Abitare Verona 58

Page 1

ITA/Eng

ESTATE Summer 2022


FATTI & PERSONE 6

Registrazione Tribunale di Verona n° 1596 del 20/05/2004 Anno XII n°58 estate 2022

EVENTI & CULTURA 80 MOSTRE 98

FOOD & WINE 58

INTERNI 42

REAL ESTATE 64

Per comunicazioni, variazioni di indirizzo, segnalazioni di manifestazioni: info@abitareverona.it

WELLNESS 56

OUTDOOR 38

ARCHITETTURA 16

Direttore responsabile Giancarla Gallo Editore Ballarini Interni s.r.l. via del Lavoro 18 Valgatara di Valpolicella (Vr) tel. 045/6800525 info@abitareverona.it Progetto e realizzazione grafica Ballarini Interni Coordinamento editoriale Ilaria Ballarini Hanno collaborato Agnese Ceschi, Giancarla Gallo, Marta Sasso, Stampa Grafiche Marchesini



editoriale

Ecco un numero per festeggiare l’arrivo dell’estate, dedicato agli amanti del design e del territorio, italiani e non. A chi vuole godersi un bicchiere di vino e una bella cena con gli amici; a chi vuole dedicarsi alla cura del proprio corpo; a chi vuole immergersi nell’arte; a chi vuole godersi un concerto sotto le stelle... auguriamo una buona lettura!

Here’s an edition to celebrate the arrival of summer, dedicated to the lovers of design and the territory, both from Italy and visitors from other countries. For those who want to enjoy a glass of wine and a nice dinner with friends; to those who want to dedicate themselves to the care of their body; to those who want to immerse themselves in art; to those who want to go enjoy a concert under the stars ... we wish you a good reading!


Sparkling Lounge

Cicchettando la domenica tutte le DOMENICHE dalle 18 alle 20.30 APERITIVO CON MUSICA DAL VIVO

POSTI LIMITATI – PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

RISTORANTE EVO BARDOLINO

INFO E PRENOTAZIONI

Via Europa Unita, 24B | BARDOLINO (Vr)

marketing@aqualuxhotel.com

392 9479445

www.evobardolinoristorante.it

APERTO DA MARTEDÌ A SABATO DALLE 19.30 ALLE 22


fatti & persone ABBIAMO INTERVISTATO LA CAMPIONESSA DI NUOTO, NON PARLANDO DI IMPRESE SPORTIVE (PER UNA VOLTA), MA CHIEDENDOLE COME È LA SUA CASA IDEALE E COME IMMAGINA IL FUTURO A VERONA CON IL FIDANZATO MATTEO GIUNTA, CON CUI CONVOLERÀ A NOZZE A FINE ESTATE A VENEZIA. di Agnese Ceschi Foto Rossano Ronci

Federica Pellegrini

la Regina del nuoto che ha trovato casa a Verona 6

|


Tra i numerosi personaggi noti e sportivi che hanno legato negli anni il loro nome a Verona e trovato casa nella città scaligera c’è sicuramente anche Federica Pellegrini, campionessa di nuoto, residente a Verona fin da quando poco più che maggiorenne è approdata qui per farsi allenare al centro federale dall’allenatore che l’ha accompagnata e portata ai più grandi successi mondiali e olimpici, Alberto Castagnetti. Le abbiamo chiesto come sogna la casa che qui proprio a Verona diventerà il nido d’amore della sua nuova famiglia, quella che suggellerà con il matrimonio a fine estate a Venezia con Matteo Giunta, l’allenatore che l’ha seguita negli ultimi anni di carriera e con cui è nato l’amore proprio a bordo piscina.

Federica Pellegrini: the queen of swimming who has found a home in Verona We interviewed the swimming champion, not talking about sport (for once), but asking her how her ideal home would look like and how she imagines her future in Verona with her boyfriend Matteo Giunta, with whom she will get married at the end of the summer in Venice. by Agnese Ceschi Among the many well-known sports personalities who have linked their name to Verona over the years and found a home in the city, there is certainly also Federica Pellegrini, swimming champion, resident in Verona since she arrived here when she was a little over 18 years old to train at the federal center by the coach who accompanied her and led her to the greatest world and Olympic successes, Alberto Castagnetti. We asked her how her dream house here in Verona would look like. That house will eventually become the love nest of her new family, the one she will seal with the wedding at the end of the summer in Venice with Matteo Giunta, the coach who has followed her in the last years of career and with which love was born right by the pool.

|7


Come definiresti la tua casa? Direbbero i latini “parva sed apta mihi”. La casa ideale sarà quella che stiamo cercando con Matteo, sempre a Verona. Qual è il tuo stile preferito di “Abitare”? Mi piace una casa calda e piena di oggetti che parlino di me e della mia famiglia. Con la gestione di quattro magnifici cani l’arredamento viene un passo indietro rispetto alla funzionalità. Opterei per un mood elegante, ma allo stesso tempo pratico. Chi si occupa di scegliere l’arredamento a casa? Tu o il tuo futuro marito (ndr. Matteo Giunta) o avete demandato ad un architetto? Veniamo entrambi dallo sport, la cui cultura è che si vince con le persone giuste al posto giusto. Ci piace curiosare, ma alla competenza di un architetto è difficile rinunciare. Che rapporto hai con Verona e come è abitare qui? Verona è la città che mi ha accolto nel 2006, in un periodo molto difficile della mia esistenza. Da quel momento la mia vita è cambiata e qui ho messo le fondamenta di tutte le vittorie che ho ottenuto, ma sono anche cresciuta come persona fra momenti belli e brutti. Ho davvero tanti ricordi che mi legano a Verona: ad esempio mi ha reso molto orgogliosa ricevere le chiavi della città nel 2017, anno in cui ho preso anche la residenza. Amo la dimensione più raccolta di Verona e sono felice di immaginare il mio futuro qui.

8

|

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? A parte il matrimonio, in programma a fine estate, mi divido fra gli impegni istituzionali come membro della commissione atleti del CIO e quelli legati al mondo dello spettacolo. Mi piace questa doppia dimensione perché mi permette di restare in contatto con il mondo dello sport, che è stato il mio ambiente per 20 anni, ma anche di frequentare un ambito che conosco meno, che ormai ho imparato ad apprezzare. Questo secondo aspetto mi ha portato fuori dalla mia comfort zone consentendomi di esplorare parti della mia personalità che non tutti conoscono. Ti manca il nuoto? Pensi che ritornerai alla tua “Prima Casa" professionale che è la piscina, magari in modo diverso in futuro? Dopo tanti anni, sicuramente è strano non avere più l’appuntamento quotidiano che ha caratterizzato la mia vita da quando ero piccola. Per adesso sto bene così, ho scelto di smettere perché era finito un capitolo della mia vita e non ho grossi rimpianti. Il nuoto farà sempre parte della mia vita, se non altro perché Matteo fa l’allenatore e quindi è inevitabile continuare a frequentare l’ambiente. Sono in pace con me stessa e soprattutto ho tantissimi amici nel mondo del nuoto, quindi sicuramente continuerò a frequentarlo, con il piacere di muovermi in un contesto che conosco bene e che non smetterò mai di amare.

How would you define your home? The Latins would say "parva sed apta mihi". The ideal home will be the one we are looking for with Matteo, in Verona. What is your favorite living style? I like a warm house full of objects that speak to me and my family. With four magnificent dogs, the furniture style takes a step back from functionality. I would opt for an elegant but at the same time practical mood. Who takes care of choosing the furniture at home? You or your future husband (Matteo Giunta) or have you referred to an architect? We both come from sport, whose culture is that you win with the right people in the right place. We like to browse, but the competence of an architect is difficult to give up. What is your relationship with Verona and what is it like to live here? Verona is the city that welcomed me in 2006, in a very difficult period of my existence. Since that moment my life has changed and here I have laid the foundations of all the victories I have achieved, but I have also grown as a person between good and bad times. I have so many memories that bind me to Verona: for example, it made me very proud to receive the keys to the city in 2017, the year in which I also took up residence. I love the more intimate dimension of Verona and I am happy to imagine my future here. What are your plans for the future? Apart from the wedding, scheduled for the end of the summer, I share my time between my institutional commitments as a member of the IOC Athletes Commission and those related to the entertainment world. I like this double dimension because it allows me to keep in touch with the world of sport, which has been my environment for 20 years, but also to attend an area that I know less, which I have now learned to appreciate. This second aspect took me out of my comfort zone allowing me to explore parts of my personality that not everyone knows. Do you miss swimming? Do you think you will return to your professional "First Home" which is the swimming pool, maybe in a different way in the future? After so many years, it is certainly strange not to have the daily appointment that has characterized my life since I was little. For now I'm fine, I chose to quit because a chapter of my life was over and I have no big regrets. Swimming will always be part of my life, if only because Matteo is a coach and therefore it is inevitable to continue to stay in the environment. I am at peace with myself and above all I have many friends in the world of swimming, so I will certainly continue to enjoy it, with the pleasure of moving in a context that I know well and that I will never stop loving.


|9


fatti & persone Matteo Lunelli ABITARE SIGNIFICA COSTRUIRE UN LUOGO DOVE CREARE UN VINO DI ECCELLENZA, LAVORARE IN ARMONIA E FAR VIVERE AI VISITATORI DELLE ESPERIENZE UNICHE di Agnese Ceschi

intervista a Matteo Lunelli, amministratore delegato del Gruppo Lunelli, al quale fanno capo, oltre a Ferrari Trento e Surgiva, la distilleria Segnana, le Tenute Lunelli che producono vini fermi in Trentino, Toscana e Umbria, Bisol, marchio di riferimento nel mondo del Prosecco Superiore di Valdobbiadene, e Tassoni, leader in Italia nella produzione di bibite analcoliche a base di agrumi, famosa nel mondo per l’iconica cedrata. Come interpretate il concetto di Abitare all’interno del Gruppo Lunelli? Se penso al concetto di Abitare all’interno del Gruppo Lunelli, la prima cosa che mi viene in mente è Villa Margon, una meraviglio-

10

|

Matteo Lunelli Abitare means building a place where you can create a wine of excellence, work in harmony and let visitors live unique experiences by Agnese Ceschi An interview with Matteo Lunelli, managing director of the Gruppo Lunelli, who, in addition to Ferrari Trento and Surgiva, also includes the Segnana distillery, the Tenute Lunelli which produce still wines in Trentino, Tuscany and Umbria; Bisol, the reference brand in the world of Prosecco Superiore di Valdobbiadene, and


sa villa del Cinquecento sede di rappresentanza del Gruppo, immersa nei vigneti da cui nasce il Ferrari Trentodoc, che ci racconta il gusto per il bello e per l’abitare raffinato che in Italia già esisteva cinque secoli fa. Per noi oggi Abitare significa costruire un luogo dove creare un vino di eccellenza in termini di efficienza degli spazi, dove i collaboratori possano lavorare in armonia in termini di comfort e benessere ed infine dove poter accogliere i visitatori affinché possano scoprire i nostri valori ed i nostri vini e vivere un’esperienza memorabile. Questi tre elementi vanno combinati e bilanciati, il tutto con un approccio sempre più sostenibile, che ci ha portato nel 120° anniversario di Ferrari Trento a raggiungere la Carbon Neutrality. In fatto di sostenibilità, in Trentino siete particolarmente virtuosi… Quando si vive in un territorio con una natura così meravigliosa - ed il nostro Trentino è fatto di bellissime montagne e vasti spazi incontaminati - si sente ancor di più il dovere di preservarla. Lo sentiamo in modo particolare noi che creiamo vini, perché il

Tassoni, leader in Italy in the production of citrus-based non-alcoholic drinks, world famous for its iconic cedrata.

Sopra, Villa Margon, Sala Carlo V

How do you read the concept of Abitare within the Lunelli Group? If I think of the concept of Abitare within the Lunelli Group, the first thing that comes to mind is Villa Margon, a wonderful sixteenth-century villa,representative seat of the Gruppo, immersed in the vineyards from which the Ferrari Trentodoc is born, which tells us about the taste for beauty and refined living that already existed in Italy five centuries ago. For us today, Abitare means building a place where to create a wine of excellence in terms of space efficiency, where the partners can work in harmony in terms of comfort and wellbeing and finally where we can welcome visitors so that they can discover our values and our wines and live a memorable experience. These three elements must be combined and balanced, all with an increasingly sustainable approach, which led us to reach Carbon Neutrality on the 120th anniversary of Ferrari Trento.

| 11


vino è frutto della terra. Parliamo di architettura: avete compiuto da diversi anni delle scelte precise con collaborazioni di grande calibro. Perché è importante l’architettura all’interno delle vostre cantine? Un progetto iconico è la cantina Carapace in Umbria. Qui abbiamo affidato ad uno scultore, e non ad un architetto, la progettazione e la sfida di creare il concept. La prima scultura al mondo all’interno della quale si vive e si lavora. Arnaldo Pomodoro ha ideato il carapace, il guscio di una tartaruga, in quanto simbolo di longevità e di contatto tra cielo e terra. Nell’ottica della ricerca di comfort, bellezza e funzionalità abbiamo recentemente ristrutturato gli uffici di Trento con l’aiuto dell’architetto trentino Monica Armani e con la collaborazione di Michele De Lucchi stiamo studiando un nuovo concept di accoglienza di Ferrari Incontri. Coinvolgiamo architetti e creativi perché pensiamo che il bello - la bellezza estetica e funzionale - ed il buono - ciò che fa bene ed è eticamente corretto - debbano stare assieme.

12

|

In terms of sustainability, in Trentino you are particularly virtuous ... When you live in an area with such wonderful nature - and our Trentino is made up of beautiful mountains and vast uncontaminated spaces - you feel even more the duty to preserve it. We who create wines feel it in a particular way, because wine is a fruit of the earth. Let's talk about architecture: for several years you have made precise choices with collaborations of great caliber. Why is architecture important inside your cellars? An iconic project is the Carapace winery in Umbria. Here we have entrusted to a sculptor, and not to an architect, the design and the challenge of creating the concept. The first sculpture in the world in which you live and work. Arnaldo Pomodoro designed the carapace, the shell of a turtle, as a symbol of longevity and contact between heaven and earth. Aiming at comfort, beauty and functionality, we have recently renovated the Trento offices with the help of the Trentino architect Monica Armani and with the collaboration of Michele De Lucchi we are studying a new hospitality concept for Ferrari Incontri.


Accoglienza: che tipo di esperienza offrite ai visitatori che vengono a trovarvi in cantina? Da tempo abbiamo investito nell’ospitalità perché crediamo fortemente nel valore dell’esperienza. Oggi occorre comunicare ai visitatori emozioni e far vivere esperienze. Per questo, ad esempio, a Trento abbiamo costruito un’esperienza articolata che abbiamo chiamato il “Percorso del Bello e del Buono”, in cui i nostri ospiti scoprono come nasce il Ferrari Trentodoc in cantina, visitano i nostri vigneti e Villa Margon e concludono il percorso alla Locanda Margon, ristorante stellato Michelin, dove possono abbinare le nostre bollicine alle creazioni dello chef Edoardo Fumagalli. Una cucina che racconta

We involve architects and creatives because we believe that the beautiful - the aesthetic and functional beauty - and the good - what is good and ethically correct - must be together. Hospitality: what kind of experience do you offer to visitors who come to visit you in the cellar? We have long invested in hospitality because we strongly believe in the value of experience. Today it is necessary to communicate emotions to visitors and make them live experiences. For this reason, for example, in Trento we have built an articulated experience that we have called the "Path of Beauty and Good", in which our guests discover how Ferrari Trentodoc is born in the cellar, visit our vineyards and Villa Margon and finish the path to the Locanda Margon, a Michelin-starred restaurant, where they can combine our bubbles with the creations of chef Edoardo Fumagalli. A cuisine that tells the Italian spirit, but also the flavors of the territory. Another form of hospitality can be found at our Ferrari Spazio Bollicine: even in an airport space you can discover the Ferrari Trento brand and drink a good glass of Trentodoc

A sinistra, Villa Margon. Sopra, Matteo Lunelli

| 13


In alto, il Carapace. Sopra, Matteo Lunelli

14

|

l’italianità, ma anche i sapori del territorio. Un’altra forma di ospitalità si può trovare presso i nostri Ferrari Spazio Bollicine: anche in uno spazio aeroportuale si può scoprire il brand Ferrari Trento e bere un buon calice di bollicine Trentodoc in questi winebar costruiti con design italiano attorno al concetto di piazza ed incontro. Questo concept, lanciato per la prima volta nel 2006 a Madonna di Campiglio, è oggi di grande successo presso gli aeroporti di Fiumicino, Milano Linate e Milano Malpensa. La nostra vuole essere un’ospitalità a 360 gradi: ci sono tanti altri progetti in cantiere, come il vigneto-giardino sulla collina del Cartizze del brand Bisol1542, o altri già consolidati che continuano, come la collaborazione di Surgiva con il Parco Naturale Adamello Brenta. Come è cambiato il mondo del vino con la pandemia? All’inizio ha spaventato tutti e ha portato uno stop forzato con la chiusura di bar e ristoranti. Poi però i consumatori hanno cambiato il loro stile di consumo, sperimentando il vino a casa in un contesto più intimo, come un momento di gratificazione personale. Se è cambiato lo stile di consumo, la passione per il vino è cresciuta. Oggi, terminate le restrizioni e il distanziamento sociale, le bollicine in particolare sono sempre più richieste perché c’è una grande voglia di convivialità. Inoltre due trend già in atto nel periodo prepandemico hanno subito un’accelerazione: il digitale e la sostenibilità. Oggi per il consumatore è sempre più importante informarsi sul web e sui social media, acquistare il vino online e poter contare su brand che operano in armonia con l’ambiente e con un approccio etico e sostenibile.

bubbles in these wine bars built with Italian design around the concept meeting other people and be together. This concept, launched for the first time in 2006 in Madonna di Campiglio, is now very successful at the airports of Fiumicino, Milan Linate and Milan Malpensa. We aim at a 360-degree hospitality: there are many other projects in the pipeline, such as the vineyard-garden on the Cartizze hill of the Bisol1542 brand, or others already consolidated that continue, such as Surgiva's collaboration with the Adamello Brenta Natural Park How has the world of wine changed with the pandemic? At first it scared everyone and led to a forced stop with the closure of bars and restaurants. But then consumers changed their style of consumption, experiencing wine at home in a more intimate context, as a moment of personal gratification. If the style of consumption has changed, the passion for wine has grown. Today, once the restrictions and social distancing are over, bubbles in particular are increasingly in demand because there is a great desire for conviviality. Furthermore, two trends already underway in the prepandemic period have accelerated: digital and sustainability. Today, it is increasingly important for consumers to get information on the web and on social media, buy wine online and be able to count on brands that operate in harmony with the environment and with an ethical and sustainable approach.



16

|

fatti & persone


DA SETTEMBRE 2022 A VERONA, NELL'EX STAZIONE FRIGORIFERA DEI MERCATI GENERALI, in Via Santa Teresa, aprirà un nuovo punto vendita Eataly. La novità veronese è che il punto vendita, dedicato al food e alla ristorazione, ospiterà anche un museo e mostre per artisti emergenti, l'Eataly Art House, E. ART.H. Verona sarà dunque la prima città del Veneto a far parte della catena, che proporrà 10 mila prodotti di cui 2000 del territorio, tra cui dolci, vini, olio, salumi, formaggi, tortellini di Valeggio, e inoltre si focalizzerà appunto sull'arte. Eataly è una catena di punti vendita di medie e grandi dimensioni di articoli agroalimentari italiani, fondata da Oscar Farinelli nel 2010 ad Alba e presente in diverse città italiane ed estere, per la precisione 41 in 15 paesi del mondo. L'edificio, finito di sistemare e ristrutturare in questi giorni, misura13 mila metri quadrati per un investimento di 60 milioni di euro ed è dotato di standard tecnologici moderni. Al piano superiore verrà ospitata un'area museale con mostre itineranti e culminerà nello spazio della cupola, il cui progetto è stato realizzato dall'architetto Mario Botta.

Apertura all’ex ghiacciaia di un punto vendita Eataly, ma Verona ospiterà arte Opening at the former icebox of an Eataly Store, but Verona will host art di Giancarla Gallo

by Giancarla Gallo From September in Verona, in the former refrigeration station of the Mercati Generali, in Via Santa Teresa, a new Eataly store will open. The novelty is that the store, dedicated to food and catering, will also host a museum and exhibitions for emerging artists, the Eataly Art House, E. ART.H. This is the big news regarding Verona, the first city in the Veneto to be part of the chain, which will offer 10,000 products of which 2,000 from the territory, including sweets, wines, oil, cold cuts, cheeses, tortellini di Valeggio, and will also focus precisely on art. Eataly is a chain of medium and large-sized stores of Italian agri-food items, founded by Oscar Farinelli in 2010 in Alba and present in various Italian and foreign cities, to be precise 41 in 15 countries around the world.

| 17


Alla “ghiacciaia” degli anni '30 sarà dedicato un percorso per far conoscere al pubblico la storia locale. Dopo due anni difficili a causa della pandemia, questo è indubbiamente un segnale positivo di rinascita con la possibilità di lavoro per un centinaio di persone. A curare la nuova apertura è Nicola Farinetti, figlio di Oscar, che come il padre crede molto nel connubio cibo ed arte ed ama la città di Verona. Il punto vendita veronese è innovativo in quanto consente di monitorare il consumo energetico. L'inaugurazione è prevista per il 22 settembre 2022 con una personale dell'artista visivo ghanese Ibrahim Mahama a cura di Eva Brioschi e la mostra del fotografo e regista olandese Anton Corbijn a cura di Walter Guadagnini. Le due mostre, che resteranno aperte fino a gennaio 2023, verranno affiancate da conversazioni, workshop e incontri con artisti. Al piano terreno verrà allestito l'Art Market con spazi per accogliere gallerie italiane ed internazionali.

18

|

The building, which has recently been refurbished, measures 13,000 square meters for an investment of 60 million euros and is equipped with modern technological standards. The upper floor will host a museum area with traveling exhibitions and will culminate in the space of the dome, the project created by the architect Mario Botta. A path will be dedicated to the “icebox” of the 1930s to make the local history known to the public. After two difficult years due to the pandemic, this is undoubtedly a positive sign of rebirth with the possibility of work for a hundred people. Nicola Farinetti, son of Oscar, takes care of the new opening, who, like his father, strongly believes in the combination of food and art and loves the city of Verona. The Veronese store is innovative as it allows you to monitor energy consumption. The inauguration is scheduled for 22 September 2022 with a solo exhibition by the Ghanaian visual artist Ibrahim Mahama curated by Eva Brioschi and the exhibition by Dutch photographer and director Anton Corbijn curated by Walter Guadagnini.


Ma non è tutto. Per sostenere i giovani artisti emergenti è nato il premio E. ART. H. a cura di Matteo Mottin e Ramona Ponzini. Attraverso un open call ogni anno verranno selezionati artisti under 35, non rappresentati da una galleria con una mostra all'attivo, seguendo il tema proposto, che per il 2022 sarà sulla biodiversità. C'è tempo fino al 9 ottobre di quest'anno per partecipare “E.ART.H. si propone l’obiettivo di stimolare conoscenza e cultura presso il grande pubblico applicando i valori di Eataly e di Green Pea – accessibilità, inclusività, responsabilità, condivisione e sostenibilità – alla fruizione delle arti visive”, spiegano gli organizzatori.

The two exhibitions, which will remain open until January 2023, will be accompanied by conversations, workshops and meetings with artists. The Art Market will be set up on the ground floor with spaces to accommodate Italian and international galleries. But that is not all. The E. ART. H. award was created to support young emerging artists, edited by Matteo Mottin and Ramona Ponzini. Through an open call each year artists under 35 will be selected, not represented by a gallery, with an exhibition to its credit, following the proposed theme, which for 2022 will be on biodiversity. There is time until October 9 of this year to participate "E.ART.H. aims to stimulate knowledge and culture among the general public by applying the values of Eataly and Green Pea - accessibility, inclusiveness, responsibility, sharing and sustainability - to the use of the visual arts", explain the organizers.

Nicola Farinetti, Amministratore Delegato di Eataly / Eataly's CEO

| 19


archutettura di Emily Orlando

MONICA ARMANI IL MONICA ARMANI È ARCHITETTO, PROGETTISTA DI INTERNI E DESIGNER. IL SUO STILE PULITO E FRESCO SI CONTRADDISTINGUE PER L’ARMONIA CHE CREA NEGLI AMBIENTI. NOI LA ABBIAMO INTERVISTATA PER ANDARE PIÙ A FONDO IN CIÒ CHE FA E IN CIÒ CHE CREA

Monica, lei è architetto, progettista di interni e designer. Il suo stile è elegante, pulito e morbido. Da cosa trae ispirazione e come ha trovato il suo stile? Innanzitutto posso dire di essere nata nell’architettura. Mio padre è stato uno degli architetti protagonisti del movimento razionalista in Italia e innamorato dell’International Style. Da piccola giocavo tra una poltrona di Bertoia e le sedie di Eames nella nostra villa di famiglia che ha la mia età ed ancora oggi esprime tutta la sua modernità e i valori a cui mi ispiro. Studiare architettura e costruire è stata la prima passione della mia vita. Nei primi 10 anni della mia carriera mi sono dedicata principalmente all’architettura, curando ogni più piccolo dettaglio dei miei progetti.

20

|


Monica Armani, the language of design

Per definire il mio lavoro mi piace pensare a una sorta di "equazione dei dettagli" perché nessuno di essi è mai troppo piccolo per non essere considerato. È un approccio articolato ma ritento che sia l'unica strada per creare progetti e oggetti autentici senza tempo. Da questo approccio e dall’incontro con mio marito Luca Dallabetta, che da sempre mi affianca nella mia attività, dedicarmi anche all’industrial design è stato quasi naturale. Siamo stati antesignani, più di 20 anni fa ci siamo autoprodotti creando PROGETTO1, un sistema di tavoli molto articolato che ha avuto una notevole attenzione e che ancora oggi è prodotto da B&B Italia. Penso che il mio stile sia la sintesi di tutte le mie esperienze. La capacità di definire uno spazio o una forma deriva da tutti i sensi e il vissuto ne è sempre parte integrante.

Monica Armani is an architect, interior designer and designer. Her clean and fresh style is characterized by the harmony it creates in the rooms. We interviewed her to go deeper into what she does and what she creates by Emily Orlando Monica, you are an architect, interior designer and designer. Your style is elegant, clean and soft. What do you draw inspiration from and how did you find your style? First of all, I was born in architecture. My father was one of the leading architects of the rationalist movement in Italy and was in love with the International Style. As a child I used to play between a Bertoia armchair and Eames chairs in our family villa which is my same age and that still today expresses all the modernity and values that inspire me. Studying architecture and building were the first passions of my life. In the first 10 years of my career, I mainly dedicated myself to architecture, taking care of every little detail of my

I IL LINGUAGGIO DEL DESIGN

projects. To define my work, I like to think of a sort of "equation of details" because none of them are ever too small not to be considered. It is a complex approach but I believe it is the only way to create timeless authentic projects and objects.

| 21


Credo che la lente, anche rigorosa della mia prima formazione razionalista, calata nella mia continua osservazione del mondo organico, mi permetta di creare oggetti che sono la sintesi tra armonia, segno preciso, funzione, ricerca tecnologica, mirando al contempo sempre al rifiuto del superfluo. Come è nato l'amore verso il suo lavoro? Sono nate collaborazioni importanti ed il suo nome è noto nel settore. Ha voglia di raccontarci il segreto del suo successo? Spesso penso che il nostro lavoro sia magico, utilizziamo una sorta di linguaggio dei segni che ancor più della parola ci permette di entrare in comunicazione con un mondo senza confini. Mi emoziono ancora oggi, dopo tanti anni, vedendo le espressioni delle persone, provenienti delle più eterogenee parti del mondo, davanti a un mio prodotto. Questo mi dà grande energia e gioia. Credo che il successo arrivi dalla mia grande dedizione e dalla continua ricerca, alimentata da una infinita curiosità.

22

|

Questo approccio mi permette un crossover continuo per definire i miei lavori. Ho chiamato questo processo “Design in Molecules”, ispirandomi alla interazione delle molecole che costituiscono il DNA di ogni mio progetto. Penso poi che la coerenza in ogni mia creazione sia un fil-rouge ben espresso e credo che ciò sia riconosciuto dal mio mondo e sia il segreto del mio successo. Prendendo come esempio il tavolo B&B Allure O’ abbinato alla sedia Flair O' notiamo modernità e "morbidezza" delle forme. Come mai la scelta di uno stile più armonioso e meno "spigoloso"? Cosa vorrebbe valorizzare e trasmettere? Nel caso delle nuove collezioni Allure O' e Flair O' tutto è cominciato dalla idea di disegnare un tavolo e delle sedute che fossero anche delle sculture, un segno riconoscibile dentro alla stanza, la cui presenza non passa inosservata, capaci di creare un luogo ma allo stesso tempo oggetti fruibili e conviviali. Ho accennato ai linguaggi sempre in evoluzione per il design che è l’anima, o meglio dovrebbe esserlo, di tutti gli oggetti che l’uomo produce con le sue mani e le macchine che ha inventato per produrli.

From this approach and from the meeting with my husband Luca Dallabetta, who has always supported me in my business, dedicating myself to industrial design was almost a natural process. We were forerunners and more than 20 years ago we self-produced by creating PROGETTO1, a very complex table system that has received considerable attention and which is still produced by B&B Italia today. I think that my style is the synthesis of all my experience. The ability to define a space or a shape comes from all the senses and the experience is always an integral part of it. I believe that the lens, even the rigorous one of my first rationalist training and in my continuous observation of the organic world, allows me to create objects that are the synthesis of harmony, preciseness, function, technological research, while always aiming at the rejection of the superfluous. How was the love for your work born? Important collaborations were made and your name is well known in the sector. Do you want to tell us the secret of your success? I often think that our work is magical, we use a sort of sign language that allows us to enter into communication with a world without borders. I still get excited today, after so many years, seeing the expressions of people, coming from the most heterogeneous parts of the world, in front of one of my products. This gives me great energy and joy. I believe that success comes from my great dedication and continuous research, fueled by an infinite curiosity. This approach allows me a continuous crossover to define my works. I called this process “Design in Molecules”, inspired by the interaction of the molecules that make up the DNA of each of my projects. I also think that consistency in each of my creations is a well-expressed fil-rouge and I believe that is the secret of my success. Taking as an example the B&B Allure O' table combined with the Flair O' chair, we notice modernity and "softness" of the sha-


Dicevo che il design è una sorta di lingua dei segni in continua evoluzione ma per essere autenticamente lasting deve avere un fil-rouge legato a uno stile. Attraverso questo approccio, ispirandomi ad alcune forme degli anni ’60, ho disegnato queste due nuove collezioni. Ho sentito che era il momento di trovare un’espressione che riuscisse a coniugare forme precise con una morbidezza capace di accogliere, forse anche in risposta ai tempi che stiamo vivendo. Si legge che lei è molto attenta all'illuminazione degli ambienti. Quanto conta lo studio della luce per valorizzare le sue creazioni?

pes. Why the choice of a more harmonious and less "edgy" style? What would you like to enhance and convey? In the case of the new Allure O' and Flair O' collections, it all started with the idea of designing a table and chairs that were also sculptures, a recognizable sign inside the room, whose presence does not go unnoticed, capable of making a place but at the same time usable and convivial objects. I mentioned the ever-evolving languages for design which is the soul, or rather should be, of all the objects that humans produce with their hands and the machines they invented to produce them. I was saying that design is a sort of constantly evolving sign language

must always be dimmable to create different scenarios during the day and the seasons that are experienced in a place I created. Or I use the light enclosed in an iconic object as a suspension that promptly becomes the protagonist. You can conclude with a thought / quote that is meaningful to you. "With an infinite curiosity to innovate, the impossible becomes possible, the challenge is always to simplify complexity".

La luce è tutto, per me è al pari di un materiale, forse di più. Cerco di nascondere le sorgenti luminose il più possibile, amo lavorare con la luce indiretta che deve essere sempre dimmerabile per creare scenari diversi durante la giornata e le stagioni che si vivono in un luogo da me creato. Oppure utilizzo la luce racchiusa in un oggetto iconico come una sospensione che diventa puntualmente protagonista. Può concludere con un pensiero/citazione per lei significativo. “Con un’infinita curiosità di innovare, l’impossibile diventa possibile, la sfida è sempre quella di semplificare la complessità”.

but to be authentically lasting it must have a fil-rouge linked to a style. Through this approach, inspired by some shapes of the 60s, I designed these two new collections. I felt that it was time to find an expression that could combine precise shapes with a softness capable of welcoming, perhaps also in response to the times we are living in. We read that you are very attentive to the lighting of the rooms. How important is the study of light to enhance your creations? Light is everything, for me it is like a material, perhaps more. I try to hide the light sources as much as possible, I love working with indirect light which

| 23


archutettura

Apre Platys un’oasi di sport e relax nel cuore di Verona all’insegna della sostenibilità IL CENTRO, INAUGURATO A GIUGNO, SORGE NELL’AREA VERDE A SUD DI PORTA PALIO E NASCE IN OTTICA DI RIGENERAZIONE “UMANA E URBANA”, CON UNA DECISA IMPRONTA GREEN

24

|

UN LUOGO DOVE COLTIVARE IL BENESSERE di corpo e mente a 360°, la realizzazione di un sogno che simboleggia un nuovo rapporto tra uomo e ambiente: tutto questo è Platys, il nuovo progetto che offre alla città di Verona un “oasi di rigenerazione umana e urbana”. Platys è situato tra Via Albere e la Spianà e promette di diventare il luogo di riferimento per gli amanti dello sport, del mondo olistico, del relax e della sostenibilità. Numerose strutture dedicate a padel e tennis, una laguna per il relax e il nuoto, ampi spazi verdi e area ristorazione. Tutto con importanti attenzioni verso il Pianeta come impianti fotovoltaici, rispetto della biodiversità e sensibilità verso l’impronta ecologica sull’ambiente. Proprio per questi motivi, la struttura è candidata ad ottenere per prima in Europa


Platys opens an oasis of sport and relaxation in the heart of Verona in the name of sustainability The center, inaugurated in June, is located in the green area south of Porta Palio and was created to achieve "human and urban" regeneration, with a strong green imprint A place to cultivate the well-being of body and mind all around, and a dream coming true that symbolizes a new relationship between

la certificazione secondo il protocollo ambientale volontario SITES® di GBCI® (Green Business Certification Inc.), ovvero il sistema per creare progetti di sviluppo del territorio sostenibili. La certificazione viene assegnata al termine del processo di costruzione. Tutto nasce da un incontro tra due imprenditori, Filippo Ghezzer e Stefano Magrini, che condividono un sogno: realizzare un luogo che rappresentasse una nuova concezione del rapporto uomo-ambiente. ll nome “Platys” ha una doppia motivazione: dal greco πλατυς (platys), ampio, largo, e dai numerosi platani secolari che arricchiscono l’area. Platani ombrosi e maestosi che creano un’anfiteatro naturale e una delimitazione green a contenitore del parco. Gli edifici a “Energia Zero, Emissioni Zero e Rifiuti Zero”, grazie a bassissimi consumi e a

man and the environment: all this is Platys, the new project that offers the city of Verona an “oasis of human and urban regeneration”. Platys is located between Via Albere and the Spianà and promises to become the point of reference for lovers of sport, the holistic world, relaxation and sustainability. Numerous facilities dedicated to padel and tennis, a lagoon for relaxation and swimming, large green spaces and a restaurant area. All with important attention to the planet such as photovoltaic systems, respect for biodiversity and sensitivity to the ecological footprint on the environment. Precisely for these reasons, the project is the first candidate in Europe to obtain certification of the voluntary environmental protocol SITES® by GBCI® (Green Business Certification Inc.), which is the system for creating

| 25


campi fotovoltaici d’avanguardia, producono più energia di quanta ne consumino, configurandosi come una piccola centrale energetica. Per l’irrigazione del centro sono presenti vasche di raccolta di acqua piovana, in ottica di pieno utilizzo di tutte le risorse con il minor impatto ambientale possibile. Platys Center in numeri Oltre 50mila mq di superficie complessiva, 4 campi da padel coperti e climatizzati con pareti semovibili che ne consentono l’utilizzo tutto l’anno, 3 campi da beach volley di cui due coperti, climatizzati e con sabbia riscaldata (quindi aperti tutto l’anno), 1 campo da calcetto e una struttura sportiva polivalente di 800 mq ca. Una laguna di 1300 mq che digrada dolcemente fino a toccare 1,80 m di profondità, perfetta per relax, nuoto e divertimento.

A corollario anche la baby laguna di 300 mq con una profondità che permette ai più piccoli di giocare in sicurezza. Completano la struttura un’area parcheggio con oltre 150 posti auto. Platys crea fino a circa 50 posti di lavoro nel periodo di alta stagione. “Anima" è il nome del lounge-bistrot dedicato alla ristorazione, che aprirà a settembre, con un terrazzo di ca. 300 mq, una zona per gustare prelibati piatti e un’area polifunzionale, disponibile per incontri, eventi aziendali, occasioni festive. All’interno, un’idea di ristorazione del territorio, con i prodotti coltivati all’interno del centro stesso, ma anche con eccellenze locali da valorizzare. Innovativo, rilassante e sostenibile: Platys è la tua oasi di relax nel cuore di Verona.

26

|

sustainable development projects for the territory. The certification is awarded at the end of the construction process. It all came to be from the coming together of two entrepreneurs, Filippo Ghezzer and Stefano Magrini, who shared a dream: to create a place that represents a new concept of the relationship between man and the environment. The name “Platys” has a double reason: from the Greek πλατυς (platys), large, broad, and from the numerous secular plane trees that enrich the area. Shady and majestic plane trees that create a natural amphitheater and a green boundary as to contain the park. The "Zero Energy, Zero Emissions and Zero Waste" buildings, thanks to very low consumption and state-of-the-art photovoltaic fields, produce more energy than they consume, configuring themselves as a small energy plant. For the irrigation of the center there are rainwater collection tanks, with a view to full use of all resources with the lowest possible environmental impact. Platys Center in numbers Over 50 thousand square meters of surface area, 4 covered and air-conditioned padel courts with movable walls that allow them to be used all year round, 3 beach volleyball courts, two of which are covered, air-conditioned and with heated sand (therefore open all year round), 1 soccer field and a multipurpose sports facility of approx. 800 square meters. A 1300 square meter lagoon that slopes gently down to a depth of 1.80 m, perfect for relaxation, swimming and fun. You can also find the baby lagoon of 300 square meters with a depth that allows the little ones to play safely. The structure is completed by a parking area with over 150 parking spaces. Platys creates up to around 50 jobs in the peak season. “Anima” is the name of the lounge-bistro dedicated to catering, which will open in September, with a terrace of about 300 square meters, an area for enjoying delicious dishes and a multifunctional area, available for meetings, corporate events, festive occasions. Inside you can find an area dedicated to local food, with products grown within the center itself, but also with local excellences to be enhanced. Innovative, relaxing and sustainable: Platys is your oasis of relaxation in the heart of Verona.


Seguici su

LE NOSTRE TERRE, LE NOSTRE UVE, I NOSTRI VINI FROM UNBOTTLED TO BOTTLED WINES, WE OFFER A BIG CHOICE OF WINES FOR OUR CONSUMERS Punto Vendita / Wine Shop

DESENZANO - SAN MARTINO DELLA BATTAGLIA Via Unità d’Italia 124 - Tel. 030 9910108 pv.dezenzano@collisgroup.it Lunedì-Monday / Sabato-Saturday 09:00/12:30 - 14:30/19:00 Altri Punti Vendita / Other Wine Shops COLOGNOLA AI COLLI - LONIGO - SAN BONIFACIO - BARBARANO VICENTINO - MERLARA Collis Veneto Wine Group S.c.a.c. - Tel. 045 6108222 - info@cantinaveneta.com - www.cantinaveneta.com


archutettura

Re/Max Benacus propone un nuovo abitare L’AGENZIA IMMOBILIARE RE/MAX BENACUS RAPPRESENTA PIÙ DI 25 ANNI DI ESPERIENZA, DI DURO LAVORO E CONOSCENZA DEL MERCATO IMMOBILIARE. ECCO PRESENTATI DUE NUOVI PROGETTI, LEGATI DA UNA PASSIONE PER L’ABITARE SENZA COMPROMESSI, SOSTENIBILE E CHE GUARDA AL FUTURO

RESIDENZE BLOOM Queste residenze a Cavalcaselle rappresentano un nuovo approccio all’abitare. Non le solite case ma un’architettura moderna in piena sinergia con la natura che diventa parte integrante ed elemento essenziale. Le logge e i giardini privati sono stati infatti pensati come tutt’uno con l’ambiente interno, affinché la casa si espanda senza perdere la sua identità individuale. Un concetto di privacy che coinvolge anche il living outdoor. È inoltre un complesso eco-sostenibile che coinvolge le ultime

Re/Max Benacus proposes a new living The Re/Max Benacus real estate agency represents more than 25 years of experience, hard work and knowledge of the real estate market. Here’s two new projects, linked by a passion for uncompromising, sustainable and future-oriented living

BLOOM RESIDENCES These residences in Cavalcaselle represent a new approach to living. Not the usual houses but modern architecture in full synergy with nature that becomes an integral part and essential element. The loggias and private gardens are in fact designed as one with the internal environment, so that the house expands without losing its individual identity. A concept of privacy that also involves the outdoor living. It is also an eco-sustainable complex that involves the latest technical knowledge to make all the residences autonomous and with a lower environmental impact.

28

|


conoscenze tecniche per rendere autonome e con minor impatto ambientale tutte le residenze. Ridurre l’impatto ambientale in termini di costo, di energia e di materiali è stato infatti lo scopo primario di questi green building, senza dover compromettere sul loro comfort e funzionalità. RESIDENZE CORTE BASSA La Residenza Corte Bassa rappresenta il luogo ideale per potersi immergere in un contesto verde e silenzioso pur essendo a pochi passi dal centro di Verona. Reducing the environmental impact in terms of cost, energy and materials was in fact the primary purpose of these green buildings, without having to compromise on their comfort and functionality. CORTE BASSA RESIDENCES The Corte Bassa residences are the ideal place to immerse yourself in a green and quiet environment while being a short walk from the center of Verona. All villas are designed with a subdivision of internal spaces with surfaces ranging from 116 square meters to 148 square meters, all surrounded by a large green / outdoor area (from 360 square meters to 740 square meters) where it is also possible to create a private swimming pool. All villas are equipped with a photovoltaic system and have a class A energy efficiency.

Tutte le ville sono concepite con suddivisione degli spazi interni con superfici variabili dai 116 mq ai 148 mq, il tutto circondato da un’ampia zona verde/esterna (dai 360 mq ai 740 mq) dove è possibile anche creare una piscina privata. Tutte le ville sono dotate di impianto fotovoltaico e hanno un’efficienza energetica di classe A. A PROPOSITO DI RE/MAX BENACUS Il Gruppo Benacus esiste nel mercato immobiliare dal 1994 e comprende oggi 7 uffici e oltre 60 consulenti. Benacus, grazie al gruppo Re/Max, è in grado di condividere gli incarichi con tutti i consulenti immobiliari, che possono a loro volta proporli ai loro clienti, creando così un sistema di vendita diretta e risparmiando i successivi passaggi di marketing territoriale. Re/Max Benacus, oltre a creare visuali 360° e Modelli 3D, ha al suo interno un team specializzato in sviluppo di operazioni immobiliari che è in grado di affiancare lo

sviluppatore e una commercializzazione efficace e professionale grazie a dei consulenti di vendita esperti nel settore delle nuove costruzioni. Re/max Benacus ha inoltre un reparto marketing interno, che realizza l'identità grafica dell'operazione e tutto il materiale a supporto delle campagne pubblicitarie online (social, landing page dedicate ) e offline (cartellonista, volantinaggio e eventi).

Peschiera del Garda, Via Risorgimento 5/B tel. 030 5780472 benacus@remax.it residenzecortebassa.com residenzebloom.com

ABOUT RE/MAX BENACUS Gruppo Benacus works in the real estate market since 1994 and today includes 7 offices and over 60 consultants. Benacus, thanks to the Re/Max Group, is able to share its products with all the real estate consultants, who can in turn offer them to their customers, thus creating a direct sales system and saving the subsequent territorial marketing steps. Re/Max Benacus, in addition to creating 360° visuals and 3D models, has an internal team specialized in the development of real estate operations that is able to support the developer (company, investment fund or construction real estate) in all phases of the intervention, from the design to the marketing of the properties. This allows to obtain the best cost / benefit for all the parties involved, guarantees a better profitability for the developer and an effective and professional marketing thanks to experienced sales consultants in the new construction sector. Re/max Benacus also has an internal marketing department, which creates the graphic identity of the operation and all the material supporting the online advertising campaigns (social networks, dedicated landing pages) and offline (poster designer, flyers and events).

| 29


30

|

portfolio


Living free UNA VILLA NEL VERDE DEL LAGO DI GARDA

di Marta Sasso Fotografie di Michele Mascalzioni

NELLA CORNICE RESIDENZIALE DEL LAGO DI GARDA, con una meravigliosa vista sullo specchio d’acqua, nasce questo intervento a cura di Ballarini Interni, che con l’aiuto dei suoi interior designer, interpreta gli spazi di questa villa privata nel cuore di Marciaga. La committenza è una coppia dinamica, con gusti eleganti ed esigenze pratiche, per questo Ballarini propone arredi su misura, pensati per sfruttare gli spazi in modo totale. La cucina è il centro di questa abitazione, spazio di incontro e condivisione, e Ballarini Interni sceglie di armonizzare gli spazi con un tocco sartoriale, scegliendo aziende che garantiscono la massima personalizzazione di forme, finiture, misure e distribuzioni, per creare uno spazio unico sia in estetica che in ergonomia.

Living free A villa in the green of Lake Garda by Marta Sasso In the residential setting of Lake Garda, with a wonderful view of the blue waters, this intervention was created by Ballarini Interni, who, with the help of its interior designers, interpreted the spaces of this private villa in the heart of Marciaga. The client is a dynamic couple, with elegant taste and practical needs, which is why Ballarini offered bespoke furnishings, designed to take full advantage of the spaces. The kitchen is the center of this home, a meeting and sharing space, and Ballarini Interni chooses to harmonize spaces with a sartorial

| 31


La scelta è ricaduta su di un’essenza di palissandro con venature orizzontali, prestando particolare cura alla continuità delle stesse sui diversi pannelli che compongono i lati. La pannellatura in essenza nasconde il passaggio dalla zona living al retro della cucina, mimetizzando così la parte operativa alla vista dell’open space. La cappa scelta funge da meccanismo aspirante e da corpo illuminante. Scegliendo Falmec in color rame, entrambe le funzioni vengono brillantemente soddisfatte, con un elemento dalle caratteristiche moderne ed innovative.

32

|

Il tavolo della sala da pranzo si distingue per la sua eleganza ed originalità: un pezzo di design della ditta Desalto, modello Clei, che si fonde alla perfezione con il mood scelto per le finiture in spatolato metallico e pietra lavica per il top. Ballarini Interni propone uno stile versatile e lineare, con la scelta di superfici materiche e colori naturali, anche nella zona living. Qui troviamo marchi italiani di eccellenza come il divano Flexform, la nota di colore che serviva, delicato ed accogliente in velluto cangiante verde, modello Long Island, che definisce morbidamente la zona soggiorno, illuminando l’ambiente.


touch, choosing companies that guarantees maximum customization of shapes, finishes, sizes and distributions, to create a unique space both in aesthetics and in ergonomics. The choice fell on an essence of rosewood with horizontal veins, paying particular attention to the continuity of the same on the different panels that make up the sides. The wood paneling hides the passage from the living area to the back of the kitchen, thus camouflaging the operational part from the view of the open space.

The hood chosen acts as a suction mechanism and as a lighting body. By choosing Falmec in copper color, both functions are brilliantly fulfilled, with an element with modern and innovative characteristics. The dining room table stands out for its elegance and originality: a design piece from the Desalto company, Clei model, that blends perfectly with the mood chosen for the metal and lava stone finishes for the top.

| 33


Un altro disegno pulito ed essenziale con superfici pure e continue è il sistema d’arredo sospeso Rimadesio, scelto per la zona tv, espressione di essenzialità e contemporaneità. Le geometrie assolute del sistema Self Bold si inseriscono con eleganza e personalità nello spazio. Il top è uno dei tratti distintivi della collezione e le superfici in vetro satinato bronzo ne caratterizzano l’unicità, donando luce e classe a tutto l’ambiente. Ballarini Interni, avvalendosi dei migliori designers, ha interpretato questi spazi con eleganza e cura per il dettaglio, come la ricercatezza delle superfici, dei colori e la linearità delle forme, rendendo questa villa unica nella sua personalità, rispecchiando i gusti e le esigenze personali di chi la abita. Potete visitare lo showroom di Ballarini interni a Valgatara e toccare con mano le innumerevoli possibilità creative che lo staff mette a vostra disposizione.

34

|

Ballarini Interni proposes a versatile and linear style, with the choice of material surfaces and natural colors, even in the living area. Here we can find Italian brands of excellence such as the Flexform sofa, the note of color that was needed, delicate and welcoming in iridescent green velvet, model Long Island, that softly defines the living area, illuminating the environment. Another clean and essential design with pure and continuous surfaces is the Rimadesio suspended furniture system, chosen for the TV area, an expression of essentiality and contemporaneity. The absolute geometries of the Self Bold system fit with elegance and personality in the space. The top is one of the hallmarks of the collection and the bronze satin glass surfaces characterize its uniqueness, giving light and class to the whole environment. Ballarini Interni, making use of the best designers, interpreted these spaces with elegance and attention to detail, such as the refinement of the surfaces or the color and linearity of the shapes, making this villa unique in its personality, reflecting the tastes and personal needs of those who live there. You can visit the Ballarini Interni showroom in Valgatara and experience the countless creative possibilities that the staff puts at your disposal.


Teatro Romano Verona ore 21.15 19.07 e 22.07 GIULIETTA | Eleonora Abbagnato 26.07 OTHELLO TANGO | Naturalis Labor 04.08 NOTHING LEAR | Balletto Civile dal 06.08 al 18.08 (escluso 10.08) BACK TO MOMIX | Momix Forte Gisella Verona dalle ore 19.30 01.07 | 02.07 | 03.07 | 05.08 | 06.07 | 07.07 FORTE GISELLA IN DANZA a cura di Ersiliadanza

Teatro Romano Verona ore 21.15 01.07 | 02.07 IL MERCANTE DI VENEZIA Franco Branciaroli 07.07 | 08.07 IL MIO CUORE E’ PER CESARE Alessandro Preziosi 11.07 R+G | Stefano Cordella 15.07 | 16.07 BOOMERS | Marco Paolini 01.09 | 02.09 | 03.09 ILIADE | Natalino Balasso 14.09 | 15.09 IFIGENIA IN TAURIDE Jacopo Gassmann Terrazza di Giulietta Verona ore 21.00 dal 19.07 al 26.07 (escluso 24.07) RACCONTO D’INVERNO | Piermario Vescovo

BIGLIETTI Box Office Verona – Via Pallone 16 tel. 045 80 11 154 on linline sul sito www.boxofficelive.it Nelle sere di spettacolo, nei luoghi di rappresentazione, dalle ore 20 (si consiglia l’acquisto in prevendita) PROSA E DANZA: Il biglietto intero è di 18 euro per la gradinata e 29 per la platea Riduzioni: per gli studenti degli istituti scolastici di secondo grado ingresso a 8 euro under 26 e over 65 ingresso a 15 euro in gradinata e 22 euro in platea MOMIX: I prezzi dei biglietti variano dai 23 ai 38 euro CONCERTI: Ticket in vendita sul sito www.ticketone.it

www.estateteatraleveronese.it

Teatro Camploy Verona ore 21.00 dal 22.08 al 28.08 (25.08 e 28.08 anche ore 18.00) VERONA SHAKESPEARE FRINGE FESTIVAL a cura di Centro Skenè Università di Verona

Teatro Romano Verona ore 21.00 22.06 PAOLO FRESU Ferlinghetti 23.06 ELIO Ci vuole orecchio 26.06 AVISHAI COHEN TRIO Shifting Sands 27.06 AL DI MEOLA Acoustic Trio 04.07 BLACK PUMAS 23.07 KINGS OF CONVENIENCE


outdoor

Miroir una mini pool

come nessuna Non semplici vasche, ma preziosi ambienti di relax, espressione di un design irripetibilmente elegante”: questa è la mission che ha portato alla nascita di Miroir, una minipiscina a sfioro che unisce fascino estetico e approfondito studio dei materiali.”

Miroir, a mini pool like no other

La piscina è realizzata in acciaio inox AISI 316 L, a garanzia di performance uniche per resistenza, igiene, sicurezza e tenuta idraulica. A vista nel corpo centrale, l’acciaio è il protagonista indiscusso e viene accentuato dal suggestivo gioco di riflessi colorati tra acqua e illuminazione. Raggiatura interna, sagomatura priva di fughe e le inclinazioni tipo chaise-longue a doppia profondità, ne completano la cura. Le finiture esterne – tra cui seduta, cornice superiore e pannelli laterali –, realizzate da mastri artigiani, possono essere selezionate da un vasto catalogo in termini di nuance e texture.

“Not simple tubs, but precious relaxation environments, expression of an unrepeatable elegant design": this is the mission that led to the birth of Miroir, an infinity pool that combines aesthetic charm and an in-depth study of materials.”

“I nostri non sono Whirlpool classici, ma vere e proprie mini-piscine autogestite dalla tecnica integrata. Non solo risparmiano molta acqua e la pulizia quotidiana, ma garantiscono anche un’efficienza energetica senza pari.”

36

|

The stainless steel infinity pool by H2OStyle

This pool is made of AISI 316 L stainless steel, guaranteeing unique performance in terms of resistance, hygiene, safety and hydraulic seal. Visible in the central body, steel is the undisputed protagonist and is accentuated by the suggestive play of colored reflections between water and lighting. Internal beaming, joint-free shaping and double-deep chaise-longue inclinations complete it. The external finishes - including seat, upper frame and side panels -, made by master craftsmen, can be selected from a vast catalog in terms of nuances and textures.


Miroir: la sicurezza dell’acciaio inox, il morbido senso d’accoglienza dato dai tessuti Miroir necessita di bassissima manutenzione, garantendo allo stesso tempo alti standard di igiene. Per questo motivo, e per la sua silenziosità, è perfetta per contesti di massima attenzione al cliente, ad esempio nelle suite. Anche il sistema di filtrazione è di assoluta qualità: l’innovativo AFM® by Dryden Aqua in vetro verde, che supera del 30% le prestazioni della sabbia di quarzo. Bio-resistente e auto-sterilizzante, impedisce la formazione di biofilm. Inoltre, Miroir può essere personalizzata sia nelle misure che nella tipologia di massaggio –sistema airmassage o con bocchette. Infine, l’impianto è progettato ad hoc con componenti tra i più quotati nel settore e un grado di automatizzazione quasi totale, come per la regolazione del PH, dei livelli di disinfezione e la compensazione del livello acqua.

LA MINIPISCINA A SFIORO IN ACCIAIO INOX FIRMATA H2OSTYLE

H2OStyle, piscine senza tempo

“Ours are not classic whirlpools, but real mini-pools, self-managed by integrated technology. Not only do they save a lot of water and daily cleaning, but they also guarantee unparalleled energy efficiency." Miroir: the safety of stainless steel, the welcoming softness of fabrics Miroir requires very low maintenance, while ensuring high standards of hygiene. For this reason, and for its quiteness, it is perfect for contexts with high care for the customer, for example in suites. The filtration system is also of absolute quality: the innovative AFM® by Dryden Aqua in green glass, which exceeds the performance of quartz sand by 30%. Bio-resistant and self-sterilizing, it prevents the formation of biofilms. Furthermore, Miroir can be customized both in size and type of massage - airmassage system or with jets. Finally, the system is designed ad hoc with components that are among the most popular in the sector and an almost total degree of automation, as for the regulation of the PH, the disinfection levels and the balancing of the water level.

Affidarsi ad H2OStyle significa scegliere una piscina per tutta la vita con la migliore tecnologia su misura. Dallo studio del design alla realizzazione della struttura, il lavoro dell’azienda è un percorso fatto di ricerca della perfezione in ogni particolare con la scelta dei migliori materiali, di lavorazioni di qualità e finiture all’avanguardia. La sede e showroom di Cavaion Veronese ospita diverse piscine perfettamente funzionanti: esposte non solo per visione ma anche per concedere al cliente di immergersi, assaporando dal vivo un anticipato assaggio di benessere e qualità di una piscina in acciaio inox AISI 316L firmata H2Ostyle.

H2OSTYLE Via Gesso, 10 Cavaion Veronese Verona tel. +390452583776 info@h2ostyle.it www.h2ostyle.it

| 37


outdoor

Vivere il meglio del design all’aperto

38

|

L’OUTDOOR NON È PIÙ SOLAMENTE LO SPAZIO AGGIUNTIVO DELLA CASA, da sfruttare solo in estate per una serata in compagnia, ma va arredato con la stessa cura con cui sono arredati gli interni. Ballarini Interni consiglia l’azienda outdoor Roda, che si fonda sulla convinzione che an-


che all’esterno sia possibile godere appieno il miglior design. Un esempio eclatante della qualità dei prodotti Roda è la collezione Levante di Piero Lissoni, che interpreta un linguaggio classico e senza tempo con tavoli e sedute in teak, dove legno e acciaio si uniscono per creare stile e funzionalità.

Living the best outdoor design The outdoor is no longer just the house additional space, to be used only in summer for an evening with friends, but should be furnished with the same care with which the interiors are furnished. Ballarini Interni recommends the

outdoor company Roda, which is based on the belief that even in the outdoors it is possible to fully enjoy the best design. A striking example of the quality of Roda products is the Levante collection by Piero Lissoni, which interprets a classic and timeless language with tables and seats in teak, where wood and steel come together to create style and functionality.

| 39


outdoor Officina della Piscina realizza un sogno CHI NON HA MAI SOGNATO DI AVERE NEL PROPRIO GIARDINO UNA PISCINA, UN ANGOLO DI RELAX, MA ANCHE OCCASIONE DI INCONTRI AMICALI E DIVERTIMENTO?

Piscine di ultima generazione, dal design ricercato, che rispondono alle nuove esigenze del mercato. Officina della Piscina ha studiato, realizzato e brevettato il Sistema Filtrante Decanto® a basso consumo energetico che riduce drasticamente i consumi, tradizionalmente uno dei grandi deterrenti all’installazione di una piscina. Si parla di risparmio di oltre il 70% nell’impiego di energia elettrica e di consumo idrico ridotto dell’85%. Una risposta alla necessità sempre più forte di consumi contenuti e sostenibili. Inoltre, dall’applicazione dell’innovativo Sistema Filtrante Decanto® derivano altri vantaggi: l’usuale rumore generato dalla pompa di filtrazione è total-

40

|

mente assente e la manutenzione ordinaria diventa molto semplice e alla portata di tutti perché non è più necessario lo scomodo contro-lavaggio del filtro, e di conseguenza non è più necessario il collegamento alla fognatura. L’azienda nasce nel 2019, con l’idea di progettare piscine dalle soluzioni innovative. I due soci, Marco Massa (da 36 anni progettista di impianti e componenti piscina) e Michele Capuzzo (da 17 anni commerciale e responsabile gestione reti vendita) iniziano a progettare e a realizzare piscine a sfioro, a skimmer e a tracimazione, in ambito sia privato sia pubblico. “Conosciamo bene il settore delle piscine tradizionali, ma non ci siamo fermati qui”


dicono Marco e Michele, “Il nostro sogno era progettare una piscina facile, ma non per questo banale. Per realizzarlo abbiamo sviluppato e brevettato il Sistema Filtrante Decanto®, che sostituisce il classico impianto di filtrazione delle piscine tradizionali. Nascono così i nostri sistemi integrati Aquarama per le piscine a sfioro e Armonia per quelle a skimmer”. La soluzione Aquarama rappresenta la prima piscina a sfioro senza necessità di realizzare la vasca di compensazione. Una soluzione esteticamente all’avanguardia, dalle linee pulite ed essenziali dove è il contenuto a plasmare il contenitore. Ma non è tutto: a breve partirà la rete franchising di Officina della Piscina. Il progetto sarà basato su un preciso programma di formazione e supporto che l’azienda fornirà agli showroom affiliati per garantire che le esigenze dei clienti finali siano sempre comprese e soddisfatte. In uno scenario globale nel quale essere parte di un network affidabile e innovativo è decisivo, il brand veneto intende portare in tutta Italia le innovative soluzioni progettuali e la consolidata expertise che pongono Officina della Piscina tra i leader di settore. (Giancarla Gallo)

MA.MI. Italia srl Loc. Crocioni 60, Bussolengo (VR), Italy tel. +39 045 9234162 info@mamiitalia.com www.mamiitalia.com

Officina della Piscina, make a dream come true Who has never dreamed of having a swimming pool in their garden, a corner of relaxation, but also an opportunity to meet your friends and have fun? Pools of the latest generation, with a refined design, which respond to the new needs of the market. Officina della Piscina designed, built and patented the Decanto® Filtering System with low energy consumption that drastically reduces consumption, traditionally one of the great deterrents to installing a swimming pool. It means savings of over 70% in the use of electricity and 85% in the use of water consumption. An answer to the growing need for low and sustainable consumption. Furthermore, other advantages derive from the application of the innovative Decanto® Filtering System: the usual noise generated by the filtration pump is totally absent and routine maintenance becomes very simple and within everyone's reach because the inconvenient backwashing of the filter is no longer necessary, and conse-

quently it is no longer necessary connecting to the sewer. The company was founded in 2019, with the idea of designing swimming pools with innovative solutions. The two partners, Marco Massa (designer of swimming pool systems and components for 36 years) and Mi-

chele Capuzzo (commercial and sales network manager for 17 years) began to design and build swimming pools with spikes, skimmers and overflow pools, for both the private and public. “We know the traditional swimming pool sector well, but we didn't stop there” said Marco and Michele, “Our dream was to design an easy but not trivial swimming pool. To achieve this we have developed and patented the Decanto® Filtering System, which replaces the classic filtration system of traditional swimming pools. This is how our integrated systems Aquarama for swimming pools and Armonia for those with skimmers were born”. The Aquarama solution is the first swimming pool with no need to build a compensation tank. An aesthetically avant-garde solution, with clean and essential lines where the content shapes the container. But that's not all: the Offi cina della Piscina franchising network will start soon. The project will be based on a specific training and support program that the company will provide to affiliated showrooms to ensure that the needs of end customers are always understood and met. In a global scenario in which being part of a reliable and innovative network is crucial, the Venetian brand intends to bring the innovative design solutions and consolidated expertise that place Officina della Piscina among the leaders in the sector throughout Italy. (Giancarla Gallo)

| 41


interni

LA VERSIONE RINNOVATA delle Bambole di B&B Italia ha ora forme ancor più generose, femminili e avvolgenti. Ma nuova collezione comprende anche altri pezzi, come il divano a due posti Bibambola, il letto matrimoniale Bamboletto e il divano a tre posti Granbambola, dotato di una seduta più profonda. In questi 50 anni le Bambole hanno saputo tenere il passo coi tempi, subendo solo leggeri adattamenti nelle forme, che hanno mantenuto il confort e la morbidezza iniziali. I materiali utilizzati al oggi sono però di ultima generazione: ogni articolo della nuova collezione Le Bambole

risulta infatti disassemblabile e facilmente riciclabile. Ma l'aspetto più eclatante della nuova collezione è rappresentato senz'altro dall'utilizzo di nuovi tessuti, soprattutto il nuovo tessuto sablé (Sila) in otto varianti di colore. La sua natura piacevolmente irregolare e tridimensionale maschera l’effetto ortogonale di trama e ordito, amplificando l’effetto di morbidezza attraverso una studiata irregolarità che sembra ricordare superfici naturali e spontanee. Questa sensazione inizia con la vista e si completa al tatto. “La variante di questa stoffa” spiega Mario Bellini, “quando entra in contatto con le mani, con

Le Bambole di B&B Italia SI CHIAMANO BAMBOLE LE POLTRONE DI MARIO BELLINI, CHE B&B ITALIA CREÒ MEZZO SECOLO FA ED ORA RINNOVA IN UNA VERSIONE ANCORA PIÙ CONFORTEVOLE E CONTEMPORANEA di Giancarla Gallo

42

|

le braccia, con il corpo, entra in empatia con la pelle ed è estremamente gradevole”. Altra novità assoluta è un tessuto con una stampa fiorata ironica caratterizzata da grandi rose dallo stile classico (Manila), un insolito contrasto capace di dare a ogni Bambola un abito totalmente inaspettato. Questo tessuto, in edizione limitata. è disponibile su base bianca o nera. Le Bambole si potranno rivestire anche in pregiata pelle (Kasia), un pieno fiore morbidissimo. Anche in questo caso tatto e vista saranno ugualmente appagati, per dare a ogni Bambola un aspetto ancora più elegante e raffinato.


The Bambole of B&B Italia Mario Bellini's armchairs, which B&B Italia created half a century ago, were called Bambole (“Dolls”) and they are coming back in an even more comfortable and contemporary version The renewed version of the Dolls by B&B Italia now has even more generous,

feminine and enveloping shapes. But the new collection also includes other pieces, such as the Bibambola two-seater sofa, the Bamboletto double bed and the Granbambola three-seater sofa, equipped with a deeper seat. In these 50 years the Bambole have been able to keep up with the times, undergoing only slight adaptations in their shapes, which have maintained the initial comfort and softness. However, the materials used today are of the latest generation: each item of the new Le Bambole collection is in fact dismountable and easily recyclable. But the most striking aspect of the new collection is undoubte-

dly represented by the use of new fabrics, especially the new sablé fabric (Sila) in eight color variations. Its pleasantly irregular and three-dimensional nature masks the orthogonal effect of the warp and weft, amplifying the effect of softness through a studied irregularity that seems to recall natural and spontaneous surfaces. This sensation begins with sight and is completed to the touch. “The variant of this fabric” explains Mario Bellini, “when it comes into contact with the hands, with the arms, with the body, it empathizes with the skin and is extremely pleasant”. Another absolute novelty is a fabric with an ironic floral print characterized by large roses in a classic style (Manila), an unusual contrast capable of giving each Bambola a totally unexpected dress. This fabric, in a limited edition. it is available on a white or black base. The Bambole can also be upholstered in fine leather (Kasia), a very soft full grain. Also in this case, touch and sight will be equally satisfied, to give each Bambola an even more elegant and refined look. (Giancarla Gallo)

| 43


interni

Rimadesio Anthology di Marta Sasso

44

|


a perfezione tecnica come valore, l’armonia grafica come scelta di stile. È dalla ricerca e dall’attenzione per i dettagli che nasce la nuova proposta Rimadesio, presentata come brand di punta di Ballarini Interni.

Rimadesio Anthology by Marta Sasso Technical perfection as a value, graphic harmony as a choice of style. The new Rimadesio proposal was born from research and attention to detail, presented as a flagship brand by Ballarini Interni.

| 45


Dai più recenti ai classici modelli della collezione: attraverso una rassegna di immagini e video ambientati, Anthology presenta una panoramica dei prodotti più iconici Rimadesio, ognuno rein-terpretato in forma inedita, nei dettagli e nelle finiture. Da sempre il grande pregio di Rimadesio è rispondere alle reali esigenze dell’abitare contemporaneo, pensando ad una funzione distinta e complementare per ogni elemento dello spazio. Geometrie essenziali, la perfezione tecnica, le trasparenze e gli equilibri grafici, sono protagoniste degli interni. Armonia ed equilibrio sono i cardini delle pro-poste Rimadesio, che rappresentano la perfetta combinazione tra forme e proporzioni, in questi spazi reinterpretati, strizzando l’occhio al vintage con elementi che sono la punta di diamante di un’azienda che dal 1956 si impone sul mercato come leader del made in Italy. From the most recent to the classic models of the collection: through a review of set images and videos, Anthology presents an overview of Rimadesio's most iconic products, each reinterpreted in a new form, in details and finishes. Rimadesio's great value has always been to respond to the real needs of contemporary living, thinking of a distinct and complementary function for each element of the spaceEssential geometries, technical perfection, transparencies and graphic balances are the protagonists of the interiors.

46

|


| 47


48

|


Continuità nel design e qualità formale, infinite soluzioni, privacy e condivisione mutano lo spazio rendendolo flessibile per l’abitare contemporaneo. Potete visionare tutta la gamma Rimadesio a Ballarini Interni a Valgatara. Tutte le modulazioni del vetro, tra riflessioni ed opacità, colori e trasparenze, materiali pregiati e consistenze materiche, per rendere ogni ambiente unico e totalmente personalizzabile. Uno spazio per vivere noi stessi in totale libertà, con una scelta formale ed espressiva che ci rappresenta.

Harmony and balance are the cornerstone of Rimadesio's proposals, representing the perfect combination of shapes and proportions, in these reinterpreted spaces, with a nod to vintage with the elements that are the spearhead of a company that has established itself on the market since 1956. Design continuity, infinite solutions, privacy and sharing places change the space making it flexible for

contemporary living. You can view the entire Rimadesio range in Ballarini Interni in Valgatara. All the modulations of glass, including reflections and opacity, colors and transparencies, precious materials and material textures, to make each environment unique and totally customizable. A space to live ourselves in total freedom, with a formal and expressive choice that represents us.

| 49


Revego interni

LO SFRUTTAMENTO FLESSIBILE DELLO SPAZIO

50

|


A CAUSA DELLA CRESCENTE URBANIZZAZIONE e densificazione dei centri urbani, gli spazi abitativi diventeranno più piccoli in futuro. I sistemi pocket di Blum offrono la soluzione a questo problema perché aiutano sfruttare lo spazio al meglio dando anche la possibilità di personalizzarlo con nuove combinazioni.

Revego, la nuova collezione Blum dei sistemi pocket, è caratterizzata dal consueto comfort di movimento: grazie alla tecnologia del movimento TIP-ON, è possibile aprire le ante con un tocco leggero farle scivolare completamente nella tasca, mentre per chiuderle è sufficiente una rapida pressione. Quando sono chiuse, le ante nascondono la fila dei mobili, comprese le tasche, facendo di Revego la soluzione ideale per uno sfruttamento multifunzionale dello spazio. L'esclusivo sistema di ante scorrevoli convince grazie alla tecnologia completamente integrata e alla comoda integrazione nel layout della cucina o nella fila di mobili.

Revego A flexible use of space Due to the increasing urbanization and densification of urban centers, living spaces will become smaller in the future. Blum pocket systems offer the solution to this problem because they help make the most of the space while also giving the possibility to personalize it with new combinations. Revego, the new Blum collection of pocket systems, is characterized by the usual comfort of movement: thanks to the TIP-ON movement technology, it is possible to open the doors with a light touch and slide them completely into the pocket, while a quick pressure is enough to close them. When closed, the doors hide the row of furniture, including the pockets, making Revego the ideal solution for a multifunctional use of space. The unique sliding door system works because it includes a fully integrated technology and because of its convenient integration into the kitchen layout or row of furniture.

| 51


interni Tonale 281 by Clei BALLARINI INTERNI CONSIGLIA TONALE 281, UN DIVANO INTEGRATO AL SISTEMA TRASFORMABILE CON LETTO MATRIMONIALE CON RETE A DOGHE CF09 BREVETTATA

TONALE 281 MOTORIZZATO POWER è un divano con cuscinatura di seduta divisa, elemento penisola dx/sx, elemento schienale con cuscini, braccioli, piedini e telaio tubolare in acciaio verniciato. Il divano è integrato al sistema trasformabile con letto matrimoniale con rete a doghe CF09 brevettata e apertura abbattibile automatizzata. Il sistema automatizzato, comandato da pulsantiera, per l’apertura e chiusura del letto mediante attuatori lineari e molle a gas ammortizzate e con dispositivo di rilevamento acustico di ostacoli è totalmente incassato nel fianco del mobile mediante tecnologia brevettata e speciale lavorazione. All’apertura del letto, rimuovendo i cuscini di schienale, il divano con struttura basculante avanza e con movimento traslatorio si posiziona sotto al letto. Il sistema trasformabile a doppia funzione, è disponibile nelle versioni motorizzato Power e manuale.

Tonale 281 by Clei Ballarini Interni recommends Tonale 281, a sofa with divided cushions and seat, integrated to the transforming system with double bed with patented CF09 slatted bed base Tonale 281 motorized Power is a sofa with divided cushions and seat, right/left side peninsula unit, back unit with cushions, armrests, feet and tubular frame in painted steel. The sofa is integrated to the transforming system with double bed with patented CF09 slatted bed base and automated fold down opening. The automated system, controlled by push button, for the opening and closing through linear actuators and dampened gas springs and with an acoustic signal device for obstacles is totally recessed into the side of the furniture through patented technology and special manufacturing. At the opening of the bed, removing the backrest cushions, the sofa frame moves forward and slides to set under the bed. The transforming system with double function is available in the manual and motorized Power version.

52

|


interni Piani cucina 2022 Kitchen countertops 2022 Craftsmanship, innovation and beauty If you want to add an extra touch of nature to your home, Ballarini Interni offers tops in natural stone, materials that simplify everyday life, offer greater aesthetics and functionality and are limitless in shape. In this context, the collaboration with KTS, Kitchen Top Service, a company with twenty years of experience in the transformation of quartz, ceramic and natural stones and leader in the sector, is essential. To create its high-level products, KTS relies on the materials and professionalism of Cosentino, which has always stood out for its sustainability, continuous research and innovation. At the Salone del Mobile 2022, Cosentino presented Dekton® Onirika and Dekton® Kraftizen, two collections that combine the technical characteristics of Dekton, a unique material of its kind in this strength and resistance to high temperatures, scratches and liquids, to a high level of aesthetics. Onirika is the new collection developed in collaboration with Nina Magon, world-famous designer, created by perfectly mixing bold elements, colors and timeless modernity, giving life to eight disruptive shades. Kraftizen, on the other hand, is a tribute to the master craftsmen and puts color at the center: five versatile, delicate and neutral colors, able to guarantee depth and refinement to all types of environments and applications.

ARTIGIANATO, INNOVAZIONE E BELLEZZA

SE SI VUOLE AGGIUNGERE UN TOCCO DI NATURA in più in casa, Ballarini Interni propone piani in pietre naturali, materiali che semplificano la vita nel quotidiano, offrono un’estetica e una funzionalità maggiori e sono senza limiti di forma. In questo ambito, importante è la collaborazione con KTS, Kitchen Top Service, azienda con vent’anni di esperienza nella trasformazione di Quarzi, Ceramici e Pietre naturali e leader nel settore. Per creare i suoi prodotti di alto livello, KTS si affida ai materiali e alla professionalità di Cosentino, che da sempre si distingue per sostenibilità, continua ricerca e innovazione. Al Salone del Mobile 2022, Cosentino ha presentato Dekton® Onirika e Dekton® Kraftizen, due collezioni che uniscono le caratteristiche tecniche del Dekton, materiale unico nel suo genere in questo robustezza e resistenza ad alta temperatura, ai graffi e ai liquidi, a un alto livello di estetica. Onirika è la nuova collezione sviluppata in collaborazione con Nina Magon, designer di fama mondiale, creata mixando alla perfezione elementi audaci, colori e modernità senza tempo dando vita a otto tonalità dirompenti. Kraftizen, è invece un omaggio ai maestri artigiani che pone al centro il colore: cinque colori versatili, delicati e neutri, in grado di garantire profondità e raffinatezza a tutti i tipi di ambienti e applicazioni.

| 53


interni Costermano sul Garda 2025 Outdoor Paradise

54

|

IL MASTERPLAN PREVEDE 18 PROGETTI, DI CUI 5 COMPLETAMENTE DEDICATI A LA VALLE DEI MULINI


L TERRITORIO DI COSTERMANO SUL GARDA è stato caratterizzato negli ultimi anni da una continua evoluzione sotto tutti i punti di vista, ambientale, sociale ed economico. L'amministrazione Passarini dal suo esordio, ha infatti scelto di cambiare il modello economico comunale passando da un'economia artigianale-industriale preesistente ad un'economia turistica improntata sul verde. E a continuazione ed integrazione del progetto di sviluppo territoriale iniziato nel 2017 con "Costermano Sul Garda Eccellenza Ambientale" l'amministrazione ha dato avvio a nuove progettualità con un masterplan denominato "Costermano Sul Garda - 2025 - Outdoor Paradise": 18 progetti ambientali, su aree di proprietà comunali (300 ettari circa), che toccano il capoluogo, tutte le frazioni e le località con l'obiettivo di connetterli tra loro attraverso chilometri di percorsi pedonali, ciclabili, ciclopedonali ed aree-spazi verdi comunali, con lo scopo di generare un'economia territoriale propria legata all'ambiente. Tra i 18 progetti, tra cui il Parco dell'Amicizia dei Popoli, Parco dello Sport, Costermano Nature Lab, 5 andranno a costituire "Il Parco della Valle dei Mulini”. La Valle dei Mulini, date le peculiarità paesaggistiche e culturali che la caratterizzano, rappresenta infatti una parte di territorio strategica per lo sviluppo delle tre vocazioni individuate dal masterplan: accoglienza, esperienza-scoperta, e ospitalità, fungendo quindi da cuore pulsante della progettazione. Per finanziare i progetti, la maggior parte dei soldi verrà recuperata dai fondi messi a disposizione dai bandi della Comunità Europea che il Recovery Fund ha destinato per l'Italia. Economia forte, tutela e valorizzazione dell'ambiente, sviluppo di un'economia e di un turismo green, sostenibilità economica, offerta occupazionale, riqualificazione e qualificazione, sicurezza, accoglienza, attrattività, ospitalità, competitività territoriale, benessere sono solo alcuni degli obiettivi del progetto.

A fianco, il Sindaco di Costermano sul Garda Passarini

Costermano sul Garda 2025 Outdoor Paradise The masterplan includes 18 projects, 5 of which completely dedicated to La Valle dei Mulini The area of Costermano sul Garda has been continuously evolving in recent years from all points of view, environmental, social and economic. Since its start, the Passarini administration has, in fact, chosen to change the municipal economic model by going from a pre-existing artisan-industrial economy to a tourist economy based on the environment. And by continuing and integrating the territorial development project started in 2017 called "Costermano Sul Garda Environmental Excellence", the administration has launched many new projects through a master plan called "Costermano Sul Garda - 2025 - Outdoor Paradise": 18 environmental projects, on municipal property areas (about 300 hectares), which touch the capital, all the villages and localities with the aim of connecting them through kilometers of pedestrian, cycle, cycle and pedestrian paths and municipal green areas, with the aim of generate its own territorial economy linked to the environment. Among the 18 projects, including the Parco dell'Amicizia dei Popoli, Parco dello Sport, Costermano Nature Lab, 5 will form "Il Parco della Valle dei Mulini". Valle dei Mulini, given the landscape and cultural peculiarities that characterize it, in fact represents a strategic part of the territory for the development of the three vocations identified by the masterplan: reception, experience-discovery, and hospitality, thus acting as the beating heart of the masterplan. To finance the projects, most of the money will be recovered from the funds made available by the European Community calls that the Recovery Fund has allocated for Italy. Strong economy, environmental protection and enhancement, development of a green economy and tourism, economic sustainability, employment offer, requalification and qualification, safety, reception, attractiveness, hospitality, territorial competitiveness, wellbeing are just some of the objectives of the project.

| 55


wellness

Acaya Golf Resort & SPA

Mira Hotels & Resorts Nata in una famiglia di albergatori e oggi general manager del gruppo Mira Hotels & Resorts, la veronese Daniela Righi è oggi la rappresentante ideale di una generazione di eccellenze in rosa nel management dell’hospitality. Con una carriera brillante nel campo dell’incoming, che vede esperienze prestigiose in Italia e all’estero con nomi del calibro di Falkensteiner Hotels & Resorts, Rewe Touristik e Iberostar Hotels & Resorts, nel 2011 dà vita insieme ad Alessandro Vadagnini al “sogno” Mira, diventato in breve tempo punto di riferimento, in Italia, per lo sviluppo dei Golf Resort, in località di forte appeal come la Sicilia, il Salento, la Toscana e le Alpi piemontesi, legate a un turismo active.Sostenitrice dello stile femminile nei ruoli manageriali, uno stile resiliente, caratterizzato da empatia ed equilibrio, senza autoritarismo, Daniela Righi ha fatto di Mira un gruppo da oltre 300 dipendenti. I suoi quattro “Resort bioattivi” abbinano altissimi standard al desiderio di immergere gli ospiti in contesti naturali di grande

Sopra, Alagna Mountain Resort & SPA. A fianco, Riva Toscana Golf Resort & SPA

56

|

bellezza. “Diamo risalto ai territori dove sorgono i nostri resort – spiega Daniela Righi –, investendo nelle professionalità e nelle competenze locali. I dipendenti sono orgogliosi di presentare ai turisti il patrimonio di bellezza in cui sono cresciuti, si sentono a casa. Ovunque siamo, ci preoccupiamo di crescere insieme al territorio, facendo rete, mettendo in circolo idee e know-how, collaborando preferibilmente con operatori e produttori locali, affiancandoli i nostri partner commerciali, a loro volta realtà esemplari del Made in Italy”. A partire dal 2022 il gruppo ha ideato una serie di proposte inedite che coccolano l’ospite e al tempo stesso raccontano l’identità, come il progetto di branding olfattivo che ha portato alla nascita della fragranza Admiration, sviluppata da Integra Fragrances, e diffusa negli spazi comuni – le spa, le hall, le reception – per fare appello alle emozioni evocate dal senso dell’olfatto. Il benessere, negli hotel del gruppo, è sempre legato alle esperienze outdoor, e in

particolare al golf, punta di diamante delle proposte di Mira Hotels & Resorts e altro settore ricco di novità. “Attraverso il golf si entra a fare parte di un movimento sempre più radicato in Italia – continua Daniela Righi –, che trova casa in luoghi come i nostri resort. Per questo motivo ospiteremo a maggio, ottobre e novembre le Mira Champions Golf Clinic: soggiorni di cinque giorni interamente dedicati a questa passione. Borgo di Luce I Monasteri, Acaya Golf Resort Riva Toscana Golf Resort apriranno le porte a campioni e maestri di altissimo livello, che aiuteranno i golfisti a migliorare tecnicamente con lezioni e allenamenti mirati, accompagnandoli anche sul green. Torneranno inoltre le attese Pro AM Mira, competizioni dedicate a maestri e giocatori amatoriali, e investiremo per rendere i nostri green sempre più sostenibili e chemical free. Infine, stiamo sviluppando il progetto Mira Academy in tutti i nostri golf resort, con programmi e lezioni ad hoc, e daremo il via al Mira Junior Club per sostenere la nuova generazione di golfisti”.


Borgo di Luce I Monasteri Golf Resort & SPA

Mira Hotels & Resorts Born into a family of hoteliers and today general manager of the Mira Hotels & Resorts group, the Veronese Daniela Righi is today the ideal representative of a generation of excellence in hospitality management. With a brilliant career in the field of incoming, which includes prestigious experiences in Italy and abroad with names such as Falkensteiner Hotels & Resorts, Rewe Touristik and Iberostar Hotels & Resorts, in 2011 she founded, together with Alessandro Vadagnini, a dream called Mira, which quickly became a point of reference in Italy for the development of Golf Resorts, in places with strong appeal such as Sicily, Salento, Tuscany and the Piedmontese Alps, linked to active tourism. A supporter of a feminine style in managment, a resilient style, characterized by empathy and balance, without authoritarianism, Daniela Righi has made Mira a group of over 300 employees. Her four "bioactive resorts" combine very high standards with the desire to immerse

guests in natural settings of great beauty. “We emphasize the areas where our resorts are located - explains Daniela Righi -, investing in local professionalism and skills. Employees take pride in introducing tourists to the beauty heritage they grew up in, they feel at home. Wherever we are, we are concerned with growing together with the territory, networking, circulating ideas and know-how, preferably collaborating with local operators and producers, supporting them with our commercial partners which are exemplary realities of Made in Italy ". Starting from 2022, the group has created a series of new proposals that pamper the guest and at the same time tell their identity, such as the olfactory branding project that led to the birth of the ADMIRATION fragrance, developed by Integra Fragrances, and widespread in the common areas - spas, halls, reception areas to appeal to the emotions evoked by the sense of smell. Wellness, in the hotels of the group, is always linked to outdoor experiences, and in particular to golf, the spearhead of the pro-

posals of Mira Hotels & Resorts and another sector full of novelties. “Through golf you become part of a movement that is increasingly rooted in Italy - continues Daniela Righi -, which finds a home in places like our resorts. For this reason we will host the Mira Champions Golf Clinic in May, October and November: five-day stays entirely dedicated to this passion. Borgo di Luce I Monasteri, Acaya Golf Resort Riva Toscana Golf Resort will open their doors to champions and masters of the highest level, who will help golfers improve technically with targeted lessons and training, by also accompanying them on the greens. The awaited Pro AM Mira will also return, competitions dedicated to instructors and amateur players, and we will invest to make our greens increasingly sustainable and chemical free. Finally, we are developing the Mira Academy project in all our golf resorts, with ad hoc programs and lessons, and we will launch the Mira Junior Club to support the new generation of golfers”.

A sinistra Alessandro Vadagni. Sopra, Daniela Righi

| 57


food & wine Ristorante

EVO

Bardolino per rendere memorabile la tua estate

58

|

g

rande è il successo riscosso da questa top destination caratterizzata da uno stile moderno e minimalista dove ritrovare però tutta l’intensità dei sapori mediterranei. EVO, più volte menzionato anche dalle Guide più prestigiose quali Michelin e Gambero Rosso, è diventato punto di riferimento dei palati più raffinati e di chi desidera compiere un vero e proprio percorso per apprezzare piatti di altissimo livello, un servizio e un’accoglienza eccellenti, un’ottima cantina e un ambiente esclusivo. La location, resa ancora più suggestiva nel periodo estivo grazie all’affaccio sull’ampia e lussureggiante terrazza esterna, è l’ideale per trascorrere una serata romantica, conviviale o esclusiva, e per festeggiare ricorrenze particolari. In cucina lo chef Simone Gottardello giovane ma preparatissimo, tanto da aggiudicarsi importanti riconoscimenti come il Premio Maculan, sorprende gli ospiti anche per l’eccellente qualità delle materie prime scelte personalmente e nel rispetto della stagionalità. La carta solletica con svariate irresistibili proposte quali la Spuma soffice di patate all’olio Garda DOP, pesci di lago affumicati, uova di pesci di lago e Kaffir lime, o il grande


EVO, IL RISTORANTE GOURMET DI AQUALUX HOTEL SPA SUITE&TERME BARDOLINO APERTO ANCHE A CHI NON SOGGIORNA IN HOTEL, SI CONFERMA PUNTO DI RIFERIMENTO PER UN’ESPERIENZA DI GUSTO UNICA E INDIMENTICABILE, IN UN CONTESTO RAFFINATO

classico rappresentato da Riso Vialone nano veronese mantecato agli asparagi, passando dal Coniglio e variazione di piselli, salsa al burro d’arancio e timo o dalla Rana pescatrice confit nel lardo alle erbe, melanzane affumicate, aglio nero di Voghera, capperi, olive e salsa di datterini. Altrettanto imperdibili le degustazioni proposte dallo chef tra le quali è possibile scegliere quelle di pesce o quelle di terra in un vortice di sapori che lasceranno un segno indelebile. Tutti i piatti sono esaltati dall’abbinamento a pregiati vini a base di uve autoctone Soave, Valpolicella, Amarone, Bardolino - e all’immancabile Olio EVO Viola, tra i migliori che il Garda offre.

EVO Bardolino Restaurant: Making your summer memorable EVO, the gourmet restaurant of AQUALUX Hotel SPA Suite & Terme Bardolino, also open to those who do not stay in the hotel, remains a point of reference for a unique and unforgettable taste experience in a refined setting EVO BARDOLINO Via Europa Unita, 24/b Bardolino (VR) martedì-sabato / Tuesday-Saturday dalle 19.30 alle 22.00 / From 7.30 pm to 10 pm Prenotazione consigliata / It is recommended to reservate tel. +39 045 622 9950 WhasAPP +39 392 9479445

This successful top destination is characterized by a modern and minimalist style where you can find all the intensity of Mediterranean flavors. EVO, also mentioned several times by the most prestigious guides such as Michelin and Gambero Rosso, has become a reference point for the most refined palates and for those who want to experience dishes of the highest level, excellent service and hospitality, an excellent cellar and an exclusive environment. The location, made even more impressive in the summer thanks to the view of its large and lush outdoor terrace, is ideal for spending a

romantic, convivial or exclusive evening, and for celebrating special occasions. In the kitchen, the young but highly skilled chef Simone Gottardello, winner of important awards such as the Maculan Award, surprises guests with the excellent quality of the raw materials chosen personally and wit respect for seasonality. The menu tickles you with various irresistible proposals such as the soft mousse of potatoes with Garda DOP oil, smoked lake fish, lake fish eggs and Kaffir lime, or a great classic which is Vialone nano Veronese rice creamed with asparagus; or again, Rabbit and variation of peas, orange butter and thyme sauce; confit monkfish in lard with herbs, smoked aubergines, black garlic from Voghera, capers, olives and datterini sauce. Equally unmissable are the tastings proposed by the chef among which you can choose those of fish or those of the earth in a whirlwind of flavors that will leave an indelible mark. All dishes are enhanced by the combination with fine wines made from native grapes Soave, Valpolicella, Amarone, Bardolino - and the inevitable Viola EVO Oil, among the best that Garda has to offer.

| 59


food & wine La Veranda del Color L’EMOZIONE ATTRAVERSO IL GUSTO

A Bardolino, sul Lago di Garda, ci accoglie il ristorante La Veranda del Color: 1 stella Michelin che brilla per un’esperienza non solo di gusto, ma da vivere con tutti i sensi. Anche se il fulcro è sicuramente l’esperienza enogastronomica, tutto il resto non è da meno. La gentilezza e l’ospitalità sono di casa. Scopriamo un mondo fatto di gusto italiano, di colori, di amore per i dettagli e di passione per la cucina Gourmet. Lo chef Alla guida del ristorante c’è lo Chef Fabio Cordella: originario di Copertino, un piccolo paese in provincia di Lecce, si definisce “uno chef autodidatta”. Arriva al ColorHotel nel 2006 come chef de partie e nel 2017 diventa l’Executive Chef del ristorante La Veranda del Color premiato con una stella Michelin. Il suo approccio prevede un grande rispetto per le materie prime, ingredienti sempre freschissimi e molta creatività. “Cucinare è come una storia d’amore, il tempo che le dedichi fa diventare questa esperienza unica perché amplia l’immaginazione e permette l’aprirsi di nuovi mondi. Il tempo fa da guida alla tecnica.” Il rifugio ideale La cucina è il focus di ogni ristorante, ma il comfort dell’ambiente in cui vengono proposti piatti, vini e creazioni qui è altrettanto importante. I diversi ambienti di cui dispone La Veranda del Color, creano atmosfere ad hoc per qualsiasi situazione. Il Blu Bar è l’angolo ideale per un aperitivo prima della cena stellata, un buon modo per mettersi nel giusto mood. La Cantina del Gusto diventa il luogo perfetto per degustazioni (anche bendate) e per esplorare i vini pregiati della riserva del Color. La Veranda, dove nutrire corpo e anima.

60

|


The Veranda del Color Emotion through taste

Il design La Veranda ha la caratteristica di essere una finestra aperta verso il cielo grazie al suo soffitto vetrato da cui si possono scorgere le stelle. Intorno, gli arredi moderni, le sculture in ferro e l’ambientazione trasmettono accoglienza e bellezza. Spazi funzionali si miscelano all’arte e al design per ottimizzare l’esperienza degli ambienti e portare armonia. Le sculture presenti sono state affidate all’artista e scultore Claudio Atocaio che crea oggetti luminosi e lampade artistiche a partire da materiali riciclati: acciaio, alluminio, rame, vetro, sasso e legno selvaggio. L’esperienza immersiva È possibile prenotare una cena sul sito de La Veranda del Color oppure regalarsi un’esperienza completa approfittando del pacchetto Fuga Gourmet che comprende la cena al ristorante (menù degustazione per due persone a scelta tra 5 proposte firmate dallo Chef Cordella) e il pernottamento in stanza superior con colazione compresa. Un’altra opzione è il day use che prevede l’utilizzo di una camera d’appoggio, l’accesso alle 4 piscine e il pranzo gourmet.

In Bardolino, on Lake Garda, the restaurant La Veranda del Color is waiting for you for a 1 star Michelin experience that encompasses all senses. Even if the focus is certainly the food and wine experience, everything else is no less impressive. Here, kindness and hospitality are at home. Let's discover a world made of Italian taste, colors, love for details and passion for Gourmet cuisine. The chef At the helm of the restaurant is Chef Fabio Cordella: originally from Copertino, a small town in the province of Lecce, he defines himself as “a self-taught chef”. He started at ColorHotel in 2006 as chef de partie and in 2017 he became the Executive Chef of La Veranda del Color restaurant, awarded with a Michelin star. His approach involves a great respect for raw materials, always fresh ingredients and a lot of creativity. “Cooking is like a love story; the time you dedicate to it makes it an unique experience because it broadens the imagination and allows the discovering of new worlds. Time guides the technique.” The ideal refuge Cuisine is the focus of every restaurant, but here, the comfort of the environment in which dishes, wines and creations are offered is equally important. The different environments that the La Veranda del Color features create ad hoc atmospheres for any situation. The Blu Bar is the ideal corner for an aperitif before a starred dinner, a good way to put yourself in the right mood. La Cantina del Gusto is the perfect place for tastings (also blindfolded) and to explore the fine wines of the Color reserve. In La Veranda you can nourish body and soul. The design The Veranda is an open window to the sky thanks to its glass ceiling from which you can see the stars. All around you can see modern furnishing, iron sculptures that convey hospitality and beauty. Functional spaces blend with art and design to optimize the experience of the environments and obtain harmony. The sculptures were entrusted to the artist and sculptor Claudio Atocaio who creates luminous objects and artistic lamps from recycled materials: steel,aluminum, copper, glass, stone and wild wood.

Ristorante La Veranda del Color Via S. Cristina, 5 Bardolino Verona, Italia tel +39 045 6210857

The immersive experience You can book a dinner on the website of La Veranda del Color or treat yourself with complete experience by taking advantage of the Gourmet Escape package that includes dinner at the restaurant (tasting menu for two people to choose between 5 proposals signed by Chef Cordella) and an overnight stay in a superior room with breakfast included. Another option is day use which involves the use of one support room, access to the 4 swimming pools and a gourmet lunch.

| 61


food & wine

Cena con musica!

Non c’è niente di meglio di una sera d’estate accompagnata da buona compagnia, buon cibo e buona musica. Ecco, per il lettore, una lista di luoghi dove potersi godere questi piccoli ma indispensabili piaceri

AMEN Panoramic Bar & Food

SIGNORVINO Restaurant & Wine Bar

Ristorante Pizzeria, Lounge Bar, Live Music e DJ Set con una stupenda vista sulla Città di Verona. Aperto 12.00-03.30 Viale dei Colli 27 Verona - tel. 392 260 4955

Ristorante, con una grande e selezionata Enoteca tra le vigne, con serate di musica a pochi minuti dal Centro Città. Aperto dalle ore 11.00 alle 24.00 Via Preare Verona - Tel. 045 889 0097

PIPER Bar Restaurant & More

BOSCOMANTICO Restaurant & Lounge Bar

Un elegante ristorante, Pizzeria, Lounge Bar con DJ Set, adagiato sulle colline di Verona con vista mozzafiato sulla Città. Aperto dalle ore 18.00 alle 3.00 Via Torricelle 7/A Verona - tel. 045 830 9353

Ristorante, Pizzeria, Lounge Bar vicino all’Aeroporto di Boscomantico, con serate di Live Music e DJ Set. Aperto dalle ore 12.00 alle 3.00 Via Boscomantico Verona - Tel. 045 245 6626

Ristorante con musica sulle colline della Città a pochi passi dal Centro. Aperto dalle ore 18.00 alle 3.00 Via Torricelle 9 Verona - Tel. 342 066 7595

62

|

SIGNORVINO

PANORAMA Concept Club

OSTERIA PREELLA & Wine Shop

Un antico Casale immerso tra le vigne della storica tenuta Preella nel Territorio che circonda il Lago di Garda. Aperto dalle ore 12.00 alle 2.00 Via Preela Poggi 12 Cavaion Veronese VR Tel. 348 538 3616

OSTERIA CA’ BOTTONA Cucina Musicale

Trattoria Bar & Grill, un vecchio Casale immerso nel verde con cucina tipica di carne e pesce a pochi minuti dal Lago di Garda. Aperto dalle ore 12.00 alle 2.00 Via 1° Maggio 18 Costermano sul Garda VR Tel. 045 720 0868


PIPER AMEN

Dinner with music!

PIPER

There is nothing better than a summer evening accompanied by good company, good food and good music. Here, for the reader, is a list of places where you can enjoy these small but unreplaceable pleasures AMEN Panoramic Bar & Food

PANORAMA Concept Club

PIPER Bar Restaurant & More

SIGNORVINO Restaurant & Wine Bar

Restaurant Pizzeria, Lounge Bar, Live Music and DJ Set with a wonderful view over the city of Verona. Open from 12.00 to 3.30 Viale dei Colli 27 Verona - tel. 392 260 4955

An elegant restaurant, Pizzeria, Lounge Bar with DJ Set, nestled on the hills of Verona with a breathtaking view of the city. Open from 18.00 to 3.00 Via Torricelle 7 / A Verona - tel. 045 830 9353

Restaurant with music on the hills of the city a few steps from the center. Open from 18.00 to 3.00 Via Torricelle 9 Verona - Tel. 342 066 7595

Restaurant, with a large and selective wine shop among the vineyards, with music evenings just a few minutes from the city center. Open from 11.00 to 24.00 Via Preare Verona - Tel. 045 889 0097

BOSCOMANTICO Restaurant & Lounge Bar

OSTERIA PREELLA & Wine Shop

An ancient farmhouse nestled among the vineyards of the historic Preella estate in the area surrounding Lake Garda. Open from 12.00 to 2.00 Via Preela Poggi 12 Cavaion Veronese VR Tel. 348 538 3616

OSTERIA CA ’BOTTONA Musical Cuisine

Trattoria Bar & Grill, an old farmhouse surrounded by greenery with typical meat and fish cuisine just a few minutes from Lake Garda. Open from 12.00 to 2.00 Via 1 ° Maggio 18 Costermano sul Garda VR Tel. 045 720 0868

Restaurant, Pizzeria, Lounge Bar near Boscomantico Airport, with Live Music and DJ Set evenings. Open from 12.00 to 3.00 Via Boscomantico Verona - Tel. 045 245 6626

| 63


real estate 64

|

Le ville dei venti

The wind villas

Le tre ville adagiate sulla collina di Ceriel prendono i nomi dei venti del lago (Ora, Peler, Ander) godono di una vista eccezionale che spazia libera lungo l'orizzonte del basso lago da Peschiera a Punta San Vigilio. Perfettamente integrate nel paesaggio circostante, rispettose della natura del luogo, sono immerse in un parco e godono tutte di ampi giardini e piscina privati. Contemporanee, minimaliste e tradizionali allo stesso tempo sono state progettate per ridurre al minimo l'impronta a terra degli edifici e mantenere gli elementi paesaggistici esistenti tipici della tradizione nel rispetto della sostenibilità. Tutte le ville sono dotate di ogni comfort, si sviluppano su due piani con un bassissimo impatto ambientale e sfruttano la ventilazione naturale.

The three villas perched on the hill of Ceriel are named after the winds of the lake (Ora, Peler, Ander) and can offer an exceptional view that sweeps freely along the horizon of the lake from Peschiera to Punta San Vigilio. Perfectly integrated into the surrounding landscape, respectful of the local nature, they are surrounded by a park and all enjoy large private gardens and swimming pools. Contemporary, minimalist and traditional at the same time, they have been designed to minimize their footprint and maintain the existing landscape elements typical of the tradition while respecting sustainability. All villas are equipped with every comfort, spread over two floors with a very low environmental impact and take advantage of natural ventilation. The regular volumes with sunken terraces allow for control of solar radiation, the impact on the ground is reduced and the drainage of the water is guaranteed by the terracing of the slope.


I volumi regolari con terrazze incassate permettono un controllo dell’irraggiamento solare, l’impatto sul terreno è ridotto e il drenaggio dell'acqua è garantito dai terrazzamenti del pendio. I caratteristici muri in pietra ridisegnano la collina, mantenendo la topografia del sito e la sua viabilità. I materiali sono stati scelti in base alla loro eco-compatibilità e al rispetto delle tecniche costruttive locali. Le pareti esterne, in calce e pietre di varie dimensioni, rispecchiano le costruzioni tradizionali e garantiscono naturalmente un buon isolamento termico, mantenendo gli interni freschi anche nei caldi mesi estivi. Esterni ed interni dialogano tra di loro e, grazie alle ampie vetrate. il paesaggio circostante si fa interno e i giardini privati diventano naturale ampliamento delle zone living. I colori naturali sono utilizzati per creare un'atmosfera calda ed accogliente, arricchita da dettagli moderni. Nelle zone notte le finestre si rivelano come quadri che incorniciano il tramonto sul lago.

The characteristic stone walls redraw the hill, maintaining the topography of the site and its viability. The materials were chosen on the basis of their eco-compatibility and compliance with local construction techniques. The external walls, in lime and stones of various sizes, reflect traditional buildings and naturally guarantee good thermal insulation, keeping the interior cool even in the hot summer months. Exteriors and interiors communicate with each other and, thanks to the large windows, the surrounding landscape becomes internal and the private gardens become a natural extension of the living areas. Natural colors are used to create a warm and welcoming atmosphere, enriched with modern details. In the sleeping area the windows are like paintings that frame the sunset over the lake.

Progetto di: Nicolich Design Studio www.nicolichdesignstudio.com Con: Ardielli Fornasa Associati Dabster srl F+M studio Studio Nucci Di: Picovue SRL Via dell'Artigianato 11 Costermano del Garda tel. + 39 045 8329480 info@picovue.com

| 65


real estate

Residenza Corti del Garda

Residence Corti del Garda

Questo nuovo complesso residenziale a Peschiera del Gareda prenderà forma in un lotto edificabile situato ad 1 km dal lago, in un’area caratterizzata dal verde e da splendide viste ma al contempo ben servita dai principali servizi, supermercati, farmacie e mezzi pubblici. La residenza Corti del Garda sarà composta da 22 appartamenti disposti su piano terra e piano primo. Si potrà godere di giardini privati e terrazze in vista lago. I box auto e le cantine verranno realizzati al piano interrato. Il complesso beneficerà di un elevato confort abitativo grazie alla costruzione in classe energetica A/4. Gli appartamenti godranno di un'ampia area verde dove verrà realizzata la piscina. Le tipologie proposte sono Trilocali e Quadrilocali di varie metrature con la possibilità di realizzare due o tre camere da letto. Ogni appartamento godrà di doppi servizi. Gli appartamenti al piano terra godranno di giardino privato mentre le soluzioni al piano primo presenteranno una terrazza solarium in vista lago. Sono presenti una piscina e un giardino condominiale. Saranno inoltre presenti: riscaldamento a pavimento gestito da pompa di calore condominiale alimentata in parte da pannelli fotovoltaici; aria condizionata; tapparelle motorizzate; predisposizione della Fibra; colonnina di ricarica macchina elettrica all'interno del box auto.

This new residential complex in Peschiera del Garda will take shape in a building lot located 1 km from the lake, in an area characterized by greenery and beautiful views but at the same time well served by the main services, supermarkets, pharmacies and public transport. Corti del Garda residence will consist of 22 apartments on the ground and first floors. It will possible to enjoy private gardens and terraces overlooking the lake. The garages and cellars will be built in the basement. The complex will benefit from high living comfort thanks to the construction in energy class A / 4. The apartments will enjoy a large green area where the swimming pool will be built. The proposed typologies are three-room and four-room apartments of various sizes with the possibility of creating two or three bedrooms. Each apartment will have two bathrooms. The apartments on the ground floor will have a private garden while the solutions on the first floor will have a sun terrace overlooking the lake. There will be a communal swimming pool and a communal garden. Moreover, there will be: underfloor heating managed by a condominium heat pump powered in part by photovoltaic panels; air conditioning; motorized shutters; set up of fast internet; electric car charging column inside the garage.

Immobiliare Belgarda Domus Reale tel. 045 6401170 cell. 348 4464888 info@belgardadomusreale.it

66

|


Twelve - Un loft Twelve -- Un loft Twelve Un loft in centro storico in centro storico Un vero Loft in stile americano in centro storico Un vero Loft in stile americano A poca distanza da piazza Bra, in un tranA poca distanza da piazza Bra, in tran- di quillo caratteristico vicoletto delun A pocaedistanza da piazza Bra, in unCentro tranquillo e caratteristico vicoletto del Centro di Verona, si erge un ex fabbricato industriale quillo e caratteristico vicoletto del Centro di Verona, si erge un ex fabbricato industriale open space trasformabile in attico. Uno Verona, si erge un ex fabbricato industriale open space trasformabile inunattico. Uno spazio di circa 360 mq con progetto open space trasformabile in attico. Uno di spazio di circa 360 mq con un progetto di ristrutturazione già approvato per ulteriori spazio di circa 360 mq con un progetto di ristrutturazione giàeapprovato per ulteriori 90 mq di soppalco un garage di 50 mq. ristrutturazione già approvato per ulteriori 90 mq di soppalco e un garage di 50damq. La con accesso pedonale 90 struttura, mq di soppalco e un garage di 50 mq. La struttura, conèaccesso pedonale da palazzo storico, una ex torrefazione La struttura, con accesso pedonale da palazzo storico, è una ex torrefazione completamente ristrutturare e fa parte di palazzo storico, èda una ex torrefazione completamente da quale ristrutturare e fa parte un condominio del è già partita la ri-di completamente da ristrutturare e fa parte di un condominiograzie del quale è già partita110%". la ristrutturazione al "superbonus un condominio del quale è già partita la ristrutturazione grazie al "superbonus 110%". L'attuale progetto prevede al piano terra strutturazione grazie al "superbonus 110%". L'attuale progetto prevede algarage piano terra l'ingresso carrabile all'ampio con L'attuale progetto prevede al piano terra l'ingresso carrabile all'ampio garage con accesso diretto all'abitazione, ingresso pel'ingresso carrabile all'ampio garage con accesso diretto all'abitazione, ingresso pedonale con cortiletto privato, ampio studio accesso diretto all'abitazione, ingresso pedonale con cortiletto privato, ampio studio con entrata indipendente e locali a servizio donale con cortiletto privato, ampio studio con entrata indipendente locali a servizioAl dell'abitazione con piccolae con entrata indipendente espa-benessere. locali a servizio dell'abitazione con piccola spa-benessere. primo livello, al quale si accede sia attraver-Al dell'abitazione con piccola spa-benessere. Al primo livello,sia al tramite quale siascensore accede siaprivato, attraverso scalinata primo livello, al quale si accede sia attraverso scalinata sia tramite ascensore privato, troviamo il grande spazio "loft", soppalcabile so scalinata sia tramite ascensore privato, troviamo il grande spazio "loft",pensato soppalcabile come da progetto, che è stato per troviamo il grande spazio "loft", soppalcabile come daun’ampia progetto,zona che ègiorno stato pensato per ospitare di soggiorno come da progetto, che è stato pensato per ospitare un’ampia zona giorno ditre soggiorno con terrazzino abitabile, cucina, camere ospitare un’ampia zona giorno di soggiorno con terrazzino abitabile, cucina,multiuso, tre camere da uno studio o salottino conletto, terrazzino abitabile, cucina, tre camere da letto,bagni uno studio o comoda salottinolavanderia. multiuso, quattro ed una da letto, uno studio o salottino multiuso, quattro bagni ed una comoda lavanderia. Tutto è personalizzabile secondo il proprio quattro bagni ed una comoda lavanderia. Tutto èe personalizzabile secondo il proprio gusto le proprie necessità. Tutto è personalizzabile secondo il proprio gusto e le proprie necessità. Una insolita per il centro di gustosoluzione e le proprie necessità. Una soluzione insolita per il centro di Verona, unica, estremamente particolare ed Una soluzione insolita per il centro di Verona, unica, estremamente particolare ed adattabile a varie esigenze abitative. Verona, unica, estremamente particolare ed adattabile a varie esigenze abitative. adattabile a varie esigenze abitative. Agrimcasa S.r.l. Via IV Novembre, Agrimcasa S.r.l. 3 (VR) Agrimcasa S.r.l. 3 (VR) tel. 045 8035727 Via IV Novembre, Via Novembre, tel. IV 045 8035727 3 (VR) tel. 045 8035727

Twelve – A loft in the Twelve –– A loft Twelve Acenter loft in in the the historical historical center historical center A true American-style loft A American-style in Verona! A true true American-style loft loft in Verona! in Verona!

Very close to Piazza Bra, in a quiet and characteVery Piazza Bra,center in a quiet and characteristic close alleyway in the of Verona, stands Very close Piazza Bra, in a quiet and characteristic alleyway the center of Verona, a former open in space industrial buildingstands that ristic alleyway in the center of Verona, stands a former open space industrial building thata has the potential to be turned into an attic: a former open space industrial building that has theofpotential tosquare be turned intowith an attic: a space about 360 meters a renohas the potential to be turned into an attic: a space aboutalready 360 square metersfor with a renovationof project approved a further space of about 360 square meters with a renovation project already approvedand for a further 90 square meters of mezzanine garage vation project already approved for a further 90 square meters of mezzanine and a garage of 50 square meters. 90 square meters of mezzanine and a garage of square meters. The50structure, with pedestrian access from the of 50 square meters. The structure, with access to from historic building, is pedestrian a former roastery be the The structure, with pedestrian access from the historic building, is aand former roastery to be completely restored is part of a condohistoric building, is a former roastery to be completely restored and is part a condominium which has already beenofrenovated completely restored and is part of a condominium has already 110%". been renovated thanks towhich the "superbonus The current minium which has already been renovated thanks the "superbonus 110%". Thethe current project to provides on the ground floor drithanks to the "superbonus 110%". The current project provides to onthe thelarge ground floorwith the driveway entrance garage direct project provides on the ground floor the driveway entrance to the large garage with direct access to the house, a pedestrian entrance veway entrance to the large garage with direct access to the house, a pedestrian entrance with a private courtyard, a large study with access to the house, a pedestrian entrance with a private courtyard, large study withseran independent entranceaand other rooms with a private courtyard, a large study with an independent entrance and other roomsOn serving the house with a small spa-wellness. an independent entrance and other rooms serving thelevel, housewhich with a small spa-wellness. On the first can be accessed via both ving the house with a small spa-wellness. On the first level, which can be via large both a staircase and a private lift,accessed we find the the first level, which can be accessed via both a staircase a private we find theproject, large "loft" space,and which can belift, lofted as per a staircase and a private lift, we find the large "loft" which can lofted as per aproject, whichspace, was designed to be accommodate large "loft" space, which can be lofted as per project, which was with designed to accommodate a three large living area a small terrace, kitchen, which was designed to accommodate a large living area with a small terrace, kitchen, three bedrooms, a study or multipurpose sitting living area with a small terrace, kitchen, three bedrooms, a study or multipurpose sitting room, four bathrooms and a convenient bedrooms, a study or multipurpose sitting room, four bathrooms andcan a convenient laundry room. Everything be customized room, four bathrooms and a convenient laundry room. Everything canneeds. be customized according to one's taste and laundry room. Everything can be customized according one's taste andcenter needs.of Verona, An unusualtosolution for the according to one's taste and needs. An unusual solution for the center of Verona,to unique, extremely particular and adaptable An unusual solution for the center of Verona, unique, extremely particular and adaptable to various housing needs. unique, extremely particular and adaptable to various housing needs. various housing needs.

real estate

a UnVerona! vero Loft in stile americano a a Verona! Verona!

| 67 || 6767


real estate Villa Narciso Liberty in Borgo trento

Villa Narciso Liberty in Borgo Trento Nel cuore del quartiere, luogo residenziale tra i più ambiti della città troviamo Villa Narciso. La villa sarà a breve oggetto di un attento intervento di ristrutturazione per ricostruire e recuperare la naturale eleganza e l’allure che in passato avvolgeva e caratterizzava quest’immobile. La rivalorizzazione dell’immobile avrà come scopo primario quello di adattare l’edificio alle esigenze dell’abitare contemporaneo, ottimizzandone le peculiarità e dotando gli appartamenti di impiantistica di ultima generazione per garantire la riduzione dei consumi ed il miglioramento del comfort termico ed illuminotecnico. Ciascuna delle tre prestigiose residenze di cui si comporrà Villa Narciso rappresenterà il perfetto bilanciamento tra modernità e storia. Un rigoglioso giardino urbano privato, che circonda la villa su tre lati, testimone di uno stile di vita antico e distintivo. è oggi più che mai immancabile. Uno spazio studiato e curato in ogni dettaglio dove concedersi un momento di relax a casa. Anche il garage è stato concepito per creare atmosfere accoglienti. IM.COS s.r.l. Viale del Lavoro, 33 37135 Verona (VR) 045 820 4952 info@imcossrl.biz villanarciso.it

68

|

In the heart of the district, one of the most sought-after residential areas in the city, we find Villa Narciso. The villa will shortly be the subject of a careful renovation to rebuild and recover the natural elegance and allure that in the past enveloped and characterized this property. The upgrading of the property will have the primary purpose of adapting the building to the needs of contemporary living, optimizing its peculiarities and equipping the apartments with the latest generation systems to ensure the reduction of consumption and the improvement of thermal and lighting comfort. Each of the three prestigious residences of which Villa Narciso will be composed will represent the perfect balance between modernity and history. A luxuriant private urban garden, which surrounds the villa on three sides, witness to an ancient and distinctive lifestyle, is today more than ever inevitable. A space designed and cared for in every detail where you can enjoy a moment of relaxation at home. The garage was also designed to create welcoming atmospheres.


Santa Maria Rocca Maggiore

Santa Maria Rocca Maggiore

A Veronetta, quartiere storico e caratteristico di Verona, a due passi da Piazza Erbe, IM.COS sta realizzando una nuova valorizzazione

In Veronetta, the historic and characteristic district of Verona, close to Piazza Erbe, IM.COS is carrying out a new enhancementproject

Questa valorizzazione edilizia è di un prestigioso e antico palazzo con due appartamenti, uno al piano nobile ed uno al piano ultimo con altana, ed un ufficio di rappresentanza al piano terra. La cifra stilistica che contraddistingue e qualifica quest’immobile è svelata dalle stratificazioni degli interventi architettonici che, nel susseguirsi dei secoli, hanno modificato, rinnovato, adattato, quest’edificio alle mode e alle esigenze di coloro che nei tempi passati hanno vissuto in questa affascinante dimora. Il Portale del palazzo, la raffinata balaustra settecentesca del balcone al piano nobile, i soffitti con i cassettoni dipinti con stemmi di casate nobiliari, gli stucchi che ingentiliscono e decorano le volte di alcune stanze, le cementine policrome dei primi anni del ‘900, convivono in armonioso insieme in questi piacevolissimi ambienti. L'Appartamento NOBILE è caratterizzato da soffitti molto alti e grandi finestre ed è composto da un ampio ingresso/studio con accesso ad un piccolo terrazzino, un salone, una sala da pranzo con cucina a vista, due camere master con cabine armadio e due bagni en suite ed una lavanderia con il bagno ospiti. L’appartamento ALTANA è costituito da un ampio ingresso/studio con accesso ad un piccolo terrazzino, un salone, una sala da pranzo con cucina a vista, un bagno ospiti con lavanderia, una camera master con cabina armadio e bagno privato, due camere singole con un ulteriore bagno. Al piano superiore o dell’altana troviamo una camera doppia con bagno, due ampie soffitte, un salottino/studio zona multifunzionale con accesso diretto ad una magnifica loggia caratterizzata da romantici affacci sui tetti dei palazzi e delle prime colline. L’ufficio al pian terreno è costituito da una sala riunioni con accesso ad un grazioso cortiletto, un ampio ufficio con soppalco, un bagno ed un piccolo archivio. Il palazzo è dotato di ascensore e ciascun appartamento è provvisto di doppio posto auto coperto.

This building enhancement is for a prestigious and ancient building, wit two apartments, one on the main floor and one on the top floor with a roof terrace, and a representative office on the ground floor. The stylistic code that distinguishes and qualifies this property is revealed by the stratifications of the architectural interventions that, over the centuries, have modified, renovated, adapted this building to the fashions and needs of those who in the past lived in this fascinating mansion. The portal of the palace, a refined eighteenth-century balustrade of the balcony on the noble floor; the ceilings painted with noble families’ emblem; the stuccos that soften and decorate the vaults of some rooms; the polychrome cement tiles of the early 1900s. All coexist harmoniously together in this special environment. The NOBLE apartment is characterized by very high ceilings and large windows and consists of a large entrance / study with access to a small terrace, a living room, a dining room with open kitchen, two master bedrooms with walk-in closets, two en suite bathrooms and a laundry room with guest bathroom. The ALTANA apartment consists of a large entrance / study with access to a small terrace, a living room, a dining room with open kitchen, a guest bathroom with laundry, a master bedroom with walk-in closet and private bathroom, two single bedrooms with an additional bathroom. Upstairs or from the roof terrace we find a double bedroom with bathroom, two large attics, a sitting room / study area with direct access to a magnificent loggia characterized by romantic views over the roofs of the buildings and the first hills. The office on the ground floor consists of a meeting room with access to a lovely courtyard, a large office with a mezzanine, a bathroom and a small archive. The building has a lift and each apartment has a double covered parking space.

| 69


Magri Agenzia Immobiliare Corso Italia, 136 Garda, Verona tel. 045 7256583 info@magri.it www.magri.it

Residence Country Golf Sunset Garda Lake

Residence Country Golf Sunset Garda Lake A pochi passi dal borgo caratteristico di Crero di Torri e dal centro di Torri del Benaco, raggiungibile anche a piedi sulla passeggiata lungolago, “Residence Country Golf Sunset Garda Lake” è facilmente accessibile a tutti principali servizi. Il progetto, ideato dallo Studio di Architettura JMA di Jacopo Mascheroni, sorge su un terreno spettacolare di circa 8.000 mq con una vegetazione lussureggiante e la vista verso il lago rivolta verso il tramonto. Il complesso residenziale comprende dieci appartamenti e due ville con piscina, sviluppati su due piani che seguono l’andamento pendente del terreno, tutti con una vista completamente aperta sul Lago di Garda. L’idea architettonica è di leggerezza, mimetismo, trasparenza. Le vetrate scorrevoli, con cornici in pietra scura e gli angoli smussati, sono come dei contorni leggeri per mantenere un basso impatto nel paesaggio e integrarsi con le alberature circostanti. La costruzione si basa sulle moderne tecniche di efficienza energetica e della sostenibilità, con materiali naturali che garantiscono comfort, vivibilità e relax sia in termini di calore che di luminosità e areazione di tutti gli ambienti. Le finiture rendono esclusivo sia l’esterno, con ampi spazi di vita conviviale come la piscina ed il solarium, che gli interni completamente realizzati con materiali di pregio.

70

|

A few steps from the characteristic village of Crero di Torri and from the center of Torri del Benaco, which can also be reached on foot along the lakeside, “Residence Country Golf Sunset Garda Lake” is easily accessible to all main services. The project, conceived by Jacopo Mascheroni’s JMA Architecture Studio, stands on a spectacular plot of about 8,000 square meters with lush vegetation and a view towards the lake facing the sunset. The residential complex includes ten apartments and two villas with swimming pool, constructed on two floors that follow the sloping course of the land, all with a completely open view of Lake Garda. The architectural idea is about lightness, mimicry, transparency. The sliding windows, with dark stone frames and rounded corners, aim at maintaining a low visual impact on the landscape and integrating with the surrounding trees. The construction is based on modern techniques to allow maximum energy efficiency and sustainability, also through the use natural materials that guarantee comfort, livability and relaxation both in terms of heat and brightness and ventilation of all environments. The finishes make both the exteriors and interiors look exclusive, with large convivial living spaces such as the swimming pool and the solarium, and the interiors completely made with quality materials.


real estate Anfiteatro Il prossimo progetto di GFA Immobiliare a Costermano sul Garda (VR) Sulle sue verdi colline dello scenografico Costermano sul Garda, accogliente paesino sulle pendici del Monte Baldo, sorgerà il progetto Anfiteatro, con un’incantevole ed esclusiva vista sul Lago di Garda. Come tributo, le costruzioni prenderanno i nomi delle famosissime opere che di solito vengono messe in scena nel meraviglioso anfiteatro Arena di Verona. Sorgeranno dunque villa Aida, 2 attici prestigiosi dal nome Nabucco e Traviata e 4 appartamenti esclusivi piano terra con giardino, rispettivamente chiamati Guglielmo Tell, Rigoletto, Bohème e Carmen.

Anfiteatro

The upcoming project of GFA Immobiliare in Costermano sul Garda (VR) Anfiteatro project will be built on the green hills of spectacular Costermano sul Garda, a welcoming village on the slopes of Monte Baldo, with an enchanting and exclusive view of Lake Garda. As a tribute, the buildings will take the names of the famous operas that are usually staged in the wonderful Arena amphitheater of Verona. Thus we will find Villa Aida, 2 prestigious penthouses named Nabucco and Traviata and 4 exclusive ground floor apartments with gardens, respectively called Guglielmo Tell, Rigoletto, Bohème and Carmen.

Magri Agenzia Immobiliare Corso Italia, 136 Garda, Verona tel. 045 7256583 info@magri.it www.magri.it

| 71


real estate

Dimore del Duomo Abitare il fascino del tempo

Per maggiori informazioni sul progetto: For more information on the project: www.dimoredelduomo.it Dimore del Duomo è una valorizzazionea cura di: Development project curated by: IM.COS | Costruttori di Valori Viale del Lavoro, 33 Veronatel. 045 2475267 info@imcossrl.biz - www.imcossrl.it

72

|

Un palazzo rinascimentale dalla bellezza unica che torna alla luce grazie ad un’attenta riqualificazione. Palazzo Manueli Guarienti è un edificio cinquecentesco realizzato nel 1540 dall’architetto e decoratore Bartolomeo Ridolfi su commissione di Francesco Manuelli. Al noto pittore Bernardino India viene invece attribuito l’ornamento pittorico. Il fronte principale che si trova in via Duomo, è caratterizzato da un portale di pietra, recante il nome del nobile committente e da finestre con architravi e davanzali di forgia cinquecentesca anch’essi in pietra. Oggi grazie ad un sapiente progetto di restauro, la residenza torna all’antico splendore. Dimore del Duomo è una nuova valorizzazione immobiliare, realizzata con gli standard più elevati oggi disponibili nel panorama immobiliare. La sapiente ed attenta opera di valorizzazione degli spazi esterni si manifesta in egual fascino e delicatezza anche negli spazi interni, dando vita a residenze uniche. Il concetto di benessere, psicologico e fisiologico della persona ha guidato questo progetto di restauro e ogni ambiente è stato studiato nei minimi dettagli, ponendo l’uomo al centro. Funzionalità, vivibilità, comfort abitativo e risparmio energetico sono stati posti come requisiti fondamentali del progetto. Ogni appartamento è caratterizzato da atmosfere di prestigio e charme e il progetto ha permesso di ridisegnare il tutto seguendo le moderne esigenze abitative, garantendone una fruizione ottimale da godere tutti i giorni. Dimore del Duomo è posizionato nel cuore dell’esclusivissimo centro di Verona, racchiuso e protetto dall’ansa dell’Adige. Una location intrisa di storia per vivere Verona godendo della tranquillità e dei servizi del centro storico. La centralità di Dimore del Duomo rappresenta un valore prestigioso e permette di poter usufruire di una moltitudine di servizi che il centro di Verona offre: meravigliose passeggiate lungo Adige, musei, ristoranti, teatri, supermercati, palestre e molto altro.

Dimore del Duomo Living in the charm of time A Renaissance palace with a unique beauty that comes back to light thanks to careful redevelopment. Palazzo Manueli Guarienti is a sixteenth-century building, built in 1540 by the architect and decorator Bartolomeo Ridolfi and commissioned by Francesco Manuelli. It contains a pictorial ornament that is attributed to the well-known painter Bernardino India. The main front, located in via Duomo, is characterized by a stone portal bearing the name of the noble client and by windows with sixteenth-century forged architraves and sills, also in stone. Today, thanks to a skillful restoration project, the building is returning to its former glory. Dimore del Duomo is a recent real estate enhancement project, realized with the highest standards available today in the real estate panorama. The skillful and careful work of development of the outdoor spaces manifests itself in equal charm and delicacy also in the interior spaces, giving life to unique residences. The concept of psychological and physiological wellbeing has guided this restoration project and each environment has been studied in detail, placing the need of the person at the center. Functionality, livability, living comfort and energy saving have been set as fundamental requirements of the project. Each apartment is characterized by an atmosphere of prestige and charm and the project has made it possible to redesign them following the modern housing needs, guaranteeing an optimal daily use. Dimore del Duomo is located at the heart of the very exclusive center of Verona, enclosed and protected by the bend of the Adige. A beautiful and full of history location, to experience Verona while enjoying the tranquility and services of the historic center. The centrality of Dimore del Duomo is of high value, as it allows you to take advantage of a multitude of services that the center of Verona offers: wonderful walks along the Adige, museums, restaurants, theaters, supermarkets, gyms and much more.


real estate

Nidum Prestigiosa villa di lusso In un ambiente di grande pregio naturalistico, con un clima particolarmente mite anche nel periodo invernale, prendono forma queste soluzioni abitative uniche, dei veri gioielli immobiliari con particolarità distintive del design moderno. Dallo spiccato gusto raffinato, gli spazi living sono perfettamente studiati per offrire una qualità abitativa tutto l’anno. Le ampie vetrate offrono una vista panoramica che si perde tra i caratteristici ulivi, l’orizzonte del Lago di Garda e sulla meravigliosa piscina con cascata scenografica. La divisione su due piani offre una flessibilità mutevole, permette anche di ricevere ospiti donando loro privacy. Le sue ampie terrazze offrono tramonti indimenticabili incorniciati da un’oasi di relax. Bellezza, prestigio, unicità sono alla base della “dream home” Nidum. In posizione collinare incorniciata da oliveti, interessante punto logistico in quanto comodo alle vie di comunicazione, si raggiunge il lago in pochi minuti, mentre il paese di Garda dista solo 6 chilometri. In più, la proprietà si trova a 2 chilometri dal Golf di Marciaga. Per salire a San Zeno, località panoramica a 680 metri di altitudine, bastano pochi minuti in auto. Inoltre, il paese di Costermano offre la possibilità di praticare diversi sport, percorrono la zona piste ciclabili e percorsi naturalistici in cui immergersi nel verde e godersi passeggiate in relax, ma anche un meraviglioso maneggio per gli amanti dell’equitazione. Di veloce raggiungibilità è anche il paese di Affi da dove si ha accesso alle autostrade.

Nidum Prestigious and Luxury Villa In a place with great natural value, with mild climate even in winter, these unique housing solutions take shape, real estate gems with distinctive features of modern design. Presenting a distinctly refined taste, the living spaces are perfectly designed to offer a high quality of living all year round. The large windows offer a panoramic view where the gaze gets lost among the characteristic olive trees, the horizon of Lake Garda and the wonderful swimming pool with a scenic waterfall. The split on two floors offers changing flexibility and also allows to receive guests by giving them privacy. Its large terraces offer unforgettable sunsets framed by an oasis of relaxation. Beauty, prestige, uniqueness are the core of Nidum “dream homes”. In a hilly position framed by olive groves, an interesting logistic point as it is convenient for communication routes, a few minutes from the lake, while the town of Garda is only 6 kilometers away. Moreover, the property is located 2 kilometers from the Golf of Marciaga. To go up to San Zeno, a panoramic town at 680 meters above sea level, it takes just a few minutes by car. In addition, the town of Costermano offers the opportunity to practice different sports, as cycle paths and nature trails run through the area immersed in the greenery to enjoy relaxing walks, but also a wonderful riding school for lovers of horse riding. The town of Affi is also quickly reachable from where highways can be accessed.

Engel & Völkers Bardolino Via Dante Alighieri, 26, Bardolino VR tel. +39 045 7210279 www.engelvoelkers.com/en-it/peschiera

| 73


Residence al Castel

real estate

Immobiliare Eureka srl, together with all its staff, is pleased to present the latest real estate initiative that will be built in Pedemonte, in the heart of Valpolicella and on the outskirts of the city

Residence al Castel Immobiliare Eureka srl insieme a tutto il suo staff è lieta di presentare l’ultima iniziativa immobiliare che sorgerà a Pedemonte, nel cuore della Valpolicella e alle porte della città Il nuovo intervento residenziale si chiamerà “Residence Al Castel” perché vuole far emergere subito il chiaro intento di un richiamo al concetto di antico, il desiderio di proporre una costruzione che possa rievocare il sapore di un edificio di altri tempi e al tempo stesso coniugare la tradizione con l’innovazione. Il “Residence al Castel” vuole essere una rivisitazione della classica tipologia a “corte” che ben si addice a funzioni insediative di tipo residenziale. In tale riproposizione utilizzeremo materiali quali la pietra locale, il legno, le recinzioni e i parapetti in ferro, elementi quindi che richiameranno la tradizione locale ed esalteranno il suo pregio. L’edificio non mancherà di evidenziare però una forte attenzione verso l’avanzata tecnologia costruttiva che permetterà di offrire soluzioni abitative di elevato confort, alto risparmio energetico e isolamento acustico che conferiranno agli ambienti una piacevole vivibilità. Ultimo aspetto ma non in termini di importanza, è il tema del verde; sarà infatti importante non solo mantenere e valorizzare l’esistente pianta di cedro ma verranno creati ampi spazi dedicati ai giardini privati, deliziosi scorci su angoli di verde inseriti nelle abitazioni e giardini pensili. Inoltre, si è voluto dedicare una zona verde/relax per tutti i condomini dove si possa socializzare e ritrovare la convivialità di un tempo apprezzando il vivere all’aria aperta. Immobiliare Eureka cell. 348 8552404 info@immobiliareeureka.it

74

|

The new residential intervention will be called "Residence Al Castel", because it want sto communicate the concept of ancient, the desire to propose a construction that can evoke the flavor of a building of other times and at the same time combine the tradition with innovation. The "Residence al Castel" wants to be a reinterpretation of the classic "courtyard" type that is well suited for residential settlement functions. In this “revival” materials such as local stone, wood, fences and iron parapets will be used, elements which will recall the local tradition and will enhance its value. However, the building will not fail to highlight a strong focus on advanced construction technology that will allow to offer housing solutions of high comfort, high energy savings and sound insulation that will give the rooms a pleasant livability. The last aspect, but not in terms of importance is the theme of green; in fact, it will be important not only to maintain and enhance the existing cedar plant, but large spaces dedicated to private gardens will be created: delightful glimpses of green corners inserted in the houses and hanging gardens. Finally, a green / relaxation area for all condominiums where you can socialize and rediscover the conviviality of the past by living in the open air.


real estate

Residenza Dante La Residenza Dante nasce dai cinquant’anni di esperienza nella progettazione e nella costruzione di Pio Brighenti Il progetto si compone di 16 unità abitative nel centro storico della splendida località di Bardolino. Tutte le residenze sono dotate o di giardini di proprietà o ampi terrazzi, piscina, ascensore, impianto di aria condizionata e garantiscono la totale accessibilità per disabili e portatori di handicap. Ogni unità abitativa dispone inoltre di doppio garage, cantina, riscaldamento autonomo a pavimento, impianto fotovoltaico e di un impianto di irrigazione autonomo e automatizzato. Dai materiali alla realizzazione impiantistica, ogni componente del progetto è frutto di una realizzazione di alto livello che fa uso solo dei migliori marchi selezionati. La parola chiave del progetto è ecosostenibilità: le residenze, tutte appartenenti alla classe energetica A4, sono costruite con la piena aderenza ai parametri del Protocollo Itaca, certificati dalla Regione Veneto.

Residenza Dante Residenza Dante was born from Pio Brighenti's fifty years of experience in designing and building The project consists of 16 residential units in the historic center of the splendid town of Bardolino. All the residences have either their own gardens or large terraces, swimming pool, lift, air conditioning system and guarantee total accessibility for the disabled and handicapped. Each housing unit also has a double garage, cellar, independent underfloor heating, photovoltaic system and an autonomous and automated irrigation system. From materials to plant construction, each component of the project is the result of a high-level construction that uses only the best selected brands. The key word of the project is eco-sustainability: the residences, all belonging to the A4 energy class, are built in full compliance with the parameters of the Itaca Protocol, certified by the Veneto Region.

Alessandro Brighenti tel. 349 3962656 Immobiliare Pio Brighenti Via San Pancrazio 9 Caprino Veronese - Verona

| 75



real estate

Corte Aranci Il nuovo intervento immobiliare che GARDA 2050 SRL propone è ubicato nel comune di Bardolino, in Via Monsurei, località turistica/ residenziale vicino al centro storico e caratterizzata da una splendida vegetazione. GARDA 2050 SRL con il nuovo intervento edilizio vuole proporre una tipologia abitativa inedita per la zona, in armonia con l’ambiente circostante e ispirata ad uno stile contemporaneo senza tralasciare richiami a caratteristiche rurali nell’uso dei materiali. Il progetto prevede la realizzazione di 8 villette a schiera e 2 appartamenti con lotto di giardino privato e 2 appartamenti con terrazzo. I nuovi edifici saranno serviti da una nuova strada interna e in prossimità di ogni singolo lotto verrà realizzato un

posto auto. Le nuove unità abitative avranno forme tra loro diverse ma seguiranno una tipologia unitaria, di stile contemporaneo con tetti inclinati a falda, ampie vetrate e porticati pertinenziali. Il complesso residenziale verrà orientato all’interno dei singoli lotti in modo da garantirne un corretto grado di riservatezza e una esposizione ottimale al sole. Ogni unità sarà suddivisa in soggiorno e cucina, 2 camere da letto e 2 bagni, oltre a locali di cantina e autorimessa al piano interrato. Il tetto in cemento armato, verrà opportunamente isolato sia termicamente che acusticamente e completato in lamiera di alluminio aggraffata, per dare collocazione all’impianto fotovoltaico mascherato alla vista. Nel giardino comune verrà collocata una piscina interrata 20 m x 10 m.

Corte Aranci The new real estate intervention that GARDA 2050 SRL proposes is located in the municipality of Bardolino, in Via Monsurei, a tourist / residential area near the historic center surrounded bt splendid vegetation. GARDA 2050 SRL, through this new building intervention, wants to propose a new type of housing for the area, in harmony with the surrounding environment and inspired by a contemporary style without neglecting rural characteristics in the use of materials. The project involves the construction of 8 terraced houses and 2 apartments with private garden lots and 2 apartments with terraces. The new buildings will be served by a new internal road and a parking space will be created near each single lot. The new housing units will have different shapes but will follow the same style, a contemporary one with sloping pitched roofs, large windows and appurtenant porches. The residential complex will be oriented within the individual lots in order to ensure privacy and optimal exposure to the sun. Each unit will have living room, kitchen, 2 bedrooms and 2 bathrooms, as well as cellar rooms and garage in the basement. The reinforced concrete roof will be insulated both thermally and acoustically and completed in crimped aluminum sheet, to place the photovoltaic system hidden from view. An inground swimming pool 20 m x 10 m will be placed in the common garden.

Garda 2050 s.r.l. Via Ghiaia, 7 - Verona tel. +39 351 7447071 garda2050srl@gmail.com www.garda2050.it Studio Irlandini e Pressi Architetti Associati Via Amerigo Vespucci 8 - Bardolino tel. +39 045 2474075 architettura.ip@gmail.com

| 77


Via del Lavoro 18, 37020 - Valgatara di Valpolicella (VR) | T. 045 6800525 - F. 045 7704900 Via Varini 50, 38060 - Marco di Rovereto (TN) | T. 0464 943220 - F. 0464 942306 www.ballarini-interni.com - info@ballarini-interni.com

Abitare Verona-Ballarini Interni_ 440x330_DNoonu.indd Tutte le pagine


bebitalia.com

13/12/21 15:16


eventi & cultura

99°

IL 99° ARENA DI VERONA OPERA FESTIVAL PRESENTA 46 SERATE UNICHE NEL PIÙ GRANDE TEATRO DEL MONDO NEL SEGNO DELL’OPERA CON I SUOI SPETTACOLI GRANDIOSI E LE MIGLIORI VOCI INTERNAZIONALI

80

|

Arena di Verona Opera Festival 2022


IL 17 GIUGNO ha preso il via l’edizione numero 99 del più popolare Festival d’Opera al mondo, in un’Arena finalmente restituita ai suoi allestimenti unici che richiamano ogni sera un pubblico di oltre 13.000 spettatori, sempre più ricca dei maggiori artisti del panorama internazionale sul palcoscenico. Marco Armiliato è il Direttore Musicale del Festival 2022. La 99° edizione del Festival vedrà salire sul podio dell’immenso golfo mistico areniano per 24 serate uno dei maestri più amati dal pubblico dell’Arena di Verona. Il 99° Arena di Verona Opera Festival 2022 prende il via con i due titoli più rappresentati nella storia del Festival, Carmen di Bizet e Aida di Verdi, entrambi con la firma di Franco Zeffirelli. Carmen, titolo di apertura, debutto del Maestro fra le millenarie pietre dell’anfiteatro nel 1995, verrà presentata al pubblico come nessuno ha mai potuto vederla, in una sintesi originale.

99th Arena di Verona Opera Festival 2022 The 99th Arena di Verona Opera Festival includes 46 unique evenings in the largest theater in the world in the name of opera, with its grandiose shows and the best international voices On June 17, the 99th edition of the most popular Opera Festival in the world kicked off, in an Arena finally restored to its unique settings that can attract over 13,000 spectators every evening, hosting every year more and more major international artists. Marco Armiliato is the Music Director of the 2022 Festival, so the 99th edition will see one of the most beloved Maestri of the Arena on the podium for 24 evenings.

Ph Ennevi. Per gentile concessione della Fondazione Arena di Verona

| 81


Come è noto, il Maestro fiorentino, in occasione dei diversi riallestimenti del suo spettacolo succedutisi nel corso degli anni, aveva apportato diverse sostanziali modifiche culminate nella nuova versione del 2009. Oggi, grazie alle nuove competenze scenotecniche acquisite e sulla base delle osservazioni del Maestro raccolte dai suoi storici collaboratori, è possibile fare una sintesi definitiva del pensiero di Franco Zeffirelli sulla sua personale concezione di Carmen in Arena. Seguendo i primi bozzetti senza cesure o limitazioni, integrati con le migliori novità che lo stesso Zeffirelli ha introdotto nelle edizioni successive, sommando il meglio delle diverse intuizioni del Maestro, si darà vita ad un’esperienza visiva inedita e definitiva, sotto la direzione musicale di Marco Armiliato e impreziosita da un cast d’eccezione in cui vale fra i tanti ricordare i debutti, come protagoniste, di Clémentine Margaine, J’Nai Bridges, Elina Garanča e Yulia Matochkina, affiancate dai Don Josè di Brian Jagde, Roberto Alagna e Vittorio Grigolo.

82

|

The 2022 Festival kicks off with the two most representative titles in its history, Carmen by Bizet and Aida by Verdi, both signed by Franco Zeffirelli. Carmen, the opening title and debut of Zeffirelli in the amphitheater in 1995, will be presented to the public as no one has ever seen it. As it is well known, the Florentine Maestro, is his various rearrangements of his show, had made several substantial changes culminating in a new version of 2009. Today, thanks to new scenography skills and on the basis of the thoughts of the Maestro collected from his historical collaborators, it was possible to create a show that is loyal his own vision on Carmen in the Arena. By following the instructions of the first sketches, with no limitations, and by integrating them with the innovations that Zeffirelli himself introduced, an unprecedented and visual experience was brought to life, under the musical direction of Marco Armiliato and embellished by an exceptional cast: Clémentine Margaine, J'Nai Bridges, Elina Garanča and Yulia Matochkina, alongside by Brian Jagde, Roberto Alagna and Vittorio Grigolo.


La produzione di Aida, creata appositamente per l’Arena proprio vent’anni fa, torna sul palcoscenico veronese dopo molte edizioni come un classico a tutti gli effetti dell’estetica zeffirelliana, con la sua inconfondibile luce dorata e i multicolori tessuti preziosi che profumano l’Egitto immaginato da Verdi di nuovi bagliori fra solennità ed esotismo. L’opera regina dell’Arena, proposta per undici serate, vedrà alternarsi sul podio Daniel Oren e Marco Armiliato. Sull’immenso palcoscenico sale una sfilata imperdibile di voci di assoluto rilievo internazionale tra cui Liudmyla Monastyrska, Anna Netrebko, Latonia Moore, Ekaterina Semenchuk, Murat Karahan, Fabio Sartori, Yusif Eyvazov, Amartuvshin Enkhbat, Ferruccio Furlanetto, a conferma della volontà della Fondazione di fare di ogni serata una prima assoluta. Dal 25 giugno, Nabucco di Verdi per otto serate nella recente edizione dall’ampio respiro storico, risorgimentale e cinematografico di Arnaud Bernard, con la direzione di Daniel Oren e di Alvise Casellati.

The production of Aida, created specifically for the Arena just twenty years ago, returns to the stage after many editions as a classic, respecting Zeffirelli aesthetic with its unmistakable golden lights and the multicolored precious fabrics that create the Egypt imagined by Verdi with a new balance between solemnity and exoticism. The “opera queen” of the Arena, that will be shown for eleven evenings, will see Daniel Oren and Marco Armiliato alternate on the podium. On the immense stage rises an unmissable parade of voices of international importance including Liudmyla Monastyrska, Anna Netrebko, Latonia Moore, Ekaterina Semenchuk, Murat Karahan, Fabio Sartori, Yusif Eyvazov, Amartuvshin Enkhbat, Ferruccio Furlanetto. From 25 June, Verdi's Nabucco started and will continue for eight evenings in its recent edition with a wide historical and cinematographic breath by Arnaud Bernard, under the direction of Daniel Oren and Alvise Casellati. From 2 July La Traviata returns in the latest arrangement by Franco Zeffirelli with the costumes of Maurizio Millenotti.

Nabucco (Ph Ennevi). Per gentile concessione della Fondazione Arena di Verona

| 83


84

|

Quindi dal 2 luglio torna per la prima volta La Traviata, ultima creazione di Franco Zeffirelli con i costumi di Maurizio Millenotti, dopo l’inaugurazione del Festival 2019 alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella e in diretta in mondovisione grazie alla collaborazione di Arena di Verona srl e Rai1, proprio a pochi giorni dalla scomparsa del Maestro, divenendone una sorta di testamento artistico. Il capolavoro verdiano sarà diretto per le sue otto recite da Marco Armiliato. Quinto e ultimo titolo operistico del cartellone 2022 è la Turandot pucciniana nell’allestimento da fiaba di Zeffirelli con i costumi del premio Oscar Emi Wada: sarà in scena dal 4 agosto per sette serate dirette da Marco Armiliato, Francesco

It is back after its inauguration in 2019 in the presence of the President of the Republic Mattarella and in live TV, just a few days after the death of the Maestro, becoming a sort of artistic testament. The Verdi masterpiece will be directed in eight performances by Marco Armiliato. The fifth and last opera title of the 2022 programme is Puccini's Turandot in the fairytale setting by Zeffirelli with the costumes of Oscar winner Emi Wada: it will be staged from 4 August for seven evenings directed by Marco Armiliato, Francesco Ivan Ciampa and, for one single date-event, from Plácido Domingo.

Ivan Ciampa e, per un’unica data-evento, da Plácido Domingo. I cast vocali annoverano, tra le altre, le voci e le qualità interpretative di Anna Netrebko, Lisette Oropesa ed Angel Blue, nonché Luca Salsi, Ludovic Tézier, Francesco Meli, Freddie de Tommaso, Michele Pertusi, in un ben calibrato equilibrio tra solide certezze, nomi di grande spicco internazionale ma rari sulle scene italiane e giovani di sicuro interesse per i melomani di tutt’Europa. Il programma del 99° Festival si completa con tre Gala: il primo è Roberto

The vocal cast includes, among others, the voices and interpretative qualities of Anna Netrebko, Lisette Oropesa and Angel Blue, as well as Luca Salsi, Ludovic Tézier, Francesco Meli, Freddie de Tommaso, Michele Pertusi, a mix between names of great international prominence but rare on the Italian scene and young people of great interest to music lovers from all over Europe.


Bolle and Friends che il 20 luglio porterà all’Arena di Verona un atteso programma che unisce la danza classica, moderna e contemporanea eseguita dall’étoile “dei due mondi” insieme alle più acclamate stelle di oggi. Il 12 agosto tornano i Carmina Burana di Orff in un memorabile e scenografico concerto con la partecipazione di Orchestra e Coro areniani al completo, due cori di voci bianche e dei solisti Lisette Oropesa, Filippo Mineccia e Mario Cassi. Il 25 agosto è la volta della Plácido Domingo in Verdi Opera

The program of the 99th Festival is completed with three Gala evenings: the first is Roberto Bolle and Friends who on 20 July will bring to the Verona Arena a show that combines classical, modern and contemporary dance performed by the étoile "dei due mondi" along with today's most acclaimed stars. On August 12, Orff's Carmina Burana returns in a memorable and spectacular concert with the participation of the Arenaria Orchestra and Chorus, two children's choirs and soloists Lisette Oropesa, Filippo Mineccia and Mario Cassi. On 25 August it is the turn of Plácido Domingo in Verdi Opera Night with three acts of Verdi operas in complete stage form together with Maria José Siri, Fabio Sartori, Clémentine Margaine and, for the first time in the Arena, the bass Ildar

Night con tre atti di opere verdiane in forma scenica completa insieme a Maria José Siri, Fabio Sartori, Clémentine Margaine e, per la prima volta in Arena, il basso Ildar Abdrazakov: oltre alle rare Macbeth e Don Carlo, per l’occasione Domingo debutterà nel ruolo di Amonasro nella scena del Trionfo di Aida. Regia e scene della serata-evento sono firmate da Stefano Trespidi ed Ezio Antonelli, mentre la direzione dei complessi artistici areniani è affidata a Jordi Bernàcer.

Abdrazakov: in addition to Macbeth and Don Carlo, for the occasion Domingo will make his debut in the role of Amonasro in the scene of the Triumph of Aida. Direction and scenes of the evening-event are signed by Stefano Trespidi and Ezio Antonelli, while the direction of the Arena's artistic ensembles is entrusted to Jordi Bernàcer. Turandot (Ph Ennevi). Per gentile concessione della Fondazione Arena di Verona

| 85


Programma

Programme

CARMEN

by Georges Bizet | Directed by Franco Zeffirelli 17, 24, 30 June ∙ 9.15 pm 14, 21, 31 July ∙ 9.00 pm 11, 14, 27 August ∙ 8.45 pm

AIDA

by Giuseppe Verdi | Directed by Franco Zeffirelli 18, 23 June ∙ 9.15 pm 3, 8, 16, 24, 28 July ∙ 9.00 pm 5, 21, 28 August ∙ 8.45 pm 4 September ∙ 8.45 pm

NABUCCO

by Giuseppe Verdi | Directed by Arnaud Bernard 25 June ∙ 9.15 pm 1, 7, 10, 23, 29 July ∙ 9.00 pm

di Georges Bizet | Regia Franco Zeffirelli 17, 24, 30 giugno ∙ ore 21.15 14, 21, 31 luglio ∙ ore 21.00 11, 14, 27 agosto ∙ ore 20.45 di Giuseppe Verdi | Regia Franco Zeffirelli 18, 23 giugno ∙ ore 21.15 3, 8, 16, 24, 28 luglio ∙ ore 21.00 5, 21, 28 agosto ∙ ore 20.45 4 settembre ∙ ore 20.45 di Giuseppe Verdi | Regia Arnaud Bernard 25 giugno ∙ ore 21.15 1, 7, 10, 23, 29 luglio ∙ ore 21.00 18 agosto ∙ ore 20.45 3 settembre ∙ ore 20.45

LA TRAVIATA

di Giuseppe Verdi | Regia Franco Zeffirelli 2, 9, 15, 22, 30 luglio ∙ ore 21.00 6, 20 agosto ∙ ore 20.45 1 settembre ∙ ore 20.45

ROBERTO BOLLE AND FRIENDS

20 luglio ∙ ore 21.15

TURANDOT

di Giacomo Puccini | Regia Franco Zeffirelli 4, 7, 10, 13, 19, 26 agosto ∙ ore 20.45 2 settembre ∙ ore 20.45

CARMEN

AIDA

NABUCCO

THE TRAVIATA by Giuseppe Verdi | Directed by Franco Zeffirelli 2, 9, 15, 22, 30 July ∙ 9.00 pm 6, 20 August ∙ 8.45 pm 1 September ∙ 8.45 pm

ROBERTO BOLLE AND FRIENDS 20 July ∙ 9.15 pm

TURANDOT by Giacomo Puccini | Directed by Franco Zeffirelli 4, 7, 10, 13, 19, 26 August ∙ 8.45 pm 2 September ∙ 8.45 pm

CARMINA BURANA

CARMINA BURANA

12 August ∙ 9.30 pm

DOMINGO IN VERDI OPERA NIGHT

25 August ∙ 9.00 pm

12 agosto ∙ ore 21.30

DOMINGO IN VERDI OPERA NIGHT

25 agosto ∙ ore 21.00

Ph Ennevi. Per gentile concessione della Fondazione Arena di Verona

86

|

In caso di necessità Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di modificare il presente programma.

Fondazione Arena di Verona reserves the rights to modify this program.



eventi & cultura Estate Teatrale Veronese Semina un nuovo inizio

88

|

TORNANO I BIG CON 54 SERATE E 17 SPETTACOLI INEDITI IN PRIMA NAZIONALE, IDEATI PER IL FESTIVAL


ESTATE TEATRALE VERONESE, realizzata dal Comune di Verona in collaborazione con Arteven, con il sostegno della Regione Veneto e di Agsm-Aim, si conferma uno dei festival multiculturali più apprezzato a livello nazionale. Al Teatro Romano, sede storica del festival, si affiancheranno quest’anno Forte Gisella, Camploy e Terrazza di Giulietta, per un totale di 54 serate. Lo slogan della rassegna, ‘Semina un nuovo inizio’, sottolinea il ritorno della platea nella sua configurazione tradizionale e una programmazione che riprende dal punto in cui si era fermata prima della pandemia, riportando artisti che hanno fatto la storia del festival. Prosa La programmazione dedicata al teatro sarà suddivisa in due sezioni, il Festival Shakespeariano, nucleo centrale del festival, e Settembre Classico. L’inaugurazione è stata venerdì 1 e sabato 2 luglio, con “Il mercante di Venezia” interpretato da Franco Branciaroli. Il 7 e 8 luglio è invece il turno di Alessandro Preziosi, protagonista di “Il mio cuore è con Cesare”. Si continua poi con “R+G”, lunedì 11 luglio, riscrittura contemporanea con dj set della celebre tragedia di Romeo e Giulietta, firmata da Tommaso Fermariello e diretta da Stefano Cordella. Il 15 e 16 luglio, invece, Marco Paolini sarà in “Boomers (titolo provvisorio)”. Il programma si sposterà, poi, sulla Terrazza di Giulietta al Teatro Nuovo, dal 19 al 26 luglio, con “Racconto d'inverno” di Piermario Vescovo, una fiaba per adulti. Al Camploy, invece, le compagnie internazionali, dalla Malesia all’Ucraina, rivedranno il Bardo per il Fringe Festival. Dall’1 al 3 settembre, debutterà, in prima nazionale, "Iliade" curata da Alessandro Baricco con protagonista Natalino Balasso per la regia di Alberto Rizzi. Infine, il 14 e 15 settembre sarà la volta di “Ifigenia in Tauride” con la regia di Jacopo Gassmann e con Anna Della Rosa e Ivan Alovisio, insieme al ritorno del Teatro Greco di Siracusa.

A sinistra, Eleonora Abbagnato (ph James Bort) Sopra, Elio

Estate Teatrale Veronese Sowing a new beginning

The Estate Teatrale Veronese, organized by the Municipality of Verona in collaboration with Arteven, with the support of the Veneto Region and Agsm-Aim, is confirmed as one of the most popular multicultural festivals at national level. The Roman Theater, the historic site of the festival, will be joined this year by Forte Gisella, Camploy Theater and Juliet's Terrace, for a total of 54 evenings. The festival's slogan, 'Sow a new beginning', underlines the return of the audience to its traditional configuration and a program that picks up where it stopped before the pandemic, bringing back artists who made the history of the festival.

Classico. The inauguration was on Friday 1 and Saturday 2 July, with “The merchant of Venice” interpreted by Franco Branciaroli. On 7 and 8 July it is the turn of Alessandro Preziosi, protagonist of “My heart is with Cesare”. It then continues with “R + G”, Monday 11 July, a contemporary rewriting with DJ set of the famous tragedy of Romeo and Juliet, created by Tommaso Fermariello and directed by Stefano Cordella. On 15 and 16 July, however, Marco Paolini will be in “Boomers (working title)”. The program will then move to Juliet's Terrace at the Teatro Nuovo, from 19 to 26 July, with Piermario Vescovo's “Winter's Tale”, a fairy tale for adults. At Camploy, on the other hand, international companies, from Malaysia to Ukraine, will participate in the Fringe Festival. From 1 to 3 September, “Iliade”, curated by Alessandro Baricco starring Natalino Balasso and directed by Alberto Rizzi, will debut in its national premiere. Finally, on 14 and 15 September it will be the turn of “Ifigenia in Tauride” directed by Jacopo Gassmann and with Anna Della Rosa and Ivan Alovisio, together with the Teatro Greco di Siracusa.

Prose The programming of theater shows will be divided into two sections, the Shakespearean Festival, the core of the festival, and Settembre

Dance This year, for the first time, dance will also be a tribute to Shakespeare. Eleonora Abbagnato begins with her daughter, on Tuesday 19 and

The big names are back with 54 evenings and 17 unedited shows’ national premieres, Designed specifically for the Festival

| 89


Danza Quest’anno, per la prima volta, anche la danza sarà nel segno di Shakespeare. Inizia Eleonora Abbagnato assieme alla figlia, martedì 19 e venerdì 22 luglio, con “Giulietta”, una serata ideata appositamente per il festival, con le partiture di Ciajkovskij, Berlioz e Prokofiev eseguite dal vivo. Martedì 26 luglio sarà la volta di “Othello tango” a cura di Luciano Padovani per la Compagnia Naturalis Labor. Giovedì 4 agosto, andrà invece in scena “Re Lear”, coreografata da Michela Lucenti per il Balletto Civile. Infine, a grande richiesta, ci sarà il ritorno dei Momix, dal 6 al 18 agosto, con “In back to Momix”. Altra location dedicata all’arte coreutica sarà Forte Gisella con Ersiliadanza, dall’1 al 3 luglio e dal 5 al 7 agosto. Musica Sei sono gli appuntamenti con il jazz e la musica sperimentale. Sul palco del Teatro Romano ci sono Paolo Fresu mercoledì 22 giugno, Avishai Cohen domenica 26 giugno, e Al di Meola lunedì 27 giugno. Poi ancora, Elio che omaggia Jannacci il 23 giugno, i Black Pumas lunedì 4 luglio e i Kings of Convenience, sabato 23 luglio.

BIGLIETTI I biglietti per la prosa e la danza sono in vendita al Box Office di via Pallone e online sui siti www.boxofficelive.it e www.spettacoloverona.it, oppure nelle sere di spettacolo al botteghino del Teatro Romano. Le persone diversamente abili possono prenotare il loro posto e avere ulteriori informazioni al numero 045 8011154. I ticket per i concerti sono in vendita sul sito www.ticketone.it. Informazioni e aggiornamenti: www.spettacoloverona.it

Dall’alto in basso: Marco Paolini (ph CaliMero). Patrizia Laquidara (ph Barbara Rigon. Alessandro Preziosi

90

|

Friday 22 July, with “Giulietta”, an evening specially created for the festival, with live scores by Tchaikovsky, Berlioz and Prokofiev. Tuesday 26 July will be the turn of “Othello tango” by Luciano Padovani with the Compagnia Naturalis Labor. On Thursday 4 August, “Re Lear” will be staged, choreographed by Michela Lucenti for the Civil Ballet. Finally, by popular demand, there will be the return of Momix, from 6 to 18 August, with “In back to Momix”. Another location dedicated to the art of dance will be Forte Gisella with Ersiliadanza, from 1 to 3 July and from 5 to 7 August. Music Six jazz and experimental music evenings are planned. On the stage of the Roman Theater you can see Paolo Fresu on Wednesday 22 June, Avishai Cohen on Sunday 26 June, and Al di Meola on Monday 27 June. Then again, Elio paying homage to Jannacci on 23 June, the Black Pumas on Monday 4 July and the Kings of Convenience on Saturday 23 July.

TICKETS Tickets for prose and dance are on sale at the Box Office in via Pallone and online on the websites www.boxofficelive.it and www.spettacoloverona.it, or on show evenings at the Roman Theater box office. People with disabilities can book their seat and get further information on +39 045 8011154. Tickets for concerts are on sale on the website www.ticketone.it. For information and updates: www.spettacoloverona.it


eventi & cultura

Festival della Bellezza 2022 IL “FESTIVAL DELLA BELLEZZA – I MAESTRI DELLO SPIRITO”, GIUNTO ORMAI ALLA IX EDIZIONE, SI SVOLGE NEI LUOGHI PIÙ PRESTIGIOSI ED AFFASCINANTI DA UN PUNTO DI VISTA ARTISTICO ED ARCHEOLOGICO DELLA NOSTRA PENISOLA

TEMA DI QUEST'ANNO è “Miti e tabù. Personaggi e opere iconiche tra idee e simboli” nello scenario dell'Italia tra gli anni '50 e '80. Complessivamente 35 appuntamenti, fino al 22 ottobre 2022 in luoghi prestigiosi del patrimonio artistico da nord a sud (Veneto, Lombardia, Toscana, Liguria, Lazio e Sicilia). Il luogo principale degli eventi è però il Teatro Romano di Verona, che ospiterà 14 incontri; e poi Villa Guarienti di Brenzone a Garda, nelle ville storiche della Valpolicella come la Mosconi Bertani e la Guerrieri Rizzardi, sul Lago di Garda all'Isola, alle Grotte di Catullo di Sirmione e al Vittoriale, a Venezia, al Teatro Olimpico di Vicenza, al palazzo della Ragione di Padova, a Mantova, fino ad Erice. Ospiti illustri si alternano con una serie di proposte accattivanti, serie e divertenti, in città d'arte, templi antichi, teatri e spettacoli naturali mozzafiato, come il Lago di Garda. Il Festival è stato inaugurato da Massimo Recalcati il 15 giugno. Tra gli ospiti da non perdere nei dintorni troviamo: Ornella Vanoni al Vittoriale, Fiorella Mannoia, Umberto Galimberti e Vittorio Sgarbi al Teatro Romano. Il programma dettagliato si può trovare sul sito www.festivalbellezza.it Il Festival è promosso dal Ministero del Turismo, dalla Regione Veneto e dal Comune di Verona. E organizzato dall'associazione Idem. Biglietti sui circuiti Ticketone e Box Office Verona.

Festival della Bellezza 2022 The “Festival della Bellezza – I maestri dello spirito”, in its 9th edition, takes place in the most prestigious and fascinating places from an artistic and archaeological point of view of our peninsula This year's theme is “Myths and Taboos. Characters and iconic works between ideas and symbols" of 1950s and 1980s Italy. A total of 35 appointments, until 22 October 2022 in prestigious places of the artistic heritage from north to south (Veneto, Lombardy, Tuscany, Liguria, Lazio and Sicily). The main place of the events, however, is the Roman Theater of Verona, which will host 14 meetings; and then Villa Guarienti di Brenzone in Garda, in the historic villas of Valpolicella such as Mosconi Bertani

and Guerrieri Rizzardi, on Lake Garda on the Island, at the Grotte di Catullo di Sirmione and at the Vittoriale, in Venice, at the Teatro Olimpico in Vicenza, to the Palazzo della Ragione in Padua, in Mantua, up to Erice. Illustrious guests alternate with a series of captivating, serious and fun proposals, in cities of art, ancient temples, theaters and breathtaking natural spectacles, such as Lake Garda. The Festival was inaugurated by Massimo Recalcati on the 15th June. Among the guests not to be missed in the surrounding area are: Ornella Vanoni at the Vittoriale, Fiorella Mannoia, Umberto Galimberti and Vittorio Sgarbi at the Roman Theater. The detailed program can be found on the website www.festivalbellezza.it The Festival is promoted by the Ministry of Tourism, the Veneto Region and the Municipality of Verona. It is organized by the Idem association.Tickets on the Ticketone and Box Office Verona circuits.

| 91


eventi & cultura

L’Accademia Filarmonica di Verona rimette la musica al centro SI RIPARTE CON ENTUSIASMO PER INVESTIRE SUL PRESENTE E SUL FUTURO, CON LA CERTEZZA CHE IL RITO DEL CONCERTO SEMPRE SI RINNOVA

l Festival “Settembre dell’Accademia” è un investimento che frutta, da ormai numerosi anni, in termini culturali ed estetici attraverso programmi dedicati principalmente alla grande tradizione sinfonica: lo spirito che anima anche questa 31esima edizione nasce da una credibilità internazionale conquistata grazie alla continuità e alla costante presenza di orchestre di altissimo livello. Il festival si sviluppa in 8 concerti nell’arco di quasi un mese, dal 7 settembre al 3 ottobre. L’inaugurazione è affidata alla Rundfunk Sinfonieorchester Berlin, mercoledì 7 settembre, l’orchestra della metropoli tedesca che ha la stessa età della radio, essendo nata nel 1923. Dirige il dinamicissimo Vladimir Jurowski, che presenta a Verona la sinfonia più amata di Gustav Mahler. la Sinfonia n. 5, opera di grande seduzione sonora, tra tragiche marce funebri, Scherzi laceranti e incontaminati lirismi. Il brano d’apertura che introduce la giovane violinista Vilde Frang, è una rarità: il Concerto per violino n. 1 di Béla Bartók. Il 12 settembre largo agli inglesi, con una delle più rappresentative compagini d’oltremanica, the Academy of St. Martin in the Fields, che con il suo direttore principale nonché star del violino Joshua Bell si presenta con un programma di sicura presa, con l’Ouverture Egmont e la Sinfonia n. 7

92

|

di Beethoven che delimitano il torrenziale Concerto per violino di Čajkovskij. Ancora il violino è protagonista giovedì 15 settembre in apertura del concerto della Philharmonia di Londra. La giapponese Sayaka Shoji interpreterà il Concerto n. 2 di Sergej Prokof’ev. Poi Sibelius (Sinfonia n. 2) diretto da Santtu-Matias Rouvali, il nuovo giovane direttore finlandese della Philharmonia. Per lunedì 19 settembre l’Accademia ha invitato in recital uno dei grandi pianisti del nostro tempo, Mikhail Pletnev. Il pianista da diversi anni centellina le sue esibizioni ma ogni volta che torna sul palcoscenico è un avvenimento. I suoi programmi non sono mai scontati, come questo che alterna musiche dell’ultimo periodo di Brahms a quelle meno note di Dvořák. Un altro modo originale di comporre un programma viene senz’altro da Leif Ove Andsnes, il pianista direttore che, alla testa della Mahler Chamber Orchestra, giovedì 22 settembre si dedica all’esecuzione di musiche composte in un solo anno da Mozart, il 1786. In quell’anno di grandissimi risultati creativi ascolteremo i Concerti per pianoforte n. 22 K. 482 e n. 24 K. 491, e al centro della serata la Sinfonia n. 38 “Praga”. La Barcelona Gipsy balkan Orchestra ci porta per una sera fuori dalle rotte classiche, pre-

sentando lunedì 26 settembre il patrimonio musicale gitano, klezmer, bosniaco, serbo, albanese, rumeno, russo e ottomano. Brani che parlano d’amore e libertà, canzoni contro la guerra e canti rivoluzionari. Si potrebbe intitolare “La metamorfosi dell’eroe” il programma dell’Orchestra Mozart diretta da Daniele Gatti venerdì 30 settembre: con la Sinfonia n. 3 “Eroica” di Beethoven, ispirata al Bonaparte e Metamorphosen di Richard Strauss, una elegia in cui affiora nostalgicamente il tema della marcia funebre dell’Eroica. La chiusura del festival è affidata a Jordi Savall, il direttore catalano che alle soglie degli ottanta anni rivisita il repertorio sinfonico classico con il suo gruppo con strumenti originali Le Concert des Nations. Savall dirige lunedì 3 ottobre i due capolavori sinfonici di Franz Schubert, la Sinfonia n. 8 “Incompiuta” e le Sinfonia n. 9 “La Grande”. Due opere oggi celebri, amatissime, ma che il musicista non ebbe mai occasione di sentire eseguite in vita.


The Verona Philharmonic Academy puts music back at the top We start again with enthusiasm to invest in the present and the future, with the certainty that the ritual of the concert can always be renewed The "Settembre dell'Accademia" Festival is an investment that has been fruitful for many years in cultural and aesthetic terms thanks to programs dedicated mainly to a great symphonic tradition: the spirit that animates this 31st edition stems from an international credibility gained thanks to continuity and the constant presence of orchestras of the highest level. The festival will include over 8 concerts, spread over almost a month, from 7 September to 3 October. The inauguration will be entrusted on Wednesday 7 September to the Rundfunk Sinfonieorchester Berlin, the orchestra of the German metropolis which is the same age as the radio, born in 1923. The dynamic Vladimir Jurowski

will direct it, presenting Gustav Mahler's most beloved symphony, the Symphony n. 5, a work of great sound seduction, including tragic funeral marches, lacerating jokes and uncontaminated lyricisms. The opening piece, which will introduce the young violinist Vilde Frang, is a rare pearl: the Violin Concerto no. 1 by Béla Bartók. On 12 September, it will be the turn of the British, with one of the most representative teams across the Channel, the Academy of St. Martin in the Fields, with which its principal conductor and violin star Joshua Bell will present an intense program, with the Ouverture Egmont and Symphony No. 7 by Beethoven, that delimit the torrential Concerto for violin by Tchaikovsky.The violin will again be the protagonist on Thursday 15 September at the opening of the London Philharmonia concert. The Japanese Sayaka Shoji will perform the Concerto n. 2 by Sergej Prokof’ev and then we will see Sibelius (Symphony No. 2) conducted by Santtu-Matias Rouvali, the new young Finnish conductor of the Philharmonia. On Monday 19 September the Academy will host one of the great pianists of our time, Mikhail Pletnev, to a recital. The pianist has been limiting his performances for several years but every time he returns to the stage, it becomes an event. His programs are never predictable, like this one which will alternate music from the last period of Brahms with the lesser known ones of Dvořák. Another original way of composing a program is undoubtedly the one of Leif Ove Andsnes, the conductor pianist who, at the head of the Mahler Chamber Orchestra, on Thursday 22 September will present all the music composed in a single year by Mozart, 1786. Thanks to that year of great creations, we will listen to the Piano Concerts n. 22 K. 482 and n. 24 K. 491, and, at the center of the evening, the Symphony n. 38 "Prague". The Barcelona Gipsy balkan Orchestra will then us to undiscovered paths, presenting on Monday 26 September the Gypsy, Klezmer, Bosnian, Serbian, Albanian, Romanian, Russian and Ottoman musical heritag. Songs that speak of love and freedom, anti-war and revolutionary songs. The program of the Mozart Orchestra conducted by Daniele Gatti on Friday 30 September could be entitled "The metamorphosis of the hero": it will include the Symphony no. 3 "Eroica" by Beethoven, inspired by Richard Strauss's Bonaparte and Metamorphosen, an elegy in which the theme of the funeral march of the Eroica emerges nostalgically. The closing of the festival will be entrusted to Jordi Savall, the Catalan conductor who at the turn of the eighties revisits the classical symphonic repertoire Le Concert des Nations with his group with original instruments. Savall will conduct Franz Schubert's two symphonic masterpieces, Symphony n. 8 “Incompiuta” and the Symphony n. 9 “The Great”. Two works today famous and loved, but which the musician never had the opportunity to hear performed.

| 93


concerti Concerti in Arena PINGUINI TATTICI NUCLEARI

8 Agosto 2022 "Dove eravamo rimasti tour" guarda al passato più lontano del primo tour importante della band fino a quello più recente, tutto in modo colorato e iconico.

RTL POWER HITS ESTATE

31 Agosto 2022 Sesta edizione dell’evento dove si annuncerà il tormentone dell’estate 2022 da RTL 102.5 in collaborazione con EarOne con i voti espressi dagli ascoltatori.

MUSIC AWARDS 2022

9-10 Settembre Per il terzo anno consecutivo torna l’ormai tradizionale e atteso appuntamento con lo Speciale Music Awards 2022, uno show in compagnia di alcuni tra i più importanti artisti italiani, per vivere una magica serata di fine estate, condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada.

SIMPLE MINDS

18 Luglio 2022 La band di Jim Kerr e Charlie Burchill torna in tour dopo la pubblicazione di “40: The Best Of - 19792019”, una raccolta che ripercorre i suoi quaranta anni di carriera.

ARENA '60 '70' '80 '90

TOTO

MIKA – THE MAGIC PIANO

25 Luglio 2022 La band dei classici come Africa, Hold the Line, Rosanna o Georgy arriva nella magica atmosfera dell’Arena che gli appassionati non vorranno perdere.

CLAUDIO BAGLIONI

26-27 Luglio 2022 Arriva Baglioni con il suo concerto show “Dodici Note – TUTTI SU!”. Tre ore di spettacolo tra musica, danza e teatro, trenta brani in scaletta, su un palco speciale solitamente riservato alla lirica.

94

|

12-13-14 Settembre 2022 Tre serate-evento, condotte da Amadeus, completamente dedicate alle canzoni che hanno maggiormente segnato gli anni ’60, ’70 e ’80.

18 Settembre all’Arena di Verona 19 Settembre al Teatro Filarmonico Due spettacoli unici, incentrati sull’unicità e la magia dei due palchi che calcherà Mika a Verona. Comune denominatore sarà il piano magico, amico fedele del cantante da sempre.

2 CELLOS

22 Settembre 2022 Il duo di violoncellisti croato/sloveno 2Cellos annuncia l’ultimo concerto europeo della loro carriera.

MANNARINO

28 Settembre 2022 Il cantautore romano, in tour per raccontare l'album “V”, in cui mescola sound tribali e musica elettronica, portando sul palco le riflessioni dei suoi viaggi intorno al mondo.

LIGABUE

27-29-30 Settembre e 1-3-4 Ottobre 2022 Dopo il successo dell’evento “30 anni in un giorno”, che ha infuocato la RCF Arena di Reggio Emilia con oltre tre ore di musica, Ligabue arriva in Arena per ben 6 date prima delle sue date internazionali.

MARRACASH

25 Settembre 2022 Il rapper calabrese calcherà il palco dell’Arena in occasione del suo imperdibile “Persone Tour”.

NICCOLÒ FABI

2 Ottobre 2022 Niccolò Fabi per la prima volta all’Arena di Verona per il suo unico live del 2022 in cui festeggia i 25 anni di carriera.

NOTRE DAME DE PARIS

8-9 Ottobre 2022 In occasione della tournée che celebra i vent’anni di successi di "Notre Dame de Paris", lo spettacolo torna con il suo maestoso allestimento.

EROS RAMAZZOTTI

20-21-23-24 Settembre 2022 Eros torna con “Battito Infinito World Tour 2023”, dei concerti per festeggiare l’uscita delle sue nuove canzoni.

Dall’alto: i Toto e Ligabue


MUSIC AWARDS 2022

Concerts at the Arena SIMPLE MINDS

18 July, 2022 Jim Kerr and Charlie Burchill's band is back on tour after the release of “40: The Best Of - 1979-2019”, a collection that traces their forty-year old career.

9-10 September 2022 For the third consecutive year, the now traditional and long-awaited appointment with the Special Music Awards 2022 returns, a show with some of the most important Italian artists, to experience a magical late summer evening, hosted by Carlo Conti and Vanessa Incontrada.

ARENA '60 '70 ''80 '90

12-13-14 September 2022 Three evenings-events, conducted by Amadeus, completely dedicated to the songs that most characterized the 60s, 70s and 80s.

MIKA - THE MAGIC PIANO

25 July 2022 The band of classics such as Africa, Hold the Line, Rosanna or Georgy arrives in the magical atmosphere of the Arena that fans will not want to miss.

18 September at the Verona Arena 19 September at the Philharmonic Theater Two unique shows, focused on the uniqueness and magic of the two stages that Mika will perform on in Verona. The common denominator will be the magic piano, a faithful friend of the singer since alway.

CLAUDIO BAGLIONI

EROS RAMAZZOTTI

TOTO

26-27 July 2022 Baglioni will perform his concert show "Twelve Notes - ALL UP!". Three hours of entertainment with music, dance and theater; thirty pieces in the lineup, on a special stage usually reserved for opera.

PINGUINI TATTICI NUCLEARI

8 August 2022 The “Dove eravamo rimasti tour” looks back to the distant past from the band's first major tour to the most recent one, all in a colorful and iconic way.

RTL POWER HITS ESTATE

31 August, 2022 The sixth edition of the event where the best hit of summer 2022 will be announced by RTL 102.5 in collaboration with EarOne and the votes cast by the listeners.

LIGABUE

27-29-30 September and 1-3-4 October 2022 After the success of the event “30 years in one day“, which set the RCF Arena in Reggio Emilia on fire with over three hours of music, Ligabue arrives at the Verona Arena for 6 dates before its international dates.

MARRACASH

25 September 2022 The Calabrian rapper will take the stage of the Arena on the occasion of his unmissable "People Tour".

NICCOLÒ FABI

2 October 2022 Niccolò Fabi for the first time at the Verona Arena for his only live of 2022 in which he celebrates 25 years of career.

20-21-23-24 September 2022 Eros is back with the concerts "Battito Infinito World Tour 2023" to celebrate the release of his new songs.

2 CELLOS

22 September, 2022 The Croatian / Slovenian cellist duo 2Cellos announces the last European concert of their career.

MANNARINO

28 September 2022 The Roman singer-songwriter, on tour to tell the album „V“, where he mixes tribal sounds and electronic music, bringing to the stage the reflections of his travels around the world.

Dall’alto: Simple Mind (ph Chapman Baehler) e Pinguini Tattici Nucleari

NOTRE DAME DE PARIS

8-9 October 2022 On the occasion of the tour that celebrates the twenty years of success of "Notre Dame de Paris", the show returns with its majestic staging.

| 95


Marmomac 2022 L’EDIZIONE 2022 SARÀ UN PERCORSO TRA ARCHITETTURA, DESIGN E UNIVERSITÀ PER RIFLETTERE SUL MATERIALE LITICO E RACCONTARE NUOVE SPERIMENTAZIONI Marmomac, la principale fiera internazionale dedicata al marmo e alla pietra naturale in programma dal 27 al 30 settembre 2022 a Veronafiere, rinnova la sua vocazione al business e alla cultura presentando un ricco palinsesto di iniziative rivolte a professionisti, architetti e designer per esplorare nuovi linguaggi e progetti legati al materiale litico. Cuore pulsante di cultura e formazione sarà The Plus Theatre, un’area che nel corso della manifestazione verrà animata da talk, lectio e workshop dedicati alla pietra naturale. Qui troveranno spazio anche la vip lounge, il ristorante, il wine bar e le cinque mostre culturali che accoglieranno espositori e visitatori per raccontare la pietra naturale e i suoi utilizzi attraverso un percorso che

mette idealmente in relazione tutto il ciclo produttivo, dal blocco all’elaborato finale. Design e architettura, arte e sperimentazione universitaria fino al coinvolgimento di importanti brand dell’arredo: il filo conduttore è una lettura variegata ma omogenea di come la pietra naturale si presti a un utilizzo più o meno complesso in diversi settori e quali possano essere i suoi sviluppi futuri. L’edizione 2022 prevede infine le sezioni Marmo+Tech, uno palcoscenico di divulgazione e confronto in cui le aziende delle aree machinery e tools presenteranno le innovazioni della tecnica al servizio di chi lavora la pietra, e Marmo+Press un programma di quattro convegni organizzati da altrettante testate tecniche internazionali sui temi legati alla sostenibilità e ai mercati. Per il programma completo: marmomac.com

Marmomac 2022

fiere

The 2022 edition will be a journey through architecture, design and universities to reflect and discuss about new experiments

96

|

Marmomac, the main international fair dedicated to marble and natural stone scheduled from 27 to 30 September 2022 at Veronafiere, doubles down on its focus on business and culture by presenting a rich program of initiatives aimed at professionals, architects and designers to explore new languages and projects related to stone material. The beating heart of the fair will be The Plus Theater, an area that will be animated by talks, lectures and workshops dedicated to natural stone during the event. Here there will also be the vip lounge, the restaurant, the wine bar and the five cultural exhibitions that will welcome exhibitors and visitors to tell about natural stone and its uses through a path that ideally connects the entire production cycle, from the block to the final product. Design and architecture, art and university experimentation up to the involvement of important furniture brands: the common thread will be a varied but homogeneous reading of how natural stone lends itself to a more or less complex use in different sectors and what may be its future developments. Lastly, the 2022 edition will include the Marmo + Tech sections, a discussion and comparison area where companies in the machinery and tools sector will present technical innovations at the service of stone workers, and Marmo + Press a program of four organized conferences by international technical publications on issues related to sustainability and markets. For the complete program: marmomac.com


L’obiettivo è quello di creare dei luoghi di design funzionali al lavoro che si svolge all’interno della fiera e piacevoli per i visitatori. L’uso del colore, la scelta di tessuti, texture e materiali saranno equilibrati al contesto, lasciando all’arte il ruolo da protagonista. Inoltre, un tappeto di 500 mq verrà installato per accogliere i visitatori all’ingresso della fiera. La fiera comprenderà una lunga lista di esposizioni, premiazioni, incontri e eventi interattivi. Per più info: artverona.it

ARTVERONA #ITALIANSYSTEM

ARTVERONA #ITALIANSYSTEM DAL 14 AL 16 OTTOBRE 2022 TORNA LA PIÙ INNOVATIVA FIERA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA CHE SI PROPONE DI VALORIZZARE IL SISTEMA DELL’ARTE ITALIANA Giunta alla sua 17a edizione, ArtVerona #ITALIANSYSTEM, organizzata da Veronafiere, si aprirà anche a ospiti internazionali e intraprende la strada dell’innovazione, della sostenibilità e dell’accessibilità. La direzione artistica di Stefano Raimondi sarà coadiuvata da un consolidato team di critici e storici dell’arte. Tante le novità di ArtVerona 2022, a partire dalle due nuove sezioni Habitat e Curated by. Habitat è un progetto culturale dedicato alla presentazione di importanti artisti storici italiani, quali Ugo La Pietra, Marina Apollonio, Nanda Vigo, Luciano Fabro, concepiti come spazi immersivi. Curated by presenta le proposte di gallerie che hanno collaborato con un curatore per la realizzazione dello stand, così da sottolineare alcune modalità in cui si sviluppa la relazione tra galleria, curatore e artista. La fiera inoltre rafforza la sua rete internazionale grazie al nuovo progetto pluriennale Visiting Curator, in cui direttori e curatori d’istituzioni museali da tutto il mondo sono invitati a scoprire la ricerca e gli artisti delle gallerie di ArtVerona e a partecipare come membri nelle commissioni delle giurie dei premi. L’interior designer Andrea Castrignano avrà il ruolo di rivestire in chiave creativa la hall e gli spazi comuni di ArtVerona 2022 ponendo l’accento sul concetto di “ospitalità” che caratterizza lo spirito della fiera.

From 14 to 16 October 2022 the most innovative modern and contemporary art fair returns, which aims to enhance the Italian art system In its 17th edition, ArtVerona #ITALIANSYSTEM, organized by Veronafiere, will open itself also to international guests and will embark on the path of innovation, sustainability and accessibility. Stefano Raimondi's artistic direction will be assisted by a consolidated team of art critics and historians. The many novelties of ArtVerona 2022 will include the two new sections Habitat and Curated by. Habitat is a cultural project dedicated to the presentation of great Italian historical artists, such as Ugo La Pietra, Marina Apollonio, Nanda Vigo, Luciano Fabro, conceived as immersive spaces. Curated by presents the proposals of galleries that have collaborated with a curator for the construction of the

Nella foto in basso da sinistra: Stefano Raimondi, Federico Bricolo, Elena Amadini e Giovanni Bonelli.

stand, in order to underline some of the ways in which the relationship between gallery, curator and artist develops. The fair also strengthens its international network thanks to the new multi-year project Visiting Curator, in which directors and curators of museum institutions from all over the world are invited to discover the research and artists of ArtVerona's galleries and to participate as members in the jury commissions. of prizes. The interior designer Andrea Castrignano will have the task of dressing the hall and common areas of ArtVerona 2022, emphasizing the concept of "hospitality" that characterizes the spirit of the fair. The goal is to create design spaces that are functional to the work that takes place inside the fair and that are pleasant for visitors. The use of color, the choice of fabrics, textures and materials will be balanced with the context, leaving the leading role to art. A 500 square meter carpet will also be created, to welcome visitors at the entrance to the fair. The fair will include a long list of exhibitions, awards, meetings and interactive events. For more info: artverona.it

| 97


Art exhibitions THE NATIONAL ARCHAEOLOGICAL MUSEUM OF VERONA

Il MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO DI VERONA

mostre

Mostre

Il percorso espositivo della sezione Preistoria e Protostoria, anche grazie a ricostruzioni fisiche e virtuali, video e altri mezzi di comunicazione multimediale, narra le principali componenti storiche del veronese in un arco cronologico compreso tra oltre 100.000 anni fa e il 100 a.C. Predisposto con la collaborazione dell’Università di Ferrara, dell’Università di Trento e della Soprintendenza SABAP di Verona, il percorso si articola in una serie di sottosezioni dedicate ai principali siti preistorici e protostorici, dal Paleolitico (rappresentato dalla famosa pietra dipinta, nota come lo "Sciamano", considerato tra le più antiche rappresentazioni umane sino ad oggi note al mondo, proveniente dalla Grotta di Fumane), passando attraverso il Neolitico e l'età del Rame, fino all’età del Bronzo, con l'esposizione dei materiali provenienti dai siti palafitticoli inseriti nella lista UNESCO del veronese, e all'età del Ferro. Il Museo Archeologico Nazionale di Verona è aperto al pubblico nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18.

GIOVAN FRANCESCO CAROTO Verona, Palazzo della Gran Guardia 12 maggio 2022 | 02 ottobre 2022 Dipinti, sculture, monete e reperti, fossili, per scoprire Giovan Francesco Caroto (14801555) uno degli artisti più complessi del '500 veronese ma ancora poco conosciuto anche se le sue opere sono esposte nei più importanti musei del mondo.

98

|

The exhibition of the Prehistory and Protohistory section, also thanks to physical and virtual reconstructions, videos and other multimedia, narrates the main historical components of the Veronese area in a chronological period between over 100,000 years ago and 100 BC. Arranged with the collaboration of the University of Ferrara, the University of Trento and the Soprintendenza SABAP of Verona, the exhibition is divided into subsections dedicated to the main prehistoric and protohistoric sites, from the Paleolithic (represented by the famous painted stone, known as the "Shaman", considered among the most ancient human representations known to date in the world, coming from the Fumane Grotto), passing through the Neolithic and the Copper Age, up to the Bronze Age, with the exhibition of materials coming from pile-dwelling sites included in the UNESCO list of Verona, and from the Iron Age. The National Archaeological Museum of Verona is open to the public on Fridays, Saturdays and Sundays from 10 am to 6 pm.

GIOVAN FRANCESCO CAROTO Verona, Palazzo della Gran Guardia 12 May 2022 | 02 October 2022 Paintings, sculptures, coins, finds and fossils to discover Giovan Francesco Caroto (1480-1555) one of the most complex artists of the 16th century in Verona, but still little known even if his works are exhibited in the most important museums in the world.

THE WORLD OF BANKSY Verona Porta Nuova April 15 | August 7 Banksy, the world's best-known unknown artist, arrives at Verona Porta Nuova Station. The exhibition includes over 30 life-size murals and also a special video section that traces the history and social messages of his works, on walls, roads and bridges. The works show the viewer important and strong themes, in front of which one can often feel a sense of powerlessness.

PALAZZO MAFFEI HOUSE MUSEUM Piazza Erbe A collection of works that from the intimacy of the house of its collector, Luigi Carlon, became a house-museum open to the public in the heart of the Scaligera city, Piazza Erbe, in a 1600 building built on the ruins of the ancient Capitol: Palazzo Maffei. An eclectic collection, full of extraordinary works, open to all types of arts, from antiquity to the present day, with rare artistic artifacts, precious objects


THE WORLD OF BANKSY Verona Porta Nuova 15 aprile | 7 agosto Banksy, l’artista sconosciuto più noto -al mondo, arriva alla Stazione di Verona Porta Nuova. La mostra comprende oltre 30 murales a grandezza naturale e anche una speciale sezione video che ripercorre la storia e il messaggio sociale dei lavori realizzati dallo street artist di Bristol, su muri, strade e ponti provenienti da geografie diverse. Le opere mostrano allo spettatore temi importanti, forti, davanti a cui ci si può sentire spesso un senso di impotenza.

CASA MUSEO PALAZZO MAFFEI Piazza Erbe Una raccolta di opere che dall’intimità della casa del suo collezionista, Luigi Carlon, è diventata una casa-museo aperta al pubblico nel cuore della città scaligera, Piazza Erbe, in un palazzo del 1600 nato sulle rovine dell’antico Campidoglio: Palazzo Maffei. Una raccolta eclettica, ricca di opere straordinarie, aperte a tutte le arti, dall’antichità

che e soffermandosi sui caratteri più squisitamente formali che definiscono il gusto collettivo. Distante dagli “intellettualismi”, descrive la vita per quella che è, alla ricerca della bellezza e dell’armonia. Nelle sue tele le atmosfere sono sospese, serene, oltre il tempo frenetico del lavoro e delle preoccupazioni. Nelle case, nelle gite al mare, nella quotidianità, nei ritratti e nei paesaggi Katz raffigura solo ciò che conosce: la sua New York e l’amato Maine, dove trascorre lunghi periodi, le persone più care, parenti e amici, e infinite volte la moglie Ada, vera e prima musa, protagonista di oltre 200 opere.

CANOVA, GLORIA TREVIGIANA Dalla bellezza classica all’annuncio romantico Treviso, Museo Bailo 14 maggio | 25 settembre 2022 “Canova, gloria trevigiana. Dalla bellezza classica all’annuncio romantico”, a cura di Fabrizio Malachin, Giuseppe Pavanello e Nico Stringa, un’esposizione che sembra esplorare la figura del noto scultore neo-

of applied art, from the East and the closest European countries. Among the most famous and much loved works on display, we can find the masterpieces of Balla's futurism, Picasso's cubism, De Chirico's metaphysics, the post-war authors Fontana, Morandi and Burri. But not only that, modern, medieval and ancient art also finds a space there. Reservation mandatory.

THE SWEET LIFE – ALEX KATZ Mart Rovereto 15 May | 18 September Exhibition dedicated to one of the greatest living American artists: Alex Katz. Born in New York in 1927, Katz reimagines references from mass culture, American society, television, advertising and, in his close-ups and shots, cinema. At the same time, he appropriates minimalist principles, stripping them of their ideological rigidity and focusing on the purely formal characteristics that define collective taste. Far removed from “intellectualisms”, it describes life for what it is: the pursuit of beauty and harmony. In Katz's canvases, the atmospheres are suspended, serene, beyond the hectic pace of work and worries. In houses, trips to the seaside, everyday life, portraits and landscapes Katz depicts only what he knows: his New York and beloved Maine, where he spends long periods of time, the people closest to him, relatives and friends, and countless times his wife Ada, his first real muse, who appears in over 200 works.

CANOVA, GLORIA TREVIGIANA From classical beauty to romantic announcement Treviso, Bailo Museum May 14 | September 25, 2022 ai giorni nostri, con rari manufatti artistici, preziosi oggetti d’arte applicata, provenienti dall’Oriente e dai più vicini paesi europei. Tra le opere più celebri e molto amate dal fondatore, i capolavori del futurismo di Balla, del cubismo di Picasso, della metafisica di De Chirico, degli autori del dopoguerra Fontana, Morandi e Burri. Ma non solo, trova spazio anche l’arte moderna, medioevale ed antica. Prenotazione obbligatoria.

LA VITA DOLCE – ALEX KATZ Mart Rovereto 15 maggio | 18 settembre Mostra dedicata al maestro della pittura contemporanea Alex Katz. Nato a New York nel 1927, Katz rielabora i riferimenti della cultura di massa, della società americana, della televisione, della pubblicità e, nei primi piani e nelle inquadrature, del cinema. Nello stesso tempo, si appropria dei principi minimalisti spogliandoli dalle durezze ideologi-

classico in una duplice ottica: Canova e la bellezza dell’antico, ma anche Canova come straordinario contemporaneo annunciatore romantico. In mostra si è potuto eccezionalmente ricreare l’ambiente programmato da Canova in palazzo Papafava, dove il confronto Antico/Moderno è portato alla sua massima essenza: “Apollo del Belvedere” a confronto con il “Perseo trionfante”, e il “Gladiatore Borghese”, altra opera celeberrima, a confronto con il “Creugante”. Queste solo alcune delle opere di un percorso ricco di oltre 150 capolavori, sviluppato in 11 sezioni.

The exhibition, curated by Fabrizio Malachin, Giuseppe Pavanello and Nico Stringa, explores the figure of the well-known neoclassical sculptor from a double perspective: Canova and the beauty of antiquity, but also Canova as extraordinary contemporary romantic “announcer”. In occasion of this exhibition, it was possible to exceptionally recreate the environment ideated by Canova in Palazzo Papafava, where the Ancient / Modern comparison is brought to its maximum essence: "Apollo del Belvedere" is, in fact, compared to the "Perseo trionfante", and the Gladiatore Borghese", another famous work, is in comparison with the "Creugante". These are just some of the works of the exhibition that contains over 150 masterpieces, distributed in 11 sections. Pagina precedente: Alex Katz, “Libby”, 1991, Olio su tela, Mart, Deposito Collezione Privata, ©Alex Katz, by SIAE 202. Ritratto di fanciullo con disegno, Giovanni Francesco Caroto. In questa pagina: Bansky - Girl with Balloon. Museo Nazionale Archeologico di Verona.

| 99


design Mario Bellini - www.bebitalia.com

Sede ed esposizione: Via del Lavoro 18 - Valgatara (VR) - tel. 045 6800525 Showroom: Corso Milano 48 - Verona - tel. 045 569676 Via Varini 50 - Marco di Rovereto (TN) - tel. 0464 943220 www.ballarini-interni.com

Ballarini_210X297_Scamaleonda.indd 1

07/10/20 09:31