Page 1

ANNO X | NUMERO 07 | LUGLIO 2018 | www.fsitaliane.it

JULY DREAMS

PUGLIA DA SET PERLE D’ITALIA TRENTINO SPORT&RELAX

LE FRECCE NEWS//OFFERTE E INFO VIAGGIO

Mete estive Trenitalia: sempre più motivi per lasciare l’auto a casa Bagaglio Facile 5x4 per spedire i propri bagagli a prezzi speciali con Trenitalia e TNT IL MENSILE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


senza glutine gluten free

Innovazione per la salute


MEDIALOGANDO di Marco Mancini

Federico Ferrazza, direttore di Wired

marmanug

Wired ha sempre raccontato il futuro e il cambiamento, per cui, anche quando era solo un giornale, è stato percepito come qualcosa di più. Penso che i giornali oggi debbano andare a cercare la propria identità al di fuori del prodotto che fanno. Quindi diventare (anche) qualcos’altro? Sì, adattandosi ai mutamenti, com’è avvenuto nell’evoluzione biologica. Gli animali lo hanno fatto per sopravvivere al cambiamento dell’ambiente circostante. Alcune specie ci sono riuscite, altre si sono estinte. Siamo in una fase di questo tipo, dove alcuni giornali non saranno in grado di adattarsi al cambiamento e si estingueranno, altri ce la faranno e potranno in qualche modo proseguire. Cosa sta cambiando nell’ecosistema dei media, in particolare per i giornali? In primo luogo la perdita di lettori, che non vanno più in edicola. Non discuto la funzione del giornale, ma dal punto di vista imprenditoriale non potrà restare in piedi quel che è fatto da 300 persone e venduto a 100. Quindi, al di là di alcuni casi specifici, come Internazionale, che continua ad andare molto bene con gli abbonamenti, la tendenza è ben delineata. E si porta dietro altre conseguenze. Certo, gli investimenti pubblicitari si stanno spostando sempre di più dalla carta ad altri mezzi, soprattutto Wired nasce come un magazine quelli digitali. Il calo di vendite rende tradizionale, ma oggi non lo è più: l’investimento pubblicitario meno è un brand che fa ancora giornalismo, attraente. Insomma, per i giornali di carta informazione e comunicazione sui temi il futuro è complicato. delle scienze e della tecnologia utilizzando E qui scatterà l’evoluzione selezione. però più strumenti. Sì, e secondo me ce la farà chi ha Quali? coltivato una forte identità, sia da un Abbiamo un sito web, siamo presenti sui punto di vista politico, di settore, di tono social network, pubblichiamo un giornale, di voce. Penso che il futuro sarà più loro organizziamo una miriade di eventi e che di testate super generaliste che, stiamo pensando di puntare anche sulla per forza di cose, perderanno presa formazione. Insomma, Wired non si e riconoscibilità. Wired ha una forte identifica più esclusivamente con il giornale. connotazione, apprezzata dai lettori Nato negli Stati Uniti… e riconosciuta dagli investitori che, Sì, negli anni ’90, per raccontare associandosi al brand, in qualche modo la rivoluzione digitale e la crescita sanno di assorbirne anche i valori. impressionante che allora aveva la Silicon La crisi dei giornali porta con Valley. Arriva in Italia diversi anni dopo, a sé anche quella del giornalista, la marzo 2009, come mensile. Poi però la sua funzione di mediatore e di filtro missione è cambiata. capace di trovare fonti e accertarne State tracciando un percorso che autorevolezza e attendibilità. riguarderà e già è stato intrapreso da Su questo sono controcorrente. Sono tra altre testate classiche. chi pensa che le fake news nascano sui

GOVERNARE L’INNOVAZIONE PER ADEGUARE LE REGOLE AL MONDO CHE CAMBIA Il futuro è già qui, inarrestabile. La redazione di Wired, dove incontriamo il direttore Federico Ferrazza in un afoso pomeriggio milanese, ne è un’attenta, scrupolosa narratrice. La sede si trova in uno storico palazzo posto di fronte al Castello Sforzesco. La location suggerisce un ossimoro, alla cui casualità ci piace conferire comunque un senso. Ne troviamo conferma nelle parole di Ferrazza, appena quarantenne, proiettato nel mondo dell’innovazione, quando attribuisce alcune sue convinzioni etiche all’essere già vecchio. Tutt’altro. È vero, piuttosto, che non si dà alcun solido futuro senza altrettanto solide radici. Federico, cos’è Wired?

4

LF

LUG2018


giornali e non su Internet. Le più grandi bufale degli ultimi anni sono apparse sui media tradizionali, o sui loro siti. Un caso storico, per esempio, è il dubbio che l’uomo sia andato o meno sulla luna, fatto circolare molto prima di Internet. Oppure, avvicinandoci ai nostri giorni, Vannoni e il metodo Stamina, pubblicizzato da trasmissioni televisive come Le Iene. Ancor prima la terapia Di Bella. E più clamoroso l’aver dichiarato un legame tra vaccini e autismo, una fake news che nasce su The Lancet, giornale medico scientifico. Se metto in fila tutto questo, penso che sono i giornali stessi ad aver minato la loro credibilità nel corso degli anni. E oggi si trovano di fronte lettori che possono in qualche modo sbugiardarli. Le tue considerazioni ci conducono nel campo della deontologia e dell’etica professionale. Il giornalista dovrebbe essere sempre al servizio dei lettori. Quando non parliamo dei contenuti di una legge o ne parliamo solamente in funzione del fatto che la sua approvazione potrebbe far cadere o no la maggioranza di governo, non stiamo facendo un servizio ai cittadini. Noi dobbiamo informare e non rappresentare una lobby, perché poi il risultato è che la credibilità dei media è a zero. Quindi un ruolo, anche fondamentale, il buon giornalismo lo avrebbe ancora. Eccome. Io da piccolo ero appassionato di quel gioco della Settimana Enigmistica in cui si devono unire dei puntini. Ecco, io penso che quello sia il lavoro del giornalista oggi. Unire i tantissimi puntini dell’informazione che ci arrivano da Facebook, Twitter, Instagram, dalle e-mail, dai siti dei giornali o di testate non registrate ma che uno reputa credibili, e costruire un’immagine. Resterà l’ambizione di realizzare uno scoop, ma è una parte marginale del nostro lavoro. Che è invece dare ordine, pur scegliendo una propria agenda e linea editoriale. Dare ordine. In effetti quei puntini sono davvero tanti, pervasivi e persuasivi. Si è parlato molto del condizionamento prodotto dai social, anche nel marketing politico. Certo, fare il lettore oggi è molto più difficile di un tempo, perché siamo bombardati da quei puntini. Però abbiamo G LI AER EI PI Ù G RAN DI DEL MON DO, U N PROG E T TO FOTOG RAFICO DI B EN EDIC T R EDG ROVE

la possibilità di informarci da più fonti e in tempo quasi reale, cosa che prima quasi nessuno faceva, salvo qualche addetto ai lavori che leggeva più di un quotidiano. Per difendersi occorre comprendere i meccanismi dell’informazione e crearsi un piccolo database di fonti più credibili e affidabili. Ci si mette un po’, ma se si vuole essere cittadini liberi e informati è un lavoro necessario. Il digitale ha fatto sì che i media non siano più top-down ma bottom-up, o comunque che ci sia dell’interattività, più faticosa della passività. Magari dà più soddisfazione ma in qualche modo bisogna soddisfarla. Insomma dal marketing digitale ci si può difendere. Inizierei anche a smitizzare il ruolo della Rete come fattore di controllo sociale o di indirizzamento dell’elettorato. Faccio un esempio. Alle ultime elezioni abbiamo visto come, soprattutto nei collegi uninominali, abbiano vinto la Lega al nord e il Movimento 5 Stelle al sud. La famosa mappa dell’Italia a due colori. Ebbene, del Movimento 5 Stelle si è sempre detto che utilizzava le fake news, sfruttava Internet, si avvaleva del popolare blog di Beppe Grillo, della consulenza della Casaleggio Associati. Però ha vinto nella parte del Paese meno digitalizzata. Siamo davvero certi che il digitale e Internet condizionino così tanto le elezioni? Oppure, più semplicemente e senza dare giudizi di merito, in quelle regioni la proposta politica del Movimento è stata più attraente di quella dei suoi avversari? Comunque anche negli Stati Uniti si sono posti la stessa domanda sui condizionamenti della Rete. Anche in questo caso proverei però a unire i puntini. Quello che ha fatto MATTIA BALSAMINI JOHN BECK da quello Trump non è moltoALEXdiverso ROBERT BENSON che fece Obama, PHILIPPE soloBRAQUENIER che non ci piace DANIEL BROWN Obama. Trump, mentre ci piaceva GALLI Così quando ObamaNICOLA i LAutilizzava TIGRE social network per SEAN andare LEMOINE a colpire SPENCERilLOWELL in maniera più mirata suo target ETIENNE MALAPERT elettorale era un genio, lo fa Trump ed BENEDICT REDGROVE CRAIG WARD la Rete per è un dittatore che utilizza STEFAN WARTER manipolare il mondo. Forse la verità DAN WINTERS non sta né da una PATRICK parteWITTY né dall’altra. E dove sta? Ripeto, smitizziamo il ruolo della Rete.

Viviamo in una fase storica dove i ricchi votano a sinistra e i poveri a destra. È evidente che sta succedendo qualcosa al di là di Internet. Nelle aree industriali di Detroit hanno votato Trump, perché lo hanno ritenuto più credibile pensando che potesse rappresentare i loro interessi meglio di Hillary Clinton. Insomma, c’è un forte scollamento tra le classi subalterne e più emarginate e quella sinistra che per tutto il ’900 se ne è accreditata la rappresentanza quasi esclusiva. Io sono cresciuto in periferia a Roma. Andavo a scuola a Spinaceto (quartiere di Roma sud, ndr), dove c’erano i campi rom, quindi ne parlo con cognizione di causa. Non vengo da zone radical chic, ma da dove tentavano di rubarmi il motorino. Lì qual era il problema? Che non c’era lo Stato. Il problema non era la presenza dei rom, è che non c’era nessuno a favorire l’integrazione, a controllare e amministrare il territorio. Poi se per tanti anni lasci andare, cresce la rabbia e il senso di abbandono. Una distanza dai problemi reali. Beh, quando parli di innovazione, di Uber, dell’economia della conoscenza, sei molto lontano dai problemi che toccano un operaio che guadagna mille euro al mese. E infatti poi a destra votano i poveri e a sinistra i ricchi. D’accordo, smitizziamo la Rete. Però la storia delle bolle e degli algoritmi non è una fantasia. Non puoi dire che la Rete non cerchi di irretirti. Sì, le bolle esistono, vengono enfatizzate dalla Rete, però anche qui, fermiamoci a riflettere. Tutti noi siamo portati a 15 GRANDI FOTOGRAFI VI MOSTRANO IL MONDO COME NON L’AVETE MAI VISTO

IMMAGINI DI

Cover.indd 10001-4

5

LF

LUG2018

WOW PROLOGO

PAOLO SORRENTINO

P r ima ve r a 2 017 / n . 8 0 — € 5 . 0 0

U NO DEI DIPARTIM ENTI PI Ù IN NOVATIVI DEL M IT DI BOSTON , N EL S ER


MEDIALOGANDO

*Lil Miquela è un’influencer digitale (realizzata in computer grafica) con oltre 1,1 milioni di follower solo su Instagram

WWIRED IRED — — 85 81

cci

a

N U M ER O

85

Gli algoritmi condizionano le nostre scelte. Analogico e digitale non sono più distinti. L’unica possibilità è lasciarsi contaminare. Come dimostra il caso di Lil Miquela*

ANNO

EDIZIO N E

Estate

PREZZO

€ 5,00

ARTIFICIAL INFLUENCER

2018

gnani

rivoluzione industriale alla nascita dell’industria farmaceutica fino a oggi, all’avvento del digitale. Tre passaggi chiave che si riassumono in pochi significativi numeri. Nel 1750 eravamo 700 milioni sul pianeta, ora siamo oltre sette miliardi. Nel 1970 il 60% della popolazione mondiale viveva sotto la soglia di povertà, oggi meno del 10%. Nel 1950 l’aspettativa di vita media era di 48 anni, oggi è 71. Nel 1960 ogni mille nascite 181 bambini morivano entro i cinque anni, oggi siamo a 45. Nel 1950 il 64% della popolazione era analfabeta, oggi meno del 15%. Insomma, scienza e tecnologia nel medio periodo non possono che avere effetti positivi sulla società. Nel medio periodo… Certo, nel breve ogni cambiamento comporta smottamenti, contraccolpi e assestamenti. Il dipendente di Blockbuster si trova senza lavoro e se ne avvantaggia il dipendente di Netflix, e così via. Anche perché la tecnologia va anche, anzi direi soprattutto, governata. E l’innovazione tecnologica ha sempre corso più veloce delle regole: hanno inventato prima l’automobile e poi hanno fatto il Codice della strada. In più, quando per esempio si parla di Rete le regole nazionali non bastano più. Infatti, dobbiamo pensare a regole sovranazionali. Ma evidenzio alcuni puntini che dovremo provare a unire. Tutti i grandi cambiamenti epocali, anche in termini di diritti, frutto di innovazione scientifica e culturale, come la scuola e il diritto all’istruzione, sono stati gestiti all’interno di un sistema che ci siamo dati, come lo Stato novecentesco, che oggi vedo in forte crisi e non so se e quanto sarà in grado di canalizzare in maniera positiva l’innovazione. L’incertezza che regna su temi come la web tax è motivo di sfiducia. Perché governare significa anche decidere la maniera più equa per distribuire la ricchezza. Occorrerebbe quindi una visione nuova… Ristabilire semplicemente le regole del passato rischia di creare problemi anziché risolverli. Trump che sta rimettendo i dazi è come volersi fare un 16/05/18 11:03

circondarci di persone che la pensano come noi e hanno la nostra stessa visione del mondo. È chiaro, se lo decidiamo noi ci sentiamo più tranquilli, se lo decide un algoritmo meno. Sui social network il sistema di bolle non fa che mimare quanto succede nel mondo analogico. Insomma non dobbiamo temere il futuro. Eppure, quando leggo quel che l’intelligenza artificiale promette, un po’ d’inquietudine la provo. È naturale essere spaventati. Innanzitutto perché non abbiamo fiducia nelle cose che non conosciamo, non sappiamo cosa produrranno e come andrà a finire. E poi perché il nostro umore e la nostra fiducia rispetto al futuro sono influenzati da grandi eventi mediatici. Che non sono mai positivi. Non c’è uno tsunami positivo, un Bataclan positivo, un crollo delle Torri Gemelle positivo. Grandi eventi che spaventano anche per il clamore con cui i media li narrano. Così ci sembra che oggi ci sia un attentato terroristico al giorno e ci siamo scordati che negli anni ’70 andando all’università rischiavi di morire. È normale che siamo spaventati da 600 migranti più di quanto non lo fossimo dagli anni di piombo? Se uno ci pensa in modo razionale è assurdo. In effetti lo è. Però, tornando al futuro, da direttore di Wired tu non puoi che essere ottimista. Sì, perché l’innovazione tecnologica ha sempre portato miglioramenti nella vita delle persone. Pensiamo agli ultimi 300 anni scarsi di storia, dalla prima

6

LF

LUG2018

nuovo vestito indossando quello di quando avevi cinque anni. Oltre a essere passato di moda forse non ti entra più. Eppure, ribadiamolo, il futuro deve essere ben governato. Ma da un lato, come detto, abbiamo élite, cosiddette radical chic, che hanno perso il contatto con il popolo e qualcuno le vede addirittura antitetiche al popolo. Dall’altro, forze politiche che hanno invece saputo interpretarne paure e bisogni esprimendo un’offerta politica che raccoglie un forte consenso. Però la mia paura è che le risposte offerte alle aspettative della gente non rappresentino le vere soluzioni. Proviamo a immaginare un’Italia senza rom, senza stranieri e senza Ong e poi domandiamoci se stiamo meglio. Stiamo concentrando risorse e sforzi su iniziative che, per come vedo il mondo io, sono eticamente discutibili, ma che, se anche non lo fossero, non risolvono i problemi reali del Paese. Abbiamo il più alto numero in Europa di giovani che non studiano né lavorano. Abbiamo un problema di mancanza di lavoro e di crescita delle imprese: se le aziende non crescono in produttività il Paese va a rotoli. Sul fronte del lavoro qualche proposta c’è. Non lo so, sarà che comincio a essere vecchio, ma dare soldi a persone che non lavorano potrà rispondere a un’emergenza sociale, ma non risolve il problema della disoccupazione. E l’idea che il lavoro sia solamente lo stipendio e non il ruolo sociale che quel lavoro si porta dietro, per me è una visione aberrante. Io lavoro non tanto per un buono stipendio, ma perché voglio costruire un pezzo di mondo per i miei figli. Ognuno nel suo settore: il medico, il giornalista, l’industriale, il commerciante, lo spazzino. E con un’importanza che non considero affatto proporzionale alla retribuzione. Dal punto di vista economico è comunque un incentivo alla crescita del consumo interno. Sì, ma è una toppa. Diamo pure mille euro ma non è la soluzione. Non sto contrastando la misura del reddito di cittadinanza, l’Universal Basic Income, come la chiamano in America, ma non può essere la soluzione al problema disoccupazione.


MEDIALOGANDO

Vorrei chiudere parlando di mobilità e di come è cambiato il modo di viaggiare. È cambiato tantissimo, anzitutto perché i nostri viaggi, come tanto altro, sono programmabili e acquistabili da quello che considero ormai un pezzo del nostro corpo, il telefonino. Noi oggi pensiamo di essere degli esseri umani normali, invece siamo cyborg, perché senza questo oggetto nessuno gira più. Infatti allo smartphone chiediamo due cose fondamentali, che sia sempre connesso e di non scaricarsi mai. Però ci ha privato anche di qualche emozione. Come perdersi in una città che non conosciamo, perché ormai abbiamo tutti Google Maps per sapere dove siamo, dove vogliamo andare e come arrivarci. Poi con la Rete e il digitale sono arrivati nuovi intermediari, prima c’erano le agenzie di viaggi, oggi c’è Airbnb. E abbiamo la possibilità di

leggere e condividere le recensioni di altri viaggiatori. Ai quali dai quindi fiducia? Sì, con un minimo di esperienza, conoscendo le dinamiche di Tripadvisor o degli altri siti simili. Poi magari prendo decisioni antitetiche, però prendo in considerazione quei pareri. Ma tra i grandi cambiamenti del modo di viaggiare citerei lo sviluppo delle infrastrutture. In effetti chi ci legge sta magari viaggiando a 300 all’ora su un Frecciarossa. Lo so bene, da romano che lavora a Milano. Per tre anni ho fatto il pendolare, cosa impensabile prima. Infine l’altro grande cambiamento sono le low cost, fino a qualche anno fa viaggiare in aereo anche solo in Europa era un super lusso. Ma il treno, magari con Interrail, continua ad avere il suo fascino. Sì, soprattutto per chi, come diceva Kipling, considera che l’importante è il

NUGO, L’APP PER GODERSI IL VIAGGIO di Serena Berardi

Trovare l’ispirazione, pianificare gli spostamenti e acquistare in un click i biglietti per i mezzi previsti nel percorso. Nasce per questo nugo, «una piattaforma per la mobilità collettiva integrata door to door che permette di pianificare il viaggio, lungo o breve che sia, in base alle proprie preferenze», spiega Alessandro La Rocca, direttore generale di nugo S.p.A. Il funzionamento è intuitivo: dopo l’iscrizione, che richiede solo e-mail e password, si scelgono la destinazione da raggiungere, la data e l’orario di partenza. La ricerca si può indirizzare in base al mezzo di trasporto desiderato, al numero e ai tempi dei cambi previsti. Vengono quindi proposte varie soluzioni, confrontabili tra loro, che mostrano la mappa dell’itinerario, la durata complessiva e il costo totale del viaggio, i vettori che effettuano il tragitto con tempi di percorrenza e relative tariffe.

Oltre agli obiettivi di business, «l’ambizione è contribuire a una trasformazione culturale: passare da una mobilità che privilegia l’uso della propria automobile, magari da soli, a una mobilità collettiva condivisa. Ma sono necessari strumenti tecnologici che la rendano facilmente attuabile», afferma Carlotta Ventura, consigliere di amministrazione della società. Se a fare da journey planner c’è l’app, a fornire ispirazioni di viaggio ci pensa nugo magazine, «una rivista nativa digitale e mobile-friendly. Articoli e interviste forniscono idee per partire e partecipare a mostre, concerti, eventi», sottolinea Ventura. «Stiamo lavorando sull’assistenza al cliente, per esempio sulla possibilità di modificare il biglietto o chiedere il rimborso. Poi vorremmo integrare l’offerta con aerei e navi. In più, è allo studio un sistema di intelligenza artificiale», conclude La Rocca.

8

LF

LUG2018

viaggio, non l’arrivo. Perché il viaggio stesso è un’esperienza forte. Poi ci sono le app che semplificano la vita, come quella di Trenitalia, o che consentono di pianificare il viaggio e acquistare i biglietti di più mezzi, con un solo click, come la nuova app Nugo. Che ne pensi? Innanzitutto auguro a questa startup grande fortuna, perché un’azienda italiana che fa qualcosa di così innovativo va incoraggiata. Al netto di come andrà a finire, è comunque un’operazione che coglie lo spirito dei tempi. Siamo nell’epoca dell’accesso, caratterizzata, andando all’osso, da una sola dinamica: utilizzare i dati e il digitale per mettere al centro il consumatore. Come fanno Netflix, Spotify, Airbnb, Facebook e Amazon. E come fanno, aggiungo io, Trenitalia e questo suo magazine.


SOMMARIO IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO X | NUMERO 07

63

In copertina

Puglia

JULY DREAMS

pag. 30

ANNO X | NUMERO 07 | LUGLIO 2018 | www.fsitaliane.it

da set PUGLIA DA SET PERLE D’ITALIA TRENTINO SPORT&RELAX

78

LE FRECCE NEWS//OFFERTE E INFO VIAGGIO

Mete estive Trenitalia: sempre più motivi per lasciare l’auto a casa Bagaglio Facile 5x4 per spedire i propri bagagli a prezzi speciali con Trenitalia e TNT IL MENSILE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

44 SEA TOUR

17

Viaggio lungo le coste d’Italia tra bandiere blu, spiagge per tutti e territori protetti

67 BACI DA SENIGALLIA

Save the date 17 What's up 23 41

Appuntamento nella perla delle Marche alla scoperta di eventi, location e angoli romantici

102

74 IN QUOTA Parola d’ordine, montagna. Nella bella stagione si moltiplicano i buoni motivi per scegliere il Trentino Alto Adige

44 62 GIGI PROIETTI 85 CUORE D’ITALIA 91 SLOW TRAVEL 98 IL MARE AL MUSEO 104 SINGLE WITH KIDS 127 RACCONTO INEDITO LE FRECCE NEWS//OFFERTE E INFO VIAGGIO

110 ESTATE TRENITALIA Bagaglio Facile 5x4 per spedire i propri bagagli a prezzi speciali con Trenitalia e Tnt Scopri tra le pagine l’offerta delle Frecce seguendo i simboli dei collegamenti Frecciarossa Frecciargento Frecciabianca FRECCIALink

11

LF

LUG2018


SOMMARIO

Questa rivista è interattiva This is an interactive magazine

I numeri di questo numero

oltre 300

le produzioni audiovisive realizzate in Puglia [pag. 30]

Scarica l’app gratuita LA FRECCIA MAGAZINE Download the free LA FRECCIA MAGAZINE App

175

Cerca il simbolo e scansiona la pagina con l’app Search the symbol and scan pages with the App

i Comuni italiani Bandiere Blu [pag. 44]

Scopri i contenuti interattivi Discover interactive content

Le pagine con questo simbolo sono in realtà aumentata The pages with this symbol are in Augmented Reality Powered by ivisionmade.it

2.000

i m del parco acquatico di Canazei, in Trentino [pag. 75] 2

ECO-CALCULATOR LA FRECCIA

ETTI E CURIOSITÀ PER I PICCOLI VIAGGIATORI GIOCHI, FUM

Gira pagina e comincia a LEGGERE e GIOCARàE! Il viaggio passer in un lampo!

È TUTTO PRONTO per l'arrivo

DELL'ESTATE

CARTA CERTIFICATA FSC RICICLATA AL 100%. OGNI 10.000 COPIE FA RISPARMIARE:

SUPPLEMENTO ALLEGATO A LA FRECCIA | GIUGNO 2018 | www.fsitaliane.it

QUESTA RIVISTA UTILIZZA

LEGGI

SCOPRI le

il fumetto

SPIAGGE PIÙ BELLE

di

IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO X - NUMERO 07 - LUGLIO 2018 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 284/97 DEL 16/5/97 Foto e illustrazioni Archivio Fotografico FS Italiane FS Italiane | PHOTO Foto di copertina © luigi/AdobeStock Tutti i diritti riservati Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore

ALCUNI CONTENUTI DELLA RIVISTA SONO RESI DISPONIBILI MEDIANTE LICENZA CREATIVE COMMONS BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

EDITORE

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma fsitaliane.it Contatti di redazione Tel. 06 44105298 lafreccia@fsitaliane.it Direttore Responsabile Marco Mancini Caporedattore Claudia Frattini Coordinamento Editoriale Cecilia Morrico, Francesca Ventre Caposervizio Silvia Del Vecchio In redazione Gaspare Baglio, Serena Berardi, Michela Gentili, Sandra Gesualdi, Luca Mattei Segreteria di redazione Francesca Ventre Ricerca immagini e photo editing Michele Pittalis, Claudio Romussi Traduzioni Verto Group Hanno collaborato a questo numero Antonella Caporaso, Carlo Cracco, Laura D’Alessandro, Federica De Denaro, Carla Diamanti, Marco Donna, Itinere, Giuliano Papalini, Ilaria Perrotta, Bruno Ployer, Andrea Radic, Flavio Scheggi, Alessia Tozzi, Mario Tozzi

d'Italia

OGNI

4.062 kg di rifiuti

CO2

973 kg CO2

VIAGGIO

È UN’AVVENTURA MERAVIGLIOSA!

Read also

La Freccia Junior, il mensile di giochi, fumetti e curiosità per i piccoli viaggiatori in distribuzione al FRECCIABistrò di Frecciarossa e Frecciargento

REALIZZAZIONE E STAMPA

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com Coordinamento Tecnico Antonio Nappa

PROGETTO CREATIVO

95.370 litri d'acqua

12.665 kWh di energia

ERRATA CORRIGE GIUGNO 2018 Pag. 60: riporta il programma dell’Estate Fiesolana della stagione 2017, per gli spettacoli aggiornati estatefiesolana.it

Team creativo Giovanni Aiello, Annarita Lecce, Manfredi Paterniti, Massimiliano Santoli

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

On Web

La Freccia si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media del sito fsitaliane.it

6.600 kg di legno

12

LF

LUG2018

EMOTIONAL PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati smerati@emotionalsrl.com


http://www.berwich.com/it/massaboutique/le-frecce/


FRECCIA//COVER di Giuliano Papalini

MILANO 159 20 AL GIORNO 2 CORSE BUSITALIA FAST AL GIORNO STAZIONE CENTRALE> PALAZZO REALE 3 Duomo

GALLERIE D’ITALIA 3 San Donato muoversi.milano.it

Pino Pinelli Pittura Bl., 4 elementi (1996) Pittura R., 8 elementi dimensioni variabili (2014) Courtesy Collezione privata Milano

MILANO CELEBRA PINO PINELLI Due grandi mostre in contemporanea, curate da Francesco Tedeschi, per il maestro della disseminazione, a Palazzo Reale e alle Gallerie d’Italia dal 10 luglio al 16 settembre. Pino Pinelli (Catania, 1938) arriva a Milano nel ’64, quando la comunità artistica che ruota intorno al mitico Bar Giamaica è animata, oltre che dal maestro per eccellenza, Lucio Fontana, dalle provocazioni dadaiste di Piero Manzoni e dal genio inquieto di Enrico Baj. Sente subito il richiamo dello spazio, di quella immensa superficie aperta da Fontana con il suo “taglio” liberatorio. Inizialmente aderisce e diventa uno dei protagonisti di quella corrente che Filiberto Menna definisce Pittura Analitica, nella quale si distingue per la monocromaticità dei suoi lavori. Ma il sacro fuoco della ricerca lo spinge oltre: si sente soffocare all’interno del quadro, vuole superare quel limite e varcare quella soglia, senza però rinunciare alla pittura. Così arriva la grande intuizione: con un gesto altrettanto definitivo, Pinelli “straccia” la tela. La riduce in tanti frammenti che dissemina in modo organizzato nello spazio. Inizia dunque la stagione delle disseminazioni, che consiste appunto nella rottura dell’opera e nella collocazione a parete delle scaglie, dei pezzi che la compongono, dando vita a una nuova relazione con la spazialità. pinopinelli.it

15

LF

LUG2018


AGENDA A cura di Luca Mattei

Sconti per i clienti Trenitalia

© Marco Borrelli

SAV E L U G L I O THE DATE 2 0 18

l.mattei@fsitaliane.it

Piazza SS. Annunziata di Firenze gremita per il MusArt Festival (2017) MusArtFestival

MUSART FESTIVAL FIRENZE//17>28 LUGLIO Grandi concerti, cultura e gourmet. È il mix proposto dal MusArt Festival, occasione imperdibile per godersi un connubio virtuoso tra la musica di qualità e il patrimonio artistico di Firenze, vissuto in modo diverso da quello del turismo usa e getta. Gli spettatori possono compiere percorsi emozionali attraverso luoghi di culto e palazzi monumentali e ripercorrere i grandi eventi degli anni ’90 con il progetto Because the night, presso l’Istituto degli Innocenti. L’ambientazione clou della kermesse è però il palco di piazza SS. Annunziata: a rompere il ghiaccio il 17 ci pensano i Baustelle, a seguire l'Orchestra della Toscana (18), Remo Anzovino (21), Ernesto Assante e Gino Castaldi (22), Chick Corea Akoustic Band (23), Jethro Tull (24), Francesco De Gregori (25), Ermal Meta (26) e l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (27). Si chiude all’alba del 28 con Roberto Cacciapaglia. musartfestival.it RALLY SHOW MILANO//28>29 LUGLIO Motori accesi alla Madonnina. Dopo il successo della prima edizione nel 2017, il Rally Show torna a scaldare la Città del Duomo. A piazza Gae Aulenti la partenza ufficiale. La gara prevede nove prove, di cui due in notturna, per un totale di 71,45 chilometri. A partecipare sia auto moderne, 12 WRC e 13 R5, sia storiche, come Lancia 037 e BMW M3. Numerosi gli eventi collaterali. Si possono guidare Ferrari F12 e F58 o simulare un’esperienza su una monoposto di Formula 1. Il freestyler Vanni Oddera si esibisce in uno show di motocross e grazie alla sua “mototerapia” anche i bambini con disabilità possono provare l’emozione di salire in sella. E ancora, spettacoli di Legends Cars, Dragster e Harley Davidson, scuole di kart e la possibilità di provare bici elettriche. milanorallyshow.it

Milano Rally Show (2017) milanorallyshow

17

LF

LUG2018


AGENDA Sconti per i clienti Trenitalia

Amedeo Modigliani, Occhi azzurri. Ritratto di Madame Jeanne Hebuterne (1917) mudec.museodelleculture mudecmi

MODIGLIANI ART EXPERIENCE MILANO//FINO AL 4 NOVEMBRE Non solo immagini, ma anche musiche, evocazioni e suggestioni compongono per i visitatori del Mudec un racconto multisensoriale dell’universo di Amedeo Modigliani, pittore e scultore. La mostra, prodotta da 24 Ore Cultura, promossa dal Comune di Milano-Cultura e curata da Francesco Poli, pone l’accento sull’influenza che il primitivismo e la scultura africana, egizia e cicladica ebbero sull’artista livornese durante la sua vita da esule nei quartieri parigini di Montmartre e Montparnasse all’inizio del ’900. Una Infinity room chiude il percorso espositivo con alcune delle opere più rappresentative in un gioco di scomposizioni e rifrazioni. mudec.it

Il Teatro Povero di Monticchiello in una scena dello spettacolo MalComune (2017) teatropovero

DIALOGHI A SPOLETO (PG)//6>8 LUGLIO Nell’ambito del Festival dei Due Mondi, torna per il secondo anno consecutivo Dialoghi a Spoleto, serie di appuntamenti al femminile per scoprire quanto le donne hanno in comune tra di loro pur rappresentando scenari diversi della società. Venerdì 6 il dialogo Sulla forza delle donne la tv dice la verità?, il 7 La lotta e la tenerezza, domenica 8 La politica non è spettacolo, lo spettacolo è politico? festivaldispoleto.com

TEATRO POVERO MONTICCHIELLO, PIENZA (SI) 21 LUGLIO>14 AGOSTO Una tradizione sperimentale con un nuovo testo ogni estate. Lo spettacolo del Teatro Povero di Monticchiello è ideato, discusso e recitato dagli abitanti-attori del borgo della Val d’Orcia. Quest’anno va in scena il 52esimo autodramma Valzer di mezzanotte: in una società che necessita di feste per affermare prosperità e benessere, c’è un’occasione di giubilo in cui nulla sembra andare come da programma. teatropovero.it

Il logo di Dialoghi a Spoleto, particolare di Giosetta Fioroni, Domani le donne (1965) festivaldispoleto 18

LF

LUG2018


#BoggiGentlemanStyle

A GENTLEMAN DOES NOT SET HIMSELF ANY LIMITS. - Rule 26 -

boggi.com

MILANO | ROMA | FIRENZE | VENEZIA | TORINO | GENOVA | BOLOGNA | VERONA | BARI | CATANIA PADOVA | TRIESTE | BRESCIA | BERGAMO | PARMA | TRENTO | BOLZANO | TREVISO UDINE | SIENA | SANREMO | NOVARA | ALBA | MONZA | SEREGNO | VARESE | GALLARATE


AGENDA l.mattei@fsitaliane.it

weekend

A cura di Luca Mattei

luglio

Freccia

2018

1 Ferdinando Scianna, Bagheria, Palermo (1981)

© Ferdinando Scianna - Magnum Photos

FondazioneBresciaMusei BresciaMusei

2 Luciano e Marco Pedicini Paesaggi espositivi (2017) © Luciano e Marco Pedicini

gallerieditalia

6>8

13>15

Clou del Brescia Photo Festival le mostre al Museo di Santa Giulia su Ferdinando Scianna, primo fotografo Magnum italiano, e Mario Trevisan, grande collezionista di immagini. Fino al 2 settembre. [1] bresciaphotofestival.it

A Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli fino al 30 settembre Metabolismo napoletano, personale di Luciano e Marco Pedicini, fotografi che celebrano la città partenopea contaminata di antico e moderno. [2] gallerieditalia.com

In programma per due weekend successivi la 28esima Festa medievale di Monteriggioni (SI), fra le più importanti e longeve rievocazioni storiche d’Italia. Per un tuffo nel passato tra cavalieri e dame. monteriggionimedievale.com

Per il Festival Musica sull’Acqua live e incontri fino al 25 luglio a Colico, Bellano (LC), Gravedona (CO) e Morbegno (SO), luoghi di fascino vicino al Lago di Como. Sogno e viaggio i temi di quest’anno. festivalmusicasullacqua.org

Weekend unico per ClassicheForme, il festival di musica da camera di Spongano (LE), fondato dalla pianista Beatrice Rana e i cui protagonisti sono giovani talenti del panorama internazionale. classicheforme.com

Alla Fondazione Mast di Bologna la prima esposizione in Italia sul fotografo William Eugene Smith e i suoi lavori di Pittsburgh, negli anni ’50 principale città industriale del mondo. Fino al 16 settembre. mast.org

La duplice mostra sul pittore Guglielmo Talamini, a Pieve di Cadore (BL) e Asolo (TV) fino al 14 ottobre, traccia anche un percorso turistico in treno, dalle Dolomiti orientali alle dolci colline trevigiane. magnificacomunitadicadore.it museoasolo.it

Per sogni e per chimere, alla Fondazione Ragghianti di Lucca fino al 23 settembre, indaga sulla grande influenza che Giacomo Puccini ebbe sulle arti visive in Italia tra fine ’800 e inizio ’900. fondazioneragghianti.it

20

LF

LUG2018


© 2016 Pier Marco Tacca/GettyImages

TRA LE CITTÀ E LE LOCALITÀ RACCONTATE SU QUESTO NUMERO, BUSITALIA FAST RAGGIUNGE MILANO, ROMA, GENOVA, NAPOLI

3 Théodore Strawinsky Giovane donna (1944-1954) Fondazione T. Strawinsky

4 Frédéric Marie Joseph Hervé Baille per l’agenzia pubblicitaria Gros Monti & C., Ambra Solare (1938) Courtesy Galleria L’Image

cittasbt

Alex Zanardi UnionCyclisteInternationale UCI_cycling

PREVIEW AGOSTO

20>22

27>29

A Casa de Rodis di Domodossola (VB), fino al 28 ottobre, La trasfigurazione poetica, prima mostra in Italia sul pittore Théodore Strawinsky, figlio del compositore Igor. [3] collezioneposcio.it

Affiches, oggetti d’epoca, costumi vintage: Abbronzatissima è un viaggio nell’immaginario collettivo legato all’estate. A San Benedetto del Tronto (AP), Palazzina Azzurra, fino al 16 settembre. [4] comunesbt.it

Con opere quasi del tutto inedite e un’enfasi sul tema del surrealismo, la Accesso Galleria di Pietrasanta (LU) propone fino al 25 Finotti svelato, personale dedicata al noto scultore veronese. accessogalleria.com

Fotogiornaliste che offrono storie intime o globali meritevoli di essere narrate. Quest’anno sono le donne le protagoniste di On the Move, nota kermesse sull’arte dello scatto a Cortona (AR). cortonaonthemove.com

Ultimi giorni per il Jazz Festival di Gaeta (LT). Alla scoperta di radici e contemporaneità musicali, tra templi neogotici, spiagge dorate e terrazze vista golfo. Tra gli ospiti James Senese e Yussef Dayes. gaetajazzfestival.it

Il Roma Jazz Festival è di scena fino al 5 agosto all’Auditorium Parco della Musica, Museo MAXXI, Casa del Jazz e Parterre Farnesina. Imperdibili Steve Coleman il 27, Jungle Green il 28 e Big Fat Band il 29. romajazzfestival.it

Dal 19 al 22 Apolide Festival nel bosco di Vialfrè (TO). Quasi 50 concerti dal mattino alla sera, tra cui l’unica data estiva di Samuel dei Subsonica. E ancora teatro, sport, enogastronomia e attività per bimbi. apolide.net

Il Castello di Gallipoli (LE) ospita fino all’11 novembre #Selfati, prima mostra italiana dedicata al selfie con uno straordinario omaggio di Michelangelo Pistoletto: la Venere degli stracci. castellogallipoli.it

21

5

LF

LUG2018

Maniago (PN) ospita dal 2 al 5 agosto il Mondiale UCI di paraciclismo su strada, su un «circuito straordinario, uno dei più belli su cui io abbia mai corso». Parola del pluricampione Alex Zanardi. [5] Fino al 6 agosto a Pompei (NA) l’Italian Movie Award - Festival Internazionale del Cinema, condotto da Luca Abete. Tra gli ospiti Massimiliano Gallo e il cast di Ammore e malavita dei Manetti Bros. italianmovieaward.it

FOCUS

© Archivio Fondazione FS Italiane

MUSICA A PIETRARSA L’estate va in scena al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (NA). Sul palco giovedì 12 luglio il cantante partenopeo Gigi Finizio con Emozioni di… un viaggio lungo una vita. La serata di sabato 14 è invece dedicata ai bambini per Una notte al museo con i personaggi delle favole, mentre il 27 si celebra il tramonto sul Golfo di Napoli con le note di Sunset@Pietrarsa. fondazionefs.it FondazioneFsItaliane


ANDREA BOCELLI

WHAT'S UP

MUSICA, L’

MAESTRO

appuntamento estivo con la grande lirica è al Teatro del Silenzio di Lajatico (PI). La struttura è un omaggio di Andrea Bocelli al suo paese natio, ideata per ospitare uno spettacolo all’anno. Un’occasione unica per vivere nell’incantevole scenario delle colline toscane l’eccezionale esperienza di ascoltare dal vivo la voce del Maestro, nei luoghi dove è cresciuto. Nel 2018, in particolare, è forte il richiamo ai i primi anni della sua vita. La 13esima edizione, il 28 e 30 luglio, è infatti dedicata alla rappresentazione dell’Andrea Chénier di Umberto Giordano, uno dei titoli a cui il cantante è emotivamente più legato in assoluto: è la prima 23

LF

opera lirica che ha ascoltato e imparato, quella da cui è tratta la prima aria che a soli otto anni ha cantato e fissato in una registrazione ancora oggi disponibile. Ma le emozioni non finiscono qui: in programma l’8 settembre all’Arena di Verona La notte di Andrea Bocelli, concerto colossale guidato dal tenore con ospiti internazionali come Carla Fracci. Esce a ottobre, invece, Sì, il suo nuovo album in tre lingue di brani pop inediti, dopo 14 anni dall’ultimo disco, anticipato dal singolo If Only Qualcosa più dell’oro - Tu Eres Mi Tesoro.  L.M. andreabocelli.com andreabocelli

LUG2018


OFFERTA D’ESTATE Noleggia con Maggiore la tua auto a prezzo speciale

Noleggia con l’offerta dell’estate. Per te,giovani la seconda è gratuita Guida e puntiguida CartaFRECCIA Quest’estate ti accompagniamo in vacanza a bordo di offerte imbattibili. Prenota su maggiore.trenitalia.it o chiama il Numero Verde gratuito dedicato 800.867.196 citando il codice sconto U044200. Con Maggiore noleggi la tua auto a tariffe convenienti, scegli la vettura che meglio si adatta alle tue necessità ed hai anche il supplemento guida giovani gratuito. Se sei titolare Carta FRECCIA guadagni 1 punto ogni euro speso per un minimo di 50 punti a noleggio. Offerta non cumulabile con altre promozioni in corso, valida per noleggi prenotati ed effettuati dal 1° luglio al 31 luglio. Offerta riservata ai passeggeri delle Frecce, Intercity, Intercity notte ed Euronight di Trenitalia in arrivo nelle principali stazioni ferroviarie italiane, comunicando il codice sconto U044200 in fase di prenotazione. I punti saranno riconosciuti esclusivamente indicando in fase di prenotazione il codice convenzione Noleggio Facile e/o CartaFRECCIA (riportati sul sito trenitalia.maggiore.it) e presentando la propria CartaFRECCIA con il relativo codice convenzione all’atto del noleggio. Per ulteriori informazioni e prenotazioni: trenitalia.maggiore.it - Numero Verde gratuito Maggiore 800.867.196


WHAT'S UP di Gaspare Baglio

gasparebaglio

C A L C U T T A EVERGREEN

IL CANTAUTORE DEL MOMENTO CONTINUA LA SCALATA AL SUCCESSO. ASPETTANDO DUE CONCERTI MOLTO SPECIALI

H

a sparigliato generi, appartenenze e definizioni del pop indie made in Italy. Calcutta ci riprova con Evergreen, il nuovo attesissimo disco balzato direttamente in testa alla classifica degli album più venduti. E mentre i primi tre singoli, Orgasmo, Pesto e Paracetamolo, si sono imposti nelle chart e nell’airplay radiofonico, il cantautore si prepara ai concerti del 21 luglio allo Stadio Francioni, nella sua Latina, e del 6 agosto all’Arena di Verona. E in autunno parte un nuovo tour. Partiamo dal singolo Paracetamolo. È nato all’estero come gioco, insieme a dei miei amici che avevano l’influenza. Ci chiedevamo se alcuni medicinali avessero lo stesso principio attivo di quelli italiani. Avevo la tastiera con me e ho cominciato a cantare le cose che dicevano.

La canzone più rappresentativa del progetto? Briciole, che non a caso apre il disco. Ha tutte le caratteristiche immaginate per l’album. È un po’ la matrice del suono, vagamete rétro, e il testo è sospeso nel tempo. Ho scartato molti brani per avere un lavoro coerente, non volevo riempitivi. Nel frattempo stai preparando due live che hanno il sapore dei grandi eventi. Emozionato? Un po’ sì, ma fortunatamente non ho molto tempo per pensarci. Con la mia casa discografica abbiamo scelto due venue rappresentative del mio percorso: lo stadio di Latina, una realtà di calcio di provincia, e l’Arena di Verona, per l’uso massicio dei violini nel disco. 25

LF

LUG2018

Calcutta e il treno? Non per vantarmi, ma penso di essere una delle persone che è stata più in treno negli ultimi dieci anni. Ho fatto il pendolare LatinaRoma e, quando suonavo chitarra e voce, mi muovevo solo con i regionali. Ho le mie tecniche per passare il tempo. Quali? Mi piace guardare la geografia che cambia, penso che la natura e l’architettura influenzino le persone. Suono molto con le cuffie, lavoro un po’ sugli arrangiamenti e parlo con le persone, anche se è una pratica piuttosto rara ultimamente. Cosa pensi dell’Alta Velocità? È la cosa più vicina al teletrasporto. calcuttasitodi.it Calcuttapaginadi


WHAT'S UP

SUMMER IS MUSIC

SUONI D’AUTORE, NUOVE LEVE E GRANDI STAR: LE LIVE SESSION IMPERDIBILI DELLA BELLA STAGIONE

© Laura Penna

MUSICA PER NON DISTRARSI Si intitola Canzoni contro la disattenzione il nuovo progetto di Marina Rei e Paolo Benvegnù. I due artisti restituiscono una narrazione unica e disarmante, che si snoda tra brani inediti, riletture di classici della canzone italiana e momenti significativi dei rispettivi repertori. Ad accoglierli grandi manifestazioni estive, dal Music under the Rock di Castro dei Volsci (FR), il 21 luglio, al Vulcanica Festival di Rionero in Vulture (PZ) il 24 agosto. marinarei.net paolobenvegnu.com

LEGGENDARIO MAX Max Gazzè apre il suo tour Alchemaya con uno speciale evento, il 31 luglio, davanti al monolite Pizzomunno di Vieste, protagonista della sua hit La leggenda di Cristalda e Pizzomunno. Dopo l’anteprima pugliese, il tour parte ufficialmente il 5 agosto dalle Terme di Caracalla a Roma e attraversa le più belle location della Penisola: il 7 allo Sferisterio di Macerata, il 25 al Teatro Antico di Taormina e il 2 settembre all’Arena di Verona. Il cantautore è accompagnato dall’Alchemaya Symphony Orchestra, formata dalle eccellenze delle migliori ensemble italiane. maxgazze.it Sconti per i clienti Trenitalia

© musacchio&ianniello

RAPSTARS L’album d’esordio Polaroid ha conquistato il pubblico istantaneamente. Ora Carl Brave x Franco126 sono pronti per una serie di live imperdibili e ricchi di sorprese. Ad accompagnarli dal vivo una big band abile nel vestire di un sound denso i brani dei due fiori cresciuti in mezzo ai sanpietrini come si autodefiniscono nel pezzo Sempre in due. Dopo Rock in Roma il 12 luglio, si prosegue per tutta l’estate fino al gran finale del 15 settembre a Napoli. bombadischi.it

CI VEDIAMO IN CAVEA Il Summer Fest della Fondazione Musica per Roma riempie l’Auditorium Parco della Musica con i live della Chick Corea Akoustic Band il 14 luglio, Stefano Bollani Quintet il 15, Jethro Tull il 19, Caetano Veloso sabato 21, King Crimson il 22 e 23, Steven Tyler venerdì 27, Baustelle il 30 e Bandabardò il 1° agosto. I possessori di un biglietto per la rassegna possono usufruire dell’offerta Speciale Eventi di Trenitalia, che dà diritto al 30% di sconto sul prezzo Base di Frecce, Intercity e Intercity Notte. Inoltre, fino al 20 luglio l’Auditorium ospita il roadshow #lamusicastacambiando, per ammirare da vicino il nuovo treno regionale Rock. auditorium.com | trenitalia.com 26

LF

LUG2018


WHAT'S UP

OCEAN’S 8 di Gary Ross Debbie, la sorella di Danny Ocean, progetta il colpo del secolo per portarsi a casa un sacco di soldi. L’obiettivo è il Met Gala di New York City, ma per una rapina del genere servono complici all’altezza della situazione. La pellicola è zeppa di star, dalla protagonista Sandra Bullock a Cate Blanchet, Anne Hathaway, Elena BonhamCarter e Rihanna. Al cinema dal 26 luglio. LUIS E GLI ALIENI di Christoph e Wolfgang Lauenstein e Sean McCormack L’undicenne Luis fa amicizia con tre adorabili alieni, caduti proprio sulla sua casa con il loro Ufo, andato distrutto nello scontro. Gli extraterrestri aiuteranno il ragazzino a nascondersi dal padre che vorrebbe mandarlo in collegio, mentre lui si adopererà per farli a tornare casa. Dall’11 luglio nelle sale.

LE STELLE CADRANNO TUTTE INSIEME Iacopo Barison Fandango, pp. 279 ¤ 17,50 Qual è il limite dell’ambizione? L’opera di Barison racconta il legame fra tre ragazzi che abbandonano la provincia con l’obiettivo della popolarità. Aria vede i morti intorno a lei ed è convinta di poterci parlare, Danny vuole fare l’attore e vive la vita come un film epico. E l’io narrante desidera scrivere una sceneggiatura per leggere il suo nome sul grande schermo. Lucido e tagliente ritratto dei millennial.

LE LISTE DEGLI ALTRI Severino Salvemini Castelvecchi, pp. 171 ¤ 17,50 Un libro per persone curiose di sapere quali sono le passioni musicali di personaggi noti e molti altri aspetti della loro personalità. Gli intervistati, più di 130, sono tutti personaggi famosi che hanno dovuto raccontato quali brani musicali hanno accompagnato (e segnato) la loro vita. Dopo averlo letto sarà facile stilare la propria playlist.

28

LF

LUG2018

SURF Francesco Aldo Fiorentino, Tommaso Lavizzari Mondadori Electa, pp. 144 ¤ 22 In occasione del quarantesimo compleanno del film Un mercoledì da leoni, di John Milius, l’opera narra la transizione tra golden e silver age del surf e rende omaggio alla pellicola che ha influito radicalmente sull’immaginario collettivo, appassionando intere generazioni. E influenzando musica, costume, moda e società.


PUGLIA DA SET di Cecilia Morrico

HOLLYWOOD

MADE IN ITALY Io che amo solo te (Polignano a Mare) © Claudio Iannone

CRESCONO LE PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE NEL TACCO DI BACCO. PANORAMI RURALI, SCORCI BAROCCHI E FONDALI MARINI RACCONTATI DA PELLICOLE D’AUTORE E PUGLIESI DOC COME MICHELE PLACIDO E SERGIO RUBINI

I

l barocco di Mine vaganti (2009), i paesaggi fiabeschi dall’alto di Castel del Monte nel Racconto dei racconti (2015), i trulli da matrimonio di Che bella giornata (2011): sembra che nel Tacco d’Italia non ci sia lembo di terra non immortalato dalla macchina da presa. «Una Puglia tutta da girare», inneggiando lo slogan dell’Apulia Film Commission, fondazione nata nel 2007 a sostegno delle produzioni audiovisive locali. Dal 2010 sono oltre 300 i film, le fiction, i documentari e i cortometraggi

realizzati nella regione. Numeri che continuano a salire: al 71esimo Festival di Cannes è stato annunciato il nuovo Film Fund della Regione Puglia insieme alla Film Commission, che avrà una dotazione di dieci milioni di euro per il triennio 2018/20, una cifra quasi triplicata rispetto al precedente. Il business va di pari passo con la possibilità di offrire occupazione e promuovere il turismo. Quale occasione migliore infatti per raccontare un luogo attraverso immagini, musica ed 30

LF

LUG2018

emozioni? Un invito al viaggio, dunque, per riscoprire le bellezze della Terra di Bari e del Salento tramite gli occhi di registi e attori che vi hanno conosciuto i natali o si sono trovati a lavorare lì. Era il 1981 quando un giovanissimo Michele Placido si muoveva tra i vicoli e i claustri di Altamura, facendo i conti con la propria vita e i suoi Tre fratelli, pellicola nominata agli Oscar come miglior film straniero. Ma l'exploit è grazie all’impegno di Sergio Rubini che nel 1990 realizza La stazione, dopodiché,


A GROWING NUMBER OF FILMS ARE BEING SHOT IN TACCO DI BACCO. RURAL LANDSCAPES, A TOUCH OF BAROQUE AND MARITIME BACKDROPS SEEN IN ART HOUSE FILMS AND TOLD BY REAL PUGLIESI LIKE MICHELE PLACIDO AND SERGIO RUBINI

T

he baroque of Loose Cannons (2009), the fairytale landscapes from the top of Castel del Monte in Tale of Tales (2015), the trulli houses from the wedding in What a Beautiful Day (2011): it seems as if there is no part of the heel of Italy which has not been immortalised on film. “Una Puglia tutta da girare” pays tribute to the slogan of the Apulia Film Commission, a foundation that was created in 2007 to support local audiovisual productions. Over 300 films, dramas, documentaries and shorts have been filmed in the region since 2010. And that figure keeps rising: the Region of Apulia's new Film Fund was announced at the 71st Cannes Film Festival, together with the Film Commission, which will have a budget of ten million euros for the three years 2018 to 2020, a nearly three-fold increase on the previous one. The business goes hand in hand with the chance to provide employment and promote tourism, and indeed what better opportunity is there to tell

the story of a place than through pictures, music and emotions? It is an invitation to travel, and to rediscover the beauty of the land of Bari and Salento through the eyes of directors and actors who are from there or who have found themselves working there. It was 1981 when a very young Michele Placido moved through the Claustri and the alleys of Altamura, coming to terms with his own life and his Three Brothers, a film that was nominated for an Oscar as best foreign film. But the exploit is thanks to the commitment of Sergio Rubini who in 1990 made The Station and who chooses to make most of his films precisely in Tacco di Bacco, spurred by his love for the place. There is the brilliant comedy in Free the Fish (2000), which was shot by Cristina Comencini in Trani and Lecce. The characters' various adventures include improvising the opening of Aida when a mistake means that the pyramid does not get to the opera house on time - but the situation is saved with a trullo

© Marc Venema/AdobeStock

complice l’affetto, cerca di produrre la maggior parte dei suoi film proprio nel Tacco di Bacco. C'è poi anche la brillante comicità di Liberate i pesci! (2000), girato fra Trani e Lecce da Cristina Comencini. Tra le peripezie dei personaggi, viene improvvisata la prima dell’Aida e se la piramide per errore non arriva a teatro si può sempre salvare la situazione con un trullo. La regista romana torna poi nel Sud, a San Vito dei Normanni (BR), nel 2015, dove tra piazza Leo, il Castello Dentice di Frasso e il Corso ciondola il suo Latin lover, alias Francesco Scianna. Film che racchiude l’ultima interpretazione della grande Virna Lisi, scomparsa pochi mesi dopo l’ultimo ciack. Un Salento ancora incontaminato e magico è quello rappresentato sempre da Rubini nell’Anima gemella (2002), mentre nel 2010, anno di Mine vaganti di Ferzan Özpetek, la Puglia viene presa d’assalto dai turisti. Tutti vogliono visitare il centro di Lecce, dove passeggiano Riccardo Scamarcio ed Ennio Fantastichini, o replicare il celebre ballo in acqua a Punta della Suina di Gallipoli sulle note di Sorry, I’m a Lady di Baccara. Innamorato ormai di quelle spiagge, nel 2014 Özpetek decide di riprovarci a Melendugno con Allacciate le cinture. Si va invece verso

Il racconto dei racconti/Tale of Tales (Falesia di Statte) © Greta De Lazzaris 31

LF

Castel del Monte (BAT)

LUG2018


PUGLIA DA SET

il genere fantasy con Matteo Garrone e il suo Racconto dei racconti (2015): l’episodio della Pulce è ambientato a Castel del Monte, vicino Andria (BAT), che con la sua pianta ottagonale si dimostra location ideale carica di suggestioni esoteriche e misteriose, e a Falesia di Statte, gravina nei pressi di Taranto, dimora perfetta per l’orco della fiaba. Non mancano i set in costume, come

Il viaggio della sposa (1997) di Rubini e I cavalieri che fecero l’impresa (2001) del maestro Ermanno Olmi, girato a Otranto (LE). Ma la commedia rimane certamente la più gettonata, da quella al femminile di Pane e burlesque (2014) a quella in masseria di Sei mai stata sulla Luna? (2015), fino ai due sbanca box office Io che amo solo te (2015) e La cena di Natale (2016), trasposizioni

filmiche dei romanzi di Luca Bianchini. E sul successo cinematografico del Tacco di Bacco c’è anche chi ci scherza su, come il truffatore Marco Giallini di Loro chi? (2015), che si spaccia per un produttore Rai e si fa ospitare dal sindaco di Trani minacciando di andare a girare a Barletta se l’accoglienza e le riprese non sono organizzate a dovere. LF

Mine vaganti/Loose Cannons (Lecce) © Romolo Eucalitto

APULIA BY TRAIN

Estate in Puglia a tutta velocità con Trenitalia, grazie a un aumento di fermate stagionali e a nuovi servizi integrati treno+bus, ideati per raggiungere comodamente alcune perle turistiche e balneari della regione. Fino al 16 settembre, fermate estive a Monopoli e a Ostuni per 4 Frecciargento. In totale, sono 10 i collegamenti giornalieri tra la Puglia e la Capitale: 3 coppie Lecce-Roma, una coppia no stop Bari-Roma e un'altra Foggia-Roma. Anche i FRECCIALink offrono nuove corse speciali da e per località balneari con il servizio integrato treno+bus. Fino al 16 settembre arriva a Torre San Giovanni/Marina di Ugento (2 corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma), Otranto (2 corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma) e Gallipoli (4 corse sabato e domenica per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma). Dal 30 giugno il FRECCIALink raggiunge anche Santa Maria di Leuca (2 corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma). E, ancora, sono 8 i Frecciabianca sulla linea Adriatica: quattro collegamenti con Torino e Milano, fermano anche a Ostuni e Monopoli mentre 2 collegamenti con Venezia fermano a Fasano. Confermati anche i Frecciarossa Bari-Milano (con fermata estiva nei weekend a Riccione) e Taranto-Milano. In più 22 i collegamenti Intercity e Intercity Notte per Bologna, Milano, Torino e Roma e fino al 16 settembre, 2 Intercity Bologna-Lecce fermano anche a Polignano a Mare. Infine, una capillare rete di collegamenti regionali consente di raggiungere tutte le principali località turistiche di Puglia e Basilicata, come Monopoli, Polignano a Mare, Ostuni, Trani e Lecce. 33

LF

Summer in Puglia at full speed with Trenitalia, thanks to an increase in seasonal stops and new integrated train+bus services, designed to travel in comfort to tourist and seaside treasures in the region. Until 16 September, 4 Frecciargento trains stop in Monopoli and at Ostuni for the summer. There are a total of 10 daily trains between Puglia and Rome: 3 Lecce-Rome pairs, a non-stopping Bari-Rome pair and one between Foggia-Rome. The FRECCIALink also offer special services to and from seaside resorts with the integrated train+bus service. Until 16 September they go to Torre San Giovanni/Marina di Ugento (2 trains Saturdays and Sundays to/from Lecce connecting with the Frecciargento to/from Rome), Otranto (2 trains Saturdays and Sundays to/from Lecce connecting with the Frecciargento to/from Rome) and Gallipoli (4 trains Saturdays and Sundays to/from Lecce connecting with the Frecciargento to/from Rome). From 30 June FRECCIALink will also go to Santa Maria di Leuca (2 trains Saturdays and Sundays to/from Lecce connecting with the Frecciargento to/from Rome). There are also 8 Frecciabianca on the Adriatic line: four trains to Turin and Milan, also stopping at Ostuni and Monopoli, and 2 to Venice, stopping at Fasano. The Frecciarossa Bari-Milan have been confirmed (stopping on weekends in Riccione during the summer months) and Taranto-Milan. There are also 22 Intercity and Intercity Notte trains to Bologna, Milan, Turin and Rome, and until 16 September, 2 Intercity Bologna-Lecce trains also stop at Polignano a Mare. Finally the broad network of regional connections makes it possible to travel to all the main tourism destinations in Puglia and Basilicata, such as Monopoli, Polignano a Mare, Ostuni, Trani and Lecce.

LUG2018


© Jacek Sopotnicki/AdobeStock

PUGLIA DA SET

Otranto (LE)

house. The director from Rome went back to the south, to San Vito dei Normanni (Brindisi), in 2015, where her Latin lover wanders through Piazza Leo, the Dentice di Frasso Castle and Il Corso. It is a film that includes the last work done by the great Virna Lisi, who died a few months after the last scene was filmed. A picture of a still unspoiled and magical Salento was also portrayed by Rubini in Soul Mate (2002), but starting from 2010, the year of Ferzan Özpetek's Loose Cannons, Apulia has been overwhelmed by tourists. Everybody wants to visit the centre of Lecce, where Riccardo Scamarcio and Ennio Fantastichini stroll, or do their own version of the celebrated dance in the water at Punta della Suina in Gallipoli to the tune of Sorry, I’m a Lady by Baccara. By 2014 Özpetek had fallen in love with those beaches, so he decided to have another go at the one at Melendugno with Fasten Your Seatbelts. We head towards

the fantasy genre with Matteo Garrone and his Tale of Tales (2015): the sequence with the flea is set in Castel del Monte, which is near Andria (Barletta-AndriaTrani), whose octagonal shape makes it a perfect location, and one full of strange and mysterious innuendoes, and in Falesia di Statte, the gorges close to Taranto, which is the perfect home for the ogre from the tale. There is no lack of costume drama, such as The Bride’s Journey (1997) by Rubini and The Knights of the Quest (2001) by the maestro Ermanno Olmi, which was shot in Otranto (Lecce). But comedy is definitely still the most popular form, from the female version in Pane e burlesque (2014) to the farm type in Ever Been to the Moon? (2015), and right up to the two smash hits Io che amo solo te (2015) and The Christmas Dinner (2016), which are film adaptations of novels by Luca Bianchini. And there are even those who joke about

La Terra (Mesagne) © Fandango

34

LF

LUG2018

the success that Tacco di Bacco has had in the cinema. Such as the fraudster Marco Giallini in Loro chi? (2015), who passes himself off as a RAI television producer and gets himself hosted by the Mayor of Trani by threatening to move the shoot at Barletta if the hospitality and the scenes are not sorted out the way they should be. LF

BORGHI 25 LUOGHI INCANTATI DA RAGGIUNGERE COMODAMENTE IN TRENO

TRAVEL BOOK

Otto brochure e sette temi diversi per illustrare ai clienti Trenitalia i principali luoghi di attrazione turistica comodamente raggiungibili utilizzando il trasporto regionale. La collana Travel books è costituita da guide in formato tascabile ricche di immagini e informazioni utili per ogni località, come cenni storici, curiosità, prodotti tipici ed eventi in programma. Il primo volume uscito è sui Borghi più belli d’Italia, poi due numeri dedicati al Mare (Nord e centro, Sud e isole) e a seguire Siti Unesco, Parchi, Wellness, Neve e Giardini. Le guide si possono sfogliare su trenitalia.com nella sezione Trasporto Regionale.


» » »

e


LOCATION NARRANTI U

n volto che in molti associano alla sua regione. Passa dall’essere attore comico a drammatico con estrema versatilità ed è oggi uno dei più affermati registi italiani. Sergio Rubini ha all’attivo 13 film dietro la macchina da presa, l’ultimo in uscita il prossimo anno, otto dei quali girati in Puglia, dall’altopiano delle Murge al Gargano, dal Salento alla sua Bari fino all’interno di Brindisi. Continua a crescere la produzione audiovisiva nel Tacco di Bacco. Come spiega la sua evoluzione? Negli anni ’70 era la location della commedia all’italiana di serie B. Alla fine degli ’80, precisamente nel 1989, io e Domenico Procacci abbiamo girato La stazione diventando un po’ i pionieri della cinematografia pugliese. Ed è avvenuto un fatto interessante:

le istituzioni hanno intercettato la possibilità di trasformare la regione in un set, e con Nichi Vendola è stato realizzato il progetto di legge. Si è creata la Apulia Film Commission con persone capaci e che amano il cinema, si è fatto sistema e ha funzionato. In più negli ultimi anni sono stati divulgati scenari bellissimi e questo ha giovato anche al turismo, che si è moltiplicato. Il fascino della regione ha aiutato? Sicuramente, ma l’Italia è bella tutta. Ci sono dei magnifici centri storici che vanno recuperati per riscattare le comunità che ci vivono, penso a Taranto che è strepitosa e che invece è rimasta un passo indietro rispetto alle altre provincie. Eppure è lì che ha appena girato il suo ultimo film, Il grande spirito. Mi serviva quella città per raccontare la mia storia. Velatamente c’è il tema 37

LF

LUG2018

Sergio Rubini e Massimo Venturiello La terra

© Fandango

dell’Ilva, ma la vicenda gira intorno a un personaggio con problemi psichiatrici, interpretato da Rocco Papaleo, che pensa di essere un indiano Sioux e ricorda quando al

SERGIO RUBINI

PUGLIA DA SET


PUGLIA DA SET

Il grande spirito (Taranto) © Fandango

posto della fabbrica c’erano praterie, mandrie di bisonti, laghi e fiumi. Grottescamente viene fuori che siamo noi stessi le vittime dei nostri guasti. Invece se ripensa alla fermata ferroviaria di San Marco in Lamis, set della Stazione? Sono passati tanti anni, era il mio primo film. L’elettricità era scarsa, così fummo noi a portare i cavi della luce e da allora sono rimasti lì. C’è da dire che i luoghi non li cerchi per la bellezza, ma sulla base della storia che devi realizzare. La scenografia non ha solo un ruolo illustrativo, serve a contestualizzare le emozioni dei personaggi, deve essere portatrice

del racconto. In quest’ottica ho sempre scelto le mie location, la mia Puglia è più mentale, è uno spazio che a che fare con la memoria. Eppure nel Viaggio della sposa ci troviamo davanti agli splendidi paesaggi naturali delle Murge. Lì volevo osare un po’ di più e narrare anche il percorso della transumanza che si faceva nel Medioevo, dall’Abruzzo fino al Gargano. Ho cercato un contesto rurale che avesse un sapore adatto a una vicenda seicentesca, per poi raggiungere il mare. Altro splendido itinerario nell’Anima gemella, tra Gallipoli, Nardò e Santa Cesarea Terme. Scelte dopo una vacanza in Salento?

La terra (Mesagne)

Sì. Prima del film sono passato dal ponte del Ciolo e lì vidi dei ragazzi tuffarsi a 35 metri di altezza. Da questa scena che sembrava degli anni ’50 decisi di girare il Salento in macchina, trasferendomi di giorno in giorno. Era il 2002 e all’epoca non era ancora esploso turisticamente né attrezzato, ho potuto girare comodamente tra le meravigliose spiagge vuote, cosa oggi impossibile. Poi Mesagne, scelta per La terra, dove sembra prediligere un’atmosfera cupa. Mi serviva una Puglia più chiusa e scura, di finestre serrate e imposte accostate, perciò mi sono spostato internamente. Le città che si affacciano sul mare sono sempre più aperte, avevo bisogno di vicoli stretti, di piazza Orsini, del borgo antico pieno di pietra leccese e atmosfera barocca, in cui trasuda anche un po’ di Spagna. È un thriller e aveva bisogno di un tono drammatico. Un luogo particolare da consigliare ai lettori della Freccia? Scelta difficilissima. Mi viene in mente la cattedrale di Trani, strepitosa, ma sento di far del male a Barletta o al duomo di Altamura. La mia regione è piena di scorci splendidi, spesso la si confonde tutta con il Salento, mentre anche il nord ha tanto da offrire. Penso alla zona di Foggia, che in questo momento è più sofferente, e mi auguro che riesca a rilanciarsi. C.M.

L’anima gemella (Salento)

© Fandango

© EPA/Ansa

38

LF

LUG2018


Share with us

www.baglionihotels.com


TUTTO PER LA MIA TERRA

D

iviso tra la Capitale e la sua Ordona, in provincia di Foggia, Michele Placido racconta una Puglia magica, dove non solo il cinema ma anche la terra e il teatro possono trovare un’espressione nazionale. Perché «c’è tanto da fare per dare anche un senso culturale a questa regione». A marzo a Cannes è stato annunciato lo stanziamento di dieci milioni di euro per l’Apulia Film Fund nel triennio 2018/20. Come spiega questo sviluppo? Grazie al successo che ha avuto in

questi anni l’Apulia Film Commission. Ha messo in scena decine di film nazionali e internazionali ed è ai primissimi posti per le produzioni audiovisive in Italia. Se i finanziamenti arriveranno è una ricchezza non solo per la Puglia ma per l’Italia intera. Un bene poi per la mano d’opera e le maestranze che si sono addirittura trasferite da Roma a Bari, Lecce e Foggia. Lei stesso ha definito la regione l’Hollywood italiana quando ha diretto La scelta, sia per i paesaggi che per i professionisti?

Michele Placido e Riccardo Scamarcio Io che amo solo te (Monopoli) © Claudio Iannone

41

LF

LUG2018

Sì, ma direi anche per le condizioni climatiche. Gli stessi americani hanno spostato gli Studios da New York in California per le temperature più miti. A Sud è possibile girare otto, dieci ore con la luce naturale e, oltre che bello, è un aspetto importante rispetto a luoghi dove prevalgono pioggia e nuvole. E poi è un invito alla scoperta dei paesaggi più diversi: dal Gargano alla Foresta Umbra, dal subappennino Dauno in provincia di Foggia alle Murge. Senza contare il mare splendido, il golfo di Taranto e le città ricche di scorci storici federiciani e barocchi. Come location del film ha scelto Bisceglie, perché? È una città contemporanea che racchiude tutte le bellezze della regione. Ha una parte medievale sul porto che è straordinaria ma allo stesso tempo è un centro moderno, con un insediamento industriale legato ai tessuti. Gli stessi protagonisti, Ambra Angiolini e Raoul Bova, lavorano e vivono nel borgo storico. Invece, per le scene in masseria abbiamo scelto le Saline di Margherita di Savoia in provincia di Foggia, splendide.

MICHELE PLACIDO

PUGLIA DA SET


PUGLIA DA SET

Michele Placido, Ambra Angiolini Raoul Bova La scelta (Bisceglie)

spettacolo unico al mondo. Anche quello potrebbe essere un ottimo set per il mio Caravaggio. Parlando di Ordona, c’è anche la sua cantina Placido-Volpone, presentata ad aprile al Vinitaly. Nasce da un’antica amicizia tra la mia famiglia e quella dei Volpone. Nel contesto rurale dell’antica Herdonia, sulla via Traiana fra gli scavi archeologici, il re delle vigne è il Nero di Troia. Un’uva autoctona del territorio che racchiude meraviglie come la Cattedrale di Troia e Castel del Monte. Mi sono innamorato di questa terra e con il mio amico, Domenico Volpone, abbiamo deciso di investire in queste vigne che hanno almeno 100 anni di storia. È un periodo della mia vita che mi divido tra Roma e il mio paese Grotte di Castellana (BA)

© caterina_k/AdobeStock

Le ambientazioni sono state strumentali per raccontare la vicenda? Senza dubbio, ogni location per ogni pellicola. In questo momento sto preparando un film su Caravaggio che spero di girare proprio in Puglia. In ogni sopralluogo troviamo spunti e suggerimenti per adattare qui le vicende del genio milanese. Mi piacerebbe realizzare la fuga da Roma alla Sicilia del pittore sull’altopiano delle Murge. Andare dalle parti di Locorotondo e Cisternino, che conservano il fascino del Sud di una volta. Invece come attore nelle sue ultime pellicole ha interpretato Don Mimì in Io che amo solo te e La cena di Natale, tratti dai romanzi di Luca Bianchini e ambientati a Polignano a Mare, un altro gioiello. Una perla celebrata a livello europeo. Così famosa che ormai la gente si sposta a visitare le meravigliose cittadine vicine come Monopoli. Polignano si presta molto bene per le commedie. Nelle note di regia quando Bianchini le chiede di completare la frase «Io che amo solo…», lei risponde: «La mia terra, i miei ulivi e il Mare». Devo aggiungere le messi d’oro dell’interno pugliese. Sono stato in questi giorni a Ordona e Ascoli Satriano (FG), dove sono nato, per raccogliere il grano, e vedere questa distesa dorata mossa dal vento è uno

natale, perché qui c’è tanto da fare per aiutare i giovani, per formarli ed evitare che migrino all’estero. È un inizio, un seme, per l’occupazione che sogno in Italia. Quindi oltre al cinema anche la terra per valorizzare la regione? Sì, ma non solo, c’è la storia e c’è il teatro. Abbiamo dei palcoscenici bellissimi come il Curci di Barletta e il Giordano di Foggia, che possono rilanciare culturalmente il territorio. Voglio occuparmi anche di questo, stando lì con il vino viene voglia di realizzare tante cose. Quest’estate faremo due spettacoli, il primo il 15 agosto dove avrò l’onore di ricevere il Grifone d’oro alla carriera, emblema dei musei di Ascoli Traiano, e a settembre porteremo nel sito archeologico di Ordona Le rane di Aristofane o un’altra tragedia classica. Questi scavi hanno un valore e una magnificenza al pari di Pompei, ed è un modo per valorizzare le compagnie di giovani e offrire la possibilità a questi talenti di esprimersi. Per chiudere, non si può lasciare il Tacco d’Italia senza aver visto? La Puglia sotterranea: le Grotte di Castellana, dove si tengono anche appuntamenti culturali molto importanti come le letture della Divina Commedia di Dante, sono uno spettacolo speleologico straordinario.  C.M.

42

LF

LUG2018


SEA TOUR

© Alex Tihonov

di Francesca Ventre

BLUE &GREEN

Finale Ligure (SV)

IN TOUR LUNGO LE COSTE D’ITALIA TRA BANDIERE BLU, SPIAGGE PER TUTTI E TERRITORI PROTETTI. PER UN’IMMERSIONE NEI COLORI DEL MAR MEDITERRANEO

G

li esami non finiscono mai, anche per le bellezze naturali e le spiagge italiane. Al posto dei voti, i colori riempiono le pagelle delle più virtuose. L’estate è infatti tempo di classifiche e riconoscimenti, tra Bandiere Blu e assegnazioni della Goletta Verde. Da aggiungere le Aree marine protette e, selezione della selezione, le località facili e convenienti da raggiungere in treno, amico dell’ambiente e della sostenibilità. Ecco i numeri che sintetizzano la diffusione delle Bandiere Blu, il noto riconoscimento della Foundation for 44

LF

LUG2018

Environmental Education (FEE): 175 Comuni italiani, per complessive 368 spiagge, e 70 approdi turistici che coprono il 10% del totale mondiale. Le assegnazioni sono attribuite a luoghi dove le acque di balneazione sono eccellenti in base ad analisi specifiche. L’attenzione, però, è data anche alla gestione del territorio e all’educazione ambientale e, per esempio, alla funzionalità degli impianti di depurazione, alla raccolta differenziata e alla valorizzazione delle aree naturalistiche. Per dovere di cronaca, alle assegnazioni, come spesso accade, sono


ON TOUR ALONG THE ITALIAN COAST WITH BLUE FLAG LOCATIONS, BEACHES FOR EVERYBODY AND PROTECTED AREAS, TO PLUNGE INTO THE COLOURS OF THE MEDITERRANEAN SEA

E

xams never finish, not even for natural Italian beauty spots and beaches. Rather than grades, it is colours that fill the best end of term reports. Summer is indeed the time for classifications and awards, with Blue Flags and the Goletta Verde clean sea awards. Added to this are the protected marine environments and, best of all, the places that are easy and inexpensive to reach by environmentally-friendly and sustainable train. Here are the figures that sum up the spread of Blue Flags, the wellknown award from the Foundation for Environmental Education (FEE): 175 Italian municipalities, with a total of 368 beaches and 70 tourist destinations which represent ten per cent of the world total. The awards are given to places where the quality of the swimming water is excellent according to specific analyses. But attention is also paid to the management of the area and to environmental education and, for example, to how purification plants work, to rubbish recycling and to getting the

Corniglia (SP), Parco Nazionale delle Cinque Terre/Cinque Terre National Park 45

LF

LUG2018


SEA TOUR

Montesilvano (PE)

best out of natural areas. For the record, and as often happens, there have been some criticisms and requests to make the checks public, especially by the environmental consumers' association Codacons. In top spot by number of awards is Liguria with 27, including Moneglia, which has won it consistently for thirty years. Levanto, Spotorno, Finale Ligure and Varazze have also been awarded the label and can easily be reached by train with Trenitalia. There are more opportunities by rail provided by the 5 Terre Express, which takes you right to the heart of the Cinque Terre national park. To travel on the regional trains that stop between the stations of Levanto and La Spezia you just need a Cinque Terre ticket costing 4 euros for adults and 2 euros for children from the age of four until their twelfth birthday. The delightful seaside towns, such as Monterosso and Riomaggiore, are also described in the annual guide produced by Legambiente and Touring Club Italiano, Il mare più bello

Grado (GO) 47

LF

LUG2018

© credito

Si può scegliere, poi, tra birdwatching ed escursioni in barca, da quella con il ristorante a bordo a quella da pescaturismo. A poca distanza l’Emilia Romagna. La Riviera più rinomata del Belpaese è raggiungibile da Bologna, in meno di un’ora e mezza, con i regionali Trenitalia. Cento chilometri di costa dai Lidi di Comacchio a Cattolica, attraversando località come Cervia, Cesenatico, Igea Marina, Bellaria e le regine delle vacanze Rimini, Riccione e Milano Marittima. Dal capoluogo partono © robypangy/AdobeStock

turisti che possono segnalare situazioni anomale, impegnandosi così in modo diretto a favore della sostenibilità. In Friuli Venezia Giulia è Grado a vantare il record di 30 anni, senza interruzioni, di Bandiera Blu. Qui è possibile anche scoprire un territorio unico, oltre che godere della spiaggia. Questa è infatti un luogo ricco di una storia che parte dalla testimonianza di una via romana e arriva ai casoni, le tipiche abitazioni con tetto di paglia un tempo abitate dai pescatori.

© Comugnero Silvana/AdobeStock

seguite alcune polemiche e delle richieste, in particolare da parte del Codacons, di rendere pubbliche le verifiche svolte. Al primo posto per numero di località premiate si piazza la Liguria, che ne ha 27, tra cui Moneglia che conquista il riconoscimento da ben 30 anni. Levanto, Spotorno, Finale Ligure e Varazze sono invece facilmente raggiungibili con Trenitalia. Opportunità su rotaia anche grazie al 5 Terre Express, che porta fino nel cuore del Parco nazionale omonimo. Per viaggiare sui regionali che fermano tra le stazioni di Levanto e La Spezia è sufficiente un biglietto a tariffa Cinque Terre al costo di 4 euro per gli adulti e di 2 per i ragazzi dai quattro ai 12 anni non compiuti. I deliziosi borghi affacciati sul mare, come Monterosso e Riomaggiore, sono descritti anche nella guida annuale di Legambiente e Touring Club Italiano, Il mare più bello d’Italia, poiché rientrano nel novero delle Cinque Vele, un altro vessillo icona di qualità. È partita il 22 giugno da Chiavari anche Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente che tocca varie tappe, fino al 12 agosto, con arrivo a Trieste. Quest’anno, tra le priorità, la messa al bando delle plastiche usa e getta, la lotta alla mala depurazione e lo stop definitivo alle trivellazioni. Sono gli stessi cittadini e


SEA TOUR

© mdlart/AdobeStock

Castello di Santa Severa (RM)

assistere a un concerto. Abruzzo regione montana, ma anche marinara. Per chi applica la buona pratica di prendere il treno per godere delle spiagge di Pescara e Montesilvano riduzione del 50% sul prezzo dell’affitto di un ombrellone e fino a 25 euro di sconto presso gli hotel convenzionati. Nella regione confinante delle Marche, invece, lo sconto è del 10% sui servizi mare e food degli stabilimenti aderenti. Se ci si sposta a sud lungo la sponda tirrenica, come non fermarsi tra le perle della Costiera amalfitana o nel Cilento. Prima tappa Sorrento, con due motivi in più per una vacanza nella cittadina: questo balcone sul mare è per la prima volta Bandiera Blu ed è servito dai FRECCIALink. Il Cilento, invece, grazie a Trenitalia, fino al 16 settembre è collegato al resto d’Italia ogni venerdì, sabato e domenica con due Frecciarossa e due Frecciabianca aggiuntivi che fermano alla stazione di Agropoli-Castellabate.

© JFL Photography/AdobeStock

28 collegamenti al giorno, e per chi vuole soggiornare nella zona si aggiunge l’offerta Al mare in treno. Prenotando almeno una settimana in un albergo della costa romagnola, si ha diritto al rimborso del viaggio di andata, e del viaggio di ritorno se le settimane sono due. Nel Lazio sono comode da raggiungere Santa Severa e Santa Marinella, a poca distanza l’una dall’altra a nord di Roma. Nella prima, il Castello sulla riva invoglia anche a una visita alla scoperta dei lidi frequentati da Fenici ed Etruschi. Nei locali del museo è possibile sperimentare un tour virtuale accompagnati dalla voce narrante di Mario Tozzi. Si sale a bordo di una nave fenicia alla scoperta dei templi dell’antica Pyrgi dedicati alla dea madre Uni o Astarte. Di passato ci si può nutrire anche partecipando a una delle conferenze del ciclo estivo Cose, Uomini, Paesaggi del mondo antico. Nel Castello, inoltre, si può organizzare un evento o un ricevimento, prendere un aperitivo o

Metaponto (MT) 48

LF

LUG2018

d’Italia, as they have received a Cinque Vele rating, another award guaranteeing quality. Chiavari was the scene, on 22 June, of the launch of Goletta Verde, the traditional campaign by environmental association Legambiente which includes various stopover points, until it arrives in Trieste on 12 August. Amongst the priorities this year is the ban on throwaway plastic, the fight against bad purification and a definitive ban to drilling. Both local citizens and tourists who can report situations that contravene the rules, and thus directly play their part in helping sustainability. In Friuli Venezia Giulia it is Grado that holds the record, having held a Blue Flag for thirty years without a break. You can discover a unique area at Grado, as well as enjoying the beach. It is a place which is full of history, from the remains of a Roman road to the casoni, the traditional houses with roofs made from straw which were once lived in by fishermen. Then you can choose from birdwatching and boat trips, from one with an onboard restaurant to that for fishing tours. Emilia Romagna is not far away. Italy's best-known coastline can be reached from Bologna, in less than an hour and a half from Bologna, using Trenitalia regional trains. There are a hundred kilometres of coastline, from Lidi di Comacchio to Cattolica, going through famous places like Cervia, Cesenatico, Igea Marina, Bellaria and the queens of summer holidays, Rimini, Riccione and Milano Marittima. 28 trains a day leave from Bologna, and for people who want to stay in the area there is a special Al mare in treno offer. By booking at least a week in a hotel on the coast of Emilia Romagna, you can have the outward


Roccella Jonica (RC)

trip reimbursed, and you get the return trip free too if you spend two weeks there. In Lazio it is easy to get to Santa Severa and Santa Marinella, which are close to one another north of Rome. At Santa Severa the castle on the shore also invites visitors to discover the coastal areas used by the Phoenicians and Etruscans. You can enjoy a virtual tour around the museum accompanied by the voice of the narrator, Mario Tozzi. You climb on board a

© Luciano P./AdobeStock

Le due cittadine vantano entrambe il premio FEE e uno spazio nella guida Legambiente-TCI. Il suggerimento è di farsi spronare anche solo dalla curiosità e dalla voglia di eliminare dei pregiudizi sui meridionali per calcare piazzette e strade, set del famoso film Benvenuti al Sud. Ecco quindi la Basilicata che, è noto, pur se piccola arriva con i suoi confini da costa a costa. Sul Tirreno bagno a Maratea, Bandiera Blu, ma anche un po’ di climbing o escursionismo lungo sentieri e itinerari mozzafiato verso baie e accessi nascosti. Sullo Ionio seconda e ultima tappa a Metaponto, tra dune di sabbia e caldo quasi africano, un ambiente naturale da salvaguardare tra le foci dei fiumi Bradano e Basento. Atmosfera e luoghi selvaggi anche in Calabria, rimanendo sulle sponde ioniche, a Brancaleone e Roccella. Qui non dovrebbe mancare il solito appuntamento agostano con il jazz, Rumori mediterranei. Per concludere il tour in bellezza, le isole maggiori sono un classico mai banale. La Sardegna guadagna il riconoscimento, istituito dal ministero dell’Ambiente, di una nuova area marina protetta: Capo Testa-Punta Falcone, nel comune di Santa Teresa di Gallura (SS).

© deliamaccarrone/AdobeStock

SEA TOUR

Santa Teresa di Gallura (SS) 51

LF

LUG2018

Phoenician ship to discover the temples of the ancient settlement of Pyrgi, which were sacred to the mother goddess, Uni or Astarte. You can also get your fill of the past by taking part in one of the conferences in the summer series “Cose, Uomini, Paesaggi del mondo antico” (things, men and landscapes of the ancient world). And you can also use the castle to organise an event or a reception, or to watch a concert. Abruzzo is a mountain region but also a maritime one. For people who follow the good practice of taking the train to enjoy the beaches of Pescara and Montesilvano, there is a reduction of 50% on the price of the hire of a spot under a parasol on the beach, and a discount of up to 25 euros at the hotels that are involved in the scheme. And in Le Marche, the adjoining region, there is a ten per cent discount on maritime services and for food in participating establishments. If you go further south along the Tyrrhenian Coast, why not stop at one of the pearls of the Amalfi Coast, or in Cilento. The first stop is at Sorrento, with two additional reasons for taking a holiday at the town: this balcony over the sea has for the first time been awarded a Blue Flag, and is served by the FRECCIALink. Thanks to Trenitalia the Cilento area is also linked to the rest of Italy every Friday, Saturday and Sunday until 16 September by two extra Frecciarossa and two extra Frecciabianca trains, that


© 4zoom4/AdobeStock

SEA TOUR

Capo Milazzo (ME)

Affacciata sulle ventose Bocche di Bonifacio attira per la sabbia dorata e il mare cristallino, ma è un must inoltrarsi nella natura tra piante di corbezzoli, mirto e olivastri. Approdo finale la Sicilia: Capo Milazzo, nel comune omonimo in provincia di Messina, è l’altra neonata area protetta. Si arriva in treno e traghetto con biglietti ridotti, riservati ai clienti Trenitalia e ai soci CartaFRECCIA per le tratte Caronte & Tourist. Ed è breve, poi, la navigazione per arrivare nelle deliziose Isole Eolie. Tuffo finale e bracciate di libertà tra Lipari e Alicudi. LF trenitalia.com | bandierablu.org | legambiente.it | cinqueterre.it parchiletterari.com | turismofvg.it almareintreno.it | comune.riccione.rn.it castellodisantasevera.it confcommerciopescara.it cooperativaadriatica.it sorrentotourism.com | cilentoediano.it basilicataturistica.it | roccellajazz.org minambiente.it comunesantateresagallura.it comune.milazzo.me.it | eolie.me.it

stop at Agropoli-Castellabate station. The two towns both boast the FEE award, and a mention in the Legambiente-TCI guide. You are recommended to let your curiosity get the better of you and open your mind to removing any prejudice about the people of the south by walking through the squares and streets, which were used to film the famous Benvenuti al Sud. And so now we get to Basilicata which, as is known, may be small but stretches from coast to coast. You can swim in the Tyrrhenian Sea at Maratea, which has a Blue Flag, and also do a bit of climbing or trekking along paths and breath-taking routes to hidden bays and inlets. The second, and final stop, comes on the Ionian Sea at Metaponto, with sand dunes and a heat that is nearly African, and a natural environment that needs protecting in the estuaries of the Bradano and Basento rivers. There are also some wild places, and a wild feeling, in Calabria, staying on the Ionian side, at Brancaleone and Roccella. You should not miss the Roccella Jazz Festival, held every August.

TRENITALIA SUMMER

To end on a beautiful note, Sicily and Sardinia are classics that are never humdrum. Sardinia has won the recognition, created by the Ministry of the Environment, of having a new, protected marine area: Capo TestaPunta Falcone, in the municipality of Santa Teresa di Gallura (Sassari). It looks on to the windswept Bocche di Bonifacio, and has enticing golden sand and crystal-clear sea. But visitors should also experience the natural landscape away from the sea, with strawberry trees, myrtle and wild olives. The final stage is in Sicily: at Capo Milazzo, in the municipality of the same name in the province of Messina, lies the other newly-created protected area. You can get there by train and ferry, with discounted tickets, reserved for Trenitalia clients and CartaFRECCIA holders for the Caronte & Tourist stages. And the crossing to get to the delicious Aeolian Isles is not long. Take a final dive and some nice liberating strokes between Lipari and Alicudi. LF

Con le vacanze firmate Trenitalia aumentano i motivi per lasciare l’auto a casa. Oltre 110 le fermate stagionali aggiuntive di Frecce, Intercity e FRECCIALink espressamente a servizio della mobilità estiva. Fino al 16 settembre, un nuovo collegamento Frecciarossa unisce nel fine settimana il Cilento al resto d’Italia con fermate ad Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania, Centola-PalinuroMarina di Camerota e Sapri, e altri due Frecciarossa avvicinano Milano alla Costiera romagnola. Potenziata anche l’offerta in Frecciargento e Frecciabianca per Agropoli-Castellabate, Scalea e Maratea, Riccione e Cattolica, Senigallia, Giulianova e Vasto San Salvo. In più, cresce il servizio integrato treno+bus dei FRECCIALink includendo Sorrento, Gallipoli, Marina di Ugento, Otranto, Cecina e Piombino, da dove imbarcarsi alla volta dell’Elba e delle altre isole dell’arcipelago toscano. With Trenitalia-branded holidays the reasons to leave the car at home increase. There are over 110 seasonal stops operated by Frecce, Intercity and FRECCIALink specially for summer travel. Until 16 September there is a new Frecciarossa link at weekends between the Cilento area and the rest of Italy with stops at Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania, Centola-Palinuro-Marina di Camerota and Sapri, and other two Frecciarossa trains connect Milan to the coast of Emilia Romagna. There has also been an expansion in Frecciargento and Frecciabianca services for Agropoli-Castellabate, Scalea and Maratea, Riccione and Cattolica, Senigallia, Giulianova and Vasto San Salvo. Furthermore, the integrated FRECCIALink train+bus service has grown to include Sorrento, Gallipoli, Marina di Ugento, Otranto, Cecina and Piombino, from where you can take the ferry to Elba and the other islands in the Tuscan archipelago. trenitalia.com 52

LF

LUG2018


SEA TOUR sandragesu

© Ars Ulrikusch/AdobeStock

di Sandra Gesualdi

GENTE DI MARE Marina di Cecina (LI)

L

uce chiara, brezza marina, buon cibo e ritmi lenti. C’è un pezzo di Toscana, affacciata sul Tirreno e stretta tra Livorno e Piombino, stratificata di storia e storie dove trascorrere giornate di relax, immersi nella natura genuina. La cosiddetta Costa Etrusca, che si spinge anche nell’entroterra tra i comuni di Collesalvetti, Sassetta, Suvereto e Campiglia Marittima, lega il proprio fascino alle tracce dell’antico

POSTCARD RESORTS IN CECINA, BARATTI AND POPULONIA, EVOCATIVE NATURAL SURROUNDINGS AND ETRUSCAN ARCHAEOLOGICAL SITES

C

lear light, sea breeze, good food and a slow pace. There is a piece of Tuscany, looking onto the Tyrrhenian Sea and lying between Livorno and Piombino, which is layered with history and stories where you can spend relaxing days, surrounded by real nature. The so-called Etruscan Coast, which also stretches inland with the municipalities of Collesalvetti, Sassetta, Suvereto and Campiglia Marittima, derives its fascination from the traces left by the ancient Tuscan people starting as far back as the 9th century BC.

© stevanzz/AdobeStock

TRA CECINA, BARATTI E POPULONIA, LUOGHI DI VILLEGGIATURA DA CARTOLINA, NATURA SUGGESTIVA E ARCHEOLOGIA SULLE TRACCE DEGLI ETRUSCHI

Cecina, pineta/Pinewood 55

LF

LUG2018


© Clara Neri

SEA TOUR

Bagni di Cecina

conoscersi da sempre a Cecina, anno dopo anno, stesso bagno stesso mare. Tra le tipiche cabine blu dello storico stabilimento Rina si respira un’atmosfera da cartolina amarcord: le sdraio di legno fitte fitte, le palette e i secchielli nella sacca di rete, le escursioni in pedalò e il bagnino tatuato con le mèches sul ciuffo. Per chi non ama i vicini di lettino meglio optare per il paesaggio più aspro della riserva dei Tomboli, verso sud. Oltre dieci chilometri di litorale arenoso schermato da quella ricca pineta che il gran duca Leopoldo progettò per proteggere il grano dai venti di salmastro, oggi patrimonio abitato da volpi, scoiattoli e donnole. Proseguendo in direzione di Grosseto e superato San Vincenzo, nel Comune di Piombino si incontrano il Parco Archeologico di Baratti e Populonia, nell’area del golfo

Cecina, for example, owes its name to the Etruscan family Keikna, and is today a favourite spot for classic Italian holidays, with grandparents and grandchildren in June and two weeks holiday in August. Over the summer months the town rouses itself out of its winter slumber and – especially at Marina, the beach resort part – restaurants reopen, beach shacks are repainted, and rubber sandals and the obligatory sarongs reappear. The low houses, painted in soft pink, yellow and blue tones, look onto Viale Vittoria, where you can stroll in the shade of the palms, or green and red striped sun umbrellas. There are wide public beaches, with thick red sand, broken up by rocks where fishermen gather in the morning. You get the feeling that Cecina is a place that you have always known, year after year, taking the same swim in the same sea. © Malgorzata Kistryn/AdobeStock

popolo tosco, presente in questo tratto già a partire dal IX secolo a.C. Cecina per esempio deve il suo nome alla famiglia etrusca Keikna e oggi è meta preferita per la classica villeggiatura all’italiana, quella dei nonni e nipoti a giugno e delle due settimane di ferie ad agosto. Nei mesi estivi la cittadina si stiracchia dal sonno invernale e soprattutto a Marina, la frazione balneare, si riaprono ristoranti, ritinteggiano chioschetti e ricompaiono ciabatte di gomma e parei d’ordinanza. I colori sono quelli tenui delle villette basse, rosa, gialle e azzurre, affacciate su viale Vittoria, dove si passeggia all’ombra delle palme, o degli ombrelloni a strisce verdi e rosse. Le spiagge libere sono ampie, di rena scura e grossa, intervallate dagli scogli dove la mattina presto si condensano i pescatori. Si ha l’impressione di

Parco Archeologico di Baratti e Populonia/The Archeological Park of Baratti and Populonia 56

LF

LUG2018


3, 4, 5, 6, 7, 8, 13, 15, 20 LUGLIO, ORE 21

GIUSEPPE VERDI

LA TRAVIATA DIRETTORE YVES ABEL REGIA LORENZO MARIANI

14, 19, 29, 31 LUGLIO - 2 AGOSTO, ORE 21

GEORGES BIZET

CARMEN

DIRETTORE RYAN McADAMS REGIA VALENTINA CARRASCO

SERGEJ PROKOF’EV

ROMEO E GIULIETTA Roma Opera aperta

REGIA E COREOGRAFIA GIULIANO PEPARINI DIRETTORE DAVID LEVI

Ettore Festa, HaunagDesign - Illustrazioni di Gianluigi Toccafondo

27, 28 LUGLIO - 1, 3, 4 AGOSTO, ORE 21

Caracalla MMxviIi

operaroma.it

SOCI FONDATORI

SOCI PRIVATI

MECENATE

M


SEA TOUR

Amongst the traditional blue cabins at the historic Rina beach club there is a 1930s feeling: thick wooden deck chairs, buckets and spade in net bags, pedalo trips and the tattooed lifeguard with blond-streaked hair. People who do not much like the people on the adjoining sun lounger may prefer to go for a rougher landscape in the Tomboli nature reserve to the south. There are over ten kilometres of sandy coast, with behind it the rich pine forest that the Grand Duke Leopold designed to protect the wheat from the salty spray, and which is now inhabited by foxes, squirrels and weasels. Going on towards Grosseto, once we get past San Vincenzo we get to the Archaeological Park of Baratti and Populonia, in the area of the same name which is included in the Cornia Valley system, where you can admire the most important remains from the Etruscan colonisation. The inlet, which is often blasted by wind, is treasure trove, a practically untouched (given the good behaviour of tourists) marine ecosystem, which is surrounded by woods, Mediterranean vegetation and adjoining fields leading down to the shoreline. It is a place to be enjoyed without carrying very much, and also a place to bring your four-legged friend, as well as a bathing

© Clara Neri

omonimo e inserito nel sistema della Val di Cornia, dove ammirare le testimonianze più importanti della colonizzazione etrusca. L’insenatura, spesso battuta dal vento, è uno scrigno quasi incontaminato (al netto dell’educazione dei turisti) di ecosistema marino, circondato da boschi, vegetazione mediterranea e campi sconfinati che portano alla battigia. Un luogo da godere dotati di bagaglio a mano leggero e dove portare anche il proprio amico a quattro zampe: oltre al costume, crema solare e acqua per tutti, immancabile la maschera per lo snorkeling perché i fondali meritano un’escursione. Opportuno arrivare al Parco in punta di piedi, non solo per rispettarne la naturalezza paesaggistica ma e soprattutto per la presenza della grande necropoli a ridosso del litorale, un vero e proprio museo en plein air. Tra i resti di San Cerbone, Casone e Poggio della Porcareccia, è possibile ancora distinguere le antiche tombe a tumulo del VII secolo a.C., o gli esempi a edicola fino a riconoscere i sepolcri dell’epoca precedente villanoviana e della successiva ellenistica. Da qui impossibile non visitare Populonia Alta, piccolo abitato

Populonia 59

LF

LUG2018

suit, sun cream for everybody, and do not forget your snorkelling mask because the seabed deserves a visit. It is also a good idea to get to the park by foot, not just so as to respect the natural landscape, but – and most of all – because of the presence of the large necropolis along the shore, which is a true open-air museum. Amongst the remains at San Cerbone, Casone and Poggio della Porcareccia you can still make out the tumulus tombs from the seventh century BC, or the examples of niches, or you can make out the burials from the preceding Villanovan era, and the later Hellenistic one. From here it is impossible not to visit Populonia Alta, a small fortified village on the hill above, which is the first and only example of an Etruscan coastal city. The archaeological route of the Acropolis continues outside the walls, with the remains of temples and bathhouses, the industrial facilities and successive layers of Roman and medieval splendour. The village built in stone is one of those pieces where history, landscape and good living are aligned in perfect balance. It is best to go there in the afternoon to have the time to pay a visit to the local workhouses and the small but delightful museum that houses


SEA TOUR

crocevia di gente di mare da tutto il Mediterraneo. Populonia è caratterizzata anche dalla possente rocca difensiva costruita nel 1400 dai signori di Piombino, al cui interno si erge l’antica torre. Inerpicarsi fin sui camminamenti estremi permette di godere di un panorama non replicabile e di una vista a 360 gradi che si allunga dall’isola d’Elba alle colline Metallifere fino alle Alpi Apuane. Si finisce la visita nei giardini sottostanti, dove aspettare il tramonto sorseggiando un calice di vermentino di Bolgheri e assaporare un tiepido polpo e patate. Tutto molto bello, con la "e" aperta alla livornese. LF cecina.net valdicorniaturismo.it museopopulonia periplopop

© Clara Neri

fortificato sulla collina sovrastante e primo e unico esempio di città costiera etrusca. Fuori le mura si sviluppa il percorso archeologico dell’acropoli con le spoglie dei templi e delle terme, gli insediamenti industriali e le successive stratificazioni dei fasti romani e medievali. Il borgo in pietra, invece, è uno di quei pezzi di Paese dove si allineano, con equilibrio, storia, paesaggio e buon vivere. Meglio arrivarci nel pomeriggio per avere il tempo di visitare i laboratori di artigianato locale e il piccolo ma prezioso museo che ospita la Collezione Gasparri. All’interno frammenti provenienti dagli scavi della necropoli o rinvenuti negli abissi come la grande anfora da olio. Nelle teche anche suppellettili originari e della Grecia, Fenicia e di Roma, a dimostrazione di quanto questo fazzoletto di terra e il suo porto fossero, un tempo,

Museo Etrusco di Populonia Collezione Gasparri/Archeological museum of Populonia Gasparri Collection

the Gasparri collection. Inside there are fragments from the excavations at the necropolis or that were found in the depths of the sea, such as the great oil amphora. The display cabinets also hold artefacts from Greece, Phoenicia and Rome, which prove to what an extent this piece of land with its port was once, a long time ago, a crossroads of seafaring folk from the entire Mediterranean. Populonia also features the mighty castle built in 60

LF

1400 by the masters of Piombino, with its ancient tower within. Scrambling up the exterior walkways gives an unforgettable 360-degree view panning from the island of Elba to the Colline Metallifere and along to the Apuane Alps. The visit ends in the gardens below, where you can await the sunset sipping a glass of Bolgheri vermentino and nibble on delicious octopus and potatoes. All of it is very beautiful, with a Livorno accent. LF

LUG2018


terra di susine buone, uniche, tipiche


ROMA 131 48 18 AL GIORNO 5 CORSE BUSITALIA FAST AL GIORNO

INCONTRO di Andrea Radic

Andrea_Radic

MATTO PER IL TEATRO

62

LF

LUG2018


«OGGI TEATRI E CINEMA CHIUDONO UNO DOPO L’ALTRO. NOI NE ABBIAMO ADDIRITTURA COSTRUITO UNO, A TEMPO DI RECORD, CHE ORA COMPIE 15 ANNI. CI VOLEVA UN MATTO COME ME PER RIUSCIRCI». GIGI PROIETTI RACCONTA COSÌ L’AVVENTURA DEL GLOBE THEATRE DI ROMA

«U

na storia presto detta: nel 2003 era il centenario della donazione di Villa Borghese al Comune di Roma e il sindaco Walter Veltroni, mi chiamò insieme ad altri chiedendoci di fare qualcosa nella Villa per la celebrazione», comincia subito il grande attore romano. «Pensai a un Romeo e Giulietta galleggiante nel laghetto, poi mi venne in mente di fare come in tante altre grandi città europee e americane, dove nella stagione estiva si rappresentano spettacoli classici, in particolare Shakespeare. Così portai le foto del Globe di Londra, dopo cinque minuti ero al telefono con i fratelli Toti, grandi imprenditori edili, e in brevissimo tempo si cominciò a costruire, là dove non c’era nulla, un vero e grande teatro. «Non so in quanti abbiano lavorato giorno e notte, perché dopo due mesi e mezzo debuttai proprio con Romeo e Giulietta. Nessuno ci avrebbe scommesso, tre ordini di palchi, oltre mille posti, non credevo ai miei occhi, mi sono ritrovato a dirigerlo e il pubblico in questi 15 anni ha imparato ad amarlo (70mila presenze nella passata stagione, ndr). Gli spettatori hanno capito che Shakespeare è tutt’altro che noioso». Un teatro classico formativo. Facciamo spettacoli anche al pomeriggio. Per esempio ora, Melania Giglio attrice di talento e nostra collaboratrice, sta scrivendo un testo sulla regina Elisabetta che è anche informazione storica e culturale. Una stagione ricca, cosa le sta particolarmente a cuore? La nostra linea è quella di proporre i grandi classici, cercando di rispettarne 63

LF

LUG2018

la struttura drammaturgica. Quest’anno abbiamo una nuova edizione e produzione della Bisbetica domata, poi Molto rumore per nulla, Otello, Sogno di una notte di mezza estate e La tempesta. Inoltre ospitiamo e in parte produciamo una giovane compagnia inglese, che metterà in scena Il mercante di Venezia in lingua originale. Anche in questo caso abbiamo provato e il pubblico ha risposto entusiasticamente. Il Globe è un teatro popolare alto, perché Shakespeare è popolare. È il terzo teatro che apro a Roma.

© Gloria Fegiz

Globe Theatre


INCONTRO

La curiosità è leva dell’arte? Vero e lo dico spesso, è un pozzo senza fondo, le esperienze si fanno in tantissime direzioni, deploro aggettivazioni come teatro “di ricerca” o “di avanguardia”. La teatralità è ciò che sento di dover fare nel momento in cui lo faccio, è questa la libertà del teatro, dobbiamo lottare contro chi vuole erigere steccati. Se c’è una cosa ancora libera è l’arte. Al cinema ha rappresentato la tipicità dell’italiano, c’è ancora quell’Italia? Qua e là qualche residuo c’è ancora, come a Roma, la mia città, ma intorno è cresciuta la violenza. Un tempo un bullaccio romano era solo un bullo, oggi si è incattivito. Ma allo stadio resistono le battute di un tempo, come nel traffico cittadino… a proposito, a volte mi chiedo perché corrono tutti come matti ma ’ndo vanno (ride divertito, ndr), in una città industriale lo potrei capire, ma a Roma… ciò che non è cambiato di sicuro sono i tramonti, la luce e i colori, fermiamoci a guardarli, assicuro che fa bene.

© Gloria Fegiz

Il Brancaccio (1.400 posti) era boccheggiante, l’ho tenuto per sette anni rifacendo anche le caldaie, poi il Brancaccino piccolo teatro sperimentale e il Globe. Oggi l’attività teatrale è vista con sospetto, tutti parlano di cultura, la annunciano, ma poi? Ecco qualcuno ci spieghi cosa intende dire con “finanzieremo la cultura” perché altrimenti si resta nel generico e arrivano solo briciole. Ma noi dobbiamo continuare, è molto importante avere teatri in città, è un fatto identitario, un collante per la comunità. Un valore generazionale. Moltissimi ragazzi frequentano il Globe, su un cuscino per terra assistono a spettacoli anche di tre ore rimanendo estasiati. È confortante. Nel programma anche un festival di cortometraggi. Sì, per parlare di teatro anche con altri mezzi espressivi. Un gruppo di giovanissimi realizzano dei cortometraggi, vediamo cosa ne esce, sono curiosissimo. Li premieremo in stile Golden Globe con il “Wooden Globe”, una targhetta di legno.

64

LF

LUG2018

Qual è il suo rapporto con il viaggio? Mi spostavo in auto o aereo, ora mi sposto sempre in treno, mi rilasso, prendo appunti, arrivo a destinazione che ho fatto molte cose, è comodo. Il tempo è una cosa strana, hai davanti tre ore e sai che puoi usarle per pensare, cosa sempre più rara. Il Gastone di Petrolini diceva: «Io non penso, sono il divo dello spensiero...». Il teatro e la tavola da sempre un binomio edonistico e culturale… Non vorrei essere scortese nei confronti del teatro dicendo che lo facevo per poter andare a cena dopo lo spettacolo. Nel periodo di A me gli occhi please abbiamo sicuramente fatto la fortuna di due o tre ristoranti. Venivano amici a vedermi per mangiare insieme dopo, anche in 30, una fatica, ma che gioia infinita! Ancora oggi con alcuni musicisti che stanno con me da 40 anni ci vediamo a cena e, seppur con pudore, tiriamo fuori una chitarra… Diversi suoi allievi la citano spesso come pilastro della loro formazione. Avevo Il laboratorio, facevamo provini estenuanti e i corsi duravano due anni, da ottobre a maggio. Ci dovrebbe essere più teatro nelle scuole perché è un fertilissimo e piacevole veicolo di conoscenza. Molti ragazzi alla fine del corso facevano tesine su Sofocle, Shakespeare e Pirandelllo quando all’inizio non sapevano neanche cosa fossero. Ho toccato con mano quanto sia importante e delicata la didattica. I primi tempi provavo a insegnare esibendomi, gli studenti erano contenti, ma capii che era sbagliatissimo. Sono loro che devono usare come vogliono lo spazio dove lavorano, il teatro è gioco (che è l’opposto dello scherzo), un luogo dove è meraviglioso accorgerti che puoi continuare i tuoi giochi infantili anche da grande e nessuno si scandalizza. È stupendo. Il profumo della sua infanzia? Sono diversi. Direi quello dell’erba, perché abitavo in una zona periferica e quando mia madre non vedeva mi sfilavo per camminare sul prato. Il glicine, fragranza naturale, poi la frutta che oggi non odora più. Abbiamo perduto tanti profumi, ma quelli buoni restano, come la vecchia lavanda 711 con la quale praticamente mi lavo prima di andare in scena.


con il patrocinio / with the support

con la collaborazione / with the collaboration

sponsor tecnici technical sponsors


SENIGALLIA

2

SENIGALLIA DAL VENERDÌ ALLA DOMENICA

di Ilaria Perrotta

In mostra fino al 2 settembre a Palazzo del Duca Robert Doisneau, Le baiser de l’Hôtel de Ville, Paris (1950) © Atelier Robert Doisneau

BACI DA SENIGALLIA APPUNTAMENTO NELLA PERLA DELLE MARCHE ALLA SCOPERTA DI EVENTI, LOCATION E ANGOLI ROMANTICI, WALLPAPER IDEALI PER SELFIE AD ALTO TASSO ZUCCHERINO 67

LF

LUG2018


© ginettigino/AdobeStock

© Antonini Danilo/AdobeStock

SENIGALLIA

Rotonda a Mare

P

2 settembre presso Palazzo del Duca a Senigallia (AN). Una scarica di elettricità pervade chi si ferma a osservare il romanticissimo fotogramma ed è per questo che, complice anche il World kiss day festeggiato in tutto il mondo il 6 luglio dal 1990, la cittadina marchigiana si trasforma in un palcoscenico ricco di location che fanno da sfondo perfetto al gesto più appassionato di sempre. Il love tour parte proprio dalla sede della retrospettiva di fronte alla quale si erge la Rocca Roveresca, costruzione del ’500 impreziosita da un magnifico

© filippoph/AdobeStock

arigi, 9 marzo 1950. Una giovane coppia passeggia per strada. All’improvviso, tra loro s’insinua un bacio, repentinamente scambiato tra la folla. Non è la scena di un film, ma la descrizione di una delle istantanee d’amore più famose della storia della fotografia: Le baiser de l’Hôtel de Ville di Robert Doisneau. Il celebre artista francese ha reso eterna un’azione tanto naturale quanto potente. Lo scatto, insieme ad altre 50 opere dell’autore, è al centro dell’esposizione Robert Doisneau: Le Temps Retrouvé, visitabile fino al

Fiume Misa al crepuscolo

Foro Annonario 68

LF

LUG2018

soffitto a cassettoni attribuito a Taddeo Zuccari. Oltre alla visita delle sale, incantevole è il panorama che si gode dall’alto sul centro storico. Lo sweet selfie qui scatta di diritto. Smartphone alla mano anche dinanzi al Palazzetto Baviera, sempre in piazza del Duca. Impossibile non rimanere a bocca aperta di fronte agli stucchi del XVI secolo che decorano le stanze del primo piano, opera dell’urbinate Federico Brandani. Capolavori da ammirare in tutta la loro bellezza grazie al particolare allestimento che permette di guardarli riflessi in uno specchio sul pavimento. Per un altro click da Instagram il posto giusto è il Foro Annonario, edificio simbolo della cittadina. Progettato e costruito nella prima metà dell’800, è il centro del mercato alimentare giornaliero e, grazie alla grandiosa fila di colonne, fondo teatrale perfetto per eventi e spettacoli. Un’area dal fascino urbanistico straordinario da mettere in cima alla lista. Così come uno stop alla gelateria di Paolo Brunelli, in via Giosuè Carducci, unica nella regione a essersi aggiudicata il riconoscimento dei Tre Coni dal Gambero Rosso per l’edizione 2018 della prestigiosa guida. Gli ice cream al piatto sono da provare assolutamente per vivere un’esperienza sensoriale altamente gourmande. La passeggiata continua nel segno della dolcezza: bisogna infatti prendersi per mano e camminare in prossimità del fiume Misa che


E S TAT E I N B E L L E Z Z A

S C O P R I L’ I TA L I A C O L 2 5 % D I S C O N T O

PRENOTA SUI NOSTRI SITI CON IL CODICE SUMMERPROMO PER OTTENERE IL 25% DI SCONTO SUI TUOI SOGGIORNI. PROMOZIONE VALIDA DAL 04/05/2018 AL 30/09/2018.

www.atahotels.it www.unahotels.it +39 02 69826982 B AR I BEN EVE NTO BI E L L A BO L O GNA CATA NIA CESENA FERRARA F IRENZ E FORTE D EI MARMI G IARD INI NAX OS M I L AN O M O DE NA NA PO L I O R V I E TO R O M A SIENA SIRACUSA TAORMINA TORINO VARESE VENEZ IA VERSILIA

GRUPPO UNA È PARTNER

GUADAGNA PUNTI CARTAFRECCIA DURANTE I TUOI SOGGIORNI. SCOPRI COME SUI NOSTRI SITI


SENIGALLIA

© Marco Carloni

Summer Jamboree (2017)

di Ulisse che attese per 20 anni il ritorno del consorte dalla guerra di Troia. L’immagine di una promessa d’amore e del legame tra Senigallia e il Mar Adriatico, dinanzi al quale un autoscatto al bacio è un diktat e dove i più giovani lasciano un lucchetto come pegno di unione. Per gli addicted di atmosfere vintage, inevitabile è un salto al Graffiti store, ampio loft in via Corfù nel quale si respira tutto il sapore degli anni ’40 e ’50. Tra abiti, accessori di design e poster originali d’epoca il selfie dal mood rétro è da postare all’istante via social. Il proprietario del negozio, Angelo Di Liberto, è anche l’ideatore e direttore artistico del Summer Jamboree, il festival dedicato alla musica e alla cultura dei Forties e Fifities made in Usa che ha

contribuito a riportare la località sotto le luci della ribalta. Dal 1° al 12 agosto la cittadina si trasforma in un grande set alla Happy Days: concerti rock‘n’roll si susseguono sui tre grandi palchi allestiti nel centro storico, e poi il piccante Burlesque night show, l’Hawaiian party sulla spiaggia, i dopofestival alla Rotonda e il ballo libero in piazza Garibaldi, stretti cheek to cheek nella cornice della Rocca Roveresca, lì dove questo viaggio sentimentale è cominciato. Tutti a Senigallia, dunque, per dire, fare e baciare. E poi condividere. Perché il sogno d’amore è senza tempo, ma i follower vanno accontentati subito. LF comunesenigallia.an.it feelsenigallia.it summerjamboree.it

© marcopachiega/AdobeStock

corre fino al mare. Stretti in un abbraccio, è meraviglioso incedere sotto i Portici Ercolani, 126 arcate settecentesche in pietra d’Istria progettate dall’architetto Giuseppe Ercolani. Le luci che si riflettono sul corso d'acqua e la prospettiva lineare della struttura creano un’atmosfera magica, mentre il sogno continua sorseggiando un buon bicchiere di vino in uno dei tanti bar della zona. La strada della tenerezza conduce fino alla Rotonda a Mare, uno degli emblemi dell’estate italiana. La storica forma architettonica a conchiglia le conferisce ancora oggi un particolare appeal e una qualità scenografica impareggiabile. La suggestiva costruzione è immersa nella Spiaggia di velluto, così chiamata per la sabbia talmente sottile da sembrare cipria. Ben 14 chilometri di arenile sui quali sventola dal 1997 la Bandiera Blu, garanzia di qualità delle acque e di una gestione ambientale virtuosa. Al tramonto, quando i colori del cielo, accesi di passione, si fondono con il rasserenante azzurro del mare, incedere languidamente lungo la costa è a prova di filtro. Prossima destinazione la statua di Penelope. Proseguendo verso il molo Levante si arriva al cospetto di un mezzo busto di donna, opera dell’artista locale Gianni Guerra che l’ha regalata alla città nel 2004. Ricorda la mitica moglie

Statua di Penelope 70

LF

LUG2018


I LOVE MARCHE di Bruno Ployer

L'elisir d'amore, in scena il 2 agosto a Macerata

VERDESPER ANZ A S

i chiama Macerata Opera Festival, ma non è soltanto una rassegna lirica. La città marchigiana dal 20 luglio al 12 agosto ospita tre allestimenti operistici con repliche settimanali e una serie di appuntamenti che vogliono portare la festa a tutti, cittadini e visitatori. Debutto nel meraviglioso Sferisterio con Il flauto magico di Mozart, cantato e recitato in italiano, con la regia dell’innovativo Graham Vick. Dal 21 in scena L’elisir d’amore con la regia, già applaudita nei teatri europei, del graffiante Damiano Michieletto: l’opera divertente e romantica di Donizetti viene ambientata sulla spiaggia. Da domenica 22 il terzo titolo, un classico del festival: La traviata, con la regia di Brockhaus e le scene di Svoboda costruite con i riflessi di grandi specchi sul palcoscenico. Una donna sul podio del capolavoro di Verdi, la canadese Keri-Lynn Wilson. Il festival di quest’anno si snoda attorno ai temi dell’ecologia e della sostenibilità, al motto di #verdesperanza. «Di verde – ha spiegato Romano Carancini, sindaco di Macerata e

presidente dell’associazione Arena Sferisterio – si tinge la speranza di rinascita, di futuro e di bellezza che continua a contraddistinguere la nostra città». Ed è proprio il verde ad accogliere gli spettatori, con un grande giardino verticale riprodotto grazie al videomapping sulla facciata dello Sferisterio. Nel cartellone dello storico teatro all’aperto anche un balletto dedicato a Puccini con l’étoile Eleonora Abbagnato, concerti di Vinicio Capossela e Max Gazzè e una serata su Rossini con racconti e musiche a cura di Enrico Micheli ed Elio. Spazio anche alla lirica contemporanea con We can be waves, in prima mondiale con tre recite dal 25 luglio al Teatro Lauro Rossi. Per chi ama le ore piccole ci sono le feste a tema musicale sul palcoscenico dello Sferisterio, mentre nella Notte dell’Opera del 2 agosto Il flauto magico, L’elisir d’amore e La traviata popoleranno le tre piazze principali di Macerata. LF sferisterio.it MacerataOperaFestivalSferisterio

73

LF

LUG2018

RISORGIMARCHE

Torna per la seconda edizione l’evento ideato da Neri Marcorè per dare slancio alla regione colpita dalle scosse sismiche del 2016 e 2017. Concerti gratuiti e all’aperto nei parchi montani delle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. Imperdibili Alex Britti il 9 luglio, Luca Carboni (17) e Irene Grandi (23). Chiusura con Toquinho il 1° agosto e Neri Marcorè il 2. risorgimarche.it


IN QUOTA di Silvia Del Vecchio

ALTITUDE HOLIDAYS

© Lukas Runggaldier

PAROLA D’ORDINE: MONTAGNA. MA NON SOLO D’INVERNO, PERCHÉ NELLA BELLA STAGIONE SI MOLTIPLICANO I BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE DI TRASCORRERE LE VACANZE IN QUOTA

74

LF

LUG2018


Val Gardena

S

port a 360 gradi, centri termali e parchi acquatici, enogastronomia, festival ed eventi culturali. Il benessere psicofisico è assicurato tra le meraviglie naturali del Trentino Alto Adige e grazie alle proposte estive per tutti, naturalmente family & dog friendly. A Pozza di Fassa e Canazei (TN) il must dell’estate è divertirsi scivolando sull’acqua all'Aquapark Vidor e al Dòlaondes, oltre a passeggiare tra cascatelle, boschi e malghe di montagna (edifici rustici adibiti al ricovero estivo del bestiame) per assaporare latte e formaggi e vivere l’esperienza dell’alpeggio. L’Azienda per il turismo della Val di Fassa organizza ogni mercoledì, giovedì e venerdì l’escursione Andar per malghe.

Aquapark Vidor, Pozza di Fassa 75

LF

LUG2018

Dal ladino “segui le onde”, il centro acquatico Dòlaondes di Canazei offre duemila m2 divisi in quattro aree tematiche, Water & Fun, Eghes Wellness, Sport & Fitness, Eat & Drink. Le moderne strutture, progettate dall’architetto altoatesino Ralf Dejaco, si affacciano sulle cime di Gran Vernel e Colac. Qui ci si può iscrivere a corsi di nuoto collettivi, lezioni private, acqua fitness e ginnastica dolce, divertirsi nella baby piscina fino a tre anni e sullo scivolo di 111 metri, con musica e giochi luce, adatto dai sei anni in su. O rilassarsi nella vasca salina esterna dotata di lettini idromassaggio e docce nucali e nell’area termale con sauna e bagno turco. Il Camping Vidor Family & Wellness Resort di Pozza di Fassa si sviluppa invece su quattromila m2 nel cuore del


IN QUOTA

praticare a Ischiez-Roncac, facilmente raggiungibile dal centro del paese. In Val Gardena la cornice è incantevole, circondati dalle vette Odle, Sella, Sassolungo e Cir. Il programma active offre particolari gite come quelle per ammirare l’alba e raccogliere erbe medicinali, attività per famiglie tra cui il geocaching (la caccia al tesoro), la visita agli antichi mulini, ai masi e al roseto di Bulla, la grigliata sul Monte Pana e l’e-bike Relaxtour. Bisogna però aspettare settembre per godersi lo spettacolo naturale che incendia le vette al tramonto con il trekking guidato Burning Dolomites. Qui c’è la prima e unica Approved Bike area dell’Alto Adige con oltre 600 km di percorsi e 27 tour diversi intorno alle località di Ortisei, Santa Cristina e Selva. Merita il Sellaronda in mountain bike, soprattutto per la vista sulla Marmolada. Anche il trekking la fa da padrone con il percorso di 60 km (da suddividere in quattro o in cinque giorni) dal Parco naturale PuezOdle a Sassolungo. In ogni tappa le montagne sembrano cambiare aspetto. Impagabili i momenti di rilassamento e rigenerazione nei © Filippo Menardi

Catinaccio, tra scivoli, gommoni, spray park, piscine panoramiche, cascate di ghiaccio, materassi ad acqua con cromoterapia, aree fitness e relax. Per chi ama bagnarsi in fonti solforose ci sono le Terme Dolomia: la sorgente sgorga a 1.320 metri dalle rocce del Bellerophon con temperatura costante di 9,5°C e possibilità di prenotare cure, terapie e trattamenti estetici. Adulti e bambini, inoltre, possono mettere da parte per un momento il relax e provare l’adrenalina del volo libero con Fly line Catinaccio Rosengarten, il primo circuito aereo in Italia, secondo in Europa, e il più lungo finora installato, che consente di planare come uccelli virando tra gli alberi a velocità controllata e in sicurezza. Passeggiare a piedi scalzi va di moda a Moena: il barefoot è l’ultima tendenza per chi in vacanza cerca soprattutto di ritrovare il benessere. In silenzio e senza scarpe si percorrono sentieri immersi nella natura, camminando su aghi di pino, cortecce, muschi, foglie, erba e sassi, tonificando poi i piedi nei freschi ruscelli. Quest’attività, che riequilibra corpo e spirito allontanando (quasi) per sempre lo stress, si può

Palestra per arrampicata, Cortina

© Frank Heuer

FRECCIALINK AD ALTA QUOTA

Val Gardena 77

LF

LUG2018

Per gli amanti della montagna in estate Trenitalia riattiva il FRECCIALink ad alta quota. Due corse nel fine settimane fino al 2 settembre per raggiungere Cortina d’Ampezzo (nuove fermate a Tai di Cadore e San Vito di Cadore), Madonna di Campiglio (nuova fermata a Pinzolo), Val Gardena (fermate a Selva di Val Gardena, Santa Cristina, Ortisei) e Val di Fassa (fermate a Canazei, Vigo di Fassa, Moena). trenitalia.com


© Nicolle Boroni

IN QUOTA

rifugi e nelle baite in quota, tra specialità locali e tramonti mozzafiato. Poi c’è la regina delle Dolomiti, Cortina d’Ampezzo (BL). Un paradiso per chi ama arrampicarsi, tra free climbing e palestre di roccia, come quelle di Pocol e Sopiazes, quest'ultima inaugurata a giugno. Una moderna struttura indoor intitolata a Lino Lacedelli, ampezzano e medaglia d'oro al valore civile per aver conquistato il K2 con Achille Compagnoni. Sei le cime oltre i tremila metri, 850 gli itinerari di arrampicata sportiva, mille vie di scalate classiche e innovative e 28 ferrate, nate come camminamenti della Grande guerra. Le guide alpine organizzano tour da tre a sette giorni ed escursioni per ogni livello e preferenza, a piedi, in sella o appesi alle pareti. Altro motivo di richiamo i numerosi eventi estivi: Cortina Trophy, la competizione internazionale di mountain bike, Rappelling the Dolomites con la funivia Freccia nel Cielo, le lezioni gratuite di yoga e pilates a 2.475 metri, la rassegna teatrale della Compagnia Slegati e oltre 100 eventi culturali come Cortina inCanta, Cortinametraggio, Una Montagna di Libri, Lagazuoi Cairn Festival, Best of the Alps Golf Cup e la Festa delle bande. A Madonna di Campiglio ci si

immerge in un paradiso di biodiversità di oltre 600 km2, l’area protetta più grande del Trentino ricca di guglie, torrioni e strapiombi. Fra le Dolomiti di Brenta, riconosciute dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità, il Parco Naturale Adamello Brenta e il ghiacciaio più esteso delle Alpi italiane – l'Adamello appunto – l’estate è a tutta natura e sport. Tanti gli eventi offerti sottoscrivendo la DoloMeetCard, tra cui Al trotto in Val Rendena, Dolomiti Natural Wellness, Volo in alta quota, Al Lago di Garda in bicicletta, Panorama tour, Alla scoperta del ghiacciaio e Letture di roccia. Ampia la scelta per adulti e bambini: dog e lama trekking, equitazione e gite a cavallo, pesca sportiva, passeggiate per famiglie, fattorie didattiche e una programmazione specifica in caso di giornate di pioggia. In Val Rendena i Comuni di Pinzolo, Carisolo, Giustino e Massimeno costituiscono il primo Distretto Famiglia della regione, che prevede hotel, strutture e servizi formato family, come la Baby little home nel parco giochi di Pinzolo. Insomma, le carte in regola ci sono tutte per innamorarsi della montagna anche d’estate. LF fassa.com valgardena.it cortina.dolomiti.org campigliodolomiti.it 78

LF

LUG2018

© Giacomo Pompanin

Cascate Nardis, Parco Naturale Adamello Brenta

UNA MONTAGNA DI LIBRI

Sedersi su un prato tra le Dolomiti, a 1.224 metri di altitudine, ad ascoltare uno scrittore. Salire all’osservatorio astronomico sulle Tofane con l’autore di un libro su pianeti e comete, nell’anno di Marte. Incontrare, tra le vie del centro, i protagonisti della narrativa del mondo. Sono le molte esperienze che offre a Cortina d’Ampezzo per l'estate 2018 Una montagna di libri, festa internazionale della lettura. Incontri all’aperto, a tu per tu con gli scrittori, per celebrare il ruolo storico della Regina delle Dolomiti come capitale della cultura in vacanza. Dai grandi narratori Elizabeth Strout, Amitav Ghosh e André Aciman, dal cui libro Chiamami col tuo nome è stato tratto il film campione d’incassi, a protagonisti delle arti e del cinema come Dario Argento, Laura Morante, Giorgio Cavazzano, João Nunes. Dal direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana a Enrico Mentana, da Paolo Mieli a Giancarlo De Cataldo e Alejandro Solalinde. Diretto da Francesco Chiamulera, il festival si svolge fino a settembre, con un evento al giorno. All’ombra delle montagne più belle del mondo. unamontagnadilibri.it


IN QUOTA

10

A UN PASSO DAL CIELO

BOLZANO AL GIORNO

© Alexa Rainer

di Flavio Scheggi

Messner Mountain Museum, Plan de Corones

uarant’anni fa, l’8 maggio 1978, l’italiano Reinhold Messner, in compagnia dell’austriaco Peter Habeler, raggiungeva la vetta dell’Everest. Erano i primi uomini ad arrivare sulla montagna più alta del mondo, a quota 8.848, senza l’aiuto dell’ossigeno. Un’impresa a quei tempi ritenuta impossibile. Ma l’alpinista altoatesino non si ferma, continuando

a inanellare grandi record. Nel 1986 è il primo uomo ad aver asceso tutti i 14 ottomila del pianeta. A queste sono seguite altre imprese, come la traversata dell’Antartide nel 1990 e il deserto del Gobi a piedi nel 2004, a quasi 60 anni. Le testimonianze e i cimeli di queste imprese sono raccolti in sei musei curati dallo stesso alpinista. Cinque in Alto 81

LF

LUG2018

Adige, in provincia di Bolzano – Castel Firmiano, Castel Juval, Solda, Brunico e Plan de Corones – e uno in Veneto sul Monte Rite, Cibiana di Cadore (BL). Alcune sedi sono raggiungibili anche in treno: Castel Firmiano con la linea Bolzano-Merano, fermata Ponte d’Adige, e i musei di Brunico e Plan de Corones con stop alla stazione di Brunico, tra Fortezza e San Candido. Il primo


domina la città di Bolzano ed è un buon punto di partenza. Il percorso espositivo si snoda tra le torri, le sale e i cortili della rocca, offrendo al visitatore una visione d’insieme dell’universo montagna. Dal capoluogo del Sud Tirolo alla Val Venosta, il museo Juval è all’interno di una fortezza medievale. Qui sono esposti reperti provenienti dal Tibet e oggetti di culto africani, indiani e nepalesi. Nella stessa valle, a Solda, a 1.900 metri in una moderna struttura sotterranea è allestito l’Ortles: un viaggio attraverso due secoli di storia degli attrezzi usati nell'arrampicata su ghiaccio e nelle spedizioni ai poli. Accanto, la trattoria Yak&Yeti propone specialità delle montagne sudtirolesi e himalayane. Gli altri due spazi sono in Val Pusteria. Il Ripa si trova nel Castello di Brunico e racconta i popoli delle montagne, con oggetti di Sherpa, Incas, Tibetani e Mongoli. Infine l’ultimo, aperto nel 2015,

© www.wisthaler.com - Harald Wisthaler

IN QUOTA

Una sala del Messner Mountain Museum a Plan de Corones

© Nicolas Brodard

Scarpe e taccuino Tappeiner al Messner Mountain Museum Dolomites sul Monte Rite

Il violoncellista Gautier Capucon

è sulla cima di Plan de Corones, a 2.275 metri ed è dedicato alla storia dell’alpinismo e alla vita degli scalatori. Progettato dall’architetto Zaha Hadid ai margini del più spettacolare belvedere in quota del Sudtirolo. Qui in estate, nei prati circostanti, staziona anche un gruppo di yak portati dallo stesso Messner. Terminata la visita in Alto Adige si passa in Veneto, sul Monte Rite (2.181 metri). Allestito in un forte della Grande guerra e interamente dedicato all’elemento roccia, il museo racconta la storia dell'esplorazione e dell’alpinismo dolomitico attraverso dipinti, fossili e altri reperti. messner-mountain-museum.it

MUSICA IN QUOTA

Le note della musica classica risuonano nel capoluogo dell’Alto Adige e in luoghi montani come Castelrotto, Caldaro e Soprabolzano. L’occasione è il Bolzano Festival Bozen che dal 26 luglio al 29 agosto riunisce in un’unica piattaforma varie rassegne e appuntamenti come Antiqua, dal repertorio barocco, l’Accademia Gustav Mahler, che celebra le melodie di Brahms, e il Concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni, con il suo richiamo di artisti proveniente da tutto il mondo. bolzanofestivalbozen.it

82

LF

LUG2018


FRECCE + BUS

IN UN’UNICA SOLUZIONE DI VIAGGIO Offerta disponibile per viaggi sia di andata che ritorno. Il biglietto dell’autobus è acquistabile, nel limite dei posti disponibili, solo in combinazione al servizio FRECCIA proposto dai sistemi di vendita Trenitalia. I collegamenti da/per Sorrento, Pompei, Cecina e Piombino sono disponibili solamente venerdì, sabato e domenica dal 10/06/2018 al 16/09/2018; i collegamenti per Gallipoli, Otranto e Marina di Ugento/Torre S. Giovanni sono disponibili solamente sabato e domenica dal 10/06/2018 al 16/09/2018. Il collegamento da/per le località di montagna è disponibile sabato e domenica, dal 30/06/2018 al 02/09/2018. L’offerta subisce variazioni in alcuni periodi dell’anno. Condizioni valide al 05/06/2018. Maggiori informazioni su trenitalia.com


IN CENTRO di Federica De Denaro [Giornalista e conduttrice di Linea Verde Estate]

VITERBO-PORTA ROMANA 38 TRENI REGIONALI AL GIORNO VITERBO> CIVITA DI BAGNOREGIO Cotral

© ValerioMei/AdobeStock

servizi.cotralspa.it

Calanchi, Civita di Bagnoregio

CUORE D’ITALIA

I CALANCHI DI CIVITA DI BAGNOREGIO, NARNI, ORVIETO E IL POZZO DI SAN PATRIZIO. IN TOUR DAL LAZIO ALL’UMBRIA CON LINEA VERDE ESTATE

L’

itinerario che ho scelto per La Freccia parte dai calanchi di Civita di Bagnoregio (VT) che, se non li avete mai visti, meritano veramente, sono di una bellezza da togliere il fiato. Si tratta di particolari forme di erosione create da agenti atmosferici come le acque pluviali. 85

LF

LUG2018

Il paesaggio che regala questa area particolare è unico, soprattutto al tramonto e da specifici punti di osservazione panoramici che valorizzano le variazioni di luminosità. Osservando la rupe su cui poggia Civita di Bagnoregio si notano le diverse stratificazioni geologiche, dal basso verso l’alto


IN CENTRO

© Mi.Ti./AdobeStock

NARNI-AMELIA 32 TRENI REGIONALI AL GIORNO

Narni

© robiextrafa/AdobeStock

troviamo basamenti calcarei e argille sabbiose, sulle quali poggiano altre sabbie e conglomerati. In una sessantina di chilometri si arriva a Narni (TR). Forse pochi sanno che questo bellissimo (anche un po’ magico) borgo medievale ha realmente ispirato Le cronache di Narnia, la serie di romanzi fantasy per ragazzi di C.S. Lewis. L’autore ha creato un mondo immaginario ispirandosi a questa fantastica cittadina umbra. Non c’è niente di meglio, quindi, di coinvolgere i più piccoli in una passeggiata per le strade narnesi alla scoperta di monumenti come Ponte Augusto, Palazzo dei Priori, la Rocca di Albornoz, l’acquedotto romano di Formina, la fonte di Feronia, la cattedrale e

Pozzo di San Patrizio, Orvieto

86

LF

LUG2018


IN CENTRO

© stevanzz/AdobeStock

ORVIETO 21 TRENI REGIONALI AL GIORNO

Orvieto La conduttrice di Linea Verde Estate, Federica De Denaro

l’abbazia di San Cassiano, ritrovando gli stessi luoghi del libro e del film a esso ispirato. Se si pensa a quello che è stato costruito fuori Londra per Harry Potter, cose meravigliose ma del tutto finte, noi che le abbiamo vere dovremmo valorizzarle di più. È anche un modo per fare assaporare ai giovanissimi il gusto del viaggio, della scoperta e della conoscenza attraverso il gioco. Ancora nel cuore dell’Italia peninsulare, merita una tappa il Pozzo di San Patrizio, a Orvieto, una riserva misteriosa e piena di ricchezze. A questo capolavoro di ingegneria rinascimentale profondo oltre 50 metri si accede tramite rampe elicoidali a senso unico. L’atmosfera affascinante e magica che emana induce i turisti a gettarvi

Orvieto

LINEA VERDE ESTATE In onda ogni domenica alle 12 su Rai1 gli itinerari di Federica De Denaro e Federico Quaranta. Come due turisti, i conduttori esplorano alcuni dei luoghi più belli e particolari d’Italia, con un occhio di riguardo per l’agricoltura e le eccellenze enogastronomiche. Seguendo la filiera produttiva dalla terra al piatto, compiono suggestivi viaggi culturali dedicati alla bellezza. raiplay.it

88

LF

LUG2018

monetine con la speranza di tornarvi o di vedere aumentati i propri denari. Da qui si prosegue poi sulle orme etrusche, romane e medievali del borgo come il Duomo, cattedrale della diocesi cittadina e capolavoro di architettura gotica. La facciata è decorata da una serie di bassorilievi e sculture realizzati dall’architetto senese Lorenzo Maitani. Consiglio anche la Cappella di San Brizio, con il celebre ciclo di affreschi di Luca Signorelli sul tema del Giudizio universale, e l’Abbazia di San Severo e Martirio, complesso monastico con strutture altomedievali e di epoca romanica. Per finire in bellezza è essenziale fare visita a una delle cantine orvietane per assaggiare dell’ottimo vino accompagnato da prelibatezze locali. LF


© Jackfrog/AdobeStock

SLOW TRAVEL di Carla Diamanti

DESPERATELY SEEKING REL AX CAMMINARE SCALZI NEI BOSCHI, VIVERE DA EREMITI, STACCARSI DAI SOCIAL, FARSI CULLARE DALL’ACQUA: ECCO DOVE TRASFORMARE LA VACANZA IN UN’ESPERIENZA TOTALMENTE RILASSANTE

V

ogliamo viaggiare, partire, scoprire, conoscere. Ma alla fine di un anno di superlavoro ci capita di sognare una cosa sola: rifugiarci da qualche parte per staccare la mente e ricaricare le batterie. Su e giù per l’Italia esistono luoghi in cui la vacanza diventa un vero e proprio rimedio antistress grazie alle attività proposte o all’ambiente unico. La natura, e soprattutto i boschi, sono gli ingredienti principali del soggiorno all’Oasi Zegna, un ampio angolo di verde sulle alture biellesi voluto da Ermenegildo Zegna, fondatore della

celebre azienda di tessuti, innamorato della sua terra. Qui l’invito è di togliersi le scarpe e di praticare il barefooting, cioè camminare a piedi nudi su prati, rocce o immersi nella vegetazione. Perché? Il contatto con la terra ha effetti straordinari sulla postura, sulla circolazione del sangue e sulla muscolatura. Se si aggiunge il senso di libertà, il profumo delle essenze del legno e delle foglie, il risultato è garantito, come prova il successo che questa attività sta ottenendo in giro per il mondo. Chi preferisce il mare può provare la 91

LF

LUG2018

gioia di passeggiare a piedi scalzi sui ciottoli vulcanici della spiaggia di Maratea (PZ), in Basilicata. Villa Cheta, un’elegante residenza liberty a strapiombo sulla costa, invita i suoi ospiti a seguire in questa maniera il percorso sensoriale attraverso il suo parco di buganvillee e gelsomini fino alla terra primordiale o alla spiaggia, dove coloro che decidono di sposarsi qui possono anche celebrare il matrimonio without shoes. Le virtù rilassanti dell’acqua termale si scoprono invece all’Adler Thermae Spa & Relax Resort di Bagno Vignoni


SLOW TRAVEL

WALKING BAREFOOT IN THE WOODS, LIVING LIKE HERMITS, TAKING A BREAK FROM SOCIAL MEDIA, ALLOWING ONESELF TO BE LULLED BY WATER: HERE IS HOW TO TURN YOUR HOLIDAY INTO A PERFECTLY RELAXING EXPERIENCE

W

e all feel the need to travel, to set off, to discover, to experience new things. But at the end of a tough year at work, we find ourselves with only one dream in our head: to take refuge somewhere, to unplug our mind and recharge our batteries. Throughout Italy there are places where holidays become an anti-stress treatment thanks to the activities on offer and the unique environment. Nature, and above all woods, are the main ingredients of stays in the Oasi Zegna, a wide expanse of green in the

Biellese Alps created by Ermenegildo Zegna, the founder of the famous textile company who loved his home land. Visitors are encouraged to take off their shoes and try barefooting, in other words, to walk on grass, rocks or through the vegetation barefoot. Why? Contact with earth has extraordinary benefits on posture, on circulation and muscle tone. When you add the feeling of freedom, the scent of different types of wood and leaves, the result is guaranteed, as proved by the success that this activity has all over the world. People who prefer the seaside can try

Oasi Zegna (BI)

© photomorphic pte. ltd./AdobeStock

© Giovanni Caccamo

(SI), dove il top dell’esperienza per lasciarsi alle spalle mesi di fatica è il watsu, cioè lo shiatsu praticato in una vasca circondata dal verde della Val d’Orcia. Basta chiudere gli occhi e abbandonarsi alle cure del terapeuta che guida il corpo in una serie di movimenti per renderlo più leggero, aiutando a liberarsi delle tensioni accumulate. In Umbria, nella tenuta del Castello di Petroia, mente e spirito si uniscono seguendo scalzi un tratto del percorso francescano per la pace, fra Gubbio e Assisi. Dalla piscina circondata dagli ulivi del maniero medievale, affacciato su grandi vallate con boschi e pascoli, ci si addentra sui sentieri circostanti senza scarpe, proprio come fece San Francesco in questa stessa zona. Scendendo molto più a sud, il mare incontra le proprietà del bergamotto alla Bergamia Thalasso Spa, il centro

Villa Cheta, Maratea (PZ)

© Camilla Marazzi

CARLA DIAMANTI, THE TRAVEL DESIGNER

Viaggiatrice e giornalista, trasforma i luoghi in guide, reportage e itinerari tagliati su misura. Da oltre 30 anni collabora con riviste nazionali, editori, tour operator, centri di formazione e università, radio e televisione. Esprit nomade, ha spostato valigie e residenza da Roma agli Stati Uniti, in Medio Oriente, Haiti e in giro per l’Europa. Da 15 anni vive a Parigi, che esplora in lungo e in largo e di cui scrive. Ha creato il concept di viaggio thetraveldesigner.it Traveller and journalist, she turns places into made-to-measure guide books, in-depth articles and itineraries. For over 30 years she has collaborated with national magazines, publishers, tour operators, training centres and universities, radio and television. With a nomadic spirit, she has taken her suitcases and her home from Rome to the US, to the Middle East, Haiti, and all over Europe. For the last 15 years she has lived in Paris which she is exploring every nook and cranny of and writing about. She created the travel concept thetraveldesigner.it

92

LF

LUG2018


DISCOVER THE

I TA L I A N S E C R E T S - FIRENZE -

LA COSTRUZIONE DEL CORRIDOIO VASARIANO PREVEDEVA L’ABBATTIMENTO DELLA TORRE DEI MANNELLI IN CIMA A PONTE VECCHIO. LA FAMIGLIA RIUSCÌ AD OPPORSI E GIORGIO VASARI DOVETTE MODIFICARE IL SUO PROGETTO FACENDO PASSARE IL CORRIDOIO ATTORNO ALLA TORRE.

www.atahotels.it | www.unahotels.it +39 02 69826982 B A R I B E N E V E N T O B I E L L A B O L O G N A C ATA N I A MILANO MODENA NAPOLI ORVIETO ROMA

GRUPPO UNA È PARTNER

CESENA FERRARA SIENA SIRACUSA

FIRENZE FORTE DEI MARMI GIARDINI NAXOS LODI TA O R M I N A T O R I N O VA R E S E V E N E Z I A V E R S I L I A

GUADAGNA PUNTI CARTAFRECCIA DURANTE I TUOI SOGGIORNI. SCOPRI COME SUI NOSTRI SITI


VIAGGIARE INSIEME IN TRENO CONVIENE SEMPRE. Con la nuova offerta INSIEME se viaggi in gruppi da due a cinque persone hai il 30% di SCONTO sul prezzo base dei biglietti.

Scopri di più su trenitalia.com

L'offerta è valida su tutti i treni nazionali (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity e ICN), in 1^ e in 2^ classe, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard, nelle cuccette e nei vagoni letto. Sono esclusi i treni Regionali, il livello di servizio Executive, le vetture Excelsior e la prenotazione del posto nei salottini. Il numero di posti è limitato e variabile in base al treno e alla classe o al livello di servizio. Lo sconto del 30% non è cumulabile con altre riduzioni fatta eccezione per quella prevista in favore dei ragazzi fino a 15 anni. La promozione è acquistabile fino al giorno precedente la partenza del treno. Il cambio e il rimborso non sono consentiti.


benessere del prestigioso Capovaticano Resort affacciato sulla candida spiaggia della Costa degli Dei, nella provincia di Vibo Valentia. In questo tempio contemporaneo, il relax di mente e corpo si raggiunge grazie alle proprietà e al profumo degli agrumi. Passando sulla costa opposta, nel Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento (LE), Vivosa Apulia Resort è la prima struttura con un programma specifico basato su mindfulness in pineta, arti orientali, mysi, yoga, equitazione ai quali si aggiungono laboratori sull’energy cooking e sulla salute attraverso l’alimentazione. Tutt’altra meditazione, infine, nei monasteri, da Bose in provincia di Biella, all’eremo di S. Alberico in Emilia Romagna. Qui, immersi nel silenzio totale, si seguono i ritmi della vita monastica, dalla sveglia all’alba alle preghiere, dai pasti frugali alle riflessioni. Ci vuole coraggio per affrontare questo tipo di isolamento, bisogna saper resistere alla voglia di ripensarci e seguire, almeno per un fine settimana, una disciplina ferrea. Chi non se la sentisse può sempre provare la versione soft, ma deluxe, proposta dal Castello di Spessa, un golf & wine resort fra le colline del Collio, in provincia di Gorizia. Propone weekend e soggiorni digital detox per depurarsi dagli effetti nocivi dei dispositivi dai quali più o meno dipendiamo tutti.

© Thaddaeus Salcher Pufels

SLOW TRAVEL

Adler Thermae Spa & Relax Resort, Bagno Vignoni (SI)

the pleasure of walking barefoot on the volcanic pebbles of the beach of Maratea (Potenza) in Basilicata. Villa Cheta, an elegant Art Nouveau villa overlooking the sea, invites its guests to shed their footwear to follow the sensory path through its gardens of bougainvillea and jasmine leading to primeval earth or the

Vivosa Apulia Resort, Marina di Ugento (LE)

95

LF

LUG2018

beach, where those who chose the villa as their wedding venue can even to get married without shoes. The relaxing properties of spa water can be discovered at the Adler Thermae Spa & Relax Resort of Bagno Vignoni (Siena) where the best experience to slough off months of tiredness is watsu, which is shiatsu performed in a pool surrounded by the green of Val d'Orcia. Just close your eyes and abandon yourself to the therapists' hands as they guide your body through a series of movements that leave it lighter, helping to free some of the accumulate tensions. In Umbria, in the estate of Castello di Petroia, mind and spirit come together as one follows part of the Franciscain trail for peace barefoot. From the medieval manor's pool surrounded by olive trees, overlooking broad valleys with woods and pastures, visitors proceed along surrounding paths without shoes, exactly as Saint Francis once did here. Moving a lot further south, the sea comes together with the benefits of


SLOW TRAVEL

Nel suo grande casale fra le vigne, dove è bandita ogni connessione wireless, ci si può dimenticare della Rete e riconquistare il proprio tempo lontano da tablet e smartphone. Invece dei messaggini, i villeggianti sono invitati a leggere le frasi degli ospiti illustri del maniero, tra cui Casanova, riportate sulle insegne in ferro battuto che scandiscono le tappe della passeggiata letteraria fra gli alberi secolari del parco. LF oasizegna.com villacheta.it info.adler-thermae.com petroia.it capovaticanoresort.it vivosaresort.com monasterodibose.it eremosantalberico.it castellodispessa.it

bergamot at Bergamia Thalasso Spa, the wellbeing centre of the prestigious Capovaticano Resort on the white sand of Costa degli Dei in the province of Vibo Valentia. In this contemporary temple, body and soul relaxation are achieved thanks to the properties and scent of citrus fruit. Crossing over to the opposite coast, in the Parco Naturale Regionale Litorale of Ugento (Lecco), Vivosa Apulia Resort is the first structure with a specific programme based on mindfulness among the pine trees, oriental arts, mysi, yoga, horse riding and alongside workshops on energy cooking and on health through diet. Lastly, a different form of meditation, in monasteries, from Bose in the province of Biella, to the hermitage of S. Alberico in Emilia Romagna. Here,

immersed in total silence, visitors follow the rhythm of monastic life, from waking up at dawn to prayers, from frugal meals to reflection. It takes courage to cope with this type of isolation; one needs to be able to resist the temptation to give up, and follow, at least for a weekend, rigid discipline. People who do not feel up to it can try the gentler, deluxe version, offered by Castello di Spessa, a golf & wine resort in the hills of Collio in the province of Gorizia. It offers weekends and digital detox stays, to take a break from the devices we are all more or less addicted. In its large farmstead in the vineyards, where wireless connectivity is banned, visitors can purge themselves from the web and rediscover life without smartphones or tablets. Instead of the digital messages, visitors are encouraged to read sentences by illustrious guests of the manor, including Casanova, copied out onto wrought-iron panels that punctuate the stages of the literary walk among the ancient trees in the park. LF

CHIGIANA SOUNDING TIMES

Castello di Spessa (GO) 96

LF

LUG2018

L’edizione 2018 dell’evento Chigiana International Festival & Summer Academy torna a impreziosire l’estate senese. Dal 6 luglio al 31 agosto presenta un ampio cartellone di concerti in luoghi suggestivi, un focus sul compositore tedesco Karlheinz Stockhausen, conferenze, masterclass a porte aperte, corsi laboratorio e formazioni inedite di giovani talenti e celebri interpreti. Per la prima volta studio, produzione e grande spettacolo diventano una cosa unica, con particolare attenzione al rapporto tra suono e tempo in musica.  A.T. The 2018 edition of the Chigiana International Festival & Summer Academy is once enriching the Sienese summer. From 6 July to 31 August it offers an extensive programme of concerts held in evocative venues, with a special focus on the German composer Karlheinz Stockhausen, with lectures, free-access masterclasses, workshop courses and unique training opportunities for young talents and famous musicians. For the first time, study, production and spectacle become a single unit, with a special focus on the relationship between sound and tempo in music. chigiana.it AccademiaChigiana Chigiana


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

97

LF

LUG2018


SEA MUSEUM di Silvia Del Vecchio GENOVA 2 2 12 AL GIORNO 1 CORSA BUSITALIA FAST AL GIORNO (ESCLUSO IL MARTEDÌ)

ILMARE

AL MUSEO 98

LF

LUG2018


DAL TIRRENO ALL’ADRIATICO, TOUR FRA I LUOGHI CHE CUSTODISCONO I TESORI STORICO-NAVALI ITALIANI

P

rovare il brivido della tempesta a bordo di una scialuppa di salvataggio o passeggiare lungo ormeggi che hanno abbracciato la più grande flotta di barche storiche dell’Adriatico. Succede al Galata di Genova e al Museo della Marineria di Cesenatico. In ogni regione costiera d’Italia ci sono musei del mare, luoghi affascinanti e a volte sconosciuti che custodiscono una parte importante della storia del nostro Paese. L’Italia ha ottomila chilometri di litorale e tradizioni millenarie poco valorizzate: proprio per questo a gennaio è partita l’iniziativa Museo Navigante, che raccoglie e promuove 72 sedi archeologiche, storico-navali, etnografiche e naturalistiche, sotto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Si parte dal Galata di Genova, promotore del progetto oltre che il più grande museo del mare italiano e uno dei primi del Mediterraneo, che attrae e fa divertire anche i bambini. Nello specchio d’acqua antistante si

può visitare un sommergibile, mentre al terzo piano si raccontano le migrazioni di ieri e di oggi. A La Spezia merita una visita la Sala delle polene del Museo Tecnico Navale della Marina Militare. A Porto Venere, invece, si nasconde la sede museale più piccola d’Italia: il Cantiere della Memoria dà il benvenuto con una splendida parata di barche d’epoca e una mostra sulla storia dei fari presso l’isolotto militare del Tino, aperto una volta al mese su prenotazione. Per capire Livorno è bene cominciare dal Port Center: nella Fortezza Vecchia si apprende il funzionamento dei porti e negli ex magazzini FS sono in mostra il navicello Pilade, il rimorchiatore Marzocco e la motonave Gregoretti. Da qui prua sull’isola d’Elba, diretti al Museo del Mare di Capoliveri che custodisce il relitto del Polluce, uno dei più importanti d’Europa per la ricchezza dei reperti ritrovati e le tecniche di recupero utilizzate. Sancta sanctorum della cultura

CESENATICO 38 TRENI REGIONALI AL GIORNO

© Gianni Grazia

Museo Galata

Sezione galleggiante del Museo della Marina 99

LF

LUG2018


SEA MUSEUM

SANTA SEVERA 42 TRENI REGIONALI AL GIORNO

© merlofotografia.com

Museo del Mare e della Navigazione antica

GALATACQUARIO

Un’immersione totale nel mondo marino con un unico biglietto che comprende l’ingresso all’Acquario di Genova, al Galata e al sommergibile Nazario Sauro, la prima nave museo d’Italia visitabile in acqua. Oltre 70 ecosistemi e 12mila specie animali e 200 vegetali in 27mila m2, con tanto di baia degli squali, vasca dei pinguini e delfinario, oltre a tante attività pensate ad hoc per adulti e bambini, stupiscono nel più grande acquario d’Europa lasciando inalterato il fascino di creature meravigliose. Chi invece raggiunge l'Acquario con i treni regionali ottiene 5 euro di sconto sul biglietto d'ingresso. acquariodigenova.it acquariodigenova

101

LF

LUG2018

marinara del nostro Paese, a Venezia il Museo Storico Navale della Marina Militare comprende 32 sale più l’immenso Padiglione delle Navi, da visitare per primo se si ha poco tempo. A Chioggia, invece, nella sede di Zoologia adriatica Giuseppe Olivi si viene accolti da uno squalo elefante di oltre otto metri pescato nel 2003. Una tappa obbligata per ammirare rarissime collezioni di animali marini dell’800. Uno spettacolo che non ci si aspetta è a Cesenatico (FC), dove il Museo della Marineria presenta una decina di imbarcazioni storiche con tanto di vele in estate e basi per il presepe galleggiante d’inverno. Il posto giusto per comprendere come hanno imparato a navigare Greci, Etruschi e Romani è il Museo del Mare e della Navigazione antica presso il Castello di Santa Severa (RM), che affaccia dove


SEA MUSEUM

MEDITERRANEA Un affresco in danza racconta un mare che ha forgiato la storia e il carattere degli italiani e che nei secoli ha ispirato canti e balli. Mediterranea, del coreografo Mauro Bigonzetti, vede 18 ballerini di Daniele Cipriani Entertainment impegnati in una navigazione immaginaria costruita su un collage di musiche di Mozart, Ligeti e Palestrina mescolate a note dei Paesi mediterranei, con momenti d’insieme alternati a passi a due. Protagonisti maschili l’Uomo di Terra (Umberto De Santis) e l’Uomo di Mare (Francesco Moro), alter ego l’uno dell’altro come un andirivieni delle onde. Molte le tappe della tournée estiva, tra cui Como il 6 luglio, Torino sabato 7, Firenze il 10, Ostia Antica (RM) il 14, Spoleto il 21 e Minturno (LT) venerdì 3 agosto. danielecipriani.it danieleciprianientertainment una volta sorgeva l’antico porto di Pyrgi. Proseguendo verso sud, a Gaeta (LT) ha sede un vero e proprio scrigno d’arte marinaresca, ricostruito attraverso due secoli di storia delle Fiamme Gialle: il Museo Storico del Servizio Navale e della Scuola nautica della Guardia di Finanza, visitabile su prenotazione. Si può poi puntare dritti all’isola di Ventotene, le cui vicende sono narrate nel Museo Civico

Storico e Archeologico anche attraverso i relitti di navi romane affondate lì vicino. In Campania avevano e hanno sede grandi società armatoriali e proprio da qui, nei secoli, è giunto personale agli equipaggi di tutto il mondo. Il Museo del Mare di Napoli, con la bellissima Sala delle Navi, custodisce una storia fatta di viaggi, migrazioni, scoperte e invenzioni. A Pioppi, frazione di Pollica (SA),

NAPOLI 82 8 4 AL GIORNO 2 CORSE BUSITALIA FAST AL GIORNO (ESCLUSA LA DOMENICA)

Museo del Mare 102

LF

LUG2018

il MuSea riesce a rappresentare i principali ambienti mediterranei attraverso tre sale e 11 acquari. Scendendo in Calabria, le memorie del mare si mescolano con quelle archeologiche delle città della Magna Grecia. Un must è il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna (KR), mentre chi preferisce un’esperienza subacquea può fare immersioni guidate nell’area del Museo e Parco archeologico dell’antica Kaulon, a Monasterace (RC). In Sicilia, unica regione dotata di una Soprintendenza del mare, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Si va dalla Sala dei fari di Forte San Salvatore a Messina, dov’è stata anche ricostruita la stanza del guardiano con oggetti originali, al SirmuMa di Siracusa tra percorsi che raccontano la progettazione delle barche tipiche, le attività del fabbro e del fonditore; dal Museo del Mare di Licata (AG), che conserva un’importante collezione di ancore, a quello di Sciacca, dove sono invece le anfore a testimoniare la vivacità dei traffici marittimi. Infine si sbarca sulle isole: a Favignana (TP) c’è la sede espositiva più grande d’Italia, presso l’ex stabilimento Florio per la lavorazione del tonno, mentre Marettimo mette in mostra le imprese dei suoi pescatori fino in California e nelle gelide acque dell’Alaska. LF museonavigante.it museonavigante


SINGLE WITH KIDS di Laura D’Alessandro

© Leonid & Anna Dedukh/AdobeStock

SMALL FAMILY BIG FUN

104

LF

LUG2018


CONSIGLI DI VIAGGIO (E DI SOPRAVVIVENZA) PER GENITORI SINGLE CON BIMBI AL SEGUITO

A

lcuni sfoggiano profonde occhiate dovute alla spasmodica ricerca di informazioni su Internet. Altri ostentano tranquillità e sicurezza, salvo poi fare scorta di guide e manuali. I genitori single, si sa, non sempre hanno vita facile, ma i veri nodi vengono al pettine d’estate, quando arriva il momento di organizzare le vacanze con i figli. Dove andare? Cosa fare? Come farli divertire? Sono interrogativi che rischiano di togliere il sonno anche al papà più navigato o alla mamma travel addicted. In Italia i nuclei familiari in formato mini, ovvero monoparentali, sono in aumento: secondo l’ultimo censimento Istat sono oltre due milioni e 600mila, il 16% del totale. Ma non solo. Può accadere che madre e padre abbiano le ferie in momenti diversi e si alternino con i bambini oppure che una zia o un nonno accompagni il nipotino fuori città. Molti operatori turistici si sono attrezzati per proporre sconti e soluzioni ad hoc, ma spesso programmare un viaggio che accontenti grandi e piccini non è impresa facile. Ecco quindi qualche suggerimento utile per non sbagliare. Prima di partire, i genitori soli possono trovare consigli preziosi sul web, grazie a community come Smallfamilies e GenGle. Luoghi di incontro virtuali che puntano a offrire sostegno nella vita reale, anche su un argomento “leggero” ma importante come la villeggiatura. «Le famiglie a geometria variabile, come le chiamiamo noi, rappresentano una fetta di mercato in costante espansione e il sistema della ricettività sta seguendo questo cambiamento», dice Gisella Bassanini, presidente dell’associazione Smallfamilies. 105

LF

LUG2018

«Quando si sceglie un albergo o un villaggio, è bene valutare quali servizi di assistenza sono riservati ai piccoli, ma anche la presenza di attività e occasioni di socializzazione per i grandi. Per non sentirsi mai soli e godere appieno della pausa estiva». Per scoprire nel dettaglio destinazioni e promozioni si possono poi consultare blog e siti dedicati alle vacanze family friendly. Fra i più noti c’è Bimboinviaggio.com, che ha una sezione specifica per i single con prole al seguito. «Alcune regioni sono più attente di altre a queste esigenze, prime fra tutte il Trentino e l’Emilia Romagna», spiega la fondatrice del portale, Chiara Rosati. «Oggi, comunque, esistono numerose alternative. Alcune catene di villaggi hanno cominciato a offrire riduzioni e ci sono terme che hanno introdotto i mini club. Se si dispone di un budget limitato, inoltre, si può optare per i campeggi dotati di animatori e babysitter». Chi è a corto di idee può visitare Bimbieviaggi.it, dove Milena Marchioni racconta le avventure della sua famiglia globetrotter, e Thefamilycompany.it, il diario virtuale di Valentina Cappio, mamma separata che ha girato il mondo con i suoi due figli. Su Italyfamilyhotels.it si può scegliere fra 107 strutture in tutta la Penisola, al mare e in montagna, mentre il sito Single con bambino riunisce le proposte di Evolution Travel, network di consulenti turistici. Insomma, c’è una luce in fondo al tunnel anche per i meno esperti. Rilassarsi e divertirsi assieme ai propri pargoli non è una mission impossible e in quanto a mete c’è l’imbarazzo della scelta. Se si vuole vincere facile e si predilige la montagna, basta prenotare al Grand Hotel Cavallino Bianco di Ortisei (BZ), in Val Gardena. Premiato come migliore struttura al mondo per famiglie dal Travelers’ Choice Awards 2018 di Tripadvisor, è considerato un vero paradiso, grazie ai tanti servizi per i villeggianti in erba: parco giochi, teatro, cinema, bike school, beach club e tanto altro. Per una permanenza di almeno tre giorni di un adulto con uno o due


© djoronimo/AdobeStock

SINGLE WITH KIDS

barca a vela o in catamarano? Che sia in Liguria, Toscana o Sicilia, la crociera è un’esperienza indimenticabile. In tal caso, è sufficiente iscriversi a Sailsquare, piattaforma online che connette skipper e turisti, e valutare i tanti itinerari disponibili, alcuni dei quali pensati appositamente per famiglie small. In campeggio con papà è invece una tre giorni di gioco e condivisione, con pernottamento in tenda, per bambini tra i sei e i 13 anni, promossa da Motus Mundi Centro per la Mindfulness nei boschi di Roveré Veronese (VR). Anche Ischia è una meta ideale per stare a contatto con la natura: si può giocare a nascondino nei due ettari dei giardini La Mortella, fra tremila specie

© Roberto Zocchi/AdobeStock

bambini sotto i 14 anni è prevista una riduzione del 25% su alcune tipologie di camera. Gli amanti del mare, invece, possono optare per una delle località che hanno ricevuto la Bandiera Verde, il marchio di qualità assegnato dai pediatri italiani. Sulla costa romagnola, per esempio, ce ne sono tante, imperdibili soprattutto per gli appassionati di parchi tematici. Da quello dei dinosauri ospitato all’interno dell’Hotel Major di Pinarella di Cervia (struttura che prevede pacchetti single+bambino) all’Italia in Miniatura di Rimini e all’Acquario di Riccione, oltre ai parchi Oltremare e Aquafan. E perché non prendere il largo su una

di piante esotiche, ruscelli, laghetti e formazioni rocciose pittoresche, oppure fare trekking sul monte Epomeo, la vetta più alta dell’isola, partecipando alle escursioni organizzate dall’Hotel Le Canne, dove un genitore o un nonno con un bimbo fino a 12 anni hanno sempre lo sconto del 50% sul soggiorno. In Puglia, pochi chilometri a nord di Otranto, è consigliato visitare l’oasi protetta dei laghi Alimini e poi rilassarsi sulle spiagge dalle sembianze caraibiche della Baia dei Turchi, approfittando della riduzione offerta dall’Hotel Club Koinè: adulto e piccolo fino a 14 anni pagano una quota e mezza. Agevolazioni anche per chi sceglie il mare di San Teodoro, rinomato borgo sulla costa nordorientale della Sardegna. Al Bungalow Club Village genitore e due bambini (da zero a 11 anni) pagano due sole quote e possono raggiungere comodamente luoghi suggestivi come la laguna, punto di sosta dei fenicotteri rosa nei periodi migratori, e Cala Ghjlgolu, che sorprenderà tutti con la sua famosa roccia a forma di tartaruga. Infine, gli esploratori senior e junior più rilassati si divertiranno con l’associazione Avventure nel mondo, che alle famiglie propone, per esempio, un tour di dieci giorni alla scoperta delle isole Eolie. Per restare aggiornati sugli itinerari in programma basta iscriversi al gruppo Facebook avventurefamily. Non resta allora che prenotare e fare le valigie, lasciando a casa le ansie tipiche del genitore solo. Small è bello e in viaggio è ancora meglio! LF

106

LF

LUG2018


rimini 21 luglio 2018

la prima fun race non competitiva in italia! per iscrizioni: www.cartoonrun.it


FRECCE TRENITALIA ALTA VELOCITÀ, MASSIMO COMFORT

110 114 116 118 121 124

© FS Italiane | PHOTO

OFFERTE E SERVIZI PROMOZIONI FOOD ON BOARD PORTALE FRECCE CARTAFRECCIA NETWORK / / ROUTES / / FLOTTA

109

LF

LUG2018


© JenkoAtaman/AdobeStock

OFFERTE E SERVIZI

BAGAGLIO FACILE 5x4 PER SPEDIRE I PROPRI BAGAGLI A PREZZI SPECIALI CON TRENITALIA E TNT uest’estate viaggiare con Trenitalia diventa ancora più comodo e conveniente. Grazie alla partnership con Tnt, per la bella stagione la società del Gruppo FS offre una speciale promozione che consente a famiglie, coppie con bambini

anche piccoli o gruppi di amici di programmare le vacanze in treno, viaggiando leggeri e senza valigie. Nasce infatti Bagaglio Facile 5x4: fino al 30 settembre chi sceglie di spostarsi con Frecce, Intercity, Intercity Notte, Eurocity e Eurocity Night verso le oltre 100 località

Maggiori dettagli per l’attivazione dell’offerta sul sito trenitalia.com alla voce Offerte e Servizi

110

LF

LUG2018

previste dall’accordo, indicando il Pnr di viaggio sul modulo online e selezionando l’opzione “5 bagagli”, può farsi recapitare trolley e borsoni direttamente nell’hotel o all’indirizzo di soggiorno al prezzo speciale di 65 euro, anziché 85. Per una vacanza a tutto relax.


© Drobot Dean/AdobeStock

NOLEGGIO AUTO CON CONDUCENTE

TROVITALIA Un’app per conoscere migliaia di indirizzi utili e vivere esperienze su misura nelle principali città del Belpaese. Ideata dalle Guide di Repubblica e disponibile gratuitamente per iOS e Android, consente di programmare una visita personalizzata alla scoperta di luoghi d’arte, ristoranti, botteghe del gusto, centri benessere e negozi di artigianato accuratamente selezionati. Oltre 200 itinerari in base al tempo a disposizione, anche per brevi distanze. Ciliegina sulla torta, Trovitalia segnala tutte le mostre e gli eventi in promozione per i clienti Trenitalia. trovitalia.info

© FS Italiane | PHOTO

Trenitalia, in collaborazione con Your Personal James, offre il nuovo servizio di prenotazione noleggio auto con conducente scontato del 12% da e per le principali città italiane: Bari, Brindisi, Bergamo, Bologna, Bolzano, Catania, Firenze, Genova, Lamezia Terme, Lecce, Lucca, Matera, Milano, Monopoli, Modena, Napoli, Palermo, Parma, Pisa, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Siena, Trieste, Torino, Treviso, Venezia, Mestre, Verona. È possibile prenotare il trasferimento all’interno della città verso la stazione oppure da un punto all’altro, anche in ambito extraurbano. In più, si può avere a disposizione una vettura per alcune ore, con kilometraggio incluso. Per info e prenotazioni, consultare il sito frecciatransfer.com.

111

LF

LUG2018


© Magalice/AdobeStock

OFFERTE E SERVIZI

ESTATE TRENITALIA TRENO E TRAGHETTO A PREZZI SCONTATI Trenitalia e le maggiori compagnie marittime insieme per offrire viaggi in treno e traghetto a tariffe agevolate, promuovendo così un turismo integrato, conveniente e sempre più sostenibile. Che la scelta siano le isole Eolie, le Pontine, Ischia e Procida oppure la Sicilia e la Grecia, tanti i vantaggi treno+nave. Gli accordi consentono ai titolari di un biglietto

Trenitalia di avere uno sconto del 20% con Snav su tutte le rotte in convenzione, del 15% con il Gruppo Caronte & Tourist e Liberty Lines e del 20% sul biglietto nave di sola andata e del 30% sul ritorno, se acquistato contestualmente all’andata, con Anek Lines & Superfast Ferries. Ai soci CartaFRECCIA è riservata invece una riduzione del 10%,

112

LF

LUG2018

in esclusiva, con tutte le compagnie a eccezione di Anek Lines & Superfast Ferries. Vantaggi anche per i clienti delle compagnie marittime che utilizzano i treni nazionali di Trenitalia (Frecce, Intercity e Intercity Notte). Per loro uno speciale sconto, rispetto al prezzo Base, del 30% in 1^ classe o livello Business e del 20% in 2^ classe o livelli Premium e Standard.


© FS Italiane | PHOTO

PROMOZIONI

OFFERTA FAMIGLIA È rivolta a gruppi e famiglie da 2 a 5 persone, in cui siano presenti almeno un maggiorenne e un bambino fino a 15 anni non compiuti. L’offerta prevede lo sconto del 50% (30% per cuccette e VL) per i ragazzi e del 20% per gli altri componenti1.

A/R IN GIORNATA Promozione per chi parte e torna nello stesso giorno con le Frecce a prezzi fissi, differenziati in base alle relazioni e alla classe o al livello di servizio. Tra Milano e Venezia e tra Padova e Milano si può viaggiare al prezzo promozionale di ¤ 49 nel livello Standard Frecciarossa e in 2^ classe Frecciargento3.

BIMBI GRATIS Con Trenitalia i bambini viaggiano gratis in Frecciarossa, nei livelli Business, Premium e Standard, e in Frecciargento, Frecciabianca e Intercity in 1^ e 2^ classe. Gratuità prevista per i minori di 15 anni accompagnati almeno da un maggiorenne, in gruppi composti da 2 a 5 persone4. 114

LF

LUG2018

SPECIALE 2X1 Offerta dedicata a chi prende il treno di sabato. Si viaggia in due pagando un solo biglietto al prezzo Base nei livelli Business, Premium e Standard e su tutti i treni nazionali in 1^ e 2^ classe. Ideale per raggiungere, in coppia, i luoghi dove si tengono concerti, partite, mostre e altri eventi5.


INSIEME Dedicata ai gruppi da 2 a 5 persone per viaggiare con uno sconto del 30% sul prezzo Base di Frecce, Intercity e Intercity Notte. La promozione è valida in 1^ e 2^ classe e nei livelli di servizio Business, Premium e Standard. Sono esclusi il livello Executive, il Salottino e le vetture Excelsior2.

TUTTE LE ALTRE OFFERTE E LA GAMMA DEI PREZZI SU TRENITALIA.COM

1. L’offerta è valida solo per viaggi solo sui treni Intercity Notte. Sono escluse le vetture Excelsior ed Excelsior E4. Il biglietto può essere acquistato presso tutti i canali di vendita, fino alla partenza del treno. Sul treno è necessario esibire un documento d’identità valido comprovante l’età oppure, per i ragazzi di età inferiore a 15 anni, il certificato di nascita o documentazione sostitutiva, compresa l’autocertificazione del genitore del minore o di chi ne fa le veci dalla quale sia desumibile l’età. Cambio prenotazione o biglietto e rimborsi soggetti a restrizioni. 2. Il numero dei posti è limitato e variabile, a seconda dei treni e della classe/livello di servizio. Acquistabile entro le ore 24 del giorno precedente la partenza del treno. Cambio prenotazione o biglietto e rimborso non sono consentiti. Offerta non cumulabile con altre riduzioni. 3. Offerta a posti limitati e soggetta a restrizioni. Acquistabile entro le ore 24 del giorno precedente la partenza. Il cambio dell’orario, sia per il treno di andata che per quello di ritorno, è ammesso una sola volta fino alla partenza degli stessi. Cambio delle date dei viaggi, rimborso e accesso ad altro treno non consentiti. 4. I componenti del gruppo che non siano bambini/ragazzi pagano il biglietto al prezzo Base. Offerta a posti limitati e variabili rispetto al giorno, ai treni e alla classe/livello di servizio. Cambio prenotazione/biglietto e rimborso soggetti a restrizione. In via promozionale acquistabile fino alla partenza del treno. 5. L’offerta è valida tutti i sabati ed è acquistabile entro le ore 24 del secondo giorno precedente alla partenza. Posti limitati e variabili in base al treno e alla classe/livello di servizio. Cambio prenotazione o biglietto e rimborso non sono consentiti. Offerta non cumulabile con altre riduzioni.

115

LF

LUG2018


FOOD ON BOARD

Il viaggio nel viaggio

© jchinzhe/AdobeStock

LUGLIO HEALTHY

G

usto e leggerezza. A luglio Itinere accoglie i propri clienti con un menù di ricette in cui sapore fa rima con benessere. Dal ricco assortimento di verdure estive sono stati selezionati peperoni, melanzane e pomodori, preziose riserve di acqua, vitamine

e sali minerali. E per dare un tocco inconfondibile alle proposte di questo mese sono stati aggiunti la curcuma e il limone, apprezzati per le loro proprietà antiossidanti. Tutti i menù proposti a bordo treno si possono consultare sul sito itinere.it. 116

LF

LUG2018


FRECCIAROSSA GOURMET Carlo Cracco

© M.T. Furnari

by

Menù Frecciarossa by Carlo Cracco

FILETTO DI ORATA CON COSTE E POMODORINI Lista della spesa (per 4 persone) 4 filetti di orata, 300 g di coste, 50 g di pomodorini essiccati, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale e pepe bianco q.b. Preparazione Mondare, lavare e tagliare le coste a pezzi grossi. In una padella scaldare due cucchiai di olio extravergine d’oliva e far insaporire le verdure per qualche minuto mescolando spesso. Aggiungere quindi poca acqua, se necessario, e infine i pomodorini. Salare leggermente e far cuocere a fuoco medio le coste, 117

LF

LUG2018

lasciandole croccanti. Intanto in un’altra padella mettere il restante olio extravergine e adagiarvi i filetti di orata. Dorarli da entrambe le parti con un pizzico di sale e il pepe bianco. Sistemare le coste al centro del piatto, ponendo il filetto di orata a fianco. Vino consigliato Catarratto Bio Dop, Sicilia. Dal colore giallo paglierino tendente al dorato, presenta lievi sentori fruttati e note floreali. Al palato è mediamente acido e tendenzialmente morbido.


PORTALE FRECCE

WWW.PORTALEFRECCE.IT INTRATTENIMENTO GRATUITO, FACILE E VELOCE

AMPIA SCELTA DI SERVIZI COMPLETAMENTE GRATUITI Disponibile sui treni Frecciarossa e Frecciargento, il Portale Frecce rende più piacevole il viaggio grazie ai numerosi servizi pensati per soddisfare ogni esigenza

CINEMA Chi m’ha visto

SERIE E PROGRAMMI TV

NEWS Notizie Ansa sui principali fatti quotidiani aggiornate ogni ora

Hooten & the lady

Smetto quando voglio Ad honorem

Il caso Spotlight

BAMBINI

L’ispettore Coliandro

MUSICA Il meglio della musica contemporanea italiana e straniera

TRAVEL INFO Informazioni in tempo reale su puntualità, fermate, coincidenze

Una vacanza a Las Vegas

Minicuccioli

INTERNET WIFI Connessione a Internet tramite WiFi di bordo

Se Dio vuole

Zoo Juniors

EDICOLA DIGITALE I principali quotidiani, riviste settimanali e mensili ed ebook

ISTRUZIONI PER L’ACCESSO Collegarsi alla rete WiFi di bordo (WiFi Frecciarossa o Frecciargento). Lanciare il browser Internet. Digitando qualsiasi indirizzo si aprirà l’home page del portale (se non viene visualizzata digitare direttamente portalefrecce.it) Per accedere a Internet è necessario autenticarsi con credenziali personali da creare attraverso una veloce registrazione. Ulteriori dettagli, info e condizioni su trenitalia.com Il servizio di connessione Internet WiFi è offerto da TIM Per assistenza è possibile contattare il numero verde Telecom Italia 800.287515 Opzione 1, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 22 118

LF

LUG2018


WWW.SCUOLACOMICS.COM

FUMETTO ILLUSTRAZIONE GRAPHIC DESIGN ANIMAZIONE 3D ARTIST VIDEOGAME WEB DESIGN SCRITTURA SCENEGGIATURA COMICS KIDS SCULTURA DISEGNO BASE DISEGNO DAL VERO Corsi in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata

SOUND DESIGN MUSIC COMPOSITION Berlino

Brescia

Chicago

Firenze

Genova

Napoli Padova

Pescara

Reggio Emilia Roma Torino


CARTAFRECCIA

SOCI CARTAFRECCIA L’ISCRIZIONE A CARTAFRECCIA È SEMPLICE E GRATUITA E CONSENTE DI OTTENERE TANTI VANTAGGI IN PIÙ

121

LF

LUG2018


CASERTA 8 AL GIORNO 4 AL GIORNO

CARTAFRECCIA

MOSTRE IN TRENO E PAGO MENO PER I SOCI CARTAFRECCIA SCONTI E AGEVOLAZIONI NELLE PRINCIPALI SEDI MUSEALI E DI EVENTI IN ITALIA La grande musica arriva alla Reggia di Caserta. Fino al 7 agosto torna per la terza edizione Un’estate da Re, kermesse sinfonica e operistica con un programma ricco di concerti e ospiti internazionali. Tra i luoghi all’interno del complesso monumentale l’Aperia, il teatro naturale sotto le stelle allestito nel cuore del giardino inglese, e la Cappella Palatina. Da segnare in calendario il 14 luglio per l’appuntamento d’eccezione con il Maestro Uto Ughi che porta sul palco i suoi repertori classici. Mentre sabato 21 si assiste alla Madama Butterfly di Giacomo Puccini diretta da Francesco Rosa, con la regia di Renzo Giacchieri, e martedì 24 al Concerto Canadian Brass con musiche di Johann Sebastian Bach, Werke von S. Scheidt, Enrique Crespo, Leonard Bernstein e Wolfgang Amadeus Mozart. Promozione 2x1 per i soci CartaFRECCIA in possesso di biglietto delle Frecce con destinazione Napoli e Caserta e per i clienti Trenitalia Regionale con ticket per Caserta.

IN CONVENZIONE ANCHE BRESCIA • Fondazione Brescia Musei • Brescia Photo Festival fino al 2 settembre al Museo di santa Giulia e il Ma.Co.f. - Centro italiano della fotografia TORINO • Venaria Reale • Museo Nazionale del Cinema MILANO • Modigliani art experience fino al 4 novembre al Mudec VENEZIA • MUVE - Fondazione Musei Civici Venezia • Epoca Fiorucci fino al 6 gennaio 2019 a Ca’ Pesaro • Dancing with Myself fino al 16 dicembre a Punta della Dogana e Cows by the water fino al 6 gennaio 2019 a Palazzo Grassi VICENZA • Museo del gioiello BOLOGNA • Giappone. Storie di amore e di guerra a Palazzo Albergati, fino al 9 settembre FIRENZE • Carsten Holler fino al 26 agosto e Nascita di una Nazione fino al 22 luglio a Palazzo Strozzi ROMA • William Turner fino al 26 agosto al Chiostro del Bramante • Hiroshige. Visioni dal Giappone fino al 29 luglio alle Scuderie del Quirinale • Musei in Comune • L’altro sguardo fino al 2 settembre al Palaexpo PUGLIA • Picasso. L’altra metà del cielo fino al 4 novembre a Mesagne, Ostuni (BR) e Martina Franca (TA) Info e dettagli su trenitalia.com

Reggia di Caserta 122

LF

LUG2018


T H E M A P O F A R T I N I TA LY


NETWORK / / ROUTES / / FLOTTA Val Gardena (Ortisei, S. Cristina V.G., Selva V. G)

Bolzano

Val di Fassa (Moena, Vigo di Fassa, Canazei) Cortina d’Ampezzo Udine Treviso

Madonna di Campiglio Ora Bergamo

Pinzolo Trento Verona

Milano

Vicenza

Trieste

Brescia Torino

Venezia

Piacenza

Padova

Mantova

Reggio Emilia AV Modena Bologna Genova

Ravenna

Assisi

Pisa NO STOP

Rimini

Firenze

La Spezia

Cecina Piombino

Perugia

Ancona NO STOP

Siena Pescara Roma Fiumicino Aeroporto

Foggia

Caserta

Afragola Napoli Matera Salerno Pompei Sorrento

Potenza

Bari Lecce Taranto Gallipoli

Sapri

Catanzaro Catanzaro Lido

Reggio di Calabria

Per schematicità e facilità di lettura la cartina riporta soltanto alcune città esemplificative dei percorsi delle diverse tipologie di Frecce Maggiori dettagli per tutte le soluzioni di viaggio su www.trenitalia.com

Per schematicità e facilità di lettura la cartina riporta soltanto alcune città esemplificative dei percorsi delle diverse tipologie di Frecce Maggiori dettagli per tutte le soluzioni di viaggio su www.trenitalia.com

OLTRE 270 FRECCE AL GIORNO 124

LF

LUG2018

Santa Maria di Leuca

Torre S.Giovanni-Marina di Ugento

Lamezia Terme

LEGENDA:

Otranto


NETWORK DI OLTRE 100 CITTÀ UN

COLLEGAMENTI GIORNALIERI E DURATA MINIMA DEL VIAGGIO

101

FRECCIAROSSA

FRECCIAROSSA ETR 500 Velocità max 360 km/h | Velocità comm.le 300 km/h | Composizione 11 carrozze 4 livelli di servizio Executive, Business, Premium, Standard | Posti 574 WiFi | Presa elettrica al posto | Servizi per persone con disabilità | Fasciatoio

1a

FRECCIARGENTO ETR 600 Velocità max 280 km/h | Velocità comm.le 250 km/h | Composizione 7 carrozze Classi 1^ e 2^ | Posti 432 WiFi | Presa elettrica al posto | Servizi per persone con disabilità | Fasciatoio

Milano-Roma 2h 55'

40

Roma-Venezia1 3h 12'

16

FRECCIARGENTO ETR 485 Velocità max 280 km/h | Velocità comm.le 250 km/h | Composizione 9 carrozze Classi 1^ e 2^ | Posti 489 WiFi | Presa elettrica al posto | Servizi per persone con disabilità | Fasciatoio

Roma-Verona 2h 52'

46

Milano-Venezia 2h 1

I tempi minimi indicati si riferiscono alla soluzione di viaggio più veloce con una delle tre Frecce, dalle stazioni centrali dove non specificato. I collegamenti comprendono sia i servizi di andata che di ritorno. Sono previste variazioni nel fine settimana e in alcuni periodi dell’anno. Maggiori dettagli per tutte le soluzioni su trenitalia.com 1

Durata riferita al collegamento con Venezia Mestre

FRECCIABIANCA Velocità max 200 km/h | Velocità comm.le 200 km/h | Composizione 9 carrozze Classi 1^ e 2^ | Posti 603 Presa elettrica al posto | Servizi per persone con disabilità | Fasciatoio

FRECCIABIANCA ETR 460 Velocità max 250 km/h | Velocità comm.le 250 km/h | Composizione 9 carrozze Classi 1^ e 2^ | Posti 479 Presa elettrica al posto | Servizi per persone con disabilità | Fasciatoio

FRECCIAROSSA ETR 1000 Velocità max 400 km/h Velocità comm.le 300 km/h Composizione 8 carrozze Livelli di servizio Executive, Business, Premium, Standard Posti 457 WiFi Presa elettrica al posto Servizi per persone con disabilità Fasciatoio

125

LF

LUG2018


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

126

LF

LUG2018


PRIMA DI SCENDERE//RACCONTO INEDITO di Marco Donna

NUOVO CINEMA FERROVIA C

he cos’è viaggiare? Un treno sta arrivando alla stazione di La Ciotat e io mi muovo tra la folla che sembra porsi davanti al mio percorso nel vano tentativo di ostacolarmi. I secondi passano velocemente in un conto alla rovescia contro il tempo che, come in un film d’azione, mi deve vedere vincitore. Il mio obiettivo non è salvare il mondo ma salire sul treno un attimo prima che parta; il mio respiro però è affannato come se, da un momento all’altro, debba catapultarmi su quel convoglio in corsa attraverso le montagne rocciose e combattere, come Steven Seagal, contro nemici che mi vogliono uccidere. Sono sempre i buoni quelli che vincono: riesco a salire un minuto prima della partenza e sono felice quando scopro che il mio posto è proprio davanti a una donna incantevole. Vorrei parlarle ma, durante il viaggio, basta un mio attimo di distrazione affinché scompaia dalla sua poltroncina, turbando i miei pensieri come se fossi dentro un film di Hitchcock. Mi alzo per cercarla e attraverso le carrozze, notando il mondo dei pendolari che viaggiano concentrati sui loro smartphone, dimenticando di ammirare il film della vita attraverso i finestrini. Una ragazza del treno osserva infastidita una coppia di innamorati,

come se conoscesse torbidi segreti che dovrebbero rendere impossibile quella relazione. Proseguo la mia ricerca fino alla carrozza ristorante, dove riconosco una spia russa perché ordina vino rosso con il pesce. Neanche fossi un James Bond in una qualunque missione dalla Russia con amore. E, in tal caso, non sarebbe ancora finita per lo 007 che è in me e dovrei anche amoreggiare con una traditrice russa e una maga caraibica, prendermi a botte con un losco individuo dotato di braccio meccanico e distruggere una carrozza con una gru, prima che una mia collega mi spari, mentre stiamo attraversando un ponte su un fiume. Ma la mia fantasia viaggia più veloce dei trecento chilometri orari di quel mezzo e io non ho ancora ritrovato la signora che era seduta davanti a me. La mia attenzione è attratta da un uomo dall’aspetto rassicurante dietro a dei baffi imponenti. Se dovessi affidare un’indagine a qualcuno mi fiderei ciecamente di Hercule Poirot. Gli descrivo la donna che sto cercando e lui, con un accento insopportabile ma che non ammette repliche, mi indica di proseguire negli scompartimenti successivi. Mi muovo rapido tra le carrozze fino a quando dei rumori sospetti interrompono la mia ricerca e mi ritrovo abbindolato davanti a un finestrino a immaginare, nella

127

LF

LUG2018

campagna italiana che scorre davanti ai miei occhi, dei pistoleri a cavallo che tentano di assaltarci come in un western che vedevo alla tv da bambino. Riapro gli occhi e sono seduto al mio posto, sulla mia comoda poltrona. Il mio cuore sobbalza alla vista di quegli occhi celesti attorniati da lunghi capelli rossi che mi osservano. Davanti a me, la bella signora illumina il mio risveglio con lo splendore del suo sorriso. Che cos’è viaggiare se non un sogno nel cinema della vita? LF

Segretissimo Mondadori Formato Kindle ¤ 3,99 Marco Donna è autore di saggi e racconti. Con lo pseudonimo di Darko Bay ha pubblicato il romanzo Agente Ghost: Regola di ingaggio. marcodonna.it


PRIMA DI SCENDERE//FUORI LUOGO di Mario Tozzi MarioTozzi [Geologo Cnr, conduttore tv e saggista]

© robertdering/AdobeStock

LA MADDALENA & GARIBALDI

R

aggiungere l’Arcipelago di La Maddalena richiede tempo, motivazione e senso del viaggio. E la volontà precisa di non avere nulla a che fare con la Sardegna della Costa Smeralda, qualsiasi cosa questo significhi. Ma i graniti rosa, le spiagge candide e un mare turchese più limpido di quelli tropicali giustificano la traversata.

La natura incontaminata, Garibaldi, la Marina Militare, le vele, gli isolani e la spiaggia rosa di Budelli fanno il resto. A Caprera, dalla fazenda dove Giuseppe Garibaldi passò i suoi ultimi 30 anni da agronomo e allevatore, si vede la Corsica che nasconde la natìa Nizza, ormai irrimediabilmente francese e sempre rimpianta. C’è ancora il suo letto e ci sono ancora le famose camicie 128

LF

LUG2018

rosse. Il calendario ha l’ultimo foglio strappato al 2 giugno del 1882 e l’orologio è stato fermato alle 18:20, l’ora della sua morte. Davanti la casa un enorme pino ritorto, sostenuto da ferri, si mantiene stancamente in vita ancora oggi, a un secolo e mezzo dalla sua collocazione. Venne piantato dall’eroe dei due mondi alla nascita della figlia Clelia nel 1867. Mare e storia di un’Italia di altri tempi. LF


www.avisautonoleggio.it

Scegli Avis per il tuo noleggio auto in Italia. Scopri i vantaggi dedicati ai clienti Noleggio Facile e CartaFRECCIA. Parti alla scoperta del Bel Paese a bordo di un comodo treno e di un’auto a noleggio che ti aspetta alla stazione di arrivo. Scopri il servizio Avis e le offerte a te dedicate per il noleggio giornaliero, weekend o settimanale. E per te baby seat o rialzo sono gratuiti. Inoltre, per i soci CartaFRECCIA, 1 punto ogni euro speso con un minimo di 50 punti per ciascun noleggio.

Offerta valida per noleggi prenotati ed effettuati dal 1° luglio al 31 luglio contattando il Call Center Avis al numero verde 800 675 675. In fase di prenotazione ricordati di citare il codice T314101 oppure, se sei Socio CartaFRECCIA, i codici T314102 (CartaFRECCIA Base), T314106 (CartaFRECCIA Argento), T314103 (CartaFRECCIA Oro), T314104 (CartaFRECCIA Platino). All’atto del noleggio, esibisci il biglietto ferroviario con PNR e la tua CartaFRECCIA per l’accredito dei punti.


La Freccia - Luglio 2018  

In copertina: Puglia da set

La Freccia - Luglio 2018  

In copertina: Puglia da set