Page 1

La Riforma della PA ha imposto nuove regole e nuovi parametri d’efficienza, impossibili da raggiungere senza partner affidabili e innovativi.

02 AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE 2009 I.P.

saga

newsletter NOTIZIE, PRODOTTI E SOLUZIONI

Via libera alla semplificazione, al contenimento dei costi ed al miglioramento dei servizi. Con le nuove norme introdotte dalla Legge 69 del 18/06/09 la digitalizzazione dell’Ente è ora imprescindibile. La Legge 69 del 18 giugno 2009 ha introdotto alcune innovazioni in merito alla semplificazione delle procedure, al contenimento dei costi ed al miglioramento dei servizi e della comunicazione con i cittadini da parte della P.A. POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Tra le principali caratteristiche la nuova legge ha introdotto la diffusione di buone prassi per l’erogazione dei servizi al pubblico, la diffusione della posta elettronica certificata ai cittadini per mezzo delle pubbliche amministrazioni e la garanzia di tempi di risposta alle domande pervenute dai cittadini attraverso la PEC ed il web. La Posta elettronica certificata è equiparata – all’articolo 35 – ad analoghi sistemi internazionali che garantiscano la certificazione della data e dell’ora di invio e della ricezione delle comunicazioni. Viene quindi eliminata la previsione contenuta nell’articolo 16/bis della legge 2 del 28 gennaio 2009 che indicava la Posta Elettronica Certificata (PEC) quale unico sistema digitale certificato per le comunicazioni tra Ente e cittadini/dipendenti. Ulteriore ed immediata introduzione presso gli Enti sarà il sistema di comunicazione VOIP e l’accesso al Sistema Pubblico di Connettività (SPC). PROCESSI AUTOMATIZZATI La legge, parte del documento per lo sviluppo economico, ha inoltre fissato all’articolo 34 come scadenza ultima per l’adozione di servizi informatici per le relazioni tra PA e utenti, il 31 dicembre di quest’anno. Entro questa data tutte le Amministrazioni che già dispongono di un proprio sito web istituzionale dovranno pubblicarvi

|

il registro dei processi automatizzati rivolti al pubblico, con strumenti di verifica a distanza da parte del cittadino. Questo permetterà il monitoraggio dell’avanzamento delle pratiche. PUBBLICAZIONE ATTI Al giorno 1° gennaio 2010 lo Stato demanda la completa eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea. Dal primo giorno dell’anno venturo l’obbligo di pubblicazione di atti e provvedimenti avente effetto di pubblicità legale si riterrà assolto con la pubblicazione nei siti web delle Amministrazioni e degli Enti obbligati. Perde quindi di validità la pubblicazione cartacea. Per quanto riguarda Atti e Provvedimenti concernenti procedure e provvedimenti ad evidenza pubblica, agli obblighi previsti dalla legislazione vigente si affianca quello di pubblicazione sui siti web istituzionali delle singole Amministrazioni. Sempre dal primo gennaio, il CNIPA realizzerà un portale di accesso alle pubblicazioni degli atti delle diverse amministrazioni. CIE - CNS Ulteriore scadenza, fissata al 31 dicembre 2010 è quella relativa all’eliminazione dell’incompatibilità fra la Carta d’identità elettronica (CIE) e Carta nazionale dei servizi (CNS) o altre carte ad essa conformi, ora permettendo di fatto il contestuale rilascio della CNS anche ai titolari di CIE. PUBBLICITA’ LEGALE Per il 1° gennaio 2013 il comma 5 dell’Art. 32 stabilisce che la pubblicazione sulla stampa quotidiana di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o i bilanci, diventa facoltativa. L’unica

|

pubblicazione avente effetto di pubblicità legale sarà quella effettuata sui siti Internet della Amministrazioni. ACQUISTI BENI E SERVIZI Le pubbliche amministrazioni con l’introduzione delle buone prassi, dovranno inoltre provvedere a pubblicare sul proprio sito, con cadenza annuale a decorrere dal 1° gennaio 2009 un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture (“indicatore di tempestività dei pagamenti”).

l’editoriale

Audaces Fortuna Juvat Viviamo tempi difficili come la crisi globale, i subprime e le exit strategy e come i latini erano usi dire: viviamo tristi tempi – mala tempora currunt. Avremmo potuto attendere tempi migliori, avremmo potuto non fare, aspettare, guardare e non agire, non investire; ma non è nel nostro DNA. Gli altri forse; noi no! Noi siamo per il fare e con le braccia incrociate non ci sappiamo stare. Alea jacta est - il dado è tratto- e abbiamo così agito, investito nell’evoluzione del patrimonio software. Utilizzato tutte le nostre migliori risorse professionali e creato il nuovo, il futuro, il meglio da rendere disponibile ai nostri clienti. Audaci, appunto! Sicr@Web, la piattaforma software applicativa integrata e open di Saga, è oggi disponibile per tutti i nostri clienti in tutti i suoi moduli funzionali. Noi l’abbiamo fatto e riteniamo di poter oggi offrire, primi fra tutti i fornitori, una grande soluzione. Abbiamo portato Sicr@Web lungo tutto il Paese. Negli ultimi 24 mesi l’abbiamo presentato ad oltre 1000 Amministrazioni; 100.000 Km. percorsi incontrando gran-

|

In questo numero La digitalizzazione del Comune di Darfo Boario Terme 700 milioni di euro per l’innovazione delle PMI Soluzioni Open per il Comune di Lucca Il nuovo Pacchetto Sicurezza, un evento dedicato per spiegarne i risvolti pratici negli Enti locali 29° Convegno Nazionale ANUSCA, noi ci saremo e tu?

|

|

|

fotografia caramdesig

NUMERO


l’editoriale di Amministrazioni del nord, grandi città del sud e tanti piccoli e medi Comuni della provincia italiana.

CASI DI SUCCESSO Forte della spinta data dal nuovo piano e-Gov 2012 il nostro Paese sta oggi affrontando uno dei più importanti passi verso la raccolta, la produzione lo scambio e la condivisione del documento digitale all’interno della Pubblica Amministrazione. A questo proposito il tema della dematerializzazione della documentazione prodotta nell’ambito della Pubblica Amministrazione locale, rappresenta attualmente uno degli elementi di rilievo all’interno dei processi di riforma della gestione dell’attività amministrativa in ambiente digitale e costituisce una delle linee di azione maggiormente significative ai fini della riduzione della spesa pubblica. I termini di economicità possono essere quantificati come diretti nel risparmio di carta e spazi occupati dagli archivi ed indiretti come tempistiche ed efficienza nella risposta al cittadino, senza ombra

Le migliori testimonianze che abbiamo raccolto dai clienti storici, da clienti nuovi o da specialisti del settore sono state di: “un demografico estremamente completo” e “una gestione dei tributi estremamente efficace”. E i primi risultati, con un po di fortuna, sono arrivati, come i casi di successo descritti in questa newsletter. La fortuna, appunto!

E con un po di fortuna tutti noi ce la faremo a lasciarci alle spalle questi tempi difficili. Ad majora, Sicr@Web. Ad majora, caro lettore. Ing. Renato Trapattoni Direttore Generale Saga S.p.A.

La digitalizzazione degli archivi anagrafici del Comune di Darfo Boario Terme. di dubbio la sola gestione elettronica del 10% dei documenti della PA ci consentirebbe un risparmio di 3 miliardi di euro solo dal punto di vista economico. L’immaginazione ci porta quindi dagli scaffali metallici e polversi, grandi quanto una stanza, a piccoli dischi rigidi grandi quanto un mattone, migliaia di informazioni accessibili, consultabili ed archiviabili in pochissimo spazio e di facile consultazione.

Grazie alla dematerializzazione, all’anagrafe del Comune di Darfo Boario Terme (BS) è in corso una vera e propria rivoluzione: l’intero archivio storico, che raccoglie documenti sin dalla fine dell’800 in armadi o in archivi rotanti, è stato riversato all’interno del sistema gestionale Sicr@ Web demografico. Il progetto di dematerializzazione intrapreso dall’amministrazione del comune Bresciano, ha visto la digitalizzazione di qualcosa come

oltre 80 mila documenti, con la relativa indicizzazione di 124 mila posizioni anagrafiche. L’obiettivo del progetto, intrapreso oltre un anno fa in partnership con Saga, e che ha impegnato il Comune per oltre un anno, era quello di rendere consultabili a video le immagini elettroniche delle schede degli archivi anagrafici (AP5 – AP6). La soluzione messa in campo ha previsto la costituzione della banca dati delle immagini fotografiche, a colori ottenute per scansione. Grazie all’acquisizione dell’archivio anagrafico secondo le norme di legge, le immagini digitalizzate sono state abbinate ad un indice alfanumerico che, organizzato su uno o più indici di classificazione, ha reso e rende più agevole ed immediata la consultazione delle informazioni. Così come ci ricorda il responsabile dell’ufficio demogra-


fico del Comune, Giuseppe Saviori: “i tempi di consultazione grazie alla dematerializzazione vengono abbattuti almeno del 50%, possiamo ridurre l’attesa del cittadino di molti giorni in caso si debbano incrociare dati storici per fornire documenti come lo Stato di Famiglia storico, ad esempio.” “Ora l’impiegato non deve più materialmente addentrarsi tra polverosi libroni cartacei, ma semplicemente a video può consultare i dati necessari per l’espletamento della pratica, tutto questo apportando benefici sia al lavoro quotidiano che al

servizio offerto al cittadino, all’impresa o al professionista che necessità più che mai risposte immediate dalla PA. Grazie alla tecnologia impiegata abbiamo avuto la possibilità di integrare il vecchio dato all’interno degli attuali strumenti digitali.” – ha poi sottolineato Daniele Toccacieli, Assessore con responsabilità al CED. L’attività di dematerializzazione dell’archivio anagrafico ha permesso quindi che le immagini e gli indici venissero integrati in forma nativa in tutte le applicazioni dell’anagrafe.

Ciascun documento acquisito è quindi a disposizione dell’operatore in modalità multi pagina sul proprio terminale, per essere ingrandito, esportato e stampato all’occorrenza. Grazie alla dematerializzazione ad esempio il solo inserimento di nome, cognome e data di nascita, permette con un click del mouse di avviare una ricerca in archivi di oltre 100 anni restituendo tutta la documentazione relativa al soggetto cercato. Per l’anagrafe di Darfo Boario Terme il 2009 sarà poi l’anno del completo passaggio al

digitale che dopo anni e anni di documentazione cartacea, grazie al Ministero dell’Interno avrà la possibilità di aggiornare gli archivi solo su supporto informatico, dismettendo la tradizionale registrazione cartacea. Per gli scaffali che occupavano le stanze del Comune con la loro ingombrante mole, è giunta l’ora di andare in pensione. Darfo Boario Terme ha intrapreso il cammino verso una totale evoluzione digitale della propria amministrazione locale.

700 milioni per muovere il mercato delle PMI Boccata d’ossigeno per gli investimenti innovativi delle piccole e medie imprese. Quasi 700 milioni di euro potranno essere utilizzati, come prima dotazione, grazie ad uno specifico decreto firmato dal Ministero per lo Sviluppo Economico. In particolare, si tratta di uno specifico regime di aiuti, istituito

sulla base delle nuove regole comunitarie, che attingendo a diversi fondi e programmi prevede agevolazioni per investimenti produttivi nelle aree tecnologiche, individuate dai “Progetti di Innovazione Industriale”, per l’efficienza energetica, la mobilità sostenibile, le nuove tecnologie per il “made in Italy”, la vita e

quelle innovative per i beni e le attività culturali, lo sviluppo di piccole imprese di nuova costituzione; l’industrializzazione dei risultati delle attività di ricerca e sviluppo sperimentale e, infine, per la realizzazione di investimenti volti al risparmio energetico e alla riduzione degli impatti ambientali.

Le risorse dovrebbero consentire l’avvio di circa 300 nuovi progetti avanzati e, in media, si prevede che ciascuna iniziativa innescherà impieghi per 4-5 milioni di euro, di cui metà a carico delle casse pubbliche.

Web Services per le PMI

Web Services è la piattaforma totalmente web, fruibile anche in modalità ASP per la gestione completa delle commesse di servizi professionali, della gestione delle assistenze tecniche, di CRM, il tutto completamente integrato con i sistemi informativi aziendali.

CASI DI SUCCESSO

Soluzioni applicative web in ambienti Open. Sicr@Web Demografici per il Comune di Lucca.

Nel corso degli ultimi dieci anni il modo di operare degli Enti locali, regionali e statali è cambiato in modo radicale. Non solo vi è l’interesse a rendere le informazioni più accessibili ai cittadini attra-

verso applicazioni basate su web, ma vi è anche una sempre maggiore esigenza di interoperabilità tra le applicazioni che coinvolgono più dipartimenti e settori della pubblica amministrazione.

Con queste premesse la Città di Lucca si è incamminata verso una suite applicativa che gestisse appieno le proprie esigenze di sviluppo, risparmio e apertura del dato. L’Amministrazione

abbracciando appieno i vantaggi di soluzioni costruite su standard open, nel corso del 2008, a seguito di un processo di ricerca ed indagine di mercato, ha scelto di avvalersi della collaborazio-


ne di Saga per la migrazione dei propri software prima Demografici e poi Tributario verso soluzioni open. Sebbene la tecnologia open non rappresenti una novità per Lucca, sta rivestendo un ruolo sempre più importante nell’acquisizione della prossima generazione di applicazioni informatiche altamente scalabili. Generazione di soluzioni che ha cominciato a concretizzarsi con le soluzioni del Gruppo Saga interamente progettate, realizzate e gestite in modalità Web, che offrono tutt’oggi al Comune un’importante possibilità per avere maggiore interoperabilità grazie a standard aperti che facilitino la

condivisione di informazioni. Il tutto rendendo flessibili ed eliminando le dipendenze da particolari o specifiche piattaforme, offrendo una maggiore sicurezza ed affidabilità, nonché notevole risparmio. Sicr@Web, la suite applicativa adottata da Lucca è un sistema costruito in modo armonico, di facile manutenzione evolutiva, altamente integrato nelle sue componenti con i più rigorosi standard di sicurezza, nonché in grado di fornire tutti i servizi necessari per assicurarne la conduzione, la gestione e una ottimale operatività. La soluzione è completamente integrata tra tutti i suoi

moduli ed assicura un’ampia gestione del dato grazie al potente motore di workflow (sempre open) per l’iter di processo e gestione pratiche. La scelta di individuare, selezionando sul mercato, soluzioni applicative basate su piattaforme open è stata sostenuta dal Settore Sistemi Informativi del Comune di Lucca, il cui Responsabile, Riccardo Del Dotto, ha dichiarato: “la piattaforma offerta da Sicr@Web consente all’Ente di passare dal paradigma della funzionalità al paradigma del compito: è il sistema che guida l’utente e non l’utente che deve

districarsi nei meandri del sistema.” Sicr@Web in funzione di una gestione diversificata dei livelli di accesso all’informazione, offre agli operatori una visione ed un’operatività solamente sul “materiale” a loro destinato dal workflow, diversamente amministratori e manager possono guidare i processi ed accedere a tipologie ed al controllo di dati superiori. “ il sistema che abbiamo adottato offre la capacità nativa di poter erogare servizi a cittadini, imprese e professionisti in modalità web, direttamente dalla Suite.” sottolinea Del Dotto.

Recuperare l’evasione tributaria Una nuova risorsa per l’Ente, il servizio Oasi di Saga per il recupero dell’evasione

L’attività di recupero dell’evasione tributaria costituisce per le Amministrazioni Comunali un’opportunità per attuare una politica impositiva più equa e per recuperare risorse da utilizzare per i propri obiettivi di trasparenza e di gestione delle entrate, di equità fiscale per i contribuenti, di semplificazione delle procedure e di immagine della PA nei confronti della popolazione contribuente, così come di attualità tecnologica e dei dati. Una conoscenza ottimale della situazione contributiva del proprio territorio può avvenire attraverso l’utilizzo dei dati già presenti nelle banche dati del Comune, il dato deve essere solamente bonificato, ristrutturato, aggregato e confrontato con altri strumenti. La cartografia, la rilevazione delle reali cubature dei fabbricati ed il confronto con il dato tributario e catastale, grazie ad OASI (modulo di Sicr@Web), possono portare alla predisposizione di tutte le necessarie liste di verifica e controllo, producendo tutte le eventuali situazioni che origineranno avvisi di accertamento ICI o Tarsu.


CASI DI SUCCESSO La Suite Sicr@Web è in grado di scalare le proprie funzionalità e capacità in concomitanza con la crescita dei carichi di lavoro o delle dimensioni dell’Ente. Dal punto di vista tecnologico la piattaforma applicativa integrata è strutturata secondo il modello elaborativo three-tier orientato verso funzionalità transazionali in tempo reale in grado di offrire la massima apertura applicativa, il tutto basato su interfacce evolute (web services, xml, …), garantendo la piena accessibilità alle banche dati, alle procedure ed ai sotto sistemi integrati. SicraWeb ed i suoi moduli si

basano su Java, in particolare tutta la suite è realizzata secondo l’architettura Java 2 Platform Enterprise Edition (J2EE). Multipiattaforma su sistemi Linux, è in grado di supportare ben 22 motori DBMS

fra cui PostgreSQL, Sybase, MySQL, Oracle, SQLServer, ecc... Il Comune di Lucca ad esempio ha adottato, per il funzionamento di Sicr@web, la piattaforma Linux Slakware con DB PostgreSQL. I moduli applicativi di Sicr@ Web ad oggi fruibili presso la sede Comunale di Lucca, e da quelle periferiche in modalità web, sono quelli dedicati ai Demografici che oltre ad assolvere gli obblighi normativi della tenuta dei vari registri (stato civile, anagrafe, liste elettorali, DemoWeb, ecc…) e quello dei Tributi comunali (Tia, ICI, Pubblicità, Ruoli Generici, ecc…) supporta attivamente il lavoro degli operatori con l’automazione delle operazioni e con un flusso di comunicazioni che si propaga da un’area applicativa all’altra.

di controllo da parte dell’applicazione, che segnala, avverte e propone ma lascia sempre all’operatore la piena discrezionalità sulle decisioni. Cuore dell’area Demografica è l’Indice Generale dei Dati, alla quale attingono le interfacce applicative degli uffici collegati; grazie ad un principio di non duplicazione, il dato rispetta le differenze che possono esistere fra i vari archivi per effetto delle diverse sequenze operative o di aggiornamento in momenti temporali diversi. Queste sono solo alcune delle motivazioni che hanno spinto i Responsabili del Sistema informativo nella persona del Dr. Del Dotto, del Settore Demografico, la Dr.ssa Casali e del Dr. Turturici per il settore Tributario ad adottare soluzioni completamente sviluppate con sistemi open.

La filosofia alla base di queste procedure, è infatti quella di automatizzare al massimo le operazioni della gestione sulla quale si innesta un particolareggiato intervento

Innovativi progetti della nostra divisione PMI Sono entrate a far parte del nostro parco clienti due nuove grandi realtà aziendali Italiane. Nel primo caso si tratta di un prestigioso distributore di farmaci ed attrezzature veterinarie italiano, che ha deciso di adottare il nuovo ERP Dynamics NAV di Microsoft. L’azienda cliente, leader nel suo settore, è capillarmente diffusa sul territorio; grazie alla soluzione NAV ha integrato l’intero ciclo contabile e gestionale. Altro importante ingresso per Saga è una delle aziende regionali Lombarde, specializzata nel supporto delle PMI che ha adottato la soluzione gestionale Saga Enterprise Active per la propria gestione economica, finanziaria e progettuale.

Da Sicra al Web

I cimiteri non fanno più paura.

Per tutti i clienti, Saga agevola

Saga permette all’Ente di

il passaggio dalla versione

avere un unico strumento

client/server alla versione in

per la completa gestione

ambiente Web dei programmi

del cimitero, permettendovi

di gestione.

l’organizzazione e la riorganizzazione attraverso un prodotto web nativo appartenente alla potente suite Sicr@Web, funzionale

e completo per la gestione della cartografia cimiteriale integrata, delle componenti grafiche visuali e della parte legata all’amministrazione con la dematerializzazione della contrattualistica cartacea.

Pubblicazione di atti e provvedimenti avente effetto di pubblicità legale. In relazione a quanto stabilito dal nuovo impianto normativo previsto dall’Art. 32 Legge 69/2009 e relativo alla “Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea”, Saga rende disponibile ai propri Clienti, il nuovo prodotto software dedicato alla pubblicazione di pubblicità legale.


EVENTI

Il Pacchetto Sicurezza

Partecipa all’indagine sulla soddisfazione dei clienti, compilando un breve questionario ci aiuterai a migliorare il nostro servizio. www.saga.it/survey

Cos’è cambiato per l’ufficiale d’anagrafe e di stato civile con la Legge 94 del 15 luglio 2009

Qualità Totale Crediamo che la qualità sia un elemento decisivo per la competitività delle imprese.

Attraverso l’evento organizzato dal Comune di Darfo Boario Terme in collaborazione con Saga, verrà illustrato il cambiamento nel lavoro quotidiano degli operatori venerdì 16 ottobre 2009 dei servizi demografici, nel ore 14.30 presso il complesso districarsi delle nuove Centro Congressi di norme e la loro applicazione Boario Terme (Brescia) pratica all’interno dell’Ente. Per maggiori informazioni e per partecipare: www.darfoboarioterme.net

Abbiamo avviato un processo di rinnovamento in cui tutta la nostra impresa è coinvolta nel raggiungimento dell’obiettivo. Abbiamo pertanto introdotto molte novita’ nella nostra operativà quotidiana.

www.saga.it/qualita

Convegno Anusca 2009

16/20 Novembre 2009 PalaCongressi di Riccione. Stand 13. Vi aspettiamo all’interno del 29° convegno nazionale Anusca, per toccare con mano le nostre soluzioni. Per maggiori informazioni e per partecipare: www.saga.it/eventi

Saga Newsletter Numero 02 | 2009 Agosto Settembre Ottobre

Per maggiori informazioni Consultate il vostro referente commerciale Numero Unico

02/818801

Via S. Rita da Cascia, 33 20143 Milano Tel. 02/818801 Fax 02/89190238

Via Fossaceca 15 63017 Porto San Giorgio (AP) Tel. 0734/687911 Fax 0734/679327

Via del Commercio, 35 25034 Orzinuovi (Brescia) Tel. 030/9949011 Fax 030/941833

Via Zoe Fontana, 220 00131 Roma Tel. e Fax 06/4190959

Galleria Spagna, 35 35129 Padova Tel. 049/8704840 Fax 049/8705017

Via Leonardo da Vinci, 84 90143 Palermo Tel. 091/6865282 Fax 091/6834843

Via Bassa de Sassi, 1-2 40138 Bologna Tel. 188/98588 Fax 188/98589

Via Quieta, 69 95100 Catania Tel. 091/6865282 Fax 091/6834843

L’influenza A é una normale influenza,

con queste 5 regole si combatte meglio

1 2

3 4 5

Per approfondimenti e suggerimenti newsletter@saga.it

lavati con cura e spesso le mani con acqua e sapone copri il naso e la bocca con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci e gettalo subito nella spazzatura se hai dimenticato di lavarti le mani non toccarti occhi, naso o bocca: il virus dell’influenza si trasmette cosi ricordati di aprire sempre le finestre per cambiare l’aria se hai febbre, raffreddore, difficoltà respiratoria, tosse e mal di testa resta a casa e chiama il medico di famiglia

per ulteriori informazioni www.ministerosalute.it oppure chiama

É

e per finire... Realizzato dall’Ufficio Comunicazione e Marketing di Saga S.p.A. | Design ed Impaginazione a cura di Damiano Falchetti | DIPARTIMENTO PER L’INFORMAZIONE E L’EDITORIA

U N A I N I Z I A T I V A C O N G I U N T A

1500

Saga Newsletter Ottobre 2009  

Notizie, Prodotti e Soluzioni dal Gruppo Saga S.p.A.