Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

Luglio 2018

1

Anno XXXVIII

5

www. utoughi.com

LUGLIO 2018

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

www.surrentum.it www.surrentum.net www.surrentum.com


2

Luglio 2018 C5

www.ristorantebagnisantanna.com

RISTORANTE – BAR – SOLARIUM

in Marina Gande – Sorrento tel. 081 8074178

D9


Luglio 2018

3

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Mayor

Città di Sorrento

Benvenuti Welcome

W

A NOME MIO E DELL’INTERA CITTÀ sono lieto di porgervi il benvenuto. L’ arrivo di ogni ospite a Sorrento è motivo di gioia per la nostra comunità.

S

iamo costantemente impegnati a mantenere alte le tradizioni che hanno resa famosa Sorrento per l’ospitalità e l’accoglienza. Per questo motivo l’Amministrazione Comunale, gli albergatori e tutti coloro che operano nel campo del turismo, sono impegnati perchè ogni soggiorno o vacanza a Sorrento si trasformi in una piacevole esperienza da ricordare. Ogni anno riscontriamo un incremento del numero di visitatori che prediligono Sorrento per i loro soggiorni oltre che a lusinghieri apprezzamenti da parte dei principali tour operator nazionali ed internazionali. Questo stimola ancora di più il nostro desiderio di conservare elevati standard qualitativi ai servizi offerti e che, oltre alle bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche che offre il nostro territorio, tutti, ospiti e residenti, possano gradire il nostro impegno nell’offrire un carnet di appuntamenti interessante, vario ed ammiccante. Nel dedicare metaforicamente a tutti la celebre canzone “Torna a Surriento” – inno della nostra terra – ci auguriamo che le sue note possano alimentare in voi il desiderio di tornare in futuro a trovarci ancora una volta.

e are constantly committed in maintaining the traditions that have made Sorrento famous for its hospitality. For this reason the Municipal Administration, hoteliers and all touristic operators are busy because every stay or holiday in Sorrento turns into a pleasant experience to remember. Every year we see an increase in the number of visitors who prefer Sorrento for their stays as well as for flattering appreciations from the main national and international tour operators. This stimulates even more our desire to maintain high quality standards for the services offered and, in addition to the scenic, historical and architectural beauties that our territory offers, that guests and residents can appreciate our commitment to offering interesting, varied and alluring appointments. In metaphorically dedicating to everyone the famous song “Torna a Surriento” - hymn of our land we hope that his notes will feed you the desire to return to visit us again.

ON BEHALF OF THE ENTIRE TOWN I AM PLEASED TO WELCOME YOU. The arrival of each guest in Sorrento is a source of joy for our entire community as we feel immense gratitude for their interest and the trust they give us.

AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO SORRENTO - S.AGNELLO Via Luigi De Maio, 35 - 80067 Sorrento (Napoli) - Tel. 081 8074033 - Fax 081 8773397

www.sorrentotourism.com

C8

Foto CARLO ALFARO

benvenuti welcome

Il meraviglioso scenario naturale fa della penisola sorrentina una delle destinazioni turistiche più famose al mondo, qui l’accoglienza e l’ospitalità sono arti tramandate da una generazione all’altra.

With the breathtaking landscape, the art of hospitality and friendliness handed down from generation to generation it is no wonder Sorrento Coast attract visitors from all over the world.

ORARIO DI APERTURA LUNEDÌ/SABATO 8,30 - 19,00- DOMENICA 9,00 - 13,00 - FESTIVITÀ CHIUSO OPENING HOURS MONDAY/SATURDAY 8,30AM – 7,00PM - SUNDAY 9,00AM – 1,00PM - BANK HOLIDAYS CLOSED


4

Luglio 2018

Claudia Cascone

Dal 21 al 29 luglio grande musica a Sorrento

Lemonjazz Festival 2018 SORRENTO SI APPRESTA A CELEBRARE I SAPORI E I COLORI DELLA SUA TERRA con un evento divenuto ormai un appuntamento atteso da molti per la sua grande musica e la sua splendida location. Il Lemonjazz Festival 2018 per la sua terza edizione offre un programma fresco come il limone con grandi nomi di artisti internazionali che si esibiranno adornati da una delle cornici più suggestive della città costiera, la neoclassica sorrentina Villa Fiorentino.

Il Lemon Jazz Festival è organizzato dal Comune di Sorrento con la direzione artistica di Mario Mormone.

z

FESTIVAL INFO: www.lemonjazz.it m + 39 3332202242 k

UFFICIO STAMPA: claudia.cascone@alice.it m +39 3355319984

S

i apre il 21 luglio con la band di Stanley Clarke, il bassista americano cofondatore di una delle prime band fusion e autore eclettico di musiche di più generi tra cui cinematografiche e televisive, vincitore di quattro Grammy Award e punto di riferimento nel suo genere dagli anni settanta ad oggi. Segue l’appuntamento del 22 luglio per il quale di esibisce il quintetto di Roy Hargrove il trombettista texano (vincitore anche lui di due Grammy Awards) che è considerato una sorta di erede di Miles Davis. Il quintetto sta riscuotendo un notevole successo. Il 27 luglio è la volta della band d’oltre Atlantico

Yellowjackets, storico gruppo attivo fin dai primi anni 80’ autore di oltre venti dischi e pioniere del loro genere jazz. Con ancora due dei quattro membri fondatori, ossia il tastierista e pianista Russel Ferrante e il batterista Will Kennedy, con il sassofonista Bob Mintzer e con un bassista completamente nuovo e molto talentuoso, l’australiano Dane Anderson, gli Yellowjackets coprono un’ampia gamma di sfumature del jazz. ll 28 luglio si esibisce Gegè Telesforo con Fun Slow Ride. Cantante, percussionista, polistrumentista, produttore e A&R dell’etichetta Groove Master Edition, ma anche giornalista, entertainer, autore e conduttore radiotelevisivo, GeGè Telesforo rappresenta una figura professionale dai mille contorni e dalle altrettante sfumature. Il suo progetto Unicef Fun Slow Ride affronta i temi degli affetti dei bambini e della famiglia con intenti educativi alla solidarietà. Si chiude con la musica jazz, rock/progressive, ritmica afro e brasiliana del Trio Bobo. Oltre alla musica anche arte pittorica e degustazioni di prodotti locali dove regna il gusto e la bellezza del limone.


FRANCISBACON Luglio 2018

FONDAZIONE

5

SORRENTO

VILLA FIORENTINO 20 MAGGIO/ 21OTTOBRE 2018 prevIew 19 maggIo ore 18

exhibition project artstudiopaparo

TransformaTIons THe BARRY JOULE COLLECTION of francIs Bacon arTworks from 7 reece mews, london s.w.7 U.k.

Villa Fiorentino Corso Italia, 53 - 80067 Sorrento - info@fondazionesorrento.com Biglietti: € 10,00 - ridotto € 7,00 - Tutti i giorni h.10/13-16/20 - sab e dom h.10/13-16/21 Info e prenotazioni gruppi T. +39 81 8782284 - www.baconsorrento.it


6

Luglio 2018

dal 20 luglio al 2 agosto 2018

Sorrento Classica XI edizione AL CHIOSTRO DI S. FRANCESCO ALLE 21:15 con la direzione artistica di Paolo Scibilia

I

l suggestivo scenario del trecentesco Chiostro di San Francesco apre nuovamente le porte ai grandi eventi ed alla grande musica, con la XI edizione di “Sorrento Classica”, il festival musicale internazionale estivo di Sorrento, organizzato dalla S.C.S. Società dei Concerti, in collaborazione con il Comune di Sorrento (nella persona del sindaco Giuseppe Cuomo) all’interno del programma ufficiale degli eventi della Città di Sorrento “Sorrento Incontra - La luce dei luoghi” diretto da Mvula Sungani. Quattro gli appuntamenti previsti, tutti alle ore 21.15. Inaugura il 20 luglio, come evento -anteprima del Festival, LA CLASSE DI VIOLONCELLO DEL MAESTRO ILIE IONESCU (gia primo violoncello del Teatro San Carlo di Napoli), composta da talenti pluripremiati di concorsi di fama internazionale, nell’ambito del Sorrento Classica Summer Masterclass. Ritorna, il 26 luglio, dopo venti anni di assenza dalla scena sorrentina il celebre violinista UTO UGHI, (gia direttore artistico della passata“Estate Musicale Sorrentina” in duo col pianista ANDREA BACCHETTI, uno dei massimi pianisti italiani dell’ultima generazione. In programma la loro ultima prodizione discografica “Note d’Europa”: Viaggio

C7

in sette diverse nazioni, attraverso le musica di Granados, Albeniz, Chopin, Tchaikovsky, Saint – Saens, Gounod, Mozart, Brahms (pubblicata da Sony Classica). Prosegue il 30 luglio il pianista GIACOMO RONCHINI, applauditissimo e attivissimo interprete, compositore in carriera internazionale, con un omaggio ad Anonio Carlos Jobim, attraverso una rilettura pianistica classica – esplorativa, in un nuovo stile cross-over, dei più famosi Songs di uno del più importanti protagonisti della musica brasiliana ed inventore della Bossa Nova (in occasione del)90° anniversario della sua nascita e 50° della Bossa Nova). Evento in anteprima ed esclusiva assoluta per il sud Italia - presentazione del Cd. Conclude il festival 2 agosto, il celebre pianista di origine napoletana MICHELE CAMPANELLA pianista, interprete lisztiano di fama internazionale ed ai massimi vertici della sua carriera, con brani di Liszt e Schubert. I concerti saranno accompagnati dagli appuntamenti collaterali dal titolo “Incontri con gli Interpreti” (data orario e luogo da definire). Il direttore artistico del festival, Paolo Scibilia, così commenta l’iniziativa «“Sorrento Classica” arricchisce il prestigioso programma artistico e culturale

della Città e la inserisce, a pino titolo, nei circuiti dei grandi festival internazionali. L’alta qualità artistica ed i programmi accessibili all’ascolto assicurano il successo dell’ iniziativa, fondendo le armonie architettoniche del chiostro di S. Francesco con quelle della grande musica e richiamando a Sorrento il pubblico sia competente che occasionale, perché se è vero che la bellezza ispira la musica è altrettanto vero che la musica aleggia da sempre sul nostra bellissima Terra».

ANDREA BACCHETTI

ILIE IONESCU

ANDREA BACCHETTI

UTO UGHI

MICHELE CAMPANELLA


Luglio 2018

7

dalla Redazione REGIONE CAMPANIA COMUNE DI SORRENTO, ASSESSORATO AAL TURISMO E EVENTI

AZIENDA SOGGIORNO E TURISMO SORRENTO S. AGNELLO S.C.S. SOCIETÀ DEI CONCERTI DI SORRENTO

Sorrento Classica

THE INTERNATIONAL SUMMER MUSIC FESTIVAL AND MASTERCLASS OF SORRENTO XI Edizione

Sorrento, 20 luglio – 2 agosto 2018, Chiostro di S. Francesco - ore 21.15 Solisti e Protagonisti della Grande Musica Classica VENERDI 20 LUGLIO LA CLASSE DI VIOLONCELLO DEL MAESTRO ILIE IONESCU già primo violoncello del Teatro San Carlo di Napoli Programma da definire

GIOVEDI26 LUGLIO UTO UGHI, violino - ANDREA BACCHETTI, pianoforte

“Note d’ Europa”: Viaggio in sette diverse nazioni, Musiche di Granados, Albeniz, Chopin, Tchaikovsky, Saint – Saens, Gounod, Mozart, Brahms (Presentazione Cd Sony Classica).

LUNEDI 30 LUGLIO GIACOMO RONCHINI, pianoforte

Omaggio ad AnTonio Carlos Jobim. Trascrizioni pianistiche dei suoi più famosi Songs (in occasione del)90° anniversario della sua nascita e 50° della Bossa Nova) Evento in esclusiva assoluta per il sud Italia. Presentazione del Cd

GIOVEDI 2 AGOSTO MICHELE CAMPANELLA, pianoforte Liszt, Schubert

Biglietti/Tickets € 20. 26 luglio/26 July € 30 Ingresso fino ad esaurimento posti. Il 20 luglio su prenotazione. Admission subject to availability. On July 20 by reservation. Biglietteria all’ingresso del Chiostro di San Francesco dalle 20.30. Alberghi, agenzie turistiche e rivendite autorizzate. In caso di maltempo i concerti si terranno presso il vicino Teatro Tasso o luogo alternativo al chiuso. Ticket box on the door of St. Francis Cloister, from h. 8.30 p.m. Hotel receptions, tourist agencies and authorized outlets In case of bad weather concerts will be held in the near Teatro Tasso or other covered place.

INFO E PRENOTAZIONI: INFO AND BOOKING: Azienda Autonoma Turismo m (+39) 0818074033 z www.sorrentotourism.com z www.societaconcertisorrento.it E societa concerti sorrento z www.comune.sorrento.na.it Il programma potrebbe subire variazioni in caso di forza maggiore. Program may be subject to slight variation

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

C7

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604


8

Luglio 2018

Personaggi

Tosca D’Aquino FRIZZANTE, SORRIDENTE E VIVACE TOSCA D’AQUINO CONIUGA IL TALENTO CON UNA STRARIPANTE SIMPATIA. Versatile tanto da calarsi in ogni ruolo, poco importa se seducente presentatrice con Panariello o interprete di “Filumena Marturano” in “Io, Eduardo”. Tosca D’Aquino, (cognome come San Tommaso e nome della nonna che, in una famiglia di melomani, ben dieci fratelli e sorelle avevano il nome dei protagonisti delle opere) continua il percorso iniziato fin da bambina. Vibratile e appassionata, legata da forte sentimento alla famiglia e ai due figli, ha la passione autentica per lo spettacolo, che sia cinema, televisione o il teatro: amore di sempre. Con allegria scuote i lunghi capelli, ride stringendo gli occhi e “accendendo” la fossetta sulla guancia, mentre il corpo leggero si anima e come in scena recita. Da attrice nata. Vuole raccontarmi la sua storia cominciando dal principio? Dove è nata? Che cosa ricorda della sua famiglia? Sono nata a Napoli, secondogenita di un fratello, in una famiglia borghese, allegra e solare. Sono cresciuta in un clima speciale, con la nonna fatalista che amava ripetere” che soltanto alla morte non c’è rimedio”. I primi ricordi che mi hanno accompagnata sono legati al grande cinema, soprattutto quello di Roberto Rossellini e Vittorio De Sica, e all’amore per il teatro. Conoscevo tutte le commedie di Eduardo. Un giorno dalle

Suore francescane misero in scena “Non ti pago” di Eduardo. Neanche a dirlo… mi fu affidata la parte della protagonista! Avevo sei anni! Penso a quello che in questi anni fanno i miei figli a scuola altro che commedie di Eduardo! Come è nata la sua vocazione per il teatro e la voglia di fare l’attrice? Da sempre. Non posso dire di aver cominciato forse fin dalla pancia di mia madre. Ho sempre recitato, quando poi ho compito diciotto anni sono entrata all’Accademia di Arte dram-

matica Silvio D’Amico a Roma, frequentata per tre anni, fino al diploma. Sono stata fortunata, negli anni del mio studio c’erano insegnanti di grande qualità e prestigio come Aldo Trionfo, Andrea Camilleri, Luca Ronconi, perfino Monica Vitti.

la loro decisione. Una famiglia “sconquassata” perché volevo fare l’attrice. Sono stata molto fortunata e grata a loro per l’aiuto che mi hanno dato tanto. In fondo l’Accademia era un terno al lotto o come dice qualcuno una vera fortuna!

E’ stato il primo incontro con il teatro? Ma quando mai! Avevo già fatto una quantità di cose: a Canale 21, Canale 34 poi con Pippo Baudo avevo esordito a Fantastico. Non avevo nemmeno venti anni!

Durante i tre anni di frequenza in Accademia ha solo studiato? La regola sarebbe stata quella ma io ho lavorato sempre e comunque, anche quando partecipai a Fantastico ‘86 con Pippo Baudo ero in pieno studio all’Accademia.

A chi è grata di più? Ai miei genitori che sono tutto per me. Quando si resero conto che la mia vocazione era autentica mi dissero che avrei dovuto studiare e prepararmi. Erano talmente convinti delle mie possibilità che decisero di vendere la casa di Napoli per trasferirsi a vivere a Roma con me trascinando il mio povero fratello nel-

Come è cominciata la sua carriera di attrice di prosa? Ho avuto la fortuna di incontrare Luca De Filippo, che mi ha voluto per “La casa al mare” di Cerami e poi per “Questi fantasmi” di Eduardo. Due commedie, che mi hanno tenuta impegnata in tutti i teatri d’Italia per quattro anni. Una grande esperienza.

That’s Amore ITALIAN WEDDING COLLECTION

E5


Luglio 2018

Poi per fare la televisione e il cinema mi sono sganciata per qualche tempo dal teatro.

Quegli attori che esplodono all’improvviso scompaiono altrettanto velocemente.

Una predilezione ce l’ha? Il mio grande amore è il cinema anche se, alla fine di tutto, amo il teatro che è la grande scuola. La televisione invece è un magnifico e divertente gioco ma anche effimero.

Una paura ce l’ha? Da quando sono madre ho la paura che possa succedere qualcosa ai miei figli. Sono profondamente legata a mio marito che, occupandosi di produzione, fa un lavoro in sintonia con il mio, cosa ci lega molto anche sul piano professionale. Amo gli attori come amici ma come categoria non potrei mai amarli.

Se ripensa al periodo della sua formazione si riconosce maestri che più di altri hanno inciso sulla sua qualità di attrice? Più di tutti, e ne ho avuti tanti, Vittorio De Sica. Ho visto tutti i suoi film. Aveva il grande dono di plasmare gli attori, era un regista di grande umanità che toccava anche i più profondi sentimenti familiari. La gavetta l’ha fatta? La gavetta l’ho fatta e guai a non farla. Anche se non ho mai detto soltanto “Buonasera, dottore” ma ho avuto subito ruoli di un certo peso.. Una fortuna!

E’ o no ambiziosa? Quel tanto che basta. Non proprio totalmente. Faccio il mio lavoro con amore e passione ma ho voluto i figli che sono importantissimi per me. Mi piace occuparmi di loro, stare in casa, fare il pane, occuparmi delle piccole cose familiari e così via. E’ cambiato qualcosa nel teatro da quando lei ha cominciato? Purtroppo i giovani non hanno passione. O forse vogliono tutto

e subito. Personalmente non mi ha interessato il solo guadagno o la sistemazione. Mi sento perennemente animata dalla mia passione. La solitudine la spaventa? O la accetta? Non soffro la solitudine. Zero. Ho una vita piena di tante cose, mi piace andare al cinema, ho sempre la casa piena di parenti e amici. La mia è una famiglia alla napoletana sempre tutti intorno a me, mi sento molto amata e mi fa piacere. Caratterialmente com’è? Da ragazza ero pepata ed esuberante, forse oggi la maturità mi spinge a dosare i miei entusiasmi e la mia allegria. Un sogno? Sono quelli comuni. La cosa bella e che si sono avverati tutti. Forse perché non ho mai sognato cose impossibili ma sempre raggiungibilissime. Sogni sani e normali: la famiglia, i figli, l’amore, la casa. In queste voglie mi sento molto originale, controcorrente rispetto alle richieste di tanti. Per fortuna non mi drogo, non mi ubriaco, non fumo spinelli, non mi tatuo. Mi ha aiutato la solidità familiare che spero di trasmettere ai miei figli.

9

Un risentimento ce l’avrà o no? Odio le persone che non rispettano, odio la maleducazione, l’arroganza. Mi piace l’educazione e la gentilezza, mi piace la mia fragilità di donna, che mi fa anche essere forte Rimpianti ne ha mai avuti? No. Ho sempre lavorato tanto fin da quando ero ragazzina. Qualche volta penso che sono nata già vecchia, non credo di essere mai stata una ragazzina incosciente o irresponsabile. Alla fine deve essere la mia natura… Un progetto o un obiettivo per il futuro? Continuo a lavorare. Ho appena terminato di girare con Alessandro Gassmann e tanti colleghi noti la seconda serie de “ I bastardi di Pizzofalcone” con la regia di Alessandro D’Alatri che andrà in onda dopo Natale. Poi ho lo spettacolo “Io, Eduardo” di e con Bruno Colella e Sebastiano Somma. Non mi manca niente. Sarebbe già un gran successo riuscire a mantenere la fortuna che ho. Sono molto credente

Giuliana Gargiulo

Che cosa rappresenta Napoli per lei? Conta tanto. Per un artista è il massimo nascere a Napoli. Quando da piccola facevo filone me ne andavo su uno scoglio di Mergellina. Credo sia ben diverso che essere una ragazza di Bolzano. O no? E poi la gente, i napoletani, un teatro continuo.

la serra N AT U R A L W E L L B E I N G R E J U V E N AT E - B E AU T Y

R E L A X A N D U N W I N D AT T H E B E S T S PA I N S O R R E N TO Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - G.Hotel Excelsior Vittoria-Piazza Tasso, 34 - Sorrento

D9


10

Luglio 2018

Festeggiamenti tra sacro e profano

Feste d’estate a Sorrento

Santuario della Madonna del Carmine Sorrento

I MESI ESTIVI SONO RICCHI DI AVVENIMENTI FOLCLORISTICI NELLA NOSTRA PENISOLA, che si mescolano nell’incantevole cornice di una terra baciata dal sole, cullata dalla fresca brezza proveniente dal mare, inebriata dai profumi degli aranci, dei limoni e dei tanti fiori che spruzzano di colore le nostre colline.

I l 16 luglio, nella chiesa del

Carmine, in Piazza Tasso, si festeggia la Vergine Santissima del Carmelo, festa molto cara ai sorrentini il cui ricordo si perde nella storia dei primi secoli della Sorrento cristiana. La basilica, in stile barocco è considerata da molti storici centro onorato dalla visita di Pietro, principe degli apostoli, questa chiesa è dedicata alla Beata Vergine del Carmelo. La chiesa nel 1572, fu affidata ai Padri del Carmine Maggiore di Napoli dall’Arcivescovo di Sorrento L. Brancaccio. L’annesso palazzo, sede del Governatore cittadino, fu trasformato in convento. Sull’altare maggiore c’è l’immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Lungo la navata ci sono tre altari provenienti dal soppresso convento di S. Vincenzo, con tele di autori ignoti del 600. Nel transetto ci sono due tele del Cingeri (1758) raffiguranti l’adorazione dei magi e dei pastori. Sul soffitto c’è una tela di O. Avellino (1710) raffigurante la Vergine che consegna lo sca-

polare a S. Simone. Preziosi sono i due reliquari in legno dorato, opera di Vincenzo Dato. In onore di questa Madre si tengono in questa data solenni celebrazioni eucaristiche e in una piazza artisticamente illuminata, uno spettacolo di fuochi pirotecnici. Verso la fine di luglio (il 26), sempre a Sorrento, nel borgo di pescatori a Marina Grande, si svolgono tra musica ed allegria, i festeggiamenti in onore di S. Anna. Gli appartenenti alla Confraternita di S. Giovanni in Fontibus, fecero costruire qui la chiesa di S. Anna. La chiesa subì un restauro nel 1800, durante il quale fu ampliata. All’interno presenta un’unica navata rettangolare con volta a botte; una balaustra in marmo policromo precede l’altare maggiore dove entro un piccolo tempio con nicchia è collocata la statua di S. Anna. Sono da segnalare, inoltre, due pregevoli sculture raffiguranti un S. Giovanni Battista del secolo XVIII ed un imponente Cristo Crocifisso di manifattura popolare.

16 Luglio 2018 Festa del Carmine A conclusione del novenario e della festa,

alle ore 22 del 16 luglio, sarà offerto uno spettacolo pirotecnico dai terrazzi del convento in Piazza Tasso.

LOADING COMPLETED! 100%

C4


Luglio 2018

11

dalla Redazione

Summer Feast in Sorrento O

n July 16, in the Church of the Carmine, in Piazza Tasso, we celebrate the Blessed Virgin of Carmelo, a feast very dear to the Sorrentines whose memory is lost in the history of the early centuries of Christian Sorrento. The basilica, in baroque style, is dedicated to the Blessed Virgin of Carmel. The church in 1572 was entrusted to the Fathers of the Carmine Maggiore of Naples. The adjoining building, seat of the city governor, was transformed into a convent. On the main altar there is the image of the Madonna, a copy of the Virgin Brown of Naples. Along the nave there are three altars from the suppressed convent of S. Vincenzo, with paintings by unknown authors of the 600. On the ceiling there is a painting by O. Avellino (1710) depicting the Virgin who delivers the scapular to St. Simon. Precious are the two

C5

golden wooden reliquaries, by Vincenzo Dato. On this date, solemn Eucharistic celebrations are held in honor of this Mother and in an artistically lit square, a show of fireworks. Towards the end of July (the 26th), also in Sorrento, in the fishing village of Marina Grande, the celebrations in honor of St. Anna took place between music and joy. The members of the Confraternity of St. John in Fontibus built the church of St. Anne here. The church underwent a restoration in 1800, during which it was enlarged. Inside it has a single rectangular nave with a barrel vault; a polychrome marble balustrade precedes the main altar where a statue of St. Anne is placed inside a small temple with niche. Also worthy of note are two valuable sculptures depicting a St. John the Baptist from the 18th century and an imposing Christ Crucifix .


12

Luglio 2018

FESTEGGIAMENTI IN ONORE DELLA

Parrocchia Santa Maria delle Grazie Trasaella - Sant’Agnello

MADONNA DEL SOCCORSO

Festa della MADONNA delle GRAZIE 5 - 8 LUGLIO 2018

A MARINA PICCOLA (PORTO)

Vinaccia Maria srl DOMENICA 5 AGOSTO 2018

inPROGRAMMA Piazza Marinai LITURGICO d’Italia dopo la Processione per mare della tendenze latine Corso Italia, 264 -Statua Sant’Agnello della Madonna accademia de baile materiale da costruzione, colori,

riscaldamento, ferramenta, ceramiche

Giovedì 5 luglio Inizio del Triduo in preparazione alla festa

FESTEGGIAMENTI ESTERNI Comune di Sant’Agnello Assessorato al Turismo e Spettacolo

Giochi, anim az Gratis ione e zucchero aperturaper tutte le serefilato stand ore 20:00

XXIII SAGRA del FR AR ELLO

Venerdì 6 luglio Sabato 7 luglio DOMENICA 8 LUGLIO GIORNO DELLA FESTA

Il complesso bandistico “Città di Sorrento” accompagnerà la processione

Dopo il grande successo del debutto napoletano arriva a Sorrento “SALVATORE GISONNA SHOW”, il comico protagonista di” Made in Sud” mette in scena con l’attore sorrentino MARCO PALMIERI e il resto del cast Tutta uno spettacolo dove il pubblico non è solo la contrada sarà artisticamente illuminata dalla ditta Tecnoservice di Pimonte spettatore, ma protagonista.

6-7-8 LUGLIO

ae l as Tr

la

Venerdì 6 luglio ore 20:00 INAUGURAZIONE SAGRA Apertura stand e spettacolo dei gruppi di ballo DANZARTE della maestra Diana Gargiulo, Gargiulo, a seguire performance di TANGO ARGENTINO dei maestri Donato e Daniela. Daniela. Concluderà la serata il gruppo Sorrento Folk con la tarantella sorrentina. sorrentina. Sabato 7 luglio ore 20:30 Carosello napoletano... musica e versi a cura di Angela Guarracino, Ambrogio Coppola, Sisa Iaccarino e Pasquale Carrino a seguire Marco Palmieri e Elena Vittoria BENVENUTI AL... CAFÉ CHANTANT Domenica 8 luglio ore 21:30 PIETR8 LIVE Musica, balli e karaoke a cura del maestro Pietro Esposito, parteciperà allo spettacolo la maestra Mariateresa Tagliente con i suoi gruppi di ballo. Presenta Adele Paturzo Service CAPUTO TECNOSOUND Nei giorni della festa la Cooperativa Tasso assicurerà servizio navetta gratuita con itinerario: S. Agnello (P.za Matteotti), P.za S. Agnello (farmacia Palagiano), Trasaella.

D8

piazza s. antonino, 16 - sorrento - tel. +39 081 3597555 - info@momosorrento.it


Luglio 2018

A15

13


14

Luglio 2018

Il nostro territorio

Punta Campanella SORRENTO, LA TERRA DELLE SIRENE ricorda ancora il mito greco della leggenda di Ulisse, della presenza di abili marinai e grandi commercianti e della posizione strategica della Penisola Sorrentina nella storia.

L

e grandi civiltà vissero questi luoghi, le abitarono per commerciare, data la sua posizione al centro del Mediterraneo ed ebbero contatti con le popolazioni locali influenzandone la conoscenza e la cultura. A ricordo della leggenda delle Sirene ci sono molti luoghi che sono veri e propri simboli. Il primo è il gruppo delle tre isole dei Galli, posti al largo di Positano, nel del golfo di Salerno.

Queste tre piccole isole, anticamente chiamate Sirenusse, ricordano le tre sirene che, dopo essere state sconfitte da Ulisse, si tuffarono in acqua per trasformarsi in tre rocce. Attualmente ancora ricordiamo i loro nomi in tre luoghi lungo le coste del sud italia come Terina per Ligea, Punta Licosa per Leucosia e Napoli, la Nea Polis, dove ancora si utilizza l’aggettivo Partenopeo a ricordo della

LI GALLI (ph G. Capodilupo)

sirena Partenope. Un altro luogo interessante è Punta della Campanella, dove era situato un tempio greco dedicato ad Athena e, forse, un tempio dedicato alle Sirene. Per raggiungere l’estremità del promontorio si percorrono vari itinerari. Il più facile è quello di seguire la strada che parte da Termini e, dopo circa 30 minuti, si raggiunge l’antica torre medievale costruita nello stesso posto del tempio ( nella malta utilizzata per la costruzione ancora affiorano antichi pezzi di vaso). L’itinerario da Sorrento dura circa quattro ore. Dal centro della città si prende la direzione verso Capodimonte, Montecorbo, Priora, S. Francesco, Massa Lubrense, Schiazzano, Termini. L’escursione è facile , si percorrono territori dedicati alla coltivazione di limoni e olivi dove,

CAPRI DA PUNTA CAMPANELLA (ph Nino Aversa)

spesso, ci sono contadini al lavoro che porgono un frutto ed un sorriso al passante, insomma, si scopre una parte bella della Penisola Sorrentina. Giunti a Massa Lubrense si consiglia una visita alla città ed una sosta rigeneratrice in una buona pasticceria. Si riprende il cammino in direzione di Termini, dove parte il percorso verso la Punta della Campanella tra vegetazione spontanea e Macchia mediterranea, tra il mare azzurro dei due golfi e la vista dell’isola di Capri. Il nome di questo luogo è legato ad una leggenda sorrentina, quando i turchi, dopo aver attaccato la costa, dovettero gettare in mare la campana di S.Antonino per poter proseguire la loro rotta di ritorno verso casa. Dice la leggenda che la campana si sente suonare ogni giorno della celebrazione del Santo quindi ci vediamo lì il prossimo 14 febbraio, chissà ?!

Via degli Archi, 18 - SORRENTO - tel. 081 8075815

Christmas Shop

D8


Luglio 2018

15

Nino Aversa

Punta Campanella SORRENTO, THE LAND OF THE SIRENS still remembers the Greek myth of the legend of Ulysses, of the presence of skilled and great sailors traders and the strategic position of the Sorrento Peninsula in history.

T

he great civilizations lived these places, they lived in them to trade, given its position at the center of the Mediterranean and had contacts with local popula-

tions influencing their knowledge and culture. In memory of the legend of the Sirens there are many places that are true symbols.

The first is the group of the three Galli islands, located off of Positano, in the Gulf of Salerno. These three little islands, formerly called Sirenuse, they recall the three sirens that later having been defeated by Ulysses, they dived into the water for turn into three rocks. Currently we still remember their names in three places along the coasts of southern Italy like Terina per Ligea, Punta Licosa for Leucosia and Naples, the Nea Polis, where it is still uses the adjective “Partenopeo” in memory of the siren Partenope. Another interesting place is Punta della Campanella, where it was located a Greek temple dedicated to Athena and, perhaps, a temple dedicated to the Sirens. To reach the end of the promontory, there are various paths routes. The easiest is to follow the road that starts from Termini and, after about 30 minutes, you reach the ancient medieval tower built in the same place as the temple (in the mortar used for the construction still emerge ancient pieces of vase). The itinerary from Sorrento lasts about four hours. From the center of the city takes the direction towards

Capodimonte, Montecorbo, Priora, S. Francesco, Massa Lubrense, Schiazzano, Termini. The excursion is easy, you will travel through areas dedicated to cultivation of lemons and olives where, often, there are farmers at the work that give a fruit and a smile to the passerby, in short, yes discovers a beautiful part of the Sorrento Peninsula. Once in Massa Lubrense we recommend a visit to the city and one regenerative break in a good pastry shop. We continue the journey in the direction of Termini, where the route starts towards the Punta della Campanella between spontaneous vegetation and Macchia Mediterranean, between the blue sea of the two gulfs and the view of the island of Capri. The name of this place is linked to a legend of Sorrento, when Turks, having attacked the coast, had to throw the sea into the sea bell of S. Antonino to be able to continue their return route homeward. The legend says that the bell is heard playing every day of the celebration of the Saint so I’ll see you there next February 14th, who knows?

Terrazza Vittoria Siamo al tramonto, a Sorrento è l’ora dell’happy hour o di una cena romantica gustando i deliziosi e raffinati piatti dei nostri Chef. ■ HAPPY HOUR 19.00/20.00

It’s sunset in Sorrento, it’s time for Happy Hour or romantic dinner with a chance to taste exquisite dishes, carefully prepared by our chefs. ■ CENA/DINNER 19.00/23.00

D6

Piazza della Vittoria, 4 - SORRENTO - tel. 081 8072608 - 081 8781476 www.continentalsorrento.com

info@continentalsorrento.com


16

Luglio 2018

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

D8

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

D8


Luglio 2018 venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

(18) Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

17

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

D9

D9

D12

Follow us

carmela_celentano

D8 C8


D9

Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL

Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68 - Open for lunch and dinner

L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento orangerie@exvitt.it - www.exvitt.it/orangerie

C8

D8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

D7

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com


81

D9

D9

D9

D10

E6

D9

D7


24

Luglio 2018

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

C7

D8

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

D9

F7

A15

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary E7

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768


Luglio 2018 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

25

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

(16) Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.

A15


26

Luglio 2018

Scenic Travel Sorrento

3 appuntamenti con il gruppo

East Riding Youth Orchestra and Choir 20 LUGLIO 2018 - ORE 20:30 Villa Fondi a Piano di Sorrento 21 LUGLIO 2018 - ORE 19:00 Chiesa del Corpus Domini di Gragnano 22 LUGLIO 2018 - ORE 20:30 Chiostro di San Francesco - Sorrento

L

a ‘East Riding Youth Orchestra e Youth Singers’ conta 60 giovani musicisti e cantanti, di età compresa tra 14 e 18 anni. Parliamo di musicisti di alta professionalità che vengono scelti come i migliori musicisti studenti da un pool di 40 scuole nello splendido Yorkshire, una contea situata nel nord-est dell’Inghilterra. L’orchestra è diretta da Peter Walker e il coro è diretto da Elaine Dave. Ogni anno fanno un tour in Europa e recentemente hanno tenuto concerti con grande successo nella Valle della Loira in Francia, Parigi, Anversa, Bruges, Barcellona, Berlino, Croazia (due volte), Svizzera e Cracovia. Questa è la loro prima visita alla bellissima Sorrento e Gragnano e la loro seconda visita in Italia. Alcuni anni fa hanno fatto un tour al Lago di Garda e hanno tenuto dei bei concerti lì e in Veneto. Sono lieti di venire nella splendida Penisola Sorrentina a luglio e di condividere la loro musica con tutti voi.

The East Riding Youth Orchestra and Youth Singers number 60 young

Ingresso gratuito - Free Entrance

musicians and singers, aged from 14 to 18 years. They have a very high quality and are chosen as the best student musicians from a pool of 40 schools in beautiful Yorkshire, a county located in the North-East of England. The orchestra is conducted by Peter Walker and the choir is conducted by Elaine Dave. Each year they tour to Europe and have recently given concerts to great acclaim in the Loire Valley in France, Paris, Antwerp, Bruges, Barcelona, Berlin, Croatia (twice), Switzerland and Crakow. This is their first visit to beautiful Sorrento and Gragnano and their second visit to Italy. A few years ago they toured to Lake Garda and gave some beautiful concerts there and in Veneto. They are delighted to be coming to the beautiful Sorrento coast in July and to be sharing their music with you all.


Luglio 2018

Cinema e Musica a Sorrento

27

Ufficio Stampa del Comune di Sorrento

Hand in the cap

ANCORA UNA VOLTA SORRENTO VIENE SCELTA COME SET CINEMATOGRAFICO. I panorami mozzafiato e le splendide location della città del Tasso, faranno da sfondo alla realizzazione di un cortometraggio che vede interprete l’attrice Violante Placido, diretta dal regista Adriano Morelli. Violante Placido e Adriano Morelli

Al centro del racconto, un tema delicato, sconosciuto al grande

pubblico e per certi versi tabù: il rapporto tra sesso e disabilità. “Hand in the cap”, questo il titolo del corto, ha come protagonisti Sonia e Roberto, una madre che aiuterà il figlio adolescente, affetto da gravi danni motori e neurologici, a soddisfare il suo primo ed irrefrenabile impulso sessuale. “Un corto coraggioso, una grande sfida - spiega Violante Placido - Io stessa ho scoperto una realtà su cui non avevo mai riflettuto. Si tratta di un argomento che interessa tantissime persone e le loro famiglie. Sicuramente aprirà un grosso dibattito”. Una settimana di riprese, che hanno toccato alcuni dei luoghi più suggestivi di Sorrento, come il chiostro di San Francesco e la terrazza di piazza della Vittoria. “Cercavo una storia forte - interviene Adriano Morelli - Ho incontrato Nicola Guaglianone, che mi ha detto di avere scritto una storia insieme a Chiara Lalli e che gli sarebbe piaciuto fossi io a raccontarla. Così ho iniziato a ricercare in maniera ossessiva chi potesse interpretarla. Tutti mi dicevano che sarebbe stato più facile prendere un attore. Invece ho voluto Andrea, un ragazzo portatore di handicap. Volevo lui perché fosse chiaro il messaggio per milioni di persone meno fortunate, ma che non per questo devono essere considerate diverse. Per realizzare questo lavoro ci siamo relazionati con psichiatri e neurologi: tutti sono concordi col sostenere che il principio della sessualità è uguale per tutti”. Entusiasta per la scelta di Sorrento, il sindaco Giuseppe Cuomo. “Ci fa piacere che dalla nostra città possa partire una campagna di sensibilizzazione su questo argomento e siamo soddisfatti che questi luoghi facciano nuovamente da cornice ad una produzione cinematografica.”.

Concerti al tramonto Piazza della Vittoria Sorrento

31 luglio - ore 20:00 Ingresso libero

LA LUCE DEI LUOGHI E SORRENTO CLASSICA La luce rappresenta il fil rouge delle iniziative in calendario, che sono caratterizzate dall’altissima qualità, la contaminazione e la multidisciplinarietà.

16 luglio - Villa Comunale - ore 19:00 BARCELLONA GIPSY BALKAN ORCHESTRA

La BGKO è un collettivo di musicisti dalle origini più disparate con sede a Barcellona. Un punto di riferimento della musica cittadina, le loro jam session sono tutte sold-out. In tre anni hanno letteralmente conquistato il capoluogo catalano e l’Europa. La loro musica fonde canzoni tradizionali catalane con ritmi orientali, swing gipsy con sonorità est europee, canzoni cubane con musica balcanica e musica klezmer della scena popolare mediterranea, il tutto senza snaturare la tradizione ma anzi rispettando e mantenendone lo spirito.

25 luglio - Parco Ibsen - ore 19:00 FRANCESCO DI BELLA

Concerto acustico Frontman dei 24 Grana, band tra le più originali del panorama underground italiano degli anni novanta, ormai da diverso tempo solista presenta in acustico il suo percorso fatto di suoni e di emozioni. Un concerto intimo in cui si lascia, il dub e le chitare elettriche, per far uscire fuori tutta la vena cantautoriale di una delle voci più belle di Napoli. Francesco, come suggestione ci invita al suo tavolino per raccontarci vecchie storie, ma con sfumature e colori nuovi. Di Bella ricanta alcune tra le canzoni più famose dei 24 Grana in versione acustic ballads.


28

Luglio 2018

Nuova acquisizione del Museo Correale

Un dipinto di Luca Giordano IL PRESTIGIOSO DIPINTO, MUNIFICA DONAZIONE DELLA SIG.RA MARIA VITTORIA POLLIO AL MUSEO CORREALE sarà presentato al pubblico e alla stampa dal dott. Enrico De Nicola, domenica 22 luglio 2018 alle ore 10,30 (Salone degli Specchi).

P er volontà della donatrice

il dipinto sarà perennemente collocato negli spazi dedicati alla pittura del Seicento Napoletano e potrà essere disponibile per eventuali mostre. La tela (cm 125 x 120), attribuita nel 1955 dal prof. Lucio Grossato (già Direttore del Museo civico di Padova) a Luca Giordano (Napoli 1634 – Napoli 1705), rappresenta l’episodio di “Sansone contro i Filistei” e rivela l’impetuosa fantasia del pittore, manifestata dagli elementi iconografici e stilistici. Non facile però la determinazione del periodo a cui il dipinto appartiene, data la vastissima e varia attività di Luca Giordano, così mutevole e sensibile ai più diversi influssi sperimentati nei luoghi dei suoi numerosi soggiorni. Molto probabile, tuttavia, che, data la chiarezza dei colori e l’assenza di forti contrasti chiaroscurali, com’era la pittura veneta, ed in modo particolare quella di Paolo Veronese, si tratta di un’opera dipinta nella fase più avanzata della sua attività, dopo il ritorno C11

dalla Spagna (1702). Il suo stile si contraddistinse per magniloquenza, delicatezza e soprattutto da una rapidità tale da permettergli di eseguire una quantità incredibile di opere. Fu noto anche col soprannome di “Luca Fapresto” (dalle esortazioni del padre al lavoro) per la straordinaria velocità con la quale portava a termine i suoi lavori. Formatosi probabilmen-

te a Napoli nella bottega di Jusepe de Ribera, visitò Roma per studiare l’arte di Michelangelo, Raffaello, Polidoro da Caravaggio e i Carracci. Le prime importanti committenze napoletane risalgono agli inizi del settimo decennio del ‘600, con la realizzazione delle tele per gli altari laterali della Chiesa di Santa Maria del Pianto a Napoli, con il San Gennaro intercede per la cessazione della peste e i Santi protettori di Napoli adorano il Crocifisso (1662). Nel 1665 soggiornò a Venezia, ospite del marchese Agostino Fonseca, dove si confrontò con le opere di Veronese, Tintoretto e Tiziano. In Spagna si recò su richiesta del re Carlo II d’Asburgo, lavorando alle volte dell’Escalera e della chiesa del Monastero dell’Escorial (1693-94), agli affreschi del Casón nel Palazzo

Reale del Buen Retiro a Madrid, e alla decorazione della sacrestia della cattedrale di Toledo, con le scene della Vergine che impone la pianeta a san Ildefonso e di San Giovanni Evangelista che scrive l’Apocalisse (1698). Tra le sue opere principali si ricordano inoltre la decorazione della cupola della Cappella Corsini in Santa Maria del Carmine a Firenze (1682) e gli affreschi con Il trionfo di Giuditta nella Cappella del Tesoro Nuovo della Certosa di San Martino a Napoli (1704). Trascorse gli ultimi anni nella città natale dove proseguì la sua fertile attività fino alla morte. Siamo orgogliosi di poter dire oggi che un’opera di questa importanza è entrata a far parte delle collezioni del Museo Correale, unanimemente definito “il più bel Museo di provincia italiano”.

Via Correale - SORRENTO - Tel. 0818781846 - Mar-Sab 9,30/8,30- Dom: 9,30/13,30

THE PERFECT BRIDE WITH THE PERFECT TREATMENT Ossigenoterapia Oxygen treatment

D8

Via De Maio, 15 SORRENTO • tel. 081 8772014 • www.tspa.it • info@tspa.it


Luglio 2018

29

Filippo Merola - Direttore del Museo Correale

A painting of Luca Giordano NEW ACQUISITION OF THE CORREALE MUSEUM

T

he prestigious painting, donated by Mrs. Maria Vittoria Pollio’s to the Correale Museum, will be presented to the public and to the press by dr. Enrico De Nicola, Sunday 22nd July 2018 at 10.30 (Salone degli Specchi). By the will of the donor, the painting will be perpetually placed in the spaces dedicated to the painting of the seventeenth century Neapolitan and may be available for any exhibitions. The canvas (125 x 120 cm), attributed in 1955 by prof. Lucio Grossato (former Director of the Museo Civico di Padova) to Luca Giordano (Naples 1634 - Naples 1705), is the episode of “Samson, the Philistines” and reveals the fiery imagination of the painter, manifested by the iconographic and stylistic elements. Not easy, however, the determination of the period to which the painting belongs, given the vast and varied activities of Luca Giordano, so changeable and sensitive to the most diverse influences experienced in the places of his many stays. Very likely, however, that given the clarity of the colors and the absence of strong chiaroscuro contrasts, as was Venetian painting, and in particular that of Paolo Veronese, it is a work painted in the most advanced phase of its activity, after returning from Spain (1702).

www.trollbeads.com

His style was characterized by magniloquence, delicacy and above all by a speed that would allow him to perform an incredible amount of works. He was also known by the nickname “Luca Fapresto” (from the exhortations of his father to work) for the extraordinary speed with which he completed his work. Probably trained in Naples in the workshop of Jusepe de Ribera, he visited Rome to study the art of Michelangelo, Raphael, Polidoro da Caravaggio and the Carracci. The first important Neapolitan commissions date back to the beginning of the seventh decade of the seventeenth century, with the realization of paintings for the side altars of the Church of Santa Maria del Pianto in Naples, with the San Gennaro interceding for the cessation of the plague and the patron saints of Naples adore the Crucifix (1662). In 1665 he stayed in Venice, guest of the marquis Agostino Fonseca, where he confronted himself with the works of Veronese, Tintoretto and Tiziano. In Spain he went to the request of King Charles II of Hapsburg, working on the occasion of the Escalera and the church of the Escorial Monastery (1693-94), the frescoes of the Casón in the Royal Palace of the Buen Retiro in Madrid, and the decoration

of the sacristy of the cathedral of Toledo, with scenes of the Virgin imposing the planet to St. Ildefonso and St. John the Evangelist writing the Apocalypse (1698). Among his main works are the decoration of the dome of the Corsini Chapel in Santa Maria del Carmine in Florence (1682) and the frescoes with the Triumph of Judith in the Chapel of

the New Treasure of the Certosa di San Martino in Naples (1704). He spent the last years in his hometown where he continued his fertile activity until his death. We are proud to say today that a work of this importance has become part of the collections of the Museo Correale, unanimously called “the most beautiful museum of the Italian province”.

I TRE

TENORI THE THREE TENORS OPERA ARIAS, NAPLES AND SONGS

2018 SORRENTO OPERA SEASON

MARTEDI’, MERCOLEDI’ E SABATO h 21.00 TUESDAY, WEDNESDAY AND SATURDAY h 09.00 pm

MUSEO CORREALE DI TERRANOVA Via Correale 50, Sorrento (NA) WWW.OPERA-LIRICA.COM + 39 347 05 00 108

Via San Cesareo 36/38 Sorrento · 081 8781289 D7


30 LuglioMUSEOBOTTEGA 2018 THE

A NEW MODEL OF MUSEUM FOR THE DECORATIVE ARTS The building that houses the Museobottega stands on via S. Nicola, the historical part of the town, and is part of an ancient urban nucleus. Its eighteenth century structure is typical of a provincial townhouse with more consequential pretensions. The MUTA is a polyfunctional structure designed to requalify those sectors of the decorative arts which have not only a past worthy of being recorded but also a productivity which needs to be sustained and helped to renew its contents. In the structure the cataloguing and display of the historical production serves as the introduction to a more ample programme going beyond the conservation of our heritage. There is a need for training programmes in the specific sectors of craft activity, and an autonomous production based on the techniques and materials which represent the best in the tradition of each craft.

THE HISTORICAL COLLECTION is introduced by the exhibition of objects and furniture produced in the nineteenth century wich focuses on the technical and decorative characteristics of the various intarsia workshops then active in Italy. This is designed to give to the visitor a better understanding of the specific features of the craft as it was practised in Sorrento. The exhibition of local ware is preceded by an extensive selection of paintings, prints and photographs of the setting for this local craft. Different sections in the Museobottega illustrate the evolution of production techniques, the materials used, the decorative motifs and the details of design which characterise the local production in inlaid wood. After recognising the part played by the local School of Art in training successive generations of craftsmen, the exhibition terminates with the work of local master craftsmen produced during the nineteenth century.

Giugno 2018 22 OF THE TARSIALIGNEA

RESEARCH AND PRODUCTION The principal objective of the Museobottega is to ensure continuity for the tradition of intarsia work in Sorrento by commissioning and marketing products reflecting a cultural renaissance in the craft. It is many years since the artisan represented a composite figure uniting manual skills with design acumen, once the secret of his success. The only way to contrast the impoverishment of the various sectors of the arts and crafts seems to be to accompany the artisan with a person well versed in the culture of the craft, able to offer assistance in the conceptual phase of production. The production of the “Alessandro Fiorentino Collection” is the tangible result of such collaboration. Intarsia work has always been considered a decorative addition to the item to which it was applied, whereas here production has been based on a new equilibrium in which the finished product is a univocal expression of formal structure.

THE MERCHANDISING In an age in which computerisation has invaded all sectors of production, traditional skills have had to meet a severe challenge: some have disappeared, many have modified their systems of production, and precious few have remained faithful to traditional techniques. The modern production of intarsia work undertaken by the “Alessandro Fiorentino Collection” has swum against the tide by reaffirming the manual skills and traditional techniques of intarsia work. The collection has concentrated on two distinct sectors: the more traditional one of commonplace objects, directed to the merchandising in museum, and that of interior architecture. It made its dêbut at the International Design Center in New York in 1988, during the AIA Convention. The projects of Alessandro Fiorentino have been realised with the collaboration of local craftsmen and the conceptual contribution of his three sons, all qualified architects.

Via S. Nicola, 28 - 80067 SORRENTO - Tel. 081/8771942 - Lunedi/Domenica: 10/18,30

D8

E6


Luglio 2018

Centro Studi e Ricerche Francis Marion Crawford

La storia del turismo a Sorrento

Viaggi e Soggiorni di primo Ottocento COME E QUANDO È NATO IL TURISMO A SORRENTO E NEL SUD? Ce lo spiega il volume appena pubblicato presso Franco Angeli Editore “Viaggi e soggiorni di primo Ottocento.

O

ltre Napoli verso Amalfi e Sorrento” curato dalla professoressa Annunziata Berrino. La pubblicazione raccoglie una selezioni dei lavori di ricerca presentati al convegno internazionale indetto e organizzato due anni fa dal Centro Studi e Ricerche Francis Marion Crawford e Centro di Storia e Cultura Amalfitana con la collaborazione del dipartimento di studi umanistici dell’Università degli studi di Napoli Federico II. Il Convegno, tenuto ad Amalfi e Sant’Agnello nell’aprile del 2016, vide la partecipazione di quaranta relatori provenienti dalle maggiori università italiane ed europee con un focus ampio e approfondito su Napoli e le località dei due golfi come Sorrento, Capri, Amalfi, Ravello, mete di viaggiatori tra la fine del Grand Tour e la prima metà dell’Ottocento. Come si sa, e il volume mette bene in luce, durante la prima metà dell’Ottocento in Europa anche le pratiche di viaggio e soggiorno riflettono il travaglio di un’epoca che compendia slanci e resistenze. Le città italiane, che erano state destinazioni importanti nel secondo Settecento, cercano un equilibrio dopo i rivolgimenti

31

strada Castellammare – Sorrento. Dopo il 1834, infatti, Sorrento e i suoi dintorni, grazie alle nuove infrastrutture volute da Re Ferdinando II, inizia ad ampliare le sue strutture ricettive e a dotarsi dei servizi atti ad accogliere l’elite di tutta l’Europa. Il volume costituisce certamente uno strumento utilissimo per coloro che intendono studiare e capire, col necessario rigore scientifico,

il fenomeno del turismo sulle nostre costiere non solo sotto il profilo storico ma soprattutto sulle motivazioni economiche e culturali, cioè gli aspetti che ci richiamano all’attualità e che ci assisteranno nella programmazione dell’attività anche per il prossimo futuro. Il volume è disponibile presso il Centro studi e ricerche Francis Marion Crawford, tel. 338 8163994.

politici e dinastici vissuti negli anni delle rivoluzioni e delle guerre napoleoniche. Il movimento di uomini e donne, di idee e di esperienze si accelera nonostante che il movimento dei viaggiatori, nel clima della restaurazione, sia sempre più controllato e rallentato, specie alle frontiere e nelle città. Per un numero sempre maggiore di viaggiatori e di soggiornanti le città diventano allora luoghi di partenza per escursioni più o meno impegnative, alla scoperta di altre regioni. In molto casi si tratta di percorsi già tracciati nel secondo Settecento da scienziati, antiquari, diplomatici e amministratori, e che sono ora frequentati da figure sociali diverse e soprattutto da artisti e letterati. Questi flussi sono sollecitati sostanzialmente da inedite spinte culturali, la cui forza è tale da aiutare a superare in molti casi le difficoltà e i disagi dovuti all’assenza di servizi. La chiave di volta per la penisola sorrentina oltre alle condizioni socio politiche fu l’apertura della via terrestre di accesso al comprensorio; non a caso il volume contiene l’illuminante saggio del professor Giuseppe Pignatelli sulla costruzione della

D7

E7


32

Luglio 2018

Genoveffa Porpora

Mostra-Concorso

Ricamo e Amore Leggenda e Mito

Un fazzoletto per Le Sirene Per strana sorte e destino, Ricamo, Amore, Leggenda e Mito si incontreranno a Sorrento il 21-22-23 settembre nell’ambito del Secondo Meeting di Merletto-Ricamo Terapia, presso la Casa delle Suore Oblate del Bambino Gesù in Corso Italia, 377 - Sorrento. Queste le modalità per la partecipazione al Concorso. CATEGORIE AMMESSE, MISURE, MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE, TEMPISTICHE DI SPEDIZIONE DEI MANUFATTI: Il fazzoletto deve essere realizzato in stoffa (seta, lino o cotone) e contenere una delle seguenti tecniche: merletto (tombolo, ago, uncinetto, ferri ecc.), ricamo, filet, macramè, chiacchierino ecc. Misure: max cm 30 x 30; I fazzoletti dovranno essere inviati a mezzo Raccomandata A/R entro e non oltre il 31 agosto 2018 al seguente indirizzo (farà fede la data del timbro postale): Dr.ssa Genoveffa Porpora ARTI DECORATIVE ITALIANE Via delle Ghiande, 124 06125 PERUGIA In basso a sinistra la busta dovrà riportare la scritta: “Concorso Ricamo e Amore, Leggenda e Mito. Un Fazzoletto per le Sirene”.

• ••

La busta, oltre al manufatto, dovrà contenere: domanda di partecipazione al concorso in carta semplice con le proprie generalità, indirizzo, recapiti telefonici, e·mail; disegno inedito, la descrizione dell’opera, la tecnica ed i materiali impiegati; autocertificazione dichiarante che il manufatto e il disegno sono inediti ed esclusiva opera del proprio ingegno; fotocopia di documento di identità personale valido non scaduto; Le opere viaggeranno a totale rischio dei partecipanti. Per nessun motivo, in caso di danneggiamento e/o smarrimento, sarà ritenuta responsabile l’Associazione ARTI DECORATIVE ITALIANE. Le opere saranno restituite mediante contrassegno postale o corriere.

• • • •

DISPOSIZIONI E INFORMAZIONI GENERALI: ogni partecipante può presentare un solo elaborato per ogni tipologia; la partecipazione al concorso è totalmente gratuita ed è aperta a tutti di ogni genere ed età; tutte le opere pervenute rimarranno a disposizione di ARTI DECORATIVE ITALIANE fino al 31/12/2018; l’invio delle opere e dei disegni è da intendersi quale liberatoria da parte del concorrente all’utilizzo lecito delle stesse, con qualsiasi forma ritenuta idonea, e quale accettazione senza riserve di tutte le clausole riportate nel presente bando; la graduatoria definitiva del Concorso, e immagini delle

• •

opere, saranno pubblicati sul sito www.artidecorativeitaliane. it su altri siti e social, nonchè su eventuali testate del settore a discrezione degli organizzatori, nonché su eventuale catalogo della mostra.

tutte le opere saranno •esposte in una Mostra

GIURIA E PREMI

collaterale prevista a Sorrento il 21·22-23 settembre 2018; una commissione formata da esperti, giudicherà le opere alle quali saranno assegnati i premi, in base ai seguenti criteri: 1) creatività; 2) tecnica di esecuzione; 3) innovazione stilistica saranno premiati i primi tre classificati a tutti i partecipanti un attestato di partecipazione;

• •

N.B.: il concorso sarà ritenuto valido e i premi saranno assegnati soltanto a ricevimento di un numero minimo di 15 opere. PER OGNI INFORMAZIONE:

ARTI DE

Sccuola di Ricam

Seede legale: Via d Seede operativa: P. Teel./fax: +39 075 5 inffo@artidecorativ

ARTI DECORA E ATIVE IT TALIAN NE ®

Sccuola di Ricamii e Merletti Centro Internazionaale di Studi e Ricerche R

Mosstra-Cooncorsso Creeativitàà

0/A - 06125 Peruggia Seede legale: Via delle Ghiande 110 Seede operativa: P.zza Madonna de ell’Oliveto - 060655 Passignano s. T. T (PG) Teel./fax: +39 075 5899894 5 – Cell.: +39 + 340 16512088 inffo@artidecorativeeitaliane.it - www w.artidecorativeitaaliane.it

titolo

“R Ricam mo e Amo ore, L Un n Fazzzolet Mosstra-Cooncorsso Creeativitàà e Inn novaz ione 2018 2tto pee Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

E7

English Inn English Inn “1974” first season of serving Fish & Chips always been a favorite of our English Customers ...and the tradition continues

titoloPerr strana sortee e destino, Ricamo, Am more, Leggee

il 21-22-23 settembre s nell’ambito n ddel Secondo o

“R Ricam mo e Amo ore, Leggenda e Mito o. Ricam mo e A Un n FazzzoletCorreva peer Slocomb ancor ne” Ctto l’anno 1887. le Cora SSiren ra convalescennte a seguito d Fragranze esclusive, cosmesi selettiva, arredo olfattivo, prodotti per il grooming. Exclusive fragrances

cosmetics. prrestigiosi Hotell della costa: il GRAND and HOTEselected L EXCELSIOR V ITTORIA. Dai r For my good friends at the English Inn. Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY stesso anno, il conte friulanno Detalmo di Brazzà Savoorgnan, futuro E7 Coordinator of ArchitecturePer Study abroad at sorte Sant’Anna Sorrento. Corso 61 Sorrento r strana e eInstitute destino, Ricamo, Am more, Legge enda Italia, e Mito si s incontrera anno a Sorrrento panorama p del ggolfo di Napoli, a lei si dichiaarò. Alla contesssa Cora si dee il 21-22-23 settembre s nell’ambito n ddel Secondo Meeting di oMerlettoRic camoTerapia ache all’estero, merlettoofoondate su tutto il territorio na azionale, e anc prresidentessa ddella grande coooperativa de LE INDUSTR RIE FEMMINIL


Luglio 2018

Music Festivals

7 Luglio

Ore 11.00-13.00 LA SALTERELLA ABRUZZESE laboratorio di danza a cura di MARTINA SPADANO Ore 17.00-18.30 TAMMURRIATA: RITI E MITI DI UNA SIRENA MILLENARIA Presentazione spettacolo del libro di COSIMO ALBERTI Ore 21.30 MUSICA DA RIPOSTIGLIO in concerto LUCA PIROZZI voce principale, chitarra, banjo LUCA GIACOMELLI chitarra,cori RAFFAELE TONINELLI contrabbasso, cori EMANUELE PELLEGRINI batteria, percussioni , cori

8 Luglio

Ore 11.00-13.00 VISIONE CONTEMPORANEA DELLA DANZA POPOLARE laboratorio di danza a cura di ANGELA ESPOSITO

Info concerti e laboratori tel.081 5330135 3382593583 prolocoduegolfi@libero.it

33

Ore 21.30 I VIRTUOSI DI S.MARTINO in RUMORS Drammaturgia ROBERTO DEL GAUDIO Elaborazione musicali FEDERICO ODLING Con ROBERTO DEL GAUDIO voce FEDERICO ODLING violoncello VITTORIO RICCIARDI flauto FRANCESCO SOLOMBRINO violino CARMINE TERRACCIANO chitarra

Festival Music Week 6° edizione FESTIVAL MUSIC WEEK GRANDE APPUNTAMENTO A VICO EQUENSE CON I FOJA Il Festival Music Week, la kermesse musicale della Città di Vico Equense, torna nella location che ospitò la sua prima edizione: il Chiostro della SS. Trinità e Paradiso con due appuntamenti imperdibili il 20 e il 21 Luglio 2018. Festival Music Week, ideato dall’associazione Giovani Menti, con il contributo del Comune di Vico Equense e il patrocino della Regione Campania, da sempre è sinonimo di canzone d’autore proponendo i migliori progetti musicali italiani. “Felici di tornare nella casa che battezzo la prima edizione del Festival” - dichiara il direttore artistico Enrico Ercolano- con un cast speciale.” Il programma, vede ai blocchi di partenza il 20 Luglio Simone Spirito mentre il giorno 21 i Foja. -“Siamo lieti di ospitare due progetti cosi importanti” - dichiara l’Assessore alla Cultura e Spettacolo di Vico Equense Lucia Vanacore. Simone Spirito con il suo nuovo album “Eppur Simone” e i Foja gruppo reduce dalla candidatura come “Miglior canzone originale” con il brano “A chi appartieni” al Premio dei David di Donatello 2018 sono i protagonisti del FMW6. A presentare la kermesse sarà Martina Costanza Vitale. Per tutte le info: 3935231575 - 3282005169 Facebook: https://www.facebook.com/rassegnadellacanz onedautore/?ref=bookmarks

A17


34

Luglio 2018

Antonino De Angelis

Vecchi artigiani della Penisola Sorrentina

Il sellaio: cuoio, sonagli e fantasia NELLE MANI DI LUIGI SAVARESE

Q

uando, nel 1930, Luigi Savarese (1909 – 1986) decise di mettere bottega a Piano di Sorrento, in penisola sorrentina c’erano circa mille cavalli, muli e asini da bardare e tante carrozze, carretti e traini da allestire. In quegli anni si completava la strutturazione del paesaggio agrario della piana di Sorrento con imponenti murazioni di tufo lungo il fitto reticolo di strade e per il contenimento dei terrazzamenti; si diffondo-

no i pergolati per la copertura degli agrumeti. Una grande massa di materiale: pietre e pali di castagno, concimi e foraggi e poi i frutti, arance e limoni, da trasportare nei magazzini e quindi all’imbarco presso gli approdi e, attraverso la strada borbonica, verso la stazione ferroviaria di Castellammare di Stabia; tutto a dorso di mulo o caricato sui carretti trainati da una folla di cavalli e somari.

Una grande prospettiva di lavoro per i costruttori di carretti, fabbri, maniscalchi e quindi per i sellai. Malgrado la denominazione specifica di selle se ne costruivano poche dal momento che rare erano le cavalcature dei pochi possidenti delle colline fra cui si ricordano i principi di casa Colonna e gli appassionati allevatori della famiglia Massa ai Colli di San Pietro. Più frequente era la costruzione dei basti destinati ai muli da soma impiegati nelle zone rurali per il trasporto di legna e pali di castagno, dei bidoni del latte, pietre, sacchi e ogni altro materiale nelle zone dove era impossibile il transito dei carretti. Luigi Savarese aveva appreso il mestiere di sellaio a Vico Equense presso mastu Saverio ‘o guarnamentaro; un mestiere dove oltre all’abilità manuale per tagliare, assemblare e cucire cuoi e pellami occorre anche immaginazione, estro e fantasia proprio come un sarto per signora e, come per vestire una bella donna, anche per i finimenti (‘e guarnemienti) di un cavallo da carrozza serve buon gusto. Oltre ai pettorali, le martingale, le imbragature, le redini, il morso, assai importanti sono la testiera (la capezza), il tutto ornato da intagli e sbalzi, borchie lucenti e sonagli squillanti con in cima una lunga piuma di struzzo. E poi, il massimo dell’eleganza, la frusta flessuosa e colorata. La carrozzella col cavallo al passo è armonia e bellezza. Il ticchettio ritmico degli zoccoli sul selciato, in

accordo coi sonagli e i campanelli, è musica per i fortunati forestieri. Per i traini e carretti invece al posto della piuma è d’uso installare un puttino o una vittoria alata, corni di bronzo o cicinielli a seconda delle necessità scaramantiche dei committenti. Il ciciniello, che don Luigi tiene in gran conto, è una sorta di talismano, che a guisa di polena terricola protegge il carrettiere da ogni inganno e malocchio, invidia e mala lingua: una specie di parafulmine a favore della buona fortuna. Perciò l’artigiano si fa mago e un po’ stregone nonché, come Luigi Savarese, artista provetto. Una capacità che gli gioverà non poco quando, a partire dagli anni settanta del Novecento, per l’effetto dell’urbanizzazione incalzante il mondo agricolo con le sue rustiche necessità tende a dissolversi e con esso man mano scompaiono tutti mestieri collegati. L’artigianato cede il passo alle produzioni seriali e ai motori, ed anche il buon Savarese dovrà adeguarsi ai tempi nuovi. Prende a produrre articoli e oggetti diversi: borse e borsette di cuoio ornate con borchie e chiusure di ottone; cinture, giubotti di pelle nello stile ‘old America’ dei cowboy. Così la bottega di via Cavottole, fra i vecchi attrezzi e le antiche rimanenze di produzione impolverate, sembra una ‘boutique’ per forestieri, piena di curiosità e belle cose, utili non più alla “fatica” dei contadini ma destinate alla memoria di una indimenticabile vacanza sorrentina.

D7

D10


Luglio 2018

Con il FAI nella Baia di Ieranto

Nella bellezza della natura

a cura del FAI Yoga al tramaonto 1 luglio, ore 17:00

Classi di Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhaian con Nirmal Naum Kalur

Sere FAI d’estate nei week-end

Visite guidate, aperitivi, yoga, benessere e eventi speciali per vivere il bello dell’estate nelle ore suggestive del calar del sole fino al silenzio della notte

7 luglio Sul far della sera

(visite dalle 18:00 alle 21:00)

13 luglio Mitiche stelle

(speciale visita guidata dalle 18:00 alle 23:00)

La baia in fondo al sentiero tutti i giorni tranne il lunedì

dalle 9,30 alle 18,00 Progetto di conservazione della natura in collaborazione con AMP Punta Campanella. Visite guidate tra terra e mare: trekking, kayak e snorkeling per scoprire le bellezza della Baia di Ieranto in maniera eco-sostenibile. In collaborazione con A.S.D. Marea Outdoors.

Breathwalking, respiro camminando 1 luglio, ore 15:30 Un passo dopo l’altro alla scoperta di noi stessi e di nuovi angoli di paradiso nella Baia di Ieranto in maniera semplice e naturale.

Per informazioni e prenotazioni:

335 84 10 253 faiieranto@fondoambiente.it

35

27 luglio Notte di plenilunio (speciale visita guidata dalle 18:00 alle 23:00)

28 luglio Tra terra e mare con la luna piena

(trekking, kayak e snorkeling, dalle 19:00 alle 23:00)

Best summer camps dal 23 luglio al 20 agosto dalle 9:30 alle 18:00 Una vacanza lavoro, riservata ai giovani da 20 a 26 anni, dalla durata di una settimana per sperimentale il nostro impegno quotidiano di tutela cura e conservazione della Baia di Ieranto.

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82 Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net redazione@surrentum.net Direttore Responsabile Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com In Redazione Luisa Fiorentino Mariano Russo Web producer Mauro Siniscalchi Hanno collaborato Nino Aversa Claudia Cascone Antonino De Angelis Alessandro Fiorentino Giuliana Gargiulo Filippo Merola Genoveffa Porpora Paolo Scibilia Centro Studi e Ricerche Marion Crawford FAI Fondazione Sorrento Ufficio Stampa Comune di Sorrento In copertina UTO UGHI Foto da www.utoughi.com Pubblicità e Informazioni

Tel. 334 838 5151

mariano@surrentum.net Stampate 13.000 copie Tip. La Sorrentina Tel. 0818785988 gaetano.ercolano@tin.it Distribuzione a cura di Nexive Via Crawford 67/a - Sant’Agnello tel. 08119202863 sor15@crcpost.it Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

E7


36

Luglio 2018

ORARI DI APERTURA

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 18 giugno 2018 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

Ascensore per il Porto/spiagge Lift to the Beach/Port

Gennaio/Febbraio/Marzo Novembre/Dicembre 7,30 - 20,30 Aprile/Ottobre 7,30 - 23,00 Maggio 7,30 - 24,00

Sorrento Lift Piazza F. S. Gargiulo (nella Villa Comunale - Public Gardens) C8 tel. 081 8072543 - 80067 Sorrento (Napoli) - Italy www.sorrentolift.it - info@sorrentolift.it

n

Giugno/Luglio/Agosto Settembre 7,30 -01,00

SITA SUD CAMPANIA

CURRERI SERVICE

Tel. 0818015420 www.curreriviaggi.it

Sorrento Capodichino

Capodichino Sorrento

p.06,30 * a.08,00

p.09,00* a.10,15

p.08,30 a.10,00

p.11,00 a.12,15

GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

p.09,00 a.10,30

p.12,00 a.13,15

p.10,30 a.12,00

p.13,00 a.14,15

SORRENTO CAPRI SORRENTO NAPOLI CAPRI SORRENTO NAPOLI SORRENTO

p.12,00 a.13,30

p.14,30 a.15,45

p.14,00 a.15,30

p.16,30 a.17,45

p.15,00 a.16,30

p.18,00 a.19,15

p.16,30 a.18,00

p.19,30 a.20,45

 07,15* 08.05 08.20 08,30 08,45 09.00 09.15 09.40 09,50 10.45 11.25 11,45 13,30 13.50 14.25 15,45 16.10 16.40 17,05 17.40

ALISCAFO HYDROFOIL

08,00* 08.55 09.15 09.25 10.20 11,20 12.10 13,00 13.55 15,15 15,35 15.55 16.05 16,20 17.15 17,45 18.30

* Feriale - Not on Sunday + Dal Lunedì al venerdì From Monday to Friday ° Solo Sabato e Domenica Only Saturday and Sunday

%

07.20* 08.10 10.00 12.00 14.00 16.25 * NLG

09.00 11.00 13.00 15.00 17.15 18,25*

SORRENTO ISCHIA ISCHIA SORRENTO 09.10* 09.30° 15.50

10.35 17.25

* Lun./Mer./Ven - Via Procida Mon./ Wed./Fri. - Via Procida ° Mar./Gio./Sab./Dom. Tue./Thu./Sat./Sun.

Sorrento (Stazione) - S. Agnello (Municipio) Piano (Siesta) - Meta (chiesa del Lauro) Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) Castellammare di Stabia (Villa Stabia) * SOLO SU PRENOTAZIONE FERMATA A Pompei Scavi

n

AUTOLINEE

MAROZZI

Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

SORRENTO - ROMA SORRENTO AMALFI POSITANO POSITANO SORRENTO C. Italia-261 06.00 06.15 AMALFI SORRENTO VICO E. P. Kennedy 10.10 10.30 14.55

11.55/12.20* C.DI STABIA V.le Europa 16.35/17.00* ROMA Tiburtina 16.40/17.10*

* da Positano - From Positano SEREMAR

NAVE VELOCE FAST FERRY CAREMAR Tel. 0818073077 SORRENTO CAPRI CAPRI SORRENTO 07,45 09,25 14,40 19,25

07,00 08,40 13,35 18,45

06.30 09.45

17.00 17.15 17.30 21.00

ROMA - SORRENTO ROMA Tiburtina C.DI STABIA V.le Europa VICO E. P. Kennedy SORRENTO C. Italia-261

07.00 10.40 10.55 11.45

ORARI IN ROSSO  da Lunedi a Sabato - Mon to Sat ORARI IN NERO  Tutti i giorni

E7

15.00 18.15 18.30 19.00

ANDATA 06:10 06:15 06:20 06:25 06:45 06:50 06:55 07:00 07:45 07:35 07:50 08:20

n

PENISOLA SORRENTINA MONTE SANT’ANGELO FERMATA

SANT’AGATA SANT’AGATA (Reola) BIVIO TITIGLIANO MASSA LUBRENSE SORRENTO SANT’AGNELLO PIANO DI SORRENTO META SEIANO (Vico Equense) NAPOLI Via Ferraris (INPS) NAPOLI (Piazza Garibaldi) UNIVERSITA’ MONTE S. ANGELO

16:30 16:25 16:20 16:15 15:55 15:50 15:45 15:40 15:35 14:55 14:50 14:20

RITORNO

FUNIVIA DEL FAITO 2018

PARTENZE DA CASTELLAMMARE E DA MONTE FAITO Dal 2 aprile al 14 luglio e dal 17 settembre all’11 novembre 09:35 - 09:50 - 10:05 - 10:35 - 11:05 - 11:35 - 12:05 - 12:35 -13:05 - 13:35 14:05 - 14:25 - 14:45 - 15:05 - 15:35 - 15: 55 -16:15 - 16:25 Dal 15 luglio al 16 settembre 08:25 - 09:05 - 09:50 - 10:15 - 10:35 - 10:50 - 11:05 - 11:45 - 12:05 -12:35 13:05 - 13:35 - 14:05 - 14:35 - 15:05 - 15:25 - 15:45 - 16:05 - 16:35 - 16:55 17:15 - 17:25 - 17:45 - 18:05 - 18:35 - 19:05 - 19:25 - 19:45 - 20:05 - 20:15

TURNO FESTIVO FARMACIE DI SORRENTO

24/6 - 22/7 RUSSO (D-11) Via degli Aranci - Tel. 0818772310 1/7 - 29/7 ALFANI (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781226 8/7 - 5/8 FARFALLA (D-8) Piazza Tasso - Tel. 0818781349 15/7 - 12/8 LIMONE (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781174

REPERIBILITÀ NOTTURNA DA META A SORRENTO

Dal 30 giugno al 6 luglio E. PALAGIANO - S. Agnello C.so Italia, 27 0818074148 339115855 Dal 7 al 13 luglio LIMONE - Sorrento Corso Italia, 35/37 3341586549 Dal 14 al 20 luglio F. PALAGIANO - S. Agnello Via S. Sergio, 11 0818074824 3335852602 Dal 21 al 27 luglio MARESCA - Meta Corso Italia, 51 3397561046 Dal 28 luglio al 3 agosto INTERNAZIONALE - Piano Corso Italia, 191 0815321634 LA REPERIBILITÀ È ASSICURATA SOLO DIETRO PRESENTAZIONE DI RICETTA MEDICA URGENTE


37

Luglio 2018

ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388

Numero verde

800211388

CAMPANIA EXPRESS

NAPOLI ERCOLANO POMPEI SORRENTO 9,06 11,36 15,36 18,06 -

9,20 11,50 15,50 18,20 -

9,38 12,08 13,39 16,08 18,39 20,06

9,55 12,25 13,55 16,25 19,03 20,25

• •

SORRENTO POMPEI ERCOLANO NAPOLI 10,19 10,43 10,58 11,09 12,56 13,18 14,08 14,34 14,55 15,10 16,59 17,18 17,35 17,50 19,20 19,46 20,58 21,19 21,37 21,51 Fermate anche a Castellammare e Vico Equense.

n

CONSORZIO UNICO CAMPANIA CALL CENTER 08119666202

EAV

POMPEI - VESUVIO e vv.

POMPEI (Piazza Anfiteatro) VESUVIO (1.000 m.) 08,00 08,50 09,40 10,30 11,20 12,10 13,00 13,50 14,40 15,30 VESUVIO (1.000 m.) POMPEI (Piazza Anfiteatro) 09,00 9,50 10,40 11,30 12,20 13,10 14,00 14.50 16,40 17,40

SORRENTO - NAPOLI e vv.

SORRENTO (Circum) - NAPOLI (giornaliero) 23,00 - 00,10 - 00,20 - 01,30 - 04,30 - 04,50 NAPOLI - SORRENTO (Circum) (giornaliero) 22,40 - 23,00 - 03,15 - 04,15 - 05,00

n

LINEA A

LINEA B LINEA C LINEA D LINEA E

AUTOLINEE SORRENTO Every 20 minutes

M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. Circolare SORRENTO (Porto) SORRENTO (Stazione) SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. Circolare MARINA GRANDE SORRENTO Circolare SORRENTO STAZIONE VIA DEGLI ARANCI - HILTON

• • • •

SORRENTO 6.01 6.25 + 6.49 7.22 • 7.38 F • 7.55 • 8.26 • 8.52 • 9.07 • 9.37 • 10.37 • 11.07 • 11.37 • 12.07 • 12.37 • 13.07 • 13.25 13.56 • 14.22 14.55 • 15.26 • 16.07 • 16.37 • 17.07 • 17.25 17.56 • 18.22 18.55 • 19.26 • 20.07 • 20.37 21.07 21.37

NAPOLI 6.09 6.40 6.44 F 7.09 • 7.39 F 8.11 • 8.39 • 9.09 • 9.39 • 10.09 • 10.39 • 11.09 • 11.39 12.09 • 12.39 13.09 • 13.41 • 14.09 • 14.39 • 15.11 • 15.39 • 16.09 • 16.39 17.09 • 17.41 • 18.09 • 18.39 • 19.11 • 19.39 20.09 20.39 21.09 21.39

• •

• • • •

S.AGNELLO 6.03 6.27 6.51 7.24 7.40 7.57 8.28 8.54 9.09 9.39 10.39 11.09 11.39 12.09 12.39 13.09 13.27 13.58 14.24 14.57 15.28 16.09 16.39 17.09 17.27 17.58 18.24 18.57 19.28 20.09 20.39 21.09 21.39 ERCOLANO 6.28 6.53 7.02 7.28 7.58 8.23 8.58 9.28 9.58 10.28 10.58 11.28 11.58 12.28 12.58 13.28 13.53 14.28 14.58 15.23 15.58 16.28 16.58 17.28 17.53 18.28 18.58 19.23 19.58 20.28 20.58 21.28 21.58

VICO 6.12 6.36 6.59 7.31 7.49 8.06 8.37 9.01 9.18 9.48 10.48 11.18 11.48 12.18 12.48 13.18 13.36 14.07 14.31 15.06 15.37 16.18 16.48 17.18 17.36 18.07 18.31 19.06 19.37 20.18 20.48 21.18 21.48

C/MARE 6.21 6.45 7.05 7.39 7.58 8.15 8.45 9.09 9.27 9.57 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.45 14.15 14.39 15.15 15.45 16.27 16.57 17.27 17.45 18.15 18.39 19.15 19.45 20.27 20.57 21.27 21.56

POMPEI V. REGINA 6.31 6.33 6.55 6.57 7.14 7.48 7.50 8.08 8.10 8.25 8.27 8.53 9.18 9.20 9.37 9.39 10.07 10.09 11.07 11.09 11.37 11.39 12.07 12.09 12.37 12.39 13.07 13.09 13.37 13.39 13.55 13.57 14.23 14.48 14.50 15.25 15.27 15.53 16.37 16.39 17.07 17.09 17.37 17.39 17.55 17.57 18.23 18.48 18.50 19.25 19.27 19.53 20.37 20.39 21.07 21.09 21.37 21.39 22.05 22.07

V. REGINA 6.45 7.20 7.45 8.15 9.15 9.45 10.15 10.45 11.15 11.45 12.15 12.45 13.15 13.45 14.45 15.15 16.15 16.45 17.15 17.45 18.45 19.15 20.15 20.45 21.15 21.45 22.15

POMPEI 6.47 7.05 7.22 7.47 8.17 8.36 9.17 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.06 14.47 15.17 15.36 16.17 16.47 17.17 17.47 18.06 18.47 19.17 19.36 20.17 20.47 21.17 21.47 22.17

C/MARE 6.57 7.15 7.31 7.57 8.27 8.46 9.27 9.57 10.27 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.57 14.16 14.57 15.27 15.46 16.27 16.57 17.27 17.57 18.16 18.57 19.27 19.46 20.27 20.57 21.27 21.57 22.27

ERCOLANO 6.49 7.13 7.29 8.07 8.26 8.43 9.06 9.37 9.55 10.25 11.25 11.55 12.25 12.55 13.25 13.55 14.12 14.36 15.09 15.43 16.06 16.55 17.25 17.55 18.12 18.36 19.05 19.43 20.06 20.55 21.25 21.55 22.22

NAPOLI 7.07 7.31 7.47 8.26 8.44 9.01 9.16 9.56 10.13 10.43 11.43 12.13 12.43 13.13 13.43 14.13 14.32 14.46 15.27 16.01 16.16 17.13 17.43 18.13 18.32 18.46 19.27 20.01 20.16 21.13 21.43 22.13 22.39

VICO S.AGNELLO SORRENTO 7.17 7.06 7.15 7.32 7.23 7.30 7.52 7.40 7.50 8.17 8.06 8.15 8.47 8.36 8.45 9.03 8.54 9.01 9.47 9.36 9.45 10.17 10.06 10.15 10.47 10.36 10.45 11.17 11.06 11.15 11.47 11.36 11.45 12.17 12.06 12.15 12.47 12.36 12.45 13.17 13.06 13.15 13.47 13.36 13.45 14.17 14.06 14.15 14.33 14.24 14.31 15.17 15.06 15.15 15.47 15.36 15.45 16.03 15.54 16.01 16.47 16.36 16.45 17.17 17.06 17.15 17.47 17.36 17.45 18.17 18.06 18.15 18.33 18.24 18.31 19.17 19.06 19.15 19.47 19.36 19.45 20.03 19.54 20.01 20.47 20.36 20.45 21.17 21.06 21.15 21.47 21.36 21.45 22.17 22.06 22.15 22.47 22.36 22.45

F = Solo feriali - Working days = Direttissimo - Direct • = Ferma a Scrajo dal 1/6 al 30/9 + = Solo festivo - Sundays and Bank days

n SITA

DAL 11/06 AL 09/09 Tel: 089 405145 sitasudtrasporti.it

Capolinea Stazione Circumvesuviana

SORRENTO PRIORA SORRENTO AMALFI AMALFI SORRENTO S.AGATA • 06.30 F • 06.20 G TORCA

• 08.00 F • 08.30 F • 08.30 H • 09.00 G • 09.30 G • 10.00 G • 10.15 F • 10.30 G • 11.00 G • 11.15 F • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 G • 13.00 F • 13.30 H • 13.30 F • 14.00 G • 14.30 F • 15.00 H • 15.30 F • 16.00 F • 16.00 H • 16.30 F • 16.30 H • 17.00 G • 18.00 G • 19.00 G • 20.10 G • 21.00 F • 22.00 F

• 07.15 F • 08.05 G • 09.00 F • 09.30 G • 10.30 G • 10.00 F • 11.00 G • 11.30 G • 12.15 G • 13.00 G • 13.30 F • 14.05 G • 14.30 G • 15.00 F • 15.30 G • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 F • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 G • 18.15 F • 18.30 F • 19.00 G • 20.00 G • 21.20 G • 23.00 F • Via Meta • Via S.Agata

SORRENTO MASSA L. S.AGATA TORCA

TORCA S.AGATA MASSA L. SORRENTO

05.50 07.25 08.05 09.00 09.30 10.10 11.00 12.15 13.15 13.15 14.00 15.00 15.25 16.15 16.15 17.10 18.00 18.40 19.15 20.15 21.15 22.20 00.45

F

•F • • • • •

F F F G F G F H G F G F H G G F G G G H F

05.15 06.05 07.00 07.45 08.30 09.10 10.25 11.10 12.15 13.15 14.25 15.25 16.00 17.05 17.05 18.00 19.20 20.20

• •

F F G G G G F G F G G G G F H G H F

• a/da Torca

06.40 07.50 08.00 08.30 + 09.00 + 09.00 09.30 09.30 + 10.00 + 10.15 + 10.30 11.00 + 11.15 + 11.30 + 12.00 + 12,15 12.30 + 13.00 + 13.15 14.00 + 14.00 15.00 + 15.15 15.30 + 16,00 + 16.15 16.30 + 17.00 + 18.00 19.00 + 19.15 19,40 20.00 + 20.15 21.00 + 21.15 22.00 +

F H F F G F H G G F F G F G G F G F G G F H F F H G H G F G F F H G F F F

• a/da Torca

TORCA S.AGATA PRIORA SORRENTO 06.00 F 06.45 F 07.10 F 08.10 F 08.35 + G 08.45 G 09.00 F 10.00 F 10.20 + F 10.30 H 10.50 + G 10.55 F 11.20 + F 11.30 G 11.50 + G 12.10 F 12.20 + G 12.50 + G 13.00 G 13.35 + G 14.00 F 1420 + G 14.40 F 15.25 + G 15.35 F 16.20 + F 16.50 + G 17.05 F 17.50 + F 18.20 + F 18.50 + G 19.20 + G 19.50 + F 20.20 + G 20.50 F 21.20 + G 22.40 + G 00.20 + F

• • •

+ a/da Bivio Nastro Verde

SORRENTO MARINA MARINA CANTONE CANTONE SORRENTO

07.50 07.50 09.00 09.30 10.30 11.30 13.00 14.00 14.50 15.15 16.15 18.00 21.25

• • • • • • • •

F H F H F F F F F F G F F

06.45 09.00 10.20 11.30 14.05 15.00 16.00 16.30 19.00

• • • • • •

F G F F F F F F F

• via Sant’Agata

F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO

F7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 18 giugno 2018 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

Dall’11/3 al 14/10


38

Luglio 2018

FEDERALBERGHI PENISOLA SORRENTINA

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 www.upsa.org

ALBERGHI HHHHHL 01

Excelsior Vittoria 0818777111 C/9

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 18 giugno 2018 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

ALBERGHI HHHHH Cocumella Bellevue Syrene La Pace Parco Principi La Favorita Ambasciatori Royal

➔ 06 ➔ 22 34 02 25

0818782933 0818781024 0818074775 0818784644 0818782031 0818782025 0818073434

ALBERGHI HHHH

27 ➔ 03 04 51 28 66 05 07 08 30 72 09 10 11 12 13 ➔ ➔ 73 14 ➔ 15 16 74 17 18 19

Admiral Alpha Aminta Antiche Mura Astoria Ascot Atlantic Palace Bel Air Bristol Capodimonte Capri Caravel Carlton Int. Central Cesare Augusto Conca Park Continental Corallo Crawford Cristina De La Ville Eliseo Park’s Europa Palace Flora Gran Paradiso Hilton Tramontano Johanna Park

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818073330 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818074244 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588 0818072472

D/6 A/14 D/7 B/12 C/10 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7 G/3

78 Q 56 55 71 81 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H 49

La Residenza B. W. La Solara La Tonnarella La Minervetta Majestic Palace Mediterraneo Michelangelo Minerva Miramare Res. Palazzo Guardati Parco del Sole Plaza President Prestige Regina Riviera Rota Suites Vesuvio Villa Garden B.que Hotel Elios Vue d’Or Villa Maria

ALBERGHI HHH

29 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40 64

Britannia Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La Pergola Leone Metropole Mignon

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA

C8

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO tel. 081 8074452 0818774698 0815338000 0818781153 0818774455 0818072050 0818781352 0818784844 0818781011 0818072524 0818785567 0818073633 0818782831 0818782262 0815330470 0818782162 0818072011 0818782904 0818782645 0818781387 0818074834 0818073153 0818781966 0818782706 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107 0818073824

A/15 C/3 D/4 A/16 A/15 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2 F/5 D/2

77 44 45 60 Q 46 47 48 H Q 50 H 80 59 81

Londra Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist Villa di Sorrento Villa Fiorita Villa Igea Zi’ Teresa Le Terrazze Res. Au Relais Rivoli Savoia Tasso Suites

ALBERGHI HH

➔ 31 53 82

Angelina Cavour Desirée (Garnì) Sorrento Central

ALBERGHI H

62 65 83

Linda Nice La Magnolia

D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8

CAMPINGS & VILLAGGI

D/3 C/11 A/15 F/8 D/2 E/7

OSTELLI

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort Seven Hostel Le Sirene Ulisse deluxe hostel Porto Salvo Unconventional

0815329554 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818784619 0818780906 0813654089 0818782511 0818772014

C8

A/15 E/5 C/4 D/9

CARABINIERI Pronto Intervento 112 Sorrento

0818073111

Sorrento

0818075311

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello Piano S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818786363 0818780509

Call center

848888777

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

E/5 D/12 E/9

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA

C/12

INFERMIERI

D/8 F/10 D/8

0818782901 0818073166 D/2 0818781563 C/3 3337842924 G/8 0818782916 E/11 0818781650 D/10 0818773560 E/9

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT 0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

PORTO - HARBOUR

0818786758 0818072925 0818774753 0818774887 0818785802

➔ D/11 E/5 ➔ ➔

POST OFFICE

Ufficio Marittimo Soccorso

0818073071 1530

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

FERROVIE - RAILWAYS

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 Saturday (Jun-Sep) 6.30 p.m. (Vigil Mass) Sunday (Jun-Sep) 10,00 a.m. S. Antonino 8.00 - 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -18,00 - 19,30 Carmine 9.30 - 10.45 - 11.55 - 19,00 SS. Rosario 9,00 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9,30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.00 -18.00 S. Lucia 7.00 - 9.00 - 11.00 - 18.00 S. Anna 8.30 - 19.00 S. M. delle Grazie 7.30

Università della Cucina Mediterranea

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO

www.ucmed.it info@ucmed.it Tel./Fax +39 081 8075665/ +39 081 8071621

www.campaniafelix.org

Circolo dei Forestieri C8

c/o G. Hotel Vittoria SORRENTO

C9

CHIESA EVANGELICA

Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN GIOVEDI/THU

10.30 19.00

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port


Giugno Aprile 2018 2018

39 31

E/


32

Giugno2018 Aprile 2018

Surrentum - Luglio 2018  

Il numero di Luglio

Surrentum - Luglio 2018  

Il numero di Luglio

Advertisement