Issuu on Google+

www.apabz.it

Dicembre 2011

BOLLETTINO DEGLI ORGANI DIRETTIVI DELL’ARTIGIANATO PER L’ALTO ADIGE

L 304/18

Lo statuto dell’APA al vaglio Il calore delle stufe scalda l’inverno

Amtsblatt der Euro

päischen Union

ES RATES AMENTS UND D RL PA EN CH IS 1 DES EUROPÄ (EU) Nr. 1169/201 VERORDNUNG 2011 vom 25. Oktober ung der und zur Änder el itt m ns be Le und des er Verbraucher üb ischen Parlaments /EWG r pä de ro Eu n s io de at 6 rm 00 fo In d (EG) Nr. 1925/2 r Richtlinie 90/496 hen betreffend die Nr. 1924/2006 un 87/250/EWG der Kommission, de ) G (E ropäisc en ng nu rd Vero chtlinie 2000/13/EG des Eu und der e Ri r ni tli de ch ng Ri bu r he de uf r Kommission der Kommission, Rates und zur A und 2008/5/EG de tlinie 1999/10/EG ch EG Ri 7/ r /6 de 02 s, 20 te Ra en des chtlini Kommission des Rates, der Ri Nr. 608/2004 der ) G (E Parlaments und ng nu rd ro Ve ung für den EWR) (Text von Bedeut

T HE PARLAMEN DAS EUROPÄISC ION — EUROPÄISCHEN UN

UND

DER

RAT

t c A s s e n

DER

ittelsic hren zur Lebensm rfa Ve n vo g un eg Festl Lebensm er Grundsatz des ein m ge all ein es ist bieten, in die Möglichkeit zu rn he uc ra rb Ve n de eine fundi die sie verzehren, el, itt m ns be Le e di e Verbra e Praktiken, die di zu treffen, und all verhindern. führen können, zu

i s u B l l a m S

ropäischen Arbeitsweise der Eu e di er üb ag rtr Ve gestützt auf den re auf Artikel 114, Union, insbesonde mission, Europäischen Kom auf Vorschlag der

ischen /29/EG des Europä 05 20 e ni tli ch Ri e Di über un m 11. Mai 2005 und des Rates vo genüb n Unternehmen ge mm schäftspraktiken vo besti markt (4) umfasst chern im Binnen esonde r Verbraucher, insb ssun der Information de rla te sweisen oder Un führende Verhalten rmationen zu verhind Info sammenhang mit lauter ze in Bezug auf un ät ds un Gr en ngen gemein lu ge Re durch spezielle m ns praktiken sollten be Le er rbraucher üb formation der Ve werden.

(5)

hafts- und Sozial­ ropäischen Wirtsc Eu s de e m ah gn nach Stellun 1 ausschusses ( ),

Halb2

la creativitá dei falegnami

hren (2),

ngsverfa lichen Gesetzgebu nt de or m de äß m ge stehender Gründe: in Erwägung nach

dass ein Kachelofen ... Garant für die richtige Wahl des Kachelofens und die fachliche Beratung für jede Heizanlage mit Holz, die saubere und sparsame Verbrennung und die einfache Bedienung ist der Südtiroler Hafnermeister.

Den nächsten Hafnermeister in Ihrer Nähe finden Sie unter www.meinhandwerker.it

Management per piccole imprese

In guten Händen. In buone mani.

Berufsgemeinschaft der Hafner im LVH

Per non affidarsi solo alla fortuna

Attualità

• Consorzi: ultimi lotti in vendita • CEPA: in regalo polizza sulla vita • Innovazione: seminario sugli appalti pubblici

22.11

Pensare innanzitutto al piccolo. Zuerst an die Kleinen denken. Think small first. Pensez d’abord aux petites. Myslet predevsim na male. Pensar sobretodo en los pequenõs.

e Arbeitsweise des s Vertrags über di de 9 16 el tik Ar Nach e Union durch die n (AEUV) leistet di io Un s er­ n he isc pä ro Eu el 114 des Vertrag u­ tik Ar ch na sie e rbrau Maßnahmen, di ung eines hohen Ve ich re Er r zu ag itr lässt, einen Be cherschutzniveaus.

vorsch el geltende Unions Für alle Lebensmitt den fin eln n Lebensmitt he Kennzeichnung vo isc pä ro Eu 3/EG des Richtlinie 2000/1 20. März 2000 zur m und des Rates vo en ü en der Mitgliedstaat ift hr der Rechtsvorsc mit ns be Le n achung vo m tierung und Aufm5 sti Be n te eis ). Die m rü Werbung hierfür ( zu 78 19 hr Ja f das Richtlinie gehen au werden. deshalb aktualisiert

(6)

it­ nden Lebensmit sicheren und gesu it m r gt eh trä rk d Ve un ie s fre kt mar Der Aspekt des Binnen er tig l l­ ich oh w W s ein de ist d teln it un hutz der Gesundhe Sc d m un zu n ale ch zi tli so en r es w ahrung ihre W r zu d un er rg ergehens der Bü teressen bei. wirtschaftlichen In

schutzes der Verr­ et des Gesundheits und das Recht bi Ge m de f au Um en s Niveau zu erreich ährleisten, sollte braucher ein hohe w ge zu n io f Informat der Verbraucher au dass die Verbraucher in Bezug auf n, Weise sichergestellt werde ren, in geeigneter eh rz ve sie e di el, unter die Lebensmitt r Verbraucher kann de l ah W e Di n. de e, um­ informiert wer gene, wirtschaftlich zo be its he nd su ge h n beein­ anderem durc ethische Erwägunge d un ale zi so , ne weltbezoge flusst werden. ropäi­ . 178/2002 des Eu 02 Nr G) (E ng nu rd Nach der Vero m 28. Januar 20 und des Rates vo forde­ schen Parlaments Grundsätze und An ro­ en ein m ge all r de g htung der Eu zur Festlegun ittelrechts, zur Erric eit und zur ngen des Lebensm rh

(7)

(8)

s 90/496/EWG de Die Richtlinie er w hr Nä e di 90 über 24. September 19 6 regelt den Inhalt u () von Lebensmitteln t nen zum Nährwer io at rm fo In lung von i ln Nach diesen Rege ten Lebensmitteln. iw fre zum Nährwert von Informationen z ertbezogene Angabe es wird eine nährw n ge ten Bestimmun gemacht. Die meis und hr 1990 zurück gehen auf das Ja aktualisiert werden.

or Kennzeichnungsanf Die allgemeinen ri ch rs Reihe von Vo ergänzt durch eine m ns be Le en für alle stimmten Umständ Lebensmitteln g n stimmte Klassen vo egel


Operazioni sicure, anche sui mercati esteri. Con crediti documentari e garanzie bancarie. Corporate Banking BANCA POPOLARE · VOLKSBANK: oltre il finanziamento su misura. Contattaci per un appuntamento.

www.bancapopolare.it


Editoriale Editorial

Hanno detto

Filo diretto con i lettori

Sondaggio

su internet

www.apabz.it Il nuovo governo Monti riuscirà ad avere sotto controllo l’indebitamento nazionale?

Sì, non ci sono alternative, il governo attuerà le riforme per abbattere il debito Non lo so, l’Italia riserva sempre sorprese... No, il governo fallirà sulle riforme Dite la vostra opinione su questo tema d’attualità cliccando sul sito www.apabz.it.

Risultati dell’ultimo sondaggio: Avrebbe Che importanza riveste secondo Voi la formazione dei giovani in azienda e nella scuola professionale, nota come formazione duale per il futuro dell’artigianato in Alto Adige? La formazione duale è di centrale importanza per l’artigianato

55,56 %

La formazione duale è importante, ma bisogna contemplare nuovi percorsi formativi

33,33 %

La formazione duale non è più attuale

11,11 %

Gentili lettrici e lettori, ci avviciniamo al Natale e alla fine del 2011, un anno decisamente turbolento. La situazione economica generale ha infatti sconvolto i mercati. La fiducia della gente nelle strutture è messa a dura a prova e sono in molti a chiedersi: “come andremo avanti?”. Sono certo che saremo soprattutto noi artigiani a saper dare una risposta. Già negli anni scorsi il nostro modo di pensare e di lavorare ci ha fatto superare tutte le difficoltà, e così ho fiducia che riusciremo a vedere anche le nuove sfide come opportunità e che ci evolveremo di conseguenza. Sta a noi agire poggiando sui nostri valori e sulle nostre qualità, e soprattutto sulla nostra tradizione. L’applicazione in legge dello “Small Bussines Act” costituisce un’autentica pietra miliare per tutte le micro, piccole e medie aziende. Ora dobbiamo essere ascoltati, e la nostra associazione farà di tutto per rappresentare in modo degno gli interessi dell’artigianato. Per saperne di più leggete le pagine 8/9. Alle pagine 12/13 scoprirete come abbiamo dato ascolto alle molte richieste di riforma dello statuto artigianale. Nel prossimo aprile questo sarà sottoposto all’assemblea dei delegati per l’approvazione. Vi parliamo in sintesi anche delle sedute dei funzionari e di molte altre manifestazioni: ad esempio la campagna dei fumisti, l’iniziativa dei tecnici di attrezzature sciistiche, la competizione di apprendisti falegnami, l’iniziativa Chance 2.0 dei giovani artigiani e molto altro. Come vedete, ci si dà sempre molto da fare. Sono sicuro che ognuno di voi troverà temi che lo riguardano da vicino. Colgo l’occasione anche per augurare a tutti voi, alle vostre famiglie e ai vostri collaboratori buone feste natalizie e buon inizio dell’anno 2012. Gert Lanz Presidente APA

��������������������������

���������������������������������������������������������� ��������������������������������������������������

����������������������������� ��������������������������������� ���������������������������������� ������������������������������������������

L’Artigiano dicembre 2011

3


Indice

Attualità artigianato

8

6 Di mese in mese: notizie brevi attuali 8 La storia: Small Business Act 10 Tema: guida alle assemblee comunali – torneo provinciale di carte 12 Di mese in mese: riforma dello statuto 14 Di mese in mese: bilancio provinciale 15 Di mese in mese: fiera autunnale

Pietra miliare per le piccole aziende: la legge italiana applica le direttive UE (Small Business Act).

La Storia

Leggi & direttive 16 17 18 19 20 22

10

Torneo provinciale di carte: in concomitanza con le assemblee comunali.

Tema

Fisco & finanza: legge di stabilità Fisco & finanza: consulenza finanziaria L’APA si presenta: la segreteria Leggi e direttive: panoramica dei corsi obbligatori Consulenza aziendale: IFK Consulting Gestione della qualità: Quality Austria

Circondari 24 Circondari: assemblee dei funzionari circondariali

Innovazione 26

19

Leggi & direttive

Innovazione: officina di idee

Immobili commerciali 28 Immobili commerciali: consorzio Einstein

Sicurezza sul lavoro: panoramica dei corsi obbligatori

CEPA 29

CEPA: nuova polizza aggiuntiva

Gruppi di mestiere

24

Sedute dei funzionari circondariali: scambio di opinioni con i dirigenti

Circondari

4

L’Artigiano dicembre 2011

29 Edilizia: Eurokreis pittori, movimento terra con l’assessore Laimer, incontro dei fumisti, campagna dei fumisti 32 Legno: iniziativa falegnami “halb2”, gara di apprendisti falegnami, boscaioli 35 Alimentari: diplomi alla scuola professionale “Emma Hallenstainer”


Indice

36 Installazioni: vetrai con l’assessore Mussner, corso di spazzacamini, elettrotecnici, ricordo di Reinhold Brunold 39 Artigianato artistico: assemblea annuale 40 Varie: tecnici sciistici “Leading Ski Service”, assemblea annuale di fotografi, tappezzieri e arredatori

40

Tecnici sciistici: il nuovo marchio di qualità “Leading Ski Service” nelle aziende di noleggio

Organizzazioni 42 Giovani: iniziativa Chance 2.0 44 Anziani: gita artigiani anziani di Bolzano 45 Donne: incontro con le colleghe di Trento, serate informative

Sezione Varie

Leserservice Borsa dell’apprendistato Fiere e appuntamenti Corsi di aggiornamento Trends e mercati

42

Chance 2.0: per i giovani dell’economia 50 praticantati prestigiosi

Giovani artigiani

Un marchio Daimler.

46 47 48 50

Il mio Van. Il nuovo Vito 4x4. Nuovo Vito. L’affidabilità di cui vantarsi. Consumi ridotti e maggiore rispetto dell’ambiente grazie alle nuove motorizzazioni diesel CDI Euro 5 a 4 cilindri da 100 kW (136 CV) e 120 kW (163 CV). Disponibilità del Pacchetto BlueEFFICIENCY. Massimo comfort di guida con il cambio automatico di serie. P.T.T. da 2.800 kg a 3.050 kg, in base alle versioni. Volumi di carico da 5,2 mc a 6,4 mc. Tutto questo è il nuovo Vito con trazione integrale.

Autoindustriale S.r.l. Concessionaria Mercedes-Benz Veicoli Commerciali Bolzano Via A. Grandi 16, tel. 0471 550250 - Brunico Via J. G. Mahl 48, tel. 0474 570000 - Trento Via Stella 13, tel. 0461 1735300 www.autoindustriale.com

L’Artigiano dicembre 2011

5


Argomenti

Tassa sul turismo

Discussione sulla tassa di soggiorno e turismo L’APA continua a dichiararsi contraria a una tassa sul turismo per tutti i settori economici. “L’abbiamo già ripetuto sia alla giunta che al consiglio provinciale che siamo contrari a una tassa forfettaria di cui non abbiamo mai nemmeno visto una proposta. E poi non è proprio epoca di

caricare le aziende di altre tasse”, dichiara il presidente APA Gert Lanz. Per finanziare le organizzazioni turistiche, l’APA appoggia la proposta di una tassa di soggiorno di due euro per ospite e pernottamento. In qualsiasi caso l’APA continua a sostenere che le decisioni di politica economica dell’Alto Adige devono tenere conto della realtà delle aziende, così come prevede anche la direttiva europea “Small Business Act”.

Agenzia per l’assegnazione di lavori pubblici

Il presidente APA Lanz ammonisce (te) La legge finanziaria della giunta provinciale prevede l’istituzione di un’agenzia che assegna i lavori pubblici. Ma il presidente APA Gert Lanz avverte: “I circuiti economici locali subiscono un danno se non sono più i comuni a bandire i lavori bensì un punto centrale a Bolzano.” Nel momento in cui gli appalti seguano

un unico schema centrale, le realtà economiche delle singole valli o dei singoli comuni non saranno più considerate. “Di conseguenza le piccole imprese riceveranno ancor meno lavori e saranno ancora più schiacciate”, teme Lanz. L’APA comprende il fatto che molti piccoli comuni non riescano a gestire la complessità legislativa nell’assegnazione degli appalti. Tuttavia, al posto di un’agenzia, Lanz propone una nuova legge interamente ispirata alle direttive dello “Small Business Act”.

Fiera Tipworld

Prenotatevi per lo stand collettivo Dal 14 al 17 aprile 2012, a Stegona/Brunico, si svolge la più importante fiera gastronomica della Val Pusteria, la Tipworld. Come ogni anno questa fiera rappresenta un’ottima piattaforma anche per gli artigiani. Di fatto all’artigianato altoatesino viene messa a disposizione un’area espositiva di circa 725 m2, sempre nella hall 3. L’APA offre agli interessati la possi-

Hypo Vorarlberg Leasing

bilità di presentarsi in forma collettiva. È una soluzione che fa risparmiare tempo e denaro, in quanto l’APA si occupa di tutti gli aspetti concezionali, organizzativi e amministrativi. In caso di esposizione collettiva è assicurato anche un contributo provinciale. Questa volta l’APA propone due diverse modalità. Informazioni e prenotazioni su www.lvh.it, tel. 0471 323340, ramona. pranter@lvh.it.

Benvenuto

L’Artigiano dicembre 2011

Il principale finanziatore di leasing in Alto Adige ha festeggiato a Castel Flavon i suoi

I nuovi associati

• Bolzano: Montelservice SRL, Installazioni termosanitarie Hannomayr.Communication des Kollmann M. & C. OHG, Tipografo e designer multimediale • Brunico: Geosun, Elettrotecnico • Campo di Trens: Moschner Siegfried, Elettrotecnico • Castelrotto/Roncadizza: Pasquazzo Hermann, Piastrellista e mosaicista • Funes: Bernardi Giovanni, Varie • Marlengo: Scomoda, Tappezziere e arredatore Montage Team Gave OHG d. G. Benjamin & V. Manfred, Varie metallo • Rasun/Anterselva: Messner Andreas Josef, Fumista • S. Genesio: Schwarz Oswald, Autonoleggi • Sarentino: Tobanelli Andreas, Varie • Termeno: PM Bau des Peer Matthias, Muratore • Tesimo/Prissiano: Winkler Leo & Co. KG, Autotrasportatore

6

Da 20 anni partner dell’economia altoatesina

vent’anni di attività. Dall’anno della sua fondazione, il 1991, questa società interamente affiliata alla Hypo Landesbank Vorarlberg ha finanziato l’economia altoatesina per circa 700 milioni di euro. Oggi è presente nella nostra provincia con quattro filiali e 35 addetti.

Fondazione Vital

Cinque anni dedicati alla salute (mb) A metà novembre la fondazione Vital ha compiuto i suoi cinque anni di attività. A festeggiarli hanno invitato con “vitali saluti” il presidente Florian Zerzer e il direttore Franz Plörer. In questi cin-

que anni la fondazione Vital è riuscita a sviluppare una rete di partnership che comprende molti volontari ma anche associazioni, aziende, comuni, scuole e istituti di formazione che si battono per la salute e per la qualità della vita. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della provincia Luis Durnwalder e l’assessore Richard Theiner.


Audit famigliaelavoro

Distinguersi con l’attenzione per le famiglie (LPA/mb) – Nel 2011 dodici imprese attente alle famiglie hanno superato con successo la prova “audit famigliaelavoro”. A fine novembre gli assessori Thomas Widmann e Roberto Bizzo, il presidente della camera di commercio Michl Ebner e l’assessore regionale Martha Stocker hanno consegnato loro il certificato “audit famigliaelavoro ”. Le imprese sono: Hoppe AG di S. Martino, Loacker Remedia GmbH di Prato Isarco, la macelleria Holzner di Lana, Grabstätten GmbH di Bressanone, la Banca Popolare Alto Adige Società cooperativa per azioni, Markas Service GmbH di Bolzano, il Sarner Group (Sarner Holz OHG, Sarner Leimholz KG,

Festa degli sport invernali

Festa APA degli sport invernali l’11 febbraio a Ultimo

(te) Chi slitta e chi scia si annoti subito l’appuntamento: 11 febbraio festa provinciale

Parchi scientifici e tecnologici

Tecnologia nelle piccole imprese e blue energy Dare alle aziende artigiane la possibilità di accedere alla ricerca a condizioni vantaggiose, agevolandone il contatto con le istituzioni preposte allo sviluppo e alle innovazioni,

Sarner Forsttechnik, Sarner Hoch- & Tiefbau KG), Gasser Hermann GmbH di Bolzano, la Südtiroler Volkspartei e la fondazione Südtiroler Volkspartei, la onlus Kinderwelt di Merano, il Comune di Naturno, il reparto lavoro della provincia. L’attenzione per le famiglie viene premiata con un incentivo economico (assessorato Widmann) consistente in un aumento del cinque per cento sui contributi agli investimenti materiali. Inoltre i costi dell’audit vengono coperti da un contributo fino al 60 per cento. L’assessore Roberto Bizzo si adopera per migliorare orari di lavoro flessibili e assistenza bambini, promozione dell’imprenditoria femminile, sostegni a famiglie e quote di occupazione femminile. Per ulteriori informazioni sull’argomento rivolgetevi alla camera di commercio di Bolzano, tel. 0471 945731.

degli sport invernali nel comprensorio Schwemmalm di Ultimo. Il gruppo comunale di S. Pancrazio presieduto da Georg Gruber sta lavorando febbrilmente ai preparativi. Al numero di gennaio verrà allegata la brochure con tutte le informazioni e il modulo di adesione.

crea un valore aggiunto non solo per l’artigianato bensì per tutta la società altoatesina. Lo si è detto chiaramente in un workshop dei dirigenti APA riguardante il progetto del parco tecnologico a Bolzano. L’APA segue con grande interesse l’evoluzione di questo progetto e si fa portavoce del punto di vista delle piccole imprese.

PROGRESS Thermowand I migliori valori di isolamento per la vostra CasaClima

Intelligente ed esteticamente gradevole: costruire con prefabbricati in calcestruzzo con isolamento termico Costruire con prefabbricati in calcestruzzo con isolamento termico è sinonimo di edilizia innovativa, che dà spazio a nuovi orizzonti. Con il calcestruzzo, materiale altamente massiccio, combinato con gli elementi prefabbricati con isolamento termico interno, si ottengono caratteristiche isolanti ottimali per un clima di benessere nel rispetto dello standard “CasaClima“. I prefabbricati in calcestruzzo permettono di raggiungere una straordinaria simbiosi tra personalizzazione, architettura ambiziosa ed edilizia sostenibile ed efficiente dal punto di vista energetico.

PROGRESS Via Julius Durst 100, I-39042 Bressanone (BZ) Tel. +39 0472 823 111, info@progress.cc, www.progress.cc


La Storia

I dirigenti APA hanno illustrato in una conferenza stampa a Bolzano i contenuti della legge e la sua applicazione: il presidente Gert Lanz (al centro) e i due vicepresidenti Ivan Bozzi (sin.) e Martin Haller (ds.).

“Una pietra miliare per le piccole imprese” Per dare più peso alle piccole e medie imprese, nel 2008 l’Unione Europea ha approvato apposite direttive raccolte nel cosiddetto “Small Business Act”. A tre anni di distanza l’Italia commuta queste direttive in una legge che si chiama “Statuto delle imprese”. Per l’APA si tratta di una pietra miliare.

I

n una conferenza stampa l’APA ha spiegato i contenuti della nuova legge che applica lo “Small Business Act”. La legge contiene tutta una serie di provvedimenti rilevanti in tema di appalti pubblici, semplificazione della burocrazia e incentivi perseguiti.

“Il pensiero di fondo è quello di adattare meglio regole e condizioni alle esigenze delle piccole imprese”, riassume il presidente APA Gert Lanz.

Valutazione dell’impatto sulle MPMI

Seguendo il principio di

In Italia 98 per cento di piccole imprese

Con lo “Small Business Act” l’Unione Europea intende potenziare la competitività di micro, piccole e medie imprese. Le statistiche dimostrano perché questo sia tanto importante: in Italia il 95 per cento delle imprese hanno meno di dieci addetti, il 98 per cento meno di venti. In Alto Adige, dove l’artigianato rappresenta circa un terzo di tutte le aziende commerciali e occupa il 17 per cento delle persone che lavorano, le imprese che hanno più di 50 addetti sono soltanto lo 0,5 per cento.

8

L’Artigiano dicembre 2011

“dare la precedenza a piccole e medie imprese”, in futuro ogni legge e regolamentazione dovrà tenere conto delle dimensioni delle aziende. Una nuova norma sull’impatto impone che si debba verificare la compatibilità delle leggi con le piccole e medie imprese prima che esse entrino in vigore. “Se la legge l’avessimo avuta prima ci saremmo risparmiati un bel po’ di pasticci con il Sistri”, commenta il vicepresidente APA Ivan Bozzi. Un altro punto interessante è che per ogni nuova disposizione burocratica se ne deve eliminare una vecchia, precisa Bozzi. Per promuovere la competitività delle aziende, il governo de-

ve stanziare adeguati fondi. Di questi almeno il 60 per cento dovrà essere destinato a micro, piccole e medie imprese.

Accesso agli appalti pubblici

Buona parte delle disposizioni nello Statuto delle imprese riguarda gli appalti pubblici, fa notare il vicepresidente APA Martin Haller. “Le piccole imprese devono avere l’accesso ai lavori pubblici facilitato da un valore soglia inferiore a quello obbligatorio per le gare a livello comunitario”, evidenzia Haller. Di fatto la legge autorizza esplicitamente ed esorta a suddividere gli appalti in lotti. In un altro


Dopo Roma è il turno di Bolzano

“La nuova legge rappresenta una pietra miliare per le piccole e medie imprese di tutta Italia”, commenta soddisfatto il presidente Lanz. “Serve soprattutto a riconoscere il valore delle piccole imprese, a potenziare i piccoli circuiti economici, a tenere conto delle aziende senza caricarle di oneri inutili”, evidenzia Lanz. L’APA ha sempre affermato che i contenuti dello “Small Business Act”

La Storia

punto la legge consente di prendere contromisure in caso di mancati pagamenti. Per esempio gli stati di avanzamento non saranno più pagati alle imprese che non retribuiscano gli artigiani da loro incaricati.

Le direttive principali La legge che applica le direttive UE sulle piccole imprese (“Small Business Act”) contiene misure e dichiarazioni d’intento volte a dare peso alle micro, piccole e medie imprese in Italia. Qui una sintesi delle disposizioni principali.

Precedenza a piccole e medie imprese

Ogni nuova legge, norma e regolamentazione deve tenere conto delle dimensioni delle imprese. Si deve prestare particolare attenzione alle necessità di piccole e microimprese.

Valutazione obbligatoria preventiva dell’impatto sulle MPMI

Prima che entri in vigore, di ogni nuova legge, norma e regolamentazione se ne deve verificare l’applicabilità alle aziende; in questo processo vanno consultate anche le rappresentanze di interessi.

Semplificazione della burocrazia

Seguendo il principio “one in, one out” (“dentro una, fuori un’altra”,) per ogni nuova disposizione burocratica se ne deve eliminare come minimo un’altra che la precedeva. La burocrazia va ridotta dalle autocertificazioni, le certificazioni devono ridurre i controlli. In collegamento con il registro delle imprese va generata una banca dati che contenga tutti i dati rilevanti delle imprese, in modo da evitare doppioni e comunicazioni ripetute.

Trasparenza

Gli obblighi delle imprese, sia quelli nuovi che quelli eliminati, devono essere pubblicati centralmente nei siti delle camere di commercio.

Accesso ai lavori pubblici

La disciplina delle gare pubbliche deve essere riveduta specificamente per le piccole e medie imprese. Alle piccole imprese deve essere facilitato l’accesso agli appalti pubblici fissando un valore inferiore quello dell’obbligo di gara UE. Si deve promuovere la suddivisione di appalti in lotti e funzioni, al pari delle coalizioni di piccole imprese.

Pagamenti a imprese subappaltatrici

I pagamenti a imprese subappaltatrici devono avvenire in modo trasparente e comprovabile. In futuro alle imprese generali non devono essere più pagati stati di avanzamento se queste da parte loro non paghino subappaltatori o subfornitori. “L’applicazione delle direttive UE in Italia rappresenta una pietra miliare. Agli interessi di piccole e medie imprese si dà finalmente una spalla.” sono da considerarsi alla base della politica economica e fin dall’inizio ne ha chiesto l’applicazione. “Ora finalmente la legge mette nero su bianco.” Dopo Roma è il turno di Bolzano: “Alla politica provinciale chiediamo di applicare le direttive dello Small Business Act”, esorta il presidente APA offrendo il

60 per cento di incentivi alle PMI

Il governo deve mettere a punto incentivi mirati alla maggior competitività delle aziende. Almeno il 60 per cento degli incentivi stanziati deve essere destinato a micro, piccole e medie imprese.

Garante per le piccole imprese

A livello nazionale e in alcune regioni già esiste: una persona che funga da garante per le piccole imprese e che fra l’altro sorvegli l’applicazione delle direttive UE a favore di esse. sostegno dell’associazione. Bisogna dare forza ai piccoli circuiti economici. “E soprattutto in tema di lavori pubblici le possibilità sono molte”, conclude Lanz.

Nomina di un garante per le piccole imprese

Altra proposta è l’applica-

zione della legge che prevede la nomina di un garante per le piccole e medio imprese in Alto Adige. Si tratta di un interlocutore ufficiale che sorvegli la corretta applicazione delle direttive. “Lo stato ed anche alcune regioni, come per esempio la Lombardia,

hanno già nominato una persona con questa carica. La proponiamo anche per l’Alto Adige”, dichiara Lanz, “in modo da avere la certezza che i contenuti dello Small Business Act si traducano davvero in realtà.” Tobias Egger

L’Artigiano dicembre 2011

9


Tema

Assemblee comunali con un nuovo rich Nella riunione dei funzionari a maggio 2011 si è espresso più volte il desiderio di promuovere vita sociale e rapporti interpersonali degli artigiani.

L LEITFADEN MLUNGEN ORTSVERSAM

VORSCHLAG FUR DEN ABLAUF DER VERSAMMLUNGEN

Nuova concezione

Die Jahresversammlung sollte sich wenn möglich aus einem technischen Teil und einem gesellschaftlichen Teil zusammensetzen. Der Schwerpunkt liegt nach wie vor im technischen Teil, das Preiswatten als gesellschaftlicher Teil bildet ein zusätzliches Rahmenprogramm. Der gesellschaftliche Teil dient vor allem zur Förderung des Zusammenhalts innerhalb der Ortsgruppe und zum gegenseitigen Kennenlernen der Mitglieder.

2012

a proposta di abbinare le manifestazioni informative ad eventi sociali diventa realtà in occasione delle assemblee comunali 2012.

Technischer Teil: ��Begrüßung und Kurzbericht des Ortsobmannes ��Begrüßung und Kurzbericht des Bezirksobmannes ��Technisches Thema ��Ehrungen ��Referat des Bezirksbüroleiters ��Grußworte ��Allfälliges

Gesellschaftlicher Teil: � Preiswatten Der technische Teil soll 90 Minuten nicht überschreiten. Die LVH-Direktion und die Bezirksbüros sind bei der Organisation der Veranstaltung behilflich.

5

AL VOSTRO FIANCO CON

CONSULENZA, INFORMAZIONI E SERVIZI PROFESSIONALI

L’anno prossimo le assemblee comunali si svolgeranno seguendo nuove modalità. Il programma infatti prevede, oltre alla parte tecnica, un momento di socialità. Per la prima volta l’APA organizza un torneo provinciale di briscola. Le qualifiche cominciano proprio a livello comunale. I tornei

si terranno subito dopo le assemblee.

Briscola provinciale

“Il fulcro dell’assemblea rimane nella parte tecnica,” raccomanda il presidente APA Gert Lanz. La parte sociale è pensata per promuovere le relazioni interpersonali fra i soci. Conoscersi meglio diventa più facile mentre si gioca a carte, esattamente come sviluppare il senso di appartenenza al gruppo locale. Ne è più che certo il gruppo di lavoro APA addetto ai soci.

Il nostro impegno per Voi: - Tenuta della contabilità, chiusure di fine anno e dichiarazioni dei redditi - Elaborazione dei cedolini e preparazione dei contratti di assunzione e di apprendistato - Consulenza fiscale - Analisi dei costi aziendali, controllo della liquidità e redditività dell’impresa - Consulenza per questioni societarie e contrattualistiche

E molto di più! rvi Saremo lieti di pote rta sottoporre un’offe a at personalizz

- Assistenza per costituzioni e successioni di azienda

Sempre vicini, sempre a disposizione!

In guten Händen. In buone mani.

10

L’Artigiano dicembre 2011

APA - Associazione Provinciale dell’Artigianato Via di Mezzo ai Piani 7, Bolzano tel. 0471 323 200, www.lvh.it


Tema

hiamo: il torneo provinciale di briscola Aspetti organizzativi

tranno consultare sulla homepage www.lvh.t.

Tutti i responsabili comunali hanno già ricevuto una guida all’organizzazione delle assemblee e dei tornei. Vi sono contenute proposte gestionali ed anche il regolamento del torneo di carte. Se ci sono domande rivolgetevi subito ai responsabili comunali della vostra zona.

Qualifica

I primi classificati al torneo comunale si qualificano per il girone provinciale che avrà luogo a fine marzo o all’inizio di aprile. Gli esiti dei singoli tornei comunali si po-

Grazie agli sponsor

Il torneo provinciale di briscola degli artigiani attira non solo per la gloria. Il primo premio che attende il vincitore è niente meno che un veicolo commerciale, offerto da GASSER Iveco. Secondo premio un viaggio di un weekend per due persone, offerto da PRIMUS Touristik, e il terzo interessante premio consiste in due computer portatili offerti dalla ditta Sidera. Infine la ditta WÜRTH rende disponibili altri bellissimi premi. A tutti in bocca al lupo! Margareth Bernard

Logistic Partner since 1968.

ISUZU PICK-UP D-MAX 3.0 TD ��������������������������

CARMAN SRL 39018 TERLANO (BZ) Via Greifenstein, 4 Vendita 0471 913151 Service 0471 507295 info@carmantrucks.com

uale one individ Configurazi ISUZU: del Vostro lieger, Sig. Tony P 0 4407622 Tel. +39 32

ISUZU F-EVOLUTION �����������������������������

ISUZU N-EVOLUTION ��������������������������������

NUOVO! Filiale Chienes (BZ) 39030 Chienes/Casteldarne Zona Artigianale, 11 Tel. 0474 561106 kiens@carmantrucks.com

BERNI

www.carmantrucks.com

L’Artigiano dicembre 2011

11


Argomenti

Concluso il lavoro del nuovo statuto Statuti: con decisione del consiglio generale del 10 novembre e con decisione della giunta esecutiva del 17 novembre si sono conclusi i lavori sul nuovo statuto APA. Questo sarà sottoposto per approvazione all’assemblea dei delegati ad aprile 2012.

I

l gruppo di lavoro incaricato dalla giunta esecutiva di elaborare gli statuti ha accolto le proposte del precedente gruppo di lavoro, della riunione dei funzionari APA e delle

proposte da essi inoltrate, le ha integrate e raccolte in un documento unitario. Lo statuto così rielaborato è stato preso in esame dettagliatamente e approvato dalla presidenza, dalla giunta

esecutiva e dal consiglio generale (vedi riquadro). A questo punto manca solo l’approvazione definitiva da parte dell’assemblea dei delegati che si terrà il 14 aprile.

La strada che ha portato al nuovo statuto 18 giugno 2009

Istituzione del primo gruppo di lavoro “Rinnovo statuto”. Tra il 2009 e il 2010 si sono tenute cinque riunioni e sono state elaborate diverse versioni non presentate agli organi decisionali dell’APA, né ai dirigenti eletti.

10 febbraio 2011

Rinnovo delle cariche

17 febbraio 2011

Istituzione del nuovo gruppo di lavoro “Rinnovo statuto” su delibera della Giunta Esecutiva

21 maggio 2011

Ordine del giorno al convegno a porte chiuse dei dirigenti

Giugno/luglio 2011

Intenso lavoro del gruppo di lavoro per un dettagliato rinnovo dello statuto.

5 luglio 2011

22 settembre 2011

Resoconto in Giunta Esecutiva Resoconto ai membri di diritto del Consiglio Generale

Settembre / ottobre / novembre 2011

Presentazione del lavoro sul rinnovo dello statuto nel corso delle riunioni circondariali die funzionari.

13 ottobre 2011

Revisione delle proposte e delibera unanime a favore del rinnovo dello statuto in Presidenza

20 ottobre 2011

Revisione delle proposte e delibera unanime a favore del rinnovo dello statuto in Giunta Esecutiva

9 novembre 2011

Data entro cui i dirigenti eletti hanno risposto alle proposte per il nuovo statuto spedito per la visione e la presentazione evenuali modiche

9 novembre 2011

Il gruppo di lavoro discute le proposte pervenute

Circolare ai dirigenti con la preghiera di presentare proposte entro venerdì 29 luglio 2011 (art. 40 dello statuto)

10 novembre 2011

Agosto/settembre 2011

17 novembre 2011

25 agosto 2011

14 aprile 2012

Il gruppo di lavoro discute le proposte pervenute Resoconto in Presidenza

12

L’Artigiano dicembre 2011

Delibera in Consiglio Generale Delibera definitiva in Giunta Esecutiva Votazione del nuovo statuto APA in sede di Assemblea Generale dei Delegati


Argomenti

Novità nello statuto 1. Novità, adattamenti, aggiornamenti

2. Modalità elettive, rappresentanza dei gruppi

Nuova denominazione di organi vari: • La giunta esecutiva diventa presidenza. • I membri di diritto della giunta esecutiva diventano membri di diritto della presidenza. • Il consiglio generale diventa consiglio dell’artigianato altoatesino. • L’assemblea dei delegati diventa assemblea provinciale dell’artigianato altoatesino.

Modalità elettive rielaborate: nuova definizione della composizione del consiglio generale

3. Nuove definizioni Possibilità di co-optare mandatari politici senza diritto di voto in comitati vari Limitazione del mandato a 15 anni

Adeguamento tecnico del testo alle esigenze attuali Inserimento di giovani artigiani, artigiani anziani e donne dell’artigianato nei comitati comunali Inserimento nello statuto degli organi già esistenti membri di diritto del consiglio generale e assemblea dei funzionari circondariali Introduzione di un collegio arbitrale

Inconciliabilità di un mandato politico con membri della presidenza o direzione

4. Giovani Precedenza a funzionari giovani (a parità di voti la precedenza è data al funzionario più giovane). In caso di assenza del presidente, ne assume le funzioni il più giovane dei due vicepresidenti.

������������������

������������������������������������������

���������������������������� ������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������

��������������� ��������������� ������������������

�������������������� ���������������������� ������������������� ��������������������

������������ ��������������

��������� ������������ ���������������

������������� �������������� �����������������

��������������� �������������������

��������� ���������� ���������� �������������

Der Handwerker Jänner 2011

13

���������������������������������������������������������������������������������������������������


Argomenti

Pacchetto bilancio Bilancio provinciale: la giunta ha presentato la bozza di legge sul bilancio per l’anno prossimo.

L

a giunta provinciale intende dare una spinta all’economia da un lato con le agevolazioni fiscali e dall’altro con gli incentivi.

• L’aliquota IRAP viene fissata di principio al 2,98 per cento (invece di quasi il per cento), con eccezione di banche, assicurazioni e con-

Interessi dell’artigianato

L’APA ha inoltrato un elenco di proposte di modifica della legge sul bilancio, eccone qui alcune: Le piccole e medie imprese, nonché i circuiti economici locali, vanno aiutati e sostenuti ai sensi dello Small Business Act. L’IRAP va ridotta unitariamente per tutte le aziende. Tassa sul turismo: L’APA appoggia l’introduzione di una tassa di soggiorno, non però una tassa obbligatoria sul turismo per tutti i settori come artigianato e commercio. Alle cooperative di garanzia bisogna mettere a disposizione ulteriori finanze per agevolare l’accesso delle imprese ai crediti. Gli appalti pubblici non devono essere banditi da un’agenzia centrale per evitare che le piccole imprese vengano schiacciate.

P R E M I A Z I O N E

F E D E L T À

A L

cessionarie. Per le aziende che aumentano il valore di produzione, che investono in ricerca e sviluppo o che stabilizzano i rapporti di lavoro, l’IRAP scende al 2,5 per cento; per quelle che investono in ricerca e sviluppo su fonti energetiche rinnovabili, addirittura al per cento. • Il fondo di rotazione per l’economia aumenta di 20 milioni di euro e comprende quindi in totale 60 milioni di euro. • Per l’espansione della rete

220 milioni di euro all’economia Fondo di rotazione Turismo Innovazione Industria, commercio e artigianato

L A V O R O

2 0 1 2

Per la 60^ volta la Camera di commercio premierà le imprese con più di 50 anni di attività ed i lavoratori con più di 35 anni di servizio. Saranno inoltre premiati imprenditori che hanno rilevato l’impresa presso la quale erano dipendenti e che soddisfino determinati requisiti. La partecipazione alla premiazione è gratuita. Per la compilazione del modulo d’iscrizione è possibile rivolgersi ai collaboratori della Camera di commercio. Per informazioni: Camera di commercio di Bolzano, tel. 0471 945 613, e-mail: management@camcom.bz.it, www.camcom.bz.it

14

L’Artigiano dicembre 2011

a banda larga finalizzata a internet veloce si stanziano sei milioni di euro. • La fondazione innovazione riceve ulteriori finanze. Entro la fine del 2012 saranno disponibili 144 milioni di euro. Il capitolo innovazione cresce di cinque milioni di euro. Complessivamente il bilancio 2012 mette a disposizione quasi 220 milioni di euro in incentivi economici, pari al 16,5 per cento ovvero 31 milioni di euro in più rispetto al 2011. LPA

60 milioni di euro 43 milioni di euro 36 milioni di euro 81 milioni di euro


Argomenti

47.000 visitatori alla fiera autunnale Quest’anno i cinque giorni della tradizionale fiera d’autunno hanno visto la presenza di ben 47.000 interessati. Molte gettonato lo stand degli artigiani.

C

omplessivamente sono 430 gli espositori, italiani e stranieri, che alla fiera autunnale hanno presentato al pubblico i loro prodotti e servizi distribuiti in 25.000 metri quadrati di superficie. Quest’anno l’evento era accompagnato da altre due fiere dedicate alla salute, “Gesund&Vital” e “Biolife”. La fiera d’autunno è un appuntamento molto gradito per informarsi in dettaglio sulle nuove offerte e decidere acquisti, rende noto l’amministrazione della Fiera di Bolzano. Da un sondaggio condotto su 636 visitatori emerge che la soddisfazione ha rasentato la totalità: il 34,3 per cento de-

gli intervistati ha definito la fiera di quest’anno “ottima”, il 55,2 per cento “buona”, il 10 per cento “soddisfacente” e solo lo 0,5 per cento l’ha giudicata non positiva. L’84,3 per cento dei visitatori

proveniva dall’Alto Adige, il 10,8 per cento dal Trentino, il resto da altre regioni italiane e dall’estero. Grande successo per lo stand collettivo dell’artigianato dove esponevano undici aziende

e il consorzio di tecnici autoriparatori UPAA. In concomitanza con la fiera la sezione dei falegnami ha organizzato un concorso di apprendisti con 27 partecipanti (v. articolo a pag. 35).

Der Handwerker Dezember 2011

15


Fisco & Denaro

Legge di stabilità 2012 in sintesi Data la pressione dei mercati finanziari e della UE, il 12 novembre l’ormai ex governo Berlusconi ha approvato in tutta fretta la cosiddetta „legge di stabilità 2012“ che comprende diversi provvedimenti.

S

Scadenze Venerdì 16 dicembre • ICI: versamento del saldo dell’imposta dovuta per il 2011 • RITENUTE IRPEF: versamento ritenute dei dipendenti e assimilati, lavoratori autonomi e intermediari del commercio (mese di novembre 2011) – mod. F24 • ADDIZIONALI IRPEF: versamento delle quote dell’addizionale regionale/ comunale IRPEF, trattenute sui redditi di lavoro dipendente/pensione – mod. F24 • IVA LIQUIDAZIONE MENSILE: termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di novembre 2011 – mod. F24 • IVA - DICHIARAZIONI D’INTENTO: invio della comunicazione dei dati relativi alle dichiarazioni d’intento ricevute nel mese di novembre 2011 • GESTIONE SEPARATA INPS: versamento del contributo previdenziale sui compensi corrisposti nel mese di novembre 2011 – mod. F24 • CONTRIBUTI INPS MENSILI: versamento dei contributi previdenziali dei dipendenti (novembre 2011) – mod. F24 • TFR - IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE: versamento dell’acconto dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del TFR – mod. F24 • LIBRO UNICO: scadenza delle registrazioni relative al mese precedente • CONTRIBUTO ENTE BILATERALE ARTIGIANO: versamento della quota mensile dovuta al Fondo per il sostegno al reddito ed alla professionalità (F. S. R.) – mod. F24 Martedì 20 dicembre • CASSA EDILE: versamento e accantonamento del contributo dovuto per il mese di novembre 2011 Martedì 27 dicembre • IVA COMUNITARIA: presentazione degli elenchi INTRASTAT relativi al mese di novembre 2011 (contribuenti mensili) • IVA: versamento dell’acconto per il 2012 da parte dei contribuenti mensili, trimestrali e trimestrali speciali – mod. F24

16

L’Artigiano dicembre 2011

i tratta di un pacchetto di misure che vanno dalle privatizzazioni al risparmio di costi nell’amministrazione pubblica; per contro ci dovrebbero essere alcune agevolazioni nel risparmio di costi delle aziende. Tuttavia spuntano anche novità legislative in parte confuse e in parte non applicabili, che quindi non portano a niente. Ecco qui una sintesi dei provvedimenti più importanti che riguardano le imprese e che dovrebbero entrare in vigore con il primo di gennaio 2012.

Tagli finanziari ai ministeri

La legge di stabilità prevede tagli finanziari per un totale di ca. 18,2 miliardi di euro nei vari ministeri (ad es. dell’economia, della difesa, del lavoro etc.).

Patto di stabilità degli enti pubblici

Nel finanziamento degli enti pubblici (regioni, province e comuni) si introducono nuove disposizioni atte a contenere il loro indebitamento. Gli stessi enti pubblici dovranno contribuire a ridurre il debito nazionale. Quindi, stando a quanto riferiscono i media, la provincia dell’Alto Adige dovrà presumibilmente versare un contributo aggiuntivo per abbattere il debito nazionale pari a 301 milioni di

euro nel 2012 e 365 milioni di euro nel 2013.

L’applicazione pratica è tuttavia in alto mare.

Novità nel diritto del lavoro

„Semplificazioni e risparmi di costi delle aziende“

Dal 2012 le imprese con un massimo di nove addetti non avranno bisogno di pagare contributi sociali per i nuovi apprendisti nei tre primi anni di assunzione. Si conferma che l’età minima di pensione passa a 67 anni a decorrere dal 2026, sia per gli uomini che per le donne. Le pensioni di anzianità rimangono immutate (per ora). Per il lavoro part-time i datori di lavoro e i lavoratori potranno concordare nuove regole più flessibili.

Vendita di immobili pubblici

Dovranno essere messe in vendita proprietà di stato (immobili e terreni). Gli introiti derivanti devono essere destinati a pagare l’indebitamento nazionale.

Liberalizzazione delle libere professioni

Per quanto riguarda le libere professioni protette (ad es. architetti), saranno abolite le tariffe minime vincolanti attualmente imposte dagli albi.

Sburocratizzazione

La legge di stabilità parla di sburocratizzazione („zone a burocrazia zero“) e di semplificazioni nell’amministrazione pubblica.

• Contabilità semplificata con estratti conto Le imprese con contabilità semplice, che muovono introiti e pagamenti esclusivamente attraverso operazioni finanziarie (come bonifici, bancomat etc.), possono sostituire alla contabilità gli estratti dei conti bancari. Importante: questa „semplificazione“ lascia irrisolti una serie di problemi e di fatto non è applicabile. • Bilancio di fine anno semplificato Dal 2012 le Srl possono emettere il bilancio di fine anno in una nuova forma semplificata. Importante: qui mancano ulteriori informazioni. La stampa specializzata mette in dubbio l’applicazione di una simile semplificazione. • Agevolazioni fiscali per gli esercenti dei distributori di carburante Viene fissata una deduzione fiscale forfettaria annua per gli esercenti dei distributori di carburante. • Procedure snellite dalle e-mail certificate Con le e-mail certificate (la cosiddetta PEC) saranno accelerate le procedure giudiziarie. Gerd Zozin


Consulenza finanziaria

Contributi: novità nel calcolo delle prestazioni proprie Per calcolare le prestazioni proprie la giunta adotta una nuova regolamentazione. Che vale retroattivamente anche per le richieste già inoltrate.

L

a nuova regolamentazione che disciplina il calcolo delle prestazioni proprie ai fini degli incentivi economici (LG 4/97) è definita come segue: le prestazioni proprie sono ammesse solo all’interno della propria attività aziendale. In altre parole valgono quelle prestazioni rese dai dipendenti dell’azienda ricevente i contributi, con compensi orari corrispondenti alle tariffe contrattuali in vigore e che l’azienda fattura anche per servizi esterni. L’azienda può met-

tere in conto solo le prestazioni degli impiegati, per l’esattezza solo a quella tariffa che l’impiegato trova di fatto nella sua retribuzione (quindi non con il ricarico che l’azienda normalmente applica come suo guadagno al cliente). Le prestazioni del titolare stesso non sono ammesse ai fini degli incentivi. Le prestazioni proprie vanno registrate come investimenti nel registro delle deduzioni e di fatto dedotte. In caso contrario non valgono come investimenti e quindi non sono ammes-

Nelle richieste di incentivi economici (LG 4/97) valgono nuove regole di calcolo delle prestazioni proprie.

se ai fini dei contributi. Per chiarimenti è a disposizione il reparto crediti APA, tel. 0471 323276 o anche l’ufficio dell’artigianato, tel. 0471 413640. aw

Un buon consiglio costa? Non da noi! L’APA vi consiglia nelle questioni finanziarie! In collaborazione con la Banca di Trento e Bolzano, l’APA offre ai soci un servizio gratuito di consulenza di un esperto per questioni su crediti e finanze.

�������������������������������� �������������������������������������������������������������������� ��������������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������� �������������������������������

Da oggi i colloqui si tengono una volta al mese nella sede APA di Bolzano, Via Piani di Mezzo 7. Prossima data: giovedì 15 dicembre, ore 9–12 Prenotarsi contattando il reparto crediti APA, tel. 0471 323276.

�����������������������

������������������������������������� ���������������������������������������� ����������������

L’Artigiano dicembre 2011

17


L’APA si presenta

La parola agli esperti

Serie di articoli: conoscete la vostra associazione? (seconda puntata)

Talenti organizzativi di rango Nel numero di ottobre vi abbiamo presentato i centralinisti dell’APA. Ora continuiamo con la segreteria del direttore e del presidente.

Q

uando un socio o un esponente delle istituzioni desidera un appuntamento con il direttore o con il presidente, l’ufficio a cui rivolgersi è naturalmente la segreteria direzionale. Qui lavorano quattro signore: la prima è Conny Troger, madre di due figli, da oltre vent’anni mano destra del direttore e coordinatrice delle molte mansioni della segreteria. È assistita da Edeltraud Oberkofler, madre di un figlio e da 11 anni in servizio, da Daniela Erschbaumer che lavora nell’APA dal 2001 e da Silvia Gentile che è stata assunta nel 2009.

Tranne Silvia Gentile, le altre dipendenti hanno contratti lavorativi che permettono di conciliare lavoro e famiglia: part-time o con possibilità di homeworking.

Un’ingente mole di lavoro

Di fatto queste signore riescono ad evadere un’enorme mole di lavoro con estrema efficienza. Essendo le spalle operative del direttore, pianificano anno per anno tutte le sedute dei dirigenti, preparano le relative documentazioni, coordinano i calendari di riunioni dei gruppi circondariali e comunali.

La parola agli esperti

Nuovo

In questa nuova rubrica i soci sono invitati a sottoporre le loro domande su leggi e direttive. Gli esperti dello studio legale Corti e Deflorian di Bolzano risponderanno e daranno consigli utili anche agli altri colleghi. Basta che inviate le vostre domande a: media@lvh.it. Le pubblicheremo nella prima edizione possibile.

Sicurezza sui cantieri Gestisco un’impresa edile. In un cantiere ove lavora la mia impresa, per una svista, il POS è stato redatto solo dopo l’inizio dei lavori. Vorrei sapere che cosa rischio. L’art. 159 del Codice della sicurezza stabilisce che la mancata redazione del POS (piano operativo per la sicurezza) comporta a carico del datore di lavoro la sanzione dell’arresto da tre a sei mesi e dell’ammenda da 2500 a 6.400 euro. Sono previste pene maggiori se l’impresa svolge lavorazione in presenza di rischi particolari (individuati nell’allegato XI al Codice). Si tenga peraltro presente che se nel frattempo si sono verificati infortuni che possano essere ricollegati causalmente all’assenza del POS il datore risponderà anche di questi (lesioni o omicidio colposo).

18

L’Artigiano dicembre 2011

Preparazione delle riunioni

In numeri sono 21 sedute della dirigenza, 11 della giunta esecutiva, quattro dei membri di diritto del consiglio generale, due del consiglio generale, otto del consiglio amministrativo o o del comitato di controllo. A livello esterno si tengono 21 assemblee circondariali, 12 sedute dei funzionari circondariali e 112 assemblee comunali. Senza contare tutte le manifestazioni a livello provinciale: assemblea dei delegati, festa degli sport invernali, incontro degli anziani, giorno dell’artigianato, sono tutti eventi che la segreteria organizza insieme all’ufficio comunicazione & marketing.

Gruppi di lavoro

La giunta esecutiva incarica gruppi di lavoro per seguire le tematiche di attualità: anche queste scadenze vanno coordinate. Al momento i gruppi sono otto: sindacati, formazione, lavori pubblici, sicurezza sul lavoro, soci, politica e rappresentanza di interessi, statuti, urbanistica. Per i dirigenti, la segreteria organizza trasferte per colloqui o partecipazioni ad eventi. A tutto questo si aggiungono 12 riunioni dei direttori d’ufficio e 50 sedute mensili

con i responsabili di settore, il tutto nella sede centrale.

Richieste telefoniche e appuntamenti

La vera sfida rimane tuttavia quella del fissare appuntamenti: al telefono se ne concordano tremila all’anno, mentre le risposte al telefono sono 13.000. Gigantesca anche la posta in entrata: ogni anno vengono registrate e smistate 13.000 missive. Soltanto dalla direzione o dalla presidenza partono direttamente 2000 circolari, garanti della trasparenza dell’operato. In più ci sono le e-mail da evadere ogni giorno, la gestione di circa 240 stampati sulle attività associative più svariate, l’elaborazione di preventivi, ordini e fatture.

Fedeltà al lavoro – premi – onorificenze

Anche l’organizzazione di questi importanti momenti della vita associativa è compito delle signore in segreteria.

Ricerca di personale e questioni interne

Con 120 dipendenti, nemmeno la gestione del personale è cosa da poco. Dalla segreteria partono anche le circolari interne e le direttive di servizio. Margareth Bernard


Ultimamente ci sono stati soci che si sono rivolti all’ufficio legale APA per avere chiarimenti sui corsi obbligatori in tema di sicurezza sul lavoro. Per questo vi riproponiamo l’elenco aggiornato.

L

’ufficio legale APA raccomanda caldamente alle aziende di non prendere alla leggera la questione dei corsi obbligatori per la sicurezza sul lavoro. Infatti l’ispettorato del lavoro e i carabinieri ne controllano regolarmente la frequentazione. Un socio del settore edile ha riferito all’APA la sua

esperienza: „È fondamentale che il datore di lavoro abbia sott’occhio i corsi frequentati dai suoi dipendenti, quali e quando. In caso di controllo, o in seguito a un incidente sul lavoro, le date e i contenuti dei corsi vengono controllati con esattezza. Se qualcosa non è in regola, arriva una multa solitamente molto salata“, av-

verte il socio. Per tale ragione l’ufficio legale APA pubblica nuovamente la panoramica dei corsi (conf. DL 81/08) offerti ai soci dal centro formazione APA. L’associazione si sforza di proporre la miglior scelta possibile. I corsi vengono tenuti anche dal Comitato paritetico legato alla Cassa Edile Provinciale (CEPA). mb/te

Corso

Chi

Sicurezza in azienda artigianale per datori di lavoro

Datori di lavoro (aziende fino a 30 dipendenti)

16 ore

no

Sicurezza in azienda artigianale per dipendenti

Tutti i lavoratori dipendenti, collaboratori e soci

8 ore (4 ore per impiegati)

periodico (5–7 anni)

Sicurezza in azienda artigianale per dirigenti („preposti“)

Tutti i dirigenti („preposti“)

8 ore

periodico (5–7 anni)

Protezione antincendio in azienda artigianale

Datori di lavoro o dipendenti

8 ore (rischio medio)

periodico (5–7 anni)

Pronto soccorso

Datori di lavoro o dipendenti

Durata

12 o 16 UE (1UE = 45 min.)

Update

ogni 10 anni in caso di attività in Alto Adige ogni 3 anni in caso di attività nel resto d’Italia

Multe Arresto di 3-6 mesi o sanzione da € 2.500 a € 6.400 Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200 Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200 Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200

Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200

Corso formativo per dipendenti addetti alla sicurezza (portavoce sulla sicurezza)

Dipendenti (se scelti da altri dipendenti)

32 ore

4 ore / anno

A seconda del contratto collettivo applicato

Corso ponteggi – PIMUS

Chiunque monti e smonti ponteggi

28 ore

ogni 4 anni 4 ore

Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.000 a 4.800

Corso sul posizionamento e protezione con funi

Chiunque debba lavorare agganciato a funi

32 ore

ogni 5 anni 8 ore

Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200

Modulo aggiuntivo del corso sul posizionamento e protezione con funi per dirigenti („preposti“)

Dirigenti („preposti“) addetti a sorvegliare dipendenti che lavorano agganciati a funi

8 ore

ogni 5 anni 4 ore

Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.200 a € 5.200

Corso di abilitazione alla guida di gru/scavatrici/carrelli elevatori

Chiunque manovri gru/ scavatrici/carrelli elevatori

8 ore

periodico (5–7 anni)

Arresto di 3-6 mesi o sanzione da € 2.500 a € 6.400

Introduzione all’uso di attrezzature di protezione personale (PSA) contro la caduta (3. categoria)

Chiunque utilizzi cinture di sicurezza o si debba agganciar ad altri punti di sicurezza

4 ore

periodico (5–7 anni)

Arresto di 2-4 mesi o sanzione da € 1.000 a € 4.800

L’Artigiano dicembre 2011

19

Leggi & direttive

Attenzione ai corsi obbligatori!


Gestione aziendale

L’occhio del pastore nutre il gregge Sistemi di gestione per aziende artigiane – esperienze dalla pratica

S

ignor Erlacher, la Sua società ha seguito fino ad oggi quasi 200 sistemi di gestione inerenti a qualità, sicurezza sul lavoro, tutela ambientale, sicurezza di alimentari eccetera. Per Lei come comincia l’introduzione di un sistema di gestione? Premetto subito due considerazioni: la frenesia operativa è segno di bonaccia mentale; ovvero, l’occhio del pastore nutre il gregge. La morale di queste due considerazioni descrive i compiti più importanti dell’imprenditore. Introducendo un sistema di gestione attribuisco grande importanza al fatto che l’imprenditore analizzi ed elabori insieme a me i suoi compiti primari. È importante fare le cose per bene, ma è ancora più importante fare le cose giuste. Se un imprenditore fa le cose giuste, è solo lui che può dirlo. Una volta risposto a questa prima domanda, l’organizzazione potrà essere disposta in modo tale che assolva i suoi compiti al meglio.

20

L’Artigiano dicembre 2011

Quali sono per Lei le argomentazioni principali per introdurre un sistema di gestione? 1. L’imprenditore riflette sui suoi obiettivi 2. L’imprenditore può riflettere e valutare provvedimenti (strategie) per raggiungere i suoi obiettivi con l’aiuto di un consulente 3. I processi lavorativi vengono analizzati e descritti in modo che una sequenza di attività eseguita correttamente possa essere sempre ripetuta. Questo ha come risultato un effetto di apprendimento che fa risparmiare costi 4. I dipendenti sanno cosa devono fare; questo induce un modo di lavorare autonomo e quindi anche la premessa per poter delegare 5. L’organizzazione strutturale permette di assegnare i dipendenti ai settori in cui rivelano meglio le loro capacità 6. Il sistema di gestione aiuta l’azienda ad evolversi costantemente, a stare al passo con il mercato,

a non diventare mai obsoleta 7. Un sistema di gestione dà orientamento e sicurezza. Al giorno d’oggi questi due requisiti sono garanti del successo.

Che cosa acquista da Lei un imprenditore che la incarichi di introdurre un sistema di gestione?

Si mette in casa uno che pensa con lui, che insieme a lui analizza e ottimizza la sua organizzazione. Questa persona che pensa con lui deve avere esperienza, deve sapersi calare nei panni dell’azienda, deve conoscere il mercato e sapere come trattare con le persone. Spesso gli imprenditori sono da soli nel gestire la loro azienda e nell’affrontare le sfide. Una soluzione tipica che si adotta nel risolvere problemi è, “gli altri fanno così” – si tende dunque a copiare quello che fanno gli altri. A lungo andare, però, questo fa diventare monotoni e confrontabili, con la conseguenza di trovarsi sotto un’enorme pressione di prezzo. L’esito del copiare è discutibile anche

Il consulente aziendale Josef Erlacher

perché in ogni azienda ci sono condizioni diverse. Altri interlocutori per risolvere problemi possono essere il commercialista, i dipendenti, i fornitori o anche i clienti, ma di solito sono poco adatti a dare consigli o magari si trovano in un conflitto d’interessi. Allora l’imprenditore investe in un consulente organizzativo che lo può aiutare a riflettere sulle alternative e che lo assiste nell’applicare le decisioni prese. In azienda, così, nascono nuovi modi di vedere le cose, nuove soluzioni, e si previene la cecità organizzativa. Per me c’è un valore aggiunto anche nel fatto che in un tempo relativamente breve l’imprenditore si trova in mano molti strumenti di economia aziendale che


Spesso si sente dire che un sistema di gestione produce un mucchio di carta inutile e di lavoro in più. Lei come risponde? Se ogni carta prodotta fosse inutile, allora dovremmo dar fuoco anche alle nostre banconote, perché non lo facciamo? Non lo facciamo perché danno un senso allo scambio di prestazioni. Se ai documenti, cioè ai fogli di carta, diamo un senso che giustifica lo scambio di prestazioni e un risultato, allora non è più inutile burocrazia. Per ognuno dei documenti che elaboriamo c’è uno studio che gli dà senso, vale a dire un’utilità di economia aziendale, e quindi i fogli di carta che rimangono sono solo quelli necessari.

Fattore tempo e costi?

La prima introduzione di

un sistema richiede tempo e anche costi. Le aziende sono strutturate in modo molto diverso, con i loro punti forti e deboli. Per questo introdurre un sistema interno richiede certo più tempo che non limitarsi alla mera applicazione di norme o a copiare modelli, di qualunque provenienza essi siano. Tuttavia il tempo che si è investito in un sistema studiato su misura per l’azienda e per le sue esigenze dà sempre e comunque buoni frutti, induce una rendita di capitale che difficilmente potrà dare l’investimento in una macchina. Fra l’altro la buona notizia è che il primo investimento in un sistema di gestione è molto ben finanziato dai contributi provinciali. Quindi, in una prima introduzione, sarebbe controproducente risparmiare tempo e denaro per poi generare costi conseguenti alla qualità carente, solo perché il sistema per motivi di tempo e denaro non è stato adeguato alle esigenze dell’azienda. Se i sistemi si introducono con l’unico scopo della certificazione, di solito fanno proprio questa fine.

Unternehmensberatung

lo aiutano nel suo lavoro e a prendere decisioni. L’obiettivo di una formula di successo per me deve essere un rapporto di 1 a 10. L’imprenditore investe l’1% delle sue risorse = guadagni e da questo investimento riceve una rendita del 10%.

Consulenza sul campo: �

Controlling, Calcolo dei costi, analisi

Businessplan, Pianificazione finanziaria e liquidità

Sistemi di gestione di qualità ISO 9001

Introduzione della SOA

Sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro secondo la norma BS OHSAS 18001:2007

Sistemi di gestione ambientale secondo la norma ISO 14001

ISO 3834-2 - La norma ISO per la qualità delle costruzioni saldate

Modello organizzativo D.Lgs. 231

PEFC e FSC - Sistemi di certificazione forestale

�������������������� �����������

„Non c‘è mai una seconda occasione per fare una buona impressione la prima volta.“ Henry Ford

La parola a due imprenditori: qual’è per voi il valore aggiunto di un sistema di gestione? Metallbau Weitlaner – San Candido – certificato ISO 9001 dal novembre 11 Klaus Weitlaner “..Ora i nostri processi lavorativi sono regolamentati, per i dipendenti sono chiari e trasparenti. E poi abbiamo più ordine nella struttura, le pile di carte sulla scrivania sono sparite.”

Vi accompagniamo e possiamo essere competenti partner commerciali in tutti gli aspetti della gestione d‘impresa e dello sviluppo della Vostra organizzazione. Contattateci, siamo a disposizione per qualsiasi informazione. Il Vostro Team della IFK-Consulting

���������������������������������������������� ���������������������info@ifkconsulting.com Der Handwerker September 2011

www.ifkconsulting.com

21

www.grafik.it

Autonoleggi Silbernag l– Castelrotto - in fase di certificazione: Markus Silbernagl “...Abbiamo definito processi lavorativi chiari, sviluppato documenti e strumenti per i nostri dipendenti. Tutto ciò li aiuterà a svolgere il loro lavoro in modo autonomo ed efficiente. Così alla direzione rimane più tempo per occuparsi di strategie e per riflettere con regolarità sugli affari quotidiani.”


Gestione della qualità

La spinta alla gestione ambientale Più sicurezza legale (Legal Compliance), meno rischi legati alla responsabilità, maggior contributo all’ambiente, miglioramento della propria immagine e della soddisfazione dei clienti: sono questi i buoni motivi per una gestione ambientale certificata.

N

egli ultimi 15 anni la politica ambientale comunitaria ha acquisito un peso sempre maggiore, influenzando in via definitiva le legislature nazionali. In uno studio condotto fra il 2009 e il 1010, Quality Austria ha

?

Intervista

Tre domande a

Axel Dick, procuratore e responsabile marketing di Quality Austria, società di preparazione, certificazione e perizie, Vienna L’Artigiano: Per quali ragioni le aziende dovrebbero prendere in considerazione il sistema di gestione ambientale? Dick: Le norme ISO 14001 ed EMAS richiedono procedure che di fatto incrementano la sicurezza e la conformità legislativa delle aziende. Ad agosto 2011 nell’elenco delle violazioni sono entrati anche processi ambientali. Ciò significa pertanto che la responsabilità dell’imprenditore si allarga (legge 231/01). Ma non solo: anche i clienti diventano sempre più critici ed esigono prodotti regionali attenti agli aspetti ecologici. In futuro le direttive comunitarie sull’efficienza energetica imporranno anche controlli della gestione energetica, soprattutto alle aziende più grosse. L’Artigiano: Dove stanno i potenziali di risparmio? Dick: I potenziali di risparmio variano a seconda delle aziende. Di media però è possibile risparmiare dal cinque al dieci per cento sui consumi energetici. Sono comunque parecchi quelli che i loro consumi non li conoscono per nulla. Se decido di incrementare l’efficienza dei materiali in un’officina, per esempio con una pianificazione migliore, meno scarti, o innovazioni strutturali, la conseguenza sarà che si riducono i rifiuti e le emissioni ma anche i costi, non soltanto quelli legati allo smaltimento ma anche quelli degli acquisti. In altre parole si tutela sia l’ambiente che il portafoglio. L’Artigiano: Dove vede le sfide più importanti? Dick: Le aspettative dei clienti vanno crescendo. Le leggi sono in continuo mutamento. Ora, chi lavora in modo efficace ed efficiente sarà quello più avvantaggiato rispetto alla concorrenza. Un’azienda di produzione tedesca o austriaca ha una struttura dei costi composta per il 45% dai materiali, per il 2 % dall’energia e per il 18% circa dal personale, laddove i costi di materiali ed energia sono in continuo aumento. Quindi, dal punto di della qualità e dell’ambiente, la leva più forte sta 22vista Der Handwerker Dezember 2011 nell’incrementare l’efficienza dei materiali.

analizzato fra le altre cose i motivi che spingono alla gestione ambientale. Si sono intervistate aziende certificate ISO 9001 ed aziende in possesso di una gestione integrativa (della qualità, dell’ambiente e della sicurezza).

A spingere le aziende verso l’attenzione per l’ambiente sono i legislatori

Stando alle aziende certificate ISO 9001, le due spinte più forti verso l’ecologia provengono dall’esterno. Al posto numero uno ci sono i legislatori: il 62% degli intervistati ritiene che da parte loro arrivi una pressione discreta, alta o molto alta. Secondo per importanza è il mercato ovvero il cliente: secondo il 59% la pressione del cliente è pressione discreta, alta o molto alta. Anche le aziende con certificazioni IMS indicano i legislatori e i clienti come le leve esterne più importanti, anche se il giudizio in questo caso è dato da una percentuale maggiore: rispettivamente l’86% e il 90%.

La tutela ambientale dipende dal capo – e conta la coerenza

Gli altri fattori di pressione sono interni alle aziende: la tutela ambientale dipende dal capo. Circa la metà delle aziende certificate ISO 9001 sostiene che le questioni ambientali hanno rilevanza discreta, alta o molto alta. Per le aziende con certificazioni IMS, invece, conta soprattutto l’atteggiamento di chi sta in alto. Non è chiarito però se si tratti di un atteggiamento

puramente etico o se dipenda dalle responsabilità aziendali. Fornitori, media, concorrenti, banche e assicurazioni assumono un ruolo di second’ordine per entrambi i gruppi di intervistati. Alla domanda “Che cosa influenza la decisione di un’azienda di investire nella tutela ambientale?”, gli intervistati rispondono citando i seguenti fattori (in ordine di importanza decrescente): 1. imposizioni legislative 2. questioni di responsabilità (ridurne il rischio) 3. certificazioni ambientali 4. controlli delle autorità 5. incentivi 6. tasse ecologiche.

Le condizioni legislative spingono alla tutela ambientale più degli incentivi

Anche in questa domanda predominano gli aspetti legislativi. Alle aziende preme la sicurezza legale, laddove chi è certificato IMS attribuisce alle leggi e alle questioni di responsabilità un’importanza maggiore rispetto a quella addotta da chi è certificato ISO 9001, per l’esattezza di 26 o rispettivamente 13 punti percentuali in più. Ciò va ricondotto all’obbligo di Legal Compliance derivante dalla certificazione ISO 14001 e OHSAS 18001 ovvero alla valutazione EMAS. Non solo, ma gli aspetti legislativi spingono a investire nella tutela ambientale molto di più che non gli incentivi o le tasse ecologiche. Questo si rispecchia anche nel fatto che solo l’8% delle aziende certificate ISO 9001 ha aderito a


riguarda gli indicatori di risultati ambientali, con migliori dati in termini di efficienza energetica, rifiuti, risorse idriche, emissioni ed efficienza dei materiali. Solo chi poggia su una base di dati solidi ed espressivi può individuare i potenziali di risparmio sui costi e beneficiarne.

A cosa serve certificare la gestione ambientale

Un esempio vicino

programmi ambientali come “Ökoprofit”. Per contro il 18% delle aziende certificate IMS aderisce a iniziative come Ökoprofit, Responsible Care, Ecodesign e Cleaner Production. Lo studio dimostra inoltre che le aziende certificate IMS sono avvantaggiate per quanto

Formazione e certificazione per sistemi di gestione integrati � Sistema di gestione qualità: ISO 9001, RT 05 per imprese di costruzione ed installazione di impianti e servizi, ISO 3834 per requisiti di qualità della saldatura, … � Sistema di gestione ambientale: ISO 14001 � Sistema di gestione della sicurezza: BS OHSAS 18001 � Gestione dei rischi e risk-scan � PEFC CoC e FSC CoC

Alois Erlacher, Erlacher Arredamenti, Barbiano/Ponte Gardena Già dieci anni fa ha deciso di introdurre e certificare la gestione ambientale. Per quali motivi? Erlacher: Noi siamo un’azienda famigliare di lunga tradizione che da sempre punta sull’alta qualità, sul successo a lungo termine, sulla sostenibilità, cose di cui per noi fa parte anche l’attenzione verso l’ambiente. La tutela ambientale per noi è sempre stata ed è tuttora un tema fondamentale, che a un certo punto ci ha spinti ad adottare un corrispondente sistema di gestione. In tutta Italia la nostra azienda è stata la prima del settore, nel 1998, ad essere certificata ISO 14001. Che utilità vede a tutt’oggi nella gestione ambientale? (per esempio, che risultati ha avuto modo di migliorare concretamente?) Erlacher: Di utilità ce ne sono parecchie; evitare o ridurre carichi sull’ambiente, risparmiare costi nel consumo di risorse preziose, intensificare la coscienza ambientale, motivare i dipendenti, e in fondo anche incrementare la competitività. Per fare qualche esempio concreto, selezioniamo i nostri fornitori in base a criteri ecologici, oppure illustriamo sempre ai nostri clienti le possibili alternative ecologiche o l’utilizzo di legno locale. Nell’odierno programma ambientale quali sono le sue priorità contenutistiche? (provvedimenti) Erlacher: Per quanto riguarda i contenuti diamo sempre la precedenza a un corretto smaltimento dei rifiuti, a sfruttare con parsimonia le risorse come l’elettricità, l’acqua, i carburanti etc. Un aspetto che ci preme molto è tenere sotto controllo e cercare di ridurre costantemente l’impatto ambientale prodotto dalla nostra azienda. Inoltre sensibilizziamo sempre di più i nostri collaboratori su temi come la responsabilità ambientale e la sostenibilità.

Quality Austria è accreditata dalla BMWFJ Quality Austria è riconosciuta da ACCREDIA per ISO 9001/RT05 (EAC 28).

Quality Austria Training, Certification and Evaluation Ltd. Customer Service Center Am Winterhafen 1/1 4020 Linz, Austria, Europe Phone: (+43 732) 34 23 22 Fax: (+43 732) 34 23 23 E-Mail: office@qualityaustria.com

www.qualityaustria.com


Circondari

Cose positive e negative discusse apertamente Alto Adige: Dopo due anni di pausa, quest’autunno i presidenti circondariali

hanno invitato oltre 1000 funzionari volontari dell’APA alle loro sedute. Un’occasione ideale per parlare apertamente di tutte le questioni che riguardano l’artigianato.

S

La voce del pubblico:

azione tra gli esponenti Intensificare la comunic gianato nei comuni! rti eletti a rappresentare l’a i comuni dovrebbero Le commissioni edili de nime perché spesso i mi fissare durate dei lavor sono troppo brevi. lo nti bisogna combattere Per prevenire gli incide o. stress sui posti di lavor r semplificare la Continuare a battersi pe burocrazia! è veleno per le aziende! L’incertezza legislativa zione tra le aziende Imperativo: più collabora artigiane.

24

L’Artigiano dicembre 2011

ono emersi successi, insuccessi, problemi, prospettive future, lavoro associativo, disaccordi politici, esperienze personali. “Un vivace scambio di opinioni aiuta a comprendersi meglio,” commenta il presidente APA Gert Lanz che insieme ai suoi due vice Martin Haller e Ivan Bozzi e al direttore Thomas Pardeller più il vicedirettore Walter Pöhl si è confrontato di persona con oltre 300 funzionari. Il presidente Lanz ha illustrato i nuovi obiettivi del lavoro associativo, risultanti dalla riunione dei funzionari a maggio 2011.

Nell’APA nuova cultura del dibattito

Ai nuovi dirigenti dell’APA sta particolarmente a cuore una nuova cultura della discussione, della comuni-

cazione e delle decisioni. Attualmente otto gruppi di lavoro, che si occupano di riforma dello statuto, soci APA, lavori pubblici, sicurezza sul lavoro, formazione e scambio di informazioni, si stanno confrontando intensamente con autorità politiche, sindacati e responsabili di urbanistica. La riforma dello statuto non contiene soltanto modifiche formali e integrazioni ma anche cambiamenti sostanziali (vedi relazione a pag. 12). Uno di questi è l’inconciliabilità di alte cariche politiche con le funzioni direttive dell’associazione.


Circondari Più diplomandi come ap

prendisti nell’artigianato !

L’artigianato deve comu nicare quanto sa fare ne globalità! lla sua Gli appalti pubblici chied ono troppo alle piccole aziende.

Grande varietà nell’artigianato

Lanz si è poi addentrato nei dati principali dell’artigianato altoatesino: un terzo di tutte le aziende sono artigiane, e il numero medio di addetti per ogni azienda ammonta a 3,3. Quanto l’artigianato sia vario e creativo, lo si evince dal fatto che i mestieri esistenti sono ben 420.

Temi provinciali di attualità

Calo dei lavori pubblici nell’edilizia e richiesta di una nuova legge provinciale, gestione delle tariffe dei corsi

di formazione APA senza scopo di lucro, vantaggi di associarsi alla CEPA, questioni di formazione professionale come qualità dei contenuti didattici e durata dei corsi o anche problemi logistici e maturità professionale: si è parlato di tutto questo ma anche di temi più generali come il SISTRI, i corsi per la sicurezza sul lavoro, il parco tecnologico, la nuova legge sull’innovazione, il bilancio provinciale, l’IRAP, la riforma dei criteri di incentivi e la revisione dell’ordinamento artigianale. Margareth Bernard

Mandate solo una circo lare alla settimana, che raccolga tutto! Le aziende subappaltat

rici non hanno vita facil e!

Pianificare iniziative pe

r costruire reti!

Tenere corsi per la sicur ezza sul lavoro nelle sc uole professionali! L’ente bilaterale deve as su costi esattamente come mere direttamente i corsi dei la CEPA. Non bisogna permettere beffe in materia di sicur sul lavoro! ezza Battersi contro gli inter essi passivi delle banche ! La tassa sul turismo no n deve ricadere sugli ar tigiani! Battersi con energia co ntro il Sistri!

������������������ ��������������������� ����������������������������������������� �������������������������������������������������������� ��������������������������������������������������������������������������

��������������������

��������������������� ��������������������� � �������������������� ������������������� ���������������������������� ���������������� �

L’Artigiano dicembre 2011

25


I

Innovazione

Lo sciatore Günther Stuffer, classe 1982, oggi dirige a Bressanone l’azienda Britex specializzata in pavimenti. Già prima di subentrare ufficialmente al padre si chiedeva come avrebbe potuto dare una spinta per diventare esclusivo e distinguersi dalla concorrenza. L’input è arrivato con l’officina di idee dell’APA.

Consegnati i diplomi ai responsabili di innovazione

(te) In occasione dell’evento “Ora di tempo nuovi” sono stati consegnati i diplomi ai responsabili d’innovazione che hanno frequentato il corrispondente corso per certificarsi. Il presidente APA e il direttore della ripartizione provinciale innovazione, Maurizio Bergamini Riccobon, insieme al presidente dei giovani artigiani Ronnie Mittermair e al direttore del corso Christian Haberfellner, hanno avuto il piacere di complimentarsi con i 18 neodiplomati. La manifestazione era dedicata anche al progetto “Open Innovation”. Il presidente Lanz e il presidente del TIS Nikolaus Tribus hanno sottoscritto un patto di alleanza in questo progetto. Ci sono poi state conferenze tenute da Johann Füller, dell’agenzia d’innovazione Hyve di Monaco, e da Günther Reifer del Terra Institute di Bressanone.

26

Sportivamente pavimentista

L’Artigiano dicembre 2011

I

nizialmente Günther Stuffer era intenzionato a far carriera sugli sci, come del resto i suoi compagni di scuola Manfred Mölgg e Werner Heel. Poi però ha dovuto prendere una decisione cruciale, e cioè se rilevare o meno l’azienda del padre. Essendo infatti il maggiore di tre fratelli, si è posta ben presto la questione del futuro dell’azienda di famiglia Britex, di sede a Bressanone. E così, una volta diplomatosi all’istituto commerciale di Malles, si è arrivati al dunque: Günther ha optato per l’azienda e subito si è trasferito a Innsbruck per dare l’esame di lavorante piastrellista. Tutto sommato l’opportunità di dare futuro all’azienda di famiglia lo allettava. Affiancando suo padre Alois Stuffer, che l’aveva fondata, si è avvicinato passo dopo passo studiando come rinnovarla. Dal 2004 Günther si trova nella zona industriale di Bressanone.

Andare avanti significa pensare avanti

Sin dall’inizio la sua idea era chiara: dare all’azienda una nuova impronta. Günther Stuffer aveva in testa molti progetti, tutti finalizzati a trasformare la Britex in un centro di competenza per i pavimenti in tutta la provincia e anche fuori. La Britex doveva attirare i clienti offrendo un valore aggiunto. Si trattava pertanto di concretizzare il piano in modo sistematico, ricorrendo all’assistenza di un partner competente. È stato in quel momento che Stuffer ha sentito parlare dell’officina di idee dell’APA.

L’officina di idee dell’APA

Nell’officina di idee gli imprenditori dinamici vengono seguiti da esperti che li accompagnano attraverso le nuove fasi di sviluppo. Il primo colloquio di Stuffer si è tenuto nella sede APA, dove Christina Mühringer gli ha illustrato il percorso. Subito dopo c’è stato un incontro direttamente nell’azienda. Qui Martin Oberhauser, della società di consulenti Matt e Partner, ha effettuato un’analisi della ditta, discutendo le idee e le proposte. In seguito si è passati all’officina di idee versa e propria, presso la sede APA di Bolzano. Allo scopo Günther Stuffer si è presentato con due amici creativi: Harald Frena, esperto di questioni sul personale, e Jochen Gasser, artista, entrambi in grado di suggerire idee stimolanti. Nella riunione sono emerse tante prospettive diverse, si è argomentato e controargomentato.

Britex – l’esposizione

In primo luogo si è fissato l’obiettivo concreto del giovane imprenditore Stuffer, e cioè di trasformare la Britex in un centro riconosciuto che offra competenza e know-how in materia di pavimentazioni. Ora per tutti i dipendenti dell’azienda la cosa è chiara: istituendo un’esposizione permanente a Bressanone, la Britex si deve presentare come centro di competenza, basato sull’alto livello formativo degli artigiani pavimentisti. Il motto è diventato quello di vivere quotidianamente il piacere di soddisfare richieste individuali dei clienti. Per avere succes-

so, Günther Stuffer punta con decisione sui valori che da sempre hanno contraddistinto il suo artigianato: professionalità, affidabilità, orientamento verso il cliente.

Britex – il punto d’incontro

Günther Stuffer e i suoi collaboratori si impegnano per consolidare la Britex come punto d’incontro preferito da artigiani, pavimentisti, falegnami, arredatori, architetti e committenti. La sede aziendale dovrà presentare nuovi materiali, tecniche innovative di lavorazione o di posa in opera. Si potrà assistere ad eventi e conferenze, o semplicemente essere assistiti da professionisti nella ricerca di materiali. Da tutto questo scaturirà il valore aggiunto di Britex, Stuffer ne è più che convinto. “Oggi il cliente è subissato di informazioni da tutte le parti,” spiega, „ma ciò che conta davvero è la qualità delle informazioni“. Allo scopo servono partner seri, esperti ed anche aperti alle novità. È così che Günther Stuffer e il suo team intendono distinguersi con l’idea dell’esposizione.

Inaugurazione a febbraio 2012

Nell’officina di idee APA si è approfondita e concretizzata proprio questa idea. L’appuntamento è per febbraio 2012, quando Britex inaugurerà l’esposizione permanente con una piccola cerimonia e si presenterà al pubblico come luogo d’incontro per gli specialisti dei pavimenti. Margareth Bernard


Nuovo

Osate il grande passo

Una nuova offerta dell’APA per i soci: workshop di tre giorni per prepararsi ai bandi di gara di qualità. Ne parliamo con la responsabile dei corsi, la Dr. Paulina Schwarz della società di consulenza PRONORM di Bolzano.

Con successo al prossimo

APPALTO

ce

onos

Chi c

gole le revince!

pubblico Il corso:

CONOSCENZA DI BASE RIFERIMENTI LEGISLATIVI IN????????? GENERALE VEN, 20.01.2012 – ORE 09:00 – 13:00 L’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA SAB, 21.01.2012 – ORE 09:00 – 13:00 WORKSHOP VEN, 27.01.2012 – ORE 09:00 – 13:00

Dr. Paulina Schwarz, Pronorm

I

bandi di gara di qualità rappresentano grosse sfide per le piccole imprese... Certo, è vero. Non di rado le complesse modalità dei grandi lavori intimoriscono. Con la conseguenza che le piccole aziende nemmeno partecipano alle gare. E come vuole preparare gli artigiani? L’associazione può fornire solo gli strumenti. La decisione se partecipare o meno spetta naturalmente all’artigiano stesso. Il corso che annunciamo su questa pagina tratterà tutti gli aspetti legati agli appalti pubblici dando loro un taglio pratico. Può fare un esempio Cominciamo con le dichiarazioni in termini di legge. Poi prenderemo in esame la questione della “offerta più conveniente”. Ci serviremo di simulazioni per essere del tutto realistici. Un vantaggio speciale che offre il corso,

a mio avviso, è che saremo presenti concretamente nell’azienda che desideri partecipare a una gara d’appalto. Assisteremo l’organizzazione dell’offerta e il suo inserimento nel portale elettronico. Gli artigiani senza assistenza professionale non hanno alcuna possibilità? Non la vedo proprio così. Viviamo in una società libera dove ognuno può decidere quale via seguire. Non è che tutti vogliano puntare alla vetta. Se da imprenditore decido di scegliere una vita aziendale ad alto livello, allora mi servono determinate conoscenze e una struttura con cui coltivare una rete di partner e conoscenti che mi danno una mano. L’APA, dove fra l’altro ho lavorato a lungo, sa bene che noi consulenti siamo qui per aiutare gli artigiani a risolvere i loro problemi e per attrezzarli ad affrontare nuove sfide. mb

SIMULAZIONE DI UNA GARA TELEMATICA SAB, 28.01.2012 – ORE 09:00 – 13:00 RISP. ORE 14:00 – 18:00 (dipendente dal numero di partecipanti ½ giornata in piccoli gruppi)

APPLICAZIONE PRATICA IN LOCO GARA D’APPALTO CONCRETA, ORGANIZZAZIONE, VERIFICA CONGIUNTA

INCONTRO INFORMATIVO GIOVEDÌ, 12.01.2012 ORE 19:00, APA BOLZANO

Partner esterno: PRONORM Consulting GmbH Dr. Paulina Schwarz, Dr. Ulrich Raffeiner Luogo: APA Bolzano, formazione informatica in zona ind. BZ risp. nella singola impresa artigiana Informazioni: 0471/323225

In guten Händen. In buone mani.

Iscrizione: via e-mail a innovation@lvh.it Termine iscrizione: 16.01.2012 (numero ridotto di partecipanti – inquadramento in base alla data di entrata delle iscrizioni; soci APA favoriti)


I

Immobili strumentali

Consorzio Plose: ci sono ancora due lotti! (ar) Nell’immobile “Plose” a Varna (zona commerciale ex-caserma Sader) ci sono ancora due lotti liberi: uno si trova al piano terra, con 480 m2 di superficie più l’antistante piazzale e 120 m2 di spazio all’aperto; l’altro misura 260 m2 al primo piano; per entrambi sono disponibili parcheggi. Per informazioni rivolgersi all’ufficio APA consorzi edili, Armin Ragginer, tel 0471 323230, baukoordination@lvh.it.

Il consorzio “Einstein” di Bolzano sud entra in fase di progettazione.

Consorzio: via al progetto Einstein: i soci del consorzio “Einstein” si sono riuniti ed hanno approvato a larga maggioranza il progetto dell’immobile a Bolzano sud.

I

n seguito all’approvazione, ora può iniziare il progetto dettagliato e l’assegnazione dei singoli lotti ai soci. L’immobile offre 7000 metri quadrati di superficie, ripartiti su quattro piani, che saranno suddivisi secondo le esigenze degli interessati. Ogni piano dispo-

ne di rampa per l’accesso di autoveicoli. Al piano terra sono previsti locali di sette metri di altezza, al secondo e terzo piano invece l’altezza è di 4,50 metri. L’ultimo piano, alto tre metri, è destinato ad alloggi di servizio e uffici. Risulta vantaggiosa anche la disponibilità di numerosi

100 per 100

parcheggi ad ogni piano. In aggiunta viene costruito un garage interrato per 100 posti auto. Il consorzio accetta ancora nuovi soci. Per informazioni rivolgetevi senza impegno all’ufficio APA consorzi edili: Armin Ragginer, tel. 0471 323230, baukoordination@lvh.it.

PR-Info

Il futuro posizionamento economico dell’Alto Adige dipende in notevole misura dalla disponibilità di risorse locali.

P

er esempio, nel turismo la risorsa paesaggio riveste un ruolo decisivo; nel settore della cultura il valore di un territorio è dato anche dai suoi monumenti artistici e dalla loro storia. Criteri simili di valutazione possono essere applicati anche alle risorse idriche altoatesine. Infatti, l’energia idroelettrica costituisce una risorsa estremamente preziosa, dal momento che nel settore energetico il futuro appartiene alle fonti energetiche rinnovabili, pulite ed ecocompatibili – e di conseguenza anche all’energia idroelettrica. L’Alto Adige è ricco di acqua. In passato, tale risorsa era disponibile solo in esigua parte per la popolazione lo-

28

L’Artigiano dicembre 2011

cale; la maggior parte veniva esportata dai due gruppi energetici italiani verso sud. Per decenni la politica locale si è impegnata per riportare l’energia idroelettrica sotto il controllo locale. Per il raggiungimento di questo obiettivo è stata incaricata la Società Elettrica Altoatesina SEL SPA. Nel 2000 SEL ha acquistato il 50 per cento delle due centrali idroelettriche EDISON di Castelbello e Glorenza. Nell’aprile del 2008 ha avuto luogo l’acquisto del 60 per cento delle quote di altre sette grandi centrali EDISON. Nel 2010 è seguito il 60 per cento delle centrali grandi e piccole di ENEL in Alto Adige. Ora è stato fatto un ulteriore

passo di grande rilievo. Dopo tenaci trattative SEL si è assicurata un’opzione sull’acquisto del restante 40 per cento delle sette centrali Hydros e del 42 per cento delle due centrali SELEDISON. Nel corso dei prossimi dodici mesi quindi il 100 per cento delle ex-centrali EDISON passerà a SEL. Si può quindi affermare che tale transazione significa per l’Alto Adige

un sostanziale rafforzamento del proprio posizionamento economico nonché il consolidamento del suo futuro energetico. Tali successi vanno ricondotti essenzialmente all’impegno di SEL al servizio della nostra terra e della popolazione, con l’obiettivo di rafforzare in senso economico e sociale il tessuto complessivo del territorio e renderlo stabile per il futuro.


Polizza per i titolari di impresa Dal primo di gennaio 2012 tutti i titolari di imprese iscritte alla CEPA ricevono una polizza gratuita sulla vita.

D

all’1 gennaio 2012 i rappresentanti legali di tutte le imprese iscritte alla Cassa Edile Provinciale (CEPA) hanno diritto a una polizza assicurativa supplementare per incidenti o malattia. Si tratta di un servizio che può essere offerto senza costi aggiuntivi grazie all’amministrazione efficiente e parsimoniosa della Cassa. Con questa iniziativa il consiglio amministrativo della CEPA desidera offrire un piccolo aiuto finanziario ai titolari di imprese o alle loro famiglie in tempi di particolare difficoltà. È importante sottolineare che è la CEPA a sottoscrivere, quindi non servono altre attività da parte dei titolari di imprese. E naturalmente, se

si dovesse presentare il caso, ci si rivolge direttamente alla CEPA. I dettagli tecnici della polizza sono i seguenti: i soggetti assicurati sono tutti i rappresentanti legali delle imprese iscritte alla CEPA. L’assicurato può contare su una copertura giornaliera: questo in caso di decesso per incidente o anche in caso di malattia. In entrambi i casi l’importo della polizza ammonta a 25.000 euro. Nel caso l’imprenditore sia vittima di un incidente che gli procuri un’invalidità permanente di almeno il 60 per cento, gli verrà versata una pensione di 3000 euro annuali rivalutabili. Con questa polizza supplementare, il consiglio amministrativo spera di soddisfare un deside-

TransOpt nei circondari Autotrasporto: il consorzio TransOpt è stato presentato ai circondari in tre serate informative.

G

li autotrasportatori interessati hanno conosciuto struttura, obiettivi e attività del consorzio in re serate informative a Bolzano, Silandro e Brunico. In particolare si sono illustrati i nuovi servizi e mercati. Chi desidera collaborare con il consorzio TransOpt può contattarlo al numero: tel. 0471 323333, transopt@lvh.it. te

rio che gli imprenditori avevano da lungo tempo. Oltre ai già noti vantaggi della CEPA (fra cui il rimborso dei corsi per i lavoratori, il contributo mensile più basso, la flessibilità nella scelta dell’abbigliamento da lavoro), ora se ne aggiunge uno nuovo. La possibilità di avere una polizza in più, senza alcuna complicazione, sarà interessante soprattutto per le piccole e medie imprese, sottolinea il presidente della CEPA Markus Bernard (foto). Naturalmente a questa polizza avrà diritto anche chiunque entri nella CEPA in futuro. Per eventuali chiarimenti contattate l’ufficio della CEPA. mt

C

Cassa edile provinciale dell’Alto Adige

Gratifica natalizia (mt) Ai primi di dicembre la CEPA versa ai lavoratori la gratifica natalizia. Anche per quest’anno sono previste due modalità di liquidazione: pagamento diretto sul conto del lavoratore oppure accredito postale ritirabile in tutti gli uffici postali d’Italia. Con l’occasione la CEPA augura a tutti i soci e alle imprese un felice Natale.

Corsi di Massaggio Settore estetica: La Scuola Prof.le Industria e

Artigianato “L. Einaudi” propone due corsi nell’area benessere.

M

assaggio connettivale: sabato 10 e 17 dicembre 2011 in orario: 9–13 14–18. Con questa tecnica ci proponiamo di facilitare l’approccio e di raccogliere un gran numero d’informazioni sulle condizioni del soggetto da trattare. Questo intervento permette un notevole riequilibrio dei grandi sistemi (energetico, tensioni neuromuscolari, ecc.). L’intervento manuale utilizza lunghe strisciate longitudinali e/o manualità brevi e profonde. Durata: 16 ore. Costo 75,00 Euro. Docente: Romeo Dal Lago specialista di tecniche massoterapiche. Massaggio miofasciale: sabato 21 e 28 gennaio 2012 in orario: 9-13 14-18. Attraverso delle manualità specifiche eseguite a piena mano e con l’ausilio degli avanbracci, il massaggio miofasciale aiuta a ripristinare gli equilibri della fascia muscolare agendo beneficamente sulla postura, sulla forza del muscolo e liberando le tensioni articolari procura un senso di benessere generale. Durata: 16 ore. Costo 75,00 Euro. Docente: Romeo Dal Lago specialista di tecniche massoterapiche. te L’Artigiano dicembre 2011

29


G

Gruppo Edile

Scandalosa situazione in Italia Pittori e verniciatori: In autunno l’unione europea dei pittori “Eurokreis” Si è

PROGRESS invita i muratori a un viaggio di studio

(mb) Il viaggio passava da Trento per arrivare al Lago di Garda, con l’obiettivo di visitare tre progetti realizzati con prefabbricati in calcestruzzo di PROGRESS. Il primo si chiama Essepi, uno stabilimento di infissi a Cavedine dove in sole cinque settimane si sono messi in opera 30.000 m3 di prefabbricati in calcestruzzo (termopareti Progress). Poi Olivenheim, un prestigioso complesso residenziale ad Arco dove i piani interrati, garages e cantine sono costruiti con doppie pareti ed elementi per solai. Infine Garda Exklusive Resort, un esclusivo complesso turistico a Peschiera in cui i prefabbricati di calcestruzzo formano al completo piani interrati, garages e cantine: con doppie pareti, termopareti ed elementi per solai.

30

L’Artigiano dicembre 2011

incontrata in Alto Adige. Si tratta di un appuntamento tradizionale cui partecipano i colleghi di Karlsruhe, Strasburgo, Basilea. Gli altoatesini hanno discusso con loro gli ostacoli burocratici all’esercizio della professione in Italia e in Alto Adige.

I

colleghi tedeschi e svizzeri sono rimasti sbalorditi nel sentire l’esposizione di Rudolf Dantone, presidente di pittori e verniciatori. Dantone ha elencato le incombenze burocratiche che un artigiano deve affrontare prima di cominciare i lavori. “Ci tocca districarci ‚all’italiana maniera’,” lamenta Dantone. “Per l’attività è un impedimento enorme, e per lo sviluppo economico di un paese decisamente controproducente”, prosegue. “È assurdo”, denuncia Dantone, “che un errore di burocrazia sia considerato più grave di un effettivo e pericoloso errore di costruzione del ponteggio.” All’incontro erano presenti

il vicepresidente APA Martin Haller e il consigliere provinciale Hanspeter Munter che hanno confermato lo stato di cose.

Eurokreis dei pittori

La sezione altoatesina di pittori e verniciatori e il corrispondente gruppo tedesco di (Baden Württemberg) si tengono in contatto ormai da decenni. Cinque anni fa hanno dato vita a una mostra itinerante ai migliori lavori di maestri artigiani che vengono esposti nei vari paesi europei. A Bolzano i lavori dei neodiplomati sono stati presentati nella scuola professionale. Per intensificare questa collaborazione, i presidenti

Burocrazia spinta solo in Italia (mb) Prima di iniziare i lavori, un’azienda di pittori deve presentare i seguenti documenti: 200 pagine di POS (piano operativo di sicurezza), 30-40 pagine di piano ponteggi „Pimus“, 30-40 pagine di certificazione del ponteggio 7-8 pagine di certificati dei corsi per la sicurezza sul lavoro assolti dai dipendenti Questa marea di carta i colleghi degli altri paesi UE nemmeno la conoscono.

delle associazioni di Karlsruhe, Strasburgo/Alsazia, Basilea/Svizzera e Bolzano/ Alto Adige hanno istituito tre anni fa il cosiddetto “Eurokreis” dei pittori all’interno del Parlamento europeo di Strasburgo. Gli incontri hanno luogo a rotazione in uno dei rispettivi paesi. “L’iniziativa è da intendersi come importante lavoro in rete”, spiega il presidente Dantone, „estremamente utile a portare avanti il nostro mestiere proprio in un’epoca di globalizzazione.

A gennaio a Karlruhe

Il prossimo incontro è previsto Karlruhe, accompagnato dalla tradizionale mostra dei maestri pittori.

Autunno magico in Alto Adige

I colleghi stranieri sono rimasti estasiati del programma. La consulta infatti, con la complicità di un tempo autunnale radioso, li ha portati a fare un giro delle Dolomiti, soffermandosi a visitare il più giovane maestro pittore a Brunico e concludendo con una conviviale merenda a Varna. Margareth Bernard


stufe antiche.

G

I

Movimento terra: Interventi minimi e depositi

Specializzati in stufe antiche Fumisti: La sezione di mestiere promuove la specializzazione di fumisti in restauro di nsieme alle organizzazioni di fumisti provenienti da Tirolo, Vorarlberg e Salisburgo, nel prossimo mese di aprile si terrà un corso di una settimana presso l’Università di Innsbruck; ad esso seguirà nell’anno successivo un prestigioso master universitario. “Vi parteciperanno tre fumisti altoatesini che concluderanno pertanto con un’alta qualifica”, riferisce il presidente di sezione Stefan Theil. Questo corso è stato il tema di un incontro tenutosi di recente a Bolzano: vi hanno partecipato Theil, gli esponenti delle altre organizzazioni Erich Moser e Hubert Ratz, il professore dell’Università di Innsbruck

Incontro sul restauro di stufe antiche nella residenza Rottenbuch di Bolzano: (da sin.) Erich Moser, il Prof. Harald Stadler, Waltraud Kofler Engl, Stefan Theil e Hubert Ratz.

Harald Stadler e la direttrice della ripartizione provinciale per i beni artistici Waltraud Kofler Engl. Il master durerà un anno e mezzo: comprende materie come scienza dei materiali, funzionamento,

catalogazione e correnti stilistiche delle stufe. “I partecipanti avranno un’eccellente preparazione sul restauro, messa in funzione e manutenzione di stufe antiche”, sottolinea Theil. te

Le stufe vanno di moda Fumisti: I maestri fumisti altoatesini sono sinonimo di qualità artigianale e di mas-

sima qualifica. Questi valori emergono in pieno in una campagna pubblicitaria con inserzioni e spot radiofonici.

F

uoco che scoppietta, calore avvolgente, stare in compagnia: dove c’è una stufa di maiolica le lunghe serate invernali diventano momenti di relax e di piacere. Ma la condizione irrinunciabile per goderne l’ottimo funzionamento è che la stufa sia progettata, costruita e curata con assoluta meticolosità. Stefan Theil, presidente della sezione fumisti APA, sottolinea che la stufa di maiolica, oltre ad essere un bell’elemento architettonico, produce un calore salubre e un’atmosfera confortevole. Inoltre, prosegue Theil, la stufa si alimenta con la legna, vale a dire con un materiale rinnovabile e

neutro in termini di CO 2, indipendente dalle tariffe energetiche internazionali. E ancora non basta: la stufa infatti è ecologica e parsimoniosa nei consumi. Tuttavia, se si vuole che duri a lungo, è imprescindibile trattarla bene e riscaldarla correttamente.

Sistemi di riscaldamento

Theil ricorda che i fumisti sono i migliori consiglieri in materia di costruzione, emissione di calore e autonomia delle stufe. Per esempio la stufa a olle piace per il suo tepore mite, per il poco con-

sumo, per i lunghi intervalli di alimentazione. Anche il caminetto genera una gradevole atmosfera, però bisogna alimentarlo più spesso. Dal momento che le case nuove assorbono meno energia, la stufa può essere progettata anche per il riscaldamento generale e quindi coprire l’intero fabbisogno di calore di un’abitazione. Il modo più semplice di trovare il vostro fumista è consultare su internet la pagina di ricerca di artigiani: www. meinhandwerker.lvh.it mb

Gruppo Edile

(mb) Il presidente della sezione movimento terra Anton Maier, il vicepresidente Alois Fischer e il membro della consulta Josef Klapfer si sono incontrati di recente con l’assessore Michl Laimer per discutere di interventi minimi e depositi nei comuni.

Campagna dei fumisti IHR KACHELOFEN

Knistern

ein Leben lang

Wussten Sie schon, dass ein

��umweltfreundlich, ��gesundheitsfördernd, ��sparsam im Verbrauch, ��unabhängig von anderen Energieträgern

ist?

Kachelofen ...

Garant für die richtige Wahl des Kachelofens und die fachliche Beratung für jede Heizanlage mit Holz, die saubere und sparsame Verbrenn ung und die einfache Bedienung ist der Südtiroler Hafnermeister.

Den nächsten Hafnermeister in Ihrer Nähe finden Sie unter www.meinhandwerker. it

Berufsgemeinschaft der Hafner im LVH

In guten Händen. In buone mani.

Inserzioni e spot radiotelevisivi per dare visibilità in tutta la provincia alla competenza dei fumisti. L’Artigiano dicembre 2011

31


L

Legno

Il progetto

(mb) Il progetto si pone come obiettivo quello coinvolgere falegnami e clienti per dare forma definitiva a un oggetto incompiuto, un mezzo tavolo che ha disegnato Stefanie Schönheinz, una studentessa della facoltà di arte e design.

La giuria

Susanne Barta, giornalista indipendente, Bolzano Michaela Braesel, storica dell’arte, Camera dell’artigianato di Monaco e Alta Baviera Fulvio Giorgi, architetto, Bolzano Silke Kahl, architetto di interni, Monaco Giorgio Morelato, presidente del MAAM; Museo delle Arti Applicate del mobile contemporaneo, Fondazione Aldo Morelato, Cerea (Verona) Martin Oberhauser, designer, Bolzano Marion Piffer Damiani, presidentessa della „Fondazione Museion“, Bolzano Kuno Prey, professore di design di prodotti, facoltà di arte e design, Libera Università di Bolzano Stefanie Schönheinz, designer, Bolzano/ Monaco Laurenz Stockner, orafo artistico, S. Andrea

32

L’Artigiano dicembre 2011

halb2 – completare l’incompiuto Le opere in gara andavano consegnate entro metà novembre. Ora l’iniziativa congiunta di falegnami APA e facoltà di arte e design dell’università di Bolzano entra nella fase successiva. La redazione è andata a parlare con qualche partecipante.

A

i primi di dicembre entra in azione una giuria internazionale che dei 25 oggetti ammessi selezionerà i migliori 10 valutandoli secondo innovazione, creatività e abilità artigianale. Questi pezzi unici saranno esposti alla fiera “Arredo”, a marzo 2012, alla presenza dei loro autori. Cosa ha spinto i concorrenti a partecipare? La redazione glielo ha chiesto. Matthias Resch (foto), della ditta Tischlerplus di Prato Isarco, afferma che da un lato è importante attirare l’attenzione sull’artigianato dei falegnami, dall’altro trova interessante misurarsi con altri colleghi. Resch ha lavorato insieme al progettista di arredamenti Arnold Dapunt separando rigorosamente le mansioni: design al progettista e fabbricazione al falegname. La sfida maggiore, secondo Resch, sta nel creare qualcosa che sia funzionale ed estetico al contempo. “Alla fine abbiamo optato per un mobile molto semplice e poco spettacolare”, sintetizza Resch commentando il lavoro, „che però può essere ulteriormente sviluppato nel modo preferito“. Robert Mittelberger (foto), che lavora nella ditta ROL di falegnami e tornitori, ha già fatto esperienza di gare nel concorso Ying-Yang dei mon-

diali 2001. Trova importante presentare al pubblico la varietà di idee dei falegnami. E soprattutto la gente dovrebbe sapere che i falegnami esistono ancora e che hanno molti potenziali, dice Mittelberger che il suo pezzo in gara lo ha sviluppato per un cliente. Infatti è curioso di sentire le opinioni dei colleghi. A suo avviso si dovrebbero istituire più competizioni di questo tipo, in modo da dare più visibilità ai falegnami e valorizzare la loro fruttuosa collaborazione con architetti e designer. Reinhold Stoll (foto), di Monguelfo/ Tesido, lavora volentieri sugli oggetti già esistenti. Nella sua vita quotidiana si chiede incessantemente che senso o che utilità dare a ciò che esiste. Dato che nel creare mobili tende ad uscire dalle convenzioni, la sfida di halb2 consisteva per lui nel „trovare un nuovo approccio.“ Cercare materiali, provare cose nuove e in generale partecipare a concorsi sono cose che trova stimolanti, „perché nel lavoro quotidiano tante volte non c’é tempo per le idee.“ Stoll ritiene che il lavoro di pubbliche relazioni a nome dei falegnami sia uno dei compiti centrali dell’APA. È stata la curiosità a spingere Renate Kofler (FOTO), della falegnameria Alois Kofler di Nova Ponente, a partecipare al concorso. Le sue idee sono

scaturite dal confronto con famigliari e collaboratori. La questione centrale stava nell’offrire uno spunto di riflessione, nel dare all’oggetto un’identità, un significato. Alla base di tutto una grande domanda, e cioè che cosa sia moderno oggi. Matthias Lobis (foto), della falegnameria Thomas Lobis del Renon, si ripromette soprattutto un effetto di pubblicità. L’idea l’ha sviluppata per conto suo. E gli piacerebbe che per i primi classificati “saltasse fuori un premio in denaro”.Alla fiera internazionale dell’artigianato a Monaco è stato uno fra gli espositori premiati, quindi non teme la concorrenza, e gradirebbe misurarsi anche con colleghi provenienti dall’estero. Gerhard Tribus (foto) gestisce una piccola falegnameria ad Andriano. A suo avviso un concorso rappresenta una buona occasione per rendersi un po’ più visibile. Trova molto interessante la collaborazione con la facoltà di arte e design dell’università di Bolzano. Il suo progetto in gara lo ha sviluppato insieme ad un cliente. “La vera sfida sta nel trovare consenso alle idee e vedere soddisfatte tutte le persone coinvolte” riferisce Tribus. Per questo ritiene che le competizioni siano di grande interesse, che offrano l’opportunità di presentarsi e di imbastire nuovi contatti. Margareth Bernard


Apprendisti in gara Falegnami: la sezione di mestiere ha promosso la 14. edizione del concorso di apprendisti alla fiera autunnale di Bolzano.

Falegnameria, una cultura radicata

G

li apprendisti del primo, secondo e terzo anno – in totale 18 – hanno dato prova di sé in tre giorni di competizione (per i primi classificati vedi testo a margine). Il presidente Kurt Egger ha elogiato il talento dei giovani falegnami. “Il nostro concorso intende attirare l’attenzione sul mestiere del falegname e spingere i giovani a scegliere questa professione tanto interessante e creativa.” L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’ufficio provinciale di formazione e apprendistato. I premi li ha resi disponibili l’ente bilaterale dell’artigianato. A congratularsi con i vincitori nella cerimonia di premiazione

L

Legno

Gara degli apprendisti falegnami alla fiera autunnale di Bolzano.

sono intervenuti il direttore della ripartizione provinciale di formazione professionale, Hartwig Gerstgrasser, la direttrice dell’ufficio Cäcilia Baumgartner, i membri della consulta dei falegnami, il vicedirettore APA Walter Pöhl e Friedrich Wieser in rappresentanza dei falegnami tirolesi. te

I vincitori

• Primo anno: Robert Seeber, Gais (falegnameria Leico, Gais) • Secondo anno: Daniel Rabensteiner, Sarentino (falegnameria Gasser, Sarentino) • Terzo anno: Daniel Paris, Silandro (falegnameria Ratschiller Paul, Coldrano)

(mb) L’Alto Adige è fortemente caratterizzato da una cultura della falegnameria che ha molta tradizione. I pezzi di fabbricazione artigianale sono sempre più apprezzati. Eppure il settore dei falegnami è in crisi. La soluzione allora è una sola: acquistare più visibilità. Una buona iniziativa è „halb2 - design & falegnami“, promossa dalla facoltà di arte & design della libera università in collaborazione con i falegnami dell’APA.

IDEE REGALO PER PROFESSIONISTI E BRICOLAGE

BERNI

Da KUEN troverete una grande scelta di piccole e grandi macchine e utensili a tutti i prezzi.

stri clienti o n i i t t u t mo o Ringrazia e auguriam ia c u id f o r per la lo nno nuovo un felice a

Tutto per la lavorazione del legno

Consulenza, vendita ed assistenza

VIA MACELLO, 73 • I-39100 BOLZANO • TEL. 0471 97 07 50 • FAX 0471 97 31 45 • www.kuenwalter.it MACCHINE PER IL BUON LEGNO

L’Artigiano dicembre 2011

33


L

Legno

Restauratori: Fiera “Monumento” (mb) Sabato 14 gennaio la sezione dei restauratori organizza un’escursione per visitare la fiera „Monumento” a Salisburgo. www. monumento.at/ Per informazioni e prenotazioni rivolgetevi all’APA, Mirko Cutrì, tel: 0471 323 308 oppure email: mirko.cutri@lvh.it

Prospettive dei boscaioli I boscaioli sono coloro che forniscono servizi ai proprietari delle foreste, sono partner diretti dei segantini e quindi figure essenziali nella filiera del legno.

A

llo scopo di migliorare la collaborazione tra chi lavora nel bosco e promuovere uno sviluppo a lungo termine dei boscaioli, il cluster Legno & Tecnica del TIS innovation park ha invitato insieme all’APA tutti gli addetti per discutere le prospettive future. Paolo Bertoni del TIS ha aperto la seduta prospettando gli scenari possibili nel futuro lavoro del bosco. Le aziende di abbattimento, quasi tutte locali e molto piccole, si dovranno ulteriormente specializzare se vogliono rimanere competitive, osserva Bertoni. Alois Frank e Josef Taschler, presidenti delle sezioni boscaioli e segantini, hanno evidenziato la necessità di migliorare la collaborazione con tutti gli addetti alla filiera del legno. Dello stesso parere è anche Franz Tauferer, presidente del Maschinenring, che fra l’altro sottolinea i

grandi potenziali del legno soprattutto nelle aziende contadine, che possono offrire servizi di deposito alle aziende attive. Tutti i partecipanti hanno riconosciuto che con una preparazione meticolosa si ridurrebbero drasticamente gli incidenti sul lavoro, sempre più frequenti proprio nei boschi. Questo infatti è stato il primo punto trattato dall’assemblea. Si è poi parlato anche di cura dell’immagine e di miglio-

Info PR

ramento dell’organizzazione aziendale. “Nuovi modelli organizzativi delle concessioni annuali sono un aspetto vitale per lo sviluppo delle aziende di abbattimento, che in tal modo potrebbero pianificare meglio le loro capacità”, ribadisce Frank. “L’incontro ha rappresentato un passo nella direzione giusta e sarebbe utile a tutti i mestieri nella filiera del legno.” TIS/mb

I falegnami si informano su nuovi prodotti La sezione dei falegnami ha invitato i colleghi a Bolzano per conoscere il nuovo software del gruppo austriaco RSO.

D

i recente il gruppo RSO ha presentato in anteprima, alla Casa dell’Artigianato, il suo nuovo software su base Autocad. L’interesse è stato grande. Il direttore della distribuzione Klaus Pixner, responsabile per l’Italia e Alto Adige, ha fornito insieme ai suoi colleghi una panoramica completa delle

34

L’Artigiano dicembre 2011

possibilità di progettazione 3D, visualizzazione e comandi della produzione. In forma abbreviata sono stati presentati tutti i moduli del software RSO e poi anche il trasferimento diretto degli elementi progettati in un capitolato. Ci sono state anche simulazioni semplificate del comando di una fresa CNC

con componenti RSO.A rispondere alle domande particolari era presente il responsabile che ha sviluppato il software, Christian Rößl. Per informazioni consultate www.rso-group.it oppure rivolgetevi direttamente a Klaus Pixner, tel. 349 / 3303832 oppure k.pixner@rso-group.it.


A

Alimentari

Diplomi nella scuola “Emma Hellenstainer” L’anno scorso la scuola professionale di Bressanone per le professioni alberghiere e alimentari ha diplomato 109 apprendisti e 34 allievi professionali dei settori servizio, cucina, macelleria, panetteria e pasticceria.

P

er dare lustro a un momento tanto importante della vita, la preside Brigitte Gasser Da Rui ha conferito tutti i diplomi con una cerimonia tenutasi nella scuola. Dopo un discorso di saluto, la preside ha dato la parola al responsabile provinciale della formazione tedesca, Hartwig Gerstgrasser, che si è addentrato in temi attuali come per esempio la revisione della legge nazionale sugli apprendisti e gli intensi preparativi per il quarto e quinto anno di formazione finalizzati alla

maturità. Gerstgrasser ha poi invitato i giovani a godersi i risultati conseguiti e a guardare in avanti. “Avete in mano le competenze professionali e le qualifiche indispensabili. Ora puntate sul vostro talento e farete strada.” Anche la direttrice dell’ufficio provinciale per l’apprendistato, Cäcilia Baumgartner, si è congratulata con i neodiplomati. “Per voi comincia un nuovo capitolo della vita, quello in cui assumerete un ruolo professionale e nuove responsabilità. Non siete più apprendisti ma lavoranti.”

Assistita dalle autorità e dagli esponenti delle sezioni di mestiere, Brigitte Gasser Da Rui ha consegnato i meritati diplomi. A chi si è distinto particolarmente è stato regalato anche un libro quale segno di riconoscimento. La festa è proseguita con l’accompagnamento musicale di un quartetto di clarinetti della scuola musicale di Bressanone (diretto da Sepp Fischnaller) e si è conclusa con un aperitivo in cui gli ospiti hanno potuto degustare vini e specialità gastronomiche.

Dolcificante stevia ammesso dalla UE

(mb) Stevia è il dolcificante naturale ricavato dalle foglie della pianta Stevia rebaudiana che cresce in Paraguay. Pare che sia 300 volte più dolce dello zucchero. In futuro l’uso di questo dolcificante sarà consentito anche nella UE. Infatti, dopo che gli stati comunitari hanno dato la loro approvazione quest’estate, ora la commissione UE a Bruxelles ha deciso che la sostanza ricavata, lo stevioside, può essere impiegata negli alimentari.

Elisabeth Stürz

��������������������

�������� ������������

al mi! Non rinunciare ttenzione a cosa fir

TUO DIRITTO di

� �� � � � � �� � � � �� � � � � �������������������������� garantiscono QUALITÀ montando

A

������������ ta. ���������������� di qualitá certifica o i al in ig or za ez solo parabr

Con gentile sostegno AUTONOME PROVINZ BOZEN SÜDTIROL

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO ALTO ADIGE

Abteilung 35 - Handwerk, Industrie und Handel

I nostri partner

Un’iniziativa dell’Unione Prof.le Altoatesina dell’Automobile

����������������


I

Installazione

Vetrai e appalti Vetrai: gli esponenti della sezione sono andati a parlare con l’assessore Florian Mussner.

Tanti auguri al presidente della provincia per i suoi settant’anni!

(te) Una delegazione di spazzacamini ha trasmesso a Luis Durnwalder gli auguri per il suo settantesimo compleanno. Alla presenza del presidente APA Gert Lanz, il portavoce della sezione Richard Schupfer e il membro della consulta Christian Resch hanno augurato al presidente della provincia energia e salute. E come regalo gli hanno consegnato una scultura composta da una scala di legno con gli attrezzi tradizionali dello spazzacamino.

L

e nostre aziende di vetrai andrebbero tenute più in considerazione nelle gare d’appalto”, chiedono unanimemente gli artigiani. Con l’intento di dare visibilità a questi specialisti, i vetrai si sono incontrati di recente con l’assessore Florian Mussner. Il presidente di sezione Carlo Madia e il vicepresidente Peter Pfanzelter deplorano che i vetrai, pur partecipando alla stesura del listino prezzi, non siano chiamati ai bandi di gara. “Purtroppo quando c’è da montare vetri si chiamano solo lavoranti generici,” denuncia Pfanzelter, “e noi con tutta la nostra prepara-

Foto da sin.: il vicepresidente Peter Pfanzelter, il Dr. Georg Tengler – direttore dell’ufficio appalti edili, l’assessore Florian Mussner, il presidente di sezione Carlo Madia e Patrizia Gamper della segreteria vetrai APA.

zione non siamo nemmeno interpellati.” L’assessore Mussner ha assicurato in una lettera che i piccoli lavori legati prevalentemente al vetro saranno assegnati con incarichi diretti. Torna utile comunque unirsi in consorzi

insieme ad altri artigiani come muratori, falegnami, fabbri o carpentieri. Per quanto riguarda gli appalti qualitativi di grossi lavori, si conclude nel colloquio, in futuro sarà valutata anche la qualifica degli specialisti del vetro.

Approfondimento sulla misurazione Spazzacamini: la sezione di mestiere ha organizzato un seminario sulla combustione

Telefilm “sicuro è sicuro”

(te) Spazzacamini e vigili del fuoco hanno girato un film sul corretto utilizzo di forni e stufe. Questo film è stato mandato in onda dalla RAI di Bolzano per la serie “sicuro è sicuro”.

36

L’Artigiano dicembre 2011

del legno.

I

l seminario è servito a preparare sulla misurazione dei combustibili solidi che entra in vigore l’anno prossimo. Negli impianti di potenza superiore a 35 Kilowatt la legge prevede che lo spazzacamino debba eseguire la misurazione dei gas di scarico. „Ci stiamo già preparando con esercitazioni pratiche“, spiega il presidente di sezione Richard Schupfer. L’addestramento è stato organizzato a Naturno con il supporto della ditta austriaca Ökofen che produce caldaie. I partecipanti hanno effettuato prove pratiche con riscaldamenti a pellets.

Partecipanti e relatori al seminario.

Con l’occasione si sono discussi anche i processi di combustione a pellets e le problematiche che si possono presentare. Il titolare

della ditta Ökofen, Michael Schnarf, ha fornito delucidazioni specifiche su pulizia e misurazione delle caldaie. te


Progetto di impianti elettrici Elettrotecnici: di recente nella Casa dell’Artigianato si è tenuto un corso CEI sulle normative tecniche degli impianti elettrici. Vi hanno partecipato in 25 interessati, artigiani e progettisti. Nella primavera 2012 sono previsti altri corsi.

G

rande interesse in questi tre giorni di seminario che hanno visto gli artigiani elettrotecnici concentrarsi sulla progettazione di impianti elettrici. Infatti il progetto elettrico si avvale per la sua realizzazione di calcoli, disegni, elaborati grafici e tiene rigorosamente conto delle leggi e delle norme tecniche che regolamentano questo settore. In questo seminario, tenuto in collaborazione con il “Comitato elettrotecnico italiano”e guidato dai relatori Dr.Ing. Antonio Porro e dall’Ing. Luigi Muzzini, si sono esaminate tutte le fasi del progetto di un impianto elettrico. Si è trattata l’analisi dell’edificio che dovrà

accogliere l’impianto, la sua destinazione d’uso, la raccolta dei dati e delle reali esigenze del committente, il dimensionamento dell’impianto, la scelta dei componenti, la stesura di tutti i documenti e degli elaborati necessari, nonché la pianificazione economica dell’opera e la valutazione dei tempi per la sua realizzazione. Oltre agli argomenti di cui sopra, ve ne sono stati altri di tipo integrativo: la stesura di capitolati e contratti, la direzione lavori e le incombenze relative, le differenze tra un appalto pubblico ed uno privato, le verifiche ed il collaudo, nonché una parte dedicata alla “gestione del contenzioso” ovvero una guida per

I

Installazione

Corso per bruciatoristi

evitare errori a priori ed eventualmente districarsi nel complesso mondo tecnico/giuridico e assicurativo qualora qualcosa vada storto. Il seminario si è concluso con un “case history”, ossia la presentazione di un progetto completo. pg/mb

�������������������������

(te) Il corso obbligatorio per 70 spazzacamini e bruciatoristi si è svolto in tre pomeriggi fra ottobre e novembre. L’ufficio provinciale aria e rumore ha spiegato le novità che riguardano i controlli di impianti di riscaldamento e le misurazioni dei gas di scarico per impianti sopra i 35 KW.

����������������� ���������������

���������������������������������

�� ���������

�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

�������������������� ����������� ���������������������

�����������

��������������������� ����������� ���������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

�����������������������������������������l�����������������������������������������������������������

��������� � � � � � ���


I

Installazione

Reinhold Brunold, 30 di artigianato dell’elettricità

Ascensoristi finalmente con un volto (mb) La consulta dei tecnici ascensoristi ha elaborato per la prima volta una sua immagine professionale. Vi si descrivono i campi di attività come progettazione, costruzione, installazione, avviamento, riparazione e manutenzione di ascensori, montacarichi, scale mobili, piattaforme elevatrici e meccanismi di ausilio.

38

Ad memoriam

L’Artigiano dicembre 2011

Bruno Covi, in veste di presidente del gruppo installazione nell’APA, in seguito alla grave perdita del suo ex vice presidente Reinhold Brunold, venuto a mancare di recente, vuole ricordare l’opera dello stimato collega ed amico per il comparto dell’installazione e per l’artigianato tutto.

N

ato nel 1930 a Grumbach in Austria, Reinhold Brunold studiò a Bregenz e Friedrichshafen. Nel 1951 si trasferì in Alto Adige dove nel 1957 aprì un’azienda di elettricità. Insieme a Bruno Covi, dal 1974 cominciò a sviluppare la sezione di mestiere degli elettricisti all’interno dell’Associazione Provinciale dell’Artigianato. Il 1977 è l’anno che vede Reinhold Brunold vicepresidente del gruppo, affiancando Bruno Covi eletto presidente. Per promuovere la collegialità dei soci, organizza al Passo Oclini la prima gara sciistica degli elettricisti cui partecipano in 370. A Brunold stanno a cuore i rapporti sociali e umani ma anche e soprattutto il futuro dell’artigianato dell’elettricità. Nel 1980 entra nel comitato addetto a redigere il nuovo ordinamento artigianale, con i programmi d’esame e l’immagine professionale degli elettricisti. Nel 1987, sempre a fianco di Bruno Covi, diventa vicepresidente del gruppo installazioni APA. Reinhold Brunold non ha masi smesso di spezzare lance a favore di tutto l’artigianato altoatesino. Lo ha fatto nel consiglio generale dell’APA, di cui ha fatto parte dal 1988 al 2003. Eletto presidente della sezione elettricisti, nel 1990,

Reinhold Brunold, Bruno Covi e Fausto Zadra

ha guidato il gruppo con sagacia e diplomazia. Il 5 marzo dello stesso anno è entrata in vigore la legge nazionale nr. 46 sulla sicurezza degli impianti. Nel 1992 Reinhold Brunold organizzava il primo grande convegno informativo in una gremitissima sala Raiffeisen a Terlano. Dal 1994 al 1999 ha fatto parte della giunta esecutiva APA, dove ha appoggiato con energia la prima candidatura del direttore Hanspeter Munter al Consiglio provinciale. Nel 2000 ha ricevuto la spilla d’oro APA quale riconoscimento al suo impegno per l’artigianato altoatesino. Nel 2001 ha lavorato sul rinnovamento dell’immagine professionale ottenendo di cambiare il nome da elettricista a elettrotecnico. Reinhold Brunold è sempre stato di

vedute aperte nei confronti di nuove tecniche. Puntava molto sulla preparazione dei soci e organizzava innumerevoli corsi. Anche in tema di cablaggi strutturali si è battuto con la giunta per far assegnare questo settore agli elettrotecnici. Nel 2004 è stato festeggiato per i suoi 30 anni di impegno a favore dell’artigianato altoatesino dell’elettricità. Alla presenza dell’allora presidente Herbert Fritz, sono intervenuti a rendergli onore i suoi colleghi Bruno Covi, Sepp Haller, Heinrich Huber, Josef Kainz, Otto Lardschneider, Klaus Lindner, Erich Mutschlechner, Siegfried Peer, Robert Waldboth e Richard Wieser. Il collega e amico Reihnold Brunold rimarrà per sempre nel nostro ricordo. Bruno Covi


Finisce un anno molto attivo Artigianato artistico: si è tenuta di recente ad Ortisei l’assemblea annuale della sezione di mestiere. Il suo presidente Norbert Insam ha riassunto le attività.

A

Artistico

Cambio di direzione nella scuola professionale

Assemblea annuale del gruppo artigianato artistico a Ortisei.

I

l progetto “movement” è stato un vero successo, sottolinea Norbert Insam. La testa alta sei metri ha fatto ampiamente notizia nei media. Nel frattempo arrivano richieste d’acquisto dalla Germania, dalla Svizzera ed anche dai comuni locali. L’organizzazione export EOS la vorrebbe esporre a Monaco. Durante i lavori di montaggio della testa una fotocamera installata allo scopo ha scattato una fotografia ogni minuto, di modo che si può approntare una documentazione.

Artigianato artistico nelle scuole

Altro punto è stato la collaborazione con le scuole medie: è proseguito anche quest’anno il progetto di “intaglio come materia facoltativa” nelle scuole medie gardenesi. Ultimamente c’è stato un incontro con i presidi che vogliono offrire la materia anche nelle seconde classi. Per motivare ulteriormente i ragazzi, nella UNIKA 2012 si esporranno i lavori d’intaglio realizzati dagli

allievi delle medie. Il membro della consulta Helmut Perathoner e Aron Demetz hanno visitato alcune scuole con un discreto successo. Anche quest’anno la fiera della scultura UNIKA ha colpito nel centro. Vi hanno preso parte 22 espositori e l’interesse del pubblico è stato grande. La testa “movemënt” ha fatto da enorme calamita. Infine il presidente Insam ha ringraziato i funzionari della consulta del gruppo, la UNIKA e la sua cooperativa, il gruppo di lavoro “Movement”, l’APA, gli sponsor, i comuni e le istituzioni provinciali che con il loro sostegno finanziario hanno reso possibili iniziative e progetti.

Dati sull’artigianato artistico

Il vicedirettore APA Walter Pöhl ha citato i dati rilevanti che riguardano il settore. Quasi la metà delle aziende sono scultori in legno, un quarto intagliatori. Le altre sono pittori e doratori, policromatori e

scultori d’ornamento. L’Artigianato artistico conta in totale 550 persone occupate. In uno studio condotto dall’istituto di ricerca IRE le aziende dichiarano che la loro difficoltà maggiore sta nel reperimento di nuovi clienti.

Saluti degli ospiti

Il sindaco di Ortisei Ewald Moroder è intervenuto a salutare sottolineando l’importanza dell’artigianato artistico per tutta la Val Gardena e augurando al gruppo un futuro radioso. Si è detto anche preoccupato che oggi ci siano pochi ragazzi intenzionati a scegliere questa strada tanto significativa per la valle. Il presidente APA Gert Lanz ha descritto l’artigianato artistico come importante biglietto da visita dell’Alto Adige all’estero. L’artigianato artistico è divenuto celebre in tutto il mondo ed esemplare nella nostra provincia. “Da esso nascono sempre nuove idee che si riallacciano alla tradizione artigianale”, ha ribadito Lanz.

A settembre c’è stato un cambio di direzione nella scuola artistica e in quella professionale. Entrambe le cariche sono state assunte dalla Dr. Elisabeth Bauer quale preside delle due scuole, anche se queste rimangono comunque indipendenti. La signora Bauer subentra al preside Julius Senoner per la scuola professionale e a Karlheinz Mureda per quella artistica. Il presidente Norbert Insam ha fatto i suoi auguri alla nuova preside e ringraziato i due presidi uscenti per il loro impegno.

Hanspeter Ruedl

L’Artigiano dicembre 2011

39


S

Sezioni Varie

Promozione check invernale! (te) Preparatevi alla nuova stagione sciistica con il check invernale! L’ esperto “Leading” esamina le condizioni dei vostri sci ed effettua un controllo elettronico degli attacchi. Per un servizio completo si può richiedere senza impegno un preventivo individuale. Importante: portare con sé gli sci e relativi scarponi. Prezzo di promozione: 10 euro Periodo: dal 12 al 22 dicembre 2011 Dove: in tutte le aziende “Leading Ski Service”

Marchio ai noleggi di sci Tecnici di attrezzature sciistiche: il sigillo “Leading Ski Service” certifica alta qualità nei controlli e regolazioni di sci e attacchi.

L

a sezione di mestiere dei tecnici articoli sportivi rilancia il marchio “Leading Ski Service”. Il marchio è stato introdotto tre anni fa. Le aziende di servizio e noleggio certificate da questo marchio garantiscono standard elevati. Infatti il marchio viene rilasciato da una commissione appositamente istituita che verifica ogni anno la conformità a una serie di severi requisiti. Le aziende certificate si riconoscono facilmente da una grande insegna luminosa “Leading Ski Service”.

Perché introdurre un marchio di qualità per aziende di servizi e noleggi sciistici?

“Quasi tutti gli sportivi vogliono divertirsi in sicurezza. Questo però è possibile solo con un’attrezzatura di qualità e ben tenuta”, fa presente Ernst Messner, presidente dei tecnici di attrezzature sciistiche APA. Di solito chi scia per hobby non sa molto dei requisiti tecnici che sci e attacchi dovrebbero possedere. Di conseguenza si corre facilmente il rischio di finire

I noleggi di sci certificati „Leading Ski Service“ offrono consulenze e servizi d’alto livello.

in mani poco professionali. Il simbolo “Leading Ski Service” certifica la qualità di servizi e materiali offerti dall’azienda, stimolandola a migliorarsi costantemente per rimanere sempre ad alto livello.

In che modo nel beneficia il cliente?

Un’azienda “Leading Ski Service” implica consulenza professionale e personalizzata, oltre all’assoluta trasparenza dei servizi offerti. Un esperto “Leading” si prende il tempo di seguire i suoi clienti in modo

Ecco le aziende “Leading Ski Service” Alpincenter, Castelrotto Intersport Folie, Resia Skiland, Badia Skiservice Erich Karbon, Castelrotto Skiservice Klaus, S. Martino in Badia Skiservice Peppi, S. Kassian Skiservice Pic.Ant., S. Martino in Badia Skiservice Toni, Selva Ski Top, Pedraces Skiverleih Gufler, Moso in Passiria Sport Carezza, Nova Levante Sport Posch, Corvara

40

L’Artigiano dicembre 2011

Ernst Messner

competente e meticoloso. Si accerta del loro livello e sceglie i materiali di conseguenza, esamina con scrupolo sci ed attacchi, li prepara individualmente. L’ esperto “Leading” dà grande importanza al controllo delle attrezzature da sottoporre a manutenzione, si informa sulle capacità del cliente e gli propone un programma di servizio dettagliato. Di enorme rilevanza è anche la meticolosa regolazione degli attacchi, nel rispetto delle normative e con attenzione per i requisiti fisici e tecnici dello sciatore. Gli appassionati di sci troveranno tutte le informazioni sul marchio “Leading Ski Service” e l’elenco delle aziende certificate su www.leadingskiservice.lvh.it


Il digitale fa penare i fotografi Fotografi: La sezione di mestiere si è incontrata nel Reatlhof a Colma per l’assemblea annuale. Parlando soprattutto di calcolo dei costi.

N

on conta che sia grande o piccola: oggigiorno ogni azienda deve avere sotto controllo i costi e interpretare correttamente i numeri del suo negozio o laboratorio per poter prendere decisioni. Questo il succo del discorso di Horst Fritz, il presidente del gruppo media APA intervenuto all’assemblea annuale dei fotografi. Infatti nei mesi scorsi un apposito gruppo di lavoro di questo gruppo si è dedicato intensamente alla tematica del calcolo dei costi. L’intento è di suggerire ai soci dei vari settori di comunicazione e media le giuste coordinate per proseguire l’attività con successo.

S

Sezioni Varie

Meeting del tessile

Le nuove tecniche digitali mettono i fotografi sotto pressione. È indispensabile orientare le proprie opportunità su questo nuovo mercato. E in tale contesto l’analisi economica risulta decisiva. Per qualsiasi azienda rimane comunque attuale la pianificazione della qualità, utile

nel caso di investimenti che richiedano trattative con le banche. La presidentessa di sezione Eva Langgartner ha affrontato anche l’increscioso tema del lavoro in nero svolto dai dilettanti ed ha parlato infine di rivedere l’immagine professionale. Margareth Bernard

Professionisti dell’arredamento tessile

(mb) A gennaio è in calendario l’assemblea annuale del gruppo abbigliamento APA. Questo creativo settore è formato da sarti su misura, pellicciai, calzolai, ricamatori, magliai, tessitori e pulitintori. La data sarà comunicata per tempo. Informazioni: LVH, Mirko Cutri, tel: 0471 323 208, email: mirko.cutri@lvh.it

Gara europea di apprendisti ad Hannover

Tappezzieri / arredatori – a novembre la sezione di mestiere si è riunita nella sua assemblea annuale. Le questioni che premono sono i giovani, la professionalità e la cura dell’immagine.

I

colleghi presenti all’assemblea di novembre, che si è tenuta nel Messner Mountain Museum a Frangarto, sono accorsi in gran numero. Una questione che preme a tutti è quella delle nuove leve, ha precisato subito il presidente di sezione Egger. Di questo tema ha parlato il vicepresidente APA Martin Haller che ha descritto il ruolo dei giovani nelle aziende artigiane. Era presente anche il portavoce dei colleghi tirolesi Markus Berger, raccogliendo l’invito di Egger che con lui è sempre in contatto. Tutto sommato c’è di mezzo anche la formazione che i nostri apprendisti

seguono a Innsbruck. Egger ha espresso una richiesta ai colleghi austriaci, e cioè il riconoscimento del “pass” professionale europeo, una sorta di catalogo che documenta le materie formative di un ap-

prendista. Altro argomento importante è la visibilità della professione. “Siamo i professionisti dell’arredamento tessile”, rammenta Egger, “e il consumatore dovrebbe aver presente con chiarezza questa funzione che spesso altri assumono secondariamente.” I tappezzieri e arredatori altoatesini si dedicano intensamente ai contatti internazionali, come per esempio con Eurointerieur o Legnoarredo. “Nella nostra professione è imprescindibile confrontarsi di continuo con le tendenze, con i tessuti innovativi, con la creatività”, conclude Egger. mb

(mb) A metà gennaio, ad Hannover, si svolge la fiera Domotex e in concomitanza con essa il campionato europeo. Il presidente di sezione Robert Egger è chiamato per la terza volta a presiedere la giuria, cosa che testimonia a livello internazionale l’alta qualità dell’artigianato altoatesino dei tappezzieri. In gara a nome della nostra provincia ci sono i neodiplomati lavoranti Simon Höller e Markus Gantioler (nelle foto). L’Artigiano dicembre 2011

41


G

Giovani Artigiani

Chance 2.0: come candidarsi! La strada per conquistare i migliori praticantati dell’Alto Adige è dura ma vale la pena: ci si iscrive entro il 21 gennaio 2012, esclusivamente online, sulla homepage www.chance.bz.it. È possibile candidarsi per uno o al massimo due posti di praticantato nello stesso settore economico. In questa fase è richiesta creatività: lo scopo è infatti quello di emergere rispetto al resto dei candidati. Oltre ad un curriculum con foto e lettera di motivazione il concorrente può attirare l’attenzione della giuria anche con videoclip, messaggi audio, presentazioni Power Point o un album fotografico digitale. I quattro migliori concorrenti ad ogni stage saranno ammessi alla fase del test. Qui viene richiesto di superare una prova a scelta multipla di specifico argomento professionale e una prova pratica. I migliori due candidati per stage passeranno quindi alla finale, il colloquio con gli esponenti dell’azienda.

Praticantati top Chance 2.0: La componente giovane dell’economia cerca 50 giovani motivati per altrettanti praticantati nelle aziende altoatesine di punta.

D

opo il successo della prima edizione del progetto collettivo “Chance 1.0 – I giovani fanno carriera”, Giovani artigiani, i Giovani nell’Unione, i Giovani albergatori, i Giovani imprenditori e i Giovani agricoltori sudtirolesi hanno deciso di procedere con una seconda edizione. All’insegna del motto “Chance 2.o – Cogli la tua occasione!” saranno assegnati 50 stage al top della durata compresa tra quattro a otto settimane nel corso dell’estate 2012; ogni settore economico distribuirà dieci posti. Il progetto si rivolge a studentesse e studenti dei tre gruppi linguistici e di età compresa tra i 16 e i 21 anni. La condizione necessaria è che risiedano in Alto Adige.

Si assegnano 50 stage dei migliori

I responsabili delle organizzazioni giovanili intendono da un lato, offrire ai giova-

COGLI LA TUA

OCCASIONE

ni la possibilità di accedere a praticantati di altissimo livello e di conseguenza, costruire un ponte tra scuola e mondo del lavoro. I giovani potranno infatti sperimentare utili esperienze, gettare uno sguardo nel mondo del lavoro e, di conseguenza, prepararsi a prendere importanti decisioni in vista del proprio futuro ingresso nell’attività professionale. D’altro canto, però, la componente più giovane dell’economia intende anche attirare l’attenzione sulla quantità e varietà di possibilità professionali offerte dai singoli settori economici. Le aziende, quindi, hanno la possibilità di prestare il proprio contributo a sostegno della gioventù e, addirittura, alla formazione di un proprio futuro collaboratore stabile.

Ci vuole una buona preparazione

La strada verso il praticantato dei sogni conduce il NOI & FALLO COME STAGE

SCEGLI LI OSOGNI DEI TUO

Markus Prenn, Hotel “Rosa Alpina”, San Cassiano Lisa Egger, Südtirol 1, Bolzano Fabian Plaickner, Bernard Bau Srl, Montagna

Michael Wild, Servizio forestale provinciale, Bolzano

Thomas Schatzer, DUKA, Bressanone

join

n us o

Per partecipare consulta il sito www.chance.bz.it

Sono partite le candidature all’iniziativa „Chance 2.0“.

partecipante attraverso tre fasi: la candidatura, il test e il colloquio. “Il nostro obiettivo – spiegano i responsabili del progetto – è quello di preparare i giovani al futuro ingresso nel mondo del lavoro. I buoni lavori, infatti, vanno a chi è più preparato, e questo è anche il criterio secondo il quale assegneremo gli stage”. In tutti i cinque settori economici – commercio e servizi, turismo e alberghiero, artigianato, industria e agricoltura – sono state coinvolte nel progetto alcune delle aziende di vertice.

Candidature già aperte

La fase di candidatura avviene esclusivamente online; dal 17 novembre 2011 al 21 gennaio 2012 i giovani interessati possono concorrere ad uno o al massimo due (ma nello stesso settore economico) praticantati sul sito www.chance.bz.it (v. testo a margine). I quattro migliori concorrenti ad ogni stage (massimo 200) saranno ammessi alla fase del test. Qui viene richiesto di superare una prova a scelta multipla di specifico argomento professionale e una prova pratica. Si terrà inoltre un mini workshop sul tema “Il colloquio di presentazione”. I migliori due candidati per stage passeranno quindi alla terza fase. In un colloquio di dieci minuti si giocheranno l’ultima possibilità di convincere la giuria del proprio potenziale e delle proprie capacità. In questa fase saranno anche rappresentate le aziende che hanno messo a disposizione i praticantati. >

42

L’Artigiano dicembre 2011


G

Giovani Artigiani

Le organizzazioni giovanili dell’economia altoatesina hanno presentato in una conferenza stampa la loro iniziativa congiunta „Chance 2.0“: (da sin.) il presidente della Camera di commercio Michl Ebner, Christian Giuliani (giovani hds), Ronnie Mittermair (giovani artigiani), Christine Tschurtschenthaler (SBJ), Marius Eccel (giovani imprenditori), Anton Dalvai (HGJ), l’assessore Hans Berger e Christoph Oberrauch, presidente del Wirtschaftsring (SWR).

Il ponte che porta al mondo del lavoro

Partner dell’iniziativa sono la Camera di commercio di Bolzano, la Giunta provinciale, la Fondazione Cassa di risparmio nonché i partner del mondo dei media Athesia, Südtirol Journal

e NBC. Alla presentazione dell’iniziativa, il presidente della Camera di commercio Michl Ebner ha sottolineato quanto siano importanti i praticantati per i giovani: „una cosa è lo studio teorico, un’altra metterlo in pratica. Entrambe però sono indi-

spensabili a prepararsi alla vita lavorativa.“ L’iniziativa delle associazioni giovanili è dunque più che benvenuta, conclude Ebner. Elogi anche dal presidente del Wirtschaftsring (SWR), Christoph Oberrauch, e dall’assessore Hans Berger.

Rinnovata la partnership I giovani artigiani e la Cassa di Risparmio di Bolzano hanno rinnovato la loro partnership.

I

l presidente dell’istituto di credito bolzanino, Norbert Plattner, il responsabile della sezione giovani, Ronnie Mittermair, e il presidente dell’APA, Gert Lanz, hanno recentemente siglato il contratto per il 2012, che prevede il concreto sostegno della banca alle iniziative messe in atto dai giovani artigiani dell’Associazione. In occasione del convegno della Cassa di Risparmio, nel corso del prossimo anno, avrà luogo una manifestazione informativa congiunta su temi di natura finanziaria ed economica. “Siamo lieti di poter contare su un importante partner come la Cassa di Risparmio, che promuove l’imprenditoria

Ecco le dieci aziende artigiane che offrono prestigiosi posti di praticantato: (mb) Autokaufhaus Ehrhardt a Thüringen, Impresa edile Bernard Bau GmbH a Montagna, Studio grafico Effekt GmbH a Egna, Impianti elettrotecnici e fotovoltaici Elpo GmbH a Brunico, Ditta Fiberplast OHG specializzata in filtri per piscine, Azienda pittori Gebr. Dantone OHG a S. Lorenzo, Associazione Provinciale dell’Artigianato (APA) a Bolzano, reparto comunicazione e marketing, Carpenteria Ligno System a Ortisei, Impresa movimento terra Maier Anton GmbH in Val Passiria, Ditta Provex Industries GmbH specializzata in cabine per doccia a Brunico.

Il presidente dell’APA Gert Lanz, il presidente della Cassa di Risparmio Norbert Plattner e il responsabile della sezione giovani Ronnier Mittermair (da sinistra) alla sigla del contratto che sancisce la nuova partnership.

giovanile in Alto Adige e rappresenta, al tempo stesso, un interlocutore qualificato per il mondo delle aziende”, ha sottolineato Mittermair. Dalla sua fondazione nel 1995, la sezione giovani dell’APA raggruppa gli imprenditori artigiani fino a 35 d’età, organiz-

zando visite aziendali in Italia e all’estero, approfondendo importanti argomenti, come formazione e apprendistato, e promuovendo lo sviluppo delle giovani leve attraverso iniziative provinciali, quali “Carriera nell’artigianato” e “Chance 2.0”. te L’Artigiano dicembre 2011

43


A

Artigiani anziani

Gita al Bergisel Il gruppo anziani dei circondari Bolzano Città e Periferia ha intrapreso un viaggio culturale: meta il museo “Tirol Panorama” sul Bergisel presso Innsbruck.

Gita autunnale degli anziani della Val Pusteria

(te) Tutti gli anni gli anziani della Val Pusteria si incontrano per un’escursione. Questa volta sono andati al Lago di Caldaro per un pranzo insieme. Dopo mangiato si sono trasferiti alla cantina Erste & Neue per una degustazione. Sulla via del ritorno hanno fatto tappa a Chiusa dove li aspettava la tradizionale merenda. Un paio d’ore di buona compagnia hanno concluso la bella giornata.

Il gruppo anziani in visita al museo „Tirol Panorama“ sul Bergisel.

A

ssistiti da un tempo splendido, 32 anziani e relative mogli hanno preso la via del Brennero per andare a Innsbruck. La meta era il museo “Tirol Panorama”, e in particolare la sua opera principale: il dipinto di quasi 1000 m2 che riproduce la terza battaglia del Bergisel avvenuta il 13 agosto 1809. Questo gigantesco dipinto ha una storia piuttosto movimentata. Nacque per iniziativa di un gruppo di cittadini di

Sempre al tuo fianco.

DIVENTA SOCIO 2012

44

L’Artigiano dicembre 2011

Innsbruck che riuscirono ad aggiudicarsi, dopo lunghi tentennamenti, l’artista Michael Zeno Diemer di Monaco di Baviera. Diemer studiò la storia del 1809 e per le domande tecniche sulla battaglia si rivolse al colonnello Gedeon. Viaggiò in giro per il Tirolo in bicicletta studiando il paesaggio, la gente e i costumi. Per eseguire il dipinto ingaggiò un intero gruppo di abili artisti. Della mano di Diemer stesso sono i portabandiera e il gruppo di Andreas Hofer fino a padre Haspinger. La squadra ci mise tre mesi e mezzo a ultimare l’opera. Tra il 1918 e il 1924 l’enorme dipinto cambiò proprietario varie volte, fino a quando l’albergatore di Innsbruck Josef Hackl lo riportò nella sua città. Durante la seconda guerra mondiale l’opera rimase nella rotonda accanto al ponte “Kettenbrücke”. Alla fine degli Anni’70 fu rilevato dalla Cassa Rurale,

nel 2008 dalla Regione del Tirolo. Finalmente, nell’autunno 2010, la celebre tela ha compiuto il suo ultimo viaggio per trovare posto definitivo nel museo “Tirol Panorama” che ora è aperto al pubblico. Gli anziani hanno visitato anche la mostra “Credenza, superstizione e patto con Dio”. Un ringraziamento particolare va all’ottima guida che per tre ore ha spiegato in dettaglio tutta la storia. Dopo pranzo il pullman li ha portati fino al centro storico di Innsbruck, dove hanno avuto il pomeriggio a libera disposizione. Soddisfatto delle molte impressioni, il gruppo è ripartito alle 17 per Bolzano. Si ringrazia la ditta di pullman Silbernagel per la piacevole trasferta. A nome del gruppo anziani circondari Bolzano Città e Periferia Organizzazione di Sebastian Pichler e Anton Rier


D

Donne dell’APA

Una bella gita in Val Gardena In questo radioso autunno le donne APA della Val Venosta hanno organizzato una gita in Val Gardena. In programma la visita della galleria UNIKA a Roncadizza.

D

opo aver ammirato i capolavori degli artigiani gardenesi, le molte partecipanti si sono concesse un succulento pranzo nell’Hotel Nives a Selva. Il pomeriggio le ha portate a Ortisei, accompagnate dalla collega Claudia Lardschneider-Mahlknecht. Qui il gruppo ha avuto modo di visitare la casa natia del pittore Josef Moroder Lusenberger. Il suo pronipote Harald Schmalzl e la moglie Margherita hanno raccontato storie molto interessanti sulle condizioni di vita dell’epoca. Il viaggio è continuato

passando per Ortisei, con il suo museo e la chiesa. Dopo un’intesa giornata all’insegna della cultura, le signore sulla via del ritorno hanno fatto sosta alla cantina GSTIRNERKELLER di Castelbel-

lo, con un eccellente piatto di pasta e un irresistibile accompagnamento musicale. Anche questa volta le donne artigiane hanno fatto centro con una gita pienamente riuscita. mb

Donne APA / Pusteria

Un’interessante serata informativa Il gruppo delle donne APA organizza nei circondari incontri informativi riguardanti le forme societarie con relativi diritti e doveri. Ai primi di novembre l’incontro è stato a Brunico.

I

n questa serata, che avevamo annunciato nella precedente edizione, si è parlato di varie forme societarie, diritti e doveri dei soci e delle aziende famigliari. Le due presidentesse circondariali, Rosa Schäfer (Alta Pusteria) e Roswitha Zingerle (Bassa Pusteria) hanno invitato a Brunico la relatrice Ulrike Oberhammer, avvocatessa e presidente della consulta provinciale per le pari opportunità. Oltre 25 presenti, fra cui anche il presidente circondariale APA Josef Schwärzer, hanno seguito con interesse

le sue spiegazioni e consigli derivanti da casi pratici di sua conoscenza. Rosa Schäfer e Roswitha Zingerle hanno pregato i presidenti circondariali della

Val Pusteria di incoraggiare le donne artigiane dei loro comuni a seguire corsi di aggiornamento ed anche a sfruttare la rete delle donne APA per sé e per la propria azienda. mb

Women Up: Viaggio di studio

(mb) All’interno del programma Women Up, il master per donne dirigenti nell’artigianato, a fine novembre c’è stato un viaggio di due giorni a Trento. Qui le partecipanti sono andate a visitare Marta Sala, azienda di moda per la sposa a Mezzocorona, e lo studio grafico Tecnolito Grafica a Gardolo. Il gruppo si è incontrato con le colleghe trentine per parlare del ruolo della donna nell’azienda artigiana. La presidentessa regionale del gruppo, Rosa Zelger Thaler, ha guidato la delegazione altoatesina nelle sale del consiglio regionale Trentino-Alto Adige. Sulla via del ritorno le signore hanno visitato anche un’interessante azienda di ristorazione, Erica Vinante.

L’Artigiano dicembre 2011

45


Appuntamenti

Infos. Fiere. Scadenzario. Manifestazioni. Annunci. Fiere

3–11 dicembre

Artigiano in Fiera

26–29 gennaio 2012

Klimahouse 2012

Fiera internazionale dell’edilizia e dell’efficienza energetica Fiera di Bolzano, www.klimahouse.it

Salone internazionale dei prodotti artigianali Fiera di Milano, www.artigianoinfiera.it

16–18 e 24–25 marzo 2012

29–31 marzo 2012

Salone dedicato al mondo dell’arredamento

Fiera dedicata all’efficienza energetica e all’edilizia sostenibile Bari, www.messebozen.it/klimahousepuglia

Arredo 2012

Klimahouse Puglia

14–17 aprile 2012

Tipworld

Fiera in Val Pusteria. Per le aziende interessate l’APA organizza uno stand collettivo con una doppia offerta di pacchetti espositivi. Per informazioni chiamate il tel. 0471 323340, ramona. pranter@lvh.it

Manifestazioni

30 novembre–4 dicembre

Heim+Handwerk

È diventata nota come la miglior fiera tedesca rivolta ai consumatori. Si concentra su edilizia e arredamento. La fiera è accompagnata da un programma che illustra possibilità e tendenze del futuro. Nuova fiera di Monaco, www.heim-handwerk.de

10 dicembre

Grande concerto di Natale 2012

Il circondario APA di Bolzano organizza di nuovo un grande concerto di Natale nella Casa dell’Artigianato. Suona il quintetto “Ottoni matildici” di Reggio Emilia. Inizio alle ore 20.30, in seguito rinfresco natalizio

Appuntamenti importanti per la vita associativa 11 febbraio

Festa degli sport invernali APA

Evento provinciale degli sport invernali per tutti gli artigiani; quest’anno si svolge a S. Pancrazio, Ultimo

16–22 gennaio 2012

IMM Cologne 2012

Fiera internazionale dell’arredamento Fiera di Colonia, www.imm-cologne.de

31 gennaio–3 febbraio 2012

DACH+HOLZ International

Salone delle costruzioni di legno, tetti e pareti; raccomandata a conciatetti e carpentieri Fiera di Stoccarda, www.dach-holz.de

14 aprile

Assemblea dei delegati 15 luglio

Incontro degli anziani 14–20 marzo 2012

19 ottobre

Giorno dell’artigianato Locandina del vendo e compro

IHM – Fiera internazionale dell’artigianato di Monaco La più importante fiera dell’artigianato Nuova Fiera di Monaco, www.ihm.de

Cercasi

Carrozzeria di Bolzano cerca apprendista con esperienza di verniciatore, tel. 335 7508076

Fiere. Manifestazioni 46

L’Artigiano dicembre 2011


Borsa dell’apprendistato. Borsa dell’apprendistato. Cerco lavoro Edilizia • Lattoniere, Bolzano e dintorni 17 anni - Merano • Pittore, Alto Adige 27 anni - Rablá • Pittore, Bolzano e dintorni 20 anni - Appiano • Pittore, Val Venosta 21 anni - Castelbello • Pittore, Bolzano e dintorni 16 anni - San Genesio • Muratore, Val Venosta 17 anni - Corzes • Pittore, Bolzano e dintorni 19 anni - Caldaro • Carpentiere, Burgraviato 19 anni - Tirolo • Carpentiere, Val Venosta 16 anni - Oris • Carpentiere, Val Gardena 24 anni - Cassano delle Murge Legno • Falegname, Alto Adige 30 anni - Bidingen (Germania) • Falegname, Bolzano e dintorni 17 anni - Merano Abbigliamento • Sarti su misura, Burgraviato 19 anni - Merano • Sarti su misura, Alto Adige 21 anni - Racines Installazione • Elettromeccanico, Bolzano e dintorni 16 anni - Lana • Elettrotecnico, Bolzano e dintorni 19 anni - Egna • Elettrotecnico, Val Venosta 18 anni - Silandro • Elettrotecnico, Bolzano e dintorni 17 anni - Caldaro Metallo • Carrozziere, Burgraviato 17 anni - Lana • Carrozziere, Bolzano e dintorni 15 anni - Bolzano • Carrozziere, Bressanone e dintorni 16 anni - Varna • Carrozziere, Burgraviato 15 anni - Lana Alimentari • Macellaio, Bolzano e dintorni 15 anni - Caldaro • Pasticciere, Bolzano e dintorni 16 anni - Andriano • Pasticciere, Bolzano e dintorni 18 anni - Termeno • Pasticciere, Bolzano e dintorni 16 anni - Andriano

Impressum

Sezioni varie • Fioraia, Bressanone e dintorni 16 anni - Varna • Fioraio, Burgraviato 17 anni - Merano • Assistente d’ufficio Bolzano e dintorni 16 anni - Caldaro • Assistente d’ufficio, Carrozziere 16 anni - Cardano • Assistente d’ufficio Bressanone e dintorni 22 anni - Bressanone • Assistente d’ottico, Bolzano e dintorni 18 anni - Bolzano • Assistente d’ufficio, Val Venosta 16 anni - Ciardes

• Designer multimediali, Bolzano e dintorni, 17 anni - San Genesio • Assistente d’ufficio Bolzano e dintorni 16 anni - Laives • Assistente d’ufficio, Bolzano e dintorni 16 anni - Cardano • Assistente d’ufficio Bolzano e dintorni 16 anni - Appiano • Assistente d’ufficio, Bressanone e dintorni, 18 anni - Velturno • Assistente d’ufficio, Val Venosta 16 anni - Ciardes • Assistente d’ufficio, Val Venosta 21 anni - Castelbello Cura della persona • Parrucchiere, Bolzano e dintorni 17 anni - Bolzano • Parrucchiere, Bolzano e dintorni 15 anni - Prato all’Isarco • Parrucchiere Bressanone e dintorni 17 anni - Rio di pusteria • Estetista, Bassa atesina 18 anni - Cortaccia • Parrucchiere, Bressanone e dintorni 16 anni - Siusi • Estetista, Bolzano e dintorni 17 anni - Bolzano • Estetista, Bolzano e dintorni 17 anni - Bolzano

Cercasi apprendista Legno • Falegname, Naturno, Schweitzer Project AG, Tel. 0473 670888 • Falegname, Bolzano, Nordfenster Tel. 348 7498856 Edilizia • Pittore, Bolzano, continental Tel. 0471 201630 • Pavimentista, Castelrotto Böden & Co KG, Tel. 335 6158987 • Pavimentista, Lana, Hofer Markus & Co KG, Tel. 0473 561574 la mattina Installazione • Elettrotecnico, Ponte Gardena Rabanser Oswald, Tel. 0471 654497 • Elettrotecnico, Postal, Elektro Ratschiller Peter, Tel. 0473 290139 • Elettrotecnico, Appiano, Elektro A. Haller OHG, Tel. 0471 633044 • Elettrotecnico, Castelrotto Gebr. Krapf Ohg, Tel. 0471 711160 • Elettrotecnico, Caldaro, Elektro Kasal Herbert, Tel. 337 456116 • Elettrotecnico, Bressanone, Elektro Plaickner Gmbh, Tel. 0472 068311 • Installatori d’impianti termosanitari Nalles, Psenner Heizungsbau KG Tel. 0471 678818 • Installatori d’impianti termosanitari Nova Ponente, Wiedenhofer Heinrich & Co. KG, Tel. 0471 610114 Sezioni varie • Fioraio, Val Sarentino, Blumen Hochkofler, Tel. 0471 623185 Metallo • Tecnico autoriparatore, Bolzano continental, Tel. 0471 201630 Cura della persona • Parrucchiere, Bolzano, Salon Sprei Tel. 0471 678818 • Parrucchiere, Terlano, Salon Judith Tel. 0471 257109

La maggiore rivista economica dell’Alto Adige. Tiratura: 11.000 copie per 40.000 lettori Editore ed amministrazione: APA-Formazione & service coop.a.r.l., Via di Mezzo ai Piani 7, 39100 Bolzano, Tel. 0471 323 200, Fax 0471 323 210, e-mail: info@apabz.it, www.apabz.it Abbonamento annuale: 45 euro (Italia) e 55 euro (estero) Redazione: Margareth Bernard, Tobias Egger, Claudia Vicentini, Marie Neumann Segreteria e pubblicità: APA, Comunicazioe & marketing, tel. 0471 323 347 Direttrice responsabile: Margareth M. Bernard Munter Reg. Tribunale di Bolzano, n. 24 del 11.01.1948 Grafica & layout: Fotolitho Lana Service Stampa: Athesiadruck S.r.l. Bolzano

Contatti Centralino Tel. 0471 32 32 00 Fax 0471 32 32 10 Segreteria centrale Tel. 0471 32 33 00 info@apabz.it Sezioni di mestiere Tel. 0471 323200 info@apabz.it Ufficio legale Tel. 0471 32 32 40 consulenzalegale@apabz.it Crediti Tel. 0471 32 32 76 crediti@apabz.it Coordinamento edilizio Tel. 0471 32 32 30 zoneproduttive@apabz.it Centro di formazione Tel. 0471 32 33 70 formazione@apabz.it Inapa Tel. 0471 32 32 63 inapa@apabz.it Innovazione Tel. 0471 323225 innovazione@apabz.it Comunicazione & marketing Tel. 0471 32 33 40 stampa@apabz.it Sindacati e contratti Tel. 0471 323253 info@apabz.it

Uffici circondariali Bolzano cittá Via di Mezzo ai Piani 7 Tel. 0471 32 34 60, Fax 0471 32 34 70 bolzano@apabz.it

Bressanone Via Konrad Lechner 7 - Varna Tel. 0472 80 25 00, Fax 0472 80 25 02 bressanone@apabz.it

Bolzano periferia Via di Mezzo ai Piani 7 Tel. 0471 32 34 60, Fax 0471 32 34 70 bolzano@apabz.it

Vipiteno c/o Cassa Raiffeisen Wipptal Città Nuova 9 Tel. 0472 767739, Fax 0472 767759 vipiteno@apabz.it

Egna Largo Municipio 27 Tel. 0471 81 25 21, Fax 0471 81 22 44 egna@apabz.it Merano Via Kuperion 30 Tel. 0473 23 61 62, Fax 0473 21 03 34 merano@apabz.it Silandro Via Cappuccini 28 Tel. 0473 73 06 57, Fax 0473 62 16 30 Silandro@apabz.it

Brunico Via Brunico 14/A - San Lorenzo Tel. 0474 47 48 23, Fax 0474 47 41 55 brunico@apabz.it Pedraces Cassa Rurale, Centro 18 Tel. 0471 83 95 48, Fax 0471 83 95 64 pedraces@apabz.it Ortisei Via Sneton 9 Tel. 0471 79 75 52, Fax 0471 79 78 57 gardena@apabz.it

L’Artigiano dicembre 2011

47

Appuntamenti

rcano i che ce n a v io g to. olti i Sono m di apprendista avete un a to d s o n p ie z n ro u vostra a al nume Se nella ero telefonate erite l’offerta s b posto li 3344 oppure in 2 3 1 t 7 .i 4 h 0 www.lv ro“)! nel sito „Borsa di lavo a (rubric


Confartigianato

informa Governo Monti

“Governo di alto profilo. Liberare le energie delle Pmi” Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini, nel sottolineare l’alto profilo e le elevate competenze delle personalità che compongono l’Esecutivo, confida “nella volontà del Governo di realizzare in tempi rapidi, con coraggio e con impegno pragmatico, un programma finalizzato al rilancio della competitività del sistema imprenditoriale e a liberare energie e potenzialità dell’artigianato e delle piccole imprese”.

Small business Act

“Siamo fiduciosi – sottolinea Guerrini - nella sensibilità europea del Presidente Monti affinchè possa tradurre in realtà la linea guida dello Small Business Act, ’Think small first’ (Pensare innanzitutto al piccolo). Un principio fondamentale da attuare in Italia, dove oltre 4 milioni di micro, piccole e medie imprese rappresentano il 95% delle aziende e ciò che va bene per le piccole imprese va bene per il Paese”. “Da parte nostra – sottolinea il Presidente Guerrini – ri-

“Riforme strutturali per un Paese a misura di giovani e di imprese”

I giovani imprenditori in Confartigianato badiamo la piena volontà di collaborare con il Governo e auspichiamo un proficuo confronto con i Ministri che lo compongono”. In particolare, Confartigianato saluta con soddisfazione la nomina di Corrado Passe-

ra a Ministro dello Sviluppo Economico. “Siamo certi che la sua competenza e la sua sensibilità sulle aspettative di sviluppo delle piccole imprese potranno contribuire a restituire fiducia e slancio all’iniziativa economica e a porre le Pmi al centro delle strategie di sviluppo del Paese”.

La parola ai giovani

“Costruire il futuro è un’impresa possibile. Servono vere riforme strutturali che ringiovaniscano il Paese conferendogli un assetto a misura dei

giovani e delle imprese”. Questa, in sintesi, è la richiesta di Marco Colombo, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confartigianato al Presidente del Consiglio incaricato Prof. Mario Monti. “L’Italia - conclude il Presidente Marco Colombo - ha bisogno di futuro e di speranza. Il nostro impegno di ogni giorno, come imprenditori e come giovani, è quello di immaginare il futuro e tenere viva la speranza che il domani sarà sempre migliore dell’oggi: questa energia la vogliamo mettere al servizio del Paese.

USEB

Riflessioni USEB sulla politica economica

Presidente USEB e Vicepresidente dell’APA, Ivan Bozzi

Bilancio provinciale 2012

L’Unione Settori Economici della Provincia di Bolzano, nella figura del proprio presidente Ivan Bozzi, prende posizione sulle ultime decisioni elaborate dalla Giunta in ambito di bilancio provin-

48

L’Artigiano dicembre 2011

ciale 2012. “Dispiace – esordisce Bozzi - che si sia persa un’occasione per garantire un segnale forte e trasversale in favore di tutte le imprese e di fiducia verso l’intero comparto economico. Ciò sarebbe stato indubbiamente possibile abbassando l’aliquota Irap al 2,5% in modo generalizzato, mentre la scelta di affidarsi ad alcuni criteri predefiniti con l’obiettivo di individuare le aziende virtuose rischia di portare a sgravi effettivi solo nei confronti di pochi.” Nonostante gli spazi per ulteriori modifiche non siano più così ampi, il presidente dell’USEB prosegue chiarendo i propri auspici: “La speranza che la parte politica possa ravvedersi su questo tema non è anco-

ra definitivamente tramontata, così come quella che possano essere inseriti ulteriori criteri per allargare il numero delle imprese virtuose.” “In fondo – conclude Bozzi -, risulta difficile per chiunque non ammettere che solo attraverso un rilancio dell’economia si possono raggiungere traguardi fondamentali per tutti, come ad esempio il mantenimento del proprio posto di lavoro o la garanzia di un minimo di liquidità per le stesse imprese.”

Convegno USEB: Lingue e formazione – Il futuro per i nostri giovani

L’importanza di garantire ai giovani un futuro attraver-

so la conoscenza e l’utilizzo delle lingue. La volontà di raggiungere un livello formativo capace di preparare adeguatamente gli stessi per un approdo meno complesso nel difficile mondo del lavoro. Erano questi i punti chiave ed i principali argomenti di discussione nel corso del convegno “Lingue e formazione: il futuro per i nostri giovani” che ha visto la presenza dei Sovrintendenti scolastici provinciali di lingua italiana, tedesca e ladina: Nicoletta Minnei, Peter Höllrigl e Roland Verra. A moderare l’incontro vi era un personaggio illustre come il direttore del quotidiano Alto Adige Alberto Faustini.


ro 1 Il nume do al mon

Offerta aggiornamento dell’APA. Dicembre I corsi si svolgono presso la Casa ell’Artigianato, Via di Mezzo ai Piani 7, Bolzano

Sicurezza sul lavoro La sicurezza per titolari di aziende artigiane

ore 8.30–18, 2./3. dicembre

Ruolo della sicurezza – Il quadro istituzionale di riferimento – Il quadro giuridico di riferimento in materia di sicurezza – Il rischio di incendio e la pianificazione della sicurezza – La preven-zione degli infortuni – L’impiantistica in azienda – Igiene del lavoro, antirumore ed altre tipi-che fonti di rischio – La protezione personale. Ai sensi dell’art. 34 D.Lgs. 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

Corso di aggiornamento pronto soccorso – 4 ore ore 14–18, 15 dicembre

La formazione degli addetti al pronto soccorso designati da imprese, che lavorano anche al di fuori della Provincia Autonoma di Bolzano, va ripetuta con cadenza triennale. Ai sensi del decreto ministeriale 388/2003 andrà rifatta la parte attinente alla capacità di intervento prati-co. Per le aziende o unità produttive di gruppo B e di gruppo C (con indice infortunistico di inabilità permanente inferiore a quattro indipendentemente del numero di lavoratori dipen-denti, ovvero superiore a cinque fino a cinque lavoratori) è obbligatorio partecipare a un cor-so di durata di quattro ore. Il corso base di pronto soccorso è obbligatorio per l’ammissione al corso avanzato. Per il rilascio del diploma è necessaria l’intera frequenza al corso e il supe-ramento della prova d’esame finale.

Corso avanzato CasaClima per artigiani e piccole imprese „Impianti per l’edilizia ad alta efficienza energetica“ ore 8.30–18

Nozioni techniche di impianti di riscaldamento (produzione termica) -impianti di riscaldamento (distribuzione e emissione) e impianti idraulici e domotica - ventilazione meccanica con-trollata - imianti elettrici e posa Il corso base è obbligatorio per l’ammissione al corso avanzato. I frequentatori dei corsi a-vanzati riceveranno il diploma e la targhetta „Artigiano CasaClima“ e saranno pubblicati nel-l’elenco „Artigiani CasaClima“ in internet per il quale è obbligatoria la presenza dell’ 100% delle ore complessive. La quota di 100 Euro che deve essere versata all’Agenzia CasaClima della Provincia Autonoma di Bolzano è già inclusa nella quota di partecipazione.

Sezioni di mestiere elettricista, tecnico della comunicazione, bruciatorista, frigorista, installatore di impianti termo-sanitari 12/13/14 dicembre

La sicurezza per dipend enti di aziende artigiane

TETTO+LEGNO International Salone internazionale della lavorazione e delle costruzioni in legno, tetto e pareti

31.1. – 3.2.2012 Novità!

Martedi – venerdi dalle 9 alle 18 Centro Fieristico di Stoccarda www.dach-holz.de

Anche online!

Acquisto biglietti e riscatto voucher! www.dach-holz.de/tickets

ore 8.30–18, 20 dicembre

Ruolo della sicurezza – il quadro istituzionale di riferimento – il quadro giuridico di riferimento in materia di sicurezza – segnaletica – DPI – il rischio di incendio, pianificazione della sicu-rezza e piano di emergenza – la prevenzione degli infortuni – l’impiantistica in azienda – i-giene del lavoro, antirumore, vibrazioni meccanica, sostanze pericolose, movimento pesi, impianti elettrici e altre tipiche fonti di rischio – la protezione personale. Ai sensi dell’art. 37 D.Lgs. 81/08 in vigore. Come previsto dalla legge, per il rilascio del diploma è necessaria la frequenza al corso.

L‘evento più importante del settore! Il principale appuntamento dell’industria internazionale delle coperture e dell’edilizia in legno vi aspetta nei padiglioni del Centro Fieristico di Stoccarda con un programma ricco di novità e informazioni. Con una proposta espositiva incentrata su tetti e pareti, edilizia e ristrutturazione in legno, materiali da costruzione in metallo, isolamenti e risanamento energetico, DACH+HOLZ International mette in vetrina una gamma completa di prodotti, processi e tecnologie. Vi aspettiamo!

Se lavori in proprio, possiamo fare business insieme.

Per maggiori informazioni:

Oggi chi lavora in proprio ha un aiuto in più. È Business Insieme, un’ampia offerta di servizi e prodotti personalizzati per sostenere liberi professionisti, commercianti, artigiani e piccoli imprenditori. Vieni in Filiale a parlare con uno dei nostri Gestori. Troverai la soluzione adatta alle tue esigenze.

Massimo Corona, artigiano. Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali consultare i Fogli Informativi disponibili in Filiale e sul sito internet della Banca.

www.smallbusiness.intesasanpaolo.com

Banca del gruppo

Monacofiere Srl Via Bernardo Rucellai 10 20126 Milano Tel. + 02 3653 7854 Fax + 02 3653 7859 info@monacofiere.com


Tendenze&novità Leute von Heute

Tecnomag GmbH – biografia della plastica La ditta Tecnomag continua ad espandere la sua posizione leader nel settore delle plastiche qualificandosi come specialista industriale di plastica e caucciù. L’anno prossimo la Tecnomag GmbH compie 60 anni di attività come partner tecnico di competenza per l’industria e per l’artigianato. Nel corso degli anni l’azienda si è andata specializzando nella costruzione e manutenzione di macchinari oltre che in semilavorati plastici. Oggi la sua esperienza e la sua tradizione è leader in tutta la provincia. Il titolare Alfred Mitterdorfer ha rivelato la sua passione per questo materiale tanto versatile sin dagli Anni’60, quando con suo

padre fu uno dei primi in Alto Adige a sfruttarlo per le applicazioni più svariate. Esercitazioni in Italia e all’estero, in molte industrie della plastica e della gomma hanno ampliato progressivamente il knowhow della Tecnomag GmbH, cosa di cui hanno beneficiato parecchie aziende altoatesine. Con l’andar del tempo l’azienda è diventata specialista in tutte le questioni che riguardano questo materiale. Un aspetto di cui si è sempre occupata è collaborare intensamente con le scuole professionali per trasmettere le sue conoscenze sulle plastiche alle future generazioni di tecnici e artigiani. In molti progetti con scuole, aziende, ed anche con artisti, la Tecnomag ha dato prova di

tecnomag� fornisce soluzioni di qualità nel settore della trasmissione di energia e del movimento, nonché rappresenta in Alto Adige uno dei principali esperti per materie plastiche e materiale per guarnizioni.

trasmissioni

semilavorati plastici guarnizioni

tecnomag� Srl | Via Macello 43 | I–39100 Bolzano | www.tecnomag.bz.it

50

L’Artigiano dicembre 2011

tutta la sua competenza in materia. La passione per le plastiche, ed anche il fatto di sentirsi „più vicino all’artigianato che al commercio“, ha spinto il titolare Alfred Mitterdorfer a seguire quest’anno un corso di cinque mesi, a tempo pieno, presso la scuola professionale Wasserburg in Baviera. Qui ha conseguito il titolo di maestro industriale di plastiche e caucciù. Oltre che sull’eccellente formazione professionale e tecnica, questo speciale master si

concentra sugli aspetti pedagogici, sui rapporti con il personale e con gli apprendisti. Con la recente qualifica l’azienda compie un ulteriore passo in termini di competenza sulle plastiche: per essere sempre in grado di offrire ai clienti la soluzione ideale.

PROGRESS membro del consorzio di qualità Syspro Poco tempo fa PROGRESS è entrato a far parte come quindicesimo membro del gruppo riconosciuto internazionalmente Syspro Betonbauteile e.V. Il gruppo Syspro è il consorzio di qualità che unisce i produttori leader di prefabbricati innovativi in calcestruzzo con sede nei paesi di lingua tedesca. L’attività centrale del gruppo Syspro è imperniata sullo sviluppo di un’edilizia economica e all’insegna dell’efficienza energetica. La filosofia della qualità è stata avviata e si è consolidata negli Anni’90 con l’istituzione del sigillo “Syspro-HiQ”. Basandosi sulla certificazione ISO EN 9001, obbligatoria per tutte le aziende consociate, le direttive HiQ definiscono standard ancor più elevati per i processi produttivi e per la qualità dei prodotti. L’atteggiamento adottato di principio da tutte le aziende è il regolare scambio di know-how e l’incessante aggiornamento

dei collaboratori. PROGRESS è leader di mercato in regione nella produzione di prefabbricati in calcestruzzo e nella realizzazione di opere in cemento armato. I continui investimenti in tecnologie d’avanguardia, come il recente impianto di trasporto pallets inaugurato a Bressanone nel 2011, e lo sviluppo di prodotti altamente innovativi (come la termoparete PROGRESS) hanno portato l’azienda a diventare uno dei produttori più importanti e rinomati in Italia per le componenti di calcestruzzo. PROGRESS AG Via Julius Durst 100 I-39042 Bressanone (BZ) Tel. +39 0472 823 111 info@progress.cc www.progress.cc


Un’alternativa: l’economia del bene comune

Tendenze&novità Leute von Heute

Terra Institute

VARIOPINTE CREAZIONI, DAL 1981. macht sichtbar

(mb) 16 imprenditori altoatesini ed altri coetanei vogliono impegnarsi per trovare un modello economico alternativo. Il progetto è stato presentato dalla rete internazione Terra Institute che ha sede a Bressanone. L’orientamento aziendale sistematico del Terra Institute consiste nella volontà di ricorrere ai potenziali dei lavoratori dipendenti e in un incremento sostenibile dei valori aziendali. Günther Reifer fa parte del direttivo dell’associazione che promuove un’economia per il bene comune in Alto Adige. Il Terra Institute si occupa per esempio di valorizzazione quale aiuto all’attività quotidiana, di cultura sociale e di sociocrazia. Il principio è che ogni singolo si assume una responsabilità collet-

tiva. Ecco qui alcune citazioni di imprenditori che lo seguono: “Il suo significato imprenditoriale ci stimola quotidianamente a raggiungere risultati di eccellenza. Non si tratta più di pensare a breve termine e guadagnare a breve termine bensì di rendere un servizio alla comunità a lungo termine. I collaboratori sono sganciati e danno un costante contributo con idee e proposte di miglioramento. Queste diventano il motore delle nostre innovazioni di prodotti e servizi. Così diventa un piacere lavorare in un’azienda partecipando con un contributo sensato. L’arte di vendere è stata reinventata – e all’improvviso tutto diventa molto più facile. La cooperazione la viviamo in tutte le direzioni: collaboratori, clienti, creditori, vicini etc. Ho la sensazione di investire il mio tempo nel lavoro in modo sensato – cosa che mi dà grande soddisfazione.” Informazioni su Terra Institute a Bressanone, Via Bastioni Maggiori 29, tel.: 0472 970484, e-mail: office@terra-institute.eu, www.terra-institute.eu.

1

2

3

4

Etichette 3-D

Targhe

Forme individuali

Bandiere

5

6

7

8

Insegne

Adesivi

Lucidi pubblicitari

Iscrizioni per veicoli

9

10

11

12

Stampe dirette

Bowfl ags

Insegne luminose LED

Articoli pubblicitari

13

14

15

16

Portaprospetti

Tessili stampati

Pellicole per vetri

Stampe digitali

17

18

19

20

Pulsanti

Abbigliamento da lavoro

Stampe speciali per musei/mostre

21

22

23

24

Decorazioni di vetro

Stampe giganti

Stand fieristici

Sistemi di guida

25

26

27

28

Montaggi

Grafiche

Cartelloni per cantieri

Tessuti stampati

29

30

Cartelli luminosi

Pellicole antisolari

Displays

Bressanone Tel. 0472 835 435 www.serima.it

L’Artigiano dicembre 2011

51


������������������������������������������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������������������������������ ����������������������� ������������� ������������������������������������������������������������ ���������������������������������������������������������������������

����������������� ����������������� ��������������������������� ������������������������������������ ����������������������������������

����������������������������������������������

��������������������� �������������������������� �������������������� ����������������������� ��������������������� ��������������

�����������������������������������������������


L'Artigiano dicembre 2011