Page 1

Sport p.16

p.31

Salute p.25

MAGGIO 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 62

Cultura p.15

del Delta

4 8 11 12 13 14 15 21

PORTO VIRO

“Abbiamo un assistente sociale” PORTO TOLLE

Alla scoperta della Cozza Dop di Scardovari

on-line:  In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la PRODUZIONE crisi aveva rallentato e azzerato molte delleVENDITA nostre via dell’Artigianato, 21/a via Roma, 11 imprese. Porto Viro (Ro) Donada di Porto Viro (Ro) Eppure gli ultimi proprio Elisabetta 334 785 89 57 dati paiono raccontare Mara 393 134 82 68 questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve servizi a pag 10 ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

Porto tolle, Bellan e Pizzoli: due in lizza per la carica di sindaco Il primo cittadino uscente punta alla riconferma. Contro di lui una lista che unisce le forze di opposizione della scorsa legislatura

ROSOLINA MARE

Sventola bandiera blu sulle spiagge ARIANO NEL POLESINE

San Basilio e il turismo archeologico TAGLIO DI PO

Cerimonia con i 56 bebè nati nel 2017 POLITICA

“Vogliamo tre consiglieri regionali” CULTURA

È aperta la “Caccia alla... street art” POLITICA

Sicurezza sul lavoro, è emergenza

In crescita economia e incidenti sul lavoro

GRANDI FILIPPO Impianti Metano - Gpl Via G. Matteotti, 458 45018 Porto Tolle (Ro) Tel. 0426 81782

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

L

’ultimo incidente sul lavoro, accaduto alle Acciaierie venete di Padova, ha coinvolto quattro giovani operai, ustionati dal calore dell’acciaio fuso. L’accaduto ha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul segue a pag 3 lavoro.

Sfoglia le promozioni Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamentedel sul tuo smartphone ARRED A L A TUA C ASA

AR R E D A L A T U A C A S A

VENDITA BATTERIE DI TUTTI I TIPI CON GARANZIA RITIRO GRATUITO ANCHE A DOMICILIO DI TUTTE LE BATTERIE AL PIOMBO USATE

Cell. 338 7712495*

* il numero è stato modificato: considerare questo numero

Via Po Vecchio, 17 · 15014 Porto Viro (Rovigo) totalmondvenetosrl@gmail.com · total mond veneto srl

a pag 18-19 facebook.com/lapiazzaweb

ARRE DA LA T UA C ASA

A R R E D A LA T U A CA S A

Clicca mi piace! AR R ED A LA TU A CAS A


Committente Responsabile Massimino Zaninello

MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Lista 1


100% SERVICE di Panfilio Simone

TOSAERBA RMA 235 Con AK20+AL101 Superfici di prato fino a 200 m2

TOSAERBA RMA 339 Con AK30+AL101 Superfici di prato fino a 400 m2

NOVITÀ NOVITÀ PREZZO

399

15 RATE DA 26,60 € TAN 0,00% TAEG 15,61 %

PREZZO

559

20 RATE DA 27,95 € TAN 0,00% TAEG 10,26 % Importo totale dovuto: € 607,00*

Importo totale dovuto: € 437,50*

TOSAERBA RMA 339 C Con AK30+AL101 Superfici di prato fino a 400 m2 Con manubrio monostegola

NOVITÀ PREZZO

649

20 RATE DA 32,45 € TAN 0,00% TAEG 8,79 % Importo totale dovuto: € 697,00*

100% SERVICE Via Parco del Delta 17 Adria (Rovigo) Rotatoria nelle vicinanze del Centro Commerciale “Il Porto” Tel. 0426 901721 Simone 328 3643403 Trova tutti i Rivenditori Specializzati Daniele 348 9236076 aderenti all’iniziativa sul sito www.amailtuoverde.it Schede tecniche complete e prezzi di


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

In crescita economia e incidenti sul lavoro

Allarme per moria di vongole

“S

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

Laguna del Canarin, sacca degli Scardovari i luoghi dell’emergenza

iamo in emergenza per la moria di vongole veraci nella laguna del Canarin e anche nella sacca degli Scardovari. L’entità della moria varia da un minimo del 5 per cento a un massimo del 32 per cento”. Sono le parole di Luigino Marchesini, presidente del Consorzio Pescatori del Polesine O.P. (organizzazione di produttori). “Causa della moria dei molluschi il livello basso di salinità in laguna riscontrato dai dati dell’Arpav anche nella sacca degli Scardovari dove, da qualche settimana, si è spostato un numero importante di pescatori, da 700 a 1.350, a causa della chiusura della laguna del Canarin”. Una situazione che di fatto sottopone la sacca degli ScarPOLITICA dovari a uno stress notevole di produzione. “Per far tornare Sicurezza il grado di salinità costante nella laguna del Canarin - spiega sul lavoro, il presidente Marchesini -, sono necessari degli interventi di è emergenza somma urgenza, uno all’altezza della diga Scirocco, che deve essere allungata per impedire all’acqua dolce del fiume che sfocia a mare di entrare direttamente nella laguna del Canarin, mentre l’altro riguarderebbe la sistemazione dell’arginello di Santa Giulia”. “Per ricreare le giuste condizioni di idrodinamicità nella sacca degli Scardovari – spiega Marchesini- sarebbe necessario Germana Urbani >direttore@givemotions.it< scavare nel canale del Canarin, dalle due spiagge all’ex centrale Enel e riaprire la bocca del Bastimento, ora interrata”. ’ultimo incidente sul lavoro, accaduto alle AcciaieTutti interventi per i quali il presidente del Consorzio Luigino rie venete di Padova, ha coinvolto quattro giovani operai, ustionati dal calore dell’acciaio fuso. L’accaduto Marchesini si è incontrato con il sindaco e presidente del Gac ha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento Claudio Bellan. sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la Guendalina Ferro sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul È un periodico formato da 15 edizioni localilavoro. mensilmente recapitato Direzione, Amministrazione e a pag 3 Redazione: segue

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la crisi aveva rallentato e azzerato molte delle nostre imprese. Eppure gli ultimi dati paiono raccontare proprio questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

In crescita economia e incidenti sul lavoro

L

del Delta

a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Rosolina, Porto Viro, Taglio di Po, Ariano Polesine e Porto Tolle per un numero complessivo di 15.460 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

Direttore responsabile (ad interim) Germana urbani >direttore@givemotions.it< ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

facebook.com/lapiazzaweb

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione il 11 maggio 2018


4

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

Servizi L’annuncio del sindaco

“Abbiamo un assistente sociale” I

l sindaco Maura Veronese ha parlato di una grande conquista per Porto Viro: “Siamo riusciti ad avviare per la prima volta nella storia del nostro comune il tanto atteso e sospirato servizio prestato da un assistente sociale, che opera nel nostro territorio comunale da inizio aprile sia nel front service che in servizio domiciliare”. “Questo progetto – spiega Veronese - era stato ideato dall’allora assessore ai Servizi sociali Nicola Marinelli ma non era stata attuato. Grazie al confronto e alla stipula di una convenzione con il Ciass, la casa di riposo/consorzio isola di Ariano Servizi Sociali, il Comune di Porto Viro oggi ha all’attivo il servizio prestato dalla dott.ssa Giada Moretto, operativa per tre giorni

a settimana (sedici ore) il lunedì, martedì e venerdì. Al momento l’assistente sociale sta sia predisponendo delle schede valutative sia muovendo i primi passi nella nostra realtà cittadina. L’obiettivo è di mettere in rete il servizio con le diverse realtà associative che si occupano di sociale e collaborare per il bene dei cittadini con l’attenzione dovuta a chi ha più bisogno. Va senz’altro riconosciuto il giusto merito al consigliere di maggioranza Marinelli che si è battuto perchè questo servizio potesse essere concretizzato già a partire da questo primo anno di amministrazione.Legato a questo nuovo importante servizio è l’implementazione del sistema informatico legato appunto ai servizi sociali: abbiamo

Per la prima volta attivato il servizio in città

“L’obiettivo è di mettere in rete il servizio con le associazioni e collaborare per il bene dei cittadini con l’attenzione dovuta a chi ha più bisogno”

CONCESSIONARIO

infatti predisposto l’acquisto di un nuovo software informatico che contribuirà ad ottimizzare e rendere efficiente e sicuro il servizio”. La convenzione approvata dalla giunta è composta da 7 articoli e prevede l’utilizzo di una assistente sociale Categoria D al costo orario di 23,50 euro omnicomprensivo; la spesa derivante dall’incarico per il 2018 ammonta in forma presunta a 14.000 euro. L’amministrazione si è avvalsa dello strumento giuridico del distacco di personale, grazie

w w w. s er r amentitoma sini.it

Fabio Pregnolato

Porto Viro protagonista a Unomattina

L

Show-room: Volto di Rosolina (Ro) · Via Duse, 1 · S.S. Romea Tel. e fax 0426 337040 Stabilimento: Porto Viro (Ro) · Via Murazze, 22 Tel. e fax 0426 324636

al quale assegnare temporaneamente personale di due enti, dal momento che da maggio l’intero VII Settore sarà in sottorganico, dopo la quiescenza di una delle tre unità lavorative. Il Consorzio Isola di Ariano per i Servizi Sociali, costituito nel 2009, partecipa alla programmazione, all’organizzazione e alla gestione del Sistema Integrato di Interventi e Servizi Sociali con riferimento al Piano di Zona Sociale della ULSS di riferimento.

a Rai è arrivata a Porto Viro, per girare una puntata del programma di Unomattina, ‘Borghi d’Italia’. A far da cicerone alla troupe, l’assessore al Turismo Valeria Mantovan, che ha accompagnato il presentatore Fabrizio Rocca lungo un percorso tra i punti d’interesse della città. Come prima tappa, la settecentesca chiesa di San Bartolomeo, che ospita una statua lignea dell’artista Brustolon e un organo Callido, suonato per le telecamere dall’abile maestro Paolo Sottovia. In momenti successivi sono stati presentati ai telespettatori i tratti morfologici del Delta resi tali grazie alla bonifica, rappresentata dall’Idrovora Sadocca, alla quale si è arrivati passando perla suggestiva via delle Valli. In seguito la troupe si è spostata a Valle Ca’ Pasta, per riprendere la vita all’interno dell’ambiente vallivo egiungere infine a Porto Levante. Nella frazione sul mare, volontari delle due Pro Loco hanno allestito un piccolo banchetto con pietanze locali. Qui, il responsabile di ImpresaPesca di Coldiretti Rovigo Alessandro Faccioli ha presentato la vongola filippina, protagonista della tavola deltina. Gli operatori televisivi – e Rocca in particolar modo - hanno apprezzato spaghetti con le vongole, cozze, sarde, miele, salame, frittata con le erbe di campo e riso alla ‘canarola’; tanto da farsi impacchettare miele, formaggio e una grossa fetta di torta “pasqualina” preparata dalla mamma della consigliera comunale Cinzia Braghin. (fa.pr.)


Siviero Gino srl

STUFE - CAMINETTI - CALDAIE - LEGNA - PELLETS - PANNELLI SOLARI

Assistenza e Ricambi Extraflame, Nordica Prenotazioni Manutenzioni SCONTO 30% su CANNE FUMARIE Ricambi originali EXTRAFLAME, NORDICA, PIAZZETTA

PROMOZIONE VALIDA DAL 20.04.2018 AL 15.05.2018

SULLE PRENOTAZIONI DI LEGNA CON CONSEGNA ENTRO IL 15.05.2018

PRENOTAZIONE PELLET:

OFFERTA PREZZI PRESTAGIONALI e pagamento anche in comode rate

Via Mazzini, 25 · Loc. Contarina · Porto Viro (Ro) · Tel. 0426 631214


6

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

L’incontro Da due anni in giro per il mondo a bordo di una jeep

Porto Viro ha sognato con Vanessa e Linho e il loro viaggio “A

ndiamo! Cambiamo il nella Jeep che da due anni è la mondo?” è il titolo di loro casa in giro per i continenuna conferenza motivazionale ti. Agli amici portoviresi hanno che la coppia brasiliana forma- narrato del freddo e dell’aurora ta da Vanessa Zandonà Sartoboreale trovati in Canada e Alari e Linho Bergamin ha tenuto ska, del caldo africano di Botpresso la Sala Veranopolis di via swana, Mozambico, Etiopia e Navi Romane. Zambia (dove hanno ricevuto 37 anni entrambi e sposati dal come piatto locale dei topi su 2016, dal giorno dopo il matri- uno spiedo). E ancora, di una monio sono in giro per il mon- tempesta di sabbia nel Sahara do a bordo di una vecchia Jeep e quasi a secco di gasolio, dello settantenne chiamata ‘Imper- scambio in cammelli proposto fezione’; Linho e Vanessa sono a Linhoin cambio della mopronipoti di emigranti italiani glie, del terremoto 7.8 Richter e hanno parlato in lingua ‘Ta- in Equador e degli animali nei lian’, una miscela di vecchio quali si sono imbattuti a pochi dialetto veneto, portoghese e metri di distanza dal finestrino lingue indigene del sud del Bra- (giraffe, zebre, leoni ed orsi). sile. Ma anche le lungaggini per I due giovani attraversare il consposi si definifine Sudan/Egitto, I due hanno scono ‘Cacciatori e la miseria trovadi Sogni’e hanta in nazioni dilascelto la città no scelto Porto niate dall’Aids; per deltina come Viro come punto questo, grazie anmediano del loro che al Lions Club tappa di viaggio; qui hanno di cui sono soci, ripartenza già stretto profonnel loro periplo del del loro tour de amicizie, senmondo donano tendosi ‘fradei’, attrezzature ospevisto che la nostra daliere ai paesi che città è gemellata con la Verano- più ne necessitano. polis da cui i due giovani proI due ora toccheranno i Balvengono. cani e i paesi scandinavi, poi Hanno già attraversato le due la Russia dove assisteranno a Americhe, l’Africa e il Medio- qualche partita dei mondiali riente (in Israele si sono rispo- per inciso, sono tifosissimi del sati) per un totale di 85.000 km Grêmio - l’Asia, e nel 2021 cone 31 paesi. E dopo una pausa di tano di approdare in Australia. qualche mese per tornare nel Lungo la loro rotta hanno loro Rio Grande do Sul, sono ri- sperimentato molta solidarietà, partiti idealmente da Porto Viro calorosi abbracci inaspettati, per la parte di mondo che an- aiuto e ospitalità da moltissime cora manca alla loro personale persone e hanno rivelato che mappa della felicità, disegnata proprio il contatto con la gente sul fianco della Jeep. prima ancora che con la geoEntrambi ingegneri, Vanes- grafia è il loro primo antidoto sa dell’alimentazione,e Linho alla tristezza. dell’automazione industriale, Fabio Pregnolato sanno dove mettere le mani

Salvato un falco ferito e curato al centro di Polesella, dove c’è bisogno di sostegno

I

l senso civico di alcuni cittadini portoviresi ha permesso di salvare un rapace ferito. Si tratta di una femmina di un falco di palude ferita a un’ala, e notata a bordo strada dallo staff del ristorante Zafferano di Porto Viro di ritorno da un catering. Dopo averr ecuperato il volatile e averlo messo in uno scatolone con dei fori per farlo respirare, hanno contattato il comandate di Polizia locale Mario Mantovan, che si è subito attivato a sua volta con la Polizia provinciale per portarlo nella clinica veterinaria Cras (Centro Recupero Animali Selvatici) di Polesella, gestita dal dottor Luciano Tarricone. “Perché prendersi cura degli animali? – ha chiesto Tarricone durante la liberazione all’Oasi

NUOVA APERTURA Locale accogliente e luminoso completamente rinnovato. Produzione propria artigianale. venite a trovarci.

di Volta Grimana di altri rapaci recuperati e curati – Perché se si estinguono loro, a catena i prossimi saremo noi. Il Cras si sostiene anche con le donazioni dei cittadini e delle amministrazioni; rivolgetevi alle guardie provinciali per prelevare gli animali feriti e portarli a Polesella (solo quelli particolarmente abbattuti e con ferite evidenti), e mi raccomando, non i pulcini che sono assistiti dai genitori anche se caduti dal nido”. Un’altra volontaria del centro ha spiegato: “In clinica abbiamo un falco pescatore, un esemplare raro e in lista rossa; inanellato in Germania aveva un forte trauma e ora ha bisogno di un intervento agli occhi, e per questo cerchiamo il sostegno di tutti”. (fa.pr.)

DOVE SIAMO P.zza della Repubblica, 37 45014 Porto Viro (Ro) masasca@marasca.cafe www.marasca.cafe PRENOTAZIONI Tel. 328 826 5962 PA ST I CC E R I A C A F F E T T E R I A

Segui le nostre creazioni su


7

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

Un omaggio a Sergio Sarto Al compianto responsabile della Camera del Lavoro di Contarina dal 1967 al 1982 intitolata la sede Cgil di Porto Viro, in un percorso di ricordo delle figure che ne hanno caratterizzato la storia nel passato Alcuni momenti della cerimonia

È

stata intitolata a Sergio Sarto, compianto responsabile della Camera del Lavoro di Contarina dal 1967 al 1982 la sede Cgil di Porto Viro, in un percorso che il sindacato sta portando avanti nell’intitolare le sue sedi a figure che ne hanno caratterizzato la storia nel passato. “Sarebbe bello che oggi ci fossero altri Sergio - ha riflettuto il sindac Maura Veronese - : il volontariato, come pure la politica con la P maiuscola è oggi fuori moda. E lo sono pure valori come lo spirito inclusivo, l’ascoltare il vissuto degli altri e il valorizzare tutte le realtà del territorio, senza distinguere in realtà più o meno amiche”. Fulvio Dal Zio, segretario generale Cgil Rovigo, ha tratteggiato la storia di Sarto: “Me lo hanno sempre descritto come una figura buona dedicata alla collettività, prima che un compagno. Da sempre attivista del Pci, iniziò la sua attività con l’alluvione, prodigandosi a tal punto per la po-

“Disponibile con tutti, ma inflessibile con le aziende nel tutelare i diritti dei lavoratori, era persona allegra e buon oratore”

polazione da ammalarsi. Erano anni difficili e Sergio intraprese anche il mestiere di piastrellista ed emigró per un periodo a Busto Arsizio. Dopo la costruzione della Casa del Lavoratore in Piazza Repubblica, Bruno Pirani gli diede l’incarico che mantenne fino alla pensione: memorabili le Feste del 1 Maggio, organizzate assieme a

Giulio Azzalin ‘elMurin’, ma purtroppo in quegli anni di scontri ricevette anche minacce, tra cui l’acido sull’auto. Disponibile con tutti - anche troppo forse, visto che gli suonavano il campanello pure di notte - ma inflessibile con le aziende nel tutelare i diritti lavoratori, era persona allegra e buon oratore tanto che lo conti-

nuavano a cercare anche dopo la pensione. E nel ricordarlo saluto oggi la moglie Odilla, i figli Mirca, Rossella e Andrea e i nipoti”. Al termine, nella struttura di via del Ginepro, è stato quindi scoperto un quadro con la foto di Sergio, brindando in suo ricordo. E Claudio Zaccarin, amministratore delegato di Caaf Nordest ha concluso: “Oggi qui incrociamo la memoria e il presente, con lo sguardo al futuro per superare gli ostacoli con la forza della gente. Ho conosciuto di sfuggita Sergio nel mio primo anno di attività; oggi dedichiamo una piccola parte della piccola storia della nostra comunità con la testa rivolta al passato perché siamo noi la continuità di quella storia. La nostra forza è la tutela delle persone, i cittadini oggi sono spaesati, e la tutela dei sindacati rappresenta valori nuovi”. Fabio Pregnolato

info@vacanzemaremonti.it - www.vacanzemaremonti.it Tel/Fax 0426 68100 - Cell: 335 452851 – 342 0836281 di Sacchiero Simone

Via dei Ligustri 4/6, 45010 Rosolina Mare (Ro), Nuovo ufficio in C.so Risorgimento 23, 45014 Porto Viro (c/o Centro Commerciale San Marco) si riceve su appuntamento

porto viro

rosolina mare

Vendesi due case singole su progetto interamente al piano terra, ciascuna di mq 100. Completano le proprietà: garage, doppio pergolato, cortile privato. Prezzo per unità € 175.000,00

Residence Mediterrano, vendesi graziosa porzione di villetta a schiera trilocale di 55 mq disposta su due livelli. Posto auto di proprietà, aria condizionata e barbecue esterno. Ammobiliata. € 150.000,00

porto viro

Vendesi appartamento bilocale arredato di mq 50, garage di proprietà. Prezzo € 73.000,00

porto viro

porto viro

Vendesi casa accostata

Vendesi

di mq 90, cortiletto di

schiera di mq 70, corti-

proprietà. Prezzo € 60.000,00

agenzia.maremonti

bilocale

letto di proprietà. Prezzo € 83.000,00

a


8

Porto Tolle

www.lapiazzaweb.it

Cozza Dop: metà pescatori sono donne

Pesca Rating bancario

Tripla A per il Consorzio delle 14 cooperative “I

l Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine gode di un’ottima salute economica, al punto che è valutato nel rating bancario come tripla A (AAA), il 9° livello di criticità, il che significa massima affidabilità”. Ad annunciarlo Gabriele Siviero, direttore commerciale del Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine O.P. (organizzatori e produttori). Una realtà, nata alla fine degli anni

Una realtà, nata alla fine degli anni ‘70 e da subito capitalizzata, diventata operativa dalla fine degli ‘80 ‘70 e da subito capitalizzata, diventata operativa dalla fine degli ‘80. Tale consorzio è attualmente composto dalle seguenti cooperative: 4 di Scardovari (Padano, Adriatico, Po, Miticoltori), Polesine Camerini, Santa Giulia, Ariano nel Polesine, Ca’ Tiepolo, Pila, Pila mare, Villaggio Pescatori sempre di Pila, Maistra di Boccasette, Eridania di Porto Viro e Santa Margherita di Porto Levante. 14 cooperative che variano dai 370 soci, della storica cooperativa pescatori Delta Padano nata nel 1936, fino alla piccola Santa Margherita con i suoi venti soci. Con un fatturato complessivo annuale di 67 milioni di euro e 1.500 pescatori, il Consorzio, presieduto da Luigino Marchesini della cooperativa Polesine Camerini, con al suo fianco come vice Emanuele Finotti della cooperativa Maistra, registra un consiglio di amministrazione composto da tutti i rappresentanti delle 14 cooperative. Il Consorzio, essendo confezionatore, fa parte anche del consorzio per la tutela della cozza Dop, il primo mollusco italiano a aver ottenuto, nel 2013, il riconoscimento europeo della Denominazione d’Origine Protetta. Guendalina Ferro

Gabriele Siviero

Dall’unione Europea con il marchio di Denominazione d’Origine Protetta. Un riconoscimento di qualità non a caso, visto che la particolarità che contraddistingue tale mitile è dovuto proprio alle caratteristiche dell’ambiente dove vengono seminate, allevate, lavorate, raccolte e depurate: la Sacca di Scardovari. Un’insenatura marina formatasi per l’occlusione parziale di un braccio di mare, che rimane in comunicazione con l’Adriatico attraverso una bocca lagunare. Un ambiente naturale del Delta del Po, dove le correnti d’acqua dolce incontrano l’acqua di mare salata. Questo permette ai pescatori di ottenere un prodotto con minor contenuto di sodio nelle sue carni, nettamente inferiore a quello presente nei mitili allevati in mare e da ciò ne deriva un alimento con un sapore più dolce e delicato al palato. Con una morbidezza della carne, che arriva ad essere il 25% del suo peso totale, rispetto alla media degli altri molluschi allevati in mare. Tra i requisiti che fanno di questi mitili un prodotto di eccellenza a livello europeo, la lavorazione prevalentemente manuale , la cui tecnica viene tramandata di padre in figlio da oltre quant’anni, attraverso un processo di produzione ottimizzato. Risale infatti al 1936 la prima cooperativa di pescatori a Scardovari. Una realtà la Delta Padano, presieduta oggi da Paolo Mancin, lo stesso che presiede il consorzio di tutela cozza Dop di Scardovari. Organismo composto dal Consorzio Cooperative Pescatori O.P e da cinque cooperative di pescatori che operano nella sacca degli Scardovari (Delta Padano, Fra Pescatori dell’Adriatico, Mitilicoltori e Santa Giulia) con lo scopo di promuovere, controllare e tutelare il primo e unico mollusco in Italia ad avere il marchio Europeo DOP. “La commercializzazione delle cozze di Scardovari con il marchio Dop -rende noto il presidente Paolo Mancin- è iniziata nel 2015, dopo due anni dall’assegnazione ufficiale del marchio europeo prestigioso Dop, il cui iter è durato la bellezza di dieci anni, tra atti burocratici e procedure dettate dall’unione europea. Oggi,- conclude - metà degli allevatori di cozze sono donne e due di queste fanno parte del consiglio di amministrazione del consorzio di tutela della cozza Dop. A dimostrare l’importanza della figura femminile per lo sviluppo di questo settore”. Le cozze Dop si possono acquistare nella sede del consorzio, in via della Sacca a Scardovari, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30-12.30/14.30 -17 e d’estate anche la mattina del sabato. (Gu.Fe.)


CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE

CAVANIS

ACCREDITATO DALLA REGIONE VENETO AI SENSI DELLA L.R. 19/2002 - DEC 811-812-813-814 del 28 luglio 2017

CORSI TRIENNALI IN OBBLIGO SCOLASTICO PER L’ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA IN EUROPA

UNIONE EUROPEA

Sono aperte le Iscrizioni per i Corsi di Abilitazione all’esercizio della professione di Acconciatore ed Estetista Durata del corso: 900 ore (di cui 300 lezioni frontali e 600 stage) Le 300 ore di lezione frontale sono svolte presso la sede del CFP Cavanis a Chioggia nelle giornate del lunedì (mattina e pomeriggio) e del martedì (mattina) L’attività di stage di 600 ore viene svolta presso aziende del settore. PER INFORMAZIONI telefona in segreteria al n. 041 400922

FONDAZIONE CAVANIS Campo Marconi 112 · 30015 Chioggia (Ve) Tel. 041 40 09 22 · Fax 041 55 09 812 info@cavanischioggia.it · www.cavanischioggia.it


10

Porto Tolle

www.lapiazzaweb.it

Sindaco uscente Claudio Bellan

Claudio Bellan

“In 5 anni investimenti e grandi opere” “L

’amministrazione che si ricandida è civica e ha le mani libere dai partiti. Ed è stata fondamentale per ridare in 5 anni a Porto Tolle investimenti, opere e prospettive. Al contrario del mio avversario, per il quale la prospettiva è questa: l’unico filo diretto con la Lega sarà il guinzaglio che metterà a Pizzoli, perché nel vocabolario di questo partito le parole “confronto” e “unità” sono state cancellate da “commissariamento”. “La Lega del commissario Massaro – continua il sindaco uscente - è quella che ha commissariato il Parco del Delta Veneto, e così ha tagliato fuori i Comuni, di qualsiasi colore politico, dalla gestione del territorio. Che Zaia venga a Porto Tolle io me lo au-

guro da quando sono diventato sindaco e ho affrontato e risolto anche questioni come la riconversione della centrale Enel. Zaia aveva cambiato addirittura la legge regionale per portare il carbone pulito. E poi, quando il progetto è tramontato, ha pensato solo a pulirsi le mani dal carbone. La Regione non c’è, è andata via dal Delta, non soltanto sulle questioni Enel, ma soprattutto su quelle di propria competenza: ciò che doveva essere ordinario, vivificare le lagune, assicurare sicurezza e navigabilità alla più grande impresa del Polesine, la pesca, è stato solo straordinario. E così le emergenze continuano. L’ultimo esempio nel settore pesca è il recente stanziamento di 700 mila euro che è stato solo il

Stoccata all’avversario: “Che Zaia venga a Porto Tolle me lo auguro da quando sono sindaco e ho risolto questioni come la riconversione della centrale Enel”

risultato della manifestazione dei pescatori a Venezia, e non della programmazione regionale. Lo dimostra il fatto che la Regione, per spendere quei soldi, non ha ancora un progetto”. “Il Comune di Porto Tolle, invece, in 5 anni di amministrazione Bellan ha eseguito opere e investimenti che solo per il settore pesca, per quanto di competenza, hanno raggiunto un valore di quasi tre milioni di euro, con

L’avversario Roberto Pizzoli

chiaro che Bellan con la sua lista civica è condizionato dal Partito Democratico e nelle scelte che ha fatto per comporre una lista in cui ci sono stati veti incrociati. Questo per dire che lui e tutta la sua squadra sono condizionati dal Pd” sono le parole di Roberto Pizzoli, sfidante alla poltrona di sindaco che propone una squadra con otto donne e sette uomini, a differenza di Bellan che si schiera con sei donne e nove uomini. “La mia è una candidatura civica, indipendente, sostenuta dalla Lega -commenta Pizzoli - con la quale c’è un rapporto diretto perché contiamo sul fatto che la Regione possa essere fondamentale nella trasformazione del nostro territorio”.

Tra i sostenitori della civica anche Forza Italia con l’uscente consigliere di minoranza Raffaele Crepaldi e il partito socialista con l’uscente consigliera Silvana Mantovani. “Sulla questione della pesca, credo sia stata fallimentare la gestione Bellan, in virtù anche del fatto che lui è consigliere della pesca a livello provinciale e non è riuscito a trovare la sintesi, per esempio, sui diritti esclusivi di pesca. Noi pensiamo che attraverso il consorzio cooperative dei pescatori e la Regione possiamo coltivare e costruire un percorso di crescita che possa avere investimenti strutturali sul settore”. “Per quanto riguarda l’agricoltura, punteremo a gestire e a coinvolgere le associazioni

Guendalina Ferro

Roberto Pizzoli

“Azioni coraggiose e strutturali” “È

una programmazione puntuale. A Scardovari in porto le opere in corso saranno ultimate entro la prima settimana di giugno con l’asfaltatura dei piazzali, il cantiere in programma a Pila aprirà entro il prossimo 15 giugno, secondo le scadenze previste dopo l’aggiudicazione dei lavori, ancora a Pila continua il lavoro per approvare prima del termine del mandato amministrativo, e secondo le indicazioni dei consorzi di pesca, il progetto di gestione, così come a Scardovari”. “Per i pescatori di Santa Giulia, dopo la gestione già affidata alla Coop locale, si procederà con l’estensione della convenzione per la gestione e per la realizzazione di un distributore carburanti – conclude -. Ma come non ricordare l’elettrificazione della Sacca e di una parte delle cavane di Pila, un progetto da 500 mila euro, che attraverso il Gruppo di Azione Costiera, questa amministrazione comunale ha programmato un progetto da 190 mila euro anche per lavori di vivificazione della Sacca del Canarin”.

“È chiaro che Bellan con la sua lista civica è condizionato dal Pd nelle scelte che ha fatto per comporre una lista in cui ci sono stati veti incrociati”

di categoria attraverso il tavolo verde per costruire una filiera di prodotti di eccellenza. Per il settore importante delle attività commerciali daremo loro un impulso anche attraverso il fattore del turismo per il quale è mancata l’amministrazione Bellan, che della tassa di soggiorno non ha fatto assolutamente nulla. Noi abbiamo intenzione di fare delle azioni coraggiose e lo faremo vedere anche a livello strutturale.

Per quanto riguarda le grandi tematiche, come la riqualificazione del sito della centrale Enel, ci adopereremo perché Enel garantisca la bonifica del sito e avvii quei progetti che siano propedeutici per attivare delle diverse possibilità a favore del nostro territorio”. A sostenere Pizzoli, il Gruppo indipendenti Porto Tolle e Polesine, con Diego Marchesini e Jessica Finotti e anche il consigliere di minoranza uscente Giacomo Bovolenta che afferma: “Cinque anni fa eravamo su fronti diversi, ma con lo stesso scopo: migliorare il nostro comune. Abbasso i personalismi, la nostra generazione vuole tracciare un solco di discontinuità con il passato, porteremo Porto Tolle fuori dall’isolamento politico”. Bellan e Pizzoli si conoscono dai tempi dei giovani Dc. Una battaglia che vide Bellan battere Pizzoli alle primarie del Pd, per poi essere eletto sindaco cinque anni fa.


11

Rosolina

www.lapiazzaweb.it

Sventola la bandiera blu sulle spiagge di Rosolina e Albarella Il sindaco Franco Vitale: “Riconoscimento che premia tutto il territorio” ma Pako Massaro avverte: “Dobbiamo tenere alti gli standard”

T

La spiaggia di Rosolina

Ricognizione maltempo

Occhiali da Sole

_* 49 A PARTIRE DA

*REGOLAMENTO ALLʼINTERNO DEL PUNTO VENDITA • LE PROMOZIONI NON SONO CUMULABILI

orna a sventolare la bandiera blu a Rosolina. Tre i riconoscimenti conferiti quest’anno al litorale polesano dalla Fee, la ong danese che monitora le condizioni del mare e i servizi offerti ai bagnanti: la spiaggia di Rosolina e i siti Capo Nord e Centro Sportivo dell’isola di Albarella, proprietà del gruppo Marcegaglia. “Siamo tutti felici per avere avuto la rinconferma di questo importante riconoscimento, che premia lo sforzo di tutti gli operatori e di tutti i cittadini commenta la notizia il sindaco di Rosolina Franco Vitale -. La bandiera blu premia tutto il territorio, sia in campo balneare che per il rispetto e la tutela dell’ambiente. Abbiamo iniziato a perseguirlo come obiettivo e i risultati ci stanno dando soddisfazione”. Prossimo traguardo? “La bandiera verde” risponde il sindaco, il riconoscimento assegnato dai pediatri alle spiagge più adatte ai bambini. Soddisfatto anche il consigliere della Lega Nord Pako Massaro: “Il progetto che impegna il Comune e le attività a mantenere determinati standard che vengono sottoscritti da parte dell’amministrazione”. E aggiunge, con riferimento alla recente polemica sul congelamento dei premi di produttività dei dipendenti comunali: “Tutta la documentazione viene gestita dal Comune e soprattutto dai suoi uffici, che svolgono il lavoro di raccolta dati e fornitura del materiale necessario per la partecipazione al bando”. E conclude con un auspicio: “Il lustro che ci dà la bandiera blu non deve far diminuire l’intervento del Comune e delle attività nel panorama di Rosolina Mare e Albarella, perché dobbiamo tenere alti gli standard. Mi auguro che i proventi del raddoppio, da parte del Comune, della tassa di soggiorno turistica non vengano utilizzati per altri scopi tra cui, come si vocifera, l’impianto antincendio per le scuole di Rosolina, ma diventino volano per aumentare sempre più gli standard delle località”.

È in corso la terza fase ricognitiva relativa agli eventi calamitosi del 10 agosto scorso. La scadenza del termine per la segnalazione di eventuali danni subiti è fissata alle ore 13 dell’1 giugno. A questo proposito, sono disponibili due schede, scaricabili dal sito del Comune. La Scheda B, rivolta ai privati, riguarda esclusivamente i danni a strutture, impianti, finiture e serramenti degli edifici, esclusi alberi, recinzioni, casette, tettoie isolate, beni mobili, auto e motoveicoli, elettrodomestici. La Scheda C, invece, riguarda le attività economiche: danni a strutture, impianti, finiture e serramenti, macchinari, attrezzature, scorte, materie prime, semilavorati e prodotti finiti, con esclusione di alberi, recinzioni e beni non funzionali per l’attività. La scheda B o C compilata va consegnata all’ufficio Protocollo dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.00 o a mano su supporto cartaceo, oppure inviata a mezzo Pec o email semplice all’indirizzo protocollo@pec.comune. rosolina.ro.it.


12

Ariano nel Polesine

www.lapiazzaweb.it

Turismo archeologico a San Basilio Il sito notoriamente conosciuto per il ritrovamento di reperti di età etrusca e romana, sarà protagonista di un progetto che partirà a settembre 2018 e costerà 70mila euro

“I

l polo archeologico di San Basilio, notoriamente conosciuto per il ritrovamento di reperti di età etrusca e romana, diventerà oggetto di offerte innovative nel contesto di un turismo archeologico che andranno dal semplice tour alle esperienze di attività di scavo, del trattamento dei materiali alle operazioni di schedatura dei reperti”sono le parole del vicesindaco Giovanni Chillemi. “Un progetto che rientrerà a pieno titolo in una valorizzazione del territorio del Delta su un argomento molto particolare e singolare, quale è l’archeologia, attraverso azioni molteplici che mirano a innescare e promuovere una conoscenza interattiva di diversi aspetti dell’archeologia rivolgendosi ad appassionati, anche stranieri, oltre al coinvolgimento della collettività, di enti locali e delle scuole”. A suppor-

Il sito di San Basilio e il vicesindaco Giovanni Chillemi

Si prevede la realizzazione di mostre documentarie e fotografiche, percorsi di formazione

tare l’iniziativa che partirà dal prossimo settembre e terminerà a febbraio 2021, le Università Ca’ Foscari di Venezia e Università degli studi di Padova, la soprintendenza archeologica delle province di Rovigo, Verona, Vicenza, il polo museale del Veneto, il parco del Delta del Po, varie associazioni culturali del territorio e i gruppi archeologici dislocati in

Veneto e Provincia. “Per gli enti citati - spiega Chillemi - non sarà previsto un compenso pur mettendo loro a disposizione personale docente e tecnici qualificati a supporto delle varie azioni previste nelle attività progettuali e dove le università potranno approfondire i loro studi”. Le azioni, oltre alle attività di

scavo, prevedono la realizzazione di mostre documentarie e fotografiche, percorsi di formazione per le scuole e i cittadini. Corsi di aggiornamento e stampa di materiale informativo, promozionale e scientifico. Il progetto costerà 70mila euro e sarà cofinanziato da Comune, Fondazione Cariparo e Gal. Guendalina Ferro

Al via la riqualificazione della casa di riposo “È stato un progetto faticoso per la questione dei fondi regionali,

LAVAGGIO • TOSATURA STRIPPING • TAGLIO A FORBICI

promessi ben 7 anni fa”

È

vi e ni a rit irare la t u a FIDE LIT Y CARD OGNI 10 LAVAGGI UNO IN OMAGGIO

Via Verdi, 5 • Cavarzere (Ve) • Cell. 392 6355425 Dal Lunedì al Venerdì 8,30-12,30 | 15.00-18.00 Sabato 8.30-12.30 • Giorno di chiusura: Martedì

partita la riqualificazione della casa di riposo. Una progettualità da 570mila euro, di cui 130mila euro provenienti dalle casse comunali e il resto finanziato dalla Regione Veneto. I lavori interesseranno la messa in sicurezza antisismica e antincendio dei locali secondo le normative vigenti e un adeguamento della struttura che accoglierà fino a 43 persone non autosufficienti, rispetto alle 37 finora accolte. Un cambiamento in linea con il piano di zona definito dalla conferenza dei servizi dell’Ulss 5 Polesana, per il quale è stata confermata l’accoglienza per le altre quindici persone autosufficienti. “È stato un progetto faticoso ma necessario – commenta il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Giovanni Chillemi - per la questione dei fondi regionali, promessi ben 7 anni fa. Alla fine siamo riusciti a risolvere senza innescare mutui come comune e senza andare a sovraccaricare gli ospiti della struttura” . (gu.fe)


13

Taglio di Po

www.lapiazzaweb.it

Natalità Iniziativa del Comune

Festa con i 56 bebè nati nel Comune nel 2017 Sono 56, tra maschietti e femminucce, i nati nell’anno 2017 a Taglio di Po.

A loro è stata dedicata la tradizionale cerimonia di benvenuto organizzata dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Taglio di Po, che si è svolta sabato 12 maggio scorso. Tutti i genitori dei piccoli tagliolesi nati nel 2017 sono stati invitati alla cerimonia attraverso un invito personale. A dare il benvenuto ai neo cittadini tagliolesi il sindaco Francesco Siviero, l’assessore ai servizi sociali Silvia Boscaro e l’assessore alla cultura Veroni-

ca Pasetto. “La cerimonia, - spiega l’assessore Silvia Boscaro – è un’occasione per accogliere ufficialmente il bambino nella nostra comunità e per accorciare le distanze con famiglie e comunità”. Un momento speciale, di accoglienza, “per rendere percepita l’attenzione nei confronti di chi nasce oggi e di chi diventa genitore, perché solo grazie al dialogo è possibile fornire servizi che rispondono in

modo più concreto a ciò che realmente serve alla comunità”. Durante la cerimonia è stato consegnato ai piccoli il libro “Guarda che faccia” e presentato il nuovo progetto prossi-

mamente attivo nella nostra biblioteca, “Nati per leggere”, dedicato ai bambini della prima infanzia, che promuove la conoscenza del libro a partire dai primi mesi di vita”.

Ai genitori dei piccoli, durante l’evento, è stato consegnato anche un attestato, un contributo economico e un omaggio floreale per la mamma.

Corredino nascita baby · Fiocchi nascita · Guest Book Cuscini porta fedi · Fiocchi matrimoniali Addobbi ricamati · Corredo cucina · Corredo Bagno

PROMOZIONE KIT NASCITA

composto da: 2 Bustine ospedale ricamate con Nome e Cognome • 1 Pochette Ricamata 2 Asciugamani Ospite spugna Ricamati con Nome • 2 Bavaglini Ricamati • 1 Orsetto piccolo Prezzo € 95.00 Scontato € 80.00 Offerta Valida fino al 31 Luglio 2018

Realizzato Artigianalmente È possibile scegliere i Tessuti … il carattere del Ricamo …

Via G. Marconi, 5 · 45019 Taglio di Po (Ro) Tel. e Fax 0426 660579 · ricamificio-sandra@libero.it Ricamificio Sandra · ricamificio_sandra

PalaVigor: prevista a fine maggio l’apertura del cantiere Assegnati, in via provvisoria, i lavori di ristrutturazione e recupero del PalaVigor alle imprese Freguglia srl (capogruppo) e Tumiatti impianti srl (mandante) di Porto Viro, riunite in Ati (Associazione Temporanea d’Impresa) di Porto Viro. Con la determinazione a contrattare del responsabile dell’area Lavori pubblici del 19 febbraio scorso, era stata avviata la procedura aperta per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione del PalaVigor, primo e secondo stralcio, per un valore complessivo di 1 mln 530mila euro. Il 12 marzo, invece, la procedura di gara ha previsto l’apertura delle

offerte nella sala consiliare del Municipio. “Sono ancora in corso le verifiche sulla documentazione - ci aggiorna nel momento in cui andiamo in stampa il sindaco di Taglio di Po Francesco Siviero -, anche perché stiamo valutando con la ditta come intervenire”. A breve, ad ogni modo, è previsto l’avvio dei lavori: “Dovremmo iniziare per fine maggio - annuncia il Primo cittadino - e dovrebbero durare circa un anno”.


14

Territorio Rovigo .

www.lapiazzaweb.it

Politica Richiesta bipartisan

“Vogliamo tre consiglieri regionali” Votato dal consiglio comunale all’unanimità un ordine del giorno per chiedere alla Regione un polesano in più

“D

ue consiglieri regionali per il Polesine sono pochi: ne vogliamo tre”. È la richiesta del presidente della provincia Marco Trombini inoltrata attraverso un ordine del giorno in consiglio provinciale. Un voto unanime per un documento che riceve il plauso anche del consigliere di opposizione Michele Aretusini (Lega). “Sono contento che il presidente abbia sollevato questo problema e appoggio completamente la sua proposta – spiega il consigliere leghista –: il

Polesine ha bisogno di rappresentanti, sia di opposizione sia che di maggioranza anche alla luce delle criticità socio-economiche che caratterizzano il nostro territorio”. “Secondo la legge regionale n.5 del 16 gennaio 2012, che regolamenta la composizione del consiglio regionale – continua Aretusini - a Rovigo e provincia sono assegnati solo due rappresentanti e entrambi di opposizione. La stessa legge però indica delle specificità territoriali alle quali la Regione punta un oc-

Il consigliere Michele Aretusini

chio di riguardo per realizzarne un rafforzamento e in queste specificità ci sono anche le aree deltizie come il Polesine. Ed è proprio per questo, per il bisogno di rafforzare il peso del nostro territorio, una specificità della regione, e mirare al suo sviluppo, che non si può prescindere da una corretta rappresentanza politico-istitu-

zionale che ci garantisca peso in consiglio regionale, sia in minoranza che in opposizione”. Al momento il Polesine può contare solo sui due consiglieri Graziano Azzalin, eletto tra le fila del Partito Democratico, e Patrizia Bartelle, eletta con il Movimento 5 stelle. Giorgia Gay

APER DA M T I D A L L I L V E N E TÀ G I U G E OR E 11 ERDÌ, SA NO SIAM B O CON O R A RAT O E D O IO CO MENI C NTIN UAT OA

PIZZERIA PIADINE • PANINI CALDI

041 55 40 550

V.le Padova, 1 • Sottomarina di Chioggia (Ve) • ANCHE SU PRENOTAZIONE www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo


15

Cultura .

www.lapiazzaweb.it

“Caccia alla... street art” Loreo diventa protagonista di un inedito format itinerante dedicato alla street art. È questo il nuovo progetto del festival DeltArte per Loreo, nell’ambito di “Arte per la libertà”

T

ra le varie iniziative di Arte per la Libertà e in particolare DeltArte è la street art a farla da padrona. Dopo i vari murales realizzati in questo periodo a Taglio di Po, Lendinara, Ceregnano, protagonista ora è la città di Loreo con un inedito format che è la “Caccia alla …street art”. Mettete una caccia al tesoro in città, che possa coinvolgere i ragazzi delle scuole e le loro famiglie, ma anche gli adulti, i passanti, i turisti. Mettete che al posto di oggetti da trovare stavolta ci siano delle vere e proprie opere d’arte, o meglio opere di street art, create appositamente per la città e disseminate nei punti nevralgici del tessuto urbano. E’ questo il nuovo progetto del festival DeltArte per Loreo nell’ambito del format “Arte per la Libertà”, che secondo l’amministrazione comunale di Loreo, nelle persone del vicesindaco Andrea Galdiolo e dell’assessore

Ceregnano, Gianluigi Zeni con i ragazzi delle medie

alla cultura Luciana Berto, è davvero originale e vincente. L’artista under 35 Gianluigi Zeni ha il compito di coinvolgere la scuola media della città con alcuni laboratori sulla tecnica dello stencil, in modo da informare i ragazzi e farli divertire a ritagliare e colorare le sagome. Il giorno 8 giugno i ragazzi partecipano alla vera e propria

Young Business Talents: un successo portovirese

caccia alla street art per le vie di Loreo. Un percorso itinerante, dunque, che racchiude il potere del gioco, della socializzazione, dell’educazione e della scoperta e valorizzazione del territorio. Oggi si parla tanto di turismo ecosostenibile, oltre che di turismo culturale e il festival DeltArte si sta muovendo proprio in

questa direzione, visto che ormai da 6 anni propone una serie di percorsi creativi e culturali per valorizzare le periferie urbane del Delta, rivitalizzare location e musei, per rilanciare l’immagine di alcune città molto belle ma spesso poco conosciute, come la stessa Loreo. Le dieci opere di arte urbana realizzate dall’artista vanno dun-

Fabio Pregnolato

Melania Ruggini

Verso le Elezioni 2018

G

randi festeggiamenti all’Isper gli esiti della gara nazionale dello Young Business Talents, una competizione a più livelli(regionale, nazionale e internazionale) a cura della NIVEA, che permette agli studenti di impersonarsi responsabili di aziende: analizzare, pianificare e controllare, utilizzando uno strumento sofisticato come il simulatore d’impresa. Il concorso si svolgevain rete, eccetto la finale nazionale e la gran finale; ed è proprio nella gara finale nazionale a Milano, dove si sono confrontati gli Istituti Tecnici finalisti di tutta Italia, che le due squadre della classe 5A dell’ITSE di Porto Viro sono risultate vincitrici con un premio in denaro di 400� a squadra, dopo avere vinto il loro gironee rientrando così tra le prime 15 squadre a livello nazionale.Ottima la performance di entrambe le squadre: LA_TRIADESMP, formata dagli alunni Paolo Cerrato, Marco Marangon e Stefano Voltolina, partiva tra le favorite e THEWIZARDS, formata dagli studenti Chiara Mantovani, Paolo Milani, Samantha Mischiatti e GaiaTessarin,pur qualificandosi alla finale con un punteggio inferiore rispetto agli altri compagni portoviresi, è riuscita a sorprendere tutti giocando una grande prova. Un ottimo traguardo per l’istituto di Porto Viro che tentava di accaparrarsi la vittoria da cinque edizioni di questo simulatore aziendale, e che quest’anno è riuscito a realizzaregrazie ai docentiSandro Secchiero e Guido Smanio.

que a innestarsi in maniera naturale e creativa nel paesaggio della città e ne diventeranno parte integrante. Per chi visita Loreo si può trovare sia online che in biblioteca la mappa della caccia al tesoro con i punti in cui sono stati realizzate le opere; e iniziare la propria caccia!

elezioni

ricorda ai soggetti interessati la propria disponibilità ad ospitare per le prossime Elezioni messaggi politici elettorali e inserti pubblicitari allegati al giornale. (In ottemperanza alla legge 28 del 22 Febbraio 2000). PER INFORMAZIONI: tel. 049

8704884 · info@givemotions.it


16

Sport

www.lapiazzaweb.it

Calcio Gioie e dolori

Nella foto, lo Scardovari cui è sfuggita all’ultima giornata la promozione diretta

Zona Marina promosso in seconda G

ioie e dolori per le squadre bassopolesane di calcio. Cominciamo con le gioie, che portano il nome dello Zona Marina promosso in seconda categoria. La squadra allenata da Alex Zanetti, infatti nell’ultima partita di campionato, sul terreno di gioco del Città di Rovigo, nello storico stadio del Gabrielli, ha vinto 2-1. I gialloblu sono passati in vantaggio grazie al gol di bomber Da Re, che prima del riposo ha concesso il bis. Nella ripresa i padroni di casa, allenati da Francesco Borgato, terzultimi in classifica, accorcia le distanza, con lo Zona Marina che sbaglia anche un rigore. Uno Zona Marina che merita il passaggio di categoria. questa la

classifica al termine del campionato: Zona Marina 54, Stientese 53, Nuova Audace Bagnolo 44, Ficarolese 42, Real Pontecchio 41, Polesine Camerini 40, Altopolesine 38, San Pio X 36, Duomo 30, Giovane Italia Polesella 26, Asd Città di Rovigo 21, Buso 8, Roverdicrè. I dolori, portano il nome del Porto Viro che retrocede in Promozione. A nulla è valsa la vittoria per 2-0 contro i trevigiani del Careni Pievigina (doppietta di Poncina). La formazione allenata da Pino Augusti, chiude il campionato con 30 punti. Questa la classifica finale: San Dona’ 55, Liapiave 54, Istrana 51, Union San Giorgio Sedico 48, Eclissi Careni Pievigina 45, Piovese 45, Union Pro 45, Union Qdp 44,

Al successo dei gialloblu si affianca la retrocessione in Promozione del Porto Viro, che chiude il campionato con 30 punti

FLORICOLTURA

Real Martellago 42, Vittorio Falmec 40, Giorgione 39, Borgoricco 38, Nervesa 37, Porto Viro 30, Saonara Villatora 24, Cornuda Crocetta 13. Dolori anche per il Loreo, retrocesso in Prima Categoria. Un campionato sofferto per la squadra allenata da Corrado Rodighiero, che non è riuscito nel miracolo di salvare la formazione biancoblù: addio Promozione con il Loreo che il prossimo anno

Via Punta Pali, 4 bis 30014 Cavarzere (Ve) Cell. 333 604 56 18

Cristiano Aggio

Calcio a 5, Finpesca Murazze, retrocede in C2

N

vendita al dettaglio e all’ingrosso di piante da giardino, piante da interno, fiori e ortaggi

disputerà il campionato di Prima categoria. A salire in Eccellenza, invece il San Martino Luparense che ha vinto il campionato con 76 punti. Questa la classifica finale: San Martino Luparense 76, Arcella 66, Vigolimenese 49, Ambrosiana Trebaseleghe 45, Torre 44, Azzurra Due Carrare 43, Spinea 42, Unione Graticolato 41, Robeganese Fulgor 40, Maerne 38, Albignasego 36, Dolo 33, Favaro 32, Solesinese 28, Pro Venezia 25, Loreo 23. A Scardovari, invece, la promozione diretta è sfuggita all’ultima giornata: la squadra allenata da Fabrizio Zuccarin, ha perso in casa 2-1, venendo superata dai padovani dell’Aurora Legnaro, allenati da Pippo Maniero, che festeggia così il passaggio di categoria in Promozione. Per lo Scardovari, ora ci sono i play off.

iente da fare per la formazione di calcio a 5 della Finpesca Murazze che retrocede in C2 di calcio a 5. I portoviresi, sono stati sconfitti ai tempi supplementari per 3-2 dai vicentini del Cosmos Nove, nella gara di ritorno dei play out di serie C. “Era destino, dice il dirigente del Murazze Orazio Pulvirenti. Non voglio appellarmi alla sfortuna, quindi dico che era destino, ma i vicentini hanno trovato il gol del 2-2 quando mancavano 13 secondi alla fine della partita. Una gara che avevamo giocato bene, preso anche un palo, poi l’epilogo finale. Senza dimenticare che all’andata il Cosmos Nove aveva pareggiato all’ultima azione. C’è molta amarezza e delusione per come è finita, ma ora cominceremo già a pensare alla prossima stagione”. Il Murazze anche lo scorso anno era retrocesso e poi era stato ripescato: un secondo ripescaggio non è possibile, da regolamento, ma l’ultima parola spetta alla federazione che, in caso di mancanza di squadre per formare il girone unico di C, potrebbe fare uno strappo alla regola. In serie C2 il futsal Adria ha chiuso la stagione pareggiando 3-3 con l’Olimpia Veternigo, ultima e retrocessa in serie D assieme al Moniego. Sale in serie C1 il P5 calcio Spinea. Settimo posto in classifica con 36 punti per la formazione di Simone Pinzan che il prossimo anno sarà ancora ai nastri di partenza del campionato di serie C2. (Cr. Ag.)


veneto srl Gruppo Bianalisi, realtà leader a livello nazionale nell’erogazione di prestazioni sanitarie, ora presente anche in Veneto. Le nostre sedi di Rovigo:

CENTRO MEDICO Viale della Pace, 81/A ROVIGO Tel. 0425 31681

www.centromedicorovigo.it

LABORATORIO ANALISI RISONANZA MAGNETICA APERTA* RADIOLOGIA OSSEA* – TAC* DENSITOMETRIA OSSEA* MAMMOGRAFIA 3D (Tomosintesi)* ECOGRAFIA* – ECODOPPLER* CARDIOLOGIA* – OCULISTICA* O.R.L. OTORINOLARINGOIATRIA* POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO

CENTRO ATTIVITà MOTORIE

VISITA FISIATRICA*

Via Fuà Fusinato, 33/B ROVIGO

PALESTRA RIABILITATIVA*

Tel. 0425 29655

www.centroattivitamotorie.it

Le altre sedi venete: • CENTRO MEDICO POLESANO, Giacciano con Baruchella (RO) • ISTITUTO SHERMAN, Venezia • ISTITUTO SHERMAN, Mestre (VE) • RADIOLOGIA MEDICA, Quarto D’Altino (VE)

*Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale

FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE* PISCINA TERAPEUTICA* ELETTROMIOGRAFIA* VISITE MEDICO SPORTIVE


dal 1951 al vostro servizio

NON PERDERE I VANTAGGI DELLE NUOVE PROMOZIONI Piano in quarzo al prezzo del piano in laminato Quattro elettrodomestici delle migliori marche al prezzo di due - Lavastoviglie in omaggio PORTO VIRO (RO) Via Po Vecchio 1 Tel. 0426 321260

www.patio.it

seguici su

FERRARA Via Modena 250 Tel. 0532 731138

patio arreda


PORTO VIRO (RO) Via Po Vecchio 1 - Tel. 0426 321260

seguici su

FERRARA Via Modena 250 - Tel. 0532 731138

Patio arreda

Acquista subito il tuo arredamento al PATIO con 150 € AL MESE ad INTERESSI ZERO Offerta di credito finalizzato valida fino al 30/7/2018. Esempio rappresentativo dell’acquisto € 7.100 TAN fisso 0% TAEG 1,34% in 48 rate di € 150 oltre le seguenti spese già incluse nel calcolo del TAEG: spese incasso e gestione rata € 1,50 per ogni mensilità, imposta sostitutiva addebitata sulla prima rata € 10,00, spese per comunicazioni periodiche (almeno 1 l’anno ) € 1,03. Importo totale dovuto dal Consumatore € 7.234,18.

Al PATIO trovi occasioni uniche da non perdere: cucine, salotti, soggiorni, camerette, tavoli e sedie tutto delle marche più prestigiose Il PATIO offre il Servizio di Trasporto e Montaggio eseguito da personale dipendente specializzato


PRESTAGIONALE

PELLET 2018/2019 tel/fax 0426 950185 futurcami@libero.it

AFFRETTATEVI !!! Gentile Cliente, dopo un lungo inverno si riparte con il NUOVO PRE-STAGIONALE 2018/2019. Da ora e per alcuni mesi, il prezzo del pellet rimarrà molto al di sotto delle quotazioni invernali, condizione che finirà a settembre quando si applicherà il rialzo. Il prezzo del pellet varierà nelle seguenti scadenze: Aprile Maggio Giugno Consigliamo di acquistare la vostra scorta di pellet per l’inverno, venite a conoscere le nostre offerte e tutta la qualità del prodotto. Vogliate gradire i nostri migliori saluti.

Sandro Camisotti

futuredil

da segatura purissima a base di abete rosso

da segatura purissima aGaranzia base didi qualità e sicurezza Garanzia di qualità e sicurezza ENplusA1 è la certificazione europea abete ENplusA1 è larosso certificazione europea emanataemanata Sacchettoda dakg kg15 15 Sacchetto

Bancale Bancaledada7070sacchetti sacchetti (kg 1050) (kg 1050) Dimensioni Dimensionibancale: bancale: base 95 cm x 120 cm, base 95 cm x 120 cm, altezza 170 cm

altezza 170 cm

dall’EPC (European Council) dall’EPC (European Pellet Pellet Council) organizzazione composta dalle principali organizzazione composta dalle principali associazioni europee ed esperti del settore associazioni europee ed esperti del settore del pellet. del pellet.

ENplusA1 definisce le caratteristiche della migliore ENplusA1 definisce le caratteristiche della migliore qualità del pellet per uso residenziale oltre al sistema qualità del pellet per uso residenziale oltre al sistema di produzione, stoccaggio e distribuzione.

di produzione, stoccaggio e distribuzione.

E

N O I Z A T O N E R P 2018

Controlli costanti dei requisiti chimici e fisici della materia prima e del prodotto finito, EReElogistica Re Ddella Controlli costantioltre deialrequisiti chimici fisici della del prodotto finito, l’assenza di additivi, monitoraggio deieprocessi A DA Aprima Nmateria EdiGproduzione L sonol’assenza la garanzia un sistema che ci consente di diadditivi, oltretrasparente al monitoraggio dei processi di produzione e della logistica di offrire alto standard sonoillapiù garanzia di un qualitativo. sistema trasparente che ci consente

di offrire il più alto standard qualitativo. FUTUREDIL - 45015 CORBOLA (RO) - Via Nuova 547 - Tel./Fax 0426 950185 - www.futuredil.biz - futurcami@libero.it FUTUREDIL - 45015 CORBOLA (RO) - Via Nuova 547 - Tel./Fax 0426 950185 - www.futuredil.biz - futurcami@libero.it

Rivenditore autorizzato: FUTUREDIL - 45015 CORBOLA (RO) - Via Nuova 547 - Tel./Fax 0426 950185 - www.futuredil.biz - futurcami@libero.it Rivenditore autorizzato:

Rivenditore autorizzato:

PIAZZETTA PIAZZETTA

P A S S I O N E

A C C E S A

PIAZZETTA

P A S S I O N E

A C C E S A


www.lapiazzaweb.it

#Politica

21

Sicurezza sul lavoro I sindacati chiedono a Zaia azioni concrete

Dal primo gennaio ad oggi 29 incidenti mortali sul lavoro in Veneto S

ciopero generale per la sicurezza to che lavorava presso l’Aso di Vallese sul lavoro. E’ solo questa l’arma Oppeano di Verona. Stiamo monitoin mano ai sindacati che nel tempo rando i dati ed emerge con chiarezza hanno chiesto revisione di impianti e che gli infortuni e gli incidenti aututele che tardano a venire. mentano in due settori del compar“Quello che è accaduto alle Accia- to metalmeccanico: lavoratori delle ierie Venete di riviera Francia, nella acciaierie e lavoratori di aziende in zona industriale di Padova, non do- appalto. Qui sta la vera emergenza, veva succedere”. Così il segretario ge- occorre intervenite per far rispettare nerale della Uilm, Rocco Palombella, le regole e le leggi e per garantire il sull’ennesima tragedia che ha colpito rispetto dell’incolumità fisica. Molquattro operai metalmeccanici, di cui te aziende sono sorde rispetto a dedue diretti dipendenti dell’azienda nunce dei delegati sindacali e della e gli altri due collegati a ditte in apsicurezza. La formazione deve essere palto. L’azienda, rileva, “aveva assi- più qualificata, insieme agli investicurato una revisione degli impianti menti”. a Pasqua, ma qualcosa purtroppo ha Dal primo gennaio ad oggi in Veneceduto sul piano strutturale. In azien- to sono avvenuti 29 incidenti mortali de come queste i ritmi di lavoro sono sul lavoro censiti dall’Osservatorio insostenibili e molto spesso non ven- Indipendente di Bologna (che esclugono rispettate le distanze di sicurez- de gli incidenti in itinere ma assume za”. una platea più vasta Da tempo, sottolinea rispetto a quella dell’ I sindacati: Palombella, “stiamo Inail). In particolare i “Molte aziende morti sul lavoro sono chiedendo maggiore responsabilità e magstati 6 a Venezia, 2 a sono sorde giori investimenti in Belluno, 1 a Padova, rispetto alle salute e sicurezza sul 1 a Rovigo, 3 a Vicenlavoro. Occorre sopratza, 8 a Verona e 8 a denunce dei tutto creare una cultura Treviso che eguagliadelegati della sicurezza sul lano la grande Milano. voro che investa tutti a sindacali e della Tale cifra va incre360 gradi”. mentata di un ultesicurezza” “È il terzo grave inciriore 30% di incidenti dente in una acciaieria in itinere che nella nel Veneto dall’inizio dell’anno - di- stragrande maggioranza dei casi avchiara Massimiliano Nobis, segreta- vengono al ritorno dal lavoro (quasi rio Fim Veneto - questo incidente si mai in andata) e sono spessissimo aggiunge ad altri due infortuni mor- imputabili a stanchezza a seguito del tali che hanno coinvolto un operaio lavoro. L’incremento delle morti sul della Acciaierie Beltrame lo scorso 22 lavoro in regione è indicato dall’Inail febbraio e il 31 gennaio, ad un opera- in un +18% nel primo trimestre 2018 io manutentore di una ditta in appal- rispetto allo stesso periodo del 2017.

Secondo un recente studio delle Cgil regionale un lavoratore veneto su 5 nel corso degli ultimi 5 anni è stato colpito da un incidente sul lavoro. Sono 375.135 gli infortuni denunciati all’Inail dal 2013 al 2017. Significa che nell’arco di 5 anni un lavoratore su 5 si fa male sul lavoro riportando lesioni di varia gravità, fino a menomazioni permanenti e, in 560 casi, addirittura la perdita della vita. Il dato (essendo riferito al totale degli assicurati Inail in cui rientrano anche categorie a basso rischio) incide in modo ancora più sensibile sui settori più esposti, a partire dall’edilizia e da alcuni comparti industriali (metalmeccanico in testa), oltre che dall’agricoltura. Ed è particolarmente accentuato negli appalti e nelle esternalizzazioni dove minori sono le tutele sul lavoro. La provincia con il maggior numero di incidenti è Verona (79.831 eventi) cui seguono Vicenza e Padova che però sopravanzano il capoluogo scaligero per numero di morti. Uno stillicidio che vede ogni anno il Veneto funestato da 75.000 infortuni e più di 110 morti sul lavoro, pari a una media di 2 morti ogni 5 giorni lavorativi e 335 infortuni per ogni giornata di lavoro. “La recrudescenza di infortuni e morti sul lavoro – ha ribadito Christian Ferrari, segretario regionale della Cgil – cui stiamo assistendo negli ultimi mesi in Veneto rappresenta una vera e propria emergenza sociale che non può più essere sottovalutata da nessuno, e che deve vedere una risposta immediata di contrasto sia da parte del sistema delle imprese, che da parte del mondo politico e istituzionale, a cominciare dalla Regione”.

L’opinione

Presidente Casellati: “Lavoro, priorità del Parlamento” “La notizia del grave incidente avvenuto alle Acciaierie Venete di Padova - scrive la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati mi addolora profondamente. Non è concepibile che il posto di lavoro diventi un luogo in cui si rischia la vita. La fatalità è per sua natura qualcosa di eccezionale, ma gli incidenti e le morti bianche sono ormai in costante aumento nel nostro Paese e si deve parlare di vera e propria emergenza. Mi auguro che questo dramma sociale sia tra i primi punti all’ordine del giorno dell’agenda del nuovo Parlamento e di tutte le istituzioni, per individuare correttivi e soluzioni legislative finalmente efficaci. La sicurezza e la vita dei lavoratori devono essere una priorità”.


22

Politica

www.lapiazzaweb.it

Disoccupati: la Regione rifinanzia i progetti per lavori di pubblica utilità L

a Regione Veneto rifinanzia con 4 milioni di euro progetti per offrire a disoccupati e persone svantaggiate una opportunità di lavoro. La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al lavoro, dà continuità all’esperienza avviata in via sperimentale nel 2009 con la leva del Fondo sociale europeo e che nell’ultimo triennio ha coinvolto oltre il 70 per cento dei comuni veneti e offerto una forma di inserimento lavorativo a 2500 disoccupati. Solo nel 2017 sono stati 228 comuni in Veneto ad aver avviato progetti per lavori di pubblica utilità, con un cofinanziamento regionale di 2.235.000 euro, che ha consentito di creare opportunità temporanee di lavoro per un migliaio di persone. Le esperienze di lavoro proposte si sono svolte nei servizi bibliotecari e museali, nel riordino archivi, nella valorizzazione, custodia e promozione dei beni culturali e

artistici, nella manutenzione del verde e nell’abbellimento urbano, nella vigilanza di impianti, attrezzature sportive, centri di aggregazione sociale e luoghi pubblici, nell’assistenza agli anziani, nel supporto scolastico, nel controllo del territorio e nella tutela dell’ambiente “Obiettivo del nuovo bando 2018-2020 che si rivolge a Comuni, società partecipate ed enti pubblici, in partenariato con gli enti di formazione accreditati –

conferma l’assessore al lavoro – è offrire un percorso di inserimento lavorativo e di cittadinanza attiva ad almeno 600 persone svantaggiate, disoccupati di lunga data. L’esperienza maturata in Veneto in un decennio di sperimentazione conferma che questo tipo di interventi, volti ad offrire una opportunità concreta di lavoro per sei mesi, integrata da iniziative di orientamento e di formazione, rappresenta un approccio valido, inclusivo e non

assistenzialistico per contrastare Veneto erogherà 5 mila euro per povertà e marginalità sociale e ogni lavoratore assunto, i partaffiancare così, in modo dignito- ner pubblici e privati del progetso e solidale, le persone più fragi- to integreranno per almeno il 35 li e a rischio”. per cento la quota pro-capite al “Abbiamo dimostrato in que- fine di garantire ai destinatari un sti nove anni – aggiunge l’asses- contratto di lavoro per sei mesi sore - che dare una opportuni- (minimo 20 ore la settimana) e tà di lavoro, trovare modalità di relativo stipendio, ma anche inserimento con un accompa- azioni di orientamento e accomgnamento forte, pagnamento, e un rimotiva le perso- L’obiettivo è offrire aiuto nella ricerca ne, le riqualifica attiva di un lavoro lavoro e reddito in prosecuzione sia in termini occupazionali che dell’impiego soa circa 600 morali. Lavorare ciale. persone è dare dignità ed Tutte le espeè l’esatto opposto rienze di lavoro in difficoltà dell’assistenza e proposte sarandel sostegno al reddito che sa- no organizzate come ‘training’ rebbe, a mio avviso, diseducativo all’inserimento lavorativo: la per i cittadini e uno spreco di ri- qualità dei progetti verrà misusorse pubbliche per le istituzioni rata, infatti, anche valutando le pubbliche”. esigenze e l’impatto sociale ed Il nuovo bando, di prossima economico nel territorio di rifepubblicazione, conferma la si- rimento e monitorando gli esiti nergia tra Regione, Comuni e sog- in termini di inserimento sociale getti pubblici e privati: la Regione e lavorativo.


Cerchiamo I AGENAT NDATARI per

ECOCLIMA GAS

IM MONO e/o PLURTE con OTTIME ZONE SCOPER UADAGNO POSSIBILITÀ di G

Società del Gruppo Autogas

STUFE A PELLET

STUFE E TERMOSTUFE

AMBRA FUOCOLÀ

PETIT

CALLA

CHARME

SABINA HR

FREE HR

TERMO PERLA PLUS

MODELLO

AMBRA FREE HR FUOCOLÀ SABINA HR CHARME CALLA PETIT TERMO TERMO PERLA PLUS TERMO CHARME PLUS AQUAPLUS 18 caldaia c/accumulo acs ENERGYCA

POTENZA

6 KW 8 KW 9 KW 13 KW 13 KW 9 KW 12 KW 20 KW 20 KW 19 KW 23 KW

AQUA PLUS

PREZZO LISTINO i.i.

€ 1.620,00 € 2.050,00 € 2.650,00 € 2.830,00 € 3.650,00 € 2.870,00 € 3.230,00 € 4.245,00 € 4.610,00 € 4.990,00 € 4.870,00

• Colori disponibili: bianco, nero, avorio, bordeaux, corten, rust • Trasporto e imballaggio inclusi • Accessori fumi/installazione esclusi

TERMO CHARME PLUS ENERGYCA

PREZZO SCONTATO i.i.

€ 1.215,00 € 1.537,00 € 1.985,00 € 2.120,00 € 2.735,00 € 2.150,00 € 2.420,00 € 3.180,00 € 3.460,00 € 3.740,00 € 3.650,00

ECOCLIMA GAS Società del Gruppo Autogas

45012 Ariano nel Polesine (Ro) Via Canalette, 3 · Tel. 0426 378402 ecoclimagas@grupppoautogas.com www.gruppoautogas.com · Ecoclimagas


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

25 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile

L

L’attenzione dei genitori favorisce la salute dei più giovani Misurina, centro d’eccellenza per l’asma pediatrica

In privato è meglio?

a pag 27

a pag 28

i chiamano hikikimori, termine giapponese da hiku (tirare indietro) e Komoru (ritirarsi). Sono il popolo silenzioso dei reclusi in casa, affetti da una sindrome sociale che si sta diffondendo in modo preoccupante. Mentre in Giappone sono oltre un milione, nella quasi totalità di sesso maschile, in Italia il loro numero è in rapida crescita, e si stima che attualmente possano raggiungere i centomila con il 30% dei casi di sesso femminile. Hanno un’ età per lo più compresa fra i 13 e i 30 anni, non studiano né lavorano, non escono dalla loro camera, in una sorta di autoreclusione, che li isola dalla vita sociale. Pranzano e cenano con un vassoio passato attraverso la porta socchiusa delle loro stanza, non hanno rapporti amicali, non comunicano con la famiglia,evitano qualsiasi contatto con assenza di relazioni significative. Il loro tempo, alterato fra sonno e veglia, trascorre in una realtà virtuale, fra videogame, trasmissioni televisive, fumetti ed internet, che con le chat e i social network rimangono l’unico aggancio con il mondo esterno.

Vitreolisi: trattamento per le “mosche volanti”

a pag 28

Farmacia Nadalini s.n.c. D R . SSA C ARLA N ADALINI · D R . SSA S ILVIA N ADALINI SPECIALIZZATA IN OMEOPATIA E TERAPIE NATURALI DA PIÙ DI 40 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO

• Analisi di prima istanza • Misurazione pressione arteriosa • Dermocosmesi • Nutraceutica e prodotti dietetici speciali • Servizio su appuntamento di Psicologa in Farmacia • Presidi • Omeopatia • Ortesi • Fiori di Bach

Riviera Matteotti, 12 - Adria (Ro) - Tel. 0426 21459 - info@nadalini.it - www.nadalini.it

Fiori di Bach

international code n. UKP2006-0405N Practitioner


laPiazza

26

Salute

Consulenza scientifica PUNTO PRELIEVI, DIAGNOSTICA PER IMMAGINI, POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO Centro Medico-Bianalisi Veneto Viale della Pace, 81/A - ROVIGO Tel. 0425 31681 - www.centromedicorovigo.it

oftalmologia Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Vaccini: più di 85 mila gli inadempienti

8

5.676 soggetti inadempienti. Questo fa riferimento alla tabella ministeriale il numero preciso dei bambini e contenuta nell’allegato 2 della circolare ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 del 16/08/2017 che scandisce, per ogni anni che non hanno completato il ciclo fascia d’età, il numero di vaccinazioni di vaccinazioni previste dalla legge. Di e dosi sufficienti per considerare questi, 22.311 sono in età pre-scuola un soggetto adempiente, al netto di dell’obbligo, ovvero eventuali esenzioni. tra gli 0 ed i 6 anni. E’ quindi bene Molti minori tra I dati sono ricordare, che il stati forniti dalla gli 0 e i 16 anni sono profilo di soggetto Regione, nell’ottica inadempiente di tenere monitorata in regola con alcune non coincide con la situazione di quello di soggetto vaccinazioni ma adempienza alla non vaccinato legge nazionale o addirittura di non con tutte sull’obbligo vaccinale soggetto contrario n. 119 del 2017, la alle vaccinazioni, ma Regione del Veneto ha provveduto a spesso rappresenta un soggetto che non calcolare a livello regionale, e per singole è in regola o semplicemente in ritardo Aziende Ulss territoriali, il numero di col numero corretto di dosi o con tutte le inadempienti.  vaccinazioni previste. In Regione Veneto Per la definizione di inadempiente si sono complessivamente inadempienti

85.676 soggetti, tra bambini e ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 anni. Di questi, 22.311 sono in età pre-scuola dell’obbligo, ovvero tra gli 0 ed i 6 anni. Ai fini di approfondire la tematica si è calcolata la quota di soggetti che hanno già fissato un appuntamento per una delle vaccinazioni obbligatorie, dato che tali soggetti hanno già espresso una volontà di continuare o iniziare l’iter vaccinale.  A livello regionale la quota di inadempienti con almeno un appuntamento già fissato dalla relativa Azienda Ulss è del 25,6% (21.964) tale quota sale nel sottogruppo 0-6 anni al 35,2% (7.853).    Per differenza risulta che sono 63.712 i soggetti inadempienti e senza alcun appuntamento fissato tra tutti gli elementi coinvolti, di questi, sono 14.458 in età 0-6.

www.lapiazzaweb.it

L’editoriale

Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile Anche dal punto di vista clinico non sempre è agevole inquadrare tali atteggiamenti. Spesso vengono classificati come depressi e trattati come tali, oppure considerati internet-dipendenti, ragion per cui viene negato loro l’utilizzo di ogni dispositivo elettronico, togliendo così l’unico mezzo di comunicazione, ancorchè virtuale, con il mondo esterno: una vera pena per un giovane hikikimori. Oppure “il loro disagio viene confuso con l’inettitudine e la mancanza di iniziativa delle nuove generazioni che ha trovato terreno fertile nel dibattito politico fornendo stereotipi come “bamboccioni”, definizione dell’ allora ministro Padoan Schioppa o “giovani italiani choosy” (schizzinosi) dell’ex ministro Elsa Fornero, o “ragazzi senza studio né lavoro”. Nella prefazione del libro “Hikikimori. Narrazione da una porta chiusa” di C. Ricci, le cause che più frequentemente sono alla base di tale fenomeno, secondo Mazzoni, sono di diversa natura, da quelle sociali, come l’incapacità di stringere relazioni, l’ insicurezza, la perdita del lavoro, vergogna, la mancanza di motivazioni, la crisi economica che ritarda l’ ingresso nel mondo del lavoro, la cultura dell’immagine esasperata dalla diffusione dei social network; a quelle scolastiche quali il bullismo, la competizione, il fallimento degli esami, i cattivi risultati, il rifiuto della scuola; da quelle familiari come pressioni per risultati sempre più performanti e paragoni con i compagni, difficoltà di relazioni, padre assente e madre iperprotettiva, il calo delle nascite con l’ aumento di figli unici,sottoposti di norma a maggiori pressioni ; a quelle individuali, ma molto distanziate, legate a problemi di natura psicologica. Il senso di inadeguatezza e la disistima che spesso si associano a fronte ad aspetti valoriali di una società che ha i suoi miti nell’apparenza e nel successo porta negli hikikimori ad una ansia sociale che si traduce in un ritiro sociale e auto esclusione. “E’ un male che affligge tutte le economie sviluppate - spiega Marco Crepaldi, fondatore di “Hikikimori Italia, la prima associazione nazionale di informazione e a supporto sul tema dell’ isolamento sociale volontario - Le aspettative di realizzazione sociale sono una spada di Damocle per tutte le nuove generazioni degli anni duemila: c’ è chi riesce a sopportare la pressione della competizione scolastica e lavorativa e chi, invece, molla tutto e decide di autoescludersi”. E’ nel periodo scolastico, più frequentemente negli anni delle medie e delle superiori, che si verifica quello che viene definito come il fattore scatenante, ovvero l’ evento che porta all’ allontanamento dai genitori e dagli amici. “Un avvenimento innocuo agli occhi delle altre persone, ma che contestualizzato in un quadro psicologico fragile e vulnerabile, assume un’ importanza rilevantespiega Crepaldi - E’ la prima fase dell’ Hikikimori: il ragazzo comincia a saltare i giorni di scuola utilizzando scuse di qualsiasi genere, abbandona tutte le attività sportive, inverte il ritmo sonno-veglia e si dedica a monotoni appuntamenti solitari come il consumo sregolato di serie TV e di videogame”. Accorgersi in tempo di questi disagi, comprendere le motivazioni dei nuovi eremiti domestici, dediti ad una realtà virtuale, incuranti delle gioie della loro età, degli amici, delle famiglie, è di fondamentale importanza per intervenire, in questo primo stadio, per dare un aiuto immediato e riportare questi ragazzi alla vita vera.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

27

Misurina, centro d’eccellenza per l’asma pediatrica T

enere sotto controllo l’asma e migliorare la qualità di vita dei bambini che ne soffrono. Su questo lavorano gli specialisti di Mesurina che sempre di più si danno da fare per studiare i casi più problematici. Aiutare i bambini a respirare meglio è anche l’obiettivo dell’iniziativa ‘Respirare secondo natura’ che già lo scorso anno ha coinvolto una trentina di piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma affetti da asma. L’asma, soprattutto tra i bambini, è in aumento in tutta Europa. Rappresenta ormai la causa principale di ricovero in pronto soccorso e la prima condizione cronica tra le cause di assenze a scuola. In Italia ne soffre un bambino su dieci e circa il 5% è affetto da una forma di asma ‘difficile’ o ‘grave’ persistente, le più resistenti alle normali terapie utilizzate. Respirare secondo natura coinvolge pazienti tra gli 8 e i 16 anni di età con asma ‘grave’ ed è un’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Bambino Gesù Onlus. A Misurina il loro stato di salute è studiato in un ambiente privo di sostanze ‘allergizzanti’ come l’acaro degli ambienti domestici, i pollini e l’inquinamento dell’aria a cui si è esposti di solito nei grandi centri urbani. Durante il soggiorno i ragazzi, accompa-

gnati dai loro familiari, parteciperanno ad un programma che spiegherà come comprendere e gestire la malattia. I risultati emersi verranno confrontati con quelli regi-

Malattie rare: primo centro servizi all’ospedale ai Colli

strati 6 mesi prima e 6 mesi dopo il ricovero in alta quota. Il progetto rientra nell’ambito della convenzione triennale stipulata tra il Bambino Gesù e il centro d’eccellenza di

Avis, la cultura della donazione è pratica di cittadinanza attiva “D

U

n nuovo sportello per il primo Centro servizi malattie rare in veneto è stato attivato nel complesso sanitario ‘Ai Colli’ dell’Ulss 6 Euganea. Il Centro è nato per iniziativa dell’Associazione p63 sindrome E.E.C. International Onlus, presieduta da Giulia Volpato, per offrire un punto di ascolto, di orientamento, di assistenza e di cura a quanti sono affetti da patologie genetiche poco diffuse, di difficile diagnosi e spesso ‘orfane’ di farmaci e cure. Si definiscono ‘malattie rare’ le patologie che colpiscono in media una persona nota su 2 mila. Si calcola che in Veneto le persone affette da patologie rare siano complessivamente 34 mila. Il centro sarà aperto al pubblico due giorni la settimana (il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 14, gli altri giorni lavorerà su appuntamento, cell. 333 3063353)

e sarà gestito dagli operatori appositamente formati dall’Associazione p63 sindrome E.E.C. International. Si propone come punto di snodo della rete informativa, di consulenza e di presa in carico per le persone affette da malattie rare e le loro famiglie, ‘porta’ di accesso ai centri di eccellenza esistenti in Veneto e in Italia, nonché punto di riferimento per gli operatori delle diverse discipline sanitarie e sociali coinvolte, in sinergia con il Coordinamento regionale per le malattie rare in Veneto e l’Istituto superiore di sanità. Lo ‘sportello’ con relativo centro di riferimento (attivo online da nove mesi, centroservizimalattierare@gmail.com sito www.csmr-centroservizimalattierare.eu) sarà inaugurato domani, a mezzogiorno, nel padiglione 6 del complesso sanitario di via dei Colli 4.

Misurina per la cura, diagnosi e riabilita- no Gesù” IRCCS di Roma e un laboratorio zione di questo tipo di malattie in età pe- di Medicina in quota quale il “Pio XII” rapdiatrica. presenta un’opportunità, sia quale terreno “Un soggiorno climatico di tipo tera- di ricerca scientifica, sia per l’integrazione peutico ed educazionale a Misurina – di- delle opzioni terapeutiche, in particolare chiara il dottor Renato sotto il profilo della conCutrera, responsabile L’asma, soprattutto tinuità assistenziale e di Broncopneumologia della riabilitazione”. del Bambino Gesù - non Il Centro in quota tra i bambini, è in viene scelto a caso. Qui “Pio XII” di Misurina è aumento in tutta l’unica struttura sociosi trovano risorse di professionalità e struin Italia e la Europa. Rappresenta sanitaria mentali eccellenti per più alta d’Europa per la la cura dell’asma in età cura, diagnosi e riabiliormai la causa pediatrica. tazione in alta quota dei Il tutto in un ambien- principale di ricovero disturbi del respiro in te libero da inquinanti età pediatrica e nell’ain pronto soccorso dolescenza. e sopra i 1.700 metri di altitudine: quindi con L’intero processo di una concentrazione di acaro della polvere presa in carico del bambino è certificato inesistente. In tale ambiente il ragazzo è qualitativamente dal Sistema Qualità UNI valutato ogni giorno da un’equipe interdi- EN ISO 9001-Bureau Veritas. Situato sulla sciplinare, con il coinvolgimento della fa- sponda sud del Lago di Misurina, a mezz’omiglia nella gestione della malattia e delle ra da Cortina d’Ampezzo nelle Dolomiti, è sue complicanze”. dotato di 100 posti letto accreditati per la “Per i disturbi del respiro del bambino e degenza di bambini e adolescenti fino al dell’adolescente – spiega il dottor Ermanno 18° anno di età e di 50 posti letto per acBaldo, nuovo Direttore clinico del “Pio XII” compagnatori e familiari. È una ONLUS e – lo sviluppo di una reale collaborazione tra tutti gli eventuali utili sono reinvestiti nelle Centri clinici di eccellenza come il “Bambi- attività della struttura.

onare il sangue è un vero gesto di amore. La cultura della donazione deve entrare nelle scuole, a cominciare da quelle primarie: perché è quando si è bambini e ragazzi che si comincia a capire che il sangue è vita e che una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare la vita donando il sangue”. E’ quanto ha sottolineato l’assessore regionale al Sociale, Manuela Lanzarin, intervenendo a Peschiera all’assemblea dell’Avis regionale Veneto. “Donare il sangue è la prima forma di cittadina attiva, un atto di responsabilità verso gli altri e anche verso se stessi, perché implica uno stile di vita sano e attento al benessere individuale e sociale”, ha aggiunto.. Con 131 mila soci, 6 Avis provinciali (Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza) e 324 Avis comunali o equiparate, è la grande associazione di volontariato del Veneto. Grazie all’Avis e alla generosità dei suoi donatori, vengono assicurate ogni anno alle strutture sanitarie della regione emazie, plasma e piastrine per fronteggiare tutte le necessità di trasfusione e per poter sostenere anche la domanda di regioni carenti. “L’invecchiamento della popolazione e la dinamica demografica in atto anche nel volontariato coinvolgono anche un’associazione storica e importante come l’Avis – ha riconosciuto l’assessore – Per questo l’istituzione regionale continuerà a promuovere l’appello delle associazioni  a irrobustire le file dei donatori, e ad affiancare le sezioni e i centri di raccolta nel garantire tutela, sicurezza, facilità e accessibilità

• • • • • • •

Il sangue è vita e una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare donandolo

alla pratica della donazione”. “Ringrazio, a nome di tutti i veneti, i donatori dell’Avis e quanti continuano a operare da volontari nell’associazione, anche se magari hanno superato la soglia di età o i requisiti previsti per i donatori attivi - ha concluso l’assessore – La Regione vi è debitrice per il grande lavoro di formazione sanitaria che svolgete, in affiancamento e a volte anche in supplenza al servizio sanitario”.


laPiazza

28

Salute

www.lapiazzaweb.it

In privato è meglio? Tariffe agevolate per le analisi di laboratorio al Centro Medico – Bianalisi Veneto di Rovigo

L’

orientamento della politica regionale in tema di laboratori analisi sta conducendo ad una sempre maggiore concentrazione dei punti prelievo convenzionati presso le grandi strutture ospedaliere territoriali. In questo contesto si inserisce la variazione nell’offerta dei servizi di laboratorio proposta da Centro Medico – Bianalisi Veneto di Rovigo. Le analisi di laboratorio sono infatti erogate privatamente ma a tariffe agevolate, molto vantaggiose e sempre inferiori alla quota ticket. Dall’inizio dell’anno la struttura è una delle sedi operative di Bianalisi Veneto, azienda appartenente al Gruppo Bianalisi, realtà leader a livello nazionale nell’esecuzione di analisi di laboratorio ed indagini diagnostiche, presente capillarmente sul territorio nazionale con una rete di laboratori, punti prelievo e poliambulatori. Allo scopo di conoscere in modo più approfondito le novità relative al servizio di laboratorio, abbiamo intervistato il dottor Giuliano Caslini, Biologo, Amministratore Delegato e Presidente del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Bianalisi. Dottor Caslini, in che modo Bianalisi riesce a garantire delle tariffe inferiori rispetto a quelle applicate dal Servizio Sanitario Nazionale? “Si tratta di una realtà in continua espansione, che

al momento attuale può contare 12.000.000 di test di laboratorio eseguiti all’anno, 250 punti prelievo, 15 laboratori certificati e 10 centri polispecialistici. Numeri, questi, che consentono di fornire un servizio diagnostico di alta qualità, efficiente, rapido e con costi contenuti”. A chi sono rivolti i servizi Bianalisi e quale tipo di esami sono forniti? “Oltre che al cittadino, i servizi sono offerti anche a medici di medicina generale, medici specialisti e a laboratori pubblici e privati. I test eseguiti sono compresi nelle seguenti aree specialistiche: Biochimica clinica, Tossicologia e Droghe d’abuso, Anatomia patologica, Citogenetica e Genetica medica, Ematologia e Coagulazione, Microbiologia e Virologia”. Quali sono i vantaggi offerti da Centro MedicoBianalisi Veneto all’Utente del punto prelievi? “Il servizio fornito dai punti prelievo è costruito intorno alla persona e alle sue necessità. E’ possibile accedere liberamente ai punti prelievo, senza alcuna prenotazione e quindi senza tempi d’attesa. E’ inoltre disponibile il Servizio Express, che consente di saltare la fila in fase di accettazione. In più, sono garantiti tempi brevi per ottenere i referti, visualizzabili anche online, ed è possibile richiedere preventivi gratuiti per

conoscere il costo degli esami ai quali è necessario sottoporsi”. Com’è necessario procedere per richiedere un preventivo e per usufruire del Servizio Express? “Ricevere un preventivo di spesa è semplice, veloce e senza impegno. E’ sufficiente contattare la segreteria della struttura, telefonicamente o tramite posta elettronica. Per avvalersi del Servizio Express basta inviare un’email contenente le seguenti informazioni: dati anagrafici, contatto telefonico, prescrizione medica, impegnativa o elenco degli esami da effettuare e data

e ora richiesti per l’appuntamento. Tramite email si riceveranno la conferma dell’appuntamento, il numero di accettazione ed il costo degli esami”. Quali sono i tratti distintivi che identificano il Gruppo Bianalisi e le sedi Bianalisi Veneto? “La salute del cittadino è per Bianalisi il fine primario. Centralità della persona, qualità e innovazione ed etica sono i valori che riflettono la visione dell’azienda, guidandone le scelte aziendali e l’operatività. Non esistono traguardi ma la consapevolezza che, con il supporto dei nostri Utenti, si possa sempre migliorare”.

PUNTO PRELIEVI Centro Medico-Bianalisi Veneto ROVIGO - Tel. 0425 31681 accettazione@centromedicorovigo.it www.centromedicorovigo.it Orario punto prelievi: dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 10.00

Vitreolisi: trattamento per corpi mobili, miodesopsie, “mosche volanti” L

e “mosche volanti” sono una patologia molto frequente nella popolazione adulta ed il paziente che sperimenta questa sensazione vive spesso con angoscia questo fastidio. La spiegazione di questo fenomeno risiede nella struttura del corpo vitreo, gelatina trasparente che riempie l’occhio. In giovane età il vitreo, aderente alla retina, è perfettamente omogeneo ma nel corso del tempo, a causa dell’invecchiamento può alterarsi e perdere la sua trasparenza. Nel processo di contrazione si distacca e si possono generare aggregati di fibre più o meno isolati. Le mosche volanti, chiamate più propriamente MIODESPOSIE, fanno si che si formino delle ombre mobili sulla retina. Possono essere classificate genericamente in 3 gruppi: • filamenti vitreali fibrosi: riscontrati soprattutto nelle persone più giovani e appaiono nel soggetto affetto come punti multipli o sottili ragnatele; • miodesopsie sparse: a forma di “nube”, spesso causate da un naturale processo di invecchiamento; • miodesopsie a forma di anello detto di “Weiss”: un grosso corpo fibroso distante sia dal cristallino che dalla retina legato al

Vitreolisi Pre e Post

distacco del corpo vitreo dal nervo ottico. Poiché i corpi mobili seguono i movimenti oculari questi possono disturbare in qualunque situazione; inoltre, un soggetto affetto da miodesopsie può presentare la percezione di fotopsie (lampi di luce) dovute a trazioni sulla retina sia al buio sia ad occhi chiusi (è presente infatti una casistica importante di soggetti che presentano distacchi di retina in seguito alla percezione dei floaters). Fino a poco tempo fa non esistevano cure semplici per eliminare questi corpi mobili e si doveva ricorrere ad una vitrecto-

mia, procedura chirurgica di alto livello non scevra da rischi. Recentemente è stato perfezionato un tipo particolare di laser, YAG Laser, già usato da anni per sezionare membrane ed aderenze all’interno dell’occhio. Nell’ultima versione sono state realizzate delle modifiche che lo rendono adatto alla vaporizzazione delle miodeospsie. La “Vitreolisi Yag” è una procedura non invasiva, indolore di circa 20 minuti di durata che può eliminare il sintomo visivo mediante vaporizzazione dei corpi mobili. La procedura si completa in 3-4 sedute duran-

te le quali le opacità vengono vaporizzate L’oculista, oltre ad avere un’ottima maed il gas si riassorbe riducendo la dimen- nualità nell’utilizzo del laser, deve essere in sione della miodesopsia stessa. grado di selezionare in maniera consona il Presso il centro SEKAL è presente lo Yag paziente che può essere soggetto a questo Laser di ultima getipo di trattamento: nerazione ELLEX La “Vitreolisi Yag” è una i floaters devono ULTRA Q, l’unico al trovarsi ad almeno procedura non invasiva, 2 mm di distanza momento nato con lo scopo di poter indolore di circa 20 minuti dalla retina e dal focalizzare corpi cristallino e questi di durata che può mobili anche nella ultimi non devono parte posteriore eliminare il sintomo visivo essere associati a mediante vaporizzazione una patologia o a del vitreo, grazie ad un particolare un’infiammazione dei corpi mobili. specchio oscillanin fase attiva. te. Le complicanze Questo Laser ottimizza il percorso ottico di tale trattamento sono comunque rare, impiegando la metà della potenza riducen- si può associare un rialzo della pressione do di conseguenza i rischi dovuti all’impat- intraoculare o, molto raramente, una catato acustico delle micro vaporizzazioni. ratta.

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it


EUROPEA BERTAGLIA GIULIANO

VENDITA MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

• ice memory • certificato Oeko Tex • box massage • 7 zone differenziate

Rivestimento HEALTHY Sfoderabile e divisibile

Fascia traspirante Silver 3D

LO O G SIN 2,00 € 40

,00 0 9 €2

LE A I ON 0 M I R 0 MAT€ 898, ,00

• Tessuto Energy Care anallergico e trapuntato • Altamente traspirante Silver 3D • Lavabile a 60 gradi • Imbottitura anallergica 20 lati

La comodità di dormire su entrambi i lati con due portanze differenti

materasso finito 27 cm

0 5 5 €

Via del Popolo, 7 - 45010 Rosolina (Ro) - Tel. 0426 66 42 02 - neweuropea@libero.it


UNI EN ISO 9001 — CERT. n° 1807


www.lapiazzaweb.it

I

nseguire il condor, sempre più in alto. Inseguire quelle ali dispiegate e armoniose che sfiorano vette, picchi e pianori della parte più solenne delle Ande per poi scoprire che, anche quando si tocca il cielo con un dito, il condor resta sempre più in alto. E sembra irriderti, ricordandoti che l’uomo non può sfidare oltre la natura. Un viaggio in Perù è proprio come un volo, fisico e metaforico. Un viaggio perennemente proiettato oltre il limite, su un mondo le cui origini sono in parte ancora avvolte nel mistero (vedi le inquietanti e mai “spiegate” linee di Nazca) e impastate di riti ancestrali e storie cruente che rimandano sia all’epoca precolombiana che alla “conquista” spagnola. Il Perù – quattro volte l’Italia e 30 milioni di abitanti - è una delle mete più affascinanti del pianeta, un magnete del mappamondo che attira visitatori da ogni dove: attualmente circa 4 milioni all’anno, dei quali 80.000 italiani (dato in crescita costante). La destinazione simbolo di questo paese del continente latino-americano è sicuramente Machu Picchu, città incastonata tra montagne dai pendii arditi di cui si era persa traccia dall’epoca della prima colonizzazione e ri-scoperta solo nel 1911 – per caso – dall’archeologo americano Hiram Bingham, che in realtà cercava il leggendario tesoro degli Incas. Machu Picchu che, liberata dalla selva che l’aveva nascosta e protetta per tre secoli, oggi è tra le meraviglie del mondo. Città carica di mistero che – prosaicamente ma saggiamente - i peruviani vedono come un inesauribile “bancomat”: per entrare si pagano 45 euro (senza contare quelli necessari per salire sul treno di lusso tra Cuzco e Aguas Calientes) e il flusso di turisti è inarrestabile tutto l’anno.

laPiazza del Turismo

31

Perù da sogno, sulle ali del condor Il paese andino si svela in un viaggio ad alta quota sui misteri irrisolti di Machu Picchu e di Nazca, sul fascino coloniale di Cuzco e Arequipa e sulle isole galleggianti degli Uros sospese sul lago Titicaca di Renato

Malaman

Da Lima a Puno imperversa la febbre calcistica da Mundial: un ritorno atteso da 36 anni e festeggiato con il rito collettivo (e un po’ nostalgico) dello scambio di figurine Panini in tutte le piazze Perù e grandi altitudini sono sinonimi e il “volo” è il loro trait d’union. Si vola anche quando si viaggia su quattro ruote e si superano valichi – come il Mirador de Los Andes, tra Arequipa e Chivay – che superano i 4.900 metri. Lo stesso lago Titicaca, il più grande specchio lacustre navigabile del mondo, è a 4.000 mila metri d’altezza, non paralizzato dai ghiacci solo perché il Perù è prossimo all’Equatore. Lago “abitato” in mini villaggi (costruiti su isole galleggianti) da indios di etnia Uros, maestri nel realizzare barche e capanne con la totora, giunco che si ricava da una pianta palustre locale. Il Perù di oggi scommette molto sul turismo. Passata l’emergenza terrorismo degli anni ’80-‘90, che era la conseguenza esasperata di una situazione sociale e politica esplosiva (chi non ricorda il movimento di ispirazione maoista Sendero Luminoso e suoi sanguinosi attentati?), il governo di Lima ha intrapreso una vasta campagna di investimenti per migliorare le infrastrutture di collegamento, per rendere i servizi più al passo con i tempi e soprattutto per restaurare monumenti , città d’arte e siti archeologici. Oggi un metro quadro in centro a Cuzco costa come a New York e il motivo c’è. L’antica e potente capitale degli Incas, a cui gli spagnoli nel XVI secolo hanno praticamente “sovrapposto” la loro città barocca con chiese e piazze sfarzose (per dare un segnale chiaro su quali mani fosse finito il potere e quale fosse la religione da seguire,

NELLA FOTO PRINCIPALE IL MAESTOSO VOLO DEL CONDOR NELLA VALLE DEL COLCA. DALL’ALTO, A DESTRA: UNA SPETTACOLARE VISTA SU MACHU PICCHU, CITTÀ INCAS RITROVATA SOLO NEL 1911; DONNE ANDINE INTENTE A FILARE, LA MUMMIA DI JUANITA, BAMBINA SACRIFICATA AL VULCANO SEI SECOLI FA; UN VICOLO DI SAN BLAS A CUZCO; LO CHEF RAFAEL RODRIGUEZ CON IL COLLEGA FRANSUA ROBLES. NELLA FASCIA SOTTO: LA PIAZZA DI CUZCO; IL MONASTERO DI SANTA CATALINA AD AREQUIPA; IL LAGO TITICACA; DONNE UROS SU UN’ISOLA GALLEGGIANTE; UNA FESTA POPOLARE A CUZCO E UN PIATTO DI CEVICHE

processo facilitato da un’abile operazione di sincretismo con i precedenti riti), è oggi una delle capitali culturali dell’America Latina. Bella e seducente, pittoresca ed elegante nelle sue architetture d’epoca e nelle sue atmosfere coloniali. Gustare un Pisco, distillato di uve autoctone che è “l’espiritosa bandera nacional”, in uno dei suoi locali è un piacere che va oltre il rito dell’aperitivo perché evoca l’anima di questo paese, sempre in sospeso fra tradizione e sete di futuro. Ammaliante anche Arequipa, stesso fascino coloniale e stessa storia, ma declinata in vari colori. Come quelli vivacissimi del Monastero di Santa Catalina. Misteriosa nell’esposizione delle mummie di bambine sacrificate sei secoli fa dagli Incas in alta quota per conquistarsi la benevolenza del vulcano. Piccole mummie restituite dai ghiacci eterni solo nel 1994, come Juanita, testimonianza di un passato cruento anche prima della violenza praticata dagli spagnoli.

Perù che è anche molto altro da vedere: dal cosmopolita e scintillante centro storico di Lima (dietro le cui quinte tuttavia – separate da un muro - sopravvivono periferie di evidente povertà), alla costa percorsa dalla Panamericana (Ica, Pisco, Paracas e isole Ballestas, regno dei leoni marini), alla parte amazzonica celata dalla foresta pluviale, alla città andina di Ayacucho. Perù che in questi giorni è in preda alla febbre da Mundial. C’è arrivato dopo uno spareggio e non viveva questa gioia calcistica dal 1982, quando in Spagna pareggiò anche con gli azzurri del cittì Bearzot e Paolo Rossi, poi trionfalmente vincitori del “mundial”. Febbre da mondiale in Russia che si coglie anche nelle piazze che ogni sera brulicano di grandi e piccini (a Puno il fenomeno è incredibile) che si scambiano le figurine Panini per completare l’album dedicato al torneo. Tutto il mondo è paese, si dice. Qui però bisogna coniugare

questo concetto con l’altitudine, che può dare anche alla testa, in tutti i sensi, anche letterale del termine, perché il Soroche (malessere da debito di ossigeno) colpisce alla cieca e prostra il fisico. Chi lo ricompensa è l’enogastronomia peruviana, basata sulla straordinaria biodiversità dell’agricoltura, dell’allevamento (avete presente i lama, l’alpaca e la vigogna per la pregiata lana?) e della pesca. Rafael Rodriguez, chef peruviano ormai nell’elite italiana della cucina (presto apre in Costa Smeralda il “Nuna”), dice: “Non solo Ceviche, questa è una cucina nuova dalle radici antiche”. Karina Ruiz, giovane peruviana che in Italia ha creato il tour operator Vuela specializzatosi proprio nella destinazione Perù, è convinta che il suo paese è una terra da amare, anche con le sue contraddizioni: “Il paese piano piano cresce - dice - e può guardare in alto”. Sempre inseguendo il volo regale e armonioso del condor, appunto.


32

laPiazza del Gusto

www.lapiazzaweb.it

PRIMAVERA DEL PROSECCO SUPERIORE, PERCORSI DI GUSTO, DI VINO E CULTURA perdere “Corbanese nel bicchiere”, evento in programma per giovedì 24 maggio sotto la guida degli esperti sommelier di AIS Veneto. Da segnalare, inoltre, l’appuntamento di mercoledì 30 maggio con “Golosi e Curiosi – il sapore del cibo, il gusto del vino”, cena che permetterà ai partecipanti di scoprire i migliori accostamenti tra le prelibatezze culinarie e i vini del territorio, affinando la sensibilità delle proprie papille gustative.

Una full immersion nella terra natia del Prosecco dal punto di vista naturalistico e storico vi attende da domenica 20 maggio fino alla prima domenica di giugno per la celebrazione della Primavera del Prosecco Superiore. Il 20 maggio si terrà anche la visita guidata “Conegliano tra Natura e Storia” e lo spettacolo “Festival Folk” con animazione e body painting. A Corbanese di Tarzo, invece, inizierà anche la “49a Mostra del Vino Superiore dei Colli”, una rassegna enogastronomica che fino al 3 giugno vedrà il vino al centro di degustazioni e serate musicali. Sabato 19 maggio la rassegna si aprirà con l’inaugurazione ufficiale della mostra e degli stand gastronomici che, per tutta la durata della mostra, proporranno moltissime degustazione, tra cui il tradizionale spiedo con polenta bianca, la costata ai ferri e la paella di pesce. Non mancheranno i momenti per ammirare il paesaggio grazie a “Colline di natura e storia”, una passeggiata guidata in programma per domenica 20 maggio che farà riscoprire agli interessati le bellezze del territorio. Chi volesse imparare di più riguardo alla pratica della degustazione, non potrà assolutamente

A Corbanese di Tarzo inizierà la Mostra del vino superiore dei Colli, una rassegna enogastronomica visitabile fino al 3 giugno Tante le iniziative culturali in programma, grazie alla collaborazione con la Gipsoteca Canova di Possagno, il Museo della Battaglia di Vittorio Veneto e la Mostra “Teodoro Wolf Ferrari” a Palazzo Sarcinelli a Conegliano. Tutti i visitatori delle Mostre del Vino potranno infatti ritirare un buono per l’ingresso ridotto ai Musei, da utilizzare nei mesi della Rassegna.

FESTA DELLA CILIEGIA IGP DI MAROSTICA

ALTO ADIGE, LA NOTTE DELLE CANTINE

“La Ciliegia di Marostica IGP”, come vuole il marchio di valenza europea di Indicazione Geografica Protetta, sarà la regina del territorio per promuovere le eccellenze cerasicole  della zona. Le ciliegie certificate hanno calibro minimo di 23 mm, un colore rosso uniforme e corrispondono alle varietà regolate dal disciplinare di produzione. La 74esima mostra mercato della cigliegia Igp di Marostica inizierà sabato 26 maggio con la Notte rossa, nel centro storico della cittadina. Domenica 27 si terrà la la tradizionale mostra mercato, spettacoli, intrattenimenti musicali e degustazioni. Per quattro giorni la cittadina metterà al centro il rosso frutto, offrendo al pubblico numerose occasioni per gustare le diverse varietà ma anche per far festa ed animare la città.  Le degustazioni e le feste dedicate a questo frutto prelibata si susseguiranno sabato 2 e 3 giugno tra Molvena e Mason Vicentino.

Torna il 9 giugno la Notte delle Cantine, la manifestazione organizzata dalla Strada del Vino dell’Alto Adige che rende visitabile per una notte intera decine di cantine del territorio, aperte ai visitatori dalle 17 fino alle 24. Alla Cantina Tramin a Termeno si organizzano visite guidate alla cantina, splendido esempio di architettura moderna, realizzata nel 2010 dall’architetto Werner Tscholl

e ispirata alla vite e alla sua morfologia. Oltre ai Gewurztraminer sarà possibile gli altri vini bianchi che hanno reso celebre la cantina guidata da Willi Sturz. Ci sarà la possibilità di approfittare delle diverse proposte gastronomiche del ristorante allestito appositamente nella sala panoramica o nei diversi angoli della cantina.

I NOSTRI SERVIZI: • LUCE E GAS • TELEFONIA • BANCHE E FINANZIARIE • ACQUISTI ONLINE • PRODOTTI E GARANZIE • CONCILIAZIONE … E MOLTO ALTRO ANCORA …

INFORMA, ASSISTE, FA RISPARMIARE R OV I G O via Mazzini, 24 · Galleria Pasteur, int. 6 · tel. 0425 423359

LA CASA IN RETE • IL BLOG http://consumatore.tgcom24.it • www.casadelconsumatore.it • Casa del Consumatore • SHOPPINGVERIFY www.shoppingverify.com


Stil Bimbi di Fabbris M. Stella

ABBIGLIAMENTO 0-18 ANNI NEONATO PREMAMAN E DONNA

PORTO VIRO Località Donada (Rovigo) · Via Roma, 20 · tel. e fax 0426 81382

tantissimi CAPI SCONTATI 30% 50% 60%

Mese delle PROMOZIONI completini MARE BIMBO e BIMBA a partire da € 15 PORTO VIRO Località Donada (Rovigo) · Via Roma, 35 · tel. e fax 0426 320373

www.stilbimbi.it ·

seguici su Facebook


LOrenzo crepalDI

45019 Taglio di Po (Ro) · via Kennedy, 60 telefono 0426 325437 · seguici su

www.lodiarredamento.com Adesso con ancora PIÙ SPAZIO ESPOSITIVO per divani, letti imbottiti, poltrone relax e fornito centro del materasso. Ora puoi trovare anche i prodotti di Stilema, il moderno 100% legno. Sono già ordinabili le NUOVE CUCINE del Salone di Milano. via J. F. Kennedy, 60 Taglio di Po (Ro) ACTUAL-OUTLET con INGRESSO RISERVATO e FALEGNAMERIA con sede staccata


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

Dessert al caffè

Baci di Dama alle mandorle

Ingredienti: 250 ml latte, 25 g. caffè in chicchi schiacciati, 5 g. caffè solubile, 100 tuorli, 60 g. zucchero, 20 g. amido di riso, 5 g. colla di pesce, 300 g. panna montata

Ingredienti: 150 gr farina di mandorle, 300 g. burro, 250 g. zucchero, 250 g. farina, 250 g. fecola, 1 uovo intero, cioccolato fondente q.b.

35

Kristalli di Zukkero via C. Battisti, 48 - 45018 Porto Viro (Ro) cell. 3801099600 cell. 3404859354 Facebook: Kristalli di Zukkero patisserie

Preparazione: Preparare un infuso a 50 gradi con il latte, chicchi di caffè frantumati e caffè solubile, coprire con pellicola e lasciare in infusione per 10 minuti. Miscelare a secco lo zucchero con l’amido di riso, aggiungere i tuorli e frustare energicamente. Versarvi l’infuso filtrandolo con un setaccio e procedere a cottura come una normare crema pasticcera. Riportare a 40 gradi e incorporare sciogliendola la gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda. Portare il composto a 30 gradi e incorporare delicatamente la panna montata. Mettere la crema in bicchieri di vetro o tazza da cappuccino (circa 90 gradi) fare riposare in frigo per 3 – 4 ore. Decorare con riccioli di cioccolato e servire. Pastry chef Erika Beccati Marango

Preparazione: Disporre a fontana la farina, la fecola, lo zucchero e la farina di mandorle; al centro mettere il burro e l’uovo. Impastare il tutto fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. Formare una palla e disporre in frigorifero avvolta nella pellicola per almeno due ore. Formare delle palline del peso di 5 - 6 grammi ognuna, disporli sulla teglia da forno e cuocerli a 180 gradi per 15 minuti circa. Farli raffreddare e doppiarli con il cioccolato precedentemente fuso. Disporli su un piatto e servire una volta che il cioccolato si è rappreso.

Pastry chef Diego Pregnolato

Note Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.


Oroscopo

36

l’

Ariete Vi attendono incontri frizzanti e piacevoli. Espandete la cerchia delle amicizie e concedetevi qualche viaggio extra

Toro Attenti agli imprevisti: un grande amore, inaspettato e sconvolgente, qualcosa in famiglia, la scelta di una persona

Maggio L’estate alle porte ci regala già molti effetti positivi: buonumore e desideri vengono rinvigoriti, nuovi incontri per tutti i gusti!

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Non mancheranno le complicazioni che vi impediranno di godere appieno del tempo libero. Usate la vostra grinta

Scorpione La vostra energia interiore si manifesterà con una grande decisione e vi darà forza, attenti all’aggressività

Gemelli

Sagittario

Vita sociale appagante, varia, ricca di occasioni, di divertimento forse perfino dei primi viaggi, ottimo!

Affronterete al meglio situazioni incerte o che richiedono una certa grinta. Nel complesso, un periodo positivo

Cancro Cautela: non mancheranno gli ostacoli. Siate chiari e diretti con tutti e le cose andranno meglio verso fine mese

vi aspettiamo da Giugno tutti i sabati dopo cena e le domeniche orario aperitivo con

Capricorno I giorni bui non mancheranno: mantenete sangue freddo e capacità decisionale e non lasciatevi spaventare

Leone

Acquario

Da metà mese sarete travolti da un’ondata di nervosismo che vi vedrà polemizzare con tutti. Pazienza!

Da metà maggio Marte sarà in Acquario e aumenterà reattività e grinta. Attenti: prenderete fuoco facilmente…

Vergine Mese eccellente per i vostri progetti che saprete concretizzare in fretta. Siate sapienti, tenaci e realistici

Via Dante Alighieri, 14 • Cavarzere (Ve) Tempismo DiVino

Pesci In arrivo situazioni più eccitanti, svolte desiderate e cambiamenti che vi faranno sentire finalmente soddisfatti


Delta mag2018 n62  

Delta mag2018 n62

Delta mag2018 n62  

Delta mag2018 n62

Advertisement