Page 1

idm

ISSN 0019 -753 X

668

english text dicembre - december 2018 anno 60

Poste Italiane spa - Sped. Abb. Post. - D.L. 353/2003 (Convertito in legge 27/02/2004 n. 46), art. 1, comma 1 - LO/MI/ - euro 10,00 - In caso di mancato recapito rinviare all’ufficio CMP Roserio (Mi) per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa - Editrice webandmagazine s.r.l. - Via Valla, 16 - I-20141 Milano - www.webandmagazine.media

L’INDUSTRIA DEL MOBILE FILE CSV DA GESTIONALE

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

SOLIDI DA CAD 3D

DXF/DWG DA CAD 2D

" Disponibile Versione 2019R1

FILE DI PRODUZIONE PER I CNC

! Importazione dati 2D/3D ! Applicazione automatica e file CSV dal gestionale

! Generazione automatica ! File pronti per l'esecuzione

di utensili e strategie di lavorazione per ogni pezzo

tramite alphacam di nesting, pezzi singoli, etichette, report di produzione

sulle macchine CNC Industry 4.0 ready

www.alphacam.it

Automatizza la produzione


www.gruppobonomipattini.com Bonomi Pattini Giuseppe e Figli S.p.a. Via Stelvio 9 20814 Varedo ď´žMBď´ż


L’INDUSTRIA DEL MOBILE

DIRETTORE RESPONSABILE EDITOR IN CHIEF pietro giovanni ferrari redazione@webandmagazine.com GIORNALISTI JOURNALISTS paolo ferrari, sonia maritan, adello negrini, paolo rolandi

editrice Web and Magazine s.r.l. Via Valla, 16 - 20141 Milano Italia ! telefono +39/02 84173130 ! telefono +39/02 84173121 (marketing) ! fax +39/02 66661204 ! amministrazione@webandmagazine.com ! www.webandmagazine.media ! www.webandmagazine.com

COORDINAMENTO GENERALE GENERAL COORDINATION franco riccardi logistica@webandmagazine.com UFFICIO GRAFICO GRAPHIC LAYOUT ufficiografico@webandmagazine.com AMMINISTRAZIONE ADMINISTRATION laura gregorutti amministrazione@webandmagazine.com WEB AND MEDIA ADVERTISING WEB AND MEDIA ADVERTISING silvia maestri direzione marketing advertising@webandmagazine.com beatrice guidi advertising@webandmagazine.com gloria murrighili mkt@webandmagazine.media

REGISTRAZIONE presso il tribunale di Milano al numero 5541 del 20 febbraio 1961 (già numero 5088 del 10 ottobre 1959)

registro degli operatori di comunicazione - roc 23567 registro mondiale delle pubblicazioni issn 0019 -753X international standard serial number

RIVISTA BIMESTRALE BIMONTHLY MAGAZINE UNA COPIA ONE COPY euro 10,00 ABBONAMENTO ANNUO ITALIA euro 70,00 A YEAR’S SUBSCRIPTION ABROAD euro 140,00

STAMPA CPZ s.p.a. Via Landri, 37/39 I-24060 Costa di Mezzate (Bergamo)

idm

   



 

L’INDUSTRIA DEL MOBILE

Poste Italiane spa - Sped. Abb. Post. - D.L. 353/2003 (Convertito in legge 27/02/2004 n. 46), art. 1, comma 1 - LO/MI/ - euro 10,00 - In caso di mancato recapito rinviare all’ufficio CMP Roserio (Mi) per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa - Editrice webandmagazine s.r.l. - Via Valla, 16 - I-20141 Milano - www.webandmagazine.media

colophon

idm

668 dicembredecember annoyear 60 - economia, tecnologie e componenti per il settore del mobile

  

 

 

 

!  

  

!  !  !  !  

 

  

 





Licom Systems s.r.l. S.S. 228 del Lago di Viverone, 13 10012 Bollengo (Torino) - Italy telefono +39/0125 641220 fax +39/0125 45680 info@licom.it www.it.alphacam.com

! MODALITÀ DI PAGAMENTO ABBONAMENTO I nomi, le ditte e i prodotti citati redazionalmente sono pubblicati senza responsabilità dell’editore; testi e fotografie, anche se non pubblicati, non vengono restituiti Names, firms and products wich are quoted editorially are published without publisher’s responsability; texts and photos, altough unpublished, are not returned Informativa Ex D. Lgs.196/03 – webandmagazine s.r.l., titolare del trattamento tratta i dati personali liberamente conferiti per fornire i servizi indicati. Per i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs n. 196/03 e per l'elenco di tutti i Responsabili del trattamento rivolgersi al Responsabile del trattamento, info@webandmagazine.com. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli abbonamenti, al marketing, all'amministrazione e potranno essere comunicati a società esterne per la spedizione del periodico e per l'invio di materiale promozionale. Il Responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati a uso redazionale è il direttore responsabile a cui ci si può rivolgere, per i diritti previsti dal D. Lgs. 196/03, presso: editrice webandmagazine s.r.l., Via Valla, 16 - Milano.

tramite bonifico bancario con tutti i vostri dati e causale utilizzando i seguenti IBAN: ! CREDITO VALTELLINESE: IT24T0521601633000000005133 - BIC/SWIFT BPCVIT2S


Specialisti in superfici per passione. Grazie ai molti anni d‘esperienza in campo tecnico e nel design, siamo in grado di sviluppare prodotti innovativi di grande ispirazione. Quando creiamo nuove superfici, guardiamo alle esigenze del mercato attuale allineando la nostra produzione di disegni alle richieste dei nostri clienti. www.schattdecor.it Follow us on Instagram! @schattdecorgroup


dal 1959

idml’industria del mobile 04

! 02

COLOPHON

! 07

EDITORIALE La Cina è vicina di Pietro Ferrari

668 dicembre 2018

ecnologie

www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

! 08

FOCUS CIFF 2018 Verso il design cinese

! 28

di Pietro Ferrari

! 32

di Pietro Ferrari

Due brand: un mondo

! 38

13 BACCI

Una presenza costante

13 BIESSE GROUP

Nuove risposte a nuove domande

15 HOMAG CHINA

Una costante crescita della domanda

GRANDANGOLO

SCM GROUP

Una nuova piattaforma IoT per cambiare il futuro della lavorazione del legno

11 CHATEAU D’AX

Dall’Italia alla Cina

HOMAG GROUP

Il design incontra il digitale

di Sonia Maritan

11 ARIS

GRANDANGOLO

LA PAROLA A...

IMOS ITALIA VERENA LOVATO FRANK PREKWINKEL

Le regole del fare di Pietro Ferrari

comp

15 SCM GROUP

Una leadership di cultura tecnologica

17 EDIMOTION

Una nuova funzione del momento fieristico

! 18

! 22

! 24

! 44

FOCUS

SICAM

Dieci anni di successo di Pietro Ferrari

46 ALPI

GRANDANGOLO

Il progetto e la bellezza

Una rivoluzione nella foratura

La vocazione al LED

SCM GROUP

48 DOMUS LINE

di Pietro Ferrari

51 FANTONI

GRANDANGOLO

WEINIG GROUP

La ricerca Fantoni sulla matericità delle superfici

Un’anteprima di Ligna di Pietro Ferrari

53 GRASS

L’edizione dei record

GRANDANGOLO

BIESSE GROUP

Un nuovo concetto di produzione di Pietro Ferrari

56 HÄFELE

Mobili intelligenti con Häfele Connect

58 ICA GRUPPO

Per Ica un Sicam all’insegna del nuovo


60 MARA

! 84

Una soluzione pratica e versatile

62 OSTERMANN

di Pietro Ferrari

64 RIEPE - OMNIA KOLL 67 PANOTEC

POLO FORMATIVO DEL LEGNO ARREDO SCM GROUP

Le belle notizie

Il cemento protagonista Un pioniere e la sua visione

SCENARI

idml’industria del mobile 05

! 87

INDIRIZZI UTILI

Dieci anni di Panotec a Sicam

70

PUBBLIREDAZIONALE

VAN HOECKE TA’OR BOX Il design all’infinito

ponenti ! 72

GRANDANGOLO

SURTECO

Un mondo di superfici

! 76

GRANDANGOLO

FERRAMENTA LIVENZA

1978 - 2018: l’anniversario

! 80

SCENARI

HOMAG GROUP MAKOR

All’insegna dell’alta tecnologia

di Sonia Maritan e Pietro Ferrari

! 82

SCENARI

AVISA FRANCO BULIAN

Incollare il mobile di Pietro Ferrari

Auguri Buon Natale Felice Anno Nuovo


SNODO KINVARO D

Doppio uso per gli snodi: combinazione discreta ed elegante. Straordinario partner funzionale per l’accesso perfetto. La cerniera per ante a ribalta Tiomos unisce il massimo comfort alla moderna libertà di design, quale integrazione ottimale a Kinvaro D. Kinvaro D mette in scena gli snodi in modo perfetto. Il discreto supporto per ante a ribalta con cavo apre gli snodi a raso verso il basso creando un’immagine estetica generale. Montabile su entrambi i lati orizzontalmente o verticalmente, Kinvaro D è disponibile in due modelli per profondità, grandezze delle ante e pesi differenti. Con frenata integrata e in tre colori è l’accompagnatore ideale per il design perfetto dei mobili.

www.grass.eu


dal 1959

idml’industria del mobile 07

EDITORIALE www.webandmagazine.media www.webandmagazine.com

La Cina è vicina Apriamo questo numero di IDM-L’Industria del Mobile con un reportage dal CIFF di Shanghai realizzato sul campo da Sonia Maritan. Il quadro che ne esce è quello di un’industria sempre più attenta alle tecnologie più avanzate e alle modalità produttive più sofisticate che si prepara a combattere ad armi pari con le realtà produttive di maggior spessore in Europa e nel mondo. Contemporaneamente a ciò, la disponibilità di vasti serbatoi di mano d’opera a costo contenuto, nel territorio cinese, ma anche nelle economie circostanti, prima tra tutto il Vietnam, permette di ottenere un vantaggio competitivo impensabile nelle economie avanzate. Certo, la competizione cresce anche tra Paesi asiatici in maniera significativa, anche se un’attenta lettura delle titolarità e dei capitali aziendali disegna uno scenario più sfumato e complesso modificando i pesi statistici dei vari Paesi. Il connubio tra la mano d’opera a basso costo, il supporto statale, la disponibilità di materia prima a prezzi vantaggiosi e un’efficienza produttiva sempre più accentuata permette di ipotizzare per il futuro uno strapotere industriale nel settore del mobile come in molti altri settori. Il trasferimento di tecnologia dalla Vecchia Europa al mondo orientale è ormai un fatto compiuto e consiglia un ripensamento delle dinamiche e delle scelte di mercato, se si vuole evitare il rischio di un confinamento del manufatto europeo in una “artigianalità” difficile da sostenere per un mondo industriale che ha bisogno di numeri.

! CHINA IS NEAR We open this issue of IDM-L’Industria del mobile with a report from the CIFF of Shanghai realized on the field by Sonia Maritan. The frame is that of an industry increasingly attentive to more advanced technologies and more sophisticated production methods, starting to fight on equal terms with the most productive production companies. At the same time, the availability of vast tanks of cheap labor, in the Chinese territory, but also in the surrounding economies, first of all Vietnam, allows to obtain an unimaginable competitive advantage in advanced economies. Of course, the competition also grows significantly among Asian countries, even if a careful reading of ownerships and corporate capitals draws a more nuanced and complex scenario changing the statistical weights of the various countries. The combination of low-cost labor, state support, the availability of raw materials at favorable prices and a more and more pronounced production efficiency allows us to forecast for the future an industrial super-power in the furniture sector as in many other sectors . The transfer of technology from Old Europe to the Eastern world is now a complete fact and advises a rethinking of the dynamics and market choices, if we want to avoid the risk of confining the European product in a "craftsmanship" difficult to sustain for a world industrial that needs numbers. di Pietro Ferrari


dal 1959

idml’industria del mobile 08

CIFF SHANGHAI

Verso il design cinese di Sonia Maritan

Un’edizione dinamica ha segnato la storia della fiera CIFF Shanghai 2018, con +37% di presenze, organizzata congiuntamente da CFTE (China Foreign Trade Guangzhou Exhibition General Corporation) e da Red Star Macalline, due colossi coesi per offrire nuovi livelli di qualità sotto il tema “an Example of Global Home Life”, offrendo a operatori cinesi e internazionali nuovi concetti del vivere e del lavorare e, soprattutto, nuove opportunità di informazione e di business. ! UN MERCATO IN RAPIDA EVOLUZIONE

CIFF Shanghai 2018 e stata la migliore cornice possibile per un evento che si candida a essere, insieme all’edizione di marzo a Guangzhou, un momento irrinunciabile delle tecnologie in Cina; un importante binomio, un’unica, enorme rassegna che si declina in due eventi diversi per rispondere alle necessità di un’industria in continua crescita e attenta alle soluzioni più innovative. Ecco dunque delinearsi un calendario nuovo: a marzo a Guangzhou, dove i segmenti della tecnologia e dei semilavorati per l’industria del mobile (CIFM- interzum guangzhou) vengono gestiti in collaborazione con Koelnmesse, mentre a settembre è la volta di Shanghai dove a CIFM (China International Furniture Machinery), evento dedicato alle tecnologie che era già parte di CIFF, si e aggiunta la Woodworking and Furniture Manufacturing Equipment and The International Exhibition on Woodworking

Machinery Supplies and Accessory, meglio nota come “Beijing Woodwork Fair”. La “prima” della Shanghai International Furniture Machinery & Woodworking Machinery Fair ha visto un flusso ininterrotto di operatori: se in totale CIFF ha fatto registrare la presenza di 146.419 visitatori da oltre 200 paesi e regioni (+37% rispetto all’edizione 2017) e facile rendersi conto quanto abbiano potuto contribuire a questo sostenuto incremento di visitatori i padiglioni 7 e 8, dove erano esposte macchine e impianti, molti dei quali funzionanti, visitati da 33.802 operatori professionali. Sul fronte della proposta tecnologica questa “fiera nella fiera” ha accolto 395 espositori, di cui 75 stranieri. Assolutamente completa l’offerta dei grandi gruppi internazionali, che hanno proposto tecnologie avanzate a operatori che sempre più fanno i conti con la necessità di poter disporre di nuovi e più potenti strumenti con i quali produrre qualità e ridurre il ricorso della manodopera.

FOCUS TECNOLOGIE

www.ciff-sh.com


idml’industria del mobile 09

Erano presenti tutti i grandi nomi delle tecnologie mondiali, da Homag a Biesse, da SCM a Weinig, da Siempelkamp a Wemhöner, oltre a tutti i più importanti costruttori e operatori cinesi – Nanxing, Jinan Restar, Yalian, Foma Group, Swpm, Lmt, Ruiwudi, Leke, Huajian, Yuantina, Lianrou, Hengkang, Fuyi e Zinqunli – che anche a Shanghai hanno messo in mostra gli enormi progressi compiuti negli ultimi anni. Importante il patrocinio di Eumabois, la federazione delle associazioni europee dei costruttori di macchine e tecnologie per il legno e il mobile, presente a Shanghai e che sta collaborando intensamente con gli organizzatori degli appuntamenti di Shanghai e Guangzhou per definire ambiti di collaborazione che portino a risultati ancora più importanti per gli espositori, i visitatori, gli organizzatori. L’appuntamento con CIFM Guangzhou è per il 2831 marzo 2019.

! LA CINA PROTAGONISTA DEI MERCATI

Un’edizione dal respiro internazionale che ha messo in luce quanto il design di prodotto, la personaliz-

zazione delle soluzioni di arredo e le metodologie di produzione intelligente siano valori aggiunti imprescindibili per poter essere competitivi; elementi trainanti indispensabili all’ulteriore sviluppo del commercio internazionale del mobile e alla crescita dell’industria cinese. CIFF Shanghai 2018 ha, di fatto, contribuito a spostare il concetto di “Made in China” a “Designed and Created in China”, anche grazie al contributo di oltre 90 brand cinesi di alto livello, presenti per la prima volta a CIFF Shanghai, che hanno aumentato la gamma e il livello della proposta, contribuendo così a offrire una nuova esperienza fieristica sia agli addetti ai lavori sia ai media arrivati a Shanghai da ogni regione della Cina e da ogni Continente. La qualità e l’originalità dei prodotti, la cura delle presentazioni e l’architettura degli stessi stand, oltre che i contenuti degli eventi organizzati, sono stati ingredienti preziosi di una ricetta di successo che ha determinato la presenza di un elevatissimo numero di progettisti, oltre che di dealer e buyer. Una migliore suddivisione funzionale e strategica tra i vari settori rappresentati: Home Furniture, Homedecor&Hometextile, Outdoor&Leisure, Office Show e Furniture Machinery & Raw Materials, ha consentito ai visitatori di ottimizzare le proprie attività in fiera e di godere appieno dei servizi del quartiere fieristico decisamente arricchiti e potenziati; questo è stato uno dei tanti segnali della volontà, da parte degli organizzatori, di migliorare costantemente l’esperienza di CIFF sotto ogni punto di vista. Nelle frenetiche giornate di CIFF Shanghai, abbiamo avuto l’opportunità di incontrare diversi operatori del settore per comporre per i nostri lettori un quadro completo dell’evoluzione, a tratti sorprendente, del mercato del mobile in Cina: la filiera completa, dai centri di lavoro al prodotto finito, restituisce il processo completo e il campione di aziende insieme fornisce un’indicazione del settore contemporaneo e di quanto il made in Italy in tutte le sue sfaccettature sia apprezzato.

In queste foto, lo spettacolare ingresso di Ciff Shanghai con il grande interesse per le tecnologie più avanzate. .


idml’industria del mobile 10

CIFF SHANGHAI

Dall’alto in basso: Sonia Maritan con Daniela Vasone di Chateau d’Ax e MD Milano.

Dall’alto in basso: Sonia Maritan con Marco Giorgetti, consulente dell’industria cinese Aris.

Allo stand Bacci con Marco Brattoli.

Allo stand di Biesse Group con Luca Tenti.

Allo stand di Homag China con Alan Ho.

Allo stand di SCM Group con Fausto Pescaglia.

www.ciff-sh.com

FOCUS TECNOLOGIE

dal 1959


idml’industria del mobile 11

! DUE BRAND: UN MONDO

A CIFF 2018, presso lo stand di Chateau d’Ax incontriamo Vanessa Vasone, Ingegnere e Architetto che rappresenta un ruolo importante nel progetto di internazionalizzazione che l’azienda ha in atto. Lei interpreta due ruoli diversi e collabora con due differenti realtà: da una parte Chateau d’Ax che continua a produrre in Italia, dall’altra MD Milano che si è resa più internazionale. «Ci tengo a sottolineare che Milano&Design è pur sempre un’azienda italiana, il design è italiano, quello che, ovviamente, fa abbassare i prezzi è la produzione in loco. Devo dire che MD Milano è un marchio che sta funzionando molto bene e che si è diffuso negli ultimi cinque anni in maniera esponenziale». Alla base di questo successo c’è una rete distributiva capillarmente diffusa su tutto il territorio cinese? «MD Milano lavora molto in Cina ed è un marchio diffuso anche nel resto dell’Asia, in particolare in Malesia: i nostri clienti sono i franchisers, spesso capita anche che i nostri franchisers trattino sia il marchio Chateau d’Ax sia il marchio MD Milano, ovviamente a livelli di prezzo differente». Ho trovato il layout dello stand che ha realizzato molto razionale ed efficace, qual è stata la filosofia progettuale generale? «Lo stand ricalca sempre un design italiano, molto pulito ed essenziale. Quest’anno abbiamo voluto stravolgere un po’ il concept rispetto il concetto generale di customer flow degli altri stand che sono piuttosto omogenei, con gli stessi elementi che si ripetono nelle stesse posizioni e quindi ho voluto proporre queste “scatole nella scatola”: abbiamo un involucro esterno non del tutto chiuso con dei gate che lasciano intravvedere alcune zone all’interno, senza svelarle completamente. Ovviamente c’è dietro l’intenzione di invogliare la clientela a entrare per scoprire quello che c’è dentro. Le porte dei box sono undici e troviamo una porta per box con l’idea di rappresentare la stanza con un contenuto ricco di design, con degli elementi fissi e con un concetto di base molto semplice, senza però replicare gli spazi come vediamo spesso negli stand delle aziende locali. Qui l’idea è comunque quella di creare degli spazi customizzati, però in maniera un po’ più libera e moderna, la gestione del customer flow diventa però un po’ più difficile da gestire». Se la scelta è quella di creare un flusso abbastanza libero la gestione del customer flow diven-

ta secondaria in questo concept. I materiali e i rivestimenti secondo quale criterio sono stati selezionati? «Sono gli stessi materiali che utilizziamo negli showroom: abbiamo questo effetto marble stone sia chiaro sia scuro, colori che poi riportiamo anche negli spazi interni. L’idea è quella di mantenere l’identità del brand, impiegando del laminato con prodotti leggeri, usati specificamente nelle fiere che garantiscono maneggevolezza e un effetto pulito, senza una sensazione fastidiosa di fake. L’idea portante rimane la comunicazione del brand: la sua percezione al pubblico, in modo che i nostri franchiser prima di tutto possano riconoscere subito l’identità dei prodotti pur in un contesto un po’ più originale». Se dovesse racchiudere in pochi aggettivi l’identità di questi due marchi: Chateau d’Ax e MD Milano, come li definirebbe? «Utilizzerei gli stessi aggettivi per entrambi: italianità, eleganza e semplicità».

! DALL’ITALIA ALLA CINA

L’Architetto Marco Giorgetti ci racconta la sua esperienza in Aris, azienda cinese, a CIFF 2018. «L’azienda è totalmente cinese, io ho iniziato il mio lavoro in Cina nel 2006 con un mio progetto, in seguito ho lavorato come consulente e, dall’inizio del 2013, sono con Aris. Sono cinque anni vissuti intensamente e piacevolmente». Che cosa vuol dire fare da consulente in questo contesto culturale, soprattutto dal punto di vista estetico? «È una lotta continua che porta comunque, sia pure un po’ lentamente, a dei risultati. Certo, nel DNA degli operatori cinesi c’è uno spirito che è totalmente contrapposto al nostro: noi italiani siamo più eleganti e con più storia, loro sono in questo momento decisamente più motivati di noi, ma con un gusto ancora da plasmare». Anche loro hanno una lunga storia, però… «Né hanno una bellissima e lunghissima che io spesso e volentieri cito nelle discussioni che ho con loro, chiedendo loro di attingere a questa storia. Ci sono, in realtà, piccole aziende che stanno iniziando questo percorso, disegnando prodotti di arredo cinese, ma generalmente si preferisce guardare al mondo italiano come punto di riferimento: tutto ciò che è moda, arredamento, tessuti per loro è italiano». Quindi si crea una sorta di dicotomia nell’approccio alla sua linea creativa, fra quanto loro


www.ciff-sh.com

A SUCCESSFUL START From 9 to 13 September, at the same time as CIFF Shanghai 2018, two pavilions of the National Exhibition and Convention Center (Shanghai) in Hongqiao hosted the first edition of the Shanghai International Furniture Machinery & Woodworking Machinery Fair. The pavilions were mobbed, confirming that it was a great idea to combine the Shanghai and Beijing shows into one single event. CIFF Shanghai 2018 was therefore the best possible platform for an event that, together with the March edition in Guangzhou, puts itself forward as the true technology capital of China. This is a significant duo: one single enormous show structured into two different events in order to meet the needs of a continuously growing industry that keeps a keen eye on the most innovative solutions. So, a new calendar is taking shape. March in Guangzhou, where the furniture industry technology and semi-processed segments (CIFM-interzum guangzhou) are handled in collaboration with Koelnmesse. While in September it is the turn of Shanghai, where CIFM (China International Furniture Machinery), an event dedicated to the technologies, and that was already part of CIFF, also now includes the Woodworking and Furniture Manufacturing Equipment and The International Exhibition on Woodworking Machinery Supplies and Accessory, better known as the “Beijing Woodwork Fair. But let’s get back to the “inauguration” of the Shanghai International Furniture Machinery & Woodworking Machinery Fair, which, as mentioned above, attracted an endless flow of industry operators. If we consider that CIFF recorded a total number of 146,419 visitors from more than 200 countries and regions (37% more than in 2017), it is easy to appreciate the contribution made by pavilions 7 and 8, housing the machinery and installations (many of which operational), and visited by 33,802 professional operators. This “fair inside a fair” welcomed a total number of 395 exhibitors, of which 75 from abroad. A full range of major international brands were represented, proposing advanced technologies to operators who are increasingly coming to grips with the need for new and more powerful tools with which to produce quality items and reduce the utilisation of manpower. All the major international names were present - from Homag to Biesse, from Scm to Weinig, from Siempelkamp to Wenhoener - together with the most noteworthy Chinese manufacturers and operators – Nanxing, Jinan Restar, Yalian, Foma Group, Swpm, Lmt, Ruiwudi, Leke, Huajian, Yuantina, Lianrou, Hengkang, Fuyi and Zinqunli. In Shanghai these Chinese companies once again demonstrated the enormous strides forward made in the last few years, and we should be ready to see them increasingly more often in the international setting. Important patronage was provided by Eumabois (Federation of the European associations of manufacturers of woodworking and furniture machinery and technologies), which attended Shanghai, and which is collaborating closely with the organisers of the Shanghai and Guangzhou editions in order to delineate areas of collaboration for that could generate even more significant results for the exhibitors, visitors and organisers. Two topics emerged particularly strongly in Shanghai. On the one hand, the search for sophisticated machinery and installations, able to ensure the quality of the finishing and the details, and which is supporting the affirmation of high quality “made in China” manufacturing. This aspect was clearly visible in the pavilions dedicated to furniture and in the interesting initiatives dedicated to Chinese design and to the improved Chinese production process. While on the other hand, a labour market experiencing rising salary costs, and therefore increasingly convincing Chinese companies to turn to the cheaper Vietnam for certain parts of their production. If on the one hand there is emerging demand for technologies that can produce even “without supervision”, on the other hand, it is essential to emphasise the definite leap in quality achieved by machinery produced in China, and which in many cases has bridged the technological gap with more mature manufacturing systems. Next appointment will be CIFM Guangzhou, on 28-31 March 2019. Un’immagine di Jing Living Furniture Design and Supply CO. Ltd a Ciff 2018.

FOCUS TECNOLOGIE

CIFF SHANGHAI


idml’industria del mobile 13

chiedono, e qualcosa che forse sarebbe più filologicamente corretto ricercare nelle loro origini? «Io vorrei creare un mix tra italianità e cultura cinese; stiamo discutendo su questo tema e anche sull’ipotesi di un nuovo brand che probabilmente nascerà entro la fine dell’anno, focalizzato su un alto di gamma. Aris Casa, nel cui stand ci troviamo, è la parte maggiore dell’azienda che possiede anche un altro brand che realizza prodotti molto più classici e decisamente destinati al mercato cinese. Proponevano anche una collezione luxury che ho chiesto loro di accantonare, perché il luxury, a mio modo di vedere, è morto da qualche anno, se si escludono le poche aziende che l’hanno inventato. Qui in Cina ci sono dei bravissimi followers, anche se poi vogliono mettere nei prodotti qualcosa di loro. Mediamente però nella ricerca dei colori e delle decorazioni sono un po’ carenti». Lei nel suo ruolo di designer deve assumersi un po’ anche il ruolo di arbitro per indicare la direzione più coerente con il mercato. «Senza però poter estrarre cartellini gialli o rossi. Va detto, senza ombra di dubbio, che i cinesi hanno una grandissima volontà, una grandissima capacità…». E considerando il cammino condiviso in questi cinque anni, un grande apprezzamento per il suo lavoro! «Ormai siamo arrivati a oltre mille punti vendita in Cina per un'azienda di 1200 dipendenti, pur non avvicinandoci per dimensioni a colossi con oltre diecimila dipendenti. Nel suo campo Aris è però un’azienda seguita e apprezzata, con un mercato all’estero che sta crescendo, proprio grazie al fatto che ci stiamo dedicando a collezioni specificamente pensate per l’estero, cambiando non il modello ma il suo vestito per renderlo di gusto più internazionale». Perciò il materiale gioca un ruolo importantissimo… «Assolutamente, abbiamo cominciato lo scorso anno, per esempio, ad acquistare tessuti da aziende italiane».

! UNA PRESENZA COSTANTE

Allo stand di Bacci a CIFF 2018, ci accoglie Marco Brattoli, presente in azienda dal 2014, come service manager, che ci racconta di una presenza in Cina piuttosto datata. «Siamo presenti in Cina dal 2004 e io mi occupo dell’assistenza e del service».

Che differenza rileva tra il mercato italiano ed europeo e quello cinese a livello di approccio alla tecnologia e più in generale riguardo le richieste legate a questo mercato? «Molti clienti in Cina stanno entrando adesso nella tecnologia a livello di controllo numerico e molti restano stupiti dalle prestazioni che offriamo e che in Europa costituiscono un dato acquisito: i clienti europei sono molto più esigenti per quanto riguarda la customizzazione, mentre qui si tratta molto sul prezzo e sulle prestazioni di base». Però l’evoluzione del mercato in quest’area sembra molto veloce e il mondo digitale accelera tutto! «Certamente, ogni anno nascono aziende che non esistevano in precedenza». Per un’azienda come Bacci lavorare sul mercato cinese quali sforzi comporta? «Comporta un grosso impegno sul territorio, bisogna essere presenti senza interruzioni». Bacci Cina significa proporre una produzione locale? «No, qui abbiamo solo un ufficio di assistenza di cui io sono uno dei responsabili». Gli operatori locali hanno difficoltà nell’utilizzare le vostre tecnologie? «Ormai chi utilizza macchine italiane in genere raggiunge dei risultati eccezionali. Chi si affaccia a tecnologie complesse ha invece bisogno di una preparazione preventiva prima che arrivi la macchina». Le tecnologie automatizzate e/o robotizzate hanno portato a un abbassamento di competenza nei confronti del materiale legno? «Direi che è comunque importante conoscere bene il legno». Come vede in prospettiva Bacci sul mercato cinese? «È un mercato importante su cui stiamo investendo molto».

! NUOVE RISPOSTE A NUOVE DOMANDE

A Shanghai parliamo con un interprete storico di tecnologie, Luca Tenti, che ci racconta il mercato cinese e come sia cambiato, da quando, vent’anni fa, Biesse Group è entrato in questo mercato. «Sicuramente Biesse Group, è sempre stata presente in quest’area e molto interessata dai mercati del Pacifico e soprattutto dalla Cina.


CIFF SHANGHAI

www.ciff-sh.com

Il suo approccio è stato certamente molto strutturato fin dall’inizio con la ricerca di partner che potessero dare aiuto sia dal punto di vista della penetrazione del mercato, che ha delle barriere d’ingresso culturali e linguistiche enormi, sia dal punto di vista della ricerca di una presenza strutturata sul mercato. Questo fino a quando Biesse Group non si è strutturata con una produzione locale per produrre tecnologie destinate al mercato cinese, in collaborazione e partnership con figure che vivono il mercato cinese, questo preciso mercato, e ne conoscono le chiavi».

do loro che c’è un livello tecnologico che loro non possono raggiungere in questo momento, anche se, in futuro, al passo con cui stanno correndo, arriveranno presto; ma nel frattempo noi avremo ancora alzato l’asticella, portandoli a capire che il prodotto europeo oggi offre degli standard ancora più alti di quelli che hanno raggiunto loro. Questa fiera, in particolare, evidenzia molto l’interesse che c’è verso il design e verso un prodotto di gusto europeo, per non dire italiano. Noi ancora fissiamo le linee guida grazie al design e sarà così anche in futuro».

Un cambiamento che ha portato a un approccio diverso? «Certamente, questo ha portato a un cambiamento di strategia che Biesse Group vuole perseguire per continuare a essere leader perlomeno in quello che è l’approccio al mercato, un approccio al mercato, comunque, molto complesso, perché i competitor locali hanno una rapidità di reazione e di apprendimento impressionante. La loro caccia alle competenze in ambito europeo si è già vista in passato con il conseguente sviluppo di tecnologie esattamente equivalenti nel mondo entry level italiano, con tutti i vantaggi di prezzo-prestazioni ottenute dalle loro politiche sul territorio. I player cinesi in questo momento si stanno dedicando all’export in maniera accentuata e a loro volta stanno cercando di arrivare sul mercato europeo. La nostra sfida invece è quella di essere competitivi all’interno del loro mercato, anche per una fascia di partenza: è una missione difficile, molto difficile, e l’orientamento rimane comunque quello di vincere la sfida tecnologica».

È l’unico modo per poter restare su questi mercati? «La loro fame tecnologica è impressionante, vediamo che non sono tanto interessati alle tecnologie basiche, ma a quelle più evolute».

Essere sempre un passo avanti? «Esattamente. Il paradosso è questo: gli operatori cinesi sono interessati all’innovazione tecnologica in un contesto che ancora ha bisogno di essere maggiormente preparato. Sono in atto dei grossi sforzi per poter vincere su questo mercato con le competenze europee, portando tecnologia europea alla loro attenzione: lo sforzo in corso adesso consiste nel dimostrare che anche l’ultimissima tecnologia europea possa essere di loro interesse. A loro in questo momento l’unica cosa che manca è proprio la percezione di come l’ultimo trend-prodotto europeo – mi riferisco alla qualità di finitura, di essenze, di tipologia di bordi, di tipologie di pannello – sia posto alla loro portata, spiegan-

Rispecchia la città, a Shanghai è forte la differenza tra i quartieri poveri rimasti arretrati e lo skyline lucente dei grattacieli del Pudong. Così nell’arredamento, dove esistono un prodotto di fascia bassa e uno di “design” dal quale scaturisce nel settore del mobile la richiesta di tecnologia avanzata. «Fino a pochi anni fa, gli operatori cinesi guardavano con curiosità la cultura europea del mobile, del design, del serramento, questa curiosità si muoveva però in un’ottica che non riuscivamo a collegare con la produzione locale. Ormai questa è una visione vecchia perché l’apertura e l’interesse che c’è sul design italiano del mobile e anche sul costruire la casa, l’involucro e la finestra, è lo sbocco naturale per un mercato che esprime numeri impressionanti con capacità d’acquisto altrettanto inusitate. Questi signori ormai vogliono prodotti in stile europeo, amano lo stile europeo e inseguono questa tipologia di cliente». Pensando a “ieri” è strabiliante l’entità del cambiamento e la velocità con cui sia avvenuto, e mi chiedo se ci sarà il tempo di maturare la cultura che sottende. Credo che quando i cinesi scelgano il nostro stile scontino delle incongruenze. «Spesso si va per tentativi». Biesse Group, apre delle porte nuove anche a loro? «È innegabile che questo sia il mercato con i tassi di crescita più alti al mondo, con un appetito tecnologico sempre più elevato per l’inno-

FOCUS TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 14


idml’industria del mobile 15

vazione, come dimostra, ogni semestre, nei momenti fieristici. Un mercato che ha costi di manodopera ancora interessantissimi e punta comunque a un’automazione spinta per un miglioramento dei margini di profitto e della qualità. Un indicatore importante e significativo è quello della quantità di robot presente negli stand, in forme più o meno abbinate, manifestano però la volontà di arrivare a soluzioni integrate e non presidiate». Si tratta di dare un livello di tecnologia diverso secondo il tipo di mercato? «Ci sono delle filosofie di produzione diverse che in qualche maniera, soprattutto in passato costringevano a customizzare diversamente le macchine secondo il mercato di destinazione. Abbiamo assistito successivamente al fenomeno inverso. Concettualità orientate più all’estrema customizzazione, la parola “chiave” adesso è ipercustomizzazione del prodotto finito: l’idea che i lotti si siano così ridotti in tutto il mondo e siamo addirittura arrivati al batch-one, porta a una tecnologia che dev’essere efficace e flessibile per produrre un pezzo diverso dall’altro. La cultura produttiva cinese, confrontandosi con mercati che lavoravano con numeri più stretti con la tecnica del nesting arrivata dai mercati anglosassoni, assolutamente distante dal processo europeo, ha fatto prendere un pezzo di questo modo di operare e lo ha portato in Europa, come in un viaggio di andata e ritorno: così oggi esiste un approccio worldwide più o meno spinto. Anche il batch-one interessa tutto il mondo in forme più o meno economiche e più o meno miste. Ci sono ancora aree da volumi e la Cina ne è l’esempio e qui l’approccio in termini di soluzioni dei leader europei è sulle potenzialità di crescita, di flessibilità e di integrazione, accompagnando nel contempo la crescita delle aziende». Quindi c’è una raffinatezza di progettazione tecnologica che implica di passare da un elemento primigenio in uno sviluppo successivo modulare? «Abbiamo interpretato in modo vincente questa richiesta e possiamo parlare di controtendenza rispetto ai numeri ufficiali, un risultato molto lusinghiero per noi. Il primo semestre del 2018 ci ha fatto capire che non è andata così per tutti e questo ci inorgoglisce».

! UNA COSTANTE CRESCITA DELLA DOMANDA

A CIFF 2018 chiediamo ad Alan Ho allo stand di Homag China quale sia la sua sensazione su questa prima edizione della fiera. «In effetti, abbiamo preso parte a CIFF per la prima

volta e la mia impressione è positiva, questo è il secondo giorno di fiera e ci sono molti visitatori. La manifestazione al momento ci sembra migliore di quanto ci aspettavamo». Che cosa pensa dell’organizzazione della manifestazione e del layout espositivo? «Trovo le merceologie troppo mischiate, cosa che crea un po’ di confusione nei visitatori e credo che assieme agli altri gruppi sia necessario creare uno spazio espositivo più omogeneo. Ritengo soprattutto che i grandi gruppi europei debbano essere in un unico spazio in modo che i visitatori possano prendere visione delle tecnologie più avanzate provenienti dall’Europa». Lei pensa che le tecnologie più avanzate disponibili a tutti grazie al mercato globale, porteranno a una qualità ancora maggiore del prodotto cinese nel campo del mobile? «Noi come Homag siamo presenti sul mercato cinese da oltre trent’anni e abbiamo visto crescere costantemente la domanda di tecnologia innovativa che si ripercuote anche sui cambiamenti nel campo del design che sono in atto sul mercato. Anche sul fronte fieristico abbiamo manifestazioni sulle tecnologie ogni sei mesi, questo contribuisce a far crescere molto velocemente il mercato. L’economia in Cina sta crescendo così velocemente da generare una domanda costante di mobili, questa domanda è destinata ad aumentare, mettendo sempre più sotto pressione la produzione e facendo crescere l’esigenza di una tecnologia sempre più avanzata».

! UNA LEADERSHIP DI CULTURA TECNOLOGICA

Allo stand SCM di CIFF 2018, con Fausto Piscaglia, process sales manager engineering di SCM Group, trattiamo del mercato cinese. «Ho l’incarico di seguire la struttura engineering che abbiamo localizzato qui in Cina, ovvero uno staff di persone che si dedica a questo settore. Noi ci siamo resi conto che la Cina, in cui siamo presenti da vent’anni, è un mercato che è sempre stato ed è estremamente dinamico, ma negli ultimi anni sta cambiando anche drasticamente trend ed è qualcosa di molto diverso da quello che era anche solo tre - quattro anni fa. Ci siamo organizzati di conseguenza: non abbiamo più strutture di vendita dedicate alla cessione della singola macchina, ma stiamo scegliendo vendite molto più complesse, dove c’è anche un taglio tecnologico decisamente diverso, questo vuol dire proporre degli impianti grandi, completi, che seguono tutto il processo dall’inizio alla fine. Vediamo anche


dal 1959

CIFF SHANGHAI

www.ciff-sh.com

FOCUS TECNOLOGIE

idml’industria del mobile 16

una riduzione drastica del personale impiegato, qui c’è dunque una componente importante che è quella della tecnologia software che deve permettere il controllo di tutti questi processi sempre più complessi e difficili da gestire. Bisogna però tenere conto che andranno in mano a persone non del tutto competenti, perché, se è vero che il cinese è molto più avvezzo dell’europeo a maneggiare tecnologie, si tratta comunque di processi molto articolati. In Cina, il passaggio drastico da una forza lavoro a costo quasi zero a una forza lavoro quasi allineata agli standard europei ha cambiato la situazione repentinamente, tant’è che gli stessi cinesi stanno delocalizzando: noi abbiamo clienti che hanno deciso di localizzare qui la produzione ad alto valore di automazione, dove l’impatto uomo è contenuto, e invece delocalizzare gli impianti in cui la componente umana è necessaria, in mercati dove il lavoro costa meno come il Vietnam e altre zone limitrofe». Questo è un segnale importante. «Per noi lo è, perché in Cina lo stipendio medio dell’operaio in fabbrica è quattro-cinque volte quello di qualche anno fa». Una crescita costante? «In realtà è una crescita importante e costante, che rimane molto brillante, nonostante un rallentamento negli ultimi anni. Nel campo dell’edilizia, per noi un settore molto importante, rileviamo una crescita continua, il mercato del mobile ha avuto un rallentamento ma mai una flessione». Il fatto che gli operatori cinesi siano così veloci a imparare e a produrre con qualità crescente anche le loro macchine, cosa comporta per Scm Group? «Porta a un effetto positivo nel lungo termine e negativo nell’immediato: nel presente ci trovia-

mo dei concorrenti che hanno dei ritmi di crescita spaventosi e partono già con tecnologie abbastanza alte. La cosa positiva è che ci stimolano tantissimo a correre, a fare un cambio di passo». Inizialmente, sul mercato cinese, erano richieste tecnologie europee in grado di produrre mobili seriali, oggi la richiesta è cambiata: vogliono lo standard europeo! «Talvolta anche di più, nel senso che riescono a inventare tecnologie anche più avanzate e a creare dei loro trend, perché comunque hanno in alcuni casi delle metodologie produttive tipiche del loro Paese e che visti i numeri cinesi, possono orientare l’andamento delle tendenze anche all’estero». Questo sembrerebbe in contrasto con alcune aree arretrate nelle città cinesi, perché la crescita richiede una preparazione culturale che in questo territorio non riguarda tutti. «C’è una sorta di dualismo emblematico della Cina attuale». Una metafora potrebbe avvicinare un centro di lavoro a uno stand di un certo livello, ma anche a un grattacielo di recente fabbricazione, oppure, al contrario, tutto potrebbe essere assimilato a un mondo retrogrado e polveroso.


idml’industria del mobile 17

«Dietro non c’è una crescita lineare: lo stesso dualismo si vede nei nostri clienti. Ne abbiamo di taglio alto con grandi numeri, spesso collegati all’edilizia, che chiedono soluzioni di altissimo livello per abbattere l’incidenza della forza lavoro, poi c’è l’altra faccia della medaglia che è costituita dalle realtà più piccole alla ricerca di macchine estremamente economiche, magari sacrificando la qualità e questo ha dato modo ai nostri concorrenti locali di crescere. Un altro obiettivo per noi importante sarebbe poi di tentare di localizzare i nostri prodotti, renderli cioè adatti al tipo di realtà cinese. Il prodotto europeo che costa, anche per i livelli che garantisce di ottenere, non è però adatto a tutti i clienti cinesi, che, disposti a rinunciare a qualcosa della qualità del prodotto, vogliono una macchina economica». In definitiva, quindi che cosa vuol dire “tecnologia” in Cina? «Oggi si parla di qualcosa di integrato che può via via svilupparsi, la soluzione classica non esiste più, stiamo andando verso richieste sempre più esasperate, anche non strettamente necessarie al momento, ma proiettate al futuro. Il paradosso è raggiungere il giusto compromesso tra produttività reale e richieste un po’ particolari di flessibilità. La nostra difficoltà è rispondere in maniera adeguata, ma questi sono stimoli di cui dobbiamo tenere conto».

! UNA NUOVA FUNZIONE DEL MOMENTO FIERISTICO

Infine, allo stand della stampa diamo appuntamento a Emilia Prevosti e Fabrizio Todeschini, soci fondatori di Edimotion, società di marketing e comunicazione operativa da molti anni fra Italia e Cina, che si occupa, tra gli altri, della promozione internazionale della fiera CIFF. Ci raccontano che cosa stia cambiando in Cina e come di fronte a questa crescita vertiginosa in termini numerici ma anche di qualità del prodotto.

«Sicuramente siamo di fronte a una crescita delle dimensioni del mercato sia in termini di volumi sia in termini di qualità: sono sempre più evidenti gli investimenti nel design, inteso sia come riscoperta delle tradizioni cinesi, fattore che rappresenta un punto di forza visto che il consumatore cinese ama la cultura del proprio Paese, sia come costante avvicinamento agli standard occidentali; ci sono infatti moltissime aziende che collaborano anche con designer internazionali, tra cui parecchi italiani». Cade la nomea che i cinesi si erano creati rispetto la loro abilità di copiare, seppur molto bene, stilemi occidentali, realizzando poi numeri altissimi di prodotti esportati in tutto il mondo. Oggi, stanno facendo un percorso più introspettivo che potrebbe cambiare le cose? «Assolutamente sì. Perché lo stesso mercato cinese oggi rifiuta le copie e richiede prodotti originali e di qualità sempre più elevata. Inoltre, il target di riferimento delle aziende qui in Cina sta cambiando: non è più infatti rappresentato soltanto dal rivenditore, che rimane comunque una figura assolutamente centrale, ma anche dagli architetti e interior designer che diventano sempre più “decision maker” agevolando così la diffusione di prodotti di qualità e di design. Molto velocemente sta cambiando tutto, per cui i prodotti che fino a pochi anni fa erano per noi occidentali pressoché inguardabili, ora sono assolutamente dignitosi, se non addirittura molto belli e ben fatti. In particolare quelli realizzati in legno nella cui lavorazione i cinesi sono davvero bravi». Lo stesso vale per il settore delle tecnologie, in cui gli italiani, che assieme ai tedeschi producono delle tecnologie eccelse, sostengono che è impressionante come gli operatori cinesi, in un brevissimo tempo, stiano emulando le tecnologie europee, mettendo oggi quasi in difficoltà alcuni fornitori di macchine con la richiesta, difficile da conciliare, di alta produttività e flessibilità insieme, una nuova sfida posta dal cliente cinese. «Proprio perché cresce continuamente la richiesta di mobili di alta qualità il più possibile personalizzati in base alle richieste di consumatori sempre più esigenti. E le quantità sono incredibilmente alte. Tra l’altro qui il costo finale del mobile non rapresenta più un problema: la maggior parte dei prodotti oggi sul mercato, anche quelli di produzione cinese, sono molto costosi. Accade spesso che aziende cinesi operative sia nel mercato interno che nei mercati internazionali, vendono gli stessi prodotti a un prezzo maggiore in Cina rispetto a quanto possano proporre all’estero, dove invece devono contenere il più possibile i prezzi di vendita per rimanere competitivi».


SCM GROUP www.scmgroup.com

di Pietro Ferrari

Una rivoluzione nella foratura

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 18

All’insegna della precisione e della qualità il nuovo mondo della foratura Morbidelli. L’open house “Drilling is no longer boring” organizzata dal 18 al 20 ottobre nel Technology Center dell’Headquarter SCM di Rimini per presentare in anteprima le nuove soluzioni di foratura a CN morbidelli, ha messo a frutto l’importante lavoro di squadra del team di progettisti, tecnici e specialisti SCM impegnati in questa nuova sfida tecnologica, riscontrando un grande successo e interesse da parte dei visitatori.

! NEL SEGNO DELLA QUALITÀ E DELLA PRECISIONE

Qualità assoluta ed estrema precisione, unite ad una produttività imbattibile e a una notevole semplificazione dell’intervento dell’operatore. Questi i punti di forza della nuova gamma di soluzioni di foratura a controllo numerico SCM. L’appuntamento è stato un’occasione per sco-

Nella foto in alto a destra, la folla di operatori in visita. Sopra, Pietro Ferrari con Alessandra Leardini e Bruno Di Napoli.

prire, nello specifico, la nuova generazione di morbidelli cx220 e 210, punto di riferimento della categoria per le soluzioni di foratura a CN compatte, e la nuova morbidelli ux200d, soluzione foratura a CN ancora più completa e flessibile, in risposta alle esigenze di una produzione sempre più custom e integrata, cioè in grado di soddisfare i bisogni individuali della specifica impresa senza rinunciare ai vantaggi della produzione industriale. Ogni dettaglio in queste macchine è stato progettato con grande attenzione e cura, con l’obiettivo di rendere accessibili tutte le prestazioni necessarie, in un’ottica di efficienza, qualità ed evoluzione del business. “Le nuove soluzioni di foratura a CN morbidelli - commenta Bruno Di Napoli, BU Manager Centri di


idml’industria del mobile 19

Lavoro SCM - sono il frutto di un imponente lavoro di analisi delle richieste dei mercati, di ricerca e sviluppo, del profondo know how e competenza maturati dal gruppo e dallo straordinario lavoro di squadra, che ha visto impegnati numerosi progettisti, tecnici e specialisti SCM”. “Da un lato - ha continuato - abbiamo voluto riportare il focus sul tema della foratura e sulla sua valenza strategica all’interno della fabbrica. Dall’altro, abbiamo voluto ribadire che è in corso un processo di rinnovamento, ovvero riuscire a dare a un prodotto tutte le componenti che il cliente desidera e riuscire a sintetizzare queste cose in una risposta totale per il cliente, che oggi ‘vuole tutto’. Nel gruppo vogliamo andare oltre la logica del prezzo-prestazione per dare la possibilità di completare tutto il processo nella singola macchina (anche in uno spazio fisico ridotto di 10 Il modello Morbidelli CX220. m2 perché lo spazio è un valore) e a lotto uno. Abbiamo voluto dare una risposta con un valore delicate con risultati di finitura ottimali mentre le economico interessante a chi cerca i 400-500 nuove pinze di fissaggio sagomate permettono la pezzi/giorno e a chi cerca gli 800-1000 pezzi e lavorazione del pannello anche in posizioni interne anche a chi lavora in una logica di grandi volumi di alla pinza stessa, con una forte diminuzione dei 2000-3000 pannelli”. tempi di ciclo e una notevole ottimizzazione delle riprese pezzo. ! I PROTAGONISTI: Ulteriori novità significative saranno nuovi dispositivi di ritorno pannello con scarico automatico e la posMORBIDELLI CX220 E CX210 Alla compattezza e velocità della gamma morsibilità di disporre di nuovi gruppi operatori su misubidelli cx, soluzione ideale per la lavorazione a ra per operazioni sempre più custom. lotto 1, la nuova generazione di modelli di foratura ! I PROTAGONISTI: a CN cx220 e cx210 aggiunge alcune significative novità. MORBIDELLI UX200D Le nuove teste a forare garantiscono, in dimensioni La rivoluzione della foratura targata SCM passa compatte, performance ed efficienza mai raggiunte anche dalla nuova generazione morbidelli prima, grazie al nuovo design. ux con nuove esclusive funzioni, trasversali all’inteIl piano di lavoro consente di forare anche superfici ra gamma, e dal lancio in anteprima di morbiNEVER A DULL MOMENT The open house "Drilling is no longer boring" organized from 18 to 20 October in the Technology Center of the SCM Headquarter in Rimini to present a preview of the new NC drilling solutions, has put to good use the important teamwork of the team of designers, technicians and SCM specialists engaged in this new technological challenge, finding great success and interest from the visitors As happened last year with "Author R-Evolution" for the launch of the "All-in-one" work centers and how

it will also happen with the next "Smart & Human Factory" event (31 January-2 February 2019) dedicated to automation, the goal of the world leader in the second woodworking was to focus the first day on training the sales network, as a fundamental training moment in the construction of a united and winning team on an international scale, such as the SCM. The other two days were therefore reserved for the reception of hundreds of customers from all over the world, in particular - in addition to Europe - Asia and South America.


dal 1959

SCM GROUP

www.scmgroup.com

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

idml’industria del mobile 20

Il modello Morbidelli UX200D. delli ux200d con prestazioni ancora maggiori su pannelli sia di piccole che di grandi dimensioni. In morbidelli ux200d merita attenzione il nuovo esclusivo sistema di spinatura con doppio spinatore ad asse variabile, regolabile in base alla distanza tra i fori. Una soluzione che rende ancora più versatile ed efficiente questo modello dedicato a tutte le lavorazioni di foratura, fresatura e taglio lama. Tra le funzioni trasversali all’intera gamma, il magazzino per il cambio utensili automatico dei gruppi operato-

ri, sia di quelli superiori che di quelli inferiori per lavorazioni simultanee su facce contrapposte del pannello, e i nuovi gruppi operatori Clamex per giunzioni sempre più su misura. Un ulteriore “plus” è rappresentato dall’evoluzione a livello software delle cicliche di foratura e dalla possibilità di caricare in automatico pannelli di qualsiasi dimensione. Altamente versatile, anche morbidelli ux200d può lavorare “stand alone” o integrata in linea produttiva, attraverso vari tipi movimentazione dei pezzi con carico-scarico.


RIVESTIRE PROFILI CON VELOCITÀ, QUALITÀ ED EFFICIENZA? CON LUNA WOOD DI WPR È POSSIBILE!

RIPETIBILITÀ DI PROCESSO

Luna Wood è una macchina automatica versatile con oltre 200% di resa in più rispetto alle macchine manuali.

IDEALE PER AZIENDE 4.0

TEMPI DI SET-UP MOLTO RIDOTTI

CON LA QUALITÀ E L’ASSISTENZA CHE SOLO WPR/TAKA POSSONO OFFRIRE

ADESIVI TAKA

SE VUOI AVERE VERSATILITÀ E OTTIMIZZARE I TEMPI DI LAVORAZIONE, CONTATTACI, ABBIAMO LA SOLUZIONE SU MISURA PER TE! Per più informazione sulle nostre macchine e i nostri adesivi invia una mail a: info@wpr.it o visita il sito www.wpr.it


WEINIG GROUP www.weinig.com

di Pietro Ferrari

Un’anteprima di Ligna Al Weinig InTech non sono mancate le novità e le soluzioni avveniristiche. Un semestre prima della Ligna, Weinig ha dato un assaggio di ciò che avverrà nella sua fiera aziendale InTech. Con due anteprime mondiali e molti altri sviluppi, il leader del mercato mondiale per la lavorazione del legno massello ha dato il via a Tauberbischofsheim a un'impressionante fase preliminare. “Ad Hannover, cresceremo ancora una volta con ulteriori innovazioni in tutte le aree di prodotto”, ha promesso il Presidente del Consiglio di Amministrazione Wolfgang Pöschl agli oltre 30 giornalisti specializzati che erano venuti alla tradizionale conferenza stampa di Weinig il giorno prima di InTech. Uno dei temi principali della fiera aziendale è stato il complesso tematico dell'automazione e della digitalizzazione. Tecnicamente, una plancia IT ha dimostrato la rapida espansione della tecnologia Central System Control mediante l’azienda. “L’implementazione di questa competenza nell'intero gruppo sta progredendo rapidamente”, afferma Gregor Baumbusch, Direttore Vendite e Marketing. Dal punto di vista organizzativo, Weinig rafforza la nuova unità aziendale “Automation & Digital Bu-siness” con personale e misure integrative. Nell’ambito di piallatura e profilatura, 1.000 visitatori provenienti da 35 Paesi hanno potuto provare il nuovo Powermat 3000 per la prima volta alla InTech. La macchina stabilisce, grazie alla tecnologia Joint e al collegamento di monitoraggio, un nuovo comfort di utilizzo. Con il lancio della Powermat 700 Blackline, nel corso di InTech vi è stato il punto di partenza per un'edizione speciale attraente e limitata. Il macchinario particolarmente ben equipaggiato è stato creato principalmente per convincere i clienti che non hanno ancora deciso di convertire la loro produzione all'attuale generazione Weinig. Una delle innovazioni mondiali più osservate alla InTech viene dal settore infissi. La Conturex Artis è inclusa sotto il precedente modello base Compact, ma ha un valore tecnico aggiunto.

Eccezionale è il sistema di espansione RePos easy in attesa di brevetto per il tavolo con morse Powergrip “Un macchinario flessibile e ad alte prestazioni per le piccole imprese come risposta al processo di consolidamento nel mercato degli infissi”, ha dichiarato Karlheinz Moldan, Direttore dell’Area Prodotto Infissi durante la conferenza stampa. Un altro livello evolutivo di Conturex sarà presentato al Ligna 2019. Oltre al totale di quaranta macchine in esposizione, la crescente attività del progetto Weinig è stata particolarmente focalizzata sul pubblico. Sono stati mostrati diversi esempi di soluzioni di sistema, tra cui il componente di un complesso impianto di doghe per barili e l'area di taglio di una produzione di parquet con integrazione robot. A rappresentare la competenza di Weinig nella costruzione in legno c'era un impianto CLT per la produzione di lamelle.

BEFORE LIGNA One semester before Ligna, Weinig gave a taste of what will come in his InTech business fair. With two world premieres and many other devel-opments, the world market leader in solid wood processing has given Tauberbischofsheim an impressive preliminary phase. "In Hannover, we will grow again with further innovations in all product areas", promised the Chairman of the Board of Directors Wolfgang Pöschl to over 30 specialized journalists who had come to the traditional Weinig press conference the day before InTech. One of the main themes of the company fair was the thematic complex of automation and digitalisation. Technically, an IT dashboard has demonstrated the rapid expansion of Central System

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 22


Control Technology through the company. "The implementation of this expertise across the entire group is progressing rapidly," says Gregor Baumbusch, Sales and Marketing Director. From an organizational standpoint, Weinig strengthens the new "Automation & Digital Business" business unit with additional staff and measures. In the area of planing and profiling, 1,000 visitors from 35 countries were able to test the new Powermat 3000 for the first time at InTech. The machine establishes thanks to comfort of use, new Joint technology and monitoring link. With the launch of the Powermat 700 Blackline, during InTech there was the starting point for an attractive and limited special edition. The particularly well-equipped machinery was created primarily to convince customers who have not yet decided to convert their produc-tion to the current Weinig generation. One of the world's most-watched innovations at InTech comes from the fixtures industry. The Conturex Artis is included under the previous Compact base model, but has a technical added value. The patent-pending RePos easy expansion system for the Powergrip is exceptional. Molte novità alla InTech 2018: un'attrazione della fiera aziendale internazionale di Weinig è stata la nuova Powermat 3000.


BIESSE GROUP www.biessegroup.com

Un nuovo concetto di produzione di Pietro Ferrari

Fortemente caratterizzata la presenza di Biesse.

Automaction è il nuovo concept che ha ispirato la partecipazione di Biesse a Xylexpo 2018 e i successivi momenti espositivi. “Figlio della filosofia aziendale Thinkforward, Automaction descrive pienamente la concretezza delle soluzioni Biesse per la creazione di una produzione automatizzata e interconnessa. Azioni non parole, prodotti non più prototipi, numeri e risultati!” ha dichiarato Federico Broccoli, Direttore Divisione Legno/Sales & Direttore Divisione Filiali. “E sono proprio i numeri di Automaction a trasmettere il reale valore che i nostri prodotti e servizi apportano ai clienti: più di 45.000 clienti nel mondo, più di 10.000 demo eseguite ogni anno negli showroom Biesse italiani e nelle filiali, più di 1.000 impianti nel mondo progettati e sviluppati dal team di BiesseSystem, più di 100

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 24


idml’industria del mobile 25

In apertura, la conferenza stampa Biesse Group. Ha la parola Raphael Prati con Federico Broccoli. Al centro, l'intervento di Federico Broccoli. In visita al grande stand di Biesse Group.

diversi modelli di macchine per ogni tipologia di lavorazione del legno e dei materiali tecnologici, più di 300 diverse taglie di macchine per rispondere alle personali necessità di ogni cliente” ha concluso Broccoli. Aziende di tutto il mondo hanno scelto Biesse per la sua capacità di accompagnare i clienti attraverso il percorso di digitalizzazione delle attività e automatizzazione della produzione con soluzioni concrete come SOPHIA, B_AVANT, Robot e una gamma completa di sistemi di movimentazione dei pannelli e realizzazioni su misura di fabbriche chiavi in mano. Oltre alle numerose tecnologie presenti sullo stand dedicate a tutti i processi di lavorazione del legno, Biesse ha presentato le nuove funzionalità dell’app IoT – SOPHIA che miglioreranno fortemente l’interazione personalizzata con il cliente in funzione


dal 1959

BIESSE GROUP

www.biessegroup.com

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

idml’industria del mobile 26

della macchina e consentiranno una importante riduzione dei tempi di assistenza. A Xylexpo sono stati inoltre visibili tre diversi processi integrati con quattro robot che offrivano livelli di personalizzazione e di flessibilità dell’impianto senza pari, requisiti indispensabili nelle produzioni odierne. In particolare Rover A con Robot per lo scarico e il carico dei pannelli automatico, permetteva alla cella di lavorare in totale autonomia. Al suo fianco, Stream MDS con Robot per lo scarico dei pannelli lavorati verso i processi produttivi successivi. Infine, la nuovissima, che lavora in parallelo 2 file di pannelli scaricati con 2 robot integrati alla macchina. I robot sono soluzioni che coniugano versatilità, efficienza ed elevato ritorno d’investimento. Tecnologie semplici da usare, estremamente precise e che lavorano in autonomia.

A GLOBAL LEADER BIESSE S.p.A. - Biesse Group è una multinazionale leader nella tecnologia per la lavorazione di legno, vetro, pietra, plastica e metallo. Progetta, realizza e distribuisce macchine, sistemi integrati e software per i produttori di arredamenti, serramenti, componenti per l’ edilizia, nautica ed aerospace. Investe in media 14 milioni di euro l’ anno in ricerca e sviluppo e vanta oltre 200 brevetti depositati. Opera attraverso 9 stabilimenti industriali, 37 filiali, 300 tra agenti e rivenditori selezionati ed esporta il 90% della propria produzione. Annovera fra i suoi clienti i marchi più prestigiosi del design italiano ed internazionale. Fondata a Pesaro nel 1969 da Giancarlo Selci, è quotata dal Giugno 2001 al segmento Star di Borsa Italiana, attualmente nel FTSE IT Mid Cap. Oggi conta 3800 dipendenti nel mondo BIESSE S.p.A. - Biesse Group is a global leader in technology for processing wood, glass, stone, plastic, and metal. It designs, manufactures, and distributes machines, integrated systems, and software for manufacturers of furniture, door/window frames, and components for the construction, ship-building, and aerospace industries. It invests on average 14 million Euro per year in R&D, boasting over 200 registered patents. It operates through 9 industrial sites, 37 branches, and 300 agents and selected dealers, exporting 90% of its production. Its customers include some of the most prestigious names in Italian and international design. Founded in Pesaro in 1969 by Giancarlo Selci, Biesse SpA has been listed in the STAR segment of the Italian Stock Exchange since June 2001, and is currently included in the FTSE IT Mid Cap index. It now counts 3800 employees throughout the world.


idml’industria del mobile 27

AUTOMACTION FROM BIESSE Automaction is the new concept which provides the inspiration for Biesse "The brainchild of the Thinkforward business philosophy, Automaction perfectly epitomises the practical, concrete nature of Biesse solutions for the creation of an automated and

interconnected production process. Actions not words, products and no longer prototypes, numbers and results!" declared Federico Broccoli, Biesse Wood Division Director/Sales - Subsidiaries Division Director. “And Automaction's numbers are precisely what conveys the real value that our products and services deliver: with more than 45,000 customers worldwide, we perform more than 10,000 demos every year in Biesse showrooms and branches across Italy, and boast more than 1,000 plants worldwide, designed and developed by the BiesseSystem team. In addition, we offer over 100 different models of machine for each type of wood and technological material machining operation, and over 300 diffe-

rent sizes of machine to meet the personal needs of each customer” concluded Broccoli. Companies from all over the world have chosen Biesse for its ability to accompany customers through the process of digitalisation of activities and automisation of production, with concrete solutions such as SOPHIA, B_AVANT, Robot and a complete range of panel handling systems and made-to-measure solutions for turnkey factories. Visitors to the fair will be able to experience the cutting-edge technological innovation that characterises Biesse and test the tools that enable customers to obtain greater value from machines. In addition to the numerous technologies presented on the stand dedicated to the entire range of woodworking processes, Biesse will also be presenting the new features of the IoT - SOPHIA app, designed to bring major improvements to the personalised interaction with the customer in accordance with the machine in use, enabling significant reductions in the time taken to provide assistance. Furthermore, 3 different integrated processes with 4 robots were on display at Xylexpo, offering unrivalled levels of system customisation and flexibility, two key requirements in the world of production today. Specifically, these solutions included a Rover A with Robot designed for automatic loading and unloading of panels, enabling the cell to work in total autonomy, flanked by the Stream MDS with Robot for unloading the processed panels and moving them on to the subsequent production processes. Finally, the all-new Viet Opera R2 was also present, capable of machining 2 rows of panels in parallel, loaded into the machine via 2 fully-integrated robots. Indeed, robots are solutions that combine versatility, efficiency and high return on investment; these technologies are easy to use, extremely precise and capable of working independently. Of the various innovations dedicated to the automation of factories that Biesse offers its customers, B_AVANT is of particular note - the supervisory system for the integrated and efficient management of all production flows, in accordance with processing requirements. “For Biesse, Xylexpo is a landmark event and a point of reference for the international wood industry, in which we invest heavily. For us, this trade fair represents a global showcase of enormous value. It enables us to demonstrate to visitors to the event just how concrete and tangible the technologies we develop are, and the ways in which our machines can increase the competitive value of our customers, helping them to stand out in the market" declared Raphaël Prati, Director of Marketing and Communications for Biesse Group.


HOMAG GROUP www.homag.com

Il design incontra il digitale di Pietro Ferrari

La nuova generazione di macchine Homag.

Dalla fine di marzo 2018 Homag si è presentato con un aspetto completamente nuovo – con un logo nuovo, una immagine nuova e un moderno design delle macchine. Attenendosi allo slogan "Il design incontra il digitale", Homag ha reso tutte le macchine ancor più intuitive, moderne e uniche per gli utilizzatori; inoltre, le macchine e gli impianti sono già da ora collegabili in rete, in modo rapido e semplice, con l'ecosistema tapio. Se e quando tale funzione debba essere utilizzata starà alla decisione degli utilizzatori. Attraverso il design avanzato e totalmente finalizzato alla funzione, il controllo della macchina diventa un'esperienza straordinaria e la forza dell'innovazione dell'azienda, che utilizza la macchina, si percepisce in modo ancor più marcato. Tutto questo si traduce in una chiara affermazione nei confronti del proprio cliente finale e, naturalmente anche della sua concorrenza.

! NUOVI NOMI DEI PRODOTTI: SEMPLICI E INTUITIVI

Oltre al rinnovamento del design delle macchine, Homag ha anche ridefinito la denomina-

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 28


idml’industria del mobile 29

THE NEW MACHINE GENERATION FROM HOMAG Since end of March Homag presents itself with a completely new appearance – with a new logo, a new look and a modern machine design. In line with the motto "Design meets digital," all Homag machines are now even more intuitive to use and feature modern and unique designs. The machines and plants can now also be networked easily and quickly using the tapio ecosystem. The user decides for themselves if and when this function will be used. Through the advanced, function-oriented design, machine operation becomes a unique experience and the company's innovative capabilities which are unleashed by the machine become even more apparent. For the user, this makes a clear statement to their end customers - not to mention to their competitors. NEW PRODUCT NAMES: SIMPLE AND EASY-TO-UNDERSTAND In addition to the new design of Homag machines, the product names have also been more clearly structured for the customer: The new designations are easy to understand, consistent and traceable. From now on, the name of each machine clearly states its function. Homag edge banding machines are under the

name Edgeteq, and machines from the saw technology range now all carry the name Sawteq. This means that it is much easier for customers and prospective customers to navigate around the world of Homag products. Homag strikes a new path for its customers In the spring of 2017, the Homag Group combined almost all of its existing brands under the single Homag name. The primary aim was to make collaboration with customers even more straightforward and efficient. This focused orientation gave rise to the new slogan "Your Solution" meaning that the customer and their personal solution is at the heart of everything our employees do. Now Homag took the next step with its overhauled, group-wide brand identity. To organize the Group's broad product range as clearly as possible for customers all around the world, Homag presented for the first time at the Holz-Handwerk in Nuremberg as well as at the Xylexpo in Milan, a new, modern machine design across all products as well as new, consistent and coordinated product names. This will allow Homag customers to find what they are looking for quickly and easily. Naturally, there has been no change in the high processing quality which users expect from the products - however, the machines are complemented by a modern design and a new, innovative operating structure for a very special user experience.

La nuova generazione di macchine Homag ha debuttato a Holz-Handwerk. A sinistra: nomi delle macchine orientati al cliente, il tipo di funzione svolta dalla macchina può essere facilmente dedotto dal suo nome.


dal 1959

HOMAG GROUP

www.homag.com

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

idml’industria del mobile 30

Il progresso comincia dal design: guida utente intuitiva grazie a una nuova e chiara concezione della macchina e a un'accentuazione visiva della stessa. zione dei prodotti per una maggior chiarezza a vantaggio del cliente: le nuove denominazioni sono facilmente comprensibili, univoche e condivisibili. D'ora in poi è possibile ricondurre ogni macchina alla funzione da essa svolta, le bordatrici Homag sono sotto la denominazione Edgeteq, mentre le macchine del settore sezionatura portano tutte la denominazione Sawteq. Quindi i clienti e gli interessati possono destreggiarsi molto più facilmente nel mondo dei prodotti Homag.

! HOMAG ESPLORA NUOVI PERCORSI

Nella primavera del 2017, Homag Group ha raggruppato quasi tutti i marchi esistenti in un unico marchio Homag. Lo scopo era, in primo luogo, rendere la collaborazione con i clienti ancora più semplice ed efficiente. Da questo preciso obiettivo nacque il nuovo claim "La

soluzione per voi": al centro del lavoro di tutti i collaboratori ci sono i clienti e le soluzioni personalizzate pensate per loro. Dopo la revisione dell'identità di marchio a livello di gruppo, Homag può ora passare alla fase successiva: per rendere chiara e accessibile ai clienti di tutto il mondo la vasta gamma di prodotti del gruppo, Homag ha presentato per la prima volta alla Holz-Handwerk e anche alla Xylexpo di Milano un design di macchine nuovo e moderno, che riguarda tutti i prodotti, unitamente a denominazioni di prodotto nuove, univoche e coordinate. In questo modo, i clienti di Homag hanno modo di orientarsi da subito e con estrema facilità. Ovviamente nulla cambia per quanto concerne la consueta alta qualità delle macchine, anche se esse vengono integrate da un design moderno e da una struttura di controllo nuova e innovativa, che assicurano un'esperienza utente del tutto particolare.


SCM GROUP www.scmgroup.com

Una nuova piattaforma IoT per cambiare il futuro della lavorazione del legno di Pietro Ferrari

Il Gruppo Scm arricchisce la propria gamma di nuove soluzioni digitali “Work simple. Work digital”. Scm è un partner solido e affidabile per l’intero settore del legno, dal piccolo artigiano alla grande industria di mobili e ha presentato a Xylexpo e nei successivi appuntamenti le sue ultime soluzioni tecnologiche e digitali pensate per garantire sempre più ai propri clienti il miglioramento della qualità, la riduzione dei costi e una maggiore efficienza. Il leader italiano ha presentato “Maestro Digital Systems”, la piattaforma di strumenti digitali realizzati per semplificare notevolmente il lavoro quotidiano degli operatori aumentandone le prestazioni, in linea con il concept “Work simple. Work digital” che ha caratterizzato tutta la comunicazione Scm in fiera. Tra questi, particolare evidenza è stata data alla nuova piattaforma IoT (“Internet of Things”) Maestro connect, in risposta alle esigenze dell’Industria 4.0. Come ha dichiarato Luigi De Vito, Scm Division Director, “realizzare una Fabbrica Smart significa realizzare una fabbrica intercomunicante e intelligente, dove soggetti diversi e fisicamente distanti (macchine di vari stabilimenti, operatori diversi della stessa filiera produttiva attraversati da un comune flusso informativo, etc.) si integrano. Le macchine di nuova generazione SCM sono intelligenti, automatizzate e connesse, in grado di raccogliere attraverso componenti smart (sensori, microproces-

sori, software, ecc.) e sistemi di connettività, i dati della macchina potenzialmente abbinabili ai dati provenienti da fonti diverse e complementari, all’interno o all’esterno dell’azienda. Software e sofisticati algoritmi saranno in grado di estrarre da questi dati informazioni di valore per il cliente, compresa, ad esempio, la probabilità che si verifichi un fermo macchina nelle successive 24 ore”.

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 32


idml’industria del mobile 33

Things”. “Si tratta di un sistema di raccolta e analisi dei dati provenienti dalle macchine Scm per monitorare e ottimizzare sempre di più i processi produttivi, offrendo da una parte il pieno controllo delle performance produttive da parte del cliente e dall'altra una serie di micro-servizi quali ad esempio una manutenzione tempestiva ed intelligente e una gestione ottimizzata dei ricambi - spiega Manuela Andreani, Scm Software Product Manager -. Tra i vantaggi più significativi, un aumento della produttività e riduzione dei fermi macchina, un maggiore e continuo controllo dei costi operativi, una riduzione dei costi di manutenzione e la possibilità di monitorare in tempo reale i parametri e le performance della propria macchina in ogni luogo e in ogni momento, così da poter correggere sempre prima eventuali anomalie (smart maintenance)”. I vantaggi di Maestro connect sono apprezzabili su alcuni dei centri di lavoro Scm a controllo numerico più apprezzati dalle aziende che lavorano massello e pannello. Tra questi, accord 42 fx, ultima evoluzione della gamma accord, di grande interesse sia per i serramentisti che per i produttori di porte e scale, con doppio gruppo operatore combinato a

Un forte investimento da parte di Scm, che avviene in un anno straordinario per il Gruppo, sempre più vicino al traguardo dei 700 milioni di euro di fatturato e con un organico in continua crescita, arrivato a superare oggi le 3600 persone tra gli stabilimenti italiani e le 20 filiali estere. Un anno caratterizzato anche da importanti investimenti nel territorio, tra i quali, a Monza, la nuova sede produttiva e il Technology Center di Superfici, punto di riferimento di Scm per il finishing, la nascita a Thiene (Vicenza) del più grande Technology Center in Italia, dedicato alla bordatura, e la nuova area produttiva nel territorio di Zogno (BG) dove il Gruppo Scm ha ridato vita ad un’area manifatturiera di 20mila metri quadrati per potenziare la produzione di macchine speciali di Cms, azienda bergamasca da quindici anni fiore all’occhiello del Gruppo nella lavorazione di materiali avanzati, plastica, vetro, metallo, pietra, quindi riferimento per settori come l’automotive e l’aerospaziale.

! MAESTRO CONNECT: UNA NUOVA GENERAZIONE DI MACCHINE 4.0

Maestro connect è l’innovativa piattaforma IoT che sfrutta le potenzialità del concetto di “Internet of


tre e cinque assi a teste indipendenti, pensato per coniugare al meglio necessità di alta potenza e profilatura con esigenze di creatività e flessibilità produttiva, in linea con le richieste di un mercato sempre più spostato verso prodotti su misura e custom. È stato integrato con le nuovi soluzioni IoT di Scm anche Morbidelli m220, il nuovo esclusivo centro di lavoro per la foratura e fresatura di pannelli per mobili, la cui caratteristica distintiva è quella di operare con due teste a forare parallele e indipendenti, per la foratura contemporanea di più pannelli, in modo da consentire un risparmio fino al 70 per cento sui cicli di foratura. Il macchinario è dotato di software per la disposizione automatica dei pannelli da lavorare e di un algoritmo ottimizzatore in grado di determinare la strategia di foratura più veloce. Tale algoritmo, in abbinamento a teste a forare studiate per il lavoro in coppia con interasse ridotto, sceglie autonomamente se lavorare con due teste su uno stesso pannello oppure contemporaneamente su due pannelli (una testa su ogni pannello).

! IL DIGITALE RESO SEMPLICE

Maestro connect si aggiunge alle altre soluzioni di Maestro Digital Systems, la piattaforma di prodotti e servizi digitali perfettamente integrati con le solide tecnologie di processo per la lavorazione del legno SCM: il nuovo pannello operatore di ultima generazione, multifunzione, wide-screen e multi-touch (eye-M), l’innovativo sistema di assistenza e manutenzione remota con occhiali a realtà aumentata (Maestro smartech), la potente e versatile Maestro suite, sistema software completo per tutti i tipi e metodi di lavorazione, ed il sistema di simulazione Celle Integrate in Realtà Virtuale 3D (Maestro xplore). Scm ha presentato anche le ultime novità a livello di software: la nuova e ultima versione del software Maestro cnc che verrà abbinato a tutti i centri di lavoro inclusi accord 42 fx e morbidelli m220. Tra le novità di Maestro CNC, il nuovo simulatore di lavorazione utensile-pezzo, che permette di verificare i particolari della lavorazione e di avere un controllo visivo diretto del risultato ottenuto attraverso un rendering animato 3d, consentendo già in ufficio di controllare l'esattezza del percorso utensile e di intervenire su errori di programmazione; Maestro square, new entry tra i software della suite Maestro, integrata per le squadratrici cela-

SCM GROUP

www.scmgroup.com

schi, consente di gestire i programmi di lavoro e di controllare lo stato macchina visualizzando in tempo reale le performance. Con la versione "pro" l'utente avrà inoltre a disposizione numerose funzionalità avanzate, da quella di setup piramidale, all'interpolazione degli assi, alla gestione dell'usura degli utensili. In evidenza anche Maestro cut e ottimo cut per la gestione e l’ottimizzazione evoluta di sezionatura.

! UNA PRODUZIONE CUSTOM INTEGRATA

Le novità tecnologiche Scm hanno abbracciato tutta la gamma di soluzioni in mostra per il settore: dai centri di lavoro e foratura per il pannello ai centri di lavoro per il massello e l’edilizia in legno, dalle proposte per la bordatura e la squadra bordatura alla sezionatura, dalla levigatura alla finitura delle superfici, dall’assemblaggio al montaggio e alla pressatura, dalle soluzioni specifiche per il serramento a quelle per la squadratura-tenonatura e profilatura, automazione e movimentazione automatiche di primissimo livello, senza tralasciare la più ampia e ricercata collezione di macchine per la falegnameria artigiana.

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 34


idml’industria del mobile 35

SCM LAUNCHES ITS NEW IOT PLATFORM DESIGNED TO CHANGE THE FUTURE OF WOOD PROCESSING Scm is solid and reliable player across the woodworking industry, catering to any partner from small-sized companies to the largest multinational organisations presented its latest technological and digital solutions designed to guarantee to its own customers quality improvement, lower costs and greater efficiency. From an innovative, impressive booth Scm showcasing a full range of machinery, the Italian giant will presented "Maestro Digital Systems", the platform of digital tools created by Scm to dramatically streamline the daily work of operators by improving their performance, in line with the "Work simple. Work digital" concept underlying the whole Scm communication strategy at the show. Among these, the main focus will be on the new IoT ("Internet of Things") platform, Maestro connect, in response to the latest Industry 4.0 requirements. As stated by Luigi De Vito, the Scm Division Director, "Creating a Smart Factory means creating an intercommunicating and intelligent factory, where different and physically distant entities (machines in different workshops, different operators in the same production chain linked by a common flow of information, etc.) are integrated. The new generation Scm machines are intelligent, automated and connected machines, able to collect through smart components (sensors, microprocessors, software, etc.), and connectivity systems, machine data potentially able to be combined with data from different and complementary sources, from inside or outside the company. Software and sophisticated algorithms will be able to extract valuable information for customers from these data, including, for example, the probability of a machine downtime in the next 24 hours." Scm's major investment is one of the highlights of an extraordinary year for the Group, closer and closer to the target of 700 million turnover and with constantly growing staff numbers - currently at a headcount of over 3600 units operating both in Italy and in the 20 overseas branches. A year also characterised by major investments nation-wide, including, in Monza, the new production site and the Superfici Technology Centre, SCM's standard-setting brand in the finishing business, the creation of the edge-banding Technology Centre in Thiene (Vicenza), the largest in Italy, and the new production area in Zogno (Bergamo), reviving a 20,000 sq m manufacturing

centre in order to increase production of CMS special machines. CMS is a Bergamo-based company which for 15 years has been the pride of the Group, focusing on the processing of advanced materials, plastics, glass, metal and stone, used in the automotive and aerospace industries for example. Maestro connect - Maestro connect is the innovative IoT platform based on the "Internet of Things" concept. "It is a system for collecting and analysing data retrieved from SCM machines to increasingly monitor and optimise production processes, enabling on one hand a full control of production performances by the customer and on the other hand a series of micro services such as, for example, a timely and smart maintenance and an optimized spare parts management - as stated by Manuela Andreani, the SCM Software Product Manager . The advantages granted by the system are: increased productivity and decreased downtime, improved and continuous operating cost control, lower maintenance costs and the ability to monitor machine parameters and performance in real time, anywhere and at any time, so as to be able to always correct any malfunction in an increasingly timely manner (smart maintenance)�. Visitors to Xylexpo were able to find out all about the advantages offered by Maestro connect on some of the most popular numerical control Scm machining centres among solid wood and panel processing companies. These include accord 42 fx, the latest evolution of the accord range, which has raised considerable interest among door, window and stairs manufacturers, with its dual spindle, combined 3- and 5-axis independent head machining centre, designed to combine in the most efficient way high power and profiling requirements with creative performance and production flexibility, in line with the demands of a market where the focus is increasingly shifting toward customised, personalised products. Work simple, work digital - Maestro connect joins the other solutions available from Maestro Digital Systems, the platform of digital products and services seamlessly integrated with the solid process technologies for SCM woodworking: the new, latest generation, multi-function, wide-screen and multi-touch operator panel (eyeM), the innovative remote assistance and maintenance system with augmented reality glasses (Maestro smartech), the powerful and versatile Maestro suite, a complete software system for all processing types and methods, as well as the Virtual Reality 3D Integrated Cell Simulation system (Maestro xplore).


SCM presented also Maestro CNC software to be integrated in all machining centres including accord 42 fx and morbidelli m220. Among Maestro CNC innovations, the new tool-workpiece machining simulator, allowing to check processing details and to have direct visual control of the obtained result through animated 3D rendering - which makes it possible to check the accuracy of the tool path and correct any programming errors remotely from the designer office; Maestro square, the latest addition to the Maestro Suite software range, integrated for celaschi squaring machines, designed to manage work programs and monitor machine status by displaying real time performance data. With the "pro" version, the user will also have access to a number of advanced features, from pyramidal setup through axis interpolation all the way to tool wear management. Other highlights of the show will be Maestro cut and ottimo cut for

SCM GROUP

www.scmgroup.com

advanced cutting management and optimisation. Technology for customised and integrated production - Scm’s technological innovations will cover the entire range of industry solutions on display at the show: from machining centres for panel boring to machining centres for the solid wood and timber construction industry, from edge banders and sizing edge banders to beam saws, from sanding to surface finishing, from assembly and packaging to pressing, from specific solutions for doors and windows to squaring-tenoning and profiling, automation and top-level automatic handling products, and last but not least, the widest and most sought-after collection of joinery machines for small-sized carpentry businesses.New designs will be showcased for every industrial production process, from furniture manufacturing to shipbuilding, from window frames to construction - side by side with the most reliable range of joinery machines.

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 36


Servizi, varietĂ e velocitĂ 

Colore. Materiale. Finitura.

100% adatti! Ostermann fornisce i bordi adatti alle collezioni di piĂš di 70 fornitori di pannelli, a partire da 1 metro nel giro di 24 ore.

www.ostermann.eu

Ostermann Italia S.r.l. Tel.: 049.6225410 - vendite.it@ostermann.eu

su ogni lato del mobile


dal 1959

idml’industria del mobile 38

IMOS di Pietro Ferrari

Le regole del fare Una conversazione con Verena Lovato e Frank Prekwinkel. Durante le elettrizzanti giornate di Sicam abbiamo avuto l’occasione di incontrare presso lo stand di Imos Italia, il CEO di Imos AG Frank Prekwinkel che è stato così cortese da condividere con noi un percorso di storia e di idee. Pietro Ferrari - Durante i suoi 25 anni di storia, imos ha visto un impressionante percorso di evoluzione nei settori software e web. Quali sono i passaggi principali di questa evoluzione? Frank Prekwinkel - Abbiamo fondato imos nell'anno 1993 e il focus di imos era il CAD/ CAM, con l'arrivo di nuove macchine ("centri di elaborazione" che offrivano una combinazione di foratura, fresatura, segatura e così via) e il problema principale in quel momento era che ogni pannello doveva essere programmato per intero e pronto per l'uso. Imos ha inventato una tecnologia di programmazione completamente nuova che descrive il mobile e quindi si basa su principi e regole di costruzione e produzione, possiamo generare la distinta base, la lista di taglio e anche i programmi CNC. L'effetto è stato che il tempo di programmazione di queste macchine è stato ridotto notevolmente e anche il codice di errore è stato a sua volta ridotto. Questo è stato il primo passo delle imos derivante dalle soluzioni tecniche, come ho detto (generazione di programmi CNC, creazione di distinte materiali, i nostri clienti ci hanno chiesto di generare più informazioni, come i principi di calcolo (costo, stima, materiali) e anche ambientare i mobili nella stanza. Abbiamo inventato un sistema di pianificazione delle stanze e da lì il passo verso il fotorealistico non è stato così lontano. Questo è stato l'inizio di Imos e nel 1993 abbiamo avuto diversi tipi di clienti: l'industria (quasi il 50% delle cucine realizzate in Europa si basa sulla tecnologia Imos) e molti clienti nelle PMI, come carpentieri e aziende artigianali, sia in Germania che in Italia, che sono i principali paesi produttori di mobili in Europa. Quando provo a confrontare questi tipi di clienti, l'industria utilizza molta standardizzazione e le aziende più pic-

cole hanno bisogno di molta flessibilità e direi che questa è la forza di imos, per combinare possibilità di standardizzazione e flessibilità, per creare mobili specifici per il consumatore . Il momento importante successivo è stato il 2001. Era il momento in cui la bolla di Internet ci è arrivata e siamo stati i primi a offrire ai nostri clienti un configuratore di mobili basato sul web. A quel tempo, 17 anni fa, la maggior parte delle persone che conosco affermava che nessuno mai avrebbe ordinato mobili attraverso il web. Ora abbiamo un sacco di clienti che utilizzano le diverse funzionalità delle nostre soluzioni web e la soluzione web ha più o meno le stesse funzionalità di Imos. Facciamo la pianificazione della stanza, la progettazione dei

LA PAROLA A... TECNOLOGIE

www.imos3d.com


idml’industria del mobile 39

A sinistra in alto, Verena Lovato e Frank Prekwinkel. A sinistra in basso, da sinistra a destra, Frank Prekwinkel, Verena Lovato, Pietro Ferrari e Winfried Dell, CEO imos. Nelle altre foto, conversazioni allo stand IFurn-imos.

mobili e, naturalmente, abbiamo tutta la produzione (calcoli, stime e tutti i dati di produzione). Il terzo momento che menzionavo era il 2008 quando abbiamo avuto l'i-phone. L'iphone è un portale in cui l'industria delle forniture può pubblicare i propri dati, che sono rilevanti per il processo di produzione, ed essere connessa al processo di costruzione e progettazione. Pietro Ferrari - Imos è molto ben rappresentata nel mercato italiano. A tuo avviso, quali sono le principali caratteristiche del mercato in Italia? Verena Lovato: Non vorrei parlare del mercato in generale, altrimenti dobbiamo lamentarci. Parliamo delle relazioni tra il nostro mercato italiano, il software e le nuove tecnologie. Ora va meglio,

ma la mia sensazione è che siamo troppo lenti e troppo timidi nel nostro approccio al software. Spesso le persone mostrano più sfiducia che fiducia nel software e non so perché. Potrebbe essere che non siamo abbastanza efficaci nel chiarire le nostre soluzioni o gli utenti potrebbero non essere abbastanza preparati. Probabilmente, per il 20% è un problema di comunicazione e per l'80% è una mancanza di formazione. Non abbiamo le scuole e in realtà è difficile per noi implementare il nostro staff con persone qualificate. Ovviamente noi prepariamo i nostri tecnici del legno, ma siamo un'azienda, non una scuola. La mia idea è che forse abbiamo maggior successo rispetto ai nostri concorrenti, perché insegniamo davvero al cliente, cioè insegniamo ai ragazzi che usano imos. E questo significa inve-


Le vivaci ed eleganti confezioni del software.

stire molto tempo e molti soldi e siamo ancora uno o due gradini sotto a imos Germania, ma anche in Polonia o Bulgaria, le persone dello staff sono ingegneri del legno, mentre in Italia mancano questi profili professionali. Anche le nuove generazioni non sono preparate. Certo, usano le nuove tecnologie e mostrano un approccio più semplice con questi nuovi strumenti, ma quando si tratta di dettagli tecnici, hanno bisogno di istruzione. Essere nativi digitali non è abbastanza. Frank Prekwinkel - Se mi chiedi di confrontare il mercato italiano e quello tedesco, direi che abbiamo tre diversi punti di vista: 1. Le dimensioni dell'industria del mobile non sono così diverse nei due paesi, ma i tedeschi sono noti per il loro approccio più ingegneristico, mentre gli italiani sono più noti per design, gusto, soluzioni individuali e creative; 2. Dal momento che i tedeschi provengono più dal punto di vista ingegneristico, sono più aperti alle nuove tecnologie, a volte, non sempre. Questo perché in Germania abbiamo un sacco di scuole di ingegneria e di istituti che si concentrano sulle industrie del legno e del mobile e questo è qualcosa che manca in Italia; 3. Se si dà un'occhiata ai clienti che abbiamo, rispecchiano più o meno la stessa struttura: abbiamo i clienti orientati al settore, le aziende di medie e piccole dimensioni, ma la leva dell'uso del software è più alta in Germania, purtroppo, e se vogliamo entrare nel mondo digitale, abbiamo bisogno di nativi digitali che vivono nel settore del legno e del mobile e talvolta vedo in Italia delle lacune, che dobbiamo colmare.

IMOS

www.imos3d.com

THE RULES OF DOING Pietro Ferrari - During its 25 years of history, imos has witnessed an impressive path of evolution in the software and web sectors. Which are the main steps of this evolution ? Frank Prekwinkel - We founded imos in the year 1993 and the focus of imos was CAD/CAM, as new machines were coming up (‘processing centres’ offering a combination of drilling, milling, sawing and so on) and the principal problem at that time was that every panel needed to be programmed all by all and workstep by workstep. Imos invented a completely new programming technology describing the kitchen and then based on construction and manufacturing principles and rules, we could generate the bill of material, the cutting list and also the CNC programs. The effect was that the time of programming these machines were reduced heavily and also the error code was reduced. That was the first step of imos and coming from the technical solutions as I said (generating CNC programs, creating bill of materials, creating bill of materials) our customers asked us to generate more information, like calculation principles (costing, estimating, materials) and also getting the furniture into the room. We invented a room planning system and from there the step to the photorealistic was not so far. That was the beginning of imos and in 1993 we had different customer types: the industry (almost 50% of the kitchens made in Europe is based on imos technology) and a lot of customers in the SMEs, like carpenters and handicraft companies, both in Germany and in Italy, that are the main furniture producing countries in Europe. When I try to compare these customer types, the industry uses a lot of standardisation and the smaller companies need a lot of flexibility and I would say, that this is the strenght of imos, to combine standardisation possibility and flexibility, to create consumer specific furniture. The next important event was 2001. That was the time when the Internet bubble came to us and we were the first to offer a web-based furniture configurator to our customers. At that time 17 years ago most of the people I know said that nobody will ever order furniture through the web. Now we have a lot of customers using the different functionalities from our web solutions and the web solution has more or less the same

GRANDANGOLO TECNOLOGIE

dal 1959

idml’industria del mobile 40


idml’industria del mobile 41

functionality as in imos. We do room planning, furniture design and of course we have all the output (calculations, estimations and all the production data). The third moment I would mention was 2008 when we found the iphone.The iphone is a porter where the supply industry can publish their data, which are relevant for the production process, and be connected to the construction and designing process. Pietro Ferrari - IoT, Big Data, Clouds and Industry 4.0 represent a revolution in the furniture manufacturing sector nowadays. How is imos facing these challenges? Frank Prekwinkel - As I mentioned before, we invested a lot into web based solutions in the last 17 years and I would say that we are well prepared for the cloud-based solutions and also for the Industry 4.0. One of the major aspects of the Industry 4.0 is to create a network and a communication channel among the different stakeholders of the business projects and now we believe that in the future, the networking aspects in our industry will become more and more important. Networking means, to integrate the consumer, the supply industry and also the different production partners into the configuration of the designing process. Pietro Ferrari - Imos is very well represented on the Italian market. In your opninion, which are the main characteristics of the market in Italy? Verena Lovato - “I wouldn’t like to talk about the market in general, otherwise we must complain. Let’s talk about the relationships between our Italian market and the software and the new technologies. Now it’s better that before, but my feeling is, that we are too slow and too shy in our approach to the sofware. Many time people show more mistrust that trust in the software and I don’t know why. May be that we are not enough effective in explaning our solutions or may be they are not educated enough. Probably, 20% is a communication problem and 80% is a lack of training. We have lost schools and actually it’s difficult for us to implement our staff with skilled people. Of course we prapare our wood technicians, but we are a company, not a school. My idea also, is that may be we are a little more successful compared to our competitors, because we really teach the customer, I mean we teach the guys who use imos. And this means to invest much time and much money amd we still are one or two steps below. At imos Germany, but also in Poland or Bulgaria, people of the staff are wood engineers, whereas in Italy there is a lack of such professional profiles.

The new generations are not educated as well. Of course, they use the new technologies and show an easier approach with these new tools, but when it comes to technical details, they need education. To be digital native is not enough. Frank Prekwinkel - If you ask me to compare the Italian and the German market I would say that we have three different perspectives: 1. The size of the furniture industry is not that different in the two countries, but Germans are known for their more engineering approach, whereas Italians are more known for design, taste, individual and creative solutions. 2. Because the Germans are more coming from the engineering standpoint, they are more open to new technologies, sometimes, not always. This is because in Germany we have a lot of engineering schools and unniversities which are focusing on the wood and furniture industries and this is something that is missing in Italy 3. If you take a look at the customers we have, it’s more or less the same structure: we have the industryoriented customers, the medium and small sized companies, but the leverage of using sofware is higher in Germany, unfortunately, and if we want to take the move into the digital world, we need to have digital natives who live in the wood and furniture sectors and sometimes I do see some gaps, that we need to close.

I suggestivi rendering grafici.


64<+%"9%A#4&/%C/%H*74%A9<21#*"4&+

Soft. Strong. Smart. Interiors have a new material. Since 2013. !"#$%&'(%&")$#%*+,+-#"."#/0%"#1%12*34-+%"1%+5#*+6+&/%'7482+0 49#":;9)+*7*"9#%49<%3+4#2*+1%4%.+*/%7&+4149#%1'3#%#'2-$= >?@AB%"1%12"#4C&+%3'*%<"33+*+9#%"9#+*"'*%<+1")9%477&"-4#"'91D% E"#-$+90%$'17"#4&"#/0%$+4&#$-4*+0%#*4917'*#4#"'90%C4#$*''610% 32*9"#2*+%F#4C&+10%C''E1$+&.+10%74*#"#"'910%-$4"*1G=

3+9"53'*"9#+*"'*1=-'6

First Prize Design Category

Best Design Material

Best of the Best

New Product Award

Honourable Mention ADI Compasso dâ&#x20AC;&#x2122;Oro

Product Best of the Best


Polo Formativo di Lentate

Van Hoecke

Ferramenta Livenza

Surteco Avisa

Focus Sicam

c mp nenti 668 dicembre 2018


dal 1959

idml’industria del mobile 44

FOCUS SICAM COMPONENTI di Pietro Ferrari

Un’edizione di Sicam in grande forma e in piena sintonia con la graduale crescita di espositori e visitatori. www.exposicam.it

Dieci anni di successo Si è chiusa con un afflusso molto positivo di professionisti e buyers da tutto il mondo la decima edizione di Sicam, il Salone Internazionale dei Componenti, Accessori e Semilavorati per l’industria del mobile che per quattro giorni ha visto presenti a Pordenone i più accreditati protagonisti dell’arredamento internazionale: numeri ancora in crescita rispetto alla precedente edizione hanno premiato la qualità e la varietà delle proposte in esposizione. Sono state oltre 8mila le aziende in visita al Salone a creare occasioni di business per i 612 espositori che, occupando per intero il Quartiere Fieristico e il nuovo padiglione 10 con oltre 16.500 metri quadrati di stand allestiti, hanno portato in mostra a Sicam i prodotti di tecnologia e design oggi al più alto livello mondiale. Altissimo anche quest’anno il tasso di internazionalità della manifestazione, il 37 per cento dei visitatori esteri proveniente da 104 Paesi: un record assoluto per il Salone, che si rafforza ulteriormente nel suo posizionamento, quale appuntamento in grado di generare ogni anno nuove relazioni di business di alto profilo e di aprire a nuovi e selezionati mercati. Tra i paesi esteri presenti in visita, dopo la Germania, che come sempre ha rappresentato il bacino d’utenza più rappresentato, sono stati i buyers cinesi a crescere moltissimo e ad insediarsi al secondo posto in graduatoria, a conferma del crescente interesse che Sicam muove nei mercati asiatici. A seguire tra le provenienze esterei ecco poi la Spagna, l’Ucraina e la Russia, e poi via via la Slovenia, la Francia, la Croazia e la Gran Bretagna, oltre a una forte presenza dal nord America. UN TREND DI CRESCITA GRADUALE E COSTANTE Confermato dunque anche quest’anno il trend di crescita, graduale e costante, che ha segnato le tappe di sviluppo del Salone: una crescita che trae origine dal fatto che Sicam rappresenta il momento annuale di aggregazione di tutti i maggiori players internazionali della filiera dell’arredamento. E confermato ancora è anche il successo di un format molto ben rodato e consolidato, che si avvale di un ambiente sempre molto raffinato e particolare in ambito fieristico: un “unicum” da sempre molto apprezzato dagli operatori in fiera. Una novità positiva dell’edizione del “decennale” di Sicam è stata rappresenta-

ta dalla sempre più efficace integrazione con il territorio, resa possibile quest’anno dalle convenzioni stipulate con ATAP per agevolare gli operatori presenti in città nei loro spostamenti e con Ambiente e Territorio, che ha assicurato sconti particolari nei negozi di Pordenone agli operatori presenti per il Salone. “Avevo già detto qualche giorno fa – ha rilevato su questo aspetto Carlo Giobbi, patron di Sicam – che ogni anno di più l’integrazione del Salone con la città si consolida e funziona: i risultati li abbiamo visti anche in questi giorni. Per parte nostra, abbiamo investito tanto nella crescita della manifestazione qui a Pordenone e mi ha fatto piacere vedere come ormai sia riconosciuto da tutti il ruolo importante che Sicam svolge nel generare risorse e sviluppo per questo territorio”.

! THE TENTH EDITION OF SICAM CONFIRMED AS A TOP GLOBAL EVENT The tenth edition of Sicam, the International Exhibition of Components, Accessories, and Semi-Finished Products for the Furniture Industry, closed with a very positive flow of professional and buyers from all over the world. The most highly respected players in international furnishing were present at Pordenone over the past four days. Numbers are up again on the previous edition, endorsing the quality and variety of products on exhibit. Over 8000 companies came to the trade fair to create business opportunities for the 612 exhibitors who, occupying the entire trade fair area and the new hall 10 with over 16,500 square metres of stands, brought the world’s current top level technological and design products to exhibit at Sicam. The international rate of the event was extremely high again this year with 37% foreign visiting professionals and buyers registe-


idml’industria del mobile 45

red from 104 countries abroad. This is an absolute record for the trade fair which has strengthened its standing as an event that annually generates new high-profile business relationships and opens up to new selected markets. Among the visiting foreign countries, after Germany which as always has proved the most highly represented catchment area, it has been the Chinese buyers that have grown immensely to take second place in the standings, thus confirming the growing interest that Sicam holds in the Asian markets. These are followed by Spain, Ukraine and Russia, then Slovenia, France, Croatia and Great Britain, as well as a strong presence from North America. And so, the gradual and constant growth trend has been confirmed again this year, marking the developmental stages of the trade fair: a growth that originates from the fact that Sicamis an event where all the top global players of the furniture sector come together every year. And once more we can see the success of its well-rounded, consolidated format which benefits from an environment that is always very refined and unique in the world of trade fairs: an exemplar which has always been very highly respected by the operators at the trade fair. A positive note of the tenth edition of Sicam was the event’s increased integration with the surrounding area, made possible this year by the special agreements arranged with ATAP to facilitate visiting operators in their comings and goings in the city, and with the local Environment and Territory authority, which ensured particular discounts in Pordenone shops for the trade fair operators. As Sicam’s organiser Carlo Giobbi said, “A few days ago I was talking about how the trade fair’s integration strengthens and works more and more every year and we have seen the results over the past few days. On our part, we have invested greatly in the growth of the event here in Pordenone and it has really pleased me to see how everyone recognises Sicam’s important role in generating resources and development for this area”.


dal 1959

idml’industria del mobile 46

FOCUS SICAM COMPONENTI ALPI

www.exposicam.it

www.alpiwood.com

! NATURAL AESTHETICS AND DESIGN FOR THE NEW 2018 ALPI WOOD COLLECTIONS AND ALPI-ON AND ALPIKORD COLLECTIONS For Alpi the exploration of the beauty of wood and its forms continues this year, with the presentation of the new collections of wood surfaces that set new aesthetic standards, given concrete form in material and cultural quality and the company’s unique approach to design thinking. Based on constructive and harmonious interaction with nature, the new Alpi collections explore the natural environment, expanding beyond the

identity of wood to widen the aesthetic range and to suggest new conceptual dimensions, a synthesis of ongoing research on form and style. Nature interpreted as a dimension that calls for listening and aesthetic contemplation, as the manifestation of a system of signs that can give rise to a game of fluid reflections, material contrasts and fascinating colors. The novel models and patterns introduced by the new collaboration with the design duo GamFratesi take their inspiration from ukiyo-e, the Japanese genre of woodblock prints, reflecting on the movement and interaction of the material to reproduce an instant of nature in the new woods Rain and Cloudy.

Natura estetica e progettuale per le nuove collezioni di legni Alpi 2018 e le collezioni ALPI-On e ALPIkord.

Il progetto e la bellezza L’esplorazione della bellezza del legno e delle sue forme continua quest’anno per Alpi che presenta le sue nuove collezioni di superfici lignee definendo nuove realtà estetiche che concretizzano la qualità materiale e culturale e l’unicità del pensiero progettuale dell’azienda. Nate da un confronto costruttivo e armonico con la natura, le nuove collezioni Alpi esplorano l’ambiente naturale, spingendosi oltre l’identità del legno, per allargare la propria visione estetica e proporre nuove dimensioni concettuali, sintesi di una continua ricerca formale e stilistica.

La natura si pone quindi come una dimensione che deve essere ascoltata, contemplata esteticamente, perché manifestazione di un sistema naturale di segni che possono dar vita ad un gioco di riflessi fluidi, contrasti materici e colori affascinanti.Nuovi modelli e pattern introdotti dalla nuova collaborazione con i GamFratesi che hanno tratto la loro ispirazione dall’ukiyo-e, corrente artistica xilografica giapponese, riflettendo sul movimento ed interazione della materia per riprodurre un’istante della natura nei nuovi legni Rain e Cloudy.

 Velò di Piero Lissoni.  La nuova collezine di pannelli finiti ALPI-On.


idml’industria del mobile 47

Alongside the creations of GamFratesi, once again this year the art director of the company, Piero Lissoni, proposes his own personal interpretation of the identity of wood with Velò, exploring the different structural variants of the material to create new aesthetic contents thanks to Alpi’s capacity to offer products that permit remarkable design freedom. This investigation of the properties of the material has also led to the new proposal Xilo 2.0 Walnut curated by Piero Lissoni, which reproduces the essence of Canaletto walnut, bringing out the unique character of this wood and its intrinsic characteristics through innovative, advanced technologies specially developed by the Alpi research and development team. Besides the new developments in the area of the

ALPIlignum veneers, and the collaborations with designers, this year the company is also introducing a new collection of finished panels, ALPI-On, a functional and versatile solution that updates the vast range of products; and the wood decorative surfaces ALPIkord including 33 chosen patterns. A new narration of the expressive and aesthetic languages of Alpi woods, which continues through exclusive collaborations and innovative projects, expressions of the company’s extensive culture of design and industry, capable of offering products that comply with the values and necessities of the world of design.

Ad accompagnare le proposte dei GamFratesi, anche quest’anno l’art director dell’azienda, Piero Lissoni, propone la sua personale lettura dell’identità del legno con Velò, ricercando le diverse varianti strutturali di questo materiale, per creare nuovi contenuti estetici grazie alla capacità di Alpi di offrire un prodotto che permetta libertà progettuale di questo materiale. Un’indagine del materiale viene anche assolta dalla nuova proposta Xilo 2.0 Walnut curata da Piero Lissoni che riproduce l’essenza del noce canaletto ricercando l’unicità di questo legno e le sue caratteristiche intrinseche attraverso tecnologie innovative e all’avanguardia studiate appositamente dal team di ricerca e sviluppo di Alpi. Accanto alle novità di tranciati ALPIlignum e alle collaborazione con i progettisti, l’azienda introduce la nuova collezione di pannelli finiti ALPI-On, una proposta funzionale e versatile che rinnova la vasta gamma di prodotti, e la collezione di superfici decorative prefinite in legno ALPIkord in 33 decori selezionati. Un nuovo racconto dei linguaggi espressivi ed estetici dei legni Alpi che continua attraverso esclusive collaborazioni e progetti innovativi, espressioni della profonda cultura progettuale e industriale dell’azienda in grado di offrire un prodotto che incontri i valori e le necessità del mondo del progetto.

 Rain&Cloud di Gamfratesi.  L’intramontabile e sempre nuova collezione ALPIWood.


dal 1959

idml’industria del mobile 48

FOCUS SICAM COMPONENTI DOMUS LINE www.domusline.com

Lo sviluppo di apparecchi a LED di qualita e per Domus Line un impegno senza soluzione di continuità. www.exposicam.it

La vocazione al LED

 THEA La progettazione di oggetti dal design distintivo, dalle potenzialita di impiego non convenzionali e di tecnologie di gestione dei dispositivi con sistemi piu smart, ha guidato i progettisti nella creazione delle nuove collezioni che l’azienda ha presentato alla decima edizione di Sicam. Fra le novita di maggior rilievo troviamo THEA, profilo in alluminio per l’installazione sottopensile

in superficie contro parete. Caratterizzato da un’illuminazione a proiezione asimmetrica, THEA integra una strip con 180 LED/metro che garantisce prestazioni illuminotecniche di alto livello sul piano di lavoro. Nella configurazione THEA TD, il profilo integra un interruttore elettronico touch dimmer che "al tocco” accende, spegne e regola la luminosita dell’apparecchio. THEA,


idml’industria del mobile 49

! A VOCATION FOR LED The research for objects with a distinctive design, unconventional use potential and device management technologies, with smarter systems, guided the designers in creating the new collections presented at the tenth edition of Sicam. Among the most important innovations we find THEA, aluminum profile for the installation on the wall surface. Characterized by asymmetrical projection lighting, THEA integrates a strip with 180 LED/meter that guarantees high-level lighting performance on the worktop. In the THEA TD configuration, the profile integrates an electronic touch dimmer switch that "touches", switches off and adjusts the brightness of the luminaire. The AA, available in three finishes - dark stainless steel, matt black and aluminum - can be easily installed thanks to the clips in retractable steel on the back of the profile. In addition, from the collaboration with the leading brands of the Italian furniture industry, APEX H7 is born, a polycarbonate profile designed for flush-mounted installation on milled panel, only 7mm of depth Ideal for vertical installation on the sides of wardrobe cabinets and kitchen columns, thanks to its particular shape, APEX H7 allows flush-mounting panel applications with the profile completely drowned in milling, perfectly integrated into the furnishing system. Domus Line also continues an incessant research and development of minimal devices with high performance in a few millimeters. Thanks to this commitment, FLEXYLED SE H4 is certainly the most innovative product that the market disponibile in tre finiture – dark inox, nero opaco e alluminio - si installa facilmente grazie alle clips in acciaio a scomparsa sul retro del profilo. Inoltre, dalla collaborazione con i brand di riferimento dell’industria dell’arredo italiano, nasce APEX H7, un profilo in policarbonato studiato per l'installazione a incasso a filo pannello su fresata di soli 7mm di profondita. Ideale per l'installazione verticale sui fianchi degli

has ever seen in recent years. Designed for installation on the sides of wardrobe cabinets and also effective in many other applications that require a minimal lighting system, FLEXYLED SE H4 is a flexible LED profile with lateral projection (Side-Emitting). Developed with a new technology of extrusion of diffusing silicone materials, panel wire and therefore without any protrusion, it does not require any adhesives or adhesives in the installation as the soft profile can be inserted simply by pressing. FLEXYLED SE H4 is a no-dot effect device, which guarantees a homogeneous and homogeneous light projection. The Smart Home is now a reality; a growing market on which Domus Line is focused on the development of lighting systems that have integrated management with the most innovative IoT technologies. The heart of the company's proposal is X-DRIVER, a collection of multi-function Smart All-in-One power supplies (110-240Vac) for low voltage LED luminaires with multiple functions. The disconnectable power cord with international plugs makes X-DRIVER a universal power supply, guaranteed by the international certifications ENEC (Europe), UL (USA and Canada), EAC (Russian Federation) and RCM (Australia and New Zealand). X-DRIVER also integrates a slot in which you can insert control modules that allow you to activate two outputs dedicated to infrared sensors with switch and dimmer functions. Or turn the power supply into a wireless receiver for remote controls (mono and multichannel) and, with Bluetooth technology, to manage LED devices via smartphones thanks to the DOMUS4U App available for iOS and Android operating systems. armadi guardaroba e delle colonne cucina, grazie alla sua particolare forma, APEX H7 consente applicazioni a incasso a filo pannello con il profilo completamente affogato nella fresata, integrandosi perfettamente nel sistema di arredo. In Domus Line continua anche un’incessante attivita di ricerca e sviluppo di apparecchi minimali con elevate prestazioni in pochi millimetri di spazio.


dal 1959

idml’industria del mobile 50

FOCUS SICAM COMPONENTI DOMUS LINE

Il cuore della proposta dell’azienda e X-DRIVER, una collezione di alimentatori Smart All-in-One multirete (110-240Vac) per apparecchi a LED in bassa tensione con molteplici funzioni. Il cavo di alimentazione sconnettibile con spine internazionali rende X-DRIVER un alimentatore universale, garantito dalle certificazioni internazionali ENEC (Europa), UL (USA e Canada), EAC (Federazione Russa) e RCM (Australia e Nuova Zelanda). X-DRIVER integra anche una slot nella quale e possibile inserire dei moduli di controllo che permettono di attivare due uscite dedicate a sensori a infrarossi con funzioni di interruttore e dimmer. Oppure di trasformare l’alimentatore in una ricevente wireless per comandi remoti (mono e multicanale) e, con tecnologia Bluetooth, di gestire gli apparecchi a LED tramite smartphone grazie alla App DOMUS4U disponibile per sistemi operativi iOS e Android.

www.exposicam.it

 FLEXYLED SE H4 E grazie a questo impegno, FLEXYLED SE H4 e certamente il prodotto piu innovativo che il mercato abbia mai visto negli ultimi anni. Progettato per l’installazione sui fianchi degli armadi guardaroba ed efficace anche in molte altre applicazioni che richiedano un sistema di illuminazione minimale, FLEXYLED SE H4 e un profilo lineare flessibile a LED a proiezione laterale (Side-Emitting). Sviluppato con una nuova tecnologia di estrusione dei materiali siliconici diffondenti, filo pannello e quindi senza alcuna sporgenza, non necessita di collanti o adesivi nell’installazione in quanto il profilo morbido puo essere inserito in fresata semplicemente a pressione. FLEXYLED SE H4 e un apparecchio no-dot effect, che garantisce una proiezione luminosa omogenea e priva dell’effetto. La Smart Home e ormai una realta; un mercato in forte crescita sul quale Domus Line e concentrata nello sviluppo di sistemi di illuminazione che abbiano una gestione integrata con le piu innovative tecnologie IoT.

 DOMUS4U  X-DRIVER


idml’industria del mobile 51

Il Centro Ricerche Fantoni lavora per la massima integrazione delle varie divisioni del gruppo e per fornire soluzioni sempre innovative che rispondano a una clientela esigente e preparata.

La ricerca Fantoni sulla matericità delle superfici La collezione che Fantoni ha esposto allo scorso Sicam si basa su nuovi decorativi, finiture all’avanguardia e soluzioni provenienti dalla Lacon, l’azienda specializzata in carte melamminiche e laminati. Così la superficie diventa terreno di ricerca per il pannello e conseguentemente per i sistemi fonoassorbenti e gli arredi Fantoni: sensazioni cromatiche e materiche che scaturiscono dalla forza espressiva dei materiali e dal raffinato studio di texture e colori; superfici che diventano elementi di un linguaggio visivo e tattile, una selezione di carte, finiture e colori che prendono ispirazione dalla natura e dalla moda, per progettare ambienti originali, evocativi, accoglienti. In particolare Impronte 2019 è la nuova collezione di finiture per laminati CPL e nobilitati da dieci a quaranta millimetri ottenuta con un’innovativa tecnologia che aggiunge un’ulteriore dimensione alle superfici.

FOCUS SICAM COMPONENTI FANTONI

www.exposicam.it www.fantoni.it

La grande flessibilità di questo sistema supera di gran lunga quella delle tradizionali piastre di nobilitazione, e scardina il concetto tradizionale di Finitura delle superfici. TOTALMENTE ANTIIMPRONTA Fingerfree è una finitura di laminato super-opaco che si avvale di una innovativa tecnologia per essere totalmente antimpronta, definendo un nuovo standard qualitativo. Il laminato, il cui spessore può variare da 0,15 a 1 millimetri, può essere offerto con tecnologia antibatterica, ed è quindi particolarmente destinato a ambienti cucina e bagno, ove vi è la maggior attenzione alla qualità delle superfici. Ma Sicam è anche l’occasione per annunciare ufficialmente una scel-


dal 1959

idml’industria del mobile 52

FOCUS SICAM COMPONENTI FANTONI

www.exposicam.it

! FANTONI RESEARCHES SURFACE TEXTURES The collection presented by Fantoni at the forthcoming Sicam is expanding to include new decorations, innovative finishes and solutions provided by Lacon, the company specializing in melamine papers and laminates. Hence surfaces become the object of research for panels, and consequently for Fantoni furnishings and sound-absorbing systems: physical and optical sensations evoked by the naturally expressive materials and elegantly studied textures and colours; surfaces that become part of a visual and tactile language, a selection of papers, finishes and colours that draw their inspiration from nature and fashion, to design original, evocative and welcoming spaces. Impronte 2019 in particular is the new collection of finishes for CPL laminates and facing sheets between 10 and 40 mm thick, produced using innovative technology that adds a further dimension to surfaces. This system offers a flexibility far superior to that of traditional press plates, and overturns the conventional concept of sur-

face finishes. Fingerfree is a super-matt laminate finish produced using cutting-edge technology to give a totally fingerprint-proof result, setting a new standard in quality. The laminate, with a thickness ranging from 0.15 to 1 mm, can be supplied with anti-bacterial technology, and is therefore particularly suitable for kitchen and bathroom spaces, where greater attention is paid to the quality of surfaces. Sicam is also the perfect occasion to officially announce an important production choice on Fantoni's part: from now on, all MDF production will be CARB p2 compliant. These regulations, greatly prized by the California government, foresee a 40% reduction of formaldehyde emissions (calculated in ppm - parts per million); they are increasingly being applied in Europe too, and furniture producers who trade with the USA need to be compliance-ready. The decision made by the Group from Friuli will ensure that all its clients can supply any international market and take part in public tenders and to comply with CAM (minimum environmental criteria). ta produttiva importante per Fantoni, ovvero che l’intera produzione MDF sarà d’ora in poi CARB p2. Il regolamento tanto caro all’amministrazione californiana riguarda l’emissione di formaldeide e prevede una riduzione del 40% ppm (parti per milione) della stessa; si sta imponendo sempre più anche in Europa, e i produttori di mobili che commercializzano con gli USA hanno la necessità di organizzarsi in tal senso. La decisione presa dal gruppo friulano permetterà a tutta la sua clientela di poter fornire qualsiasi mercato internazionale e di partecipare alle gare pubbliche nel rispetto dei CAM (criteri minimi ambientali).


idml’industria del mobile 53

www.grass.at

FOCUS SICAM COMPONENTI GRASS

Nei dieci anni di Sicam, Grass riceve un grande afflusso di visitatori.

L’edizione dei record www.exposicam.it

La decima edizione di Sicam, il Salone Internazionale dei fornitori dell'industria del mobile, ha continuato uno sviluppo iniziato nel 2009. L'Italia delle fiere ha voluto creare un proprio salone internazionale dedicato ai fornitori dell'industria del mobile. Dieci anni di costante crescita hanno dimostrato che questo progetto ha avuto successo e che le aziende utilizzano questa nuova opportunita di presentare i propri prodotti: gia il terzo giorno, Grass, la specialista di complessi sistemi di movimento, aveva contato piu visitatori allo stand che durante l'intero Sicam 2017. Condizioni meteo perfette hanno accompagnato la decima edizione del Sicam a Pordenone. Allietati da sole e da temperature gradevoli, 612 espositori provenienti da 33 paesi hanno presentato i propri prodotti nel quartiere fieristico. Lo stand di Grass e stato un punto d'incontro internazionale. Visitatori provenienti da 53 paesi hanno avuto modo di conoscere gli ultimi prodotti della specialista di sistemi di movimento. "Al Sicam di quest'anno siamo cresciuti ulteriormente", afferma Marco Muller, amministratore delegato di Grass Italia. "Gia il terzo giorno avevamo superato il numero di visitatori dell'anno scorso. Siamo stati particolarmente soddisfatti che il primo giorno di fiera, al nostro stand abbiamo accolto piu ospiti internazionali che visitatori italiani. Questo dimostra chiaramente quanto sia cresciuto il Salone". Grass e estremamente soddisfatta sia del numero di visitatori che della qualita dei colloqui. L'azienda ha presentato una sezione del suo portafoglio e ha dimostrato ancora una volta molto chiaramente come l'eleganza dei piu diversi progetti di arredamento possa essere applicata con discrezione e con standard elevati all'interno del mobile. "Tutti i prodotti sono stati accolti con grande interesse. Il fascino per Nova Pro Scala e rimasto intatto.

 Lo stand Grass a Sicam 2018, interesse e afflusso di visitatori da record.  Lo stand Grass a Sicam 2018.

 Grass conclude positivamente il Sicam 2018. Con visitatori provenienti da 53 paesi, la specialista di sistemi di movimento ha stabilito un nuovo record di visitatori. L'interesse per i prodotti e soprattutto per Nova Pro Scala e ininterrotto.


dal 1959

idml’industria del mobile 54

FOCUS SICAM COMPONENTI GRASS

www.exposicam.it

 Lo stand Grass

a Sicam 2018, eleganza e funzionalità.

 Sistema ribaltabile

Kinvaro, tra le soluzioni più apprezzate.

evento sia riuscito ad affermarsi in modo cosi positivo", afferma Marco Muller. "Dietro interzum, Sicam ha conquistato il secondo posto nella classifica degli eventi industriali di settore europei".

Con questa soluzione abbiamo sviluppato un prodotto che si inserisce nel portafoglio di ogni produttore di cucine", afferma Marco Muller. Con Nova Pro Scala, Grass offre un sistema completo di cassetti. Basandosi sulla collaudata tecnologia delle guide Nova Pro, Nova Pro Scala offre ai produttori di mobili un interno puristico e dalla bellezza senza tempo. Per Grass, Sicam 2018 non e stato solo un evento di grande successo per i clienti, ma anche la celebrazione del decennale: "Dal 2009 ad oggi, circa cento aziende in tutto il mondo hanno partecipato a tutte le edizioni di Sicam. Grass appartiene a questa cerchia - e siamo lieti che questo

GRASS MOVEMENT SYSTEMS Un gruppo di aziende di successo operante su scala globale, un marchio nuovo inserito nella tradizione nonche una straordinaria varieta di prospettive: ecco come si presenta il gruppo Grass. Con un fatturato di 378 milioni di euro nell’esercizio 2017, circa 1.900 collaboratori in 18 siti produttivi e piu di 200 partner di distribuzione in 60 paesi, il gruppo Grass rappresenta uno dei maggiori specialisti dei sistemi di scorrimento a livello mondiale. In qualita di partner nella progettazione e fornitore di sistemi per l’industria del mobile, Grass crea da settant’anni prodotti e prestazioni che entusiasmano la clientela. I sistemi di guide e cassetti estraibili, i sistemi di cerniere, come pure i sistemi di apertura per ante a ribalta di casa Grass sono tutti prodotti di marca che mettono in movimento mobili dai marchi altrettanto prestigiosi.


idml’industria del mobile 55

! TEN YEARS OF SICAM:

GRASS SETS NEW VISITOR RECORD

The tenth edition of the supplier trade fair Sicam that began in 2009, continued its development. Italy wanted to establish its own international supplier trade fair as a trade fair location. 10 years of constant growth have shown that this project has been successful, and that companies benefit from this new opportunity to present their products: Grass, the specialist for movement systems, had already counted more visitors at their stand on the third day than during the entire Sicam 2017. Perfect weather accompanied the 10th edition of Sicam in Pordenone. 612 exhibitors from 33 countries presented their products at the exhibition during sunny weather and pleasant temperatures. The Grass stand was extremely international. The visitors were from 53 countries who wanted to get to know the latest products from the specialist for move- ment systems. "Because of this, we were again able to increase our sales at Sicam," says Marco Muller, Managing Director of Grass Italia. "We had already exceeded last year's visitor numbers by the third day. What really pleased us was that on the first day of the trade fair, there were more international guests at our stand than Italian visitors. This clearly shows how the trade fair has developed". Grass is extremely satisfied with both the number of visitors and the quality of the discusions. The company presented a sample of its portfolio and once again demonstrated in an impressive way how the elegance of a wide variety of furniture designs can be continued subtly and to a high standard within furniture. "Exhibition visitors showed a lot of interest in our products. The fascination for Nova Pro Scala remained undiminished. With this solution, we have developed a product that

fits into the portfo- lio of every kitchen manufacturer," says Marco Muller. With Nova Pro Scala, Grass offers a complete drawer system. Based on Nova Pro guide technology, which has proven itself a million times, Nova Pro Scala provides furniture manufacturers with a clear, simple, timelessly aesthetic interior. For Grass, Sicam 2018 was not only an extremely successful customer event, but it was also an anniversary celebration: "Around 100 companies worldwide have taken part in every single edition of Sicam from 2009 until today. Grass belongs to this circle, and we are pleased that this event has been able to establish itself so well," says Marco Muller. "Behind interzum, Sicam has secured the second spot in the ranking of European industry events up to 100 percent. Grass Movement Systems - A globally successful group of companies, a fresh brand with tradition and an extraordinary diversity of perspectives – that’s Grass in a nutshell. With sales revenues of 378 million euros in the financial year 2017, some 1,900 employees at 18 locations and more than 200 distributors in 60 countries, Grass ranks among the world’s leading specialists in movement systems. As development partner and systems supplier to the furniture industry, Grass has been creating products which inspire its customers for 70 years. Grass slide and drawer systems, hinge and flap systems are brandname products that move the furniture of prestigious brands.


dal 1959

idml’industria del mobile 56

FOCUS SICAM COMPONENTI HÄFELE

www.hafele.it

www.exposicam.it

Mobili intelligenti con Häfele Connect La nuova e rivoluzionaria APP – la Smart Home è quasi realtà. Häfele Connect è il nuovo sistema per il collegamento intelli- phone. Diventa così possibile controllare tutti i componenti eletgente di mobili e ambienti. Ad interzum 2017 è stata presentata trici del mobile. L’interfaccia di comando è l’App Häfele per la prima volta la APP sviluppata da Häfele, che collega Connect per dispositivi iOS e Android. luce, suono e azionamenti elettrici nel mobile. La base di questo sistema è rappresentata dal driver Loox per luce e suono nel ! THE STARTING POINT mobile e dal nuovo BLE box. Questi componenti, grazie alla loro funzione plug&play e ad una connettività universale, consentono di collegare con gran- Häfele Connect is the new system that is key to smart, networked furniture and rooms. de semplicità mobili di tutti i tipi. La conseguenza logica è l'interazione di mobili intelligenti e The internationally successful Loox LED lighting system for light and sound in furniture is the Smart Home. Il BLE box Häfele Connect permette di controllare tramite app le starting point. Thanks to its plug&play system funzioni del mobile e, in definitiva, anche quelle della stanza. and universal connectivity, furniture of all Aprire, illuminare, configurare: Häfele ha mostrato all’industria e kinds can easily be electrified, even for future all’artigianato esempi di applicazioni future che sono possibili applications. già oggi. Il BLE box Häfele Connect viene collegato al driver Loox e connesso senza fili mediante Bluetooth Low Energy con uno smart-


idml’industria del mobile 57 Già oggi è possibile attivare, disattivare, variare la luminosità di lampade standard, multiwhite e RGB, regolare la temperatura del colore e il colore luce. Inoltre possono essere impostati scenari luminosi a seconda delle diverse occasioni, richiamandoli con il tocco di un dito. Il sistema prevede anche il comando dei componenti audio. Con un semplice tocco si possono controllare dispositivi di sollevamento TV, ante scorrevoli elettriche e altri azionamenti elettrici. L’App consente di individuare altri BLE box nella stanza e di integrarli in “My Networks” su smartphone e/o tablet. Tutti gli scenari memorizzati possono essere estesi o combinati in modo personalizzato. La Smart Furniture è quindi già diventata realtà. Il sistema, che può essere applicato in ogni momento su tutti i dispositivi Loox esistenti, è già disponibile.


dal 1959

idml’industria del mobile 58

FOCUS SICAM COMPONENTI ICA

www.icaspa.com

Il Gruppo Ica protagonista dell’innovazione a Sicam di Pordenone.

www.exposicam.it

 Lorenzo Paniccia e Pietro Ferrari per Iridea.

Per Ica un Sicam all’insegna del nuovo

Sono X-Matt, Iridea BIO e INK le novità che Ica ha presentato nel mese di ottobre a Sicam di Pordenone. X-Matt è una vernice per arredi interni, anti-graffio e con potere autoriparante, era un obiettivo della ricerca più estrema, oggi è diventato una realtà. Si tratta di un prodotto ad alta tecnologia per superfici ultra opache e dalla resistenza estrema. In pratica, grazie al calore, riesce a cancellare in pochi secondi i graffi superficiali che si sono creati, proprio come fa una buona gomma con un tratto di matita sul foglio. Queste prestazioni sorprendenti sono valse a X-Matt un premio a Xylexpo nello scorso mese di maggio a Milano. Oltre a resistere al graffio, X-Matt resiste alle macchie di caffè, ai liquidi freddi (UNI EN 12720) ed è anti-impronta. A conferma dello spirito di sostenibilità che permea l’azienda, Ica ha creato un prodotto con ridotte emissioni di composti organici volatili (VOC). È Rinaldo Guagnoni a parlarci di questo recente risultato della ricerca Ica: “Consideriamo che oggi la qualità del mobile italiano nel mondo si riconosce, oltre che per la qualità intrinseca e il contenuto di design anche per il livello dei materiali di rive-

stimento, quindi noi siamo su di una bellissima scacchiera in cui più che il colore vediamo quello che viene sempre più richiesto, la tattilità: finiture molto morbide e molto touch. La nostra linea X-Matt vernici a bassissima opacità con due tecniche applicative: essiccazione tramite ultravioletto o vernici all’acqua bicomponenti. Si tratta di prodotti idonei a qualsiasi ambienti – bagno, cucina, notte – ma con quello che il mercato oggi richiede, ovvero vernici antiriflettenti, antimpronta, antigraffio ma, nell’eventualità del graffio, vernice autoriparante: quindi la matericità del prodotto con delle caratteristiche intrinseche elevate. Si esprime in modo eccellente nell’aspetto legno. Non parliamo più di un prodotto tradizionale ma di un prodotto di elevato valore estetico che valorizza, esalta la caratteristica del legno con una definizione ottimale del poro aperto, una tattilità che fin dal primo giorno sta riscontrando un successo che pensiamo possa concretizzarsi nel risultato di essere la prima finitura nel prossimo Salone del Mobile di Milano”. La linea BIO, dal punto di vista della sostenibilità va ben oltre: il suo ciclo di produzione permette di tagliare drasticamente le

 Rinaldo Guagnoni e Lorenzo Paniccia per X-Matt.


idml’industria del mobile 59

 Rinaldo Guagnoni e Pietro Ferrari per Iridea Ink.

emissioni di CO2 in atmosfera e non deriva dal petrolio bensì da materiali rinnovabili generati da innovativi processi di raffinazione di sostanze vegetali “di scarto” non in competizione con l’alimentazione umana. È presente sul mercato da oltre un anno ed è particolarmente utilizzata per arredi interni e per manufatti esposti all’esterno con i nomi di Iridea BIO e Arborea BIO. Nel mese di ottobre alla fiera internazionale GlassTec di Düsseldorf è stata lanciata anche la linea Bio per il vetro. Last but not least, INK è un’innovazione che porta un significativo cambiamento nella realizzazione dei coloranti per legno e rappresenta un modo per soddisfare sempre di più le esigenze di professionisti, designer

! NEW FROM ICA Total respect for the environment - Iridea Bio paints are made from plant-based matter, and dry quickly, become very hard and possess greater non-yellowing propertiother coating products on the market made with alkyd resins from renewable sources. Iridea Bio monoand bi-component coats are also easier to sand and more resistant when subsequent coats are applied, meaning they can be used in intensive industrial processing cycles. Because of its manufacturing process and the raw materials, Iridea Bio contains no chemicals that are harmful to the environment or to human health. High performance ultra-matt – X-Matt line of coatings for interior furnishings can be applied to any kind of surface.

e architetti, che devono poter disporre di soluzioni performanti e innovative. INK è una serie di coloranti concentrati che, seguendo semplici indicazioni, permette di ottenere moltissime tinte di grande impatto cromatico. Partendo da dieci colori primari si possono ottenere oltre 150 colorazioni pronte all’uso e molte altre tonalità intermedie. Questo sistema tintometrico ha dei vantaggi assoluti: la formulazione è semplice e quindi il colore può anche essere prodotto in autonomia, velocizzando i tempi. Non ultimo, la sua riproducibilità, proprio grazie alla formula di composizione, è sempre costante. A tutto questo impegno di ricerca, si affiancano una condivisione di saperi e un’approccio al mercato molto avanzati, è ancora Rinaldo Guagnoni a parlarcene: “Abbiamo organizzato degli incontri con gli Ordini degli Architetti Provinciali, fornendo anche crediti formativi, e abbiamo fatto anche un bellissimo workshop con Cosmob, un evento molto gratificante per la nostra attività, perché normalmente noi delle vernici siamo visti come coloro che portano il prodotto dal cliente e lo fanno applicare, noi, invece, ormai riteniamo di avere la giusta maturità per affiancare il cliente su un progetto più strutturale, rispondere al bisogno del cliente e fare un percorso assieme ad esso. Questo è un concetto di partnership che passa anche attraverso l’evoluzione che oggi abbiamo maturato in azienda e per cui siamo in fase di accreditamento di un nuovo laboratorio analisi con Accredia. Questo è un fatto estremamente positivo, perché creerà, una volta ottenuto, delle sinergie importanti con altri laboratori. Fornendo a livello italiano delle certezze riusciamo a rendere al cliente un servizio a 360 gradi”. “Per noi - conclude Rinaldo Guagnoni – il Sicam di Pordenone è la settimana di confronto con il nostro patrimonio, quindi un appuntamento irrinunciabile che ci permette di stabilire le corrette strategie per il settore del mobile”.

It is designed to create high performance ultra-matt surfaces in terms of their chemical-physical structure and with self-healing properties, while maintaining a lower VOC content compared to UV conventional coatings. A significant change - INK is an innovation that leads to a significant change in the production of designers and architects, who must have high-performance and innovative solutions. INK is a series of concentrated dyes which, following simple indications, allows to obtain many colors of great chromatic impact. Starting from ten primary colors you can get over 150 colors ready for use and many other intermediate shades.


dal 1959

idml’industria del mobile 60

FOCUS SICAM COMPONENTI MARA

www.exposicam.it

www.marasrl.it

Moltissimi i visitatori che, nel corso dei quattro giorni, hanno potuto vedere e testare gli innovativi e funzionali sistemi brevettati Mara per tavoli ribaltabili, pieghevoli e fissi ma anche sistemi per sedute. Mara, in occasione di Sicam ha messo in mostra Libro: il sistema di chiusura per tavoli salvaspazio di grandi dimensioni richiudibili in soli 40 cm. Disponibile in un’ampia gamma di dimensioni viene proposto nelle collezioni Argo e Timmy e puo essere utilizzato per sale conferenza, riunioni e coworking e dona agli spazi una straordinaria flessibilita di utilizzo. Il sistema di chiusura meccanico rende il tavolo facilmente manovrabile da una sola persona. Libro e testato CATAS EN 15372:2016 a dimostrazione della propria robustezza, affidabilita e sicurezza. L’esclusivo sistema antishock brevettato Mara, di cui e dotato, e in grado di tenere in

sicurezza le mani dell’utilizzatore durante l’apertura del tavolo. Mara affianca inoltre al proprio catalogo di prodotti finiti un’ampia gamma di componenti e semilavorati proposti in diverse finiture e materiali. L’innovativo e sofisticato centro di produzione e l’esperienza nella progettazione tecnica permettono inoltre di soddisfare al meglio le esigenze funzionali ed estetiche di design, anche nel caso di articoli speciali realizzati su progetto. “Anche quest’anno altissimo e stato il tasso di internazionalita che ha premiato la qualita e la varieta delle proposte in esposizione – commenta Laura Marchina, AD di Mara Srl - siamo molto soddisfatti di questo appuntamento annuale che si conferma punto di incontro per tutti i maggiori buyers internazionali della filiera dell’arredamento”.

Una soluzione pratica e versatile Mara protagonista nell’appuntamento internazionale Sicam.


idml’industria del mobile 61

! MARA AT SICAM During the four days of the fair, many were the visitors who had the opportunity to see and test the innovative and functional systems patented by Mara for tilting, folding and fixed tables, as well as seating systems. Mara, on this occasion put on display Libro: the mechanical folding system for space saving of large dimensions, which can be closed in 40 cm. Available in a wide range of sizes, it is being proposed in the Argo and Timmy collection, and can be used for conferences, meetings, co-working and training, whilst giving the location usage flexibility. The mechanical folding system makes this table easy to move by one person alone. Libro is EN 15372:2016 certified, which proves its robustness, reliability and security. The table is equipped with the exclusive antishock system, designed and patented by Mara, which is able to keep the user’s hands safe when opening the table. Mara even enriches its finished products catalogue with a wide range of components and semi-finished products offered in different finishes and materials.

 Vari aspetti di Libro, una geniale soluzione di Mara per l’arredo.

The innovative and sophisticated production center and the experience in technical design also make it possible to satisfy functional and aesthetic requirements at its best, even with regard to special custommade items. “Also this year there has been a very high rate of internationality, which has rewarded the quality and variety of the displayed proposals - comments Laura Marchina, CEO of Mara Srl - We are very satisfied with this annual appointment, which confirms itself as a meeting point for all the major international buyers in the furniture supply chain”


dal 1959

idml’industria del mobile 62

FOCUS SICAM COMPONENTI OSTERMANN

www.ostermann.eu

www.exposicam.it

Il cemento protagonista Nuovi bordi con effetto cemento per il trend del momento. Ostermann offre una vasta selezione di bordi in ABS con effetto cemento. Vista la crescente richiesta per le finiture in "stile industriale", l'ampia gamma di prodotti è stata di recente notevolmente ampliata. Un esempio è il nuovo bordo ABS Calcestruzzo Chicago grigio chiaro. Il cemento non è tutto uguale - a seconda delle proprietà del materiale la formulazione del calcestruzzo varia leggermente e

spesso di conseguenza anche il suo colore. Inoltre, la struttura superficiale del calcestruzzo dipende dalla forma dello stampo utilizzato e dalla successiva lavorazione. Non a caso i produttori di superfici offrono ora una così ampia varietà di decori in tinta cemento. Per rispondere in maniera adeguata a questa varietà, Ostermann fornisce ora più di 20 diversi bordi ABS con effetto cemento.


idml’industria del mobile 63

!" INFORMAZIONI SU OSTERMANN GmbH

Il gruppo Ostermann con sede centrale a Bocholt (Germania) è il rivenditore leader nel settore della falegnameria con un'esperienza pluriennale, un forte orientamento al cliente e un trend in continua espansione. Con più di 400 dipendenti e la spedizione di fino a 6000 articoli al giorno, Ostermann è leader europeo per il commercio di bordi e ferramenta. Nella gamma Ostermann in costante crescita rientrano, tra gli altri, utensili e macchine, componenti di design come maniglie e pomelli, articoli per l'installazione e il montaggio e molti altri prodotti.

!" INFORMAZIONI SU OSTERMANN ITALIA S.R.L.

Ostermann Italia ha sede nei pressi di Padova, in una posizione centrale nella produzione del mobile italiano. Da qui Ostermann Italia consegna il più grande assortimento di bordi d‘Europa entro 24 ore nelle quantità richieste a partire da 1 metro direttamente dal proprio magazzino in tutta Italia. Grazie alla comprovata esperienza nel settore dei bordi, Ostermann Italia offre un servizio unico, orientato alle necessità dei clienti italiani. Un invitante Showroom nella filiale di Vigonza mostra l‘enorme varietà dell‘assortimento di bordi Ostermann.

Novità: bordo ABS Calcestruzzo Chicago grigio chiaro. Un esempio delle numerose novità di Ostermann è il bordo in ABS Calcestruzzo Chicago grigio chiaro. Questo è stato ideato dagli esperti di Ostermann in abbinamento al pannello EGGER F 186 ST9 Calcestruzzo Chicago grigio chiaro. È disponibile nelle larghezze 23, 33, 43 e 100 mm e negli spessori 1 e 2 mm. Nel caso si preferissero le superfici in effetto cemento più scure, è a disposizione il bordo ABS con le stesse dimensioni adatto al pannello Calcestruzzo Chicago grigio scuro. Numerose altre novità - Con i bordi Cemento loft, Smooth Concrete e Smooth Concrete marrone si aggiungono alla collezione altri 4 decori cemento con finitura Miniperl. Per superfici in tinta cemento con finitura liscia o lucida, Ostermann presenta i bordi Dark Atelier, Light Atelier e Cemento Apolo. Adatti invece ai decori

effetto cemento con finitura pietra sono i nuovi bordi Cemento naturale, grigio cemento imitazione, antracite cemento imitazione, Claystone grigio e Claystone bianco. Tutti i bordi sono disponibili nelle larghezze 23, 33, 43 e 100 mm e negli spessori 2 e / o 1 mm. Su richiesta, lo specialista può anche sezionare i bordi da 100 mm in qualsiasi larghezza desiderata. Bordi in ogni lunghezza a partire da 1 metro. Per i bordi nei decori di tendenza è sempre utile potere effettuare ordini dei metraggi necessari, in quanto ciò consente di risparmiare quantità residue ed evitare inutili costi di stoccaggio. Inoltre, chi acquista online da Ostermann non solo trova il bordo che sta cercando in modo molto rapido, ma beneficia anche di uno sconto online del 2%. La spedizione della merce disponibile a magazzino avviene il giorno stesso. I bordi vengono quindi consegnati entro 24 ore.


dal 1959

idml’industria del mobile 64

FOCUS SICAM COMPONENTI RIEPE OMNIA KOLL

www.exposicam.it

www.riepe.eu www.omniakoll.com

Un pioniere e la sua visione

Riepe è sinonimo di valore aggiunto in termini di qualità nella fase di bordatura.

Incontriamo, nei giorni intensi di Sicam, René Riepe, titolare dell’omonima azienda tedesca rappresentata in Italia da Omnia Koll di Pesaro.

Pietro Ferrari – Qual è l’importanza dei prodotti Riepe per ottimizzare la resa nel campo della bordatura? René Riepe – Semplicemente, la tecnologia Riepe intesa come sistemi di spruzzatura e prodotti utilizzati diventa importante nel mondo della bordatura soprattutto quando vogliamo avere un pannello con una finitura molto elevata privo di residui di colla, garantendo la possibilità di disporre di un pannello pronto per essere venduto subito dopo la bordatura senza prenderlo di nuovo in mano successivamente. Questa in poche parole è la funzione più importante che riassume il concetto dei prodotti Riepe che vanno visti come un sistema completo. La nostra azienda è sul mercato da 35 anni ed è l’inventrice di questo sistema che non solo unisce tecnologie di spruzzatura e

liquidi ma anche servizio, esperienza tecnica e sviluppo, analisi, laboratorio, materie prime. Non è certo prendendo i colori dei diversi liquidi che si possono realizzare prodotti uguali. Noi nel mercato troviamo molti altri prodotti ma nessuno equivalente a quello che Riepe ha inventato. Siamo i pionieri di questo sistema di finitura superficiale relativo alla bordatura. Un altro punto molto importante è la qualità del sistema Riepe, che è più che un prodotto ma integra diversi aspetti di tecnologia e di materiali, che permettono di garantire gli impianti con il sistema Riepe, questo da sempre e nei confronti dei maggiori costruttori non solo europei. Noi non siamo solo un fornitore ma un partner per i produttori di macchine, in grado di coprire tutto il service nel mondo e di aiutare anche il produttore e il costruttore delle macchine a risolvere delle problematiche ovunque si trovi il cliente finale. Pietro Ferrari – C’è stata un’evoluzione nel tempo in questi 35 anni di vita del sistema? René Riepe – Per quanto riguarda il sistema di spruzzatura in particolare c’è stata un’innovazione significativa, perché par-

 René Riepe con Luca Pevere di Omnia Koll allo stand di Sicam.  Vedute dello stand di Omnia Koll a Sicam.


idml’industria del mobile 65

tiamo all’inizio da un semplice ugello costruito con i materiali disponibili al tempo fino a oggi dove abbiamo dei materiali qualitativamente molto alti con la possibilità di disporre di ugelli con regolazione che permette di ridurre i quantitativi di liquidi spruzzati pur mantenendo quella che è la qualità del prodotto senza compromessi. Ovviamente anche i liquidi hanno avuto la loro evoluzione ma in questo caso si sono via via adeguati alle esigenze del mercato: per esempio, quando è stato inserito il poliuretanico nel settore della bordatura anche i liquidi si sono evoluti, con l’introduzione di un liquido specifico e con l’evoluzione degli altri prodotti per adeguarli al nuovo materiale. Un’altra variabile importante nell’evoluzione dei liquidi è stata quella determinata dell’evoluzione dei materiali utilizzati per i bordi e via via Riepe si è mossa per dare una soluzione immediata alle esigenze del mercato. L’introduzione sul mercato di liquidi nuovi è nata dalla necessità di seguire l’evoluzione dei materiali dal pvc all’abs e in questo siamo sempre i primi a introdurre innovazione e questo lo facciamo in oltre ottanta Paesi nel Mondo. Chiaramente qui parliamo di un prodotto altamente qualitativo che garantisce la stessa qualità universalmente. Riepe sviluppa, produce ed è leader nel proprio mercato. Pietro Ferrari – Come è strutturata la presenza di Riepe sul mercato italiano, ci sono delle specificità su questo mercato? René Riepe – L’Italia è per noi un mercato molto importante con un potenziale molto elevato ed è importante per noi proprio per questo appoggiarci a un’azienda come Omnia Koll che è il distributore unico in Italia sia per gli aspetti commerciali sia per mantenere l’alto profilo professionale del marchio Riepe anche in questo Paese. Non ci possiamo permettere di avere un partner che non rispecchi la qualità e le caratteristiche della casa madre. In Italia come, d’altra parte, in Germania la richiesta del cliente è molto elevata e, quindi, noi dobbiamo, con questa partnership Omnia Koll, mantenere alta la risposta alle esigenze del mercato. Pietro Ferrari – Nel contesto di Fabbrica 4.0 e, in senso più lato, delle reti di aziende, Riepe ha uno specifico interesse? René Riepe – Conosciamo molto bene questo tema, perché noi abbiamo quattro prodotti e zero tasso dì errori. Parlando seriamente

4.0 è per noi un progetto molto importante, ci stiamo lavorando da tempo con grande impegno in collaborazione con i grandi costruttori di macchine e presto, su questo tema, ci saranno delle proposte importanti già dalla prossima edizione di Ligna. Pietro Ferrari – Qual è da parte di Riepe la valutazione di quella che è l’evoluzione delle tecnologie di bordatura? René Riepe – Sappiamo benissimo che la tecnologia deve andare avanti e non può certo tornare indietro, però fino adesso abbiamo visto che tutte le tecnologie, per moderne e avveniristiche che siano, sono rimaste legate a produzioni limitate che non fanno il mercato. Il poliuretanico nella bordatura ha ancora una lunga vita. Pietro Ferrari – In questo momento qual è il prodotto di più recente introduzione nel sistema Riepe? René Riepe – Nell’ambito dei prodotti ausiliari abbiamo sviluppato un abbinamento tra liquido di pulizia e dispositivo di applicazione per la manutenzione dei cingoli gommati, questo prodotto viene applicato automaticamente pulendo i cingoli in maniera impeccabile.


dal 1959

idml’industria del mobile 66

FOCUS SICAM COMPONENTI RIEPE OMNIA KOLL

www.exposicam.it

! A PIONEER AND HIS VISION On the intense days of Sicam, we meet René Riepe, owner of the homonymous German company represented in Italy by Omnia Koll of Pesaro. Pietro Ferrari - What is the importance of Riepe products to optimize yield in the edging field? René Riepe - Simply, the Riepe technology intended as spraying systems and used products becomes important in the edgebanding world especially when we want to have a panel with a very high finish without glue residues, ensuring the possibility of having a panel ready to be sold immediately after the edging without taking it back into the hands afterwards. This in a nutshell is the most important function that summarizes the concept of Riepe products that should be seen as a complete system. Our company has been on the market for 35 years and is the inventor of this system that not only combines spraying and liquid technologies but also service, technical experience and development, analysis, laboratory, raw materials. It is certainly not by taking the colors of the different liquids that you can make equal products. In the market we find many other products but none equivalent to what Riepe invented. We are the pioneers of this surface finishing system for edging. Another very important point is the quality of the Riepe system, which is more than a product but integrates different aspects of technology and materials, which allow to guarantee the systems with the Riepe system, this has always been and towards the major manufacturers not only Europeans. We are not just a supplier but a partner for machine manufacturers, able to cover all the service in the world to help the manufacturer and the machine builder to solve problems wherever the end customer is. Pietro Ferrari - Has there been an evolution over time in these 35 years of system life? René Riepe - As regards the spraying system in particular, there has been a significant innovation, because we start from the beginning with a simple nozzle built with materials available at the time up to today where we have very high quality materials with the possibility of having nozzles with adjustment that allows to reduce the quantity of liquids sprayed while maintaining the quality of the product without compromise. Of course, liquids have also evolved, but in this case they have gradually adapted to the needs of the market: for example, when the polyurethane has been added to the edging sector, liquids have also evolved, with the introduction of a liquid specific and with the evolution of the other products to adapt them to the new material.

Another important variable in the evolution of liquids was that determined by the evolution of the materials used for the edges and gradually Riepe moved to give an immediate solution to the needs of the market. The introduction of new liquids onto the market arose from the need to follow the evolution of materials from PVC to ABS and so on, in this we are always the first to introduce innovation and this in over eighty countries in the world. Clearly here we talk about a high quality product that guarantees the same quality worldwide. Riepe develops, manufactures and is a leader in its market. Pietro Ferrari - How is the presence of Riepe in the Italian market structured? are there specific features on this market? René Riepe - Italy is a very important market for us with a very high potential and it is important for us, precisely for this reason, to rely on a company like Omnia Koll which is our sole distributor in Italy both for the commercial aspects and for maintaining high professional profile of the Riepe brand also in this country. We can not afford to have a partner that does not reflect the quality and characteristics of our company. In Italy as in Germany, the customer demand is very high and, therefore, we must, with this partnership Omnia Koll, keep up the response to the needs of the market. Pietro Ferrari - In the context of Fabbrica 4.0 and, in a broader sense, of the networks of companies, does Riepe have a specific interest? René Riepe - We know this subject very well, because we have four products and zero error rates. Seriously speaking 4.0 is a very important project for us, we have been working on it for a long time with great commitment in collaboration with the great machine builders and soon, on this theme, there will be some important proposals already from the next edition of Ligna. Pietro Ferrari - What thinks Riepe of the evolution of edgebanding technologies? René Riepe - We know very well that technology must go ahead and certainly can not go back, but until now we have seen that all the technologies, for modern and futuristic thay are, remaining tied to limited productions that do not make the market. The polyurethane in the edging still has a long life. Pietro Ferrari - What is the most recent product in the Riepe system right now? René Riepe - n the field of auxiliary products we have developed a combination of cleaning fluid and application device for the maintenance of rubberized tracks, this product is applied automatically and clean perfectly the tracks.


idml’industria del mobile 67

www.panotec.com

FOCUS SICAM COMPONENTI PANOTEC

Un fedelissimo della manifestazione e un leader nel campo delle macchine per imballaggio.

Dieci anni di Panotec a Sicam

www.exposicam.it

 La macchina Evo.  Particolare dei meccanismi

di funzionamento, solidi e razionali.

Panotec è stata uno degli espositori al Sicam sin dalla prima edizione, celebrando così il decimo anniversario nel 2018. Perché il Sicam? Perché Panotec è leader nella produzione di macchine per imballaggio che realizzano< scatole su misura adatte anche alle aziende produttrici di componenti ed accessori nell’industria del mobile. Quest’azienda, con base a Cimadolmo (Treviso), ha stabilito una dominanza in questo mercato grazie alle qualità dei suoi prodotti sin dalla sua fondazione nel 1986. Molte aziende da tutto il mondo hanno già scelto le soluzioni Panotec perché hanno riconosciuto i numerosi vantaggi che queste macchine potevano portare al proprio business. Infatti, grazie alle macchine Panotec, è possibile produrre scatole su misura per ogni tipo di prodotto a partire dal modulo continuo di cartone e direttamente sul posto di produzione. Questo aiuta ad evitare di avere capitale bloccato in magazzino, a ridurre i costi di inventario, a semplificare la gestione degli imballaggi, data la possi-


dal 1959

idml’industria del mobile 68

FOCUS SICAM COMPONENTI PANOTEC

www.exposicam.it

bilità di produrre le scatole su misura just in time, eliminando così il volume di scatole in stock. Di conseguenza lo spazio a magazzino utilizzato per le scatole viene ridotto, così come il tempo impiegato nella sua gestione. Il tempo risparmiato può essere utilizzato per incrementare la produzione e ottimizzare il processo di imballaggio.

Panotec può trovare la soluzione migliore per ogni cliente, offrendo flessibilità e tecnologia e software affidabili che integrano perfettamente il sistema gestionale del magazzino. Una volta trovata la soluzione migliore, il dipartimento di assistenza clienti Panotec segue l’installazione, il training e il servizio di assistenza post-vendita. DALLO STANDARD Con una semplice connessione VPN, i suoi ingeAL PERSONALIZZATO gneri possono connettersi alle macchine dei Gli accessori e le macchine Panotec per fare scatole permet- clienti e dare loro assistenza istantanea. In quetono di creare i modelli di scatole FEFCO più utilizzati, ma anche sto modo, il 99% dei problemi possono essere scatole speciali personalizzate che sono create in base alle esi- risolti grazie a una semplice connessione intergenze del cliente. net. Che siano standard oppure speciali, tutte le scatole sono della misura perfetta per gli articoli che devono essere imballati perché sono prodotte a partire dalle dimensioni dei prodotti permettendo così di minimizzare l’uso di cartone, di ridurre i costi di spedizione e di prevenire il danneggiamento degli articoli durante il trasporto. Inoltre, grazie alle macchine Panotec possono essere prodotti anche riempitivi di cartone nel caso in cui ci fossero dei prodotti che necessitano di protezione extra.


idml’industria del mobile 69

! PANOTEC, TEN YEARS AT SICAM Panotec has been an exhibitor at Sicam since its very first edition, celebrating its 10th anniversary in 2018. Why Sicam? Because Panotec is leader in the production of packaging machines that make customized cardboard boxes suitable for companies that produce components and accessories in the Furniture Industry.This company, based in Cimadolmo (Treviso – Italy) has established market dominance through the quality of its products since its foundation in 1986. Many companies from all over the world have already chosen Panotec solutions because they saw the many advantages that these machines could bring to their businesses. In fact, thanks to Panotec machines you can produce right sized boxes for every product out of corrugated cardboard and directly on the place of their use. This helps to avoid having working capital tied up in stock, reducing inventory costs, simplifying packaging management, as one can create his own cardboard boxes just in time, eliminating the volume of obsolete inventoried boxes. The storage space for corrugated material is therefore reduced, exactly like the time required for the handling of it. This saved time can be used to increase production and streamline the packing process.

Panotec Box Making Machines & Equipment allows to create the most used FEFCO box models, as well as special customized boxes that are specifically created according to customer’s needs. Weather standard or special, each box fits perfectly the items to be packed as it is produced starting from products sizes, so to minimize the use of corrugate, reduce shipping costs and prevent items from being damaged during transport. However, cardboard fillers can also be produced with Panotec box on demand machines, in case extra protection is needed for products which need special care. Panotec can find the best solution for every costumer, offering flexible, reliable technology and software that perfectly integrates with the customers’ WMS. Once the best solution is found, Panotec service department follows installation, training and after sales service. With a simple VPN connection, our engineers can connect to the customers’ machines and give instant help. This way, the 99% of issues can be solved thanks to a simple internet connection. Panotec vision is to bring its made in Italy machines all over the world, giving its customers high quality products and cutting edge technology.


dal 1959

idml’industria del mobile 70

PUBBLIREDAZIONALE VAN HOECKE Fausto Massioni Sales Manager Italy per TA’OR Mobile +39 377 1138519 mas@taor.com

taorbox.com vanhoecke.com

!"“Non avere nella tua casa nulla che tu non sappia utile, o che non creda bello”. “Have nothing in your house that you do not know to be useful, or believe to be beautiful”. (William Morris)

TA’OR BOX Il design all’infinito Rivoluzionario nel mondo del design e versatile come si conviene, TA'OR BOX apre a nuove possibilità di creazione di tutti i generi. Sviluppato e prodotto da Van Hoecke, il cassetto è stato sviluppato grazie ad anni di esperienza e di collaborazioni dell’ambito dell’industria del mobile. Il cassetto in legno si distingue per le sue linee

dritte, filiformi. La raffinatezza degli elementi laterali accentua il design essenziale e minimalista. La varietà delle finiture impiallacciate o dei decori in legno permettono di integrare TA'OR perfettamente nelle vostre soluzioni d’arredo. Il sistema, unico nel suo genere, consente di combinare tutti i colori e tutti i materiali, all’in-


idml’industria del mobile 71

! TA’OR BOX – ENDLESS DESIGN OPTIONS With its pioneering design and properly versatile, TA’OR BOX creates entirely new design possibilities. Developed and produced by Van Hoecke, thanks to years of experience as a partner in the furniture industry. The wooden drawer stands out thanks to its straight lines. The slender side panels accentuate the clear, minimalist design. Finished in various types of high-quality veneer or stylish wood decor, TA’OR BOX blends beautifully into every interior. The unique system allows all colours and materials to be combined, both inside and outside, and therefore gives even greater freedom for personalisation. In doing so, TA’OR BOX provides uncompromising quality and beauty in the furniture domain, even in great detail.

terno come all’esterno del cassetto, offrendo ancora spazio alla creatività per ulteriori personalizzazioni. In questo modo TA'OR BOX propone, nell’interior design, una qualità e una bellezza che non accettano compromessi, persino nei minimi dettagli.

Photo Credits: Maurizio Toni


dal 1959

idml’industria del mobile 72

www.surteco.it

GRANDANGOLO COMPONENTI La capacità di Surteco di rispondere alle complessità del mondo delle superfici, pone il Gruppo tedesco in pole position. SURTECO

Un mondo di superfici

Foglia PET

Foglia PET Il mondo innovativo, tecnico e complesso a cui fanno riferimento le superfici a base plastica abbraccia ormai tutti i settori produttivi del macro settore arredamento, siano essi mobili, complementi per gli interni, parti di arredamento per la casa, porte (interne) o caravan. In questi anni il Gruppo Surteco seguendo questo trend, evidente a livello mondiale, ha investito molte risorse nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti che potessero affiancarsi ai prodotti “tradizionali”. Il risultato di questi sforzi è che, dalla seconda metà del 2018, Surteco Italia ha arricchito la sua, già vasta, gamma di prodotti in riferimento alle superfici a base plastica. I temi sono i più disparati, tanti quanti le diverse materie prime utilizzate in produzione. Ognuna con le sue peculiarità, queste materie prime vanno ad arricchire sempre più la gamma esteti-

Foglia PET


idml’industria del mobile 73

! A WORLD OF SURFACES The innovative, technical and complex world referred to by the plastic-based surfaces now embraces all the production sectors of the macro furniture sector, be they furniture, interior accessories, home furnishings, doors (interior) or caravans. In recent years, the Surteco Group, following this trend, worldwide sensible, has invested a lot of resources in the research and development of new products that could complement the "traditional" ones. The result of these efforts is that, since the second half of 2018, Surteco Italia has enriched its already vast range of products with reference to plastic-based surfaces. The themes are the most disparate, as many as the different raw materials used in production. Each with its peculiarities, these raw materials are increasingly enriching the proposed aesthetic range, but above all to satisfy every single production and commercial need. Surteco strength is to be able to respond to any need expressed by our customers by offering them three different solutions, each one personalized and absolutely avant-garde: • Polypropylene (PP) is the new arrival among our products: light, very engaging in printing and even more in natural and opaque finish, it lends itself to interpreting with style every detail through an essence, a solid color or a fantasy .

The PP, always recognized as environmentally friendly material, is in first place in every situation in which we want to combine aesthetics, respect for the environment and the right economic target. Speaking of digital printing with a textured finish, it is the perfect product for small projects and contract. • Polyvinyl chloride (PVC), always in our range, is constantly evolving, becoming synonymous with excellence for its stability and durability. The new "hammered leather" finish, with 0 gloss, meets elegantly and punctually one of the needs existing in the demanding world of architecture. Starting from working in a membrane press and arriving to wrap all the profiles, handles and drawers, we give a complete combination with an excellent thermo-formability. Wood, metal plates or soft textures to be discovered that elegantly combine elegantly with deep wood, fabric and leather finishes. • Polyethylene terephthalate, known as PET, is the most modern material with its characteristics of resistance and eco-sustainability, making it the most advanced surface on the market at the moment. Our precious deep embossed collection, meeting the most profound material in its most absolute naturalness, meets avantgarde style and originality in use through a great variety of beautiful, super opaque solid colors (combined, in color, with deep embossed). For this material, precious in aesthetics, we also wanted to add the value of the service, making it available very quickly directly from our warehouse ca proposta, ma soprattutto a soddisfare ogni singola necessità produttiva e commerciale. La nostra forza è quella di poter rispondere a qualsiasi esigenza manifestata dai nostri clienti offrendo loro tre diverse soluzioni, ognuna personalizzata e assolutamente all’avanguardia: • Il polipropilene (PP) è il nuovo arrivato tra i nostri prodotti: leggero, molto accattivante nella stampa e ancora di più nella finitura naturale e opaca, si presta a interpretare con stile ogni particolare attraverso un’essenza, una tinta unita oppure una fantasia. Il PP, riconosciuto da sempre come materiale ecocompatibile, è al primo posto in ogni situazione nella quale si vogliano coniugare estetica, rispetto dell’ambiente e giusto target economico. Parlando di stampa digitale con finitura materica, risulta il prodotto perfetto per piccoli progetti e contract.


dal 1959

idml’industria del mobile 74

GRANDANGOLO COMPONENTI SURTECO

• Il cloruro di polivinile (PVC), da sempre nella gamma Surteco, è in continua evoluzione arrivando ad essere sinonimo d’eccellenza per la sua stabilità e durata nel tempo. La nuova finitura “pelle martellata”, a 0 gloss, incontra in modo elegante e puntuale una delle necessità esistenti nell’esigente mondo dell’architettura. Partendo dalla lavorazione in pressa a membrana e arrivando ad avvolgere tutti i profili, maniglie e cassetti, Surteco da un completo abbinamento con una termo formabilità eccellente. Legno, lastre di metallo o morbide texture tutte da scoprire che si sposano con eleganza alle finiture di legno profondo, tessuto e pelle. • Il polietilene tereftalato, conosciuto come PET, risulta il materiale più moderno con le sue caratteristiche di resistenza ed eco sostenibilità, rendendolo la superficie più all’avanguardia sul mercato in questo momento.

Foglia PP

Foglia PP

To keep up with market trends, Surteco Italia has the production capacity to support every type of request. In fact, our constant challenge is to create in a more realistic and material way each type of material chosen for the completion of projects. The edge, which was initially considered as a component of low aesthetic importance, is now considered as an added value for production ends of excellent aesthetic quality and design. Surteco Italia, in addition to offering the possibility to draw from a large warehouse of plastic edges of different types of materials such as ABS,

Polypropylene (PP), PVC and 3D Acrylics, has the possibility to produce the so-called "custom" edges, or customized in based on the chosen collections. The available finishes are innumerable and they are faithfully adapted to those proposed for the leaves in PP, PVC and PET. The main booster of these ideals of perfection are the deep embossed finishes, which recreate in a surprising way the superficial veins of the wood or the genuine imperfection of the stone creating evocative settings in step with the trends of contemporary design.


idml’industria del mobile 75

La nostra preziosa collezione deep embossed, incontrando la materia più profonda nella sua più assoluta naturalità, incontra lo stile avanguardistico e l’originalità nell’utilizzo attraverso una grande varietà di bellissime tinte unite super opache (abbinate, nel colore, alle deep embossed). Per questo materiale, prezioso nell’estetica, abbiamo voluto aggiungere anche il valore del servizio, rendendolo disponibile in tempi rapidissimi direttamente dal nostro magazzino. Per essere sempre al passo con i trend del mercato, Surteco Italia dispone della capacità produttiva per supportare ogni tipo di richiesta. Infatti, la costante sfida è quella di creare in maniera più realistica e materica ogni tipologia di materiale scelto per il completamento di progetti. Il bordo, che inizialmente veniva considerato come com-

Foglia PP

ponente di basso rilievo estetico, ora come ora viene ritenuto valore aggiunto per finali produttivi di eccelsa qualità estetica e di design. Surteco Italia, oltre ad offrire la possibilità di attingere da un ampio magazzino di bordi plastici di diverse tipologie di materiali quali ABS, Polipropilene (PP), PVC e Acrilici 3D, ha la possibilità di produrre i bordi cosiddetti “custom”, ovvero personalizzati in base alle collezioni scelte. Le finiture disponibili sono innumerevoli e si adattano fedelmente a quelle proposte per le foglie in PP, PVC e PET. Principali traghettatori di questi ideali di perfezione sono le finiture deep embossed, che ricreano in modo sorprendente le venature superficiali del legno o la genuina imperfezione della pietra creando ambientazioni suggestive al passo con i trend del design contemporaneo.


dal 1959

idml’industria del mobile 76

GRANDANGOLO COMPONENTI FERRAMENTA LIVENZA

www.ferramentalivenza.it

Un racconto lungo quarant’anni per Ferramenta Livenza.

1978 - 2018: l’anniversario

Nel 2018 Ferramenta Livenza ha festeggiato quarant’anni di attività e nel corso dei dodici mesi il marchio è stao accompagnato dal pay-off “Un racconto lungo 40 anni”. Hanno avuto luogo numerose iniziative sia online sia offline per celebrare una storia fatta di passione, di idee e di coraggio e soprattutto di persone e di famiglia, motore principale di questo straordinario racconto. La comunicazione ha avuto, nel corso del 2018, una connotazione accattivante ma sempre fortemente riconoscibile, grazie alla presenza dei colori istituzionali (nero, bianco,

ciano); un’estetica poetica e innovativa che sottolinea lo slancio e lo spirito d’avanguardia che da sempre contraddistinguono l’azienda. IL PRIMO PROGETTO Il primo progetto è stato il calendario 2018 da parete il cui stile, sia come scelta grafica sia come formato, si è staccato nettamente dalle precedenti edizioni, divenute ormai un must-have per gli appassionati. Se negli anni scorsi Ferramenta Livenza ha saputo creare una tendenza, proponendo di mese in mese originali scatti fotografici su Venezia e la vita in laguna, nel calendario 2018 la comunicazione verteva sul connubio paesaggio/animali e traguardi aziendali raggiunti. Dodici pagine che raccontano dodici prodotti storici e le loro peculiarità, decisamente “inse-


idml’industria del mobile 77

riti” nel contesto che più loro somiglia: ad esempio una tigre, elegante e decisa, per i raffinati sistemi di apertura Kraby, Compact e K12 System, a marzo; un’aquila, efficiente e ingegnosa, come la giunzione Target, a novembre. IL SECONDO E IL TERZO PROGETTO Ferramenta Livenza ha ufficialmente festeggiato il quarantesimo anniversario venerdì 25 maggio con un giorno di riposo per tutti i collaboratori e con l’evento serale di sabato 26 maggio. Dalle 19.00 a notte fonda Ferramenta Livenza ha celebrato quarant’anni di impegno, dedizione, crescita, ricerca e innovazione e soprattutto ha festeggiato le persone che in questi primi quarant’anni hanno contribuito a renderla l’azienda leader di mercato che tutti oggi conosciamo. Un evento sinceramente sentito e curato in ogni dettaglio, dall’intrattenimento alla componente estetica. Ampio spazio è stato dato al brand, rivisitato sia in termini strutturali e architettonici sia in termini di comunicazione: nuovo ed elegante showroom, nuova grafica in atrio e al primo piano, presentazione del nuovo logo. Quest’ultimo in particolare ha subito un restyling fresco e accattivante dal doppio significato: ricordare l’essenza e la storia di un’impresa autorevole e volgere lo sguardo verso nuovi traguardi imprenditoriali. Durante l’evento non sono mancati momenti di intensa emozione e divertimento, grazie anche alla proiezione di due video dedicati a tutti i collaboratori passati e presenti dell’azienda. Non semplici numeri, tutt’altro: parte integrante di una famiglia che negli anni è diventata una grande e unita realtà.

! 1978 - 2018 FORTY YEARS OF ADVENTURE OF FERRAMENTA LIVENZA Ferramenta Livenza celebrated 40 years in business in 2018, and over the course of twelve months, the brand were accompanied by the motto "Forty years of adventure". Many online and offline initiatives were planned to celebrate this enterprise founded on passion, ideas, courage and above all else, people and family, the driving force behind this extraordinary tale. The communication had an engaging feel thanks to the presence of its institutional colours (black, white, cyan); a poetic and innovative appearance emphasizing firm’s pioneering zeal and spirit that has always been a distinguishing feature of the company. The first project was the 2018 calendar, a wallmounted unit whose graphic style and format clearly set it apart from past editions, a must-have for aficionados. In previous years, Ferramenta Livenza created a trend, taking original photo shots of Venice and life in the lagoon month by month; now however, the message in the new calendar focuses on the mixture of scenic landscape, animals, and the milestones which the Company has achieved.


dal 1959

idmlâ&#x20AC;&#x2122;industria del mobile 78

PH. Alessandro Venier

www.ferramentalivenza.it

GRANDANGOLO COMPONENTI FERRAMENTA LIVENZA

Twelve pages telling the story of twelve historical products, their distinctive features, purposely "placedâ&#x20AC;? in the most fitting setting: for example, a tiger, elegant and decisive for the refined opening mechanisms Kraby, Compact and K12 System, in March; an eagle, efficient and ingenious, like the Target Joint Piece in November. Ferramenta Livenza officially celebrated its 40th anniversary on Friday 25th May with a day off work for all our employees and the evening event on Saturday 26th May. From seven in the evening to the early hours of Sunday morning. Ferramenta Livenza celebrated its 40th anniversary of commitment, dedication, growth, research and innovation and above all, celebrated the people who, over these 40 years, have contributed to making the company the market leader everyone knows today. A genuinely heart-warming event where everything, from the entertainment to the aesthetics, was superbly organised. Plenty of space was dedicated to the brand which has been redesigned not only in structural and architectural terms but also as regards communication strategy: an elegant new showroom, new graphic design in the lobby and on the first floor, and the presentation of the new logo. This underwent a complete restyling, is fresh and eye-catching with a dual function: to recall the essence and history of an established company and to look ahead to new business challenges.


idml’industria del mobile 79

Franco Nardo ha personalmente ringraziato tutta la squadra per l’impegno e l’affetto dimostrato nel corso della sua avventura imprenditoriale e, commosso di fronte a tanta partecipazione, ha ufficialmente passato le redini alle figlie Eleonora e Margherita e ai generi Marco e Alessandro, pur continuando la sua fondamentale attività in azienda. I duecento ospiti, quasi esclusivamente collaboratori e rispettive famiglie, hanno trascorso una piacevole serata tra il giardi-

no allestito per il buffet e il magazzino, trasformato in un raffinato ristorante metropolitano, immerso nel blu di fiori freschi e luci da palcoscenico: un’atmosfera unica e indimenticabile, accompagnata dalle note di musica dal vivo con la presenza di camerieri in livrea. Infine, per sottolineare ancora una volta l’importanza delle persone, è stata allestita una galleria d’arte con i bellissimi ritratti in bianco e nero di tutti i collaboratori: una mostra ricca di pathos che ha commosso gli ospiti presenti.

During the event, there were emotional moments as well as moments of sheer fun, with the projection of two videos dedicated to all company workers, past and present. More than just a figure, far more: an integral part of a family which over the years has become one large tightly-knit family. Mr. Franco Nardo personally thanked all the team for the commitment and affection shown to him during this business adventure and, visibly moved at the sight of so many well-known faces, officially passed the reins to his daughters Eleonora and Margherita and his sons-in-law Marco and Alessandro, though he will continue as before to make his valuable contribution to the business. The two hundred guests, almost all of whom were workers and their families, had a lovely evening in the garden chosen as the setting for the buffet and the warehouse transformed into a sophisticated metropolitan restaurant for the occasion, decked out in fresh blue flowers and illuminated with stage lighting. A unique atmosphere of elegance with live music and gala-clothes waiters. And to crown it all, to underline once again the importance of the individual people, there was an art gallery with marvellous black and white portraits of all the employees: an extraordinary exhibition which left everyone speechless.

I momenti di una festa: quarant’anni di Ferramenta Livenza.


dal 1959

idml’industria del mobile 80

SCENARI HOMAG GROUP MAKOR di Sonia Maritan e Pietro Ferrari

SEMPRE PIÙ IMPORTANTE L’APPUNTAMENTO DI NOVEMBRE CON HOMAG, E, DA QUESTA EDIZIONE, ANCHE CON MAKOR.

All’insegna dell’alta tecnologia Anche quest’anno l’appuntamento con Homag Italia è stato al centro del mese di Novembre, in tre intensi giorni nella sede italiana di Giussano sono state presentate le più significative espressioni della tecnologia del Gruppo, particolarmente adatte alle caratteristiche del mercato italiano, mercato nel quale il leader tedesco è presente sia nell’entry level sia nelle forniture di altissima tecnologia ai grandi terzisti italiani. Tra un incontro e l’altro, l’amministratore delegato Walter Crescenzi ha trovato il tempo di dedicarci qualche minuto per commentare un’edizione dell’evento molto positiva. Sonia Maritan - Siamo all’immancabile Homag Treff annuale, sempre in questo mese. Abbiamo parlato di recente dei numeri raggiunti da Homag Italia sempre più autonoma ma sempre rigorosamente Homag… Walter Crescenzi - Questo è un appuntamento fisso che era partito nei primi anni un po’ in sordina, un appuntamento che oggi ha assunto una grande rilevanza non solo, come all’inizio, nell’area del Norditalia ma anche su tutto il territorio nazionale. Pietro Ferrari - Qual è l’impressione? Walter Crescenzi - Le aspettative sono state soddisfatte, anzi molto più di quelle che erano le attese, soprattutto in proiezione sugli appuntamenti di oggi e di domani.

! www.homag.com ! www.makor.it

Pietro Ferrari - Qual è stato il focus di questa manifestazione? Walter Crescenzi - Quest’anno ripetiamo la proposta di Tapio, perché è un tema innovativo e non facilissimo da introdurre. Anche i grandi terzisti vengono per ricapitolare e metabolizzare


idml’industria del mobile 81 il discorso Tapio. Qualcuno ci ha chiesto addirittura sedici tablet per far funzionare Tapio in azienda. Poi chiaramente, questa resta più una fiera di incontro che di dimostrazione macchine. Però qui c’è tutto quello che può servire per un mobiliere piccolo o medio. Comunque sta crescendo il livello delle macchine esposte, tutte funzionanti. Quest’anno abbiamo per la prima volta una presenza discreta di Makor con una persona a presidiarla, oltre a ciò e agli utensili Leuco, sono rappresentati tutti i tipi di lavorazione, squadrabordatura, centri di lavoro, levigatura e via dicendo.

! LA PRESENZA MAKOR

Approfittiamo dell’appuntamento Homag, per scambiare due parole con Pierpaolo Chiti , l’area sales manager, che sta presidiando per Makor l’appuntamento di Giussano. Pietro Ferrari - Parliamo un po’ di Makor che per la prima volta vediamo all’Homag Italia Treff all’interno di una filiera che ha bisogno dell’aspetto fondamentale della verniciatura che vi ha avvicinato a Homag… Pierpaolo Chiti - Innanzitutto la presenza di Makor in Homag Italia Treff è legata a una collaborazione che si è rinforzata negli ultimi anni ma che è già in essere da dieci anni su mercati importanti come Cina e America sulla base di una strategia che vede in prospettiva l’allargamento a vari mercati tra cui un impegno comune accentuato in Italia. Sonia Maritan - Come si configura la presenza di Makor sul mercato? Pierpaolo Chiti - Makor è presente sul mercato della verniciatura del pannello, del profilo e del bordo. Ovviamente la Homag ha maggiormanete nel suo dna il discorso pannello, avendo nella sua storia più il pannello che il profilo o il massello ma ha deciso ormai da qualche anno di entrare in modo accentuato sia nel discorso massello sia nel discorso verniciatura, per questo la Makor è stata interpellata come partner tecnologico per quel che riguarda la verniciatura. L’approccio Makor è a 360 gradi nel senso che l’obiettivo è quello di poter servire aziende che sono medio-piccole e che oggi verniciano a mano ma hanno intenzione di muoversi in un discorso di verniciatura automatica anche con macchine entrylevel fino a impianti più grandi con tecnologie robotizzate a seconda della dimensione dell’azienda. Sonia Maritan - Come si concretizza questa collaborazione? Pierpaolo Chiti - Homag ha sviluppato in collaborazione con Makor una spruzzatrice che si chiama Sprayteq, realizzata su specifiche della Homag che è una macchina immessa sul mercato con brand Homag e quindi trattata in tutto e per tutto come

Homag: si tratta di una macchina medio-piccola per aziende che si vogliono approcciare alla verniciatura in automatico. Naturalmente vengono proposte anche macchine più importanti equipaggiate con un robot a cinque assi con controllo numerico e con la possibilità di avere due bracci, uno robotizzato e l’altro oscillante per la verniciatura passante. Sonia Maritan - Questa macchina mantiene il logo Makor, cosa ci può dire del livello della verniciatura attualmente? Pierpaolo Chiti - L’interesse sia dei piccoli sia dei grandi produttori è sulla qualità delle finiture che con le macchine è garantito per continuità e qualità di lavoro, oltre al risparmio del prodotto verniciante. Sonia Maritan - Riscontra delle tendenze particolari sul lucido e sull’opaco? Pierpaolo Chiti - Il lucido tiene e si traduce in continue richieste di macchine per l’applicazione, però anche l’opaco si sta sviluppando con le sue specifiche tecnologie. Una decina di anni fa quando tornò di prepotenza il lucido sul mercato sentii dire che era una moda ma il lucido in realtà resta ancora oggi.

Nelle foto a sinistra: Pietro Ferrari con Walter Crescenzi. e Sonia Maritan con Piarpaolo Chiti. Nelle altre foto: le tecnologie evolute per il mercato italiano e le trattative in corso.

! GLUEING THE PIECE OF FURNITURE Also this year the appointment with Homag Italia was at the center of the month of November, in three intense days in the Italian branch of Giussano the most significant expressions of the technology of the Group were presented, particularly suited to the characteristics of the Italian market, market in which the German leader is present both in the entry level and in the supply of high technology to the great Italian subcontractors. The presence of Makor in Homag Italia Treff is linked to a collaboration that has been reinforced in recent years but which has already been operating in various markets for ten years, on important markets such as China and America on the basis of a strategy that will see an enlargement to various markets including a common commitment accentuated in Italy.


dal 1959

idml’industria del mobile 82

SCENARI AVISA FRANCO BULIAN

UN MANUALE E ASSIEME UNA VISIONE DEL SETTORE, QUESTE LE CARATTERISTICHE DEL LIBRO CHE FRANCO BULIAN HA SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON IL GRUPPO ADESIVI E SIGILLANTI DI AVISA FEDERCHIMICA.

di Pietro Ferrari

Incollare il mobile Due tappe per la presentazione del volume di Franco Bulian “Gli adesivi nell’industria del mobile”, la prima il 10 ottobre 2018 all’Auditorium Federchimica a Milano, la seconda a Pordenone nell’ambito della grande fiera dei componenti per il mobile Sicam. A Milano l’introduzione ai lavori è stata compito di Fabio Chiozza, coordinatore del settore adesivi per il legno e arredamento di Avisa, preceduto da una saluto di Guido Cami, presidente del Gruppo adesivi e sigillanti. La parte centrale dell’evento si è svolta in forma di intervista all’autore da parte di Pietro Ferrari, direttore della rivista IDM L’Industria del Mobile. Non è mancata la partecipazione di operatori del settore come Maurizio Carrer, Franco Moroni e Fabio Padoan. Partecipazione estesa ai presenti in sala che hanno dato vita a un dibattito vivace e avvincente. Seconda tappa del percorso di presentazione a Pordenone con gli stessi protagonisti e uno scambio di ruoli e di posizioni, la platea era composta da esperti di incollaggio delle grandi industrie e dei grandi terzisti. Anche in questo caso la conversazione è stata vivace e piena di interesse. Il libro di Bulian pubblicato dalle Edizioni Goliardiche, è nato dall’idea che un contributo sulla conoscenza degli adesivi sia utile se non addirittura indispensabile nell’attuale fase di forte evolu-

! https://avisa.federchimica.it

zione del settore del legno e dell’arredo. Questo pensiero è stato condiviso dall’autore con i membri dell’associazione dei produttori di adesivi italiani. Il libro descrive le varie tipologie di adesivi disponibili nel settore dell’arredo, analizzandoli in termini di composizione e proprietà, ma anche considerandone pregi e limiti. I nove capitoli offrono un panorama completo con adeguato bilanciamento tra aspetti teorici e pratici, volendo rappresentare un punto di riferimento sia per lo studio degli adesivi e dei processi applicativi coinvolti, sia per considerazioni più legate alla pratica quotidiana.


idmlâ&#x20AC;&#x2122;industria del mobile 83

! GLUEING THE PIECE OF FURNITURE Two stages for the presentation of Franco Bulian's volume "The stickers in the furniture industry", the first on October 10, 2018 at the Federchimica Auditorium in Milan, the second in Pordenone as part of the large Sicam furniture components fair. In Milan the introduction to the works was the task of Fabio Chiozza, coordinator of the wood adhesive sector of Avisa, preceded by a greeting by Guido Cami, president of the adhesives and sealants Group. The central part of the event took place in the form of an interview with the author by Pietro Ferrari, editor of the magazine IDM-L'Industria del Mobile. The participation of sector operators such as Maurizio Carrer, Franco Moroni and Fabio Padoan was not lacking. Participation extended to those present in the hall that gave rise to a lively and compelling debate. Second stage of the presentation process in Pordenone with the same protagonists and an exchange of roles and positions, the audience was made up of experts in the gluing of large industries and large contractors. Again the conversation was lively and full of interest. Bulian's book published by Edizioni Goliardiche was born from the idea that a contribution on the knowledge of adhesives is useful if not essential in the current phase of strong evolution of the wood and furniture sector. This thought was shared by the author with members of the association of Italian adhesive manufacturers. The book describes the various types of adhesives available in the furniture industry, analyzing them in terms of composition and properties, but also considering their strengths and limitations. The nine chapters offer a complete overview with an appropriate balance between theoretical and practical aspects, wanting to represent a point of reference both for the study of adhesives and application processes involved, and for considerations more related to daily practice.

Nelle foto da sinistra a destra: Guido Cami e Fabio Chiozza. Un pubblico attento e competente. Il tavolo dei relatori: Fantinato, Carrer, Moroni, Bulian, Padoan, Chiozza. Nelle foto al centro: Pietro Ferrari e Franco Bulian. Il coordinamento di Pietro Ferrari.


dal 1959

idml’industria del mobile 84

SCENARI POLO FORMATIVO DEL LEGNO ARREDO SCM GROUP di Pietro Ferrari

UN POLO DI ECCELLENZA NELLA FORMAZIONE NEL CUORE DELLA BRIANZA MOBILIERA.

Le belle notizie Si dice che le belle notizie non facciano notizia, ma per il nuovo Polo Formativo di Lentate sul Seveso vogliamo fare un'eccezione. Questa iniziativa rappresenta un formidabile impulso alla cultura del settore legno e mobile, che trova le sue radici nella formazione e nell’avviamento al lavoro. Sarebbe come fare un torto a qualcuno voler citare solo alcuni dei partner di questa straordinaria impresa che spolvera la segatura dalla tecnologia del legno e sfata il mito di Mastro Geppetto, in questo campo però non si può non sopravvalutare lo straordinario apporto di SCM. SCM, leader mondiale nelle tecnologie per la seconda lavorazione del legno, è fornitore esclusivo del laboratorio di falegnameria del nuovo Polo Formativo del Legno Arredo - Fondazione ITS Rosario Messina, inaugurato giovedì 8 novembre a Lentate sul Seveso (MB). Al Polo, tra i progetti più ambiziosi nell’ambito della formazione professionale nel settore del legno in Italia, SCM ha fornito il meglio della sua produzione. “Una ventina di macchine – sottolinea Luca Bergantini, Responsabile Filiale Italia SCM – che rappresentano l’ampia gamma di tecnologie SCM per i comparti del legno e del mobile, dal piccolo artigiano alla grande industria: dalla piallatura, profilatura, troncatura, pressatura, sezionatura, levigatura, bordatura eforatura, allelavorazioni CNC a 5 assi, in ambito sia tradizionale, con le macchine per falegnameria, che High Tech con i centri di lavoro a controllo numerico. Il tutto con grande attenzione anche ai nuovi servizi digitali che semplificano il lavoro quotidiano degli operatori, aumentandone le prestazioni”.

! www.poloformativo-legnoarredo.it ! www.scmgroup.com

La collaborazione con la Fondazione ITS Rosario Messina è il coronamento di un percorso che vede SCM protagonista anche nella formazione, fin dalle sue origini, nel 1952. L’azienda è nata infatti da operai e tecnici, delle famiglie Aureli e Gemmani, che hanno avuto il coraggio e la volontà di diventare “imprenditori di se stessi” e che hanno sempre voluto trasmettere alle generazioni successive questo credo. “Quello con la Fondazione ITS Rosario Messina – prosegue Bergantini - è il più recente progetto tra le diverse decine di iniziative che da sempre portiamo avanti, in Italia e all'estero, per trasmettere al mondo la più evoluta competenza nel settore del legno. Solo negli ultimi anni, SCM ha supportato in termini di tecnologie, macchine, software e know-how il rinnovo di una quindicina di centri di formazione professionale, veri casi di eccellenza nel nostro Paese, di cui quattro nell’ultimo biennio. Una mission che va di pari passo con la volontà e capacità di SCM di sostenere il proprio mercato, non solo attraverso tecnologie all’avanguardia, ma anche contribuendo a formare figure professionali altamente qualificate, in linea con le richieste delle aziende del settore”. Aggiunge Luigi De Vito, Direttore Divisione SCM: “Questo nuovo Polo Formativo è una conferma della capacità del sistema Paese di guardare oltre le necessità dell’oggi e di costruire per il domani: noi contribuiamo apportando il nostro know-how e la nostra tecnologia, dando la possibilità ai giovani di essere valorizzati come persone oltre che come professionisti. Progetti come questo ci vedono protagonisti non solo in Italia, ma anche all’estero, sia nei mercati più avanzati che necessitano di esper-


idml’industria del mobile 85

! A NEW TRAINING CENTER IN ITALY With the new premises, built with eco-sustainability criteria and able to accommodate more than 300 students, the Training Complex of Legno Arredo becomes the most important training institution for the sector in Italy. A hundred teachers, two vocational training courses, one for woodworkers and another specialized in construction. Three courses of Higher Technical Education, in the wood furniture sector with addresses in marketing and internationalization, contract management and product and process innovation.

A sinistra in basso: il primo step è sempre il banco da falegname. A sinistra in alto: ...poi le alte tecnologie Sopra a sinistra: all’inaugurazione il pubblico delle grandi occasioni nell’Aula Magna arredata con i lavori di vent’anni di Salone Satellite. Sopra a destra: Dario Corbetta, direttore Acimall, con Luigi De Vito, Direttore Divisione SCM, Sonia Maritan direttrice di Sistema Serramento e Struttura Legno, e Luca Bergantini, Responsabile Filiale Italia SCM. Sotto a sinistra: una chiacchierata di Pietro Ferrari con il presidente Aslam Angelo Candiani. Sotto a destra: Marva Griffin che ha portato a Lentate i lavori dei giovani del Salone Satellite.

ti sempre aggiornati di fronte ai continui cambiamenti del settore, sia nei paesi emergenti, dove prima di assumere tecnologie si avverte la necessità di crescere in competenza”. Non manca un commento di Dario Corbetta, direttore di Acimall: “È la prima volta che vedo un numero di macchine così elevato in un una scuola di formazione, e si tratta in numerosi casi di macchine molto innovative in termini di prestazioni. Considerando poi che sono anche ospitate in una costruzione in legno, non possiamo chiedere di più”. Con la nuova sede, costruita con criteri di eco-sostenibilità e in grado di ospitare più di 300 studenti, il Polo Formativo del Legno Arredo diventa l’ente di formazione più importante per il settore in Italia. Un centinaio i docenti, due i percorsi di formazione professionale, uno per ope-

ratore del legno e un altro specializzato sulle costruzioni. Tre i percorsi di Istruzione Tecnica Superiore, nel settore del legno arredamento con indirizzi in marketing e internazionalizzazione, gestione del contract e innovazione di prodotto e di processo. Angelo Candiani, presidente Aslam, conclude con un suo commento: “Questo posto comunica i valori del nostro settore meglio di ogni parola ed esprime delle grandi potenzialità e stimola la voglia di fare, di insegnare, di collaborare. È un luogo che invita aziende e ragazzi, docenti e studiosi a mettersi a disposizione per collaborare. La scuola professionale qui vede alzarsi il livello della proposta e chiude una sensazione purtroppo diffusa di inferiorità rispetto alla sua posizione nel mondo della formazione”.


IL VERO PECCATO È NON ESSERCI

madeexpo.it

SALONE INVOLUCRO SERRAMENTI COMFORT, DESIGN, SICUREZZA. COGLI IL MEGLIO. 13/16 MARZO 2019 - FIERA MILANO RHO TUTTA LA FILIERA DELL’INVOLUCRO E DEL SERRAMENTO IN UN GRANDE SALONE. PRODOTTI, SOLUZIONI, CONVEGNI E DIMOSTRAZIONI LIVE PER SERRAMENTISTI, INSTALLATORI, RIVENDITORI, PROGETTISTI. Promossa da

Partner


indirizzi utili useful addresses 1

PAGINA

Page

1

ABRASIVI

ABRASIVES

1

1

ASSISTENZA TECNICA

TECHNICAL ASSISTANCE

1

2

BORDI

2

CATENE PORTACAVI

2

CILINDRI E RIVESTIMENTI IN GOMMA

2

COLLE E ADESIVI

3

DESIGN - PROGETTAZIONE - SVILUPPO

3

ELETTROMANDRINI

3

FERRAMENTA E ACCESSORI

3

FINITURA SUPERFICI

4

IMBALLAGGI

4

IMPIANTI DI ASPIRAZIONE

4

IMPIANTI DI VERNICIATURA ED ESSICCAZIONE

4

LEGNAMI

5

MACCHINE PER LA LAVORAZIONE DEL LEGNO

6

MACCHINE RIVESTIMENTO PROFILI E PANNELLI PROFILES AND PANELS WRAPPING MACHINES 6

6

MOVIMENTAZIONE

7

EDGES

2

CABLE HOLDER CHAINS

2

RUBBER CYLINDERS AND COATINGS

2

GLUES AND ADHESIVES

2

DESIGN - PLAN - SVILUPPO

3

ELECTRIC SPINDLES

3

FITTINGS AND ACCESSORIES

3

SURFACES FINISHING

4

PACKAGES

4

SUCTION PLANTS

4

PAINTING AND DRYING PLANTS

4

TIMBERS

4

WOODWORKING MACHINES

5

HANDLING

6

PANNELLI NOBILITATI

LAMINATED PANELS

7

7

PANNELLI PER MOBILI

FURNITURES PANELS

7

7

PAVIMENTI

FLOORS

7

6

STRUMENTI DI CONTROLLO, MISURAZIONE E REGOLAZIONE CONTROL, MEASURING AND SETTING INSTRUMENTS

6

SURFACES

8

VACUUM TECHNOLOGY FOR AUTOMATION

7

TOOLS

8

PAINTS FOR WOOD

8

8

SUPERFICI

7

TECNICA DEL VUOTO PER L’AUTOMAZIONE

8

UTENSILI

8

VERNICI PER LEGNO

9

elenco alfabetico

alphabetical list 9 idm

ABRASIVI

Abrasives

31047 LEVADA DI PONTE DI PIAVE (TV) Via delle Industrie 17 tel +39/0422 853018 r.a. - fax +39/0422 853533 fax uff. vendite +39/0422 853148 nastroflex@nastroflex.it - www.nastroflex.it Carte e tele abrasive in jumbi - Nastri larghi e stretti, rotoli, fogli, dischi - Gamma completa per la levigatura del truciolare, MDF, legni duri, resinosi e impiallacciature - Abrasivi specifici per vernici acriliche, poliuretaniche, poliesteri e per linee UV.

ASSISTENZA TECNICA Technical Assistance

MULTI SERVICE srl Sede amministrativa: 30027 San Donà di Piave (Venezia) Via Calnova 8/2 Sede operativa: 31016 Cordignano (Treviso) Via Strada Maestra d’Italia 75 Paolo Grandin - cell. +39/335 8333469 paolo.grandin@mserv.it Assistenza tecnica - cell. +39/338 9987412 fax +39/0421 480706 info@mserv.it Vendita e installazione macchine C.N.C. nuove e usate, ricambi, software Cad-Cam, assistenza tecnica e training operatori macchina.


indirizzi utili useful addresses 2

BORDI

Edges

CILINDRI E

sas

RIVESTIMENTI IN GOMMA Rubber cylinders and coatings

di A. Gattoni & C. 20826 MISINTO (Monza Brianza) - Via Europa 37 tel +39/02 96329551 - fax +39/02 96329758 info@nordexbordi.it - www.nordexbordi.it Bordi in PVC, ABS, CPL, e vero legno, carte monostrato, e laccabili per superfici e sagome. I nostri decorativi disponibili sono inseriti nel nostro sito: nordexbordi.it. Siamo distributori esclusivi per l’Italia della ditta Portoghese PROBOS S.A.

OSTERMANN ITALIA srl 35010 PERAGA DI VIGONZA (Padova) Via Germania 38 tel +39/049 6225410 - fax +39/049 6225490 vendite@ostermann.eu - www.ostermann.eu Il più grande assortimento di bordi in Europa! Bordi in ABS, melaminico, vero legno, alluminio e acrilico, forniti a partire da 1 metro nel giro di 24 ore. 17 finiture diverse in tutte le altezze fino a 100 mm. Bordi per l’applicazione a laser, aria calda o infrarossi e bordi precollati EVA su richiesta. Con l’Online Shop e l’App assicuratevi il 2% di sconto extra. A completamento della gamma: ampio assortimento di profili tecnici, colle, maniglie, detergenti, piedini per zoccoli, canaline LED e accessori per la lavorazione del bordo.

PLASTIVAR srl 23879 VERDERIO (Lecco) Viale Rimembranze 1 tel +39/039 510662 - fax +39/039 510663 info@plastivar.it - www.plastivar.it Produzione bordi in ABS e accoppiato alluminio.

SURTECO ITALIA srl 30030 MARTELLAGO (Venezia) Via Castellana 116 tel +39/041 2340011 - fax +39/041 5401911 www.surteco.it La più vasta gamma di bordi al mondo. Distributore esclusivo Doellken KV e Bauschlinnemann GMBH, Gruppo SURTECO, leader mondiale nella produzione di bordi per mobili. Bordi plastici, melaminici, sottili, retro, 3D, PVC, ABS, PP, fusion, lightning, folding, bonding, digitali. Anche acquisto online http://shop.it.surteco.com/

CATENE PORTACAVI

Cable holder chains

KABELSCHLEPP ITALIA srl 21052 BUSTO ARSIZIO (Varese) Via Massari Marzoli 9 tel +39/0331 350962 - fax +39/0331 341996 infoksi@kabelschlepp.it www.kabelschlepp.it Catene portacavi e guaine in poliammide rinforzato con fibre di vetro. Catene portacavi e guaine in acciaio. Cavi. Coperture telescopiche. Convogliatori di trucioli. Nastri avvolgibili. Raschiaoli. Protezioni a tapparella. Soffietti termosaldati e cuciti.

idm

20864 AGRATE BRIANZA (Monza Brianza) Via della Fisica 21 tel +39/039 650868 - fax +39/039 651139 atagliabue@tin.it - www.tagliabueluigi.it Stabilimento: 20867 CAPONAGO (Monza Brianza) Via della Fisica 17 - tel +39/02 95741768 Rulli e ruote in gomma e silicone.

COLLE E ADESIVI

Glues and adhesives

COLLANTI CONCORDE S.R.L. COLLE SPECIALI PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI Via Schiaparelli, 12 – Zona Industriale 31029 Vittorio Veneto (TV) , Italy Tel +39 0438 912121 – Fax +39 0438 501822 info@collanticoncorde.it www.collanticoncorde.it Collanti Concorde è specializzata nella produzione di colle ed adesivi per applicazioni industriali. Tra i prodotti più importanti:  Adesivi HOT-MELT POLIURETANICI (gamma PUROSTIK) per sigillatura, bordatura, rivestimento profili e flat lamination.  Adesivo poliuretanico XILOBOND T, certificato secondo la norma EN 15425 e con “Attestato di Conformità” dell’MPA di Stoccarda, per costruzioni in legno e per incollaggi strutturali di legno ingegnerizzato, case clima, etc.  COLLE CERTIFICATE CON PROPRIETÀ DI REAZIONE AL FUOCO/USO NAVALE.


is

3

OMNIA KOLL srl 61122 PESARO (PU) Via Mario Ricci, 26 tel + 39/0721 202375 – fax + 39/0721 200131 info@omniakoll.com – www.omniakoll.com Distribuzione di numerose tipologie di soluzioni per l'incollaggio, l’adesione e la sigillatura. Vasta gamma di prodotti basati su diverse basi chimiche per soddisfare ogni esigenza, dalla semplice lavorazione artigianale alla più complessa realtà industriale. Primer, attivatori, pulitori, sigillanti, viniliche, adesivi, PSA, ureiche, termofusibili. Distributore unico Riepe® per l’Italia. Distributore esclusivo Jowat per il centro e sud d’Italia.

DURANTE & VIVAN spa 33080 Ghirano di Prata (Pordenone) Via G. Garibaldi, 23 tel +39/0434 605211 - fax +39/0434 605202 info@durante-vivan.com - www.durante-vivan.com Colle e adesivi per l’industria del mobile/arredamento: termofusibili, poliuretanici reattivi, viniliche, ureiche, poliuretanici ad acqua, adesivi a solvente.

20061 CARUGATE (Milano) - Via Garibaldi 76/78 tel +39/02 9253631 r.a. - fax +39/02 9252357 commerciale.ordini@frabo.it - www.frabo.it Adesivi per legno, laminati e mobili imbottiti.

TAKA Srl L’adesivo perfetto Via dell’Artigianato, 19/25 36064 Mason Vicentino (Vicenza) Tel. +39/0424 411166 – fax +39/0424 411727 info@taka.it - www.wpr.it Produttori di adesivi termofusibili poliuretanici reattivi (HMPUR) per il rivestimento di profili, flat lamination, bordatura per applicazioni con macchine slot nozzle, roll coater, bordatrici. Produzione di Primer per materiale plastico e pulitori.

ELETTROMANDRINI

Electric Spindles

ELTE srl 36075 MONTECCHIO MAGGIORE (Vicenza) Via Mario Carraro 1 tel +39/0444 746999 - fax +39/0444 746990 info@eltesrl.com www.elte.eu Dal 1978. Elte Srl è una azienda italiana che progetta e realizza elettromandrini di precisione ad alta velocità.

FERRAMENTA

E ACCESSORI Fittings and accessories

HÄFELE ITALIA srl 20841 Carate Brianza (MonzaBrianza) Via della Valle 67 bis tel +39/0362 57741 - fax +39/0362 5774477 info@hafele.it - www.hafele.it

DESIGN - PROGETTAZIONE SVILUPPO Design - Planning Development

JOWAT ITALIA srl a socio unico 24046 OSIO SOTTO (Bergamo) Via dell’Artigianato 3 tel +39/035 0272310 - fax +39/035 0272307 info@jowat.it - www.jowat.it Colle e adesivi per l’industria del legno: viniliche, termofusibili, poliuretaniche e poliolefiniche reattive e per materiali espansi.

FAUCIGLIETTI ENGINEERING srl 22063 CANTÙ (Como) - Via Belvedere 11 tel +39/031 712391 - fax +39/031 714257 info@fauciglietti.it - www.fauciglietti.it

idm

TITUSPLUS ITALIA srl 31048 San Biagio di Callalta (TV) Via Aquileia 9 - Frazione Olmi tel +39/0422 165 0120 - fax +39/0422 165 0136 italia@titusplus.com - www.titusplus.com


indirizzi utili useful addre

4

IMBALLAGGI Packages

IMPIANTI DI VERNICIATURA E ESSICCAZIONE Painting and drying plants

CVM srl 61025 MONTELABBATE (Pesaro Urbino) Via Pantanelli 7/1 tel +39/0721 499044 - fax +39/0721 499898 info@cvmitalia.com - www.cvmitalia.com Linee complete di montaggio, imballaggio e magazzino. Impianti automatici o ribaltatori semiautomatici, per l’imballaggio in cartone. Movimentazioni ed automazioni varie: navette traslanti e sollevabili, curve, transfer, girapezzi, trasportatori a rulli oppure a tappeto, piattaforme.

FINITURA SUPERFICI Surfaces finishing

Distributore unico per l’Italia: OMNIA KOLL srl 61122 PESARO (PU) - Via Mario Ricci, 26 tel + 39/0721 202375 – fax + 39/0721 200131 info@omniakoll.com – www.omniakoll.com Sistemi di spruzzatura a controllo elettronico e prodotti chimici per l’industria manifatturiera del legno. Dischi panno, dischi fibra e sistemi di applicazione a cera e altri prodotti di ausilio ai processi produttivi. I principali costruttori di macchine consigliano e installano i Prodotti Originali Riepe®.

FORMETAL srl 61025 MONTELABBATE (Pesaro Urbino)- Via Abbadia 4 tel +39/0721 472067-491968 fax +39/0721 907378 commerciale@formetalsrl.it info@formetalsrl.it - www.formetalsrl.it Da sempre proponiamo soluzioni personalizzate sulle esigenze del cliente. La nostra ampia gamma di prodotti copre tutte le esigenze di handling, imballo e magazzini automatici. Our Solution for Your Evolution

IMPIANTI DI ASPIRAZIONE Suction plants

BARBERAN S.A. 08860 CASTELLDEFELS, BARCELONA (España) Pol. Ind. “Cami Ral” C/Galileo 3-9 Ap. Postal 160 tel +34/93 6350810 - fax +34/93 6361555 barberan@barberan.com - www.barberan.com Linee per verniciatura a rullo o a pistola ed essiccazione di lacche. Linee per rivestire pannelli per mobili o porte. Macchine stampatrici di pannelli e stampatrice digitale. Linee per la produzione di porte a nido d’ape. Linee per ricoprire sagome e profili con fogli di legno, di carta, di PVC, laminati a bassa pressione o materiali simili. Sistemi di taglio, alimentatori di sagome, stazione di sbobinatura, giunzione di bobina.

LEGNAMI Timbers

29010 ROVELETO DI CADEO (Piacenza) Via Emilia Est, 238 tel +39/0523 509029 • +39/0523 509020 fax +39/0523 509423 info@arduinilegnami.com www.arduinilegnami.com Dal 1957 il vostro partner ideale nell’approvigionamento di tutti i migliori legni africani, nord africani ed europei.

Bianchi Dott. Francesco snc 20137 MILANO - Via Ennio 25 tel +39/02 54100818 r.a. - fax +39/02 54100764 controllogic@controllogic.it - www.controllogic.it Sistemi di rivelazione e spegnimento automatico delle scintille nelle condotte di aspirazione a protezione antincendio del silo.

idm

22063 CANTÙ’ (Como) - Via Como 26 tel +39/031 716156 - fax +39/031 7090618 bianchilegnamicantu@virgilio.it www.drbianchilegnami.com LEGNAMI IMP. - EXP. - Commercio legnami di qualità per falegnameria con centro di essiccazione “sottovuoto”.


iesses

5

HOMAG ITALIA spa 20833 GIUSSANO (Monza Brianza) - Via A. Vivaldi 15 tel +39/0362 8681 - fax +39/0362 314183 info@homag-italia.it - www.homag-italia.it Macchine - Impianti - Sistemi per la lavorazione del legno.

MACCHINE PER

LA LAVORAZIONE DEL LEGNO Woodworking machines

BROKER LEGNO di Stefano Mazza 40050 MONTE SAN PIETRO (Bologna) Via Salvo D’Acquisto 17/4 tel +39/051 0547071 mobile +39/340 5127366 mobile +39/393 8647657 broker.legno@gmail.com skype StefanoMazza255 - Tronchi e Tavolame: Latifoglie Nord America. - Yellow Pine e Conifere: Nord America. - Pino e Abete Svezia/Finlandia. - Listoni Massicci “Ansgarius Svensson AB” Svezia.

Sede Legale: 10138 TORINO - Via Susa 23/BIS Sede Operativa: 10143 TORINO - Via Rosta 7 tel +39/011 2273057 - fax +39/011 2273058 info@gtb-srls.com Agente in legname esotico africano origine Costa d’Avorio, Cameroun, Congo, Rdc. Tronchi, boules, tavolami refilati freschi ed essiccati, piallati essiccati, pavimentazione da esterno.

12042 POLLENZO (Cuneo) Via Langhe 4-6 tel +39/0172 474073 - fax +39/0172 471442 sales@ferwoodgroup.com www.ferwoodgroup.com Vasto assortimento di macchine e impianti USATI per la lavorazione del legno. Selezione e commercializzazione di macchinari recenti delle migliori marche.

HÖCHSMANN GmbH Sede secondaria in Italia 30020 NOVENTA DI PIAVE (Venezia) Via A. Meucci 34 tel +39/0421 1832050 Direttore generale: Loris Novello cell. +39/334 1045530 l.novello@hoechsmann.com italia@hoechsmann.com www.hoechsmann.com Macchine e impianti usati per la lavorazione del legno.

idm

IMA SCHELLING ITALIA srl 40069 ZOLA PREDOSA (Bologna) Via Roma 52 tel +39/051 754854 - fax +39/051 755776 imaitalia@ima-service.it - www.ima-service.it Squadrabordatrici singole e doppie, centri di lavoro con bordatura a bordo, linee e impianti completi per lavorazione pannello. Assistenza, ricambi.

HOMAG ITALIA spa 20833 GIUSSANO (Monza Brianza) - Via A. Vivaldi 15 tel +39/0362 8681 - fax +39/0362 314183 info@homag-italia.it Giuntatrici a filo per impiallacciatura. Ricambi e filo originali. Assistenza clienti.

MULTI SERVICE srl Sede amministrativa: 30027 San Donà di Piave (Venezia) Via Calnova 8/2 Sede operativa: 31016 Cordignano (Treviso) Via Strada Maestra d’Italia 75 Paolo Grandin - cell. +39/335 8333469 paolo.grandin@mserv.it Assistenza tecnica - cell. +39/338 9987412 fax +39/0421 480706 info@mserv.it Vendita e installazione macchine C.N.C. nuove e usate, ricambi, software Cad-Cam, assistenza tecnica e training operatori macchina.


indirizzi utili useful addre

6

MOVIMENTAZIONE Handling

MACCHINE PER

LA LAVORAZIONE DEL LEGNO Woodworking machines

srl

MARIO ZAFFARONI & FIGLI srl 22078 TURATE (Como) Via Centro Industriale Europeo 24 tel +39/02 9688453 - fax +39/02 9682718 info@zaffaroni.com - www.zaffaroni.com Centri di lavoro per la tecnologia del “Folding” - Impianti per la sezionatura e sezionatrici multilame per pannelli - Fresatrici speciali longitudinali di precisione.

PROFILI E PANNELLI Profiles and panels wrapping machines

COSTRUZIONI MECCANICHE BARZAGHI srl 22044 INVERIGO (Como) - Via Fornacetta 122 tel +39/031 698958 - fax +39/031 698977 info@cmbmeccanica.com www.cmbmeccanica.com Da 48 anni realizziamo macchine per la movimentazione ad automazione di tutte le linee di produzione per legno, plastica, vetro, lamiere, gomma etc. ALIMENTATORI - ACCATASTATORI - TRASLATORI RIBALTATORI - TRASPORTI IN GENERE. DISPONIBILI A STUDIARE SOLUZIONI SU MISURA CON L’INSTALLAZIONE DI ROBOT ANTROPOMORFI E SIMILARI. ISOLE DI LAVORO NON PRESIDIATE.

WPR srl Via Indipendenza, 10 31027 Spresiano (Treviso) Tel. +39/0422 911849 - fax +39/0422 911292 info@wpr.it - www.wpr.it Produttori di impianti di rivestimento profili e pannelli, impianti di rivestimento a set up automatico, sistemi applicazione hot melt, sistemi di taglio ad inseguimento, tradizionali e ad alte prestazioni, taglierine ribobinatrici per foglie decorative.

CVM srl 61025 MONTELABBATE (Pesaro Urbino) Via Pantanelli 7/1 tel +39/0721 499044 - fax +39/0721 499898 info@cvmitalia.com - www.cvmitalia.com Linee complete di montaggio, imballaggio e magazzino. Impianti automatici o ribaltatori semiautomatici, per l’imballaggio in cartone. Movimentazioni ed automazioni varie: navette traslanti e sollevabili, curve, transfer, girapezzi, trasportatori a rulli oppure a tappeto, piattaforme.

MACCHINE RIVESTIMENTO

MACCHINE PER LA LAVORAZIONE DEL LEGNO 12062 RORETO DI CHERASCO (Cuneo) Via Savigliano 29 tel +39/0172 495300 - fax +39/0172 495110 sofit@sofitnet.it - www.sofitnet.it Macchine ed impianti completi per la lavorazione del legno, nuovi e soprattutto usati.

TVM AUTOMAZIONI srl 32010 PERAROLO DI CADORE (Belluno) Zona Industriale Località Ansogne tel +39/0435 501734 - fax +39/0435 517098 info@tvm.it - www.tvm.it

idm


iesses

7

PANNELLI PER MOBILI FORMETAL srl 61025 MONTELABBATE (Pesaro Urbino)- Via Abbadia 4 tel +39/0721 472067-491968 fax +39/0721 907378 commerciale@formetalsrl.it info@formetalsrl.it - www.formetalsrl.it Da sempre proponiamo soluzioni personalizzate sulle esigenze del cliente. La nostra ampia gamma di prodotti copre tutte le esigenze di handling, imballo e magazzini automatici. Our Solution for Your Evolution

SIRIO srl 31032 CASALE SUL SILE (Treviso) Via Nuova Trevigiana 124 - Loc. Lughignano tel +39/0422 822506 - fax +39/0422 822735 info@siriotreviso.it - www.siriotreviso.it Impianti di movimentazione interna e montaggio. Caricatori scaricatori per linee della lavorazione del pannello. Magazzini automatici caotici/multipiano. Progettiamo e realizziamo automazioni speciali.

Furnitures panels

EGGER ITALIA-TRADING EUROPE sas di F. Scottà & C. 31100 TREVISO - Via Fonderia 8 tel +39/0422 918435 sc.italia@egger.com.it www.egger.com Fornitore di soluzioni complete per la realizzazione di mobili e arredamento d’interni, per le costruzioni in legno e pavimenti. Realizziamo pannelli truciolari grezzi, pannelli truciolari sottili, pannelli MDF, pannelli HDF, pannelli verniciati, pannelli tamburati, pannelli nobilitati melaminici, laminati, semilavorati per mobili, piani di lavoro, antine, pannelli nobilitati con laminato, laminati stratificati e bordi.

PAVIMENTI Floors

Vacuum Technology for automation

Schmalz srl 28100 NOVARA - Via delle Americhe 1 tel +39/0321 621510 – fax +39/0321 621714 schmalz@schmalz.it - www.schmalz.com Schmalz è l'azienda leader delle soluzioni di automazione con il vuoto e dei sistemi di movimentazione ergonomici. I prodotti Schmalz sono venduti in tutto il mondo per diversi settori: per esempio quello logistico, per l’industria automobilistica, elettronica o per produzione di mobili.

STRUMENTI

PANNELLI NOBILITATI Laminated panels

43055 MEZZANO SUPERIORE (Parma) Via Partigiani d’Italia 8 tel +39/0521 815974 - fax +39/0521 816737 amministrazione@nobilpan.it commerciale@nobilpan.it www.nobilpan.it Nobilitazione di pannelli compensati, multistrati, MDF, truciolari con carte, PVC, PP, CPL, HPL. Sezionatura a misura.

TECNICA DEL VUOTO PER L’AUTOMAZIONE

SURTECO DESIGN FLOORING 30030 MARTELLAGO (Venezia) Via Castellana 116 tel +39/041 2340011 - fax +39/041 5401911 surteco@it.surteco.com www.surtecopavimenti.it Fornitura pavimenti vinilici LVT di nuova generazione ad uso domestico, commerciale e industriale. Certificati secondo normative europee anche per appalti. Più di 70 decorativi stampati in HD (legni, pietre, metalli). Fornitura battiscopa abbinati. Anche acquisto online.

idm

DI CONTROLLO, MISURAZIONE E REGOLAZIONE Control, measuring and setting instruments

20137 MILANO - Via Ennio 25 tel +39/02 54100818 r.a. - fax +39/02 54100764 controllogic@controllogic.it - www.controllogic.it Sistemi di rivelazione e spegnimento automatico delle scintille nelle condotte di aspirazione e protezione antincendio del silo.


indirizzi utili useful addre

8

SUPERFICI

VERNICI PER LEGNO

Surfaces

Paints for wood

REHAU spa 20040 Cambiago (MI) Via XXV Aprile 54 tel +39/02 95.94.11 - fax +39/02 95.94.12.50 milano@rehau.com - www.rehau.it Superfici in laminato high gloss, effetto vetro, ondulato, in composto minerale, con bordi perfettamente abbinati, per mobili funzionali e di design destinati a negozi, uffici, ambienti pubblici e domestici.

SURTECO ITALIA srl 30030 MARTELLAGO (Venezia) Via Castellana 116 tel +39/041 2340011 - fax +39/041 5401911 www.surteco.it Il migliore partner commerciale per il rivestimento di mobili, parti di mobili, cornici. Fornitura rivestimenti per camperistica e navali. Fornitore di Foglia Finish, Carta Melaminica, Carta Decorativa, Carta Release, Foglia Plastica. Da 40 anni nel settore.

UTENSILI

SISTEMI srl 61121 Pesaro (PU) - Via Montanelli 70 tel +39/0721 28950 - fax +39/0721 283476 info@sistemiklein.com - www.sistemiklein.com Utensili per la lavorazione del legno e del pannello. Strumenti di misura per il pannello, produzione M. Conti: calibri tradizionali, digitali e a radio frequenza. Banco CNC per il controllo dimensionale del pannello. PRE SET utensili per macchine CNC.

61020 MONTECCHIO (Pesaro) Via dellâ&#x20AC;&#x2122;Industria 7 tel +39/0721 497592 - 0721 499875 fax +39/0721 499875 info@utensilcentro.it www.utensilcentro.it Costruzione e affilatura utensili in DIAMANTE e HM per laminati, legno alluminio e pvc. Coltellini HM sagomati e punte HM elicoidali.

Tools

BOTTOSSO E FRIGHETTO VERNICI srl 30025 FOSSALTA DI PORTOGRUARO (Venezia) Viale Kennedy 20 tel +39/0421 700222 - 0421 700292 fax +39/0421 700950 info@bottosso-frighetto.com www.bottosso-frighetto.com Deposito di Cerea (Verona) tel +39/0442 332200 - fax +39/0442 339854

ICA Group Via Sandro Pertini, 52 62012 CIVITANOVA MARCHE (Macerata) tel. +39/0733 8080 - fax +39/0733 808140 info@icaspa.com www.icaspa.com LIFE IN COLOR

by HOMAG ITALIA spa 20833 GIUSSANO (Monza Brianza) - Via A. Vivaldi 15 tel +39/0362 8681 - fax +39/0362 314183 piero.scarabello@homag-italia.it www.homag-italia.it Utensili per la lavorazione del legno in diamante HM - HSS con centro di assistenza.

UTENSILEA srl 31057 S. ELENA DI SILEA (Treviso) Via Belvedere 8 tel. +39/0422 788572 - 0422 820840 fax +39/0422 820833 info@utensilea.com www.utensilea.com Utensili per la lavorazione del legno ad inserti intercambiabili con riporto HW, HS e D.P.

idm

KEMICHAL srl 35010 TREBASELEGHE (Padova) Via Dellâ&#x20AC;&#x2122;Artigianato 2 tel +39/049 9385648 - fax +39/049 9385070 info@kemichal.it www.kemichal.it Vernici e coloranti per legno dal 1962.


elenco alfabe alphabetical list AZIENDA Firm

A B

ARDUINI LEGNAMI spa

BARBERAN S.A.

CATEGORIA Category

P.

p.

legnami/ timbers

4

impianti di verniciatura e essiccazione / painting and drying plants

4

BIANCHI DOTT. FRANCESCO snc

legnami/ timbers

4

BOTTOSSO & FRIGHETTO VERNICI srl

vernici per legno / paints for wood

8

BROKER LEGNO

legnami/ timbers

5

C

C.M.B. sas

movimentazione / handling

6

COLLANTI CONCORDE srl

colle e adesivi / glues and adhesives

2

CONTROL LOGIC srl

impianti di aspirazione / suction plants

4

strumenti di controllo, misurazione e regolazione / CVM srl

D

DURANTE & VIVAN spa

E F

control, measuring and setting instruments

7

imballaggi / packages

4

movimentazione / handling

7

colle e adesivi / glues and adhesives

3

ELTE srl

elettromandrini/ electric spindles

3

EGGER

pannelli per mobili/ furnitures panels

7

2

vernici per legno / paints for wood

8

KUPER/HOMAG ITALIA spa

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

5

LEUCO by HOMAG ITALIA spa

utensili / tools

8

MULTI SERVICE srl

assistenza tecnica / technical assistance

1

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

5

NASTROFLEX spa

abrasivi / abrasives

1

NOBILPAN spa

pannelli nobilitati / laminated panels

7

NORDEX sas

bordi / edges

2

OMNIA KOLL srl

colle e adesivi / glues and adhesives

3

OSTERMANN ITALIA srl

bordi / edges

2

PLASTIVAR srl

bordi / edges

2

REHAU spa

superfici/ surfaces

8

RIEPE - OMNIA KOLL srl

finitura superfici/ surfaces finishing

4

SCHMALZ srl

tecnica

del

vuoto

per

l’automazione

Vacuum Technology for automation

/ 7

3

SOFIT srl

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

6

woodworking machines

5

SURTECO ITALIA srl

bordi / edges

2

movimentazione / handling

7

SURTECO DESIGN FLOORING

pavimenti / floors

7

imballaggi / packages

4

SURTECO ITALIA srl

superfici/ surfaces

8

colle e adesivi / glues and adhesives

3

TAKA srl

colle e adesivi / glues and adhesives

3

TAGLIABUE LUIGI snc

cilindri e rivestimenti in gomma /

design - planning - development

legnami/ timbers

HÖCHSMANN GmbH

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

5

3 5

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

5

I.C.A. Group

vernici per legno / paints for wood

8

IMA SCHELLING ITALIA srl

macchine per la lavorazione del legno /

JOWAT ITALIA srl

catene portacavi / cable holder chains

7

ferramenta e accessori / fittings and accessories

I J

KABELSCHLEPP ITALIA srl

KEMICHAL srl

8

HÄFELE ITALIA srl

HOMAG ITALIA spa

p.

utensili / tools

macchine per la lavorazione del legno /

G H

P.

Category

movimentazione / handing

FERWOOD srl

GENERAL TIMBER BROKER srls

K L M N O P R S

CATEGORIA

SISTEMI srl

design - progettazione - sviluppo/

FRABOADESIVI spa

Firm

SIRIO srl

FAUCIGLIETTI ENGINEERING srl

FORMETAL srl

AZIENDA

woodworking machines

5

colle e adesivi / glues and adhesives

3

T U

rubber cylinders and coatings

2

TITUSPLUS ITALIA srl

ferramenta e accessori / fittings and accessories 3

TVM AUTOMAZIONI srl

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

6

UTENSILEA srl

utensili / tools

8

UTENSIL CENTRO snc

utensili / tools

8

Z W

ZAFFARONI Mario & Figli srl

WPR srl

idm

macchine per la lavorazione del legno / woodworking machines

6

macchine rivestimento profili e pannelli / profiles and panels wrapping machines

6


FURNITURE

MARKET

RESEARCH

HOME UPHOLSTERED FURNITURE OFFICE FURNITURE FURNITURE KITCHEN RTA BATHROOM OUTDOOR FURNITURE MATTRESSES FURNITURE A GLOBAL PERSPECTIVE OF THE FURNITURE SECTOR IN 100 COUNTRIES WITH INSIGHTS INTO ALL FURNITURE SEGMENTS AND IN DEPTH KNOWLEDGE OF THE ENTIRE VALUE CHAIN CSIL, Centre for Industrial Studies, is an independent research and consulting company founded in Milan (Italy), in 1980 and specializing in applied economic research.

WHAT CSIL DOES FURNITURE MARKET RESEARCH: MULTICLIENT RESEARCH CUSTOM MADE STUDIES Quantitative analysis Competitive analysis Qualitative analysis Marketing strategies Action plans

csil@csilmilano.com - www.worldfurnitureonline.com


La sensazione diventa realtà SURTECO, sempre all’avanguardia nei decori e nelle texture, propone una nuova foglia termoplastica in PET puro, goffrato per ottenere un risultato naturale e un‘ opacità moderna. Disponibile a magazzino nel coordinato superfici e bordi. www.surteco.it

Profile for Web and Magazine s.r.l.

668_L'INDUSTRIADELMOBILE_novembre_dicembre_2018  

IDM -L' Industria del Mobile al suo 60° anno, è un mensile che si rivolge al mobiliere e all'arredatore industriale e artigiano. Il suo obie...

668_L'INDUSTRIADELMOBILE_novembre_dicembre_2018  

IDM -L' Industria del Mobile al suo 60° anno, è un mensile che si rivolge al mobiliere e all'arredatore industriale e artigiano. Il suo obie...

Advertisement