IL BRIVIDO SPORTIVO FIORENTINA-SALERNITANA DEL 11-12-2021

Page 1

Pane... A LIEVITAZIONE NATURALE CON FARINA MACINATA A PIETRA DI KAMUT PAN PAILLASSE CECI E FAGIOLI

GIORNALIERO PER FIRENZE CORRISPONDENTI PER TUTTA L’ITALIA SANTA CROCE SULL’ARNO SEDE 0571 486099 MAGAZZINO 0571 360511 URGENZE 335 7248082

www.corrierelai.it

Dolci....

30dicembre ottobre 11 |2020| |2021|

TORTINE CON MARMELLATA,CREMA, CIOCCOLATO E RISO CAMPIGIANE BISCOTTI DI FROLLA

Via Rucellai, 40 Campi Bisenzio (Fi)

Tel. 055 8952719



|3|

BS| 11 dicembre 2021

Ora battiamo la Salernitana del caro vecchio amico Franck Ribery

Ciò che a inizio campionato pareva un sogno sta prendendo i contorni della realtà La Fiorentina di Italiano è in piena corsa E questa corsa va fatta insieme a Vlahovic • LUCA CALAMAI

Editoriale rubrica

Voglia di Viola, voglia d’Europa

Dusan Vlahovic festeggia Josè Maria Callejon

C

he bello guardare la classifica. Che bello divertirsi a studiare il calendario e a immaginare una tabella di marcia che accompagni nella maniera giusta la Fiorentina alle vacanze di Natale. Che bello sapere che Rocco Commisso ha dato il via libera all’acquisto di Ikonè, un attaccante esterno che può dare un’altra spinta alla crescita del progetto tecnico di Italiano. Che bello vedere che non tutte le sette grandi del campionato scoppiano di salute, anzi che ce ne sono due o tre che hanno tanti problemi. Che bello immaginare lo stadio Franchi pieno anche per la sfida contro la Salernitana perché questa nuova Fiorentina merita di essere amata. Che bello vedere che tutto questo non è il miracolo di un momento ma fa parte di un progetto di crescita che vede svilupparsi parallelamente ai risultati ottenuti sul campo la realizzazione di qualcosa di unico in Europa come il Viola Park. Che bello, infine, sapere che questa Fiorentina sta diventando oggetto di studio da parte degli allenatori avversari. C’è voglia di Fiorentina. C’è voglia di Europa. Quello che a inizio campionato era un sogno appena sussurrato ora sta prendendo contorni veri, concreti. La squadra viola si è catapultata in una dimensione che era sparita da anni. Ci sono le condizioni per conquistare un posto in Europa. Qualche innamorato pazzo parla addirittura di zona Champions. Ma, siamo onesti, Inter, Milan, Napoli e Atalanta sono fuori portata. Ma questa Juve, questa Roma e questa Lazio non hanno niente di speciale. Sono attaccabili. Sono vulnerabili. E allora proviamoci. Il segreto per tornare in Europa è cercare di marciare con regolarità. La sfida con la Salernitana è da vincere. Punto e basta. Poi ci saranno il Sassuolo e il Verona. Niente di insuperabile. Ma intanto conquistiamo tre punti contro il nostro vecchio amico Ribery. La strada che porta alle Coppa la dobbiamo fare insieme a Dusan Vlahovic. Il fenomeno serbo non deve essere venduto a gennaio. Lo diciamo ad alta voce.

Tutti i diritti riservati: vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e foto di questa pubblicazione Chiuso in redazione il 07/12/2021 alle ore 13

Direttore Editoriale Luca Calamai Direttore responsabile Mario Tenerani Caporedattore Tommaso Borghini

Editore e pubblicità SPORTMEDIA GROUP info@brividosportivo.it N° ROC 26744

VENDITA ASSISTENZA TELEFONIA via di Novoli, 77a -50127 Firenze Tel 055 4368758 timetel.firenze@gmail.com I NOSTRI MARCHI

È vero che probabilmente ritardando il divorzio di sei mesi la Fiorentina forse perderà qualche milione. Ma i soldi che non arriveranno dalla cessione di Dusan potrebbero arrivare dalla qualificazione europea. Con l’aggiunta di tutto quello che vorrebbe dire a livello di immagine tornare a vivere le sfide internazionali. Lo sappiamo bene che stiamo chiedendo un altro sacrificio economico a Rocco Commisso. Ma siamo convinti che con la Fiorentina in Europa il primo a essere felice per questo sacrificio sarebbe proprio lui. Redazione redazione@brividosportivo.it Grafica e impaginazione Rossana De Nicola grafica@brividosportivo.it

Stampa Baroni e Gori Foto Massimo Sestini Foto storiche archivio Paolo Melani

Hanno collaborato Lucia Petraroli, Giacomo Cialdi, Daniele Taiuti Ruben Lopes Pegna

TRATTIAMO NUOVO E USATO COMPRIAMO SMARTPHONE PC E TABLET USATI

Via del Ponte alle Mosse, 183r - 50144 Firenze 10 metri da p.zza Puccini

Tel. 055 0115470 - 3335972959


Appunti di viaggio

BS| 11 dicembre 2021

I nuovi leader per il grande salto

|4|

A Quarta e Milenkovic il compito di fare muro E se anche Biraghi fa il fenomeno...

Gonzalez e Vlahovic sono in buona compagnia: anche Torreira e Bonaventura trascinano la squadra che finalmente può contare su uomini di spessore oltre che su giocatori di livello internazionale

• Mario Tenerani

D

opo 16 giornate la Fiorentina è quinta davanti

alla Roma, dov’è l’errore? Troppo brava la squadra di Italiano o troppo grande il flop di Mourinho? Probabilmente c’è del vero in entrambe le considerazioni. La Fiorentina è ben oltre il confine delle migliori aspettative. Un quinto posto nel quale non si trova niente di regalato, ma solo tutto di guadagnato. Jack Bon

Attraverso una strada che non

aventura

sempre in Italia si prova a percorrere, quella del gioco. Il lavoro di Italiano e della squa-

ra

Lucas Torrei

dra è talmente evidente da risultare abbagliante. Da oggi parlare di Europa non è vietato anche se naturalmente sappiamo quanto tempo manchi ancora alla fine della stagione. Sarà un lungo percorso da affrontare con gli uomini giusti a tirare il gruppo.

Serviranno leader in ogni zona del campo. In attacco Vlahovic dovrà continuare a trascinare la squadra, con i gol e la sua regia offensiva, mentre sui lati Saponara, Callejon e Gonzalez dovranno mettere a disposizione talento ed esperienza internazionale.

In mezzo Torreira e Bonaventura saranno indispensabili, dietro invece toccherà a Milenkovic e Quarta fare un bel muro. Biraghi (autore di un gol fenomenale su punizione a Bologna) e Odriozola faranno il resto. La porta è in ottime mani: tornerà Dragowski e Terracciano, fino ad ora sempre tra i migliori, sarà pronto a battersi. Poi ci sarebbe il mercato….



Parola all'esperto

BS| 11 dicembre 2021

"A gennaio rinforzi mirati per dare più soluzioni al Mister"

|6|

Di Chiara: “Per crescere serve subito l’Europa” L'ex esterno, protagonista della cavalcata Uefa del '90: "Partecipare a una competizione continentale cambia tutto Significa essere nel calcio che conta e dà appeal sul mercato La Fiorentina di Italiano può farcela, ma occorre continuità"

• Giacomo Cialdi

L

a Fiorentina gioca bene, diverte e soprattutto vince, veleggiando così in una posizione di classifica che non può non far sognare i tifosi: l’Europa è l’obiettivo, come apertamente dichiarato da Vlahovic in tempi recenti, e permetterebbe di velocizzare quel processo di crescita che proprietà e dirigenza hanno in mente. Per parlare del percorso che potrebbe portare la squadra di Italiano a centrare un traguardo che fino a pochi mesi fa era assolutamente impensabile, il Brivido Sportivo ha intervistato in esclusiva Alberto Di Chiara, tra i protagonisti della grande cavalcata europea della Fiorentina del 1989/90, fino alla famosa doppia finale contro la Juve. Fino ad ora è stata una Fiorentina sorprendente, per qualità di gioco e classifica: cosa ne pensa? «La squadra è migliorata tantissimo sotto tutti gli aspetti, nonostante i giocatori siano in gran parte gli stessi dello scorso anno. A dimostrazione che l’allenatore ha il suo peso nel rendimento di un gruppo. Italiano ha valorizzato una rosa che solo pochi mesi fa veniva denigrata da molti, se non da tutti. E questo è sorprendente, soprattutto per la rapidità con cui i calciatori si sono adattati allo spartito del mister. La Fiorentina oggi fa divertire, vince, produce un buonissimo calcio e dà l’impressione di potersela giocare con tutti. Non solo ha dimostrato di non partire battuta contro nessuna, ma la sua mentalità non cambia: attaccare, pressare alto, giocare sempre il pallone, osare. Se a tutti questi principi positivi si aggiunge un grande Vlahovic, c’è solo da guardare il prossimo futuro con ottimismo».

Alberto Di Chiara con la maglia dei 90 anni viola


Il libro di Di Ch

iara sulla finale

Uefa del 1990

Manca soltanto la continuità, a questa squadra, oppure ritiene che serva anche altro? Ad esempio dei ritocchi nel mercato di gennaio... «La Fiorentina ha una buona rosa, ha trovato elementi importanti: penso a Torreira nel ruolo di regista, che a Firenze mancava da tantissimo tempo e che si sta rivelando fondamentale, la qualità di Bonaventura e la linea difensiva che dà grande sicurezza, Sottil e Saponara che possono dare un apporto importante. Oltre al già citato Vlahovic. Ripeto, è una buona rosa. Però si può migliorare. Anzi, si deve migliorare se si ha l’ambizione di andare in Europa. Avere una panchina lunga, con ricambi all’altezza, si rivela fondamentale. I dirigenti viola dovranno esser bravi a rinforzare la squadra in una sessione di mercato in cui solitamente non si fanno grandissimi affari. Arrivassero un paio di pedine di spessore in grado di non far rimpiangere i cosiddetti titolari, potremmo pensare concretamente al salto di qualità».

BS| 11 dicembre 2021

"La finale con la Juve? Oggi restano soddisfazione e rammarico"

Cosa significò per la sua Fiorentina quella grande cavalcata europea del 1989/90, cosa le rimane dopo più di trent’anni, e cosa significherebbe per la Viola di oggi tornare a disputare le coppe? «Per noi fu un’esperienza fantastica. Penso il nostro cammino cambiò al primo turno, quando battemmo l’Atletico Madrid ai calci di rigore: lì si sbloccò qualcosa dentro di noi, e poi venne tutto il resto. Quella cavalcata terminò come tutti sappiamo, purtroppo, ma il percorso verso la finale fu asso-

Il prossimo futuro, nei sogni dei tifosi viola, si chiama Europa... È possibile secondo lei? «È giusto che la tifoseria sogni il ritorno in Europa, manca da troppi anni. Firenze e i fiorentini dovrebbero essere sempre in Europa. Vedendo questa prima parte di stagione, direi che è assolutamente possibile pensare ad una Fiorentina che si piazzi in zona Europa League, ma sarà determinante la capacità di dare continuità alle buone prestazioni, e quindi alle vittorie. Purtroppo siamo già incappati in passi falsi, vedi Venezia e Empoli, e non ce lo possiamo permettere. Dobbiamo riuscire a limitare gli errori. Solo così si arriva tra le prime». Come oggi, contro la Salernitana, la Fiorentina ha un solo risultato... «Non ci sono dubbi. La Viola deve assolutamente vincere quando incontra squadre sulla carta più deboli. È in gare come quella di oggi che si certifica la maturità di un gruppo. E quindi si capiscono le possibilità di raggiungere grandi traguardi».

lutamente incredibile. Oggi mi rimane dentro una grande soddisfazione, e anche un profondo rammarico perché eravamo ad un passo da fare qualcosa di grandissimo. Per quanto riguarda la Fiorentina di oggi, essere in Europa, Champions o EL che sia, significa essere nel calcio che conta. Dà visibilità e prestigio al club, cambia tutto a livello di mentalità». E facilita anche il lavoro degli uomini mercato, giusto? «Assolutamente sì. I soldi sono importanti, ma poi i giocatori migliori scelgono anche in base allo scenario che viene prospettato loro. Una Fiorentina Di Chiara in maglia

viola

che gioca le coppe può attrarre molto più facilmente calciatori di una fascia superiore. Per crescere, serve l’Europa. Quindi: provaci fino alla fine, Fiorentina!».

Parola all’esperto

|7|


verso gennaio

BS| 11 dicembre 2021

|8|

Sul fronte cessioni possibile la partenza di Amrabat direzione Torino

Freccia-Ikonè e un altro Borja Per la corsa a un posto in Europa sarà determinante un mercato all’altezza Il francese e Mayoral i maggiori indiziati Ma non è da escludere un altro assalto a Berardi

Domenico Berardi Sofyan Amrabat

• Tommaso Borghini

C

he l’Europa viola passi anche dal mercato è un dato di fatto. Difficilmente, senza rinforzi adeguati, che vadano a colmare le lacune evidenti nella rosa di Vincenzo Italiano, la Fiorentina potrà infatti riuscire a tenere il passo delle cosiddette “Sette Sorelle”, ormai da anni abituate a spartirsi i posti più nobili della graduatoria

che significano partecipazione alle competizioni continentali. Di questo ne è convinto lo stesso allenatore gigliato che, al di là delle sacrosante dichiarazioni di facciata a tutela di tutti gli elementi che compongono la sua rosa attuale, ha bisogno di almeno due giocatori per potere gestire al meglio la seconda parte di campionato, naturalmente più impegnativa della prima sul piano fisico e mentale. Necessità di cui è convinta anche la

stessa società, consapevole di non essere riuscita a esaudire in estate tutti i desideri del suo tecnico. In particolar modo quello relativo al numero di esterni, che il mister viola aveva apertamente dichiarato essere mancante di una unità. Problema che, salvo dietrofront dell’ultim’ora, dovrebbe essere stato risolto, con ampio anticipo, grazie al primo colpo di mercato della prossima sessione invernale: l’acquisto di Jonathan Ikonè.

Gustose tradizioni per un dolce�Natale! FIRENZE - Via Datini 9/r - Zona Gavinana Tel. 0550880530 PONTASSIEVE - Via Fratelli Cervi, 68 - Pontassieve Tel. 0558028454


Il giovane francese è atteso a Firenze già nei primi giorni di gennaio per le visite mediche e per la firma del nuovo contratto che lo legherà al club viola per i prossimi 4 o 5 anni. Una trattativa avallata dallo stesso presidente Rocco Commisso e portata avanti in tempi molto rapidi dalla coppia Pradè – Barone. Il Lille, società proprietaria del cartellino, riceverà in cambio 15 milioni di euro, cifra pattuita e necessaria a tenere a distanza le altre pretendenti all’esterno transalpino, su tutte il Lipsia che aveva tentato di inserirsi nelle ultime ore.

Jonathan Ikonè

Classe 1998, Ikonè ha fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili francesi, debuttando con la prima squadra dei Bleus già nel settembre 2019. Il suo bottino complessivo in Nazionale è di 4 partite e una rete. Esterno di piede mancino, predilige giocare sulla fascia opposta, i numeri della sua giovane carriera parlano di un giocatore più propenso all’assist che al gol e molto abile nel saltare l’uomo. Di sicuro può essere un’ottima alternativa nelle opzioni a disposizione di

Italiano per coprire entrambe le fasce dell’attacco viola. L’arrivo di Ikonè sembrerebbe aver fatto slittare al giugno prossimo l’assalto al grande sogno del mercato gigliato: Domenico Berardi. Ma non è detto che la Fiorentina non metta sul piatto una seconda offerta (la prima è stata di 15 milioni più bonus) per cercare di spezzare la strenua resistenza del Sassuolo già a gennaio. L’affare è complesso, anche perché il club neroverde è fermo sulla sua richiesta di 25 milioni più bonus. Un affare complessivo da una trentina di milioni, difficile da realizzare in questa sessione.

BS| 11 dicembre 2021

Perciò occorre un attaccante che possa sostituirlo in caso di necessità o anche giocare assieme a lui. L’identikit porta da tempo a Borja Mayoral, centravanti in prestito alla Roma, ma di proprietà del Real Madrid. La formula giusta potrebbe essere il prestito con obbligo di riscatto a giugno per una cifra sui 15 milioni. Mayoral ha chiesto di lasciare Roma, visto che Mourinho lo considera l’ultima delle alternative, nonostante l’anno scorso abbia realizzato 10 reti da vice Dzeko. Se l’affare andasse in porto, la Fiorentina avrebbe un

Borja Mayoral

Però le vie del mercato sono infinite e l’apprezzamento di Rocco Commisso per il giocatore è tale da non escludere a priori uno sforzo personale del presidente. Altrimenti se ne riparlerà a giugno. Intanto la Fiorentina si sta dando da fare anche per assicurarsi una valida alternativa a Dusan Vlahovic. Se davvero si vuole perseguire l’obiettivo europeo, è impensabile che la società viola ceda DV9 a gennaio.

reparto offensivo di tutto rispetto, all’altezza di alcune delle sue contendenti all’Europa. Sul fronte cessioni, appare probabile la partenza (in prestito con diritto di riscatto) di Sofyan Amrabat. Il marocchino, è cosa nota, piace tantissimo al Torino del tecnico Juric. E quella potrebbe essere la sua destinazione già a gennaio, quando il centrocampista viola dovrà anche far fronte all’impegno in Coppa d’Africa con il suo Marocco.

verso gennaio

|9|


Viola amore mio

BS| 11 dicembre 2021

| 10 |

“Il doppio match col Barca? Con Bati al ritorno sarebbe andata diversamente”

Carnasciali: “Così si arriva lontano” Nel ‘97 centrò la semifinale di Coppa delle Coppe: “L’Europa League è alla portata e darebbe grande impulso anche alle ambizioni di Commisso La Fiorentina non è solo Vlahovic, c’è molto di più”

• Daniele Taiuti

una tappa di crescita verso le ambizioni della società. La Champions la vedo difficile, anche per la Juve sono convinto lo sarà, perché ci sono squadre più attrezzate che stanno andando a un ritmo forsennato, però se qualcuno si fermasse...”

I

lampi del suo talento limpido, a tratti devastante, stanno causando emozioni opposte presso il tifo viola. Dusan Vlahovic, coi suoi gol si sta allontanando da Firenze, ma sta avvicinando la Fiorentina all’Europa, la tristezza per l’addio prossimo del bomber e la gioia di respirare aria europea sono i colori della realtà incastonati dalla cornice viola. Delle possibilità europee viola ne parliamo con Daniele Carnasciali, vincitore di una Coppa Italia e una Supercoppa con la Fiorentina nel 96, nonché uno dei protagonisti della cavalcata in Coppa delle Coppe nel 97.

Un eventuale accesso in una competizione continentale, quanto potrebbe spingere le ambizioni di Commisso? “Sarebbe doveroso da parte della società premiare e sostenere il gruppo che si è conquistato un’eventuale qualificazione europea. Altrimenti, in caso contrario, si arresterebbe la crescita dell’ambiente e della squadra. Ma sono sicuro che Commisso, del resto come ha fatto sino ad adesso, non lesinerà investimenti al fine di dare a Firenze una ribalta europea degna del prestigio della città”. ati in maglia viola

bbi Carnasciali con Ro Daniele Carnasciali, quanto sarebbe importante per la Fiorentina tornare protagonista in Europa? “A parte le entrate economiche di cui beneficia il “Secondo me, sì. Siamo quasi alla fine del girone di club, non solo direttamente per i ricavi dovuti al andata, momento in cui si iniziano a pesare i valopartecipare a una competizione continentale, ma ri di una squadra, e la Fiorentina ha dimostrato di anche per l’immagine dello stesso che aumenta di avere, oltre a un grande centravanti, altri buoni elevalore; c’è da sottolineare poi la crescita complessimenti, e un gioco collaudato frutto delle idee nuove va della squadra, che aumenta di esperienza e quindel proprio allenatore”. di qualità. Un calciatore quando gioca in Europa ha altre motivazioni”. A quale competizione può ambire?

La rosa possiede il potenziale tecnico per tagliare il traguardo europeo?

“Credo che guadagnarsi un posto in Europa League, sarebbe un ottimo piazzamento finale. Non disdegnerei neanche la Conference League, comunque

Ci offre un ricordo della cavalcata della Fiorentina in Coppa delle Coppe, fermata soltanto dal Barcellona di Ronaldo? “È stata una delle mie migliori esperienze calcistiche. Giocavamo spensierati, pensando partita dopo partita. Non le nascondo che arrivati in semifinale un pensierino ce l’abbiamo fatto… il rammarico, però, legato a quell’avventura fu il non poter giocare il ritorno in casa contro il Barcellona avendo Batistuta in campo, più del fischio finale che interruppe la fuga solitaria di Robbiati verso la porta avversaria in Catalogna. Magari avremmo anche perso, ma col fuoriclasse argentino sarebbe stata un’altra storia, avremmo avuto una maggiore fiducia nei nostri mezzi”.


| 11 | BS| 11 dicembre 2021

Il noto cantante, tifosissimo della Fiorentina: “La squadra di Italiano ha mentalità e motivazioni, per me può competere anche per la Champions E’ giusto provarci e cogliere l’occasione” • Lucia Petraroli

A

l Franchi non puoi fare a meno di sentir riecheggiare le note di “Firenze Santa Maria Novella”, meravigliosa canzone che fa da spartiacque tra il primo e il secondo tempo delle partite della Fiorentina. Enzo Ghinazzi, in arte “Pupo”, conosce molto bene lo stadio fiorentino così come la sua amata Viola. Con lui ci siamo concentrati sul momento che sta vivendo la formazione di Vincenzo Italiano, strizzando l'occhio addirittura (questo è il suo parere) a un posto in Champions. E su ciò che accade fuori dal campo, con la questione-Vlahovic sempre in primo piano.

“Vlahovic? Non so se andrà via Ma ci mette sempre grinta E questo mi piace”

Viola in musica

Pupo: “Sogniamo in grande!”

Cosa si aspetta da questo campionato dalla Fiorentina? “In questo campionato non ci sono partite scontate. Non c'è ancora una reale pretendente al titolo. Si può giocare ancora per tutto. Ciò che conta sono le motivazioni la testa e la Fiorentina di Italiano ha dimostrato di avere mentalità e motivazioni. Negli ultimi 20 minuti di una partita ti puoi giocare tutto. La squadra viola adesso ha un calendario un po’

Pupo cosa pensa di questa nuova Fiorentina? “Dobbiamo ancora capire quale sia la vera Fiorentina, se quella che vince con la prima della classe, come accaduto contro il Milan, o quella che perde in 5 minuti contro l'Empoli, dopo aver dominato tutta la partita. Voglio osare: io spero in un miracolo Champions, secondo me con un po’ di maturità può essere possibile. Non abbiamo una rosa come altre squadre ma la Viola di Italiano, per il gioco che esprime, può dire la sua anche in fatto di alta classifica”. Secondo lei quale sarà il futuro di Dusan Vlahovic? “Probabilmente non si sente più la maglia addosso come prima, ma mette grinta per il progetto, e per questo mi piace.

più abbordabile rispetto alle altre rivali e bisogna cogliere l'occasione per incidere”. Qual è la sua opinione sul presidente Rocco Commisso? po azzi in ar te Pu

Enzo Ghin

“Conosco Commisso dagli anni 70, quando andavo in America a cantare nei suoi locali. È un tipo tosto che si è costruito da solo e di

Commisso ha fatto un'ottima offerta al ragazzo e

grande effetto. Sono stato a cena nel locale della

più di questo non poteva fare. Sta a lui decidere, il

mamma di Pepito Rossi una volta e proprio lei mi

presidente ha fatto di tutto per trattenerlo, ma sap-

raccontava di un uomo forte, così molto integrato

piamo quanto sia cambiato il calcio di oggi...”.

nel suo territorio in maniera semplice”.


DAL 1973 ALL’INTERNO DEL MERCATO DI SANT’AMBROGIO

P.ZZA GHIBERTI FIRENZE 05524.80.740 1ª Giornata 20 set 2020 31 gen 2021

2ª Giornata 28 ago 2020 07 feb 2021

3ª Giornata 04 ott 2020 14 feb 2021

Girone di andata BENEVENTO - INTER

BOLOGNA - PARMA

BOLOGNA - SASSUOLO

FIORENTINA - TORINO

CAGLIARI - LAZIO

CROTONE - JUVENTUS

GENOA - CROTONE

CROTONE - MILAN

INTER - MILAN

JUVENTUS - SAMPDORIA

INTER - FIORENTINA

NAPOLI - ATALANTA

LAZIO - ATALANTA

NAPOLI - GENOA

ROMA - BENEVENTO

MILAN - BOLOGNA

ROMA - JUVENTUS

PARMA - NAPOLI

2

0

SAMPDORIA - BENEVENTO

0

1

2

0

SPEZIA - FIORENTINA

3

2

SASSUOLO - CAGLIARI

2

2

SPEZIA - SASSUOLO

1

1

0

1

TORINO - CAGLIARI

2

1

UDINESE - SPEZIA

3

1

TORINO - ATALANTA

2

2

3

3

UDINESE - PARMA

2

2

HELLAS VERONA - ROMA

3

1

HELLAS VERONA - UDINESE

3

1

2

6

HELLAS VERONA - GENOA

1

1

2

0

1

1

2

1

2

4

0

2

0

0

6ª 01

6

Giornata nov 2020 03 mar 2021

2

ATALANTA - SAMPDORIA

2

0

BOLOGNA - CAGLIARI

0

0

ATALANTA - INTER

1

0

CROTONE - LAZIO

4

2

BENEVENTO - NAPOLI

2

3

CROTONE - ATALANTA

0

4

BENEVENTO - SPEZIA

0

1

FIORENTINA - BENEVENTO

2

0

1 4

2 2

Giornata nov 2020 07 mar 2021

Giornata nov 2020 14 mar 2021

1

1

4

7ª 08

8ª 22

0

1

1 2

0 0

CAGLIARI - CROTONE

INTER - PARMA

BOLOGNA - NAPOLI

INTER - TORINO

FIORENTINA - UDINESE

NAPOLI - SASSUOLO

CAGLIARI - SAMPDORIA

JUVENTUS - CAGLIARI

GENOA - ROMA

ROMA - FIORENTINA

NATO CAMPIO 22 0 2021/2

1

5ª Giornata 25 ott 2020 28 feb 2021

GENOA - INTER

9ª Giornata 29 nov 2020 21 mar 2021

1 1

NAPOLI - MILAN

2

JUVENTUS - HELLAS VERONA

1

4

SAMPDORIA - GENOA

2

2

LAZIO - JUVENTUS

3

3

ROMA - PARMA

1

1

2

LAZIO - BOLOGNA

2

3

SPEZIA - JUVENTUS

3

3

MILAN - HELLAS VERONA

0

1

SAMPDORIA - BOLOGNA

4

2

0

MILAN - ROMA

2

2

TORINO - LAZIO

2

1

PARMA - FIORENTINA

1

2

SPEZIA - ATALANTA

2

3

1

PARMA - SPEZIA

3

3

UDINESE - MILAN

2

1

SASSUOLO - UDINESE

2

1

UDINESE - GENOA

0

4

2

SASSUOLO - TORINO

0

3

HELLASVERONA - BENEVENTO

2

4

TORINO - CROTONE

0

3

HELLAS VERONA - SASSUOLO

1

1

1

0

2

0

2

0

3

2

0

2

2

1

0

1

0

1

0

2

2

3

3

2

1

2

1

3

0

3

0 2 1

10ª Giornata dic 2020 04 apr 2021 CROTONE - NAPOLI

4 3 1

11ª 13

1 0 1

1 0 1 1 1 3 1 1 1 1

Giornata dic 2020 11 apr 2021 ATALANTA - FIORENTINA

INTER - BOLOGNA

CAGLIARI - INTER

JUVENTUS - TORINO

CROTONE - SPEZIA

PARMA - BENEVENTO

2

2

ROMA - SASSUOLO

2

2

SAMPDORIA - MILAN

2

SPEZIA - LAZIO UDINESE - ATALANTA HELLAS VERONA - CAGLIARI

Giornata gen 2021 02 mag 2021

1

16

1 0

1

BOLOGNA - ROMA

FIORENTINA - GENOA

15ª 03

SAMPDORIA - LAZIO

3

3

06

4ª Giornata 18 ott 2020 21 feb 2021

1 1

GENOA - JUVENTUS LAZIO - HELLAS VERONA

0

2

3

MILAN - PARMA

0

1

0

0

NAPOLI - SAMPDORIA

0

3

0

2

SASSUOLO - BENEVENTO

1

1

0

2

0

1

3

1

TORINO - UDINESE

2

1

1

0

1

1

1

1

2

3

2 0

10

3 3

JUVENTUS - ATALANTA PARMA - CAGLIARI

2

0

ROMA - TORINO

0

SPEZIA - BOLOGNA

17ª Giornata gen 2021 12 mag 2021

ATALANTA - PARMA

BENEVENTO - ATALANTA

BENEVENTO - MILAN

BOLOGNA - UDINESE

FIORENTINA - CAGLIARI

CAGLIARI - NAPOLI

CAGLIARI - BENEVENTO

GENOA - BOLOGNA

0

2

CROTONE - ROMA

3

JUVENTUS - SASSUOLO

1

GENOA - LAZIO

0

1

LAZIO - FIORENTINA

1

MILAN - TORINO

3

INTER - CROTONE

1

3

MILAN - JUVENTUS

1

PARMA - LAZIO

0

JUVENTUS - UDINESE

3

2

NAPOLI - SPEZIA

0

ROMA - INTER

0

PARMA - TORINO

0

2

SAMPDORIA - INTER

0

SPEZIA - SAMPDORIA

2

ROMA - SAMPDORIA

0

2

SASSUOLO - GENOA

3

UDINESE - NAPOLI

4

SPEZIA - HELLAS VERONA

TORINO - HELLAS VERONA

3

HELLAS VERONA - CROTONE

4

0

0

2

1

3

2

2

2

2

2

2

3

4

1 4 0 1 1 0 4

14ª Giornata 23 dic 2020 25 apr 2021

1

BOLOGNA - ATALANTA

2

1

CROTONE - PARMA

CAGLIARI - UDINESE 5

HELLASVERONA - SAMPDORIA

ATALANTA - ROMA

JUVENTUS - FIORENTINA

FIORENTINA - HELLAS VERONA 2

UDINESE - CROTONE

13ª Giornata dic 2020 21 apr 2021 BENEVENTO - GENOA

INTER - NAPOLI

FIORENTINA - BOLOGNA

4

1

20

GENOA - MILAN 1

ATALANTA - SASSUOLO

BENEVENTO - LAZIO

2

FIORENTINA - SASSUOLO

2

16ª Giornata 06 gen 2021 09 mag 2021

12ª Giornata dic 2020 18 apr 2021

ATALANTA - HELLAS VERONA BENEVENTO - JUVENTUS BOLOGNA - CROTONE CAGLIARI - SPEZIA GENOA - PARMA LAZIO - UDINESE MILAN - FIORENTINA NAPOLI - ROMA SASSUOLO - INTER TORINO - SAMPDORIA

MILAN - LAZIO

INTER - SPEZIA

2

1

NAPOLI - TORINO

1

LAZIO - NAPOLI

1

2

ROMA - CAGLIARI

1

4

PARMA - JUVENTUS

3

0

1

0

0

SAMPDORIA - CROTONE

2

1

SAMPDORIA - SASSUOLO

3

1

2

SASSUOLO - MILAN

1

4

SPEZIA - GENOA

1

3

2

1

2

0

TORINO - BOLOGNA

2

3

0

0

2

0

2

2

2

0

2

2

1

0

18ª Giornata 17 gen 2021 16 mag 2021 ATALANTA - GENOA BOLOGNA - HELLAS VERONA CAGLIARI - MILAN CROTONE - BENEVENTO INTER - JUVENTUS LAZIO - ROMA NAPOLI - FIORENTINA SAMPDORIA - UDINESE SASSUOLO - PARMA TORINO - SPEZIA

UDINESE - BENEVENTO HELLAS VERONA - INTER

19ª Giornata 24 gen 2021 23 mag 2021 BENEVENTO - TORINO FIORENTINA - CROTONE GENOA - CAGLIARI JUVENTUS - BOLOGNA LAZIO - SASSUOLO MILAN - ATALANTA PARMA - SAMPDORIA ROMA - SPEZIA UDINESE - INTER HELLAS VERONA - NAPOLI

0 0 1 1 0 2


5ª Giornata 25 ott 2020 28 feb 2021

1ª Giornata 20 set 2020 31 gen 2021

2ª Giornata 28 ago 2020 07 feb 2021

3ª Giornata 04 ott 2020 14 feb 2021

4ª Giornata 18 ott 2020 21 feb 2021

Girone di RITORNO

BENEVENTO - INTER

BOLOGNA - PARMA

ATALANTA - CAGLIARI

BOLOGNA - SASSUOLO

FIORENTINA - TORINO

CAGLIARI - LAZIO

BENEVENTO - BOLOGNA

CROTONE - JUVENTUS

GENOA - CROTONE

CROTONE - MILAN

FIORENTINA - SAMPDORIA

INTER - MILAN

JUVENTUS - SAMPDORIA

INTER - FIORENTINA

GENOA - TORINO

NAPOLI - ATALANTA ROMA - BENEVENTO

LAZIO - ATALANTA

NAPOLI - GENOA

JUVENTUS - NAPOLI

MILAN - BOLOGNA

ROMA - JUVENTUS

LAZIO - INTER

SAMPDORIA - LAZIO

PARMA - NAPOLI

SAMPDORIA - BENEVENTO

MILAN - SPEZIA

SPEZIA - FIORENTINA

SASSUOLO - CAGLIARI

SPEZIA - SASSUOLO

PARMA - HELLAS VERONA

TORINO - CAGLIARI

UDINESE - SPEZIA

TORINO - ATALANTA

SASSUOLO - CROTONE

UDINESE - PARMA

HELLAS VERONA - ROMA

HELLAS VERONA - UDINESE

UDINESE - ROMA

HELLAS VERONA - GENOA

6ª Giornata 01 nov 2020 03 mar 2021

7ª Giornata 08 nov 2020 07 mar 2021

8ª Giornata 22 nov 2020 14 mar 2021

ATALANTA - SAMPDORIA

BOLOGNA - CAGLIARI

ATALANTA - INTER

CROTONE - LAZIO

BENEVENTO - NAPOLI

CROTONE - ATALANTA

BENEVENTO - SPEZIA

FIORENTINA - BENEVENTO

CAGLIARI - CROTONE

INTER - PARMA

BOLOGNA - NAPOLI

INTER - TORINO

FIORENTINA - UDINESE

NAPOLI - SASSUOLO

CAGLIARI - SAMPDORIA

JUVENTUS - CAGLIARI NAPOLI - MILAN

GENOA - INTER

ROMA - FIORENTINA

GENOA - ROMA

JUVENTUS - HELLAS VERONA

SAMPDORIA - GENOA

LAZIO - JUVENTUS

ROMA - PARMA

LAZIO - BOLOGNA

SPEZIA - JUVENTUS

MILAN - HELLAS VERONA

SAMPDORIA - BOLOGNA SPEZIA - ATALANTA

MILAN - ROMA

TORINO - LAZIO

PARMA - FIORENTINA

PARMA - SPEZIA

UDINESE - MILAN

SASSUOLO - UDINESE

UDINESE - GENOA

SASSUOLO - TORINO

HELLASVERONA - BENEVENTO

TORINO - CROTONE

HELLAS VERONA - SASSUOLO

10ª Giornata 06 dic 2020 04 apr 2021

11ª Giornata 13 dic 2020 11 apr 2021

12ª Giornata 16 dic 2020 18 apr 2021

13ª Giornata 20 dic 2020 21 apr 2021

9ª Giornata 29 nov 2020 21 mar 2021 ATALANTA - HELLAS VERONA BENEVENTO - JUVENTUS BOLOGNA - CROTONE CAGLIARI - SPEZIA GENOA - PARMA LAZIO - UDINESE MILAN - FIORENTINA NAPOLI - ROMA SASSUOLO - INTER TORINO - SAMPDORIA

14ª Giornata 23 dic 2020 25 apr 2021

CROTONE - NAPOLI

ATALANTA - FIORENTINA

BENEVENTO - LAZIO

ATALANTA - ROMA

FIORENTINA - GENOA

BOLOGNA - ROMA

FIORENTINA - SASSUOLO

BENEVENTO - GENOA

CROTONE - PARMA

INTER - BOLOGNA

CAGLIARI - INTER

GENOA - MILAN

CAGLIARI - UDINESE

JUVENTUS - FIORENTINA

BOLOGNA - ATALANTA

JUVENTUS - TORINO

CROTONE - SPEZIA

INTER - NAPOLI

FIORENTINA - HELLAS VERONA

MILAN - LAZIO

PARMA - BENEVENTO

GENOA - JUVENTUS

JUVENTUS - ATALANTA

INTER - SPEZIA

NAPOLI - TORINO

ROMA - SASSUOLO

LAZIO - HELLAS VERONA

PARMA - CAGLIARI

LAZIO - NAPOLI

ROMA - CAGLIARI

SAMPDORIA - MILAN

MILAN - PARMA

ROMA - TORINO

PARMA - JUVENTUS

SAMPDORIA - SASSUOLO

SPEZIA - LAZIO

NAPOLI - SAMPDORIA

SPEZIA - BOLOGNA

SAMPDORIA - CROTONE

SPEZIA - GENOA

UDINESE - ATALANTA

SASSUOLO - BENEVENTO

UDINESE - CROTONE

SASSUOLO - MILAN

UDINESE - BENEVENTO

HELLAS VERONA - CAGLIARI

TORINO - UDINESE

HELLASVERONA - SAMPDORIA

TORINO - BOLOGNA

HELLAS VERONA - INTER

15ª Giornata 03 gen 2021 02 mag 2021

16ª Giornata 06 gen 2021 09 mag 2021

17ª Giornata 10 gen 2021 12 mag 2021

ATALANTA - SASSUOLO

ATALANTA - PARMA

BENEVENTO - ATALANTA

BENEVENTO - MILAN

BOLOGNA - UDINESE

FIORENTINA - CAGLIARI

CAGLIARI - NAPOLI

CAGLIARI - BENEVENTO

GENOA - BOLOGNA

FIORENTINA - BOLOGNA

CROTONE - ROMA

JUVENTUS - SASSUOLO

GENOA - LAZIO

LAZIO - FIORENTINA

MILAN - TORINO

INTER - CROTONE

MILAN - JUVENTUS

PARMA - LAZIO

JUVENTUS - UDINESE

NAPOLI - SPEZIA

ROMA - INTER

PARMA - TORINO

SAMPDORIA - INTER

SPEZIA - SAMPDORIA

ROMA - SAMPDORIA

SASSUOLO - GENOA

UDINESE - NAPOLI

SPEZIA - HELLAS VERONA

TORINO - HELLAS VERONA

HELLAS VERONA - CROTONE

18ª Giornata 17 gen 2021 16 mag 2021 ATALANTA - GENOA BOLOGNA - HELLAS VERONA CAGLIARI - MILAN CROTONE - BENEVENTO INTER - JUVENTUS LAZIO - ROMA NAPOLI - FIORENTINA SAMPDORIA - UDINESE SASSUOLO - PARMA TORINO - SPEZIA

19ª Giornata 24 gen 2021 23 mag 2021 BENEVENTO - TORINO FIORENTINA - CROTONE GENOA - CAGLIARI JUVENTUS - BOLOGNA LAZIO - SASSUOLO MILAN - ATALANTA PARMA - SAMPDORIA ROMA - SPEZIA UDINESE - INTER HELLAS VERONA - NAPOLI


I O N A ED I T UN

PRATO

a u t a la ? d r a ! ! ! i a no

59100 PRATO Via Sabadell, 80/18 Tel. 0574 591315 r.a. Fax 0574 575737 mail: tipografia@baroniegori.it - www.baroniegori.it


Fiorentina -salernitana

STADIO ARTEMIO FRANCHI DI FIRENZE, 11.12.2021, ORE 15

CLASSIFICA Serie A

P

g

partite totali v n p

1

Milan

38 16 12

2

2

2

Inter

37 16 11

4

1

FIORENTINA 4-3-3

3

Napoli

36 16 11

3

2

1 Terracciano

4

Atalanta

34 16 10

4

2

5

Juventus

27 16

8

3

5

6

Fiorentina

27 16

9

0

7

29 Odriozola 4 Milenkovic 2 Quarta 3 Biraghi

7

Roma

25 16

8

1

7

8

Lazio

25 16

7

4

5

9

Bologna

24 16

7

3

6

10

Verona

23 16

6

5

5

11

Empoli

23 16

7

2

7

12

Sassuolo

20 16

5

5

6

13

Torino

19 16

5

4

7

14

Udinese

16 16

3

7

6

15

Sampdoria

15 16

4

3

9

16

Venezia

15 16

4

3

9

17

Spezia

12 16

3

3

10

18

Cagliari

10 16

1

7

8

19

Genoa

10 16

1

7

8

8

2

2

12

20 Salernitana

16

Classifica Marcatori NOME SQUADRA

RETI

RIGORI

Immobile Vlahovic Simeone Joao Pedro Zapata Dzeko Martinez

13 13 11 9 9 8 8

3 5

Lazio Fiorentina Verona Cagliari Atalanta Inter Inter

5 Bonaventura 18 Torreira 32 Duncan

probabili formazionI

| 15 | BS| 11 dicembre 2021

Gonzalez Vlahovic

Duncan Biraghi

Bonaventura Quarta

7 Callejon 9 Vlahovic 22 Gonzalez

Callejon

Torreira

Terracciano

Milenkovic Odriozola

Allenatore: italiano

A Disposizione: 25  Rosati, 69  Dragowski, 23  Venuti, 98  Igor, 18  Frison, 17  Terzic, 14 Maleh, 34  Amrabat, 24 Benassi, 91 Kokorin, 8 Saponara, 33 Sottil.

SALERNITANA 3-5-2 72 Belec 5 Veseli 23 Gyomber 26 Bogdan

24 Kechrida 18 L. Coulibaly 8 Schiavone 14 Di Tacchio 19 Ranieri 7 Ribery 25 Simy

Ribery

Simy

Ranieri

Kechrida Di Tacchio

Schiavone

L. Coulibaly Veseli

Gyomber Bogdan

Belec

Allenatore: Colantuono

3 3 3

A Disposizione: 1  Fiorillo, 96  Guerrieri, 4  Jaroszynski, 33  Delli Carri, 20  Kastanos, 28  Capezzi, 22  Obi, 11 Djuric, 9  Bonazzoli, 63  Vergani.


I numeri

BS| 11 dicembre 2021

| 16 |

• Ruben Lopes Pegna

S

ono passati 1.752 giorni da quando la Fiorentina ha giocato la sua ultima partita in Europa. Poco meno di cinque anni. Un'eternità. Era il 23 febbraio 2017 quando la squadra viola, guidata da Paulo Sousa, perse al Franchi 4-2 con il Borussia Moenchengladbach la gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Fu un'eliminazione bruciante, perché la Fiorentina aveva vinto la gara d'andata in Germania per 1-0 con un gol di Bernardeschi e a Firenze, fino a un minuto prima dell'intervallo, era in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Kalinic e Borja Valero. Al termine di quella stagione e nelle successive quattro la Fiorentina non si è più qualificata per l'Europa. Questo, però, potrebbe essere l'anno buono, viste le premesse, per tornare a giocare nelle competizioni Uefa.

1752 giorni... senza Europa Quasi cinque anni di assenza dal calcio che conta È la seconda serie negativa dopo il 1990-96 Dal ritorno in serie A i punti necessari per qualificarsi a una competizione continentale sono stati almeno 64

EGUAGLIATO UN RECORD Un'altra volta la Fiorentina era stata cinque anni senza disputare le coppe europee. Era successo nelle stagioni che vanno dal 2002/03 al 2006/07. Ma nelle prime due la squadra viola aveva giocato prima in serie C2 e poi in serie B. RECORD NEGATIVO È quello conseguito dalla Fiorentina nei primi anni novanta. Dal 1990/91 al 1995/96, per ben sei stagioni (le prime della gestione Cecchi Gori) , la squadra viola non ha partecipato a una competizione europea organizzata dall'Uefa. Mai nel corso della sua storia la Fiorentina era rimasta per un tempo così lungo assente dalle coppe europee. E ciò senza nulla togliere al torneo Anglo-italiano, peraltro riservato alle formazioni di serie B, che la formazione viola ha disputato nella stagione 1993/94, quando ha giocato nel torneo cadetto. DAL RITORNO IN SERIE A 7 VOLTE IN EUROPA In realtà la Fiorentina si era qualificata sul campo in otto occasioni per partecipare alle coppe europee, le prime quattro delle quali con Cesare Prandelli in panchina. Ma nel 2005/06, dopo il quarto posto con 74 punti, fu penalizzata di 30 punti per la vicenda calciopoli e non giocò i preliminari di Champions League.

La Fiorentina che disputò l'ultima gara europea contro il Borussia Moenchengladbach

Nel 2006/07 si piazzò quinta con 58 punti e si qualificò per la Coppa Uefa (senza la penalizzazione di 15 punti sarebbe stata terza e avrebbe disputato i preliminari di Champions League). Nel 2007/08 e nel 2008/09 la Fiorentina si piazzò quarta rispettivamente con 66 e 68 punti e si qualificò per i preliminari di Champions League (da allora non ci è più riuscita). Nelle sue prime tre stagioni a Firenze Vincenzo Montella ha sempre portato la Fiorentina al quarto posto e, dunque, in Europa League (nel 2012/13 ai preliminari, poi, superati). Nel 2012/13 la squadra viola conquistò 70 punti, nel 2013/14 65 e nel 2014/15 64. L'ultimo allenatore ad aver portato la Fiorentina in Europa League è stato Paulo Sousa nel 2015/16. La formazione gigliata si piazzò quinta con 64 punti.

DUE SEMIFINALI EUROPEE Dal ritorno in serie A nel 2004/05, la Fiorentina in due occasioni ha disputato le semifinali. Nel 2007/08 fu eliminata dai Rangers di Glasgow ai rigori, dopo che sia l'incontro di andata in Scozia che quello di ritorno al Franchi erano terminati 0-0. Nel 2014/15 ad estromettere la squadra viola dalla finale fu il Siviglia, vittorioso all'andata in Spagna per 3-0 e nel ritorno a Firenze per 2-0. CONSIDERAZIONE FINALE La Fiorentina, dal ritorno in serie A, per andare in Europa ha conquistato almeno 64 punti. La Roma che nell'ultimo campionato si è classificata al settimo posto di punti ne ha ottenuti 62.


Il ritorno di Re Franck

Grandi partite, ma anche guai fisici E un addio velenoso nei confronti del club

Condizione fisica e infortuni permettendo, Ribery tornerà a calcare l’erba del Franchi La storia in viola non è andata come si sperava, ma il pubblico gigliato lo accoglierà calorosamente

Il personaggio

| 17 | BS| 11 dicembre 2021

• Tommaso Borghini

T

utto cominciò quella notte del 22 agosto 2019. Sulle note di “Survivor - Eye of the tiger” si accesero i riflettori del Franchi, tutti puntati su Franck Ribery in tenuta da gioco. Uno spettacolo pirotecnico ed esaltante per le migliaia di tifosi viola accorsi allo stadio solo per ammirare lui. L’asso francese che palleggiava tra le ovazioni in uno show in perfetto stile americano. Il secondo dopo la presentazione del presidente Rocco Commisso, di un paio di mesi prima. Momenti di grandi emozioni per l’arrivo a Firenze di un campionissimo, un po’ avanti con gli anni, ma che prometteva di dare spettacolo e col quale si pensava di poter competere per grandi traguardi. La realtà del campo, anche a causa di un grave infortunio alla caviglia e di altri acciacchi, purtroppo è stata un po’ differente. Ribery ha alternato prestazioni di grande classe a momenti di anonimato. Ha dato spettacolo su campi prestigiosi come San Siro e l’Olimpico di Roma, ma ha pure raccolto brutte figure, come l’espulsione a fine partita con la Lazio (con tanto di strattoni a un guardalinee) o il rosso sciagurato di Genova. In tutto le sue presenze sono state 50, i gol 5 e gli assist 10. Numeri non certo straordinari anche se il suo carisma, soprattutto quando la Fiorentina è stata invischiata nella lotta per non retrocedere, è stato prezioso per lo spogliatoio. Con i tifosi, in particolare con quelli della Fiesole che gli hanno pure dedicato un coro da brividi, il rapporto è stato molto buono. Con la società altrettanto, fino al momento della mancata convocazione per discutere l’allungamento del contratto. “Volevo continuare con la Fiorentina un altro anno, ma è andata diversamente - raccontò Ribery nel luglio scorso -. Diciamo che l’ultimo periodo è stato un po’ difficile. Io in questi due anni ho dato sempre il massimo. È stata dura perché nell'ultimo mese nessuno mi ha chiamato e questo vuol dire che mi hanno mancato un po’ di rispetto.

Franck Ribery in viola

Mi è sembrato che questi due anni in cui ho dato tutto non siano stati così riconosciuti". Sassolini schizzati fuori dalle sue nobili scarpe. Peccato, perché la storia poteva essere diversa e certamente migliore. Ma, se le sue condizioni fisiche glielo consentiranno, oggi Ribery sarà di nuovo sul prato del Franchi con la maglia della Salernitana. E, c’è da scommetterci, il popolo viola gli tributerà solo applausi. Sperando che il francese non cerchi vendetta in una città che, di sicuro, lo ha molto amato.


Buon compleanno a noi

BS| 11 dicembre 2021

| 18 |

94 anni da Brivido…

La nostra testata è nata nel lontano 8 dicembre 1927 e ha accompagnato la Fiorentina in tutta la sua storia La redazione di oggi è più forte e motivata che mai Nel ricordo di Beatrice, la nostra indimenticabile guida • tommaso borghini

N

ovantaquattro anni da Brivido. La nostra testata cominciò le sue pubblicazioni nel lontanissimo 8 dicembre 1927 e quindi ha appena festeggiato il compleanno. Un’età ormai “veneranda” , trascorsa tutta al fianco della Fiorentina, sorta appena un anno prima di noi. Eppure non ci sentiamo affatto vecchi, anzi la redazione di oggi, diretta dal direttore responsabile Mario Tenerani e dal direttore editoriale Luca Calamai è più vivace, motivata e attiva che mai, grazie al lavoro del caporedattore Tommaso Borghini e dei cronisti Giacomo Cialdi, Lucia Petraroli, Francesca Bandinelli, Ruben Lopes Pegna, Daniele Taiuti e Duccio Magnelli. Ma soprattutto grazie alla nostra indimenticabile editrice Beatrice Radulescu, prema-

turamente scomparsa il 29 ottobre scorso, dopo una fiera e lunga lotta contro un male incurabile. È principalmente suo il merito se oggi siamo quello che siamo ed è per lei, che ha cresciuto il Brivido come un secondo figlio per riportarlo gradualmente al suo massimo splendore, che continueremo a perseguire l’obiettivo di essere sempre all’altezza della nostra grande storia. Il Brivido Sportivo nacque come supplemento al settimanale Il Brivido, storica rivista fiorentina che si distingueva per le sue rubriche pungenti dai nomi caratteristici: “Punzecchiature”, “Brividi Regionali”, “Angoli Fiorentini” e “Telegrammi”. Sotto la gestione dello storico direttore Paolo Melani, diventò un punto di riferimento per i tifosi viola con i quali ha condiviso praticamente tutte le gioie

Tenti, Alessandro Fiesoli, Gabriella Lescai, Aldo Gaggini, Maurizio Naldini, Laura Alari, Franco Picchiotti e tanti altri. Dopo una lunga interruzione delle pubblicazioni, Sportmedia Group ha ripreso in mano la testata nei primi anni del nuovo millennio, rilanciandola e trasformandola in un free press di successo che oggi, grazie anche all’essenziale lavoro del settore commerciale e alla straordinaria energia che ci trasmettono le nostre nuove guide Alessandro e Marco, è sempre più ricco di contenuti viola e viene distribuito fuori dallo stadio Artemio Franchi prima delle partite della Fiorentina e nei vari punti-partner commerciali di Firenze e provincia. Come sempre e per sempre al fianco della Fiorentina.

e i dolori della storia gigliata. Il giornalista fiorentino doc (classe 1930, scomparso nel 2012) trasformò il Brivido in un settimanale di critica e attualità molto popolare in città. Melani, che era anche un grande tifoso della Fiorentina, è passato alla storia, tra le altre cose, per il semplice e geniale motto “Meglio secondi che ladri!” ideato nel maggio 1982, dopo il clamoroso scippo dello Scudetto da parte della Juventus nei confronti dei gigliati guidati da Giancarlo De Sisti. Nella nostra redazione sono cresciuti molti giornalisti sportivi fiorentini che si sono poi affermati nel panorama nazionale. Tra questi Luca Calamai, Mario Sconcerti, Manuela Righini, Massimo Sandrelli, Alberto Polverosi, Franco Ligas, Alessandro Bocci, Vittorio Betti, Carlo Pallavicino (oggi noto procuratore), Gianluca

TO I AU SSvostr TERA o servizio MA anni al oltre 50 da

Fondato

nel 1927

AUTO VENDITA ED USATE

NUOVE zeria - Servizio gomme zzeria - Carroz Autofficina mano compreso tappe a di corte sia Lavaggio - Vettu ra strad ale Socco rso

ia di fiduc

e osizion e A disptua salut re per lao benesse e il tu 12/r

Tel. 055

(Fi) 97 - Londa o@vodafone.it Via Roma ssi.aut - matera 8351642 aterassiauto.com www.m

RIA

2017

tut o i d a m i r p e z n e r i F IO 7 LUGL

cci, eschi Ferru (FI) Via C. Franc Coverciano602033 055 7217709 tel/fax izioni 348ster ia.it ufficio sped uaer bori eria. it info @lat aerb orist www.latu

NE

EDIZIO

DINA STRAOR

A PER RIP

RTIRE...

? IO

LO

TEL I PON

BEFANIDINI NAR ENRICO VIO BER E FUL

NELLO

I

BAGLIN

TOR E VIT RI MARIO CHI GO CEC

DREA E AN DIEGOLA VALLE DEL

RANIER

URGHI

P ITALIA S

USB chiavetta o DVD o con rilasci o rifiuti solidi spezioni ent e • Videoi ianto • Smaltim biologich Am hi.it i e fosse • Smaltimento urg ner sp zi lia poz ita oni • Pulizia ura tubazi 35 - info@ • Stasat 5-23226

FIRENZE

se, 247/R

- Via Sene

- Tel. 05


Festeggia con noi! e il tuo Natale sara' ancora piu Buono!

• Via Di Villamagna, 77 Firenze • Tel. 055 653 1576 Dal Lunedi alla Domenica ORE 19/24 La Domenica aperti a pranzo ORE 12/15 DURANTE LE FESTE E IL GIORNO DI NATALE SAREMO APERTI ANCHE A PRANZO CONSEGNE A DOMICILIO GRATUITE

www.lanavesullarno.it

seguici su


Buone Feste e For


rza Viola Sempre! Ƌ ċƋĀă ƋĨ Ƌij ĴƋ

!(ĊƋþăąÿƋăþþĂþĆĨƋāĂćĆĄÿþćĆć Email: info@eurospurghi.com


il Pungiglione

BS| 11 dicembre 2021

| 22 |

Tutto il divertimento deve ancora arrivare Alla faccia di chi sperava il contrario

Il curioso caso dell’era Commisso

Come un novello Benjamin Button, il presidente viola ringiovanisce e la sua passione aumenta a vista d'occhio La crescita del club è costante e sembra aprire la strada a un ritorno in Europa, costruito davvero su basi solide

• Luca Capanni

“M

olti ci hanno visto nascere… nessuno ci vedrà morire… Come il sole risorgiamo sempre”. La storia della Fiorentina possiamo raccontarla in tanti modi, ma quel meraviglioso striscione srotolato in Curva Fiesole qualche anno fa, sotto alla coreografia di un sole nascente, sembra perfetto. Sedici anni fa, per la precisione, dentro una stagione pazzesca che portò alla conquista sul campo del quarto posto. Sul campo, appunto, ma una mega-penalizzazione di 30 punti ci defenestrò dall’Europa ancora prima di assaporarla, a causa della tempesta Calciopoli. Su e giù, sempre così… L’anno successivo, tanto per non annoiarsi, super-handicap iniziale in classifica (-19) ma alla fine sesto posto (sarebbe stato il terzo, sul campo) ovvero Europa! Tutti (o quasi) ripresi e superati neanche fossimo Nigel Mansell quando dava la caccia a Senna partendo dal fondo della griglia. Risorgiamo sempre! Se ne faccia una ragione chi spera o ha sperato il contrario. E la nuova alba, incastonata nell’era Commisso, fa venire in mente “il curioso caso di Benjamin Button”. Chi ricorda il film con Brad Pitt (o il racconto di Fitzgerald da cui è stato tratto)? Benjamin nasce vecchio (anche esteticamente), razionale, flemmatico, lungimirante. Poi col passare degli anni ringiovanisce e diventa sempre più frizzante e scatenato. L’era Commisso è nata un po’ così: non ha visto l’Europa, e non è iniziata con acquisti altisonanti come magari succedeva

Rocco Commisso

in passato. È partita con l’inaugurazione di un moderno centro sportivo, tanto per dirne una, con un lavoro capillare e ragionato sul mercato, e con una dedizione allo sviluppo tecnico e atletico dei giocatori. Insomma, una roba da vecchi, rispetto al calare subito figurine dorate e glitterate sul tavolo per far sbavare di libidine i tifosi. Ma se fosse proprio questa la chiave giusta, soprattutto nel contesto attuale? I segnali incoraggianti ci sono: li troviamo riflessi nella forte crescita di diversi giocatori, nonché nella crescita dei risultati (derby dell’Appennino preso e portato a casa e classifica molto appetitosa, con adesso due gare consecutive al Franchi). E anche la passione del nostro Benjamin Button originario di

Gioiosa Ionica appare in costante crescita (pur non essendo mai mancata), come se Firenze gli stesse entrando dentro sempre di più (ma c’è da stupirsi?). Quella Firenze che ha voglia di tornare a scatenarsi in sfide e festose trasferte europee. Un obiettivo durissimo, conteso da più squadre, ma visibile e perseguibile. Meglio esser nati vecchi, allora, costruendo basi solide su cui poi ringiovanire. E se vale la regola di Benjamin Button… tutto il divertimento deve ancora arrivare! Alla faccia di quelli che, tante volte nella storia, hanno sperato di vederci tramontare.


PROSSIMA REALIZZAZIONE APPARTAMENTI DI NUOVA COSTRUZIONE CON BOX AUTO

COOPER

BAGNO A RIPOLI

FIRENZE VIA CANOVA

CALDINE VIA FAENTINA

COOPER

BAGNO A RIPOLI

Via Brigate Partigiane, 19 • Bagno a Ripoli (FI) PER INFO 0556560386

www.cooperbagnoaripoli.com



Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.