Page 1

Quotidiano www.travelquotidiano.com ANNO XXX - N. 61-62 30 NOVEMBRE - 7 DICEMBRE 2018

Palmucci ad un metro dalla presidenza Enit

Operatori

Silenzio del governo sugli ex Valtur MILANO – Nulla di fatto per gli ex dipendenti di Valtur, che stanno cercando di ricollocarsi nel mondo del turismo dopo tanti anni trascorsi in azienda. Filcams Cgil lamenta il silenzio del governo. A PAGINA 4

Mondo

Adutei rinnova il logo dell’associazione MILANO - Grande successo dell’evento organizzato a Milano da Adutei in collaborazione con il gruppo Travel. Sandro Botticelli, ex presidente e Aljosa Ota, alla guida dell’associazione, hanno presentato il nuovo logo. A PAGINA 14

ECCO UVET TRAVEL SYSTEM Il network cambia pelle MILANO - «Oggi il network cambia pelle, nell’ottica della discontinuità e del rinnovamento rispetto al passato. Negli ultimi due anni c’è stata un’emorragia

di associati, che sono passati ad altre realtà concorrenti; adesso è tempo di recuperare», così il nuovo direttore generale Andrea Gilardi. A PAGINA 2

Italo: luci sempre puntate sulle agenzie di viaggio MILANO – «L’anno della qualità»: Marco De Angelis, direttore vendite di Italo definisce così il 2019 della società che da poco meno di un anno fa capo al fondo Usa Gip. Dopo il potenziamento della flotta – oggi forte di 37 convogli cui se ne aggiungeranno

Allegato al numero 17 di Travel Open Daily

Mancano le approvazioni formali, le varie commissioni ecc ecc, per la nomina di presidente dell’Enit di Giorgio Palmucci. Diciamo che dopo molti anni di personaggi fuori dal settore finalomente un uomo che ha il turismo cucito addosso. Speriamo bene...

Operatori

Nuova classe di navi per Msc Crociere MONFALCONE – Msc Crociere inaugura una nuova classe di navi, Seaside Evo, la cui prima unità verrà consegnata nel 2021 da Fincantieri Monfalcone. Al taglio della prima lamiera di Msc Seashore erano presenti Pierfrancesco Vago e Giuseppe Bono. A PAGINA 5

Territorio

VisiTuscia continua il trend positivo Si è conclusa con una grande partecipazione l’edizione 2018 di VisiTuscia, che ha portato a conoscenza dei buyers le eccellenze agroalimentari, paesaggistiche e culturali del terriitorio. ALLE PAGINE 10 E 11

Oceano Indiano

Da pagina 15 a pagina 20

Marco De Angelis

altri 10 entro fine anno prossimo – e con un operativo che per quest’inverno è cresciuto del 65% le luci restano puntate sulla distribuzione in agenzia di viaggio. «Un canale consolidato, che cresce a doppia cifra». A PAGINA 8


DEVICE

UChallenge Device che si rivolge al mondo leisure proponendo un obiettivo di fatturato da realizzare con un pool selezionato di operatori. Fra i vantaggi per le adv che aderiranno al progetto: l Over retroattiva sull’intero fatturato l Piano di incentivazione al raggiungimento di determinati obiettivi l Nessuna fee richiesta per partecipare al progetto l

ULove Nuova piattaforma ideata per gestire viaggi di nozze e liste regalo l

Contratti

Cambia la tipologia, diverranno l Light l Comfort l Top Partner

Organizzazione commerciale l

Fabrizio Celeghin coordinatore area

Salvatore Petrelli capo area Nord l Franco Baroni capo area Centro l Massimo Prisco capo area Sud Italia l

ANDREA GILARDI Oggi il network cambia pelle, nell’ottica della discontinuità e del rinnovamento rispetto a quanto fatto in passato. Negli ultimi due anni c’è stata un’emorragia di associati, che sono passati a realtà concorrenti; è tempo di invertire il trend testi di ISABELLA CATTONI

MILANO – Al giro di boa dei suoi primi 50 giorni come direttore generale di Uvet Travel Network Andrea Gilardi arriva imponendo un deciso cambio di passo, che comincia dal restyling del logo e da un preciso cambio di immagine, con il passaggio a Uvet Travel System. «La convention di quest’anno non a caso è intitolata al “Brand New” – spiega Gilardi alla platea delle adv associate -. Oggi il network cambia pelle, nell’ottica della discontinuità e del rinnovamento rispetto a quanto fatto in passato. Negli ultimi due anni c’è stata un’emorragia di associati, che sono passati ad altre realtà concorrenti; adesso è tempo di recuperare e per questo il network chiede aiuto agli agenti, nell’ottica dello sviluppo di nuovi strumenti e valide opportunità che sostengano la crescita futura degli associati. La discontinuiità è un valore, non un limite. Il cambiamento è un’evoluzione positiva nel segno della creazione di un nuovo rapporto di valore con i nostri associati. In questo senso, Uvet Travel System indica l’unicità di una proposta che sappia mettere a fattor comune l’esperienza dei singoli associati e creare valore per tutti. Uvet è un sistema turistico distributivo integrato e il nostro obiettivo è offrire un complesso organizzato di strumenti, servizi, processi e strutture operative che ci guidino verso la necessaria “digi-

Andrea Gilardi

IL PRODOTTO INTERNO LORDO DEL 2018 FARÀ REGISTRARE, SECONDO LE STIME UVET TRAVEL INDEX, UNA CRESCITA DELL’1,2%

www.travelquotidiano.com

Editore: Travel Open Day srl Proprietà: Network & Comunication srl

direttore responsabile GIUSEPPE ALOE

direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

Autorizzazione del Tribunale di Milano numero 793 del 30/11/91 Iscrizione a R.o.c. numero 13242 del 26.03.2005 Spedizione in abb.postale (pubblicità al 45%)

In 50 giorni Gilardi ha già messo ordine e riempostato alcuni punti controversi

tal transformation” del business». Uvet resta una realtà «libera e indipendente, in grado di svoltare nell’ottica di una trasformazione che vada a toccare sia l’aspetto quantitativo, favorendo un maggior guadagno per gli associati, sia l’aspetto qualitativo, introducendo strumenti validi». A cominciare da UChallenge, evoluzione dell’UElite, device che si rivolge al mondo leisure proponendo un obiettivo di fatturato da realizzare con un pool selezionato di operatori. I vantaggi garantiti alle adv che aderiranno al progetto vanno da una over retroattiva sull’intero fatturato, a uno specifico piano di incentivazione al raggiungimento di determinati obiettivi, E non c’è alcuna fee richiesta per partecipare al progetto.

Il Pil secondo Uvet: +1,1% per il 2019

Quotidiano

Creare un nuovo rapporto di valore con i nostri associati

30 novembre - 7 dicembre 2018

Più sostanza e meno effetti speciali. Forse adesso abbiamo cambiato passo

L’opinione “a caldo” degli associati

La convention di Uvet Travel System scuote il mercato e le reazioni degli associati non si fanno attendere. «Era tempo di svoltare: dopo due anni di confusione l’intervento di Gilardi sembra propositivo e molto concreto. In 50 giorni è riuscito a creare una buona macchina, ora bisogna però farla funzionare» commenta Diego Lazzaroni di GetFit Travel. «Più sostanza e meno “effetti speciali”: con Gilardi abbiamo forse finalmente cambiato passo. Negli ultimi tempi molte agenzie avevano abbandonato il network; la concorrenza è particolarmente agguerrita e molti competitor hanno cercato di sfruttare il momento di difficoltà di Uvet. Ora le prospettive sono diverse» commenta Dario Romei di Tuttoviaggi, vincitore di uno dei premi assegnati durante la convention. «In 50 giorni Gilardi ha già messo ordine e reimpostato alcuni punti che erano controversi. Resta da sciogliere il nodo del trattamento riservato alle agenzie di viaggio Selection di Settemari, che in alcuni casi possono applicare condizioni di vendita migliori delle nostre» aggiunge Giulio Paganotti di Conoz Travel.

MILANO (ma.c.) Segna un +1,1% l’incremento del Pil per il 2019 indicato dall’Uvet Travel Index elaborato per il sesto anno da The European House - Ambrosetti. Dato che negli anni si è rivelato particolarmente veritiero, «spiegando al 94% le variazioni del Pil» sottolinea Valerio De Molli (nella foto), ceo di TEH Ambrosetti che ha illustrato i risultati dell’indagine in occasione del forum d’apertura del BizTravel 2018. La crescita, inferiore rispetto a quella dell’1,2% registrata nel 2018 che comunque era «più del doppio della media degli ultimi 20 anni» sconta oggi «quat-

AMMINISTRAZIONE, ABBONAMENTI REDAZIONE ROMA Via Aosta, 30 - 00182 ROMA tel. +39 06 890 17 577

In primo piano

tro grandi fattori di crisi a livello internazionale – precisa De Molli -: da Trump con l’inasprimento delle sanzioni com-

REDAZIONE Via Montepulciano, 5 20124 MILANO tel. +39 02 395 24 922

Stampa: Tipolitografia Federici s.r.l. - Via Adda, 3 - 05100 Terni

Concessionaria di pubblicità Network & Comunication srl Via Aosta, 30 - 00182 Roma Tel. +39 06 890 17 577 Fax +39 06 933 80 433 UFFICIO MILANO tel.: +39 02 395 24 922

Quotidiano

UVET TRAVEL SYSTEM Inizia la nuova era del network

2

Un altro strumento citato da Gilardi è ULove, la nuova piattaforma ideata per gestire viaggi di nozze e liste regalo. «Un mezzo semplice, integrabile al sito dell’agenzia, che consente la profilazione anche di tutti i dati relativi agli amici degli sposi». Anche per il business travel, importanti novità a cominciare dal gds semplificato Alterego, «strumento esclusivo di Uvet». Dal punto di vista contrattuale, il ciclone Gilardi dà un taglio al passato: «Premieremo il merito, inserendo una crescita delle commissioni in base al fatturato valutato su base trimestrale al 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre. Inoltre, garantiremo operazioni esclusive per gli associati su alcune strutture di punta programmate dai tour operator del gruppo e daremo vita a campagne dedicate, educational e a un piano di formazione che prevede un roadshow esclusivo». Cambia anche la tipologia dei contratti, che diventano Light, Comfort e Top Partner. Infine, è nuova anche l’organizzazione commerciale, con Fabrizio Celeghin a coordinare l’area e Salvatore Petrelli, Franco Baroni e Massimo Prisco a presidiare le aree Nord, Centro e Sud Italia. merciali e una politica estera aggressiva, alle tensioni in Medio Oriente e costo petrolio, passando da Brexit e dalle prossime politiche europee per finire con le tensioni legate ai flussi migratori». Non da ultimo la preoccupazione legata al rapporto deficit-Pil indicata in un 2,4% dal governo, che «potrebbe arrivare al 2,9% in caso di crescita inferiore rispetto al dato irrealistico previsto dal governo». De Molli sottolinea anche la fragilità del nostro sistema bancario a scapito delle aziende «che devono programmare investimenti sul lungo periodo, come nel caso del Gruppo Uvet». www.travelquotidiano.com CONTATTI E MAIL redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com seguici anche su


Quotidiano

Expedia lancia Informazioni sugli ospiti

3

Notizie

30 novembre - 7 dicembre 2018

SI TRATTA DELL’ULTIMO PRODOTTO TECNOLOGICO PER FORNIRE AGLI HOTEL LE COMPETENZE PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI di LUISA BUSSOLA

MILANO - Informazioni sugli ospiti è l’ultimo prodotto tecnologico progettato da Expedia per fornire agli hotel partner le conoscenze sulla domanda e le competenze di cui hanno bisogno per migliorare le loro prestazioni. Expedia ha sviluppato un sistema di tecnologie, dati e strumenti di marketing per gli albergatori di cui Informazioni sugli ospiti è l’ultimo arrivato. «Nell’ultimo anno, abbiamo investito 1,4 miliardi di dollari in tecnologia per migliorare l’offerta. Per affinare la fruibilità della piattaforma, rilasciamo un miglioramento ogni 24 minuti», afferma Marco Sprizzi, direttore market management di Expedia Group Italia. Informazioni sugli ospiti è nato dai feedback forniti dagli albergatori. Afferma Giovanni Moretto, anche lui direttore market management di Expedia Group Italia: «I nostri clienti partner ci chiedono innanzitutto visibilità, conversione (passaggio dalla conoscenza alla prenotazione) e infine vogliono conoscere il valore del cliente e cioè quale cliente è più propenso a

I nostri partner vogliono conoscere il valore del cliente

Marco Sprizzi

1,4 mld U$D Investimenti in tecnologia per migliorare l’offerta nel 2018

sfruttare quali servizi». Con Informazioni sugli ospiti, gli hotel sono in grado di analizzare a un livello molto più approfondito quali schemi segue la domanda per tarare le loro politiche di pricing e di marketing. Le informazioni a disposizione degli albergatori comprendono la provenienza dei clienti, la durata media dei loro soggiorni, il tasso di cancellazione medio e altri dettagli su base cronologica, con dati fondamentali per sfruttare al me-

glio i canali di distribuzione di Expedia Group. Il tool consente alle strutture di riorganizzare i dati a cui accedono in base a paese o regione. Inoltre, attraverso un motore integrato per i suggerimenti, gli albergatori ricevono consigli mirati, legati a strategie marketing basate proprio sui dati forniti da report analitici. Lo strumento infatti integra soluzioni marketing che permettono alle strutture di elaborare campagne mirate per mercati differenti. I

dati di Informazioni sugli ospiti vengono caricati praticamente in tempo reale così che gli utenti possano trovare velocemente le giuste soluzioni. Le nuove funzionalità sono tre. La prima riguarda le previsioni sull’occupazione di mercato (sostituisce il vecchio punteggio della domanda di mercato per quanto riguarda le informazioni sui periodi di maggiore afflusso). Sulla base di una formula di previsione si possono ora calcolare quante camere verranno vendute in una particolare destinazione per una data specifica. La seconda riguarda l’ottimizzazione dei prezzi: avvisa gli albergatori nel caso in cui è possibile ottimizzare i prezzi di vendita per un determinato giorno, migliorando così le prestazioni della struttura. La terza è la personalizzazione degli avvisi: personalizzando gli avvisi di mercato è possibile decidere quali ricevere e con quale frequenza. «Giocate con il sistema» suggerisce Moretto che invita ad usare lo strumento in ottica test & learn. «Sperimentate soluzioni ed eventualmente cambiatele. Lo strumento è flessibile» aggiunge. Ed è gratuito.

Il tool

l Consente alle strutture di riorganizzare i dati a cui accedono in base a paese o regione

Attraverso un motore integrato per i suggerimenti, gli albergatori ricevono consigli mirati, legati a strategie marketing basate proprio sui dati forniti da report analitici l

3 funzionalità Previsioni sull’occupazione di mercato

l

Ottimizzazione dei prezzi l

Personalizzazione degli avvisi

l


Andrea Pavesi, 41 anni, ufficio trasporti e space control, assunto in Valtur nel 1998 (20 anni il 1/4/18) Disoccupato e in cerca di nuova occupazione

«L’intervento del Mise dovrebbe prevedere due step: assistenza immediata per l’emergenza della perdita del posto di lavoro per gli ex dipendenti della sede di Milano e in seguito la ricerca di un progetto per non disperdere il know how trentennale. La speranza, dopo gli ultimi passaggi di proprietà di Valtur, è quella di incontrare un imprenditore serio che sappia davvero valorizzare i propri collaboratori e che abbia un progetto a lungo termine in cui valga la pena investire». Il ricordo più bello del passato in Valtur? «Scegliere un solo ricordo è molto difficile, in Valtur sono entrato ragazzo e sono uscito uomo e padre: diciamo che il più emozionante è stato quando mia figlia, alla fine di una vacanza in un villaggio in Sardegna, con le lacrime di gioia agli occhi mi ha detto: «Papà, ora ho capito che fai il lavoro più bello del mondo...lo farò pure io!».

Rocco Balgo, ultima mansione operations e budget controller, 58 anni, in Valtur per 35 anni Attualmente disoccupato

«Adesso che le luci si sono spente sul “caso” Valtur non mi aspetto più niente dal governo, bisognava bloccare in tempo la vendita del solo marchio con il conseguente licenziamento di tutto il personale. Le speranze e aspettative per il futuro non sono rosee, inviati diversi cv senza ricevere neanche una risposta, sto studiando per capire come avviare un’attività autonoma». Un flash sul più bel ricordo in Valtur? «E’ difficile isolare un solo ricordo in Valtur, è un’azienda che mi ha accolto da ragazzo e fatto crescere con grandi valori umani e professionali».

Fulvia Mazzarella, 51 anni, in Valtur 24 anni, operativa e commerciale per ufficio gruppi & Mice In cerca di nuova occupazione senza, fino ad oggi, nessun risultato positivo

«Non nutro più alcuna aspettativa di intervento da parte del governo; quando dovevano intervenire non hanno fatto nulla. Per il futuro, spero di trovare lavoro al più presto e con una retribuzione adeguata all’esperienza». Un flash sul più bel ricordo in azienda? «Tutte le persone che ho conosciuto in questi 24 anni e che hanno fatto parte o fanno parte della mia vita adesso».

Parlano i protagonisti, fra speranze di lavoro e disillusioni... perché «ricollocarsi è difficile a tutte le età»

La voce degli ex-Valtur I vecchi dipendenti chiedono risposte di ISABELLA CATTONI

MILANO - Valtur, never ending story. Dopo l’acquisizione da parte del gruppo Nicolaus dello storico marchio, l’odissea degli ex dipendenti non conosce fine. Una carriera in azienda non sembra infatti essere sufficiente per trovare ascolto in sede governativa, malgrado gli appelli dei sindacati e le mobilitazioni popolari. «Valtur è una realtà di spicco nel panorama turistico italiano - ha commentato Luca De Zolt, funzionario di Filcams Cgil che ha seguito fin dall’inizio la vicenda Valtur -, forte di dipendenti di grande professionalità. La sua vicenda è stata sicuramente sfortunata, in quanto la crisi si è manifestata durante il cambio di governo. Malgrado le ripetute richieste di convocazione di un tavolo al ministero del lavoro e dello sviluppo economico, non abbiamo avuto finora alcuna risposta da parte del ministro Di Maio. Si parla di almeno cento dipendenti rimasti senza un posto di lavoro, contando solo quelli diretti. Ma le ricadute in termini di indotto turistico sono ben maggiori, con alcuni villaggi che rimangono chiusi in località che vivevano proprio delle economie create dalla struttura. Un grande danno per l’Italia intera. Fa specie anche il diverso trattamento ricevuto da altre realtà del mondo industriale italiano: basti pensare a Pernigotti, azienda per la quale il ministero ha attivato un tavolo di confronto fra le parti spiegando come i lavoratori “non potessero essere separati dal marchio”». Secondo De Zolt, Filcams Cgil starebbe valutando la possibilità di richiedere «un’interrogazione parlamentare al ministro Centinaio per discutere la situazione nell’ottica della ricettività del sistema-Paese».

Operatori 30 novembre - 7 dicembre 2018

Quotidiano

4

Massimo Galati, 58 anni, in Valtur da 36 anni, ultima mansione booking/clienti diretti Attualmente disoccupato

«Poiché non c’è risoluzione almeno ci aspettavamo un intervento del Mise, anche una cassa integrazione come hanno fatto con le ultime crisi aziendali, ma siamo stati ignorati e sviliti senza alcuna risposta dal nuovo governo, invisibili... Purtroppo non potendo permettermi di vivere a Milano in affitto da disoccupato a fine mese sarò costretto a tornare da mia madre (83 anni) a Savona, spero che lì riuscirò a trovare una nuova occupazione». Il più bel ricordo in Valtur… «I colleghi e l’armonia che condividevamo sono il più bel ricordo, un bel flash nel 1990 quando in qualità di responsabile delle escursioni nel villaggio Valtur di Agadir in Marocco mi comunicarono che sarei diventato responsabile escursioni, movimento passeggeri e tour presso la sede di Roma, una grande emozione».

Francesco Cante, key account manager Mice, ha lavorato tra villaggi e sede per 12 anni Attualmente in cerca di occupazione

«Invio cv, faccio colloqui e nel frattempo frequento corsi per migliorare le mie competenze. Ad oggi più nessuna notizia, il ministero del lavoro e dello sviluppo economico avrebbe dovuto fare la sua parte prima che avvenisse il licenziamento, ancora oggi ci chiediamo come mai alla luce delle operazioni intercorse con Cassa Depositi e Prestiti (che dovrebbe aiutare lo sviluppo delle imprese e il relativo lavoro), sia stato possibile che lo “Stato” non sia riuscito ad evitare il crack aziendale, lasciando così che un’azienda fondata nel 1964 simbolo del “made in Italy”, capace di valorizzare nel mondo pezzi del nostro Paese, sia finita in un buco nero” ed abbia permesso la cessazione dell’attività e dei suoi villaggi in pochi mesi. Intanto in questi giorni ho letto che si sta studiando una proposta di legge a proposito del caso Pernigotti, riporto la dichiarazione del ministro a seguito dell’incontro al Mise «Sicuramente non si produce un effetto positivo per l’azienda se si prende il marchio e si molla la gente». Noi ex lavoratori di Valtur abbiamo mandato due appelli (nei mesi di giugno e settembre) al ministro Di Maio ma siamo ancora in attesa di risposte ed ormai è tardi... Malgrado tutto questo, essendo un ottimista confido nel futuro anche se sto provando sulla mia pelle, nonostante sia under 40 e con una discreta professionalità, che il reinserimento nel mondo del lavoro, in particolare nel settore turismo (per determinate mansioni), non è facile». Il più bel ricordo in Valtur…? «Ce ne sono troppi, in questi anni tra lavoro nei villaggi e sede porterò nei ricordi e nel cuore le persone che ho incontrato e che ancora oggi fanno parte della mia vita, come mia moglie».

CHINASIA COMPIE 30 ANNI. FRA RICORDI E PROGETTI PER IL FUTURO FESTEGGIAMENTI A ROMA CON LAURA GRASSI, LA SUA SQUADRA E OLTRE CENTO FRA FORNITORI E PARTNER

di MARINA FIRRAO

ROMA - Oltre cento ospiti per i 30 anni di Chinasia: l’emozionante spettacolo multimediale al Foro di Augusto, poi cena e brindisi sul roof dell'hotel Forum. Nel ricordo di Giancarlo Monaco, fondatore e anima di Chinasia mancato sei anni fa, Laura Grassi ha ripercorso il cammino di uno specialista monoprodotto, avanguardia del turismo italiano in Cina. «Siamo nati l’8 settembre del 1988 - ha raccontato Laura Grassi - dopo l’incontro casuale in aereo tra Giancarlo Monaco e il professor Giorgio Zucchetti, il sinologo che nel 1962 aveva fondato l’associazione Italia-Cina, allora l’unica in grado di ottenere visti turistici per quella Cina del tutto chiusa all’Occidente. Negli anni ‘80 volavamo con Swissair via Zurigo, più tardi siamo cresciuti letteralmente insieme ad Air China e alle sue consorelle cinesi, poi con Cathay, Sia, Thai Airways, Emirates e Lufthansa. «Quella Cina così diversa richiamava un pubblico colto di appassionati da tutta l’Italia. L’organizzazione era complessa, l’itinerario spesso una vera avventura burocratica». Poi l’evoluzione: «Monaco intuì subito il valore

+20%

Crescita fatturato dal 2015 a oggi

1.500

Passeggeri registrati in un anno

della specializzazione, che ci ha fatti crescere quando la Cina si è aperta negli anni ’90. Ed è diventata una bellissima Cina, che coglie il meglio della globalizzazione e lotta contro l’inquinamento con una generazione di giovani attentissima all’ambiente. Una Cina in cui i bambini studiano l’inglese alle elementari e le guide vengono a studiare l’italiano qui da noi. Che si raggiunge con aeromobili di nuova generazione e offre splendidi hotel 5 stelle». Una Cina che continua a cambiare: «Gli italiani sono affascinati dalle metropoli modernissime. Ma abbiamo un 20% di repeater che si spingono nello Yunnan, sulla Via della Seta, in Tibet. Prima solo viaggiatori alto-spendenti, ora anche studenti con i campi scuola. E’ una Cina per tutti, anche se il volo più breve dall’Italia dura 10 ore». Così la Cina ha superato ogni crisi: «E dal 2015 – precisa Laura Grassi – il fatturato di Chinasia è cresciuto del 20%, il 2017 è stato ottimo e quest’anno promette il bis, circa mille 500 passeggeri. Crescono gli individuali e la domanda del Centro Sud, che prima si vedeva meno». Infine torta e brindisi, insieme al gm Italia di Air China, Ma Nan; a Yang Bo, direttore del Turismo Cinese in Italia, a Vittoria Jin del Cits

Di Shanghai, giunta a Roma appositamente per la festa di Chinasia. Con il ringraziamento emozionato di Laura Grassi a partner e fornitori, alla “paziente” squadra del Chinese Visa Application Service Center. «E alle mie collaboratrici, piccolo universo femminile che con professionalità e passione lavora ispirandosi all’esempio del nostro fondatore Giancarlo Monaco». In una storia che conta su 30 anni di esperienza, di coraggio e innovazione.

Quest’anno prevediamo un’ulteriore crescita

Laura Grassi


Quotidiano

Msc Crociere inaugura l’era di Seaside Evo

5

Operatori

30 novembre - 7 dicembre 2018

Seashore uscirà da Monfalcone nel 2021 A seguire un’unità gemella nel 2023 Vago: «Si rafforza la partnership con Fincantieri» di ISABELLA CATTONI

MONFALCONE - Ennesimo traguardo per Msc Crociere, che festeggia a Fincantieri Monfalcone il taglio della prima lamiera di Seashore, unità di classe Seaside Evo che entrerà in servizio nel 2021. Più lunga di 16 metri rispetto alle navi di classe Seaside, con ambienti nuovi e tecnologia all’avanguardia, Msc Seashore comporterà un investimento di un milione di euro e sarà la nave più grande mai realizzata in Italia, seguita da una gemella nel 2023. «Il rapporto con Fincantieri va cementandosi sempre più - afferma soddisfatto l’executive chairman di Msc, Pierfrancesco Vago -. Attualmente abbiamo ordinato otto navi per un investimento in Italia di oltre 5,5 miliardi di euro, che si traducono in un ritorno per l’economia italiana di 14 miliardi di euro. Con Fincantieri ci muoveremo al ritmo di circa un nuovo varo all’anno fino al 2027. Sempre a Fincantieri abbiamo commissionato le quattro unità superlusso yacht club da 65 mila tonnellate annunciate nei giorni scorsi».

2021

Entrata in servizio della nuovissima Msc Seashore, che verrà realizzata da Fincantieri a Monfalcone

5 mln

Passeggeri preventivati nel 2027 grazie all’arrivo delle nuove navi

Seashore sarà la 19ª nave in flotta e con le sue 2 mila 280 cabine e la capacità di trasportare 5 mila 680 passeggeri diventerà la nuova ammiraglia del gruppo. Soddisfatto l’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, che parla di «una collaborazione proficua e trasparente: quando abbiamo presentato a Msc il progetto per una nave più grande e quindi più costosa, la compagnia l’ha immediatamente sposato. Msc ha con noi commesse del valore di 7 miliardi di euro e allo studio ci sono sempre nuovi progetti».Questa collaborazione fa bene anche a tutto il territorio, come sottolineato dal sindaco di Monfalcone, Annamaria Cisint. «Abbiamo investito su Trieste acquisendo una quota del terminal passeggeri e dal 2020 la città sarà homeport di una delle nostre navi» aggiunge Vago. «Ci sono straordinarie opportunità da cogliere - specifica il country manager Leonardo Massa - e lo sviluppo della nostra flotta si muove in questa direzione. Il tutto per crescere insieme alle adv nostre partner implementando l’of-

Trieste

Sarà homeport di una delle navi di Msc a partire dal 2020

Ci sono grandi opportunità da cogliere sul nostro mercato

Leonardo Massa

ferta e potenziando il prodotto». Per passare dagli oltre 2 milioni di passeggeri ospitati nel 2018 ai 5 milioni previsti nel 2027. «Le abitudini di consumo stanno cambiando - aggiunge Massa - e i viaggiatori si muovono ormai con largo anticipo. In quest’ottica, l’apertura delle vendite per la stagione estiva 2020 rappresenta una spinta fondamentale all’advance booking». Intanto, al decollo anche la campagna tv del valore di alcuni milioni di euro, che ha l’obiettivo di spingere il booking dell’estate 2019 proponendo un “prezzo leggero”.


‘Fine tuning’

Dopo il potenziamento della flotta la crescita segue la rotta del ‘fine tuning’

Marco De Angelis

LA CORSA DI ITALO nell’anno della qualità

Trasporti 30 novembre - 7 dicembre 2018

RIFLETTORI ACCESI SULLE ADV E UNO SGUARDO ALL’EUROPA testi di MARIELLA CATTANEO

MILANO – L’anno della qualità: questo il leit motiv 2019 di Italo, che corre veloce sia sul fronte del prodotto offerto, sia su quello della distribuzione: sempre più mirata, attraverso il trade. Lo spiega il direttore vendite Marco De Angelis in occasione della prima tappa dell’ormai consueto roadshow che due volte l’anno coinvolge gli agenti di viaggio, in concomitanza all’entrata in vigore del nuovo orario. Orario invernale che prevede 92 viaggi al giorno dai primi mesi del 2019, +65% rispetto alla passata stagione. «Non esistono più buchi di offerta» sostiene De Angelis, che non maschera l’interesse all’introduzione di collegamenti verso Malpensa in vista della chiusura dello scalo di Linate la prossima estate («sarà un’occasione per tutti, competitor inclusi») e allunga lo sguardo al 2020, «quando la liberalizzazione delle licenze in Europa aprirà nuovi spazi di crescita. Il fondo Gip (azionista di riferimento dalla scorsa primavera, ndr) non ha intenzione di fermarsi alla crescita della rete italiana». Quanto al rapporto con il trade, De Angelis ribadisce come si tratti un canale «ormai consolidato e che

Il treno diventa charter

Aumentano i turisti stranieri che scelgono il treno per viaggiare durante un tour in Italia: «Sempre più spesso - dice De Angelis - gli operatori Usa o del Far East optano per soluzioni che prevedono una base fissa in città quali Firenze, Milano o Bologna, da cui poi spostarsi in treno per escursioni in giornata, ad esempio Napoli e le isole». In altre parole il treno diventa una sorta di «charter, al pari dell’aereo». Ad oggi abbiamo accordi con quattro distributori, due in Europa, uno nelle Americhe e l’altro nel Far East. E contratti chiusi fino ad aprile 2019».

oggi cresce a doppia cifra». Ecco allora nuovi obiettivi e piano commissionale destinati «a coloro che hanno scelto di lavorare con noi» e cioè: «Le circa 200 agenzie Top presidiate con un piano commissionale ad hoc che può arrivare a prevedere commissioni fino al 20%. A loro sono dedicate anche attività di visual merchandising: solo quest’anno abbiamo comprato la metà delle vetrine delle nostre agenzie Top». A seguire le agenzie medie «circa 800, che aspirano a diventare Top, oppure lo sono state ma, non avendo raggiunto gli obiettivi fissati, non lo sono più. Infine, ci sono altre 3 mila adv circa con le quali

Dieci

I nuovi treni attesi per fine 2019, che si aggiungeranno alla flotta attuale composta da 37 convogli

Quotidiano

8

collaboriamo, ma sono gestite dai consolidatori». La filosofia è quella già avviata, cioè altamente meritocratica nei confronti delle agenzie che scelgono di vendere il prodotto Italo. Il messaggio è chiaro: «Puntiamo ad offrire più qualità a prezzi inferiori. Il nostro prezzo parte da un 10% in meno rispetto al prezzo di mercato (che è quello imposto dal competitor)». L’agente di viaggio ormai conosce la nostra proposta «e sa cosa scegliere e quindi proporre al proprio cliente». Storia a parte quella relativa alle Tmc «con cui abbiamo accordi completamente diversi, con incentivi diversi in relazione al tipo di azienda che portano a viaggiare con noi. Il segmento corporate è cresciuto molto grazie al rafforzamento del nostro network e per questo abbiamo ampliato i prodotti dedicati alla fidelizzazione. Inoltre, su un totale di un migliaio circa di aziende, abbiamo poi un focus su 190-200 realtà particolarmente importanti che presidiamo direttamente in prima persona». Tra gli highlights dell’inverno spiccano i 20 collegamenti giornalieri diretti previsti tra Roma e Milano; nuovi servizi da Napoli, raddoppio dell’offerta su Bolzano, Trento e Rovereto con 4 treni al giorni su Roma e 3 per Napoli. Bolzano diventa anche hub intermodale per Italobus. E ancora, 22 collegamenti straordinari per la stazione di Milano Rho Fiera in concomitanza con fiere selezionate. Dopo aver rafforzato la flotta quest’anno la crescita è orientata secondo «un’ottica di fine tuning» a cominciare dal network «che ha visto diverse modulazione degli orari sulle tratte già servite per rispondere alle esigenze di chi si sposta per lavoro e non».


Informazioni P.R.

Gemellaggio con la Romania

Visit Tuscia 2018 ha anche posto le basi per un prossimo gemellaggio tra la città di Vetralla con una città romena da individuare tra i suoi numerosi borghi a vocazione rurale e turistica. L’annuncio nel bel palazzo comunale di Vetralla con la stretta di mano tra il sindaco Coppari e Octavian Haragos (nella foto a destra), consigliere dell’ambasciata di Romania in Italia: «Qui si tratta di creare una piattaforma sulla quale costruire relazioni tra le comunità e le persone – ha detto Haragos – per far crescere un interscambio culturale e commerciale reciprocamente costruttivo che può spaziare dall’agroalimentare al turismo alla formazione, e altro ancora. Perché come dicevano i vecchi saggi, sulle vie dove non passano i commerci passano i carri armati».

VISITUSCIA 2018, LA BORSA RAFFORZA

UNA MANIFESTAZIONE CHE PORTA BUSINESS

Da sinistra Alessandra Sensi, Antonio Castello, Vincenzo Peparello, Aurelio Crudeli, Senatore Umberto Fusco

TAPPA A VETRALLA

VITERBO - Al territorio fa bene il turismo italiano, soprattutto quello del weekend che viene tutto l’anno per gustarne il meglio. Il messaggio arriva forte e chiaro da VisiTuscia 2018 in tour, decima Borsa del Turismo e dell’Agroalimentare della Tuscia appena conclusa sul Lago di Bolsena dopo le tappe a Viterbo e a Vetralla, ospiti una trentina tra buyer e giornalisti. «In dieci anni Visit Tuscia ne ha accolti oltre 300, italiani, e stranieri» spiega Vincenzo Peparello, il presidente di Confesercenti Viterbo che ha voluto la rassegna e la organizza con CAT Viterbo. «VisiTuscia – aggiunge – crea relazioni che si trasformano in contratti. Gli operatori ospiti incrementano in media del 30% la loro programmazion con risultati misurabili: abbiamo solidamente contribuito al traguardo di un milione di presenze l’anno nel viterbese. Dove abbiamo già un turismo stagionale straniero, tedesco, olandese, inglese, belga e franTappa a Vetralla, patria dell’olio extravergine d’oliva, per i buyer e i giornalisti ospiti di VisiTuscia, decima edizione della Borsa itinerante del Turismo e dell’Agroalimentare del viterbese voluta da Vincenzo Peparello, presidente di Confesercenti Viterbo. Nel cuore della terra etrusca, per secoli grande risorsa alimentare dell’Impero Romano, si conferma il valore strategico delle produzioni agroalimentari per il nuovo turismo “esperienziale”, che tra i borghi medievali e rinascimentali della Tuscia scopre anche il trionfo di sapori antichi e protetti con tenacia dalle comunità. Come hanno spiegato agli ospiti il sindaco di Vetralla Francesco Coppari, l’assessore all’agricoltura Carlo Postiglioni e Pietro Carloni, presidente di una delle due cooperative che danno il maggiore contributo alla produzione dell’olio di Vetralla: in tutto nei cinque frantoi di Vetralla arrivano circa 75mila quintali l’anno di cultivar “caninese”, Frantoio,

IL SUO SUCCESSO

Tutto il territorio della Tuscia, l’agroalimentare, il sistema ricettivo, la cultura hanno beneficiato dell’evento

cese che ama molto il lago e vincia di Viterbo, con un totale utilizza le strutture di que- di 1.200 aziende, anche cultust’area. Ma al resto della Tuscia rali, messe a sistema. ora serve questo visitatore in- Così la seconda fase di VisiTudividuale italiano in cerca tutto scia 2018 – dopo la prima di l’anno di esperienze autenti- maggio scorso – si è conclusa a che, da distribuire nella nostra riva di lago nel bel borgo di vasta rete di B&B e piccoli ho- Marta, con la visita dell’origitel sul territorio. È il visitatore nale Museo della Navigazione che si crogiola nel tepore delle Interna insieme alla direttrice nostre piscine termali, che si di- Caterina Pisu. E insieme a Franmentica a tavola nei ristoranti cesca Ferri e Susanna Cherchi, di solida tradizione familiare e rispettivamente vice presipoi si porta a dente di Natucasa l’olio Dop ralmente Cadi frantoio e i podimonte e formaggi, che presidente di si perde in Visit Marta, lunghe pas- Gli operatori ospiti due delle reti seggiate tra i incrementano del 30% vincitrici del borghi e i siti bando. «Che archeologi ci la loro programmazione come si vede – con le nostre ha notato Vibravissime nenzo Pepaguide. E dunrello – crea laque porta business a tutte le voro soprattutto per donne e nostre piccole e micro imprese giovani, energici interpreti della in tutti i settori, dall’agroali- nostra bella terra». Brindisi di mentare alla cultura». chiusura alla tavola di Giuseppe Si tratta appunto delle piccole Poleggi nel ristorante intitolato imprese supportate dal bando suo padre, il fondatore Otello, 2016 della Regione Lazio per le dove la famiglia imbandisce pe“Reti d’Impresa su Strada”: 21 sce di lago in ricette tra tradiquelle costituite solo nella Pro- zionali e innovative, aromatiz-

Vincenzo Peparello

Moraiola e lecitin, per un olio dal piacevole gusto piccante-amaro che è la principale risorsa economica della città. Oltre che elemento pregiato e tipico della succulenta tradizione enogastronomica della Tuscia, insieme ai salumi, ai vini dop Tuscia e Dop Canino, ai formaggi di pecora e alle celebri nocciole dei Monti Cimini, che la Ferrero utilizza anche nella zona di Vetralla con uno stabilimento per la produzione della sua ineffabile Nutella. Tutto questo da combinare con il piacere delle terme e con la scoperta dei tesori di bellezza suggestiva della Tuscia: dall’archeologia etrusca e romana alle chiese romaniche e rinascimentali, raccontate con sapienza dalla guida-archologia Simona Sterpa - imperdibile l’emozionante storia della Macchina di Santa Rosa di Viterbo ai luoghi esoterici e misteriosi della Viterbo Sotterranea, esplorazione immancabile insieme all’espertissimo e appassionato Sergio Cesarini.

Le piccole imprese sono supportate dalla regione con il bando Reti d’impresa su strada

zate dall’olio e accompagnate dai vini della Tuscia, incluso il delicato Canaiola, rosso da dessert che si trova solo e unicamente qui. Appuntamento a primavera con VisiTuscia 2019, la prima fase in programma per maggio, con un nuovo workshop tra turismo e agroalimentare, per buyer e giornalisti italiani e stranieri.

Olio e vino

La grande tradizione agroalimentare della Tuscia protagonista del workshop


Informazioni P.R.

Twinning in Romania

Visit Tuscia 2018 has been the opportunity for an upcoming twinning between the city of Vetralla with a city in Romania, yet to be identified among its many villages with a rural and tourist vocation. The announcement in the municipal building of Vetralla with a handshake between Mayor Coppari and Octavian Haragos, Councilor of the Embassy of Romania in Italy: «We will create a platform to build relationships between communities and people - said Haragos - to grow both cultural and commercial exchange that can range from agro-food tourism to training, and even more».

VISITUSCIA 2018

THE EXHIBITION THAT CREATES BUSINESS

ENHANCES ITS SUCCESS

Locations

The whole territory, the agri-food industry, the hospitality system, the cultural world benefited from the event

VITERBO - Italian tourism is good for the territory, especially the one that comes from weekend, all lover the year, to taste the best. The message arrives clear and sharp from Visit Tuscia 2018 in Tour, the tenth tourism and agri-food exhibition of Tuscia just ended on Lake Bolsena after stops in Viterbo and Vetralla, with approximately 30 guests between buyers and journalists. «In ten years, Visit Tuscia has welcomed over 300 Italians and foreigners» explains Vincenzo Peparello, president of Confesercenti Viterbo, who launched the event and organizes it with CAT Viterbo. «Visit Tuscia creates relationships that turn into contracts. The operators increase their scheduling on average by 30% with measurable results: we have solidly contributed to the milestone of one million visitors a year in the Viterbo area. A region where we already

A STOP AT VETRALLA

have foreign seasonal tourism: Those same companies supGerman, Dutch, English, Bel- ported by the 2016 tender of gian and French who love the the Regione Lazio for the “Netlake and use the facilities of works of street enterprises”: this area. But the rest of the the system included 21 firms Tuscia could benefit from this established in the Province of individual Italian visitor in se- Viterbo, with a total of 1,200 arch of authentic experiences companies, including cultural throughout the year, who can ones». stay in our vast network of The second phase of Visit TuB&B and small hotels in the scia 2018 - after the first of area. last May - enThis is the vided on the sitor who shore of the basks in the lake in the bewarmth of our autiful village thermal pools, Tour operators which of Marta, with who stays attend VisiTuscia increase the visit of the hours at the original Mutable in our by 30% their programming seum of Inland family restauNavigation torants and then gether with brings home the director our extra virCaterina Pisu. And together gin olive oil and cheese; again, with Francesca Ferri and Suthis is the one that got lost in sanna Cherchi, respectively long walks between the villa- vice president of Naturalges and archaeological sites mente Capodimonte and presiwith our very good guides. All dent of Visit Marta, two of the these things brings business to winning networks of the tenall our small and micro compa- der. «As you can see - noted nies in all sectors, from the Vinenzo Peparello – the tender agri-food to the culture ones».

Vincenzo Peparello

A stop at Vetralla, home to extra-virgin olive oil: in the heart of the Etruscan land, for centuries a great food resource of the Roman Empire, the strategic value of agrifood production is confirmed for the new “experiential” tourism, which among the medieval and renaissance villages of Tuscia also discovers the triumph of ancient flavors. Francesco Coppari, mayor of Vetralla together with Carlo Postiglioni, councilor for agriculture and Pietro Carloni, president of one of the two cooperatives that give the greatest contribution to the production of the oil of Vetralla, explained that about 75 thousand quintals a year of Caninese, Frantoio, Moraiola and lecitin cultivars reach the five mills of Vetralla to be transformed in an oil that represents the main economic resource of the town. A huge wine and food tradition – that ran-

Art cities, enchanting scenary, history, heritage, culture and so much more. This is Tuscia

Smallmedium enterprises are supported by Regione Lazio with a dedicated tender creates work especially for women and young people, energetic interpreters of our beautiful land». Final toast with Giuseppe Poleggi in the restaurant entitled to his father, the founder Otello, where the family prepares lake fish in traditional and innovative recipes, flavored with oil and accompanied by Tuscia wines, including the delicate Canaiola, a red dessert wine that is found only and uniquely here. Appointment next spring with Visit Tuscia 2019, the first phase scheduled for May, with a new workshop between tourism and agri-food, for Italian and foreign buyers and journalists.

The workshop took place around Tuscia last November

ges from cured meats, dop Tuscia and Dop Canino wines, sheep's cheeses and the famous Cimini Monti hazelnuts (the ones that “Ferrero” uses for the production of the famous Nutella).

All this combines with the pleasure of the spa and with the discovery of the treasures of suggestive beauty of Tuscia: from Etruscan and Roman archeology to Romanesque and Renaissance churches, to the esoteric and mysterious places of the Viterbo Underground, unmissable exploration together with Sergio Cesarini, a very expert and passionate partner.

Meeting

Restaurants

An ancient wine and food tradition is preserved by many typical restaurants


Premium Economy

I nostri passeggeri mostrano un crescente interesse per volare in Premium economy

Teck Hui Wong

L’allungo di Singapore Airlines

Trasporti

30 novembre - 7 dicembre 2018

Quotidiano

12

L’INGRESSO IN FLOTTA DEI NUOVI VELIVOLI, A350 IN TESTA, AMPLIA IL RAGGIO D’AZIONE DEL VETTORE. POSITIVO IL BILANCIO SUL MERCATO ITALIANO testi di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Il mercato italiano conferma tutta la sua valenza per Singapore Airlines, che non sottovaluta le potenzialità di un volo in quinta libertà da Malpensa, anche se «per il momento non c’è niente in programma», come sostiene Teck Hui Wong, general manager Italia del vettore. Il direttore delinea intanto un quadro dalle tinte positve per l’anno che volge al termine e per la summer 2019, quando «i collegamenti operati da Roma Fiumicino passeranno da 3 a 4 alla settimana, per soddisfare la domanda in aumento». Oggi la compagnia collega l’Italia a Singapore con sei voli a settimana da Milano e tre da Roma. Con il debutto, nel 2017, degli A350 sulle rotte Italia-Singapore, a disposizione dei passeggeri italiani c’è anche la Premium Economy Class: «La nuova classe accoglie i passeggeri con un design moderno ed elegante: i nostri passeggeri mostrano un crescente interesse proprio per l’A350 e per la possibilità di provare la Premium Economy, e siamo per questo molto soddisfatti dopo la sua introduzione. Non posso fornire dati

Un futuro a tutto Ndc

«Agenti di viaggio e tour operator sono parte integrante della nostra distribuzione» spiega Teck Hui Wong sottolineando come il trade interagisca «con i viaggiatori ogni giorno, offrendo ai passeggeri suggerimenti imparziali sulle compagnie aeree e sulle destinazioni». Per quanto riguarda Ndc, Singapore Airlines ha annunciato la prima collaborazione lo scorso giugno con Skyscanner. «Attraverso Ndc, i clienti possono prenotare i voli Sia in modo più semplice. Questa collaborazione ha introdotto una nuova modalità diretta di prenotazione: i clienti che desiderano acquistare i voli Sia attraverso Skyscanner possono farlo direttamente attraverso il motore di ricerca voli invece di essere trasferiti sul sito del vettore per completare la prenotazione. Altre funzionalità, come la possibilità di preselezionare il posto o la disponibilità di offerte personalizzate, saranno realizzate in seguito». Sia ha ottenuto il livello 3 della Certificazione Ndc, relativo alla gestione delle attività di acquisto e vendita; in futuro, il vettore svilupperà le sue competenze Ndc per offrire servizi aggiuntivi e offerte personalizzate ai clienti.

relativi al singolo mercato Italia, tuttavia possiamo dire che il load factor complessivo a livello europeo, lo scorso ottobre ha raggiunto l’82,8%, con un aumento di 5 punti percentuali rispetto al 2017». Le novità del network internazionale hanno visto lo scorso novembre il debutto dei voli diretti da Singapore per Los Angeles, «operati con il nuovo A350900Ulr, così come i voli diretti San Francisco-Singapore che sono passati da 7 a dieci. Da settembre 2019, saranno invece lanciati i voli non-stop da Singapore a Seattle». In questo mese di dicembre «effettueremo 53 voli settimanali verso gli Stati Uniti di cui 27 collegamenti diretti; con i nuovi voli per Seattle nel 2019 le frequenze totali per gli Usa au-

menteranno fino a 57 voli a settimana». Lo scorso ottobre ha visto Singapore Airlines aprire il primo volo non-stop ultra-long range da Singapore a New York, «raggiungendo un nuovo record come volo più lungo del mondo con un viaggio di 17 ore e 52 minuti». Ma sarà l’area del Sud-ovest Pacifico «uno dei nostri focus principali nel 2019: grazie alla jv con Air New Zealand, estesa fino al marzo 2024, abbiamo aumentato il servizio tra Singapore e Auckland a 3 voli al giorno. Nei mesi di punta, gestiremo congiuntamente un totale di 35 servizi di andata e ritorno a settimana tra Singapore e Nuova Zelanda, compresi i voli per Wellington e Christchurch». Nell’area australiana, invece, Singapore Airlines il vettore ha scelto Adelaide quale destinazione di lancio per l’Airbus A350-900 sui voli a medio raggio a partire da questo dicembre. Infine, dallo scorso giugno è stato introdotto il nuovo B787-10 su voli selezionati da Singapore a Osaka, Perth, Tokyo Narita e Bangkok e, da luglio , Bali-Denpasar e Manila sono stati aggiunti all’elenco delle mete servite dal medesimo velivolo.


Mondo

Quotidiano

14

Evento a Milano in collaborazione con il gruppo Travel 30 novembre - 7 dicembre 2018

ADUTEI CAMBIA LOOK Il restyling del logo presentato al trade

Proseguiremo nel segno della continuità con il passato

Aljosa Ota

MILANO - (i.c.) Evento trade di successo quello promosso da Adutei e realizzato a Milano, presso il centro congressi della Fondazione Stelline in collaborazione con il gruppo Travel. Un successo che si è declinato su diversi fronti: su quello dell’affluenza, che ha vi-

sto tour operator e agenzie di viaggio intervenire numerosi per fare focus sull’offerta dei diversi enti del turismo presenti. Ma anche su quello di una sempre maggiore incisività dei contatti e delle relazioni intessute con il trade in questi ultimi anni. E’ proprio Sandro Botticelli, direttore marketing per l’Italia dell’ufficio del turismo thailandese e

Nove

Gli eventi Adutei organizzati nel 2018

presidente Adutei uscente, a sottolineare come solo nel 2018 si siano organizzati nove diversi eventi. Ad Aljosa Ota, direttore per l’Italia dell’ufficio nazionale sloveno per il turismo e presidente neoeletto dell’associazione, il compito di ribadire le prossime tappe di un’attività che si svilupperà «nel segno della continuità, con in primo piano il proseguimento del progetto di formazione Adutei Academy». Presentato anche il restyling del logo di Adutei, realizzato da Ied, sponsor della serata insieme a Progress. Intanto, due nuovi Paesi sono entrati a far parte dell’associazione: Giappone e Sudafrica.


Quotidiano

15 30 novemre - 7 dicembre 2018

Oceano Indiano

© Raymond Sahuquet

a cura della redazione

Monette Rose

Qualche idea in più A pag 19

Sul mercato italiano sono previste «varie iniziative con i principali tour operator che programmano Seychelles: workshop in abbinamento alle destinazioni con cui si possono creare dei combinati, convention in esclusiva, fiere sposi, roadshow per incontrare gli agenti delle varie regioni italiane ed eventi pr innovativi, per lasciare il segno nella mente dei partecipanti».

@ Torsten Dickmann

LA CRESCITA TURISTICA DOVRA’ SEMPRE CONSIDERARE L’IMPATTO SULL’ARCIPELAGO, PUNTANDO A PRESERVARNE L’UNICITA’ E L’ESCLUSIVITA’

mercati come gli Emirati Arabi Uniti e l’India. Per il 2019 si punta alla crescita, tenendo però sempre a mente che l’obiettivo è quello di contenere l’impatto del turismo sull’arcipelago, preservandone l’unicità e esclusività». Anche per il 2019 gli investimenti dell’ente si rivolgeranno «sia al trade, che ha bisogno del nostro supporto per creare iniziative di marketing in grado di incentivare le vendite da parte delle agenzie di viaggio, sia al consumatore finale, tramite i mezzi di comunicazione online, i classici canali dei media attraverso viaggi stampa e la partecipazione ad eventi pubblici, anche in settori di nicchia come il trekking, il turismo eco-sostenibile o la vela. Il segmento dei viaggi di nozze resta sempre e comunque il cuore della pianificazione».

INFRASTRUTTURE Attualmente non sono in vista novità per quanto riguarda i collegamenti aerei dall’Italia, mentre le infrastrutture del Paese sono in continuo miglioramento per offrire un’esperienza sempre migliore al visitatore.

© Raymond Sahuquet

I

turisti italiani confermano un interesse crescente per le Isole Seychelles: «Gli arrivi nell’arcipelago sono infatti aumentati del 6% (dato aggiornato alla settimana n. 47 del 2018), per un totale di 22 mila 419 – spiega Monette Rose, regional manager Italy di Seychelles Tourist Office -. L’Italia resta stabile tra i primi quattro mercati per la destinazione e siamo molto felici di questo dato, in quanto siamo l’unico paese tra i top 5 senza un volo diretto». In totale da inizio anno sono arrivati alle Seychelles «321 mila 653 visitatori globali, +2% rispetto al 2017, e il dato è destinato a crescere grazie agli arrivi previsti per le vacanze natalizie. Il mercato europeo si riconferma il più importante con Germania, Francia, Gran Bretagna e Italia alla guida, mentre si affacciano nuovi

Ci trovi su www.seychelles.travel/it/


SPECIALE Oceano Indiano 30 novembre - 7 dicembre 2018

Quotidiano

16

VOLI E RICETTIVO

CI RIVOLGEREMO A TUTTI I TARGET DI TURISTI, FACENDO LEVA SULLA POLIEDRICA SEGMENTAZIONE DELLA DESTINAZIONE. FOCUS SU MILLENNIALS E GEN Z Arvind Bundhum

L Ci trovi su

’Italia «è il quarto mercato europeo per numero di arrivi dopo Francia, Regno Unito e Germania e le previsioni per il 2018 indicano una crescita del +5% a livello globale e +8% per l’Italia». Sono dati positivi quindi quelli evidenziati da Arvind Bundhun, direttore del Mauritius Tourism Promotion Authority. «Nel 2017 sono stati 35 mila 101 i visitatori italiani a Mauritius, mentre quelli internazionali nel sono stati complessivamente un milione 341 mila 860. Gli arrivi dall’Italia, tra gennaio e ottobre 2018 (28.077) sono aumentati del 3,9% rispetto allo stesso pe-

www.tourism-mauritius.mu/it

«Sul fronte dei collegamenti aerei per il periodo invernale sarà operativo nuovo volo Alitalia, con tre frequenze settimanali da Roma Fiumicino. Come sempre poi, Air Mauritius opera voli plurigiornalieri via Parigi e voli settimanali via Amsterdam, Londra e Ginevra, con comodi collegamenti dalle più importanti città italiane, (via Parigi e Amsterdam) in codeshare con Air France e Klm. Dal punto di vista dell’accoglienza ricordiamo la recente apertura dell’hotel Salt of Palmar (LUX* Resorts & Hotels) mentre debutterà sull’isola il primo hotel del nuovo Brand C Resorts di Constance Hotels».

riodo nell’anno precedente (27.011)». «Per il nuovo anno intendiamo promuovere la molteplicità dell’offerta turistica di chi decide di visitare l’isola: non solo spiagge e sole ma anche la possibilità di esplorare un contesto in cui differenti culture vivono insieme in maniera armonica e pacifica. «Ci rivolgeremo a tutti i target facendo leva sulla poliedrica segmentazione della destinazione, spaziando dalle proposte specifiche per famiglie, alle fughe romantiche, all’offerta outdoor e culturale, focalizzandoci maggiormente anche sul target Millennials e Gen Z».

FORMAZIONE «Oltre alla costante collaborazione con gli operatori specializzati, Mtpa ha lanciato un nuovo strumento di formazione online dedicato al trade. I professionisti del turismo potranno facilmente usufruirne registrandosi a questa piattaforma digitale (iscrizioni al link www.upgrade6a.it/training/mauritius), realizzata per accrescere la conoscenza della destinazione Mauritius. Il corso si compone di 7 moduli».

L

’India è una meta che mantiene un suo particolare appeal sul mercato italiano, con numeri costanti e una percentuale elevata di repeater. «Si tratta di una meta che esercita il suo fascino su qualunque tipo di viaggiatore – ha affermato Runeep Sangha, executive director di Pata India -. Questo grazie a un’offerta forte di 37 siti Unesco distribuiti fra 29 stati e sette Union Territories. Una destinazione da scoprire tutto l’anno e con una molteplicità di esperienze praticabili sul posto, per promuovere la quale abbiamo dato vita a un roadshow europeo che in ottobre ha toccato anche l’Italia, facendo tappa a Milano e a Roma».

ARRIVI IN CRESCITA COLLEGAMENTI «Positivo il trend del mercato italiano – aggiunge Ajit Pal Singh -: dopo un 2016 in linea con i risultati internazionali, con 95 mila 417 arrivi, nel 2017 si è registrato un incremento a due cifre, con 111 mila 915 arrivi italiani e un aumento del 17,3% rispetto al 2016». Questo trend di mercato è favorito anche dai nuovi collegamenti diretti dall’Italia, fra i quali Pal Singh ha voluto segnalare il Malpensa-Mumbai, che va ad aggiungersi al Malpensa-Delhi, entrambi operati da Air Italy a partire da dicembre 2018.

«L’India – ha aggiunto Ajit Pal Singh, assistant director di India Tourism a Francoforte (nella foto), che segue anche il nostro mercato dopo la chiusura della sede milanese dell’ente – è sinonimo di storia, cultura, natura e attività all’aria aperta. Nel corso di un unico viaggio si possono effettuare esperienze di valenza turistica, naturalistica, culinaria, religiosa e artistica. Gli arrivi internazionali sono in aumento: nel 2016 abbiamo accolto 8 milioni 800 mila turisti, +9,7% rispetto all’anno precedente. Nel 2017 gli arrivi hanno toccato 14 milioni 40 mila unità, in ulteriore aumento del 14%».

Ci trovi su

www.incredibleindia.org


Quotidiano

17

SPECIALE Oceano Indiano 30 novembre - 7 dicembre 2018

I GRANDI VIAGGI

I PLUS

Garantiamo una vasta scelta e un’assistenza capillare

Franco Montanari

ASSISTENZA Assistenza di personale italiano Igv alle Maldive presso l’Ansgana Velavaru e al Palm Beach per l’assistenza di clienti sull’isola e sulle altre isole Plus dedicati in esclusiva ai clienti presso il Long Beach a Mauritius Assistenza telefonica 24 ore su 24 garantita in italiano da qualsiasi meta estera Booking molto competente con esperienza pluriennale sulle mete vendute

130

Le pagine del catalogo Oceano indiano

20/25

Strutture proposte in ogni destinazione

«I Grandi Viaggi garantisce un ampio portafoglio di proposte su tutte le destinazioni descritte nel catalogo Oceano Indiano (validità dal 1° novembre 2018 al 31 ottobre 2019), che in 130 pagine raccoglie l’offerta di strutture dai 3 stelle ai 5 stelle lusso – commenta il pm Franco Montanari -. Si tratta di circa 20-25 resort per destinazione, che coprono tutti i target di clientela, dalle famiglie ai golfisti, alle coppie, con molte proposte per i viaggi di nozze.

laborazione con le catene più prestigiose e conosciute sul mercato. Inoltre, abbiamo allotment di camere e voli in molte strutture con possibilità di conferma immediata. «Fra le chicche di prodotto alle Maldive, da se-

«Si tratta di resort tutti supercollaudati e della col-

Booking: 02 29046380

gnalare il Vakarufalhi, molto conosciuto sul mercato, la nuova apertura del prestigioso Baglioni Resort ad aprile e i due Igv Club, Angsana Velavaru e Palm Beach. A Mauritius, in evidenza il Long Beach come Igv Club e la riconferma delle altre proposte, mentre a Seychelles all’Igv Club Cote D’Or si affiancano molte altre strutture tra le più prestigiose e conosciute sul mercato italiano. Inoltre, è possibile abbinare uno stop over negli Emirati, dove possiamo contare su strutture di altissimo livello. Fra i combinati più richiesti, il Giappone più Maldive o il Sudafrica più Seychelles».

METAMONDO

AD HOC

«Metamondo garantisce proposte di viaggio connotate per aree, ciò che consideriamo la “base” ovvero itinerari esclusivi Metamondo che illustrano tematicamente l’India – commenta Vera Rodaro, programmazione Metamondo -. Dal Rajasthan e dalle regioni del nord al suo centro, col grande volto di Mumbai e i luoghi della spiritualità indo-buddista; dalle dinastie moghul all’epoca coloniale per giungere a ritroso al nucleo della cul-

Charming India India Nuovo prodotto realizzato in collaborazione con Best Tours

Al centro della programmazione di Metamondo

tura dravidica che il Tamil Nadu, il Kerala e il Karnataka, protetti dal Deccan, hanno serbato autentica. Ogni ritorno in India deve essere una nuova versione di ciò che il nostro immaginario condensa in grandi simboli, dalla giungla alle storie dei maharaja.

Assicuriamo anche alcune partenze garantite, tra cui quelle per il Ladakh e l’India dei parchi. Inoltre, proponiamo le estensioni mare, per esempio nel sud tra le strutture meglio connotate per l’esperienza ayurvedica.

Metamondo si afferma come specialista sull’India

Vera Rodaro

Booking: 041 8899333

Grande novità: dalla nuova sinergia tra Metamondo e Best Tours, che nell’area dell’oceano Indiano offre un’ampia scelta di soggiorni di lusso fra Maldive, Sri Lanka, Seychelles e Mauritius, nasce il prodotto Charming India, curato da Metamondo per Best all’interno del catalogo

PUNTI FORTI Guide indiane parlanti italiano in tutti gli itinerari esclusivi; conferma dei tour con minimo 4 partecipanti; gruppo massimo di 16 persone

BOOKING Un booking preparato, attento alla personalizzazione per ogni esigenza individuale Best Emotion. Si tratta di tour di lusso con pernottamenti negli hotel delle catene Oberoi o Taj più l’esclusiva estensione mare alle isole Andamane presso il Taj Exotica Resort & Spa di Havelock».

EDEN VIAGGI Possiamo contare su diversi brand specializzati

+18%

Crescita Turisanda e Hotelplan sull’area vs anno precedente

oltre 900

Passeggeri Margò sulle Maldive dopo l’apertura delle vendite in agosto per partenze da dicembre

Angelo Cartelli «Eden Viaggi Spa propone un’ampia offerta nell’area dell’oceano Indiano - con i marchi Turisanda, Hotelplan, Margò, Made ed Eden Viaggi che si articola in proposte in grado di adattarsi a differenti target ed esigenze per offrire al viaggiatore il miglior programma di viaggio – spiega Angelo Cartelli, direttore commerciale Eden Viaggi Spa -. Per Turisanda e Hotelplan la destinazione è la meta con maggiore traffico nella stagione invernale, con proposte commerciali che coprono tutte le fasce di spesa e con una maggiore concentrazione sui resort dalle 4 stelle alle 5 stelle lusso. Tra i cavalli di battaglia della programmazione Maldive citiamo il Turi-

sanda Club Furaveri Resort & Spa (nell’atollo di Raa), in esclusiva Turisanda per il mercato italiano. Per Hotelplan invece i due resort di punta sono il Diamonds Athuruga (nell’atollo di Ari) e il Resort Reethi Faru, novità prodotto nella fascia dei 4

stelle, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Hotelplan opera inoltre da diversi decenni su Mauritius e anche per le Seychelles le proposte sono diverse. Per Margò le Maldive sono un prodotto molto recente, ma già di gran successo. Siamo presenti nella destinazione con 11 strutture 3 e 4 stelle. In Kenya, Margò è leader di destinazione tra gli operatori italiani ed è l’unico ad offrire safari infrasettimanali di 2 giorni e una notte ad un prezzo vantaggioso. In Madagascar offriamo tour come il Kalanoro e l’Anatakarana».

AL TOP TURISANDA HOTELPLAN Per i brand Turisanda e Hotelplan: l’assistenza in loco con personale parlante italiano, che in alcuni casi è anche residente presso la struttura, e la grande specializzazione del booking, mai rigido

MARGÒ Per Margò: la flessibilità di un soggiorno costruito ad hoc per numero di notti, ampiezza e varietà delle proposte, sempre a un prezzo estremamente competitivo

Booking: Margò: 0721 4421 - Turisanda e Hotelplan: 02 721361


SPECIALE Oceano Indiano 30 novembre - 7 dicembre 2018

KUDA TOUR OPERATOR

TOUR

Abbiamo ottimi accordi con i corrispondenti locali

Marco Cianca

PREVISIONI La prospettiva per il 2019 è di arrivare al 40-45% del fatturato prodotto dall’oceano Indiano, basandosi sull’ottimo rapporto qualitàprezzo garantito su quest’area.

Fatturato 2017 prodotto dall’oceano Indiano sul totale

Nozze

COMBINATI I viaggi combinati rappresentano uno dei punti di forza di Kuda e spaziano dal Mauritius più Sudafrica a Sri Lanka più Maldive, abbinamenti ideali anche per i viaggi di nozze.

35%

Grande attenzione al target sposi

Kuda riconferma la sua specializzazione sull’oceano Indiano, un’area che presidia con competenza e professionalità da oltre 10 anni e che nel 2017 ha rappresentato il 35% del fatturato totale. «La nostra offerta risulta particolarmente competitiva – spiega il responsabile booking oceano Indiano, Marco Cianca – in quanto abbiamo ottimi accordi con i corrispondenti locali e con vettori quali Emirates e Qatar Airways. Questo ci consente di proporre prodotti molto flessibili, che spaziano dagli itinerari culturali ai soggiorni balneari, con ampie possibi-

Booking: 06 45499292

lità di combinati. Sul fronte balneare, proponiamo strutture internazionali di ottimo livello, con un’offerta modulare su varie categorie di prezzo e fra le chicche vorrei ricordare l’accordo con Beachcomber su Mauritius e quello con

Coco Collection alle Maldive. In particolare, abbiamo importanti sinergie di vuoto/pieno e tariffe vantaggiose sul Coco Palm Dhuni Colhu e sul Coco Bodu Hithi. Kuda riserva poi una speciale attenzione ai viaggi di nozze, con trattamenti speciali sia in termini di attenzioni e servizi, che di incentivi dedicati agli sposi». Non mancano gli itinerari culturali, con ampio spazio riservato ai tour in India, che si sostanziano in tre diversi circuiti. Grande attenzione anche a Sri Lanka, dove si garantisce un’offerta flessibile, grazie anche ai collegamenti di linea assicurati dai vettori mediorientali e alla possibilità di praticare esperienze a contatto con la popolazione locale.

MARITIM HOTELS Mauritius segna ottimi incrementi dall’Italia

Voli

Il nuovo collegamento di Alitalia da Roma aumentarà il numero dei turisti italiani a Mauritius

Due

I resort del gruppo tedesco sull’isola di Mauritius: un 5 e un 4 stelle

Emanuele Crosa «L’andamento delle vendite fino a ottobre 2018 mostra un ottimo andamento del mercato tedesco, con un +15% in volume sullo stesso periodo 2017 – dichiara Emanuele Crosa, sales manager Italy di Maritim Hotels -. Il trend positivo delle vendite è un elemento chiave in quanto ci permette di confermare i processi di rinnovamento e ammodernamento su tutti gli hotel della catena. Anche Mauritius, con le nostre due strutture Maritim Crystal Beach (4 stelle) e il Maritim Resort & Spa (5 stelle) segna per l’Italia un ottimo incremento, triplicando i pernottamenti rispetto all’anno precedente. La possibilità, da fine anno, di volare con Alitalia da

Roma a Mauritius dovrebbe permetterci di aumentare ulteriormente la presenza di turisti italiani sull’isola. In questi hotel sono previsti pacchetti e offerte per chi desidera sposarsi a Mauritus o organizzare il proprio viaggio di nozze.

Booking: 02 67020129

Il Maritim Resort & Spa Hotel (215 camere, tra cui 18 suite) è situato in un pittoresco giardino tropicale e parco naturale di 25 ettari che si affaccia sull'oceano; offre un’esclusiva Tropical Flower Spa con una superficie di oltre 3.500 mq, 5 ristoranti e 5 sale riunioni. Il Maritim Crystals Beach Hotel (181 camere e suite) grazie all’atmosfera rilassata e informale, è particolarmente adatto agli amanti del mare, agli appassionati di sport acquatici e a quanti desiderano trascorrere una vacanza in famiglia».

Quotidiano

18

NOVITÀ NEW ENTRY «Aprirà nel 2020 il Maritim Hotel Amsterdam, nel quartiere di Overhoeks: il più grande albergo della città conterà 34 piani e avrà una superficie di 52.000 mq con 579 camere e suite. Le sale meeting ospiteranno fino a 4.750 persone».

PLUS «Dall’albergo è facilmente raggiungibile il centro storico della città, Overhoeks Park, il porto e l’aeroporto di Schiphol. Per informazioni o richiesta di prenotazioni, si può già far riferimento al nostro ufficio di Milano».


Quotidiano

19

SPECIALE Oceano Indiano 30 novembre - 7 dicembre 2018

OUSE SOLUZIONI PER ACCONTENTARE TUTTI, DAI 5 STELLE ALLE GUESTH

Il Diamante

Booking: 011 2293290

«Abbiamo ampliato l’offerta a Mauritius inserendo hotel di alto livello come One&Only Le Saint Geran, ma anche soluzioni più economiche quali Be Apart Hotel – spiega Laura Schiappacasse, product manager oceano Indiano de Il Diamante -. Alle Seychelles arricchite le proposte per le guesthouse che si confermano una soluzione molto richiesta per visitare le isole a prezzi più contenuti. A Zanzibar, o più precisamente a Pemba, apre il Constance Aiyana Pemba, con sole 30 ville. Infine Réunion, con vari itinerari self drive».

«I nostri punti di forza possono sintetizzarsi nella conoscenza approfondita del prodotto grazie a un booking veloce e preparato, nella continua ricerca di nuove soluzioni e proposte sulle varie isole, nell’ampia e diversificata programmazione per accontentare differenti target di clienti. Possibilità di offrire un prodotto modellato secondo le richieste del cliente, in un’ottica di vero tailor made».

Dgv Travel si concentra su Maldive e Seychelles. «In particolar modo le Maldive stanno riscuotendo grande successo - conferma Ilenia Bensaja, sales di Dgv Travel -. I repeater sono sempre più numerosi e richiedono la destinazione sia come meta a sé sia come estensione mare dopo un viaggio culturale in India. in Thailandia, in Indocina o nello Sri Lanka».

Il punto di forza delle Maldive è la «quota finita, realmente comprensiva di tutto - aggiunge la Bensaja -. Dal momento della proposta di viaggio, il cliente può confermarla senza dover pagare quota di iscrizione né subire alcun adeguamento valutario. Sempre compresa anche l’assicurazione medico-bagaglio. Inoltre, le tariffe che offriamo sono molto competitive grazie alla collaborazione con ottimi fornitori locali».

La punta di diamante di Kuda tour operator riguarda l’oceano Indiano, area che programma da oltre 10 anni e che si arricchisce sempre di nuove opportunità. «Fra le mete emergenti – commenta Marco Cianca, responsabile booking oceano Indiano -, da segnalare Sri Lanka, destinazione nella quale proponiamo diversi circuiti. Ultimo inserimento in programmazione è il tour “Sri Lanka Vera Esperienza”, che avvicina molto alla cultura e alle tradizioni».

«L’offerta sullo Sri Lanka è combinabile a soluzioni mare, a seconda della stagionalità. D’inverno il mini tour di 5 notti sarà abbinato a soggiorni sulla costa occidentale, mentre d’estate prendiamo in considerazione la costa orientale. Nel viaggio “Sri Lanka Vera Esperienza” si farà tappa a Colombo, Habarana, Sigiriya, Hiriwaduna, Polonaruwa, Minneriya, Dambulla, Matale, Kandy, Gampola, Ravana, Ella, Galle, per un itinerario esperienziale di valore».

Azemar si riconferma specialista sull’oceano Indiano e si prepara a inaugurare “You & Me” by Cocoon, prestigiosa struttura 5 stelle adults only sull’atollo di Raa alle Maldive. «Accanto al Cocoon Maldives, struttura di design aperta nel dicembre 2016 – spiega Loris Giusti, della direzione commerciale -, ci prepariamo a inaugurare il prossimo dicembre lo “You & Me” by Cocoon, raggiungibile in 45 minuti di idrovolante».

Punto di forza dello You & Me by Cocoon sono le 109 camere (50 con piscina privata), quasi tutte overwater, che ne fanno un resort ideale per coppie, viaggi di nozze e gruppi di amici. «La nuova struttura non replicherà il Cocoon, ma proporrà un arredamento in stile rustic chic. Cinque i ristoranti, tra cui uno subacqueo, con la possibilità di scegliere dove cenare, evidenziano una proposta gastronomica di appeal».

MALDIVE AL TOP E UNA QUOTA REALMENTE “FINITA”

Dgv Travel

Booking: 06 5682024

SRI LANKA IN PRIMO PIANO PER ITINERARI ESPERIENZIALI

Kuda Tour Operator

Booking: 06 45499292

YOU & ME BY COCOON, STRUTTURA DI CHARME SULL’ATOLLO DI RAA

Azemar

Booking: 02 70641326


travel-quotidiano-30-novembre-7-dicembre-2018  
travel-quotidiano-30-novembre-7-dicembre-2018