Page 1

l’amico degli animali La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 12 - Dicembre 2019

CURIOSITÀ

L’albero di Natale

SALUTE ANIMALE

Gatto: è tempo di influenza

PET e FESTIVITÀ

È Natale anche per i nostri amici fidati


Sommario .............................. Salute animale pag 4 Gatto: è tempo di influenza Artroscopia nel cane Una bella passeggiata con il nostro cane Alimentazione pag 20

Cura & Diagnosi pag 9 Malattie del fegato nel cane e nel gatto Pet & Festività pag 11 È Natale anche per i nostri amici fidati Consigli per le feste Il gatto l’albero di Natale e le istruzioni del caso

Curiosità pag 17

Curiosità pag 17 La leggenda dell’abete L’albero di Natale Alimentazione pag 20 Gatto e dimagrimento Viaggiando pag 24 Viaggiando pag 24

Il villaggio di Babbo Natale Angolo cane pag 27 Cane da Montagna dei Pirenei

l’amico degli animali

EDITORE

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Carlo Emery, 135 - 00188 Roma LUN - SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma LUN - SAB 09:00 -19:00 Orario continuato Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) LUN - SAB 09:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00 Via dei Colli Portuensi 69 – 00151 Roma LUN – SAB 10:00 -13:00 / 14:30-19:30 Via Beverino 6 – 00168 Roma LUN – SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Via Asmara 54 – 00199 Roma LUN – SAB 10:00 -13:00 / 14:30-19:30 Piazza Albini, 28 – 00154 Roma LUN – SAB 10:00-13:00 / 14:30-19:30 Tel. 06.41.79.05.500 Fax. 06.66.18.90.84 Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

Angolo gatto pag 29 Snow Shoe Angolo della lettura pag 30 Il gatto che insegnava ad essere felici Qui Demas pag 33 L’alimentazione con il nuovo cambio di stagione!

LEGENDA Torna all’Homepage Clicca sulla freccia per vedere i link esterni


S

IBUTORE

Mediterranean gourmet

O

DI

TR

V

ESC LUSI

“Lasciate che il cibo sia la vostra unica medicina” — Ippocrate

Cibo Olistico cucinato con ingredienti naturali di alto valore nutritivo, che forniscono i vantaggi della fitoterapia che potenzia il sistema immunitario e migliora la salute.

FORMULA PROVITAL Una combinazione di prodotti botanici, nutrienti e prebiotici per offrire una nutrizione piu’ avanzata, per fornire adeguati livelli di antiossidanti che rafforzano il sistema immunitario e riducono così il rischio di malattie.

Ipoallergenico

Alimentazione naturale

Grain Free

Siamo il primo produttore spagnolo certificato da PETA. Non testiamo mai sugli animali nel corso di tutto il processo di sviluppo e produzione dei nostri prodotti.

Condro-protettori

Dieta di esclusione

www.gosbi.com


SALUTE ANIMALE

A. Ciorba

GATTO: E’ TEMPO DI INFLUENZA

L

e malattie delle prime vie aeree del gatto sono causate da agenti infettivi diversi, possono presentarsi in una forma acuta che spesso va incontro a cronicizzazione. I principali responsabili di queste forme sono due virus: il calicivirus e l’herpesvirus felino. Di rilievo è il contemporaneo intervento di germi.

L’infezione si trasmette per contatto diretto attraverso secrezioni orali, oculari, nasali ed indiretto attraverso attrezzi, personale addetto alla custodia nei gattili, ciotole, ecc. Tra i vari agenti causali il calicivirus felino è il più resistente potendo sopravvivere sino a 10 giorni nell’ambiente esterno: i soggetti maggiormente a rischio sono i gattini, gli animali che vivono in gattili e quelli non vaccinati, i gatti colpiti dal virus dell’immunodeficenza felina: circa l’80% dei gatti che superano l’infezione divengono portatori subclinici (cioè non manifestano sintomi apparenti) per più anni; i portatori sani possono eliminare il virus per 2 settimane in coincidenza con la riacutizzazione dell’infezione latente a causa di situazioni stressanti come ad esempio la lattazione, il parto, il trasporto. A scopo esemplificativo potremmo ricordare come il calicivirus sia responsabile di una sindrome relativamente lieve caratterizzata da scolo nasale ed oculare, ulcere della bocca, del polpastrello e febbre. I gatti colpiti possono anche mostrare inappetenza, starnuti e congiuntivite. Nonostante questo sia il quadro tipico di malattia, il virus in questione può provocare nel gattino la comparsa di una grave polmonite così come un’infezione inapparente. L’herpes virus felino, dopo un periodo di incubazione di 2-6 giorni, provoca la comparsa di depressione, inappetenza, febbre, intensi starnuti, abbondante salivazione. 4


SALUTE ANIMALE Con il progredire della malattia compare una congiuntivite con scolo nasale ed oculare, tosse, difficoltà respiratoria. Meno frequentemente il virus può essere causa di polmonite o manifestazioni neurologiche. Nelle gatte gravide è stato segnalato aborto. Il danno indotto dal virus a carico delle vie nasali può predisporre gli animali colpiti alla comparsa di una forma cronica. Il trattamento delle malattie virali delle vie aeree superiori del gatto consiste soprattutto in un’accurata pulizia degli occhi e del naso. In un adeguato supporto nutrizionale, nella reidratazione, nella somministrazione di vitamine del complesso B, di stimolanti l’appetito e di antibiotici per controllare eventuali, ma frequenti infezioni batteriche secondarie. Nei casi cronici la terapia antibiotica potrà essere prolungata per 3-6 settimane. Per il controllo di questa affezione è consigliata la vaccinazione. È consigliabile sottoporre a vaccinazione il gatto con due dosi a distanza di 3-4 settimane a partire dalla 9 settimana di vita e quindi procedere ad un richiamo annuale. 5


SALUTE ANIMALE

A. C.

ARTROSCOPIA NEL CANE

L’

artroscopia è una tecnica chirurgica che consiste nell’esplorare un’articolazione attraverso l’inserimento al suo interno di una piccola videocamera. Questa tecnica permette di valutare nel dettaglio le strutture intrarticolari, grazie all’uso di una fonte luminosa e di un sistema a fibre ottiche, collegato a una videocamera. È una tecnica mininvasiva, a basso rischio e che riduce il dolore postoperatorio rispetto alla chirurgia tradizionale. L’artroscopia può essere utilizzata come strumento diagnostico per valutare al meglio le condizioni delle strutture intraarticolari o per attuare procedure chirurgiche. L’artroscopia è indicata soprattutto a livello del gomito per la diagnosi e trattamento delle patologie associate alla displasia ed a livello della spalla per il trattamento dell’osteocondrite e la diagnosi e trattamento di problemi a livello tendineo e legamentoso. L’artroscopia è eseguita con l’animale in anestesia generale. Dopo aver tosato e preparato l’arto si fanno delle piccole incisioni sulla cute che permettono l’inserimento della videocamera, degli strumenti e dei fluidi necessari a distendere l’articolazione. I tempi di recupero a seguito di un’artroscopia sono piuttosto brevi, gli animali sono generalmente dimessi entro le 24 ore post operatorie. L’arto operato può essere dolente e gonfio dopo la chirurgia, a causa dell’uso di ingenti quantità di fluidi  durante la procedura, ma il dolore è facilmente controllabile tramite l’uso di farmaci antinfiammatori e i fluidi vengono riassorbiti dall’organismo nell’arco di uno-due giorni. L’animale dovrà essere tenuto a riposo per una/due settimane. A seconda del problema trattato potrà essere necessario un periodo di riposo più lungo, della fisioterapia/idroterapia e/o un piano di gestione a lungo termine dell’osteoartrite.

6


SALUTE ANIMALE

UNA BELLA PASSEGGIATA CON IL NOSTRO CANE

P

A. C.

asseggiare e giocare con il proprio amico a quattro zampe non solo è salutare per entrambi uomo ed animale, ma è anche uno degli aspetti piacevoli derivanti dal possedere un cane.

Il moto è necessario anche d’inverno per il suo benessere, contribuisce a tenerlo in forma, in buona salute. Un cane chiuso in casa tutto il giorno diventa pigro, apatico,triste ed aumenta di peso e potrebbe anche presentare problemi comportamentali come abbaiare in modo eccessivo od avere atteggiamenti distruttivi. I cani dovrebbero fare un po’ di moto ogni giorno: per quelli più tranquilli può bastare il giro dell’isolato due volte al giorno, ma per quelli più vivaci e giovani sarà opportuno programmare una passeggiata più lunga. Se il cane non è giovane chiediamo consiglio al nostro veterinario relativamente al tipo di esercizio cui desideriamo sottoporlo. Teniamo anche presente la regola, soprattutto valida per i cani di grossa taglia, di non far fare loro esercizi impegnativi subito dopo il pasto. Naturalmente ci deve sempre guidare il buon senso per cui dovremo evitare di compiere improvvisamente lunghe e faticose passeggiate o corsette, ma iniziare gradualmente e progressivamente. Se il nostro spazio è limitato al territorio cittadino ricordiamoci di tenere il nostro cane al guinzaglio per la sua incolumità e per non creare problemi con altre persone. Noi siamo responsabili per le sue eventuali azioni non corrette. Diverso è il discorso se disponiamo di spazi aperti in campagna dove potremo fare scorrazzare il nostro amico a quattro zampe di buona indole e non aggressivo, ma sempre con un occhio attento ai suoi movimenti e potenziali incontri. Passeggiare con il cane può essere anche un momento di socializzazione con altre persone come noi amanti dei cani ed un momento di piacevole interazione. 7


www.foschigroup.com

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali. Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio.

Più di 20.000 articoli Fidelity card gratuita con importanti sconti Customer service dedicato Assistenza tecnica in tutta Italia Corsi di formazione Consegna rapida e sicura Foschi Srl Via di Salone, 132 00131 Roma Tel: +39 06 98263800 Fax +39 06 98263899 info@foschigroup.com

8

Per informazioni, preventivi e ordini puoi contattarci al numero +39 06 417.905.800 o inviare un’email a preventivi@foschigroup.com o a ordinivet@foschigroup.com


CURA & DIAGNOSI

MALATTIE DEL FEGATO NEL CANE E NEL GATTO

A. Ciorba

L

e patologie epatiche non sono facili da diagnosticare dal momento che le manifestazioni cliniche, possono non essere specifiche e non abbiamo a disposizione un unico test in grado di svelarle. Il fegato ha una rilevante capacità di riserva e per questa ragione, i sintomi di malattia possono non manifestarsi fino a quando il danno dell’organo non è rilevante. Esistono poi affezioni di ordine generale che possono avere ripercussioni epatiche. Il veterinario per giungere ad una diagnosi in primo luogo procederà alla raccolta accurata della storia dell’animale che riguarda l’uso di farmaci, la possibile esposizione a sostanze tossiche, la presenza di malattie infettive, procedure chirurgiche recenti che richiedevano l’uso di anestetico e dati sul tipo di vita. L’età, la razza e il sesso possono aiutare ad indirizzarsi verso una causa piuttosto che un’altra. Un esempio è l’epatite cronica presente comunemente in cani di razza Dobermann, femmine, di media età. I segni clinici di più frequente riscontro sono rappresentati da: depressione, minore appetito, perdita di peso e mancata crescita, vomito, diarrea, feci di color argilla, presenza di liquido in addome, aumento della sete e dell’urinazione, ittero, problemi di coagulazione, dolore addominale ed encefalopatia. Alla visita clinica faranno seguito gli accertamenti diagnostici quali esami di sangue, urine, ecografia epatica. In taluni casi il veterinario per una diagnosi di certezza può anche ricorrere ad un esame bioptico del fegato. Prima di arrivare alla biopsia, è però importante che tutte le cause di problemi epatici secondari siano state escluse. 9


10


PET & FESTIVITÀ

E’ NATALE ANCHE PER I NOSTRI AMICI FIDATI

A. C.

• CUCCE and co. Le cucce destinate ai nostri piccoli amici sono profondamente cambiate. È possibile anche acquistare nei negozi Giulius o sul sito della Demas srl brandine, materassini, di varie forme e fogge, ricoperti di confortevoli tessuti così come trovare veri e propri lettini sempre più curati e rifiniti, che ben si inseriscono come validi oggetti di arredamento nelle nostre case.

• GIOCHI E PRELIBATEZZE. Oltre ad una dose maggiore di coccole i nostri pet possono contare durante le festività di pensierini di varia natura come ad esempio le boomer, palline dispenser che rilasciano piccoli snack, biscotti e croccantini durante il gioco. Parimenti ampia è la scelta di snack o pasti sfiziosi, realizzati appositamente per loro con il fine di non alterare il regime dietetico quotidiano. Vasta è la gamma delle ciotole per la pappa. Colorate, in plastica o in metallo. Molto spesso hanno rifiniture davvero uniche, da scegliere in base allo stile dell’ambiente ed al resto dell’arredo della casa.

• ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI. Tra le proposte natalizie da ricordare collarini e guinzagli, simili a preziosi bijou, tempestati di lustrini e caratterizzati da colori accesi e brillanti. Nell’abbigliamento disponibile un’ampia varietà di cappottini per proteggerli dal freddo e dalla pioggia, impermeabile o piumino trapuntato da indossare durante la quotidiana passeggiata al parco in alternanza, a seconda del tempo e della temperatura, utile per i cani a pelo corto e di piccola taglia. Per chi teme le intemperie sono disponibili dei veri e propri passeggini. Per i cani sportivi che seguono i loro padroni nelle gite avventurose in montagna le scarpine da trekking adatte ai sentieri più impervi. E poi felpe e magline di lana, ispirate nei colori e nelle fantasie a quelle degli umani, arricchite da stampe colorate e scritte divertenti.

11


PET & FESTIVITÀ

A. Ciorba

CONSIGLI PER LE FESTE

• ATTENTI ALL’ALBERO. L’albero di Natale ha in gran parte sostituito il presepe nelle nostre case divenendo un simbolo molto diffuso delle festività natalizie. Luci scintillanti e decorazioni di ogni tipo possono nascondere piccole grandi trabocchetti per i nostri quattro zampe che possono essere particolarmente attratti da palline colorate e fili illuminati, rischiando di rimanere folgorati odi andare incontro ad un possibile soffocamento in seguito all’ingestione di addobbi “indigesti”.

• BOTTI DI FINE ANNO. Arriva il nuovo anno ed immancabili sono i «botti di Capodanno». Gatti e soprattutto cani sono particolarmente sensibili a questi rumori improvvisi e violenti, possono essere preda di vero e proprio panico e reagire con comportamenti istintivi, come ad esempio cercare di fuggire il più lontano possibile, esponendosi a seri rischi. Possono fuggire per le strade, rischiando di essere investiti da automobili di passaggio, oppure provare un impulso improvviso a scappare dall’abitazione scavalcando il balcone o la finestra. Ed allora teniamo il nostro piccolo amico peloso, seppure per un periodo limitato in un luogo confortevole e rassicurante, magari facendolo entrare in casa se vive all’esterno; manteniamo un atteggiamento sereno e non premiamo cane o gatto con carezze di rassicurazione, che l’animale potrebbe interpretare come una legittimazione del suo stato di paura. È possibile comunque prevenire gli stati di ansia, rivolgendosi in anticipo al medico veterinario che potrà consigliare rimedi omeopatici, fitoterapici o farmaci in grado di limitare l’ansia. 12


PET & FESTIVITÀ

• ALT CIOCCOLATA. Gratifichiamo i nostri pet con snack, bocconcini, ossa e quanto altro offre il mercato. Supermercati e negozi per animali ci propongono un’ampia gamma di doni. Facciamo attenzione alla cioccolata. La teobromina contenuta nel cioccolato è tossica per i cani, che sono incapaci di metabolizzarla. Parliamo naturalmente di quantitativi elevati perché possano esercitare un effetto nocivo. Esempio: un cane di circa 20 Kg di peso soffrirà qualche disturbo intestinale dopo aver mangiato circa 250 g di cioccolato al latte, aritmia cardiaca se ne mangia mezzo chilo. Col cioccolato fondente le dosi sono inferiori, essendo questo più ricco di cacao. Se non vogliamo quindi rinunciare a gratificare i nostri amici pelosi andiamo da Giulius ed acquistiamo leccornie appositamente studiate e realizzate per loro.

• OSSA, FRITTI, ECC. Attenzione ai bocconcini rubati mentre si cucina o che si possono somministrare con troppa generosità. Guardiamoci da ossa, retine degli arrosti, alimenti fritti, carne di maiale cruda, ecc. Sono potenziali pericoli che possono provocare tutta una serie di inconvenienti più o meno seri, talora mortali. 13


PET & FESTIVITÀ

• PIANTE PERICOLOSE. È ampio è il numero delle piante che possono esercitare un’azione tossica per cani e gatti. L’ingestione di una quantità anche piccolissima di parte di esse può causare avvelenamenti mortali. Per evitare pericoli basta prendere dei semplici accorgimenti e tenere le piante al di fuori della portata degli animali ricordandoci che, specialmente i cuccioli, mordono e giocano con qualsiasi oggetto abbiamo alla loro portata: - Palma da sago (Cycas Revoluta) - Gigli, tulipani tossici soprattutto per i gatti - Azalea/rododendro (letale) - Oleandro (letale) - Semi di ricino (letale) - Ciclamino (in alcuni casi letale), la più alta concentrazione di questo componente tossico è posizionata tipicamente nella parte della radice della pianta.  - Kalanchoe (pianta grassa) - Tasso (letale) - Stella di natale - Dieffenbachia specialmente tossica per i gatti - Vischio - Bacche di Agrifoglio - Lauroceraso contiene cianuro - Ortensia

14


PET & FESTIVITÀ

IL GATTO L’ALBERO DI NATALE E LE ISTRUZIONI DEL CASO

A. C.

Scegliete bene l’albero: spesso quelli veri sono più pericolosi di quelli finti per un gatto. Sarà bene raccogliere di frequente gli aghi dell’albero vero caduti a terra ed evitare che possano cadere nella vaschetta per l’acqua.

Attenzione alle dimensioni. Da evitare alberi troppo alti, potrebbero essere una tentazione per una “divertente” scalata.

• •

Rinforzate la base di appoggio per dare stabilità all’albero.

Scegliete un posto idoneo con spazio libero ai lati. Mobili troppo vicini alla parte più alta dell’albero potrebbero essere un invito per il gatto a saltarci sopra.

Posizionate un telo di plastica nel luogo dove sistemare l’albero:in modo che sia più semplice raccogliere il materiale che cade da rami e decori.

• •

Nascondete i cavi di luci e addobbi vari soprattutto se vi sono in casa dei mici piccoli.

• •

Evitate festoni e ghirlande luccicanti che potrebbero essere mangiucchiate dal gatto.

Scegliete decorazioni sicure. Da evitare le decorazioni in vetro o fatte con parti che si staccano molto piccole. Il decoro ideale per chi ha un gatto è in stoffa o cartone. Mettete pacchi e pacchetti sotto l’albero all’ultimo momento e attenti ai nastri.

15


La filosofia di Almo Nature:

Ricette preparate dal punto di vista dei nostri cani e gatti che aiutano anche i loro fratelli meno fortunati UNA DUALITÀ UNICA: Un nutrimento innovato e di qualità superiore per i nostri compagni animali

& Un nuovo modello-socio-economico: dal 1 gennaio 2018, tutti i profitti (dividendi) di Almo Nature sono destinati a progetti in difesa dei cani, dei gatti e della biodiversità. ACQUISTANDO ALMO NATURE, FAI DEL BENE AL TUO COMPAGNO ANIMALE E ALLA NATURA. 16

Scopri di più su: almonature.com


CURIOSITÀ

LA LEGGENDA DELL’ABETE

A. C.

D

a parecchie settimane gli uccellini erano partiti. Era rimasto solamente un crociere, perché aveva un’ala spezzata e non poteva volare. Quando guarì e uscì dal nido, si accorse che ormai faceva freddo. Allora cercò riparo tra i rami della betulla. Ma la betulla lo scacciò. Il piccolo crociere volò via e domandò riparo al salice.  Anch’esso lo scacciò. Scoraggiato, l’uccellino si rivolse a un abete: Proteggimi tu! - supplicò. L’abete ebbe compassione e rispose: Scegliti un riparo tra i rami e cerca fra le pigne.  C’è ancora qualche seme. Il crociere lo ringraziò e si stabilì sul grande albero. Passò qualche giorno. Una notte cominciò a soffiare il vento gelido del Nord. Soffiò sulla betulla e sul salice.  Essi rabbrividirono e perdettero le foglie. Ma rispettò l’abete, perché era sempre stato gentile verso il crociere. Per questo l’abete conserva i suoi aghi sempre verdi per tutto l’inverno.

17


CURIOSITÀ

L’ALBERO DI NATALE

U

n a leggenda americana racconta di un bambino che, alla ricerca di un ceppo di legno da bruciare nel camino, si perse in un bosco la vigilia di Natale. Oltre a tutto iniziò a cadere una fitta nevicata. Nel bosco, ormai spoglio di foglie, vide un albero ancora verdeggiante e si riparò dalla neve sotto di esso: era un abete. Il piccolo si addormentò ai piedi del tronco e l’albero abbassò i suoi rami fino a far loro toccare il suolo in modo da formare come una capanna, che proteggesse dalla neve e dal freddo il bambino. La mattina dopo i compaesani trovarono il bambino che dormiva tranquillo sotto l’abete, tutto ricoperto di cristalli che luccicavano alla luce del sole. In ricordo di quel fatto, l’abete fu adottato a simbolo del Natale e da allora in tutte le case è addobbato ed illuminato, quasi per riprodurre lo spettacolo che gli abitanti del piccolo villaggio videro in quel lontano giorno. Da quello stesso giorno gli abeti nelle foreste avrebbero mantenuto, la caratteristica di avere i rami pendenti verso terra.

18

A. C.


19


ALIMENTAZIONE

A. C.

L’

GATTO E DIMAGRIMENTO

obesità felina può causare patologie gravi quali il diabete, l’artrite, patologie cardiache, difficoltà respiratoria e insufficienza renale. È opportuno combatterla. Prima che il micio inizi la dieta è opportuno farlo visitare da un veterinario per una valutazione delle sue condizioni generali.

Sarà impostato un piano di dimagrimento, che dovrà essere seguito in maniera precisa e costante. In commercio esistono alimenti dietetici studiati appositamente per avere un minor apporto di calorie, che permettono una più facile gestione della dieta. I mangimi dietetici in commercio presentano tabelle specifiche che, se seguite correttamente, permettono una riduzione sensibile del peso. È importante pianificare la perdita di peso su un medio periodo (qualche mese) e mai cambiandomdrasticamente la dieta del nostro gatto. Molti cibi secchi hanno un alto tasso calorico per cui può essere possibile iperalimentare il proprio animale. Il cibo umido ha un più basso tenore in carboidrati e un maggior tenore proteico. Da evitare l’abitudine di lasciare sempre del cibo a disposizione del gatto o quella di dargli da mangiare ogni qualvolta lo chiede. La soluzione migliore è quella di dargli da mangiare 2 volte al giorno, con una quantità prestabilita di cibo. Una corretta dieta deve essere accompagnata da esercizio fisico regolare anche nel caso del gatto. L’allenamento migliore avviene attraverso il gioco: giocare regolarmente è fondamentale per mantenere il micio in condizioni psico-fisiche ottimali. Il gatto gioca di buon grado da solo e gioca volentieri con noi.

20


D O G C O AT C O L L E C T I O N 2 0 1 9 | 2 0 2 0 L a q u a l i t à d e i te s s u t i. L o s t i l e r i c e r c a to n e i d e t t a g l i. L’a m p i a s c e l t a d i f a n t a s i e e m i s u r e. L a n o s t r a n u ova c o l l e zi o n e è tu t to q u e s to. Unica ed esclusiva S c o p r i tu t t a l a n o s t r a n u ova c o l l e zi o n e d i a b b i g l i a m e n to s u c a m o n.i t e s u i n o s t r i s o c i a l

camon.it

21


FESTE SERENE, PER LORO E PER NOI

IL LORO BENESSERE COMPORTAMENTALE E LA PROTEZIONE DEGLI AMBIENTI DOMESTICI Dicembre è arrivato ed il periodo delle festività è ormai alle porte. Per far sì che i nostri amici quattrozampe possano condividere con noi, nel modo più sereno possibile, i momenti delle feste è bene considerare alcuni problemi che si potrebbero presentare. TENSIONE…A QUATTRO ZAMPE? Chiunque condivida la propria vita con un animale domestico sa che le festività possono essere fonte di tensione per lui. Le cene ed incontri tra parenti e amici, infatti, pur essendo ottima occasione per rinsaldare i legami, sono situazioni che modificano le consuetudini dei nostri quattrozampe, generando rumori e suoni ai quali loro non sono abituati. Un altro aspetto da considerare è inoltre quello degli spettacoli pirotecnici che, sebbene appaiano in diminuzione (sono diversi i Comuni che si sono attivati per vietarli), producono luci e rumori che possono spaventare i nostri animali provocando comportamenti inappropriati o, nei casi più gravi, fughe pericolose per loro e per chi incrocia la loro strada. Come possiamo agire in queste circostanze? ALCUNI UTILI CONSIGLI. Conoscere il proprio quattrozampe e le sue reazioni è fondamentale per gestire questi momenti. Un primo suggerimento è quello di evitare di lasciare all’aperto l’animale nei momenti critici come, ad esempio, durante gli spettacoli pirotecnici. Al contrario, offriamo al nostro beniamino un luogo riparato (una stanza della casa oppure il garage, purché il luogo scelto sia tranquillo e non troppo freddo), in modo che il rumore che sentirà sia più attenuato. Inoltre, se possibile dotiamo questa stanza di un televisore o di una radio, alzandone il volume per coprire i rumori provenienti dall’esterno. In linea generale, è importante avere atteggiamenti rasserenanti nei confronti dell’animale, premiandolo se si dimostra tranquillo e, soprattutto, non esponendolo a situazioni che percepiamo gli siano sgradite. UN AIUTO NATURALE? CI VUOLE AEQUILIBRIA! Oltre a queste azioni, può essere utile l’uso di specifici prodotti che aiutino l’animale a gestire al meglio il suo comportamento. La linea AEquilibriA di Camon è pensata a questo scopo, risultando molto valida soprattutto se usata preventivamente agli eventi potenzialmente fonte di tensione. La linea AEquilibriA comprende 4 diversi prodotti: • l’alimento complementare in compresse AEquilibriAVet • la sospensione orale AEquilibriA


• il collare AEquilibriA (specifico per gatti) • il Diffusore per ambienti AEquilibriA, con relativa ricarica (specifico per gatti) I prodotti AEquilibriA contengono Melissa, Valeriana, Zenzero, Triptofano e, nella linea specifica per il gatto, Nepeta Cataria, che supportano il fisiologico adattamento dell’animale a tali situazioni aiutandolo a ridurre i comportamenti anomali. OSPITI INDESIDERATI, ANCHE IN INVERNO? PURTROPPO SÌ. Un altro problema, seppur forse più “nascosto”, che è importante affrontare in questi mesi è quello relativo alla presenza di insetti e parassiti. Eh sì, gli ospiti indesiderati, complice l’innalzamento delle temperature oltre che l’effetto del riscaldamento nelle nostre abitazioni, sono presenti durante tutto l’anno. Cucce e cuscini abitualmente utilizzati dai nostri animali, ma anche divani, tende ed altri interstizi presenti nelle nostre abitazioni possono divenire luoghi graditi a questi ospiti del tutto “sgraditi”, consentendo loro di riprodursi grazie alle favorevoli condizioni climatiche. COME AGIRE IN QUESTE SITUAZIONI? La cosa più importante, per cercare di evitare le infestazioni, è la pulizia del nostro animale e di tutti gli ambienti che lui frequenta. In casa prestiamo attenzione a tende pesanti, termosifoni e a tutte le zone nelle quali si potrebbero annidare i parassiti. È consigliabile utilizzare spesso l’aspirapolvere, meglio ancora se con il vapore, sostituendone subito dopo il sacchetto oppure trattandolo con un antiparassitario spray. Un’altra strategia che può rispondere sia all’esigenza di protezione che alla necessità di sicurezza è quella di utilizzare di prodotti naturali che, usati con regolarità, possono contribuire efficacemente alla protezione degli animali e degli ambienti. L’OLIO DI NEEM: UN PREGIATO AIUTO NATURALE. Particolarmente prezioso è, in questo caso, l’olio di Neem, un estratto vegetale che, per le sue caratteristiche, può essere molto utile per offrire una protezione naturale. L’olio di Neem è il componente principale della linea linea Protection di Camon, che comprende anche alcuni prodotti specifici per gli ambienti come la Lozione Protettiva Spray, il Diffusore e l’Elettroemanatore, con relative ricariche, che contribuiscono a creare un ambiente protetto, rilasciando inoltre nell’aria un gradevole profumo.


VIAGGIANDO A. C.

IL VILLAGGIO DI BABBO NATALE

R

ovaniemi è la residenza ufficiale di Babbo Natale e l’abitante più famoso della città si può andare a trovarlo ogni giorno al Villaggio di Babbo Natale sul circolo polare artico: un’attrazione che richiama più di 500 000 visitatori ogni anno da tutto il mondo. La casa originale di Babbo Natale si trova sulla misteriosa montagna di Korvatunturi (“La montagna ad orecchio”) nella Lapponia finlandese. Dato che il posto preciso è segreto e conosciuto solo da pochi, lui decise di aprire un ufficio a Rovaniemi, la capitale della Lapponia, nel 1985. A Rovaniemi è stato assegnato lo status di residenza ufficiale di Babbo Natale nel 2010. Rovaniemi fu quasi completamente distrutta durante la seconda guerra mondiale. Eleanor Roosevelt, la moglie del presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt, nel 1950 venne a visitare Rovaniemi per assistere al processo di ricostruzione. Voleva visitare il circolo polare artico e allora dei funzionari di Rovaniemi si precipitarono a costruire un bungalow a otto chilometri a nord della città. 24


VIAGGIANDO Questo bungalow ha segnato la nascita del Villaggio di Babbo Natale e si trova ancora oggi vicino all’ufficio postale di Babbo Natale. Il villaggio di Babbo Natale è l’attrazione più famosa della Lapponia. Vi hanno sede circa 50 attrazioni sotto forma di agenzie che offrono attività, negozi, ristoranti e caffè. Dal 1985 ad oggi Babbo Natale ha ricevuto 15 milioni di lettere da 198 paesi. I sempre allegri elfi postali sono felici di servire i clienti durante tutto l’anno nel loro quartier generale, che è un vero e proprio ufficio postale gestito da Posti, il servizio postale finlandese. Ogni lettera spedita da qui viene timbrata con un annullo postale speciale del circolo polare artico, non disponibile da nessun’altra parte. Le renne hanno un ruolo particolare nella vita di Babbo Natale e chiunque, incontrandole, sicuramente ne rimane colpito. Fare conoscenza con le renne è facile a Rovaniemi, perché c’è grande disponibilità di gite in slitte trainate da renne e di visite agli allevamenti. Da ricordare che le renne volanti sono riservate al solo Babbo Natale perché richiedono una grande capacità di guida. 25


Parliamo di intestino come intervenire nei più comuni disturbi e nei disturbi cronici

linea active Formulazione con una sola fonte proteica animale Riduzione dei disturbi acuti dell’assorbimento intestinale Compensazione della cattiva digestione

“La nostra forza è l’efficacia” Seguici su:

26

www.forza10.com


ANGOLO CANE

CANE DA MONTAGNA DEI PIRENEI

A. Ciorba

Origine: Francia. Il Cane da montagna dei Pirenei è di antica origine. Di grande taglia, imponente, di forte struttura. Elegante nel portamento. Eccellente guardiano e strenue difensore della proprietà. ASPETTO GENERALE Altezza: - maschio tra 70 e 80 cm - femmina tra 65 e 72 cm Peso: - maschi intorno ai 60 kg - femmine intorno ai 45 kg Tronco: petto non troppo disceso, largo e profondo; costole leggermente arrotondate; dorso di buona lunghezza, largo; groppa leggermente obliqua; fianco poco disceso. Testa e muso: cranio leggermente convesso La larghezza del cranio è quasi uguale alla sua lunghezza. Tartufo: molto ampio, di colore nero. Collo: forte, piuttosto corto, con giogaia poco pronunciata. Orecchie: situate all’altezza dell’occhio, piuttosto piccole, di forma triangolare e arrotondata all’estremità. Occhi: piccoli, di color bruno ambrato. Arti: anteriori dritti, forti. Coscia ben marcata, poco discesa. Garretti larghi, asciutti e mediamente angolati. Spalla: moderatamente obliqua. Garrese largo e muscoloso. Muscolatura: ben sviluppata e evidente. Coda: piuttosto lunga, fornita di abbondante pelo soffice e formante pennacchio, portata bassa a riposo, forma in genere un gancio con la sua estremità. Pelo: abbondante e piatto; piuttosto lungo e soffice, più lungo sulla coda e attorno la collo dove può ondularsi leggermente. Colori ammessi: bianco o bianco con macchie grigie (pelo di tasso); giallo pallido o di color lupo o arancio sulla testa, alle orecchie e alla radice della coda.  27


28


ANGOLO GATTO

SNOW SHOE

A. C.

Origine: Stati Uniti. Simile al Siamese con macchie bianche. Di aspetto muscoloso, non troppo robusto. I cuccioli nascono bianchi e prendono il classico colore solo dopo un paio di settimane. Sono adatti a chi desidera un gatto simile al Siamese ma meno esigente. Sono affettuosi e molto legati ai componenti della famiglia. Molto vivaci e giocherelloni fino a tarda età. Socievoli con gli altri gatti e anche con il cane, se abituati da piccoli. Adatti per le famiglie con bambini. VARIETÀ DI COLORE Allevato nelle varietà Seal, Blu, Chocolate e Lilla, i colori classici del Siamese. Sono riconosciuti due diversi tipi di mantello: Mitted e Bicolore Mitted (con le manopole): il bianco non copre più di un terzo del corpo. Possono avere il mento e il naso bianco, scuro o macchiettato e presentare un collare bianco o il pelo bianco sul petto e nella zona ventrale. I guantini bianchi non devono coprire per intero le zampine Bicolore: il bianco non deve coprire più di due terzi del corpo, compreso il muso su cui dovrebbe esserci la caratteristica mascherina a V capovolta. Gli occhi sono blu. STANDARD Categoria: petto non troppo disceso, largo e profondo; costole leggermente arrotondate; dorso di buona lunghezza, largo; groppa leggermente obliqua; fianco poco disceso. Testa e muso: Pelo Corto. Corporatura: media (i maschi possono pesare fino a 6 kg); il corpo è un po’ più lungo che alto, muscoloso. Testa: leggermente cuneiforme, dalle linee arrotondate, con mento proporzionato. Orecchie: attaccatura frontale, larghe alla base e con punte arrotondate.  Occhi: ovali, distanziati.  Arti: proporzionati e con zampine ovali.  Coda: di lunghezza media, larga all’attaccatura, più sottile punta, con pelo scuro. 

i n

Mantello: morbido, corto e privo di sottopelo. 29


30


L’ANGOLO DELLA LETTURA

IL GATTO CHE INSEGNAVA AD ESSERE FELICI

P

er un gatto come Alfie non esiste niente di meglio che scorrazzare per i giardini di Edgar Road. Gli abitanti del quartiere lo accudiscono come se fosse in famiglia.Non possono più fare a meno di lui. Alfie ha un dono unico: è in grado di ascoltare i bisogni inconfessati. Solo lui ha capito che Claire vorrebbe tanto avere un figlio e che il piccolo Alesky ha problemi a scuola. Alfie è lì per aiutarli e insegnare loro a cercare di nuovo la felicità. All’improvviso nella via arrivano dei nuovi vicini i cui movimenti appaiono sospetti: hanno traslocato di notte e non fanno amicizia con nessuno. L’armonia del quartiere è in pericolo e Alfie deve fare qualcosa. Eppure loro provano di tutto per tenerlo lontano. Soprattutto Snowball, la loro affascinante gatta diffidente e dispettosa, blocca ogni suo tentativo di capire cosa sta succedendo. E ogni suo tentativo di avvicinarsi a lei. Alfie è convinto che dietro quegli strani atteggiamenti si nasconda solo una richiesta di aiuto, dietro quelle facce tristi la voglia di trovare conforto. Piano piano la nuova famiglia si accorge di quanto lui sia prezioso per la loro vita. È l’unico che può accendere il loro futuro di nuova speranza. Perché Alfie sa che si deve lasciare il cuore aperto a nuovi amici, nuove avventure, nuovi incontri inaspettati e all’amore, che arriva sempre quando si crede di averlo perduto per sempre.

• Traduttore: Sara Caraffini Editore: Garzanti Collana: Elefanti Gold

Pagine: 331 p., Rilegato EAN: 9788811602439

31


Leader nella distribuzione veterinaria in Italia

DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE

FIDUCIA PROFESSIONALITÀ DISPONIBILITÀ 32

WWW.DEMAS.IT

DEMAS SRL VIA DI SALONE, 132 - 00131 ROMA - SEGRETERIA: 06 417905


QUI DEMAS

L’ALIMENTAZIONE CON IL NUOVO CAMBIO DI STAGIONE! di Alessandra Colucci

L’

a limentazione durante il cambio di stagione: aumentare o diminuire le dosi? I pelosetti abituati all’attività fisica infatti, hanno bisogno di un apporto calorico e proteico maggiore, durante la stagione fredda. Al contrario, gli animali più pigri e che amano le coccole sul divano, non possono assumere calorie in eccesso. Questo per non correre il rischio di sviluppare troppa massa grassa. Gli Snack Valdebau ad esempio, sono bocconcini di carne essiccata a bassa temperatura, privi di coloranti e additivi artificiali, ottimi per uno spuntino gustoso ma leggero. Ce ne sono per tutti i gusti! Di carne: coniglio, agnello, bufalo o faraona! E di pesce: al gusto orata e salmone!

Altro aspetto da tenere in considerazione in questo periodo è il pelo, uno dei maggiori punti di forza per i nostri cari pelosetti! Come tale infatti, ha bisogno di essere curato con prodotti capaci di donare lucentezza, rispettando però il pH della pelle. Ad esempio lozioni pensate per rimediare a fastidi, pruriti o sintomi di allergie; oppure tipi di shampoo curativi e ricchi di nutrienti per il pelo! Integratori specifici (Omega-3 e Omega-6 e vitamine di tipo B), possono aiutare a mantenere stabile il benessere del manto! Se stai pensando di acquistare una lettiera per il tuo gatto, prova ad utilizzare prodotti Ecocompatibili, un piccolo gesto che ti aiuterà a rispettare l’ambiente e vivere in un mondo più pulito! Sulle nostre pagine social ad esempio, consigliamo la lettiera al tofu (Cat&Rina - Be Natural), 100% vegetale, facile da smaltire nel WC e rispettosa dell’ambiente! Continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, per scoprire tutte le novità più interessanti del mondo pet: consigli sull’alimentazione, nuovi prodotti degli store, soluzioni efficaci per i malanni di stagione e tanto altro! 33


l’amico degli animali

I PROSSIMI EVENTI NEI NOSTRI NEGOZI 2.12 ALMONATURE - (Colli Portuensi) 2.12 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Appia) 4.12 DORADO - (Appia) 6.12 ALI MATTE Mercatino - (Appia) 6.12 GOSBI - (Testa di Lepre) 6.12 ROYAL CANIN - (Boccea) 7.12 NOTORIUS DOG Set fotografico professionale per il vostro pet - (Appia) 7.12 VALPET - (Appia) 7.12 GOSBI - (Saxa Rubra) 7.12 ROYAL CANIN - (Testa di Lepre) 7.12 MONGE - (Boccea - Colli Portuensi) 7.12 AGRAS DELIC - (Asmara) 7.12 OFFICINE COSMECEUTICHE - (Colli Portuensi) 9.12 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Saxa Rubra) 11.12 ALI MATTE Mercatino - (Saxa Rubra) 12.12 ALMO NATURE - (Garbatella) 13.12 GOSBI - (Boccea) 13.12 MONGE - (Asmara) 14.12 MARPET - (Colli Portuensi) 14.12 GOSBI - (Garbatella) 14.12 MONGE - (Appia - Saxa Rubra - Testa di Lepre) 14.12 OFFICINE COSMECEUTICHE - (Garbatella) 16.12 UNO DI FAMIGLIA - (Appia) 16.12 DORADO - (Colli Portuensi) 16.12 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Testa di Lepre) 18.12 ALI MATTE Mercatino - (Colli Portuensi) 18.12 DORADO - (Saxa Rubra) 20.12 ALI MATTE Mercatino - (Garbatella) 20.12 FARMINA - (Saxa Rubra) 20.12 GOSBI - (Asmara) 21.12 GOSBI - (Appia) 21.12 AGRAS DELIC - (Boccea) 21.12 TI PRESENTO UNA RAZZA AKITA - (Appia) 23.12 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Boccea) 28.12 GOSBI - (Appia - Colli Portuensi) 30.12 OFFICINE COSMECEUTICHE - (Saxa Rubra) - Le date potranno subire variazioni Appia: Circonvallazione Orientale, 4692 - Roma Testa di Lepre: Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 - Fiumicino (RM) Saxa Rubra: Via Carlo Emery, 135 - ROma Garbatella: Piazza Albini, 28 - 00154 Roma

Colli Portuensi: Via dei Colli Portuensi 69 - 00151 Roma Boccea: Via Beverino, 6 - 00168 Roma Asmara: Via Asmara, 54 - 00199 Roma

Profile for Demas Srl

E zine giulius Anno 7 N°12  

E zine giulius Anno 7 N°12  

Profile for petnet
Advertisement