Page 1

BILANCIO SOCIALE 2011


2 Premessa Il bilancio sociale è un documento con il quale un'organizzazione, che sia un'impresa o un ente pubblico, o un'associazione, comunica periodicamente in modo volontario, gli esiti della sua attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili. Il bilancio sociale nasce dalla consapevolezza che esistono diverse categorie di persone, definiti stakeholders, che hanno un diritto riconosciuto, o interesse, a conoscere quali ricadute, o effetti, l'ente produce nei propri confronti. Una conseguenza di questo aspetto, è che l'ente, per rendere conto degli effetti del proprio operato sulle diverse categorie di persone, non può esimersi dal coinvolgerli, per individuare insieme quali siano questi effetti. Per fare un esempio: un ente pubblico non può limitarsi a dichiarare che ha costruito una piscina e che è costata € 100.000, ma deve arricchire questo dato con il numero di persone che frequentano la struttura e possibilmente inserire il loro grado di soddisfazione; deve inoltre riconoscere il diritto dei soggetti finanziatori ad essere informati sulle caratteristiche della realizzazione, così come considerare gli effetti sull'ambiente e la comunità circostante, utilizzando indicatori adatti per misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi che l'ente si è prefissato, sia individualmente, sia coinvolgendo gli stakeholders più rilevanti. Attraverso il bilancio Polriva rende espliciti i risultati della sua attività, confrontandoli con gli obiettivi, dichiarati, in modo da permettere a tutti, ma in primo luogo a se stessa, di verificare se tali obiettivi siano stati raggiunti, o si renda necessario piuttosto, introdurre ulteriori interventi. Una gestione corretta, e sperimentata nel tempo, del bilancio sociale, ne fa non solo uno strumento di dialogo, ma un vero e proprio strumento di consapevolezza, e quindi di gestione. Non a caso è stato definito "lo specchio magico" (Viviani, 2001). Anno di Rendicontazione 2011 - 7° EDIZIONE

Rendicontazione 2010 Proventi Oneri €433.920.67

€437.042.53

Rendicontazione 2011 Proventi Oneri € 215.238,62

€223.535,04


3 L’Identità L’Associazione Polriva nasce nel 1978 per volontà di numerosi cittadini del paese di Riva di Suzzara, con scopi sportivi, ricreativi e culturali. Nel 1994 l'associazione viene riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia ai sensi della legge 261/91 Organizzazione di volontariato; L’associazione ha come finalità lo sviluppo delle attività culturali, sportive, ricreative, sociali e civili, come elemento per la crescita e completamento della persona umana. SEDE LEGALE : Via Becagli 6/A 46029 Suzzara MN SEDE AMMINISTRATIVA: Via Volta 37/A - 46029 Suzzara MN L’associazione svolge ora le seguenti attività: attività sportiva: nell’ambito del quale, bambini, ragazzi e adulti, partecipano a pallavolo, pallacanestro, calcio, fitness, aerobica, danza, ecc . Attività sociale: nell’ambito del quale, bambini e ragazzi, partecipano a diverse attività post scolastiche con giochi, attività teatrale, attività educativa, ecc. Inoltre l’associazione organizza scambi giovanili europei e meeting per lo sviluppo dei diritti civili nei giovani in Europa e nei paesi dell’ex Unione Sovietica.

Attività umanitaria: nell’ambito del quale, sono attuate politiche di sostegno e aiuto, alle popolazioni dell’est europeo con programmi d’accoglienza di minori di Chernobyl, gestione di una casa d’accoglienza per bambini orfani o abbandonati in Moldova ed altri interventi, mirati, di sostegno ad anziani, donne e minori. Finalità e Scopi A) Acquistare, vendere, costruire e gestire impianti sportivi, ricreativi, culturali, sociali e educativi. B) Perseguire finalità sportive: Partecipando a gare, tornei, campionati, indicendo ed organizzando corsi interni di formazione e addestramento, gare e tornei ed in generale manifestazioni sportive. C) Perseguire finalità culturali e ricreative attraverso: La tutela e la valorizzazione della cultura, del patrimonio storico ed artistico, della promozione e sviluppo delle attività a loro connesse e delle attività d'animazione ricreativa, turistica e d'educazione permanente. D) Perseguire finalità di carattere civile attraverso: La tutela e il miglioramento della qualità della vita, la protezione dei diritti della persona, la tutela e valorizzazione dell'ambiente, la protezione del paesaggio e della natura, del soccorso in caso di pubblica


4 calamità, iniziative umanitarie con interventi ed iniziative di collaborazione e cooperazione allo sviluppo, promuovendo e curando le procedure per le adozioni internazionali e a distanza.sviluppo, promuovendo e curando le procedure per le adozioni internazionali e a distanza.

E) Perseguire finalità di carattere sociale attraverso: interventi socio assistenziali. F) Gestire e promuovere corsi di formazione e qualificazione, sostenere le organizzazioni associative e di volontariato offrendo assistenza e sostegno in campo giuridico, fiscale, organizzativo.

Mission dell’Associazione Polriva s’impegna a perseguire e rendere pubbliche le proprie finalità (missione), a concorrere, cioè, al benessere sociale della collettività e dei singoli, innalzando la quantità e qualità della vita, adoperandosi per la diminuzione delle disuguaglianze, delle forme di povertà, di disagio, di qualsivoglia discriminazione e promuovendo la giustizia sociale e i diritti delle persone, la ricerca, la cultura, le diverse forme del sapere e la tutela dell’ambiente naturale e sociale. Gli interessi economici e ogni altra utilità a favore di quanti, ad o g n i titolo, collaborano con l’Organizzazione possono essere perseguiti solo in quanto siano subordinati e funzionali al perseguimento della missione. Vision dell’Associazione La valorizzazione della partecipazione democratica L’associazione valorizza la partecipazione democratica promuovendoe

valorizzando il contributo ideale e operativo di ogni aderente. È compito dell’organizzazione riconoscere e alimentare la motivazione dei volontari attraverso un lavoro di inserimento, affiancamento e una costante attività di sostegno e supervisione. L’innovazione socio-culturale L’associazione perseguirà l’innovazione socio-culturale a partire dalle condizioni e dai problemi esistenti. Pertanto sarà determinante proporre idee e progetti, rischiando e sperimentando interventi per conto della comunità in cui operano. Evitano in ogni caso di produrre percorsi separati o segreganti e operando per il miglioramento dei servizi per tutti. Le relazioni con i soggetti pubblici e privati L’associazione collabora con le realtà e le istituzioni locali, nazionali e internazionali, mettendo in comune le risorse, valorizzando lecompetenze


5 e condividendo gli obiettivi. Promuovono connessioni e alleanze con altri organismi e partecipano a coordinamenti e consulte per elaborare strategie, linee di intervento e proposte socioculturali. Evita, altresì, di farsi carico della gestione stabile di servizi che altri soggetti possono realizzare meglio. L’associazione svolge un preciso ruolo politico e di impegno civico anche partecipando alla programmazione e alla valutazione delle politiche sociali, culturali, sportive, educative del territorio. Nel rapporto con le istituzioni pubbliche Polriva, rifiuta un ruolo di supplenza e non rinuncia alla propria autonomia in cambio di sostegno economico e politico. Non si presta ad una delega passiva che chieda di nascondere o di allontanare marginalità e devianze che esigono risposte anche politiche e non solo interventi assistenziali e di primo aiuto. Migliorare le competenze, per migliorare il nostro lavoro. L’associazione deve principalmente il suo sviluppo e la qualità del suo intervento alla capacità di coinvolgere e formare nuove presenze, comprese quelle di alto profilo professionale. La formazione accompagna l’intero percorso dei volontari e ne sostiene costantemente l’azione, aiutandoli a maturare le proprie motivazioni, fornendo

strumenti per la conoscenza delle cause dell’ingiustizia sociale e dei problemi del territorio, attrezzandoli di competenze specifiche per il lavoro e per la valutazione dei risultati. I legami con la popolazione L’associazione fa propria una cultura della comunicazione intesa come strumento di relazione, di promozione culturale e di cambiamento, attraverso cui sensibilizzano l’opinione pubblica e favoriscono la costruzione di rapporti e sinergie a tutti i livelli. Coltiva e diffonde la comunicazione con ogni strumento privilegiando - dove è possibile - la rete informatica per migliorare l’accesso alle informazioni, ai diritti dei cittadini, alle risorse disponibili. L’associazione interagisce con il mondo dei mass media e dei suoi operatori perché informino in modo corretto ed esaustivo sui temi sociali e culturali di cui si occupano. Legalità e trasparenza L’associazione ritiene essenziale la legalità e la trasparenza in tutta la propria attività e particolarmente nella raccolta e nell’uso corretto dei fondi e nella formazione dei bilanci. Per l’associazione trasparenza significa apertura all’esterno e disponibilità alla verifica della coerenza tra l’agire quotidiano e i principi enunciati.


6 Efficacia ed efficienza della propria azione Polriva s’impegna ad un uso delle risorse umane e finanziarie a disposizione, che sia efficace e mirato a conseguire, al massimo grado, le proprie finalità sociali. Inoltre Polriva s’impegna a coordinare in modo efficiente

l’apporto dei diversi soggetti che a vario titolo contribuiscono al perseguimento della missione, in modo che nessuna risorsa di solidarietà vada sprecata. Inoltre, s’impegna a mantenere le condizioni attraverso le quali i diversi soggetti che cooperano alla realizzazione della missione, mantengano nel tempo il massimo grado di impegno.


7 Stakeholder I clienti si dividono in società che utilizzano gli spazi all’interno del Palasport e in società che hanno un contratto di sponsorizzazione. I fornitori rappresentano tutte le

aziende che a vario titolo forniscono beni e servizi alla Polriva. I soci invece, tuti gli utenti che nel corso dell’anno si sono iscritti all’Associazione.

STAKEHOLDER INTERESSATI 2011

43; 18% SOCI

62; 25%

140; 57%

CLIENTI FORNITORI


8 Il Consiglio d'Amministrazione Il governo dell'Associazione è assicurato dall'Assemblea generale dell'Associazione che dispone dei poteri d'indirizzo e controllo generali e dal Consiglio d'Amministrazione dell'associazione composto da: Presidente dell'associazione ( Gino Motta), che lo presiede, vice Presidente ( Bortolini Luigi), Segretario ( Diego Bertoni ), tre consiglieri( Mauro Alberti, Luca Badiali, Cesare Casaletti, Pierino Sabbadini ). Il Consiglio d'Amministrazione collabora con il Presidente nella gestione dell'associazione con tutti i poteri d'ordinaria e straordinaria amministrazione. Nessun membro del Consiglio di Ammministazione (ad esclusione del Segretario) percepisce alcun tipo di compenso.

Gino Motta - Presidente Nato nel 1962, è insegnante nella secondaria superiore, è stato Presidente dell'associazione dal 1985 al 1992, la rivestito l'incarico d'Assessore alla pubblica istruzione, sport e tempo libero nel Comune di Suzzara dal 1995 al 1999, nello stesso periodo ha fatto parte del gruppo operativo dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani A.N.C.I. sull'infanzia e l'adolescenza, inoltre per un breve periodo è stato membro del consiglio d'amministrazione di Puer Caritas, associazione di livello Nazionale che opera nell'ambito dei programmi solidaristici d'accoglienza umanitaria di minori stranieri. Luigi Bortolini - Vice Presidente Nato nel 1958, dipendente della Regione Lombardia presso il Centro di Formazione Professionale “Bertazzoni” di Suzzara, opera da ormai dieci anni nell'associazione con diversi incarichi, ora è responsabile del settore pallavolo. Mauro Alberti - Consigliere Nato nel 1953, libero professionista, opera da alcuni anni nell'associazione con incarichi sempre all'interno del settore calcio ove dal 1997 è responsabile. Luca Badiali - Consigliere Nato nel 1972 ha agito per diverso tempo a sostegno delle attività dell'associazione, ora svolge diverse attività nel campo ricreativo e sociale. Cesare Casaletti - Consigliere Nato nel 1962, quadro intermedio in una grossa azienda, agisce fin dalla sua fondazione nell'associazione, ha svolto attività in diversi campi, sportiva, ricreativa, sociale. Pierino Sabbadini - Consigliere Nato nel 1944, è membro anziano del C.d.A. Adesso pensionato, è uno dei soci fondatori dell'associazione dove ha sempre operato in svariati ruoli. Da sempre nel mondo della solidarietà e mutualità si è impegnato nel passato in organizzazioni sindacali e mutualistiche, è presidente di una cooperativa di servizi.


9 Lo Staff Bertoni Diego: Segretario Amministrativo Savarese Maria: PubblicitĂ e Sistemi Informatici Re Massimo: Responsabile Manutenzione Impianti

33%

33%

SESSO M

ETA' 20-25

SESSO F

ETA' 25-35

67%

67%

CONTRATTO A PROGETTO

33%

67%

CONTRATTO LIBERO PROFESSIONISTA

Nel corso degli ultimi 3 anni l’Associazione Polriva ha instaurato un rapporto di lavoro con 3 Dipendenti 2 Uomini e 1 Donna 1 Dipendente tra i 20 e i 25 anni, 2 tra i 25 e i 35 anni; 2 contratti a progetto e 1 contratto da libero professionista

Staff Tecnico con Contratto di Prestazione Sportiva Brazzi Catia: Allenatrice I Divisione Femminile Spaggiari Massimo: Allenatore Under 16 Marchersi Rossella: Allenatrice Minivolley Quattrina Francesco: Custode Volontari Attivi Corradini Angelo Settore Volley Vicari Massimo Speziali Liviana Settore Umanitario Aldrovandi Daniele Ferri Massimo Parladore Luca Settore Calcio Neri Roberto Lavagnini Giorgio Binacchi Cristian

Assemblee Annuali: Assemblee CDA: 5 Assemblee Soci: 1


10 Gli Associati


11 EVENTI SIGNIFICATIVI 1978

Nasce l’Associazione Polriva

1994

L'Associazione viene riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia ai sensi della legge numero 261/91 Organizzazione di Volontariato

1997

Polriva in base ad una convenzione con Regione Lombardia e Comune di Suzzara costruisce alcuni impianti sportivi e ricreativi per un valore complessivo di € 175.000 Polriva inizia l'attività umanitaria verso paesi dell'ex Unione Sovietica. In particolare inizia il programma d'accoglienza umanitaria, a fini sanitari, verso ragazzi colpiti dal disastro nucleare di Chernobyl

1998

È promossa insieme con un ONG locale, la ristrutturazione di un vecchio immobile per utilizzarlo come casa di bambini abbandonati dai genitori od orfani, la struttura nel 2000 prende avvio e oggi ospita 20 bambini dai tre ai dieci anni dove vengono accuditi, educati e curati. Inizia il programma delle adozioni internazionali a distanza.

2002

Polriva, in Moldova, insieme ad una ONG locale ristruttura un vecchio immobile da adibire a casa d'accoglienza per 25 bambini orfani o abbandonati. La struttura ora è mantenuta tramite le adozioni internazionali a distanza date dalla nostra associazione e da altre organizzazioni Italiane da noi sensibilizzate sui problemi dei bambini abbandonati od orfani dell'est Europa. In convenzione con la regione Lombardia e con l'ASL di Mantova, Polriva organizza un progetto pilota per la gestione di un centro d'aggregazione giovanile per ragazzi dai 6 ai 12 anni con attività post scolastica di educazione non formale. Iniziano le attività nell'ambito del programma Gioventù, con l'organizzazione di uno scambio giovanile con paesi terzi e con un progetto SVE con paesi terzi.


12

2003

Viene approvata nell'ambito del programma Gioventù, The Young Net, rete transnazionale con Associazioni di Moldova, Italia, Bielorussia, Inghilterra, Ucraina e Lituania con l'obiettivo di cooperare allo sviluppo di nuovi progetti nell'ambito del programma Gioventù.

2004

Inizia un progetto in collaborazione con le scuole elementari e medie di Suzzara, che mira ad utilizzare lo sport come strumento educativo in orario post scolastico.

2005

Polriva è riconosciuta Associazione Sportiva Dilettantistica. Viene finanziato dal Consiglio d'Europa un progetto per la diffusione dei diritti umani e civili tra i giovani di Moldova, Italia, Bielorussia, Ucraina. L’Associazione partecipa a due scambi giovanili, in Bielorussia e Romania, attuati nell'ambito del programma Gioventù dell'Unione Europea.

2006

Ulteriori due scambi giovanili, in Ucraina e Federazione Russa, attuati nell'ambito del programma Gioventù dell'Unione Europea. Approvazione di un progetto da parte della Regione Lombardia, per la promozione e diffusione della pratica sportiva nelle scuole materne ed elementari di Suzzara.

2007

Dal 18 giugno al 6 agosto 2007 Polriva partecipa ad uno scambio giovanile europeo in Russia dal titolo “INFINTITY OF SPACE, ENERGY AND FREEDOM” a cui hanno partecipato 45 giovani provenienti da Germania, Italia, Moldova, Russia, Ucraina, Lituania, Polonia.

2008

Regione Lombardia, concede ai sensi della l.r. n. 1/2008 un contributo a sostegno di un progetto che si prefigge di utilizzare strumenti di educazione non formale, al fine di promuovere tra i giovani, comunitari e non, un fecondo dialogo interculturale per combattere ogni forma di razzismo e xenofobia al fine di favorire la piena integrazione sociale delle famiglie immigrate nel territorio Suzzarese.


13 Attività 2011 Direzione per le attività sociali La Direzione per le attività sociali persegue finalità culturali, ricreative e sociali attraverso: Attività d’educazione non formale, iniziative umanitarie con interventi ed iniziative di aiuto umanitario e cooperazione allo sviluppo e interventi socio - assistenziali. Programmi d’accoglienza Umanitaria Nello scorso anno Polriva ha ospitato circa 70 minori colpiti dal disastro nucleare di Chernobyl. Nelle zone contaminate della Bielorussia vivono ancora centinaia

di migliaia di bambini che hanno la necessità di uscire dalle loro zone per il periodo estivo per decontaminarsi. A distanza di venti anni dal disastro di Chernobyl, sono ancora moltissimi i bambini costretti a vivere nelle zone colpite dal fall-out. Grazie alla collaborazione di numerose famiglie del nostro territorio, si è offerto ai bimbi, la possibilità di respirare aria pulita, mangiare cibi sani. Il venire in Italia, anche solo per brevi periodi, li aiuta a recuperare le difese immunitarie venute meno a causa della loro condizione di vita e riduce i rischi di ammalarsi.


14 Gestione della casa d'accoglienza in Moldova Nel 2004, è iniziato il funzionamento della casa d'accoglienza per bambini orfani o abbandonati in Moldova. In questo paese ci sono 15.000 orfani e 13.000 bambini abbandonati. Per dare sostegno a questi bambini, Polriva in collaborazione con il Forum of Women's Organization della Moldova ha aperto un centro d'accoglienza per bambini orfani dai 3 ai 14 anni, con l'obiettivo di garantire l'assistenza di base e favorire il reinserimento sociale di

Adozioni Internazionali a Distanza Nel 2009, Polriva ha sostenuto diversi bambini nei paesi dell'ex Unione Sovietica con il sostegno Internazionale a distanza. Tale iniziativa è un atto di solidarietà nei confronti di un bambino in difficoltà, al fine di aiutarlo nel suo sviluppo umano. L'obiettivo è il miglioramento delle condizioni di vita del bambino e il sostegno affinché abbia la possibilità di inserirsi positivamente nella famiglia e nella società. Le

25 bambini e bambine orfani o abbandonati. Per il funzionamento servono €25.000 annui, raccolti in parte, grazie alle donazioni raccolte con il 5x1000 e al contributo di Unipeg

donazioni messe a disposizione serviranno per: il soddisfacimento dei bisogni primari, cibo, vestiti, cure mediche e il sostegno degli studi.


15 Programma Gioventù in Azione Gioventù in Azione 2007-2013 è un programma della Commissione Europea di educazione non formale e promuove progetti europei di mobilità giovanile internazionale, di gruppo e individuale, attraverso gli scambi e le attività di volontariato all'estero, l'apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Lo scopo del servizio volontario europeo è sostenere la partecipazione dei giovani alle diverse forme di volontariato, sia all’interno che all’esterno dell'Unione europea. Nell'ambito di quest'azione, i giovani (dai 18 ai 30

FRAUKE

anni) partecipano, individualmente o in gruppo, ad attività senza scopo di lucro, non retribuite. Il servizio può durare fino a dodici mesi. In alcuni casi eccezionali anche i giovani a partire dall’età di 16 anni possono partecipare al servizio volontario europeo. Nel 2011 l’associazione Polriva ha avuto finanziato due, per cui per nove mesi e l’altro per un anno, queste ragazze prestano la loro attività a sostegno delle varie attività sportive, sociali e umanitarie promosse dall’associazione Suzzarese. Le ragazze sono la tedesca Frauke Barkemeyer e l’olandese Laura Van der Meulen

LAURA


16 Direzione per le attività sportive Tale Direzione persegue finalità sportive, partecipando a gare, tornei, campionati ed indicendo ed organizzando corsi interni di formazione ed addestramento, gare, tornei e manifestazioni sportive; le suddette finalità vengono perseguite attraverso l’acquisto, la vendita, la costruzione e la gestione di impianti sportivi, ricreativi, culturali, sociali ed educativi. L’Associazione pone estrema attenzione allo sviluppo delle attività sportive agonistiche (calcio e pallavolo), in quanto elemento fondamentale della crescita e maturazione sociale e civile degli individui.

MINIVOLLEY

Settore Calcio Stagione 2010/2011 Center Car Over 35 (Vincitrice campionato CSI Over 35)

Settore Pallavolo Stagione 2010/2011 1 Divisione Femminile (Penultimo posto campionato Fipav con retrocessione alla seconda divisione) Under 14 Under 12 Minivolley

Vivai F.lli Rossi (5° Posto Campionato Eccellenza A11)

Settore Baseball Stagione 2010/2011 L’anno appena trascorso è stato l’ultimo per il Baseball Polriva, tale decsione è stata presa a causa di un vivaio molto ridotto e dell’indisponibilità di spazi idonei. 1 DIVISIONE


17 La gestione degli Impianti Sportivi Polriva attualmente ha la gestione del Palazzetto dello Sport sino al 2014 ed il campo di calcio di Riva fino al 2012

30 25

Associazioni

20

Manifestazioni

15

Tendenza

10 5 0 200320042005200620072008200920102011 60000 50000 40000 30000 20000 10000

20 03 20 04 20 05 20 06 20 07 20 08 20 09 20 10 20 11

0

Tendenza Presenze Ore di utilizzo


18 I.E.S. Mediterranea Nel 2011 Polriva, ha ospitato il consueto gruppo di studenti spagnoli provenienti dall’Istituzione Scolastica Superiore Ies Mediteraneo di Cartagena in Spagna. Gli studenti frequentano in Spagna, l’ultimo anno del corso di studio di Formazione Professionale di grado superiore in animazione socioculturale e attività sportiva. La finalità del progetto è quella di far conoscere agli studenti di Cartagena la lingua e cultura Italiana, ma, soprattutto, vi è

Gruppi di Cammino I GRUPPI DI CAMMINO sono un'occasione per prendersi cura della propria salute in modo piacevole e in buona compagnia a cui possono partecipare tutte le persone, di qualsiasi età, che sono in grado di camminare. Il cammino è una pratica a disposizione di tutti, non richiede una particolare abilità nè un equipaggiamento specifico (solo abbigliamento idoneo e scarpe comode).Si può camminare in tutte le zone del paese, preferibilmente in

l’intenzione di far conoscere le modalità d’insegnamento e di allenamento sportivo utilizzato in Italia. Polriva è stata scelta dall’Istituzione scolastica spagnola, in ragione delle sue numerose partecipazioni a progetti europei, conclusisi tutti con eccellenti valutazioni finali e per le numerose attività sportive praticate che ne fanno di fatto un partner privilegiato.

quelle dotate di verde pubblico. Ognuno può regolare lo sforzo ed il tragitto sulla base delle proprie possibilità. Camminare regolarmente contribuisce in misura importante a prevenire le seguenti patologie: Malattie cardiovascolari, Diabete, Ipertensione, Fratture per cadute per incidenti domestici.


19 Manifestazioni e Iniziative Nel corso del 2011, Polriva, ha inoltre promosso queste iniziative: 1. Organizzazione della marcia podistica di Riva. 2. Organizzazione di attività motoria di base per i bambini delle scuole elementari e materne «Muovi il corpo, sviluppa la Mente» 3. Concentramento provinciale di Minivolley Nel corso del 2011, Polriva, ha partecipato a queste iniziative: 1. Il Po, le corti, la festa. 2. Progetto per la promozione dell'attività motoria nelle scuole elementari di Suzzara, promosso dall'Amministrazione Comunale. 3. Organizzazione della finale del torneo provinciale C.S.I. di Basket 4. Partecipazione all’organizzazione della Sagra di Riva 5. Partecipazione all’organizzazione del Carnevale di Riva Le partecipazioni in altri enti e organismi. Aderente alla Federazione Italiana Pallavolo. Aderente alla Federazione Italiana Sport Popolari. Aderente al Centro Sportivo Italiano. Aderente della Consulta del Volontariato del Comune di Suzzara. Aderente al coordinamento provinciale delle organizzazioni di

accoglienza temporanea. Ente accreditato presso l'Agenzia Nazionale Italiana Gioventù.


Bilancio Sociale2011  

Bilancio sociale dell'associazione polriva dell'anno 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you