Page 1

Giuliana Beghini Franchini, psicologa e psicoterapeuta infantile a orientamento sistemico-analitico, svolge attività clinica con adulti e bambini. Si è da sempre occupata di violenza sui minori e sulle donne perfezionandosi presso l’Università Cattolica di Milano sulla prevenzione dell’abuso ai minori. Ideatrice del Progetto “Pollicino” è stata per anni responsabile dell’attività di prevenzione e contrasto al maltrattamento minorile del Centro “Il Germoglio” di Bolzano. Ora è consulente presso diverse scuole (infanzia e primarie) mentre svolge attività di formazione e supervisione degli operatori socio-sanitari della provincia di Bolzano e di Brescia.

Illustrazioni di Andrea Cagol Cagol Illustrazioni di Andrea

Euro 15,00 (I.i.) (I.i.) Euro 15,00

G. Maiolo – G. Franchin

G. Maiolo – G. Franchin FILASTROCCHE SUL CUSCINO

Giuseppe Maiolo vive e lavora tra Bolzano e il Lago di Garda nelle vicinanze di Salò dove esercita la professione di psicologo psicoterapeuta. Psicoanalista junghiano è docente di Psicologia dello sviluppo e Psicologia delle età della vita all’Università di Trento. Formatore e giornalista, è editorialista di diverse testate giornalistiche tra cui l’“Alto Adige”, il “Giornale di Brescia”, “L’Adigetto”. Da più di venti anni si occupa di prevenzione della violenza sui minori, di disagio giovanile e promuove in tutta Italia percorsi formativi per genitori, educatori e insegnanti, operatori dell’informazione. Con la moglie Giuliana Beghini Franchini scrive favole e filastrocche per dare agli adulti strumenti utili a educare alle emozioni. Con la meridiana ha già pubblicato Il cuore sospeso. Le emozioni dell’amore (2002) e Genitori 2.0. Educare i figli a navigare sicuri (2017).

FILASTROCCHE SUL CUSCINO FILASTROCCHE SUL CUSCINO Filastrocche da giocare con icon bambini da 2 da a 72anni Filastrocche da giocare i bambini a 7 anni

FILASTROCCHE SUL CUSCINO

Questo piccolo libro, che ha come protagonista un essere piccolo piccolo come il bruchetto Giacomino, propone al lettore brevi filastrocche per bambini. Il suo contenuto è però grande. Anzi di più: è universale. Perché siamo tutti un po’ come quel bruchetto e abbiamo tutti dentro di noi le emozioni e i sentimenti di cui queste filastrocche sono pregne. Un libro dolce e potente allo stesso tempo. Da leggere ad un bambino prima che si addormenti, ma anche quando è al centro esatto di un capriccio e non riesce a venirne fuori, a superarlo. Ogni genitore ed educatore potrà trovare in queste pagine, e con l’aiuto delle carte, una bussola per orientarsi nel mondo interiore del bambino e delle sue emozioni per aiutarlo a trovare la propria zona di autoregolazione e autocontrollo. Un libro che aiuterà a perseguire obiettivi piccoli e grandi e che, come dicono bene gli autori in una delle filastrocche proposte, “ti tiene per la mano e poi ti fa andar lontano”.

Giuseppe Maiolo Giuseppe Maiolo Giuliana Beghini Franchini Giuliana Beghini Franchini

ISBN 978-88-6153-621-0 ISBN 978-88-6153-621-0

9 788861 536210 9 788861 536210

edizioni la meridiana edizioni la meridiana p a p r a t r e t ne z n e z e


Giuseppe Maiolo Giuliana Beghini Franchini

FILASTROCCHE SUL CUSCINO Filastrocche da giocare con i bambini da 2 a 7 anni

Illustrazioni di Andrea Cagol Presentazione di Alberto Pellai


Presentazione

Questo libro degli amici Giuseppe Maiolo e Giuliana Franchini sembra un libro piccolo piccolo. Ha per protagonista un bruco: appunto un essere piccolo piccolo. Propone al lettore alcune decine di filastrocche, piccole storie in rima. E storie per bambini apparentemente piccoli piccoli. Ma il suo contenuto è grande. Anzi di più: è universale. Perché siamo tutti un po’ come il bruchetto Giacomino. Abbiamo tutti dentro di noi le emozioni e i sentimenti di cui queste bellissime filastrocche sono impregnate. Questo è un libro dolce e potente allo stesso tempo. Da leggere ad un bambino prima che si addormenti, ma anche quando è al centro esatto di un capriccio e non riesce a disincagliarsi, a venire fuori da lì. Ogni genitore potrà trovare in queste pagine una bussola per orientarsi nel mondo interiore del proprio bambino e per aiutare il bimbo stesso a trovare la propria stella polare, il proprio nord, la propria zona di autoregolazione e autocontrollo. La ricerca neuro-scientifica e psicopedagogica negli ultimi venti anni ha detto in modo chiaro e univoco che la più grande risorsa per la crescita che possiamo fornire ad un bambino, all’interno della relazione educativa con lui, è la competenza educativa. Parlare di educazione emotiva in effetti oggi va molto di moda. Ma poi mamme e papà, docenti della scuola dell’infanzia e primaria si trovano spesso in difficoltà nel passare dalla teoria alla pra-

tica, perché hanno compreso la teoria, sanno che vogliono essere buoni educatori emotivi dei propri figli e studenti… ma faticano a trovare validi strumenti per trasformare in pratica queste buone intenzioni. Il libro che avete in mano è un ottimo strumento. Piccolo piccolo nella forma e nei contenuti. Ma grande, davvero grandissimo negli obiettivi. E nel modo di perseguirli insieme ai lettori. Piccoli e grandi che siano. Un libro che invita a guardare il proprio dentro, in un momento e contesto socio-culturale dove tutti appaiono concentrati e ossessionati soprattutto dal “proprio fuori”.  Un libro che insegna l’arte del saper essere, molto più importante di quella del “saper apparire”. Un libro che invita alla calma e alla lentezza, alla riflessività e all’interiorità. Un libro che insegna a cadere e a rialzarsi, a non rimanere intrappolati nella fatica emotiva di un attimo, che dà valore e parole a tutte le emozioni, quelle belle e quelle brutte. Un libro che ha tutti gli ingredienti per diventare un buon amico di tutti i bambini, di tutti gli alunni di scuola dell’infanzia e primaria. E naturalmente anche di tutti i genitori e docenti che li stanno crescendo.  Un libro che, come dicono bene gli autori in una delle tante e bellissime filastrocche proposte: “ti tiene per la mano e poi ti fa andar lontano”.   Alberto Pellai

FILASTROCCHE SUL CUSCINO

5


Introduzione

Ci ha entusiasmato scrivere filastrocche. Perché è bello giocare con le parole, cantare con i versi, inventare le immagini. È come ritornare un po’ bambini e divertirsi in un girotondo di emozioni e di giocose danze insieme agli altri. Le filastrocche sono appunto una specie di canzoni che aiutano i piccoli a guardare il mondo e leggerlo, che servono ad ascoltare con leggerezza quello che provi e ti fanno giocare con il ritmo delle cantilene facili da memorizzare. Le abbiamo inventate e scritte facendo agire il nostro “bambino” interno, quello che ci ha permesso di “cantarle” e metterle in scena insieme ai bambini ai quali abbiamo sottoposto le storie di questo bruchetto di nome Giacomino. Prima di pubblicarle e farle illustrare da un caro amico come Andrea Cagol, grande professionista, volevamo vedere come reagivano i bambini. Abbiamo scoperto che si divertono, che le rime baciate si prestano facilmente a far passare un’immagine e ricordare un versetto e un’emozione. Volevamo parlare proprio di questo con le filastrocche. Puntare su quelle emozioni più frequenti che possono provare i bambini e parlare loro con parole semplici dei sentimenti che si vivono e di come si gestiscono. Così sono nate le “Filastrocche sul cuscino” che, organizzate in forma di carte, alla fine costituiscono un grande puzzle da comporre e con cui giocare. Siamo convinti che noi adulti abbiamo il compi-

to di aiutare i bambini a scoprire il mondo delle emozioni e a dare un nome preciso a quello che si prova, bello o brutto che sia. Dobbiamo consentire loro di viverle, non di nasconderle. In questo modo possiamo aiutarli a riconoscere i propri stati d’animo e rintracciare negli altri le stesse cose. Tutto questo serve per diventare grandi, costruire relazioni e sviluppare empatia e cooperazione, tolleranza e rispetto. Quale modo migliore di aiutarli a crescere se non quello di parlare la loro lingua, usare la loro fantasia, giocare con le loro immagini? Le filastrocche possono fare questo: divertire ma anche far apprendere, tranquillizzare e al contempo sostenere. “Cantarle” o “mimarle” insieme può essere davvero divertente ma anche di aiuto alla loro crescita psico-fisica. Per aumentare le grandi potenzialità che già di per sé hanno le filastrocche, abbiamo aggiunto alla fine del libro e a titolo di esempio, un gruppo di giochi da utilizzare sia a casa che a scuola come attività ludica. Così la filastrocca diventa anche l’occasione per mettere attivamente in scena la fantasia e il corpo del bambino, quel corpo un po’ trascurato oggi dalla diffusa pratica digitale che interessa sempre di più i nostri piccini. Buon divertimento a tutti, piccoli e grandi.

FILASTROCCHE SUL CUSCINO

7


1

Tifaccio

Leggi al bambino le filastrocche in cui Giacomino si presenta (Giacomino, Il bruchetto verde, La paura) e parla delle sue emozioni con partecipazione e movimento. Fallo imitando con il corpo quello che fa il bruchetto. Poi invita il bambino a fare altrettanto.

2

Ticopio

Scegli una filastrocca con un’emozione, leggila facendo vedere il cartoncino con il bruchetto e invita il bambino, guardando solo l’espressione del bruchetto, a fare la stessa smorfia, dire cosa prova e a nominare di quale emozione si tratta.

3

Tichiamo

L’adulto sceglie 5 immagini con le espressioni delle emozioni più importanti (gioia, rabbia, paura tristezza) e il bambino, solo guardando l’espressione di Giacomino, viene invitato a nominare per ogni cartoncino l’emozione corrispondente. Se sbaglia si rifà il gioco partendo sempre dall’inizio.

4

Titocco

Inventa il gioco del “camminare” con le dita sul corpo del piccolo, usando indice e medio come se fossero due gambe. Muovi le dita sul corpo del bambino durante o dopo aver letto una filastrocca. Vai, ad esempio, lungo un braccio mimando i passi con le dita e, quando ti fermi ad esempio sulla pancia, prova a dirgli “Giacomino pian pianino si è fermato sul...” e il bambino deve nominare la parte del corpo dove Giacomino si è fermato (braccio, gambe, pancia, ecc.).

FILASTROCCHE SUL CUSCINO

13


Giuliana Beghini Franchini, psicologa e psicoterapeuta infantile a orientamento sistemico-analitico, svolge attività clinica con adulti e bambini. Si è da sempre occupata di violenza sui minori e sulle donne perfezionandosi presso l’Università Cattolica di Milano sulla prevenzione dell’abuso ai minori. Ideatrice del Progetto “Pollicino” è stata per anni responsabile dell’attività di prevenzione e contrasto al maltrattamento minorile del Centro “Il Germoglio” di Bolzano. Ora è consulente presso diverse scuole (infanzia e primarie) mentre svolge attività di formazione e supervisione degli operatori socio-sanitari della provincia di Bolzano e di Brescia.

Illustrazioni di Andrea Cagol Cagol Illustrazioni di Andrea

Euro 15,00 (I.i.) (I.i.) Euro 15,00

G. Maiolo – G. Franchin

G. Maiolo – G. Franchin FILASTROCCHE SUL CUSCINO

Giuseppe Maiolo vive e lavora tra Bolzano e il Lago di Garda nelle vicinanze di Salò dove esercita la professione di psicologo psicoterapeuta. Psicoanalista junghiano è docente di Psicologia dello sviluppo e Psicologia delle età della vita all’Università di Trento. Formatore e giornalista, è editorialista di diverse testate giornalistiche tra cui l’“Alto Adige”, il “Giornale di Brescia”, “L’Adigetto”. Da più di venti anni si occupa di prevenzione della violenza sui minori, di disagio giovanile e promuove in tutta Italia percorsi formativi per genitori, educatori e insegnanti, operatori dell’informazione. Con la moglie Giuliana Beghini Franchini scrive favole e filastrocche per dare agli adulti strumenti utili a educare alle emozioni. Con la meridiana ha già pubblicato Il cuore sospeso. Le emozioni dell’amore (2002) e Genitori 2.0. Educare i figli a navigare sicuri (2017).

FILASTROCCHE SUL CUSCINO FILASTROCCHE SUL CUSCINO Filastrocche da giocare con icon bambini da 2 da a 72anni Filastrocche da giocare i bambini a 7 anni

FILASTROCCHE SUL CUSCINO

Questo piccolo libro, che ha come protagonista un essere piccolo piccolo come il bruchetto Giacomino, propone al lettore brevi filastrocche per bambini. Il suo contenuto è però grande. Anzi di più: è universale. Perché siamo tutti un po’ come quel bruchetto e abbiamo tutti dentro di noi le emozioni e i sentimenti di cui queste filastrocche sono pregne. Un libro dolce e potente allo stesso tempo. Da leggere ad un bambino prima che si addormenti, ma anche quando è al centro esatto di un capriccio e non riesce a venirne fuori, a superarlo. Ogni genitore ed educatore potrà trovare in queste pagine, e con l’aiuto delle carte, una bussola per orientarsi nel mondo interiore del bambino e delle sue emozioni per aiutarlo a trovare la propria zona di autoregolazione e autocontrollo. Un libro che aiuterà a perseguire obiettivi piccoli e grandi e che, come dicono bene gli autori in una delle filastrocche proposte, “ti tiene per la mano e poi ti fa andar lontano”.

Giuseppe Maiolo Giuseppe Maiolo Giuliana Beghini Franchini Giuliana Beghini Franchini

ISBN 978-88-6153-621-0 ISBN 978-88-6153-621-0

9 788861 536210 9 788861 536210

edizioni la meridiana edizioni la meridiana p a p r a t r e t ne z n e z e

Filastrocche sul cuscino  

Questo piccolo libro, che ha come protagonista un essere piccolo piccolo come il bruchetto Giacomino, propone al lettore brevi filastrocche...

Filastrocche sul cuscino  

Questo piccolo libro, che ha come protagonista un essere piccolo piccolo come il bruchetto Giacomino, propone al lettore brevi filastrocche...

Advertisement