Page 1

Raccolta pubblicitaria a mezzo della

AGENZIA SPADA SALVIAMO I NOSTRI MARO’

ANNO 1 NUMERO 0 - 22 Marzo 2012 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com

via C. Battisti, 5 Tel. 02 24.30.85.60 info@spadapubblicita.it

EDITORIALE

Perché un nuovo giornale Ai signori lettori, signori inserzionisti, signori depositari anche al femminile! E’ con orgoglio che vi presento il nuovo settimanale della nostra città, giovanissimo come la redazione che lo crea. Un lancio di giovane energia nelle acque ferme della vecchia editoria. Con queste brevi righe di presentazione del Gazzettino di Sesto San Giovanni, desidero esortare i cittadini operosi e volenterosi a impegnarsi per il miglioramento della qualità civica della vita nella nostra città. Anche qui, come nel resto del Paese, è necessaria una forte discontinuità con il passato. Il Gazzettino desidera aprire una finestra di comunicazione ai cittadini, ma anche di confronto e di riflessione sui temi della nostra città e del nostro Paese. L’invito che vi rivolgo è quello di scrivere alla nostra casella email per animare il dibattito sui temi che riguardano la città. Gli argomenti di prevalente interesse comune riceveranno il nostro commento e la diffusione delle idee che vorrete proporci. Da parte nostra corre l’obbligo di segnalare, più che le notizie degradanti e negative, le storie e i fatti positivi e coerenti. Incoraggiateci con le vostre lettere all’indirizzo mail: redazionegazzettino@gmail.com L’editore

C’HANNO ACCISE Costi della benzina alle stelle, anche a Sesto la Verde sfiora i 2 euro. Gli ultimi rincari potrebbero costare in un anno fino a 400 euro a famiglia. Scopriamo i prezzi nelle stazioni di servizio della nostra zona

:: SOCIALE

‘NeoNato’è il nuovo servizio sociale creato dalla Caritas della Parrocchia Santo Stefano per tendere ‘due mani’ alle donne in attesa e alle neomamme con problemi A pagina 2

NATURA :: APPUNTAMENTO PER I BAMBINI

Festa di primavera al Parco

La primavera è arrivata e il Parco Nord Milano intende celebrarla insieme a decine di bambini con giochi e avventure in una festa in programma domenica 25 marzo dalle ore 15. L’appuntamento per tutti i bambini è all’Aula Verde che sorge sul retro del centro scolastico Parco Nord (via Clerici). Gli animatori della Koinè condurranno gli ospiti alla scoperta del parco attraverso giochi e racconti. E’ consigliata la prenotazione via mail m.rubolini@koinecoopsociale.it

A pagina 3

:: SPORT

:: POLITICA

A poco più di un mese dal voto per l’elezione del nuovo sindaco si affacciano le prime candidature ufficiali. Quattro le donne schierate da partiti e liste civiche A pagina 5

Prove di serie D per la Pro Sesto che conduce l’Eccellenza con 12 punti di vantaggio.Ombre per il BraccoGeas Basket, all’ultima chiamata per i playoff A pagina 7

CRONACA :: MINORE VENDEVA DROGA DOPO LA SCUOLA

Spacciava per arrotondare Ha soltanto 17 anni il giovane sestese arrestato dai carabinieri del nucleo operativo sestese mentre spacciava marijuana. Uscito da scuola, ogni pomeriggio il ragazzo si recava nel parchetto di via Pavese, a pochi passi da viale Marelli, e vendeva stupefacenti ai suoi coetanei.

Lo faceva per arrotondare, secondo quanto raccontato agli inquirenti. Infatti, dalla vendita di marijuana poteva arrivare a incassare anche 300 o 400 euro in un pomeriggio. Soldi che avrebbe quasi certamente utilizzato per pagarsi la discoteca e i vizi adolescenziali.


2

|

Attualità

22 marzo 2012

Dillo con un click

La moda islamica sfila a SpazioAr te Non solo moschea, non solo dibattito. Il centro culturale islamico di Sesto ha organizzato una vera e propria sfilata dedicata alla moda dei Paesi arabi. Sulla passerella di SpazioArte hanno sfilato le donne musulmane di Sesto e Milano che hanno portato in scena gli abiti ‘trafugati’ dai cassetti e dagli armadi delle loro mamme. L’integrazione tra culture passa anche dalla moda.

EDITORIALE

Facciamo correre le idee positive Prendetelo come un segno della tenacia di noi italiani, di noi sestesi, che dinanzi alle difficoltà non molliamo mai, non ci tiriamo indietro. Il nuovo giornale che state sfogliando per la prima volta, nasce in un momento particolare per il nostro Paese e per la nostra Sesto San Giovanni. Il Gazzettino, che avrà una cadenza settimanale e una distribuzione gratuita per raggiungere quante più persone possibile, si candida ad essere non soltanto uno strumento di informazione tradizionale, ma anche un megafono capace di dare voce ai tanti progetti e alle idee che in questa città circolano, ma che troppo spesso sono sottovalutati ed emarginati nel caos di una società in rapidissimo movimento. Lo vedrete già da questo numero zero, che rappresenta la nostra prova e il nostro esordio: puntiamo a dare voce al mondo dell’associazionismo, del volontariato e più in generale dell’operosità dei setesi, perché il loro lavoro sia valorizzato e comunicato. Puntiamo a parlare degli sport e degli sportivi che magari non fanno notizia da prima pagina, ma sono la linfa più sana del nostro tessuto sociale. Insomma, vogliamo parlare della città, a cominciare dalle sue radici e non dal suo palazzo. Il Gazzettino nasce in un momento particolarmente delicato per la città. Siamo alla vigilia di una campagna elettorale che, dopo mesi di travaglio politico, dovrà offrire nuove risposte ai cittadini. Il Gazzettino ci sarà, con il compito di informare i cittadini, ma anche di far correre e fluire quelle idee positive che troppo spesso vengono sacrificate agli slogan asettici e alle strategie di partito. Rosario Palazzolo

MANO TESA :: NUOVO SPORTELLO PER LE GIOVANI IN GRAVIDANZA

Caritas e Lions Club insieme per le mamme Dal sodalizio prende vita il progetto ‘NeoNato’

di Stefano Bini Una mano tesa verso le giovani in gravidanza che dinanzi alla crisi e alle difficoltà della vita si trovano a dover affrontare uno dei momenti più belli e delicati con l’angoscia di non riuscire ad andare avanti. E’ questo il servizio ‘NeoNato’, creato dal Centro Ascolto Caritas della parrocchia Santo Stefano in collaborazione con il Lions Club Sesto Centro, per tutte le neo mamme sestesi e i loro bambini. ‘NeoNato’ si propone di offrire loro una rete di solidarietà che vuole ssere una vera e propria adozione per la neo mamma e il suo bambino. «Tutto è cominciato quando una donna al quarto mese di gravidanza si è presentata al nostro Centro Ascolto chiedendo aiuto perché

il marito aveva perso il lavoro», spiega Yvonne Corsani, responsabile del Centro Ascolto Caritas della parrocchia. Attualmente sono già 3 le mamme assistite dal progetto. Una nuova adozione avviene soltanto in presenza di sostenitori. Diverse aziende di Sesto hanno dato la loro disponibilità a farlo. La richiesta è quella di offrire un con-

tributo di 200 euro per 18 mesi. L’ospedale di Sesto, con il direttore sanitario Valentino Lembo e il primario di Ostetricia Antonio Ragusa, hanno confermato il loro sostegno. E anche i bambini, come quelli della scuola Santa Caterina hanno risposto all’appello. «Già due anni fa avevamo inserito questo obiettivo tra i nostri interventi - ha

spiegato Gianpalo Caponi, presidente del Lions Club Sesto Centro -. Abbiamo deciso di adottare una mamma e di provare ad allargare la rete di solidarietà con l’auspicio di coinvolgere gruppi di famiglie, condomini e scuole. Può bastare un euro al mese per ogni famiglia, per cambiare il destino di un bambino». Info al Centro di Ascolto al tel. 02. 22475829.

CARTA E PENNA ::

INVIATE ALLA REDAZIONE LE VOSTRE LETTERE

L’angolo della posta dei sestesi

Uno spazio per i cittadini. Uno spazio dedicato ai consigli, alle lamentele, ai suggerimenti, ma anche alle storie dei sestesi, di quelli che vivono in città e di quelli che anche solo la frequentano per lavoro o conoscenza. Questa rubrica de Il Gazzettino di Sesto San Giovanni sarà dedicata alle lettere scritte e inviate alla redazione: raccontateci il vostro punto di vista, inviateci i vostri dubbi sul futuro della città e magari anche i vostri ricordi della Sesto che fu. Pubblicheremo le lettere più curiose e più interessanti: inviateci al massimo mille battute. Per comunicare con la redazione, scrivete all’indirizzo di posta elettronica: redazionegazzettino@gmail.com Oppure inviate i vostri manoscritti all’indirizzo: piazza F. Caltagirone 75.


Attualità

22 marzo 2012

| 3

PREZZI PAZZI :: NEI DISTRIBUTORI SESTESI IL COSTO DELLA VERDE SFIORA QUOTA DUE EURO

Caro benzina, parte la caccia alla pompa più conveniente Il pieno meno caro è al confine con Cinisello di Monica De Astis Dopo il rincaro dell’Iva e la reintroduzione dell’Imu, a tormentare i portafogli degli italiani c’è il caro benzina. La corsa senza freni della verde (+18% da gennaio 2011) e del gasolio (+25,4%) costerà quasi 400 euro all´anno a famiglia. Ma nell’ultimo periodo l’impennata ha superato ogni record, attestandosi sopra i due euro in molte zone d’Italia e toccando picchi di 1,986 euro/litro per la benzina e 1,820 per il diesel, anche a Sesto. Come difendersi da questo salasso che incide sulle tasche di oltre 46mila sestesi (tante sono le auto registrate all’Aci sul territorio di Se-

DISTRIBUTORE

Q8 viale Matteotti Shell viale F. Testi Eni viale F. Testi Agip viale Gramsci Q8 via Di Vittorio Q8 via Grandi Shell via Grandi Tamoil viale F. Testi (Cinisello)

BENZINA

1.791 1.804 1.802 1.824 1.786 1.786 1.796 1.799

DIESEL

1.712 1.739 1.723 1.750 1.711 1.711 1.799 1.689

Dati rilevati a campione tra il 21 e 22 marzo. Invitiamo le stazioni di servizio a inviarci le loro migliori offerte alla mail redazionegazzettino@gmail.com

sto)? Non resta che dare la caccia al distributore più conveniente. A quello che tra sconti ‘fai da te’ e ‘sconto gestore’ permette di risparmiare fino a 15 euro per un pieno. In città i distributori di benzina sono 19, compreso l’unico distributore di gas GPL situato in viale Rimembranze. Nessuna traccia delle cosiddette ‘pompe bianche’, ossia le stazioni di servizio prive di marchio che, a dire di molti, garantirebbero tariffe più competitive. Il malcontento non è solo dei consumatori, ma anche dei benzinai, che vedono aumentare il prezzo dei carburanti a dismisura, ma non i loro salari. Su ogni litro di benzina, un gestore guadagna circa 4 centesimi. La stessa cifra da anni. Un problema al quale non riuscirebbero a porre rimedio nemmeno le norme di liberalizzazione da poco varate dal Governo Monti. La Q8 di viale Matteotti è in data 21 marzo uno dei distributori più economici per la benzina, con 1,791euro/litro, mentre uno fra i più cari è l’Agip di viale Gramsci, con 1,824.

Che ne pensa... :: Anche fra i giova-

ni c’è scontento: Alessandro Trotti, 22 anni e Giorgia Negro, 19.

«Accise stravecchie: una vergogna. Come vergognoso è il fatto che la benzina in Italia sia tra le più care d’Europa»

LA GIUNGLA DELLE ACCISE Le famigerate accise che rappresentano il contributo dei consumatori allo Stato, pesano per il 58% sul costo totale. La prima fu introdotta da Mussolini nel lontano 1935: 1,90 lire al litro sulla benzina per finanziare la guerra di conquista dell’Abissinia. Ecco l’elenco completo: 1,90 lire per finanziare la guerra d’Etiopia del ‘35; 14 lire per la crisi di Suez del ‘56; 10 lire per il finanziamento del disastro del Vajont del ‘63; 10 lire

per l’alluvione di Firenze del ‘66; 10 lire per il terremoto del Belice del ‘68; 99 lire per il terremoto del Friuli del ‘76. E via così, per il terremoto dellIrpinia, per la guerra del Libano, per la missione in Bosnia. Inoltre negli ultimi 7 anni sono state introdotte accise per 0,1449 euro per finanziare le ricostruzioni post alluvioni, il Fondo unico per lo Spettacolo, l’emergenza immigrati per la crisi libica.

«Noi giovani abbiamo pochi soldi e non possiamo spenderli tutti in benzina. Con i mezzi risparmio»

L’EVOLUZIONE :: CRESCE L’OFFERTA DI VEICOLI ‘ALTERNATIVI’. MA LA SPESA FRENA LA RICHIESTA

Ibrida o elettrica? Questo il dilemma Troppi 30mila euro per un’auto ‘verde’ «Costi troppo elevati, mancanza di incentivi e soprattutto scarsa coscienza ecologica». A esprimersi sui motivi che non incoraggiano la richiesta di automobili ibride a Sesto, sono i rivenditori Autogabetta, Spotorno Car e Peugeot. «Nella nostra città quello delle auto ibride è un pubblico ristretto - dicono dalla Spotorno -. Di certo, non è l’investimento del cittadino medio». I prezzi all’autoconcessionaria di Toyota e Lexus per un’ibrida, partono dai 22mila euro. Dalla concessionaria sono ottimisti: «E’ un mercato destinato a espandersi, poiché si tratta di

auto con basso impatto ambientale e consumi ridotti». Sulla stessa lunghezza d’onda si trova la Peugeout, che tra l’altro vanta un pubblico dalla forte curiosità verso le auto ibride del suo show-room: «I vantaggi tecnici attraggono e le persone sono interessate a questo tipo di auto». In primavera la richiesta potrebbe aumentare grazie all’uscita di nuovi modelli di auto ibride diesel-elettriche, come la 3008 HYbrid4. Peccato che attualmente la domanda vera e propria sia bassissima: «Di fronte ai prezzi le persone interessate si bloccano. Per la Ion ad esempio, unico modello completamente elettri-

co, il prezzo è di 36mila euro». Di richiesta ridotta ai minimi termini ne parla anche Autogabetta, accusando non solo i costi troppo alti, ma anche la scarsità di informazioni precise e di incentivi: «In un momento di crisi le famiglie non possono permettersi una S-400 ibrida, che costa 120mila euro, tanto meno senza incentivi. Tuttavia, si prepara ad uscire la Smart elettrica che dovrebbe avere un costo più abbordabile». (M. D. A.)

ICBI :: RIPARTITI GLI INCENTIVI ANCHE PER I SESTESI

Cambiare impianto, ora si può

Forse in pochi lo sapranno, ma dallo scorso 20 febbraio sono ripartiti gli incentivi Icbi per l’installazione di un impianto a metano o gpl per le autovetture dei sestesi. Il nuovo bando è relativo sia all’erogazione degli incentivi per l’installazione di impianti di alimentazione per mezzi privati o commerciali a benzina (euro2 oppure euro3), sia alla partenza di un progetto pilota per la conversione dei motori diesel in propulsori alimentati contemporaneamente a gasolio e a gas. Per info visitare http://icbi.comune.parma.it


Attualità 4 | 22 marzo 2012 CRONACA :: LA PROPOSTA DEL COMUNE: IN VIA LUINI SORGERA’ IL NUOVO LUOGO DI PREGHIERA

La moschea scuote la città IL PROGETTO

L’edificio potrà ospitare 700 fedeli musulmani

Gli abitanti del Restellone pronti alle barricate :::::::::::::::::::

la curiosità

Cavalcavia Vulcano

la riqualificazione del nostro quartiere». Mentre la tensione sale, il Comune sembra non essere in grado di fornire alternative. E’ stata sempre sottovalutata l’idea di realizzare più punti di preghiera di dimensioni più ridotte, che risponderebbero in modo più preciso alle esigenze dei fedelidistribuiti sul territorio.Da parte sua, la comunità Islamica ha esposto le sue ragioni, anche agli stessi residenti. «Abbiamo bisogno di un luogo di preghiera - dice Atika, una delle ragazze che ha partecipato alle asseblee pubbliche -. Via Luini è collegata con il metrò e puo’ diventare un luogo in cui far incontrare le nostre due culture».

:::::::::::

rch

eg

gio

via

via

Pa

Lu

rro

Attesa da anni, nelle scorse settimane è finalmente arrivata la proposta ufficiale con la quale il Comune e la comunità islamica sestese compiono il primo passo per la costruzione di un centro di preghiera e di cultura islamica in città. La scelta, come era prevedibile, è ricaduta su via Luini, dove il Comune offrirebbe ai fedeli islamici un’area pubblica. Ma, come era egualmente prevedibile, nel quartiere del Restellone (dove si trova via Luini) è subito scoppiata la polemica: «Non siamo razzisti, non siamo intolleranti e riconosciamo il dirit-

Nel progetto sembra essere prevista anche la costruzione di un ‘minareto’, una sorta di torre che nelle moschee del mondo arabo non manca mai. Da qui fino a cinque volte al giorno il muezzin chiama la preghiera ricordando ai fedeli il loro ‘dovere’.

to di culto a ogni comunità». Questa la premessa. «Però la moschea vicina alle nostre case non la vogliamo». Questo il succo del discorso. Hanno protestato sotto al palazzo comunale, hanno scritto lettere e appeso cartelli, organizzato cortei e assemblee pubbliche. Il ritornello è stato sempre lo stesso: «Via Luini non è adatta a ospitare un centro che potrà accogliere mille persone. La strada è stretta, a senso unico, mancano parcheggi. Senza contare che abbiamo già dato: vent'anni con i rom ci bastano. Ora vogliamo

ini

Fe

di Ottavia Sarpi

Nel riquadro la planimetria della nuova moschea incastrata tra la ferrovia, il cavalcavia Vulcano e le case di via Luini.

Non un capannone da trasformare in luogo di culto, ma un centro nuovo di zecca, da progettare e costruire mattone dopo mattone. Ecco la proposta avanzata all’amministrazione dalla comunità musulmana di via Tasso. Che ha scelto il luogo per realizzare il nuovo centro islamico: si tratta di via Luini, tra la ferrovia e il cavalcavia del ring Nord, dove esiste un’area pubblica abbandonata di 24.700 metri quadri. Di questi, 17.400 metri saranno destinati all’insediamento di piccole e medie imprese, gli altri 4.500 ai fedeli musulmani. L’edificio è pensato in due volumi - uno per le attività di preghiera e l’altro per quelle ricreative e culturali - e potrà ospitare 700 persone. Portale d’ingresso, una cupola a richiamare la tradizione, tra il piano terra e quello superiore c’è anche una scala che nella forma ricorda un minareto in formato mignon. Nei volumi laterali sono stati pensati gli spazi per l’attività didattica e per le donne (primo piano) e quelli direzionali, l’alloggio dell’Imam e il locale per le conferenze (secondo piano). Al piano terra, è previsto un polo dedicato alla socializzazione, un’attività di ristorazione, una biblioteca con annessa sala lettura e una libreria specializzata in testi islamici. Costo finale per la comunità islamica: oltre 4,6 milioni di euro.

LA STORIA

Dagli anni ‘80 ad oggi Da vent’anni sul territorio sestese, la comunità islamica cittadina quattro anni fa pareva essere riuscita a risolvere i suoi problemi di spazio acquistando per 1,5 milioni di euro un’ex officina in via Vittorio Veneto. Comitato cittadino, Pdl e Lega iniziarono la loro battaglia: problemi urbanistici e di sicurezza, si disse. Alla fine per il no si convinse anche l’amministrazione di Oldrini, che chiese alla comunità di restare fuori dalla porta e continuare a stringersi nella piccola sede in affitto in via Tasso. Dopo quattro anni di cortei, fiaccolate e polemiche, il consiglio ha deliberato la possibilità di costruire in via Luini.

COSA PENSANO I POLITICI: Sotto accusa il metodo scelto dal Comune per approvare il progetto :::::::::: MAGGIORANZA

(Pd, Sel, Prc, Pdci, Idv) Il progetto migliorerà il tessuto sociale del quartiere Restellone e di tutta la città: il nuovo centro islamico sarà un luogo di incontro, scambio e riflessione. La scelta di dire ‘sì’ è un segno di civiltà, coraggio e apertura alle culture che arrivano da lontano.

:::::::::::::::::::::: VERDI

::::::::::::::::::::::::: PDL

::::::::::::::::::::::::: LEGA

A favore della possibilità di praticare il proprio culto, ma contrari all’ubicazione in via Luini. Il progetto è stato calato dall’alto, senza discussione con i residenti e la circoscrizione senza contare che l’area dal ‘73 era destinata a verde pubblico.

Il progetto presenta un vizio di forma perché l’area è pubblica e necessita quindi di un bando di gara prima di assegnarla a un soggetto. Prima di decidere dove realizzare una moschea, il Comune deve indire un referendum per sentire il parere della città.

Un ‘no’ secco alla possibilità di realizzare a Sesto una moschea o un centro islamico. Né al Restellone né in qualsiasi altra zona della città. Il Carroccio, dopo la fiaccolata con l’europarlamentare Mario Borghezio, si prepara ad altre manifestazioni.


Attualità

22 marzo 2012

ELEZIONI :: A POCHI GIORNI DAL VOTO SI COMPONE LA LISTA DEI CANDIDATI

La politica sestese è rosa

| 5

BREVI RAPINE

Farmacie e benzinai Dai partiti poco coraggio nella scelta dei nomi Manca ancora all’appello la vera società civile ancora nel mirino

Tre rapine in pochi giorni. Ancora una volta nel mirino gli operatori commerciali della città. Per due volte i malviventi hanno colpito le due farmacie di viale Marelli a Sesto San Giovanni. La prima rapina è stata compiuta alla Comunale, dove due uomini arrivati in sella a uno scooter sono riusciti a farsi consegnare un bottino di 450 euro. Tre sere più tardi è stata colpita la farmacia Metro, nella zona di Sesto Marelli. Sempre all’ora di chiusura, un malvivente armato di coltellino si è introdotto nella rivendita facendosi consegnare 400 euro. La scorsa settimana una banda di malviventi aveva colpito anche la stazione di servizio di viale Fulvio Testi. Bottino di poche centinaia di euro anche in quel caso. Il timore è che la nuova recrudescenza di questi fenomeni sia da ricollegare agli effetti del decreto svuotacarceri, che sta rimettendo in libertà diversi malviventi.

di Rosario Palazzolo Squassata da una tangentopoli che non si è ancora chiarita. Messa in crisi da una rivoluzione ‘tecnica’ che sta minando la credibilità dei partiti a livello nazionale come in ambito locale, Sesto si prepara a una delle campagne elettorali più difficili degli ultimi decenni. Il 7 maggio prossimo, infatti, i sestesi saranno chiamati al voto per eleggere il nuovo sindaco e il consiglio comunale. Quello che si profila in queste settimane che precedono l’inizio vero della campagna elettorale, è un testa a testa quasi tutto al femminile. La candidata Monica Chittò, assessore alla Cultura del Pd, uscita vincitrice dalle primarie del centrosinistra, si dovrà infatti confrontare con Franca Landucci, da dieci anni capogruppo in consiglio comuale prima per Forza Italia e poi per il Pdl. I due più grandi schieramenti hanno dunque scelto di affidarsi a figure di partito, già presenti in consiglio comunale da più legislature. Il Pdl dovrà pure fare i conti anche con la diaspora della Lega Nord. L’ex senatore leghista Celestino Pedrazzini, già candidato sindaco in solitaria nel 1998, starebbe lavorando alla creazione di una lista collegata alla Lega Nord per correre in solitaria. Se gli azzurri non riescono ad aggregare il Carroccio, il centrosinistra ha ritrovato in exremis l’alleanza con l’Idv che non aveva partecipato alle primarie in aperta polemica sulla scelta dei candidati, e a settembre aveva votato contro il piano di riqualificazione delle aree Falck. Tra le novità all’interno della maggioranza, Prc e Pdci hanno stretto l’accordo per l’appoggio di Monica Chittò. In rosa anche la lista dei Giovani Sestesi di Paolo Vino, che hanno deciso di affidarsi ad Alessandra Aiosa, commerciante 40enne, già esponente dell’associazione AssoCommercio nata quattro anni fa. Scelgono una donna anche i grillini del Movimento 5Stelle, che hanno indica-

BIONDE DI CONTRABBANDO to Serena Franciosi. In campo da solo anche Orazio La Corte, dei Verdi con le liste ‘Ecologisti e reti civiche’ e ‘Per Sesto etica, vivibile e solidale’. Indubbiamnete al momento si scorge uno scenario politico all’insegna della continuità, dove manca completamente quella società civile che tanto è stata evocata dai partiti, ma che invece è stata rifiutata, forse per mancanza di coraggio di investire

sul nuovo. All’appello in extremis, potrebbe arrivare l’avvocato Gianpaolo Caponi, presidente Lions e volto noto del volontariato sestese. Dopo essere stato tirato per la giacchetta da diversi partiti, Caponi sarebbe pronto a candidarsi con una lista civica insieme a una squadra di imprenditori e personalità del volontariato, della cultura e dello sport.

Maxi sequestri della finanza

AMBIENTE

Invasione di zanzare in città Quelle fuori stagione sono innocue Da qualche giorno è iniziata la primavera. Ad annunciarlo non solo il calendario, ma anche le giornate più lunghe e la temperatura più calda. Un cambio di stagione accompagnato dall’arrivo di sciami di zanzare che nelle ultime settimane hanno preso letteralmente d’assalto le case dei sestesi. Tanto da spinger-

li a chiamare gli uffici comunali per chiedere disinfestazioni d’emergenza. Per spiegare come stanno le cose nei giorni scorsi il Comune ha diffuso un comunicato in cui chiarisce le idee. E svela che quegli insetti in realtà non sono zanzare ma ‘chironomidi’ che vivono e proliferano nei ristagni. La buona notizia

è che sono innocui perché non sono ematofagi (cioé non si nutrono di sangue), quella cattiva è che le disinfestazioni danno risultati solo temporanei ma non eliminano il problema. Se può sollevare, questi insetti hanno vita breve, quindi nel giro di qualche settimana come sono arrivati, dovrebbero anche sparire.

Con la crisi sono tornate anche le sigarette di contrabbando. Negli ultimi due mesi la guardia di finanza di Sesto San Giovanni ha già eseguito 3 sequestri di bionde marcate Malboro, in arrivo dai Paesi dell’Est. L’ultimo è stato compiuto il 16 marzo scorso lungo l’autostrada A4. I militari tenevano d’occhio una Mercedes SW sulla quale erano stati caricati 87 chili di sigarette che, una volta immessi sul mercato del Nordmilano avrebbero potuto fruttare fino a 20mila euro. Secondo la guardia di finanza di Sesto, questi prodotti privi di garanzie sanitarie e di bolli di Stato, potrebbero finire rivenduti anche in alcune tabaccherie. Nell’operazione è stato arrestato un giovane ucraino che doveva consegnare il carico alla criminalità locale.

IN FORMA :: DOMENICA 25 MARZO TORNA IL CORSO GRATUITO DI FIT WALKING

IN MOSTRA AL VULCANO

Camminare al parco con Ducceschi

Auto & Ambiente

Rimettersi in forma dopo la pausa invernale, camminando tra i sentieri del Par-

co Nord. Una proposta davvero interessante quella che arriva dal campione olimpionico di marcia Raffaello Ducceschi, protagonista insieme all’associazione Pow Wow del progetto Fitwalking. Domenica 25 Marzo è in programma la camminata mensile che coinvolge ol-

tre 200 sestesi. Il ritrovo è alle 10.15 al campo di atletica Pino Dordoni di via fratelli Bandiera angolo via Bixio. Da lì ci si addentrerà nel Parco Nord per camminare a ritmo sostenuto seguendo i consigli di Ducceschi e dei suoi colleghi. Anche i campioni olimpionici di marcia Ivano

Brugnetti e Alessandro Gandellini hanno confermato la loro presenza.

Auto elettriche, oppure ibride con alimentazione a benzina e Gpl. Il mondo delle automobili ecologiche è in mostra al Centro Commerciale Vulcano fino all’1 di aprile. Si potranno ammirare da vicino 16 tra i modelli più innovativi di recente lancio, grazie a una iniziativa promossa dal Centro Commerciale in collaborazione con Spada Pubblicità e con i concessionari del Nordmilano.


6

|

22 marzo 2012

Cultura & tempo libero Brevi EVENTI Domenica da fiaba

:: Piccoli e grandi: so-

no tutti invitati dalla Biblioteca dei ragazzi per passare una domenica in compagnia di burattini e personaggi da fiaba. Torna la rassegna ‘Pane, libri e marmellata’ domenica 25 marzo alle 15 nelle sale lettura di piazza Oldrini. Dopo le letture animate, sarà offerta a tutti la merenda.

5 per mille al cinema

:: E’ rimasta una delle poche piccole sale cinematografiche della zona. E per continuare a rimanere tale ha bisogno dell’aiuto dei sestesi. Così il Cgs Rondinella lancia il suo appello «Per sostenere la cultura, donateci il vostro 5 per mille. Il nostro codice fisale è 94577670154». Info su www.cinemarondinella.it.

::

Pasqua solidale

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

APPUNTAMENTI :: SABATO AL BABY BAZAR UNA GIORNATA CON I POMPIERI

Vigili del fuoco per gioco In viale Marelli mezzi e uomini per divertire i più piccoli

di Giulia Pepe Se sabato 24 vedrete l’autopompa dei vigili del fuoco e sentirete gridare «Al fuoco!», non temete: è solo un gioco. Infatti i pompieri di Sesto faranno conoscere il loro eroico mestiere ai bimbi della città. Di fronte al negozio Baby Bazar di viale Marelli, dalle 15 alle 18, i bambini potranno vedere da vicino i veicoli con cui i vigili intervengono e fare loro tante domande, foto e disegni. A fine giornata la città conterà molti ‘apprendisti pompieri’ in più: a ogni bambino sarà rilasciato un attestato e una foto ricordo. Quella di sabato sarà

un’occasione per giocare con una vera macchina dei pompieri, insomma. E chi di noi da piccolo non ha sognato di fare il pompiere? L’iniziativa, proposta da Baby Bazar, negozio di articoli per l’infanzia molto attento al divertimento dei suoi piccoli clienti e alla formazione dei genitori, è patrocinata dal comune di Sesto e sponsorizzata dal Credito Cooperativo. Per i vigili del fuoco di via Rovani non è la prima esperienza con i più piccoli: ogni anno con l’arrivo della bella stagione i pompieri organizzano giornate aperte nel comando così da far vedere mezzi e uomini in azione attraverso giochi che coinvolgono i bambini.

Sabato in piazza con il Cap ‘Acqua e cibo per un mondo sano’ è l’iniziativa che andrà in scena nel fine settimana in piazza Petazzi per celebrare la Giornata mondiale dell’acqua. L’appuntamento è per sabato pomeriggio a partire dalle 16 con giochi e animazione di artisti di strada dedicati ai più piccoli nell’ambito della manifestazione organizzata da Cap e Comune. Obiettivo: far sì che la Giornata Mondiale dell’Acqua 2012 non sia vissuta come un evento da celebrare in un solo giorno, ma come occasione per lanciare una sfida che coinvolga soprattutto i più giovani per l’anno in corso e per quelli a venire.

La biblioteca diventa virtuale

Arte e teatro al femminile

Una vetrina virtuale per le biblioteche della città. Anche le sale lettura sestesi sono sbarcate sul social network Facebook. La pagina ‘Biblioteca Civica di Sesto San Giovanni’ ospita già ora commenti dei lettori e news aggiornate dai bibliotecari.

Anche se la festa della donna è già un ricordo, proseguono in città gli appuntamenti per il ciclo ‘Fierissima donna’, prima edizione della rassegna organizzata dal Comune e dedicata all’arte e alla cultura in rosa. Venerdì 23 alle 21 in villa Visconti ‘Biodanza e creatività, l’arte di vivere”, laboratorio per conoscere sé stessi e il proprio corpo. Sempre in via Dante sabato 24 marzo alle 15.30 laboratorio di origami e, a seguire alle 21, in scena ‘Fateci la festa’ letture teatrali a cura ‘Donne e Uomini da Bar’ coordinati da Ida Spalla dell’Associazione Culturale ‘Dire, Fare, Dare’.

SPETTACOLI :: IL CARROPONTE DI VIA GRANELLI SCELTO COME LUOGO DI INTERESSE

Anche Sesto ha la sua ‘Meraviglia’ Fine settimana dedicato alla solidarietà. In piazza Petazzi sabato 24 e domenica 25 dalle 8 alle 20 i volontari dell’Associazione Italiana contro le leucemie venderanno uova di Pasqua per sostenere la ricerca.

A deciderlo è stato il Forum nazionale dei Giovani Anche Sesto San Giovanni ha la sua ‘meraviglia’. Non una delle sette in giro per il mondo individuate da greci e romani, ma tra le mille scelte dal Forum nazionale dei Giovani. Ad essere eletta come struttura italiana per la quale vale la pena una visita se ci si trova in zona è il Carroponte di via Granelli, da area industriale trasformata in cornice ideale per fare cultura e spettacolo ad alto livello anche in provincia. ll progetto ‘Meraviglia italiana’, patrocinato dalla Camera dei Deputati, dai Ministeri delle Attività Culturali, della Gioventù e del

Turismo, ha l’obiettivo di realizzare un itinerario d’eccellenza attraverso la selezione di mille meraviglie italiane, individuabili tra siti paesaggistici, culturali, storici e manifestazioni della tradizione culturale. Tra le strutture a cui è stato assegnato il marchio di qualità da oggi c’è anche il Carroponte di Sesto. Per i visitatori come per i sestesi questo sarà solo un motivo in più per seguire la nuova rassegna estiva di eventi e spettacoli, che prenderà il via il prossimo 24 maggio per chiudere a metà settembre. Qualche anticipazione sul programma che sarà presentato nei prossimi giorni è già disponibile sul sito www.carroponte.org.


22 marzo 2012

Sport

| 7

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

CAMPIONATI :: LA PRO SESTO VOLA, IL BRACCO GEAS INSEGUE: DUE STORIE A CONFRONTO

Sport, tra alti e bassi

::::::::::: Roberto Cortinovis, bomber della Pro, simbolo della prosperità della società sestese che già pensa a come affrontare la prossima stagione

I biancocelesti pensano già alla Serie D Le rossonere sono all’ultimo appello di Niccolò Villa Storie di sport sestese a confronto. C’è chi vince, convice, stravince. C’è chi perde, arranca e adesso vede un po’ grigio. Da un lato la Pro Sesto che anche nell’ultimo match fuori casa contro il Garlasco ha vinto in recupero per 2 reti a 1. Una storia di successo, o meglio, di successi messi in fila, uno dietro l’altro: da due anni a questa parte, dalla Promozione all’Eccellenza. I biancocelesti di mister Melosi continuano a

||| LIBERTAS

Sartjoint, vittoria in quattro set Le Sartjoint girls vincono in trasferta contro il Binasco. Dopo un primo set sul filo del rasoio finito 25 a 27, le padrone di casa vincono il secondo set ma la gara è combattuta. Le sestesi non si perdono d’animo e riescono a chiudere il match al quarto set. Sabato 24 la sfida contro l’Almenno alle 20.

mietere successi; e i punti in classifica sulla seconda in classifica, che insegue ‘invano’ i sestesi, diventano 12. Dall’altro lato, stessa città, altra storia di sport. Il Bracco Geas, che fatica a tenere il passo delle prime della classe, ma fatica anche a custodire il bel ritmo e il bel gioco messo in mostra lo scorso anno. Arrivata fino al prestigioso traguardo delle Final Four di Coppa Italia, la compagine sestese ha detto addio alla competizione, schiacciata dall’armata di Taranto. E adesso, occhi, cuore e unghie sulla prossima sfida di campionato: quella contro Alcamo, che corrisponde all’ultima chia-

||| 1° CATEGORIA

||| CALCIO

mata per un posto nei playoff. Un treno che passa e che il Bracco Geas deve riuscire a prendere. Si gioca domenica alle 17.15: dentro o fuori, per una sfida che vale un anno intero. Storie che hanno un presente divergente, ma che si avvicinano per il futuro. Mario Mazzoleni, patron del Geas Basket, da anni lancia appelli perché il territorio si accorga degli sforzi della sua squadra. Primi appelli anche per la Pro: il presidente Massimo Nava, in un’intervista alla stampa nazionale, ha infatti parlato di Serie D e della necessità che altri imprenditori ‘sposino’ la storia della Pro Sesto.

||| LUTTO

Il Geas ai funerali di casa Bracco

Sale a quota 27 punti in classifica (nel girone L del campionato di Prima Categoria della Figc) proprio a fianco del Città di Sesto, la Rondò Dinamo che nell’ultima di campionato ha trovato la vittoria in trasferta contro la Nuova Ronchese. I sestesi hanno battuto gli avversari per 2 reti a 1. Vittoria importante, su un campo ostico come quello della Ronchese. Prossima sfida, in casa, contro il Pessano con Bornago, che precede i sestesi nel girone con 32 punti.

E’ scomparso Roberto De Silva, marito di Diana Bracco, titolare dell’omonima azienda, presidente dell’Expo milanese e sponsor del Geas Basket da 4 anni. Ai funerali ha preso parte anche una nutrita compagine della società sestese, guidata dal presidente Mario Mazzoleni. La famiglia rossonera si è dimostrata fortemente addolorata per questo lutto perché scompare una persona che aveva dimostrato sincera e affettuosa vicinanza, a più riprese, alla società e alle sue atlete.

Vittoria per due reti a uno per il Città di Sesto nell’ultima sfida casalinga contro il Carugate. Un risultato importante ottenuto contro un avversario ‘diretto’ per i sestesi che hanno raggiunto proprio il Carugate in classifica e si assestano a quota 27 punti. Ma per la salvezza servono nuove vittorie.

Ilaria Zanoni, simbolo del presente e del futuro di un Bracco Geas che arranca

||| RUGBY

Tre punti anche alla Dinamo

Città di Sesto 2-1 al Carugate

:::::::::::

Cinque mete per il Velesto Arriva la quinta vittoria in campionato per il Rugby Sesto. La squadra sestese, che gareggia come Velesto, dato il ‘gemellaggio’ con il Velate, ha battuto il Paullo nel girone 4 del Campionato regionale di Serie C. Il match si è chiuso con 5 mete dei sestesi. Risultato finale: 5-28 per il Velesto.

CALCETTO :: I CANARINI BATTUTI DAL GORGONZOLA

Selecao ancora ko Playoff a rischio

Più che una partita di calcio è stato un inseguimento. La Selecao esce sconfitta dalla sfida contro il Gorgonzola. Dopo un primo tempo chiuso sul 2-1 i canarini tornano in campo con la voglia di recuperare e nei primi tre minuti raggiungono e superano i padroni di casa. Sfida chiusa? Niente affatto: la squadra ospite pareggia e risorpassa, mentre la Selecao si perde tra ingenuità difensive. Con questa sconfitta la squadra sestese mette a rischio la sua partecipazione ai playoff. Quinta in classifica non può sbagliare le prossime sfide: quella in casa contro il Diogene Piacenza di giovedì 22 marzo e le più difficili trasferte contro Chiuduno e Base 96 Seveso.

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni e-mail: redazionegazzettino@gmail.com In attesa di registrazione al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


8

|

22 marzo 2012

PubblicitĂ

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni N.0_Anno1  

Periodico di informazione di Sesto San Giovanni. Diffusione settimanale in 30.000 copie

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you