Page 1

Poste italiane SpA - Spedizione in abb. post.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/04 N.46) Art. 1 Comma 1, DCB Milano. In caso di mancato recapito, si restituisca al mittente, che si impegna a pagare la relativa tassa. Euro 4,20

01_TDA 03 COPERTINA_okp.qxd

3-08-2011

8:57

Pagina 2

d’

TurismoAffari Numero 3

Luglio - Agosto - Settembre 2011

anche online su

www.ediman.it

B u s i n e s s Tr a v e l • A g e n z i e d i V i a g g i o • Tr a n s p o r t a t i o n • O s p i t a l i t à

Comfort fa rima con budget?

FERROVIE Nonostante il libero mercato sia sancito da una direttiva dell’Unione europea, sui binari italiani il conflitto tra Fs e operatori privati è ancora in atto. A farne le spese sono anche i business traveller

FORMAZIONE Il Corso di Formazione dell’Università di Bologna raddoppia. Per i travel manager un modulo base e uno di approfondimento rivolto agli allievi delle precedenti due edizioni

FLOTTE AUTO Mettiamo a confronto alcune proposte eccellenti nel settore delle vetture compatte da flotta, particolarmente apprezzate per i consumi contenuti e la tenuta del valore

Costi contenuti rispetto alla Business, più servizi che in Economy. Sui voli internazionali arriva la classe intermedia, un interessante compromesso tra lusso e budget, con caratteristiche che ben si adattano alle esigenze dei viaggiatori d’affari, proposto da molti vettori. Ai travel manager il compito di inserire l’opzione nella policy L a

r i v i s t a

d e l

T r a v e l

M a n a g e r

3 TRAVEL TREND MILANO PALAZZO DEL GHIACCIO 29 SETTEMBRE 2011

Appuntamenti Ediman


03_TDA 03 EDITO_okp.qxd

3-08-2011

9:38

Pagina 3

3

Editoriale La crisi economica mondiale dalla quale – secondo i segnali che da più par ti giungono – anche il business travel sta lentamente uscendo, ha lasciato dietro di sé scenari mutati e la consapevolezza che i risultati ottenuti nel saving non potranno che consolidarsi ulteriormente quando la situazione tornerà alla “normalità”. Tra le novità che i travel manager hanno dovuto, o dovranno, inserire nella travel policy figura oggi una opportunità che molti vettori propongono sui propri voli internazionali. Si tratta di una classe intermedia che sembra mettere d’accordo il por tafoglio delle aziende, sempre più impegnate a comprimere i costi legati alle trasferte dei propri dipendenti, con le esigenze di offrire ai frequent traveller servizi di alto profilo. Questa soluzione nasce infatti nell’ottica di of frire alle aziende opzioni di viaggio competitive spendendo poco più di un biglietto di economica a fronte, però, di ser vizi a maggiore valore aggiunto e in linea alle richieste di comfor t ed ef ficienza dettate da una clientela che viaggia per affari. La classe media, ricetta che amalgama ser vizi di qualità superiore a terra e in aereo e un’attenzione par ticolare alla flessibilità, indispensabile per essere d’appeal a chi viaggia per lavoro, sembra attirare la clientela corporate in modo soddisfacente, anche se le travel policy italiane – in molti casi – sono ancora orientate a determinare differenziazioni di trattamento di trasferta tra i vari viaggiatori in rappor to alla loro funzione e alla gerarchia aziendale. Ma secondo gli esper ti, come evidenziato dalla nostra cover stor y, è proprio su questo terreno che probabilmente si svilupperanno le policy più all’avanguardia.

Prezzo economy, servizio business


Poste italiane SpA - Spedizione in abb. post.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/04 N.46) Art. 1 Comma 1, DCB Milano. In caso di mancato recapito, si restituisca al mittente, che si impegna a pagare la relativa tassa. Euro 4,20

04_05_TDA 03 SOMMARIO 2.qxd

3-08-2011

9:29

Pagina 4

d’ TurismoAffari Numero 3

Luglio - Agosto - Settembre 2011

anche online su

www.ediman.it

B u s i n e s s Tr a v e l • A g e n z i e d i V i a g g i o • Tr a n s p o r t a t i o n • O s p i t a l i t à FERROVIE

Comfort fa rima con budget?

Nonostante il libero mercato sia sancito da una direttiva dell’Unione europea, sui binari italiani il conflitto tra Fs e operatori privati è ancora in atto. A farne le spese sono anche i business traveller

FORMAZIONE Il Corso di Formazione dell’Università di Bologna raddoppia. Per i travel manager un modulo base e uno di approfondimento rivolto agli allievi delle precedenti due edizioni

FLOTTE AUTO Mettiamo a confronto alcune proposte eccellenti nel settore delle vetture compatte da flotta, particolarmente apprezzate per i consumi contenuti e la tenuta del valore

Costi contenuti rispetto alla Business, più servizi che in Economy. Sui voli internazionali arriva la classe intermedia, un interessante compromesso tra lusso e budget, con caratteristiche che ben si adattano alle esigenze dei viaggiatori d’affari, proposto da molti vettori. Ai travel manager il compito di inserire l’opzione nella policy L a

r i v i s t a

d e l

T r a v e l

M a n a g e r

3 TRAVEL TREND MILANO PALAZZO DEL GHIACCIO 29 SETTEMBRE 2011

Sommario

nº 3 luglio - agosto - settembre ’11

Appuntamenti Ediman

Comfort fa rima con budget?

di Alessandra Boiardi

Analisi e gestione dei viaggi d’affari

di Giulia De Stefano

Quando la flotta è compatta

di Alessandro Rigatto

La parola al travel manager

di Alessandra Boiardi

Un partner a 360 gradi

di Simona Zin

Business ad alta velocità

di Michela Rossi

Liberalizzazione: è guerra!

di Ferdinando Farba

Il cielo sopra Riyadh

di Michela Rossi

La prenotazione è mobile

di Giulia De Stefano

Arte mediterranea

di Luciana F. Rebonato

Paradiso italiano

di Simona Zin

Business con vista

di Madeleine Rey

L’eleganza per i viaggi d’affari

di Elisa Ferro

Quel posto sul lago

di Ofelia Figus

GRAND HOTEL ORTIGIA

Un tuffo nel mito

di Ofelia Figus

60

HOTEL MULINO GRANDE

Un’oasi di relax

di Simona Zin

62

PRINCIPE HOTEL CATANIA

Stile principesco

di Elisa Ferro

64

GRAND HOTEL BERNARDIN

Protagonista sloveno

di Luciana F. Rebonato

68

WORLDWIDE

La strada di Smirne

di Giovanni Fassola

78

CURIOSITÀ IN VIAGGIO

Animali da aeroporto

di Daria Nardi Bessola

6

COVER STORY

12

CORSO FORMAZIONE TERZA EDIZIONE

14

CAR FLEET

20

11° OBT

24

HRG ITALIA

26

LHCC

32

FERROVIE

36

SAUDI ARABIANS AIRLINES

42

HRS

44

SHERATON CATANIA HOTEL

46

ATAHOTELS

48

GRAND HOTEL BAIA VERDE

54

MEDITERRANEO HOTEL

56

ISEOLAGO HOTEL&SPA

58

28

Net travel

38 Check in

74

Block notes

80 Indirizzi

50

Reception

www.ediman.it


04_05_TDA 03 SOMMARIO 2.qxd

3-08-2011

9:29

Pagina 5

I PROSSIMI APPUNTAMENTI EDIMAN

TRAVEL TREND MILANO

29 SETTEMBRE 2011 PALAZZO DEL GHIACCIO MILANO

FULL CONTACT LUXURY VENUES

17-18 OTTOBRE 2011 FAIRMONT MONTE CARLO PRINCIPATO DI MONACO

FULL CONTACT INTERNATIONAL VENUES

28-29 OTTOBRE 2011 ATAHOTELS VILLA PAMPHILI ROMA

I n t e r n a t i o n a l Ve n u e s

FULL CONTACT DISCOVER ITALY

28-29 OTTOBRE 2011 ATAHOTELS VILLA PAMPHILI ROMA

FULL CONTACT MEETING PLANNER 2

4-5 NOVEMBRE 2011 ATAHOTELS VILLA PAMPHILI ROMA

FULL CONTACT LARGE EVENTS

4-5 NOVEMBRE 2011 ATAHOTELS VILLA PAMPHILI ROMA

L arge Event s

FULL CONTACT PCO DATA E SEDE DA DEFINIRSI

FULL CONTACT INCENTIVE DESTINATIONS DATA E SEDE DA DEFINIRSI

FULL CONTACT MEETING PLANNER 1 DATA E SEDE DA DEFINIRSI

Incentive Destinations


06_10_TDA 03 COVER STORY - CLASSE_okp.qxd

6

3-08-2011

10:01

Pagina 6

COVER STORY

Comfort fa rima con budget? di Alessandra Boiardi

Spesso sĂŹ. Sui voli internazionali, infatti, la classe intermedia si propone come buon compromesso tra costi e servizi. Ha caratteristiche ad hoc per i business traveller, anche se il top management continua a preferire la business


06_10_TDA 03 COVER STORY - CLASSE_okp.qxd

3-08-2011

10:01

Pagina 7

7

C

osti contenuti e servizi di livello non sempre riescono ad andare d’accordo, ma sembrano aver raggiunto un certo compromesso se si tratta di trasporto aereo. Da qualche tempo è infatti in atto una piccola rivoluzione: con qualche concessione da parte di ciascuno, portafoglio e “lusso” trovano un punto d’incontro in quella che per convenzione possiamo chiamare classe intermedia, e che di volta in volta prende nomi e forme diversi sui diversi vettori. Non dunque una Business, ma nemmeno una Economy, la classe intermedia viene incontro a quello che negli ultimi anni è diventato un must per il travel manager, il risparmio. Chi ha chiuso i cordoni della borsa ha influenzato le abitudini di viaggio dei manager italiani negli ultimi tempi e proprio in particolare l’aereo pare aver sofferto, in proporzione, di questa situazione. Secondo i dati dell’Osservatorio sul Business Travel 2010 di Turismo d’Affari è il treno a guadagnarci con più di quattro milioni di viaggi nel 2009 (vedi tabella) e una crescita che va a erodere almeno in parte e almeno sul corto e medio raggio le quote degli altri mezzi di trasporto. Merito delle tariffe, ma soprattutto dell’andata a regime di molte tratte di alta velocità. L’aereo tiene, è vero, ma soprattutto grazie al traino del mer-

cato internazionale. E come fare in questo caso a trovare il giusto equilibrio tra budget e comfort? Si può spendere un po’ meno senza rinunciare a poltrone ergonomiche che fanno riposare bene (non solo un vizio per l’uomo d’affari, che dopo traversate oceaniche deve essere comunque altamente “performante”)? Qual è il target aziendale della classe media? Comodità accessibile Il comfort è sempre più evoluto, e il business traveller ne è tagliato fuori? Non, parrebbe, se si sceglie di volare sulle cosiddette classi intermedie proposte dai vettori aerei, una novità di questi anni che sembra tagliata su misura delle esigenze di chi viaggia per lavoro. Senza rinunciare a standard di un certo tipo (posti comodi, menu personalizzati, connessione wi-fi e così via), si fanno quadrare i conti. In medio stat virtus, dunque: il celebre motto latino cade forse a pennello, ma per chi? Possiamo affermare che la classe intermedia sia per le aziende un valido compromesso tra costi e servizi? Assolutamente sì, secondo Carlo Pittis, Alitalia vice president marketing: «La Classica Plus (la classe intermedia di Alitalia, ndr) nasce nell’ottica di offrire alle aziende opzioni di viaggio estremamente competitive all’interno di un biglietto di eco-

DALLA PARTE DELLE AZIENDE: STATUS O BUDGET? Le spese legate ai viaggi rappr esentano per tante r ealtà aziendali una delle voci di spesa spesso elencate tra le più controllabili. Quando si parla di travel policy ci si riferisce al controllo del budget delle spese di viaggio e di rappr esentanza, che spesso viene tradotto in una sempr e maggiore riduzione delle spese. Non sempre però il risparmio sembra possibile, così come in Italia non è immediata l’idea di ridurre – e non azzerar e – i ser vizi in favore di un costo minore. «Le travel policy italiane – ci spiega Dario Bongiovanni di t&e consultancy – in molti casi sono ancora tendenzialmente orientate a deter minare differenziazioni di trattamento di trasferta tra i vari viaggiatori delle aziende, in rapporto alla loro funzione e/o alla gerar chia aziendale. Per questo in una significativa maggioranza delle policy con cui giornalmente ci inter facciamo, uno dei driver di maggior peso è il “grade” ricoper to dai viaggiatori nella gerar chia aziendale. A valle di questo assunto si verifica quindi una situazione operativa in cui la concessione della Business class su determinate tratte (siano esse non solo extra-europee, ma addirittura europee, e quindi legate a un numero di ore volo estremamente limitato) è una condizione di status, che molto spesso poco si confà a logiche di ottimizzazione e riduzione costo. Poche policy contemplano le cosiddette classi aeree "intermedie", e sopratutto non per la fascia alta dei viaggiatori. Addirittura ricordiamo che è estremamente diffusa nel nostro Paese la malpractice per cui le policy non si applicano al top management aziendale e/o alle prime linee dello stesso». Sembra quindi distante il momento in cui anche il top management rinuncerà alla classe business per quella intermedia, anche se quest’ultima è sicuramente valida alternativa. «Il livello di diffusione delle cosìddette tariffe "intermedie" – conclude Bongiovanni – è ancora tendenzialmente limitato nel nostro Paese, pertanto anche le policy aziendali non sono del tutto rapide nel recepire la novità. In linea di principio teorico dette tarif fe potrebbero costituire un’alternativa alla classe business, ma sar ebbe interessante "mappare" la percezione del viaggiatore in rapporto a tali soluzioni». In Italia il mercato corporate sembra rispondere piuttosto bene all’introduzione, da parte di molte compagnie, della cosiddetta “classe media”, che all’interno di ciascun vettore prende nomi diversi

nomica, in linea con le policy di viaggio aziendali attuali, che limitano gli accessi alla business class al top management, offrendo servizi a maggiore valore aggiunto e in linea alle richieste di comfort ed efficienza dettate da una clientela che viaggia per affari». Alitalia ha infatti introdotto la Classica Plus da qualche tempo, puntando su questo anello di congiunzione tra la classe economica,


06_10_TDA 03 COVER STORY - CLASSE_okp.qxd

8

3-08-2011

10:01

Pagina 8

COVER STORY

che ora si chiama Classica, e la Magnifica.

In una significativa maggioranza delle policy uno dei driver di maggior peso è il “grade” ricoperto dai viaggiatori nella gerarchia aziendale

Quei plus a cui non si rinuncia «La Classica Plus offre diversi servizi che rispondono alle esigenze della clientela business – spiega Carlo Pittis – come tariffe flessibili che permettono di cambiare date e orari dei voli, banchi check in e imbarco prioritario in aeroporto, un ambiente riservato e silenzioso a bordo per lavorare

Viaggi d’affari per mezzo di trasporto

Viaggi d’affari per mezzo di trasporto (prospettiva settoriale); anno 2010

Fonte: Osservatorio sul Business Travel 2011

anche durante il volo, grazie al maggiore spazio fra un sedile e l’altro (quaranta per cento in più rispetto all’economica), la presa Usb, presente su tutti i sedili, per caricare i propri contenuti digitali sul monitor, e una presa pc per permettere l’utilizzo del computer durante l’intera fase di crociera. In più al cliente della nostra Classica Plus offriamo la possibilità di imbarcare in stiva un bagaglio da 23 chilogrammi gratuitamente (il doppio rispetto all’economica) e di accumulare il doppio delle miglia rispetto alle tariffe standard di economica». Una ricetta vincente, che mescola sapientemente servizi a terra e in aereo di qualità superiore a quella economica e un’attenzione particolare alla flessibilità, indispensa-


06_10_TDA 03 COVER STORY - CLASSE_okp.qxd

3-08-2011

10:01

Pagina 9

9

La classe media può rappresentare per le molte Pmi italiane un buon compromesso tra spesa e servizi

sono molto frequenti ma allo stesso tempo la natura delle imprese nel nostro Paese non sempre ha a disposizione budget per viaggi di super lusso. La classe intermedia rappresenta un’offerta delle compagnie derivante da una domanda sempre più crescente negli ultimi anni. I servizi aggiuntivi che British Airways offre al passeggero in World Traveller Plus fanno sì che il cliente sia disposto a pagare quel tanto in più per usufruire di notebile per essere d’appeal a chi viaggia per lavoro, la classe media sembra attirare la clientela corporate in modo soddisfacente. La conferma arriva anche dal vettore nazionale: «L’interesse mostrato dalla clientela corporate – precisa Carlo Pittis – risulta molto buono. I primi dati di customer satisfaction si attestano a circa il novanta per cento di giudizio complessivo positivo, e il volume di prenotazioni risulta in costante crescita man mano che il prodotto viene esteso a maggiori destinazioni in linea con l’ingresso in flotta di nuovi aeromobili configurati con la nuova Classica Plus». Attualmente la Classica Plus di Alitalia è disponibile da Roma verso New York JFK, Pechino e Rio de Janeiro e da Milano Malpensa verso New York JFK e Miami.

A misura di Pmi È noto come in Italia in particolare la parte del leone la facciano le piccole e medie imprese, realtà che hanno spesso e volentieri molti contatti con l’estero. Soprattutto, anche se non solo, per loro, la classe media può rappresentare un buon compresso tra spesa e servizi. È quanto sostiene Mark Moscardini, regional commercial manager per l’area del Sud-Est Europa di British Airways: «In Italia il mercato corporate sembra rispondere piuttosto bene, le cifre riguardo alla World Travellers Plus (la classe intermedia di British Airways, ndr) sono positive. Forse ciò è dovuto al fatto che il nostro tessuto industriale è costituito da Pmi, per cui i viaggi d’affari

voli vantaggi e ciò è molto importante se si viaggia per lavoro su tratte lunghe. Una poltrona più ampia e comoda, un tavolino più largo, un ambiente tranquillo e rilassante, la disponibilità di supporti per i propri strumenti elettronici, avere quotidiani gratis a disposizione sono alcuni dei servizi che facilitano lo spostamento per chi prende un aereo per motivi di lavoro e che sono presenti a un prezzo non troppo gravoso».

Che cos’è la “classe media” di un aer omobile? Una classe separata che si diversifica dalla Economy perché offre standard più elevati e dalla Business per tariffe più accessibili, ma ser vizi ridotti. Da quando è stata intr odotta? Le compagnie aeree major hanno iniziato a pr oporla dal 2009 sui loro velivoli. Su quali voli si tr ova? Sui collegamenti internazionali. Quali sono le sue caratteristiche? In generale, rispetto alla classe economica può of frire: più centimetri di spazio tra i sedili rispetto alla classe economica monitor più grandi attacco per laptop menu diversificati check in privilegiati peso ammesso maggiore rispetto alla Economy per il bagaglio in stiva.


06_10_TDA 03 COVER STORY - CLASSE_okp.qxd

10

3-08-2011

10:01

Pagina 10

COVER STORY

Quando si parla di travel policy ci si riferisce al controllo del budget delle spese di rappresentanza e di viaggio, che spesso viene tradotto in una sempre maggiore riduzione delle spese

LA PRIMA IN TERMEDIA? LA CLASSE BUSIN ESS Anche le classi di configurazione dei velivoli evolvono. Lo schema sembra però sempre simile: a fronte di cambiate esigenze dei passeggeri, le compagnie aer ee cercano di adeguare la propria offerta. Del resto, come potrebbe essere altrimenti. Accadde proprio questo quando – negli anni Settanta – spuntò accanto alla prima classe e a quella economica una nuova classe, quella che ora è universalmente riconosciuta come Business class. L’esigenza era appunto quella di offrire un’alternativa ai voli lussuosi, ma molti costosi in first e a quelli non esattamente confortevoli in Economy. Le cronache riportano che fu Qantas la prima compagnia aerea a introdurre la “intermedia” business, adottata poi da tantissimi vettori. Oltr e a Qantas, e perfino prima, Klm aveva intr odotto un ser vizio denominato FFF (Full Fare Facilities) che permetteva di pagare una tariffa piena per l’economica per poter aver e dei servizi in più rispetto alla tariffa ridotta.

Fonte: AirPlus International Travel Management Study 2010

Qualche esempio di classe intermedia Gambe allungate, poltrone comode ma anche belle, menu appetitosi e programmi di intrattenimento che permettono di distrarsi per qualche ora durante lunghi voli: cosa offrono le classi intermedie? Proprio quest’estate Delta Air Lines ha destinato un importante piano di investimento all’introduzione di una sezione premium nella classe economica (si chiama Economy Comfort) su tutti i voli internazionali a lungo raggio. Le nuove poltrone offriranno circa dieci centimetri in più di spazio per le gambe rispetto alle Economy e il cinquanta per cento di reclinabilità in più. Questo prodotto si aggiunge ai servizi premium che già vengono operati dal vettore dai suoi partner di joint venture – che includono, oltre ad Alitalia, Air France-Klm – e verrà collocato nelle prime file della cabina di Economy su oltre 160 Boeing 747, 757, 767, 777 e AirLe tariffe intermedie potrebbero costituire un’alternativa alla classe business ma sarebbe utile verificare la percezione del viaggiatore in rapporto a tali soluzioni

bus A300. «Allo stesso modo in cui Delta sta investendo nel continuo miglioramento della classe BusinessElite, uno dei prodotti più competitivi del mercato, ritiene opportuno apportare migliorie anche nei servizi di Economy class, per offrire ai propri clienti un volo ancora più confortevole» afferma Glen Hauenstein, executive vice president di DeltaNetwork Planning Revenue Management e Marketing. Tra i servizi della Economy Comfort di Delta anche priorità nell’imbarco, bevande alcoliche gratuite in qualsiasi momento, intrattenimento a bordo e sedili identificati con uno speciale rivestimento. Prime file speciali anche per American Airlines: scegliendo un Express Seat ci si può imbarcare con i primi passeggeri (dettaglio non da poco se si viaggia con il bagaglio a mano). Si chiama invece Economy Extra la classe economica “potenziata” di Sas, che prevede la possibilità di cambiare la prenotazione gratuitamente, il rimborso totale del biglietto in caso di cancellazione e l’utilizzo del banco di Business class per il check in. Anche in volo non mancano servizi di solito offerti dalle classi business: menu con tre portate, spuntini e bevande alcoliche e no gratuite. In stiva si può imbarcare fino a due bagagli da 23 chilogrammi, e ognuno può portare con sé due bagagli a mano. Anche Turkish Airlines ha di recente lanciato la sua Comfort Class, una categoria che si aggiunge alle tre economica, business e first. Il monitor personale è di 10.6 pollici e propone accessi Usb e altri dispositivi come l’iPod. Alcune delle tratte servite con questa classe sono da Istanbul a Pechino, Shanghai Pudong, Tokyo Narita, Bangkok, Sao Paulo Guarulhos e Toronto sui suoi B777-300ER.


Progetto2_Layout 1 04/02/11 10:50 Pagina 1

Copyright © 2007-2010 CWT - Photo credits: Gettyimages

VIAGGI D’AFFARI, ESSENZIALI PER FAR CRESCERE IL VOSTRO BUSINESS

Ottimizzare le spese di viaggio della vostra azienda. Con CWT è possibile www.carlsonwagonlit.it

Direzione Commerciale: Via A. Vespucci, 2 - 20124 Milano - Tel. +39 02 62543.1 email: commerciale@carlsonwagonlit.it


12_13_TDA 03 CORSO ALTA FORMAZIONE_okp.qxd

12

24-08-2011

14:52

Pagina 12

CORSO DI FORMAZIONE

di Alessandra Boiardi

“Analisi e gestione dei viaggi d’affari”: arriva la terza edizione Nell’edizione 2012 il Corso di Formazione dell’Università di Bologna, che trova nuovamente nella nostra rivista il proprio media partner, avrà due livelli. A grande richiesta parte infatti lo step avanzato, che va ad affiancarsi all’apprezzatissimo corso “base”. Aperte le iscrizioni fino al 2 dicembre

I

l travel manager aziendale ricopre un ruolo strategico della vita aziendale, non solo per via dell’elevato costo diretto dei viaggi d’affari, ma anche perché questi possono rappresentare una leva per la gestione del personale e talvolta per lo sviluppo dell’immagine dell’azienda. Alla necessità di affrontare in modo professionale un aspetto così importante e complesso, risponde appieno il Corso di Formazione “Analisi e gestione dei viaggi d’affari” tenuto dalla Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università di Bologna in collaborazione con la Scuola Superiore di

Scienze Turistiche. Appuntamento di comprovato successo, il corso vedrà la sua terza edizione nel 2012, ancora una volta con il contributo di player di mercato di altissimo livello: Accor, Air Plus International, Carlson Wagonlit, Cisalpina Tours, Etihad Airways,

Sabre Travel Network, Seneca, la new entry Air Berlin e Turismo d’Affari in qualità di media partner. L’obiettivo del corso è sviluppare un nuovo approccio al processo di gestione delle trasferte che consenta di cogliere i vantaggi offerti da nuovi modelli organiz-


12_13_TDA 03 CORSO ALTA FORMAZIONE_okp.qxd

3-08-2011

10:13

Pagina 13

13 Anche nella prossima edizione le lezioni saranno tenute da docenti universitari con pluriennale esperienza e da esperti del settore

zativi e sistemi informativi sempre più avanzati. Durante le lezioni verrà dato rilievo alle potenzialità dell’analisi statistica lungo l’intero processo di gestione delle trasferte, dalla scelta dei fornitori alle procedure di autorizzazione, prenotazione, rendicontazione e pagamento. Si valuteranno inoltre produttività ed efficienza e si approfondiranno, con testimonianze dirette, sia le modalità con cui agiscono sul mercato i fornitori dei principali servizi, sia le tecniche di negoziazione. Una panoramica completa, pensata per fornire ai partecipanti uno strumento che sia la giusta sintesi di teoria e pratica. Questo anche grazie al fatto che le lezioni saranno tenute da docenti universitari con pluriennale esperienza e da esperti del settore.

Il nuovo scenario competitivo, i nuovi modelli organizzativi dei processi e l’impatto delle nuove tecnologie stanno modificando la funzione “gestione dei viaggi d’affari” a cui è oggi riconosciuto un ruolo centrale nel miglioramento della produttività e dell’efficienza aziendale. Obiettivo del Corso è sviluppare un nuovo approccio al processo di gestione Il Corso di Formazione risponde all’esigenza di

delle trasferte che consenta di cogliere i vantaggi offerti da nuovi modelli organizzativi e sistemi informativi sempre più avanzati.

approfondire le possibilità

Saranno sviluppate le potenzialità dell’analisi statistica lungo l’intero

per l’impresa di governare e

processo di gestione delle trasferte, dalla scelta dei fornitori, alle procedure di

razionalizzare con successo una

autorizzazione, prenotazione, rendicontazione e pagamento, fino a valutare

spesa dalle caratteristiche

produttività ed efficienza in ambito travel.

tanto peculiari come quella dei viaggi d’affari.

Si approfondiranno, con testimonianze dirette, sia le modalità con cui agiscono sul mercato i fornitori dei principali servizi (trasporti, hôtellerie e TMC), sia le tecniche di negoziazione, così da offrire una panoramica completa per muoversi con successo in scenari sempre più dinamici.

L’opinione degli iscritti alle precedenti edizioni … ..“Il corso mi ha fornito nuovi strumenti di analisi volti a capire, in modo più critico, alcuni dei fenomeni che maggiormente influiscono sull'efficienza del Business Travel e mi ha permesso di individuare e sistematizzare le leve utili a ridurre la spesa travel.” ..”Uno dei principali traguardi raggiunti è la capacità di dare il giusto valore ai dati, valutandone qualità e robustezza rispetto al contesto. Usare la statistica per orientare le scelte è possibile! Anche nella gestione dei viaggi d'affari.” ..“Un salto in avanti nella professione, una presa di coscienza sulla possibilità di gestire oltre che consuntivare: uno spunto di riflessione per non restare appesi ai luoghi comuni del Business Travel.” ..“L'entusiasmo di docenti e collaboratori nell'introdurci al ragionamento statistico è stato contagioso per riportare in azienda quanto appreso.”

Seves S.p.A.

Un’opportunità unica Francesco Pisegna Consip S.p.A.

professionale e bagaglio culturale.”

Giuliana Panzetti Lorenza Buscicchio ACRAF Angelini

...“Il corso offre preziosi strumenti di analisi e permette il confronto diretto con i principali fornitori. Un ottimo investimento, che consiglio vivamente”.

professionale individuale con l’acquisizione di 10 crediti formativi universitari.

Vania Sporzon Carel Industries Srl

In collaborazione con

È avvenuta durante Btc, la fiera degli eventi, a Rimini lo scorso 1 luglio, la consegna dei diplomi ai partecipanti al corso nell’anno accademico 2010-2011. La cerimonia si è tenuta a conclusione del seminario “Oltre l’analisi dei costi diretti nel business travel management: efficienza, benchmarking e ricadute aziendali del processo di gestione dei viaggi d’affari”, in cui proprio Il Corso di Formazione, a conclusione della sua seconda edizione, ha invitato accademici, hr e travel manager a confrontarsi sugli aspetti della gestione delle trasferte che vanno oltre il controllo dei costi. I temi trattati hanno spaziato dalla misura dell’efficienza di costo della funzione travel, all’utilizzo di tecniche di benchmarking per poi approfondire aspetti legati alle ricadute delle policy viaggi sui rapporti aziendali e, quindi, sulla gestione delle risorse umane.

per sviluppare un percorso di crescita

Giuseppe Viesti Salvatore Ferragamo

LU-VE S.p.A.

..“Ho avuto idee e suggerimenti importanti per il nostro lavoro, arricchendo conoscenza

CONSEGNATI I DIPLOMI DELL’EDIZIONE 2011

«Il corso mi ha fornito nuovi strumenti di analisi volti a capire, in modo più critico, alcuni dei fenomeni che maggiormente influiscono sull’efficienza del business travel e mi ha permesso di individuare e sistematizzare le leve utili a ridurre la spesa travel» è la

Irene Picarelli

Media partner

testimonianza di Irene Picarelli di Seves Spa, che ha partecipato all’edizione 2010-2011, come Francesco Pisegna di Consip Spa, che commenta: «Uno dei principali traguardi raggiunti è la capacità di dare il giusto valore ai dati, valutandone qualità e robustezza rispetto al contesto. Usare la statistica per orientare le scelte è possibile. Anche nella gestione dei viaggi d’affari». Il corso raddoppia La terza edizione avrà una peculiarità in più: al corso base si

Per informazioni sul Corso di Formazione:

http://www.rimini.unibo.it/osserv/BusinessTravel/BT/III _ed.htm Martina Farina Tel. e Fax 0541/434321 polorn.formazione@unibo.it

aggiungerà infatti una versione avanzata, nata proprio dalle continue richieste dei partecipanti delle precedenti edizioni, tant’è che i trenta posti a disposizione sono già esauriti. Un chiaro indice del “gradimento” del corso, coordinato dal professor Andrea Guizzardi – direttore dell’Osservatorio sul Business Travel – e di cui Martina Farina è tutor. «L’evidente successo delle precedenti edizioni è da rilevare anche nelle modalità di approccio al corso da parte degli studenti. Non solo infatti abbiamo ricevuto insistenti richieste per la versione avanzata, ma abbiamo notato come ben il trenta per cento dei nuovi iscritti partecipa alle lezioni grazie al “passaparola” di chi ha già frequentato». Qualche informazione pratica Il corso si terrà da febbraio a maggio 2012, e sarà possibile iscriversi fino a 2 dicembre (vedi Box “Per informazioni sul Corso di Formazione”). Peculiarità a valore aggiunto del corso è quella di essere residenziale, come spiega Guizzardi: «Proprio perché residenziale – basato a Rimini, presso la sede della Scuola Superiore di Scienze Turistiche, Polo scientifico-didattico di Rimini, ndr – il corso non è solo un importante momento di apprendimento per il travel manager, ma anche di contatto e networking con “colleghi” con i quali poter confrontarsi sulle problematiche del proprio ruolo all’interno delle rispettive aziende». Il corso è strutturato in sessanta ore, suddivise in sei ore al giorno distribuite tra il venerdì pomeriggio e il sabato. È prevista l’analisi di casi pratici.


14_18_TDA 03 FLOTTE AUTO_okp.qxd

14

3-08-2011

10:28

Pagina 14

CAR FLEET

di Alessandro Rigatto

Quando la f lotta è comp Volkswagen Golf, Ford Focus, Opel Astra: tre proposte eccellenti nel settore delle "compatte" da flotta, particolarmente apprezzate per i consumi contenuti e la tenuta del valore nel tempo. Mettiamo a confronto qualità, prestazioni e canoni di noleggio a lungo termine

Q

ualità, affidabilità, bassi costi di gestione, immagine di buon livello, ottima rivendibilità. Sono queste alcune delle maggiori richieste del fleet manager, che quando sceglie le auto per il personale di livello intermedio punta soprattutto a ottenere un rapporto favorevole tra il valore del canone locativo o della rata di leasing e la bontà della vettura, preoccupandosi anche del livello di gratificazione del quadro o dello staff commerciale che dovrà utilizzarla per lavoro e l'avrà a disposizione anche per l'utilizzo privato. Dopo la Volkswagen Golf, la cui sesta serie è in vendita dal 2008 e che è stata recentemente riproposta con l'interessante motore

1.6 TDi da 105 cavalli, anche due modelli tedeschi classici si sono rinnovati da poco: la Ford Focus e la Opel Astra. Ambedue, inoltre, sono state riproposte nel 2011 con la carrozzeria station wagon, la preferita da quegli utenti che scelgono l'auto aziendale in base alle necessità personali del fine settimana, mentre la Golf Variant è stata riproposta con il musetto ristilizzato al pari della berlina sesta serie nel 2010. La Volkswagen Golf La Golf è un punto di riferimento per qualità (fondamentale), immagine (molto gradita) e prestazioni, soprattutto in termini di efficienza energetica e, quindi, consumi. Basti pensare che il suo "millesei" ha bisogno, nel ciclo


14_18_TDA 03 FLOTTE AUTO_okp.qxd

3-08-2011

10:28

Pagina 15

15

Affidabilità, bassi costi di gestione, immagine e rivendibilità sono alcune delle richieste del fleet manager che trovano risposta nel settore “compatto”

mpatta

N OLEGGIO A LUN GO TERMIN E

VOLKSWAGEN

Canone locazione*

Canone servizi*

Canone totale*

GOLF VARIANT 1.6 TDI TRENDLINE

292,73

239,63

532,36

GOLF GTD

361,57

289,87

651,44

GOLF 1.6 TDI BLUEMOTION T

269,60

238,41

508,01

ASTRA 1.7 CDTI ELECTIVE

241,88

213,12

455,00

ASTRA 2.0 CDTI ELECTIVE

263,93

251,07

515,00

FOCUS 1.6 TDCI “FOCUS PACK”

165,00

245,00

410,00

FOCUS SW 1.6 TDCI “FOCUS PACK”

174,00

246,00

420,00

C-MAX 1.6 TDCI “FOCUS PACK”

191,00

249,00

440,00

OPEL

FORD**

* Quotazioni in euro **Eventuale anticipo: 3.500 euro Accessori: connectivity upgrade, vernice metallizzata

combinato, di 4,6 litri ogni cento chilometri nella versione "base" (declinata negli allestimenti Comfortline e Highline, venduti rispettivamente a 22.100 euro e a 23.350 euro, più 750 euro per la carrozzeria a cinque porte) e addirittura solo di 3,8 litri nella versione BluEmotion Technology (3,4 litri nel ciclo extraurbano), proposta a 21.300 euro ma senza radio (optional a 339 euro) e senza cruise control, strumento molto utile per tenere sotto controllo la velocità, ma anche i consumi. Tutto ciò nonostante il cambio a sole cinque marce. Al vertice della gamma, ideale per un manager giovane in cerca di prestazioni elevate, ma con consumi sempre ragionevoli, c'è la Golf GTD, mossa dal


14_18_TDA 03 FLOTTE AUTO_okp.qxd

16

3-08-2011

10:28

Pagina 16

CAR FLEET

LEASIN G VOLKSWAGEN Imponibile VOLKSWAGEN

Anticipo 10%

35 Canoni da

Riscatto 10%

Commissione

GOLF VARIANT 1.6 TDI TRENDLINE

18.333,33

1.833,33

465,69

1833,33

300

GOLF GTD

24.208,33

2.420,83

614,89

2420,83

300

GOLF 1.6 TDI BLUEMOTION T.

17.750

1.750

450,85

1750

300

Quotazioni in euro La carrozzeria station wagon è la preferita da quegli utenti che scelgono l'auto aziendale anche in base alle necessità personali del fine settimana

La sesta serie della Volkswagen Golf, in vendita dal 2008, è stata recentemente riproposta con l'interessante motore 1.6 TDi da 105 cavalli

due litri turboDiesel commonrail da 170 cavalli, per 222 chilometri orari e 0-100 Km/h in 8,1 secondi. Il consumo è di 5,3 litri ogni cento chilometri in media; solo in città la differenza rispetto al 1.6 TDi è marcata, mentre a velocità costante il gap si riduce. La tre porte costa 29.050 euro e l'accessorio perfetto è il cambio Dsg, con cui il listino sale a 30.900 euro. La Golf Variant 1.6 TDi, che tocca i 190 chilometri orari e consuma solo 4,5 litri di gasolio ogni cento chilometri, parte

invece da 22mila euro nell'allestimento Trendline (climatizzatore, vetri elettrici anteriori, chiusura centralizzata, sette air bag, cinque poggiatesta ed Esp di serie, ma radio e ruote in lega leggera con sovrapprezzo), mentre la BluEmotion Technology, che si accontenta di 4,2 litri ogni cento chilometri, è disponibile in versione Comfortline a 24.400 euro. È sulla capacità del bagagliaio che si apprezzano le maggiori differenze: 350 decimetri cubici per la Golf a tre o cinque porte, 560 dmc per la Variant;

1305 dmc per la prima con il divano posteriore ribaltato, 1550 per la seconda. La Ford Focus La Ford Focus 1.6 TDCi è l'alternativa più logica alla Golf: meno raffinata, vanta però una dotazione di sicurezza assai ricca, per la quale però occorre spendere. Il listino base è competitivo: ventimila tondi tondi per la cinque porte "base", 21.500 euro per la Titanium, che ha di serie i fendinebbia, il cruise control e le ruote in lega leggera. Un optional da non perdere, anche perché esclusivo della Focus, almeno in questo segmento di mercato, è il Driver Assistant Pack, proposto a 1.250 euro. Esso comprende l'attivazione automatica della frenata a meno di trenta chilometri orari, il monitoraggio dell'angolo cieco, il controllo del livello di attenzione del guidatore, il commutatore abbaglianti-anabbaglianti, l'avviso di cambio involontario di corsia (che protegge dai colpi di sonno e dalle sbandate innescate da distrazione), il sistema di mantenimento della corsia, attraverso la correzione


TDA0007

2022009

9:24

Pagina 1


14_18_TDA 03 FLOTTE AUTO_okp.qxd

18

3-08-2011

10:28

Pagina 18

CAR FLEET

È importante per il fleet manager ottenere sempre un rapporto favorevole tra il valore del canone locativo o della rata di leasing e la bontà della vettura, preoccupandosi anche del livello di gratificazione del dipendente

automatica della traiettoria e il riconoscimento dei segnali stradali. Con 115 cavalli espressi dal suo quattro cilindri di 1.560 centimetri cubici progettato e prodotto in cooperazione con il Gruppo PSA (Peugeot e Citroën) raggiunge i 193 chilometri orari e scatta da 0 a 100 Km/h in 10,9 secondi, consumando in media 4,2 litri di gasolio ogni cento chilometri (e 3,7 nel ciclo extraurbano). Il piccolo vantaggio rispetto alla Golf ha una spiegazione: il cambio a sei marce, che consente di viaggiare ad andatura costante con il motore che funziona a un regime inferiore. Stranamente la Ford non ha ancora adottato l'allestimento Econetic (che prevede alcuni accorgimenti atti a ridurre consumo ed emissioni) sulle Focus destinate all'Italia, ma il dispositivo Start&Stop che spegne il motore nelle brevi fermate al semaforo e lo riaccende alla semplice pressione della frizione è di serie. La Focus è più lunga di 16 centimetri rispetto alla Golf, ma il

bagagliaio non è altrettanto più capiente, anzi: 363 dmc con il divano posteriore eretto, 1.148 dmc in configurazione due posti. La Focus Sw di nuova generazione è appena arrivata, finalmente con uno stile piacevole e moderno. Velocità e consumi sono identici alla cinque porte, il prezzo è superiore di 750 euro. Piuttosto capiente il bagagliaio: 490 dmc con il divano eretto, 1.516 dmc con lo schienale abbattuto. È la novità del momento e la trattativa per ottenere sconti potrebbe non essere così semplice. La Opel Astra La Opel Astra è ormai sul mercato da quasi due anni nella versio-

ne berlina e da quasi un anno in edizione station wagon. È quindi il momento ideale per farne una protagonista della propria flotta aziendale per quadri intermedi e personale commerciale. Il motore più risparmioso è il piccolo 1.248 cc di origine Fiat-GM Powertrain da 95 cavalli, abbinato al cambio a cinque marce, con cui l'Astra Ecoflex tocca i 175 chilometri orari e scatta da zero a cento Km/h in 14,7 secondi, accontentandosi di 4,1 litri di gasolio ogni cento chilometri. In allestimento Elective, il meno costoso, la cinque porte costa 19.500 euro, ma la Cosmo, con ruote in lega, retrovisori ripiegabili elettricamente, quattro vetri

elettrici e fendinebbia, richiede duemila euro in più. Per le flotte, però la Opel invita a indirizzarsi sulla 1.7 CDTi da 110 cavalli, che costa solo mille euro in più. Tocca i 181 Km/h e richiede 12,6 secondi per scattare da zero a cento chilometri orari. Servono in media 4,5 litri di gasolio ogni cento chilometri e solo quattro nel ciclo extraurbano. Il baule va dai 370 dmc della configurazione cinque porte ai 1.235 dmc di quella a due posti. La Sport Tourer (così chiamano la Sw in casa Opel) parte da 20.400 euro nella versione 1.3 CDTi Ecoflex, mentre la 1.7 CDTi da 110 cavalli in allestimento Elective parte da 21.400 euro. Il consumo combinato è identico a quello della berlina, grazie all'aerodinamica riuscita l'Astra Sport Tourer nel ciclo extraurbano si accontenta di 3,9 litri ogni cento chilometri, mentre in città il peso più alto la penalizza sia pure di poco e fa sì che servano 5,4 litri ogni cento chilometri. L'Astra ha una versione che fa quasi concorrenza alla Golf GTD, la 2.0 CDTi da 160 CV capace di 215 chilometri orari: scatta da zero a cento Km/h in nove secondi e consuma in media 4,8 litri ogni cento chilometri (3,9 litri nel ciclo extraurbano), mezzo litro in meno o quasi rispetto alla rivale di Wolfsburg. Il prezzo è di 24.750 euro.


Vi abbiamo dato sempre il massimo, ora lo raddoppiamo Saudi Arabian Airlines moltiplica i voli diretti per l’Arabia Saudita Solo Saudi Arabian Airlines offre 7 voli diretti da Milano e Roma per L’Arabia Saudita oltre a 2 voli cargo diretti in partenza da Malpensa, e con il programma di fidelizzazione Alfursan viaggiare è anche vantaggioso. Saudi Arabian Airlines. La forza di un sogno, l’energia per realizzarlo. www.saudiairlines.com

A New Era

TURISMO AFFARI_busin_210x297.indd 1

30-11-2009 8:55:29


20_22_TDA 03 OBT_okp.qxd

3-08-2011

20

10:34

Pagina 20

OSSERVATORIO BUSIN ESS TRAVEL

di Alessandra Boiardi È online il questionario dell’undicesima edizione dell’Osservatorio sul Business Travel. Bastano pochi minuti per partecipare all’indagine dedicata al mercato dei viaggi d’affari in Italia, l’unica in grado di fornire dati specifici sul settore

La parola al travel manager S Sponsor ufficiali

Con il supporto di

arà l’undicesima edizione dell’apprezzato Osservatorio sul Business Travel quella che verrà presentata il prossimo febbraio. Superata la boa del decimo anno, la ricerca di Turismo d’Affari realizzata dall’Università di Bologna, Dipartimento di Scienze Statistiche e condotta dal professor Andrea Guizzardi, in collaborazione con la Scuola Superiore di Scienze Statistiche, si conferma come strumento autorevole di indagine del mercato del business travel in Italia, l’unica indagine in grado di fornire dati originali e specifici sul settore, grazie a interviste dirette ai responsabili della gestione dei viaggi delle aziende. Sponsor ufficiali della ricerca sono Amadeus Italia e HRG Italia, con il supporto di AirPlus International.

Sono già stati inviati anche quest’anno, nel mese di luglio, i questionari della prima fase, a cui seguirà un secondo invio tra novembre e dicembre. Si può rispondere al questionario anche online (vedi box). Gli aspetti affrontati si articolano – come di consueto – in due parti. La prima riguarda gli aspetti “macro” del business travel in Italia. Le domande riguardano il numero dei viaggi d’affari effettuati durante il 2011, i mezzi di tra-

sporto utilizzati, le destinazioni delle trasferte e la loro durata. Sempre nella prima parte si indagano anche i volumi di spesa collegata ai viaggi. Molto attesa è anche la seconda parte della ricerca, che ogni anno ha la consuetudine di affrontare temi specifici dell’organizzazione dei viaggi d’affari delle aziende italiane, per fare il punto, di volta in volta, su argomenti che solo l’intervista diretta alle imprese permette di affrontare.


Per cogliere nuove opportunitĂ , servono nuovi punti di vista.

Ci piace guardare lontano, anticipare le tendenze e creare soluzioni innovative. Ti presentiamo la nostra vision. Guarda il futuro con altri occhi.

www.senecabtc.com


20_22_TDA 03 OBT_okp.qxd

3-08-2011

22

10:34

Pagina 22

OSSERVATORIO BUSIN ESS TRAVEL

Dipartimento

di Scienze Stati

stiche e Scuo la Superiore Università degli di Scienze Turis Studi di Bolo tiche gna

Osservatorio

sul Business

Travel

in Italia Tutti i dati fornit i saranno tratta mantenuti segre ti nel pieno rispe Viaggi d'affa ti e utilizzati a tto della ri 2011 (11a edizio solo scopo di formazione unive legge sulla privacy, ne) rsitaria e ricerc a scientifica.

Dimensioni e volumi

1. Quanti viagg i d’affari sono N°complessivo 2. Quante perso

stati effettuati

____________ ne viaggiano

Caratteristich e dei

___

nel primo seme

Spesa (migl.

per affari più

stre dell’anno

€) ____________

di 12 volte l’ann

o?

2011 (stime)?

___

(compili almen o due

Spesa solo volato

campi su tre)

(migl. €) ____

____________ _________

_________

viaggi d’affari

4. Quale desti

nazione hann o i viaggi d’affa ri? La regione L’Italia (fuori regio ne)

______%

Aereo ______%

______% enza ha sostit

______%

Incontrare clienti/ fornitori ______%

velocità)

Auto privata

______%

uito l’aereo con

a dei viaggi? Nessun perno ttamento (1 giorno)

l’alta velocità?

1 o 2 pernottame nti (da 2 a 3 giorn i)

Fiere

______%

______%

(organizzato dall’azienda

Totale 100%

Totale

______%

______%

gio

7 molto)

Oltre 2 perno ttamenti (4 giorni o più)

per:

Incontri intraaziendali

Totale 100%

Auto aziendale/noleg

______% (0 = nulla, 1 poco,

______% da si viaggia

o

______%

Treno (solo alta

6. Qual è la durat

7. Nella sua azien

Il resto del Mond

______%

è utilizzato?

Treno

5 b. Con che frequ

L’Europa

______%

5 a. Quale mezz o di trasporto

100%

Altro utilizzando una struttura non di propri

età)

Totale

______% Corsi / riunioni / congressi ______%

100% Incentive ______%

Lancio/ presentazione prodotti ______%

Incontri azie ndali 7a. Di quante 7b L’azienda

sale attrezzate

7c. Durata dell’e 1 giorno ____%

incontri/eventi

se si: vento:

100%

dispone l’azie nda? _______ Capienza della sala più grand e ______ utilizzando una location ester na (nel primo semestre 2011 N°complessivo )? ____________ _ Spesa medi a per la locat ion ________ _______ 2 giorni 3 o più giorni Totale ____% ____% 100%

ha organizzato

NO

per i meeting

Altro

Ai rispondenti fidelizzati sono già stati inviati i questionari della prima fase, a cui seguirà un secondo invio tra novembre e dicembre

L’INDAGINE A PORTATA DI CLICK

valutare se la recente crisi congiunturale ha inciso strutturalmente sui viaggi d’affari. «Stante quanto previsto dai travel manager a fine 2010, il 2011 dovrebbe essere il secondo anno consecutivo di rialzo della spesa per viaggi. Siamo quindi in una fase di post-crisi congiunturale, anche se l’incertezza estiva sulla solidità finanziaria di alcuni Stati obbliga a essere prudenti» è la riflessione di Guizzardi, che continua: «Per comprendere se il mercato è strutturalmente in ripresa occorre dunque guarda-

È possibile aderire all’indagine semplicemente rispondendo al questionario che si trova online alla pagina http://www.rimini.unibo.it/osserv/BusinessTravel/bt/ del sito dell’Università di Bologna. La par tecipazione di tutti, non solo di chi gestisce volumi elevati di trasferte, è molto importante per i ricercatori dell’Università. Il mercato italiano ha infatti tra le sue più impor tanti peculiarità il fatto di essere formato soprattutto da imprese che hanno budget per trasferte limitati.

Due focus d’approfondimento L’indagine di quest’anno prevede due focus di approfondimento: le trasferte per partecipare a eventi/meeting di lavoro e l’analisi dei recenti cambiamenti intervenuti nella gestione dei viaggi aziendali posti in relazione alle variazio-

ni nel fatturato. Riguardo al primo approfondimento «l’obiettivo – spiega Andrea Guizzardi – è monitorare sia la domanda di viaggi collettivi che transita dal mercato attraverso le strutture per eventi gestite da terzi, sia la domanda che utilizza spazi, strutture e tecnologie in seno alle aziende. In

questo modo oltre a misurare per la prima volta il mercato potenziale del turismo congressuale corporate, si potranno indagare eventuali sovrapposizioni tra ruoli di travel manager e meeting planner. Relativizzare le recenti modificazioni nel travel aziendale alle variazioni del fatturato è invece l’unico modo per

re alle dinamiche di spesa per trasferte congiuntamente a quelle dei fatturati aziendali. Solo così è possibile comprendere se gli aumenti di spesa osservati e previsti sono conseguenza diretta di un timido ritorno alla produzione o la risultante di modificazioni strutturali negli stili di acquisto».


24_25_TDA 03 HRG_okp.qxd

24

3-08-2011

10:59

Pagina 24

HRG ITALIA

di Simona Zin Da anni a fianco delle aziende per la gestione della loro travel policy, HRG Italia garantisce un servizio personalizzato e basato sulla più moderna tecnologia, mirando al contenimento dei costi

Partner a 360 gradi H

«Poter misurare le reali dimensioni della spesa dei viaggi d’affari in un periodo di grande incertezza ci consente di analizzare le tendenze del settore con l’obiettivo di migliorare la nostra offerta di servizi», spiega Claudio Miglio, amministratore delegato di HRG Italia

RG (Hogg Robinson Group) è l’unica azienda di travel management a offrire una gamma completa di servizi alle aziende, quali organizzazione e gestione di viaggi, consulenza, organizzazione di meeting, convention, incentive, nonché gestione delle spese attraverso l’attività della sua controllata Spendvision. Queste tre aree di interesse producono valore, risparmio sui costi, efficienza e innovazione per i clienti di tutto il mondo. I clienti di HRG spaziano in un ampio ventaglio di settori industriali, che comprende quello automobilistico, farmaceutico, retail, media & entertainment, delle telecomunicazioni, dei servizi bancari e finanziari, del petrolio e del gas. HRG è stata fondata nel 1845 e ha sede a Basingstoke, in Gran Bretagna. Le strutture attraverso le quali vengono offerti servizi di business travel, interamente di proprietà o con controllo di maggioranza, si trovano in 25 mercati chiave e in crescita in Europa, Nord America e AsiaPacifico. Grazie ad accordi stipulati con partner locali, il network HRG si estende a oltre 120 Paesi. La filosofia di HRG si fon-

da su tre concetti fondamentali: le persone, la tecnologia e una gamma di servizi ampia e completa. L’azienda si avvale di un management esperto, di operatori competenti e di un’eccellente tecnologia in-house che sviluppa e possiede. All’insegna della tecnologia La spesa dei viaggi d’affari è un misuratore efficace del clima economico delle aziende, sostiene Claudio Miglio, amministratore delegato di HRG Italia: «Poter misurare le reali dimensioni della spesa dei viaggi d’affari nel segmento corporate in un periodo di grande incertezza economica a livello mondiale, ci consente di analizzare le tendenze e gli orientamenti del settore con l’obiettivo di migliorare costantemente la nostra offerta di servizi. Agenzie come la nostra hanno subito una profonda trasformazione modificando radicalmente il loro ruolo originario fino a diventare oggi delle travel management company focalizzate su un nuovo ruolo di società di servizi correlati ai viaggi corporate. Nonostante infatti i fornitori primari attraverso i propri siti web sia-


24_25_TDA 03 HRG_okp.qxd

3-08-2011

10:59

Pagina 25

25

HRG Italia ha vissuto negli anni una profonda trasformazione, modificando il ruolo originario fino a diventare oggi una travel management company focalizzata su un nuovo ruolo di società di servizi correlati ai viaggi corporate

no in grado di rivolgersi direttamente agli utenti finali, la trasformazione da agenzia di viaggi a Tmc continua a essere considerata una formula di straordinario successo. In tempi come questi le aziende si dimostrano sempre più interessate a un maggior controllo delle spese di viaggio attraverso una semplificazione dei processi autorizzativi e un’attenta analisi dei dati». Nel settore del business travel è fondamentale

essere all’avanguardia rispetto alle mutevoli esigenze nella gestione dei viaggi, nella travel policy e nel contenimento dei costi rispetto ai budget aziendali. Per questo HRG investe molto nella tecnologia. Per ogni azienda il processo deve essere considerato nella sua complessità, dalla creazione degli itinerari alla loro autorizzazione, dalla gestione della nota spese all’analisi totale dei costi.

Processi ottimizzati HRG Italia si impegna a valorizzare le opportunità di saving delle aziende che le si affidano, non solo attraverso la negoziazione con i fornitori, ma anche tramite l’ottimizzazione dei processi. Questo obiettivo si può raggiungere grazie a tool come HRG Travel Watch, che fornisce un’ampia gamma di report sui saving potenziali, ma anche sulla sicurezza dei viaggiatori e sulle emissioni di CO2. Sull’importanza per le aziende di rendere i processi più efficaci per ridurre i costi, Claudio Miglio ha dichiarato: «Oggi le imprese chiedono sempre più alle travel management company di valorizzare le opportunità di saving. Per raggiungere questo obiettivo, sono fondamentali le tecnologie: abbiamo calcolato che l’utilizzo di sistemi che automatizzano la gestione delle trasferte consente un risparmio di tempo che oscilla tra il cinquanta e l’ottanta per cento rispetto alla tradizionale gestione manuale. Tra gli altri temi molto importanti, la sicurezza dei dipendenti in trasferta e la riduzione di emissioni durante i viaggi di lavoro, dato che sempre più frequentemente il settore travel

entra a far parte delle attività di CRS (Corporate Social Responsibility); per rispondere a queste esigenze, abbiamo lanciato HRG Travel Watch, che fornisce utili report sul rispetto della policy aziendale, sui risparmi ottenuti e su quelli potenziali, ma anche sui possibili rischi per i viaggiatori in missione e sull’impatto delle trasferte sull’ambiente». Indirizzo a fine rivista


26_27_TDA 03 LCC - LUFTHANSA_okp.qxd

26

3-08-2011

11:05

Pagina 26

TRAVEL CONSULTANTS LUFTHANSA CITY CENTER ITALY

di Michela Rossi

Business ad alta velocità Travel Consultants Lufthansa City Center Italy crea per i propri clienti, partner e collaboratori un’occasione straordinaria per unire il divertimento al mondo del business travel. L’appuntamento, imperdibile, si chiama Divertimondo ed è fissato per il prossimo 5 novembre all’autodromo di Monza

Fondamentale è la capacità negoziale della società attuata nei confronti degli stakeholder del settore travel

T

ravel Consultants Lufthansa City Center Italy è un network globale di agenzie e professionisti specializzati nell’organizzazione di meeting ed eventi d’incentivazione, oltre che nel corporate travel e nell’expense management. Tanto le grandi multinazionali quanto le piccole e medie imprese possono contare su una consulenza strategica, una capacità organizzativa e una competenza gestionale che hanno pochi eguali a livello europeo e internazionale. In Italia la distribuzione avviene in modo selettivo attraverso 85 agenzie sparse sul territorio, le

quali si distinguono per una consolidata esperienza sul campo, un investimento costante in formazione e innovazione e per l’eccellenza qualitativa dei servizi offerti, prevalentemente di alta gamma. Gli altri valori aggiunti che il gruppo è in grado di offrire ai suoi partner e clienti, sempre con un occhio di riguardo all’ottimizzazione delle risorse investite, comprendono la capacità negoziale attuata nei confronti degli stakeholder del settore travel e dell’organizzazione di eventi, nonché la massima cura dedicata alla brand awarness e alla comunicazione, per far sì che il consumatore finale sappia poi riconoscere e apprezzare un determinato prodotto, marca o azienda. Insieme a tutto questo, la mission di Lufthansa City Center Italy mira a soddisfare tre esigenze fondamentali del mercato attuale legato al corporate (e non solo): ovvero la personalizzazione di ogni evento o viaggio, l’umanizzazione della tecnologia e la democratizzazione del lusso. Tutti a Monza In questo senso Divertimondo, l’evento al tempo stesso formativo, sportivo e di marketing strategico in programma a Monza il prossimo 5 novembre 2011, è un


26_27_TDA 03 LCC - LUFTHANSA_okp.qxd

3-08-2011

11:05

Pagina 27

27

Servizio fotografico di Daniele - Abbondanza Photographer

esempio davvero interessante e indicativo del modo di operare di Travel Consultants Lufthansa City Center Italy, sempre improntato a un alto tasso di originalità e di professionalità. Con questa iniziativa, infatti, il leggendario autodromo di Monza verrà trasformato in una kermesse esclusiva per riservare un ruolo da protagonisti ai clienti e agli agenti di viaggio, che potranno misurarsi nei corsi di guida sicura e in prodezze automobilistiche, nonché per dare la possibilità ai numerosi partner e sponsor di esporre, illustrare e dialogare – all’insegna dello slow time e della massima visibilità – con i top client e i consulenti di viaggio. L’evento, strutturato per cento partecipanti e centi accompagnatori, è progettato sostanzialmente su tre livelli: il corso base di guida sicura, il corso di guida sportiva e le aree e i servizi dedicati agli sponsor. Si parte la mattina con il primo corso, a cura di WGT Driving School, incentrato sulla teoria e la pratica di esercizi per imparare a

LA LEGGEN DA È SER VITA L’autodromo si tr ova nel Parco di Monza ed è stato costruito nel 1922 con la doppia finalità di ospitar e le gare e di prestarsi alla sperimentazione nel campo automotociclistico. Prima della sua realizzazione, nel mondo intero, esistevano soltanto i circuiti di Brooklands (1907) e Indianapolis (1909). Fin dall’origine è stato gestito dalla Sias, società federata all’Automobile Club d’Italia, e salvo il periodo bellico e alcune altr e edizioni (Livor no 1937; Milano 1947; T orino 1948; Imola 1980), ha sempre ospitato il prestigioso Gran Premio d’Italia. Nel 1998 ha ottenuto la cer tificazione ISO 14001 per la tutela ambientale. La sua collocazione nel verde ne fa uno scenario unico al mondo e favorisce l’or ganizzazione di avvenimenti en plein air, a carattere espositivo, di intrattenimento, sportivo e musicale, supportati da strutture e ser vizi al pubblico quali un ristorante con 350 coperti, un self-service da 160 posti, due bar, negozi di abbigliamento tecnico e una libreria specializzata con edizioni rare. Il parco offre anche ulteriori attrattive quali piscina, campeggio, campo da golf a 18 buche, maneggio e noleggio biciclette.

Con Travel Consultants Lufthansa City Center Italy le grandi multinazionali e le piccole e medie imprese possono contare su consulenza strategica, capacità organizzativa e grande competenza gestionale

controllare l’auto anche ad alta velocità e in condizioni difficili, bagnato incluso. Seguirà un brunch per tutti gli ospiti e, nel pomeriggio, il corso di guida sportiva per i primi dieci classificati al corso precedente. Il parco macchine previsto andrà dalla Grande Punto per la scuola guida alla Lambo Gallardo, Porsche GT3 e GT2 , Ferrari 430 Scuderia per le prove sportive, con l’affiancamento di piloti professionisti e istruttori federali Csai. Per quanto riguarda gli sponsor e gli espositori, saranno disponibili trenta box da ottanta metri quadrati ciascuno da allestire e personalizzare per presentare prodotti, accogliere la clientela e gli agenti, dialogare e approfondire la conoscenza e le esigenze reciproche. Oltre ai box assegnati agli sponsor, vi saranno due box guardaroba sorvegliati, il ristoro con caffè e bevande calde o fredde per tutto il giorno, box con simulatori di Formula 1, una sala ristorante e la sala per premiazioni e consegna attestati Csai. Nonché materiale firmato per l’evento come: magliette, cappellini e bandane. Chi parteciperà a tutte le attività previste, compresa la visita alle vetrine degli sponsor, avrà accesso a due hotlap in pista con i piloti sulle vetture GT e ai simulatori di Formula 1. Indirizzo a fine rivista


28_31_TDA 03 NET TRAVEL_okp.qxd

28

d’ TA

24-08-2011

15:10

Pagina 28

NET TRAVEL

Star Alliance vola sull’iPhone I clienti che viaggiano con il network di Star Alliance ora potranno avere accesso a tutte le più importanti informazioni di viaggio attraverso i propri iPhone. La nuova app Navigator fornisce informazioni aggiornate relative ai voli e permette ai passeggeri di essere

aggiornati sulle proprie scelte di viaggio. La nuova applicazione include: • Flight Status (aggiornamenti in tempo reale sullo stato del volo) • Flight Schedule Search (ricerca dei voli su tutto il network) • Airport Information • Lounges (servizi relativi a oltre 970 lounge) • City Guides.

«L’utilizzo delle tecnologie mobili è oggi essenziale per migliorare l’esperienza di viaggio», spiega Christopher Korenke, vice president commercial di Star Alliance. L’applicazione è la prima dell’Alleanza su iPhone ed è attualmente disponibile in lingua inglese. È scaricabile gratuitamente da www.staralliance.com/en/services/apps/iphone/. www.staralliance.com

Nuova release del portale del Friuli Venezia Giulia Il turismo che viaggia in rete cresce a ritmi vertiginosi e ormai più di un terzo dei viaggiatori italiani prenota online. L'Agenzia TurismoFVG si rifà così il look anche online dando vita a molto più di un semplice restyling. È un portale, modellabile a seconda delle esigenze del sistema turistico quello che appare oggi online, con una nuova release che mira a diventare il benchmark

a livello nazionale grazie a una funzione di cartografia interattiva unica in Italia, un’evoluzione del sistema di booking online e una nuova e impattante immagine grafica supportata da contenuti esaustivi e di immediata reperibilità. Il portale rappresenta così un punto di partenza e di arrivo dell'intero sistema di condivisione e promozione dei contenuti.

breve manuale delle principali norme di circolazione per ciascun Paese. Agli intervistati del sondaggio Goodyear-Dunlop è stato chiesto di indicare il Paese dell’Ue con gli automobilisti più pericolosi e uno su cinque ha scelto l’Italia. La Francia si è posizionata al secondo posto, molto arretrata, con il sei per cento dei voti, seguita dalla Grecia con il cinque.

Hotel.info, il servizio di prenotazione alberghiera online con oltre 210mila alberghi in tutto il mondo, sbarca a Singapore con l'apertura di una nuova sede. Oltre alle due sedi tedesche di Norimberga e Hamm, hotel.info gestisce filiali anche in quattro Paesi europei, tra cui l'Italia, e un ufficio di rappresentanza a Shanghai. Con la nuova sede la compagnia rafforza la notorietà del marchio nell'area asiatica e procede a vele spiegate nel progetto di inter-

I tedeschi sono tra gli automobilisti percepiti come più prudenti, con il 18 per cento.

nazionalizzazione. La prospettiva nel prossimo futuro è che tutte le attività di marketing e vendita nell'area asiatica saranno centralizzate a Singapore. «Singapore – commenta Warini Munshi, responsabile dell'International business development – rappresenta un'ulteriore opportunità di accesso al mercato asiatico. Dal momento che anche in Asia stanno prendendo sempre più campo piattaforme per la prenotazione alberghiera, con la nostra presenza possiamo rispondere meglio alla domanda.

www.Autonoleggio-online.it

www.hotel.info

www.turismofvg.it

Un manuale per fare bella figura al volante Secondo un recente sondaggio commissionato, a livello europeo, da Goodyear-Dunlop, gli italiani hanno lo stile di guida che intimorisce di più. Autonoleggio-online.it è conscio dell’importanza della sicurezza e intende dare una mano ai propri clienti al momento dell'affitto di un’auto all’estero pubblicando sul proprio sito un

Hotel.info a Singapore


TDA3_29_29_Layout 1 25/08/11giovedì 12:44 Pagina 1

NET TRAVEL

Un’app per Easyviaggio.com È disponibile gratuitamente su iTunes l’applicazione di Easyviaggio.com che permette di accedere ai motori di confronto del leader europeo nell’informazione e mediazione turistica direttamente tramite il proprio dispositivo mobile Apple (iPhone, iPod Touch o iPad). La versione 1.1 del programma è personalizzabile a seconda delle proprie necessità e il “meteo dei prezzi” permette di ottimizzare la ricerca sulla base di una mappa mondiale. L’applicazione è in inglese, spagnolo, tedesco e italiano. Sulla base di un motore di ricerca multicriterio, tramite questa app è possibile identificare l’aeroporto più vicino e l’itinerario selezionando il numero di passeggeri e la classe preferita e trovare la migliore tariffa disponibile per il volo prescelto. È inoltre possibile programmare alert personalizzati per un itinerario specifico, per essere sempre informati in tempo reale sulla disponibilità e sulle tariffe dei voli per le proprie destinazioni preferite. Inoltre, tramite la nuova applicazione iPhone di Easyviaggio.com è possibile inserire il proprio budget di spesa e il sistema sceglierà, casualmente, tre possibili destinazioni e a breve sarà possibile usufruire del motore hotel, auto e vacanze, già disponibili sul sito. Parte del gruppo Easyvoyage.com, lanciato in Francia nel 2000 da JeanPierre Nadir, Easyviaggio.com è approdato in Italia nel 2008 raggiungendo risultati molto importanti: oltre cinquecentomila visitatori unici al mese, più di duecentomila click rimandati ogni mese verso gli operatori e oltre novecentomila abbonati. www.easyviaggio.com


28_31_TDA 03 NET TRAVEL_okp.qxd

30

d’ TA

24-08-2011

15:10

Pagina 30

NET TRAVEL

Opodo.it sugli smartphone Opodo.it, agenzia di viaggi online leader in Europa, ha dato i natali alla versione mobile del proprio portale, progettata per gli smartphone e accessibile da http://mobile.opodo.com/it/home.html. A prescindere dal luogo e dal momento in cui si trovano, i clienti di Opodo.it dotati di smartphone hanno così la possibilità di organizzare e acquistare i propri viaggi direttamente dal dispositivo portatile in modo agevole, intuitivo e sicuro. Grandi novità anche per la versione web del sito: le sezioni dedicate alla prenotazione voli e hotel presentano un restyling rinnovato e una grafica più razionale, a tutto vantaggio degli utenti, che ora possono effettuare le proprie ricerche in modo più veloce e flessibile. Secondo i più recenti sondaggi in Italia gli utilizzatori di smartphone sono oltre 15 milioni, un dato che pone il Belpaese al primo posto nella classifica europea (seguito da Regno Unito, Francia, Germania e Spagna).

Europcar, sito potenziato e più user friendly Europcar, la compagnia di noleggio auto e veicoli commerciali leggeri leader in Europa, ha annunciato recentemente il lancio di un sito web nuovo e user friendly. «Questo sito web è stato progettato con l’ambizione di aiutare gli utenti a fare la scelta giusta in maniera rapida grazie a una brand

www.opodo.it

experience nuova e coinvolgente», ha detto Jehan de Thé, global marketing director di Europcar International. Questa versione integra le più recenti innovazioni tecnologiche, come l’adattarsi automaticamente alle esigenze dei clienti memorizzando le precedenti registrazioni e visualizzando in home page solo gli elementi più utilizzati. Il sito web offre una prenotazione semplice e veloce in tre fasi grazie a mappe innovative e ricerca facilitata per aiutare gli utenti a trovare facilmente la stazione di noleggio più vicina. www.europcar.it

Charme & relax, tra contenuti sempre aggiornati e immagini il viaggio inizia online Sito completamente rinnovato per Charme & relax, arricchito non solo di contenuti e immagini, ma reso strumento di ricerca e lavoro ancora più semplice e veloce da usare e consultare. «Abbiamo voluto dare un’immagine nuova – spiega Enrico Callegari, amministratore delegato di Charme & relax – ridise-

gnandone la grafica e offrendo all’utente finale uno strumento di consultazione veloce e immediato, sempre aggiornato, facilmente fruibile e ricco di informazioni utili su tutti i nostri hotel e ristoranti del brand Chef & Chefs». Il sito si presenta con uno sfondo bianco, colori tenui e una grafica lineare e pulita. Ancora più semplice la ricerca di informazioni sugli hotel facenti parte del Gruppo, suddivisi non solo per regione ma anche per tipologia di territorio in cui sono inseriti, con descrizioni dettagliate e un’ampia selezione di immagini. Dalla homepage sono facilmente individuabili anche le sezioni Gift Voucher, Chef & chefs e Guida, che permettono di conoscere le interessanti iniziative proposte da Charme & relax. Charme & relax mette a disposizione

annualmente anche una Guida, strumento utile per chi, viaggiando, vuole sempre sapere dove ritrovare quell’accoglienza e ospitalità tipiche della migliore tradizione alberghiera italiana, alla base della filosofia del Gruppo. Ogni anno viene pubblicata una nuova edizione ricca di novità e con tutte le informazioni aggiornate relative alle Case del Gruppo, con foto, descrizioni, servizi e tariffe per stagione e tipologia di camera. Dallo scorso anno la Guida presenta anche informazioni precise su una selezione altamente qualificata di ristoranti e ristoratori riuniti dal brand Chef & chefs, che propongono esperienze del Gusto alla scoperta e alla riscoperta della ricchissima tradizione enogastronomica italiana e della cucina stagionale del territorio. www.charmerelax.it


TDA3_31_31_Layout 1 25/08/11giovedì 12:46 Pagina 1

31

NET TRAVEL

Ecco il Trip Organizer di Europ Assistance Europ Assistance ha recentemente presentato Trip Organizer, un’applicazione per iPhone e iPad che permette di avere sempre a portata di mano informazioni, consigli pratici e servizi utili per i viaggi. Da consultare prima di partire o una volta arrivati sul posto, è disponibile in due differenti versioni: Lite e Premium. Nella versione Lite fornisce, per ogni Paese di destinazione, l’elenco dei documenti di viaggio necessari, informazioni sugli eventi locali, i numeri utili e il convertitore di valuta. La versione Premium offre ulteriori servizi come le mappe delle metropolitane

di oltre 180 città, i video “dos&don’ts” che spiegano usi e costumi dei vari Paesi europei e un comodo servizio di salvataggio dei documenti, per avere visto o passaporto sempre disponibili con un click. Ma i servizi non finiscono qui. Trip Organizer è infatti collegato direttamente a Netglobers.it, il social network di Europ Assistance dedicato alla salute e sicurezza in viaggio. Attraverso la registrazione al portale, gli utenti potranno leggere anche utili report di viaggio e usufruire di altre utili funzioni come le vaccinazioni obbligatorie e consigliate, il kit di primo soc-

corso, le cose da mettere in valigia e il frasario medico multilingue per descrivere sintomi e cure. Insomma tutto quello che serve per organizzare al meglio il prossimo viaggio. Nei prossimi mesi verrà sviluppata anche la versione per Android. http://itunes.apple.com/it/app/ trip-organizer/id375162823?mt=8


32_35_TDA 03 FERROVIE_okp.qxd

32

3-08-2011

11:57

Pagina 32

FERROVIE

di Ferdinando Farba

Liberalizzazione:

è guerra ! N I binari, tanto cari ai business traveller in quanto spesso alternativa vincente all’aereo, sono oggi teatro di una battaglia senza esclusione di colpi tra competitor italiani e stranieri. Ai viaggiatori - d’affari e no l’orario invernale regalerà preziose novità

el 1991 l’Unione Europea emanava la Direttiva numero 440 che sanciva la separazione tra le infrastrutture di rete e le imprese di trasporto che “devono operare tra loro in concorrenza e con margini operativi lordi in attivo di bilancio”. Vent’anni dopo, ai nostri giorni, la rete è gestita da Rfi Spa del Gruppo Ferrovie dello Stato, l’impresa che ha la stragrande maggioranza delle concessioni di traffico è Trenitalia del Gruppo Fs, mentre i primi concorrenti privati sono Ntv Spa, il Consorzio Le Nord/DB/OeBB (Ferrovie Nord Lombardia+Ferrovie tedesche+Ferrovie austriache) e Arenaways, che si sono costituiti in un “forum” per promuovere la liberalizzazione e per tutelare i propri diritti di operatori privati. E far circolare treni da parte di compagnie private comporta difficoltà maggiori per via della componente tecnologica.

Il fattore tecnico Far andare un aereo da un aeroporto all’altro comporta l’assegnazione di uno slot ma fisicamente solo problemi di adattabilità dell’aeromobile alla logistica degli scali. Più facile ancora è superare il confine tra Stati con un veicolo lungo l’autostrada: bastano gli accordi doganali. Per la ferrovia il discorso è più arduo in quanto essa si è sviluppata con criteri difformi da Stato a Stato, con binari ora più larghi ora più stretti e con la trazione elettrica che ha complicato il quadro: rete italiana e rete francese a 3.000 Volt e a 1,500 Volt corrente continua (c.c.), rete svizzera e rete tedesca a 15.000 V corrente alternata (c.a.), alta velocità a 25.000 V c.a.. E sono ancor oggi diversi da Stato a Stato la tecnologia di rete, i sistemi di segnalamento e la ripetizione dei segnali alla cabina di guida tanto che, salvo il caso più unico che raro di un treno Tee svizzero degli anni Ses-


32_35_TDA 03 FERROVIE_okp.qxd

3-08-2011

11:57

Pagina 33

33

L'Ursf ha da poco revocato il divieto di fermate intermedie ai treni Ec di DB/OeBB in quanto sulle loro tratte "non è compromesso l'equilibrio economico dei contratti di servizio pubblico in essere"

santa che poteva viaggiare su otto reti, giungiamo sino agli anni Novanta prima di poter far circolare treni politensione. La Artesia di Parigi, società mista Fs-Sncf, adattò quattro macchine Tgv alla rete italiana facendole circolare sino a Milano dopo un anno di prove tecniche. Andò peggio a Cisalpino di Berna, società mista Fs-Ffs, che effettuò prove tecniche per 15 mesi senza passeggeri per far circolare tra Italia e Svizzera i propri Pendolini. In entrambi i casi c’era stata però la massima cooperazione tra i vettori e i gestori delle reti e in caso di disaccordi sarebbe stato impossibile ottenere il “certificato di omologazione” obbligatorio per far circolare i veicoli. La diversità tecnologica è dunque una potente barriera all’entrata verso i nuovi competitor alle prese con costosi adattamenti tecnici e con incerti proventi vista la concorrenza o il monopolio di chi è già operativo.

Fs e concorrenti Per i viaggiatori e soprattutto i business traveller abbiamo visto l’effetto positivo che l’alta velocità ha avuto sul livello dei prezzi e della qualità dei servizi in concorrenza con gli aerei. Ora siamo in una fase in cui la concorrenza tra più treni offrirà maggiori possibilità di scelta per gli utenti, stimolando Fs a migliorare la propria offerta. Fs si trova oggi a gestire la rete tramite Rfi, che omologa i veicoli e assegna le tracce orarie, e il trasporto tramite Trenitalia, obbligata a tendere al massimo risultato utile dalla Direttiva 440. Per farlo, Trenitalia concentra le risorse sul settore più redditizio – l’alta velocità – mentre i treni notturni e il trasporto regiona-

le, entrambi in perdita, sono catalogati “servizi universali” e come tali ordinati e sovvenzionati dal ministero dei Trasporti nel primo caso e dalle Regioni nel secondo. Rimangono cruciali i treni Ic ed Ec “strutturalmente in perdita” come conferma Fs e in progressiva riduzione, come si può notare comparando gli orari degli ultimi anni. Una parte di questi treni viene perciò ammodernata e riqualificata come Eurostar City con aumento di tariffe oppure viene

soppressa lasciando il posto a quei treni regionali sulle medie distanze in passato classificati Ir o Diretti. E in conseguenza di questa scelta sono saltati fuori gli spazi per la concorrenza, a partire dalla linea del Brennero ove Trenitalia ha soppresso i propri Eurocity costringendo i viaggiatori internazionali a prendere i suoi regionali da Verona sino al confine e poi proseguire con treni esteri. Le ferrovie tedesche DB e austriache OeBB sono subentrate chiedendo le tracce per propri Eurocity condotti da macchine e personale di bordo delle Ferrovie Nord con cui hanno stretto alleanza. Risultato: da Milano è stato autorizzato un solo treno, in partenza dalla stazione di Porta Garibaldi (dalla Centrale mancherebbero tracce, dice Rfi), non reclamizzato in stazione e con i biglietti acquistabili online sul sito di DB o a bordo treno senza supplemento. Per contro, il Venezia-Monaco può operare solo da Verona costringendo DB a un pullman sostitutivo da Venezia con fermate a Padova e Vicenza. Analogo caso sulla linea di Tarvisio ove, azzerati da Trenitalia i treni diurni Venezia-Vienna, le ferrovie austriache effettuano servizi di pullman sostitutivi sino a Vil-


32_35_TDA 03 FERROVIE_okp.qxd

3-08-2011

34

11:57

Pagina 34

FERROVIE

Nel 1991 l’Unione Europea sanciva la separazione tra le infrastrutture di rete e le imprese di trasporto che “devono operare tra loro in concorrenza e con margini operativi lordi in attivo di bilancio”

lach, da dove partono in coincidenza i propri Intercity. L’altro spazio che si è aperto è sulla Milano-Torino dove l’incremento dei treni Av è coinciso con la riduzione degli Intercity e la loro sostituzione con treni regionali. Su questa linea Arenaways ha presentato richiesta di tracce per far circolare i suoi treni con fermate intermedie utilzzabili soprattutto dai pendolari sulle medie distanze. Il servizio è, come testato, superiore per qualità a quello dei treni regionali e per giunta a tariffe di mercato, ma l’Ursf, l’Ufficio per la regolazione dei servizi ferroviari pres-

so il ministero dei Trasporti, non ha concesso ad Arenaways le fermate intermedie obbligandola a un Torino-Milano no stop che rende il treno poco competitivo. Il motivo del rifiuto è di “evitare interferenze con i servizi per cui è previsto un contributo pubblico” ossia quei “servizi universali” quali il trasporto regionale che viene ordinato e sovvenzionato dalle Regioni a Trenitalia o a società del suo gruppo come Trenord in Lombardia. I conflitti di interesse I due casi riportati ci fanno osservare come DB/OeBB abbiano dovuto rinunciare a importanti collegamenti diretti utilizzando pullman sostitutivi mentre ad Arenaways le tracce assegnate non consentono fermate intermedie recandole grave pregiudizio. E qui entra in ballo il conflitto di interessi del Gruppo Fs nel ruolo sia di gestore di rete sia di vettore, ma la cui risposta è che esso è stori-

Mentre andiamo in stampa l'Ursf-Uf ficio di regolamentazione del servizio ferroviario ha revocato il divieto di fermate intermedie ai treni EC di DB/OeBB in quanto sulle loro tratte "non è compromesso l'equilibrio economico dei contratti di servizio pubblico in esser e". Per Arenaways, invece, le limitazioni imposte hanno aggravato i suoi conti, costringendola a por tare i libri contabili in tribunale e chiedendo l'Esercizio provvisorio per proseguire l'attività.

camente presente fino dalle origini del servizio e, di conseguenza, la quasi totalità delle tracce è da sempre assegnata a Trenitalia. I “new incomer” devono dunque fare i conti con le tracce disponibili e rispettare le procedure previste per il loro ingresso, a partire dal certificato di omologazione dei propri veicoli. Di tutto ciò ne è edotta Ntv Nuovo Trasporto Viaggiatori Spa di Roma, che con il treno “Italo” prevede l’inizio dei propri servizi dal prossimo dicembre nel redditizio segmento dell’alta velocità, in concorrenza con i Frecciarossa. I vertici di Ntv si sono già recati alla dire-

zione generale dei Trasporti della Ue a Bruxelles illustrando il proprio progetto e chiedendo garanzie sul processo di liberalizzazione in corso in Italia. Fs, per contro, chiede ufficialmente “regole comuni” in tutti i Paesi Ue dove la partita per le liberalizzazioni provoca già i primi conflitti. Il caso Italia-Francia I Tgv entrano in Italia con Artesia ma Fs, dopo test effettuati in Francia, è ancora in attesa di autorizzazione da parte del gestore di rete Rff e delle autorità preposte. Nel frattempo Fs ha instaurato una partnership


32_35_TDA 03 FERROVIE_okp.qxd

3-08-2011

11:57

Pagina 35

35

con Veolia, rivale delle ferrovie francesi Sncf, preannunciando con essa nuovi treni notturni tra Italia e Francia e la conseguente uscita da Artesia a partire dal nuovo orario invernale. Così dal prossimo dicembre i Tgv su Milano li gestirà Sncf costretta come sempre a farli circolare tra Torino e Milano sulla linea ordinaria in quanto non omologati per quella Av, percorribile dai soli Etr 500 e, in futuro, dagli Agv di Ntv. Per contro, i treni notturni su Parigi saranno tutti Trenitalia-Veolia, creando le premesse per un futuro duopolio contrapposto a Sncf-Ntv, ricordando che le ferrovie francesi ne sono azioniste al venti per cento. Non meno determinante sarà il ruolo di arbitri che avranno i gestori di rete Rfi e Rff verso questo nuovo sistema di alleanze che ricorda ai primordi Oneworld, Star Alliance e Skyteam nel settore aereo. Le soluzioni Il pubblico sta comprendendo che nelle ferrovie non c’è più soltanto Fs, marchio che tout court identifica le ferrovie in ItaLe ferrovie si sono sviluppate con criteri difformi da Stato a Stato, con binari ora più larghi ora più stretti e con la trazione elettrica a complicare il quadro

lia, mentre le Fs devono accettare che agiscono in un mercato che si sta liberalizzando ed è evidente che ciò provochi allo stato iniziale delle tensioni. Va risolto il conflitto di interessi tra Rfi e Trenitalia creando una authority super partes garante o decisore sulla corretta assegnazione delle tracce e in tema di omologazione dei veicoli. Come secondo punto le stazioni che, pur patrimonio di Rfi, devono essere il riferimento dei viaggiatori di tutte le compagnie, come avviene per analogia tra aeroporti e compagnie aeree. Ntv si è già smarcata creando propri spazi nelle stazioni – le Case Italo – che assolvono al ruolo di sala d’attesa, informazioni e vendita di biglietti. Per le altre, Rfi potrebbe mettere a disposizione spazi, sale o uffici nelle stazioni, dietro compenso o con commissioni sui proventi del traffico che potrebbero interessare anche Trenitalia a inserire nel proprio sistema Sipax i servizi dei concorrenti (come già fa con Le Nord e altre ferrovie “concesse”). Più complessa la soluzione del contenzioso tra Fs e Arenaways (c’è una causa in corso), che rivendica il proprio diritto a circolare senza i vincoli che le sono stati posti. Come detto, ben vengano in futuro nuove Oneworld, Star Alliance o Sky Team anche nelle ferrovie con un sistema coordinato di tariffe, orari e ticketing comuni a più vettori come insegna il trasporto aereo. Ma per il momento è guerra e il 13 dicembre, con il nuovo orario, daranno fuoco alle polveri lo scioglimento di Artesia, la nuova alleanza Trenitalia-Veolia, l’avvio di Ntv e altre sorprese che non mancheranno.


36_37_TDA 03 SAUDI ARABIAN_okp.qxd

36

3-08-2011

11:47

Pagina 36

SAUDI ARABIAN AIRLINES

di Michela Rossi

Il cielo sopra Riyadh Otto voli settimanali diretti da Milano e Roma, elevati standard qualitativi e personalizzazione dei servizi: i viaggi d’affari verso l’Arabia Saudita non sono mai stati così comodi e frequenti. Saudi Arabian Airlines, inoltre, sta per entrare nel network globale di SkyTeam

Dedicati ai business traveller sono la grande qualità e la personalizzazione dei servizi offerti dalla compagnia

A

oggi Saudi Arabian Airlines è l’unico vettore aereo in grado di offrire ai viaggiatori d’affari italiani voli diretti tra l’Italia e l’Arabia Saudita, una meta da sempre ricca di fascino e di numerose opportunità di business. In particolare, il collegamento diretto con le principali destinazioni del regno arabo, quali Riyadh o la città costiera di Jedda, sul Mar Rosso, è garantito da quattro voli settimanali in programma da Milano Malpensa e da altrettanti voli settimanali in partenza dall’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino. Solo per dare l’idea della comodità dei collegamenti, si consideri che partendo dallo scalo romano si può raggiungere Jedda in circa cinque ore di volo, mentre prenotando un posto in business class dallo scalo milanese si atterra nella capitale saudita in meno di sei ore. Ma oltre ad avere l’esclusiva sui voli diretti da e per l’Italia, la dinamica compagnia di bandiera dell’Arabia Saudita sarà ben presto anche la prima compagnia del

Medio Oriente a entrare a far parte di SkyTeam, con tutti i vantaggi che l’ingresso nella prestigiosa alleanza aerea globale comporta, in particolare per i frequent flyer. Sempre più in alto Dalla sua fondazione, negli anni Cinquanta del secolo scorso, Saudi Arabian Airlines ha sempre curato con la massima attenzione i suoi servizi di bordo e di terra, per mettere in collegamento in modo rapido e confortevole le diverse destinazioni domestiche e per far sì che il fiorente regno saudita, e la sua capitale in particolare, potessero inserirsi agevolmente nella rete dei principali scali europei (Parigi, Londra, Ginevra, Francoforte), nordamericani (New York e Washington) e dell’area petrolifera del Golfo Persico (Emirati Arabi, Dubai). Attualmente la compagnia saudita opera su decine di destinazioni interne e internazionali e trasporta poco meno di venti milioni di passeggeri all’anno. La quasi totalità dei clienti italiani sono business traveller e delegazioni


36_37_TDA 03 SAUDI ARABIAN_okp.qxd

24-08-2011

15:20

Pagina 37

37

La dinamica compagnia di bandiera dell’Arabia Saudita vanta l’esclusiva sui voli diretti da e per l’Italia

aziendali, mentre sono cresciuti negli anni i viaggiatori leisure che dall’Arabia Saudita vengono in Italia per visitare, soprattutto, Roma, Venezia e le regioni settentrionali dei laghi e delle Alpi. Negli ultimi tempi, poi, Saudi Arabian Airlines ha intrapreso una serie di attività di sviluppo sulla base di un piano strategico che include la modernizzazione dell’infrastruttura tecnologica nei settori amministrativo, tecnico e finanziario. Ha anche applicato nuove tecnologie per sviluppare i suoi servizi ai clienti, con un notevole miglioramento in termini di qualità nel customer care tramite call center, nell’emissione di biglietti attraverso i terminali in aeroporto e nelle biglietterie, e nella possibilità di operare via internet per effettuare prenotazioni, scegliere il posto a bordo e stampare online la carta d’imbarco. Per quanto riguarda invece l’effi-

cienza e la sicurezza della flotta aerea, costituita da Airbus 320 dotati di venti posti in business class e 96 in economy, la politica della compagnia è quella di avere a disposizione veicoli sempre nuovi, con al massimo sei-otto mesi di vita. Tutto ciò, come accennato, è culminato nell’accordo del gennaio scorso che prevede, entro il 2012, l’entrata ufficiale di Saudi Arabian Airlines in SkyTeam, cioè in un network strategico che comprende già 14 grandi compagnie aeree, opera circa 13mila voli giornalieri e può vantare più di novecento destinazioni in 169 Paesi del mondo.

Qualità e convenienza in volo La convenienza di volare con Saudi Arabian Airlines è data dal fatto che le tariffe sono sempre onnicomprensive e non prevedono alcuna tassa sul carburante. Inoltre, per quanto riguarda strettamente l’Italia, la compagnia saudita ha perfezionato un’intesa vantaggiosa con Alitalia, in base alla quale sono applicate le stesse tariffe di viaggio da tutti gli aeroporti italiani: in sostanza, Saudi Arabian Airlines è disposta a coprire interamente i costi per gli eventuali voli domestici di collegamento con Malpensa e Fiumicino in vista, Dalla sua fondazione, negli anni Cinquanta del secolo scorso, Saudi Arabian Airlines ha sempre curato con la massima attenzione i suoi servizi di bordo e di terra

appunto, delle partenze per Riyadh e le altre destinazioni del regno. Così, se per esempio si deve partire da Napoli per prendere un volo diretto Roma-Jedda, il costo del biglietto della tratta internazionale comprenderà anche, senza alcun supplemento carburante (o fuel surcharge), il volo interno Napoli-Roma. Per quanto riguarda, infine, la qualità e la personalizzazione dei servizi offerti ai business traveller, si va dalla capienza del bagaglio (fino a trenta chilogrammi) all’ampia scelta culinaria dei menu offerti a bordo, dall’ampiezza e comodità delle sedute, ideali tanto per lavorare quanto per rilassarsi, agli annessi monitor e dispositivi per l’intrattenimento, fino ai kit di viaggio per la notte. Senza dimenticare le lounge dedicate nei vari aeroporti, i varchi fast track per chi viaggia in business, le aree riservate per accelerare le pratiche di immigrazione e il programma di fidelizzazione Alfursan, che garantisce ai frequent flyer di Saudi Arabian Airlines una ricca gamma di benefit e privilegi in grado di rendere ogni viaggio ancora più facile e piacevole. Indirizzo a fine rivista


38_40_TDA 03 CHECK IN_okp.qxd

d’ TA

3-08-2011

12:03

Pagina 38

CHECK IN

Partenze più comode da Roma con Qatar

Una compagnia no frills per Singapore Airlines

I business traveller che scelgono di volare con Qatar Airways da Roma hanno ora più scelta. Il vettore ha infatti di recente aumentato la frequenza dei voli dalla capitale a Doha. Dal primo luglio, la compagnia propone quattro volte la settimana due voli al giorno invece di uno. Una maggiore flessibilità dunque, che va a vantaggio di tutti i viaggiatori d’affari e in particolare di coloro che provengono da alcuni aeroporti del Sud. Questo grazie a coincidenze più rapide da e per Roma, con la possibilità di scegliere tra i due voli proposti in due fasce orarie diverse. Nello specifico, il volo serale è particolarmente comodo per chi transita a Roma in provenienza da Palermo, Catania, Lamezia, Bari, Brindisi, Napoli e Reggio Calabria.

Singapore Airlines ha annunciato di voler istituire una nuova linea aerea no frills e a basso costo operante con aerei a fusoliera larga sul lungo e medio raggio. L’inizio delle operazioni, fanno sapere dalla compagnia aerea di Singapore, è previsto entro un anno dall’annuncio. Sempre secondo tali dichiarazioni la nuova linea aerea sarà proprietà esclusiva di Singapore Airlines, anche se opererà e sarà gestita separatamente. Commenta così la notizia il ceo di Singapore Airlines, Goh Choon Phong: «Siamo molto emo-

zionati rispetto a tutto ciò che la nuova linea aerea sarà in grado di offrire ai consumatori. Un nuovo segmento di mercato viene così creato consentendo un’opportunità di crescita per il Gruppo Singapore Airlines».

Tap, le informazioni arrivano sull’iPhone Un’applicazione per avere informazioni sugli orari di arrivi e partenze, un “tabellone” a portata di tasca che permette ai viaggiatori d’affari di avere sempre sotto controllo il proprio volo. Serve un’applicazione, magari gratuita? Tap Portugal l’ha lanciata, ed è già scaricabile su iPhone e iPod. Effettuando una ricerca secondo i parametri “route”, “airport” e “flight”, la nuova applicazione consente ai passeggeri

Swiss: Business class da Bari a Zurigo Il volo giornaliero BariZurigo operato da Helvetic Airways in codeshare con Swiss si arricchisce della Business class. I passeggeri in partenza da Bari per una delle numerose destinazioni europee o intercontinentali del network Swiss via Zurigo

del vettore di ottenere le informazioni sugli orari dei voli, sugli arrivi e sulle partenze. L’applicazione è gratuita ed è disponibile nelle versioni inglese e portoghese. Il vettore sta già pensando di rendere disponibili anche le nuove versioni per gli iPhone tablet e gli iPad tablet e per gli smartphone con sistema operativo Android. Sempre a breve, i passeggeri Tap potranno, inoltre, effettuare il check in utilizzando

potranno così beneficiare del servizio business su tutte le porzioni del viaggio. Il volo è stato inaugurato nel 2010. Bluebiz, accordo per voli d’affari Alitalia, Air France e Klm hanno lanciato sul mercato italiano BlueBiz, un nuovo accordo di incentivazione

semplicemente il proprio cellulare.

rivolto alle piccole e medie imprese. Le principali caratteristiche sono la flessibilità e la semplicità dell’offerta, che consente di accumulare Blue Credits da parte delle aziende e miglia da parte dei viaggiatori. A disposizione il network globale dei tre vettori

Shenzen Airlines in Star Alliance Star Alliance ha annunciato che il Chief Executive Board (Ceb) ha approvato all’unanimità la futura entrata di Shenzhen Airlines in Star Alliance. In termini di grandezza, Shenzhen Airlines è la quinta compagnia aerea in Cina a


38_40_TDA 03 CHECK IN_okp.qxd

3-08-2011

12:03

Pagina 39

39

CHECK IN

Nuovo general manager per Thai Airways Italia Si chiama Kamalars Ngaosuvan il nuovo general manager di Thai Airways Italia & North West Africa. Il general manager della compagnia aerea arriva all’importante ruolo dopo un’intera carriera costruita in Thai, dove è approdato ben 32 anni fa. Kamalars Ngaosuvan ha diretto mercati

strategici internazionali ed europei come Brunei, Australia, Scandinavia, Spagna e Portogallo prima di essere nominato general manager. Altra novità legata al vettore riguarda invece la partecipazione a importanti eventi, proprio promossi dall’ “orchidea” in Italia, come ha spiegato il nuovo direttore parlan-

Aumenta la frequenza per Lima Dal 21 giugno Air France opera cinque voli settimanali tra Parigi e Lima. Per i nuovi voli sono impiegati Boeing 777-200ER, con una capacità di 309 passeggeri. Gli aerei sono configurati con tre classi di cabina: 35 posti nella nuova Business class, dotata di poltrone lie-flat di oltre due metri di lunghezza, 24 posti nella classe intermedia Premium Voyageur e 250 in classe economica V oyageur.I voli Parigi-Lima sono operati il martedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica con partenza da Parigi alle 10,40 e arrivo a Lima alle 15,55, e – per il ritorno – partenza dalla capitale del Perù alle 18,45 con arrivo in Francia alle 14,10 del giorni successivo. «Abbiamo seguito con interesse il grande sviluppo del Perù, la sua crescita economica e i suoi punti di forza riconosciuti a livello internazionale. Questa nuova linea Parigi-Lima contribuirà anche allo sviluppo del traspor to merci tra i due continenti» ha dichiarato Pierre-Henri Gourgeon, direttore generale Air France-Klm in occasione del volo inaugurale.

operare voli dal quinto aeroporto con il maggiore traffico del Paese. Air One, nuova base a Pisa Air One ha di recente inaugurato nuovi voli dalla nuova base di Pisa verso otto destinazioni, tre in Italia e cinque all’estero.

Ha dichiarato Lorenzo Caporaletti, responsabile di Air One: «Vogliamo imporre il modello smart (tariffe competitive e meno compromessi per il cliente) su un territorio abituato da anni a offerte basate sul prezzo. I primi risultati sono già positivi, con oltre quarantamila clienti

do del Thai Festival che si è tenuto dal 27 al 29 maggio all’Eur: «Il primo appuntamento in calendario è stato il Thai Festival di Roma del quale siamo stati partner e che ha costituito un’ulteriore occasione per ribadire la nostra leadership assoluta verso la Thailandia in quanto vettore nazionale».

Con Klm Rio de Janeiro è sempre più vicina Un ritorno dopo 12 anni: è la rotta Amsterdam-Rio de Janiero di Klm, che dopo un così lungo tempo tornerà a essere operativa da novembre. Quella tra la capitale olandese e la megalopoli brasiliana è una rotta particolarmente pensata per la clientela business del vettore, che ha deciso di investire per quanto riguarda il suo network in un mercato reputato in continua crescita. Ha dichiarato in merito Peter Hartman, presidente e ceo di Klm: «Il mercato sudamericano è un mercato in continua crescita. Rio de Janeiro, nona destinazione di Klm in America Latina, testimonia la nostra volontà di una maggiore presenza in questa regione. Gli investimenti stranieri in Brasile, trainati dall’industria petrolifera e del gas, stanno crescendo sensibilmente e questa nuova rotta è particolarmente significativa per la nostra clientela business».

che hanno prenotato i voli Air One da e per la Toscana». EasyJet vola da Verona a Londra È stato inaugurato di recente il nuovo collegamento VeronaLondra Gatwick operato da easyJet. Salgono così a 15 gli aeroporti in cui opera il vettore low

cost. «Il nuovo collegamento con Londra Gatwick sta riscuotendo un gran successo e siamo sicuri che la collaborazione con l’Aeroporto di Verona continuerà in maniera profittevole» afferma Frances Ouseley, direttore per l’Italia di easyJet.


38_40_TDA 03 CHECK IN_okp.qxd

3-08-2011

d’ TA

12:03

Pagina 40

CHECK IN

Air China potenzia la Business class

Skytrax: Star Alliance è ancora la “Best” Star Alliance è stata premiata con il titolo di “Best Airline Alliance” in occasione degli Skytrax World Airline Awards. L’alleanza è stata la prima a ricevere il titolo di “Best Alliance” da parte di Skytrax nell’anno in cui è stato creato il riconoscimento, il 2005, e ha poi ottenuto il riconoscimento sia nel 2007 sia nel 2009 (allora il riconoscimento veniva assegnato ogni 2 anni). È infatti solo dal 2010 che il titolo di migliore alleanza aerea viene assegnato ogni anno.

«Essere riconosciuti quale la migliore alleanza di compagnie aeree da parte di oltre 18 milioni di viaggiatori è un grande onore per Star Alliance e questo riconoscimento è un’ulteriore dimostrazione che l’alleanza soddisfa ampiamente le aspettative dei propri clienti. Star Alliance garantisce infatti un accesso globale grazie a una rete di collegamenti a livello mondiale, offre ai propri frequent flyer dei vantaggi sempre più importanti e riconosce il valore dei viaggiatori internazionali, a prescindere dal vettore con il quale viaggiano» ha dichiarato Jaan Albrecht, ceo di Star Alliance.

Etihad si espande in Cina Etihad Airways ha annunciato i piani di espansione in Cina con il nuovo volo giornaliero andata e ritorno no-stop su Shangai. Shangai sarà la settantesina rotta della compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti. I voli partiranno dal 1 marzo 2012.

Quindici anni per NetJets NetJets Europe compie quindici anni e guarda al futuro, candidandosi a proseguire sulla scia del successo di compagnia di jet privati in Europa. Eric Connor, chairman e ceo di NetJets Europe ha dichiarato: «Nel 1996 NetJets Europe ha fatto il suo ingresso sul mercato con una value proposition molto semplice: beneficiare dei vantaggi della proprietà di un jet privato senza nessuna delle preoccupazioni tipicamente legate ad essa. Si tratta di un elemento di grande valore per i nostri clienti, oggi come quindici anni fa, e questa è la ragione per cui rimaniamo il principale operatore europeo». Per il resto del 2011, N etJets Europe continuerà a focalizzare la propria attenzione sull’offerta in termini di sicurezza ed efficienza.

Air Canada miglior compagnia del Nord America Air Canada è stata nominata “Migliore compagnia internazionale” del Nord America alla premiazione Skytrax World Airline Awards 2011 svoltasi a Parigi durante il Salone aeronautico di Le Bourget. La società Skytrax ha

I sedili si trasformeranno in lussuosi letti a 180 gradi sulla nuova Business class dei 16 Airbus A330-200 che Air China ha dichiarato di voler implementare. Uno dei punti del programma di potenziamento a lungo termine del vettore, che punta a migliorare la qualità dei servizi per i passeggeri. La compagni dispone di una flotta per un totale di 290 velivoli e serve 276 rotte, di cui 69 internazionali, 14 regionali e 193 nazionali, servendo un totale di 137 città, tra cui 43 internazionali, quattro regionali e novanta nazionali in trenta Paesi e regioni. Offre così oltre 6.900 voli con un milione e centomila di posti ogni settimana.

condotto il sondaggio tra luglio 2010 e maggio 2011 sulla base di oltre 38 diversi aspetti della soddisfazione dei passeggeri. Air Arabia Maroc disponibile su Amadeus Air Arabia Maroc, il vettore low cost del Marocco, ha avviato la sua cooperazione con Amadeus e metterà a

disposizione un sistema grazie al quale gli agenti di viaggio potranno facilmente prenotare e pagare l’acquisto dei biglietti. La nuova partnership integra l’innovativo sistema di prenotazione di Air Arabia Maroc, AccelAero, già disponibile per gli agenti di viaggio.


TDA0120_GHS_Layout 1 04/02/11venerdĂŹ 09:20 Pagina 1


42_43_TDA 03 HRS_okp.qxd

42

3-08-2011

12:08

Pagina 42

HRS

di Giulia De Stefano Hrs punta sullo sviluppo di applicazioni per smartphone e tablet, che sono, secondo una ricerca, il futuro delle prenotazioni online. E continua a monitorare il mercato, con interessanti focus sulle capitali dell’Europa dell’Est

La prenotazione è mobile H rs, leader nel settore delle prenotazioni online di hotel, è da sempre alla ricerca di nuove soluzione tecnologiche che permettano la maggior semplicità nell’utilizzo dei servizi offerti all’utente, come la facilità di prenotazione attraverso molteplici device quali smartphone, iPhone o iPad. Proprio per questo, Hrs ha commissionato ad aprile una ricerca di mercato secondo la quale una persona su cinque – stiamo quindi parlando del venti per cento – ha prenotato almeno una volta una stanza d’hotel attraverso l’uso di smartphone o tablet. Ben il 13 per cento lo fa abitualmente. E la percentuale cresce se si restringe il target analizzato ai soli business traveller. Infatti, sempre secondo la ricerca, uno su tre ha prenotato una camera in hotel occasionalmente o abitualmente tramite il mobile. È proprio per venire incontro a queste

nuove esigenze che Hrs sta lavorando allo sviluppo di applicazioni mobile per cellulari di ultima generazione e dispositivi tablet che permettano agli utenti di prenotare in tempo reale attraverso il proprio dispositivo mobile. Il portale di prenotazioni online Hrs dimostra, infatti, di credere in questo nuovo settore che si sta aprendo e che, visti i risultati iniziali, può rappresentare un’opportunità di crescita importante e un cambiamento radicale per la fruibilità del servizio delle prenotazioni online. «Nei prossimi tre anni possiamo anticipare che il venti per cento dei viaggi di lavoro saranno prenotati attraverso un dispositivo mobile» è la previsione di Tobias Ragge, ceo di Hrs. L’appeal delle capitali europee dell’Est È nota la crescita registrata negli anni delle capitali europee dell’Est come mercati di punta del business travel. Differenti architetture, un’accesa movida notturna e prezzi moderati hanno per-


42_43_TDA 03 HRS_okp.qxd

3-08-2011

12:08

Pagina 43

43

Capitali dell’Europa dell’Est

Prezzi maggio 2011

Prezzi maggio 2010

Variazione %

Riga

54,56

51,45

6,03

Vilnius

54,59

53,95

1,17

Tallinn

66,39

57,54

15,38

Budapest

69,63

71,89

-3,15

Sofia

70,60

65,49

7,80

Praga

70,94

65,81

7,78

Bucarest

72,38

75,64

-4,31

Belgrado

82,28

91,32

-9,91

Zagabria

83,65

86,90

-3,74

Varsavia

87,74

73,56

19,29

Bratislava

91,49

84,50

8,28

Lubiana

95,28

91,92

3,66

Baku

112,33

127,66

-12,01

Mosca

152,69

139,03

9,83

Fonte: HRS

messo a queste città di conquistare anche il tempo libero dei viaggiatori d’affari. Hrs, secondo una recente analisi dei prezzi, ha evidenziato come turisti e uomini di affari possono andare nei Paesi baltici a costi molto convenienti. Con una media di sessanta euro a notte si può soggiornare a Riga, Vilnius o Tallin, anche se, a differenza delle sue vicine baltiche, a Tallin i prezzi sono saliti del 15 per cento rispetto all’anno scorso, grazie all’elezione della stessa a Capitale europea della cultura per il 2011. Più o meno a metà della scala dei prezzi si trovano due delle destinazioni più gettonate in Europa dell’Est. Con un budget di settanta euro si può soggiornare a Praga o Budapest. La capitale della Bulgaria, Sofia, e la capitale della Romania, Bucarest, attraggono sempre più turisti grazie ai loro prezzi estremamente bassi. L’incremento maggiore di

Secondo la ricerca Hrs, un business traveller su tre ha prenotato una camera in hotel – occasionalmente o abitualmente – tramite il mobile

te. Lubiana, la capitale della Slovenia, e Bratislava, capitale della Slovacchia si confermano come dirette inseguitrici delle prime due, aumentando i loro prezzi rispettivamente del tre per cento e dell’otto per cento. A Belgrado, invece i prezzi crollano quasi del dieci per cento, assestandosi a circa 82 euro a notte.

prezzi (confrontato con quelli di maggio 2010) c’è stato a Varsavia che registra un aumento dei prezzi del 19 per cento. Ma è Mosca, la capitale della Russia, la regina incontrastata dei prezzi, con un prezzo medio di 153 euro per not-

Una storia internazionale Sono oltre ventimila le aziende internazionali che prenotano regolarmente tramite Hrs le loro camere per viaggi d’affari, congressi e viaggi di gruppo. Complessivamente circa 18mila part-

ner alberghieri offrono tariffe speciali Hrs per aziende, con sconti dedicati al mondo corporate che arrivano al trenta per cento del prezzo riservato al pubblico. Hrs.com nasce a Colonia nel 1972 e conta uffici a Londra, Parigi, Mosca, Varsavia, Istanbul, Shangai. Leader di mercato in Germania e fra le prime tre OnLine Travel Agency (Ota) negli altri Paesi europei, Hrs ha aperto la filiale italiana a Roma a inizio 2009, guidata da Elisabetta Giulietti. Hrs offre 250mila hotel in tutto il mondo e in tutte le categorie di prezzo per viaggiatori privati e d’affari, dall’hotel a conduzione familiare alla catena alberghiera internazionale. Il sito Hrs.com consente prenotazioni gratuite e con conferma immediata. Con 55 milioni di utenti e novanta milioni di visite l’anno, è per il settore alberghiero il più efficace canale promozionale di camere libere. Indirizzo a fine rivista


44_45_TDA 03 SHERATON CATANIA_okp.qxd

44

3-08-2011

12:29

Pagina 44

SHERATON CATANIA HOTEL

di Luciana Francesca Rebonato

All’ombra dell’Etna sorge lo Sheraton Catania Hotel & Conference Center, location ideale per il business traveller più esigente e che apprezza le piacevolezze del bien vivre

Vivaci toni mediterranei caratterizzano gli ambienti e personalizzano le 170 fra camere e suite dello Sheraton Catania Hotel & Conference Center

Arte mediterranea C

iclopi e Limoni: sono i nomi che assume la costa quando da Catania volge a Nord in direzione di Taormina passando per località leggendarie come Aci Trezza e gli alti faraglioni dei Ciclopi che la fronteggiano, identificati come gli scogli lanciati da Polifemo per distruggere le navi di Ulisse in fuga. Altrettanto intrigante è Aci

Spazio anche alla remise en forme con Arantia Rubra, 450 metri quadrati nei quali il business traveller può rilassarsi e ripristinare al meglio la propria energia psicofisica

Castello, dominata da una rocca basaltica sulla quale, proteso verso il Mediterraneo, si erge il castello normanno in cui ha sede il Museo civico con interessanti reperti di archeologia subacquea. Un’area di enorme valenza per il business travel – a breve distanza dal centro di Catania – nella quale i riflettono si accendono sullo Sheraton Catania Hotel & Conference Center, sotto l’egida della catena Starwood. Il lusso della flessibilità Dall’aeroporto di Catania Fontanarossa la struttura dista una dozzina di chilometri: neanche il tempo di scendere dall’aereo e si arriva all’albergo. Elegante e dotato di ogni comfort, dal limitrofo Etna lo Sheraton Catania Hotel & Conference Center ha preso l’effervescenza nelle proposte: una continua sorpresa per il mondo del business che qui trova un armonioso amalgama tra eccel-

lenza nel contesto professionale e suggestioni leisure che rendono il soggiorno rigenerante e, quindi, costruttivo. Sono molteplici, infatti, le iniziative che costantemente alimentano l’offerta della struttura fra le quali spicca il “Link@Sheraton”: un’area dedicata alla navigazione internet con tre personal computer a disposizione, stampante e laptop. In pratica, come avere la propria postazione di lavoro direttamente in hotel. Sulla scia delle novità si segnala il successo di “L’autore per cena”, che ha visto sei fra le autrici emergenti e di maggior successo incontrare gli ospiti in occasione di serate interattive con parole recitate, ascoltate, cucinate e assaporate. Sfiziosa anche l’iniziativa lanciata in occasione dell’apertura del nuovo Ikea Store di Catania, con una pluralità di benefit e buoni sconto in albergo e presso lo store. E non è ancora finita: a gran-


44_45_TDA 03 SHERATON CATANIA_okp.qxd

3-08-2011

12:29

Pagina 45

45

de richiesta, proseguono gli appassionanti incontri di enogastronomia proposti periodicamente al ristorante “Il Timo Events” della struttura: un’abile alchimia di sapori siciliani in binomio con le tipicità delle altre regioni italiane, il tutto concertato dalla maestria dell’executive chef Saverio Piazza. Spazio alla remise en forme, invece, con Arantia Rubra, 450 metri quadrati nei quali il business traveller può ripristinare l’energia psicofisica: oltre ai massaggi – primeggiano i trattamenti a base di yogurt, latte di mandorla o cioccolato – nella zona wellness c’è una nuova sauna ad attendere gli ospiti, tutta a vetri e per un massimo di otto persone. “Fresca” di una manciata di mesi è anche la Ice room, la prima del Sud Italia: perfetta per ritemprarsi con temperature “polari” seduti su panche in pietra lavica con lo sguardo volto alla produzione di neve e di ghiaccio. Un ulteriore step nel percorso benessere – lo completano gli spazi preposti alla cromoterapia e al relax – he mette in primo piano la terapia del caldofreddo, nota soprattutto per i suoi benefici all’apparato cardio-circolatorio. Salute a tutto tondo anche nello Sheraton Fitness –

Dall’aeroporto di Catania Fontanarossa la struttura dista solo una dozzina di chilometri

provvisto di moderne macchine Technogym – e in altre facilities quali la piscina scoperta, il solarium, il campo da tennis e, da maggio a ottobre, la spiaggia attrezzata con accesso privato. Spazi in espansione L’area congressuale della struttura è concepita secondo un criterio di flessibilità: il centro con-

SHERATON E DIN TORN I Per conoscere meglio l’area in cui è incastonato lo Sheraton Catania Hotel & Conference Center la meta è Taormina, due ali di far falla distese sul ter razzo di una r upe a picco sul mar e. Il suo simbolo è il teatr o greco, del III secolo a.C., a per fetto ferro di cavallo, scenario annuale estivo di “Taormina Arte”, kermesse di cinema, teatro e musica. Da non perdere, con partenza da Taormina, è l’isola Bella: minuscola e riser va naturale del Wwf è un invito a praticare snorkeling. E per emozioni ad altissimo livello adrenalinico, dallo Sheraton Catania la destinazione non può che esser e l’Etna – il vulcano attivo più alto d’Eur opa – con il suo par co naturale, nel quale sbizzar rirsi con per corsi in quad, 4x4, trekking, sci ma anche, e soprattutto, pr evedere un’escursione guidata a tremila metri.

gressi, con ingresso indipendente, vanta sei sale isolate acusticamente e trasformabili in un unico salone di 724 metri quadrati, perfetto anche per sfilate o esposizioni. Per eventi più gremiti ci sono le sale Cassiopea 1 e 2 che presentano uno spazio di 290 metri quadrati mentre ai piccoli meeting – sino a 18 partecipanti – provvedono le Lobby Rooms.

Ovunque sono presenti alti standard qualitativi e tecnologia d’ultima generazione, copertura wifi inclusa. Due ascensori panoramici conducono – oltre che alle camere – alle suite Diplomatic e Presidential, location elitarie per raccolti incontri d’affari, cocktail party o cene riservate, il tutto con vista mozzafiato sul mare. Nel contesto open air, vi sono ben 350 metri quadrati di superficie nei quali approntare tensostrutture per eventi tailor made. Last but not least, l’accomodation: vivaci toni mediterranei caratterizzano gli ambienti e personalizzano le 170 fra camere e suite dello sullo Sheraton Catania Hotel & Conference Center. Indirizzo a fine rivista


46_47_TDA 03 ATAHOTELS_okp.qxd

3-08-2011

46

12:34

Pagina 46

ATAHOTELS

di Simona Zin

Il Tanka Village, resort inserito in un contesto naturalistico d’eccezione, si trova a soli cinquanta chilometri da Cagliari e a un chilometro da Villasimius

Uno dei gioielli di Atahotels è il Tanka Village, piccolo eden sardo che non ha nulla da invidiare ad alcune tra le più gettonate destinazioni del mondo e nel quale la clientela business trova i migliori comfort in un contesto paesaggistico unico

Paradiso italiano S

icuramente è un angolo di paradiso, un’oasi naturale di grande suggestione che vanta spazi esclusivi modernamente attrezzati e comfort per la clientela d’affari di prima categoria: ma il Tanka Village, soprattutto, è sinonimo di accoglienza di prim’ordine e servizio personalizzato, per soggiorni business ai quali si possono abbinare momenti dedicati allo sport e al relax e che diventano così vere e proprie vacanze. Tutto questo, oltre al contesto naturale unico e alla particolare struttura del resort, si deve all’appartenenza del Tanka Village alla prestigiosa catena Atahotels, presente sul territorio nazionale con 22 strutture, tra hotel, residence e resort, cui si aggiunge la vip lounge dell’aeroporto di Fiumicino. Solo nel capoluogo lombardo sono dodici le strutture presenti, tutte situate in punti strategici e accomunate dalla professionalità del servizio offerto, dalla cura dei dettagli e dalla

capacità di proporre soluzioni su misura di alta qualità. Un luogo esclusivo La Sardegna è sempre un luogo affascinante e molto ambito per un viaggio d’affari: se poi la meta finale è il Tanka Village, allora tut-

to diventa ancora più interessante. L’esclusivo resort, infatti, è noto per la sua posizione meravigliosa, per il servizio esclusivo e per la possibilità che offre di ambientare incontri e meeting di grande impatto. La struttura si trova a soli cinquanta chilometri da Cagliari e


46_47_TDA 03 ATAHOTELS_okp.qxd

3-08-2011

12:34

Pagina 47

47

a un chilometro da Villasimius ed è un resort inserito in un contesto naturalistico d’eccezione: affacciato sulla spiaggia di Simius, famosa per la sabbia bianca finissima e il mare cristallino, sorge all’interno dell’area marina protetta di Capo Carbonara. Il complesso del Tanka si estende su una superficie di 43 ettari, circondato e immerso nel folto della macchia mediterranea. Camere e zone comuni sono collegate fra loro da una fitta rete di viali e stradine pedonali e ciclabili, nelle quali è vietato il transito delle automobili. Gli ospiti di questo piccolo

paradiso possono scegliere di farsi coinvolgere dalle tantissime attività ludico-sportive proposte, provare il suo swing migliore nelle 18 buche del Tanka Golf Club, ritrovare l’armonia psico-fisica nel centro benessere, gustare prelibati piatti nei diversi ristoranti. Le varie attività per il tempo libero previste nel complesso spesso completano la riuscita di un viaggio d’affari o di un evento ambientato nel centro congressi moderno e funzionale, ubicato nell’area centrale del resort e costituito da cinque sale che accolgono fino a cinquecento persone. Inoltre, è a dispoAtahotels è presente sul territorio nazionale con 22 strutture tra hotel, residence e resort

sizione anche il Palacongressi, tensostruttura con 1.600 posti posizionata in prossimità della piazza centrale del resort, che può essere adattata a tutte le esigenze e allestita con le tecnologie più moderne e funzionali per ogni tipo di evento. Aree comuni, ristoranti, spazi polifunzionali, spiaggia e oltre venti ettari di giardini permettono di costruire qualsiasi tipo di attività accessoria per il segmento business. La filosofia Mice di Atahotels Tra le “strategie” di Atahotels pensate per garantire la migliore accoglienza al settore Mice, favorire l’aggregazione, lo spirito di gruppo e la collaborazione interna, instaurare dinamiche motivazionali per migliorare la collaborazione: tutto questo tramite attività di team building, attività sportive, escursioni, giochi e serate a tema. Per realizzare in concreto i must della sua filosofia Mice, Ata-

hotels mette a disposizione strutture di alta qualità, quattro e cinque stelle, tutte recentemente ristrutturate e con spazi espositivi e sale meeting dotati delle più recenti dotazioni tecnologiche. Le location di Atahotels sono particolari, situate in destinazione di prestigio: tutte le strutture a vocazione Mice si trovano nel cuore di destinazioni particolarmente suggestive, come la Sardegna, la Sicilia, la Toscana o Madonna di Campiglio, oppure offrono la maggiore disponibilità tra camere e sale a livello di singola struttura o creata da sinergie di gruppo nelle principali città italiane come Milano, Torino e Roma. La maggior parte delle strutture Atahotels, inoltre, dispone di sale meeting di talmente ampie metrature, dalla modulabilità e plasmabilità così ampia da consentire la realizzazione di qualsiasi tipo di evento o di esigenza espositiva. Di anno in anno la catena propone un programma di team building, educational e fam trip dedicati ad aziende, agenzie e incentive house e ai principali partner, che diventano importanti occasioni per conoscere e familiarizzare con le strutture e la loro offerta. Indirizzo a fine rivista


48_49_TDA 03 BAIA VERDE_okp.qxd

48

3-08-2011

12:45

Pagina 48

GRAND HOTEL BAIA VERDE CONGRESS & WELLNESS CENTER

di Madeleine Rey

I

Business con vista al Grand Hotel Baia Verde Una baia naturale di roccia lavica a strapiombo sul mare: questo è il contesto paesaggistico nel quale si trova inserita la struttura di Catania, che offre servizi personalizzati e momenti di vero relax alla clientela d’affari

l Grand Hotel Baia Verde Congress e Wellness Center, nei pressi di Catania, si trova inserito in un angolo del litorale jonico dove la natura incontaminata la fa da padrone: recentemente ristrutturato e ampliato, l’albergo di Catania ha anche ottenuto di recente la certificazione ISO 14.001 per l’estrema attenzione riservata alle tematiche ambientali, destinata a quelle strutture che rispettano l’ambiente nella loro gestione generale. È una location che ha tutto quello che si può desiderare per un soggiorno d’affari che necessiti di una struttura efficiente e attrezzata, offrendo al contempo scorci suggestivi e un ambiente altamente raffinato per diversi tipi di incontri, che vengono ospitati nelle undici sale, tutte dotate di luce naturale. La sala maggiore può ospitare fino a trecento persone a platea ed è dotata, come tutte le altre, delle tecnologie più sofisticate e all’avanguardia. Il Grand Hotel Baia Verde offre la possibilità di organizzare congressi, meeting e incentive di sicuro successo, garantendo un servizio completo e personalizzato. Camere e suite: un concentrato di stile ed eleganza Le 160 accoglienti camere e le due suite dell’hotel, quasi tutte con vista mare, elegantemente arredate e attrezzate con i comfort più moderni, sono caratterizzate da ambienti confortevoli e accoglienti. In particolare, le due suite, con una magnifica vista sul mare, sono dotate di due spazi separati, camera da letto e salotto, e sono realizzate l’una nei toni del beige e l’altra nei toni del bordeaux e arredate con mobili di fine ’800, in un giusto equilibrio


48_49_TDA 03 BAIA VERDE_okp.qxd

24-08-2011

15:28

Pagina 49

49

Recentemente ristrutturato e ampliato l’albergo ha ottenuto anche la certificazione per l’estrema attenzione riservata alle tematiche ambientali

tra classico e contemporaneo. Le stanze e i locali comuni, sia interni sia esterni, sono dotati di copertura wi-fi, grazie alla quale è possibile navigare in internet ad alta velocità e “senza fili” utilizzando pc portatili e palmari. Il Grand Hotel Baia Verde vanta, oltre a un magnifico giardino mediterraneo, quattro residence: Athena, Nautica, Calipso e Venere, a disposizione degli ospiti, tutti dotati di camera da letto, angolo cottura e divano letto. Nell’hotel catanese anche la buona cucina riveste grande importanza: il ristorante “L’Oleandro”, affacciato su una magnifica terrazza sul mare, propone sia i piatti tipici della tradizione gastronomica siciliana sia quelli della cucina internazionale. Il roof garden “Le Ginestre”, invece, dal quale si gode una magnifica vista dell’intero golfo di Catania, offre ambienti eleganti nei quali riscoprire il piacere d’incontrarsi in un’atmosfera di discreta eleganza. Spazio al tempo libero L’offerta dell’albergo è arricchita dalla presenza di un centro benessere dotato di piscina coperta talassoterapica e idromassaggio, di sala cardiofitness Technogym con personal trainer su richiesta, bagno turco, percorso emozionale e beauty center gestito da personale competente e qualificato, dove, grazie alla collaborazione con le più note case produttrici di

prodotti estetici, si può scegliere fra un’ampia gamma di trattamenti viso e corpo e ottimizzare così il soggiorno in hotel. Il centro benessere del Grand Hotel Baia Verde di Catania è un luogo nel quale è possibile rigenerarsi e ritrovare se stessi: qui ogni particolare è studiato per creare atmosfere intime e appaganti e preparare l’ospite a un vero viaggio dei sensi e dello spirito. L’american bar, poi, è adatto sia per incontri di lavoro sia per momenti di piacevole relax e offre un’ambientazione raffinata e avvolgente. Si trova invece a bordo piscina il Bar Estivo, presso il quale è possibile gustare, tra l’altro, le tipiche granite siciliane, per piacevoli parentesi che ritemprano corpo e spirito dopo un intenso incontro d’affari. E per momenti dedicati al più sano ozio o allo sport è a disposizione di tutti gli ospiti una spiaggia privata di pietra lavica, attrezzata con solarium dotati di docce, chaise longue e ombrelloni e una piscina scoperta da 25 metri circondata dal verde delle palme e dei pini. Infine, una Scuba Diving School moderna ed efficiente, con istruttori esperti e qualificati, organizza immersioni guidate e corsi articolati su vari livelli di difficoltà. Il Grand Hotel Baia Verde è anche un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta di alcune tra le più belle località siciliane: oltre alla splendida Catania, a breve distanza dalla struttura, si possono organizzare escursioni per visitare Siracusa, con le sue antiche testimonianze storiche e architettoniche, l’Etna con il suo affascinante territorio circostante o la bellissima Taormina. Indirizzo a fine rivista


50_52_TDA 03 RECEPTION_okp.qxd

3-08-2011

d’ TA

Da Boscolo Hotels novità in cucina La cucina italiana di alta qualità è di casa nei Boscolo Hotels, con i piatti del celebre chef Max Mariola preparati secondo il carattere della catena quattro e cinque stelle, vero simbolo dell’accoglienza made in Italy in tutto il mondo. Con la nomina di Max Mariola a chef di catena, i Boscolo Hotels offrono ai propri ospiti piatti pregiati e nobili, caratterizzati da sapori semplici e lineari, all’insegna del gusto e della tradizione italiana. A ogni città italiana dalla forte tradizione gastronomica sono infatti dedicati due o tre piatti.

12:55

Pagina 50

RECEPTION

Spazi versatili nella suite del Regina Hotel Baglioni go tutto il perimetro dell’appartamento corre un terrazzo con affaccio su via Veneto. Commenta Marco Milocco, general manager Regina Hotel Baglioni: «Siamo molto orgogliosi di presentare la nostra nuova suite, una soluzione innovativa grazie ai suoi spazi versatili che ci consentono di soddisfare le aspettative di una clientela variegata e particolarmente esigente».

Si trova al settimo piano del Regina Hotel Baglioni la nuova Suite Ludovisi, un vero e proprio appartamento privato nel cuore di Roma. Il suo nome rende omaggio alla celebre Villa Ludovisi da cui, a partire dall’Unita d’Italia, si iniziò a edificare dando origine a via Veneto. Lo stile della suite è caratterizzato da dettagli architettonici unici ed è adatta a fare da cornice a soggiorni di uomini d’affari esigenti. Lun-

Riva del Marchese, il business in riva al mare Porto Ercole si fa apprezzare per le spiagge incantevoli, le scogliere a picco nelle sue acque cristalline, il paesaggio mozzafiato tra la campagna maremmana, la laguna di Orbetello e il Mar Tirreno. Ma Porto Ercole è anche sinonimo di verde, quello verde del campo di golf inaugurato qualche anno fa in località Le Piane e quello del prato della Riva del Marchese, un angolo di paradiso che i gestori hanno recuperato e trasformato da quello che era un orto un po’ malandato. L’unicità di questa struttura balneare è la sua integrazione perfetta con lo spazio naturale che lo accoglie: un luogo ideale anche per l’uomo d’affari che vuole ritagliarsi un po’ di tempo libero per rilassarsi sul mare e avere a disposizione servizi di alto livello. Alla Riva niente è lasciato al caso, non manca un angolo che all’occorenza viene attrezzato come piccolo teatro per concerti e spettacoli al chiaro di luna e il personale è sempre disponibile per venire incontro alle esigenze dei clienti. (N.V.)

Villa le Maschere inaugura la spa Una Hotels & Resorts ha inaugurato il nuovo centro benessere del resort Villa le Maschere, bella dimora di campagna del tardo rinascimento fiorentino. Adagiata sulle colline del Mugello, Villa le Maschere è il risultato di un sapiente restauro durato cinque anni che l’ha

riportata agli antichi splendori. Il nuovo centro benessere reinterpreta la magnificenza storica della villa in 350 metri quadrati ricavati negli antichi sotterranei e gode di una vista straordinaria attraverso i tre grandi archi che la collegano alle piscine esterne.


50_52_TDA 03 RECEPTION_okp.qxd

3-08-2011

12:55

Pagina 51

51

RECEPTION

Il sito di Starhotels si fa più bello In occasione dei primi trent’anni di attività, Starhotels ha rinnovato il suo sito, con un nuovo pay-off e un servizio online ancora più completo e all’avanguardia. Contenuti dettagliati, migliore funzionalità, semplice fruizione sono le principali caratteristiche del nuovo sito. Rivolto sia alla clientela leisure sia a quella business, offre una serie di strumenti per consentire un facile accesso al contenuto e al servizio di prenotazione in rete. Le caratteristiche inclu-

dono funzionalità interattive di ricerca, strumenti di costruzione di e-brochure, guide della città, informazioni complete dei 22 hotel, sia nella versione in italiano sia in inglese. Per la clientela corporate e per chiunque desideri realizzare un evento indimenticabile, Starhotels fornisce tutti gli strumenti necessari, dalla scelta del luogo allo spazio più adatto al servizio di recall per multimediali per visualizzare le sale meericevere i consigli da un team di event ting con l’indicazione precisa delle dispomanager. Il sito offre inoltre contenuti nibilità.

Freestyle, pronti i piani di sviluppo Si chiama Freestyle hospitality e coniuga il design made in Italy con l’ospitalità low cost, un business model che segue l’investitore dal project management fino alla messa a reddito definitiva. Il piano di sviluppo prevede l’apertura dei Freestyle in centri urbani e in aree post industriali, dove è in atto un processo di riqualificazione urbano integrato che rispondano a determinati requisiti quali la vicinanza ai principali accessi nodali, l’accessibilità rispetto a un hub aeroportuale, la presenza nella zona di università, ospedali e realtà commerciali significative. «Punto di forza è l’innovativa soluzione progettuale, che permette una personalizzazione totale delle strutture e un’estrema flessibilità ed economicità di gestione» sono le parole di Gianfranco Castagnetti, nuovo ceo di Freestyle hospitality. I piani di sviluppo del brand sono stati illustrati nella conferenza sul Social e Low Cost hospitality all’Eire 2011, a giugno in Fieramilano Rho.

Il green di Nh

Apre il Move Hotel di Mogliano Veneto Sobria eleganza, materiali naturali e spazi accoglienti: sono le caratteristiche del nuovo quattro stelle Move Hotel a Mogliano Veneto. La struttura firmata da Dhk in collaborazione con lo Studio Marco Piva è ubicata a pochi chilometri dalla tangenziale di Mestre e dagli aeroporti di Venezia e Treviso, immersa nelle tranquille campagne del Trevigiano. Il Move Hotel ha 203 camere e vanta la presenza di un ampio centro congressi inserito nel cuore della struttura, raggiungibile anche da un ingresso dedicato e circondato da un lago artificiale con giochi d’acqua. Il foyer accoglie il cliente in un ambiente confortevole, in cui si sviluppano una zona reception e un angolo relax caratterizzato da boiserie e da vetrine espositive. La sala plenaria e le cinque salette meeting sono in grado di ospitare fino a seicento persone.

A Milano la terza riunione dell’Nh Sustainable Club, aperta dal presidente della catena Mariano Pérez Claver (nella foto), ha fatto il punto, alla presenza dei dirigenti delle quaranta società che formano l’associazione, sull’azione dell’Nh Sustainable Club, il club dei fornitori nel settore alberghiero a livello mondiale per l’esecuzione di progetti sostenibili e innovativi per l’area di acquisto. L’attuazione delle misure sostenibili in Nh Hoteles ha permesso all’azienda di soddisfare prima del tempo tre dei quattro obiettivi fissati nel Piano Ambientale 2008-2012, relativi al risparmio idrico, alla riduzione delle emissioni di CO2 e alla produzione di rifiuti. Il piano ambientale Nh Hoteles 2008-2012 prevedeva una riduzione del venti per cento nel consumo di energia e di acqua, di emissioni di CO2 e della produzione di rifiuti per il prossimo esercizio finanziario. Questa cifra è stata rispettata sotto quasi tutti gli aspetti, mentre per il risparmio energetico vengono attuati i mezzi necessari per raggiungere l’obiettivo alla fine di questo esercizio.


50_52_TDA 03 RECEPTION_okp.qxd

3-08-2011

d’ TA

12:55

Pagina 52

RECEPTION

Best Western Hotel Cristoforo Colombo, primo Premier a Milano

Bt glamour a Cannes

Cresce il segmento Premier di Best Western Italia, grazie a Best Western Premier Hotel Cristoforo Colombo di Milano, struttura di proprietà della famiglia Viscardi, che si fregia ufficialmente del label Premier, lo standard d’eccellenza di Best Western nel mondo. L’albergo si trova in corso Buenos Aires a pochi passi da Por-

Tutto il fascino elitario della Costa Azzurra e i colori luminosi e solari del Mediterraneo si incontrano nel nuovo boutique hotel del gruppo Preferred Boutique, il Five Hotel & Spa. Fiore all’occhiello della struttura, che dispone di 45 camere – di cui 15 elegantissime suite – e di una meeting room di 110 metri quadrati, è l’infinity pool sul rooftop, da dove la vista spazia sull’intera baia, mentre per la remise en forme gli ospiti hanno a disposizione i 250 metri quadrati di spa, con bagno turco, sauna e palestra. Una spiaggia privata e la gastronomia curata dai due gemelli Pourcel – tre stelle Michelin – completano l’offerta.

ta Venezia, dispone di 118 camere, un accogliente bar, un ristorante interno, L’Uovo di Colombo e lo straordinario spazio di Hado Spa, il wellness center di trecento metri quadrati dotato di piscina, hammam, bagno turco, sauna e cromoterapia. Per le riunioni di lavoro, l’hotel mette a disposizione tre sale riunioni dotate di luce naturale ed equipaggiate

con le più innovative tecnologie. Con Best Western Premier Hotel Cristoforo Colombo gli alberghi Premier in Italia sono oggi dieci.

Carlo Castelli alla guida del Gruppo Riva del Sole Carlo Castelli è il nuovo managing director del Gruppo Riva del Sole Spa di cui fanno parte l’Hotel Riva del Sole Resort & Spa di Castiglione della Pescaia (Gr) e La Serra Holiday Village di Baia Domizia (Ce). Le strutture, entrambe di proprietà svedese, sono le location ideali anche per l’organizzazione di eventi. L’hotel, concepito per soddisfare inizialmente le esigenze di businessmen nordeuropei, ha saputo farsi apprezzare soprattutto dagli uomini d’affari italiani, che

oggi scelgono sempre più il verde e gli ampi spazi e rappresentano il settanta per cento della clientela. «Nei prossimi mesi – afferma Carlo Castelli – punteremo soprattutto sul restyling del centro congressi e di numerosi appartamenti del resort. Una delle nostre sfide è quella di rendere Riva del Sole Resort & Spa una struttura ecofriendly, come ci impone la cultura. In Svezia, infatti, l’ecosostenibilità è già un valore di primaria importanza e questa sensibilità è in forte crescita anche in Italia».

Tutto nuovo l’Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici Si rilancia l’Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici, con il completamento dei lavori che hanno interessato buona parte della struttura. A cominciare dalla veranda del ristorante La Serra, completa di una tecnologica e funzionale copertura che permette di cenar e anche d’inver no godendo della splendida vista della piscina, ora valorizzata con moderne attrezzature. La reception e la hall ora si pre-

sentano in uno stile più sobrio. Le 317 camere sono state dotate di nuove comodità: l’hotel ha deciso inoltre di affrontare una ristrutturazione totale delle camere proponendo un nuovissimo arredamento in linea con questo stile moderno ed essenziale, 150 camere sono già state completate. A completare la ristrutturazione si è aggiunta un’originalissima relax & meditation room.


1146MC_Convegni_Layout 1 14/06/11 14:54 Pagina 1


54_TDA 03 HOTEL MEDITERRANEO_okp.qxd

54

3-08-2011

13:36

Pagina 54

MEDITERRANEO HOTEL

di Elisa Ferro

L’eleganza per i viaggi d’affari Situato nel centro storico di Catania, ad alcuni minuti di distanza dalla suggestiva piazza del Duomo, l’Hotel Mediterraneo rappresenta una base ideale per viaggi di lavoro nella Sicilia orientale. Ad attendere il businessman un’accoglienza solare, massimo comfort e la qualità del marchio Best Western

L’

Hotel Mediterraneo di Catania fa parte dell’apprezzato brand internazionale Best Western e, oltre agli elevati standard di servizio garantiti proprio dalla prestigiosa affiliazione, offre a tutti i suoi ospiti, sia leisure sia business, un’accoglienza estremamente calda e cordiale, come nella migliore tradizione siciliana. Del resto, proprio l’equilibrio tra la qualità dei servizi alberghieri e il senso genuino dell’ospitalità rappresenta uno dei valori aggiunti di questo elegante hotel a tre stelle situato nel cuore della città etnea, poco distante dal Duomo e dalla Fontana dell’Elefante, il simbolo di Catania. Gli altri plus, poi, sono appunto la L’attenzione per i dettagli si evidenzia tanto nell’arredamento delle 63 camere quanto in quello degli spazi comuni

posizione strategica, la convenienza e la disponibilità delle soluzioni di pernottamento e la sua riconosciuta vocazione business che, oltre alle attenzioni riservate a chi viaggia da solo per affari, si sostanzia in vantaggiose convenzioni per gruppi aziendali e nell’offerta di spazi congressuali modulari e attrezzature professionali adatti per riunioni e meeting dai dieci ai cinquanta partecipanti. Cosicché questo esclusivo albergo, situato a due passi da luoghi di grande interesse artistico e culturale e facilmente raggiungibile dalla stazione, dall’autostrada e dall’aeroporto internazionale Fontanarossa, si presenta come un ambiente moderno e confortevole, dalle atmosfere tipicamente mediterranee. La freschezza trasmessa dalle sfumature del blu e dell’azzurro crea un contrasto armonioso con tonalità solari come il giallo e l’arancione, mentre l’attenzione riservata ai dettagli si evidenzia tanto nell’ar-

redamento delle 63 camere (dotate, fra l’altro, di aria condizionata, tv satellitare e servizio Sky) quanto in quello degli spazi comuni, così come nella copertura integrale e gratuita del collegamento Adsl wifi o nella ricca e deliziosa prima colazione, preparata con una grande varietà di prodotti freschi e genuini oltre a una spremuta di arance siciliane. Gli ospiti dell’Hotel Mediterraneo, inoltre, hanno la possibilità di rilassarsi sorseggiando un cocktail al bar dell’albergo o magari sfogliando una rivista nella comoda hall, oppure, ancora, possono dedicarsi alla propria forma fisica nell’attrezzata fitness room. Per rendere ancora più piacevole il soggiorno, infine, lo staff è a completa disposizione per consigliare i luoghi più interessanti da visitare, per organizzare gite ed escursioni e per prenotare biglietti per spettacoli teatrali e concerti. Indirizzo a fine rivista


TDA0077_Layout 1 05/05/10 16:13 Pagina 1


56_TDA 03 ISEO LAGO.qxd

3-08-2011

56

13:43

Pagina 56

ISEOLAGO HOTEL&SPA

di Ofelia Figus

A

ffacciato sull’incantevole Lago d’Iseo, tra le Prealpi bresciane e la profumata Franciacorta, in una delle aree naturali meglio conservate del Nord Italia, l’esclusivo complesso Iseolago Hotel&Spa rappresenta un’oasi di assoluto comfort e benessere, nonché una base ideale per quanti, professionisti e uomini d’affari, debbano raggiungere per motivi di lavoro città importanti come Brescia, Bergamo o Verona. I collegamenti stradali e ferroviari, infatti, sono facili e veloci e lo stesso hotel mette a disposizione dei suoi ospiti un comodo servizio navetta da e per i vicini aeroporti. Inoltre, per gli operatori Mice, è disponibile un centro congressi composto da tre sale perfettamente funzionali, dove, supportati dalle migliori tecnologie, organizzare riunioni, conferenze stampa e convegni da ven-

I due residence del complesso, Le Terrazze e Il Patio, completano l’offerta ricettiva con 24 appartamenti

Quel posto sul lago Immerso nel verde e affacciato sul Lago d’Iseo, perla azzurra della rinomata Franciacorta, il complesso alberghiero Iseolago Hotel&Spa rappresenta una base ideale per soggiorni d’affari all’insegna del comfort, della qualità e del benessere ti a duecento partecipanti. Per quanto riguarda invece la disponibilità ricettiva, l’offerta di Iseolago si compone di 66 camere, di cui due suite con secondo bagno dotato di vasca idromassaggio e cabina armadio, otto junior suite con salotto separato dalla zona notte e 56 doppie dai cui balconi e finestre è possibile ammirare la location in tutta la sua bellezza: da un lato il parco privato dell’hotel, dall’altro le suggestive Torbiere del Sebino. I due residence del complesso, Le Terrazze e Il Patio, completano l’offerta ricettiva con i loro 24 appartamenti, dotati di ingresso indipendente e disponibili in affitto. La ristorazione, all’insegna dell’eccellenza enogastronomica del comprensorio, è garantita dalla qualità dei ristoranti L’Alzavola e l’Osteria

ai Nidrì. Il primo, con le sue eleganti sale interne e il delizioso pergolato estivo, è indicato per banchetti, cerimonie e cene di lavoro mentre la seconda, ricavata all’interno di un’antica cascina, è perfetta per gustare i piatti tipici della tradizione in un ambiente rustico e conviviale. Presso l’Enoteca Bellavista, poi, si possono assaporare e acquistare etichette pregiate quali Bellavista, Petra, Contadi Castaldi e Tenuta La Badia. Per il tempo libero, infine, dall’hotel si accede gratuitamente

all’impianto turistico Sassabanek, che offre ben tre piscine, spiaggia privata, campi da tennis, calcetto e beach volley, noleggio canoe e windsurf. Senza naturalmente dimenticare Le ninfe del Lago, il nuovo centro benessere con palestra di Iseolago Hotel&Spa, dove tra docce emozionali, trattamenti personalizzati, cabina termale, sauna, tisaneria e fotoringiovanimento, rimettersi in forma sarà un vero piacere. Indirizzo a fine rivista


TDA119_Endar_Layout 1 04/02/11 09:29 Pagina 1

LQIR#HQGDULW

LQIR#HQGDULW


58_TDA 03 ORTIGIA GH.qxd

3-08-2011

58

13:47

Pagina 58

GRAND HOTEL OR TIGIA

di Ofelia Figus

Un tuffo nel mito Nel cuore antico di Siracusa sorge un albergo dal fascino intatto, dove un soggiorno d’affari si trasforma nel piacere del comfort più esclusivo. Il Grand Hotel Ortigia, dal 1890, rappresenta un approdo sicuro per i viaggiatori più esigenti

L’affascinante struttura dispone di 58 camere, di cui sedici junior suite e una splendida suite

A

ccogliente, caldo ed esclusivo, con alle spalle una tradizione centenaria fatta di lusso e di ospitalità. E con il privilegio unico di sorgere nella parte più antica di Siracusa, l’incantevole isoletta naturale di Ortigia, dove, intorno al 730 a.C., venne fondata la polis ellenica che qualche secolo dopo avrebbe dato i natali all’inventore Archimede. Ancora oggi da queste parti il mito rivive nella celebre Fonte Aretusa (...la dea Diana sottrasse la giovane Aretusa dalle insistenze amorose di Alfeo e la trasformò in una fonte d’acqua dolce), mentre il Grand Hotel Ortigia, sapientemente ristrutturato nel 1995, si è nel frattempo dotato di standard tecnologici e di servizi all’altezza dei tempi e delle esigenze della sua clientela business. Così le sue 58 camere, di cui sedici junior suite e una splendida suite, oltre a essere tutte ampie, finemente arredate e con vista sul mare, sono anche dotate di telefono diretto, copertura wi-fi per la connes-

sione a internet, sveglia elettronica, climatizzazione regolabile, tv satellitare e vasca idromassaggio. Il sistema wireless, inoltre, per accedere comodamente alla rete in qualsiasi momento dal proprio pc portatile o dal proprio smartphone, è disponibile anche nelle aree comuni nonché nelle eleganti e funzionali meeting room di cui l’albergo è provvisto. Ma i servizi del Grand Hotel Ortigia, raffinato hotel di categoria cinque stelle, non

finiscono certo qui. Il ristorante Terrazza sul Mare, per esempio, situato all’ultimo piano dell’albergo, offre una magnifica vista sulla città e sul porticciolo

turistico di Ortigia ed è l’ambiente ideale per rilassarsi e trascorrere una piacevole serata gustando vini pregiati e specialità regionali. La spiaggia privata e il moderno centro wellness, a loro volta, sono plus molto apprezzati e ricercati. La prima, a Punta del Pero, è raggiungibile da giugno a metà ottobre con una barca dedicata, mentre il secondo, inaugurato da poco, è un vero tempio della remise en forme, dove è possibile, su prenotazione, concedersi trattamenti personalizzati in un’atmosfera intima e protetta. Dal bagno turco con docce emozionali all’area relax con lettini anatomici e zona tisaneria, dalle tecniche del massaggio orientale ai trattamenti viso e corpo con aromaterapia e prodotti biologici, dalle luci soffuse, alle candele, alle musiche, tutto è studiato all’insegna di un approccio olistico e multisensoriale, con lo scopo di donare benessere fisico e piacere interiore. Indirizzo a fine rivista


Cisalpina cisa fare. “Dovevamo implementare velocemente una Travel Policy capace di creare saving e definire standard di servizio elevati e certi. Volevamo avere tutto sotto controllo, in qualsiasi momento. ”

Oggi siamo più efficienti e produttivi perchè la nostra impresa si affida alla Travel Management Company italiana leader nel business travel, scelta da migliaia di aziende per gestire i propri viaggi d’affari. Da oltre quarant’anni punto di riferimento assoluto per chi vuole avvalersi di un servizio altamente consulenziale, di un’elevata flessibilità operativa e della disponibilità di risorse ai massimi livelli di professionalità.

CisalpinaTours ci sa fare, proprio come noi.

www.cisalpinatours.it


60_TDA 03 MULINO GRANDE_okp.qxd

60

3-08-2011

13:52

Pagina 60

HOTEL MULINO GRANDE

di Simona Zin L’hotel alle porte di Milano è un luogo capace di sorprendere tra design, sostenibilità e tecnologia. Ricavato da un’antica struttura oggi è sede di incontri d’affari di prestigio

Un’oasi di relax U

n quattro stelle alle porte di Milano, ma che si trova inserito in un contesto architettonico e naturale unico: questo è l’Hotel Mulino Grande, una location che ben si adatta a chi viaggia per lavoro e cerca un luogo che sia attrezzato con la tecnologia più moderna, ma anche una “casa” accogliente nella quale trascorrere momenti di relax nella natura. La struttura, nel centro storico di Cusago, immersa nel parco agricolo sud di Milano, è un piccolo gioiello di bio-architettura con 21 camere e suite, due sale meeting, un ristorante, un centro benessere e un accogliente lounge bar. Unica nel suo genere, è nata dal recupero di un antico mulino del Cinquecento: costruita in sintonia con le nuove tendenze dell’ “abitare responsabile” e nel pieno rispetto del patrimonio culturale e naturale del luogo, è frutto di un restauro che ha previsto il risana-

mento e la riorganizzazione degli edifici esistenti per creare un complesso nuovo e articolato, legato e integrato con il suo territorio, riutilizzando i materiali originari e impiegando ovunque materiali ecocompatibili. Perfetta collocazione Il quattro stelle vanta una posizione strategica per l’attività lavorativa lombarda, alle porte dell’area che a breve attrarrà visitatori da tutto il mondo in occasione di Expo 2015, e offre allo stesso tempo l’opportunità di soggiornare a contatto con la tradizione e la natura del territorio: si trova a pochi chilometri da Milano ed é facilmente raggiungibile percorrendo la tangenziale Ovest dagli aeroporti di Linate e Malpensa. Originali anche le camere dell’hotel, delle quali sette suite, decorate ciascuna con differenti scelte cromatiche e tutte caratterizzate

La location lombarda ben si adatta a chi viaggia per lavoro e cerca un luogo perfettamente attrezzato con la tecnologia più moderna

da un’atmosfera calda e accogliente, oltre che dai comfort e dalla tecnologia più moderni per il viaggiatore d’affari. Riunioni e incontri di lavoro trovano spazio nelle due le sale a disposizione, da venti e cinquanta posti, entrambe con luce naturale e dotate delle attrezzature più innovative. In un posto così legato alla natura non potevano mancare le attrezzature per il benessere: in una delle aree che ospitava le derrate alimentari è stata realizzata una piccola spa, che propone programmi persona-

lizzati, e una zona dedicata al fitness. Altro plus dell’hotel di Cusago, il ristorante “Il Magiono”. Ricavato nell’area un tempo riservata alle antiche macine, offre una cucina di alto livello per cinquanta coperti con prodotti a chilometro zero, tra i quali erbe aromatiche e verdure provenienti dall’orto biologico del giardino. Seguendo l’antica tradizione mugnaia, Il Magiono propone solo pasta fatta in casa, oltre a una lista di vini preziosa e ricercata. E per chiudere in bellezza una giornata all’Hotel Mulino Grande, si può passare nell’accogliente lounge bar per gustare un cocktail in completo relax. Indirizzo a fine rivista


TDA0111_AirBerlin_Layout 1 03/02/11giovedĂŹ 14:54 Pagina 1


62_TDA 03 PRINCIPE CATANIA.qxd

3-08-2011

62

13:57

Pagina 62

PRINCIPE HOTEL CATANIA

di Elisa Ferro

Stile principesco Un connubio ideale tra design e tradizione, dove la funzionalità si sposa con l’eleganza e il comfort con l’eccellenza del servizio. Il Principe Hotel Catania, con la sua storia e i suoi recenti successi, è un luogo perfetto per soggiorni d’affari all’insegna dello stile

I

Il business traveller può qui trovare l’ambiente più funzionale per svolgere la propria attività in piena concentrazione

l Principe Hotel Catania è un albergo rinomato per gli ambienti raffinati e curati in ogni dettaglio, in grado di offrire ai suoi ospiti tutte le comodità e le attenzioni di cui hanno bisogno, unite a un servizio davvero impeccabile. Ospitato in un palazzo nobiliare sapientemente ristrutturato, e incastonato come un gioiello tra via Etnea e via dei Crociferi, lo splendido cuore barocco del centro di Catania, l’hotel è stato premiato nel 2010 come uno dei tre migliori alberghi di categoria quattro stelle presenti in Italia (premio “Ospitalità Italiana” dell’Isnart). Un riconoscimento che non ha fatto altro che consolidare la fama di una struttura già ampiamente conosciuta dai viaggiatori più esigenti e dagli uomini d’affari, italiani e stranieri, cui è

capitato di soggiornare in città per lavoro. E proprio al segmento business l’hotel rivolge la sua offerta alberghiera e i suoi servizi professionali, compresi quelli congressuali, realizzando un connubio perfetto tra design e tradizione, tra lusso, tecnologia e stile. Il business traveller può qui trovare l’ambiente più funzionale per svolgere la propria attività in piena concentrazione, alternando momenti di massima produttività e impegno lavorativo ad altri di completo relax e risposo. Tutto è pensato per facilitare il soggiorno d’affari, a partire dalla ricca colazione a buffet, passando per l’internet point aperto 24 ore al giorno, per finire con un rigenerante bagno turco nella fitness room o con un drink serale al piano bar. Le stesse camere e suite dell’albergo, tutte molto spaziose, luminose ed eleganti, offrono connessio-

ne internet wi-fi e adsl, telefono diretto, tv satellitare con canali Sky gratuiti, climatizzatore individuale e servizio in camera. Inoltre, a disposizione delle aziende vi sono cinque sale meeting di diverse metrature, ideali per riunioni ristrette e riservate, nonché per eventi fino a 250 posti a platea, e il nuovissimo centro congressi ed esposizioni Events, adiacente all’hotel, che con i suoi circa mille metri quadrati è a oggi la più grande area congressuale del centro storico di Catania. Entro la fine del 2011, infine, il Principe Hotel ha in programma la realizzazione di una nuovissima spa e di un panoramico roof garden, mentre la capacità ricettiva crescerà ulteriormente, raggiungendo il numero di ottanta camere tra suite e deluxe. Indirizzo a fine rivista


graficavisiva.it

Travel Consultants Italy crea per i propri clienti, i propri collaboratori e per i propri partner un’occasione del tutto unica e straordinaria per unire il divertimento al mondo del Business Travel.

Travel Consultants City Center Italy - Società Consortile a r.l. Sede Operativa: Via Razza, 8 - 20124 Milano Tel. 02/66982136 - Fax 02/67381714 e-mail: segreteria@lhcc.it - web: www.lhcc.biz C.F. e P.IVA 02505450128 - REA n.262597 Reg. Imprese Varese n.02505450128


64_66_TDA 03 BERNARDIN_okp.qxd

64

3-08-2011

14:03

Pagina 64

HÔTELLERIE & BT

di Luciana Francesca Rebonato

Grand Hotel Bernardin di Portorose: un compendio di lusso, funzionalità e versatilità coronati da un casinò e dalla più allettante spa slovena. Il tutto a una manciata di chilometri dal confine con l’Italia

Protagonista sloveno È

uno dei colossi alberghieri sloveni e appartiene al Bernardin Group, brand che annovera anche il Metropol Resort di Portorose, il San Simon Resort di Izola, il Bioenergy Resort Saliera di Strugnano e l’Hotel Piran di Pirano. Un tota-

le di 1.724 camere distribuite in quattro resort e in un hotel individuale, una galassia a cinque, quattro e tre stelle dall’offerta in continua espansione e rinnovo capitanata dall’esclusivo Grand Hotel Bernardin, cinque stelle lusso che sorge appoggiato a una ripida scogliera che prospetta le acque dell’Adriatico. La struttura, la più importante in Slovenia nel segmento business e congressuale, nel 2010 è stata cornice di trecento eventi – di cui 36 internazionali e per un totale di 36mila partecipanti – ed è ubicata tra la mondana Portorose e la medievale Pirano. Non solo. Il Grand Hotel Bernardin – complesso che include anche l’Hotel Hitsrion e il Vile Park –, è forziere di una pregevole eredità artistica: proprio al centro del resort, infatti, si trovano le vestigia del quattrocentesco

monastero di San Bernardin. Nel contesto dell’eccellenza business gioca invece la parte del leone un moderno centro congressi che vanta diciannove sale modulari concepite per accogliere complessivamente 2.615 persone di cui 1.100 nella principale. Progettato all’insegna della tecnologia di ultima generazione e con un design avveniristico, il polo convegnistico si rivela quinta ideale per qualsiasi tipologia di evento, dai simposi ai seminari passando per sfilate di moda, road show, incontri culturali, cene di gala e manifestazioni culturali, il tutto supportato da uno staff esperto e dedicato. Eleganza, comfort e attenzione ai dettagli anche nelle 241 fra camere e suite – tutte provviste di balcone vista mare –, arredate con stile, in grado di soddisfare gli


TDA0135_IseoLago_Layout 1 13/05/11 14:03 Pagina 1

ISEOLAGO HOTEL & S PA

$&&2*/,(1=$(/(*$1=$ (263,7$/,7­/(12675( 0,*/,25,5()(5(1=( :(/&20,1*(/(*$17$1'+263,7$%/( 285%(675()(5(1&(6

75(&21)257(92/,6$/( '27$7('(//(3,Ã&#x201C;02'(51( $775(==$785(,1*5$'2', 263,7$5(),12$3(5621( 7+5((63$&,286 )8//<(48,33('&21)(5(1&( 52206+2/',1*8372

&$0(5(&21-81,2568,7(6 (68,7('·$7026)(5$ 5(6,'(1&(&2032672 '$81,7­ 52206:,7+-81,25$1' 0$67(568,7(6 5(6,'(1&(:,7+$3$570(176

5,6725$17(,17(512 63$75$77$0(17,(67(7,&, 3(5&256,%(1(66(5(3$/(675$ ,1+286(5(67$85$17  63$&(175(2))(5,1*%($87< 75($70(176:(//%(,1* 352*5$00(6$1'),71(66$5($

&(17526(59,=, 3(5/263257(,/7(032/,%(52 632576$1'/(,685()$&,/,7,(6

,VHRODJR+RWHO 63$9LD&RORPEHUD,VHR %UHVFLD ZZZLVHRODJRKRWHOLWLQIR#LVHRODJRKRWHOLW7HO


64_66_TDA 03 BERNARDIN_okp.qxd

3-08-2011

66

14:03

Pagina 66

HÔTELLERIE & BT

EFFETTO RIVIERA La leggenda narra che nella punta della città di Pirano e all’epoca della colonizzazione gr eca venissero accesi fuochi per orientare le navi in dif ficoltà. Da qui il nome della località che si ritiene derivi dal gr eco pyr, che significa fuoco. Oggi Pirano e la vicina Portorose accolgono il business travel con un pr egevole patrimonio artistico, acque cristalline e un carosello di trattamenti wellness. La moderna Marina di Por torose è appr ontata per un migliaio di imbarcazioni e dalla città si salpa alla scoperta delle mille isole dell’Adriatico mentr e l’offerta di Portorose nel contesto dello sport la consacra centro sportivo di richiamo internazionale. Obala è il suo lungomare: lungo i numerosi chilometri che dalla frazione di Lucia scendono fino a Pirano, campeggia il Grand Hotel Ber nardin.

ospiti più esigenti e di far catturare con lo sguardo la sensazionale bellezza del territorio circostante. Wellness & sport Il resort è sinonimo di business ma anche di leisure: nel complesso, infatti, si trova il Casinò Bernardin, inaugurato nel dicembre 2007 e dotato di duecento slot machine, roulette elettriche, bingo, cabaret e cocktail bar. Nel maggio 2008, invece, ha visto la luce la Paradise Spa, duemila metri quadrati di remise en forme con una pluralità di trattamenti. Alcuni esempi? Nove saune con peculiarità e finalità diversificate, diciotto sale massaggi, aromaterapia, cromoterapia e, molto gra-

dite, “docce avventurose”: leggere nebulizzazioni coniugate con fragranze tropicali e un appropriato sottofondo musicale che rilassano, rigenerano e conducono la mente in Paesi lontani. Non solo. Alla Paradise Spa è possibile affidarsi alle mani esperte di un’equipe di professionisti per trattamenti efficaci e specifici quali il massaggio riflessologico, il linfodrenaggio e i benefici impacchi delle vicine saline di Sicciole. Portorose, infatti, è la star delle località costiere slovene, da secoli rinomato centro termale, da quindici anni fra le top thermal destination. Nell’ottica del fun&relax, infine, il resort invita il business traveller nel suo parco acquatico, la Laguna Bernardin: un complesso di piscine con acqua di mare – riscaldata e non – aperto tutto l’anno con tanto di cascate, getti massaggianti, geyser e scivoli acquatici. Per il business traveller più sportivo le chance in questo spaccato sloveno sono molteplici e per gli appassionati del green a breve distanza dalla struttura si trovano le 18 buche del campo da golf Adriatic Savudrija. Dedicato ai gourmet Offerta articolata con dettagli di stile, quella del Grand Hotel

Il Grand Hotel Bernardin è un cinque stelle lusso che sorge appoggiato a una ripida scogliera prospettante le acque dell’Adriatico

Bernardin anche nel contesto dei ristoranti fra i quali spicca il Sunset Restaurant, con spettacolare vista sulla baia e con menu à la carte, perfetto per apprezzare una cucina mediterranea creativa e innovativa. Da non mancare anche il Barka – famoso per la sua terrazza affacciata sul mare – nel quale gustare prelibatezze a base di pesce e di molluschi accompagnati da una selezione di pregiate etichette e il Ristorante Pecina, location celebre per

le sue specialità mediterranee e per i vini eccellenti. Per un aperitivo o un cocktail, infine, nulla di meglio del panoramico Gran Cafè, per discorrere d’affari in una cornice elegante e d’atmosfera. Uno staff dedicato al business, infine, organizza un mare di opportunità sportive dedicate a Nettuno e itinerari del gusto alla scoperta dei tipici sapori mediterranei – amalgamati dal rinomato, autoctono olio di oliva – e accostati a vini superbi fra i quali spiccano il Refosco e la Malvasia. Ottimi anche i paladini di Bacco originari del vicino Carso. Indirizzo a fine rivista


GMC0018

23-02-2009

16:30

Pagina 1

Via Nazionale, 7 • 00187 Roma Tel. +39 06 4707 • Fax +39 06 4820099

★ ★ ★ ★ ROMA

Creative Services, Roma • www.creativeservices-online.com

photo: Janos Grapow • www.janosgrapow.com

info@hotelquirinale.it

www.hotelquirinale.it

IL TOCCO DI PARTICOLARI CONFORT GARANTISCE L’ASSOLUTO RELAX PUNTO D’INCONTRO DELLA SOCIETÀ INTERNAZIONALE RIUNIONI, CONVEGNI, INCONTRI E FESTE IN SALE 250 PERSONE

MODULARI E NEL GIARDINO FINO A

TUTTO IL PIACERE DELLA GRANDE RISTORAZIONE POSIZIONE PRIVILEGIATA nel centro di Roma, vicino a Via Veneto e a Piazza di Spagna, a soli 400 mt. dalla Stazione Termini e a 35 km. dall'aeroporto Leonardo da Vinci.

0284MC_QuirinaleH.indd 1

5-10-2007 15:16:24


68_72_TDA 05 SMIRNE - TURCHIA_okp.qxd

68

3-08-2011

14:22

Pagina 68

WORLDWIDE

di Giovanni Fassola

La strada di Smirne A Smirne la delusione per la mancata assegnazione dell’Expo 2015 è passata in fretta. Merito di una città che da sempre vuole essere il vero ponte fra il Paese della Mezzaluna e l’Europa e delle aziende italiane, sempre più numerose in Turchia

D

alla delusione per l’Expo 2015 sono passati quasi due anni. Ma a Smirne la delusione non è durata molto. Piuttosto, fedele alla sua storia, la terza città della Turchia è tornata a calarsi nel ruolo che sa interpretare meglio: quello di locomotiva dell’intero Paese, considerata da molti, prima ancora della stessa Istanbul, il ponte fra il Paese della Mezzaluna e l’Europa. Con il risultato che molti dei progetti previsti per l’esposizione nazionale sono ormai entrati nella fase esecutiva. Obiettivo: fare di

Izmir, Smirne in turco, una meta non solo di investimenti stranieri, ma anche uno snodo turistico. La nuova Mecca Una popolazione di circa settanta milioni con un età media 29 anni e un’economia in costante sviluppo, con un incremento del Pil, dovuto soprattutto alla domanda interna, che nel 2010 dovrebbe aggirarsi intorno al 2.7%. Insomma, la Turchia, oltre alla sua posizione strategica da sempre a cavallo tra Occidente, Asia Centrale e Medio Oriente, oggi può contare anche sulla più grande economia emergente dopo quelle dei cosiddetti Bric. Facile capire allora come il Paese sia diventato sempre più un obiettivo per gli investimenti di numerose multinazionali, complice la presenza di un mercato

Smirne, che si affaccia sul Mar Egeo, offre panorami suggestivi che uniscono il fascino dell’antichità alla moderna architettura

“giovane” con una forte propensione all’acquisto di beni di consumo e “status symbol”. A dimostrarlo, il fatto che i prodotti italiani, insieme a quelli tedeschi (meccanica e auto) sono in cima alla lista dei desideri dei consumatori turchi. E così, mentre sui canali tv e sui giornali turchi impazzano le pubblicità di prodotti del Belpaese, fino a pochi anni fa impensabili, chi non può permettersi le griffe più prestigiose, ripiega su articoli di abbigliamento, calzature, cosmetici,


68_72_TDA 05 SMIRNE - TURCHIA_okp.qxd

3-08-2011

14:22

Pagina 69

A sinistra, la Chiesa di San Policarpo a Smirne, una delle sette chiese dell’Apocalisse e monumento simbolo della città: venne bruciata e fu ricostruita nel 1620

69

IN FORMAZION I UTILI Documenti: ai turisti italiani che si recano in Turchia è consentito l’accesso anche con la sola car ta d’identità. Per coloro che si recano in Turchia per motivi diversi dal turismo, è necessario il passaporto con almeno tre mesi di validità. I cittadini italiani sono soggetti al pagamento alla frontiera di dieci eur o o dieci dollari per ottener e il visto con validità trimestrale. Fuso orario: due ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; un’ora avanti rispetto all’Italia. Moneta: la nuova Lira turca è la valuta corrente della Repubblica Turca (Try, anche se in Turchia è popolarmente abbreviata come Ytl). Per telefonare: 00 90 prefisso per la Turchia; 232 Izmir. Indirizzi utili: Consolato d’Italia - Izmir Cumhuriyet Meydani, 12/13 - 35210 Izmir Tel. (+90) 232 4636676/4636696/4649373 Fax (+90) 4212512 consolato.izmir@esteri.it, www.consizmir.esteri.it Camera di Commercio italiana in Turchia - Izmir Cumhuriyet Bul. N° 123 Kat 5/504 Alsancak 35220 Izmir Tel (+90 232) 4647747 Fax (+90 232) 4630928 infocciizmir@cciizmir.org, www.cciizmir.org

SHOPPIN G E N ON SOLO Anche se i moderni shopping mall a Smirne non mancano di certo, i luoghi migliori per curiosare sono i numer osi bazar ancora presenti in città. Come quello nel quartiere di Konak: un labirinto di vicoli attrezzati al commercio di ogni mercanzia, dalle spezie ai tappeti, passando per gioielli e tessuti. Da non perdere anche il quar tiere di Kizlaragasi Han, in pratica un vero e proprio centro

commerciale dell'antichità, oggi perfettamente restaurato e abbellito con caf fetterie e laboratori d'ar tigianato. Anche il quartiere settentrionale di Alsancak ha conservato le sue vecchie case “greche”, ormai riconvertite in accoglienti ristoranti, bar, locali nottur ni e boutique. Per gi amanti dei centri commerciali, occorre fare rotta su Balçova (si legge Balcio-

va ed è un centro termale), lato sud della città: qui, uno dietro l’altro, ci sono tr e grandi mall (Agora, Palmiye e Migros-MMM). Infine, per chi dovesse capitar e nella Perla dell’Egeo durante i mesi estivi, ogni anno da giugno ad agosto prende il via il Festival Inter nazionale: rappresentazioni musicali e teatrali che hanno come location le più belle ar ee archeologiche della zona.

mobilia e suppellettili per casa e uffici dal marchio – vero o falso che sia – “Made in Italy”. Non è un caso, dunque, che l’Italia, preceduta solo dalla Germania, risulti essere un partner privilegiato del paese, al secondo posto come esportazioni e al quarto come importazioni. Secondo i dati ICE, infatti, attualmente sono più di settemila le aziende italiane già impegnate in Turchia: dai big come Pirelli, Unicredit, Barilla, Benetton, Cementir, Enel, Fiat, Ansaldo, alle piccole e medie


68_72_TDA 05 SMIRNE - TURCHIA_okp.qxd

70

24-08-2011

15:51

Pagina 70

WORLDWIDE

DOVE DORMIRE COME ARRIVARE Per raggiungere Izmir dall’Italia esistono collegamenti via Istanbul. Da qui Turkish Airlines, assicura ottime coincidenze (praticamente ogni ora) per l’aeroporto di Smirne. Dall’Italia, Turkish serve Istanbul da ben quattr o scali (Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Bologna, V enezia), con più voli al gior no. La compagnia turca vanta anche un network domestico che copr e 39 destinazioni in tutta la Turchia. Inoltre, il vettore turco ha fondato nel 2008 la low far e Anadolu Jet, con base ad Ankara, che opera un’ampia gamma di collegamenti nazionali. Oltre a T urkish Airlines, anche altri vettori operano dall’Italia verso la Turchia.

A Izmir sono presenti alcuni dei più famosi brand alberghieri mondiali. Come l’Hotel Swissôtel Grand Efes Izmir, situato nel cuor e commerciale della città, con una vista spettacolare su Kor don e sul mar Egeo (www .swissotel.com). O come il vicino Hilton Gaziosmanpasa (www. hilton.com). Più defilato, ma sempre con vista baia, il Crowne Plaza Balçova (www. crowneplaza.com).

DOVE MANGIARE

A Smirne sono presenti ottimi ristoranti dove assaggiare le specialità della cucina turca, insieme a pesce fresco e antipasti tipici della r egione dell'Egeo. Si comincia con il Bonjour (Kor don hotel, Akdeniz Cad. 2, tel. 0232 4210529), locale con vista spettacolare sulla baia cittadina. Panorama altr ettanto stupendo all’Asansör (Dario Mor eno Sok. 76, tel. 0232 2612626), situato all’interno di un edificio storico di gusto ottomano. Infine, due indirizzi fuori città: a Çesme, il Paparazzi (tel. 0232 7126767) of fre un ambiente elegante e ricercato; a Kusadasi, vicino al por to, il Kazim Usta (tel. 0256 6141226) propone piatti a base di pesce.

imprese impegnate a fornire tecnologia e capitali nel settore tessile, automobilistico, agricolo, nella pelletteria e nel mobilificio, ricevendo in cambio manodopera specializzata locale e una capillare conoscenza dei mercati limitrofi dell'Asia Centrale (repubbliche turcofone, Afganistan e Iraq). Come nel caso dell’Indesit, elettrodomestici, che può contare su uno stabilimento di ottocento persone a Manisa, poco distante da Smirne,

capace di produrre qualcosa come un milione e duecentomila frigoriferi e congelatori di ogni dimensione destinati non solo al mercato interno; da qui, infatti, approfittando delle centralità della Turchia, le esportazioni toccano un’ampia fascia di Paesi, dall’Est europeo fino al Medio Oriente. La Perla dell’Egeo L’ultimo progetto in ordine di tempo che vede coinvolta un’a-

zienda italiana riguarda la Astaldi che, in consorzio con altre società turche, ha vinto la gara per la costruzione e la gestione di una autostrada tra Istanbul e Smirne. Entro due anni, poi, un sistema di ferrovia veloce collegherà Smirne a Efeso, una delle località archeologiche più note della zona (nel 2008 ha registrato due milioni e mezzo di visitatori, più di Pompei), per rendere la Perla dell’Egeo qualcosa di più che una città a vocazione unicamente business. Del resto, fin da quando nel 1922 la città diventò

A destra, uno dei mercatini di Smrine, che si trovano nel quartiere Kemeralti, ideali per lo shopping; sopra, la Torre dell’Orologio

il simbolo della repubblica laica di Mustafa Kemal Atatürk, Smirne ambisce a diventare, più di Instanbul, il vero ponte fra il Paese della Mezzaluna e l’Europa. Merito della sua posizione geografica ideale, con il suo sbocco strategico sul Mediterraneo, e del suo sistema efficiente di infrastrutture e trasporti: se nel 2016 saranno pronte le due nuove autostrade che uniranno la Perla dell’Egeo a Istanbul e a Çannakkale, per immettersi nelle traiettorie europee, in due anni verrà completato anche il nuovo porto


TDA0093_Layout 1 30/08/10lunedĂŹ 11:17 Pagina 1


68_72_TDA 05 SMIRNE - TURCHIA_okp.qxd

72

24-08-2011

15:51

Pagina 72

WORLDWIDE

Sopra, Efeso, a sessanta chilometri da Smirne, una delle città dell’antichità meglio conservate del Mediterraneo; sotto, lo stadio Ataturk di Smirne

turistico. Sull’area che avrebbe dovuto ospitare l’Expo (più o meno 4.500 ettari) sorgerà, poi, un moderno complesso in grado di ospitare manifestazioni fieristiche e culturali. Ma già adesso, passeggiando per le vie di Smirne, il colpo d’occhio è quello di una città cosmopolita e occidentale, dove le attrattive turistiche vanno a braccetto con la sua anima di polo economico-industriale. Il Kordon, per esempio, il lungomare della città affacciato su uno dei golfi più scenografici della Turchia, è uno dei luoghi più piacevoli dove camminare durante il tramonto, con i suoi lunghi viali alberati pieni di negozi alla moda e di bar all’aperto. È rimasto poco, invece, degli eleganti edifici in legno che si affacciavano sul Kordon nel XIX secolo, a

eccezione di uno, dal nome inequivocabile: Ataturk Evi, una palazzina ben conservata, capace ancora di ricordare lo stile di vita della Smirne del secolo scorso. Il modo migliore per scoprire la storia di Izmir, però, rimane quello di esplorare il suo centro storico: a partire dalla celebre Torre dell’Orologio, vero e proprio simbolo cittadino, situata nella piazza Konak (Saat Kulesi), costruita nel 1901 allo scopo preciso di educare la popolazione al calcolo dell’ora. Accanto, c’è la piccola moschea di Konak, con le sue ceramiche smaltate, insieme alla Torre una delle poche vestigia della Smirne ottomana. Da non perdere è anche la chiesa di San Policarpo, la più antica della città (fu costruita nel 1620), che insieme alle nove sinagoghe cittadine, tutte risalenti al XIX secolo, rende l’idea di come Izmir sia stata da sempre mete di “stranieri”, mercanti o invasori che fossero. La dimostrazione basta cercarla nell’antica Agorà romana, nel quartiere di Namazgah, costruita sui resti di quella che era a sua volta una ricostruzione dell’originario edificio di Alessandro Magno. E non è finita: qualche secolo più tardi, l’antica Smirne non poteva non fare gola ai marinai italiani; a testimoniare il loro dominio sui mari dell’Egeo, nel XIV secolo i genovesi vi costruirono una fortezza, il Castello di San Pietro, che ancora oggi domina la penisola di Çeflme, famosa per i suoi paesaggi, ma ancora di più per la sua atmosfera mondana e trendy, tra ristoranti, caffetterie e locali notturni. Un po’ quello che si può trovare anche a Kufladasi, uno dei porti più grandi tutta la costa egea, dove ormeggiano gli yacht del jet set internazionale. Giusto a poca distanza un’altra delle meraviglie raggiungibile facilmente da Izmir: Efeso, la città antica più grande e meglio conservata del Mediterraneo dopo Pompei.


Via Stamira Dâ&#x20AC;&#x2122;Ancona, 27 - 21027 Milano - Italy tel +39 02 288541 fax +39 02 28854250 www.ramadaplazamilano.it - info@ramadaplazamilano.it


74_76_TDA 03 BLOCK NOTES.qxd

3-08-2011

d’ TA

14:20

Pagina 74

BLOCK NOTES

Aniasa: ripresa sì, ma frenata dalla fiscalità Si può parlare di ripresa del settore del noleggio veicoli, almeno secondo i dati del primo trimestre 2011 (immatricolazioni: +38,5% per cento, fatturato pressoché stabile e flotta circolante: +1 per cento), che confermano il progressivo miglioramento degli indicatori evidenziati già a partire dal secondo semestre del 2010. Il persistente disallineamento rispetto all’Europa del trattamento fiscale nazionale dell’auto aziendale (e del noleggio in particolare), rischia però di compromettere lo sviluppo del settore. Un quadro, questo, emerso dalla decima edizione del Rapporto Aniasa (l’Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici di Confindustria) che lascia trapelare fiducia per il settore del noleggio veicoli, nel suo complesso (noleggio a lungo e breve termine e fleet management) per il prosieguo dell’anno. Non solo, in un momento in cui la domanda di auto nuove da parte dei privati risente ancora della crisi economica la ripresa dell’immissione in flotta di veicoli nuovi da parte delle società di noleggio sta contribuendo a rendere meno negativo il bilancio complessivo del mercato.

American Express, benefit di platino Arriva in Italia la nuova carta corporate Platino di American Express, pensata per incontrare le esigenze di impren-

ditori e dirigenti, offrendo loro privilegi esclusivi, come uno straordinario servizio di assistenza personale, accesso alle sale d’attesa vip, assicurazione ampliata, upgrade e sconti. «Siamo lieti di arricchire il nostro portafoglio con un prodotto premium di alto valore, che consente alle aziende non solo di snellire le proprie spese aziendali e gestirle in modo più proficuo, ma di prendersi anche cura dei propri dipen-

Galateo per manager Edda Abbagliati e Lisa Lorenzini ci insegnano le regole e i codici comportamentali del manager di successo in un libro. Il volume, dal titolo “Business & etiquette”, è edito da Hoepli. Il testo è un vademecum di quello che il manager deve fare per destreggiarsi con facilità e scioltezza in ogni occasione, ambiente e situazione lavorativa. Con un percorso intuitivo che inizia dall’invito e si conclude con il più complesso cross culture, le autrici spiegano le regole dell’etichetta, del galateo e

denti in viaggio» commenta Piotr Pogorzelski (nella foto), vice president & general manager Global Commercial Card Italia di American Express. La carta corporate Platino di American Express offre una serie di benefit che si associano alle carte aziendali di American Express: uno dei servizi unici della carta è il team dedicato di consulenti di servizi di viaggio e business, a disposizione 24 ore su 24.

del protocollo applicate sia al mondo imprenditoriale a livello internazionale sia a quello sociale. Nel volume si trovano anche case history, illustrazioni e schede pratiche. Il libro è indirizzato ai manager di ogni settore che vogliano sentirsi sicuri e disinvolti nella vita professionale anche in contesti internazionali.

in breve Nuova applicazione bt da Cwt Carlson Wagonlit Travel e Rearden Commerce hanno ampliato la loro partnership con una nuova applicazione mobile dedicata alla clientela business, Cwt To Go. L’applicazione permette ai viaggiatori di accedere ai propri itinerari di viaggio direttamente dai dispositivi mobile grazie a una piattaforma Cwt sicura e automatizzata. Nuova sede per il Circolo della Stampa Il Circolo della Stampa di Milano ha trasferito la sua attività nella nuova sede di Palazzo Bocconi, in corso Venezia 48 a Milano. La sede, che si sviluppa su tre livelli per oltre 1.400 metri quadrati, si rivela, oltre che un insostituibile polo culturale, una perfetta location anche per eleganti e importanti incontri di lavoro, con eventuale raffinato servizio di ristorazione. Tornano in tavola i piatti del Buon Ricordo I piatti del Buon Ricordo ritornano sulle tavole. La pietanza simbolo del locale sarà nuovamente servita da ciascun ristorante nel piatto di ceramica che la rappresenta e che viene donato ai commensali al termine della cena come “buon ricordo” di una piacevole esperienza culinaria. Lo hanno deciso i soci del sodalizio fra ristoratori più antico e più noto d’Italia, che nel 2011 – con 126 soci – ha raggiunto il traguardo dei 47 anni di vita.


74_76_TDA 03 BLOCK NOTES.qxd

3-08-2011

14:21

Pagina 75

BLOCK NOTES

Risparmiare carburante guidando Ridurre i consumi di carburante delle flotte di auto a noleggio in tutta Europa, limitando, al contempo, le emissioni di CO2 nell’atmosfera. È con questo obiettivo che GE Capital, uno dei maggiori istituti finanziari in Europa attivo nella gestione delle flotte aziendali, lancia sul mercato europeo Clear Drive, un nuovo servizio creato per promuovere modelli di guida ecocompatibile. Clear Drive promuove una guida più sicura, “pulita” ed economica attraverso un web training con continui aggiornamenti e suggerimenti inviati ai driver via email, che spiegano come guidare con più efficienza e come ciò influisca anche sui consumi e sulle emissioni. Lo strumento permette, inoltre, ai fleet manager di monitorare i consumi di carburante dell’intera flotta oppure per settore di attività, regione geografica, Paese o anche singolo veicolo.

B’nt Italia apre al multichannel B’nt Italia si apre al mondo delle aziende multichannel e multi-level acquisendo una parte importante del gruppo di agenzie di viaggio One! Travel Network. «La gestione della clientela corporate – conferma Marco Nova, ad di B’nT Italia – porta le aziende del nostro settore

ad affrontate problematiche di viaggio a 360 gradi, parlando comunque sempre di norma di viaggi d’affari, oppure di incentive, meeting o convention, lasciando però sempre ai margini il comparto della pura vacanza. Parliamo di una consuetudine ormai radicata in una lacuna propria delle società, come la nostra, che si occupano di viaggi d’affari, molte volte assolutamente avulse dal pianeta del puro turismo, pertanto inefficaci di fronte alle esigenze e alla domanda proveniente da entità aziendali quali le risorse umane o i Cral».

Cwt, il saving è tailor made È stato pubblicato l’ultimo studio realizzato dal Cwt Travel Management Institute, l’ente di ricerca di Carlson Wagonlit Travel. Sulla base dei risultati dell’indagine condotta su travel manager, viaggiatori e travel arranger nonché dell’analisi sulle transazioni dei clienti Cwt, lo studio – intitolato “Business Traveler Services: Finding the Right Fit” – sottolinea l’importanza di scegliere servizi di viaggio “su misura” in funzione del contesto specifico di ciascuna azienda. Questo approccio personalizzato permetterà di conseguire risparmi sulle spese di travel dell’azienda e nel contempo di rispondere meglio alle esigenze dei viaggiatori. «I travel manager devono valutare una moltitudine di opzioni al momento di scegliere i servizi per i viaggiatori e le migliori soluzioni per la loro azienda potrebbero non essere immediatamente evidenti», ha affermato Christophe Renard, vicepresidente Corporate Marketing e Business Intelligence di Cwt, commentando la ricerca. «L’enorme massa di dati che il nostro team ha analizzato e la ricerca estensiva che ha condotto – ha concluso Renard – ci permettono ora di condividere dettagli e approfondimenti con le nostre aziende; sono certo che questo studio sarà di grande beneficio per i clienti Cwt in tutto il mondo».

SeaNet sui social network La rete di agenzie di viaggio Travel Network ha lanciato una propria campagna sul social network Facebook. L’obiettivo era quello di veicolare nuovi contatti professionali sulla pagina aziendale del network SeaNet Travel Network. Firenze cb sull’IPhone Il Firenze Convention Bureau ha inaugurato in questi giorni la versione del nuovo portale www.conventionbureau.it ottimizzata per IPhone. Con questa innovativa modalità di navigazione i contenuti e i servizi online del sito saranno consultabili e attivabili da chiunque disponga di un telefonino Apple. Siviglia ha un nuovo centro congressi Siviglia ospita un nuovo centro congressi. L’imponente polo fieristico e congressuale della città, il Fibes, si è infatti arricchito di un vero e proprio nuovo centro conferenze con nuovi spazi per eventi, tra i quali spicca un avveniristico auditorium in grado di ospitare fino a 3.500 persone. Overhall apre a Roma Apre il nuovo Ristorante OverHall, esclusiva location romana all’interno del The First Luxury Art Hotel, a Roma. Il ristorante offre due diverse location all’interno dell’hotel, in cui gustare i sapori della cucina romana durante una cena di lavoro, al piano terra e sulla terrazza panoramica con vista sulla capitale.


74_76_TDA 03 BLOCK NOTES.qxd

3-08-2011

d’ TA

14:21

Pagina 76

BLOCK NOTES

In valigia, cannolo o disinfettante? Secondo quanto rivelato da una nuova indagine condotta da Regus, gli uomini d’affari italiani sono amanti dell’igiene e portano sempre in valigia prodotti per la pulizia e disinfettanti. A oltre 17mila intervistati, provenienti da più di 80 Paesi, è stato infatti chiesto quale fosse l’oggetto più bizzarro che abitualmente portano con sé in un viaggio d’affari e quasi un terzo dei manager italiani (32 per cento) ha dichiarato che nei loro spostamenti per lavoro non mancano i guanti di plastica e i prodotti per la pulizia. Al contrario, a livello globale, oltre un quarto (27 per

cento) degli intervistati ha dichiarato di portare in valigia un costume da bagno o indumenti per l’attività fisica. Seguono, tra le preferenze, una foto della famiglia (16 per cento) e un regalo per gli ospiti (15 per cento). In Italia, alcuni tra gli intervistati hanno inoltre affermato di riporre all’interno della loro ventiquattrore oggetti come pupazzi, cannoli siciliani o portafortuna. Mauro Mordini, direttore regionale Regus per l’Italia, commenta: «Gli articoli bizzarri e più sorprendenti che le persone portano con sé nei viaggi di lavoro, dalle attrezzature sportive

ai cibi e oggetti preferiti, spesso rivelano come la vita personale e quella professionale lottino tra loro per la coesistenza nei moderni ambienti di lavoro così ricchi di tensione. Evidentemente la linea che separa il lavoro dal piacere non è poi così netta e sempre più persone sentono la necessità di portare con sé un po’ della propria casa.

A cena (di lavoro) con la storia

Un nuovo padiglione alla Fiera del Levante

È uscita la guida 2011 Locali storici d’Italia, uno strumento utile anche per i business traveller in viaggio che desiderano dare un sapore di storia alla loro trasferta. Quest’anno sono dodici le new entry e non poteva mancare in un anniversario così significativo un omaggio ai 35 locali che durante il Risorgimento vissero episodi dell’unificazione. Giunta alla 35esima edizione, la Guida Locali storici d’Italia presenta un itinerario turistico-culturale davvero speciale attraverso i 232 più antichi e prestigiosi alberghi, ristoranti, pasticcerie, confetterie, grapperie e caffè letterari che hanno fatto la storia del nostro Paese. Una curiosità: circa cento locali conservano anche la stessa famiglia al timone fino a sette generazioni.

Un’avveniristica struttura polifunzionale capace di ospitare contemporaneamente più eventi e di soddisfare in modo adeguato la domanda congressuale: è utilizzato a partire dalla Campionaria di settembre il nuovo padiglione modulare da 18mila metri quadrati ubicato all’interno della Fiera del Levante di Bari. Un vero gioiello architettonico progettato con caratteristiche di massima flessibilità e frazionabilità distributiva interna in modo da ottenere un’unica imponente fiera al coperto, visitabile secondo un percorso sequenziale continuo. Le sale plenarie, la cui capienza oscilla dai duemila ai 6.400 posti, sono dotate di linee wi-fi, moderni impianti di illuminazione e amplificazione e servizi di ristorazione interni ed esterni. Particolare attenzione è stata riservata anche alla sostenibilità ambientale grazie a un impianto fotovoltaico che produce fino a un megawatt e mezzo di energia.

Hoffnung è il direttore del Cb nazionale Patrick Hoffnung è il direttore del Convention Bureau Nazionale, l’ente che fa capo a Enit per promuovere e favorire lo sviluppo della meeting ed event industry italiana, nonché per sostenere l’attività internazionale delle imprese del settore. Hoffnung, esperto di turismo, dal 2008 è direttore generale di Turismo Torino e Provincia. Varese: un’applicazione per il bt È scaricabile su tutti gli smartphone la nuova applicazione realizzata dall’Università della Svizzera Italiana di Lugano da un’idea di Varese Convention & Visitors Bureau. Si tratta di un software in grado di generare informazioni personalizzate sul telefono: con un solo touch possono avere informazioni sul pernottamento e su tutti i servizi correlati al soggiorno di lavoro. Nuova Business lounge di Cisaplina Tours Non si arresta l’impegno di Cisalpina Tours verso i propri clienti. È in tale ottica che deve essere inquadrato l'allargamento del servizio delle Business travel lounge che ora, oltre a Fiumicino e Torino Caselle, annovera anche Milano Linate. Nelle Cisalpina Business travel lounge i passeggeri possono attendere il proprio volo in ambienti tranquilli ed esclusivi, godendo di tutti quei comfort che permettono di rilassarsi e di sfruttare al massimo i tempi morti legati ai momenti di attesa.


1149MC_Convegni_Layout 1 14/06/11 14:57 Pagina 1


78_79_TDA 03 ANIMALI_okp.qxd

78

5-08-2011

11:21

Pagina 78

CURIOSITÀ IN VIAGGIO

di Daria Nardi Bessola Volatili e piccoli mammiferi costituiscono un serio problema per la sicurezza aeroportuale. Il fenomeno del bird strike affligge il traffico aereo molto più di quanto si possa pensare. Sono diverse le soluzioni adottate dagli scali. E gli animalisti vigilano

Animali da aeroporto C

he cosa ci fa una lepre in aeroporto? Di certo non è in partenza per una vacanza ai Tropici… Forse non tutti sono consapevoli che il problema dell’invasione da parte di animali selvatici è una vera preoccupazione per gli aeroporti, che, secondo i più recenti dati, vale circa novecento milioni di euro l’anno. La maggior parte degli ignari “invasori” sono uccelli e piccoli mammiferi, ma, nel mondo, non sono mancati piloti che hanno avuto un incontro a tu per tu con alligatori o serpenti. In Italia, la cronaca più recente riporta il caso dell’aeroporto di Orio al Serio, che a febbraio ha sguinzagliato cinquanta operatori che mediante reti e producendo suoni e disturbi hanno prelevato 45 esemplari di lepri. Tirino

un sospiro di sollievo gli animalisti, i leprotti sono stati rilasciati in aree di riserva naturale, dove saranno monitorati con l’ausilio di targhette di riconoscimento. Certo, non c’è da fare dell’ironia sulla sorte delle sfortunate bestiole che scambiano le piste per praterie: nell’estate 2007 l’aeroporto di Linate ha chiuso per la prima volta, per alcune ore, per permettere a circa duecento addetti e volontari di dare la caccia alle lepri, che, a detta dell’assessorato alla Sicurezza della Provincia di Milano, mandavano in tilt i radar. Il “bottino” è stato quantificato in 57 lepri e quattro conigli selvatici. In quella occasione, non erano mancate lamentele da parte della Lav, che facendo il suo lavoro, ha

voluto monitorare sulle modalità di cattura degli animali. Il volo dell’aquila Ma gli animali degli aeroporti non sono solo quelli che vengono cacciati, sono anche i “cacciatori”, assoldati dalle società di gestione aeroportuali per vegliare sulle ipotetiche prede. Proprio lo scorso gennaio, l’aeroporto di Bari ha ingaggiato niente meno che un’aquila reale addestrata alla caccia alla volpe per liberare le piste dall’animale dal pelo rosso. Il Karol Wojtyla era infatti stato scambiato da una nutrita colonia di volpi per terreno di caccia, obbligando più di una volta alla chiusura dello spazio aereo. Obiettivamente un vero danno, che ha fatto optare per


78_79_TDA 03 ANIMALI_okp.qxd

5-08-2011

11:21

Pagina 79

79

Il fenomeno della collisione in volo fra aeroplani e volatili è frequente anche in Italia: nel 2007 sono stati registrati 512 casi, per fortuna senza danni seri ai passeggeri

CON L’AIUTO DELLA TECN OLOGIA

una soluzione poco cruenta, non libera comunque dalle obiezioni degli animalisti. Certo, per la povera Chevenne, l’aquila, non è facile abituarsi al rombo degli aerei. Il suo addestratore, Fabio Ferri, ha spiegato in alcune dichiarazioni il perché della scelta di un’aquila, sottolineando che il terrore naturale delle volpi per il rapace farebbe da deterrente biologico in grado di far spostare l’intera colonia in aree al riparo dal pericolo. In realtà, sono molti i sistemi che possono essere utilizzati per liberare gli aeroporti da animali indesiderati. I più cruenti e nefasti sono i veleni e le trappole mortali, altri, come gli ultrasuoni e altri deterrenti ad azione acustica sono più accettabili. A Vancouver utilizzano, per esempio, al posto di rapaci, i cani border collie.

Alcuni aeroporti degli Stati Uniti stanno iniziando delle sperimentazioni di alcuni sistemi radar che servirebbero a monitorare gli stormi di uccelli, con l’obiettivo e la speranza di contener e sempre più il nefasto fenomeno del bird strike. In par ticolare, l’aeroporto di Seattle sta utilizzando un radar in grado di rintracciare gli uccelli in un raggio di dieci chilometri e a mille metri di altezza , e anche quando i volatili non sono visibili a occhio nudo. Il radar dovrebbe avere anche il grande vantaggio di studiare le abitudini compor tamentali degli uccelli, per poterne prevenire gli spostamenti. Anche per questo, l’aeroporto di Seattle ha assunto da molti anni Steve Osmek, un biologo naturalista che con un budget di ben 250mila dollari l’anno studia e cer ca di pr evenire in modo sempre più efficace il bird strike.

La piaga del bird strike La cronaca recente riporta l’esempio di cosa accade, purtroppo, quando il problema è creato dagli uccelli. Lo scorso novembre infatti, l’aeroporto di Ciampino ha chiuso completamente per l’atterraggio d’emergenza di un aereo della Ryanair proveniente da Francoforte che in fase di atterraggio era stato colpito da collisioni con volatili a entrambi i motori. Nessuna vittima, per fortuna, ma il rischio è stato alto. Quello del bird strike è in effetti

Dissuasori sonori, predatori e ultrasuoni sono i sistemi più utilizzati dagli scali per tenere lontani i piccoli mammiferi che possono creare problemi di sicurezza in fase di decollo

uno dei fenomeni più temuti dagli stessi piloti: le più recenti statistiche disponibili parlano di 512 volatili coinvolti nel 2007 in Italia, e di 34 impatti con mammiferi. Basta dare un’occhiata alla homepage del sito del Birdstrike Consultung & Training (www.birdstrike.it) per rendersi conto che questi fenomeni, per fortuna perlopiù senza veri danni ai passeggeri, siano quasi all’ordine del giorno. Come gli aeroporti italiani affrontano il problema? Nella maggior parte sono in funzione sistemi di dissuasione acustici (cannoncini a gas, spari a salve, artifizi pirotecnici e petardi), amplificatori di richiami di allarme e di angoscia (distress call) che imitano il verso di un volatile catturato da un predatore. E, come abbiamo visto, rapaci come falchi e aquile. Non mancano dissuasori ottici come laser e fari. Alcuni suggerimenti vengono dal Birdstrike Consultung & Training, che consiglia di evitare i ristagni d’acqua, e di fare attenzione a insetti e piccoli animali di cui i volatili si cibano.


80_TDA 03 INDIRIZZI_okp.qxd

5-08-2011

11:10

Pagina 80

80

Indirizzi utili Atahotels Spa Via Fabio Filzi 25 - 20124 Milano Tel. 02.89.52.61 events@atahotels.it www.atahotels.it Tanka Village 09049 Villasimius (CA) Tel. 070.79.51 Fax 070.79.70.08 events.tankavillage@atahotels.it Best Western Hotel Mediterraneo Via Dottor Consoli 27 - 95124 Catania Tel. 095.32.53.30 Fax: 095.71.51.818 info@hotelmediterraneoct.com www.hotelmediterraneoct.com Grand Hotel Baia Verde Congress & Wellness Centre Via A. Musco 8/10 95021 Acicastello - Cannizzaro (CT) Tel. 095.49.15.22 Fax 095.49.44.64 sales@baiaverde.it www.baiaverde.it Grand Hotel Bernardin Obala 2 - 6320 Portorose - Slovenia Tel. +386.5.69.07.000 Fax +386.5.69.07.210 booking@bernardingroup.si www.bernardingroup.si

Grand Hotel Ortigia Viale Mazzini 12 96100 Siracusa Tel. 0931.46.46.00 Fax 0931.46.46.11 info@grandhotelortigia.it www.grandhotelortigia.it Hotel Mulino Grande Via Cisliano 26 20090 Cusago (MI) Tel. 02.90.39.07.31 Fax 02.87.15.24.55 info@hotelmulinogrande.it www.hotelmulinogrande.it HRG Italia Via Giotto 1 20032 Cormano (MI) Tel. 02.61.54.71 www.hrgworldwide.com HRS Via L. Bissolati 54 - 00187 Roma Tel. 06.42.03.15.55 Fax 06.42.03.15.69 italiaoffice@hrs.com www.hrs.com Il Principe Hotel Catania Via Alessi 20/26 95124 Catania Tel 095.25.00.345 Fax 095.32.57.99 info@ilprincipehotel.com www.ilprincipehotel.com

Iseolago Hotel&Spa Via Colombera 2 25049 Iseo (BS) Tel. 030.98.891 Fax 030.98.89.299 info@iseolagohotel.it www.iseolagohotel.it Saudi Arabian Airlines Via L. Bissolati 76 00187 Roma Piazza della Repubblica 32 20124 Milano Numero unico per lâ&#x20AC;&#x2122;Italia: 06.89.58.48 www.saudiairlines.com Sheraton Catania Hotel & Conference Center Via Antonello da Messina 45 95021 Acicastello (CT) Tel. 095.71.14.111 Fax 095.27.13.80 sales@sheratoncatania.com www.sheratoncatania.com Travel Consultants Lufthansa City Center Italy 20124 Milano Tel. 02.66.98.21..36 Fax 02.67.38.17.14 info@lhcc.biz www.lhcc.biz


GMC0057

11-03-2009

11:54

Pagina 1


82_TDA 03 COLOPHON.qxd

24-08-2011

15:58

Pagina 98

82

d’

TurismoAffari Business Travel • Agenzie di Viaggio • Transportation • Ospitalità

Direttore responsabile Marco Biamonti Condirettore Paola Olivari redazionetda@ediman.it

Senior sales manager & Corporate clients Graziella Corbari graziella.corbari@ediman.it

Resp. traffico pubblicitario e distribuzione Jessica A. Presa jessica.presa@ediman.it

ITALIA Milano, Roma e nazionale Elsa Natali Via G. Carini, 71 - 00152 Roma Telefono e fax 06.58.98.619 cell. 336.325037 elsa.natali@ediman.it Milano, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia Graziella Corbari Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.57.23.14.86 graziella.corbari@ediman.it Milano, Mantova, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche Antonella Madotto Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.55.23.14.86 antonella.madotto@ediman.it Milano, Bergamo, Brescia, Veneto, Trentino Patrizia Maggi Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.55.23.14.86 patrizia.maggi@ediman.it Milano, Como, Cremona, Lodi, Pavia, Sondrio, Varese, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta Angela Maspero Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano

Presidente Marco Biamonti Direttore operativo Lucia Rancati Direttore editoriale Marco Garavaglia Direttore Pr Nino Vermicelli Responsabile comunicazione e marketing Lorenzo Bini

Hanno collaborato: Alessandra Boiardi, Carola Cappelletti, Giulia De Stefano, Ferdinando Farba, Giovanni Fassola, Elisa Ferro, Ofelia Figus, Nicoletta Giraldi, Luciana Francesca Rebonato, Giorgio Maggi, Daria Nardi Bessola, Madeleine Rey, Alessandro Rigatto, Michela Rossi, Simona Zin

Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.55.23.14.86 angela.maspero@ediman.it Liguria, Toscana Maria Assunta Forte Cell. 347.75.07.274 mariassunta.forte@ediman.it Lazio, Umbria, Abruzzo Mizar sas Fiorella Ferrante Cell. 393.94.38.033 Tel. 06.98.26.18.64 - Fax 06.98.26.18.65 fiorella.ferrante@ediman.it Emiliano Palmieri Cell. 338.46.76.920 - Tel. 06.98.26.18.63 - Fax 06.98.26.18.65 emiliano.palmieri@ediman.it Roma, Frosinone, Latina, Campania Annamaria Betrò Via Archippo, 3 - 00125 Roma Tel./Fax 06.52.16.93.19 cell. 347.81.61.893 anna.betro@ediman.it Roma, Rieti, Viterbo, Toscana, Umbria Guido Zaccagnini Cell. 340.22.68.473 guido.zaccagnini@ediman.it Basilicata, Calabria, Puglia Vito Di Savino Cell. 347.78.03.446 vito.disavino@ediman.it Sicilia Promoservice - Vincenzo Morreale Via Lancia di Brolo, 167 - 90145 Palermo Telefono e fax 091.68.19.344 Cell. 348.51.06.384 vincenzo.morreale@ediman.it

Segreteria di redazione Elena Bernabei elena.bernabei@ediman.it

Prezzo di copertina Turismo d’Affari 4,20

Grafica e impaginazione Silvia Vignati

Abbonamento annuo 45,00 (Estero 65,00)

Fotolito Grafiche Sima srl Ciserano (BG)

L’abbonamento va effettuato con versamento sul C/CP n° 15717200 intestato a Ediman

Stampa Sate srl Zingonia (BG)

Sardegna Pamela Perone Via Baunei, 12 - 09044 Quartucciu (CA) Cell. 347.05.19.798 pamela.perone@ediman.it

ESTERO Francia, Principato di Monaco, Spagna Graziella Corbari Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.57.23.14.86 graziella.corbari@ediman.it Belgio, Cipro, Malta, Medio Oriente, Nord Africa, Portogallo, Svizzera, Antonella Madotto Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.11 Fax 02.55.23.14.86 antonella.madotto@ediman.it Austria, Croazia, Germania, Grecia, Montenegro, Rep. Ceca, Serbia, Slovenia, Turchia Irena Vergani Ediman - Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Telefono 02.57.31.15.28

Registrazione Tribunale di Milano n° 135 del 4.4.1981

Fax 02.55.23.14.86 irena.vergani@ediman.it

RAPPRESENTANTI LOCALI ALL’ESTERO Cina, Hong Kong, Macao Daniele Solari Cell. +86 13564919437 daniele.solari@theblenders.com.cn Regno Unito, Eire MW Media - Maureen W ingham maureen.wingham@mwmedia.uk.com Russia, Ucraina, Bielorussia Dmitry Golovaty Cell. +7.91.62.97.51.04 dgolovaty@htmsinternational.com Spagna Luis Andrade Publicidad Internacional Madrid: landrade@luisandrade.com Barcellona: cgarcia@luisandrade.com Thailandia, Malesia, Singapore, Giappone Publicitas (Thailand) Ltd major@asiaaccess.net.th Ungheria Agnes Teket agnes.teket@media-print.hu

I diritti sulle immagini pubblicate in questo numero di Turismo d’Affari sono stati acquistati dalla Shutterstock Images LLC (www.shutterstock.com) oppure concessi a titolo gratuito dagli enti e dalle strutture cui fanno riferimento. Negli altri casi Ediman Srl ha cercato di rintracciare i detentori dei diritti d’autore, senza però riuscirvi sempre. Chiunque ritenga di poter rivendicare i diritti relativi alle immagini è pregato di mettersi in contatto con Ediman Srl. D. Lgs n. 196/2003 - Tutela della privacy - Informativa. La Ediman Srl desidera informare i lettori e gli abbonati di Turismo d’Affari che i dati personali che li riguardano vengono utilizzati per la spedizione della rivista. I dati vengono trattati con mezzi informatici e potranno essere, in base al decreto legi-slativo 196/2003, consultati, modificati, integrati o cancellati. Il conferimento dei dati è facoltativo: in loro mancanza tuttavia, non potremo dar corso all’invio della rivista. I dati potranno essere utilizzati per l’invio di materiale stampa connesso con l’attività della Ediman Srl. In ogni caso ciascun lettore e abbonato potrà in qualunque momento e del tutto gratuitamente esercitare i diritti dell’art. 13 rivolgendosi direttamente a Ediman Srl, Via Ripamonti 89, 20141 Milano, titolare del trattamento.

Ediman Srl

Le pubblicazioni Ediman

Gli eventi Ediman

Direzione, redazione, pubblicità, amministrazione

• Turismo d’Affari

• Travel Trend Milano

• Guida di Turismo d’Affari

• Full Contact Discover Italy

Via Ripamonti, 89 - 20141 Milano Tel. 02.57311511 (r.a.) Fax 02.55231486 Redazione (diretto): 02.57311524 tda@ediman.it - www.ediman.it Uff. abbonamenti: Grazia Tolotti Tel. 02.57311513 grazia.tolotti@ediman.it Cap. soc. 93.600 i.v.

• Meeting e Congressi • Guida Meeting e Congressi • International Venues Directory • IT Yearbook

• Full Contact Incentive Destinations • Full Contact Luxury Venues • Full Contact Meeting Planner

• Sedi storiche

• Full Contact Pco

• Annuario di Incentivare

• Full Contact Large Events

• Wellness to Business

• Full Contact International Venues


1147MC_Convegni_Layout 1 14/06/11 14:51 Pagina 1


TurismoD'affari210x297_0606.indd 1

06/06/11 15:32

Turismo d'Affari - Lug Ago Set 2011  

Turismo d’Affari è la rivista per il travel manager, colui che è delegato a gestire policy e costi di viaggi e trasferte del personale azien...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you