruzione di oltre duemila anni fa e poi mura, cocci di vasi e strade intagliate che ci riportano agli antichi fasti di un impero che , da questo luogo, ha protetto l’isola di Capri, per undici anni sede dell’imperatore Tiberio, divina entità per tutto l’impero romano.

L’uomo, nel tempo, ha adattato il territorio alla coltivazione di olivo costruendo terrazzamenti di pietre a secco e resistendo agli elementi naturali di erosione ed esposizione con ingegnose tecniche di protezione costituite da filari di alberi messi a protezione di altre produzioni.

Molte piante come olivastro, mirto e ginestra sono modellate dal vento e si presentano ispidi e pungenti e la macchia mediterranea domina il versante roccioso con asfodeli, rosmarino, mirto e lunghe stecche di ferule oltre alle innumerevoli fioriture che caratterizzano ogni stagione.

Camminare lungo questo itinerario con la giusta conoscenza di particolari di storia e antropologia consente un’immersione sensoriale fatta di panorami unici e meravigliosi su Capri, la Costiera Amalfitana ed il golfo di Napoli. Essendo esposto ad Ovest, ogni giorno si può godere di uno spettacolare tramonto che , con i suoi giochi di luce, rende unica l’esperienza.

Ninoaversa1969@gmail.com 3341161642

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 26 Noleggio biancheria a Sorrento TI ASPETTIAMO IN V IA SAN RENATO, 17 - SORRENTO Per info contratti Tel 333 9977738 - e-mail info@cambiopronto.it F10

Nino Aversa Guida Ambientale e accompagnatore turistico

To Punta Campanella

Itis the most extreme point towards the west of the Sorrento Peninsula and takes its name from the legend of a Bell, taken in a sack of the city of Sorrento, and thrown into the waves by divine request in order to avoid the loss of the precious instrument of reference to the life and faith of the place. Millennia of history have passed through this wonderful territory, leaving archaeological traces, details of ancient cultivation systems and symbols of the pagan and Christian devotion of the local populations.

An easy place to reach from Termini (Massa Lubrense) along the via Minervae which, from the beginning at the Cancello locality, shows the first ancient traces with the passage of the road along a sharp cut in the mountain of over two thousand years and the signs of widening of the road to the west. The path runs along olive groves, Mediterranean scrub and heroic crops close to a barren and rocky coast, directly exposed to the sun and the prevailing winds from the west.

The pavement of the ancient road, dotted with rudists and other fossils, dates back to the time of the Greeks and Romans who built a temple here first dedicated to Athena and then to the goddess Minerva to ingratiate themselves with the gods of the sky and the sea so that every journey would end in the best possible way and every sailor could go home, resisting the fury of Poseidon or Neptune without getting lost in the temptation of the nearby Sirens. Other ancient traces are in the staircase carved into the rock with an Osca inscription that recalls

INCONTRI CON LA MUSICA E IL TEATRO SOAVE SIA IL VENTO. COSì... SE FAN TUTTI

the construction of over two thousand years ago and then walls, shards of vases and carved roads that take us back to the ancient glories of an empire that, from this place, protected the island of Capri, for eleven years the seat of the Emperor Tiberius, a divine entity for the whole Roman Empire. Over time, man has adapted the area to the cultivation of olive trees by building dry stone terraces and resisting the natural elements of erosion and exposure with ingenious protection techniques consisting of rows of trees placed to protect other productions.

Many plants such as olive, myrtle and broom are shaped by the wind and are bristly and pungent and the Mediterranean scrub dominates the rocky slope with asphodel, rosemary, myrtle and long rods of ferrules in addition to the countless blooms that characterize each season.

Walking along this itinerary with the right knowledge of history and anthropology details allows for a sensory immersion made of unique and wonderful views of Capri, the Amalfi Coast and the Gulf of Naples. Being exposed to the West, every day you can enjoy a spectacular sunset which, with its play of light, makes the experience unique.

Terzo appuntamento del progetto dal titolo “Soave sia il vento. Così se fan tutti”, promosso e ideato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini e dalla Venerabile Congregazione dei Servi di Maria, con il patrocinio del Comune di Sorrento. Domenica 14 maggio, presso il Museo Correale, alle ore 18.30, sarà la volta dell’Ensemble Alraune con il contralto Candida Guida, in “Il Pazzo e la Pazza”, in collaborazione con l’Associazione Le Amiche del Museo Correale, mentre il 3 giugno, alle ore 19, la chiesa dei Servi di Maria ospiterà “Paisiello e la Gran Duchessa” con Francesco Pareti al fortepiano e Giuseppe Guida al violino.

Questa iniziativa è rivolta in particolare modo ai ragazzi, e alla possibilità di offrire delle opportunità attraverso quello che si prospetta come un cantiere formativo permanente per giovani artisti - spiega il consigliere comunale, Rossella Di Leva che ha curato il progetto - Nel contempo, la rassegna arricchisce l’offerta culturale e musicale della nostra città”.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 27

XXV PREMIO INT.LE “CAPO D’ORLANDO”

DAI NEANDERTHAL AGLI UOMINI MODERNI

Ritorna al tradizionale appuntamento primaverile il Premio Internazionale “Capo d’Orlando”, evento che da 25 anni unisce scienza, cultura, promozione del territorio.

La manifestazione pubblica avrà luogo martedì 23 maggio alle ore 18.00 nello storico Castello Giusso e si impernierà su conferenze ed interventi dei premiati.

Per la sezione “Scienza” ritirerà il riconoscimento il Prof. Svante Paabo, Premio Nobel per la Medicina 2022, Direttore dell’Istituto di Antropologia Evolutiva del Max Planck Institute di Lipsia. Lo scienziato svedese ha scoperto il genoma dell’Uomo di Neanderthal evidenziandone lo stretto legame con il nostro DNA, rapporto fondamentale nella ricerca medica applicata al contrasto ed alle cure di tante attuali patologie.

Per la sezione “Divulgazione” la targa d’argento sarà consegnata al Prof. Giuseppe Remuzzi, tra i più noti ed autorevoli scienziati italiani, Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” di Milano.

Per la “Comunicazione Multimediale” sarà premiato il Prof. Giorgio Manzi dell’Università “Sapienza” di Roma ed Accademico dei Lincei, uno dei massimi esperti italiani sull’evoluzione umana.

Per la sezione “Management Culturale” ritirerà il riconoscimento il Prof. Gabriel Zuchtriegel, Direttore del Parco Archeologico di Pompei.

Per la Sezione “Scienza e Indu-

stria” sarà insignito il Dr. Carlo Pontecorvo, Presidente di Ferrarelle SpA, mentre per “Scienza e Alimenti” il premio sarà consegnato al Prof. Maurizio Bifulco dell’Università “Federico II”. L’evento culturale sarà moderato dal Dr. Luigi Vicinanza, giornalista e presidente della Fondazione Cives e presieduto dal Prof. Matteo Lorito, Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli, ateneo che patrocina la manifestazione con CNR, UGIS, Regione Campania e Città di Vico Equense. Notizie ulteriori sul Premio, sono presenti sul sito www.premiocapodorlando.it.

Il Premio Internazionale “Capo d’Orlando” ideato nel 1999 da Umberto Celentano, Direttore del Museo Mineralogico Campano, nel suo Albo d’Oro vanta scienziati come il matematico John F. Nash, la cui storia ha ispirato il film “A Beautiful Mind”, il biologo James Watson, co-scopritore della struttura del DNA e Andre Geim, artefice della scoperta del Grafene, materiale presente nel Museo di Vico Equense grazie alla donazione del celebre Nobel. Dal 2020 il Premio ha come Presidente Onorario, Sir Paul Nurse, Premio Nobel e Direttore del Francis Crick Institute di Londra.

Martedì 23 Maggio alle ore 10.30 il Prof. Svante Paabo e la consorte Linda Vigilant visiteranno il Museo Mineralogico Campano che sarà loro illustrato in lingua inglese dagli studenti del quarto anno del Liceo Linguistico “Publio Virgilio Marone” di Meta.

ORARIO DI APERTURA

7,30 - 24,00

Sorrento Lift Piazza F. S. Gargiulo (nella Villa Comunale - Public Gardens) tel. 081 8072543 - 80067 Sorrento www.sorrentolift.it - info@sorrentolift.it

Fish

Chips

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 28
S VANTE PAABO G IORGIO M AN zI GIu SEPPE R EMuzz I
Ascensore per il Porto e le spiagge Lift to the Beach/Port C8 MERMAID Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it
E7 MERMAID by English Inn
For my good friends at the MERMAID Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.
“1974” first season of serving
&
always been a favorite of our English Customers ...and the tradition continues

Traduzione: James Stunell

OnThursday 23rd May, at 6.00pm, we welcome back to Vico Equense a cultural event that has become something of a tradition. The Campanian Mineralogical Museum – Discepolo Foundation has been putting together the 25th edition of the International “Capo d’Orlando” Scientific Award, held at the historic Giusso Castle. The award has, over time, been awarded and presented to 18 Nobel Prize winners, among others. This public event will be presided over by Professor Matteo Lorito, chancellor of the “Federico II” University of Naples, one of the patrons of the award along with the CNR (National Research Council), the UGIS (Union of Italian Scientific Journalists), the Campanian Regional Government and the Vico Equense local government. The event will revolve around conferences and talks given by the award winners from the six acknowledged sectors. The silver plaque, depicting the fossil of a fish from the Cretaceous period, discovered at Capo d’Orlando (Vico Equense) in the 19th century, will be awarded during the event. The scientific award will be presented to Professor Svante Paabo, the 2022 winner of the Nobel Prize for Medicine and Director of the Max Planck Institute of Evolutionary Anthropology in Leipzig. This is the Swedish scientist who discovered the Neanderthal genome, highlighting how closely it is linked to our own DNA, a relationship that is crucial to the treatment of, and fight against, so many modern illnesses. For the “Dissemination” section, the silver plaque will be awarded to Professor Giuseppe Remuzzi, one of the best-known and most authoritative Italian scientists and Director of the “Mario Negri” Institute of Pharmacological Research in Milan. The “Multimedia Communication” award goes to Professor Giorgio Manzi of the “Sapienza” University in Rome, Academician of the Lincei and one of Italy’s top experts in human evolution. Professor Gabriel Zuchtriegel picks up the award for the “Cultural Management” section. He is the Director of the Pompeii Archaeological Park, currently involved in an effective relaunching of the Ancient City. Dr. Carlo Pontecorvo, President of Ferrarelle SpA, walks away with the “Science and Industry” award, while the “Science and Foodstuffs” prize goes to Professor Maurizio Bifulco of the “Federico II” University. The whole event will be moderated by Dr. Luigi Vicinanza, journalist and president of the Cives Foundation. Further information on the Award, including the titles of the various reports of the 25th edition, as well as the history of the Award itself, can be found at the website www.premiocapodorlando.it. The “Capo d’Orlando” Award, created in 1999 by Umberto Celentano, Director of the Vico Equense museum, boasts, in its Roll of Honour, scientists of the calibre of mathematician John F. Nash, whose story inspired the film “A Beautiful Mind”, biologist James Watson, co-discoverer of DNA and physicist Andre Geim, the man behind the discovery of graphene, samples of which he has donated to the Museum of Vico Equense. Since 2020, the Honorary President of the Award has been Sir Paul Nurse, Nobel Prize winner and Director of the Francis Crick Institute of London. On Tuesday 23rd May at 10.30 am, Professor Svante Paabo and his wife Linda Vigilant will pay a visit to the Campanian Mineralogical Museum, and will be given a tour in English by fourth-year students from the “Publio Virgilio Marone” linguistic lyceum in Meta.

AGROALIMENTARE

“PREMIO SIRENA D’ORO DI SORRENTO”. I PREMIATI

Lasala Carlo Di Leva del Circolo dei Forestieri ha ospitato la cerimonia di premiazione dell’edizione 2023 del Premio Sirena d’Oro, dedicato agli oli extravergine d’oliva italiani a marchio Dop e Igp, organizzato dal Comune di Sorrento e dall’Associazione Italia Olivicola.

Ad aprire la mattinata, dopo i saluti del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, del presidente dell’Associazione Italia Olivicola, Gennaro Sicolo e del direttore della Filiera Olivicola Italiana, Giuliano Martino, la tavola rotonda dal titolo “Alla scoperta dei migliori oli DOP ed IGP: Qualità, Salute e Territorio”, alla quale hanno preso parte il presidente della giuria del premio, Raffale Sacchi, il presidente di Igp Campania, Raffaele Amore, il presidente della Dop Monti Iblei, Giuseppe Arezzo e il presidente della Dop Aprutino Pescarese, Sitano Ferri. Le conclusioni affidate all’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo e a Marco Cerreto, componente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, moderati dal segretario del Premio Sirena d’Oro di Sorrento, Luigi Milano. A coordinare la cerimonia di premiazione Giovanni Pipolo, capo panel della giuria, che quest’anno ha premiato l’azienda Quattrociocchi (Igp Roma), il Frantoio Mercurius (Dop Aprutino Pescarese) e il Frantoio Franci (Igp Toscano), rispettivamente nelle categorie intensi, medi e leggeri.

Altri riconoscimenti sono andati, per la categoria fruttato leggero, all’azienda agricola Poppo Dop, La Torretta, Tenuta Chiaramonte, Frantoio San Comaio. Per la categoria fruttato medio si sono distinti Podere Grassi, Accademia Olearia, Bacci Noemio e Casa di Grazia. Ancora, per la categoria fruttato intenso, la giuria ha premiato l’azienda Codmo di Russo, Frantoi Cutrera, Ciccolella, Accademia Olearia. Per la categoria Dop/Igp Bio, infine, all’Accademia Olearia, Az. Buono Podere Ricavo, Masseria Coste Di Cuma, Costantino Mariangela e Eugenia Gino.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 29
C4

CILIEGE E CERASE: LA FIORITURA DELLA VITA

Ilprimo personaggio che appare nel “Pinocchio” di Carlo Collodi è il falegname mastr’Antonio, che però tutti conoscono con il soprannome di mastro Ciliegia a causa della punta del suo naso “lustra e paonazza, come una ciliegia matura”. Fin dalla prima pagina del celebre racconto, l’artigiano si presenta un po’ alticcio e sopra le righe: vuole tagliare un pezzo di legno per il suo caminetto, ma il ciocco sorprendentemente parla e si ribella alla scure, per cui, sconcertato, mastro Ciliegia decide di disfarsene rapidamente regalandolo al collega mastro Geppetto… e da lì ricorderete certamente il prosieguo della storia. In altri contesti, la ciliegia è una metafora per descrivere le labbra carnose di una bella ragazza; come spiega un articolo di “Vogue” di qualche anno fa, si chiamano “cherry lips” e sono piuttosto di moda nella chirurgia estetica della Corea del Sud. Ma, d’altra parte, anche a Napoli abbiamo suggestioni del genere, come cantava Aurelio Fierro negli anni Cinquanta: “Cerasella, Cerasè, mo ch’è ‘o tiempo d’‘e ccerase, tu me vàse”. Nel contesto biblico, invece, le ciliegie furono assimilate al sangue del Redentore per il loro colore rosso, mentre nell’iconografia cristiana furono anche rappresentate come il frutto del Paradiso, ossia l’antidoto della mela causa del Peccato Originale.

Al di là di nasi, labbra e sangue, le ciliegie sono un frutto dolce e invitante originario dell’Asia Minore che dal VII secolo a.C. si diffuse in Egitto e poi, nel III secolo a.C., in Grecia. In Italia arrivarono leggermente dopo, nel II secolo a.C., quando il letterato, grammatico, militare e agronomo romano Marco Terenzio Varrone ne illustrò dettagliatamente l’innesto. Un salto di qualità arrivò nel I secolo d.C., quando Plinio il Vecchio ne descrisse diverse varietà nel suo imponente trattato “Naturalis historia”, ma tante testimonianze sono rintracciabili anche negli affreschi degli Scavi di Pompei, dove spesso sono rappresentate accanto a degli uccelli. Un grande impulso nella storia delle ciliegie si ebbe nelle ricche mense rinascimentali, per non parlare di quanto fossero

prestigiose quelle che nel Seicento provenivano dalle serre di Versailles, coltivate sia per la tavola, sia per gli studi botanici. Oggi in Italia si contano oltre 150 varietà, derivate dal ciliegio dolce e suddivise in due grandi categorie: le tenerine e le duracine. Sono frutti ricchi di zuccheri semplici, sali minerali e vitamine; sono dissetanti e favoriscono l’abbronzatura, prevengono l’invecchiamento cutaneo e depurano l’organismo. Mia madre ne compra ogni anno alcune cassette per produrne della squisita marmellata, che poi ci accompagnerà nelle colazioni del resto dell’anno, ma anche per realizzare un “cuscino” di noccioli di ciliegie. Già, si tratta della “bouilotte”, la cosiddetta “borsa dell’acqua calda a secco”, o “svizzera”, che, se riscaldata, lenisce i dolori dell’organismo e allevia le contusioni o i reumatismi.

Un giorno mi piacerebbe andare in Giappone nel mese di maggio in occasione dell’Hanami, la cerimonia della fioritura del ciliegio, un evento di importanza nazionale, quasi sacro, perché esprime la beatitudine e l’impermanenza della vita. Nella letteratura nipponica come nei manga, ma anche nella fotografia e nella pittura paesaggistica di quel Paese i fiori del ciliegio sono più di un simbolo: chiamati “sakura”, richiamano la purezza ed il rinnovamento, tant’è vero che nei matrimoni tradizionali si prepara un tè con fiori di ciliegio perché gli sposi siano felici e abbiano una lunga vita.

In Campania le ciliegie sono un

prodotto di eccellenza coltivato in varie aree: Mercato San Severino e Siano; Sarno e Bracigliano; Giugliano e Marigliano; Forino e Montoro, ma anche altrove. In Penisola Sorrentina non c’è una coltivazione estesa delle ciliegie, ma vi è un uso estremamente singolare del legno del suo albero: nell’artistico e tradizionale intarsio sorrentino, tra i tanti tipi di legname utilizzato (dall’agrifoglio all’arancio e al limone, dal palissandro al castagno, dal noce all’ulivo…) quello di ciliegio è fondamentale per ottenere le sfumature e l’effetto chiaro-scuro. Una pianta e un frutto, dunque, che da millenni accompagna la nostra gastronomia e fantasia, la nostra storia e creatività.

Cherries and cherries: the flowering of life

The first character who appears in Carlo Collodi’s “Pinocchio” is the carpenter Mastr’Antonio, who, however, everyone knows by the nickname of Mastro Ciliegia due to the tip of his nose “lustrous and purple, like a ripe cherry”. From the first page of the famous story, the craftsman appears a bit tipsy and over the top: he wants to cut a piece of wood for his fireplace, but surprisingly the log speaks and rebels against the ax, so, disconcerted, master Ciliegia decides to quickly get rid of it, giving it to her colleague Geppetto... and from there you will certainly remem-

ber the continuation of the story. In other contexts, the cherry is a metaphor to describe the full lips of a beautiful girl; as an article in “Vogue” from a few years ago explains, they are called “cherry lips” and are quite fashionable in South Korean cosmetic surgery. But, on the other hand, even in Naples we have similar suggestions, as Aurelio sang Fierro in the Fifties: “Cerasella, Cerasè, mo ch’è ‘o tiempo d’’e ccerase, tu me vàse”.

In the biblical context, however, cherries were assimilated to the blood of the Redeemer due to their red color, while in Christian iconography they were also represented as the fruit of Paradise, i.e. the antidote of the apple, the cause of Original Sin.

Beyond noses, lips and blood, cherries are a sweet and inviting fruit originating from Asia Minor which from the 7th century BC. it spread to Egypt and then, in the 3rd century BC, to Greece. They arrived in Italy slightly later, in the 2nd century BC, when the Roman scholar, grammarian, military and agronomist Marco Terenzio Varro illustrated the grafting in detail. A leap in quality came in the first century AD, when Pliny the Elder described various varieties in his impressive treatise “Naturalis historia”, but many testimonies can also be found in the frescoes of the Pompeii excavations, where they are often represented next to birds. A great boost in the history of cherries came from the rich Renaissance canteens, not to mention how prestigious were those that in the seventeenth century came from the greenhouses of Versailles, cultivated both for the table and for botanical studies.

Today in Italy there are over 150

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII PIANTE E FIORI
30

varieties, derived from the sweet cherry and divided into two broad categories: the tenerine and the duracine. They are fruits rich in simple sugars, mineral salts and vitamins; they are thirstquenching and promote tanning, prevent skin aging and purify the body. My mother buys some crates every year to make delicious jam, which she will then accompany us at breakfast for the rest of the year, but also to make a “cushion” of cherry pits. Yes, it is the “bouilotte”, the so-called “dry hot water bottle”, or “swiss”, which, if heated, soothes body pains and relieves bruises or rheumatism. One day I would like to go to Japan in May for the Hanami, the cherry blossom ceremony, an event of national importance, almost sacred, because it expresses the bliss and impermanence of life. In Japanese literature as in manga, but also in photography and landscape painting of that country, cherry blossoms are more than a

symbol: called “sakura”, they recall purity and renewal, so much so that in traditional weddings a tea with cherry blossoms for the bride and groom to be happy and have a long life.

In Campania cherries are a product of excellence grown in various areas: San Severino and Siano market; Sarno and Bracigliano; Giugliano and Marigliano; Forino and Montoro, but also elsewhere. In the Sorrento Peninsula there is no extensive cultivation of cherries, but there is an extremely unique use of the wood of its tree: in the artistic and traditional Sorrento inlay, among the many types of wood used (from holly to orange and lemon, from rosewood to chestnut, from walnut to olive…) the cherry one is essential to obtain the nuances and the light-dark effect. A plant and a fruit, therefore, that have accompanied our gastronomy and imagination, our history and creativity for millennia.

LA FESTA DELLA PRIMAVERA A SORRENTO

SANT’ANTONINO DEI “GIARDINIERI”

Sant’Antonino viene festeggiato, a Sorrento, due volte l’anno. Al tradizionale appuntamento del 14 febbraio, infatti, è abbinata la ricorrenza di maggio, con la festa detta «dei giardinieri», istituita nel 1812 ed estesa, appunto, ai giardinieri, ai contadini. Quest’anno, l’appuntamento ricade il 7 maggio. La celebrazione del 14 febbraio ricorda la morte del santo, la festa di maggio, è detta «del patrocinio» o anche dei «giardinieri». La celebrazione del patrocinio nacque per un evento particolare, tanti anni dopo la morte di Sant’Antonino.

Gli storici l’hanno datato agli inizi del secolo IX, quando ancora non era stata realizzata la chiesa sul luogo della sua sepoltura. Si tramanda che un vescovo di Sorrento ordinò ad un operaio di scavare nel punto dove si riteneva fosse sepolto il corpo di Sant’Antonino.

Durante l’intervento una “costa” del santo saltò fuori e colpì l’uomo agli occhi accecandolo. Il vescovo fece sospendere lo scavo e ordinò la traslazione della “costa” in processione nella Cattedrale. Dopo tre giorni di preghiera, la “costa” di Sant’Antonino fu appoggiata sul volto dell’operaio che riottenne la vista. Da allora fu istituita la festa del patrocinio, poi detta dei giardinieri perché erano gli agrumicoltori sorrentini ad assumersi gli oneri della festa fissata per la prima domenica di maggio. Quest’anno, la Statua di Sant’Antonino sarà ospite della Parrocchia del Capo di Sorrento.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 31
Giovanni Gugg
D4 Via Marina Grande, 166 - Sorrento 80067 NA Ph/Fax +39 0818772510 - Mob. +39 3349291150 www.tavernaazzurrasorrento.com info@tavernaazzurrasorrento.com

EDIZIONE DEL VENTENNALE

DALL’11 AL 13 GIUGNO

FESTA A VICO 2023

Gliingredienti di una grande kermesse con una immagine di carattere internazionale. Una manifestazione enogastronomica di forte impatto nel settore, con una vetrina che accoglierà gli ospiti in un vortice di sapori e colori della materia padrona di casa. È Festa a Vico 2023, l’edizione del ventennale, in programma a Vico Equense da domenica 11 a martedì 13 giugno prossimo, presentata a Milano, presso Foody Mercato Agroalimentare, dallo chef bistellato, Gennaro Esposito, con il sindaco di Vico Equense, Peppe Aiello e l’assessore Ciro Maffucci, l’intervento di grandi firme della ristorazione. L’appuntamento di quest’anno testimonia l’impegno costante verso l’evoluzione e la valorizzazione del tempo, un percorso, iniziato nel 2003 grazie alla passione di Gennaro Esposito, che decise di unire le forze per celebrare la sua terra natia sposando una lodevole causa benefica. Dopo lo stop forzato per l’emergenza pandemica, si riparte con nuove e brillanti prospettive, in linea con le idee innovativo del famoso patron della Torre del Saracino. «È arrivato il momento di ritrovarsi e stare insieme – ha spiegato lo chef bistellato vicano -, di cambiare senza mutare nello spirito e di rianimare le strade di Vico Equense con entusiasmo ed emozione. Non

a caso, abbiamo scelto il Food Mercato Alimentare di Milano per la presentazione, una location emblematica, dove convergono eccellenze, dove si materializza quella magia del prodotto e dell’autenticità. In quest’ottica, il direttore Nicola Zaffra, ha accolto con entusiasmo la nostra idea». I partecipanti, oltre a soddisfare il palato gustando prodotti e piatti tipici, potranno scoprire i segreti delle tradizioni culinarie locali e immergersi in esperienze indimenticabili. «Ogni piatto racchiude una storia – aggiunge Gennaro Esposito -, un legame profondo con la terra e i suoi prodotti, e Festa a Vico diventa l’occasione perfetta per scoprirne tutte le sfaccettature. È così che l’esperienza culinaria diventa un viaggio nei ricordi, nella tradizione e nell’autenticità, pieno di emozioni e generatore di ricordi indelebili».

Festa a Vico è un evento culinario dall’incommensurabile fascino, che elogia la cultura. Si accendono i riflettori sulla Campania e i suoi splendidi territori: non è solo gastronomia, ma anche valorizzazione delle bellezze naturali e dei sapori autentici della nostra meravigliosa terra. «Mancare significherebbe ignorare patrimoni che restano: le emozioni – sottolinea il patron della Torre del Saracino -. Essere presenti segnerà l’appartenen-

za a un’Italia che vive. Una manifestazione come nessun’altra, in cui vivere e condividere momenti unici, prendendo parte ad un grande abbraccio solidale. Ancora più speciale e indimenticabile: rendiamo omaggio alla nostra storia e guardiamo al futuro con rinnovato fervore». Il vernissage domenica con la Repubblica del cibo, con grandi maestri della cucina, provenienti da tutta Italia realizzeranno i loro piatti all’interno e all’esterno delle botteghe del paese animando strade, giardini e palazzi del centro cittadino. Lunedì appuntamento nel borgo di Seiano con la condivisione tra giornalisti e produttori, accolti da uno show cooking di

Antonino Siniscalchi

giovani chef, per un brunch in piazzetta. Chef stellati, street food “a tema” e non solo, una passeggiata di gusto e bellezza, alla scoperta dei progetti più intraprendenti del panorama enogastronomico in una location mozzafiato come quella della Marina di Seiano. Martedì, quindi, in mattinata welcome e visita ai reperti archeologici nella splendida e prestigiosa Isola di Vivara. I partecipanti in escursione potranno deliziarsi con le prelibatezze degli chef. «Vivara è un posto un’oasi incontaminata – osserva Gennaro Esposito -. Da cinquant’anni non è abitata, non c’è energia elettrica, c’è solo una fontanina dell’acqua. Qui convergeranno verdi talenti della cucina, in un ambiente ancestrale, dove consolidare lo stretto legame tra cucina e territorio». Per quanti non sceglieranno l’escursione a Vivara, a Vico Equense ci sarà una deliziosa degustazione di vini bianchi Italiani, curata da sommelier italiani presenti alla manifestazione. In serata la cena di gala si terrà come da consuetudine presso il ristorante Pizza a Metro. Un after party concluderà la kermesse.

Nei tre giorni della manifestazione, a Vico Equense arriveranno le più prestigiose firme della ristorazione. «Verranno tutti –conclude Gennaro Esposito -. È un momento storico che deve alimentare il morale per lasciarci alle spalle questo periodo che abbiamo affrontato con grandi sacrifici e che, probabilmente, ancora non abbiamo superato completamente».

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 32

L’ESILIO DORATO DI MASSIMO GORKY

Della famiglia degli antichi proprietari furono le duchesse Matilde ed Elena Maresca di Serracapriola le ultime ad occupare ‘Il Sorito’, la bella casa avita del Capo di Sorrento. Nel marzo del 1985 veniva a mancare Donna Matilde, qualche mese dopo lasciava questo mondo anche sua sorella Elena. Dopo la loro morte la casa è passata, per disposizione testamentaria, al Sovrano Militare Ordine di Malta e quindi a residenza privata. Legata all’antica famiglia Maresca il cui casato, a seguito di vari intrecci matrimoniali, acquisti feudali e dignità diplomatiche, si è completato in Maresca Donnorso Correale Revertera di Serracapriola, la bella villa barocca è entrata nella storia per essere stata, dal 1924 a1 1933, la dimora italiana di Massimo Gorky. Durante quel decennio, se La Rufola, con Giuliana Benzoni e Gaetano Salvemini, fu il luogo di incontro e di raccordo dove sopravvissero gli ideali democratici della futura repubblica italiana, il Sorito, con la presenza di Gorky, restò punto di riferimento importante per gli esponenti della cultura russa di quegli anni e per i protagonisti degli eventi della politica sovietica, Il grande scrittore giunse a Sorrento mentre era all’apice della maturità umana e artistica. Qui trovò il clima ideale che gioverà alla sua malferma salute e nello stesso tempo la serenità necessaria per il suo lavoro. A partire dalla primavera del 1924, prese alloggio nella quiete della Riviera Massa, l’antica villa del Conte Luigi d’Aquila, fratello del Re di Napoli.

Dei primi tempi è lui stesso a darne conto in una lettera del 5 maggio 1924 a Peter Petrovich

Kruichkov dove scrive: “Qui viviamo abbastanza discretamente; ci trattano con affetto e cura, e ci danno da bere e da mangiare, naturalmente si fanno pagare lo stesso. Abbiamo affittato una casa su una scogliera che dà sul mare; se ci fosse un terremoto, saremmo i primi a precipitare in acqua. La casa è antica ma confortevole, con quattordici stanze – si! Naturalmente c’è una stanza per te; ti aspettiamo. E che giardino! Palme, uva e arance. Per tutto questo hanno preso circa cinquecento dollari fino al quindici novembre. Una bella sommetta! Ma abbiamo un isolamento completo e perfino una spiaggia tutta per noi! Non ci siamo ancora trasferiti. Il trasloco non influenzerà l’indirizzo che resta: Sorrento, Signor Gorky.

Si è instaurato un tempo eccellente; il mare è calmo, ed il sole e gli altri corpi celesti stanno lavorando duro onestamente, sebbene senza paga.

Quasi non tossisco affatto, ma comincio a sospettare che i germi abbiamo cambiato appartamento, trasferendosi dai polmoni alle viscere. Beh non importa! Anche i germi vogliono vivere. Mi sto nutrendo di pesce. Di tanto in tanto faccio delle passeggiate e gite in barca.” (Gorky, Epistolario lettera n° 114)

Alla fine dell’autunno si trasferì al ‘Sorito’, dove resterà per i successivi dieci anni. Durante la lunga permanenza in Italia tutti gli esponenti di primo piano della politica, dell’arte e della letteratura che in quegli anni, dalla Russia, viaggiarono in Europa non mancarono di recarsi a Sorrento per incontrarlo e rendergli omaggio. “Era abituato ad avere sempre intorno a se una piccola

varia corte, da cui si sentiva protetto meglio che da una cortina di silenzio. Amava il chiasso, le conversazioni notturne, le battute salaci, la mancanza di controllo, le ore piccole. Rari ciuffi chiari gli sfuggivano dal cranio, come cespugli da una rada collinetta, ed il suo sorriso, fra l’ingenuo e il furbesco era da contadino cosmopolita. Faceva una specie di professione della sua condizione di esule, ma non soffriva, a volte si commuoveva del suo ruolo, a volte invece se ne rammaricava e sentiva nostalgia del suo paese”.(da Giuliana Benzoni, ‘Una Vita ribelle’ Ed. Il Mulino 1985)… Non solo brevi visite occasionali ma anche lunghe permanenze come quella della baronessa Marija Budberg sua assistentesegretaria per diversi anni; di artisti e letterati, fra cui il poeta Vladislav Chodasevič e Nina Berberova ospiti del ‘Sorito’ per circa un anno, lo scultore Sergej Konenkov i pittori Pavel Korin, Victor Haagen-Műller, Boris Grigorev ed altri che hanno fissato sulle tele i luoghi sorrentini e del Capo di Sorrento ora custoditi nella Casa-museo Gorky di Mosca; ricordiamo Vasilij Jakovlev, Fẽdor Bogorodskij, Nicolaj Benois per molti anni primo scenografo del Teatro alla Scala di Milano. Naturalmente oltre agli amici era con lui la sua famiglia: la moglie Marija Andreeva, suo figlio Max Peskov con la bella moglie Nadezeda Alekscevna e le amatissime nipotine Marfa e Daria. Due i romanzi scritti a Sorrento da Gorky: ‘L’affare degli Artamanov’ e ‘La vita di Klim Sangim’, in quest’ultimo si intra-

vedono tratti sorrentini in alcuni personaggi.

Se il ricordo della permanenza di Gorky a Sorrento resta affidato alla piccola targa marmorea apposta sulla facciata esterna della villa e, solo dall’anno scorso, anche dalla stele collocata in Piazza Vittorio Veneto, non altrettanto in ombra è la memoria di lui nella Russia contemporanea. Ne fa fede la costante attenzione dai tanti che, quasi in pellegrinaggio, giungono al Capo di Sorrento per ammirare la ‘casa’ dove il grande esule visse gli anni più fecondi e nello stesso tempo più tormentati della sua vita. Anche Marfa Peskova, la figlia di Max e della signora ‘Bella’, nel 2003, condotta da chi scrive questa nota, ha voluto ripercorrere a ritroso un tratto della sua infanzia con una visita nella casa dov’era nata per ammirare, dalla terrazza dello ‘studio’, quello stesso panorama che l’aveva incantata da bambina mentre era fra le braccia di suo nonno.

Nel 2004 il regista Jury Sorokin venne a Sorrento per le riprese del film “Sotto il segno dello scorpione” dove rivivono gli anni del ‘Sorito’ del grande autore. Due documentari russi, nei primi anni di questo secolo, con la collaborazione dell’amico Machail Talalay, hanno ricostruito la presenza sorrentina di Gorky. Dalla copiosa produzione sua e dei suoi ospiti è possibile conoscere meglio l’Uomo che ha impresso la sua impronta possente su questo sito sorrentino, di cui, secondo Isaak Babel, “il paradiso terrestre ha pressappoco il suo aspetto”.

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 33
VILLA
LA
“IL SORITO” AL CAPO DI SORRENTO
Antonino De Angelis

COLLEGAMENTI VELOCI

CAPRI, SORRENTO, AMALFI E POSITANO ISOLE TREMITI E ISOLE PONTINE TOUR AMALFI COAST SCONTI PER GRUPPI

LA NAVE PER I TUOI EVENTI
www.nlg.it

ALISCAFO HYDROFOIL

GESCAB ALILAuRO GRuSON - Tel. 0818781430 - 0818071812

www.alilaurogruson.it

SEREMAR - Tel. 0818772621- SNAV - Tel. 0818375208

SORRENTO - CAPRI 07.15 feriale - 08.45 - 09,20 (fino al 30 ottobre)09.55 - 10,45 - 11,55 - 13,35 15.50 - 16.45 - 17.45

• N. B. 16.05 (dal 3 aprile - escluso i gg. 8, 9 e 25 il lunedì, mercoledì e venerdì)

CAPRI - SORRENTO 08.00 feriale - 09.20 - 10,30 - 11.20 - 13.00 15.20 - 16.20 - 17.15 - 18.30

• N. B. 11.40 (dal 3 aprile - escluso i gg. 8, 9 e 25 il lunedì, mercoledì e venerdì)

SORRENTO/NAPOLI 8,10 - 10,00 - 12,00 - 14,00 - 16,25

NAPOLI/SORRENTO 09,00 - 11,00 - 13,00 - 15,05 - 17,15

SORRENTO - ISCHIA 09.10 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Procida 15.50 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Capri

ISCHIA - SORRENTO 10,45 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Capri 17,25 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Procida

SORRENTO - PROCIDA 09.10 Lunedi, Mercoledi e Venerdi 15.50 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Ischia e Capri

PROCIDA - SORRENTO 10,00 Lunedi, Mercoledi e Venerdi Via Ischia e Capri 17,50 Lunedi, Mercoledi e Venerdi

SORRENTO - POSITANO 10,30 - 09,15 dal 15 aprile

POSITANO- SORRENTO 17.10

SORRENTO/AMALFI 10,30 Via Positano - 09,15 dal 15 aprile

AMALFI/SORRENTO 16.40 Via Positano

NAVE VELOCE FAST FERRY %

Tel. 08118966690

SORRENTO

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 15 aprile 2023 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

Circolo dei Forestieri

C8

PERIODICO DI INFORMAzIONE TuRISTICA Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento - www.surrentum.com redazione@surrentum.net

Direttore Responsabile Antonino Siniscalchi - antoninosiniscalchi@gmail.com

In Redazione Luisa Fiorentino e Mariano Russo

Progetto grafico Gaetano Ercolano - Web producer Mauro Siniscalchi

Hanno collaborato: Gianluca Agata, www.Ambrosetti.eu, Nino Aversa, Antonino De Angelis, Giuliana Gargiulo, Giovanni Gugg, James Stunell, Fondazione Sorrento

In copertina TRE GOLFI SAILING - Foto di Carlo Borlenghi - Credit Borlenghi/Rolex Pubblicità e Informazioni Tel. 334 838 5151 mariano@surrentum.net

STAMPATE 6.500 COPIE

Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

via Luigi De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 0818773263 - info@circolodei forestieri.com

Entrance on the road going down to the port

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 35
09,25
14,40
19,25
SORRENTO 07,00
08,40
13,35
18,40
- CAPRI 07,45 -
-
-
CAPRI -
-
-
-
TRASPORTI NLG - Tel. 0818071812 www.nlg.it

Capolinea Sorrento - Stazione Circumvesuviana

tutti i giorni tranne i martedì orario 10 - 13 e 15 - 18,00

TURNO FESTIVO DELLE FARMACIE DI SORRENTO

1 MAGGIO - 28 MAGGIO FARMACIA ALFANI (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781226

7 MAGGIO FARMACIA FARFALLA (D-8) Piazza Tasso -Tel. 0818781349

14 MAGGIO - 4 GIuGNO FARMACIA CANALE (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781174

21 MAGGIO - 11 GIuGNO FARMACIA RuSSO (D-11) Via degli Aranci Tel. 0818772310

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 36 TRASPORTI Sorrento - Capodichino partenza arrivo 06,30 08,00 08,30 10,00 09,00 10,30 10,30 12,00 12,00 13,30 14,00 15,30 15,00 16,30 16,30 18,00 Capodichino - Sorrento partenza arrivo 09,00 10,15 11,00 12,15 12,00 13,15 13,00 14,15 14,30 15,45 16,30 17,45 18,00 19,15 19,30 20,45 FERMATE SORRENTO - S. AGNELLO PIANO - META - VICO EQUENSE CASTELLAMMARE - POMPEI AuTOLINEE CuRRERI Tel. 08119460894 curreriviaggi.it n SORRENTO MARINA CANTONE 07.50 F 07.50 H 09.00 F 10.30 F 13.35 S 14.00 F 15,30 F 16.20 G 18.00 G 20.15 F S.AGATA MARINA CANTONE 06.20 F 08.15 H 09.25 H 10.55 F 14.25 F 16.45 G 20.50 G MARINA CANTONE SORRENTO 06,45 F 09.00 G 10,20 F 11.30 F 15.00 G 16.00 F MARINA CANTONE S. AGATA 14.30 F 15.00 G 16.30 F 18.55 F 19.00 H TORCA S. AGATA MASSA L. SORRENTO 05.15 F 06.05 F 07.00 G 07.00 S 07.35 G 08.30 F 09.10 • G 10.25 F 11.10 • G 12,40 F 13.15 G 14.25 G 15.25 G 16.00 G 17.05 • F 18.00 G 19.20 G 20.20 G 21.20 F SORRENTO MASSA L. S. AGATA TORCA 05.50 F 07.25 • F 08.05 F 09.00 F 09.30 F 10.10 • G 11.00 F 12.15 • G 12,40 F 13.15 H 13.15 • F 13.30 F 14.00 H 14.00 • F 15.00 G 16.15 H 16.15 • F 17.10 • G 18.00 G 18,45 G 19.15 • F 19.45 H 20.15 F 20.40 F 21.15 G 22.20 F 22.30 H 23.00 F • a/da Torca F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST. SORRENTO PRIORA S. AGATA TORCA 06.40 • F 07.50 H 08.05 F 08.30+ F 09,00+ H 09.00 F 09.30+ G 10.00+ H 10.15+ F 10.30 F 11.00+ G 11.30+ G 12,15 F 13.00 S 13.00+ H 13.15 F 14.00+ G 14.00 F 15.30+ G 15.30 F 16.20 G 17.00+ G 18.00 F 18.45 F 19.00+ G 19,15 F 19,45 G 20.05 H 20.30+ G 21.15 G 22.00 G TORCA S. AGATA PRIORA SORRENTO 06.00 F 06.45 • F 07.10 • F 07,15 S 08.10 • F 08.35+ F 08.45 G 09,15 F 10.00 G 10,20+ F 10.50+ H 10.55 F 11.50+ H 12.00 G 12.05+ S 12.20+ H 12.30 F 12.50+ G 13.00 F 13.35+ G 14.05 F 14.20+ G 15.00 H 15.25+ G 15.35 G 16.05+ H 16.20+ F 16.50+ G 17.05 F 18.20+ F 18.50+ G 19.20+ G 20,20+ G 21,20+ G • a/da Torca + a/da Bivio Nastro Verde SORRENTO AMALFI • 06.30 F • 07.40 F • 08.30 H • 08.30 F • 09.00 H • 09.00 F • 09.30 G • 09.45 F • 10.00 F • 10.00 H • 10.15 F • 10.30 G • 11.00 G • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 G • 12.45 F • 13.00 F • 13.00 H • 13.30 G • 14.00 G • 14.45 F • 15.10 G • 15.30 G • 15.45 F • 16.10 G • 17.00 G • 18.00 F • 18.30 G • 19.00 G • 19.45 F • 20.30 G AMALFI SORRENTO • 06.20 G • 07.15 F • 08.05 G • 09.00 F • 09.30 H • 09.45 F • 10.30 H • 10.45 S • 11.00 F • 11.00 H • 11.30 G • 11.45 F • 12.15 G • 13.00 G • 13.30 F • 13.45 F • 14.05 G • 14.30 F • 14.45 H • 15.00 F • 15.30 F • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 F • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 G • 18.15 G • 18.30 F • 19.00 G • 20.00 G • 21.00 H • 21.30 F • Via S. Agnello/Meta • Via Priora/S.Agata n Tel: 089 405145 sitasudtrasporti.it
SITA
ORARI IN VIGORE DAL 3/04/2023
SORRENTO ROMA 06.00 SORRENTO 16.00 06.15 VICO EQ.SE 16.20 06.30 C.DI STABIA 16.40 06.45 POMPEI 16.50 09.45 ROMA 20.00 ROMA SORRENTO 15.00 ROMA 07.00 18.00 POMPEI 10.00 18.10 C.DI STABIA 10.10 18.25 VICO EQ.SE 10.25 19.00 SORRENTO 10.50 n AuTOLINEE MAROzzI Tel. 0805790111 marozzivt.it LUNEDI MARTEDI GIOVEDI VENERDI SABATO DOMENICA SURRENTUM
agli orari che
trasporto
15 aprile 2023 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari. info point V ILLA F IORENTINO aperto tutti i giorni orario 10 - 13 e 16 - 20,00 P IAzz A TASSO da martedì a domenica orario 10 - 13 e 16 - 19,00 C/O STA z IONE C IRC u MVES u VIANA aperto
insieme
sono comunicati direttamente dalle compagnie di
e aggiornati al
D12 OFFICE PHONE: +39 081 18123915 - +39 081 18115249

• FESTIVO • FERIALE Su fondo giallo i treni garantiti anche in caso di sciopero

CAMPANIA EXPRESS

- MARINA GRANDE

LINEA E Circolare: SORRENTO STAZIONE - VIA DEGLI ARANCI -

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 37 TRASPORTI ENTE AuTONOMO VOLTuRNO NuMERO VERDE 800211388 EAV SORRENTO S. AGNELLO VICO C/MARE POMPEI VILLA R. ERCOLANO NAPOLI D 06.00 06.02 06.12 06.23 06.36 06.38 06.57 07.14 D 06.24 06.26 06.36 06.47 07.00 07.02 07.21 07.38 DD• 06.48 06.50 07.00 07.11 07.24 07.26 07.43 07.58 DD• 06.48 06.50 07.00 07.11 07.24 07.26 07.43 08.10 D 07.12 07.14 07.24 07.35 07.48 07.50 08.09 08.26 DD 08.00 08.02 08.12 08.23 08.36 08.38 08.55 09.08 D 08.24 08.26 08.36 08.47 09.00 09.02 09.21 09.38 DD 08.48 08.50 09.00 09.11 09.24 09.26 09.43 09.56 D• 09.12 09.14 09.24 09.35 09.48 09.50 10.09 10.26 DD 09.36 09.38 09.48 09.59 10.12 10.14 10.31 10.44 D 10.00 10.02 10.12 10.23 10.36 10.38 10.57 11.14 EXP 10.24 10.26 10.36 10.47 11.00 - 11.19 11.33 D 10.48 10.50 11.00 11.11 11.24 11.26 11.45 12.02 DD 11.12 11.14 11.24 11.35 11.48 11.50 12.07 12.20 D 11.36 11.38 11.48 11.59 12.12 12.14 12.33 12.50 DD• 12.00 12.02 12.12 12.23 12.36 12.38 12.55 13.08 D• 12.24 12.26 12.36 12.47 13.00 13.02 13.21 13.38 DD 12.48 12.50 13.00 13.11 13.24 13.26 13.43 13.56 EXP 13.12 13.14 13.24 13.35 13.48 - 14.07 14.21 D 13.36 13.38 13.48 13.59 14.12 14.14 14.33 14.50 DD 14.00 14.02 14.12 14.23 14.36 14.38 14.55 15.08 D 14.24 14.26 14.36 14.47 15.00 15.02 15.21 15.38 D 14.48 14.50 15.00 15.11 15.24 15.26 15.45 16.02 D 15.12 15.14 15.24 15.35 15.48 15.50 16.09 16.26 DD 15.36 15.38 15.48 15.59 16.12 16.14 16.31 16.44 D 16.00 16.02 16.12 16.23 16.36 16.38 16.57 17.14 D 16.24 16.26 16.36 16.47 17.00 17.02 17.21 17.38 D 16.48 16.50 17.00 17.11 17.24 17.26 17.45 18.02 EXP 17.12 17.14 17.24 17.35 17.48 - 18.07 18.21 D 17.36 17.38 17.48 17.59 18.12 18.14 18.33 18.50 DD 18.00 18.02 18.12 18.23 18.36 18.38 18.55 19.08 D 18.24 18.26 18.36 18.47 19.00 19.02 19.21 19.38 DD 19.12 19.14 19.24 19.35 19.48 19.50 20.07 20.20 EXP 19.36 19.38 19.48 19.59 20.12 - 20.31 20.45 D 20.00 20.02 20.12 20.23 20.36 20.38 20.57 21.14 D 20.24 20.26 20.36 20.47 21.00 21.02 21.21 21.38 D 20.48 20.50 21.00 21.11 21.24 21.26 21.45 22.02 D 21.12 21.14 21.24 21.35 21.48 21.50 22.09 22.26 D 21.36 21.38 21.48 21.59 22.12 22.14 22.33 22.50 NAPOLI ERCOLANO VILLA R. POMPEI C/MARE VICO S. AGN. SORRENTO D 05.57 06.13 06.32 06.35 06.48 06.59 07.07 07.10 D 06.21 06.37 06.56 06.59 07.12 07.23 07.31 07.34 DD 06.50 07.04 07.20 07.23 07.36 07.47 07.55 07.58 D• 07.09 07.25 07.44 07.47 08.00 08.11 08.19 08.22 D 07.33 07.49 08.08 08.11 08.24 08.35 08.43 08.46 D 08.02 08.16 08.32 08.35 08.48 08.59 09.07 09.10 D 08.21 08.37 08.56 08.59 09.12 09.23 09.31 09.34 EXP 08.49 09.03 - 09.23 09.36 09.47 09.55 09.58 D 09.09 09.25 09.44 09.47 10.00 10.11 10.19 10.22 D 09.33 09.49 10.08 10.11 10.24 10.35 10.43 10.46 D• 09.57 10.13 10.32 10.35 10.48 10.59 11.07 11.10 D• 10.21 10.37 10.56 10.59 11.12 11.23 11.31 11.34 D 10.45 11.01 11.20 11.23 11.36 11.47 11.55 11.58 D 11.09 11.25 11.44 11.47 12.00 12.11 12.19 12.22 EXP 11.37 11.51 - 12.11 12.24 12.35 12.43 12.46 D 11.57 12.13 12.32 12.35 12.48 12.59 12.55 13.08 D 12.21 12.37 12.56 12.59 13.12 13.23 13.31 13.34 D 12.45 13.01 13.20 13.23 13.36 13.47 13.55 13.58 D 13.09 13.25 13.44 13.47 14.00 14.11 14.19 14.22 DD 13.38 13.52 14.08 14.11 14.24 14.35 14.44 14.46 D 13.57 14.13 14.32 14.35 14.48 14.59 15.07 15.10 D 14.21 14.37 14.56 14.59 15.12 15.23 15.31 15.34 D 14.45 15.01 15.20 15.23 15.36 15.47 15.55 15.58 DD 15.14 15.28 15.44 15.47 16.00 16.11 16.19 16.22 EXP 15.37 15.51 - 16.11 16.24 16.35 16.43 16.46 D 15.57 16.13 16.32 16.35 16.48 16.59 17.07 17.10 D 16.21 16.37 16.56 16.59 17.12 17.23 17.31 17.34 D 17.09 17.25 17.44 17.47 18.00 18.11 18.19 18.22 DD 17.38 17.52 18.08 18.11 18.24 18.35 18.43 18.46 EXP 18.01 18.15 - 18.35 18.48 18.59 19.07 19.10 D 18.21 18.37 18.56 18.59 19.12 19.23 19.31 19.34 DD• 18.36 19.03 19.20 19.23 19.36 19.47 19.56 19.58 DD• 18.50 19.04 19.20 19.23 19.36 19.47 19.56 19.58 D 19.09 19.25 19.44 19.47 20.00 20.11 20.19 20.22 D 19.33 19.49 20.08 20.11 20.24 20.35 20.43 20.46 D 19.57 20.13 20.32 20.35 20.48 20.59 21.07 21.10 D 20.21 20.37 20.56 20.59 21.12 21.23 21.31 21.34 D 20.45 21.01 21.20 21.23 21.36 21.47 21.55 21.58 D 21.33 21.49 22.08 22.11 22.24 22.35 22.43 22.46
N APOLI E RCOLANO P OMPEI S ORRENTO 8,49 9,03 9,23 9,58 11,37 11,51 12,11 12,46 15,37 15,51 16,11 16,46 18,01 18,15 18,35 19,10 SORRENTO POMPEI ERCOLANO NAPOLI 10,24 11.00 11.19 11,33 13.12 13.48 14.07 14.21 17.12 17.48 18.07 18.21 19.36 20.12 20.31 20.45
FERMATE A C/MARE, VICO EqUENSE, PIANO, META, S. AGNELLO LINEA A M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. LINEA B Circolare: SORRENTO PORTO - STAZIONE LINEA C SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. LINEA D Circolare: SORRENTO STAZIONE
HILTON
SORRENTO n
n BuS SORRENTO - NAPOLI DA SORRENTO (stazione Circum) 23,15 - 00,10 - 00,20 - 01,30 - 04,30 - 04,50 - 05,40 DA NAPOLI (Stazione Garibaldi) 22,40 - 23,05 - 02.45 - 03.45 - 04-30 F7  Fu NIVIA DEL FAITO 10,00 - 10,20 - 10,40 - 11,00 - 11,40 - 12,00 - 12,40 - 13,00 - 13,40 - 14,00 - 14,40 15,00 - 15,20 - 15,40 - 16,00 - 16,20 - 16,40 - 17,00
Au TOLINEE
Ogni 20 minuti Every 20 minutes

STRUTTURE RICETTIVE

FEDERALBERGHI PENISOLA SORRENTINA

HOTEL ASSOCIATION

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO - Tel. 0818773333

www.penisolasorrentina.federalberghi.it - www.sorrento coast.it

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 081 8074452

ASSOCIAzIONE CHIAVI D’ORO

c/o Chiostro di San Francesco - SORRENTO www.campaniafelix.org

C8

C8

0818781344 E/4

Villaggio Verde 0818073258 G/11

Esperidi Resort 0818783255 ➔

OSTELLI

Seven Hostel 0818786758 ➔

Le Sirene 0818072925 D/11

Ulisse deluxe hostel 0818774753 E/5

Porto Salvo 0818774887 ➔

Unconventional 0818785802 ➔

Il Conservatorio 08118098254 D/8

SURRENTUM - maggio 2023 - Anno XLIII 38 NuMERI uTILI USEFULL NUMBERS CARABINIERI Pronto Intervento 112 Sorrento 0818073111 POLIzIA - POLICE Pronto Intervento 113 Sorrento 0818075311 POMPIERI 0818711222 EMERGENzA MEDICA 118 GuARDIA MEDICA Sorrento/Meta 0815331111 INFERMIERI PROFESSIONALI Cappiello Mario 3397788388 VIGILI Sorrento 0818074433 S. Agnello 0815332205 TAXI Sorrento 0818782204 S. Agnello 0818781428 Piano 0818786363 S. Agata 0818780509 AEROPORTO 848888777 PORTO - HARBOuR Ufficio Marittimo 0818073071 Soccorso in mare 1530 FERROVIE - RAILWAYS Trenitalia 147888088 POST OFFICE Sorrento 0818781495 S. Agnello 0818781870 E7
ALBERGHI HHHHHL 01 Excelsior Vittoria 0818777111 C/9 ALBERGHI HHHHH 81 Cocumella 0818782933 A/15 06 Bellevue Syrene 0818781024 D/6 05 Bel Air 0818071622 C/3 ➔ La Pace 0818074775 22 Parco Principi 0818784644 A/14 34 La Favorita 0818782031 D/7 02 Ambasciatori 0818782025 B/12 25 Royal 0818073434 C/10 57 Lorelei Londres 08119022620 B/11 81 Mediterraneo 0818781352 A/15 ALBERGHI HHHH 27 Admiral 0818781076 C/4 ➔ Alpha 0818782033 03 Aminta 0818781821 F/3 04 Antiche Mura 0818073523 E/9 51 Astoria 0818074030 D/8 28 Ascot 0818783032 E/5 66 Atlantic Palace 0818782688 D/1 07 Bristol 0818784522 D/4 08 Capodimonte 0818784555 E/4 30 Capri 0818781251 D/11 72 Caravel 0818782955 A/16 09 Carlton Int. 0818072669 D/9 10 Central 0818781646 C/14 11 Cesare Augusto 0818782700 E/9 12 Conca Park 0818071621 F/6 13 Continental 0818072608 D/6 ➔ Corallo 0818073355 ➔ Crawford 0818071772 73 Cristina 0818783562 C/16 14 De La Ville 0818782144 C/11 ➔ Eliseo Park’s 0818781843 15 Europa Palace 0818073432 C/10 16 Flora 0818782520 C/13 74 Gran Paradiso 0818073700 D/16 17 Hilton 0818784141 G/7 18 Tramontano 0818782588 C/7 77 Isabella 0810108238 A/15 19 Johanna Park 0818072472 G/3 78 La Residenza 0818774698 A/15 Q B. W. La Solara 0815338000 56 La Tonnarella 0818781153 C/3 55 La Minervetta 0818774455 D/4 71 Majestic Palace 0818072050 A/16 20 Michelangelo 0818784844 D/11 41 Minerva 0818781011 C/3 21 Miramare 0818072524 C/3 79 Palazzo Guardati 0818785567 D/8 70 Parco del Sole 0818073633 C/17 42 Plaza 0818782831 E/9 23 President 0818782262 F/5 ➔ Prestige 0815330470 43 Regina 0818782162 D/6 24 Riviera 0818072011 B/12 58 Rota Suites 0818782904 C/12 26 Vesuvio 0818782645 D/1 ➔ Villa Garden 0818781387 61 B.que Hotel Elios 0818074834 C/2 H Vue d’Or 0818073153 49 Villa Maria 0818781966 F/5 50 Zi’ Teresa 0818784619 C/12 ➔ Club 0818781127 ALBERGHI HHH 29 Britannia 0818782706 D/2 Q Dania 0818073572 52 Del Corso 0818071016 D/8 32 Del Mare 0818783310 D/4 33 Eden 0818781151 D/9 75 Florida 0818783844 A/15 35 Gardenia 0818772365 C/14 36 Girasole 0818073082 B/15 37 Il Faro 0818781390 C/8 H Il Nido 0818782766 54 La Badia 0818781154 D/3 38 La Meridiana 0818073535 C/11 76 La Pergola 0818782626 A/15 39 Leone 0818782829 F/8 40 Metropole 0818074107 D/2 64 Mignon 0818073824 E/7 44 Rivage 0818781873 E/5 45 Settimo Cielo 0818781012 C/4 60 Sorrento City 0818772210 D/9 Q Spicy 0818073063 46 Tirrenia 0818781336 E/5 47 Tourist 0818782086 D/12 48 Villa di Sorrento 0818781068 E/9 H Villa Fiorita 0818780003 Q Villa Igea 0818071069 H Le Terrazze Res. 0818780906 80 Au Relais Rivoli 0813654089 D/8 59 Savoia 0818782511 F/10 81 Tasso Suites 0818772014 D/8 ALBERGHI HH ➔ Angelina 0818782901 31 Cavour 0818073166 D/2 53 Desirée (Garnì) 0818781563 C/3 82 Sorrento Central 3337842924 G/8 ALBERGHI H 62 Linda 0818782916 E/11 65 Nice 0818781650 D/10 83 La Magnolia 0818773560 E/9 CAMPINGS & VILLAGGI Santa Fortunata & Campogaio 0818073579 D/1 Nube d’Argento
E6 ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 S. Antonino 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -19,00 Carmine 9.30 - 10.45 - 19,00 SS. Rosario 9.00 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9,30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.15 -19.00 S. Lucia 9.00 - 11.00 - 19.00 S. Anna 19.00 S. M. delle Grazie 7.45 S. Antonio (Casa di riposo) 8,30 CHIESA EVANGELICA Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN 10.30 GIOVEDI/THU 19.00
E/