Page 1

NEWS


SOMMARIO

SPOTLIGHT

04/05

Una squadra che consolida i propri obiettivi Una nuova sede, un rinnovato slancio

06

MARKETING Il nuovo stile della posta non indirizzata

07

SALES

04/05

Conosciamo la forza vendita: JACOPO RADICE

08

CUSTOMER SERVICE

06

Il nostro plus: una relazione personalizzata

09

BUSINESS SUPPORT

Survey: una conoscenza territoriale in più grazie alla tecnologia

10

OPERATION Nuovo assetto Operativo: solidi nella crescita

11

HUMAN RESOURCES Responsabilità solidale: una garanzia

12

FINANCE Italia Distribuzioni presenta i risultati 2011 NEWS

13/14

Progetti per il 2012 Solidarietà in ID Diamo il benvenuto ai nostri nuovi arrivi Le convenzioni in Italia Distribuzioni Notizie da BD TOURIST

15

In viaggio tra Firenze, Venezia e Padova

ID-News Newsletter mensile di informazione | Anno 1 - n. 1 | Testata registrata presso il Tribunale di Milano n. 43 | 27 gennaio 2012 Editore Italia Distribuzioni | via Mons. A. Cazzaniga 61 | T 02 303 039 01 | 20064 Gorgonzola Milano Direttore Michele Liguori Direttore Responsabile Fulvio Quarella Redazione via Mons. A. Cazzaniga 61 | 20064 Gorgonzola (MI) Hanno collaborato a questo numero Morena Bertaggia, Antonio De Felice, Arianna Gatti, Tamara Gimigliano, Antonio Libi, Claudio Monguzzi, Jacopo Radice, Rosanna Torre.

09 11


EDITORIALE

U

n particolare che mi è sempre stato chiaro, in tutti questi anni di permanenza nel nostro mercato, è che i clienti non sempre hanno la percezione di cosa accade tra la stipula del contratto di fornitura che sottoscrivono e il postino che inserisce i loro depliants nelle caselle postali dei consumatori finali. Se l’avessero, rimarrebbero stupiti nello scoprire la dimensione della filiera organizzativa che unisce queste due azioni. Italia Distribuzioni, come tutte le aziende, si basa su numeri da raggiungere: questi sono, però, solo degli obiettivi in attesa di realizzazione prima di finire nelle mani anonime di persone che ogni giorno si impegnano per garantire un servizio sempre più efficiente, puntuale e attento alle esigenze del mercato. Mani che non si vedono, persone che operano senza che il cliente riesca ad andare oltre la semplice intuizione della loro esistenza. È con questa riflessione che sono arrivato qui, ora: quale miglior strumento di una newsletter, mi sono detto, per aprire le porte di Italia Distribuzioni, far conoscere persone, funzioni, percorsi, risultati, superando gli angusti spazi di una brochure di presentazione, dando visibilità al nostro team. Per questo motivo ho deciso di ritagliarmi solo questo momento e lasciare tutto il resto alla squadra di ID. Attraverso questa newsletter desidero dare spazio a tutti i volti e dare voce a tutte le persone che fanno vivere la nostra azienda, reparto per reparto. Ognuno di loro avrà la possibilità di descrivere quello che fa, come lo fa e perché lo fa, cioè in che punto della filiera si colloca la sua mission, che, insieme alle altre, contribuisce in modo unico al progetto aziendale. Legandole l’una all’altra, le esperienze dei singoli diventano il lavoro del gruppo e, per il lettore, la scoperta dei nostri servizi, dei nostri progetti e delle iniziative che stiamo promuovendo. Si potrà così comprendere che tra la mano che firma il contratto e la mano che consegna il messaggio: c’è il servizio, con tutto ciò che lo contraddistingue: la puntualità, la competenza, la fiducia, la credibilità; c’è la professionalità, testimoniata dai successi e dalle conferme ricevute negli anni di attività; c’è la storia, che conferma i fatti al di là delle parole. L’idea semplice ma essenziale è, quindi, quella di approfondire questi concetti che sono il vero movente della nascita di tutte le newsletter. Con ID-News vogliamo esservi più vicini. Vogliamo presentarci non come fornitori ma come collaboratori con cui operare in sinergia per raggiungere, insieme, importanti obiettivi. Nel contempo la newsletter propone a tutti i dipendenti di Italia Distribuzioni un magazine in cui riconoscersi, rivolto ai clienti ma anche a ognuno di loro. Sono certo che più delle mie parole saranno queste pagine a farvi meglio comprendere il senso di questa scelta. “Ognuno gioca un ruolo importante nella realizzazione del prodotto finale, quindi è la voce della squadra l’unica in grado di trasferire le reali capacità di un’azienda. ID-News vuole fare questo!” Buona lettura

Michele Liguori Managing Director


04 Spotlight

una squadra che consolida i propri obiettivi Uno dei fenomeni che connotano le fasi critiche dei mercati è quello di rendere esponenzialmente più rapida la “selezione naturale” degli operatori, premiando le realtà che sono in grado di gestire meglio il processo di cambiamento e di evolversi, coerentemente con i nuovi bisogni espressi dagli stessi mercati, nel senso dell’innovazione. La Direzione Operativa di Italia Distribuzioni ha assunto l’impegno, attraverso tutte le persone che lavorano sia nella sede centrale che nelle filiali sul territorio,

di dedicarsi non solo a gestire il cambiamento, ma anche a promuoverlo, con l’ambizioso obiettivo di colmare progressivamente il gap che esiste oggi tra il modello distributivo italiano e quello delle realtà europee più evolute. Essere leader di innovazione, in pratica, significa saper “pensare in grande”, magari con un orizzonte temporale di 5 anni, e allo stesso tempo essere in grado di intervenire quotidianamente sui “dettagli”, per fare in modo che il traguardo diventi, passo dopo passo, un po’ più vicino.

Operations Director

Fare la differenza, lasciare la propria traccia, stimolare il cambiamento: la nostra sfida. Italia Distribuzioni vuole continuare ad essere la prima azienda nel mercato in cui opera e iniziare con forza un processo di cambiamento importante. La qualità di ID comincia con la Direzione Commerciale, continua con la Direzione Operativa e prosegue con la Direzione Amministrativa: una vera e propria multinazionale guidata da un Managing Director. Abbiamo obiettivi di crescita importanti e lavoriamo per rafforzare la nostra organizzazione anche “dietro le quinte”: gestiamo quotidianamente il nostro personale per creare un ambiente di lavoro dove il merito di cia-

Paolo Gessa

Citando Stephen Covey: ”La forza è nelle differenze, non nelle similitudini”. È così che abbiamo deciso di lanciare nel 2011 una massiccia campagna di vendita di Convenience, prodotto innovativo e differenziante nel mercato della Posta Pubblicitaria Non Indirizzata, che permette alti standard di servizio a costi favorevoli grazie alla possibilità di concentrazione delle consegne in determinati giorni della settimana. La squadra di vendita, guidata da Salvatore Peligra, è stata in grado di ben interpretare lo schema di gioco ”Convenience” permettendoci così di incrementare il fatturato di oltre il 20% vs il 2010.

Massimiliano Conte

scuno sia il risultato della squadra; organizziamo il lavoro di distribuzione e delle nostre risorse con il supporto di sofisticati sistemi informatici; le nostre filiali sul territorio sono supportate da una struttura centrale per la gestione del processo di acquisti; garantiamo la trasparenza e corretta applicazione dei principi che tutelano i nostri azionisti e i nostri clienti; ci assicuriamo il controllo della società per raggiungere degli obiettivi di leadership ambiziosi senza rinunciare a gestire i nostri clienti anche nella fase dell’incasso del credito. Ognuno di questi processi vuol dire persone e soprattutto professionalità. Crediamo che i nostri clienti meritino tutto questo.

Chief Financial Officer

Quanto avvenuto non è solo il frutto di un prodotto innovativo e differenziante ma è anche il prodotto dell’impegno e della professionalità di tutto il mio team di vendita. Dal Nord al Sud i risultati sono stati entusiasmanti, oltre 3.640 contatti telefonici, 1.100 offerte e ottenuto una percentuale di successo pari al 40%; dal punto più estremo del Nord a quello del Sud non c’è stato un cliente che non abbia ricevuto una nostra presentazione o richiesta di incontro. Il futuro però ci riserva nuove sfide… preparatevi quindi a riceverci nuovamente e a concederci la fiducia che ci avete accordato nel 2011.

Commercial Director

Lorenzo Talenti


05 Più di una semplice inaugurazione, una vera e propria festa: per noi, per i nostri collaboratori e per le istituzioni. Tutti insieme per dare inizio alla nuova realtà impegnata a offrire un servizio sempre migliore.

A

bbiamo iniziato nel migliore dei modi, con una vera e propria festa per celebrare la nuova sede ID. C’eravamo tutti nel tardo pomeriggio del 26 ottobre, presso i nuovi uffici di Gorgonzola, alla cerimonia d’inaugurazione a festeggiare la nostra nuova identità e la nostra indipendenza. All’evento hanno partecipato più di 100 persone tra colleghi, clienti, fornitori, competitors, imprenditori, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni, tutti piacevolmente colpiti da come si è sviluppato l’evento, immersi in un’atmosfera rilassante e informale, merito anche del giusto sottofondo musicale. Grazie alle tensostrutture riscaldate, è stata la terrazza il cuore della serata. Un ottimo buffet e una teoria di brindisi

hanno fatto il resto. La partecipazione del Vicesindaco, Matteo Pedercini, ha sottolineato il legame che unisce la nostra azienda alla realtà locale. ID contribuisce, infatti, al miglioramento della qualità della vita nella città di Gorgonzola, interessandosi alla cura e salvaguardia del territorio ma anche alla ricerca e alla formazione di un senso civico da sviluppare nelle nuove generazioni e nel mondo della scuola. Il grande entusiasmo e la partecipazione all’evento hanno superato ogni aspettativa e hanno reso quest’appuntamento ancora più speciale e importante per il nostro futuro. Un futuro in cui si possa essere sempre più vicini ai nostri clienti e attenti alle loro specifiche necessità. La serata si è rivelata l’occa-

sione perfetta per fare quattro chiacchiere fuori dall’ambito lavorativo, conoscersi meglio e divertirsi. Perché sia gli ospiti che i dipendenti si sono sentiti parte di una squadra. Noi tutti crediamo che fare squadra attraverso la collaborazione sia realmente importante e, partendo da questa base, intendiamo creare un senso di appartenenza non solo tra colleghi, ma anche con tutte le aziende con cui abbiamo rapporto. Siamo certi che questo slancio sia la giusta spinta per garantire servizi sempre migliori e sempre più vicini alle aspettative dei nostri clienti. Un gruppo unito da un unico obiettivo: fornire soluzioni condivise per offrire un servizio sempre migliore! Tamara Gimigliano Marketing Assistant

Foto dell’evento di inaugurazione della nuova sede, che si è tenuto il 26 ottobre e che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti.

Spotlight

Una nuova sede, un rinnovato slancio


06 Marketing

il nuovo stile della posta non indirizzata italia distribuzioni si ProPone al mercato con un nuovo abito e con il suo “Welcome kit”, Pensato e cucito su misura Per ogni cliente.

a brochure di Italia Distribuzioni si presenta con uno stile tutto nuovo, proposta su una “gruccia”. Questo sarà il nostro biglietto da visita, con il quale vogliamo evidenziare il nostro obiettivo: far crescere la cultura del mercato, trasformando la posta pubblicitaria in un media. A tale scopo è neces-

sario curare il nostro abito, dalla fase organizzativa a quella distributiva e investire su progetti che diano qualità e professionalità al settore. Sulla nostra “gruccia” siamo in grado di offrire diversi abiti, a seconda delle esigenze del mercato: Convenience, Value Pack, Flexi e Door Drop non saranno più solo dei prodotti, ma l’abito con cui diventare un media. Convenience: differenti abiti raccolti nelle due wave di distribuzione. Il modello industriale di ID, capace di coniugare efficacia distributiva e convenienza. Permette una sensibile riduzione dei costi pur aumentando l’efficienza e il livello di controllo delle fasi operative e di distribuzione. Value Pack: proteggiamo e teniamo ordinati gli abiti dei nostri clienti. La consegna dei flyer avviene in wave settimanali con il materiale protetto da un involucro che lo ripara da intemperie e aggressioni esterne. Ordine, pulizia e protezione del recapito rendono questo servizio efficace e più gradito al consumatore finale.

Flexi: l’abito adatto per un’occasione speciale! Si adatta alle necessità di comunicazione del cliente offrendogli la libertà di effettuare la distribuzione dove e quando preferisce, individuando bacini d’utenza mirati e mantenendo la qualità di sempre. Door Drop: un abito studiato su misura. Ideale per chi vuole targetizzare e costruire veri e propri progetti promozionali con un approccio flessibile. Dedicato alle grandi aziende, alle agenzie di comunicazione e ai media planner che vogliono abbinare l’efficacia del direct mail ai vantaggi del door to door. Geomarketing: un reparto di geomarketing e la giusta tecnologia a supporto del cliente. Un servizio che, tramite analisi territoriali, è in grado di elaborare profili aggregati per microporzioni territoriali e di segmentare i target di queste zone per sesso, età, reddito, professione, ecc., con la possibilità di avvalersi di modelli di gravitazione isocroni e isodistanti. Il tutto completato dai dati raccolti attraverso tecnologie GPRS. Morena Bertaggia

UNA SQUADrA, UN SoGNo!

Marketing Manager

A maggio 2011 c’è stata la prima convention aziendale. italia Distribuzioni si è riunita a Bologna e ha dato vita a un evento al quale per la prima volta in assoluto sono stati invitati tutti i dipendenti, dai reparti centrali fino a ogni componente dei singoli reparti operativi di tutta italia. finalmente colleghi di diverse filiali hanno avuto l’opportunità di incontrarsi e consolidare il rapporto lavorativo, confrontarsi sulle varie realtà locali e avviare, o in alcuni casi rafforzare, un’ottima collaborazione. Abbiamo posto le basi per iniziare a diventare una vera squadra, con la voglia di crescere per diventare sempre più uniti e sempre più grandi. Una squadra unita da un sogno: impegnarci per offrire un servizio sempre puntuale, efficiente, all’avanguardia e di qualità.


07

Il key account manager dell’area Nord-Ovest ci Apre le porte del suo ufficio e ci dà qualche anticipazione sul servizio di cellophanatura.

Qual è il suo ruolo all’interno di Italia Distribuzioni? Sono Responsabile commerciale dell’area Nord-Ovest Italia. È un lavoro dinamico, basato sulla comunicazione e con una forte componente umana, il che lo rende interessante e divertente. Oltre a seguire i molti e importanti clienti nella mia customer base, attualmente mi occupo in particolare di un progetto di sviluppo vendite locali, formando e coordinando gli agenti di vendita. In cosa consiste il progetto delle vendite locali? ID ha una struttura capillarmente presente sul territorio; ogni filiale è stata recentemente riorganizzata come un’impresa indipendente con uno specifico business plan, obiettivi di fatturato, costi, ecc. È evidente che per raggiungere gli obiettivi, le filiali oltre a man-

tenere i clienti consolidati devono acquisirne di nuovi a livello locale. Da qui la necessità di costruire un impianto di vendita dedicato alle filiali. Tra l’altro questo è uno dei progetti chiave di ID, perché rivolto a una fetta di mercato finora trascurato. Quali sono i vantaggi per il cliente retail? Generalmente questi operatori non hanno tempo di contattare e incontrare tutti i fornitori che compongono la filiera per arrivare al depliant finito. Per aiutarli, noi proponiamo loro un’offerta strutturata consistente in un servizio a 360 gradi che va dalla creatività, alla stampa fino al recapito dei depliant. Inoltre abbiamo appena realizzato “Friendly”, un prodotto che con un modesto investimento permette a chi vuole aumentare il proprio giro d’affari di partecipare a un’iniziativa finalizzata a creare traffico nei punti vendita. In che aree sono disponibili questi servizi? Per quanto riguarda il prodotto “chiavi in mano”, siamo attivi in tutte le aree controllate dalle nostre filiali, mentre per il prodotto Friendly, abbiamo iniziato le vendite su alcune aree della provincia di Milano, prima di proporli su larga scala ai nostri clienti. Ma se il buongiorno si vede dal mattino, mi sento di dire che a breve il progetto verrà allargato a tutti i capoluoghi della Lombardia e successivamente del nord Italia. La cellophanatura di materiale recapitato senza indirizzo e anagrafica è una novità. Perché avete scelto questa soluzione?

Oggi buona parte del materiale informativo viene inserito in appositi casellari posti all’esterno degli stabili. I vari distributori che passano durante l’arco della giornata inseriscono i depliant sovrapponendoli a quelli del distributore precedente. Questo sistema genera confusione e disordine nel casellario e rende molto difficile il prelievo del materiale da parte degli inquilini, che, nella maggior parte dei casi, si limitano a prendere quelli posti in superficie. Cellophanando insieme le varie proposte, noi vogliamo offrire ai nostri clienti e consumatori finali un prodotto ordinato, facilmente prelevabile, ma soprattutto pulito e salvaguardato dalle intemperie. La combinazione e la cellophanatura dei depliant è un processo in voga da anni in tutti i paesi in cui i mercati sono più maturi e i clienti e gli utenti finali considerano la comunicazione non indirizzata un vero e proprio media al pari di radio, giornali, tv, ecc. L’Italia è ancora un mercato acerbo, ma da diversi sondaggi è emerso che il 76% dei consumatori finali intervistati desidera ricevere nella cassetta delle lettere il materiale promozionale in plichi cellophanati una o massimo due volte a settimana. In che aree avete a disposizione le macchine per la cellophanatura? A oggi abbiamo una macchina nella filiale di Roma, e una nella filiale di Milano. Nel 2012 installeremo altre due macchine in due importanti città. Fulvio Quarella

Sales

Conosciamo la forza vendita: JACOPO RADICE


08 Customer Service

Il nostro plus: una Relazione personalizzata Italia Distribuzioni scopre un nuovo modo di fornire assistenza ai nostri clienti e li segue offrendo loro una collaborazione proattiva e continuativa

I

l reparto Customer Service rappresenta un nodo cruciale per ogni realtà operante nel mercato dei servizi: in esso convergono le azioni commerciali, le reazioni dei clienti, le scelte del management. Una realtà delicata e complessa, la cui efficienza determina il successo di un’azienda attraverso una proficua fidelizzazione dei clienti stessi. In questo periodo economico, in cui i rapporti tra le aziende e i

continuativa. La relazione persoloro partner sono spesso precari, nalizzata con i nostri clienti non è il reparto Customer Service non il solo plus del reparto Customer può più essere inteso nella sua Service. Siamo infatti strutturatradizionale accezione di “geti in modo da offrire il supporto stione telefonica di ordini e recla“ideale” a ogni cliente, sia esso mi”, ma necessita dello sviluppo una piccola realtà locale o una di un plus, un valore aggiunto grossa catena della GDO: il clienper chi sceglie di affidare a noi la te locale, il cui bacino di utenza si sua distribuzione pubesaurisce all’interno della zona di blicitaria. Italia Distriappartenenza, viene assistito da buzioni ha intrapreso un referente Customer dedicato. ormai da tempo questa Per il cliente medio-grande, le strada, scegliendo di cui campagne promozionali sostrutturare un reparto litamente si estendono su scala Customer Service che nazionale, abbiamo invece sudesulasse dalla consueta idea diviso il reparto in “distretti terridi “assistenza clienti”; la nostra toriali di competenza”, e a ogni azienda ha scelto di puntare sulreferente Customer viene assela formazione dei propri dipengnata un’area geografica. Così denti, costruendo un reparto di facendo, offriamo al cliente un persone preparate e responsainterlocutore preparato, che cobili, che perseguono un obiettinosce le cavo comune: la maggiore efficacia ratteristiche soddisfazione nella pianificazione del territorio e del cliente. dell’attività e rapidità delle filiali che Attualmente il di intervento vi operano. Il reparto conta tutto si traduce in una maggio20 figure dislocate nei 4 uffici di re efficacia nella pianificazione Gorgonzola (sede), Roma, Piadell’attività e in una concreta cenza e Mestre. Grazie a questa rapidità di intervento. Pertanto, suddivisione, ogni cliente può anche con i clienti che operano a fare riferimento a un consulenlivello nazionale, manteniamo inte personale, dal quale ricevere variata la nostra vision di “figura in tempo reale le comunicazioni dedicata e relazione personalizsugli itinerari di distribuzione, inzata”. Questi e altri interventi sieme al quale ricercare soluzioni trattati e approfonditi nelle prosefficaci. Il cliente potrà seguire la sime pubblicazioni - sono i fattori propria campagna promozionache portano il Customer Service le e avere tutta l’assistenza del di Italia Distribuzioni a essere “il caso, dalle modifiche ai bacini di partner ideale per ogni azienda”. distribuzione, fino alla fatturazione. La nostra è una forma di colAntonio De Felice Customer Service laborazione proattiva, flessibile e


09 Business Support & ICT

Survey: una conoscenza territoriale in più grazie alla tecnologia Abbiamo raccolto la sfida: da una semplice rilevazione civici a un sofisticato ed efficiente database nazionale delle cassette postali.

L

a storia del progetto Survey inizia nel 2009: una società cliente ci chiese di effettuare un test di rilevazione civici nella provincia di Milano. Scopo iniziale: in caso di successo del test estendere la rilevazione a tutto il territorio italiano. La rilevazione di un numero civico avviene attraverso un ricevitore GPS il quale, da un lato cattura le coordinate spaziali del punto in cui ci si trova, dall’altro, se munito di apposito software, permette di associare a queste coordinate i dati che si desiderano. Tradotto: ogni numero civico di Italia può diventare un oggetto rappresentabile su una carta geografica. Interrogando questo oggetto si può conoscere la regione, la provincia, il comune, l’indirizzo, il numero civico in cui si trova. Inoltre si possono consultare tutte le altre informazioni registrate in fase di rilevazione. Ai nostri manager è stata chiara sin dall’inizio la potenzialità di un’operazione del genere. Hanno quindi chiesto al cliente di poter associare a ogni sin-

golo civico rilevato una serie di informazioni quali: numero di cassette postali, presenza della cassetta pubblicitaria esterna e del divieto di pubblicità. Questi dati avrebbero rappresentato per la nostra azienda la possibilità di: • Aumentare la qualità delle distribuzioni grazie alla conoscenza territoriale puntuale; • Essere l’unico operatore sul mercato che dispone di quantità distributive certificate; • Apportare all’interno del mercato distributivo una spinta all’innovazione data dal possesso di dati con un livello di aggiornamento maggiore di quello degli organi istituzionali. Ma prima di poter realizzare tutto ciò c’era un test da superare e, quindi, una squadra da attivare. Dal punto di vista tecnologico sono stati provati diversi dispositivi e software per poter raggiungere il massimo in termini di qualità e performance. Dal punto di vista della squadra mi hanno dato l’onere e l’onore di essere il capo progetto di questa avventura, supportata dal management e da un team interno (da Elisabetta Catalano ad Andrea Lippolis passando per tutto il personale di sede e di filiale) e da tutta la rete operativa, in particolare da Giuseppe Bellone (all’epoca capo filiale di Milano). Inutile sottolinea-

re che il test lo abbiamo passato, guadagnandoci una commessa nazionale del valore di oltre 1.000.000 di euro! Da ottobre 2009 a oggi abbiamo censito quasi 8.000.000 di civici e sappiamo che ci aspetta un 2012 ricco di attività. L’attività si sposterà dalla strada agli uffici di Gorgonzola, per fare in modo che il lavoro che ci ha visti impegnati in questi ultimi due anni diventi, per la nostra azienda, un patrimonio informativo unico in Italia: una banca dati nazionale completa delle cassette postali, di quelle condominiali e dei divieti di pubblicità. Nessun nostro competitor potrà vantare un patrimonio dati così preciso, costruito in modo dedicato e non durante la normale attività distributiva, e nessun cliente potrà più farne a meno. Una volta terminata l’analisi dei dati, la sfida verrà passata ai nostri colleghi delle vendite, i quali avranno così una marcia in più per acquisire nuovi clienti e per fidelizzare gli attuali. Arianna Gatti

Project Manager


10 Operation

Nuovo assetto Operativo: solidi nella crescita L’ambizioso progetto di rinnovamento della struttura organizzativa migliorerà la qualità dei servizi offerti contribuendo alla valorizzazione delle risorse interne dell’azienda

I

l 2011 iniziava con una grande sfida: come continuare a fornire ai nostri clienti un servizio sempre più professionale gestendo insieme il cambio del brand e della struttura aziendale? Dopo le prime riunioni, si è deciso di modificare la struttura organizzativa, formata da 45 addetti operativi, tra District Managers, Capi Filiale

e Operation Planners, distribuiti nelle 13 filiali. A supporto di questa scelta sono arrivati i risultati dei primi mesi dell’anno, che mostravano una crescita media dei volumi rispetto al 2010 pari a circa il 20%; era quindi necessario avere maggior controllo del territorio e della qualità del servizio. Innanzitutto abbiamo portato il numero

ager MARIO BUSSI • distretto 1 > district man BARDIA LOM ca grafi geo nza pete com le DANIELE CIRIACO filia o ✔ filiale MACHERIO } cap 89 Macherio (MB), t. 039/20179 35 200 6, ini Par e epp via Gius ONE MAS O ERT UMB ✔ filiale PAVIA } capo filiale 70140 a Carpignano (PV ), t. 0382/5 via Del Com mercio 4, Cur ager CLAUDIO MAESTRI • distretto 2 > district man LE D’AOSTA MONTE - LIGURIA - VAL PIE competenza geografica I le ANNA GISOND ✔ filiale TORINO } capo filia 22815518 122/10/L, 10148 Torino | t. 011/ oli Rom s Reis o lielm Gug via ager DAVIDE PADOVANI • distretto 3 > district man VENETO competenza geografica TRI GIULIANO PATTARO le filia o ✔ filiale MESTRE } cap 041/5018218 ezia [Loc Favaro Veneto] | t. via Piovega 4/a, 30173 Ven le MARCELLO GASPARINI ✔ filiale PADOVA } capo filia lò (PD) | t. 049/8961911 Nico San te Pon 3, zia viale Sve IELA CATTAZZO DAN le ✔ filiale VERONA } capo filia (VR) | t. 045/8601291 ono sobu Dos 62 370 via Staffali 10, ESANI PER le LUCA ✔ filiale UDINE } capo filia 0432/602281 t. | NE UDI 18), . (INT via Marsala 180 MILIANO ager SINGLITICO MASSI • distretto 4 > district man E - ABRUZZO-MOLISE RCH MA LIA ROMAGNA competenza geografica EMI NELLI le MARIA GRAZIA GIULIA ✔ filiale BOLOGNA } capo filia so (BO) | t. 051/6053689 tena Cas di nova Villa 55 via Cà Dell’Orbo 17, 400 filiale SONIA ALBERICI ✔ filiale PIACENZA } capo 0506 Pontenure (PC) | t. 0523/54 via D’Antona 5 – 29010 ager FILIPPO VOLPI • distretto 5 > district man CANA - UMBRIA competenza geografica TOS SIMONE VOLPI le filia o ✔ filiale FIRENZE } cap | t. 055/340128 nze Fire 31, cia Trec a dell via ager VINCENZO GUGLIELMI • distretto 6 > district man IO competenza geografica LAZ VINCENZO GUGLIELMI le filia o cap } A ROM liale ✔ fi Roma | t. 06/41420430 via Leofreni 9/13, 00131 ager GIANNI RAGNO • distretto 7 > district man LIA - BASILICATA PUG ca grafi geo competenza PORE filiale MARIANNA SCIANCALE ✔ filiale MOLFETTA } capo | t. 080/5383988 (Ba) a fett Mol .), idionale snc (Z.I via Oleifici dell’Italia Mer ager MASSIMO NUZZI • distretto 8 > district man IA PANIA - SICILIA - CALABR CAM ca grafi competenza geo ager ROBERTO MANUNTA • distretto 9 > district man DEGNA SAR ca grafi competenza geo ROBERTO MANUNTA le filia o cap } RI LIA ✔ filiale CAG | t. 070/240486 liari Cag 9, via dell’Artigianato

dei Distretti presenti sul territorio nazionale da sei a nove. Un’operazione apparentemente semplice, ma in realtà molto complessa: per attuarla era necessario ridisegnare i confini dei precedenti Distretti, riassegnare clienti, risorse umane, partner, ispettori e tutti i componenti della filiera. Bisognava inoltre nominare tre nuovi District Manager, operando una rotazione all’interno dell’organico: alcuni Capi Filiale sono stati promossi District Manager e alcuni Operation Planners sono diventati Capi Filiale. Da gennaio 2012 è partita la seconda fase della riorganizzazione, finalizzata a cambiare la figura del District Manager in vero e proprio Area Manager del territorio di pertinenza. L’AM gestirà la propria area a 360°, perseguendo precisi obiettivi in termini di gestione delle risorse umane, qualità distributiva e sviluppo commerciale. Soprattutto sarà responsabile del conto economico dell’area assegnata, dovrà quindi intervenire su costi, sprechi e anomalie, difficilmente individuabili a livello centrale, generando risparmi destinati a essere reinvestiti nel miglioramento della qualità del servizio. Sono certo che questo importante progetto avrà successo, perché il mio team è composto da persone determinate, che lavorano ogni giorno con grande entusiasmo e attaccamento all’azienda, in perfetta sinergia e con uno spirito di collaborazione con tutti gli altri reparti che raramente mi è capitato di vedere altrove. Grazie a loro e a tutte le altre nostre risorse, riusciremo a raggiungere l’obiettivo di essere sempre all’avanguardia e restare i veri numeri uno del settore, nelle parole e nei fatti. Claudio Monguzzi

Network Manager


11

L’assolvimento degli obblighi contrattuali e il rispetto degli adempimenti previdenziali garantiscono massima trasparenza e piena legalità a lavoratori e clienti

I

n riferimento al D.Lgs 276/2003 in fatto di Responsabilità Solidale degli appalti, Italia Distribuzioni si vuole distinguere come società attenta al rispetto delle norme vigenti, garantendo massima trasparenza a tutti i suoi clienti. La tutela e la sicurezza dei lavoratori per Italia Distribuzioni sono un valore fondamentale: dall’assunzione alla formazione del proprio personale, anche la scelta dei propri partner aziendali segue rigidi controlli. ID, per garantire questi processi, ha im-

plementato i Sistemi di Gestione ISO 14001 (Ambiente) e Ohsas 18001 (Sicurezza lavoro). Per garantire sempre la massima trasparenza e il pieno rispetto della legalità a tutti i nostri clienti, ID richiede ai propri partner: - il cosiddetto DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva), che rappresenta il risultato di una verifica in merito all’assolvimento, da parte dell’impresa, degli obblighi legislativi e contrattuali nei confronti di INPS, INAIL e Cassa Edile.

- e, in tema di sicurezza, di collaborare alla redazione del DUVRI (Documento Unico per la Valutazione Rischi da Interferenze), in cui si richiedono le misure adottate per eliminare o, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento viene sempre allegato al contratto di appalto o di opera che ID firma con i propri partner. Rosanna Torre

HR Specialist

La formazione professionale in ID Italia Distribuzioni è consapevole che un’azienda cresce con la crescita della professionalità dei suoi componenti. Per questo seleziona programmi formativi finalizzati a migliorare le competenze e le funzioni dei suoi dipendenti. Un valore aggiunto che si traduce in professionalità nel rispondere ogni giorno alle esigenze del cliente.

Human Resources

Responsabilità solidale: una garanzia


12 Finance

Italia Distribuzioni presenta i risultati 2011

L’azienda, dopo aver chiuso l’anno in positivo, conferma la sua capacità di adattarsi al mercato e sta affrontando con ottimismo le nuove sfide del 2012

I

2000 1800 1600 1400

Volumi

1200 1000 800 600 400 200

-

2010

2011

l 2011 è stato un anno di grandi cambiamenti, di numerosi sforzi, di progetti di riorganizzazione che oggi stanno cominciando a mostrare i primi significativi risultati. Italia Distribuzioni ha chiuso l’esercizio con oltre 1,5 miliardi di materiale pubblicitario distribuito su tutto il territorio nazionale e con una crescita del 20% rispetto al periodo precedente, dimostrando e confermando 2012 la sua flessibilità e

capacità di adattamento alle esigenze del mercato, malgrado il difficile contesto economico generale. L’azienda ha così potuto chiudere il suo primo anno da società indipendente in modo positivo, proiettandosi nel 2012 e presentando un budget con l’inserimento di nuovi progetti sempre più orientati al mercato e al singolo cliente. L’obiettivo stimato nel 2012 è di circa 1,7 miliardi di materiale pubblicitario recapitato. Antonio Libi

Business Controller


13 Italia Distribuzioni nel 2012 estenderà l’offerta del prodotto cellophanato, installando nuove cellophanatrici presso due importanti filiali e lancerà nuovi prodotti di recapito.

ID ha recentemente censito a livello nazionale la presenza di caselle per la raccolta della posta pubblicitaria, compresi gli stabili con divieto di consegna (un investimento di oltre 1 milione di euro). I risultati saranno disponibili all’inizio del 2012.

solidarietà in id Cosa c’è di meglio dei regali a Natale? E quale potrebbe essere il più bel regalo se non portare un sorriso sul volto di chi è più sfortunato di noi? Italia Distribuzioni si impegna ogni anno affinché i regali per i colleghi e per i clienti non siano solo graditi, ma siano anche dispensatori di sorrisi. È per questo motivo che a Natale 2011, abbiamo collaborato con “Dolci Libertà”, un’azienda che si occupa della produzione e commercializzazione di ciocco-

lato e pasticceria artigianale di alta qualità nella Casa Circondariale di Busto Arsizio, presso la quale trovano impiego 40 detenuti e 6 addetti esterni. I detenuti impegnati nel progetto imparano così una professione: impastano, cuociono, decorano e confezionano questi preziosi e delicati prodotti con grande cura e professionalità iniziando così a costruirsi fin da subito un futuro migliore. Se volete scoprire anche voi questo mondo, visitate il sito www.dolciliberta.com Ma non è finita qui, i biglietti di auguri sono stati realizzati dall’associazione AIL Milano.

L’AIL è il punto di riferimento per la lotta contro le leucemie, i linfomi, il mieloma e le altre empatie maligne. L’Associazione combatte su tutti i fronti l’insorgere di queste patologie. Favorisce la prevenzione e sostiene la ricerca scientifica, assiste i malati e le loro famiglie, diffonde la conoscenza sui progressi della scienza e sui modi per affrontare la malattia. www.ailmilano.it

Diamo il benvenuto ai nostri nuovi arrivi

Pao lo Gessa il nostro nuovo Direttore Amministrativo e Finanziario (Chief Financial Officer)

zo Vincen lmi Gug lie nuovo District Manager nell’area Lazio

Es ter Ginza gl

io

Senior Accountant a Gorgonzola

Rebecc a Anton utti Stagiaire Customer Service a Mestre

A tutti loro va il nostro più caloroso benvenuto e l’augurio di un buon lavoro.

News

PROGETTI PER IL 2012


14 News

le convenzioni in italia distribuzioni le ultime novità Per il “Progetto convenzioni” voluto da id Per i suoi diPendenti:

Interflora tutti i dipendenti e i loro familiari, comunicando il codice azienda, potranno beneficiare del 10% di sconto per la consegna a domicilio di fiori, piante e idee regalo con Interflora, ovunque e in pochi minuti.

Cisalfa sconti del 5%, due volte dal momento di attivazione, sull’acquisto di tutti gli articoli Cisalfa grazie alla carta fedeltà Action Card. Inoltre si potrà usufruire dei prezzi ActionCard (con uno sconto fino al 20%) e accedere alla raccolta punti.

Endered il fornitore dei nostri buoni pasto ci offre “Benificio Card”, una carta che permette di godere di numerosi vantaggi per il tempo libero (cinema, teatro, palestre, mostre, viaggi, shopping). Le offerte sono sempre diverse e visibili sul loro sito internet.

notizie da bd CONOSCIAMO BELGIQUE DIFFUSION Belgische Distributiedienst (www.beldi.be) è leader di mercato nel door to door communication in Belgio e assicura ogni settimana la consegna di oltre 100 milioni di copie fra depliant, giornali free press e catalo-

ghi. Grazie alla sua esperienza di oltre 60 anni e a una rete di circa 3000 distributori indipendenti, BD riesce a consegnare in tutte le 4.9 milioni di cassette postali belghe.

SONDAGGIO 2011 “L’IMPATTO DEL DOOR TO DOOR” Lo scopo del sondaggio è stato quello di investigare circa la percezione del consumatore finale relativamente agli strumenti di comunicazione D2D. Questo

sondaggio, che viene svolto con cadenza annuale, viene realizzato da un’agenzia di marketing specializzata nelle ricerche di mercato.

In media ogni persona dedica ogni settimana 24 minuti alla lettura dei depliant:

L’83% degli intervistati legge i depliant con attenzione:

8%

22%

Tutto più volte

La media di lettori di depliant per famiglia è di 2 persone: 3 o più persone

2 persone

1 persona

15%

Tutto attentamente

14%

Tutto velocemente

Dipende dal negozio

L’80% degli intervistati afferma di essere stato influenzato dai depliant nei suoi acquisti: Spinto all’acquisto

36%

Spinto a visitare il negozio

21%

Considera l’acquisto

23%

Non infl uenzato

20%

74%

2%

39%


TOU R IST

Il nome della rubrica svela già la sua anima itinerante; in questo spazio, infatti, proporremo gli appuntamenti più interessanti che potrebbero farvi venire voglia di visitare, di volta in volta, le città che ospitano una delle nostre filiali....

una manifestazione assistere allo Scoppio del Carro, ... nella settimana di Pasqua, per le, come ogni giorno prima crociata. Domenica 8 apri folcloristica nata ai tempi della emozionanti che si più ici degli spettacoli pirotecn di Pasqua, da secoli, ha luogo uno possano ammirare. de’ Pazzi ricevette salemme, il fiorentino Pazzino In seguito alla liberazione di Geru il giorno del Sabato usò nze Fire di lcro che il Vescovo in dono tre pietre del Santo Sepo come segno di purifida distribuire a tutti i cittadini Santo per accendere un fuoco co, che ancora oggi Fuo di mattina di Pasqua, il Carro cazione. Da qui la tradizione: la mo. Un filo di ferro Duo al o Prat al a portato da Port custodisce le tre pietre, viene tras olo razzo raffiguesso viene fatto scorrere un picc unisce il Duomo al carro e su di e torna all’altare. cio tifi d’ar hi al carro, accende i fuoc rante una colomba, che arriva un anno positivo ncia nnu prea si i, dent avvengono inci Compiuto il suo lavoro, se non sione” fallita “mis alla l’alluvione del 1966 è legata per la città: per i più superstiziosi i minuti e si vent a circ dura ico tecn a. Lo spettacolo piro dalla colomba pochi mesi prim o ipnotico. copi idos accecati dal bagliore, ma è un cale rimane assordati dagli scoppi e luogo capo nel e ura la XIV Settimana della Cult Dal 14 al 22 aprile, poi, si svolgerà sia la ue unq qual che fatto del ci della scelta, cons toscano si avrà solo l’imbarazzo meraviglie non sarà per la visita della città e delle sue po tem il o, iorn sogg del ta dura comunque abbastanza.

Domenica 20 maggio. Quando lo Sposalizio del Mare, celebrato in occasione della Festa della Sensa (Ascensione in dialetto veneziano) torna a incantare. Con questa festa si commemorano due eventi importanti per la Serenissima: il 9 maggio dell’anno 1000, il doge Pietro II Orseolo soccorse le popolazioni della Dalmazia minacciate dagli Slavi; nel 1177, papa Alessandro III e l’imperatore Federico Barbarossa stipularono a Venezia il trattato di pace che pose fine alla diatriba tra Papato e Impero. Il rituale seguito inizialmente era piuttosto semplice: il Doge, seguito da un corteo di imbarcazioni, arrivava al porto del Lido, dove il Vescovo avrebbe benedetto le acque marine in segno di pace e gratitudine. Quando, quasi due secoli più tardi, si iniziò a ricordare anche il secondo evento, la celebrazione divenne molto più complessa e sfarzosa: ogni anno, il Papa consegnava al Doge un anello benedetto e imponeva le nozze tra Venezia e il mare e in segno di fedeltà il Doge lanciava l’anello in mare. Oggi l’evento prevede un programma costellato di manifestazioni che vanno ben oltre la semplice rievocazione, viene consegnato il “Premio Osella d’Oro della Sensa” a coloro che hanno contribuito a conferire lustro alla città; si può curiosare tra le bancarelle del Mercatino della Sensa, ma anche assistere alle competizioni di voga alla veneta e al corteo acqueo delle Associazioni Remiere.

Martedì 12 giugno. Per le strade di Padova inizia la rievocazione storica che celebra l’ultimo viaggio di sant’Antonio , il religioso portoghese canonizz ato dalla Chiesa cattolica e proclamato in seguito Dottore della Chiesa. Fernando Martim de Bulhões e Taveira Azevedo, il vero nom e del santo, abitava a Camposampi ero ma quando capì che stava per morire, chiese di essere trasportato a Padova, città da lui amata e che lo amava. Non riuscì a entrare in città e venne ricoverato pres so il convento francescano di Santa Maria de’ Cella, dove poco dopo morì. La processi one parte da Piazza Azzurri d’Italia e termina al San tuario di Sant’Antonio d’Arcella , luogo in cui morì il santo e in cui si celebra la mes sa preceduta dal concerto delle campane di tutte le chiese di Padova. La commemoraz ione continua il giorno seguente : prima la messa celebrata dal vescovo nella basi lica, poi quella celebrata dal padr e provinciale dei Frati Minori Conventuali, dopo la qual e la reliquia del santo è portata in processione per le vie del centro. Al termine il disc orso del sindaco e la benedizione con la reliquia del santo. Ma Padova è nota anche come “città dei tre senza”: ospi ta il “caffè senza porte”, lo storico caffè Pedrocchi anticam ente aperto a ogni ora del giorno; è sede del “prato senza erba”, il Prato della Valle , la piazza che fino alla fine del 1700 era una superficie paludosa; è protetta dal “santo senza nome”, sant’Antonio infa tti è anche “il Santo” per antonomasia.

...il nostro viaggio inizia da...

aprile 2012

Firenze

... per la seconda tappa siamo a... maggio 2012

Venezia

... e per questa volta ci fer miamo a... giugno 2012

Pado va


email: info@italdi.it tel.: 02 30303901

ID News n. 1 anno 2012  

la news letter di Italia Dsitribuzioni