Issuu on Google+

PROPAGANDA ELETTORALE

In occasione della prossima tornata elettorale per le amministrative di Cinisello Balsamo, Il Gazzettino ospiterà messaggi politico-elettorali a pagamento. Per info e prenotazioni scrivete a: gazzettino.pubblicita@gmail.com

00 .0 0 4

ANNO 2 NUMERO 17 - 2 Maggio 2013 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com

DISTRIBUITO A SESTO E CINISELLO

AMMINISTRATIVE DEL 26 E 27 MAGGIO: TUTTI I NOMI DEI CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

Elezioni: corsa a sei a Cinisello

Sono sei i candidati alla poltrona di sindaco nella tornata elettorale che attende Cinisello Balsamo a fine maggio. Quindici invece il numero delle liste, molte delle quali civiche, in gara per aggiudicarsi i banchi del consiglio comunale. Intanto in città c’è attesa per i big della politica Alle pagine 12 e 13

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni è anche online

www.ilgazzettinodisesto.it

Gli amanti delle due ruote, potranno caricare i loro mezzi su metrò e tram. Una piccola

:: INCHIESTA

Un viaggio in taxi tra Sesto e Cinisello può trasformarsi in un’odissea. Ecco i difetti di un sistema con tante falle Alle pagine 4 e 5

:: INSETTI

rivoluzione per rendere le città più vivibili

A pagina 3

Piazza Gramsci invasa dagli afidi. L’amministrazione prepara la disinfestazione; intanto l’area resta sbarrata A pagina 10

:: SPORT

La bicicletta

COME LA VALIGIA

I rugbisti del Casiraghi conquistano per il secondo anno consecutivo il titolo provinciale ai campionati studenteschi A pagina 16


2

|

2 maggio 2013

PubblicitĂ 


Attualità

2 maggio 2013

|

3

NOVITÀ :: DAL 4 MAGGIO SI POTRANNO CARICARE LE BICICLETTE SULLA METRO E SULLE LINEE 7 E 31

Da sabato si va in bici sul tram Servizio gratuito a fasce orarie: nel weekend via libera tutto il giorno

di Niccolò Villa In bicicletta sulla metropolitana, gratuitamente. E per la prima volta anche sul tram. La novità di Atm e del comune di Milano tocca da vicino anche il Nordmilano e nello specifico Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo. A partire da sabato 4 maggio infatti sarà possibile salire sui vagoni della linea 1 e della linea 5, ma anche su quelli delle tranvie 7 e 31 con la bicicletta. Gratuitamente. La svolta è avvenuta nei giorni scorsi anche se si può dire che fosse nell’aria da tempo: da quando cioè Atm e Milano vararono la sperimentazione che tanto piacque ai pendolari meneghini e ai colleghi dell’hinterland che ne approfittarono per caricare la propria due ruote sui mezzi pubblici. Ora non si tratterà più di una iniziativa sperimentale ma bensì di un vero e proprio servizio: da sabato l’estensione è valida su tutta la rete della metro. A partire da questa data i ciclisti potranno portare gratuitamente la propria bici su tutta la rete metropolitana dal lunedì al venerdì, dall’inizio del servizio alle 7, dalle 10.30

E ora si faccia il Bike Sharing

alle 16 e dalle 20 sino al termine del servizio; il sabato e la domenica l’accesso per le bici sarà gratuito per tutto il giorno. Non solo metrò: le bici potranno salire, per la prima volta nella storia del trasporto pubblico milanese, a bordo delle linee tram 7 e 31. Per i mezzi di superficie il trasporto sarà consentito dall’inizio del servizio alle 7.00 e dalle 20 al termine delle corse; tutto il giorno il sabato e la domenica. La sperimentazione verrà sospesa, secondo il regolamento ATM, nel mese di dicembre.

FESTA ::

LA RACCOLTA FIRME DEL GRUPPO

‘Sesto in Bike’: una battaglia vinta

Si potrebbe in un certo senso dire che la novità milanese è una piccola partita vinta da Sesto San Giovanni e in particolare dagli amici di ‘Sesto in Bike’ il collettivo che da un anno è nato in città con l’obiettivo di formare una cultura della bicicletta. Quando Atm e Milano comunicarono la volontà di proseguire con la sperimentazione e quando si seppe che era nell’aria la possibilità di estendere questo servizio anche alle linee 1 e 5 (che passano proprio da Sesto San Giovanni), i fondatori di ‘Sesto in Bike’ diedero vita a una raccolta firme proprio per chiedere che questa possibilità potesse diventare effettiva e operativa. Centinaia le firme raccolte da consegnarsi poi al sindaco di Sesto San Giovanni, Monica Chittò, con la richiesta che il primo cittadino diventasse portavoce di questo movimento sestese. Finalmente ‘Sesto in Bike’ e tutti gli amanti delle due ruote possono festeggiare.

‘BikeMi’, il sistema di bike sharing milanese, sembra funzionare: il capoluogo meneghino non è di certo in cima alla lista delle città europee più ‘bike friendly’ ma il servizio di condivisione delle due ruote è apprezzato. A Milano si inaugurano nuove stazioni, nuovi punti di raccolta delle biciclette e si aprono nuove piste ciclabili. Con l’estensione della sperimentazione su tutti i mezzi del sottosuolo e anche sui tram che passano dal Nordmilano, si apre un interrogativo non da poco per l’hinterland che al momento è orfano di un sistema integrato e funzionante di bike sharing. Bicistazioni che spuntano qua e là, ma poche idee condivise. I sindaci del Nordmilano sono ora chiamati a una battaglia comune: chiedere a Milano di estendere il servizio ‘BikeMi’ anche a Sesto e Cinisello e studiare strategie concrete condivise per favorire sempre più l’uso delle due ruote.

POLITICA:: L’ANNUNCIO DI NUOVI LAVORI ALLA LONGO SCATENA LE OPPOSIZIONI

Piscine, un bagno di polemiche I Giovani Sestesi chiedono un anno di stop, il Pdl scettico sul bando

E’ una vera pioggia di polemiche quella che si è abbattuta sull’amministrazione comunale per il piano di lavori straordinari previsto alla piscina estiva Carmen Longo in vista dell’apertura di giugno. Ad aprire il fuoco di fila è stata la lista dei Giovani Sestesi secondo la quale è giunto il tempo di scelte coraggiose: «Una scelta forse impopolare oggi ma significativa per il domani - afferma il segretario della lista Paolo Vino in un comunicato - è quella di tenere chiusa la piscina Longo quest’anno iniziando un percorso d’appalto che si concluda in tempi brevi». Il Pdl attacca: «Da almeno cinque anni il centrodestra sestese ha denunciato in aula e fuori lo stato di vetustà

ed inadeguatezza degli impianti sportivi e soprattutto l’assoluta incapacità dell’amministrazione nel trovare soluzioni alternative per la gestione, affidando gli impianti a gestori che investano i soldi e non che li ricevano dal Comune come fa il Geas per la piscina Carmen Longo». L’annuncio dell’assessore Cagliani di voler proporre un bando per rinnovare la piscina e le aree sportive circostanti accende la miccia anche degli altri gruppi dell’opposizione. «L’amministrazione comunale smetta di chiacchierare e si metta intorno a un tavolo per discutere seriamente degli impianti sportivi - afferma Giampaolo Caponi, della lista Sesto nel Cuore -. Noi per primi abbiamo lanciato l’idea di realizzare una cit-

tadella dello sport tra la Carmen Longo, lo stadio Breda e il Dordoni, ma fino ad ora hanno prevalso i personalismi alla logica di collaborazione». Plaude anche il Pdl alla decisione dell’assessore Cagliani di voler bandire un concorso per realizzare una nuova cittadella dello sport, ma poi avverte: «Possiamo già dire chi sarà il vincitore nella realizzazione dell’opera - afferma il capogruppo del Pdl Antonio Lamiranda - che non sarà il presidente della pro Sesto Zangari e la sua meritevole iniziativa di realizzare dei campetti da calcio sulle parti non utilizzate dello Stadio Breda. Così facendo però si ricordi l’amministrazione che darà un definitivo ‘calcio’ alla Pro Sesto e alle iniziative imprenditoriali a essa legate».


4

|

2 maggio 2013

Trasporti

MISSIONE

02.24.4888

Il numero telefonico per chiamare un taxi a Sesto San Giovanni

IMPOSSIBILE

Aree di sosta deserte, telefoni muti e centraline guaste Ecco spiegata la ‘giungla taxi’ tra Sesto e Cinisello di Arianna Sala

“punto di vista”

Prendere un taxi a Sesto e a Cinisello potrebbe diventare un incubo. Tra centraline guaste, piazzole deserte e tariffe che cambiano da Comune a Comune, servirsi di un’auto bianca può rivelarsi una vera e propria impresa. Eppure loro, i tassisti, fanno i salti mortali per accontentare le richieste di cittadini e pendolari, lamentando anche una flessione costante della domanda. Mettere d’accordo i bisogni dei passeggeri e quelli, altrettanto legittimi, dei taxisti non è impresa semplice. A non aiutare a conciliare i due protagonisti del mondo taxi sul territorio, prima di tutto, è il numero delle licenze concesse: 44 a Sesto, 14 a Cinisello per un totale di 58 taxi che devono far fronte a un bacino di utenza che supera le 155mila persone. Questo senza contare le migliaia di lavoratori che quotidianamente attraversano la provincia in direzione di Milano. Il risultato è che, almeno nelle piazzole più trafficate, si rivela davvero complicato trovare un’auto libera. Ma il rischio di rimanere sguarnite colpisce soprattutto le postazioni periferiche: i tassisti, che possono spostarsi liberamente da un’area all’altra della città, preferiscono parcheggiare la loro auto dove c’è più passaggio e, di conseguenza, più possibilità di lavoro. Abbandonando così al loro destino i passeggeri che frequentano le piazzole meno centrali.

Ne è un esempio la fermata di Sesto Primo Maggio dove in orario di punta - intorno alle cinque del pomeriggio - si trovano in media tra le cinque e le sei vetture. Al contrario, alla stessa ora, la Di notte auto bianche introvabili postazione di via Milanese (daTrovare un taxi a Sesto dopo il tramonto è impresa quavanti alla Multimedica) è decisasi impossibile. Anche se in città sono 44 le auto bianmente meno servita con al masche in servizio, dopo le 8 della sera trovarne una è soltansimo due auto bianche disponito questione di fortuna. Se in piazza Primo Maggio, combili. Lo stesso discorso si può plice un passaggio più intenso di pendolari provenienti fare per Cinisello: se l’area di dalla stazione Fs e dalla metropolitana, trovare un taxi sosta di via Francesco de Sanctis non è poi così difficile, lo stesso non si può dire per le al(vicino al Cosmo Hotel) può contre postazioni sparse per la città. tare su un buon numero di taxi che A spingere i taxisti a staccare il tassametro, un solo mosi aggira intorno ai cinque per voltivo: la riduzione di passeggeri; la prospettiva di ta, in quella di via Lincoln ce ne solunghe attese al parcheggio, magari rischiando no al massimo due. A complicare anche di fare brutti incontri con rapinatori seml’impresa del potenziale cliente, ci si pre in agguato e personaggi che vagamettono anche le strutture inadeguano per le vie deserte della città, te. Se a Sesto su due centraline, solo di certo non aiuta. una funziona regolarmente (quella di piazza IV Novembre), a Cinisello Bal- dal momensamo l’unica colonnina esistente è to in cui si varca la ‘frontiera’ scatta la fuori uso da anni. Ma la vera nota do- tariffa di 1,80 euro a chilometro. Più lente per i viaggiatori nordmilanesi, è fortunati, almeno in questo caso, i cula tariffa. I prezzi, infatti, variano mol- gini cinisellesi: per ogni chilometro perto da città a città, disorientando l’uten- corso fuori città, il costo è di 1,72 eucosto te. Chi prende un taxi a Sesto deve te- ro. città chilometrico nere conto di uno costo fisso iniziale Insomma, per i nostri pendolari, tra guerdi 3 euro e dieci centesimi con scatti ra alle centraline guaste, ricerca dispedi 80 centesimi per ogni chilometro per- rata di un’auto bianca disponibile, corso in territorio urbano. Se invece si piazzole di sosta semi deserte e giunSesto San 0,80 euro in territorio passa a Cinisello le tariffe aumentano gla delle tariffe, la vita non è di certo Giovanni urbano sensibilmente: oltre al fatto che lo semplice. L’unica strada percorribile, scatto a inizio corsa è di 3,40 euro, il è quella di stare all’occhio e, se poscosto chilometrico è di 92 centesimi. sibile, prevedere in anticipo percorsi Cinisello 0,92 euro Tutto cambia nel caso in cui si supera- e spostamenti così da poter confronin territorio no i confini urbani. Se da Sesto si vuo- tare le tariffe e avere la possibilità di Balsamo urbano le raggiungere un comune limitrofo, scegliere.

Cala il buio sulle piazzole

IL COSTO DEL fisso inizio corsa 3,10 euro

3,40 euro

BANDERA: «ANCHE PER NOI DIFFICILE ANDARE AVANTI» Il rappresentante dei taxisti traccia il quadro della situazione

Se per i pendolari è una giungla, per i taxisti potrebbe essere paragonata a una guerra. Non sono soltanto gli utenti a lamentarsi: anche coloro che guidano le auto bianche sono spesso in difficoltà. Soprattutto oggi, con la crisi che morde e i clienti che, per la diminuzione del lavoro come per la mancanza di soldi, scarseggiano sempre di più. «Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo sono sempre stati ottimi bacini per la presenza di moltissime aziende, alcune delle quali prestigiose - spiega Pierangelo Bandera, taxista sestese rappresentante di categoria per l’Unione artigiani di Milano -. Oggi non è più così: molte hanno chiuso, altre ci sono ancora ma hanno drasticamente diminuito, se non azzerato, il costo degli spostamenti di manager e dipendenti. O ancora, si sono organizzate in modo alternativo, con mezzi propri». Ed ecco in par-

te spiegato perché molti taxisti attendono anche quattro ore sulle piazzole in cui solitamente sostano. «Altro grande problema è quello delle licenze: ad oggi è difficilissimo vendere perché le banche non fanno più credito spiega Bandera -. Chi vuole lasciare non trova nessuno che possa permettersi di acquistare, chi invece vuole iniziare non sa come fare». Per le difficoltà ‘logistiche’, come quelle che riguardano il malfunzionamento delle centraline e l’organizzazione delle piazzole, qualcosa però si muove: «Nei giorni scorsi abbiamo incontrato il comune di Sesto - dice soddisfatto il rappresentante dei taxisti -. Nel giro di qualche settimana dovremmo ricevere risposte concrete sulla sistemazione delle colonnine. Un passo avanti per migliorare il servizio ma anche per aiutare il nostro lavoro sul territorio».


2 maggio 2013

02.21.81

Il numero telefonico per chiamare un taxi a Cinisello Balsamo

44

I taxi in servizio a Sesto San Giovanni nelle piazzole di piazza Primo Maggio, piazza IV Novembre, via Luciano Lama e via Milanese

14

|

5

I taxi in servizio a Cinisello Balsamo nelle piazzole di via De Sanctis, via Lincoln e via Frova

DISACCORDO :: IL NORDMILANO DICE NO AL COSTO UNICO

Aeroporto che vai tariffa che trovi

Per Malpensa e Linate prezzi diversificati

TAXI scatto successivo sul territorio comunale

scatto successivo fuori territorio comunale

0,10 euro ogni 125 metri

0,10 euro ogni 55 metri

0,10 euro ogni 109 metri

0,10 euro ogni 58 metri

Se sulle tariffe è disaccordo totale, c’è un argomento su cui i comuni di Sesto San Giovanni e di Cinisello Balsamo si trovano in sintonia: il secco rifiuto di entrare a far parte del ‘Sistema integrato del Bacino aeroportuale lombardo’. Un sistema, questo, voluto dalla precedente giunta regionale Formigoni con una delibera datata 2007, e caratterizzato da una serie di regole condivise ma, soprattutto, da una tariffazione fissa che coinvolge, nello specifico, cinque tratte in direzione Malpensa e Linate. Allo stato attuale sono una quarantina i comuni lombardi che hanno siglato il protocollo d’intesa, tutti nel territorio delle province di Milano, Varese e Bergamo. Vale a dire le aree che ospitano gli scali internazionali. Pochi, tuttavia, sono i comuni del Nordmilano che hanno deciso di prendervi parte: Cormano, Vimodrone e Cologno Monzese. Fatto strano, visto che diversi sono i vantaggi che l’adesione al sistema offre. Tra questi vi sono, ad esempio, l’adeguamento automatico annuale delle tariffe ordinarie e, come accennato, l’istituzione di quote predeterminate su alcune tratte verso Malpensa e Linate. Se, ad esempio, un milanese deve raggiungere lo scalo varesino, sarà certo di dover pagare una cifra forfettaria di 90 euro, e questo indipendentemente dalla zona della città da cui parte. Il taxista, a sua volta, si assicura la copertura dei costi del ritorno senza passeggero. Le cifre, invece, variano se a prendere il taxi in direzione Malpensa è un sestese o un cinesellese. Da

Sesto a Malpensa la somma a carico dell’utente può salire fino a 115 euro. Analogamente, se si deve raggiungere Malpensa da Cinisello, occorreranno circa 95 euro. Se l’adesione al sistema rappresenta senza dubbio un vantaggio per i passeggeri, che avrebbero chiare e fisse le tariffe da e verso Malpensa, potrebbe non essere lo stesso per i Comuni. Siglando l’accordo previsto dalla Regione, infatti, i tassisti avrebbero maggiore possibilità di movimento sull’intero territorio del bacino. E questo potrebbe comportare un allontanamento delle auto bianche dalla provincia verso la metropoli. Il rischio è, dunque, quello di una fuga dei taxisti verso zone economicamente più appetitose, il che lascerebbe intere città senza copertura.

‘Ti telefono o no...’, ma nessuno risponde La colonnina è fuori uso da due anni

Attese snervanti e lunghe ore La crisi non risparmia gli automobilisti

Se si prova a chiamare, il telefono suona inesorabilmente a vuoto. E la situazione è questa da almeno due anni. Stiamo parlando della colonnina taxi posizionata in via Lincoln, l’unica presente sul territorio di Cinisello, da tempo fuori uso. Inutili gli appelli dei conducenti dei taxi che negli anni sono stati rivolti all’amministrazione comunale. La risposta è sempre la stessa: mancanza di fondi da parte del Comune, il quale ha la responsabilità della manutenzione. Insomma, oltre al calo del carico di lavoro che, stando alle stime delle associazioni di categoria a partire dal 2008 ha registrato una diminuzione del 40%, i taxisti se la devono vedere anche con strutture inadeguate. Se la diminuzione delle chiamate sia provocata solo dalla crisi economica oppure in parte anche dalla centralina guasta, non è possibile saperlo. L’unico modo, forse, sarebbe proprio aggiustare quel telefono muto da troppo tempo.

«A volte l’attesa può raggiungere le quattro ore». E’ questa la situazione denunciata dai taxisti di Sesto e Cinisello che nel corso degli anni, complice la crisi, hanno visto assottigliarsi sempre di più la clientela. E il risultato sono lunghe soste tra una corsa e l’altra, in attesa di un passeggero. «Ci sono dei giorni in cui non ci muoviamo di un metro per ore interminabili - spiegano i taxisti -. Spesso si perde la pazienza e, piuttosto di rimanere in attesa del ‘miracolo’ preferiamo spostarci altrove. Ma la situazione spesso non cambia». A risentirne sono soprattutto i conducenti che scelgono di posizionarsi in luoghi meno frequentati, lontani da stazioni o fermate della metro. Ma a penalizzarli è anche la politica di austerity e di delocalizzazione adottata da molte aziende e multinazionali che hanno - o avevano - sede nel territorio i cui manager, fino a pochi anni fa, erano i principali clienti dei taxisti.


6

|

Attualità

2 maggio 2013

Notizie

SCUOLA ::

ANCORA MOLTI I BIMBI IN LISTA D’ATTESA

DEI NIDI

IN BREVE ::

::

Controlli sul territorio Fine settimana di controlli su tutto il territorio quello appena trascorso. I carabinieri della compagnia di Sesto hanno arrestato sette persone, ne hanno denunciate a piede libero sedici, dodici delle quali sono prostitute fermate mentre erano in attesa dei clienti. In tutto sono state controllate oltre 90 persone e molti veicoli.

NUMERO ISCRITTI ALLA GRADUATORIA NIDI

447

NUMERO POSTI DISPONIBILI

245

NUMERO POSTI TOTALI NIDI COMUNALI

422

Meno iscritti ai nidi comunali

Ex Bredini in corteo

Rispetto agli anni scorsi 70 richieste in meno

Hanno sfilato insieme, ex Bredini, politici, sindacalisti e i familiari delle vittime dell’Eureco di Paderno. Il corteo organizzato lo scorso sabato ha percorso le vie di Sesto fino a via Carducci, dove sono stati deposti fiori sulla lapide dedicata alle tute blu scomparse. Una manifestazione per ribadire che di lavoro non si può e non si deve morire.

ri

i nume

Cala il numero delle domande rispetto agli anni scorsi, ma la lista d’attesa rimane comunque lunga. E’ questo il quadro che emerge dalla graduatoria provvisoria per l’accesso agli asili nido comunali di Sesto San Giovanni relativa al prossimo anno e resa nota dall’amministrazione pochi giorni fa. All’ufficio Nidi di piazza della Resistenza sono arrivate 447 richieste di iscrizione, tenendo conto anche delle 100 rimaste in sospeso dallo scorso anno. Una cifra in flessione di circa 70 unità considerando il trend degli anni passati, ma comunque ancora in esubero rispetto ai posti a disposizione nelle strutture pubbliche. La capienza totale dei nidi comunali è infatti di 422 posti, ma

sono appena 245 quelli disponibili per il nuovo anno scolastico che si aprirà a settembre. A questa cifra si devono aggiungere i 12 posti convenzionati messi a disposizione nelle strutture accreditate. Ciò vuol dire che ci sono 206 domande che resteranno in lista d’attesa, tra le quali figurano anche richieste provenienti da famiglie non residenti a Sesto. «Le domande avanzate dalle persone non sestesi sono state collocate in fondo alla lista - spiega l’assessore all’Educazione Roberta Perego - ma rimane comunque un buon numero di iscrizioni che nell’anno scolastico 2013/2014 non potranno essere soddisfatte, nonostante l’offerta di Sesto sia decisamente ampia. Ci auguriamo che dalla Regione arrivino buone notizie in merito a

un rinnovo del piano triennale dei nidi. Questo ci permetterebbe di aumentare il numero di convenzioni con le strutture private di Sesto e, quindi, di migliorare l’offerta». Ma è l’altro dato, quello legato al calo delle domande, a preoccupare l’assessore. «La flessione delle iscrizioni è un fenomeno confermato anche negli altri Comuni della provincia di Milano, tanto che in alcuni non si riescono nemmeno ad assegnare tutti i posti a disposizione nei nidi comunali - racconta Roberta Perego -. Questo è lo specchio del momento critico che stiamo vivendo: crescendo la disoccupazione cala la necessità da parte delle famiglie di un supporto nella cura dei figli mentre i genitori sono al lavoro». Arianna Sala

LA PROTESTA :: MIGLIAIA DI PENDOLARI SESTESI INFEROCITI CON LA SOCIETÀ MILANESE

Trasporti, incontro tra Comitati e Comune Sesto nel Cuore ha raccolto 1400 firme che intende consegnare ad Atm

Dal congestionamento del quartiere alla mancanza di piste ciclabili verso Marelli. Dal biglietto unico per la metropolitana all’esigenza di parcheggi di interscambio anche in prossimità dei capolinea degli autobus. Ma soprattutto, all’ordine del giorno, ci sarà la riorganizzazione delle linee 700, 701, 708, 709, 712, 31, 51, 87 e della 713 per Bignami, attivate da Atm ormai da un mese e mezzo. La sollevazione ‘popolare’ innescata dai residenti di Cascina Gatti non si ferma. «Ci hanno tagliato fuori, non abbiamo più nessun collegamento», avevano lamenta-

to nelle due assemblee pubbliche sul tema del trasporto pubblico locale. E con loro si è schierata anche la lista civica Sesto nel Cuore che ha comunicato di aver completato una petizione che conta 1400 firme, da inviare alle autorità di Sesto e di Milano. Così, i comitati hanno ottenuto un incontro urgente con l’amministrazione comunale che si terrà martedì mettendo attorno a un tavolo i rappresentanti di Comitato Sottocorno, Parpagliona, Cascina Gatti, Tre Strade, Rete Salute e Territorio.

«Già prima del nuovo assetto, i percorsi presentavano delle criticità - ammette Marco De Guio -. Tuttavia, con questa riorganizzazione si sono accentuate e acuite: ci sono pezzi interi del quartiere che sono stati lasciati senza autobus». Come viale Rimembranze e tutta la Bergamella. Il tavolo, concesso dall’amministrazione, vedrà la presenza dei tecnici comunali. L’obiettivo è quello di analizzare i tragitti attuali e le possibili migliorie per portarle poi all’attenzione di Atm e del Comune di Milano.

NUMERO POSTI TOTALI CONVENZIONATI

12

LE STRUTTURE DI SESTO SAN GIOVANNI Asili nido comunali

Nido Boccaccio 43 posti Nido Corridoni 66 posti Nido Croce 66 posti Nido Marx 58 posti Nido Nievo 50 posti Nido Savona 58 posti Nido XX Settembre 30 posti Nido Tonale 50 posti

Asili nido accreditati (posti sia privati che convenzionati).

Le ore del gioco 22 posti La casa di Zoe 24 posti L’isola dei bambini np Nido giocaffido np Il nido dei piccoli passi 23 posti A Sesto operano anche diversi nidi privati non convenzionati


PubblicitĂ 

2 maggio 2013

|

7


8

|

Notizie FLASH ::

::

Attualità

2 maggio 2013

Incendio senza vittime

IL CASO :: DOPO LA VICENDA PENNATI, LA STORIA DI UN’ANZIANA AFFETTA DA PARKINSON

Ascensore negato La nuova ‘inciviltà’

Non ha causato vittime l’incendio che si è sviluppato lunedì intorno alle 13. Ad andare a fuoco per colpa di un cortocircuito è stato un appartamento al quinto piano del condominio di viale Casiraghi 600.Martedì nel pomeriggio, altro allarme in viale Casiraghi per colpa di un pentolino dimenticato sul fuoco.

Fiori e orto in giardino Con la primavera viene voglia di verde e di natura. E così anche un piccolo balcone può diventare un giardino per erbe aromatiche, qualche verdura e fiori variopinti. Ne parla sabato 4 maggio dalle ore 15 in biblioteca (via Dante 6 a Sesto), l’esperto Roberto Faverzani dell’associazione Fior di Mylius.

Tremila euro per ‘dribblare’ cinque scalini Quale costo può avere per una donna anziana, immobile su una carrozzina e affetta dal Morbo di Parkinson, utilizzare un ascensore ogni due mesi circa, per evitare i cinque gradini che la separano dall’ingresso dello stabile, così da andare dal medico per i controlli? Probabilmente a questa domanda molti risponderebbero «nulla» o «poche decine di euro». Ma così non è per i condomini di un palazzo di via Fratelli di

Dio. E’ di ben tremila euro, a loro parere, la cifra ‘ragionevole’ per possedere la chiave che aziona l’ascensore. Solo chi aveva votato a favore della sua installazione (avvenuta 10 anni fa) ha a disposizione le chiavi per utilizzarlo. E solo chi lo usa, paga. Tremila euro per avere le chiavi, e poi le spese vengono divise annualmente. Oggi questi soldi li dovrà sborsare anche chi userà l’ascensore per pochi scalini. Dopo la

conclusione del ‘caso Pennati’ (vedi box sotto), protagonista di un’altra amara diatriba tra condomini è la 77enne Vincenza Grech, affetta da Morbo di Parkinson dal 1999. L’anziana si è trasferita nello stabile di via Fratelli di Dio sei anni fa, quando i figli hanno cercato un appartamento al piano terra e vicino alle loro abitazioni, ristrutturandolo di modo da renderlo idoneo per ospitare una disabile, che ancora riusci-

va a camminare. Oggi però, le condizioni di salute della donna sono molto peggiorate, e l’ascensore è l’unico strumento per superare i gradini che portano al piano rialzato. Sta qui il nodo della vicenda: i parenti della donna sono in lotta per evitare una spesa che a loro modo di vedere è superflua e non tiene conto di diversi fattori. Come spiega Rosaria Vetrano, figlia della signora Grech: «Alcuni condomini sono solidali; molti altri, pur vedendo me e la badante prendere in braccio mia madre per portarla giù da quei cinque gradini, non hanno ‘coscienza umana’ nel concederci l’uso temporaneo dell’ascensore». Ed è proprio pensando ai valori della solidarietà e del riguardo per chi è affetto da una malattia degenerativa che, Rosaria e i suoi fratelli, restano senza parole. Durante l’assemblea condominiale di marzo, i figli della signora Grech hanno dichiarato di voler contribuire alle spese dell’ascensore, ma ricalibrando la quota in base all’utilizzo ridotto che ne fanno: solo 8 sono stati i voti positivi per deliberare a favore, mentre quelli negativi 14 (3 voti e 11 deleghe). «Tutto ciò è veramente triste - chiosa Rosaria con amarezza -. Non basta una malattia degenerativa a logorarti giorno per giorno: l’indifferenza e l’indisponibilità delle persone spesso fanno più male». Monica De Astis

Il montacarichi negato all’85enne Piero Pennati Il caso di Piero Pennati, 85 anni, costretto sulla sedie a rotelle dal diabete, è diventato un caso simbolo di quanto le assemblee condominiali riescano ad essere insensibili ai problemi di anziani e invalidi. Il suo condominio aveva negato l’uso del montacarichi dell’atrio condominiale a meno che non avesse installato un contatore in grado di quantificare il consumo elettrico. Il suo caso è rimbalzato in Comune e in Regione, che alla fine hanno chiesto il rispetto dei suoi diritti. Nei giorni scorsi il montacarichi è stato rimosso per manutenzione, senza che l’anziano fosse avvertito dall’amministratore.

ESODATI ::

ANCHE A SESTO È NATO UN COMITATO

Per i diritti degli esodati Saranno promossi ricorsi al giudice del lavoro Anche a Sesto si è costituita una sezione del comitato in sostegno degli esodati, esclusi dal pensionamento per effetto della nuova legge. Il Comitato ha chiesto la pubblicazione del seguente avviso per poter informare i cittadini: «Informiamo tutti i disoccupati versatori dei contributi volontari all’INPS che il Comitato Contributori Volontari si è reso promotore di ricorsi individuali al giudice del lavoro di tutte le province italia-

ne tendente al riconoscimento del diritto alla pensione dei cosiddetti ‘esodati’ rimasti esclusi dalla salvaguardia dalle norme della riforma introdotta lo scorso anno». Gli interessati all’iniziativa e ad ulteriori informazioni possono contattare i seguenti n. tel. 0784203888 – 3389976878 oppure accedendo al gruppo Facebook: http://www.facebook.com/groups/3025668 23165025/ o inviando una mail all’indirizzo: contributore@tiscali.it.


PubblicitĂ  elettorale

2 maggio 2013

|

9


10

Cinisello Balsamo | 2 maggio 2013 CRONACA :: GLI AFIDI DEL CASTAGNO HANNO ‘ATTACCATO’ GLI ALBERI DI PIAZZA GRAMSCI

Invasione di insetti in centro Dal Comune: «Pronta la disinfestazione. Ma non c’è pericolo per i cittadini»

di Niccolò Villa

A proposito di insetti, nel centro di Cinisello è già ‘allarme zanzare’. Ad alzare la voce sono i residenti del centro che hanno già scritto al Comune per far notare che in piazza Gramsci e nelle vie limitrofe si è già notata una massiccia presenza di zanzare.

ministrazione comunale. «Si tratta di afidi del castagno, insetti molto comuni che si sviluppano e proliferano quando il clima è particolarmente umido recita la nota del Comune -. Nei prossimi giorni, non appena smetterà di piovere, una ditta

specializzata si adopererà per liberare le chiome degli alberi dagli insetti presenti. Gli afidi del castagno, non sono dannosi per le persone, anche se possono risultare fastidiosi, soprattutto quando le colonie sono numerose».

RITROVATO CADAVERE IN UN LOCALE DEL CENTRO

Morto in casa da un mese Probabilmente la vittima è un ‘vagabondo’

Lo hanno trovato morto in casa, adagiato sul suo letto, ancora vestito. Il suo corpo era già consumato da uno stato di decomposizione così avanzato da renderlo irriconoscibile alla polizia. Era morto da almeno un mese, forse di più, l’uomo ritrovato sabato mattina a Cinisello Balsamo in una casa di corte di via Cavour. Alcuni abitanti della corte hanno chiamato la polizia allarmati dal cattivo odore che sprigionava il locale (un magazzino) dove l’uomo abitava da alcuni anni. Amedeo, 70 anni, era un vagabondo cinisellese tra i più conosciuti perché passava le sue giornate a chiedere l’elemosina in piazza Gramsci e nelle vie del centro. Non è stato possibile eseguire il riconoscimento ufficiale; è stata disposta un’autopsia per verificare le cause di morte e per una identificazione più precisa.

Sulla SS36 verso Milano si corre su tre corsie

VIABILITÀ

NERA ::

::::::

Si corre su tre corsie sulla SS36 in direzione Milano. Il ‘tappo’ sulla statale dello Spluga, che passa da Sesto e Cinisello Balsamo, è saltato la scorsa settimana: così il traffico può defluire verso il capoluogo lombardo senza grossi ostacoli in uscita dal tunnel monzese aperto a inizio aprile. Dopo i disagi dei primi giorni la situazione viabilistica sulla Strada Statale 36 sta migliorando giorno dopo giorno.

Via il semaforo pedonale sull SS36 Anas apre il sottopasso di Robecco

ULTIMORA

Tutto è cominciato nel pomeriggio di giovedì 25 aprile: alcuni cittadini che si trovavano in piazza Gramsci, all’ombra del campanile di Sant’Ambrogio, hanno avvertito uno strano prurito. E’ stato allora che in molti si sono accorti che le piante della piazza cinisellese erano letteralmente invase da piccoli insetti. Subito è scattato l’allarme: i presenti hanno allertato la polizia locale che prontamente è intervenuta sul posto e ha isolato l’area sopraelevata del centro città, quella cioè dove sono collocate una ventina di piante e alcune panchine. L’allarme è arrivato anche all’Asl locale: alcuni dei presenti avevano lamentato di essere stati morsi dagli insetti della piazza e avevano lanciato il grido di pericolo temendo si trattasse di zecche o di ragni. Area evacuata, nastro rosso e bianco: per alcune ore si temeva un’invasione di cimici nel centro città. A inizio di questa settimana invece è arrivata la rassicurazione dell’am-

L’Anas ha disattivato il semaforo pedonale ubicato al km 9,900 della SS36, in corrispondenza del sottopasso di Via De Vizzi. Il provvedimento permette di fluidificare ulteriormente la circolazione. Il collegamento est-ovest, per i pedoni e i residenti dei quartieri Robecco e Casignolo, è assicurato all’interno del sottopasso di via De Vizzi. La decisione è stata presa dopo un sopralluogo congiunto di Anas con il rappresentante del Comune e del comitato locale.


PubblicitĂ  elettorale

2 maggio 2013

| 11


12

|

Cinisello Balsamo

2 maggio 2013

Roberto Maria Bacci Candidato della lista civica Cinisello Balsamo in Movimento per le Persone

Giuseppe Berlino Candidato delle liste civiche La Tua Città, Idea & Progetto, e di Udc e Fratelli d’Italia

Alessandra Riccardi

Nadia Rosa

Candidata del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo

Candidata del partito di Rifondazione Comunista

ELEZIONI :: TUTTI I CANDIDATI ALLE AMMINISTRATIVE DEL 26 E 27 MAGGIO

Una ‘poltrona’ per sei Boom di simboli e nomi In caso di ballottaggio i giochi sarebbero apertissimi

La tua Città

Cinisello Balsamo in Movimento per le Persone

Invasione di liste civiche Ben sei in lizza

Di Lauro Angelo Antonio, Cacopardi Ilario, Calanni Pileri Giuseppe, Cislaghi Maurizio Giovanni, Crepaldi Lorenzo Angelo, D’Errico Andrea, De Orchi Roberto Matteo, Del Negro Samanta, Del Soldato Luisa Angela, Di Bella Di Santa Sofia Alessandro Filippo, Franchin Mauro, Fumagalli Gabriella Maria, Gaglioti Carmelo, Galati Linda Caterina, Germinara Giuseppe Luciano, Giorgi Claudia Marisa, Locatelli Daniela, Malini Andreina Virginia, Piacentini Matteo, Sancini Marco, Scermino Leonardo, Tamborini Paolo Dante, Varrone Anna Maria, Viganò Fabio

LA CAMPAGNA :: LA PIAZZA

Si attende l’ In lizza anche Renzi,

Sarà il sentimento di antipolitica che si è diffuso anche in città. Sarà che qualche politico ha preferito La crisi della politica non mettere in primo piano il simbolo di una ‘civica’ piuttoferma i big che comunque sto che quello di bandiera. Quel che è certo è che in quedovrebbero correre a Ciniselsta campagna elettorale le vere protagoniste sono le lilo per sostenere i candidati loste civiche. Storiche o inedite, vere, o ‘finte’ che siano, cali. ce ne sono ben sei ai nastri di partenza. La più popolIl più atteso è sicuramente re è sicuramente quella del M5S che, però, visto il Beppe Grillo che, a quanto successo nazionale, assomiglia sempre di più a pare, potrebbe fare una capatiun partito. La più storica è ‘Cittadini Insieme’ na a Cinisello che, dopo Bredi Enrico Zonca. Le inedite sono ‘Ciniselscia e Sondrio, è la città lombarlo Balsamo Civica’ di Siria Trezzi da più grande tra quelle al voto. e ‘La tua Città’ di Berlino. Grillo potrebbe tenere uno dei suoi

comizi il 23 maggio, in prossimità del-

Giuseppe Berlino

Roberto Maria Bacci Baccaro Guiscardo Attilio, Beretta Italo, Borrelli Emanuela, Bresciani Chiara Giulia, Carrera Mario, Ciriello Lidia, Dallan Maria Angela, Donelli Giordano, Gasparetto Teresa In Marra, Gusella Maria Gabriella, Lamedica Attilio, Lomuscio Rachele Detta Lina, Mantovani Fabrizio, Miccolis Isabella Rita, Palumbi Elio Biagio, Ronzulli Luigi, Rosa Maria Vittoria, Sangiorgi Luca Agostino, Santo Giuseppe Nicola, Verme Tommaso

il nome della sua lista civica presentata già a inizio aprile. Per tutti, il primo avversario da battere sarà l’astensionismo: alle ultime elezioni Politiche avevano votato il 77 per cento dei circa 40mila elettori. Il centrosinistra, forte di una radicata tradizione di governo, tenterà di chiudere i giochi al primo turno. Tuttavia lo scenario è così vario e inedito da far pensare a un ballottaggio. In questo caso i giochi sarebbero più che mai aperti per chi dovessere arrivare al secondo turno.

Giuseppe Berlino Cotroneo Giovanni, Anelli Daniela, Bianchi Cristina, Celia Giovanni, Dal Cero Roberto, De Falco Francesco, Filippelli Alessandro, Illica Magnani Lorenzo Enrico, Nonnis Francesco, Orifiammi Cinzia, Pepe Vincenzo, Prete Laura, Santori Federico, Smeraldi Laura, Spina Anna Flavia, Petullà Claudio, Iacono Alessandro, Scibilia Renato

Giuseppe Berlino

Fratelli d’Italia

Tante liste, tanti nomi, tanti candidati. Ma a Cinisello, nonostante l’abbondanza di proposte, non si riuscirà comunque a bissare o superare il record della tornata elettorale del 2009. Allora al primo turno si sfidarono 7 candidati alla poltrona di sindaco e una rosa di 16 liste. Nella tornata amministrativa del prossimo 26 e 27 maggio saranno 6 gli sfidanti alla carica di primo cittadino, sostenuti da un nutrito ventaglio di 15 liste. Tanti i temi, tante le novità cinisellesi, alcune più legate al panorama nazionale, altre invece direttamente dettate dalle dinamiche locali. Il primo dato è questo: solo uno dei candidati alla figura di sindaco era candidato allo stesso ruolo nel 2009: Enrico Zonca che 4 anni fa correva con la lista civica ‘Cittadini Insieme’ e che oggi ha trovato il consenso anche di Pdl e Lega Nord. Ci sono, per la prima volta, i grillini. Il Movimento 5 Stelle ha mosso i suoi primi passi in città con le battaglie sul tema urbanistico. La candidata del Movimento è Alessandra Riccardi, avvocato civilista di 38 anni, nata a Milano ma cinisellese da sempre. Il centrosinistra si presenta compatto nonostante le Primarie abbiano lasciato non pochi strascichi e attriti nella coalizione (ultima è stata la polemica uscita del Psi). Siria Trezzi, uscita vincitrice dalla consulta-

zioni della coalizione, può contare sull’appoggio di 5 liste: Partito Democratico, Sel, Centro Popolare Lombardo, Italia dei Valori e anche una lista civica, ‘Cinisello Balsamo Civica’, nella quale ha voluto intorno a sé persone legate al mondo dell’associazionismo locale. La risposta del centrodestra ha sorpreso tutti: Enrico Zonca, già candidato sindaco per la lista civica ‘Cittadini Insieme’, che riunisce molti dei comitati civici locali, si presenta come rappresentante anche del centrodestra (Pdl, Lega Nord) che non avendo l’appoggio di Fratelli d’Italia, ha un’immagine più moderata. Fratelli d’Italia lo si ritrova nel terzo polo costituito dall’ex capogruppo in consiglio comunale del Pdl, Giuseppe Berlino. Si è presentato al nuovo turno elettorale sostenuto da ben 4 liste: la sua civica si chiama ‘La tua Città’, alla quale si affianca la lista ‘Idea & Progetto’, per proseguire con due partiti: l’Udc e Fratelli d’Italia. Rifondazione Comunista, uscita dalla giunta Gasparini e dalla maggioranza a metà della passata legislatura, schiera in prima linea il nome di Nadia Rosa, giovane, segretario del partito, che in questi mesi ha puntato tutto sul lavoro e sulla socialità. Ultimo ma non ultimo, Roberto Maria Bacci, presidente di un’associazione di volontariato attiva sul territorio, che ha radunato un gruppo di cittadini attivi nell’associazionismo cittadino. ‘Cinisello Balsamo in Movimento per le Persone’ è

Unione di Centro

di Stefano Bini

Nullo Lorena, Bongiovanni Davide, Percudani Barbara, Lamberti Rocco Francesco, Marcosano Maria Teresa Rita, Muzzi Salvatore, Ramaroli Monica, Flores Marco, Greggio Lara, Piacentino Vito, Minotto Marilena, Campaniello Antonio, Timpano Nicoletta, Gallo Davide, Candian Ivano, De Stefano Antonio, Cazzanti Lauro, Porrari Maria, Carraro Marco


Cinisello Balsamo Enrico Zonca

Enrico Zonca

Candidata della lista Cinisello Balsamo Civica, Pd, Sel, Idv e Centro Popolare Lombardo

Lega Nord

Candidato della lista civica Cittadini Insieme, di Pdl e Lega Nord

Fumagalli Cristiano Alberto, Gittani Alessandro, Grolli Mauro, Maggi Daniela, Origgi Franco Carlo, Ghilardi Giacomo Giovanni, Sbacchi Maria Concetta, Daino Rosario detto Rino, Malopri Bryan, Cetrangolo Gaetano, Luppino Cosimo Damiano, Vailati Bruna, Bosisio Paolo, Corradini Lorenzo, Varotto Marisa, Vargiu Silvia Anita, Zanchi Mario, Stocco Silvia, Giardini Marco, Di Michele Rossella, Santangelo Emanuela, De Cata Denise, Meroni Francesco, Pollara Pasquale detto Lino

Scalzotto Fabio, Baroni Alda Virginia, Povia Massimiliano, Lodi Irene, Vavassori Luigi Andrea, Rigo Patrizia, Magni Stefano, Comella Anna, Mazzella Davide, Cappellini Irma, Dalla Costa Giancarlo, Dattolo Luciana, Ongari Simone, Moneta Barbara, Ricci Enrico, Bellagamba Ivan Ercole, Meroni Fabio, Miedico Andrea, Gambirasio Roberto, Fogli Loris, Trevisan Paolo

Sinistra Ecologia e Libertà

Nadia Rosa

Rifondazione Comunista

Renga Goffredo Campobasso, Rossato Tiziana, Di Paola Alf io, Mariano Natalina, Tanzi Saulo, Anselmo Rita, Di Biase Giacomo, Faicchia Giuseppina, D’Angelo Mario, Cremonesi Manuela, Manfredi Ernesto, Beretta Luisella, Petrucci Eugenio, Megna Natale, Militello Gianluca, Riva Claudio, Pesto Giuseppina, Squinzi Roberto, Di Caro Sergio

Alessandra Riccardi

Movimento 5 Stelle

Idea & Progetto

Giuseppe Berlino

Vincenzo Acquachiara, Valentina Anzani, Maria Concetta Barile, Rita Lucia Bonsignori, Domenica Calore detta Mimma, Davide Canuti, Liviana Cardin, Silvia Casarolli, Carla Cividini, Pierangelo Gervasoni, David Laviano, Silvana Lerro, Simone Lisoni, Silvio Mandelli, Fiorenza Melani, Giovanni Moretti, Mirco Aristide Pala, Francesca Parviero

Tediosi Aldo Rodolfo, Altafin Emanuele, Boffi Davide, Bonifacio Rosaria, Busca Carlo, Chignola Tatiana, Coccolini Grazia Amata Benedetta, Corcella Daniela, Distefano Rosaria Rita, Fuda Antonio, Kron Mariella, Lio Massimiliano, Luisi Michele, Mantovani Alessandra, Mastroberti Simone, Orfeo Sergio, Pagnin Bruno Massimiliano, Pennati Riccardo, Ratti Rossella, Riboldi Rosa, Sala Andrea, Signorile Luigi, Zanotto Giulio, Zucca Michela

Stancanelli Giuseppe, Resta Michelangelo Salvatore, Forti Giovanni, Acquati PierGiorgio, Aurea Gianluca Pasquale, Beretta Elena, Corcella Cristina, Costantino Orazio, D'Errico Nicola, De Vincenziis Francesco, Malavolta Riccardo, Manfredi Michela, Meroni Massimiliano Marco Maria, Morabito MariaRita, Pantone Giovanni, Ravanelli Maurizio Ezio, Sartori Morena Jaeel, Scaffidi Francesco, Ventura Ernesto, Verdino Claudio, Vicari Maria Paola, Villa Isabella, Zambello Paola, Zamponi Federico Luigi

Seggio Giuseppe, Zizza Maria, De Palma Andrea, Schettinò Maria, Galeazzi Enza, Arena Maria, Diamanti Erika, Rocco Giglio, Ceolin Teresa, Streva Matteo, Iannì Anna Rita, Franciotta Maurizio, Attoma Cristina, Curtosi Pasquale, Rossi Marina, Fausciana Aldo, Gubitosa Angela Maria Siria Trezzi Menegardo Mattia Jacopo, Ardit Brunella, Amariti Alberto, Anastasio Anna Andolfo Salvatore, Bricchi Massimo, Comite Valentina, D'agostino Silvano, De Zorzi Carla, Frontini Giulia, Garofalo Armando, Maffione Iskra, Magni Margherita, Marazzini Francesca, Marcheselli Erminia, Martinez Fabio Shawn, Martino Fabio, Milanese Gabriella, Pazzola Alessandro, Rizzo Sara, Settembrino Chiara, Trezzi Marco, Villa Letizia, Zanolini Pietro

Siria Trezzi

Partito Democratico

Italia dei Valori

Alfano e Mantovani

Cattaneo Paolo Giovanni, Franceschini Valentina, Lostaglio Francesco, Pruni Paolo, Oliva Clara Celestina, Floridi Giorgio, Vendramin Nadia Maria Rosa, Mondin Claudio, Isola Maurizio, D’Agostino Marco, Martino Silvana, Floridi Chiara, Scalise Oman, Panceri Carmen, Gullì Caterina, Vannucci Lorenzo, Scelsi Michael Bisi Luigi

Cinisello Balsamo Civica

arrivo dei big la chiusura della campagna elettorale. Si parla anche del possibile arrivo di Alfano per il Pdl, ma i suoi impegni di governo potrebbero tenerlo lontano dai comizi. Potrebbe invece arrivare Renzi, un ‘testimonial’ che rischia però di spaccare, più che unire, un Pd già lacerato. E poi ancora si attende la conferma del governatore Roberto Maroni. Si comincia il 6 maggio con l’arrivo del vice presidente della Regione Mario Mantovani, in sostegno di Enrico Zonca in un incontro a Villa Ghirlanda

Siria Trezzi

Siria Trezzi

CINISELLESE CHIEDE DI GRILLO

13

Siria Trezzi

Centro Popolare Lombardo

Popolo della Libertà

Enrico Zonca Cesarano Ciro, Petrucci Giuseppe, Gandini Stefano, Martino Marco, Visentin Riccardo Mario Pietro, Almansi Gianmarco, Andreini Ornella, Bartucca Lucia, Capaldo Silvia, Cattaneo Angela, Di martino Lucio, Garrapa Chiara, La Greca Alberto, Magistrelli Georgia Maria, Pacchetti Serena, Pavoni Jolanda, Pozzi Stefano, Rocca Luciana, Sale Lucia Brigida, Sessa Giuseppe, Sacco Maria Rosaria, Scicchitani Domenico, Stoppa Erica, Valente Maria Antonia

|

Enrico Zonca

Cittadini Insieme

Siria Trezzi

2 maggio 2013

Luca Ghezzi, Marsiglia Franco Cosimino Rosario, Catania Andrea, Ruffa Ivano, Magnani Nanda Natascia Maria Vincenza, Fasano Luciano Mario, Bartolomeo Patrizia, Facchini Massimiliano Giacomo, Belletti Alessandra, Gatto Gerardo, Catroppa Giovanna Maria, Martino Raffaele, Lanzanova Bianca, Muscio Nicola, Lecca Valentina, Parafioriti Giacomo, Provenza Alessandra, Ronchi Andrea, Salmi Catia, Sala Saul Luigi Nerio, Seghizzi Rita, Tarantola Marco, Valent Ornella, Veronese Davide


14 |

2 maggio 2013

Cultura & tempo libero Il futuro mette radici Ci saranno le immagini di un video musicale girato per Sesto, della biciclettata invernale per i luoghi della candidatura, i documenti che sono stati portati in Bit, le video interviste ai protagonisti del recente passato industriale. E molto altro ancora. Un lavoro durato mesi, per promuovere la candidatura di Sesto all’Unesco, che sarà sintetizzato durante la mostra ‘Il futuro mette radici’, frutto delle esperienze e dei materiali prodotti con il progetto ‘16 no(n)i per l’Unesco’. Si inaugura il 2 maggio alle 18 allo Spazio Mil. La mostra rimarrà aperta a ingresso libero da martedì a venerdì dalle 10 alle 18 fino all’11 ottobre, con chiusura in agosto. Viola Bai

FESTIVAL :: NEL FINE SETTIMANA ARTISTI, GIOCOLIERI E GRUPPI ANIMERANNO LA CITTÀ

Sesto ‘vive’ in strada

Anche le scuole si aprono al pubblico di Laura Lana Un festival dedicato alla strada, per riappropriarsi dei propri spazi. Artisti, ambulanti, società sportive, scuole: tutti all’aperto per il weekend. L’evento si chiama ‘Vita di strada’, è alla prima edizione ed è organizzato da Archivio Sacchi e Magutdesign nonché curato da Elena De Cristofaro. Per tutta la giornata, sabato e domenica, si potrà girare al mercato allestito allo Spazio Mil, divertirsi con i tornei realizzati da Giocheria nel giardino di via Granelli, dove nel pomeriggio si potranno provare anche le lezioni di yoga della risata e thai chi. Documentari, mostre, video-inchieste e performance teatrali dell’istituto Erasmo Da Rotterdam, si potrà anche mangiare sul prato del Parco archeologico industriale per un pic nic in compagnia. Sabato alle 19 al locale SpazioA di via Maestri del Lavoro ci sarà una serata hip hop, mentre domenica alle 17 lezione di latino ame-

ricano in giardino in via Granelli. L’evento è totalmente autofinanziato. Per farlo crescere nel tempo, gli organizzatori lanciano un appello alla città. Per tornare a vivere la strada e a «immaginare una Sesto dove si possa incontrare, parlare, guardare, giocare, mangiare, disegnare, commerciare, fare cultura», basta solo un piccolo contributo. E’ stato infatti attivato un conto corrente: per ‘adottare’ il festival con causale ‘Vita di strada’ l’Iban è IT70TO886520700000000025271.

“il corso”

L’EVENTO

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

VOCAL COACH PER IMPARARE A CANTARE Cantare per passione, condividere momenti di relax con amici oppure mettersi alla prova davanti a un vero pubblico. Per imparare a conoscere la propria voce e i metodi più semplici per tenerla in allenamento, la Scuola Civica di musica di Cinisello Balsamo organizza due incontri di introduzione al canto. Gli appuntamenti sono fissati per giovedì 9 maggio e giovedì 16 maggio alle 19

all’auditorium di via Martinelli. Il primo incontro sarà tenuto da Silvio Pozzoli, singer, produttore e vocal coach mentre il secondo laboratorio sarà presentato da Loretta Martinez che presenterà il metodo Vocal Music System, tecnica vocale con esercizi applicati al canto. Per info e iscrizioni: 02.6600395 oppure scrivere a scuolamusicacb@comune.cinisello-balsamo.mi.it


2 maggio 2013

SABATO 4 MAGGIO

Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 Sesto San Giovanni (MI) tel 02.22.47.81.83 fax 02.24.41.07.09 info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

MIELE PRIMA VISIONE Regia: Valeria Golino con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi ORARI: 15.30 - 17.30 - 20.15 - 22.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

GIOVEDÌ 2 MAGGIO

ORARI: 15.30 - 17.30 - 20.15 - 22.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

LUNEDÌ 6 MAGGIO THE SESSIONS CINEFESTIVAL RONDINELLA Regia: Ben Lewin con Helen Hunt, John Hawkes - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: biglietto x 1 film euro 4,00 - tessera valida per 4 film euro 12 - tessera valida x 10 film euro 27 - tessera valida x 20 film euro 48

MIELE PRIMA VISIONE Regia: Valeria Golino con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

VENERDÌ 3 MAGGIO MIELE PRIMA VISIONE Regia: Valeria Golino con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi ORARI: 15.30* - 21.15 PREZZI: *alle 15.30 prezzo speciale euro 4,00 - intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

Cantine aperte in piazza Gramsci

Cinema Teatro Pax Vicolo Fiume, 4 - Cinisello Balsamo (MI) - tel 02 6600102 eventi@cineteatropax.it iniziative@cineteatropax.it http://www.cineteatropax.com

SABATO 4 e DOMENICA 5 MAGGIO

Fine settimana alla scoperta del buon vino e dei produttori in piazza Gramsci a Cinisello. Da venerdì 3 a domenica 5 maggio (dalle 15 alle 23, sabato e domenica dalle 10) va in scena ‘Cantine in Tour’, la nuova rassegna enogastronomica pensata da Edicta Eventi nata per far incontrare cultura, tradizione e tipicità. Nove le cantine sulla piazza provenienti da Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Lombardia, Sardegna, Puglia e Sicilia che proporranno degustazioni. Ciascuna cantina sarà associata a due stand gastronomici di prodotti tipici per garantire un viaggio nel gusto a 360 gradi. Per i più piccoli, giochi e laboratori.

NON SENTE BEETHOVEN SPETTACOLO MUSICALE ALLEGRO SUONANDO Ideato e scritto da Saul Beretta in collaborazione con Andrea Taddei; regia di Andrea Taddei - ORARI: sabato ore 21,00 PREZZO: 12,00 euro intero e 10,00 ridotto

DOMENICA 5 MAGGIO MIELE PRIMA VISIONE Regia: Valeria Golino con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi -

| 15

Prezzi aggiornati a mercoledì 30/04/2013. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA DIESEL

Eni Q8 Agip Shell v.le Matteotti v.le F. Testi v.le F. Testi v.le Gramsci

1.699 1.589

1.689 1.579

CULTURA/MOSTRE

VENERDÌ 3 MAGGIO MARK KNOPFLER Dopo trentacinque anni di carriera, il leggendario Mark Knopfler pubblica il primo album doppio: Privateering. Fresco di riconoscimenti (il Lifetime Achievement Award agli Ivor Novello), l’ex chitarrista dei Dire Straits esce con venti brani inediti che spaziano dal blues al folk, dal country al rock - Ore 21 - www.markknopfler.com Ingresso: da euro 39,10 a euro 63,25 Assago (MI) - Mediolanum Forum - Via Giuseppe Di Vittorio

VENERDÌ 3 MAGGIO RENZO ARBORE Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana approdano agli Arcimboldi con uno show che spazia dalle canzoni napoletane ai grandi successi televisivi, fino alle musiche del Sud del mondo. Il concerto inizia con alcuni omaggi al repertorio partenopeo e prosegue con un ricordo a Totò (con il montaggio degli sketch tratti dai suoi film e l’immancabile Malafemmena), a Murolo e natural-

Te v.le F. Testi

Shell Q8 ex Tamoil via Grandi via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.708

1.688

1.649

1.672

1.669

1.659

1.596

1.586

1.549

1.575

1.569

1.559

FESTE/SAGRE

mente a Napoli (con le immagini dei siti paesaggistici più suggestivi). In scaletta non mancano anche un saluto alla grande Gabriella Ferri e all’indimenticato Nino Manfredi (ricordato con il brano Tanto pe’ cantà) - Ore 21.00 - www.arboristeria.it Ingresso: da euro 40,00 a euro 69,00 Milano - Teatro degli Arcimboldi - Viale dell'Innovazione, 20 (Zona Bicocca)

4 E 5 MAGGIO VIVI PARCO LAMBRO Nell’ambito del progetto ‘Com’è grande il mio Giardino’ che si propone di valorizzare il parco Lambro, ampio polmone verde a Nord-Est della città, viene proposta la prima festa intitolata appunto ‘Vivi Parco Lambro’. Tutte le iniziative sono gratuite. Sotto le insegne di Cascine Aperte Expo Days, si potrà partecipare alla Caccia al tesoro in bicicletta ‘Sgagnamanuber’, assistere all’esibizione di Disc Golf e provare a cimentarsi in questo nuovo passatempo, sperimentare il percorso vita immersi nella natura, ascoltare musica dal vivo, compiere visite guidate accompagnati dalle Guardie ecolo-

CONCERTI/SPETTACOLI

giche volontarie e molto altro. Aperta la ciclofficina alla Cascina San Gregorio. Milano - Cascina Molino San Gregorio via Van Gogh 10

TEMPO LIBERO

FINO IL 23 MAGGIO UNA STORIA AMERICANA

DAL 04 MAGGIO AL 02 GIUGNO WORLD PRESS PHOTO Da oltre 50 anni la prestigiosa giuria della World Press Photo Foundation si riunisce per valutare le immagini inviate da fotogiornalisti, agenzie, quotidiani e riviste di tutto il mondo. Tra i lavori in mostra c’è anche lo scatto vincitore, realizzato dallo svedese Paul Hansen durante un funerale a Gaza. Le foto selezionate costituiscono un importante documento storico, permettono di rivivere gli eventi cruciali dell’anno e rendono World Press Photo uno dei premi più importanti nell’ambito del fotogiornalismo - Ingresso libero - Orari: martedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.30; mercoledì e giovedì dalle 10.30 alle 21.00; lunedì dalle 15.30 alle19.30 www.galleriacarlasozzani.org Milano - Galleria Carla Sozzani Corso Como, 10 (Zona Garibaldi)

‘Uomo del Rinascimento’: così veniva chiamato Gordon Parks, uno dei fotografi più significativi del Novecento. Nato nel Kansas segregazionista, il reporter ha raccontato attraverso le pagine di Life l’America degli emarginati e ha saputo dedicarsi con successo anche a generi diversi come la moda e il cinema. Un viaggio emozionante e commovente attraverso la carriera di un autore eclettico e sensibile - Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20; giovedì fino alle ore 22; lunedì chiuso - Ingresso: euro 7,50 Milano - Forma - Piazza Tito Lucrezio Caro, 1 (Zona Ticinese)


16 |

2 maggio 2013

Sport

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

RUGBY :: I LICEALI CINISELLESI HANNO VINTO IL TITOLO PROVINCIALE PER IL SECONDO ANNO DI FILA

Il Casiraghi si regala il bis Il 9 maggio la finale regionale A Calvisano si tenta il colpo di Niccolò Villa Campioni provinciali, per il secondo anno consecutivo: i liceali del Casiraghi di Cinisello Balsamo si confermano campioni anche con la palla ovale tra le mani. La scorsa settimana, al centro sportivo comunale di Mazzo di Rho, si sono svolte le finali provinciali di rugby in cui erano impegnate le rappresentative delle scuole superiori della provincia di Milano. Cadetti e Cadette (Under14), Allievi e Allieve (Under16): queste le categorie che si sono date battaglia a suon di mete, placcaggi e calci piazzati tra i pali. Gli studenti del Casiraghi, il ‘maxi’ liceo di Cinisello Balsamo (all’interno del polo del Parco Nord) si sono imposti, per il se-

GIOVANILI ::

condo anno di fila, nella categoria Allievi, vincendo il girone finale composto da 5 squadre in lotta per la vittoria. Girone all’italiana, ogni rappresentativa ha disputato 4 gare in una sola giornata: e i cinisellesi, con 4 vittorie su 4 match, si sono messi in tasca il titolo provinciale. Secondo posto per i ragazzi dell’Istituto Conti di Milano, battuti dal Casiraghi per 15 a 10. Il Casiraghi ha avuto ragione anche degli ottimi atleti dell’istituto Breda di Sesto San Giovanni ai calci di trasformazione. Il risultato finale, 21 a 19, dà l’idea dell’equilibrio tra le due squadre e della durezza dell’incontro. Per i Ragazzi della scuola dei Salesiani un più che meritato terzo posto. Ora il team del Casiraghi è at-

PROGETTO

teso alla fase finale Regionale a Calvisano il 9 maggio. Con loro partiranno in pullman, il 17 mattina, la rappresentativa Under 12 della scuola Buscaglia di Cinisello, la Under 14 femminile e la Under 14 maschile della scuola Don Minzoni di Palazzolo Milanese. Il Minirugby nelle scuole primarie di Cinisello con il progetto ‘Le scuole in meta’ è stato promosso dal Settore Sport del Comune di Cinisello, e condotto dall’Asd Multysport Cinisello Rugby.

:::::::::::: La squadra del Casiraghi vincitrice del titolo provinciale

ANNATA D’ECCEZIONE PER I RAGAZZI DELLA GINNASTICA ARTISTICA

I maschietti del Geas in finale regionale Il gruppo delle piccole è nono in classifica alla Csen Cup

Alla scoperta del Nordic Walking con il Centro Sportivo Cervino Camminare e benessere. L’associazione sportiva Cervino di Cinisello ha organizzato una serata di presentazione del Nordic Walking dal titolo ‘Cammino e Benessere’. La serata si terrà venerdì 17 maggio, nella sede del Cervino di piazza Gramsci 58 a Cinisello. Il Nordic Walking è un’attività fisica in cui alla camminata naturale si aggiunge l’utilizzo dei bastoncini. Quando viene eseguita in modo corretto permette il coinvolgimento anche della parte alta del corpo impegnando l’individuo in un’attività fisica completa. Uno sport per tutti facile dapraticare. Ogni mese il Cervino organizza lezioni all’interno del Parco Nord. www.cscervino.it

Viaggia come un treno il Geas Ginnastica Artistica in questa annata agonistica piena di soddisfazioni e buoni risultati. La stagione sta riservando incredibili successi alla società rossonera, che pochi giorni fa ha deciso di superarsi anche con il gruppo dei maschietti. Perché sulla pedana i ginnasti sestesi hanno siglato tutti insieme un ottimo traguardo. Il contingente maschile targato Geas è stato, infatti, ammesso in blocco alla fase regionale del GPT1-Gam, che si svolgerà nella palestra di Cilavegna il 5 maggio. A strappare il biglietto di andata sono stati i rossoneri Matteo Di Girolamo, Andrea Guarda, Maurizio Tomella, Gabriele Bertoli, Christian Luinetti, preparati dall’allenatrice Marta. Le piccole di casa Geas si sono confermate all’altezza delle sfide. Il gruppo sestese si è infatti classificato al nono posto nella terza prova Csen Cup, riservata alla categoria Esordienti. Una buona prestazione di squadra ha chiuso in questo modo la fase regionale del campionato. «Facciamo tanti complimenti a tutte le nostre piccole ginnaste per gli ottimi risultati conseguiti fino ad ora - hanno commentato soddisfatti dirigenti e allenatori dello staff rossonero -. Siamo sicuri di essere solo all’inizio» Viola Bai

La Stella Azzurra vuol ‘Fare squadra’ Oratorio, sport, educazione. Queste le tre parole chiave del progetto ‘Fare squadra’, proposto dal gruppo sportivo dell’oratorio San Luigi di Cinisello, la Stella Azzurra ‘56. L’iniziativa è nata da una collaborazione tra i dirigenti della società e il coadiutore dell’oratorio, don Massimo Fontana, con lo scopo di dare vita a momenti di riflessione per comprendere il senso di praticare sport in ambito oratoriano. Uno degli obiettivi principali del percorso è quello di «un maggior coinvolgimento delle famiglie mediante proposte per creare relazioni più solide con i genitori». Quest’anno l’evento consisterà in tre cicli di incontri dedicati agli atleti, agli allena-educatori e ai genitori che si svolgeranno in oratorio. Prossimo appuntamento, il 6 maggio, sui campi dell’oratorio San Luigi di via Fiume. Pietro Tampieri

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Tiratura: 40.000 copie Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


PubblicitĂ 

2 maggio 2013

|

17


Sport 18 | 2 maggio 2013 TERZA CATEGORIA :: ALLA SESTO 2012 LA SFIDA PROMOZIONE CONTRO LA NOVESE

Notizie

Sorpasso (forse) decisivo I sestesi si giocano il passaggio di categoria in 180 minuti

di Pietro Tampieri Tre punti che valgono (forse) una promozione. Questo il riassunto della domenica della Football Sesto 2012 che batte per 3 a 1 la Novese, sua diretta rivale, la scavalca in classifica e sale, a due giornate dal termine, al primo posto: quello che vale la promozione diretta in Seconda Categoria. Nulla però è ancora deciso perché il vantaggio sulla Novese è di un solo punto e nei 180 minuti che separano le due squadre dalla fine del campionato può succedere di tutto e di più. La promozione diretta nella categoria superiore era un obiettivo che i dirigenti della formazione sestese avevano già dichiarato a luglio dello scorso anno nel corso della presentazione della nuova squadra al pubblico: «Puntiamo al Si giocherà la permanenza in Serie D nell’ultima passaggio diretto», aveva detto con giornata di campionato. La Pro Sesto ha visto sfucoraggio la dirigenza. mare la sua tranquillità in una sola giornata. Ora la squadra del presidente Lu Rong Si sa però che tra il dire e il fare si I biancocelesti di mister Di Gioia sono infatti stati Yi è a due passi dal salto di catepongono di mezzo numerosi ostasconfitti dalla Caronnese (1-0 con un rigore molto goria e dalla promozione in Secoli. Dopo un inizio promettente dubbio concesso ai padroni di casa al 90’). A compliconda Categoria. I prossimi iminfatti la Football, vincitrice del care le cose ci ha pensato il Mezzocorona che ha vinpegni contro Usva San Francesco e simbolico titolo di campione d’into contro l'Alzano (2-3) e che riporta il vantaggio dei Palazzolo Milanese andranno però verno, lascia alcuni punti per strada biancocelesti a sole 9 lunghezze. La salvezza obbligatoriamente vinti. Un passo nel girone di ritorno e perde la vetta diretta, quindi, per la Pro Sesto dal Breda. Dofalso potrebbe risultare fatale e comdel campionato a favore della Novese. menica 5 maggio, nell’ultima giornata del promettere questa stagione che, coMa i ragazzi di mister Altarelli non si percampionato di Serie D, i sestesi somunque vada a finire, resta esaltante e avdono d’animo e hanno dato avvio a una rinno obbligati a vincere contro vincente e rimarrà scolpita nella storia delcorsa che si è concretizzata domenica con l’Olginatese. la neonata società. la vittoria nello scontro diretto.

Pro Sesto Sfida al Breda per la salvezza

CALCIO ::

LA PRO SESTO ALLE FINALI NAZIONALI

Juniores in Sardegna a caccia dei quarti

Beffa contro il Seregno: 2-2 troppo stretto

Non è andata al meglio la prima gara della fase finale nazionale degli Juniores della Pro Sesto: sabato al Breda contro il Seregno è finita con un pareggio. Un 2-2 che va

stretto ai sestesi di mister Barbieri (foto) che, mentre il nostro Gazzettino è in distribuzione, sono impegnati nella seconda gara in Sardegna, a Selargius.

La Pro pensava di ipotecare il passaggio ai quarti con il match casalingo: ma il sogno si è infranto al 90’ quando il Seregno mette a segno un pareggio che vale come una vittoria. Già perché se i biancocelesti sono impegnati in terra sarda, il Seregno attenderà i sardi sabato 4 maggio con l’alternativo vantaggio di cercare una vittoria con una sola rete in più dell’eventuale successo sestese in Sardegna o, addirittura, di un pareggio in virtù delle possibili combinazioni di risultati. C’è un po’ puzza di ‘beffa’, ma ai giovani sestesi va comunque l’applauso della città e dei tifosi per la prova di forza messa in campo in questa stagione. Niccolò Villa

FLASH ::

::

Selecao Libertas a 5 Sconfitti per 5-9 dall’Amor Sportiva, chiudono all’11esimo posto i canarini della Selecao Libertas di Sesto. Nella prima esperienza in un campionato giovanile di calcio a 5, gli juniores di Sesto mandano in soffitta una prima stagione tra alti e bassi.

‘Tripletta’ Geas Basket

Il Geas Basket si conferma la società da battere in campo giovanile: anche per quest’anno infatti il gruppo stestese è riuscito a raggiungere le finali nazionali con tutte le compagini giovanili, U15, U17 e U19.


PubblicitĂ 

2 maggio 2013

| 19


20 | 2 maggio 2013

PubblicitĂ 


il gazzettino di sesto san giovanni