Page 1

Associazione Polriva

Bilancio Sociale 2008


2

Liberi, Uguali, Solidali Bilancio Sociale 2008 Il bilancio sociale è uno strumento di valutazione e di comunicazione esterna, dell’utilità sociale creata con le attività svolte dall’associazione nel 2008. Il bilancio sociale inoltre, si caratterizza come strumento di comunicazione interna , utile per informare tutti gli associati, delle attività svolte nel corso dell’anno. Il nostro bilancio sociale è formato da due parti: la prima evidenzia l’identità dell’associazione e la sua organizzazione, la seconda evidenzia le attività svolte nel corso del 2008. L’Associazione

L’Associazione Polriva nasce nel 1978 per volontà di numerosi cittadini del paese di Riva di Suzzara, con scopi sportivi, ricreativi e culturali. Nel 1994 l'associazione viene riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia ai sensi della legge 261/91 Organizzazione di volontariato; L’associazione ha come finalità lo sviluppo delle attività culturali, sportive, ricreative, sociali e civili, come elemento per la crescita e completamento della persona umana. L’associazione svolge ora le seguenti attività: attività sportiva: nell’ambito del quale, bambini, ragazzi e adulti, partecipano a pallavolo, pallacanestro, calcio, fitness, aerobica, danza, ecc . Attività sociale: nell’ambito del quale, bambini e ragazzi, partecipano a diverse attività post scolastiche con giochi, attività teatrale, attività educativa, ecc. Inoltre l’associazione organizza scambi giovanili europei e meeting per lo sviluppo dei diritti civili nei giovani in Europa e nei paesi dell’ex Unione Sovietica. Attività umanitaria: nell’ambito del quale, sono attuate politiche di sostegno e aiuto, alle popolazioni dell’est europeo con programmi d’accoglienza di minori di Chernobyl, gestione di una casa d’accoglienza per bambini orfani o abbandonati in Moldova ed altri interventi, mirati, di sostegno ad anziani, donne e minori. Finalità e Scopi A) Acquistare, vendere, costruire e gestire impianti sportivi, ricreativi, culturali, sociali e educativi. B) Perseguire finalità sportive: Partecipando a gare, tornei, campionati, indicendo ed organizzando corsi interni di formazione e addestramento, gare e tornei ed in generale manifestazioni sportive. C) Perseguire finalità culturali e ricreative attraverso: La tutela e la valorizzazione della cultura, del patrimonio storico ed artistico, della promozione e sviluppo delle attività a loro connesse e delle attività d'animazione ricreativa, turistica e d'educazione permanente. D) Perseguire finalità di carattere civile attraverso: La tutela e il miglioramento della qualità della vita, la protezione dei diritti della persona, la tutela e valorizzazione dell'ambiente, la protezione del paesaggio e della natura, del soccorso in caso di pubblica calamità, iniziative umanitarie con interventi ed iniziative di collaborazione e cooperazione allo sviluppo, promuovendo e curando le procedure per le adozioni internazionali e a distanza. E) Perseguire finalità di carattere sociale attraverso: interventi socio - assistenziali. F) Gestire e promuovere corsi di formazione e qualificazione, sostenere le organizzazioni associative e di volontariato offrendo assistenza e sostegno in campo giuridico, fiscale, organizzativo


Liberi, Uguali, Solidali Mission dell’Associazione

Polriva s’impegna a perseguire e rendere pubbliche le proprie finalità (missione), a concorrere, cioè, al benessere sociale della collettività e dei singoli, innalzando la quantità e qualità della vita, adoperandosi per la diminuzione delle disuguaglianze, delle forme di povertà, di disagio, di qualsivoglia discriminazione e promuovendo la giustizia sociale e i diritti delle persone, la ricerca, la cultura, le diverse forme del sapere e la tutela dell’ambiente naturale e sociale. Gli interessi economici e ogni altra utilità a favore di quanti, ad ogni titolo, collaborano con l’Organizzazione possono essere perseguiti solo in quanto siano subordinati e funzionali al perseguimento della missione.

Vision dell’Associazione

LA VALORIZZAZIONE DELLA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA

L’associazione valorizza la partecipazione democratica promuovendo e valorizzando il contributo ideale e operativo di ogni aderente. È compito dell’organizzazione riconoscere e alimentare la motivazione dei volontari attraverso un lavoro di inserimento, affiancamento e una costante attività di sostegno e supervisione. L’INNOVAZIONE SOCIO-CULTURALE L’associazione perseguirà l’innovazione socio-culturale a partire dalle condizioni e dai problemi esistenti. Pertanto sarà determinante proporre idee e progetti, rischiando e sperimentando interventi per conto della comunità in cui operano. Evitano in ogni caso di produrre percorsi separati o segreganti e operando per il miglioramento dei servizi per tutti. LE RELAZIONI CON I SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI L’associazione collabora con le realtà e le istituzioni locali, nazionali e internazionali, mettendo in comune le risorse, valorizzando le competenze e condividendo gli obiettivi. Promuovono connessioni e alleanze con altri organismi e partecipano a coordinamenti e consulte per elaborare strategie, linee di intervento e proposte socio-culturali. Evita, altresì, di farsi carico della gestione stabile di servizi che altri soggetti possono realizzare meglio. L’associazione svolge un preciso ruolo politico e di impegno civico anche partecipando alla programmazione e alla valutazione delle politiche sociali, culturali, sportive, educative del territorio. Nel rapporto con le istituzioni pubbliche Polriva, rifiuta un ruolo di supplenza e non rinuncia alla propria autonomia in cambio di sostegno economico e politico. Non si presta ad una delega passiva che chieda di nascondere o di allontanare marginalità e devianze che esigono risposte anche politiche e non solo interventi assistenziali e di primo aiuto. MIGLIORARE LE COMPETENZE, PER MIGLIORARE IL NOSTRO LAVORO. L’associazione deve principalmente il suo sviluppo e la qualità del suo intervento alla capacità di coinvolgere e formare nuove presenze, comprese quelle di alto profilo professionale. La formazione accompagna l’intero percorso dei volontari e ne sostiene costantemente l’azione, aiutandoli a maturare le proprie motivazioni, fornendo strumenti per la conoscenza delle cause dell’ingiustizia sociale e dei problemi del territorio, attrezzandoli di competenze specifiche per il lavoro e per la valutazione dei risultati. I LEGAMI CON LA POPOLAZIONE L’associazione fa propria una cultura della comunicazione intesa come strumento di relazione, di promozione culturale e di cambiamento, attraverso cui sensibilizzano l’opinione pubblica e favoriscono la costruzione di rapporti e sinergie a tutti i livelli. Coltiva e diffonde la comunicazione con ogni strumento privilegiando - dove è possibile - la rete informatica per migliorare l’accesso alle informazioni, ai diritti dei cittadini, alle risorse disponibili. L’associazione interagisce con il mondo dei mass media e dei suoi operatori perché informino in modo corretto ed esaustivo sui temi sociali e culturali di cui si occupano. LEGALITÀ E TRASPARENZA L’associazione ritiene essenziale la legalità e la trasparenza in tutta la propria attività e particolarmente nella raccolta e nell’uso corretto dei fondi e nella formazione dei bilanci. Per l’associazione trasparenza significa apertura all’esterno e disponibilità alla verifica della coerenza tra l’agire quotidiano e i principi enunciati. EFFICACIA ED EFFICIENZA DELLA PROPRIA AZIONE Polriva s’impegna ad un uso delle risorse umane e finanziarie a disposizione, che sia efficace e mirato a conseguire, al massimo grado, le proprie finalità sociali. Inoltre Polriva s’impegna a coordinare in modo efficiente l’apporto dei diversi soggetti che a vario titolo contribuiscono al perseguimento della missione, in modo che nessuna risorsa di solidarietà vada sprecata. Inoltre, s’impegna a mantenere le condizioni attraverso le quali i diversi soggetti che cooperano alla realizzazione della missione, mantengano nel tempo il massimo grado di impegno.

3


Liberi, Uguali, Solidali Curriculum dell’Associazione L'Associazione Polriva nasce nel 1978 a Suzzara una cittadina di medie dimensioni situata nella pianura Padana, una delle zone più prospere d'Italia e della intera Unione Europea. L'Associazione nasce per la volontà di numerosi cittadini della frazione di Riva di suzzara con scopi sportivi, ricreativi e culturali, gli obbiettivi principali sono: Far fare sport ai giovani per motivi sportivi e sociali perché lo sport aiuta la crescita fisica e comportamentale dei giovani, ma anche perché li tiene lontani da fenomeni quali la droga, la delinquenza e Aggregare i cittadini per attività di tempo libero, ma anche per farli riflettere e lavorare su temi di solidarietà sociale. Questo gruppo, inizialmente piccolo, progressivamente si allarga e Polriva diventa una delle organizzazioni più importanti della zona con diverse iniziative nei settori sportivo, ricreativo e culturale. ? Nel 1994 l'associazione viene riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia ai sensi della legge numero 261/91 Organizzazione di volontariato; ? Nel 1997 Polriva in base ad una convenzione con Regione Lombardia e Comune di Suzzara costruisce alcuni impianti sportivi e ricreativi per un valore complessivo di € 175.000; ? Nel 1997 Polriva inizia l'attività umanitaria verso paesi dell'ex Unione Sovietica. In particolare inizia il programma d'accoglienza umanitaria, a fini sanitari, verso ragazzi colpiti dal disastro nucleare di Chernobyl; ? Nel 1998 oltre a continuare con i programmi d'accoglienza, è promossa insieme con un ONG locale, la ristrutturazione di un vecchio immobile per utilizzarlo come casa di bambini abbandonati dai genitori od orfani, la struttura nel 2000 prende avvio e oggi ospita 20 bambini dai tre ai dieci anni dove vengono accuditi, educati e curati. Inizia il programma delle adozioni internazionali a distanza. ? Nel 2002 Polriva, in Moldova, insieme ad una ONG locale ristruttura un vecchio immobile da adibire a casa d'accoglienza per 25 bambini orfani o abbandonati. La struttura ora è mantenuta tramite le adozioni internazionali a distanza date dalla nostra associazione e da altre organizzazioni Italiane da noi sensibilizzate sui problemi dei bambini abbandonati od orfani dell'est Europa. ? Nel 2002 in convenzione con la regione Lombardia e con l'ASL di Mantova, Polriva organizza un progetto pilota per la gestione di un centro d'aggregazione giovanile per ragazzi dai 6 ai 12 anni con attività post scolastica di educazione non formale. ? Nel 2002 iniziano le attività nell'ambito del programma Gioventù, con l'organizzazione di uno scambio giovanile con paesi terzi e con un progetto SVE con paesi terzi. ? Nel 2003 viene approvata nell'ambito del programma Gioventù, The Young Net, rete transnazionale con associazioni di Moldova, Italia, Bielorussia, Inghilterra, Ucraina e Lituania con l'obiettivo di cooperare allo sviluppo di nuovi progetti nell'ambito del programma Gioventù e creare una rete transnazionale permanente, che permetta, la reciproca colaborazione nello sviluppo di attività ed iniziative di educazione non formale e lo scambio continuo e duraturo, di competenze e conoscenze nel campo delle politiche giovanili e sviluppo del volontariato tra i giovani. ? Nel 2004 inizia un progetto in collaborazione con le scuole elementari e medie di Suzzara, che mira ad utilizzare lo sport come strumento educativo in orario post scolastico. ? Nel 2005 è riconosciuta Associazione Sportiva Dilettantistica. ? Nel 2005 viene finanziato dal Consiglio d'Europa un progetto per la diffusione dei diritti umani e civili tra i giovani di Moldova, Italia, Bielorussia, Ucraina. ? Nel 2005 l'associazione partecipa a due scambi giovanili, in Bielorussia e Romania, attuati nell'ambito del programma Gioventù dell'Unione Europea. ? Nel 2006 l'associazione partecipa a due scambi giovanili, in Ucraina e Federazione Russa, attuati nell'ambito del programma Gioventù dell'Unione Europea. ? Nel 2006 l'associazione vede approvato un progetto da parte della Regione Lombardia, per la promozione e diffusione della pratica sportiva nelle scuole materne ed elementari di suzzara. ? Nel 2007 dal 18 giugno al 6 agosto 2007 Polriva partecipa ad uno scambio giovanile europeo in Russia dal titolo “INFINTITY OF SPACE, ENERGY AND FREEDOM” a cui hanno partecipato 45 giovani provenienti da Germania, Italia, Moldova, Russia, Ucraina, Lituania, Polonia. ? Nel 2008 la Regione Lombardia, concede ai sensi della l.r. n. 1/2008 “Testo unico delle leggi regionali in materia di volontariato, cooperazione sociale, associazionismo e società di mutuo soccorso” un contributo a sostegno di un progetto che si prefigge di utilizzare strumenti di educazione non formale, al fine di promuovere tra i giovani, comunitari e non, un fecondo dialogo interculturale per combattere ogni forma di razzismo e xenofobia al fine di favorire la piena integrazione sociale delle famiglie immigrate nel territorio suzzarese.

3,2


Liberi, Uguali, Solidali

4

Le Attività dell’Associazione nel 2008 Direzione per le attività sociali

La Direzione per le attività sociali persegue finalità culturali, ricreative e sociali attraverso: Attività d’educazione non formale, iniziative umanitarie con interventi ed iniziative di aiuto umanitario e cooperazione allo sviluppo e interventi socio - assistenziali.

Programmi d’accoglienza Umanitaria

Nello scorso anno Polriva ha ospitato 70 minori colpiti dal disastro nucleare di Chernobyl. Nelle zone contaminate della Bielorussia vivono ancora centinaia di migliaia di bambini che hanno la necessità di uscire dalle loro zone per il periodo estivo per decontaminarsi. A distanza di venti anni dal disastro di Chernobyl, sono ancora moltissimi i bambini costretti a vivere nelle zone colpite dal fall-out. Grazie alla collaborazione di numerose famiglie del nostro territorio, si è offerto ai bimbi, la possibilità di respirare aria pulita, mangiare cibi sani. Il venire in Italia, anche solo per brevi periodi, li aiuta a recuperare le difese immunitarie venute meno a causa della loro condizione di vita e riduce i rischi di ammalarsi.

Tab. 1 Genere del minore ospitato

ZONA DI PROVENIENZA DEI MINORI

Minskaia Maschi Femmine

Gomelskaia

Tab. 4 Patologie rilevate durante le visite effettuate

Tab. 3 Visite effettuate durante il soggiorno estivo

100 80 60 40 20 0

Mogilevskaia

Sì No

Totale (%)

Pediatrica Ecotiroide Specialistica gen

Tab. 5 Situazione di provenienza del minore

Tab. 26 Risposta al quesito: "Siete soddisfatti dell'organizzazione e dell'associazione ?"

80 60

Soddisfatto

Totale (%)

40

Abbastanza soddisfatto Non soddisfatto

20 0 Famiglia naturale

Affido


Liberi, Uguali, Solidali Gestione della casa d'accoglienza in Moldova Nel 2004, è iniziato il funzionamento della casa d'accoglienza per bambini orfani o abbandonati in Moldova. In questo paese ci sono 15.000 orfani e 13.000 bambini abbandonati. Per dare sostegno a questi bambini, Polriva in collaborazione con il Forum of Women's Organization della Moldova ha aperto un centro d'accoglienza per bambini orfani dai 3 ai 14 anni, con l'obiettivo di garantire l'assistenza di base e favorire il reinserimento sociale di 25 bambini e bambine orfani o abbandonati. Per il funzionamento servono €25.000 annui, raccolti in parte, grazie alle donazioni raccolte con il 5x1000 e al contributo di Unipeg N° Bambini

14 12 10 8 N° Bambini

6 4 2 0 2006

2007

2008

Adozioni Internazionali a Distanza

Nel 2008, Polriva ha sostenuto diversi bambini nei paesi dell'ex Unione Sovietica con il sostegno Internazionale a distanza. Tale iniziativa è un atto di solidarietà nei confronti di un bambino in difficoltà, al fine di aiutarlo nel suo sviluppo umano. L'obiettivo è il miglioramento delle condizioni di vita del bambino e il sostegno affinché abbia la possibilità di inserirsi positivamente nella famiglia e nella società. Le donazioni messe a disposizione serviranno per: il soddisfacimento dei bisogni primari, cibo, vestiti, cure mediche e il sostegno degli studi. N° Sostenitori 14 12 10 8 N° Sostenitori 6 4 2 0 2006

2007

2008

5


6

Liberi, Uguali, Solidali Monastero di «St Vasile» In Moldova

Quest’anno Polriva ha finanziato il recupero strutturale dell’oratorio adiacente al Monastero femminile “St. Vasile” in Moldova. Il Monastero è nato nel 1999 sulle rovine di un campo da giochi per bambini. Il Monastero oltre a svolgere le normali funzioni religiose, opera assiduamente verso bambini in stato di disagio sociale ed economico. Attualmente la struttura potrà ospitare 5/6 bambini durante tutto il periodo dell’anno; mentre nel periodo estivo la struttura ristrutturata sarà il campo base di un campus estivo per trenta bambini della regione di Rezina

Programma Gioventù in Azione

Gioventù in Azione 2007-2013 è un programma della Commissione Europea di educazione non formale e promuove progetti europei di mobilità giovanile internazionale, di gruppo e individuale, attraverso gli scambi e le attività di volontariato all'estero, l'apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani di età compresa tra i 13 e i 30 anni. Lo scopo del servizio volontario europeo è sostenere la partecipazione dei giovani alle diverse forme di volontariato, sia all’interno che all’esterno dell'Unione europea. Nell'ambito di quest'azione, i giovani (dai 18 ai 30 anni) partecipano, individualmente o in gruppo, ad attività senza scopo di lucro, non retribuite. Il servizio può durare fino a dodici mesi. In alcuni casi eccezionali anche i giovani a partire dall’età di 16 anni possono partecipare al servizio volontario europeo. Nel 2008 l’associazione Polriva ha avuto finanziato tre progetti, per cui per nove mesi, queste ragazze prestano la loro attività a sostegno delle varie attività sportive, sociali e umanitarie promosse dall’associazione Suzzarese. Le ragazze sono Amandine Archimbaud della regione dell’ Auvergne in Francia, dove peraltro c’è Brioude la città francese gemellata con Suzzara, Uzdas Duygu di Smirne in Turchia e Zornitca Doychinova da Sofia.


6,2

Liberi, Uguali, Solidali Finanziamento di una scuola in Guinea Bissau Anche nel 2008 è continuata la partnership tra Polriva e Unipeg, nel campo delle attività Umanitarie, infatti oltre alla già nota iniziativa in Moldova, nel 2008 è stato attuato un nuovo intervento in Guinea Bissau. La Guinea Bissau è stata classificata dall'ONU come uno degli otto paesi meno sviluppati e più poveri del mondo, e in effetti la popolazione vive nella povertà più estrema: senza energia elettrica, senza strade, senza servizi sanitari, senza scuola; il nostro intervento interesserà il villaggio di Blon, nella regione di biombo a 60 km dalla capitale Bissau. Nel villaggio di Blon c'è una piccola scuola del Centro missionario francescano, dove vengono fatti tre turni di lezioni nel corso della giornata, ma che è insufficiente per i 500 bambini della comunità, cosi ai fortunati vengono impartite le lezioni sotto gli alberi, lezioni che devono poi essere sospese durante tutto il periodo delle piogge. Lo stato aveva promesso la costruzione di una scuola, ma da anni la popolazione aspetta, e ormai la speranza è diventata un'illusione. Nonostante questa situazione le famiglie che vivono in questo sperduto villaggio desiderano fortemente che i propri bambini frequentino la scuola elementare. Per questo motivo Polriva congiuntamente ad Unipeg ha deciso di intervenire a Blon per dare a questi bambini la possibilità di frequentare una scuola degna di questo nome. In questo senso è stato realizzato una piccola struttura di 5 aule.


Liberi, Uguali, Solidali

6,3

L’Arcobaleno

Nato nel 2002, l’Arcobaleno ha continuato l’attività anche nel 2008 per dare risposta al problema di collocazione dei figli di genitori entrambi impegnati nel lavoro. Il centro si caratterizza per essere, non, un servizio di momentaneo parcheggio ma una serie d’attività e iniziative educative che contribuiscano di concerto con il percorso scolastico e la famiglia a formare e completare la personalità del ragazzo. Obiettivi ? Dare risposta alla necessità di creare un unico contenitore ove i ragazzi dai 6 ai 13 anni, target del progetto, possano secondo le loro propensioni e attitudini, in un ambito formativo ed educativo, scegliere e sviluppare quelle iniziative ed attività educative, ricreative e sportive, che maggiormente possano contribuire alla crescita complessiva dell'individuo. ? Migliorare e/o ampliare i servizi presenti sul territorio a favore dei minori. ? Sostenere le famiglie nel loro difficile compito educativo. ? Creare un ulteriore servizio di contrasto ai fenomeni di disagio o sofferenza sociale. ? Aumentare il numero dei minori che accedono ai servizi offerti, in particolar modo in riferimento alle attività promosse dal centro d'aggregazione; ? Promuovere l'integrazione sociale dei minori appena giunti a Suzzara. ? Integrare, nelle attività del centro, ragazzi in stato di sofferenza o disagio sociale. ? Far acquisire ai ragazzi, capacità di lavorare in gruppo, d'autodisciplina, di cooperazione e rispetto delle regole.

Servizio Civile Nazionale

Il Servizio Civile Nazionale consente agli enti pubblici ed agli enti privati no profit di avvalersi di personale giovane e motivato, che, stimolato dalla possibilità di vivere un'esperienza qualificante nel campo della solidarietà sociale, assicura un servizio continuativo ed efficace dietro ricevimento di un compenso minimo. L'attivazione di posizioni di servizio civile volontario è applicato al centro di aggregazione giovanile «L’Arcobaleno» nel seguente contesto: ? Interventi dedicati alla popolazione giovanile che frequenta la scuola materna, elementare e media inferiore, del Comune di Suzzara

Noi, con Voi, Insieme per un mondo migliore.

Nel 2008 la Regione Lombardia, concede ai sensi della l.r. n. 1/2008 “Testo unico delle leggi regionali in materia di volontariato, cooperazione sociale, associazionismo e società di mutuo soccorso” un contributo a sostegno di un progetto che si prefigge di utilizzare strumenti di educazione non formale, al fine di promuovere tra i giovani, comunitari e non, un fecondo dialogo interculturale per combattere ogni forma di razzismo e xenofobia al fine di favorire la piena integrazione sociale delle famiglie immigrate nel territorio suzzarese.

Obiettivi:

? Promuovere l’accesso dei bambini immigrati e delle loro famiglie ai luoghi della socializzazione:

la scuola, gli spazi d'aggregazione, i centri sportivi, i luoghi d'incontro del doposcuola, la biblioteca, ecc. ? Rafforzare una comunicazione diretta e aperta con tutte le comunità di immigrati, per coinvolgerle nell’elaborazione di tutte le politiche che toccano direttamente la loro vita.


Liberi, Uguali, Solidali

7

Direzione per le attività sportive

Tale Direzione persegue finalità sportive, partecipando a gare, tornei, campionati ed indicendo ed organizzando corsi interni di formazione ed addestramento, gare, tornei e manifestazioni sportive; le suddette finalità vengono perseguite attraverso l’acquisto, la vendita, la costruzione e la gestione di impianti sportivi,ricreativi, culturali, sociali ed educativi. L’Associazione pone estrema attenzione allo sviluppo delle attività sportive agonistiche (calcio e pallavolo), in quanto elemento fondamentale della crescita e maturazione sociale e civile degli individui. Settore Pallavolo - Il campionato e i risultati del 2008 1° Divisione femminile,8° posto classificata Campionato Provinciale FIPAV. Atlete: Balasini Marcella; Binacchi Beatrice; Brazzi Katia; Burgarella Rosalia; Corradini Chiara; Davoli Silvia; Fanetti Giulia; Fusari Elisa; Giubertoni Cinzia; Lotito Chiara; Marani Erica; Zanichelli Giulia Coach: Spaggiari Massimo Dirigente: Corradini Angelo Dirigente Sportivo: Bortolini Luigi

Minivolley Atleti: Balasini Greta; Ballotta Veronica; Benatti Desirè; Bouchentouf Sabrina; Braga Marina; Copia Emanuele; Dall’Argine Sara; Di Nunzio Dorotea; Grassi Chiara; Kaur Gurleen; Lavagnini Francesca; Magri Luca; Marani martina; Mazza Erika; Misturi Isabella; Pedroni Matteo; Rizzini Emma; Satti Aurora; Vezzani Martina Coach: Marchesi Rossella Dirigente: Di Marzo Luciano Dirigente Sportivo: Bortolini Luigi N° Utenti

20

15 10

N° Utenti

5

0 2006

2007

2008

Settore Calcio - I campionati e i risultati del 2007: Campionato Dilettanti C.S.I 5° posto. Giocatori e Dirigenti: Alberti Mauro; Tassini Andrea; Mellini Iuri; Russo Luca; Alberini Federico; Moretti Maurizio; Zapparoli Davide; Giubertoni Andrea; Melli Alessio; Allegretti Marcello; Berni Davide; Galafassi Mirco; Lipreri Alessio; Guidoni Alessandro; Costa Emanuele; Dall’Olio Marco; Marchini Alessio; Storchi Stefano; Bassi Andrea; Castellini Simone; Balasini Gabriele; Sogliani Giulio; Canossa Federico; Palazzani Simone; Berni Simone


Liberi, Uguali, Solidali

8

La gestione degli Impianti Sportivi

Polriva attualmente ha la gestione del Palazzetto dello Sport sino al 2014, il Palaroller e l’area sportiva annessa sino al 2009 ed il campo di calcio di Riva fino al 2012

Ore 2003 2004 2005 2006 2007 2008

2000 3000 3000 3500 3600 3500

Presenze Tendenza 26000 14000 28000 15500 27000 15000 29000 16000 30000 16500 29500 16250

35000 30000 25000 Ore

20000

Presenze 15000

T endenza

10000 5000 0 2003

2004

2005

2006

2007

2008

Le Attività Fitness e Wellness

L'attività sportiva deve confrontarsi con un contesto sociale ed economico, che sta rapidamente evolvendosi verso stili di vita, individuale e collettiva, completamente nuovi. Ne è l'esempio il fatto che da tempo gli italiani coltivano consapevolmente un'attenzione a se stessi (al proprio corpo come alla propria psiche) che è molto coerente con più collettive virtù di stile di vita. Ne è prova il successo di ogni attività di wellness, dalle diete alle beauty farms, dalle palestre allo sport non agonistico; Polriva con la palestra Sani & Belli ha posto in atto, un'attività tesa al soddisfacimento di quell'attenzione a se stessi, che quotidianamente è rilevata come marcata tendenza di comportamento degli italiani. Nella palestra vengono attualmente svolte diverse attività fitnes, welness e danza che stanno riscuotendo un notevole successo tra la cittadinanza. Utenti Totali 71

Uomini Donne


8,2

Liberi, Uguali, Solidali Le Manifestazioni e Iniziative

Nel corso del 2008, Polriva, ha inoltre promosso queste iniziative:

1. Organizzazione della marcia podistica di Riva. 2. Organizzazione di attività motoria di base per i bambini della scuola materna dell'Istituto comprensivo 1 di Suzzara. 3. Organizzazione di un progetto di Servizio Civile Nazionale. 4. Organizzazione di tre progetti di Servizio Volontario Europeo

Nel corso del 2008, Polriva, ha partecipato a queste iniziative:

1. Polenta in festa. 2. Il Po, le corti, la festa. 3. Progetto per la promozione dell'attività motoria nelle scuole elementari di Suzzara, promosso dall'Amministrazione Comunale. 4. Bimbimbici 5. Aderente al progetto sociale “ Diamoci una mano “ con altre 18 associazioni suzzaresi di volontariato. 6. Aderente al progetto Kiama Suzzara. 7. Giornata Regionale del trasporto ecosolidale 8. Organizzazione della finale del torneo provinciale C.S.I. di Basket 9.Centro Studi di storia locale di Riva in collaborazine con Arca Po e Polriva Tema: Come eravamo! (immagini a Po della vita negli anni ‘60)


Liberi, Uguali, Solidali

9

Le partecipazioni in altri enti e organismi.

Aderente alla Federazione Italiana Pallavolo. Aderente alla Federazione Italiana Sport Popolari. Aderente al Centro Sportivo Italiano. Aderente della Consulta del Volontariato del Comune di Suzzara. Aderente al coordinamento provinciale delle organizzazioni di accoglienza temporanea. Ente accreditato presso l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Ente accreditato presso l'Agenzia Nazionale Italiana Gioventù.

Gli associati

Di seguito sono elencate le dinamiche relative al numero, al genere e alla composizione per classi di età degli associati nell'anno 2007/2008 Tab. 1 Genere degli associati

Maschio Femmina

Tab. 2 Classi di età degli associati

50 40 30 Totale

20 10 0 0-12 anni 13-18 anni

Tab. 3 Provenienza degli associati

19-30 anni

31-45 anni

46-90 anni

45 40 35

80

30

40

25

0

60

20 Fino a 16 anni

Una volta

per 3 anni

Per 4 anni

Per 5 anni

Non risponde

Totale

20 15 10 5 0 Suzzara

Numero casi

2004 298

Motteggiana

Gonzaga

2005 420

Pegognaga

Luzzara

2006 527

2007 425

Destra Secchia

Altro

Tab. 4 Settore di frequenza degli associati

2008 308

45 40 35

Andamento del numero degli associati

30 25 600

Totale

20

500

15

400

10

300

Numero casi

200

5 0 Palestra

100

Pallavolo

Calcio

Umanit

Arcobaleno Calcio a 5 Segreteria

0 2004

2005

2006

2007

2008 60 25 25

10

40 50

40

20 20 8

20

15

40 30 30 20 20 10 10

10

15 6 10 4 5 2

0 5

0 0

0

3 persone 00

Luglio - Agosto Agricoltura Sì

100 40

Luglio Industria

60

50 20 00

Numero No Numero Nocasicasi Numero casi Numero casi

Servizi privati Agosto

20

Servizi pubblici Totale

0

da 0 a 50 € Minsk Vestiario

40

Non risponde

4 persone Da famiglia naturale Sì Sì

Maschi

Pediatrica da 51generale a 100 € Gomel

Alimenti

persone Da famiglia 5 monoparentale da 101 a 150 € Abbastanza Abbastanza Mogilev

6 persone Da internato Ecotiroide Elargizioni finanziarie

da 151a 200 Brest No No€

Femmine

Più Da difamiglia 6 persone in affido

Specialistica oltre 200 €

Vitebsk

Medicinali

Non Nonrisponde risponde

Non risponde Non risponde Non risponde Altro


Liberi, Uguali, Solidali

10

Il Consiglio d'Amministrazione

Il governo dell'Associazione è assicurato dall'Assemblea generale dell'Associazione che dispone dei poteri d'indirizzo e controllo generali e dal Consiglio d'Amministrazione dell'associazione composto da: Presidente dell'associazione ( Gino Motta), che lo presiede, vice Presidente ( Bortolini Luigi), Segretario ( Diego Bertoni ), tre consiglieri( Mauro Alberti, Luca Badiali, Cesare Casaletti, Pierino Sabbadini ). Il Consiglio d'Amministrazione collabora con il Presidente nella gestione dell'associazione con tutti i poteri d'ordinaria e straordinaria amministrazione.

Presidente

Consigliere

Consigliere

Vice Presidente

Consigliere

Consigliere


Liberi, Uguali, Solidali

10,2 Lo Staff

Bertoni Diego Segretario Amministrativo Savarese Maria Pubblicità e Sistemi Informatici Baccarini Chiara Responsabile Progetto «Noi, Voi; insieme per un mondo migliore»

Alberini Matteo Istruttore Fitness Center Boccaccini Andrea Istruttore Fitness Center Borelli Marilena Istruttrice Fitness Center Burgarella Rosalia Istruttrice Fitness Center

Fanetti Gabriele Volontario SCN Maranni Jessica Volontaria SCN Ramarro Maria Volontaria SCN Re Massimo Volontario SCN

Amandine Archimbaud Volontaria SVE Uzdas Duygu Volontaria SVE Zornitca Doychinova Volontaria SVE

BilancioSociale2008  

Bilancio Sociale 2008 Bilancio Sociale 2008 Associazione Polriva L’Associazione attività sportiva: nell’ambito del quale, bambini, ragazzi e...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you