Page 1

Contiene I.P. ISSN 1120 - 7884

magazine MaterialiCasa magazine 2/13 è un supplemento di

Aggiornamenti quotidiani su www.MaterialiCasa.com

IN QUESTO NUMERO: Marina Bay · Cantina Antinori · Stockholm Waterfront KoruFlorya · Risanamento di un edificio ottocentesco Trattamento a 5 stelle · Hotellerie chic La nuova scuola di Sant’Agostino · Eurosky Tower La Stella · Reportage Cersaie · Le novità


PH. ANDREA FERRARI

Marazzi. Il tuo spazio. SistemN, nuove dimensioni e nuove superfici per un gres senza tempo. Una perfetta sintesi di design e alta tecnologia Marazzi. www.marazzi.it


graphic design & photo: www.gruppobento.com

MULTIPLO 110/180/240 Le nuove proporzioni della bellezza. Scopri il nuovo Stilnovo Multiplo Rovere o Rovere Smoked nelle straordinarie finiture Naturale UV o Traffic UV.

STILE PAVIMENTI LEGNO S.P.A. via dei laghi 18 Bivio Lugnano 06018 CITTA’ DI CASTELLO (PG) tel. +39.075.86.47.61 e-mail: stile@stile.com Numero Verde 800.217.630

www.stile.com


SISTEMI SANMARCO. METTIAMO IN LUCE I TUOI PROGETTI.

Sistemi SanMarco. Prodotti, servizi e know-how dalla tua parte. SanMarco presenta soluzioni integrate di prodotti e accessori funzionali per coperture, pareti e pavimenti. Tutta l’esperienza, l’autorevolezza e la consulenza di un grande leader al servizio delle moderne esigenze di architetti e progettisti. WWW.SANMARCO.IT

TEL 0131.941739


R&D Bertolotto

COLLEZIONE

25° by ARNAUDO modello Boulevard Design: Gianni Arnaudo AUTENTICA CREATIVITÀ MADE IN ITALY. NON C’È DA SORPRENDERSI A GUARDARE UNA PORTA BERTOLOTTO COME UN’OPERA D’ARTE. IN ESSA TROVERETE L’UNICITÀ E LA PERSONALITÀ DI UN PENSIERO CREATIVO, TUTTO ITALIANO, FONDATO SUL SAPERE ARTIGIANO CHE DÀ VITA ALLA PIÙ AMPIA COLLEZIONE DI PORTE PER INTERNI DI SEMPRE. LE BERTOLOTTO, LE ORIGINALI.

www.bertolotto.com

Solo porte dal 1988


Schlüter ®-DITRA-HEAT-E Sistema di scaldapavimento elettrico

Il piacere di un pavimento in ceramica caldo e accogliente Immaginate di entrare nel Vostro bagno a piedi nudi e di trovare un pavimento bello caldo e accogliente. ®

Il sistema Schlüter -DITRA-HEAT-E Vi permette di posizionare il cavo scaldante sotto la piastrella liberamente ed esattamente dove Vi serve veramente. Per esempio: nella zona doccia, davanti al lavandino, su una panchina rivestita in ceramica dove Vi piace sederVi. Grazie al suo termostato con sensore “remote” inserito nella pavimentazione potete scegliere la temperatura che preferite. Con il timer potete programmare diversi orari di accensione e di spegnimento. Così già di mattina presto Vi aspetta il Vostro pavimento caldo ed accogliente. ®

Schlüter -DITRA-HEAT-E non funge solo da alloggio del cavo scaldante ma anche da guaina di separazione, evitando così la trasmissione di crepe del sottofondo nel manto ceramico. Per garantirVi un pavimento caldo ma anche integro e bello nel tempo.

Schlüter-Systems Italia Srl.· Via Bucciardi n. 31/33 · 41042 Fiorano Modenese (Mo) - Tel. +39 0536914511 · Fax +39 0536911156 info@schlueter.it · www.schlueter-systems.com


sommario

6 MaterialiCasa magazine 2/2013


Digita www.MaterialiCasa.com Seguici anche sui Social: • www.facebook.com/MaterialiCasa • twitter.com/MaterialiCasa • pinterest.com/materialicasa 9 -

Editoriale - Nuovi sforzi di comunicazione con architetti e progettisti

12 -

Trend - Dazzling Blue nelle superfici

i Progetti:

20 - Contract, spazi pubblici - Le terrazze del Marina Bay di Singapore

SCARICA ORA MaterialiCasa SU TABLET

Cerca sullo store la app TILE ITALIA

24 - Architettura e territorio - La nuova Cantina Antinori 30 - Urbanistica, progetti d’autore - Stockholm Waterfront, Stoccolma 34 - Urbanistica, progetti d’autore - KoruFlorya, Istanbul 38 - Restauro, risanamento e finiture - Risanamento di un edificio ottocentesco 42 - Restauro, recupero e trattamento - Trattamento a 5 stelle 46 - Edilizia scolastica, costruire sostenibile - La nuova scuola di Sant’Agostino 50 - Hotellerie, ospitalità diffusa - Naturalmente Chic 56 - Residenziale, ecosostenibile d’autore - 1.000 porte Bertolotto all’Eurosky Tower 60 - Residenziale, costruire ecosostenibile - La Stella, residenze eco-sostenibili 66 -

News

70 -

Reportage Cersaie: Le novità • Pinnacle • La Casa Sartoriale • Microban • C+ • Litolab&Makers • Milo Manara • Event n. 5 • Cersaie Award • Paola Marella • Primavera Romana • Tecnologie moderne • Nuove App per i progettisti

What’s New?

100 - Parquet: Listone Giordano - “Vibrazioni” per l’eccellenza 102 - Sistemi radianti e guaine: Schlüter Systems - Il trullo, costruzione senza tempo 104 - Pavimenti flottanti: SLIM/4+ - Cambia le regole del gioco 106 - Profili e giunti: Progress Profiles - Profili e sicurezza a led 108 - Pavimentazioni esterne: Tagina - Villa Balke-Club Cypraea 110 - Superfici inedite: 41zero42 - U-Color... sono come tu mi vuoi 112 - Info&Contatti

In copertina: lavabo Starck di Duravit, design Philippe Starck www.duravit.it - Vedi il progetto sul sito Duravit Masseria Alchimia (www.masseria-alchimia.it / Fasano. BR)

7 MaterialiCasa magazine 2/2013


Foto Miro Zagnoli

Sistemi per la posa di pavimenti radianti.

Parquet trattato con sistema Ultracoat®

Ultrabond Eco S955 1K® Primer G - Ultraplan Eco® Topcem Pronto® Impianto di riscaldamento

Mapesilent Roll® Supporto

Sistemi per la posa di pavimentazioni radianti e per l’isolamento acustico da calpestio.

Mapei offre tecnologie avanzate e sistemi innovativi per la realizzazione di ogni tipo di pavimentazione riscaldante ed isolata acusticamente garantendone stabilità, eccellente deformabilità e durabilità nel tempo.

/mapeispa

Mapei con voi: approfondiamo insieme su www.mapei.it


con progettisti e architetti

Chiara Bruzzichelli c.bruzzichelli@tiledizioni.it Questo è il secondo numero di MaterialiCasa magazine, sinergico al portale www.materialicasa.com e principalmente dedicato ad architetti, progettisti e costruttori. L’intento è presentare prodotti e materiali edili di finitura inserendoli all’interno di opere finite, come “parti di un sistema”, preziosi tasselli di quel puzzle cui può essere paragonato l’attuale comparto edile, sempre più declinato attorno al concetto di “sostenibilità”. Abbiamo quindi invitato i nostri inserzionisti a raccontarci storie “complete”, in cui ognuno di loro ha coperto un ruolo importante, ma ponendo l’accento più sul risultato finale raggiunto, che sul singolo prodotto fornito. Peraltro cambiare il punto di vista della comunicazione, passando dalla descrizione del prodotto a quella del progetto, diviene fondamentale nel momento in cui l’edilizia si trasforma in un sistema sempre più improntato all’efficienza energetica, al risanamento e al recupero dell’esistente. Uno “sforzo comunicativo” che voglia essere al passo con i tempi non può poi certamente prescindere dal web. Ed ecco

che questo secondo numero di MaterialiCasa magazine, oltre ad essere postalizzato nella sua versione cartacea a 9.000 studi di architettura in Italia (e poi a 3.300 distributori specializzati, 2.000 imprese di costruzione e 1.200 aziende produttrici, per un totale di circa 15.500 indirizzi), per la prima volta è anche spedito in versione sfogliatore elettronico, tramite apposita newsletter, a 40.000 utenti* (20.000 studi di architettura, 12.000 imprese di costruzione, 5.200 distributori oltre ad enti e istituzioni e aziende produttrici). Sfruttando il web - ed i suoi costi, più contenuti rispetto alla stampa - abbiamo così fortissimamente incrementato i “contatti italiani” ma, poiché conosciamo il valore che hanno le esportazioni per le aziende del nostro Paese, ecco che abbiamo realizzato una mailing list estera, comprendente 200.000 buyer e architetti internazionali, da mettere a disposizione delle aziende che vogliano comunicare con loro tramite le newsletter elettroniche di MaterialiCasa.com o DEM personalizzate. Ancora - sempre a proposito di “nuovi sforzi di comunicazione” - anche Cersaie, la principale

l’editoriale

comunicazione nuovi sforzi di

manifestazione internazionale dedicata ai comparti dei rivestimenti ceramici e dell’arredobagno, ha sorpreso i partecipanti alla 31a edizione ospitando nei suoi padiglioni, per la prima volta, il produttore italiano di pavimenti in legno più conosciuto al mondo: Listone Giordano. Ampliare la gamma espositiva, prendendo la decisione di aggiungere alla ceramica anche altri materiali da pavimentazione, sembra quindi la nuova strada intrapresa per attrarre architetti e interior designer. Una scelta coraggiosa che non potrà che essere premiata: il mondo della progettazione sarà certamente più motivato a visitare una manifestazione “vetrina esaustiva” di varie tipologie di superfici. Uno sforzo che va ad aggiungersi all’elevato profilo dei convegni raccolti nel programma “Costruire, Abitare, Pensare” nato proprio per comunicare il nuovo profilo del comparto: ricerca e tecnologia favoriscono una nuova dimensione delle piastrelle che, prima viste dai progettisti per lo più quale alternativa economica ai prodotti “nobili”, sono oggi sempre più spesso considerate come opzione primaria all’interno di un’ampia offerta.

* Ecco perchè in questa rivista troverete segnalati in colore e sottolineati tutti quei testi che, nelle versioni elettroniche di MaterialiCasa magazine (sfogliabile sul sito Tile Edizioni e scaricabile dalla APP Tile Italia) sono veri e propri link di approfondimento, video e gallery.

9 MaterialiCasa magazine 2/2013


www.progressprofiles.com

studioverde

Capolavori da mettere in luce

Lo sguardo sempre rivolto al futuro.

Battiscopa e Listelli

Solo Progress Profiles vi offre una gamma completa di Battiscopa e Listelli in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Bellezza che fa la differenza. Nuove linee entrano a far parte della vasta gamma di finiture: la black line che comprende finiture anodizzate, brillantate, spazzolate e crepè e la tuscany line che comprende finiture rustico-moderne. Particolari che si mettono in luce, difficile non notarli.

Progress Profiles SpA

Azienda certificata UN EN ISO 9001:2008

Espositore per show room


dazzling blue

trend

1

2

12 MaterialiCasa magazine 2/2013


Dazzling Blue nelle superfici

www.MaterialiCasa.com 3

“Dazzling Blu” è la particolare nuance di blu cobalto che Pantone ha eletto tra i Colori tendenza 2014 1 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Rocce, Città 2 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Cotto Variegato, Rosso variegato Azzurro 3 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Elementi Scintillanti, Blu

13 MaterialiCasa magazine 2/2013


dazzling blue

trend

“Dazzling Blu” è la particolare nuance di blu cobalto che Pantone ha eletto tra i Colori tendenza 2014. Leatrice Eiseman, la donna a capo del comitato tendenze colore di Pantone, ha quindi eletto il Blu elettrico a colore di tendenza per l’anno che sta per iniziare, dopo che il colore Emerald era stato scelto per il 2013. 4

14 MaterialiCasa magazine 2/2013

Certamente il verde smeraldo non scompare, piuttosto si mescola con il blu e, nel campo delle finiture e dell’arredamento di interni, si declina in una particolarissima interpretazione di visioni liquide, dove l’acqua assurge a fonte inesauribile di vitalità e ispirazione. Proprio Fluidity, infatti, è il nome dato ad una delle “palette” proposte, sempre da Pantone, per l’arredo 2014.

Una palette composta da colori dai toni rinfrescanti: verde alga, blu profondo e azzurro abbagliante. Colori che richiamano onde spumeggianti, ma anche i riflessi vivi di cristalli e vetrine, così come superfici liquide inondate dalla luce del sole. Tutte tonalità di blu pronte ad appropriarsi di complementi d’arredo e superfici così come di device informatici, elettrodomestici, accessori d’abbigliamento, profumi e cosmetici.


6

5

7

8

4 -

Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Rocce, Mare D’Estate

5 -

Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Maioliche, Patchwork Blu-Azzurro

6 -

Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Polvere di Stelle Blu

7/8 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Frammenti di Vetro, Acquamare (7) e Blu (8)

15 MaterialiCasa magazine 2/2013


dazzling blue

trend

Una raccolta di ispirazioni visive preziose per l’arredamento e la progettazione di spazi domestici che guardano all’armonia cromatica e gli addetti al design sanno benissimo quanto sia im8

portante scegliere il colore giusto. Il Blu elettrico si sposa poi, secondo le tendenze 2014, con l’inatteso Nero. Blu e nero, colori fino ad oggi considerati

non affini e che, invece, vengono proposti come inseparabili. Infatti, nelle passerelle della moda questi colori si ritrovano mescolati assieme, come nei preziosi filati dei cardigan di Missoni, o intercalati in rigorosi modelli di abiti tradizionali a sottolinearne il taglio impeccabile. Ma, nell’arredo come nella moda, il blu può esprimersi anche in semplici dettagli di stile: in borse, calzature e gioielli, così come in raffinati complementi d’arredo o dettagli floreali o segni geometrici su una superficie. In questi casi appaiono come unici protagonisti del look. Certo a guardare la produzione Danilo Ramazzotti ItalianHouseFloor sembra che il “tema del blu” in tutte le sue declinazioni - opaco o metallico, scuro o elettrico, colore unico o melangiato, lucente o addirittura scintillante - sia già stato ampiamente svolto e addirittura analizzato nella sua piena espressione… precedendo l’indicazione 2014 di Pantone! Non vi sbagliate: la Danilo Ramazzotti coniuga - in pietra, cotto, maiolica e vetro - un vero arcobaleno di colori e finiture, peraltro “tagliandolo su misura” delle singole esigenze progettuali... Se non ci credete, andate sul sito!

16 MaterialiCasa magazine 2/2013


9

10

www.daniloramazzotti.com

8 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Cotto Variegato Sciruss, Blu Notte 9 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Polvere di Stelle 10 - Danilo Ramazzotti Italian Housefloor: Collezione Rocce, Flowers

17 MaterialiCasa magazine 2/2013


La nostra storia di oltre trent’anni ci proietta da sempre verso il futuro e la ricerca, rispettando l’ambiente e operando nel nome della sostenibilità. La garanzia del nostro lavoro è rappresentata oggi da prodotti altamente tecnici e performanti che soddisfano i requisiti del programma LEED. Vi accompagniamo tutti i giorni nelle vostre esperienze professionali attraverso una Rete Commerciale capillare, affiancandovi con un Servizio di Assistenza tecnica utile nelle situazioni di cantiere più difficili.

Dedicandovi sempre più attenzione e passione, vi mostriamo il nostro mondo. Visita il nostro sito: www.cercol.com


Le nuove superfici Piemmegres per l’architettura

Newstone, Purestone, Geostone, sono le nuove superfici per l’architettura di Piemmegres: nuove lastre tecnologiche in grès porcellanato, ecologiche e disponibili in un’ampia palette di 15 colori e 11 formati, da 8x45 cm a 80x80 cm, fruibili in numerose finiture e strutture tridimensionali che rievocano la cura artigianale di un prodotto rigorosamente 100% Made in Italy. Piemmegres mette a disposizione del progettista lastre resistenti, inassorbenti e di grande carattere, ideali per la personalizzazione di progetti architettonici di ambienti interni ed esterni. I materiali Piemmegres sono già protagonisti di numerose opere edili private e pubbliche in tutto il Mondo; prova anche tu le soluzioni per l’architettura Piemmegres, contattaci per maggiori approfondimenti o per richiedere la visita di un nostro consulente. Industrie Ceramiche Piemme S.p.A. Via Del Crociale 42/44 41042 Fiorano - Modena - Italy - tel+39 0536 849111 - fax+39 0536 849402 - www.ceramichepiemme.it - info@ceramichepiemme.it


spazi pubblici

contract

20 MaterialiCasa magazine 2/2013

Singapore è universalmente conosciuta come “the Garden City”, ma lo SkyPark del Marina Bay Sand Resort è frutto di una architettura veramente inedita: richiama l’idea di una enorme tavola da surf gettata su tre grattacieli ed offre una vista favolosa sulla città e il mare, da un’altezza di poco inferiore ai 200 metri. I tre grattacieli su cui si appoggia la smisurata piattaforma sono essenzialmente destinati ad ospitalità alberghiera per complessive 2.560 camere ma offrono anche 120.000 metri quadrati destinati ad eventi espositivi ed un casino dotato di 500 tavoli e 1.600 macchine da gioco. Il Sand SkyPark, costituito da un immaginifico bastimento della lunghezza complessiva di circa 340 metri, ospita, su varie terrazze di dimensioni diverse, giardini pensili (presenti 250 tipologie di alberi ad alto fusto e 650 varietà di piante), piscine idromassaggio, centri benessere, discoteche, bar e ristoranti per una capacità di 3.900 persone. Qui, a 150 metri di altezza, si trova la piscina “a sfioro” più alta del mondo, denominata “la piscina infinita” a causa del particolare effetto ottico


Le terrazze del

Marina Bay di Singapore www.MaterialiCasa.com

www.marinabaysands.com Supporti per la realizzazione delle pavimentazioni sopraelevate: www.buzon-world.com

21 MaterialiCasa magazine 2/2013


spazi pubblici

contract

prodotto in chi vi è immerso: il bordo della piscina (150 metri di lunghezza) combacia di fatto con il bordo stesso della piattaforma, dando la sensazione di poter nuotare fin oltre il bordo del bastimento… una esperienza sconsigliabile per coloro che soffrono di vertigini. La gran parte della gigantesca tavola ospitante il Sand SkyPark, è costituita da terrazze il cui pavimento è realizzato in listoni di legno posati nel sistema sopraelevato sui supporti prodotti dall’azienda belga Buzon Pedestal International, leader mondiale nella produzione di questo articolo. Per la realizzazione della terrazza in listoni legno dello SkyPark, ma anche per le 1.200 terrazze dei balconi delle tre torri degli hotel sottostanti, sono stati utilizzati poco meno di 80.000 supporti Buzon DPH. Questa tipologia di supporti è regolabile da 35 a 850 mm. e si differenziano per il correttore di pendenza integrato (presente a partire da DPH 4) e l’anello di regolazione dell’altezza (presente a partire da DPH 5).

á

22 MaterialiCasa magazine 2/2013

[

Come un’enorme tavola da surf gettata su 3 grattacieli, con una favolosa vista sul mare


[ Marina Bay - Singapore ] La gamma Buzon® è declinata in tre Modelli, o generazioni, secondo il campo d’applicazione e le esigenze cantieristico/progettuali. Il correttore di pendenza può essere installato su tutti i modelli ed è comunque integrato su alcuni prodotti della Serie DPH. Sono disponibili accessori per il fissaggio di qualsiasi pavimentazione (cemento, pietra, ceramica, legno naturale, composito, grigliati tecnici) e per il sostegno di guaine e tubi.

Utilizzi: • terrazze a lastre in cemento, ceramica, pietra o listoni in legno naturale o composito • fontane e giochi d’acqua • pavimenti tecnici sopraelevati per applicazioni industriali (industria chimica, petrolchimica, meccanica, metallurgica, edile) â Materiale in evidenza: supporti per terrazza Buzon® realizzati in polipropilene. Regolabili, secondo il Modello, da 14 a 1.030 mm.

La qualità dei materiali impiegati assicura una elevatissima stabilità dimensionale e la massima resistenza a intemperie e raggi U.V.

23 MaterialiCasa magazine 2/2013


e territorio

architettura

24 MaterialiCasa magazine 1/2013

La nuova Cantina Antinori, situata a Bargino nel comune di San Casciano il Val di Pesa (FI), è un’opera di architettura innovativa, realizzata in sette anni di lavoro su progetto dello studio Archea Associati dell’architetto Marco Casamonti, con l’ingegnerizzazione di Hydea . La struttura è incentrata sul legame profondo e radicato con la terra, su un basso impatto ambientale e un alto risparmio energetico. Arrivando, la cantina appare come una grande collina con due fenditure incise nel terreno coltivato a vigneto. Fin dalla nascita del progetto, il punto fondamentale è stato quello dell’“invisibilità”. La cantina doveva realizzarsi in totale armonia con il paesaggio, per questo si è pensato di piantare un vigneto che coprisse l’intero edificio, un vigneto coltivato prevalentemente a Sangiovese oltre ad altre varietà storiche del Chianti Classico, quali Canaiolo, Ciliegiolo, Colorino, Malvasia nera, Mammolo ed una piccola parte di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Di colore marrone-rosso come le tonalità della terra, la cantina è costruita con materiali naturali

quali cotto, legno, corten, vetro. La nuova Cantina Antinori di Bargino è concepita anche per accogliere i visitatori e mostrare la produzione del vino in tutte le sue fasi, la storia della famiglia Antinori, l’arte e la cultura enogastronomica del territorio. L’architetto Marco Casamonti, così racconta il progetto: “L’idea è quella di una architettura che anziché confrontarsi alla scala degli edifici - non è un edificio, non c’è l’edificio - si confronta alla scala del territorio circostante e sta tutta dentro alla terra e dalla terra prende la sua energia: si raffresca con la terra e vive in essa. Questo è il senso vero di un progetto che è stato possibile realizzare solo grazie ad una committenza illuminata e colta, che pensa che l’architettura sia un traino importante per una produzione, quale quella del vino, che dal rispetto della terra e dell’ambiente trae la sua stessa vita”. La cantina, inaugurata il 25 ottobre 2012, è l’omaggio della famiglia Antinori alla terra del Chianti Classico; la conferma dello storico legame con le sue stesse origini. La struttura è stata ideata per consentire la vinificazione ‘per gravità’,


La nuova

Cantina Antinori www.MaterialiCasa.com

www.antinorichianticlassico.it

25 MaterialiCasa magazine 1/2013


e territorio

architettura

26 MaterialiCasa magazine 1/2013

[

Non è un edificio: non c’è l’edificio. La cantina sta tutta dentro la terra, e dalla terra trae la sua energia.

1


in assenza di pompe meccaniche. La vinificazione a caduta è, infatti, un metodo che permette una lavorazione delle uve poco traumatica, per un risultato che si ritrova nel bicchiere: il vino è più equilibrato, elegante e con tannini più morbidi. Tutto parte dal piano più alto, quello dell’arrivo delle uve, dove mani esperte procedono alla selezione degli acini, eliminando quelli non perfetti. Le temperature necessarie per affinare il vino in barrique sono frutto della terra e non di impianti di refrigerazione, la cantina è stata progettata ispirandosi anche a questo principio: mantenere la

temperatura ideale per la produzione e la conservazione del vino in modo assolutamente naturale. 1. Moroso trasforma i prototipi in terracotta ideati per gli interni della Cantina Antinori, ne La Terreria - un sistema di arredo componibile attraverso la possibilità combinatoria di 3 elementi: 3 diverse configurazioni geometriche per una profondità di 30cm, una larghezza variabile dai 25 ai 35cm per un’altezza di 40. Marco Casamonti le ha volute per ricoprire ampissime pareti o creare dei diaframmi che diventano grandi librerie, ma anche spazi adatti a contene-

27 MaterialiCasa magazine 1/2013


e territorio

architettura

2

re preziose bottiglie di vino… comunque contenitori di cultura, storia e ricordi. Gli elementi in terracotta de La Terreria sono realizzati a pochi chilometri di distanza, dove ha sede Ceipo - l’azienda incaricata della produzione si trova nel comune di Chiusi - utilizzando materia prima locale e un sapere antico nella lavorazione delle argille che risale agli Etruschi, così

come la coltivazione dell’uva. 2. Ceramica Cielo, situata nel viterbese, ancora un’antica terra etrusca, ha saputo a sua volta rispondere alle esigenze della committenza, realizzando ad hoc un’inedita finitura della ceramica, utilizzando uno smalto nei toni caldi dei marroni, ispirati ai colori delle terre del Chianti Classico, e dotato di una morbida texture di

superficie. Le Giare e i lavabi della collezione Smile sono così divenuti elementi in grado di dialogare con il progetto architettonico. In particolare, i due lavabi freestanding della collezione Le Giare sono posizionati in un luogo suggestivo: le salette di degustazione, ampie stanze vetrate sospese nel vuoto della grande volta che copre la barricaia.

á

[Marco Casamonti / Archea Associati]

28 MaterialiCasa magazine 1/2013

Marco Casamonti si laurea nel 1990

città di Firenze, Milano, Roma,

e riqualificazione della sede Perfetti

all’Università di Firenze e nel 2001

Pechino, Dubai e San Paolo.

Van Melle di Lainate (Milano). Sono

ottiene l’idoneità come Professore

Oltre alla ricerca in ambito

in costruzione la Torre di Tirana,

Ordinario in Progettazione

progettuale ogni associato dello

Albania; la “Meravigliosa Island”

Architettonica e Urbana presso la

Studio svolge una parallela attività

in “the World” a Dubai, UAE; la

Facoltà di Architettura di Genova.

nelle Facoltà di Architettura di

Changri-La Winery a Penglai e il Li

Dal 1997 è direttore responsabile

Firenze e Genova. Tra i progetti più

Ling World Ceramic Art City, in Cina.

della rivista Area e, dal 1999, è

importanti è possibile annoverare:

condirettore con Paolo Portoghesi

la Biblioteca comunale

della rivista Materia, entrambe

di Nembro (Bergamo), la

del Gruppo 24 ORE. Nel 1988 fonda

nuova Cantina Antinori

lo Studio Archea, insieme a Laura

a San Casciano Val di

Andreini e Giovanni Polazzi e

Pesa (Firenze), l’UBPA

nel quale, nel 1999, entra come

B3-2 Pavilion World Expo

associata anche Silvia Fabi. Archea

2010 e il GEL - Green

è un network di circa 100 architetti,

Energy Laboratory a

operativi in sette sedi attive nelle

Shanghai, l’ampliamento


progetti d’autore

urbanistica

30 MaterialiCasa magazine 2/2013

Lo Stockholm Waterfront con le sue innovative soluzioni progettuali, offre a Stoccolma un centro congressi senza uguali in Europa. Realizzato in un’area triangolare collocata tra la Stazione Centrale dei treni, il palazzo del Municipio e il Riddarfjärden - fiordo costituito dall’insenatura più orientale del lago Mälaren - lo Stockholm Waterfront è localizzato nel punto

nevralgico della città, attraversato quotidianamente da decine di migliaia di passeggeri. Il complesso è suddiviso in tre edifici separati: un grandioso palazzo per uffici su Klarabergsgatan, un centro congressi su Riddarfjärden e, tra i due, una struttura alberghiera a quattro stelle con 418 stanze, oltre a 24.600 metri quadri di locali destinati ad un uso professionale.

La realizzazione e interpretazione dell’architettura è stata affidata allo studio White Arkitekter: “Il centro congressi è il risultato di un innovativo puzzle che ha portato al limite soluzioni architettoniche e possibilità tecnologiche. Si può ben dire che siamo riusciti a realizzare l’intero programma in un’area estremamente limitata” afferma Hans Forsmark, una delle menti architettoniche alla base


Stockholm Waterfront Stoccolma

[

www.MaterialiCasa.com

Complesso costituito da 3 edifici separati e situato in un punto nevralgico della cittĂ .

www.stockholmwaterfront.com

31 MaterialiCasa magazine 2/2013


progetti d’autore

urbanistica

[ Stockholm Waterfront, Stoccolma ] Studio di architettura: White arkitekter Team Project:

Bengt Svensson, Hans Forsmark, Raimo Joss, Bengt Mührer, Linda Thiel, Karin PlantingBergloo, Kaveh Ghorashi, Mats Anslöv, Thomas Peinert, Robert Niziolek, Mats Holmberg

Inizio e fine lavori:

2005 - 2011

Superficie complessiva: 72.000 mq Committente:

Jarl Asset Management

â Materiale in evidenza: Ardesia Nera Slate, Bianco Statuario Levigato e White Stone Honed prodotte da FMG Fabbrica Marmi e Graniti.

della genesi del progetto. Certamente a destare il maggior interesse è il Centro Congressi, comprendente un auditorium per 3.000 persone sedute ed una sala da pranzo con una capienza di 2.000 posti a tavola. I progettisti sono riusciti a garantire capienze così elevate grazie alla realizzazione di gran parte della superficie del Centro Congressi come “sospesa” al di fuori dei confini del sito, quasi a

creare una enorme “balconata”. All’interno, poi, si è ricorsi a sistemi di sedute mobili e alla sapiente realizzazione di aree multiuso. Ma è la parte superiore esterna dello stesso Centro Congressi a costituire una realizzazione veramente spettacolare che appare come “velata” da una palizzata - composta da 3.500 profili a z e barre in acciaio inox disposta ad una certa distanza dal muro in modo da interagire

visivamente con il movimento delle strutture circostanti: cavalcavia stradali, banchine affacciate sul Riddarfjärden e sul canale Klara Sjö. La costruzione in acciaio costituisce una sorta di esoscheletro della struttura, donandole una cromia unica e cangiante a seconda del riverbero del sole. Nelle ore notturne la finitura semiopaca dei profilati in acciaio ne consente, inoltre, l’illuminazione artificiale, progettata ad hoc per esaltare al massimo l’imponente presenza dell’edificio sulle sponde del canale Klara Sjö. Sotto la pelle metallica è inserita una facciata in vetro ecosostenibile, capace di incamerare energia solare fino ad 1 MW al giorno. I rivestimenti esterni delle facciate dell’intero progetto, in base ai requisiti preliminari di progettazione che richiedevano l’uso di materiali altamente sostenibili, duraturi e piacevoli dal punto di vista estetico, sono stati realizzati con prodotti FMG Fabbrica Marmi e Graniti - nel particolare Ardesia Nera Slate, Bianco Statuario Levigato e White Stone Honed.

á

32 MaterialiCasa magazine 2/2013


progetti d’autore

urbanistica

Il progetto KoruFlorya, in fase di ultimazione, sta pienamente rispondendo al ruolo affidatogli dalla committenza: quello di realizzazione d’élite per Florya, uno dei quartieri residenziali più “in” di Istanbul. KoruFlorya coniuga il concetto di abitazione di lusso con quello di Family Residence, offrendo allo stesso tempo i privilegi di una casa singola ed il comfort di un moderno residence, peraltro ben collegato al centro della città grazie alle nuove linee di trasporto pubblico. Il lussuoso quartiere - realizzato grazie alla partnership di Aydinli, Metal Yapi Konut e Arke Insaat, sotto la supervisione di TOKI (Sviluppo e amministrazione Edile di Turchia) - si sviluppa in 298 appartamenti, un centro commerciale ed oltre a 3.000 metri quadrati dedicati ad aree fitness con piscine, bagni turchi e palestre. Il tutto è immerso in 8 ettari di giardini lussurreggianti. Nei 7 corpi di fabbrica che compongono il KoruFlorya sono disponibili varie opzioni residenziali, tra cui appartamenti a più piani, su un unico piano e appartamenti duplex-attico, compresi in un range dimensionale tra i 162 ed i 436 metri quadrati.

34 MaterialiCasa magazine 2/2013


KoruFlorya Istanbul www.MaterialiCasa.com

Il progetto: www.youtube.com/watch?v=oZWmXSdaoxI

35 MaterialiCasa magazine 2/2013


progetti d’autore

urbanistica

Gli appartamenti super-lusso, che si innalzano anche a 17 metri sopra il centro commerciale e gli altri spazi pubblici, godono di uno stupendo panorama aperto, oltre il bosco di Florya, verso il mare di Marmara. In questo importante progetto, realizzato in una delle più affascinanti città del mondo punto d’incontro tra la cultura d’Occidente e quella d’Oriente, Piemme ha mostrato le propria capacità di porsi quale partner primario fornendo, oltre a 60.000 metri quadrati di pavimentazioni in gres porcellanato appartenenti alla gamma Marmi Reali, altre svariate migliaia di metri quadrati di ceramiche in pasta bianca finissima utilizzate per il rivestimento dei bagni e, infine, materiale tecnico, a marchio Piemmegres. L’azienda italiana, dotata di un puntuale servizio tecnico-professionale, peraltro indispensabile nella fornitura di un cantiere così complesso, ha messo anche a disposizione una esaustiva gamma prodotti dando ai progettisti la possibilità di personalizzare tutte le realizzazioni, assecondando ogni specifica esigenza.

á

36 MaterialiCasa magazine 2/2013

[

Il progetto fonde in sè i privilegi di una casa singola e il comfort di un moderno residence


[KoruFlorya - Instambul] Per il KoruFlorya,

Piemme ha fornito per i rivestimenti delle sale

da bagno migliaia di metri quadrati di ceramiche in pasta bianca finissima, declinate tra le collezioni “Crystal Marble”, “Satin”, “Charme”, “Tresor”, “Elite” e “Boiserie”. Altri materiali tecnici, a marchio

Piemmegres e appartenenti alla

collezione in gres porcellanato ad impasto colorato “Purestone” con la loro infinita gamma di accessori - sono stati utilizzati sia negli ambienti residenziali sia in quelli pubblici. â Materiale in evidenza: Collezione in gres porcellanato “Marmi Reali” (foto sotto e minimali nelle pagine precedenti) nei formati 60x60 e 30x60 cm e in vari colori

37 MaterialiCasa magazine 2/2013


risanamento e finiture

restauro

Un attento restauro è stato eseguito a Malo (VC) per riportare all’originario splendore un edificio progettato nel 1886 dall’ingegnere Casara. L’edificio, per tanti anni sede delle Scuole Elementari Femminili dell’antica cittadina, ospita oggi la locale agenzia Zurich Assicurazioni. I lavori hanno previsto la rimozione dei vecchi pavimenti e sono proseguiti con l’irrobustimento della struttura, allo scopo di migliorare la risposta sismica dell’edificio. Mapei è stata direttamente coinvolta nell’opera di restauro, fornendo consulenza, sistemi e prodotti per il risanamento delle murature esterne e per la finitura delle facciate. - Gli specialisti Mapei, dopo aver prelevato vari campioni dalla vecchia struttura muraria ed averli analizzati per verificare la tipologie e quantità di sali presenti e, di conseguenza, intraprendere il ciclo di intervento più idoneo, hanno anzitutto proceduto alla rimozione del vecchio intonaco esterno per un’altezza di circa 150 cm. Quindi, ad un preliminare e accurato idrolavaggio a

38 MaterialiCasa magazine 2/2013

pressione della vecchia muratura in sasso/mattoni eseguita per l’intero perimetro dello stabile per l’altezza indicata, è seguita l’applicazione di un primo strato di POROMAP RINZAFFO, la malta premiscelata, resistente ai sali da utilizzare come mano di fondo nel ciclo di risanamento degli edifici in pietra, mattone e tufo degradati dall’umidità di risalita capillare. Successivamente si è proceduto all’applicazione di POROMAP INTONACO per uno spessore di circa 3 cm. Questo prodotto è ideale per eliminare definitivamente l’umidità di risalita e le efflorescenze non solo dalle vecchie murature, ma anche da quelle di recente costruzione quando non preventivamente isolate dalle fondazioni. - Risanata la “zoccolatura” dell’edificio, si è quindi proceduto all’applicazione su tutte le superfici di facciata della malta POROMAP FINITURA. Una malta fine e di colore chiaro che, per la presenza di speciali materiali “eco-pozzolanici” ad elevata reattività, non contiene più calce libera già dopo pochi giorni dall’applicazione (una persistente presenza di calce può consentire fenomeni di


Risanamento di un edificio ottocentesco

www.MaterialiCasa.com

www.mapei.it

39 MaterialiCasa magazine 2/2013


risanamento e finiture

restauro

40 MaterialiCasa magazine 2/2013

[ Risanamento di un edificio ottocentesco, Vicenza ] â Materiale in evidenza: POROMAP RINZAFFO è una malta premiscelata, resistente ai sali, da applicare prima di realizzare l’intonaco deumidificante e isolante con POROMAP INTONACO. Ha prestazioni meccaniche, modulo elastico e porosità molto simili alle malte a base di calce idrata, calcepozzolana o calce idraulica impiegate originariamente nelle costruzioni dei vecchi edifici. Nonostante la sua elevata porosità, POROMAP RINZAFFO è caratterizzato da una elevata durabilità che lo rende indistruttibile nei confronti dei vari agenti aggressivi naturali come cicli di gelo-disgelo, reazione alcali-aggregato e attacco dei sali.

degrado a seguito dell’aggressione di sali solubili presenti nell’acqua che risale dalle fondazioni). POROMAP FINITURA può essere considerata una malta totalmente idraulica e, quindi, molto più stabile e resistente di qualsiasi altro legante che non contenga “eco-pozzolana”. - Le finiture delle pareti e le

[

decorazioni esterne sono state infine eseguite con SILANCOLOR PITTURA, previa applicazione di SILANCOLOR BASE COAT. Quest’ultimo prodotto è impiegato per la preparazione di fondo delle superfici cementizie prima dell’applicazione della mano di finitura colorata, come regolatore dell’assorbimento del supporto e promotore di

Irrobustimento della struttura, allo scopo di migliorare la risposta sismica dell’edificio

adesione. SILANCOLOR PITTURA, invece, è una pittura silossanica per esterni ed interni, idrorepellente traspirante, resistente ad ambienti aggressivi. E’ ideale per la pitturazione di superfici dove si vuole conferire al supporto oltre ad un pregevole effetto estetico, una elevatissima idrorepellenza ed un’ottima traspirabilità. á


recupero e trattamento

restauro

42 MaterialiCasa magazine 2/2013

L’origine di Palazzo Tornabuoni risale alla metà del XV sec. ed il suo progetto è attribuito a Michelozzo di Bartolomeo. La maestosa residenza fu costruita, accorpando numerosi edifici già presenti in un’area posta di fronte al preesistente palazzo degli Strozzi, per volere di Giovanni Tornaquinci - che in quegli anni cambiò il proprio cognome in Tornabuoni - capo del Banco mediceo e imparentato con la famiglia Medici. Il Palazzo passò poi sotto la proprietà di Alessandro de’ Medici, arcivescovo di Firenze, successivamente eletto Papa, Leone XI. La maestosa dimora, tra fine Cinquecento ed inizio Seicento, fu quindi trasferita alla famiglia Corsi ed il marchese Jacopo Corsi fondò, ospitandola tra le mura di Palazzo Tornabuoni, la prima “Accademia di Musica” fiorentina. Lo stesso Jacopo Corsi, musicista e mecenate, mise in scena “La favola di Dafne”, composta da Jacopo Peri e considerata il primo esempio del melodramma italiano. Nell’Ottocento, durante l’allargamento di via Tornabuoni (1857-67), l’architetto Tele-

maco Buonaiuti fu incaricato di far arretrare la facciata del Palazzo di circa 6 metri e di riprogettarne una nuova. Buonaiuti realizzò quindi l’attuale facciata, caratterizzata da 11 assi di finestre e con la parte basamentale, a bugnato, arric-

chita da grandi arcate che, oggi, ospitano griffe del lusso (Bulgari ha il suo negozio proprio sull’angolo destro di Palazzo Tornabuoni, praticamente a lato di Palazzo Strozzi). In quella stessa occasione il Buonaiuti trasferì la Loggetta


www.MaterialiCasa.com

Tornaquinci sul lato opposto del palazzo, dove tuttora si trova. Oggi Palazzo Tornabuoni, dopo un profondo ed attento restauro che ha praticamente interessato la totalitĂ dei suoi interni, ospita al piano terra negozi del lusso ed un ristorante e, www.palazzotornabuoni.com Progetto: www.aeiprogetti.it

43 MaterialiCasa magazine 2/2013


recupero e trattamento

restauro

[

Oggi il Palazzo, dopo un profondo restauro, ospita marchi del lusso, un ristorante e un esclusivo hotel

nei piani alti, un esclusivo Private Residence Club - managed Four Seasons Hotel - oltre a 38 residenze private di grandissima eleganza e prestigio. Recentemente i proprietari delle 38 residenze hanno affidato a FILA* l’esecuzione di un nuovo trattamento delle superfici, in particolare quelle delle aree comuni. Dopo vari sopralluoghi e mock up, FILA ha avviato l’intervento, procedendo alla pulitura e al successivo trattamento delle pregiate pavimentazioni in Pietra Serena e Seminato

44 MaterialiCasa magazine 2/2013

Veneziano e delle preziose superfici in pietra naturale dei bagni, riportando il tutto all’originario splendore. - La Pietra Serena presente nel lounge bar e nei corridoi è stata lavata con FILAMAX e FILAPS87 per eliminare sporco e macchie di varia natura. Il materiale è stato successivamente trattato con FILAW68, il protettivo antimacchia per superfici non lucide e successivamente finito con la cera FILAMATT. - I bagni delle suite in Marmo Calacatta e in Marmo Marrone

* prodotti utilizzati per il trattamento delle superfici: FILAPS87: detergente decerante che pulisce e sgrassa. FILAMAX: detersolvente decerante FILACLEANER: detergente neutro universale per tutte le superfici FILAW68: antimacchia base acqua idro-oleorepellente per interni/esterni. FILASTONEPLUS: protettivo antimacchia ravvivante FILAFOB: protettivo antimacchia base solvente per pavimenti. FILAMP90: protettivo antimacchia per superfici lucide FILACLASSIC: eco-cera liquida

Venato sono stati lavati con FILACLEANER e poi protetti con FILAMP90. I vanity tops dei bagni, in Ardesia Nera Italiana levigata, sono stati puliti con il detergente sgrassante FILAPS87 e trattati con FILASTONEPLUS per proteggere dalle macchie ma anche per esaltare il colore naturale del materiale. - I pavimenti in seminato alla Veneziana, infine, sono stati trattati con FILAFOB e con la cera di finitura FILACLASSIC per donare al materiale una piacevole finitura lucida. á


Showroom Forgiarini - Lampertheim

ESPOSITORI E SHOWROOM - CONCEPT, DESIGN E REALIZZAZIONE DISPLAYS & SHOWROOMS - CONCEPT, DESIGN & MANUFACTURING Marocchi s.r.l. Via G. Di Vittorio, 3 40020 Casalfiumanese (Bologna) Italy

Tel. +39 0542 666136 Fax +39 0542 666762

marocchi@marocchi.com www.marocchi.com


costruire sostenibile

edilizia scolastica

Inaugurata nel dicembre 2012, la nuova scuola media “Dante Alighieri” di Sant’Agostino (FE), è stata la prima scuola definitiva ad essere ricostruita in Emilia dopo il sisma che la aveva colpita nel maggio dello stesso anno ed è anche il primo edificio pubblico italiano, ad emissioni zero, in grado di produrre più energia di quanta ne consumi. Una caratteristica che è stata ufficialmente riconosciuta con la consegna della certificazione Superior Attiva - ENERGYPASS ClimAbita: Certificazione 0001/2012 - da parte della Fondazione ClimAbita, l’ente indipendente istituito da Norbert Lantschner, il quale ha consegnato al sindaco Fabrizio Toselli la targa attestante come la certificazione si estenda anche alla sostenibilità ambientale della scuola, sia in relazione alla qualità abitativa degli spazi interni sia al contesto urbano che le sta sorgendo attorno e progettato in maniera integrata con i servizi per gli studenti e per gli abitanti del quartiere. La prima ScuolaEnergyPiù in Italia, sviluppata su una superficie di 2.500 metri quadrati per ospitare 250 studenti (9 aule,

46 MaterialiCasa magazine 2/2013

5 laboratori, 1 biblioteca, 1 sala proiezioni, 1 mensa, diversi uffici amministrativi e 1 palestra), è costituita da una struttura portante in legno antisismica - fornita dalla Wolf Haus di Bolzano - e realizzata grazie ad una gara di solidarietà che ha coinvolto migliaia di cittadini ed organizzata tramite Mediafriends Onlus, il Tg5, Il Resto del Carlino e l’Associazione RiLAQUILA. L’amministratore delegato di Wolf Haus, ing. Kurt Schoepfer, mostrando tutta la sua soddisfazione per il lavoro svolto, ha dichiarato: “Abbiamo dato il nostro contributo realizzando una scuola che scrive il futuro, e che allo stesso tempo restituisce la speranza nel futuro a questi ragazzi e alla gente emiliana”. - Per produrre energia pulita, il nuovo edificio scolastico è stato dotato di un potente impianto fotovoltaico che contribuisce ad alimentare anche il riscaldamento a pavimento e aziona l’impianto di ricircolo dell’aria di tutti gli ambienti. - Per risparmiare energia l’edificio è stato progettato in modo da sfruttare al meglio la luce naturale del sole, per fornire un’illuminazione costante nella maggior parte delle giornate


nuova scuola

La di Sant’Agostino www.MaterialiCasa.com

www.wolfhaus.it Foto nella pagina sinistra da Il Resto Del Carlino Modena, l’inaugurazione della scuola

47 MaterialiCasa magazine 2/2013


costruire sostenibile

edilizia scolastica

48 MaterialiCasa magazine 2/2013

[

La prima ScuolaEnergyPi첫 in Italia nata dalle macerie del terremoto emiliano del 2012


[ Dati ufficiali, certificati da ClimAbita, relativi al progetto ] • Categoria: E.7 Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili • Ubicazione: Viale Europa 41 - 44047 Sant’Agostino (FE) • Proprietà: Comune di Sant’Agostino (FE) • Progettista: ETS Ing. Parietti Giambattista • Ditte realizzatrici: Wolf Haus e Bottoli Costruzioni Srl • Classe secondo protocollo e ClimAbita: SUPERIOR ATTIVA • Indice del fabbisogno di energia termica utile per il riscaldamento proprio dell’edificio secondo i dati climatici locali: EPi,invol = 29,6 kWh/m2 anno / EPe,invol = 23,5 kWh/m2 anno

Dati geometrici dell’edificio: • Superficie Lorda Disperdente (S.L.D.): 6’049,9 [m2] • Volume Lordo Riscaldato (V.L.R.): 10’056,2 [m3] • Rapporto di forma S/V: 0,60 [m2/m3] • Superficie Energetica di Riferimento (S.E.R.): 2’007,5 [m2] • Volume Netto Ventilato (V.N.V.): 7’224,4 [m3]

Dati climatici della località: • Zona Climatica: E • Altezza sul livello del mare: 19 [m] • Gradi giorno: 2’290 [GG] • Temperatura esterna di progetto: -5,1 [°C]

Dati sull’involucro: • Trasmittanza media delle strutture opache: Um = 0,174 [W/(m2K)] • Trasmittanza media delle strutture trasparenti: Um,w = 1,325 [W/(m2K)]

scolastiche, inoltre la progettazione e realizzazione dell’edificio ha rispettato tutti criteri di

isolamento termico, azzerando le dispersioni dagli ambienti interni. á

[ Wolf Haus Italia ] Con sede a Campo di Trens (BZ) e

prestigiosi riconoscimenti, tra cui il

membro di Lignius - Associazione

premio internazionale per l’impegno

Nazionale Italiana Case Prefabbricate

sostenibile, sociale ed ambientale

in Legno - appartiene al Gruppo Wolf

assegnato al Campidoglio e due

che, con 30 sedi nel mondo e oltre

RealEstate Award 2010.

3.000 dipendenti, vanta oltre 50 anni di

Le pareti delle abitazioni Wolf Haus,

esperienza nella realizzazione di case con

brevettate, consentono di ridurre sino

struttura portante in legno.


al 90% i costi di riscaldamento; hanno

Wolf Haus è l’azienda del settore che

alti dati riguardanti l’insonorizzazione;

ha realizzato in Italia il maggior numero

sono naturalmente antisismiche; vengono

di abitazioni certificate nello standard

fornite con 30 anni di vera garanzia;

CasaClima A ed è stata insignita di

sono abitabili già dopo 4 mesi dall’ordine.

49 MaterialiCasa magazine 2/2013


ospitalità-diffusa

hotellerie

Tra le nuove frontiere dell’ospitalità uno spazio sempre maggiore è occupato dal concetto di ospitalità-diffusa, in Italia per lo più associato al recupero di edifici inseriti in piccoli borghi che si trasformano in veri “gioielli”, ma che all’estero è da tempo interpretata in modo diverso. Da quest’ultima interpretazione di ospitalità-diffusa, più legata all’integrazione nell’ambiente naturale, è nato il progetto GREEN_ZERO: nuovo modulo abitativo costituito da una suite racchiusa in un guscio eco-sostenibile da installare nel bosco, in riva al mare, in piena campagna o ovunque il territorio lo consenta. Il progetto è finalizzato a un nuovo sistema di ricettività alberghiera, rispettoso dell’ambiente, e si declina in differenti tipologie di moduli prefabbricati, dal bungalow con bagno al bi-locale.

L’involucro “green_zero” Il design complessivo del modulo è racchiuso nel tratto essenziale della sua fascia perimetrale: come se un elemento

50 MaterialiCasa magazine 2/2013

piano fosse stato ripiegato su se stesso a formare una “c” ricucita su un lato da sottili fili metallici. Il guscio strutturale è realizzato completamente in legno con sistema a telaio e una stratigrafia - per le parti sia orizzontali sia verticali -, caratterizzata da elementi portanti e isolanti, al cui interno è previsto il passaggio delle dotazioni impiantistiche e una “camera di ventilazione” che consente al modulo stesso di essere classificato CasaClimaA o CasaClimaOro. La parte esterna della copertura prevede l’integrazione di un pannello fotovoltaico sottile in grado di produrre l’energia necessaria al funzionamento degli impianti. Il pannello fotovoltaico è abbinato a una “buccia”, realizzata in laminato di zinco titanio, la cui facile lavorazione permette di seguire alla perfezione le superfici curve del modulo, ricavando contemporaneamente gli elementi tecnici necessari alla ventilazione, allo smatimento delle acque e al recupero delle acque piovane. L’appoggio a terra della struttura prefabbricata deve essere preferibilmente costituito da una fondazione in pietra naturale o da un sistema di spaccato di pietra in varia granulometria, compattato e legato con una gabbia metallica al fine di ottenere la giusta resistenza


www.MaterialiCasa.com

www.cadelach.it Progetto:www.studiomenichini.it Fotografie: Diego Fava

51 MaterialiCasa magazine 2/2013


ospitalità-diffusa

hotellerie

52 MaterialiCasa magazine 2/2013

meccanica. Il rivestimento esterno è realizzato con un sistema di tavole in legno ad incastro che consente di nascondere le viti di fissaggio ed è rifinito superficialmente con un impregnante ceruleo naturale con possibilità di periodico rinnovamento se non si vuole lasciare invecchiare ed ossidare le tavole. Il sistema strutturale è completato, su un lato, da tubi in ferro che simulano l’incrociarsi di tronchi: due di questi costituiscono i pilastri della struttura stessa, due i discendenti per l’incanalamento ed il recupero delle acque piovane, gli altri hanno fini puramente estetici. I pavimenti ed i rivestimenti sono in gres porcellanato ad alta resistenza (Porcelanosa Group), con caratteristiche antislip per le zone outdoor ed estetica riproducente il parquet, mentre, della zona bagno una raffinata texture riproduce una distesa di foglie cadute. Il sistema di illuminazione esterno, con comando crepuscolare, rende vivibile l’area outdoor, oltre ad illu-


[ Green_Zero @

Hotel Ai Cadelach, Treviso

Luogo:

Revine Lago (TV)

Anno di realizzazione:

2013

Committente:

Hotel Ai Cadelach

]

Progetto architettonico (interni, esterni):

Arch. Daniele Menichini - Piombino (LI)

Realizzazione:

Tirolhaus Italia - Bolzano

â Materiale in evidenza: Pavimento “Par-Ker Oxford Acero” (cm 14,3x90) - Rivestimento “Oxo Garden Gris” (cm 31,6x90) - Sanitari “NK One” - Piatto Doccia “Land Stone” su misura - Rubinetti e doccia “Urban” - Accessori “Noken” serie “Hotel”.

[

Tutti prodotti da Porcelanosa.

Una suite racchiusa in un guscio eco-sostenibile da installare nel bosco, in riva al mare, in piena campagna...

53 MaterialiCasa magazine 2/2013


ospitalità-diffusa

hotellerie

[ Studio di Architettura Daniele Menichini ] Daniele Menichini, laureato presso la Facoltà di Architettura di Firenze nel 1996, è titolare di uno studio che si occupa di progettazione di interni ed esterni, design, comunicazione visiva ed art direction di aziende nel settore dell’arredamento home e contract. Dedito allo studio delle problematiche dell’abitare contemporaneo, della ricettività, della vendita in showroom, della ristorazione, del divertimento e del benessere. Importante il percorso relativo a progettazione integrata e sostenibile, maturata nei paesi del nord Europa che lo hanno portato alla stesura dei progetti “green room” e “green_zero”.

minare dal basso l’albero che è parte integrante dell’architettura. Gli spazi interni sono suddivisi in area outdoor, zona letto e zona bagno. Presente anche un locale tecnico destinato ad ospitare le dotazioni impiantistiche. Nella parte terminale del modulo, in corrispondenza delle aree curve, sono contenuti i serbatoi ed i macchinari per il recupero e il trattamento delle acque in ingresso e uscita.

La suite “naturalmente chic” Linee semplici e pulite abbinate ad un tocco di colore sono alla base della zona letto della suite “naturalmente chic”; entrando nella camera lo spazio destinato al dormire è subito evidente: da un lato la testata del letto fatta da rami e tronchi stilizzati, dall’altro una parete interamente vetrata che mette in rapporto con la natura esterna. Un’area armadio e scrittoio frutto della combinazione di elementi verticali ed orizzontali a giorno di grande funzionalità. L’area letto è finalizzata al benessere fisico grazie al suo sistema di reti indipendenti, mobili, regolabili

54 MaterialiCasa magazine 2/2013

in varie altezze e posizioni che consente di adattarsi alle varie esigenze e a ogni postura personale. La grande vetrata è dotata di un sistema a doppia tenda, la prima semitrasparente e morbida che attenua la rigidità dello spazio interno e scherma leggermente l’ambiente esterno, la seconda a rullo in grado di oscurare l’ambiente per la notte. L’ambiente è arricchito dall’atmosfera che si crea con le varie fonti di illuminazione: dal wall wash che mette in risalto la testata del letto alle luci da appoggio in ceramica per i comodini, dalle luci a soffitto, sempre in ceramica e che creano una retrolluminazione rispetto alla grande vetrata, alla luce da appoggio per lo scrittoio e la piantana per la lettura. L’area bagno è caratterizzata dal rivestimento in gres porcellanato che simula una distesa di foglie e introduce allo spazio dedicato alla cura del corpo: una grande area doccia con pavimento a doghe di legno e un sistema a pioggia che, combinato con le luci cromo terapiche e stroboscopiche, la profumazione dell’ambiente e la tecnologia della specchiera musicale, permette di vivere momenti emozionanti e rilassanti. La zona outdoor è dedicata al relax, al contatto con l’ambiente ed

è caratterizzata dalla presenza di panche/divano imbottite, utilizzabili sia come seduta che come lettino, e di un tavolo hi-tech illuminante e musicale. Il sistema domotico consente facilmente di creare scenari personalizzati all’esigenza di ciascun utilizzatore coordinando le diverse funzioni.

L’eco-responsabilita’ del progetto

“Progettare verde è una scelta fondata su solide basi di ricerca che partono dalla struttura, passano dall’impiantistica, dai materiali ed arrivano fino al disegno dello spazio e degli oggetti che lo animano. Una ricerca che sceglie prodotti di serie o su misura, sempre certificati”: questi i principi ispiratori del team di progettazione integrata dello Studio Menichini che mira alla realizzazione di progetti ad impatto ambientale zero. La riuscita del progetto eco-responsabile è frutto della collaborazione tra una committenza illuminata, una progettazione integrata, l’ottimizzazione del budget, il project management e la scelta delle imprese al fine di ricavare un sistema che sia eco-sostenibile anche dal punto di vista economico.

á


www.progressprofiles.com

Dettagli raffinati tra emozione e tecnologia

Lo sguardo sempre rivolto al futuro.

Projolly square acciaio lucido

studioverde

Protermstep acciaio lucido

Profili per Gradini e Rivestimenti

BLACK Line solo Progress Profiles vi offre una gamma completa di profili per Gradini e Rivestimenti in grado di soddisfare qualsiasi tipologia costruttiva. un vero e proprio vestito su misura di eccellente manifattura. Focus sui dettagli che fanno la differenza. Nuove linee entrano a far parte della vasta gamma di finiture: la BLACK Line che comprende finiture anodizzate, brillantate, spazzolate e crepè per ogni esigenza di decoro e la tusCAny Line che comprende finiture rusticomoderne per soddisfare le esigenze del country style.

Progress Profiles spA

Azienda certificata UN EN ISO 9001:2008

NE - Alluminio anodizzato nero BN - Alluminio brillantato nero

NS - Alluminio spazzolato nero

tusCAny Line

03tu - Grigio Tuscany

05tu - Beige Tuscany

20tu - Bronzo Tuscany

CR - Alluminio verniciato crepet


ecosostenibile d’autore

residenziale

Bertolotto Porte ha appena concluso la fornitura per l’Eurosky Tower di Roma. Sviluppata su 120 metri di altezza per 27 piani, l’Eurosky Tower, progettata dall’architetto Franco Purini, è inserita all’interno dell’Europarco Castellaccio, al margine meridionale dell’EUR, nel quadrante sud della capitale, una delle diciotto nuove “centralità metropolitane” previste nel Piano Regolatore Generale di Roma vigente dal 14 marzo 2008. L’Eurosky Tower si ispira formalmente alle torri medievali presenti in città, quali la torre delle Milizie, la torre dei Conti o la torre dei Capocci, ed ospita spazi direzionali nei primi tre piani fuori terra ed unità abitative nei piani superiori. La struttura si compone di due prismi verticali collegati da due blocchi di scale e ascensori, a loro volta connessi attraverso ponti su cui trovano posto alcuni locali tecnici. Il grattacielo, caratterizzato da una sobrietà formale che lo rende senza tempo, rappresenta un esempio di innovazione ecosostenibile ed ha già ricevuto

56 MaterialiCasa magazine 2/2013

il riconoscimento Real Estate Award-Smart Green Buildingcome (Miglior edificio tecnologico e ecosostenibile). L’Eurosky Tower è dotata di pannelli fotovoltaici, di un impianto di trigenerazione e di riutilizzo delle acque piovane, di riscaldamento e refrigerazione a pavimento e a ventilazione assistita. Ogni piano dispone di appositi contenitori per la raccolta differenziata, ogni appartamento di acqua pura filtrata, di un sistema domotico integrato (per evitare eccessi di dispendio energetico) programmabile a distanza. Al 19° piano della Torre sono state allestite le prime tre unità abitative campione - monolocale, bilocale e trilocale - per dare la possibilità di apprezzare le finiture e la fruibilità degli spazi. Per l’arredo degli appartamenti campione, curati nei minimi particolari, sono stati scelti i migliori marchi di design italiani tra cui Cassina, Poltrona Frau e Cappellini. Per la parte audio è stato scelto Bang&Olufsen, per il fitness Technogym, Easydom e Windows per la domotica. Bertolotto Porte ha realizzato per la Eurosky Tower una porta batten-


1.000 porte Bertolotto all’Eurosky Tower www.MaterialiCasa.com

www.euroskyroma.it Approfondimenti: it.wikipedia.org/wiki/Torre_Eurosky

57 MaterialiCasa magazine 2/2013


ecosostenibile d’autore

residenziale

58 MaterialiCasa magazine 2/2013

[

L’Eurosky Tower ha ottenuto il Real Estate Award Smart Green Building


[ Eurosky Tower. Roma ] Team di progetto: Parsitalia - BNP Paribas - Comp. Interni Appalti Progettista:

arch. Franco Purini

â Materiale in evidenza: Porta a battente CL Sky, appositamente realizzata in

1.000 esemplari da Bertolotto Porte spa

(Torre San Giorgio, CN).

te ad hoc, denominata CL Sky, un modello della Collezione Fashion proposta nei colori laccati con finitura opaca e lucida. Le 1.000 porte CL Sky, prodotte per il grattacielo, sono caratterizzate da struttura alleggerita, battuta quadra e profilo in alluminio verticale, colore bianco e tortora, finitura lucida. Bertolotto ha anche

previsto come dotazione di serie le cerniere a scomparsa e la serratura magnetica, telaio TR/L8. La collezione Fashion raccoglie modelli essenziali, molto lineari che rappresentano la giusta armonia tra funzionalità e stile moderno. SKY è realizzata in legno e disponibile in un’ampia proposta di laccature RAL e NCS.

á

[ Franco Purini ] è esponente di primo piano dell’architettura italiana formatosi nel razionalismo del dopoguerra e nel neorealismo architettonico degli anni cinquanta ha poi aderito al movimento moderno degli anni sessanta e settanta sino al postmoderno. Ha studiato architettura a Roma con Ludovico Quaroni ed ha collaborato per alcuni anni con Maurizio Sacripanti e Vittorio Gregotti. Purini, dopo un breve periodo di insegnamento a Reggio Calabria e a Roma, è nominato docente presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Dal 2003 insegna alla Facoltà di Architettura alla Sapienza di Roma. L’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze lo ha nominato Accademico Corrispondente. Nel 1980, su invito di Paolo Portoghesi, Purini ha partecipato alla Biennale di Venezia collaborando all’installazione “Strada Novissima”, divenuto manifesto dell’Architettura postmoderna.

59 MaterialiCasa magazine 2/2013


costruire sostenibile

residenziale

L’edificio progettato dall’arch. Emanuele Duri - ubicato nel quartiere “La Stella” di Albano Laziale, in provincia di Roma - è costituito da cinque livelli, destinati a residenze di varia tipologia e realizzati su quattro differenti corpi di fabbrica. Per unificare visivamente le differenti strutture il progettista ha ideato un “sistema di ballatoi” e “corpi scala” che, rispettivamente, avvolgono orizzontalmente i quattro elementi, mentre verticalmente i corpi scala, coperti da lame in cotto ben visibili sulla facciata bianca, appaiono come agganciare e fissare

60 MaterialiCasa magazine 2/2013

a terra l’edificio. Visivamente dunque, l’intera massa dell’edificio sembra mantenere il suo equilibrio attraverso le forze unificanti del nastro e quelle centripete delle lame in laterizio. Le stesse lame in cotto costituiscono poi membrane permeabili alla luce che rimandano ad un “costruire con la luce” di tradizione mediterranea. L’osmotico dinamismo comunicativo della luce rende possibile un continuo cambiamento di scenario: in quello diurno la luce esterna filtra verso l’interno rimbalzando contro le masse murarie bianche ed evidenziandone i contorni; in quello notturno, l’illuminazione del corpo scala fluisce verso l’esterno


La Stella, residenze

eco-sostenibili

www.MaterialiCasa.com

www.sanmarco.it

61 MaterialiCasa magazine 2/2013


costruire sostenibile

residenziale

62 MaterialiCasa magazine 2/2013

annullando la massa muraria e modificando la visione d’insieme dell’edificio. Una architettura - nella quale il critico d’arte Silvia Manca coglie un’impronta ispiratrice proveniente dalle opere dell’archistar Toyo Ito - che non trascura neppure i dettami del costruire sostenibile. Il progetto ha infatti previsto il recupero delle acque piovane, per riutilizzarle nell’irrigazione del verde e nell’alimentazione degli scarichi del wc mentre, per il risparmio energetico, sono stati posti sulla copertura dell’edificio appositi pannelli solari ma, soprattutto, è stata

progettata una efficiente parete ventilata. Quest’ultima, realizzata in laterizio (Zéphir nel formato di cm 30x60 prodotto da San Marco Laterizi-Terreal Italia), è stata lasciata permeabile al vento, evitando la stuccatura delle lastre di finitura, in modo da facilitare quell’ “effetto camino” che consente di preservare l’edificio dall’eccessivo calore estivo. Anche gli elementi brisoleil in cotto (frangisole ad ala Shamal prodotte da San Marco -Terreal Italia) utilizzati visivamente per schermare i vani scala, svolgono un importante ruolo di “equilibratore climatico” riparando gli spazi interni dall’irraggiamento diretto.

á


[ Edificio residenziale ad Albano Laziale, Roma ] Committente:

Rubino Immobiliare srl

Fine lavori:

2013

Progettista e direttore lavori: Arch. Emanuele Duri - Studio Du.Em, Roma; Certificatore energetico accreditato SACERT/ACCREDIA n. 1220: Arch. Chiara D’Amadio; Indice di Prestazione Energetica: 54Kwh/mq anno Ingegnerizzazione posa in opera dei frangisole delle facciate ventilate: Abaco Solution srl; Fornitura laterizi facciata ventilata e frangisole: SanMarco-Terreal â Materiale in evidenza: Shamal è un elemento frangisole di grande formato - fino a 1.290 mm di lunghezza - dal profilo ad ala d’aereo. Idoneo anche in contesti dove sia richiesta un’elevata resistenza ai carichi di flessionali del vento e all’urto. È disponibile in due versioni (una con il profilo più slanciato e 200 mm di sezione e l’altra, più compatta, con sezione di mm 140). Dieci i colori disponibili in pasta e due le finiture: liscia e sabbiata.

[

La luce determina i cambi di scenario a seconda che arrivi dall ’esterno o filtri dall’interno, attraverso i frangisole

63 MaterialiCasa magazine 2/2013


I CEMENTI

omniadvert.it

Cemento: forma, emozione, ispirazione. Materia protagonista del vivere contemporaneo.

Gres Porcellanato | Pavimento e rivestimento: 45x90

Via Ghiarola Nuova n. 162/164 - 41042 Fiorano (MO) t. +39 0536 914914 - f. +39 0536 914990 - www.phormasrl.it


NEWS

Secco Sistemi

A Parigi si è recentemente completato il restauro della Fondazione Eu-

per la fondazione Eugène Napoléon

gène Napoléon. I lavori, protrattisi dal 2006 al 2013, oltre al restauro dei 10.000 mq della storica costruzione realizzata a metà Ottocento, ha previsto un ampliamento di 3.000 mq il cui progetto è stato affidato allo Studio Montauffier e a MP&C Réalisations. La nuova ala comprende una grande veranda destinata ad accogliere una delle due sala-mensa di cui è dotato l’Istituto (1300 gli studenti frequentanti e 1000 i pasti giornalieri) e la cui estetica doveva competere con un’altra veranda, originale, che fronteggia la nuova all’interno dello stesso cortile. La costruzione ex-novo, realizzata con Secco Sistemi, ha consentito, come spiega lo stesso architetto Hervé Montauffier: “… di mantenere la leggerezza e l’eleganza di una veranda Secondo Impero e, allo stesso tempo, di garantire gli standard moderni di resistenza meccanica e d’i-

EVERYDAY NEWS: www.MaterialiCasa.com -

www.facebook.com/MaterialiCasa

solamento termico.”

66 MaterialiCasa magazine 2/2013

Kale Group

Continua a consolidarsi il rapporto tra

cità manageriali italiane e indica un forte

Kale Italia e la casa madre turca Kale

apprezzamento delle nostre competenze

Group, primaria produttrice di piastrelle

distributive e commerciali a livello mon-

di ceramica, sanitari e componenti chi-

diale“.

mici per l’edilizia. Paolo Cavallacci, di-

Nel 2013 Kale Italia ha inoltre effettuato un

rettore generale Kale Italia, ha infatti an-

riassetto dello staff dirigenziale finaliz-

nunciato: “La proprietà Kale ci affiderà

zato alla realizzazione di una struttu-

a partire dal 2014 l’export del gruppo,

ra specificamente dedicata al mondo

ad eccezione delle aree del Mediorien-

di architetti e progettisti. E’ ancora il di-

te, Africa e Turchia, regioni che rimarran-

rettore generale, Paolo Cavallacci, a spie-

no sotto la gestione della sede centra-

gare: “E’ stata recentemente inaugura-

le per motivi di vicinanza geografica. Per

ta la nuova sezione Key account & Con-

la nostra direzione commerciale si tratta

tract division, diretta da Roberto Sproca-

sede italiana da parte di Kale Group. Nel

di una grande opportunità: potrà gestire

ti, mentre a Massimiliano Bartolozzi è sta-

2014, infatti, è previsto un ulteriore investi-

mercati importanti come quello france-

ta affidata la direzione Supply chain. Pos-

mento di 1 milione di euro sullo stabilimen-

se, tedesco, inglese e canadese”.

siamo così contare su nuove professio-

to di Borgotaro, destinato ad un amplia-

Leonardo De Muro, direttore commer-

nalità e disporre di una struttura interna

mento della capacità produttiva.

ciale Kale Italia, sottolinea “Lo staff diri-

specializzata e professionale dedicata al

genziale è stato affiancato dall’Ing. Me-

mondo del progetto, in grado di affianca-

like Kalafat per la direzione marketing e

re e supportare i professionisti in merito

logistica e dal dr. Kaan Aktolung, chief

all’utilizzo di materiali ceramici con l’obiet-

financial officer per la gestione dei rap-

tivo di sfruttare al meglio le infinite poten-

porti amministrativi Italia-Turchia. In ge-

zialità della gamma Kale“.

nerale si tratta di un importante ricono-

Novità che si inseriscono in un più ampio

scimento per noi, che valorizza le capa-

progetto di crescita e valorizzazione della

affida l’export ai manager di Kale Italia


NEWS

Porotherm PLANA+, il massimo per il risparmio energetico La prossima entrata in vigore della Direttiva 2010/31/EU,

dirittura a generare 3,57 kWh/m.a in più rispetto a quanto richiesto.

necessaria per contenere le emissioni di CO2, ha spinto

Tutti i dettagli del progetto sono consultabili sul nuovo catalogo Wie-

Wienerberger a sviluppare soluzioni in grado di asse-

nerberger e sul sito.

condare quelli che saranno gli standard architettonici del prossimo futuro: Edifici ad Energia Quasi Zero (nZEB). Fondamentale nella realizzazione di un organismo edilizio basso emissivo è infatti la progettazione dell’involucro, che deve essere altamente prestazionale e studiato per risolvere ogni ponte termico. Allo scopo Wienerberger sta sviluppando la gamma Porotherm PLANA+, un laterizio rettificato, abbinato alla lana di roccia ad alta densità, in grado di assicurare valori eccellenti di isolamento termico, estivi ed invernali, in grado di raggiungere una trasmittanza U=0,13 W/m.K su uno spessore di 44 cm, semplicemente intonacato. Per promuovere la validità del PLANA+, Wienerberger ha ultimato in Austria il primo edificio del progetto “e4 Brickhouse 2020”, un edificio unifamiliare costruito con parete monostrato realizzata con Porotherm PLANA+ 49 che supera l’obiettivo “zero energia”, riuscendo ad-

MAST

A Bologna, su iniziativa di Isabella Serà-

slucido e mutevole, è di forte impatto e

azienda ceramica ha appositamente pro-

gnoli, Presidente di Coesia, leader nel

racchiude un organismo polifunziona-

dotto, in gres porcellanato estruso, i cir-

settore delle macchine automatiche

le molto complesso, sviluppato su tre li-

ca 2.000 frangisole (costituiti da elemen-

avanzate e della meccanica di preci-

velli, oltre ad un grande parcheggio sot-

ti in gres porcellanato a sezione quadra da

sione, è stato recentemente inaugura-

terraneo. Casalgrande Padana ha for-

5 cm di lato per una lunghezza di 125 cm,

to il MAST- Manifattura di Arte, Spe-

nito un particolare contributo alla realizza-

posati in verticale con interasse di 12,5

rimentazione e Tecnologia -, proget-

zione dell’involucro policromo che qualifi-

cm.), oltre alle lastre Bios Antibacterial®

to d’avanguardia per favorire lo svi-

ca e identifica gli spazi dedicati all’Asilo Ni-

utilizzate per rivestire pareti e pavimenta-

luppo della creatività e dell’imprendi-

do realizzato all’interno del MAST. La nota

zioni degli ambienti cucina.

torialità giovanile. Sede del MAST è un innovativo complesso - 25.000 mq - realizzato trasformando un’area industriale dismessa adiacente alla storica fabbri-

www.facebook.com/MaterialiCasa

inaugurato a bologna il

Il progetto, selezionato grazie a un concorso internazionale, porta la firma di Claudia Clemente e Francesco Isidori dello studio Labics, e si caratterizza, oltre che per gli aspetti compositivi, per l’attenzione riservata alla sostenibilità costruttiva e di gestione dell’edificio. L’involucro architettonico del MAST, tra-

EVERYDAY NEWS: www.MaterialiCasa.com -

ca G.D appartenente al Gruppo Coesia.

67 MaterialiCasa magazine 2/2013


PEGASUS

LA NUOVA FRONTIERA DELLA PROGETTAZIONE Lo spazio come laboratorio di vita, involucro di emozioni, deposito di esperienze, incubatrice di aspirazioni, plasmato in modo efficiente per offrire la massima ergonomia.

srl

Via del Novecento 17/7 - 61122 Pesaro (PU) - tel. 0721.639166 Sede di Sassuolo (MO) - via Mosca, 4/A • mktg@domus3d.com

www.domus3d.com


www.progressprofiles.com

Lo sguardo sempre rivolto al futuro.

Non vi farete più in 4

per posare il pavimento

Il solo con 2 elementi

studioverde

Risparmio di 3 pezzi per gli incroci

Proleveling System Solo Progress Profiles vi offre L’UNICO SISTEMA BREVETTATO con livellatori variabili a scelta CROCE e MEZZA CROCE oltre ai livellatori tradizionali per il livellamento della posa di materiali di medio e grande formato e slim tiles. Proleveling System è un sistema rivoluzionario ed innovativo che rende semplice e rapida la posa con solo 2 elementi (livellatore e tirante). Una gamma completa di livellatori da 1, 2 e 3 mm per pavimenti e rivestimenti da 3 a 40 mm. L’esclusivo sistema di rimozione è in grado, grazie alla forza esercitata verticalmente e non trasversalmente, di evitare il movimento delle piastrelle e l’allargamento dei giunti.

Progress Profiles SpA

Azienda certificata UN EN ISO 9001:2008

Posa

Ruota

Rimuovi Calciando il tirante nel senso della fuga.

Svitatore: attaccato al trapano permette di svitare i livellatori dai tiranti (in senso antiorario).


Cersaie 2013

reportage

70 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie

le novità di 2013

1 1

1

La 31a edizione di Cersaie - svolta a Bologna dal 23 al 27 settembre ha registrato una media di 20.000 visitatori al giorno, circa la metà dei quali “esteri” provenienti da 125 nazioni. Questo è il dato conclusivo “saliente” di Cersaie 2013 che, anche con l’affluenza dei visitatori, evidenzia la forza attrattiva esercitata dalla manifestazione a livello globale per i comparti della ceramica e dell’arredobagno. In flessione invece, a causa del perdurare della crisi nel mercato domestico, la presenza di operatori italiani (-12,3%). L’internazionalità di Cersaie, peraltro, era già stata confermata anche dall’alta affluenza degli espositori stranieri a questa 31a edizione: quasi un terzo del totale degli espositori (precisamente 302 su 900) è infatti giunto da 34 Paesi esteri (2 in più, Giappone e Slovenia, rispetto all’edizione 2012). Più nel dettaglio si può aggiungere che la quota maggioritaria di espositori stranieri ha riguardato il settore delle piastrelle di ceramica

www.MaterialiCasa.com

(circa il 54%), ma è rimasta alta anche la quota di aziende straniere appartenenti al comparto dell’arredo bagno (29% circa). Il Salone bolognese, pur rimanendo fedele alla sua origine di evento di natura commerciale, da anni completa la propria offerta con l’ampio programma culturale promosso dal progetto “costruire, abitare, pensare” che, quest’anno, ha compreso la Lectio Magistralis di Rafael Moneo, il quinto premio Pritzker ad intervenire a Cersaie. Ma l’interesse di architetti, progettisti ed interior designer è stato attratto anche da altri importanti appuntamenti, tra cui: 1 - la mostra “Bathroom Excellence 1998 - 2012. Adi Design Index @ Cersaie 2013” 2 - Tributo a Paolo Soleri, creatore del termine “arcologia” - disciplina che unisce architettura ed ecologia -, tramite una tavola rotonda con Aimee Madsen, autrice

!

su www.pinterest.com/materialicasa/cersaie-2013/ la cronaca in immagini

71 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

del documentario “Paolo Soleri: Beyond Form”, e Roger Tomalty, l’amministratore di Cosanti Foundation, la scuola-cantiere fondata in Arizona da Soleri nel 1961. 3 - Studio Ensamble, il laboratorio di Garcia-Abril. Incontro con Antón García-Abril, l’architetto spagnolo - pluripremiato nel mondo, professore presso la Scuola di

Architettura del MIT - noto per “giocare” con la materia: dal Cervantes Theatre di Città del Messico al Museum of America di Salamanca passando per l’Hemeroscopium di Madrid. 4 - Studio Tyin Tegnestue, l’architettura solidale. I due soci fondatori dello studio norvegese TYIN, Andreas G. Gjertsen e Yashar Hanstad, hanno una particolare sensibilità per le

emergenze sociali ed hanno realizzato progetti in Thailandia, Uganda, Sumatra e Norvegia. I loro progetti rispondono a un’architettura dove ogni cosa è funzionale a uno scopo e solleva da una necessità. 5 - Architettura Al Femminile Tre firme internazionali - Carla Juaçaba (Brasile), Izaskun Chinchilla (Spagna) e Sarah Robinson (USA) - riunite in

2

3

72 MaterialiCasa magazine 2/2013

4

Installazione Lea Ceramice @ Bologna Water Design, ex Ospedale Dei Bastardini


!

5a

su www.pinterest.com/materialicasa/cersaie-2013/ la cronaca in immagini

Installazione Geberit @ Bologna Water Design, ex Ospedale Dei Bastardini 5b

5c

una conferenza moderata dall’architetto statunitense Michael P. Johnson. - 5a Carla Juaçaba, premio internazionale ArcVision Women and Architecture, attenta al “luogo” dal punto di vista della continuità culturale e della percezione fenomenologica. - 5b Izaskun Chinchilla, esperienze di insegnamen-

to a Madrid, Londra, Parigi, Ginevra, è attiva nello studio delle ripercussioni sociali ed estetiche delle soluzioni tecniche che tengono conto degli aspetti ecologici. - 5c Sarah Robinson, dopo studi in filosofia svolti tra Svizzera e Stati Uniti, è presidente del Board of Trustee della Frank Lloyd Wright School of

Architetcture. 6 - Ora-ïto, il volto ironico del design, Ito Morabito (in arte Ora-Ïto), il designer francese più ironico e irriverente del momento che vanta collaborazioni con le più importanti aziende internazionali: da Louis Vuitton a Bic, da Levi’s a Visa, da Nike ad Apple. á 6

73 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

L’installazione Pinnacle progettata dall’architetto newyorkese Daniel Libeskind, è nata dal desiderio di celebrare la storia e la tradizione dell’industria ceramica emiliana. La scultura, alta 8 metri e posta nel seicentesco Cortile del Priore dell’ex maternità di Bologna, è stata realizzata in due facciate dall’effetto “drammatico”, rivestite in pannelli di gres porcellanato metallizzato convergenti a formare un portale d’ingresso all’ex complesso ospedaliero, in forma di “pinnacolo”. Audacemente proiettata verso il cielo, l’installazione si è posta quale “contrappunto” alla severa orizzontalità delle facciate neoclassiche del complesso ospitante, seguendo la capacità di Bologna di relazionare lo storico al contemporaneo. Peraltro, Pinnacle ha reso omaggio alla radicale verticalità della Bologna medievale, ancora visibile nelle sue celebri torri.

www.MaterialiCasa.com

74 MaterialiCasa magazine 2/2013

La scultura è frutto della consolidata collaborazione di Daniel Libeskind con Casalgrande Padana ed i pannelli in gres porcellanato usati per rivestire

l’installazione sono un’anticipazione della nuova collezione cui Libeskind sta lavorando. Il vibrante pattern tridimensionale individua un nuovo linguaggio espressivo per le facciate in ceramica, sfruttando la tecnologia innovativa e sostenibile dell’azienda emiliana. Le lastre sono infatti realizzate in Bios Self Cleaning* ceramics ®, nata dalla partnership tra Casalgrande Padana e TOTO LTD in Giappone, leader assoluto nel settore dei prodotti sanitari e pioniere nella tecnologia fotocatalitica con il marchio HYDROTECT®, proponendosi come soluzione capace di ampliare le prospettive nel campo della qualità dell’abitare, della salubrità e del rispetto per l’ambiente. -*Bios Self Cleaning® e Bios Antibacterial® sono vincitrici del concorso ICONIC Awards 2013, promosso dal prestigioso German Design Council, fondazione costituita nel 1953 su decreto del Parlamento Federale Tedesco e operante sotto l’egida della BDI (Confederazione dell’Industria Tedesca), con l’obiettivo di sostenere e promuovere la cultura del progetto e del design, come strumenti chiave della competitività, dell’innovazione e della ricerca.

foto: Valeria Portinari


Pinnacle

Daniel Libeskind per CASALGRANDE PADANA foto: Aldo Magnani

www.casalgrandepadana.it

75 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Mapei, in occasione di Cersaie 2013, ha cambiato location occupando con il suo stand l’intera Galleria posta sopra i padiglioni 25-26: oltre 800 mq per illustrare la propria capacità di internazionalizzazione, innovazione, completezza di gamma ed eco-sostenibilità, peraltro certificata in tutto il mondo ricorrendo ai più severi Enti di certificazione. Nella nuova location il mondo Mapei è stato ottimamente presentato - scandito dalle illustrazioni di Carlo Stanga - dai sistemi multimediali utilizzati per descrivere le più recenti referenze internazionali e dalla presentazione dei più evoluti prodotti e “sistemi” messi a punto dall’azienda per la posa delle superfici ceramiche e per la chimica per l’edilizia in generale. La nuova location - dotata di splendida terrazza - si è mostrata un’ottima scelta non solo ai fini “espositivi”, ma anche per promuovere l’incontro fra gli operatori del settore, dal progettista all’applicatore e all’utente finale. Mapei è stata anche protagonista ai “fuorisalone” di Cer-

www.MaterialiCasa.com

76 MaterialiCasa magazine 2/2013

saie 2013, partecipando nella centralissima Via Santo Stefano all’evento “La casa sartoriale” e presentando EQ dekor: un rivestimento rivoluzionario, nato da un’idea esclusiva elaborata da Mapei in collaborazione con Inkiostro Bianco - Creative Thinkin. EQ dekor è una carta da parati dalla duplice funzione, protettiva/ antisismica e decorativa. Le prestazioni strutturali di EQ dekor, in caso di sisma, minimizzano il rischio di distaccamento di componenti delle pareti, prolungando conseguentemente il tempo di evacuazione dagli edifici; la creatività dei designer di Inkiostro Bianco, ha dotato EQ dekor di ben 60 differenti grafiche e decori. EQ Dekor -“seismic wallpaper” - si basa sull’innovativo sistema brevettato MapeWrap EQ System. Il sistema è composto da MapeWrap EQ Net, rivestimento di tessuto bidirezionale in fibra di vetro, che, applicato con MapeWrap EQ Adhesive, adesivo monocomponente all’acqua ad alta tenuta, garantisce alle partizioni murarie interne maggiore stabilità, massima efficienza e flessibilità strutturale.


la Casa Sartoriale MAPEI: 800 mq in Galleria e

Sopra: La casa sartoriale, Fusion è il nome della carta scelta per l’installazione eseguita a Bologna. Nelle foto uno scatto dell’ambientazione e un particolare ravvicinato del rivestimento.

www.mapei.it

77 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Notevole l’afflusso allo stand Cotto D’Este di clienti e progettisti provenienti da ogni parte del mondo e che, tra le nuove serie presentate, hanno mostrato di apprezzare in particolare “Materica”, la nuova collezione ispirata ai cementi artigianali spatolati a mano. Materica è una serie che fa dell’essenzialità la sua cifra estetica. Nonostante il tenue chiaroscuro dovuto alle increspature della spatolatura artigianale la superficie di Materica si presenta, in un rigoroso esercizio di pulizia dello spazio, come una campitura monocromatica. Disponibile in due formati (89,5x89,5 e 29,7x89,5 cm) e in otto colori in linea con le tendenze contemporanee, Materica è un gres porcellanato spessorato (14 mm) non smaltato a tutta massa che impiega l’innovativa

www.MaterialiCasa.com

78 MaterialiCasa magazine 2/2013

tecnologia antibatterica Microban®. Grazie a questa tecnologia produttiva, integrata a base di argento, le piastrelle sono dotate di uno “scudo” che elimina dalla loro superficie fino al 99,9% dei batteri. Uno scudo antibatterico, peraltro garantito inalterabile da usura, condizioni climatiche o ripetute pulizie. Poco prima di Cersaie Cotto d’Este era stata protagonista, per il secondo anno consecutivo, del Concorso di Architettura “la Ceramica ed il Progetto” vincendo nella categoria istituzionale con il progetto “Ospedale dei bambini Pietro Barilla” di Parma, dello studio di architettura Policreo. La giuria del Concorso era composta dagli architetti Michele Capuani, Sebastiano Brandolini e Cino Zucchi e la cerimonia di premiazione si è svolta a Roma nella splendida cornice del museo di arte contemporanea MAXXI.


Microban

COTTO D’ESTE: Materica e il trattamento

www.cottodeste.it

79 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Cottovietri ha presentato a Cersaie C+: una novità assoluta nel mondo della ceramica. Cos’è C+? E’ l’evoluzione del gres porcellanato, capace di far incontrare tradizione e innovazione: il processo di cottura di C+ segue le fasi del gres porcellanato, garantendo pari caratteristiche tecniche, ma conservando le prerogative estetiche finora ottenibili, a temperature più basse, solo con la bicottura. Con C+ si aprono possibilità impensabili a quanti necessitano di un materiale ricercato, ma anche estremamente resistente al calpestio, agli acidi, agli sbalzi termici, alle abrasioni, ingelivo e inassorbente. C+, per prestazioni e caratteristiche, si propone come valida alternativa sia nell’edilizia pubblica sia in quella privata, in interni ed in esterni. L’innovazione è nel design: C+ si distingue per la completa artigianalità del manufatto che, oltre a spogliarlo della veste anonima spesso imposta alla produzione industriale, lo rende protago-

www.MaterialiCasa.com

80 MaterialiCasa magazine 2/2013

nista nell’arredamento, perché l’attenzione all’interior design è oggi imprescindibile. L’utilizzo di uno speciale impasto, coperto da smalti tecnici fusi dalle alte temperature, conferisce al prodotto elevatissime caratteristiche estetiche ed una particolare setosità al tatto. Tradizione e innovazione si incontrano in una ricca varietà di formati e colori*, anche su richiesta, per assecondare la nuova architettura senza rinunciare al meglio della tradizione. Con C+ temperamento estetico e praticità hanno la stessa possibilità di esprimersi. C+ è l’ultimo esempio di come Cottovietri sia riuscita ad andare oltre i canoni, sperimentando senza dimenticare: l’antica arte delle decorazioni vietresi non sottrae spazio né respiro alla ricerca e alla volontà di cambiamento dell’azienda. Cottovietri produce oggi oltre 400 tipologie di formato in più di 150 colori, lastre da pavimento e rivestimento in grado di raggiungere anche i 200 centimetri di lunghezza, graffi e decorazioni realizzate su misura da disegni del tutto originali.


C+

COTTOVIETRI: l’evoluzione del gres porcellanato

3

4

2

3

1

* C+ è disponibile in quattro formati: cm 50x50 - 60x60 - 7x50 - 10x60, oltre che nei formati Esagono, Mosaico quadrato e Mosaico tondo. Due le finiture di superficie: matt e glossy, ambedue declinate in 6 tonalità di colore. 1/2 - C+ 3 - Collezione Colotherapy 4 - Tartan, Terre Colorate Bucchero

www.cottovietri.it

81 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

A Cersaie, la sera del 25 settembre, lo stand Litokol si è trasformato in un laboratorio creativo con protagonisti i “decoratori” che, stimolati dalle soluzioni proposte dal Fablab di Reggio Emilia*, si sono sfidati in una gara di interpretazione delle infinite possibilità applicative offerte dallo Starlike® Decor. Numeroso il pubblico, coinvolto in quella che si è presto trasformata in una vera e propria dimostrazione di abilità e “gara di creatività”. Litolab&Makers è stato dedicato a Starlike® Decor, il sigillante che diventa rasante decorativo, rendendo possibile rivestire le pareti con lo stesso materiale e lo stesso colore utilizzato per la stuccatura delle fughe. Starlike, di fatto, è il sigillante ideale per la stuccatura di piastrelle in ceramica e gres porcellanato, mosaico vetroso, artistico e metallico, pietre naturali e

www.MaterialiCasa.com

82 MaterialiCasa magazine 2/2013

ricomposte, klinker, legno, ciottoli e vetromattone. Per ottenere il rasante decorativo è sufficiente aggiungere l’additivo Decor al sigillante Starlike® e si possono così creare abbinamenti di colore tra le fughe dei rivestimenti stuccati con Starlike® e le pareti adiacenti. Tante sono le finiture decorative che si possono creare, tra cui: effetto nuvolato, effetto coprente, effetto spatolato tinta unita o con più colori. L’evento Litolab&Makers organizzato a Cersaie 2013 rientra in un più ampio programma divulgativo delle caratteristiche di Starlike® Decor che prevede la nascita, all’interno di www.starlike.it, di una sezione dedicata agli applicatori di tutto il mondo e denominata “Spatole creative”. La nuova area web, pensata per dare visibilità agli interlocutori più creativi che vogliono condividere le loro realizzazioni con il pubblico del web, è anche

dedicata a quanti, progettisti e arredatori, siano alla ricerca di finiture d’interno e soluzioni d’arredo coordinate. I post pubblicati in Spatole Creative possono essere condivisi anche nei social network. * I Fablab (digital fabrication - fabbing laboratory) sono laboratori in piccola scala - utilizzanti una serie di macchine controllate e gestite attraverso software Open Source facilmente accessibili - che hanno l’obiettivo di stimolare nuove forme di creatività da condividere in rete, a disposizione dell’industria e dell’artigianato. Nati al M.I.T. di Boston, i Fablab si stanno diffondendo in tutto il mondo e quello realizzato a Reggio Emilia dall’architetto Francesco Bombardi in seno a REI - Reggio Emilia Innovazione - è il primo attivo in Emilia Romagna e tra i primi in Italia. Si tratta di una giovane impresa, a disposizione di scuole, aziende e designer.


Litolab & Makers l’evento-sfida di LITOKOL tra decoratori

Il sito dedicato a StarlikeŠ: www.starlike.it

83 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

L’accordo firmato con Milo Manara ha consentito a Del Conca di presentare in anteprima a Cersaie 2013 la collezione “Le stanze del desiderio”. La presenza in stand del notissimo fumettista, la cui capacità di tratteggiare con la matita sexy eroine ha pochi eguali al mondo, ha anche consentito, nel pomeriggio del 24 settembre, lo svolgimento di un affollatissimo “incontro con l’artista”.

www.MaterialiCasa.com

84 MaterialiCasa magazine 2/2013

La collaborazione, siglata tra Gruppo Del Conca e Manara, ha generato una collezione di ceramiche nella quale occhi, bocche e profili sensuali delle notissime eroine del fumettista italiano sono immortalati sulla superficie ceramica grazie all’uso della più sofisticata tecnologia digitale. La collezione prevede due serie di decori. Il primo vede alternarsi i volti delle

eroine: il viso lentigginoso di Molly, i capelli di Miele e le labbra leggermente dischiuse della Gulliveriana. Il secondo decoro, più spiritoso, è una vera e propria striscia di fumetti tratti dai viaggi fantastici e arditi della Gulliveriana. A completamento della collezione, oltre ai listelli decorati, un pannello-quadro con una figura femminile particolarmente intrigante e audace (immagine a destra).


le stanze del desiderio DEL CONCA - Manara

Sopra: Gulliveriane. Sotto e pagina sinistra: Visi

www.delconca.com

85 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Maria Cristina Andretto è specialista nelle lavorazioni di altissima gamma del vetro di Murano. Ciò che distingue i suoi prodotti, rendendone inconfondibili le collezioni, è la sapiente alchimia tra tradizione ed innovazione. La continua ricerca sulle tecniche di fusione del vetro e le infinite possibilità espressive da esso offerte, originariamente tradotte in moderne interpretazioni del mosaico, si sono estese negli anni alla produzione di oggetti da arredo e, più recentemente, alla creazione di

www.MaterialiCasa.com

86 MaterialiCasa magazine 2/2013

raffinate collezioni da tavola, capaci di produrre entusiasmo e stupore alla vista. In occasione di Cersaie 2013, Maria Cristina Andretto ha organizzato EVENT n.5, svoltosi nelle serate del 24 e 25 settembre, ospitando direttamente in azienda (Rubiera RE) oltre 300 clienti provenienti da tutto il mondo: Francia, Belgio, Olanda e poi dalla Polonia alla Russia fino al Giappone, passando per Kazakistan, Georgia e Lituania e, ancora, India, Medio Oriente, Stati

Uniti e Canada. EVENT n.5 ha coinvolto quest’anno gli ospiti in uno spettacolo in cui danza e materia si sono fusi, trasferendo le trasparenze del vetro al movimento e alla musica. Il Site Specific Work, performance appositamente creata per D.I. Più, è stata curata dalla Compagnia Opus Ballet di Firenze, diretta da Rosanna Brocanello e con coreografie di Stefania Pigato. Ballerini: Ketty Genova - Maria Vittoria Feltre - Giada Morandin e Luca Zanni.


Event n. 5

D.I. PIĂ™ - Mosaico Andretto

www.dipiusrl.com

87 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Il miglior stand dell’edizione 2013 del Cersaie è di nuovo firmato Tagina: già vincitrice nel 2010, Tagina Ceramiche d’Arte ha replicato quest’anno con uno stand, intitolato The Magic World of Tagina, realizzato dallo studio tecnico dell’azienda, coordinato dal designer Loris Cardoni, in collaborazione con lo studio Archea dell’architetto Marco Casamonti. The Magic World of Tagina ha riassunto l’anima dell’azienda, partendo dalle origini, quelle rinascimentali della ceramica artistica umbra, fino alle contemporanee reinterpretazioni che adattano il materiale ceramico alle più moderne forme di design. Uno spazio espositivo che ha unito storia e futuro, proponendo l’azienda quale portabandiera di un Made in Italy che resta segno distintivo a livello internazionale per spazi residenziali, retail e per contesti contract. Le nuove collezioni presentate a Cersaie 2013 all’interno del The

www.MaterialiCasa.com

88 MaterialiCasa magazine 2/2013

Magic World of Tagina, costituiscono un frutto prelibato, capace di ridonare alla ceramica e al progetto il gusto del colore e le emozioni tipiche delle superfici ceramiche, riscoperte in tutto il loro intrinseco valore. 1. Déco d’Antan, caratterizzata da pattern geometrici e decori floreali “a rilievo”, non è una semplice collezione per pavimenti e rivestimenti, ma un vero e proprio sistema ceramico concepito per vestire l’architettura degli interni, ideale per progetti contract dalla forte personalità. 2. Déco Perlage, concepita pensando alla morbidezza dei tessuti preziosi, sfrutta ripetizioni e sequenza di decori tratti dalla tradizione, ma li combina secondo proporzioni e accostamenti di forte contemporaneità. I motivi a griglia o floreali si ripetono in modo da comporre superfici disegnate in modo ordinato o apparentemente casuale. Emergono i blu, i rossi, i gialli, ma non mancano le eleganti nuance del sabbia e dell’oro.

1

2


Cersaie Award a TAGINA il

1

2

2

www.tagina.it

89 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

www.MaterialiCasa.com

Paola Marella è stata l’ospite d’onore di Marazzi al Cersaie 2013. La professionista milanese dell’arredamento di interni, nota per la sue trasmissioni televisive - Cerco Casa Disperatamente, Vendo Casa Disperatamente, Welcome Style - ed i suoi libri - “Arredo Casa Disperatamente” edito da Rizzoli nel 2011 e seguito, quest’anno, da “Welcome Style” - ha fatto da “madrina” all’evento di premiazione dei due concorsi indetti da Marazzi nel 2013, il primo dei quali “Il tuo spazio Marazzi vince Miami” aperto a tutti ed il secondo “Specifica Marazzi e vinci Shanghai” riservato ai progettisti. Questi i primi premi assegnati: 1) Barbara Vinco e Mario Zocca si sono aggiudicati il primo premio, e quindi il viaggio a Miami, con il progetto “Marazzi + Barbara + Mario = casa”. La coppia ha scelto per la

90 MaterialiCasa magazine 2/2013

propria abitazione solo materiali Marazzi interpretati con gusto minimal-chic; il gres effetto legno Treverk Atelier per living, spazio notte e stanze da bagno; le collezioni effetto pietra Cult e Spazio per la palestra e la taverna. 2) Il primo premio del concorso “Vola a Shangai con Marazzi” è stato invece vinto dall’Arch. Paolo Mossa con il “Progetto di sistemazione interna del collegamento metropolitano Stazione Centrale-Aeroporto di Bari Palese” dove sono state utilizzate le collezioni in gres porcellanato Soho e Monolith.” La giuria ha deciso di premiare questo progetto dopo un’attenta valutazione, ritenendolo particolarmente meritevole sia per l’utilizzo del gres porcellanato in spazi ad altissimo traffico e sollecitazione, sia per un progetto di posa che ha saputo valorizzare l’utilizzo del materiale anche come sistema segnaletico e indicativo dei percorsi.

Quali le novità proposte da Marazzi a Cersaie 2013? Treverkchic, gres porcellanato che reinterpreta fedelmente le essenze del noce nelle sue varianti (americana, francese, italiana) e del teak africano e asiatico; dall’aspetto caldo e avvolgente disponibile nel nuovo formato 19X150 per chi ama ambienti dal sapore autentico e rassicurante. Block, collezione di gres ispirato alla resina spatolata, nelle finiture matt e lux e disponibile anche nel grande formato 60X120. Interessanti le sue “cementine” un vero e proprio richiamo alle maioliche artigianali rivisitate in chiave contemporanea sia dal punto di vista grafico che cromatico. Blend: un materiale cementizio, con una palette di colori neutri, che si esprime al massimo nel grande formato 30X120. Ideale per quello che oggi viene chiamato dagli interior designer “mix and match” ovvero la possibilità di accostare nello stesso ambiente colori, forme e materiali differenti.


Paola Marella a Cersaie per MARAZZI 1

2

www.marazzi.it

91 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Ridente e lussuosa, Primavera Romana è una nuova collezione proposta da Petracer’s Ceramic a Cersaie 2013 (foto pagina a fianco). Un tripudio di fiori che conquista per la luminosità del colore e per la singolare profondità del decoro. Le tecniche decorative applicate convergono, infatti, nella resa di un doppio campo visivo: lo sfondo, importante e raffinato in oro zecchino, e il primo piano floreale, dal tocco pittorico e immediato, tanto da sembrare quasi pennellato di getto sull’onda di un’irrefrenabile creatività. Primavera Romana segue, come tutte le collezioni Petracer’s, un unico fil rouge: riportare la ceramica alla sua più autentica

www.MaterialiCasa.com

92 MaterialiCasa magazine 2/2013

da sinistra: Marchesi, Dumulin, Verdi

vocazione, la decorazione. Uno stile che si è imposto nella ricerca del lusso in ceramica, grazie alla tenacia e alla creatività di Angelo Marchesi, fondatore di Petracer’s. Se Primavera Romana ha costituito - insieme a Carisma Italiano (foto in basso) - la novità di prodotto presentata a Cersaie 2013, in casa Petracer’s ci sono altre rilevanti novità destinate ad interessanti sviluppi: dallo scorso settembre Petracer’s è stata acquisita da Koramic Chemicals & Ceramics e Graziano Verdi ne ha assunto la carica di amministratore delegato. Il Gruppo belga Koramic (oltre un milione di euro di fatturato aggregato), a sua volta diretto da Graziano

Verdi, fa capo a Christian Dumulin, tra i più facoltosi e lungimiranti imprenditori europei che condivide con Verdi ed Angelo Marchesi il sogno di realizzare un brand del lusso italiano e… non solo in ceramica. Così Petracer’s, già punto di riferimento nella ceramica di lusso, potrà ora raggiungere obiettivi ancora più prestigiosi, incrementando la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti e avviando un percorso dal quale si stanno già diramando: Petracer’s Lifestyle, relativo al design d’interni di cui propone oggetti straordinari, e Petracer’s Antique, destinato a pezzi antichi, e quindi unici, ripensati alla luce dell’attualità.


Primavera Romana per PETRACER’S

www.petracer.it

93 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Lo studio accurato delle tecniche applicative delle preziose finiture in stucco Veneziano, unito a sistemi produttivi all’avanguardia, hanno portato alla nascita di Artwork (foto 1-4): ceramiche innovative seppur d’ispirazione classica, le cui superfici esprimono il pregio degli antichi stucchi attraverso ampie spatolature e variazioni cromatiche e strutturali. Proposte nelle tonalità più apprezzate nell’interior design, le ceramiche Artwork di Refin* si articolano in 6 colori e molteplici formati (75x150 - 75x75 37,5x75 cm), tra cui una variante strutturata (2 cm di spessore) ideale per applicazioni in esterno. Artwork, dunque, è ancora una collezione di ispirazione “classica”, seppure prodotta con le più 1

www.MaterialiCasa.com

94 MaterialiCasa magazine 2/2013

2

moderne tecnologie, così come già avvenuto per la celeberrima collezione Frame, presentata a Cersaie 2012 (nella foto 6: Frame Carpet) e poi selezionata dall’ADI Design Index 2013 tra i migliori prodotti di design italiano concorrenti al prestigioso “Compasso d’Oro“. Frame, peraltro, prima di essere ammessa alla partecipazione al prestigioso premio istituito nel 1954 da Giò Ponti per l’eccellenza del design italiano, era già stata insignita del Silver Prize agli European Design Award 2013. Al Cersaie 2013, della stessa collezione, è stata presentata la linea Frame up (foto 5).

*Refin Ceramiche è impegnata dal 2003 nell’organizzazione di eventi e convegni gratuiti riservati ai progettisti e dedicati a 3

tematiche relative all’architettura ed ai materiali ceramici. Gli eventi sono autentici happening che spaziano tra il design, l’arte e la moda, svolti in cornici suggestive come la Triennale di Milano o le gallerie d’arte contemporanea di Bologna. Realizzati in collaborazione con DesignTaleStudio, il laboratorio creativo di Refin Ceramiche, hanno visto la partecipazione di personaggi di fama internazionale come Elio Fiorucci, Michele De Lucchi, Karim Rashid, Sandra Bermudez, Satyendra Pakhalè. I convegni - denominati Materiali & Architetture - costituiscono momenti di incontro con importanti personalità del mondo del progetto, tra cui Mario Botta, Guido Canali, Aldo Cibic, Mario Cucinella, Michele De Lucchi, Alessando Mendini, Marc Sadler, Matteo Thun e molti altri.


classica ispirazione per tecnologie moderne REFIN, una

4

5

6

www.refin.it

95 MaterialiCasa magazine 2/2013


Cersaie 2013

reportage

Online su App Store le due applicazioni per iPad di Italgraniti Group dedicate ad architetti, progettisti e rivenditori. Le due applicazioni consentono di sfogliare i cataloghi di Impronta Ceramiche e Italgraniti attraverso diverse chiavi di lettura: una ricerca per collezione e una ricerca per colore. Tra le novità presentate a Cersaie 2013 troviamo Marmi Imperiali, una collezione da rivestimento in pasta bianca*, coordinata ad una collezione da pavimento in gres porcellanato smaltato**. La collezione propone sei differenti tipologie di marmo. - Marmi Imperiali Wall, serie da rivestimento, è prodotta nel formato di cm 30x90 ed è dotata di forte impatto estetico perché in grado di esaltare il disegno delle venature. Un rivestimento elegante nei fondi e ricco di decorazioni, tra queste la Boiserie a rilievo, disponibile

www.MaterialiCasa.com

96 MaterialiCasa magazine 2/2013

in moduli 30x90, concepita con un originale motivo a sviluppo componibile. - Marmi Imperial Floor, serie da pavimento disponibile nei formati di cm. 60x60 - 45x90 - 80x80 - 80x180, di grande resa estetica, ideale per spazi residenziali e pubblici a traffico leggero. Il grandissimo formato Floor (80x180 cm) consente di superare esteticamente i confini del gres porcellanato industriale avvicinandosi ai marmi più esclusivi e pregiati; il formato Neoclassico (60x60), combinando l’estetica del legno a quella del marmo, rappresenta invece un innovativo modulo decorativo ed è disponibile in due varianti di tonalità: calde e fredde. * Rivestimenti in pasta bianca: conforme a norme EN 14411 ISO 13006 APP. L (gruppo BIII GL) ** Pavimento in gres porcellanato smaltato: conforme a norme EN 14411 ISO 13006 APP. G (gruppo BIA GL)


nuove App per i progettisti ITALGRANITI GROUP,

www.italgranitigroup.com

97 MaterialiCasa magazine 2/2013


LA PIU’ GRANDE FIERA RUSSA DELLA COSTRUZIONE E DELLE FINITURE

MosBuild Aprile 15 − 18 2014

Mosca Centro Fiere Expocentre

• Ceramica • Bathrooms • Plumbing & Pipes

• Technoceramica • Stonex • Pool. Sauna. SPA

Per maggiori informazioni:

Partners:

Debora Baldinelli International Show s.r.l. T: +39 02 57403340 F: +39 02 57402055 E: debora.baldinelli@internationalshow.it

www.mosbuild.com

e3

Energy Efficiency Environment


Raimondi Levelling System_Sistema livellante

pavimenti perfetti. semplicemente.

prima

dopo

R.L.S. (Raimondi Leveling System) è il sistema livellante per eliminare con la massima efficacia e semplicità i dislivelli tra le piastrelle. Con R.L.S. mai più pavimenti e rivestimenti con inestetici e fastidiosi dislivelli tra le piastrelle. Indipendentemente dal formato e dallo spessore delle piastrelle scelte (spessore minimo piastrella 3 mm - max 20 mm). R.L.S.: dal 2009 il sistema livellante professionale.

DAL 1974 INNOVAZIONI PER I PROFESSIONISTI DELLA POSA DAL 1974 INNOVAZIONI PER I PROFESSIONISTI DELLA POSA

Via R. Dalla Costa 300/A - 41122 - Modena tel.: +39 059 280888 raiutens@raimondiutensili.it http://tilelevelingsystem.raimondispa.com/ raimondiutensili.it


what’s new: parquet

LISTONE GIORDANO

“VIBRAZIONI” PER L’ECCELLENZA

O T A RE ETT

O P O L S T O INA LTIC LA

O Z Z A SP

MU

www.listonegiordano

.com

100 MaterialiCasa magazine 2/2013

La collezione Vibrazioni della linea Natural Genius di Listone Giordano, disegnata dal designer Marco Tortoioli, veste una delle esclusive sale dello spazio Larte, location milanese aperta al pubblico il 1 ottobre e dedicata alle eccellenze italiane della ristorazione, sita nella centralissima Via Manzoni al numero 5, nella casa in cui visse Carlo Alberto Gadda. Quello di Larte è un concept innovativo: caffè, cioccolateria,

osteria (anzi: hosteria, dall’originario termine latino da tradurre con “luogo dove si ospita”), ristorante, galleria, negozio di lusso. Come dire: buon cibo, buon vino, moda e design, ovvero il meglio dell’italianità. Larte è una iniziativa della fondazione Altagamma, unione di imprese d’eccellenza italiane comprendente Alessi, Artemide, Baratti & Milano, Bellavista, Cà Del Bosco, Caffarel, Cantine Ferrari, Capri Palace Hotel, illycaffè, MK Consulting, Federico Regalia,

Sanpellegrino, Santo Versace. Nomi di rilievo nel mondo intero e, non a caso, il nuovo spazio è a due passi dalla Scala, catalizzatore per ogni turista in visita a Milano. Tutto è in vendita da Larte: dal cioccolato all’opera d’arte, dalla creazione dello chef all’arredo (le firme vanno da Achille Castiglioni a Fortunato Depero per il design, e da Arnaldo Pomodoro ad Alberto Burri per l’arte). Uno dei nostri punti di forza - spiega Andrea Illy - è l’intersettorialità.


* Particolare la finitura: verniciatura senza solventi, dall’aspetto naturale e opaco, che viene applicata dopo un trattamento di spazzolatura. La versione Natural Plus 2 presenta un poro più scolpito e una superficie ancora meno riflettente. La finitura adotta la tecnologia antibatterica Crystalcare.

Per questo abbiamo voluto creare un concept di contaminazione, in cui la vera protagonista fosse la creatività -. Tra le eccellenze che hanno partecipato alla realizzazione dello spazio Larte c’è quindi Listone Giordano, sinonimo, riconosciuto nel mondo, di maestria italiana nella lavorazione di pavimenti in legno. Vibrazioni, peraltro, è il parquet dal design perfetto per Larte: luogo dove l’enogastronomia con-

vive con le arti ed il design con la moda. Vibrazioni della linea Natural Genius di Listone Giordano, grazie al particolare taglio di 3 gradi alle estremità delle liste e alla posa casuale delle 3 tonalità che lo compongono, permette di tessere geometrie ad alto impatto visivo, tracciando inattesi percorsi emotivi. Vibrazioni esprime dinamismo, velocità e una grande forza evocativa creata dal confronto tra il chiaro scuro cromatico e la naturalezza del legno*.

VIBRAZIONI, design di Marco Tortoioli Ricci: Spessore totale: 11 mm Spessore legno nobile: 3,5 mm Supporto in multistrato di betulla: 7,5 mm Larghezza: 90 mm Lunghezza: 781 mm Tipo di posa: incollato Tipo di finitura: olio U.V. ad alta resistenza Trattamento di superficie: Spazzolato

101 MaterialiCasa magazine 2/2013


what’s new: sistemi radianti e guaine

SCHLÜTER SYSTEMS

IL TRULLO, COSTRUZIONE SENZA TEMPO

O E E C L I I FAC OG AL L O EC

N O ZI

N U F

www.schlueter.it

I trulli sono “il” simbolo della Puglia. Quelli di Alberobello sono stati dichiarati dall’UNESCO “Patrimonio mondiale dell’umanità”.

102 MaterialiCasa magazine 2/2013

Usati per secoli dalla popolazione contadina, oggi il loro restauro rappresenta una vera opportunità, ma recuperare un trullo significa anche adattarlo alle attuali esigenze dell’abita-

re, compresa quella del riscaldamento. Certamente un impianto di riscaldamento a pavimento è quello in grado di offrire le maggiori performance a livello estetico e funzionale.

Vediamo un esempio: Il trullo della famiglia Laruccia si trova a Polignano a Mare, in provincia di Bari, è situato a poche centinaia

di metri dalla battigia ed è articolato in 5 ambienti tra loro comunicanti, il più vasto dei quali non supera i 35 metri quadrati. Il progetto ha inoltre previsto un ampliamento del corpo originale, realizzato utilizzando una parte del muro di cinta del vecchio orto, oggi trasformato in giardino con piscina. Giuseppe Laruccia, peraltro titolare della Vito Laruccia spa azienda che commercializza materiali edili, per il


Conosci i prodotti Schlüter Systems su MaterialiCasa.com

restauro del proprio trullo ha scelto di adottare il sistema di riscaldamento a pavimento a basso spessore e bassa inerzia termica Schlüter®-BEKOTEC-THERM.

I perché della scelta: - È anzitutto evidente come un sistema di riscaldamento a pavimento sia l’unico a non prevedere l’ingombro di corpi scaldanti, lasciando intatta e “pulita” la superficie originaria delle pareti interne del trullo, ma il sistema Schlüter ® -BEKOTEC-THERM aggiunge a questo vantaggio quello del ridotto spessore del massetto (solo 8 mm) che, nel caso specifico, ha consentito di lasciare integra l’originaria porta d’ingresso del trullo, pur nella sua altezza ridotta.

- Schlüter ® -BEKOTEC-THERM, prevedendo l’uso della guaina desolidarizzante Schlüter®DITRA 25 che neutralizza le tensioni del massetto, ha inoltre consentito di realizzare giunti di dilatazione nella sola pavimentazione, permettendo di farli perfettamente corrispondere alle fughe delle piastrelle. Una libertà nella progettazione del pavimento assolutamente preziosa, a causa della complessa planimetria del trullo che, senza membrana desolarizzante, avrebbe invece richiesto numerosi tagli nel massetto e altrettanti giunti sulla pavimentazione rovinandone l’estetica. I pannelli Schlüter®-BEKOTEC-EN, facili e duttili da tagliare e posare, si sono poi mostrati particolarmente appropriati nella realizzazione

delle pavimentazioni degli ambienti collegati al principale. - Ottima anche l’efficienza energetica: il sistema Schlüter®-BEKOTECTHERM si distingue infatti per bassa inerzia termica, omogenea distribuzione del calore e facile regolazione dell’impianto. La particolare struttura a canali della guaina consente al calore di diffondersi in modo uniforme, mentre lo spessore ridotto del massetto garantisce un adeguamento rapido alle variazioni di temperatura, con conseguente risparmio energetico. Con Schlüter®-BEKOTEC-THERM è perfino possibile abbassare la temperatura durante la notte per ridurre ulteriormente le spese di riscaldamento.

103 MaterialiCasa magazine 2/2013


what’s new: ceramiche florttanti

SLIM/4+

CAMBIA LE REGOLE DEL GIOCO

E E L I T B N A I E T B

S AM I S RE ERC RO

INT

E G G

LE

www.florim.it

104 MaterialiCasa magazine 2/2013

Il ristorante Lo Scudiero si trova a Pesaro ed occupa i locali che, un tempo, costituivano le scuderie di Palazzo Baldassini, a pochi passi dalla centrale Piazza del Popolo, la principale della città.

Nel 2012 i gestori de Lo Scudiero, Daniele Patti e Matteo Ambrosini, per rinnovare il locale preservando contemporaneamente l’originaria pavimentazione, hanno deciso, su consiglio dello Studio di architettura Grelli e Associati, di utilizzare l’inno-

vativo sistema flottante Slim/4+. Sono così stati realizzati, peraltro con un fermo attività veramente limitato, 240 metri quadrati di una nuova pavimentazione, dalle alte prestazioni in termini di resistenza


Vedi la news Florim Slim/4+ su MaterialiCasa.com

meccanica e all’usura oltre che di praticità di gestione. Il tutto in soli 7 mm di spessore. Slim/4+ è il più recente marchio di Florim ed è dedicato alla produzione e commercializzazione di un rivolu-

zionario materiale stratificato che offre la possibilità di essere posato anche in posa flottante. Slim/4+ introduce nel settore ceramico, cambiando le regole del gioco, un sistema innovativo che abbina in uno spessore sottile

resistenza, leggerezza e intercambiabilità. Seminari formativi per progettisti sono dedicati alla conoscenza del prodotto Slim/4+ e al suo sistema di posa flottante.

105 MaterialiCasa magazine 2/2013


what’s new: profili e giunti

PROGRESS PROFILES

PROFILI E SICUREZZA A LED

E N IO

N T G I S E ES D

G G U

E C LU

S

www.progressprofil

es.com

106 MaterialiCasa magazine 2/2013

La linea led di Progress Profiles*, Proled Systems, reinventa il concetto di profilo arricchendolo di nuove funzionalità, di personalità e di una suggestiva dimensione estetico - emozionale. Proled Systems si declina in tre prodotti diversi che insieme, grazie all’inserimento dell’elemento luminoso, possono rivoluzionare un ambiente. 1. Proskirting Giled, profilo

realizzato con il contributo dell’architetto Gilberto Toneguzzi, è dotato di un sistema di illuminazione a led che genera una luce soffusa. Prodotto in alluminio anodizzato argento e alluminio brillantato cromo, è disponibile in varie finiture, anche personalizzate. Proskirting Giled può essere usato in sostituzione al classico battiscopa per illuminare il perimetro degli spazi, oppure, capovolto,

come profilo delimitante la parte alta della parete, là dove incontrano il soffitto (foto 2). Ideale per creare atmosfere sofisticate, la luce prodotta dai led e riflessa dal supporto in alluminio crea un effetto per cui la parete appare sospesa dal pavimento e slegata dal soffitto. Proskirting Giled garantisce un contenuto consumo energetico offrendo la sicurezza di un’adeguata visibilità coniugata ad un’atmosfera


1

Conosci i prodotti Progress Profiles su MaterialiCasa.com

2

3

4

sofisticata e moderna. 2. Prolistel Led è un listello in alluminio anodizzato argento e alluminio brillantato cromo, dotato di un sistema integrato di illuminazione a led, a luce calda, fredda e neutra. La sua struttura è munita, per garantirne il fissaggio con l’adesivo, di svasature laterali a coda di rondine e di un particolare sistema ad incastro che permette in qualsiasi momento di rimuovere la finestra per intervenire sui led. Facile da applicare, Prolistel Led, arricchisce qualsiasi tipo di rivestimento diventando anche un’ottima soluzione per far luce in corridoi e percorsi poco illuminati, come in

metropolitana e ospedali. 3. Prostair Led è un profilo in alluminio anodizzato argento e alluminio brillantato cromo da fissare con adesivo o tasselli alla pedata delle scale. Presenta scanalature superficiali antisdrucciolo e, sulla parte verticale, led integrati disponibili con luce fredda, calda e neutra. Estremamente facile intervenire sui led. La sua particolare sezione e le due finiture disponibili, combinate alla facilità di applicazione, rendono Prostair Led la soluzione ideale per dare una nuova luce alle scale, perfetto anche per mettere in sicurezza le gradinate degli ambienti

pubblici, come teatri e cinema. Il video di posa e le ambientazioni sono consultabili sul sito. *** *Progress Profiles, società leader in Italia nella produzione, progettazione e vendita di profili di arredo, si distingue per l’alta qualità e il grande impatto estetico che ne caratterizzano l’ampia e diversificata gamma prodotti. L’azienda di Asolo (TV) offre oltre 12.500 articoli in acciaio inox, alluminio, ottone, PVC e vero legno, tutti certificati al 100% made in Italy, realizzati con materiali atossici e di prima scelta.

107 MaterialiCasa magazine 2/2013


what’s new: pavimentazioni esterne

TAGINA

VILLA BALKE-CLUB CYPRAEA

E T N TE A G N

E L E

E T IS

S E R

O L O

S I T AN

V I C

www.tagina.it

108 MaterialiCasa magazine 2/2013

Villa Balke costituisce, con l’attiguo Club Cypraea, una location esclusiva prospicente il mare nel cuore del Golfo di Napoli. Una cornice naturale unica, una struttura prestigiosa per la quale Tagina Ceramiche d’Arte è stata incaricata del completo rifacimento delle due piscine alimentate dall’acqua del vicinis-

simo mare. Wire - nelle due versioni 12mm e Compact a spessore 2cm - è stata selezionata come la collezione più indicata a rispondere alle molteplici esigenze del progetto: le ampie aree verdi che attorniano le piscine richiedevano un armonioso collegamento alla natura, la realizzazione stessa necessitava

di caratteristiche materiche di alta resistenza allo scivolamento e alla salsedine e, infine, l’area piscine non poteva essere certo meno raffinata dell’intero contesto circostante. Come sempre, uno dei temi più delicati si è incentrato sulla realizzazione dei bordi piscina ed è stato


ottimamente risolto - superati a pieni voti i test di scivolamento a piede nudo su superficie bagnata - con il pezzo speciale StoneDrip (dettaglio foto) anch’esso appartenente alla linea Wire Compact 2 cm 61x61, scelto nel colore White. Per la pavimentazione dello spazio destinato a bordo vasca è stato in-

vece utilizzato il formato più grande della collezione Wire, il 40x80 cm, spessore 12 mm, colore Grey. Per le rifiniture e rivestire i muretti circostanti sono quindi stati utilizzati i listelli da 9 pezzi, colore White. Villa Balke, utilizzata per ricevimenti e convention, è dotata di parco con giardino mediterraneo

e grande terrazzo panoramico ed espleta la propria attività ricettiva in sinergia con l’attiguo Club Cypraea che, anche dotato di un gruppo di animazione, offre ai propri ospiti, oltre alle due piscine di acqua salata, una serie di terrazze solarium a picco sul mare e l’accesso alla spiaggia privata, perfettamente attrezzata.

109 MaterialiCasa magazine 2/2013


what’s new: superfici inedite

41zero42

U-COLOR... SONO COME TU MI VUOI

ICO

G O E L L I CO IB

E

S S LE

Z Z I AL

N O

S R PE

F

E L I AB

www.41zero42.it

110 MaterialiCasa magazine 2/2013

U-color by 41zero42* è pensata per offrire un’illimitata scelta di colori, al fine di esaltare la creatività dei designer e di generare nuove tendenze. U-color è in grado di offrire la massima flessibilità in termini produttivi e di proporre una gamma di colori irripetibili con i tradizionali sistemi di cottura della ceramica.

Il processo produttivo utilizzato è, infatti, quello della smaltatura a freddo, che consente: - di minimizzare l’impatto ambientale; - di produrre lotti minimi in termini di quantità; - di garantire un’illimitata gamma colori. La scelta del formato, “piccolo” proprio per andare in controtendenza alla generale proposta del

mercato, è ispirata ai parquet industriali degli anni Settanta, così tipici delle pavimentazioni residenziali dell’epoca. In un periodo in cui le parole chiave sono serialità e standardizzazione produttiva, 41zero42 sposta l’attenzione, anche con la collezione U-color, sull’artigianalità, dove la mano dell’uomo e non una macchina è al servizio della materia.


Ne consegue un prodotto artigianale in cui ogni pezzo è unico, caratterizzato da leggere differenze cromatiche, sfumature e minime imperfezioni, volutamente ricercate come ulteriore valore aggiunto. *41zero42 è una storia giovane, aperta al futuro, che riunisce un team di giovani manager. È un collettivo italiano di profes-

sionalità che insegue il concetto di bello basato sull’eccellenza delle performances, attento nel cercare un equilibrio tra ricerca, innovazione, tendenze e mercato. Negli ultimi anni il mondo ceramico si è evoluto e trasformato: ricerca e tecnologia favoriscono una nuova dimensione delle piastrelle che, prima ignorate dai progettisti e considerate solamente quale alternativa economi-

ca dei prodotti nobili, sono oggi sempre più spesso considerate come opzione primaria all’interno di un’ampia offerta di pavimenti e rivestimenti declinata tra legni, pietre, malte e vari altri materiali. La fusione tra tecnologia, resa estetica, performances, praticità di utilizzo, ricerca, innovazione e made in italy sono la mission di 41zero42.

111 MaterialiCasa magazine 2/2013


prodotti chimici per l’edilizia

info&contatti MaterialiCasa magazine è un supplemento di Tile Italia: Periodico bimestrale registrato presso il Tribunale di Reggio Emilia al n. 751 in data 20/10/89 - Iscrizione al ROC n. 9673 Sede legale ed operativa: Tile Edizioni S.r.l. - Capitale Sociale: Euro 51.400,00 - R.E.A. 329775 Via Fossa Buracchione 84 - 41126 Baggiovara (MO) Tel. +39 059 512 103 - Fax +39 059 512 157 Direttore responsabile: Chiara Bruzzichelli © 1989 Tile Italia www.materialicasa.com info@materialicasa.com facebook.com/MaterialiCasa twitter.com/MaterialiCasa pinterest.com/materialicasa

COLORI DISPONIBILI:

Scarica la APP “Tile Italia” per vedere Tile Italia + MaterialiCasa magazine

Bianco Manhattan Cenere Anemone Beige * Colori su richiesta disponibili per ordini superiori a 200 kg. Il prezzo verrà maggiorato di 1 euro/Kg.

FUGAFLEX E’ un riempitivo polimerico, fugante in dispersione acquosa, per fughe da 1 a 5 mm. Risulta molto flessibile ed idrorepellente ideale per fugare pavimenti autoposanti. Il prodotto risulta pronto all’uso e completamente esente da cemento. Utilizza solo materiali riciclati ideale per la salvaguardia dell’ambiente e dell’operatore finale.

Progetto grafico e redazione web: Sara Falsetti - s.falsetti@tiledizioni.it Abbonamenti: www.tiledizioni.it/subscription PUBBLICITÀ: Paola Giacomini - cell. 335 1864257 - p.giacomini@tiledizioni.it Elisa Verzelloni - cell. 338 5361966 - e.verzelloni@tiledizioni.it Alberto Tolomelli - cell. 335 5948681 - a.tolomelli@tiledizioni.it Fotolito: Vaccari Zincografica Via E. Salgari, 61 41126 Modena

Stampa e confezione: Arbe Industrie Grafiche S.p.A. Via Emilia Ovest, 1014 41126 Modena

magazine

Tutti i diritti di riproduzione e traduzione degli articoli pubblicati sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale senza l’autorizzazione dell’Editore. Manoscritti, disegni, fotografie e altro materiale inviato in redazione, anche se non pubblicato, non verrà restituito. L’Editore non accetta alcuna pubblicità in sede redazionale. I nomi, le aziende e i prezzi eventualmente pubblicati sono citati senza responsabilità a puro titolo informativo per rendere un servizio ai lettori. La Direzione non assume responsabilità per opinioni espresse dagli autori dei testi redazionali e pubblicitari. www.tiledizioni.it - mail@tiledizioni.it

www.kedil.eu Kedil - Via dell’Industria, 63 - 37015 Sant’Ambrogio di Valpolicella (Vr) - Italia Tel. +39 045 686 46 01 - Fax +39 045 686 03 23 info@kedil.eu

Tile Edizioni srl, in conformità al “testo unico sulla privacy”, garantisce agli abbonati la riservatezza dei dati usati per gli abbonamenti e per gli scopi tipici della stampa tecnica e la possibilità di modificarli o cancellarli (art. 7 del D.L. 196/2003) a mezzo richiesta scritta.


Produttore di supporti per terrazze in gres, ceramica, granito, pietra... Exigez la Marque !

Il supporto ideale per qualsiasi terrazza con pavimentazione sopraelevata a lastre

Installazione rapida e precisa su qualsiasi fondo.

PB-00 15 mm

PB-01 28>42 mm

PB-1 42>60 mm

PB-2 60>90 mm

PB-3 90>145 mm

Distributore per l’Italia

METRO KUADRO P A V I M E N T I

F L O T T A N T I

Niente può sostituire l’esperienza !

www.buzon.it

www.buzon.eu


MaterialiCasa Magazine 2/2013  

In questo numero: Marina Bay · Cantina Antinori · Stockholm Waterfront · KoruFlorya · Risanamento di un edificio ottocentesco · Trattamento...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you