Page 1

NUMERO

04 FEBBRAIO MARZO 2010 I.P.

www.saga.it/newsletter

saga

newsletter NOTIZIE, PRODOTTI E SOLUZIONI

Il primo polo informatico per la Pubblica Amministrazione. Saga entra a far parte del Gruppo Maggioli

L’editoriale con cui apro questo numero di marzo del nostro magazine può dirsi, per certi versi, un po speciale; sicuramente avrete avuto modo di leggere sulla stampa nazionale la novità che ha interessato la nostra società: l’ingresso del Gruppo Saga nel Gruppo Maggioli. Il Gruppo consolida così, complessivamente, la propria posizione di rilievo nel mercato della Pubblica Amministrazione Locale. La convergenza dei due Gruppi crea de facto il primo polo informatico Italiano rivolto al mercato della Pubblica Amministrazione. È il superamento storico di una eccessiva frammentazione, parcellizzazione e polverizzazione fatta di medi, piccoli o piccolissimi fornitori che hanno operato e caratterizzato gli ultimi 30 anni del contesto degli Enti Locali. È il segno di una maturità raggiunta da questo mercato e di una naturale tendenza alla stabilizzazione dell’intero settore. È anche segno di una evoluzione industriale del Paese Italia. Il passaggio di un’era; dall’era pionieristica dei tantissimi piccoli imprenditori o artigiani locali ad un sistema industriale con solide basi ingegneristiche di un polo Italiano dedicato alla PA. Appunto, il Polo Informatico del Gruppo Maggioli.

Il Gruppo Maggioli diventa così il principale sviluppatore di sistemi informativi applicativi in grado di coprire il più ampio ventaglio di servizi funzionali per la Pubblica Amministrazione con una gamma di tecnologie completa, collaudata e soprattutto innovativa. Come fornitore della PA, attraverso l’unione delle due realtà aziendali, il gruppo raggiunge quota 5.000 clienti pubblici. L’offerta rivolta al parco clienti ora spazia dall’informatica all’editoria, dalla formazione alla consulenza; in particolare la Pubblica Amministrazione potrà avvalersi delle soluzioni di e-government, dei sistemi di dematerializzazione, dei sistemi per il recupero dell’evasione tributaria, dei sistemi applicativi contabili, demografici dei tributi e del territorio, fino alle risorse umane, alla vigilanza, alle soluzioni per gli uffici tecnici, agli affari generali, alla sicurezza urbana, alla CIE. La capillare presenza di sedi, filiali, risorse tecnico professionali, centri di produzione del software, centri di assistenza ed una rete commerciale capillare delle due aziende in grado di coprire l’intero territorio nazionale, garantendo in questo modo presenza e qualità nei servizi offerti e sempre più un concetto di prossimità con il nostro cliente. Questo nuovo gruppo porterà all’intero

mercato vantaggi in termini di conoscenza, tecnologia, organizzazione, sinergie e crescita; i nostri clienti potranno trarre vantaggio dal più qualificato e competente partner di riferimento per gli Enti Locali. Un riferimento in grado di fornire consulenza e assistenza per traghettare l’attuale PA verso la futura Pubblica Amministrazione Digitale. Ed ora lascio spazio alle tante novità che questa newsletter ha da offrirvi, dalle elezioni regionali di marzo, al censimento ISTAT, fino ai primi eventi di questo 2010; si inizia a fine marzo con la PEC. Vi aspettiamo per incontrarvi nei prossimi eventi sul territorio. Ing. Renato Trapattoni Direttore Generale di Saga S.p.a.

IN QUESTO NUMERO di Damiano Falchetti - Comunicazione e Marketing Saga

SAGA NEL GRUPPO MAGGIOLI L’ingresso di Saga nel gruppo Maggioli. Accelera l’evoluzione della PA digitale italiana.

EOLO - CONSULTAZIONI ELETTORALI Per i Comuni è giunto il momento di gestire la tornata elettorale di Marzo.

EVENTI 2010 - PEC e FIRMA DIGITALE PEC, Firma digitale e Pubblicità legale: ecco gli eventi di inizio anno.

PRATO - SERVIZI DEMOGRAFICI Una soluzione gestionale unica per i servizi demografici di un’intera provincia italiana.

IL CENSIMENTO ISTAT 2010-2011 Il Censimento Generale si avvicina e con lui una serie di adempimenti per tutti i Comuni.

CAD Il nuovo Codice dell’Amministrazione digitale. Cosa cambia?


elezioni 2010 di tutti i dati attraverso internet con la conseguente riduzione dei costi di approccio a questa tecnologia, limitandoli ad un canone di utilizzo dimensionale. L’approccio ad EOLO è semplificato e permette al cittadino ed al politico l’accesso al servizio libero per la consultazione in tempo reale dei risultati elettorali o referendari. Altresì per gli operatori comunali, tramite l’utilizzo di specifiche modalità protette, permette l’accesso a tutte quelle funzioni conseguenti il caricamento dei dati dell’elezione: Sezioni, Circoscrizioni, Liste, Votanti, Candidati, Affluenze, Apparentamenti, Ecc… Il 28-29 Marzo saranno chiamati al voto milioni di italiani per rinnovare i consigli regionali di 13 regioni di cui 11 governate dal centro sinistra e 2 dal centro destra. Anche per questa tornata elettorale, EOLO sarà al fianco dell’Ente per supportarlo nella gestione delle consultazioni. La possibilità di gestire direttamente online su Internet gli eventi elettorali, per le Amministrazioni Pubbliche si chiama Eolo. Elezioni OnLine rappresenta l’innovativo approccio a tutte le funzioni dedicate agli operatori comunali finalizzate alla gestione dei risultati elettorali o di referendum, compresa la loro consultazione in rete. Il servizio erogato in modalità ASP e quindi senza la necessità di acquisto o installazione di infrastrutture dedicate, permette l’inserimento, la gestione, l’elaborazione e la pubblicazione

I dati inseriti ed elaborati dal sistema permettono in primo luogo, una rendicontazione “legale” per la trasmissione dei dati alle Prefetture, e successivamente la rappresentazione dello svolgimento della consultazione tramite grafici, tabelle e dati che a rotazione mostreranno: affluenze, risultati per sezioni, totali e vincitori. Eolo permette la gestione delle consultazioni popolari, come: Politiche, Regionali, Provinciali, Circoscrizionali, Amministrative, Europee e Referendum. Eolo è visitabile al sito www.comuneamico.net Per maggiori informazioni o contattando il vostro referente commerciale Saga.

censimento generale ISTAT 2011 In previsione del prossimo Censimento Generale ISTAT della Popolazione e delle Abitazioni, previsto nel 2011, i Comuni dovranno attuare una serie di attività pre-censuarie. Tra queste attività, oltre all’aggiornamento delle basi territoriali, la costituzione delle aree di censimento, la rilevazione pilota e la costituzione dell’Ufficio di Censimento Comunale (UCC), si dovrà procedere alla verifica dello stato di fatto della Toponomastica e, dove necessario, alla predisposizione della “Revisione e Rifacimento della Numerazione Civica e della Toponomastica comunale”. Attraverso la revisione ed il rifacimento della numerazione civica e della toponomastica comunale è possibile aggregare ed elaborare i dati in modo da fornire agli Uffici comunali le informazioni necessarie alle loro attività istituzionali. L’attività si concretizza nella realizzazione di una banca dati territoriale dove la numerazione civica diventa l’elemento cardine attorno al quale ruotano tutte le banche dati dell’ente, quali: l’anagrafe demografica, tributi e relativi contribuenti, il commercio, l’edilizia privata, ecc...

La soluzione Saga Un servizio innovativo ed efficace che assolve ogni esigenza dell’Ente. Il servizio di Revisione e Rifacimento della Numerazione Civica e della Toponomastica comunale viene infatti svolto mediante il censimento a tappeto del territorio comunale, finalizzato al rilievo e alla georeferenziazione di tutti gli accessi esistenti, attraverso l’utilizzo di strumenti ad alto contenuto tecnologico. Il servizio prevede una serie di fasi modulari che consentono il monitoraggio delle attività in corso, permettendo l’attivazione progressiva dei moduli senza la necessaria ultimazione della fase precedente e ottenendo una significativa ottimizzazione dei tempi e dei relativi costi. Riferimenti normativi: Legge 24 dicembre 1954, n. 1228 (legge anagrafica) artt. 9 e 10; D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223 (regolamento anagrafico) artt. 38-45; Circolare ISTAT “Metodi e norme” serie B n. 29 del 1992

Per maggiori informazioni ufficio.marketing@saga.it o contattando il vostro referente commerciale Saga.


Prof. Gianni Penzo Doria

PEC & Firma Digitale In Italia a che punto siamo con l’adozione e la diffusione della Posta Elettronica Certificata.

Estratto da www.filodiritto.com:

Con il DPR 11 febbraio 2005, n. 68, è stata introdotta nel nostro ordinamento la posta elettronica certificata (PEC). Nelle corrette intenzioni del legislatore, avrebbe dovuto trattarsi di uno strumento indispensabile per l’informatizzazione della PA, destinato ad affiancare il documento informatico e la firma digitale, ma senza sostituirli. A colpi di slogan e con fughe in avanti hanno prodotto talvolta incertezza giuridica. Da ultimo con CEC-PAC si sta in questi giorni tentando la strada di far passare il concetto che il testo contenuto

in una PEC sia equiparabile a un documento sottoscritto digitalmente.

Per fare un po di chiarezza e capire di più, Saga organizza degli eventi tematici formativi a supporto dei propri Comuni. Tutte le informazioni sugli eventi qui a lato.

EVENTI 2010 PEC, CEC-PAC, Firma digitale e tanta confusione in merito. La Posta Elettronica Certificata, un obbligo per le Pubbliche Amministrazioni, per gli ordini professionali e per le aziende, ma anche un’opportunità per il cittadino comune. Ma quello che oggi la PAL ed il cittadino hanno a disposizione è realmente in linea con con il Codice dell’amministrazione digitale, con i vari decreti attuativi e con le loro relative modifiche dal 2005 ad oggi? Il documento elettronico trasmesso con la PEC ha valore legale perchè si usa la certificazione della casella postale oppure serve una Firma Digitale che lo autentichi? Una serie di eventi curati dal Prof. Penzo Doria dell’Università di Padova per fare il punto sulla situazione, sulla normativa e sulle reali potenzialità della PEC e della Firma Digitale. A breve verranno comunicate le date degli eventi che si terranno nelle città di: Bergamo, Brescia, Lucca e Milano. Su www.saga.it/eventipec è possibile effettuare la pre-registrazione per la sede prescelta. In funzione delle adesioni e preiscrizioni, verranno definite date e località finali degli eventi.

Pubblicità Legale Online. La scadenza all’1/1/2011 In relazione a quanto previsto dal nuovo impianto normativo dall’Art. 32 Legge 69/2009 e relativo alla “Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea”, Saga ha reso disponibile ai propri clienti, il nuovo prodotto software dedicato alla pubblicazione della pubblicità legale online.

Gli Enti quindi già ora sono obbligati a pubblicare online, ma per avere valore legale le pubblicazioni dovranno ancora essere affisse all’albo pretorio o pubblicate sulla stampa.

L’Art. 2 comma 5 della legge 26 febbraio 2010, n. 25 (legge di conversione del D.L. 94 30/12/2009 “mille proroghe”) ha prorogato al 1° gennaio 2011 gli adempimenti connessi all’albo ufficiale online. Il legislatore ha differito quindi l’applicazione definitva della norma prevedendo un arco temporale di 12 mesi in cui: il cartaceo continuerà ad avere, fino ad allora, piena efficacia e contemporaneamente la validità digitale. Si tratta, dunque, di un doppio binario indispensabile per governare l’ibridismo tra cartaceo e digitale in una delicata fase di transizione. Nel dettaglio, però, è stata differita soltanto l’efficacia, visto che il legislatore ha prorogato esclusivamente gli effetti novellati nel comma 5 dell’art. 32 della L. 69/2009. Ciò significa che l’efficacia della pubblicità legale sarà garantita ancora dalla pubblicazione cartacea, ma permane comunque l’obbligo della pubblicazione on line, così come previsto dal comma 1 dello stesso articolo di Legge.

Su questo tema Saga seguirà con particolare attenzione l’evoluzione normativa in materia.

Per una versione demo della nostra soluzione potete digitare: www.saga.it/pal/pubblicita-legale-online


A Prato la vera evoluzione per tutti i Comuni. Prima realtà territoriale in Italia con una soluzione gestionale unica dei servizi demografici per tutti i Comuni della provincia di Prato. Un ulteriore passo nel cammino dell’evoluzione digitale della Pubblica Amministrazione. È successo poche volte nella storia della Pubblica Amministrazione italiana che si raggiungesse una sinergia di così forte valore. Parliamo dell’adozione di un’unica soluzione per la gestione dei servizi demografici da parte di tutti i Comuni di una provincia; quella di Prato. Nel corso del 2009 nel territorio settentrionale della Toscana, tutti i Comuni della Provincia di Prato - Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano e Vernio - hanno deciso di migrare da differenti soluzioni informatiche (uniformandosi al sistema di Servizi Demografici adottato dal Capoluogo di provincia) ed evolvere al più evoluto sistema di back office completamente web nativo, integrato con i servizi di frontoffice verso i cittadini: Sicr@Web di Saga. Nell’ottica di un’efficace interoperabilità, l’adozione di questa collaborazione porterà al territorio benefici sicuri, non solo in termini economici ma anche e soprattutto di risparmio di tempo per operatori e cittadini. Se da un lato il rivoluzionario applicativo per i servizi demografici ha dalla sua parte - prima

in Italia - l’evoluzione tecnologica di una soluzione web nativa ASP in architettura multilivello Tree-Tier con tecnologie Open (J2EE) spinta da un potente motore di workflow, pluricertificata a livello nazionale e regionale, dall’altro Sicr@Web porta al territorio di Prato i benefici di un’integrazione di procedure operative, scambio di dati e facilità di utilizzo che difficilmente si sono potuti riscontrare nell’ambito della PA. Completamente nuova la facilità di dialogo via Internet che da quest’anno avranno le singole Amministrazioni tra di loro, con gli Enti superiori e con gli Enti di governo del territorio (Provincia e Prefettura), mediante l’utilizzo del modulo di Sicr@Web, AOL Anagrafe Online. Banalmente, una singola analisi di dati, unastatistica o un report di governo ora potranno essere inviati ed elaborati con un semplice click sul web. Questo è il risultato di una rivoluzione tecnologica che sta facendo evolvere la Pubblica Amministrazione dove i Comuni Pratesi e Saga ne sono i principali artefici.


Il nuovo codice dell’amministrazione digitale: CAD. Il nuovo CAD segna il passaggio dall’amministrazione novecentesca all’amministrazione del XXI secolo, attuando i criteri della Legge 69/2009. Venerdì 19 febbraio 2010 il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), proposto dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta. Questo decreto legislativo segna il passaggio dall’amministrazione novecentesca (fatta di carta e timbri) all’amministrazione del XXI secolo (digitalizzata e sburocratizzata) e fornisce una puntuale attuazione dei criteri di delega contenuti nell’articolo 33 della legge n. 69 del 2009. Dopo la Riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione (decreto legislativo n. 150/2009), l’approvazione del nuovo CAD (il vecchio Codice fu pubblicato cinque anni fa con decreto legislativo n. 82 del 2005) va a costituire così il secondo pilastro su cui poggia il disegno di modernizzazione e digitalizzazione della PA definito nel Piano industriale presentato nel maggio 2008. Questa riforma, resasi necessaria per effetto della rapida evoluzione delle tecnologie informatiche, risponde in maniera puntuale alla necessità di mettere a disposizione delle amministrazioni e dei pubblici dipendenti strumenti (soprattutto digitali) in grado di incrementare l’efficienza e l’efficacia dell’intero sistema pubblico. I cittadini e le imprese richiedono infatti mezzi più snelli, rapidi e meno costosi per comunicare con le pubbliche amministrazioni. L’obiettivo è quindi quello di evitare che strutture obsolete e procedure interminabili continuino a gravare il sistema Italia di costi e di adempimenti tali da scoraggiare l’afflusso di capitali internazionali a vantaggio di Paesi, anche emergenti, che hanno più decisamente imboccato la strada della modernizzazione e della semplificazione amministrativa.

Principali Novità Il nuovo CAD riorganizzerà le pubbliche amministrazioni attraverso l’istituzione di un ufficio unico responsabile delle attività ICT, la

razionalizzazione organizzativa e informatica dei procedimenti, l’introduzione del protocollo informatico e del fascicolo elettronico. Semplificherà i rapporti con i cittadini e con le imprese attraverso l’introduzione di forme di pagamenti informatici, lo scambio di dati tra imprese e PA, la diffusione e l’uso della PEC, l’accesso ai servizi in rete, l’utilizzo della firma digitale, la dematerializzazione dei documenti e l’arricchimento dei contenuti dei siti istituzionali in termini di trasparenza. Sul fronte della sicurezza e dello scambio dei dati dovranno essere predisposti, in caso di eventi disastrosi, piani di emergenza per garantire la continuità operativa nella fornitura di servizi e lo scambio di dati tra PA e cittadini. Il nuovo Codice dell’amministrazione digitale rende così possibile la modernizzazione della Pubblica Amministrazione con la diffusione di soluzioni tecnologiche e organizzative che consentono un forte recupero di produttività. Tra questi: • riduzione dei tempi fino all’80% per le pratiche amministrative; • riduzioni dei costi della giustizia (nei sei mesi di sperimentazione delle notifiche telematiche relative al processo civile presso il Tribunale di Milano sono state effettuate 100.000 notifiche telematiche per un risparmio di circa 1 milione di euro); • riduzione di circa 1 milione di pagine l’anno per l’effetto dell’avvio della dematerializzazione, con l’obiettivo al 2012 di ridurre di 3 milioni le pagine; • risparmio del 90% dei costi di carta e del relativo impatto ecologico (uso e smaltimento) per circa 6 milioni di euro l’anno (solo acquisto senza smaltimento); • utilizzo diffuso della Posta Elettronica Certificata (PEC), che produrrà un risparmio a regime di 200 milioni di euro per la riduzione delle raccomandate della


Pubblica Amministrazione ai cittadini, senza contare la riduzione dei tempi e degli spazi di archiviazione.

Una volta completato l’iter di approvazione, il decreto legislativo avvierà un processo che consentirà di avere entro i prossimi 3 anni (in coerenza quindi con il Piano e-Gov 2012) un’amministrazione nuova, digitale e sburocratizzata: •

Entro 3 mesi le pubbliche amministrazioni utilizzeranno soltanto la Posta elettronica certificata (PEC) per tutte le comunicazioni che richiedono una ricevuta di consegna ai soggetti che hanno preventivamente dichiarato il proprio indirizzo; Entro 4 mesi le amministrazioni individueranno un unico ufficio responsabile dell’attività ICT; Entro 6 mesi le pubbliche amministrazioni centrali pubblicheranno i bandi di concorso sui propri siti istituzionali;

Entro 12 mesi saranno emanate le regole tecniche che consentiranno di dare piena validità alle copie cartacee e soprattutto a quelle digitali dei documenti informatici, dando così piena effettività al processo di dematerializzazione dei documenti della PA. Le pubbliche amministrazioni non potranno richiedere l’uso di moduli e formulari che non siano stati pubblicati sui propri siti istituzionali. Il cittadino fornirà una sola volta i propri dati alla Pubblica Amministrazione: sarà onere delle amministrazioni in possesso di tali dati assicurare, tramite convenzioni, l’accessibilità delle informazioni alle altre amministrazioni richiedenti; Entro 15 mesi le pubbliche amministrazioni predisporranno appositi piani di emergenza idonei ad assicurare, in caso di eventi disastrosi, la continuità delle operazioni indispensabili a fornire servizi e il ritorno alla normale operatività.

Aurora Boreale su Cortina di Giuseppe Menardi

Partecipa all’indagine sulla soddisfazione dei clienti, compilando un breve questionario ci aiuterai a migliorare il nostro servizio. Nelle prossime settimane riceverai una e-mail con l’indirizzo per la compilazione della survey.

AURORA Uno standard per l’archiviazione e l’anagrafica nel protocollo informatico. Il modo di descrivere le anagrafiche dei corrispondenti (mittenti e destinatari) o di redigere gli oggetti nel registro di protocollo informatico e di usare le rispettive abbreviazioni rappresentano, nella maggioranza delle amministrazioni pubbliche, un fatto personale, privo di regole e di metodo. Eppure, non c’è nulla di peggio del ritenere che un documento non sia mai pervenuto soltanto perché lo si cerca con parole non ricomprese nell’oggetto o nel campo mittente. Aurora (acronimo di “Amministrazioni Unite per la Redazione degli Oggetti e la Registrazione delle Anagrafiche nel protocollo informatico”), realizzato in collaborazione con la Direzione Generale per gli archivi (Servizio III, poi II) e l’ANAI Nazionale, mira a dettare alcune regole redazionali e descrittive, in modo da normalizzare le registrazioni del corrispondente e dell’oggetto nel protocollo. Il lavoro è stato ultimato a fine 2009 ed è stato pubblicato un volume, scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale, assieme a molti materiali didattici (www.unipd.it/archivio/progetti/aurora). Di recente, il Ministero ha approvato il progetto diramando una circolare per la sua diffusione a tutte le Soprintendenze archivistiche e a tutti gli Archivi di Stato (www.unipd.it/archivio/progetti/aurora/approvazioni/MiBAC%20circ_004_2010.pdf).


La soddisfazione del cliente Saga Più volte nel corso dell’anno siamo a contattarvi per esprimere il vostro giudizio sui servizi ed i prodotti della nostra azienda. Ecco i risultati dell’indagine 2009; quella dell’anno in corso è in via di somministrazione e cogliamo l’occasione per invitarvi a partecipare attivamente dedicandoci 2 minuti del vostro tempo.

Qualità Totale Crediamo che la qualità sia

81%

E’ la percentuale che si ritiene, da soddisfatta a pienamente soddisfatta, della nostra forza commerciale.

70%

E’ la percentuale che si ritiene, da soddisfatta a pienamente soddisfatta, della nostra assistenza telefonica.

86%

E’ la percentuale che si ritiene, da soddisfatta a pienamente soddisfatta, del lavoro dei nostri istruttori, consulenti e formatori.

76,5%

E’ la percentuale che si ritiene, da soddisfatta a pienamente soddisfatta, dei nostri prodotti.

76,5%

E’ la soddisfazione complessivamente espressa dai clienti rispetto a servizi e prodotti offerti dalla nostra azienda.

un elemento decisivo per la competitività delle imprese. Abbiamo avviato un processo di rinnovamento in cui tutta la nostra impresa è coinvolta nel raggiungimento dell’obiettivo. Abbiamo pertanto introdotto molte novita’ nella nostra operativà quotidiana.

www.saga.it/qualita

Saga Newsletter Numero 04 | 2010 Febbraio Marzo

Per maggiori informazioni Consultate il vostro referente commerciale

Una società del Gruppo Maggioli

Numero Unico

02/818801

Via S. Rita da Cascia, 33 20143 Milano Tel. 02/818801 Fax 02/89190238

Via Fossaceca 15 63017 Porto San Giorgio (FM) Tel. 0734/687911 Fax 0734/679327

Via del Commercio, 35 25034 Orzinuovi (Brescia) Tel. 030/9949011 Fax 030/941833

Via Zoe Fontana, 220 00131 Roma Tel. e Fax 06/4190959

Via dei Quartieri, 45 Centro direzionale sud est 36016 Thiene (Vicenza)

Via Leonardo da Vinci, 84 90143 Palermo Tel. 091/6865282 Fax 091/6834843

Galleria Spagna, 35 35129 Padova Tel. 049/8704840 Fax 049/8705017

Via Quieta, 69 95100 Catania Tel. 091/6865282 Fax 091/6834843

Via Bassa de Sassi, 1-2 40138 Bologna Tel. 051/18898588 Fax 051/18898589

Per approfondimenti e suggerimenti newsletter@saga.it e per finire... Realizzato dall’Ufficio Comunicazione e Marketing di Saga S.p.A. | Design ed Impaginazione a cura di Damiano Falchetti |

Saga Newsletter n° 4  

La newsletter informativa di Saga S.p.a.

Advertisement