Page 1

Sport p.18

on-line: 

p.29

Salute p.23

FEBBRAIO 2017

Periodico d’informazione locale - Anno XXIV n. 18

Cultura p.17

62º016

del Miranese Sud

à

ttivit

di A

1954-2

S.A.S.

Arredamenti · Grandi Elettrodomestici · TV Led · Stufe Condizionatori · Casalinghi · Materassi · Mobili · Liste Nozze 30037 Rio S. Martino di Scorzè (Ve) · Via Onaro, 58 · Tel. 041 445149 Fax 041 447879 · info@scattolinluigi.com · www.scattolinluigi.com

4 8 10 11 12 35 37 38

mirano

Scuole superiori, scatta la protesta degli studenti mirano

Elezioni nel miranese, scenari in movimento

mirano chiede 43 milioni di euro per le opere del passante Il sindaco Maria Rosa Pavanello ha dato l’incarico ai legali per portare in tribunale servizio a pag 6 la Regione e far rispettare gli accordi di programma siglati

spinea

Addio a Marisa Negrato, anima della cultura spinea

Carnevale, tutto pronto per la sfilata dei carri santa maria Di sala

Troppi incidenti sulle strade del Miranese appuntamenti

Concerti, mostre ed eventi di casa nostra a tavola

La cucina biologica, integrale e vegetariana Oroscopo

Febbraio, stelle positive quasi per tutti

Godiamoci la festa

E6

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

E6 E6

C

Via Matteotti, 22 · Spinea · www.dmgioielli.it

’è un tempo dell’anno in cui è giusto lasciare gli ormeggi e concedersi qualcosa che altrimenti non faremmo mai. Quando la vita era dura, come dicono i nostri nonni, questo periodo dell’anno era il Carnevale. Ed eccoci qua, dunque, pronti a rendere omaggio alla tradizione che ci vuole veneti golosi di fritelle, favette, crostoli o galani, che dir si voglia, burloni e disposti a fare e ricevere scherzi. Ma soprattutto pronti ad andare al Carnevale! segue a pag 3

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

SCONTO 50% SU TUTTE LE LENTI DA VISTA SCONTO 50%SU SUTUTTE TUTTE LE VISTA SCONTO 50% LELENTI LENTIDA DA VISTA BUONAVISTA di Zabeo Samuele Viale Sanremo 42/D - 30038 Spinea (Ve) BUONAVISTA di Zabeo BUONAVISTA di ZabeoSamuele Samuele Tel. 041 997018 - E-Mail: Viale Sanremo 42/Dzabeo.samuele@libero.it - 30038 Spinea (Ve) Viale 42/Dzabeo.samuele@libero.it - 30038 Spinea (Ve) Tel. 041 Sanremo 997018 - E-Mail:

Tel. 041 997018 - E-Mail: zabeo.samuele@libero.it

facebook.com/lapiazzaweb

clicca mi piace!


Villa Momi’s

ristorante·pizzeria

Villa Momi’s è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un’ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati.

B E A U T I F U L D AY Villa Momi’s permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d’affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po’ di intimità, con un’armonia

che

solo il lume di candela riesce a creare

Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere. Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde.

Cavarzere (VE) Loc.Santa Maria 3B Tel. 0426 53538 chiuso il lunedì siamo presenti su

www.villamomis.it


3

Facciamo il punto

www.lapiazzaweb.it

Godiamoci la festa Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

Spinea, nasce il ‘‘Forum dell’aria” N

asce a Spinea, ma con l’obiettivo di estendersi anche fuori x provincia, il “Forum dell’aria”, rete permanente di comitati, associazioni, movimenti, per fare pressione sulla politica incapace finora di dare risposte credibili all’inquinamento atmosferico. Una situazione grave e sotto gli occhi di tutti, che porta ogni inverno a fare i conti con aria avvelenata, valori di polveri oltre i limiti di legge, aumento di malattie respiratorie e forse anche di morti. “Ma a parte inutili e inefficaci ordinanze comunali di limitazione alla circolazione e del riscaldamento degli edifici, che nessuno controlla, non si fa nulla”, spiegano i promotori. Ne fanno parte, tra gli altri, Valore Ambiente, Fiab Spinea, comitato Difesa ambiente e territorio di Spinea, Ecoistituto Veneto, M5S, Legambiente, Possibile, Assemblea permanente per il rischio chimico, Italia Nostra, Movimento per la decrescita felice e altri, con la rete che si allarga di giorno in giorno. “Vista la gravità della situazione e la totale mancanza di azioni valide da parte di Regione, Città Metropolitana e comuni - spiegano ancora i promotori - abbiamo dato il via alla costituzione del forum come rete di associazioni civili, comitati, associazioni ambientaliste, organismi sociali, gruppi politici, singoli cittadini che si riconoscono nei contenuti di un programma di proposte concrete che portino a incidere sulle decisioni e sulle azioni possibili per ridurre l’inquinamento nelle nostre città”. L’obiettivo è quello di riuscire a mettere in campo azioni comuni per avviare una campagna d’informazione, realizzare momenti di sensibilizzazione pubblica con azioni di mobilitazione e coinvolgimento della popolazione e delle forze sociali, per ottenere la convocazione e la partecipazione ai tavoli tematici con la Regione, poter contare in merito alla sorveglianza sul “Piano regionale di tutela e di risanamento dell’atmosfera”, richiedere maggiori controlli sui Filippo De Gaspari monitoraggi della qualità dell’aria.

del Miranese Sud

è un marchio registrato di proprietà Srl di

Le malattie respiratorie aumentano con i valori delle polveri oltre i limiti

Quasi in ogni paese vengono organizzate feste in piazza con carri allegorici più o meno grandi ed elaborati ma che, comunque, raccontano l’impegno di tanti cittadini che raccolgono la sfida del tempo e che, di sera, nel fine settimana, quando possono si ritrovano in qualche capannone per trasformare un rimorchio in un carro allegorico. Certo è che nell’era dei mondi virtuali in 3D, dove qualsiasi cosa sembra più vera della vita vera, tutto questo sforzo per un carretto di cartapesta pare davvero sprecato. Vien da chiedersi che senso abbiano oramai questi carnevali di paese. Se un tempo i carri sapevano stupire i bambini di ogni età e divertire gli adulti, oggi non è più così. Le nuove generazioni sono abituate a ben altro, il mondo che li cattura è tutto contenuto sullo schermo dello smartphone, una scatola che si apre ovunque e in ogni momento per portarli altrove. La rete, i social li catapultano con un clic nel mondo che non c’è e che, come accade nella favola a Peter Pan, è, tante volte, più affascinante e divertente del mondo che c’è. La tecnologia cattura e incanta…La carta pesta? Certo se assistiamo al carnevale di Viareggio o a qualche altro evento di quella portata possiamo dire che lo spettacolo vale ancora la pena ma per quanto durerà? Che sia il gusto del ricordo e della tradizione che mantiene in vita i nostri carnevali di paese? O la tenacia di quanti pensano che una giornata all’aria aperta, piena di colori e coriandoli valga ancora la pena di essere vissuta fino in fondo con tutti “i santi crismi”: carri, sfilata di mascherine, bancarella di dolciumi e karaoke? Forse è questo, ed è bene che sia così. A dimostrarlo sta il fatto che i nostri carnevali a volte non si fanno più, saltano qualche anno e poi tornano più belli di prima. E quando i carri tornano in piazza la gente partecipa e si diverte, segno che quando la festa salta si crea un vuoto, una mancanza. E’ un peccato, si dice. Allora infiliamo la maschera e andiamo, che la festa inizi. Sosteniamo, almeno partecipando numerosi, Pro Loco e comitati che tanto si impegnano senza guadagnare nulla se non la soddisfazione di vedere le piazze piene di bambini sorridenti. Il ricordo del carnevale in piazza, l’odore dei coriandoli polverosi, delle frittelle da carretto, il colore acceso dei costumi…tutto questo sarà prezioso e indelebile per loro perché solo la vita vera si incide davvero nella memoria di un essere umano. Altro che giochi virtuali!

IMPRESA FUNEBRE

ZARA DAL 1958 COMPETENZA E PROFESSIONALITÀ AL VOSTRO SERVIZIO

Spinea (Ve) · Via Roma (Loc. Orgnano) · Tel. 041 990286 www.impresafunebrezara.it

È un periodico formato da 14 edizioni locali mensilmente recapitato a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Mirano, Spinea e Santa Maria di Sala per un numero complessivo di 16.395 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Direzione, Amministrazione e Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

Redazione: Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Chiuso in redazione il 13 febbraio 2017


4

Mirano

www.lapiazzaweb.it

scuole superiori, scatta la protesta degli studenti

N

Il polo scolastico di Mirano è frequentato da 4 mila giovani ogni giorno. Si segnalano infiltrazioni e aule fredde

“P

iove a scuola e le aule sono fredde”, studenti in sciopero alla cittadella scolastica delle superiori di Mirano: un movimento di oltre 4000 studenti ogni giorno, strutture che mostrano i segni del tempo e disagi lamentati continuamente dai ragazzi, che lo scorso 20 gennaio hanno deciso di dire basta. “È evidente lo stato di abbandono delle nostre scuole - affermano i rappresentanti dei tre istituti - negli anni sono state fatte alla ex Provincia diverse richieste di manutenzione, senza risposte concrete. Rimangono le infiltrazione dai tetti, problemi di riscaldamento e altri legati alla struttura fisica delle scuole, con gli istituti che non hanno potere di intervento né risorse per poterlo fare. Lo sciopero non è una protesta verso la dirigenza dei nostri istituti, ma un tentativo di sensibilizzare i cittadini

e coloro che dovrebbero intervenire, in particolar modo il sindaco metropolitano Luigi Brugnaro. Chiediamo non solo parole ,ma fatti: non è possibile dover interrompere le attività scolastiche, sopportare il freddo in aula, camminare tra secchi pieni d’acqua quando piove, mettere lo scotch alle finestre perché non entri aria fredda. Chiediamo più attenzione, una “buona scuola”, per essere tale, dovrebbe essere fruibile sotto tutti i punti di vista”. Pronta la replica della Città metropolitana: “Già stanziati 600 mila euro per interventi edili e altri 565 mila per riscaldamento, manutenzione e impianti termici. Problemi riscontrati? Solo l’11 gennaio, un guasto in un settore dell’istituto 8 marzo-Lorenz, e i tecnici hanno subito riparato l’impianto. I giorni dopo non sono state segnalate anomalie e la situazione successiva

Porte aperte al liceo Majorana-Corner

La Città metropolitana ha stanziato 600 mila euro per interventi edili, e altri 565 mila per riscaldamento e manutenzioni

ha certificato temperature nella norma. Su 181 aule rimane un solo problema per le temperature dell’aula 49 del liceo Majorana-Corner, dovuto a problemi impiantistici e strutturali storici già noti”. “A fronte della crescita del numero di studenti - aggiunge la consigliera delegata ai Lavori pubblici, Maria Teresa Senatore - diminuiscono i fondi statali per gli interventi nelle scuole. Nonostante questo, siamo riusciti a destinare al polo scolastico di Mirano importanti Filippo De Gaspari risorse”.

uovo successo per “La notte nazionale del liceo classico”, organizzato per la terza volta all’istituto Majorana-Corner, per promuovere l’interesse per gli studi classici e ribadirne l’irrinunciabile attualità. In tutta Italia, dalle ore 18 alle 23 del 13 gennaio, oltre 380 licei classici hanno aperto le porte al pubblico, offrendo laboratori culturali, organizzati e realizzati da studenti, docenti e relatori esterni. La serata proposta dal MajoranaCorner è stata intitolata “Chiamale se vuoi…emozioni”, e ha proposto numerosi eventi, tra cui rappresentazioni teatrali, letture animate, concerti, performance, mostre fotografiche e di arti visive, degustazioni ispirate al mondo antico, conferenze, dibattiti, incontri con gli autori, presentazioni di libri, letture di poesie. Un modo anche per scoprire da vicino il liceo miranese, risultato tra i migliori della provincia. Non sono mancate le iniziative per bambini, con le emozioni delle favole antiche in un laboratorio gestito da studentesse dell’ultimo anno di corso.

una app per dialogare con le associazioni

A

Vasto assortimento di Vini in bottiglia e Birre Artigianali

15 Spine di vino sfuso della cantina Le Rughe - Conegliano Salumi - Formaggi - Prodotti tipici artigianali Italiani

Buono Sconto del 10% Vino sfuso min 5L

Valido fino al 31 Marzo 2017

Via Roma, 439/E - 30038 Spinea (Ve) - Tel 331 8436829

nche un “app” per aprire la scuola al territorio e portare le associazioni dentro le aule. Così la “Piazzetta del Pensiero”, che sorge tra gli istituti della cittadella scolastica, diventa spazio per discutere e confrontarsi. A sviluppare la “app”, che sarà presentata durante la tradizionale “Festa di sguardi” di fine anno, saranno gli stessi studenti ed ex studenti dell’Iis Levi-Ponti di Mirano, come punta di diamante di un programma di comunicazione pensato per aprire la scuola all’esterno. L’applicazione per smartphone è solo uno dei modi per portare, ad esempio, le attività delle associazioni all’interesse degli studenti: consentirà di pubblicizzare iniziative, manifestazioni, incontri. Proprio per questo già da tempo onlus e istituzioni stanno intessendo con l’istituto una rete di relazioni. Un esempio? L’Avis, l’associazione dei donatori di sangue, che lo scorso anno ha sperimentato per la prima volta le visite di idoneità direttamente tra le mura della scuola, “agganciando” 80 potenziali donatori. Quest’anno, replicata l’iniziativa, sono già 112. Ma sono molte le onlus che parlano e parleranno agli studenti, anche attraverso le nuove tecnologie. La stessa Avis, con l’Aido (donatori di organi) e il “Centro di servizio per il volontariato”, hanno per esempio organizzato un ciclo di incontri per gli studenti sul tema dell’appartenenza e della cittadinanza. A seguire il progetto “app” cinque ragazzi, che stanno sviluppando anche altri canali comunicativi, che serviranno anche per valorizzare al meglio le iniziative della scuola, come F.D.G. Auschwitz, Energy for Africa o la legalità con Libera.


• Gastronomia • Rosticceria • Friggitoria • Servizio e Forniture

POLLO CONTA del DINO con pata

senza ol te al forno i x 4 pers o one

solo

(Comunità, Pro Loco e Feste Private)

10€

peso minimo Kg 1,5

4

PAELLA solo pesce

I N O T T E P L O P i

Kg 1,200

at di pollo grigli ALI UR FARCITI o NAT

1 x 7 euro 2 x 10 euro

ioni

porz

solo

16,90 al Kg

15€

Presenti nei Mercati Settimanali • Lunedì:

Mirano (Ve) Mogliano Veneto (Tv)

• Martedì:

Pianiga (Ve) Marghera (Ve)

• Mercoledì: Maerne (Ve) Mestre (Ve)

PESCE ai FERRI a scelta

ORATA BRANZINO CODA di ROSPO PESCE SPADA

2

pezzi solo

10€

al Kg 20 €

• Giovedì:

Noale (Ve)

• Venerdì:

Martellago (Ve) Mestre (Ve)

• Sabato:

Fiesso d’Artico (Ve) Spinea (Ve)

• Domenica: Camisano Vicentino (Vi)

Via Fracasso, 22 • 30036 Stigliano di Santa Maria di Sala (Ve) Info e Ordini: 335 6327747 - 335 6327748 info@lanticafattoria.net • L’Antica Fattoria snc


6

Mirano

www.lapiazzaweb.it

Infrastrutture Il sindaco Maria Rosa Pavanello ha dato incarico agli avvocati

opere complementari al passante, il comune porta in tribunale la regione O

pere di compensazione al euro. “Siamo arrivati a questa Passante, la battaglia tra azione dopo un percorso iniziato Mirano e la Regione finisce in nel 2012, con incontri e massitribunale. Finito il tempo della ma disponibilità al dialogo con i politica e delle attese: il Comune responsabili politici e tecnici dei ha annunciato di aver presentato diversi enti, che nel frattempo ricorso al Tar del Veneto contro sono in parte cambiati - spiega la Regione, Anas e gli altri enti Pavanello. Il 6 agosto 2014 siamo firmatari dei tre accordi di pro- riusciti a far convocare la prima gramma sulle opere compensati- riunione del collegio di vigilanza ve e di mitigazione: finisce ai giu- con i soggetti firmatari dell’acdici dunque l’inadempimento (o cordo del 2009 (oltre a Regione, l’inesatto adempimento) dei tre Provincia, Comune di Mirano, accordi, firmati tra le parti il 22 Commissario delegato per il Pasmarzo 2007, il 25 febbraio 2008 e sante, Veneto Strade e Concesil 15 febbraio 2010, tutti ratificati. sioni autostradali venete) per afIl Comune chiede in pratica che frontare la questione. A seguire, gli enti citati siano condannati a era in programma un nuovo ineseguire gli interventi concordati contro per ottobre 2014, che però o, in subordine, rinon è mai stato inChiesta sarcire il danno per detto dalla Regione. la mancata esecul’esecuzione degli Nel febbraio 2015 zione delle opere, ho chiesto a Zaia di interventi che ammontano a fissare il promesso 43 milioni di euro. concordati negli secondo incontro I dettagli sono stati per terminare i laaccordi di presentati nel corso vori del collegio di di una conferenza programma, o il vigilanza e arrivare stampa alla quale a soluzione definitirisarcimento di sono intervenuti il va della questione. sindaco Maria Rosa 43 milioni di euro È seguita una riuPavanello, l’avvocanione tecnica per to Alfiero Farinea che tutela gli valutare le priorità. Poi ho atteso interessi del Comune, il dirigen- che, dopo le elezioni regionali, te dell’area tecnica Roberto Lui nuovi assessori prendessero mine, il vicesindaco Annamaria conoscenza della vicenda. Ma la Tomaello e gli assessori Giusep- mancanza di interlocuzione ci ha pe Salviato e Cristian Zara. I tre motivati a presentare il ricorso. accordi prevedono sia la realiz- Dobbiamo tutelare gli interessi zazione di opere complementari e la salute dei cittadini e auspie di mitigazione ambientale da chiamo che la Regione si renda parte degli enti firmatari per cir- disponibile a trovare un’inteca 24 milioni di euro, sia il versa- sa”. “Gli accordi di programma mento da parte della Regione al - spiega l’avvocato Farinea - sono Comune di 19 milioni di euro per atti equiparabili a contratti e perla realizzazione di altre opere di tanto generano obblighi e diritti. compensazione. Opere che sono Non sono solo semplici manifestate realizzate in minima parte, stazioni di interessi. Tra l’altro o in modo difforme da quanto parliamo di accordi ratificati, previsto. Dei 19 milioni di euro la quindi in essere”. Filippo De Gaspari Regione ha versato solo 737 mila

FOREVER FOREVER YOUNG YOUNG

FOREVER YOUNG

manca da realizzare un lungo elenco di opere: dalle aree boscate alle ciclabili, alla sistemazione degli argini

S

i va dalla riorganizzazione degli innesti di via Vetrego a est e a nord, verso Scaltenigo-Ballò, alla cosiddetta “opera 7”, che doveva collegare viale Venezia con Roncoduro, insieme a un pacchetto di ciclabili, nuova illuminazione, manti stradali e mitigazioni ambientali mai realizzate o fatte in modo provvisorio e senza requisiti minimi di qualità e sicurezza. È lungo, d’altronde equivale a opere per ben 43 milioni, l’elenco degli interventi che Mirano attende ormai da quasi dieci anni. Mancano all’appello, previste dall’accordo del 2008, anche le fasce boscate di 30 metri lungo tutto il tracciato del Passante, con alberi d’altro fusto e altri interventi di mitigazione. Non

c’è traccia nemmeno del nuovo campo da calcio di Vetrego, del collegamento tra via Basse e via Molinella a sud della A4, della sistemazione degli argini del Muson. E poi ci sono i 19 milioni di euro: 23 opere che il Comune aveva pure “alleggerito”, stilando un elenco di 5 milioni di primo stralcio, mettendo come prioritarie la ciclabile di via Scaltenigo, le rotatorie in via Cavin di Sala (due, fronte centri commerciali e in via Chiesa), nel centro di Zianigo, tra via Luneo e via Zinelli, tra via Porara Gidoni e via Scaltenigo, tra via Porara e via Kennedy e al bivio tra via Stazione e via Ballò. Sparita anche la ciclabile di via Caltana tra Scaltenigo e il Ponte delle Fratte. F.D.G.

FORFAIT 3+ FORFAIT 3+ TIENI IN FORMA LA TUA CITROëN

TIENI LA TUA CONIN PIùFORMA DI 3 ANNI AD CITROëN UN CON PIù DISORPRESE 33+ ANNI AD UN PREZZO SENZA FORFAIT SENZA TIENI INPREZZO FORMA LA TUA CITROËNSORPRESE CON PIÙ DI 3 ANNI AD UN PREZZO SENZA SORPRESE

FRenI

FRenI

FRENI

via Polanzani, 88 · 30033 Noale (Ve)

tel e fax 041 440547 MAnuTenzIOne rizzato.noale@tin.it DISTRIBUZIONE SPAZZOLE MANUTENZIONE AnnuAle pReVenTIVO OnlIne ANNUALE MAnuTenzIOne SpAzzOle DISTRIbuzIOne AnnuAle citroen.it

DISTRIbuzIOne

SpAzzOle

pReVenTIVO OnlIne

Scopri i Forfait dedicati alla tua auto dai 3 anni in su sul sito Citroën.it. Offerta valida per i seguenti interventi: pastiglie freni anteriori, pastiglie e dischi freni anteriori, cinghia di distribuzione, spazzole e manutenzione annuale. Interventi effettuati con ricambi certificati Citroën, IVA e manodopera inclusa; sono esclusi eventuali costi per materiali di consumo e smaltimento. L’offerta non si applica alle operazioni effettuate in garanzia contrattuale o con contratto di Servizio. Le immagini contenute nel presente documento sono inserite a titolo esemplificativo. Per maggiori informazioni rivolgiti al tuo Riparatore Autorizzato Citroën. citroen.it

Scopri i Forfait dedicati alla tua auto dai 3 anni in su sul sito Citroën.it. Offerta valida per i seguenti interventi: pastiglie freni anteriori, pastiglie e dischi freni anteriori, cinghia di distribuzione, spazzole e manutenzione annuale. Interventi effettuati con ricambi certificati Citroën, IVA e manodopera inclusa; sono esclusi eventuali costi per materiali di consumo e smaltimento. L’offerta non si applica alle operazioni effettuate in garanzia contrattuale o con contratto di Servizio. Le immagini contenute nel presente documento sono inserite a titolo esemplificativo. i Forfait dedicati alla tua auto dai 3 anni in su sul sito Citroën.it. Offerta valida per i seguenti interventi: pastiglie freni anteriori, pastiglie e dischi freni anteriori, cinghia di distribuzione, spazzole e manutenzione annuale. Interventi effettuati con ricambi certificati per maggiori informazioni rivolgiti al tuo Scopri Riparatore Autorizzato Citroën. Citroën, IVA e manodopera inclusa; sono esclusi eventuali costi per materiali di consumo e smaltimento. L’offerta non si applica alle operazioni effettuate in garanzia contrattuale o con contratto di Servizio. Le immagini contenute nel presente documento sono inserite a titolo esemplificativo. per maggiori informazioni rivolgiti al tuo Riparatore Autorizzato Citroën.


7

Mirano

www.lapiazzaweb.it

controlli di vicinato, comune e prefettura dettano le regole

I

Il comitato “Campocroce sicura” guidato da Gaetano Ferrieri è sotto accusa per aver organizzato delle ronde

I

l sindaco Maria Rosa Pavanello ha comunicato alla prefettura di Venezia la decisione del Comune di aderire al Protocollo d’intesa sul “Controllo di vicinato”. Il documento, recependo le indicazioni della prefettura stessa e dell’”Associazione nazionale Controllo di vicinato”, delinea le modalità operative che tutti i gruppi che vogliono impegnarsi per la sicurezza della propria città devono osservare per fornire un servizio utile ed efficace e che non rischi di generare situazioni potenzialmente pericolose. Scrive Pavanello nella comunicazione al prefetto Carlo Boffi: “Con la presente comunico la volontà del Comune di Mirano di sottoscrivere il protocollo d’intesa per permettere la formazione di gruppi di controllo di vicinato sul territorio comunale, che agiscano

in modo regolare e normato”. L’adesione, dunque, nasce dalla necessità di dare il maggior sostegno e creare il miglior contesto possibili per i gruppi di controllo di vicinato che si costituiranno o si sono appena costituiti a Mirano. Un esempio è quello in via di formazione nell’area nord del capoluogo, dove è presente un nucleo di volontari che ha manifestato l’intenzione di operare secondo i criteri fissati dal protocollo. Per il Comune agire secondo i dettami della prefettura è irrinunciabile, diversamente si rischia di porsi fuori dalla legge. Chiaro il messaggio lanciato al comitato “Campocroce sicura”, che da dicembre organizza alcune passeggiate notturne per il paese in ottica di controllo: vere e proprie ronde, non previste dal protocollo. Il comitato però tira dritto: “Non

Una lettera ai 18enni per diventare donatori

Nel comprensorio l’azione dei gruppi è di supporto alle forze dell’ordine, con precise segnalazioni di situazioni che possono destare sospetto

c’è nessuna legge che ci obblighi ad appartenere a un’associazione già costituita e non ci interessa farlo per volontà - spiega il referente Gaetano Ferrieri - a Campocroce c’è un comitato spontaneo di cittadini, chiederemo al sindaco di riconoscerlo e di farci riconoscere dalla prefettura come gruppo autonomo attivo. Non accettiamo di farci deviare verso altre formazioni Filippo De Gaspari esistenti”.

274 miranesi che nel 2016 hanno compiuto 18 anni riceveranno una lettera da parte dell’Avis di Mirano e del Comune che invita a festeggiare il traguardo della maggiore età, diventando donatori di sangue. Al compimento dei 18 anni è infatti possibile donare il sangue, gesto tanto semplice quanto prezioso, non solo per chi ne beneficia, ma anche per chi lo fa. L’associazione, facendosi garante della salute del donatore attraverso controlli sanitari, propone di compiere un gesto anonimo, silenzioso, volontario e gratuito che aiuta a crescere chi dona, e dà una speranza a chi ne necessita. La lettera, firmata dal presidente dell’Avis di Mirano Fabio Gai, dal sindaco Pavanello e dall’assessore Annamaria Tomaello, vuole sensibilizzare alla donazione del sangue perché la richiesta degli ospedali (per cure, interventi e trapianti) è in continuo aumento. Per informazioni: Avis Mirano, da lunedì a venerdì, 9-11, tel. 041.5795708.


8

Mirano

www.lapiazzaweb.it

Politica Si chiude un ciclo a Salzano

Pietre d’inciampo in ricordo dei coniugi Paolo e Nella Errera

elezioni, scenari in movimento a mirano e santa maria di sala Saranno 3 i Comuni del Miranese chiamati a rinnovare il parlamentino locale ed eleggere il sindaco per il quinquennio 2017-2022. Chi andrà alle urne a primavera, saranno: Mirano, Santa Maria di Sala e Salzano, e la situazione per ora è abbastanza fluida. Al momento in cui scriviamo la data delle elezioni non è ancora stata decisa e i candidati ufficiali sono pochi. Così come le alleanze non sono state ancora decise e c’è il rischio che si possa arrivare all’ultimo, o quasi, per avere il quadro delineato. Di certo, rispetto alla tornata del 2012, un attore più rilevante, sarà il Movimento 5 Stelle, che potrebbe spostare, anche a suo favore, gli attuali equilibri. Uniche certezze sono la possibilità per gli attuali sindaci di Mirano (Maria Rosa Pavanello) e Santa Maria di Sala (Nicola Fragomeni) di potersi ricandidare, mentre a Salzano (Alessandro Quaresimin) si chiuderà un ciclo e alla guida della giunta arriverà una nuova figura. Partendo da Mirano la Pavanello (centrosinistra) ha dato la sua disponibilità a continuare il suo operato. Si attende l’investitura ufficiale, mentre l’unica mossa certa è targata Maurizio Ebano (Indipendenza Noi Veneto), che ha già rotto gli indugi, e correrà per guidare il Comune. A Santa Maria di Sala, la novità principale sarà il passaggio dal turno unico al doppio, avendo passato i 15 mila abitanti nel censimento del 2011, con la possibilità di arrivare al ballottaggio se non ci sarà un vincitore. Questo cambierà, senza dubbio, la strategia delle singole formazioni, perché qualcuno potrebbe decidere di andare anche da solo alla prima tornata per poi fare la conta, una volta capito il numero

di voti e le percentuali ottenute. Anche in questo caso, Fragomeni (centrodestra) può essere rieletto per altri cinque anni. Lui ha dato la disponibilità a fare un altro lustro, ma una decisione definitiva non è ancora stata presa. Attorno a lui,

Maria Rosa Pavanello

invece, regna ancora l’incertezza e candidati ufficiali non ci sono. Salzano, invece, continuerà a essere l’unico del Miranese ad avere un turno unico, essendo sotto ai 15 mila abitanti. Come detto, finirà il decennio Quaresimin (centrosini-

stra) e nell’arco di poche settimane passerà la mano al successore che, chissà, magari sarà pure donna. Ma anche nel cuore del Miranese, però, solo tante trattative, qualche voce ma nulla più. Alessandro Ragazzo

Mirano ricorda i suoi morti della Shoah e per non dimenticare dedica a tre di loro un pensiero su pietra. Una Giornata della memoria particolare quella miranese dello scorso gennaio, fatta di lapidi svelate e monumenti che restano. Ai coniugi Paolo e Nella Errera la città ha dedicato due pietre d’inciampo, ormai celebre monumento che l’artista tedesco Gunter Demnig realizza per ricordare le vittime del nazismo: lo fa da anni attraverso piccole targhe di ottone poste su cubetti di pietra incastonati

nel selciato davanti all’ultima abitazione scelta liberamente dalla vittima. A Mirano le pietre sono state collocate lo scorso 19 gennaio all’ingresso di Corte di Villa Errera, dove Paolo Errera e Nella Grassini vissero fino al 25 febbraio 1944, quando furono arrestati in quanto ebrei, e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz. Sia Errera (stimato sindaco di Mirano dal 1895 al 1920) che la moglie non sopravvissero alla Shoah. Pochi giorni prima, il 15 gennaio, Mirano ha ricordato con una lapide nel cortile del municipio anche Orazio Rutoli, tenente generale medico e direttore dell’ospedale di Mirano negli anni della Seconda guerra mondiale. Tra l’8 settembre 1943 e la primavera del 1944 fu autore di un’opera di coraggio e generosità che è stata poco ricordata nei decenni a seguire, forse “oscurata” dai fatti più tragici della Resistenza miranese: usando il suo ruolo, Rutoli riuscì a salvare dalla deportazione 983 marinai, ricoverandoli nella struttura sanitaria che gestiva. F.D.G.


% 20 to 0% n c n la s c o t o 1 p o r ĂŹ on o u e d p r s c o c 7) e t o 1 l n a e i c u e s /20 so V n q 2 l e a /0 a o d 8 m i ĂŹ o nd l 2 l d va t e e D n t a o a n r fi a to s e Ă e t M a r di l a a b o p vali d S l ( o

P

m o r

S

i z o

o

a ne en


10

Spinea

www.lapiazzaweb.it

addio alla negrato, anima della cultura Aveva promosso con l’associazione “Amici della biblioteca” tante iniziative per incentivare la lettura e l’arte. Fra quelle più riuscite gli incontri serali “L’Italia in giallo” con tanti scrittori di successo

A

fine gennaio è mancata Marisa Negrato, cittadina di Spinea, anima dell’associazione “Amici della biblioteca”, organizzatrice di eventi e pittrice. Marisa lottava da tempo contro un brutto male che l’ha stroncata a soli 59 anni. Marisa era conosciuta per il suo grande impegno con l’associazione “Amici della biblioteca” di cui il marito, Antonio Carraro, è il presidente. Ha partecipato con l’assessorato alla cultura nell’organizzazione di numerosi eventi per promuovere la lettura, l’arte e la poesia. Marisa era una grande amante dell’arte e dedita alla pittura: dopo aver prodotto oper come pittrice si dedicò al batik, rappresentando delle donne africane. Aveva fatto diverse esposizioni personali, una anche in villa Farsetti a Santa Maria di Sala. “Eravamo legate da profonda amicizia - dice commossa Loredana Mainardi assessore alla cultura di Spinea - lei era una

donna straordinaria, una miniera di proposte intelligenti e disponibilità. Era un’artista perché realizzava delle opere bellissime e si era dedicata anima e corpo all’associazione “Amici della biblioteca”, di cui era segretaria. Assieme al marito hanno avuto la capacità di far rinascere l’associazione, grazie alla sua grande capacità di comunicare con le persone. Con gli incontri serali titolati “L’Italia in giallo” ha contattato scrittori illustri e famosi quali: Massimo Carlotto, Maurizio De Giovanni, Fulvio Ervas, Valerio Varesi, Matteo Strukul e molti altri ancora. Lei ha lanciato anche l’iniziativa della casetta dei libri che, nella “Notte gialla” e a Natale, costituiva uno scambio di circa 3 mila libri a meno di un euro. Un’idea geniale per diffondere la cultura che poi altri comuni hanno deciso di fare propria”. L‘amministrazione comunale e l’assessorato alla cultura, sentono molto questo lutto, e stanno

Alcune immagini di Marisa Negrato e della biblioteca di Spinea

già pensando di istituire, con la biblioteca, un premio annuale o un concorso per tenere viva la memoria d Marisa. Anche i social sono stati un canale per esprimere i propri sentimenti e amici e conoscenti hanno voluto salutarla anche ricordando come l’ave-

una serie di incontri per promuovere l’uso della bicicletta Da febbraio a marzo, al cinema teatro Bersaglieri, si terranno tre giornate titolate: “La bicicletta è democratica”. Gli appuntanti sono organizzati dal gruppo Solidalia, per tre giovedì consecutivi: il 23 febbraio, il 2 e il 9 marzo. Gli incontri proporranno dei dibattiti e dei film dedicati al mondo della bicicletta e della mobilità sostenibile. Il primo incontro titolato “La bicicletta ti muove” proporrà un incontro aperto con Antonio della Venezia della Fiab, Maria Rosa Vittadini docente Iuav e il vicesindaco Stefania Busatta con i quali si parlerà della bicicletta come mezzo di trasporto, con una visione sull’Italia e l’Europa. L’incontro sarà seguito, alle 21.30, dalla proiezione del film: “Byke Vs Car”. Il secondo incontro è titolato “La bicicletta diverte, scoprire il territorio con occhio diverso”. Dopo il dibattito sarà proiettato il film: “documentari di viaggi in bicicletta”. L’ultimo incontro è titolato “La bicicletta è vita, fa bene all’ambiente, fa bene alla salute”. All’appuntamento parteciperanno dei rappresentanti di Legambiente, Forum dell’Aria, Fiab e un esperto di salute. Tra gli argomenti, si parlerà dei danni dell’inquinamento da idrocarburi, la bicicletta come mezzo salutare che aiuta a mantenersi in forma e migliorare alcune patologie. Alle 21.30 sarà proiettato il documentario di Leonardo di Caprio: “Punto di Non Ritorno”. Il programma qui riportato potrebbe subire delle variazioni, per maggiori informazioni si può seguire la pagina facebook Solidalia o quella del cinema teatro Bersaglieri. Gli appuntamenti si terranno tutti alle 20.30 e hanno ingresso libero. (r.p.)

un marzo dedicato alle donne Nel mese di marzo, a Spinea, partiranno diverse iniziative culturali Saranno organizzate dall’assessorato alla cultura e all’istruzione del Comune. Marzo è il mese dedicato alla donna e per l’occasione si terrà “Ferma la violenza, parla a

favore delle ragazze”, un concorso di idee a premi indetto dal Cngei, associazione scout laica. L’obiettivo è quello di raccogliere idee e progetti per rendere permanente una campagna contro la discriminazione di genere. Il concorso, promosso da Wagggs e UN Women, è rivolto a tutte le classi delle scuole, statali e paritarie, del territorio nazionale. Nello spazio dell’orato-

vano conosciuta o con una loro personale esperienza. Altri hanno espresso le loro condoglianze ai famigliari, al marito Antonio e alla figlia Lisa, e hanno voluto ringraziarla per quanto fatto per la comunità. Roberta Pasqualetto

rio di Villa Simion due esposizioni di artiste per raccontare la donna: dal 4 al 12 marzo “Parole mai dette” di Elisa Zardo e, dal 15 al 24 marzo, “La donna nel mondo” di Katrin Pujia. In biblioteca tre appuntamenti dedicati alla letteratura. Mercoledì 8 marzo, alle 20.30, la pluripremiata scrittrice Sara Rattaro. Venerdì 10 marzo, alle 18, Paola Cavallari presenterà il suo libro “Tardi ti ho amato”. Sabato 18 marzo, alle 17.30, Diego Saglia presenterà “Leggere Austen”, intervistato da Enrico Cerni. Venerdì 24 marzo, alle 19.30, al centro comunitario Graspo d’Uva “A tavola con le donne” incontro gastronomico/culturale tra le donne delle diverse comunità del territorio, in collaborazione con il Cism. Sabato 25 marzo, alle 17.30, in Casa delle Associazioni: Anima Oriental Dance presenta “Benessere Danza e Aromaterapia” a cura di Marina Calzavara e Carla Armellin. Al cinema teatro Bersaglieri due appuntamenti: venerdì 17 marzo, alle 21, Gian Antonio Stella, Gualtiero Bertelli, Paolo Favorido, Giuseppina Casarin, Domenico Santaniello, Rachele Colombo, Maurizio Camardi in “La tavola e il potere: in vino veritas, in cibo identitas”. Domenica 26 marzo, alle 17: Jam Family. Un progetto musicale realizzato dalla band Frank Jam. (r.p.)


11

Spinea

www.lapiazzaweb.it

torna il carnevale, i carri allegorici sfilano per le strade del paese La manifestazione organizzata dalla Pro Loco si inserisce nel calendario degli eventi programmati dalla Città metropolitana

I

l 25 febbraio torna il carnevale a Spinea. “La strada in maschera” è il titolo dell’evento organizzato dalla Pro Loco che riporta il carnevale a Spinea, l’anno scorso la festa non si era tenuta. L’iniziativa si inserisce nel calendario del carnevale della Città metropolitana di Venezia. Una quindicina tra carri allegorici e numerosi gruppi mascherati realizzeranno una sfilata per le vie del centro. Quest’anno la festa coinvolgerà anche la località Villaggio dei Fiori: i carri e i gruppi mascherati partiranno da Piazza Cortina. La sfilata si svolgerà lungo via Roma e si concluderà in Piazza Fermi. La novità di quest’anno è la lotteria di carnevale che premierà 20 persone, in abbinamento alla tradizionale premiazione dei carri allegorici con una giuria popolare. I premi consistono in buoni spesa da utilizzare negli esercizi commerciali di Spinea, un’iniziativa che punta a valorizzare il commercio locale. I buoni spesa dovranno essere utilizzati entro il 30 aprile, negli esercizi commerciali di Spinea che hanno aderito alla manifestazione. I biglietti della lotteria si possono acquistare nelle stesse attività commerciali e di servizio, che sono circa una settantina, divise fra: commercio, servizi, parrucchieri, bar, centri estetici, negozi vari, ecc. Il primo premio è di 1.500 euro, il secondo 800 euro, il terzo 400, il quarto 200, il quinto 160, il sesto 120, il settimo 100, l’ottavo 80, il nono 60, il decimo 40 e dall’undicesimo al ventesimo 20 euro. “Abbiamo voluto proporre una lotteria che fosse un modo concreto per ribadire l’importanza di fare acquisti nella nostra città e valorizzare i nostri commercianti - dice il presidente Pro Loco Massimo Franco - i negozi hanno risposto a questa politica con entusiasmo”. La giornata inizierà alle ore 13 con la concentrazione dei carri allegorici e dei gruppi mascherati in Piazza Cortina. A Villaggio dei Fiori si farà l’iscrizione e sarà offerto un drink di benvenuto. Alle 14.30 abbinamento dei carri/gruppi ai numeri estratti della lotteria di carnevale e alle 15.30 inizio della

Famiglie in rete

sfilata lungo Viale Sanremo e via Roma (percorso di circa 1,5 km.). Verso le 16.30 la sfilata arriverà in Piazza Fermi e alle 17.30 si terrà la premiazione dei carri e dei gruppi. Per maggiori informazioni si può seguire l’evento sulla pagina facebook della Pro Loco. Roberta Pasqualetto manifesto.pdf

1

13/01/17

18:33

SABATO 25 FEBBRAIO 2017

Spinea

ore 13:00: Carri allegorici e gruppi mascherati in Piazza Cortina (iscrizione con drink di benvenuto); ore 14:30: Abbinamento dei carri/gruppi ai numeri estratti della Lotteria di Carnevale; ore 15:30: Inizio della sfilata lungo Viale Sanremo e Via Roma (percorso di circa 1,5 km.); ore 16:30: Arrivo della sfilata in Piazza Fermi; ore 17:30: Premiazione dei carri/gruppi da parte della Giuria Popolare.

Family Network è un progetto che mette in rete associazioni, scuola, famiglie e Comune per promuovere il benessere di grandi e piccoli. Da febbraio a maggio sono tante le iniziative organizzate dall’assessorato ai servizi sociali, in collaborazione con le associazioni e le parrocchie, i comitati di genitori del territorio. Sostanzialmente i progetti sono tre: gli incontri “sguardi d’amore: spazi di pensieri e di parola” (dottoressa Eugenia Fortuni); il laboratorio di teatro sociale “Educata.mente… cavalieri erranti” (dottoressa Laura Elia) e il gruppo di famiglie “Collegati e salta” (dottoressa Jolanda Galli). Gli incontri “Sguardo d’amore: spazi di pensieri e di parola” sono 5: venerdì 10 febbraio l’incontro “Mamma che fatica” e venerdì 7 aprile “Io papà”. Entrambi gli appuntamenti sono rivolti ai bimbi da 0 a 6 anni e si terranno alle 20.30. Programmati tre incontri per i bambini da 6 a 11 anni. Sabato 25 febbraio, alle 15.30: “mamma e papà, la coppia e l’essere genitori”. Venerdì 31 marzo, alle 20.30: “i nuovi nonni” e sabato 13 maggio, alle 15.30, “l’insostenibile solitudine di essere genitore”. I progetti sono gratuiti e sono un servizio valido e attivo per la cittadinanza. Lo scopo è di promuovere le energie positive del territorio per dare più slancio alla famiglia. Per favorire la massima partecipazione è disponibile anche un servizio gratuito di baby sitting curato dagli animatori Acr e Cngei. Tutti gli incontri si terranno alla casa delle associazioni in via Bennati a Spinea e sono gratuiti previa iscrizione. L’iscrizione è obbligatoria tre giorni prima di ogni incontro, scrivendo a infanzia@cssa.it o telefonando allo 041 5071128.


12

Santa Maria . di Sala

www.lapiazzaweb.it

polizia locale, tanti incidenti e sanzioni sulle strade del miranese Pesanti i numeri del bilancio dell’attività dei vigili dell’Unione: 230 gli incidenti, 5 dei quali mortali e il 40% con feriti

F

esta di San Sebastiano, patrono della polizia locale e di Veternigo domenica 22 gennaio nel centro della frazione salese. Presenti i sindaci del Miranese, i vertici del corpo di polizia dell’Unione, i rappresentanti delle associazioni. Le celebrazioni sono state l’occasione per tracciare un bilancio dell’attività dei vigili nel corso del 2016, in particolare sulle strade del comprensorio. Cinque i morti registrati nei sei comuni dell’Unione, quasi uno per comune: due a Mirano, due a S. Maria di Sala, uno a Noale. Duecentotrenta gli incidenti rilevati durante l’anno, il 40% con feriti più o meno gravi. Sotto accusa la sicurezza nelle provinciali (o ex, se declassate e date in gestione ai comuni): non a caso le più incidentate si confermano

via Roma a Spinea con 9 sinistri rilevati, via Cavin di Sala a Mirano con 6 incidenti, via Costituzione a Spinea con cinque. Poi via Caltana tra Mirano e S. Maria di Sala con quattro, la Noalese tra Noale e S. Maria di Sala sempre con quattro, via Roma a Salzano con tre. Strade pericolose sì, ma all’origine c’è (quasi) sempre il fattore umano: il 18% dei sinistri è stato infatti provocato dall’alta velocità, il 14% da mancate precedenze. Il resto da altri fattori o concause. A conferma che sulle strade del Miranese si corre troppo sono anche le multe: 284 gli automobilisti pizzicati in violazione dei limiti di velocità da telelaser e autovelox. Ma ci sono anche 220 cittadini scoperti alla guida senza cinture. Cinquanta sono stati

211 automobilisti sono stati beccati a circolare senza aver fatto la revisione del veicolo, 95 senza assicurazione e 83 con la patente scaduta

sanzionati perché stavano telefonando o chattando mentre erano al volante. In 211 circolavano con omessa revisione del veicolo, 95 senza assicurazione valida, 83 con patente scaduta. Insomma i controlli della polizia locale dimostrano ancora una volta che sulle strade del comprensorio del Miranese bisogna fare attenzione per evitare sanzioni e incidenti. Filippo De Gaspari

Metodo Montessori, un successo

H

a avuto un grande successo il primo laboratorio di attività montessoriane che si è svolto il 21 gennaio, per bambini dai 18 ai 36 mesi, organizzato dall’associazione “Nido delle Esperidi”. Una prima esperienza assoluta per il veneziano finanziata dal Comune di Santa Maria di Sala: 30 le iscrizioni pervenute, al punto da obbligare gli organizzatori a proporre due lezioni invece di una nella stessa mattinata. “Gli incontri, tenuti dalla psicologa, formatrice ed esperta in pedagogia montessoriana Francesca Iemmola permettono di conoscere e mettere in pratica i capisaldi del metodo della pedagogista Maria Montessori - spiega l’assessore Alessandro Arpi vista la grande richiesta, a maggio proporremo un ulteriore ciclo di quattro incontri, sempre per bambini dai 0 ai 36 mesi, oltre a momenti di formazione per genitori e educatori sul metodo Montessori”. Durante le lezioni è possibile esplorare un modo diverso di stare insieme al proprio figlio per crescere il bambino nell’affetto, nella creatività e nella spontaneità. Contatti: info.gde. smsala@gmail.com.

villa Farsetti, palcoscenico per lo sport regionale

V

I N E S C L U S I VA N E I S A L O N I L A B I O S T H É T I Q U E

Sboccia la primavera sui tuoi capelli La primavera è alle porte e i tuoi capelli richiedono maggiori attenzioni. Proteggili con le fiale anticaduta Bio-fanelan e continua a casa il trattamento con il tuo set personalizzato.

prendi Appuntamento per una Consulenza Gratuita presso il Salone www.labiosthetique.com

Ar t. Nr. 055620 Laboratoire Biost hétique Italia

VIA ROMA, 57/A · 30038 SPINEA (VE) · TEL. 041 991009

illa Farsetti ha ospitato “Con-i Giovani”, giornata dedicata agli atleti che hanno dato lustro al Veneto nel 2016. Organizzato dal Coni Veneto, con il Comune, è stato l’occasione per premiare gli atleti che hanno vestito i colori dell’Italia alle Olimpiadi di Rio e gli under 14 che hanno vinto il trofeo Coni Kinder+Sport, torneo giovanile che si è svolto a Cagliari e che ha visto la partecipazione di 3.500 atleti di tutte le regioni. A vincerlo è stato proprio il Veneto, con una compagine di circa 150 ragazzi, davanti a Lombardia e Lazio. “La vittoria del Trofeo Coni ci rende davvero orgogliosi del lavoro svolto dalle società della nostra regione - sottolinea Gianfranco Bardelle, numero uno del Coni del Veneto. Abbiamo voluto ricambiare con un premio ulteriore: una targa e un contributo, in modo che si possa incentivare ulteriormente la loro attività con i ragazzi”. Il riconoscimento è stato consegnato dagli atleti veneti o tesserati in società venete, che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio, un simbolico passaggio di testimone tra le correnti e le nuove generazioni. Presente anche una rappresentanza di 8 olimpionici sui 33 veneti che hanno portato i colori azzurri a Rio: Guendalina Sartori e Marco Galiazzo (tiro con l’arco), Beatrice Callegari (nuoto sincronizzato), Alessandra Patelli (canottaggio), Ruggero Pertile (atletica) e Andrea Toniato (nuoto) e gli atleti paralimpici Francesco Bettella (nuoto) e Nadia Fario (tiro a segno). “Santa Maria di Sala e il Coni hanno fatto squadra per questo giorno di festa dedicato allo sport veneto e ai più giovani - ha detto il sindaco Fragomeni - un’occasione che ci ha permesso di far conoscere Villa Farsetti, ma anche di valorizzare e premiare l’impegno e la passione di piccoli atleti, associazioni e quanti si impegnano ogni giorno perché credono nel valore educativo dello sport”. (f.d.g.)


messaggio pubblicitario

Pagina a cura Servizi Informativi Comunicazione Supporto Organi di Governo

www.spinea.gov.it - Posta Certificata: protocollo.comune.spinea.ve@pecveneto.it

SERVIZI SOCIALI: SPINEA CAPOFILA PER L’INCLUSIONE ATTIVA Il Comune di Spinea ha ricevuto la notizia che il progetto presentato relativo al Piano Operativo Nazionale di Contrasto alla Povertà Assoluta, è stato approvato. Di cosa si tratta? Programma Operativo Nazionale (PON) “Inclusione” è connesso al FSE (Fondo Sociale Europeo). Questo piano ha lo scopo di contrastare la povertà assoluta attraverso un sostegno economico – tramite fondi nazional ed europei- e servizi di accompagnamento al lavoro rivolti a soggetti particolarmente fragili. Lo scopo è l’inclusione attiva e il rafforzamento dei servizi dedicati ai cittadini e alle cittadine in maggiore difficoltà. Il Comune di Spinea, nel presentare il Piano approvato dal Ministero del Lavoro è capofila dei 17 Comuni del miranese. In questi mesi si è lavorato in rete, creando un referente per ogni comune e un ufficio di staff composto dai comuni di Spinea, Campolongo, Mirano e Fiesso. Si tratta di un approccio innovativo in cui i cittadini in grave difficoltà verranno accompagnati -grazie a personale specializzato- all’inserimento lavorativo. Per ognuno di loro sarà creato un percorso personalizzato, specifico per le loro capacità residuali e inoltre verrà creato un portfolio di aziende e piccole ditte individuali sensibili al tema dell’inclusione sociale e disponibili a far parte del progetto accogliendo gli aspiranti lavoratori. Due assistenti sociali a tempo determinato; tre educatori professionali e personale amministrativo ad alta formazione lavoreranno in questo progetto per favorire al massimo l’autonomia di chi ora si trova a rischio di esclusione sociale e supportare i picco-

Al centro l’assessora ai Servizi Sociali Anna Zampieri con Antonio Piras e la Croce Gialla

li imprenditori semplificando le procedure per accogliere i destinatari del progetto. “Considero davvero importante – spiega l’Assessora ai Servizi Sociali Anna Zampieri – che il nostro Comune sia capofila in un progetto così strategico per sostenere l’occupazione specialmente di chi è più fragile, con particolare riferimento alle famiglie”. Negli ultimi tre anni il Comune di Spinea ha partecipato con successo a numerosi bandi di finanziamento regionali o statali per riuscire così a reperire fondi per importanti attività. Dalla Regione Veneto sono arrivati 500.000 euro per l’ultima pista ciclabile realizzata e altri 200.000 sono stati ottenuti per l’ampio progetto La Piazza Lunga un Kilometro senza contare i fondi ottenuti per le attività di valorizzazione del patrimonio scolastico che complessivamente nel quinquennio 2009-2014 ha visto un impegno finanziario del Comune per 2.685.000,00 e nel 2015 ha realizzato interventi per 284.922,40 euro.

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA. IL BILANCIO DEL NOSTRO COMUNE IN PILLOLE Due settimane fa nella affollata sala del Bersaglieri l’Assessore al Bilancio Emanuele Ditadi ha spiegato agli iscritti alla Libera Università della Terza Età AUSER il bilancio del Comune. In modo semplice e chiaro ha spiegato come dal programma politico del Sindaco si giunge a scrivere il Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di previsione. Il bilancio 2017 si attesta a 26.645.000 euro. Spinea è un Comune virtuoso? In base all’analisi nazionale effettuata dal Ministero dell’Economia e Finanza, il nostro comune è virtuoso perché ha costi inferiori del 15 per cento rispetto ai costi standard dei comuni di riferimento. Il Bilancio 2017 si attesta a 26.645.000 euro. Le entrate correnti del comune di Spinea in totale sono circa 17,6 milioni di Euro; i trasferimenti dello Stato sono stati dimezzati dal 2010 con la scusa di dare autonomia impositiva ai comuni. Le tasse/imposte pagate dai cittadini sono fondamentalmente: IMU seconda

MI PRENDO CURA DELLA MIA CITTA’: INTEGRAZIONE E CITTADINANZA ATTIVA

casa ed aree fabbricabili incide per 2,4 milioni di Euro, TASI per 420.000 Euro (lo Stato ha esentato l’abitazione principale per un totale di 2 milioni di Euro), addizionale IRPEF per 3,1 milioni di Euro e TARI per 3,6 milioni di Euro. Le entrate proprie sono quelle relative ai servizi a pagamento totale o parziale per cui il comune si fa rimborsare dai cittadini/associazioni che ne usufruiscono. Le cifre fondamentali del bilancio di Spinea: in termini di quanto entra o quanto si spende per una particolare voce di Bilancio pro-capite, cioè per ciascuno di noi: Spesa corrente totale: 631 Spesa del Personale: 142 Spesa per asporto rifiuti - TARI: 128 Spesa per il Sociale: 125 Spesa per energia termica e luminosa: 64 Trasferimenti NETTI dallo Stato: 71 IMU casa: 0 IMU altri immobili: 86 Addizionale IRPEF: 111 TASI: 15 Mutui: 175

Il Sindaco Checchin con i ragazzi del Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (Sprar)

Riprende con slancio il progetto “Mi prendo cura della mia città”. Da gennaio si è svolto un incontro con i genitori rappresenti di classe dell’istituto comprensivo Spinea1 e dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack. Alla riunione hanno partecipato anche rappresentanti della Caritas parrocchiale e della Cooperativa Villaggio Globale che gestisce lo Sprar (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Spinea. Oltre a raccogliere le adesioni dei volontari disponibili ad effettuare piccoli interventi di manutenzione nelle scuole e nelle varie zone del-

la città, quest’anno tra i volontari ci sarà la presenza di rifugiati e richiedenti asilo seguiti da Villaggio Globale e da Caritas. Il Progetto “Mi Prendo Cura” diventa in questo modo non solo strumento di cittadinanza attiva ma anche di integrazione. Come? I volontari ed i ragazzi richiedenti asilo collaboreranno insieme e insieme hanno frequentato il corso sulla sicurezza. Vuoi diventare anche tu un cittadino attivo? Partecipare è semplice: basta scaricare e compilare il modulo dal sito del comune e inviarlo alla seguente mail: urp@comune. spinea.ve.it

BENESSERE DEGLI ANIMALI E RISPETTO DELLE REGOLE In foto il Sindaco Checchin e il Cons. Delegato ai Parchi e Giardini Paolo Barbiero insieme ad esponenti del Comitato Cani Spinea

Con il Comitato Cani il Sindaco Checchin e il Cons. Delegato Paolo Barbiero stanno organizzando per il mese di marzo una serie di riunioni dedicate a chi possiede un amico a quattro zampe. Parteciperanno veterinari, educatori cinofili ed esperti che possono aiutare i proprietari

di cani a gestire correttamente gli animali nel rispetto delle regole e del benessere del nostro animale domestico. Nei prossimi giorni inizieranno le telefonate ai proprietari di cani per organizzare le riunioni. Un grazie al Comitato Cani.


15

Elezioni .

www.lapiazzaweb.it

Politica Scenari in movimento nel veneziano

elezioni comunali, si profila uno scontro fra tre poli E

’ partita in tanti Comuni del veneziano, la corsa per aggiudicarsi la poltrona di sindaco. Le elezioni amministrative che si terranno probabilmente a giugno, coinvolgono diverse zone dell’ex provincia di Venezia (un’area di 44 Comuni): dalla Riviera del Brenta al Miranese al sandonatese e al portogruarese. Nell’area della Riviera del Brenta e del Miranese, c’è il più alto numero di comuni che vanno al voto. In ordine di popolazione:

telli d’Italia e Ncd (senza contare partiti minori e civiche). La tentazione è quella di mutuare l’esperienza della lista “fucsia” slegata dai partiti che ha portato a vincere a Venezia il sindaco Luigi Brugnaro. Un’esperienza che appare legata alle caratteristiche proprie del personaggio, e per questo difficilmente ripetibile. Diversa la situazione del Movimento 5 Stelle, che negli ultimi 5 anni ha aumentato la propria influenza sullo scenario locale, ponendosi per voti e

consensi a livello di centrodestra (unito) e Pd. Per i grillini, i riflettori saranno puntati su Mira, il più popoloso dei comuni che vanno al voto, con quasi 40 mila abitanti. Gli elettori daranno un giudizio su 5 anni di governo della città guidata dal sindaco Alvise Mniero. Fra i problemi in molte realtà di questa forza politica c’è quello del radicamento. In alcuni centri il Movimento 5 Stelle presenterà una propria lista.. Alessandro Abbadir

Cerca di compattarsi il centrodestra frazionato in vari partiti. Il Pd non è più convinto delle primarie, mentre per

C E R A M I C H E

MESTRE_VE

i grillini il tema del radicamento è quello più sentito Mira, Mirano e Santa Maria di Sala che voteranno con il sistema a doppio turno, mentre Salzano e Campagna Lupia a turno unico. Doppio turno per la prima volta anche a Marcon nelle vicinanze di Mestre, mentre nel sandonatese è Jesolo il comune su cui saranno accesi i riflettori. Si vota anche a Noventa di Piave. Nel portogruarese Pramaggiore andrà al voto, con il turno unico. Al momento in cui scriviamo nei comuni, gli schieramenti non sono affatto decisi. Lo scontro tendenzialmente sarà come a livello nazionale fra tre poli: Pd, centrodestra e Movimento 5 Stelle. Ma nel veneto orientale, va considerato forte radicamento della Lega Nord. L’orientamento nel centrosinistra, è quella di non indire le primarie. Non si faranno, a quanto fatto intendere dalle segreterie ad esempio, a Mira e a Marcon. Saranno privilegiati gli accordi fra partiti dello stesso schieramento, o con liste civiche. In altre realtà il Pd ha già annunciato il candidato sindaco, con consultazioni nelle sezioni. Diverse le dinamiche nel centrodestra, diviso in più formazioni: Lega Nord, Forza Italia, Fra-

Salvini con i leghisti veneziani: fate proseliti per le elezioni

C

’ erano anche i rappresentanti cavarzerani della Lega Nord, guidati dal capogruppo Pierfrancesco Munari e da Roberta Fava, alla cena organizzata dalla Lega Nord provinciale a Maerne, frazione di Martellago, con il segretario federale Matteo Salvini. A tenere banco, in primis il tema dell’immigrazione. Salvini ha infatti affrontato, come ci ha riportato Munari, “il discorso base di Cona, che ci vede protagonisti, purtroppo, vista la vicinanza con la base”, definendo “inopportuna, oltre che contro ogni più buona regola elementare di pulizia, di ordine”, una tale concentrazione di profughi in una base, in un piccolo paese come Conetta.

MARZO 2017

mese dello sconto sulla nostra produzione di pavimenti, rivestimenti, arredo bagno

Il Design ha il suo habitat. Polis. Il posto dove vivere

FACTORY STORE MESTRE_VE Via trento 15_tel 041 39 69 120 mestre@polis.it_www.polis.it

“Quindi – racconta Munari – ha invitato tutti i sindaci della Lega a esprimere il proprio rifiuto alle richieste del Prefetto di ospitare i profughi”. Non poteva poi mancare un riferimento alle imminenti elezioni amministrative e alle auspicate elezioni politiche, in vista delle quali il leader del Carroccio ha invitato i presenti all’unione, per fare nuovi proseliti nel Partito e portare avanti le storiche battaglie della Lega Nord. Messaggio afferrato, dal segretario provinciale Sergio Vallotto, degli assessori regionali Roberto Marcato, Luca Coletto, dal vicepresidente Gianluca Forcolin e da tutti i militanti presenti in sala. M argherita Bertolo


16

Sanità .

www.lapiazzaweb.it

l’importanza degli screening: detective amici per la prevenzione

L

Supera gli obiettivi regionali la partecipazione dei cittadini agli screening nel Distretto di Mirano Dolo

“S

creening: detective amici contro il tumore”: la prima Giornata della Salute del 2017 della Ulss 3 Serenissima, dedicata agli screening oncologici, si è svolta lo scorso 15 febbraio nell’Ospedale di Dolo con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza all’importanza degli screening oncologici. Sono tantissime le persone, infatti, che “devono la vita” agli screening: sono salve perché hanno aderito allo screening eseguendo un esame quando pensavano di essere sane ed invece stavano già subendo l’aggressione silenziosa della malattia. “L’adesione dei nostri cittadini al programma di screening regionale - ha spiegato la referente screening per il Distretto Mirano Dolo, la dottoressa Adriana Montaguti

– in questo territorio, dà molta soddisfazione: come nel 2015, anche nel 2016, infatti, l’adesione agli screening oncologici ha superato gli obiettivi regionali. E’ importante non abbassare la guardia e continuare a lavorare, soprattutto con la corretta informazione, nella promozione alla prevenzione”. Gli obiettivi regionali degli screening oncologici prevedono che per quello mammografico si arrivi all’80% dell’adesione, che per quello del colon retto al 65% e quello della cervice al 60%. Percentuali che vengono nettamente superate nel 2016, con un risultato molto buono per lo screening del colon, che storicamente (non solo per questa Azienda) è quello più problematico nella partecipazione: per il colon si è raggiunto, infatti,

La pet terapy entra nella casa di riposo di Fiesso

il 67% (contro il 65,4% del 2015) di adesione, per il mammografico l’81,2% (79,9% nel 2015) e, infine, per quello della cervice il risultato è stato del 61,7% (59,5% nel 2015). Gli screening oncologici coinvolgono oltre 180mila persone nel Distretto di Mirano Dolo: 77mila sono le donne dai 25 ai 64 anni che vengono invitate entro i tre anni per il tumore alla cervice, quasi 41mila per il mammografico le donne dai 50 ai 74 anni entro i due anni e, infine, circa 71mila gli uomini e donne dai 50 ai 69 anni per il tumore al colon. Gli screening sono gratuiti e si accede tramite

invito che l’Ulss spedisce direttamente a casa dell’interessato. In questo territorio gli screening oncologici sono attivi da circa venti anni. Due anni fa, inoltre, è stato attivato anche il test dell’HPV, test più protettivo e più a lungo rispetto al tradizionale pap test. “Alcune malattie, pur preoccupandoci, possono essere diagnosticate tempestivamente proprio grazie agli screening – ha concluso il DG della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – e, quando vengono scoperte presto, si può intervenire più efficacemente, con risultati molto buoni. A fianco alla cura, quindi, ricordiamoci della prevenzione”.

a pet therapy (terapia con animali domestici) è entrata in una casa di riposo. La bella iniziativa si è concretizzata a Fiesso D’Artico nella “Residenza la Salute” convenzionata con l’Ulss 3. Alla presentazione dell’iniziativa c’erano il sindaco di Fiesso, Andrea Martellato, e Roberto Martano, responsabile Enpa Dolo-Mira. La “star” della struttura sarà così Tobia un cagnolino di 7 anni, che ora si trova nella residenza per anziani. Tobia è il cane di una signora ospite della casa di riposo. Tobia però con l’autorizzazione della direzione è stato adottato dalla struttura e sarà così la “mascotte” dei 116 ospiti della casa di riposo. Si tratta della prima iniziativa del genere in provincia di Venezia. Soddisfatto il direttore generale dell’Ulss 3, Giuseppe Dal Ben, per il quale è “provato quanto sia di conforto avere accanto in momenti difficili, il proprio animale”.

OFFERTA SU PNEUMATICI GOOD YEAR - DUNLOP - NANKANG Officina con riparazione e Assistenza Multimarca Gommista con Pneumatici delle Migliori Marche e Deposito Stagionale Carrozzeria Convenzionata con Assicurazioni Revisioni Auto e Moto e Trasporto leggero in sede Auto Sostitutiva - Servizio Aria Condizionata - Sostituzione Batterie Viale G. Ferraris, 14/a • z.i. • 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax 041 48776 • pattarellosrl@libero.it


17

Cultura

www.lapiazzaweb.it

Musica Il personaggio

mattia dalla pozza, un vero talento del jazz Ha trent’anni e vive a Camponogara, nella Rivera del Brenta, ha già lavorato con Jovanotti, Mengoni, Irene Grandi, i Negrita e tanti altri

U

n talento della musica della Riviera del Brenta si afferma a livello nel jazz nazionale e internazionale. Si tratta di Mattia Dalla Pozza 30 enne di Camponogara. Un talento che si è esibito anche nel suo paese natio a fine gennaio, in un concerto al teatro Dario Fo alla presenza di oltre 300 persone. Evento organizzato dal Comune con il sindaco Giampietro Menin e dal consigliere regionale Franco Ferrari. Al concerto ha partecipato l’artista londinese Mo Brandis. “Ho iniziato – spiega dalla Poz-

za - a suonare il sax a 11 anni sotto la guida del clarinettista Daniele Trincanato e mi sono diplomato successivamente al conservatorio Antonio Buzzolla di Adria in musica classica con Fabio Petretti. Ho iniziato poi il percorso jazz al biennio di Rovigo, Amsterdam e vari seminari, tra i più noti Siena jazz, Umbria jazz conseguendo borse di studio prestigiose per la Berklee City of music di Boston”. Matteo ha vinto concorsi a livello internazionale sia di musica classica che jazzistici (Umbria Jazz, Barga Jazz, Porsche Jazz,

Mattia dalla Pozza, in alto durante uno dei suoi spettacoli

National Arts in Rome , Piacenza Jazz , Bergamo Jazz etc.) suonando inoltre in molti festival jazzistici nazionali e non, e in numerosi teatri e club di tutta Europa. “Ho inciso dischi e collaborato - spiega il musicista- a progetti totalmente differenti tra loro (jazz, rock, classica, pop, funk, dance, musica elettronica) in ambito classico ha suonato con varie orchestre e gruppi da camera ridotti mentre in ambito jazzistico con: Marco Tamburini,

Fabrizio Bosso, Michele Polga, Tommaso Cappellato, Marcello Tonolo, Stefano Onorati, Marc Abrams, Jimmy Weinstein, Stefano Senni, Piero Odorici, Dee dee Brigtwater, Cheryl Porter, Robert Bonisolo, Chris Cheek”. Nella musica pop italiana Matteo Dalla Pozza ha fino ad ora collaborato con Jovanotti, Mengoni, Irene Grandi, Motel Connetion, Negrita, Giuliano Palma. Alessandro Abbadir

il“creatum”, 19 marzo torna va aincavarzere scena il carnevale il carnevale con idi carri venezia allegorici

“AC

nche reatum” quest’anno è il tema il Carnevale conduttore si del Carnevale di Venezia, avvicina edizione e Cavarzere 2017 che, partito si vesteloa scorso 11 febbraio, si svolgerà festa fino con al la 28 suadel ordinaria mese, persfilata il secondo di anno saldo nelle mani di Carti Marco Aleggorici Maccapani. che annualmente Incentrato sulle ri- antiche origini di Venezia, il chiama tema èspettatori legato anche e partecipanti alla toponomastica dendella città con un sottotitolo tro e fuori particolare, il paese. però, “Vanity af(fair” che invita alla soddisfazione IlCarnevale la voglia didiCavarzere apparire, di ormai strafare, di essere qualcun altro per arrivato un giorno. all 16esima Il fulcro edizione dei festeggiamenti rientra sarà Piazza San Marco che nellaospiterà routinegli della artigiani collettività che con cheilogni loroanno lavoro aspetta racconteranno la riccorenla storia za. Anche di Venezia. quest’anno Il pubblico la parata saràsiintrattenuto svolgerà in dalla prossimità presenza della di maschereri, festività del santo liutai,patrono, vetrai, sarti precisamente che esporranno il 19 marzo. la loro merce nelle L’evento, botteghe di organizzato Piazza San come Marco sempre e mostreranno dalla Pro loco, la bellezza avrà ladella colloro laborazione arte. Unevero il patrocinio e propriodel tuffo Comune. nella Venezia del ‘700. Fino La presidente, al 28 febbraio LinaVenezia Figoni, tiene sarà un a sottolineare grande palcoscenico l’aiuto inestiallestito mabile in tutti nellai realizzazione campi, campielli dell’evento e fondamenta , da parte con delle tanteforze novità proed eventi. duttiveFra del ipaese cambiamenti quali artigiani l’esclusione e commercianti. dalle location di quella di Torre “Grazie di Porta al loro Nuova contributo, in Arsenale, noi di Pro tipicamente Loco, abbiamo “veneziana” consegnaper itoveneziani loro un blocchetto ma non comodissima di biglietti della da raggiungere lotteria di Carnevale per i turisti. del Restano, valore complessivo tuttavia, in del programma contributo contenente - sempre in buoni Arsenale spendibili - le nottie piccole consumabili per i giovani nelle attività a partire del comune, dalle 23. in Non modo mancano da incentivare le Cene di il gala commercio che si terranno interno ealaCa’ valorizzazione Vendramin Calergi. delle tante attività”. Confermati Il programma il volo per domenica dell’Angelo19(il marzo 19 febbraio), vede l’inizio quello della dell’Aquimanila festazione (domenica alle26) 14.30 e locon Svolo la del sfilata Leon. di carri allegorici provenienti daUna tutto citazione il Veneto, a parte successivamente la ballata delverrà toro premiata che si terràlailmaschera pomeriggio più del bella, 23 febbraio il Carro in Allegorico Piazza San piùMarco. bello, il gruppo mascherato e laGran scuola. finale Al termine martedìverso grasso, le 17.30 quando si svolgerà il Carnevale l’estrazione di Venezia della celebrerà lotteria le glorie di San Marco nello Svolo del Leon, maestoso gonfalone Non restadiche San aspettarsi Marco, il unleone Carnevale alato magico, su campo ricco rosso di sorpreche ha reso se e divertimento. immortale la Serenissima Repubblica nel Mediterraneo e Anna Bergantin nel mondo.

il comfort dell’abitare prima e …

> dipinture e manutenzioni > isolamenti a cappotto > pareti divisorie > controsoffitti > realizzazioni speciali in gesso

… dopo l’intervento di isolamento a cappotto

SHOW ROOM Via A. Pacinotti, - Mirano (Ve) - tel. e fax 041 486550 - cell. 348 4114325 - isolpareti@tin.it


18

Sport

www.lapiazzaweb.it

pallacanestro, al via la reyer school cup 2017 Parteciperanno 40 istituti scolastici superiori per un’edizione che coinvolgerà 32.000 studenti, di cui 500 atleti in 75 incontri

S

E

’ stata presentata a fine gennaio, la quarta edizione della Reyer School Cup 2017, il torneo di pallacanestro 5 contro 5 tra gli istituti scolastici superiori del territorio veneziano. A questa edizione della Reyer School Cup 2017, che ha preso il via il 3 febbraio, e che terminerà l’8 aprile, partecipano infatti, con una squadra ciascuno, ben 40 istituti scolastici superiori per un’edizione del torneo che coinvolgerà ancora 32.000 studenti, di cui 500 atleti, nei 75 incontri che decreteranno il vincitore della quarta edizione. La prima fase della Reyer School Cup 2017 sarà caratterizzata da 10 tappe divise in due “conference”, “oro” e “granata”. Una novità dell’edizione del torneo di basket di quest’anno, è l’introduzione della gara

Ciclocross, Taffarel in nazionale

del tiro da tre, che coinvolgerà gli studenti di ogni istituto in ogni tappa, fino alla finale che si terrà durante le “Final Four” al Taliercio di sabato 8 aprile 2017. L’evento clou sarà appunto in questa mattinata, alla quale sono invitati tutti gli studenti, i professori e dirigenti scolastici degli istituti partecipanti alla Reyer School Cup. Al termine della finale saranno premiati tutti gli istituti che hanno partecipato alla manifestazione. La Reyer School Cup anche quest’anno vuole coinvolgere non solo gli studenti che giocheranno le partite ma anche tutti coloro che vorranno contribuire alle attività di comunicazione, come un vero e proprio uffi-

cio stampa d’istituto. Per ciascuna scuola il coinvolgimento sarà quindi totale, organizzando attorno alla squadra le stesse attività di supporto di cui normalmente sono dotate le società sportive. Altra novità di quest’anno, è l’introduzione del “tifo positivo”, in base al quale non sarà ammessa alcuna forma di offesa da parte delle tifoserie. Nel caso di violazione di tale divieto, dopo apposito richiamo, la squadra a cui appartiene la tifoseria che ha commesso tale infrazione, verrà sanzionata con punti di penalizzazione da scontarsi nella partita in corso. Anna Michieletto

ono partiti a fine gennaio i giovani atleti azzurri che hanno preso parte ai campionati del mondo di ciclocross a Bieles (Lussemburgo). Venti sono stati gli azzurri convocati dal Ct Fausto Scotti, che ha optato per un’Italia giovane, ma senza dimenticare l’esperienza. Per la categoria Elite si è puntato su Eva Lechner, già protagonista nella Coppa del Mondo appena chiusa ed in cerca di un risultato importante anche nella rassegna iridata. Al maschile sono stati convocati Dorigoni e Bassani per la categoria Under 23. Per i giovani ragazzi della categoria Juniores, il veneziano Nicola Taffarel è riuscito a convincere il Ct Scotti. Il giovane scorzettano arriva da una serie di grandi successi che lo hanno visto salire sul podio ai campionati italiani di ciclocross di Silvelle a inizio dello scorso gennaio, ma l’atleta arriva anche da un anno di altre grandi vittorie che lo hanno fatto cresce e maturare. (a.m.)

martina Favaretto, giovane stella del fioretto

L

le carni alla griglia e le pizze integrali

la genuinità dei prodotti italiani

Banchetti · Cene Aziendali i dolci fatti in casa

d a asporto anch e f rittu ra mi sta d i pesce g ri g li ata d i carne sp ag h etti alla scog li era gri g li ata d i pesce

via rossignago, 99 · 30038 spinea (venezia) telefono 041 999523 · www.pizzeriafarsora.com A M P I O PA R C H E G G I O · C H I U S O I L L U N E D Ì

a giovanissima fiorettista noalese Martina Favaretto non riesce ad arrestarsi e, dopo lo strabiliante successo austriaco, domina anche la tappa italiana del circuito europeo Under 17 di fioretto femminile, che si è tenuta a Pisa nello scorso gennaio. Il suo è stato un successo su tutta la linea che l’ha vista trionfare con assalti che hanno intimorito le avversarie, anche le fortissime statunitensi, e l’hanno fatta salire sul gradino più alto del podio prevalendo su tutte le 168 atlete, suddivise in 24 gironi, che si sono sfidate in pedana. Nel suo gruppo, Martina Favaretto ha chiuso con sei vittorie su sei e l’11simo posto nel ranking per la fase delle dirette. Da qui è iniziata una cavalcata nella quale la giovanissima fiorettista di Noale ha superato tutti gli ostacoli con classe e tenacia. Ne hanno pagato le conseguenze l’inglese Becci Curwen (15-4), la venezuelana Anabella Acurero (15-4), la francese Alessandra Volonteri (15-5), la statunitense Alexandra Park (15-3), l’altra statunitense Natalie Minarik su cui Martina ha padroneggiato 15-6. Arrivata in semifinale, la fiorettista, si è battuta contro l’azzurra Claudia Memoli (15-7) e, in finale, contro l’altra nordamericana Lauren Scruggs, concedendole solamente 7 stoccate. Con questo risultato Martina Favaretto è anche saldamente in testa alla classifica del circuito europeo Under 17, e va ricordato che proprio a Pisa vinse anche lo scorso anno. Il suo maestro alla Comini di Padova, Mauro Numa, conferma la grande bravura della giovane veneziana, e si augura che, giorno dopo giorno, grazie e al suo potenziale, riesca a togliersi delle grandi soddisfazioni. (an.mi.)


I professionisti al tuo servizio

Resta informato su normative e incentivi che riguardano il pianeta casa

ECOBONUS E DETRAZIONI: COS’HA CAMBIATO LA LEGGE DI BILANCIO 2017 La Legge di Bilancio 2017 è stata approvata dal Senato nella seduta di Mercoledì 7 Dicembre 2016, con 166 voti favorevoli, 70 contrari e un astenuto. Il DDL n. 2611, intitolato “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019” è stato approvato dal Senato senza modifiche e, tra i diversi punti toccati, conferma la proroga dell’Ecobonus 65% e delle detrazioni al 50%.

Ecobonus 65%: incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 Dicembre 2017 È stato prorogato, innanzitutto, fino al 31 Dicembre 2017, l’Ecobonus 65%, l’agevolazione fiscale che permette di detrarre l’importa lorda del 65% delle spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Per quanto riguarda, invece, gli interventi relativi alle parti comuni di edifici condominiali e gli istituti autonomi per le case popolari, l’agevolazione vigente è prorogata di ben 5 anni, ovvero fino a fine Dicembre 2021. La differenza sta nel fatto che le percentuali di detrazione introdotte sono più elevate, infatti arrivano al 70% per gli interventi che interessino l’involucro dell’edificio con incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dello stesso edificio, e al 75% per interventi finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale o estiva. Solo ed esclusivamente per quanto riguarda gli interventi svolti sulle parti degli edifici condominiali ricordiamo che i contribuenti incapienti, ovvero coloro che si trovano nella NO TAX AREA e non hanno quindi IRPEF da recuperare, possono cedere la detrazione loro spettante ai fornitori che hanno eseguito i lavori. Gli interventi agevolabili sono numerosissimi, dalle coibentazioni dell’edificio all’installazione di pannelli solari, dalla sostituzione degli impianti invernali alla posa in opera di climatizzatori alimentati da biomasse combustibili, fino ad arrivare ai più “moderni” ad alto contenuto multimediale/tecnologico come l’installazione di dispositivi per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e climatizzazione delle unità abitative. Ricordiamo che possono usufruire dell’Ecobonus non solo persone fisiche, ma anche professionisti, associazioni professionali ed imprese a condizione però che l’intervengo venga eseguito sui fabbricati utilizzati per l’esercizio della propria attività. Per quanto riguarda i privati cittadini, inoltre, non solo il proprietario dell’immobile ha diritto alla

decennale detrazione ma anche i familiari conviventi che sostengono le spese, gli inquilini con regolare contratto di affitto e coloro che hanno l’immobile in comodato (fondamentale in questo caso la registrazione del contratto presso l’Agenzia delle Entrate). È importante ricordare che, per ottenere l’agevolazione, tutte le spese vanno pagate con bonifico bancario specifico per l’ecobonus (non si tratta di un bonifico ordinario), bisognerà inoltre ottenere e conservare, in caso di verifica dell’Agenzia dell’Entrate, l’asseverazione di un tecnico abilitato o la dichiarazione del direttore dei lavori per la verifica dei requisiti tecnici e, come ultimo adempimento, inviare la comunicazione degli interventi eseguiti all’ENEA (ente certificatore) entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Detrazioni 50% e bonus mobili fino a 10mila euro di spesa Anche le detrazioni al 50% relative agli interventi di ristrutturazione e al bonus mobili sono state prorogate di un anno, fino al 31 Dicembre 2017. Queste agevolazioni riguardano, in particolare, la possibilità di detrarre al 50% le spese relative all’acquisto di mobili ed altri elettrodomestici finalizzati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione. I costi sono detraibili al 50% dall’Irpef in 10 quote annuali dello stesso importo, fino a un limite massimo di 96mila euro. Per quanto riguarda gli interventi svolti nel 2016, cioè iniziati nel 2016 e proseguiti nel 2017, l’agevolazione viene calcolata su un ammontare complessivo inferiore a 10mila euro, al netto delle spese sostenute nel 2016 per le quali si è usufruito delle detrazioni. Fino al 31 dicembre 2017, quindi, i contribuenti che hanno effettuato lavori di ristrutturazione edilizia potranno usufruire della detrazione del 50%, per una spesa massima ammissibile di 10.000 euro, per l’acquisto di:

www.artidolo.it - info@artidolo.it

Mira - Via G. Mion, 25 - T. 041.421932 Dolo - Via Brentabassa, 34 - T. 041.410333

segreteria@artidolo.it ambiente-sicurezza@artidolo.it formazione@artidolo.it


Febbraio 2017 - Edizione n.9

Mobili nuovi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione; Grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), come rilevabile dall’etichetta energetica: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

impianto idraulico ed elettrico; inferriate fisse; soppalco; pareti interne ed esterne; scale ed ascensore; cablatura; porta blindata; impianto di allarme;

Dall’agevolazione è escluso l’acquisto di: porte, pavimentazioni (ad esempio il parquet), tende e tendaggi, altri complementi di arredo.

allargamento porte e finestre;

L’agevolazione spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.

canna fumaria;

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% deve essere calcolata su un importo massimo di 10.000 euro e deve essere ripartita tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo.

caldaia, caloriferi e condizionatori;

Possono fruire del bonus ristrutturazione:

contenimento dell’inquinamento acustico (isolamento).

il proprietario dell’immobile; il conduttore dell’immobile (inquilini); il nudo proprietario; l’usufruttuario; il comodatario; i familiari conviventi (purchè siano loro a sostenere le spese e risultino intestatari di bonifici e fatture). Gli interventi agevolabili consistono nei lavori interni a immobili esistenti; nel dettaglio, deve trattarsi di opere di: manutenzione ordinaria (solo per le parti comuni dell’edificio); manutenzione straordinaria; ristrutturazione edilizia; recupero e risanamento conservativo. Sono detraibili non solo le spese necessarie all’esecuzione dei lavori, ma anche i costi di progettazione, le prestazioni professionali inerenti, le perizie ed i sopralluoghi.

I professionisti al tuo servizio

pavimentazione esterna; facciata ed intonaci esterni; citofoni, videocitofoni e telecamere; abbattimento delle barriere architettoniche; balconi e verande; box auto;

Non è prevista la proroga del bonus mobili giovani coppie, un bonus introdotto nel 2016 che riguardava i giovani under 35, coniugati o conviventi: l’agevolazione consisteva in una detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute per mobili nuovi, in relazione all’acquisto della prima casa.

Adeguamento sismico e sicurezza degli edifici Per quanto riguarda il sisma bonus, la detrazione è stata fissata al 50% con il limite di spesa di 96mila euro per il quinquennio 2017-2021. Il bonus, in particolare, fa riferimento alla messa in sicurezza statica di edifici adibiti ad abitazione e ad attività produttive che ricadono nelle zone sismiche 1, 2 e 3. Il bonus sarà elevato al 70% o all’80% in caso di miglioramento di una o due classi di rischio, per i condomini, invece, la percentuale di detrazione aumenterà rispettivamente al 75% e 85%.

In particolare, le opere agevolate devono riferirsi alle seguenti componenti:

ASSOCIATI!

TESSER

A 2017

Via Bre

ntabas www.a sa, 34 - T. 04 rtidolo 1. .it - info 410333 - Do lo @artid olo.it

Sei un Artigiano? Se vuoi inserirti in questo spazio chiama lo 049 8704884


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

Non è mai semplice: chi corre in soccorso nel bisogno va ringraziato sempre

3

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale

I soccorritori non possono morire! dott. Giovanni Leoni

I

n data 24 gennaio 2017 è andato giù un elicottero in Abruzzo, cause in via di accertamento, e sono morti in 6, tra cui il pilota Gianmarco Zavoli di 47 anni, il medico rianimatore Walter Bucci, 57 anni, Davide De Carolis tecnico dell’elisoccorso, Giuseppe Serpetti, infermiere, Mario Matrella, verricellista, lo sciatore a cui era stato prestato soccorso Ettore Palanca 50 anni. Leggo sulla stampa che tra i caduti Bucci e Carolis erano elementi che si erano già distinti a Rigopiano. Pochi giorni dopo Andrea Pietrolungo, speleologo del corpo nazionale del soccorso alpino, muore a 39 anni per un infarto dopo aver partecipato a decine di missioni di soccorso ai paesi del Teramano isolati dalla neve nelle stesse ore e a poca distanza dalla tragedia all’hotel Rigopiano. Infuriano le polemiche sull’opportunità dell’attivazione del servizio, ma nei casi dubbi o al limite, fatti i relativi ragionamenti e visti i regolamenti, chi ha scelto questo mestiere tende sempre a prendersi qualche responsabilità in più, a darsi per gli altri, fa parte del loro DNA. Hanno rischiato eccome a Rigopiano a scavare nelle macerie e sotto la neve per salvare gli ospiti dell’albergo ma chi poteva fermarli? Non la neve da superare a piedi nè quella da togliere a mano, non il buio, non il pensiero di poter essere travolti loro stessi dalle macerie gelate che stavano spostando o di rimanere intrappolati nei cunicoli dove si infilavano. I soccorritori appartengono alla categoria degli “speciali” quelli che salvano gli altri e nell’immaginario collettivo non possono essere coinvolti loro stessi nel male che sono deputati a curare. Nell’agosto 2009 vi fu un’analoga tragedia a Cortina d’Ampezzo, anche lì un elicottero è caduto sul Monte Cristallo con a bordo un pilota, Dario de Felip di 49 anni, un medico, Fabrizio Spaziani di 46 anni, due i tecnici di soccorso alpino, Marco Zago di 42 anni e Stefano da Forno di 40 anni. Durante il trasporto da Roma a Cagliari di un cuore da trapiantare nel febbraio 2004 un aereo Cessna precipita : a bordo vi erano il responsabile della divisione di Cardiochirurgia Alessandro Ricchi di 52 anni, il suo assistente Antonio Carta di 38 ed il tecnico perfusionista Gian Marco Pinna. Con loro i due piloti, entrambi austriaci, Helmut Zullner e Thomas Giacomuzzi. La sesta vittima è stato un altro italiano, Daniele Giacobbe, 35 anni, in addestramento. Presidente OMCeO Provincia di Venezia

Malattie respiratorie: ne soffrono 600mila veneti

a pag 24

Giornata Mondiale contro il cancro infantile

a pag 25

Depressione, una malattia poco curata

a pag 26

Vuoi collaborare con noi? Contattaci!

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


24

laPiazza

Salute

www.lapiazzaweb.it

Editoriale

I soccorritori non possono morire!

N

Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie

S

ono 90 mila ogni anno i morti capoluogo scaligero, l’asma interessa in Italia per patologie legate 18 mila persone e il Bpco 14 mila. Ma all’inquinamento. Il dato emerge dal è tutto il Veneto ad essere interessato ventesimo Congresso nazionale sulle da questo flagello: qui le malattie malattie respiratorie dal titolo “Asma respiratorie rappresentano la terza Bronchiale e Bpco: nuovi obiettivi, nuovi causa di morte e si prevede che la rimedi, nuove strategie” che si è svolto prevalenza di tali patologie sia destinata il mese scorso a Verona alla presenza ad aumentare. Di questa correlazione di 350 specialisti. Gli esperti non con gravi malattie è convinto da anni avrebbero dubbi nell’individuare il fumo anche un illustre pneumologo veronese, L’inquinamento e l’inquinamento atmosferico come Roberto Dal Negro, responsabile del principali responsabili delle malattie Centro Nazionale Studi Respiratori di da polveri sottili respiratorie persistenti che affliggono Verona, secondo il quale “di smog si e il fumo i principali quindici italiani su 100. muore, questo è certo. La correlazione tra imputati “Per combattere il fumo abbiamo presenza di tumori e presenza di polveri potuto contare sulla legge Sirchia. sottili è certa. Non solo, è cresciuta nel Dopo 23 tentativi di formulare una normativa antifumo a partire corso degli anni. E a pagarne le maggiori conseguenze sono da inizio Novecento - dice il Responsabile del Centro nazionale i soggetti più deboli: anziani, categoria in cui arriva al 60%, e Studi di farmacoeconomia e farmacoepidemiologia respiratoria, bambini, dove siamo addirittura all’80%”. La lotta alle malattie Roberto Dal Negro – finalmente l’ultimo è andato in porto grazie respiratorie si attua con l’adozione di misure preventive a medio al fatto che è stato individuato un responsabile: il proprietario e lungo termine e limiti idonei, specie delle polveri sottili (Pm10 e del locale, costretto a far rispettare il divieto per non incorrere in Pm 2,5), a salvaguardia della salute dell’intera popolazione. sanzioni”. Pochi passi avanti, invece, sul fronte dell’inquinamento atmosferico: “l’imprenditoria, a onor del vero, ha fatto molto per ridurre il fenomeno – sottolinea Dal Nero – sul piano degli enti, invece il trasporto pubblico è balbettante e, quanto a emissioni Nel febbraio scorso, la Procura di Venezia è domestiche, dove ci sono i controlli, è facile eluderli”. intervenuta dopo l’allarme lanciato da un gruppo di I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno pediatri veneti, ha ascoltato le loro preoccupazioni, superato quota 600 mila. riservandosi l’ipotesi di aprire un fascicolo così da Sarebbero 270 mila quelli malati di Bpco (broncopneumopatia accertare la presenza di reati ambientali. I pediatri cronica ostruttiva) e di asma bronchiale e 340 mila gli affetti da veneti hanno evidenziato la potenza distruttiva delle asma grave. Secondo ESCAPE (European Study of Cohortes for polveri sottili sui sistemi immunitari dei bambini Air Pollution Effects), uno studio europeo che dal 2010 al 2014 che provoca casi molto gravi e cronici di malattie al ha esaminato 21 città europee, Verona è risultata al secondo sistema respiratorio. posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili. In particolare nel

l’allarme Dei peDiatri

ell’ottobre 2001 durante un volo notturno di soccorso un elicottero del 118 si schianta sulle colline di Poggio Ballone, vicino a Grosseto, muoiono in cinque. Questi incidenti occupano per qualche giorno le prime pagine dei giornali ma subito gli articoli vengono sostituiti da altra cronaca, la vita ed i turni continuano ed altri, con semplicità, prendono il posto dei morti, come in guerra. Certo la caduta di un aereo o di un elicottero colpiscono di più l’immaginario collettivo di un incidente in cui è coinvolta un autoambulanza, una macchina della polizia o dei carabinieri, solo un po’ più strano magari se ad essere coinvolti sono pure i vigili del fuoco. La velocità nel soccorso non è un ebbrezza ma una necessità. Volare a volte è l’unico sistema per arrivare in tempo. In urgenza si deve uscire anche con il brutto tempo e di notte, con la nebbia, si corre anche quando le strade sono viscide e scure, fa parte del mestiere. A bordo non ci sono i reduci da una notte in discoteca, ci sono dei padri di famiglia che vanno in soccorso di feriti e malati. Nella mia carriera ho fatto il Pronto Soccorso per 2 anni in provincia e sono uscito anche in ambulanza per dei trasporti urgenti. In epoca pre 118 le cose erano un pò diverse. Mi riferisco ad un’era antecedente al 27 marzo 1992 quando il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga firmò il decreto di istituzione delle centrali operative di allarme sanitario, riproponendo su scala nazionale il modello originale sperimentato a Bologna, In emergenza bisognava fare un giro di telefonate per mezzi e destinazione ad esempio di un paziente neurochirurgico, per un trasporto medicalizzato si sceglieva fra il medico del pronto soccorso e l’anestesista, non esistevano le èquipe predefinite, se il paziente non era intubato era il medico del PS che usciva per un “cranico” o un “vascolare”, sostituito dal chirurgo di reparto. Si viveva così. In autostrada in ambulanza ti passano tutti… Ti prendi la tua rivincita sulle statali e in città. A bordo fai i tuoi controlli, speri che tutto vada bene, confidi nell’abilità dell’autista mentre la sirena sulla testa ti spacca le orecchie. Pensi raramente a te stesso e a quello che può succedere quando passi col rosso ad un incrocio, sei solo concentrato sul malato e sulla destinazione di arrivo sempre troppo lontana. Ormai da tanto tempo lavoro a Venezia centro storico, qui ci sono le barche, faccio servizio in un reparto, non esco più. Ma penso spesso agli equipaggi delle idroambulanze che partono di notte, con la pioggia, in inverno, a prendere qualcuno nelle isole dell’estuario a Treporti o a Pellestrina. E’ un tipo di soccorso decisamente singolare, l’opposto di quello alpino. A Venezia le idroambulanze vengono osservate con curiosità dai turisti, si notano eccome di giorno, nel loro colori giallo e rosso, magari in estate col sole. A volte gli equipaggi corrono preceduti dalla sirena facendo lo slalom in Canal Grande fra gondole e vaporetti, a volte vanno piano di ritorno da una dimissione protetta. Un bel lavoro all’aperto si può pensare lavorando all’interno di uffici o ospedali. Ma è brutta la laguna di notte, in inverno, con il vento e la pioggia, pessima con la nebbia anche se hai il radar. Non ci sono luci sui pali che segnano i canali appena fuori dal centro e si corre in planata, se qualcosa va storto sei solo. Di notte, vestito, in mezzo all’acqua, per quanto ce la fai a nuotare? Se la radio è fuori uso e sei vivo puoi solo sperare ed aspettare anche tu che qualcuno ti venga a prendere, un altro che abbia il coraggio di uscire per te, quando le persone normali si assicurano di aver chiuso bene tutte le finestre e vanno a letto. Qualcuno dirà: è il loro mestiere, rischiano ma saranno pagati bene. E’ vero solo che rischiano e sono molto stimati. Elicotteri ed ambulanze, Vigili del fuoco, PS e Carabinieri, Guardia Costiera e Finanzieri, quando sfrecciano coi lampeggianti accesi provo un senso di sicurezza, ma temo per loro e quello che vanno ad affrontare. Questa gente crede nella propria scelta e la vive come una missione ed a volte muore nel tentativo di salvare un altro, Un’ occasione di riflessione spero profonda e produttiva per chi ha responsabilità di governo e la possibilità di stipendiare dignitosamente una classe di lavoratori troppo orgogliosa per lamentarsi di un trattamento indegno di chi rischia per professione nell’aiutare il prossimo. E noi ogni tanto non perdiamo l’occasione di ringraziali per tutto quello che fanno, da vivi.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


la laPiazza iazza

www.lapiazzaweb.it

alute Salute

25

Il cancro infantile si sconfigge insieme Editoriale

I soccorritori non possono morire!

L’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali

pediatrico. L’80% dei tumori infantili si presenta già Paesi piùdipoveri. Essi sono l’1% dei casi totali ell’ottobre 2001 durante unoggi voloneinotturno soccorso di cancro PaesidiadPoggio alto/medio reddito, ma ben il un elicottero del 118 si schianta sullenei colline 4%inincinque. quelli aQuesti bassoincidenti reddito. La differenza nei tassi Ballone, vicino a Grosseto, muoiono di sopravvivenza segna un’ulteriore diseguaglianza. occupano per qualche giorno le prime pagine dei giornali ma In occidente sopravvivela ilvita 75-85% dei bambini a cui subito gli articoli vengono sostituiti da altra cronaca, diagnosticato un cancro, ed i turni continuano ed altri, viene con semplicità, prendono il nei Paesi a medio e tra di il 50 il 20%. posto dei morti, come in guerra.basso Certo reddito la caduta uneaereo Per bambini ecollettivo adolescenti conincidente il cancro, o di un elicottero colpiscono di più l’immaginario di un in l’assenza cui è una copertura universale portasolo a diagnosi coinvolta un autoambulanza, unadimacchina della sanitaria polizia o dei carabinieri, un metà febbraio si ricordano tutti i bambini e cure e La difficoltà po’ più strano magari se ad esseretardive, coinvoltiabbandono sono pure i delle vigili del fuoco. velocità nel gli adolescenti malati di tumore e anche tutti i procurarsi medicinali o seguire Anche in nel soccorso non è un ebbrezza ma una necessità. Volare a volteilèfollow-up. l’unico sistema medici e i ricercatori impegnati a salvare loro la vita. Italia, la con presenza di tempo un sistema sanitario per arrivare in tempo. In urgenza si devenonostante uscire anche il brutto e di notte, In Italia circa 1.380 bambini e 780 adolescenti pubblico, la mancanza di risorse in sanità e la tossicità con la nebbia, si corre anche quando le strade sono viscide e scure, fa parte del si ammalano di tumore ogni anno, pari a 164 casi finanziaria delnotte cancro, compromettono mestiere. A bordo non ci sono i reduci da una in discoteca, ci sonoi risultati dei padridelle per milione di bambini e 269 casi per milione di terapie e mettono rischiomia le risorse di famiglia che vanno in soccorso di feriti e malati.a Nella carrierafinanziarie ho fatto ildelle adolescenti. E se il trend con cui si ammalano i più famiglie.e “Sconfiggere il cancro è una delleper piùdei grandi Pronto Soccorso per 2 anni in provincia sono uscito anche in ambulanza piccoli resta ancora stabile, per teenager e giovani pererano la salute – dice trasporti urgenti. In epoca pre 118sfide le cose un pòdell’intero diverse. Migenere riferiscoumano ad un’era adulti continua a salire (circa del 2 per cento all’anno). presidente di SoleterreFrancesco - Nel nostro antecedente al 27 marzo 1992 Damiano quando il Rizzi, Presidente della Repubblica A livello mondiale l’organizzazione Soleterre ha lavorodelle abbiamo toccato con mano come sanitario, la possibilità Cossiga firmò il decreto di istituzione centrali operative di allarme presentato un dossier costruito sull’esperienza in 6 di cancrosperimentato e di curarsi dipenda da diversi riproponendo su scala nazionale diil ammalarsi modello originale a Bologna, In Paesi in 3 continenti, Italia compresa, che traccia un sociali,per ambientali, economici ad e esempio politici. Dal emergenza bisognava fare un girofattori di telefonate mezzi e destinazione quadro delle diseguaglianze nella cura del tumore è più che mai chiaro come di un paziente neurochirurgico, nostro per un osservatorio trasporto medicalizzato si sceglieva fra il solo pediatrico e spiega come per vincere la sfida globale sistemi sanitari pubblici, finanziati la fiscalità medico del pronto soccorso e l’anestesista, non esistevano le èquipe con predefinite, 90 sia milanecessario ogni anno i morti capoluogo scaligero, l’asma interessa contro ilono cancro investire sulla sanità generale e gestiti pluralità soggetti,o con il paziente non era intubato era il medico del PS da cheuna usciva per undi“cranico” La giornata internazionale contro il cancro infantile è stata ideatase da Childhood in Italia per patologie legate 18 mila persone e il Bpco 14 mila. Ma pubblica. L’OMS, infatti, stima che nel 2030 saranno il diretto coinvolgimento dei cittadini, siano lain sola un “vascolare”, sostituito dal chirurgo di reparto. Si viveva così. In autostrada Cancer International, rete mondiale associazioni guidate all’inquinamento. Il dato emerge dal il doppio è tutto il Venetodiad181 essere interessato locali e nazionali, diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi risposta credibile arginare prossimi ambulanza ti passano tutti… Ti prendi la tua rivincitaper sulle statali eleinmorti città. dei A bordo da genitori, provenienti 90 Paesi e 5 qui continenti: sei sono i messaggi chiave ventesimo nazionale sulle che vede da da questo flagello: le malattie rispetto al 2008.Congresso Una crescita esponenziale nella cura del cancro appare fai i tuoi controlli, speri che tuttoanni. vada L’ineguaglianza bene, confidi nell’abilità dell’autista mentre malattie dal titolo “Asma terza anche con della campagna 2017. Erespiratorie lo slogan rappresentano della Giornatalacoincide il fine ultimo i Paesi a bassorespiratorie e medio reddito in prima linea contro evidentePensi nei Paesi in viaadite sviluppo, se ilche nostro la sirena sulla testa ti spacca le orecchie. raramente stesso e ama quello Bronchiale e Bpco: di alle mortecure e siper prevede la dell’iniziativa: “Migliore causa accesso bimbiche e adolescenti malati di cancro in passi col rosso la piaga del secolo: qui,nuovi doveobiettivi, i tassi dinuovi sopravvivenza sistema non verràsul nutrito può succedere quando ad unsanitario incrocio, pubblico sei solo concentrato malatodelle nuovesistrategie” si è svolto di tali patologie siapiccoli destinata sonorimedi, più bassi, avranno che il 60/70% dei tumori risorse umane ed economiche necessarie, anche e sulla destinazione troppo lontana. Ormai da tanto tempo lavoro a in tutto il mondo”, in modoprevalenza tale da garantire ai più il diritto di essere seguiti condi arrivo sempre il mese scorso a Verona alla presenza ad aumentare. Di questa correlazione globali. Italia guarire dal cancro diventerà una questione di Venezia centro storico, qui ci sono le barche, faccio servizio in un reparto, non esco le migliori terapie disponibili. di 350 specialisti. non malattia con gravi malattie è convinto da anni L’ineguaglianza socialeGliallaesperti base della ricchidelle e poveri”. più. Ma penso spesso agli equipaggi idroambulanze che partono di notte, con avrebbero dubbi nell’individuare il fumo anche un illustre pneumologo veronese, si mostra particolarmente evidente nel cancro la pioggia, in inverno, a prendere qualcuno nelle isole dell’estuarioFrancesca a Treporti oBruni a L’inquinamento e l’inquinamento atmosferico come Roberto Dal Negro, responsabile del Pellestrina. E’ un tipo di soccorso decisamente singolare, l’opposto di quello alpino. principali responsabili delle malattie Centro Nazionale Studi Respiratori di da polveri sottili A Venezia le idroambulanze vengono osservate con curiosità dai turisti, si notano respiratorie persistenti che affliggono Verona, secondo il quale “di smog si eccome di giorno, nel loro colori giallo e rosso, magari in estate col sole. A volte e il fumo i principali quindici italiani su 100. muore, questo è certo. La correlazione tra gli equipaggi corrono preceduti dalla sirena facendo lo slalom in Canal Grande fra imputati “Per combattere il fumo abbiamo presenza di tumori e presenza di polveri gondole e vaporetti, a volte vanno piano di ritorno da una dimissione protetta. Un potuto contare sulla legge Sirchia. sottili è certa. Non solo, è cresciuta nel bel lavoro all’aperto si può pensare lavorando all’interno di uffici o ospedali. Ma è Dopo 23 tentativi di formulare una normativa antifumo a partire corso degli anni. E a pagarne le maggiori conseguenze sono brutta la laguna di notte, in inverno, con il vento e la pioggia, pessima con la nebbia da inizio Novecento - dice il Responsabile del Centro nazionale i soggetti più deboli: anziani, categoria in cui arriva al 60%, e anche se hai il radar. Non ci sono luci sui pali che segnano i canali appena fuori dal Poliambulatorio Specialisticocentro convenzionato il Servizio Nazionale Studi di farmacoeconomia e farmacoepidemiologia respiratoria, bambini, dove siamo addirittura all’80%”. La lotta alle malattie e si corre in planata,con se qualcosa va storto seiSanitario solo. Di notte, vestito, in mezzo Roberto Dal Negro – finalmente l’ultimo è andato in porto grazie respiratorie si attua con l’adozione di misure preventive a medio all’acqua, per quanto ce la fai a nuotare? Se la radio è fuori uso e sei vivo puoi solo al fatto che è stato individuato un responsabile: il proprietario e lungo termine e limiti idonei, specie delle polveri sottili (Pm10 e sperare ed aspettare anche tu che qualcuno ti venga a prendere, un altro che abbia del locale, costretto a far rispettare il divieto per non incorrere in Pm 2,5), a salvaguardia della salute dell’intera popolazione. il coraggio di uscire per te, quando le personeIN normali si assicurano di aver chiuso CONVENZIONE IN PRIVATO sanzioni”. Pochi passi avanti, invece, sul fronte dell’inquinamento bene tutte le finestre e vanno a letto. Qualcuno dirà: è il loro mestiere, rischiano ma • radiologia e risonanza • laboratorio analisi atmosferico: “l’imprenditoria, a onor del vero, ha fatto molto per saranno pagati bene. E’ vero solo che rischiano e sono molto di stimati. Elicotteri ed magnetica ridurre il fenomeno – sottolinea Dal Nero – sul piano degli enti, • Guardia radiologia ambulanze, Vigili del fuoco, PS e Carabinieri, Costieraee Finanzieri, quando invece il trasporto pubblico è balbettante e, quanto a emissioni Nel febbraio scorso,•lacardiologia Procura di Venezia è sfrecciano coi lampeggianti accesi provo un risonanza senso di sicurezza, ma temo per loro magnetica domestiche, dove ci sono i controlli, è facile eluderli”. intervenuta dopo l’allarme lanciato daaun gruppo di e quello che vanno ad affrontare. Questa gente crede nella propria scelta e la vive • ecografi • ecografia I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno pediatri veneti, ha ascoltato le loro preoccupazioni, come una missione ed a volte muore nel tentativo di salvare un altro, Un’ occasione • mammografi a • mammografia superato quota 600 mila. riservandosi l’ipotesi di aprire un fascicolo così da di riflessione spero profonda e produttiva per chi ha responsabilità di governo e la • oculistica Sarebbero 270 mila quelli malati di Bpco (broncopneumopatia ginecologia-ostetricia accertare la presenza di reati ambientali. I pediatri possibilità di stipendiare dignitosamente una• classe di lavoratori troppo orgogliosa cronica ostruttiva) e di asma bronchiale e 340 mila gli affetti da veneti hanno evidenziato• laortottista potenza distruttiva delle per lamentarsi di un trattamento indegno di•chi rischia per professione nell’aiutare cardiologia asma grave. Secondo ESCAPE (European Study of Cohortes for • dermatologia polveri sottili sui sistemi immunitari dei bambini il prossimo. • ortopedia Air Pollution Effects), uno studio europeo che dal 2010 al 2014 che provoca casi molto gravi e cronici di malattie al • ortopedia E noi ogni tanto non perdiamo l’occasione di ringraziali per tutto quello che fanno, famosi pugni verdi del personaggio della Marvel più amato dei fumetti, ossia ha esaminato 21 città europee, Verona è risultata al secondo sistema respiratorio. da vivi. • laboratorio di analisi l’Incredibile Hulk, diventano il simbolo della campagna di sensibilizzazione posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili. In particolare nel #Lottoanchio2017 promossa dall’Ageop Ricerca Onlus – Associazione Genitori • urologia Ematologia Oncologia Pediatrica – che da oltre trent’anni si impegna per accogliere • otorinolaringoiatria e assistere i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie – in occasione della XV • neurologia Giornata mondiale contro il cancro infantile che ricorre il 15 febbraio. sede di Spinea • endocrinologia/ Per la campagna sono stati scelti i pugni di Hulk poiché rappresentano dietologia l’emblema della forza che ciascuno può donare a un bambino che sta lottando i pensa che il volontariato sia qualcosa Il progetto, che ha ricevuto dalla Regione capito valore della formazione perché Dalil lunedì al venerdì • logopedia duramente contro il cancro. solo per i pensionati e non per i Veneto un finanziamento di 50mila euro, a volte ci sono momenti non facili da dalle 7.30 alle 12.30 Come ha spiegato la presidente dell’Ageop Ricerca Onlus, Roberta Zampa: psichiatria/psicoterapia giovani•perché non sono affidabili. La realtà ha visto il coinvolgimento di 30 giovani, gestire emotivamente. Il volontariato non e 14.00 improvvisato”, alle 19.00 hanno “Non serve essere supereroi per prendere parte alla lotta contro il cancro infantile. è che •non sono preparati”. Così Patrizia perlopiù donne, delle province di Padova va dalle assolutamente ecocolordoppler Ognuno di noi, nella sua quotidianità, può fare qualcosa di importante”. Serblin, venoso/arterioso psicologa dell’Istituto Serblin per e Vicenza, selezionati mediante colloquio. commentato alcuni partecipanti. sabato è stato affrontato La campagna, che è presente sulla piattaforma di crowdfunding Ideaginger, l’Infanzia e l’Adolescenza Vicenza, che Il percorso li ha portati a comprendere Il tema delIlvolontariato • medicina deldilavoro nasce con l’intento di raccogliere 30 mila euro per assicurare un anno di cura a tre dalle 8.00 nel 2014 ha avviato, in collaborazione con come operare in tre specifici contesti: anche sotto il profiloalle della12.00 trasparenza: visto • ginecologia-ostetricia bimbi malati di tumore e offrire a loro e alle loro famiglie ospitalità gratuita nelle la Fondazione Città della Speranza, un nei reparti diparcheggio Pediatria e Oncoematologia Ampio interno l’alto numero di associazioni esistenti, è case Ageop. percorso di formazione per gli aspiranti Pediatrica degli ospedali di Padova e quanto mai necessario che anche chi dona Sede: via Roma, 230 · Spinea (Ve) · tel. 041 994833 - 041 5412831 · fax 041 5411720 Tanti sono gli artisti italiani che hanno deciso di sposare questa causa solidale volontari con l’obiettivo di sensibilizzare e Vicenza; nelle iniziative di raccolta fondi; sappia orientarsi e capisca come vengono Punto prelievi: via Manzoni, 9/d · Maerne (Venezia) · tel./fax 041 5030385 attraverso i loro spettacoli. Per informazioni e acquistare i biglietti degli spettacoli: accompagnare i giovani dai 18 ai 30 anni nell’accompagnamento delle scolaresche gestiti i soldi. Proprio su sollecitazione di info@centroclinicochimico.it · www.centroclinicochimico.it www.coupononlus.it al vero significato del fare volontariato. Che nella cosiddetta “Torre della ricerca”. Città della Speranza, il Veneto ha fatto un

N

A

Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie

la scHeDa

S

#Lottoanchio2017 Una campagna per aiutare i bimbi che lottano

Il progetto: volontari tra i letti dei bambini malati di cancro SPECIALITÀ

SPECIALITÀ

l’allarme Dei peDiatri

Nuova specialità: MEDICINA DELLO SPORT

I

APERTURA AL PUBBLICO

“S

non è improvvisazione!

“Attraverso questa esperienza abbiamo

importante passo avanti.


laPiazza

26

Salute

Depressione cronica, non bastano i farmaci

www.lapiazzaweb.it

Editoriale

I soccorritori non possono morire!

N

ell’ottobre 2001 durante un volo notturno di soccorso un elicottero del 118 si schianta sulle colline di Poggio Ballone, vicino a Grosseto, muoiono in cinque. Questi incidenti occupano per qualche giorno le prime pagine dei giornali ma subito gli articoli vengono sostituiti da altra cronaca, la vita ed i turni continuano ed altri, con semplicità, prendono il posto dei morti, come in guerra. Certo la caduta di un aereo o di un elicottero colpiscono di più l’immaginario collettivo di un incidente in cui è coinvolta un autoambulanza, una macchina della polizia o dei carabinieri, solo un po’ più strano magari se ad essere coinvolti sono pure i vigili del fuoco. La velocità nel soccorso non è un ebbrezza ma una necessità. Volare a volte è l’unico sistema per arrivare in tempo. In urgenza si deve uscire anche con il brutto tempo e di notte, con la nebbia, si corre anche quando le strade sono viscide e scure, fa parte del mestiere. A bordo non ci sono i reduci da una notte in discoteca, ci sono dei padri na psicoterapia personalizzata nella depressione di famiglia che vanno in soccorso di feriti e malati. Nella mia carriera ho fatto il cronica è superiore - anche se di poco – alla terapia Pronto Soccorso per 2 anni in provincia e sono uscito anche in ambulanza per dei aspecifica sia nel migliorare i sintomi che la qualità trasporti urgenti. In epoca pre 118 le cose erano un pò diverse. Mi riferisco ad un’era della vita. “La depressione cronica – ha detto Elisabeth antecedente al 27 marzo 1992 quando il Presidente della Repubblica Francesco Schramm dell’Università di Friburgo, principale autrice Cossiga firmò il decreto di istituzione delle centrali operative di allarme sanitario, dello studio a riguardo – è una malattia molto diffusa rappresentato da donne. I partecipanti ricevuto vita con originale entrambi sperimentato gli approcci diatrattamento riproponendohanno su scala nazionaledella il modello Bologna, In– ha e invalidante, spesso associata a comorbidità e a 24 sessioni di trapia per oltre 20 settimane nella fare faseun giro dichiarato Schramm – ma una psicoterapia specifica emergenza bisognava di telefonate per mezzi e destinazione ad esempio traumi precoci ed è considerata difficile da trattare”. acuta della depressione, di seguita da 8 neurochirurgico, sessioni di e per altamente strutturata si è dimostrata più fra efficace un paziente un trasporto medicalizzato si sceglieva il I ricercatori hanno valutato l’efficacia dell’approccio mantenimento per le seguenti 28 settimane. della terapia di aspecifica, di una medico del pronto soccorso e l’anestesista, nonsupporto esistevano le èquipel’aggiunta predefinite, 90 mila ogni anno i morti capoluogo scaligero, l’asma interessa cognitivoonocomportamentale (CBASP), una forma di I pazienti sottoposti a CBASP avuto psicoterapia fase sembra essere se il hanno paziente nonmaggiore era intubato era il medicoprolungata del PS chenella usciva peracuta un “cranico” o in Italia per patologie legate 18 mila persone e il Bpco 14 mila. terapia specificamente progettata per il trattamento probabilità diMa rispondere al trattamento o esperienze molto promettente questacosì. popolazione di pazienti”. un “vascolare”, sostituitodidal chirurgo di reparto. Siin viveva In autostrada in Il dato emerge dalpsicoterapia è tutto il Veneto ad essere interessato dellaall’inquinamento. depressione, diversa della aspecifica remissione dopo 20 settimane. Inoltre, hanno anche Ulteriori ricerchesulledovranno chiarire se la ambulanza ti passano tutti… Ti prendi la tua rivincita statali e in città. A bordo ventesimo Congresso nazionale sulle da questo flagello: qui le di sostegno. mostratomalattie vantaggi significativi nella maggior parte combinazione o l’aumento delladell’autista CBASP con strategie fai i tuoi controlli, speri che tutto vada bene, confidi nell’abilità mentre respiratorie dal titolo “Asma respiratorie rappresentano la terza Lomalattie studio multicentrico randomizzato, i cui risultati dei risultati secondari tralacui i sintomi depressivi farmacologiche aumenterebbero risultati sirena sulla testa ti spacca le orecchie. Pensi raramente a te stesso ei a quello che del e Bpco:sunuovi obiettivi, nuovi ha incluso causa di morte e si prevede chee la sonoBronchiale stati pubblicati JAMA Psichiatry, auto-riferiti la qualità dellapuò vita connessaquando alla salute Inoltre,sei altre opzioni disultrattamento succedere passi col trattamento. rosso ad un incrocio, solo concentrato malato rimedi, strategie” chead si insorgenza è svolto precoce prevalenza di tali patologie sia destinata pazienti con nuove depressione cronica mentale. “Il principale risultato di destinazione questo studiodièarrivo che sempre psicologico, come adOrmai esempio gli interventi modulari e sulla troppo lontana. da tanto tempo lavoro a il mese scorso a Verona alla presenza ad aumentare. Di questa correlazione che non assumevano farmaci antidepressivi: 137 i pazienti con esordio precoce di depressione cronica, basati sulla personalizzazione caratteristiche Venezia centro storico, qui ci sono le barche, faccio servizio in undelle reparto, non esco e di ricevuto 350 specialisti. Gli psicoterapia esperti nondi sostegno. con gravi malattie è convinto da anni hanno CBASP e 131 considerata difficile da trattare, le comorbidità del paziente, potrebbero essere più. Mahanno pensomigliorato spesso agliinequipaggi delle idroambulanze che partono di notte, conutili. avrebbero dubbi nell’individuare il fumo anche un illustre pneumologo veronese, L’età media dei partecipanti era di 45 anni, il 70% modo significativo i sintomi depressivi e la qualità la pioggia, in inverno, a prendere qualcuno nelle isole dell’estuario a (Reuters Treporti Health) oa L’inquinamento e l’inquinamento atmosferico come Roberto Dal Negro, responsabile del Pellestrina. E’ un tipo di soccorso decisamente singolare, l’opposto di quello alpino. principali responsabili delle malattie Centro Nazionale Studi Respiratori di da polveri sottili A Venezia le idroambulanze vengono osservate con curiosità dai turisti, si notano respiratorie persistenti che affliggono Verona, secondo il quale “di smog si eccome di giorno, nel loro colori giallo e rosso, magari in estate col sole. A volte e il fumo i principali quindici italiani su 100. muore, questo è certo. La correlazione tra gli equipaggi corrono preceduti dalla sirena facendo lo slalom in Canal Grande fra imputati “Per combattere il fumo abbiamo presenza di tumori e presenza di polveri gondole e vaporetti, a volte vanno piano di ritorno da una dimissione protetta. Un potuto contare sulla legge Sirchia. sottili è certa. Non solo, è cresciuta nel bel lavoro all’aperto si può pensare lavorando all’interno di uffici o ospedali. Ma è Dopo 23 tentativi di formulare una normativa antifumo a partire corso degli anni. E a pagarne le maggiori conseguenze sono brutta la laguna di notte, in inverno, con il vento e la pioggia, pessima con la nebbia da inizio Novecento - dice il Responsabile del Centro nazionale i soggetti più deboli: anziani, categoria in cui arriva al 60%, e anche se hai il radar. Non ci sono luci sui pali che segnano i canali appena fuori dal na patologia che colpisce sempre più Studi di farmacoeconomia e farmacoepidemiologia respiratoria, bambini, dove siamo addirittura all’80%”. La lotta alle malattie centro e si corre in planata, se qualcosa va storto sei solo. Di notte, vestito, in mezzo persone nelpiùmondo, le sempre personesoprattutto nel Roberto Dal Negro – finalmente l’ultimo è andato in porto grazie respiratorie si attua con l’adozione di misure preventivenaa patologia medio che colpisce all’acqua, per quanto ce la fai a nuotare? Se la radio è fuori uso e sei vivo puoi solo bambini, spesso, non ne donne, perfino i bambini. E’ la depressione, mondo, soprattutto le donne, perfino i bambini. al fatto che è stato individuato un responsabile: il proprietario e lungo termine e limiti idonei, specie delle polveri sottili (Pm10 e sperare ed aspettare anche tu che qualcuno ti venga a prendere, un altro che abbia vogliono sapere, specie se le vera e propria globale”, come E’ la depressione, unauna vera e propria “crisi“crisi globale”, del locale, costretto a far rispettare il divieto per non incorrere in Pm 2,5), a salvaguardia della salute dell’intera popolazione. il coraggio di uscire per te, quando le persone normali si assicurano di aver chiuso verdure sono verdi e a foglia è Claudio stata definita da presidente Claudio Mencacci, come è stata definita da Mencacci, sanzioni”. Pochi passi avanti, invece, sul fronte dell’inquinamento bene tutte le finestre e vanno a letto. Qualcuno dirà: è il loro mestiere, rischiano ma larga. dellaintervenuto Società alitaliana di della Società italianapresidente di Psichiatria atmosferico: “l’imprenditoria, a onor del vero, ha fatto molto per saranno pagati bene. E’ vero solo che rischiano e sono molto stimati. Elicotteri ed E difatti, quando si parla di Psichiatria intervenuto al Congresso Congresso nazionale della Società Italiana di farmacia ridurre il fenomeno – sottolinea Dal Nero – sul piano degli enti, ambulanze, Vigili del fuoco, PS e Carabinieri, Guardia Costiera e Finanzieri, quando verdure, il primo colore a cui nazionale della Società Italiana ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle aziendedi farmacia invece il trasporto pubblico è balbettante e, quanto a emissioni Nel febbraio scorso, la Procura di Venezia è sfrecciano coi lampeggianti accesi provo un senso di sicurezza, ma temo per loro si pensa è il verde come quello ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle sanitarie a Milano. domestiche, dove ci sono i controlli, è facile eluderli”. intervenuta dopo l’allarme lanciato da un gruppo di e quello che vanno ad affrontare. Questa gente crede nella propria scelta e la vive di spinaci, erbette, catalogna. sanitarie a Milano. “Si tratta - spiega aziende il professor Mencacci - di una I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno pediatri veneti, ha ascoltato le loro preoccupazioni, come una missione ed a volte muore nel tentativo di salvare un altro, Un’ occasione Eppure gli ortaggi di questo “Si tratta spiega il professor Mencacci patologia che ha assunto una dimensione epidemica: superato quota 600 mila. riservandosi l’ipotesi di aprire un fascicolo così da di riflessione spero profonda e produttiva per chi ha responsabilità di governo e la colore offrono molti vantaggi. di una patologia che ha assunto una 350 milioni nel mondo, oltre 30 milioni nell’Europa a Sarebbero 270 mila quelli malati di Bpco (broncopneumopatia accertare la presenza di reati ambientali. I pediatri possibilità di stipendiare dignitosamente una classe di lavoratori troppo orgogliosa Ce lo ricorda una recente metadimensione epidemica: 350 milioni nel sistemi sanitari. Proprio secondo uno studio 28 Stati, e oltre 4 milioni nel nostro Paese”. E si tratta, cronica ostruttiva) e di asma bronchiale e 340 mila gli affetti da veneti hanno evidenziato la potenza distruttiva delle per lamentarsi di un trattamento indegno di chi rischia per professione nell’aiutare analisi pubblicata sul Journal of 30 milioni nell’Europa a 28 fatto da Altems, “è chiaro che trattare comunque, di stime mondo, prudenti.oltre Inoltre le statistiche asma grave. Secondo ESCAPE (European Study of Cohortes for polveri sottili sui sistemi immunitari dei bambini il prossimo. the Royal Society of Medicine Stati, e oltre 4 milioni nel nostro Paese”. più persone significa mettere in campo generali su tre si cura. Questo, Air Pollution Effects), uno studio europeo che dal 2010 al 2014 che provoca casi molto gravi e cronici di malattie al dicono che un paziente E noi ogni tanto non perdiamo l’occasione di ringraziali per tutto quello che fanno, Cardiovascular Disease in cui, E si tratta, comunque, di stime spiega Mencacci, “perché pesano ancora i sentimenti prudenti. più risorse per il sistema sanitario, quindi sanitario, quindi più operatori, più medici, più farmaci ha esaminato 21 città europee, Verona è risultata al secondo sistema respiratorio. da vivi. dopo aver valutato criticamente Inoltre le statistiche generali da dicono di vergogna, di stigma, di isolamento della persona più operatori, più Ma medici, più farmaci da acquistare sul mercato. la nostra analisi ha posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili. In particolare nel otto studi, si è osservato che un pazientee su si cura. Questo, stessa che soffre dichedepressione, del trecontesto acquistare sul mercato. Ma la nostra analisi mostrato che l’impatto più grosso della depressione un elevato consumo di verdure spiega “perché pesano ancora non solo dell’individuo, cheMencacci, tende a costruirsi un sotto ha mostrato chenon l’impatto grosso della il profilo economico è tanto più quello del costo a foglie verdi era associato i anche sentimenti vergogna, di stigma, di quanto isolamento sociale, ma delle di persone, familiari, depressione sotto il eprofilo economico non è sanitario, sulla società sui costi per la società. a una riduzione del rischio isolamento amici che a loro volta risentonodella di persona stessa che soffre tanto quello del costodepressa sanitario,equanto sulla La persona che non si nome deriva dalla parolache condividono cardiovascolare 16%. E “Non si cura contestocinon solo società ecura Lo studio didelPsicologia PSYRAM nasce dall’esperienza di treproprio professionisti questo atteggiamentodidi depressione, isolamento. e del sui costi per la asocietà. La persona è portata fare più assenze foglia - oltre che beta-carotene giàlainformazione precedenza, danell’ambito altri studi, deiBasso apporto a costruirsi Disturbi Specifici dell’Apprendimento, pur operando eLa nostra azione dell’individuo, come società che tende non In si cura è portata a fare lavoro. genere si tratta di perchè ci un si depressadale che e luteina, due carotenoidi il cui eraperseguendo emerso un possibile ruolo isolamento sociale, ma anche delle persone, un aggiornamento continuo in diversi ambiti, tra cui la psicoterapia ed ilscientifica è di avvicinare le persone più assenze dal giovani, lavoro. In genere si tratta persone la depressione non calorico, molte ancora coinvolgimento nella protezione protettivo delle scolastico. verdure a foglia familiari, amici che vergogna a loro volta risentono di di persone alle cure, lanciando un messaggio: giovani, dell’anziano”. la depressione non siè supporto è la malattia Quindi fibre e sostanze cardiovascolare potrebbe essere verde nei confronti della vista e questo atteggiamento di isolamento. La tutte le depressioni sono curabili, di questa la malattia dell’anziano”. Quindi si parla La nostra mission consiste nell’offrire dei servizi alla persona a partire dall’infanzia fino parla uomini e donne, teoricamente, legato all’azione antiossidante. C’è delle capacità cognitive in tarda nostra azione come società scientifica è di nutritive molte sono guaribili”. uomini e donne, teoricamente, nel pieno nel pieno della loro produttività ma alla vecchiaia. Al centro c’è la persona con le sue esigenze e bisogni modulati in base alla malattia, ma però un aspetto più nuovo sul quale età, oltre che del diabete e di avvicinare le persone alle cure, lanciando C’è chi pensa però che se si della loro produttività ma poco produttive. poco produttive. Quindi, conclude fase della vita che sta attraversando. L’interesse si estende anche agli ambiti di vita fondamentali ci si sofferma nella recente metaalcuni tumori. sbagliato” un non messaggio: sono Quindi, Cicchetti, curassero tutti il sistema sarebbe tutte leèdepressioni conclude Cicchetti, “selato da un lato “se da un curare familiari, relazionali, lavorativi e sociali. analisi, che vede il coinvolgimento Del resto, queste verdure, e in curabili, molte sono guaribili”. più sostenibile. E’ assolutamente curare un di persone vuol un maggior maggiornumero numero di persone particolare quelle di colore verde scuro, abbinano dell’ossido nitrico, un composto che, grazie alla chi pensa però che se si curassero convinto del contrario C’è Americo Cicchetti, direttore dire spendere più soldi i farmaci o per vuol dire spendere più soldi per iper farmaci o per gli sua azione vasodilatatrice e all’attività inibitoria ad un basso apporto calorico una abbondanza tutti il sistema non sarebbe più sostenibile. Via Castellana, 40 Ldi- Martellago (VE) di Altems, l’Alta scuola di economia e management ospedali, dall’altro vuol direnuove crearerisorse nuove ospedali, gli dall’altro vuol dire creare sostanze nutritive e protettive quali fibra, potassio, sull’aggregazione piastrinica, ha un ruolo importante e fax: 041.5403532 assolutamente del contrario dei sistemi sanitari.E’Proprio secondo convinto uno studio risorse laperché aumenta produttività sul perché aumenta produttività sullalavoro. Oltre che INFO UTILI: Tel www.studiopsyram.it per la salute cardiovascolare. magnesio, ferro, vitamine E, C e K, folati - il cui studiopsyram@gmail.com Americoche Cicchetti, di Altems, l’Alta fatto da Altems, “è chiaro trattaredirettore più persone lavoro. Oltre che il valore intrinseco che ha il valore intrinseco che ha il tirare fuori una personail scuola più di risorse economia management significa mettere in campo per ile sistema tirare fuori una persona dalla depressione”. dalladei depressione”.

La depressione cronica è diffusa e difficile da trattare. Uno studio tedesco evidenzia che una psicoterapia strutturata raggiunge risultati migliori della psicoterapia di supporto aspecifica

U

Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie

S

Mangia le verdure, ti fanno bene al cuore!

In Italia 4 milioni In Italia 4 milioni di depressi, di depressi, solo 1 su 3 si cura solo 1 su 3 si cura

I

U

Alimentazione

l’allarme Dei peDiatri

la nostra attività

U


Arredamenti classici e contemporanei

SAMBRUSON DI DOLO (VE) Via Stradona, 18 Tel. 041 5100039 | info@curiotto.it www.curiotto.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

M Prosecco y Tapas al salone della gastronomia stellata di Madrid

etti insieme le bollicine veneto-friulane e tapas di pesce per un aperitivo e non passerai più alla cena! A proporre il felice connubio a Enofusiòn, evento internazionale riservato al vino, organizzato nel cuore di Madrid, lo chef stellato Quim Casellas, del Restaurant Hotel Casamar di Girona, prima stella Michelin conquistata nel 2011. “Il Prosecco a me ricorda il Mediterraneo e ho pensato di abbinarlo a delle Tapas di pesce che richiamano questa comune identità – ha più volte affermato lo chef Quim Casellas durante la MasterClass – così per ciascun diverso Prosecco ho proposto un piatto di mare che esaltasse questo profilo nei vini in degustazione: La Jara, Astoria, Villa Sandi, Az. Agr. Soligo, Vivo Cantine”. Enofusiòn, organizzato nel cuore di Madrid come costola di Madridfusiòn, salone della gastronomia stellata, la cui notorietà sta oltrepassando i confini della Spagna, ha visto la partecipazione di cento espositori e pubblico selezionato per evento internazionale riservato al vino. Nel Palacio Municipal de Congresos de Madrid

29

la manifestazione, conclusa in questi giorni, ha registrato un afflusso medio di 120 visitatori l’ora, composto per l’85-90% da addetti ai lavori, il restante 10-15% da consumatori finali. Presente per la prima volta anche il Consorzio Prosecco Doc con una MasterClass sul tema “Prosecco Doc y Tapas” alla scoperta di piacevoli e innovativi abbinamenti tra le bollicine veneto-friulane e le tapas, specialità spagnola che accompagna tipicamente l’aperitivo. In questo caso si è trattato di stuzzichini davvero ‘chic’ firmati, appunto, Quim Casellas. La MasterClass, tenuta per conto del Consorzio Prosecco Doc da Tobia Capuzzo, dallo chef Casellas, dall’export manager di Villa Sandi, ha registrato un pronto sold out e un’entusiastica partecipazione gratificata anche dagli indovinati assaggi gourmet. Ad Enofusiòn il Consorzio ha pure partecipato -in prima fila- nella Wine Gallery, la sezione dedicata alla degustazione ‘libera’ ovvero accessibile a tutti i partecipanti ed è stato subito boom: di richieste d’informazione sulle caratteristiche della Denominazione e di assaggi.


30

laPiazza

www.lapiazzaweb.it

N e lla

f oto d i c op e rtina e in q ue lla a la to d ue sp le nd id e im m a g ini d i Sid i Bou Sa id , la P ortof ino d i Tunisia . In a lto, d a sinistra : il Fe stiv a l d e l Sa h a ra d i Douz , il v illa g g io d i C h e nini, l’ a nf ite a tro rom a no d i El Je m , l’ oa si d i Toz e ur e una sp ia g g ia d a sog no. P iù sotto: una d e lle c a se sc a v a te ne lla roc c ia a M a tm a ta , uno sc orc io d e lla Tunisi v e c c h ia , la m inistra d e l Turism o Se lm a Elloum i e m ilita ri lung o il v a llo d i sic ure z z a c ostruito a l c onf ine c on la L ib ia

Tunisia a braccia aperte

Il paese dopo gli attentati terroristici del Bardo e di Sousse del 2015 ha fatto grandi sforzi per migliorare la sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Nelle spiagge, nei siti d’arte e nelle oasi ora si respira fiducia

di Renato Malaman

L

a Tunisia vuole risvegliarsi in fretta dall’incubo, tornare a sognare e a far sognare. Lo sanno tutti: dopo gli attentati del Bardo e di Sousse del 2015 le presenze turistiche nel paese nordafricano hanno subito un tracollo, provocando una grave crisi con effetti evidenti sull’economia nazionale. “Il paese oggi è più sicuro” ha detto poche settimane fa la bella ministra del Turismo Selma Elloumi all’apertura Festival dei popoli del Sahara di Tozeur, informando che dopo gli attentati dell’Isis di due anni fa il governo di Tunisi ha messo in atto un piano senza precedenti per garantire più sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Un piano realizzato anche attraverso collaborazioni di alto profilo a livello internazionale. Tra le misure più evidenti adottate figura la costruzione di un vallo blindato di oltre 200 chilometri, profondo 6 metri e largo 3, lungo il confine con la Libia. Inoltre, tutti gli alberghi sono stati dotati di metal detector come quelli obbligatori negli aeroporti. Intensificati anche i controlli nelle moschee, per stroncare sul nascere deviazioni terroristiche. La Tunisia, dunque, non si nasconde dietro a un dito: il governo

moderato di Yussef al Shahed sa bene che per parlare di ripresa del turismo è necessario far sapere al mondo, specie a quello Occidentale, che il paese oggi è più al riparo da certi rischi di ordine pubblico. Gli sforzi per ottenere questo risultato sono tuttora in atto e timidi segnali di ripresa dell’attività turistica già si avvertono. I primi a ritornare nelle spiagge e nei siti archeologici della Tunisia sono stati i turisti del Nord Europa. Gli italiani, a dire il vero, fanno ancora un po’ fatica a vincere la paura. Un viaggio in Tunisia oggi è un’esperienza forte, perché ovunque si respira questa atmosfera sospesa, un misto di ansia e di entusiasmo, di preoccupazione ma anche di fiducia. I controlli in effetti ci sono, ovunque. E sono attenti, discreti, onnipresenti. Tanto che ci si scrolla di dosso in fretta quel senso di inquietudine. All’uscita dall’aeroporto di Tunisi filari di eleganti palme sembrano simbolicamente dare il benvenuto al visitatore, schiudergli le porte per cogliere le infinite bellezze del paese. Prima che l’incanto si interrompesse di brutto nelle sale del Museo del Bardo, erano oltre un centinaio di migliaia i turisti italiani che sceglievano

I tanti pensionati italiani che risiedono a Tunisi e nelle località di mare testimoniano che non c’è pericolo e che sono tante le bellezze da riscoprire. Dall’anfiteatro romano di El Jem alle case sotterranee di Matmata, all’elegante Sidi Bou Said

ogni anno le spiagge bianche di Hammamet, Sousse o di Djerba. Alcuni di loro hanno scelto di trasferirsi in Tunisia godendosi il privilegio di una pensione che arriva dall’Italia quasi esentasse. Anziani che sono rimasti anche dopo gli attentati del 2015 perché, a sentir loro, non è mai prevalsa la sensazione di sentirsi in pericolo. Oggi a Tunisi, sia nella sua parte moderna e molto “occidentale” che nella tradizionale Medina, come pure nei raffinati caffè della bianca (e azzurra) Sidi Bou Said, come anche nelle ammalianti oasi nel deserto (Tozeur, Nefta, Tamerza e Douz), si respira un’aria di speranza. Come di attesa che qualcosa di positivo accada. Che all’orizzonte del Canale di Sicilia ricompaiano, ad esempio, le navi da crociera della grandi compagnie italiane o che negli aeroporti si riveda l’invasione festosa del popolo delle spiagge. Il paese, va detto, ha molto da offrire. Sono quarantamila i siti turistici e i più belli sono i meno conosciuti. In Tunisia tutti i popoli dell’antichità hanno lasciato tracce evidenti: i fenici, i cartaginesi, i romani, gli arabi, i berberi, i nomadi arrivati dal deserto. A El Jem c’è un anfiteatro romano che lascia a

bocca aperta, il terzo più grande dopo il Colosseo e l’Arena di Pola. A Matmata ci sono ancora villaggi di case sotterranee scavate a cilindro. A Chenini e a Tataouine sono rimasti intatti altri villaggi di case sovrapposte, dall’architettura tradizionale, costruiti in pietra. A Kairouan si coglie ancora l’anima araba e religiosa di questo paese. Insomma, la Tunisia è un caleidoscopio di bellezze che per il momento è come nascosto dietro a un sipario. Il momento della riapertura del palcoscenico turistico sembra però molto vicino. Se lo augurano i tanti amanti di questo paese, viaggiatori “fai da te” e turisti dell’ “all inclusive”, ma se lo augurano soprattutto i tunisini, popolo che, al di là dei facili e ingiustificati luoghi comuni di questi ultimi due anni, è estremamente aperto all’ospitalità e incline al sorriso. Perché ama la pace, da sempre. Perché il rapporto di amicizia con gli altri popoli al di qua del Mediterraneo è avvalorato da decenni di intensa collaborazione economica e di vivace interscambio culturale. Che nessuna forma di violenza terroristica potrà mai mettere in discussione.


www.lapiazzaweb.it

laPiazza

31

Eataly lancia il Tiramisù Day Il dessert veneto gustato in tutto il mondo

I

l 21 marzo sarà la giornata dedicata al dessert italiano forse più amato e conosciuto nei quattro angoli del mondo: il Tiramisù. A fissare la data è stato Eataly, il colosso della distribuz i o ne e no gas t ro no m i ca d i Oscar Farinetti. Così, per la prima volta, gli Eataly  Store di tutto il mondo offriranno ai propri visitatori la possibilità di gustare ed acquistare il celebre dessert, presentato  secondo la ricetta riportata nel libro di Gigi e Clara Padovani, Tiramisù – Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato (Giunti). L’analisi dei due coniugi, infatti, fa luce sulla storia del Tiramisù, collocandone la nascita in Friuli ma menzionando anche altre realtà che ne hanno contribuito alla fama, tra cui Le Beccherie, lo storico locale di Piazza Ancillotto, in centro a Treviso. La decisione di Farinetti fa subito notizia, in particolare nella città veneta: fonti storiche

infatti dimostrano che la prima codificazione del Tiramisù risale al 1962, quando fu inserito tra i dessert à la carte proprio del ristorante Le Beccherie. “Un’iniziativa bellissima quella di Farinetti – commenta Paolo Lai, attuale patron de Le

Beccherie – che porta in primo piano il grande lavoro fatto da Gigi e Clara Padovani per far luce su un tema, quello della nascita del Tiramisù, che ancora oggi affascina critici e curiosi. In tutto questo però va ricordato che Le Beccherie ha giocato

un ruolo importantissimo. La ricetta del nostro Tiramisù è l’unica ad essere stata depositata presso l’Accademia Italiana della Cucina e la forte presenza dei trevigiani nel mondo ha portato un contributo fondamentale alla diffusione di questo dessert

Per ogni motore la manutenzione è vitale. Per ogni Volkswagen, in più è conveniente. Affida la tua Volkswagen a chi si prende cura di lei nel modo migliore. Porta la tua auto in un Centro Volkswagen Service per la manutenzione. Fino al 31.03.2017, puoi approfittare dei vantaggi della promozione Speciale Cinghia. Scopri tutte le offerte a tua disposizione su vw-promolocator.it

Perché la tua Volkswagen sia sempre una Volkswagen. Volkswagen Service.

SCANTAMBURLO AUTOMOBILI S.r.l.

Via Venezia, 165 - 30037 SCORZÈ (VE) - tel. 041446029 - info@scantamburlo.it La promozione è valida, rispetto al listino attuale, sui ricambi kit cinghia di distribuzione, pompa dell’acqua e cinghia poli-v; manodopera esclusa. Offerta non cumulabile con altre promozioni e usufruibile esclusivamente nell’ambito dei servizi di assistenza, fino al 31.03.2017.

in tutto il mondo. Il mio augurio è che questa iniziativa permetta di far conoscere tutta la storia del Tiramisù, coinvolgendo tutti coloro che, in qualche modo, ne hanno costruito un pezzetto”.


Protagonisti

32

www.lapiazzaweb.it

Eccellenze Giovani veneti che costruiscono il futuro

pietro marinelli vola in texas ed entra in un team di ricercatori Q

uello di Pietro Marinelli non è di certo il caso di chi si trasferisce all’estero in cerca di fortuna e senza reali prospettive, quanto piuttosto la conferma di un meritato percorso di studi, intrapreso con serietà e impegno. Il giovane portovirese, classe ’91, al momento prepara i bagagli per una preziosa opportunità formativa e lavorativa: da febbraio sino ai primi mesi estivi sarà infatti impegnato nel celebre centro di ricerca statunitense Mary Kay O’Connor Process Safety Center per poter redigere la propria tesi magistrale. Laureato in ingegneria per l’ambiente e il territorio presso l’università Alma Mater di Bologna, Marinelli è stato così accettato a far parte di un team di ricercatori nella prestigiosa università texa- sta esperienza oltreoceano e na A&M University. Nell’ateneo ansioso di capirne l’evoluzione bolognese, il giovane portovi- – conclude Marinelli – perché rese è laureando alla biennale e vorrei di certo poter ritornare a frequenta il corso di studi magi- casa arricchito e formato ma non strale in ingegneria chimica e di posso escludere di volere conprocesso. tinuare questa esperienza fuori “La tesi che dovrò produrre dall’Italia”. Nell’ateneo bolognesulla base della rise Marinelli riveste cerca e del lavoro anche dal 2013 il Studierà che mi aspetta in ruolo di rappresenl’affidabilità Texas – spiega Pietante degli studenti tro Marinelli – è e la sicurezza in diversi consigli, incentrata sull’aftra cui il consiglio negli impianti della scuola di infidabilità e la sicurezza negli impiandell’industria gegneria e architetti dell’industria e di tura, la giunta ed il e di processo processo: in pratica consiglio di dipardovrò prestare anatimento Dicam ed lisi di rischio, valutare e quindi il consiglio di corso di studi in strutturare sistemi di prevenzio- ingegneria chimica. Dopo la mane o contenimento degli eventi turità scientifica conseguita al liche potrebbero accadere, dalle ceo Bocchi di Adria, Marinelli si esplosioni fino alla fuoriuscita di è anche diplomato presso il consostanze tossiche, cancerogene servatorio statale “A. Buzzolla”. o corrosive”. “Sono emozionato per queMassimiliano Beltrame

una nuova band: “sabry on the rocks”

A

Rovigo è nata una nuova band. Il nome è “Sabry on the rocks” e, oltre a raccogliere musicisti di esperienza, che hanno dato tanto alla scena rodigina e non solo, propone un video d’esordio che è una vera e propria celebrazione artistica del capoluogo polesano. Il nuovo progetto musicale - spiega la nota stampa di presentazione della band - nasce dall’incontro di tre tra i più interessanti musicisti della scena rock/pop rodigina: Sabrina Scarpati, Luca Boniolo e Andrea Mazzetto. I Sabry on the rocks sono un trio elettroacustico che propone cover angloamericane reinterpretate con uno stile completamente nuovo. Le migliori hit degli ultimi 20 anni vengono destrutturate e ricostruite con arrangiamenti di chitarra acustica accompagnata dal potente groove del basso elettrico ma con

un cantato di estrazione Soul e Jazz. Per celebrare la nascita del nuovo progetto, esce in questi giorni il loro primo video musicale. Si tratta della cover di “Lovesong”, splendida canzone del 1989 dei Cure. Il video è nato da un’idea dei Sabry on The Rocks ed è stato diretto e montato da Luca Boniolo. Girato interamente a Rovigo, le numerose location sono state selezionate accuratamente per fornire allo spettatore un affresco contemporaneo della città, vera protagonista del video e alla quale il testo della canzone è idealmente dedicato. Parchi, strade, negozi, palestre e scuole di danza si avvicendano in un carosello di luoghi, persone e personaggi dando vita ad una città da moltipercepita come noiosa e dimenticata ma che invece ha ancora molto da offrire.

SOLIDALI SI NASCE. E POI TI LAUREI, TI SPOSI... Per fermare la sclerosi multipla ogni occasione è buona.

Matrimonio, nozze d’oro e d’argento, battesimo, prima comunione, laurea, momenti speciali che possono essere resi unici e indimenticabili AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla con un gesto di solidarietà. www.aism.it - bomboniere@aism.it - Tel. 010 27131

Melania Ruggini


Protagonisti

www.lapiazzaweb.it

33

musica, lisa da chioggia conquista la rete Esordisce a soli 16 anni con una canzone, “Tu”, che racconta la sua età e i valori che i giovani hanno un po’ perso di vista. Entro aprile uscirà il suo video clip ufficiale. In programma anche uno show live

U

na giovane sognatrice che, con la sua grande determinazione, è riuscita a gettare le basi per costruirsi una grande carriera. Lisa Fabris ha 16 anni e lo scorso 20 gennaio ha pubblicato il suo primo brano inedito, intitolato “Tu”. Un talento nostrano che, grazie alla forza delle idee e alla spinta dei valori, si sta facendo conoscere nella rete e apprezzare dai suoi concittadini. La giovanissima artista attualmente vive a Chioggia e studia lingue straniere. Sin da piccola, la sua grande passione non è mai cambiata: per lei la stella polare è sempre stata il canto. Con “Tu” si è piazzata nei primi posti nella classifica delle vendite on line. Si tratta di una canzone scritta da Lino Lavista, prodotta e arrangiata da Antonio Frodella della “Free Recording Studio”, un’etichetta indipendente chioggiotta che, come spiegano i responsabili, “ha sempre soste-

nuto artisti emergenti con ottimi risultati”. Si tratta del primo contratto discografico per Lisa. Lei si descrive come una persona solare, che non si tira indietro nell’instaurare rapporti di amicizia o a esternare il suo pensiero e ama le persone sincere e umili. Lisa, oltre allo studio del canto, è molto impegnata in ambito scolastico, dà un valore importante alla cultura e alla costruzione del proprio futuro su basi solide. Lei, quando canta, si sente davvero se stessa perché, nelle note e nelle parole del brano, riesce ad esprimere in tre minuti tutto ciò che sta vivendo in questa sua spensierata adolescenza, riuscendo a trasmettere valori “ormai persi e sottovalutati dalla nuova generazione dei teenagers”. Entro il mese di aprile uscirà il suo video clip ufficiale, dove sarà evidenziato in maniera più espli-

Lisa Fabris

cita “il significato di questo messaggio, che vuole far arrivare ai suoi coetanei”. “Non mi aspetto niente dal futuro — ha spiegato Lisa — cerco solo, con determi-

nazione, di portare avanti il mio sogno e tutti i miei progetti”. La giovane artista ha confidato, infine, che l’incontro con il produttore è stato determinante per

ciò che riguarda il suo progetto e la sua indole, e non si aspettava, spiega, di incontrare una persona che la seguisse “in tutto e per tutto, senza la necessità di soffocarne il carattere e la personalità”. “Lisa è una ragazza vera, pura, meritevole, determinata — spiega Antonio Frodella, il produttore — che ha dimostrato, in poco tempo, di avere le carte in regola per raggiungere i suoi obiettivi; sta lavorando sodo e non è facile sostenere certi ritmi. Adesso ci stiamo organizzando per mettere in piedi uno show live, per portare nelle città la musica e la voce di Lisa, ma è ancora troppo presto per dichiarare quando. Preferirei che prima finisse gli studi: la cultura e la conoscenza sono le uniche armi che ci restano per sopravvivere in questa società”. Andrea Varagnolo >andrea.vara@hotmail.it<

porte e finestre per vivere meglio RIMB

65%

ORSO

SUPER OFFERTA Con l’acquisto di un

PORTONCINO BLINDATO

IN OMAGGIO lo Spioncino Elettronico

PASSA A TROVARCI PRESSO I NOSTRI 2 SHOW-ROOM SALZANO (VE):

Via dell’Artigianato, 1 - Robegano Tel. +39 041 5740270 MARTELLAGO (VE): Piazza Vittoria, 30 Tel. +39 041 5401834

www.masieroennio.com


?

TASSO FISSO TASSO VARIABILE TASSO MISTO

Prima di andare in banca vieni a conoscerci Il tuo Consulente Kiron ti aspetta per trovare insieme il mutuo migliore per te

AGENZIA DI FIESSO D’ARTICO - Via Riviera del Brenta, 53 - Tel. 041.516.16.85 - E-mail: k0031@kiron.it

䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䌀䄀䌀䌀伀 䴀伀一䤀䌀䄀 䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䘀䔀刀刀䄀吀伀 䄀䰀䔀匀匀䤀䄀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀䘀䔀刀刀䄀吀伀 攀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀䄀䰀䔀匀匀䤀䄀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀䌀䄀䌀䌀伀 攀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀 䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䴀伀一䤀䌀䄀 䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䘀䔀刀刀䄀吀伀 䄀䰀䔀匀匀䤀䄀 䐀伀吀吀⸀匀匀䄀 䌀䄀䌀䌀伀 䴀伀一䤀䌀䄀 䌀攀氀氀⸀ ㌀㠀㤀⸀㄀㔀⸀ ㌀⸀㠀㌀㄀ 䌀攀氀氀 ㌀㈀㠀⸀㄀ ⸀㤀㤀⸀㈀㜀㤀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 攀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 攀挀爀攀搀椀琀漀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 攀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀 䌀漀渀猀甀氀攀渀琀攀 搀攀氀 攀 愀猀猀椀挀甀爀愀琀椀瘀漀 愀氀攀猀猀椀愀⸀昀攀爀爀愀琀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 洀漀渀椀挀愀⸀挀愀挀挀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 䌀攀氀氀⸀ ㌀㠀㤀⸀㄀㔀⸀ ㌀⸀㠀㌀㄀ 䌀攀氀氀 䌀攀氀氀 ㌀㈀㠀⸀㄀ ⸀㤀㤀⸀㈀㜀㤀 䌀攀氀氀⸀ ㌀㠀㤀⸀㄀㔀⸀ ㌀⸀㠀㌀㄀ ㌀㈀㠀⸀㄀ ⸀㤀㤀⸀㈀㜀㤀 愀氀攀猀猀椀愀⸀昀攀爀爀愀琀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 洀漀渀椀挀愀⸀挀愀挀挀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 愀氀攀猀猀椀愀⸀昀攀爀爀愀琀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 洀漀渀椀挀愀⸀挀愀挀挀漀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀

䄀䜀䔀一娀䤀䄀 䐀䤀 䘀䤀䔀匀匀伀 䐀ᤠ䄀刀吀䤀䌀伀 ⴀ 嘀椀愀 刀椀瘀椀攀爀愀 搀攀氀 䈀爀攀渀琀愀Ⰰ 㔀㌀ ⴀ 吀攀氀⸀  㐀㄀⸀㔀㄀㘀⸀㄀㘀⸀㠀㔀 ⴀ 䔀ⴀ洀愀椀氀㨀 欀  ㌀㄀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀 䄀䜀䔀一娀䤀䄀 䐀䤀 䘀䤀䔀匀匀伀 䐀ᤠ䄀刀吀䤀䌀伀 ⴀ 嘀椀愀 刀椀瘀椀攀爀愀 搀攀氀 䈀爀攀渀琀愀Ⰰ 㔀㌀ ⴀ 吀攀氀⸀  㐀㄀⸀㔀㄀㘀⸀㄀㘀⸀㠀㔀 ⴀ 䔀ⴀ洀愀椀氀㨀 欀  ㌀㄀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀

䄀䜀䔀一娀䤀䄀 䐀䤀 䘀䤀䔀匀匀伀 䐀ᤠ䄀刀吀䤀䌀伀 ⴀ 嘀椀愀 刀椀瘀椀攀爀愀 搀攀氀 䈀爀攀渀琀愀Ⰰ 㔀㌀ ⴀ 吀攀氀⸀  㐀㄀⸀㔀㄀㘀⸀㄀㘀⸀㠀㔀 ⴀ 䔀ⴀ洀愀椀氀㨀 欀  ㌀㄀䀀欀椀爀漀渀⸀椀琀

䤀 一漀猀琀爀椀 攀猀瀀攀爀琀椀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 琀椀 愀猀瀀攀琀琀愀渀漀  䤀 一漀猀琀爀椀 攀猀瀀攀爀琀椀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 琀椀 愀猀瀀攀琀琀愀渀漀  瀀攀爀 甀渀愀 瀀爀椀洀愀 挀漀渀猀甀氀攀渀稀愀 䤀一䘀伀刀䴀䄀吀䤀嘀䄀 䜀刀䄀吀唀䤀吀䄀 瀀攀爀 甀渀愀 瀀爀椀洀愀 挀漀渀猀甀氀攀渀稀愀 䤀一䘀伀刀䴀䄀吀䤀嘀䄀 䜀刀䄀吀唀䤀吀䄀 䤀 一漀猀琀爀椀 攀猀瀀攀爀琀椀 搀攀氀 挀爀攀搀椀琀漀 琀椀 愀猀瀀攀琀琀愀渀漀  倀爀攀瘀椀漀 䄀瀀瀀甀渀琀愀洀攀渀琀漀 瀀攀爀 甀渀愀 瀀爀椀洀愀 挀漀渀猀甀氀攀渀稀愀 䤀一䘀伀刀䴀䄀吀䤀嘀䄀 䜀刀䄀吀唀䤀吀䄀 倀爀攀瘀椀漀 䄀瀀瀀甀渀琀愀洀攀渀琀漀

倀爀攀瘀椀漀 䄀瀀瀀甀渀琀愀洀攀渀琀漀


www.lapiazzaweb.it

gli

Appuntamenti

35

Mario Biondi: 10 anni di successi

Mosta Super Robot World

Il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova

Padova, 21 maggio, Centro Culturale Altinate

I

A

n occasione del festival sarà inaugurata, la mostra Super Robot World, in esposizione al Centro Culturale Altinate fino al 21 maggio, a cura di Fabrizio Modina. Attraverso disegni originali, animation cel, manifesti, giocattoli e memorabilia, si ripercorre l’impatto epocale di un’idea che ha conquistato il mondo

partire da marzo Mario Biondi sarà in concerto nei teatri di tutta Italia con l’imperdibile Best Of Soul - Tour, la tournée che segue l’uscita della raccolta “Best Of Soul”, con cui l’artista festeggia i dieci anni dal celebre disco d’esordio “Handful of Soul”! Il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova..

J-Ax e Fedez, concerto evento all’Arena di Verona Il 6 maggio live per presentare “Comunisti col Rolex”

J

-Ax e Fedez sono pronti per le 19 date nei palasport d’Italia ma non si fermano qui e annunciano ufficialmente la data del loro concerto-evento all’Arena di Verona: il 6 maggio. Uno show unico che ospiterà anche amici e colleghi del mondo della musica. Per la prima volta, i due saliranno sul palco insieme per presentare live il loro ultimo progetto discografico “Comunisti col Rolex” oltre ai loro più grandi successi. Il concept scenografico, progettato da Lemonandpepper e Cromantica, rappresenterà la piramide sociale che i due artisti raccontano nel disco. Radio Partner è la prima. Il 6 maggio all’Arena di Verona.

Padova palcoscenico di Be Commics! Centro storico, 17,18 e 19 marzo

I

l 17, 18 e 19 marzo, il centro storico di Padova diventa il palcoscenico di Be Comics!, il primo festival internazionale del Nordest dedicato ai fenomeni della cultura pop: manga, libri, cosplay, mostre, giochi, games, presentazioni invaderanno vie, piazze e luoghi cittadini per la gioia degli appassionati. Il festival, promosso dal comune di Padova, Assessorato alla Cultura e da Arcadia Arte, ha l’ambizione di imporsi tra i più qualificati a livello nazionale. Diversi gli ingredienti di Be Comics!: innanzitutto comics e manga: fumetti, graphic novel, sci-fi, e ancora workshop e presentazioni che faranno del centro culturale San Gaetano il palazzo degli espositori dell’editoria, fra colonne, lucernari e installazioni d’arte. Non mancheranno i giochi, da tavolo, di ruolo e videogames, con padiglioni sparsi in tutta la città.

Fiorella Mannoia, Combattente in tour

Green Week, Festival dell’economia verde

Il 20 maggio al Gran Teatro Geox di Padova

Dal 28 febbraio al 5 marzo

D

V

opo il successo della sua partecipazione a San Remo e della prima parte della tournée, che lo scorso dicembre ha fatto registrare un sold out dopo l’altro, sono in prevendita, nel circuito Ticket One e nei punti vendita autorizzati, i biglietti per la seconda parte di “COMBATTENTE IL TOUR” che vedrà ancora Fiorella live sui palchi dei più prestigiosi teatri italiani nella prossima primavera. Il 20 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.

ivere sostenibile, abitare sostenibile: è questo il tema di fondo della sesta edizione della Green Week, la settimana della Green Economy che da martedì 28 febbraio a domenica 5 marzo attraversa l’intero territorio delle Venezie, da Udine a Trento.  Una settimana dedicata alla scoperta di ben 18 “fabbriche della sostenibilità”, aziende che hanno scelto, anche come leva competitiva, di adottare processi o realizzare prodotti ecosostenibili. Si affronteranno così i temi dell’economia circolare, del riuso, della lotta agli sprechi, del risparmio energetico e delle nuove forme di energia, delle nuove tecniche costruttive, della responsabilità sociale e ambientale d’impresa. Da venerdì 3 a domenica 5 marzo Trento sarà la capitale della Green Week, con la seconda edizione, dopo il successo dello scorso anno, del Festival della Green Economy. Il programma completo della Green Week è disponibile online sul sito www.greenweekfestival.it.

Incontri: Incontri: Veneto, Veneto, Italia, Italia, Mondo Mondo

Cavarzere, Carnevale con i carri allegorici

U U

A

Centro storico, 17,18 e 19 marzo Gli appuntamento proseguiranno fino al 23 maggio Gli appuntamento proseguiranno fino al 23 maggio nche quest’anno il Carnevale si avvicina e Cavarzere si veste a festa con la sua ordinaria sfilata di Carti na serie di incontri per riflettere sulla lingua italiana e sulla situazione linguistica del Veneto. naÈserie di incontri per riflettere sulla lingua italiana e sulla situazione linguiAleggorici che annualmente richiama spettatori e partecipanti dentro e fuori il paese. l’iniziativa dell’associazione Dante Alighieri di Rovigo che organizza la rassegna: “Veneto, stica del Veneto. IlCarnevale di Cavarzere ormai arrivato all 16esima edizione rientra nella routine della collettività che ogni Italia, Mondo: riflessioni sul repertorio linguistico tra passato, presente e futuro”. ÈGlil’iniziativa dell’associazione Dante Alighieri di Rovigo che organizza la rasanno aspetta la riccorenza. Anche quest’anno la parata si svolgerà in prossimità della festività del santo paappuntamenti iniziati a febbraio proseguiranno fino al 23 maggio a palazzo Roncale. segna: “Veneto, Italia, Mondo: riflessioni sul repertorio linguistico tra passato, trono, precisamente il 19 marzo. L’evento, organizzato come sempre dalla Pro loco, avrà la collaborazione e il Un ciclo di seminari pensato e valutato attentamente, come spiega Mirella Rigobello, presidente della presente e futuro”. patrocinio del Comune. La presidente, Lina Figoni, tiene a sottolineare l’aiuto inestimabile nella realizzazione Dante, grazie al contributo di Matteo Santipolo dell’Unidell’evento , da parte delle forze produttive del paese quali artigiani e commercianti. Gli appuntamenti iniziati a febbraio proseguiranno fino al 23 maggio a paversità di Padova. “Grazie al loro contributo, noi di Pro Loco, abbiamo consegnato loro un blocchetto di biglietti della lotteria di lazzo Roncale. “Cinque incontri con nomi di rilievo che ci aiuteranno Carnevale del valore complessivo del contributo contenente buoni spendibili e consumabili nelle attività del Un ciclo di seminari pensato e valutato attentamente, Mirel-linguistico”. a pensare alcome nostrospiega patrimonio comune, in modo da incentivare il comla Rigobello, presidente della Dante, grazie al contributo di Matteo Santipolo Martedì 21 marzo 2017 l’incontro “Cantando in ‘tavia pertini 8 · mirano · tel 041 5703562 mercio interno e la valorizzazione delle dell’Università di Padova. lian’: valorizzazione del patrimonio immateriale linguitante attività”. Il programma per domee culturale dell’emigrazione veneta in Brasile “Cinque incontri con nomi di rilievo che ci stico aiuteranno a pensare al nostro nica 19 marzo vede l’inizio della manifeOltre servizi ci siamo SPECIALIZZATI nei seguenti trattamenti attraverso la musica e i giochi” con Giorgia Miazzoai (in-classici patrimonio linguistico”. stazione alle 14.30 con la sfilata di carri venerdì 7 aprile con Antonella Bedal massaggio a… Martedì 21 marzo 2017 l’incontro “Cantando terprete/traduttrice); in ‘talian’: valorizzazione del paallegorici provenienti da tutto il Veneto, nucci (Università per Stranieri di Siena) “Lingue e culture trimonio immateriale linguistico e culturale dell’emigrazione veneta in Brasile successivamente verrà premiata la madel cinema italiano”. attraverso la musica e i giochi” con Giorgia Miazzo (interprete/traduttrice); vescheraTrattamenti più bella, il Carro Allegorico più sul cuoio capelluto curativi Mercoledì Matteo Santipolo (Università di nerdì 7 aprile con Antonella Benucci (Università per Stranieri10dimaggio Siena) “Lingue bello, il gruppo mascherato e la scuola. Padova) parlerà di “Ildel rapporto per rendere il capello nutrito, sano e luminoso e culture cinematra italiano e dialetto nel Al termine verso le 17.30 si svolgerà Veneto d’oggi: tra storia, emozioni e politica linguistica”. italiano”. e regalarsi l’estrazione dellauna lotteriacoccola Non resta che di benessere per se stessi Martedì 23 Mercoledì maggio 2017 10 aspettarsi un Carnevale magico, ricco di appuntamento con Carla Marcato (Università di Udimaggio Matteo Trattamenti lisciatura Keratinic NEW HAIR SISTEM Artègo sorprese e divertimento. ne) “Nomi di luogo del Veneto”. Santipolo (Università di Padova) parleColorazioni JURCOLOR senza ammoniaca P.P.D. rà di “Il rapporto tra con olio di girasole enoteca e orchidea per rendere sana italiano e dialetto nel Veneto d’oggi: ed elastica la cute ricca di olii e vitamina F contro eczemi, dermatiti tra storia, emozioni e ricco di antiossidanti e proprietà anti età. e politica linguistica”. Martedì 23 magORARI: gio 2017 Martedi e Giovedi 9-17 • Mercoledi 13-21 • Venerdi 9-19 • Sabato 8-17 appuntamento con Carla Marcato Ci distinguamo come negozio che utilizza prodotti naturali (Università di UdiIl nostro salone usa solo prodotti Made in Italy e ne) “Nomi di luogo del Veneto”.

passa in negozio a provare Namastè Ritual


36

il

Crucilibro

www.lapiazzaweb.it

Guardare le stelle di notte, comprendere la vita Le infinite vite della narrativa seminano la sensazione che anche la nostra esistenza possa essere non finita Kent Haruf

Edna O’Brien

Charlotte Link

Sharon Guskin

Addie, vedova

Fidelma, romantica e sognatrice

Simon, bellimbusto rimasto solo

Janie, una mamma single

Alter Ego

Louis, il suo vicino di casa

Vladimir, bieco impostore

Nathalie, ventenne disperata

Noah, un bimbo di 4 anni

Location

Holt, Colorado

Coonoila, cittadina irlandese

La Costa Azzurra

Luoghi sospesi

I piccoli gesti quotidiani

Abitanti del paese

Ragazze-prede

Jerome Anderson, psichiatra

Intrigo

I due protagonisti sono vedovi da anni e si conoscono da decenni. Una sera Addie fa visita a Louis per fargli una proposta scandalosa ma diretta: vuoi passare le notti da me? I due vivono ormai soli, spesso senza parlare con nessuno

Una notte d’inverno uno straniero raggiunge un villaggio sulla costa irlandese. Dice di essere un poeta e un guaritore, di avere erbe e pozioni per curare qualsiasi cosa. La cittadina tutta se ne innamora ma lui seduce Fidelma, la moglie sognatrice di un negoziante

Simon si ritrova solo, a dieci giorni da Natale: in vacanza sulle spiagge della Provenza, d’inverno, abbandonato da ex moglie, figli e nuova partner mancata. Qui si imbatte in una ragazzina braccata da poliziotti, mal nutrita e sporca e decide di aiutarla

Janie è una mamma single. Ha avuto Noah dopo una notte d’amore con un uomo sconosciuto. Il bimbo adesso ha quattro anni, è felice e dotato di una mente che è una vera e propria fabbrica di storie realistiche e coerenti

Finale

I figli sono lontani e gli amici molto distanti. I due anziani iniziano a frequentarsi di notte per chiacchierare e guardare le stelle. Inizia così una delicatissima storia di amore, coraggio e orgoglio

Vladimir è in realtà un ricercato pericoloso che dopo aver gravemente compromesso Fidelma la abbandona tragicamente allo scandalo. Lei ripara a Londra, sola, e poi all’Aia per seguire il processo a carico di Vladimir, il mostro

La storia di Nathalie è drammatica e comincia anni prima lontano da lì dove si trova ora e assomiglia a quella di altre ragazze-preda che sognavano un futuro ricco e felice, molto diverso dal destino che sono costrette a subire

Le stranezze di Noah vengono segnalate dalla scuola e Janie non può più evitargli la perizia psichiatrica. Sarà l’incontro col dottore l’evento che sconvolgerà per sempre la loro vita

Cosa dire del libro

Un romanzo magnifico, delicato e struggente. Una stupenda lettera d’addio dell’autore, morto di recente, ai suoi numerosissimi lettori

Un libro bellissimo, ardito e tagliente. L’ennesimo capolavoro di una delle più influenti e cosmopolite scrittrici del nostro tempo

Avvincente e sorprendente come sempre il nuovo thriller di Charlotte Link, la scrittrice tedesca che ha venduto in tutto il mondo milioni di romanzi

E’ una storia sbilanciata tra due mondi, tra la vita e la vita oltre la morte, che parla di reincarnazione ma non solo

Eroe/Eroina

Co-protagonisti

Leggere

Kent Haruf Le nostre anime di notte NNE, pp. 200 € 17.00

Edna O’Brien Tante piccole sedie rosse Einaudi, pp. 304 € 18.00

Charlotte Link La scelta decisiva Corbaccio, pp. 244 € 18.60

Sharon Guskin L’altro figlio Neri Pozza, pp. 352 € 18.00 A cura di Germana Urbani


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

37

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Insalata di cappuccio al cumino Ingredienti: 600 g di cavolo cappuccio - 80 g di olive nere snocciolate - 2 C di semi di cumino - 4 C di limone - 2 C di olio - sale q. b.

Sformatini di grano saraceno

Fritelle di frutta

Ingredienti: 250 g di grano saraceno - 1 cipolla - 1 spicchio d’aglio - ½ broccoletto - un pizzico di: timo, maggiorana, origano - olio e sale q.b. (Attrezzatura: 4 stampini).

Ingredienti: 500 g di farina 150 g di zucchero - ½ bicchiere d’olio - 5 uova - 1 bicchiere di latte di riso - 1 pizzico di sale - 1 c di vanillina - 1 bustina di lievito - 500 g di frutta: ananas, mele, uvetta - olio per friggere.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Preparazione: lavare il cavolo, eliminare il torsolo e affettarlo a striscioline sottili. Tritare le olive e unirle al cavolo, aggiungere il succo di limone, l’olio, il sale e i semi di cumino. Lasciarlo macerare 10 minuti prima di servire.

Preparazione: cuocere il grano saraceno come da ricetta base con le cimette dei broccoletti, amalgamarlo con la cipolla tritata, il succo d’aglio, un pizzico di timo, l’origano, la maggiorana. Nel frattempo spennellare d’olio gli stampini, riempirli con il composto, compattarli bene, scaldarli a bagnomaria prima di servirli. Rovesciarli su ogni piatto e guarnire a piacere con una foglia di lattuga, dei filetti di carote o delle erbe aromatiche.

Nota Preparazione: tagliare la frutta a fettine sottilissime ed asciugarle bene. In una terrina preparare una pastella non troppo densa sbattendo le uova con lo zucchero, il sale, l’olio, il latte, la vanillina e la farina. Aggiungere da ultimo il lievito. Amalgamare bene, lasciare riposare il composto in luogo fresco per almeno un’ora. Passare quindi a friggere

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.

R��������� · P������� · G���� di Robertino e Tania

APERTO A PRANZO

Sconto del 20% sui prezzi del Menù

Pizza con impasto anche al KAMUT e INTEGRALE

Via dei Novale, 54 • 30033 Noale (Venezia) • Tel. 041 5801200


Oroscopo

38

www.lapiazzaweb.it

l’

Ariete E’ il momento giusto per conoscere nuovi amici o coltivare i tuoi interessi personali. Concedetevi un viaggio

Toro Qualche difficoltà relazionale, in ambito sociale o familiare o con chi incontrate tutti i giorni. Attenzione, siate chiari

Febbraio Stelle positive quasi per tutti in questo secondo mese dell’anno. Regalano lucidità e capacità di pianificare, affrontare e risolvere

Bilancia Sarete pieni di progetti ma a giorni anche demotivati e stanchi; vivaci e sorridenti ma anche polemici

Scorpione Qualche equivoco o tensione in famiglia, con gli amici o con le persone che vi circondano in altri ambiti

con il patrocinio di

COMUNE DI CAVARZERE

Gemelli

PRO LOCO CAVARZERE

Sagittario

Arriveranno buone notizie, ti divertirai e farai una vita sociale vivace e dinamica. Nuova vita ai progetti personali

Finalmente un bel mese per voi! Una rinnovata vivacità attirerà gente nuova, che allargherà i vostri orizzonti

presentano Cancro

La Bellezza è Donna

Armatevi di pazienza perché, purtroppo, potreste incontrare un’atmosfera instabile e parecchio nervosa

Capricorno Vi attraverseranno tensioni emotive destabilizzanti. Non fate scelte impulsive che potrebbero rivelarsi sbagliate

Mercoledì 8 Marzo 2017 - ore 21.00 -

TEATRO COMUNALE “T.Serafin” Cavarzere (VE)

Leone

Sfilata di moda Balletto Premio donna in vista

Determinati e irruenti, attenti a quello che dite per evitare discussioni con le persone con cui lavorate o vi relazionate

Acquario Un mese eccellente: ci sarà posto per tutto, anche per qualche bella sorpresa che vi stamperà il sorriso sulle labbra

allestimento a cura di

MEDIA PARTNERS

Vergine Passati i brutti momenti ora è tempo di ripresa ma rimanete con la guardi alzata, verso fine mese sono previste turbolenze

Pesci

Bontà Venete

MATTEO PAPARELLA Videomaker - Fotografo

Molte situazioni che vi preoccupavano, si stanno risolvendo. Le stelle a febbraio vi vedono più rilassati


Raggiungi i tuoi potenziali clienti con noi. Carta, Web, Mobile. Dentro il territorio nel cuore della gente!

www.lapiazzaweb.it

lapiazzaweb

app.lapiazzaweb.it

w w w. g i v e m o t i o n s . i t


APERTO nuovo PUNTO VENDITA CAMPOSAMPIERO - a fianco del LIDL

Zorzi … sinonimo di progettazione e affidabilità Siamo in grado di realizzare su misura le TUE idee

All’interno trovi anche il Bar dove potrai fare una Comoda Pausa con Caffetteria e Pranzi Veloci. SALOTTI SALOTTI Produttori per Passione Produttori per Passione

SALOTTI SALOTTI

TENDAGGI TENDAGGI Interni ed Esterni

Interni ed Esterni

TENDAGGI TENDAGGI

ARREDAMENTI ARREDAMENTI Design e Progettazione Design e Progettazione

ARREDAMENTI ARREDAMENTI

NOTTE NOTTE Riposo e Benessere Riposo e Benessere

NOTTE NOTTE

ARSEGO - SAN GIORGIO DELLE PERTICHE - 35010 Via Brose, CAMPOSAMPIERO - 35012 A. MEUCCI, 2 ARSEGO - SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (Pd)(Pd) - 35010 - Via- Brose, 19 19 CAMPOSAMPIERO (Pd) - (Pd) 35012 - Via A.- Via MEUCCI, 2 Tel. e Fax 049.5742491 info@zorzisalotti.it www.zorzisalotti.it Tel. 049.9301147 Fax 049.8595150 info@zorziarredamenti.it - www.zorziarredamenti.it Tel. e Fax 049.5742491 - info@zorzisalotti.it - www.zorzisalotti.it Tel. 049.9301147 - Fax 049.8595150 - info@zorziarredamenti.it - www.zorziarredamenti.it Interni ed Esterni Design e Progettazione Riposo e Benessere Produttori per Passione Z ORZ I S ASLALO O T TTT I S. c..c. di di ZorZor zi zi Ivone 35010 A R S EAGROSE diG O S Adi N G I ONR GGI O DE H ER TI (PCD) ZORZI I n. S .n Ivonee C.e -C . Sede - S e dlegale: e l e g a Via l e : VBirose, a B r o19 se , - 19 - 35010 SA IOR G ILOL EDEPLELRET I CPE H E ( PD) ARSEGO - 35010 -R Via - 35012 2PD 3 0 9-9 0z3o r z- isazorzi Cod ice F-iFiscal sSAN ca l eGIORGIO IVA 3 403354237502(Pd) 27809289 - R- egist ro prese di Padova 13 1-5-Via E-AMEUCCI, l o tti@pe Codice ee eP.DELLE P .IV A0PERTICHE e gBrose, i st rIm o 19 I m p rCAMPOSAMPIERO e se d i P a d o1999-3151 v a(Pd)19991 1RA. RPEDA 309903 s al otc t.it i @ pec. i t Interni ed Esterni Design-eFax Progettazione Riposo e Benessere Produttori per Passione Tel. e Fax 049.5742491 - info@zorzisalotti.it - www.zorzisalotti.it Tel. 049.9301147 049.8595150 - info@zorziarredamenti.it - www.zorziarredamenti.it

Miranese sud feb2017 n18  

Miranese sud feb2017 n18