Page 1

1


2


WATC H E S

WATCHES

Litorale Domitio, l’impegno di tutti per una rinascita possibile La politica strumentale e in qualche caso la diffamazione che ha portato tante e tante persone a pensare che il mare del Litorale Domitio fosse inquinato, per fortuna, non ha avuto gli effetti sperati da chi, evidentemente, invece di sperare che il turismo a Mondragone e dintorni rifiorisca fa di tutto per affossarlo. I dati Arpac lo hanno evidenziato in tempi non sospetti: il mare del Litorale è pulito, non è inquinato, tranne piccole, piccolissime eccezioni (le foci dei fiumi tanto per capirci). Certo, è chiaro, andrebbero aumentati i controlli per evitare che qualche balordo (pardon…qualche criminale ambientale) continui a sversare impunemente liquami di ogni tipo nella foce dei fiumi. Resta il fatto che i campionamenti effettuati dall’Arpac nei mesi scorsi hanno evidenziato come le nostre acque siano pulite, assolutamente balneabili, nella maggior parte dei casi da bandiera blu. Ora la ‘palla’ passa agli operatori balneari e alla politica. Ad una maggioranza (a chi governa veramente) a cui viene chiesto di non svolgere il classico ‘compitino’, ma di avere lungimiranza, di capire una volta per tutte che Mondragone può e deve fare del turismo estivo la sua arma migliore per creare posti di lavoro e per crescere sia economicamente che culturalmente. E allora vengono richieste perfino azioni impopolari, che

magari nel breve termine non porteranno a nulla se non a qualche perdita di voti addirittura, ma che nel lungo periodo potrebbero davvero far rifiorire Mondragone e l’intero Litorale facendolo diventare meta delle vacanze di turisti anche provenienti da altre parti d’Italia (che non sia solo la Campania) e dall’estero. Alla minoranza viene chiesto di essere sì organo di controllo del lavoro della maggioranza (ne ha il dovere più ancora che il diritto) ma essere organo di controllo e, perché no, denunciare quando occorre le ‘magagne’ o gli ‘errori’ della maggioranza non vuol dire per forza criticare tutto quello che si fa, in maniera strumentale finendo per essere il primo freno di una vera rinascita politica (in questo caso turistica). Agli operatori balneari viene chiesto altresì di essere lungimiranti, di osare per così dire. Il successo di Jovanotti a Castelvolturno potrebbe e dovrebbe spingere molti imprenditori locali a trasformare davvero il Litorale in qualcosa di migliore, di più attrattivo, capace di far confluire nelle nostre terre gente da tutta Italia e dall’estero, gente che ama il mare, le grandi spiagge, lo sport, la musica. Non invidiamo né mare né spiaggia della Riviera Romagnola, non si capisce perché lì per quattro mesi l’anno migliaia di ragazzi possano trovare lavoro nel comparto turistico e qui no. 3


Mozzarella Ripiena .............................................................................................................................. 6 Perché in Italia mancano i medici.........................................................................................8 Bertolino: “Spirito di servizio assente, ascolto inesistente, mancanza di dialogo e partecipazione dei cittadini non favorita dall’amministrazione del sindaco Virgilio Pacifico”...............................................11 Calendario scolastico 2019/2020: inizio scuola, festività...............12 Cruciverba...........................................................................................14 Con il cane in ufficio aumenta la produttività..............................16 Malati oncologici: consigli su sport e alimentazione..................16 Sudoku.................................................................................................18 Rodai Boxe, che successo per gli atleti del maestro Savarese.....20

In pochi giorni verrà riconsegnato il Palazzo Ducale, importante annuncio di Zannini ...........................................................................20 Zone a traffico limitato: l’ordinanza valida fino al 31 agosto.......23 Carinola Successo Per La Giornata Del Microchip....................25 Falciano Bonuglia A Capo Dei Caschi Bianchi Fino A Settembre.......................................................................................................25 Falciano - Mostra Culturale De “I Libri Del Passato” Nel Salone Del Polo Culturale Ager Falernus .................................26 Falciano - Eventi Estivi: Triangolare Rionale Vinto Da Falciano Selice..26

Carinola - piano urbanistico comunale: la maggioranza chiede aiuto alle altre forze politiche ...............................................................................31 Indennizzi alle vittime di reati violenti: come fare richiesta.................32 Falciano – L’amministrazione Comunale Di Falciano Del Massico, Falciano Bene Comune, In Prima Linea Nella Battaglia Per La Tutela Degli Allevatori E Per La Salvaguardia Del Latte Di Bufala Campana.......................................................................................................................34 Etichette “senza zuccheri” o “senza grassi”: quanto sono vere?..........36 Turni farmacie.................................................................................................40 Marquez: “L’incapacità politico-amministrativa di Pacifico ha letteralmente fermato interventi ed opere importanti per la città”...................42 Come Smascherare Un Bugiardo: I Segnali Del Corpo............................43 “ Canta, Che Ti Passa ”...................................................................................44 L’esercizio fisico rende più felici dei soldi: lo dice una ricerca targata Yale e Oxford.....................................................................................................46 Tim assume, in arrivo 500 nuovi posti di lavoro grazie al decreto crescita....48 Test ingresso Medicina 2019, online le prove. Come funzionano.....................48 Pensioni, allarme Cgil: i 40enni di oggi andranno dopo i 73 anni.....................49 Antonio Pagliaro: “L’immagine sporca, trascurata e maleodorante della città è il fallimento dell’amministrazione Pacifico”.....................................................50 Domitia.com Bimestrale Reg. Tribunale di S.M. Capua Vetere (CE) n° 742/18 Novembre 2009

Anno XI- n° 4 - Agosto - Settembre 2019

4

Direttore Editoriale: Emilio Tartaglia - 329 38 25 624 editore@domitiacom.com Redazione: Via Pescara, 11 - Mondragone (CE)

Stampa:

stampa: 27/7/2019 Servizio Clienti

Per la tua pubblicità 329 38 25 624

La redazione non è responsabile degli estratti promozionali, sono a cura del cliente, pertanto esula dalla responsabilità di eventuali errori riscontrati dopo la conferma della bozza di stampa. I collaboratori sono autonomi e non percepiscono compenso. Qualsiasi collaborazione è da considerarsi a titolo gratuito.


Centro Medico Osteopatico Pagliaro • Dolori muscolo-scheletrici e patologie vertebrali • Cervicalgia • Lombalgia e lombosciatalgie • Ernia del disco e discopatie degenerative • Scoliosi • Cefalee mio-tensive e vertigini • Problematiche posturali legate all'occlusione e all'ATM • Disfunzioni e disturbi gastro-intestinali, uro-genitali e ginecologici • Disturbi intestinali del neonato • Problematiche respiratorie otorinolaringoiatriche neonatali Dott. Lorenzo Pagliaro D.O. Osteopata R.O.I. Per prenotazioni e appuntamenti: 3398971901

Viale Regina Margherita 210, Mondragone (CE) 5


NUOVO MASTELLO Mozzarella ripiena INGREDIENTI • 2 mozzarelle • 150 g di tonno • 50 g di cipolline • 10 pomodori datterini • 50 g di pane • olio • basilico

6

PROCEDIMENTO Sgocciolate il tonno e spezzetatelo, tagliate il pane a cubetti, i pomodorini e le cipolline a metà. Tagliate poi la parte superiore della mozzarella e scavate la parte interna. Capovolgetela in modo che rilasci l'acqua in eccesso. Saltate il pane in padella per qualche minuto, facendo attenzione a non bruciarlo. In una ciotola amalgamate tutti gli ingredienti con qualche foglia di basilico. Farcite i cestini di mozzarella con gli ingredienti amalgamati in precedenza. Servite le mozzarelle ripiene con qualche goccia di olio extravergine di oliva.


"Grow, Hemp & CBD Shop" "Servizio di ritiro oro"

Via Venezia 26 - Mondragone (CE) www.canaphouse.it - info 3881748866

7


Perché in Italia mancano i medici Con l’emergenza caldo la vita negli ospedali assomiglia a un bollettino di guerra. Colpa della carenza di camici bianchi che fa chiudere i reparti e scoppiare le strutture di pronto soccorso. Eppure ogni anno oltre 10.000 giovani laureati restano al palo, perlopiù disoccupati A Termoli, in Molise, non si può più partorire perché il punto nascite è stato chiuso. Così le donne devono spostarsi in un’altra Regione visto che il reparto di Ostetricia più vicino è a Vasto, in Abruzzo. In Sardegna, invece, il Sulcis è a corto di anestesisti e i pazienti con traumi importanti ma non urgenti devono aspettare almeno 15 giorni per un intervento. Due esempi di quello che succede oggi negli ospedali di provincia, dove i medici non bastano più. «Il problema, che si aggrava d’estate con il caldo e il conseguente aumento di malori, si trascina da almeno un decennio» spiega Carlo Palermo, segretario di Anaao, l’associazione dei dirigenti medici. «E si avvia a diventare un dramma entro il 2025 quando, secondo le stime, mancheranno nei nostri ospedali circa 16500 figure, soprattutto specialisti in medicina d’emergenza-urgenza, pediatria, chirurgia generale, medicina interna, anestesia, rianimazione e terapia intensiva. Vuol dire che se andiamo avanti così il Sistema sanitario nazionale potrà erogare sempre meno servizi e che tanti reparti chiuderanno». Nelle Regioni si corre ai ripari con interventi dell’ultima ora Sperimentazioni d’emergenza sono in corso nei Pronto soccorso di Piemonte e Veneto, dove arrivano neolaureati senza specializzazione e in Molise dove si è ipotizzato persino l’invio di medici militari nei reparti a rischio chiusura. «È il risultato di anni di tagli alla spesa sanitaria e sarà anche peggio nel prossimo futuro perché il blocco delle assunzioni ha causato nel tempo l’invecchiamento della professione» continua Palermo. «Più della metà dei nostri medici è over 55 e si prepara a lasciare il lavoro nei prossimi anni. Lo farà in massa con Quota 100, il nuovo sistema che anticipa l’età della pensione». Questo significa che avremo presto tanti giovani medici in corsia? In teoria, i giovani laureati in medicina e chirurgia ci sono ma non possono lavorare negli ospedali perché non hanno la specializzazione necessaria: in pratica non riescono ad accedere alle scuole per diventare cardiologi, ortopedici, internisti o pediatri. Per specializzarsi oggi bisogna frequentare le scuole presenti in una rete di università e ospedali: durano dai 4 ai 5 anni e gli studenti vengono remunerati circa 25.000 euro l’anno ma si accede tramite concorso nazionale. «I posti resi disponibili dal Ministero, a causa dei tagli e della mancanza di programmazione, sono sempre meno del numero dei candidati» spiega Stefano Guicciardi, presidente di FederSpecializzandi, associazione dei medici in formazione specialistica. «Nel tempo si è così formato un grosso “imbuto formativo” in cui si affollano i giovani abilitati alla professione ma impossibilitati a specializzarsi. Quest’anno per esempio le stime parlano di circa 19.000 medici per poco più di 8.000 posti di specializzazione».

8

Nei prossimi anni però qualcosa potrebbe cambiare.A giugno il governo è intervenuto con il “decreto Calabria” che, oltre a risolvere i problemi urgenti della sanità di questa Regione, sblocca le assunzioni e dà alle Asl la possibilità di inserire gli specializzandi di quarto e quinto anno in tutto il territorio nazionale. «Sono 9mila adesso e se ne aggiungeranno altri 6mila il prossimo anno accademico. È un provvedimento che va nella direzione giusta perché in questo modo si liberano ulteriori posti nelle scuole. L’obiettivo deve essere permettere a tutti i laureati di specializzarsi. Già quest’anno un primo passo è stato fatto aumentando anche le borse disponibili ma questo sforzo dovrà continuare nei prossimi anni in modo da assorbire anche tutti i candidati rimasti fuori nei concorsi passati» commenta Carlo Palermo. All’estero, d’altronde, funziona già così «In Germania, per esempio, i medici in formazione lavorano, assunti dagli ospedali, con i più anziani come tutor» continua l’esperto. E evidentemente il modello piace. Non è un caso che, secondo i dati della Federazione degli Ordini medici, il 71% dei nostri neolaureati stia valutando proprio l’idea di specializzarsi oltrefrontiera. A farlo già ogni anno sono in 1500. «Una volta varcato il confine però raramente un giovane medico torna in Italia a lavorare perché qui lo stipendio di uno specialista parte da 2400 euro al mese». Lo stesso medico in Germania ha una retribuzione che parte da 5.500 euro. E in Gran Bretagna da 4.300. L’alternativa per un neolaureato che non accede alla specializzazione, però, non è solo l’emigrazione o l’attesa di un nuovo concorso. «Oltre a quelli per gli specialisti il Ministero mette a bando ogni anno posti nei corsi di formazione per la medicina generale, un settore che a torto è considerato meno prestigioso degli altri» spiega Carlomaurizio Montecucco, delegato ai Rapporti con il Sistema sanitario nazionale e regionale del rettore dell’Università di Pavia. Questi corsi sono meno affollati perché pagati la metà di quelli per aspirante cardiologo o chirurgo. Ma proprio per questo è molto più facile accedere e il lavoro è assicurato. «Basta superare lo stereotipo secondo il quale il medico di famiglia ha un ruolo meno prestigioso. Oggi non è più relegato alle visite a domicilio ed è spesso a capo di strutture complesse, equipe in cui lavorano infermieri e specialisti. È una figura sempre in prima linea in quella che è la missione di ogni medico, aiutare il prossimo».

fonte:donnamoderna.it


9


O

NT E M

A

LI G I B

AB

E

P R A C

S

SE

R BO

I

R SSO

E

ACC

O

IM INT

VIA DOMITIANA 359 - MONDRAGONE - VIA ROMA 227 - TEVEROLA

10


Bertolino: “Spirito di servizio assente, ascolto inesistente, mancanza di dialogo e partecipazione dei cittadini non favorita dall’amministrazione del sindaco Virgilio Pacifico” Soltanto a qualche settimana di distanza dall’incontro con la cittadinanza che, con grande partecipazione di pubblico, i consiglieri comunali di minoranza hanno tenuto al Museo Civico per evidenziare “due anni di malgoverno cittadino e disamministrazione comunale fra slogan, bluff, bugie ed incapacità del sindaco Virgilio Pacifico, della sua giunta e della maggioranza politica ed amministrativa” (queste le parole della minoranza consiliare), torna a farsi sentire l’opposizione proprio riprendendo il programma amministrativo del primo cittadino Pacifico, e lo fa mediante il capogruppo consiliare di minoranza Valerio Bertolino, già assessore nella precedente amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Schiappa. “Testualmente Pacifico prometteva che le modalità che dovranno caratterizzare l’azione amministrativa della nuova giunta e del sindaco chiamato a guidarla per il prossimo mandato sono: spirito di servizio, ascolto, dialogo, partecipazione. Belle parole ma, di fatto, non trapela nulla su ciò che si sta facendo, ammesso che si stia facendo qualcosa. I piani insediativi produttivi, il rilancio della zona industriale, il piano di destinazione dell’area del mercato ortofrutticolo, ad oggi sono rimasti soltanto degli slogan elettorali, in quanto fin qui tutto è stato letteralmente fermo al palo. Si parla ad esempio del P.U.C. (Piano Urbanistico

Comunale), di estrema importanza per il futuro della nostra città, per le aspettative dei nostri giovani, per il nostro turismo, per la filiera agricola e casearia, insomma per una visione urbanistica di città fatta a misura d’uomo. Uno strumento di pianificazione territoriale che dovrebbe coinvolgere già nella sua stesura preliminare tutte le categorie professionali, le associazioni di quartiere, i cittadini in genere, attraverso incontri pubblici, attraverso – appunto – quelle “modalità di partecipazione, di ascolto, di dialogo” tanto propagandate da chi oggi ci amministra. Figuriamoci i cittadini come sono all’oscuro di tutto, se già noi consiglieri comunali - seppur di minoranza - ci troviamo a centellinare qualche sporadica notizia per sapere a che punto è effettivamente la programmazione territoriale, vista l’imminente scadenza per la sua approvazione, pena il commissariamento. Ci chiediamo, insomma, quando verrà aperto alla città e quale tipo di scelte politico-strategiche si intendono adottare con detto strumento. Ma, a tutti questi legittimi interrogativi, come risposta l’amministrazione Pacifico sceglie di barricarsi nelle stanze del potere per far sopravvivere una maggioranza - ostaggio di un gruppo politico che di popolare dimostra di avere veramente poco - che mostra a chiare lettere tutta la propria incapacità amministrativa”.

Dal Lunedi al Venerdì 8.30 - 13.00 / 14.30 - 19.00 Sabato 8.30 - 13.00 Sabato pomeriggio su prenotazione

www.officinaceraldi.com

11


Calendario scolastico 2019/2020: inizio scuola, festività I primi a rientrare in classe saranno bambini della provincia di Bolzano, gli ultimi a prendere posto dieto i banchi i coetanei che vivono in Puglia. La campanella d’inizio delle lezioni in Altro Adige suonerà giovedì 5 settembre, come ormai consuetudine. A Bari e nel resto della regione si darà il via mercoledì 18 settembre. Anticipando l’ordinanza ufficiale del Miur, di solito emessa a fine agosto, alcuni siti a tema (come studenti.it e orizzontescuola.it) pubblicano il calendario con le date salienti del prossimo anno scolastico, il 2019/2020. Ogni Regione ha fissato il giorno d’inizio delle attività e il giorno finale, le pause per le vacanze natalizie e pasquali, la sosta per Carnevale e gli eventuali ponti. I singoli istituti, grazie ai margini di autonomia decisionale di cui dispongono, potrebbero apportare qualche variazione. Le chiusure di Natale I weekend prolungati non saranno molti (e non ovunque), al massimo ci cascherà un giorno in più (salvo eccezioni). Le festività nazionali sono in genere a ridosso delle domeniche. Il primo novembre, ricorrenza di tutti i Santi, cade di venerdì. L’8 dicembre, l’Immacolata, coincide con un martedì. L’Epifania è un lunedì, il 25 aprile un sabato, il primo maggio un venerdì, il 2 giugno un martedì. In alcune zone d’Italia si resterà a casa sabato 2 maggio (dove già non c’è la settimana corta) e lunedì 1 giugno, in altre no. Simile o quasi la durata della sosta per Natale e le altre festività invernali: da lunedì 23 dicembre o da martedì 24 dicembre (con la solita provincia di Bolzano che anticipa a sabato 21 dicembre, come la Campania) a lunedì 6 gennaio (martedì 7 in Sicilia). Per Pasqua il calendario è ovunque lo stesso: riposo da giovedì 9 a martedì 14 aprile. Cambiano,

12

invece, gli stop legati al Carnevale. I più fortunati saranno gli studenti della provincia di Bolzano, in libertà da sabato 22 a sabato 29 febbraio. Da annotare ci sono poi le sospensioni delle lezioni nella giornata dedicata al patrono, con cadenza diverse da città a città, e le iniziative per alcuni appuntamenti particolari (ad esempio la Festa della legalità e la Festa della Musica). Le lezioni finiranno in un arco temporale che va da sabato 6 giugno (in sette regioni) a venerdì 12 giugno (in Valle d’Aosta, dove lunedì 30 e martedì 31 gennaio si farà festa per la Fiera di sant’Orso). Per le scuole dell’infanzia i giorni di apertura e attività sono in genere di più, con l’apertura anticipata e la chiusura posticipata. Il calendario CAMPANIA Primo giorno di scuola: mercoledì 11 settembre Ultimo giorno di scuola: mercoledì 10 giugno Vacanze di Natale: da lunedì 21 dicembre a lunedì 6 gennaio Vacanze di Pasqua: da giovedì 9 a martedì 14 aprile Vacanze di Carnevale: lunedì 24 e martedì 25 febbraio Altri ponti: sabato 2 novembre; sabato 2 maggio e lunedì 1 giugno

fonte:donnamoderna.it


Offerte speciali su tutti i solari

Proteggiamoci dalle Zanzare

Ampia scelta di passeggini, tricicli e giochi per esterni

Vieni a scoprire i saldi sulla collezione abbigliamento bimbi anche da cerimonia e sulle calzature donna e bambini

Abiti da Cerimonia

Scarpe e sandali Superga

Occhiali da sole

Via Venezia 122 Mondragone (CE) - tel. 0823 971493

13


14


Dalla selezione del nostro caffè alle prelibatezze dell’aperitivo...

... Festeggia con noi i tuoi eventi

Via Venezia - 54 Mondragone (CE) - Tel.: 08231450250

15


Con il cane in ufficio aumenta la produttività

Malati oncologici: consigli su sport e alimentazione

Il clima è più sereno e la produttività migliora nelle aziende che aprono le porte agli animali domestici. In tanti ormai ne sono convinti e quella che negli Stati Uniti è ormai un’abitudine consolidata, anche da noi sta prendendo piede sempre di più. Non c’è da stupirsi, visto che l’81,6% degli italiani non vorrebbe mai staccarsi dal proprio pet che considera a tutti gli effetti un membro della famiglia (secondo i dati Doxa/Assalco 2019). Ma portare il quattrozampe in ufficio è davvero un toccasana? Tutto il bello di avere il tuo cane vicino alla scrivania che sia un’esperienza positiva è indubbio per Dafne Moscatelli, responsabile marketing e comunicazione di MedicAir a Origgio (Va). Lei non va mai al lavoro senza il suo Toretto, un golden retriever di 4 anni. «In ufficio mi segue ovunque e non si annoia. Se la riunione va per le lunghe, di tanto in tanto chiede una coccola e si rimette giù. Mi sentirei in colpa a lasciarlo a casa perché so che lui sta bene con me. In più, portarlo a fare il giretto è un’occasione per prendere una boccata d’aria e ripartire più carica» Anche Luciana Montanari, che lavora nella sede di Segrate (Milano) di Ceva Salute Animale, porta la sua Margot in ufficio quando non riesce a organizzarsi. «È una simpatica basset hound di 2 anni e ha un buon carattere» ha svelato. «La prima volta che è venuta con me in ufficio non mi mollava un attimo. Ma si è subito ambientata. Ora posso assentarmi per una riunione e non fa un plissé, sulla sua copertina in fianco alla scrivania. Vederla felice mi rasserena». Il 21 giugno è la giornata mondiale del cane in ufficio. Il 21 giugno è la giornata mondiale del cane in ufficio, un’occasione per promuovere questa abitudine o presentare il tuo pet ai colleghi, se l’azienda lo permette. 1. «Se è la prima volta che viene in ufficio, tienilo al guinzaglio mentre lo perlustra e chiedi a tutti di non accarezzarlo, finché non si sarà ambientato. Portagli la sua copertina preferita e non dimenticarti la ciotola per l’acqua e qualche giocattolo. Tienilo accanto alla tua scrivania e, ogni due ore, portalo a fare un giretto» consiglia Sabrina Giussani, veterinaria esperta in comportamento animale. 2. Se vuoi sapere come rendere il tuo ufficio pet friendly scarica il toolkit della Pets at work alliance. Dal 2017, grazie a questo progetto di Purina, in 62 aziende i cani sono benvenuti (purina.it/cani-in-ufficio).

All’ultimo congresso mondiale di oncologia non si è parlato solo di nuove terapie farmacologiche. Quest’anno è stato dato ampio spazio alle ricerche sulla dieta e sull’attività fisica. Che sono una parte importante delle cure, come ci hanno raccontato gli esperti. Non è un farmaco, hanno ribadito gli autori della ricerca presentata nel corso del congresso. Ma l’attività fisica funziona.Alcuni studi in fase iniziale stanno dimostrando che l’esercizio fisico può migliorare la risposta del tumore alle terapie anticancro. Non solo. Da altri studi, per ora su cavie animali, sta emergendo un’azione del tutto inaspettata. Sembra infatti che possa alterare il metabolismo del tumore e quindi controllarne la crescita. Certo, ci vorranno ancora altre ricerche per approfondire questi meccanismi, ma una cosa è già certa: per la salute sono solo benefici. “L’attività fisica è propedeutica a una migliore efficacia della terapia”, commenta Saverio Cinieri direttore dell’unità operativa complessa di oncologia medica-Breast unit di Brindisi. “Addirittura, gli studi hanno dimostrato che se viene effettuata durante la chemioterapia adiuvante, cioè quella che viene prescritta dopo l’intervento per prevenire una recidiva, migliora la risposta dell’organismo al trattamento, a tutto vantaggio di una prevenzione della malattia metastatica”. Quale attività fisica è meglio praticare? L’attività fisica va praticata in base alle proprie forze. “Racconto spesso di una mia paziente settantenne che non sapeva nuotare, e che si è iscritta a un corso di nuoto perché era l’unica attività adeguata in quel momento al suo stato”, continua il dottor Cinieri.“Non solo ne ha avuto benefici fisici, ma si è appassionata così tanto da decidere di iniziare a gareggiare. E nella sua categoria ai campionati europei si è classificata prima. Segno, questo, che non esistono limitazioni. Certo, non bisogna fare di testa propria: l’oncologo va sempre interpellato per scegliere al meglio”. In linea generale, comunque, sì innanzitutto alle nuotate: è l’attività fisica ideale perché il corpo, in assenza di peso, non si affatica. E sì alle passeggiate se si è convalescenti dopo un intervento chirurgico, per aiutare i muscoli a ritrovare la tonicità. Infine, via libera a un’attività soft come lo yoga se si soffre di fatigue, un effetto collaterale della chemioterapia, oppure se si è subito un intervento per un tumore all’apparato respiratorio. “Migliora anche l’umore perché si verifica un abbassamento nella produzione di cortisolo, l’ormone chiamato non a caso dello stress”, dice il dottor Cinieri. “E per contro, si alza il livello delle endorfine, gli ormoni del benessere. Sono cambiamenti importanti, perché danno una sferzata alla voglia di guarire”.

fonte:donnamoderna.it

16


€ 1.60

€ 0.89

€ 0.89

Nelsen Tutti i tipi

Dove spray Tutti i tipi

Svelto Tutti i tipi

€ 0.69

€ 0.99

€ 2.99 € 0.80

Mentadent P White

Dimension Tutti i tipi

€ 0.59

€ 0.99 Neutro Med Intimo Omino Bianco Salva Colore

Dixan 27 misurini

€ 0.85

Venus Intimo

Lucentiere Inox

€ 1.59

Soft Lavatrice tutti i tipi

€ 0.55 Bicchieri acqua 100pz.

17


Linea MammaBaby è un’ampia serie di prodotti detergenti-cosmetici, pensata specificatamente per i bambini

grieco.angela@gmail.com -

lecoccolediangela

SUDOKU

18


19


Rodai Boxe, che successo per gli atleti del maestro Savarese Che successo per i giovani atleti della Rodari Boxe. Antonio Savarese. La cosa importante è che i ragazzi si Tantissime le medaglie conquistate dagli allievi del divertano e che facciano sport. Se arrivano le vittorie maestro Antonio Savarese. Nello specifico, Francesco meglio ancora”. Savarese e Antonio Mastrati hanno conquistato la medaglia d’argento nella gara individuale della categoria Allievi oltre ad essersi laureati campioni Italiani con la squadra Campana giovanile di pugilato. E ancora: Vincenzo Viola e Tommaso Sannino (quest’ultimo appartenente al gruppo sportivo Carabinieri) hanno conquistato la medaglia d’oro gareggiando nella categoria Cangurini. Anche loro si sono laureati campioni Italiani con la squadra Campana. Infine nella categoria Cuccioli Emanuele Savarese appartenente al gruppo sportivo Fiamme Oro ha conquistato la medaglia di bronzo nella gara individuale. Anche lui si è laureato campione Italiano con la squadra Campana. “Complimenti a tutti gli atleti – ha dichiarato il maestro

In pochi giorni verrà riconsegnato il Palazzo Ducale, importante annuncio di Zannini "Abbiamo appena completato una serie di incontri qui a Napoli e posso finalmente annunciare che entro pochi giorni verrà consegnato, nelle mani dell'amministrazione comunale, il palazzo Ducale di Mondragone". Ad annunciarlo è il consigliere regionale Giovanni Zannini con una diretta Facebook: "Il palazzo Ducale, restaurato con un finanziamento ottenuto con l'impegno dell'ex ministro Mario Landolfi, verrà consegnato adesso e grazie alla nostra dedizione politica, di comune accordo col sindaco Pacifico e l'assessore Piazza. Sarà nostra cura candidarlo per ulteriori fonti di finanziamento: lì abbiamo portato anche il governatore De Luca che ha 20

assicurato un piccolo segnale con un altro contributo straordinario di 60mila euro. È questa la differenza tra chi le cose le fa e chi se le faceva scappare di mano", ha concluso.


21


Corri a Falciano del Massico! Solo nel mese di Agosto

Sconti Fino al

50 % sulla merce esposta

Corri a Falciano del Massico! Solo nel mese di Agosto

Sconti Fino Arredamenti Nave al

50 % sulla merce esposta

Falciano del Massico 81030 Corso Oriente n° 37 Tel.0823/931606 Cell.3479482587 Email: arredamentinave@libero.it Arredamenti Nave arredamentinave

22


Rione Crocelle Mondragone (CE)

Via Goffredo Mameli, 34

81034 Mondragone (CE)

Miraglia Giovanni : 347 633 77 83 Fiorelli Giuseppe : 347 633 77 92 Fax: 0823 975 016 mail: 2gcostruzioni@gigapec.it

Ricarica Aria Condizionata Promo Gomme

Zone a traffico limitato: l’ordinanza valida fino al 31 agosto Con ordinanza dirigenziale n. 60 del 04/07/2019 sono state istituite le zone a traffico limitato, per quanto riguarda la zona lido: nello specifico è stata istituita la ZTL su lungomare Camillo Federico, nel tratto compreso tra piazza Conte e l’incrocio con via Doria, in piazza Conte e lungo viale Campania fino all’ingresso dell’ex campo sportivo. La ZTL sarà in vigore tutti i sabati e le domeniche dal 01/07 al 14/07 dalle ore 20:00 alle ore 24:00, dal 15/07 tutti i giorni dalle 20:00 alle 01:00 fino al 31/07, mentre ad agosto la zona a traffico limitato sarà attiva dal 01/08 al 25/08 dalle ore 20:00 alle ore 01:00 e dal 26/08 al 31/08 dalle 20:00 alle 24:00.

“Si tratta di un provvedimento che ci fa compiere un passo in avanti in termini di civiltà – hanno commentato dall’amministrazione comunale nell’ambito della sicurezza delle zone interessate, di una rinnovata gestione della viabilità e di una città che sente viva la necessità di uscire dagli steccati del passato, interpretando il rinnovamento attraverso provvedimenti in uso in tutte le località turistiche come la nostra. Ci preme sottolineare l’instancabile lavoro di sinergia tra il comandante della polizia municipale Bonuglia e l’intera squadra di governo cittadino guidata da Virgilio Pacifico”. 23


La qualitĂ e la cortesia a vostro servizio

24


CARINOLA SUCCESSO PER LA GIORNATA DEL MICROCHIP

Lo scorso 7 luglio nella piazza di Nocelleto si è tenuta la giornata del “Microchip”. Ad organizzare l’evento è stata l’associazione animalista “For Slinky”, sodalizio che si è formato qualche anno fa in memoria di “Giusy Russo”. La partecipazione è stata notevole. Decine di persone hanno voluto regolarizzare la posizione dei loro amici a quattro zampe. E sarà un gioco di parole, ma l’associazione con pochissime risorse si fa in “quattro” per poter dare un contributo fattivo alla società e alla politica per togliere dalla strada i “randagi”. Gli associati spesso si autotassano per riuscire ad accudire i cuccioli. Il lavoro dell’associazione dà certamente una mano importante anche all’amministrazione che in merito al ricovero in apposita struttura dei randagi impegna notevoli somme di denaro sul relativo capitolo di spesa.

FALCIANO BONUGLIA A CAPO DEI CASCHI BIANCHI FINO A SETTEMBRE

I caschi bianchi saranno guidati fino al prossimo 30 settembre dal comandante del Comune di Mondragone David Bonuglia. L’esecutivo targato Giovanni Erasmo Fava potrebbe poi siglare una ulteriore proroga alla convenzione già siglata con il Comune alle falde del Monte Petrino. L’accordo dell’incarico da parte del Bonuglia prevede di prestare l’attività presso l’Area di Vigilanza per un massimo di 12 ore settimanali. In questo modo è stato colmato il vuoto in organico lasciato dal capitano Bernardo Scialò prossimo alla pensione. Ed il lavoro da svolgere per i Municipali sarà notevole. Tante le manifestazioni organizzate sul territorio per le quali servirà anche il loro apporto, unitamente alle tradizioni immancabili delle feste patronali. Importante sarà anche l’apporto dei volontari della Protezione civile.

25


Antitomaso Giuseppe

FALCIANO - MOSTRA CULTURALE DE “I LIBRI DEL PASSATO” NEL SALONE DEL POLO CULTURALE AGER FALERNUS

Nel Salone del Polo Culturale Ager Falernus di Via San Martino a Monte è allestita una mostra culturale che può essere visitata per circa due mesi, dal 17 luglio al 31 agosto e che offrirà a tutti i visitatori la visione di una parte dei libri appartenenti alla Congrega Sacro Monte dei Morti e Santa Maria del Suffragio recuperati attraverso una minuziosa opera di restauro che li ha restituiti a nuova vita salvandoli dall’oblio e dalla distruzione. Ecco quanto messo in evidenza dal direttore del Museo Giuseppe Toscano: “Sono stati recuperati e rigenerati anche una parte di documenti sciolti racchiusi in un sacco nero destinati anch’essi ad essere distrutti. Un’operazione che ha portato ad un impegno economico da parte della Confraternita ma che ha riportato in piena luce alcuni pezzi della storia scritta e documentata di un paese, Falciano del Massico, che altrimenti si sarebbe persa per sempre. Il Polo Culturale Ager Falernus, sostenuto dalla seria volontà dell’intera Amministrazione Comunale di Falciano del Massico espressa dal Signor Sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava e dall’Assessore alla Cultura Prof,ssa Maria Palmina Manica, ha voluto che tale avvenimento unico, ad oggi, per un paese dell’Ager Falernus fosse al centro di un evento coinvolgendo

le Istituzioni e i privati cittadini che, con entusiasmo, hanno offerto le loro conoscenze, i loro libri ed i loro documenti più significativi per dare rilievo ed importanza ad un evento culturale di un significato eccezionale. Bisogna guardare e sfogliare qualche pagina dei libri in esposizione per immaginare la vita di un paese che quelle pagine contengono, verificare i tempi delle gioie, delle delusioni e dei drammi che ogni rigo contiene per condividerli e farli propri.Vi sono documenti che raccontano, solamente a leggerne il titolo, la parte di storia viva di un periodo di lotte e di sofferenze come il periodo storico dell’occupazione da parte dei nostri avi contadini delle terre incolte di cui ne stava perdendo la memoria storica. Vi sono libri e strumenti che ricordano i personaggi che li hanno usati per proteggere, difendere e tutelare la vita difficile di un popolo contadino. Questa mostra de “I Libri del passato” è un tentativo ed uno stimolo per suscitare interesse ed amore per un paese ed un territorio, l’Ager Falernus, e dare linfa nuova alle generazioni presenti e future e per appropriarsi di questa storia che è solo sua per averla come guida per il suo completo riscatto. E’ un evento straordinario da viverlo nella sua interezza”.

Falciano - EVENTI ESTIVI:TRIANGOLARE RIONALE VINTO DA FALCIANO SELICE

Lo sport in primo piano nell’estate 2019 a Falciano: sugli scudi i tornei di Calcio Tennis, quelli di Beach Volley unitamente al canonico triangolare rionale organizzato dal Club Napoli. Ed è di quest’ultimo evento in particolare che va annotata una curiosità. Le gare disputate tra le squadre partecipanti si sono concluse tutte ai calci di rigore. La classifica finale ha visto prevalere per questa edizione la compagine del Tempo Libero-Piazza Limata con 4 punti finali, al secondo posto il Club Napoli Crocelle con 3 punti ed infine Piazza S. Pietro con 2 punti. Tutti contenti e felici comunque per il grande successo della manifestazione. Il Club Napoli si aspetta lo stesso successo per la gara podistica del 28 luglio,

26

gara della quale parleremo in un’altra occasione. Stesso discorso per la passeggiata ciclistica programmata per i primi giorni di agosto. Mentre tornando agli eventi dell’estate di Falciano si prevede una grande partecipazione per le gare di Beach Volley che avranno inizio nei giorni conclusivi di luglio. Ma anche di questo relazioneremo nel prossimo numero del ‘Domitia’. E dopo l’estate ci attende il Falernum Fest e la festa dell’olio. Due eventi quest’ultimi fortemente voluti dall’amministrazione e di cui si sta prendendo cura il consigliere delegato Geppino De Santis.


Festeggia il tuo evento al Gran Caffè Marona!

Via Domiziana 324/326 - Mondragone (CE) Tel.: 0823 971582

27


Mancanza di energia e stanchezza? IN ESTATE AIUTIAMOCI CON GLI INTEGRATORI SALINI...

28


29


I Nostri marchi:

175/65 r14 82T

€ 50,00 155/80 r13 79T k435

€ 45,00

185/65 r15 88T

195/60 r15 88H

k435

k125

€ 55,00

€ 65,00

205/55 r16 91V

225/45r17 9Y

k125

k125

€ 62,50

€ 80,00

*I prezzi sono validi, solo se si acquistano 4 gomme

30

225/40 r18 k117

€ 90,00


17

Lungomare C.Federico - Mondragone (CE) CARINOLA - PIANO URBANISTICO COMUNALE: LA MAGGIORANZA CHIEDE AIUTO ALLE ALTRE FORZE POLITICHE

La maggioranza consiliare non ha i numeri necessari per approvare il Piano Urbanistico e perciò in queste ultime settimane ha fatto appello alle altre forze politiche del territorio affinchè diano un contributo per uscire da questa impasse. L’apertura è arrivata solo dal Partito Democratico che si è detto disponibile ad una fattiva collaborazione soprattutto sui grandi temi. Tuttavia pur avendo sottolineato che questa decisione è frutto di una attenta riflessione che ha il solo scopo di dare alla cittadinanza servizi migliori, le altre forze di opposizione ed in particolar modo gli ex consiglieri di maggioranza Rosa Di Maio, Antonio Nardelli e Franco Giacca hanno accusato il sindaco Antonio Russo di un ulteriore tradimento nei confronti degli elettori. Come si ricorderà i tre esponenti politici erano stati eletti

con un gran numero di voti al fianco della fascia tricolore e dopo due anni sono stati “defenestrati” in quanto si erano rifiutati all’idea di operare un rimpasto in giunta così come richiesto dal gruppo “Carinola 2021” che nel frattempo si era formato trasportando anche la consigliera Giuseppina Tuozzi nel nuovo esecutivo, nonostante quest’ultima fosse stata eletta con l’avversario dell’attuale numero uno del governo locale, ovvero Franco Di Biasio. Anche per quest’ultimo quanto messo in atto dal PD e dalla maggioranza è frutto di accordi elettorali in proiezione futura. Vedremo cosa accadrà nel momento in cui si dovrà realmente concretizzare il voto sul PUC, casomai sarà portato in Consiglio. E Di Biasio al riguardo si mostra da tempo molto scettico.

31


G Via Goffredo Mameli, 34

Costruzioni

81034 Mondragone (CE)

Snc

Miraglia Giovanni : 347 633 77 83 Fiorelli Giuseppe : 347 633 77 92 Fax: 0823 975 016 mail: 2gcostruzioni@gigapec.it

Indennizzi alle vittime di reati violenti: come fare richiesta Il diritto all’indennizzo spetta alle persone (soprattutto donne) che hanno subito crimini violenti, quando il colpevole non è stato trovato oppure c’è un responsabile che è stato condannato al pagamento dei danni e non ha provveduto. Le istanze, per accedere al Fondo statale e avere un risarcimento minimo, vanno presentate alle prefetture entro il 30 settembre 2019. L’ultima legge di Bilancio mesi fa ha riaperto e prorogato i termini concessi per chiedere gli indennizzi previsti dallo Stato per sostenere le vittime di reati violenti dolosi (quando sono commessi da autori non identificati o assolti oppure da condannati che non sono economicamente in grado di rifondere i danni stabiliti dai giudici) e per aiutare i figli di donne e uomini assassinati da partner o ex partner. Il ministero dell’Interno solo di recente ha pubblicato un avviso online, per informare le interessate e gli interessati. Non resta molto tempo. La nuova scadenza è il 30 settembre 2019. E riguarda le persone prese di mira da criminali e aggressori in passato, tra l’estate 2005 e l’estate 2016. Per i reati più recenti, e per i casi non ancora definiti, i giorni a disposizione sono 60 (a partire da quando l’iter giudiziario si completa). La nuova “finestra”, in sintesi, consente di poter ripescare i casi più vecchi. Risarcimenti su richiesta, non d’ufficio Gli importi ad oggi in vigore sono relativamente bassi, risibili, ritenute inique dagli addetti ai lavori. Le somme previste, per modeste che siano, non vengono accordate d’ufficio. Bisogna attivarsi, presentando una richiesta ad hoc. Un nuovo decreto interministeriale, in dirittura d’arrivo, aggiornerà gli importi previsti per i reati meno gravi e includerà lo sfregio al viso (canonizzato dal Codice rosso) nei crimini che danno diritto al risarcimento (sempre nel caso di autori ignoti, insolventi o assolti). I soldi a disposizione non sono però infiniti.

32

I moduli sul sito del Viminale Per presentare domanda di risarcimento – con l’accesso al Fondo creato ad hoc - non è necessario assumere un avvocato. Il modulo da compilare e spedire è reperibile sul sito del ministero dell’Interno, assieme a una manciata di istruzioni per l’uso (www.interno.gov.it, selezionare “ministero” nel menu e poi “commissari”; tra i link nella parte destra cliccare su “commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e intenzionali violenti,” quindi scegliere “presupposti e requisiti per l’accesso al Fondo delle vittime dei reati intenzionali violenti”: in fondo alla pagina c’è il modello standard per la richiesta, con le indicazioni di massima per avviare la procedura) C’è tempo fino al 30 settembre 2019 L’istanza per le vicende più datate - come da proroga - può essere presentata entro il 30 settembre 2019 al prefetto della provincia in cui si trovano i giudici che hanno emesso la sentenza o la provincia nella quale risiedono la richiedente (le vittime sono in prevalenza donne e minori) o il procuratore speciale (nel caso in cui la vittima o gli aventi diritto siano cittadini o stranieri non residenti in Italia). Non servono marche da bollo, non ci sono spese extra. Per l’invio le opzioni sono due: la posta elettronica certificata o un plico raccomandato con avviso di ricevuta. Gli indirizzi territoriali e virtuali si trovano facilmente in rete, usando uno dei soliti motori di ricerca. I funzionari prefettizi faranno una prima valutazione delle richieste e della documentazione e poi manderanno le pratiche a Roma, al Comitato di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e intenzionali violenti, l’organo chiamato a decidere e deliberare i risarcimenti. fonte:donnamoderna.it


farmaci da banco OTC-SOP - articoli sanitari - erboristeria - omeopatia cosmesi - linea baby - veterinaria - l’erbolario (punto vendita)

33


FALCIANO – L’amministrazione Comunale di Falciano del Massico, Falciano Bene Comune, in prima linea nella battaglia per la tutela degli allevatori e per la salvaguardia del latte di bufala campana. Massico di convocare un tavolo istituzionale per discutere della problematica relativa alla necessità di riattivare urgentemente la profilassi vaccinale contro la brucellosi bufalina. Al contempo abbiamo adottato una Delibera di Giunta per opporci in sede giudiziaria alla Delibera di Giunta Regionale n.207/2019 che vieta l’utilizzo dei vaccini per i capi bufalini. È necessario che tutte le Istituzioni facciano la loro parte a difesa degli allevatori e della mozzarella di bufala campana, nostro marchio di eccellenza”. Vicinanza, dunque, alle svariate attività imprenditoriali presenti sul territorio e a chiunque decida di investire sul territorio. Le aziende bufaline, in tal senso, rappresentano uno dei tasselli fondamentali, nonostante da troppi anni sono costrette a fare i conti con difficoltà non indifferenti. Falciano del Massico è da sempre un paese compreso in un territorio in cui l’economia si basa soprattutto sull’agricoltura e sugli allevamenti. Un valore ben chiaro all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava che, soprattutto negli ultimi periodi, si sta mostrando al fianco degli allevatori in merito al problema della brucellosi. Una chiara manifestazione di volontà di condividere e supportare la battaglia degli allevatori contro l’abbattimento del bestiame. Una battaglia, quella di Falciano Bene Comune, per far si che venga rivista la delibera Regionale della Campania e per evitare, ove possibile, l’abbattimento dei capi bufalini. Sono diverse le iniziative finora prese in carico dagli esponenti della maggioranza consiliare. Lo scorso 9 luglio 2019, infatti, il sindaco Ing.Giovanni Erasmo Fava,unitamente al Capogruppo Corrado Freddino e all’Assessore all’Agricoltura Achille Palazzo, in rappresentanza di tutta la squadra Falciano Bene Comune, si sono recati presso la Regione per portare avanti questa battaglia a tutela e difesa degli allevatori. “Dopo essere stati, nel mese di maggio, in Commissione Agricoltura presso la Camera dei Deputati, presieduta dall’On. Gallinella – ha dichiarato il sindaco in rappresentanza di tutta l’amministrazione comunale- lo scorso 9 luglio siamo stati in Commissione Sanità, presso la Regione Campania, presieduta dall’On. Stefano Graziano, che ha accolto l’invito del Comune di Falciano del

34

Un paese come Falciano del Massico, a trazione agricola e con un’economia fondata sull’allevamento del bestiame, trova man forte in Falciano Bene Comune che, da sempre, con varie manovre ed iniziative politiche, ha messo al centro l’importanza di lavorare sui valori che sono alla base di questo territorio. “L’amministrazione comunale – conclude il sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava- non può che condividere questa battaglia. Da sempre siamo al fianco di chi lavora su questo territorio e per questo territorio”. “Sicuramente –continua unanime l’amministrazione comunale- il comparto bufalino rappresenta un tassello importante per la nostra economia. Non solo per Falciano del Massico, ma per l’intero territorio, unico per la sua conformazione a favorire gli allevamenti delle bufale campane”. Ennesima battaglia, dunque, a favore del territorio. L’attuale amministrazione comunale, attraverso le varie iniziative politiche e sociali, sta mostrando estremo interesse nel salvaguardare tutto ciò che rappresenta valore fondamentale in quest’area compresa ai piedi del Monte Massico: allevamenti, latte di bufala campana, olio, vino Falerno, sono soltanto alcuni dei prodotti che, con svariate manovre, si sta cercando di valorizzare. Del resto, se non si parte dalla consapevolezza di ciò che si ha, difficilmente si possono raggiungere risultati pensati come irraggiungibili.


SCARPE MADE IN ITALY

di Vuotto Umberto

Via Campanile, 101/103 - Mondragone (CE) vendite@upstylecalzaturestock.com 35


Etichette “senza zuccheri” o “senza grassi”: quanto sono vere? I prodotti che dichiarano di essere light, senza zucchero o sale attirano la nostra attenzione e spesso finiscono nel carrello. Ma sono davvero più sani? Lo abbiamo chiesto a due giornaliste di Altroconsumo che hanno esaminato diversi tipi di biscotti, cracker e yogurt. «Il regolamento europeo stabilisce criteri precisi per usare gli slogan nutrizionali o salutari sulle confezioni degli alimenti e nelle pubblicità» spiega Antonella Borrometi. Esempio, si può usare il claim “senza grassi” solo se non ne contiene più di 1/2 g. ogni 100 g di prodotto. mentre l’indicazione “contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario” è possibile se il prodotto contiene la vitamina D o la B6. «Il vero problema» sostiene Simona Ovadia «è che questi slogan si basano su specifici ingredienti o nutrienti, ma non tengono conto della composizione complessiva, che potrebbe

36

essere fortemente sbilanciata. Per esempio, i cereali per la colazione che vantano di essere “una fonte di calcio e vitamine”, se da un lato contengono questi preziosi nutrienti, dall’altro si rivelano spesso anche un concentrato di zuccheri e grassi. Senza zuccheri aggiunti «Questa indicazione non vuol dire che il prodotto in questione non contenga o abbia poco zucchero» spiega Borrometi. «Il miele, paradossalmente, è di per sé senza zuccheri aggiunti. Per non ingannare i consumatori, il nuovo regolamento Ue prevede che nei prodotti “naturalmente dolci” sia indicato la dicitura “contiene naturalmente zuccheri”. Quando invece c’è scritto “senza fruttosio” o “senza saccarosio”, con molta probabilità il prodotto contiene un altro dolcificante (d’uva, di mele, d’agave). Per essere “senza zucchero”, infine, un prodotto deve averne 1/2 g ogni 100 g di prodotto.


Consegna a domicilio

37


Ferramenta - Colori - Fai da te - Termoidraulica Giardinaggio - ElettricitĂ

38


AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DISTRETTO SANITARIO N.23 - MONDRAGONE Presso l’ufficio URP/PUA è attivo dal 1° Luglio 2017 il punto di raccolta per le dichiarazioni di disponibilità alla donazione degli organi con inserimento nel Sistema Informativo Trapianti (SIT) del Ministero della Salute Centro Nazionale Trapianti. E’ possibile accedere a tale servizio tramite appuntamento contattando il n° 0823/775402 Poli Distrettuali • Mondragone Via Degli Oleandri, 85 Tel. 0823775111 • Castelvolturno Via Marina di Marzano, 11 - Tel. 0823763042 • Carinola Piazza Vescovado Tel. 0823704004 • Falciano del Massico - Via Tiglio - Tel. 823931153 • Cancello ed Arnone - Via Settembrini Tel. 0823859229

Cabina Doccia Pietra Spaccata

Vi aspettiamo alla fiera di San Bartolomeo il 23 - 24 - 25 Agosto Area mercato - via Fiumara - Mondragone (CE)

prestagionale pellet

Seguici su:

Ambulatori Specialistici • Cardiologia • Chirurgia • Dermatologia • Diabetologia • Urologia • Neurologia • Otorinolaringoiatra • Endocrinologia • Ortopedia • Oculista • Fisiatria • Oncologia • Pneumologia • Nefrologia

39


Venditore Autorizzato IQOS

Apertura e Ricariche Conti Gioco

Turni Farmacie

Agosto 2019

Gallo dal 1 al 3 Satolli dal 4 al 10 Iossa dal 11 al 17 Comunale dal 18 al 24 Crocelle dal 25 al 31

40

Rivenditore Autorizzato

Settembre 2019 Morrone dal 1 al 7 Gallo dal 8 al 14 Satolli dal 15 al 21 Iossa dal 22 al 28 Comunale 29-30


La "NEW KOMBAT SYSTEM" è una Associazione Sportiva Dilettantistica nata con lo scopo di offrire la possibilità a tutti coloro che lo vogliano di avvicinarsi alle Arti Marziali, alla Difesa Personale e a tutti gli sport da combattimento con Corsi di Judo, MMA ,Grappling e K1,Muai Thai,Kickboxing,Lotta,Karate,Jujitsu,Difesa personale, Antibullismo, Ginnastica per tutti Metodo Pilates, organizza gare, seminari e stage. Sviluppa attività nel campo della Self Defense Femminile , Militare,e Civile, e offre servizi di Consulenza e Formazione Professionale ad Enti Pubblici e Privati nel campo della sicurezza. Un altro GRANDE riconoscimento ricevuto dal Ministero Della Difesa, Il codice NATO AR 381 - D.U.N.S Number 439947095 rende NEW KOMBAT SYSTEM realtà privilegiata per la fornitura di servizi alle basi NATO in Italia, al Governo degli Stati Uniti d’America e per la fornitura di servizi e di contratti con la Difesa Nazionale dei Paesi Nato. I corsi di Antiaggressione femminile/ antibullismo sono rivolti a donne/uomini/ragazzi/bambini di qualsiasi età, non sono corsi di fitness né di preparazione atletica. Il lavoro fisico è stato studiato per poter essere affrontato senza difficoltà da chiunque, indipendentemente dall’età, grado di allenamento, struttura fisica. Il programma affronta ogni aspetto della sicurezza. SCOPRI LE SPECIALI PROMOZIONI NEW KOMBAT SYSTEM MONDRAGONE ISCRIZIONI 2019/2020, aperte a tutte le attività dell'associazione. Novità per i neo e vecchi tesserati che entro il mese di settembre aderiranno alla nuova formula d'iscrizione per il versamento della quota con formula: mensile, trimestrale, semestrale o annuale, usufruiranno di forti sconti in base alla scelta fatta. Affrettatevi a chiedere info al 3207506628. EMAIL : carminedevivo70@libero.it Serietà e Professionalità come sempre al servizio dei grandi e piccini.

I Nostri Corsi: KICKBOXING - MUAY THAI - MMA - K1 -LOTTA - JUDO - PUGILATO - KARATE - JKD - KUNG FU - JUJITSU CARDIOFITNESS - FITBOXE - DIFESA PERSONALE - METODO KRAV - MAGA - CHANBARA - GINNASTICA PER TUTTI -METODO PILATES - KETTLEBELL - TRX - AEROBICA TOTAL BODY - ALLENAMENTO FUNZIONALE CORSI DI ATTIVITA’ MOTORIE E AVVIAMENTO ALLO SPORT PER BAMBINI -RING E GABBIA IN SEDE

Palestra ASD New Kombat System Via Elena 81 - Mondragone (CE) - info: 3207506628

41


Ristorante - Bar - Tabacchi - Piscina Servizio Spiaggia - Parco Giochi Mini Club - Animazione

LUNGOMARE CAMILLO FEDERICO - 8134 MONDRAGONE (CE) info: 3791250654 Marquez: “L’incapacità politico-amministrativa di Pacifico ha letteralmente fermato interventi ed opere importanti per la città” L’opposizione consiliare non le manda certamente a dire scolastico Edmondo de Amicis, rivitalizzata e resa fruibile all’amministrazione comunale guidata da Virgilio Pacifico e, dalla precedente amministrazione per la gioia dei più mediante la voce del consigliere comunale di minoranza piccoli e delle loro insegnanti che avevano recuperato uno Pasquale Marquez - già presidente del consiglio comunale spazio aggregativo importante. L’impegno a proseguire durante la precedente sindacatura targata Schiappa - (terminare?) il recupero del Palazzo Ducale facendo ricorso riprende le promesse non mantenute contenute nel a tutte le risorse possibili (regionali, statali, europee) si programma amministrativo del primo cittadino. “Dopo ben è scontrato con l’incapacità politico-amministrativa di due anni del sindaco Pacifico va registrata l’incapacità degli vedersi riconosciuto un finanziamento regionale a ciò attuali amministratori a sbloccare semplici problematiche destinato, pur avendone strombazzato l’opportunità con insorte nel corso dei lavori del realizzando asilo nido tanto di passerella del Presidente Vincenzo De Luca. Ma, comunale adiacente il plesso scolastico Arcobaleno, addirittura, il totale disinteresse dell’amministrazione struttura fortemente voluta e perseguita dalla precedente comunale del sindaco Virgilio Pacifico va registrato amministrazione, unitamente all’incapacità di dare decoro nell’incapacità a prendere consegna delle stanze e dei all’attigua area verde in via Pignatelli, senza neanche voler servizi del piano terra totalmente recuperate e oltre ad aggiungere di dar corso alla riqualificazione del medesimo uno spazio al primo piano, raggiungibile dall’imponente spazio che gli attuali amministratori di maggioranza hanno scalone del Palazzo Ducale, reso fruibile e funzionale - per trovato già progettato e finanziato. Inoltre va evidenziato volere anche e soprattutto del sottoscritto - ad una nuova che, al di là dei comunicati stampa nell’immediatezza importante e significativa sala del consiglio comunale. Un post elettorale, non si riesce a portare a termine l’area lassismo da non credere, proprio ora che a breve potranno sportiva adiacente all’edificio scolastico Rodari in via cominciare anche le opere di riqualificazione dell’area Vecchia Starza, oppure il non volersi preoccupare affatto esterna antistante il Palazzo, così come ideata e fortemente del recupero funzionale della palestra annessa all’edificio voluta dalla precedente amministrazione comunale”.

42


COME SMASCHERARE UN BUGIARDO: I SEGNALI DEL CORPO I bugiardi li ritroviamo un po’ ovunque, chiunque nella sua vita ne conosce almeno uno e quando l’inganno viene svelato è difficile riacquistare la fiducia persa. Sono persone che vivono in un loro mondo, fragili, insicuri, con una bassa autostima e un forte bisogno di considerazione e d’accettazione da parte degli altri.Mentire non è un comportamento solo dell’uomo, perfino gli animali “mentono” per sottrarsi al pericolo, per ottenere un vantaggio sul nemico, per ingannare la preda e per conquistare la femmina desiderata durante un corteggiamento. Esistono due tipi di menzogna, quella intenzionale in cui un individuo decide volontariamente di trarre in inganno un’altra persona, e quella non intenzionale che derivata dai falsi ricordi che vengono considerati veri da chi li produce. Ma mentire non è poi così semplice come si crede, l’uomo mette in campo l’intenzionalità, la pianificazione e la rappresentazione mentale complessa degli eventi. Per mentire occorre avere buone capacità cognitive e uno sviluppo avanzato del sistema rappresentativo, inoltre, bisogna possedere una “teoria della mente”, ossia la possibilità di rappresentarsi il possibile contenuto della mente degli altri. Il mentire presuppone di sapere quello che l’altro conosce e non conosce, infatti solo così si possono dare informazioni false che risulterebbero credibili all’interlocutore. E’ pensiero comune che le persone che mentono si comportino in modo tale da rivelare il fatto che stiano dicendo delle fandonie, attraverso comportamenti che la maggior parte di noi attribuiscono ad un bugiardo, come: distogliere lo sguardo, arrossire, muoversi in modo brusco o impacciato, avere una mimica facciale diversa dal solito, emettere un tono di voce differente da quello usuale, essere più lenti o più rapidi nell’eloquio, ecc. In realtà un mentitore esperto pensa rapidamente e non prova emozioni di colpa, paura o gioia, quindi capire se dice il vero o no è molto difficile. Occorre osservare i movimenti del corpo, infatti, a differenza della mimica facciale, le persone non sono allenate a controllare i movimenti del corpo: si tratta di movimenti sottili, non funzionali, come quelli delle gambe, dei piedi e della mani. Il bugiardo esperto muove questi ultimi in misura minore rispetto a chi dice la verità. Egli tende a controllare questi movimenti fino a sopprimerli, quindi è molto più rigido rispetto ad una persona veritiera. Inoltre, anche il volto può fornire informazioni importanti: le emozioni producono modificazioni automatiche nella mimica, ma se si presta attenzione al viso si può notare se il soggetto ha difficoltà nel passare da un’espressione all’altra. Tuttavia non esistono gesti o mimiche tipiche di chi sta mentendo, occorre valutare ciascuna persona nella sua individualità e avere a disposizione il tempo necessario per poter notare cambiamenti che possano rivelare il tentativo di sopprimere un’emozione o di controllare espressioni inizialmente involontarie. Vediamo quali sono i segnali del corpo che possono svelarci se abbiamo di fronte un

possibile bugiardo: 1. Prende le distanze dall’oggetto del discorso, ad esempio “questa cosa che dici…” 2. Usa spesso frasi fatte e rafforza le sue affermazioni ripetendo “la verità è che; in tutta sincerità; onestamente”. 3. Ripete la domanda che gli è stata fatta per prendere tempo. 4. Fissa negli occhi il suo interlocutore, sapendo che chi dice la verità non distoglie lo sguardo, in tal modo, però produce un comportamento innaturale. 5. Quando sorride non lo fa con tutti i muscoli del volto (ad esempio gli occhi non sorridono), e ride anche quando non ce n’è motivo. 6. Fornisce pochi o troppi dettagli dei fatti, lasciando nell’interlocutore solo una gran confusione. 7. Mentre parla si sfrega spesso gli occhi (soprattutto gli uomini) e si mette apposto i vestiti. 8. Se gli vengono poste domande incalzanti senza lasciar tempo per pensare, questo fa sì che presto il bugiardo si contraddirà. 9. Non è capace di ripetere la storia partendo dalla fine, quindi nel dubbio, chiedete di ripercorrere a ritroso i fatti appena descritti e vedrete che gran fatica farà a ricordare il tutto in modo cronologico. 10.Mentire è una situazione stressante, infatti, spesso hanno i piedi direzionati verso una via di fuga. 11.Costruiscono una barriera tra se e l’altro, sbattendo le palpebre, abbassando o girando la testa, abbassando il tono della voce, prendendo un oggetto da frapporre tra sé e l’altro. Preso singolarmente ogni indizio può rivelare poco ma se si verificano insieme allora possiamo iniziare a pensare che molto probabilmente ci stiamo relazionando con un bugiardo. La rubrica psicologica CURIOSA-MENTE a cura della Dott. ssa Angela Pagliaro, Psicologa, ha l’obiettivo di affrontare argomenti che ci incuriosiscono e su cui vogliamo saperne di più, fornendo spunti di riflessione e quesiti sulla nostra vita. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Contatti Dott.ssa Angela Pagliaro: Email: angelapagliaro1987@libero.it Pagina Facebook: Dott.ssa Angela Pagliaro – Psicologa Instagram: angelapagliaro_psicologa

43


“ CANTA, CHE TI PASSA ” (prof. M ° Alba Grillo) Alcuni scienziati hanno scoperto che cantando si liberano nel cervello sostanze chimiche che fanno sentire rilassati e felici, riferisce il giornale tedesco Stuttgarter Nauchrichten. I ricercatori dicono che il canto metta in movimento nel cervello “le molecole dell'emozione”. Quindi, secondo l'articolo, “sembra che il canto non solo esprima le emozioni, ma che addirittura le crei”. Molti, credendo di non avere una bella voce, non cantano neanche quando sono soli. Questa ricerca indica, però, che cantare fa bene. Che origini ha questa simpatica e diffusissima espressione colloquiale? Pare che ebbe origine durante la prima guerra mondiale,quando un soldato, nonostante la guerra incombesse e la situazione fosse tutt’altro che allegra, mostrò la sua attitudine positiva incidendo su una trincea la scritta “canta che ti passa”, incitando i suoi compagni commilitoni a non spaventarsi e a non aver preoccupazioni... la pace sarebbe tornata presto! Il racconto ci arriva da Piero Jahier, scrittore e poeta italiano nato nel 1884 e arruolato come volontario nel 1916 negli Alpini. Egli infatti, nell’epigrafe della sua raccolta di Canti di soldato pubblicata nel 1919, narrando del periodo passato in trincea, parla appunto del “buon consiglio che un fante compagno aveva graffiato nella parete della dolina: canta che ti passa”. Lode al merito e all’atteggiamento positivo di questo soldato, il cui nome è purtroppo sconosciuto. E da qui che ha origine questo modo di dire... tra l’altro a quanto pare veritiero e fondato: il canto

44

può davvero curare timori e preoccupazioni! La musica è usata in campo medico e la musicoterapia è assai nota ai giorni nostri. Studi scientifici hanno dimostrato che il canto allenta le tensioni corporee, riduce lo stress e innalza il tono dell’umore, inoltre aumenta la funzionalità del sistema immunitario favorendo il rilascio di ormoni come la serotonina e l’endorfina (dotate di una potente attività analgesica ed eccitante, danno un senso di benessere e appagatezza) e, implicando una respirazione più profonda, provoca l’aumento dell’ossigenazione sanguigna, migliorando la funzionalità cardiaca. E' dunque un invito a non spaventarsi e a curare preoccupazioni e timori cantando. Questa funzione terapeutica del canto contro i disagi e i dolori dell'anima è nota sin dall'antichità e ha ispirato pure Petrarca che scrisse “Perchè cantando il duol si disacerba” (Canzoniere XXII, 4 ). Perciò canta, che le malinconìe e il cattivo umore migliorano, la consapevolezza di sé e la sicurezza aumentano, l'autostima cresce, si diventa più coraggiosi, addirittura rallenta la demenza senile, le tensioni muscolari migliorano, il livello di cortisolo si abbassa. Un vero toccasana alla fine di una giornata di lavoro per terminare in modo positivo. Come sono belle quelle serate passate a cantare con amici o familiari magari attorno a un fuoco sulla spiaggia sotto le stalle. Che altro aggiungere? Concludo citando G. Ungaretti: “ Chi è nato per cantare, anche morendo canta”.


Fornitura per ristoranti Consegna a domicilio anche al dettaglio Come Raggiungerci Siamo QUI

Via Calstelvolturno

e

rtil

o ns

da

ra

St

e

on

av

lS

de

Co

Ro

CONSEGNA A DOMICILIO

ma Do a

ian

miz Na po

Cell.: 389 87 47 884

li

Strada Consortile Del Savone (Incrocio Str. Prov.le Caserta) - azienda.villano@hotmail.it

Strada Consortile Del Savone (Incrocio Str. Prov.le Caserta) azienda.villano@hotmail.it

ORARI DI APERTURA LunedĂŹ - Sabato Mattina: 8.00 - 13.00 Pomeriggio: 15.30 - 20.00 Per il mese di Agosto MartedĂŹ Pomeriggio aperti Domenica: 8.00 - 13.00 Pomeriggio Chiuso

45


17

Bar - Ristorante - Pizzeria Piscine -Animazione Baby Park cin cin beach club

" SERVIZIO URBANO MONDRAGONE "

Piazza ex pontile - 81034 Mondragone (CE) - Tel. 0823 971822 L’esercizio fisico rende più felici dei soldi: lo dice una ricerca targata Yale e Oxford Che l’esercizio fisico faccia bene a corpo e mente è risaputo. Recenti ricerche, tuttavia, hanno dimostrato che lo sport è in grado di dare la stessa soddisfazione, in termini di serenità, di un bel conto in banca. Secondo uno studio condotto da ricercatori di Yale e Oxford, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, per la nostra salute mentale fare esercizio fisico è più importante della stabilità economica. I dati sono stati raccolti a partire da un campione di 1,2 milioni di persone, di cui sono stati analizzati i livelli di attività fisica e gli effetti che questi avevano sul loro umore. Ai partecipanti è stato chiesto di rispondere alla seguente domanda: “Quante volte ti sei sentito male mentalmente negli ultimi 30 giorni, ad esempio a causa di stress, depressione o problemi emotivi?”. Agli stessi, poi, è stato chiesto di parlar del loro reddito e delle attività fisiche alle quali si sono dedicati negli anni (se lo hanno fatto). Le persone intervistate hanno avuto la possibilità di scegliere tra 75 tipi di attività fisica, intesa in senso lato (e non solo sportivo): dalla falciatura del prato, alla cura dei bambini e alle faccende domestiche, fino ad arrivare al sollevamento pesi, la corsa etc. I dati raccolti, successivamente, sono stati incrociati, dimostrando che c’è

46

una stretta correlazione tra benessere psichico e attività fisica. Le persone più attive, nello specifico, tendono anche ad essere più felici. Gli scienziati hanno scoperto che quelli che praticavano regolarmente sport generalmente stanno male per 35 giorni all’anno, mentre i più sedentari, in media, stanno male 18 giorni in più. I ricercatori, inoltre, hanno fatto luce sul livello di benessere raggiunto da chi fa esercizio fisico che, stando a quanto emerso, è paragonabile a quello raggiunto da chi guadagna più soldi di loro (ma non praticano sport). A parità di condizioni, dunque, chi non pratica sport dovrebbe guadagnare di più per stare bene come chi, invece, conduce una vita più attiva. Attenzione però a non esagerare. Fare troppa attività fisica o mantenere dei ritmi insostenibili alla lunga potrebbe avere degli effetti disastrosi sulla persona, azzerando completamente tutti i benefici legati alla pratica di sport. Lo studio portato a termine dai ricercatori di Yale e Oxford, infatti, ha sottolineato che l’attività fisica contribuisce a migliorare l’umore solo quando rientra entro determinati limiti. L’ideale, per esempio, sarebbe concedersi dalle 3 alle 5 sessioni di allenamento a settimana (ognuna dalla durata massima di 30 – 60 minuti, non di più).


Orari Mezzi Pubblici 5.26|6.36|7.08|7.25|8.28|9.36|11.06|11.36|12.37|13.25|14.23|15.32|16.26|17.54|18.31|20.31|21.05|22.43| 5.12|5.17|6.22|6.52|7.50|7.52|9.52|10.48|12.39|14.46|16.37|18.39|19.31|19.47|20.45|20.55 5.26|5.48|6.04|2.23|7.05|7.25|8.23|9.11|11.36|13.24|15.30|16.26|17.27|18.34|19.36|20.46|21.26|21.48 5.00|5.36|6.42|7.26|9.26|10.21|10.35|11.53|11.36|12.36|13.05|14.36|15.56|16.36|17.36|18.36|19.31|20.56 Autobus M1B - Mondragone > Napoli (P.le Tecchio) - Giorni Feriali - Giorni Festivi 430|5.00|5.30|5.45|6.00|6.15|6.30|6.45|7.00|7.30|8.00|8.40|9.20|10.00|10.50|11.25|12.00|12.35|13.15 |13.50|14.20|14.50|15.10|15.30|16.10|16.30|16.50|15.30|16.50|17.30|18.10|18.50|19.40|20.10|20.50| giornifestivi> 5.00|5.45|6.30|7.15|8.00|9.00|10.00|11.00|12.00|13.00|14.00|15.00|14.45|16.30|17.15|18.00|18.45 |19.30|20.20|21.05

-

Autobus M1B - Napoli (P.le Tecchio) > Mondragone 6.05|6.35|7.05|7.20|7.40|7.55| 8.18| Giorni Feriali -

8.30|8.50|9.20|9.50|10.30|11.10|1.50|12.40|13.15|13.50| 14.25|15.05|15.40|16.10|16.40|17.00|17.20|18.00|18.20| 18.40|19.20| 20.00|20.40|21.30| giorni festivi> 6.35|7.20|8.05|9.05|9.50|10.50|11.50|12.50|13.50| 14.50|15.50|16.50|17.35|18.20|19.05|19.50|20.35|21.15

7.15|8.30|9.55|10.35|11.00|11.30|13.35|16.20|16.30| 17.35|19.35|20.35 8.00|9.00|10.00|10.55|12.00|12.30|13.00| 13.30|14.20 w

ORARI IN VIGORE DAL 09/05/2016

Linea : MONDRAGONE-MONDRAGONE SCALO ( x 303 gg) PIAZZA STEFANELLI - PIAZZALE STAZIONE

PIAZZA STEFANELLI VIA DOMIZIANA V.LE MARGHERITA P.ZZA UMBERTO C.SO UMBERTO PALAZZO DUCALE VIA P.TAGLIALATELA VIA STAZIONE PIAZZALE STAZIONE

5.40 5.42 5.44 5.47 5.49 5.51 5.53 5.55 6.00

6.25 6.27 6.29 6.32 6.33 6.34 6.35 6.36 6.40

6.55 07:50 8.40 9.30 10.20 12.00 12.50 13.40 14.30 15.20 6.57 7.52 8.42 9.32 10.22 12.02 12.52 13.42 14.32 15.22 6.59 7.55 8.45 9.35 10.25 12.05 12.55 13.45 14.35 15.25 7.02 7.57 8.47 9.37 10.27 12.07 12.57 13.47 14.37 15.27 7.03 8.00 8.50 9.40 10.30 12.10 13.00 13.50 14.40 15.30 7.04 8.02 8.52 9.42 10.32 12.12 13.02 13.52 14.42 15.32 7.05 8.04 8.54 9.44 10.34 12.14 13.04 13.54 14.44 15.34 7.06 8.06 8.56 9.46 10.36 12.16 13.06 13.56 14.46 15.36 7.10 8.10 9.00 9.50 10.40 12.20 13.10 14.00 14.50 15.40

PIAZZALE STAZIONE VIA STAZIONE VIA 11 FEBBRAIO PIAZZA CROCELLE PALAZZO DUCALE VIA TRENTO VIA GIARDINO VIA PADULE PIAZZA STEFANELLI

6.10 6.14 6.15 6.16 6.17 6.18 6.21 6.23 6.25

6.40 6.44 6.45 6.46 6.47 6.48 6.51 6.53 6.55

7.25 7.29 7.31 7.33 7.35 7.37 7.39 7.42 7.45

PIAZZALE STAZIONE - PIAZZA STEFANELLI 8.20 8.24 8.26 8.28 8.30 8.32 8.34 8.37 8.40

9.10 9.14 9.16 9.18 9.20 9.22 9.24 9.27 9.30

10.00 10.04 10.06 10.08 10.10 10.12 10.14 10.17 10.20

10.50 10.54 10.56 10.58 11.00 11.02 11.04 11.07 11.10

12.30 12.34 12.36 12.38 12.40 12.42 12.44 12.47 12.50

13.20 13.24 13.26 13.28 13.30 13.32 13.34 13.37 13.40

14.10 14.14 14.16 14.18 14.20 14.22 14.24 14.27 14.30

15.00 15.04 15.06 15.08 15.10 15.12 15.14 15.17 15.20

15.50 15.54 15.56 15.58 16.00 16.02 16.04 16.07 16.10

16.10 16.12 16.15 16.17 16.20 16.22 16.24 16.26 16.30

17.50 17.52 17.55 17.57 18.00 18.02 18.04 18.06 18.10

18.40 18.42 18.45 18.47 18.50 18.52 18.54 18.56 19.00

19.30 19.32 19.35 19.37 19.40 19.42 19.44 19.46 19.50

17.30 17.34 17.36 17.38 17.40 17.42 17.44 17.47 17.50

18.20 18.24 18.26 18.28 18.30 18.32 18.34 18.37 18.40

19.10 19.14 19.16 19.18 19.20 19.22 19.24 19.27 19.30

20.00 20.04 20.06 20.08 20.10 20.12 20.14 20.17 20.20

20.20 20.22 20.24 20.27 20.30 20.32 20.34 20.36 20.40

MMASO FAVA O T

A s si

c ur az i o n i

Linea esercitata dal Lunedi al Sabato

7.15**|9.15*|10.30*|11.25*|12.40*|13.20*|14.20*|16.15**|17.05*|19.40*|20.10*| 6.15*|6.18***|8.30*|8.35***|9.30*|9.35***|10.30*|10.35***|11.30*|11.35***|12.20*|12.25**|12.27***|13.20* |13.25**|13.27***|14.25 *|14.30**|14.35***|15.15*|15.20**|15.15***|16.20***|18.00*| 18.03***|19.25*|19.30***|

47


Tim assume, in arrivo 500 nuovi posti di lavoro grazie al decreto crescita La Tim a breve aprirà le sue porte a 500 nuove figure. Il nuovo piano assunzioni è stato annunciato recentemente dall’azienda, pronta ad ampliare il proprio personale. Quando una grande multinazionale apre le selezioni per assumere nuova forza lavoro fa sempre notizia, specie negli ultimi tempi. La crisi occupazionale ha fatto registrare una forte battuta d’arresto al mercato del lavoro ma, fortunatamente, ci sono anche buone notizie. L’ultima, per esempio, quella relativa alle 500 nuove assunzioni della Tim. Grazie all’introduzione della contrattazione di secondo livello (prevista dal decreto crescita), diverse sono le realtà industriali ed economiche operanti in Italia che stanno valutando la possibilità di rivedere la propria organizzazione aziendale inserendo nuove figure nel proprio organico. Quello della Tim, dunque, potrebbe non essere un caso isolato. Il nuovo strumento approvato con il dl crescita si rivolge alle imprese in fase di ristrutturazione con più di mille dipendenti, requisiti questi ampiamente posseduti dalla Tim (che attualmente in Italia conta circa 42mila dipendenti). L’azienda di telecomunicazioni, stando alle ultime indiscrezioni, ha firmato con i sindacati di categoria

(ovvero Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil) l’intesa che prevede l’assunzione di 500 nuove figure. L’obiettivo dell’accordo stipulato? Far subentrare la contrattazione di secondo livello al contratto di solidarietà difensiva, rivedendo in chiave espansiva l’organizzazione degli orari di lavoro dei dipendenti già assunti. I 30mila lavoratori non più coinvolti dal contratto di solidarietà (già scaduto due mesi fa) vedranno ridurre il proprio orario di lavoro circa due giorni al mese. Quelli che sono stati già coinvolti dalla solidarietà difensiva, invece, vedranno i loro turni diminuire di circa un giorno e mezzo, per tutti gli altri la riduzione sarà di mezza giornata. Questi interventi, inevitabilmente, avranno una ripercussione sull’organico aziendale e, pertanto, metteranno l’azienda nella posizione di dover assumere nuovi professionisti del settore. Come già ripetuto più volte sopra, sono 500 le nuove figure che la Tim ha intenzione di inserire all’interno del proprio organico entro il 2020. Si tratta sopratutto di giovani, preferibilmente da formare sul campo. L’accordo sindacale firmato in questi giorni, tuttavia, deve essere ancora ratificato a livello ministeriale. L’approvazione dovrebbe arrivare a fine agosto, e solo a quel punto si avrà l’ufficialità.

Test ingresso Medicina 2019, online le prove. Come funzionano Molti studenti dopo l’esame di maturità sono già sui libri per prepararsi ai test di ingresso alle facoltà a numero chiuso o ad accesso programmato a livello nazionale. I primi sono gestiti direttamente e autonomamente dalle singole università e i secondi dal Miur. Tra le facoltà ad accesso programmato a livello nazionale, con un’unica graduatoria, c’è Medicina e Chirurgia, il cui test di ammissione ha tolto il sonno a molti studenti e suscitato polemiche in passato per la formulazione delle domande. La novità di quest’anno del test è che le temute domande di logica sono state dimezzate, passando da 20 a 10, mentre sono aumentate quelle di cultura generale, da 2 a 12. La prova si terrà il 3 settembre prossimo, con inizio alle ore 11.00, e gli aspiranti medici saranno chiamati a rispondere a 60 quesiti in 100 minuti. Tra le domande, oltre alle 10 di ragionamento logico e alle 12 di cultura generale, sono previste: 18 di biologia; 12 di chimica; 8 di fisica e matematica. Il Miur ha pubblicato sul portale Universitaly un esempio di quello che sarà il test d’ingresso, con relative domande. Sarà un test uguale per tutti: “Prova unica di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi dentaria”, si legge sull’intestazione del documento del Ministero. 48

I quesiti di cultura generale faranno riferimento all’ambito storico, sociale, istituzionale e letterario. Ci saranno domande anche sui temi della Cittadinanza e della Costituzione, sulla storia del Novecento e sul mondo contemporaneo. I quesiti saranno ricavati da testi di saggistica scientifica, autori classici o contemporanei, testi di attualità dai quotidiani, riviste anche specialistiche. Una strutturazione con cui si vuole continuare il lavoro fatto dagli studenti nell’ultimo anno di scuola superiore, in preparazione del nuovo esame di Maturità che ha debuttato quest’anno. Per iscriversi al test di ammissione a Medicina c’è tempo fino alle ore 15.00 di giovedì 25 luglio 2019. Si deve andare sul sito http://www.universitaly.ite indicare, in ordine di preferenza, le sedi universitarie per cui si intende concorrere. La prima preferenza indicata è quella dove si svolgerà il test. Una volta scelte, le preferenze non si possono più cambiare. Quando sarà terminata l’iscrizione su Universitaly, le aspiranti matricole dovranno perfezionarla secondo le istruzioni del bando dell’università presso la quale intendono svolgere il test. I posti disponibili quest’anno per Medicina e Chirurgia sono 11.568 (nel 2018 erano 9.779), quelli per Odontoiatria sono 1.133 (un anno fa erano 1.096).


Quota Ass. mensile € 20,00 presso la palestra della scuola “Gulliver” - Mondragone (CE) info: cell. 339 360 95 70 Pensioni, allarme Cgil: i 40enni di oggi andranno dopo i 73 anni I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È l’allarme lanciato dalla Cgil che fa il punto sulla riforma del regime contributivo puro – entrato in vigore nel 1996 – e le norme della riforma Ferrero: l’esito è una forte penalizzazione del lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro. Per andare a 66 anni, sempre nel 2035 e sempre parlando dei “contributivi” puri, serviranno 20 anni di anzianità e una pensione non inferire ai 1.282 euro di oggi. Per la pensione anticipata invece occorreranno 44 o 45 anni di contribuzione (rispettivamente se donna o uomo). Questo il quadro “stando ai vincoli introdotti dalla Legge Fornero”, spiega l’esperto di welfare della Cgil, Ezio Cigna. L’area più critica “è senz’altro quella delle carriere

discontinue con orario ridotto”. Ad esempio, secondo le simulazioni del sindacato, chi ha iniziato a lavorare nel 1996 a 24 anni con un salario annuo di 10mila euro e un part time se ha avuto un “anno di buco ogni tre lavorati” si ritroverà ad avere pensioni così basse da uscire solo a 73 anni. L’allarme riguarda poi in particolare i giovani e i lavori poveri. Il sindacato fa l’esempio di una colf che ha iniziato a lavorare nel 2014 a 30anni con un reddito medio sotto gli 8 mila euro l’anno, nelle simulazioni della Cgil andrà in pensione non prima del 2057, a 73 anni, dopo 43 anni di lavoro con un assegno intorno ai 265 euro al mese. Numeri che portano la Cgil a proporre per i giovani una pensione di garanzia, trovando un equilibrio tra contributi e vecchiaia. “Per noi dovrebbero essere assicurati almeno mille euro a chi somma 66 anni di età e 42 di anzianità”. Dopo di che per il sindacato è necessario “valorizzare a livello contributivo i periodo di stage, ricerca del lavoro, assistenza ai familiari” ha detto Cigna.

49


Antonio Pagliaro: “L’immagine sporca, trascurata e maleodorante della città è il fallimento dell’amministrazione Pacifico” Si fa sentire l’opposizione – tramite la voce del consigliere comunale di minoranza Antonio Pagliaro, componente del precedente esecutivo cittadino guidato dal sindaco Giovanni Schiappa - su un tema caldo e, ora più che mai, molto sentito dai mondragonesi, ovvero la presenza costante di immondizia e le erbacce presenti in città. “Nel programma amministrativo del primo cittadino Virgilio Pacifico si parla di piano di recupero delle aree verdi, di manutenzione del verde pubblico esistente e manutenzione con il ricorso alla

partecipazione dei cittadini (baratto amministrativo), ma nulla di tutto questo è riscontrabile girando per la città. Infatti, addirittura si stiano spendendo maggiori somme di danaro pubblico riguardo alla cura del verde ma, a causa di una grossa disorganizzazione, si cerca esclusivamente di rincorrere i problemi giornalieri, con spacchettamenti del medesimo servizio frutto di artifizi tecnico-amministrativi evidenti. Manca una vera e propria programmazione nella cura 50

del verde pubblico, nel taglio delle aiuole e degli alberi, anche riguardo alle aree più centrali e sotto gli occhi di tutti. Una città letteralmente abbandonata, che allo sfacelo del verde pubblico riesce ad aggiungere immondizia disseminata in ogni dove a causa di un servizio pianificato e controllato in maniera pessima dall’amministrazione comunale, pur non avendo subito alcun passaggio di cantiere con una nuova impresa ma avendo mantenuto la precedente società con tanto di interdittiva antimafia! In piena estate l’assenza del numero necessario di compattatori e di navette occorrenti, oltre alla mancanza inopportuna degli stagionali, sono evidentemente cause di una gestione troppo allegra delle casse del comune da parte di chi amministra, che sta facendo evidentemente accumulare debiti nei confronti della ditta da parte dell’ente. In tutto questo ci si fregia di girare video per mettere in bella mostra una semplice manutenzione ordinaria di qualche strada cittadina, che andrebbe fatta a prescindere, e non si guarda al di là del proprio naso ove è evidente che vi sono aree pubbliche in condizioni veramente poco dignitose, a breve distanza dai luoghi in cui sono avvenute le riprese video. Una città che, grazie all’amministrazione Pacifico, giace nell’incuria più totale da due anni, con lo spazzamento divenuto ormai un miraggio per pochissimi eletti, lo svuotamento dei cestini praticamente inesistente e qualche albero ed aiuola che, per non farli rientrare in un ciclo di cura ordinaria, si è preferito tagliarle in tronco, talvolta deturpando aree verdi che andavano solo curate periodicamente”.


Il Metano ti da una mano... 800 910 197 www.gestimenergia.it Scarica la nostra app

Via Venezia, 182 - Mondragone (CE) Info: 0823-972943 - 3922341333 www.gestimenergia.it

51


Prenotazioni per Feste e Buffet

Focaccia - Panino - Pizza al Taglio Baguette - Pane Casereccio Pane alle Noci - Pane integrale Pane alle olive - Pane stella Pane alla Soia - Pane Pugliese Taralli al vino bianco e rosso Tozzetti semplici bicolore o mandorlati

Crostata tradizionale vari gusti, caprese, torte di mele Biscotteria varia tradizionale

Il pane alla soia, anche chiamato “Pane alle Proteine” ( 270 Kcal/100gr.)

*Disponibile Tutti i Giorni

Il pane di segale (219 Kcal/100gr.).

*Disponibile su ordinazione solo il Martedì e Sabato

Novità

Pane alla Curcuma con semi di Chia e Girasole disponibile Venerdì e Domenica

Il pane ai cerali, oltre ad essere il giusto mix tra: farro, orzo, malto, frumento, avena, segale, soia, semi di girasole, semi di lino e semi di miglio *Disponibile Tutti i Giorni DIsponibile il Mercoledì e il Sabato

Freselline di Mais di una volta tutti i giorni

Freselle integrali 100% Giovedì Pane Integrale 100%

IL PANE VIOLA

- Consigliato per chi soffre di diabete e obesità -Antiossidante -Antinfiammatorio - Fonte di iodio - Realizzato con farine macinate a pietra

52


POSA IN OPERA GUAINA IMPERMEALIZZAZIONE TETTI

benito.vigliotti@hotmail.it - salvatore65vigliotti@virgilio.it

53


54


55


SALDISSIMI

30% 40% 50%

* saldi su montature selezionate

56

Profile for Domitiacom Mondragone

Agosto Settembre 2019  

Agosto Settembre 2019  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded