Page 1

PARLA L’OTTICO INDIPENDENTE FOCUS SULLE LENTI OFTALMICHE

L a p r i m a r i v i s t a d i o t t i c a e o c c h i a l e r i a - N o v e m b re 2 0 1 9

Edizioni Ariminum Srl - Via Negroli, 51/A - 20133 Milano - Italia

INTERVISTA CON GIOVANNI ZOPPAS


Milano Eyewear Show 29 febbraio, 1 - 2 marzo | 2020


Twice Armonie è una lente progressiva altamente tecnologica che fornisce al portatore una visione eccezionale. Applicando le più recenti ricerche sulle lenti progressive, basate sul concetto di doppia superficie evoluta, questa nuova lente garantisce un’eccezionale stabilità dell’immagine e ampi campi visivi.

Le lenti della famiglia Mobile sono l’ideale per gli utenti che usano frequentemente i dispositivi digitali (smartphone, tablet). La configurazione della lente permette di avere campi visivi molto ampi, sia nella zona da lontano che nella zona da vicino, e una confortevole transizione dal lontano al vicino.

MyPremium è una lente progressiva personalizzata, calcolata singolarmente per ciascun portatore tenendo conto dei diversi momenti che definiscono il nostro stile di vita.

ITAL-LENTI SRL Viale Alpago 222 - 32016 Alpago (BL) prima@itallenti.com - www.itallenti.com


Trend Moda Industria Nuovi prodotti Marketing & Economia VEDERE Italia Novembre 2019 Direttore Responsabile: Isabella Morpurgo

EDITORIALE 5 INTERVISTA GIOVANNI ZOPPAS 6 PUNTI DI VISTA 10 FOCUS LENTI OFTALMICHE 17 FOCUS LENTI A CONTATTO 39 OTTICA E OCCHIALERIA 42 IN VETRINA 46 FIERE 54 NEWS 64 NON SOLO BUSINESS 67


INTERNATIONAL OPTICAL & OPHTHALMOLOGICAL PRODUCTS EXHIBITION

NOVEMBER

HALL 9-10-11 ISTANBUL EXPO CENTER-IFM / YEŞİLKÖY


Le Grandi Manovre Il nostro settore sta subendo dei grandi “scossoni”

argomento sempre più importante. Sia che si

che stanno cambiando drasticamente molti scenari

tratti di una insegna dai molti punti vendita o

cui eravamo abituati da decenni.

un ottico indipendente, la concorrenza si gioca,

Quasi in ogni numero della nostra rivista

oltre che sui prodotti proposti, anche sul servizio

segnaliamo nuove acquisizioni, fusioni e strategie

e la personalizzazione dello stesso. Un errore

messe in atto dai Big e l’entrata in campo negli

nella gestione di un cliente può allontanarlo

ultimi anni di LVMH e Kering ha aggiunto nuovi

definitivamente

fattori da tenere in considerazione.

problema e la sua positiva soluzione può creare

Per cercare di capire meglio l’evoluzione in atto

fidelizzazione. Ci interessa capire se le politiche

ho incontrato Giovanni Zoppas, CEO & General

di gestione del cliente cambino da paese in paese

Manager di Thélios, che mi ha presentato in

e ci ripromettiamo di esaminare a fondo questo

dettaglio attualità e futuri sviluppi della realtà

aspetto.

nata dalla partnership tra LVMH e Marcolin

Infine,

Group.

partecipato a IOFT e al salone di Hong Kong e

In questo numero della nostra rivista continuano

vi relazioneremo in dettaglio su questi eventi nel

gli interventi di alcuni protagonisti del settore.

prossimo numero.

nelle

mentre

ultime

l’attenzione

settimane

a

un

abbiamo

Franca Bochicchio, ottico indipendente a Milano, si pone il quesito di chi sono oggi gli ottici e quali strumenti hanno a loro disposizione per far evolvere la loro professionalità, mentre Cristian Rossi, agente Marchon, esamina la politica degli sconti senza logica. Nelle pagine seguenti facciamo poi il punto sulle lenti oftalmiche mentre i dati Anfao sul primo semestre 2019 ci dicono che l’occhialeria italiana continua a puntare sull’export. Per i rivenditori di tutte le dimensioni e di tutti i settori il Customer Care è diventato un

Isabella Morpurgo Direttore VEDERE Italia isabellamorpurgo@vedere.it

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

5


Incontro ravvicinato con Thélios VEDERE INTERVISTA GIOVANNI ZOPPAS di Isabella Morpurgo

6

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Giovanni Zoppas Fine settembre, un cielo procelloso incombe su Parigi quando abbandono i saloni di Silmo per recarmi in centro città dove Giovanni Zoppas, Ceo e General Manager di Thélios, mi ha concesso un incontro e sono molto interessata a capire meglio la realtà di questa impresa nata dalla partnership tra LVMH e Marcolin e il cui nome ricorda due divinità: La greca Teia, dea della luce e della vista, e il dio del sole Elio (“Théia” e “Hélios” in francese). Thélios non espone in fiera e, al mio arrivo nella sede temporanea allestita per l’occasione, mi è subito chiaro che la scelta non è stata certo dettata da ragioni economiche. La location prescelta per questa raffinata operazione di marketing è il Cercle d’Aumale, un palazzo del XIX secolo nel 9° arrondissement, un tempo club musicale privato che aveva ospitato i più grandi artisti francesi. In questa cornice Thélios ha dato vita a vari ambienti, distribuiti su più piani e ispirati alle sue collezioni di occhiali, per una presentazione d’eccellenza nell’arco di alcuni giorni dei nuovi modelli agli ottici che sono stati selezionati perché ritenuti sulla stessa lunghezza d’onda dello stile e la qualità propri delle varie Maison che fanno capo a Thélios. Giovanni Zoppas si rivela subito diverso da altri grandi manager che mi è capitato d’incontrare. Di solito vengo “ammessa alla presenza” del BIG di turno che mi riceve spesso già dietro alla scrivania di comando da cui, magnanimamente, mi concede qualche chicca del suo sapere. In questo caso sono state stravolte tutte le consuetudini. Vengo accolta da un sorriso e una stretta di mano franca

e decisa. Saliamo insieme in un salottino elegante nella sua scicchissima semplicità e, comodamente seduti sui divani, inizia un piacevole scambio di idee. Qui veniamo raggiunti da due giovani protagonisti della vita “operativa” di Thélios, Sara Osculati – Chief Brand and Product Officer – e Guillaume Liné – Chief Commercial and Service Officer - che mi aiuteranno a capire alcune dinamiche aziendali. Veniamo subito al punto, cioè cosa è Thélios e quali sono i suoi obiettivi. Io so che LVMH è leader mondiale nel settore del lusso e ha sviluppato un modello di business connotato da una crescita dinamica sin dalla fondazione nel 1987. Di Marcolin so molto di più avendo avuto la fortuna di conoscere l’azienda sin dai tempi del suo fondatore Giovanni Marcolin Coffen e avendone seguito gli sviluppi nei decenni. Thélios deriva quindi dalla profonda conoscenza dei mercati nel segmento Lusso da parte LVMH e dall’esperienza nel campo occhialeria di Marcolin. Il Dr Zoppas vuole subito chiarire il concetto di Lusso secondo Thélios. Non certo esibizione fine a sé stessa ma la sintesi di Qualità, Savoir Faire, Tradizione e Creatività reinterpretate grazie a molta Ricerca e Sviluppo. Ogni collezione nasce dalle idee di creativi interni che conoscono molto bene le Maison e il loro DNA. I prodotti che ne derivano sono quindi geneticamente allineati e nascono in contemporanea alle collezioni Moda. Il filo è diretto, il dialogo tra creativi e designer, tra Moda e Occhiale, è continuo. Brand come Celine, Fred, Loewe, Kenzo e Berluti

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

7


mod. Celine vengono declinati nel prodotto occhiale grazie a questa importante sinergia che trasferisce anche particolari lavorazioni e tecnologie da un prodotto all’altro. Ne è un esempio illuminante la collezione di occhiali Berluti dove troviamo il richiamo a una lavorazione particolare, quella patina che ha reso famosi nel mondo le scarpe e gli altri prodotti in pelle Berluti. La Ricerca non verte solo sulla creatività o i materiali e i componenti della montatura per gli occhiali ma grandi risorse sono anche dedicate alla ricerca sulle lenti. Thélios ha inoltre cambiato drasticamente il timing della presentazione delle collezioni, in linea col mondo Moda la tempistica non è più data dai saloni del settore come Mido e Silmo ma dalle collezioni Primavera/Estate e Autunno/Inverno. Tutta la produzione viene realizzata in Italia all’interno di Thélios. Ricordiamo che nell’aprile 2018 è stato inaugurato il primo stabilimento

8

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

produttivo a Longarone ed un secondo è atteso in tempi brevi. Le 150.000 montature prodotte nei primi tempi diventeranno a breve 4 milioni, tutte realizzate da giovane mano d’opera locale guidata da esperti che condividono il loro know-how.


mod. Fred Tutta l’azienda è giovane, in fabbrica l’età media è 25 anni e anche negli uffici a Parigi il Dr Zoppas si avvale della collaborazione e dell’intraprendenza di molti giovani. Per quanto riguarda la rete vendita e i punti vendita paese per paese, l’azienda è stata aiutata dal fatto di non aver ereditato strutture preesistenti (Marcolin dà solo un aiuto logistico in alcuni casi o operativo in pochi paesi con esigenze particolari) ma di aver potuto scegliere partendo da zero, in base a dei criteri selettivi ben precisi. Dopo aver abbandonato a malincuore il gradevole scambio di idee con Giovanni Zoppas e i suoi collaboratori, il mio incontro col mondo Thélios è quindi proseguito di sala in sala nel palazzo dove ho potuto “immergermi” nell’atmosfera e conoscere meglio le varie collezioni. Non sono riuscita a strappare alcuna anticipazione ma credo d’aver capito che dobbiamo aspettarci altre novità a

breve termine. Magari in occasione dell’inaugurazione del secondo stabilimento a Longarone. Io aspetterò… ma sono curiosa. Questo tipo di Lusso mi piace, lo ammetto.

È ARRIVATO DIOR Lo stesso giorno del mio incontro con Giovanni Zoppas, Thélios e Dior hanno annunciato di “aver unito il loro savoir-faire d’eccezione per la creazione, fabbricazione e distribuzione di occhiali Dior nel mondo intero”. La prima collezione di occhiali Dior immaginata con Thélios sarà presentata nel gennaio 2021 in occasione della collezione primavera-estate, e sarà disponibile nelle boutique Dior in tutto il mondo nonché nell’ambito della rete di distribuzione selettiva Thélios.

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

9


L’ottico indipendente

Essere o non essere?

Franca Bochicchio Ottica & Glasstylist  ® DIECIDECIMI  ® – Milano Blogger glasstylist.com

“... questo è il problema: se sia più nobile d’animo sopportare gli oltraggi, i sassi e i dardi dell’iniqua fortuna, o prender l’armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli.”

Shakespeare nell’ottica? perché no. Per gli addetti ai lavori in questo settore in così forte cambiamento servono passione, forza d’animo e tanto coraggio e la letteratura, la filosofia e le lezioni dal passato possono accendere nel nostro sentire e sul nostro sentiero un faro sul futuro, come sovente accade.

10

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

Le dinamiche in gioco nel settore dell’ottica hanno portato noi ottici indipendenti a porci mille domande, a valutare mille possibilità di sviluppo del nostro mestiere, a migliorarci, a focalizzare e anche ripensare il nostro ruolo, la nostra professione che muta ogni giorno, in poche parole il nostro “essere”. Nuovi


attori sono entrati in scena nella vita di tutti i giorni, figure che prima non c’erano ma che individuando nuove possibilità di sviluppo nel nostro lavoro si sono ritagliate una fetta considerevole di azione. Le possibilità aperte da internet, dai social network e dalla conseguente comunicazione velocissima e massificata che si snoda in gruppi facebook, blog, pagine, streaming video, tutorial ha supportato l’intraprendenza dei nuovi attori e proiettato velocemente noi ottici in una dimensione “altra” e per certi versi molto confusa. Abbiamo consulenti per ogni singolo aspetto del nostro lavoro, che ci supportano nella vendita, nell’abbinamento degli occhiali, nella scelta delle lenti progressive, nella gestione dei conti e, in generale, in ogni aspetto del nostro business. Per farla breve: il nostro mestiere è stato analizzato in ogni singolo aspetto, smembrato e ogni pezzo è stato studiato a fondo per trovare soluzioni vincenti da consigliare. C’è tanto lavoro dietro lo studio dei nuovi attori e altrettanta passione nel cercare una strada, laddove una strada non c’era. Dove voglio arrivare? A due semplici riflessioni: come cambia, dopo questo smembramento e rielaborazione,

il nostro “essere” ottici? Quante di queste consulenze per quanto appassionate sono già insite nel dna dell’ “essere” ottico e in quanto tali già di nostro appannaggio? Le esigenze di un settore completamente rinnovato rispetto a qualche decennio fa e in continua evoluzione, sta portando un po’ per volta il nostro “essere” ottici, per dirla alla shakespeariana maniera, a diventare un “non essere” a colpi di consulenze. Salvaguardando il lavoro di quei nuovi attori che realmente portano valore aggiunto alla figura dell’ottico e che si pongono al suo fianco (e non davanti) per supportarlo con argomenti interessanti e utili, trovo che il lavoro di concerto tra le nuove figure e l’ottico, in risposta ai mutamenti del settore, avrebbe più sostanza se l’ottico stesso ritornasse al centro di questo universo, se si insistesse maggiormente sulle competenze già presenti nella figura dell’ottico. Capita di imbattersi sui social in commenti di consulenti che fondano il loro aiuto sulle scarse capacità dell’ottico e questa non può essere una buona strada per trovare soluzioni insieme. Dietro ogni ottico non c’è solo un semplice venditore ma c’è un professionista che ha studiato, ha investito tempo, ogni giorno investe esperienza e oggi sta brillantemente portando avanti il suo mestiere con passione e nuove idee, ampliando le sue conoscenze e abilità

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

11


e strenuamente difeso in questo settore, soprattutto nella fase evolutiva in cui siamo, per evitare di svegliarci una mattina e trovare gli ottici fuori dai loro negozi perché non è rimasto più nulla del loro ruolo che qualcuno possa rivendersi.

per restare al passo con i tempi, anche aprendo la porta del suo negozio a nuove collaborazioni. Come sempre il rispetto è e deve essere un valore fondamentale che va continuamente

12

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

La seconda riflessione si basa sulla reale necessità che tutti gli ottici abbiano bisogno di avere consulenza su tutto, su ogni singolo aspetto del proprio lavoro. Abbiamo sottolineato e parlato a lungo di omologazione e di quanto invece la cifra dei piccoli attori di questo settore sia la differenziazione, l’unicità di se stessi e dei loro punti vendita. Gli ottici indipendenti posizionati al centro di questo universo dove le giuste consulenze diventano strategiche, conoscono i loro punti di forza ma anche quelli deboli e possono selezionare il supporto di cui hanno bisogno così come fanno con i loro prodotti, aiutando a farsi


Foto di Monica Rossetti

aiutare. L’incontro tra professionisti che si riconoscono è sempre più fruttuoso e oggi è fondamentale focalizzare l’esigenza invece che generalizzarla. L’”essere” dell’ottico rigenerato e arricchito da questa marea di soluzioni e consulenze dovrebbe insomma puntare a un mix ancora una volta unico, al cui centro c’è sempre la persona, la figura professionale. “L’essere più autentico”, l’identità dell’ottico dobbiamo sempre preservarli se vogliamo preservarne il mondo. Il rispetto fondamentale di cui si parlava prima dovrebbe scaturire proprio dalla consapevolezza nel settore che gli ottici che si avvalgono dell’aiuto dei nuovi consulenti lo fanno proprio perché sono

i primi a riservare rispetto a loro stessi, un rispetto che non va mai disperso e dimenticato proprio da nessuno. Essere o non essere nella concezione shakespeariana resterà sempre il dilemma eterno e anche per noi ottici si declinerà nella dicotomia “sopportare i sassi e i dardi dell’iniqua fortuna” o “prender l’armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli”. Forse come spesso accade la verità, la strada da seguire è nel mezzo, in quella zona in cui si guarda dritto avanti senza paura. L’importante è come sempre trovare l’equilibrio. Ognuno il suo.

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

13


L’agente di commercio

Analisi di una parolaccia: LO SCONTO

Analisi di una parolaccia: LO SCONTO

Cristian Rossi Agente di commercio Marchon District Manager in Marchon Blogger su www.vedicomevendi.blogspot.com

dell’Atlantico, proponevano una riduzione di prezzo per acquisti di maggiori quantità di merce. PRIMA APPLICAZIONE: “Lo sconto si applicava a merci deperibili o vicine al deperimento.” Alla fine del 1800 colui che rilevò i diritti della Coca Cola ideò i “codici sconto” come mezzo per permettere alla maggior parte delle persone di provare e conoscere questa nuova bibita determinandone, con questi, una rapidissima diffusione.

Oggi volevo analizzare con voi un argomento che mi frulla nella testa da tempo e che ormai ha preso una dimensione in alcuni casi proprio assurda e senza senso. Per capire ed analizzare il tema dello sconto, faccio un breve excursus storico: Lo sconto nacque molti secoli fa per facilitare la vendita di beni alimentari deperibili così da non perdere del tutto il valore commerciale degli stessi; arrivavano i grandi bastimenti dalle Americhe in Europa carichi di patate, caffè e farine di ogni genere. Per poter vendere rapidamente le derrate prima che deperissero e velocizzare la ripartenza delle navi nuovamente alla volta

14

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


SECONDA APPLICAZIONE: “Quando lo sconto viene usato per diffondere un prodotto o un servizio in tempi molto più rapidi, questo si chiama PROMOZIONE” Con il passare degli anni e l’affinamento in America delle tecniche di vendita, dai primi del ‘900 si è passati dal concetto di sconto al concetto di “PROMOZIONE”, ossia l’applicazione di una riduzione del prezzo non solo per merci deperibili, ma per ogni bene con lo scopo di ottenere una variazione significativa di un aspetto fondamentale dell’azienda: L’AUMENTO DEI CLIENTI ATTIVI L’aumento di aziende spin-off e, quindi, di concorrenza su tutti i mercati (online compreso) ha però determinato una confusione nell’uso degli stessi indebolendo il concetto di promozione e facendo esplodere queste pratiche utilizzate da tutte quelle aziende che non riescono ad ottenere un’idea veramente differenziante di prodotto o servizio.

chiamiate “Apple”, sia che vi chiamiate “Salumeria Da Gerolamo il salsicciaio”. Siete mai andati in un qualunque negozio appartenente a catene strutturate tipo OVS, ZARA, INTIMISSIMI, GARDENIA ecc. provando a chiedere uno sconto se NON appositamente specificato in una promozione comunicata?” Scommetto che non vi verrebbe mai in mente neanche di chiederlo. Bene, neanche a me. Perché allora i nostri amati clienti dovrebbero ricevere una risposta diversa nel vostro negozio? Vi rispondo io: “Per abitudine” CONVERTIRE UNO SCONTO OPERAZIONE DI MARKETING

IN

UNA

Adesso che è chiaro come stanno procedendo tutte le attività un po’ più strutturate della “Scarrafonzo snc”, vediamo come possiamo convertire un pericoloso sconto in una promozione strutturata che possa essere davvero utile alla propria attività.

QUANTO INCIDE UNO SCONTO?

CARATTERISTICHE NECESSARIE:

Facciamo 2 calcoli della serva: Nella vendita di un occhiale monofocale completo dell’importo di 250€, fare un semplice 10% di sconto finale solo per ingraziarsi il cliente per la prossima volta, in realtà incide molto di più se lo calcoliamo in relazione agli utili: siamo intorno ad una riduzione di utili di circa il 25% netti! Se questa operazione non porta ad un aumento dei nostri clienti attivi di almeno un 30%, corrisponde ad un suicidio commerciale ed economico!

1) PUBBLICAZIONE Devono essere rese pubbliche non più di 60 e non meno di 30 giorni PRIMA dall’inizio della promozione stessa. Il possibile cliente a target, che magari avrebbe rimandato a “data da decidere” l’acquisto del bene o servizio da voi offerto, deve essere spinto dalla specifica promozione ad anticipare ad ORA l’acquisto stesso. Inoltre, la promozione deve servire a convogliare possibili lead a gravitare presso il vostro negozio SOPRATTUTTO se non vi conoscevano prima.

Se dietro non c’è una operazione di marketing ben calibrata a tavolino, questo sarà un suicidio per qualunque azienda voi siate, sia che vi

Errori da evitare : se non informate i possibili clienti tramite mailing, socialnetworks, volantinaggio, sms e altro sarà impossibile che la promozione vada ad aumentare i clienti e i fatturati.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

15


soprattutto, non aumentano i leads né i fatturati, TOGLIETELI 4) CHIARO E FORTE La promozione deve essere chiara nei termini e forte nella comunicazione. Lo sconto va applicato a TUTTI i pezzi in negozio di quella particolare categoria con un prezzo finito o una percentuale unica e chiara. La chiarezza comunicativa determina un cliente sicuro e rilassato durante la decisione di acquisto. 2) TEMPI: INIZIO E SCADENZA La promozione deve avere un inizio ed una fine CHIARE. Il cliente deve sapere che se torna presso il vostro negozio la settimana o il mese successivo, non avrà questa occasione da sfruttare. Questa informazione deve comparire OVUNQUE ed essere BEN LEGGIBILE. Errori da evitare: generici cartelli SCONTI attaccati alle vetrine non trasmettono assolutamente niente ma, anzi, determinano una bassa fiducia sul valore percepito degli sconti, e quindi dei beni stessi.

3) QUALI BENI E QUALI SERVIZI INCLUDERE La promozione deve riguardare determinati beni o servizi (una collezione particolare, un tipo di lente oftalmica o un determinato servizio aggiuntivo) così che, se lo stesso cliente chiede uno sconto su un altro articolo, la risposta potrà (e dovrà) essere categoricamente NO. TRASMETTE SERIETÀ ED ELEVA IL VALORE PERCEPITO DELLA PROMOZIONE STESSA. Errori da evitare: Generici cartelli “tutto a X €” non comunicano un reale benefit per l’acquirente e,

16

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

Errori da evitare: adesivi verdi, gialli o rossi applicati a prodotti che definiscono limiti di sconti al 30-40-50%. Questo determina da parte del cliente la sensazione di promozioni mai davvero convenienti. Meglio sarebbe prendere tutti i beni che vogliamo far fuori, metterli in una parete ben precisa al disotto di un cartello TUTTO AL 50% di sconto. Gli articoli che non vogliamo includere nella promozione li spostiamo nella parete opposta e su quelli non si applicano sconti. Qualora la promozione riguardi le lenti, non limitare lo sconto a sole lenti di serie o a determinati valori di cilindro, anche perché, nella migliore delle ipotesi, passerete i giorni seguenti a far capire ai possibili interessati perché una lente ci rientra e perché l’altra no, creando indecisione e la sensazione di essere “fregati”…attenti. Una volta che una promozione integra tutti e 4 i punti indicati, l’aumento di clienti e l’aumento di fatturato derivante ricoprirà abbondantemente gli sforzi fatti per allestire la promozione e (soprattutto!!) non inciderà negativamente nel livello della vostra attività percepito dai clienti storici. Adesso provate a guardarvi intorno e provate a verificare quanto detto da me come semplici clienti; andate per negozi, osservate, pensate e riflettete, prendete spunto e fatelo maggiormente se notate degli errori, siate curiosi di ciò che fanno gli altri...sempre.

Un saluto


Lenti oftalmiche

SEEING BEYOND ZEISS Convention 2019 Con circa 30.000 dipendenti, il Gruppo ZEISS è presente in quasi 50 paesi con oltre 30 siti produttivi e centri di ricerca e sviluppo in tutto il mondo. Nel precedente anno fiscale il Gruppo ha generato ricavi per oltre 5,8 miliardi di euro nei suoi quattro segmenti: Industrial Quality & Research, Medical Technology, Consumer Markets e Semiconductor Manufacturing Technology.

menti oftalmici. All’interno del segmento Consumer Markets, questa divisione sviluppa e produce strumenti e soluzioni per l’intera catena di valore dell’ottica oftalmica, che vengono commercializzati in tutto il mondo con il marchio ZEISS.

La sede centrale del Gruppo, fondato a Jena nel 1846, è oggi situata a Oberkochen in Germania. La Carl ZEISS Foundation, una delle più grandi fondazioni tedesche dedicate alla promozione della scienza, è il proprietario unico della holding Carl ZEISS SpA.

Il 21 e 22 ottobre scorsi, in occasione della Convention 2019 dal titolo Seeing beyond, Zeiss Vision Care ha riunito 2.000 partecipanti provenienti da 60 paesi diversi negli stupefacenti spazi della Station-Berlin, stazione ferroviaria costruita nel 1875 e ora location particolare per convegni ed eventi e nel polifunzionale Tempodrom.

ZEISS Vision Care è uno dei leader mondiali nella produzione di lenti per occhiali da vista e stru-

L’evento era strutturato in 4 sessioni (Workshop)

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

17


Lenti oftalmiche

dedicate ai seguenti argomenti: • Vision in the Digital World – Scientific Consumer Insights • ZEISS SmartLife: il nuovo portafoglio di lenti ZEISS • ZEISS Enabling your ambitions • ZEISS Consumer Experience In un’atmosfera professionale e, al tempo stesso, festosa, circondati da presentazioni multimediali, isole gastronomiche, esperienze di volo virtuali, robot interattivi e tanto altro ancora, gli ottici hanno potuto “toccare con mano” tutti gli ultimi sviluppi dei prodotti Zeiss per la visione e i vantaggi di una collaborazione con il Gruppo. L’evento di inaugurazione con scenografie sorprendenti e interventi interessanti e l’elegante cena di Gala hanno poi completato più che gradevolmente la due giorni Zeiss a Berlino.

18

l’ambiente circostante nostro stile è cambiato e l’evoluzione della tecnologia sfida ogni giorno le nostre abitudini. La connettività è la nostra nuova normalità. Questo nuovo modo di vivere stanca molto gli occhi, che fanno un lavoro incredibile e complesso: gli stimoli visivi sono aumentati, le esigenze quotidiano in cui abbiamo bisogno di una vista perfetta e sicura. Per rispondere al meglio alle esigenze visive di oggi, ZEISS ha sviluppato un portafoglio di lenti da vista chiare completamente nuovo, per tutte le età, che tiene conto delle nuove sfide visive.

La principale novità presentata in questa occasione è la linea di lenti ZEISS SMARTLIFE, il cui lancio in Italia è previsto per Marzo 2020.

Dopo aver analizzato con metodo scientifico tutti i nuovi comportamenti visivi generati dalla visione dei dispositivi digitali in movimento, e tenendo in considerazione la fisiologia dell’occhio, differente per ogni persona, ed ogni età, grazie all’impiego di tecnologie ottiche d’avanguardia, ZEISS propone le nuove lenti ZEISS SmartLife in grado di offrire il massimo comfort visivo, ogni giorno e a tutte le età.

La nostra vita è in continuo movimento: il nostro smartphone ci accompagna nel quotidiano, costringendoci a spostare rapidamente e frequentemente la nostra attenzione tra lo schermo e

Oltre alla correzione individuale, tre sono gli aspetti da tener conto quando si creano lenti personalizzate: l’età, lo stile di vita e il comportamento visivo di chi li indossa. I consumatori non sono par-

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche

ticolarmente interessati al fatto che le lenti siano in grado di correggere la miopia, la presbiopia o i problemi visivi tipici della mezza età. Quello che cercano sono lenti che si adattano perfettamente al loro stile di vita, alla loro generazione e alle loro esigenze quotidiane - ed è qui che entra in gioco ZEISS SmartLife con più di 1.000 referenze che l’ottico potrà proporre per garantire una soluzione quanto più personalizzata in base alle abitudini e all’età. ZEISS VISUFIT 1000 è invece la piattaforma digitale che assicura una centratura perfetta e una facile personalizzazione delle soluzioni visive Una buona visione richiede molto di più di una corretta prescrizione di lenti: è fondamentale che le lenti siano perfettamente centrate nella montatura e in relazione agli occhi. Nel 1992, ZEISS lanciò Video Infral1, il primo sistema di video centratura che qualificò il Gruppo

come precursore della digitalizzazione nel processo di acquisizione dei dati di centratura. ZEISS VISUFIT 1000 rappresenta l’ultimo traguardo in questo campo e sarà possibile espanderla integrando moduli che permetteranno di provare virtualmente diverse montature e simulare trattamenti, colori, specchiature e spessori delle lenti in abbinamento con la montatura. Questa piattaforma viene utilizzata per determinare i dati di centratura in modalità 3D, è dotata di nove telecamere che lavorano simultaneamente e che, con un unico scatto, producono un’immagine a 180 gradi del volto del cliente, dal profilo destro a quello sinistro, rendendo più precisa la rilevazione dei parametri. Una volta acquisiti questi dati, l’ottico può procedere con l’elaborazione. ZEISS VISUFIT 1000 permette, inoltre, di confrontare foto con montature diverse e da diverse angolazioni.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

19


Lenti oftalmiche

L’interfaccia tra ZEISS VISUFIT 1000 e l’ottico optometrista è ZEISS VISUCONSULT 500: una piattaforma che consente di gestire tutti i dispositivi e gli strumenti ZEISS interconnessi. In questo modo è possibile raccogliere i dati dei clienti e collegarli tra loro, assegnarli sempre al cliente giusto, calcolare la lente migliore e supportare il processo di consulenza attraverso un’esperienza tecnologicamente all’avanguardia.

ZEISS Vision Care e l’impegno per la sostenibilità Con oltre 240 iniziative nelle diverse sedi del mondo, ZEISS Vision Care promuove una produzione e una logistica più ecologica, ispirata dal motto “Green, Safe, Responsible”. Maggiore sicurezza significa maggiore benessere sul posto di lavoro, attraverso una riduzione di eventuali sostanze chimiche potenzialmente pericolose o una più attenta progettazione delle postazioni di lavoro.

Workshop sulla “consumer experience”

20

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche La “responsabilità” ha sempre ricoperto un ruolo chiave nella storia dell’azienda e il Gruppo ZEISS tiene conto dell’impatto collettivo che possono avere alcuni piccoli o grandi cambiamenti. Ad esempio, a partire da novembre 2018, ZEISS è riuscita a eliminare 50 tonnellate di rifiuti di plastica grazie all’utilizzo della prima serie di nuovi semifiniti per la produzione di lenti - un ammontare pari alla quantità di plastica necessaria per produrre 2,5 milioni di sacchetti di plastica. Inoltre, circa 75 tonnellate di emissioni di CO2 - quantità generata da una persona che vola 40 volte da Taiwan a Berlino - sono state evitate con un minore utilizzo di materiale plastico. Oggi, una delle sfide più importanti per l’industria oftalmica in ambito sociale è il fatto che milioni di persone non hanno accesso alle cure per gli occhi e la vista. ZEISS Vision Care sta già lavorando a diverse attività per migliorare la disponibilità di cure oculistiche in tutto il mondo e supporta importanti iniziative come “Christoffel Mission for the Blind”, “Helen Keller International”, “Optometry Giving Sight” e “Free Lunch Fund”, insieme a progetti locali. Con il programma Aloka Vision, ZEISS ha dato vita ad un’iniziativa per la cura degli occhi e della vista nelle zone rurali dell’India. Ogni mese, circa 8.000 persone vengono sottoposte, per la prima volta, a un check up visivo e ricevono occhiali da vista o cure.

Le prime fotografie scattate sulla superficie lunare, nel 1969, sono state scattate con obiettivi fotografici ZEISS. Il potente obiettivo ZEISS Planar 0.7/50, originariamente sviluppato per la NASA, divenne ancora più celebre quando il famoso regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, Stanley Kubrick, lo utilizzò per il film Barry Lyndon. ZEISS ha ricevuto tre Oscar alla tecnica per le proprie tecnologie fotografiche

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

21


Lenti oftalmiche

ITAL-LENTI La gamma completa di lenti per ogni esigenza L’innovazione tecnologica non si ferma mai. È da sempre infatti nel DNA di Ital-Lenti prevedere le nuove esigenze dei portatori e fornire loro i migliori prodotti oftalmici, tutti rigorosamente Made in Italy perché interamente concepiti nell’ultratecnologico stabilimento di Alpago, Belluno. Tra i prodotti di punta Ital-Lenti spiccano le lenti Twice Armonie, le progressive altamente tecnologiche che raggiungono un livello di definizione delle immagini “come quello di una televisione in 4K”. Con Twice Armonie, la transizione tra le aree del vicino e lontano è stata armonizzata, per ridurre al massimo le aberrazioni laterali presenti in altre tipologie di lenti progressive. Tra le prime aziende italiane a produrre lenti progressive Free-Form, Ital-Lenti ha ampliato nel tempo la propria gamma di lenti fino ad arrivare alle Twice Armonie, con lavorazione Free-Form su entrambe le superfici della lente. Grazie al “Digital Ray Control”, un innovativo software di calcolo della lente, in relazione del valore di prescrizione e dei parametri posturali indicati, si definisce la migliore ottimizzazione geometrica, minimizzando le aberrazioni oblique per ogni direzione di sguardo e per ogni inclinazione della montatura.

22

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche Grande attenzione è poi dedicata a chi necessita di una soluzione per l’affaticamento visivo dovuto al costante utilizzo dei dispositivi digitali quali smartphone e tablet. L’uso costante di questi device comporta un continuo bisogno di cambi di visualizzazione tra le aree per vicino e lontano e in questo caso la soluzione è la famiglia di lenti MOBILE composta dalla progressiva Premium MOBILE e la lente monofocale ad assistenza accomodativa Relax MOBILE. Contro i dannosi effetti delle radiazioni ultraviolette e della luce visibile ad alta energia che vengono emesse nelle lunghezze d’onda del blu, ad esempio quella proveniente dalle

lampade ad emissione luminosa (LED) o degli schermi dei PC, Ital-Lenti ha ideato le lenti UV Tech, progettate per ridurre al minimo gli effetti di queste dannose radiazioni. Questo nuovo polimero, grazie alle sue caratteristiche, filtra tutte le lunghezze d’onda UV e della luce blu dannosa fino ai 420 nm.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

23


Lenti oftalmiche

TRACKING ONLINE Il nuovo servizio BBGR per i brand Galileo e Nikon Dall’ordine alla spedizione, i Centri Ottici partner hanno la possibilità di verificare autonomamente e in tempo reale lo stato di avanzamento delle lenti richieste. BBGR Italia ha sviluppato, infatti, un portale dedicato al tracking online dei brand Galileo e Nikon Lenswear: un nuovo pratico strumento disponibile 24/24 che promette di potenziare ulteriormente il servizio al cliente.

L’ottico ha inoltre l’opportunità di attivare la funzione di “avviso” per essere informato quotidianamente, tramite e-mail, sulle spedizioni o su eventuali ritardi e di identificare alcuni ordini come “speciali” e ricevere, per questi, anche sms per ogni fase o in caso di ritardo. È disponibile che una funzione di ricerca - per nome, prodotto o riferimento portatore - per permettere all’ottico un controllo puntuale.

Collegandosi ai siti www.galileo4you.it e www. nikonexpert.it, l’ottico può accedere direttamente al portale di tracking BBGR e monitorare lo sviluppo di ciascuna lavorazione.

La piattaforma di tracking è personalizzabile. Ciascun ottico può infatti definire le impostazioni di visualizzazione - retroattività e priorità (data ordine, in consegna, in ritardo) - che vengono tenute in memoria per gli accessi successivi.

Già in home page l’ottico ha una panoramica generale e immediata dello status degli ordini. Selezionando poi il periodo, da 15 fino a 60 giorni, vengono visualizzati i dettagli di ciascuna lente con relativa data prevista di invio e step di avanzamento lavori, identificati in tre fasi: Ricezione, Produzione, Spedizione. Eventuali ritardi di consegna sono segnalati da un’icona apposita in cima alla pagina web.

Il portale di tracking BBGR è stato studiato appositamente per supportare l’attività dei partner ottici, agevolando la reperibilità delle informazioni con conseguente ottimizzazione dei tempi e soddisfazione di professionisti e portatori.

ORDINA

le tue lenti

24

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

COLLEGATI

al portale tracking BBGR

MONITORA i tuoi ordini

RICEVI

email e sms di aggiornamento


PER I VOSTRI VIAGGI D’AFFARI E DI SVAGO NEL CADORE FOR YOUR BUSINESS AND PLEASURE TRIPS IN THE CADORE AREA

FAMILY ROOMS

FREE WI-FI

PARKING

RESTAURANT

SPA

CONFERENCE SENTRE

Hotel Ferrovia snc Via Stazione 4 – Calalzo di Cadore tel 0435/500705 – fax 0435/518745 info@hotelferrovia.it – www.hotelferrovia.it


Lenti oftalmiche

#LOVELIGHT La campagna Transitions sui social con Federica Pellegrini Transitions – brand leader nel settore delle lenti fotocromatiche vanta una brand awareness del 63% in Italia, con una stima di circa 70 milioni di persone nel mondo che le indossano (stima Transitions basata sul quantitativo di lenti vendute con un tasso di rinnovo di 2,8 anni) e una fan base di clienti soddisfatti che sfiora il 90% (l’89% di chi le ha provate le ricomprerebbe). Se finora le lenti fotocromatiche erano considerate un prodotto destinato agli over 45, oggi mi-

26

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

rano a conquistare anche un target più giovane: i millennial, la generazione con un’età compresa tra i 23 e i 38 anni che, in Italia, conta ben 13 milioni di individui. #lovelight è il progetto influencer tutto italiano ideato da Transitions e partito settembre scorso - per massimizzare la desiderabilità anche su questo bacino di consumatori più giovani. “I millennial hanno un modo di comunicare diverso dalle altre generazioni”, afferma Alessandra Barzaghi, Country Transitions Director Italy. “Per


Lenti oftalmiche

questo, prima ancora di parlare di prodotto o dei suoi numerosi benefici, abbiamo puntato a catturare la loro attenzione, stupendoli con l’effetto wow di Transitions indossato nella vita quotidiana di un team di influencer”. “Avvicinarsi ai millennial è oggi una delle più grandi sfide dei brand”, conferma Francesco Morace, sociologo e saggista. “È necessario trovare gli elementi chiave per conquistare un gruppo davvero eterogeneo di giovani adulti”.

la fashion blogger Irene Colzi (@ireneccloset); la famiglia di fotografi Digital Modern Family (@ digitalmodernfamily); Giovanni Masiero (@giovannimasiero) modello e sportivo; il geek Jacopo D’Alesio (@jakidale) youtuber di e-games.

I social network – Instagram e Facebook – sono diventati il cuore della campagna #lovelight. Transitions ha schierato una squadra di 5 In-

“Il nostro obiettivo è proprio quello di ‘sedurre’ questa digital generation”, ha affermato Barzaghi. “Sono consumatori consapevoli, attenti alla qualità e che dai brand cercano ingaggio, contenuti credibili e ricchi di significato. Nel percorso d’acquisto, sono sensibili alle review on line e ai pareri degli influencer (purché trasparenti!), condividono le loro esperienze sui social media che, contestualmente, sono anche una vetrina dove scoprire le nuove tendenze”. Per loro quello che conta non è tanto il prodotto in sé, ma l’esperienza del prodotto stesso. “Per questo la mission di questo progetto è raccontare l’esperienza di Transitions nella vita quotidiana di un team di influencer molto ‘cool’”.

fluencer, tutti reali portatori di occhiali e tutti millennial. Protagonista è Federica Pellegrini (@kikkafede88), record mondiale dei 200 stile libero dal 2009, campionessa olimpica, modella, giudice del programma Italia’s Got Talent, nonché top influencer da 1 milione di follower. Completano la squadra 4 influencer con un seguito tra i 200K-250K follower che rispecchiano altrettanti cluster di stile e approccio ai consumi:

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

27


Lenti oftalmiche

OPTODINAMICA Una storia fatta di lenti ideate, progettate e realizzate completamente in Italia

Optodinamica, una storia che inizia nel lontano 1968 da un’idea del fondatore Giancarlo Marinelli che ha consentito negli anni all’azienda di proporre al mercato delle lenti oftalmiche soluzioni sempre innovative e talvolta esclusive. L’azienda si avvale di un team sempre pronto a raccogliere e superare ogni sfida, riservando il giusto spazio alla “sartorialità produttiva” in un settore altamente tecnologico. Nella produzione di Optodinamica rivestono un ruolo primario le fotocromatiche DINAMICA®, coperte da Brevetto Industriale che rappresentano una vera e propria “rivoluzione italiana” nel mondo delle lenti organiche fotocromatiche. Grazie al reparto interno Ricerca & Sviluppo, sempre orientato alla sperimentazione di nuove soluzioni, la famiglia delle fotocromatiche DINAMICA®, già composta di ben 6 colori base (ametista, verde, indaco, marrone, grigio e avion) si arricchisce di 3 nuove tinte (blu capri, verde caraibi e corallo) dal gusto giovane ed in linea con le tendenze del momento.

28

Il nuovo trattamento antiriflessi acromatico NEUTRAL, studiato appositamente per essere applicato su DINAMICA®, rappresenta la giusta combinazione tra resistenza e trasparenza rendendo la superficie della lente brillante e priva dei riflessi residui che normalmente alterano il colore del fotocromatismo. DINAMICA® è anche DINAMICA® Flash Urban Style, una specifica deposizione specchiata (“flash”) che, allo stato disattivato dona alla lente un effetto ricercato, mentre allo stato attivato, oltre a garantire una totale protezione, le conferisce un aspetto decisamente fashion.

La Tecnologia Brevettata DINAMICA®, riscuote notevoli consensi sul mercato soprattutto grazie alla rapidità di schiarimento superiore del 30% circa rispetto a prodotti della concorrenza.

I molteplici abbinamenti possibili tra i colori DINAMICA®, i trattamenti antiriflessi e le specchiature light-mirror di Flash Urban Style garantiscono un mondo di soluzioni tale da rendere accattivante ed esclusiva ogni possibile combinazione.

Un vantaggio notevole proprio in quella che, di fatto, è la performance più importante per chi indossa lenti fotocromatiche.

Ogni soluzione DINAMICA® e DINAMICA® Flash Urban Style è realizzabile in tutti gli indici di rifrazione ( 1.50 - Trivex® - 1.60 - 1.67 e 1.74 ).

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche

NUOVA HOYALUX ID MYSELF Da molto vicino a molto lontano: visione oltre i limiti. Hoya raggiunge il traguardo più elevato con le lenti progressive. Dalla combinazione di tecnologie pionieristiche con l’innovazione basata sul comportamento umano, nasce Hoyalux iD MySelf, la lente top più personalizzata, progettata per assicurare le migliori prestazioni nelle attività della vita dinamica e digitale. Nel mondo digitale di oggi, viviamo in simbiosi con i dispositivi digitali, spesso usandone anche più di uno contemporaneamente e per un tempo prolungato. In base a uno studio di ricerca indipendente tra professionisti del settore e consumatori di occhiali, 9 portatori su 10 di lenti progressive dichiarano di desiderare + Semplicità di passaggio da lontano a vicino + Semplicità di adattamento + Semplicità di messa a fuoco a tutte le distanze Hoyalux iD Myself assicura prestazioni visive elevate in tutte le attività, grazie alle nuove ed esclusive 3D Binocular Vision e AdaptEase Technology. Con la nuova 3D Binocular Vision vengono controllati in particolare gli effetti prismatici laterali della lente. Questo consente al portatore di beneficiare di una importante riduzione delle distorsioni periferiche e della sensazione di ondeggiamento. Nella Hoyalux iD MySelf, grazie all’esclusiva AdaptEase Technology, l’ampiezza dei campi visivi da vicino e intermedio conquista livelli mai raggiunti preservando le elevate prestazioni della visione da lontano. Consente facilità di passaggio tra le

varie aree, ampi campi visivi a tutte le distanze e quindi l’adattamento più facile. Inoltre, MySelf si fonda sulle migliori tecnologie che hanno portato la visione binoculare ad un livello senza precedenti: gli esclusivi brevetti della superficie e calcolo FreeForm insieme alla Binocular Harmonization Technology, alla base di Hoyalux iD MyStyle V+. Tra i benefici per i portatori troviamo: + Massima ampiezza di visione a tutte le distanze + Visione eccezionalmente nitida e adattamento ancora più veloce e semplice + Messa a fuoco semplice e rapida, e movimenti oculari e della testa più naturali + Visione stabile diminuzione della sensazione di ondeggiamento + Comfort visivo durante l’uso dei dispostivi digitali “Grazie a questa nuova lente progressiva, l’esperienza visiva va oltre ogni limite”, commenta Maurizio Veroli, Presidente e Amministratore Delegato di Hoya Italia, “Il 93% dei portatori di lenti progressive si affida alla raccomandazione dei Professionisti della Visione. Myself può essere creata su misura delle esigenze e dello stile di vita dei singoli clienti. Infatti, con il nuovo iDentifier, l’esclusivo sistema di consultazione per lenti 100% personalizzate, si tiene conto dell’anamnesi generale, dell’eventuale nuova prescrizione, della storia del portatore, della montatura scelta e dello stile di vita. La personalizzazione crea coinvolgimento e massima soddisfazione: due leve importantissime per fidelizzare il cliente al Centro Ottico e aumentarne l’immagine di Professionalità”.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

29


Lenti oftalmiche

ALTEO La lente progressiva premium Galileo Oggi le persone possono incontrare ancora difficoltà ad adattarsi alle lenti progressive, provare discomfort e, per molte attività, essere costretti ad accettare un compromesso tra la visione intermedia e da vicino. Chi indossa lenti progressive desidera non dover scegliere un aspetto della propria vita a discapito degli altri ed essere limitato nelle attività quotidiane. I portatori di lenti progressive vogliono lenti dalla massima versatilità, adatte a ogni stile di vita individuale. AlteoTM è la nuova lente progressiva premium Galileo, la più versatile e universale della gamma. La nuova tecnologia applicata NIV (NearIntermediate Vision) BOOST CONTROLTM è progettata per garantire acuità visiva simultaneamente ottimizzata in visione da vicino e intermedio. Per determinate distanze (IV a 70 cm - NV a 40 cm) e soglie del valore di acuità visiva (0.15 LogMar), il dipartimento R&D Essilor Group determina tutte le direzioni dello sguardo che consentono visione ottimale. Ogni direzione dello sguardo corrisponde a un’unità di area angolare espressa in gradi. Il calcolo dell’area angolare consiste nella somma di tutte le direzioni di sguardo indicazioni e nella misura delle aree di funzionamento ottimale della lente. Il valore soglia 0.15 LogMar definite da Essilor Group R&D equivale a circa 3 righe di acuità visiva.

I due booster (intermedio e vicino ndr.) sono progettati per avere minima influenza reciproca; in questo modo le aree di visione intermedia e vicino possono essere migliorate simultaneamente; Una nuova tecnologia di asferizzazione combinata è applicata contemporaneamente alle zone di visione intermedio e vicino della lente.

30

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche

ACCENDI LA TUA SCINTILLA! L’inedita campagna di comunicazione Rodenstock Rodenstock si presenta con una campagna inedita e molto originale che gioca coi concetti di relazione e fedeltà rivolta al mercato. “Sei in cerca della tua dolce metà?” inizia con questa domanda la nuova campaign del brand tedesco. La scintilla la potrà accendere Rodenstock, attraverso il suo servizio, il dialogo continuo e la sua professionalità, frutto di una storia e di un presente sempre di alto livello. Un gioco di parole tra innamorati che si cercano; sulla soddisfazione reciproca e su come trovare la giusta armonia di coppia tra azienda e cliente. Rodenstock racconta in modo diretto ed immediato quanto siano importanti i valori dell’affidabili-

tà e della fiducia corrisposta, accostati alla qualità che da sempre la contraddistingue. Una qualità fatta di passione, perfezione e competenza, quella indiscussa dell’ingegneria tedesca. Un concetto di futuro, anche di coppia, legato alla differenza delle sue soluzioni per una visiona globale ed alle innovazioni più importanti come ad esempio la nuova esclusiva tecnologia DNEye. Rodenstock sembra volerci ricordare che in coppia si è più forti. E suggerirci il percorso perché la relazione sia complice e duratura. La campagna internazionale “Accendi la tua Scintilla!” sarà sia on-line che sui social del brand e sui print magazine di settore.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

31


Lenti oftalmiche

GALILEO Strumenti high level e super innovativi Ormai è cosa nota che una centratura errata è il primo fattore di disturbo nelle performance visive del portatore di lenti. Da qui nasce l’esigenza del centro ottico di dotarsi di sistemi all’avanguardia, precisi e affidabili, per offrire ai clienti nuovi prodotti sempre più su misura, che garantiscano visione perfetta e comfort in ogni attività quotidiana. In fatto di soluzioni high-level, Galileo è in prima linea con Galileo Instruments per supportare l’attività quotidiana del Centro Ottico con strumenti di misurazione, molatura e tracciatura per ogni fase di esecuzione: dalla presa misure fino al montaggio degli occhiali. Protagonista della gamma strumenti 2019 è l’innovativo sistema EyePerformance 4.0 (EyeP4.0),

32

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

un nuovo strumento di centratura che fa della precisione e rapidità i suoi punti di forza. Sviluppato da IVS ActiVisu, EyeP4.0 è nato dall’evoluzione di EyePad e presenta nuove funzionalità, ottimizzate tecnicamente per agevolare la presa misure dell’ottico, riducendo i passaggi e il tempo d’uso. Infatti, grazie a un pratico flash attivato automaticamente via Bluetooth e ad una clip da applicare alla montatura, la presa misure di centratura e di personalizzazione delle lenti si esegue con due semplici fotografie, da posizione frontale e con inclinazione 3/4 (20°-25°). È poi il sistema ad effettuare in maniera autonoma la ricostruzione 3D della posizione reale di occhi e lenti. Una soluzione molto pratica e dal minimo ingombro - fruibile da iPad - che racchiude


Lenti oftalmiche

numerose funzionalità per la gestione completa del profilo cliente. EyeP4.0 infatti offre suggerimenti nella scelta dell’inset, della lunghezza del corridoio per le lenti progressive e della montatura, e archivia poi in modo puntuale i dati, condivisibili anche via e-mail. Fiore all’occhiello del brand è Eye Partner, la colonna top di gamma per la video-centratura che integra hardware e software in un design moderno e dal minimo ingombro, il tutto celato da un funzionale specchio. La presa misure avviene tramite video, di cui vengono selezionati automaticamente i fotogrammi migliori per effettuare poi la ricostruzione 3D e calcolare tutti i parametri necessari. Ma le funzionalità non si fermano qui: Eye Partner è in grado di effettuare simulazioni interattive con proposte di lenti (spessori, campi di visione, trattamenti antiriflesso, etc.), trasferire

i dati al gestionale e completare la consulenza direttamente al banco di vendita. Offrire prodotti e servizi personalizzati diventa oggi una leva importantissima per le attività locali, ancor di più nell’ambito del benessere. Per questo è necessario fornire una consulenza professionale personalizzata e coinvolgere i consumatori - sempre più informati ed attenti - attraverso un’esperienza in-store unica. Con questo intento, Galileo ha sviluppato i Corner per l’allestimento del Centro Ottico: nuove pareti tecniche modulari per accompagnare il consumatore in un percorso di educazione visiva con la proposta di soluzioni specifiche per ogni necessità. Un’area a supporto della professionalità dell’ottico per un’esperienza coinvolgente, tecnologicamente avanzata, con sistemi digitali sempre aggiornati.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

33


Lenti oftalmiche

MICHELIN ED ESSILOR... ...uniscono le forze per una mobilità più sicura

Nell’ambito della mobilitazione per la Giornata Mondiale della Vista 2019, Michelin ed Essilor hanno annunciato la sottoscrizione di un Protocollo di intesa della durata di due anni. La collaborazione mira a unire le forze per raggiungere un numero di persone sempre più ampio e sensibilizzarle sull’importanza di una visione corretta alla guida così come pneumatici in buono stato e affidabili fino all’indicatore di usura. Una scarsa visione e pneumatici in cattivo stato sono infatti due importanti fattori di rischio per la sicurezza su strada. Il primo è legato al fattore umano, il secondo riguarda le prestazioni chiave dell’auto ossia i pneumatici che la tengono su strada. Il 90% delle informazioni necessarie sulla strada passano attraverso gli occhi e tuttavia si stima che nel mondo un automobilista su cinque guidi con una vista non corretta, un problema di solito causato da una scarsa consapevolezza o da un accesso limitato alle cure visive. Parallelamente, circa 1 auto su 2 circola con pneumatici sgonfi mentre 1 su 10 circola con pneumatici oltre il limite legale di usura, che possono forarsi ed essere causa di incidente (Le stime di Michelin si basano sulle misure dei rottami e su sondaggi condotti nel 2016 in Francia sui pneumatici). Ecco perché la partnership tra le due aziende punta a: • Intensificare le campagne di sensibilizzazione su scala nazionale e internazionale promuovendo controlli della vista e check-up dei pneumatici per dipendenti, clienti e la popolazione in generale.

34

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

• Offrire servizi innovativi per agevolare l’accesso ad un equipaggiamento adeguato per i consumatori, attraverso l’expertise sia di Michelin sia di Essilor. “Pneumatici e vista sono due fattori fondamentali per la sicurezza dei guidatori, un tema molto a cuore sia a Michelin sia a Essilor: abbiamo deciso di ufficializzare il nostro comune impegno per la sicurezza stradale attraverso un accordo di collaborazione a lungo termine”, ha dichiarato Eric Le Corre, Vicepresidente per gli Affari Pubblici di Michelin. “Questo impegno per una mobilità più sicura si tradurrà concretamente in iniziative rivolte ai dipendenti dell’azienda e, più in generale, a tutti i guidatori. L’azione congiunta con Essilor ci consentirà inoltre di promuovere l’importanza di una vista corretta per la formazione degli automobilisti”, aggiunge Nicolas Beaumont, Vicepresidente Senior per la Mobilità e lo Sviluppo Sostenibile di Michelin. “Crediamo che questa collaborazione tra due leader impegnati e riconosciuti come Michelin ed Essilor possa creare un’opportunità unica per migliorare la vista delle persone e la loro sicurezza su strada. Il messaggio è semplice ma d’effetto: prima di mettervi alla guida, controllate la vista e i pneumatici. C’è ancora poca consapevolezza tra le persone e ancora poche direttive che promuovano l’importanza di una corretta visione sulla strada. Il sostegno di Michelin è emblematico e siamo entusiasti per la potenza di questa collaborazione e dei benefici che porterà alle persone” ha concluso Laurent Vacherot, amministratore delegato di Essilor International.


Lenti oftalmiche

“TROVA LA RANA” La campagna digital Nikon Nikon Lenswear ha lanciato la prima campagna digitale che parla al consumatore finale. E lo fa attraverso un video con una protagonista molto “speciale”: una rana. E’ lei che buca lo schermo, saltellando da una foglia all’altra, inseguita dai click di quella che sembra essere una macchina fotografica. Ma - a sorpresa - sono gli occhi di un esploratore che sbatte le palpebre dietro un paio di lenti Nikon. Un collegamento immediato tra il mondo delle fotocamere e quello dell’oftalmica, a testimonianza dell’expertise Nikon applicata alle lenti da vista e al know-how unico. “Volevamo produrre dei contenuti eyecatching”, racconta Luca Bassani, Marketing Manager di BBGR Italia. “Il video oggi è un eccellente strumento per le aziende, attraverso cui raccontarsi. Con questo spot ‘fuori dagli schemi’ vogliamo catturare l’attenzione dello spettatore, stupendolo”. Dal 10 Ottobre al 30 Novembre è quindi prevista un’intensa programmazione sui principali social e canali web – Facebook, Instagram, Youtube e Google – con l’obiettivo di aumentare la brand awareness delle lenti da vista Nikon. “Per noi è fondamentale ingaggiare il consumatore e favorire il Drive to Store ovvero l’effettivo ingresso nei Centri Ottici” dichiara Bassani. Sono molti gli strumenti che permettono di ridurre le distanze tra quello che viene ricercato, visualizzato e cliccato sul web e l’ingresso in negozio. “Noi

abbiamo scelto di associare al video un’attività di gaming”, continua Bassani. “‘Trova la rana’ è un gioco divertente, facile e intuitivo per coinvolgere online potenziali clienti, portarli in negozio a ritirare un gadget e quindi dare all’ottico la possibilità di stimolare il consumatore all’acquisto di lenti Nikon”. L’utente viene raggiunto dalla campagna pubblicitaria e, cliccando sul video, atterra su un portale dedicato dove poter giocare e vincere. Qui guarda il video, poi gli viene proposto un fotogramma in cui la rana è stata rimossa con photo editing e gli viene posta la domanda “Dove era la rana?”. Se risponde correttamente, vince una borraccia – un trend item 2019 in linea con il concept del video (smart e sostenibile) – e un coupon promozionale per l’acquisto di lenti Nikon. L’utente quindi seleziona sullo store locator un Centro Ottico partner Nikon presso cui ritirare il gadget e, una volta in-store, potrà decidere se usufruire anche del coupon. Per amplificare il messaggio, Nikon Lenswear mette a disposizione degli ottici partner una serie di strumenti di marketing sia per personalizzare il negozio sia per promuovere l’iniziativa stessa: un kit per l’allestimento della vetrina con vetrofanie che ricreano il mood dello spot e un cartello 3D che coinvolge l’utente facendolo sentire protagonista della campagna. Inoltre, l’invio di SMS e DEM personalizzate e profilate, permettono a ciascun punto vendita di raggiungere in maniera diretta i clienti fidelizzati o nuovi potenziali clienti, con l’obiettivo di stimolarli a partecipare a “Trova la rana” e recarsi in-store.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

35


Lenti oftalmiche

non solo business

BBGR ITALIA È PARTNER DELL’UNIVERSITÀ BICOCCA DI MILANO Test della vista e occhiali gratis per chi è in difficoltà economica Test della vista completo. Occhiali su misura per correggere eventuali difetti visivi. Eventuali esami oftalmologici più approfonditi nel caso di necessità. Il tutto senza alcuna spesa. Beneficiari: i cittadini residenti nel Municipio 9 in particolare stato di fragilità economica. L’iniziativa si chiama “Uniforyoureyes”, durerà fino al 30 settembre 2020, ed è stata lanciata da alcuni partner del progetto Distretto Bicocca, il network costituito nel 2016 da diverse realtà del territorio. L’accordo firmato di questa nuova iniziativa rivolta ai cittadini coinvolge il Centro di ricerca in Ottica e Optometria dell’Università di MilanoBicocca (Comib), il Municipio 9, Coop Lombardia, l’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Lions Club Milano Brera, Thema Optical, BBGR Italia – Galileo e l’istituto professionale IIS G.Galilei - R.Luxemburg in alternanza scuola-lavoro. L’obiettivo? Istituire un servizio gratuito di analisi visive optometriche rivolto agli abitanti del Municipio 9 in condizioni di indigenza economica. A tutti sarà garantita la misurazione dei parametri relativi alla funzionalità visiva. A chi risulterà averne bisogno, saranno forniti gratuitamente occhiali, realizzati dalle istituzioni e dalle aziende partner del progetto. A eseguire le visite sarà un optometrista beneficiario di una borsa di studio ad hoc, sotto la cui supervisione potranno effettuare alcune misurazioni anche tirocinanti del Corso di Laurea in Ottica e Optometria. In caso di necessità, verranno eseguiti ulteriori esami con la strumentazione disponibile presso il Centro e verrà programmata un’ulteriore visita con un oculista messo a disposizione dall’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda. Per individuare i possibili beneficiari, il Municipio 9 si rivolgerà ai servizi sociali del Comune di Milano. L’obiettivo è permettere ad almeno 500 cittadini residenti in zona di usufruire del servizio.

36

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti oftalmiche

non solo business

LA “BUONA VISIONE” DEI BAMBINI Essilor italia conferma il sostegno a Ottica Garagnani In occasione del mese dedicato alla vista, Essilor Italia ha rinnovato la partnership con Ottica Garagnani a sostegno del progetto “La Favola degli occhiali”, un’iniziativa di solidarietà supportata dal Comune di Bologna a favore dei bambini di età compresa tra 0 e 14 anni con problemi di visione, appartenenti a famiglie residenti a Bologna, seguite dai Servizi Sociali del Comune. L’evento solidale, giunto alla sua quarta edizione, si è tenuto domenica 13 ottobre presso la Cineteca di Bologna dove un team di oculisti e ortottisti, volontari dell’associazione AMOA Onlus, ha effettuato screening visivi avvalendosi della strumentazione fornita da Essilor. Ai bambini seguiti dai Servizi Sociali ai quali è stata prescritta prescritta una correzione visiva, Ottica Garagnani realizzerà un equipaggiamento in forma gratuita, grazie anche al contributo di Essilor che mette a disposizione lenti correttive realizzate in base alle necessità specifiche dei piccoli portatori. Nelle precedenti edizioni sono state realizzate complessivamente circa 1500 visite gratuite e sono stati forniti occhiali con lenti correttive a 154 bambini.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

37


Lenti oftalmiche

non solo business

GALILEO SPONSOR DI SARDINIA OPEN Il torneo internazionale di tennis dedicato ai diversamente abili BBGR Italia è scesa in campo con GALILEO e ha sponsorizzato la 20°edizione di Sardinia Open, il torneo di tennis dedicato agli sportivi diversamente abili che ha avuto luogo dal 1° al 5 Ottobre adAlghero. La manifestazione - patrocinata dall’ITF International Tennis Federation - contava quest’anno la presenza di oltre 100 atleti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo, in gara per i titoli di singolare e doppio maschile, femminile, quad e juniores, di prima e seconda categoria. Il tennis in carrozzina è oramai diventato una grossa realtà - dal 2011 è stato riconosciuto e incluso nella FIT Federazione Italiana Tennis - riuscendo ad avvicinare anche molti giovani che traggono numerosi vantaggi non solo fisico-motori, ma anche in termini di reinserimento sociale. Quest’anno l’iniziativa ha preso una piega ancora più ampia grazie alla collaborazione con la Facoltà di Medicina dell’Università degli studi di Sassari e i Tecnici Nazionali FIT specializzati nel tennis in carrozzina che, nei giorni della manifestazione, hanno tenuto un corso riservato a fisioterapisti e medici sulle problematiche delle persone con traumi midollari e amputazioni. C’è stato anche un dibattito sulle problematiche sportive e sociali delle persone diversamente abili e sull’abbattimento delle barriere architettoniche e soprattutto mentali, per ribadire il valore sociale formativo e culturale dello sport. BBGR Italia era in quest’occasione presente con Galileo al fianco delle associazioni A.s.d.c. Sardinia Open e A.s.d.c. Smile & Friends Onlus, che da oltre 20 anni si impegnano nella riuscita di una grande manifestazione sportiva che trova visibilità in tutto il mondo.

38

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti a contatto

MARK’ENNOVY: personalizzazione, tecnologia ed innovazione per lenti a contatto a tutto confort Mark’ennovy fa della sfida alle consuete pratiche industriali il proprio punto di forza, attraverso processi di innovazione e tecnologia in grado di competere con le migliori realtà del settore. Le lenti a contatto Mark’ennovy vengono create con la massima accuratezza produttiva, sulla base degli specifici parametri ed esigenze visive individuali del portatore, secondo la valutazione determinata dal contattologo. Nela loro pratica quotidiana, infatti, i contattologi si confrontano con diversi tipi di cornea -stretta, piatta, grande e piccola -, diversi gradi di astigmatismo e, in misura sempre maggiore, con soggetti presbiti. Tuttavia, non tutte le lenti a contatto presentano la stessa unicità degli occhi del portatore. Recenti studi dimostrano che in un’applicazione circa 1 portatore su 4 è soggetto a un compromesso riguardo al diametro corneale. Considerando tutte le variabili per ottenere un fitting perfetto, è probabile che molti più portatori trarrebbero beneficio dall’indossare lenti a contatto personalizzate. Ecco perché mark’ennovy offre un numero elevatissimo di parametri, oltre 5 miliardi con una sostituzione mensile, per correggere una varietà unica di curve base, diametri, sfere, astigmatismi, presbiopia e presbiopia con astigmatismo.

Materiali avanzati, ottiche e tecnologia permettono alle lenti Mark’ennovy di assicurare una visione eccezionale e confortevole per tutto il giorno, salvaguardando la salute degli occhi dei portatori, seguendo la filosofia del “vedere meglio è vivere meglio!”.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

39


Lenti a contatto

SOLEKO. VISIONE ITALIANA, RESPIRO INTERNAZIONALE Ne parliamo con Stefano Proietti, Direttore Commerciale di Soleko Spa, dopo la recente acquisizione della società da parte di Menicon Japan. Fondata a Pontecorvo (Frosinone) nel 1975, Soleko, importante player nazionale tra i leader nell’ambito delle lenti a contatto “specialistiche”, delle soluzioni , delle lenti disposable e colorate, e dal 2001, delle lenti intraoculari, dallo scorso 10 ottobre è diventata parte dell’universo Menicon, multinazionale giapponese specializzata nella produzione di lenti a contatto e della manutenzione delle stesse. Ne abbiamo parlato con Stefano Proietti, Direttore Commerciale Soleko.

40

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Lenti a contatto

Dottor Proietti, dallo scorso 10 ottobre si è ufficializzata l’entrata a pieno titolo di Soleko nel gruppo Menicon. Quali saranno i vantaggi di questa importante acquisizione? L’evento segna un momento storico molto importante per entrambi gli attori coinvolti. Per Soleko – che entra nel novero delle grandi realtà internazionali con la possibilità di avere a disposizione una gamma di lenti specialistiche e disposable con una qualità ancora maggiore. Viceversa, la Menicon con questa operazione si assicura l’ingresso diretto nel mercato italiano. L’acquisizione consente a Menicon di diventare un giocatore di primo piano negli asset commerciali del mondo dell’ottica italiana ed europea.

ni innovative che troveranno piena sintonia con l’attenzione alla naturalezza ed al rispetto per l’ambiente del Gruppo. Non dovremo avere paura del cambiamento, che porterà in sé unicamente aspetti positivi: a partire dalle stesse prerogative economiche del periodo pre-acquisizione, con una Soleko al vertice nel nostro paese per fatturato e per un elevato rating finanziario consolidato. Cosa aspettarci, allora, già da questi primi mesi?

Una Soleko destinata quindi ad essere integrata nella rete internazionale di Menicon. Come si immagina questo percorso?

Ci saranno ancor più investimenti – come una nuova linea di confezionamento totalmente automatizzata appena partita - una visione strategica ancor più avanzata a livello globale e soprattutto la stessa attenzione per i nostri interlocutori tipo, in prima battuta gli ottici/contattologi indipendenti, i gruppi d’acquisto e le catene che hanno sempre avuto fiducia nella nostra qualità e nel rispetto degli impegni da noi presi.

Soleko – che non varierà nel prossimo futuro il proprio brand, mantenendo inalterata la sua produzione “Made in Italy”– rappresenterà per Menicon un polo d’eccellenza produttivo nell’ambito dei care products, proponendo nuove formulazio-

In altre parole, continueremo a giocare un ruolo da protagonisti, forti della capacità di visione della Capo Gruppo ed, al tempo stesso, orgogliosi della fiducia riposta in noi dai nostri clienti.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

41


OTTICA OCCHIALERIA

DATI ANFAO PRIMO SEMESTRE 2019 Nel primo semestre del 2019 l’occhialeria italiana continua a puntare sull’export A livello globale il primo semestre del 2019 ha confermato il rallentamento generale dell’economia già evidenziato nel 2018. Le tensioni commerciali con la Cina e l’andamento meno brillante delle economie di Stati Uniti e Germania hanno contribuito ad accrescere l’incertezza. Il focus sull’Italia riporta il quadro di un’economia frenata.

Anche in Europa le esportazioni complessive di occhiali da sole e montature nel primo semestre hanno mostrato risultati decisamente incoraggianti rispetto allo stesso periodo del 2018: Germania (+12%), Spagna (+5,3%), Francia (+0,8%); solo nel Regno Unito (-6,3%) l’export italiano dell’occhialeria in valore ha accusato una flessione.

ANFAO (Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici) ha diffuso, in questo contesto, i dati del settore occhialeria relativi al periodo gennaio-giugno 2019.

Considerando la Francia, qui sembra pesare ancora sulle esportazioni italiane il cambio legislativo che ha ridotto i rimborsi assicurativi: a fronte di un positivo +2% fatto segnare dagli occhiali da sole nel primo semestre del 2019, si contrappone un leggero calo tendenziale delle montature da vista (-0,8%).

Nonostante il clima generale, il primo semestre del 2019 ha visto una buona performance dell’occhialeria italiana sui mercati internazionali con una crescita tendenziale in valore dell’export complessivo del 7,4%. Nel dettaglio la crescita in valore è stata del 10,3% per le montature e del 5,7%, per gli occhiali da sole. Relativamente alle aree geografiche, le esportazioni del settore nel primo semestre del 2019 hanno registrato risultati positivi in tutte le principali aree di sbocco: in America hanno fatto segnare un +12,3%, in Europa +4,4%, in Asia +6,1%. In netto recupero anche l’export dell’occhialeria italiana in Africa (+7,1%). Andando nel dettaglio dei singoli paesi, negli Stati Uniti (da sempre primo mercato di riferimento per il settore con una quota di circa il 27%) l’export italiano del settore torna a crescere a doppia cifra: +12,7% rispetto al periodo gennaio-giugno 2018, declinato in un +9,3% per gli occhiali da sole e +22,8% per le montature. Negli USA in sostanza le nostre esportazioni sembrano aver superato la fase di incertezza legata alla politica commerciale di Trump.

42

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

Decisamente positivo l’andamento dell’export degli occhiali da sole italiani in Germania e Spagna dove si registrano rispettivamente +14,7% e +6,8% sullo stesso periodo del 2018. “La prima metà del 2019 per l’occhialeria italiana rappresenta una boccata d’ossigeno importante e rimpolpa la crescita contenuta con cui avevamo chiuso il 2018. Sicuramente l’Euro debole e i dazi USA sui beni cinesi possono aver contribuito in parte a questo risultato, non dobbiamo dimenticare però che l’export da sempre è il core business dell’occhialeria italiana (è rivolto all’export oltre il 90% della nostra produzione) e che tutti lavoriamo in questa direzione” – ha dichiarato Giovanni Vitaloni, Presidente di ANFAO. Nel continente europeo buona la performance nel primo semestre delle esportazioni complessive di occhiali da sole e montature italiane in alcuni paesi potenzialmente interessanti: Polonia (+15,9%), Svezia (+74,9%), Ungheria (+11,1%), Croazia (+7,1%). In netto


recupero l’export del settore in Russia (+16,4%). Nei paesi emergenti vengono segnalati i risultati dei primi sei mesi in Messico (+20,3%), Emirati Arabi (+11,9%), Brasile (+14,6%), Sud Africa (+9,6%), Arabia Saudita (+18%). Va detto che, benché in termini assoluti il potenziale sia alto, a livello di quote di mercato i numeri sono ancora poco significativi. Discorso a parte per la Cina, paese che, oltre ad essere un grosso bacino di approvvigionamento, assorbe ormai circa il 5% in valore delle esportazioni dell’occhialeria italiana: nel primo semestre del 2019 l’export complessivo del settore ha fatto segnare un +6,9%.

forse più di quanto le aziende, soprattutto medie e piccole siano in grado di adeguarsi. Speriamo che l’export continui a viaggiare su questi livelli e che il mercato interno, spinto da un miglior clima complessivo e da una auspicata stabilità politica possa finalmente recuperare” – afferma Giovanni Vitaloni. E aggiunge: “Come sistema associativo cercheremo di essere sempre più efficaci e reattivi per aiutare le nostre aziende su tutti i mercati. In tale direzione vanno il programma di internazionalizzazione e tutti i nuovi servizi che abbiamo predisposto: primo tra tutti un programma di formazione rivolto alla forza vendita delle aziende in collaborazione con SDA Bocconi sul versante commerciale/marketing e la nascita del Politecnico dell’Occhiale con CERTOTTICA sul fronte della formazione tecnica e di prodotto”.

Se dal fronte delle esportazioni arrivano notizie più che confortanti per il settore, il mercato interno, nonostante le speranze di una inversione di marcia, resta fiacco e i consumi continuano a essere negativi. Il sell-out monitorato da GfK registra un decremento in valore dell’1,4% rispetto al primo semestre del 2018. A livello di prodotto continua a essere l’occhiale da sole a soffrire maggiormente, mentre a livello di canale è l’ottico indipendente a essere più sollecitato rispetto alle catene. Quali sono le prospettive per i prossimi mesi? “È difficile poter fare una previsione perché l’incertezza a livello internazionale, che è sempre il nemico principale con cui dobbiamo combattere, resta alta e il nostro mercato sta cambiando molto velocemente,

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

43


OTTICA OCCHIALERIA

CLUB DEI MAESTRI OTTICI Assegnati a Firenze i Graziella Pagni Eyewear Awards 2019 Grande successo di pubblico (oltre 220 partecipanti) e di critica per la giornata del Club Dei Maestri Ottici, organizzata da AIO (Associazione Italiana Ottici ed Optometristi) con la partecipazione di Omisan Farmaceutici e della rivista L’ottico che si è svolta domenica 20 ottobre nella splendida e storica cornice della Galleria Imperiale di Giuseppina Bonaparte nel Palazzo Borghese di Firenze. Il tradizionale incontro autunnale toscano, anche quest’anno ha avuto al centro della manifestazione il premio Internazionale Graziella Pagni. In quest’ ambito, i 72 Maestri Ottici premiati hanno avuto modo di votare per ciascuna delle tre categorie previste (Design, Fashion, Innovazione) il proprio modello preferito fra quelli selezionati dalla giuria tecnica presieduta dall’arch. Cosimo Sedazzari nei giorni precedenti.

44

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

Un premio speciale è stato assegnato anche all’occhiale che ha ottenuto il maggior numero di preferenze dalla giuria tecnica nelle tre categorie. Oltre al Premio Graziella Pagni, a Palazzo Borghese si è svolta anche la cerimonia di consegna degli attestati di adesione al Club dei Maestri Ottici, dei diplomi di Maestro Ottico, delle targhe riservate alle aziende storiche e d’eccellenza, nonché ai Negozi Storici con almeno 50, 100 e 150 anni. A rendere la giornata ancora più interessante l’intervento del Presidente della AIO, Mario Casini e la relazione di Roberto Pregliasco, ottico optometrista oltre che business e retail coach incentrata sui cambiamenti che stanno coinvolgendo il settore ottico. Al termine il segretario di AIO, Giovanni Susti ha dato appuntamento al prossimo anno con il Maestro Ottico 2020.


Questo l’elenco dei premiati: Categoria Fashion 1° Pugnale 2° Portrait 3° Anna-Karin Karlsson Categoria Design 1° Artigiani di Sicilia 2° Luca Pagni 3° Monogram Categoria Innovazione 1° Gazusa 2° Lightbird 3° Roav Premio Speciale della Giuria Monogram

Quest’anno sono stati inoltre istituiti 2 nuovi premi Il premio prodotto d’eccellenza Istituito dalla rivista Spex! Vinto da Trisottica con questa motivazione: Premio che sta a testimoniare la valorizzazione delle maestranze del territorio, del patrimonio umano e del made in Italy Base del successo internazionale indiscusso di Tris Ottica srl Il premio distribuzione ottica d’eccellenza Istituito da AIO e dalla rivista l’Ottico Vinto da Vega con questa motivazione: Premio che sta a testimoniare il lavoro certosino ed incessante iniziato 30 anni fa da Vincenzo Cinque e Vega nel selezionare prodotti unici ed esclusivi, dedicati ad Ottici Professionisti in grado di riconoscere e far emergere dettagli come tecnologie avanzate e materiali innovativi, valorizzando così il benessere dei consumatori e le loro esigenze visive.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

45


a in vetrin Giorgio Armani Uno sguardo al passato ed uno al futuro La nuova collezione di occhiali Giorgio Armani rispecchia il DNA della Maison con materiali e colori valorizzati da nuovi dettagli, sempre preziosi. Uno dei colori centrali è il blu notte, profondo e vibrante, elegante e vellutato. Per la donna Giorgio Armani propone il modello AR 8127B. Sono occhiali sofisticati ed eleganti, che riportano nell’eyewear la stessa cura artigianale applicata alle collezioni Giorgio Armani Privé. La forma tonda, che esalta la femminilità, è siglata da cristalli sia sulla parte superiore della montatura in acetato, sia sull’asta, a formare il logo GA. Le aste in metallo si dividono al centro per ricongiungersi nel terminale, a creare un gioco di vuoti che sottolinea la costruzione di questo modello prezioso come un gioiello. Disponibile in nero lucido con lenti specchiate fumo e blu striato con lenti a sfumate blu. Provengono dall’archivio anni ’80 gli iconici occhiali della linea Giorgio Armani New Normal. Il modello AR 8126, di ispirazione vintage, protagonista in passerella, rivisita le forme e i dettagli iconici dello stile Giorgio Armani. La montatura spessa in acetato è caratterizzata dal ponte a chiave e dalle aste larghe che si assottigliano sul finale. Tocco distintivo gli inconfondibili rivetti che siglano la testa dell’asta, dove il logo è inciso per esteso

OLIVER PEOPLES Dagli archivi del brand e dalle tendenze anni Settanta

mod Georgica

46

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

La collezione Resort 2020 di Oliver Peoples consolida la partnership con la casa di moda americana The Row, aggiungendo al segmento sole tre modelli inediti che incarnano alla perfezione la naturale sensibilità estetica e l’eleganza discreta di entrambi i marchi: Hightree, Brooktree e Georgica. Prodotto in Giappone, Hightree è un occhiale da sole in titanio davvero unico. La forma classica della lente è accentuata da un vistoso ciliare che le conferisce un tono all’avanguardia. Georgica è un occhiale da sole femminile di grande impatto che riprende lo stile degli anni Sessanta, applicandoli a una forma cat-eye e oversize.


Original Vintage Sunglasses Accanto a montature retrò sono nati occhiali in stile pop e contemporaneo Parlando di moda, non possiamo non parlare di corsi e ricorsi. Così, tendenze e stili nati diversi decenni fa, tornano in auge con forza impressionante. A tale proposito, negli ultimi anni il mondo dell’occhialeria ha assistito ad un fiorire di nuovi brand che si ispirano chiaramente al passato. Tra questi, è impossibile non citare Original Vintage Sunglasses, uno dei primi marchi a imporsi sul mercato con il preciso scopo di riproporre forme e stili del passato. Nata nel 2008, quando la riscoperta di accessori degli anni ’60 e ’70 faceva furore in tutto il settore abbigliamento, Original Vintage origina dall’intuizione di due imprenditori napoletani che rendendosi conto della grande opportunità offerta da un mercato stanco dei soliti prodotti standardizzati, iniziarono un accorto lavoro di ricerca e raccolta di montature dei più prestigiosi e noti marchi del passato, che giacevano nei magazzini di importanti aziende del Nord Italia. Da questa loro passione per l’occhialeria e dal lungo lavoro di ricerca intrapreso, nacque il brand Original Vintage, che riproponeva lo stilema di quelle montature, rivisitandole dando ai propri clienti anche la possibilità di personalizzarle con una vasta gamma di filtri solari. Questa caratteristica è – ancor oggi - uno dei cavalli di battaglia dell’azienda. Con il passare del tempo, è poi nata un’evoluzione nel design che ha portato, attraverso differenti collezioni, ad un’interpretazione dei molteplici significati della parola “vintage”. Così accanto alle montature dal gusto retrò, sono nati via via occhiali in stile pop e contemporaneo. Ogni collezione è oggi caratterizzata da uno specifico mood, che riformula e rilegge lo stile di un particolare periodo storico fondendolo con la contemporaneità. Original Vintage Sunglasses si presenta quindi con una proposta variegata e un prodotto di assoluta eccellenza, realizzato interamente in Italia, con gran cura per i materiali e una minuziosa ricerca nel design.

in vet

rina

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

47


L’anticonformista Bonnie Un inedito design ispirato alla femminilità Chloé Contraddistinto da una silhouette oversize a forma di infinito, “Bonnie”, della collezione Chloé by Marchon, nasce dall’incontro tra passato e presente e incarna un fascino vintage e, insieme, un carattere decisamente contemporaneo. Questo modello vanta dei profili in acetato leggero di vari spessori influenzati dalla profonda attenzione della Maison per il savoir-faire e l’artigianalità. Il frontale dal design ampio e arrotondato si contrappone alle aste dritte con terminali laminati in nuance a contrasto. L’inconfondibile apertura a goccia sulle aste è un particolare estetico e funzionale che permette di inserire la catenellagioiello. Presentato durante la sfilata Autunno/Inverno 2019 e nella campagna pubblicitaria, “Bonnie” è disponibile in versione occhiale da sole in Light Havana, Havana, Havana/ Gradient Brown e Light Havana/ Gradient Purple, oppure in versione occhiale da vista in Light Havana e Havana.

a n i r t e v in

GUESS Holiday 2019 La nuova proposta speciale per il sole GUESS, by Marcolin Group, propone un occhiale da sole speciale in occasione delle prossime festività. Allure sporty-chic per la maschera di tendenza dalla shape pilot nella sofisticata tonalità grigio effetto crystal e impattanti lenti a specchio argento. Il profilo netto del ciliare è decorato da un’inedita visiera con logo GUESS, che arricchisce anche le aste a riaffermare l’identità del brand.

48

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


in vetrina

Collezione EVATIK Inverno 2019

mod E-9199

Dettagli artigianali e costruzioni leggere Nella collezione EVATIK per l’Inverno 2019 i nuovi modelli combinano dettagli raffinati e colorazioni intense e presentano elementi personalizzati di design per un appeal elegante. Il modello in acciaio inossidabile E-9198 si distingue per il sottile e lucente profilo metallico dei cerchi e del ponte, che contrasta con la struttura opaca. Questo dettaglio continua lungo i musetti per terminare in corrispondenza della cerniera stilizzata. Questa montatura rettangolare dalla calzata ampia è disponibile in nero canna di fucile, navy canna di fucile e grigio argento. Il modello E-9199 è realizzato con acetato artigianale fantasia proposto in colorazioni monotonali. Un motivo a strisce lungo il frontale è abbinato ad aste traslucide. L’inserto in metallo di forma cubica sulle aste aggiunge il tocco finale a questa montatura, assicurando un comfort ottimale grazie alla cerniera a molla integrata. Il modello è offerto in navy, carbone e khaki.

Lightbird vince il Silmo D’or Premiere Classe Assegnato al modello PLANET il premio speciale della giuria

Tra i protagonisti della venticinquesima edizione del Silmo d’Or 2019 - premio internazionale per la creatività e l’innovazione del mondo dell’eyewear – anche Lightbird, il nuovo brand del designer bellunese Corrado Rosson che si è aggiudicato il Silmo d’Or Premiere Classe. È la terza volta che Corrado Rosson riceve un premio a Silmo nel corso della sua carriera di designer, ma questa è stata la prima volta con il proprio brand Lightbird che ha debuttato quest’anno a Silmo. Planet Lb003 si contraddistingue per una forma dallo stile retrò. Le lenti dalle forme arrotondate riportano ai grandi fasti dei primi decenni del Novecento ma l’innovativo sistema produttivo conduce ad una contemporaneità̀ stilistica. Sulla lente a sinistra è collocato un piccolo dettaglio che rimanda al logo di Lightbird: l’occhio dell’uccellino. La collezione sole donna prevede tre colori tra i quali un entusiasmante Etheric Pink contrastato da un frontale Mirror “Natural Light” e lenti Mirror Pink.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

49


in vetrina

Quickshift La maschera Julbo da MTB “ventilata” Lo scorso 30 settembre, in un evento collaterale al Trophy of Nations di Finale Ligure, è stata lanciata la nuova maschera Quickshift firmata Julbo, sviluppata specificatamente per la mountain bike. Nata dall’esperienza dell’azienda francese nella ricerca di soluzioni contro l’appannamento delle lenti e dalla collaborazione diretta con gli atleti Julbo della galassia mountain bike, la nuova maschera è stata sviluppata con il sistema SwitchAir: due inserti nell’area inferiore della montatura possono essere rimossi durante le fasi di salita, aumentando così la ventilazione proprio quando il corpo emette maggiore vapore acqueo, per poi essere rimessi al loro posto, grazie a un sistema magnetico, prima della discesa. Quickshift è dotata di una doppia lente cilindrica frameless che permette un campo visivo molto ampio e che presenta, internamente, un trattamento anti-appannamento, ulteriore garanzia di visibilità ottimale.

Realizzata con uno strato di morbida schiuma per appoggiarsi in modo delicato sul viso, la maschera Quickshift si adatta a tutti i tipi di casco grazie alla fascia elastica regolabile che ha anche una striscia interna in silicone, per massima tenuta. La lente è intercambiabile ed è di tipologia Spectron, in policarbonato e di categoria 0 o di categoria 2. La lente Spectron 0 è chiarissima, quasi trasparente e quindi adatta anche all’uso in condizioni di scarsa visibilità, come in inverno o in notturna, mentre la Spectron di categoria 2 ha un tasso di trasmissione dello spettro della luce visibile del 25%, per giorni dalla media luminosità.

50

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Le nuove collezioni Invu

coll. Basic

Lenti ultra polarizzate e oro e argento per le feste natalizie Swiss Eyewear Group recentemente ha presentato la nuova collezione INVU con lenti in vetro ultra polarizzato. “Con questo lancio valorizziamo il più prezioso di tutti i materiali per lenti ottiche: il vetro” ha affermato Jerry Dreifuss, CEO of Swiss Eyewear Group. “Riconosciuto per il suo alto valore di Abbe e per l’ottica perfetta il vetro sta godendo di un ritorno nel settore dell’ottica su scala mondiale”. L’innovativo vetro ultra polarizzato è una vera Rolls – Royce nella tecnologia delle lenti. Il vetro di precisione, prodotto in Francia, è combinato con un polarizzatore ad alta efficienza del 99% e rivestito con un rivestimento antiriflesso e idrorepellente a otto strati di ultima generazione. Il risultato è una visione chiara e priva di abbagliamenti con un’incredibile percezione dei colori. La nuova collezione di vetri ultra polarizzati di INVU è stata presentata a Silmo Paris presso lo stand di ADCL – e propone modelli dalle linee contemporanee, realizzati in acetato e metalli di alta gamma. In linea con il posizionamento del marchio INVU, la collezione di vetri ultra polarizzati ha un prezzo tale da offrire la migliore proposta di valore per gli ottici e per i consumatori di tutto il mondo. Per i festeggiamenti di fine anno Invu propone invece la linea Basic 2020, modelli con lenti dalle forme nette e definite – rotonde, a gatta, geometriche e squadrate – valorizzate da elementi che impreziosiscono la montatura come brillantini, lavorazioni barocche dalle tonalità gold e silver. Le montature sono abbinate a lenti di diversi colori - verde, cioccolato, grigio e rosso, azzurro – capaci di esaltare i look più raffinati.

lenti ultra polarizzate

in vetr

ina VEDERE ITALIA– Novembre 2019

51


in vetrina

Alain Mikli Reinterpretazione di modelli iconici

Con la Collezione Resort 2020, Alain Mikli consolida e sviluppa i valori del brand attraverso nuovi motivi in acetato e la reinterpretazione di modelli iconici. La collezione introduce una palette cromatica originale con due motivi Mikli perfetti per chiunque voglia esprimere la propria personalità unica: Violet Mikli, rivisitazione dell’iconico tema marmorizzato del brand, e Teal Mikli, inedita proposta tartaruga maculato. Le montature da sole e da vista includono modelli ornati da cristalli Swarovski, particolare ideale per esaltare le complesse sfumature Mikli. Loulette e Robel sono le due proposte da vista in acetato, creazioni di grande impatto esaltate da nuance intense. Le linee ultrafemminili di Loulette incarnano la quintessenza della donna Mikli. La silhouette accattivante è impreziosita dalle lenti all’insù e da una pioggia di cristalli Swarovski colorati. Robel, invece, rinnova una classica forma maschile con l’inconfondibile tocco Mikli.

L’Autunno/Inverno di Été Lunettes Modelli cat-eye in plexiglass e metallo Été Lunettes, brand italiano di occhiali fashion in Limited Edition, ha presentato la sua nuova collezione sole e vista per l’Autunno/Inverno 2019 a SILMO. L’innata raffinatezza del plexiglass si unisce alla lucentezza del metallo per look davvero femminili nel modello da vista Arbe e nel modello da sole Pag e dove il plexiglass, trasparente e cristallino è abbinato a profili metallici: una vera prova di maestria da parte degli artigiani francesi le cui mani esperte creano le raffinate incisioni floreali che caratterizzano i modelli in plexiglass firmati Été Lunettes. Design futuristico ed angolare per il modello da sole Tartas con un frontale ribassato ed ampie aste in piuma nelle tonalità cygne, blanc e cardinale.

52

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


Le proposte invernali di Burberry Tartaruga, nero e verde oliva per la nuova collezione La collezione eyewear di Burberry per l’Autunno/ Inverno 2019 è un’evoluzione dei codici della maison dettati da Riccardo Tisci, che prendono la forma di dettagli contemporanei e silhouette intramontabili. Rigorosamente Made in Italy, la collezione si divide tra il monogramma di Thomas Burberry, applicato a un occhiale da sole squadrato oversize e un occhiale da vista cat-eye, o il nuovo logo Burberry stampato, che decora un modello da sole navigator e una montatura da vista squadrata. La palette cromatica comprende i classici tartaruga, nero e verde oliva. Il modello da donna BE4303 è una montatura squadrata oversize impreziosita da un monogramma dorato. Disponibile in acetato nero con lenti grigio sfumato o acetato tartaruga con lenti verdi o ancora in acetato verde oliva con lenti marroni. L’occhiale da sole navigator BE4302 da uomo reca stampato il nuovo logo ed è proposto nelle seguenti versioni: acetato verde oliva con lenti marroni, acetato tartaruga scuro con lenti marroni, acetato nero con aste Vintage Check e lenti nere, acetato tartaruga ambra con motivo a monogramma Thomas Burberry e lenti marroni sfumate.

a

in r t e in v

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

53


SILMO PARIS Il salone francese si è dimostrato ancora una volta una grande risorsa per il settore Il numero dei visitatori quest’anno ha riconfermato l’importanza dell’appuntamento parigino, sono stati infatti ben 35.888 (+ 2.5% rispetto all’anno precedente) i professionisti - 56% provenienti dall’estero e 44% francesi - intervenuti a vedere le novità dei 970 espositori. Lo scopo principale di un salone professionale è, e rimane, essere il luogo d’incontro tra domanda e offerta ma Silmo Paris si distingue per la varietà e ricchezza degli argomenti proposti e per il suo “ecosistema” di attività uniche che ispirano professionalità e curiosità sia per i visitatori che per gli espositori. Mentre la funzione iniziale della fiera è - e rimane - fornire un posto per un’offerta in grado di soddisfare una domanda in un momento nel tempo, SILMO Paris si distingue per il suo dispiegarsi di contenuti molto ricchi e per il suo ecosistema di

54

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

attività uniche che ispirano professionalità e curiosità sia ai visitatori che agli espositori. Vediamo in dettaglio gli aspetti principali dell’ultima edizione. SILMO Next, il futuro Lo spazio SILMO Next indaga il futuro attraverso spazi interattivi e conferenze progettate per rivelare, spiegare ed esplorare le sfide tecnologiche del campo dell’ottica. I principali punti focali di quest’anno sono stati la digitalizzazione del punto vendita, la visione aumentata, gli occhiali connessi e la stampa 3D. Alcuni hanno predetto la scomparsa dei punti di vendita fisici a seguito dell’aumento del commercio online, ma la situazione attuale pare contraddire la previsione. Il punto di vendita fisico è ancora l’opzione preferita, poiché offre un’esperienza che il business online non può offrire e cioè vedere il


prodotto nella vita reale, essere in grado di provarlo, toccarlo, sentirlo e trarre vantaggio dal consiglio di uno specialista della vendita e altro ancora. Tuttavia, sebbene oggi i consumatori rimangano molto attaccati alla versione “fisica” dei punti vendita di occhiali, il loro comportamento è cambiato. Sono più connessi, meglio informati e più mobili, di conseguenza si sfumano i confini tra il punto vendita fisico e il commercio online. L’introduzione perciò nel negozio di ottica di strumenti e tecnologie digitali fornisce una maggiore efficacia al dettaglio e un rinnovato incanto grazie allo sviluppo di una migliore esperienza del cliente. Gli interventi dei vari speaker invitati a condividere la loro esperienza hanno messo in luce la necessità per i professionisti di rivendicare le tecnologie future - visione aumentata, occhiali connessi, montature su misura stampate in 3D - per portare

un alto valore aggiunto alla loro attività. Mentre questo nuovo mondo prende forma e per definire il profilo dell’ottico del futuro, SILMO Paris ha dato vita a una prima mondiale nel campo dell’ottica: l’avventura di HACKATHON. Cinque team internazionali si sono impegnati per 24 ore per trasmettere la loro visione del commercio al dettaglio del futuro e fornire risposte con idee, modelli e concetti. Questi progetti arricchiranno l’evento SILMO Paris 2020 e saranno messi in evidenza durante tutto l’anno. Quest’anno, SILMO Next ha affrontato un tema importante per l’industria: la CSR (Corporate Social Responsibility), la responsabilità sociale delle imprese, che pone domande e porta a innovazioni e investimenti in ogni area, dall’ambiente al sociale alla società. SILMO Paris invita l’intero settore (industria, distri-

buzione, vendita al dettaglio, eventi) a considerare collettivamente le sfide CSR del futuro. Gruppi di lavoro composti da collaboratori di ogni estrazione (tra quelli che si sono offerti volontari lo scorso settembre) saranno istituiti all’inizio del 2020. I frutti delle loro fatiche saranno condivisi con tutti i professionisti presenti alla prossima edizione di SILMO Parigi. Il TREND FORUM, una vetrina eccezionale In termini di design, una tendenza segue un’altra, e ognuna è diversa ... Dalla più selvaggia alla più conservatrice, dalla più innovativa al vintage, il settore dell’occhialeria riflette le principali correnti stilistiche del momento. Nell’area LA SELECTION, i visitatori hanno trovato il meglio dei nuovi design creativi. La selezione è anche presente in TRENDS by SILMO, la rivista digitale del salone.

VEDERE ITALIA– Novembre 2019

55


SILMO D’OR Affinché un’azienda rimanga all’avanguardia delle tendenze o si sviluppi ulteriormente, deve creare valore e innovare in tutti gli aspetti creativi dei suoi prodotti e servizi. L’innovazione è un processo concreto che deve essere pianificato, realizzato e adattato alle esigenze dei consumatori e dei mercati. L’innovazione è un modo per raggiungere obiettivi strategici e migliorare la competitività, il carattere distintivo e il valore aggiunto di un’azienda. Tutti questi punti sono stati presi in considerazione dal panel dei premi SILMO d’OR, che incorona la creazione e l’innovazione da 25 anni.

I vincitori dei Silmo d’Or 2019: MONTATURE/INNOVAZIONE TECNOLOGICA 1 FREISICHT per mod. AVANTGARDE BAMBINI 2 OPAL per mod. TARTINE & CHOCOLAT TC AA353 OCCHIALI DA VISTA/TENDENZE MODA 3 MARCHON per mod. MARNI ME2632

1

OCCHIALI DA SOLE/ TENDENZE MODA 4 L’AMY per mod. SONIA RYKIEL ENDLESS SUMMER SPORT 5 SAFILO per ATTACKMAGMTB SMITH

2

LENTI A CONTATTO 6 JOHNSON & JOHNSON VISION per OASYS con TRANSITIONS LENTI 7 NOVACEL per VARIOVID VOLTERRA

3

MATERIALI/ATTREZZATURE 8 BBGR per LUMIZ 100 OCCHIALI DA VISTA/DESIGN 9 TARIAN per mod. GRAPHIC

4

OCCHIALI DA SOLE/ DESIGN 10 CAROLINE ABRAM per mod DIVINE IPOVISIONE 11 VOXIWEB per VOXIONE PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA 12 JACQUES MARIE MAGE per mod Loewy

5

PREMIO FIRST CLASS 13 LIGHTBIRD per mod. PLANET PREMIO SPECIALE SALUTE VISIVA 14 ABEYE per LEXILENS

6 56

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


10

8

7

9

12

11

14

13

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

57


Expo Ottica Sud Taormina 2019: ogni nuova edizione, la più bella di sempre…

Expo Ottica Sud 2019, tenutasi quest’anno nella affascinante ed ancora estiva cornice della nuova sede di Taormina, si è conclusa lasciando a tutti i partecipanti una vivida immagine di bellezza e calore umano. Una edizione vivace e ricca di contenuti, grazie agli espositori, ai numerosi relatori intervenuti, ai media partner ed ai 1560 visitatori giunti dalle provincie di Sicilia, Calabria, Malta e dal resto d’Italia. A conclusione dell’evento non possiamo non ricordare il clima di cordialità e partecipazione che si percepiva negli spazi espositivi, nelle sale convegni e poi all’esterno, dove un sole splendente e la brezza marina di Taormina, perla del Mediterraneo, facevano da sfondo ideale alla manifestazione. Ancora una volta, Expo Ottica Sud ha Massimo Pennisi Direttore Expo Ottica Sud

58

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

confermato le aspettative, rivelandosi un grande momento di aggregazione e condivisione, sia in fiera sia negli appuntamenti del dopo fiera, tra i vicoli di una città senza tempo, ricca di armoniosi contrasti frutto dei molteplici stili architettonici tramandati dai conquistatori giunti da terre lontane nel corso dei secoli. Arte, cultura, buon cibo e anche, ultimo ma non ultimo, tanti affari sbocciati principalmente nel corso di una domenica che ha fatto registrare una presenza di visitatori senza precedenti. Appuntamento quindi alla prossima edizione 2020 che si preannuncia, sin d’ora, essere ancora più ricca di espositori e visitatori. Sul sito della manifestazione www.expootticasud.it, la fotogallery dell’edizione 2019.


Vision Expo West 2019 28 milioni di visualizzazioni per l’hashtag #VisionExpo

In occasione di Vision Expo West 2019, tenutosi a settembre nel Las Vegas Sands Convention Center, l’industria ottica ha generato un “brusio” sui social media in occasione dei vari eventi tra cui OptiCon @ Vision Expo, i coinvolgenti corsi di formazione, la nuova serie EYE2EYE e altro ancora. In particolare, l’industria ottica ha generato 28 milioni di visualizzazioni per l’hashtag #VisionExpo, con un aumento del 68 percento rispetto al 2018. La seconda edizione dell’evento annuale EyeStyle Influencer, sponsorizzato da The Vision

Council, ha riunito 40 influencer del settore ottico e dei social media per celebrare il loro lavoro focalizzato sul promuovere gli occhiali e la cura degli occhi. Vision Expo West è stato anche il palcoscenico per il riconoscimento di due leader del settore quest’anno. Il vincitore del Vision Choice Award è stato Carl Zeiss Vision Inc., premiato per il suo C-UV Protect Tablet che permette di sapere se gli occhiali hanno una protezione completa dai raggi ultravioletti (UV).

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

59


Il nuovo programma TopVEW ha offerto ai partecipanti l’opportunità di votare i loro prodotti e servizi preferiti in fiera utilizzando l’app mobile Vision Expo per scansionare i codici QR presenti in ogni stand. Il Gruppo Safilo è risultato come il vincitore del premio “Miglior prodotto” per la collezione Kate Spade New York. La nuova area, The BRIDGE, è stata inaugurata a Vision Expo West con una serie di eventi molto frequentati, tra cui la presentazione della serie EYE2EYE con Piera Gelardi, il Leadership Forum di Roberto Monaco, le presentazioni delle tendenze moda, il panel Boutique Buyer e altro ancora. Poiché The Bridge è stato molto apprezzato dai visitatori sia del salone di New York che a Las Vegas, è stato inserito tra i finalisti del Trade Show Executive (TSE) Gold 100 Grand Awards. “Il BRIDGE è stato progettato per fornire ai partecipanti l’accesso a contenuti diversi e stimolanti che continueranno a alimentare la loro passione per l’industria”, ha dichiarato Joanne Mohr, direttore di Vision Expo per la Reed Exhibitions. “Siamo entusiasti del fatto che BRIDGE sia stato preso in considerazione per questo premio e non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro per rendere Vision Expo l’evento più importante per tutti i professionisti del settore ottico.”

60

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

I prossimi appuntamenti saranno a New York per Vision Expo East - 26–29 marzo 2020 – e a Las Vegas per Vision Expo West - 23–26 settembre 2020.


Dubai Optical Show Vision-X Ritorna l’unico evento nell’area Mena Dubai Optical Show Vision-X (DOSVX) torna dal 12 al 14 novembre per 3 giorni di incontri d’affari ed esposizione, che riuniranno i migliori marchi locali, regionali e internazionali. Il concetto DOSVX si concentra sulla raccolta sotto il tetto del Dubai World Trade Center di professionisti leader nel settore dell’occhialeria e dell’eyecare. DOSVX 2019 è l’unico evento dell’area MENA (Medio Oriente e Nord Africa) per il settore degli occhiali e sarà suddiviso in zone ben definite: International Village - Design Gallery - Middle East Square - Contact Lens Square - Healthcare Suppliers.

DOSVX ha annunciato il marchio di lenti a contatto dell’Arabia Saudita Lens.me come Diamond Sponsor dell’edizione 2019 di DOSVX sarà Lens. me, il marchio saudita di lenti a contatto. GFK, una delle principali organizzazioni di ricerche di mercato nel mondo, tornerà a collaborare con DOSVX come partner ufficiale. L’area MENA sarà una fonte di crescita per i marchi internazionali, in particolare nel settore dell’occhialeria di fascia media, e GFK stima che, nel solo GCC, il mercato dell’ottica valga 1,6 miliardi di euro, mentre per il mercato globale mediorientale è previsto un valore di 2,4 miliardi di euro.

B2B Business Matchmaking La strategia DOSVX di quest’anno si concentrerà sull’offrire agli espositori importanti opportunità di fare rete e business con 130 buyer invitati dal salone e provenienti dal Medio Oriente, Mediterraneo, Africa e India. Nell’ottica di attrarre i nomi più importanti del settore, DOSVX ha ripreso il suo Roadshow viaggiando nei mercati chiave di tutto il mondo estendendo quest’anno la sua attenzione verso l’Africa. Di conseguenza DOSVX ha stretto una partnership con la NOA (Nigeria Optometric Association).

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

61


Il percorso verso la sostenibilita’ MIDO istituisce il premio Stand up for green per lo stand più sostenibile Continua il percorso di MIDO sulla strada della sostenibilità con Stand up for green, il concorso che premierà chi progetta e realizza il proprio stand secondo criteri sostenibili, invitati a partecipare tutti gli espositori dell’edizione 2020. Il vincitore sarà premiato a MIDO nel corso della serata per festeggiare i 50 anni della manifestazione e sarà protagonista di un importante piano di comunicazione e di uno spazio sul sito, dove è già disponibile una nuova area dedicata (www.mido.com/ sostenibilita). Sostenibilità generale dell’allestimento, grado di innovazione, originalità e capacità di trasmettere al pubblico un messaggio positivo sull’importanza di scelte green per il futuro delle persone e del pianeta: sono questi i requisiti su cui si confronterà la giuria che assegnerà il premio. A tutti gli espositori è richiesto di compilare una scheda, disponibile anche sul sito, con la descrizione dello stand, dei materiali e delle soluzioni adottate, delle motivazioni che hanno portato alla scelta sostenibile e degli obiettivi di miglioramento per il 2021.

62

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

Il premio arricchisce l’elenco degli eventi in programma per festeggiare il cinquantesimo di MIDO, la fiera internazionale dedicata all’eyewear leader nel mondo che dal 1970 è punto di riferimento dell’intera industria, nazionale e internazionale. MIDO 2020 rappresenta il primo traguardo del percorso sostenibilità, che sarà coronato, in fiera, da eventi di formazione e informazione rivolti a visitatori e espositori. “Siamo convinti che l’impegno verso la sostenibilità sia oramai un imperativo categorico al quale tutti, aziende e persone, siamo chiamati a rispondere. Dovremo, spero presto, stupirci di chi non è più sostenibile piuttosto che il contrario. Oggi sono davvero orgoglioso di affermare che il nostro percorso, dopo i primi passi iniziali, si arricchisce di una azione importante come il premio Stand up for green che, obiettivo non secondario, vuole motivare i nostri espositori ad agire secondo criteri sostenibili.” così afferma Giovanni Vitaloni, Presidente di MIDO.


Copenhagen specs arriva anche a Barcellona Un nuovo punto d’incontro per gli ottici indipendenti spagnoli Sin dalla prima edizione il salone copenhagen specs, si è affermato come protagonista importante del settore dell’occhialeria. Ora, data la collaborazione con SILMO, l’ambizione è quella di portare questo concetto particolare di copenhagen specs in altre città oltre a Copenaghen e Berlino. La prossima città sarà Barcellona e le date per il primo Barcelona specs saranno il 9 e il 10 maggio 2020. La fiera dell’occhiale si svolgerà nel centro di Barcellona nel padiglione italiano, Fira Montjuic a Plaça d’Espanya. Morten Gammelmark, fondatore e CEO di copenhagen specs afferma: “L’ambizione del nostro evento è sempre stata quella di promuovere e supportare le linee di occhiali indipendenti. Con la partnership con SILMO abbiamo ora l’opportunità di portare la fiera dell’occhialeria a Barcellona e promuovere i fantastici marchi di occhiali indipendenti. Rimarremo fedeli al nostro concetto con piccoli stand, attenzione al prodotto e un’atmosfera accogliente e davvero unica. “

Continua: “Non vediamo l’ora di continuare la stretta collaborazione che abbiamo con tutti i marchi di occhiali indipendenti e di lavorare a stretto contatto con gli ottici indipendenti in Spagna e nei paesi circostanti”. Questi saranno quindi gli appuntamenti con questo evento nel 2020: • copenhagen specs (a Copenhagen) 7-8 marzo • Barcelona specs - 9-10 maggio • Berlin specs - 5-6 settembre

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

63


NEWS

Sabato 29 settembre, dopo una impegnativa giornata in fiera a Silmo Paris, amici e clienti di Caroline Abram e delle sue collezioni si sono riuniti a Romainville, alle porte di Parigi, per festeggiare l’inaugurazione della nuova splendida sede dell’azienda, chiamata the House of Caroline Abram & Talla. La designer francese (che tra l’altro quest’anno ha vinto il Silmo d’Or nella categoria occhiali da sole/ design per il modello Divine), circondata dalla sua famiglia e i collaboratori, ha regalato una serata ricca di musica (grazie anche a una bravissima live-band), brindisi, danze e allegria agli estimatori delle collezioni dell’azienda: Caroline Abram Paris, Talla Eyewear e tête à lunettes by Caroline Abram.

Il progetto “Golden Temple” di Francesca Cannella ha vinto la seconda edizione del Coco Song Award, concorso promosso da Area98 in collaborazione con Harim Accademia Euromediterranea per offrire a giovani talenti del design l’opportunità di dare la propria interpretazione della celebre collezione Coco Song. L’annuncio del vincitore è stato dato in occasione di Silmo. Per il suo progetto Francesca, studentessa del corso di laurea in Design del Gioiello, si è ispirata all’arte della ceramica nera, che durante la dinastia Song ha raggiunto l’apice della raffinatezza diventando una delle massime espressioni della cultura cinese dell’epoca. L’inserimento di inserti in seta colorati, quali il giallo, è un omaggio ai tegolati degli antichi edifici imperiali cinesi.

Fatturato nel terzo trimestre 2019 in crescita dell’8,4% per EssilorLuxottica. I ricavi consolidati per i primi nove mesi del 2019 ammontano a 13.086 milioni di Euro, di cui fatturato Essilor 5.885 milioni e fatturato Luxottica 7.201 milioni. La divisione Lenses & Optical Instruments, il Retail e l’e-commerce (che rappresenta circa il 5% del fatturato consolidato) trainano l’accelerazione. Le performance di Stati Uniti, Europa e Cina sono in miglioramento e le vendite nei mercati emergenti (che rappresentano circa il 20% del fatturato consolidato) sono in aumento del 10% circa a cambi costanti. Il 30 agosto scorso, Luxottica ha chiuso l’acquisizione di Barberini, leader mondiale nella produzione di lenti in vetro, dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni antitrust pertinenti. Anche Essilor ha acquisito una partecipazione di maggioranza in Optimed Australia Pty, un distributore di prodotti oftalmici in Australia e Nuova Zelanda con un fatturato annuo di circa 10 milioni di Euro.

64

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


NEWS

L’ International Opticians Association (IOA) ha annunciato durante la serata dei Silmo d’Or a Parigi il vincitore dell’ Optician of the Year Award (l’Ottico dell’anno) che riconosce l’importanza dell’ottico nel settore e il suo ruolo nella scelta dei migliori prodotti per la propria clientela. Il vincitore è l’ottico indipendente inglese Andrew Keirl. Anche Alessandro Spiezia, l’ottico romano che conta molti nomi prestigiosi tra i suoi clienti e che è conosciuto in tutto il mondo come “l’ottico del Papa”, è stato premiato da IOA per il suo eccezionale contributo alla professione.

Il 18 ottobre Italia Independent Group S.p.A. e la sua controllata Italia Independent S.p.A hanno nominato Marco Cordeddu amministratore delegato delle Società. Il nuovo Amministratore Delegato si dedicherà da subito alla revisione e al completamento del business plan della Società per i prossimi cinque anni, la cui approvazione è stata quindi rimandata al prossimo consiglio di amministrazione.

In collaborazione con Marcolin Group, Longines ha realizzato una collezione di occhiali da vista e da sole per uomo e donna che incorpora molteplici elementi di stile che richiamano gli orologi e la maestria artigianale di Longines. La collezione di occhiali da sole sarà disponibile in autunno in selezionate boutique Longines. L’intera release sarà in vendita attraverso il network distributivo di Marcolin Group a partire da novembre 2019. Dopo il lancio della prima collezione di occhiali da sole nel 2016, anche l’azienda orologiera svizzera OMEGA presenta la nuova linea modelli da sole e da vista per uomo e donna realizzata da Marcolin Group. OMEGA ha ampliato la distribuzione a retailer indipendenti, in aggiunta alle boutique aziendali e all’online shop e la nuova collezione beneficerà di una distribuzione ampliata attraverso la rete Marcolin.

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

65


NEWS Marchon Eyewear, Inc e Lanvin S.A hanno firmato il 30 settembre un nuovo accordo esclusivo di licenza globale a lungo termine per la produzione di occhiali da sole e da vista sotto il marchio Lanvin. La diffusione a livello globale delle prime collezioni di occhiali per uomo e donna create durante questa collaborazione è prevista per il settembre del 2020. In vista di ciò, verrà presentata, nel marzo del 2020, una capsule collection composta da quattro paia di occhiali. Marchon ha anche annunciato il debutto questo autunno a livello mondiale della nuova collezione donna di occhiali da vista e da sole Victoria Beckham Eyewear.

Si rinnova il vertice del management di Silhouette International Schmied AG, il gruppo di Linz (Austria) che, con 1.600 impiegati, 13 filiali, tra cui quella italiana basata a Como, un export al 95% in oltre 100 Paesi e 1,9 milioni di paia di occhiali venduti lo scorso anno, ha chiuso il 2018 con un fatturato di 163 milioni di euro. Arnold Schmied Jr, figlio del fondatore e CEO e il direttore amministrativo e finanziario Andreas Meier (CFO) hanno rinunciato ai loro ruoli operativi per entrare nel Consiglio di Sorveglianza. Entrano così nel Consiglio d’Amministrazione tre nuovi membri. Reinhard Mahr, nuovo CFO, assumerà anche l’incarico di responsabile delle risorse umane, degli affari legali, dell’IT e sarà project manager fungendo da portavoce del consiglio di amministrazione e da collegamento con la proprietà. Christian Ender assume il ruolo di CSO (direttore globale vendite) mentre Michael Schmied, nipote del fondatore dell’azienda, diventa CMO (direttore marketing e comunicazione). Thomas Windischbauer, COO (direttore generale) dell’azienda, continuerà ad occuparsi di ricerca & sviluppo, della tecnologia e della produzione, nonché della gestione della qualità.

Kering Eyewear e Safilo hanno rinnovato a inizio ottobre l’accordo per la produzione e la fornitura dei prodotti a marchio Gucci. La partnership, di durata triennale, entrerà in vigore a partire da gennaio 2021, garantendo piena continuità rispetto al precedente contratto in scadenza a dicembre 2020.

Da sinistra: Christian Ender, Reinhard Mahr, Michael Schmied e Thomas Windischbauer

66

VEDERE ITALIA – Novembre 2019


LA “CHIAMATA DEL CUORE” DELLA FONDAZIONE DE RIGO

Quando la tecnologia fa del bene

Si è conclusa il 28 ottobre la 1a edizione di “A Call From The H.E.ART”, l’iniziativa della Fondazione De Rigo H.E.ART a sostegno di chi è già in prima linea con progetti virtuosi. Una giuria di esperti e la Fondazione De Rigo hanno scelto di assegnare un unico premio ad Amico H, il progetto guidato dall’Associazione Onlus Psyché di Milano con il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano – Bicocca. Al progetto è stato assegnato un contributo di 20.000 euro da parte della Fondazione De Rigo. Amico H nasce dal desiderio di migliorare, tramite una App, la qualità̀ di vita dei bambini ricoverati in ospedale e dei loro famigliari o caregiver. Come spiega la dottoressa Chiara Ripamonti, Professore Aggregato e ricercatore del Dipartimento di Psicologia Milano-Bicocca e Presidente dell’Associazione Psyché Onlus: “In Italia più̀ di 1.250.000 bambini vengono ricoverati ogni anno in ospedale. Il ricovero ospedaliero può rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di sofferenza psicologica. Amico H nasce come videogioco educativo e divertente in 3D facilmente fruibile da qualsiasi dispositivo mobile Apple o Android. La App accompagna il bambino e i suoi genitori nel percorso clinico, favorendo la familiarizzazione con le persone e l’ambiente ospedaliero

e l’acquisizione di informazioni su strumenti e procedure mediche. Tramite il gioco aiutiamo il bambino a rielaborare le proprie emozioni e a trovare strategie comportamentali adeguate ad affrontare le diverse situazioni, riducendo dunque i livelli di stress e le emozioni negative. Amico H guida anche i genitori nel percorso di aiuto che possono dare al loro bambino per affrontare al meglio le cure e gli interventi ospedalieri”. Commenta Barbara De Rigo, Direttore Marketing House Brand e Presidente della Fondazione De Rigo H.E.ART: “Aiutare chi aiuta. Con questo spirito abbiamo lanciato la nostra prima “call for entries”, nata con l’obiettivo di essere solidali con chi è già sul campo per l’infanzia e i giovani. Ci sembrava bello e giusto fare sistema con le realtà più attive nel Paese e siamo felici che “A Call from the H.E.ART” ci abbia offerto l’opportunità di entrare in contatto con tante associazioni differenti e scoprire quanto valore generano ogni giorno e quanto si può ancora fare. Siamo onorati che in molti abbiano risposto alla nostra chiamata e siamo orgogliosi di poter contribuire concretamente al progetto Amico H: mettere il digitale al servizio della salute dei più piccoli è un’idea che ci ha appassionati fin da subito, oltre che perfettamente in linea con lo scopo della nostra Fondazione”.

VEDERE ITALIA – Novembre 2019

67


La prima rivista di ottica e occhialeria - Novembre 2019

INSERZIONISTI CTI

COP III

Editore HOTEL FERROVIA

p. 25

Edizioni Ariminum Srl Via Negroli 51/A - 20133 Milano Italia

ITAL-LENTI

P. 2

Tel.+39/02.73.00.91 r.a. – Fax. +39/02.71.73.46 www.vedere.it welcome@vedere.it

MIDO

COP II

Direttore Responsabile OMISAN Farmaceutici

P. 1

OPTI

COP IV

SILMO ISTANBUL

P. 4

Isabella Morpurgo – isabellamorpurgo@vedere.it Pubblicità Rita Ferraro – pubblicità@vedere.it Redazione Manlio Valli – redazione@vedere.it Layout Enrico Alvarez – graphic@vedere.it

• La rivista pubblica articoli e comunicati di singoli autori o delle aziende. La pubblicazione di questo materiale non coinvolge l’opinione o la responsabilità della rivista. Autorizzazione Tribunale di Milano del 23-03-1991 N. 221 Associata a A.N.E.S. Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata

•  È vietata la riproduzione senza espressa autorizzazione scritta dell’editore.

PRINT: Pixartprinting S.p.A. Via 1° Maggio, 8 –30020 Quarto d’Altino – VE - Italia


AIR WATER OUR NATURAL ELEMENTS

www.cti-spa.com | info@cti-spa.com

LAND ALWAYS WITH YOU International forwarder for your business Air, water and land. These are our natural elements, the ones we move best in and where we always find ourselves at ease. Since 1997, we have been bringing your products into the world, studying the best solutions intelligently, preventing potential problems with a high level of precision and guaranteeing you speed of service.


Profile for Edizioni Ariminum Srl

VEDERE Italia novembre 2019  

Da oltre 60 anni la rivista VEDERE è testimone dell’evoluzione del settore ottica e occhialeria in Italia e nel mondo. Nata in Italia nel 19...

VEDERE Italia novembre 2019  

Da oltre 60 anni la rivista VEDERE è testimone dell’evoluzione del settore ottica e occhialeria in Italia e nel mondo. Nata in Italia nel 19...

Profile for vedere

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded