Page 1

Sport p.18

dicembre 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 165

Cultura p.17

Salute p.27

p.33

on-line: 

di Padova Est w w w. a n t e n o r e . i t

w w w. a n t e n o r e . i t

ANTENORE

Chiara, Giorgia e Lisa 2001 Team Palaghiaccio Padova


www.antenore.it

Una parola bella, una parola responsabile. Antenore è semplice, chiara, comprensibile. E soprattutto seria. Ama le parole buone, i fatti concreti. Da Antenore potete chiedere una verifica, un preventivo o anche solo un confronto. L’Energia è più bella, dove le parole sono sincere. L’ENERGIA DI ANTENORE. PARLIAMONE BENE.

PUNTI ENERGIA ANTENORE RUBANO (PD) via della Provvidenza, 69 tel 049 630466 fax 049 635289

LIMENA (PD) via del Santo, 54 tel 049 768792 fax 049 8843294

PADOVA (PD) via del Vescovado, 10 tel 049 652535 fax 049 8360967

CAMPONOGARA (VE) piazza Marconi, 7 tel 041 0986018


Sport p.18

dicembre 2018

Periodico d’informazione locale - Anno n.166

Cultura p.17

p.33

Salute p.27

on-line:  Parole nuove, Buon Natale!

di Padova Est

È giusto che sia così: socialmente siamo spinti LA FONTEoggetti IMMOBILIARE di Solin Alessandro ad acquistare per dimostrare l’affetto e non viac’è Cavour, 2 · di 35010 (Pd) ·Anzi. tel/faxFacciamolo 049 8096713 niente maleVigonza nel farlo. al info@lafonteimmobiliare.it · La Fonte Immobiliare meglio perché il dono che scegliamo per gli altri www.lafonteimmobiliare.it un po’ ci rappresenta sempre e racconta qualcosa di noi. E se possibile accompagniamo l’oggetto scelto con parole vere, diciamolo anche l’amore, la stima, la simpatia, non diamo per scontato che un profumo costoso parli al posto nostro. Oggi giorno, purtroppo, preferiamo le cose alle parole. Con l’avvento dei cellulari e di Whatsapp si è persa anche l’abitudine di spedire biglietti e cartoline d’auguri, eppure tutti ricordiamo ancora il piacere che provavamo trovando nella cassetta delle lettere i bei biglietti colorati di Buone Feste. Non dico che sia necessario tornare ai vecchi servizimodo alle pag 4,8,10,12 tempi, no. Ma riflettere sul nostro di dimostrare l’amore verso il prossimo questo sì. Noi veneti, nel profondo del nostro cuore, non siamo davvero il popolo che polemizza sul presepe: farlo, non farlo… Il presepe fa parte di noi e, per quel che mi riguarda, non sarà certo Salvini a convincermi che devo farlo perché è un segno di identità etnico-politica. Ma nel farlo, ricordiamoci che quella nascita parla il linguaggio universale dell’amore, della famiglia, del calore umano. Della generosità, anche, verso chi ha di meno o attraversa un momento di difficoltà. Le statistiche ci ricordano che la povertà in Italia continua ad aumentare. Sempre più spesso ha il volto di un vicino di casa, o perfino di un parente. A volte non basta più nemmeno avere un lavoro per sentirsi al sicuro: sono troppo precari, troppo malpagati, tanti impieghi al giorno d’oggi. Facciamo spazio anche a loro, ai poveri di soldi come di relazioni e di affetti, nelle nostre feste e nei nostri cuori. Condiviso, sarà certamente un Natale migliore.

www.antenore.it

GAS E LUCE PER CASA E IMPRESA

Questa copia

Arriva il Natale, un ricco programma di eventi nei paesi

laPiazza è distribuita e certificata da

SCOPRI DI PIÙ a pag. 22 6

6 7 10 10 11 12

A Codiverno di Vigonza atteso il presepe vivente con 310 figuranti. A Saonara luminarie sulla Strada dei Vivai. Tanti appuntamenti a Ponte San Nicolò e Noventa

PONTE SAN NICOLÒ

Elezioni, la Lega correrà con una propria lista VIGONZA

18 mesi di amministrazione Marangon NOVENTA PADOVANA

Parte il controllo di vicinato nel territorio NOVENTA PADOVANA

DOPPIA FIDUCIA, DOPPIO OMAGGIO.

Frane sul Piovego, cantieri fino a marzo NOVENTA PADOVANA

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

TUTTO CASA INSIEME GAS E LUCE

Villa Giovanelli, al via il restauro conservativo

TUTTO IMPRESA INSIEME GAS E LUCE

Abbina gas e luce con Antenore: fornitore unico, vantaggio doppio. Antenore ti ripaga della fiducia con un omaggio immediato già nella prima bolletta: 100 Smc di gas e 60 kWh di luce gratuiti PARI A 35,00 € +IVA.

SAONARA

Mense, ingiunzioni alle famiglie morose

BONUS LEONIS OMAGGIO AMICI DEL LEONE Vigodarzere (PD)

Parole nuove, Buon Natale!

Via Roma, 137

Se sei soddisfatto dei servizi di Antenore Energia, perché non ci Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Cadoneghe (PD) segnali un nuovo contatto? Farai contento un amico Via Gramsci, 31 o un’amica e n questi giorni tutti noi, chi più chi meno, ci troviaper te avrai subito in bolletta un accredito di 20 euro + iva. Tel. 049 8875926

I

mo a riflettere sulle persone che amiamo, con cui lavoriamo o stimiamo particolarmente perché, con l’avvento delle festività, vorremmo far loro un regalo piacevole, mai scontato, che aggiungesse un pizzico di felicità ulteriore al Natale. Sì perché questa festa è già di per sé molto ricca: addobbi, cenoni, nuove mise e curePADOVA per il nostro LIMENA (PD) (PD)corpo 24 ore su 24 e la nostra mente. segue a pag 3 10 via del Santo, 54 via del Vescovado,

Fax 049 9817587 ioformbaldi@libero.it

PUNTI ENERGIA ANTENORE Loculi • Ossari • Lapidi • Arte funeraria

RUBANO (PD) www.onoranzefunebrirombaldi.com via della Provvidenza, 69 tel 049 630466 – fax 049 635289

tel 049 768792 – fax 049 8843294

e Buone Faesttutti da

PIZZERIA • PIADINE • PANINI CALDI ANCHE SU PRENOTAZIONE

041 55 40 550 V.le Padova, 1 • SottomarinaCAMPONOGARA di Chioggia (Ve) (VE) www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo CHIUSO IL MERCOLEDÌ

tel 049 652535 – fax 049 8360967

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

Piazza Marconi, 7 tel 041 0986018

facebook.com/lapiazzaweb

Clicca mi piace!


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

Parole nuove, Buon Natale! Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

Progetto di legge per il completamento dell’Idrovia L

Il deputato Caon chiede lo stanziamento di 250 milioni di euro

a grande incompiuta del norditalia, l’Idrovia Padova-Venezia, potrebbe non essere più tale nel prossimo futuro se passerà la proposta di legge del deputato Roberto Caon di Forza Italia, che ha chiesto di stanziare 250 milioni di euro da ripartire in cinque anni, a partire dal 2019 sino al 2023, per il completamento del canale. L’Idrovia diverrebbe così un canale scolmatore delle acque per il sistema Bacchiglione-Brenta, con la possibilità di trasformarsi anche in via d’acqua per il trasporto fluviale. La proposta è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa in sala giunta nel Municipio di Saonara, cui hanno partecipato, oltre a Roberto Caon e al sindaco Walter Stefan, anche il consigliere regionale Maurizio Conte, l’ingegnere Massimo Coccato, estensore dello studio di fattibilità sul completamento dell’Idrovia, il professor Luigi D’Alpaos, docente emerito di Idrodinamica dell’Università di Padova, e il sindaco di Fossò Federica Boscaro, in rappresentanza dei Comuni della Riviera del Brenta. “Quest’opera metterebbe in sicurezza i territori di Padova e Vicenza e l’entroterra veneziano, a fronte di una cifra che non si può considerare insostenibile” ha detto Roberto Caon. L’ingegner Coccato ha invece aggiunto che il nuovo apporto di acque dolci favorirebbe il ricambio dell’acqua nella laguna veneta apportando nuovi sedimenti, a tutto vantaggio dell’ecosistema; mentre il professor D’Alpaos ha aggiunto che il compito della politica è guardare lontano, superandoGermana Urbani >direttore@givemotions.it< gli orizzonti limitati delle proteste sterili; e Maurizio Conte ha ricorn questi giorni tutti noi, chi più chi meno, ci troviadato come per un suo emendamento la Regione abbia stanziato altri 2 mo a riflettere sulle persone che amiamo, con cui milioni di euro per il progetto definitivo del canale scolmatore. Infine lavoriamo o stimiamo particolarmente perché, con il sindaco Walter Stefan ha preannunciato che l’amministrazione l’avvento saonarese ha in mente di arricchire l’Idrovia con un grande parco, di delle festività, vorremmo far loro un regalo mai scontato, che aggiungesse un pizzico circa settantamila metri quadrati, per ampliare ancora di più piacevole, la fruidi felicità ulteriore al Natale. Patrizia Rossetti bilità di un ambiente eccezionale. Sì perché questa festa è già di per sé molto ricca: addobbi, cenoni, nuove mise e cure per il nostro corpo È un periodico formato da 16 edizioni localie mensilmente recapitato Direzione, Amministrazione la nostra mente. seguee a pag 3 Redazione:

È giusto che sia così: socialmente siamo spinti ad acquistare oggetti per dimostrare l’affetto e non c’è niente di male nel farlo. Anzi. Facciamolo al meglio perché il dono che scegliamo per gli altri un po’ ci rappresenta sempre e racconta qualcosa di noi. E se possibile accompagniamo l’oggetto scelto con parole vere, diciamolo anche l’amore, la stima, la simpatia, non diamo per scontato che un profumo costoso parli al posto nostro. Oggi giorno, purtroppo, preferiamo le cose alle parole. Con l’avvento dei cellulari e di Whatsapp si è persa anche l’abitudine di spedire biglietti e cartoline d’auguri, eppure tutti ricordiamo ancora il piacere che provavamo trovando nella cassetta delle lettere i bei biglietti colorati di Buone Feste. Non dico che sia necessario tornare ai vecchi tempi, no. Ma riflettere sul nostro modo di dimostrare l’amore verso il prossimo questo sì. Noi veneti, nel profondo del nostro cuore, non siamo davvero il popolo che polemizza sul presepe: farlo, non farlo… Il presepe fa parte di noi e, per quel che mi riguarda, non sarà certo Salvini a convincermi che devo farlo perché è un segno di identità etnico-politica. Ma nel farlo, ricordiamoci che quella nascita parla il linguaggio universale dell’amore, della famiglia, del calore umano. Della generosità, anche, verso chi ha di meno o attraversa un momento di difficoltà. Le statistiche ci ricordano che la povertà in Italia continua ad aumentare. Sempre più spesso ha il volto di un vicino di casa, o perfino di un parente. A volte non basta più nemmeno avere un lavoro per sentirsi al sicuro: sono troppo precari, troppo malpagati, tanti impieghi al giorno d’oggi. Facciamo spazio anche a loro, ai poveri di soldi come di relazioni e di affetti, nelle nostre feste e nei nostri cuori. Condiviso, sarà certamente un Natale migliore.

occhiali in

15

minuti

I

di Padova Est

unanuove, eParole a celtNatale! sBuon di oltre

80

m a rc h i

a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Ponte San Nicolò, Noventa Padovana, Vigonza e Saonara per un numero complessivo di 14.750 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 32199

Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

viale Austria, 4 Ponte San Nicolò, ZA Roncajette (Pd) tel. 049 896 2910 i.it www.outlet-occhial Outlet Occhiali a outletocchialipadov

Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >redazione@givemotions.it<

facebook.com/lapiazzaweb

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione il 5 dicembre 2018


4

Ponte San Nicolò

www.lapiazzaweb.it

Festività Alberi, cori, mercatini e presepio vivente

Natale, un progamma di eventi lungo un mese U

n dicembre ricco di appuntamenti natalizi illumina le settimane di Avvento a Ponte San Nicolò: concerti, iniziative benefiche e altro ancora sino alla giornata in onore della Pro Loco, il 13 gennaio. Preceduto dai festeggiamenti per la ricorrenza del santo patrono San Nicola, il 6 dicembre, a far entrare nel vivo l’atmosfera magica delle ultime settimane dell’anno è il Natale dei Bimbi, che si è tenuto sabato 8 dicembre, a cura dell’associazione “Amici del Mondo” con la partecipazione di molti altri gruppi del territorio. La festa si è tenuta in via don Orione e nella palestra di Roncaglia, in via Sansovino, c’è stata una minimarcia di 2,5 km con partenza, dimostrazioni sportive di calcio, volley e basket, per concludersi con uno spettacolo di magia e l’arrivo Babbo Natale. Sabato 15 dicembre, alle 20, 45 nella chiesa di San Nicola, grande concerto corale con la partecipazione di ben

sette formazioni: la Corale San Leopoldo, il Coro Giovane, la Corale Sancta Caecilia, il Coro G & G, la Corale Jubilate Deo, il Gruppo Canto Pettirosso, la Corale Santa Cecilia. Ancora una suggestiva esibizione corale è prevista il giorno dopo, domenica 16 alle 20,45 nella chiesa di San Basilio Magno, con la partecipazione dei cori “Sol La Re” e Mortalisatis. Durante tutta la giornata di domenica 16 inoltre piazza della Liberazione e le vie Giorato e Firenze saranno pacificamente “invase” dalle bancherelle del mercatino Pontebello. Evento speciale domenica 30 dicembre e martedì 1 gennaio, in orario pomeridiano: a Roncajette sul sagrato attorno alla chiesa parrocchiale oltre 200 figuranti formeranno il “Presepio Vivente”, con quadri e ambienti della tradizione natalizia. Passando all’anno nuovo, domenica 6 gennaio la festa dell’Epifania viene inaugurata dalla marcia non competitiva “Scarica la Befa-

na”, organizzata dalla Pro Loco nell’Oasi del Bacchiglione, via Marchioro 80. Conclusione in bellezza domenica 13 gennaio alla palestra di via don Orione con la grande festa della Pro Loco, in collaborazione con Ascom e Upa: verranno premiati cittadini illustri, sportivi e i commessi più simpatici. Il programma natalizio delle cinque parrocchie prevede iniziative tradizionali come il canto della “chiarastella”, concorsi riservati ai presepi delle famiglie, e ancora i falò della Befana. Impossibile dimenticare lo spirito natalizio anche soltanto percorrendo le vie di Ponte San Nicolò: cinque grandi alberi di Natale coloreranno i rioni, e si rinnoverà la presenza del “presepe diffuso”, composto da sagome riproducenti scene della Natività,

posizionate in vari punti del paese e visitabili a piedi. Quest’anno inoltre durante la festa di san Nicola, un premio speciale è stato intitolato alla memoria di Nedda Bonon, docente di educazione artistica prematuramente scomparsa, e assegnato a una classe per elaborati di disegno e pittura. In tutti gli ingredienti del ricchissimo programma natalizio non potrà mancare un elemento speciale: la solidarietà. “Il Natale di Ponte San Nicolò è sempre solidale, ma quest’anno in maniera ancora più forte- dichiara la consigliera delegata alla Cultura Daniela Borgato - perché sosteniamo due comunità montane colpite dal maltempo di ottobre, Rocca Pietore e Dimaro Folgarida. Invitiamo tutti ad essePatrizia Rossetti re generosi”.

Contributi per il maltempo nel bellunese e in Trentino

A

NUMERO VERDE

800 598 006

ssociazioni territoriali, parrocchie, società sportive, Alpini, e naturalmente l’amministrazione comunale. Nessuno vuole mancare all’appello per aiutare concretamente e in breve tempo le popolazioni e le aree colpite dal gravissimo maltempo dello scorso 21 ottobre. Ponte San Nicolò si sta mobilitando per organizzare una consistente la raccolta di fondi, e il sindaco Enrico Rinuncini ha voluto indirizzare una lettera a tutti i gruppi del territorio, per sensibilizzare ancor di più l’opera di collaborazione con le comunità devastate dalla furia degli elementi naturali. In particolare sono stati scelti due Comuni da sostenere, ovvero Rocca Pietore in provincia di Belluno e Dimaro Folgarida in provincia di Trento. La raccolta di fondi terminerà a gennaio. Una volta chiusa, una delegazione composta dal sindaco, da rappresentanti delle associazioni operanti nel territorio comunale e da Alpini della sezione locale si recherà nei due paesi per consegnare direttamente alle comunità la somma messa insieme dalla generosità dei cittadini. Naturalmente un contributo arriverà anche dal Comune. In una lettera indirizzata a tutte le associazioni, il sindaco Enrico Rinuncini ha incitato tutti a raccogliere contributi, anche piccoli ma significativi, per aiutare le popolazioni colpite a rialzarsi. Il sindaco ha ricordato come otto anni or sono fu la stessa Ponte San Nicolò venir colpita da una catastrofe simile: allora le comunità vicine e lontane si attivarono, inviando aiuti e tante forme concrete di solidarietà. Adesso, ha concluso Rinuncini, è arrivato il momento di ricambiare. (P.R.)


6

Ponte San Nicolò

www.lapiazzaweb.it

Politica Parla il consigliere comunale Gianluca Zaramella

Elezioni, la Lega correrà con una propria lista alle prossime comunali L

e elezioni amministrative si terdola questo pericolo si ridurrebbe di ranno nel maggio del 2019, ma la molto. Inoltre proponiamo il cambio Lega Nord di Ponte San Nicolò sta già dell’ente proprietario della strada, per scaldando i motori. Il partito guida- avere finalmente una più incisiva e to dal segretario di sezione Gregorio rapida possibilità di intervento. In geBuso ha infatti intenzione di parteci- nerale la viabilità dovrà essere riviste pare alla prossima competizione elet- da zero, al fine di portare a livelli ditorale con una propria lista; nel 2014, gnitosi il traffico sulla 516”. Altro punalle ultime amministrative, esponenti to del futuro programma elettorale della Lega Nord figuravano invece in leghista, le convenzioni e i consorzi di una lista civica. Massimo riserbo per servizi con i Comuni vicini, partendo il momento sui candidati, che verran- dal tentativo di fusione con Legnaro e no presentati ufficialmente tra la fine Polverara, mai andato a buon fine. La di dicembre e le prime settimane del proposta è quella di ritentare, ma sta2019. Per il momento si sa soltanto volta partendo “dal basso”, coinvolche si tratterà di una lista “aperta” gendo direttamente cittadini, associae qualche “casella” rimarrà libera, zioni e tutte le realtà territoriali. “La pronta ad essere occupata dai nomi di Lega ha chiesto più volte inutilmente esponenti della società civile. Il pro- alla maggioranza di essere prudengramma elettorale sta oramai pren- te e di procedere per gradi, cercando dendo forma, ed è di coinvolgere preliminarGianluca Zaramella, mente cittadini e associaFra i punti consigliere comuzionismo, anche attraverso principali del un referendum preliminare nale nelle file del Carroccio, a darne le - continua il consigliere leprogramma prime anticipazioghista - Non è stata ascoltadel Carroccio ta, con il risultato di metteni. “Nel Comune di Ponte San Nicolò si c’è la sicurezza re tre comunità una contro respira aria di granl’altra, e con il “gran rifiuto” della statale de insoddisfazione, di Polverara e Legnaro. Non in quanto la maggior si può costruire un grande 516 parte delle promescomune se prima non si se elettorali dell’attuale maggioranza crea uno spirito di appartenenza tra le sono rimaste senza riscontro - attacca comunità. Vogliamo iniziare una nuosubito Zaramella. Per la sicurezza e la va stagione di collaborazione con i viabilità della statale 516 è stato fatto Comuni contermini, al fine di migliomeno di nulla, e le proposte dell’at- rare la qualità percepita dai cittadini. tuale maggioranza si sono rivelate dei I nuovi amministratori dovranno pomeri palliativi, la strada rimane molto tenziare gli uffici e il personale comupericolosa e attraversare il paese all’o- nale, da anni costretto a lavorare con ra di punta è impossibile”. I progetti risorse limitate; quanto alla sicurezza, della Lega Nord per Ponte San Nicolò, il programma di videosorveglianza va in caso di vittoria alle elezioni, han- innanzitutto completato e implemenno un punto di partenza molto pre- tato, al momento è in ritardo. Abbiaciso: l’arteria stradale, per la quale si mo intenzione di rilanciare il ruolo propone una riduzione del sedime. del nostro Comune, che riveste una “Da esami che abbiamo condotto posizione strategica nella cintura urcon professionisti emerge che la cor- bana. Non vediamo l’ora che arrivi il sia centrale viene spesso adoperata momento di confrontarci con i nostri per sorpassi impropri e rischiosissi- antagonisti politici e cambiare finalPatrizia Rossetti mi -continua Zaramella. Eliminan- mente pagina”.

Gianluca Zaramella

Casa di Riposo a Ponte San Nicolò, si valutano le aree per la sua costruzione

I

l Comune di Ponte San Nicolò sta iniziando a programmare la futura realizzazione di una casa di riposo per anziani, e sta quindi procedendo ad individuare all’interno del territorio comunale delle aree di terreno adatte ad ospitare in futuro una struttura adatta. La novità è contenuta nelle linee guida del Piano degli Interventi 2018 ed è comparsa anche nella home page del sito comunale. Obbiettivo prioritario per l’amministrazione è avere nel proprio territorio una nuova struttura efficiente e moderna, realizzata e gestita da un soggetto idoneo. L’amministrazione comunale vuol ricevere proposte vincolanti di disponibilità di aree e di interesse alla gestione, che dovranno

Studio SDC SERVIZI Commercialisti, Consulenti del lavoro Analisti finanziari, Revisori legali, Avvocati Via Verdi, 113 – CAMPODARSEGO (PD) – Tel 049 9290611 www.studio-sdc.it - info@studio-sdc.it SPECIALISTI NELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

essere accompagnate da una dichiarazione di impegno con la quale gli eventuali proponenti dovranno dichiarare la disponibilità economica e il possesso dei requisiti professionali previsti dalla vigente normativa in materia di strutture a carattere socio-sanitario. La nuova struttura dovrà avere una capienza di almeno 120 posti letto e verrà gestita in convenzione con il Comune: tale convenzione potrà inoltre prevedere la priorità di accesso alla struttura con applicazione di una riduzione ai residenti pari ad almeno il 10% sulla retta media, e l’assunzione prioritaria di addetti residenti in comune o nei comuni contermini. P.R.


7

Vigonza

www.lapiazzaweb.it

“18 mesi di amministrazione con buoni risultati”

I

Il sindaco Stefano Innocente Marangon tira le somme dell’azione della giunta comunale: “Sono orgoglioso”

S

ono già passati 18 mesi dall’insediamento della nuova giunta comunale targata Marangon ed è arrivato il tempo di tirare le prime somme per l’amministrazione comunale di Vigonza. La volontà di comunicare ai propri cittadini i risultati conseguiti in questo primo anno e mezzo, arriva direttamente dal primo cittadino Stefano Innocente Marangon, orgoglioso della linea politica e di comportamento assunta dal municipio vigontino. Gli argomenti trattati dal sindaco Marangon hanno riguardato tutti gli assessorati con una particolare attenzione verso alcuni temi, tra cui la scuola, la sicurezza, le opere pubbliche, l’ambiente, le opere idrauliche, la sanità, la cultura e la mobilità. “Riguardo la scuola abbiamo ottenuto im-

portanti finanziamenti per ammodernare la media di Vigonza e per l’asilo nido di Peraga. – ha affermato Marangon. Confidiamo sull’esito positivo alla domanda di contributo presentata per rinnovare l’elementare di Peraga. Da quest’anno scolastico inoltre, tutte le scuole avranno la linea dati a fibra ottica, mentre prosegue il rinnovo delle aule informatiche.” Sul piano della sicurezza, invece, il sindaco si ritiene soddisfatto di essere riuscito ad accendere “ben undici telecamere di sorveglianza nelle due stazioni ferroviarie.” Inoltre, “il corpo di Polizia Locale ha aumentato i turni pomeridiani e serali, ha attivato il vigile di quartiere e in borghese, ha rafforzato gli sgomberi degli argini e i controlli sulle attività produttive illecite o non regolari.”, ha di-

Ripartono i corsi di ginnastica termale

Fra i temi seguiti con attenzione: la scuola, la sicurezza, le opere pubbliche, l’ambiente, le opere idrauliche, la sanità

chiarato il primo cittadino. Uno degli obiettivi fissati dalla giunta Marangon in tema di ambiente, è arrivare ad avere una raccolta differenziata pari al 76% entro il 2020. “Oggi siamo al 67%: avviata quindi una nuova fase per aumentare la percentuale, anche con l’installazione nei parchi gioco di cestini per la separazione dei rifiuti.”, ha detto Marangon. Manuel Matetich

nizieranno il 7 gennaio 2019 i nuovi corsi di ginnastica in acqua termale, per tutti i cittadini residenti nel comune di Vigonza di età “over 50”. I corsi, articolati in 15 lezioni, dureranno fino al 28 febbraio 2019 e si svolgeranno presso le strutture alberghiere di Abano e Montegrotto, con un turno al mattino e un turno al pomeriggio. Le lezioni si terranno il lunedì e il giovedì dalle 15,40 alle 16,25, e il mercoledì e il sabato dalle 8,30 alle 9,15, con l’ausilio di insegnanti qualificati e specializzati e con la presenza di un assistente bagnanti. Sarà garantito un servizio di trasporto che servirà tutte le frazioni del comune di Vigonza. Il costo totale dell’iniziativa è stato fissato a quota 125,00 euro, e comprende le attività di aquagym e il contributo del trasporto in pullman. Necessario munirsi di certificato medico per “attività sportiva non agonistica”. Per ulteriori informazioni si consiglia di contattare il Settore Servizi Sociali al numero di telefono: 049/8090321. (N.M.)

carraro mobili SPECIALISTI DELL’ARREDAMENTO DAL 1968

SPECIALE CAMERE PER RINNOVO MOSTRA

con sconti fino al

65%

Due sedi a Limena. Via Roma 90 - Tel. 049 767627 Centro Cucine e Arredo Bagno: via Ceresara 48 - Tel. 049 767399 2000 mq di esposizione - www.carraromobili.it


8

Vigonza

www.lapiazzaweb.it

Natale Eventi nelle frazioni

Codiverno, presepe vivente, rappresentazioni per oltre un mese Si avvicina il Natale e il paese di Codiverno vive il periodo e lo spirito natalizio, ultimando i preparativi per l’apertura del presepe vivente il 25 dicembre, giorno della nascita di Gesù Cristo “Una tradizione paesana” come definita dal parroco di Codiverno, Fernando Fiscon, che ha coordinato l’allestimento del presepio, giunto oramai alla sua 22esima edizione. “Nel presepio vivente di quest’anno – ci racconta il prete del paese - vogliamo scoprire i vari modi con cui Dio ha visitato e visita il suo popolo, gettandovi la semente della sua parola e del suo amore, perché porti frutto. Stimolati anche dalla visita pastorale del vescovo Claudio alle comunità della nostra diocesi e dalla parabola di Gesù “E il seminatore uscì a seminare…”, siamo chiamati a riscoprire la nostra missione, continuando l’opera di Gesù, visitando i più deboli e fragili e permettendo alla semente buona che c’è in noi e attorno a noi di dare frutto”. Conclude don Fernando: “Il cuore del Natale è l’incontro dell’umanità con Dio che viene a visitare il suo popolo, facendosi piccolo e povero per arricchirci con la sua bontà e il suo amore.” Il tema conduttore per l’edizione di quest’anno è “Dio viene a visitare il suo popolo seminando amore nel mondo”. Il successo del presepe di Codiverno è insito nella sua caratteristica di trasmettere dei contenuti e dei messaggi profondi, nel rappresentare tipici momenti di vita pastorale e di antiche tradizioni bibliche, che riescono ad emozionare e a far immedesimare i visitatori alle scene cui assistono. Una rappresentazione che raccoglie il contributo di tutto il paese, circa 310 figuranti, in uno spazio sempre rinnovato ed allargato di oltre 3.300 mq, dove ognuno dà qualcosa in termini di capacità, competenze, tempo, abilità, passione. Anche l’associazione del paese di Codiverno “Noi 2000 – 2000 Noi” ha dato il proprio contributo nella realizzazione dell’intero evento del presepio. Oltre a coordinare i lavori

con gli sponsor locali per il finanziamento della manifestazione, ha curato gli aspetti promozionali, e si impegnerà anche nella gestione della mostra del libro, situata nella

sala polivalente del patronato del paese. Gli addetti volontari assisteranno i visitatori presenti nella scelta e nell’acquisto di buoni libri, offrendo a questi proposte edito-

riali e novità librarie di qualità. Le date delle rappresentazioni sono: 25 dicembre 2018, dalle 16 alle 18; 26 e 30 dicembre, dalle 15 alle 18; 1, 6, 13, 20, 27 gennaio 2019, dalle 15 alle 18 (Il 6 e il 20 gennaio, alle 14:30 ci sarà la sfilata dei figuranti). Per ulteriori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook “Parrocchia SS. Trinità di Codiverno” o il sito internet www.codiverno.it. In alternativa, è possibile inviare un’email a parrocchiacodiverno@gmail.com. Manuel Matetich

Stagione teatrale, spettacoli invernali L’apertura della nuova stagione teatrale del teatro “Quirino de Giorgio” ha già fatto registrare i primi sold-out. Dopo il grande successo della commedia veneta “Nobile si nasce…siora se deventa!”, interpretata dalla compagnia vicentina del Piccolo teatro di Bassano con la regia di Domenico Cinque, il calendario di spettacoli teatrali continuerà a regalare delle grandi emozioni e delle magiche serate a tutti gli amanti del teatro. Il botteghino del teatro di Vigonza presenta un cartellone formidabile per il tutto il periodo autunnale e invernale. Sabato 12 gennaio andrà in scena uno spettacolo di burlesque “50 sfumature di burlesque”, serata leggera piena di seduzione e ironia tutta al femminile, condita da una buona dose di esibizionismo e da un gusto estetico orgogliosamente retrò. Tra gli appuntamenti da non perdere assolutamente si annovera la commedia “Il Raggiratore” di Carlo Goldoni, messa in scena dal gruppo teatrale Fata Morgana di Preganziol di Treviso con la regia di Fabrizio De Grandis, sabato 19 gennaio 2019. Sabato 2 febbraio invece andrà in scena lo spettacolo “L’Alchimista”, rappresentazione teatrale scritta dal famoso drammaturgo inglese Ben Johnson, interpretata dalla Compagnia L’Archibugio di Lonigo di Vicenza, con la regia di Giovanni Florio. Per ottenere maggiori informazioni sugli spettacoli teatrali di tutta la stagione 20182019, è possibile ritirare il calendario completo presso il botteghino del teatro “Quirino de Giorgio”, in piazza Zanella a Vigonza. I prezzi dei biglietti sono stati fissati per quest’anno a quota pari a 8 europer l’intero, invece il ridotto, rivolto ai bambini di età compresa dai 6 ai 14 anni, agli studenti fino a 29 anni e alle persone over 60, è pari a 6 euro. (M.M.)


ACQUISTA I TUOI CAPI Dâ&#x20AC;&#x2122;ABBIGLIAMENTO DIRETTAMENTE IN FABBRICA

FUORI TUTTO da 19 a 49 Euro

Viale della Navigazione Interna, 113 Tel. 049 8705788 NOVENTA PADOVANA


10

Noventa Padovana

www.lapiazzaweb.it

Al via il controllo di vicinato Nel nuovo regolamento della Polizia Urbana anche Daspo urbano e il divieto di consumare bevande alcoliche nei giardini pubblici. Finanziata l’installazione di nuovi occhi elettronici sul territorio comunale

C

ontrolli di vicinato in dirittura d’arrivo a Noventa, Noventana e Oltrebrenta, Daspo urbano, divieto di consumo di alcol in giardini, parchi pubblici e aree vicino alle scuole e al cimitero, nuovi occhi elettronici grazie ad un finanziamento di 83.300 euro dal Ministero dell’Interno: sono solo alcune le novità sul fronte della sicurezza, tra cui anche l’introduzione, contemplata nel nuovo regolamento della Polizia Urbana, della possibilità di pagare alcune sanzioni con prestazioni di pubblica utilità a favore della collettività, ad esempio per chi è stato beccato a scrivere sui cartelli stradali o a “insudiciare il suolo”. Per quanto riguarda le nuove telecamere per la sicurezza urbana, e che saranno dunque collegate alla stazione dei carabinieri, le vie interessate dalle nuove installazioni sono: via Risorgimento, via Caduti sul Lavoro, via Valmarana, e la rotatoria tra via Noventana e via Maestri Cal-

Volantini per il controllo del vicinato e una stazione di controllo del territorio

zaturieri del Brenta. “Noventa si è classificata 290esima su quasi 2500 Comuni partecipanti rientrando così di diritto nei 428 ammessi al finanziamento”, spiega l’assessore alla Sicurezza, Silvia Bernardo, che anticipa anche l’inizio del progetto controllo di vicinato: “La raccolta delle adesioni tra i cittadini inizierà in dicembre e proseguirà per tutto gennaio

Aperto il nuovo bar al centro anziani Inaugurato il nuovo bar del centro sociale anziani Bepi Borina, i lavori sono costati 17mila euro di cui 6mila stanziati dal Comune. Soddisfatto il sindaco Bisato: “Nuove strutture moderne e funzionali a servizio di una realtà che fa sentire meno soli e crea aggregazione”.

– spiega l’assessore – poi ci sarà la nomina dei coordinatori che saranno formati da polizia locale e carabinieri”. Attenzione però da non confondere il controllo di vicinato con le “ronde” fai da te o altre forme di sorveglianza autogestite e non autorizzate: “Abbiamo deciso attivarci solo dopo la firma del Protocollo con la Prefettura di Padova – spiega

ancora l’assessore Bernardo - Ci tengo a sottolineare che si tratta di una forma di sicurezza partecipata con i cittadini che svolgono la loro attività di mera osservazione nei consueti atti della loro vita quotidiana e segnalano in un gruppo privato di comunicazione al proprio coordinatore di zona episodi o persone sospette”. Sull’introduzione del Daspo, mi-

Frane sul Piovego, cantieri aperti fino a marzo

“Se brusa ea vecia”: appuntamento il 6 gennaio Torna anche quest’anno l’ormai tradizionale “Festa della Befana” organizzata da Comune e Pro Loco il 6 gennaio con il falò nella zona degli impianti sportivi in via Roma, per i più piccoli in regalo le calze piene di dolciumi. Confermato anche quest’anno il mercatino natalizio in piazza dell’8 dicembre.

“Discarica” in via Oltrebrenta Polemiche di Marcello Bano per la “discarica” in via Monte Grappa a Oltrebrenta, il consigliere leghista si rivolge al sindaco Bisato: “Venga a dare un’occhiata – dice Bano – Qui stiamo ancora aspettando le telecamere per riprendere questi simpatici cittadini che continuano a sversare i loro rifiuti”.

sura che prevede sanzioni da 100 fino a 300 euro e l’allontanamento di coloro che creano problemi di ordine pubblico per 48 ore (che possono però essere allungate fino a 6 mesi su ordine del Prefetto in caso di recidiva), soddisfatto anche il consigliere leghista Marcello Bano: “ringrazio tutti i componenti della Commissione Sicurezza”. Elena Callegaro

Dissesti sugli argini del Piovego, arriva il cantiere Passata l’ultima piena e a seguito delle continue segnalazioni da parte del Comune ma anche del Comitato Brenta Sicuro, il Genio Civile ha effettuato nuovi sopralluoghi per valutare se la situazione fosse peggiorata. E in effetti, riconosciuto il carattere di criticità degli smottamenti, ha finalmente

predisposto un intervento urgente di messa in sicurezza. “Il Genio Civile, dopo le varie segnalazioni dell’amministrazione e le nostre foto aveva prontamente riposto che non sussisteva pericolo, che la situazione era monitorata – commenta Marino Zamboni, coordinatore del Comitato Brenta Sicuro. Bene che ora si sia accorto della gravità della situazione ed intervenga. Male invece per avere da principio sottovalutato le nostre segnalazioni”. Il tratto di argine

sinistro che era sotto osservazione dunque, per una lunghezza di circa un centinaio di metri, verrà rifatto con nuova palificazione e arginatura in sasso, mentre la strada sarà chiusa al traffico fino al termine dei lavori, la chiusura del cantiere è prevista per metà marzo. “Grande soddisfazione per un pronto intervento che mette in sicurezza il Comune di Noventa Padovana” commenta il sindaco Luigi Bisato. Per quanto riguarda le ricadute sul traffico di passaggio, ci sarà probabilmente qualche disagio in più per i tanti genitori che utilizzavano quel tratto d’argine come percorso alternativo per andare a prendere i figli all’uscita dalla scuola Anna Frank. Per i residenti invece, ha assicurato il sindaco, non ci sarà alcun problema. Nel tratto più a monte potranno infatti circolare liberamente, mentre per chi abita subito dopo l’area interessata dai lavori, sarà installato un semaforo all’altezza del sottopasso autostradale e ripristinato, temporaneamente, il doppio senso di marcia in via Da Verrazzano. (E.Cal.)


Noventa Padovana

www.lapiazzaweb.it

11

Villa Giovanelli, partito il restauro: “diventerà polo di formazione e ricerca” Previsto l’uso di pubblica utilità, saranno ospitati eventi aperti alla cittadinanza. I lavori dureranno 18 mesi, in corso trattative per portare l’Università. Visite didattiche a cantieri aperti in primavera

V

enduta ancora nel 2012 dai Frati Conventuali del Santo e oggi di proprietà di Patrimoni Affidati Spa – Trustee di “Foedus Trust”, dopo due progetti approvati dalla Soprintendenza, il secondo nel luglio 2018, villa Giovanelli finalmente rinasce. E’ infatti partito il restauro conservativo che durerà 18 mesi e che restituirà il simbolo di Noventa Padovana alla cittadinanza: “Abbiamo chiesto che fosse previsto anche l’uso pubblico per il parco e per organizzare eventi nel salone nobile – ha spiegato il sindaco Alessandro Bisato - Questa villa è riprodotta anche sullo stemma del nostro Comune”. La villa, costruita a fine ’600, nei piani della nuova proprietà, ospiterà corsi di formazione e attività di ricerca in ambito sanitario: “Fino a qui è stato un percorso molto impegnativo – ha spiegato Bruno Bernardi, consigliere delegato di Patrimoni Affidati e trustee di Foedus Trust.Ora ci siamo, e il nostro intento è che questi spazi vengano vissuti tutti i giorni”. Per il dopo lavori, il cui costo è stato inizialmente stato stimato in circa 4 milioni e mezzo di euro, sono già in corso trattative con il mondo universitario, si parla comunque di alta formazione. “Già i frati si erano infatti premurati di porre dei vincoli piuttosto ristretti alla destinazione d’uso”, ha spiegato il sindaco. “E’ la più grande villa della Riviera del Brenta, purtroppo poco conosciuta perché non è toccata dalla viabilità principale – ha detto l’architetto Claudio Menichelli. Sarà un intervento volto alla massima conservazione”. Tappa finale del Burchiello, la villa potrà essere oggetto di visite didattiche la prossima primavera a cantieri ancora aperti, hanno annunciato i rappresentanti del pool di progettazione. Saranno recuperati affreschi, stucchi e cicli decorativi, riposizionate le tele dipinte oggi custodite altrove per evitare l’usura. Da sottolineare il migliora-

Da sinistra Bruno Bernardi, Alessandro Bisato, Claudio Menichelli

mento sismico, i servizi saranno sotto terra nella parte un tempo adibita a magazzino. Per quanto riguarda l’impiantistica, non ci sarà nulla di visibile, soprattutto nel salone nobile dove verranno anche ripristinati gli originari affacci. Unico cambiamento, obbligatorio per l’eliminazione delle barriere architettoniche, sarà l’ascensore che verrà però posizionato in un punto già stato trasformato nel corso degli anni, quando la villa era stata usata come orfanotrofio. Elena Callegaro

Scatti inediti per 1100 anni di Noventa C’è tempo fino al 20 gennaio per visitare la mostra “Itinerari fotografici per riscoprire Noventa” in Villa Valmarana, con la quale si chiudono i festeggiamenti dei 1100 anni della nascita del toponimo “Noventa”. L’esposizione sarà aperta, oltre che nel giorno di Santo Stefano, anche nelle prime tre domeniche del 2019. In mostra scatti inediti recuperati tra gli archivi di tutta Italia.

Precisazione Nel numero di novembre dell’edizione Padova Est a completamento dell’articolo “Non c’è emergenza ma serve l’idrovia Padova-Mare” è stata erroneamente pubblicata la foto del consigliere comunale Giuseppe Masetto, anziché del vicesindaco e assessore all’Ambiente Fabio Borina.


12

Saonara

www.lapiazzaweb.it

Mense scolastiche, ingiunzioni alla famiglie morose

S

Su 220 alunni iscritti ben 90 risultano non in regola, facendo arrivare a 15 mila euro la cifra non riscossa.

H

a assunto proporzioni decisamente preoccupanti a Saonara il fenomeno della morosità nei pagamenti delle mense scolastiche: in media quattro famiglie su dieci non pagano regolarmente e per intero la cifra dovuta per il servizio di mensa nelle scuole dell’obbligo di Saonara. Su 220 alunni iscritti a tale servizio, ben 90 risultano non in regola: una situazione ormai quasi insostenibile, che ha fatto lievitare a poco meno di 15.000 euro la cifra non riscossa da parte della ditta che gestisce le mense scolastiche. Le famiglie in stato di morosità risultano essere per metà italiane e per metà straniere; per la maggior parte le somme mancanti sono di modesta entità, ma si segnalano anche casi in cui il debito ha raggiunto una cifra a tre zeri. Ora

l’amministrazione comunale ha deciso di mettere fine a un simile stato di cose, preannunciando l’inizio della “tolleranza zero” verso le famiglie inadempienti: ma senza coinvolgere direttamente i bambini in alcun modo. “Nessun minore verrà escluso dal servizio mensa, non abbiamo intenzione di ricorrere a questi mezzi - chiarisce subito il sindaco Walter Stefan. Ma saremo inflessibili nei confronti dei genitori che non pagano il servizio, e che per questo riceveranno le relative ingiunzioni di pagamento. A recuperare i propri crediti sarà la ditta incaricata del servizio di mensa nelle scuole, che mi risulta per alcune posizioni sia già passata a vie legali. Ci sconcerta non poco però - aggiunge il Sindaco - vedere delle famiglie che non assolvono ai loro obblighi

Rete con l’Università Popolare di Camponogara

Il sindaco Walter Stefan: “Non coinvolgeremo i bimbi nella vicenda, ma non possiamo tollerare i furbetti”

non per necessità, ma probabilmente per una presunta furbizia o malafede. Mi indigna in particolare constatare come alcune famiglie morose dimostrino in realtà un tenore di vita piuttosto elevato. I servizi sociali del Comune vagliano con attenzione e scrupolosità le reali situazioni di ristrettezze economiche di certe famiglie; ma non possiamo tollerare oltre i Patrizia Rossetti “furbetti””.

i amplia la rete dell’Università Popolare di Camponogara: Saonara ne è divenuta la decima sede staccata, candidandosi ad ospitare in futuro alcuni corsi della prestigiosa istituzione culturale, arrivata al 18° anno accademico. Un corso di pittura è già stato tenuto a Saonara nelle scorse settimane, proprio in collaborazione con l’Università Popolare di Camponogara. La novità è stata ufficializzata durante la cerimonia di apertura dell’anno accademico, svoltasi al teatro “Dario Fo” e accompagnata da uno speciale concerto con allievi premiati del conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. A pronunciare la frase di rito per l’inaugurazione proprio il vicesindaco di Saonara, Elisabetta Maso, che ha ricevuto dalla presidente Giuliana Brun la “patente” con l’attribuzione per Saonara della qualifica di decima sede staccata. “Un momento emozionante - ha commentato - ci inorgoglisce far parte di questa grande associazione, che non conosce limiti amministrativi e che fa cultura. Voglio rivolgere un encomio anche a tutti coloro che a suo tempo hanno scelto un agire così lungimirante, di cui oggi ammiriamo risultati importanti”. (P.R.)

Si accendono le luminarie natalizie lungo la Strada dei Vivai

T

ornano le luminarie natalizie nelle rotonde lungo la Strada dei Vivai: dopo il successo riscosso lo scorso anno, l’amministrazione comunale ha scelto di riproporre l’installazione delle decorazioni luminose in corrispondenza dei tre punti principali di accesso a Villatora e Saonara. Le tre scenografie natalizie, accese a partire dal 3 dicembre, resteranno visibili fin dopo l’Epifania, e costeranno alle casse comunali una cifra che si aggira sui seimila euro. A queste luminarie se ne affiancheranno altre, di ridotte dimensioni, nella piazza del Municipio. La serie di Natali “bui” per Saonara era iniziata nel 2012, mentre l’anno precedente erano stati i commercianti dell’associazione “Saonara in Evento” ad assicurare la presenza dei caratteristici giochi di luce lungo le strade. Dodici mesi fa, la svolta: con l’allentarsi della morsa della crisi economica, il Comune aveva deciso di decorare con spettacolari luminarie le tre grandi rotonde della Vivai. Una scelta che aveva suscitato approvazione ma anche qualche polemica, innescata da chi avrebbe preferito veder impiegato il denaro pubblico per scopi più concreti. “Si tratta di un impegno di spesa non eccessivo, ma pur sempre considerevole - così interviene sul tema il sindaco Walter Stefan. Tuttavia già nel 2017 l’amministrazione ha deciso di migliorare in questo modo l’immagine del paese, proprio in un periodo di importanza cruciale per le attività commerciali: promuovere e sostenere il nostro territorio per noi è vitale. Le luminarie dello scorso anno sono state molto apprezzate dai saonaresi, mi auguro che sia così anche in questo Natale”. (P.R.)


Auguri di Buon Natale


Costruiamo

il

tuo

benessere

Ci occupiamo di: •

BONIFICA AMIANTO

Rifacimento coperture industriali e civili

Progettazione di impianti fotovoltaici

Consulenza Finanziaria

TUTTO CHIAVI IN MANO. FORNIAMO SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI TOTALMENTE GRATUITI E TI LIBERIAMO DA OGNI ONERE BUROCRATICO.

049.099.83.11 Via Germania, 19 Vigonza (Pd)

info@ekonic.it www.ekonic.it seguici su

Ekonic


15

Provincia

www.lapiazzaweb.it

Grandi opere Il Comune ha ceduto gratuitamente i 51 ettari a Padova est

Nuovo ospedale, primo atto ora servono altri 500 milioni C

aeperchit Un altro passo avanti nella lunga e tormentata vicenda del nuovo ospedale di Padova che dovrebbe mettere fine ad anni di incertezze, proclami e passi falsi e spianare la strada verso la costruzione del nuovo nosocomio cittadino nell’area di Padova est. E’ la firma dell’atto notarile con il quale il Comune di Padova ha ceduto gratuitamente all’Azienda Ospedaliera di Padova i circa 51 ettari dell’area dove sorgerà il nuovo Ospedale.

Zaia: “in cassa ci sono già 250 milioni per questo intervento di caratura nazionale, ora ci attendiamo una partecipazione finanziaria vasta e articolata. Servono 7 o 8 anni, ma spero anche meno” Il rogito è il punto focale dell’accordo siglato tra il governatore Lua Zaia e il sindaco di Padova Sergio Giordani un anno fa, il 21 dicembre 2017 e costituisce la svolta grazie alla quale potranno partire in concreto le procedure per la realizzazione della struttura, che sorgerà su una superfice di 40 ettari, ai quali si aggiungono i circa 11 ettari relativi alle dotazioni infrastrutturali, viarie e ai parcheggi. Il trasferimento dei terreni dal Comune all’Azienda Ospedaliera è a titolo gratuito, ma, come prevede la legge, nell’atto notarile il valore dell’operazione è stato quantificato in circa 9,7 milioni di euro. Zaia e Giordani hanno confermato anche tutti gli altri impegni, tra i quali il recupero e il mantenimento come ospedale dell’attuale Policlinico di Via Giustiniani. Padova avrà dunque due poli ospedalieri. Il presidente del Veneto ha sottolineato la “caratura nazionale e internazionale di un’opera per la quale abbiamo già in cassa 250 milioni, ma ci attendiamo una partecipazione finanziaria vasta e articolata per mettere assieme

altri 500 milioni. Ci siamo mossi con il Governo perché si attivi il fondo ex articolo 20 per l’edilizia sanitaria, con l’Inail, che ha tra i suoi compiti istituzionali anche finanziamenti di questo tipo, con la Banca Europea degli Investimenti. Naturalmente, anche la Regione farà la sua parte – ha precisato Zaia – ma non vedo sinceramente chi e perché si possa tirare indietro per una realizzazione pubblica di questa levatura”.

Un momento della firma del rogito in Regione tra Giordani e Zaia

Zaia ha anche tenuto a precisare che “le cose saranno fatte bene, al punto che abbiamo già coinvolto anche l’Anticorruzione e le varie Istituzioni dello Stato. I tecnici dicono che

per completare la realizzazione occorreranno 7 o 8 anni ma io credo si possa e si debba fare anche prima”. Intanto il dado è tratto, e la soluzione ha messo tutti d’accordo.

È on-line il nuovo lapiazzaweb.it Il nuovo portale di informazione locale, con oltre 15.000 notizie del tuo territorio, sempre aggiornate! Seguici su www.lapiazzaweb.it La Piazza Web e su

www.lapiazzaweb.it

La Piazza Web

w w w. g i v e m o t i o n s . i t

“Non abbiate paura di denunciare”

D

a quel primo novembre 2012 girano per l’Italia e nelle scuole per diffondere il loro messaggio: “non abbiate paura”. In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Luigi e Massimo Mangiapelo, padre e zio di Federica, la ragazza uccisa a 16 anni sul lago di Bracciano dal fidanzato, hanno portato la loro testimonianza a Noventa Padovana insieme a numerosi esponenti del mondo delle associazioni, avvocati, psicologi, amministratori locali, per tentare di sviscerare temi complessi, dal punto normativo ma anche psicologico: femminicidio, violenza su donne e minori. “A chi sta subendo abusi – dice Andrea Napoli, presidente dell’associazione culturale LeAltrementi, tra gli organizzatori – vogliamo dire chiedere aiuto e di denunciare”. A Noventa nel 2018 ci sono state 5 segnalazioni ai Servizi Sociali: “Ci piacerebbe pensare di essere un’isola felice – dice l’assessore alla cultura Raffaella Cabbia – ma purtroppo ci dice che c’è ancora tanto sommerso. Ecco perché siamo qui a seminare conoscenza”.

E se da un lato Luigi Mangiapelo auspica “un inasprimento delle pene ad iniziare dall’eliminazione del rito abbreviato” dall’altro lato “c’è ancora un gap pesante tra l’applicazione della legge e la realtà”, sottolinea Massimo, giornalista e autore del libro “Federica, la ragazza del lago” (ed. Bonfirraro) che ripercorre la tragedia vissuta dalla famiglia Mangiapelo. L’avvocato Stefano Tigani, presidente di Passaggi a Nordest e legale dell’associazione Gens Nova Onlus conclude: “Tra le nostre proposte l’introduzione del reato di tentato omicidio d’identità”. Elena Callegaro


16

Provincia .

www.lapiazzaweb.it

Natale a Padova “Atelier creativo” con nuovi parcheggi, a Ponte San Nicolò mercatini ed eventi E I mercatini e le attrazioni, la pista di pattinaggio, l’animazione e la musica dal vivo, gli eventi culturali: sarà un Natale intenso da vivere a Padova. Ci saranno anche più parcheggi, ad iniziare da quello, nuovissimo, della ex caserma Prandina che per tutto il periodo delle Festività sarà aperto gratuitamente. Ma anche più mezzi pubblici per raggiungere e collegare la città, vestita di luce e ricca di proposte. Anche quest’anno, come da tradizione, alcune delle principali piazze della città faranno da cornice a mercatini in cui trovare oggetti di ogni tipo, dai libri ai generi alimentari, dagli oggetti prettamente natalizi ai capi d’abbigliamento. Le bancarelle di Natale saranno instal-

late in Piazza Duomo, Frutti, Erbe, Signori, in via Cesare Battisti, Via Marsilio da Padova, Via Oberdan, Via Risorgimento e Via Santa Lucia. Già location prediletta per l’esposizione e le mostre mercato di opere artistiche e manufatti in vari periodi dell’anno, Piazza Capitaniato diventa un punto di riferimento per gli appassionati di artigianato e arte, in tutte le sue espressioni, anche nel periodo natalizio.Insieme ai mercatini dedicati all’artigianato e gli artisti di strada con musica dal vivo ci sarà un’area ai dedicata ai prodotti tipici di Arquà Petrarca. Non mancherà l’occasione per immergersi in un’atmosfera magica, visitando il Villaggio degli Elfi delle Fate in Piazza Sartori. Oltre a scivolare coi pattini sul ghiaccio, nella pista realizzata per l’occasione, sarà possibile dedicarsi all’acquisto di prodotti artigianali e tipici come all’ascolto di musica dal vivo. Non mancheranno nemmeno l’animazione e i punti ristoro, in cui riposarsi e rifocillarsi dopo lo shopping e l’attività fisica. Info su www.nataleapadova.it.

’ iniziata un anno fa l’avventura dei laboratori artistici “Fuori Orario”, il progetto cofinanziato dalla Fondazione Cariparo nel bando progetto sociale 2016 e coordinato dalla Dott.ssa Anna Michelotto presidente dell’associazione InOltre di Albignasego, che ha coinvolto le associazioni ed enti pubblici del territorio uniti dall’ambizione comune di creare una rete di servizi artistici diffusi rivolti a persone con e senza disabilità. Tra questo i comuni di Albignasego e Ponte san Nicolò, l’università di Padova e l’Ulss 6 Euganea. L’obiettivo era di allestire spazi creativi diffusi nel territorio, finalizzati a potenziare le capacità della persona facendo leva sui talenti a volte, favorendo l’esplorazione di sé, lo scambio, la condivisione e il divertimento. In questo secondo anno di attività, Fuori Orario raddoppia l’offerta artistica. Ad Albignasego, dopo il successo del coro de Le Voci Accanto, ha ripreso la sua attività di canto corale guidata dalla direttrice Alessandra Pascali, tutti i martedì sera dalle 19.30. Il coro è composto da persone con e senza abilità, di età diverse, accomunate dalla passione per il canto.

I lavori di “Fuori Orario” esposti a Ponte San Nicolò

La novità è a Ponte San Nicolò, l’atelier creativo, che si terrà nella sede dell’associazione Amici del Mondo, condotto da Roberta Contiero e Giulia Mucignato pittrici, illustratici e disegnatrici professioniste che si alterneranno nella conduzione dei moduli artistici con il supporto costante della psicologa e referente educativa Ilaria Lupo. Il laboratorio durerà tutto l’anno fino a maggio 2019, tutti i sabati mattina dalle 9.30 alle 12.00 offrendo la sperimentazione di 3 diversi moduli di lavoro a cui è possibile iscriversi singolarmente. Per informazioni 3884214729, info@progettofuoriorario.it.

TANTE OCCASIONI PER CONOSCERCI LABORATORI ESPERIENZIALI POMERIDIANI Moltissime occasioni per sperimentare le materie caratterizzanti i vari indirizzi. Entra nel sito www.istitutoeinstein.net e segui le indicazioni per prenotarti. MINISTAGES Una giornata in classe alle superiori: tantissime date già calendarizzate con le scuole medie della rete del Piovese ma un’altra ancora a disposizione: 10 gennaio 2019. Entra nel sito www.istitutoeinstein.net e segui le indicazioni per prenotarti.

Quarta edizione della NOTTE DELL’EINSTEIN 11 gennaio 2019 Teatro, musica, laboratori, buffet…Non Non puoi mancare!

indirizzi liceali

percorsi tecnologici

SCIENTIFICO

ELETTRONICA

SCIENZE APPLICATE

ELETTROTECNICA

LINGUISTICO

AUTOMAZIONE

SCIENZE UMANE Opzione Economico-Sociale

INFORMATICA

CLASSICO

DELL COLLOQUI INDIVIDUALI CON I DOCENTI DELL’ORIENTAMENTO Telefona al numero 049 5840094 oppure 049 5840195 e chiedi un appuntamento con un docente dello staff orientamento.

In rotta verso il tuo futuro...


17

Cultura .

www.lapiazzaweb.it

Musical Un Natale a Natale, culturale 2019 percon i bambini i vlogger A Villa Lattes di Istrana si terrà una kermesse natalizia perinterpreti i più piccoli attraverso laboratori Al Teatro ai Colli di Padova gli spettacoli per le festivitàpensata con grandi e appuntamenti di prosa e letture per incentivare tuttidedicata i cinque sensi grazie a storie diospite creature magiche come fate e Dose trolls Il nuovo animate anno si apre con la rassegna ai “youtuber”, primo l’attore social Riccardo

II

l Natale a misura di bambino. l Natale sta al Teatro ai Colli di Istrana aprendo le porte Padova si festeggia tra musialla cultura e, nel farlo, volge lo cal, con anche qualche storia pensata sguardo ai più piccoli con per i più piccoli piena di musica, una kermesse natalizia di labola prosa che vedrà protagonista ratori e letture animate. “BianPaolo Hendel con il nuovo co Natale” nasce proprio daspetqui, tacolo e riparte cin un gennaio dall’idea sviluppata dall’Ammicarico di novità, prima tra tutte il nistrazione guidata dalla prima Festival dedicato a vlogger e Youcittadina Maria Grazia Gasparini, Tuber, una nuova figura artistica di aprire Villa Lattes ai residenche dal web passa al teatro con ti e quindi, perché non anche ai una serie di personaggi giovani e bambini? innovativi, che si mettono in gioLaboratori didattici di stimoco con dei one-man show. lazione della manipolazione dei Voglia di musica ed emozioni, più attraverso non solo che piccoli ben si sposa con le festivil’utilizzo del tatto ma anche attà. Il Teatro ai Colli di via Monte traverso l’utilizzo degli altri sensi Lozzo apre il suo palcoscenico il incentivati anche da un 19 dicembre, alle 10, aglipercorso gli attodi lettura animata. ri e performer della Fondazione Dicembre è quindiBuon “Bianco NaAida proporranno Natale tale attraversiamo l’inverno” che, Babbo Natale. E se Babbo Natacome legge nel difle nonsipotesse piùsegnalibro portare i doni fuso dal Comune, è un “inverno ai bambini come fa da sempre tutto da esplorare, scoperta puntualmente ognialla anno? E se del bianco” che dàfosse la possibilità neppure la Befana disponiai “bambini di sperimentare il fabile a sostituirlo? Nel suo primo scino questoBabbo coloreNatale attraverso volo didiprova, si è

incastrato nel camino della casa di due bambini e non riesce più a venirne fuori. A dire il vero Babbo Natale non riesce più a venir fuori da tutta una serie di altri piccoli problemi. Ancora musical, questa volta per un pubblico adulto, ma si parla sempre di amore con That’s Love Actually (l’amore è complicato) proposto da Benessere Danza il 21 (ore 21) dicembre, un musical liberamente tratto dal film del 2003 scritto da Richard Curtis. Proprio come Love Actually percorsi tattili, sugL’amore sensoriali davvero, ilemusical, digestioni musicali ePalombarini sperimentaretto da Giuseppe e zioni Erika manuali”. Saggiorato, mette in scena I laboratori a inizio una storia coraleiniziati che prende vita mese hanno riscontrato molto a Londra nel periodo che precesuccesso e scatenato curiosità de il Natale. Mentre lelaluci si acdei più piccoli cendono sulla ma, cittànon e lesono festeansi cora finiti quindi, tutti coloro avvicinano, dieci per storie d’amore che hanno avuto possibicon non protagonisti moltoladiversi si lità di prendervi parte, nessun tialternano sul palcoscenico. more, ne sono ancora. Giovedì Saràce ancora la magia del Nata27 28 alle sentimenti ore 11, sabato le, elevenerdì luce, i buoni ed

“Il vero falso”: un thriller sul mondo dell’arte

“S

crivo perché mi diverto, mi fa sentire vivo e mi aiuta a capire vizi e virtù di tutti noi. Mi libero l’anima viaggiando nella fantasia dell’emozione esplorando i sentimenti del cuore. Credo che la finzione stimoli la realtà e la traduca in verità. Le emozioni non si vivono solo nella fantasia”. Così Andrea Augusto Tasinato si racconta: scrittore, consulente aziendale, una passione per la politica (è assessore a Monselice), l’artigianato artistico, la vela e la cucina. Recentemente ha dato alle stampe il suo ultimo libro: “Il vero falso”, un nuovo thriller, genere che più ama. “Racconta un ambiente in cui l’arte alimenta il mercato dell’archeo-mafia - spiega -. Il mondo dell’arte è sempre più animato da motivazioni avulse dalla sua accezione più aulica, assume più spesso il duplice ruolo di strumento per favorire il riciclaggio di denaro e fonte di finanziamento primaria a sostegno delle guerre” . L’arte accompagna i personaggi del romanzo evidenziando le stesse sfumature emotive che hanno alimentato i più famosi pittori della storia. “Ci sono simmetrie tra i sentimenti introspettivi dei protagonisti e quelli espressi dagli artisti. I sentimenti, esplosi nel libro, trovano un parallelismo con quelli espressi da Van Gogh, Matisse, Fontana, Botticelli, Caravaggio. Il sentimento dell’amore, della rabbia, del tradimento vengono tradotti, letti e spiegati attraverso dipinti che esprimono il medesimo sentir comune”. Per Tasinato, l’arte non è mai un falso. “Può non piacere, può essere banale ma comunque sempre autentica - afferma -. Quando si guarda un falso però non si sente il profumo delle fatiche di chi l’ha realizzata. Non si intravedono le sue emozioni. La vita non è mai un falso perché è vissuta tutti i giorni. Lo stesso dicasi di un’opera artistica”.

Un’immagine dello spettacolo “Buon Natale Babbo Natale” al Teatro ai Colli

29 alle ore 16 e domenica 30 alle ore 11. Gli di appuntamenti nonda si un pizzico frivolezza a fare esauriscono nel all’ultimo mese di dicemfilo conduttore spetbre, proseguono anche nelPadova primo tacolo in cartellone per mese dell’anno, con (ore altri è Musical. Il 22gennaio dicembre interessanti spunti ed un cam18) la ARS Creazione e Spettacobio di argomento: “Passeggiate lo propone per tutta la famiglia fantastiche con scarpe di fata e Christmas Holiday– Favole in vaocchi canza.di troll”. Un percorso che attraverso letture animate La prosa con i suoi grandi porproterà tutti ida bambini in un mondo tagonisti appuntamento samagico vivono splendide bato 15 dove dicembre (alle 21) con

fate e brutti ma gentili troll, un percorso di Pigafetta fantasia legato alle Fuga da via con Paolo leggendeche e alle tradizioni del terHendel, torna all’originaria ritorio del Nord Italia, lì, dove tra vocazione teatrale. Quella stessa i boschi si nascondono queste vena surreale, unita alla capacità creature magiche. di cogliere in anticipo il potenQuesti percorsi terranno ziale comico della si tecnologia, quindimessa a gennaio diversedidate: viene ora alin servizio una giovedì 3 edivertente venerdì 4 ealle 11.30, commedia originale, sabato 5 allein ore 15.30 e domeambientata un’immaginaria nica 6del alle 11. Uno spazio della Italia futuro, scritta da Paolo splendida di Bruno LatHendel condimora Marco Vicari e Gioele

CENTRO

Dix, che ne firma la regia. Nuovo anno e nuovo Festival, Teatro Fuori Rotta che cura la direzione artistica del Teatro ai Colli, propone un contenitore che darà spazio a Youtuber, volti che nascono dal web e macinano migliaia di visualizzazioni e “like” sui social. Il 13 gennaio (ore 17) apre la rassegna Riccardo Dose, lo Youtes, adibita a museo dei carillons tuber e attore che “ama far sorsarà allestito ad hoc ospitaridere le persone”. Unper personagre i che bambini che avranno anche gio registra oltre 1 milione di la possibilità di visitare gli spazi iscritti al proprio canale youtube, della stessa. Per “Amati!”, partecipare ai ha scritto il libro, edito laboratori e allehaletture in Vilda Mondadori, partecipato a la Lattes neialmesi dicembre e “Un natale sud”di con Massimo gennaio, è consigliata prenoBoldi ed non si è fatto la mancare tazione allanumero 0422/831888 neppure musica con “Scusate o mandando mail a villalatper il disagio” una e “Ho anche dei dites@coopculture.it. fetti”. Info e calendario completo su www.teatroaicolli.it.Lucia Russo

LAVASECCO

il CENTRO LAVASECCO Vi augura un Sereno Natale e Felice Anno Nuovo e Vi ricorda che all’interno troverete Utili Idee Regalo per la cura del Vostro bucato e una Vasta Gamma di Essenze Profumate. via A. Gramsci, 122 · Cadoneghe (Pd) · tel. 049 702173 SERVIZIO DI CONSEGNA A DOMICILIO


18

Sport

www.lapiazzaweb.it

Boxe Nuovi successi alla Piovese

Gino Freo festeggia le vittorie di Naichel Millas e Luca Rigoldi

Luca Rigoldi e Millas sugli allori A

ltri allori alla corte di “Sua Maestà” Gino Freo e della sua ormai rinomata scuola di pugilato Boxe Piovese: l’europeo dei pesi gallo grazie alla performance di Luca Rigoldi e il tricolore di Naichel Millas, Youth kg 75. Dopo due anni Luca Rigoldi, riporta in Italia un titolo europeo dei professionisti. Il pugile vicentino di Villaverla- Thiene, da anni allenato da Freo, sul ring di Hyeres ha conquistato la corona europea da tempo vacante dei supergallo (kg. 55,338). Ha avuto la meglio nettamente ai punti dell’idolo locale Jeremi Parodi. In effetti i tre giudici non hanno avuto dubbi: 116-113, 117-111, 119-110 si leggeva sui loro cartellini. Un incontro perfetto, lo ha de-

finito il suo maestro Gino Freo. Il suo pupillo è partito subito forte facendo capire all’avversario che era che comandava sul ring e combattendo a viso aperto e mettendo a segno per ognuna delle prime riprese il doppio dei colpi del francese acquisendo un consistente vantaggio di punti, vantaggio che poi ha gestito sino alla fine dell’incontro che lo ha proclamato campione europeo. Difatti dalla sesta ripresa in poi il fighter di Freo si è limitato a girare intorno all’avversario colpendolo arretrando. C’è da dire che per il nostro Paese l’impresa del pugile (colonia Loreni) rappresenta un grande risultato in quanto non deteneva un titolo europeo da oltre due anni. Invece per Freo è una vera e

propria apoteosi considerato che per il maestro di boxe piovese è il terzo titolo europeo conquistato dai suoi ragazzi dopo quello di Cristian Sanavia ( pesi medi) e di Devis Boschiero (pesi superpiuma). Dopo il match Rigoldi il viso di Rigoldi era segnato dalle lacrime “ Anche Freo era visibilmente emozionato, tant’è che mi ha chiesto se mi rendevo conto di quello che avevo fatto. L’aria

del “nessun dorma” che Freo ha scelto per me nello salire sul ring mi ha portato fortuna, ho un po’ male alle nocche per i colpi portati, ma ora mi godo questa vittoria”. Rigoldi rappresenta una splendida persona fuori dal ring: semplice, sempre pronto ad aiutare gli altri. Difatti è impegnato nel sociale ed insegna il pugilato alle persone affette da autismo, morbo di Parkinson e sindrome di Aspergen mettendo in pratica

un progetto terapeutico pilota. Mette a segno un’altra impresa anche Naichel Millas, che ha vinto il suo quarto campionato italiano nella categoria youth 75 kg. Il forte giovane dilettante della Boxe Piovese ha affrontato tre match impegnativi prima del titolo. Naichel aveva avversari molto validi ma non c’è stato nulla da fare per loro. Un’altra grande impresa di Naichel, Campione Italiano Youth kg 75. Nato e cresciuto alla Boxe Piovese sotto l’égida di Gino Freo. “ Naichel ha fatto poker di titoli tricolori - afferma Freo - non male a 17 anni mettersi al collo la medaglia d’oro agli europei Youth 2018, difronte ha grandi prospettive da super campione. Può migliorare sicuramente nella gestione del match, essere più preciso, ragionare sempre anche se in questa circostanza ha dimostrato grandi doti. Lui può essere un esempio per tutti quei ragazzi sfortunati che possono vedere nella boxe un’occasione per uscire da situazioni spiacevoli e pericolose”. Gianni Patella

Este calcio avanti tutta protagonista in serie D

N

ovembre positivo per l’Este, che si conferma tra le protagoniste del girone C di serie D. Dopo la dodicesima giornata i giallorossi (qui a fianco nella foto Photoroom) sono al secondo posto in classifica a quota 23 punti. Il mese scorso in realtà non era cominciato affatto bene: a Bolzano, infatti, è maturato il primo ko della stagione (un pesante 4-1 inflitto dalla formazione di casa). Serviva una reazione e una reazione è arrivata. Nella nona giornata Lorello e compagni sono stati autori di una grande prestazione, battendo con un secco 3-1 il Delta Rovigo. Gli atestini hanno espresso un calcio di qualità, controllando agevolmente la partita e divertendo il pubblico. Il turno infrasettimanale, lo scorso 14 novembre, ha visto gli uomini di Zanini strappare i tre punti in trasferta a San Donà di Piave. Pareggio invece in terra friulana nella sfida contro l’ostico Chions: 1-1 con Giusti ancora a segno. Altro pari, stavolta per 2-2, con il Feltre. Insomma, il buon cammino continua: il campionato è lungo, ma l’Este dà l’impressione di essere una squadra quadrata, con una propria idea di gioco e una fase offensiva piuttosto prolifica. Nelle prime dodici gare i gol realizzati sono stati venticinque, otto dei quali firmati dal bomber croato Debeljuh. Qualcosa da oliare c’è invece sicuramente in difesa, ma il gruppo è giovane e il tempo è dalla parte dei giallorossi. Il girone finora è stato equilibrato: tra le principali avversarie da tenere d’occhio ci sono Adriese e CamDavide Permunian podarsego.


www.lapiazzaweb.it

#Politica

Rifiuti, il Veneto è leader nella gestione e nel riciclo Il sistema di gestione anticipa gli obiettivi delle Direttive sull’economia circolare per il continuo riutilizzo della materia

A

riciclare noi veneti siamo bravissimi. La raccolta differenziata raggiunge il 68% (dato al netto degli scarti) e anche nel 2017 è caratterizzata da un leggero incremento rispetto all’anno precedente. Sono state raccolte in modo differenziato oltre 1,6 milioni di tonnellate che secondo il metodo nazionale corrispondono al 73,6% (dato al lordo degli scarti) rispetto ad un valore nazionale di 64,2% (dato Ispra – anno 2016). La percentuale raggiunta risulta molto vicina agli obiettivi del Piano regionale che al 2020 prevedono il 76%. In generale, la somma totale di rifiuti recuperabili intercettati resta invariata e diminuisce significativamente il rifiuto residuo (-1,8% rispetto al 2016) pari ad una produzione giornaliera procapite inferiore ai 330 grammi. La totalità delle frazioni raccolte in maniera differenziata è avviata a recupero di materia, permettendo la valorizzazione dei materiali recuperati come materia prima seconda nei vari comparti industriali. Dal rapporto sulla “Produzione e Gestione dei rifiuti urbani nel Veneto”, curato dall’Osservatorio Regionale Rifiuti istituito presso l’Agenzia regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto, si evince che la produzione totale di rifiuti urbani in Veneto nel 2017 è stata di 2,2 milioni di tonnellate, valore sostanzialmente stabile negli

ultimi anni. La produzione pro capite ha raggiunto 452 chilogrammi per abitante, che corrispondono ad una produzione giornaliera pro capite di 1,24 chilogrammi, uno dei valori più bassi a livello nazionale nonostante il Veneto abbia un PIL elevato e quasi 70 milioni di presenze turistiche annue. “E’ un sistema che funziona – sottolinea l’assessore Bottacin – e di questo va detto grazie a tutti i veneti. Il raggiungimento degli obiettivi nazionali e regionali è infatti merito delle scelte coraggiose degli amministratori, dei gestori del servizio e dei cittadini, che hanno contribuito quotidianamente alla separazione domestica. Il sistema di gestione, così come è strutturato oggi, anticipa gli obiettivi delle Direttive sull’economia circolare, realizzando gli scenari di continuo riutilizzo della materia, permanendo all’interno del ciclo economico”. L’assessore Bottacin mette in rilievo anche l’attività di controllo realizzata dall’ARPAV e la collaborazione con il nucleo dei Carabinieri del NOE per individuare le situazioni di criticità sul territorio. “Le operazioni effettuate con successo – aggiunge – sono il risultato di una costante sorveglianza, soprattutto per l’accertamento di traffici illeciti di rifiuti, fronte sul quale non possiamo abbassare la guardia perché si può pre-

L’Assessore regionale all’Ambiente e protezione civile Gianpaolo Bottacin

stare a infiltrazioni da parte della malavita organizzata”. Il sistema veneto di gestione dei rifiuti nel 2017 ha mostrato un costo regionale medio procapite di 136 euro/ abitante rispetto ad una media nazionale decisamente più elevata, 167 euro/ abitante (dato Ispra – anno 2016). La tariffa pagata dagli utenti è modulata su diversi fattori tra cui: i servizi forniti, l’imputazione ad utenze domestiche e non domestiche e le presenze turistiche (70 milioni di presenze nel 2017 in Veneto). Escludendo i comuni turistici, il costo medio scende a 114 �/abitante, per un servizio in linea con gli obiettivi comunitari.

21

Economia del riciclo

L

e frazioni secche riciclabili raccolte (carta, vetro e imballaggi in plastica e metallo) rappresentano il 30% del rifiuto totale prodotto e sono avviate a impianti di selezione e valorizzazione presenti sul territorio regionale per la produzione di materie prime seconde. In Veneto operano anche numerose aziende che utilizzano questi flussi per la produzione di nuovi prodotti in carta, plastica, metalli e vetro. Nell’ambito del recupero di materia e riciclo numerose sono le aziende che hanno già implementato modelli di economia circolare e simbiosi industriale per la valorizzazione dei propri scarti. Per questo il Veneto è stato e rimane una regione che importa flussi di “rifiuti recuperabili” da destinare ai cicli produttivi in particolare alle filiere di metalli, vetro e plastica selezionata. Anche i rifiuti ingombranti e residuo, frazioni storicamente destinate alla discarica, pur con qualche difficoltà sono oggi prevalentemente destinati a recupero di materia. Nuove frontiere di sviluppo del settore del recupero sono l’attivazione di alcuni impianti per la valorizzazione dello spazzamento stradale che depurano la frazione liquida e producono materiale inerte da utilizzare nell’edilizia, nonché la sperimentazione per il riciclaggio di cellulosa, plastica e materiali assorbenti a partire da frazioni come i “pannoloni-pannolini”. Il 10% del rifiuto urbano prodotto, pari a 224 mila tonnellate, è destinato ai 2 impianti di termovalorizzazione attivi in Veneto che producono energia elettrica e calore, utilizzato in parte in linee di teleriscaldamento. Solo meno del 4% del rifiuto urbano prodotto, corrispondente a 95 mila tonnellate, è avviato direttamente in discarica, dato sostanzialmente in linea con i valori degli ultimi anni. Sul territorio regionale sono presenti 10 discariche per rifiuti non pericolosi, che ricevono principalmente rifiuti urbani, prevalentemente pubbliche con tariffa approvata.


22

Politica

www.lapiazzaweb.it

“Inn Veneto”, borse di studio per il rientro dei cervelli in fuga I progetti approvati favoriranno una contaminazione tra l’economia veneta e le start-up nate all’estero dal genio di veneti

S

i chiama “INN Veneto” il progetto voluto dalla Regione del Veneto per affrontare il tema della cosiddetta “fuga dei cervelli” (brain drain), sostenendo la realizzazione di pratiche di innovazione sociale che perseguono il duplice obiettivo di contrastare la disoccupazione e di incrementare la competitività del sistema socio-economico regionale. “Con il provvedimento di approvazione dell’iniziativa ‘INN Veneto - Cervelli che rientrano per il Veneto del futuro - Progetti di innovazione sociale’ abbiamo stanziato 3,5 milioni di euro per 14 progetti, dai quali deriveranno 55 borse di rientro”, fa presente l’Assessore Regionale all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Elena Donazzan. “Lo scopo è quello di attirare sul territorio regionale eccellenze provenienti da diversi ambiti e favorire la mobilità, lo scambio e la permanenza di alte professionalità che intendono rientrare nelle nostre imprese e nelle nostre università dopo un periodo di permanenza all’estero”. Quattordici i progetti valutati: tre di questi trattano al Brain exchange per la crescita del territorio, con la finalità di sostenere processi di innovazione sociale e sviluppo sostenibile aumentando gli investimenti in ricerca e sviluppo, attraverso il ricorso a figure altamente qualificate che, con le competenze acquisite dopo un periodo di permanenza all’estero, possono contribuire allo sviluppo dell’intero sistema socioeconomico regionale. Altri cinque progetti fanno parte della linea Idee per il Veneto che si propone di sostenere la competitività del territorio regionale favorendo processi di contaminazione da parte di start-up innovative che intendono avere un impatto positivo sulla società, perseguendo la

Lavoro: tornano a crescere i contratti a tempo indeterminato

L

’occupazione in Veneto continua a crescere, seppure a un ritmo meno sostenuto rispetto allo scorso anno. È quanto emerge dai dati della Bussola trimestrale sul mercato del lavoro regionale a cura dell’Osservatorio di Veneto Lavoro. Nell’ultimo anno i posti di lavoro dipendente sono cresciuti in regione di circa 37 mila unità, nonostante il terzo trimestre dell’anno si sia rivelato negativo, come sempre accade in tale periodo per la conclusione dei contratti di lavoro stagionale, con una perdita di 11.500 posti. Tra luglio e settembre 2018 sono tornati a crescere i contratti a tempo indeterminato, aumentati di 6.500 unità nel trimestre e di quasi 8 mila posizioni su base annua. Merito soprattutto delle trasformazioni di rapporti a termine (+66% rispetto al 2017), sospinte dagli incentivi introdotti dalla legge di stabilità per l’assunzione dei giovani under 35 e dall’elevato numero di contratti a tempo determinato stipulati lo scorso anno, di cui le trasformazioni attuali sono diretta conseguenza. Prosegue inoltre il trend di crescita del tempo determinato (+6%) e in particolare dei contratti di durata superiore ai 6 mesi, mentre il lavoro somministrato registra una brusca frenata (-26%).

La dinamica trimestrale risulta fortemente influenzata dalla stagionalità tipica del periodo, che spiega il calo dei settori del commercio (-3.500 posizioni di lavoro) e del turismo (-23.100), così come il saldo positivo dell’istruzione (+13.400), effetto dell’assunzione del personale precario della scuola, e dell’agricoltura (+7.400), che registra un saldo anche migliore di quello dello scorso anno. Sul fronte industriale, segno meno per il manifatturiero (-1.800), positiva l’edilizia (+500). Su base annua la crescita si conferma trainata dal settore dei servizi (+20.000). Venezia è la provincia che ha risentito maggiormente della fine della stagione turistica, perdendo 20.300 posti di lavoro, ma saldi negativi si registrano anche a Belluno (-2.200) e Rovigo (-800). Bilancio positivo nelle altre province: +5.600 a Verona (un risultato migliore rispetto a quello dello scorso anno), +2.800 a Padova, +2.100 a Treviso e +1.200 a Vicenza.

creazione di valore condiviso per la collettività. Sei proposte progettuali si concentrano su Eccellenze arti e mestieri cha ha la finalità di realizzare progetti innovativi a sostegno dello sviluppo creativo ed artistico del Veneto, attraverso la creazioni di reti, che avvalendosi della collaborazione di diverse professionalità, possano dare vita a spazi ibridi in grado di coniugare produzione e fruizione creativa ed artistica, con altre funzioni legate al lavoro, al tempo libero, all’inclusione sociale. “Sentiamo ogni giorno parlare di cervelli in fuga, di questo che è visto e percepito giustamente come un impoverimento del nostro territorio - continua Donazzan - noi a questi cervelli vogliamo rivolgere un messaggio chiaro: il Veneto è pronto a riaccoglierli. I progetti approvati favoriranno una contaminazione tra l’economia veneta e le start-up che, nate all’estero dal genio di veneti o di italiani, ora possono tornare per arricchire il nostro tessuto produttivo territoriale”. Le 55 borse di rientro, per un importo pari a 656.700 euro, avranno infatti lo scopo di attirare sul territorio regionale eccellenze provenienti da diversi ambiti e favorire la mobilità, lo scambio e la permanenza di alte professionalità che intendono rientrare dopo un periodo di permanenza all’estero o intendono realizzare periodi di lavoro in Veneto. Le borse intendono, inoltre, promuovere collaborazioni di ricerca, permettere lo scambio e la contaminazione di buone pratiche già esistenti, favorire lo sviluppo di interventi di innovazione sociale e culturale, promuovere progettualità congiunte tra professionalità diverse in grado di contribuire allo sviluppo socio-economico dell’intero territorio regionale. Maria Pavan


“Siamo un’azienda famigliare che si occupa di mobili da due generazioni, ovvero dal 1984. Venite a scoprire le promozioni in atto e trovare il giusto equilibrio tra la qualità e i prezzi. Progettiamo con voi la vostra casa e ci occupiamo del montaggio, perché sia perfetto. Possibilità di dilazione dei pagamenti, per fare tutto con tranqiullità. Ci trovate a Curtarolo (Pd) in via Valsugana, 5 e se volete televonarci questo è il numero 049 557059 o allo 049 9620145. Controllate il nostro sito: www.bortolozzomobili.it. o scriveteci ad info@bortolozzomobili.it. Siamo chiusi la domenica ed il lunedì mattina.”

Bortolozzo Mobili augura Buon Natale e Felice Anno nuovo


24

Politica

Polemica Il Partito Democratico boccia la maggioranza sul bilancio

“Non c’è niente sulla lotta ai cambiamenti climatici” “È

una manovra che solletica i problemi senza affrontarli. Stiamo usando mezzi inefficaci per affrontare problemi epocali, non c’è nessuna novità. Siamo di fronte a un bilancio vetusto ricco di tante voci, ripetute da anni, che affronta diversi problemi con mezzi e finanziamenti inadeguati ai tempi che corriamo”. È netto il giudizio di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico, sul provvedimento in discussione oggi nell’aula di Palazzo Ferro Fini. “Rifiuti sotterrati ovunque, aria avvelenata e che peggiora di anno in anno, cambiamenti climatici epocali vedi tornado luglio 2015 e uragano dello scorso ottobre, consumo di suolo a livelli record, infiltrazioni mafiose e incendi continui ai centri riciclo e trattamento dei rifiuti, pesticidi nelle falde acquifere. Tutto vero e documentato. E il Veneto che fa? Affronta con la fionda problemi che dovrebbero essere risolti con i bulldozer. Così gli facciamo il solletico. Percorriamo da anni la stessa strada che, abbiamo visto, non conduce da nessuna parte ed è inefficace nel risolvere i problemi”, continua Zanoni, prima di illustrare la manovra emendativa del Pd sui temi ambientali. “Abbiamo chiesto di

stanziare 70 milioni per gli interventi utili ad aiutare le popolazioni e l’ambiente devastato dall’uragano, un milione per un Piano straordinario di controllo delle attività di smaltimento dei rifiuti per contrastare le troppe attività illecite, 400mila euro per incentivare la viticoltura biologica, 50mila per la lotta al bracconaggio da parte delle Guardie venatorie volontarie e altrettanti alla Provincia di Rovigo per l’acquisto di imbarcazioni leggere ad alta capacità di movimento da destinare alla Polizia provinciale per contrastare il bracconaggio nel Delta del Po, 200mila euro per finanziare un Piano di azioni di contrasto ai cambiamenti climatici, cinque milioni di contributo alla rottamazione di veicoli inquinanti e altri tre per quella delle stufe a legna per contrastare l’inquinamento devastante da polveri sottili. Ma non solo - prosegue il consigliere democratico - Ci sono poi 400mila euro per uno studio sugli effetti su salute e ambiente dell’uso dei pesticidi in agricoltura, nove milioni in tre anni per completare la bonifica dei rifiuti pericolosi della ex C&C di Pernumia, 300mila euro per uno studio che permetta di identificare la fonte primaria di inquinamen-

to da mercurio che ha contaminato le falde acquifere nei Comuni di Treviso, Preganziol, Quinto e Casier, 30mila euro come contributo al Comune di Treviso per effettuare una caratterizzazione ambientale dei rifiuti occultati sotto Viale della Serenissima Porta del Leon in località San Giuseppe e 50mila sia per la caratterizzazione dei rifiuti nella ex Mestrinaro a Zero Branco, altri 50mila per la caratterizzazione e messa in sicurezza della discarica ex Sev a Padernello di Paese; infine 50mila euro per uno studio ricognitivo dei materiali nel fondo e per l’eventuale messa in sicurezza di cava Morganella di Ponzano Veneto e Paese. Le nostre proposte ci sono, la maggioranza dimostri di avere a cuore il futuro, l’ambiente e la salute dei cittadini e le approvi”.

www.lapiazzaweb.it

Moretti: “Zaia tentenna anche sull’autonomia”

“L

a relazione di Zaia è stata reticente sui fondi per l’emergenza; omertosa sul negoziato per l’autonomia e inconsistente sulle misure finalizzate al rilancio della montagna veneta”. È una bocciatura netta quella che arriva dalla consigliera del Partito Democratico Alessandra Moretti a proposito dell’intervento in Consiglio regionale del presidente della Regione nel corso della sessione dedicata al bilancio. “All’indomani del referendum Zaia aveva dichiarato che si poteva portare a casa l’autonomia in un mese. È passato più di un anno e dell’autonomia non si vede neanche l’ombra, nonostante il Governo amico gialloverde e periodiche, rassicuranti, dichiarazioni dei ministri. Per non parlare dei 20 miliardi di residuo fiscale evaporati come nebbia al sole. Cos’è cambiato da allora? Cosa impedisce di portare a casa il risultato? L’abbiamo chiesto, ma non c’è stata risposta”.


BABBO NATALE ALLA SPANESI CAR SERVICE SABATO 15 DICEMBRE | 15 - 18.30

PROGRAMMA

Ti aspettiamo sabato 15 dicembre dalle ore 15 alla Spanesi Car Service per ricevere da Babbo Natale il coupon con gli sconti per il 2019.

• 15.00 Apertura con cioccolato, vin brulè e biscotti • 15.30 Laboratorio per bambini sul tema Natalizio • 17.30 Arrivo di Babbo Natale e consegna regali • 18.30 Brindisi finale e scambio degli Auguri

ESSERE SCELTI OGNI GIORNO È IL REGALO PIÙ BELLO CHE POTESSIMO RICEVERE! E noi vogliamo ringraziarti con i nostri migliori Auguri di un Buon Natale. Conferma la tua presenza via WhatsApp al numero 345 099 48 54 SPANESI CAR SERVICE Via Praarie 52 35010 Cavino di San Giorgio delle Pertiche (PD) Tel 049 574 10 11 info@carrozzeriaspanesi.it


Igiene Orale Otturazione Semplice

€ €

39

Ortopantomografia Impianto OPT € 29 in Titanio

39

Corona in Ceramica

369

Protesi Mobile per Arcata invece di € 820,00

Corona Metallo/ Ceramica invece di € 360,00

offerta valida fino al 31/3/2019 vale per una persona e per la prima protesi

offerta valida fino al 31/3/2019 vale per una persona e per la prima corona

749,00

295,00

490

Sbiancamento Dentale €

149

Prima Visita + Igiene Radiografia Panoramica ove necessita invece di € 58,00

49,50

offerta valida fino al 31/3/2019

Impianti dentali, un trattamento di successo, ma a quali condizioni? Gli impianti dentali rappresentano la soluzione più comune all’edentulismo, cioé alla mancanza di un dente, ma anche di un’intera arcata dentaria. Per approfondire questo argomento abbiamo interpellato il dr. Giorgio Penzo, Odontoiatra specialista in chirurgia orale ed operante presso la Clinica Odontoiatrica Vigodent di Vigonovo (VE). È nostra intenzione chiarire quali siano i presupposti necessari per un trattamento implantare di lunga durata di successo. Rispetto ad altre soluzioni, come protesi mobili e ponti, gli impianti dentali hanno il vantaggio di offrire un’ottima tenuta nel tempo, un effetto estetico molto naturale e un comfort notevole per il paziente, che grazie alle metodiche più moderne può tornare sin da subito alla sua vita e alle sue abitudini di sempre. Il posizionamento di un impianto dentale, d’altra parte, rappresenta un vero e proprio intervento chirurgico, che consiste nell’inserimento di una vite in titanio (l’impianto per l’appunto) nell’osso della ma-

scella o della mandibola, opportunamente preparato; su questa radice artificiale viene quindi avvitata la protesi in ceramica. Quali sono dunque le condizioni da valutare per una scelta corretta? Il tasso di successo degli interventi di implantologia dentale è molto elevato, a patto però che si ricerchino 4 punti chiave per il successo: la competenza dell’operatore, il rispetto dei tempi biologici, la qualità dei materiali e il mantenimento regolare. L’aspetto più importante per lei? Prima di tutto rimane fondamentale rivolgersi a specialisti preparati in strutture adeguate, perché ricordiamoci che una corretta diagnosi e un giusto piano di trattamento sono fattori imprescindibili dal successo terapeutico finale. Dopo una visita accurata per valutare la salute orale e lo spessore di tessuto osseo con l’ausilio di esami radiografici, il paziente deve essere guidato nel comprendere ogni aspetto di un possibile piano di trattamento. Per me è fonda-

mentale che il paziente sia partecipe e consapevole e si senta sempre supportato con le indicazioni del dentista. Quali sono i tempi? Uscire dallo studio il giorno stesso con i denti nuovi è possibile? La possibilità di un impianto a carico immediato esiste, ma va vagliata dal clinico; in caso contrario è bene non avere fretta perché i tempi biologici dell’osteointegrazione (alcuni mesi) vanno rigidamente rispettati, non farlo in quel caso potrebbe mettere a rischio la riuscita dell’intero lavoro. Cos’altro è giusto domandare al dentista? È bene che il dentista rassicuri il paziente sulla qualità dei materiali; con la certificazione dell’impianto e la garanzia sul lavoro protesico preparato.” Una volta messi i denti cosa è necessario fare? Io suggerisco un controllo puntuale ogni 6 mesi. Il quarto e ultimo aspetto da tenere a mente è proprio quello che viene più spesso tralasciato dal paziente, mi riferisco all’igiene e mantenimento del lavo-

Direttore Sanitario: Dr. Penzo Luigi

via Veneto, 15 · Vigonovo (Ve) tel. 049 7389718 · www.vigodent.it

ro protesico. La perimplantite, una infezione della gengiva vicino all’impianto, può compromettere la stabilità anche di un impianto ben posizionato e si può prevenire solo con la pulizia professionale o domiciliare. Dunque per assicurare la massima durata di un lavoro è indicato rientrare in protocolli di richiamo regolare dal dentista per il controllo ed eventuale seduta di igiene professionale (o detartrasi). Infine non da meno va perfezionata l’igiene domiciliare acquisendo una serie di buone abitudini: lavare con regolarità i denti e gli impianti in maniera scrupolosa, possibilmente dopo ogni pasto e almeno due volte al giorno; per la pulizia degli spazi presenti tra dente e dente o dente e gengiva si può ricorrere a: scovolini, spazzolini monociuffo e fili interdentali (anche a capo rigido). In particolare, occorre perizia durante la pulizia serale, perché è nel corso delle ore notturne che la diminuzione della salivazione espone denti e gengive all’aggressione dei microrganismi.


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

27 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Intervento Nuove cure per il cancro e la celiachia dagli atenei di Padova e Verona

“C

i sono malattie contro le quali non si finisce mai di combattere. Tumori e celiachia sono tra queste e, pur se con caratteristiche molto diverse, condizionano pesantemente la salute e la vita dei malati. Che nello stesso giorno due università venete annuncino di aver fatto importanti passi avanti è motivo di grande orgoglio”. Lo dice il Presidente della Regione, Luca Zaia, alla luce delle notizie che provengono dagli Atenei di Padova e Verona in materia di ricerca scientifica nella lotta al tumore e alla celiachia. A Padova, un team di ricercatori universitari, guidato dal Dott. Giorgio Cozza del Dipartimento di Medicina Molecolare, ha scoperto una molecola chimica, l’Ivacaftor, in grado di prevenire e problemi intestinali provocati dalla celiachia. Nel frattempo, a Verona, un team dell’università scaligera, coordinato dall’immunologo Vincenzo Bronte, docente del dipartimento di Medicina, identificava una molecola che ostacola l’efficacia delle terapie per la cura dei tumori e lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications, può aprire nuove frontiere nella lotta al cancro. “Con queste nuove scoperte – dice Zaia – le Università di Padova e Verona confermano di essere entrambe proiettate nella sanità del terzo millennio, e di costituire grandi punti di riferimento per la medicina non solo veneta, ma nazionale e internazionale. A questi bravi ricercatori – conclude il Governatore – esprimo il mio personale ringraziamento ma, prima di tutto, quello dei tanti malati che, ce lo auguriamo tutti, potranno ricevere nuove cure e benefici dal loro difficile lavoro”.

Report a pag.2

Lotta all’Aids: il nuovo report della Regione Veneto a pag 28

“Il mio paziente nascerà più in là”

a pag 29

Lenti Fachiche per Miopie, Ipermetropie, Astigmatismi a pag 30

Vuoi collaborare con noi? Contattaci!

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

28

Salute

Consulenza scientifica POLIAMBULATORIO MORGAGNI Dott. Salvatore Gizzo Specialista in Ginecologia ed Ostetricia Affidea – Poliambulatorio Morgagni Via Cavazzana 39, Padova Tel. 049 8787479 e-mail: info.morgagni@affidea.it www.affidea.it

OFTALMOLOGIA Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 - Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Lotta all’Aids: il nuovo report della Regione Veneto

L

’Aids è tra noi e colpisce ancora. E’ bene ricordarlo perché nuovo Rapporto AIDS-HIV realizzato a cura della Direzione dopo l’introduzione del farmaco che blocca l’evolvere del Prevenzione della Regione Veneto. virus se ne è parlato molto meno, eppure l’Aids uccide ancora. Nel rapporto si legge che dal biennio 2009-2010 il numero “Le terapie messe a disposizione – precisano infatti i di nuove infezioni si è stabilizzato tra i 250 casi e i 300 casi, tecnici della Direzione Prevenzione del Veneto - non sono mentre risultano essere 240 i casi HIV segnalati nel corso del in grado di eliminare l’infezione e portare a guarigione ma 2017. Dal 1984 a dicembre 2017, sono state notificate 3.837 possono sopprimere completamente la replicazione del virus, diagnosi di AIDS per soggetti residenti sul territorio regionale. assicurando la sopravvivenza dei pazienti e la loro qualità Complessivamente, tra tutti i casi segnalati sino al 2017, sono di vita comparabile ai pari età non infetti da HIV. Affinché stati notificati 2.540 decessi (il 66,2%). questo avvenga è però necessaria una La diffusione anche in Italia della diagnosi precoce, essendo le diagnosi terapia HAART ha certamente influito il 15% dei tardive gravate da un notevole eccesso di sulla speranza di vita dei malati di AIDS. La sieropositivi non mortalità”. probabilità di sopravvivere per coloro che Se si sono vissuti rapporti non protetti, si sono ammalati nel periodo compreso tra sa di esserlo. dunque, è sempre meglio fare un test. il 1996 e il 2000, a due anni dalla diagnosi, I più contagiati Purtroppo oggi si riscontra che molte si attesta difatti attorno al 68%. tra i 25 e i 29 anni persone sottostimano la probabilità di All’interno del territorio regionale, la essere state infettate. Ciò le porta a non provincia che, nel corso del 2017, presenta sottoporsi al test e giungono alla diagnosi solo in presenza di il maggiore tasso di incidenza di casi di AIDS è quella di sintomi severi, che compaiono quando le difese immunitarie Verona. Il maggior numero di casi segnalati provengono dalle sono già molto depresse”. Fare un test non costa nulla, è Ulss Euganea (9 casi), Berica (7 casi) Marca Trevigiana (6 completamente anonimo, tutela la persona e i suoi partner casi). Il 77,4% dei casi di AIDS è di genere maschile. Poco o famigliari. meno del 76% della totalità casi ha un’età alla diagnosi Lo sanno bene i circa 8.092 veneti con infezione da compresa tra i 25 e i 44 anni, anche se l’età media è in netta HIV in carico a servizi sanitari nel 2017. Il dato viene dal crescita negli anni sia per gli uomini che per le donne.

www.lapiazzaweb.it

Intervento

Ipab: assessore Lanzarin, “Presto la riforma, ma con l’intero settore dell’assistenza residenziale

“S

ono consapevole che la riforma delle Ipab è molto attesa e importante. Ma dovrà essere affrontata in un ridisegno complessivo della residenzialità e delle politiche per la non autosufficienza, perchè se da un lato è ormai improrogabile riformare l’assetto e la gestione delle istituzione pubbliche di assistenza e beneficenza, dall’altro è necessario pensare anche riorganizzazione complessiva del privatoconvenzionato”. Così l’assessore regionale al sociale, Manuela Lanzarin, ha replicato ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali della Cisl (Cisl Funzione pubblica, Fisascat e Federazione nazionale pensionati) che hanno presidiato la sede del Consiglio regionale e ottenuto un incontro con il presidente e dell’assemblea legislativa Roberto Ciambetti e l’assessore di comparto per rappresentare le ragioni della giornata di mobilitazione. Ai rappresentanti sindacali che sollecitano l’approvazione di una legge regionale di riforma delle Ipab, attesa ormai da quattro legislature, l’assessore Lanzarin ha ricordato “i passi in avanti avvenuti negli ultimi dodici mesi con l’approvazione del collegato alla legge di stabilità 2017 e con il nuovo piano sociosanitario 2019-2023 che andrà presto in approvazione”. “I due provvedimenti – ha chiarito l’assessore - incentivano le aggregazioni e le fusioni delle Ipab su base distrettuale e aprono la strada alla novità dei finanziamenti a budget e non più per rette pro-capite”. “Inoltre – ha aggiunto l’assessore - con l’approvazione del riparto 2018 del fondo regionale per la non autosufficienza, sono stati recuperati 13 milioni in più per le strutture residenziali degli anziani e dei disabili, aumentando le impegnative di residenzialità nei territori che storicamente erano più deficitari. E nel bilanci di previsione 2019, ora in discussione in Consiglio, si prevede un aumento di 10 milioni di euro per i servizi residenziali di assistenza alle persone non autosufficienti”. ” “Non appena approvato il Piano sociosanitario, ormai in dirittura d’arrivo non appena conclusa la sessione di bilancio – ha assicurato Lanzarin - la priorità di questa amministrazione sarà approvare la riforma delle Ipab, ma nel quadro complessivo della riorganizzazione dell’intero comparto pubblicoprivato dell’assistenza residenziale”.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

29

“Il mio paziente nascerà la più Regione in là” Batterio killer: richiama Il follow-up ostetrico del futuro è già presente in Poliambulatorio Morgagni

10.000 pazienti operati al cuore S

empre più spesso, i servizi erogati per la tutela del benessere e della salute della Donna e del Bambino rappresentano un indicatore di qualità dell’intera offerta sanitaria erogata alla comunità. Nell’ottica di tale “concezione moderna di salute”, la medicina materno-fetale non può non ricoprire un ruolo prioritario, essendo l’unico momento della vita di una donna in cui “è possibile definire il benessere del paziente presente e siete stati operati al (feto)”. cuore Per tra (mamma) e del paziente futuro il 2010aspetti e il socio-economici, 2017 riceveretela una molteplici macomunicazione parte ternità ha subito da negli ultimidella anniRegione notevoli Veneto perchéinpotreste avertutti contrato un cambiamenti, primis fra l’essersi battere mortale. spostatapotenzialmente come evento nella “medio-tarda” trattaTale del microbatterio Chimera etàSifertile. tendenza, che non potrà che che ha un tempo di incubazione continuare, induce nella coppialunghissimo, la pianificadai ai 6 sempre anni, einferiore che sarebbe zione3dimesi un numero di figli, all’origine della morte di seidipazienti. spesso ricorrendo a tecniche procreazione Va detto che oggi, in(e Regione Veneto, medicalmente assistita quando necessasono stati 16eterologhi), casi di rio anche con diagnosticati utilizzo di gameti infezione da Mycobacterium chimaera, aumenta potenzialmente i rischi materni die cui con intervento fetalidue (gravidanza a rischio),cardiochirurgico ma al contempo eseguito Regioni. incrementain altre esponenzialmente il desiderio/ Su oltre 30.000 interventi necessità di predizione di benessere. Ecco chirurgici 2010 presso le che diventa eseguiti “normale”dal la richiesta della copCardiochirurgie Regione Veneto, pia del “massimo” della in termini di aspettativa di sono individuati casi di infezione. salute,stati di predizione del14rischio e di diagnosi I pazienti interessati rapide, veloci, potenzialmente esaustive ed accurate. Affisono stimati in circa 10.000. A tutti dea Poliambulatorio Morgagni in collaboraverrà inviata una Salvatore scheda informativa zione con il Dr. Gizzo - Specialista contenente le ed informazioni in Ginecologica Ostetricia – sui offresintomi già da ealcuni l’indicazione dei numeri di telefono anni la possibilità alla donna incinta da contattarecon perminimo qualsiasi evenienza di soddisfare, tempo di attesae

e costi contenuti, il desiderio di predizione di benessere suo del suo futuro nascituro. Ecco che, oltre alla routinaria visita ostetrica, è possibile nella stessa occasione effettuare l’ecografia ostetrica ad hoc per qualsiasi epoca gestazionale. L’ecografia ostetrica, oltre al battito cardiaco fetale e alla diagnosi di presentazione permette di valutare il rischio di patologie cromosomiche già nel primo trimestre di gravidanza (ecografia genetica per gli eventuali clinici del primo trimestre).approfondimenti L’ecografia del secondo necessari. trimestre, meglio conosciuta come ecografia E’ quantoè ilha decisoconcentrato il Gruppodelle di morfologica, massimo Lavoro istituito dalla ecografico: Regione Veneto potenzialità dello studio questa per la gestazionale Prevenzionein cui e sila haGestione è l’epoca il miglior delle da Micobatteri non rapportoInfezioni tra le dimensioni del feto stesso Tubercolari in dell’apparecchio, Soggetti Sottoposti a e la risoluzione al fine di Intervento Cardiochirurgico con Impiego eseguire un’analisi morfostrutturale. Si posdi per Riscaldamento/ sono Dispositivi investigare estensivamente parametri Raffrescamento il coordinamento della crescita e delcon benessere fetale, impledella Direzione Prevenzionee mentando lo studioRegionale con la visualizzazione evalutazione dell’Unitàdella Operativa Rischio fetale Clinico vascolarizzazione ed dell’Azienda uterina. NelleZero. successive settimane di graE’ èstato “il vidanza possibilerilevato monitorare come il benessere Mycobacterium chimaera è un particolabatterio fetale e di realizzare uno studio diffuso natura e generalmente non reggiato indella struttura, valutarne l’accrepericoloso perlalapossibilità salute umana. scimento, con attraverso comRari formule casi invasivi di di infezione da plesse matematiche determinare Mycobacterium sono fetale stati una stima del pesochimaera e della lunghezza riscontrati Europa negli approssimaStati Uniti, al momento in stesso e cone buona associati all’utilizzo zione al parto. Le pazientidichedispositivi si rivolgono di al raffreddamento/riscaldamento Poliambulatorio Morgagni Affideanecessari potranno ausufruire regolare la temperatura del sangue inoltre di test di screening genedurante interventi tici non invasivi di 1° cardiochirurgici livello (Ultrascreenino

A caccia del Microbatterio Chimera: i sintomi principali sono stanchezza, febbre e perdita di peso

S

Luca Coletto nominato sottosegretario alla Salute

I

l nuovo sottosegretario alla salute è Veneto, già assessore alla sanitàin Regione. Luca Coletto è stato nominato a fine novembre, indicato dal presidente Conte in sede di Consiglio dei Ministri. “Sono molto contenta – ha commentato Giulia Grillo, ministro della Salute -. Con il suo arrivo la nostra squadra diventa ancora più forte. Coletto conosce benissimo il mondo della sanità e, porta con sé la lunga e autorevole esperienza di assessore della Sanità per la Regione Veneto, incarico che ricopre dal 2010, contribuendone alle positive performance in ambito salute degli ultimi anni. “La nomina dell’Assessore Coletto a sottosegretario alla Sanità è davvero una splendida notizia. Auguro all’amico e collega un buon lavoro insieme a una grandissimo in bocca al lupo”. Queste le parole con cui il Presidente Zaia, esprime la sua soddisfazione per la nomina dell’Assessore Coletto. “E’ una bella notizia – prosegue Zaia - perché con questa nomina si riconosce il valore del lavoro fatto in questi anni sulla sanità veneta”. “Ringrazio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ma anche il vicepremier e ministro Matteo Salvini per la sensibilità dimostrata indicando politicamente un uomo del Veneto – aggiunge il Governatore -che

meglio conosciuto come Bi-Test) nonché del sempre più diffuso e richiesto “Test del Dna Fetale circolante DNA]”. I test basati sul DNA, in quanto analisi del DNA, sono test genetici a tutti gli effetti, potendo eseguire uno screening cromosomico ad elevata performance (altra sensibilità ed alta specificità) sia per le cromosomopatie più frequenti quali trisomia 21 (sindrome di Down), trisomia 18 (sindrome di Edwards), trisomia 13 (sindrome di Patau), aneuploidie (monosomie e trisomie) dei cromosomi sessuali (e definizione del sesso fetale) fino all’estensione dell’indagine alla ricerca delle microdelezioni più frequenti del genoma umano o all’intero genoma stesso (cariotipo digitale). Per tale motivo il Poliambulatorio Morgagni offre alle pazienti interessate una consulenza totalmente gratuita con il Dr. Salvatore Gizzo sia pre-test al fine di informare e coadiuvare la coppia nella scelta dell’indagine a loro più pertinente sia post test al fine di elucidarne i risultati ed offrire, in caso di test positivo, un continuum assistenziale con eventuali altre indagini necessarie. Il NIPT dove essere collegato e preceduto da un accurato controllo ecografico dopo l’XI settimana, effettuato da operatori accreditati ed esperti in indagine circolazione ecografica delextra primocorporea. trimestre. E’ infatti posLe eseguire evidenzecon scientifiche sibile il Dr. Gizzosuggeriscono Salvatore sia che deisiapazienti può momento avvenire alcunil’infezione giorni prima nello stesso tramite aerosol del prelievo ematicoproveniente per test DNAdall’acqua l’ecografia dei del dispositivi. primo trimestre. Grazie alla moderna ed La Regione del Veneto congiuntamente avanzata tecnologia presente e all’exper-

tise degli operatori, presso il Poliambulatorio Morgagni è possibile estendere l’indagine ecografica bidimensionale con ricostruzioni tridimensionali e anche quadridimensionali (3D/4D), ovvero con una modellazione solida in real-time. E’ ormai possibile spiare nel più recondito dei misteri: una vita portata in grembo. Inoltre è possibile vedere il proprio bambino muoversi, toccare il proprio corpo, così come osservare le espressioni del suo corpo. E’ possibile entrare in diretto contatto visivo con lui fino ad indovinarne le somiglianze. Si tratta di un’ecografia particolarmente sofisticata. I vantaggi, oltre che di tipo emotivo, sono enormi dal punto di vista diagnostico tant’è che nella nostra sede l’indagine 3D/4D viene eseguito su richiesta della gestante e in tutti i casi in cui il medico lo ritenga utile. La possibilità anche per le pazienti affette da gravidanza a rischio di

poter essere seguite presso il Poliambulatorio Morgagni in maniera completa e multidisciplinare completa quello che è considerato “un moderno approccio” alla tutela della salute della mamma e del futuro nascituro. Il ginecologo che si occupa di medicina materno fetale ha quindi l’insostituibile ruolo di presentare “step by step” ai futuri genitori il loro figlio, così da aumentarne la consapevolezza durante la gravidanza. I routinari controlli sono un momento in cui i genitori trovano rassicurazioni e risposte ai molti dubbi e domande. Per una mamma, poter “vedere il bambino che porta in grembo, sapere che è sano e che la gravidanza sta procedendo bene” significa essere rassicurata sulla propria salute e su quella del proprio figlio. Tutto ciò ha un effetto positivo generale che influisce sulla percezione ed il buon andamento della gravidanza stessa.

Dott. Salvatore Gizzo alla Specialista Regione Emilia ha messo sono già stati messi in sicurezza e, in in Romagna Ginecologia ed Ostetricia in atto un monitoraggio microbiologico alcuni casi, sostituiti. Viene comunque Affidea – Poliambulatorio Morgagni relativo contaminazione dei dispositivi data a tutti i reparti l’indicazione di Viaalla Cavazzana 39, Padova - Tel. 049 8787479 in parola. e-mail: info.morgagni@affidea.it collocare tali macchinari, di qualsiasi I www.affi macchinari nelle marca di fabbricazione essi siano, dea.it presenti cardiochirurgie di tutti gli ospedali veneti all’esterno della sala operatoria.

Pronto il cuore bionico: servono finanziatori O

non ho dubbi garantirà non soltanto grandi risultati ma porterà anche quella visione di grande efficienza peculiare del Veneto, nella qualità delle cure, nel rigore sull’erogazione dei servizi e sulla spesa, sulla lotta agli sprechi, sull’innovazione tipica della nostra regione. Da otto anni Coletto è impegnato senza risparmio in questa battaglia per l’eccellenza, e possiede tutti gli skills professionali per portare questo vento nuovo a Roma”.

ggi chi aspetta un trapianto spera che un altro essere umano, che sta per lasciare la via su questa terra, sia un donatore di organi compatibile con lui. La decisione che spetterà ai parenti del donatore, però, è difficile e, spesso straziante. Quanto sarebbe bello, invece, se un giorno avessimo a disposizione degli organi artificiali, ad alta tecnologia che potessero essere disponibili per tutti quando servono senza aver bisogno che altri muoiano per aver salva la nostra vita. Ebbene, probabilmente la scienza sta andando in quella direzione. Manca poco. Il Professor Lino Gerosa, Cardiochirurgo padovano di fama internazionale, ha Iop, due ingegneri e i due inventori del brevettato un piccolo cuore bionico di cuore bionico”. appena 8,5 centimetri già testato e per Per vedere la luce il cuore bionico il quale manca ha bisogno di solo da mettere a finanziatori punto il motore. perché lo sviluppo Il brevetto è del Negli obiettivi del del cardiochirurgo padovano definitivo team che lavora prototipo e con Gerosa c’è il del motore Gerosa che spera fatto di renderlo miniaturizzato di non dover andare silenzioso, elettrico nonché la alimentato da a produrlo in Cina sperimentazione batteria esterna. animale e umana Con Gerosa costeranno molto. lavora il laboratorio di medicina “Finora abbiamo avuto 1 milione di euro rigenerativa diretto dalla biologa Laura dalla Fondazione Cariparo – ha dichiarato

Gerosa - Ne servono altri 50”. Il Cardiochirurgo ha lanciato un appello perché il cuore bionico diventi realtà qui in Italia, dove è stato progettato e sognato. A quanto pare ci sono già stati degli incontri con eventuali finanziatori stranieri e con la Cina in particolare. Il Veneto ha fatto la sua parte, assicura Gerosa, il governatore Luca Zaia ha già erogato 3,5 milioni per il laboratorio di medicina rigenerativa che sta lavorando al progetto. Ora tocca ad altri soggetti privati che, per ora, hanno fatto orecchie da mercante o hanno chiesto di poter prevedere sin da ora profitti stellari in poco tempo.


laPiazza

30

Salute

www.lapiazzaweb.it

Prelievo di rene inper chirurgia robotica Lenti Fachiche Miopie, Ipermetropie, avanzata per la Astigmatismi prima volta in veneto IIl donatore ha riportato una piccola

difetti visivi possono essere leggeri (entro 3 diottrie), medi (da 3 a 8) ed elevati (oltre le 8 diottrie). Per un paziente, da un punto di vista funzionale, anche un difetto leggero quale una miopia di sole 3 diottrie, è fortemente invalidante. La distanza di messa a fuoco è infatti in questo eno di due ore per prelevare un rene e la mizza la visione e la cura dei dettagli durante caso limitata a circa 33 cm. In relazione paziente, una signora di 63 anni, dimesl’intervento. La visione magnificata, la cura del all’entità del difetto, possono essere sa dopo appena alcuni giorni. Questi i risultati dettaglio - dove si vedono anche i vasi sanguiutilizzate tecniche chirurgiche differenti davvero unici dell’intervento eseguito con sucgni di piccolissime dimensioni - ha consentito ed in particolare per difetti leggeri-medi, cesso presso l’Azienda ospedaliera di Padova. di evitare anche il minimo sanguinamento. si può usare un trattamento laser, mentre Grazie alla nuova tecnica, che coniuga i vanSono bastate solo due dita per manovrare questo non è indicato se il difetto è elevato taggi della laparoscopia già da tempo applicadei sensibilissimi joystick del robot connessi in quanto il tessuto da asportare con il ta in questo centro, presenta ora con il robot a strumenti di piccolissime dimensioni di alta laser sarebbe eccessivo ed il processo di evidenti vantaggi sia per le basse percentuali precisione. guarigione potenzialmente più turbolento. di complicanze che per il recupero molto ve-(piccolaIllente renedietro prelevato è statoLe subito raffreddato in ottica difficilmente raggiungibile la pupilla). migliorie qualità Per eliminare quindi una miopia, per loce del paziente, sia per il dolore post opera-di forma ghiaccio e perfuso con un’apposita soluzione. hanno permesso al giorno d’oggi con altre chirurgie. In sintesi, possiamo esempio, di 15 diottrie, non potendo torio minore che per i migliori risultati esteticidi correggere A questoanche punto ipermetropie era preparataed la seconimmaginare che, come una lente a effettuare un trattamento laser, possiamo (soli 6 cm. la ferita) oltre che per l’eccellenteastigmatismi da equipe operatoria di nella grado sala elevato con unasottostante contatto esterna rimane appoggiata sulla agire inserendo una lente all’interno funzionalità del trapianto effettuato. - piastra Tropea, guidata dal Professor Paolo dell’occhio. Queste lenti sono state L’equipe guidata dalla Professoressa LucreRigotti, direttore del Centro Trapianti Rene e utilizzate in diverse foggie e materiali, ma il zia Furian e dalla Dottoressa Cristina Silvestre, Pancreas dell’Azienda Ospedaliera/Università migliore ed ormai collaudato è un collamero ha deciso di eseguire l’espianto del rene sano di Padova, che è stato coadiuvato dal chirurgo brevettato da una ditta americana. in chirurgia robotica (Robotic Assisted SurgeDottor Francesco Tuci. La mia esperienza personale con questi ry). La Furian, con training in Belgio, primo Espiantato il rene malato, è stato immediaimpianti data da oltre 20 anni e le migliorie operatore ha eseguito l’intervento chirurgico tamente trapiantato l’organo sano. Questo seintrodotte in questo lungo periodo hanno manovrando a distanza ravvicinata il robot condo intervento, svoltosi con susseguenza di visto modificare la forma di queste piccole che, al suo comando, eseguiva le manovre più fasi per via tradizionale, è durato circa un’ora lenti che, essendo inserite dietro all’iride, delicate di chirurgia mini invasiva. e mezza e il rene sano trapiantato nell’arco di sono posizionate davanti al cristallino L’elaborazione del software robotico ottiun’ora ha ripreso prontamente a funzionare.

cicatrice e perso poco sangue

M

Le migliorie di forma hanno permesso al giorno d’oggi di correggere anche ipermetropie ed astigmatismi di grado elevato con una qualità ottica difficilmente raggiungibile con altre chirurgie

DORELAN STRA Via Venezia, 73

DORELANBED MARCON Viale Trento Trieste, 44

cornea, così una lente fachica (significa che è presente assieme al cristallino naturale) viene appoggiata, all’interno dell’occhio, sul cristallino. Uno dei pregi di questa chirurgia è la reversibilità ossia la possibilità di rimuovere la lente. Se nel corso della vita dovesse manifestarsi per esempio una cataratta o qualunque altra malattia, è possibile rimuovere la protesi ottica in quanto questa con comporta alcuna aderenza con i tessuti oculari. L’intervento si esegue in anestesia locale (una piccola infiltrazione di anestetico sotto alla palpebra addormenta l’occhio) od in anestesia topica (gocce di anestetico che addormentano la superficie). La scelta dell’anestesia è legata alla collaborazione del paziente e può essere decisa anche all’ultimo momento. Si effettua un piccolissimo taglio di 3mm alla periferia

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 - Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

superiore della cornea ed attraverso questo taglio la lente viene iniettata arrotolata su se stessa. Una volta all’interno dell’occhio questa si svolge e viene posizionata al di sotto dell’iride. L’intervento dura mediamente cinque minuti ed il paziente rimane bendato due giorni. Il recupero visivo è veloce e già in seconda giornata la visione è ottima. Abbiamo parlato di difetti miopici ma esiste anche l’astigmatismo e l’ipermetropia. L’astigmatismo (legato alla non sfericità della superficie corneale, simile ad un pallone da rugby invece che sferica) può essere associato alla miopia o all’ipermetropia. L’ipermetropia è il contrario della miopia e qui l’occhio è più corto. Una preoccupazione dei pazienti è la durata di queste lenti. Il materiale è perfettamente biocompatibile e la durata eterna!


AFFIDEA è un provider sanitario specializzato nella erogazione di indagini diagnostiche e prestazioni specialistiche. NEL VENETO SIAMO A PADOVA, MONSELICE E PIOVE DI SACCO

PADOVA

ISTITUTO DIAGNOSTICO ANTONIANO

POLIAMBULATORIO MORGAGNI

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/4

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/2

Tel. 049 663055 info.ida@affidea.it

Tel. 049 8787479 info.morgagni@affidea.it

MONSELICE

INIZIATIVA MEDICA

DELTA MEDICA

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 14

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 12

Tel. 0429 786666 info.iniziativamedica@affidea.it

Tel. 0429 783000 info.deltamedica@affidea.it

PIOVE DI SACCO

UNI-X MEDICA

UNI-X POLIAMBULATORIO

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

Tel. 049 9708666 info.unixmedica@affidea.it

Tel. 049 9708688 info.unixpoliambulatorio@affidea.it

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

www.affidea.it


Vedi regolamento interno - salvo errori di stampa. Non cumulabile con altre promozioni. Promozione valida fino al 10.01.19

il Natale ci rende + Buoni A Dicembre ricevi in regalo un

Buono DEL 20%

sui TUOI ACQUISTI Da spendere* per te o per chi desideri *dal 15 Gennaio al 28 febbraio 2019

ORIAGO di MIRA Via Ghebba, 67 Tel. 041.5639923

MESTRE

Via Forte Marghera, 33 Tel. 041.3098130

SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (PD) C. Comm. Le Centurie Tel. 049.7423070

SILEA (TV)

C. Comm. Emisfero Tel. 0422.361658

otticaveneta.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Libano, la pace fa breccia di Renato Malaman

V

’ita da cicala, spregiudicatamente. Pensando solo all’oggi, perché “del doman non v’è certezza”. Il visitatore se ne accorge subito che il Libano sta vivendo in preda a un’euforia quasi ossessiva e soprattutto ben al di sopra delle proprie possibilità. Pare di essere tornati all’illusione degli anni ‘60 quando il paese dei Cedri era la “Svizzera” del Medio Oriente. Auto di lusso ovunque, guidate magari da ventenni che le hanno acquistate a rate, locali pieni fino all’alba, negozi con vetrine sfavillanti che espongono ogni sorta di beni di lusso. Capricci da “dolce vita” in un paese che avrebbe ben altro a cui pensare. Passato e futuro non contano oggi in Libano, perché di mezzo c’è sempre la guerra. Soprattutto quella civile che dal 1975 al

33

1991 ha lasciato cicatrici profonde, nei palazzi e nelle coscienze. I libanesi oggi non si illudono che l’attuale pace (iniziata solo 12 anni fa) possa durare in eterno. Lo sperano, questo sì. Ma lo stallo di governo che si protrae da quasi sei mesi - a causa dei soliti veti incrociati - qualche inquietudine la giustifica. Il Libano è un caleidoscopio, politico e religioso. La comunità cristiano maronita, che nel 1943 - all’indomani dell’indipendenza dalla Francia - era maggioranza assoluta, ora è in perfetto equilibrio numerico con quella musulmana. Però quest’ultima è divisa a metà al suo interno, da una parte gli sciiti del sud, dall’altra i sunniti del nord. Che non si scambiano propriamente rametti d’ulivo. continua alla pag. seguente


Mi piace

Columbus Thermal Pool


www.lapiazzaweb.it

laPiazza

35

Libano, la pace fa breccia

Il paese dei Cedri vive da 12 anni senza conflitti e il suo popolo – pur restando profondamente diviso – sembra preda di un’euforia quasi ossessiva concedendosi un tenore di vita sopra le proprie possibilità. Di questa terra affascina la straordinaria complessità di Renato Malaman se g u e dal l a pag. pr ec ed ente

R

ealtà complessa e piena di contraddizioni il Libano, ricco ma anche povero, di una bellezza struggente ma non valorizzata come meriterebbe. Custode di una storia millenaria che però sembra aver insegnato ben poco. Ma la contraddizione più evidente è il rapporto con i quasi due milioni di profughi, soprattutto siriani scappati dalla guerra, a cui si aggiungono i palestinesi, il cui primo insediamento risale al 1948, all’indomani della nascita dello Stato di Israele. Oggi il Libano è il paese con la più alta concentrazione di rifugiati, quasi 200 per kmq. A questi “ospiti” però non darà mai cittadinanza e di conseguenza mai un lavoro. Insomma, il Libano oggi è un rebus. Al punto da ispirare un neologismo, sinonimo di complessità estrema: libanizzazione. Eppure non è audace affermare che il Libano è un paese di straordinario valore turistico, per i luoghi da vedere ma anche - appunto per la sua indecifrabile complessità. Scoprirlo viaggiando in auto, una volta prese le misure con una circolazione stradale praticamente senza regole, riserva molte sorprese. A cominciare dalla capitale Beirut, la mediterranea che - specie lungo la Corniche - ha mantenuto il fascino che mezzo secolo fa attirava il jet set internazionale. La “green line” che divideva con le barricate i quartieri cristiani da quelli musulmani oggi è un moderno boulevard dove non si contano i cantieri e le gru. La città ha fretta di cancellare tutte le ferite della guerra. Il centro è identificabile con Hamra, dove lo stile di vita non si discosta molto da quello europeo. E poi ci sono i caratteristici quartieri di Achrafye e Gemmayzeh, pullulanti di localini animati fino all’alba. La moschea blu è il focus religioso della città,

N ella foto di copertina un’immagine sfavillante

della Beirut di oggi, viva 24 ore su 24, come mostra la foto sotto. Al centro uno dei cedri millenari simbolo del paese e le grotte di Jeita, patrimonio Unesco. In questa pagina: una panoramica di Beirut vista dal mare, Caschi Blu fra giovani libanesi, una scuola per figli di rifugiati siriani seguita dall’associazione Annas Linnas e uno dei tanti campi profughi allestiti per i siriani fuggiti dalla guerra. Al centro: una delle moschee con madrasa a Tripoli, l’area archeologica di Tiro e barrique nella cantina Ixsir, azienda giovane che nell’ambito di un piano Onu ha piantato viti dove c’erano coltivazioni illegali di canapa indiana

circondata dai campanili delle chiese cristia- c’è Chateau Musar, per tanti anni simbolo inne. La religiosità in Libano è vissuta in modo ternazionale del vino libanese di alta qualità. apparentemente laico, a parte che a Tripoli, la Un’istituzione. La visita a questa cantina, foncittà più settentrionale, in area sunnita, dove data nel 1933 da Gaston Hochar, va aggiunta le invocazioni dei muezzin sono il sottofon- a quelle - altrettanto imperdibili – di Ksara (la do costante di una città tipicamente araba. più grande, con gallerie di epoca romana) e di Donne velate di nero che camminano veloci Ixsir, la più giovane e moderna, i cui vigneti nei vicoli dei suk, antiche moschee e madra- sorgono in sei diverse zone del Libano. Quelli se, lo storico caravanserraglio dove ancora si messi a dimora nella valle della Beka’a hanno produce un prezioso sapone all’olio d’oliva e preso il posto di coltivazioni illegali di caal miele, profumato di cedro. Tripoli che nel napa indiana. Un piano patrocinato dall’Onu 2014 ha respinto l’unico tentativo di estende- ha reso possibile questo miracolo dal grande re in Libano il conflitto siriano. valore etico. La cucina libanese, poi, è tra le Salendo sulla montagna si incontra la Qa- più famose del Mediterraneo. A proposito di disha, valle aspra dove c’è Onu: i caschi blu dell’Unifil Beirut aspira a tornare l’anima ancestrale della copresenti in Libano sono in munità cristiano maronita. capitale del Mediterraneo larga parte italiani e a guida Testimoniata da tanti moitaliana. Lungo le strade ci Tiro, Sidone, Byblos nasteri, santuari e grotte. sono dei check point, gestie Baalbek sfoggiano tesori ti in prevalenza dall’esercito Douma è la città più carina con le sue case di pietra. Più archeologici di epoca fenicia libanese, ma i controlli sono e romana da lasciare su si incontra la più grande rapidi e informali. Non fanno riserva dei cedri del Libano, paura. Il Libano stesso, per a bocca aperta chiamata Cedri di Dio, pianfortuna, non fa più paura. I vini della valle della te millenarie. Nemmeno avventurandosi Beka’a sorprendono Da vedere anche Tiro e fra i vicoli dei tristemente Sidone, antiche città prima per l’originalità del terroir noti campi palestinesi (ora fenice e poi romane, dense sobborghi) di Sabra e Chache esprimono di tesori archeologici. Il più tila, teatro del massacro del prezioso però è Baalbek, città della valle della 16 settembre 1982. Nemmeno dedicando una Beka’a resa grande da Roma. Il tempio di Bac- visita anche ai campi dei rifugiati siriani che co è il più imponente e meglio conservato del non è raro cogliere ai bordi delle strade. Ci mondo romano. Byblos espone i suoi reperti sono associazioni anche italiane - come la Anin un porticciolo così incantevole che negli nas Linnas Italia di Roma – che garantiscono anni ’60 vi hanno scattato foto vip di tutto una scuola ai figli dei profughi. Queste visite il mondo. Ma la bellezza più ammaliante è aiutano a capire che il Libano va conosciuquella delle grotte di Jeita… giustamente pa- to in profondità, per guardarlo in faccia per trimonio Unesco. Tappe d’obbligo anche per il quello che è: un paese amico. Degli italiani in vino. A Ghazir su un’altura che guarda il mare modo particolare.


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

37

Food & Drink È IL PANETTONE DI SAPORÈ IL MIGLIORE DEL VENETO Si è chiusa domenica 2 dicembre, da Osterie Meccaniche ad Abano Terme l’edizione 2018 di Panetthòn che ha incoronato il panettone di Saporè di San Martino Buon Albergo (VR). Sul podio al secondo e terzo posto due pasticcerie della provincia di Vicenza: Olivieri 1882 di Arzignano e Il Chiosco di Lonigo. Saporè di San Martino Buon Albergo (VR), Il Chiosco di Lonigo (VI) e pasticceria Olivieri 1822 di Arzignano (VI) si erano guadagnati il podio già nella semifinale locale del 27 novembre a I Tigli a San Bonifacio e si sono confermati in cima alla classifica nel corso dell’evento finale. A votare il migliore panettone del Veneto una giuria tecnica composta da giornalisti ed esperti di enogastronomia ma anche

il pubblico, chiamato ad esprimere un giudizio alla cieca. Ecco gli altri partecipanti: pasticceria Marisa di Arsego di San Giorgio delle Pertiche (PD), pasticceria Celso di Padova e ristorante Val Pomaro di Arquà Petrarca (PD) si erano qualificati nel corso della seconda serata il 28 novembre da Osterie Moderne a Campodarsego; Battistuzzi di Conegliano (TV), pasticceria Centeleghe di Farra D’Alpago (BL) e la pizzeria Rocca d’Asolo di San Vito di Altivole (TV) si erano guadagnati la finale il 29 novembre da Ezio ad Alano di Piave; l’Osteria Zero di Zero Branco (TV), la pasticceria Fabris di Fontanelle (TV) e la pasticceria Max di Treviso erano stati decretati i migliori della semifinale del 30 novembre al Perché a Ronca-

de. Panetthòn è una sfida solidale fra i migliori panettoni artigianali del Veneto. Quelli prodotti senza additivi l’emulsionante E471 e con materie prime di alta qualità. Panettoni “classici”, con uvetta e canditi, che hanno una durata limitata ma che in cambio presentano una bontà senza paragoni. L’etichetta “solidale” definisce le finalità benefiche del concorso, il cui ricavato sarà destinato a due progetti: all’“Amici di Adamitullo” dell’omonima Onlus creata da Don Cesare Bullo che in Etiopia garantisce il sostegno ad attività scolastiche ed educative rivolte alle comunità locali, e all’associazione Co-Meta di Padova che da qualche anno sostiene attività di cooperazione sociale rivolte ai bambini in Burkina Faso. Ampia

la partecipazione del pubblico all’evento che oltre ad aver espresso una preferenza sui 12 panettoni degustati, acquistando il biglietto di ingresso ha contribuito a sostenere il progetto “Amici di Adamitullo” dell’omonima ONLUS. La manifestazione è sostenuta anche dal Consorzio Vini di Arcole (Verona) e dall’agenzia di marketing IDEA Food & Beverage con sede a Padova e Milano.

VALLE DEL CHIESE: PIATTO DELL’AVVENTO, LECCORNIE A KMZERO C’è più Gusto in Valle del Chiese con le emozioni e le proposte dell’Avvento che anche quest’anno è caratterizzato da un ricco calendario di manifestazioni, incastonate tra atmosfere ed esperienze magiche, a cominciare dai Mercatini di Natale di Cimego che tutti i fine settimana animeranno la storica borgata di Quartinago, sino al 23 dicembre. E per i più golosi l’Avvento in Valle del Chiese propone alcune leccornie della gastronomia locale proprio con la rassegna C’è più Gusto. Tutti i giorni sino al 23 lo speciale piatto Degustazione dell’Avvento (declinato autonomamente da ogni Chef) al prezzo di 15 euro, bevande escluse, dai ristoranti Hotel Aurora e da Tina a Borgo Chiese; Hotel Borel a Pieve di Bono-Prezzo; degli Hotel Ginevra, Genzianella e Roncone a Sella Giudicarie. Ghiotte occasioni da leccarsi i baffi: dai canederli offerti in varie declinazioni (con speck Trentino, rape di Bondo, burro di Malga della valle del Chiese, Trentingrana e Spressa delle Giudicarie) alla tradizionale polenta (da quella magica delle streghe e a quella tradizionale di Storo) con carne (guancetta di vitellone, carne salata, bocconcini di manzo, goulasch e controfiletto) e i formaggi, sino al tortel di patate e il carpaccio di cervo. E poi il trionfo dei dolci con strudel, semifreddo alle castagne o al profumo di miele, tortino di noci e castagne e Charlotte della Festa con mele del Trentino. Tutte pietanze della tradizione gastronomica rurale locale a Km zero. Naturalmente nella Valle della Polenta (al recente Festival a Storo ve ne erano in degustazione una decina di differenti tipi, compresa quella di Patate) questa pietanza classica non può mancare, a cominciare dalla Carbonera (con burro, formaggi e salame della zona) e Macafana (con burro, Spressa e cicoria). Golosità per il palato proposte tutto l’anno dai Ristoranti della Valle del Chiese. E poi la Polenta delle Strie nata con il Mercatino di Cimego. Benvenuto Avvento.

Prova Gratuita per 30 GIORNI dei nuovi apparecchi acustici

MINI

MINI

I nostri recapiti Conselve, presso “Sanitaria Fasolato” Via Cesare Battisti, 22

Sant’Angelo di Piove, presso “Farmacia di Contin P.” Via G. Marconi, 14

Solesino, presso “Poliambulatorio Assistens” Via Emilia, 150 Dolo, presso “Parafarmacia Beggio” - Via A. Guolo, 14 Selvazzano, Via San Giuseppe, 643

Test gratuiti dell’udito Consulenza audioprotesica gratuita Apparecchi acustici delle migliori marche Pagamenti personalizzati Batterie

www.apparecchiacusticipadova.com - e-mail: udireinsieme@libero.it -

seguici su facebook

A CREAZZO E’ TEMPO DI BROCCOLO FIOLARO

Il Broccolo Fiolaro di Creazzo (VI) torna sulla tavola dei buongustai grazie al lavoro di ricerca e valorizzazione messo in campo dai ristoratori del paese, che propongono una nuova edizione de “A Tavola con il Broccolo Fiolaro di Creazzo”. Saranno otto i locali – a cui si aggiunge una gastronomia – che delizieranno il palato degli estimatori del Broccolo Fiolaro di Creazzo, protagonista di speciali piatti, pizze e menu a tema creati dagli chef del paese. “Negli anni questo ortaggio ha saputo conquistarsi una fama ben oltre i confini provinciali perché si tratta di un prodotto molto versatile, che ha grandissime possibilità di utilizzo, sia come ingrediente principale dei piatti, sia come ottimo comprimario” conferma Emanuele Canetti, presidente dell’Associazione Provinciale Ristoratori Confcommercio e ristoratore di Creazzo. Per diffonderne la qualità si sono messi in rete produttori e ristoratori, supportati dalla Confraternita del Broccolo Fiolaro di Creazzo De.Co, dal Comune e dalla Pro Loco. Il risultato è una rassegna gastronomica che prevede sei serate in altrettanti locali del paese e menu a tema sempre presenti nei locali aderenti. “Molti dei piatti in menu sono nel segno della tradizione, ma ogni anno la rassegna è anche un po’ una sfida tra i partecipanti su nuovi abbinamenti o nuove proposte. E anche questa volta gli estimatori di questo straordinario prodotto non rimarranno delusi”. Tra i piatti proposti, solo per citarne alcuni, la “Terrina di branzino con Broccolo Fiolaro in crosta di pane e cozze, purea di broccolo con cozze gratinate”, la “Faggianella in salsa di Broccolo Fiolaro”, il “Budino di polenta con Broccolo Fiolaro, mostarda vicentina su crema di formaggio verde e scaglie di tartufo nero”, le “Caramelle ripiene di Broccolo Fiolaro, formaggio e porro”. Vasta anche la scelta di pizze, dove il Broccolo Fiolaro di Creazzo finisce anche nell’impasto con la pizza “Impasto Broccolo: mozzarella e bacon”, oppure si sposa con una grande varietà di ingredienti, come la “Pizza con Broccolo, zucca spadellata, speck a julienne, ricotta affumicata e riduzione di uva fragola”, oppure la pizza “B&B al Broccolo e burrata”. Originale anche la proposta di un “Hamburger con lombo di maiale, tortino di Broccolo


ALIMENTAZIONE BIOLOGICA PER IL TUO BENESSERE

a t e n e BioV Panettone tradizionale 750g Fior d’arancio spumante dei Colli Euganei DOCG 750ml Esse di Burano 250g Zaeti veneziani 250g Miele di castagno dei Colli Euganei 250g Crostata all’albicocca 250g Riso Carnaroli del Delta del Po 500g Olio di girasole altoleico 1l

Consegne a domicilio per importi spesa superiori a 80 Euro

o t r e p a o i z o g e n . e . . r e l b a m t e a A Dic niche sino a N e m o d ! e l o m a i t tutte t e ti asp

Orari negozio 8.30 - 12.30 | 15.30 - 19.30 Via Sorgaglia, 11 • Arre (PD) Lungo la Monselice Mare Tel. 049 5389722 o 049 5389741 • Cell. 393 9789862 o 347 1890623 • marketing@ciaobio.it

Visita il nostro negozio on line: www.ciaobio.it con spedizioni in tutta Europa


Appuntamenti

www.lapiazzaweb.it

Treviso, Poetic Boom Boom

O

oLe Gallerie delle Prigioni presentano la mostra Poetic Boom Boom, che si inserisce nel percorso di ricerca e nel lavoro di interpretazione del progetto Imago Mundi. La mostra racconta la poesia visiva ed è strettamente legata alla collezione Imago Mundi Visual Poetry in Europecomposta da 210 lavori. È una collezione unica, la prima a essere strutturata non solo come parte di una mappatura geografica dell’arte, ma anche come focus su un tema, e nello specifico su un movimento storico: la poesia visiva, un ibrido di arte e comunicazione. Poetic Boom Boom sottolinea la natura intermediale di una corrente artistica che ha iniziato a svilupparsi negli anni Cinquanta come parte del movimento europeo della neoavanguardia: la poesia visiva supera infatti la dimensione orale per acquisire una dimensione iconica e rilegge un’ampia serie di espressioni artistiche creando un contesto fatto di nuove narrazioni. La mostra presenta anche un’importante selezione di 44 opere realizzate tra gli anni Sessanta e i giorni nostri con tecniche come stampa, fotografia, scultura, installazioni, video e performance. Aperta sino al 7 aprile 2019, la mostra sarà affiancata da eventi collaterali tra cui proiezioni, talk, progetti educativi e visite guidate.

Rovigo, l’esoterismo a Palazzo Roverella

D

emoni, spiriti, streghe, maghi, vampiri, fantasmi e altre oscure presenze. Fascinosi abitanti di un immaginario che ha stregato maestri dell’arte come Kandinsky, Rodin, Munch, Basile, Klee, Previati, Mondrian. Sono i protagonisti di Arte e Magia. Il fascino dell’esoterismo in Europa, la nuova grande mostra che fino al 27 gennaio 2019 trasformerà le sale di Palazzo Roverella in tappe di un vero e proprio percorso iniziatico. Un viaggio alla scoperta delle correnti esoteriche che, a cavallo tra ’800 e ’900, hanno influenzato la pittura in Europa mettendola in contatto con una dimensione in cui la ragione tace e si spalancano le porte di un mondo fatto di mistero, sogno e inconscio.

39

Venezia, Cows by the Water’ a Palazzo Grassi

Padova, le meraviglie fossili di Palazzo Cavalli

V

P

isitabile fino al 6 gennaio a Palazzo Grassi la mostra ‘Cows by the Water’, una personale dedicata all’artista tedesco Albert Oehlen (1954, Krefeld, Germania) a cura di Caroline Bourgeois. La mostra traccia un percorso lungo la produzione di Albert Oelhen attraverso una selezione di oltre 80 opere, dalle più note a quelle meno conosciute, realizzate dagli anni ‘80 ad oggi e provenienti dalla Pinault Collection e da importanti collezioni private e musei internazionali.

M9, a Mestre il museo multimediale del ‘900

A

ffrettarsi è d’obbligo. Fino al 20 dicembre 2018, presso l’Auditorium M9 vi aspetta una rassegna di 9 appuntamenti, tutti gratuiti, per incontrare il passato e comprendere meglio il presente. Si tratta di una nuova officina del sapere, tecnologica e interattiva. Un’opportunità per confrontarsi, studiare e interrogarsi sulla contemporaneità, e allo stesso tempo uno spazio storico restituito alla cittadinanza e reintegrato nel tessuto urbano del centro di Mestre.

alazzo Cavalli, edificio storico della città e attuale sede del museo di geologia e paleontologia dell’università di Padova, apre le porte al pubblico gratuitamente fino al 6 gennaio 2019. “L’iniziativa rientra in una serie di azioni progettate dall’ateneo per rendere più fruibili le nostre collezioni museali” ha riportato Giovanna Valenzano, prorettrice al patrimonio artistico, musei e biblioteche. Le aperture con ingresso libero saranno il giovedì dalle 14 alle 18 e il venerdì, sabato e domenica con orario continuato, dalle 10 alle 18. L’occasione è da non perdere perché le collezioni sono davvero eccezionali. Tra i gioielli del museo la magnifica sala delle palme è un unicum. Poi il Tridentinosaurus antiquus delle Alpi meridionali, risalente a 250 milioni di anni fa e più antico dei dinosauri. Ci sono poi i pesci di Bolca, che ci testimonia i paesaggi tropicali che caratterizzavano il veneto sud occidentale tra i 50 e i 30 milioni di anni fa.

Treviso, Barbiere di Siviglia smart

N

el 2018 ricorre il 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini e in tutto il mondo si celebra colui che è definito uno tra i compositori d’opera più importanti della storia. E così, giovedì 20 dicembre, alle 20.30, la Fondazione Benetton, in collaborazione con l’Associazione Lirica Trevigiana, e con la direzione artistica di Giuseppe Aiello, organizza il Gala Rossini, Barbiere di Siviglia smart, con solisti dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini e cantanti selezionati dalla direzione dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” (Manuel Amati tenore, Il conte d’Almaviva; Giorgia Paci soprano, Rosina; William Hernández baritono, Figaro). L’Orchestra Rossini, orchestra della città di Pesaro, ha predisposto il progetto “Barbiere Smart”, cioè una versione agile e accattivante con un ampio estratto del capolavoro rossiniano, trascritto per ensemble di strumentisti e con la presenza dei cantanti principali dell’opera.

Fenice di Venezia, Concerto di Natale

V

enerdì 21 dicembre La Fenice porta in segna il Concerto di Natale. In programma Antonio Vivaldi, Salve Regina RV 617, con Sara Pegoraro, soprano. Nulla in mundo pax sincera RV 630, con Oriana Kurteshi, soprano. Ostro picta, armata spina RV 642, con Sara Pegoraro, soprano. Laudate pueri RV 600, con Oriana Kurteshi, soprano. Dirige l’ Orchestra Accademia Vivaldiana il maestro Mario Merigo.


www.lapiazzaweb.it

Appuntamenti

41

Hashtag Capodanno a Jesolo Il 31 dicembre non vorrete essere in nessun altro luogo: dalle ore 21.00 musica da capogiro, Dj, Guest star e spettacolo garantiti

Gionny Scandal GionnyScandal, al secolo Gionata Ruggieri, nel 2011 comincia a pubblicare su Youtube le sue prime composizioni che iniziano a suscitare interesse e raccogliere visualizzazioni. Lui ha la capacità di fare musica davvero per tutti, combinando il rap con la melodia, l’elettronica e testie emozionanti. Ad oggi, Gionny, conta una media di 4.000.000 di views ai suoi video caricati su Youtube. Nel 2016 firma con Universal Music Italia e pubblica l’album “RESET”, che debutta all’ottava posizione della classifica FIMI, preceduto dal singolo “BUONGIORNO”, che ad oggi conta 5 milioni e mezzo di ascolti su Spotify, 12 milioni di views su youtube ed è stato certificato prima disco d’oro e poi disco di platino. Dopo il disco Gionny parte con il tour live che finisce a Milano, facendo Sold Out. Pubblica poi il suo primo libro autobiografico “LA VIA DI CASA MIA” con la cas editrice Rizzoli e debutta nei libri più venduti.

Dj Margot MamboLosco è il rapper che ha conquistato il web con “Guarda come flexo”. Originario di Vicenza, parla perfettamente sia l’inglese che l’italiano, una particolarità che ha reso ancora più unica la sua musica. Nato da padre statunitense (militare dell’esercito USA) e madre italiana, è membro del collettivo della Sugo Gang. La sua carriera è iniziata quando ha caricato alcuni video su Youtube, fra cui “Mama I did It Again”, in collaborazione con Luscià e “Come se fosse normale” realizzato con Nashley. L’uso perfetto sia dell’inglese che dell’italiano e il talento di MamboLosco, hanno consentito al cantante di farsi notare, anche grazie al singolo “Giovanotti”. La fama di MamboLosco però è esplosa con altri due singoli: “Me lo sento” feat. Nashley e “Guarda come flexo”. L’enorme successo delle canzoni ha consentito a Mambo di farsi conoscere nell’ambiente trap/rap insieme a Edo Fendi. MamboLosco ha uno stile tutto suo, che unisce la wave americana alla trap italiana, rivisitandole in chiave personale. A settembre 2018 è uscito il suo ultimo successo “Guarda come flexo 2”, da subito ai primi posti delle classifiche Spotify.

Danko Danko (Samuel Gori) mostra il suo interesse per la musica sin dalla prima infanzia. Inizia a suonare in importanti club italiani e festival internazionali, che gli danno l’occasione di incontrare mostri sacri della musica EDM come Dimitri Vegas & Like Mike, W&W, Getter, Will Sparks e Carnage. Viene influenzato positivamente dal loro carisma e dalla loro musica, collabora con DJ e produttori emergenti, ed è presente in importanti festival. Nel 2017 Danko è stato il più giovane DJ producer italiano a suonare sul Main Stage del prestigioso Reload Music Festival di Torino, nello stesso anno, firma un contratto discografico con la storica e blasonata Time Records per il suo primo singolo “Savior” che riceve in breve tempo il supporto di nomi importantissimi della scena EDM come Tïesto e i Marnik. Danko a soli 16 anni vanta un curriculum di tutto rispetto, ed entra a far parte dell’esclusivo management di Ilan Tenenbaum dove, i fratelli maggiori si chiamano Marnik e Lush and Simon, contestualmente viene annunciato il suo ingresso nel roster più prestigioso d’Italia e uno dei più importanti in Europa, la AGE di Alberto Gobbi che diventa ufficialmente il Booker di Danko.

N

umeri da capogiro per questo Capodanno 2019, che candida Jesolo per il primato quale evento più significativo del Veneto. 3.000 metri quadri a disposizione, 7 ore di musica, 5 Dj resident, 3 ospiti internazionali. Aspettare la mezzanotte sarà solo incidentale durante questa serata che promette di essere adrenalinica e senza precedenti lungo tutto il litorale veneto. Come sempre la scelta degli organizzatori è quella di di seguire i gusti musicali più in auge nei giovani, con tre Guest Star ai vertici delle classiche musicali del loro genere. Inizia con questo evento la collaborazione tra il Comune di Jesolo e Give Emotions, agenzia e titolare del marchio Hashtag Music Festival e di altri format musicali. Presso il Palazzo del Turismo infatti, l’Amministrazione comunale ha scelto di ambientare la festa di Capodanno rivolta ai giovani della città e non solo.

Grande è l’impegno dell’Assessore Flavia Pastò nel coinvolgere i giovani cittadini a questo grande evento, grazie anche alla scelta di omaggiare loro un voucher gratuito per l’ingresso alla manifestazione. A scaldare la serata infatti ci sarà l’attesissima esibizione live di Gionny Scandal, tra i più importanti rappresentanti della musica trap in Italia. Forte dei suoi successi, sempre ai vertici delle classifiche nazionali e con una media di 15 milioni di visualizzazioni dei suoi video, Gionny Scandal canterà per il pubblico di Hashtag Capodanno a Jesolo. Nel susseguirsi di Dj resident, coreografie ed effetti speciali, altri due grandi ospiti solcheranno il palco di HMF: Dj Margot e Danko.

Moltissimi i servizi offerti durante la lunga serata (dalle 21 alle 4), dal food&beverage ed il guardaroba interni, fino alla possibilità di raggiungere la località con navette appositamente organizzate da partner dell’evento. Molto importante la convenzione con il Consorzio di Promozione Turistica di Jesolo e con AJA, associazione albergatori, attraverso la quale si potrà soggiornare a Jesolo a prezzi calmierati e con servizi accessori di tutto vantaggio. Gli organizzatori hanno riposto un occhio attento e particolare a tutti gli aspetti legati alla sicurezza durante l’evento, con personale specializzato e molte misure di sicurezza adottate per assicurare a tutti un sano divertimento.

Aism, AssociAzione iTALiAnA scLerosi MuLTipLA, e i notAi ti invitAno A pArtecipAre AgLi inconTri grATuiTi per ricevere risposTe ALLe Tue doMAnde.

Con il patrocinio e la collaborazione del

PER INFORMAZIONI suglI INCONtRI:

800.09.44.64 - www.aism.it


42

il

Crucilibro

www.lapiazzaweb.it

Un libro sotto l’albero è sempre una bella sorpresa Scegliere il regalo giusto può essere più facile entrando in libreria: romantici, visionari, ironici, amanti della storia… Basta scegliere bene Bernhard Schlink

Fabrizio De André

Elizabeth McKenzie

Giorgio Triani

Olga

Fabrizio De Andrè

Veben, una ragazza particolare

La società

Alter Ego

Herbert e Viktoria, figli di ricchi

I personaggi delle sue canzoni

Lo scoiattolo con cui parla

Le ideologie

Location

Pomerania di inizio ‘900

La musica

Palo Alto, in California

Il mondo intero

Co-protagonisti

La grande storia Europea

I vinti e i futuri vincitori

Paul Vreeland, il fidanzato

I cambiamenti epocali

Intrigo

Olga, povera e orfana dei genitori, vive con la nonna poco lontano da una famiglia di ricchi proprietari che ha due figli: Herbert e Viktoria. I ragazzi crescono insieme, finché tra Olga e Herbert nasce un amore, fortemente contrastato dalla famiglia

Il libro raccoglie alcuni dei suoi testi e le parole fuori dalle canzoni che in qualche modo li hanno accompagnati, assecondando aree tematiche topiche: “L’infanzia negata”, “La vita subita”, “Il conflitto”, “La cecità”, “La vita negata”, “Il riscatto”

Veben, cresciuta in una famiglia problematica, passa da un lavoro all’altro è appassionata di scoiattoli e parla con loro, uno in particolare è il suo miglior amico. Il suo fidanzato, viene anch’esso da una famiglia strana che ne ha determinato le scelte

Ci stiamo avviando verso una realtà in cui il lavoro fisico sarà compiuto da macchine, il traffico stradale verrà automatizzato, le produzioni agricole e l’allevamento conosceranno mutazioni radicali e inimmaginabili. Fantascienza?

Finale

Lei diviene maestra, lui è sempre in viaggio in cerca di fama. Convinto di poter esplorare l’Artico, Herbert si fa finanziare un’impresa e parte. Lei lo aspetta fedele e gli scrive delle lettere che non leggerà mai ma che sono la parte più intensa del libro

“Le mie canzoni sono degli addii - dice De André - Addio alle parole che canto, ai pensieri che vanno lontano dalla bocca, dalla lingua, dalla testa. (…) E d’altra parte si scrive per liberarsi di qualcosa, per dire addio a qualcosa o a qualcuno”

Giunto il tempo del matrimonio le due famiglie di devono conoscere e l’incontro con i rispettivi genitori non va troppo bene. Nella coppia ci sono differenze sufficienti a mandare tutto all’aria, ma quale giovane coppia ci crederebbe mai?

Prepariamoci! Ma senza abbandonarci a isterismi apocalittici, anzi cercando di alimentare in noi e fuori di noi il “pessimismo allegro” che raccomanda Giorgio Triani, aprendoci fiduciosamente nei riguardi di un futuro sostenibile

Cosa dire del libro

Un romanzo capace di mettere insieme in un intreccio narrativo avvincente, la storia della Germania lungo il corso di tutto il Novecento

2. Un libro rivelatore del pensiero che ha dato vita e voce ad un unicum poetico della canzone italiana. Da regalare sicuramente anche ai figli

Divertente, godibile fino alla fine, questo libro è il regalo giusto per chi ha bisogno di ridere sull’amore e sulla vita, un vero spasso

Un libro serio, che potrebbe venir definito addirittura preoccupante, se non fosse qua e là giocato sul filo del paradosso e dell’ironia. Per i visionari

Eroe/Eroina

Leggere

Bernhard Schlink Olga Neri Pozza pp. 221 € 17.00

Fabrizio De André Anche le parole sono nomadi Chiarelettere, pp. 204 € 18.00

Elizabeth McKenzie L’amore al tempo degli scoiattoli Marsilio, pp. 242 € 18.00

Giorgio Triani Allegre apocalissi Castelvecchi, pp. 94 € 12.50 A cura di Germana Urbani


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

43

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Crema ai fiocchi

Quinoa alle spezie

Carote all’arancia

Ingredienti: 1 L d’acqua - 1 gambo di sedano - 1 carota - 4 porri olio - 4 C di fiocchi d’avena piccoli - un pizzico di prezzemolo.

Ingredienti: 250 g di quinoa - 1 cipolla - 2 spicchi d’aglio - 2 C d’olio - 1 bustina di zafferano - 1 pizzico di curry - 1 pizzico di peperoncino - 1 c di erba cipollina - 1 c di maggiorana - 1 c di menta - sale q. b.

Ingredienti: 500 g 500 g di carote - 1 arancia - 1 C di pangrattato 1 C d’olio.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Note

Preparazione: in una pentola mettere l’acqua, il sale, la carota, il sedano e i porri; fare cuocere per 20 minuti circa. Quindi togliere la carota e il sedano, passare invece i porri, unire i fiocchi d’avena e far cuocere ancora per 10-15 minuti. Spegnere, condire con un filo d’olio e il prezzemolo tritato.

Preparazione: lavare e mettere a cuocere la quinoa con l’acqua (2 volte il suo volume) per 15-20 minuti. Tritare l’aglio e la cipolla sottilissimi e farli appassire. In una ciotolina mettere l’olio, le spezie e le erbe aromatiche (fresche o secche) e lasciare macerare. Quando la quinoa è pronta condirla con la cipolla e l’aglio, le erbe aromatiche e unire il prezzemolo tritato.

Preparazione: cuocere a vapore le carote, tagliarle nel senso della lunghezza e metterle in una teglia da forno oliata, spruzzarvi sopra il succo d’arancia, e una spolverata di pane grattugiato. Coprire e mettere in forno per 10 minuti, aggiungere un filo d’olio, scoprire e fare gratinare.

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.

Enoteca • Grapperia • Vini sfusi (Cantina Sociale di Premaore) Prodotti Alimentari Tipici

Per le Tue Ceste Natalizie e Cassette di Vino

Passa da Noi !!! via 2 Giugno 2/a · 35020 Legnaro (Pd) tel. e fax 049 883 08 62 · cell. 392 902 02 37 · info@enolavigna.com orari: 8.30 | 12.30 - 15.30 | 19.30 - mercoledì pomeriggio chiuso


Oroscopo

44

l’

Ariete Evitate inutili nervosismi, state calmi e vivetevi il omento con serenità e allegria: saranno feste davvero uniche!

Toro Se intendete fare denomini a casa vostra trovate il servizio che più vi rende sereni: Un catering o uno chef a domicilio?!

Dicembre Salutate il vecchio anno festeggiando come si deve: non accontentatevi, fate faville e inizierete il nuovo anno all’insegna delle belle novità

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Buone notizie in arrivo e nuove attività: ciò che non avete mai osato provare vi si ripropone e voi vi lancerete in nuove imprese

Scorpione La fortuna è dalla vostra, effetti straordinari sul conto in banca: un nuovo lavoro o un nuovo contratto?!

Gemelli

Sagittario

Ottime opportunità di lavoro in vista, le conferme non tarderanno a venire. Per i regali di Natale non fare a caso, piuttosto rimanda

Volete cambiare qualcosa in meglio? E’ tempo di farlo perché i sogni si realizzeranno, le stelle vi assistono

Cancro

Capricorno

Mostrate il vostro talento non appena ne avrete occasione: vi attende un periodo ricco di gratificazioni

Vi arriverà una proposta importante in campo sentimentale: non temete nulla, è tempo di provare a crescere

Leone

Acquario

Uscite il più possibile, partecipate a tutte le feste a cui sarete invitati: questo il segreto del vostro successo, splendidi!

Organizzate un programma elastico per le feste, qualcuno potrebbe non stare troppo bene. Fine anno ricca di promesse

Vergine

Pesci

La vostra casa sarà al centro dei vostri pensieri. Qualunque cosa vogliate fare pensateci un pò su, la calma è buona consigliera

Date libero sfogo alla creatività, progettate un menù con ricette mai provate prima e scegliete per la tavola stravaganti decorazioni!


www.antenore.it

GAS E LUCE PER CASA E IMPRESA

DOPPIA FIDUCIA, DOPPIO OMAGGIO. TUTTO CASA INSIEME GAS E LUCE

TUTTO IMPRESA INSIEME GAS E LUCE

Abbina gas e luce con Antenore: fornitore unico, vantaggio doppio. Antenore ti ripaga della fiducia con un omaggio immediato già nella prima bolletta: 100 Smc di gas e 60 kWh di luce gratuiti PARI A 35,00 € +IVA.

BONUS LEONIS OMAGGIO AMICI DEL LEONE Se sei soddisfatto dei servizi di Antenore Energia, perché non ci segnali un nuovo contatto? Farai contento un amico o un’amica e per te avrai subito in bolletta un accredito di 20 euro + iva.

PUNTI ENERGIA ANTENORE RUBANO (PD) via della Provvidenza, 69 tel 049 630466 – fax 049 635289

LIMENA (PD) via del Santo, 54 tel 049 768792 – fax 049 8843294

PADOVA (PD) via del Vescovado, 10 tel 049 652535 – fax 049 8360967

CAMPONOGARA (VE) Piazza Marconi, 7 tel 041 0986018


VENDITE E AFFITTI

PER INFORMAZIONI CONTATTATECI I

M

M

O

B

I

L

I

A

R

Vuoi Vendere o Affittare la Tua Casa? Contattaci Subito al numero

049 89 35 288

ALLO 0498935192

E

LE PROPOSTE IN VENDITA di PONTECASE Srl

PADOVA - VILLATORA TORRE

PADOVAPERAROLO - MORTISE

Prezzo: € 240.000€ 120.000 Prezzo:Prezzo: € 88.000 Prezzo: € 85.000 Mq: 200 mq 85 Mq: 95 mq Mq: mq Mq: 52 mq 2 Camere: Camere: Camere: 3+ Camere: 2 1 Bagni: 2 Bagni: Bagni: 3 Bagni: 1 1 Bifam. intera conL' due ingressi per due nuclei familiari. In palazzina di dodici unità, su tranquillo contesto immobile è composto di: ingresso,zona Delizioso mini appartamento al piano La casa è composta al piano primo di: ingressi, sogg., residenziale, appartamento al terzo ed ultimo piano giorno conabitale, cucina un bagno ingresso, soggiorno cucina vivibile con terrazzo tre arredata,con camere ed con 2 latiterra,con di esposizione, composto da ingresso con angolo finestrato con box doccia camera matrimoniale, bagno, un bagno. Il piano terra si compone di: ingr., sogg.,e uno cieco. soggiornocottura, ampio e cucina abitabile, due camere di cui All'esterno si accede adcentrale uno splendido splendido privato, cucina, bagno, camera matrimoniale, lavand., una matr,garage bagno cone doccia, terrazzo, scoperto garage. Ampio e termica e garage. Giardino con di 400Mq. verde giardino condominiale piantumato. scoperto doppio garage. giardino e con portico coperto.

DI BRENTA PADOVA PONTE - MORTISE

VIGONZA PIANIGA - MELLAREDO

Prezzo: € 380.000 Prezzo: € 150.000 Prezzo: € 65.000 150Prezzo: € 275.000 Mq: mq Mq: 100 mq Mq: 90 mq Mq:3 Camere: 700 mq 2 Camere: Camere: Bagni: 2 Camere: 3+ 2 3 Bagni: Bagni: 1 Bagni: 3 Villetta singola in contesto daveicolare zona living e cucina In palazzina recintata, su tranquillo contesto residenziale,di residence In zona dicomposto forte passaggio e pedonale (accantoseparata alle scuoleabitabile, pubbliche), sibagno vende stabile, terracielo, recintato, proponiamo finestrato concon box doccia si vende appartamento al terzo ed ultimo piano su su 2 latiprenotazione ampio parcheggio ed alta visibilità. L’immobile è suddiviso: di esposizione, composto da ingresso, soggiorno ampio e abitazioni singole personalizzabili nelle eddiun secondo bagno finestrato con vasca piano terra, ampio negozio vetrinato con uffi ci adiacenti, cucina abitabile, due camerecon di cuiun unaampio matrimoniale, bagno finiture giardino di circaretrobottega 500 e con ripostiglio, camera matrimoniale e ampio deposito, con tre garages ed infine con doccia, terrazzo avvolgente e panoramico, garage. magazzino di 115mq. La parte superiore, al primo piano, metri quadrati. camera; tre poggioli; garage doppio. dispone di un appartamento/ufficio di ampia metratura. Ampio e verde giardino condominiale piantumato.

PADOVA - TORRE MORTISE

Prezzo: Prezzo: Mq: Mq: Camere: Camere: Bagni: Bagni:

€ 130.000 87.000 110mq mq 105 22 12 App.to composto da ingr.appartamento al piano terra con 30 mq di Proponiamo con soggiorno cucina abit. di 12 mq e bagno di 8 mq, colcentralizzato con conta terzo legato troviamo il garage spaziosocalorie e dotatoaldi lavand. piano con esposto su due lati e due ampi Collegato scala interna raggiungiamo il reparto poggioli vista panoramica aperta sulla notte dotatocon di due stanze doppie disbrigo, ripos. e bagno poggiolo.del Risc. aut. condominiale. cittàampio e all'interno parco

PADOVA -BUSA QUART. PADOVANELLE

DI BRENTA SANPONTE LAZZARO

Prezzo: € 89.000 Prezzo: € 90.000 Prezzo: Prezzo: € 149.000 € 95.000 155Mq: mq Mq: 60 mq Mq:Mq: 150 mq 120 mq Camere: 3 Camere: 3 Camere: 3 Camere: 1 Bagni: 2 Bagni: 2 Bagni: 2 Bagni: 1 App.to in palazzina di 11 unità, al quarto piano con A pochi passi dalla chiesa, app.to risistemato, all’ultimo Appartamento situato a Busa, dotato di L’appartamento è composto da: ingresso, ascensore. Composto da ingresso, ampio sogg., cucina piano con ascensore, esposizione al sole con terrazzo ingresso ampio con soggiorno 35mq, esoggiorno, cucina, ripostiglio, tre camere separata, 3 camere da letto di cui unadi matrimoniale le abitabile e parco a vista. Dotato di garage e p. auto concucina 3 camere e aldue due poggioli e ingresso, garagesoggiorno, con altreabitabile, due doppie, disimpegno, due bagni, un ripostiglio, garage pia- bagni, dominiale. Composto di: cucina, dibagno finestrato e wc piano. di servizio con possibilità di acquisto di camera un altro garage di Il condominio no terra e soffitta all’ultimo L’immobile è dotato di simpegno, bagno, matr. e garage. condizionatori, porta blindata e videocitofono nuovo. doccia, garage 21mq. 23mq. è stato ristrutturato esternamente di recente.

PONTE DI BRENTA PADOVA - SAN LAZZARO € 80.000

NOVENTA PADOVANA PADOVA - MONTÀ

Prezzo: Prezzo: Mq: Mq: Camere: Camere: Bagni: Bagni:

MORTISE PADOVA - MORTISE

Prezzo: € 168.000 Prezzo: € 98.000 €90 90.000 € 93.000 Prezzo: mq Mq:Prezzo: 120 mq Mq: 105 mq € 80.000 90 mq Mq: mq Mq: 110 mq 2 Camere: 355Camere: 2 Camere: 1 Camere: 3 12 Bagni: 2 Bagni: 1 1 Bagni: 1 Bagni: 1 Appartamento su edue pianicittà, e Appartamento duplex a residenziale NoventacirconL'appartamento ingresso cone bagno fineA pochi minuti dal centro, in contesto App.to èal composto primo pianodicon tre camere Casa a schiera comodadisposto alle tangenziali dal centro dato da ampio parco alberato, appartamento del 2000 soggiorno in ingresso, soggiorno , due Padovana in contesto recente, composto cucina, due camere matrimoniali, strato. Cucina e sogg. separato. Ripostiglio possibile sucomposto: fabbricato di 3 unità con 2 ingressi carrai. L’immob. zona tranquilla, comodo a ampio molti servizi ed alla tangenziale. necessita di manutenzioni mentre all’ esterno da ingresso, wc. Vicino alla centro commerciale “la camere, un bagno eall’interno, due terrazzi, taverna e luminoso, ripostiglio,adibirlo bagnoa due poggioli e garage al L’immobile èsoggiorno arredato e gode di un ampio parcheggio fronsono stati eseguiti di recente le facciate e il tetto. La casa corte”, Caratterizzato ideale da ampiper spazi Caldaia concomposta: uscitaal piano nelterra,giardino, garage. separata,contre camere, piano terra. Posizionamento chiinterni. si tale. Soggiorno angolo cottura didue 30mqbagni, circa e uscita è così ingr. con veranda, cucina, cucina sostituita nel 2016, tetto, pluviali e colore esterno su poggiolo, camera matrimoniale e bagno cieco. Al piano Riscaldamento muove nel centro città. sogg., lavand., al pianoautonomo. primo, due camere, bagno e ter- quattro poggioli, garage doppio. interrato, garage di 15 mq comunicante con ascensore. rifatti nel 2010. razzo.Due garage, due ripostigli ed un terreno di 250mq.

LE PROPOSTE IN VENDITA di PONTECASE Srl PIANIGA

PADOVA - MORTISE

Prezzo: € 260.000 Prezzo: € 190.000 Mq: 550 mq Mq: 140 mq Camere: 3+ Camere: 3 Bagni: Bagni: PERAROLO 2 SAN LAZZARO 3+ Villa suddivisibile Prezzo: in 5 appartamenti e 5 garages € 100.000 Porzione di bifam.Prezzo: al piano terra completamente ristrutt. € 60.000 con giardino di proprietà Mq: e garage comunicante. L’immob. 115 con mqparco Mq: di 4.000mq. La ristrutturazione è 65 mq è diviso per eventuale altro immobile indipende. La zona è Camere: 3 Camere: 3 subordinata dal mantenimento architettonico tranquilla e poco Bagni: passaggio veicolare ma comodo alle vie di 1 Bagni: 2 dell’aspetto esterna ma non vincolante per la comunicazioni stradali. Ideale per chi cerca una soluzione suddivisione interna. indipendente con giardino senza barriere architettoniche. La casa è composta al piano terra da ingresso, soggiorno, cucina e stanza. Al piano superiore troviamo disimpegno, due camere a scalare, ripostiglio e bagno finestrato. Esternamente l'immobile ha il giardino frontale.

PONTE DI BRENTA

Appartamento Duplex composto soggiorno,cucina separata e studio, zona notte con due camere da letto doppi servizi ,terrazzo e garage. Impianto di climatizzazione e riscaldamento autonomo.

NOVENTA PADOVANA

privato in centro quartiere. L'abitazione si sviluppa tutta al piano secondo e ultimo e presenta in buono stato di conservazione vista la vetustà ed è dotata di ampio giardino .

ingresso, soggiorno separato dalla cucina, quattro camere matrimoniali, due camere singole, due bagni, soffitta e terreno di proprietà oltre i 200 mq.

CERCHIAMO DUE COLLABORATORI DA OFFRIAMO VARIE TIPOLOGIE DI INSERIRE NELLA FILIALE DI PADOVA

SERVIZI FINANZIAMENTI

I PREGA DI INVIAREE IL CURRICULUM ALL’INDIRIZZO

PONTECASESRL@GMAIL.COM

PONTE DI BRENTA

Prezzo: € 205.000 Mq: 145 mq Camere: 3 Bagni: 2 PERAROLO Porz. di bifam. in orizzontale all’ultimo piano nuovo Prezzo: € con 649.000 ascensore Composta Mq: privato, completamente ristrutturata. 322 mq daCamere: pianerottolo indipendente, ingresso, soggiorno ampio, 3+ cucina separata, due camere matrimoniali, due bagni fineBagni: 2 strati, sala caldaia/ripostiglio, 3 poggioli, terrazza coperta, posto auto e soffi tta da 100mq. da Casa singola situata in un contesto

Prezzo: € 250.000 Prezzo: € 250.000 Mq: 180 mq Mq: 160 mq Camere: 3 Camere: 3 Bagni: NOVENTA PADOVANA 2 SAN LAZZARO2 Bagni: Prezzo: Prezzo: € si250.000 Villetta a schiera disp. su tre livelli. Il piano seminterr. preNuova Casa Singola in classe B, con possibilità che possa€ 119.000 Mq: sarà realizzato all’inizio dell’anno 130 sta mq Mq: una taverna con ripost., lavand. e ampio 230 mq ad accogliere diventare A. L’immobile 3 AlCamere: garage. piano terra c’è uno scop. priv., il piano primo in- 4 2019 e verrà finitoCamere: a dicembre. Composta di: ingresso, Bagni: Bagni:da ingr., sogg. e cucina separata, disimp., 2 vece1è composto garage di ca 45mq e di altezza 4m, di fianco giardino di 80mq. Al piano superiore sogg. di ca 40mq, cucina abitabagno con due terrazzi. Il piano secondo è composto da bile, tre camere aPorzione scalare, duedibagni finestrati econ terrazza. bifamiliare ampio scoperto singola due composta da: tre stanzeVilla a scalare, un altrosu bagno e unlivelli terrazzo.

tare la Tua Casa? to al numero

35 288

VENDI E COMPRA CASA CON NOI, AVRAI UNO SCONTO DEL 15%

DI IMMOBILI COMMERCIALI E RESIDENZIALI

residenziale molto curato e tranquillo e di nicchia in strada chiusa circondata da case singole. Si tratta di una costruzione con due piani fuori terra ed un piano interrato.

VIGONZA - PERAGA

Prezzo: € 260.000 Mq: 170 mq Camere: 3 Bagni: ARQUÀ PETRARCA 2 Prezzo: 140.000 Trifam disposta su due piani. Ingresso, € ampio sogMq: cucina, servizio/lavanderia, ripostiglio, 85garage mq giorno, Camere: e pergolato/pompeiana per pranzi o cene esterne. 1 Bagni: 1 Piano superiore con tre camere da letto, doppi servizi e logge. Giardino privato di proprietà. Finiture di Nel noto borgo trecentesco, proponiamo alto livello. pregevole bilocale con ingresso indipendente soggiorno con vista aperta sulla cucina e sulla parte soppalcata, camera matrimoniale a piano con bagno, e pregevole scoperto.

PONTE DI BRENTA

NOVENTA PADOVANA

Prezzo: € 135.000 Prezzo: € 75.000 Mq: 125 mq Mq: 85 mq Camere: 2 Camere: 2 Bagni: 2 Bagni: 1 PONTE DI BRENTA SAN LAZZARO App.to si colloca al piano 1° di una palazzina dotata diPrezzo: In zona molto tranquilla e residenziale e immersa nel Prezzo: € 115.000 € 172.000 verde del giardino condominiale e vicino Mq:ascensore. Composto da ingr., sogg. e con 150cucina mqseparata Mq:e 100 mqal centro, app. servizio al piano 1°, elegante scala interna ci porta Camere: 4 al piano Camere: to al terzo ed ultimo piano. Si compone di3soggiorno con secondo che off re due ampie stanze matr. con servizio e cucina a vista, due camere da letto,di cui Bagni: 2 Bagni: 2una matrimoniale ripostiglio. Dotato di risc. a pav. aut. con caldaia a condensaed un bagno con vasca e doccia. Garage e disponibilità di zione e separato in due zone. Al piano t. troviamo garage. parcheggio sia esterno che internamente al condominio. Proponiamo Bifamiliare in centro quartiere, Appartamento Duplex : soggiorno con completamente da ristrutturare con possibilità di realizzare massimo tre appartamenti. Scoperto esclusivo di 180 mtq.

poggiolo, cucina separata, camera, bagno finestrato e ripostiglio. Al piano mansardato: stanza matrimoniale, camera con velux e bagno finestrato. Al piano interrato garage.

PADOVA - TORRE

PONTE DI BRENTA

Prezzo: € 240.000 Prezzo: € 85.000 Mq: 132 mq Mq: 50 mq Camere: 2 Camere: 1 Bagni:TORRE 2 Bagni:CADONEGHE 1 Prezzo: € 29.000 Prezzo: € 130.000 Nuove costruzioni, residence ad uso residenziale in Nuovo appartamento in Piazza Barbato, trilocale in Mq:classe A, al secondo ed ultimo piano45conmq Mq: 80 edifi mqci residenziali “classe A” Verranno realizzati due ascensore Camere: 3 Camere: 2 interni al recon garages fuori terra ampi e posti auto in centro paese e terrazzo abitabile. L’immobile sarà Bagni: 3 Bagni: sidence, con appartamenti disposti su2un unico livello completamente aggiornato con le ultime tecnolodi varie tipologie e metrature, abbinati a generosi gie edilizie. Ideale per investimento o chi cerca una Proponiamo composto da: soggiorno L’appartamento presenta recente, molto soluzionebilocale funzionale ed pratica. terrazzi sio giardini. con angolo cottura, camera matrimoniale, lavanderia e bagno finestrato con scoperto di 20mq.

Tel. 049 89 35 288

ordinato e completamente arredato. La posizione è perfetta per chi lavora in zona industriale, all'università vista la vicinanza delle facoltà e all'Ospedale civile.

Fax 049 89 35 192 Pontecase s.r.l. Email: pontecasesrl@gmail.com via san marco, 135 35129 Ponte di brenta (PD) www.pontecaseimmobiliare.it P.iva 04285310282

LE PROPOSTE IN VENDITA di PONTECASE Srl

SIAMO CONVENZIONATI

S

La Piazza di Padova est dic2018 n166  

La Piazza di Padova est dic2018 n166

La Piazza di Padova est dic2018 n166  

La Piazza di Padova est dic2018 n166

Advertisement