Page 1

e-zine

l’amico degli animali

La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 10 - Ottobre 2015

Angolo cane

Levriero Polacco Il cane bresciano Il cane nel ‘700 artistico

Viaggiando Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Angolo della lettura Il libro: “Fai felice il tuo cane” Alessandra e Lulù: amicizia senza limiti 1


Sommario

.............................. Salute animale pag 4 La congiuntivite nel cane L’esperto risponde pag 6 - 8 Una malattia insidiosa A colloquio con il veterinario Angolo cane pag 10 - 13 Levriero Polacco Il cane bresciano Il cane nel ‘700 artistico

L’esperto risponde

6

Angolo gatto pag 15 - 19 Sphynx Giochiamo? Come la vita di un gatto (e la tua) può cambiare giocando insieme Viaggiando pag 21 Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Angolo gatto

15

Curiosità pag 23 - 29 Il pastore tedesco rimane il preferito fra i cani di razza Gli over 65 si confermano grandi amanti dei cani e dei gatti Cat street view, la città vista dai gatti Premio fedeltà 2015 del cane di S. Rocco di Camogli Un gioco interessante Ma il gatto è schizzinoso? VCuriositàV

25

l’amico degli animali EDITORE Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) Tel. 06.41.79.05.500 Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma Tel. +39 06.41.79.05 LUN - SAB 09.00-19.00 Orario continuato Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

News dal Bioparco pag 33 Storie bestiali al Bioparco Angolo della lettura pag 34 - 35 Il libro: “Fai felice il tuo cane” Alessandra e Lulù: amicizia senza limi Pet quiz pag 37

LEGENDA Torna all’Homepage Link esterni


3


salute animale

Congiuntivite nel cane

C

A. C.

on il termine congiuntivite si intende l’infiammazione della struttura congiuntivale ed è caratterizzata da arrossamento più o meno intenso a seconda della gravità del fenomeno patologico, edema, scolo oculare. Quest’ultimo può essere di natura sierosa, mucosa, mucopurulenta, purulenta ed emorragica. In corso di infiammazione della congiuntiva può essere presente la tendenza da parte dell’animale all’autotraumatismo e allo strofinamento della zona perioculare a causa del prurito. Le cause di congiuntivite nel cane possono essere primarie o secondarie, di natura infettiva, non infettiva e neoplastica. Tra le prime vanno incluse le forme batteriche, virali, fungine, parassitarie e da rickettsie. Le seconde possono avere causa allergica, da ipersensibilità e immunomediate, possono essere correlate a deficienze quantitative e qualitative del film lacrimale, conseguenza di una terapia radiante o associate a contatto con sostanze tossiche e chimiche e per presenza di corpi estranei. Le congiuntiviti batteriche primarie sono abbastanza rare nel cane ed il più delle volte esse sono secondarie ad altre patologie oculari o degli annessi. Ai fini diagnostici in casi particolarmente resistenti o dubbi è importante l’esecuzione di un esame colturale. Le forme virali riconoscono tra le possibili cause il Paramixovirus del cimurro, l’Adenovirus e, seppure in modo speculativo, l’Herpesvirus. Le forme micotiche sono rare e dipendono spesso da fattori ambientali e climatici e si evidenziano soprattutto in corso di terapie locali o sistemiche di tipo immunosoppressivo. Le forme parassitarie sono secondarie alla presenza di un nematode del genere Thelazia. La congiuntivite allergica è secondaria al contatto con allergeni quali polvere, tossine batteriche e pollini e può essere presente in forma singola o associata alla dermatite atopica. La terapia è in funzione della causa che ha determinato la patologia e necessita del consiglio veterinario.

4


URA AMA I L TU O AN I MALE, R I S P ET TA L A S UA NAT

8in1 MINIS Nuovi snack naturali SENZA GLUTINE basso contenuto calorico senza zuccheri aggiunti

formula senza glutine

senza zuccheri aggiunti

magro

www.8in1.eu

55


L’ESPERTO RISPONDE

UNA MALATTIA INSIDIOSA Prof. Alessandro Ciorba Gent.mo Professore, il mio cane, regolarmente vaccinato, circa tre mesi fa era un po’ abbattuto ed ogni tanto perdeva sangue dal naso. Il mio veterinario, dopo alcune analisi ed un’attenta visita, mi ha detto che aveva un’infezione, detta ehrlichiosi. Mi può dare informazioni su questa malattia? Giovanni C. (Ragusa)

L’ehrlichiosi è sostenuta da un germe, l’Ehrlichia canis, che colpisce particolari cellule del sangue ed è trasmessa da una zecca, largamente diffusa nel mondo. è possibile che la zecca possa fissarsi su altri animali, ma il pasto di sangue con il quale è in grado di contaminare con le proprie secrezioni un ospite è raramente completato su un soggetto diverso dal cane. Nelle zone temperate la malattia è ampiamente diffusa con due picchi di attività alla fine della primavera ed all’inizio dell’autunno, che corrispondono ai periodi (temperature miti ed umidità elevata) di attività massima del vettore - zecca. Una volta infettato, nel cane la sintomatologia ha inizio con un interessamento dei linfonodi, che aumentano notevolmente di volume, febbre, perdita di sangue dal naso, ingrossamento della milza, scarso appetito, debolezza. Molte volte la malattia decorre in maniera inapparente, l’animale cioè è infetto, ma non manifesta particolari sintomi. Anche e soprattutto in questo ultimo caso la diagnosi si basa su indagini di laboratorio in grado di svelare la presenza del parassita nel sangue.

6


L’ESPERTO RISPONDE

Il trattamento si basa su una terapia antibiotica prolungata per almeno due o tre settimane. La durata della cura può apparire eccessiva, ma molte volte una sua precoce interruzione da parte del proprietario dell’animale che vede un miglioramento delle sue condizioni generali può provocare il fenomeno della recidiva. Nel caso in cui, come molte volte accade, la malattia acquisisca un andamento cronico è necessario un intervento terapeutico fondato anche sul ricorso a trasfusioni di sangue od a prodotti farmacologici in grado di stimolare la produzione di cellule del midollo osseo. Per la prevenzione della malattia è necessario attuare misure efficaci contro le zecche. è anche necessario tenere presente che l’infezione da Ehrlichia non sembra indurre un’immunità di lunga durata ed un cane guarito può essere suscettibile ad una nuova infezione. Il trattamento antibiotico, d’altro canto, è in grado di guarire i cani malati, ma anche i portatori cronici asintomatici (cani che non manifestano segni di malattia, ma che albergano ancora il germe), per cui il suo impiego nei canili a titolo precauzionale è una misura da prendere in seria considerazione. è anche raccomandabile un controllo periodico del sangue in quei soggetti che vivono in particolari zone del nostro Paese e che possono essere infetti senza presentare una specifica sintomatologia. Ciò è consigliabile in razze particolarmente suscettibili come il pastore tedesco e nei cani che sono utilizzati come donatori di sangue nelle trasfusioni.

CONTRO LA CISTITE, UN RIMEDIO NATURALE AUSILIUM BAU e AUSILIUM MIAO

permettono di affrontare le cistiti in modo efficace e naturale, JUD]LH DOOœD]LRQH PLUDta sui batteri patogeni, lasciando inalterata la ÀRUD ¿VLRORJLFD H FRQWULEXHQGR D ULQIRU]DUH le difese immunitarie.

,EDWWHULYHQJRQRHVSXOVLLQPRGRPHFFDQLFRHQDWXUDOHDWWUDYHUVROHXULQH(IÂżFDFLDQFKHQHOOHFLVWLWL LGLRSDWLFKHSHUOÂśD]LRQHDQWLQÂżDPPDWRULDHOHQLWLYD3ULYLGLHIIHWWLFROODWHUDOLSRVVRQRHVVHUHXWLOL]]DWL DFLVWLWHLQFRUVRFRPHSUHYHQ]LRQHHLQIDVHGLPDQWHQLPHQWRDQFKHLQJUDYLGDQ]DHLQDOODWWDPHQWR Per saperne di piĂš chiamate il nostro numero verde, 800.944.350 o scrivete a info@deakos.com &RUVR1D]LRQDOH/D6SH]LD 63 )D[ZZZGHDNRVFRP

77


L’ESPERTO RISPONDE

a colloquio con il veterinario Prof. A. Ciorba Ho un cane meticcio labrador, di nove anni di età che presenta problemi di artrosi. Volevo sapere quale è la corretta alimentazione. Grazie

Consiglierei l’uso di un mangime di mantenimento o per cani obesi se il cane tende ad ingrassare. Cercherei di fargli fare del moto tutti i giorni ed impiegherei a cicli dei condroprotettori. Da evitare i fuori pasto sempre per evitare un aumento di peso. In alternativa sono anche disponibili alimenti specificamente studiati per supportare questo problema.

Il mio cane pastore tedesco dopo un intervento per rimuovere dei calcoli in vescica soffre di cistiti ricorrenti. Devo spesso trattarlo con antibiotici. Posso usare anche altri prodotti? Grazie per la risposta

Un problema certo non infrequente che necessita di un costante consiglio veterinario. Attualmente nel trattamento delle cistiti ed anche per ostacolare le recidive possiamo contare su un prodotto di libera vendita, a base di D mannosio e Morinda citrofolia (Ausiliumbau).

Il mio gatto ha una lacerazione sotto la zampa anteriore destra. è sufficiente disinfettare con un prodotto generico che posso acquistare in farmacia oppure bisogna fare in un altro modo? Grazie

Se si tratta di una ferita non profonda può essere sufficiente disinfettare con acqua ossigenata ed applicare un prodotto anche spray medicato (attenzione a possibili reazioni del gatto quando si usa lo spray). Se la ferita ha margini larghi sarà opportuno consultare il veterinario, valutare l’opportunità di applicare dei punti di sutura e la somministrazione di antibiotici per via generale. 8


CURIOSITà

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali.

Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio, Foschi ha siglato degli accordi con prestigiosi partner tecnologici internazionali.

I nostri siti web

www.foschivet.it

www.foschilaser.it

www.foschiacademy.it

I nostri partner tecnologici

NOVITÀ E-COMMERCE

ACQUISTA ON LINE SU WWW.FOSCHIVET.IT Foschi Srl

Apparecchi scientifici per uso veterinario9 16

Via Salone, 132 13/15 Via di della Libertà,

Tel +39T 06 +399826 0513800 798 577

00131 (RM), Italy 06 9826 3899560 F +39 051 798 40064Roma Ozzano dell’Emilia (Bo) Fax +39

info@foschivet.it info@foschivet.it

www.foschivet.it www.foschivet.it

9


angolo cane

Levriero Polacco

Q

A. C.

uesta razza è nata per la caccia alla lepre, alla volpe, alla capra e all’otarda, ma è stata impiegata anche contro il lupo. Attualmente sono cani da compagnia. è un cane di grande taglia, più forte e di forme meno fini rispetto agli altri Levrieri a pelo corto. È una razza da carattere determinato. In famiglia è dolcissimo. Standard Origine: Polonia. Altezza: maschi tra 70 ed 80 cm; femmine tra 68 e 75 cm. Tronco: abbastanza pesante e potente con eccellente muscolatura. Testa e muso: lunga e larga tra le orecchie. Tartufo: di colore scuro. Collo: proporzionato al corpo. Orecchie: di grandezza media, strette, attaccate all’altezza degli occhi; ripiegate all’indietro fino a toccare il collo; in posizione a forma di tetto; completamente diritte o anche rivolte in avanti quando l’animale è eccitato. Occhi: di colore variabile secondo il manto del cane, piuttosto grandi e a forma di mandorla, molto espressivi. Arti: diritti e solidi. Spalla: con giusta inclinazione. Andatura: rapida al galoppo. Muscolatura: di eccellente sviluppo in tutto il corpo. Coda: lunga e grossa alla base. Pelo: elastico al tocco, molto duro. Colori ammessi: tutti i colori sono ammessi. 10


angolo cane

IL CANE BRESCIANO a cura di Agnese Monaco

I

l 3 marzo 2015 a Travagliato, in provincia di Brescia, una giovane donna di 26 anni è stata salvata dal suo cane, un pastore cecoslovacco. Erano le 23.00 e la donna era di spalle al distributore automatico, quando un uomo con un coltello in mano ed a viso scoperto, le ha ordinato di dargli tutti i soldi. Il cane l’aspettava nell’autovettura, appena ha visto la padrona in quelle circostanze è saltato fuori dal finestrino aggredendo il rapinatore, costretto a fuggire senza bottino. Questa è solo una delle tante storie vere che accadono in Italia e nel mondo. Forse dovremmo renderci conto di quanto siano importanti i nostri amici a quattro zampe, un po’ in tutti i settori, anche per la sicurezza.

12


angolo cane

Il cane nel ‘700 artistico

N

a cura di Agnese Monaco

el numero passato abbiamo parlato della figura del cane, ritratta dagli artisti seicenteschi. Questa volta parliamo del Settecento, secolo frivolo e mondano per eccellenza. Tutto si esaspera, anche per i cani adornati con eccessivi vestitini incastonati di gemme, cucce imbottite, ecc... Fortunatamente anche la qualità del cibo era posta con notevole riguardo per gli amici a quattro zampe, come prelibati bocconcini e tante coccole. Il pittore inglese Hogarth, come da foto, si è ritratto con il suo cane Trump. Ovviamente non tutti avevano il medesimo amore e riguardo per i cani. Infatti un critico d’arte dichiarò quell’opera non di suo gradimento. L’artista Hogarth un po’ per ripicca, creò una nuova tela, nella quale il suo cane, faceva pipì sul volume del critico. A parte le scaramucce, il pittore Oudry della corte di Luigi XV, ritrasse i cani della nobiltà umanizzandoli e ponendo l’accento sul fatto che ognuno di essi aveva un nome altisonante.

13


Crancy Italian Way Quello che scegliamo noi, è quello che scelgono loro.

14

www.giuntinipet.it

Perché nutrirli solo di cibo, quando puoi nutrirli anche di certezze? Giuntini seleziona i migliori ingredienti italiani, niente OGM, coloranti ed aromi artificiali. Ricette genuine, gustose e controlli di filiera per offrire loro solo il sapore della sicurezza. Giuntini: naturale e sincero, come il vostro amore.


angolo gatto

SPhYNX

A

A. C.

spetto insolito per la quasi assenza di pelo in questa razza di gatti caratterizzata da grandi dimensioni di orecchie e zampe e cuscinetti plantari molto sviluppati. Al tatto, il pelo dà la sensazione di una buccia di pesca. I cuccioli nascono grinzosi e anche gli adulti più tipici presentano molte rugosità, specie sulla testa. Affettuosi e intelligenti, stabiliscono un forte legame con la famiglia a cui appartengono. Socievoli e amanti della compagnia, vivono bene con gatti e cani. Molto adatti alle famiglie con bambini. Soffrono di solitudine. Standard Paese d’origine: Canada. Colore: sono allevati in ogni possibile varietà di colore della cute con o senza macchie bianche. Il colore degli occhi deve essere in armonia con quello della pelle. Corporatura: media; corpo muscoloso, con petto profondo. Testa: di medie dimensioni, triangolare, più lunga che larga; muso piuttosto tondo e sviluppato; fronte alta con cranio tondeggiante; naso con leggero stop, mento ben sviluppato. Vibrisse corte. Orecchie: grandi e larghe alla base. Occhi: grandi, oblunghi, con angoli superiori allungati verso il bordo esterno delle orecchie. Arti: lunghi, piuttosto distanziati; zampine ovali, con dita lunghe e cuscinetti molto sviluppati. Coda: lunga e affusolata. Mantello: corpo ricoperto da una sottile e cortissima peluria, con scarsa muta; la peluria può essere più accentuata su orecchie, muso coda e zampe. 15


L’età matura

C

Dr.ssa Debora Guidi, DVM SNT, Scuola di Nutrizione Trainer www.scuolanutrizionetrainer.it – www.novafoods.com

osi come per l’uomo anche per i nostri amici a quattro zampe una corretta alimentazione è molto importante per garantirgli una vita lunga e sana, infatti la vita media può essere influenzata da fattori genetici, dalle cure sanitarie ma anche da una corretta alimentazione. La nutrizione gioca un ruolo fondamentale nel “controllo” dell’invecchiamento, prevenendo o rallentando l’insorgenza delle patologie associate all’età, migliorando la sintomatologia, la qualità e la durata della vita. C’è una diminuzione dell’attività fisica, del metabolismo basale e una modificazione della composizione corporea per cui l’apporto energetico dovrà diminuire ma sarà necessario contrastare la perdita di massa magra tipica dell’anziano. Il fabbisogno energetico giornaliero può diminuire fino ad un 30-40% ma cani e gatti anziani presentano comunque un ampia variabilità legata al temperamento individuale, alla presenza o meno di malattie degenerative e alla “attività fisica”. Il loro apporto energetico dovrà quindi essere monitorato attentamente anche per prevenire l’insorgenza dell’obesità. Nei “maturi” si riduce anche il rinnovamento cellulare e dei tessuti, la capacità di eliminare i cataboliti e quella digestiva per cui gli ingredienti dovranno essere di elevata qualità soprattutto le proteine dovranno essere in quantità adeguata, di elevato valore biologico ed estremamente digeribili. è opportuno che gli animali anziani siano alimentati con almeno 2-3 pasti al giorno per migliorare l’utilizzo dei nutrienti e ridurre la sensazione di fame negli intervalli tra i pasti. In commercio oggi esistono prodotti dedicati, integrati e studiati proprio per i nostri amici che possono aiutarci in questo delicato periodo.

Quando considerare “anziano” il cane e il gatto? Il gatto può essere considerato maturo/anziano intorno ai 10-12 anni. Nel cane invece c’è una grandissima variabilità (razza, taglia ecc.), in questa specie animale anche i ritmi di crescita e di invecchiamento sono molto diversi tra loro. Corrispondono fisiologicamente età diverse infatti se consideriamo cani di taglia piccola, media, grande/ gigante (Tab.1)

Maturo/Anziano (Anni) Taglia piccola

8 - 10

Taglia media

7-9

Taglia grande/gigante

>6 17


angolo gatto

GIOCHIAMO?

COME LA VITA DI UN GATTO (E LA TUA) PUò CAMBIARE GIOCANDO INSIEME

I

Dott. Marzia Possenti, medico veterinario comportamentalista

l gatto è un animale purtroppo vittima di molti luoghi comuni, come ad esempio l’idea che si affezioni soltanto alla casa e non sia interessato alle persone, che non si tratti di un animale sociale, che non abbia bisogno di relazionarsi con i membri del gurppo famigliare che lo ha adottato. la maggior parte delle persone non ha una relazione piena e soddisfacente con il proprio gatto perchè non si rende conto di quanto potenziale “relazionale” sta ignorando. In gatto è un animale sociale molto particolare, ovvero è una specie che stringe relazioni preferenziali. Insomma il gatto ama stare con chi gli piace, e per per piacergli dobbiamo conquistarci la sua fiducia e il suo affetto. Quando chiedo ai miei clienti cosa fanno con il loro gatto molti mi rispondono che gli danno da mangiare e gli fanno le coccole, ma pochi mi dicono che giocano con lui, che lo portano a fare delle passeggiate, che lo portano in vacanza con loro e lo fanno uscire di casa. Eppure il gatto è in assoluto la specie che meno si adatta naturalmente allo strofinamento del pelo. Il pelo del gatto, il suo mantello, è in effetti un organo di senso molto sensibile e preciso. Si tratta di un organo di tatto in grado di percepire gli oggetti anche a distanza, grazie al movimento dell’aria attorno e da essi. Questo organo è diffuso su tulla la superficie cutanea del gatto e quando lo accarezziamo viene stimolata in modo molto, molto forte. I gatti necessitano di un allenamento particolare per essere in grado di apprezzare il contatto fisico, ovvero stare in braccio e rilassarsi quando vengono accarezzati. Per questo motivo molti gatti aggrediscono quando vengono toccati, oppure si lasciano accarezzare ma soltanto per pochi secondi.

18


angolo gatto Un buon modo per guadagnarsi la fiducia del gatto e ridurre le distanze con lui, facendogli apprezzare il contatto fisico, è proprio il gioco. Permettere al gatto di saltare le nostre gambe come degli ostacoli, correrci o camminarci sopra come su di un percorso accidentato o girare attorno ad una mano poggiata in terra rende chiaro senz’ombra di dubbio che il nostro corpo non rappresenta un pericolo, ma un luogo in cui trovare riparo, calore, fiducia. Inoltre fa leva su una delle motivazioni più forti di questa specie, ovvero la voglia di fare attività atletica. I gatti amano saltare, esplorare, correre e farlo assieme a noi crea un legame forte e profondo, che farà si che il gatto ci guardi sempre con l’aspettativa di fare qualcosa di bello con noi, non con l’idea che lo costringeremo ad avere un contatto fisico che non riesce a gestire e che gli causa un profondo malessere. Inoltre molti studi effettuati sul gioco negli animali sociali hanno dimostrato che ha un potere educativo e formativo incredibile per l’individuo come parte del gruppo, che i migliori giocatori sono anche i più abili comunicatori, i meno insicuri ed i più addattabili fra gli individui del gruppo. Giocare serve dunque ad imparare a comunicare, a sapersi adattare agli altri ed alle difficoltà che il mondo presenta. Un gioco semplice, come un percorso ad ostacoli o un gioco di soluzione di problema, insegna al gatto modi nuovi di esplorare e interagire con gli oggetti e gli fornisce l’immenso piacere di fare attività assieme alle persone che ama. I gatti possiedono un’intelligenza enigmistica molto sviluppata, ovvero sono molto bravi a risolvere rompicapo. Non solo lo fanno molto bene ma, con la giusta motivazione, ci si appassionano arrivando a giocare per lungo tempo in questo modo. Il gioco di soluzione di problemi inoltre ha un effetto calmante sui gatti, riducendo l’ansia e l’agitazione. Certo per un gatto che non ci ha mai giocato non è facile iniziare: deve entrare nell’ottica del fatto che il suo proprietario gli presenta degli enigmi da risolvere. In questo senso è molto importante trovare il momento adatto per iniziare a giocare, magari iniziando ad interessare il gatto facendogli inseguire una pallina o un altro giochino e poi, quando è ormai preso dal gioco, nascondendolo sotto ad un bicchiere di plastica proprio davanti a lui. Ci sono molti libri che spiegano come costruire giochi per il gatto utilizzando materiale presente in casa o facilmente reperibile. Giocare con il proprio gatto insegnandogli cose utili, che gli serviranno nel corso della sua vita, e facendo da tramite fra lui ed il mondo da esplorare, aiutandolo a conoscere, ci rende la sua guida, il suo “maestro di vita”, qualcuno su cui si può fare affidamento. Questo tipo di connessione, di relazione, è in assoluto la più stretta, completa e appagante che un uomo ed un gatto possano avere, soprattutto in una specie che sceglie con chi vuole avere a che fare e dunque ci onora della sua amicizia soltanto se sappiamo come guadagnarcela. Per trovare spunti per giocare con il gatto: J. Strachan “50 giochi con il tuo gatto” White Star edizioni, 2008 19


20


viaggiando

I

IL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI

l Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi è costituito da una lunga striscia di territorio montano sulla catena appenninica che si estende dalla Verna fino al Monte Falterona. In questo territorio si trovano varie località, centri ed abitati. Tra questi due poli internazionali di turismo religioso: Camaldoli e La Verna. Non si può disgiungere il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi dalla spiritualità, l’arte e la cultura presente in queste due località. Durante qualsiasi periodo dell’anno le foreste casentinesi possono offrire degli spettacoli inconsueti. Boschi essenzialmente di abete e faggio, ma alle quote più basse anche tante altre tipologie di piante, ci regalano un’infinità di variazioni cromatiche. I boschi si intervallano spesso ad ampi prati e radure, zone che sembrano visivamente chiuse dalla vegetazione ci regalano improvvisamente scorci panoramici mozzafiato. Una grande area protetta nell’appennino tosco-romagnolo, comprendente boschi e foreste tra i più estesi e meglio conservati d’Italia, custode di un elevato patrimonio floristico e di una fauna di grande interesse che annota il lupo e l’aquila reale tra i grandi predatori e diverse specie di ungulati. Interessante la gastronomia casentinese con i suoi prodotti tipici come il raviggiolo, i salumi particolarmente saporiti, tra cui spicca il prosciutto del Casentino, il pecorino fresco, semistagionato o stagionato prodotto col latte delle pecore allevate nella valle, la carne di razza Chianina, il miele, le castagne, la mela nesta.

Buon week end da Alessadro Ciorba

Clicca qui e guarda il video

21


22


CURIOSITà

Il Pastore tedesco rimane il preferito fra i cani di razza

A. C.

D

ai dati ufficiali dell’Ente nazionale cinofilia italiana (Enci) emerge come negli ultimi 10 anni, gli animali registrati siano progressivamente cresciuti. Nel 2005 i cani con pedigree erano 125.600 nel 2014 abbiamo raggiunto i 151.400. Il cane più amato rimane il Pastore tedesco con 16.239 soggetti iscritti all’Enci. Al secondo posto si piazza il Setter inglese con 13.030 cani, ma in contro tendenza rispetto al passato forse per una diminuzione degli appassionati della caccia. Al terzo posto troviamo il Labrador Retriever (9.221 oggi). Buon risultato anche per il Golden Retriever con 6.036 cani. Al quinto posto uno delle razze più di successo: il Jack Russell. Nel 2005 i soggetti iscritti erano 1.987 e oggi sono 5.587. Al sesto posto l’American Staffordshire. Al settimo posto il Cane Corso (3.822), ottavo il Boxer (4.486), nono il Rottweiler (3.730). Decimo il Bassotto tedesco (3.234). Al di fuori della “top 10” :il Cavalier King , il Bulldog francese; in calo i Carlini, mentre sono raddoppiati i Border Collie.(da 1.500 a 3.000). Anche il Dogo argentino ha avuto un aumento: da 700 a 1.100. In calo il Mastino Napoletano e le altre razze da caccia.

Clicca qui e guarda il video

23


CURIOSITà

GLI OVER 65 SI CONFERMANO GRANDI AMANTI DI Cani e gatti

A. C.

Q

uattro over 65 su 10, cioè circa 2.1 milioni di persone hanno un animale domestico e per mantenere e prendersi cura del proprio “pet” sono disposti a spendere quasi 800 euro l’anno, per una spesa complessiva di 1,4 miliardi annui. Tale dato è riportato dall’Osservatorio di FederAnziani Senior Italia che ha eseguito un’indagine su un campione di 5.790 over 65. Nove persone su dieci di coloro che dichiarano di possedere un animale domestico hanno un cane (54%) o un gatto (33%). Poco meno della metà del campione analizzato ha ricevuto l’animale domestico come regalo, un quarto lo ha trovato e solo uno su dieci lo ha comprato in un negozio di animali. Uno su due dichiara di prendersene cura in prima persona anche perché sovente il pet costituisce un’occasione per uscire di casa e avere contatti con altre persone. L’80% degli intervistati porta il proprio cane a passeggio ogni giorno e l’85% lo fa visitare con regolarità dal veterinario. Il 38% li porta con sé in vacanza, mentre la metà li lascia in abitazioni di parenti o amici, il 12% in pensioni per animali. è da tenere presente come il 20% abbia rinunciato ad una vacanza in quanto la struttura prescelta non accettava animali. Secondo il presidente di FederAnziani Italia possedere un animale domestico migliora la qualità di vita dell’anziano con una ricaduta positiva anche nei confronti delle affezioni ad andamento cronico, metabolico e le turbe depressive.

Clicca qui e guarda il video

24


CURIOSITà

Cat Street View la città vista dai gatti A. C.

A

ncora una sorpresa dal paese del Sol Levante ed in particolare a Onomichi, nella prefettura di Hiroshima, dove i gatti hanno il loro servizio di Street View. La tanto apprezzata e perché no discussa applicazione di Google per scrutare attraverso le immagini a 360° le vie di una città è realizzata a misura di uomo, con riprese che sono eseguite da automobili che percorrono le strade di tutto il mondo.

In Giappone hanno pensato invece di filmare le vie posizionando le telecamere sulla testa di alcuni gatti. Le immagini sono del tutto singolari, così come lo è in particolare modo il cosiddetto viale dei gatti, una parte della città in cui i felini sono presenti in gran numero. Cat Street View è un servizio interattivo in quanto selezionando l’icona che compare si aprirà anche un profilo dello stesso felino.

25


Dalla natura uno straordinario aiuto per il benessere dei vostri animali

Linea al Croton

La forza del Croton Lechleri, unita all’efficacia di estratti vegetali come Linfa di Copaiba, Hypericum Perforatum, Calendula Officinalis, Aloe Barbardensis, Malva Sylvestris: Orme Naturali ti offre una linea completa di prodotti utili per coadiuvare i processi di cicatrizzazione, per supportare la prevenzione della placca e per una corretta detersione auricolare dell’animale. Tanti aiuti naturali per il tuo amico quattrozampe!

Distribuito da Camon S.p.A. Albaredo d’Adige (VR) Italy

www.ormenaturali.it www.camon.it


Il Croton Lechleri, alla scoperta del “Sangue di Drago” per il benessere degli amici quattrozampe

L

a natura è sempre più protagonista nel benessere dei nostri amati animali domestici. La sinergia degli estratti vegetali, infatti, consente di offrire valide alternative naturali per affrontare molti dei piccoli grandi problemi che possono affliggere i nostri pet. Tra le ultime novità in questo ambito, il Croton Lechleri è sicuramente una delle più interessanti. Chiamato anche “Sangue di drago” per la colorazione rossa, esso è un lattice che si ricava con un’incisione del tronco della pianta del Croton Lechleri che cresce spontaneamente all’interno della foresta amazzonica peruviana. Questo lattice, leggermente viscoso e composto chimicamente da lignani, proantocianidine e taspina, può svolgere numerose attività tra le quali quella purificante, disarrossante, lenitiva. UNA FORZA NATURALE Le sue eccellenti proprietà, unite all’efficacia di altri estratti vegetali come Linfa di Copaiba, Hypericum Perforatum, Calendula Officinalis, Aloe Barbardensis, Malva Sylvestris, rendono il Croton un utile supporto per diverse situazioni che tutti i proprietari di animali potrebbero trovarsi ad affrontare. Stiamo parlando, ad esempio, di problematiche legate alla cicatrizzazione delle ferite del proprio pet, ad un supporto alla prevenzione della placca dentale e, anche, ad una corretta pulizia auricolare di cane e gatto. UNA LINEA DI PRODOTTI AL CROTON? SÌ! Orme Naturali, marchio del gruppo Camon, fin dalle sue origini ha avuto come vocazione quella di offrire prodotti utili a supportare il benessere dell’animale grazie all’efficacia di rimedi naturali. Per questo, ha sviluppato una linea di prodotti che hanno nel Croton Lechleri il proprio componente di base.


TRE VALIDI AIUTI PER LA CICATRIZZAZIONE Iniziamo questa panoramica con i tre prodotti Skin Energy, pensati per la cicatrizzazione cutanea nel cane, nel gatto e nel cavallo. Skin Energy Madre è una soluzione liquida che contiene lattice di Croton Lechleri puro al 100%, il quale contribuisce a creare un ambiente sfavorevole alla proliferazione batterica. Skin Energy Plus è una soluzione oleosa di lattice resinoso nella quale le proprietà del Croton Lechleri e degli altri pregiati componenti vegetali, svolgono azione balsamica, lenitiva e disarrossante nei casi di abrasioni ed eruzioni cutanee. Skin Energy Cicatrex è, invece, un coadiuvante nei trattamenti di rimarginazione e di flogosi cutanee di cane e gatto e contiene Croton Lechleri ed estratti vegetali di Aloe Barbadensis, Hypericum Perforatum, Echinacea Angustifolia, Copaifera e Kigelia Africana. CONTRO IL DEPOSITO DELLA PLACCA Per contribuire al trattamento e alla prevenzione dei problemi legati al deposito della placca, Stomoskin, disponibile sia nella versione Gel Gengivale che in quella Collutorio, agisce nel supporto all’igienizzazione dl cavo orale e nel mantenimento del normale equilibrio fisiologico delle mucose. UN AIUTO PER DETERGERE IL CONDOTTO AURICOLARE Otoskin è, infine, una soluzione liquida utile per la pulizia auricolare di cane e gatto. Operando con un’azione detergente efficace e protettiva, esso contribuisce a mantenere intatto l’equilibrio fisiologico delle mucose.


CURIOSITà

Premio Fedeltà 2015 del Cane di S. Rocco di Camogli

A. C.

Q

uest’anno il Premio Internazionale Fedeltà del Cane di S. Rocco di Camogli assegnato nella cittadina ligure è stato vinto da un cane di nome Angelo. Si tratta di un cane, meticcio, di 5 anni circa di età, premiato in quanto così come riportato nella delibera di assegnazione: «ha vegliato la compagna Dasy uccisa da un’auto, non permettendo ad alcuno di avvicinarsi a quel corpicino senza vita e ha cercato in questo modo di proteggerla, forte di un legame che va oltre la morte». L’episodio è avvenuto a Vallo della Lucania (Salerno). Angelo è un cane sfortunato, randagio, che aveva trovato in Dasy la sua compagna con cui condivideva la vita per le strade di Vallo della Lucania. Un giorno Dasy è uccisa da un’auto, ma lui non l’abbandonò. I volontari che arrivarono sul posto lo trovarono ,come è stato immortalato nella foto che ha fatto il giro del web,coricato a fianco, per proteggerla, per non abbandonarla. I volontari intervenuti commossi e con spirito di sacrificio e generosità, hanno accudito Angelo per mesi, impedendo che fosse inviato in un canile calabrese, lontano dalle loro cure.

Clicca qui e guarda il video

29


CURIOSITà

UN GIOCO INTERESSANTE A. C.

I

l Flyball nasce nel 1970 in California grazie a Hebert Wagner il quale ha messo a punto la macchina “spara palline”. è una simpatica iniziativa, non molto nota nel nostro Paese, ma invece ben conosciuta in altre nazioni di Europa come Inghilterra, Belgio e Olanda, oltre a stati dell’Australia ed America del Nord, dove nel 1985 è sorta la North American Flyball Association (N.A.F.A.). Questa associazione tra l’altro ne regolamenta le attività, le manifestazioni e tiene le classifiche dei record aggiornati. Il Flyball è una sorta di torneo fatto a staffetta, fondato sulla velocità di esecuzione, formato da squadre composte da 4 cani che si sfidano. Al gioco partecipano contemporaneamente due squadre: i cani devono correre da soli per una lunghezza di circa 15 metri, affrontare 4 ostacoli, premere sulla macchinetta “spara palline” (Flyball), recuperare la pallina e portarla al conduttore, che è rimasto in attesa alla zona di partenza, ripetendo lo stesso percorso dell’ andata. Una volta tornato un cane, l’altro partirà prontamente per recuperare secondi e fare lo stesso percorso. La sfida si ritiene finita, quando i quattro cani della squadra hanno tutti compiuto il percorso e vincono coloro che hanno effettuato l’intero percorso in un tempo minore senza commettere errori.

30


CURIOSITà

MA IL GATTO è SCHIZZINOSO?

i

A. C.

l proprietario di un gatto sa bene come spesso abbia dei problemi a far mangiare il gatto di casa, che dimostra spesso di non gradire il cibo che gli viene proposto. Secondo un recente studio tale atteggiamento dipenderebbe da come i gatti percepiscono i sapori amari. Per diversi mammiferi infatti il gusto amaro è molto spesso associato a composti potenzialmente tossici che possono essere presenti, ad esempio, in alcune piante.

Lo studio pubblicato recentemente ha stabilito la prima prova concreta di quanto sia diverso il gusto per un gatto mettendo in evidenza come i ricettori del gusto dei gatti abbiano risposto ad un numero più limitato di composti amari rispetto agli esseri umani. In realtà i gatti sono risultati meno sensibili a composti che per gli esseri umani sono amarissimi, mentre hanno dimostrato di sentire molto più intensamente il gusto amaro in altri alimenti. Questi studi saranno di notevole utilità per produrre alimenti più allettanti per i gatti e per migliorare l’accettabilità di loro farmaci.

31


DAGLI USA IL PROGRAMMA COMPLETO PER UN ALITO FRESCO

N

egli ultimi anni sempre più aziende del settore pet dedicano particolare attenzione alle problematiche e alle cure del cavo orale del cane e del gatto, dagli alimenti specifici per la prevenzione della formazione del tartaro agli snack per la pulizia dei denti, ai dentifrici. L’azienda americana Tropiclean, leader nel proprio paese per i loro prodotti innovativi e funzionali nel settore dell’igiene orale dei nostri amici a quattro zampe, è rappresentata e distribuita in Italia dalla ditta Pets Fitness di Magistrelli Franco con sede ad Osimo in provincia di Ancona. Oggi anche senza l’utilizzo dello spazzolino è possibile effettuare un’igiene orale conforme al proprio cane o al proprio gatto; l’azienda Tropiclean infatti propone come alternativa un gel da poter applicare anche senza l’utilizzo dello spazzolino, ma semplicemente versando solo una piccolissima quantità di Clean THEET GEL nei denti del cane e del gatto per permettere dopo solo due settimane lo scioglimento e l’eliminazione del tartaro. Oltre al Clean THEET GEL l’azienda statunitense Tropiclean presenta il WATER ADDITIVE, un colluttorio da aggiungere all’acqua da bere, fondamentale per l ‘igiene del cavo orale, oppure il FRESH MINT FOAM, una schiuma da spruzzare nella bocca dell’animale per una giornata di alito fresco. Da non dimenticare il TRIFLOSSBALL ANY DOG, una palla da gioco fatta di cotone speciale dove poter spruzzare il prodotto TROPICLEAN LIQUID FLOSS; il cane in questo modo giocando e mordendo la palla lo utilizza come un vero e proprio filo interdentale. Concludiamo la presentazione dei prodotti con l’ultimo arrivato: TROPICLEAN DROPS in confezione tascabile da 52 ml. Bastano tre gocce al giorno nell’acqua da bere dell’animale per un alito fresco ed un’igiene orale in solo 12 ORE. È proprio il caso di dire che la linea di prodotti TROPICLEAN igiene orale non dà scampo all’alito pesante dei nostri mici cani e gatti.


news dal bioparco

storie bestiali al bioparco

S

abato 3, 10 e 17 ottobre al Bioparco si terrà l’iniziativa “Storie bestiali”, letture ad alta voce in cui gli animali del Bioparco saranno i protagonisti di tante curiosità. L’attività è a cura di Biblioteche di Roma – Centro Specializzato Ragazzi – Attività Culturali e si svolge in collaborazione con la Presidenza dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale. Dalle ore 10.30 alle 16.30 i bambini, in compagnia di operatori specializzati, potranno immergersi nel mondo dei loro beniamini partecipando ad emozionanti letture su leoni, elefanti, ippopotami, lupi e molti altri animali guardandoli… dritto negli occhi! Questi gli orari delle letture presso le aree: 10.30 ‎Fattoria dei Bambini, 11.00 leoni asiatici, 11.30 tigri, 12.00 ‎elefanti e 12.30 ippopotami anfibi, 14.00 orsi, 14.30 lupi, 15.00 oranghi, 15.30 draghi di Komodo e 16.00 serpenti (al piazzale antistante ingresso Rettilario). Inoltre per tutta la mattina l’ApeLettura, il mezzo a tre ruote di Biblioteche di Roma nato con l’obiettivo di diffondere l’amore per il libro e per la lettura, stazionerà sul piazzale del Bioparco a disposizione di chi vorrà consultare e leggere libri (maggiori info su ApeLettura: www.bibliotechediroma.it – www.leggerechepiacere.com). Da non perdere durante la giornata gli appuntamenti con l’attività A TUxTU con gli animali, incontri ravvicinati con elefanti, rettili e insetti! Tutte le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto del Bioparco. Lo sconto al Bioparco raddoppia. Nelle tre giornate di “Storie bestiali”, tutti i possessori della tessera Bibliocard potranno usufruire di un ulteriore sconto di €2,00 sul costo del biglietto di ingresso al Bioparco. BIOPARCO DI ROMA ORARIO: 9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00)T TARIFFE: ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: Euro12.00 biglietto adulti: Euro 15.00 EVITA LA CODA: I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it e nei Punti Lis (tabaccherie, ricevitorie autorizzate) SU FACEBOOK: www.facebook.com/amicidelBioparco

33


angolo della lettura

“fai felice il tuo cane”

G

A. C.

raeme Sims è un addestratore di fama mondiale. La sua vita è stata dedicata a lavorare con i cani ed a migliorare affinando le sue tecniche di insegnamento. Il “metodo Sims”, messo a punto in decenni di attività, vuole essere un importante riferimento su come rapportarsi con il proprio cane, considerarne le esigenze e usare il proprio intuito per comprenderlo a fondo.

Attraverso una serie di disegni da lui realizzati, l’autore spiega in modo semplice i gesti, le sequenze e le tecniche del suo training e svela tutti i segreti su cosa e come fare per costruire un solido legame con i cani. All’inizio è necessario osservare con grande attenzione il nostro amico peloso per poi condividere con lui un linguaggio fatto di silenzi, sguardi, gesti calmi e precisi associandolo a rispetto e amore per costruire un profondo rapporto di felice convivenza.

34


angolo della lettura

Alessandra e Lulù amicizia senza limiti

U

n libro “La sedia di Lulù” e uno spettacolo teatrale “Più di prima” per raccontare una toccante storia di amicizia, oltre tutte le barriere. L’11 settembre 2002, un anno dopo l’attacco alle Torri Gemelle, Alessandra vive un suo dramma personale. È una mattina come tante altre, è alla guida della sua auto quando avviene un grave incidente stradale che comporta la perdita dell’utilizzo delle gambe. Nei mesi che seguono Alessandra inizia ad accettare la sua nuova vita da paraplegica e non sa ancora che il suo destino le sta riservando una straordinaria sorpresa: arriva Lulù, un cucciolo incrocio tra un Labrador e un Pastore Tedesco. È amore a prima vista, e così Lulù diventa punto di riferimento stabile per la sua padrona aiutandola in tutte le azioni quotidiane, ricompensata da un affetto incommensurabile. Quando ci si trova di fronte ad un legame così profondo l’ordinario non basta più e c’è bisogno di qualcosa in più. Così Lulù ed Alessandra fanno squadra insieme e la ragazza diventa la prima partecipante disabile alle gare di “obedience”, competizione che valuta gli esercizi condotti dal binomio uomo-cane. Qui nasce la voglia di raccontarsi e raccontare per essere un esempio e un aiuto. Il libro “La sedia di Lulù” (Itaca, 2001) e lo spettacolo “Più di prima” nascono per iniziativa di Marina Casciani, una delle responsabili dell’Associazione “ChiaraMilla”, struttura attiva con progetti di pet therapy e nell’addestramento di cani da assistenza a persone con disabilità.

ChiaraMilla - associazione promozione sociale sportiva dilettantistica Via Canne, 198/1 - Argenta (FE) Tel 3929813419 - Fax 057251112 Sito web: www.chiaramilla.it 35


DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE È nato Demas, il nuovo sito italiano rivolto al mondo veterinario. Demas vuole rappresentare un valido ed utile strumento di servizio per il professionista. Il sito si presenta ricco di rubriche di varia natura e sarà costantemente aggiornato sulle novità del mercato e della professione veterinaria.

FIDUCIA, PROFESSIONALITÀ, DISPONIBILITÀ. Le qualità di un vero

VETERINARIO

www.demas.it


PET QUIZ

Pet quiz La bronchite nel cane può provocare la comparsa di :

a

c

b cuore

cute

rene

c

b zoppia

emangioma

I denti del coniglio sono a crescita : annuale

b continua

c

mensile

Il coledoco porta la bile in :

a

stomaco

c

b intestino

fegato

Il massetere nel cane è un muscolo di :

c 7)b

b addome

muso

6)b

8)c

arto anteriore

Le risposte corrette:

5)b

a

3)a 4)a

8

retina

L'artiglio del diavolo nel cane si può utilizzare in corso di :

a 7

batterio

c

b milza

muscolo

a splenomegalia 6

c

b virus

fungo

Il lupus eritematoso discoide è una malattia di :

a 5

urinazione dolorosa

La miosite è un'infiammazione di :

a 4

c

L'helicobacter pylori è :

a 3

b diarrea

2)c

2

tosse

1)a

1

37


38

E zine giulius Anno 3 N° 10  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you