Page 1

MOLTIPLICANO I VALORI DEL SERVIZIO SPECIALIZZATO

SPECIALITÀ

Specialità “nutritive” ad IVA 4% (Biomax, Azurol, Antimuschio​​&​​Rinverdente, Viren, Ferrochelato-EDDHA, Solar Calcio, Solar Rame, Biotiol Flow, Zolfo Ramato 28/12, Azosang, Suolovivo Ortobiologico, Scudo Verde). Specialità “funzionali” ad IVA 22% (LinfaPlus, LinfaPlus pronto uso, Zolfo Ramato pronto uso, Recis, Acquolina, Stalpa, Mastil, Lucidafoglie, Madama Floré, Crema Mani del Giardiniere, Pasta Lavamani del Giardiniere). Tutti di “libera vendita”, questi prodotti esprimono al meglio le potenzialità della marca e, dando risposte precise ad esigenze “mirate”, rappresentano una nicchia insostituibile e di alto valore aggiunto nell’offerta dei negozi specializzati.

one in funzi stagionalità E iverse PI RAM I DAL ilità d e l l e d ORTO re la possib ito il SU PP re l rivendare particolaotti, a e r f f d o rv di rise nalità ai prorcorsi o e attenzi creando p nterno anche enziali all’i ita. prefer punto vend del


MOLTIPLICANO I VALORI DEL SERVIZIO SPECIALIZZATO

SPECIALITÀ

Specialità “nutritive” ad IVA 4% (Biomax, Azurol, Antimuschio​​&​​Rinverdente, Viren, Ferrochelato-EDDHA, Solar Calcio, Solar Rame, Biotiol Flow, Zolfo Ramato 28/12, Azosang, Suolovivo Ortobiologico, Scudo Verde). Specialità “funzionali” ad IVA 22% (LinfaPlus, LinfaPlus pronto uso, Zolfo Ramato pronto uso, Recis, Acquolina, Stalpa, Mastil, Lucidafoglie, Madama Floré, Crema Mani del Giardiniere, Pasta Lavamani del Giardiniere). Tutti di “libera vendita”, questi prodotti esprimono al meglio le potenzialità della marca e, dando risposte precise ad esigenze “mirate”, rappresentano una nicchia insostituibile e di alto valore aggiunto nell’offerta dei negozi specializzati.

one in funzi stagionalità E iverse PI RAM I DAL ilità d e l l e d ORTO re la possib ito il SU PP re l rivendare particolaotti, a e r f f d o rv di rise nalità ai prorcorsi o e attenzi creando p nterno anche enziali all’i ita. prefer punto vend del 1


tta e l a p n co idose sparg

QUALI RIFIUTI SI POSSONO UTILIZZARE Scarti dell’orto o del giardino (sfalci, steli, foglie, fiori, radici, terra di vasi, residui di potatura, rametti), scarti di cucina (resti della pulitura delle verdure, bucce e torsoli dei frutti, fondi di tè e caffè, gusci d’uova sminuzzati). RIFIUTI DA UTILIZZARE CON CAUTELA Resti di carne, pesce e cibi cotti che potrebbero attirare insetti, topi e altri animali indesiderati; escrementi di piccoli animali che potrebbero contenere germi patogeni spesso in grado di resistere anche alle elevate temperature sviluppate nella fermentazione; carta e cartone, purchènon stampati e non plastificati, di lenta decomposizione; le bucce degli agrumi, ricoperti da uno strato ceroso di lenta decomposizione; foglie molto ricche di lignina (es. lauro) o con strati protettivi difficilmente degradabili (es. lauro, magnolia, aghi di conifere); foglie ricche di sostanze battericide, come fenoli e tannini (es. pioppo, quercia, betulla, noce).

Composizione - Concime organo-minerale NP 11.5 + 2 MgO + 20 SO3. A basso tenore di cloro. Caratteristiche - Biomax è una miscela selezionata di: elementi nutritivi di rapida assimilazione, per stimolare i microrganismi aerobi a riprodursi e svilupparsi; sostanze azotate (organiche e minerali), per compensarne la frequente insufficienza negli scarti domestici; fosforo, per arricchire il compost di questo importante elemento ed evitare che la sua carenza possa risultare fattore limitante dell’intero processo; enzimi, per trasformare anche le sostanze più resistenti (cellulose e lignine); argille naturali, per assorbire eventuali cattivi odori, conservare il giusto grado di umidità e trattenere gli elementi nutritivi. Per queste sue caratteristiche Biomax, oltre a migliorare la qualità del compost, riduce notevolmente, anche fino a dimezzarli, i tempi mediamente necessari alla trasformazione in humus degli scarti organici. Modalità e dosi d’impiego • Ad ogni nuova stratificazione - servendosi dell’esclusiva paletta spargidose, sopra ogni nuovo strato di 20-25 cm. distribuire uniformemente in ragione di 90-150 grammi (3-5 misurini colmi) ogni metro quadrato; pressare leggermente e annaffiare. La dose più elevata è consigliata d’inverno o quando siano presenti in quantità modesta scarti a più elevato tenore di azoto (scarti dell’orto, sfalci e foglie verdi, graspi d’uva, scarti umidi della cucina). • Nelle successive bagnature - disperdere in ragione di 10 grammi (primo livello del misurino) ogni 3 litri d’acqua ed irrorare uniformemente. La giusta umidità si individua in modo empirico stringendo nel pugno un pò di materiale che dovrà lasciare il palmo inumidito senza gocciolamenti. Per le elevate temperature raggiunte (50-70°C) e le conseguenti maggiori perdite per evaporazione, le bagnature sono più frequenti durante il primo mese di fermentazione (fase “termofila”). Impieghi del compost - Il compost a minor grado di maturazione potrà essere incorporato, in autunno, nei primi centimetri di terreno; quello a maggior grado di maturazione potrà essere posto a diretto contatto delle radici (buche di piantagione). Nei rinvasi si consiglia di mescolare il compost a della torba bionda nel rapporto 2:8. Se il compost non è stato ottenuto da residui di conifere, se ne sconsiglia l’impiego nel rinvaso delle piante acidofile. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1 Kg

3114

8014815001130

12

RIFIUTI CHE NON SI POSSONO UTLIZZARE Pietre, plastica e gomma; metalli; vetro e ceramica; calcinacci; pile; vernici; residui di prodotti chimici; tessuti sintetici; oli esausti; sacchetti dell’aspirapolvere; foglie raccolte ai margini delle strade di grande traffico, spesso ricche di metalli pesanti e composti nocivi.

2


AZZURRANTE PER ORTENSIE Composizione - Concime CE - Miscela di microelementi 5,0 Fe + 0,07 Mo. Premessa - I fiori delle ortensie (Hydrangea macrophylla) contengono alcuni pigmenti (appartenenti al gruppo degli antociani) che cambiano colore in funzione del livello di acidità del terreno (dal blu intenso a pH 4,5 fino al rosa intenso a pH 7,5) e della disponibilità di alcuni elementi, alluminio in particolare. Il colore delle infiorescenze è dunque una sorta di segnalatore visivo della reazione e dello stato del terreno. Alcune eccezioni sono rappresentate dalle ortensie bianche e dall’ortensia rosa della varietà “Pia” (tra le più piccole della specie), i cui colori sono immutabili indipendentemente dal pH del terreno. Caratteristiche - Correttivo specifico per l’azzurramento dei fiori rosa, rossi e violetti delle ortensie o, più semplicemente, per intensificare il loro colore azzurro. Formulato con composti solubili di alluminio, ferro e molibdeno, Azurol esercita un’azione sul terreno che induce la pigmentazione, oltre ad assicurare un verde più intenso delle foglie indipendentemente dal trattamento fertilizzante effettuato. Modalità e dosi d’impiego Impianto • In vaso: miscelare 30 grammi di Azurol ogni 5 litri di terriccio per piante acidofile; • In piena terra: 60 grammi di Azurol per metro quadrato, interrando leggermente. Manutenzione - Dall’inizio della fioritura (fiori appena visibili), effettuare 3-4 annaffiature ogni 12-15 giorni con soluzioni di 10 grammi ogni litro d’acqua. Per piante in piena terra distribuire 4-5 litri di soluzione per mq. Raddoppiare la dose (20 grammi ogni litro d’acqua) nel caso non sia stata effettuata la somministrazione all’impianto o quando si tratti di piante già a dimora. Attenzione - Azurol esplica la sua azione azzurrante soltanto in presenza di terreni a reazione acida (pH 4,5-5,5); se tale condizione non fosse soddisfatta, è necessario intervenire miscelando al terreno della torba acida (pag. 116) o distribuirla in superficie (30-50 litri per mq.) interrandola leggermente. Ad ogni annaffiatura, si consiglia inoltre l’impiego di Acquolina (pag.51) alla dose di 2 tappi misurino ogni 3 litri d’acqua. Evitare l’impianto nei terreni calcarei.

3

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

750 gr

8004

8014815012136

12


CORRETTIVO ACIDIFICANTE AD ELEVATO CONTENUTO DI FERRO ATTIVO Composizione - Concime CE - Solfato di ferro monoidrato min. 95% (ferro solubile in acqua 30%). Caratteristiche - Prodotto microgranulare (dimensione media dei microgranuli: 0,5-1 mm) sottoposto ad un particolare trattamento di fluidificazione che gli conferisce grande scorrevolezza, facilitando la più uniforme distribuzione. Stabilizzato, non altera le sue caratteristiche chimiche, non si ossida e non si impacca neppure dopo lunghi tempi di stoccaggio. L’elevato contenuto di ferro attivo consente, a parità di superficie, di ridurre i dosaggi applicativi. Antimuschio & Rinverdente trova rilevanti applicazioni agronomiche: integrazione minerale del ferro su terreni ferro-carenti, con azione preventiva e curativa nei confronti della clorosi ferrica (ingiallimento fogliare); interventi rinverdenti e ravvivanti dei colori delle foglie e dei fiori; correzione acidificante dei terreni alcalini o non sufficientemente acidi; coadiuvante nei trattamenti azzurranti dei fiori delle ortensie; sui tappeti erbosi, a bassi dosaggi, stimolazione del rinverdimento; ad alti dosaggi, rimozione del muschio per ustione della parte aerea e per l’incremento della capacità competitiva dell’erba nei suoi confronti. Dosi e modalità d’impiego Piante in vaso - 2-3 grammi per vasi del diametro di 10-15 cm.,aumentando proporzionalmente il dosaggio per vasi di diametro superiore. Distribuire omogeneamente sulla superficie, interrare leggermente e annaffiare. Se necessario, nei trattamenti curativi ripetere dopo 15 giorni. Aiuole, siepi, arbusti, acidofile ornamentali e da fiore Distribuire uniformemente 40-50 grammi per mq. Annaffiare dopo l’applicazione. Prestare attenzione che il prodotto non colpisca la parte aerea (foglie e fiori). Fruttiferi, vite, olivo, agrumi e arboree ornamentali - Localizzando l’applicazione nella porzione di terreno corrispondente alla proiezione della chioma, distribuire uniformemente 400-600 grammi per pianta (in funzione della dimensione). Interrare leggermente e annaffiare. Fragola e piccoli frutti (lamponi, mirtilli, more, ribes) - Distribuire uniformemente 40-50 grammi per mq., quindi annaffiare.

con paletta spargidose

FERRO

SOLUBILE SOLUBILE

30%

Preparazione dei terricci - Nella preparazione dei substrati, miscelare accuratamente 8-10 grammi ogni 80-100 litri di terriccio. Tappeti erbosi - Non applicare: sui tappeti erbosi di nuovo impianto (semina o posa di zolle erbose), per i quali è opportuno attendere il quarto taglio; durante i periodi siccitosi; in condizioni climatiche estreme (temperature inferiori a 5°C o superiori a 30°C); quando sia prevista una pioggia nelle successive 24-48 ore. Trattamenti rinverdenti - Distribuire uniformenente 10-12 grammi per mq., quindi annaffiare. Non effettuare tagli per almeno 3-4 giorni dopo l’applicazione. Oltre al trattamento primaverile, si raccomanda una applicazione tardo autunnale per garantire l’intenso rinverdimento del tappeto erboso durante l’intera stagione invernale. Trattamenti localizzati “antimuschio”- In primavera e in autunno, distribuire 40-50 grammi per mq. localizzando l’applicazione esclusivamente nelle zone in cui è presente il muschio (a questi elevati dosaggi si potrebbero infatti manifestare dei momentanei imbrunimenti dell’erba che, comunque, scompariranno dopo il taglio). Annaffiare dopo l’applicazione per facilitare lo scioglimento del prodotto. Non effettuare tagli per almeno 3-4 giorni dopo l’applicazione. Per consentire all’erba di reinsediarsi, dopo una decina di giorni il muschio morto (annerito) potrà essere estirpato utilizzando un rastrello a denti larghi. Va ricordato che il muschio si sviluppa preferenzialmente sui tappeti erbosi localizzati in posizioni ombreggiate, poco drenati (generalmente molto argillosi) o compattati per intenso traffico o calpestio; molto utili alla prevenzione sono quindi tutte le pratiche colturali volte all’arieggiamento del manto erboso, come verticut, carotatura, ecc. Avvertenze - Il prodotto può macchiare le superfici. Si raccomanda Formato Codice Codice N EA Pezzi x cartone pertanto di evitare il contatto con i marciapiedi di marmo e con altre superfici di pietra o di cemento. Per lo stesso motivo, non transitare 1,5 kg 3122 8014815001192 12 sulle predette superfici con le medesime calzature usate durante l’applicazione. 4 4


RINVERDENTE CURATIVO A rapida azione rinverdente, previene e cura l’ingiallimento delle foglie.

Composizione - Concime CE – Miscela di microelementi 0,2 B + 0,2 Cu + 2 Fe + 0,4 Mn + 0,2 Zn + 2 MgO. Agenti chelanti: EDTA - DTPA. Caratteristiche - Specialità liquida a base di ferro, magnesio e altri importanti oligoelementi che agiscono sinergicamente per prevenire e curare la clorosi ferrica e, più in generale, tutte le alterazioni fisiologiche e gli squilibri nutrizionali da microcarenze, molto frequenti ma più difficilmente diagnosticabili, che causano decolorazioni e disseccamenti diffusi, crescite stentate, modeste fioriture e fruttificazioni. Dosi e modalità d’impiego - Distribuire preferibilmente alla sera e comunque evitando le ore più calde e soleggiate della giornata. • Applicazioni radicali - Dose: 15 ml in 5 litri d’acqua. Per le piante in vaso, in funzione del diametro, distribuire un volume d’acqua sufficiente a bagnare abbondantemente il substrato. Per le piante in piena terra, distribuire 4-5 litri di soluzione per metro quadrato su tutta la superficie coltivata (per le ornamentali arboree e i fruttiferi, concentrare l’applicazione preferibilmente lungo tutta la circonferenza di proiezione della chioma). • Applicazioni fogliari - Dose: 10 ml in 5 litri d’acqua. Bagnare uniformemente e abbondantemente la chioma con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Le applicazioni fogliari sono raccomandate in presenza di stress evidenti e diffusi o quando sia compromessa la normale funzionalità delle radici o, ancora, in prossimità della raccolta allo scopo di migliorare le caratteristiche organolettiche e la conservabilità dei frutti. Frequenza d’impiego • Trattamenti preventivi: 2-3 somministrazioni nel periodo di massima attività vegetativa. • Trattamenti curativi: 3-5 interventi (uno ogni 8-10 giorni) al primo apparire dei sintomi e in funzione della gravità della microcarenza. Formato 250 ml

LA CHELAZIONE

Codice 8026

Codice N EA 8014815002069

Pezzi x cartone 20

In molti casi la carenza dei microelementi non dipende solo dalla loro concentrazione assoluta nel terreno bensì dalla loro disponibilità, cioè dalla capacità di poter essere assorbiti dalle radici. Capita infatti spesso che il terreno, a causa della sua struttura e, soprattutto, della sua composizione (in particolare la sua alcalinità o il suo elevato contenuto di calcare), trattenga fortemente gli elementi e quindi non li metta a disposizione delle colture. Prendendo spunto da quanto avviene in natura, sono state messe a punto delle speciali sostanze, dette chelanti, (come DTPA, EDTA, EDDHA) che possono formare con i microelementi dei composti,detti chelati, capaci di conservarsi “solubili” anche nelle condizioni meno favorevoli del terreno. Proprio come le chele del granchio, queste sostanze “pinzano” - ossia chelano - i microelementi e si fanno carico di trasportarli fino alle radici. 5


PREVIENE E CURA LA CLOROSI FERRICA

Clorosi ferrica su melo

Composizione - Concime CE - Fe 6% chelato con EDDHA. Caratteristiche - Formulazione a base di ferro in forma “chelata”, cioè “legato” ad una speciale sostanza (EDDHA) in grado di assicurarne l’eccellente assorbimento in ogni tipo di terreno, compresi quelli alcalini e calcarei. Grazie all’elevato contenuto di ferro “chelato” nella sua forma isomerica più attiva (isomero “orto-orto”), il prodotto determina il rapido e prolungato rinverdimento delle foglie e dei germogli ingialliti, l’intensa colorazione dei fiori e un’evidente ripresa del vigore vegetativo e produttivo delle colture. Microgranulare e di elevata purezza, non fa polvere e si scioglie prontamente anche in acqua fredda. Modalità e dosi d’impiego - In funzione del tipo di coltura e dell’età della pianta, sciogliere il prodotto in acqua alle dosi indicate nella tabella. Attenzione: la soluzione corrode i metalli e pertanto si consiglia l’impiego di recipienti di plastica o di vetro; recipienti di metallo devono essere accuratamente risciacquati dopo l’uso; distribuire preferibilmente nelle ore serali e comunque evitando le ore più calde della giornata; il prodotto può macchiare le superfici. Epoche e frequenza d’impiego • Trattamenti preventivi: 2-3 somministrazioni nel corso del periodo di massima attività vegetativa (marzo-giugno). L’impiego in e state-autunno non presenta nessuna controindicazione, se non quella di un effetto più lento. • Trattamenti curativi: una volta alla settimana, per 3-4 settimane consecutive, al primo apparire dei sintomi e indipendentemente dal periodo vegetativo. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

50 g

8010

8014815012167

80*

500 g

8017

8014815005039

12

* n. 4 espositori da n. 20 buste cad.

6


Composizione - Ligninsolfonato di calcio (CaO 15%) in soluzione acquosa. Caratteristiche - Solar Calcio è una specialità liquida studiata per controllare e prevenire le più frequenti fisiopatie nutrizionali causate da carenza di calcio (come il marciume apicale del pomodoro e la butteratura amara del melo), oltre che per migliorare la consistenza dei frutti e la loro conservabilità. Per la speciale sostanza complessante ligninsolfonica e la totale assenza di cloruri e solfati, Solar Calcio si caratterizza per: la completa selettività e l’assenza di effetti fitotossici (il prodotto non è fotolabile); l’elevata stabilità fino a pH 9 (quando il calcio è normalmente insolubile oltre pH 7); l’azione citotropica e translaminare, che produce un veloce innalzamento del livello di calcio nelle colture (l’80% circa viene assorbito già entro le successive 6 ore dall’applicazione); la possibilità di essere miscelato al momento dell’impiego con i più comuni agrofarmaci e concimi fogliari. Dosi e modalità d’impiego - Diluire 20 ml ogni 10 litri d’acqua e applicare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore, sempre nelle ore più fresche della giornata. Frequenza d’impiego • Pomodoro, Peperone, Melanzana: per prevenire il marciume apicale, 2-3 applicazioni - una ogni 10/15 giorni - a partire dall’allegagione dei primi frutti; per le varietà di pomodoro a frutti allungati, intervenire ogni 7 giorni. Si raccomanda di irrorare i frutti in modo accurato ed uniforme. Attenzione: le patologie sono spesso causate anche da un’errata gestione delle irrigazioni che conducono ad un cattivo o parziale assorbimento del calcio. Si raccomandano pertanto interventi irrigui regolari e frequenti, ma unitariamente contenuti; si consiglia inoltre di evitare il sistema d’irrigazione per scorrimento laterale dentro i solchi. • Lattuga, Indivia, Scarola, Sedano: per prevenire il disseccamento del margine fogliare (tip burn) e per migliorare la conservabilità, 2-3 applicazioni - una ogni 10/15 giorni - a partire dalla fase di massimo accrescimento. • Melo: per prevenire la butteratura amara (bitter pit), 4-5 applicazioni - una ogni 10/15 giorni - da allegagione avvenuta. Si raccomanda d’irrorare i frutti in modo accurato ed uniforme. • Pero: per migliorare la conservabilità dei frutti, una applicazione 7 giorni prima della raccolta. • Vite: per prevenire il disseccamento del rachide, 2-3 applicazioni - una ogni 15-20 giorni - a partire dall’allegagione. Irrorare i grappoli in modo accurato ed uniforme. • Floricole e ornamentali: per aumentare la consistenza dei tessuti e aumentare la resistenza alle malattie, 2-3 applicazioni a partire dalle prime fasi di crescita. Compatibilità - Non compatibile con gli oli minerali ed i prodotti a forte reazione alcalina. Compatibile con Solar Rame.

7

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi per cartone

100 ml (=150gr)

8024

8014815002045

20 (*)

(*) con cartone espositore

Marciume apicale del pomodoro

Butteratura amara del melo

Disseccamento del margine fogliare (tip burn) su lattuga


Composizione - Concime CE – Miscela di microelementi: Lignosolfonato (LS) di Rame (Cu 4,5%), Lignosolfonato (LS) di Manganese (Mn 0,1%), Lignosolfonato (LS) di Zinco (Zn 0,1%). Caratteristiche - Specialità liquida studiata espressamente contro tutte le fisiopatie da carenza di rame (crescita lenta e stentata della pianta, necrosi marginali, arricciamento del fogliame e deformazione dei frutti) e, secondariamente, di zinco e manganese. Il formulato contiene acido lignosolfonico (LS), sostanza di origine vegetale estratta dalla lignina (polpa di legno); grazie alla sua elevata capacità “complessante” e all’elevata affinità biologica per i tessuti vegetali, facilita la più uniforme distribuzione dei microelementi, il loro più rapido assorbimento (2/3 ore dall’applicazione) e la loro veloce traslocazione. L’azione è sinergizzata da amminoacidi vegetali che conferiscono al prodotto anche un’azione collaterale contro gli stress termici e idrici. Solar Rame stimola i processi enzimatici, la produzione di lignina e contribuisce al benessere generale delle piante che pertanto si dimostrano più resistenti e in grado di superare più velocemente le avversità di qualsiasi natura. Solar Rame è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica. Modalità d’impiego - Agitare bene prima dell’uso. Diluire in acqua le dosi indicate e nebulizzare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Intervenire alla comparsa dei primi sintomi, distribuendo uniformemente sulla parte aerea delle piante fino ad inizio gocciolamento. Trattare nelle ore più fresche della giornata. Il prodotto può essere diluito anche in acque “dure” e calcaree. Solar Rame può macchiare le superfici. Compatibilità - Non compatibile con prodotti a reazione fortemente acida o fortemente alcalina. Verificare preliminarmente la compatibilità con concimi ad alto contenuto di fosfati. Compatibile con Solar Calcio e Biotiol Flow. Campi, dosi e frequenza d’impiego • Fruttiferi: (melo, pero, pesco, albicocco, ciliegio, mandorlo, ecc.): 50 ml in 10 litri d’acqua. Vite, Olivo e Agrumi: 60 ml in 10 litri d’acqua. Ripetere ogni 10-12 giorni a partire dalle prime fasi vegetative. Sospendere i trattamenti due settimane prima della raccolta. • Orticole: (pomodoro, patata, melanzana, peperone, melone cetriolo, anguria, zucca, zucchino, lattughe, cicorie, rucola, cavoli, cipolla, aglio, scalogno, ecc.): 40 ml in 10 litri d’acqua. Ripetere ogni 8-10 giorni a partire dalla fase di inizio dell’accrescimento vegetativo. Sospendere i trattamenti due settimane prima della raccolta. • Floreali, ornamentali e vivai: 30 ml in 10 litri d’acqua. Ripetere ogni 8-10 giorni durante l’intero ciclo vegetativo. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà previste in etichetta, si consigliano sempre saggi reliminari prima di estendere l’applicazione a tutta la coltura. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml (300 gr)

8032

8014815000423

20

1000 ml (1200 gr)

8034

8014815000430

12 8


Composizione - Zolfo (CAS 7704-34-9) 40%. Correttivo in sospensione concentrata. Premessa - Lo Zolfo è un elemento molto importante nella biologia vegetale: indispensabile per la formazione della clorofilla, entra direttamente in alcune vitamine (vitamina H, vitamina B1) e in alcuni amminoacidi (come metionina e cisteina) fondamentali nella sintesi delle proteine. Esiste quindi una stretta correlazione tra il metabolismo dello zolfo e quello dell’azoto tant’è che, anche in assenza di carenza specifica, le piante traggono un importante beneficio dalle applicazioni con Biotiol Flow, sia in termini produttivi che qualitativi, sviluppando un colore verde più intenso della vegetazione e dimostrando una maggiore resistenza agli attacchi fungini, in particolare oidio e ruggini. La carenza di zolfo si manifesta generalmente con steli fragili e sottili; le foglie, soprattutto quelle più giovani, mostrano rigidità, si presentano strette, allungate e clorotiche, spesso arrotolate verso il basso. Caratteristiche - Specialità liquida in sospensione concentrata studiata espressamente per la prevenzione e la cura di tutte le fisiopatie da carenza di zolfo. L’estrema finezza delle particelle e la loro elevata adesività sono caratteristiche importanti nelle applicazione fogliari perché consentono prontezza d’azione e lunga persistenza (maggiore efficacia nutrizionale), oltre ad aumentare la resistenza al dilavamento delle piogge. Se applicato al terreno, esplica una spiccata azione correttiva: favorendo l’abbassamento del pH del suolo, aumenta la solubilità (e quindi la disponibilità) degli elementi nutritivi, in particolare del fosforo e dei microelementi. Biotiol Flow contribuisce al benessere generale delle piante che pertanto si dimostrano più resistenti e in grado di superare più velocemente le avversità di qualsiasi natura. Biotiol Flow è ammesso per l’impiego in agricoltura biologica. Campi, modalità e dosi d’impiego - Agitare bene prima dell’uso. Trattare nelle ore più fresche della giornata. Applicazione fogliare - Diluire in acqua le dosi indicate e nebulizzare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Intervenire a partire dalle prime fasi vegetative, distribuendo uniformemente sulla parte aerea delle piante fino ad inizio gocciolamento. Non trattare con temperature superiori a 30°C. Ripetere ogni 8-10 giorni fino ad una settimana prima della raccolta. • Fruttiferi, Vite, Olivo e Agrumi - Dose: 40-50 ml in 10 litri d’acqua. • Orticole - Dose: 30-40 ml in 10 litri d’acqua. • Floreali, ornamentali e vivai - Dose: 20-30 ml in 10 litri d’acqua. Applicazione al terreno come correttivo acidificante Dose: 5 ml in due litri d’acqua per mq. Iniziare le applicazioni dalla ripresa vegetativa o dal post-trapianto, ripetendo una o più volte in funzione del grado di alcalinità del terreno che si vuole correggere. Fitotossicità - Dato il gran numero di specie e varietà previste in etichetta, si consigliano sempre saggi preliminari su poche piante prima di estendere l’applicazione a tutta la coltura. Compatibilità - Non compatibile con prodotti a reazione alcalina o a base di oli minerali o a base di oli vegetali. Compatibile con Solar Rame.

9

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1 kg

8040

8014815000454

12


100 gr

SPECIALITÀ IN POLVERE BAGNABILE CONTRO TUTTE LE FISIOPATIE DA CARENZA DI ZOLFO E RAME Composizione – Zolfo (S) 28%, Rame (Cu) 12% (di cui: 10,4% da rame ossicloruro, 1,7% da rame idrossido), Manganese (Mn) 0,1% chelato con EDTA, Zinco (Zn) 0,1% chelato con EDTA. Miscela di microelementi solida contenente zolfo. Polvere bagnabile. Caratteristiche - Linfa Zolfo Ramato 28-12 è una specialità in polvere bagnabile studiata per la prevenzione e la cura di tutte le fisiopatie da carenza di zolfo, rame e, secondariamente, di zinco e manganese, elementi di fondamentale importanza per la vita delle piante. In particolare: lo zolfo è un costituente di amminoacidi essenziali (cistina e metionina); il rame entra attivamente in alcuni enzimi indispensabili per la sintesi della clorofilla; il manganese è un regolatore dell’attività enzimatica, svolge un ruolo importante nella riduzione dei nitrati ed è un componente della clorofilla; lo zinco interviene, come cofattore di alcuni enzimi, nella sintesi degli acidi nucleici, delle proteine e nel metabolismo delle auxine. La sinergia di tutti questi elementi nutritivi migliora lo stato di benessere generale delle piante che, oltre a sviluppare un colore più intenso della vegetazione e migliori caratteristiche organolettiche dei frutti, si dimostrano più resistenti e quindi in grado di superare più velocemente avversità di qualunque natura. L’estrema finezza delle particelle e la loro elevata adesività assicurano prontezza d’azione e lunga persistenza, oltre ad aumentare la resistenza al dilavamento delle piogge.

500 gr

Dosi d’impiego e preparazione della dispersione - 5-7 grammi ogni litro d’acqua (utilizzare la dose più bassa per le colture floricole). Aggiungere la dose necessaria in poca acqua; agitare lentamente sino ad ottenere una dispersione cremosa, uniforme e senza grumi; infine, sempre sotto agitazione, portare al volume richiesto. Modalità d’impiego - Irrorare uniformemente la parte aerea delle piante, comprese le parti più interne della chioma, con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Distribuire nelle ore serali o evitando le ore più calde e soleggiate della giornata; evitare inoltre le giornate ventose che causerebbero una distribuzione non uniforme. Ripetere l’applicazione se una pioggia dilavante cadesse poco dopo. Campi e frequenza d’impiego - Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, orticole, aromatiche, floreali e ornamentali. In caso di necessità, ripetere ogni 8-10 giorni a partire dalla fase d’inizio accrescimento fino a circa due settimane dalla raccolta. Compatibilità - Incompatibile con gli oli minerali e con i prodotti a reazione fortemente acida o fortemente alcalina. Verificare preliminarmente la compatibilità con concimi ad alto contenuto di fosfati.

Formato

Codice

Codice N EA

Pezzi x cartone

100 gr

8045

8014815008429

32

500 gr

8050

8014815008436

12 10


CONCIME LIQUIDO AZOTATO DI RAPIDA ASSIMILAZIONE Composizione - Concime organo-minerale azotato N 8% (di cui 3% organico da sangue di bue). Caratteristiche - Pur contenendo una frazione proteica di lento effetto che assicura alle colture anche un apporto nutritivo di più lunga durata (fino a 2-3 mesi mediamente), Azosang è soprattutto un concime azotato di pronto effetto da impiegare alla ripresa primaverile e nelle fasi di maggiore crescita e di più intenso sviluppo vegetativo. Non lascia residui nocivi nel terreno e nei tessuti vegetali ed è pertanto da raccomandare, oltre che per le piante ornamentali, anche nella coltivazione degli ortaggi e delle piante da frutto. Buoni i contenuti di potassio e di ferro; quest’ultimo, in forma chelata per la sua provenienza da un gruppo chelante naturale presente nell’emoglobina, determina il veloce rinverdimento delle colture. Azosang incrementa la componente organica del substrato contribuendo allo sviluppo della flora batterica ed alla crescita della fertilità complessiva. Per la sua azione acidificante è molto adatto per la concimazione delle piante acidofile (ortensie, azalee, rododendri, ecc.). Il prodotto si dimostra efficace anche per trattamenti rivitalizzanti, in particolare per il superamento di stress causati da fattori climatici avversi (sbalzi termici, danni da grandine, ecc.). Si somministra principalmente con le annaffiature. Annaffiature fertilizzanti (fertirrigazione) Dosi - 2 tappi misurini in 3 litri d’acqua. Annaffiare abbondantemente. Per piante in piena terra distribuire mediamente 4-5 litri di soluzione per mq. Per le piante arboree localizzare la concimazione nella superficie coperta dalla chioma; per le colture orticole localizzare nell’interfilare. Somministrare nelle ore più fresche. Frequenza d’impiego - Fruttiferi: ogni 10-15 giorni dalla ripresa vegetativa fino alle prime fasi di ingrossamento dei frutti; Orticole: ogni 7-8 giorni durante l’intero ciclo vegetativo; Floricole: ogni 10-15 giorni durante l’intero ciclo vegetativo, intensificando le applicazioni durante la fioritura; Alberi ornamentali: ogni 20-30 giorni, a partire dalla ripresa primaverile e per tutto il ciclo vegetativo. Intensificare le applicazioni durante la fioritura. Nebulizzazioni Fogliari Dosi - metà tappo misurino in 5 litri d’acqua. Frequenza d’impiego - Le nebulizzazioni fogliari sono consigliate nelle fasi critiche (carenze specifiche; maggiore fabbisogno nutritivo; ecc.) o in presenza di stress (avversità ambientali, ecc.) che potrebbero aver compromesso la normale funzionalità delle radici. Non nebulizzare in pieno sole, durante la fioritura, o quando le giovani piante non abbiano ancora sviluppato un efficiente apparato radicale. Compostaggio - Azosang è un’eccellente fonte di azoto, sia per accelerare il processo di compostaggio che per migliorare la qualità del compost: • alla preparazione del cumulo, spargendolo tal quale sugli strati del compost e mescolando leggermente; • nelle successive bagnature del cumulo, irrorandolo ogni 15-20 giorni con una soluzione di 3 misurini ogni 10 litri d’acqua.

11

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1000 ml (1130 gr)

3000

8014815000010

12


SPECIALITÀ NUTRITIVA DI ORIGINE VEGETALE Composizione – Concime organico NP 4.3 + 2,4 K + 14 C + 0,1 Fe + 0,05 Mn + 0,03 Zn (Ferro, Manganese e Zinco chelati con EDTA). Prodotto ottenuto unicamente con materie prime ammesse per l’impiego in agricoltura biologica. Caratteristiche – Specialità nutritiva di pronta assimilazione ammessa per l’impiego in agricoltura biologica. A base di sostanze naturali di origine esclusivamente vegetale (borlande agroalimentari di barbabietola, di cereali e di frutta; estratti di alghe brune del genere Ascophillum Nodosum), Suolovivo OrtoBiologico può essere usato con sicurezza per sostenere, in modo sano ed equilibrato, tutte le fasi vegetative e produttive degli ortaggi, delle aromatiche e dei piccoli frutti. Di particolare rilevanza agronomica la presenza di sostanze bioattive, quali: • Amminoacidi (betaina in particolare) di rapida assimilazione che hanno inoltre la capacità di contrastare gli effetti negativi causati da stress di varia natura, in particolare gli eccessi di salinità e le repentine variazioni di temperatura; • Acidi organici del fosforo che, favorendo la formazione di ATP e la biosintesi delle proteine nei tessuti in crescita, rappresentano una vera e propria riserva nutritiva molto attiva soprattutto nelle fasi iniziali dello sviluppo; • Vitamine, carboidrati (mannitolo) e sostanze ad attività fitostimolante che determinano l’aumento quali-quantitativo delle produzioni; • Microelementi (ferro in particolare), per prevenire l’insorgenza di fisiopatie da carenza specifica. La forma chelata garantisce il loro pieno assorbimento in ogni tipo di terreno. Impiegato regolarmente, Suolovivo OrtoBiologico agisce inoltre come attivatore della microflora, aumentando la fertilità complessiva del terreno. Pensato espressamente per i piccoli orti famigliari, sia in vaso (balcone, terrazzo) che in piena terra. Si somministra principalmente con le annaffiature ma può essere impiegato con sicurezza anche nelle applicazioni fogliari. Modalità d’impiego – Agitare prima dell’uso. Diluire 15-20 ml ogni litro d’acqua, quindi annaffiare. Per piante in piena terra distribuire mediamente 4-5 litri di soluzione per mq. Dimezzare la dose (15-20 ml ogni 2 litri d’acqua) nelle applicazioni fogliari. Trattare dalle prime fasi di sviluppo fino alla raccolta, intensificando le applicazioni durante la fioritura. Somministrare nelle ore più fresche della giornata. Frequenza d’impiego - Orticole da foglia, orticole da frutto, orticole da radice e da bulbo: ogni 10-15 giorni; Aromatiche (basilico, maggiorana, melissa, menta, dragoncello, salvia, timo, rosmarino, ecc.): ogni 7-10 giorni; Fragola e piccoli frutti (lampone, mora, ribes, mirtillo, uva spina, ecc.): ogni 10-15 giorni. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

(*) 1000 ml

8038

8014815000447

12

(*) corrispondenti a 1200 grammi

12


Pythium dei tappeti erbosi

Fitoftora

Peronospora della vite

Peronospora della patata 13

NDATO A M O C C A R ENTE M R A L O C I ILUPPO T V R S I PA D I S A F E ENTO M I C S NELLE PRIM E R C C A ENSO T N I Ù I P I D E


Composizione - Concime organo-minerale NPK 2,5-9-6. Contiene Aminoacidi, Vitamine, Glucidi, elementi minerali ad elevata attività sistemica, microelementi chelati (Ferro, Manganese e Zinco). A basso tenore di cloro. Premessa - Nel corso dei loro processi evolutivi, le piante hanno sviluppato complessi meccanismi di autodifesa, attivati quando si presentano particolari condizioni di stress: in risposta alle aggressioni esterne (patogeni fungini e batterici, ma anche ferite, ustioni, radiazioni UV, o causate da fenomeni climatici avversi, come gelate tardive, siccità, grandine) le piante reagiscono producendo complesse sostanze di difesa. Il risultato del “confronto” dipende da tanti fattori, come le condizioni ambientali, lo stato di salute generale della pianta, la gravità dell’attacco esterno o dell’evento sfavorevole, ma non c’è alcun dubbio che le sostanze di “autodifesa” contribuiscano a ridurre gli effetti negativi. Se, anzichè lasciare la pianta al suo destino facendole fare tutto da sè, la inducessimo a produrre le sostanze di autodifesa “prima” che l’evento sfavorevole accada, l’aggressore incontrerebbe “subito” un valido antagonista e le probabilità di successo aumenterebbero considerevolmente! Caratteristiche - Scudo Verde è una specialità liquida a base di sostanze minerali e di sostanze naturali di estrazione vegetale, tutte altamente assimilabili e indispensabili per il metabolismo della pianta. Velocemente assorbito, sia attraverso le radici che l’apparato fogliare, il prodotto è dotato di spiccata attività sistemica, capace di traslocare sia in senso ascendente che discendente. Entrato nel sistema linfatico, Scudo Verde induce la pianta a sintetizzare sostanze naturali che potenziano le sue resistenze (bioinduttore di resistenza), svolgendo funzioni di “autodifesa”. Le piante trattate risultano quindi maggiormente “autoprotette” e pertanto meno sensibili alle avversità, anche fungine, come pythium, fitoftore e peronospore. Il prodotto svolge inoltre importanti funzioni nutrizionali: la buona dotazione di fosforo e potassio previene e cura le carenze specifiche, con evidente impulso alla crescita e alla vigoria delle colture (maggiore sviluppo dell’apparato radicale, migliore allegagione, più abbondanti produzioni, più intensa pigmentazione, conservabilità e grado zuccherino dei frutti). La significativa presenza di magnesio aumenta l’attività fotosintetica e la conseguente maggiore lignificazione dei tessuti. Dosi e modalità d’impiego - Benchè l’applicazione possa avvenire durante l’intero ciclo colturale, se ne consiglia l’impiego soprattutto nelle prime fasi di sviluppo e nelle fasi di più intenso accrescimento vegetativo, periodi durante i quali è più veloce l’assorbimento e la traslocazione all’interno della pianta. In funzione della modalità applicativa (fogliare o fertirrigazione), diluire in acqua alle dosi indicate nella tabella. Nelle applicazioni fogliari su piante arboree, bagnare abbondantemente le piante (compreso il tronco). Nelle fertirrigazioni, distribuire al termine del ciclo d’irrigazione. Somministrare sempre nelle ore più fresche della giornata. Compatibilità - Compatibile con la maggior parte dei concimi (ad eccezione di quelli ad elevato contenuto di azoto ammoniacale), insetticidi (ad eccezione di dicofol, dimetoato e oli minerali) e fungicidi (ad eccezione dei prodotti a base di rame). Non miscelare con prodotti a forte reazione alcalina. Trattare almeno una settimana prima e almeno 3 settimane dopo l’impiego di prodotti a base di rame e oli minerali. Formato 250 ml

APPLICAZIONE FOGLIARE (ML IN 10 LITRI D’ACQUA) Vite, Olivo, Agrumi, Fruttiferi

35

• 2 applicazioni in primavera avanzata, una ogni mese; • una applicazione in autunno.

35

Orticole

Applicare ogni 20 giorni

Floricole, Ornamentali e Vivai

Applicare ogni 20 giorni

Siepi di conifere e cespugli

Tappeti erbosi

Immersione dell’apparato radicale di colture arboree ed erbacee

35 35

4 applicazioni, una ogni 30 giorni, a partire da aprile/maggio

Codice

Codice N EA

8029

Pezzi x cartone

8014815002090

20

FERTIRRIGAZIONE (ML PER 100 MQ)

40

2/3 applicazioni, una ogni 15 giorni

40

2/3 applicazioni, una ogni 15 giorni

40

Ripetere dopo 2/3 settimane 10 ml per metro lineare (raddoppiare la dose per siepi molto sviluppate)

Per nebulizzazione fogliare, una applicazione ogni 15 giorni alla dose di 35-50 ml in 10/15 litri d’acqua per 100 mq. Non sfalciare, né irrigare fino alla completa asciugatura del manto erboso.

Diluire alla dose di 2,5-3,5 ml per litro d’acqua ed immergere l’apparato radicale ed il colletto prima del trapianto.

14


Specialità liquida multifunzionale per prevenire e curare i deperimenti vegetativi Composizione - Acido N-acetil-tiazolidin-4-carbossilico (AATC) gr 5,0; acido folico gr 0,1; magnesio-EDTA gr 1,6; esametilentetramina (metenamina) gr 0,6 in soluzione tamponata e stabilizzata quanto basta a grammi 100. Contiene esametilentetramina: può provocare una reazione allergica. Caratteristiche - Specialità liquida a base di sostanze essenziali al metabolismo vegetale, in particolare l’AATC (derivato dall’amminoacido naturale cisteina) e l’Acido Folico, vitamina con comprovate proprietà benefiche a livello cellulare. Impiegato regolarmente - principalmente per via fogliare - LinfaPlus penetra velocemente nelle cellule vegetali e, attivando i processi biochimici, metabolici e fotosintetici, determina una serie di favorevoli effetti: favorisce la formazione di nuovi tessuti; promuove un più rapido, vigoroso ed equilibrato sviluppo; accresce le difese naturali; anticipa la fioritura e stimola i processi di allegagione; migliora la qualità delle produzioni (contenuto vitaminico e zuccherino, serbevolezza, qualità organolettiche, colore della buccia, ecc.); aumenta le rese produttive; riduce i fenomeni di senescenza; migliora l’efficienza di assorbimento degli elementi nutritivi somministrati con le concimazioni; riduce le conseguenze negative dei possibili errori di coltivazione. Modificando gli equilibri osmotici delle cellule vegetali, le sostanze attive contenute in LinfaPlus hanno inoltre la capacità di indurre la pianta ad una maggiore resistenza nei confronti degli stress termici, siano essi da eccesso di calore estivo sia da freddo (gelate tardive primaverili oppure, per le colture a foglia non caduca, come olivo e agrumi, gelate autunno-invernali). Compatibilità: LinfaPlus può essere impiegato in miscela con agrofarmaci e fertilizzanti, purché a reazione neutra. Dosi e modalità d’impiego • Immersione - Diluire alla dose di 50 ml in 10 litri d’acqua ed immergere l’apparato radicale delle piantine (o direttamente i contenitori alveolari), poco prima del trapianto, del ripicchettamento o della messa a dimora. • Irrigazione - Dopo i trapianti o i ripicchettamenti, effettuare la prima irrigazione con una soluzione di 10 ml in 10 litri d’acqua, ripetendola dopo circa due settimane. • Trattamenti fogliari - Diluire alle dosi indicate nella tabella della pagina a fianco ed applicare con spruzzatore, pompa a spalla o altro idoneo irroratore. Trattare nelle ore più fresche della giornata avendo cura d’irrorare uniformemente tutta la vegetazione. Formato

Codice

Pezzi x cartone

8023

8014815002021

20 (*)

500 ml

8042

8014815000461

20

(*) con cartone espositore

15

Codice N EA

100 ml


TRATTAMENTI FOGLIARI COLTURA

EPOCA E FREQUENZA D’IMPIEGO

Frutticole, Agrumi, Olivo

DOSE

RISULTATO

5-6 applicazioni complessive così calendarizzate: inizio fioritura; fine fioritura; ogni due settimane circa dopo il termine della fioritura

10

I trattamenti stimolano l’allegagione, favoriscono la più uniforme fioritura e aumentano la resa e la pezzatura dei frutti

Vite da tavola e da vino

5-6 applicazioni, iniziando dalla fase di pre-fioritura e ripetendo ogni due settimane circa

10

I trattamenti comportano una migliore allegagione delle varietà apirene (senza semi), l’aumento della dimensione degli acini ed un maggior peso del grappolo

Orticole da frutto

Iniziando dallo stadio di 5-6 foglie, effettuare 5-6 applicazioni, una ogni due settimane

10

I trattamenti determinano una più uniforme fioritura, una migliore allegagione ed una maggiore pezzatura dei frutti

Orticole da foglia

2 applicazioni, iniziando dallo stadio di 5-6 foglie e ripetendo due settimane più tardi

10 - 15

I trattamenti determinano la crescita più rapida e vigorosa dell’apparato fogliare

Floricole e ornamentali

4-5 applicazioni, iniziando dalla ripresa vegetativa e ripetendo ogni due settimane

10 - 15

I trattamenti determinano la crescita più rapida e vigorosa dell’apparato fogliare ed una più uniforme fioritura

Trattamenti antistress

5-6 applicazioni complessive (una ogni 7-10 giorni), prima e subito dopo l’evento meteorico avverso come: gelate tardive primaverili; gelate invernali su carciofo; gelate invernali su olivo, agrumi e, più in generale, su tutte le piante a foglia non caduca; grandinate; eccesso di calore estivo.

15

I trattamenti aumentano il benessere generale della pianta, attivando i processi metabolici e nutrizionali mirati al più rapido superamento dello stato di stress

(ML IN 10 LITRI D’ACQUA)

DOSE MEDIA 10 ML. PER 10 LITRI D’ACQUA

AATC: INDUTTORE DI RESISTENZA AGLI STRESS TERMICI I fattori responsabili dell’indebolimento delle colture frutticole e orticole - e della conseguente riduzione dell’allegagione e dell’accrescimento dei frutti - dipendono spesso dagli stress da trapianto, dall’eccesso di calore estivo e dagli abbassamenti di temperatura in concomitanza della fioritura. Lo stress da freddo, in particolare, causato dai repentini abbassamenti termici primaverili soprattutto nelle ore notturne, è un fenomeno frequente e molto dannoso. Applicato per nebulizzazione sull’apparato fogliare, LinfaPlus rafforza i naturali meccanismi di difesa e contrasta efficacemente queste avversità. Risultato delle più recenti e avanzate conoscenze nel settore della biostimolazione vegetale, la sua attività è svolta principalmente dall’AATC (acido Acido N-Acetil-Tiazolidin-4-Carbossilico), precursore della cisteina, amminoacido naturale fondamentale per la produzione di energia e che induce l’immediato accumulo di: • prolina, amminoacido che conferisce alle cellule vegetali una maggiore resistenza alle basse temperature; • glutatione, peptide che conferisce alle cellule vegetali una maggiore resistenza ai fenomeni ossidativi, spesso causati dalle alte temperature. Per la frequenza e le dosi d’impiego si faccia riferimento a quanto indicato nei “trattamenti antistress” della tabella “trattamenti fogliari”.

ione confez da

100 ml

ione

confez da

500 ml

16 16


Composizione - Acido N-acetil-tiazolidin-4-carbossilico (AATC), acido folico, urea, Fe-DTPA, Mg-EDTA, Mn-EDTA, Zn-EDTA. Premessa - Non è facile per le piante adattarsi a vivere tra le mura di una casa: nella poca terra di un vaso e nel chiuso dei locali, sono spesso esposte a fattori vitali alterati. L’ambiente innaturale limita il metabolismo e le piante non riescono a produrre tutte quelle sostanze che in natura sono la garanzia del loro corretto sviluppo. Caratteristiche - Comoda specialità pronta all’uso, ad azione preventiva e curativa, a base di sostanze essenziali al metabolismo vegetale, in particolare l’AATC (derivato dall’amminoacido naturale cisteina) e l’Acido Folico, vitamina con comprovate proprietà benefiche a livello cellulare. Nebulizzato regolarmente sulla vegetazione, LinfaPlus attiva i processi biochimici, metabolici e fotosintetici, determinando una serie di favorevoli effetti ed il più rapido superamento di molte situazioni critiche: facilita l’acclimatamento; favorisce la formazione di nuovi tessuti; promuove un più rapido, vigoroso ed equilibrato sviluppo; accresce le difese naturali; riduce i fenomeni di senescenza; migliora l’efficienza di assorbimento degli elementi nutritivi somministrati con le concimazioni; riduce le conseguenze negative dei possibili errori di coltivazione. Modificando gli equilibri osmotici delle cellule vegetali, le sostanze attive contenute in LinfaPlus hanno inoltre la capacità di indurre la pianta ad una maggiore resistenza nei confronti degli stress termici, siano essi da eccesso di calore estivo sia da freddo. L’azione sinergica del ferro e del magnesio, elementi fondamentali per la fotosintesi clorofilliana, determina inoltre il rapido rinverdimento e la vivace colorazione dei fiori. Raccomandato per tutte le piante in vaso, sia da interno che da esterno. Dosi e modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Nebulizzare le sole parti verdi. Non interrompere il normale piano di concimazione. Campi, dosi e frequenza d’impiego • Trattamenti preventivi: ogni 15 giorni, per cicli di 4 trattamenti. Sospensione di 30 giorni tra i cicli. • Trattamenti curativi: ogni 7 giorni, per cicli di 4 trattamenti. Sospensione di 15 giorni tra i cicli.

AVVERTENZA PER LA CORRETTA EROGAZIONE 1. premere il dispositivo di sicurezza (child-proof); 2. spostarlo verso il basso; 3. alla prima erogazione si determina la rottura del sigillo; 4. al termine dell’impiego riportare in sede, fino al click, il dispositivo di sicurezza. 17

Formato

Codice

Codice N EA

Pezzi x cartone

500 ml

8018

8014815006050

16


Composizione - Sospensione acquosa contenente: caolino 0,36%; zolfo 0,28%; idrossido di rame 0,16%; solfato di manganese 0,01%; solfato di zinco 0,01%; acqua, bagnanti e disperdenti quanto basta. Contiene idrossido di rame (n. indice 029-021-00-3). Zolfo Ramato Pronto Uso non è né un fertilizzante né un prodotto fitosanitario. I costituenti sono elencati nell’allegato I del Regolamento CE 889/2008 che disciplina le coltivazioni biologiche. Caratteristiche - Specialità liquida pronta all’uso studiata espressamente per la prevenzione e la cura di tutte le fisiopatie da carenza di rame, zolfo e, secondariamente, di zinco e manganese, elementi di fondamentale importanza per la vita delle piante. Esistendo una stretta correlazione tra il metabolismo dello zolfo e quello dell’azoto (entrano entrambi in amminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine) ed una frequente complementarietà tra il rame e il ferro (entrano nella costituzione di importanti enzimi per la sintesi della clorofilla), anche in assenza di carenza specifica le piante traggono un importante beneficio dalle applicazioni con Zolfo Ramato Pronto Uso, migliorando lo stato di benessere generale e sviluppando un colore più intenso della vegetazione: le piante si dimostrano pertanto più resistenti e in grado di superare più velocemente avversità di qualsiasi natura, anche fungina (come oidio, ruggine, alternaria, peronospora, ticchiolatura). L’estrema finezza delle particelle e la loro elevata adesività assicurano prontezza d’azione e lunga persistenza, oltre ad aumentare la resistenza al dilavamento delle piogge. Campi d’impiego - Il prodotto s’impiega durante l’intero ciclo vegetativo e produttivo su fruttiferi, orticole, aromatiche, floreali e ornamentali. Modalità d’impiego - Agitare bene prima dell’uso. Irrorare uniformemente tutta la vegetazione, comprese le parti più interne della chioma. Trattare nelle ore più fresche della giornata. Operare in assenza di vento. Non applicare durante la fioritura, né in presenza di forte intensità luminosa. Ripetere l’applicazione se una pioggia dilavante cadesse poco dopo il trattamento. In caso di necessità, ripetere dopo circa 8-10 giorni. Interrompere i trattamenti qualche giorno prima della raccolta. Avvertenza - Dato il gran numero di specie e varietà, si consigliano sempre piccoli saggi preliminari. Il prodotto può macchiare le superfici. Teme il gelo: conservare preferibilmente ad una temperatura compresa tra 5 e 25°C. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

500 ml RTU

8041

8014815000478

16

AVVERTENZA PER LA CORRETTA EROGAZIONE 1. premere il dispositivo di sicurezza (child-proof); 2. spostarlo verso il basso; 3. alla prima erogazione si determina la rottura del sigillo; 4. al termine dell’impiego riportare in sede, fino al click, il dispositivo di sicurezza. 18 18


Acqua pulita ri e priva d’odo

CONSERVANTE PER FIORI RECISI Caratteristiche - Studiato per prolungare la vita dei fiori recisi, Recis nutre delicatamente il fiore e mantiene l’acqua pulita. Evitando la proliferazione degli organismi che causerebbero maleodorazioni ed ostruirebbero i gambi, i fiori possono sbocciare completamente e mantenersi freschi più a lungo. Dosi e modalità d’impiego - Preparare il vaso e disciogliere 1 bustina ogni litro d’acqua; con un coltello ben affilato, tagliare obliquamente gli steli; asportare le foglie che potrebbero rimanere immerse nell’acqua; creare la composizione floreale. Successivamente non occorre cambiare l’acqua, né rinnovare il taglio degli steli. Diminuendo il livello, aggiungere nuova soluzione nutritiva. Utili accorgimenti Raccolta - Utilizzare utensili puliti. È preferibile recidere i fiori nel pomeriggio, momento che coincide con il massimo accumulo di sostanze nutritive e i fiori non sono umidi di rugiada, condizione che potrebbe sviluppare malattie fungine; Qualità dell’acqua - Ideale l’acqua piovana o demineralizzata. Evitare comunque l’acqua eccessivamente ferrugginosa; Composizione floreale - Non ammassare troppo i fiori nel vaso, in modo che i boccioli abbiano lo spazio per aprirsi e l’aria possa circolare liberamente tra un fiore e l’altro. Calle e gigli dovrebbero essere posti in un vaso separato e possibilmente in un altro locale: forti produttori di etilene, questi fiori possono infatti compromettere la durata degli altri recisi. Per lo stesso motivo, fare attenzione al fumo di sigaretta e alla presenza di frutta in maturazione. Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

10 gr *

8022

8014815005046

500*

100 gr **

8019

8014815012204

27

Formato

* buste sfuse con vassoio da banco ** n. 10 buste da 10 g. cad.

19


ore la migalitiva alterncqua all’a na! piova

ACIDIFICANTE AD AZIONE CHELANTE

Composizione - Acidi carbossilici naturali e loro sali potassici: 20%.

Anche il terriccio può soffrire di “calcolosi” Composte d’acqua per più dell’80%, l’acqua è un elemento vitale per tutte le piante. Ma, da sola, la disponibilità idrica non basta: un problema molto frequente, soprattutto per le piante in vaso costrette a vivere in un substrato molto ridotto, è il decadimento delle proprietà chimiche e fisiche del terriccio a seguito delle progressive annaffiature con acque eccessivamente “dure” (elevato contenuto di sali di calcio e magnesio). Proprio come i “calcoli” nel corpo umano, così i composti insolubili che si accumulano nel terriccio ostacolano la libera circolazione dell’aria e dell’acqua, creano asfissie che favoriscono la formazione dei pericolosi marciumi radicali, compromettendo i normali equilibri ionici alla base di tutti i processi nutritivi e quindi rallentando la crescita delle piante. Caratteristiche - Acquolina è una specialità liquida studiata per solubilizzare e “catturare” il calcare, sia quello presente nell’acqua delle annaffiature che quello già accumulato nel terreno. Totalmente compatibile con i concimi liquidi e idrosolubili, il suo impiego regolare nelle annaffiature e fertirrigazioni, soprattutto per le piante in vaso, conserva più a lungo la naturale vitalità dei terricci e, migliorando l’assimilabilità degli elementi nutritivi, aumenta l’efficacia delle concimazioni. Acquolina può inoltre essere vantaggiosamente impiegata per acidificare i substrati di coltivazione delle piante acidofile; per rimuovere le incrostazioni calcaree dai vasi, dai condotti e dagli ugelli d’irrigazione; per aumentare l’efficacia dei trattamenti antiparassitari, in particolare quelli ad azione insetticida (si veda approfondimento a piè pagina). Modalità e dosi d’impiego

Attenzione - Acquolina non può essere usata nei ferri da stiro e in tutte le applicazioni in cui è richiesta acqua demineralizzata.

• Annaffiature di piante non acidofile - Ad ogni annaffiatura, diluire 1 tappo misurino ogni 3 litri d’acqua. Attenzione: se la pianta non è stata rinvasata di recente, si consiglia di raddoppiare la dose nelle prime 3/4 annaffiature. • Annaffiature di piante acidofile - Ad ogni annaffiatura, diluire 2 tappi misurini ogni 3 litri d’acqua. • Fertirrigazioni - Diluire 1 tappo misurino ogni 3 litri d’acqua, lasciare agire il prodotto per qualche minuto, quindi aggiungere la dose di concime liquido o idrosolubile. • Rimozione delle incrostazioni calcaree dei vasi - Diluire 5 misurini ogni 10 litri d’acqua ed immergere i vasi per qualche ora. • Disincrostazione dei condotti e degli ugelli d’irrigazione - All’interno del serbatoio d’irrigazione, diluire 10 misurini ogni 10 litri d’acqua (soluzione 1,5%). Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

1000 ml

8025

8014815002052

12

La maggior parte dei principi attivi reagisce con l’acqua, decomponendosi a seguito di una vera e propria reazione chimica denominata “idrolisi alcalina”, tanto più veloce quanto più elevato è il pH. Mediando il comportamento di numerosissimi principi attivi, in particolare quelli ad azione insetticida, il fenomeno è visualizzato nel diagramma a fianco riportato. Come si può osservare, a valori di pH superiori a 8 la stabilità del principio attivo è molto bassa (cioè il principio attivo si degrada molto velocemente), mentre la stabilità è ottimale intorno a pH 5-5,5 (cioè il principio attivo si degrada più lentamente, garantendo la costanza dell’efficacia del trattamento). Ad ogni diluizione di un agrofarmaco, un tappo di Acquolina in 3 litri d’acqua fissa il pH della soluzione nel range ottimale di stabilità del principio attivo.

STABILITÀ DEGLI AGROFARMACI RISPETTO AL pH DELLA SOLUZIONE 250,0

STABILITÀ

Formato

200,0 150,0 100,0 50,0 0,0 5 6 7 8 9

pH

Attenzione: non acidificare le soluzioni di fungicidi a base di rame in tutte le sue forme (poltiglia bordolese, ossicloruro, idrossido, solfato tribasico, ecc.) e di alluminio (es. fosetyl-alluminio). 20 20


Avvertenze e numero di applicazioni • Trattamenti disinfestanti - È molto importante che l’applicazione sia uniforme su tutta la superficie e non solo dove sono più evidenti i segni della presenza indesiderata. Nel caso vengano impiegati irrigatori a goccia, si raccomanda di assicurare una maggiore concentrazione di prodotto lungo la fila. Se necessario, ripetere il trattamento a cadenza mensile fino a totale disinfestazione dell’area. A dimostrazione che le talpe hanno avvertito l’azione repellente e sono in procinto di allontanarsi dall’area, nel periodo immediatamente successivo all’applicazione potrebbe notarsi un aumento della loro attività. Se dopo l’applicazione si verificasse un periodo di pioggia abbondante, sarebbe opportuno ripetere il trattamento dopo breve tempo (il prodotto, specie nei terreni sabbiosi, potrebbe infatti essere stato dilavato). • Trattamenti preventivi o conservativi - Una volta “disinfestata” la superficie, si consigliano 3/4 applicazioni annue preventive da effettuarsi a inizio primavera, metà estate e inizio autunno. Nelle grandi superfici l’applicazione può anche limitarsi ad una banda perimetrale di 1-2 metri di larghezza.

Composizione - Olio di legno di cedro 0,8% in oli vegetali. Liquido emulsionabile. Premessa • Le talpe, al contrario dei topi, non trasmettono malattie e inoltre svolgono alcune funzioni agronomicamente utili, contrastando con efficacia le infestazioni di un gran numero di insetti terricoli, oltre a contribuire all’arieggiamento del terreno. Quindi, meglio farle sopravvivere, allontanandole dalle zone che si desidera proteggere. • La presenza delle talpe non è mai indicata dalla localizzazione dei cumuli: solo le gallerie periferiche vengono percorse più volte, mentre le gallerie di alimentazione o di caccia (quelle cioè che terminano con i fastidiosi cumuli) vengono percorse una sola volta e velocemente abbandonate. Per questo, il problema che si pone con tutti i prodotti o gli articoli ad applicazione localizzata (trappole a molla, trappole elettriche, detalpatori pirotecnici, esche avvelenate, cartucce fumogene) è quello di capire dove debbano essere collocati. Meglio quindi un prodotto distribuito uniformemente su tutta la superficie. Caratteristiche - Stalpa è un repellente per talpe formulato con estratti naturali di origine vegetale. Al contrario quindi dei consueti prodotti talpicidi, è di più sicura applicazione anche sulle aree destinate al gioco e allo svago, le più frequentate da bambini e animali domestici. Liquido e di facile impiego, Stalpa, con la sola azione olfattiva, scoraggia l’ingresso delle talpe nelle aree che si vogliono proteggere (applicazioni preventive o conservative) o le allontana quando l’infestazione fosse già in atto (applicazioni disinfestanti).Il formulato è inoltre attivo anche per allontanare arvicole e topi campagnoli. Modalità e dosi d’impiego 1. Salvo recente pioggia, bagnare abbondantemente l’area. 2. Con una normale pompa a spalla, o anche semplicemente con l’annaffiatoio, distribuire uniformemente alla dose di 50-70 ml. in 6-7 litri d’acqua per 50 mq., utilizzando la dose più elevata nei casi di forte infestazione o nei terreni sabbiosi. 3. Per far giungere il prodotto nella zona di stazionamento delle talpe, dopo l’applicazione è necessario annaffiare nuovamente (10-15 minuti d’irrigazione a pioggia). E’ possibile rientrare nell’area trattata subito dopo l’asciugatura della vegetazione.

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

250 ml

6219

8014815012228

20 (*)

1000 ml

6220

8014815011160

12

(*) con cartone espositore

Attenzione: nel caso la superficie infestata fosse racchiusa su tre lati da una recinzione con un basamento di cemento molto profondo (figura sotto) si consigliano delle applicazioni progressive, una ogni settimana, a partire dal lato chiuso (lato a) allo scopo di “forzare” l’uscita delle talpe verso l’unico lato libero di fuga (lato b).

PRIMA APPLICAZIONE

SECONDA APPLICAZIONE

TERZA APPLICAZIONE

LATO B (DI FUGA)

LATO A (CHIUSO)

RECINZIONE CON BASAMENTO PROFONDO

Roter (cm. 22x22x30h.)

Fac-simile locandina (cm. 50x65) 22


Composizione - Resine sintetiche a filmazione elastica, coadiuvanti reticolari, disperdenti, viscosizzanti e regolatori del pH, oli vegetali ad azione ammorbidente, pigmenti e cariche inerti. Caratteristiche - Mastice pronto all’uso di qualità professionale da applicare sulle ferite delle piante conseguenti ad innesti, potature o cause accidentali. Elastico e poroso, Mastil forma un film protettivo che favorisce la cicatrizzazione, mantiene il giusto grado di umidità e impedisce l’insorgere d’infezioni. Per la particolare colorazione, le superfici protette si integrano perfettamente alla restante vegetazione, evitando antiestetici contrasti cromatici. Mastil non contiene solventi, coalescenti o altri Composti Organici Volatili (VOC) che, evaporando durante l’applicazione o l’essiccazione, potrebbero creare rischi per la salute degli operatori o danneggiare l’ambiente. Per queste sue caratteristiche, Mastil può essere applicato con sicurezza anche negli spazi chiusi. Mastil è di facile applicazione anche su superfici irregolari, con capacità ricoprente di circa 1,2 mq. per kg. Modalità d’impiego • Innesti - Sulle marze e portainnesti, servendosi di un pennello o di una spatola, coprire le ferite con uno strato sottile ed uniforme. Fino all’attecchimento della marza è opportuno controllare periodicamente l’integrità della protezione. • Ferite accidentali o da eventi meteorici e operazioni di dendrochirurgia - Rifilare i bordi arrotondandoli; eliminare le parti sfibrate; pulire accuratamente la superficie senza scavare nel legno sano e coprire con Mastil come detto per gli innesti. • Potature - Soprattutto nel periodo di fine inverno, quando l’umidità atmosferica è ancora alta, il taglio delle grosse branche (superiori a 8 cm.) richiede l’applicazione di un mastice protettivo. Nella ferita aperta possono infatti trovare riparo forme parassitarie e patogene che, con l’avvento della bella stagione, potrebbero diffondersi sulla vegetazione. Il diretto contatto con l’acqua ed il possibile ristagno nel centro della ferita, può anche favorire la marcescenza del legno. L’applicazione di un leggero strato di Mastil determina l’impermeabilizzazione delle ferite consentendo alle parti tagliate di cicatrizzare più velocemente e di mantenersi vitali. Dopo poche ore dall’applicazione del mastice, è consigliabile effettuare un trattamento con poltiglia bordolese (dose: 10 grammi ogni litro d’acqua), prodotto tradizionale che, oltre a disinfettare i nuovi tagli, svolge azione preventiva nei confronti delle infezioni fungine e batteriche. Riducendo il dosaggio della poltiglia bordolese (es. 5 grammi ogni litro d’acqua) anche nella potatura estiva valgono le stesse considerazioni. In ogni caso, si consigliano sempre saggi preliminari. Attenzione: non applicare quando la temperatura è inferiore a 4°C, in condizioni di elevata umidità (es. giornate nebbiose) e quando sia prevista una pioggia entro breve tempo (2 ore circa dal trattamento). Non applicare sull’actinidia.

23

Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

300 gr

8014

8014815012181

40

1,5 kg.

8015

8014815012198

12


lucidanti fogliari LUCIDAFOGLIE

Ravviva la lucentezza delle foglie e le protegge dalle aggressioni ambientali.

Composizione - Basi lucidanti, profumo, solventi e propellenti. Con olio naturale di jojoba. Caratteristiche - Spray gradevolmente profumato. Nebulizzato uniformemente sulle foglie a superficie liscia (ficus, philodendro, monstera, pothos, ecc.) ne ravviva la lucentezza, elimina le macchie ferrose o calcaree e le protegge dalle aggressioni ambientali (polvere, fumo di sigaretta, ecc.). Lucidafoglie svolge anche azione protettiva contro le cocciniglie, parassiti molto frequenti su tutte le piante ornamentali. La maggiore ricettività luminosa conferita alle foglie aumenta l’attività fotosintetica e, con essa, il benessere generale della pianta. L’olio di jojoba ne prolunga l’azione lucidante e protettiva. Non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità d’impiego - Agitare prima dell’uso. Da una distanza non inferiore a 20-30 cm., spruzzare brevemente e uniformemente sulla pagina superiore delle foglie asciutte. Evitare la formazione di accumuli localizzati. Non trattare i fiori, i giovani germogli e le piante a foglie tomentose (pelose). Non applicare quando la pianta si trova in uno stato di stress idrico: annaffiare prima dell’applicazione. Dopo il trattamento, non esporre le piante ai raggi diretti del sole. Formato

Codice

Codice N EA

Pezzi x cartone

400 ml

8013

8014815006043

24 (*)

600 ml

8027

8014815002076

20 (*)

(*) con cartone espositore

MADAMA FLORÉ

R LE ANCHE PE IONI IZ S O P M CO

RECISE

Pulitore-lucidante per fiori secchi e artificiali

Composizione - Basi lucidanti, componenti ad azione antistatica, profumo, solventi e propellenti. Caratteristiche - Madama Floré è una specialità spray appositamente studiata per rimuovere la polvere, mantenere puliti e conferire brillantezza ai fiori secchi e alle piante artificiali in genere. Il prodotto, oltre a ripristinare la lucentezza dei colori e l’originaria bellezza delle composizioni floreali, svolge azione “antistatica”, contrastando in tal modo il successivo accumulo di polvere. Non produce gocciolamenti ed asciuga velocemente senza necessità di strofinamenti. Gradevolmente profumato, non contiene propellenti ritenuti dannosi per l’ozono. La bombola rimane in pressione fino a totale svuotamento. Modalità e dosi d’impiego - Agitare prima dell’uso. Evitando gli accumuli localizzati, spruzzare brevemente ed uniformemente da una distanza non inferiore ai 20-30 centimetri. Ripetere l’applicazione ogni 3-4 settimane o più frequentemente in funzione dell’aggressività delle condizioni ambientali. Formato 400 ml

Codice 8028

Codice N EA 8014815002083

Pezzi x cartone 24 24


Composizione - (INCI EU): Aqua, Glycerin, Caprylic/Capric Tryglyceride, Cetearyl Alcohol, Octyl Dodecanol, Cera Alba, Ceteareth-20, Propylene Glicol, Royal Jelly, Profumo/Parfume, 2-Bromo-2-Nitropropane-1,3 Diol, D-Limonene, Citronellol, Hydroxycitronellal, Linalol. Caratteristiche - Linfa Crema Mani del Giardiniere è un’emulsione cremosa nutriente, idratante, emolliente, protettiva e rigenerante di facile assorbimento. Formulata con numerosi principi attivi e arricchita con i preziosi estratti naturali Pappa Reale e Cera d’Api, protegge le mani dalle aggressioni esterne (polveri, sostanze chimiche, prolungato contatto con l’acqua) e atmosferiche (vento, gelo, basse temperature), condizioni ambientali molto frequenti nella pratica del giardinaggio. Con effetto sinergico e profondo, assicura un’immediata azione protettiva, contrasta efficacemente chiazze, rossori e screpolature, restituendo alle mani una sorprendente bellezza e una piacevole sensazione di morbidezza. Consigli d’uso - applicare una piccola quantità di crema e massaggiare leggermente. Richiudere accuratamente il vasetto dopo l’uso. Conservare in luogo fresco, al riparo dalla luce solare diretta. USO ESTERNO PAO (Period After Opening): dal momento dell’apertura, se correttamente conservato, il prodotto mantiene inalterata la propria efficacia per 12 mesi. Formato 100 ml

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

8100

8014815002014

48*

* n.4 espositori da 12 vasetti cad.

25


Composizione - (INCI EU): Aqua, poliurethane (powder), sodium tallowate, laureth 7, sodium dodecylbenzenesulphonate, solum diatomeae, laureth 3, lanolin, pentasodium triphosphate, titanium dioxide, parfum, dimethicone, methylchloroisothiazolinone, methylisothiazolinone. Caratteristiche - Linfa Pasta Lavamani del Giardiniere è un detergente concentrato in pasta, ideale per la perfetta e rapida pulizia delle mani. I suoi microgranuli attivi asportano velocemente e senza fatica anche gli sporchi più difficili e resistenti ai comuni saponi, come grassi, oli, morchie, colle, calce, inchiostri, vernici, macchie d’erba e residui vegetali in genere. La lanolina assicura il rispetto dell’equilibrio idrolipidico della pelle preservandola da arrossamenti e screpolature. Elimina i cattivi odori e lascia le mani morbide e gradevolmente profumate. Non contiene solventi, alcali liberi, sabbia o altre sostanze irritanti e aggressive. Non intasa gli scarichi dei lavandini. Consigliata nei lavori nei quali, al di sopra di ogni altra considerazione, siano determinanti la sicurezza e l’affidabilità. Prodotto cosmetico conforme alla legge 713 del 11/10/86 e successivi aggiornamenti. Consigli d’uso - Spalmare sulle mani asciutte e frizionare, insistendo laddove lo sporco è più resistente e fino alla sua completa emulsione o distacco. Risciacquare con abbondante acqua corrente. Richiudere accuratamente la confezione dopo l’uso. Conservare in luogo fresco, al riparo dalla luce solare diretta. USO ESTERNO PAO (Period After Opening) - Dal momento dell’apertura, se correttamente conservato, il prodotto mantiene inalterata la propria efficacia per 12 mesi. Formato

Codice

Codice EAN

Pezzi x cartone

750 ml

8102

8014815002038

12 (*)

(*) con cartone espositore

MOLTIPLICANO I VALORI DEL SERVIZIO SPECIALIZZATO

Crema Mani del Giardiniere e Pasta Lavamani del Giardiniere sono specialità con grandi potenzialità di consumo, inseriti nella gamma con l’obiettivo dichiarato di creare occasioni di vendita anche “fuori stagione” e fidelizzare il consumatore al punto vendita specializzato. 26


EDIZIONE GENNAIO 2019

1982 dal 1986

dal 1987

dal 1993

LINFA spa Cura del Verde

Via Don Milani, 1 - 42043 Gattatico (RE) Tel. 0522 908702/4 - Fax 0522 908890 - info@linfaspa.it 27

Profile for Linfa SpA Cura del Verde

Linea specialita 2019  

Linea specialita 2019  

Profile for linfaspa