Page 1

e-zine

l’amico degli animali

La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 06 - Giugno 2017

ALIMENTAZIONE

Principi di alimentazione del Degu

Qui Demas

Cane e padrone: la coppia piĂš bella del mondo

SALUTE ANIMALE

Attenti ai forasacchi


Sommario

.............................. Alimentazione pag 4 - 6 Principi di alimentazione del Degu Un minerale indispensabile: il fosforo

La colonscopia

24

Salute animale pag 8 - 13 La zecca, un ospite decisamente indesiderato Attenti ai forasacchi Anemia infettiva felina Altri pet pag 15 - 17 Un pipistrello: un ottimo antizanzara A proposito di conigli Curiosità pag 19 Cani e gatti, compagni da sempre Pronto? Ti sento L’esperto risponde pag 24 La colonscopia

Angolo gatto

28

Angolo cane pag 27 Bul Terrier Miniature Angolo gatto pag 28 British Shorthair Inglese a pelo corto L’angolo della lettura pag 31 50 semplici coccole per far felice il tuo gatto Curiosità

19

Qui Demas pag 32 Cane e padrone: la coppia più bella del mondo Pet quiz pag 35

l’amico degli animali EDITORE

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Carlo Emery, 135 - 00188 Roma Tel. 06.41.79.05.500 Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma Tel. 06.41.79.05 LUN - SAB 09.00 -19.00 Orario continuato Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) Tel. 06.41.79.05.500 LUN - SAB 09.00 - 13:00 14:00 - 18:00 Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

LEGENDA Torna all’Homepage Clicca sulla freccia per vedere i link esterni


alimentazione

PRINCIPI DI ALIMENTAZIONE DEL DEGU

I

l degu è un erbivoro stretto (si nutre esclusivamente di alimenti vegetali); in natura consuma erbe e piante, gemme e germogli, corteccia, bulbi e, talvolta, semi e frutta.Questo roditore è anche coprofago: durante la stagione secca consuma le feci di grandi erbivori come cervi, bovini ed equini. In cattività l’alimento migliore, che dovrebbe costituire la base dell’alimentazione, è l’erba fresca. Erba ed altre piante di campo (tarassaco, trifoglio, piantaggine, ecc.) possono essere raccolte da giardini e prati, purchè vi sia la sicurezza che non siano inquinate da sostanze tossiche (antiparassitari, scarichi di automobili, erbicidi, ecc.). Altro indispensabile componente della 4

A. C.

dieta, che può sostituire l’erba, è il fieno, soprattutto il fieno di prato polifita (composto da vari tipi di erbe). Il fieno deve essere fresco e ben conservato: lo si riconosce dal colore verde e dall’assenza di polverosità. L’alimentazione è integrata con la somministrazione di verdure fresche (radicchio, insalata, carote, peperoni, bietole, cicoria, spinaci, cavolo, cavolfiore). Possiamo fornire al degu tutte le verdure adatte al consumo umano, fresche, ben pulite e a temperatura ambiente. Sono controindicate verdure appassite, sporche o con parti guaste. La frutta va somministrata in quantità molto piccole, come premio occasionale.


Gli alimenti freschi devono essere tolti dalla gabbia quando si sporcano o appassiscono. Di solito si lasciano a disposizione al mattino e si eliminano alla sera. Durante la stagione calda occorre un’attenzione maggiore, perché i vegetali con il caldo si guastano più rapidamente. L’aggiunta di rametti con corteccia e germogli (quercia, pioppo, castagno, faggio, salice, vite) è molto gradita e offre inoltre agli animali uno svago in più. Alimenti controindicati: • semi, cereali, carrube, frutta secca e fiocchi di cereali, • snack per roditori (bastoncini di semi e melassa, caramelline allo yogurt, barrette di cereali, ecc.) • dolciumi, carboidrati (pane, biscotti, cracker, grissini, fette biscottate, pasta, ecc.), cioccolata, • alimenti cotti, cibi salati e fritti, • prodotti contenenti latte e derivati del latte, • parti verdi di pomodori e patate, le melanzane

5


alimentazione

Un minerale indispensabile: il Fosforo

I

l fosforo è un elemento individuato per la prima volta nel 1669 da un chimico tedesco, Henning Brand, il quale si trovò di fronte ad un materiale bianco, luminescente al buio (la parola fosforescente è così usata per descrivere i materiali che emettono luminescenza al buio senza bruciare). Il fosforo è abbondante nelle cellule degli esseri viventi, del cui metabolismo è un componente essenziale: è presente nelle molecole del DNA, è un elemento strutturale di denti, ossa e cellule; è indispensabile in diversi processi di produzione di energia e nella trasmissione degli impulsi nervosi. Al fosforo è attribuito un effetto positivo sull’intelligenza e sulla memoria. Una dieta equilibrata è sufficiente a soddisfare il fabbisogno quotidiano di fosforo, ma in particolari condizioni cliniche di malassorbimento possono determinarsi difficoltà nella crescita, disturbi ossei, osteoporosi, alterazioni della conduzione nervosa, stanchezza mentale e fisica. Fonti alimentari di fosforo sono pesce, cereali, verdure, latte, carni bovine, pollame, legumi.

6

A. C.


www.foschigroup.com

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali. Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio.

Più di 20.000 articoli Fidelity card gratuita con importanti sconti Customer service dedicato Assistenza tecnica in tutta Italia Corsi di formazione Consegna rapida e sicura Foschi Srl Via di Salone, 132 00131 Roma Tel: +39 06 98263800 Fax +39 06 98263899 info@foschigroup.com

Per informazioni, preventivi e ordini puoi contattarci al numero +39 06 417.905.800 o inviare un’email a preventivi@foschigroup.com o a ordinivet@foschigroup.com 7


salute animale

La zecca, un ospite decisamente indesiderato Dr. Aldo Mozzone medico chirurgo

N

umerosi modi di dire (ad esempio “appiccicarsi come una zecca”) ben rappresentano la tenacia con cui le zecche si aggrappano allo strato cutaneo dei loro ospiti. In effetti questi sgraditi artropodi hanno la capacità di aderire per molte ore fino ad alcuni giorni o addirittura settimane a pelli di vari animali e dell’uomo. Le zecche si nutrono del sangue dell’ospite per poter alimentare il proprio ciclo vitale. Visivamente una zecca adesa alla cute, e magari già rigonfia di sangue, si presenta come una piccola e scura lenticchia.

Nella maggior parte dei casi la loro presenza comporta un semplice fastidio senza gravi conseguenze. In alcuni sfortunati casi però, la loro capacità di veicolare microorganismi o sostanze neurotossiche comporta il rischio, per l’animale o l’uomo che ne subisce l’azione, di contrarre malattie infettive anche gravi o paralisi addirittura ad esito letale. Le persone più anziane, debilitate o affette da malattie croniche, sono più esposte al rischio di complicanze spiacevoli. 8


Nelle persone sane il decorso delle infezioni è invece più frequentemente benigno, talvolta senza sintomi evidenti. Gli ospiti preferiti della varietà “dura” (zecche rivestite da uno scudo dorsale chitinoso) sono i cani ed altri animali domestici. Le varietà di zecche molli colpiscono invece preferibilmente gli uccelli. L’uomo è ordinariamente un ospite occasionale, transitorio. In Italia il periodo in cui maggiore è il rischio di subire l’attacco di una zecca nelle zone ricche di vegetazione, habitat naturale di questi artropodi, è quello caldo, compreso tra maggio e ottobre. Le zecche sono discretamente resistenti ai pesticidi ed hanno in natura pochi antagonisti; ciò facilita la loro diffusione. Il Ministero della Salute in una sua circolare ha descritto con precisione le malattie trasmesse dalle zecche nel nostro paese e le misure atte a prevenire lo sviluppo di tali malattie.

9


salute animale Nella tabella 1 sono riassunte alcune caratteristiche delle principali malattie che possono essere trasmesse dalle zecche. TABELLA 1

MICROORGANISMI RESPONSABILI DELL’INFEZIONE

FEBBRE BOTTONOSA DEL MEDITERRANEO

RICKETTSIE

BORRELLIOSI DI LYME

SPIROCHETE

RODITORI, VOLPE, CAPRIOLO,CERVO

ERITEMA MIGRANTE, DOLORI E MENINGITE IN FASI SUCCESSIVE

FRIULI, LIGURIA, VENETO

FEBBRE RICORRENTE DA ZECCHE

SPIROCHETE

RODITORI

FEBBRE RICORRENTE, CEFALEA, DOLORI MUSCOLARI

FRIULI, TRENTINO, PUGLIA

MENINGOENCEFALITE DA ZECCHE

VIRUS

UCCELLI

FEBBRE E SINTOMI NEUROLOGICI

VENETO, TRENTINO

OSPITE ABITUALE DELLA ZECCA

SINTOMI DELL’UOMO

REGIONI PIù COLPITE

FEBBRE, CEFALEA, CANE, CONIGLIO, MALESSERE GENERALE, SARDEGNA, SICILIA LEPRE ESANTEMA SUCCESSIVO

Si tratta di infezioni non frequenti. La febbre bottonosa del Mediterraneo si manifesta, ad esempio, nel nostro paese con circa mille casi all’anno. Il tempo di incubazione dall’inoculazione è variabile e dipende dal microorganismo responsabile. Può andare da poche ore ad alcune settimane. Come rimuovere la zecca dopo che si è individuata la sua presenza? Sovente si sente consigliare di cospargere la zecca con olio, vaselina, alcool, ammoniaca o addirittura con etere per “soffocarla” e produrne il distacco dalla pelle. Queste pratiche non sono consigliate anzi si possono rivelare controproducenti. Infatti il contatto con queste sostanze può indurre nella zecca un rigurgito che incrementa il passaggio dei possibili agenti infettanti nel corpo della persona attaccata.

10


salute animale Il miglior modo per rimuovere la zecca è invece quello di afferrarla saldamente con una pinzetta ricurva avendo cura di estirparla dalla cute con un movimento non brusco ma deciso di trazione associata ad una delicata rotazione. Provvedere in modo tempestivo alla rimozione della zecca è importante perché il rischio di trasmissione di infezioni è tanto maggiore quanto più lungo è il tempo di contatto della zecca con il suo ospite. Dopo la rimozione, la cute va attentamente ripulita utilizzando un comune disinfettante. Nella tabella 2 sono riassunte le precauzioni consigliate per evitare infestazioni da zecche. TABELLA 2: MISURE DI PROFILASSI ANTIZECCHE IN AMBIENTI A RISCHIO Indossare abiti di colore chiaro in modo che la presenza di zecche risulti evidente Infilare i pantaloni nelle calze per evitare ingressi sgraditi Calzare guanti Utilizzare repellenti per insetti, ripetendo sovente l’applicazione (evitare inalazione o ingestione e il contatto con cute irritata o escoriata) Evitare il contatto con la vegetazione sia nel cammino che in sosta Ispezionare attentamente indumenti e ogni parte del corpo al termine di una escursione Rimuovere con cautela foglie secche e sterpaglie intorno alle case Tenere puliti prati e sentieri Trattare gli animali domestici con prodotti antizecche Controllare e, se necessario, disinfestare le cucce degli animali Dopo aver subito l’attacco di una zecca, in caso di comparsa di malessere o sintomi quali eritema, febbre, cefalea, stanchezza, è naturalmente indispensabile ricorrere alle cure del medico il quale è in grado, con la visita e la richiesta di esami specifici, di individuare la possibile forma di infezione che si sta sviluppando e prescrivere l’opportuna terapia antibiotica e sintomatica necessaria.

11


salute animale

Attenti ai Forasacchi

i

A. C.

n questo periodo dell’anno i nostri cani devono fronteggiare un nemico insidioso, i forasacchi, nome popolare che indica le ariste delle graminacee selvatiche fra le quali ricordiamo in particolar modo l’avena e l’orzo selvatici . I forasacchi sono una parte della spiga, quando sono verdi non sono un pericolo, ma se secchi si trasformano in piccoli aghi appuntiti che possono penetrare con facilità in diverse parti del corpo del nostro amico a quattro zampe. I forasacchi sono diffusi in tutto il nostro Paese particolarmente nei prati in campagna, ma anche nelle aiuole cittadine, specie se la manutenzione è trascurata. I forasacchi possono entrare in profondità nei tessuti e causare lesioni. I forasacchi possono penetrare non solo attraverso la pelle, ma anche da occhi, orecchie, naso ecc. Zampe – Spesso i forasacchi penetrano negli spazi interdigitali e nei cuscinetti plantari; quando ciò si verifica il cane tende a zoppicare e, in certi casi, non è in grado di appoggiare l’arto ferito. Orecchie – Se il forasacco penetra in un orecchio, il cane cammina con la testa abbassata e girata dalla parte interessata e tenta di liberarsi del corpo estraneo scuotendo ripetutamente il capo e grattandosi. Oltre ad infezioni c’è il rischio che il forasacco, avanzando lungo il suo percorso, causi perforazione del timpano. Naso  – Qualora un forasacco penetri nel naso il cane inizia a starnutire ripetutamente ; in alcuni casi è possibile anche che si verifichi perdita di sangue dal naso. Occhi – In caso di penetrazione si ha la presenza di gonfiore, lacrimazione; il cane tende a chiudere l’occhio colpito. Oltre al pericolo di infezione esiste la possibilità di perforazione corneale. Gola  – Se il forasacco penetra in gola il segno principale è rappresentato da una violenta tosse che può associarsi a espettorazione di sangue. Altre zone che possono essere colpite, anche se meno di frequente, sono la zona vulvare, la zona perianale, il pene e le cavità ascellari. Se si sospetta che il nostro cane abbia subito la penetrazione di uno o più forasacchi è necessario contattare al più presto il nostro veterinario di fiducia.

12


salute animale

ANEMIA INFETTIVA FELINA

L

A. C.

’anemia infettiva felina è una malattia causata da un batterio che colpisce i globuli rossi, il Mycoplasma haemofelis,. I micoplasmi vivono sulla superficie dei globuli rossi; in risposta all’infezione l’organismo del gatto rimuove e distrugge i globuli rossi infetti, ma in questo modo si provoca un’anemia, vale a dire una diminuzione di queste cellule del sangue. Il gatto infetto appare pallido, a volte anche itterico, debole, compare febbre, riduzione dell’appetito. La malattia è molto frequente nei gatti che sono contemporaneamente infetti dal virus della leucemia felina, che tra l’altro aggrava i sintomi in quanto danneggia il midollo osseo impedendo all’organismo di produrre nuovi globuli rossi per rimpiazzare quelli distrutti. La diagnosi richiede l’esecuzione di esami di laboratorio. La malattia è trasmessa dai parassiti ematofagi (che succhiano il sangue), quali pulci, zecche, zanzare e pidocchi. Una volta diagnosticata, l’anemia infettiva può essere validamente curata con l’uso di antibiotici. Per bloccare la distruzione dei globuli rossi e fermare l’anemia si somministrano dei cortisonici.Nei casi più gravi può rendersi necessaria una trasfusione di sangue. Ai fini preventivi è opportuno prevenire le infestazioni da pulci, limitare le aggressioni tra gatti e non utilizzare gatti infetti come donatori di sangue per trasfusioni.

13


Gusto e benessere, della tradizione mediterranea.

con

La Ric della Vetta ita

I b uon i amici d ingredienti el bene ssere

Sapori italiani garantiti, materie prime fresche e disidratate, gluten free o grain free: Italian Way conquisterĂ cane e gatto con La Ricetta della Vita, connubio di gusto e proprietĂ  beneďŹ che. Per prenderci cura di loro, come di noi stessi.

14

ItalianWay Pet www.italianwaypet.it


altri pet

Un pipistrello: un ottimo antizanzara

è

A. C.

sempre un problema decidere il miglior metodo per tenere lontane le zanzare. La chimica la fa da padrona nelle nostre case sotto forma di zampironi, fornelletti, insetticidi in varie forme. Per liberarci dalle zanzare in modo eco sostenibile procuriamoci un pipistrello, che in una notte può mangiarsi fino a 2.000 zanzare. Per dare loro un rifugio adeguato alle loro esigenze dovremo fornirci di una scatoletta a forma di parallelepipedo in legno di betulla di circa 35 cm per 60. Le bat box , come sono state denominate, si possono costruire in casa oppure acquistare già pronte e sarebbe opportuno appenderle ad almeno quattro metri da terra su un muro, per esempio la parete esterna della casa, vicino a zone alberate o direttamente su un albero. A fine stagione i chirotteri si ritireranno in grotte e cavità sotterranee dove, salvo sporadiche uscite, trascorrono in stato di letargo l’inverno. Talvolta però alcuni pipistrelli trovano le bat box così accoglienti che ci si fermano anche nella stagione fredda.

15


altri pet

A PROPOSITO DI CONIGLI

L

a conoscenza del comportamento del coniglio da compagnia costituisce un elemento importante per una sua corretta gestione in ambito familiare. Il coniglio è un animale crepuscolare: i suoi periodi di più intensa attività coincidono con le prime ore del mattino e del tardo pomeriggio, che sono anche il periodo più adatto per l’assunzione del cibo. Grazie alle caratteristiche del suo campo visivo quando si alimenta tiene sotto controllo l’ambiente circostante. L’addomesticamento e la vita casalinga tendono a favorire l’insorgenza dell’obesità.

16

A. C. Nel suo ambito naturale è un animale particolarmente pulito per cui tende a non sporcare all’interno del proprio ambiente. Per cercare di non sporcare la gabbia tende a fare i propri bisogni negli angoli della stessa. è questo uno dei motivi per i quali non sono consigliabili le gabbie di piccole dimensioni, in quanto il coniglio può sentirsi in qualche modo inibito a non sporcare con possibile insorgenza di problemi di natura sanitaria. è possibile insegnargli ad usare una cassetta per lettiera.


altri pet Il coniglio è un animale agile, si dedica durante la giornata ad un’attenta toelettatura. Leccandosi in ogni parte del corpo per distribuire il sebo su tutto il mantello. La vita in cattività può favorire la formazione di palle di pelo in sede gastroenterica. Esso tende a riposare a lungo e, quando si addormenta, può assumere posizioni curiose. La sedentarietà porta il coniglio a permanere a lungo sugli arti posteriori e ciò può por-

rargli una gabbia relativamente alta. La marcatura del territorio è effettuata attraverso gli escrementi e le urine ed anche attraverso determinate ghiandole situate in corrispondenza del mento e dell’inguine. Quando la coniglia è in calore marca il territorio in maniera più accentuata e l’incontro tra maschio e femmina avviene di preferenza nel territorio del maschio. Prima del parto la coniglia si strappa i peli

tare alla formazione di lesioni a carico dei cuscinetti plantari. I suoi sensi sono molto sviluppati, ha un eccellente udito e un campo visivo superiore a 300° con un angolo morto in corrispondenza del naso e ciò fa sì che non gradisca essere toccato in corrispondenza del muso e delle labbra. Per aumentare il proprio campo visivo tende a sollevarsi sulle zampe posteriori, per cui si dovrà avere l’avvertenza di procu-

dall’addome per costruire il nido e questo atteggiamento si può osservare anche in caso di pseudogravidanza. Dopo il parto, la femmina non si occupa molto dei coniglietti, che sono allatti una due volte al giorno. Per favorire la convivenza tra due conigli che non si conoscono è consigliabile porli in due gabbie differenti, una vicina all’altra, e di scambiarli. 17


18


curiosità

Cani e gatti, compagni da sempre

A. C.

1. Negli Stati Uniti vivono circa 150 milioni di cani e gatti. In più della metà di tutte le case sono presenti entrambi gli animali: il numero di cani e gatti è quasi quadruplicato a partire dalla metà degli anni ’60, crescendo circa il doppio rispetto alla popolazione umana. 2. Recenti ricerche archeologiche e genetiche fanno ritenere che gli animali domestici siano stati domesticati nella parte di territorio oggi occupata da Israele,  Turchia ed’Iraq. 3. Una strage di gatti in Europa potrebbe aver causato la peste nera.  Nei primi anni del XIII secolo papa Gregorio IX emanò un editto secondo il quale ci sarebbe stata un rapporto tra questi felini e la stregoneria, portando a secoli di veri e propri massacri. Tutto ciò portò ad un aumento dei ratti che diffusero la peste nera. 4.  Gli antichi romani seppellivano i loro cani nei cimiteri e dedicavano loro incisioni commoventi sulle lapidi. 5.  Legalmente cani e gatti costituiscono una proprietà. Ciò costituisce un grosso passo avanti rispetto al passato, quando gli amici a quattro zampe non erano considerati sotto il profilo giuridico. 6.  Negli ultimi decenni i giudici hanno dimostrato una maggiore apertura nei confronti degli animali, considerandoli più che semplici proprietà. In casi di affidamento in seguito a divorzi cani e gatti sono stati trattati come dei bambini, crimini contro i pets sono stati sanzionati con diversi anni di carcere o multe salate, è stata accordata loro la possibilità di ereditare un patrimonio. 19


curiosità

Pronto? Ti sento

I

A. C.

l gatto è fondamentalmente un animale cacciatore in natura, ma conserva questo istinto anche se vive in famiglia Per questa ragione madre natura lo ha fornito di un’ ottima capacità uditiva che gli consenta di avvertire la presenza di possibili prede. Il padiglione auricolare, la porzione di orecchio che sporge dalla testa di un gatto, è provvisto di ben trentadue muscoli. Non sono dotati di una potenza pari a quella degli analoghi presenti sulle zampe, ma il loro numero elevato consente al il padiglione di direzionarsi nella direzione migliore per captare suoni anche molto flebili. Teniamo anche presente come delle due orecchie si muova indipendentemente dall’altra.

20


Ph: Sergei Sarakhanov

milkadv.it

camon.it

Ad a

per cani e tto

tti ga

en zion atur te

e al

Pro

PROTEGGERLi TI VIENE NATURAL E. ANCHE A NOI.

Protectionline

La linea Camon® all’Olio di Neem, un aiuto naturale contro insetti e parassiti. Per la salute del tuo amico a quattro zampe, Camon ha creato una linea di prodotti dall’efficacia e sicurezza testate. Una gamma completa, a base di Olio di Neem: l’estratto naturale più sgradito a insetti e parassiti. Scopri tutti i prodotti su camon.it

21

21


C

PICCOLI GESTI QUOTIDIANI, FUORI E DENTRO CASA

hi ama gli animali solitamente nutre anche un’attenzione particolare per l’ambiente e per la sua salvaguardia. Si tratta di una forma di rispetto profonda per ciò che ci circonda e che si traduce in piccoli gesti quotidiani capaci di rendere sempre più accoglienti sia gli spazi pubblici che le nostre case, soprattutto in questi mesi che, complice il bel tempo, invitano a recuperare pienamente il nostro contatto con la natura! A volte bastano davvero pochi istanti per sentirci maggiormente in serenità con se stessi e con gli altri: per aiutarti a prenderti cura dei tuoi quattrozampe e, nello stesso tempo, a mantenere un sereno clima domestico, Camon ti propone due interessanti nuovi prodotti: Sweetpee® ed Happy…P! SWEETPEE®, IL PIÙ SEMPLICE GESTO DI CIVILTÀ… I cattivi odori causati dalle urine degli amici animali sono spiacevoli “effetti collaterali” nelle uscite in passeggiata (e, purtroppo, a volte anche all’interno delle mura domestiche). Ma esse non sono soltanto un potenziale fastidio olfattivo: la loro composizione può danneggiare il patrimonio urbano, architettonico e artistico. Ma grazie a SweetPee® è possibile gestire al meglio queste situazioni: Sweetpee® è una soluzione che, grazie alla sua esclusiva formulazione a base di enzimi ed estratti vegetali, contribuisce a disgregare l’urina e ad abbatterne le emissioni odorose. FACILE DA UTILIZZARE, IN CASA E ALL’APERTO. Basterà applicare alcune spruzzate di SweetPee® sulle zone interessate per poter dimostrare concretamente il nostro desiderio di sentirci sempre più in armonia con la


natura e con il prossimo. La comodità di utilizzo rende SweetPee® l’ideale aiutante sia in casa (come tappeti e divani) sia all’aperto (come muri, automobili, marciapiedi). Disponibile nei pratici flaconi da 100, 250 e 750mm, SweetPee® è perfetto per mantenere il decoro della città ma è ottimo anche negli ambienti domestici: tutto con alcune semplici spruzzate! SWEETPEE® È ANCHE SOCIAL. Il progetto SweetPee® però non si ferma qui: tutti gli amanti del web potranno conoscere meglio SweetPee® condividendo con gli amici o con gli appassionati le proprie esperienze o semplicemente descrivendo gioie e problemi dell’ambiente. Per entrare nel mondo SweetPee® sarà sufficiente accedere al sito Internet www. sweetpee.it oppure visitare gli account Facebook, Twitter e Instagram. …E CON HAPPY…P! VERSI, ATTENDI E RACCOGLI! Happy...P! è un’altra grande novità pensata per contribuire a risolvere il problema delle cattive abitudini degli animali domestici. Happy...P! è una speciale polvere che, a contatto con i liquidi, crea in pochi secondi un amalgama compatto che può essere raccolto con scopa e paletta o persino con un normale aspirapolvere. Il risultato? Un pavimento asciutto e senza aloni! Happy…P! è un dispositivo medico di classe I conferme a quanto prescritto dalla Direttiva 93/42/CEE, si può smaltire normalmente nei rifiuti urbani e, grazie alla sua composizione, contribuisce ad eliminare il problema del cattivo odore delle deiezioni dei cani e dei gatti nella pattumiera. COME UTILIZZARE HAPPY…P? Happy...P! è molto semplice da utilizzare. Basterà versare pochi grammi di prodotto sul liquido, attendere alcuni secondi per poi raccogliere l’amalgama solidificato con una paletta oppure con l’aspirapolvere. Le caratteristiche di Happy...P! lo rendono adatto sia alle urine che alle deiezioni molli. Per ulteriori informazioni su questi e su tutti gli altri prodotti Camon, è possibile consultare il sito web www.camon.it e seguire i canali social Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.


l’esperto risponde

LA COLONSCOPIA Prof. A. Ciorba Gentile Professore, il mio pastore tedesco soffriva da tempo di perdite di sangue con le feci, per cui il veterinario dopo alcune cure mi ha consigliato di sottoporlo ad una colonscopia. Abbiamo scoperto che ha due piccole ulcere , che ogni tanto sanguinano. Vorrei qualche informazione sulla colonscopia. Grazie Gabriella F. (Taranto)

L

a colonscopia è una procedura comunemente utilizzata in veterinaria per diagnosticare la presenza di lesioni a carico delle parti terminali dell’intestino nel cane e nel gatto. E’ una metodica poco invasiva , non dolorosa, in quanto praticata in anestesia generale. Per eseguire una colonscopia in campo animale si ricorre all’uso di endoscopi flessibili, adattati alle caratteristiche anatomiche dei nostri animali da aziende specializzate. Si tratta di una sorta di tubicino, che è introdotto dall’ano, dotato di una fonte luminosa e di un oculare che trasmette l’immagine su un video. L’endoscopio prima di esser introdotto nel retto è opportunamente lubrificato. E’ anche possibile insufflare dell’aria nell’intestino per dilatarlo ed avere una migliore visione. Attraverso un piccolo canale posto all’interno del tubicino è possibile eseguire dei prelievi bioptici della mucosa dell’intestino con lo scopo di diagnosticare eventuali processi patologici in atto, quali infiammazioni, erosioni, ulcere, tumori, ecc.

24


l’esperto risponde

Indicazioni e controindicazioni alla colonscopia Sangue persistente nelle feci

Paziente non adatto all’anestesia

Incontinenza fecale

Paziente di taglia troppo piccola

Diarrea cronica

Sospetta perforazione intestinale

Stitichezza

Paziente con anomalie della coagulazione

Preparazione del paziente Prima di procedere alla colonscopia è essenziale procedere all’esame del retto per escludere patologie ostruttive. In molti pazienti è consigliabile eseguire anche esami del sangue ed un esame radiografico. La presenza di materiale fecale impedisce l’esecuzione di un corretto test, per cui è importante preparare adeguatamente l’animale. A questo scopo si può ricoverarlo il giorno prima dell’indagine per assicurare un adeguato digiuno e la somministrazione per bocca di soluzioni di lavaggio. Il giorno della procedura si dovranno fare uno o due clisteri di acqua calda, l’ultimo dei quali una ora prima della procedura. Anestesia Anche se la colonscopia non è dolorosa ed in certi cani si possa eseguire sotto sedazione, nei gatti e nella maggioranza dei cani è necessaria l’anestesia generale. Non essendo una procedura che provoca dolore nell’animale non è richiesto il ricorso ad antidolorifici dopo la sua esecuzione. Interpretazione dell’immagine Il colon sano ha un colore rosa pallido, una superficie piana: in una gran parte dei casi non si rilevano lesioni apprezzabili, per cui è utile procedere al prelievo di campioni bioptici. Si tratta cioè di pinzettare la mucosa, prelevare piccoli frammenti in vari punti dell’intestino per poi inviarli ad un laboratorio specializzato per l’interpretazione di eventuali lesioni microscopiche presenti. 25


Leader nella distribuzione veterinaria in Italia

DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE

FIDUCIA PROFESSIONALITÀ DISPONIBILITÀ 26

WWW.DEMAS.IT

DEMAS SRL VIA DI SALONE, 132 - 00131 ROMA - SEGRETERIA: 06 417905


Angolo cane

Bull Terrier Miniature A. C. Origine: Gran Bretagna. Aspetto generale Cane di piccola taglia,di costruzione solida, forte e muscolosa. Cane compatto e robusto. La particolarità che lo rende unico è la testa. Espressione intelligente e decisa. Di indole coraggiosa e decisa. Temperamento calmo, non insofferente alla disciplina. Standard Altezza: non deve superare circa i 35,5 cm.  Peso:  non maggiore di 9 kg. Tronco: tondeggiante, con grande profondità. Dorso corto, torace, visto dal davanti, largo. Testa e muso: lunga, forte e profonda. Parte superiore del cranio piatta. Tartufo: largo , di colore nero. Denti: regolarmente allineati e completi nel numero e nello sviluppo. Chiusura a forbice. Orecchie: piccole, fini e vicine tra loro. Portate erette Arti: posteriori e anteriori in appiombo. Ossatura di tipo rotondo. Di moderata lunghezza. Spalla: forte e muscolosa. Muscolatura: di eccellente sviluppo in tutte le parti del corpo. Linea superiore: diritta e solida. Coda: piazzata bassa, corta e portata orizzontalmente. Pelo: piatto e uniformemente corto. Duro al tatto. Colori ammessi: preferibile bianco, ma tollerato anche colorato, soprattutto tigrato. 27


angolo gatto

British Shorthair Inglese a pelo corto

A. C.

Paese d’origine: Gran Bretagna. è il gatto a pelo corto più diffuso in Europa. Gli incroci con il Persiano hanno contribuito a rendere il mantello più spesso e folto mentre la testa e tutto il corpo hanno acquisito rotondità che lo hanno differenziato dal gatto europeo. La struttura robusta, la testa grande e rotonda, gli occhi espressivi, il pelo folto e morbido, gli danno l’aspetto di un orsacchio.

Varietà di colore Il Britsh Shorthair è caratterizzato da una grande varietà di colori e tipi di mantello Il più comune e noto rimane comunque il blu. Colori uniformi: si possono presentare in una vasta gamma (blu, bianco, nero, rosso, crema, cioccolato e lilla). Nelle colorazioni uniformi gli occhi vanno dal bronzo all’arancione dorato; nei bianchi possono essere azzurri o impari). Se di colore uniforme, ma con pelo bianco-argento, è detto Smoke. Multicolori: presentano aree bianche nel mantello; i più conosciuti sono il Bicolore e il Tricolore. I multicolore con prevalenza di bianco sono anche chiamati Arlecchino o Van (Arlecchino: hanno una o più macchioline sul capo, qualche puntino sul corpo e la cola colorata; Van: hanno solo la testa e la coda colorate). Tortoiseshell o Tortie: presentano macchie di vari colori ma nessuna traccia di bianco. Sono quasi sempre femmine. Non presentano macchie ben definite, ma hanno il pelo di colori che si mischiano tra loro. Tigrati o Tabby: quattro i tipi di mantello tigrato - maculato, striato, picchiettato e classico. In genere sono della varietà nera, rossa o blu. I disegni devono essere il più definiti possibile. 28


angolo gatto

Silver o Argentati: è una varietà recente. Sottopelo argentato; il pelo nel resto della sua lunghezza presenta una normale pigmentazione che determina il colore del mantello (uniforme, multicolore, tigrato). Colourpoint: ultima varietà selezionata, ottenuta incrociando Persiani Colourpoint; presenta le estremità di colore più intenso rispetto al corpo; sono presenti in molte varietà. Standard Categoria: Pelo Corto. Corporatura: da media a grande (maschi da 5 a 6 kg, femmine da 4 a 5 kg); petto ampio, spalle possenti , schiena corta e muscolosa. Testa: rotonda e massiccia (più larga e possente nei maschi); guance piene; collo corto e robusto; naso corto e dritto, stop poco pronunciato; mento forte e ben pronunciato. Orecchie: piccole, larghe alla base e den distanti. Occhi: tondi e grandi. Arti: corti e dritti, con zampe tonde e robuste. Coda: di lunghezza media , con punta arrotondata.  Mantello: corto, denso e vaporoso, leggermente ispido al tatto; piuttosto dritto. 

29


Problemi nel testare e capire come correggere i valori dell’acqua nel vostro acquario? Da oggi Tetra vi offre la possibilità di utilizzare il vostro smartphone per valutare la qualità dell’acqua e soprattutto vi da consigli per come migliorarla e mantenere con più facilità il vostro acquario. L’app di Tetra è semplice, veloce e precisa: 1. scarica l’app dal Google Play o dall’Apple store 2. utilizza le strisce di Tetra Water Test 6in1 3. apri l’app Tetra e scatta una foto alla striscia appena usata 4. avrai immediatamente i risultati dell’analisi dell’acqua

Download dal sito: tetra.net/testapp

30

www.tetraitalia.net


l’angolo della lettura

50 SEMPLICI COCCOLE PER FAR FELiCE IL TUO GATTO

S

C. A.

e vogliamo coccolare e viziare il nostro gatto e trattarlo in punta di forchetta nella speranza che ci sia fedele per tutta la sua esistenza non possiamo non leggere questo libro per poter interpretare correttamente il linguaggio dei gatti in tutte le sue sottili sfumature; per rendere la casa adatta al nostro amico felino seguendo alcune semplici regole per la sicurezza e il divertimento; per preparare al nostro compagno a quattro zampe pasti sani, nutrienti e gustosi al punto da fargli leccare i baffi; per spazzolarlo e accarezzarlo come piace a lui; per fargli fare esercizio fisico, nonostante la sua nota pigrizia; per curarlo quando non si sente bene e a mantenere sempre pulita la sua “toilette”, visto che non sopporta i cattivi odori; per insegnargli un po’ di buone maniere.

• Il Punto d’Incontro Edizioni • Tipo: Libro • Pagine 182 31


Qui demas

CANE E PADRONE: LA COPPIA PIU’ BELLA DEL MONDO!

Pamela Sales

è

con questo caldo e queste belle giornate già si comincia ad assaporare il dolce profumo delle vacanze e i nostri follower, specialmente quelli che hanno da poco deciso di ospitare in casa un pelosetto, hanno iniziato a chiedersi quale sia il miglior modo di passare le vacanze insieme ai loro amici a quattro zampe. Sul nostro blog abbiamo risposto alla fatidica domanda “come posso far ‘digerire’ al mio cane un lungo viaggio in macchina?” e abbiamo consigliato l’adozione di rimedi medici per prevenire il mal d’auto del nostro piccolo, sempre dopo aver consultato un veterinario. Sappiamo bene che durante il periodo caldo cambiamo la nostra alimentazione e la adeguiamo alle esigenze del nostro corpo: lo stesso avviene per i nostri pelosetti. Qual è l’alimento che in estate ci rinfresca di più? Il gelato! E lo stesso vale per i nostri amici a quattro zampe: un buon gelato mette il cagnolino di buon umore e lo aiuta ad affrontare meglio il caldo. Anche questo mese non sono mancate le news dal mondo. 32


Abbiamo parlato dell’importanza dell’aiuto dei cani per affrontare momenti traumatici e degli effetti terapeutici che i loro comportamenti possono avere sulla nostra mente. Ogni venerdì è dedicato ad una razza diversa, di cane o gatto, un angolo dedicato alle curiosità per gli appassionati, dove parliamo delle caratteristiche e dei principali atteggiamenti dei nostri amici animali. Inoltre, sono state tantissime le persone che hanno partecipato all’evento “ti presento una razza” presso il negozio di Saxa Rubra, dove il piccolo Chihuahua è stato la star indiscussa! Come sempre abbiamo avuto l’apporto prezioso dei nostri follower, sempre attenti e pronti ad accogliere i consigli per migliorare la vita dei loro amati pelosetti! Se vuoi seguirci e rimanere informato sui nostri prodotti e sulle novità visita la nostra pagina FACEBOOK@GIULIUSPETSHOP e dai un’occhiata ai nostri consigli sul BLOG di www.giulius.com. 33


Gra in TM

Fre e

Non dovrai più andare IN CAPO AL MONDO per trovare gli INGREDIENTI PIÙ PULITI per il benessere del tuo cane. L’ABBIAMO FATTO NOI

AL TUO POSTO!

LEGEND ALL LIFE SMALL è un alimento studiato appositamente per cani di piccola taglia, grain free e monoproteico, ricco di acciughe lavorate intere e pescate in mare aperto. 0UNYLKPLU[PW\SP[PV[[LU\[PKHMVU[PIPVSVNPJHTLU[LW\YLHZZVJPH[PHSS»LMÄJHJPHKLNSPLZ[YH[[P Ä[V[LYHWPJPWLYPSILULZZLYLKLS[\VJHUL Scopri tutta la linea LEGEND! Squisiti UMIDI e SNACK made in Iceland per un Programma Nutrizionale

NDO IN

MO

seguici su facebook

TE

34

www.forza10.com

O LE PR

MADE IN ITALY

IN ICEL DE

D‹ AN

‹MA

Integrato

E

P IÙ PULIT E

AL


PET QUIZ

Pet quiz 1. La bradicardia è un anomalia della frequenza: a cardiaca b respiratoria c urinaria

2. Numero dei denti di un criceto: a 10 b 16 c 22

3. Il cuboide è un osso di: a spalla b arto posteriore c piede

4. L’anisakis è un parassita di: a cani b pesci c gatti

5. Il manganese è assorbito soprattutto a livello di: a cute b bocca c intestino tenue

6. Altezza media (cm) al garrese di un cavallo maremmano: a 1.90 b 2.15 c 1.60

7. La gravidanza della giraffa dura mediamente: a 8 mesi b 15 mesi c 17 mesi

8. Il succo di noni ha anche attività: a antinfiammatoria b immunostimolante c antiossidante

Le risposte corrette: 1a 2)b 3)c 4)b 5)c 6)b 7)b 8)a 35


I PROSSIMI EVENTI nei nostri negozi

2.6 SanypeT - (Appia) 3.6 MEIAL - (Appia - Saxa Rubra) 3.6 TRAINER - (Appia) 6.6 Sanypet - (Saxa Rubra) 7.6 ALMO NATURE - (Appia) 9.6 hill’s - (Appia - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 9.6 Union bio - (Appia) 10.6 ROYAL CANIN - (Appia) 10.6 ALMO NATURE - (Saxa Rubra) 10.6 Union bio - (Saxa Rubra) 15.6 BOLTON - (Appia - Saxa Rubra) 16.6 FARMINA - (Appia - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 17.6 MARPET - (Appia - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 23.6 ROYAL CANIN - (Appia - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 24.6 VALPET - (Appia - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 28.6 ALMO NATURE - (Saxa Rubra) 1.7 MEIAL - (Appia - Saxa Rubra) 1.7 TRAINER - (Appia)

- Le date potranno subire variazioni Appia: Circonvallazione Orientale, 4692 - Roma Testa di Lepre: Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 - Fiumicino (RM) Saxa Rubra: Via Carlo Emery, 135 - ROma

E zine giulius Anno 5 N° 6  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you