Page 1

l’amico degli animali La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 8 - Agosto 2019

QUI DEMAS

In viaggio con i nostri amici animali!

SALUTE ANIMALE

Come gestire l’ansia da separazione

Prevenzione

Tempo di estate e vacanze


Sommario .............................. Prevenzione pag 4 Salute animale

15

Tempo di estate e vacanze I consigli per i nostri pet Salute animale pag 12 Come gestire l’ansia da separazione Sole e prevenzione

Alimentazione

17

Alimentazione pag 17 Il pesce azzurro Alimentazione gatto: tempi e ritmi Viaggiando

24

Curiosità pag 22 Gatti e vicini, che passione! Viaggiando pag 24

l’amico degli animali

EDITORE

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Carlo Emery, 135 - 00188 Roma LUN - SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma LUN - SAB 09:00 -19:00 Orario continuato Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) LUN - SAB 09:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00 Via dei Colli Portuensi 69 – 00151 Roma LUN – SAB 10:00 -13:00 / 14:30-19:30 Via Beverino 6 – 00168 Roma LUN – SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Via Asmara 54 – 00199 Roma LUN – SAB 10:00 -13:00 / 14:30-19:30 Tel. 06.41.79.05.500 Fax. 06.66.18.90.84 Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

Meta estiva, Cefalù Qui demas pag 28 In viaggio con i nostri amici animali! Pet quiz pag 30

LEGENDA Torna all’Homepage Clicca sulla freccia per vedere i link esterni


S

IBUTORE

Mediterranean gourmet

O

DI

TR

V

ESC LUSI

“Lasciate che il cibo sia la vostra unica medicina” — Ippocrate

Cibo Olistico cucinato con ingredienti naturali di alto valore nutritivo, che forniscono i vantaggi della fitoterapia che potenzia il sistema immunitario e migliora la salute.

FORMULA PROVITAL Una combinazione di prodotti botanici, nutrienti e prebiotici per offrire una nutrizione piu’ avanzata, per fornire adeguati livelli di antiossidanti che rafforzano il sistema immunitario e riducono così il rischio di malattie.

Ipoallergenico

Alimentazione naturale

Grain Free

Siamo il primo produttore spagnolo certificato da PETA. Non testiamo mai sugli animali nel corso di tutto il processo di sviluppo e produzione dei nostri prodotti.

Condro-protettori

Dieta di esclusione

www.gosbi.com


PREVENZIONE

TEMPO DI ESTATE E VACANZE

P

A. Ciorba

rende il via il periodo delle meritate vacanze dopo un anno di intensa attività. Tra i vari problemi, grandi e piccoli, che dobbiamo affrontare per un sereno riposo non dobbiamo dimenticarci del nostro piccolo amico, cane o gatto che sia.

È opportuno tenere presente alcuni punti fondamentali:

Controlliamo il libretto sanitario per accertarci che le vaccinazioni siano in regola e teniamo presente l’importanza di una regolare vermifugazione, così come consigliato dal nostro veterinario.

• Ricordiamoci del trattamento antiparassitario ad azione repellente nei confronti degli ectoparassiti (zecche, pulci) , da ripetere a scadenza programmata, così come indicato da aziende produttrici e veterinari.

• Se decidiamo di lasciare a casa il nostro cane o gatto, preoccupiamoci:

a) di accordarci con una persona di fiducia, perché l’animale sia seguito durante la nostra assenza. Sarà opportuno provvedere a fare una scorta del suo cibo abituale in modo che sia sufficiente per gran parte del periodo della nostra lontananza. Lasciamo in evidenza il numero di telefono del nostro medico veterinario di fiducia. In numerose città è attualmente disponibile un servizio di assistenza domiciliare per piccoli animali, i quali vengono prelevati dalla casa del proprietario per essere condotti dal veterinario, portati regolarmente a spasso od accuditi in caso di assenza dello stesso. I così detti dog sitter. b) Se preferiamo l’ipotesi pensione, prendiamo informazioni su una struttura seria a noi vicina e , in ogni caso, prima di affidargli il nostro cane o gatto compiamo una visita presso la sede prescelta.

4

Se optiamo per portare con noi il nostro amico peloso, dobbiamo assicurarci che sia accettato nel luogo da noi scelto per la vacanza. Parliamo con il nostro medico veterinario della meta delle nostre vacanze per avere utili consigli sui potenziali pericoli sanitari cui il nostro cane o gatto può andare incontro e per adottare le opportune misure profilattiche.


PREVENZIONE A tale riguardo parliamo brevemente di due malattie cui prestare particolare attenzione, a motivo della loro particolare diffusione in determinate aree geografiche del nostro Paese. Dall’inizio della primavera e fino all’autunno inoltrato in molte aree pianeggianti e collinari soprattutto del centro nord Italia si aggirano le zanzare, che sono portatrici di un parassita, responsabile di una particolare malattia nel cane e nel gatto, la filariosi. Questo parassita, per svilupparsi, deve permanere per un certo periodo nell’organismo della zanzara, che poi trasmette con la puntura l’infestazione. Per proteggere i nostri piccoli amici da questa pericolosa affezione è necessario mettere in atto un protocollo di profilassi, da iniziare un mese prima dell’inizio della nostra vacanza mediante la somministrazione di un farmaco specifico (una tavoletta masticabile, particolarmente appetita dall’animale e ben assimilabile). Durante le serate di clima estivo o temperato, soprattutto nel centro sud Italia, nelle isole oltre che in Liguria ed Emilia Romagna, il nostro cane può essere attaccato da un pappatacio, un insetto grande come una zanzara di piccole dimensioni, che si nutre di sangue sia animale sia umano. Esso può trasmettere una malattia denominata leishmaniosi attraverso un meccanismo abbastanza semplice: l’insetto si nutre del sangue di un animale malato, ingerisce le leishmanie circolanti e quindi, al pasto successivo le trasferisce nel torrente circolatorio del malcapitato. 5


PREVENZIONE Importante per combattere la diffusione di questa affezione è ricorrere ad adeguate misure di profilassi, cercando di difendere il cane dall’attacco dell’insetto per cui: non lasciamolo all’aperto nelle ore notturne, troviamogli riparo in un locale coperto (l’azione di un ventilatore disturba fortemente il volo dei pappataci ), applichiamo alle finestre delle zanzariere a maglie fitte. Può essere utile l’applicazione di collari repellenti

• Se il nostro amico a quattro zampe è sofferente per qualche affezione cronica per la quale necessita di un trattamento terapeutico continuo, premuriamoci di fare una scorta adeguata dei farmaci specifici presso il nostro farmacista, per evitare di trovarci in difficoltà nel reperimento di uno specifico farmaco nel luogo di vacanza. •

Se intendiamo trascorrere le nostre vacanze in campagna od in montagna, dove più spesso ci si dedica a lunghe passeggiate, dobbiamo pensare di abituare progressivamente il nostro cane a compiere un buon esercizio fisico al fine di “allenarlo” ed evitare il verificarsi di spiacevoli inconvenienti, per esempio alle zampe, o più precisamente i cuscinetti plantari, sono una zona del corpo che più di altre può manifestare segni di superlavoro. Se l’animale è, infatti, abituato ad una vita sedentaria od a camminare su superfici lisce e morbide facilmente andrà incontro ad abrasioni dei cuscinetti con la comparsa di veri e propri sanguinamenti. Così ripercussioni negative possono aversi per l’apparato cardiorespiratorio o locomotore, improvvisamente sollecitato a prestazioni inusuali; in questo caso un allenamento fisico graduale sarà di giovamento sia per il nostro cane sia per noi stessi. 6


PREVENZIONE

• Prepariamo adeguatamente la nostra automobile per il viaggio.

Per il gatto utilizziamo il trasportino. Per il cane sarà opportuno creare una zona ad hoc nella parte posteriore della nostra vettura, tale da consentirgli un’adeguata areazione e la possibilità di stendersi od alzarsi, se lo desidera. Evitiamo di alimentare il nostro cane o gatto prima della partenza con un pasto abbondante, ma somministriamogli un piccolo spuntino. Evitiamo di metterci in viaggio nelle ore più calde della giornata e portiamo con noi una ciotola con cui , durante le soste, offrirgli piccoli quantitativi di acqua. Se l’animale ha presentato in passato segni di insofferenza a viaggiare in automobile, rechiamoci dal nostro medico veterinario e facciamoci prescrivere un prodotto specifico da somministrargli un tempo determinato prima della partenza. Portiamo con noi l’alimento normalmente impiegato per la sua nutrizione per cercare di non dover vagabondare al nostro arrivo subito alla ricerca del suo cibo preferito, se, poi, dovessimo rimanerne sprovvisti o non riuscissimo a trovarlo, scegliamo un prodotto dalle caratteristiche similari al precedente e ricordiamoci di sostituirglielo gradatamente nell’arco di una settimana, per evitare spiacevoli sorprese. Ricordiamoci sempre di non lasciare parcheggiata la nostra automobile sotto il sol leone con il nostro amico peloso al suo interno. Il cane in particolare modo è estremamente sensibile alle alte temperature, che si creano in un ambiente ristretto surriscaldato. Se non abbiamo altra scelta che parcheggiare al sole, facciamolo per poco tempo e lasciamo i finestrini parzialmente aperti in maniera tale da consentire un certo grado di areazione dell’autoveicolo. In caso di un inizio di colpo di calore sarà opportuno bagnare subito il cane, se di dimensioni ridotte, avvolgerlo in un asciugamano bagnato, porlo all’ombra e in un luogo possibilmente ventilato. Nei casi più gravi sarà necessario portarlo prontamente presso uno studio veterinario.

Al mare è consigliabile dopo un bagno asciugare il cane e risciacquare con acqua di fonte il mantello. Un’eccessiva esposizione ai raggi solari può avere effetti negativi anche sulla cute del cane, soprattutto se lo si lascia troppo a lungo senza un’adeguata protezione ed interessare generalmente dorso del naso, orecchie e arti. La cute diventa secca e si arrossa e, nel caso in cui l’esposizione continui, possono formarsi ulcere e croste. Dato che l’epidermide di cani e gatti è più sottile di quella umana le radiazioni solari penetrano in profondità nel derma. Anche il mantello può subire danni a motivo della particolare conformazione anatomica del pelo e dell’azione dei raggi ultravioletti, che ne modificano la composizione chimica. Ciò fa sì che il mantello diventi secco, sfibrato e opaco. 7


PREVENZIONE

A. C.

I CONSIGLI PER I NOSTRI PET

F

inalmente arriva l’estate con le sue splendide giornate, il meritato riposo e …. il caldo. Un caldo a volte davvero torrido soprattutto in determinate ore della giornata, nelle quali il consiglio per tutti è di non esporsi al sole, se non con le dovute precauzioni. Se tale regola vale per noi esseri umani non si vede perché non debba essere seguita anche per i nostri amici a 4 zampe. Ricordiamoci che d’estate il colpo di calore è in agguato, che il cane non può difendersi da solo e che, se lo lasciamo in auto sotto il sol leone, non è sufficiente lasciare il finestrino leggermente aperto. Che fare? 1) evitiamo di uscire nelle ore di massimo calore e programmiamo le nostre passeggiate con Fido in ore della giornata più miti. 2) non lasciamo il nostro cane in ambienti angusti, poco ventilati. Tipico è l’esempio dell’automobile, parcheggiata al sole , con un po’ di finestrino fessurato 3) lasciamo riposare il nostro cane di più durante l’estate, anche se ciò si verifica in pieno giorno e ci appare del tutto inusuale 4) lasciamogli a disposizione sempre una ciotola di acqua fresca e pulita e non ci preoccupiamo se in questo periodo il cane manifesta una minore propensione a mangiare Teniamo presente come determinate razze di cane come ad esempio quelle con muso corto e testa larga ( boxer, bulldog, carlino, pechinese, ecc.) presentano maggiori difficoltà di sopportazione della stagione calda. Lo stesso discorso può valere per tutti i soggetti che soffrono di problemi cardiorespiratori e per i cani anziani. D’altronde il cane, a differenza della specie umana, per la dispersione del calore corporeo ha a disposizione aree dell’organismo piuttosto limitate come ad esempio la cavità orale ed i polpastrelli. Il colpo di calore si manifesta nel cane con aumento della frequenza respiratoria, comparsa di vomito, difficoltà alla deambulazione, febbre. Un primo intervento consiste nel bagnare il cane con acqua o di avvolgerlo con un telo inumidito. La regola poi fondamentale è poi quella di recarsi rapidamente presso il più vicino ambulatorio veterinario, ove potrà ricevere tutte le cure del caso.

8


Ad a

Pro

per cani e tto

tti ga

e al

en zion atur te

Protectionline

La linea Camon® all’Olio di Neem. Per la salute del tuo amico a quattro zampe, Camon ha creato una linea di prodotti dall’efficacia e sicurezza testate. Una gamma completa, a base di Olio di Neem. Scopri tutti i prodotti su camon.it

9


CONSIGLI PER I VIAGGI ESTIVI …PERCHÉ LE VACANZE SIANO UN MOMENTO FELICE, INSIEME!

“E tornare a viaggiare…”, così cantava Lucio Battisti in una delle sue tante hit. È questo il pensiero di chi ha la possibilità di prendersi qualche giorno di ferie per raggiungere la propria meta prediletta, sia essa il mare, la montagna, il lago o una città d’arte, in Italia o nel mondo. Il viaggio è, infatti, uno dei momenti più preziosi per migliorare i rapporti di amicizia, con le persone care ma anche con i nostri amici quattrozampe. VIAGGIARE IN SICUREZZA, RISPETTANDO IL CODICE DELLA STRADA. È sempre bene ribadirlo: l’elemento fondamentale per viaggiare assieme ai propri animali è la sicurezza, di noi viaggiatori ma anche di chi incrocia il nostro percorso. Il Codice della Strada, all’art. 169 comma 6, prevede che sia possibile trasportare un animale domestico in auto solo se non è da impedimento durante la guida. Nel caso si debba trasportare, inoltre, più di un animale, è necessario che i quattrozampe siano custoditi in un’apposita “gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo”. Riassumendo, è fondamentale che il nostro quattrozampe non costituisca pericolo per la nostra guida mentre la presenza di un divisorio interno all’abitacolo è obbligatoria se si trasportano più animali. Nel caso non si rispettino queste norme, oltre ai possibili effetti sulla sicurezza, si può incorrere in sanzioni economiche o nella decurtazione di un punto della patente. IN AUTO CON I NOSTRI QUATTROZAMPE? ECCO QUALCHE CONSIGLIO. Treni, aerei, autobus, sono ormai molti i mezzi di trasporto nei quali è possibile viaggiare, ciascuno con le proprie regole, con gli animali domestici. Ma è ancora l’auto, comunque, il mezzo più utilizzato. Anche i viaggi in auto, però, possono essere disagevoli per i nostri quattrozampe. Per rendere queste esperienze le più serene possibili per loro (e per evitare anche a noi lo stress di viaggi complicati e faticosi), può essere utile aiutare l’animale con prodotti che contribuiscano in modo naturale alla sua serenità, nelle settimane prima della partenza. I prodotti della linea AEquilibriAVet di Camon, disponibili in compresse, sospensione orale, collare e diffusore, grazie alla sinergia di estratti vegetali, possono essere un valido aiuto in situazioni come queste. È bene, poi, programmare una sosta almeno ogni due ore per consentire all’animale di fare movimento e di espletare i suoi bisogni. Non appena scesi dall’auto, inoltre, offriamogli acqua fresca in modo che possa reidratarsi (molto comode sono, in questi ccasi, una ciotola tascabile oppure una bottiglietta portatile). Non dimentichiamo poi che, complici le alte temperature, le nostre automobili possono diventare dei veri e propri “forni”: per scongiurare il rischio di colpi di calore, non dovremo lasciare mai solo il nostro animale nella macchina chiusa al sole!


LE NOVITÀ WALKY BY CAMON: AL VOSTRO FIANCO IN OGNI VIAGGIO! Chi vuole viaggiare in sicurezza e comodità con il proprio animale sa di poter contare sulla linea Walky di Camon, che propone tanti prodotti utili per le situazioni più diverse, in auto, in bicicletta, oppure in passeggiata. Ecco alcune delle ultime novità: • Walky Trunk Cover Plus è il copribagagliaio che aiuta a proteggere il bagagliaio da graffi, sporco e pelo del quattrozampe. Il suo resistente tessuto è imbottito nella zona di carico per il massimo comfort, è dotato di una pratica tasca portaoggetti e di sponda salvascocca. Si installa in pochi secondi grazie alle strisce di fissaggio, disponibili sia in forma adesiva che in velcro. • Walky Front Seat Protector è il coprisedile anteriore, realizzato in tessuto spalmato, impermeabile, durevole e dotato di base antiscivolo per una stabilità ottimale. Facile da pulire, si aggancia saldamente al sedile grazie alle apposite cinghie. • Walky Rear Seat Protector EVO e Walky Hammock Seat Cover EVO sono, invece, due coprisedili posteriori, realizzati in tessuto poliestere water resistant e dotati di una comoda imbottitura interna per un comfort eccellente.

Gli “ingredienti” per un viaggio sereno ci sono tutti. Non ci resta che partire! Buone vacanze a tutti!


SALUTE ANIMALE

COME GESTIRE L’ANSIA DA SEPARAZIONE A. C.

L

e vacanze così come la vita quotidiana che ci costringe a lunghe assenze da casa portano con sé una serie di piccoli grandi problemi tra cui anche la possibile insorgenza di manifestazioni comportamentali anomale nel nostro cane, la così detta ansia da separazione. L’ansia da separazione è segnalata soprattutto in due categorie di cani: cani giovani inseriti in famiglia in seguito ad adozione e soggetti più anziani, abituati ad un contatto continuo e protratto con l’uomo, che subiscono drastici mutamenti familiari, come l’allontanamento da casa dei figli dei proprietari per motivi di studio, di un componente della famiglia per ragioni di lavoro o più semplicemente in quanto sono lasciati per lunghi periodi della giornata da soli. Il soggetto interessato da questo problema è un cane generalmente di indole buona, molto affettuoso, che stabilisce un legame molto forte e intenso con i padroni e che vive la separazione, anche momentanea, dal padrone come una vera sciagura.

È un problema comportamentale abbastanza comune che crea disagio ai proprietari dei cani, i quali il più delle volte si accorgono di questa situazione anomala solo tardivamente. 12


SALUTE ANIMALE Le manifestazioni legate all’ansia compaiono più frequentemente nei primi 20-30 minuti dalla partenza del proprietario o di un membro della famiglia. Esse sono fondamentalmente rappresentate da tendenza a seguire il padrone negli spostamenti all’interno della casa, possibili comportamenti distruttivi nei confronti dell’arredamento, perdita di feci od urine, temporanea mancanza di appetito, elaborato rituale di benvenuto al ritorno del padrone, eccessive vocalizzazioni (ululato ed abbaio), ma anche tremori, aumento della frequenza respiratoria e cardiaca, diarrea e vomito. Possono comparire episodi di autotraumatismo. Naturalmente tutto quanto sopra descritto è puramente indicativo e non sempre tutto ciò si manifesta o, se ciò accade, può avere una gravità variabile. È da sottolineare il fatto che punire il cane peggiora la situazione, crea i presupposti razionali della paura di essere abbandonato e predispone all’aggressività da paura. Il cane non è in grado di comprendere il motivo di questa eventuale punizione, non la associa al suo comportamento “indesiderato”, con conseguente aumento del suo stato di ansia.

13


SALUTE ANIMALE Per contrastare questa situazione anomala si potranno adottare una serie di accorgimenti:

• Non rimproverare l’animale. • Compiere degli esercizi di obbedienza, anche semplici, per cinque o dieci minuti tutti i giorni. • Far svolgere al cane un’attività fisica , cercando di portarlo a spasso una mezz’ora al giorno. • Non consentire al cane di elemosinare il cibo durante i pasti della famiglia. Meglio lasciare il cane in un’altra stanza.

Abituare il cane ad essere indipendente. Ad esempio non farlo dormire sul letto, posizionare la cuccia a terra, prima vicina al letto, in seguito sempre più lontana, fino a collocarla in un’altra stanza .

• Gratificarlo quando ubbidisce e sta tranquillo. • Non associare le proprie reazioni ai segnali che i proprietari involontariamente inviano al-

lorché escono come prendere chiavi, borse, mettersi le scarpe, indossare giacche e cappotti, ma fare finta di uscire alcune volte al giorno compiendo tutti i comportamenti soliti, ma senza uscire realmente. Il tutto deve avvenire per gradi e badando di passare ad un grado successivo solo quando il cane mostrerà indifferenza. Alla fine il cane dimostrerà un totale disinteresse del cane nei confronti di tutti i preparativi che precedono l’uscita.

Non considerare il cane nei venti minuti che precedono l’uscita e nei venti minuti successivi al ritorno a casa.

• Una mezz’ora prima di uscire dare al cane qualcosa di sfizioso come ad esempio un osso od un giocattolo in modo tale che sia impegnato anche dopo l’uscita.

Lasciare radio o televisione accese quando si esce.

Non rientrare in casa se il cane sta abbaiando o gemendo. Nei casi più difficili, la parola d’ordine è sempre la stessa e cioè rivolgiti al tuo veterinario di fiducia, che è in grado di comprendere la situazione, dare utili consigli e nei casi più gravi consigliare anche il ricorso a principi farmacologici contro l’ansia.

14


SALUTE ANIMALE

SOLE E PREVENZIONE

I

problemi della pelle spesso colpiscono i nostri piccoli animali. Spesso non è agevole individuarne la causa e instaurare una terapia mirata. Le dermatiti pregiudicano lo stato di benessere dell’animale e minacciano la coesistenza uomo animale in ambito domestico.

La dermatite solare è una reazione fototossica che interessa soprattutto le aree prive di pelo, con pelo corto od a mantello bianco. La sua gravità è in funzione del tempo di esposizione ai raggi ultravioletti che provocano una progressiva alterazione del DNA delle cellule della cute Nel gatto a mantello bianco tali modificazioni a carattere cronico sono evidenti soprattutto in corrispondenza del dorso del naso e delle orecchie.

I raggi ultravioletti sono radiazioni elettromagnetiche con lunghezza d’onda inferiore alla luce visibile e rappresentano meno del 5% della radiazione solare. La maggior parte dei raggi nocivi è assorbita dallo strato di ozono, dalle impurità atmosferiche e dai vetri delle finestre. L’esposizione ai raggi solari aumenta al crescere dell’altitudine e per ogni 100 metri si ha un incremento del 10 – 12%. La cute deve esser protetta soprattutto nelle giornate limpide e durante le ore più calde.

A. Ciorba

rificarsi in animali in terapia con determinati antibiotici come le tetracicline. L’eccessiva esposizione ai raggi UV può causare una reazione di foto tossicità e foto allergia nei confronti dei metaboliti dei farmaci.

• Prevenzione. I caratteri della cute cambia-

no in funzione di età e razza; maggiore è il rischio negli animali a pelo corto e chiaro. Nei soggetti in cui non si può limitare l’attività esterna sarà opportuno usare protettivi solari prima della esposizione, da applicare ogni 2 – 3 ore. Una migliore protezione si ha se applicati 20 – 30 minuti prima dell’esposizione ai raggi solari e 15 – 30 minuti dopo. I punti critici sono muso e parte distale degli arti, ma anche addome ed inguine. In caso compaiano lesioni dermatologiche foto indotte si potrà intervenire per via generale con corticosteroidi e in animali con contemporanee complicazioni batteriche sarà opportuno impiegare antibiotici ad ampio spettro, sempre sotto stretto controllo veterinario.

• L’esposizione eccessiva ai raggi solari, che può verificarsi in ambiente marino o montano, può aggravare la situazione di molte affezioni cutanee, come ad esempio indotte da deficit immunitari . L’azione delle radiazioni UV può indurre una recrudescenza della malattia. È opportuno che il medico veterinario informi il proprietario dell’animale affetto da tali patologie del rischio connesso ad un’esposizione eccessiva ai raggi UV. Effetti negativi possono ve-

15


www.foschigroup.com

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali. Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio.

Più di 20.000 articoli Fidelity card gratuita con importanti sconti Customer service dedicato Assistenza tecnica in tutta Italia Corsi di formazione Consegna rapida e sicura Foschi Srl Via di Salone, 132 00131 Roma Tel: +39 06 98263800 Fax +39 06 98263899 info@foschigroup.com

16

Per informazioni, preventivi e ordini puoi contattarci al numero +39 06 417.905.800 o inviare un’email a preventivi@foschigroup.com o a ordinivet@foschigroup.com


ALIMENTAZIONE

IL PESCE AZZURRO

A. Ciorba

T

ra gli alimenti suggeriti in quanto in grado di apportare benefici all’organismo abbiamo in pole position il pesce ed in particolare il pesce azzurro. Il pesce azzurro vive nelle acque del Mediterraneo e può essere di piccole e grandi dimensioni. Il pesce azzurro è ricco di omega 3 ed omega 6, grassi polinsaturi dal benefico effetto su cuore ed arterie.

Tra le varietà di pesce azzurro nota è l’alice, o acciuga, un pesce ‘povero’. Simile all’alice è la sardina, un’altra varietà di pesce azzurro, assai diffusa nel Mediterraneo. È leggermente più grande e più grassa dell’acciuga, dalle carni sode e tenere. Tra i pesci azzurri ricordiamo lo sgombro, un po’ meno digeribile in quanto più ricco di grassi, ma più energetico e l’aringa, ricca di sali minerali come fosforo e potassio. Il tonno è una varietà di pesce azzurro di grandi dimensioni, ad alto contenuto proteico, la parte più pregiata è rappresentata dalla ‘ventresca’ particolarmente tenera. Infine, il pescespada ha lo stesso contenuto in grassi e proteine della carne di bovino, ma ha l’indubbio vantaggio di contenere i grassi polinsaturi dalle indubbie proprietà benefiche per l’organismo. 17


ALIMENTAZIONE

ALIMENTAZIONE GATTO: TEMPI E RITMI

I

A. Ciorba

n natura la dieta dei carnivori è nutrizionalmente bilanciata e di elevato valore calorico, anche se è raro che gli alimenti siano facilmente disponibili. Questo è uno dei motivi per i quali questi animali hanno sviluppato un apparato digerente relativamente semplice, in grado di digerire grandi quantitativi di cibo in un periodo di tempo relativamente breve. I topi sono la preda più comune dei gatti domestici ed un topo di dimensioni medie apporta circa 30 Kcalorie; per cui, per soddisfare il proprio fabbisogno calorico giornaliero, un gatto medio avrebbe necessità di mangiare 12 topi. Quando, invece, hanno il cibo sempre a loro disposizione questi animali mostrano la tendenza a consumare pasti piccoli e frequenti distribuiti in modo più o meno uniforme tra i periodi di luce e quelli di oscurità. Essi hanno bisogno di consumare un pasto altamente appetibile, ma con l’aumento del contenuto energetico della dieta riducono progressivamente il numero dei pasti giornalieri. Inoltre dimensioni e frequenza del pasto sono influenzate dal dispendio energetico necessario per procurarsi il cibo; il lavoro che il gatto deve compiere per mangiare è inversamente proporzionale alla frequenza dei pasti e direttamente proporzionale al loro volume. Una delle più comuni manifestazioni di malattia negli animali da compagnia è la mancanza di appetito. Nel gatto malato si ha spesso la comparsa di anoressia, per cui si rende necessaria un’accurata ricerca della causa primaria.

18


ALIMENTAZIONE Le malattie di natura infiammatoria o tumorale possono causare inappetenza. Lesioni a carico del cavo orale possono provocare riluttanza a mangiare. La nausea secondaria alla somministrazione di determinati farmaci o determinata da un ritardo nello svuotamento dello stomaco può indurre inappetenza. L’anoressia si osserva frequentemente nelle malattie del tratto gastroenterico, del fegato e del pancreas. Il dolore cronico di qualsiasi origine può portare ad una perdita di appetito. L’anoressia può essere molto accentuata in caso di grave insufficienza cardiaca congestizia, insufficienza renale, respiratoria, diabete. Varie sono le situazioni connesse con l’alimentazione nel gatto e che possono influire positivamente o negativamente sul suo appetito, contribuendo a superare il fenomeno dell’anoressia. AVVERSIONE AL CIBO L’avversione al cibo sembra essere una componente importante dell’anoressia del gatto, specialmente quando il pasto è offerto a questi animali subito prima o dopo la somministrazione di un farmaco o l’attuazione di un trattamento notoriamente in grado di indurre nausea o vomito. I felini che si rifiutano di consumare una dieta, in quanto l’associano alla nausea possono continuare ad evitarla anche dopo essere completamente guariti, perché ricorda loro una sensazione sgradevole. NOVITÀ La novità è uno stimolo che spinge ad apprezzare gli alimenti e gli aromi nuovi. La dieta precedentemente consumata esercita un effetto importante sulle preferenze alimentari ed il consumo prolungato di una formulazione può portare alla dipendenza od alla noia. L’avversione agli alimenti ed agli aromi nuovi e poco familiari si sviluppa nella maggioranza dei casi quando gli animali sono alimentati con un solo cibo sin dalla giovane età. I gatti allevati con una dieta monotona a base di carne non mostrano alcuna 19


ALIMENTAZIONE tendenza a passare a quelle a base di pesce quando è loro offerta la possibilità di scegliere, mentre quelli allevati con diete a base di pesce passano volentieri alla carne. I gatti preferiscono consumare una dieta nuova quando sono nutriti nel loro ambiente normale, ma possono sviluppare un’avversione nei confronti dello stesso alimento se questo è loro offerto in condizioni non familiari. APPETIBILITÀ L’appetibilità, un concetto che concerne l’aroma, il sapore, la struttura e la consistenza del cibo è caratterizzata, nel gatto, da diverse componenti esclusive. I gatti trovano più facile assumere crocchette di forma appiattita con protuberanze. I pastoni secchi e le formulazioni troppo fini non sono sempre molto ben accettate e, se ingerite, troppo rapidamente possono causare degli inconvenienti ad esempio di natura respiratoria. Il tenore di umidità di un alimento svolge un ruolo importante nell’appetibilità, presumibilmente a motivo del rilascio dell’odore, ma nel gatto è stata notata la presenza di recettori nella bocca sensibili all’acqua stessa. I felini bevono sei volte di più quando sono nutriti con una dieta secca piuttosto che con una umida e possono anche cessare di ingerire acqua dopo alcuni giorni di dieta umida. Tuttavia l’assunzione di acqua risulta molto superiore nei gatti alimentati con una razione umida, anche se deriva interamente dalla dieta. SAPORE I gatti sono particolarmente sensibili all’amaro, mostrano una scarsa risposta alle sostanze dolci. Hanno una preferenza per il sapore derivante da estratti di carne. È stato messo in evidenza come il gatto sia in grado di scegliere diete bilanciate, ma appetibili. Il sale non sembra che sia per questo animale di particolare interesse. È invece influenzato dalla freschezza del cibo. La rancidità influisce negativamente sull’appetibilità. Il felino si basa molto sul senso dell’olfatto e preferisce l’odore forte della carne, del pesce o del formaggio. 20


“La nostra forza è l’efficacia” Una soluzione efficace per la riduzione delle intolleranze alimentari

linea DIET

Low grain Formulazioni con una sola fonte proteica animale

1o Ingrediente proteina animale

i professionisti delle intolleranze alimentari nel cane e gatto Seguici su: www.forza10.com

21


CURIOSITÀ

GATTI E VICINI, CHE PASSIONE!

A. C.

I

nostri amati gatti a volte sono anche fonte di piccole grandi dispute e controversie tra vicini. Non è infatti infrequente che un gatto, di per sé generalmente amante del girovagare, spesso accentuato nel periodo degli “amori”, esca da casa e venga ritrovato nella casa o nel giardino del nostro vicino. Un ricercatore inglese, esperto di comportamento animale, incuriosito da questo fenomeno e desideroso di comprenderne le ragioni, ha approntato uno studio ad hoc. Si è dotato di Gps e di minitelecamere ed ha messo sotto osservazione nove gatti per otto giorni, studiandone tutti i movimenti. Sono state sottoposte ad un’attenta analisi 150 ore di filmati e 768 ore di registrazioni Gps. Tutto questo materiale pazientemente ed accuratamente raccolto è stato poi messo a confronto con i resoconti di 300 proprietari di gatti. Alla fine di questa singolare e curiosa sperimentazione si è potuto comprendere che il gatto non si reca nel balcone o nel giardino del nostro dirimpettaio per fame o sete, ma perché è spinto dall’istinto di marcare il territorio. Questa indagine denominata “Le vite segrete dei gatti” e pubblicata da una rivista di salute animale della società Bayer mette in evidenza come i gatti che vivono in città sono più nervosi dei loro simili campagnoli e ciò è da porre in relazione con il fatto che il loro territorio è più ristretto e di conseguenza passano una maggiore quantità di tempo a proteggerlo da numerosi rivali. Si sottolinea inoltre come un gatto trascorra quasi 12 ore a sonnecchiare, ma vigilando, in un luogo tranquillo, nel quale può tenere sotto controllo il proprio territorio. È stato constatato come la maggior parte dei felini, facenti parte della sperimentazione e che era libera di muoversi, evitasse il traffico e le strade rumorose. Negli otto giorni nei quali si è svolta la sperimentazione il 90% dei gatti monitorati non ha attraversato strade trafficate. Tale fatto ha contribuito in qualche modo a tranquillizzare i loro proprietari che avevano espresso timori in merito al fatto che i gatti liberi potessero andare incontro ad incidenti.

22


Natural & Delicious Sistema Nutrizionale per Carnivori.

Farmina.com

23


VIAGGIANDO

META ESTIVA, CEFALÙ A. C.

È

situata sulla costa siciliana settentrionale, a circa 70 km da Palermo, ai piedi di un promontorio roccioso. È uno dei maggiori centri balneari di tutta la provincia. La cittadina, che fa parte del Parco delle Madonie, è inclusa nel club de I borghi più belli d’Italia. Cefalù è una piccola città di mare, con un pittoresco porticciolo dal quale si osserva il caratteristico fronte a mare della città murata, con gli archi che fanno da ricovero alle barche. Il clima, tipicamente mediterraneo, gode di estati asciutte e calde, mitigate dalla ventilazione, ed inverni miti e moderatamente piovosi. DA VEDERE A parte alcuni scarsi resti preistorici, il primo impianto di cui rimangono testimonianze è un edificio realizzato con struttura megalitica, cioè a grossi blocchi non cementati tra loro, chiamato comunemente “Tempio di Diana”. All’epoca normanna, risalgono invece i resti di un castello protetto da una cinta muraria che doveva servire a rendere impenetrabile la cittadina attraverso le vie di terra. Spettacolare è la costruzione del Duomo che, eretto a partire dal 1131, fu voluto da Ruggero II per sciogliere, secondo la leggenda, il voto per la grazia ricevuta dopo essere scampato ad una tempesta approdando proprio a Cefalù.

L’immenso edificio domina il tessuto urbano ed è affiancato da due imponenti torri che danno l’aspetto più di una fortezza che di una chiesa vera e propria e che dovevano incutere ai viaggiatori che approdavano a Cefalù dal mare, timore e rispetto, stupore e meraviglia. In giro per la città è assolutamente da non perdere il Museo Mandralisca voluto dal mecenate collezionista Enrico Piraino, barone di Mandralisca. Il museo conserva oltre al celebre “Ritratto d’ignoto”, di Antonello da Messina, anche una pregevole collezione archeologica, il cui pezzo più importante è probabilmente il “Cratere del Tonno” risalente al IV secolo a.C. Attorno al palazzo,sede del museo si estende il centro storico, ricco anche di splendide chiese: la settecentesca architettura di Maria Santissima della Catena, la cinquecentesca costruzione di San Nicola di Bari, e la secentesca Itria nella medioevale chiesa della Badiola. Sulla via Vittorio Emanuele si trova un bellissimo esempio di lavatoio medievale, utilizzato fino ai tempi moderni. 24


VIAGGIANDO DA GUSTARE La gastronomia ed i piatti tipici di Cefalù sono strettamente legati alla tradizione siciliana e caratterizzati da un’ampia varietà di gusti e sapori. Da poter non assaggiare sono: le gustose “Arancine con la carne” (polpette a base di riso, polpa di carne di maiale e di vitello, uova e piselli fritte in padella) e “La Frittedda” (un piatto a base di verdure saltate in padella, carciofi, fave, piselli con olio e aceto). Veramente particolare e gustoso sono: “Lo Sfincione” (pasta di pane farcita con salame piccante, caciocavallo e cipolla) e le “Sarde Beccafico” (squisito piatto a base di sarde cucinate con pangrattato, uvetta, pinoli e prezzemolo). Passando ai dolci come non citare “La Cassata siciliana” ed “I cannoli siciliani” (entrambi a base di ricotta e canditi), gli Amaretti (dolci a base di mandorle amare, uova e zucchero) e il Torrone (a base di mandorle miele e uova). Deliziosi sono anche i gelati e le granite a base di caffè e ai gusti della frutta e, altrettanto piacevoli al palato, sono i vini che conservano i profumi antichi della tradizione siciliana. La Sicilia è famosa per la produzione di vini dolci e liquorosi. Si va dal Marsala, conosciuto in tutto il mondo, alla Malvasia delle Lipari, dal Moscato di Noto e Siracusa al Passito di Pantelleria fino allo Zibibbo. Tra i vini siciliani da tavola, oltre al rinomato Nero D’Avola, ci sono il Bianco d’Alcamo, prodotto nelle province di Palermo e Trapani, l’Eloro bianco e rosso, il Contessa Entellina, il Delia Nivolelli, l’Etna, il Faro, Menfi, Monreale, Riesi, Santa Margherita di Belice e Sciacca, fino ad arrivare al Sambuca di Sicilia. Per quanto riguarda i vini siciliani prodotti con uve autoctone a bacca bianca, si coltivano qualità come il Carricante, il Cataratto, il Grecanico, il Grillo, l’Inzolia, la Malvasia delle Lipari, il Moscato Bianco, lo Zibibbo e il Moscato d’Alessandria. DOVE ALLOGGIARE CON IL TUO AMICO CANE O GATTO A testimonianza dell’amore e del rispetto per gli animali è possibile soggiornare nella località menzionata con i nostri amici a quattro zampe. Su Internet potete facilmente trovare gli indirizzi utili. Buona vacanza da Alessandro Ciorba. 25


QUI DEMAS

IN VIAGGIO CON I NOSTRI AMICI ANIMALI! di Pamela Sales

S

iamo in pieno periodo estivo, le valige sono pronte e la voglia di partire è tanta. I nostri pelosetti sono altrettanto contenti di avere l’esclusiva sui loro padroncini. I nostri social questo mese si sono occupati di informare i followers su tutto l’occorrente necessario per portare gli amici animali con noi. Quale trasportino utilizzare? Servono documenti per portare il cane all’estero? Devo passare dal veterinario prima della partenza? Tutte domande che ci poniamo noi padroncini prima di partire. Una sezione importante è stata dedicata ai piccoli problemi che possono accadere durante il periodo fuori casa. Una ferita, un colpo di sole, sono sempre in agguato, ma gestendo il panico e con i consigli giusti, si possono risolvere quei problemi che sembrano insormontabili e fanno entrare in panico noi padroncini. Il sole è un ottimo alleato per la produzione di vitamina D sia per noi essere umani che per gli animali.

Deve essere sottolineato, però, che l’esposizione al sole nelle ore più calde (anche da parte dei gatti che sembrano amare molto il sole) potrebbe avere effetti nocivi. Scottature, colpi di sole, disidratazione, sono solo alcuni degli inconvenienti dell’effetto dei raggi solari sui nostri animali. Che ruolo ricopre il manto degli animali? Mai tosarlo, visto che diventa una parte importante per la protezione del nostro animale. In vacanza le regole non esistono, gli orari si dilatano, le diete si annullano per ritornare a settembre. I nostri pets vivono lo stesso periodi di relax, ma attenzione perché potrebbero dimenticare in poco tempo tutto quello che gli abbiamo insegnato. Le regole principali dovrebbero rimanere, e anche un po’ di tempo libero per il relax ( non facciamoli sfrenare troppo). Per quando riguarda i giochi da fare insieme nei luoghi di villeggiatura, basta usare la fantasia con l’ausilio di giochi freeze rinfrescanti. Se poi la destinazione fosse marittima, scegliamo una Bau Beach dove il cane possa tranquillamente bagnarsi senza problemi di multe. Pronti a partire con il nostro pet? La valigia è pronta, i nostri amici animali anche! Buone vacanze!

28


La filosofia di Almo Nature:

Ricette preparate dal punto di vista dei nostri cani e gatti che aiutano anche i loro fratelli meno fortunati UNA DUALITÀ UNICA: Un nutrimento innovato e di qualità superiore per i nostri compagni animali

& Un nuovo modello-socio-economico: dal 1 gennaio 2018, tutti i profitti (dividendi) di Almo Nature sono destinati a progetti in difesa dei cani, dei gatti e della biodiversità. ACQUISTANDO ALMO NATURE, FAI DEL BENE AL TUO COMPAGNO ANIMALE E ALLA NATURA.

Scopri di più su: almonature.com

29


PET QUIZ

PET QUIZ 1. Il febantel è utilizzato nella terapia di patologie: a virale b batterica c parassitaria

2. La metrite è un’infiammazione di: a fegato b utero c prostata

3. Il carpo fa parte di: a arto anteriore b cranio c bacino

4. I coccidi nel cane sono parassiti di: a fegato b intestino c rene

5. Una carenza di Vitamina PP può causare la comparsa di: a dermatiti b encefaliti c emorragie

6. Il carlino è un cane di taglia: a grande b piccola c media

7. I basofili si trovano nel: a osso b sangue c rene

8. Il timo si trova in:

a cavità addominale b cavità articolare c cavità toracica Le risposte corrette:

1) c 2) b 3) a 4) b 5) a 6) c 7) b 8) c 30


31

31


l’amico degli animali

I PROSSIMI EVENTI NEI NOSTRI NEGOZI

2.8 MONGE - (Asmara - Testa di Lepre) 3.8 GOSBI - (Appia - Saxa Rubra) 3.8 MONGE - (Boccea) 5.8 MEDICI SENZA FRONTIERE - (Saxa Rubra) 9.8 MEDICI SENZA FRONTIERE - (Appia) 10.8 GOSBI - (Appia) 31.8 ROYAL CANIN - (Appia)

- Le date potranno subire variazioni Appia: Circonvallazione Orientale, 4692 - Roma Testa di Lepre: Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 - Fiumicino (RM) Saxa Rubra: Via Carlo Emery, 135 - ROma

Colli Portuensi: Via dei Colli Portuensi 69 - 00151 Roma Boccea: Via Beverino, 6 - 00168 Roma Asmara: Via Asmara, 54 - 00199 Roma


PROVA LA NUOVA RICETTA CON TROTA E MIRTILLI

ISPIRATI A NOI, PENSATI PER LORO. TUTTO IL GUSTO E I BENEFICI DI UNA DIETA MEDITERRANEA, CREATA SU MISURA PER CANI E GATTI. con

La Ricetta della Vita

OLIO DI OLIVA

POMODORO

OLIO DI ROSMARINO

Sapori italiani garantiti, materie prime fresche e selezionate. ItalianWay conquisterà cane e gatto con ricette selezionate, naturali, mediterranee.

OLIO DI ORIGANO AGLIO IN POLVERE

BUONO S C O N TO SCARICA DA

italianwaypet.it

*

€6

www.italianwaypet.it

* Fino ad esaurimento scorte.


Leader nella distribuzione veterinaria in Italia

DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE

FIDUCIA PROFESSIONALITÀ DISPONIBILITÀ

WWW.DEMAS.IT

DEMAS SRL VIA DI SALONE, 132 - 00131 ROMA - SEGRETERIA: 06 417905

Profile for Demas Srl

E zine giulius Anno 7 N°8  

E zine giulius Anno 7 N°8  

Profile for petnet
Advertisement