Issuu on Google+

nr. 2

NEWS


SOMMARIO 04/05

spotlight Che novità il Value Pack! Una giornata in filiale

06

marketing

Promozioni efficaci? Il volantino: istruzioni per l’uso ID e Immagicgroup una sinergia a supporto dell’automotive … e non solo!

07

sales

04

Due di noi!!!

08

customer service

Complaint Management: l’ascolto proattivo dei clienti

09

business support

Il geomarketing c’è e si vede

10

operation

Nuovi orizzonti: perché realizzare una rete in franchising?

11

human resourceS

La Bormio che non ti aspetti...

12

finance

07 09

Benvenuto Agresso!

12/13/14

news

ID al meeting ELMA Le convenzioni in Italia Distribuzioni Il sito italdi.it rinnova il suo look Diamo il benvenuto ai nostri nuovi colleghi Notizie da Belgique Diffusion

15

tourist

In viaggio tra Certaldo, Spilimbergo e Gorgonzola

ID-News Newsletter mensile di informazione | Anno 1 - n. 2 | Testata registrata presso il Tribunale di Milano n. 43 | 27 gennaio 2012 Editore Italia Distribuzioni | via Mons. A. Cazzaniga 61 | T 02 303 039 01 | 20064 Gorgonzola (MI) Direttore Michele Liguori Direttore Responsabile Fulvio Quarella Redazione via Mons. A. Cazzaniga 61 | 20064 Gorgonzola (MI) Grafica MarCoRelations.it Hanno collaborato a questo numero Morena Bertaggia, Claudio Bonafini, Anita Bottan, Daniele Ciriaco, Gianfranco Fedele, Simona Fedeli, Giorgia Galli, Tamara Gimigliano, Carolina Guerriero, Claudio Maestri, Claudio Monguzzi, Diego Nicoletto.

13


EDITORIALE

S

iamo già alla metà di questo 2012. Abbiamo affrontato mesi intensi, carichi di lavoro e di voglia di continuare a migliorare il nostro servizio e sviluppare la tecnologia che lo supporta. Le mutate condizioni socio-economiche impongono ormai a tutti noi un impegno di crescita attento e costante nell’offrire un servizio di distribuzione sempre più accurato e di qualità, ponendo inevitabilmente l’attenzione anche alla forte pressione sui prezzi imposta dal mercato. È ovvio che la crisi che ci circonda, ci coinvolge ma Italia Distribuzioni vuole affrontarla in modo positivo, cercando soluzioni e continuando a percorrere la strada per rendere questo servizio un vero e proprio media. Le sfide per il futuro diventano, quindi, ancora più impegnative ma ho intorno a me una squadra che non ha paura di affrontarle, animata dalla certezza di essere più forte delle avversità. Vedere nelle difficoltà uno stimolo per la crescita è la scommessa da giocare in un momento come questo, un momento in cui emerge la vera natura delle aziende e delle persone che le rendono vive. Certo bisogna remare più forte di prima, bisogna cercare strade diverse, bisogna essere, insieme, un’unica forza motrice per sfruttare il valore aggiunto della coesione, … bisogna crederci La sfida è investire e nelle pagine che seguiranno vi proponiamo alcuni esempi. Potrete vedere il nostro nuovo sito web, conoscere più a fondo la filiale che ospita una delle nostre macchine cellophanatrici, verificare come la possibilità di poter offrire un ampio panorama di servizi e di competenze può portare a casi di successo, come la collaborazione con l’agenzia Immagicgroup per Peugeot.

L’investimento è anche tra le vostre mani, in questa copia di ID-News. È stato bello verificare come la prima uscita abbia riscosso così tanto successo ed è bello oggi potervi consegnare questo secondo numero dove alcuni spunti di approfondimento sono stati raccolti proprio dai feedback arrivati da clienti, partners e amici. Questo è lo spirito giusto e sono sicuro che giusta è anche la strada che stiamo percorrendo. Non mi resta che augurarvi, ancora una volta, buona lettura!

Michele Liguori Managing Director


04 Spotlight

CHe noVitÀ il ValUe PaCK! value paCk È il proDotto Che garantisCe una Consegna più orDinata, pulita e protetta e Che assiCura quinDi un servizio effiCaCe e più graDito al ConsuMatore

a

gennaio è stata installata la nuova macchina cellophanatrice presso la filiale di macherio (vicino a milano), destando da subito l’interesse di importanti clienti che hanno deciso di farci visita per poter osservare da vicino la funzionalità della macchina e le varie fasi di produzione. l’effetto è stato straordinariamente positivo: i clienti si sono dimostrati entusiasti e ci hanno chiesto di poter cellophanare il proprio materiale per sfruttare appieno i vantaggi del Value pack: una consegna più protetta, più ordinata nelle casset-

te postali, più pulita e più accattivante, ottenibile attraverso un processo produttivo estremamente automatizzato. ecco com’è possibile realizzare questo prodotto: Selezione/Pianificazione la prima fase è dedicata alla selezione dei clienti che rientrano nella finestra distributiva settimanale. successivamente vengono pianificate le aree distributive attraverso un sofisticato e apposito sistema gestionale. Produzione Vengono prodotti circa 5.000 mailbags/ora, posizionando i

roma

milano

data di attivazione

maggio 2010

gennaio 2012

dimesioni minime prodotto

10 x 12 cm

10 x 12 cm

dimesioni massime prodotto 30 x 38 cm

25 x 35 cm

spessore minimo prodotto

80 gr (1 foglio)

80 gr (1 foglio)

spessore massimo prodotto

3 mm

5 mm

velocità produzione

4.500 buste/h

6.000 buste/h

area interessata dal Vp

415.000 cassette postali 360.000 cassette postali

materiali su appositi cassetti alimentatori (uno per ogni tipo di depliant). la macchina “raccoglie” un depliant da ogni cassetto alimentatore, li accorpa e li avvolge in un “film” trasparente creando così “la busta”, che viene poi chiusa ermeticamente in modo da proteggerne il contenuto. la macchina prosegue la sua attività produttiva fino al raggiungimento del giusto quantitativo per unità di consegna (circa 2500 buste), reggiandolo via via a pacchi ogni 200 buste. il materiale è ormai pronto per il carico e per essere messo in distribuzione. nell’area di milano e provincia hanno già aderito al nuovo servizio “Value pack” oltre 20 clienti (pari al 13% dei volumi della filiale). la produzione avviene per 162 Unità di Consegna (UdC) pari a 350.770 mailbags. Questo progetto ha rappresentato un forte investimento, ma il successo che sta ottenendo ci spinge a replicare il modello in altre filiali. a settembre è infatti prevista l’installazione di una nuova macchina a torino. migliorare la qualità del servizio offerto ai clienti attraverso innovazioni è una delle principali caratteristiche di italia Distribuzioni. il prodotto Value pack va proprio in questa direzione. Claudio Monguzzi

Operations Network Manager


05 Daniele Ciriaco, capo filiale di Macherio, ci porta con sé per farci scoprire una giornata tipo tra il magazzino e gli uffici della sua filiale

S

pesso, gli utenti del nostro servizio non percepiscono quanto il nostro lavoro possa essere complesso e articolato. Per questo motivo trovo molto stimolante potervelo raccontare, aprendovi le porte della nostra azienda e facendovi trascorrere con me “una giornata in filiale”. Macherio (nei pressi di Milano), ore 07,30 del mattino Non c’è tempo per i postumi del sonno… caffè e si comincia! I fornitori con i loro mezzi rombanti sono già tutti schierati, in attesa dell’apertura del magazzino per poter iniziare a caricare i kit di materiale già in rampa di lancio preparati il giorno prima per essere caricati sui mezzi che partono per le aree di distribuzione… ed è solo l’inizio! Ore 08,00 La filiale apre i battenti, tutto lo staff è presente: Capo Filiale, Operation Planner e addetti al magazzino, ognuno al proprio posto di lavoro. La macchina cellophanatrice viene avviata dai nostri operatori specializzati per produrre a pieno regime le buste che proteggono i depliant dei nostri clienti. Gli Operation Planner, responsabili della pia-

nificazione e dell’assegnazione del lavoro alle squadre, eseguono un’ultima verifica sugli ordini di lavoro in uscita e controllano che le aree in distribuzione il giorno precedente siano state correttamente terminate. Ore 09,00 Sul piazzale antistante la filiale cominciano ad arrivare i bilici contenenti i pallets con il materiale da avviare alla distribuzione. Iniziano le attività di scarico e stoccaggio da parte dei nostri operatori di magazzino. Le operazioni si susseguono a ritmo incessante. Arrivano agli Operation Planner, da parte degli addetti al magazzino, le prime informazioni sui materiali scaricati. Allo stesso tempo viene avviata la sofisticata procedura di controllo della corretta quantità dei depliant ricevuti, per mezzo della pesa elettronica certificata che attesta la conformità del materiale. Ore 10,00 Attraverso il nostro sistema gestionale arrivano i nuovi ordini caricati dal reparto Customer Service e inizia la preparazione dei programmi di lavoro per il giorno successivo. Questa lunga e delicata fase vede impegnati gli Operation Planner e il Capo Filia-

le che dirige le operazioni. Tutti i programmi di lavoro vengono costruiti per permettere ai team di distribuzione di esprimere la massima produttività. Ore 14,00 Parallelamente alla pianificazione, inizia la preparazione dei kit di materiale, personalizzati per programma e per ogni team di distribuzione. Tutto viene svolto nel rispetto delle procedure UNI EN ISO 9001:2008. Ore 16,30 Inizia il rientro in filiale dei primi Team Leader che hanno concluso il loro programma giornaliero. Cominciano le operazioni di carico materiale sui mezzi, il briefing ai Team Leader e l’assegnazione dei programmi di lavoro per l’attività del giorno dopo. Ore 18,00 L’attività sta volgendo al termine e si concludono gli ultimi controlli d’ufficio. Anche oggi la giornata di lavoro è finita, la filiale viene chiusa e ognuno si dirige verso la propria abitazione per godersi una serata di meritato riposo in famiglia o con gli amici. Domani ci aspetta un altro giorno pieno di nuove sfide. Daniele Ciriaco

Capo Filiale

Spotlight

Una giornata in filiale


06 sintesi Dei Dati raCColti Durante il Convegno nielsen (parMa, 24 febbraio), in Cui sono stati esposti i risultati ottenuti Dalla riCerCa sul futuro Delle attività proMozionali

gio ha confermato l’opinione comune: l’approccio al web è un cammino ancora lungo. nei prossimi 5 anni nulla potrà sostituire l’efficacia del volantino cartaceo ma si potrà iniziare ad affiancarlo ad altri canali di comunicazione web. Il volantino resta l’unico mezzo per parlare con il consumatore e per essere diffusi sul territorio. L’investimento è molto elevato e quindi è importante rendere questo strumento più efficiente e di qualità, personalizzare e avvicinarsi al consumatore è l’obiettivo finale.

Il supporto di ID per soddisfare l’esigenza di un recapito più mirato e raggiungere i consumatori in modo personalizzato, iD completa i suoi servizi con strumenti di geomarketing in grado di identificare bacini di distribuzione ottimale (anche sfruttando i dati loyalty), strumenti di tracciabilità del volantino, meccaniche per aumentare il traffico sui punti di vendita e combinazioni di distribuzione innovative, sfruttando l’approccio a nuovi media. Morena Bertaggia

Marketing Manager

Utilizzatori del volantino cartaceo vs online 140 120

135 112

100 80

121 98

91

105

60

0

ine onl

20

eo

40 tac

i

n un mercato in cui la competizione è sempre più spinta e i consumi stentano a crescere, le promozioni sono un asset fondamentale per contenere gli effetti della crisi. 14.6 miliardi di euro rappresentano il valore di mercato dei beni acquistati in promozione nel largo consumo. il 90% dei consumatori ricerca promozioni, compra l’essenziale e acquista in stock per risparmiare. il convegno, promosso a parma da nielsen, ha registrato un’alta partecipazione sia di aziende della gDo che di agenzie di distribuzione door to door evidenziando l’elevata attenzione sul flyer promozionale e permettendo di focalizzare spunti per migliorare la forza comunicativa del volantino e renderlo più vicino alle esigenze del consumatore finale. l’investimento annuo per realizzazione, stampa e distribuzione supera il miliardo di euro, nel 2011 sono stati 12 miliardi i volantini circolanti, 10.9 milioni di consumatori su 23 milioni dichiarano di consultare le offerte del volantino con attenzione e in 7 secondi decidono il loro interesse al contenuto del messaggio ricevuto in casella. Il volantino ideale secondo i dati Nielsen limitare il numero delle pagine e degli articoli per pagina. Valutare la frequenza di uscita del volantino. evidenziare sempre la percentuale di sconto praticata. Creare un layout che rispecchi quello del percorso sul punto vendita. Il futuro del volantino la tavola rotonda del pomerig-

car

Marketing

ProMozioni effiCaCi? il Volantino: iStrUzioni Per l’USo

% spesa in promozione

frequenza visita

spesa media

numeri indici / fonte: nielsen Usa survey 2011

ID E IMMAGICGROUP UNA SINERGIA A SUPPORTO DELL’AUTOMOTIVE … E NON SOLO!

Recentemente Italia Distribuzioni ha effettuato una distribuzione di materiale pubblicitario su piano nazionale promossa da Immagicgroup, un’agenzia di comunicazione con cui collaboriamo da qualche anno. La distribuzione del materiale è stata commissionata dal gruppo Peugeot. La collaborazione con il settore automobilistico è un’innovazione nell’ambito della distribuzione di materiale promozionale che ha portato alla registrazione, da parte delle concessionarie, di un diffuso ritorno positivo. Le caratteristiche intrinseche del volantino come l’immediatezza e la permanenza del messaggio, unito all’innovazione, hanno creato un mix vincente per questa distribuzione. A oggi sono state distribuite 3 milioni di copie di depliant, alle quali seguiranno altri 3 turni di distribuzione. La sinergia tra ID e Immagicgroup è in costante sviluppo per poter fornire un’offerta sempre più completa e vantaggiosa, sia per le aziende che già ci conoscono sia per quelle che devono ancora scoprire le potenzialità del nostro media. Tamara Gimigliano Marketing Assistant


07 ConosCiaMo Con un’intervista Doppia Due keY aCCount Manager Che Ci svelano le DiffiColtà legate al loro lavoro e alCuni nuovi progetti

... la determinazione e la tenacia accomunano le nostre personalità... Giorgia Galli

Key Account Manager

Toscana | Umbria

Simona Fedeli

Key Account Manager

Emilia Romagna | Marche | Abruzzo

Descrivetevi con tre caratteristiche chiave... trasparenza, autonomia e propositività. Disponibilità, equilibrio, capacità di coordinamento. Le difficoltà e le problematiche del vostro lavoro? Uno dei principali obiettivi di chi, come noi, ricopre il Uno dei nostri compiti è analizzare le esigenze del noruolo di key account manager è aumentare la credibi- stro interlocutore per elaborare progetti personalizzati. lità del servizio offerto, nel nostro caso la distribuzione, Vista la particolare fase economica attuale, in cui gli e noi intendiamo affermarlo come mezzo di comunica- investimenti marketing devono essere efficaci ed efzione che costruisce solide relazioni tra punti vendita e ficienti, si tende a comunicazioni sempre più mirate, multimediali e georeferenziate. riscopriamo che del cliente, il che è un fattore imprescindibile. oltre a tutto questo, vogliamo sottolineare e far com- consumatore bisogna studiare non solo motivazioni e prendere ai nostri clienti l’importanza di affidarsi al giu- preferenze ma anche il processo di acquisto e, più in generale, le sue abitudini logistiche. sto partner. Progetti e sfide? tvpost: la posta non indirizzata, grazie alla sua ver- Un progetto sul quale stiamo concentrando i nostri satilità e capacità di penetrazione e adattamento alla sforzi è il Door Drop, ovvero la consegna al piano; si campagna di riferimento, è un media molto importan- tratta di uno strumento che permette di raggiungere, te. oggi notiamo che si andrà sempre più verso un’in- con una comunicazione Direct mail disegnata sulle tegrazione tra i diversi media, non tralasciando quelli esigenze di ogni singolo cliente, il proprio target non tradizionali, ma aprendosi ai nuovi per veicolare e rin- indirizzato, identificato attraverso parametri socio-deforzare il messaggio utilizzando più piattaforme. forte mografici. il particolare metodo di consegna permetdella sua posizione sul mercato, iD è oggi in grado di te di sviluppare altre caratteristiche proprie di questo affiancare alla distribuzione di materiale pubblicitario mezzo, quali la creatività e la modularità, permettendo un mezzo complementare grazie a tVpost: un ser- di andare oltre il volantino e di consegnare direttamenvizio postale che utilizza un canale di trasmissione te al consumatore finale prodotti come riviste, campiopopolare come la televisione. tVpost, attualmente in ni omaggio, gadget e buoni sconto. fase test in alcune regioni, permette di inviare ogni tipo l’utilizzo delle divise aziendali, che rende i nostri addi corrispondenza, integrandosi ad altri servizi di tele- detti riconoscibili, permette loro di accedere più facilcomunicazione già esistenti. mente agli stabili. Infine, il vostro motto in sintesi…

Non basta amare il proprio lavoro, bisogna anche saperlo fare!

Non dire al mondo quello che sai fare, fallo e basta!

Sales

DUe Di noi!!!


08 Customer Service

COMPLAINT MANAGEMENT: L’ASCOLTO PROATTIVO DEI CLIENTI Un importante progetto all’interno del Customer Service di Piacenza. Ecco come Italia Distribuzioni, attraverso un efficiente flusso di risposta, raccolta e analisi, gestisce quotidianamente reclami e consigli dei suoi clienti

Il Customer Service di Piacenza. In senso orario: Erika Tagliaferri, Elisabetta Catalano, Camilla Saltarelli e Giulia Iadevito coordinatrice del reparto.

P

iacenza è uno dei quattro reparti di Customer Service dislocati sul territorio nazionale. È composto da quattro risorse, Elisabetta, Camilla, Erika, coordinate dalla Team Leader Giulia Iadevito, che condividono la stessa idea: nel loro lavoro i risultati si ottengono attraverso il massimo scrupolo e attenzione nella fase di pianificazione delle attività distributive ma, soprattutto, relazionandosi e comunicando in maniera efficace con i loro interlocutori, clienti, partner e colleghi. Intervistiamo Elisabetta, responsabile del progetto Complaint Management. Perché e come è nato questo progetto? Ci piace pensare che non ci siano problemi da affrontare ma soluzioni da condividere. È questo che vogliamo venga percepito dal cliente, la possibilità di affidarsi a noi come consulenti in grado di offrire un servizio ottimale rispondente a esigenze sempre in via di cambiamento grazie all’esperienza maturata. È proprio dall’ascolto al cliente che è nata, nel 2007, l’esigenza di trasformare i minus

in plus. Le obiezioni avanzate dai nostri clienti sono utili spunti di miglioramento per il nostro lavoro e vengono analizzate insieme ad altri parametri, con un approccio propositivo sia verso l’esterno che sul campo. Nel primo anno abbiamo lavorato per creare un flusso di gestione che permettesse un rapido intervento, ora il progetto è il nostro metodo di gestione. In che cosa consiste questa “gestione della segnalazione”? Ricevuta la segnalazione, il Customer Service attiva il reparto operativo che si occupa di organizzare un post controllo. Se la segnalazione è tempestiva e circostanziata, il controllo si effettua direttamente sul campo, tramite interviste. Negli altri casi si procede anche attraverso verifiche interne per reperire documentazione a supporto, prodotta durante l’attività distributiva. Il cliente ha sempre diritto a una risposta nell’arco di 48 ore. Ogni reclamo viene inserito in un modulo (certificato nella procedura ISO) che permette di monitorare tutte le segnalazioni in arrivo, quelle evase e i tempi di risposta, dando così la

possibilità di evidenziare reclami ancora aperti o tempi di chiusura fuori standard. Perché ritenete questo approccio innovativo e vantaggioso per i clienti? La parte innovativa di questa gestione è l’analisi che si produce mensilmente raccogliendo vari parametri: aree segnalate, fornitore, causa del reclamo, livello di servizio raccolto dagli ispettori, ripetitività della segnalazione e valutazione della stessa in termini di gravità, a seguito del controllo. Ogni mese, come responsabile del progetto, è mio compito elaborare i dati, preparare la riunione e invitare rappresentanti del reparto commerciale, operativo, customer service e controllo qualità. L’analisi delle segnalazioni diventa un momento di confronto, un’occasione per impostare azioni di intervento e una scadenza in cui valutare i risultati ottenuti. Spesso queste riunioni hanno messo in evidenza procedure non complete, il che ci ha permesso di strutturare insieme un valido intervento risolutivo. Tutti i nostri clienti possono beneficiare dell’impegno che giornalmente dedichiamo per migliorare il nostro servizio e renderlo sempre più professionale, di qualità e in linea con le aspettative del cliente. Crediamo che per crescere sia importante sapersi mettere in discussione. Ad oggi quali sono i risultati di cui siete maggiormente fieri? Garantire sempre al cliente una risposta alle sue segnalazioni. Nel 2011 la percentuale di reclami “aperti” per un periodo maggiore di 5 giorni è passata dal 13.5 di gennaio al 4.9 di dicembre. Fulvio Quarella


09 Il geomarketing, quattro specialisti capaci e preparati a soddisfare le richieste di un cliente sempre più esigente, un cliente che non si accontenta di ricevere solo numeri ma pretende una conoscenza molto alta del territorio per essere supportato al meglio.

I

l territorio: è proprio questo che si trova alla base del nostro lavoro! Sia per quei clienti che, già forti delle loro teorie, si aspettano comunque una nostra consulenza, sia per coloro i quali ci richiedono chiare indicazioni per poter raggiungere parte dei loro obiettivi: rafforzare la base dei propri consumatori abituali e/o estendere la “fetta” di mercato locale a cui si rivolgono raggiungendo nuove aree inesplorate, più ricettive o espressione di un contesto concorrenziale differentemente variegato. Una serie di strumenti informatici e di metodologie di analisi utilizzano la geografia per rendere più efficace l’attività di comunicazione, quale il ‘door to door’; se pensiamo al geomarketing non possiamo ridurlo a semplice “rappresentazione cartografica di dati”, ma diventa uno strumento che analizza informazioni complesse per tradurle in decisioni di marketing strategico da cui elaborare campagne di comunicazione. Ogni singolo

comune rappresenta per noi un contenitore arricchito di una serie di dati, da quelli puramente demografici a quelli più complessi, patrimonio della nostra esperienza e di quella dei nostri clienti; sono anche questi ultimi, infatti, che ci forniscono dati propri (di fatturato, di affluenza, di clientela fidelizzata, ecc...) da poter: Geolocalizzare (attribuendo a ogni singolo punto delle coordinate geografiche) Analizzare Rappresentare ‘Incrociare’ con tecniche di informazione geografica gravitazionale (quali i modelli isocroni o isodistanti). Il dialogo continuo con i nostri clienti ci permette di conoscerne le esigenze e proporre soluzioni su misura; ogni studio è personalizzato e rispecchia delle precise indicazioni che ci vengono fornite o che abbiamo consigliato e concordato con il cliente. La nostra esperienza e la nostra versatilità ci hanno permesso di ideare e realizzare campagne

complesse quali: Cuore di Brodo Knorr Famiglie con reddito medio/ alto, presenza di figli, responsabile acquisti sopra i 35 anni. Distribuzione su Milano città, nelle zone limitrofe a punti vendita di una grande e prestigiosa azienda italiana della GDO alimentari e largo consumo. “Se non ti prendi cura dei tuoi clienti qualcun altro lo farà al posto tuo”, l’ho letto recentemente su un giornale ed è vero! Proprio questo è ciò che si aspettano i nostri clienti: un riscontro continuo da parte di persone capaci e qualificate. Per questo motivo Italia Distribuzioni ha scelto di investire su software all’avanguardia, una vasta scelta di banche dati e, soprattutto, analisti competenti, altamente qualificati con background in ambito statistico-demografico, che possano sempre offrire un servizio consulenziale e una soluzione personalizzata a ogni richiesta. Carolina Guerriero

Geomarketing Specialist

Business Support & ICT

IL GEOMARKETING C’E’ E SI VEDE!


10 Operation

nUoVi orizzonti: PerCHe’ realizzare Una rete in franCHiSing?

un network all’avanguarDia per assistere i propri franChisee Durante tutte le fasi Del progetto

l

a situazione economica degli ultimi tempi ha portato cambiamenti anche nel mondo della distribuzione door to door, aumentando nei clienti l’attenzione verso l’efficienza e l’efficacia delle proprie campagne pubblicitarie. se da un lato si sono sviluppati nuovi canali di comunicazione, come internet e telefonia mobile, dall’altro sia la gDo sia il retailer continuano a considerare la posta veicolata un forte strumento per arrivare al consumatore finale. allo stesso tempo la ripartizione del mercato del non indirizzato e la sua organizzazione è fortemente variata: si assiste a una veloce e continua creazione di nuove società, acquisizioni, fusioni e chiusure di brand storici del settore (situazione che ha direttamente interessato anche italia Distribuzioni). se da un lato, dunque, troviamo la società locale che fatica a sopravvivere in un mercato costituito da 400 competitors e che non si trova nelle condizioni necessarie di prevedere nuovi investimenti in tecnologia e servizi alternativi, dall’altro il mercato si è evoluto e anche il retailer ricerca

un fornitore fortemente radicato nel territorio che sia in grado di fornire sistemi di tracciatura all’avanguardia, che studi con attenzione dove posizionare il materiale e che abbia un servizio di customer service dedicato. Da questa duplice consapevolezza è nata l’idea di sviluppare una rete in franchising che permetta ai nostri partner di fiducia presenti sul territorio nazionale di affiliarsi a una società, solida e di matrice multinazionale, capace di creare e gestire progetti come solo le “grandi” sanno fare ma con un’attenzione ai dettagli e alle esigenze degli altri che solo chi ti sta più vicino può avere. Come per ogni grande progetto, è necessario analizzare tutti i dettagli e gli aspetti per creare un modello vincente. Con questa convinzione, è stato costituito un team di esperti interni, dalla forza vendite all’operativo, dall’ufficio tecnico al marketing, e di collaboratori esterni, i futuri franchisee, che ci indichino i punti di forza del nostro brand da importare nelle loro realtà, che scoprano l’attendibilità e l’estendibilità del modello disegnato. grazie a questa

collaborazione stiamo costruendo i primi passi per realizzare un nuovo network che si distingua sul territorio per innovazione (dai sistemi gestionali e operativi, ai sistemi di tracciatura), per sistemi di servizio dedicati (l’attuale servizio di assistenza ai clienti è il più grande a livello nazionale), ma soprattutto per il servizio di D2D ad alti livelli. oltre a questo, il ruolo di italia Distribuzioni sarà quello di assistere i propri franchisee in tutte le fasi del progetto: dalla brandizzazione della propria sede, alla formazione e assistenza continua nei servizi erogati. Certamente italia Distribuzioni è un brand nuovo, giovane per il mercato non indirizzato ma è una realtà fatta di persone che operano nel settore da sempre, che hanno contribuito con la propria storia ed esperienza a far diventare il non indirizzato un vero e proprio strumento di comunicazione trasversale, consultato da tutti: uomini e donne, ragazzi e nonni, casalinghe e professionisti. già da alcuni mesi ci stiamo avvalendo della collaborazione di alcuni nostri partner storici per collaudare e affinare il modello, per partire nel 2013 con l’insediamento dei primi franchisee. l’obiettivo che ci prefissiamo è quello di portare un iD point nelle principali città italiane nei prossimi 5 anni. per questi motivi siamo convinti che i nostri partner risponderanno con successo alla diffusione del marchio italia Distribuzioni, un marchio che in un solo anno è riuscito ad affermarsi e a diventare un punto di riferimento del mercato. Anita Bottan Project Manager


11 L’esperienza formativa di Italia Distribuzioni raccontata da chi l’ha vissuta

D

al 22 al 24 febbraio 2012, presso l’hotel Bagni Nuovi di Bormio, si è tenuto l’evento formativo organizzato da Italia Distribuzioni “Vivere l’orientamento al cliente: Comunicazione e Fidelizzazione, i 5 passi” organizzato e condotto dalla Dott.sa Donatella Rampado. Obiettivo del corso: stimolare processi di cambiamento già nel lavoro quotidiano volti a migliorare i risultati. Il team per il 2012 è stato selezionato coin-

L’evento formativo di Bormio mi ha coinvolto in modo inaspettato. L’organizzazione delle giornate, la professionalità della formatrice e la coesione del gruppo sono state le vere protagoniste di questa immersione fuori dalla realtà quotidiana, dove la parte formativa si è incastrata perfettamente in un contesto ludico. L’evento formativo è stato arricchito anche da scelte “indovinate” come la location suggestiva e bellissima e i sapori delle bontà enogastronomiche locali.

volgendo colleghi di diversi reparti e con diversi ruoli all’interno dell’azienda. A ognuno di loro è stato assegnato il compito di diffondere in ID il valore dell’aggregazione. Crediamo, infatti, che l’affiatamento della squadra, la spinta della competizione, l’efficacia della giusta strategia, la perfetta integrazione delle capacità di ogni singolo elemento siano le caratteristiche di un team vincente. Sono questi i punti di forza di un’azienda di successo.

Un’esperienza costruttiva che mi ha fatto comprendere maggiormente l’importanza di lavorare in gruppo e il valore della cooperazione con i colleghi di altri reparti che magari non conoscevo ancora fisicamente e ai quali ho finalmente potuto attribuire un volto. Il contesto informale mi ha fatto respirare un clima positivo e aggregante e il mio scetticismo nei confronti di attività formative fuori porta ha lasciato il posto all’entusiasmo. Operation Planner Roma

Selezionare colleghi di diversi reparti è stata un’ottima scelta. Nel corso del progetto abbiamo capito l’importanza della fluidità nelle comunicazioni interne, essenziali per ottimizzare la gestione operativa e per essere competitivi sul mercato. Abbiamo affrontato diversi temi, primo tra tutti la predisposizione all’attenzione a tutto quello che ci viene comunicato e a tutto quello che ci circonda. Semplici e mirati esercizi ci hanno insegnato ad avere una maggiore predisposizione alla memoClaudio Maestri

Gianfranco Fedele

rizzazione, adottando metodi che permettono di non farsi distrarre da fattori esterni e focalizzre l’attenzione sull’evento in corso. Abbiamo dato valore all’ascolto delle necessità dei clienti e appreso spunti per la fidelizzazione di clienti già acquisiti e per l’acquisizione di nuovi. Il contesto in cui si è svolto l’evento era molto gradevole. Consiglio a chi sarà scelto per il prossimo corso di sfruttare a pieno l’opportunità data. Un’occasione da non perdere.

District Manager Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria

Prima della partenza abbiamo ricevuto il programma dettagliato delle tre giornate che si sarebbero svolte in questa nota meta sciistica, ed essendo un posto così ricco e interessante non ha potuto che alimentare in noi una certa aspettativa. Le giornate che abbiamo passato insieme hanno confermato quanto noi tutti avevamo immaginato. Momenti ludici e di estremo relax e una importante giornata formativa: le nozioni apprese e le dinamiche che si sono create fra noi hanno

arricchito il nostro bagaglio di conoscenze e pratiche. Mi reputo fortunato perché insieme ad altri 18 colleghi ho avuto la possibilità di far parte della “squadra” selezionata per partecipare a questo evento formativo. Personalmente ritengo tale esperienza costruttiva e sottolineo che la parte formativa è stata uno strumento tanto utile, sia per il singolo che per il gruppo, da auspicare che venga utilizzata maggiormente dalla nostra azienda. Operation Planner Padova

Diego Nicoletto

Human Resources

LA BORMIO CHE NON TI ASPETTI…


12 Finance

Benvenuto Agresso! Italia Distribuzioni SRL dal 2012 utilizzerà un nuovo ERP per la gestione finanziaria e contabile. Il nuovo sistema, in fase di implementazione, USA una parte della suite di soluzioni del Software Agresso, proprietà di UNIT 4.

A

ttualmente tutta l’azienda è coinvolta in un importante cambiamento, per definire in modo ottimale il nuovo modello di business che porterà all’adozione di un sistema moderno, agile e completo e in linea con le società del gruppo, la medesima suite è già stata adottata dalla nostra casa madre belga. Il nuovo sistema, denominato Agresso, consentirà, una volta completato, di seguire costantemente, lato contabile, tutti i processi aziendali tramite l’utilizzo di una serie di moduli che consentono di gestire molti aspetti tra i quali la

Il team che ha reso possibile l’implementazione di Agresso, da sinistra Giacomo Ferrario, Laura Spoldi, Claudio Bonafini, Ester Ginzaglio, Antonio Libi.

contabilità generale secondo le normative vigenti in Italia (con funzioni multi societarie, multi valuta e multi lingua), i costi di progetto e i processi di fatturazione, la pianificazione, il bilancio e le previsioni, l’automatizzazione dei processi operativi, il reporting e l’analisi, la gestione dei contratti. Il sistema è in continuo aggiornamento e viene mantenuto tramite il fornitore mondiale del prodotto, UNIT 4, che ci supporta nella definizione della piattaforma e dei servizi così come nello start-up dell’implementazione e dei primi

fondamentali moduli. Un aspetto molto importante è la possibilità di connetersi con i nuovi servizi che si trovano presso la casa madre e di interfacciarsi con le altre piattaforme e software aziendali. Visto l’intento ambizioso diamo il benvenuto a questo nuovo strumento aziendale che ci consentirà di sostituire gli attuali sistemi in uso facendo affidamento su una risorsa già da tempo presente in Europa e nel mondo, ma ora sempre di più anche in Italia! Claudio Bonafini

ICT Coordinator

News

ID AL MEETING ELMA Dal 10 all’11 maggio, a Barcellona, nella suggestiva location del Camp Nou Barcelona Stadium si è svolto l’annuale meeting Elma. ELMA (European Letterbox Marketing Association) è l’organizzazione leader in Europa per i servizi Door Drop, che comprende la distribuzione di tutti i media stampati, come opuscoli, volantini, cataloghi, brochure, giornali

gratuiti e samples. Può farne parte un solo membro per nazione, selezionato con cura perché possa garantire gli standard di qualità e professionalità richiesti dal mercato. Italia Distribuzioni è la società che rappresenta l’Italia. L’incontro è stato anche un’occasione per mostrare in anteprima il layout delle nuove sezioni del sito web www.elma-

europe.com in cui a ogni rappresentante corrisponde una scheda dettagliata che illustra i servizi offerti e per presentare alcuni casi di successo nel panorama distributivo europeo come le applicazioni del “QR code” sui leaflets, cosa si aspetta Ikea France dal mercato Door-drop europeo, il Mobile Marketing e nuovi strumenti media.


13 le ultime novità Per il “progetto convenzioni” voluto da ID per i suoi dipendenti:

Lavazza propone due offerte dedicate a tutti i dipendenti di Italia Distribuzioni per entrare nel mondo Lavazza a modo Mio e scegliere la macchina da caffè e le cialde a un prezzo speciale.

EF Education First Una grande occasione dedicata a tutti i dipendenti di Italia Distribuzioni e ai loro familiari: EF offre lo sconto del 5% sui corsi riferiti al catalogo EF per la Vacanza Studio all’Estero, per i corsi di Lingua all’Estero e per l’Anno Accademico 2012/2013.

Ennevolte Un sito che raccoglie offerte vantaggiose per diversi tipi di prodotti tra cui: prodotti di marca, vacanze in rinomate località turistiche e tanto altro che vi invitiamo a scoprire.

IL SITO ITALDI.IT RINNOVA IL SUO LOOK Il sito d’Italia Distribuzioni ha deciso di rinnovare completamente il suo look. Vieni a scoprire il nuovo stile della posta non indirizzata su www.italdi.it . Un nuovo sito semplice da consultare, ordinato e giovanile connotato dalle linee essenziali e ricco di immagini per conoscerci meglio. Sul sito potrai trovare tutte le informazioni che desideri sul mondo di Italia Distribuzioni e restare sempre aggiornato su tutti i prodotti e le novità che abbiamo in serbo per i nostri clienti. Allora cosa aspetti? Collegati subito e scopri perché affidare a noi la tua distribuzione!

Diamo il benvenuto ai nostri nuovi colleghi

HR Coordinator a Gorgonzola

Davi de Cicogn a

Alice Bachis

Barbara B ossi

Giaco mo Ferrario Accounting Coordinator a Gorgonzola

Commerciale area Lazio

ni

Pao la Sartor

Commerciale area Piemonte

Credit Collection Specialist a Gorgonzola

A tutti loro va il nostro più caloroso benvenuto e l’augurio di un buon lavoro.

News

Le convenzioni IN ITALIA DISTRIBUZIONI


14 Belgique Diffusion ha effettuato un sondaggio per approfondire l’impatto dei depliant sui consumatori. Nell’analisi è stata posta particolare attenzione ai depliant e ai cataloghi di mobili. La lettura di depliant e cataloghi avviene molto spesso nonostante non sia previsto alcun acquisto di mobili. Il 75% consulta cataloghi di mobili

Depliant

14%

17%

38%

31%

Gli intervistati hanno dimostrato di essere più inclini a consultare un catalogo di Cataloghi 24% 20% 31% 25% mobili piuttosto che un depliant (rispettivamente il 75% contro il 69%). Questa ■ sempre ■ spesso ■ talvolta ■ mai differenza riguarda sia gli uomini (72% non ha risposto sul depliant l’1%, non ha risposto sui cataloghi il 2% cataloghi contro il 64% dei depliant) che le donne (78% per i cataloghi e 73% per i depliant). È importante constatare che il 63% dei partecipanti al sondaggio si dedica alla lettura del catalogo di mobili nonostante non abbia pianificato di effettuare alcun acquisto di tali beni nell’immediato.

Il prezzo e la disponibilità del personale sono oggi i fattori più importanti nella scelta del negozio di mobili Per il 94% degli intervistati la scelta del negozio dipende soprattutto dal prezzo. I restanti 5 fattori discriminanti in tale scelta sono: la disponibilità del personale (92%), il servizio post vendita (90%), la modalità di consegna (85%) e la consulenza offerta (85%).

C

at

pl ia n

t

È stato constatato che i cataloghi vengono conservati o condivisi con altre persone più frequentemente dei depliant (rispettivamente il 39% contro il 19% e il 6% contro il 5%). Il 44% degli intervistati che conservano il catalogo, lo tiene per più di 3 mesi (contro il 16% di coloro che hanno affermato di conservare il depliant). In media il catalogo viene conservato per circa 4 mesi. I depliant invece per 1 mese.

al og hi

Il 39% conserva il catalogo di mobili De

News

notizie Da BelgiQUe DiffUSion

11%

13%

conserva solo la parte di interesse

8%

26%

conserva tutto

5%

6%

condivide

non ha risposto sul depliant l’6%, non ha risposto sui cataloghi il 5%

prezzo

94%

disponibilità del personale

92%

servizio post-vendita

90%

modalità di consegna

85%

consulenza offerta

85%

orario d’apertura

83%

parcheggio

82%

vicinanza del punto vendita e buona accessibilità

78% non ha risposto il 4%

Quali sono i fattori più importanti per l’acquisto di un mobile? In una scala da 1 a 4 (da poco a molto importante) i quattro aspetti che influiscono di più nella scelta del negozio in cui effettuare l’acquisto sono: al primo posto il prezzo (con una votazione media di 2,08 su 4). Il 44% degli intervistati afferma esplicitamente che il prezzo è l’aspetto più importante. A seguire troviamo il design (1,70 su 4) e la qualità dei materiali (1,69 su 4). Da notare è come oggi il fatto di dover montare da soli i mobili non costituisca più un motivo di rinuncia all’acquisto (0,64 su 4). Il 63% degli intervistati ritiene quindi che questo sia il fattore meno importante.

2,08

1,70

1,69

prezzo

design

materiali

0,64 montaggio autonomo

Il 77% tiene conto della promozione al momento dell’acquisto Più di ¾ degli intervistati (77%) tiene conto delle promozioni contenute nel depliant o nel catalogo durante l’acquisto di un mobile.

9%

28% ■ molto

40% ■ in buona misura

23% ■ poco

■ per niente

non ha risposto l’1%

La versione intergale del sondaggio realizzato da BD può essere consultata su: http://www.d2dimpactsurvey.be/fr/


TOU R IST

Il nome della rubrica svela già la sua anima itinerante; in questo spazio, infatti, proporremo gli appuntamenti più interessanti che potrebbero farvi venire voglia di visitare, di volta in volta, i territori che ospitano una delle nostre filiali....

io; un , nel paese di Giovanni Boccacc Siamo nella provincia di Firenze storia e di di dimensioni contenute, è ricco comune che, nonostante le sue torio, Pre e monumenti, come il Palazzo cultura. Sede di numerosi musei tre mos di rti nel XII secolo e oggi sede nato come castello dei conti Albe la reio, cacc da tè giapponese, o Casa Boc temporanee e che ospita una casa tro cen del e ca sede di un’importante bibliote sidenza del noto scrittore, oggi di ione ediz ’11 al 15 luglio si svolgerà la XXV studi sul Boccaccio. Inoltre dall ro teat del ale ento”. Il Festival Internazion Mercantia, dal titolo “Il quinto elem ha a nor fi e gruppi e formazioni artistiche di strada vedrà esibirsi oltre 80 ievale, l’arl’artigianato artistico, il borgo med poggiato su 4 pilastri: il teatro, di valoriziso gli organizzatori hanno dec te contemporanea. Ma quest’anno ro, né viteat il quale non avrebbe senso fare zare un quinto elemento, senza gerà un svol si nel convento degli Agostiniani vere: il gioco collettivo. Inoltre, nte tene con Divina Commedia: una mostra progetto organico su Dante e la he anc ti sen pre rdano a memoria; saranno tutte le frasi che molti italiani rico in hi luog ne o, che diventano per l’occasio il Purgatorio, l’Inferno e il Paradis no il poema dantesco. cui attori e musicisti proporran

Chi avrebbe voluto vivere in un piccolo borgo medievale nel ‘500, ora può provare quest’esperienza. Dal 14 al 16 agosto, Spilimbergo, già “città del mosaico” in provincia di Pordenone, ospita la Rievocazione Storica della Macia (antica unità di misura di lunghezza), il che renderà possibile girovagare tra le botteghe artigiane o fermarsi in una locanda per ristorarsi o ancora incontrare popolani impegnati nella spesa, borghesi che mercanteggiano e mendicanti che fanno la questua. La sicurezza per le strade della città sarà garantita dagli armigeri del conte, dagli arcieri del capitano Theodoro e dai soldati. Durante i due giorni di manifestazione, cantori e artisti animeranno la giornata e intorno al bivacco e al mercato di Santa Sabina verranno proposti eventi quali il Palio dell’Assunta, la Cena Castellana, spettacoli teatrali e il tradizionale Corteo Storico del 16 agosto. E poi sarà un’ottima occasione per visitare un paesaggio tipicamente medievale: il castello, protetto dal fossato, costituito da un agglomerato di residenze signorili disposte ad anello intorno all’ampia corte centrale, il duomo gotico, le tre cerchia di mura i cui resti sono ancora visibili.

Nel weekend del 15-16 settemb re si svolgerà come ogni anno la Sagra Nazionale del Gorgonzola, che celebra le tradizioni della cittadina nell a maniera più golosa dal 1999. Omaggiand o lo storico formaggio che prende il nome dalla città, si intraprende un viag gio non solo gastronomico, ma anche di valorizzazione culturale, di elog io ai mestieri tradizionali e di edu cazione nutrizionale. Sono sempre mol ti gli eventi in programma, tra convegni, mostre, laboratori didattici, con certi e spettacoli ci sarà solo da scegliere. La città nella quale si svolge un inte ro capitolo del capolavoro “I pro messi sposi” di Alessandro Manzoni, è interam ente attraversata dal naviglio Mar tesana, costeggiato dalla famosa pista ciclabile che collega Milano a Tre zzo sull’Adda. Il corso d’acqua, che fu realizza to per volontà del Duca France sco Sforza, fu per molto tempo una via per il trasporto merci prima di diventar e un’arteria fondamentale per il trasporto di persone da e verso il capoluogo lombardo e oggi è un elemento irrinunciab ile del paesaggio della città.

...il nostro viaggio inizia da...

lug lio 2012

Certaldo filiale d i Firenze

... per la seconda tappa siamo a... agosto 2012

Spilimbergo filiale di Udine

... e per questa volta ci fer miamo a... settembre 2012

Gorgonzo la sede ID


www.italdi.it info@italdi.it 02 30303901


ID News n. 2 anno 2012