Page 1

Sport p.21

Salute p.27

MAGGIO 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 65

Cultura p.19

Gusto p.32

del Piovese

3 4 8 10 10 11 15 22

LEGNARO

I carabinieri: denunciate gli stolker ELEZIONI

Parrocchia e politica: nessuna commistione

on-line:  In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la crisi aveva rallentato e azzerato molte delle nostre imprese. Eppure gli ultimi dati paiono raccontare proprio questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve servizi alle pagg 6-7 ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

Elezioni, a Piove nuova sfida GianellaRecaldin e Tardivello terzo incomodo Naufraga la candidatura di Carobbi del M5S .Tre i candidati in corsa anche a Codevigo, con il sindaco e la sua squadra che si ritirano all’ultimo minuto

SOCIALE

Craup e Galvan, continua il dialogo MADONNA DELLE GRAZIE

Padre Cristiano guiderà la parrocchia AMICI DEL GRADENIGO

Presentate due pregiate tele inedite IL CASO A BRUGINE

La consigliera disabile accusa il sindaco ARZERGRANDE

Una taglia sulla testa di chi abbandona i rifiuti POLITICA

Sicurezza sul lavoro, è emergenza

In crescita economia e incidenti sul lavoro

SERRAMENTI

VOLTAN GABRIELE

• Legno • PVC • Scuri • Legno/Alluminio • Finestre • Zanzariere • Portoni d’ingresso in legno o blindati • Porte interne • Rei 60/120 • Basculanti • Realizzazione dalla Materia Prima al Prodotto Finito a seconda delle richieste del Cliente

MASERÀ DI PADOVA (Pd) Via Casalserugo, 12 · Tel. e Fax 049 8860692 serramentivoltan@libero.it

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

L

’ultimo incidente sul lavoro, accaduto alle Acciaierie venete di Padova, ha coinvolto quattro giovani operai, ustionati dal calore dell’acciaio fuso. L’accaduto ha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul segue a pag 3 lavoro.

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

facebook.com/lapiazzaweb

Clicca mi piace!


Domenica

10

GIUGNO

VOTAILSINDACO PER SINDACODIDIPIOVE PIOVE DI DI SACCO

DAVIDE GIANELLA

Committente responsabile Luca Carnio


MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

NUOVI I 10 CAMBIAMENTI 1 Sicurezza: Installazione di ulteriori dieci telecamere, per arrivare ad un totale di 100, così da assicurare una copertura importante in tutti i luoghi strategici della città; assunzione di due nuovi agenti di polizia locale in modo da poter essere ancora più presenti nel territorio, investimenti in nuove tecnologie da mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine per rafforzare la sicurezza dei cittadini. 2 infraStrutture: Creazione nuovo parcheggio e costruzione di una nuova palestra al posto della ex scuola media Regina Margherita, asfaltatura del 100% del manto stradale nei prossimi 5 anni. Riqualificazione zona ex Foro Boario prevedendo un’area destinata ad alloggi per anziani autosufficienti, attrezzandola di spazi condivisi per la socialità e per attività ricreative. Sempre all’ex Foro Boario sorgerà la nuova caserma dei Carabinieri. 3 frazioni: corte: messa in sicurezza di via Sampieri attraverso potenziamento dell’illuminazione, segnalatore di velocità, istallazione velo box, realizzazione pista ciclabile che collega via Righe al centro della frazione. Piovega: completamento pista ciclabile che collega via Pilastri a Via Convento. arzerello: installazione di tribune nel campo di calcio e copertura della piastra sportiva per poter usufruire della struttura anche d’inverno. Realizzazione percorso dei Trosi. Coinvolgimento di ACEGASAPSAMGA-spa, attraverso un accordo di programma di interventi, che porti alla sistemazione di via Contarina.tognana: installazione di due telecamere per una maggiore sicurezza dei cittadini e posizionamento di un segnalatore di velocità in via Montagnon. 4 commercio: Creazione di un fondo di 100 mila euro per i commercianti che andranno a eseguire interventi di rinnovo dei locali. Creazione della “Piove di Card”, una tessera di sconti e risparmi, che metterà in relazione grandi aziende e negozi del centro storico, uffici pubblici e attività ricreative, sport e tempo libero al fine di creare un circolo virtuoso per favorire sia i consumi e sia il risparmio. Implementazione delle attività di

animazione del centro storico. Ristrutturazione completa della Pescheria.

5 Scuola/SPort: Ampliamento dell’offerta formativa attraverso il potenziamento del tempo pieno; efficientamento dell’illuminazione di tutti gli impianti sportivi con tecnologia a led. 6 taSSazione locale: RIduzione dell’IMU sulla seconda casa. 7 turiSmo e cultura: Promozione di un grande progetto turistico della Saccisica, caratterizzando la Saccisica come capitale del turismo di un giorno, valorizzando i siti di interesse Santuario Madonna delle Grazie, Santuario Cristo di Arzerello, Casone Via Ramei, Casone Rosso, Torre Carrarese, Centro Storico con i suoi 2.200 metri di portici. Saranno inoltre individuati, strutturati e valorizzati i percorsi ciclopedonali degli argini dei fiumi e dei “trosi”: Saccisica, tra terra e acqua. Incrementare il flusso turistico ed economico anche attraverso il potenziamento delle grandi manifestazioni culturali e di piazza. 8 SerVizi alle PerSone: Progetto “Occupiamo Piove” per favorire l’occupazione con l’obbiettivo di creare 150 nuovi posti di lavoro, attraverso l’attivazione di un fondo dedicato in sinergia con i principali attori economici e formativi. Potenziamento sportello “Donna Antiviolenza”. Nuovi interventi a sostegno della famiglia e nuove azioni a favore degli anziani in condizione di solitudine e disagio. 9 ambiente: Completamento di tutta la pubblica illuminazione con tecnologia a led, in modo da risparmiare e aumentare l’accensione nelle ore notturne. Riqualificazione Bosco di Pianura con inserimento di un percorso acrobatico, giostrine per bimbi e spazio per animali. 10 GioVani: Nuovi spazi dedicati ad aule studio. Creazione sportello “Formagiovani”, l’opportunità di qualificarsi in particolari skills tecnologici e/o informatici per rispondere alle esigenze delle aziende del territorio.


ABBIGLIAMENTO · CONFEZIONI · CALZATURE

Abiti da Cerimonia Via Roma, 29 · Arzergrande (Pd) · Tel. 049 5800114 Piazza Amendola, 6 · Campagna Lupia (Ve) · Tel. 041 461321


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

I Carabinieri: denunciate gli stolker I

Il comandante della stazione di Legnaro: “Anche le situazioni più difficili possono trovare soluzione”

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la crisi aveva rallentato e azzerato molte delle nostre imprese. Eppure gli ultimi dati paiono raccontare proprio questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

carabinieri a fianco delle vittime degli stolker. A corollario di alcuni episodi nel padovano che hanno visto delle donne subire condotte persecutorie da parte di persone che non si rassegnano alla fine di un rapporto, i militari dell’Arma pubblicamente hanno voluto fare sentire che ci sono. L’invito alle vittime è quello di non chiudersi in se stesse, ma a condividere e raccontare la situazione. “Nelle vicende che abbiamo affrontato - spiega il comandante della locale stazione Giovanni Soldano, che ha condotto una delle prime attività di difesa delle fasce deboli con il sequestro di materiale aereo usato per l’intromissione nella vita altrui - seppure connotate da momenti di esasperazione e di forte stress emotivo, si è dimostrato che anche le situazioni più POLITICA difficili, se affrontate con la giusta determinazione e con l’aiuto dell’Arma, possono trovare una soluzione. Mi rivolgo Sicurezza a tutte le vittime: saranno accolte nei nostri Comandi con sul lavoro, sensibilità e riservatezza. Non devono temere di raccontare è emergenza e denunciare i fatti perché esistono strumenti normativi e di supporto psicologico assolutamente in grado di fronteggiare e risolvere anche le più gravi situazioni e, quindi, ritornare alla serenità e riappropriarsi delle proprie abitudini di vita”. L’Arma a livello centrale possiede un’unità altamente spericorda ai soggetti interessati la propria cializzata che si dedica in via esclusiva ai reati di genere che Germana Urbani >direttore@givemotions.it < disponibilità ad ospitare per le prossime Elezioni messaggi è inserita all’interno del Raggruppamento Investigazioni Scientifiche ed è la Sezione Atti Persecutori del Reparto Ana- ’ultimo incidente sul lavoro, accaduto alle politici elettorali e Acciaieinserti pubblicitari allegati al giornale. lisi Criminologiche. La Sezione, oltre a svolgere direttamente rie venete di Padova, ha coinvolto quattro giovani (Indalottemperanza allaL’accaduto legge 28 del 22 Febbraio 2000). deleghe per l’Autorità Giudiziaria, è punto di riferimento per operai, ustionati calore dell’acciaio fuso. la formazione di operatori specializzati distribuiti sul territoha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento rio. sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la

Verso le Elezioni 2018 elezioni

In crescita economia e incidenti sul lavoro

L

PER INFORMAZIONI: tel. 049

Alessandro Cesarato sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno

del Piovese

ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul È un periodico formato da 15 edizioni localilavoro. mensilmente recapitato Direzione, Amministrazione e a pag 3 Redazione: segue a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Piove di Sacco, Legnaro, Sant’Angelo di Piove, Arzergrande, Brugine, Codevigo, Pontelongo e Polverara per un numero complessivo di 16.610 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

8704884 · info@givemotions.it

Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

facebook.com/lapiazzaweb

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione il 11 maggio 2018


4

Saccisica

www.lapiazzaweb.it

Amministrative L’Unità pastorale piovese

Parrocchia e politica, nessuna commistione Don Giorgio De Checchi, considerata la coincidenza del rinnovo degli organismi partecipativi delle parrocchie con le elezioni comunali, detta le regole

C

ome conciliare l’impegno in parrocchia con un’eventuale candidatura alle prossime amministrative che si terranno tra poco più di un mese a Piove di Sacco? La risposta arriva dal consiglio dell’Unità pastorale piovese che ha fatto sue e ribadito le indicazioni formulate dalla Curia padovana un anno fa in occasione della passata tornata elettorale. “La necessità di chiarire la situazione - ha spiegato don Giorgio De Checchi, moderato-

re dell’Unità pastorale di Piove - è arrivata da una situazione contingente che si è posta nelle scorse settimane. Il rinnovo degli organismi partecipativi delle nostre parrocchie ha coinvolto alcune persone che, contemporaneamente, si sono viste chiamate a partecipare alla formazione di liste elettorali. Con il consiglio pastorale abbiamo ritenuto doveroso dare delle istruzioni per evitare interpretazioni sbagliate e possibili situazioni di imbarazzo”. L’indicazione fondamen-

Don Giorgio De Checchi

tale è chiara: niente commistione di ruoli. Nel momento in cui una persona con responsabilità parrocchiali accetti di fare parte di liste comunali, è opportuno che si autosospenda dal servizio parrocchiale. “Questa scelta - spiega don Giorgio - facilità la persona nel sentirsi libera di rappresentare la propria legittima posizione politica senza sentirsi vincolata dal servizio nella comunità cristiana”. Dovesse poi essere eletta l’autosospensione si trasformerebbe in dimissioni.

Al contrario, è possibile e auspicabile il reinserimento in parrocchia. “Sia chiaro- continua il vicario foraneo - siamo contenti che ci siano ancora persone che abbiano voglia di impegnarsi in politica, che pongano le loro forze, il loro tempo e la loro disponibilità a servizio della cittadinanza”. L’auspicio, anzi, è che la campagna elettorale sia ricca di proposte e confronti. “A tutti i candidati - aggiunge il sacerdote in un pensiero anche questo condiviso con il consiglio pastorale -

auguriamo di spendere al meglio le loro energie in progetti e proposte pervasi dal rispetto e dalla stima di quanti parteciperanno a questo importante appuntamento”. Parrocchie e società civile non devono però essere mondi lontani. “L’approccio pastorale in questa circostanza - conclude don Giorgio - è di piena responsabilità e mira al bene comune senza sentire però il bisogno di piantare bandierine”. Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<

La grande Alleanza per le famiglie ora è realtà

E

’ stata formalizzata a Palazzo Jappelli l’Alleanza per le famiglie: una grande concertazione che vede coinvolti sette comuni (Piove di Sacco, Arzergrande, Codevigo, Legnaro, Polverara, Pontelongo e Sant’Angelo di Piove), quattro vicariati (Piove di Sacco, Arzergrande, Legnaro e Pontelongo) con le proprie scuole paritarie, sei istituti comprensivi, oltre a tutte le scuole superiori, l’Enaip e le cooperative Magnolia e Caresà. L’obiettivo? Fare rete sulle tematiche dell’educazione e del sostegno di genitori e ragazzi in età adolescenziale. Il lavoro, che ha trovato ora la sua ufficialità, è iniziato quasi due anni fa e con il tempo il numero degli attori coinvolti è cresciuto. Ci ha creduto anche la Regione che attraverso due bandi ha messo a disposizione 42 mila euro. “E’ un impegno - ha commentato don Giorgio De Checchi, vicario foraneo dell’Unità pastorale piovese - a prescindere, visto che siamo partiti dal nulla quasi due anni fa con risorse modeste. Si tratta di un patto di responsabilità necessario verso i giovani attraverso i quali la realtà ci interpella. Nessuno basta a se stesso. Il lavoro d’insieme è la risposta più intelligente e coerente”. A.C.


MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

o s n e s n Buo e v o i P r e p

Andrea Recaldin

arecaldin@yahoo.it

Mandatario elettorale Alessandro Recaldin

N I D L A C E R O C A D SIN


6

Speciale amministrative

www.lapiazzaweb.it

Elezioni a Piove di Sacco La partita si gioca tra Davide Gianella e Andrea Recaldin, terzo “incomodo” Chiara Patrizia Tardivello

Sindaco: la sfida si gioca tutta tra Centrosinistra e Centrodestra U

n’elezione già al primo turno. È questo che realisticamente si prospetta quando i 15.641 piovesi aventi diritto saranno chiamati alle urne. Con il flop del M5S locale che non è riuscito a presentare una propria lista perché all’ultimo non certificata dallo staff pentastellato, lo scenario che si presenta è quello di una sfida, probabilmente senza appello, tra Centrosinistra e Centrodestra. Da una parte Davide Gianella, il sindaco uscente, dall’altra ancora una volta Andrea Recaldin, voglioso di riscattare la delusione patita cinque anni fa. Terza incomoda sarà Chiara Patrizia Tardivello, alfiere di Rifondazione Comunista, che a questo punto rischia di diventare una spada di Damocle, a sinistra, per il sindaco uscente. Davide Gianella, 37 anni, avvocato, sposato e con una bambina, si ripresenta ai piovesi sostenuto da Piove Democratica, Piove Civica-Gianella Sindaco e Lista per Corte. Riparte dalle tante cose fatte e da dieci nuovi punti concreti da portare avanti nel segno della continuità e di un’apertura al civismo che metta la città al primo posto. Andrea Recaldin, 37 anni, capogruppo uscente in consiglio comunale per la Lega, ha appena terminato l’esperienza di capo di gabinetto a Cascina, dopo quella poco fortunata con Bitonci a Padova. È stato vicesindaco con Marcolin, amministrazione terminata anzitempo con il commissariamento. Oltre alla Lega, lo sostengono ufficialmente anche Forza Italia e Fratelli d’Italia. Chiara Patrizia Tardivello è quella che si può definire una vera e propria passionaria di sinistra. Cinque anni fa aveva raccol-

to, con la Federazione della Sinistra, il 2%. Questa volta ci riprova con il simbolo di Rifondazione Comunista, dopo essere stata candidata con Potere al Popolo per il Senato alle ultime consultazioni di marzo. Ex operaia di 63 anni, ha dedicato la sua vita al sindacato e alla difesa delle fasce più deboli. Convitata di pietra sarà invece Barbara Carobbi che all’ultimo ha visto naufragare la sua candidatura per il M5S. Delusione e amarezza da parte sua, anche perché la vicenda è tutt’altro che chiara e porterà con sé, all’interno del Movimento, non pochi strascichi. Queste le certezze. Si apre poi il fronte delle zone d’ombra. Esiste, senza giraci tanto intorno, un caso Forza Italia. I vertici provinciali hanno dato ufficialmente il loro appoggio, con tanto di lista e simbolo, a Recaldin. Una parte dei militanti cittadini però si è sentita scavalcata ed esautorata della propria rappresentanza ed ora è alla finestra. Si è aperta poi già la caccia all’elettorato M5S che alle ultime politiche ha sfiorato in città il 25%. La Carobbi ha chiaramente esplicitato che non darà alcuna indicazione di voto e che quindi gli attivisti saranno liberi di votare secondo coscienza. Davide Gianella ha parlato esplicitamente che la mancanza di una rappresentanza grillina penalizzerà la ricchezza del dibattito. Andrea Recaldin, dal canto suo, ha già spalancato le proprie porte. Patrizia Tardivello la vede come un’opportunità: recuperare qualche vecchio “compagno” perso per strada. Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<

I tre candidati a sindaco alle amministrative: Davide Gianella, Andrea Recaldin e Chiara Patrizia Tardivello

Naufraga la candidatura di Barbara Carobbi, M5S, non è arrivata l’autorizzazione all’utilizzo del simbolo

A

lla fine il Movimento 5 Stelle non ha presentato la lista. “Con sconcerto - ha detto l’ormai ex candidata Barbara Carobbi - comunico che lo staff del M5S che si occupa delle elezioni amministrative non solo non ci ha inviato la certificazione e la relativa autorizzazione all’utilizzo del simbolo, ma non ci ha neppure comunicato che la certificazione è stata negata e i motivi di tale decisione. Il meetup ha deciso, come sempre a maggioranza e dopo approfondito dibattito interno, di non presentarsi come lista civica nel caso non fosse arrivata in tempo la certificazione. Sappiamo che tale scelta potrà scontentare alcuni, ma il nostro meetup anche in questo caso, e come sempre in passato, si è attenuto ai principi di democrazia diretta propugnati dal Movimento fin dalla sua nascita e ben riassunti dal “ognuno vale uno”. Che ciò sia nel nostro DNA chi ci conosce lo sa bene, ed è confermato dal fatto che

siamo l’unico meetup della Saccisica ad aver presentato una petizione per l’introduzione della democrazia diretta nello statuto comunale. C’è sorpresa e delusione per com’è stata gestita la nostra richiesta di certificazione, per la mancata risposta ad alcuna delle nostre numerose e-mail che chiedevano consigli, aggiornamenti, indicazioni e spiegazioni. Questi sentimenti non nascono dalla mancata certificazione in se’, cosa che fa parte del normale confronto politico, ma da come questa è arrivata. Dialogo, condivisione, rispetto delle regole e trasparenza sono alcuni dei valori fondanti del Movimento e dispiace constatare che in questo caso qualcuno al suo interno li ha completamente disattesi. Chi come noi nei territori si espone, rischiando in proprio nel sostenere i valori civici di cui sopra, si sente abbandonato e tradito”. A.C.

Tagliati su misura per ogni cliente per la vostra >> Circuito Nord Est Pubblicità Padova Rovigo Venezia >> 15 Edizioni mensili 238.340 copie via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


www.lapiazzaweb.it

7

Speciale amministrative

Elezioni a Codevigo, una corsa a tre In extremis il sindaco uscente rinuncia alla candidatura e ritira dalla scena politica tutta la sua squadra. Il paese deve scommettere su un nuovo progetto amministrativo: Agatea, Vessio e Mantovan i tre candidati Valentina Agatea, Francesco Vessio e Claudio Mantovan, i tre candidati per le amministrative di Codevigo

E

nnesimo anno zero per il Comune che ancora una volta dovrà scommettere, giocoforza, su un nuovo progetto amministrativo. Da queste parti sono ormai quindici anni abbondanti che si naviga a vista: un’amministrazione sfiduciata, il commissariamento, e due sindaci che hanno rinunciato a ricandidarsi, chiudendo anche l’esperienza delle liste che li sostenevano. Il sindaco uscente Annunzio Belan (nel 2013 aveva vinto di soli 21 voti, ottenendo il 31,8% dei consensi) dopo avere tenuto tutti sulle spine per settimane con il suo silenzio, solo a un paio d’ore dal termine ultimo per la presentazione delle liste, con un freddo comunicato stampa, ha annunciato il suo ritiro, e così di tutta la sua squadra, dalla scena politica locale. Un impegno diventato troppo gravoso che li ha portati a trascurare famiglia e affetti: queste le motivazioni di fondo. A dovere convincere i 5.229 elettori

si troveranno quindi quelli che inizialmente erano gli sfidanti del primo cittadino uscente ma che, a questo punto, partiranno tutti alla pari. Valentina Agatea ha 40 anni e abita da anni a Conche. È sposata, è madre di tre figli ed è un’impiegata amministrativa. Da tempo è referente di associazioni per la difesa del consumatore,

la tutela delle fasce socialmente deboli e l’assistenza ai lavoratori. “Impegno civico”, la lista che la sostiene, raccoglie anime di centrosinistra e moderati. L’impegno è quello di rilanciare il territorio ma anche di non lasciare indietro nessuno. Francesco Vessio è un consigliere di minoranza uscente. Avvocato civilista di 47 anni, è

sposato e ha un figlio. Nel 2013, da neofita, arrivò terzo per una manciata di voti. Ora, con cinque anni di esperienza amministrativa in più, è pronto per il grande passo con la lista “La scelta”, naturale evoluzione del suo originario progetto politico. Con lui c’è ora anche un assessore uscente, il “ribelle” Olives Visentin. La lista, che ha radici centriste e libe-

rali, gode del sostegno della Lega. Decoro urbano, infrastrutture, rilancio del turismo le sue priorità. Claudio Mantovan è un attivista del M5S della prima ora. Quello di Codevigo è uno dei gruppi pentastellati più radicati della Saccisica che, dopo tanta gavetta sulla strada, si sente ora pronto a fare il salto di qualità ed entrare in municipio. Mantovan ha 68 anni ed è un ex commerciante ora in pensione. Sposato, ha due figlie. È già stato consigliere di minoranza tra il 1985 e il 1990. Il suo programma punterà sulla sicurezza, con più telecamere per prevenire reati e degrado, e sulla viabilità, con le pressioni sull’Anas per la messa in sicurezza della Romea. Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<

Brugine (Pd) · Cell. 340 7922344 · Tel. 049.5806628 · Fax 049 9734504 eurospurghi.quaggiomarco@gmail.com


8

Piove di Sacco

www.lapiazzaweb.it

Sociale Continua il dialogo per una fusione

Craup e casa di riposo “Galvan”, si pensa ad un futuro insieme Continua il dialogo tra il Craup e la casa di riposo “Galvan” di Pontelongo in previsione di un possibile progetto di fusione. I rispettivi consigli di amministrazione si sono incontrati poco tempo fa per un momento di approfondimento e di confronto reciproco. I presidenti Antonietta Ranzato e Paolo Lovato hanno avuto modo di sottolineare la positiva esperienza del servizio di direzione in comune che ha consentito di gestire sia l’ordinaria amministrazione in un momento di difficoltà per il Craup, sia di affrontare e predisporre tutte le possibili sinergie e collaborazioni tra i due enti, perseguendo così le finalità impartite dai rispettivi consigli comunali e recepiti da entrambe le Ipab. “Gli enti - spiegano i presidenti - hanno elaborato, nell’ottica del miglioramento dei servizi per gli ospiti e per il personale, forme di collaborazione, già avviate in questi mesi, in diversi ambiti come i servizi sociali, la gestione e formazione del personale, gli appalti, e lo studio di modelli organizzativi di qualità”. A fine mese entrambi i Cda delibereranno l’ipotesi di incarico a un consulente fiscale e tributario comune alle due Ipab su aspetti patrimoniali e fiscali per valutare, sotto questi profili, la fattibilità del percorso di fusione. Intanto le questioni sono anche altre. “La mancata attribuzione del contributo della quota sanitaria regionale per la non autosufficienza - aggiunge Antonietta Ranzato del Craup sta determinando situazioni di sofferenza per il bilancio con il conseguente rischio di aumento delle rette a carico dei cittadini, oltre che la perdita di concorren-

zialità. Auspichiamo che la tanto attesa riforma delle Ipab preveda una maggior equiparazione tra centri di servizi a gestione pubblica e privata. Si proceda poi celermente all’aggiornamento della Pro-

grammazione regionale delle impegnative di ricovero: la quota sanitaria regionale è ferma ancora al 2009, con conseguenti pesanti aggravi sia per le famiglie e sia per i Comuni costretti a integrare le rette per le famiglie in

difficoltà. In generale sempre di più le case di riposo, perdendo impegnative regionali di residenzialità, si trovano, con corrispondenti minori entrate, costrette a ricorrere a varie soluzioni per conte-

SERVIZI FUNEBRI E FIORERIA

SARTORI

Il nuovo volto e la nuova sede al civico 39 di via san Rocco PIOVE DI SACCO di fronte al parcheggio dell’obitorio. D.T. Nicolò Sartori

www.servizifunebrisartori.com Tel. 049 970 52 35 Fioreria ARZERGRANDE - via Roma 61

nere i costi di gestione, a scapito talvolta della qualità del servizio nei confronti degli ospiti e degli stessi lavoratori”. Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<

Nasce l’albo comunale del volontariato civico Nasce l’albo comunale del volontariato civico. In consiglio comunale è stato approvato, all’unanimità, un nuovo regolamento che normerà tutte quelle situazioni nelle quali un cittadino volesse mettere a disposizione un po’ del proprio tempo per attività a favore della collettività. Un’esigenza nata dopo episodi concreti, come quello di persone che si sono presentate in Comune rendendosi disponibili, per puro senso di responsabilità e animati da un forte senso civico, a ripulire i marciapiedi dalla neve oppure a raccogliere rifiuti abbandonati. Nell’ambito del regolamento sarà quindi istituito un apposito albo nel quale ci si potrà, senza alcun vincolo, iscrivere e nel quale i volontari saranno classificati per competenze e disponibilità. “Si tratta - ha commentato, anche con una certa ammirazione, il sindaco Davide Gianella in fase di votazione in consiglio - di gesti di volontariato che meritano un plauso e un ringraziamento da parte di tutti. Si tratta di un disciplinare che andrà a tutelare, per prima cosa i volontari, stessi e la loro incolumità”. Con delle regole chiare e inequivocabili anche gli uffici comunali competenti potranno, da parte loro, coordinare in maniera più efficace ed efficiente le varie attività. (a.c.)


10

Piove di Sacco

www.lapiazzaweb.it

Padre Cristiano guiderà la parrocchia della Madonna delle Grazie Prende il posto di don Francesco Callegari. “Il vescovo - dice - mi ha chiesto di rendere il Santuario di Piove di Sacco un punto di riferimento per tutta la Saccisica e di farne un luogo di ascolto alle fragilità umane”

A

sostituire don Franco Callegari, che si è ritirato dopo quindici anni a causa di problemi di salute, è stato designato dal vescovo di Padova Claudio Cipolla alla guida della parrocchia della Madonna delle Grazie padre Cristiano Cavedon, dei frati Servi di Maria, 72 anni nato a Marano Vicentino. L’abbiamo incontrato in canonica mentre preparava il pranzo anche per gli altri preti delle parrocchie piovesi. Subito si è instaurata empatia tra noi e il frate, ciò dovuto alla sua schiettezza e capacità di dialogo ma soprattutto alla sua esperienza spirituale e propensione verso la persona. Padre Cristiano viene da una famiglia che ha dato molto alla Chiesa. Due fratelli sono morti: Piergiorgio, capuccino ucciso dai soldati in Angola, padre Urbano deceduto in Sud Africa in un incidente stradale. E suor Maria

Daniela delle Piccole suore della Sacra Famiglia tutt’ora nel convento di Brenzane (lago di Garda). Ordinato prete nel 1972, padre Cristiano ha poi acquisito la qualifica di infermiere professionale svolgendo la professione in vari ospedali. Nell’86 è stato inviato dal Governo italiano in Etiopia ad assistere i profughi dalla guerra. “Lì - racconta - ho trovato una situazione tragica causata da miseria, fame, colera, tifo e la stessa guerra che falcidiava i poveretti coinvolti”. Rientrato in Italia sempre il Governo gli ha chiesto di lavorare presso il ministero degli Esteri all’interno della direzione generale per la cooperazione e sviluppo, settore sanità, che allora era diretta da Guido Bertolaso. “ Per due anni – spiega - ho lavorato per l’Africa formando ed inviando personale e controllando i

piani economici”. Nell’88 i suoi superiori gli hanno chiesto di rientrare nell’Ordine per fare il priore alla parrocchia di S.Carlo a Milano, dove ha lavorato per quattro anni a fianco di padrea Turoldo.

Padre Cristino Cavedon

Quindi è rientrato nella professione medica come infermiere nell’ospedale Gemelli di Roma e assistente spirituale di medici e infermieri. “E’ stata una bella esperienza – puntualizza padre Cristiano – anche perché ho avuto modo di lavorare a stretto contatto con Papa Woityla e di celebrare la Messa nella sua camera, quando era malato”. Nel ‘94 altro rientro nei ranghi dell’Ordine come priore nel Santuario di Monte Berico a Vicenza. “E lì – spiega padrea Cristiano – abbiamo messo le basi per una programmazione che comprendeva anche il Giubileo del 2000”. Padre Cristiano è andato a Oxford e poi a Londra sempre all’interno delle sue comunità, quindi ha frequentato il master in comunicazione alla Westminster University a Londra. E’ stato quindi priore nel Santuario delle Grazie a Udine dove

Nuovi serramenti alla scuola media “Jacopo da Corte”. Sono terminati a fine aprile le operazioni che hanno portato alla completa sostituzione di porte e finestre del plesso della scuola della frazione di Corte. Un investimento da 150 mila euro che l’amministrazione aveva messo a bilancio già alla fine dello scorso anno, anticipando, grazie alle virtuose economie legate alle metodologie sulle gare d’appalto legate alle gare, anche i 63 mila euro che arriveranno da un contributo regionale ad hoc. Sull’edificio, un paio di anni fa, erano stati eseguiti anche i lavori di adeguamento antisismico (a.c.).

Dopo trentotto anni di servizio è andato in pensione Leopoldo Masiero, vice comandante della Polizia Locale. A sostituirlo, nell’incarico, sarà l’agente Gianni Meneghin. L’amministrazione comunale, a riconoscenza del servizio svolto a favore della comunità, del garbo e della cortesia quali doti umane comprovate, ha riservato a Masiero un ringraziamento pubblico in due momenti istituzionale: durante la Giornata della Sicurezza e in consiglio comunale(a.c.).

Gianni Patella

Il ritratto del Canonico II e l’ovale raffigurante “San Martino e il Povero”

Nuovi serramenti alla scuola di Corte

Polizia Locale, il vicecomandante va in pensione

ha messo in piedi, tra le altre cose, uno studentato universitario con 120 posti a disposizione e un centro culturale che ospita ben 300 persone. Per una decina di anni è impegnato a Padova a rifondare il convento dei Frati Servi di Maria allontanati oltre 200 anni prima da Napoleone. “A questo punto – aggiunte padre Cristiano – il vescovo mi ha chiesto di prendere in mano il Santuario di Piove di Sacco per il quale sua eccellenza ha un grande progetto e cioè di renderlo un luogo di ascolto alle fragilità umane e dare risposte alla collettività per renderlo un punto di riferimento a tutta la Saccisica. Ho trovato una buona comunità molto affezionata al loro santuario e un mondo laico che riesce ad offrire una bella testimonianza di efficienza”.

Presentate due tele pregiate Nella chiesa di San Francesco, in via Ansedisio, gli “Amici del Gradenigo” hanno presentato due tele inedite.

Sono di proprietà della parrocchia del Duomo, restaurate grazie all’interessamento e ai fondi raccolti dall’associazione con l’aiuto di alcuni sponsor privati. “Si tratta - spiega il presidente Mario Miotto - del ritratto del Canonico II, così chiamato per distinguerlo da altri due simili, uno già restaurato poco tempo fa, che si rifà ai modi di Tiziano e,

infatti, secondo la restauratrice Sara Grinzato che l’ha lavorato per mesi assieme a Giorgia Busetto, risale ai primi decenni del ‘500. Non reca firme né dedicazioni ma è senza alcun dubbio di fine fattura. L’opera è in “prima tela”, cioè non ha mai subito restauri in precedenza. Spero che il quadro trovi presto, insieme all’altro gemello, una degna collocazione. Don Caterino Longo, piovese di nascita, ora cappellano dell’ospedale e sponsor del restauro, se lo ricorda appeso alle pareti dell’antica canonica quand’era ragazzino. Sarà senz’altro una sorpresa per molti”. La seconda opera presentata sarà un ovale raffigurante “San Martino e il Povero”, realizzata a tempera su seta e contornata da una bordura a filo metallico intrecciato. “Opera ottocentesca firmata, delicatissima da restaurare - aggiunge Miotto - proprio per il supporto serico che tende a spezzarsi col tempo. La Soprintendenza ne ha giustamente prescritto una sua speciale collocazione . Alessandro Cesarato


Brugine-S. Angelo

www.lapiazzaweb.it

11

La consigliera Baldin attacca il sindaco: “poco attento ai disabili” Accusa il primo cittadino di aver avuto “un comportamento ostativo” nei suoi confronti, non avendo mandato a lei le proposte di delibera in formato compatibile per il software di lettura per non vedenti

C

lima teso tra il sindaco Michele Giraldo e il consigliere di maggioranza Sabrina Baldin. L’ex vicesindaco (si è dimessa nel 2016 per ragioni personali) non era presente all’ultimo consiglio comunale di aprile ma ha messo a verbale - e quindi ha voluto venissero lette in aula - le ragioni della sua assenza. Baldin sostiene di non aver potuto leggere gli atti in votazione, quelle stesse proposte di delibera che, fino a marzo, le venivano inviate in formato word, e quindi traducibili dal suo screen reader, un software di cui si serve in quanto non vedente. La sua è una presa di posizione forte, che segue una serie di mail alla quale, dice, non ci sarebbe mai stata risposta. “Questo vostro comportamento ostativo nei confronti di un consigliere disabile - scrive Baldin, rivolgendosi alla sua stessa maggioranza, - è in primis lesivo del diritto di un consigliere di apprendere le informazioni necessarie per svolgere il proprio mandato oltreché irrispettoso della sua disabilità e della mia persona. Un minimo di sensibilità da chi governa è auspicabile e doverosa”. Immediata la replica del sindaco Giraldo: “Il software utilizzato per confezionare gli atti (quello previsto dalla normativa nazionale che esige la firma digitale) non prevede la possibilità di esportare i dati in formato diverso dal Pdf/A, che risulta essere un formato di lettura e conservazione certificato”. “Tutti gli atti - ha aggiunto - sono a disposizione dei consiglieri ben prima dei tre giorni necessari previsti dal regolamento comunale, per dare modo agli stessi, anche a chi ha difficoltà di consultazione dei documenti, di averne copia cartacea o di poterli esaminare all’interno degli uffici”. “Non voglio farne una questione politica ma di principio - ha detto Baldin - e comunque non è possibile che si intervenga sempre a seguito di una segnalazione, per esempio per l’adeguamento del sito internet del Comune, per il quale mi sono rivolta anche al

La consigliera di maggioranza Sabrina Baldin e il sindaco Michele Giraldo

garante dei diritti del cittadino”. “Inviamo ai consiglieri gli atti via mail, con pec o casella di posta tradizionale, su richiesta, anche se questo non è obbligatorio - ha sottolineato del sindaco - ma non si può fare della buona volontà un diritto acquisito. Quanto alla mancanza di sensibilità verso i disabili forse qualcuno dimentica che si stanno spendendo seimila euro per l’adeguamento del sito internet e oltre cinquantamila per l’estensione del percorso loges”. Martina Maniero

Cento anni per nonna Emma Tanti auguri a nonna Emma Ruzza che il 26 aprile scorso ha compiuto 100 anni. Il 28 a S. Angelo l’amministrazione del sindaco Mariano Salmaso, accompagnato dall’assessore al Sociale, Moreno Maniero, l’ha omaggiata con una targa in ricordo di questo invidiabile traguardo. Alla festa, che si è svolta a casa dell’aziana, presente anche don Angelo Scarabottolo

e tantissimi amici e parenti. Nonna Emma è la quarta di dieci fratelli, è nata a Fossò, nel veneziano, ed è mamma di due figli. Si è sposata a 24 anni e ha dedicato la sua vita alla famiglia e ai terreni di proprietà. Ancora oggi si dedica alla cura del giardino e dell’orto ai quali è molto affezionata. Nonna Emma è ancora una donna lucida, in salute e vanta una memoria invidiabile. “Sono arrivata fin qui grazie alla fede, al lavoro e alla mia determinazione” ha detto emozionata al microfono. Sarà questo il segreto della sua longevità? A nonna Emma gli auguri di tutta la famiglia e dell’intera comunità. Martina Maniero


12

Brugine - Codevigo - Arzegrande

www.lapiazzaweb.it

Multe più salate per chi non raccoglie le deiezioni dei cani A Brugine cambia il regolamento di polizia urbana: si dovranno sborsare fino a 150 euro, commutabili in ore di lavoro di pubblica utilità

M

ulte più salate per chi non raccoglie le deiezioni dei propri animali domestici, per strada o nei parchi cittadini. Si dovranno sborsare 50 euro se si viene beccati senza sacchetti igienici a seguito, 150 in caso di mancata raccolta degli escrementi. Entrambe le sanzioni potranno essere commutate in ore di lavoro di pubblica utilità. Sono le principali novità introdotte nel regolamento di polizia urbana votato all’unanimità all’ultimo consiglio comunale di aprile. L’esecutivo locale annuncia controlli più severi da parte della polizia municipale e l’avvio di una campagna di sensibilizzazione che invita i proprietari di animali a raccogliere le deiezioni dei cani all’insegna

dello slogan “Se la faccio, raccoglila!”. “Siamo consapevoli che questa non è una misura risolutiva del problema - ha detto il vicesindaco Jhonny Caron - ma è sicuramente uno strumento che ci permetterà di contrastare un fenomeno in aumento”. “Con una chiara finalità educativa - ha poi spiegato - abbiamo previsto la possibilità di commutare la multa in ore di lavoro a servizio della collettività. L’istanza dovrà partire dalla persona sanzionata e potrà essere valutata solo per le persone maggiorenni, questo per non creare problematiche a livello normativo”. “Siamo dell’idea - ha aggiunto il sindaco Michele Giraldo - che

Arzergrande, una targa per Meris Ferretto che va in pensione

La consegna della targa da parte del sindaco alla “storica” dipendente comunale

è giusto puntare sulla prevenzione e non solo sulla repressione, per questo, accanto a un inasprimento delle sanzioni, abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione nelle scuole, nelle quali verrà consegnato un giornalino che tratta tematiche ambientali mentre casa per casa verrà consegnato un volantino che informa delle novità intro-

dotte nel regolamento comunale”. Non solo. A partire da lunedì 28 maggio all’ecocentro di via dell’Industria si potranno anche ritirare gratuitamente anche i kit di sacchetti igienici. Maleducati e incivili, d’ora in avanti, non avranno più scuse per i loro comportamenti. Martina Maniero

I

n consiglio comunale l’amministrazione ha voluto omaggiare con una targa Meris Ferretto, storica dipendente del municipio andata da poco in pensione. In servizio ad Arzergrande dal gennaio del 1981, Meris Ferretto per oltre trentacinque anni ha seguito gli uffici della segreteria, diventando inevitabilmente un punto di riferimento per tutti (a.c.).

Sicurezza idraulica, il Consorzio incontra i Comuni

A

NUMERO VERDE

800 598 006

fine aprile, all’idrovora di Santa Margherita, si e tenuto un confronto tra il Consorzio di bonifica Bacchiglione e i sindaci dei Comuni di Codevigo, Arzergrande, Correzzola, Piove di Sacco, Pontelongo, Bovolenta, Brugine e Polverara. L’incontro è servito per fare il punto della situazione sulla prima parte di interventi fatti dal consorzio sulla messa in sicurezza del canale Altipiano. “Tanta è la soddisfazione - ha detto il presidente Paolo Ferraresso - per l’efficienza con cui sono stati svolti i lavori fino a questo momento. La riconoscenza da parte delle amministrazioni sottolinea il fatto che stiamo andando nella giusta direzione”. Per quanto riguarda le opere del Consorzio Bacchiglione rimangono da ultimare i lavori esterni al canale. Si procederà con la sistemazione dell’asfalto delle strade nei tratti danneggiati durante i lavori. La conclusione dei lavori è prevista per la fine di luglio. Sono già partiti inoltre gli interventi di bonifica bellica che permetteranno di continuare la sistemazione interna dell’alveo per un tratto di altri dieci chilometri, lavori che partiranno a ottobre 2018. “La realizzazione dell’impianto idrovoro sull’Altipiano - ha aggiunto Ferraresso - è un’opera fondamentale per risolvere in maniera definitiva le problematiche di sicurezza idrica della zona. Per questo motivo abbiamo chiesto il sostegno dei sindaci per chiedere al Provveditorato (ex Magistrato alle Acque di Venezia) di ultimare tempestivamente i lavori. Sottoscriveremo un documento che sarà siglato dai sindaci e presentato congiuntamente a Venezia”. Alla fine dell’incontro è stato lanciato ai sindaci un appello: l’emergenza rifiuti. Nell’ultimo periodo la quantità di rifiuti presente nei canali e nei fossi sta aumentando, per questo motivo serve un intervento efficace e tempestivo. A.C.


dal 15 al

GIUGNO 2018

23

DOMENICA 17 APERTO

CAsAlsERugO (Pd) via Roma, 39 - Tel. 049.8740299 ORARI 8.30 - 12.30 â&#x20AC;¢ 15.30 - 19.30

U PE N R SI O M G PA N TI I A CO C Q O UI M ST A O G G IO

Le foto dei capi sono inserite a titolo informativo.

OFFERTA SPECIALE DEL PRODUTTORE


casapubblicita.it

Immagina...

le nuove tendenze dellâ&#x20AC;&#x2122;arredamento nuovo showroom a Cadoneghe Cadoneghe s.s. del Santo n.69

per festeggiare sconto fino al

50%

www.mobilificirampazzo.it

su tutto


15

Arzergrande - Pontelongo

www.lapiazzaweb.it

L’iniziativa Il primo cittadino Filippo Lazzarin mette le locandine in paese

Una taglia sulla testa di chi abbandona i rifiuti U

na taglia sulla testa di chi abbandona i rifiuti: la ricompensa la paga direttamente il sindaco di tasca propria. Il primo cittadino leghista Filippo Lazzarin non ne può più dei continui abbandoni d’immondizia da parte di incivili nel suo territorio. Rifiuti domestici, ma anche tanto materiale edile scaricato per lo più lungo il Canale Altipiano, nella zona della stazione ferroviaria e nei campi più fuori mano, lontani da occhi indiscreti. Lazzarin ha fatto così stampare delle locandine che ha affisso un po’ ovunque in paese, in cui promette 200 euro ai cittadini che forniranno informazioni determinanti per identificare i furbetti. A dire la verità esiste già un regolamento comunale di polizia rurale, con tanto di pesanti sanzioni, ma gli abbandoni avvengono solitamente la notte quando i controlli sono più complicati. “Mi rendo conto -, spiega Lazzarin, - che si tratta di un’iniziativa forte, stile Far West. Le normali iniziative non portano a molto e non è ipotizzabile impegnare gli agenti della Polizia locale in un territorio così vasto, nel corso di tutta la giornata. Conto sulla collaborazione dei cittadini e nella bontà delle informazioni che riceverò”. La ricompensa arriverà solo nel caso le indicazioni portino a un’effettiva individuazione dei trasgressori. “Le casse comunali - continua il sindaco, - non saranno intaccate. Pagherò direttamente di tasca mia perché sono stato io a proporre questa iniziativa. La burocrazia metterebbe dei vincoli e rallenterebbe l’iter. Preferisco provvedere immediatamente e direttamente per amore del mio paese”. La taglia ha destato, come ci si poteva aspettare, reazioni diverse tra i gruppi di opposizione consiliare. “Noi avevamo proposto - commenta Fiorenza Bellan del M5S, - sia il controllo di vicinato sia la videosorveglianza mobile per questo genere di problematica, ma le proposte sono state bocciate dal consiglio comunale. Questa è un’iniziativa suggestiva, una provocazione, ma non basterà: bisogna ricorrere a metodi più oggettivi e concreti. Una telecamera al sindaco costerebbe di meno”. “Riteniamo - commenta invece Piercarlo Cavalletto, capogruppo di Progetto Comune, - che

questo sia un metodo diseducativo e sintomo di poca capacità di monitoraggio del territorio. Più volte è stata discussa in consiglio comunale la problematica dei rifiuti abbandonati, ma mai è stato annunciato questo tipo di provvedimento. Questa presa di posizione dell’amministrazione non ci persuade perché non è una misura educativa, ma mira al “tutti contro tutti” e alla visibilità mediatica. Dispiace inoltre che un pubblico ufficiale premi economi-

Un altro premio per Molino Rossetti

M Il sindaco mostra la taglia per punire chi abbandona i rifiuti

camente i cittadini, che dovrebbero comunicare per dovere civico alla Polizia locale il deposito

incontrollato di rifiuti e l’identità dei contaminatori”. Alessandro Cesarato

Codevigo Soccer Camp 2018 S O C I E TÀ G E M E L L ATA C A L C I O PA D O VA Riservato ai bambini nati dal 2005 al 2011. Si svolgerà dall’11 al 22 Giugno presso il campo sportivo di Codevigo. Info e iscrizioni a partire da Maggio: Veronese Federico 347 739 27 91 Benetello Michele 346 799 09 23

Iscrizioni Per iscriversi basta compilare il formato con i tuoi dati e consegnarlo in campo a Codevigo tutti i Mercoledì e Giovedì dalle 17.30 alle 19.00. È possibile pre-iscriversi mandando i dati richiesti via SMS o WhatsApp al numero 347 739 27 91. Chi non avesse fatto pervenire almeno la pre-iscrizione entro il Venerdì prima non avrò accesso alla struttura il Lunedì, ma potrà iniziare il Martedì.

NOME

COGNOME

D ATA D I N A S C I TA

RESIDENZA

Costi 1 settimana € 50 2 settimane € 80

VIA E N.

Sconto fratelli Il primo paga intero, l’altro il 50%. In omaggio completino Calcio Padova: calzettoni, pantaloncini, maglietta.

Seguici su

TELEFONO

TA G L I A

U.S. Codevigo Calcio

omento d’oro per il Molino Rossetto che continua a raccogliere riconoscimenti per la propria capacità di proporsi al mercato con prodotti innovativi e di qualità. L’ennesima gratificazione è arrivata ad inizio maggio, a Parma, nell’ambito di “Cibus”, il Salone internazionale dell’alimentazione. Dalle mani di Marco Bordoli, amministratore delegato di Crai, Chiara Rossetto ha ricevuto il “DolciSalati & Consumi Award” (premio ideato e organizzato dall’omonima rivista specializzata) per la categoria “Miglior packaging consumo on the go”. A convincere la giuria di esperti è stata la nuova linea di cereali soffiati biologici in contenitore portatile. “Siamo solo all’inizio dell’anno - ha dichiarato Chiara Rossetto, amministratore delegato della storica azienda di famiglia specializzata in farine e preparati speciali - ma abbiamo già raccolto tantissime soddisfazioni. Questi continui riconoscimenti ci gratificano e ci spingono a continuare ad investire per proporre al pubblico finale nuovi prodotti” (a.c.).

Tradizioni, la media Leopardi vince

S

ono due le scuole padovane premiate nell’ambito del concorso “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale del Veneto” promosso dalla Regione e dalle Unpli Veneto in collaborazione con il Miur. Tra queste c’è la media “Leopardi”. L’obiettivo del concorso è coinvolgere le giovani generazione nella riscoperta e valorizzazione delle radici della tradizione e dell’identità veneta. Una trentina in tutto le scuole premiate, su 109 partecipanti e 138 progetti presentati. Gli alunni pontelongani si sono aggiudicati il premio da 400 euro con l’opera “Un paese buono per crescere”. La cerimonia di premiazione, avvenuta in occasione della Festa del Popolo Veneto del 25 marzo, si è svolta all’Istituito Santa Maria della Pietà a Venezia (a.c.).


16

Arzergrande .

www.lapiazzaweb.it

Taglia, la gente applaude, i sindaci no I colleghi della Saccisica non condividono il sistema, e credono sia più efficace puntare sulle opere di sensibilizzazione, sulle sanzioni e sul senso civico, che - sostengono - non ha prezzo

L

La scelta del sindaco Filippo Lazzarin ha destato reazioni contrastanti. Da una parte c’è l’acclamazione popolare della gente di Arzergrande che plaude quasi a senso unico per una decisione considerata lodevole e da assurgere a modello. Diversa è invece stata la reazione dei colleghi sindaci della Saccisica che, indipendente dal colore politico, quotidianamente si ritrovano a fare i conti con un’inciviltà che tende ad aumentare in maniera preoccupante. I luoghi degli abbandoni sono sempre gli stessi: argini, fossati e terreni agricoli periferici. Per quante telecamere ci siano, non sarà mai possibile monitorare ogni luogo. “Anche a Piove di Sacco - dice il vice sindaco Lucia Pizzo - in alcune zone è aumentato l’abbandono di rifiuti domestici ed anche di altra natura. Stiamo estendendo ulteriormente la videosorveglianza, anche quella mobile. Crediamo che i cittadini

debbano segnalare alle forze di polizia locale e che debbano essere incassate le sanzioni, come tra l’altro già avviene. I buoni cittadini segnalano al Comune anche senza senza essere pagati: è un dovere”. “Noi a Brugine - commenta Michele Giraldo - stiamo lavorando su più fronti. Quello edu-

cativo e culturale con gli alunni delle nostre scuole con dei progetti specifici. C’è poi il controllo sul campo: è in dirittura di arrivo l’approvazione di una convenzione per una vigilanza del territorio”. “Manca il senso civico - constata Fiorella Canova di Pontelongo - abbiamo adottato un

regolamento con multe salate. I cittadini devono capire che il rispetto del proprio paese è un dovere di tutti”. “A Polverara - spiega il sindaco Alice Bulgarello - ci sono le stesse problematiche. Noi verifichiamo quello che viene abbandonato e in caso di riconoscimento, come è già accaduto più volte, abbiamo multato i responsabili. Facciamo poi educazione ambientale nelle scuole e sensibilizzazione della cittadinanza con le giornate ecologiche. Lo scorso anno abbiamo istallato, in aggiunta agli esistenti, una trentina di nuovi cestini. La cosa che infastidisce è che chi abbandona questi rifiuti già paga in bolletta il coso del loro smaltimento”. “E’ un problema di educazione - sottolinea Mariano Salmaso, sindaco di Sant’Angelo di Piove - ogni Comune vive i problemi legati all’inciviltà di alcune persone e la difficoltà e di individuarle. Io apprezzo chi segnala per senso

civico, non per ricevere un compenso”. “Certo la taglia può servire a incentivare - aggiunge Claudio Padovan, vice sindaco di Correzzola - ma credo che qualsiasi cittadino dovrebbe fare le segnalazioni senza avere un compenso in cambio. E’ più importante però dedicare giornate alla sensibilizzazione e al rispetto dell’ambiente. Nel nostro caso organizziamo anche, in momenti diversi, punti di raccolta gratuita di piccoli e medi elettrodomestici”. “Quella di Lazzarin - conclude infine senza mezzi termini Annunzio Belan, sindaco di Codevigo - è solo una bella trovata pubblicitaria ma di cattivo gusto e soprattutto di cattivo esempio. Bisogna educare al senso civico, non pensare di comprarlo col denaro. Cosa insegna questa trovata alle nuove generazioni? Che l’etica non ha valore ma un prezzo?”. Alessandro Cesarato


18

Provincia

www.lapiazzaweb.it

Rampazzo Severino apre a Cadoneghe il “mobilificio del futuro” Esposizione scenografica e curata in ogni minimo dettaglio, con inediti e accoglienti angoli verdi e un mini museo che ripercorre i quasi cinquant’anni di storia dell’azienda. Lungo la Statale del Santo il quarto punto vendita che ospita anche le cucine firmate da Lube e Creo. Dal Salone del Mobile di Milano tutto il meglio per l’arredo casa

Nelle immagini due momenti dell’inaugurazione del nuovo mobilificio, un dettaglio dello spazio espositivo e una veduta dell’esterno. (foto Zanon)

A

ffonda le radici agli inizi degli anni Settanta la storia dei Mobilifici Rampazzo Severino, da decenni un nome di spicco in un settore che ha conosciuto grandi trasformazioni. E in quasi mezzo secolo di attività l’azienda della famiglia Rampazzo ha saputo affrontare e addirittura anticipare i cambiamenti, incontrando i gusti della clientela e spesso anticipando nuove tendenze sul fronte dell’arredamento. E’ la storia di un’azienda nata dall’impegno di una famiglia intera, che in questi giorni ha inaugurato il nuovo punto vendita di Cadoneghe. Dopo Piove di Sacco, Codevigo e Rovigo ecco il nuovo grande negozio, in uno stabile di proprietà completamente ristrutturato, lungo la Statale del Santo. Un bel traguardo che ripaga anni di lavoro e di impegno e che permette all’azienda di consolidare la propria presenza a nord di Padova, dove già operava con un precedente punto vendita. Al taglio del nastro della sede di Cadoneghe la famiglia Rampazzo ha festeggiato questo ulteriore risultato insieme ai propri collaboratori.

A presenziare l’inaugurazione il sindaco Michele Schiavo che a nome dell’amministrazione e della comunità ha dato il benvenuto all’azienda nella ricca compagine economica e produttiva che caratterizza Cadoneghe, vedendo nella scelta di aprire un nuovo punto vendita un’iniziativa lodevole che porterà benefici in tutta l’area. Il nuovo punto vendita in realtà è l’insieme di due grandi negozi: da una parte il mobilificio Rampazzo Severino, a fianco invece lo show room di Cucine Lube con Creo Cucine, dedicato per l’appunto alle

proposte di questi due grandi e prestigiosi marchi, senza dubbio all’avanguardia e caratterizzate dall’originalità delle proposte. Nell’azienda fondata da Severino Rampazzo lavorano da anni i figli Federico, Diana, Sandra e Francesco, già con la propria mansione e il proprio settore da seguire e sviluppare. “Per il nuovo punto vendita di Cadoneghe abbiamo lavorato senza sosta per un anno intero - racconta Federico Rampazzo - perché volevamo dare vita ad uno spazio innovativo, non una semplice esposizione ma una vera e propria esperienza

per i nostri clienti. Abbiamo voluto un ambiente molto scenografico e coinvolgente, ecco allora le luci sensoriali lungo il percorso, gli angoli con il verde e alcune auto e moto d’epoca, il piccolo museo che ripercorre attraverso foto d’epoca la storia della nostra azienda fin dalla sua fondazione a Piove di Sacco. Abbiamo voluto dare un’impronta molto scenografica, ricreando fedelmente i diversi ambienti della “casa dei sogni” dei nostri clienti, in modo da farli subito sentire a proprio agio nel visitare le esposizioni in

cui presentiamo anche le ultime novità dal Salone del Mobile di Milano. Qui a Cadoneghe lavorano due direttori e dieci tra venditori e addetti alla reception. La disponibilità di ben 1.700 metri quadrati di superficie ci ha permesso di curare molto nei dettagli lo spazio espositivo in modo da valorizzare al massimo i nostri prodotti, insieme alle cucine di Lube e Creo. Ora lasciamo che sia il cliente a giudicare - conclude Federico - noi continueremo a metterci tutto il nostro impegno e la nostra passione”.

Ü


19

Cultura .

www.lapiazzaweb.it

Le scuole amano Polverara, “La grandeinaugurato bellezza da difendere” il territorio il centro culturale Perlasca S

Il sottosegretario Borletti Buitoni presenta la “Carta nazionale del Paesaggio” a Due Carrare, comune è concluso con successo simbolo dell’aspro confronto per la realizzazione del centro commerciale a due passi da i“Amiamo edifici di pregio il nostro territorio”,

A 5’ingombrante anni dalla posa della prima pietra il mole del centro tema afferente agli uffici dell’urcommerciale è ancora lì,procede con- banistica e della burocrazia in un sindaco Bulgarello soddisfatta al taglio gelata da un vincolo paesaggistico vero tema culturale. Nostro. Del del nastro. Presente il figlio di Giorgio Perlasca posto della Soprintendenza del territorio, di cui Due Carrare è di-

L

Veneto al quale Deda Srl, la prostatodell’area inaugurato prietaria in cuidomenilo shop6 maggio il nuovo pingcacenter avrebbe dovutocennatro culturale del capoluogo che scere, ha già annunciato il ricorso l’amministrazione comunale al Tar. Sicura di vincere. Intanto ha voluto al sospiro nome di però a Duededicare Carrare un di Giorgio qualedopo esempio sollievo Perlasca è stato tirato, mesi di solidarietà, e umanibattaglie incoraggio difesa del paesagtà, chi ha fatto del bene senza giodi“prezioso” delle pendici dei aspettarsi nulla in cambio. Colli Euganei, con incastonate Quella di Perlasca strapietre preziose come èil la castello ordinaria un Pelagio uomo del Catajo,vicenda quello didiSan che nell’inverno 1944-1945 o villa La mincana,del la tregua è già a riuscìSoprattutto a salvare dallo unBudapest bel risultato. per sterminio nazista migliaia unle associazioni ambientaliste e il gheresi religione ebraica innumero,didavvero considerevole, ventandosi ruolo, che quello di di “semplici”un cittadini hanno Console spagnolo, luidei che non dato battaglia ad uno colossi era diplomatico del né commercio perné la spagnolo. difesa del Rientrato in Italia Perlasca non proprio paesaggio. Ecco questa racconterà a nessuno quanto è forse la vera novità rispetto al successo, nemmeno ai familiari passato, il grande traguardo che si perché riteneva d’aver fattoe sopuò già dire sia stato tagliato che lamente proprio dovere.da Sarà trasformail la “questione” un

È

ventato in qualche modo il simbolo,grazie tanto ad chealcune lo scorso 8 maggio solo donne unqui è stata presentata la Carta se nagheresi salvate da Perlasca zionale del Paesaggio. Una carta la sua storia verrà conosciuta e licenziata proprio alla fine di marraccontata. zoDomenica dall’Osservatorio nazionale per 6 maggio alla partela qualità del paesaggio da alcuni cipata cerimonia eranoepresenti tra cuiBulgarello, quello del ilTuriilMinisteri, sindaco Alice fismo, redattaPerlasca sulla base glio Franco e ildell’ampio dirigenquadro delineato dal Rapporto te dell’istituto comprensivo di sullo stato delle politiche paLegnaro, Caterina Rigato. del Sulla esaggio e deiilcontributi targa – sotto nome – èpresentati stata riagli Stati generali delGiorgio paesaggio, portata una frase di Per- il cui scopo è quello coniugare la lasca: “Non possodiimmaginare tutela e la valorizzazione del pache ci sarebbe stata una persoesaggio con forme compatibili na, al mio posto, che avrebbe ri-di sviluppo durevole, equo e di�uso. fiutato di farlo”. Gli assunti cenIl taglio delsembrerebbero nastro arriva dopo trare mesi proprio i temi eche mesi sette di lavori unaper lunga sono stati al centro dell’affaire del attesa. L’investimento di 160 Centro Commerciale, che in mila euro ha permesso ma la realizrealtà colgono un nuovodel modo zazione dei marciapiedi, ma-di concepire il valore di ciò che ci cirgazzino e l’installazione dell’ilconda. “La Convenzione europea luminazione esterna. Sono stati

Il Sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni con l’ex deputata Giulia Narduolo

del paesaggio – ha spiegato il sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni, che di fatto in qualità di presidente dall’Osservatorio nazionale messi a norma impianti,ha per la qualitàtutti delgli paesaggio realizzati servizi igienicidostimolatonuovi la nascita di questo (prima venivano utilizzati dei cumento - definisce quest’ultimo box prefabbricati) riparato ildel come componentee essenziale tetto. “Sicuramente qualche contesto di vita delle popolazioni. dettaglio abbellimento Ossia è ildiracconto di quellasarà che è dalaaggiungere nei prossimi vita delle comunità chemesi lo po- ha commentato il sindaco Bulpolano, per questo è fondamengarello, - malelasue struttura può tale gestire trasformazioni dirsi finalmente funzionante e attraverso un impianto normativo a norma”. coordinato ed e�cace ai diversi liSonodipassati cinque anni dalla velli governo. Il paesaggio non

va ingessato, ma va fatto evolvere in ragione di quelle scelte che non ne compromettano anche la funzione identitaria”. Strumento fonposa della prima ricordaalla damentale saràpietra, l’educazione il primo cittadino: “E finalmente bellezza del paesaggio, per questo quest’opera incompiuta è culturastail tema è profondamente ta le, ultimata per essere messa a e promuoverne la conoscenza disposizione della cittadinanza, la coscienza come valore storico, delle scuole civico e delle eassociazioni. estetico, sociale presso Uncittadini, tassello alla volta si va a poristituzioni e operatori re economici. attenzione, Questi ultimare e mettesono gli impere in spazinazionale destinati del gnisicurezza dati dallagliCarta allapaesaggio, collettività”. insieme all’attuazione delle politiche di valorizzazione Maniero e del paesaggio Martina come occasione

un elaborato progetto di educazione ambientale proposto alle scuole “La dal volano di sviluppo sostenibile. comitato intercomunale Brenta Carta nazionale – ha concluso il Sicuro e che ha visto il supporto del sottosegretario, Borletti Buitoni Comune e della Protezione civile. - si rivolge a tutti i cittadini ea Gli oltre 300 alunni scuole quanti avranno future delle responsabielementari e medie di Codevigo, lità di governo ai diversi livelli isticon una serie di incontri, stati tuzionali, indicando unasono strategia educati e sensibilizzati su diverse nazionale per il paesaggio, affinproblematiche e tematiche come i ché la sua qualità venga assunta rischi terremoto, da inondazioni, comeda fondamento dello scenario la piaga dell’abbandono deidel rifiuti strategico per lo sviluppo noestro di conseguenza le buone pratiche Paese, e smetta di essere il di differenziazione nel rispettocondel risultato di programmazioni territorio. “Si è casuale trattata e- ha detto dotte in modo improvMarino Zamboni, presidente del vido. Negli anni l’assenza di una comitato promotorebasata del progetto visione organica, su unadi un’importante attività sociale, qualsiasi ragionevole riflessione educativa e di persone, investimento sulla vita delle sulle sulle reali nuove generazioni. Speriamo previsioni di crescita demografica possa avere delle valutazione positive ricadute e senza alcuna dei per il nostro territorio”. danni permanenti che L’attività si sarebèbero culminata in ha unassegnato momento al finale prodotti, nounitario cui tutti gli alunni stro Paese,inpurtroppo, un sinistro hanno presentato e messo in mostra primato in termini di abusivismo, tantissimi elaborati, cementificazione dellefrutto coste,della deloro di gradoriflessione urbano esull’importanza consumo di suolo salvaguardare il territorio in cui che deve, per forza di cose, finire”. Luana Deiana vivono (a.c.).

Biennale d’arte Fidapa “Pensieri e colorate forme dell’universo femminile”, questo il messaggio che accompagna la Biennale d’arte Fidapa, fino al 17 giugno a “La Rinascente” a Padova. La mostra propone un insieme di lavori recenti realizzati da alcune socie che si dedicano alle arti visive e alla poesia e hanno ottenuto nel corso degli anni importanti riconoscimenti.

Mirò a Palazzo Zabarella 85 opere da ammirare Joan Miró: Materialità e Metamorfosi, fino al 22 luglio a Palazzo Zabarella, raccoglie ottantacinque tra quadri, disegni, sculture, collages e arazzi provenienti dalla straordinaria collezione di opere del maestro catalano di proprietà dello Stato portoghese. Fulcro della mostra, che spazia lungo sei decenni di attività, è la naturalezza fisica dei supporti impiegati dall’artista. Nella sua esplorazione della materialità, in cui fu eguagliato forse solo da Paul Klee, Miró allargò in maniera decisiva i confini delle tecniche di produzione artistica del Ventesimo secolo.

Bruno Pedrosa all’Altinate A cinquant’anni dalla sua prima mostra in Brasile, Bruno Pedrosa giunge a Padova a raccontarci la sua arte, carica di tutto quello che ha raccolto e introiettato perlustrando il mondo. E lo fa con una poetica raffinata che non ha bisogno del figurativo, nel quale peraltro eccelle. La sua mostra personale “Intingendo il calamaio nel legno” è aperta fino al 27 maggio al Centro Culturale Altinate, ad ingresso libero. Antico e moderno, semplicemente e straordinariamente contradditorio.

NOVITÀ DEL MESE

Realizziamo il Giardino dei tuoi Sogni

con la DETRAZIONE del 36% su tutti i servizi Pareti Verdi Potature Allestimenti per Cerimonie ed Eventi Installazione Robot Tagliaerba

serietà e professionalità con oltre 20 anni di esperienza Perito Agrario MORENO BARENDI · cell. 348 6046422 info@vivaibarendi.com · www.vivaibarendi.com · seguici su


21

Sport

www.lapiazzaweb.it

si potrebbe Boxe, per Naichel Millas si potrebbe mpiadi avverare ilI sogno delle Olimpiadi Gino Freo: “Una gioia enorme”

nsomma Gino Freo si ritrova tra le mani un campioncino che lui stesso ha forgiato. Ed è lui che ci stila una scheda di Naichel: “Illesuo torneo. In semifinale il sinti curriculum - dice ilFreo riporta gnarese ha battuto forte- ingle54Conner incontri già disputatati se Tudsbury per 5 a 0. con solo tre sconfitte. Naichel “Dedico questaNel mia2015 vittoria diventa campione Italiano ha detto Millas - alla mia famiSchoolboy anni)Gino categoria glia e al mio (14 maestro Freo kg 65 Spoleto.creduto Un anno che ha asempre in dopo me conquista sempre il titolo tricolore standomi vicino eJunior fa(15-16 anni) kg 70 a Gallipoli cendomi faretra uni percorso adatnazionale, è medaglia topoi, allecon mielacaratteristiche”. di agli europei Glibronzo abbiamo chiesto qualijunior erae nel 2017 è campione Italiano no i suoi pensieri prima della fiJunior, kg 70 a Mondovì. Ed ora nale col russo. la“Io grande impresa. La risposto conquista e il maestro - ha campionato Europeo Youth - del sapevamo che non potevamo (17-18 anni) kg 75, medi, affrontarlo solamente conalaRoseto podegli Abruzzi contanta una quarantina tenza, occorreva volontà e di paesiilpresenti. Devol’ostacolo, ammettere buttare cuore oltre che dalla gioiaquesta ho pianto insomma volevo vittoria a dirotto....i sacrifici sono stati sopra ogni cosa”. tanti, la gioia impagabile E, d’ora in avanti Naichel poiché vede raggiunta dopo tantitraguardi ostacoli e nuovi e importanti sacrifici”. (g.p.). davanti a lui, a cominciare dalle

Si è aggiudicato il titolo europeo Youth battendo il russo Danil Teterev, considerato il favorito alla medaglia d’oro

L

ui saliva dalla parte bassa del cartellone, il russo scendeva da quella alta. Alla fine si sono incontrati in finale e, a prevalere per 3 a 2, è stato il nostro Naichel Millas, peso medio diciassettenne della scuola del maestro Gino Freo. Ora intravvede la possibilità di arrivare alle Olimpiadi e mondiali giovanili. E così il legnarese si è aggiudicato il titolo europeo Youth. Quaranta nazioni per una cindi giovani pugili nella o Gino Freo alquantina termine dell’incontro decisivo cornice adriatica di Roseto degli vani- ta,Abruzzi. poi mi ributterò negli alleeo lo namenti in palestralacon mioha Una escalation suail che goria maestro insieme faremo i lasciatoed a bocca aperta appasfrut- programmi dei miei prossimi sionati, giudici e arbitri. Come impegni” ha capolavoro concluso ilNaichel neo detto il suo giolo campione europeo.battendo il ruslo ha compiuto irerò so Danil Teterev considerato il Giannid’ora Patelladel istafavorito alla medaglia

Il giovane Naichel Millas con il maestro Gino Freo al termine dell’incontro decisivo

Olimpiadi e i Mondiali giovanili. Molto probabilmente Freo lo farà restare in questa categoria per un altro anno così da sfruttare la sua esperienza. “Ora come ora mi crogiolo su questa vittoria e ammirerò la medaglia che ho conquista-

ta, poi mi ributterò negli allenamenti in palestra con il mio maestro ed insieme faremo i programmi dei miei prossimi impegni” ha concluso il neo campione europeo. Gianni Patella

Gino Freo: “Una gioia enorme”

I

nsomma Gino Freo si ritrova tra le mani un campioncino che lui stesso ha forgiato. Ed è lui che ci stila una scheda di Naichel: “Il suo curriculum - dice Freo - riporta 54 incontri già disputatati con solo tre sconfitte. Nel 2015 Naichel diventa campione Italiano Schoolboy (14 anni) categoria kg 65 a Spoleto. Un anno dopo conquista il titolo tricolore Junior (15-16 anni) tra i kg 70 a Gallipoli poi, con la nazionale, è medaglia di bronzo agli europei junior e nel 2017 è campione Italiano Junior, kg 70 a Mondovì. Ed ora la grande impresa. La conquista del campionato Europeo Youth (17-18 anni) kg 75, medi, a Roseto degli Abruzzi con una quarantina di paesi presenti. Devo ammettere che dalla gioia ho pianto a dirotto....i sacrifici sono stati tanti, la gioia impagabile poiché raggiunta dopo tanti ostacoli e sacrifici”. (g.p.).

Danza, gradino più alto del podio per le ragazze di Piove

Danza, gradino più alto del podio per le ragazze di Piove

N

N

uovi successi e soddisfazioni per le allieve della scuola “Obiettivo Danza” diretta da Isabella Campaci e ospitata nel complesso sportivo Crazy Body Village di via Gelsi. Gli ultimi sono arrivati in occasione del prestigioso concorso “Venice Dance Award” svoltosi a fine aprile a Dolo. Le allieve del gruppo Kids e del gruppo Seniores, con le coreografie della maestra Campaci, hanno raggiunto il gradino più alto del podio nelle rispettive categorie. Ottimi risultati sono arrivati anche dal gruppo Juniores che ha strappato due secondi posti. Le allieve sono state premiate con numerose le borse di studio assegnate per studiare durante l’estate con insegnanti di fama internazionale.

uovi successi e soddisfazioni per le allieve della scuola “Obiettivo Danza” diretta da Isabella Campaci e ospitata nel complesso sportivo Crazy Body Village di via Gelsi. Gli ultimi sono arrivati in occasione del prestigioso concorso “Venice Dance Award” svoltosi a fine aprile a Dolo. Le allieve del gruppo Kids e del gruppo Seniores, con le coreografie della maestra Campaci, hanno raggiunto il gradino più alto del podio nelle rispettive categorie. Ottimi risultati sono arrivati anche dal gruppo Juniores che ha strappato due secondi posti. Le allieve sono state premiate con numerose le borse di studio assegnate per studiare durante l’estate con insegnanti di fama internazionale.

Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<

Alessandro Cesarato >ale.cesarato@gmail.com<


22

#Politica

www.lapiazzaweb.it

Sicurezza sul lavoro I sindacati chiedono a Zaia azioni concrete

Dal primo gennaio ad oggi 29 incidenti mortali sul lavoro in Veneto S

ciopero generale per la sicurezza sul lavoro. E’ solo questa l’arma in mano ai sindacati che nel tempo hanno chiesto revisione di impianti e tutele che tardano a venire. “Quello che è accaduto alle Acciaierie Venete di riviera Francia, nella zona industriale di Padova, non doveva succedere”. Così il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, sull’ennesima tragedia che ha colpito quattro operai metalmeccanici, di cui due diretti dipendenti dell’azienda e gli altri due collegati a ditte in appalto. L’azienda, rileva, “aveva assicurato una revisione degli impianti a Pasqua, ma qualcosa purtroppo

ha ceduto sul piano strutturale. In aziende come queste i ritmi di lavoro sono insostenibili e molto spesso non vengono rispettate le distanze di sicurezza”. Da tempo, sottolinea Palombella, “stiamo chiedendo maggiore responsabilità e maggiori investimenti in salute e sicurezza sul lavoro. Occorre soprattutto creare una cultura della sicurezza sul lavoro che investa tutti a 360 gradi”. “È il terzo grave incidente in una acciaieria nel Veneto dall’inizio dell’anno - dichiara Massimiliano Nobis, segretario Fim Veneto - questo incidente si aggiunge ad altri due infortuni mortali che

hanno coinvolto un operaio della Acciaierie Beltrame lo scorso 22 febbraio e il 31 gennaio, ad un operaio manutentore di una ditta in appalto che lavorava presso l’Aso di Vallese Oppeano di Verona. Stiamo monitorando i dati ed emerge con chiarezza che gli infortuni e gli incidenti aumentano in due settori del comparto metalmeccanico: lavoratori delle acciaierie e lavoratori di aziende in appalto. Qui sta la vera emergenza, occorre intervenite per far rispettare le regole e le leggi e per garantire il rispetto dell’incolumità fisica. Molte aziende sono sorde rispetto a denunce dei delegati sindacali e della sicu-

vieni a fare la Spesa di Frutta e Verdura a km 0 !!! asparagi - fragole - meloni - angurie - verdura di stagione

FRESCHEZZA E CONVENIENZA !!!

rezza. La formazione deve essere più qualificata, insieme agli investimenti”. Dal primo gennaio ad oggi in Veneto sono avvenuti 29 incidenti mortali sul lavoro censiti dall’Osservatorio Indipendente di Bologna (che esclude gli incidenti in itinere ma assume una platea più vasta rispetto a quella dell’ Inail). In particolare i morti sul lavoro sono stati 6 a Venezia, 2 a Belluno, 1 a Padova, 1 a Rovigo, 3 a Vicenza, 8 a Verona e 8 a Treviso che eguagliano la grande Milano. Tale cifra va incrementata di un ulteriore 30% di incidenti in itinere che nella stragrande maggioranza dei casi avvengono al ritorno dal lavoro (quasi mai in andata) e sono spessissimo imputabili a stanchezza a seguito del lavoro. L’incremento delle morti sul lavoro in regione è indicato dall’Inail in un +18% nel primo trimestre 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017. Secondo un recente studio delle Cgil regionale un lavoratore veneto su 5 nel corso degli ultimi 5 anni è stato colpito da un incidente sul lavoro. Sono 375.135 gli infortuni denunciati all’Inail dal 2013 al 2017. Significa che nell’arco di 5 anni un lavoratore su 5 si fa male sul lavoro riportando lesioni di varia gravità, fino a menomazioni permanenti e, in 560 casi, addirittura la perdi-

ta della vita. Il dato (essendo riferito al totale degli assicurati Inail in cui rientrano anche categorie a basso rischio) incide in modo ancora più sensibile sui settori più esposti, a partire dall’edilizia e da alcuni comparti industriali (metalmeccanico in testa), oltre che dall’agricoltura. Ed è particolarmente accentuato negli appalti e nelle esternalizzazioni dove minori sono le tutele sul lavoro. La provincia con il maggior numero di incidenti è Verona (79.831 eventi) cui seguono Vicenza e Padova che però sopravanzano il capoluogo scaligero per numero di morti. Uno stillicidio che vede ogni anno il Veneto funestato da 75.000 infortuni e più di 110 morti sul lavoro, pari a una media di 2 morti ogni 5 giorni lavorativi e 335 infortuni per ogni giornata di lavoro. “La recrudescenza di infortuni e morti sul lavoro – ha ribadito Christian Ferrari, segretario regionale della Cgil – cui stiamo assistendo negli ultimi mesi in Veneto rappresenta una vera e propria emergenza sociale che non può più essere sottovalutata da nessuno, e che deve vedere una risposta immediata di contrasto sia da parte del sistema delle imprese, che da parte del mondo politico e istituzionale, a cominciare dalla Regione”.

L’opinione

Presidente Casellati: “Lavoro, priorità del Parlamento”

Spaccio agricolo in campo aperto: tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30 sulla strada Statale che collega Cavarzere alla Romea vicino al Semaforo per Civè-Correzzola AZ. AG. PASQUALI MATTEO · VIA CASTALDIA, 29/b · CORREZZOLA (PD)

“La notizia del grave incidente avvenuto alle Acciaierie Venete di Padova - scrive la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati - mi addolora profondamente. Non è concepibile che il posto di lavoro diventi un luogo in cui si rischia la vita. La fatalità è per sua natura qualcosa di eccezionale, ma gli incidenti e le morti bianche sono ormai in costante aumento nel nostro Paese e si deve parlare di vera e propria emergenza. Mi auguro che questo dramma sociale sia tra i primi punti all’ordine del giorno dell’agenda del nuovo Parlamento e di tutte le istituzioni, per individuare correttivi e soluzioni legislative finalmente efficaci. La sicurezza e la vita dei lavoratori devono essere una priorità”.


GEPACAR SRL

Via Pioga, 31 • 35011 • Campodarsego (PD) IT T. +39 049 5564455 • C. +39 340 0719212 • F. +39 049 5565132 info@novatecno.it • www.novatecno.it

01_Uscita LA PIAZZA 04_2018.indd 1

16/04/18 10:20


24

Politica

www.lapiazzaweb.it

Disoccupati: la Regione rifinanzia i progetti per lavori di pubblica utilità L

a Regione Veneto rifinanzia con 4 milioni di euro progetti per offrire a disoccupati e persone svantaggiate una opportunità di lavoro. La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al lavoro, dà continuità all’esperienza avviata in via sperimentale nel 2009 con la leva del Fondo sociale europeo e che nell’ultimo triennio ha coinvolto oltre il 70 per cento dei comuni veneti e offerto una forma di inserimento lavorativo a 2500 disoccupati. Solo nel 2017 sono stati 228 comuni in Veneto ad aver avviato progetti per lavori di pubblica utilità, con un cofinanziamento regionale di 2.235.000 euro, che ha consentito di creare opportunità temporanee di lavoro per un migliaio di persone. Le esperienze di lavoro proposte si sono svolte nei servizi bibliotecari e museali, nel riordino archivi, nella valorizzazione, custodia e promozione dei beni culturali e

artistici, nella manutenzione del verde e nell’abbellimento urbano, nella vigilanza di impianti, attrezzature sportive, centri di aggregazione sociale e luoghi pubblici, nell’assistenza agli anziani, nel supporto scolastico, nel controllo del territorio e nella tutela dell’ambiente “Obiettivo del nuovo bando 2018-2020 che si rivolge a Comuni, società partecipate ed enti pubblici, in partenariato con gli enti di formazione accreditati –

conferma l’assessore al lavoro – è offrire un percorso di inserimento lavorativo e di cittadinanza attiva ad almeno 600 persone svantaggiate, disoccupati di lunga data. L’esperienza maturata in Veneto in un decennio di sperimentazione conferma che questo tipo di interventi, volti ad offrire una opportunità concreta di lavoro per sei mesi, integrata da iniziative di orientamento e di formazione, rappresenta un approccio valido, inclusivo e non

assistenzialistico per contrastare Veneto erogherà 5 mila euro per povertà e marginalità sociale e ogni lavoratore assunto, i partaffiancare così, in modo dignito- ner pubblici e privati del progetso e solidale, le persone più fragi- to integreranno per almeno il 35 li e a rischio”. per cento la quota pro-capite al “Abbiamo dimostrato in que- fine di garantire ai destinatari un sti nove anni – aggiunge l’asses- contratto di lavoro per sei mesi sore - che dare una opportuni- (minimo 20 ore la settimana) e tà di lavoro, trovare modalità di relativo stipendio, ma anche inserimento con un accompa- azioni di orientamento e accomgnamento forte, pagnamento, e un rimotiva le perso- l’obiettivo è offrire aiuto nella ricerca ne, le riqualifica attiva di un lavoro lavoro e reddito in prosecuzione sia in termini occupazionali che dell’impiego soa circa 600 morali. Lavorare ciale. persone è dare dignità ed Tutte le espeè l’esatto opposto rienze di lavoro in difficoltà dell’assistenza e proposte sarandel sostegno al reddito che sa- no organizzate come ‘training’ rebbe, a mio avviso, diseducativo all’inserimento lavorativo: la per i cittadini e uno spreco di ri- qualità dei progetti verrà misusorse pubbliche per le istituzioni rata, infatti, anche valutando le pubbliche”. esigenze e l’impatto sociale ed Il nuovo bando, di prossima economico nel territorio di rifepubblicazione, conferma la si- rimento e monitorando gli esiti nergia tra Regione, Comuni e sog- in termini di inserimento sociale getti pubblici e privati: la Regione e lavorativo.


Costruiamo

il

tuo

benessere

La nostra azienda nasce nel 2014 dall’esperienza pluriennale dei due soci Andrea e Michele nei settori delle energie rinnovabili e delle ristrutturazioni industriali.

Ci occupiamo di: • Bonifica Amianto • Rifacimento coperture industriali e civili • Progettazione di impianti fotovoltaici • Consulenza Finanziaria tutti chiavi in mano. Forniamo sopralluoghi e preventivi totalmente gratuiti e ti liberiamo da ogni onere burocratico. Collaborando anche con professionisti del settore, garantiamo a te e alla tua azienda elevati standard di professionalità e qualità.

BANDO ISI INAIL

Approfitta del Contributo del Bando ISI INAIL 2017. Ti offre fino al 65% dell’importo speso per i tuoi investimenti in sicurezza. AFFRETTATI ! La domanda può essere inviata solo fino al 31 Maggio.

049.099.83.11 Via Germania, 19 Vigonza (Pd) Loc. Peraga info@ekonic.it www.ekonic.it


CAAF CGIL: i tuoi servizi fiscali SU MISURA!

PRENOTA L’APPUNTAMENTO PER IL TUO

730

SICURO DEI TUOI BONUS E AGEVOLAZIONI FISCALI! CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE TEL.

049 7808208

www.caafpadova.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

27 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile

L

L’attenzione dei genitori favorisce la salute dei più giovani Attenzione a naso chiuso, sternuti, occhi arrossati

a pag 29

Vitreolisi: trattamento per le “mosche volanti”

a pag 30

Analisi Lipidomica e Omega-3

i chiamano hikikimori, termine giapponese da hiku (tirare indietro) e Komoru (ritirarsi). Sono il popolo silenzioso dei reclusi in casa, affetti da una sindrome sociale che si sta diffondendo in modo preoccupante. Mentre in Giappone sono oltre un milione, nella quasi totalità di sesso maschile, in Italia il loro numero è in rapida crescita, e si stima che attualmente possano raggiungere i centomila con il 30% dei casi di sesso femminile. Hanno un’ età per lo più compresa fra i 13 e i 30 anni, non studiano né lavorano, non escono dalla loro camera, in una sorta di autoreclusione, che li isola dalla vita sociale. Pranzano e cenano con un vassoio passato attraverso la porta socchiusa delle loro stanza, non hanno rapporti amicali, non comunicano con la famiglia,evitano qualsiasi contatto con assenza di relazioni significative. Il loro tempo, alterato fra sonno e veglia, trascorre in una realtà virtuale, fra videogame, trasmissioni televisive, fumetti ed internet, che con le chat e i social network rimangono l’unico aggancio con il mondo esterno.

a pag 30

Vuoi collaborare con noi? Contattaci!

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

28

Salute

Consulenza scientifica PoliamBUlatorio

oftalmologia

Dott. Stefano Casotto Medico chirurgo Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica Riceve: nei centri Affidea Padova, Monselice e Piove di Sacco www.affidea.it

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Farmacia

Farmacia Grigoletto - Via Villa, 150 - Bojon di Campolongo Maggiore (Ve) - Tel. 049 5809002 farmaciagrigoletto@gmail.com

Vaccini: più di 85 mila gli inadempienti

8

5.676 soggetti inadempienti. Questo fa riferimento alla tabella ministeriale il numero preciso dei bambini e contenuta nell’allegato 2 della circolare ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 del 16/08/2017 che scandisce, per ogni anni che non hanno completato il ciclo fascia d’età, il numero di vaccinazioni di vaccinazioni previste dalla legge. Di e dosi sufficienti per considerare questi, 22.311 sono in età pre-scuola un soggetto adempiente, al netto di dell’obbligo, ovvero eventuali esenzioni. tra gli 0 ed i 6 anni. E’ quindi bene Molti minori tra I dati sono ricordare, che il stati forniti dalla gli 0 e i 16 anni sono profilo di soggetto Regione, nell’ottica inadempiente di tenere monitorata in regola con alcune non coincide con la situazione di quello di soggetto vaccinazioni ma adempienza alla non vaccinato legge nazionale o addirittura di non con tutte sull’obbligo vaccinale soggetto contrario n. 119 del 2017, la alle vaccinazioni, ma Regione del Veneto ha provveduto a spesso rappresenta un soggetto che non calcolare a livello regionale, e per singole è in regola o semplicemente in ritardo Aziende Ulss territoriali, il numero di col numero corretto di dosi o con tutte le inadempienti.  vaccinazioni previste. In Regione Veneto Per la definizione di inadempiente si sono complessivamente inadempienti

85.676 soggetti, tra bambini e ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 anni. Di questi, 22.311 sono in età pre-scuola dell’obbligo, ovvero tra gli 0 ed i 6 anni. Ai fini di approfondire la tematica si è calcolata la quota di soggetti che hanno già fissato un appuntamento per una delle vaccinazioni obbligatorie, dato che tali soggetti hanno già espresso una volontà di continuare o iniziare l’iter vaccinale.  A livello regionale la quota di inadempienti con almeno un appuntamento già fissato dalla relativa Azienda Ulss è del 25,6% (21.964) tale quota sale nel sottogruppo 0-6 anni al 35,2% (7.853).    Per differenza risulta che sono 63.712 i soggetti inadempienti e senza alcun appuntamento fissato tra tutti gli elementi coinvolti, di questi, sono 14.458 in età 0-6.

www.lapiazzaweb.it

l’editoriale

Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile Anche dal punto di vista clinico non sempre è agevole inquadrare tali atteggiamenti. Spesso vengono classificati come depressi e trattati come tali, oppure considerati internet-dipendenti, ragion per cui viene negato loro l’utilizzo di ogni dispositivo elettronico, togliendo così l’unico mezzo di comunicazione, ancorchè virtuale, con il mondo esterno: una vera pena per un giovane hikikimori. Oppure “il loro disagio viene confuso con l’inettitudine e la mancanza di iniziativa delle nuove generazioni che ha trovato terreno fertile nel dibattito politico fornendo stereotipi come “bamboccioni”, definizione dell’ allora ministro Padoan Schioppa o “giovani italiani choosy” (schizzinosi) dell’ex ministro Elsa Fornero, o “ragazzi senza studio né lavoro”. Nella prefazione del libro “Hikikimori. Narrazione da una porta chiusa” di C. Ricci, le cause che più frequentemente sono alla base di tale fenomeno, secondo Mazzoni, sono di diversa natura, da quelle sociali, come l’incapacità di stringere relazioni, l’ insicurezza, la perdita del lavoro, vergogna, la mancanza di motivazioni, la crisi economica che ritarda l’ ingresso nel mondo del lavoro, la cultura dell’immagine esasperata dalla diffusione dei social network; a quelle scolastiche quali il bullismo, la competizione, il fallimento degli esami, i cattivi risultati, il rifiuto della scuola; da quelle familiari come pressioni per risultati sempre più performanti e paragoni con i compagni, difficoltà di relazioni, padre assente e madre iperprotettiva, il calo delle nascite con l’ aumento di figli unici,sottoposti di norma a maggiori pressioni ; a quelle individuali, ma molto distanziate, legate a problemi di natura psicologica. Il senso di inadeguatezza e la disistima che spesso si associano a fronte ad aspetti valoriali di una società che ha i suoi miti nell’apparenza e nel successo porta negli hikikimori ad una ansia sociale che si traduce in un ritiro sociale e auto esclusione. “E’ un male che affligge tutte le economie sviluppate - spiega Marco Crepaldi, fondatore di “Hikikimori Italia, la prima associazione nazionale di informazione e a supporto sul tema dell’ isolamento sociale volontario - Le aspettative di realizzazione sociale sono una spada di Damocle per tutte le nuove generazioni degli anni duemila: c’ è chi riesce a sopportare la pressione della competizione scolastica e lavorativa e chi, invece, molla tutto e decide di autoescludersi”. E’ nel periodo scolastico, più frequentemente negli anni delle medie e delle superiori, che si verifica quello che viene definito come il fattore scatenante, ovvero l’ evento che porta all’ allontanamento dai genitori e dagli amici. “Un avvenimento innocuo agli occhi delle altre persone, ma che contestualizzato in un quadro psicologico fragile e vulnerabile, assume un’ importanza rilevantespiega Crepaldi - E’ la prima fase dell’ Hikikimori: il ragazzo comincia a saltare i giorni di scuola utilizzando scuse di qualsiasi genere, abbandona tutte le attività sportive, inverte il ritmo sonno-veglia e si dedica a monotoni appuntamenti solitari come il consumo sregolato di serie TV e di videogame”. Accorgersi in tempo di questi disagi, comprendere le motivazioni dei nuovi eremiti domestici, dediti ad una realtà virtuale, incuranti delle gioie della loro età, degli amici, delle famiglie, è di fondamentale importanza per intervenire, in questo primo stadio, per dare un aiuto immediato e riportare questi ragazzi alla vita vera.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

29

Misurina, centro d’eccellenza Attenzione a naso chiuso, starnuti, occhil’asma arrossati per pediatrica L’aumento delle malattie allergiche definito come enere sotto controllo l’asma e migliora“epidemia terzo millennio” è dovuto oltre ad una re la qualità didel vita dei bambini che ne soffrono. Su questo lavorano gli specialisti predisposizione genetica anche a fattori più visibili di Mesurina che sempre di più siambientale danno quali inquinamento

T

da fare per studiare i casi più problematici. Aiutare i bambini a respirare meglioper è arrivo della primavera rappresenta ancheunl’obiettivo dell’iniziativa numero sempre crescente‘Respirare di persosecondo natura’diche già loimportanti scorso anno ha ne la comparsa sintomi scamcoinvolto una di piccoli pazienti biati spesso pertrentina raffreddamento. dell’Ospedale Bambino Gesùstadi Moltissime Pediatrico persone durante questa Roma affetti da asma. gione manifestano ostruzione nasale, steri bambini, è in nutiL’asma, ripetuti,soprattutto prurito al tra naso,occhi arrossaaumentoe inproblemi tutta Europa. RappresentaTutti orti,tosse alla respirazione. mai la causa di ricovero in pronsintomi tipici principale delle allergie stagionali. to Allergia, soccorsotermine e la prima che condizione deriva dal cronica greco e tra le cause di assenze a scuola. significa”reazione anomala”, infattiIn èItalia done soffre un bambino su dieci e circa il 5% vuta ad una risposta esagerata e dannosa è affetto da dameccanismi una forma di difesa asma ‘difficile’ prodotta del sisteo ‘grave’ persistente, le più verso resistenti alle ma immunitario del soggetto sostanze normali terapie utilizzate. innocue per i soggetti non allergici. natura coinvolge propaIlRespirare sistema secondo immunitario dell’allergico zienti una tra glianomala 8 e i 16ed anni di età con asma voca esagerata reazione ‘grave’ ed èquando un’iniziativa sostenuta da dalla anticorpale viene sollecitato alFondazione Bambino Gesùpresenti Onlus. Anell’amMisulergeni inalanti, sostanze rina il loro stato di salute è studiato un biente in cui viviamo quali pollini, in acari, ambiente privomuffe, di sostanze epiteli animali, lattice. ‘allergizzanti’ come l’acaro degli ambienti domestici, La primavera è uno dei periodi peggiorii pollini l’inquinamento dell’aria a circa cui siil per gli eallergici,che rappresentano è esposti solito nei grandi centri urbani. 30% delladipopolazione generale (valore sotDurante il soggiorno i ragazzi, accompatostimato),

L’

Gli aspetti negativi della patologie allergiche interessano non solo la qualità di vita del soggetto (progressivo peggioramento clinico) ma anche gli aspetti socio-economici (perdita di giornate di scuola e lavoro,difficoltà alla concentrazione, stanchezza). L’aumento delle malattie allergiche definito come “epidemia del terzo millennio” è dovuto oltre ad una predisposizione genetica anche a fattori più visibili quali inquinamento ambientale sia outdoor che indoor,ed ai cambiamenti climatici che molta rilevanza hanno sullo stile di vita odierno. E’ molto importante effettuare ai primi sospetti di allergia una visita specialistica allergologica al fine di fare una diagnosi tempestiva ed evitare l’aggravarsi del quadro clinico. Sono molti i soggetti che possono sviluppare un’allergia anche in età adulta. Oggi sono a disposizione del paziente terapie gnati daiin loro familiari, parteciperanno efficaci grado di controllare i sintomiad e un programma chenormale. spiegherà come comgarantire una vita L’importante è prendere ietest gestire la malattia. I risultati effettuare allergici che possono essere emersi verranno confrontati quelli regieseguiti in qualsiasi periodocon dell’anno,non

Malattie rare: primo centro servizi all’ospedale ai Colli

solo in primavera al comparire dei sintomi come frequentemente si è portati a pensare. I test da eseguire sono i prick test,chiamati anche test cutanei,che consistono nell’applicare una goccia dell’estratto standardizzato allergenico sulla cute del paziente in genere dell’avambraccio e quindi effettuare una piccola puntura con una lancetta sterile. Se c’è una reazione positiva,cioè si è allergici ad una o più sostanze,entro pochi minuti si forma un ponfo roseo e pruriginoso là dove l’allergene specifico è stato deposistrati 6 mesi prima e 6 mesi dopo il ricovero tato. in Per alta quota. Il progetto rientra nell’ambito ulteriori approfondimenti occorre della convenzione triennale stipulata trasuil effettuare il rast,ovvero un test basato Bambino Gesùdie sangue il centroe d’eccellenza di un prelievo sulla ricerca di

Avis, la cultura della donazione è pratica di cittadinanza attiva “D

U

n nuovo sportello per il primo Centro servizi malattie rare in veneto è stato attivato nel complesso sanitario ‘Ai Colli’ dell’Ulss 6 Euganea. Il Centro è nato per iniziativa dell’Associazione p63 sindrome E.E.C. International Onlus, presieduta da Giulia Volpato, per offrire un punto di ascolto, di orientamento, di assistenza e di cura a quanti sono affetti da patologie genetiche poco diffuse, di difficile diagnosi e spesso ‘orfane’ di farmaci e cure. Si definiscono ‘malattie rare’ le patologie che colpiscono in media una persona nota su 2 mila. Si calcola che in Veneto le persone affette da patologie rare siano complessivamente 34 mila. Il centro sarà aperto al pubblico due giorni la settimana (il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 14, gli altri giorni lavorerà su appuntamento, cell. 333 3063353)

e sarà gestito dagli operatori appositamente formati dall’Associazione p63 sindrome E.E.C. International. Si propone come punto di snodo della rete informativa, di consulenza e di presa in carico per le persone affette da malattie rare e le loro famiglie, ‘porta’ di accesso ai centri di eccellenza esistenti in Veneto e in Italia, nonché punto di riferimento per gli operatori delle diverse discipline sanitarie e sociali coinvolte, in sinergia con il Coordinamento regionale per le malattie rare in Veneto e l’Istituto superiore di sanità. Lo ‘sportello’ con relativo centro di riferimento (attivo online da nove mesi, centroservizimalattierare@gmail.com sito www.csmr-centroservizimalattierare.eu) sarà inaugurato domani, a mezzogiorno, nel padiglione 6 del complesso sanitario di via dei Colli 4.

Misurina per la cura, diagnosi e riabilita- no Gesù” IRCCS di Roma e un laboratorio zione di questo tipo di malattie in età pe- di Medicina in quota quale il “Pio XII” rapdiatrica. presenta un’opportunità, sia quale terreno “Un soggiorno climatico di tipo tera- di ricerca scientifica, sia per l’integrazione peutico ed educazionale a Misurina – di- delle opzioni terapeutiche, in particolare chiara il dottor Renato sotto il profilo della conCutrera, responsabile L’asma, soprattutto tinuità assistenziale e di Broncopneumologia della riabilitazione”. del Bambino Gesù - non Il Centro in quota tra i bambini, è in viene scelto a caso. Qui “Pio XII” di Misurina è aumento in tutta l’unica struttura sociosi trovano risorse di professionalità e struin Italia e la Europa. Rappresenta sanitaria mentali eccellenti per più alta d’Europa per la la cura dell’asma in età cura, diagnosi e riabiliormai la causa pediatrica.specifici presenti per una o più come vaccino,la quale tazione alta quota dei anticorpi è iningrado di ridurre Il tuttoallergizzanti. in un ambiendisturbi in sostanze La visita medica spe- di la ricovero sensibilizzazione,il rischiodel di respiro sviluppare principale te liberoallergologica da inquinanti pediatricasull’evolue nell’acialistica in sinergia con test nuove allergie,e dietàintervenire in pronto e sopra i 1.700 metri diindicheranno diagnostici appropriati la cor- soccorso zione delle malattiedolescenza. allergiche dell’apparato altitudine: connei casi selezionati respiratorio in particolare L’intero di retta terapia quindi e l’utilizzo sulla processo marcia alleruna concentrazione specifica di acaro della presarinite-asma in carico bronchiale. del bambino è certificato dell’immunoterapia ,nota polvere anche gica inesistente. In tale ambiente il ragazzo è qualitativamente dal Sistema Qualità UNI valutato ogni giorno da un’equipe interdi- EN ISO 9001-Bureau Veritas. Situato sulla sciplinare, con il coinvolgimento della fa- sponda sud del Lago di Misurina, a mezz’omiglia nellaStefano gestione della malattia e delle ra da Cortina d’Ampezzo nelle Dolomiti, è Dott. Casotto sue Medico complicanze”. chirurgo Specialista dotato di 100 posti letto accreditati per la “Per i disturbi del respiro del bambino e Clinica in Allergologia ed Immunologia degenza di bambini e adolescenti fino al dell’adolescente – spiega dottor Ermanno 18° anno di età e di 50 posti letto per acnei centri Affi dea ilPadova, Baldo, nuovo Direttore clinico “Pio XII” compagnatori e familiari. È una ONLUS e Monselice e Piove di del Sacco – lo www.affi sviluppo di una reale collaborazione tra tutti gli eventuali utili sono reinvestiti nelle dea.it Centri clinici di eccellenza come il “Bambi- attività della struttura.

onare il sangue è un vero gesto di amore. La cultura della donazione deve entrare nelle scuole, a cominciare da quelle primarie: perché è quando si è bambini e ragazzi che si comincia a capire che il sangue è vita e che una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare la vita donando il sangue”. E’ quanto ha sottolineato l’assessore regionale al Sociale, Manuela Lanzarin, intervenendo a Peschiera all’assemblea dell’Avis regionale Veneto. “Donare il sangue è la prima forma di cittadina attiva, un atto di responsabilità verso gli altri e anche verso se stessi, perché implica uno stile di vita sano e attento al benessere individuale e sociale”, ha aggiunto.. Con 131 mila soci, 6 Avis provinciali (Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza) e 324 Avis comunali o equiparate, è la grande associazione di volontariato del Veneto. Grazie all’Avis e alla generosità dei suoi donatori, vengono assicurate ogni anno alle strutture sanitarie della regione emazie, plasma e piastrine per fronteggiare tutte le necessità di trasfusione e per poter sostenere anche la domanda di regioni carenti. “L’invecchiamento della popolazione e la dinamica demografica in atto anche nel volontariato coinvolgono anche un’associazione storica e importante come l’Avis – ha riconosciuto l’assessore – Per questo l’istituzione regionale continuerà a promuovere l’appello delle associazioni  a irrobustire le file dei donatori, e ad affiancare le sezioni e i centri di raccolta nel garantire tutela, sicurezza, facilità e accessibilità

• • • • • • •

Il sangue è vita e una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare donandolo

alla pratica della donazione”. “Ringrazio, a nome di tutti i veneti, i donatori dell’Avis e quanti continuano a operare da volontari nell’associazione, anche se magari hanno superato la soglia di età o i requisiti previsti per i donatori attivi - ha concluso l’assessore – La Regione vi è debitrice per il grande lavoro di formazione sanitaria che svolgete, in affiancamento e a volte anche in supplenza al servizio sanitario”.


laPiazza

30

Salute

www.lapiazzaweb.it

Vitreolisi: trattamento per corpi mobili, miodesopsie, “mosche volanti” Vitreolisi Pre e Post

L

e “mosche volanti” sono una patologia molto frequente nella popolazione adulta ed il paziente che sperimenta questa sensazione vive spesso con angoscia questo fastidio. La spiegazione di questo fenomeno risiede nella struttura del corpo vitreo, gelatina trasparente che riempie l’occhio. In giovane età il vitreo, aderente alla retina, è perfettamente omogeneo ma nel corso del tempo, a causa dell’invecchiamento può alterarsi e perdere la sua trasparenza. Nel processo di contrazione si distacca e si possono generare aggregati di fibre più o meno isolati. Le mosche volanti, chiamate più propriamente MIODESPOSIE, fanno si che si formino delle ombre mobili sulla retina. Possono essere classificate genericamente in 3 gruppi: • filamenti vitreali fibrosi: riscontrati soprattutto nelle persone più giovani e appaiono nel soggetto affetto come punti multipli o sottili ragnatele; • miodesopsie sparse: a forma di “nube”, spesso causate da un naturale processo di invecchiamento; • miodesopsie a forma di anello detto di “Weiss”: un grosso corpo fibroso distante sia dal cristallino che dalla retina legato al

distacco del corpo vitreo dal nervo ottico. Poiché i corpi mobili seguono i movimenti oculari questi possono disturbare in qualunque situazione; inoltre, un soggetto affetto da miodesopsie può presentare la percezione di fotopsie (lampi di luce) dovute a trazioni sulla retina sia al buio sia ad occhi chiusi (è presente infatti una casistica importante di soggetti che presentano distacchi di retina in seguito alla percezione dei floaters). Fino a poco tempo fa non esistevano cure semplici per eliminare questi corpi mobili e si doveva ricorrere ad una vitrecto-

mia, procedura chirurgica di alto livello non scevra da rischi. Recentemente è stato perfezionato un tipo particolare di laser, YAG Laser, già usato da anni per sezionare membrane ed aderenze all’interno dell’occhio. Nell’ultima versione sono state realizzate delle modifiche che lo rendono adatto alla vaporizzazione delle miodeospsie. La “Vitreolisi Yag” è una procedura non invasiva, indolore di circa 20 minuti di durata che può eliminare il sintomo visivo mediante vaporizzazione dei corpi mobili. La procedura si completa in 3-4 sedute duran-

te le quali le opacità vengono vaporizzate L’oculista, oltre ad avere un’ottima maed il gas si riassorbe riducendo la dimen- nualità nell’utilizzo del laser, deve essere in sione della miodesopsia stessa. grado di selezionare in maniera consona il Presso il centro SEKAL è presente lo Yag paziente che può essere soggetto a questo Laser di ultima getipo di trattamento: nerazione ELLEX La “Vitreolisi Yag” è una i floaters devono ULTRA Q, l’unico al trovarsi ad almeno procedura non invasiva, 2 mm di distanza momento nato con lo scopo di poter indolore di circa 20 minuti dalla retina e dal focalizzare corpi cristallino e questi di durata che può mobili anche nella ultimi non devono parte posteriore eliminare il sintomo visivo essere associati a mediante vaporizzazione una patologia o a del vitreo, grazie ad un particolare un’infiammazione dei corpi mobili. specchio oscillanin fase attiva. te. Le complicanze Questo Laser ottimizza il percorso ottico di tale trattamento sono comunque rare, impiegando la metà della potenza riducen- si può associare un rialzo della pressione do di conseguenza i rischi dovuti all’impat- intraoculare o, molto raramente, una catato acustico delle micro vaporizzazioni. ratta.

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Analisi Lipidomica e Omega- 3 Uno strumento personalizzato per contrastare l’eccesso di peso

L

’Analisi Lipidomica di Membrana è una scansione di una piccola quantità di sangue (simile all’analisi della glicemia) prelevata in farmacia ed analizzata dal CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bologna) con risultati consultabili in 10 giorni. Questo particolare tipo di analisi consente di verificare la composizione in acidi grassi della membrana cellulare (chimicamente chiamati saturi,monoinsaturi e polinsaturi) specifica per ogni tipo di tessuto ed in grado di influenzare la capacità delle cellule di scambiare sostanze e informazioni con l’esterno. La composizione della membrana concorre a determinare le proprieta’ specifiche del tessuto ed e’ importante mantenere un corretto rapporto fra tipi di acidi grassi. La formazione della membrana cellulare dipende in larga misura dal cibo che ingeriamo; i nutrienti, entrando a far parte della struttura cellulare, sono quindi in grado di influenzare e modificare la capacità delle nostre cellule di rispondere in modo adeguato agli stimoli esterni. L’analisi lipidomica consente di esaminare nel dettaglio le tipologie delle componenti lipidiche (gli acidi grassi) che concorrono a formare la membrana cellulare e che riflettono le scelte della dieta e della integrazione individuale. Particolari condizioni di vita ed ambientali posso-

4° parte

no provocare alcune alterazioni nella architettura di membrana compromettendone il buon funzionamento; ecco perche’ il ricambio costituisce un’importantissima risorsa della cellula ed e’ proprio nella membrana che puo’ esprimersi al meglio. Di conseguenza e’ facile capire come Il cibo sia responsabile della funzionalità cellulare e sia una grossa leva su cui poggiare in caso di inefficienza! L’analisi Lipidomica riesce a determinare lo stato di salute basale delle cellule e quindi del nostro organismo permettendo l’intervento dietetico personalizzato e l’integrazione adeguata per ripristinare la funzionalita’ cellulare attraverso il recupero della sua struttura. La lipidomica, applicabile contemporaneamente a diversi comparti del nostro organismo comprende ampie aree di intervento come dimagrimento, funzionalia’ digestive ed intestinali, cutanee-immunitarie, cardiache, stress radicalico ed invecchiamento precoce, efficienza sportiva, stanchezza e malessere psicofisico. In alcuni ambiti della medicina,ad esempio nei settori dermatologico,neurologico,oculistico e cardiologico,diventa sempre piu’ evidente come il riequilibrio della membrana cellulare si accompagni a migliori risultati terapeutici.

Dr.ssa Laura Grigoletto, Consulente in Lipidomica, MSc in Dietetica e Nutrizione

La lipidomica,nel focus stagionale,puo’ aiutarti nel dimagrimento anche qualora questo risulti resistente al regime dietetico. Dal punto di vista lipidomico infatti,la difficolta’ al dimagrimento si accompagna ad alterazione di alcuni fattori,in particolare all’indice epatico ed all’indice di infiammazione silente. Nell’approfondimento lipidomico,l’eccesso di peso e’ visto come una situazione di disequilibrio fra grassi saturi (che risultano in eccesso) e grassi polinsaturi (chimicamente chiamati omega 3 e DHA). Questi componenti sono fondamentali per il corretto funzionamento delle nostre cellule e quindi anche del tessuto adiposo. La presenza di omega 3 e’ fondamentale per limitare l’aumento nelle dimensioni dell’adipocita,per fluidificare le membrane cellulari che se risultano troppo rigide hanno funzioni alterate,per attivare le risposte antinfiammatorie naturali del nostro organismo. L’analisi lipidomica e’ in grado di valutare i diversi fattori responsabili della resistenza al dimagrimento e di riportarli all’equilibrio,rendendo i nostri tessuti in grado

di esprimere in pieno il loro potenziale cellulare. L’analisi lipidomica consente di stabilire un percorso chiaro, personalizzato ed altamente efficace per puntare al recupero del benessere investendo nella prevenzione.

“Fa che il cibo sia la tua medicina…” Ippocrate (460 a.C.)

Farmacia Grigoletto - Via Villa, 150 - Bojon di Campolongo Maggiore (Ve) - Tel. 049 5809002 farmaciagrigoletto@gmail.com


AFFIDEA è un provider sanitario specializzato nella erogazione di indagini diagnostiche e prestazioni specialistiche. NEL VENETO SIAMO A PADOVA, MONSELICE E PIOVE DI SACCO

PADOVA

ISTITUTO DIAGNOSTICO ANTONIANO

POLIAMBULATORIO MORGAGNI

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/4

35123 PADOVA - Via Cavazzana, 39/2

Tel. 049 663055 info.ida@affidea.it

Tel. 049 8787479 info.morgagni@affidea.it

MONSELICE

INIZIATIVA MEDICA

DELTA MEDICA

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 14

35043 MONSELICE (PD) - Via Rialto, 12

Tel. 0429 786666 info.iniziativamedica@affidea.it

Tel. 0429 783000 info.deltamedica@affidea.it

PIOVE DI SACCO

UNI-X MEDICA

UNI-X POLIAMBULATORIO

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

35028 PIOVE DI SACCO (PD) P.zza G. Dossetti, 1 (Via L. Da Vinci, angolo Via Montagnon)

Tel. 049 9708666 info.unixmedica@affidea.it

Tel. 049 9708688 info.unixpoliambulatorio@affidea.it

CENTRO DIAGNOSTICO ACCREDITATO SSN

POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO PRIVATO

www.affidea.it


laPiazza del Gusto

32

www.lapiazzaweb.it

PRIMAVERA DEL PROSECCO SUPERIORE, PERCORSI DI GUSTO, DI VINO E CULTURA perdere “Corbanese nel bicchiere”, evento in programma per giovedì 24 maggio sotto la guida degli esperti sommelier di AIS Veneto. Da segnalare, inoltre, l’appuntamento di mercoledì 30 maggio con “Golosi e Curiosi – il sapore del cibo, il gusto del vino”, cena che permetterà ai partecipanti di scoprire i migliori accostamenti tra le prelibatezze culinarie e i vini del territorio, affinando la sensibilità delle proprie papille gustative.

Una full immersion nella terra natia del Prosecco dal punto di vista naturalistico e storico vi attende da domenica 20 maggio fino alla prima domenica di giugno per la celebrazione della Primavera del Prosecco Superiore. Il 20 maggio si terrà anche la visita guidata “Conegliano tra Natura e Storia” e lo spettacolo “Festival Folk” con animazione e body painting. A Corbanese di Tarzo, invece, inizierà anche la “49a Mostra del Vino Superiore dei Colli”, una rassegna enogastronomica che fino al 3 giugno vedrà il vino al centro di degustazioni e serate musicali. Sabato 19 maggio la rassegna si aprirà con l’inaugurazione ufficiale della mostra e degli stand gastronomici che, per tutta la durata della mostra, proporranno moltissime degustazione, tra cui il tradizionale spiedo con polenta bianca, la costata ai ferri e la paella di pesce. Non mancheranno i momenti per ammirare il paesaggio grazie a “Colline di natura e storia”, una passeggiata guidata in programma per domenica 20 maggio che farà riscoprire agli interessati le bellezze del territorio. Chi volesse imparare di più riguardo alla pratica della degustazione, non potrà assolutamente

FESTA DELLA CILIEGIA IGP DI MAROSTICA “La Ciliegia di Marostica IGP”, come vuole il marchio di valenza europea di Indicazione Geografica Protetta, sarà la regina del territorio per promuovere le eccellenze cerasicole  della zona. Le ciliegie certificate hanno calibro minimo di 23 mm, un colore rosso uniforme e corrispondono alle varietà regolate dal disciplinare di produzione. La 74esima mostra mercato della cigliegia Igp di Marostica inizierà sabato 26 maggio con la Notte rossa, nel centro storico della cittadina. Domenica 27 si terrà la la tradizionale mostra mercato, spettacoli, intrattenimenti musicali e degustazioni. Per quattro giorni la cittadina metterà al centro il rosso frutto, offrendo al pubblico numerose occasioni per gustare le diverse varietà ma anche per far festa ed animare la città.  Le degustazioni e le feste dedicate a questo frutto prelibata si susseguiranno sabato 2 e 3 giugno tra Molvena e Mason Vicentino.

A Corbanese di Tarzo inizierà la Mostra del vino superiore dei Colli, una rassegna enogastronomica visitabile fino al 3 giugno Tante le iniziative culturali in programma, grazie alla collaborazione con la Gipsoteca Canova di Possagno, il Museo della Battaglia di Vittorio Veneto e la Mostra “Teodoro Wolf Ferrari” a Palazzo Sarcinelli a Conegliano. Tutti i visitatori delle Mostre del Vino potranno infatti ritirare un buono per l’ingresso ridotto ai Musei, da utilizzare nei mesi della Rassegna.

ALTO ADIGE, LA NOTTE APER D DELLE CANTINE TI A MET DALL

À IL E OR VENERD GIUGNO S Ì, E 11 C O N S A BAT O I A M O ORAR E IO CO DOMENI C NTIN UAT OA

Torna il 9 giugno la Notte delle Cantine, la manifestazione organizzata dalla Strada del Vino dell’Alto Adige che rende visitabile per una notte intera decine di cantine del territorio, aperte ai visitatori dalle 17 fino alle 24. Alla Cantina Tramin a Termeno si organizzano visite guidate alla cantina, splendido esempio di architettura moderna, realizzata nel 2010 dall’architetto Werner Tscholl

PIZZERIA PIADINE • PANINI CALDI

e ispirata alla vite e alla sua morfologia. Oltre ai Gewurztraminer sarà possibile gli altri vini bianchi che hanno reso celebre la cantina guidata da Willi Sturz. Ci sarà la possibilità di approfittare delle diverse proposte gastronomiche del ristorante allestito appositamente nella sala panoramica o nei diversi angoli della cantina.

041 55 40 550

V.le Padova, 1 • Sottomarina di Chioggia (Ve) • ANCHE SU PRENOTAZIONE www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo


CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE

CAVANIS

ACCREDITATO DALLA REGIONE VENETO AI SENSI DELLA L.R. 19/2002 - DEC 811-812-813-814 del 28 luglio 2017

CORSI TRIENNALI IN OBBLIGO SCOLASTICO PER L’ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA IN EUROPA

UNIONE EUROPEA

Sono aperte le Iscrizioni per i Corsi di Abilitazione all’esercizio della professione di Acconciatore ed Estetista Durata del corso: 900 ore (di cui 300 lezioni frontali e 600 stage) Le 300 ore di lezione frontale sono svolte presso la sede del CFP Cavanis a Chioggia nelle giornate del lunedì (mattina e pomeriggio) e del martedì (mattina) L’attività di stage di 600 ore viene svolta presso aziende del settore. PER INFORMAZIONI telefona in segreteria al n. 041 400922

FONDAZIONE CAVANIS Campo Marconi 112 · 30015 Chioggia (Ve) Tel. 041 40 09 22 · Fax 041 55 09 812 info@cavanischioggia.it · www.cavanischioggia.it


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

35

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Crostini alla salsa di asparagi Ingredienti: 200 g di asparagi - 1 pizzico di paprika - sale e olio q.b. - 1 cipolla - 80 g di ricotta.

Barchette di zucchine Ingredienti: 6 zucchine - 1 cipolla - 2 spicchi d’aglio - 7-8 asparagi - 1 pizzico di peperoncino - 1 C di parmigiano - 2 C di pane grattugiato - olio e sale q. b.

Crostata di frutta fresca Ingredienti: 180 g di farina per dolci - 75 g di zucchero integrale - 60 g di tahin - 1 uovo - 2 c di lievito - 1 bustina di vanillina - 1 pizzico di sale - 4 hg di fragole alga agar-agar.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Preparazione: sbucciare gli asparagi, tenere da parte le punte (che si cuoceranno a vapore), tritare la cipolla, metterla in una pentola con gli asparagi tagliati a pezzetti, il sale, la paprika e un po’ d’olio. A fine cottura aggiungere la ricotta, frullare bene il tutto e guarnire con le punte degli asparagi.

Preparazione: lavare le zucchine e dividerle a metà, con un cucchiaino togliere la parte interna. Tritare questa polpa con gli asparagi precedentemente cotti con la cipolla e l’aglio e far rosolare il tutto in una padella con un po’ d’olio; aggiustare di sale e peperoncino e riempire le zucchine con questo composto. Adagiarle in una teglia da forno oliata, cospargere con parmigiano e pane grattugiati. Coprire la teglia e metterla in forno a temperatura media per 15-20 minuti. Passato questo tempo scoprire e terminare la cottura.

Preparazione: in una terrina mettere la farina, lo zucchero, l’uovo, il lievito, la vanillina, il sale e il tahin. Amalgamare bene tutti gli ingredienti; lasciare riposare l’impasto in un luogo fresco per almeno 15 minuti. Quindi spianare l’impasto con il matterello, disporlo in una teglia unta d’olio e cosparsa di pane grattugiato e passare in forno per 15 minuti. La crostata non deve essere troppo cotta. Lasciar raffreddare e intanto preparare la gelatina con l’agar-agar. Disporre la frutta fresca, unire la gelatina e tenere in luogo fresco.

Note

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.


Oroscopo

36

l’

Ariete Vi attendono incontri frizzanti e piacevoli. Espandete la cerchia delle amicizie e concedetevi qualche viaggio extra

Toro Attenti agli imprevisti: un grande amore, inaspettato e sconvolgente, qualcosa in famiglia, la scelta di una persona

Maggio L’estate alle porte ci regala già molti effetti positivi: buonumore e desideri vengono rinvigoriti, nuovi incontri per tutti i gusti!

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Non mancheranno le complicazioni che vi impediranno di godere appieno del tempo libero. Usate la vostra grinta

Scorpione La vostra energia interiore si manifesterà con una grande decisione e vi darà forza, attenti all’aggressività

Gemelli

Sagittario

Vita sociale appagante, varia, ricca di occasioni, di divertimento forse perfino dei primi viaggi, ottimo!

Affronterete al meglio situazioni incerte o che richiedono una certa grinta. Nel complesso, un periodo positivo

Cancro

Capricorno

Cautela: non mancheranno gli ostacoli. Siate chiari e diretti con tutti e le cose andranno meglio verso fine mese

I giorni bui non mancheranno: mantenete sangue freddo e capacità decisionale e non lasciatevi spaventare

Leone

Acquario

Da metà mese sarete travolti da un’ondata di nervosismo che vi vedrà polemizzare con tutti. Pazienza!

Da metà maggio Marte sarà in Acquario e aumenterà reattività e grinta. Attenti: prenderete fuoco facilmente…

Vergine

Pesci

Mese eccellente per i vostri progetti che saprete concretizzare in fretta. Siate sapienti, tenaci e realistici

In arrivo situazioni più eccitanti, svolte desiderate e cambiamenti che vi faranno sentire finalmente soddisfatti


HAI UN APPUNTAMENTO CON IL FUTURO. NON FARLO ASPETTARE.

Non decidere prima di aver provato una Toyota. NON DECIDERE PRIMA DI AVER PROVATO UNA TOYOTA.

Ferri Auto

Parti da qui. Sarà un buon viaggio. 

FERRI AUTO Nord Via del Santo LIMENA FERRI AUTO Sud Strada Battaglia DUE CARRARE www.ferriauto-toyota.it

4,3 226 recensioni

Offerta valida fino al 30/04/2018 in caso di permuta o rottamazione di un veicolo posseduto da almeno 6 mesi e solo per vetture disponibili in stock. La percentuale percorsa in modalità elettrica è ricavata dai risultati ottenuti con il “Test Drive della Verità” in base ai dati del sistema diagnostico del veicolo. I risultati dei test effettuati in collaborazione con Driveco sono consultabili sul sito toyota.it nella sezione “Test Drive della Verità”. Maggiori dettagli su toyota.it. Immagini vetture indicative. Valori massimi riferiti a Yaris Hybrid: consumo combinato 27,8 km/l, emissioni CO2 82 g/km., alla gamma Auris Hybrid Touring Sports: consumo combinato 25 km/ l,emissioni CO2 92 g/km.; alla CͲHR Hybrid: consumo combinato 25,6 km/l, emissioni CO2 87 g/km.; alla RAV4 Hybrid: consumo combinato 19,6 km/l, emissioni CO2 118 g/km.


GABETTI SOLUZIONI DI VALORE AGENZIA DI PIOVE DI SACCO

NOVITÀ

NOVITÀ

NOVITÀ

NOVITÀ

PIOVE DI SACCO Loc. Arzerello, casa indipendente accostata con scoperto privato e terreno agricolo contiguo, composta da ingresso, soggiorno, cucina, pranzo, ripostiglio, doppi servizi e 2 camere matrimoniali; pertinenza ad uso ripostiglio e garage. Possibilità di acquistare la casa accostata confinante e creare un’unica proprietà. Classe in fase di definizione. € 85.000 Rif. 181605

PIOVE DI SACCO Loc. Arzerello, casa indipendente accostata con scoperto privato e piccolo terreno agricolo contiguo, disposta su due livelli fuori terra, con ingresso, cucina, soggiorno, ampio ripostiglio, bagno, 2 camere matrimoniali e soffitta. Abitabile da subito con piccoli interventi. Possibilità di acquistare la casa accostata confinante e creare un’unica proprietà. Classe in fase di definizione. € 85.000 Rif. 18160

BRUGINE zona residenziale tranquilla e comoda ai servizi, recente porzione di bifamiliare, disposta su due piani fuori terra con ingresso, soggiorno con cucina ed angolo cottura, bagno e garage al piano terra; 2 camere matrimoniali, cameretta, bagno e 3 poggioli al piano primo. Zona giorno personalizzata con travi a vista e pareti in mattoni a vista. Classe in fase di definizione. € 215.000 Rif. 181607

CORREZZOLA Loc. Civè, inserita in tranquillo contesto residenziale, villetta a schiera sviluppata in due livelli fuori terra; si compone di ingresso - soggiorno, cucina, servizio e garage al piano terra, mentre al piano superiore il reparto notte con disimpegno, 3 camere, bagno e due poggioli. Dispone anche di scoperto esclusivo e portico. Classe G – kWh 255,25. € 105.000 Rif. 181603

PIOVE DI SACCO prima periferia, bifamiliare in orizzontale costituita da due unità autonome con ottimi spazi abitativi e locali accessori adiacenti su cortile di proprietà di circa 1500 mq ed ulteriore terreno agricolo di altri 4500 mq circa. Ottima qualità-prezzo. € 185.000 Rif. 181595

PONTELONGO nella centralissima piazza, su palazzina di 4 unità, appartamento al secondo ed ultimo piano, composto da ingresso-cucina, soggiorno, 2 camere matrimoniali, bagno, 3 poggioli; wc-lavanderia e garage al piano terra. Contesto tranquillo e comodo a tutto con ridottissime spese condominiali. Classe G – kWh 263,64. € 68.000 Rif. 181597

BRUGINE centro, in zona residenziale tranquilla, appartamento trilocale al primo ed ultimo piano con, ingresso, soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno, 2 poggioli e garage. Disponibile da subito. Classe D – kWh 71,61. € 89.000 Rif. 161538

PONTELONGO prima periferia, casa singola su un unico piano rialzato con soggiorno, pranzo e cucinotto, 3 camere matrimoniali, bagno, lavanderia-doccia, cantina. Giardino privato. Buono stato di manutenzione. Classe G – kWh 367,6. € 108.000 Rif. 171563

CODEVIGO località Cambroso, casa singola con annessi divisi, su lotto di circa 1.500 mq; si compone di ingresso, cucinino, pranzo, soggiorno, 4 camere matrimoniali, lavanderia e doppi servizi. Inoltre, vi sono due ricoveri per attrezzi su fabbricati disgiunti. Disponibile da subito. € 155.000 Rif. 181600

PIOVE DI SACCO prima periferia, nuova porzione di quadrifamiliare disposta su due piani fuori terra, con zona giorno, bagno e garage al piano terra, 3 camere e bagno al piano primo. Tecnica costruttiva in classe A, tetto in legno a vista e possibilità di scelta delle finiture. € 239.000 Rif. 171592

PIOVE DI SACCO centralissimo appartamento con ingresso, cucina separata, soggiorno, 2 camere matrimoniali, studio/cameretta, bagno, due ripostigli e garage. Classe E – kWh 146,30. € 130.000 Rif. 181594

PIOVE DI SACCO appartamento al piano rialzato su palazzina di sole 6 unità; dall’ingresso si accede in un disimpegno che collega la zona giorno alla zona notte e si compone principalmente in 3 locali, quali: soggiorno con cucinino separato, 2 camere di cui una matrimoniale, bagno, 2 poggioli e garage. Ampio lo spazio condominiale. Classe F – kWh 163,29. € 78.000 Rif. 171566

PONTELONGO centro, in zona residenziale, appartamento duplex di 140mq commerciali. Si compone di ingresso, cucina abitabile, ampio soggiorno – pranzo, 3 camere, 2 bagni finestrati, 2 poggioli e terrazzo di 40mq. Dispone di garage doppio al piano terra. Contesto tranquillo e comodo a tutti i servizi. Classe F – kWh 347,59. € 97.000 Rif. 181601

LEGNARO periferia, vendesi due appartamenti su fabbricato trifamiliare, dislocati uno al solo piano terra e l’altro al piano terra e primo; stato al grezzo avanzato, completi di massetti ed intonaci interni. Possibilità di personalizzare le finiture. € 142.000 Rif. 171593

PONTELONGO tipico casale veneto da ristrutturare con facciata caratterizzata da varchi e camini alla veneta. Volume esistente di 2300mc da destinare a residenziale, direzionale o commerciale. Area di pertinenza di ca 1000mq. € 120.000 Rif. 171579

BRUGINE comoda a tutti i servizi, luminosa porzione di bifamiliare con ingresso, soggiorno, cucina, bagno e garage al piano terra; tre camere, due bagni e due poggioli al piano primo. Dispone inoltre di taverna con cucina in muratura, caminetto e angolo bar. Giardino piantumato di circa 350mq. Classe in fase di definizione. € 250.000 Rif. 181598

PIOVE DI SACCO zona Borgo Rossi, appartamento al piano rialzato di recente costruzione, con soggiorno - cucina, 2 bagni, 2 camere, ampio terrazzo e garage. Attualmente è locato, quindi ideale per investimento. Classe in fase di definizione. € 115.000 Rif. 171581

PIOVE DI SACCO nuova realizzazione: in quartiere residenziale, porzione di pentafamiliare indipendente, disposta su piano terra e primo, con ampia zona giorno, 2 bagni, 3 camere, ripostiglio-guardaroba, garage e giardino privato. Costruita con tecniche edificatorie di ultima generazione, riscaldamento a pavimento, impianto a pompa di calore, impianto fotovoltaico. Possibilità di personalizzazione degli spazi e finiture. Disponibili anche altre soluzioni. Classe di riferimento A. € 245.000 Rif. 171577

PONTELONGO centro, porzione di casa a schiera con cortile privato, disposta su due livelli, composta da ingresso-cucina, soggiorno, 2 camere e bagno. Recente ristrutturazione interna e serramenti. Classe F – kWh 152,90. € 75.000 Rif. 171589

PIOVE DI SACCO nelle vicinanze del centro e a due passi dai servizi, proponiamo in palazzina di poche unità, appartamento locato con ottima rendita (contratto in scadenza nel 2019). Posto al piano rialzato con soggiorno-cottura, 2 camere, bagno, cantinola e posto auto coperto al piano interrato. L’appartamento è arredato di solo angolo cottura e le spese condominiali sono contenute. Ideale come investimento. Classe D – kWh 96,23. € 70.000 Rif. 161533

AGENZIA DI PIOVE DI SACCO Tel. 049 9705597 P.tta Jappelli, 1*(di fronte Piazzale Serenissima) E-mail: piovedisacco@gabetti.it Sito web: www.gabetti.it

Piovese mag2018 n65  

Piovese mag2018 n65

Piovese mag2018 n65  

Piovese mag2018 n65

Advertisement