Page 1

Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - DI 353/2003/conv in L. 27/02/04, n. 46) art 1 comma 1 NE/VR • € 5,00 - Periodico semestrale - Foto di Annamaria De Grandi

12

DIC•GEN•FEB•MAR•APR

2014/2015

Con il patrocinio di: Comune di Ponte di Legno Comune di Temù Comune di Vezza d’Oglio Comune di Vione Comune di Incudine Comune di Monno Adamello SKI Comunità Montana di Vallecamonica

PONTEDILEGNO TONALE

PONTEDILEGNO TONALE


La possibilità di scegliere fra le migliori marche sempre accompagnate da una convenienza garantita dal nostro marchio. Vendiamo all’ingrosso prodotti alimentari e non per bar, ristoranti e alberghi. Il vostro punto di riferimento.

MALANOTTI BEVANDE

La nostra DISTRIBuzIONE DI BEVANDE un punto di appoggio sicuro e sempre conveniente, con le migliori marche, con i nostri servizi efficienti e puntuali. Regalati la nostra convenienza.

ROSSO ING

Val di Sole CASH & CARRY

CROVIANA (TN) - T. 0463 907005 www.ingrossovaldisole.com

BEV BEVAN AND DE E

VAL DI SOLE INGROSSO

ALIMALIMENTA RI ENTA RI

Regalati una doppia convenienza

Malanotti srl bevande e servizi

CROVIANA (TN) - T. 0463 901216 www.bevandevaldisole.com


SOMMARIO 6-7 8-9 12-21 22-27 30-37 39-43 45-47 48-53 54-55 56-57 58-59 60 62-71 72-73 75-77 78-79 81-83 85 87-97 4

Dal salotto di Ponte di Legno Numeri Utili Dal Comune di Ponte di Legno Dal Comune di Temù Dal Comune di Vezza D’Oglio Dal Comune di Vione Dal Comune di Incudine Dal Comune di Monno Valle Camonica la Valle dei Segni Alta Valle: crisi e prospettive future Servizio di Polizia Locale Cooperativa Stella Alpina La rubrica di Adamello Ski Gialdini: passione, competenza ed entusiasmo L’insegnamento dello sci alpino ai bambini Free Ride: fra falsi miti e leggende metropolitane! Tecnica: coordinazione e ritmo Maniva pH8, leggera e alcalina Ricette e Menù tipici: tutti a tavola!

www.adamellomagazine.it


99 100-101 103-104 107 109 111 113 115 117-120 121-122

Programmazione Cinema Alpi – Temù Serate musicali di Ponte di Legno Vediamo di Capirci! Golf Club Ponte di Legno Torneo German Consegna nuova Autoambulanza Recensione d'Autore locale Il Festival del Silter…ed è subito successo! IV Summer Marathon 2015 Calendari 2015 – 2016 Gestione e concessionaria esclusiva pubblicità: Team Oldtimer Sport A.S.D. - 25056 Ponte di Legno (BS) Tel. e Fax 0364.900300 - Mobile 345.6611049 Mail: redazione@adamellomagazine.it

Editore: Adamello Eventi Responsabile Editoriale: Ferruccio Lissidini Direttore Responsabile: Dario Zucchi In redazione: Sonia Mariotti, Caterina Ghilardi Autorizzazione: Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 264 del 19/05/2010 Iscrizione ROC: n° 19937 del 13/04/2010 Realizzazione Grafica e Stampa: Color Art srl - Rodengo Saiano (BS) - www.colorart.it Hanno collaborato: Sonia Mariotti, Caterina Ghilardi, Aurelia Sandrini, Ivan Faustinelli, Ufficio Stampa Terna Spa, Luca Pedrotti, Monica Bormetti, Elena Veclani, Yuri Zuelli, Viviana Barbieri, Roberto Menici, Oreste Pasina, Giovanmaria Rizzi, Ester Bonavetti, Emanuele Gregorini, Franco Ponteri, Laura Zampatti, Mauro Testini, Luigi Sterli, Teatro Stabile Villa Dalegno, Alessandra Pedrotti, Walter Belotti, Dino Marino Tognali, Maria Daniela Orsatti, Domenica Zampatti, Roberto Trotti, Costantino Coatti, Katiuscia Piazzani, Sergio Cotti Piccinelli, Cristina Valgolio, Giacomo Giorgi, Corrado Tomasi, Alessandro Mottinelli, Paolo Massardi, Mauro Lazzarini e Scuola Sci Ponte-Tonale, Gabriele Santopietro, Fabrizio Monti, Damiano Riva, Michele Foglio, Barbara Martinazzoli, Gabriele Rizzi, Ernestina Tomasi, Marco Uccelli, Daniela Pedretti, Armando Salvetti, Hilde Pietroboni, Patrick Minelli, Edoardo Nonelli, Alberto Gazzoli, Vice Commissario ed Agenti Corpo Polizia Locale Unione dei Comuni Alta Vallecamonica, Matteo Panchieri, Nicola Pedretti, Stefano Giacomelli, Emilia Occhi. Fotografie di: Annamaria De Grandi, Archivio Adamello Magazine, Archivio Pro Loco Ponte di Legno, Rudy Signorini, Terna Spa, Archivio Parco Nazionale dello Stelvio, Archivio Associazione Scursai Pezzo, Archivio Comune Vezza d’Oglio, Archivio Pro Loco Vezza d’Oglio, Emanuele Gregorini, Francesco Berlucchi, Ferrari Foto, Archivio Teatro Stabile Villa Dalegno, Archivio Comune Incudine, Archivio Comune di Monno, Comunità Montana di Vallecamonica e Sebino, Archivio Cooperativa Stella Alpina, Archivio Polizia Locale Unione dei Comuni Alta Vallecamonica, Archivio Adamello Ski, Archivio Gialdini Srl, Archivio Scuola Sci Ponte-Tonale, Photodigital Veclani, Gabriele Santopietro, Maurizio Monti, Damiano Riva, Maniva Spa, Archivio Ristorante Cavallino, Archivio Ristorante Kro, Archivio Ristorante Tre Archi, Archivio Ristorante Capanna Valbione, Archivio Agriturismo Il Vecchio Scarpone, Archivio Forneria Salvetti, Edoardo Nonelli, Archivio Golf Club Ponte di Legno, Fabrizio Moglia, Antonio Barisani, Moreno Nalin, Luca Fantoni, Danilo Porta, Fabian Gallucci, freepik.com, iStock.com, sxc.hu. L’intera rivista, compresa di tutti gli spazi pubblicitari, è interamente visitabile sul sito www.adamellomagazine.it Tutti i diritti della presente rivista: immagini, fotografie, testi, sono di proprietà di Adamello Eventi S.r.l. - Adamello Magazine Sono vietate le riproduzioni, anche solo parziali, di immagini e testi

www.adamellomagazine.it

5


1

Snow Beat

Eccezionale spettacolo che ha salutato l’inizio ufficiale della stagione invernale 2014/2015, con un grande evento organizzato da Adamello Ski, azzeccato anche nel nome “Snow Beat”, che ha portato un afflusso di pubblico senza precedenti sulla piazzetta. Sabato 6 Dicembre 2014 il salotto si è trasformato in un dj set dove uno spettacolare 3D Lighting ha salutato l’inizio della stagione sciistica ed ha entusiasmato tutti i presenti. È stata una festa tutta declinata al femminile, che rimarrà negli annali delle manifestazioni dalignesi. Lo spettacolo ha avuto inizio alle 17:00 nel centro storico del salotto, il dj set è durato fino a tarda sera, spettacolari i live show alternati con l’esibizione di Syria, Paola Iezzi (Paola e Chiara) e Manuela Doriani (Speaker di M2O) intervallate dal live act di Regina e dalle performance della resident dj PlayEva. Le immagini che pubblichiamo danno un esauriente fotografia del successo ottenuto e per terminare possiamo a buona ragione affermare che la location del “salotto di Ponte di Legno” non poteva essere più centrata. Proponiamo che questo tipo di manifestazioni, sempre con lo stesso marchio “Snow Beat” abbia più appuntamenti nel corso della stagione invernale ed anche estiva. 6

www.adamellomagazine.it


dal

salotto di Ponte di Legno

di Ferruccio Lissidini

2

Festività 2014/2015 Come ogni anno le tradizionali luminarie per le festività. Quest’anno, come è consuetudine, il maggior impegno nell’addobbo e nella fantasia è sulla Piazzetta del Centro. Certamente un paesaggio così ricco ed illuminato predispone nell’animo, soprattutto nei più giovani, gioia e festa coinvolgendo intere famiglie ad accantonare i problemi di questi periodi ed a predisporsi per una serena vacanza. Le immagini raffigurano già le luminarie delle Festività per Natale e Capodanno.

3

Aperitivo in Piazza

Anteprima della stagione invernale 2014/2015, ponte di S. AmbrogioImmacolata. Nonostante lo stress e le incertezze del momento, i bar della piazzetta, con un gustoso aperitivo, sono pronti a farvi rilassare e gustare il panorama, regalandovi momenti di serenità e tranqullità. www.adamellomagazine.it

7


NUMERI UTILI PONTE DI LEGNO SANITà • Guardia medica di Ponte di legno

Piazzale Europa, 1

Tel. 320.4328861

• Guardia medica notturna

c/o Ospedale di Edolo

Tel. 0364.7721

MUNICIPIO

Piazzale Europa

Tel. 0364.929800

info@comune.ponte-di-legno.bs.it

Fax 0364.91658

Piazza Tassara, 3 – Breno

Tel. 0364.324011

COMUNITà MONTANA DI VALLLE CAMONICA

Fax 0364.22629

CAI- Soccorso Alpino • C.A.I. Sezione di Pezzo Pontedilegno

Piazzale Europa, 64

Tel. 0364.92660

• Soccorso Alpino Stazione di Pontedilegno

Via S.S. n. 42 del Tonale

Tel. 0364.900678

• Guide Alpine

Corso Milano c/o Scuola sci

Tel. 0364.91301

IAT

Corso Milano, 37

Tel. 0364.92089

INFO POINT

Piazzale Europa

Tel. 0364.900904

c/o Sede Autostazione

Fax 0364.91949

Piazzale Europa

Tel. 0364.929807

POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI

c/o municipio Ponte di Legno

CARABINIERI

Viale Venezia

Tel. 0364.91222

CORPO FORESTALE DELLO STATO

c/o Municipio

Tel. 0364.91175

FARMACIA PIETROBONI

Corso Milano, 1

Tel. 0364.91032

UFFICI POSTALI

Piazzale Europa, 3

Tel. 0364.900583

TAXI-AUTONOLEGGI MARONI

Via Roma, 52

Tel. 0364.91045

• Direzione

Via F.lli Calvi, 53

Tel. 0364.92097

• Ufficio Passo del Tonale

Via Circonvallazione, 1/A

Tel. 0364.92066

• Biglietterie

Ponte di Legno

Tel. 0364.900628

• Biglietterie

Passo del Tonale

Tel. 0364.92066

• Biglietterie

Temù

Tel. 0364.906084

• Uffici Ponte di Legno

Corso Milano, 4

Tel. 0364.91031

• Uffici Passo del Tonale

Via Case Sparse

Tel. 0364.903943

SCUOLA SCI CASTELLACCIO

Corso Milano, 5

Tel. 0364.900302

ADAMELLO SKI

SCUOLA SCI PONTE-TONALE

CREA LA TUA GUIDA TURISTICA ONLINE 8

www.adamellomagazine.it

OPENMONDO È LO STRUMENTO FACILE E VELOCE PER PROMUOVERE IL TUO TERRITORIO. E FARE BUSINESS.

www.openmondo.com


TEMU’ POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI SOCCORSO STRADALE DI TEMU’ PRO LOCO DI TEMU’ UFFICI POSTALI MUNICIPIO FARMACIA MOTTINELLI AUTONOLEGGIO OTTO SERVICE CINEMA

NUMERI UTILI c/o municipio Ponte di Legno Piazzale Europa Via Roma, 76 Via Roma, 36 Via Roma, 34 Via Roma, 38 info@comune.temu.bs.it Via Roma Via Adamello, 13 Via Saletti

Tel. 0364.929807

c/o municipio Ponte di Legno Piazzale Europa Piazza Vittoria Piazza Vittoria, 1 info@comune.vione.bs.it Via Dott. Italo Tognali, 1

Tel. 0364.929807

Tel. 0364.94252 Tel. 0364.94152 Tel. 0364.906367 Tel. 0364.906420 Fax 0364.94365 Tel. 0364.948002 Tel. 0364.948077 Tel. 0364.906397

VIONE POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI ufficio postale MUNICIPIO MUSEO ETNOGRAFICO SERVIZIO TIZIANO TAXI

Tel. 0364.906370 Tel. 0364.906154 Fax 0364.948528 Tel. 0364.94346 Tel. 333.87503598

VEZZA D’oglio POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI

PRO LOCO

c/o municipio Ponte di Legno Piazzale Europa Via Nazionale Via Nazionale 87 Via Nazionale, 91 info@comune.vezzadoglio.bs.it Largo G.Marconi 1

FARMACIA BULFERI

Via Nazionale 100

CARABINIERI ufficio postale MUNICIPIO

Tel. 0364.929807 Tel. 036476122 Tel. 0364.76120 Tel. 0364.76126 Fax 0364.76492 Tel. 0364/76131 Fax 0364/76131 Tel. 0364.76162

INCUDINE POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI ufficio postale MUNICIPIO PRO LOCO FARMACIA GHIRARDI

c/o municipio Ponte di Legno Piazzale Europa Piazza Marconi, 16 Piazza Marconi, 16 info@comune.incudine.bs.it Piazza Marconi, 16 Via Roma, 32

Tel. 0364.929807

c/o municipio Ponte di Legno Piazzale Europa Via Dei Mille Piazza IV Novembre, 9 info@comune.monno.bs.it Piazza IV Novembre, 9 Via Roma, 7

Tel. 0364.929807

Tel. 0364.779670 Tel. 0364.71368 Fax 0364.73003 Tel. 0364.71368 Tel. 0364.779649

MONNO POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI ufficio postale MUNICIPIO PRO LOCO FARMACIA GHIRARDI

Tel. 0364.779750 Tel. 0364.779400 Fax 0364.779214 Tel. 0364.779400 Tel. 0364.779649

www.adamellomagazine.it

9


Via Case Sparse - Loc. Val Sozzine 25056 Ponte di Legno (Bs) Ristorante & Bar: Tel. +39 0364 903042 Albergo & Centro Benessere: Tel. +39 0364 901036 Fax +39 0364 902462 - Cell. +39 333 1785583 www.latanadellorsopontedilegno.it - info@latanadellorsopontedilegno.it

L’Albergo La Tana dell’Orso è situato a Ponte di Legno, in Val Sozzine, nel cuore delle Alpi. Posizionato strategicamente sull’unica pista di rientro dal Passo del Tonale a Ponte di Legno-Temù, è il luogo ideale per la Vostra vacanza a contatto con la natura incontaminata in un luogo incredibilmente suggestivo.

à NoVit

Stagione invernale 2014/2015:

Après-ski

dalle 15:30 alle 19:30 sulla pista di rientro dal Tonale a Ponte

La Tana dell’Orso dispone di 14 camere di diverse tipologie: doppie, triple e familiari. Il vero protagonista è il legno che con la sua calda presenza accoglie i suoi ospiti nelle intime camere, ognuna decorata e curata in ogni particolare: l’arredamento tipico e le travi a vista ti faranno dimenticare la frenesia della città. Il nostro personale sarà a Vostra completa disposizione per rendere la Vostra vacanza indimenticabile. Situato nella splendida Val Sozzine, proprio sull’unica pista che collega il Tonale a Ponte di Legno, il Bar-Ristorante La Tana dell’Orso può essere un punto di ritrovo sia per un divertente aperitivo, sia per un veloce e rilassante snack, sia per una cena all’ombra della neve, in un’atmosfera magica e elettrizzante. Costruito in tipico stile montano, contornato dal legno e dislocato in tre diverse sale, vi farà trascorrere una piacevole serata, facendovi sentire in un’atmosfera intima e familiare.


Beauty Farm

La Tana dell’Orso, collocato nella località Val Sozzine in Ponte di Legno, nel cuore delle Alpi, è aperto tutti i giorni da lunedì a domenica. Il massimo relax, quando la mente si fonde con il corpo, diventando una cosa sola, quando tutto diventa pace ed armonia. Un’esperienza unica, da vivere nel nostro centro benessere in un’atmosfera suggestiva e calorosa che solo i colori del legno sono in grado di trasmettere. Costruito in tipico stile montano, il centro benessere La Tana dell’Orso vi farà sentire coccolati e cullati. Uno staff qualificato vi attende all’interno del centro, con il desiderio di soddisfare ogni vostra esigenza e rendere la vostra permanenza il più rilassante possibile, affinché possiate sentire “tutto ciò che il silenzio ha da dirvi”. Per i bambini fino a 15 anni accesso consentito dalle 10:00 alle 13:00


DAL COMUNE DI

PONTE DI LEGNO

http://www.rudysignoriniphoto.it/

a cura di Ferruccio Lissidini, Sonia Mariotti

12

www.adamellomagazine.it


www.adamellomagazine.it

13


Smantellamento vecchie linee elettriche, era ora!

a cura di Sonia Mariotti Foto di Terna Spa

S

ono stati inaugurati il 6 Novembre 2014, con una cerimonia in grande stile svoltasi in Piazzale Cida a Ponte di Legno, i lavori di demolizione delle linee elettriche a 220 kV “Taio–Cedegolo” e a 132 kV “Temù – Taio e “Temù–Cogolo” nel tratto compreso tra la Cabina Elettrica di Temù e il passo del Tonale in Comune di Vermiglio. Il progetto è stato ben presentato dal Responsabile Direzione Territoriale Nord Ovest di Terna Rete Italia Alessandro Trebbi e dal Sindaco di Ponte di Legno Aurelia Sandrini. Suggestiva è stata la dimostrazione da parte degli Operai della Terna che durante la conferenza hanno effettuato una vera e propria opera di smantellamento di un traliccio risalente al 1936. Complessivamente, sul Territorio di Ponte di Legno saranno smantellati 13,6 km di vecchie linee risalenti al 1936 e al 1951 per un totale di 54 ettari di terreno liberato (pari a circa 90 campi da calcio!) e 750 tonnellate di materiale recuperato. L’intervento rientra nell’ambito di un vasto piano di razionalizzazione della rete elettrica in Valcamonica per cui, a fronte della realizzazione di 75 km di linee in cavo interrato, verranno demolite circa 85 km di vecchie linee a 132 kV e 220 kV. Di queste, 36 km sono già state smantellate. Il 6 Novembre scorso è stato dato inizio alla demolizione di 24 km di linee nei Comuni di Temù, Ponte di Legno, Vermiglio ed entro la fine del 2015 saranno effettuate le rimanenti demolizioni nei Comuni di Sellero, Cedegolo, Berzo Demo, Malonno, Sonico, Edolo. Si tratta di una grande opera di bonifica ambientale che finalmente si è concretizzata anche per l’Alta Vallecamonica; oltre a ridurre i costi per gli Enti Comprensoriali, a giovarne sarà certamente l’impatto visivo del nostro splendido Territorio.

Particolare del tratto in ingresso a Ponte di Legno di fronte al Castello di Poia

Situazione attuale con linee aeree 14

www.adamellomagazine.it

Simulazione senza linee aeree


Nuova area faunistica per Pezzo Servizio realizzato in collaborazione con il Dott. Luca Pedrotti Coordinatore Scentifico del Parco dello Stelvio

I

l Parco Nazionale dello Stelvio ha terminato la costruzione di un'Area Faunistica sul Territorio di Pezzo dedicata agli ungulati, con la presenza di specie particolari quali camosci e stambecchi. La struttura si estende su un’area di circa 5 ettari complessivi ed è suddivisa nelle seguenti porzioni: A) Area di accoglienza con relative strutture, destinata a soddisfare le esigenze logistiche e con possibilità di accesso per i mezzi; B)  Recinto per temporanea stabulazione animali in difficoltà, limitrofo alla struttura ad uso veterinario che si trova nell’area accoglienza; C)  Area recintata costituita da 4 settori limitrofi, atta al contenimento degli animali. L’area faunistica ha funzione espositiva e didattica, sarà accsessibile nelle parti esterne, i visitatori potranno avvalersi di un percorso di visita costituito dalla vecchia Strada Comunale delle Rovine che delimita il lato a valle dei settori 1,2, 3 e dalla Nuova strada di Pirli, ex sentiero “Trus de Mez” che corrisponde al limite superiore dell’area e costeggia tutti i quattro settori dell’area faunistica. Lungo la strada inferiore non sono presenti punti di osservazione, mentre lungo la nuova strada, a monte dell’area, sono state realizzate due aree di osservazione, in corrispondenza rispettivamente dei settori 2 e 3, e una terrazza panoramica in corrispondenza del settore 4. Le aree di osservazione e la terrazza panoramica sono esterne alla recinzione, in questo modo vi è l’impossibilità di contatto tra pubblico e animali, così da garantire l’incolumità degli utenti anche in assenza di sorveglianza. La struttura verrà inoltre destinata ad attività didattiche destinate a scuole, centri di aggregazione e formazione giovanili (CAG, GREST ecc.), associazioni naturalistiche o culturali, con cui verranno svolte delle visite guidate per conoscere le funzioni e le modalità operative dell’area

faunistica e sulla biologia delle specie animali ospitate nell’area stessa oltre, naturalmente, all’osservazione diretta degli animali. In periodo estivo, analoghe viste verranno organizzate a cadenze settimanali e con orari prefissati. Il percorso di visita inizierà dall’area di accoglienza e seguirà in senso antiorario le strade di delimitazione dell’area, con ingresso all’altana di avvistamento e termine in corrispondenza della terrazza panoramica. Per procedere con l’apertura dell’Area Faunistica si attende solamente il termine delle fasi burocratiche e l'autorizzazione della Commissione CITES, la quale ha il compito di valutare l'adeguatezza delle strutture atte a contenere gli animali e delle sue modalità di utilizzo. Si prevede che l’inaugurazione verrà effettuata verso la fine della stagione invernale in quanto è anche il momento ideale in cui poter permettere agli animali di ambientarsi al meglio nella struttura.

Planimetria generale stato di fatto

area faunistica

Vista dalla strada di accesso superiore

Vista terrazza panoramica nel www.adamellomagazine.it Settore 4

15


A

EGALO - COLTEL R I L LER ICO IA RT

CHICCO PONTE

DI LEGNO

Articoli regalo • Casalinghi • Coltelleria

Ferramenta Chicco di Rossi Pierantonio Corso Milano, 7 (zona pedonale) - 25056 Ponte di Legno (BS) - Tel. e Fax 0364.91008

www.ferramentachicco.it


PRO LOCO PONTE DI LEGNO Cosa bolle in pentola a cura di Monica Bormettti ed Elena Veclani

A

questo punto del nostro percorso, dopo aver lavorato una stagione e avere in previsione l’inverno vogliamo cogliere quest’occasione per condividere con voi lettori alcune considerazioni. Passata l’estate ci siamo concentrati prontamente sull’inverno per poter programmare una serie di attività da dicembre ad aprile. Abbiamo elaborato un ricco programma di iniziative previste per l’inverno 2014- 2015 garantendo un’attività ogni giorno durante le vacanze natalizie e ogni sabato a partire dalla metà di gennaio fino a Pasqua. In un palinsesto così fitto si è scelto di prediligere un numero elevato di eventi ma di minor entità il cui scopo è di rendere più piacevole il soggiorno dei

turisti che hanno scelto la nostra località come meta della loro vacanza offrendo loro un intrattenimento continuo e assiduo. Abbiamo anche pianificato una manifestazione top al mese con l’obiettivo di dare risonanza alla località, in modo che le proposte fungano da veicolo pubblicitario con lo scopo di creare un indotto turistico. Un altro punto che riteniamo importante è dare sostegno ad iniziative di enti, associazioni o gruppi di volontari che già operano sul territorio per fare sì che possano continuare ad avere un seguito. Tutto ciò nel convincimento che spettacoli di tradizione, eventi rituali e festivi, consuetudini sociali siano un patrimonio da salvaguardare poiché parte della cultura e dell’identità locale.

Eventi principali della stagione invernale Sabato 24/1/2015 Ore 21

presso la partenza della cabinovia Ponte – Tonale

Sabato 14/2/2015 Ore 18

SNOW SHOW

Vi aspettiamo numerosi per assistere a evoluzioni sulla neve di ogni tipo! Ci saranno musica e tanto divertimento per stare insieme in una serata sulla neve!!

SAN VALENTINO IN CABINOVIA

Romantico aperitivo in cabinovia con ostriche e delizie di pesce accompagnate da bollicine di presso cabinovia Ponte – Tonale Franciacorta. Una serata romantica per regalarvi uno scenario indimenticabile da condividere con chi vorrete.

Lunedì e martedì 16-17/2/2015

FESTA DI CARNEVALE

Lunedì pomeriggio presso il campetto Cida festa in maschera e fiaccolata per bimbi, esibizione di giocolieri e clown, DJ bimbo set, a seguire per tutti sciata mascherata con premio alla maschera più bella, musica, vin brulè, frittelle e dolcetti. Martedì pomeriggio sfilata dei bimbi con accompagnamento musicale e spettacolo, frittelle per tutti e bibite.

Sabato 07/3/2015 Ritrovo ore 17.30

CASPOGUSTANDO

Sabato e Domenica 4-5/4/2015

COCCOLE DI CIOCCOLATO

Presso la stazione dell’intermedia alla cabinovia Ponte di Legno – Tonale. Passeggiata con le caspole gustando le delizie locali, che si svolgerà in uno scenario incantato.

Un modo dolce per festeggiare la Pasqua.

Oltre a questi principali eventi ci saranno varie iniziative nei sabati della stagione invernale per poter animare il nostro bel paese: una ricca stagione invernale ci aspetta! www.adamellomagazine.it

17


—Linea —Legno s.r.L. ... nel segno della tradizione tel. e fax 0364.948036 info: angelo.maculotti@linealegnosrl.it www.linealegnosrl.it

Anche per il 2015 la sostituzione dei serramenti beneficia della detrazione fiscale. Oltre alla realizzazione e posa in opera con personale specializzato, la nostra Ditta provvederà gratuitamente ad inviare la documentazione all’eneA.


ASSOCIAZIONE SCURSAI PEZZO a cura del Presidente dell’Ass.Scursai Yuri Zuelli

“S

cursai” vuol dire rododendro nel dialetto di Pezzo e noi ispirati da questo fiore di montagna, che spicca in natura per bellezza, colore, grandezza ecompattezza portiamo avanti, con nobile principio, la missione di tenere una comunità e i suoi villeggianti occupati in divertimenti emolteplici attività. L’Associazione Scursai nasce ufficialmente il 23 Aprile 2009 dal precedente gruppo legato al Centro Sociale di Pezzo. La nostra intenzione è di continuare quello che, con tanta convinzione è stato fatto prima di noi, aggiornando la proposta mantenendo rispolverate le tradizioni, creare un mix che possa risultare interessante e sempre curioso a tutti. Per la riuscita dei nostri eventi dobbiamo innanzitutto ringraziare il supporto di altre realtà di volontariato in paese, come il forte Gruppo Alpini di Pezzo, la secolare e sempre verde Banda Musicale di Pezzo e la nostra storica istituzione della Vicinia Agraria. Un’associazione composta da volontari, persone semplici, che grazie alle loro conoscenze e competenze personali riescono a trasformare un’occasione di aggregazione in qualcosa di unico ed eccezionale; senza dimenticare il supporto degli oltre 180 iscritti, che partecipando e dando un valore aggiunto rendono possibile la realizzazione degli eventi in calendario. Le nostre attività ludico-sportivo-culturali sono molteplici e comprendono: il Palio delle Contrade; la stupenda passeggiata enogastronomica MangiaeVai; l’OktoberPès, divertente festa della birra; la Castagnata con il Torneo di Bris-Cetto (combinata di briscola e calcetto); la tradizionale serata di Santa Lucia con ballo liscio; il Carnevale con sfilata di carri allegorici ed i molti e importanti appuntamenti culturali.

Grazie alle spaziose sale del nostro Centro Sociale, un’ex Scuola elementare del 1925, è possibile organizzare Convegni di alto livello in collaborazione con l’amministrazione comunale di Ponte di Legno che ci segue e supporta costantemente nei nostri numerosi progetti. Venite anche voi a farci compagnia e a seguirci sulla pagina facebook dell’Associazione Scursai Pezzo e grazie ai consiglieri Simona Maculotti, Maurizio Faustinelli, Giuseppe Maculotti, MattiaFaustinelli, OmarFaustinelli, alla segretaria Nadia Maculotti, al vicepresidente StefanoCenini e al sottoscritto, il divertimento continua, quindi non mi resta altro che invitarvi a Pezzo per unirvi alle nostre attività, perché sappiamo che uniti siam più forti ed uniti si vince…e ci si diverte sempre.

Serata di Chiusura e Premiazione 31 agosto 2014

www.adamellomagazine.it

19


Eventi Inverno 2014-2015 PRECASAGLIO

a cura dell'Associazione Per Precasaglio

SABATO 13 DICEMBRE 2014 dalle ore 15.00

BUON NATALE!

MERCOLEDì 24 DICEMBRE 2014 dalle ore 10.00

Ritrovo in piazzetta per tutti i bambini per poi distribuire doni ai nonni.

LUNEDì 5 GENNAIO 2015 dalle ore 14.30

RACCOLTA DELLA LEGNA

L’attività è rivolta a tutti i bambini. Il ritrovo è presso la piazzetta del paese. Al termine della giornata, falò e Vin brulè degli Alpini di Precasaglio in via S. Rocco alle ore 19.00

MARTEDì 6 GENNAIO 2015 dalle ore 15.30

TOMBOLATA

SABATO 7 FEBBRAIO 2015 dalle ore 17.00

CIASPOLADA

Per tutte le info: Fabio 3491419410

20

In occasione della festività di Santa Lucia, per tutti i bambini il ritrovo è al teatrino di S. Rocco per la distribuzione dei doni. Successivamente giro con asinello e carretto per donare dolci e caramelle.

www.adamellomagazine.it

Pomeriggio conviviale presso il teatrino per tutti i bambini e i nonni.

In collaborazione con il CAI Pezzo-Ponte di Legno e il gruppo Alpini di Precasaglio. L’iscrizione è obbligatoria. Al termine della serata, per chi volesse, è prevista la cena alle ore 20.00 presso il ristorante “Il Mulino”.


Prevenzione e lungimiranza disboscamento per la sicurezza stradale a cura di Ferruccio Lissidini

U

n’importante opera di utilità, ma soprattutto di lungimiranza che consiste nel taglio di alberi di alto fusto ai lati della Statale 42 dal chilometro 146 (zona Hotel Bezzi) fino al chilometro 136. Tutto questo permette di evitare il blocco della viabilità nelle giornate di intenso innevamento dove spesso in questi ultimi anni l’importante strada rimaneva bloccata a causa della caduta di piante impedendo l’afflusso di turisti e di traffico ordinario da Ponte di Legno al Tonale e Vermiglio. Già negli scorsi anni sul versante trentino del Tonale si era provveduo ad un’analoga operazione, ma nel nostro caso il lavoro affidato al Consorzio Due Parchi ha avuto una doppia valenza in quanto tutto il legname recuperato è stato selezionato ed utilizzato per essere usufruito dalle aziende compartecipate di recente realizzazione del Territorio.

La Centrale Termica SO.SV.A.V., a cui sono stati forniti ben duemila metri cubi di cippato ed alla Segheria Legno Vivo che ha utilizzato ben centoventi metri cubi di legno utile per la realizzazione dei propri prodotti. Sotto la Direzione del Responsabile Riccardo Mariotti, una Equipe di cinque persone, con mezzi specializzati di proprietà del Consorzio, hanno lavorato per due mesi, ottobre e novembre. Lo stesso intervento è già stato programmato anche per il prossimo periodo ottobre-novembre 2015. Possiamo quindi affermare a buon regime, ma soprattutto nella concretezza dei fatti, che siamo un Territorio cono energia propria ed indipendente a ciclo completo, grazie alle nuove aziende volute e sostenute sul nostro Comprensorio e rafforzare ancor più la nostra autonomia con energie rinnovabili.

PONTE ALTA

DIL T E M U’E G N O

VALLE

CAMO

1914 1918

A

NICA

2014 2018

guerDraA M E L L e mem O oria

Continuano gli appuntamenti con “Adamello Guerra e Memoria”, in occasione della ricorrenza del centenario dall’inizio della Grande Guerra. La straordinaria serie di manifestazioni che ci riporta sui luoghi di combattimento della Prima Guerra Mondiale prosegue anche nell’anno 2015 con seminari, eventi e presentazioni.

A P P U N T A M E N T I pass i

2015 nella ghia cc n pres iaio di n eve enta essu z sem inario ione di li no bri per d se gu ocen www.adamellomagazine.it ici ti su

fac

eb

oo

k

21


DAL COMUNE DI

TEMù

a cura di Francesca Zani


Roberto Menici: Sindaco di Temù

ed ora anche Presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica

L’

elezione a nuovo Presidente l’Unione dei Comuni dell’alta Valle Camonica di Roberto Menici costituisce l’occasione per fare un bilancio generale dell’attività e dei risultati raggiunti dall’Unione dei Comuni e per tracciare un possibile percorso per giungere nei prossimi mesi all’attuazione degli obiettivi in materia di gestioni associate obbligatorie che le normative nazionali e regionali impongono agli enti di piccole dimensioni. Se è vero infatti che l’Unione dei Comuni dell’alta Valle Camonica ha portato nell’ultimo decennio al consolidamento di un territorio rafforzandone l’unitarietà di vocazione turistica e di obiettivi socio-economici, bisogna tuttavia rimarcare che molto si deve fare sotto l’aspetto dell’integrazione delle strutture burocratiche dei Comuni, dell’omogeneizzazione dei procedimenti amministrativi e gestionali. Il parternariato locale costituito dai Comuni dell’Alta Valle, dagli Enti comprensoriali, dalle Società e dalle Associazioni di categoria ha conseguito significativi risultati in termini di avvio e realizzazione di Piani e Progetto Integrati volti alla valorizzazione del turismo e allo sviluppo socio-economico locale; in primis, come accennato, il PISL e l’Accordo di Programma: “Progetto integrato di sviluppo socioeconomico del territorio dell’Alta Valle Camonica”. Meritevoli di essere ricordati sono anche il Protocollo Interregionale per la valorizzazione del Comprensorio Adamello; il Progetto Integrato Attuativo “Adamello 2006” del ST “Adamello”, il Progetto Interregionale “Itinerari della Grande Guerra – Un viaggio nella storia” percorsi della Grande Guerra in Adamello ed il Progetto a Regia regionale 2007/08: “Realizzazione nuovo percorso ciclo – pedonale nel territorio dei Comini dell’alta Valle Camonica. L’ampliamento del demanio sciabile ha costituito indubbiamente l’intervento principale e prioritario emergente dell’analisi della strategia di rilancio del comprensorio dell’alta Vallecamonica e la sua attuazione ha consentito il raggiungimento di gran parte degli obiettivi di qualificazione e rilancio

turistico del comprensorio, sia a livello regionale che internazionale per il periodo invernale. Il comprensorio dell’Alta Vallecamonica, infatti, si contraddistingueva per la particolare vocazione alla creazione di un’area sciabile integrata di notevole rilevanza in termini di ampiezza di dotazione infrastrutturale e strutturale. Il potenziamento ed ammodernamento degli impianti di risalita esistenti ha consentito di elevare il livello qualitativo del comprensorio ad un livello decisamente superiore, grazie ad un intenso e rilevante programma di apprestamento di nuove piste ed impianti di risalita, integrati tra loro dal sistema innovativo della mobilità interna e del Trasporto Pubblico Locale di collegamento tra Ponte di Legno e Tonale. Questo sistema integrato della mobilità interna, oltre agli evidenti benefici ambientali e logistici, ha consentito al comprensorio di poter competere alla pari con le primarie stazioni sciistiche europee grazie al fattore competitivo dell’offerta di una stagione turistica particolarmente estesa e qualificata proprio dagli investimenti impiantistici programmati. Nell’ultimo quinquennio si è prestata attenzione anche al turismo verde estivo con il duplice obiettivo di diversificare l’offerta turistica e di destagionalizzare le presenze. Obiettivi, quelli elencati, che non costituiscono un punto di arrivo, ma che rappresentano temi su cui investire risorse ed impegno anche nei prossimi anni. Diversa e per certi aspetti più complicata è l’attuazione degli obblighi in materia di gestione associata delle funzioni comunali; spetta a ciascun Comune decidere se tali obblighi possono tradursi in un’opportunità per giungere ad una maggiore integrazione tra le strutture organizzative degli stessi ovvero se l’impossibilità di essere protagonisti di questo delicato passaggio si tradurrà in un’inversione di marcia anche per quanto riguarda il futuro stesso dell’Unione. La motivazione che ci porta ad aggregarci non può essere semplicemente ricercata nell’obiettivo di riduzione e di razionalizzazione della spesa, ma anche in altre direzioni quali la funzionalità e l’omogeneità dei servizi erogati. www.adamellomagazine.it

23


SO.SV.A.V. PONTE DI LEGNO TEMÙ

TELERISCALDAMENTO A BIOMASSA VEGETALE l’energia che sostiente l’ambiente e guarda al futuro

Un ambiente sano è un bene prezioso per tutta la collettività. Aria salubre ed un paesaggio integro sono fattori di importanza fondamentale per l’esistenza di una comunità e sono i presupposti per un buon livello di qualità della vita per le popolazioni locali e per i turisti che vengono a cercare riposo e svago sul nostro territorio. I risultati ottenuti da SO.SV.A.V. , anche solo in termini di abbattimento delle emissioni di anidride carbonica e polveri sottili, dovrebbero essere, da soli, motivo sufficiente per ritenere che usufruire di questo servizio è veramente una opportunità da non perdere… COGLILA ANCHE TU!!!

COMBUSTIBILE: CIPPATO DI LEGNO VERGINE

FILIERA BOSCO - LEGNA - ENERGIA

Le importanti opere in corso di bonifica forestale dei soprassuoli boschivi, consentono a SO.SV.A.V. di poter contare sulla fornitura di piante che, provenienti dai nostri boschi, giungono presso la Centrale di Teleriscaldamento per essere trasformate, alla luce del sole, in cippato. La tracciabilità della filiera e della provenienza del combustibile è così garantita. VEDERE PER CREDERE!!!

SOSVAV Srl Località Prati Grandi - Temù (BS) Tel. 0364.901192 - E-mail: sosvav.srl@libero.it

i Vantaggi Per l’utente • Autonomia nell’approvvigionamento termico La rete di distribuzione, lunga 25 km, fornisce calore agli edifici per uso riscaldamento e igienico sanitario (80°C), 24 ore al giorno, per 365 giorni all’anno. Ogni singola utenza è dotata di un sistema di telecontrollo e di tele lettura dei consumi. i Vantaggi sono eVidenti!!! • Costi eliminati con l’allacciamento al teleriscaldamento Minor consumo di energia elettrica, basta pulizia dei camini, basta pulizia delle cisterne, basta con le caldaie in blocco, basta con i controlli annuali delle emissioni dei fumi e dei rendimenti, basta con gli adeguamento alle norme per i locali dove c’è la combustione e anche in termini di sicurezza questo ha la sua importanza. CHI RISPARMIA…GUADAGNA!!! • Vantaggi economici: fatturazione del solo consumo effettivo A differenza di altri, SOSVAV non applica la tariffa binomia. Questo significa che non si paga nessuna quota fissa e quindi all’utenza viene fatturato, con cadenza bimestrale, il solo consumo effettivo. Ribadito che i costi del TLR con le caldaie di centrale alimentate a cippato sono inferiori rispetto al gasolio, ora che gli oneri derivanti dagli investimenti iniziali si sono fatti meno pressanti, SOSVAV ha deciso di diminuire il costo dei Kwh a partire dal 1 Gennaio 2015. ULTERIORI DIMINUZIONI DEI COSTI POTRANNO DERIVARE DALL’AUMENTO DEL NUMERO DEGLI UTENTI.

i numeri di SO.SV.A.V. srl al 31-12- 2013 950 23 55 25 20.088 51.094

UTENTI ALLACCIATI MW POTENZA TERMICA di CENTRALE MW POTENZA TERMICA UTENZE FINALI KM RETE DISTRIBUZIONE Mwh CALORE VENDUTO mc di combustibile, cippato di legno vergine con un risparmio equivalente di petrolio (TEP) pari a 330 ton/anno. 2,94 Ton/anno di emissioni evitate di SOx 4.000 Ton/anno di emissioni evitate di CO2

non asPettare..allacciati anche tu!!!


Roberto Menici: Sindaco di Temù ed ora anche Presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica

L’unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica ha oggi associato le seguenti sei funzioni obbligatorie: 1.  attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi; 2. progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini, secondo quanto previsto dall'articolo 118, quarto comma, della Costituzione; 3. p  olizia municipale e polizia amministrativa locale. 4. organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale di ambito comunale, ivi compresi i servizi di trasporto pubblico comunale; 5. catasto, ad eccezione delle funzioni mantenute allo Stato dalla normativa vigente; 6.  edilizia scolastica per la parte non attribuita alla competenza delle province, organizzazione e gestione dei servizi scolastici; In sintesi, gli obblighi normativi in tema di gestione associata dei servizi devono, a parere del presidente, e degli altri sindaci dell’Unione dei comuni, essere visti come un’opportunità e non come l’ennesima norma mal legiferata cui adeguarsi mestamente. Deve essere invece da stimolo per meglio strutturare i nostri enti e quindi per erogare servizi migliori ai nostri cittadini. Con l’ottica di ottenere importanti risparmi nel medio periodo. È una sfida importante in cui sarà fondamentale, oltre all’aspetto politicoamministrativo e quindi alla coesione degli obbiettivi dei singoli Comuni, anche l’apporto e l’atteggiamento dei dipendenti che dovranno supportare il progetto di riorganizzazione degli uffici vivendo da protagonisti, insieme agli amministratori, questa nuova fase di cambiamento e ammodernamento della Pubblica amministrazione.

I Comuni di Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine e Monno, seguendo i principi cardine dell’Unione Europea, hanno costituito nel 1997 una Commissione Intercomunale la cui evoluzione è stata l’Unione dei sei Comuni dell’Alta Valle Camonica istituita nell’ottobre del 2000 con previsione di durata decennale e rinnovata nel 2010, con lo scopo principale di promuovere lo sviluppo socio economico dell’Alta valle Camonica ed il miglioramento della qualità della vita della popolazione locale. Gli abitanti dell’unione sono 6079. www.adamellomagazine.it 25


Eventi Inverno 2014-2015 temù

a cura di Oreste Pasina

Speranza avveranza

6 Dicembre Sala Consiliare ore 21.00

Incontro con Dorella Marcolla ed il gruppo Uno Una

Chiusura rassegna del SILTER

7 Dicembre

12 Dicembre Circolo ricreativo Dina Poletti ore 20.00

Arriva S. Lucia

24 Dicembre Circolo ricreativo Dina Poletti ore 15.30 Chiesa Parrocchiale ore 23.00 Piazzetta vecchia ore 00.30

Natale con gli Anziani Presepio vivente Brindisi di Natale

ne di Temu’ Comu Eve n onica ti Alta Valle Cam

Dal 27 Dicembre al 6 Gennaio 2015

I Tabià de l’ultem de l’an

Il giorno 27 Dicembre inaugurazione con “Lanterne Volanti)

Fiaccolata maestri di sci a seguire vin brule’ degli Alpini

28 dicembre

Emanuela Spedicato presenta:

29 dicembre Sala consiliare ore 21.00

ANELLI EMOZIONI IMMAGINI IN ALTISSIMA VALLECAMONICA Facebook “f ” Logo

www.prolocotemu.net info 0364.94152 26

www.adamellomagazine.it

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Eventi in alta Valle Camonica


Eventi Inverno 2014-2015 temù Il museo della guerra bianca presenta:

2 Gennaio 2015 Sala conferenze Museo della Guerra Bianca (sala Consiliare) ore 21.00

Concerto di colori in Alta Valle Camonica

Concerto d’archi dell’Epifania

5 Gennaio 2015 Chiesa Parrocchiale ore 21.00

ne di Temu’ Comu

Caspolando sotto le stelle

10 Gennaio 2015 info e prenotazioni 3497746691

facile escursione serale con le caspole

Eve n onica ti Alta Valle Cam

Caspolando sotto le stelle

7 Febbraio 2015 info e prenotazioni 3497746691

facile escursione serale con le caspole

Dal 4 all‘8 Febbraio 2015

Il cielo si colora:

Raduno di Mongolfiere

21 Febbraio 2015 info e prenotazioni 3497746691

Caspolando sotto le stelle

7 Marzo 2015 info e prenotazioni 3497746691

Caspolando sotto le stelle

Dal 2 al 7 Aprile 2015 Centro Storico dalle ore 10.00 alle ore 12.00

Prima rassegna dell’artigianato Camuno

facile escursione serale con le caspole facile escursione serale con le caspole

3 Aprile 2015 Chiesa Parrocchiale dalle ore 15.00

Via Crucis vivente

Speranza avveranza 6 Aprile 2015 Sede “Amici di Pontagna” ore 20.30 Incontro con Dorella Marcolla ed il gruppo Uno Una Seconda Edizione

17 Maggio 2015

Biciclettata della mamma Facebook “f ” Logo

www.prolocotemu.net info 0364.94152

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Eventi in alta Valle Camonica www.adamellomagazine.it

27


DAL COMUNE DI

VEZZA D’OGLIO a cura di Ester Bonavetti, Emanuele Gregorini, Sonia Mariotti foto archivio Pro Loco Vezza d'Oglio

30Emanuelewww.adamellomagazine.it foto di Gregorini


vezza d’oglio: A che punto siamo

D

opo l’intervista “di benvenuto” realizzata per lo scorso numero 11 del nostro Semestrale, abbiamo reincontrato Giovanmaria Rizzi, Sindaco di Vezza d’Oglio, per capire come procede il Suo operato. Ne è nata una stimolante conversazione, ricca di spunti interessanti e succose novità. Di seguito le tematiche che sono state affrontate.

Il bilancio sulla stagione estiva appena conclusa La stagione estiva si è rivelata poco positiva, oltre al fattore della crisi economica, le avverse condizioni climatiche che hanno caratterizzato i mesi di luglio, agosto e la prima parte di settembre, hanno frenato l’afflusso turistico. A farne le spese sono state le realtà economiche locali basate principalmente sul turismo, oltre ad alcune manifestazioni che non hanno ottenuto il meritato successo a causa delle avversità meteorologiche. Ci auguriamo che la stagione invernale sia più proficua in ogni ambito, in modo da ridare fiato alle Attività del territorio.

Le opere e progettazioni programmate Grazie a quanto iniziato dalla precedente Amministrazione Comunale si è potuto portare a termine o mettere in cantiere numerose opere di rifacimento o perfezionamento delle infrastrutture del Paese. Tra quelle ultimate possiamo citare la nuova condotta forzata in Val Grande e l’area pic-nic in Località Rive, compresa la passerella che scavalca il Fiume Oglio. Sul fronte delle opere in via di sviluppo, è stata appaltata la sostituzione dei serramenti delle Scuole Elementari e Medie e l’esecuzione di altri lavori che erano in fase di stallo da troppo tempo. Questo è stato reso possibile grazie ad un finanziamento che ci permette di uscire dal Patto di Stabilità e di completare le opere entro fine anno. Sono in fase progettuale la ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri e la sistemazione di alcune strade silvo-pastorali, lavori che verranno eseguiti nell’imminente 2015. Sono inoltre in fase di studio altri progetti di spessore maggiore, tra cui il miglioramento della viabilità con l’individuazione di bretelle sia a nord che a sud per facilitare l’accesso al paese del traffico veicolare. Al momento siamo alla ricerca di finanziamenti adeguati per poter sostenere queste opere.

L’evoluzione dell’Unione dei Comuni Alta Vallecamonica Stiamo operando con l’Unione dei Comuni per instaurare delle

Il Sindaco giovanmaria rizzi forme di collaborazione, in particolare per l’aggregazione di servizi in modo da offrire al cittadino un supporto più preciso e puntuale ed ottenere una riduzione dei costi. Verranno quindi valorizzate le risorse umane e professionali già operative, anche attraverso l’inserimento in un nuovo organigramma rivolto non solo al singolo Comune ma a tutta l’Unione stessa.

La Provincia di Brescia ed il nuovo Consiglio Abbiamo seguito l’Iter elettivo appoggiando la Presidenza Mottinelli e sostenendo i singoli Candidati in funzione delle capacità personali ed in secondo luogo in base agli schieramenti politici che si sono costituiti durante la campagna elettorale. Ogni Consigliere, con relative deleghe, si sta prodigando per dare delle risposte ai bisogni dei Cittadini e proporre soluzioni ai problemi che vengono evidenziati.

Il Volontariato Il nostro Paese è ricco di Volontari che, in aggiunta alla Pro-Loco, si prestano per dare il proprio contributo nelle singole attività associative. Il Loro supporto è stato determinante e fondamentale, in particolare per gli eventi della stagione estiva. A nome di tutta l’Amministrazione Comunale vorrei rivolgere Loro un sentito grazie. www.adamellomagazine.it

31


ADAMELLO ULTRA TRAIL a cura di Laura Zampatti

foto di Francesco Berlucchi e Ferrari Foto

I

l cielo blu, solo qualche leggera velatura all’orizzonte ed il clima mite, sono stati gli ingredienti per il successo della I edizione dell’”Adamello Ultra Trail. Sui camminamenti della Grande Guerra”. 54 i temerari che il 26 settembre alle ore 11 si sono presentati al via per affrontare una magica avventura. Gli organizzatori amano definire questa corsa in montagna non una gara, ma un vero e proprio viaggio. Un viaggio sulle magnifiche montagne dell’Alta Valle ed un tuffo nel passato della storia, rivivendo le montagne ai tempi in cui, a lasciare l’impronta sul terreno, non erano leggere scarpette da corsa,ma pesanti scarponi di uomini che si sono sacrificati per la Patria. Un circuito ad anello di 180 km,con partenza ed arrivo a Vezza Per qualsiasi informazione

D’Oglio, che ha attraversato 8 Comuni, 2 Regioni, 2 Parchi Naturali e che ha voluto ricordare quei tragici eventi che hanno segnato profondamente i popoli camuni, coniugando lo sport con la memoria storica. Un percorso che ha visto i partecipanti correre lungo trincee e camminamenti della I e II linea della Grande Guerra. La soddisfazione più grande è arrivata dai concorrenti che una volta giunti al traguardo,sfiniti dalla fatica, ma con il sorriso sulle labbra, non avevano quasi parole per esprimere le emozioni provate sul percorso. Messaggi di ringraziamento e commenti positivi arrivano ancora oggi, dopo mesi. Ad aggiudicarsi il podio è stato Mauro Giraudo dopo 31ore di corsa. Tutto ciò è stato reso possibile grazie al prezioso aiuto degli oltre 100 volontari che per ore hanno presidiato il percorso. Un doveroso ringraziamento va alla Pro Loco di Vezza che ha creduto in questo progetto,ma soprattutto ai Comuni dell’Alta Valle che forse per la prima volta hanno lavorato in piena sinergia per creare qualcosa di unico e spettacolare. Importante è stato anche il contributo dato dai Parchi Stelvio ed Adamello, ma soprattutto al Consorzio dei due Parchi che ha sistemato diversi km di sentieri. Il progetto del Comitato Organizzatore non si è concluso solo con la corsa , ma ha anche uno scopo di promozione del territorio. L’idea è infatti quella di far diventare questo circuito che attraversa i territori di Vezza, Temù, Ponte, Vione, Monno, Edolo e Vermiglio un itinerario percorribile a tappe anche dalle famiglie, preparando cartine a tema e facendo così scoprire ai turisti le bellezze della nostra zona. Visto il grande successo della I edizione, la macchina organizzativa è già al lavoro per preparare la II edizione che sarà il 25-26-27 settembre 2015 ed avrà come novità, una sorellina da 70 km. L’invito che facciamo ai numerosi turisti che frequentano i nostri paesi è di venire ad assistere a questo spettacolo dove sport, natura e storia vanno a braccetto. w w w. a d a m e l l o u l t r a t r a i l . i t www.adamellomagazine.it

33


Vezza d’Oglio via Naset 6 - 3475941967

Temù Via Val D’avio - 3475749160

La Tua casa in alta valle Camonica

La Sede e le Camere aperte tutto l’anno Alloggio - mezza pensione e tesserino di pesca: zone “No Kill” Costo tessera associativa: E 1,00 A Vezza d’Oglio, L’E.U.F.F. offre a tutti i suoi associati, la possibilità di fruire di tutti i servizi della struttura. Tra i più importanti la possibilità di alloggio Bed & Breakfast a prezzi decisamente vantaggiosi a partire da € 25, compreso il tesserino provinciale per poter pescare nelle “zone NO KILL”. Inoltre, anche mezza pensione o pensione completa, con i ristoranti convenzionati, situati nelle vicinanze, che offrono la possibilità di pranzare e cenare a prezzi contenuti. Il Lodge dedica agli appassionati di pesca e a tutti coloro che praticano attività legate alla montagna, sci o passeggiate, altri spazi per svago: tra cui un bellissimo parco giochi per i più piccoli. All’esterno un laghetto dedicato alla sola pesca a mosca, per offrire sia la

pesca in lago che la possibilità di svolgere corsi di pesca a mosca base e di perfezionamento, tenuti mensilmente da istruttori qualificati.

Tanti itinerari di pesca

Nelle vicinanze tanti itinerari di pesca, presso la Sede: noleggio attrezzatura da pesca, servizio guide di pesca per tutti gli itinerari, servizio taxi 4X4 per raggiungere i torrenti sulle strade forestali, saletta attrezzata per la costruzione degli artificiali, scuola di lancio, bar, TV satellitare, sala convegni da 150 posti.

Ripopolamento e salvaguardia delle specie ittiche

Per concessione del Comune di Vezza d’Oglio e degli uffici Provinciali; L’E.U.F.F. gestisce anche un incubatoio ittico con produzione di oltre 100.000 trote Fario Mediterranee che ogni anno vanno a ripopolare i torrenti e i fiumi dell’Alta Vallecamonica, per garantire una maggiore qualità e quantità dei pesci immessi.

Per prenotazioni camere o ulteriori informazioni:

Sede e Lodge E.U.F.F – Via del Piano Vezza d’Oglio (Bs) – Italy tel. 0364.737031 - fax. 0364.737612 sito internet: www.euff.it - e mail: info@euff.it


Nuova Caserma per i Vigili del Fuoco a cura di Ester Bonavetti

I

n data 05 ottobre 2014 è stata inaugurata la nuova sede del Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Vezza d’Oglio, in Via Nazionale. La struttura è stata intitolata alla memoria di Mauro Pasolini, giovane vigile del fuoco tragicamente scomparso in un incidente stradale cinque anni fa: i colleghi hanno fortemente voluto ricordare l’amico anche affidando il taglio del nastro alla madre di Mauro. La commemorazione ha visto la celebrazione della Santa Messa da parte del Parroco di Vezza d’Oglio Don Oscar Ziliani, la sfilata alla nuova sede accompagnata dal Corpo Musicale “G. B. Occhi” e partecipata da numerose associazioni, dagli alunni della scuola primaria, che sono stati coinvolti con l’elaborazione di testi e disegni a tema e dalla popolazione presente in gran numero. La presenza delle Autorità è stata consistente: il Sindaco Giovanmaria Rizzi che a nome della popolazione e dell’Amministrazione Comunale ha consegnato al capo distaccamento Pier Andrea Zani una targa come segno di riconoscenza al lavoro prestato dai Vigili del Fuoco, il neo Comandate dei Vigili del Fuoco di Brescia, Giulio De Palma, l’Assessore alla Protezione Civile, Simona Bordonali, i Consiglieri regionali Donatella Martinazzoli e Corrado Tomasi e i Sindaci dei Comuni dell’Unione dell’Alta Valle.

Condiviso da tutti gli interventi è stato il ruolo fondamentale svolto dai Vigili del Fuoco che garantiscono la sicurezza e il presidio de territorio; l’ampia adesione della popolazione e delle autorità ha mostrato ai volontari l’affetto e la riconoscenza nei loro confronti. La squadra conta 15 Membri volontari, registra una media di 80 interventi all’anno e ha competenza nei comuni di Vezza d’Oglio, Incudine e Vione; è poi di supporto ai distaccamenti di Edolo e Ponte di Legno. L’Amministrazione Comunale ringrazia il gruppo per l’impegno profuso e per la passione e professionalità che li contraddistingue, messa in evidenza anche durante i lavori di ristrutturazione della nuova sede che li ha visti parte attiva. L’ammodernamento della struttura è stato reso possibile grazie all’impegno congiunto dei volontari e dell’Amministrazione Comunale che ci ha preceduto che hanno lavorato in sintonia per un obiettivo comune. È pertanto nostra intenzione proseguire la strada della cooperazione che porti frutti positivi ai nostri concittadini, i quali in caso di necessità possano trovare immediate risposte alle ore esigenze.

www.adamellomagazine.it

35


CONTATTI: IMPIANTI IDRAULICI

E CARPENTERIA IN FERRO

di Poli Gino

Cell. 331 6324594 Fax 0364 76481 gp2impianti@gmail.com

Via dei Capitani, 9/B - 25059 VEZZA D’OGLIO (BS)

MENù dI NATALE

MENù dI S. SILvESTRO

Antipasti Affettati misti di salumi con insalata russa e capricciosa, Funghi trifolati,puntine di cicoria e castagne in agrodolce Primi piatti Casoncelli della casa burro e salvia Tortelloni ripieni al capriolo Sorbetto Secondi piatti Cervo con funghi e polenta Cappone nostrano della Valcamonica Contorni Insalata mista Patate novelle al forno Dessert di Natale Caffè Digestivo Vini bianchi e rossi di Franciacorta doc € 30,00

Antipasti Affettati misti di salumi con sottoli, sottaceti, insalata russa e capricciosa, gamberetti in salsa rosa e insalata di mare Primi piatti Risottino carnaroli ai funghi porcini Tagliatelle al mirtillo con ragù di capriolo Casoncelli della casa burro e salvia Sorbetto della casa Secondi piatti Arrostino di porchetta Cervo con funghi e polenta Contorni Insalata mista Patatine fritte Dessert con spumante Caffè Digestivo Acqua naturale e frizzante, bardolino rosso doc, Lugana bianco doc € 60,00

Ringraziando per la preferenza accordataci vi auguriamo buon appetito....

BAR

RISTORANTE

PIZZERIA

EL Rocol

Via Nazionale, 88 VEZZA D’OGLIO (BS) T. 0364.737007- C. 347.0874459


La Grande Transumanza sull'Alta Via dell'Oglio Realizzato in collaborazione con Franco Ponteri foto di Emanuele Gregorini

S

i è conclusa per le vie di Vezza d'Oglio, dopo una traversata di tre giorni iniziata sul Passo Tonale, la Transumanza, ovvero la discesa di un gregge composto da oltre milleduecento pecore dall'alta montagna verso la pianura. Per i più giovani, i quali non avevano mai visto un numero così elevato di ovini transitare per le vie del paese, si è trattato di una novità, mentre per chi ha qualche anno in più è stato un ritorno alle origini rievocando la tradizione delle mandrie che in primavera salivano verso gli alpeggi e nel tardo autunno tornavano in pianura prima del freddo inverno. Il passaggio del gregge, che oltre a Vezza d'Oglio ha coinvolto anche l'abitato di Ponte di Legno e alcune frazioni di Temù e Vione, è stato accompagnato da numerosi eventi, mostre e rassegne che si sono svolte durante i tre giorni. E’ stata una dimostrazione di collaborazione e coinvolgimento tra strutture, enti, associazioni e singoli volontari, nonchè una grande occasione di diversificazione di attività e destagionalizzazione per i numerosi turisti. Notevole è stata la soddisfazione del Sindaco di Vezza d'Oglio, Giovanmaria Rizzi, il quale ha presenziato con grande orgoglio a tutta la manifestazione, in particolare al momento del transito nella Piazza principale del Paese di cui è Primo Cittadino gremita di Spettatori di ogni età “Manifestazioni di questo genere – commenta Rizzi – attribuiscono alle attività agricole di montagna, in particolare alla pastorizia, il giusto valore per soddisfarne

l'economia, oltre ad una sana manutenzione dei nostri pascoli di alta quota, con grande beneficio per la riduzione di rischi idrogeologici. “È nostra intenzione – prosegue Rizzi - con il coinvolgimento degli Allevatori locali della razza bovina, proporre Loro una rassegna/fiera, anziché le tre esposizioni tradizionali che oramai si sono ridotte a poco più di un mercato rionale, che possa vedere protagoniste le nostre attività agricole montane. Si ringrazia per la collaborazione l'Ecomuseo Alta Via dell'Oglio che ha ideato, promosso ed organizzato la manifestazione.

S

abato 31 Gennaio 2015 avrà luogo a Vezza d’Oglio la manifestazione “Caspolada al Chiaro di Luna” che consiste in una passeggiata non competitiva con le racchette da neve calzate sui piedi, in notturna al chiarore della luna piena. Il percorso completamente innevato, si snoda lungo il fondovalle, attraversando le bellissime e suggestive pinete circostanti l’abitato. Tale avvenimento può essere vissuto da tutti, piccoli e grandi, non necessita di alcuna preparazione atletica particolare e il tutto si svolge nella massima sicurezza. Da qualche anno, inoltre, si è aggiunta la versione competitiva destinata ai concorrenti atleticamente più preparati ed in possesso di un certificato di idoneità alla pratica dell’attività agonistica. Gli ingredienti della serata: il chiarore quasi magico della luna … il calore emanato dalle numerose fiaccole e falò … bevande calde e prodotti tipici nei ristori lungo il percorso … gli scenari suggestivi che si aprono ad ogni passo … e molto altro ancora. “Caspolada al Chiaro di Luna” un’esperienza da non perdere, un appuntamento denso d’emozioni! www.caspolada.it

Piazza IV Luglio, partenza

www.adamellomagazine.it

37


Vivaio Tonale

Via Nazionale 187 - Malonno - Bs Tel. 329 3177063

produzione piante e fiori

progettazione e manutenzione giardini fiori per tutte le occasioni


DAL COMUNE DI

VIONE

a cura di Mauro Testini, Luigi Sterli

www.adamellomagazine.it

39


Spettacolo Teatrale VIONE: ANIMA E FUOCO a cura della Compagnia del Teatro Stabile di Villa Dalegno

Compagnia del Teatro Stabile di Villa Dalegno

S

ono tanti gli incendi tristemente “famosi” che hanno distrutto in passato alcuni dei borghi dell’alta Valle Camonica, tra tutti ricordiamo quello di Ponte di Legno, di Pezzo, di Stadolina o di Grano. Uno in particolare ha devastato interamente il paese di Vione nella notte tra il 6 e il 7 novembre del 1877. Fu causato probabilmente da una distrazione, ma distrusse tutte le case, il municipio, le stalle, i fienili e tutto quanto il fuoco trovò sul suo cammino. Non vi furono vittime perché tutti gli abitanti riuscirono a mettersi in salvo, ma ben 500 persone – 105 famiglie – rimasero senza tetto e furono costrette a passare l’inverno ospiti di qualche parente lontano o nelle baite in montagna, al freddo e tra gli stenti. Riuscirono anche a salvare la maggior parte del bestiame, ma rimasero senza fieno e paglia e quindi nella difficoltà di mantenere quell’unica fonte di reddito familiare. Tutto questo è stato ricostruito in uno spettacolo teatrale dal titolo “Vione: anima e fuoco” che la Compagnia del Teatro di Villa Dalegno ha 40

www.adamellomagazine.it

messo in scena nella passata stagione estiva. La compagnia, composta da una dozzina di attori perlopiù di Vione e di Villa, si è cimentata su un testo scritto da Giancarlo Sembinelli, in parte in italiano e in parte in dialetto, nel quale tra racconti e scene dal vivo, si è dipanata la tragedia ed i il susseguirsi dei fatti nella loro complessità. L’autore, ha condotto una lunga ricerca storica all’interno degli archivi parrocchiali e comunali, nonché raccogliendo testimonianze dagli anziani del paese che ricordano a loro volta i racconti dei nonni. Dai registri di nascita, morte, matrimonio e contabili, dal “Registro delle Ragioni”, e dalle numerose delibere comunali, sono emerse informazioni e notizie frammentarie ma ricche di numeri e date che hanno permesso di ricostruire gli avvenimenti. Si è potuto sapere che vi furono “solo tre o quatto animosi giovani feriti”, oppure che il parroco di allora don Domenico Patti a capo di una apposita commissione, si occupò di chiedere, raccogliere e distribuire le numerose offerte giunte dai paesi vicini.


Lo spettacolo “Vione: anima e fuoco” verrà replicato domenica 28 dicembre alle ore 20,30 presso il teatro delle scuole elementari di Vione

Dal testo dello spettacolo:

Ariidis trasandei móch del mè paés piàsa bióta de zènt e de anime sagrà smursà de urasiù e lagrime agre restàde sö l’üs de la nòt che l’è re a desfantas. Finestre brüsade che le sbadàcia al nigót che lè restà sö le nòse mà grèpe e sfelerade. Pòrte buride dal fóch gaiart che l’ha sparnegà la sua rabia. Ariidis. Ariidis campane turnade müte. Campane che i cantà el mè amór per Virginia che i sunà gaiarde quanch che le fiàme grèpe e busiadre ià sgaücià fò le anime da i üs de le ca malciplènte. Le mie ‘nsomie de gnarela grasiuzina le lase tra i mür de sas restà ‘npè apröf a la cerésia che la butarà a primaéra e che la sbadacia al mument sulènch che el va a ‘nquaciàs en de la tra le falìe. Ariidis. Ariidis funtana de la piàsa restada süta e spaentada dal cridór de la zènt en de la nòt. Funtana pégra che te mè dat la ita cun la tua acqua zelada e lisera. Turnarò prest a gregnà cun te la mia prumèsa. Tapine sö per la ia di móncc de per me cu i pensiér serà a ciàf en de ‘n cör estasià. Föe sèche sóta i mè pé chi se enbalsa sö n’ansaròt de alegria dusmentegada dal fóch. Me arde ‘ndre per slucià le mie fómne che le cerca la pàs e na speransa disimbrina. Ariidis.

Ma non solo, l’Amministrazione Comunale si mosse immediatamente per rimettere un tetto sulle teste dei propri cittadini mettendo a disposizione il patrimonio boschivo comunale per il taglio degli alberi per ricostruire le case e per stipulare un mutuo di 12mila lire per dare un contributo alla popolazione per la ricostruzione dei manti di copertura in pietra e non in “scandole” di legno facilmente incendiabili. Gli edifici che andarono distrutti furono ben 89, si salvarono solo la chiesa di San Remigio e quella di San Sebastiano (ora sconsacrata), la casa parrocchiale ed altre sette abitazioni. È emersa la solidarietà tra gli abitanti di Vione, la carestia e la povertà aveva bussato ad ogni casa, quella dei poveri e quella dei ricchi, quella delle persone semplici e quella dei facoltosi accomunandoli in uno strano destino. Dai paesi vicini, si legge, che ci fu grande disponibilità per ospitare i Vionesi ma anche per donare cibo, vestiti e fieno per gli animali. Lo spettacolo teatrale è stato costruito in maniera tale da portare con se tutte le emozioni e le sensazioni della tragedia ma anche alleggerito da tratti più comici, da musiche contemporanee, da poesie in dialetto, da alcuni video e dalla simpatia e gestualità di un gruppo di bambini di Vione. Gli spettatori sono tornati alle loro case con la conoscenza di una pagina di storia Vionese in parte dimenticata, ma anche con un messaggio di speranza: anche nei momenti più difficili, si può sempre ricominciare e guardare avanti.

www.adamellomagazine.it

41


80%

RO ZE

IMA FA T

HA

RGER DI

TU

BU

40%

TT O

M

100%

POTA MOUNTAIN BURGER TELEFONO: +39 339 605 5734

VILLA DALEGNO (DAVANTI ALLA CHIESA)

APERTURA A NATALE

EATED

RA A K M


RADUNI DI VALLECAMONICA a cura di Luigi Sterli

N

ascono i Raduni di Vallecamonica. È stato infatti recentemente creato un circuito di ben dieci raduni scialpinistici e “caspole” con 9 comuni coinvolti al quale hanno aderito le principali manifestazioni Camune del genere. Uno sforzo di svariate associazioni che consentirà una migliore visibilità e garantirà agli appassionati una moltitudine di date diligentemente spalmate sui fine settimana della stagione invernale evitando dove possibile le sovrapposizioni. Tutte queste manifestazioni verranno pubblicizzate in blocco sia tramite la stampa di un volantino pieghevole contenente una descrizione essenziale dei vari percorsi che tramite il web con l’apertura a breve del sito internet www.radunidivallecamonica.it e di una pagina Facebook dedicata. Si pensa in questo modo di far conoscere agli appassionati della montagna in versione invernale i diversi panorami mozzafiato che il territorio camuno generosamente offre, incrociando le dita affinché la neve arrivi per tempo naturalmente.

Data

Comune

Manifestazione

11-gen-dom

Malonno

Raduno Scialpinistico del Piz Tri

X

X

18-gen-dom

Vione

CaspoBles

X

X

25-gen-dom

Edolo

La Mola l’è düra

X

X

25-gen-dom

Paspardo

Raduno scialpinistico del Colombé

X

X

01-feb-dom Ono San Pietro

Traversata Ono-Schilpario

X

X

08-feb-dom Paisco Loveno

Raduno al Mat

X

X

22-feb-dom Corteno Golgi

Raduno Val di Corteno

X

X

27-feb-ven 01-mar-dom

Sci “Caspole”

Ponte di Legno Lunarally (Tonale) (raduno notturno cronometrato) Monno

14-mar-sab Ponte di Legno

CREA LA TUA GUIDA TURISTICA ONLINE

X

Raduno scialpinistico del Mortirolo X Pisgana Ski Alp (raduno notturno cronometrato)

www.adamellomagazine.it

OPENMONDO È LO STRUMENTO FACILE E VELOCE PER PROMUOVERE IL TUO TERRITORIO. E FARE BUSINESS.

X

X

X

43

www.openmondo.com


DAL COMUNE DI

INCUDINE

a cura di Alessandra Pedrotti


Itinerari

Il Sindaco Bruno Serini

LA CHIESA PARROCCHIALE DI SAN MAURIZIO a cura di Walter Belotti e Dino Marino Tognali

C

ome tutti i paesi del circondario, anche Incudine dipendeva per quanto riguarda la vita religiosa, dalla pieve di Edolo, sorta probabilmente tra l’VIII e il IX secolo. Solo dopo l’infeudazione della Valle da parte dei monaci di Tours, dalla pieve si staccarono le prime filiali e nel secolo XIV, Incudine si separa da Vezza come Comune a causa dell’aumento della popolazione ottenendo l’erezione della propria chiesa con l’autonomia del servizio religioso. La tradizione popolare ci tramanda che la primitiva chiesa “piccolissima e coperta con sole travi, non inviolata ed inabitabile” sorgesse in località Niscle e che, distrutta da una piena dell’Oglio, venisse rifatta e di nuovo spazzata via. Dopo la peste del 1630 si inizia la costruzione della nuova chiesa parrocchiale in un luogo più alto e sicuro, dove sorge attualmente. Molteplici gli interventi intrapresi dai vari parroci che si susseguirono il secolo successivo: al-

46

www.adamellomagazine.it Campanile

tare maggiore, sacrestia, paramenti e arredi, campanile, cimitero perimetrale alla chiesa stessa, organo. Sarà il vescovo Garbio Maria Nava a consacrare la chiesa di San Maurizio nel giugno del 1820. Alla fine del secolo XIX si ritiene però Particolare indispensabile ingrandire il tempio per l’aumento della popolazione. Per sopperire alle spese per l’ampliamento della chiesa, si costituisce in paese una “Pia Associazione”: i soci finanziatori avrebbero ricevuto vantaggi spirituali in quanto sarebbe stata celebrata per loro una messa ogni mese. La costruzione occupa l’area del vecchio cimitero, nella zona dell’abside è stata edificata la grandiosa cupola ottagonale e nelle due nuove cappelle laterali sono stati eretti gli altari monumentali dedicati al Sacro Cuore e alla Madonna. Svariati gli interventi che si sono susseguiti specialmente durante lo scorso secolo, i cui costi sono stati pagati dalla generosa popolazione, soprattutto con le offerte raccolte in occasione della festa di Sant’Anna. Si ripropone quindi l’antico detto che è la chiesetta costruita lassù sulla montagna (la figlia) a fornire il necessario alla madre (parrocchiale di San Maurizio).


L’ASILO San Bernardino

la chiesa di san bernardino

I

l caratteristico campanilino triangolare con due campane che si erge tra le prime case dalla contrada “Vago”, invita a volgere lo sguardo alla chiesa dedicata a San Bernardino da Siena. La costruzione è semplicemente strutturata con la facciata a campana e portale in marmo. Una tipica scala conduce, sulla destra, ad una porticina che immette alla loggia collocata infondo alla chiesa. Anche se non si hanno notizie che attestano con precisione l’anno della costruzione della chiesetta, citiamo un documento trascritto da don Alessandro Sina, e conservato nell’archivio parrocchiale, che ricorda l’evento della consacrazione nel 1464.

La Scuola dell’Infanzia Statale

Visita del Prefetto Narcisa Brassesco Pace del 18.09.14

a cura delle maestre Orsatti Maria Daniela e Zampatti Domenica La Scuola dell’Infanzia Statale di Incudine è un ambiente educativo di esperienze concrete che valorizza il gioco in tutte le sue forme ed espressioni, come forme di apprendimento, privilegia l’esperienza concreta, il fare produttivo, il contatto diretto con le cose e gli ambienti anche per orientare e guidare la naturale curiosità dei bambini in percorsi ordinati ed organizzati di esplorazione e ricerca. Nella scuola l’ambiente di apprendimento è organizzato dalle due insegnanti in modo che ogni bambino si senta riconosciuto, sostenuto e valorizzato. La nostra scuola ha alle spalle una storia più che trentennale, con due insegnanti che lavorano in questa istituzione da altrettanti anni. Generazioni di bambini sono passate da qui e oggi vi accompagnano già i propri figli. Nel tempo sono state organizzate diverse attività e sperimentazioni metodologiche innovative e molte sono le persone che hanno collaborato nelle varie iniziative promosse dalla scuola, in prims le varie Amministrazioni comunali che si sono susseguite negli anni ed hanno sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti di questa istituzione. Anche la Parrocchia, nella persona dei vari Sacerdoti, è sempre stata presente sia dal punto di vista spirituale che materiale, come pure il Gruppo Alpini e il Gruppo Comunale di Protezione Civile. Oggi la scuola è frequentata da ventiquattro bambini di varie età e provenienza. La giornata scolastica si svolge seguendo gli schemi consueti: accoglienza, gioco libero e guidato, attività finalizzate (seguendo una programmazione ben definita e dettagliata), attività di igiene personale, pranzo, attività ricreative di gioco e aggregazione, laboratori grafici – pittorici - manipolativi ecc., merenda e saluti. Per gli obbiettivi programmatici le insegnanti fanno riferimento alle indicazioni nazionali per il curricolo della Scuola dell’Infanzia (C.M. n. 22 del 26/08/2013). www.adamellomagazine.it

47


DAL COMUNE DI

MONNO


MONNO: il paese più bello in cui sia mai vissuto

P

er chi nasce e cresce in un paese è difficile essere obbiettivi quando

si è chiamati a scrivere dello stesso. Se poi, nella vita, si ha l’onore di diventarne sindaco, il Il Sindaco compito diventa ancor Roberto Trotti più arduo. Cercherò, con poche parole, di esprimere cosa rappresenti Monno e perché valga la pena viverlo e visitarlo. E’, innanzitutto, una comunità di montagna, collocata ai margini della direttrice del fondovalle: questa caratteristica, apparentemente di parziale isolamento, ne ha profondamente plasmato le specificità differenziandola dalle altre realtà, anche vicine, e

costituendone, in ultima analisi, un valore aggiunto. È un borgo ricco di storia, tradizioni e cultura, elementi da declinare sotto tutti gli aspetti caratterizzanti un piccolo comune montano: dall’architettura sacra e contadina alle bellezze paesaggistiche, dalle rilevanti peculiarità etnografiche alla tradizione agricola e gastronomica. La popolazione è generosa, calorosa ed accogliente. Il mio ed il nostro sforzo è stato, ed è, quello di valorizzare l’essenza della comunità, che proviene dal passato, coniugandola armonicamente con una modernità attenta alla conservazione dei suoi aspetti qualificanti e volta a preservare la sua impronta distintiva. Solo in tal modo è possibile esaltarne le rilevanti e, ancora in gran parte, inespresse potenzialità. Negli ultimi anni abbiamo cercato, con pervicace ostinazione, di conservare i servizi esistenti, sforzandoci, anzi, di implementarne di nuovi, sia per la popolazione residente che per i sempre più numerosi ospiti che ci onorano della loro presenza: l’impegno è quello di continuare su questa strada al fine di rendere sempre più accogliente e vivibile il paese, di aumentarne l’attrattività turistica ed evitarne lo spopolamento. La natura, poi, con i bellissimi scenari paesaggistici in cui il borgo è inserito e la splendida conca del Mortirolo, facilita il nostro compito. Monno, un paese a misura d’uomo che merita di essere visitato e vissuto. Vi aspettiamo. RADUNO SCIALPINISTICO DEL MORTIROLO: il “papà” di tutti i raduni lombardi Domenica 1 marzo 2015

N

ato nel lontano 1987 dalla collaborazione fra Comune di Monno,Consorzio Turistico Alta Valle Camonica e GuideAlpine Camune, il Raduno Sci Alpinistico del Mortirolo festeggia nel 2015 il suo ventottesimo compleanno: l’evento non sente però il peso degli anni ed è sempre più partecipato ed avvincente. Partito quasi in sordina, ha saputo conquistare una vasta schiera di partecipanti grazie alla stupenda conca del Mortirolo e all’arco di cime raggiungibili con gli sci, che offrono panorami incantevoli. La manifestazione prevede due percorsi, uno per i più esperti ed allenati e l’altro più agevole, aperto anche ai partecipanti meno preparati ed ai neofiti della specialità: tutti gli iscritti vengono accompagnati da guide alpine e la giornata si conclude in maniera conviviale degustando i piatti tipici della tradizione gastronomica di Monno. La cordiale accoglienza dei monnesi, le specialità culinarie del paese e l’allegro spirito di festa che anima il ritrovo sono gli ingredienti che hanno sempre fatto accogliere con entusiasmo questa manifestazione. www.adamellomagazine.it

49


TOLONI Sabbiature e Verniciature Industriali

Viale delle Industrie, 27 25040 Malonno (BS) Tel. 0364.635145 toloni@toloni.it www.toloni.it

www.toloni.it


IL MORTIROLO: la storia

C

on questo nome viene abitualmente intesa tutta la vasta zona posta a cavallo fra la Valtellina e la Valcamonica, che ricade principalmente sul territorio di Monno. Questo é dovuto specialmente alla denominazione del passo vero e proprio, posto a 1896 m s.l.m., che in realtà non corrisponde a quello oggi carrabile, ma è collocato al culmine di una stretta gola oggi poco visibile e conosciuta. Da questo passaggio transitava l’antica mulattiera selciata che saliva fino alla località “Seràda” per poi scendere in Valtellina. L’ampia zona del Passo della Foppa (1852 m s.l.m.), decisamente più agevole da raggiungere,é di fatto oggi il vero passo carrozzabile in quanto qui convergono le strade provenienti da Monno, da Aprica - Trivigno e da Mazzo - Grosio. Il passo del Mortirolo fu per secoli, forse per millenni, un transito privilegiato tra la Valtellina media-superiore e la Valcamonica. Dopo la costruzione della strada dell’Aprica volu-

ta dal governo austriaco, questo territorio cadde in un quasi completo oblio, appartato anche dalle correnti del turismo di massa nazionale. Eccezione è fatta per il periodo della Prima Guerra Mondiale, durante la quale militari e paramilitari costruirono nuove strade, accampamenti, trincee e forti (ancor oggi ben conservati e visitabili) che non vennero però interessati direttamente dalle operazioni belliche, in quanto costituenti il caposaldo delle linee difensive di retroguardia. Nel 1944 e 1945 il Mortirolo fu il teatro dell’intrepida lotta partigiana delle Fiamme Verdi contro le truppe tedesche e della Repubblica di Salò. Si scrissero lassù le più belle pagine d’eroismo della Resistenza camuna e si combatterono alcune fra le più importanti battaglie campali del movimento resistenziale nazionale. Solo nel 1980, con il passaggio di alcune fra le tappe più belle ed avvincenti del Giro d’Italia, il Mortirolo è diventato famoso in tutta Italia, assurgendo ad una notorietà di livello internazionale.

MORTIROLO: d'inverno

I

l Mortirolo, che durante la stagione invernale è chiuso al traffico veicolare, rappresenta un’attraente meta per chi vuole vivere a diretto contatto con la natura, isolandosi dal clamore e dalla frenesia che caratterizzano spesso la vita moderna. Non è certo un’esagerazione dichiarare che in inverno questo luogo sia un vero e proprio paradiso: ha mantenuto infatti l’autentico sapore di montagna invernale con il suo fascino fatto di silenzi e di baite solitarie, fra boschi e praterie innevate.

Ne decantano ed apprezzano le sue bellezze specialmente tutti coloro che praticano lo scialpinismo e gli amanti delle escursioni con le racchette da neve. Dall’altopiano del Mortirolo e dalle cime che circondano la conca, si può spaziare su un ventaglio paesaggistico a 360 gradi, con vista sulla Valcamonica e la Valtellina, ma soprattutto sui maestosi gruppi montuosi che le circondano: Adamello, Ortles - Cevedale, Bernina, Orobie.

www.adamellomagazine.it

51


LE TRADIZIONI MONNESI TIPICHE DEL PERIODO INVERNALE GLI ADDOBBI E L’ALBERO DEI COSCRITTI

IL CANTO SUL CAMPANILE

el periodo natalizio, su sollecitazione del Comune e della Pro loco, i monnesi abbelliscono le contrade con l’allestimento di splendidi alberi e presepi natalizi. Alla sera, il paese assume un’atmosfera accogliente e magica grazie alle luminarie posizionate lungo la strada che conduce alla chiesa. In Piazza IV Novembre, è posizionato il maestoso Albero dei Coscritti con ai suoi piedi un caratteristico presepio.

La notte del Santo Natale, i giovani diciottenni sono protagonisti di un’altra affascinante ed insolita tradizione. L’evento è forse una delle usanze più caratteristiche che si possano trovare in tutto l’arco alpino. Secondo l’usanza, immutata nei secoli, i novelli maggiorenni salgono, quasi per rito iniziatico, le ripide rampe della torre campanaria fin sotto la cuspide. Qui intonano le strofe del canto chiamato “Su, su pastori”, eseguendolo a due voci e inframmezzandolo col suono manuale delle campane d’allegrezza.

N

LA QUESTUA DELLE UOVA Quest’aria di festa accoglie, in questo spazio di tempo legato alle celebrazioni della Madonna Immacolata, il rito-cerimonia della Coscritàda: antica questua effettuata dal gruppo dei giovani diciottenni, bussando alle dimore delle famiglie che abitano il borgo. Essi domandano in “regalia” alcune uova casaline barattandole con vino e qualche suonata tradizionale eseguita dal cantastorie monnese o dai musici valligiani.

52

www.adamellomagazine.it

IL PRESEPIO VIVENTE E LA MOSTRA DELLE ARTI E DEI MESTIERI Dalla notte dei tempi, si tramanda per tradizione orale, che i pastori, giungevano la notte di Natale presso la grotta di Betlemme che era collocata in Chiesa. Suggestiva era l'immagine che essi creavano con le loro umili lanterne luccicanti come stelle, mancando l'illuminazione pubblica. Al giorno d'oggi, a causa dei cambiamenti sociali, il vero Presepio vivente dei nostri antenati è


L’EPIFANIA E L’ARRIVO DELLA BEFANA In occasione della festa dell'Epifania, la Pro Loco organizza una serata contrassegnata da musica, tombolata e premiazione degli alberi e dei presepi natalizi. Una bella occasione per stare insieme in semplicità nell’attesa della discesa della befana per la gioia di tutti i bambini e non solo. IL CARNEVALE I CASUNCĔI E LA MASCHERA DELL’ORSO sostituito da una rappresentazione teatrale che, prima della Santa Messa di Natale, si tiene per le vie del paese, seguendo un itinerario che fa visita ad antichi fienili e caratteristiche stalle. La scena della Natività è allestita presso la navata della Chiesa parrocchiale, dove confluisce il corteo, per partecipare alla Santa Messa servita dai giovani discesi dal campanile. Fanno da coreografia teatrale e musicale il gruppo giovanile degli Angeli. LA FIACCOLATA DI FINE ANNO La sera del 30 dicembre si tiene la fiaccolata organizzata dall’Unione Sportiva Monnese che, snodandosi lungo itinerari sempre diversi ed emozionanti, fa rientro in Piazza dove i partecipanti possono rifocillarsi e godere dell’atmosfera e del calore dei bracieri crepitanti predisposti per l’evento. I FESTEGGIAMENTI DELL’ULTIMO DELL’ANNO Per San Silvestro il Comune, con la collaborazione della Pro Loco e dei giovani del paese, invita residenti ed ospiti a salutare in piazza l’arrivo del nuovo anno con musica, canti, degustazione di dolci e brindisi finale. Il paese è illuminato a festa da un esplosione di luci multicolori che appaiono ancora più belle se osservate dall’alto del sagrato della chiesa parrocchiale.

Il gruppo alpini di Monno organizza in occasione dell’ultimo sabato di Carnevale la caratteristica sfilata. Il corteo si snoda lungo le contrade del paese, è composto da una ricca presenza di personaggi mascherati ed è vivacizzato da numerosi ed apprezzati carri allegorici realizzati dalle locali scuole, dai giovani e dagli alpini. Occasionalmente è possibile fare il raccapricciante incontro con la maschera dell’Orso rappresentata da quattro ragazzi coperti da un telo di canapa e campanaccio a tracolla. Al termine della sfilata i partecipanti possono assaggiare, presso la piazza, i classici e gustosi cróstoi, ossia dolci a base di farina di frumento confezionati con aggiunta di latte, acqua, sale e uova, spolverati con dello zucchero. Tipico piatto del Carnevale e vanto della cucina casalinga è quello dei Casuncèi di magro, fatti con le famose patate di Monno rese gustose dal formaggio di malga e altri ingredienti segreti dettati dalla tradizione. Sempre nel borgo si conservano musica, gesti e movenze caratterizzanti forse l’unica “Manfrina” ancora attualmente danzata nella Valle dell’Oglio, denominata localmente “Bal dele ‘ncigne”, ossia il ballo dei segni. Tale forma coreutica avvicina il repertorio monnese a quello più conosciuto del Carnevale di Bagolino, paese che intrattenne rapporti, in passato, con la gente dell’Alta Valle Camonica.

www.adamellomagazine.it

53


COMUNITà MONTANA vallecamonica e sebino

N

egli ultimi anni i numerosi cambiamenti in atto nel settore turistico, hanno determinato nuovi atteggiamenti verso la fruizione della vacanza ed hanno favorito l’adozione di modalità competitive fra le località turistiche. Questi processi mutativi spiegano perché i territori siano sempre più alla ricerca di uno specifico brand che li identifichi e li promuova sul mercato. Questa necessità è stata colta anche dal nostro territorio che, dopo un’attenta selezione di oltre 200 progetti pervenuti ha identificato nella Valle Camonica. La Valle dei Segni il suo marchio distintivo. Sono ormai diversi anni che questo brand domina gli scenari valligiani: è infatti facilmente riconoscibile nei vari materiali promozionali, in una segnaletica comune e nel comparto ristorativo che ha visto l’applicazione di questo logo sulle divise degli chef camuni. Si tratta di un brand dal forte valore significativo, in quanto in esso è racchiusa la volontà di raccontare un territorio ricco di storia, tradizione, cultura e quando si cerca di dare un significato alla parola Segni, non si può che pensare immediatamente alle rocce incise che, con i loro segni millenari, ci hanno permesso, nel 1979 il primo riconoscimento Unesco italiano, denominato “Arte rupestre della Valle Camonica”. È stato proprio il valore di tale patrimonio a dare il via al progetto di Valle Camonica. La Valle dei Segni quale nuova destinazione turistica, e si è ritenuto opportuno valorizzare anche i numerosi altri segni che essa custodisce. Dai segni della storia, quali le testimonianze della Grande Guerra, ai segni dell’ambiente naturale, come il Parco Adamello e le aree protette, fino ai segni dell’arte, di cui sono testi54

www.adamellomagazine.it

moni Gerolamo Romanino, Pietro da Cemmo e Franca Ghitti, e non da meno quelli della fede e della tradizione che la popolazione locale ha gelosamente custodito in tutti questi anni. La volontà e l’impegno di dare vita ad una destinazione turistica unitaria si è concretizzata anche nella realizzazione di un nuovo sito internet fortemente innovativo, www.turismovallecamonica.it che vuole essere lo strumento di riferimento per la popolazione locale e per i turisti, un luogo dove reperire facilmente le informazioni necessarie e al tempo stesso dove poter interagire attraverso l’utilizzo della mail info@turismovallecamonica.it. Questi processi sono la base per creare le fondamenta di una destinazione turistica: ora vi è la necessità di mettere in moto una macchina che la faccia decollare. Da parte di tutti gli attori del territorio, e lo si riscontra nei numerosi convegni e incontri che periodicamente vengono riproposti, vi è la consapevolezza che il nostro ambito, oltre alle ricchezze che custodisce, ha delle potenzialità, ancora inespresse pertanto è desiderio comune di enti pubblici, operatori di vario genere e cittadini che le azioni finalizzate al segmento turistico possano divenire un volano che coinvolga l’intera valle e non solo poche località come accade oggi. Tra pochi mesi si aprirà l’evento mondiale di Expo 2015, questo vuole essere lo stimolo, il punto di partenza affinchè anche la Valle Camonica dimostri la sua forza. L’obiettivo è oggi quello di creare un’offerta turistica unitaria ed accattivante che possa essere realmente vendibile sia sul mercato italiano che su quello estero, da parte di un soggetto unico di promo – commercializzazione il quale sarà individuato


COMUNITà MONTANA vallecamonica e sebino

nei prossimi mesi, tramite gara pubblica, dalla per tutti gli operatori del settore turistico che Comunità Montana di Valle Camonica. possono realmente aiutare a costruire il futuro Attualmente questo è sicuramente l’impegno della Valle Camonica. La Valle dei Segni. delle istituzioni ma è, al tempo stesso, la sfida

www.adamellomagazine.it

55


ALTA VALLE: CRISI E PROSPETTIVE FUTURE a cura del Consigliere Regionale Corrado Tomasi

L

a profonda crisi che investe tutto il paese colpisce duramente anche l’Alta Valle soprattutto per quanto riguarda il settore edile che negli ultimi anni ha subito gravi perdite rispetto al passato, quando tale settore e gli imponenti lavori pubblici realizzati davano lavoro ad un numero consistente di imprese della Valle Camonica di cui l’immagine di pulmini carichi di operai che al mattino salivano ed alla sera ridiscendevano lungo la valle sembrano essere solo un vago ricordo. L’economia dell’alta Valle è da sempre legata ad un turismo di tipo stagionale: per la stagione invernale si ha un’occupazione temporanea per residenti e non, legata alle attività turistiche quali impianti di sci ed alberghi, mentre per il resto della stagione le seconde case e la manutenzione delle stesse trasformano gli operatori del settore in artigiani. La nostra stazione turistica alpina si colloca all’interno delle stazioni lombarde (se si esclude Livigno per ovvi motivi) ai primissimi posti se non al primo posto. Gli investimenti fatti in questi ultimi anni, impianti sciistici rinnovati, il teleriscaldamento, la pista ciclabile ecc., ma soprattutto le centraline idroelettriche,

SO.SV.A.V. 56

www.adamellomagazine.it

consentiranno alla nostra stazione di disporre di fondi per nuovi investimenti nei prossimi anni e rappresentano elementi che fanno la differenza e ci fanno ben sperare per il futuro. È mia profonda convinzione, però, che la nostra località non esprima al massimo le proprie potenzialità a causa di una carenza di promozione e di marketing, da qui l’esigenza di predisporre nei prossimi mesi un piano di comunicazione dei progetti attuati e di quelli che si intendono sviluppare. La raggiunta autonomia energetica ecocompatibile proveniente da fonti rinnovabili, quali acqua e legno, ricavata dalle centraline idroelettriche e dal teleriscaldamento, hanno reso Ponte di Legno e Temù potenzialmente indipendenti e sono un elemento di eccellenza non ancora ben noto ai fruitori delle nostre località. In particolare la realizzazione delle centrali idroelettriche, grazie ai contratti già stipulati con il gestore GSE, permetterà all’alta Valle di avere introiti significativi da destinare al potenziamento e realizzazione di nuove infrastrutture e rende la nostra Stazione una tra le poche che potrà sicuramente investire nei prossimi anni.


Centraline Idroelettriche

Concludendo i prossimi obiettivi da raggiungere sono: • garantire occupazione a coloro, giovani e non, che intendono rimanere ad abitare il proprio territorio, se così non fosse, sarebbe una sconfitta per la nostra realtà vederli costretti ad emigrare in cerca di lavoro, e • portare a conoscenza di potenziali fruitori ed investitori la nostra stazione turistica e la sua capacità di investimento degli ultimi anni e dell’imminente futuro, rendendola una meta appetibile da cui trarre proficui vantaggi economici sul medio e lungo termine.

Pista Ciclabile www.adamellomagazine.it

57


SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE a cura del Vice Commissario e Responsabile di Servizio e degli Agenti della Polizia Locale dell’Unione dei Comuni Alta Valle Camonica

A

pprofittando e ringraziando per lo spazio concesso alla polizia locale nella pubblicazione di Adamello Magazine, in questa edizione vorrei concentrare l’attenzione in merito ai comportamenti di alcuni utenti della strada che rimarcano una tendenza sempre più improntata al menefreghismo irrispettoso verso le regole e la convivenza civile che con il tempo diventa abitudine e regola, al di sopra della normativa ma ancor peggio del senso civico. Esempio eclatante è quando si cambia stato, da pedoni si diventa automobilisti, da pedoni se si è sul marciapiede in prossimità delle strisce pedonali e gli automobilisti non ci permettono di attraversare ci si arrabbia e spesso si inveisce, quante volte in questo frangente ci chiediamo quale è il nostro comportamento quando siamo al volante di un’automezzo? Ci fermiamo e lasciamo attraversare il pedone? Tiriamo dritto come fanno molti? Ho utilizzato questo esempio per far capire che molte volte quando compiamo un’azione dovremmo non pensare solo alle giustificazioni, ma alle conseguenze che questa azione porta. Altro importante tassello comunicativo per rimarcare quanto sopra espresso è il cartello che

58

www.adamellomagazine.it

in Francia, da qualche tempo anche in alcune città Italiane, viene posto sotto gli spazi riservati ai disabili che dice: “prenditi pure il mio posto ma prenditi anche la mia disabilità”. Purtroppo certi atteggiamenti, specialmente per i parcheggi, sono consuetudini che con il tempo diventano regole, quando strade secondarie dei nostri paesi diventano per alcuni il parcheggio vicino a casa ed in certi frangenti si fatica anche a passare a piedi, quando per andare al bar, al negozio, a comprare le sigarette o a fare altre commissioni, non guardiamo i divieti e posizioniamo le auto in posti che non hanno niente a che fare con un parcheggio, spesso sui marciapiedi costringendo i pedoni a camminare per la strada e molte volte mettendo in pericolo la loro incolumità, specialmente se sono anziani, mamme con i passeggini o disabili su una carrozzina. Non ci siamo mai chiesti quando poniamo in essere certe azioni quanto queste siano irrispettose dei diritti e della libertà altrui? Forse se pensassimo alle conseguenze faremmo qualche passo di più a piedi e rispetteremmo maggiormente i diritti degli altri; non parliamo poi di chi ha delle attività ed occupa i parcheggi dei loro potenziali clienti non rendendosi


RADUNO VESPA conto del danno che fanno all’immagine ed al funzionamento del proprio esercizio. Anche per quanto riguarda ciclisti e pedoni non siamo messi meglio, pedoni e ciclisti sono convinti di poter evitare qualsiasi regola in quanto si spostano con mezzi non motorizzati, vediamo ciclisti percorrere anche ad alta velocità i sensi unici, le Z.T.L. ed addirittura passare con il semaforo rosso, pedoni camminare per la strada, attraversare in mezzo alle rotonde o correre ai bordi delle strade principali. I comuni dell’Alta Valle hanno realizzato una magnifica pista ciclo pedonale ma molti continuano imperterriti a percorrere a piedi ed in bicicletta le strade trafficate mettendo in pericolo la loro incolumità e quella degli automobilisti. I comportamenti dei Cittadini si differiscono anche in base a dove si trovano, in una città nessuno

INTERVENTO PER PERICOLO ALBERI penserebbe di attraversare in mezzo ad una rotonda perché se va bene subirebbe i clacson e le improperie degli automobilisti e se va male

verrebbe investito, altrettanto succederebbe se si parcheggiasse lungo una strada o addirittura si interrompesse il traffico, se non arriva il carro attrezzi ci pensano gli altri automobilisti a farvi spostare. Gli atteggiamenti cambiano sia per i cittadini che vengono nei nostri paesi che per noi valligiani quando andiamo in città, vi siete mai chiesti perché? Forse perché la vita è più tranquilla, perché siamo in ferie, o vice versa perché abbiamo fretta, perché il traffico ce lo impone o perchè gli addetti a far rispettare le regole sono meno tolleranti. Credo che non siano queste le ragioni, probabilmente l’unica ragione è che prevale l’istinto di sopravvivenza e di sicurezza rispetto al senso civico. Con questi esempi e queste note si vuole contribuire a far si che vivere nei nostri paesi di montagna diventi sempre più confortevole, meno stressante, questo per permettere che cittadini ed ospiti si sentano sempre più in una dimensione a misura d’uomo, lontana dal chiasso, dal traffico e da tutte quelle situazioni che durante la vita di tutti i giorni e specialmente nelle città contribuiscono al proliferare di nuovi mali sempre meno curabili con i farmaci, che necessitano di calma, serenità, benessere fisico e morale. Il concetto che il mancato rispetto delle regole sia sinonimo di libertà e superiorità, deve soccombere di fronte a parole come educazione, convivenza civile, rispetto dei diritti degli altri ed in particolare dei più deboli, per far si che questi concetti si affermino dobbiamo collaborare a sradicare e non tollerare quei comportamenti, che al momento sembrano poca cosa, ma con il tempo diventano consuetudini, screditando un paese e la gente che ci vive. Augurando a tutti bune vacanze vi invitiamo a collaborare per far sì che i nostri paesi diventino sempre più ospitali e vivibili. www.adamellomagazine.it

59


Cooperativa Stella Alpina a cura del Presidente Mauro Testini

E

ra un giorno infrasettimanale poco dopo le festività natalizie, l’11 Gennaio 2007 quando un gruppo di Amministratori dell’Alta Valle Camonica si ritrovarono sotto un’acquerugiola fitta fitta presso un noto Studio Notarile di Breno: nasceva così Stella Alpina, Società Cooperativa Sociale dell’Alta Valle Camonica. Otto anni dopo, questa vera e propria Impresa sociale conta punte di 70 e più dipendenti nel periodo di massima attività e oltre 30 costantemente impegnati durante l’intero anno, fatturato a cavallo del milione di euro e una azione significativa sul territorio tanto da renderla quasi indispensabile. Stella Alpina, mai nome poteva essere tanto azzeccato: un piccolo delicato fiore che necessita di cure, acqua ed elementi nutritivi, cresce solo nelle terre alte ma risente di una forte stagionalità e, purtroppo, delle pazzie del meteo. Fin qui la storia un poco romanzata, fatta di conquiste e successi, ma anche di momenti faticosi, esperienze che però mai hanno minato lo spirito e la forza di volontà dei soci, anzi. Piuttosto sono state sempre motivo per andare avanti con ancora più impegno. Ci piace pensare,  anzi ne siamo orgogliosi, che con la nostra attività si stia contribuendo, insieme ai nostri partner/clienti, alla costruzione di un nuovo modello di welfare sul territorio, in grado di rispondere ai mutati bisogni della collettività e far fronte alle nuove vulnerabilità sociali. Un dialogo costante con i diversi attori del territorio ha permesso a Stella Alpina di adeguare nel corso degli anni la propria attività, da un lato alle esigenze del mercato, dall’altro ai bisogni della comunità. Numerosi i progetti realizzati con le pubbliche amministrazioni locali e con le strutture a sostegno (ASL e Agenzia per la Persona in primis, ma anche qualche privato). Stella Alpina è anche sinonimo di produzione: dai servizi di pulizie, spazzamento stradale e cura del verde, pulizie civili, industriali, piste e cigli

60

www.adamellomagazine.it

stradali, alla gestione di ecocentri e di complessi scolastici e ricettivi. Non solo, anche attività di consulenza e organizzazione aziendale, training e formazione, con una speciale attenzione per la sicurezza sul lavoro e per il proprio territorio, tanto da conseguire l’ambizioso riconoscimento della certificazione ISO 9001. L’attività si concretizza anche nella collaborazione con il Tribunale di Brescia tramite specifica convenzione per svolgere lavori socialmente utili quale soluzione alternativa al carcere. Nel complesso un’attività a tutto tondo, con riflessi straordinari sul territorio specie nei confronti dei soggetti più deboli e svantaggiati a vario titolo, che può contare sul contributo veramente ammirevole di un folto gruppo di soci volontari che costituiscono la terza colonna della struttura, molti dei quali hanno investito risorse anche economiche per poter capitalizzare l‘impresa sociale e permetterle una solidità economica diversamente impensabile. Oggi, anche per questo, si deve pensare ad una rivisitazione del modello, che cresciuto smisuratamente ha evidenti nuove necessità ed esigenze. Serve una logistica rinnovata, in grado di ospitare mezzi e dotazioni in misura efficiente ed efficace. Si deve pensare ad un importante investimento in tal senso, confidando come sempre in questi anni nel sostegno delle amministrazioni locali, mai venute meno. Serve soprattutto nuova linfa, nuove idee e nuove strategie, magari rinnovando anche le figure che in questi anni hanno permesso al fiorellino di crescere ed essere, anche fuori dai nostri confini, ammirato ed apprezzato.


http://www.rudysignoriniphoto.it/

62

www.adamellomagazine.it


PONTEDILEGNO TONALE

PONTEDILEGNO TONALE

www.adamellomagazine.it

63


PONTE DI LEGNO C.so Milano

APRICA C.so Roma

NADRO DI CETO via Nazionale


Stefano Pizzi: il volto nuovo di Adamello Ski

PONTEDILEGNO TONALE

PONTEDILEGNO TONALE

a cura di Sonia Mariotti

N

on appena siamo venuti a conoscenza del cambio alla Direzione del Consorzio Adamello Ski, abbiamo subito fissato un incontro con il neo-Direttore Generale Stefano Pizzi per scambiare alcune idee e dare il nostro “benvenuto”. La prima impressione è stata ottima: ci siamo trovati di fronte ad una Persona con un notevole carisma, che punta su fatti concreti piuttosto che sulle parole. Dando un'occhiata al Curriculum le premesse ci sono tutte: da anni opera nel settore turistico, ha diretto Associazioni di categoria quali Fiavet Lombardia e Astoi, lavorato per numerose imprese turistiche e, negli ultimi tempi, per società web e ota quali lastminute.com. Iniziare da un'analisi della situazione attuale del Comprensorio è d'obbligo: le condizioni climatiche avverse di questa estate ed il difficile momento che stiamo attraversando dal punto di vista economico non stanno agevolando l'afflusso turistico sul Territorio. Abbiamo a tal proposito chiesto a Pizzi come si pone a Suo parere il Comprensorio Adamello Ski nel mercato del turismo invernale e Lui prontamente risponde che la giusta collocazione, dal punto di vista delle strutture sciistiche, è nella fascia medio-alta. Dobbiamo però sottolineare che gli impianti sono sì una condizione necessaria ma non sufficiente, servono dei servizi collaterali che diano un supporto adeguato a ciò che propone il territorio. Si sente quindi la mancanza di un rinnovamento generale, che doveva venire da sè dopo il completamento del cosiddetto “Grande Sogno”, che avrebbe dovuto spronare gli imprenditori ed operatori locali ad investire nelle loro attività per completare il “cerchio” delle attrazioni di alto standard qualitativo da offrire all'utenza.

È giunto ora il momento di sfatare qualche pregiudizio. Primo: si dice che il Consorzio in questi ultimi anni abbia guardato solo al proprio profitto, quindi alla quantità di passaggi sugli impianti, piuttosto che all'interesse della Località. Pizzi precisa subito che è nella Sua volontà agire per il collettivo, lasciando perdere l'individualismo e dando la piena disponibilità a collaborare per crescere insieme. Secondo: si dice che si sta puntando solo su ambiti di target medio-basso, che “fanno numero” ma oltre ai passaggi sulle piste non portano molto. È vero che bisogna indirizzarsi verso un target medio-alto ma non si può rinunciare alla base, si sta lavorando sui mercati stranieri e su quelli emergenti, ma senza trascurare il mercato italiano. Per concludere, possiamo affermare che il nostro pensiero e quello di Pizzi viaggiano all'unisono riguardo agli obiettivi fondamentali da perseguire: 1. valorizzare i punti forti del Comprensorio, anche al di fuori del contesto invernale, come per esempio il trekking, il bike e l'enogastronomia. 2. pianificare delle campagne mirate su specifiche categorie, senza disperdere le energie in troppe direzioni. 3. trovare un leit-motiv per la Località ed offrire un “turismo emozionale” che non sia basato solo sul prodotto; questo in particolare per coinvolgere i giovani, far scoprire loro le bellezze del Territorio. 4. la capacità di sapersi evolvere e comunicare con canali nuovi, oltre a quelli tradizionali, è fondamentale. A questo punto non ci resta che dire ... buon lavoro Stefano! www.adamellomagazine.it

65


Tutto sci al PassoTonale!

«

La nostra attività è stata fondata dai miei nonni più di 50 anni fa e ancora oggi continua la sua attività con impegno, qualità e professionalità, cercando di soddisfare al meglio le richieste dei nostri clienti. Nei nostri negozi potete trovare capi d’abbigliamento delle migliori marche, tutta l’attrezzatura per l’attività agonistica e non, riparazioni sci,adattamento scarponi (fresature, rialzi etc.) e noleggio sci per tutti i livelli e tutte le età, per rendere piacevole le vostre giornate sugli sci. VI ASPETTIAMO! Michele Delpero

»

Facebook “f ” Logo

NEW POINT STORE E NOLEGGIO DELPERO Via Nazionale, 6 PASSO DEL TONALE Tel. 0364.903116-3355748470 email: delperomichele@libero.it Noleggio Delpero CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai


ADAMELLO SKI RAID

PONTEDILEGNO TONALE

a cura di Alessandro Mottinelli

12

aprile 2015, 5^ edizione dell’Adamello Ski Raid, gara internazionale di sci alpinismo, prova di Coppa del Mondo oltre che de La Grande Course, circuito che racchiude le gare più blasonate quali: Trofeo Mezzalama ITA, Pierra Menta FRA, Tour du Rutor ITA, PatrouilledesGlaciers Zermatt – Verbier SUI e Altitoy, sui Pirenei, al confine fra Spagna e Francia.

350 squadre, 700 atleti selezionati fra i migliori scialpinisti a livello mondiale, provenienti da 15 paesi. Una vetrina importante per mostrare le nostre montagne ad un pubblico molto vasto. Come per le passate edizioni verranno realizzate spettacolari riprese televisive trasmesse, oltre che in una puntata speciale su Rai Sport, anche attraverso importanti network nazionali. Il percorso di gara abbraccia il gruppo dell’Adamello da est a ovest con partenza alle ore 6.00 dalla stazione intermedia della cabinovia Ponte – Tonale ed arrivo a Ponte di Legno. 4.000 metri di dislivello positivo, 4.300 metri di discesa per uno sviluppo di 50 Km. Una prova ai limiti della resistenza, capace di mettere a dura prova anche i leader del circuito mondiale.

Per garantire la sicurezza e laPONTEDILEGNO regolarità della gara saranno impegnati in quota più di 200 volontari del TONALE Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e dello Sci Club Adamello Ski Team, grazie a loro l’Adamello Ski Raid si è conquistato un ruolo importante nel panorama mondiale di questa disciplina. Per ricordare le gesta eroiche degli Alpini durante

la Grande Guerra Bianca, per la prima volta, il percorso unirà due simboli importanti: la Croce dedicata a Papa Giovanni Paolo II e il Cannone ‘Ippopotamo’ percorrendo interamente la spettacolare Cresta Croce a 3.300 m. Tecnica alpinistica, tenacia e preparazione psicofisica i requisiti per poter essere inseriti nella griglia di partenza. Per i tantissimi appassionati che vorranno incoraggiare gli atleti lungo il percorso sarà possibile salire gratuitamente con gli impianti fino al Ghiacciaio Presena. Una diretta twitter sul sito www.adamelloskiraid.com seguirà minuto per minuto i passaggi più significativi dei concorrenti. Con Guido Salvetti, direttore di gara, vi aspettiamo all’arrivo per applaudire dal primo all’ultimo, dalle ore 11.00 alle 16.00, gli eroi dell’Adamello Ski Raid che transiteranno sotto il traguardo al Palazzetto dello Sport.

www.adamellomagazine.it

67


Store Ponte di Legno

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

Gabriele Santopietro

Lucia Gregorini

Titolare Store Maestro di sci alpino Maestro di snowboard Specializzato in accompagnamento fuoripista

Titolare Store Maestra di sci alpino

Sport shop: SKI-OUTDOOR-RUNNING-GOLF-BIKING Piazza XXVII Settembre | 348 7404825 | 349 1386367 | info@peakperformancepontedilegno.it Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Peak Performance Ponte di Legno

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai


Seggiovia Vittoria

PONTEDILEGNO TONALE

U

PONTEDILEGNO TONALE

a cura di Ferruccio Lissidini

n consistente intervento è stato realizzato sulla Seggiovia Vittoria, uno dei più importanti impianti di risalita al centro del Tonale, sostituendo completamente le seggiole con quelle di ultima generazione, sei posti, tecnologicamente avanzate, con cupolina e punti di sicurezza, permettendo così all’impianto, già moderno, sicuro, un aumento portata e, di conseguenza, di considerevole smaltimento. È dunque questo un intervento che aumenta la gradibilità da parte dello sciatore, sia per l’ottima posizione di partenza, sia per i servizi offerti dal Bar Ristorante La Baracca nelle immediate vicinanze.

Evoluzione del logo

Adamello Ski

I

PONTEDILEGNO TONALE Nata nel 1974 con il logo Skirama Ponte - Tonale, ha

l logo della principale Azienda del Comprensorio, il Consorzio che raggruppa subito negli anni continui aggiornamenti sulla base le società degli impianti di risalita, è stato delle esigenze, anche internazionali, del mercato. recentemente oggetto di un nuovo restyling. Da Ottobre 2014 ecco il marchio attuale. Grazie alla ricerca della “memoria storica” di Adamello Ski - Occhi Emilia

1974

PONTE DI LEGNO - TONALE

2014

PONTEDILEGNO TONALE

DA 1200 A 2600 mt.

CREA LA TUA GUIDA TURISTICA ONLINE

www.adamellomagazine.it

OPENMONDO È LO STRUMENTO FACILE E VELOCE PER PROMUOVERE IL TUO TERRITORIO. E FARE BUSINESS.

69

www.openmondo.com


70

www.adamellomagazine.it


PONTEDILEGNO TONALE

PONTEDILEGNO TONALE

www.adamellomagazine.it

71


GIALDINI:

L’

essenza dello sci è divertimento, emozioni da condividere in pista con gli amici, godimento di ampi spazi innevati, movimento e benessere, contatto diretto con l’ambiente magico della montagna. Ma c’è anche un altro aspetto fondamentale che caratterizza l’attività dello sci: i fattori di carattere atletico, e le abilità che questo sport richiede, devono essere necessariamente supportati da un insieme di attrezzature adeguate. Il riferimento vale per l’abbigliamento, il casco, i guanti, gli occhiali e tutti gli altri accessori, ma prima di tutto riguarda gli scarponi e gli sci. La scelta dello scarpone è forse quella più difficile poiché è su questo fulcro che si realizzano l’appoggio del corpo e la modalità di conduzione dello sci. Risulta quindi fondamentale operare una scelta personalizzata con l’aiuto di tecnici esperti. Da 25 anni il negozio di Brescia di Gialdini srl, posto in via Triumplina 45, opera nella vendita e consulenza 72

www.adamellomagazine.it

per le attività sportive della montagna, dell’outdoor e dell’avventura, ed ha saputo affermarsi come riferimento autorevole e privilegiato per un bacino di utenti molto vasto. All’interno della grande superficie espositiva e di vendita, estesa su un’area coperta di 1300 metri quadrati, è possibile non soltanto osservare tutte le più recenti proposte del mercato, ma soprattutto confrontarsi e ricevere consigli da un gruppo di tecnici qualificati, appassionati e praticanti, in grado di guidare gli sportivi nella scelta delle attrezzature più opportune. Soprattutto nella scelta dello scarpone da sci è bene affidarsi agli esperti. L’esperienza e la strumentazione utilizzata dai tecnici di Gialdini consentono di ovviare allo standard costruttivo dei produttori attraverso un lavoro che parte dall’analisi dei punti nevralgici del piede, i metatarsi e i malleoli, e che prosegue con le fasi di modifica della scarpa per ottenere la massima precisione sulla morfologia complessiva del piede stesso. Si tratta di un lavoro che richiede un tipo di abilità, di conoscenza e di precisione proprio di un artigiano, al quale dedicare attenzione, tempo e passione. Uno scarpone “giusto” deve offrire comfort e precisione di conduzione dello sci. Da Gialdini è presente un laboratorio specializzato per il trattamento di sci e snowboard, dotato di macchinari moderni, rispettosi del consumo delle solette, finalizzati alla perfetta efficienza dell’attrezzatura. Va ricordato che sciolinatura e lamine affilate servono per esercitare un controllo più efficace dello sci e conseguentemente per ottenere maggiore sicurezza. Tra le attività sportive outdoor legate alla neve che riscuotono un livello di interesse sempre maggiore, lo scialpinismo rappresenta una delle più significative. Crescono il numero dei praticanti, quello delle manifestazioni di carattere agonistico e amatoriale e quello degli atleti che si iscrivono. Si affinano le metodologie di allenamento, ricevono successo le riviste specializzate e i manuali, si affinano gli strumenti da utilizzare per esercitare una pratica fuoripista in sicurezza. Quasi tutte le aziende si sono rivolte con i loro prodotti a questa attività.


passione, competenza ed entusiasmo Posti di fronte alla necessità di scegliere nuovi attrezzi, gli sportivi si trovano quindi oggi a doversi destreggiare tra numerosi prodotti e possono risultare disorientati davanti alla vastità dei modelli offerti. Il consiglio di un esperto risulta quindi fondamentale per non cadere nella tentazione di adottare criteri di scelta fuorvianti. La tendenza dei nuovi materiali e delle attrezzature proposte dal mercato è quella di ottenere un alleggerimento degli sci per facilitare la fase di salita ma garantendo allo stesso tempo un’elevata affidabilità in quella di discesa. Le nuove geometrie disegnate intendono offrire anche una maggiore galleggiabilità, favorita attraverso l’allargamento delle centine. Anche le calzature specifiche hanno subito incredibili evoluzioni: i pesi si sono alleggeriti sino ad essere a circa 700gr per scarpone. Queste riduzioni di peso, utili per lo scialpinismo agonistico, creano però molta confusione nella scelta dell’attrezzatura. Per favorire una scelta di sci e scarponi personalizzata sulla base delle caratteristiche morfologiche e sulle capacità tecniche personali di ciascuno scialpinista, è opportuno realizzare un confronto aperto con tecnici dotati di adeguata formazione e capacità. Per quanti intendono vivere la montagna invernale con modalità diverse dallo sci, Gialdini propone anche il trekking invernale.

La possibilità di camminare sulla neve utilizzando le racchette da neve abbigliandosi in modo leggero che lasci libero nei movimenti ma offra la necessaria termicità per un’attività aerobica in ambiente freddo.

La montagna in tutte le sue forme vissuta con passione e competenza è lo slogan del negozio Gialdini di Brescia, specializzato outdoor e considerato, a buon motivo, uno dei migliori in Italia.

www.adamellomagazine.it

73


Ponte di Legno Corso Trieste, 29 - Tel. 0364 91432

bar ristorante self-service

SERODINE Via Case Sparse del Tonale, 63 25056 Passo Tonale (BS) Tel. 0364.9037424 cadisrl@gmail.com

NOLEGGIO

CADĂŹ

Via Case Sparse del Tonale, 65 25056 Passo Tonale (BS) Tel. e Fax 0364.903986 cadisrl@gmail.com


LO SCI PER I BAMBINI a cura di SCUOLA SCI PONTEDILEGNO-TONALE

permettono ai bambini di divertirsi sulla neve e, in questo modo, imparare. Stabilire livelli predefiniti e rigidi nella crescita del bambino è un criterio difficilmente applicabile alle moderne necessità e alle peculiarità che rendono differente ogni piccolo allievo. Ancora una volta, sta alla professionalità e alla sensibilità del maestro scegliere il percorso più adatto a ogni singolo bambino. La sola competenza tecnica non basta: al maestro non è richiesto tanto di concentrarsi sull’esecuzione giusta o sbagliata di un movimento, quanto di costruire un’esperienza di apprendimento adeguata al bambino, rispettandone i tempi e i ritmi, competenza che si acquisisce sul campo con il tempo e la passione.

N

el Novembre 2013 è stato pubblicato il nuovo testo sulla didattica per l’insegnamento ai bambini dello sci ed uno dei concetti base dello “Sci per i bambini” risiede nella grande importanza del maestro di sci, che deve possedere una formazione specifica che approfondisca le tematiche didattiche, pedagogiche e psicologiche. È chiaro che la competenza tecnica, da sola, non è più sufficiente per il moderno maestro di sci: è proprio l’esperienza sul campo che insegna come il maestro debba rappresentare la figura di riferimento in grado di aiutare il bambino a superare le paure, il timore del distacco dai genitori, il senso di inadeguatezza a cui le prime lezioni di sci possono portare. La motivazione è il fattore chiave per l’apprendimento, e passa attraverso il gioco. Per questo motivo, nel testo è presente un’ampia parte dedicata alla componente ludica. Il piccolo sciatore imparerà, giocando, a camminare sulla neve, poi a scivolare, a frenare, a curvare, e via dicendo, apprendendo così i “fondamentali” che lo avvicineranno gradualmente e senza pressione alla sciata. Nel testo è esemplificata infatti una varietà di esercizi, attività e giochi di squadra che

L’attrezzatura per i bambini Nello sci il vestiario è molto importante: la prima esigenza da soddisfare è il benessere e il comfort del bambino alle basse temperature. Occorre, quindi, che i bambini indossino indumenti caldi, ma non troppo pesanti, per riuscire a muoversi liberamente, che abbiano la possibilità di alleggerirsi quando entrano in luoghi chiusi e rivestirsi da soli. Un’ottima soluzione è quella di vestire il piccolo sciatore a “cipolla”, ovvero a strati di diverso peso. La calzamaglia - anche questa preferibilmente di tessuto traspirante - proteggerà le gambe

www.adamellomagazine.it

75


RIFUGIO CAPANNA PRESENA mt 2750 T. 0463 758299 | M. 338 4958621 | info@rifugiopresena.it

Ai piedi del Ghiacciaio Presena è raggiungibile dal Passo del Tonale con Telecabina Paradiso e Seggiovia. L’apertura verso fine Ottobre e la chiusura nel mese di Giugno degli impianti sciistici, fa si che il Ghiacciaio sia meta ambita per allenamenti delle Squadre Nazionale e molti Sci Club. Il Rifugio dispone di ampio terrazzo-solarium, dal quale si possono anche osservare le evoluzioni degli sciatori in allenamento e non. Il servizio invernale propone panini, pizzette, dolci, snack, bibite calde ecc... Nella stagione estiva il Rifugio Capanna Presena è regolarmente aperto per alpinisti,escursionisti, nonchè appassionati della Storia della Grande Guerra. Nella stagione Estiva è altresì in funzione il Ristorante che propone cucina tipica e piatti fatti in casa.

Abbinato al prossimo svilippo impiantistico della Conca Presena verso Cima Presena si prospetta UN RINNOVO EX-NOVO DEL RIFUGIO

BAR RISTORANTE SELF SERVICE mt 2585 PASSO PARADISO T. 0463 890345 | M. 338 4958621

È raggiungibile dal Passo del Tonale con la comoda Telecabina Paradiso (sciatori e non). Costruzione moderna di nuova generazione situata in un punto particolarmente panoramico-strategico dal quale ne deriva il nome “Paradiso”, che permette di vedere buona parte del Gruppo Adamello Presanella, Ortles Cevedale, comprese le piste del Tonale e del Presena. Zona di particolare interesse per fuoripista (freeriders - sci alpinisti), sci di fondo, arrampicata su ghiaccio, passeggiate con racchette da neve, visita al Museo Voci e Suoni della Guerra Bianca. Il locale dispone di solarium, ampie sale con legno e vertrate, che ben si prestano a rinfreschi, pranzi, cene. La nostra cucina propone in particolare piatti tipici Trentini Lombardi - Formaggi delle nostre Valli, dolci casalinghi.

CONVENZIONE pranzo + A/R Telecabina

cena tipica tutti i sabati (prenotazione obbligatoria)


dal freddo. Per i piedi sono da preferire un solo paio di calze in lana, meglio se apposite per lo sci. Anche la scelta dei guanti richiede un’attenzione particolare: bisogna tener presente la predisposizione naturale del bambino a giocare con la neve anche durante l’attività sciistica. I guanti dovrebbero perciò essere impermeabili e riparare le mani dal freddo, ma anche assicurare un’impugnatura ottimale dei bastoni. Il casco è obbligatorio almeno fino ai 14 anni (L. 363/2003) e va allacciato correttamente. Il modello deve essere omologato, leggero, protettivo e areato. È bene ricordare la funzione protettiva svolta dagli occhiali da sole, meglio se specchiati e con lenti di qualità certificata, poiché in montagna il riverbero è particolarmente forte e potenzialmente dannoso per gli occhi delicati dei bambini. La scelta degli sci deve essere adeguata alle capacità tecniche del bambino. La lunghezza non deve superare l’altezza del bambino, anzi, è meglio sceglierli 10 cm. più corti della sua statura. Lo scarpone da sci deve calzare a pennello, senza essere né largo, né troppo stretto: lo scopo è di “bloccare” il piede, che dovrà fare corpo unico con lo scarpone. Per i principianti, meglio scarponi più morbidi. Fantaski La nostra scuola di sci Ponte-Tonale dispone di un parco giochi sulla neve situato al centro del Tonale, dedicato ai bambini. Uno spazio attrezzato con tapis roulant e giochi che richiamano all’immaginario fiabesco (animali giganti, castelli…) è molto attraente per i più piccoli. Quest’area protetta è molto indicata per sperimentare le prime sensazioni di scivolamento e conseguire un livello minimo di autonomia. I percorsi del parco giochi prevedono scivolamenti, brevi risalite, rotazioni del corpo e cambi di traiettorie, sottopassi, variazioni di pendio, piccoli salti, ecc.: tutti elementi fondamentali per sviluppare in forma di gioco le capacità coordinative specifiche dello sciatore.

www.adamellomagazine.it

77


Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Gabriele Santopietro: Maestro di sci, Maestro di snowboard, Istruttore Nazionale Snowboard, specializzato in Free Ride

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Fabiano Monti: Maestro di snowboard, Specializzato in Free ride, Dott. in scienze ambientali, specializzato nello studio di neve e valanghe titolare della società “ALPsolut srl”

Free Ride, tra falsi miti e leggende metropolitane a cura di Gabriele Santopietro e Fabiano Monti

I

n questi anni l’aumento dei praticanti del freeride (fuori pista) e dello sci alpinismo è un fenomeno che si nota a vista d’occhio. La sempre maggiore ricerca di “sensazioni d’altri tempi”: contatto con la natura, silenzio, panorami che regalano brevi istanti d’indescrivibile piacere, l’estraniarsi dalle abitudini di una società sempre più frenetica e soprattutto la sensazione di libertà, portano sempre più persone ad avvicinarsi a questo magnifico mondo. Sappiamo però che avventurarsi in natura comporta pericoli oggettivi. Purtroppo tutti gli inverni ci confrontiamo con sgradevoli notizie di incidenti anche mortali. Errore umano o scherzo della natura? Nessuna delle due ipotesi può considerarsi esclusa. L’evoluzione degli attrezzi sta rendendo questa pratica più semplice e piacevole. Anche la tecnologia sta facendo passi da A.r.t.va. gigante, con strumenti di auto-soccorso sempre (apparecchio ricerca più efficienti. travolti in valanga), Ma realmente possiamo mettere le nostre vite in mano solo alla tecnologia? Tutti questi prodotti sono sonda, pala estremamente importanti ma, il vero obiettivo, è prevenire situazioni di potenziale pericolo per voi e Zaini Airgbag per gli altri. Tali strumentazioni danno un importante supporto ma non sostituiscono la “conoscenza” di ciò che stiamo per affrontare. Conoscere la neve e i suoi mutamenti è uno dei tanti aspetti da comprendere per ridurre i rischi a cui inevitabilmente ci si espone nel momento in cui usciamo dalle piste battute. La neve non è un elemento statico, la neve vive e si trasforma di continuo grazie a vari fattori: vento, temperatura, umidità, esposizione e radiazione solare ecc. Dire in poche parole cosa valutare prima di un’escursione o cosa osservare mentre siete in ambienti fuori pista è

Pantalone Tecnico con sistema antivalanga Peak Performance premiato a ISPO AWARD GOLD WINTER 2014

78

www.adamellomagazine.it

Attrezzatura free ride


FreeRiding accompagnato

Valle del Cantiere e della Sgualdrina Passo del Tonale impossibile, però,iniziare a sfatare dei “falsi miti” può essere già un importante aiuto. I concetti sotto indicati non sono sufficientemente approfonditi, pertanto, non devono intendersi come esaustivi. Servono solo per chiarire, in termini semplificati, perché alcune “Leggende metropolitane” non sono corrette. A tale proposito mi confronto con un mio caro amico,Fabiano Monti maestro di snowboard, dott. in scienze ambientali, specializzato nello studio di neve e valanghe. “Quando fa molto freddo la neve è più sicura”. “Non è sempre così”. Il freddo aiuta a mantenere le condizioni di stabilità/ instabilità che sono presenti al momento di una nevicata. Se è freddo, la neve fresca si appesantisce meno quindi è meno facile che si possa formare un lastrone; però è altrettanto vero che se è freddo e la neve fresca è scarsamente “legata” con quella vecchia, tale situazione permane per lungo tempo (il consolidamento del manto nevoso è più lento). Inoltre, il perdurare di temperature fredde causa il metamorfismo del manto nevoso detto “costruttivo”; ossia i cristalli di neve si trasformano diventando via via più grandi e quindi sempre meno coesi tra di loro. “I versanti a nord sono più sicuri di quelli a sud”. “Non è sempre così”. Lungo i versanti meridionali, la maggior esposizione al sole e le temperature dell’aria più miti favoriscono l’assestamento e consolidamento del manto nevoso. Anche se, in seguito al primo riscaldamento, i versanti meridionali possono essere più instabili di quelli settentrionali, questi si stabilizzano velocemente soprattutto in seguito al congelamento dell’eventuale acqua formata dalla fusione della neve. “Una scarsa nevicata è meno pericolosa di una abbondate”. “Non è sempre così”. Il manto nevoso è formato da diversi strati posti uno sopra l’altro, che non sono sempre più resistenti man mano che sono più profondi. Il distacco dellevalanghe a lastroni avviene per il cedimento, a seguito di un sovraccarico (ad esempio il passaggio di uno sciatore), di uno di questi strati meno resistenti posti sotto a

Curva in Powder (nevefresca) strati con una maggiore coesione. Se il manto nevoso è poco spesso la formazione di strati poco resistenti è favorita e, inoltre, questi sono più vicini alla superficie e quindi più facilmente sollecitabili dal passaggio di uno sciatore. “Maggiore è la velocità dello sciatore minore è il sovraccarico”. “Non è sempre così”. L’idea di creare un maggiore galleggiamento ci fa pensare di essere leggeri sulla neve; in realtà, è vero che sollecitiamo per meno tempo il manto nevoso e che essendo più in superficie si sollecitano meno eventuali strati deboli presenti in profondità, ma, non appena si compie una curva, la pressione che si esercita sulla neve è proporzionale alla velocità e maggiore è la velocità maggiore è la sollecitazione generata sul manto nevoso. Queste sono alcune delle frasi che spesso si sentono nelle “chiacchere da bar” comunque non ci dilunghiamo eccessivamente in quanto ci sono sedi opportune specializzate nel divulgare in modo professionale tali aspetti dove. Nel nostro comprensorio Ponte di Legno-Tonale è nato, dalla collaborazione tra professionisti del settore e Adamello ski che supporta il progetto, il seguente evento: “CantiereFreeRideSafety&Riding Meeting”. Nato per migliorare la consapevolezza di tutti coloro che praticano o vogliono avvicinarsi al mondo del fuori pista. Sul sito di Adamello ski oppure su facebook alla pagina “CANTIERE safety&riding meeting” trovate le informazioni. Rendete i vostri fuori pista meno rischiosi e più divertenti confrontandovi con Guide Alpine e Maestri con Specializzazione Free Ride e affidatevi a loro per le vostre escursioni. Non affrontate la montagna con superficialità! www.adamellomagazine.it

79


Ristorante Il Ceppo

“Tra le montagne bresciane, e a ridosso del Parco nazionale dello Stelvio, di fronte alle Piste da sci di Ponte di Legno, si trova un punto di ristoro caldo e accogliente, ideale per un momento di relax dopo una passeggiata o una giornata sugli sci: Il Ceppo, Ristorante Pizzeria.” Tris di Dolci

Antipasto di pesce

Pizzeria Ristorante IL CEPPO – via Cida, 23 – Ponte di Legno (BS) – Tel. 0364.91882 info: bormetti@libero.it – www.ilcepporistorante.com


Tecnica: coordinazione e ritmo a cura di Damiano Riva

I consigli per coordinare i movimenti degli arti superiori e inferiori

L’

uso del bastone e il cambio degli spigoli sono strettamente legati. Se capirai come sincronizzarli, la tua postura, il tuo ritmo e il tuo equilibrio miglioreranno. Se usati correttamente, infatti, i bastoni possono facilitare la tua sciata, in particolare quando gli arti superiori sono ben coordinati con il movimento degli arti inferiori. Molti sciatori piantano i loro bastoni a caso compromettendo cosi la buona riuscita della propria azione. Questa lezione ti introdurra al sincronismo tra il cambio degli spigoli e l’uso dei bastoni: falli lavorare al giusto ritmo e la tua sciata da buona diventerà ottima. Analizziamo quindi i problemi generalmente comuni e troviamo le soluzioni: Damiano Riva Vione, 29-03-1965 Maestro di sci dal 1984 Istruttore Nazionale dal 1989 Operante nel comprensorio Adamello Ski

Queste rotazioni degli arti superiori e tronco compromettono la postura, presa di spigolo e l’equilibrio. Soluzioni: I migliori sciatori agonisti non piantano mai i bastoni, ne fanno affidamento su di essi come supporto, ma li usano per migliorare il loro feeling con il pendio. Sono comunque importanti: assieme alla posizione degli arti superiori favoriscono la centralità e il ritmo. Per mantenere il busto stabile porta le braccia in posizione avanzata e usa un leggero appoggio del bastoncino, utilizzando movimenti di avambraccio e polso, per prevenire rotazioni indesiderate. Per un corretto uso del busto e delle spalle, stai pronto con gli arti superiori e muovi il bastoncino preparandolo dalla massima pendenza della curva. Se il tuo bastone non è pronto significa che anche tu non sei pronto. Abbina l’appoggio del bastone con il cambio degli spigoli. Gli arti inferiori creano i movimenti precisi e modulabili, per l’esecuzione della curva. Quando busto e arti superiori sono rilassati e sotto controllo, favoriscono l’ottimizzazione dell’azione di piedi, caviglie, ginocchia e anche. Gli sciatori esperti, riducono durante la preparazione del bastoncino, i movimenti superflui appoggiandolo di conseguenza non troppo vicino alle punte degli sci. Il bastone ha una duplice funzione: portato in avanti (la punta del bastone), anticipa il cambio degli spigoli; puntato sulla neve migliora la stabilità della parte superiore del corpo, evitando che vada fuori controllo.

Problemi: Se punti il bastone in modo eccessivo e con un tempismo errato (a fine curva), rendi difficoltosa la sua estrazione dalla neve, compromettendo il successivo cambio geli spigoli, inoltre usare il bastoncino per curvare è inefficace per- Spero che con questi piccoli consigli di chè richiede movimenti esagerati delle spalle e esservi stato utile e auguro a tutti buon dello stesso busto. divertimento!!!!

www.adamellomagazine.it

81


NO G E L I D PONTE

©photo digital veclani

Il Caff� Roma, situato nel cuore della Piazzetta storica di Ponte di Legno, � il giusto ritrovo per ogni momento della giornata: una squisita colazione con ampia scelta di prodotti di pasticceria, un gustoso spuntino con prodotti tipici locali, un'appetitosa pausa pranzo, un dissetante aperitivo allietato da sfiziosi stuzzichini o un piacevole dopocena accompagnato da fantasiosi cocktails ideati al momento. Il tutto con la massima attenzione per la cura di ogni singolo dettaglio. Nello spazio interno adiacente la Piazzetta, oppure seduti nei tavolini esterni, potrete godere dei Vostri momenti di relax, immersi in un'atmosfera piacevole ed accogliente.

©photo digital veclani

Piazza XXVI I Settembre (zona pedonale)

Ponte di Legno (BS) Mob. 349 2377373 ©photo digital veclani

Si organizzano feste a tema ed eventi privati


In Vetrina a cura di Damiano Riva

Panterra 120 & I.D. NEW: VÖLKL RACETIGER SPEEDWALL GS UVO Category: All mountain / Adventure Color: Acid Green / Anthracite Last: V.V.F. 102-100 mm Flex: 120 Sizes: MS 25.0 – 30.5

L

C

ompletamente ridisegnato. Il Racetiger Speedwall GS UVO è una macchina della velocità in tema di GS. Ogni dettaglio riguardante lo sci, l’ottimizzazione del peso, il tip rocker, è stato appositamente disegnato per acquisire più velocità e precisione nella sciata. Partendo dalla sua sorprendente struttura in Titanal e dalla sua facilità d’uso, anche questo sci è stato reso ancora più accattivante dal rivoluzionario sistema antivibrante UVO. L’avanzato Speedwall Multilayer Woodcore trasferisce una stabilità ineguagliabile su qualsiasi tipo di neve. La sua costruzione super leggera dall’anima in legno, la sua sorprendente leggerezza insieme all’attacco Marker rMotion, rendono lo sci estremamente versatile e facile da controllare.

o scarpone Dalbello Panterra 120 & I.D. è stato progettato per sciatori esperti. Il design del Panterra 120 riprende molte delle caratteristiche, sia in termini strutturali che di performance, del famoso Krypton KR2. In più, questo scarpone è equipaggiato di ski/hike nel gambetto per un’alta versatilità. Inoltre, il modello Panterra 120 ha un inserto in gomma per non scivolare e tacchi e punte intercambiabili che offrono durabilità e grip quando si cammina. Sviluppato secondo la leggendaria costruzione Dalbello 3-piece Cabrio Design e il Contour 4 Fit Technology – la quale offre una chiusura del piede anatomica e comfort immediato – questo scarpone presenta anche la nuovissima tecnologia V.V.F. Fit System che dona un’ulteriore aggiustamento della parte anteriore del piede semplicemente sistemando la prima leva dello scafo. Il Center Balance “Rocker” Stance aiuta lo sciatore ad avere più controllo e potenza con il minimo sforzo. Lo scarpone Dalbello Panterra 120 si può 114_70_98 @170 utilizzare con la scarpetta TRUFIT Comp oppure 116_70_98 @175, 180, 185 con la scarpetta I.D. Thermo “MAX” per un comfort Misure: 170 175 180 185 maggiore, leggerezza e calore e assorbi urti.

Materiale da vedere e provare presso Deliv Rent, Ponte di legno. www.adamellomagazine.it

83


ACQUA MINERALE

argine

MANIVA IL TUO METABOLISMO SORRIDE. In una dieta equilibrata, alimenti alcalini come frutta, verdura e acqua minerale Maniva, aiutano a mantenere il pH naturale dell’organismo, condizione essenziale per il buon funzionamento del nostro metabolismo. Scopri tutte le qualità di Maniva pH8 su: www.maniva.it/pH8

Tra le principali acque minerali, Maniva pH8 è la più alcalina! Maniva

8.0

Rocchetta

7.5

Ferrarelle

6.2 6.0

Levissima

7.9

San Benedetto

7.5

Lauretana

Vitasnella

7.5

Sant’Anna Vinadio

7.3

Uliveto

5.8 Fonte: etichette 2014


MANIVA pH8, leggera e alcalina a cura del Dott. Michele Foglio Responsabile Marketing di Maniva Spa

Q

uando compriamo un’acqua minerale solitamente leggiamo l’etichetta per informarci sui valori del residuo fisso, della presenza del sodio, del calcio e di altri minerali, ma quasi mai andiamo alla ricerca di un’altra informazione importantissima e che tutte le acque devono per legge riportare in etichetta, il valore del pH. Quest’ultimo è una scala di misura dell’acidità o dell’alcalinità (basicità) di una soluzione che va da 0 a 14. In corrispondenza di 7 ci troviamo in ambiente neutro, al di sotto siamo in ambiente acido e al di sopra in ambiente alcalino. Il nostro sangue ha un pH leggermente alcalino che varia tra 7,35 e 7,45 ed è necessario che rimanga tale per assicurare il corretto svolgimento delle funzioni vitali e in particolare del nostro metabolismo. La disordinata vita di oggi, sottoposta di frequente a stress e a una veloce e non equilibrata alimentazione, può alterare l’equilibrio acido-base dell’organismo, causando acidosi metabolica. Seguire una dieta equilibrata e bere acqua minerale MANIVA pH8, significativamente alcalina, può essere un valido rimedio che facilita il ripristino dei livelli naturali di pH per il buon funzionamento del nostro metabolismo.

Sul fronte delle nuove etichette si mette in buona evidenza il pH8, usando una faccina che strizza l’occhio in senso di approvazione per l’effetto positivo che ha sul nostro metabolismo. Sul retro dell’etichetta si riporta la copertina della guida che MANIVA ha realizzato per fornire informazioni complete sui vantaggi di bere un’acqua alcalina come MANIVA, quando è accompagnata anche da uno stile di vita corretto. L’unicità del posizionamento di acqua minerale MANIVA e l’importanza del suo pH8 vengono sostenuti usando sia i mezzi di comunicazione tradizionali, soprattutto stampa, che le opportunità fornite dal web attraverso i social e le attività che sfruttano la viralità dei nuovi strumenti. Lo stesso sito www.maniva.it è stato modificato per accogliere le novità promosse e fornire informazioni sull’importanza di bere un’acqua alcalina come MANIVA pH8.

Con le nuove etichette, acqua minerale MANIVA riconferma di essere un’acqua alpina a denominazione d’origine (il Monte MANIVA da cui nasce), leggera ma non vuota (grazie al residuo fisso di 98 mg/litro), con poco sodio (solo 2 mg/litro), idonea per l’alimentazione dei neonati, come da autorizzazione ministeriale. Ma fa anche molto di più: apre infatti un dialogo con il consumatore dando evidenza al valore 8 del suo pH e informazioni ampie ed esaustive per informarlo sull’importanza di bere un’acqua giustamente alcalina come MANIVA pH8.

www.adamellomagazine.it

85


Segnalato da Gambero Rosso

72

www.ristorantekro.it

www.adamellomagazine.it


Petto di Anatra al Rosa

h c i e p i T Ricette

a cura di Barbara Martinazzoli e Gabriele Rizzi Ristorante Kro Pontagna di Temù

INGREDIENTI

preparazione

• Due petti di anatra • Olio di oliva • Senape • Semi di sesamo • Fondo di cottura alla selvaggina o salsa di arancia • Pepe • Sale

Salare i petti di anatra, peparli e rosolarli in una padella con poco olio (prima dalla parte della pelle, in modo di renderla croccante, poi dall’altro lato per minor tempo). Spalmate i petti d’anatra dalla parte della pelle con la senape e cospargeteli con i semi di sesamo. Finire la cottura dei petti in forno preriscaldato a 180 gradi. Toglierli dal forno e farli riposare tre minuti, coperti. Tagliare i petti a fettine e servirli con la salsa di sevaggina o una salsa d’arancia ristretta. Come contorno, servite delle patate gratinate con cubetti di pancetta. A piacere: al posto della senape, spalmare i petti d’anatra con il miele.

www.adamellomagazine.it

87


IgZ6gX]^ g^hidgVciZ

Ponte di Legno (Bs) - Via Castello loc loc. Poia - Tel Tel. 0364 0364.900621 900621 - www www.ristorantetrearchi.it ristora

Il ristorante Tre Archi si trova a soli dieci minuti dal centro di Ponte di legno nella piccola frazione di Poia ai piedi del castello. Nasce dall’idea della famiglia Rota, che decide di ristrutturare il vecchio scantinato della casa di famiglia, per offrire un locale accogliente, romantico, confortevole e caratteristico. Troverete un caminetto che vi accoglie all’ingresso e tre diverse salette che fanno dei Tre Archi un locale particolare, arredato in maniera rustica ed al tempo stesso elegante. Il cibo proposto varia dai piatti tipici di montagna presenti in un menù turistico, a piatti più sfiziosi, ricercati e particolari inseriti nel menù alla carta e selezionati nel menù degustazione.

SI ORGANIZZANO BANCHETTI PER OGNI TIPO DI CERIMONIA, FESTE DI COMPLEANNO, CENA DEI COSCRITTI, BUONI MENÙ PER UN GUSTOSO REGALO!


h c i e p i T Ricette

Tortelli di pasta verde ripieni di taleggio al burro versato e scaglie di tartufo a cura di Marco Uccelli Ristorante Tre Archi Poia di Ponte di Legno

Per la PASTA: • 500 gr farina • 50 gr di spinaci frullati • 4 uova • Un cucchiaio di olio di oliva • Sale q.b. Per il RIPIENO: • 400 gr di taleggio • 150 gr di parmigiano grattugiato

preparazione Fai la fontana con la farina e poni al centro gli spinaci frullati. Aggiungi le uova, il sale e con una forchetta, inizia a mescolare. Lavora l’impasto fino a che non risulti omogeneo e compatto. Lascia riposare . Il ripieno lo prepariamo impastando il taleggio e il parmigiano assieme, formiamo poi delle piccole palline. Stendiamo la pasta, ritagliamo dei piccoli quadrati in cui mettiamo le palline di formaggio, ripieghiamo la pasta e chiudiamo il tortello. Mettiamo i tortelli in acqua bollente salata, una volta cotti li scoliamo e li mettiamo su un piatto precedentemente cosparso di grana grattugiato. Infine versiamo sopra del burro fuso e scaglie di tartufo.

www.adamellomagazine.it

89


RISTORANTE CAVALLINO

>˜mÊ`ˆÊ6ˆœ˜iʇÊ/i°ÊäÎÈ{°™{£nn

Il RISTORANTEÊ>Ê}iÃ̈œ˜iÊv>“ˆˆ>‡ ÀiÊÈÊ`ˆÃ̈˜}ÕiÊ«iÀʏ½>“Lˆi˜ÌiÊ>VVœ‡ }ˆi˜ÌiÊiʏ>ÊVÕVˆ˜>Ê̈«ˆV>Ê`ˆÊÌÀ>`ˆâˆœ˜i°Ê ՘}…ˆ]Ê Ã>Õ“ˆ]Ê ÃiÛ>}}ˆ˜>]Ê À>ۈœˆÊ >iÊiÀLi]Ê«œi˜Ì>Ê«Ài«>À>Ì>ÊVœ˜Êv>‡ Àˆ˜>Ê “>Vˆ˜>Ì>Ê >Ê «ˆiÌÀ>]Ê vœÀ“>}}ˆÊ `ˆÊ monte, dolci e torte casalini, vini pre‡ }ˆ>̈]Ê`ˆÃ̈>̈ÊiʏˆµÕœÀˆÊ>ÊL>ÃiÊ`ˆÊiÀLiÊ >«ˆ˜i]ÊܘœÊ܏œÊ>V՘ˆÊ`iˆÊ«Àœ`œÌÌˆÊ `i>ÊÌÀ>`ˆâˆœ˜iÊi˜œ}>ÃÌÀœ˜œ“ˆV>ÊV>‡ “Õ˜>°Ê/iÀÀ>ââ>ʈ˜ÌiÀ˜>ʜÛiÊ«À>˜â>ÀiÊ œÊVi˜>Ài]Ê}œ`i˜`œÊ`ˆÊ՘ʈ˜V>˜ÌiۜiÊ «>˜œÀ>“>ÊÃՏÊ}ÀÕ««œÊ`>“iœ°

RESIDENCE CAVALLINO Il RESIDENCEÊmÊÈÌÕ>̜Ê>iÊ«œÀÌiÊ `i>ÊLiˆÃȓ>Ê6>iÊ`ˆÊ >˜m]Ê՘œÊ `iˆÊ Õœ}…ˆÊ «ˆÙÊ ÃÕ}}iÃÌˆÛˆÊ `i½>‡ ta Vallecamonica, all’interno del «>ÀVœÊ`iœÊ-ÌiÛˆœ]Ê>vv>VVˆ>̜ÊÃÕÊ ÀÕ««œÊ`>“iœ° œÛiÊ}À>∜ÈÊ>««>ÀÌ>“i˜ÌˆÊVœ“‡ «iÌ>“i˜Ìiʘ՜ۈÊiÊ>ÀÀi`>̈ʈ˜ÊÃ̈iÊ montano con legno a vista.


a cura di Ernestina Tomasi Ristorante Cavallino Canè di Vione

h c i e p i T Ricette

Torta secca della nonna bambina INGREDIENTI: • gr 300 farina “00” • gr 300 zucchero • gr 300 mandorle • gr 200 burro • 1 uovo intero • 1 bicchierino grappa.

PROCEDIMENTO Amalgamate tutto assieme fino a ottenere un impasto omogeneo che stenderete con le mani in una teglia bassa di 26 cm di diametro, avendo cura di imburrarla bene per evitare che la pasta si attacchi. A questo punto guarnite il dolce con le mandorle intere e infornatelo a 170°C per circa 30 minuti. Poi alzate la temperatura a 220°C e terminate la cottura con altri 5 minuti circa. Lasciate riposare e servite la torta secca fredda accompagnandola con della grappa morbida.

www.adamellomagazine.it

91


Il Ristorante Capanna Valbione situato a 1510 m in una splendida conca delimitata dalle cime del corno d’ Aola e del Salimmo nel parco regionale dell’ Adamello è raggiungibile con la seggiovia “Valbione” o tramite una piacevole strada tra i boschi lunga circa 3 km. Valbione si trova in una posizione privilegiata in quanto è il crocevia del demanio sciabile e da qui si possono raggiungere facilmente le piste di Temù e del passo Tonale. Al piano superiore del rifugio si trova il ristorante, in cui è possibile degustare piatti tipici e tradizionali, dotato anche di terrazza con vista panoramica, mentre al piano inferiore è possibile accedere al nuovo locale, che in inverno viene adibito a pizzeria self-service mentre pizzeria e bar-paninoteca. Per gli amanti dello sport è possibile fare carsi alla raccolta dei funghi, pescare e giocare a golf; nel periodo invernale invece si può praticare lo sci da discesa, lo snowboard, lo sci alpino, lunghe passegchilometri di piste.

Ristorante

Capanna Valbione

Loc. Valbione - Ponte di Legno (Bs) - Tel. 0364.92324 info@capannavalbione.it - www.capannavalbione.com

Tabaccheria Ricevitoria Articoli Regalo e Souvenirs Voucher Inps e Ricariche Postepay Pagamento bollettini postali

Tabaccheria Zampatti C.so Milano 16 25056 Pontedilegno Tel e fax 0364.91367


h c i e p i T Ricette Il Cuoco del Ristorante Capanna Valbione di Ponte di Legno consiglia

Polenta Pasticciata INGREDIENTI: • Polenta • Panna • Passata di pomodoro • Pomodori • Funghi • Speck • Formaggi (mozzarella, fontina o simili) • Formaggio grana

preparazione Riempire una terrina di polenta ricoprirla con la panna, la salsa di pomodoro,i funghi, lo speck, i formaggi e il pomodoro tagliati a cubetti, spolverare il tutto con il grana e riporla in forno a gratinare per una decina di minuti. Servire ben calda.

CREA LA TUA GUIDA TURISTICA ONLINE

www.adamellomagazine.it

OPENMONDO È LO STRUMENTO FACILE E VELOCE PER PROMUOVERE IL TUO TERRITORIO. E FARE BUSINESS.

93

www.openmondo.com


a cura di Armando Salvetti Forneria Pasticceria Salvetti di Malonno

Biscotto Fossile

h c i e p i T Ricette

Dalla tradizione dei sapori antichi e genuini della Vallecamonica, Forneria Salvetti Vi propone una ricetta che potrete fare con le Vostre mani da soli e gustare in compagnia …seguite le istruzioni!

INGREDIENTI nel barattolo: • 80 gr. farina di castagne • 120 gr. farina di riso • 20 gr. cacao • 1 00 gr. zucchero a velo • 50 gr. granella di noccioletti INGREDIENTI da aggiungere: • 170 gr. burro • 1 uovo PROCEDIMENTO Versare il contenuto del vaso in un recipiente, aggiungere l'uovo ed il burro ammorbidito amalgamando e rendendo l'impasto omogeneo. Modellare l'impasto in filoncini del diametro di circa 3-4 cm, eventualmente rotolandoli nello zucchero di canna. Fate riposare in frigorifero fino all'indurimento. Tagliate delle rotelle dello spessore di 1-1,5cm, integliate su carta fotno e cuocete in forno a 180° per circa 12 minuti. Sfornate, assaporate e condividete con i vostri amici il gusto camuno!

www.adamellomagazine.it

95


Il Vecchio Scarpone - Via Lucco, 5 Monno (Bs) - Mob: 3474407220 email: info@ilvecchioscarpone.com www.ilvecchioscarpone.com

ser vizio taxi 24 ore su 24

Autobus | Minibus | servizi trAnsfert servizi per scuole | servizi per ceriMonie servizi nAvettA per feste e fiere servizi per convegni Auto di rAppresentAnzA

tURiSMO

Via Roma 46/A 25056 Ponte di Legno (Bs) Tel. e Fax 0364.91045 info@maroniturismo.it

w w w . m a r o n i t u r i s m o . i t


Ricetta originale delle Piöde di Monno

h c i e p i T Ricette

a cura di Hilde Pietroboni e Patrick Minelli Agriturismo il Vecchio Scarpone Monno

Per la PASTA: • 5 patate di media grandezza • Farina bianca ‘00 • Sale • 1 uovo • Grana • Burro nostrano • Salvia

preparazione Pelate le patate e grattuggiatele crude, unite il sale, l’uovo e la farina finchè l’impasto risulterà compatto ma non appiccicoso. Stendete dei piccoli dischi di pasta (foiadine) che spezzerete a mano in piccoli pezzi direttamente nell’acqua bollente salata. Lasciate cuocere fino a quando gli gnocchi non tornano in superfice. Scolateli bene e condite con abbondante grana, burro e salvia.

www.adamellomagazine.it

97


Programma Natale 201 2014 - 201 2015

Temù - via Saletti, 40 – tel. 0364.906397

                                 

DICEMBRE 2014 SABATO 20 ORE 17,30 ORE 21,15 DOMENICA 21 ORE 17,30 ORE 21,15 LUNEDI 22 ORE 17,30 ORE 21,15 MARTEDI 23 ORE 17,30 ORE 21,15 MERCOLEDI 24 ORE 15,30

BIG HERO 6

Animazione Disney

GENNAIO 2015 GIOVEDI 1 ORE 15,30

BIG HERO 6

Animazione Disney

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

ORE 17,45

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

LO HOBBIT:

ORE 20,15

SI ACCETTANO MIRACOLI

IL RAGAZZO INVISIBILE

ORE 22,30

AMERICAN SNIPER

Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo

LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, E. Wood, I. McKellen Fantasy con L. Girardello, V. Golino, F. Bentivoglio

IL MIO AMICO NANUK

Avventura, Family con D. Goyo, D. Visnjic

VENERDI 2 ORE 14,30

Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo

Commedia con A. Siani, F. De Luigi, S. Autieri Azione con B. Cooper, S. Miller

I PINGUINI DI MADAGASCAR Animazione Dreamworks

LO HOBBIT:

ORE 16,45

UN AMICO MOLTO SPECIALE

ORE 20,15

THE IMITATION GAME

LO HOBBIT:

ORE 22,30

MA TU DI CHE SEGNO 6?

LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, I. McKellen, E. Wood Commedia con T. Rahim, V. Cabal

LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, I. McKellen, E. Wood

IL RAGAZZO INVISIBILE

Fantasy con L. Girardello, V. Golino, F. Bentivoglio

SABATO 3 ORE 15,30

LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, I. McKellen, E. Wood Biografico, Drammatico con B. Cumberbatch, K. Knightley Commedia con M. Boldi, G. Proietti, V. Salemme

IL POSTINO PAT Animazione

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

ORE 17,45

AMERICAN SNIPER

BIG HERO 6

ORE 20,15

L'AMORE BUGIARDO

ORE 17,45

PADDINGTON

ORE 22,30

SI ACCETTANO MIRACOLI

ORE 21,15

UN NATALE STUPEFACENTE

ORE 21,15 GIOVEDI 25 ORE 15,30

Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo Animazione Disney

Commedia, Family con B. Whishaw, N. Kidman commedia con Lillo, Greg, P. Minaccioni

DOMENICA 4 ORE 15,30

Azione con B. Cooper, S. Miller Drammatico con B. Affleck, R. Pike, M. Pyle Commedia con A. Siani, F. De Luigi, S. Autieri

IL RAGAZZO INVISIBILE

Fantasy con L. Girardello, V. Golino, F. Bentivoglio

BIG HERO 6

ORE 17,45

SI ACCETTANO MIRACOLI

ORE 17,45

PADDINGTON

ORE 21,15

THE IMITATION GAME

ORE 20,15

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

ORE 22,30

AMERICAN SNIPER

ORE 22,30

UN NATALE STUPEFACENTE

VENERDI 26 ORE 15,30

Animazione Disney

Commedia, Family con B. Whishaw, N. Kidman Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo commedia con Lillo, Greg, P. Minaccioni

LUNEDI 5 ORE 15,30

Commedia con A. Siani, F. De Luigi, S. Autieri Biografico, Drammatico con B. Cumberbatch, K. Knightley Azione con B. Cooper, S. Miller

IL POSTINO PAT Animazione

I PINGUINI DI MADAGASCAR

ORE 17,45

AMERICAN SNIPER

ORE 16,45

PADDINGTON

ORE 21,15

SI ACCETTANO MIRACOLI

ORE 19,15

LO HOBBIT:

SABATO 27 ORE 14,30

ORE 22,30 DOMENICA 28 ORE 15,30

Animazione Dreamworks

Commedia, Family con B. Whishaw, N. Kidman LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, I. McKellen, E. Wood

IL RAGAZZO INVISIBILE

Fantasy con L. Girardello, V. Golino, F. Bentivoglio

ORE 20,15

L'AMORE BUGIARDO

ORE 22,30

UN NATALE STUPEFACENTE

Commedia con T. Rahim, V. Cabal

Drammatico con B. Affleck, R. Pike, M. Pyle commedia con Lillo, Greg, P. Minaccioni

BIG HERO 6

Animazione Disney

ORE 17,45

IL RAGAZZO INVISIBILE

ORE 20,15

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

ORE 22,30

MAGIC IN THE MOONLIGHT

Fantasy con L. Girardello, V. Golino, F. Bentivoglio

Commedia con E. Stone, C. Firth

I PINGUINI DI MADAGASCAR

Animazione Dreamworks

PADDINGTON

ORE 20,15

MA TU DI CHE SEGNO 6?

MERCOLEDI 31 ORE 15,30

Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo

AMERICAN SNIPER

Azione con B. Cooper, S. Miller

PREZZI INGRESSO PROIEZIONI 3D INGRESSO € 10,00 RIDOTTO € 9,00 (RIDOTTO PER RAGAZZI DA 3 A 10 ANNI) CONSERVA GLI OCCHIALI E RISPARMI 1 € PREZZI INGRESSO PROIEZIONI NORMALI INGRESSO € 8,00 RIDOTTO € 7,00 (RIDOTTO PER RAGAZZI DA 3 A 10 ANNI)

Commedia con Aldo, Giovanni e Giacomo

ORE 17,45

ORE 22,30

IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO

Animazione Disney

UN AMICO MOLTO SPECIALE

MARTEDI 30 ORE 15,30

ORE 21,15

Commedia con A. Siani, F. De Luigi, S. Autieri

BIG HERO 6

ORE 17,45

LUNEDI 29 ORE 15,30

MARTEDI 6 ORE 17,30

Azione con B. Cooper, S. Miller

Commedia, Family con B. Whishaw, N. Kidman Commedia con M. Boldi, G. Proietti, V. Salemme

LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE Fantasy con M. Freeman, I. McKellen, E. Wood BIG HERO 6

Animazione Disney

ORE 17,45

UN NATALE STUPEFACENTE

ORE 20,15

L'AMORE BUGIARDO

- DAL 26 DICEMBRE AL 5 GENNAIO E’ ATTIVO IL SERVIZIO DI PREVENDITA SENZA SUPPLEMENTO CON ASSEGNAZIONE DEL POSTO. - IL SERVIZIO E’ ATTIVO SOLO NEGLI ORARI DI APERTURA DEL CINEMA. - IL POSTO ASSEGNATO E’ GARANTITO FINO ALLA PARTENZA DELLO SPETTACOLO. - L’INGRESSO IN SALA A SPETTACOLO INIZIATO SARA’ CONSENTITO SOLO A DISCREZIONE DELLA DIREZIONE.

Eventuali variazioni del programma, non imputabili alla direzione, saranno comunicate tempestivamente sul sito www.cinemaalpi.it e in segreteria al n. 0364.906397

commedia con Lillo, Greg, P. Minaccioni

Drammatico con B. Affleck, R. Pike, M. Pyle

www.adamellomagazine.it

99


SERATE MUSICALI di Pontedilegno

a cura di Edoardo Nonelli

Si avvia al mezzo secolo l’iniziativa Dalignese più longeva

L

e “Serate musicali di Pontedilegno” - uno degli appuntamenti più attesi e prestigiosi dell’estate dalignese - giunte quest’anno alla 40^ edizione, è l’iniziativa più longeva di Pontedilegno. Nata nel 1973 e sospesa a causa delle difficoltà insorte solo nel 1986 e nel 1991, voleva offrire agli ospiti uno svago non banale ma neppure molto sofisticato. Divenuto ben presto un qualificato momento di incontro artistico e culturale per i molti appassionati in vacanza a Ponte e nelle vicine località, con gli anni è venuto a guadagnarsi anche l’apprezzamento dei sempre più numerosi cultori locali che, tagliati fuori dalle attività dei grandi centri, trovano nelle “serate” risposta alle loro aspettative di partecipazione alle adeguate esigenze culturali. Promosse dal Comune di Pontedilegno e curate sotto l’aspetto organizzativo, prima dalla locale Azienda Autonoma di Soggiorno, poi direttamente dal Festival Pianistico Internazionale

100

di Brescia e Bergamo e dalla Associazione Pontedilegno Mirella Cultura, sotto la regia attenta di Maria Teresa Bormetti, negli anni si sono svolte sotto gli auspici di molteplici enti, tra cui: il Ministero del Turismo e dello Spettacolo e la Regione Lombardia. Il primo ciclo denominato “serate musicali” termina con la venticinquesima edizione nel 1999 per trasformarsi poi dal 2000 in “incontri musicali a Pontedilegno in ricordo di Papa Paolo VI”, giunto quest’anno, senza interruzioni alla XV edizione. Nonostante i mezzi limitati, le serate musicali, grazie alle premure ed alle relazioni del maestro Agostino Orizio e poi del figlio Pier Carlo, hanno ottenuto risultati artistici di assoluto valore ed interesse culturale. Pontedilegno ospitò concertisti tra i più illustri e quotati della scena internazionale: Nikita Magaloff, Ramin Bahrami, Severino Gazzelloni, Francois Joel Thiollier, Sergej Krylov ed altri ancora, solo per citarne alcuni. La direzione artistica delle serate musicali è stata condotta sin dall’inizio dal maestro Agostino Orizio, recentemente scomparso, ben nota figura di musicista, la cui fama è legata alla sua intensa carriera concertistica: fondatore dell’orchestra Gasparo da Salò, poi orchestra Thiollier concede il bis ad una affollatissima del festival di Brescia sala Paradiso del Centro Congressi Mirella e Bergamo che www.adamellomagazine.it


rapidamente divenne una delle più rinomate istituzioni concertistiche in ambito Italiano ed Europeo, all’interno della quale si sono esibiti i più illustri interpreti della scena mondiale. Tra i tanti musicisti che con lui hanno suonato e tra le tante personalità che lo hanno seguito come attenti estimatori sono da citare almeno Arturo Benedetti Michelangeli e Papa Paolo VI, entrambi bresciani celeberrimi nel Mondo. Il primo incontro con Giovan Battista Montini avviene a Pontedilegno durante i periodi di sosta dell’allora Sostituto alla Segreteria di Stato Vaticano. Le serate al pianoforte in casa Montini a Pontedilegno, costituiscono quasi certamente il riferimento da cui trae ispirazione la nascita delle “serate musicali” dalignesi. Dal 1998, la stagione concertistica si apre con un omaggio al pontefice Paolo VI, ora divenuto beato, per ricordare l’evento della Sua morte, avvenuta il 6 agosto 1978, annunciata a Pontedilegno al Fratello Lodovico prima di essere diffusa nel resto del Mondo. Dai concerti d’orchestra del 6 agosto, nel 2000 l’intera stagione concertistica estiva viene dedicata alla memoria di S. Santità Paolo VI. Agostino Orizio Negli anni più redirige l'orchestra centi la direzione Gasparo da Salò artistica viene prime edizioni serate affidata al figlio Pier Carlo, de- musicali presso chiesa Parrocchiale gno successore del padre per sensibilità e dedizione. Sino alle ultime edizioni, il Maestro Agostino Orizio ha voluto essere presente in sala ed in chiesa per assistere alla rassegna concertistica di cui fu l’ideatore e l’artefice. Poco manca a raggiungere il mezzo secolo dell’iniziativa. A noi resta l’impegno a sostenere la manifestazione e renderla più grande e più incisiva nel panorama concertistico Lombardo e Nazionale, come merita di esserlo. Nikita Magaloff-auditorium municipio di Pontedilegno www.adamellomagazine.it

101


1993 - 2013

20 20 ANNI INSIEME!

ottica

GAZZOLI

EDOLO Via G. Marconi 238/A Tel. 0364 72461

CEDEGOLO Via Roma 41 Tel. 0364 61620

occhiali lenti a contatto esame della vista mappatura corneale ortokeratologia (lenti notturne) applicazione lenti per cheratocono

OCCHIO NON VEDE, GAZZOLI PROVVEDE!


VEDIAMO DI CAPIRCI! a cura del Dott. ALBERTO GAZZOLI – Ottico Optometrista

Un piccolo vocabolario per i “non addetti ai lavori”

A

cquistare un occhiale significa prendersi (impedisce alle gocce d’ acqua di depositarsi sulla cura del benessere dei propri occhi, per lente), l’ANTISTATICITà (evita il depositarsi della garantirsi una visione ottimale, quindi una polvere), e una maggior FACILITà DI PULIZIA. condizione di vita migliore. La tecnologia e la ricerNella famiglia degli antiriflesso è da poco arrivato, ca nel mondo delle lenti per occhiali hanno fatto inoltre, un particolare trattamento che in modo che ci sia oggi la possibilità di scegliere protegge dai dannosi effetti della luce blu la soluzione ideale per ogni persona, in base alle emessa dagli schermi di televisori, computer specifiche esigenze e necessità. Compito nostro e tablet che quotidianamente tutti utilizziamo, è mettere a conoscenza il cliente di tutte queste anche per chi non ha problemi di vista! opportunità, accompagnandolo nella scelta, per • FOTOCROMATICO: è il trattamento che soddisfare al meglio i suoi bisogni. Con questo permette alla lente di scurirsi (in ambienti mini vocabolario vogliamo offrire uno strumento esterni) e schiarirsi (tornando completamente che permetta a tutti di farsi un’idea sintetica delle chiara, in ambienti interni) automaticamente e numerose possibilità da poter valutare nella scelrapidamente, in base alle condizioni di luce. Le ta delle lenti dei loro occhiali. lenti fotocromatiche sono per questo chiamate anche DINAMICHE o INTELLIGENTI: l’intensità I TRATTAMENTI. * di colore (grigio, marrone o verde) si adatta Sulla lente oftalmica (correttiva dei difetti della all’intensità della luce, e garantisce una totale vista) di ogni materiale e geometria (monofocale, protezione dai raggi UV, dannosi per i nostri progressiva, per ufficio,…) possono essere occhi. Il trattamento fotocromatico può essere applicati degli strati protettivi, detti trattamenti: combinato con i trattamenti indurimento e • INDURIMENTO: il primo strato applicato sulla antiriflesso. lente base, rende la lente più “dura”, garantendo una maggiore robustezza e resistenza ai graffi. • ANTIRIFLESSO: è uno strato che viene applicato sopra l’ indurimento, quindi tutte le lenti con antiriflesso sono anche indurite. L’antiriflesso elimina gli inestetismi e i fastidi causati dai riflessi della luce sulla lente: con il riverbero della luce, infatti, si possono verificare anche degli effetti abbaglianti o creare aloni intorno alle sorgenti luminose (es. fari delle automobili), che riducono la nitidezza della visione. Indispensabile, quindi, alla guida, è un trattamento utilissimo anche in ambienti chiusi con luce artificiale (es. negozi, scuole, uffici,…). Esistono diverse tipologie di antiriflesso: quello di ultima generazione garantisce, oltre ai vantaggi già descritti, anche l’IDROREPELLENZA www.adamellomagazine.it

103


VEDIAMO DI CAPIRCI!

Un piccolo vocabolario per i “non addetti ai lavori”

LE COLORAZIONI. * È possibile avere anche l’occhiale da sole con le lenti correttive per qualsiasi difetto visivo (miopia, ipermetropia, astigmatismo), anche progressive (per una visione ottimale da lontano e vicino). La gamma delle colorazioni è molto ampia. I colori CLASSICI comprendono principalmente: • Grigio: adatto a tutti. • Grigio verde: particolarmente indicato per l’ipermetrope. • Marrone: particolarmente indicato per il miope. I colori SPECIFICI per migliorare le prestazioni visive durante le ATTIVITà SPORTIVE: • Giallo polarizzato (vedi polarizzazione in seguito): indicato per pesca, bicicletta, pattinaggio). • Marrone (nelle diverse categorie) e marrone polarizzato: indicati per sport acquatici, sport in spiaggia, golf, tennis, escursionismo, arrampicata, mountain bike, sci, alpinismo, sci su ghiacciai. • Arancione: indicato per sci in condizioni di foschia, tiro a segno, caccia, tiro con l’arco.

I colori TRENDY per chi vuole essere sempre alla moda. Un posto di rilievo tra le lenti colorate è occupato dalle lenti da sole POLARIZZATE, che neutralizzano i riverberi e gli abbagliamenti, filtrando la luce riflessa, e garantiscono una visione nitida e rilassata, quindi un miglior benessere visivo, dato che con la polarizzazione l’occhio tende a non sforzarsi e a non affaticarsi. La lente polarizzata garantisce una protezione totale dai raggi UV, e permette, inoltre, una corretta percezione dei colori, una miglior definizione delle immagini grazie ad un perfetto contrasto senza disturbi luminosi. La polarizzazione è per tutti questi motivi indispensabile in condizioni in cui la luce intensa e riflessa può creare fastidio e costituire anche un potenziale pericolo: alla guida e in presenza di elementi fortemente riflessivi come sabbia, acqua, neve, come decritto in merito alle attività sportive.

*I trattamenti sono GARANTITI dalle aziende produttrici ma NON SE IL

termosifoni) o indirette (sauna, cruscotto auto, casco parrucchiera),

DANNO È DOVUTO A CATTIVA MANUTENZIONE, SOLLECITAZIONE TERMICA O

e prestare attenzione ai solventi chimici come profumi o lacche, che

MECCANICA. È necessario, quindi, seguire delle semplici regole:

intaccano le lenti e possono danneggiare l’antiriflesso.

1. Riporre sempre l’ occhiale nella custodia, possibilmente rigida, se non utilizzato, evitando di tenerlo in testa, ancor meno in tasca! 2. Non appoggiare mai l’ occhiale con le lenti rivolte sul ripiano, potrebbero rigarsi.

risciacquandole con cura e asciugandole con panni in microfibra (non fazzoletti di carta o altri panni che potrebbero graffiarle). 5.  Rivolgersi all’ ottico per qualsiasi regolazione o sistemazione

3.  Non esporre le lenti e l’ occhiale a fonti dirette di calore (phon,

104

4. Mantenere le lenti pulite, lavandole con acqua tiepida e sapone neutro,

www.adamellomagazine.it

dell’occhiale: ha gli strumenti e le conoscenze per poterlo fare.


y t h r ing e v e

yo

MUSIC Live and

set

DJ

sabati& venerdĂŹ TUTTI I

uw

ant

C.so Milano, 40 PONTE DI LEGNO (BS)

www.clanpontedilegno.it Il Clan Ponte di Legno

invernali


Golf Club Ponte di Legno a cura di Matteo Panchieri

STAGIONE GOLFISTICA 2014

S

e qualcuno ci avesse detto all’inizio della stagione, che avremmo avuto il peggior periodo dal punto di vista meteorologico, dalla nascita del nostro campo, non ci avremmo creduto; invece è successo proprio così. C’eravamo preparati ad un’estate radiosa con il campo perfettamente in ordine invece, a causa del maltempo, ci siamo ritrovati a fare i conti con una minore affluenza sul campo sia come green fee che come partecipazione alle gare. Nonostante gli aspetti economici e le lunghe piogge estive, con orgoglio possiamo dire che non sono bastate per far demordere i nostri ragazzi portando a casa ottimi risultati sia sul campo di casa che sui vari campi lombardi e non.

I nostri ragazzi

RUBRICA DEI SUCCESSI:

Circuito Adamello Brenta Tour: successo del Golf Club Dolomiti con la nostra piazza d’onore. Trofeo Alpi Retiche: trionfo del nostro Club dopo due anni di digiuno. Campionato Sociale: vinto in 1° categoria da Alessandro Lorati, in 2° categoria da Valeria Scolamiere ed in 3° categoria da Carlo Savio; lo score d’Oro invece è stato vinto in 1° categoria da Paolo Lorati, in 2° categoria da Francesco Boschini ed in 3° categoria da Stefano Zanoletti.

Poco tempo fa questi giovani golfisti di Ponte di Legno erano una piccola realtà, in quanto si leggevano i loro nomi nelle liste dei partecipanti alle gare, ora sono diventati protagonisti di quelle gare inserendosi nei primi posti delle classifiche. Con piacere facciamo presente che nell’elenco di questi ragazzi non ci sono solo coloro che hanno la tessera del nostro circolo ma anche ragazzi che passano l’estate a Ponte di Legno e giocano sul nostro campo: questo è un altro esempio positivo di come stiamo lavorando nel verso giusto. Le abilità motorie si apprendono gradualmente, tanto da aiutare a regolare, controllare e favorire l’apprendimento che è alla base delle capacità coordinative. Proprio per questo motivo l’allenamento costante è fondamentale per metabolizzare pian piano questi movimenti e farli propri. Il Golf è uno sport duro ma educativo in quanto ti fa imparare a convivere e condividere con gli altri belle e brutte situazioni e condizioni, ad avere autocontrollo e rispetto verso tutti, ad essere concentrato su quello che stai facendo senza perdere mai di vista il tuo obiettivo, pur non facendo mancare momenti di convivialità e divertimento. Non manca un immenso grazie a tutti i genitori che con passione entusiasmo e giovialità sono sempre disponibili a collaborare con il nostro gruppo, senza di loro nulla sarebbe possibile. Nella speranza che la prossima estate non sia all’insegna di Giove Pluvio, vi auguro delle grandi sciate!!! Ricordate: “Ogni stagione ha il suo sport come ogni frutto ha la sua stagione...”.

www.adamellomagazine.it

107


+ Segatrice verticale a nastro di nuova generazione ad ALTA VELOCITĂ€! per taglio di alluminio

+ Mole diamantate speciali per taglio e sbavatura ghisa

+ Mole abrasive per sbavatura e troncatura dal diam. 30 al diam. 1250

+ Lame acciaio - Bimetalliche e Speciali sviluppo a richiesta

di Perno Lazzari Rodolfo & C. snc Via P. Tamburini, 2/4 - 25136 Brescia Tel. 030.2092656 - Fax 030.2099868 www.abrasystem.it abrasystem@abrasystem.it


Torneo GERMAN a cura di Nicola Pedretti e Stefano Giacomelli

Q

uest’estate abbiamo deciso di rinnovare una vecchia tradizione, interrotta ormai cinque anni fa: il torneo di calcio estivo al Campo sportivo Vittorio Veclani di Ponte di Legno. Lo dovevamo alla memoria del nostro amico German: un grande sportivo, ma soprattutto un uomo che non si è mai arreso. Da quando ha scoperto il suo male, German ha dimostrato una dignità incredibile. Niente ci trova incapaci di reagire: lui ha alzato la testa e non ha abbandonato se stesso. Ha studiato a fondo la sua malattia per confrontarsi meglio con i medici. Non ha mai smesso di sognare e di volersi realizzare, mettendo in atto molteplici progetti, tra cui la realizzazione del libro iLIVE. Da questo grande desiderio  è nato il Comitato iLIVE, un ente no profit che ha lo scopo di raccogliere i fondi per portare a termine e pubblicare il libro, diffonderlo il più possibile e devolvere il ricavato, come desiderava German, all’Istituto dei Tumori di Milano. Noi amici, in collaborazione con la Pro loco e il Comune di Ponte di Legno, dopo aver risistemato il campo e trovato gli sponsor necessari, siamo riusciti a dedicare a German questo torneo. Il 1°

Torneo German si è svolto dal 2 al 16 agosto 2014 e, nonostante il tempo non ci abbia per nulla aiutato, ha avuto un buon riscontro: le partite sono state belle e combattute, tutte all’insegna della correttezza e della lealtà.  Il pubblico, per tutto l'arco delle serate, ha  dimostrato  un  notevole coinvolgimento, contribuendo con grande solidarietà alla raccolta fondi del progetto iLIVE. Questa prima edizione del torneo è stata vinta dalla formazione dello  Scarpaneve, di cui facciamo parte noi, di cui faceva parte German: non poteva esserci un finale più bello. Ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito all’ottima riuscita di questo torneo. Un grazie speciale va al nostro amico Ermanno, per sua totale disponibilità. I sorrisi e l'entusiasmo con cui la famiglia di German e Valentina hanno accompagnato  dagli spalti  tutte le serate  sono stati per noi la più grande gratificazione. D'ora in avanti il nostro obbiettivo sarà far sì che questa splendida manifestazione possa ripetersi nel corso degli anni, così che, nel nome di German, Ponte di Legno rinnovi l'occasione di  stringere in un solo abbraccio lo sport e la solidarietà.

http://www.rudysignoriniphoto.it/

CREA LA TUA GUIDA TURISTICA ONLINE

http://www.rudysignoriniphoto.it/

www.adamellomagazine.it

OPENMONDO È LO STRUMENTO FACILE E VELOCE PER PROMUOVERE IL TUO TERRITORIO. E FARE BUSINESS.

109

www.openmondo.com


Brilliance

Scoprite il nuovo mondo della Brillantezza STAMPA SU MATERIALI PLASTICI

Il PVC o altri materiali plastici, non rappresentano più un problema di stampa. Etichette adesive in PVC trasparente, packaging di lusso, materiali plastici per imballi alimentari, tutto può essere stampato e confezionato, allargando considerevolmente il servizio offerto alla nostra clientela.

STAMPA SU SUPPORTI METALLIZZATI

La stampa sui metallizzati senza l’utilizzo del laccatore, con coprenze elevate, è praticamente impossibile con l’uso di inchiostri tradizionali. Con l’utilizzo di inchiostri UV, anche con le coprenze più estreme e senza l’uso di vernici acriliche (a meno di effetti particolari voluti), la brillantezza del laminato rimane inalterata.

STAMPA SU SUPPORTI PERLATI

Maggiore lucentezza, lascia inalterata la perlescenza del supporto, superando la fase critica della stampa tradizionale dell’effetto “opacizzato”.

fast printing quality

STAMPA SU SUPPORTI ACETATI

18.000 copie ora

Di qualunque natura e di spessore fino a mm 1,2. Neppure le più elevate coprenze rappresentano un problema, mantenedo inalterata la qualità di stampa.

Sempre un passo avanti Via Industriale, 24/26 - 25050 Rodengo Saiano (BS) ITALIA Tel +39 030 6810155 - Fax +39 030 6810185 www.colorart.it - info@colorart.it


Consegna nuova autoambulanza a cura di Laura Zampatti la benedizione

I

l prezioso lavoro svolto dai circa 100 volontari dell'Associazione Amici Volontari del Soccorso di Ponte di Legno è in continua crescita. Così pure come il parco macchine. Da diversi mesi già si vedeva circolare per le strade dell'Alta Valle una nuova ambulanza “Amici” e lo scorso 20 settembre è stata inaugurata ufficialmente con la benedizione del Parroco ed una grande festa per tutti, oltre alla sfilata per le vie del paese accompagnati delle Bande di Pezzo e Vezza. La nuova arrivata è dotata di sistemi di sicurezza all'avanguardia, come la sanificazione dell'abitacolo, la possibilità di lasciare il motore acceso chiudendola comunque a chiave e le più moderne attrezzature di soccorso. Il costo del mezzo si aggira intorno agli 80mila euro, soldi anticipati dall'Associazione che verranno poi ammortizzati dal 118 in cinque anni. Il Presidente Luca Toloni ci ha mostrato orgoglioso il gioiello di casa ed ha spiegato alcuni dettagli tecnici: l'ambulanza è omologata per il trasporto di sei persone,rigorosamente 4x4,2mila di cilindrata per 180 cavalli. Insomma il mezzo ideale per girare sulle strade dei nostri paesi. L'Associazione ha così ora a disposizione la nuova ambulanza a servizio del 118, una

seconda ambulanza di scorta e sempre a disposizione di Areu e un'altra per i servizi programmati e le manifestazioni. Ma non è tutto, perchè oltre all'ambulanza è stato inaugurato un Doblò per gestire i trasporti programmati. Va inoltre ricordato che il servizio di trasporto programmato è gratuito per i residenti nell'Unione dei Comuni. Il Presidente ricorda che chiunque volesse dare una mano, anche senza essere certificato, è ben accetto,di cose da fare ce ne sono sempre moltissime.

Il nostro parco mezzi

www.adamellomagazine.it

111


MASSAGGI MANICURE PEDICURE SOLARIUM VISO PO SOLARIUM COR

PONTE DI LEGNO (BS)

Via Risorgimento, 16

Tel. 0364.900897


Recensione D’AUTORE LOCALE “agli amici Paolo Costa e Pino Veclani, due fotografi per i quali la luce non ha mai avuto segreti. Paolo se n’è andato lontano... ma continua a sfondare con la videocamera il blu profondo del mare, Pino non smette di puntare la reflex sui tramonti che incendiano il profilo delle montagne camune”

a cura di Caterina Ghilardi

P

Fagiani di monte © Fabrizio Moglia

Gruccioni © An ton io B ari sa n

ierandrea Brichetti, famoso ornitologo, originario di Ponte di Legno, ha voluto inserire, all’interno della serie di volumi dell’Ornitologia Italiana, un vero e proprio “Atlante Fotografico” delle più belle immagini dei fotografi italiani. Un viaggio fra istanti che, secondo i gusti di ornitologo-fotografo i dell’autore, oltre che costituire documentazioni di sicuro interesse ornitologico, sono in grado di riempire gli occhi, di emozionare, di stupire.

Cincia mora © Luca Fantoni e Danilo Porta

La galleria si sviluppa in una serie di sezioni dedicate al volo, alle interazioni tra individui delle stessa specie o di specie diverse, ad atteggiamenti curiosi e poco conosciuti nell’ambito delle attività riproduttive e di alimentazione, senza rinunciare all’atmosfera di alcuni momenti “magici”, dove la luce è la vera padrona della scena. A tutti una piacevole e rilassante visione. Civette © Moreno Nalin

www.adamellomagazine.it

113


le nostre vendite dirette dal costruttore

AGENZIA IMMOBILIARE

www.agenziatremonti.it

Leader della Casa in Alta Vallecamonica le nostre esclusive promozioni: • GARANZIA DI UNA RENDITA DA LOCAZIONE DEL 4% Per 8 anni 5% Per 5 anni oppure • ARREDO COMPLETO IN OMAGGIO oppure • UNA DILAZIONE DI PAGAMENTO DEL 50% IN 4 ANNI SENZA INTERESSI oppure • UNA DILAZIONE DI PAGAMENTO DEL 50% in 8 anni con interesse Fisso al 2% oppure • UNA DILAZIONE DI PAGAMENTO DEL 80% in 8 anni con interesse Fisso al 5%

Il Residence “BELPOGGIO ” è situato a 1000 mt dal centro storico di Ponte di Legno, in zona panoramica e soleggiata. Tutti gli appartamenti sono arredati in stile moderno, dotati di tv lcd, impianto satellitare, lavatrice e lavastoviglie, connessione Wi-Fi gratuita. Ogni appartamento dispone di box, ampio balcone/ solarium e giardino per il piano terra.

Temù - via roma 71/a - Tel.: 0364.90.60.51 – Fax: 0364.94.398 Ponte di Legno - corso Milano 23 (isola pedonale) - Tel.: 0364.92.859 - Fax: 0364.94.398 Ponte di Legno - residenza abete rosso - via Baslini - Tel. e Fax 0364.900828


Ponte S. Ambrogio-Immacolata il festival del Silter… ed è subito successo! Proseguirà ancora, sempre più completa a cura di Ferruccio Lissidini

N

emmeno gli Organizzatori e gli Espositori/Produttori avevano previsto un successo così ampio, tant’è vero che a consuntivo è stato deciso di riproporre di nuovo la mostra e fiera per il periodo NataleCapodanno. La sede sarà sempre nell’edificio dell’ex Asilo Regina Elena nel centro di Ponte di Legno con apertura ogni giorno dalle ore 16:30 alle ore 19:30 da Sabato 27 Dicembre 2014 a Domenica 4 Gennaio 2015. Ma ancor più interessanti saranno le serate di Domenica 28 Dicembre con protagonista il miele dalignese e le varie fasi della lavorazione, Martedì 30 Dicembre la presentazione delle farine dei nostri campi ed il loro ampio impiego, altri interventi previsti per Venerdì 2 Gennaio e Domenica 4 Gennaio 2015. Si è programmato per ogni sera, nel dopo cena, un evento particolare a tema, sempre incentrato sui prodotti agricoli, pastorali, gastronomici e vinicoli delle nostre terre. I maggiori Artigiani di produzione del Silter presenteranno ed illustreranno la propria

produzione ma non solo, parteciperanno anche il Consorzio della Castagna, i Produttori di miele ed i Viticoltori di Vallecamonica. Una completa vetrina a trecentosessanta gradi che farà da cassa di risonanza e promozione dei prodotti tipici delle Terre di Vallecamonica, già affermati non solo sul nostro Territorio, ma conosciuti e graditi anche dall’utenza estera. Sono dunque queste le migliori iniziative, una base sicura per diffondere e confermare il prodotto rivolto al consumtatore diretto, che può quindi apprezzare l’offerta e consolidarne il consumo.

www.adamellomagazine.it

115


Albergo Ristorante Al Maniero Nuova Gestione

Cucina Tipica Ponte di Legno via Roma, 54 Tel. 0364/ 900041 Fax. 0364/ 900806

info@ almaniero.com www.almaniero.com


4

th

salò - LAGO DI GARDA Pontedilegno - cuore delle alpi

11-12-13-14 june 2015 international regularity race for vintage cars

Facebook “f ” Logo

Photo Fabian Gallucci CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

www.summermarathon.it Main Partners:

www.adamellomagazine.it

117


4

th

PROGRAMMA Dicembre 2014 Pubblicazione sul sito www.summermarathon.it della nuova edizione IV° Summer Marathon 2015, organo ufficiale di consultazione, sempre aggiornato sugli sviluppi organizzativi della manifestazione 16 Febbraio 2015 Apertura iscrizioni, inserimento scheda iscrizione on-line sul sito www.summermarathon.it - prima fase con quota agevolata “Early-Booking” fino al 4 Maggio 2015 - seconda fase con quota di listino dal 5 Maggio 2015 al 3 Giugno 2015 29-30 Aprile/1-2-3- Maggio 2015 Partecipazione alla Gran Carrera Argentina, vinta alla Summer Marathon 2014 quale primo premio dall’Equipaggio Margiotta-Perno 4 Maggio 2015 Chiusura prima fase iscrizioni con quota agevolata “Early-Booking” 3 Giugno 2015 Chiusura iscrizioni alle ore 24.00 6 Giugno 2015 Presentazione elenco concorrenti iscritti ed assegnazione numeri di gara Giovedì 11 Giugno 2015 ore 9.00 apertura Uffici Gara, Direzione, Segreteria, Sala Stampa, presso lo Sporting Club Rimbalzello a Barbarano di Salò ore 14.00 inizio prima parte verifiche sportive e tecniche presso lo Sporting Club Rimbalzello a Barbarano di Salò ore 20.00 chiusura prima parte verifiche tecniche e sportive ore 21.00 Per coloro che hanno aderito allo speciale pacchetto “Aspettando la Summer Marathon” Cena presso il Ristorante Antica Cascina San Zago di Salò A seguire pernottamento e prima colazione presso l’Hotel Palazzo Arzaga Dalle ore 18.00 di Venerdì 12 Giugno 2015 alle ore 9.00 di Domenica 14 Giugno 2015 DIREZIONE GARA c/o Sala Faustinelli – Piazzale Europa Ponte di Legno (BS)

Venerdì 12 Giugno 2015 ore 7.30 inizio seconda parte verifiche tecniche e sportive, previa prenotazione, presso lo Sporting Club Rimbalzello a Barbarano di Salò ore 10.00 fine verifiche tecniche e sportive A seguire Breafing del Direttore di Gara ore 9.00 inizio raggruppamento vetture presso il Parco Partenza di Via Zane a Salò ore 10.30 inizio uscita delle vetture nell’ordine di partenza per recarsi sul Lungolago –Piazza Vittoria – Piazza centrale e principale della Città di Salò per presentazione al pubblico, sfilata e partenza

I° TAPPA ore 11.00 Città di Salò Lungolago Piazza Vittoria: partenza della prima vettura - Tormini – Val Sabbia – Vobarno – Lumezzane – Sarezzo – Gardone Valtrompia – Polaveno – Iseo – Paratico – Sarnico – Riva di Solto – Lovere - Costa Volpino - Artogne ore 14.00 Darfo Boario Terme controllo a timbro al Parco delle Terme - sosta di un’ora per esposizione e presentazione vetture presso Piazzale Autostazione Pranzo a buffet c/o Ristorante La Svolta offerto da Comune e Pro Loco Darfo Boario Terme ore 15.00 ripartenza da Darfo Boario Terme - Rogno – Costa Volpino – Lovere – Sovere - Clusone – Rovetta – Castione della Presolana – Presolana – Parco Naturale del Giovetto – Paline ore 17.30 Borno Piazza Caduti - Borgo d’Italia sosta di quarantacinque minuti per degustazione di prodotti tipici locali offerta dal Comune di Borno, sfilata e presentazione vetture ore 18.15 ripartenza da Borno - Malegno – Breno – Capo di Ponte – Cedegolo – Edolo – Incudine – Vezza d’Oglio – Stadolina bassa – Temù ore 20.00 Ponte di Legno centro, arrivo prima tappa nella Piazzetta principale Piazza XXVII Settembre e sosta lungo Corso Milano, sfilata e presentazione vetture Welcome-Drink “Adamello Ski” c/o Mountain Brasserie Nazionale A seguire cena, pernottamento e prima colazione nei rispettivi Hotels di quattro stelle, Hotel Mirella ed Hotel Acquaseria

Totale I tappa: - 262 chilometri - Prove di abilità cronometrica: Classica n° 35, Media n° 2 (Polaveno e Presolana)


4

th

PROGRAMMA Sabato 13 Giugno 2015

Domenica 14 Giugno 2015

II° TAPPA

III° TAPPA

ore 8.00 Ponte di Legno partenza della prima vettura da Piazzale Europa – Temù – Vezza d’Oglio – Edolo – Santicolo – Aprica – Tresenda – Piateda – Valtellina Golf Club – Aeroporto di Caiolo – Cedrasco – Fusine in Valtellina

ore 7.30 Ponte di Legno partenza della prima vettura da Piazzale Europa – Passo Tonale – Velon – Vermiglio – Pellizzano – Dimaro – Passo Carlo Magno

ore 10.30 Berbenno di Valtellina - Antico Borgo sosta di trenta minuti per coffee-break offerto dalla Pro Loco locale, sfilata e presentazione vetture ore 11.00 ripartenza da Berbenno di Valtellina – Morbegno – Colico Lago di Como – Novate Mezzola Chiavenna – Dogana Italia/Svizzera – Passo Maloja – Laghi Alpini dell’Engadina - Silvaplana – Sankt Moritz – Passo Bernina – Dogana Svizzera/Italia – Passo Forcola ore 14.30 Livigno sosta di un’ora per pranzo, sfilata e presentazione vetture sul Corso principale ore 15.30 ripartenza da Livigno – Passo d’Eira Trepalle rifornimento carburante presso la Stazione di Servizio Q8 usufruendo del buono omaggio offerto da Q8 Passo Foscagno (Dogana Italiana) – Valdidentro – Santa Lucia – Cepina – Aquilone – Tiolo – Passo Foppa – Passo Mortirolo – Monno – Incudine – Vezza d’Oglio – Stadolina bassa – Temù ore 19.30 Ponte di Legno arrivo seconda tappa Sfilata e presentazione vetture nel centro storico: Corso Milano, Piazza XXVII Settembre, Corso Trieste ore 21.00 Cena Ufficiale “Tipica Montana” A seguire pernottamento e prima colazione nei rispettivi Hotels di quattro stelle, Hotel Mirella ed Hotel Acquaseria Totale II tappa: - 356 chilometri - Prove di abilità cronometrica: Classica n° 40, Media n° 2 (Santicolo e Mortirolo)

ore 9.00 Madonna di Campiglio Piazza Imperatrice Sissi sfilata e presentazione vetture, coffee-break sosta di venti minuti ore 9.20 ripartenza da Madonna di Campiglio – Pinzolo – Tione di Trento – Condino – Ponte Caffaro – Lago d’Idro – Idro – Capovalle - Valvestino – Lago di Valvestino – Gargnano – Toscolano Maderno – Gardone Riviera ore 13.30 Salò Centro - Circuito cittadino Trofeo “Città di Salò” di 2,4 km chiuso al traffico con 5 prove di abilità cronometrica classica ore 14.00 Arrivo Finale Salò Lungolago Piazza Vittoria con sfilata e presentazione vetture Totale III tappa: - 194 chilometri - Prove di abilità cronometrica: Classica n° 24, Media n° 1 (Valvestino) ore 15.30 Garda Golf Country Club, Grand Buffet della Premiazione ore 16.15 Garda Golf Country Club, Cerimonia di Premiazione Domenica 14 Giugno 2015 dalle 11.00 alle 16.30 Direzione Gara, esposizione tempi e classifiche c/o Garda Golf Country Club Soiano del Lago (BS)

TOTALE GARA Chilometri:

812

Prove classica:

99

Prove media:

Il presente programma potrà subire il totale cambiamento o delle parziali variazioni. Gli orari si intendono per il passaggio della prima vettura e, come il numero delle prove, sono per ora indicativi, farà fede la Tabella Tempi e Distanze pubblicata a tempo debito.

5


Photo Fabian Gallucci

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

4

th

Summer Marathon gara internazionale autostoriche con titolarità “Super Classica” ACI-CSAI inserita come prova nel Trofeo Grand'Eventi 2015 dove per il 2014 si è piazzata al terzo posto come coefficiente di merito alle spalle solo di Mille Miglia e G. P. Nuvolari Summer Marathon il grand'evento non solo nel nome ma nella concretezza dei fatti Uno straordinario ambasciatore nel mondo per la promozione delle eccellenze turistiche dei comprensori attraversati

Consulta il nostro sito organo ufficiale della manifestazione sempre aggiornato

www.summermarathon.it


u e m i l a u i n d i c i

gennaio 1 giovedì 2 venerdì 3 sabato 4 domenica 5 lunedì 6 martedì 7 mercoledì 8 giovedì 9 venerdì 10 sabato 11 domenica 12 lunedì 13 martedì 14 mercoledì 15 giovedì 16 venerdì 17 sabato 18 domenica 19 lunedì 20 martedì 21 mercoledì 22 giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 domenica 26 lunedì 27 martedì 28 mercoledì 29 giovedì 30 venerdì 31 sabato

febbraio 1 domenica 2 lunedì 3 martedì 4 mercoledì 5 giovedì 6 venerdì 7 sabato 8 domenica 9 lunedì 10 martedì 11 mercoledì 12 giovedì 13 venerdì 14 sabato 15 domenica 16 lunedì 17 martedì 18 mercoledì 19 giovedì 20 venerdì 21 sabato 22 domenica 23 lunedì 24 martedì 25 mercoledì 26 giovedì 27 venerdì 28 sabato

marzo 1 domenica 2 lunedì 3 martedì 4 mercoledì 5 giovedì 6 venerdì 7 sabato 8 domenica 9 lunedì 10 martedì 11 mercoledì 12 giovedì 13 venerdì 14 sabato 15 domenica 16 lunedì 17 martedì 18 mercoledì 19 giovedì 20 venerdì 21 sabato 22 domenica 23 lunedì 24 martedì 25 mercoledì 26 giovedì 27 venerdì 28 sabato 29 domenica 30 lunedì 31 martedì

aprile 1 mercoledì 2 giovedì 3 venerdì 4 sabato 5 domenica 6 lunedì 7 martedì 8 mercoledì 9 giovedì 10 venerdì 11 sabato 12 domenica 13 lunedì 14 martedì 15 mercoledì 16 giovedì 17 venerdì 18 sabato 19 domenica 20 lunedì 21 martedì 22 mercoledì 23 giovedì 24 venerdì 25 sabato 26 domenica 27 lunedì 28 martedì 29 mercoledì 30 giovedì

2015

d q

maggio 1 venerdì 2 sabato 3 domenica 4 lunedì 5 martedì 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì 21 giovedì 22 venerdì 23 sabato 24 domenica 25 lunedì 26 martedì 27 mercoledì 28 giovedì 29 venerdì 30 sabato 31 domenica

giugno 1 lunedì 2 martedì 3 mercoledì 4 giovedì 5 venerdì 6 sabato 7 domenica 8 lunedì 9 martedì 10 mercoledì 11 giovedì 12 venerdì 13 sabato 14 domenica 15 lunedì 16 martedì 17 mercoledì 18 giovedì 19 venerdì 20 sabato 21 domenica 22 lunedì 23 martedì 24 mercoledì 25 giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 lunedì 30 martedì

luglio 1 mercoledì 2 giovedì 3 venerdì 4 sabato 5 domenica 6 lunedì 7 martedì 8 mercoledì 9 giovedì 10 venerdì 11 sabato 12 domenica 13 lunedì 14 martedì 15 mercoledì 16 giovedì 17 venerdì 18 sabato 19 domenica 20 lunedì 21 martedì 22 mercoledì 23 giovedì 24 venerdì 25 sabato 26 domenica 27 lunedì 28 martedì 29 mercoledì 30 giovedì 31 venerdì

agosto 1 sabato 2 domenica 3 lunedì 4 martedì 5 mercoledì 6 giovedì 7 venerdì 8 sabato 9 domenica 10 lunedì 11 martedì 12 mercoledì 13 giovedì 14 venerdì 15 sabato 16 domenica 17 lunedì 18 martedì 19 mercoledì 20 giovedì 21 venerdì 22 sabato 23 domenica 24 lunedì 25 martedì 26 mercoledì 27 giovedì 28 venerdì 29 sabato 30 domenica 31 lunedì

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

CMYK / .ai

ottobre 1 giovedì 2 venerdì 3 sabato 4 domenica 5 lunedì 6 martedì 7 mercoledì 8 giovedì 9 venerdì 10 sabato 11 domenica 12 lunedì 13 martedì 14 mercoledì 15 giovedì 16 venerdì 17 sabato 18 domenica 19 lunedì 20 martedì 21 mercoledì 22 giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 domenica 26 lunedì 27 martedì 28 mercoledì 29 giovedì 30 venerdì 31 sabato

novembre 1 domenica 2 lunedì 3 martedì 4 mercoledì 5 giovedì 6 venerdì 7 sabato 8 domenica 9 lunedì 10 martedì 11 mercoledì 12 giovedì 13 venerdì 14 sabato 15 domenica 16 lunedì 17 martedì 18 mercoledì 19 giovedì 20 venerdì 21 sabato 22 domenica 23 lunedì 24 martedì 25 mercoledì 26 giovedì 27 venerdì 28 sabato 29 domenica 30 lunedì

dicembre 1 martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì 10 giovedì 11 venerdì 12 sabato 13 domenica 14 lunedì 15 martedì 16 mercoledì 17 giovedì 18 venerdì 19 sabato 20 domenica 21 lunedì 22 martedì 23 mercoledì 24 giovedì 25 venerdì 26 sabato 27 domenica 28 lunedì 29 martedì 30 mercoledì 31 giovedì

www.adamellomagazine.it www.facebook.com/adamellomagazine

settembre 1 martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì 10 giovedì 11 venerdì 12 sabato 13 domenica 14 lunedì 15 martedì 16 mercoledì 17 giovedì 18 venerdì 19 sabato 20 domenica 21 lunedì 22 martedì 23 mercoledì 24 giovedì 25 venerdì 26 sabato 27 domenica 28 lunedì 29 martedì 30 mercoledì

Facebook “f ” Logo

redazione@adamellomagazine.it

Tel. e Fax 0364.900300 - Mobile 344.3145242

25056 Ponte di Legno (BS)


FeBBraio 1 lunedì 2 martedì 3 mercoledì 4 giovedì 5 venerdì 6 sabato 7 domenica 8 lunedì 9 martedì 10 mercoledì 11 giovedì 12 venerdì 13 sabato 14 domenica 15 lunedì 16 martedì 17 mercoledì 18 giovedì 19 venerdì 20 sabato 21 domenica 22 lunedì 23 martedì 24 mercoledì 25 giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 lunedì

Marzo 1 martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì 10 giovedì 11 venerdì 12 sabato 13 domenica 14 lunedì 15 martedì 16 mercoledì 17 giovedì 18 venerdì 19 sabato 20 domenica 21 lunedì 22 martedì 23 mercoledì 24 giovedì 25 venerdì 26 sabato 27 domenica 28 lunedì 29 martedì 30 mercoledì 31 giovedì

a i

aPriLe 1 venerdì 2 sabato 3 domenica 4 lunedì 5 martedì 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì 21 giovedì 22 venerdì 23 sabato 24 domenica 25 lunedì 26 martedì 27 mercoledì 28 giovedì 29 venerdì 30 sabato

u e m i l e d i c

gennaio 1 venerdì 2 sabato 3 domenica 4 lunedì 5 martedì 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì 21 giovedì 22 venerdì 23 sabato 24 domenica 25 lunedì 26 martedì 27 mercoledì 28 giovedì 29 venerdì 30 sabato 31 domenica

d s

2016

Maggio 1 domenica 2 lunedì 3 martedì 4 mercoledì 5 giovedì 6 venerdì 7 sabato 8 domenica 9 lunedì 10 martedì 11 mercoledì 12 giovedì 13 venerdì 14 sabato 15 domenica 16 lunedì 17 martedì 18 mercoledì 19 giovedì 20 venerdì 21 sabato 22 domenica 23 lunedì 24 martedì 25 mercoledì 26 giovedì 27 venerdì 28 sabato 29 domenica 30 lunedì 31 martedì

giugno 1 mercoledì 2 giovedì 3 venerdì 4 sabato 5 domenica 6 lunedì 7 martedì 8 mercoledì 9 giovedì 10 venerdì 11 sabato 12 domenica 13 lunedì 14 martedì 15 mercoledì 16 giovedì 17 venerdì 18 sabato 19 domenica 20 lunedì 21 martedì 22 mercoledì 23 giovedì 24 venerdì 25 sabato 26 domenica 27 lunedì 28 martedì 29 mercoledì 30 giovedì

LugLio 1 venerdì 2 sabato 3 domenica 4 lunedì 5 martedì 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì 21 giovedì 22 venerdì 23 sabato 24 domenica 25 lunedì 26 martedì 27 mercoledì 28 giovedì 29 venerdì 30 sabato 31 domenica

agoSTo 1 lunedì 2 martedì 3 mercoledì 4 giovedì 5 venerdì 6 sabato 7 domenica 8 lunedì 9 martedì 10 mercoledì 11 giovedì 12 venerdì 13 sabato 14 domenica 15 lunedì 16 martedì 17 mercoledì 18 giovedì 19 venerdì 20 sabato 21 domenica 22 lunedì 23 martedì 24 mercoledì 25 giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 lunedì 30 martedì 31 mercoledì

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

oTToBre 1 sabato 2 domenica 3 lunedì 4 martedì 5 mercoledì 6 giovedì 7 venerdì 8 sabato 9 domenica 10 lunedì 11 martedì 12 mercoledì 13 giovedì 14 venerdì 15 sabato 16 domenica 17 lunedì 18 martedì 19 mercoledì 20 giovedì 21 venerdì 22 sabato 23 domenica 24 lunedì 25 martedì 26 mercoledì 27 giovedì 28 venerdì 29 sabato 30 domenica 31 lunedì

noveMBre 1 martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì 10 giovedì 11 venerdì 12 sabato 13 domenica 14 lunedì 15 martedì 16 mercoledì 17 giovedì 18 venerdì 19 sabato 20 domenica 21 lunedì 22 martedì 23 mercoledì 24 giovedì 25 venerdì 26 sabato 27 domenica 28 lunedì 29 martedì 30 mercoledì

redazione@adamellomagazine.it

diceMBre 1 giovedì 2 venerdì 3 sabato 4 domenica 5 lunedì 6 martedì 7 mercoledì 8 giovedì 9 venerdì 10 sabato 11 domenica 12 lunedì 13 martedì 14 mercoledì 15 giovedì 16 venerdì 17 sabato 18 domenica 19 lunedì 20 martedì 21 mercoledì 22 giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 domenica 26 lunedì 27 martedì 28 mercoledì 29 giovedì 30 venerdì 31 domenica

Tel. e Fax 0364.900300 - Mobile 344.3145242

25056 Ponte di Legno (BS)

SeTTeMBre 1 giovedì 2 venerdì 3 sabato 4 domenica 5 lunedì 6 martedì 7 mercoledì 8 giovedì 9 venerdì 10 sabato 11 domenica 12 lunedì 13 martedì 14 mercoledì 15 giovedì 16 venerdì 17 sabato 18 domenica 19 lunedì 20 martedì 21 mercoledì 22 giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 domenica 26 lunedì 27 martedì 28 mercoledì 29 giovedì 30 venerdì

Facebook “f ” Logo

CMYK / .ai

www.adamellomagazine.it www.facebook.com/adamellomagazine


La possibilità di scegliere fra le migliori marche sempre accompagnate da una convenienza garantita dal nostro marchio. Vendiamo all’ingrosso prodotti alimentari e non per bar, ristoranti e alberghi. Il vostro punto di riferimento.

MALANOTTI BEVANDE

La nostra DISTRIBuzIONE DI BEVANDE un punto di appoggio sicuro e sempre conveniente, con le migliori marche, con i nostri servizi efficienti e puntuali. Regalati la nostra convenienza.

ROSSO ING

Val di Sole CASH & CARRY

CROVIANA (TN) - T. 0463 907005 www.ingrossovaldisole.com

BEV BEVAN AND DE E

VAL DI SOLE INGROSSO

ALIMALIMENTA RI ENTA RI

Regalati una doppia convenienza

Malanotti srl bevande e servizi

CROVIANA (TN) - T. 0463 901216 www.bevandevaldisole.com




 

 

   

 



© Photo Digital Veclani

SCUOLA SCI & SNOWBOARD PONTE-TONALE PONTE DI LEGNO Corso Milano, 6 | Tel. e Fax 0364 91301 PONTE DI LEGNO Partenza Cabinovia | Tel. 366 4989642 PASSO DEL TONALE Via Case Sparse, 69 | Tel. e Fax 0364.903943 info@scuolascipontetonale.com

www.scuolascipontetonale.com

PONTEDILEGNO TONALE

Lezioni in:

Il nostro TEAM è a disposizione per… LEZIONI SCI | SNOWBOARD TELEMARK | FONDO | FREERIDE Lezione per allievi diversamente abili • Organizzazione gare • Corsi agonistici • Corsi gruppi organizzati •

Profile for Adamello Magazine

Adamello Magazine n° 12  

Winter season 2014/2015

Adamello Magazine n° 12  

Winter season 2014/2015

Advertisement