Page 1

mensile di sviluppo sostenibile

Non hai trovato la tua copia gratuita? Il mese prossimo mi trovi abbinato a il Fe - il Ro - la Pulce - il Rigattiere, in tutte le edicole, da Padova a Pesaro

DICEMBRE 2013 mensile anno 4 numero 12

Arriva il Natale

redazione.biosfera@edititalia.it

A Natale, si sa, siamo - o dovremmo essere tutti più buoni, anche con l’ambiente. Il traffico delle città, lo stonato concerto di clacson e le code ai parcheggi fanno presupporre però che i buoni propositi svaniscano in fretta, dando il cambio all’ansia del Natale. Regali, cenoni, viaggi, parenti.. proviamo a fermarci e a ripensare aqueste belle festività come un momento per condividere, non per creare stress. Cominciamo dal cibo: il Natale porta con sè tante prelibatezze, ma insieme ad esse anche qualche chilo in più sul girovita e nelle pattumiere. Si mangia tanto e si spreca troppo: secondo i dati diffusi dall’ONU, ogni anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo viene buttato, e nei Paesi ricchi, tra i quali anche l’Italia, si sprecano 222 milioni di tonnellate di cibo l’anno. Passiamo poi alle

“follia” che prende per la ricerca dei regali: il pensiero è quello che conta, l’affetto, il tempo, la dedizione che avrete impiegato per cercare o fare da soli un regalino alle persone care, ma anche il tempo che dividerete con loro, sarà sicuramento ciò che di più prezioso queste sapranno di ricevere. Ricordiamocelo, quando saremo di fronte agli scaffali dei giocattoli per bambini. Il WWF risponde al malcostume dellospreconatalizio con un simpatico decalogo:, non solo per chi ha già un animo green, ma anche da tutti coloro che in genere sono indifferenti alle problematiche ambientali. Scegliamo un albero di Natale finto, in materiale riciclato o vero - ma locale. Per non rinunciare all’abete invece, è consigliabile acquistarlo in vivai certificati e provvedere al suo recupero,

azione a cui spingono sempre più iniziative, tra cui quella Ikea, che si impegna a ripiantare l’albero acquistato presso i punti vendita e che quest’anno dona anche 2 euro del ricavato proprio a WWF, e più precisamente al progetto per la tutela dell’orso bruno marsicano. Riduciamo l’accensione delle luci ad alcune fasce orarie e privilegiamo quelle di tipo led, a basso consumo energetico. Usiamo i piatti che abbiamo in casa, così come le posate e i bicchieri, che poi possiamo lavare e riutilizzare. Quelli monouso, gettati via a tonnellate in questi giorni, sono un gran peso da smaltire per il nostro ecosistema. “Boicotta l’aragosta”, cioè domandiamoci se è davvero necessario consumare aragoste e simili, quasi in estinzione. Prediligiamoi prodotti di

stagione e locali: coltivati e prodotti il più vicino possibile a voi, a chilometro zero. Potete dire di si ai prodotti biologici per le vostre tavole e per i vostri regali, che possono essere anche del commercio equo e solidale e a basso impatto ambientale. Ispirarsi alla biodiverstà per le vacanze : raggiungiamo in treno le bellissime mete italiane ed evitate il consumo di tonnellate di CO2 per raggiungere mete esotiche. Nella lista dei regali cancelliamo le specie esotiche: che oltre a non poter sopravvivere al meglio lontane dal loro ambiente, alimentano il commercio illegaleseproprio volete un animale “strano”, regalatevi l’adozione di una tigre o un gorilla, naturalmente a distanza, per aiutarli a sopravvivere.

A RAVENNA CI TROVI:

• via Panfilia, 66 - Tel. 0544 66658 • via Faentina, 121 - Tel. 0544 502490 A FORLÌ CI TROVI: • viale Italia, 22 - Tel. 0543 36560 NaturaSì Ravenna www.naturasi.it

Buon natale Bio


10°

domenica

9 marzo 2014

Comune di Ravenna

INFORMAZIONI PER GLI ESPOSITORI PRIVATI

• Piazzola mq. 20 circa. Prezzo IVA inclusa Euro 50,00. (Noleggio tavolo prezzo IVA inclusa Euro 10,00 sino esaurimento disponibilità) PRENOTAZIONE VIA FAX: Inviare domanda firmata e compilata al numero di fax 0544 511555 con allegato: copia documento di identità valido e copia versamento da effettuarsi c/c postale, intestato a: Publimedia Italia S.r.l. - c/c postale n° 11656485 N.B. prima di inviare il tagliando prenotare il piazzola telefonando al n. 0544 511337 - 335 6540559 (solo mattino). La prenotazione sarà perfezionata solo con l’invio della domanda di partecipazione e il versamento dell’importo dovuto.

PRENOTAZIONE DI PERSONA: Consegnare la domanda firmata e compilata presso gli sportelli della segreteria organizzativa presso Publimedia Italia S.r.l. Piazza Bernini, 6 - 48124 Ravenna, tutte le mattine da lunedì a venerdì. La partecipazione all’evento da diritto alla pubblicazione gratuita di 5 annunci a scelta di Edit Italia srl a socio unico sui propri media cartecei e online. Inviare testo annunci e foto all’indirizzo traffico@edititalia.it entro la data di inizio del mercatino indicando i dati identificativi del partecipante.

INGRESSO ESPOSITORI DALLE ORE 7.00 ALLE ORE 9.00. L’allestimento della piazzola é consentito fino alle 9.00; gli spazi possono essere liberati solo dopo le ore 18.00. Le piazzole non occupate entro le ore 9.00 saranno automaticamente a disposizione dell’organizzazione per essere riassegnate. Non sono consentiti scambi/vendite di motocicli, automobili, animali,alimentari sfusi, materiale pornografico e armi. Qualsiasi problema tecnico dovesse venire a crearsi il giorno della manifestazione, deve essere tempestivamente segnalato esclusivamente allo stand de La Pulce nel Baule. In caso di maltempo durante la manifestazione non sono previsti rimborsi. I tavoli vengono consegnati alle ore 07.30 dopo tale orario l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali spostamenti non autorizzati. Il mercatino è organizzato da Edit Italia S.r.l. a socio unico. La segreteria organizzativa dedicata agli espositori privati è tenuta da Publimedia Italia S.r.l. per conto di Edit Italia S.r.l. a socio unico. La concessionaria esclusiva degli spazi espositivi e pubblicitari di tipo commerciale è Publimedia Italia S.r.l.

ALLEGO PAGAMENTO EFFETTUATO TRAMITE: (indicare con una X la modalità scelta)

Per prenotazione via fax

Per prenotazione di persona

Versamento c/c postale

Assegno non trasferibile

Contanti

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE - 9 marzo 2014 (da far pervenire entro e non oltre il 3 marzo 2014) Il sottoscritto il

nato a residente a

Via Tel./Cell.

CAP

e-mail

Codice Fiscale_

CHIEDE

ALLEGO DOCUMENTO DI IDENTITÀ VALIDO

in data di poter aderire alla Vostra iniziativa “scambio/vendita di proprietà” che si terrà c/o Il Parcheggo del Pala De Andrè di Ravenna, Via Trieste/Canale Molinetto il 9 marzo 2014 proponendo lo scambio/vendita di

Le piazzole di mq.20 sono disponibili nelle seguenti tipologie: mt.4x5 oppure mt.5x4 che verranno assegnate a discrezione dell’organizzazione.

DICHIARAZIONE LIBERATORIA lo sottoscritto

dichiaro sotto la mia responsabilità, che la mia partecipazione alla manifestazione “La Pulce nel Baule” mediante l’affitto di n° piazzole avviene a titolo di privato e che quindi ogni vendita e/o scambio che in quella sede verrà da me effettuata si intende fatta non nell’ambito dell’esercizio di un’impresa; ciò stante l’attività in questione non rientra nella sfera di applicazione dell’iva ai sensi del D.P.R. 633/72. Per la stessa ragione anche il trasporto di quanto sarà oggetto di vendita e/o scambio non è ricompreso nella disciplina del D.P.R. 627/78 (bolla accompagnatoria delle merci viaggianti). Dichiaro, inoltre, sotto la mia responsabilità, che gli oggetti che verranno da me scambiati e/o venduti non hanno alcun valore storico, archeologico, di antichità, e che non si tratta di cicli,motocicli, automobili, oggetti preziosi (oro, argento, pietre preziose), animali, alimentari sfusi, materiale pornografico e armi. Sollevo, quindi, gli organizzatori della manifestazione e cioè EDIT ITALIA S.r.l. a socio unico da

qualsiasi responsabilità derivante da miei comportamenti in contrasto con le dichiarazioni sopra rese e, comunque, in contrasto con gli obblighi derivanti dalla legislazione vigente, assumendomi piena responsabilità per ogni eventuale provvedimento di qualsivoglia natura che dovesse essere preso dall’Autorità competente a seguito di mie violazioni di leggi e regolamenti. Riconosco che gli organizzatori avranno diritto di rivalersi nei miei confronti per ogni conseguenza dannosa che dovesse loro derivare dai suddetti miei comportamenti. Riconosco, infine, che qualsiasi violazione da parte mia degli obblighi di legge, salva ogni altra sanzione, facoltizzerà gli organizzatori ad allontanarmi immediatamente dal mercatino, con divieto di partecipazione al medesimo. In fede (Firma)

Informativa ai sensi del codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003) Il Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 ha la finalità di garantire che il trattamento dei Tuoi dati personali si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità delle persone, con particolare riferimento alla riservatezza e all'identità personale. Ti informiamo, ai sensi dell'art. 13 del Codice, che i dati personali da Te forniti ovvero altrimenti acquisiti nell'ambito dell'attività da noi svolta, potranno formare oggetto di trattamento, per le finalità connesse all'esercizio della nostra attività. Per trattamento di dati personali si intende la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, diffusione, cancellazione, distribuzione, interconnessione e quant'altro sia utile per l'esecuzione del Servizio, compresa la combinazione di due o più di tali operazioni. In particolare il trattamento dei Tuoi dati è necessario al fine di: a. fornirti assistenza per l'uso dei servizi offerti da Edit italia S.r.l. a socio unico in generale, per consertirti la fruizione di tali servizi; b. inviarti comunicazioni e materiale informativo e/o promozionale di varia natura, inerenti i contenuti dei servizi proposti da Edit italia S.r.l. a socio unico; c. inviarti comunicazioni e materiale informativo e/o promozionale di varia natura, inerenti i contenuti dei servizi proposti da soggetti terzi. Il trattamento del Tuoi dati per le finalità sopraindicate avrà luogo prevelentemente con modalità automatizzate ed informatiche, sempre nel rispetto delle regole di riservatezza e di sicurezza prevista dalla Legge. I dati saranno trattati da parte di dipendenti e/o collaboratori incaricati da Edit italia S.r.l. a socio unico, i quali svolgono le suddette attività sotto la diretta supervisione e responsabilità di Edit italia S.r.l. a socio unico Il conferimento dei dati personali da parte Tua è assolutamente facoltativo; tuttavia l'eventuale rifiuto ad inserirli nei relativi coupons rende, però, impossibile l'accesso e l'utilizzo dei Servizi offerti da Edit italia S.r.l. a socio unico L'eventuale rifiuto del consenso al trattamento per gli scopi sopra riportati al punto a) comporta tuttavia l'impossibilità ad accedere ai servizi offerti da Edit Italia S.r.l. a socio unico. L'eventuale rifiuto del consenso per le finalità illustrate ai punti b) e c) sopra riportati non comporta invece alcuna conseguenza negativa riguardo alla fruizione dei Servizi. I dati, o alcuni di essi, potranno essere comunicati a: a) società terze compartecipate da Edit italia S.r.l. a socio unico, o comunque facenti parte del medesimo gruppo; b) soggetti esterni che svolgono funzioni connesse e strumentali all'operatività dei servizi offerti da Edit italia S.r.l. a socio unico, come - a puro titolo esemplificativo - la gestione del sistema informatico, il controllo dei pagamenti, l'assistenza e la consulenza in materia contabile, amministrativa; un elenco dettagliato dei predetti soggetti è disponibile presso la sede della società Edit italia S.r.l. a socio unico. c) soggetti esterni che svolgono funzioni di consulenza e di assistenza a Edit italia S.r.l. a socio unico in materia legale, tributaria e finanziaria; un elenco dettagliato dei predetti soggetti è disponibile presso la società Edit italia S.r.l. a socio unico d) soggetti cui la facoltà di accedere ai dati sia riconosciuta da disposizioni di legge o da ordini delle autorità; e) Edit italia S.r.l. a socio unico potrà inoltre - se autorizzata - comunicare i dati ad aziende che ne facciano richiesta per scopi pubblicitari e di marketing, nonché a società terze con cui Edit Italia S.r.l. a socio unico provvederà ad esercitare attività di co-marketing. Il titolare del trattamento ai sensi di legge è Edit italia S.r.l. a socio unico con sede legale in V.le Cavour, 21 - Ferrara. Ti informiamo, inoltre, che potrai consultare, modificare, opporTi o far cancellare i Tuoi dati o comunque esercitare tutti i diritti che Ti sono riconosciuti ai sensi dell'art. 7 del Codice, riportato in calce alla presente informativa, inviando una e-mail al nostro indirizzo info@edititalia.it confermata con una comunicazione via fax al n. 0532 247269. Se vuoi consultare il testo completo del Codice in materia di protezione dei dati personali, visita il sito ufficiale dell'Autorità Garante www.garanteprivacy.it Letta la nota informativa sopra riportata, esprimo il mio consenso al trattamento ed alla comunicazione dei miei dati personali ed ai correnti trattamenti. Esprimo, altresì, il mio consenso alla comunicazione dei miei dati personali ai soggetti, di cui al punto d) dell’informativa, anche qualora questi abbiano sede al di fuori del territorio nazionale ed in Paesi non appartenenti all’Unione Europea. (Firma)

PER ULTERIORI INFORMAZIONI TELEFONARE ALLO 0544.511337 - e-mail: lapulcenelbaule@publimediaitalia.com DALLE ORE 9.00 ALLE 13.00 DAL LUNEDI AL VENERDI

IN CASO DI MALTEMPO LA MANIFESTAZIONE VERRÀ RINVIATA A DATA DA DEFINIRSI / NON SONO PREVISTI RIMBORSI PER MANCATA PARTECIPAZIONE / L’EVENTUALE RINVIO VERRA’ DEFINITO ALLE ORA 7,00 DEL GIORNO DELLA MANIFESTAZIONE

INGRESSO GRATUITO PER I VISITATORI


mondo alimenti bio naturali .3

Il regalo più gradito è quello fatto con il cuore... green!!! energia solare. Si tratta di piccoli apparecchi s u i quali

Si dice sempre che per i regali quello che basta è il pensiero, se poi il pensiero è fatto in chiave sostenibile, tanto meglio! Abbiamo sbirciato per voi fra i negozi di oggettistica e abbiamo trovato delle idee regalo per Natale davvero originali, utili e di sicuro gradimento per gli amici che amano la natura. Per chi ama trascorrere tanto tempo all’aria aperta o è un fanatico del campeggio, niente di meglio delle posate riutilizzabili: sostituiscono le posate usa e getta, chiuse sono simili a un coltellino a serramanico, aperte si separano in due elementi: la forchetta (con cavatappi e apribottiglie) e il cucchiaio (e in alternativa anche il coltello). Molto in voga fra i tecno-maniaci, sono in commercio i caricatori ad

sono montati tre pannelli fotovoltaici. Grazie alle batterie ricaricabili presenti nel corpo dell’apparecchio, questi dispositivi consentono la produzione e la conservazione di una carica elettrica che potrà essere utilizzata per la produzione di luce (hanno infatti una potente torcia a led) o ricaricare i telefoni cellulari nei modelli compatibili con gli adattatori inclusi: Nokia, Motorola, Sony Ericsson, Samsung. Danno inoltre la possibilità di ricaricare piccoli apparecchi grazie alla porta USB. Per gli amici freddolosi che preferiscono al pile classico, che pure è fatto da fibre sintetiche riciclate provenienti dal PET, i tessuti naturali questo regalo è di certo più che adatto: si tratta della coperta in fibra di bamboo. Il bamboo è un materiale naturale al 100%, le sue fibre mantengono inalterate le sue peculiari proprie-

tà antifungine e antibatteriche anche dopo ripetuti lavaggi. Inoltre il tessuto è biodegradabile al 100% ed è ideale per chi è sensibile agli allergeni e alle sostanze chimiche con le quali si trattano i tessuti. Ai più piccini il regalo ideale è sempre un bel libro e non c’è nulla di più green” della favola di Cappuccetto Verde di Bruno Munari. Il racconto classico di Charles Perrault è rivisitato da Munari nel segno del colore che più ci piace: la fiaba questa volta viene quindi raccontata giocando con il verde, che diventa protagonista nei disegni, nel testo e nei personaggi. Ma può mancare sotto l ’ a l b e r o di Natale un giocattolo? No, anche se per i bambini di oggi esistono giocattoli di ogni s o r t a . S e p e rò avete in

casa degli scienziati in erba, non potete esimervi dal regalare loro gli “animali solari”. Si tratta di piccoli modelli a forma di animaletto o di automobilina le cui celle solari forniscono energia ai motorini che ne procurano il movimento. Ai ragazzi il compito di montare i nuovi piccoli amici e capirne il funzionamento, al sole il resto del lavoro. A parenti lontani potreste inviare le Cartoline con giardino: una volta aperta e dispiegata la cartolina basta semplicemente seminare i semi inclusi nella confezione e aggiungere acqua. In pochi giorni comincerà a crescere un boschetto, che si conserva per 2 – 3 settimane. Per i “pollici verdi”, invece, niente di più adatto d e l “Giardino delle fa r fa l l e ”. Questo si compone di una serie di semi di fiori per poter cosi ricreare il classico habitat per le farfalle nel vostro giardino o terrazzo, con semi di cosmos, semi di zinnia, semi di facelia e di finocchio selvatico. Nel kit si trovano dei cubetti di terriccio pressato già seminati, basta inaffiarli e seguire le istruzioni: in breve si avrà in terrazzo un minigiardino fiorito che attirerà a voi farfalle colorate.


4. mondo risparmio energetico

L’albero di Natale si illumina di meno. Come decorare l’albero di Natale utilizzando materiale da riciclo

Il gestore dell’energia elettrica in Italia, Terna, ha calcolato che durante le festività natalizie i consumi di elettricità fanno aumentare di 1.000 megawatt il fabbisogno di energia elettrica. Alberi di Natale meravigliosi, ricchi di decorazioni e lucine, le piazze e le strade delle nostre città illuminate quasi a giorno, alberi e presepi nelle case, ma quanto costa al pianeta la nostra gioia natalizia? Secondo Terna, nei giorni a ridosso del Natale, in una città di medie dimensioni- come ad esempio Bologna- le abitazioni illuminate e addobbate a festa consumano in totale, giornalmente, circa 750 megawatt, tenuto conto che per l’illuminazio-

ne di un albero di Natale o di un Presepe si utilizzano lampadine da 35 fino a 50 watt. Nel bilancio energetico sono certo tante ma – nel tepore delle nostra case – ci si può certamente affrancare dalle luminarie per decorare l’albero di Natale in maniera elegante, creativa e sostenibile. Innanzitutto si possono creare addobbi e palline fai-da-te utilizzando materiali da recupero: cartoncini, carta da pacco regalo, giornali, ma anche vecchi bottoni, scampoli di stoffa, i bastoncini di legno di gelati e ghiaccioli, lattine e lampadine. Per impegnare i più piccoli, si possono far decorare le vecchie palline dell’albero con carta “da riciclo”, appiccicandola alla superfice con della colla vinilica. Con i bastoncini, inve c e, si possono compor-

re sagome di fiocchi di neve, da dipingere in smalto bianco brillante, mentre con gli scampoli di stoffa – oltre che rivestire le altre palline d’antan – si possono ricoprire sagome di cartoncino bidimensionali, sulle quali oi applicare bottoncini, lustrini e paliettes. Le possibilità sono infinite, ma per illuminare il nostro albero, cosa si fa?? Servono delle lattine usate, ovviamente vuote, lavate e ben asciutte. Salvaguardando le due basi in alluminio, intaglierete il fianco delle lattine con tagli verticali precisi e regolari ed una volta completato “il giro”, si appiattià un pochino la lattina, in modo da conferire una forma sinuosa, rotondeggiante. A questo punto si possono dipingere i nostri lumini con colori acrilici e brillanti e al loro interno si può sistema-

te una candelina da scaldavivande. Con un filo di ferro colorato in pendant si legheranno i lumini ai rami dell’albero e si accenderanno le candeline all’occorrenza (facendo attenzione alle fiammelle!). Colpo di classe per completare l’effetto natalizio in “green” potrà essere il riutilizzo delle lampadine di vecchia generazione che non si usano più. Si possono dipingere, decoupaggiare o decorare con ritagli di stoffa: l’importante è che i colori siano vivaci e brilllanti, e che l’effetto finale sia amplificato dall’uso di glitter o porporina. Questi materiali riflettono la luce delle candeline e le vecchie lampadine saranno ancora più allegre e festaiole. E l’ambiente ci ringrazierà per i watt risparmiati!


mondo erboristeria .5

Pronti alle feste? Ecco un piano “alle erbe” per non soccombere a pranzi e cenoni in famiglia

Le feste di Natale si avvicinano e mentre chiudiamo i pacchetti un pensiero malsano ci coglie: “L’anno scorso durante le vacanza natalizie ho preso tre chili...”. Sissignori, capita a tutti, e ogni anno commettiamo sempre gli stessi errori, alternando mangiate pantagrueliche a giornate di digiuno, alterando il buon funzionamento del metabolismo e affaticando fegato e reni. Che continueranno a soffrire anche a gennaio, visto che una volta rientrata l’emergenza festività saremo costretti a metterci a dieta sul serio. Esistono però delle vere e proprie strategie da poter mettere in campo, giocando d’anticipo, preparando il corpo e la mente ad accogliere sollecitazioni gastronomiche diverse, se non maggiori, dal solito. Seguire un regime alimentare ipo-

calorico senza consultare il proprio medico di fiducia è sempre sconsigliabile, ma fare attenzione all’assunzione di alcol e bevande zuccherate potrebbe essere già un bun inizio, tagliarne il consumo per un paio di settimane assolutamente auspicabile, specie se si fa fatica a tener fermo l’ago della bilancia. Lo stesso di casi per le fritture e i cibi grassi: meglio scegliere cotture più “morbide” e condimenti leggeri, come l’olio e.v.o. crudo e le spezie, fresche o essiccate che siano. Un altro stratagemma è di cominciare a prendere la sanissima abitudine di concedersi una camminata di almeno 30 minuti al giorno: sembra banale ma, si sa, basta parcheggiare lontano dall’ufficio “però con l’auto si fa prima.”: Diciamo stop alla pigrizia e concediamoci una passeggiata a passo regolare: farà bene alla circolazione e anche all’umore, specialmente con il primo “vero” freddo di stagione. Altro trucco-benessere è quello di andare a dormire presto, o quantomeno ad orari regolari.

In un paio di settimane il nostro metabolismo gioverà di questo nuovo stile di vita e affronterà meglio le tavolate natalizie. A questo punto madre natura, come sempre, ci vinene in aiuto: giorno per giorno possiamo accompagnare il nostro organismo con i decotti, che si basano su miscele di erbe fitoterapiche che aiutano “la pulizia” di organi e tessuti. Un decotto depurativo efficace per fegato e reni sarà composo da carciofo in foglie (g 40), la radice di tarassaco (g 30) e infine i frutti del finocchio (g 30). Come spiegano gli esperti della Società Italiana Fitoterapia, se ne possono assumere due o tre tazze al giorno, e continuare anche nei giorni di Natale e Santo Stefano fino a Capodanno, senza nessuna controindicazione Con questa tisana viene stimolato delicatamente il lavoro

di fegato, cistifellea e reni, facilitando così l’eliminazione di scorie e tossinee, al contempo, si da anche una mano all’intestino. Per preparare l’organismo e disintossicarlo può essere efficace anche un infuso diuretico, drenante e rimineralizzante, che costituisce una vera e propria cura naturale. Chiedete alla vostra erboristeria di fiducia la di 30 g di equiseto, 30 g di ortica, 20 g di bardana, 20 g di fumaria; ne basta un cucchiaio per tazza d’acqua bollente, lasciatelo in infusione tra i 5 e i 10 minuti, filtrate e bevete. Da Ricordare che il momento ideale per assumere una tisana disintossicante è al mattino a digiuno.


I VECCHI SISTEMI

FUNZIONANO SEMPRE INSERISCI I TUOI ANNUNCI GRATUITI PRIVATI

Direttamente da internet su www.veloannuncio.it saranno pubblicati subito su web e stampati nelle edizioni de “La Pulce”, “Il Fè”, “Il Rò” e “Il Rigattiere” IN ALTERNATIVA: Puoi pubblicare i tuoi annunci gratuiti allegando necessariamente il tagliando originale (lo trovi in fondo al giornale) e inviarlo: Per E-mail traffico@publimediaitalia.com Per Fax 0532.247.269 - 0544.270.321 Per posta all’indirizzo Publimedia Italia Srl Viale Cavour, 21 - 44121 Ferrara Consegna diretta allo sportello centrale multiprovinciale, in Viale Cavour, 21 - 44121 Ferrara (dal lunedì al venerdì ore 9-13) Per urgenze telefonare allo sportello dalle 9 alle 10 allo 0532.200033 - 0544.408.400


mondo pnl e area psico meditazione yoga .7

Stress da Natale ottimizzare il tempo per godersi le feste Sembrerebbe un controsenso ma in realtà funziona così: Natale uguale ansia e depressione, durante e dopo. “Soprattutto per coloro che si buttano nello shopping per comprare regali a tutta la famiglia, devono gestire la figliolanza in vacanza e la preparazione di pranzi e cene. Un investimento emotivo proiettato sul Natale, dal quale ci si aspetta molto, ma che nasconde nella maggior parte dei casi profondi disagi”. Ad affermarlo Paola Vinciguerra, Direttore dell’Unità Operativa Attacchi di Panico, presso la Clinica Paideia di Roma e Presidente dell’EURODAP, Associazione Europea Disturbi Attacchi di Panico. Secondo gli esperti di psicologia e psicoterapia, noi tutti investiamo emotivamente troppo nel Natale. In effetti è come se ci aspettassimo che questo

evento facesse scomparire per magia le nostre frustrazioni e ci aiutasse a sentirci meno soli. Abbiamo lo stimolo a riempire – pancia, tempo, relazionie non più a scambiare affetto e sensazioni con le persone a cui vogliamo bene, rispettado a pieno quello che lo spirito del Natale vorrebbe essere. Il primo passo sarebbe scegliere con cura le persone con cui stare e decidere insieme a loro dove stare, già dalle fasi preparatorie – per esempio ci si dovrebbe organizzate tutti insieme, aiutandosi a vicenda a comprare regali, preparare cibarie, anche a sistemare gli addobbi. Per quanto riguarda i regali bisogna farli se davvero si sente il desiderio e in quel caso sceglierli in relazione alla persona sapendo che un piccolo pensiero curato nella presentazione sarà sempre più gradito di un grande oggetto buttato lì senza amore. Non sarà romantico, ma la cosa migliore sarebbe, secondi gli esperti, la

pianificazione condivisa degli “eventi familiari” più impegnativi, in modo da godere poi del tempo trascorso insieme ai propri cari (o anche da soli a poltrire un po’) senza sensi di colpa.sopravvivendo ai parenti-serpenti. Come si fa? Con una “To do list”, con scadenze e compiti per tutti: da chi prepara i biscotti a chi porta fuori il pattume. Ricordate di proporre a tavola un menù di portate miste, elaborato dopo un giro di telefonate, per evitare che la nuova fiamma di vostro cugino non mastichi un boccone durante tutto il cenone. Poi rassegnatevi all’idea che nulla sarà perfettamente come pianificato, ma nel frattempo voi avrete fatto tutto quello che era in vostro potere per far stare bene gli altri: non si può avere il controllo su qualsiasi cosa, quindi lasciate che i bambini (una volta all’anno) mangino quello che preferiscono, e che l’arrosto nel fornosi abbrustoli-

sca un po’ più del dovuto o anche che gli amici e i parenti discutano animatamente fra di loro di sport e politica: in fondo è Natale, si è tutti più buoni e faranno presto la pace. Un consiglio importante: non pretendete la gioia repentina di tutti gli invitati, nè la vostra. E iniziate a fare esercizi di respirazione per quando vostra suocera vi farà notare che avete messo un paio di chili. Ricordate inoltre che i parenti sono stati creati per minare la vostra pace interiore... non permettete che ciò accada. Quindi preparatevi una lista con ogni tipo di svago e alternativa per ammazzare il tempo, dalle carte alla tombola, dai giochi di società al film natalizio (direi almeno una decina di titoli, da mettere ai voti) e tanto tanto buon vino da servire. Se non si possono battere, cerchiamo almeno di confonderli!


8.

mondo vacanza slow

Va’ dove ti porta il mercatino Ogni città ha il suo Mercatino di Natale, ognuna con gradi diversi di “romanticismo” natalizio ma sempre affascinanti da visitare, magari approfittandone per esplorare un posto che non si conosce o comprare qualche regalino. Da Nord a Sud l’Italia ne è ricchissima. A Rovereto, il mercatino di Natale si tiene nel cuore del cen-

tro storico della cittadina trentina e si snoda attraverso un percorso di 40 tappe, che va dall’oggettistica all’artigianato artistico, passando per l’abbigliamento e gli immancabili dolciumi. Ogni anno il mercatino ospita gruppo “esterno” e nell’edizione 2013 gli special guests saranno i giovani artigiani, artisti, produttori e danzatori provenienti d Betlemme, che racconteranno della Terra Santa in una tenda tipica, che sarà allestita nel cuore del mercatino. Particolare attenzione verrà dedicata quest’anno anche ai presepi, con proposte che vanno dalla tradizione del Grande Presepe del Giardino de Cobelli all’iniziativa de “Dipingimi il presepe”, che vedrà

coinvolti giovani writer nell’arte del graffito e dell’utilizzo di materiali naturali, stoffa, fineo e legno, per creare un presepio davvero originale. Una menzione speciale va data al Mercatino di San Marino, chiamato “Il Natale delle meraviglie”, per la sua location unica. Il mercatino può infatti l’occasione per visitare San Marino in un’atmosfera davvero magica, che fa risplendere il centro storico di luci e suggestioni. Ricco il calendario di eventi, dai concerti gospel agli spettacoli musicali, passando per l’animazione degli artisti di strada, i laboratori creativi, i presepi e i festeggiamenti per la notte di Capodanno in piazza.

Visitare un mecatino di Natale può essere un’occasione unica anche per concedersi un viaggio in un trenino storico. Si moltiplicano infatti le offerte di “passaggi” sugli antichi trenini delle Ferrovie Turistiche Italiane. Queste promuovono la salvaguardia del patrimonio ferroviario - dai binari, in primo luogo, alle stazioni, ai diversi manufatti ed agli stessi tracciati - che ancora esiste in tante splendide zone italiane, anche attraverso un nuovo modo di fare turismo lento e sostenibile. Nel circiuto del turismo slow ricadono le visite ai mercatini di Natale più tradizionali - Bolzano, Trento, Bressanone – ma c’è anche una proposta inedita: quelli dei paesini del senese


mondo vacanza slow .9

di Natale e quello di Siena, che si svolge nel centro storico della bellissima città rinascimentale. L’Associazione propone quindi due itinenerari. Il primo parte da Siena e con il trenino a vapore arriva ad Asciano, per poi muoversi da qui a S. Angelo-Cinigiano, attraversando le Crete Senesi, il Parco della Val d’Orcia e le zone del Brunello di Montalcino. Arrivati alla stazione di S. AngeloCinigiano si va a Seggiano, con visita libera alle cantine del centro storico (con assaggi e degustazioni), ai tipici Mercatini di Natale ed al Museo dell’Olio, esibizioni musicali, pranzo e proseguimento delle visite libere. Al pomeriggio si ritorna verso la città di Siena, par-

tendo però dalla stazione di Monte Amiata con il treno a vapore. L’altro itinerario parte invece da Fabro e con il trenino a vapore porta a Siena. Qui si avrà un’intera giornata per visiatre la città, conosciuta in tutto il mondo per il suo patrimonio architettonico, storico ed artistico di impronta medioevale, il cui centro cittadino, con fulcro in Piazza del Campo, nel 1995 è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità e che, a Natale, offre ai visitatori una luce insolita.

APPUNTAMENTI RiutilizzaRE - L’usato domestico in Polveriera unica data 08/12/2013 dalle 09:00 alle 16:00

Piazzale Reverberi, parcheggio Polveriera - Reggio Emilia Mercatino dell’usato “RiutilizzaRE”: usato domestico da espositori occasionali, per il riciclo ed il riutilizzo di vecchi oggetti, vestiti, libri, giochi e tutto ciò che non serve o non piace più che passa di casa in casa. Inoltre, il fascino del “fatto a mano” e dell’insolito.

Un piano di gestione e un documentario per il Paguro unica data 06/12/2013 dalle 14:30 alle 18:00

Fondazione Centro Ricerche Marine - Viale Vespucci 2 - Cesenatico Presentazione del Piano di Gestione del sito del relitto della Piattaforma Paguro e la proiezione del Documentario “Dal Fondo la Vita”. L’appuntamento si tiene nella Sala conferenze della Fondazione Centro Ricerche Marine di Cesenatico, Viale A. Vespucci 2. Ai presenti sarà distribuita copia del DVD Documentario “DAL FONDO LA VITA” e del Piano di Gestione del sito Natura 2000 “Relitto della piattaforma Paguro”.

e-mail: infocrm@centroricerchemarine.it, Tel: +39 0547 80278

Attuazione della Direttiva Alluvioni “2007/60/CE” in Regione Emilia-Romagna unica data 02/12/2013 dalle 9:30 alle 13:30

Bologna - Regione Emilia Romagna, Viale della Fiera, 8 - sala A Terza torre La mattinata di lavoro ha l’obiettivo di informare gli stakeholders istituzionali sulle attività in corso in Regione Emilia-Romagna relative all’attuazione della direttiva europea 2007/60/CE, con particolare riferimento all’elaborazione delle mappe della pericolosità e del rischio di alluvioni e al percorso che porterà alla predisposizione del Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni.


10.

mondo medicina

Influenza di stagione 5 regole per non rovinarsi le vacanze di Natale Non c´è cosa peggiore che rovinarsi il Natale (e mangari anche il resto delle Feste, Capodanno compreso) mettendosi a letto con l’influenza stagionale. In questo periodo, infatti il rischio di venire contagiati cresce notevolmente. I motivi? Il freddo, stili di vita non proprio impeccabili: stravizi a tavola, ore piccole… , il fatto di soggiornare a lungo in ambienti caldi e umidi, dove gli agenti infettivi prosperano, gli sbalzi di temperatura: dal caldo-umido della casa al freddo polare dell’esterno, l’organismo ha più difficoltà a difendersi dai virus; gli auguri: tra baci e strette di mano, il contatto ravvicinato è sempre più frequente in questo periodo. Il virologo Fabrizio Pregliasco dell’Università degli Studi di Milano, in un’intervista, ha spiegato 5 regole a rispettare per tentare di evitare il contagio da influenza proprio durante le vacanze di Natale.

Attenzione agli sbalzi termici. Il passaggio dal caldo al freddo blocca temporaneamente il sistema di “pulizia” delle prime vie aeree, che consente di espellere virus e batteri responsabili delle infezioni respiratorie. Per esempio, sarebbe utile evitare di tenere il riscaldamento troppo alto nei luoghi chiusi (non dovrebbe mai superare i 21-22 gradi). Sì all’attività all’aperto. Ben venga l´attività fisica all´aperto, anche quando fa freddo, a patto di fare attenzione a coprirsi adeguatamente. Le basse temperature attivano la circolazione sanguigna e i linfociti, mettendoli in uno stato di allerta per fronteggiare eventuali infezioni. E’ un modo naturale e semplice di stimolare naturalmente le nostre difese contro le infezioni respiratorie. Stimolare le difese immunitarie a tavola. Seguendo un regime alimentare sano, si può fare molto per alzare lo scudo di protezione naturale del nostro organismo. Un’alimentazione concepita apposta per fronteggiare al meglio l´insida dell´influenza è ricca di frutta e verdura fresche, da non

far mancare mai nella dieta quotidiana, anche quando le occasioni di festa e il freddo farebbero invece desiderare piatti più ricchi ed elaborati. Arieggiare con cura gli ambienti. Ventilare spesso i locali dove si soggiorna è fondamentale, specie se hanno ospitato molte persone: così si diluisce la concentrazione di virus presenti nell’aria. Ancor più della pulizia degli ambienti questa misura può abbassare di molto il rischio di trasmissione delle infezioni respiratorie. Tenere pulite le mani. Sembra una banalità, Lma le mani sono uno dei primi mezzi con cui i virus passano da una persona all’altra: lavarle spesso, soprattutto quando se ne stringono molte per gli auguri, resta una delle misure più efficaci di prevenzione. Ancora di più ilrischio di contagio si

acutizza

se

oliti re

siamo

abbracciae

altre

baciare persone

nell’augurare buon

Nata-

le... magari se la suocera di turno è febbricitante e tossisce come un mantice limitiamoco a stringerle la mano. Ultima considerazione: le aziende Sanitarie, in questo periodo, offrono l’opportunità, a chi ne facesse richiesta, di vaccinarsi contro l’influenza stagionale. Sarebbe buona prassi che fossero vaccinate le persone anziane e quelle che, per patologie conclamate, sarebbero messe in pericolo nel caso della contrazione della malattia virale dell’influenza, a causa della possibilità di complicazioni.


.11

I bambini che pensano “in verde” Il buon esempio,

nell’educare i propri figli, dà ottimi frutti ma non è sempre sufficiente, specialmente se si tratta di bambini socialmente precoci, che quindi fanno esperienza del mondo già da piccoli e vedono – e assorbono – dagli amichetti comportamenti scorretti e poco rispettosi dell’ambiente che li circonda. Stimolare la loro curiosità sui temi ambientali è il primo passo per renderli partecipi del processo di cambiamento al quale tutti noi stiamo cercando di auto-istruirci: risparmiare risorse per non inquinare e per preservare quello che resta del pianeta. Per questo a Drodrecht, in Olanda, Ecosistema Urbano ha costruita una giostra speciale destinata alle persone di tutte le età. Questa giostra, infatti, utilizza l’energia cinetica del movimento trasformandola in energia elettrica. I designer che si sono occupati del progetto cre-

dono infatti che sia molto importante insegnare ai bambini i metodi alternativi per la produzione di energia elettrica. In questo caso, saranno loro i protagonisti, grazie ai movimenti del corpo e ad un’esperienza fisica che può trasmettere un messaggio fondamentale: un approccio più sostenibile alla realtà è possibile proprio a partire da noi stessi. Quando i bambini utilizzano la giostra interattiva, l’energia cinetica liberata grazie ai loro movimenti viene catturata dalla sua struttura e accumulata in una batteria. L’energia così ricavata viene utilizzata per l’illuminazione serale. Il principio alla base del funzionamento della giostra e della produzione di energia è molto semplice e richiama la dinamo della bicicletta. Il colore della luce prodotta dalla giostra cambia a seconda della quantità di energia generata dai bambini durante il gioco in un de-

terminato giorno. La giostra è dotata di speciali corde su cui i bambini possono arrampicarsi e dondolarsi. Sono presenti anche delle altalene e delle seggioline girevoli, grazie alle quali i bambini possono divertirsi producendo nello stesso tempo preziosissima energia. Nel contempo, anche quest’anno Google ha premiato le eco-idee giovani che cambieranno il mondo nel Google Science Fair, destinato a ragazzi fra i 13 e i 18 anni. Fra i vincitori sono state le ecoidee a farla da padrone. Vincitrice del premio Science in Action sponsorizzato da Scientific American e del premio Voter’s Choice Award è stata la sedicenne turca Elif Bilgin, che è riuscita a sfruttare le bucce di banana per produrre una bioplastica che può essere utilizzata sia al posto della tradizionale plastica a base di petrolio sia per la realizzazione di protesi cosmetiche e isolamento di cavi. “Questo progetto

è stato realizzato nell’arco di due anni. Durante questo periodo di tempo sono riuscita nel mio tentativo di produrre plastica che possa essere effettivamente utilizzata nella quotidianità” ha raccontato Elif. La canadese Ann Makosinski, a soli 14 anni, ha inventato una torcia senza batterie che funziona esclusivamente con il calore delle mani. “Utilizzando quattro celle di Peltier e sfruttando la differenza di temperatura tra il palmo delle mani e l’aria ambientale ho progettato una torcia che emette luce intensa senza batterie o componenti che si muovono. Il mio progetto è ergonomico, efficiente dal punto di vista termodinamico e occorre soltanto una differenza di temperatura di cinque gradi perché funzioni e produca fino a 5,4 mW a 54 lux di luminosità”, ha spiegato la ragazzina.


www.energenesiravenna.it

IMPIANTI PER PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

BIOMASSA PANNELLI FOTOVOLTAICI SOLARE TERMICO

Fornace Zarattini Ravenna Via Braille 23

Tel 0544/501550 Fax 0544/468690 Cell 349/1146425

PARAFARMACIA GALILEI

Dott.ssa Rossi Paola

Farmaci senza prescrizione RAVENNA - Via Galilei 63 - Tel. 0544 407170

SERVIZI IN PARAFARMACIA • Laboratorio Galenico • Misurazione Pressione Arteriosa • Noleggio Elettromedicali • Farmaci senza prescrizione • Farmaci di automedicazione • Farmaci veterinari • Dermocosmesi • Omeopatia – Fitoterapia • Erboristeria – Integratori


mondo vivere consapevole .13

Aglio di Voghiera, un tesoro da conoscere L’Aglio di Voghiera DOP

è una delle perle della gastronimia ferrarese ed uno dei prodotti del territorio che ha le migliori caratteristiche per scalare la vetta delle eccellenze del gusto in Italia. A spiegare cosa rende questo prodotto della terra tanto prezioso Ettore Navarra, produttore del Consorzio l’Aglio di Voghiera DOP. “Il nostro è un aglio bianco dalle striature rosate, che presenta qualità estetiche e organolettiche spiccate: fragranza, persistenza dell’odore e del sapore e - cosa che lo fa amare anche dai gurmet più scettici - la delicatezza all’assaggio (non pizzica il palato né la gola, ndr). I produttori del Consorzio ne curano la coltivazione dalle primissime fasi (la sgranatura e la semina) a quella finale della raccolta e dell’essiccazione con dedizione ed attenzione, come si faceva un tempo.”

L’Aglio di Voghiera DOP, infatti, è coltivato (con un processo che dura 9 mesi) e raccolto quasi completamente a mano, “di recente abbiamo adottato macchinari delicatissimi per la sgranatura, cioè la preparazione dei bulbilli per la semina - ha spiegato Navarra - ma per il resto facciamo praticamente come tradizione vuole”. E la tradizone vuole che il prodotto venga essiccato a dovere per mantenere nel tempo le sue qualità distinguibili: consistenza e sapore. “Nei nostri essiccatoi non facciamo altro che indurre la circolazione dell’aria per asciugare i bulbi che arrivano sulle nostre tavole come si deve - ha coninuato Navarra - e questa fase dura dai 20 ai 30 giorni, per una lavorazione ottimale del prodotto. Poi si pas-

sa alla fase di conservazione che noi facciamo in frigo, alla temperatuta di -2/3°, in modo che i vostri spicchi siano perfetti - esteticamente e dal punto di vista del gusto. Ultimamente si sta consolidando un processo di conservazione di tipo chimico, con sostanze diverse, ma il nostro Aglio DOP è speciale proprio perchè manteniamo intatto il processo di produzione”. “L’Aglio DOP di Voghiera si presenta sul mercato come un unicum, quello che lo rende speciale è la certificazione, le referenze che lo hanno reso DOP - ha spiegato la presidente del Consorzio, Neda Barbieri - e il nostro compito di produttori è rientrare nelle quote di consumo in Italia. Nel nostro Paese infatti l’aglio che viene venduto è al 60% straniero: se noi riuscissimo a colmare questo

disavanzo, anche in parte, avremmo fatto già un buon lavoro. Il nostro compito è far capire al consumatore che l’aglio di Voghiera è buono da tutti i punti di vista: saporito, sicuro e controllato, a km zero”. Una curiosità: l’aglio - anche quando essiccato, continua il suo ciclo vitale e germoglia. Lo si può usare in cucina anche quando il bulbetto si svuota, triturandone il germoglio. L’aglio della nostra terra ha un altra importante caratteristica: viene lavorato dai produttori del Consorzio per diventare da spalmare sui crostini, condimento per la pasta, insaporitore di salumi e piatti di carne – non c’è che l’imbarazzo della scelta. Quindi, a meno che non si abbiano degli amici vampiri, regalare dell’aglio di Voghiera DOP o una delle sue varianti in vasetto, potrebbe essere una buona idea per augurare un “sano Natale”.


14. mondo riuso riciclo

Una cena da Re, nella cucina del riciclo Mai buttare via gli avanzi, specialmente quelli delle feste natalizie:

si possono ottenere dei piatti ottimi, ottenuti con delle ricette semplici semplici ma di grande gusto e tendenza. Ecco l’idea per una cena del tipo “riciclo in cucina”, pensato con quei cibi che – solitamente – restano nelle cucine degli italiani. Menù: antipasto (sfogliatine di salumi e sformatini di salmone), pasticcio di pasta, insalata di tacchino con polpette di verdure, cup cake di panettone. Sfogliatine di salumi - Ingredienti: 250 gr di salumi avanzati - 1 stracchino - 2 cucchiai di latte - 2 fogli di pasta sfoglia - maggiorana - pepe Riscaldate il forno a 170°. Tagliate i salumi a dadini, mescolate lo stracchino e il latte in un pentolino, scaldateli e unitevi una spolverata di pepe e le foglioline di maggiorana. Aggiungete i salumi.

Sistemate 1 dei due fogli di pastasfoglia sulla carta da forno, distribuite su di esso l’impasto sulla sfoglia a mucchietti distanti qualche cm l’uno dall’altro. Ricoprite con l’altro strato di sfoglia e tagliate dei fagottini. Fate cuocere in forno per circa 30 minuti. Sformatini di salmone - Ingredienti: 12 vol au vent vuoti - 100 gr di salmone - 150 gr di brie - erba cipollina - 1 cucchiaio di latte - 1 limone Frullate metà del salmone con il formaggio, il latte e un po’ di pepe, fino a rendere l’impasto cremoso. Tagliate il salmone rimasto e aggiungetelo all’impasto. Grattugiatevi dentro un po’ di scorza di limone e aggiungete dell’erba cipollina. Mettete la crema nei

vol au vent e lasciateli riposare il frigo fino al momento di servire. Pasticcio di pasta - Ingredienti: pasta avanzata di qualsiasi tipo - noce moscata - parmigiano - 2 uova Tagliate la pasta, mescolatela con gli altri 2 ingredienti e spolverizzate sopra al composto un po’ di pangrattato. Infornate a 180° per circa 20 minuti. Insalata di tacchino - Ingredienti: tacchino avanzato – lattuga - mayonese Tagliate il tacchino a pezzetti abbastanza piccoli. Pulite l’insalata, tagliatela a listarelle sottili e conditela. Mescolate il tacchino e l’insalata con abbondante mayonese e il vostro piatto sarà pronto. Polpette di verdure - Ingredienti: 200 gr di fagiolini - 200 gr

zucchine - 200 gr di broccoli - 2 uova - pangrattato - parmigiano olio - sale - pepe Prendete le verdure avanzate, tagliatele e mettetele in padella con un filo d’olio. Mescolate con cura e aggiungete olio, uova, sale e un trito di aglio e cipolla. Aggiungete anche una parte del pangrattato e del parmigiano. Mettete in frigo il tutto e lasciate riposare per un’ora. Preriscaldate il forno a 180° e ricoprite una teglia con della carta da forno. Modellate le polpettine con le mani e passatele nel pangrattato. Cuocete per circa 20 minuti. Cupcake di panettone - Ingredienti: 200 gr di panettone - 100 gr di zucchero - 250 gr di farina - 2 cucchiaini di lievito - 1 pizzico di sale - 1 uovo - 200 ml di latte - 75 ml di olio Prendete una ciotola e mescolate tutti gli ingredienti insieme. Mettete il composto nei pirottini e fate cuocere a 180° per circa 25 minuti.


mondo arredo e vita quotidiana bio naturale .15

Quando il bello viene dalle case altrui l’arredamento e gli accessori vintage nei pacchi di Natale A volte, le migliori ispirazioni per i regali di Natale arrivano da lontano, con lo stile di “classici rivisitati” per gli amici dai gusti più raffinati. Chiamarli “oggetti d’annata” potrebbe sembrare di mortificarli e sminuirli in valore, eppure non è così: è vero che si tratta di “cose vecchie” ma lamoda del vintage va oltre la definizione, rivisita, conferisce pregio, e diventa segno di una raffinata (o eccentrica) vanità. Rinnovare e risemantizzare il design di un tempo è diventata una moda e regalare a Natale un ogetto vintage è donare un culto, specialmente se si tratta di complementidi arredo o accessori. Un pensiero davvero carino e “personale” è l’anello umorale, perfetto per gli amanti dello stile

70s’. Questi anelli erano di gran moda negli anni ‘70, perché cambiano colore a seconda dell’umore della persona che lo indossa. Si trovano negli store on line o nei mercatini ma hanno una controindicazione: diventano subito una mania! Per l’amica sportiva che però non ha mai tempo per andare in palestra, un bel regalo vintage può rivelarsi l’hula hoop. Questi erano di moda alla fine del 1960 e lo rimasero per moltissimi anni. L’hula hoop è in realtà un aiuto eccellente per il fitness: pare che un minuto di hula hoop faccia bruciare tante calorie come correre per un miglio o per otto minuti, ed inoltre aiuta a tonificare il busto. Per avere qualche spunto in più potrebbe essere utile guardare le foto di famiglia: si scoprono storie e “scheletri nell’armadio” di molte persone. Per esempio, chi può dimenticare l’era kitsch della discoteca anni 70, con le sue re-

gine danzanti e i ragazzi in giacca e cravatta di poliestere? Se avete scovato una foto della zia con le zeppe e i capelli cotonati, un disco con canzoni d’epoca da discoteca è il regalino giusto da far trovare sotto l’albero. Un dolce pensiero vintage potrebbe essere una scatola di caramelle anni ‘60, quelle tutte colorate, spesso anche decorate con dei fumetti, da riempire con delle ghiottonerie che sappiano dei tempi andati: sigarette di cioccolato, le caramelle Sugar Babies o i Pop Rocks. Le scatole si trovano sui siti specializzati o nei mercatini, per i dolciumi è sufficiente saccheggiare il primo negozio di caramelle del quartiere. Per un’ispirazione davvero vintage in fatto di accessori, pensate alle deliziose mise di Diane Keaton in “Io e Annie” di Woody Allen, che sprigionavano stile da ogni centimetro di tessuto. Siamo nei lontani anni ‘70, e proprio

dagli anni ‘70 vengono le splendide cravatte vintage in vendita su eties.it, ricchissimo store online, con pezzi dalle collezioni di Lanvin, Yves Saint Laurent e altri marchi storici. I pezzi in vendita sono davvero bellissimi e i prezzi oscillano tra i 25 e i 50 Euro. Un’occasione imperdibile, anche per concedersi un regalo! Infine, per accontentare gli amanti del vintage “estremo” visitate il sito dowahdiddy.com, specializzato in oggetti d’arredamento di modernariato autentici. Potrete trovare una sezione intera dedicata ad addobbi natalizi originali che hanno dai 20 anni in su: si tratta di veri oggetti d’epoca, a prezzi abbordabilissimi, che potranno diventare un delizioso cadeau. All’interno del sito si possono inoltre scovare tantissimi pezzi di arredamento, sempre rigorosamente d’epoca, ma estori spediscono all’estero solo gli oggetti non troppo ingombranti.

Mensile omaggio in abbinamento a La Pulce Il Fè Il Rò Il Rigattiere in edicola - Biosfera,mensile di sviluppo sostenibile - EDITORE: Edit Italia s.r.l a Socio Unico - Ravenna, Piazza Bernini, 6 – Tel.0544.511311 – Mail info@edititalia.it - Concessionaria: Publimedia Italia S.r.l.- Ravenna, Piazza Bernini, 6 – Tel.0544.511311 – Ferrara, Viale Cavour n.21-Tel.0532.200033 - Mail: info@publimediaitalia.com – Registrazione Tribunale di Ravenna n. 1343 dell’ 11/01/2010 Direttore Responsabile: Gian Piero Zinzani - Stampa CSQ (BS) - Biosfera offre esclusivamente un servizio, non riceve provvigioni sulle contrattazioni, non effettua commerci, non è responsabile per la qualità, provenienza, veridicità e puntualità di uscita delle inserzioni e neppure per le conseguenze dirette e indirette che possono derivare dalla non corrispondenza di tali dati alla realtà. La direzione si riserva comunque, a suo insindacabile giudizio, di cestinare annunci. Edit Italia S.r.l. a Socio Unico precisa che tutte le inserzioni recanti dati personali e/o sensibili ai sensi del D.L. 196/2003, sono state pubblicate previa informativa all’interessato e espresso, diretto e specifico consenso dello stesso alla diffusione dei predetti dati ai sensi del D.L. 196/2003. Questo periodico è aperto a quanti desiderino manifestare il loro pensiero, senza recare pregiudizio ad altri, ai sensi dell’art.21 della Costituzione e, pertanto, la sua Redazione è disposta a ricevere testi scritti, fotografie, immagini ed altro materiale dai lettori. Tuttavia, l’eventuale pubblicazione, anche in via telematica, di quanto inviato alla Redazione di questo periodico, è a totale discrezione della Redazione medesima. In ogni caso l’eventuale pubblicazione non determina la costituzione di alcun rapporto di collaborazione dei lettori con la stessa Redazione e/o con l’Editore, né obbligo di pagamento di alcun importo da parte della Redazione e/o dell’Editore del periodico. L’invio del materiale è a titolo gratuito. Quanto inviato alla Redazione, anche se non pubblicato, non verrà restituito al mittente. Per l’invio del materiale l’indirizzo è info@edititalia.it - È vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi. Copyright, tutti i diritti sono riservati ad Edit Italia S.r.l. a Socio Unico.


Via M. D’Azeglio, 3/C - Ravenna Tel. 0544 217700 www.giancarloceccolini.it

RISTORANTE VEGETARIANO PASTICCERIA - FORNO BIO

ORA ANCHE CAFFETTERIA Per una sana colazione e dolci pause con centrifughe, succhi e tutta la nostra pasticceria da sempre genuina per passione

Aperto tutti i giorni dalle ore 6,30 alle 19,30 Chiuso la domenica

biosfera dicembre 2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you